RELAZIONE TECNICA-ILLUSTRATIVA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RELAZIONE TECNICA-ILLUSTRATIVA"

Transcript

1 telefono telefax AZIENDA LOMBARDA EDILIZIA RESIDENZIALE V.le Romagna MILANO PROGETTO DEL SERVIZIO ACCORDO QUADRO PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA ED AFFINI DA EFFETTUARSI SUL PATRIMONIO ALER E/O GESTITO DALLA STESSA, DI COMPETENZA TERRITORIALE DEL SETTORE SERVIZI PROVINCIA, SUDDIVISO NEI SETTORI TERRITORIALI DI ROZZANO, LEGNANO E SESTO SAN GIOVANNI. RELAZIONE TECNICA-ILLUSTRATIVA REPERTORIO N Documento Elaborazione : Dott. Simone Perrone Ing. Davide Fulgini Verifica : Ing. Davide Fulgini Approvazione : Arch Lides Canaia Rev. Data Data Firma Data Firma Data Firma

2 DESCRIZIONE DELLE PRESTAZIONI Prestazione 1 PULIZIA SCALE, SPAZI ESTERNI E PARTI COMUNI, PULIZIA LOCALI USUFRUITI DA PERSONALE ALER All inizio del contratto il Contraente deve presentare al Direttore dell esecuzione del contratto il programma dei servizi di pulizia, redatto sulla scorta delle prescrizioni del presente Progetto del servizio. Entro 15 giorni dall inizio delle prestazioni, il Contraente dovrà affiggere in ogni scala e/o portineria il programma delle prestazioni redatto sulla base della programmazione approvata dal Direttore dell esecuzione del contratto e sostituirlo in caso di deterioramento o manomissione. Il Contraente dovrà inoltre distribuire tale programma a tutti gli utenti del servizio. Qualsiasi variazione del programma dovrà essere autorizzata dal Direttore dell esecuzione del Contratto. Il Contraente ha l obbligo di fornire tutte le schede tecniche di sicurezza, e successive integrazioni, relative ai prodotti utilizzati per le prestazioni oggetto dell appalto. Gli stessi dovranno essere autorizzati dal Ministero della Sanità e conformi alle direttive europee 91/155/CEE, 2001/58/CEE, 2004/73/CEE. Si precisa altresì che tutte le apparecchiature e macchinari utilizzati, dovranno rispettare tutte le disposizioni in materia di sicurezza nel rispetto della vigente normativa. In occasione di nevicate il Contraente dovrà provvedere a garantire, entro due ore dal termine delle precipitazioni o comunque dal momento che lo strato di neve abbia raggiunto i cm. 5, un passaggio di almeno ml. 1 perfettamente pulito che, partendo dal marciapiede stradale, permetta l accesso pedonale a tutti gli ingressi ai vani scala ed ai cassonetti raccogli immondizia. Il Contraente, in caso di ghiaccio, dovrà provvedere all eventuale spargimento di salaccio, da fornirsi a sue cure e spese. a) pulizia scale Con le periodicità sotto riportate, il Contraente dovrà provvedere: A.1) Una volta alla settimana (esclusi il sabato, la domenica e le festività infrasettimanali) alla accurata scopatura e lavatura degli androni, pianerottoli, ballatoi e gradini di tutte le scale anche di accesso alle cantine, sottotetti e/o solai, delle porte di piano degli ascensori e delle porte di ingresso alle scale ed eventuali porte di locali di servizi generali ubicate nell androne provvedendo anche alla pulizia dell area sottostante gli zerbini, spolveratura dei casellari postali e delle cabine ascensori e montacarichi (per queste ultime anche alla pulizia delle pareti, plafone e specchio); allo svuotamento dei cestini portacarte e porta rifiuti; pulizia dei corrimano e del parapetto scale e rimozione di ragnatele; alla scopatura dei corridoi cantine e/o solai; allo svuotamento dei cestini portacarte e porta rifiuti. b) pulizia spazi esterni e parti comuni Con la periodicità sotto riportata il Contraente dovrà assicurare l effettuazione delle pulizie degli spazi esterni intesi come tutti quegli spazi esterni al perimetro del fabbricato. Due volte alla settimana il Contraente dovrà provvedere all accurata pulizia di ciascuno spazio contiguo ai cassonetti raccogli immondizie a servizio del quartiere e collocati dalle Aziende preposte, qualunque sia la proprietà dell area sulla quale i cassonetti sono situati. Il Contraente dovrà inoltre provvedere alla raccolta delle carte, foglie e siringhe dagli spazi comuni (cortili, marciapiedi, ecc..), allo svuotamento dei cestelli porta rifiuti e all asporto di cartacce, foglie e rifiuti

3 vari dalle zone a verde. Le siringhe raccolte dovranno essere depositate in appositi contenitori e smaltite secondo le norme vigenti. Sempre due volte alla settimana, il Contraente dovrà procedere alla scopatura degli spazi esterni (inteso come sopra) quali cortili, marciapiedi, vialetti, rampe, disimpegni, piazzali, strade e viali interni, passaggi, corsie per autorimesse, posti auto, marciapiede stradale prospiciente al civico, ecc. c) pulizia locali Aler Il Contraente dovrà effettuare nei locali ALER le prestazioni di seguito indicate: Ogni giorno (escluso il sabato, la domenica e le festività infrasettimanali) il Contraente dovrà provvedere: o alla chiusura di tutte le porte di accesso dei locali Aler, alla chiusura di porte e finestre di tutte le stanze, allo spegnimento di tutte le luci, fancoil e split e alla segnalazione di eventuali guasti o anomalie; o all accurata scopatura dei locali, ingressi, corridoi, cortili esterni, ecc. nonché lavatura del pavimento nei locali adibiti al ricevimento del pubblico; o alla vuotatura dei cestini porta rifiuti secondo le norme e modalità previste dal comune di o riferimento per la raccolta differenziata; spolveratura delle scrivanie, pulitura con prodotti idonei ed antibatterici degli strumenti di lavoro (PC, stampanti, fax, fotocopiatrici, telefoni, ecc.) e caricamento, se necessario con materiale fornito dall ALER, degli erogatori di carta, saponi ecc.. Una volta al giorno lavatura e disinfezione dei locali bagno con prodotti idonei ed antibatterici (sanitari, pavimenti, piastrelle). Una volta alla settimana lavatura di tutti i pavimenti dei locali, degli ingressi, dei corridoi, ecc.,. Una volta alla settimana scopatura dei cortili, vialetti, rampe di accesso ai box, autorimesse, ecc.,. Tre volte alla settimana spolveratura di mobili, arredi, suppellettili ecc.,. Una volta ogni due mesi deceratura e ceratura dei pavimenti laddove necessario. Ogni due mesi pulizia di tutti i serramenti ed infissi e lavatura dei vetri nonché degli scaffali con rimozione e riposizionamento dei faldoni collocati su di essi. Il Contraente è altresì tenuto a collocare a proprie cure e spese appositi contenitori per la raccolta differenziata dei rifiuti, in accordo con il Direttore dell esecuzione del contratto, conformi alle vigenti disposizioni in materia. Il Contraente è tenuto altresì alla resa dei sacchi e dei cassonetti adibiti alla raccolta differenziata secondo il calendario previsto dal Comune. Nel caso di sportelli periodici ALER, le cui pulizie vengano richieste con cadenza settimanale, le prestazioni dovranno essere effettuate con le stesse periodicità e modalità sopra descritte. Prestazione 2 PULIZIA DEI VETRI SCALE E VANI CORSA ASCENSORI L esecuzione delle prestazioni sarà disposta dal Direttore dell esecuzione del contratto mediante l emissione di specifico ordine di servizio. Per ogni intervento dovrà essere redatta bolla di lavorazione controfirmata in maniera leggibile da almeno due inquilini residenti. Il Contraente dovrà, preventivamente, avvertire l utenza dell inizio delle operazioni di pulizia, mediante cartelli da apporsi, a sua cura e spese, all ingresso delle singole scale, due giorni prima dell inizio delle prestazioni. Non sarà considerata valida giustificazione, per la mancata pulitura dei vetri, l eventuale impossibilità di aprire le finestre per bloccaggio o rottura ai movimenti di manovra.

4 Rientra negli obblighi del Contraente segnalare tempestivamente al Direttore dell esecuzione del contratto l esistenza di vetri pericolanti o rotti. Nell eventualità che durante le prestazioni venissero apportati danni o rotture alle vetrate, infissi, intonaci, rivestimenti, pavimenti interni ed esterni, impianti, ecc., dovrà essere data immediata comunicazione al Direttore dell esecuzione del contratto che espleterà gli opportuni accertamenti ed assumerà i provvedimenti del caso per l immediato ripristino delle parti danneggiate. La pulitura dei vetri delle scale, serramenti compresi, sarà eseguita avendo cura di eliminare anche eventuali macchie di vernice e tinteggiatura di qualsiasi genere, sulle superfici interne ed esterne anche, se necessario, con l ausilio di scale aeree; il nolo delle stesse sarà riconosciuto dietro presentazione della relativa fattura. A pulitura avvenuta non si dovranno assolutamente riscontrare zone sporche o con tracce di polvere, detersivi, neanche agli angoli e lungo il perimetro dei vetri, sia all interno che all esterno. I detersivi impiegati dovranno assicurare una perfetta pulitura senza peraltro corrodere o comunque danneggiare la vernice degli infissi in legno, in ferro o in altri materiali. Il Contraente dovrà pure curare che, a pulitura avvenuta, non restino tracce di polvere, detersivi, acqua, ecc., sui serramenti, contorni, rivestimenti, intonaci, stucchi lucidi, pavimenti interni ed esterni, impianti ed opere in genere. Pertanto, dove e per quanto necessario dovranno essere accuratamente pulite e asciugate le superfici adiacenti. La pulitura dei vani corsa ascensori, in vetro o metallo, sarà eseguita, solo esternamente, secondo le modalità sopra descritte. Prestazione 3 PULIZIA DELLE PLAFONIERE L esecuzione delle prestazioni sarà disposta dal Direttore dell esecuzione del contratto mediante l emissione di specifico ordine di servizio. Per ogni intervento dovrà essere redatta bolla di lavorazione controfirmata in maniera leggibile da almeno due inquilini residenti. Il Contraente dovrà, preventivamente, avvertire l utenza dell inizio delle operazioni di pulizia, mediante cartelli da apporsi, a sua cura e spese, all ingresso delle singole scale, due giorni prima dell inizio delle prestazioni. Rientra negli obblighi del Contraente segnalare tempestivamente al Direttore dell esecuzione del contratto l esistenza di plafoniere rotte. Nell eventualità che durante le prestazioni venissero apportati danni o rotture ai corpi illuminanti, gli stessi dovranno essere opportunamente sostituiti a cura e spese del Contraente. La pulitura delle plafoniere, deve essere eseguita previo smontaggio, spolveratura e lavaggio di tutte le parti mobili, accurata spolveratura con mezzi idonei della base e corpo illuminante, asciugatura e successivo rimontaggio. I luoghi interessati dalla prestazione dovranno essere opportunamente puliti alla fine delle operazioni. Prestazione 4 SERVIZIO DI ROTAZIONE SACCHI A PERDERE PER IMMONDIZIE DOMESTICHE E CONFERIMENTO PER L ASPORTO DEGLI STESSI E DEI CASSONETTI UTILIZZATI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA ED INDIFFERENZIATA

5 Tutti indistintamente gli esercizi commerciali ed affini sono considerati ciascuno un unità alloggio. Soltanto per quanto riguarda i rifiuti specifici derivanti dall attività di negozi particolari quali, a titolo meramente esemplificativo, fruttivendoli, pescherie, pollerie, ristoranti, trattorie, grandi magazzini con molteplici attività, mense, ecc., il servizio di rotazione sacchi sarà effettuato a cure e spese degli affittuari dei negozi stessi. Il Contraente è tenuto a provvedere alla fornitura dei sacchi a perdere, del tipo richiesto dal Comune, nelle quantità indispensabili a consentire la regolare effettuazione del servizio. I predetti sacchi e tutto il servizio connesso dovranno avere caratteristiche rispondenti alle Prescrizioni Comunali che disciplinano il servizio (norme UNI 7315 tipo P1 e, ove consentito, caratteristiche UNI U). L onere relativo alla fornitura dei sacchi a perdere si intende compreso e compensato nel prezzo contrattuale mensile ad alloggio. Il Contraente è altresì tenuto alla raccolta differenziata di rifiuti solidi urbani ed assimilabili provvedendo alla collocazione ed eventuale sostituzione (in caso di necessità) di appositi contenitori, in accordo con il Direttore dell esecuzione del contratto, conformi alle vigenti disposizioni in materia, nonché al conferimento degli stessi nei punti di raccolta prestabiliti secondo i tempi e con le modalità prefissate. Per tutti gli stabili che usufruiscono di canne di caduta e/o trespoli posti nelle camerette e/o locali immondezzai, nei cortili o altri spazi comuni, l operazione di rotazione deve essere compiuta dal Contraente ogni giorno (festività comprese) al fine di assicurare in ogni momento la presenza sotto carico di un sacco non pieno capace di contenere nuovi gettiti di immondizie. Detta operazione riguarda sia i sacchi posti sotto le canne di caduta sia quelli collocati nei trespoli posti nelle camerette e/o locali immondezzai, nei cortili o in altri spazi comuni. Nel caso di eventuale rottura dei sacchi a perdere, il Contraente dovrà provvedere immediatamente al travaso delle immondizie in altri sacchi. I sacchi a perdere pieni dovranno essere depositati, perfettamente chiusi, possibilmente nelle camerette e/o locali immondezzai e/o comunque in un luogo indicato dal Direttore dell esecuzione del contratto. Ciascun sacco in ogni caso non dovrà eccedere il peso previsto per il suo asporto. Le porte delle camerette e/o locali immondezzai dovranno essere tenute perfettamente chiuse. Inoltre il Contraente dovrà mantenere costantemente puliti e ordinati i locali immondezzai, gli accessi alle camerette immondezzaio e agli spazi adiacenti nonché i passaggi, i luoghi di deposito dei sacchi a perdere e degli eventuali cassoni da qualsiasi dispersione di rifiuti o di tracce di essi anche se l inconveniente fosse causato da terzi. Il Contraente dovrà provvedere settimanalmente al lavaggio completo dei locali suddetti in occasione del conferimento all esterno di tutti i rifiuti e assicurare con periodicità trimestrale la disinfezione delle pareti delle camerette e/o locali immondezzai e le loro adiacenze con disinfettante o calce a seconda delle indicazioni del Direttore dell esecuzione del contratto. In casi particolari, determinati da prolungata giacenza di immondizie sfuse o da prolungato ingombro delle camerette e/o locali immondezzai con immondizie putrescibili, il Direttore dell esecuzione del contratto potrà richiedere una disinfezione supplementare, comunque compresa e compensata nel prezzo contrattuale. Le disinfezioni dovranno essere documentate mediante trasmissione al Direttore dell esecuzione del contratto delle relative bolle di lavorazione. Le canne di caduta dovranno essere mantenute costantemente sgombre a cura del Contraente che dovrà avere, altresì, cura, nelle operazioni di sgombero, di non procurare danni alle stesse od eccessivo disturbo agli inquilini; dovrà immediatamente provvedere, inoltre, alla pulizia dei luoghi dove le operazioni di sgombero vengono compiute. Gli sgomberi dei condotti immondezzai devono essere eseguiti secondo necessità, senza limite di numero, di tempo e condizioni, a constatazione diretta del Contraente o dietro segnalazione del Direttore dell esecuzione del contratto e/o del custode dello stabile. Il Contraente dovrà mantenere pulite e costantemente efficienti le bocchette dei locali immondezzai gazebo utilizzate dagli utenti per il conferimento dei rifiuti domestici.

6 Il Contraente dovrà inoltre rendere e mantenere costantemente efficienti le pilette di scarico delle camerette e/o locali immondezzai con le opportune operazioni di pulizia, onde garantire l immediato deflusso delle acque. Tutte le operazioni sopra indicate nonché la fornitura dei sacchi a perdere devono ritenersi comprese e compensate nel prezzo contrattuale. Prestazione 5 CONFERIMENTO, PER L ASPORTO, DEI SACCHI A PERDERE PER IMMONDIZIE DOMESTICHE E DEI CASSONETTI UTILIZZATI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA ED INDIFFERENZIATA L operazione di conferimento (con il termine conferimento o resa è da intendersi la medesima prestazione) deve essere fatta, nel rispetto delle disposizioni e regolamenti municipali in materia. Il trasporto dei sacchi pieni al luogo di raccolta, stabilito con il Direttore dell esecuzione del contratto in accordo con le Aziende preposte, anche all esterno della proprietà, dovrà avvenire esclusivamente attraverso carrelli muniti di ruote gommate. Non possono essere motivo di riserva alcuna per il Contraente le variazioni stagionali, casuali o contingenti, dei gettiti delle immondizie domestiche, interruzioni o modifiche nella periodicità dei turni di asporto, da parte delle Aziende preposte, come pure l esecuzione in giorno festivo di tale servizio. Il servizio dovrà essere effettuato con diligenza nel rispetto delle disposizioni delle Autorità Comunali per orari, modalità e per raccolta differenziata. La pulizia dei luoghi di ammassamento e di esposizione per la raccolta è a carico del Contraente. E compreso e compensato nel prezzo anche il riposizionamento dei cassonetti della raccolta differenziata ed indifferenziata dopo la loro vuotatura da parte dell Ente o Azienda preposta allo smaltimento. Qualora, per qualsiasi motivo, dovesse verificarsi il caso che l Azienda preposta non fosse in grado di effettuare il prelievo dei sacchi o lo svuotamento dei cassonetti già depositati nei luoghi di raccolta, sarà obbligo del Contraente provvedere, tempestivamente, senza ulteriore compenso, al loro recupero o riposizionamento nei luoghi di origine o diversamente indicati dal Direttore dell esecuzione del contratto. Prestazione 6 PULIZIA, DISINFEZIONE DEI CASSONETTI ADIBITI ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA ED INDIFFERENZIATA DELLE IMMONDIZIE DOMESTICHE L esecuzione delle prestazioni sarà disposta dal Direttore dell esecuzione del contratto mediante l emissione di specifico ordine di servizio. Per ogni intervento dovrà essere redatta bolla di lavorazione controfirmata o da almeno due inquilini residenti. Il lavaggio dei cassonetti sarà eseguito all interno e all esterno degli stessi tenendo conto della calendarizzazione di svuotamento da parte delle Aziende preposte sul territorio. La pulizia verrà effettuata con idonea attrezzatura tecnica nonché con l uso di prodotti specifici in modo che a lavoro ultimato ogni residuo di sporcizia e cattivo odore sia stato eliminato.

7 Ad avvenuta pulizia si procederà alla disinfezione del cassonetto attraverso l uso di prodotti specifici e disinfettanti. Prestazione 7 INTERVENTI DI DERATTIZZAZIONE, DISINFESTAZIONE, DEBLATTIZZAZIONE E SANIFICAZIONE Il Contraente dovrà essere in possesso delle autorizzazioni alle attività di specie, rilasciate dalla A.S.L. o dal Presidio Multizonale di Igiene e Profilassi (P.M.I.P.) e con l ausilio di personale di provata specializzazione, secondo quanto disposto dal D.M. 274/97 e in possesso di autorizzazione per l acquisto di presidi sanitari appartenenti alla prima e seconda classe rilasciata dalle competenti autorità o di documentazione equivalente, abilitante all uso e manipolazione di antiparassitari. Il Contraente è altresì tenuto a fornire ed esporre, almeno due giorni prima dell inizio dell intervento, un congruo numero di avvisi all inquilinato, almeno uno per scala, oltre che nei locali di custodia, sia per avere più agevole accesso ai locali interessati dall intervento stesso sia per rendere edotti tutti del tipo di intervento da effettuare nonché delle eventuali misure precauzionali da adottare e degli antidoti da utilizzare in caso di necessità. Tutti i prodotti utilizzati devono rientrare tra quelli approvati dal Ministero della Sanità e risultare registrati, presso lo stesso Ministero, quali presidi medico-chirurgici. Ogni intervento per il quale dovrà essere preventivamente informata la A.S.L. competente per territorio dovrà essere effettuato da personale idoneo informato delle tecniche e dei pericoli connessi alle operazioni in programma e dotato di idonei mezzi di protezione. Per ogni intervento dovrà essere redatta bolla di lavorazione controfirmata in maniera leggibile dal personale di custodia Aler o dal Direttore dell esecuzione del contratto o suo delegato o da due inquilini residenti. Qualora, per effetto di interventi di derattizzazione, vengano utilizzate esche, le stesse non devono essere accessibili alle persone e agli animali domestici. Il Direttore dell esecuzione del contratto potrà richiedere al Contraente, ogni volta che lo riterrà opportuno, la documentazione attestante l avvenuta effettuazione dei previsti controlli medici periodici per tutto il personale utilizzato nelle operazioni in questione. Ad avvenuta esecuzione di ogni intervento, inoltre, al Contraente potrà essere richiesta una relazione che evidenzi la tecnica, le modalità di intervento, il tipo di prodotto utilizzato con la specifica del principio attivo della concentrazione nella miscela nonché la quantità distribuita. In detta relazione devono inoltre figurare, oltre agli estremi di segnalazione alla A.S.L., i nominativi degli operatori impiegati nell intervento. Il Contraente deve tener conto nella formulazione dell offerta che sono compresi e compensati nel prezzo contrattuale, oltre a quanto sopra indicato, anche la rimozione e lo smaltimento, secondo la normativa vigente, dei residui degli interventi (esche, ecc.) e delle eventuali carogne, siano conseguenti o meno all intervento effettuato. Gli interventi di derattizzazione, disinfestazione, deblatizzazione e sanificazione devono essere eseguiti con idonea attrezzatura tecnica. Per ogni intervento, sia esso di carattere preventivo o di bonifica, dovrà essere garantita una efficacia di almeno due mesi per le derattizzazioni e deblatizzazioni e di almeno un mese per le disinfestazioni. Qualora si rendesse necessario, ad insindacabile giudizio del Direttore dell esecuzione del contratto, ripetere il trattamento nell arco di tempo di cui sopra, lo stesso dovrà essere rieffettuato a cure e spese del Contraente. profilassi antimurina e derattizzazione Gli interventi di derattizzazione nelle parti comuni (cortili, tombinature, cantine, pattumiere, solai, locali accessori TELECOM, ALER, AEM, ecc.), devono essere effettuati tramite il posizionamento di erogatori di esca protetta del tipo Protects RTU e/o Ristorat e/o Ristosani, fissati a parete, in

8 ottemperanza alle vigenti normative in materia, a seconda dei luoghi e degli accordi con il Direttore dell esecuzione del contratto. Con i trattamenti il Contraente provvederà : alla pulizia degli erogatori d esca esistenti con asportazione e smaltimento delle esche residue e se necessario al loro riposizionamento o rifissaggio; alla sostituzione delle esche con nuove esche disidratate ed in pasta alternando principi attivi nelle diverse pose al fine di escludere possibili fenomeni di assuefazione biologica; alla rimozione di carogne ed al loro smaltimento; al posizionamento di nuovi erogatori di esca ratticida dopo averne segnalato la necessità al Direttore dell esecuzione del contratto ed averne avuto la relativa autorizzazione. Si precisa che il posizionamento degli erogatori d esca dovrà essere segnalato da appositi cartelli. Verrà rimborsato il costo sostenuto dal Contraente, emergente da fattura d acquisto, per la fornitura degli erogatori omologati e dei cartelli indicatori, Il tempo utilizzato per il posizionamento dei predetti erogatori verrà riconosciuto secondo i costi orari da tabella Fise vigente. profilassi di disinfestazione e deblattizzazione Il Contraente dovrà effettuare trattamenti contro pulci, zecche, blatte, ecc. tramite irrorazione atomizzata di soluzioni insetticide conformi alle normative vigenti in materia, ad attività snidante, abbattente e ad azione residuale da effettuarsi in zone a rischio di annidamento e di passaggio degli infestanti e parti comuni in genere (rete idrofognaria, perimetro interno cavedi e intercapedini, corridoi cantine, solai, pattumiere, canne di caduta, locali accessori, ecc.). servizio di disinfestazione preventiva, ordinaria e di emergenza contro la proliferazione dei ditteri culicidi (zanzare) I trattamenti dovranno essere effettuati con materiali,mezzi e attrezzature finalizzati alla realizzazione di interventi sia ciclici che di emergenza differenziati per la lotta larvicida ed adulticida (sia svernanti che estivanti) e dovranno essere eseguiti con l utilizzo delle tecnologie più avanzate nel rispetto della legislazione vigente al fine di ottimizzare la quantità di principio attivo distribuito. I prodotti utilizzati per la disinfestazione potranno essere snidanti/abbattenti o abbattenti/residuali a bassa tossicità e scelti in base agli ambienti da trattare. I trattamenti di disinfestazione (mediante irrorazione-nebulizzazione di insetticidi e applicazione diretta delle compresse) dovranno essere effettuati senza arrecare disturbi e molestie agli utenti e assumere tutte le precauzioni necessarie onde evitare contaminazioni specie nelle aree a verde, sedi di campi da gioco ed in prossimità di scuole-asili ecc. I luoghi e le aree da trattare sono aiuole, giardini, campi giochi, alberi, siepi, caditoie, tombini, pozzetti, pompe di sollevamento, manufatti fognari, locali immondezzai, corridoi scantinati, canne di caduta, locali accessori, ecc. servizio di sanificazione Sono attività di sanificazione quelle che riguardano il complesso di procedimenti e operazioni atti a rendere sani determinati ambienti mediante l attività di pulizia e/o di disinfezione e/o di disinfestazione ovvero mediante il controllo e il miglioramento delle condizioni del microclima per quanto riguarda la temperatura, l umidità e la ventilazione ovvero per quanto riguarda l illuminazione e il rumore. Prestazione 7 INTERVENTI DI SGOMBERO DI MASSERIZIE, RELIQUARI VARI, SUPPELLETTILI, DETRITI DI QUALSIASI NATURA, ECC. RIMOZIONE ED ASPORTO GUANO VOLATILI

9 L esecuzione delle prestazioni è disposta dal Direttore dell esecuzione del contratto mediante l emissione di specifico ordine di servizio. Il servizio comprende l acquisizione del formulario di cui al D.M. n. 145/98 ed i conseguenti obblighi di registrazione carico e scarico previsti dalla normativa. Lo smaltimento dei materiali asportati avverrà anche previa raccolta differenziata con destinazione finalizzata al riciclaggio o alla distruzione. L impianto di smaltimento o riciclaggio scelto dovrà avere tutte le autorizzazioni previste dalle normative vigenti. Gli interventi dovranno iniziare il giorno stabilito secondo la programmazione concordata ed essere portati a termine con continuità sino al loro completamento. E compreso lo sgombero da seminterrati, soffitte fruibili e non, cortili, alloggi sfitti, depositi ALER, mediante trasporto al piano cortile, carico su idoneo automezzo e conferimento ai punti di raccolta dell Ente Contraente o società di smaltimento e/o riciclaggio prescelte. Se richiesto il materiale dovrà essere conferito in discarica selezionato nelle seguenti tre categorie principali o comunque secondo le esigenze del Comune e/o Enti competenti: voluminosi: sono compresi mobilio, elettrodomestici, materassi, reti, ecc; assimilabili urbani: sono considerati tali tutti i misti che si possono insaccare; speciali: sono considerati tali batterie e gomme d auto, medicinali, bombole di gas, frigoriferi, ecc. La rimozione del guano dei volatili dai sottotetti verrà compensata a mq. mentre dai pavimenti e parapetti di balcone, pensiline ecc. verrà compensata a ml., gli oneri di discarica e l eventuale uso di scala aerea concordato con il Direttore dell esecuzione del contratto, verranno rimborsati separatamente dietro presentazione di idonea documentazione. Il Contraente dovrà provvedere alla perfetta pulizia di tutti i luoghi e locali dai quali sono stati asportati i materiali. E fatto divieto assoluto di lasciare incustoditi i materiali depositati nei cortili, in attesa di carico o durante le ore notturne, salvo specifica autorizzazione del Direttore dell esecuzione del contratto. E vietato l uso degli ascensori, mentre è consentito l uso del montacarichi per il trasporto al piano dei voluminosi. Nel prezzo sono inoltre compresi i materiali d uso (sacchi, scope, ecc.) necessari per la perfetta pulizia e disinfezione dei luoghi dai quali sono stati asportati i materiali abbandonati, nonché, se ordinato, il transito e la sosta presso la pesa pubblica.

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI Provincia di Salerno Area Tecnica Assetto ed Utilizzazione del Territorio CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI ART.1

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI MANUALE DI GESTIONE Breve descrizione del canile (fabbricati: box, locali accessori). Modalità di approvvigionamento idrico e smaltimento reflui animali. Individuazione responsabile generale (titolare)

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca GARA EUROPEA A PROCEDURA RISTRETTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFESTAZIONE, PRESTAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO E LA MINUTA MANUTENZIONE DEI LOCALI, RELATIVI AGLI IMMOBILI

Dettagli

COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente

COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente OGGETTO: SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE IN TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE, NELLE SCUOLE E EDIFICI PUBBLICI

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI INQUILINI (Art. 10 del contratto di locazione) Articolo 1

REGOLAMENTO PER GLI INQUILINI (Art. 10 del contratto di locazione) Articolo 1 REGOLAMENTO PER GLI INQUILINI (Art. 10 del contratto di locazione) Articolo 1 Gli inquilini sono tenuti oltre che all osservanza delle disposizioni contenute nel contratto di locazione anche a quelle del

Dettagli

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1 - Oggetto del regolamento

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1 - Oggetto del regolamento TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Oggetto del regolamento 1. Il presente regolamento ha per oggetto la disciplina dei servizi di raccolta, trasporto e conferimento a smaltitori finali dei rifiuti

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

COMUNE DI CERIANO LAGHETTO Provincia di Monza e della Brianza Via Roma 18 20816 Ceriano Laghetto www.ceriano-laghetto.org

COMUNE DI CERIANO LAGHETTO Provincia di Monza e della Brianza Via Roma 18 20816 Ceriano Laghetto www.ceriano-laghetto.org CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI DEL COMUNE DI CERIANO LAGHETTO E SERVIZI AUSILIARI - PERIODO 01/01/2011 31/12/2013 (CIG 058147692A) ART. 1 - OGGETTO

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO La presente istruzione operativa dettaglia una specifica attività/fase di un processo descritto dalla procedura Piano Interno di Intervento Emergenza Migranti. La sanificazione ambientale viene intesa

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122 MINISTERO DELLA SALUTE UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE DELL ORGANIZZAZIONE E DEL BILANCIO UFFICIO VIII EX DGPOB LOTTO 2. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI CITTÀ DI MARTINA FRANCA Provincia di Taranto SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI MARTINA FRANCA - Piazza Roma, 32-74015 Martina Franca (Ta) Tel. 0804836111

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

ASL n 7 Carbonia CAPITOLATO SPECIALE

ASL n 7 Carbonia CAPITOLATO SPECIALE ASL n 7 Carbonia CAPITOLATO SPECIALE PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO TRIENNALE DEL SERVIZIO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE - SERVIZI INTEGRATI/MULTISERVIZI DELLA ASL N 7 DI CARBONIA ( Lotto Unico - CIG

Dettagli

FONDAZIONE E.N.P.A.I.A. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER GLI ADDETTI E PER GLI IMPIEGATI IN AGRICOLTURA

FONDAZIONE E.N.P.A.I.A. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER GLI ADDETTI E PER GLI IMPIEGATI IN AGRICOLTURA CAPITOLATO SPECIALE Procedura aperta per l'affidamento del servizio di pulizia ordinaria della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven, 48 Roma. CIG 6220354E7E ARTICOLO 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

Con la presente scrittura privata in tre originali, di cui uno per uso di. registrazione e due per uso delle parti, tra l Istituto Poligrafico e Zecca

Con la presente scrittura privata in tre originali, di cui uno per uso di. registrazione e due per uso delle parti, tra l Istituto Poligrafico e Zecca CONTRATTO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI STABILIMENTI DI ROMA DELL ISTITUTO POLIGRAFICO E ZECCA DELLO STATO S.p.A.: - STABILIMENTO DI P.ZZA VERDI - P.zza Verdi 10 - STABILIMENTO SALARIO Via

Dettagli

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future.

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. ATTENZIONE: Utilizzare il prodotto solo per l uso al quale

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

S.C. Igiene degli alimenti di origine animale. Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca

S.C. Igiene degli alimenti di origine animale. Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca La Spezia 20 ottobre 2009 Requisiti : Strutturali (Strutture ed attrezzature) Funzionali Requisiti strutturali : n Applicabili a tutte le imbarcazioni

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI CAPITOLATO TECNICO Servizio di pulizia, di facchinaggio interno

Dettagli

Capitolato Tecnico Servizi di Pulizia degli uffici e servizi annessi CIG 57752742DF Gara per l'affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e

Capitolato Tecnico Servizi di Pulizia degli uffici e servizi annessi CIG 57752742DF Gara per l'affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e Servizi di Pulizia degli uffici e servizi annessi CIG 57752742DF Gara per l'affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi da prestare presso la sede di Roma - Piazza Poli, 37/42 00187

Dettagli

! " # $" $ () # $ $ % % # % $ + $ & "!" $ $ $ # #

!  # $ $ () # $ $ % % # % $ + $ & ! $ $ $ # # !!"!%!!!& '! " " ()! **" % % % + & "!"!" " ' % ''(, ( ) ) *+ (, + ( +! ( - "&.& + & & ''-- + / 0( 0 1 2 ))3-01"( + ( +! % ( + + & ( + 4 + & ( 5 + + 4 ( 6 + 0 (+ ( + + ( 6 / 6 0 (! ' 7 3!. ( 89 :;:

Dettagli

Direzione Centrale Manutenzione, Contratti e Beni Confiscati Acquisti

Direzione Centrale Manutenzione, Contratti e Beni Confiscati Acquisti Direzione Centrale Manutenzione, Contratti e Beni Confiscati Acquisti PROCEDURA DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA, IGIENE AMBIENTALE E FACCHINAGGIO DA EFFETTUARSI PRESSO GLI UFFICI DELL

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 L'edificio oggetto dell'intervento, si trova a Bolzano in via Dalmazia ai numeri 60, 60A e 62 E' stato costruito nei primi anni '50

Dettagli

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 CARTA SEMPLICE FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 ALL A.S.L. N. CN2 ALBA BRA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro Via Vida

Dettagli

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE COMUNE DI RUFFANO - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio Comunale

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Settore Salute, Sport e Città Sana

COMUNE DI BOLOGNA Settore Salute, Sport e Città Sana COMUNE DI BOLOGNA Settore Salute, Sport e Città Sana SERVIZIO PER GLI INTERVENTI LARVICIDI ED ADULTICIDI PER LA LOTTA ALLA ZANZARA TIGRE, DERATTIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE CONTRO ALTRI INFESTANTI, IN AREE

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

glazer union soluzioni per il rispetto delle norme HACCP nel settore alimentare

glazer union soluzioni per il rispetto delle norme HACCP nel settore alimentare CHE COS'È L'HACCP? Hazard Analysis and Critical Control Points è il sistema di analisi dei rischi e di controllo dei punti critici di contaminazione per le aziende alimentari. Al fine di garantire la completa

Dettagli

COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO

COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n 74 del 30.11.2009 ESECUTIVO DAL 28.12.2009

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO E DISCIPLINARE DI GARA

CAPITOLATO TECNICO E DISCIPLINARE DI GARA Procedura aperta per l affidamento del servizio di pulizia ordinaria e di attività ausiliarie accessorie per la sede nazionale di Fondimpresa sita in Roma in via della Ferratella in Laterano n. 33 CAPITOLATO

Dettagli

Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480

Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480 Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480 Ministero dei lavori pubblici Direzione generale edilizia statale e sovvenzionata div. XVI-bis: Norme per i collaudi dei fabbricati costruiti da cooperative edilizie fruenti

Dettagli

IL MINISTRO DELL INTERNO

IL MINISTRO DELL INTERNO D.M. 16 maggio 1987, n. 246 (G.U. n. 148 del 27 giugno 1987) NORME DI SICUREZZA ANTINCENDI PER GLI EDIFICI DI CIVILE ABITAZIONE IL MINISTRO DELL INTERNO Vista la legge 27 dicembre 1941, n. 1570: Vista

Dettagli

Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee.

Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee. Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee. Sono definite temporanee tutte quelle manifestazioni quali Sagre, Feste Campestri ecc. aperte al pubblico, in cui,

Dettagli

Settori. Personale qualificato. Chi siamo

Settori. Personale qualificato. Chi siamo Settori Pubblico Pulizia di edifici di Pubbliche amministrazioni seguendo le richieste indicate nei capitolati d oneri, controllate inoltre delle specifiche norme UNI EN ISO 9001 e SA8000. Privato personalizzati

Dettagli

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP:

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: CODICE PRATICA *CODICE FISCALE*GGMMAAAAHH:MM Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' ATTIVITA' DI ASILO

Dettagli

CONSIP S.p.A. ALLEGATO 8 PREZZI

CONSIP S.p.A. ALLEGATO 8 PREZZI ALLEGATO 8 PREZZI Allegato 8 - Prezzi Pag. 1 di 15 INDICE SEZIONE 1 PREZZI DEI SERVIZI PREDEFINITI 3 1.1 Servizi di Consulenza Gestionale 3 1.2 Servizi di Manutenzione degli Impianti 4 1.3 Servizi di Pulizia

Dettagli

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali Lettera Rischi Interferenziali Spett.le Ditta Appaltatrice Ditta Subappaltatrice Luogo, Data 2 OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali In relazione alla necessità di una possibile

Dettagli

Città di Novate Milanese

Città di Novate Milanese Città di Novate Milanese - Provincia di Milano - Cod. Fisc. P. Iva n. 02032910156 Sede municipale di V. Veneto, 18 c.a.p. 20026 Novate Milanese (MI) tel. 02/354731 fax. 02/33240000 lavpubblici@comune.novate-milanese.mi.it

Dettagli

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali.

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali. Regolamento d uso del verde Adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 17.7.1995 con deliberazione n. 173 di Reg. Esecutiva dal 26.10.1995. Sanzioni approvate dalla Giunta Comunale nella seduta del

Dettagli

Pianificazione di massima delle attività ed organizzazione delle pulizie di presidio

Pianificazione di massima delle attività ed organizzazione delle pulizie di presidio Allegato n. 2 al CT Pianificazione di massima delle attività ed organizzazione delle pulizie di presidio SERVIZIO AMBIENTALE INTEGRATO DEI COMPLESSI IMMOBILIARI DELLE GRANDI STAZIONI Allegato n. 2 al CAPITOLATO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio.

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio. Milano lì Ns. Rif.: 13 novembre 2013 820038.309 Agli Ordini e Collegi aderenti al C.I.P.I. loro sedi K:\Ufficio\07 Documenti\CIPI\820038 Comitato interpr. prevenzione incendi\820038 corrispondenza dal

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

ALLEGATO N. 1 ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI

ALLEGATO N. 1 ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI ALLEGATO N. 1 (aggiornato G.U.R.I. N. 96 26/04/2014) ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI (Barrare la categoria di specializzazione SOA) Categorie opere generali (ex D.P.R.

Dettagli

5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI

5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI 5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI In questo capitolo, dopo aver definito il concetto di «coefficienti correttivi», verranno esaminati nel dettaglio i coefficienti di riduzione previsti dalla Circolare del Ministero

Dettagli

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE Piazza Mazzini, 46 16038 SANTA MARGHERITA LIGURE (GE) REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SULLE COPERTURE DELLA SCUOLA PRIMARIA A.R. SCARSELLA, DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA

Dettagli

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio 5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio Pag. 1 di 36 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO ai sensi degli artt. 17, 28 e 29 del D.lgs 81/08

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA E composta dalla sigla CE e, nel caso un Organismo Notificato debba intervenire nella fase del controllo della produzione, contiene anche il numero d identificazione

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

Regolamento per l utilizzo delle aree verdi comunali e di libero accesso ;

Regolamento per l utilizzo delle aree verdi comunali e di libero accesso ; Allegato A RICHIESTA AFFIDAMENTO AREE VERDI COMUNALI E RIDUZIONE TARES OGGETTO: Richiesta affidamento area verde comunale e riduzione TARES. Il sottoscritto.. nato a il.. residente a in Via.. n... CHIEDE

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni ASSISTENZA ESTRATTO DELLE CONDIZIONI DI SERVIZIO Il presente documento costituisce un estratto delle Condizioni di Servizio, il cui testo integrale è depositato presso la sede legale del contraente, oppure

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

Note inerenti chiarimenti in materia di prevenzione incendi - Trasmissione per via informatica.

Note inerenti chiarimenti in materia di prevenzione incendi - Trasmissione per via informatica. DIREZIONE CENTRALE PER LA PREVENZIONE E LA SICUREZZA TECNICA Prot. n P 810 / 4101 sott. 72/C.1 (21).4 Roma, 2 LUGLIO 2003 Allegati: n 1 -AI SIGG. ISPETTORI REGIONALI DEI VIGILI DEL FUOCO LORO SEDI -AI

Dettagli

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro)

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO Comune di TROPEA Interventi manutentivi alla rete idrica comunale per fronteggiare l emergenza idrica sul territorio di Tropea Completamento,

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

3.2 B ANALISI DEI RISCHI E SOLUZIONI NELLA FASE LAVAGGIO

3.2 B ANALISI DEI RISCHI E SOLUZIONI NELLA FASE LAVAGGIO 3.2 B ANALISI DEI RISCHI E SOLUZIONI NELLA FASE LAVAGGIO FASE DI LAVORAZIONE : LAVAGGIO COD. INAIL : FATTORE DI RISCHIO : - Rischi per la salute e igienico ambientali: rumore prodotto dal motore delle

Dettagli

POWER BANK CON TORCIA LED. Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED. mah

POWER BANK CON TORCIA LED. Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED. mah POWER BANK Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED mah 2800 CON TORCIA LED Batteria Supplementare Universale per ricaricare tutti i dispositivi portatili di utlima generazione Manuale d uso SPE006-MCAL

Dettagli

F10101 Autovetture Compresi ricambi e materiali di consumo. F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) Compresi ricambi e materiali di consumo

F10101 Autovetture Compresi ricambi e materiali di consumo. F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) Compresi ricambi e materiali di consumo BARRARE CATEGORIA DI INTERESSE CATEGORIA ISCRIZIONE DESCRIZIONE NOTE VEICOLI F10101 Autovetture F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) F10301 Veicoli Commerciali Leggeri (autotelaio) F10501 Macchine

Dettagli

COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO DI ROMA

COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO DI ROMA COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO DI ROMA LINEE GUIDA DI PREVENZIONE INCENDI DA APPLICARSI AGLI UFFICI INDIVIDUATI AL PUNTO 89 DELL ELENCO ALLEGATO AL D.M. 16.02.82. Punto 89) Aziende ed uffici nei

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

Comune di Catania REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI SERVIZI COMUNALI DI DISINFEZIONE E DISINFESTAZIONE ART.1

Comune di Catania REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI SERVIZI COMUNALI DI DISINFEZIONE E DISINFESTAZIONE ART.1 Comune di Catania REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI SERVIZI COMUNALI DI DISINFEZIONE E DISINFESTAZIONE ART.1 Il servizio di disinfezione e disinfestazione sarà eseguito dal Comune con personale assunto

Dettagli

ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G.

ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G. ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G. CRITERI E PROCEDURA PER IL RILASCIO DI CONCESSIONI DI OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO PER L INSTALLAZIONE DI

Dettagli

Casa dello Studente Leonardo da Vinci Dateo Gauss Khayyam Archimede Carta dei servizi

Casa dello Studente Leonardo da Vinci Dateo Gauss Khayyam Archimede Carta dei servizi Area Tecnico Edilizia Area Servizi Residenziali Residenze universitarie Casa dello Studente Leonardo da Vinci Dateo Gauss Khayyam Archimede Politecnico di Milano Area Tecnico Edilizia Piazza Leonardo da

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DELL UNIVERSITA PER IL TRIENNIO 2010-2013.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DELL UNIVERSITA PER IL TRIENNIO 2010-2013. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE FINANZIARIA Settore Acquisto Beni e Servizi e Gestione Contratti CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DELL

Dettagli

COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO DI ROMA

COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO DI ROMA COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO DI ROMA PRESCRIZIONI TECNICHE INTEGRATIVE DELLA CIRCOLARE N. 75 DEL 3.07.67 E DELLA LETTERA CIRCOLARE N. 5210/4118/4 DEL 17.02.75, RELATIVE AI LOCALI ADIBITI AD ESPOSIZIONE

Dettagli

REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI

REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI REGIONE VENETO REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art. 42) 24 NOTE GENERALI Il registro completo dei trattamenti, è composto da: - scheda A - Dati anagrafici azienda/ente

Dettagli

L azienda ha stabilito: La tipologia e le modalità di verifica La frequenza delle verifiche prescelte

L azienda ha stabilito: La tipologia e le modalità di verifica La frequenza delle verifiche prescelte Sistema di verifica ATTIVITA DI VERIFICA A norma dell articolo 4 del regolamento CE 852/2004, Reg Ce 2073/2005 gli operatori del settore alimentare sono tenuti a rispettare i criteri microbiologici attraverso

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA RUMOROSE

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA RUMOROSE REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA RUMOROSE (L.R. n 89/98 art 2.2, D.R. n 77/2000 Parte 3 e L. 447/95) Il Dirigente GEOL. ROBERTO FERRARI Approvato con deliberazione del C.C. n. 14 del 13/02/2008 1 TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati

l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati CATALOGO EXA l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati + pratico + sicuro + economico + ecologico 3 edizione Azienda Certificata ISO 9001 e ISO 14001 IL SISTEMA

Dettagli

Relazione tecnica. Interferenze

Relazione tecnica. Interferenze Relazione tecnica L autorimessa interrata di Via Camillo Corsanego, viene realizzata nel V Municipio ai sensi della Legge 122/89 art.9 comma 4 (Legge Tognoli). Il dimensionamento dell intervento è stato

Dettagli

FATTI FURBO... DIFFERENZIA

FATTI FURBO... DIFFERENZIA Per i comuni del Consorzio Canavesano Ambiente Guida alla raccolta differenziata... FATTI FURBO... DIFFERENZIA anche fatti tu furbo...!!!... e al rispetto dell ambiente DIFFERENZIA ANCHE TU!!! Bastano

Dettagli

PRESENTA LA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO DELL ATTIVITÀ ² (ai sensi dell art. 19 L. 241/1990)

PRESENTA LA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO DELL ATTIVITÀ ² (ai sensi dell art. 19 L. 241/1990) Scia/82 ¹ Segnalazione certificata di inizio dell attività pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione (Legge n. 82 del 25/1/94) La/il sottoscritta/o nata/o a (Prov. ) il in

Dettagli

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine INDICE 1. Premessa 2. Scopo della procedura e campo di applicazione 3. Definizioni 4. indicazioni

Dettagli

REQUISITI IGIENICO SANITARI PUBBLICI ESERCIZI 06/02/2012 16.43.00

REQUISITI IGIENICO SANITARI PUBBLICI ESERCIZI 06/02/2012 16.43.00 REQUISITI IGIENICO SANITARI PUBBLICI ESERCIZI 06/02/2012 16.43.00 DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE SERVIZIO IGIENE ALIMENTI E NUTRIZIONE Sede di- BASSANO DEL GRAPPA (VI) Via Cereria, 15 tel. 0424 885500 - fax

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

RN_COM_RIMINI MONOGRAFIA COM

RN_COM_RIMINI MONOGRAFIA COM RN_COM_RIMINI MONOGRAFIA COM Ubicazione dell edificio sede del COM: Comune di : RIMINI Località : Padulli Indirizzo : Via Marecchiese n.193/195 Dati Generali Stralcio C.T.R.: 256113 Coordinate (lat. long.):

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

COMUNE DI SASSARI. Provincia di Sassari

COMUNE DI SASSARI. Provincia di Sassari COMUNE DI SASSARI Provincia di Sassari Azienda ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE ROSELLO ALTO VIA MANZONI N. 1/A 07100 SASSARI TEL 079/244074 FAX 079/2590926 Email: ssic84900t@istruzione.it Datore di Lavoro Dott.

Dettagli

PROGETTO PAIKULI - IRAQ

PROGETTO PAIKULI - IRAQ Dario Federico Marletto PROGETTO PAIKULI - IRAQ RAPPORTO TECNICO SUI LAVORI PER IL CORSO DI FORMAZIONE PRESSO LA SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DI OSTIA ANTICA Intervento sul mosaico pavimentale del Cortile

Dettagli