DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 43 DEL 31/07/2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 43 DEL 31/07/2013"

Transcript

1 COMUNE DI MARZABOTTO PROVINCIA DI BOLOGNA C O P I A DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 43 DEL 31/07/2013 OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO GENERALE DI SVILUPPO (PGS) - 3 AGGIORNAMENTO Adunanza ORDINARIA Seduta PUBBLICA di PRIMA convocazione in data 31/07/2013 alle ore 20:30. L'anno DUEMILATREDICI il giorno TRENTUNO del mese di LUGLIO alle ore 20:30 convocata con le prescritte modalità, nella residenza comunale si è riunito il Consiglio Comunale. All'appello risultano presenti: Cognome e Nome Pre. Cognome e Nome Pre. Cognome e Nome Pre. FRANCHI ROMANO S BIGNAMI VALERIO S VERONESI MASSIMO S RIGHI SIMONE S CUTRERA GIANNI N MOROTTI LILIANA N BACCILIERI SILVIO S CUPPI VALENTINA S LAFFI GIUSEPPE S MONESI SIMONETTA N PIACENTI CRISTINA N ORSI FABRIZIO S RUBINI ROBERTO S BOLELLI GIORGIO S CARDI VALTER S FERRI DANIELE S MARCHI MARCO N Totale Presenti: 12 Totali Assenti: 5 Assenti Non Giustificati i signori: Nessun convocato risulta assente ingiustificato Partecipa il SEGRETARIO GENERALE Sig./Sig.ra DOTT.SSA FRANCA LEONARDI il quale provvede alla redazione del presente verbale. In qualità di SINDACO, il Sig. ING. ROMANO FRANCHI assume la presidenza e, constatata la legalità della adunanza, dichiara aperta la seduta designando a scutatori i consiglieri sigg.: BOLELLI GIORGIO VERONESI MASSIMO LAFFI GIUSEPPE. L'ordine del giorno diramato ai Sigg. Consiglieri secondo le modalità prescritte dalla legge, porta la trattazione dell'oggetto sopraindicato. Nella Sala Consiliare sono depositate le proposte relative con i documenti necessari.

2 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NR. 43 DEL 31/07/2013 OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO GENERALE DI SVILUPPO (PGS) - 3 AGGIORNAMENTO Su relazione del Sig. Sindaco; IL CONSIGLIO COMUNALE Richiamati i seguenti riferimenti normativi: - D.Lgs. 267/2000 Testo unico delle leggi sull ordinamento degli Enti Locali, art. 165 denominato struttura di bilancio nel quale è menzionato il Piano generale di Sviluppo, allorquando specifica che il programma, il quale costituisce il complesso coordinato di attività, anche normative, relative alle opere da realizzare e di interventi diretti ed indiretti, non necessariamente solo finanziari, per il raggiungimento di un fine prestabilito, nel più vasto piano generale di sviluppo dell Ente, secondo le indicazioni dell art. 151 può essere compreso all interno di una sola delle funzioni dell Ente, ma può anche estendersi a più funzioni. - D.Lgs. 170/2006 Ricognizione dei principi fondamentali in materia di armonizzazione dei bilanci pubblici - a norma dell art. 1 L. 131 del 05/06/2003 art. 13 denominato sistema della programmazione finanziaria e della rendicontazione, al comma 3 evidenzia che gli strumenti della programmazione di mandato sono costituiti dalle linee programmatiche per azioni e progetti e dal piano generale di sviluppo, mentre l art. 18 denominato Caratteristiche e struttura del bilancio pluriennale al comma 2 specifica che il bilancio pluriennale deve tenere conto delle linee programmatiche e del Piano generale di Sviluppo (PGS). Richiamata, altresì, la fonte dottrinale pertinente alla materia in oggetto costituita dal Principio contabile n. 1, elaborato dall Osservatorio per la finanza e la contabilità degli Enti Locali, istituito presso il Ministero degli Interni, il quale principio prevede al punto 4, secondo periodo, che: Secondo l ordinamento ed i principi contabili i documenti che costituiscono parte del sistema di bilancio, a livello di programmazione di mandato, sono: a) le Linee programmatiche di mandato; b) il Piano Generale di Sviluppo. Inoltre al successivo punto 12 del medesimo principio contabile n. 1 si descrivono funzione e contenuto del PGS, definendolo come documento obbligatorio, nascente dal confronto con il documento denominato Linee programmatiche di mandato di cui è definizione delle azioni dell Ente nell organizzazione e nel funzionamento degli uffici, nei servizi da assicurare alla popolazione amministrata, nell individuazione delle risorse finanziarie correnti acquisibili e negli investimenti ed opere pubbliche da realizzare e realizzabili. Dato atto che, stante il quadro normativo e dottrinale di riferimento sopra sommariamente descritto, la Giunta comunale di Marzabotto, prendendo lezione dalla delibera consiliare C.C. n. 80 del 30/09/2009 ad oggetto: Presentazione ed approvazione delle linee programmatiche di mandato 2009/2014 ha approfondito i seguenti temi: a) le necessità finanziarie e strutturali per l espletamento dei servizi che non abbisognino di realizzazione di investimenti; b) le possibilità di finanziamento con risorse connesse all espletamento dei servizi, oltre le risorse assegnate in precedenza, nei limiti delle possibilità di espansione;

3 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NR. 43 DEL 31/07/2013 c) il contenuto concreto degli investimenti e delle opere pubbliche che si pensa di realizzare, indicazioni circa il loro costo in termini di spesa d investimento ed i riflessi per quanto riguarda la spesa corrente per ciascuno degli anni di mandato (nello specifico per quest anno finanziario 2012); d) le disponibilità di mezzi straordinari; e) le disponibilità in termini di mobilitamento; f) il costo delle operazioni finanziarie e le possibilità di copertura; g) la compatibilità con le disposizioni del Patto di stabilità interno. Richiamata la nota del 28 giugno 2013 a firma del Segretario generale dell Ente, con la quale venivano impartite direttive ai signori Responsabili di Area, per la predisposizione del terzo aggiornamento del PGS, approvato con deliberazione di C.C. n. 19 del 31/03/2010. Viste le allegate schede come elaborate dai Responsabili di Area ed opportunamente confrontate realisticamente con il Sig. Sindaco; Visti i pareri espressi dal Segretario Generale Dott.ssa Franca Leonardi, di regolarità tecnica e di conformità; Con la seguente votazione espressa in forma palese dai n. 12 (dodici) componenti consiliari presenti in aula: votanti n. 12, astenuti nessuno, favorevoli n. 12, e contrari nessuno; delibera (per le motivazioni di cui alle premesse) 1) DI APPROVARE il Piano Generale di Sviluppo del Comune di Marzabotto 2009/2014 terzo aggiornamento che sub allegato A al presente verbale ne forma parte integrante e sostanziale. 2) DI RENDERE, con la seguente successiva e separata votazione espressa in forma palese dai n. 12 (dodici) componenti consiliari presenti in aula: votanti n. 12, astenuti nessuno, favorevoli n. 12, e contrari nessuno; la presente deliberazione immediatamente esecutiva ai sensi dell'art. 134, comma 3 del D.Lgs. 267/2000 TUEL.

4 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NR. 43 DEL 31/07/2013 C O P I A Letto, approvato e sottoscritto. IL SINDACO F.to ING. ROMANO FRANCHI IL SEGRETARIO GENERALE F.to DOTT.SSA FRANCA LEONARDI Il sottoscritto Segretario Generale, visti gli atti d'ufficio A T T E S T A Ai sensi dell'art. 124 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, TUEL CHE LA PRESENTE DELIBERAZIONE Viene pubblicata all'albo Pretorio per 15 giorni consecutivi dal al ESECUTIVITA' Che la presente deliberazione diviene esecutiva il giorno perchè dichiarata immediatamente eseguibile (comma 4, art. 134, D.Lgs. 267/2000) decorsi 10 giorni dalla pubblicazione (comma 3, art. 134, D.Lgs. 267/2000) Data: IL SEGRETARIO GENERALE F.to Dott.ssa Leonardi Franca La presente è copia conforme all'originale, in carta libera per uso amministrativo. Addì, 03/08/2013 IL Segretario Generale Dott.ssa Franca Leonardi

5 COMUNE DI MARZABOTTO PROVINCIA DI BOLOGNA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Numero Delibera 43 Del 31/07/2013 OGGETTO APPROVAZIONE PIANO GENERALE DI SVILUPPO (PGS) - 3 AGGIORNAMENTO PARERI DI CUI ALL' ART. 49, COMMA 1 D.Lgs. 267/2000 IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO INTERESSATO Per quanto concerne la REGOLARITA' TECNICA esprime parere : FAVOREVOLE Data 26/07/2013 F.to Leonardi Franca IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO Per quanto concerne la REGOLARITA' CONTABILE esprime parere : Data

6 COMUNE DI MARZABOTTO PROVINCIA DI BOLOGNA SETTORE SERVIZI GENERALI PIANO GENERALE DI SVILUPPO - anno La popolazione 1.1 La popolazione residente 1.2 La popolazione residente di cittadinanza straniera 1.3 La popolazione residente per sesso 1.4 Il saldo naturale 1.5 Il saldo migratorio 1.6 La popolazione per fasce di età 1.7 I principali indicatori demografici 1.8 La Piramide delle Età (popolazione per età, sesso e stato civile al 1 gennaio 2012) 1.9 La distribuzione della popolazione per età scolastica - anno La popolazione per località 1.11 I Consigli di Frazione 2. Gli edifici 3. I Servizi cimiteriali 3.1 Entrate per concessioni cimiteriali 3.2 Entrate per servizi cimiteriali 3.3 Entrate per servizio lampade votive 4. L attività amministrativa 4.1 I documenti protocollati 4.2 Gli atti amministrativi 5. Il Personale 6. I servizi Demografici e l Urp 6.1 I prodotti

7 1. La popolazione PGS 2013 Settore Servizi Generali 1.1 La popolazione residente Anno Popolazione Var. +/- Var. +/- % , , , , La popolazione residente di cittadinanza straniera Anno Popolazione Var. +/- Var. +/- % , , , , La popolazione residente per sesso Anno Maschi Femmine Totale Maschi Femmine

8 1.4 Il saldo naturale Anno Nati Morti Saldo Naturale PGS 2013 Settore Servizi Generali 1.5 Il saldo migratorio Anno Immigrati Emigrati Saldo Migratorio Saldo naturale Saldo migratorio

9 1.6 La popolazione per fasce di età Anno 0-6 anni 7-14 anni anni anni anni oltre Var. +/ ,00 40,00-60,00-202,00 197,00 127,00 Var. +/- % ,47 7,98-6,44-13,13 9,34 9,76 PGS 2013 Settore Servizi Generali anni 7-14 anni anni anni anni oltre anni 7-14 anni anni anni anni oltre 65

10 1.7 I principali indicatori demografici PGS 2013 Settore Servizi Generali Anno Indice di vecchiaia Indice di dipendenza strutturale Indice di ricambio della popolazione attiva Indice di struttura della popolazione attiva Indice di carico di figli per donna feconda Indice di natalità Indice di mortalità 1 gennaio 1 gennaio 1 gennaio 1 gennaio 1 gennaio 1 gen-31 dic 1 gen-31 dic ,5 46,7 150,7 129,1 17,4 11,1 7, ,3 47,5 162,5 132,6 18,4 10,1 9, ,0 47,9 162,1 139,6 19,8 10,1 11, ,2 48,7 163,3 142,9 20,2 (*) (*) ,8 51,5 178,3 148,7 18,6 - - (*) dato non disponibile perché la popolazione al 31 dicembre 2011 è allineata con la popolazione censita il 9 ottobre 2011 e non è direttamente confrontabile con la popolazione residente al 1 gennaio Glossario Indice di vecchiaia Rappresenta il grado di invecchiamento di una popolazione. È il rapporto percentuale tra il numero degli ultrassessantacinquenni ed il numero dei giovani fino ai 14 anni. Ad esempio, nel 2012 l'indice di vecchiaia per il comune di Marzabotto dice che ci sono 140,8 anziani ogni 100 giovani. Indice di dipendenza strutturale Rappresenta il carico sociale ed economico della popolazione non attiva (0-14 anni e 65 anni ed oltre) su quella attiva (15-64 anni). Ad esempio, teoricamente, a Marzabotto nel 2012 ci sono 51,5 individui a carico, ogni 100 che lavorano. Indice di ricambio della popolazione attiva Rappresenta il rapporto percentuale tra la fascia di popolazione che sta per andare in pensione (55-64 anni) e quella che sta per entrare nel mondo del lavoro (15-24 anni). La popolazione attiva è tanto più giovane quanto più l'indicatore è minore di 100. Ad esempio, a Marzabotto nel 2012 l'indice di ricambio è 178,3 e significa che la popolazione in età lavorativa è molto anziana. Indice di struttura della popolazione attiva Rappresenta il grado di invecchiamento della popolazione in età lavorativa. È il rapporto percentuale tra la parte di popolazione in età lavorativa più anziana (40-64 anni) e quella più giovane (15-39 anni). Carico di figli per donna feconda È il rapporto percentuale tra il numero dei bambini fino a 4 anni ed il numero di donne in età feconda (15-49 anni). Stima il carico dei figli in età prescolare per le mamme lavoratrici. Indice di natalità Rappresenta il rapporto percentuale tra il numero delle nascite ed il numero della popolazione residente. Indice di mortalità Rappresenta il rapporto percentuale tra il numero dei decessi ed il numero della popolazione residente. Età media È la media delle età di una popolazione, calcolata come il rapporto tra la somma delle età di tutti gli individui e il numero della popolazione residente. Da non confondere con l'aspettativa di vita di una popolazione.

11 PGS 2013 Settore Servizi Generali 1.8 La Piramide delle Età: distribuzione della popolazione per età, sesso e stato civile al 1 gennaio Età Celibi/Nubili Coniugati/e Vedovi/e Divorziati/e Maschi Femmine Totale % % % ,5% ,5% 334 5,0% ,6% ,4% 311 4,6% ,3% ,7% 302 4,5% ,7% ,3% 276 4,1% ,8% ,2% 293 4,4% ,1% ,9% 293 4,4% ,6% ,4% 395 5,9% ,3% ,7% 522 7,8% ,4% ,6% 573 8,5% ,3% ,7% 633 9,4% ,9% ,1% 489 7,3% ,1% ,9% 458 6,8% ,2% ,8% 492 7,3% ,2% ,8% 383 5,7% ,7% ,3% 346 5,2% ,5% ,5% 246 3,7% ,5% ,5% 200 3,0% ,6% 58 60,4% 96 1,4% ,0% 36 72,0% 50 0,7% ,0% 9 90,0% 10 0,1% ,0% 2 100,0% 2 0,0% Totale ,0% ,0% Il grafico riportato nella pagine seguente, detto Piramide delle Età, rappresenta la distribuzione della popolazione residente a Marzabotto per età, sesso e stato civile al 1 gennaio La popolazione è riportata per classi quinquennali di età sull'asse Y, mentre sull'asse X sono riportati due grafici a barre a specchio con i maschi (a sinistra) e le femmine (a destra). I diversi colori evidenziano la distribuzione della popolazione per stato civile: celibi e nubili, coniugati, vedovi e divorziati

12 PGS 2013 Settore Servizi Generali 1.9 La distribuzione della popolazione per età scolastica - anno 2012 Età Maschi Femmine Totale Età Maschi Femmine Totale

13 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ PIANO GENERALE DI SVILUPPO anno 2013 Settore Servizi Esterni Responsabile Ing. Isabella Calamelli

14 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI INDICE ARGOMENTI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ INTRODUZIONE...3 RISORSE ECONOMICHE AFFIDATE AL SETTORE SERVIZI ESTERNI... 3 USCITA... 3 ATTI PRODOTTI E GESTITI NELL ANNO AMBIENTE...9 RACCOLTA RIFIUTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI MARZABOTTO... 9 LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEGLI OLI, AD USO DOMESTICO, ESAUSTI SMALTIMENTO AMIANTO PRESSO PRIVATI CITTADINI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATIZZAZIONE, DEBLATIZZAZIONE E ZOOPROFILASSI ( COMPRESO IL PROGRAMMA CONTRO LA ZANZARA TIGRE ) PULIAMO IL MONDO PROTEZIONE CIVILE E SALVAGUARDIA DELL AMBIENTE RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA MANUTENZIONE...29 MANUTENZIONE STRADE MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEL PATRIMONIO COMUNALE MANUTENZIONE ORDINARIA E SERVIZI SVOLTI DIRETTAMENTE DAL PERSONALE DELLA SQUADRA ESTERNA DEL SETTORE LAVORI PUBBLICI...42 ELENCO LAVORI APERTI STATO DI AVANZAMENTO LAVORI INFORMATICA...46 SEMPLIFICAZIONE DELLE PROCEDURE E MIGLIORAMENTO DEI SERVIZI... 46

15 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI INTRODUZIONE P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ Al Settore Servizi Esterni sono affidati i seguenti servizi, come da Deliberazione di Giunta Comunale n. 138 del : Ambiente Manutenzione Ordinaria e Straordinaria Sicurezza sui luoghi di lavoro Sistema Informatico Comunale Lavori Pubblici RISORSE ECONOMICHE AFFIDATE AL SETTORE SERVIZI ESTERNI USCITA Al Settore Servizi Esterni nell anno 2012 con l approvazione del Piano Esecutivo di Gestione e la successiva fase di assestamento, per gestire i servizi affidati sono state assegnate le seguenti cifre in parte uscita: ,87 per le spese in parte corrente; ,04 per le spese in conto capitale. Nel contesto degli ultimi 5 anni è evidente la marcata flessione delle risorse affidate al settore relativamente all anno 2012, da ricondursi a diversi aspetti, non ultimo la grave crisi economica che ha colpito l intero paese. L Amministrazione Comunale nel perseguire il nel forte impegno a migliorare la qualità del territorio sia dal punto di vista ambientale sia dal punto di vista urbanistico e patrimoniale ed ad aumentare e valorizzare i servizi rivolti ai cittadini (tra i quali la manutenzione delle strade, degli edifici, dell illuminazione, la raccolta dei rifiuti, etc) ha comunque deciso di aumentare le disponibilità relativamente alla parte corrente, che vengono utilizzate proprio per fornire i servizi base alla cittadinanza, e la salvaguardia del territorio. P.E.G. SETTORE SERVIZI ESTERNI , , , , ,00 CONTO CAPITALE PARTE CORRENTE , ,00 - Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012

16 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ Le risorse stanziate per gli investimenti nell anno 2012 risultano minori rispetto al trend degli ultimi 5 anni, ma non va dimenticato che alle risorse stanziate annualmente il Settore Servizi Esterni ha a disposizione per i lavori pubblici ed interventi sul patrimonio i residui passivi degli anni precedenti, il cui importo complessivo è ,63. Complessivamente, pertanto, il Settore Servizi Esterni ha gestito, nell anno 2012, un bilancio pari ad ,54. Delle risorse affidate al Settore sono stati impegnati in parte corrente ,28 ed in conto capitale ,93. Bilancio Parte Corrente Il grafico di seguito riportato mette in evidenza la ripartizione delle risorse in funzione dei servizi affidati al Settore Servizi Esterni. P.E.G PARTE CORRENTE ,28 INFORMATICA MANUTENZIONE AMBIENTE PROTEZIONE CIVILE SICUREZZA SUL LAVORO La ripartizione della parte corrente del P.E.G. impegnato dal Settore Servizi Esterni potrebbe sembrare, ad un primo sguardo non omogenea, poiché il Servizio Ambiente occupa quasi il 70% delle risorse assegnate. Il dato è legato al Servizio di Gestione della Raccolta dei Rifiuti Soldi Urbani, che incide sulle risorse relative Servizio Ambiente per oltre il 96 %. Non considerando l incidenza del Servizio RSU è possibile constatare che oltre l 82% delle risorse rimanenti finanziano il Servizio Manutenzione. RIPARTIZIONE RISORSE PARTE CORRENTE (NON CONSIDERANDO IL SERVIZIO GESTIONE RSU) INFORMATICA MANUTENZIONE PROTEZIONE CIVILE SICUREZZA SUL LAVORO

17 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ Bilancio Conto Capitale Dal seguente grafico si evidenzia che oltre il 67% delle risorse assegnate con PEG nell anno 2013 sono state utilizzate per la realizzazione di opere pubbliche mentre oltre il 58% è stato utilizzato per interventi di manutenzione straordinaria del patrimonio comunale ed acquisto mezzi per la gestione dei servizi manutentivi. P.E.G. ANNO 2012 CONTO CAPITALE ,93 INFORMATICA MANUTENZIONE/PATRIMONIO LAVORI PUBBLICI Come già accennato, a questo si aggiunge il fatto, sempre per la realizzazione dei Lavori Pubblici ed interventi sul patrimonio previsti dall elenco annuale e triennale in allegato al PEG 2012 il Settore ha avuto a disposizione anche la cifra complessiva di ,63, relativa ai residui passivi degli anni precedenti. ENTRATA Al Settore Servizi Esterni con PEG Anno 2012 sono stati affidati in assestamento in entrata interventi per complessivi ,40. Di seguito la ripartizione delle risorse in entrata in funzione dei servizi e delle funzioni assegnate a questo Settore. P.E.G ENTRATE ,40 MANUTENZIONE AMBIENTE LAVORI PUBBLICI

18 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ SETTORE SERVIZI ESTERNI Risulta evidente che oltre l 87% delle risorse in entrata finanziano i lavori pubblici in programma per il Settore Servizi Esterni. Le entrate sono finanziate da diversi Enti e Società Pubbliche, come di seguito meglio indicato: E N T I F I N AN Z I AT ORI P ART E E N T RAT A P E G REGIONE P ROVINCIA COMUNITA' MONTANA AUTOSTRADA ENEL AUSL P ROVENTI DA P RIVATI COMUNE DI GRIZZ ANA MORANDI Oltre alle cifre sopradescritte il Settore Servizi Esterni deve gestire i trasferimenti e le entrate accertate negli anni precedenti che ammontano a una somma complessiva pari ad 2.977,398,38, destinati, anche questi per la maggior parte, a finanziare i lavori pubblici previsti dal programma assegnato al Settore Servizi Esterni.

19 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ ATTI PRODOTTI E GESTITI NELL ANNO 2012 Il Settore Servizi Esterni nell anno 2012 ha ricevuto 1190 protocolli in arrivo, ha inviato 613 note indirizzati a destinatari esterni e 134 note indirizzate a destinatari interni al Comune di Marzabotto. Gli atti specifici del Settore Servizi Esterni gestiti, in entrata ed in uscita, sono meglio schematizzati nella seguente tabella: Determinazioni del Responsabile del Settore 261 Deliberazioni di Giunta Proposte: 35 Approvate: 34 Deliberazioni di Consiglio Proposte: 8 Approvate: 8 Ordinanze redatte dall Ufficio Dirigenziali: 7 Sindacali: 9 Autorizzazioni Abbattimento Alberi Richieste: 20 Nulla osta concessi: 15 Attestazioni zone non metanizzate 11 Autorizzazioni allo scarico 19 Segnalazioni pervenute all Ufficio 878 Il Settore Servizi Esterni nel corso del 2012 ha proseguito nella collaborazione con l URP, attivata nel corso del 2011 relativa agli adempimenti a favore di cittadini. Nel 2012 si sono parzialmente trasferiti alcuni compiti di front-office del Settore Servizi Esterni all'urp con il duplice scopo di 1) agevolare gli utenti che potranno ritirare documenti e materiale direttamente all'urp quindi più velocemente, con maggiori orari di apertura, senza appuntamento e senza lunghe attese; 2) sgravare il Sett. Servizi Esterni da una parte di pubblico, sì da avere maggiore tempo per l'attività di back office e istruttoria. Questa attività verrà proseguita anche nel corso del Dal Settore Servizi Esterni sono state identificate alcune procedure e messi appunto alcuni moduli, che vengono poi periodicamente aggiornati anche in base alle modifiche normative, legati all attività ordinaria e preordinata degli Uffici nell ambito di procedimenti tipici, da condividere con il Settore Servizi Generali Ufficio Relazioni con il Pubblico al fine di agevolare sia il lavoro di front office dell Ufficio Relazioni con il Pubblico sia il lavoro di back office del Settore Servizi Esterni, ripetitivi e standardizzati. In particolare all Ufficio Relazioni con il Pubblico sono state fornite tutte le informazioni utili relativi ai 5 macroargomenti che più interessano i cittadini e che generalmente sono oggetto di richieste, segnalazioni, domande e perplessità: - MANUTENZIONE - AMBIENTE - IDONEITA' DELL'ALLOGGIO - SISTEMA INFORMATIVO COMUNALE - PRONTO INTERVENTO In particolare sono state fornite, attraverso la consegna di una dettagliata relazione, comprensiva di modulistica e riferimenti normativi allegati, le indicazioni sulle modalità da seguire per il recepimento delle segnalazioni da parte degli utenti ed inoltre sono state fornite le indicazioni circa le procedure da seguire per le richieste di abbattimento degli alberi, per la richiesta di autorizzazioni

20 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ degli scarichi fognari, per le attestazioni delle zone non metanizzate e per il rilascio della certificazione degli alloggi, tutta modulistica legata all attività ordinaria del Settore Servizi Esterni. Al Settore Servizi Generali sono poi state fornite e periodicamente aggiornate le indicazioni/informazioni relative a quegli argomenti che quotidianamente interessano il Settore Servizi Esterni e che hanno importanza al di fuori dei procedimenti standardizzati del Settore Servizi Esterni. Durante l anno 2012 il Settore Servizi Esterni ha proseguito la valutazione dettagliata dello stato degli adeguamenti normativi delle centrali, degli impianti nonché degli edifici di proprietà del Comune di Marzabotto. Conseguentemente si è deciso di procedere in maniera mirata all adeguamento normativo, in particolare delle centrali termiche e degli edifici che presentavano carenze sia dal punto di vista impiantistico/strutturale sia dal punto di vista documentale.

21 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ SETTORE SERVIZI ESTERNI AMBIENTE RACCOLTA RIFIUTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI MARZABOTTO Il Comune di Marzabotto a partire dall anno 2005 ha implementato e razionalizzato il Servizio di Gestione Raccolta Rifiuti Urbani. L Amministrazione Comunale, congiuntamente al Gestore della Raccolta dei Rifiuti Urbani, Cosea Ambiente Spa, promuove un minor spreco delle risorse, favorendo e, soprattutto, facilitando la raccolta differenziata. In quest ottica negli ultimi anni sono stati sostituiti i vecchi cassonetti, preferendo quelli per la raccolta differenziata, sono state effettuate diverse campagne informative indirizzate alle famiglie ed agli studenti delle scuole ( SEI TU CHE FAI LA DIFFERENZA, il diario di Pinocchio, etc), sono state distribuite compostiere per il compostaggio domestico alle famiglie che ne hanno fatto richiesta ed infine viene fornito a ciascun nucleo famigliare residente sul territorio del Comune un kit costituito da 3 contenitori riutilizzabili(di cui un borsa di colore azzurro per la raccolta di carta e cartone, una borsa di colore giallo per la raccolta di imballaggi e contenitori di plastica, una borsa di colore verde per la raccolta di vetro, barattoli e lattine) congiuntamente ad un bidoncino di plastica marrone per la raccolta del rifiuto organico. Nella seguente tabella è possibile vedere il positivo e costante aumento negli anni della percentuale di raccolta differenziata rispetto alla raccolta indifferenziata a conferma della scelta fatta dall Amministrazione riguardo alla razionalizzazione del Servizio di Raccolta dei Rifiuti Urbani. RACCOLTA INDIFFERENZIATA IN KG RACCOLTA DIFFERENZIATA IN KG % R.D. Anno ,86 Anno ,02 Anno ,20 Anno ,40 Anno ,63 Anno ,59 Anno Anno ,43 Il grafico di seguito riportato meglio evidenzia il trend positivo dell andamento della raccolta differenziata rispetto alla volumetria della frazione non differenziata dei rifiuti raccolti nel Comune:

22 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ ANDAMENTO RACCOLTA RSU RIFIUTI IN KG RIFIUTI INDIFFERENZIATI RIFIUTI DIFFERENZIATI Anno 2005 Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Dal grafico è molto evidente come negli ultimi anni ad un costante e forte calo della raccolta indifferenziata si associ un costante aumento della raccolta differenziata, a testimonianza del fatto che la scelta di razionalizzare il servizio di raccolta. Nell anno 2012, il Comune di Marzabotto ha finalmente superato la percentuale del 50% di raccolta del 50%,superando il 53% attestandosi tra le percentuali migliori dei Comuni della zona montana. Anche se dal 2005 ad oggi si è più che raddoppiato la percentuale di raccolta differenziata, il valore rimane ancora molto distante da quelli previsti dalla normativa Europea e dalla Pianificazione di Settore a livello locale che impone il raggiungimento della percentuale del 65 % della raccolta differenziata. Nel 2012 è stato implementato il piano di riorganizzazione degli attuali punti ecologici e dei cassonetti dei rifiuti indifferenziati, al fine di rendere più agevole a tutti i cittadini eseguire correttamente lo smaltimento dei rifiuti. Tale progetto ha previsto la sostituzione di tutti i cassonetti con cassonetti di minori dimensioni ed il conseguente aumento dei punti in cui potranno essere raccolti i rifiuti, dando così il via ad una raccolta che si può definire di prossimità. E possibile notare, dai dati forniti da Cosea Ambiente S.p.a. e qui di seguito riportati; come il contributo di questo nuovo progetto abbia portato ad un miglioramento del trend della raccolta differenziata:

23 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ SETTORE SERVIZI ESTERNI RACCOLTA INDIFFERENZIATA IN KG RACCOLTA DIFFERENZIATA IN KG lug ago set ott nov dic gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic Ancora meglio dal seguente grafico si può percepire che l introduzione di questa tipologia di contenitori e di raccolta ha contribuito a migliorare il valore della percentuale di raccolta differenziata: 70,00 60,00 50,00 % RD 40,00 30,00 20,00 10,00 0,00 lug-11 ago-11 set-11 ott-11 nov-11 dic-11 gen-12 feb-12 mar-12 apr-12 mag-12 giu-12 lug-12 ago-12 set-12 ott-12 nov-12 dic-12 Il positivo riscontro fornito dall applicazione di questo piano di riorganizzazione, implementazione e razionalizzazione sul territorio del Comune di Marzabotto, ha contribuito alla scelta dell Amministrazione di estendere tale metodologia di raccolta rifiuti in tutto il territorio del Comune.

24 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ Il Comune di Marzabotto intende raggiungere la percentuale di 65 % della raccolta differenziata come previsto dalla normativa Europea e dalla Pianificazione di Settore a livello locale, intende intraprendere quindi ulteriori passi nell anno 2013, oltre al completamento del progetto dei miniecopunti a tutto il territorio, sarà avviato un progetto di raccolta porta a porta per le utenze produttive, in prima istanza in via sperimentale nelle zone industriali di Sassatello e Lama di Reno. Nell ottica di comunicare e fornire sempre maggiori informazioni ai cittadini di Marzabotto durante l anno 2012, con la collaborazione di Cosea Ambiente Spa sono state stampate n brochure a colori di 8 pagine in formato A4 con tutte le informazioni utili per utilizzare i nuovi miniecopunti distribuiti sul territorio e sulla differenziazione dei rifiuti relativi a tutte le tipologie di materiali in uso presso le famiglie. Le brochure sono state poi distribuite ai cittadini interessati durante le riunioni dei consigli di frazione che si sono succeduti durante il periodo estivo. Personale di Cosea era spesso presente a dette riunione per fornire ulteriori informazioni ai cittadini interessati presenti.

25 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ REGOLAMENTO DI GESTIONE ASSOCIATA INTERCOMUNALE DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI E ASSIMILATI Ulteriore strumento messo in campo dal Comune di Marzabotto durante l anno 2012 è il Regolamento di gestione associata intercomunale dei rifiuti solidi urbani e assimilati. L adozione del Regolamento, approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 39 del (e successivamente modificato nell art. 6 con le Deliberazioni di Consiglio n. 59 del e 70 del ), è stato fortemente voluto dall Amministrazione ed operativamente è stato seguito dal Comandante della Polizia Municipale congiuntamente al gruppo di lavoro appositamente costituito a cui hanno partecipato rappresentanti di Cosea e dei Comuni Consorziali (Società Co.Se.A Ambiente S.p.A). Tra i Comuni il cui servizio viene gestito da Cosea Ambiente Spa il Comune di Marzabotto è stato il primo ad adottare tale regolamento. Il regolamento è stato redatto ai sensi del decreto legislativo 152/06 e ss.mm.ii con particolare riferimento all'articolo 198, della legge Regionale Emilia Romagna 6 settembre 1999 n. 25 e della Legge Regionale Toscana 61/07 ed ha per oggetto la disciplina dei servizi atti alla corretta gestione dei rifiuti urbani, intesa come l'insieme, delle azioni relative al conferimento, alla raccolta e trasporto, al recupero, avvio al pre-trattamento o smaltimento degli stessi ed in particolare la regolamentazione del servizio SGR. E uno strumento operativo, chiaro e snello, che potrà consentire un progressivo cambiamento culturale per i cittadini di Marzabotto, infatti al suo interno vengono disciplinate le seguenti attività: lo svolgimento dei servizi relativi alla gestione dei rifiuti urbani e speciali assimilati sul territorio comunale; la metodologia delle raccolte differenziate; l utilizzo dei Centri di Raccolta (ex SEA Stazione Ecologica Attrezzata) le metodologie di controllo (sanzioni); le metodologie di riduzione dei rifiuti; le metodologie incentivanti e di premialità. Il Regolamento favorirà la differenziazione dei rifiuti, il recupero dei materiali ed in generale un uso più oculato dei materiali in uso presso le famiglie ed un riguardo maggiore nei confronti delle risorse naturali a disposizione.

26 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ SPAZZAMENTO MECCANIZZATO E MANUALE DELLE STRADE Durante l anno 2012 il Settore Servizi Esterni ha introdotto inoltre una modalità diversa di spazzamento, sia meccanico che manuale delle strade. il servizio di spazzamento meccanizzato comprende le seguenti prestazioni: spazzamento meccanizzato ed abbattimento delle polveri tramite impianto di nebulizzazione dell acqua, scarico dei detriti come previsto dalla normativa vigente e nel periodo autunnale, aspirazione di cumuli di foglie con tubo supplementare. Rispetto agli anni precedenti, al fine di economizzare il servizio, si è deciso di effettuare il servizio a chiamata a seconda delle specifiche esigenze del territorio. Insieme al personale operativo di Cosea Ambiente Spa, che svolge il servizio, si è provveduto a identificare più specificatamente le strade dove effettuare lo spazzamento meccanizzato. Di seguito una tabella in cui sono riassunti tempistiche e percorsi, suddivise per frazioni, così come predisposti durante il Luogo Lunghezza percorso km Tempi Servizio Spazzamento ore Centro 8,36 6,69 Lama-Panico 6,73 5,38 Pian Venola 9,10 7,28 Sibano 1,10 0,88 Sperticano 1,36 1,09 Pioppe 1,40 1,12 Gardelletta 2,20 1,76 Piccolo Paradiso 3,50 2,80 Lama Setta 0,70 0,56 Allocco 3,20 2,56 TOTALE 37,65 30,12 Relativamente al servizio di spazzamento manuale, attualmente eseguito da un operatore a 36 settimanali, abbiamo riorganizzato in maniera minima il programma si spazzamento per implementare in parte la pulizia delle frazioni.

27 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEGLI OLI, AD USO DOMESTICO, ESAUSTI L'Amministrazione Comunale, dal 04 Ottobre 2011, ha attiva in tutto il territorio di Marzabotto la raccolta stradale degli oli vegetali, per uso domestico, esausti. Sono infatti stati posizionati 10 contenitori stradali nelle frazioni del Comune di Marzabotto, uno per ciascuna delle frazioni più piccole (Gardeletta, Allocco, Sirano, Pioppe di Salvaro e Sibano), due per ciascuna delle frazioni più grandi (Lama di Reno e Pian di Venola) ed infine una per il Capoluogo, di fronte al Municipio. Il Comune di Marzabotto è il primo comune dell alta valle del Reno e dei comuni su cui opera Cosea Ambiente S.p.A. ad effettuare questo tipo di raccolta. Le modalità di raccolta sono molto semplici, 1) si raccoglie l'olio da cucina usato in bottiglie di plastica (bottiglie d'acqua o simili); 2) si chiude bene la bottiglia; 3) si inserisce la bottiglia chiusa all interno del contenitore stradale più vicino. I contenitori stradali sono chiusi ermeticamente e presentano solo un foro centrale dove inserire la bottiglia per impedire eventuali atti vandalici che potrebbero portare a sversamenti e il miscelamento di olio vegetale e minerale, che renderebbe inutile il suo riutilizzo (dal sito ECO- REC). I contenitori hanno una capacità di 240 litri e possono arrivare a contenere circa bottiglie da un litro e mezzo per litri di olio(dal sito ECO-REC). Secondo i dati di ECO-REC in Italia vengono, ogni anno, immessi al consumo ( direttamente come olio alimentare o perché presente in altri alimenti) di chili ( ton) di olio vegetale per un consumo medio pro capite di circa 25 Kg. annui (fonte Ministero della Sanità). Di questa quantità si stima un residuo non utilizzato pari a circa il 20%. Ci troviamo quindi di fronte ad oltre 280 milioni di chili (280 mila ton.) di olio vegetale usato, circa 5 Kg. a testa, che ogni anno restituiamo all ambiente, in gran parte sotto forma di residuo di fritture e quindi ricco di sostanze inquinanti. Durante l anno 2012 sono stati raccolti complessivamente 3135 kg di oli vegetali esausti su tutto il territorio del Comune di Marzabotto. Ciò significa che indicativamente nel 2012 sono stati smaltiti in maniera differenziata, evitando così che entrassero nel circuito delle fognature e delle acque per consumo umano, circa 1.03 kg a famiglia.

28 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ SMALTIMENTO AMIANTO PRESSO PRIVATI CITTADINI All inizio del 2012 si è completato il il progetto denominato SOS AMIANTO che ha previsto lo smaltimento di materiale contenente amianto. Il Comune di Marzabotto ha fornito ai privati cittadini che dovevano smaltire piccoli quantitativi kit per la lavorazione del materiale in sicurezza e per la preparazione dello stesso per il ritiro, il trasporto e lo smaltimento effettuato poi da Cosea Ambiente coadiuvata da apposita azienda specializzata al trasporto autorizzato ai rifiuti pericolosi e all avvio allo smaltimento. Il progetto ha permesso di raccogliere e smaltire complessivamente oltre 30 ton di amianto su tutto il territorio.

29 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ UN ALBERO PER OGNI NATO La legge nazionale 29 gennaio 1992, n. 113, meglio conosciuta con il nome Un albero per ogni nato, prevede l obbligo per ogni Comune di porre a dimora un albero per ciascun neonato registrato presso l anagrafe. La Regione assicura, ai Comuni che ne fanno espressa richiesta, la disponibilità, a titolo gratuito, delle piante necessarie presso i vivai forestali regionali. Nell anno 2012 il Servizio Parchi e Risorse Forestali della Regione Emilia Romagna ha fornito gratuitamente al Comune di Marzabotto 59 piantine, pari al numero dei bambini nati nell anno 2011, in particolare sono state assegnati le seguenti tipologie di piante: QUANTITA SPECIE 5 Acero Campestre 5 Carpino nero 15 Ciliegio selvatico 10 Frassino maggiore 10 Nocciolo 9 Pallon di maggio 5 Tiglio La piantumazione di tali piante, a causa del gelo e della neve, è stata posticipata a Gennaio - Marzo Le piante sono state piantumate riqualificando alcune aree verde e sostituendo piante ormai non più vegetative nelle aree verdi pubbliche e nelle aree di gioco del territorio del Comune di Marzabotto, i ciliegi sono selvatici stati piantumati in aree di competenza di Parco Storico di Monte Sole.

30 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATIZZAZIONE, DEBLATIZZAZIONE E ZOOPROFILASSI ( COMPRESO IL PROGRAMMA CONTRO LA ZANZARA TIGRE ) Come ogni anno il Settore Servizi Esterni ha predisposto anche per l anno 2011, il programma disinfestazione, disinfezione, deratizzazione, deblatizzazione e zooprofilassi comprendente il programma straordinario di trattamento dei pozzetti contro la zanzara tigre (poiché a partire dall estate 2003 anche il Comune di Marzabotto è stato interessato dal fenomeno) da effettuarsi in tutto il territorio comunale. Il suddetto programma prevede diversi servizi sul territorio che qui si elencano brevemente: derattizzazione del territorio e delle dipendenze comunali; lotta alle mosche; monitoraggio deblattizzazione e disinfestazione in dipendenze comunali per il controllo degli insetti di interesse igienico sanitario (blatte, vespe, zecche, formiche, api, etc); lotta alla processionaria del pino e disinfestazione estiva delle scuole; ispezione monitoraggi e interventi con metodiche HACCP presso le cucine; piano specifico per la Zanzara tigre (da marzo ottobre) sui pozzetti stradali dei Centri Abitati, in particolare il programma si esplica in questi punti: - sopralluoghi e controlli; - monitoraggi e campionamenti periodici di larve; - determinazione delle specie, Trattamenti larvicidi; - controlli dell efficacia degli interventi. - eventuali Trattamenti adulticidi, da effettuarsi seguendo le indicazioni del S.I.P. dell Azienda U.S.L. e solo in caso di concentrazioni elevate di adulti in punti specifici; In particolare il programma si è svolto seguendo le cadenze periodiche qui di seguito meglio evidenziate:

31 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ DOVE SERVIZI INTERVENTI PROGRAMMATI PERIODO DERATTIZZAZIONE N 10 controlli e trattamenti di lotta a TOPI e RATTI TUTTO L'ANNO nei punti a rischio del territorio DISINFESTAZIONE N 5 controlli e trattamenti di lotta adulticida alle da MAGGIO a SETTEMBRE MOSCHE MOSCHE nei punti di attrazione su aree pubbliche ogni mese nei Centri Abitati N 6 TRATTAMENTI da APRILE CENTRI di lotta alle LARVE NEI POZZETTI STRADALI di a ABITATI Centri Abitati a cadenza 30 giorni circa, con un ulteriore OTTOBRE intervento in garanzia in caso di forti piogge che dilavino il prodotto dai tombini LOTTA CONTRO ZANZARA TIGRE LOTTA CONTRO ZANZARA TIGRE N 1 DISTRIBUZIONE PUBBLICA di prodotto biologico ai cittadini per intervenire nei microfocolai di cortili e giardini privati e/o FORNITURA PRODOTTO AGLI UFFICI URP durante TUTTA L'ESTATE. Centri Sociali, Centri Sportivi, Cimiteri, e rimozione dei focolai presso le loro aree cortilive APRILE - MAGGIO APRILE - MAGGIO DERATTIZZAZIONE N 6 controlli e trattamenti di lotta a TOPI e RATTI TUTTO L'ANNO N 1 TRATTAMENTO GENERALE estivo scuole (contro BLATTE, FORMICHE, MOSCHE, VESPE, DISINFESTAZIONE/ ZECCHE, PULCI, etc.) (Nota 3) LUGLIO-SETTEMBRE STRUTTURE COMUNALI DEBLATTIZZAZIONE N 2 controlli e trattamenti contro favi di VESPE e GIUGNO-SETTEMBRE CALABRONI N 1 controllo e trattamento di NIDI di PROCESSIONARIA accessibili, in aree verdi delle Scuole (Nota 4) OTTOBRE-DICEMBRE DISINFEZIONE N 1 Disinfezione ordinaria nelle Scuole (Nota 5) LUGLIO-AGOSTO DISINFEZIONI STRAORDINARIE in tutte le Dipendenze comunali su indicazione del Servizio di TUTTO L'ANNO Igiene Pubblica (entro 24 ore, reperibilità anche festiva) MONITORAGGI N 2 Cicli di MONITORAGGIO RODITORI e APRILE-GIUGNO INSETTI STRISCIANTI NELLE SCUOLE SETTEMBRE-NOVEMBRE N 1 CUCINA N 1 ANALISI dei RISCHI APRILE N 6 interventi di MONITORAGGIO RODITORI e INSETTI STRISCIANTI, trattamento estivo e altri CENTRALIZZATA MONITORAGGI HACCP trattamenti a seguito di monitoraggi Compilazione della documentazione HACCP TUTTO L'ANNO N 6 interventi di MONITORAGGIO INSETTI VOLANTI ( TUTTO L'ANNO

32 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ Il Settore ha inoltre predisposto l ordinanza sindacale n. 59 avente ad oggetto Provvedimenti per la prevenzione ed il controllo delle malattie trasmesse da insetti vettori ed in particolare dalla zanzara tigre (aedes albopictus) ed ha organizzato la distribuzione gratuita di oltre 500 flaconcini di prodotto biologico per l esecuzione autonoma del trattamento larvicida ai cittadini residenti nel territorio di Marzabotto, nelle giornate comprese tra il 26 ed il 28 Aprile 2012.

33 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ PULIAMO IL MONDO 2012 L Amministrazione Comunale ha aderito anche nell anno 2012, come gli anni scorsi, all iniziativa Puliamo il mondo, organizzata da Legambiente e prevista per il mese di Settembre, che rappresenta il più grande appuntamento di volontariato ambientale al mondo. Il Comune di Marzabotto aderendo all iniziativa ha acquistato per l occasione n. 2 kit di pulizia, denominato Pacco Misto forniti da Legambiente, costituito da 45 kit per bambini e 5 kit per adulti, comprensivi di guanti, cappellini etc. Il Comune ha inoltre fornito all Istituto ulteriore materiale per procedere alla pulizia ed alla raccolta dei rifiuti: sacchi per l immondizia, pinze, ramazze, rastrelli e palette. In quest occasione, ed in particolare, il giorno 18 Settembre 2012 gli studenti dell Istituto Comprensivo di Marzabotto, 2 classi della Scuola Elementare e 2 classi della Scuola Media, hanno pulito le aree verdi presenti presso il Museo Archeologico di Misa e le aree verdi del Parco Bottonelli.

34 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ PROTEZIONE CIVILE E SALVAGUARDIA DELL AMBIENTE L Amministrazione Comunale attraverso l assegnazione in convenzione a cittadini ed alle loro formazioni sociali, esercita funzioni proprie in materia di attività complementari all istruzione, difesa del territorio, promozione culturale e sportiva. A tal fine sostiene e valorizza l apporto costruttivo e responsabile del volontariato e delle libere associazioni. E in quest ottica che sono state attivate durante l anno 2012 diverse convenzioni con associazioni del territorio sia in materia di protezione civile che di tutela e salvaguardia del territorio. In particolare sono state approvate diverse convenzioni durante l anno 2012: 1) con Deliberazione n. 63 del 2012 è stata autorizzata l Associazione Giacche Verdi - Raggruppamento Emilia Romagna Gruppo provinciale di Bologna, ad operare con azione di vigilanza sul territorio del Comune di Marzabotto per la salvaguardia dell ambito naturale dello stesso in riferimento ai seguenti temi: - verifica della percorribilità dei sentieri del nostro territorio; - segnalazione di eventuali problematiche legate alla salvaguardia dell ambiente e del territorio; - assistenza di tipo informativo ai turisti che ne avessero necessità; - vigilanza, nell' ambito anche della Protezione Civile, a eventi dannosi quali incendi, frane e allagamenti che dovessero verificarsi sul territorio del Comune di Marzabotto, segnalandoli tempestivamente alle autorità competenti, intervenendo dove l' emergenza lo richieda e lo consentano le normative; - supporto operativo nel corso delle varie manifestazioni che si tenessero nell ambito del Comune di Marzabotto. 2) con Deliberazione di Giunta Comunale n. 195 del 2011 è stata approvata la convenzione, valida sino a novembre 2012, che regola i rapporti con il Gruppo CAI Medio Reno relativamente alle seguenti tematiche: - la manutenzione della rete sentieristica esistente, rilevata dal CAI-BO e archiviata presso la Regione Emilia Romagna, nonché la regolamentazione, gestione e verifica della rete stessa su tutto il territorio del Comune sulla base delle normative europee, nazionali, regionali e tenuto conto anche delle specificità normative del Parco di Monte Sole in materia; - lo studio ed elaborazione di itinerari escursionistici per la promozione del territorio; - l aggiornamento del catasto informatico della rete sentieristica. 3) con Deliberazione n. 45del 2012 è stata approvata in linea tecnica la convenzione tra il Comune di Marzabotto e il Corpo Nazionale Soccorso Alpino Speleologico SAER Stazione Rocca di Badolo per la collaborazione in prestazioni di soccorso in casi come quelli di seguito elencati: - supporto alla équipe medica 118 (ambulanza o elicottero del S.S.R.) su terreno montano, - impervio od in ambiente ostile, laddove possibile; - - soccorso in montagna; - - soccorso in parete; - - soccorso in forra; - - soccorso in cavità (naturali o artificiali);

35 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ soccorso su impianti a fune; - - ricerca in superficie; - - ricerca in valanga. ed inoltre perché venga fornito il supporto tecnico nelle attività che prevedano interventi mirati, sul territorio di Marzabotto, in attività atte alla sicurezza dei cittadini, nei casi in cui l area interessata sia comunque caratterizzata da condizioni tali da rendere opportuna detta collaborazione. E inoltre attiva ormai già dal 2010 una convenzione fra il Comune e la Pubblica Assistenza di Sasso Marconi per le attività di volontariato in materia di Protezione Civile e per la salvaguardia del territorio. In particolare le attività dell Associazione Pubblica Assistenza di Sasso Marconi oggetto della Convenzione approvata con Deliberazione di Giunta Comunale n. 99 del 2010 sono qui di seguito meglio specificate: - La partecipazione al soccorso e prima assistenza della popolazione, sul territorio comunale, nelle emergenze causate da calamità naturali o in situazioni critiche provocate da emergenze ambientali o sanitarie. - La disponibilità all'utilizzo dell immobile della sede della Pubblica Assistenza, e relativa struttura, in caso di emergenza sul territorio. In particolare la Pubblica Assistenza garantisce la fruizione di un apposito locale da utilizzarsi come centro operativo comunale C.O.C. - La presenza dei mezzi per il primo soccorso in occasione di manifestazioni rilevanti sul territorio, organizzate dal Comune fatta salva la necessità della Pubblica Assistenza di garantire il primo soccorso sul territorio come da convenzione stipulata con l Azienda U.S.L. Bologna per l'emergenza sanitaria (118). In particolare nel periodo per cui sarà valida la presente Convenzione, il Comune ha previsto l organizzazione delle seguenti manifestazioni o Corsa Campestre presso il Parco Bottonelli indicativamente nel mese di Novembre; o Kainua presso il Parco Bottonelli prevista per fine Giugno; o Festa dello Sport per fine Maggio presso il Parco Bottonelli; o Commemorazione dell Eccidio di Marzabotto durante la prima domenica di Ottobre - La partecipazione con mezzi e personale per iniziative di prevenzione a salvaguardia ambientale sul territorio e per le eventuali attività di sistemazione di situazioni ambientali a rischio già in essere ed individuate sul territorio; - La disponibilità di personale, mezzi e attrezzature per interventi di protezione civile. - Fornire ogni notizia od elemento utile in possesso al fine dell aggiornamento del Piano Comunale di Protezione Civile. - Collaborazione alla stesura dell aggiornamento del Piano Comunale di Protezione Civile. - Servizio sperimentale di reperibilità Con Deliberazione di Consiglio n. 102 del è stata nuovamente approvata la convenzione, attiva sin dall anno 2007, tra tutti i comuni della Media ed Alta Valle del Reno per il servizio in forma associata intercomunale di organizzazione, gestione ed coordinamento degli interventi di protezione civile di competenza comunale. In particolare le attività oggetto di tale convenzione sono le seguenti: - attuazione, in ambito intercomunale delle attività di previsione dei rischi, stabilite da programmi e piani regionali;

36 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ individuazione degli interventi di prevenzione necessari per fronteggiare i rischi previsti; - adozione di tutti i provvedimenti, compresi quelli relativi alla preparazione dell emergenza, necessari ad assicurare i primi soccorsi in caso di eventi calamitosi sia nell ambito dei singoli comuni dell associazione che nell ambito sovracomunale; - predisposizione dei piani comunali e del piano intercomunale d emergenza e cura della loro attuazione ed aggiornamento sulla base degli indirizzi regionali; - attivazione dei primi soccorsi alla popolazione e degli interventi urgenti necessari a fronteggiare l emergenza; - utilizzo del volontariato di protezione civile a livello comunale ed intercomunale, sulla base degli indirizzi statali, regionali e provinciali.

37 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA Il Comune di Marzabotto ha avviato le attività per la realizzazione dei programmi di riqualificazione energetica all interno del Comune di Marzabotto. Gli interventi in cui il Comune si è impegnato principalmente riguardano: La riqualificazione degli impianti di illuminazione pubblica, in particolare nel corso dell anno 2012 sono state sostituite le lampade di alcuni impianti con analoghe a basso consumo su varie linee di pubblica illuminazione, in località Medelana - Luminasio, nel capoluogo e nella zona industriale del Sassatello; tali interventi eseguiti in economia dagli operatori esterni del servizio hanno portato ad un risparmio medio sul consumo elettrico degli impianti interessati mediamente del 30% con punte anche del 60%, come meglio verificabile dal grafico di seguito riportato Via Calzolari Marzabotto Via Matteotti 9 (Parco Colonia) Via Gardelletta 11/A (Murazze) Via Sperticano 11/A Via Torrente Venola 55/A Via Medelana 61/1 Grafico dei risparmi suddiviso per linea soggetta a progetto.

38 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ Consumi energetici Anno 2010 Anno 2011; Kwh consumati ,48% Anno2012; -35,65% Percentale dei risparmi ottenuti.

39 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ Realizzazione impianti solari fotovoltaici presso la scuola elementare, e il magazzino comunale: i lavori suddetti hanno portato alla realizzazione di n. 2 impianti per la produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica da fonte solare come di seguito meglio definiti: - impianto con potenza KWP ubicato sul tetto del Magazzino Comunale in Via Matteotti 6 a Marzabotto (Bo) - impianto con potenza KWP ubicato sul tetto della Scuola Elementare in Via Musolesi 1/A a Marzabotto (Bo); I lavori iniziati a ottobre si sono conclusi a dicembre Nuovo impianto fotovoltaico sul magazzino comunale

40 Comune di Marzabotto Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ SETTORE SERVIZI ESTERNI Nuovo impianto fotovoltaico su scuola primaria Marzabotto All impianto fotovoltaico realizzato sul magazzino comunale nel corso fra il 2013 e il 2014, oltre allo stesso magazzino, verranno collegate le utenze maggiormente energivore di proprietà del Comune (Municipio, Cucina, Scuola media ecc ) al fine di abbattere significativamente i costi di acquisto dell energia elettrica. L impianto realizzato alla nuova scuola primaria di Marzabotto invece fornisce energia elettrica all edificio, abbattendo notevolmente il consumo elettrico dello stesso. Anche nel 2012 è proseguita la collaborazione con C.I.S.A. Centro di Innovazione e Trasferimento di Tecnologia Ambientale per la Sostenibilità attivata con la Deliberazione di Giunta Comunale n. 46 del con la quale il Comune di Marzabotto diventava socio fondatore alla costituzione della Associazione C.I.S.A.e si approva lo statuto della stessa Associazione. Detta Associazione, in particolare per il primo triennio, agisce in via prioritaria per l attuazione del programma Comunitario Patto dei Sindaci Un impegno per l energia sostenibile In questo ambito svilupperà SEAP (Piani di azione energia sostenibile) e articolerà progetti ed iniziative relative al loro finanziamento in particolare valutando l accesso alle fonti di finanziamento derivanti da programmi comunitari, fondi nazionali e regionali, ivi inclusi tutti gli strumenti di ingegneria finanziaria in accordo alla legislazione regionale, nazionale e comunitaria.

41 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI MANUTENZIONE MANUTENZIONE STRADE P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ Le strade del territorio comunale di Marzabotto sono interessate da condizioni metereologiche particolarmente gravose che determinano un progressivo deteriorarsi della viabilità nello strato superficiale del manto stradale ma anche in alcuni casi nello strato di base. Le frequenti gelate e nevicate invernali insieme alle ormai consuete e abbondanti piogge primaverili creano condizioni di grave degrado e deterioramento di molte delle strade comunali del territorio. La lunghezza complessiva delle strade comunali nel territorio di Marzabotto è indicativamente 180 km. Per meglio capire l entità degli interventi necessari a mantenere percorribili, in tutta sicurezza, le strade del territorio, si riporta nel grafico seguente la superficie di strade comunali su cui il Settore Servizi esterni è intervenuto con opere di manutenzione quali asfaltature e rifacimento del manto stradale sia in strato superficiale che in alcuni casi profondo, liberando e risagomando contestualmente le scoline perimetrali e ricaricando i piani viabili dove necessario, negli ultimi cinque anni ( ): Superfici asfaltate Anno Anno Anno Anno Anno s u p e r f i c i e s t r a d a l e r i a s f a l t a t a n e g l i u l t i m i 5 a n n i m q An n o An n o An n o An n o An n o

42 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ Si precisa che tali attività di manutenzione sono state eseguite principalmente in economia, su progetti redatti dai tecnici del Settore Servizi Esterni e materialmente realizzati dagli operatori della squadra Esterna, con l utilizzo delle attrezzature e dei mezzi d opera di proprietà del Comune e in dotazione agli stessi. Durante l anno 2012 è stato necessario, per ripristinare la percorribilità e le condizioni di sicurezza delle strade, intervenire sulle seguenti strade comunali: 1) Via Allo e Via Brigata stella Rossa in loc. Allocco 2) Via Gastone Rossi in loc. Gardeletta; Su quest ultimo intervento, che verràa completato nel corso del 2013, si è provveduto alla realizzazione anche ldella raccolta delle acque meteoriche. Oltre a quelle sopraindicate, ci sono stati altri numerosi interventi di manutenzione straordinaria sulla rete stradale comunale, realizzati dal personale comunale. La manutenzione ordinaria ha visto interventi sull intera rete delle strade comunali. Di seguito si riporta la tabella e il relativo grafico dei costi sostenuti dal Comune per la manutenzione tramite riasfaltatura delle strada nel corso del quadriennio , dove si nota che rispetto all aumento degli investimenti avvenuto nel corso del 2011, lo stanziamento del 2012 è stato fortemente ridotto. Motivo di tale riduzione è essenzialmente, a parità di fondi propri messi a disposizione dall Amministrazione, la mancanza di finanziamenti da parte di altri Enti utilizzabili su questa tematica (nel corso del 2011 era stato destinato all asfaltatura un contributo della Comunità montana pari ad ,00, non erogato nell annualità 2012) Costo totale Anno ,00 Anno Anno ,10 Anno ,00

43 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ costi sostenuti nel quadriennio per la risfaltatura delle strade , , , , , , , , , , , ,00 0,00 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Si riportano inoltre due tabelle e relativi grafici indicanti l evolversi di due indicatori significativi relativi alla manutenzione delle strade, quali il costo al mc ( /mc) e l incidenza percentuale del costo del personale interno sul costo totale degli interventi nel quinquennio Costo parametrico al mc di superficie riasfaltata: /mc Anno ,00 Anno ,56 Anno ,56 Anno ,94 Anno ,74

44 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ costo al mc delle risfaltature degli ultimi 5 anni , ,56 61,56 58,94 /mq /mc 0 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Interessante è vedere l andamento in aumento del costo determinato in particolare dall aumento del prezzo delle materie prime (bitume); infatti nel corso del 2012 il prezzo del conglomerato bituminoso è fortemente aumentato, rimanendo il prezzo ottenuto dal Comune tramite procedura negoziata per la scelta del contraente, nettamente inferiori ai prezzi di listino. L aumento del costo parametrico è anche collegato al ridotto stanziamento economico che rende maggiore l incidenza dell ammortamento delle attrezzature sul costo complessivo dell intervento. Incidenza % del personale sul costo totale degli interventi di riasfaltatura del quinquennio % Anno ,30 Anno ,14 Anno ,39 Anno ,22 Anno ,05

45 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ incidenza % del costo del personale sui costi totali % % Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 L aumento del costo delle materie prime e l incidenza, per quanto riguarda l anno 2011, della diversa modalità di posa, che ha richiesto l utilizzo di Ditta esterna dotata di attrezzatura idonea alla scarifica del piano viario, è evidente nella tabella sopra e relativo grafico riportante l incidenza % del costo della manodopera interna (squadra Esterna del Comune) sul costo complessivo degli interventi di manutenzione stradale effettuati nel quadriennio , da cui si nota che tale incidenza % nell anno 2011 è nettamente inferiore agli anni precedenti, mentre nel corso del 2012, in cui non sono state utilizzate Ditte terze per le attività non eseguibili direttamente con gli operatori esterni del Servizio, i costi di incidenza del personale sono tornati in linea con gli anni precedenti ( ).

46 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ Per concludere l argomento della manutenzione delle strade, annualmente viene affidata a Ditta specializzata, lo sfalcio meccanico delle banchine, delle sponde laterali, la pulizia e la riapertura delle cunette stradali lungo le strade comunali del territorio. Anche nell anno 2012 è stato affidato questo servizio che si è svolto articolando l attività in due fasi: PRIMA FASE sfalcio banchina completo e sfalcio scarpate con almeno 3 passaggi effettuato nel periodo dal 1 giugno / 15 luglio. SECONDA FASE sfalcio banchina completo ed sfalcio scarpate in prossimità di curve dove la ricrescita dell erba creava difficoltà alla visibilità per la circolazione, effettuata nel periodo 1 settembre / 15 ottobre. Il servizio ha riguardato circa 84 km di strade comunali.

47 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEL PATRIMONIO COMUNALE Durante l anno 2012, oltre agli interventi sulle strade comunali appena citati, il Settore Servizi Esterni si è occupato dei progetti di manutenzione straordinaria del patrimonio comunale fra cui quelli di seguito elencati: 1. Lavori di manutenzione ponte sul Torrente Setta, in località Allocco 2. Manutenzione straordinaria passerella di Canovella 3. Manutenzione straordinaria centro civico Gardeletta 4. Manutenzione straordinaria muro lungo la viabilità Comunale Via Lama di reno in località Panico 5. Istallazione reti paramassi lungo la viabilità Comunale Via Quercia; 6. Realizzazione nuove rampe di accesso alla nuova scuola primaria del capoluogo 7. Interventi di manutenzione straordinaria alla copertura del poliambulatorio 8. Interventi di manutenzione straordinaria ai cornicioni di poliambulatorio e biblioteca Di seguito meglio si specifica lo stato di avanzamento di ciascun progetto/lavoro: 1. Lavori di manutenzione ponte sul Torrente Setta, in località Allocco: con Determinazione n. 813 del è stato affidato l incarico di progettazione esecutiva, direzione dei lavori e coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, il progetto esecutivo è stato approvato con delibera di Giunta comunale n. 97 del 19/06/2012. Con determinazione n. 391 del 20/06/2012 si stabiliva di procedere all affidamento dei lavori mediante procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando ai sensi dell art 122 comma 7 del d. Lgs 163/2006. Con Determinazione n. 572/2012 si aggiudicavano i lavori in oggetto all impresa alla Ditta SEAF s.r.l. con sede in via Abitazione n. 15 Monteveglio (BO), Partita IVA rappresentata dal geom. Zanetti Luciano, In data identificato con il rep veniva firmato fra le parti (Comune di Marzabotto nella persona del Responsabile del procedimento Ing. Isabella Calamelli e geom. Zanetti Luciano in qualità di legale rappresentante della Ditta SEAF s.r.l. con sede in via Abitazione n. 15 Monteveglio (BO), Partita IVA il contratto; I lavori iniziati a ottobre 2012 sono stati sospesi a dicembre 2012 per le cattive condizioni ambientali e metereologiche, ripresi ad aprile 2013 si sono conclusi a maggio Manutenzione straordinaria passerella di Canovella: con Determinazione n. del 30/06/2011 è stato affidato l incarico professionale per progettazione lavori sulla passerella sul fiume Reno in loc. Canovella con Determinazione n. 592 del 15/10/2011 sono state affidate le indagini geognostiche e relazione geologica in relazione ai lavori sulla passerella Canovella con Determinazione n. 167 del 13/03/2012 affidato l incarico per attività di supporto alla progettazione strutturale relativa al restauro della passerella pedonale, in località Canovella; con Delibera di Giunta comunale n. 188 del 27/09/2011 è stato approvato il progetto preliminare dei lavori;

48 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ I lavori di cui all oggetto sono stati eseguiti con la procedura di somma urgenza prevista dall art 176 del DPR 207/2010 attivata con verbale approvato con delibera di giunta comunale n. 88 del 4/06/2012; I lavori sono stati affidati con procedura di somma urgenza con determinazione n. 382 del 16/06/2012 alle seguenti Ditte: OPERE EDILI IMPRESA: COSEUR S.R.L. con sede in via Porrettana Marano Gaggio Montano (BO) P.I determina di affidamento n. 382 del 16/06/2012 CONTRATTO: REP del 10/07/2012 OPERE DA FABBRO IMPRESA: COSEUR S.R.L. con sede in via Porrettana Marano Gaggio Montano (BO) P.I determina di affidamento n. 443 del 14/07/2012 CONTRATTO: REP del 21/09/2012 OPERE IN LEGNO IMPRESA: SISTEM costruzioni S.r.l. via Montegrappa Solignano di Castelvetro (MO) - P.IVA determina di affidamento n. 382 del 16/06/2012 CONTRATTO: REP del 23/11/2012 FORNITURA E POSA FUNI IMPRESA: REDAELLI Tecna Spa Engineering Division con sede in via A.Volta,16 Cologno Monzese Milano P.IVA determina di affidamento n. 382 del 16/06/2012 CONTRATTO: REP del 19/10/2012 I lavori si sono conclusi a marzo Centro civico di Gardeletta Con determinazione n. 208 del 4/04/2012 è stato approvato il progetto definitivo lavori di manutenzione straordinaria del centro di aggregazione della frazione Gardeletta, realizzato dal Settore Servizi Esterni. I lavori, affidati alla Ditta Agricoop s.a.c. via Caurinzano Pianoro (BO), con determinazione n. 357 del 6/06/2012 sono iniziati a giugno 2012 e conclusi a luglio. 4. Manutenzione straordinaria muro lungo la viabilità Comunale Via Lama di reno in località Panico In data 31/05/2012 con determina N.335 è stato approvato il progetto definitivo dei lavori di manutenzione di un muro lungo la strada comunale Via Lama di Reno in località Panico per migliorare la sicurezza del transito nel suddetto tratto stradale ; I lavori, affidati alla Ditta Baraccani s.n.c. di Baraccani Giorgio, via Canova 123/i Riola di Vergato (BO), P.IVA , , con determinazione n. 355 del 5/06/2012 sono iniziati a giugno 2012 e conclusi a luglio. 5. Istallazione reti paramassi lungo la viabilità Comunale Via Quercia; In data 21/06/2011 con delibera N.132 è stato approvato il progetto definitivo dei lavori di messa in sicurezza scarpate su strada comunale Sperticano la Quercia; Con determinazione n. 429 del 11/07/2012 i lavori sono stati affidati alla Ditta Sicoter s.r.l. Via de Gasperi n.5, Parma (PR) e sede operativa in Via Maseroni n Gaggio Montano (BO), P.IVA e C.F :

49 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ I lavori iniziati a luglio 2012 si sono conclusi a settembre. Con determinazione n. 758 del 3/12/2012 è stato approvato il progetto definitivo del 2 lotto dei lavori affidati alla medesima Ditta. I lavori del 2 lotto si sono conclusi nella primavera del Realizzazione delle nuove rampe di accesso alla nuova scuola primaria del capoluogo A Completamento dei lavori di costruzione della nuova scuola primaria di Marzabotto, a luglio 2012 si sono realizzate le rampe in corrispondenza delle uscite di emergenza dell edificio. Tale intervento aveva la funzione di permettere di isolare completamente dal terreno il giunto sismico. 7. Interventi di manutenzione straordinaria alla copertura del poliambulatorio In collaborazione con il condominio di via Matteotti, dove il poliambulatorio è collocato, fra luglio e settembre 2012 si sono realizzati alcuni interventi di impermeabilizzazione volti a risolvere l ormai annoso problema delle infiltrazioni all interno dei locali. 8. Interventi di manutenzione straordinaria ai cornicioni di poliambulatorio e biblioteca In collaborazione con il condominio di via Matteotti, dove il poliambulatorio e la biblioteca sono collocati, fra settembre e dicembre 2012 si sono realizzati alcuni interventi di manutenzione, trattamento delle armature e ricostruzione del copriferro della veletta-cornicione in cemento armato a livello del primo piano dell edificio.

50 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ MANUTENZIONE ORDINARIA E SERVIZI SVOLTI DIRETTAMENTE DAL PERSONALE DELLA SQUADRA ESTERNA DEL SETTORE Infine va ricordato che il Settore Servizi Esterni si occupa della manutenzione ordinaria e gestione del verde pubblico comunale, dei cimiteri, degli edifici, della pubblica illuminazione e del patrimonio comunale in genere, oltre che della preparazione degli allestimenti e dell assistenza tecnica agli eventi e alle manifestazioni organizzate dal Comune e dalle associazioni presenti sul territorio. VERDE E IMPIANTI SPORTIVI La superficie verde interessata da manutenzione nel corso dell anno 2012 è stata di oltre 14 ettari. La manutenzione ordinaria, eseguita dagli operatori della squadra esterna consiste principalmente nello sfalcio dell erba, nella potatura delle piante, nella piantumazione di nuove essenze e nella pulizia delle aree verdi. L anno 2012, che è stato molto umido, ha richiesto una media di circa 6 tagli di erba su tutte le aree a verde pubblico e all interno di tutti i cimiteri del Comune di Marzabotto. L attività di manutenzione ordinaria svolta dagli operatori della squadra esterna riguarda anche la verifica e la riparazione delle attrezzature presenti nelle aree verdi e negli impianti sportivi comunali, in particolare dei giochi per bambini presenti nei giardini pubblici, delle piste polivalenti e degli altri allestimenti ivi posizionati. CIMITERI E SERVIZI CIMITERIALI Per quanto riguarda i cimiteri il Settore Servizi esterni gestisce non solo la manutenzione ordinaria degli immobili (tramite pulizia delle aree, sfalcio dell erba e potatura delle piante, interventi edili di manutenzione delle strutture murarie ecc..), ma anche i servizi connessi all attività cimiteriale. A partire dal 01 Gennaio 2011 il servizio di gestione delle luci votive, dopo diversi anni, è ritornato in carico al Comune di Marzabotto. Il Settore si occupa della gestione operativa del servizio, tramite utilizzo di personale della squadra esterna, ovvero accensione nuove utenze, cessazione utenze chiuse, sostituzione lampade e manutenzione dell impianto elettrico. Gli operatori della squadra esterna svolgono poi le attività di sepoltura, di esumazione di estumulazione e le altre attività ad esse connesse. Nella tabella di seguito riportata vengono indicati il numero di sepolture, di esumazioni e estumulazioni effettuate nei 4 anni : sepolture Esumazioni/Estumulazioni

51 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ Servizi cimiteriali - esumazioni/estumulazioni nel quadriennio numero di interventi Panico Sperticano Gardeletta Montasico Venola cimiteri MANUTENZIONE EDIFICI DI COMPETENZA COMUNALE Durante lo scorso anno 2012 la superficie di edifici pubblici di proprietà e competenza del Comune di Marzabotto, su cui si è effettuata manutenzione ordinaria ed interventi di ripristino e riparazione su guasto è stata pari a mq ,00. Gli interventi eseguiti dagli operatori della squadra esterna consistono principalmente negli interventi per la riparazione di rotture e guasti segnalati dagli occupanti e utilizzatori degli immobili e dalle verifiche e controlli periodi su strutture ed impianti che non necessitano di personale specializzato. Il particolare gli operatori della squadra esterna si occupano anche della conduzione e della manutenzione degli impianti di riscaldamento degli immobili comunali (10 impianti), oltre che della verifica e dei controlli sugli impianti di illuminazione. Al momento, per quanto riguarda la gestione e manutenzione degli impianti di riscaldamento, si sta valutando la possibilità di una esternalizzazione del Servizio, che con la forma della gestione calore, che consenta un generale ammodernamento e messa a norma degli impianti (al momento di patrimonio comunale è dotato di impianti termici piuttosto obsoleti, con un età media delle caldaie di circa 20/30 anni), finalizzato anche alla riduzione dei consumi. Un altra serie di attività di servizio agli edifici di proprietà e competenza comunale viene seguita dal Settore Servizi esterni, che la affida, così come è avvenuto nell anno 2012, a Ditte specializzate. Ci si riferisce in particolare al servizio di controllo e manutenzione degli impianti elevatori (3), al servizio di controllo e manutenzione dei presidi antincendio e di sicurezza (impianti antincendio, estintori, porte di sicurezza e REI ecc).

52 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ ILLUMINAZIONE PUBBLICA Il settore Servizi esterni gestisce, tramite gli operatori della squadra esterna, la pubblica illuminazione, in particolare occupandosi della gestione e manutenzione degli impianti. L attività sugli impianti riguarda principalmente le riparazioni su guasto e i ripristini. Attualmente il patrimonio comunale è composto da circa 1000 punti luce. Si stanno valutando alcuni interventi volti all ammodernamento delle linee di illuminazione più volte all adeguamento normativo e al risparmio energetico (vedi paragrafo relativo agli interventi di risparmio energetico); Nell anno 2012 in via sperimentale sono state sostituite alcune lampade di tipo tradizionale, con altre di minore potenza, ma uguale luminosità, a basso consumo, su alcune linee di pubblica illuminazione (vedesi grafici al paragrafo relativo agli interventi di risparmio energetico). Gli interventi suddetti hanno avuto come risultato una riduzione dei consumi di energia elettrica mediamente del 30% con punte del 60% sulle linee più obsolete. EVENTI E MANIFESTAZIONI Il Settore Servizi Esterni, fra le varie attività svolte, fornisce anche assistenza e supporto nell organizzazione di eventi e manifestazioni che nel corso dell anno vengono organizzate sul territorio comunale, dal Comune stesso e dalle associazioni, Tali attività consistono principalmente negli allestimenti necessari, in particolare, montaggio, dei palchi, predisposizione degli allacciamenti elettrici, montaggio di manufatti e stand, sistemazione di aree da adibire a parcheggio o ad assistenza, supporto alla polizia municipale nelle attività di controllo della viabilità, montaggio striscioni e cartelli pubblicitari ecc.. A tali attività si aggiungono poi i servizi di assistenza tecnica nel corso dello svolgimento delle manifestazioni e degli eventi suddetti. In particolare nel corso del 2012 si sono allestite e si è prestata assistenza indicativamente alle seguenti manifestazioni: - Donna Fiera 8 marzo e WEEK END - Giochi studenteschi a Sasso Marconi - 25 Aprile - Festa dello sport ultimo week end di maggio - Festa della resistenza giugno - KAINUA ultimo week end di giugno - Camminata del postino ultima domenica di giugno - Festa associazione Gardeletta fine giugno - Festival della commedia antica a MISA luglio - Campeggio delle resistenze 1 week end di luglio - Marza Notte metà luglio - Festa Riva del Setta fine luglio - Commemorazione 1 domenica di ottobre - Campestre Fine novembre - Natale e Fine anno;

53 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ Tale elenco costituisce comunque solo una indicazione delle principali manifestazioni a cui a vario titolo e con varie modalità è stata prestata assistenza. Nel corso del 2012 si è inoltre incrementata e messa a punto una procedura di monitoraggio delle attività svolte dal Settore Servizi Esterni per far fronte alle segnalazioni pervenute dai cittadini. Tale monitoraggio, ha portato alla registrazione di 878 segnalazioni, la maggior parte delle quali relative a guasti su impianti e strutture del patrimonio comunale a cui si è fatto fronte con l interveto degli operatori della squadra esterna.

54 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI LAVORI PUBBLICI ELENCO LAVORI APERTI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ Di seguito l elenco dei principali lavori pubblici attivati negli anni precedenti o nel 2012 e proseguiti nel corso del 2012 dal Settore Servizi Esterni: 1. Centro Culturale Lama di Setta; 2. Nuovo ponte di Sperticano; 3. Lavori di ristrutturazione della ex scuola elementare del capoluogo; 4. Estensione marciapiede esistente e realizzazione di collegamento pedonale tra il capoluogo e la zona industriale Sassatello 5. Marciapiede Sibano 6. Marciapiede Pian di Venola 7. Sottopasso e Centro Civico Sibano 8. Estensione rete fognaria in loc. Gardeletta alta 9. Completamento rete fognaria de La Quercia 10. Estensione idrica Acquedotto di Pianelli - San Simone 11. Estensione idrica Acquedotto di Campione 12. Estensione idrica Acquedotto di Malfolle 13. Estensione idrica Acquedotto di Gli Ai -Sperticano 14. allargamento strada comunale via Pioppe Berleda in frazione Pioppe di Salvaro 15. consolidamento strada comunale Luminasio Medelana 16. sistemazione scarpata lungo via cerro Amarolo in località il Cerro 17. Pista pedociclabile lungo il fiume Reno STATO DI AVANZAMENTO LAVORI Di seguito viene meglio specificato quanto realizzato dal Settore Servizi Esterni durante l anno 2012 in merito a ciascun progetto: 1. Centro Culturale Lama di Setta Sono già state affidate con Determinazione n. 390/2011 le indagini geologiche, il progetto definitivo è già stato predisposto dal Settore Servizi Esterni, è stata approvata la Variante di PRG e si è provveduto alla trasmissione del progetto all Autorità di Bacino e al Servizio tecnico di bacino Reno per l acquisizione dei pareri ed autorizzazioni necessari all esecuzione dei lavori. 2. Nuovo ponte di Sperticano Con Deliberazione di Giunta n. 46/2011 è stato approvato il progetto preliminare ed il 12 Aprile 2011 è stata convocata la prima Conferenza dei Servizi. Attualmente si è in attesa della consegna da parte del progettista incaricato del progetto definitivo, per poter poi procedere alla convocazione della seconda seduta della conferenza dei Servizi ed acquisire parerei e nulla osta sul progetto.

55 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ Con deliberazione di Giunta comunale n. 111 del 4/05/2013 è stato approvato il progetto definitivo dei lavori e in data 1/07/2013 il progettista ha consegnato il progetto esecutivo. 3. Lavori di ristrutturazione della ex scuola elementare del capoluogo Con Determinazione n. 152/2011 è stato affidato l incarico professionale relativo alla progettazione preliminare, definitiva, esecutiva e coordinamento della sicurezza in fase progettuale della ristrutturazione della nuova scuola elementare del capoluogo, successivamente con Deliberazione di Giunta Comunale n. 128/2011 è stato approvato il progetto preliminare. In data 23/06/2011 con lettera acquisita agli atti dell ente al prot. 8290, il progettista incaricato ha consegnato il progetto definitivo dei lavori, su cui si è provveduto a richiedere i pareri e nulla osta necessari al proseguimento dell iter di approvazione del progetto. Sono stati richiesti ed ottenuti i pareri della Legione carabinieri dell Emilia Romagna e dell Azienda USL di Bologna, e della Soprintendenza che ha riconosciuto la non sussistenza dei requisiti per il riconoscimento dell interesse storico dell edificio Con delibera di consiglio comunale n.31 del 20/06/2012 è stato approvato il progetto definitivo delle opere e a novembre 2012 il progettista ha consegnato il progetto esecutivo, che è stato depositato presso la Comunità Montana che ha effettuato il controllo di merito relativo alla sismica, il cui esito positivo è stato notificato al Comune a maggio Estensione marciapiede esistente e realizzazione di collegamento pedonale tra il capoluogo e la zona industriale Sassatello A luglio dell anno 2011 è stato affidato l incarico per la progettazione e l incarico per il rilievo topografico per i lavori di estensione marciapiede esistente e realizzazione di collegamento pedonale tra Capoluogo e la zona industriale Sassatello, rispettivamente con Determinazioni n. 393 e 395. Il progetto preliminare è stato approvato con Deliberazione n. 147 del In data 23/12/2011 il progettista ha consegnato il progetto definitivo, su cui si sono acquisiti i pareri e nulla osta necessari, per cui con delibera di giunta n. 110 del 14/05/2013 è stato approvato il progetto definitivo. 5. Marciapiede Sibano Il progetto definitivo è stato approvato con Deliberazione n. 100 del 2011, sono stati acquisiti i pareri positivi dell Autorità di Bacino e della Comunità Montana, sono stati acquisiti, durante l anno 2012 anche i pareri al Servizio Tecnico di Bacino Reno e ad ANAS. 6. Marciapiede Pian di Venola Durante l anno è stato predisposto dal Settore Servizi Esterni il progetto esecutivo, su cui si sono acquisiti i necessari pareri. Con delibera di giunta n. 64 del 19/03/2013 è stato approvato il progetto esecutivo e i lavori sono iniziati a maggio 2013.

56 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ Sottopasso pedonale e Centro Civico Sibano Con Determinazione n. 761 del è stato affidato l incarico per la progettazione preliminare, definitiva esecutiva e coordinamento della sicurezza in fase progettuale dei lavori dell ampliamento del centro sociale in località Sibano. Il progetto preliminare è stato approvato con delibera di Giunta n. 37 del 14/03/2012. Con delibera di giunta comunale n.159 del 2/10/2012 è stato approvato il progetto definitivo, e il progettista ha consegnato a gennaio 2013 il progetto esecutivo, trasmesso alla Comunità montana per il controllo di merito relativo alla sismica. 8. Estensione rete fognaria in loc. Gardeletta alta In data 26/03/2012 HERA ha presentato al Comune per l autorizzazione all esecuzione dei lavori, del progetto di completamento del collettore fognario al servizio della frazione di Gardeletta alta. Con delibera di giunta n. 80 del 12/03/2013 è stato approvato il progetto dei lavori e conseguentemente rilasciato nulla osta a HERA per l esecuzione delle opere. 9. Estensione rete fognaria in loc. La Quercia HERA ha presentato al Comune per l autorizzazione all esecuzione dei lavori, del progetto di completamento del collettore fognario al servizio della frazione de L a Quercia. Sono stati richiesti agli Enti competenti autorizzazioni e pareri alla realizzazione delle opere Estensione idrica Acquedotto di Pianelli - San Simone, Estensione idrica Acquedotto di Campione, Estensione idrica Acquedotto di Gli Ai -Sperticano ed Estensione idrica Acquedotto di Malfolle. Con Determinazione n. 398 del è stato affidato l incarico per redazione di una relazione geologica e geotecnica relativa al progetto di estensione della rete idrica Rio Campione. La progettazione esecutiva e coordinamento della sicurezza in fase di progettazione dei lavori di estensione della rete idrica in località Sibano Malfolle è stata affidata con Determinazione n. 408 in data Con Determinazione n. 549 del è stato affidato l incarico per la redazione della relazione geologica estensione rete idrica San Simone - Pianelli, Malfolle ed estensione rete gas fognatura ed acqua gli ai sperticano. Ad aprile 2012 Hera ha dato parere positivo ai progetti. Con delibere di giunta comunale n.217 del 11/12/2012 (campione), n. 28 del 1/02/2013 (Pianelli), 29 del 1/02/2013 (Gli Ai), n. 97 del 30/04/2013 (Malfolle) si sono approvati i progetti dei lavori. Fra gennaio e marzo 2013 si sono iniziati i lavori, escluso Malfolle, per cui si è provveduto a effettuare gara d appalto per l esecuzione delle opere. Con determinazione n. 357 del 31/05/2013 i lavori sono stati affidati provvisoriamente alla Ditta Tagliolo Giorgio Via Sanuti 23, Sasso Marconi, su cui si stanno effettuando le verifiche di legge per procedere all affidamento definitivo. 14. Allargamento strada comunale via Pioppe Berleda in frazione Pioppe di Salvaro

57 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ Con delibera di Giunta n. 195 del 19/11/2012 è stato approvato lo studio di fattibilità dei lavori in oggetto. Il progettista ha presentato a dicembre 2012 il progetto esecutivo delle opere che è stato sottoposto ad autorizzazione sismica da parte della Comunità montana. 15. consolidamento strada comunale Luminasio Medelana 16. sistemazione scarpata lungo via cerro Amarolo in località il Cerro 17. Pista pedociclabile lungo il fiume Reno Relativamente a questi progetti, gli stessi sono stati finanziati dal Comune di Marzabotto, seguiti a livello amministrativo e di finanziamento dall Ufficio tecnico del Comune, realizzati dal punto di vista tecnico dall ufficio tecnico della Comunità Montana su delega comunale. Il Lavoro di consolidamento della strada comunale per Luminasio Medelina, realizzato fra agosto e settembre 2012, ha permesso la messa in sicurezza di un tratto di strada comunale realizzata su versante geologicamente instabile, tramite la realizzazione di un opera di sostegno profonda (berlinese di pali) sormontata da 2 livelli di gabbionate. Il lavoro di sistemazione di un tratto di scarpata a monte di Via Cerro Amarolo, in località il Cerro, ha consolidato il versante a monte della strada tramite la realizzazione di un tratto di gabbionata e di un tratto di opera di sostegno in legno. Per quanto riguarda la nuova pista ciclabile lungo il fiume Reno, l intervento ha portato alla realizzazione di un tratto di pista fra Pian di Venola e Marzabotto, conclusosi a maggio Per le annualità a venire sono previsti prolungamenti del percorso.

58 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI INFORMATICA P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ SEMPLIFICAZIONE DELLE PROCEDURE E MIGLIORAMENTO DEI SERVIZI Nel corso dell anno 2012 si è portato a termine il progetto denominato PEOPLE per il rilascio dei certificati on-line integrando anche la tecnologia del timbro digitale. Questo servizio consente a tutti i cittadini di poter stampare, in autonomia via web, una serie di certificazioni quali: certificazioni demografiche, visure stati civili e demografici, ecc. senza doversi recare presso gli uffici comunali. E' in fase di ultimazione la convenzione sull accordo con gli intermediari (Studi Notarili ed Albo degli Avvocati) che sancisce la possibilità a detti soggetti di stamparsi in autonomia per i propri assistiti. Risulta evidente che favorire l accesso al rilascio della certificazione on-line rappresenta un indubbio vantaggio: per i cittadini, perché riduce i tempi e gli adempimenti richiesti per l espletamento delle pratiche di loro interesse; per gli enti interessati, in quanto rende più efficiente il reperimento e la verifica dei dati necessari per i procedimenti di loro competenza; per i Comuni, in quanto riduce la quantità di certificati richiesti dai cittadini allo sportello o indirettamente dagli enti interessati; Al fine di promuovere l attività turistica sul territorio, è stato messo on-line il Geoportale dedicato al Turismo ed alle Attività Produttive del territorio attraverso il quale l utente potrà scegliere uno dei molteplici percorsi attualmente proposti (ed in costante aggiornamento), opportunamente divisi per categorie e difficoltà, e stamparsi in autonomia la cartina contenente informazioni utili. In seguito è stato siglato un accordo con i Comuni limitrofi al fine di poter creare una rete di sentieri che non avesse come limite i confini i singoli amministrativi. Considerato che con Deliberazione di Giunta Comunale n. 174 del il Settore Polizia Municipale approvò la convenzione per l utilizzo della Rete Regionale Radiomobile denominata R3 e che solo in seguito si è potuto verificare che su alcune zone del territorio (fra le quali il centro del paese di Marzabotto) vi era carenza di segnale compromettendo quindi l utilizzo delle ricetrasmittenti, questo settore nell anno 2011, assieme all'amministrazione comunale, si è attivato ad instaurare un tavolo di lavoro/trattativa con la Società Lepida al fine di raggiungere un accordo a procedere all installazione di un nuovo sito Tetra nel territorio comunale che potesse risolvere il problema citato. Nell anno 2012, detto accordo è stato raggiunto e si è proceduto con l installazione delle apparecchiature necessarie fornendo ora una copertura completa del territorio. Al fine di promuovere l utilizzo delle nuove tecnologie ed i servizi on-line proposti sul territorio si è aderito al nuovo progetto Regionale WiFi nelle piazze comunali. Il cittadino, in possesso di credenziali Federa, per mezzo di Tablet, Smartphone, Netbook, potrà accedere gratuitamente al web direttamente da alcune piazze e zone del paese raggiunte dal segnale erogato da un Hot-Spot WiFi. Il progetto è stato portato a termine e si è deciso di ampliare le zone di copertura acquistando un ulteriore Hot-Spot da installare presso l area del giardino pubblico intitolata Parco Bottonelli. Sono in corso le fasi di stesura cavi utili a veicolare il segnale.

59 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace SETTORE SERVIZI ESTERNI P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ Si è provveduto a collegare le postazioni della biblioteca, nonché il servizio Wifi erogato presso la stessa, alla rete Lepida Wifi. Questo ha uniformato ulteriormente le credenziali d accesso alla rete internet da parte dei cittadini portandole ad un unica credenziale Federa. Nello specifico, il cittadino potrà collegarsi con le stesse credenziali su tutta l area comunale. INVESTIMENTI Nell'anno 2012 si è provveduto ad aggiornare alcune postazioni informatiche critiche sostituendo, ed in alcuni casi aggiornando, i computer in dotazione. Nello specifico si è provveduto a sostituire n. 2 Computer dislocandoli presso il Settore Servizi alla Persona sostituendo le postazioni che maggiormente manifestavano problemi; i Personal Computer sostituiti sono poi stati riutilizzati, previo aggiornamento, su postazioni non richiedenti una minor prestazione, sfruttando così al massimo l hardware acquistato e, non di minor conto, rispettando l'ambiente. Si è provveduto a sostitiure il Server comunale risultante ormai obsoleto con uno avente prestazioni nettamente più performanti al fine di diminuire i tempi di latenza che potevano verificarsi durante l esecuzione di alcuni applicativi. Il server sostituito è stato aggiornato, posizionato come server secondario, mantenuto sempre in costante allineamento e pronto per entrare in funzione in caso di fault del server primario. Queste operazioni, in caso di fault di sistema del server primario, assicurano una ripresa delle normali operazioni d ufficio stimabile in poche ore di lavoro.

60 PIANO GENERALE DI SVILUPPO ANNO 2013 Settore Servizi alla Persona PIANO GENERALE DI SVILUPPO Relazione anno 2013 Settore Servizi alla Persona Responsabile Dr.ssa Elena Mignani 1 Responsabile: Dott.ssa Elena Mignani

61 PIANO GENERALE DI SVILUPPO ANNO 2013 Settore Servizi alla Persona INDICE SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA Introduzione... p. 3 Risorse finanziarie Risorse umane 1. Servizi Scolastici.. p. 7 Servizio di Ristorazione scolastica Servizio di trasporto scolastico Nido d infanzia Il Piano dell Offerta Formativa POF 2. Servizio Bibliotecario.. p Servizi Culturali... p. 10 Eventi Produzioni artistiche, rassegne ed eventi promosse, ideate, realizzate dall Assessorato alla Cultura L Associazionismo territoriale I Distretti Culturali 4. Servizi Sociali.. p. 13 Unione Comunale Statistiche accessi sportello sociale e analisi del bisogno espresso Ripartizione spesa sociale 5. Servizio Casa.. p. 19 Provvedimenti adottati Quadro Economico Il Patrimonio La popolazione 2 Responsabile: Dott.ssa Elena Mignani

62 PIANO GENERALE DI SVILUPPO ANNO 2013 Settore Servizi alla Persona SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA Introduzione Il Settore Servizi alla Persona è caratterizzato da un ampia articolazione di funzioni e competenze, teso a garantire servizi rivolti alla comunità e alla persona, qui di seguito elencati, i più significativi maggiormente approfonditi nelle pagine successive: - scolastici, - sociali, - culturali, - bibliotecario, - sportivi, - politiche giovanili, - casa, - pari opportunità, - turismo, - rapporti internazionali. Comprende le attività di supporto all attività didattica, tramite l erogazione di servizi comunali quali refezione, trasporto, pre e post scuola, attività integrative e campi estivi e tramite il potenziamento dell offerta formativa rivolta a tutti gli alunni del nostro territorio. Comprende le attività di valutazione e trattamento di bisogno socio-assistenziale e materiale, tramite l apertura dello Sportello Sociale, unico punto di accesso alla rete dei servizi per il cittadino. Comprende le attività di assegnazione e gestione del patrimonio abitativo del Comune di Marzabotto, caratterizzato da 115 alloggi di edilizia residenziale pubblica, 12 a locazione permanente e 8 a canone contenuto. Comprende, altresì, la promozione e la realizzazione di attività culturali, l apertura del servizio bibliotecario, la promozione e gestione del turismo e delle attività sportive, nonché di quelle promozionali a favore dei giovani. Risorse Finanziarie Valutazione di incidenza del Settore Servizi alla Persona sul bilancio comunale, spesa corrente (i valori si riferiscono per le entrate agli accertamenti e per le spese all impegnato): ENTRATE Comune , , , ,62 Settore Servizi Persona , , , ,35 Percentuale incidenza 13% 12% 15% 14% USCITE Comune , , , ,43 Settore Servizi Persona , , , ,09 Percentuale incidenza 30% 29% 30% 29% (29,39) 3 Responsabile: Dott.ssa Elena Mignani

63 PIANO GENERALE DI SVILUPPO ANNO 2013 Settore Servizi alla Persona Suddivisione della spesa e delle entrate in parte corrente, inerente il Settore Servizi alla Persona, anno 2012, per tipologia di servizio. ENTRATA TOTALE SETTORE ,35 così suddivisa ENTRATE IN PARTE CORRENTE per tipologia di servizio 5% 1% servizi sociali 17% 40% servizi scolastici canoni servizi culturali servizi sportivi 38% USCITA TOTALE SETTORE ,09 così suddivisa: USCITE IN PARTE CORRENTE per tipologia di servizio servizi sociali 5% 3% 2% 1% servizi scolastici e scuole servizi abitativi servizi culturali e biblioteca servizi sportivi 45% 44% servizi di promozione turistica, servizi internazionali, relazioni pubbliche, altro 4 Responsabile: Dott.ssa Elena Mignani

64 PIANO GENERALE DI SVILUPPO ANNO 2013 Settore Servizi alla Persona Risorse Umane Per il funzionamento del Settore sono state assegnate in dotazione organica 7 unità: un Responsabile, tre assistenti amministrativi, due cuoche e un operatore socio-sanitario, in grado di garantire i seguenti servizi: apertura sportello sociale, assegnazione alloggi Erp (bando di accesso, verifica requisiti, controlli sussistenza requisiti), istruttoria bandi e istanze per l accesso a prestazioni e contributi socio-assistenziali, servizio di assistenza domiciliare, servizi amministrativi per l erogazione di tutti i servizi scolastici (accesso, pagamento, recupero crediti, sportello informativo, convenzioni altri enti pubblici), istruttoria bando per l accesso al servizio di asilo nido, servizio di refezione scolastica (2 cuoche), rapporti con il volontariato e terzo settore, apertura biblioteca, attività di coordinamento e realizzazione eventi culturali, gestione impianti sportivi e palestra comunale, coordinamento politiche giovanili, servizio civile, rapporti internazionali, scambi e gemellaggi, promozione turistica. Mentre sono stati esternalizzati i seguenti servizi: asilo nido, trasporto scolastico, refezione scolastica (tranne n.2 cuoche), servizi educativi per l integrazione degli alunni diversamente abili e per le attività extrascolastiche, gestione patrimonio Erp. Incidenza del personale assegnato al Settore sul totale dei dipendenti: Incidenza del personale assegnato al Settore sul totale dei dipendenti dell'ente UNITA' DI PERSONALE SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA 7 pari al 16% del totale TOTALE DIPENDENTI Responsabile: Dott.ssa Elena Mignani

65 PIANO GENERALE DI SVILUPPO ANNO 2013 Settore Servizi alla Persona Suddivisione in percentuale del personale in dotazione al Settore Servizi alla Persona in base al servizio di impiego: Suddivisione in percentuale del personale in dotazione al Settore Servizi alla Persona in base al servizio di impiego Cultura 15% Altro 2% Sociale 37% Scuola 46% 6 Responsabile: Dott.ssa Elena Mignani

66 PIANO GENERALE DI SVILUPPO ANNO 2013 Settore Servizi alla Persona 1. SERVIZI SCOLASTICI I servizi scolastici erogati dal Comune verranno consolidati nel quinquennio 2009/2014 e risponderanno alle esigenze della popolazione che sarà soggetta ad un aumento percentuale in conseguenza al piano di sviluppo urbanistico generale. Dall anno 2010 si è realizzata una razionalizzazione dei servizi scolastici quali ristorazione, trasporto, pre/post scuola e attività integrative a seguito dell apertura del nuovo plesso scolastico di Scuola Primaria nel Capoluogo, che ha raggruppato i tre plessi di scuola primaria originariamente collocati nelle frazioni. Per l esercizio 2012 la Giunta Comunale ha confermato le tariffe in vigore, prevedendo solo un incremento minimo del tasso di inflazione programmatica, pari circa al 4,5%, mentre per l anno 2013 non è stato applicato nessun aumento alle tariffe. Servizio di Ristorazione scolastica n. pasti erogati n. alunni infanzia n. alunni primaria n. alunni secondaria 1 grado Costo servizio Entrate servizio Percentuale copertura , , , , , , , , , , , ,05 50% 52% 59% 50% 53% 53% Servizio di trasporto scolastico n. alunni trasportati Costo , , , , , ,96 servizio Entrate , , , , , ,08 servizio Percentuale copertura 29% 20,05% 22,56% 21,34% 25,33% 25,05% Nido d Infanzia n. bambini Costo , , , , , ,39 servizio Entrate , , , , , ,34 servizio Percentuale 34% 47% 38% 38% 37% 37% 7 Responsabile: Dott.ssa Elena Mignani

67 PIANO GENERALE DI SVILUPPO ANNO 2013 Settore Servizi alla Persona copertura Piano dell Offerta Formativa POF Il Servizio comprende inoltre le attività di supporto all attività didattica, tese al potenziamento del POF (Piano dell Offerta Formativa) promosso dalla Scuola a favore di tutti gli alunni frequentanti le scuole di ogni ordine e grado del nostro comune. Anche per il 2013 è stato sottoscritto il Protocollo d Intesa con l Istituto Comprensivo, il Parco Storico di Monte Sole e la Scuola di Pace, finalizzato alla realizzazione del successo formativo di tutte le ragazze e di tutti i ragazzi che frequentano le scuole del Comune, nel quale i soggetti firmatari si impegnano a diffondere i valori costituzionali idonei alla formazione di soggetti liberi, responsabili e partecipi alla vita della Comunità locale, nazionale, europea e internazionale, convinti che la scuola sia il luogo per eccellenza dove questi valori si elaborano e si trasmettono. L Amministrazione, anche per il 2013, si impegnerà a promuovere e sostenere una pluralità di progetti ad alta valenza culturale e civile quali: il gemellaggio con Sant Anna di Stazzema (scuola primaria) e con Starnberg (secondaria 1 grado), l incontro con l autore, il progetto provinciale Fieri di leggere, laboratori di promozione dell agio sociale e scolastico, ponendo particolare attenzione ai vari fenomeni del disagio e alla disabilità (infanzia/primaria), I giovani di Marzabotto adottano il loro Museo (secondaria di 1 grado) in occasione della settimana della Cultura, le classi 1 realizzano laboratori e rappresentazioni presso il Museo P.Aria. L Amministrazione si impegnerà inoltre a garantire i corsi di educazione stradale, l utilizzo gratuito della piscina comunale di Sasso Marconi, i progetti di educazione ambientale e a fornire il personale educativo in ambito scolastico per l integrazione degli alunni diversamente abili. 8 Responsabile: Dott.ssa Elena Mignani

68 PIANO GENERALE DI SVILUPPO ANNO 2013 Settore Servizi alla Persona 2. SERVIZIO BIBLIOTECARIO La Biblioteca Comunale di Marzabotto rientra nel Sistema Bibliotecario Provinciale, svolgendo un'intensa attività di lettura, studio, ricerca, informazione e svago, in stretto rapporto con le scuole, le famiglie, i giovani e i cittadini di tutte le fasce d'età. Il coordinamento della rete territoriale delle biblioteche comunali avviene attraverso lo sviluppo di diversi progetti di cooperazione interbibliotecaria- il principale dei quali è finalizzato allo sviluppo, su base territoriale, del Polo UBO-SBN (Polo unificato bolognese del Servizio bibliotecario nazionale) - realizzati in collaborazione con la Regione, l'ibacn, l'università di Bologna, i Comuni e altri enti. Dall anno 2006 la Biblioteca di Marzabotto ha garantito l apertura settimanale di 22,00 ore nel periodo estivo e di 24,30 ore nel periodo invernale. La consistenza del patrimonio librario è di 8475 libri di cui 7650 (91%) catalogati con le nuove procedure SBN avvalendosi del programma Sebina Open Library. Le sezioni presenti sono: - narrativa e saggistica 68 % - ragazzi 30 % - documentazione locale (Etruschi, Eccidio 1944) 2 % - sala studio - spazio ragazzi - postazione multimediale - area wi-fi per collegamento internet senza fili N. utenti biblioteca N. prestiti N. utenti pc Responsabile: Dott.ssa Elena Mignani

69 PIANO GENERALE DI SVILUPPO ANNO 2013 Settore Servizi alla Persona 3. SERVIZI CULTURALI Produzioni artistiche, rassegne ed eventi promosse, ideate, realizzate dall Assessorato alla Cultura La programmazione culturale del Comune di Marzabotto ha visto il consolidamento, nel quadrienni 2009/2012, di alcune importanti iniziative, che verranno riproposte e potenziate anche nel 2013: - Festival della Commedia Antica, realizzata presso l Area Archeologica del Museo Nazionale Etrusco Pompeo Aria in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell Emilia Romagna, la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell Emilia Romagna, l Assessorato alla Cultura della Regione Emilia Romagna, l Assessorato alla Cultura della, l Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità dell Emilia Orientale e l Associazione di promozione turistica Pro Loco di Marzabotto. Il festival ha visto la rappresentazione di spettacoli di grande valore culturale sia per i contenuti che per la presenza di attori di rinomata fama, che hanno dato nuova vita alla tradizione antica del teatro. Inoltre, in collaborazione con il Comune di Vergato, con il patrocinio dell Assessorato alla Cultura della Regione Emilia Romagna e della, l Amministrazione Comunale intende realizzare anche per il 2013, la Rassegna sovracomunale denominata Infrasuoni, sempre all interno dell area archeologica di Misa, avvalendosi di produzioni originali dell Amministrazione (testi) e di Claudio Carboni (musica). La rassegna ha previsto appuntamenti al tramonto con voci narranti di prestigiosi attori che hanno dato voce a pagine di grandi autori scelte per la loro possibilità di dare luogo a un divertissement colto e bizzarro ma al tempo stesso godibile per ogni fascia di pubblico, commentate e accompagnate da musiche e strumenti in un dialogo fatto di stile e ironia. Il programma, in questa quarta edizione è risultato ancora più ricco di quello dell anno passato, che pure aveva ottenuto un grande successo di pubblico e di stampa. L afflusso medio del pubblico è stimano 150 presenze ogni serata. - Rassegna Parole e Musica presso il Teatro Comunale nel periodo invernale, propone spettacoli musicali-teatrali, attraverso alcuni dei Comuni più suggestivi dell'appennino bolognese:marzabotto,vergato,camugnano. Ogni appuntamento della manifestazione vede come protagonisti musicisti, attori, scrittori, intellettuali e artisti visivi, è inserita in Invito in Provincia-Servizio Cultura e Pari Opportunità della. - Manifestazione Donna Fiera realizzata in occasione della Festa della Donna, nella quale le donne di Marzabotto espongono la loro storia, il loro lavoro, le loro abilità, la loro vita, le emozioni e l arte, nel segno della solidarietà. L Assessorato alla Cultura e alle Pari Opportunità, promotore dell iniziativa, coordina la progettazione e ne sostiene la realizzazione, mentre l organizzazione generale è frutto di una assemblea libera e spontanea di donne di Marzabotto, alla quale tutte possono aderire, in collaborazione con tutte le forme associative presenti sul territorio. Alle iniziative direttamente ideate, progettate e realizzate dall Assessorato alla Cultura, si aggiungono le numerose iniziative promosse dalle realtà Associative, patrocinate dell Amministrazione. 10 Responsabile: Dott.ssa Elena Mignani

70 PIANO GENERALE DI SVILUPPO ANNO 2013 Settore Servizi alla Persona Numero eventi culturali realizzati e/o patrocinati dall Amministrazione L Associazionismo territoriale Il Comune di Marzabotto è caratterizzato, da alcuni anni a questa parte, da una forte partecipazione popolare sia spontanea che organizzata in forme strutturate come le Associazioni. Al fine di disciplinare i rapporti per la concessione da parte dell Amministrazione di forme di sostegno, anche economiche, a soggetti operanti nell ambito della comunità locale per la realizzazione di funzioni istituzionali dell Amministrazione comunale, in attuazione del principio di sussidiarietà stabilito dall art. 118 della Costituzione nonché dall art.2, comma 5 dello Statuto Comunale è stato approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n.101 del 17/11/2009 il Regolamento per la concessione di sovvenzioni, contributi, ausili finanziari, patrocini nonché di beni mobili ed immobili ad Enti, Associazioni od altri organismi privati. Albo delle Libere Forme Associative. Le aree di intervento per le quali il Comune può disporre la concessione di contributi sono di norma riferite: - alla tutela e valorizzazione dell ambiente - alle attività culturali, celebrative, educative, formative e di istruzione - alle attività umanitarie, socio-assistenziali, di promozione e tutela della salute, di cooperazione internazionale e di volontariato - alle attività di valorizzazione del tessuto economico - alla promozione e sviluppo del turismo - alle attività sportive e ricreative del tempo libero. Numero delle Associazioni iscritte all Albo delle Libere Forme Associative del Comune SUDDIVISIONE PER SEZIONE TEMATICA DELLE ASSOCIAZIONI ISCRITTE ALL'ALBO 5% 2% Culturale Anno Anno Anno % Spot ricreativo Socio assistenziale Ambiente Anno % 59% Tutela animali 11 Responsabile: Dott.ssa Elena Mignani

71 PIANO GENERALE DI SVILUPPO ANNO 2013 Settore Servizi alla Persona I Distretti Culturali Inoltre il piano di sviluppo dei Servizi Culturali, dall anno 2013 in poi, sarà interessato ad un nuovo progetto di governance territoriale che coinvolgerà l intera, attraverso la proposta dei Distretti Culturali, basata sull esperienza di coordinamento, produzione e diffusione culturale sostenuta da oltre vent anni dalla Provincia in collaborazione con gli enti locali. Il territorio bolognese è ricco di professionalità e creatività che necessitano di essere sostenute e valorizzate: 45 musei, 86 biblioteche, 60 archivi storici, 31 teatri, 76 sale polivalenti, 600 associazioni culturali, 41 cori, 36 bande musicali e 450 eventi nel territorio inseriti nella programmazione provinciale. Sono state individuate sei aree territoriali, i Distretti appunto (Pianura Est, Pianura Ovest, Montagna, San Lazzaro, Casalecchio di Reno, Imolese) avendo come obiettivo: - creare un rete di sistemi culturali capace di creare relazioni sempre più strette con la Regione Emilia Romagna e con i soggetti, istituzionali e non, presenti sul territorio, - creare un luogo di scambio progettuale, tecnico e politico, un occasione di riflessione e discussione affinché le proposte, nate all interno di una specifica area territoriale, possano essere adottate e sostenute anche da comuni appartenenti ad altri distretti, - attivare concrete azioni di razionalizzazione dei servizi destinati alla cultura, il potenziamento delle economie di scala per una maggiore sostenibilità economica, nonché una più razionale distribuzione delle risorse finanziarie disponibili, anche creando nuove forme esterne di partnership, - condividere nuove modalità e strategie attraverso cui definire progetti culturali condivisi, nel contempo realizzare una maggiore sinergia tra l ambito cittadino ed extracittadino. Il Programma delle attività per il 2013 prevede: - formalizzazione di un ampio Accordo che individui gli obiettivi comuni di massima, i rapporti tra i soggetti aderenti, organismi politici e tecnici, composizione territoriale e modalità di funzionamento dei Distretti Culturali, - programmazione condivisa e relativa definizione del budget, - predisposizione di un nuovo portale dedicato alla Cultura e ai Distretti Culturali, nel quale verranno inseriti anche tutti di dati della mappatura, distinti per temi/soggetti/luoghi, nonché i progetti frutto della programmazione condivisa, - individuazione di Gruppi di Lavoro tematici, finalizzati all approfondimento e alla valorizzazione di specifici ambiti di attività, ad esempio: gruppo biblioteche, gruppo musei, rassegne festival e spettacoli, gruppo di lavoro Teatri. 12 Responsabile: Dott.ssa Elena Mignani

72 PIANO GENERALE DI SVILUPPO ANNO 2013 Settore Servizi alla Persona 4. SERVIZI SOCIALI Il piano di sviluppo dei Servizi Sociali nel quinquennio 2009/2014 sarà interessato dalla realizzazione di un nuovo modello organizzativo di gestione dei Servizi Sociali, in attuazione della L.R.2/2003 Norme per la promozione della cittadinanza sociale e per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali e della L.R.4/2008 Disciplina degli accertamenti della disabilità Ulteriori misure di semplificazione ed altre disposizioni in materia sanitari e sociale che regolamenta gli istituti dell accreditamento transitorio e provvisorio, al fine di consentire l avvicinamento graduale e progressivo a requisiti e condizioni propri dell accreditamento definitivo e di assicurare il raggiungimento della responsabilità gestionale unitaria e complessiva dei servizi nonché il superamento della frammentazione nell erogazione dei servizi alla persona. La progettualità e la gestione dei servizi sarà a livello distrettuale, utilizzando risorse economiche distrettuali Fondo Locale, per la realizzazione di azioni e interventi inseriti nel Piano per la Salute ed il Benessere Sociale distrettuale. Quindi la politica economica dell Ente, in materia sociale, sarà vista in relazione e ad integrazione del Fondo Locale. La progettualità e la gestione dei servizi avverrà nell ambito e nel rispetto dei seguenti strumenti di programmazione: - il Piano Sociale e Sanitario (PSSR), prorogato per gli anni 2012/2013 dall Assemblea Legislativa Regionale, indica a livello distrettuale l ambito ideale per la programmazione delle attività relative alle politiche della salute e del benessere sociale; - Piano di Zona per la salute e il benessere sociale triennio ; - Il programma attuativo 2012 e successivi piani attuativi annuali. Unione Comunale Dal 2011 i Comuni appartenenti al Distretto di Porretta Terme hanno avviato un percorso di evoluzione e sviluppo dell esperienza di associazione intercomunale, già sperimentata con la Comunità Montana Alta e Media Valle del Reno, al fine di realizzare un nuovo assetto istituzionale più rispondente alle necessità del territorio ed offrire servizi più efficaci ed efficienti. Gli obiettivi dello studio sono: - verificare l attuale assetto organizzativo e di collaborazione dei tredici comuni, nell ambito della comunità montana, - verificare l organizzazione e modalità di gestione dei servizi nei singoli comuni e l eventuale presenza di gestioni sovracomunali, - rappresentare un quadro di fattibilità e di utilità, per singola linea di servizio, rispetto ad una gestione associata in forma di Unione, - delineare delle ipotesi di scenario. L ipotesi di gestione associata dei Servizi Sociali risulta la più elevata, senza sostanziali differenze fra i comuni del Distretto. Fondamentale è la presenza dell Ufficio di Piano, che funge già da interlocutore stabile fra Comuni ed il Distretto Socio-Sanitario nonché la presenza di coordinatori per tutti i comuni per gli aspetti pedagogici (a Vergato) e per i servizi agli immigrati (a Monzuno). Nell ipotesi di procedere alla gestione associata del servizio si dovrà presidiare: l uniformazione dei regolamenti e delle tariffe dei servizi, il mantenimento di un punto di ascolto in ogni comune (Sportello Sociale), la dislocazione di punti di accesso ai servizi in ogni comune (Sportello Sociale), le scadenze dei contratti con i fornitori. 13 Responsabile: Dott.ssa Elena Mignani

73 PIANO GENERALE DI SVILUPPO ANNO 2013 Settore Servizi alla Persona Statistiche accessi sportello sociale e analisi del bisogno espresso ACCESSI SPORTELLO SOCIALE anno 2010 STATISTICA GENERALE ACCESSI PER CATEGORIA DI UTENZA ANZIANI FAMIGLIA E MINORI 55% 16% DISABILI 5% DISAGIO ADULTO 24% ACCESSI SPORTELLO SOCIALE anno 2011 STATISTICA GENERALE ACCESSI PER CATEGORIA DI UTENZA FAMIGLIA E MINORI 44% ANZIANI 27% DISABILI DISAGIO ADULTO 6% 23% 14 Responsabile: Dott.ssa Elena Mignani

74 PIANO GENERALE DI SVILUPPO ANNO 2013 Settore Servizi alla Persona ACCESSI SPORTELLO SOCIALE anno 2012 STATISTICA GENERALE ACCESSI PER CATEGORIA DI UTENZA ANZIANI 25% FAMIGLIA E MINORI 56% DISABILI 3% DISAGIO ADULTO 16% osservatorio bisogni anno 2012 FAMIGLIE E MINORI Risolvere Tutela e sicurezza, un'emergenza protezione 4% Altro 1% 2% Relazioni familiari 1% Lavoro 2% Abitazione 28% Disponibilità economica 62% 15 Responsabile: Dott.ssa Elena Mignani

75 PIANO GENERALE DI SVILUPPO ANNO 2013 Settore Servizi alla Persona osservatorio bisogni anno 2012 ANZIANI Tutela e sicurezza, protezione 2% Mobilità 16% Altro 5% Abitazione 9% Informazione e orientamento sui servizi 3% Cura 46% Disponibilità economica 19% osservatorio bisogni anno 2012 DISAGIO ADULTO Risolvere un'emergenza 5% Mobilità 7% Abitazione 46% Disponibilità economica 38% Lavoro 4% 16 Responsabile: Dott.ssa Elena Mignani

76 PIANO GENERALE DI SVILUPPO ANNO 2013 Settore Servizi alla Persona osservatorio bisogni anno 2012 DISABILI Altro 18% Abitazione 12% Cura 6% Mobilità 29% Disponibilità economica 35% AREA BISOGNO CURA DISPONIBILITA' ECONOMICA MOBILITA ABITAZIONE SERVIZI Centro Diurno, Amministratore di sostegno, Assegno di cura, Assistenza Domiciliare, Casa Protetta, Podologia, Pasti a domicilio,ecc... Contributi economici una tantum, Bonus gas e luce, Abbonamenti di trasporto pubblico, Contributo al pagamento della retta per strutture residenziali, Buoni spesa, Assegno di cura, Fondo sociale per l'affitto, Contributo assistenti familiari Trasporto sociale e accompagnamento, Abbonamenti di trasporto pubblico Servizi e interventi per l'accesso alla casa, Alloggi per emergenza abitativa, Contributi e opere per il superamento delle barriere architettoniche 17 Responsabile: Dott.ssa Elena Mignani

77 PIANO GENERALE DI SVILUPPO ANNO 2013 Settore Servizi alla Persona 5. SERVIZIO CASA Il Comune di Marzabotto dispone di un vasto patrimonio ERP (Edilizia Residenziale Pubblica), costituito da n.115 alloggi e n.44 autorimesse. Nel 2011, come per il 2012 è stata prevista la dismissione dell edificio sito in Via Sperticano n.11 composto da n.9 unità abitative, in quanto non riutilizzabile ai fini abitativi, nonché di n.5 autorimesse. Per quanto riguarda il restante patrimonio verrà mantenuto il patrimonio in essere applicando piani di ripristino, di manutenzione straordinaria, nonché di abbattimento di barriere architettoniche, quando necessario, al fine di rendere idonei gli immobili per future assegnazioni. Provvedimenti adottati Anno Assegnazioni Cambi alloggio Domande di assegnazione bando bando Quadro economico Esercizio finanziario Proventi da canone Spese parte corrente Spese investimenti , , , , , , , , , , , , , , , , , ,95 18 Responsabile: Dott.ssa Elena Mignani

78 PIANO GENERALE DI SVILUPPO ANNO 2013 Settore Servizi alla Persona Il Patrimonio FRAZIONE N. UNITA' ABITATIVE AUTORIMESSE MARZABOTTO 45 6 PIAN DI VENOLA PIOPPE GARDELETTA 10 LAMA DI RENO 7 SIBANO 6 TOTALE SPERTICANO 11 u.i. sfitte (non ripristinabili) 9 19 Responsabile: Dott.ssa Elena Mignani

79 PIANO GENERALE DI SVILUPPO ANNO 2013 Settore Servizi alla Persona Periodo di edificazione degli immobili ERP GARDELETTA (Via), GARDELETTA (Via), 26 SPERTICANO (Via), 1 LAMA DI RENO (Via), SPERTICANO (Via), 11 VITTORIO VENETO (Via), VITTORIO VENETO (Via), PORRETTANA SUD (Via), PORRETTANA SUD (Via), 8 RISORGIMENTO (Via), RISORGIMENTO (Via), PORRETTANA NORD (Via), BENNI (Piazza), 1 MUSOLESI (Via) DI VITTORIO (Via), 4 PORRETTANA SUD (Via), 97/3 BERLETA PIOPPE (Via), DI VITTORIO (Via), Responsabile: Dott.ssa Elena Mignani

80 PIANO GENERALE DI SVILUPPO ANNO 2013 Settore Servizi alla Persona Nel grafico seguente il patrimonio immobiliare viene suddiviso sulla base dello standard abitativo previsto dal Regolamento ERP del Comune di Marzabotto. 21 Responsabile: Dott.ssa Elena Mignani

81 PIANO GENERALE DI SVILUPPO ANNO 2013 Settore Servizi alla Persona Il prossimo grafico offre uno sguardo all area del Distretto Socio Sanitario di Porretta Terme a cui il Comune di Marzabotto afferisce condividendone risorse e caratteristiche socio-economiche. Si segnalano inoltre i dati del patrimonio immobiliare dei Comuni confinanti con il Comune di Marzabotto non appartenenti al Distretto: Sasso Marconi Savigno Monte San Pietro 74 alloggi 17 alloggi 34 alloggi 22 Responsabile: Dott.ssa Elena Mignani

82 PIANO GENERALE DI SVILUPPO ANNO 2013 Settore Servizi alla Persona La Popolazione COMUNE ERP % TOTALE POPOLAZIONE ,16 % NUCLEI FAMILIARI ,44 % Ripartizione degli assegnatari per dimensione del nucleo 5 persone 12% 6 o più persone 3% 1 persona 38% 4 persone 19% 3 persone 16% 2 persone 12% 1 persona di cui minori 2 persone di cui minori 3 persone di cui minori 4 persone di cui minori 5 persone di cui minori 6 o più persone di cui minori Responsabile: Dott.ssa Elena Mignani

83 PIANO GENERALE DI SVILUPPO ANNO 2013 Settore Servizi alla Persona POPOLAZIONE ERP PER NAZIONALITA' ITALIA MAROCCO TUNISIA ALBANIA NIGERIA BANGLADESH MOLDAVIA UCRAINA TURCHIA GHANA PAESI U.E Il Responsabile di P.O. Servizi alla Persona Dr.ssa Elena Mignani 24 Responsabile: Dott.ssa Elena Mignani

84 Medaglia d oro al Valor Militare Città messaggera di Pace P.zza xx Settembre n Marzabotto (BO) Tel. 051/ Fax 051/ PIANO GENERALE DI SVILUPPO anno 2013 Settore Servizi Tecnici Responsabile Dott.ssa Franca Leonardi Pagina 1 di 12

85 Piano Generale di Sviluppo Settore Servizi Tecnici INDICE ARGOMENTI 1. URBANISTICA E PIANIFICAZIONE TERRITORIALE...pag Il Piano Strutturale Comunale...pag Il Piano Regolatore Generale...pag I Piani Particolareggiati in corso di approvazione e di attuazione...pag SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA (SUE)...pag L attività edilizia...pag L attività sanzionatoria edilizia...pag Autorizzazioni paesaggistiche...pag URBANISTICA E PIANIFICAZIONE TERRITORIALE Il Piano Strutturale Comunale Pagina 2 di 12

86 Piano Generale di Sviluppo Settore Servizi Tecnici La nuova disciplina urbanistica dettata dalla L.R. n. 20/2000 prevede la sostituzione del tradizionale Piano Regolatore Generale (PRG) e del Regolamento Edilizio con un innovato assetto normativo che per aver piena attuazione e produrre effetti concreti necessita della compresenza di tre diversi strumenti: - Piano Strutturale Comunale (PSC) - art. 28 L.R. n.20/2000: deve esser predisposto dal Comune per delineare le scelte strategiche di assetto e sviluppo e per tutelare l integrità fisica ed ambientale e l identità culturale del territorio. In particolare, il PSC definisce gli "Ambiti" del territorio caratterizzati da differenti politiche e disciplinati da intervento diretto (RUE) o assoggettati a pianificazione operativa (POC); - Regolamento Urbanistico ed Edilizio (RUE)- art. 29 L.R. n.20/2000: in conformità con le previsioni di PSC, individua le modalità attuative degli interventi di trasformazione assoggettati a intervento diretto (ambiti storici, ambiti urbani consolidati e territorio rurale). Il RUE contiene inoltre le norme igieniche di interesse edilizio e la disciplina degli elementi architettonici e urbanistici, degli spazi verdi. E' valido a tempo indeterminato; - Piano Operativo Comunale (POC)- art. 30 L.R. n.20/2000: in conformità con le previsioni di PSC, disciplina gli interventi di tutela e valorizzazione, di organizzazione e trasformazione del territorio da realizzare nell arco temporale di cinque anni; L insieme dei tre documenti pianificatori (PSC, RUE e POC) costituirà un unico strumento di governo del territorio, internamente coerente. Il Comune di Marzabotto ha scelto di rispondere a questa esigenza di progettazione urbanistica procedendo all elaborazione del PSC in forma associata con il Comune di Vergato, in virtù di una apposita convenzione approvata con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 74 del A proposito del progetto unitario di PSC, si ricorda che la legge 6/2009 introduce espressamente nella legge 20 all articolo 13 la possibilità di prevedere, oltre agli strumenti di pianificazione in forma associata, anche l elaborazione e approvazione di un PSC intercomunale; occorre a tal fine designare attraverso un Accordo Territoriale il comune capofila, incaricato di redigere il piano intercomunale, e definire le forme di partecipazione di ciascun ente all attività tecnica di predisposizione del piano e alla ripartizione delle spese. Pagina 3 di 12

87 Piano Generale di Sviluppo Settore Servizi Tecnici I Comuni di Marzabotto e Vergato, avviato il PSC in forma associata, pur non aderendo a quella modalità, considerano l esperienza di redazione del PSC in forma associata come una occasione di elaborare un Piano strutturale che non sia soltanto il frutto del coordinamento di due piani strutturali, ma che sia concepito come piano strutturale unitario, cioè frutto di una visione, di una strategia e di strumenti di programmazione e gestione unitari. Le due amministrazioni comunali si sono impegnate con uno scadenziario serrato che prevede la redazione del Quadro Conoscitivo e del Documento Preliminare, l apertura della Conferenza di Pianificazione entro Settembre 2013, l adozione del PSC e del RUE entro marzo/aprile Il percorso prevede il coinvolgimento dei cittadini nel processo decisionale attraverso gli strumenti partecipativi istituiti e attivati dai due Comuni, prevedendo anche un ampio periodo tra adozione ed approvazione di PSC e RUE, al fine di realizzare un sufficiente periodo di rodaggio, anche tramite tavoli tematici pubblici e la partecipazione di tecnici. 1.2 Il Piano Regolatore Generale Nonostante l Amministrazione ha intrapreso il percorso per la formazione degli strumenti di pianificazione territoriale ai sensi della L.R. 20/2000, sino all adozione del PSC, il Piano Regolatore Generale (PRG) rimane lo strumento principe delle scelte di sviluppo urbanistico del territorio comunale. Anche a causa della crisi economica che ha notevolmente rallentato le trasformazioni del tessuto edilizio, diverse previsioni del PRG non sono ancora state attuate, tanto che a luglio 2013, il Piano prevedeva 148 alloggi residui in comparti in corso di attuazione e 164 alloggi in comparti non attuati. Tra questi interventi sicuramente quello di maggiore impatto è il cd Programma Integrato del Capoluogo, ovvero di Comparto C2.1, il cui Piano Particolareggiato è stato approvato a Febbraio 2009 ma non è mai stata sottoscritta la Convenzione urbanistica. Al fine di consentire l attuazione delle suddette trasformazioni, l Amministrazione si è impegnata ad intraprendere un percorso finalizzato alla modifica delle previsioni del PRG vigente. Pagina 4 di 12

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Nr. 263 di Mercoledi 7 Dicembre 2011 Oggetto: Determinazione dei valori minimi delle aree edificabili ai fini dell'imposta

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MARUGGIO (Provincia di Taranto) N. 231 del Reg. delib. REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE Oggetto: Riqualificazione dell area comunale in Campomarino denominata Parco Comunale Via

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA Codice ente Protocollo n. 10388 DELIBERAZIONE N. 33 in data: 28.10.2014 Soggetta invio capigruppo Trasmessa al C.R.C. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi.

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 1 2 OGGETTO: Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. L anno 2012 (Duemiladodici) addì 27 (Ventisette) del mese

Dettagli

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012)

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) L art.19 del DL 95/2012 convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012,

Dettagli

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 140 del 25.09.2013 OGGETTO:Accordo tra Comune di Sarzana e Consorzio Sviluppo Sarzana per la realizzazione dell'edizione 2013 del L anno duemilatredici,

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Provincia di Bologna COPIA n. 28 del 30.04.2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Il giorno 30 aprile 2014 alle ore 20.30 nella sala consiliare del Municipio, previa l'osservanza di tutte le formalità

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIAROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/71 del 30 dicembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Proroga delle scadenze temporali previste dall'art. 12 del "Regolamento

Dettagli

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale OGGETTO: A pprovazione disciplinare per il trasferimento volontario delle attività propedeutiche alla riscossione

Dettagli

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE di FORMIA Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.77 del 17.04.2015 OGGETTO: DELIBERA G.M. 68 DEL 10.04.2015 - APPROVAZIONE PROPOSTA RENDICONTO 2014 E RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

Settori. Personale qualificato. Chi siamo

Settori. Personale qualificato. Chi siamo Settori Pubblico Pulizia di edifici di Pubbliche amministrazioni seguendo le richieste indicate nei capitolati d oneri, controllate inoltre delle specifiche norme UNI EN ISO 9001 e SA8000. Privato personalizzati

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011 Sottoscritto definitivamente in data 5 settembre 2012 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO

COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n 74 del 30.11.2009 ESECUTIVO DAL 28.12.2009

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 OGGETTO: Recepimento verbale commissione trattante aziendale del 15.10.2013. L anno Duemilatredici, il giorno ventiquatto del mese di

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Sottoscritto definitivamente in data 20 dicembre 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO Generalmente il piano dettagliato degli obiettivi (art. 108 e 197 del Tuel) coincide con la c.d. parte descrittiva del Peg, cioè quella parte che individua gli obiettivi

Dettagli

Art.1. Oggetto del regolamento

Art.1. Oggetto del regolamento REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE AMMINISTRAZIONI COMUNALI A SOSTEGNO DELLE INIZIATIVE SVOLTE PER L ORGANIZZAZIONE DELLA GI ORNATA DEL VERDE PULITO Art.1 Oggetto del regolamento Il presente

Dettagli

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA REGOLAMENTO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI ED ALTRE AGEVOLAZIONI ART. 1 FINALITA 1. Con il presente Regolamento la Comunità della Valle di Cembra, nell esercizio

Dettagli

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 26 DEL 27.10.2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 26 DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI Provincia di Salerno Area Tecnica Assetto ed Utilizzazione del Territorio CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI ART.1

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE N. 922 DEL 12/11/2013 PROPOSTA N. 191 Centro di Responsabilità: Servizi Sociali, Istruzione, Associazionismo, Cultura, Promozione del Territorio

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

COMUNE DI ABBIATEGRASSO

COMUNE DI ABBIATEGRASSO Delibera N. 35 del 14/02/2013 COMUNE DI ABBIATEGRASSO Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: PROMOZIONE APPROFONDIMENTI SULL'EDILIZIA SOCIALE AI FINI DELL' AGGIORNAMENTO DEL P.G.T.. L'anno

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE N. 398 DEL 17/05/2011 PROPOSTA N. 93 Centro di Responsabilità: Servizio Economato,patrimonio,servizi Informatici, Ambiente Servizio: Patrimonio

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE COMUNE DI RUFFANO - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio Comunale

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

COMPOSTAGGIO DOMESTICO

COMPOSTAGGIO DOMESTICO PROGETTO DI INCENTIVAZIONE AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO DA ATTUARSI NEI COMUNI DI ABETONE, CUTIGLIANO, MARLIANA, PESCIA, PITEGLIO SAMBUCA PISTOISE, SAN MARCELLO PISTOIESE A cura di: APRILE 2008 PREMESSA Il

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg.

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg. COMUNE DI PALMANOVA Provincia di Udine Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Copia N. 120 Reg. OGGETTO: Integrazione del G.C. 34 dd. 11.04.2012 "Servizi pubblici a domanda individuale 2012 - determinazione

Dettagli

Deliberazione di Giunta Comunale

Deliberazione di Giunta Comunale Comune di Selargius Numero Data Prot. 155 25/05/99 Deliberazione di Giunta Comunale Oggetto: LAVORI DI ADEGUAMENTO E MESSA A NORMA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DEGLI EDIFICI SCOLASTICI. APPROVAZIONE PROGETTO

Dettagli

- gestione procedimenti volti ad ottenere finanziamenti pubblici per lo sviluppo del territorio;

- gestione procedimenti volti ad ottenere finanziamenti pubblici per lo sviluppo del territorio; 5) GESTIONE DELL UFFICIO SVILUPPO TURISTICO, CULTURALE, RICETTIVO VALLI JONICHE Comuni di Pagliara, Mandanici, Itala, Scaletta Zanclea, Ali Terme, Ali, Nizza di Sicilia, Roccalumera, Fiumedinisi. S T A

Dettagli

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Articolo 1 Oggetto... 3 Articolo 2 Sistema

Dettagli

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR005 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. COMUNICAZIONE UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 ================================================================= OGGETTO: CORREZIONE ERRORE MATERIALE

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE DEL DISTACCAMENTO COMUNALE DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI

REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE DEL DISTACCAMENTO COMUNALE DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE DEL DISTACCAMENTO COMUNALE DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 13 dell 8.04.2013 INDICE ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO...

Dettagli

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 1010203 240/21 SPESE MANUTENZIONE IMMOBILI ED 17.424,61 17.424,61 17.424,61 IMPIANTI UFFICI COMUNALI 1010203 400/10 SPESE PER

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA REGOLAMENTO COMUNALE per la disciplina della concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l attribuzione di vantaggi economici 1 CAPO

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/60 del 12 novembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Servizio Idrico Integrato - Approvazione della revisione tariffaria

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento - C.A.P. 38064 Via Roma, 60 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 VERBALE DI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti GUIDA OPERATIVA Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti Dicembre 2014 INDICE INTRODUZIONE... 2 PERMESSI PER CONCORSI, ESAMI, AGGIORNAMENTO... 3

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

COMUNE DI NE Provincia di Genova

COMUNE DI NE Provincia di Genova COMUNE DI NE Provincia di Genova COPIA Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza del 28.04.2014 Reg. Verb. N. 5 OGGETTO: GESTIONE COMPONENTE TASI (TRIBUTO SERVIZI INDIVISIBILI) ANNO 2014. L anno duemilaquattordici

Dettagli

II - COMPETENZE DELLA REGIONE E DEGLI ENTI LOCALI IN MATERIA DI TUTELA DELL'AMBIENTE DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO

II - COMPETENZE DELLA REGIONE E DEGLI ENTI LOCALI IN MATERIA DI TUTELA DELL'AMBIENTE DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO Legge Regionale n 12 del 20/03/1998 Disposizioni in materia di inquinamento acustico emanata da: Regione Liguria e pubblicata su: Bollettino. Uff. Regione n 6 del 15/04/1998

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Municipale. Registro delibere di Giunta COPIA N. 96

Verbale di deliberazione della Giunta Municipale. Registro delibere di Giunta COPIA N. 96 COMUNE DI TREPPO GRANDE Medaglia d Oro al Merito Civile PROVINCIA DI UDINE COMUN DI TREP GRANT Medae d Aur al Merit Civil PROVINCIE DI UDIN Verbale di deliberazione della Giunta Municipale Registro delibere

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE Deliberazione Giunta Regionale 14 novembre 2014 n. 10/2637 Determinazioni in ordine a: "Promozione e coordinamento dell'utilizzo del patrimonio mobiliare dismesso dalle strutture sanitarie e sociosanitarie

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014

DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014 DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 O G G E T T O AFFIDAMENTO INCARICO ALLA SIG.RA CARLA GANZAROLI DEL COMUNE DI LEGNAGO PER PRESTAZIONI

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

Comune di Bagnara di Romagna

Comune di Bagnara di Romagna CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR009 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. SEGRETERIA GENERALE AREA AMMINISTRATIVA (URP E SERVIZI DEMOGRAFICI - UFFICIO SEGRETERIA) CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli