I prospetti che seguono riportano il numero e la tipologia degli organismi gestionali a cui il Comune partecipa: CONSORZI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I prospetti che seguono riportano il numero e la tipologia degli organismi gestionali a cui il Comune partecipa: CONSORZI"

Transcript

1 1.3 ORGANISMI GESTIONALI I prospetti che seguono riportano il numero e la tipologia degli organismi gestionali a cui il Comune partecipa: Tipologia Numero Consorzi 3 Società di capitali 6 Concessionari 7 Totale 16 CONSORZI Denominazione Parco Adda Nord Parco Monte Barro Bacino Imbrifero Montano del Lago di Como del Brembo e Serio per la Provincia di Como - Gravedona Comuni associati Parco Adda Nord (Airuno, Bottanuco, Brivio, Calco, Calolziocorte, Calusco d'adda, Canonica d'adda, Capriate San Gervasio, Casirate d'adda, Cassano d'adda, Cisano Bergamasco, Cornate d'adda, Fara-Gera d'adda, Galbiate, Garlate, Imbersago, Lecco, Malgrate, Medolago, Merate, Monte Marenzo, Olginate, Paderno d'adda, Pescate, Pontida, Robbiate, Solza, Suisio, Trezzo sull'adda, Truccazzano, Vaprio d'adda, Vercurago, Verderio Superiore, Villa d'adda, Tot.34) Parco Monte Barro (Galbiate, Lecco Valmadrera, Oggiono, Malgrate, Garlate, Pescate, Tot. 7) Bacino Imbrifero Montano del Lago di Como del Brembo e Serio per la Provincia di Como - Gravedona (numerosi comuni della provincia di Bergamo ed altri comuni della Princia di Lecco e di quella di Como) 17

2 SOCIETA DI CAPITALI Denominazione societaria - LRH S.p.A - IDROLARIO S.r.l. - SILEA S.p.A. - LINEE LECCO S.p.A. - Polo Logistico integrato del Bione Lecco-Maggianico S.p.A. - Idrovia Ticino-Milano nord-mincio-tartaro-canalbianco-venezia S.p.A. (cancellata in data 25/09/2008) - procedura in corso: in liquidazione Enti associati LRH S.p.A: Abbadia Lariana, Airuno, Albavilla, Alserio, Alzate B.za, Annone B.za, Anzano del Parco, Arosio, Ballabio, Barzago, Barzanò, Bellano, Bosisio Parini, Brenna, Brivio, Bulciago, Cabiate, Calco, Cantù, Capiago Intimiano, Carugo, Casatenovo, Cassago B.za, Castello B.za, Cernusco Lombardone, Cesana B.za, Civate, Colle B.za, Cortenova, Costa Masnaga, Cremella,Cremeno, Dervio, Dolzago, Dorio, Ello, Galbiate, Garbagnate Mon.ro,Garlate, Imbersago, Introbio, Inverigo, Lambrugo, Lecco, Lierna, Lomagna, Lurago d'erba, Malgrate, Mandello del Lario, Mariano Comense, Merate, Missaglia, Molteno, Monguzzo, Montevecchia, Monticello B.za, Nibionno, Novedrate, Oggiono, Olgiate Molgora, Olginate, Osnago, Paderno d'adda,pasturo, Perego, Perledo, Pescate, Primaluna, Pusiano, Robbiate, Rogeno, Rovagnate, S. Maria Hoè, Sirone, Sirtori, Suello, Valgreghentino, Valmadrera, Varenna, Verderio Inferiore, Verderio Superiore, Viganò B.za - (Tot. 82) IDROLARIO S.r.l.: Abbadia Lariana, Airuno, Annone B.za, Ballabio, Barzago, Barzanò, Bellano, Bosisio Parini, Brivio, Bulciago, Calco, Casatenovo, Cassago B.za, Castello B.za, Cernusco lombardone, Cesana B.za, Civate, Colle B.za, Cortenova, Costa Masnaga, Cremella, Cremeno, Dervio, Dolzago, Dorio, Ello, Galbiate, Garbagnate Mon.ro, Garlate, Imbersago, Introbio, Lecco, Lierna, Lomagna, Malgrate, Mandello del Lario, Merate, Missaglia, Molteno, Montevecchia, Monticello B.za, Nibionno, Oggiono, Olgiate Molgora, Olginate, Osnago, Paderno d'adda, Pasturo, Perego, Perledo, Pescate, Primaluna, Robbiate, Rogeno, Rovagnate, S. Maria Hoè, Sirone, Sirtori, Suello, Valgreghentino, Valmadrera, Varenna, Verderio Inferiore, Verderio Superiore, Viganò B.za - (Tot. 65) 18

3 SILEA S.p.A.: Abbadia Lariana, Airuno, Annone Brianza, Ballabio, Barzago, Barzanò, Barzio, Bellano, Bosisio Parini, Brivio, Bulciago, Calco, Calolziocorte, Carenno, Casargo, Casatenovo, Cassago Brianza, Cassina Valsassina, Castello Brianza, Cernusco Lombardone, Cesana Brianza, Civate, Colico, Colle Brianza, Cortenova, Costa Masnaga, Crandola Valsassina, Cremella, Cremeno, Dervio, Dolzago, Dorio, Ello, Erve, Esino Lario, Galbiate, Garbagnate Monastero, Garlate, Imbersago, Introbio, Introzzo, Lasnigo, Lecco, Lierna, Lomagna, Malgrate, Mandello del Lario, Margno, Merate, Missaglia, Moggio, Molteno, Monte Marenzo, Montevecchia, Monticello Brianza, Morterone, Nibionno, Oggiono, Olgiate Molgora, Olginate, Oliveto Lario, Osnago, Paderno D'Adda, Pagnona, Parlasco, Pasturo, Perego, Perledo, Pescate, Premana, Primaluna, Pusiano, Robbiate, Rogeno, Rovagnate, Santa Maria Hoè, Sirone, Sirtori, Sueglio, Suello, Taceno, Torre Dè Busi, Tremenico, Valgreghentino, Valmadrera, Varenna, Vendrogno, Vercurago, Verderio Inferiore, Verderio Superiore, Vestreno, Viganò - (Tot. 92) Linee Lecco S.p.A.: (Comune di Lecco) Polo logistico del Bione Lecco Maggianico S.p.A.: (Comune di Lecco, Provincia di Lecco e C.C.I.A.A. di Lecco) Idrovia Ticino-Milano nord-mincio-tartaro-canalbianco-venezia S.p.A.: in liquidazione dal 1981 CONCESSIONARI DI SERVIZI Servizi Gestiti in concessione Funivia bifune Malnago/Piani Erna Concessione pubblicità e pubbliche affissioni, Tosap, aree attrezzate, canoni patrimoniali e demanio idrico lacuale Concessione ristorazione comunale Concessione Centro Sportivo Comunale al Bione Concessione Impianti tennistici di Via Giotto Concessione impiati di Via Cantarelli per la pratica della ginnastica sportiva Concessione impiati di Via Cantarelli per la pratica della scherma 19

4 Soggetti che svolgono i servizi I.T.B. di Barzio in ATI con Doppelmyer San Marco S.p.A. Avenance Italia S.p.A. (Capogruppo Ati) Sport Management ssd Tennis club Lecco asd Ghislanzoni - GAL Lecco asd Circolo della Scherma Lecco asd Altro Convenzione Piani Resinelli (comuni di: Lecco, Abbadia Lariana, Ballabio e Mandello del Lario - Tot. 4) Associazione UNIVERLECCO (Provincia di Lecco, Camera Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Lecco, Comune di Lecco, Confindustria Lecco, Associazione Piccole e Medie Industrie di Lecco, Ance Lecco, Unione Commercianti Lecchesi, Unione Provinciale artigiani di Lecco, Associazione libere professioni di Lecco, Associazione La Nostra Famiglia di Bosisio Parini, Fondazione Valduce di Como, Cnr sede di Lecco - Tot. 12 ) 20

5 Si vuole qui richiamare il d.l. n. 112 del , convertito in legge n che ha dettato norme e previsto adempimenti in materia di società partecipate. L art. 18, comma 1, del citato articolo prevede che le società che gestiscono servizi pubblici locali a totale partecipazione pubblica a- dottano, con propri provvedimenti, criteri e modalità per il reclutamento del personale e per il conferimento degli incarichi nel rispetto dei principi di cui al comma 3 dell articolo 35 del decreto legislativo n. 165/2001. L art. 18, comma 2, del decreto legge n. 112/2008, prevede inoltre che le altre società a partecipazione pubblica totale o di controllo adottano, con propri provvedimenti, criteri e modalità per il reclutamento del personale e per il conferimento degli incarichi nel rispetto dei principi, anche di derivazione comunitaria, di trasparenza, pubblicità e imparzialità. Il comune di Lecco a fine 2008 ha provveduto a formalizzare alle suddette società il rispetto di questi criteri. E stato inoltre chiesto alle società di corrispondere se hanno dato seguito per il 2009 a queste disposizioni. Sempre in ambito di organismi partecipati il legislatore con D.L. 25/08/2009 n. 135 convertito con la L. 20/11/2009 n. 166 all art. 15 ha riformato il contenuto dell art. 23 bis del D.L. 112 sopra citato. La modifica introdotta non è di poco conto in quanto stabilisce che la procedura ordinaria per l affidamento della gestione dei servizi pubblici locali a soggetti privati o a società miste pubblico-private è la gara; l affidamento in house diventa la modalità eccezionale e solo se sussistono particolari requisiti. Rispetto all attuale asset dei servizi affidati alle società partecipate (dove l affidamento in house, in assenza di una chiara normativa al riguardo, è stato il modello prevalentemente scelto) questo ha implicato l avvio di un processo di rivisitazione delle gestioni in atto e la definizione degli interventi correttivi da porre in essere. Rispetto alle partecipazioni societarie del comune, l unico rilievo che si intende evidenziare riguarda la situazione del Polo Logistico Integrato. Già nella relazione dello scorso anno si rappresentava la situazione di particolare criticità finanziaria della società evidenziatasi fin dalla sua nascita; il dato che traspare anche dal consuntivo 2008 evidenzia un ulteriore perdita di circa ,00. Dal punto di vista operativo nelle due assemblee soci fatte nel corso dell anno 2009 viene presentato il progetto finanziario per realizzare il primo lotto stralcio funzionale fase 1(valore ,00) che prevede l utilizzo di ,00 del capitale sociale, ,00 per accensione mutuo bancario ed ,00 di un contributo proveniente dal Comitato Centrale autotrasportatori. Per il completamento del lotto A servono all incirca altri 3 milioni di euro da reperire attraverso aumento di capitale (dei soci) o apertura del capitale a terzi. Tutta l operazione porterebbe a realizzare un area di parcheggio dotata di servizi oltre ad una palazzina uso uffici con annesso punto ristoro ad uso degli autotrasportatori. La considerazione che scaturisce è che a fronte di una società finanziariamente fragile, si va ad intaccare il capitale sociale in maniera sostanziosa e si ipoteca il terreno (unico bene patrimoniale posseduto) a fronte dell accensione di un mutuo. Appare dubbio l interesse pubblico che il progetto intende perseguire e altrettanta perplessità suscita l operazione sotto il profilo finanziario. 21

6 1.4 PIANI TRIENNALI DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE L art. 2 comma 594 della Legge 244/2007 prevede che l ente adotti i piani triennali per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo: a) delle dotazioni strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro nell automazione d ufficio; b) delle autovetture di servizio, attraverso il ricorso, previa verifica di fattibilità, a mezzi alternativi di trasporto, anche cumulativo; c) dei beni immobili ad uso abitativo o di servizio, con esclusione dei beni infrastrutturali. Con deliberazione della Giunta comunale n. 88 in data 10/09/2009 sono stati approvati i Piani triennali di razionalizzazione previsti dalla citata normativa, relativi a: telefonia mobile; parco automezzi; beni strumentali; beni immobili ad uso abitativo. Sempre nel corso dell anno 2009 sono state intraprese le azioni necessarie all attuazione delle misure previste nei piani approvati. I criteri adottati hanno l obiettivo di garantire il contenimento della spesa e contestualmente di rispondere alle esigenze ed all interesse dell Amministrazione, al miglioramento della qualità del lavoro e della produttività ed alla capacità dell amministrazione di soddisfare i bisogni nuovi della collettività, in un quadro di economia ed efficienza. In particolare, con riferimento, ai singoli piani si è proceduto come di seguito indicato. TELEFONIA MOBILE L assegnazione di telefoni cellulari è limitata ai soli casi in cui il personale debba assicurare, per esigenze di servizio, pronta e costante reperibilità, con conseguente limitazione del beneficio al periodo necessario. Si è proceduto alla verifica delle utenze attive ed è stato predisposto un monitoraggio dei costi di ogni singola utenza. I risultati sono stati trasmessi ai direttori dei servizi per le opportune verifiche, invitando gli stessi a valutare la possibilità, compatibilmente con il principio sopra esposto, di procedere ad una riduzione delle utenze o ad un diverso utilizzo delle stesse, prevedendo, ad esempio, per i consumi più bassi tipologie di contratto che non prevedano il sostenimento di costi fissi. Si è rilevata l impossibilità di procedere alla riduzione delle utenze attive, che risultano addirittura inferiori rispetto alle esigenze di servizio, in particolar modo per quanto attiene la pronta reperibilità. È stata invece evidenziata l opportunità, per le utenze a basso consumo, di aderire a contratti alternativi, che consentano l abbattimento dei costi fissi. 22

7 Il passaggio dei servizi di telefonia attivi dalla Convenzione Consip Telefonia mobile 3 gestore WIND, alla Convenzione Consip Telefonia mobile 4 gestore TIM, è avvenuto in modo graduale nel corso dell anno In data è stato effettuato il passaggio definitivo di tutte le utenze. Per quanto attiene il noleggio in convenzione Telefonia mobile 4 degli apparati radio mobili si è proceduto unicamente alla sostituzione di quelli guasti ed alla fornitura di apparati necessari a seguito dell attivazione di nuove utenze, da destinare a funzionari di nuova assunzione e ad amministratori di nuova nomina. Per gli apparati in noleggio con WIND ed ancora funzionanti è stato richiesto il relativo riscatto, preso atto del modesto importo unitario previsto pari ad euro 10,00 oltre I.V.A.. Nei prospetti seguenti è rappresentata la situazione della consistenza e dei costi della telefonia mobile relativa all anno CONSISTENZA E COSTI GESTORE WIND CONVENZIONE CONSIP TELEFONIA MOBILE3 Assegnatario Numero utenze costi telefonici Amministratori ,63 Dirigenti/Funzionari apicali ,41 CED 2 22,65 Guardie GEV 4 39,78 Servizio Cultura 1 58,81 Servizio Sport 1 84,95 Servizio reperibilità 9 129,05 Protezione civile 4 136,26 Polizia giudiziaria 3 34,78 Servizi cimiteriali 1 47,37 Servizi sociali/assistenti domiciliari ,18 Staff del Sindaco 3 249,77 Servizio economato 1 9,36 Uffici giudiziari 4 50, ,15 Le spese indicate riprendono il solo traffico telefonico; sono, pertanto, da considerare le ulteriori sotto elencate spese fisse: 1. Tassa di Concessione Governativa pari ad euro 12,91 mensili per ciascuna utenza 2. Canone noleggio per n. 13 apparati categoria intermedia (*) euro 6,56 cad. mensili oltre I.V.A. 20% 3. Canone noleggio per n. 8 apparati categoria base (*) euro 3,94 cad. mensili oltre I.V.A. 20% 4. Canone opzione internet per installazione su furgone mobile Polizia Locale euro 90,00 a bimestre, oltre I.V.A. 20% 23

8 5. I.V.A. 20% sui consumi. (*)Canoni stabiliti da Convenzione Consip Telefonia mobile 3 CONSISTENZA E COSTI GESTORE TIM CONVENZIONE CONSIP TELEFONIA MOBILE 4 Assegnatario Numero utenze costi telefonici Amministratori ,50 Dirigenti/Funzionari ,76 CED 2 27,12 Guardie GEV 4 3,90 Servizio Cultura 1 9,95 Servizio Sport 1 4,53 Servizio reperibilità 9 181,29 Protezione civile 4 20,20 Polizia giudiziaria 3 2,29 Servizi cimiteriali 1 5,81 Servizi sociali/assistenti domiciliari 11 30,04 Staff del Sindaco 3 20,14 Servizio economato 1 0,87 Uffici giudiziari 3 167, ,62 Le spese indicate riprendono il solo traffico telefonico; sono, pertanto, da considerare le ulteriori sotto elencate spese fisse: : 1. Tassa di Concessione Governativa pari ad euro 12,91 mensili per ciascuna utenza; 2. Canone noleggio per n. 1 apparato categoria speciale (*) euro 5,60 mensili oltre I.V.A. 20%; 3. Canone di noleggio per n. 3 apparati categoria Top (*) euro 5,00 cad. mensili oltre I.V.A. 20%; 24

9 4. Canone di noleggio per n. 5 apparati categoria intermedia (*) euro 2.00 cad. mensili oltre I.V.A.; 5. Canone di noleggio per n. 8 apparati categoria base (*) euro 1,00 cad. mensili oltre I.V.A.; 6. Canone abbonamento opzione dati 10 GB* per n. 4 utenze euro 7,50 cad. mensili oltre I.V.A.; 7. Canone abbonamento opzione dati 500MB* per stazione meteorologica euro 2,50 cad. mensili; 8. I.V.A. 20% sui consumi. (*) Canoni stabiliti dalla Convenzione Consip Telefonia mobile 4 PARCO AUTOMEZZI Sono state intraprese le azioni previste dal relativo Piano triennale, rispettando l indicazione di non aumentare il numero globale degli automezzi in dotazione. In particolare nel corso dell anno 2009 si è provveduto a: 1. aderire alla Convenzione Consip per la fornitura di carburanti per auto trazione; 2. stipulare un contratto globale di manutenzione del parco automezzi, per il biennio , che ha consentito un abbattimento di poco inferiore al 50% rispetto alle spese effettivamente sostenute nel precedente biennio Sebbene nel contratto stipulato siano esclusi i costi derivanti da riparazioni necessarie a seguito di sinistri o atti vandalici (che saranno valutati a parte e fatturati, dalla ditta assegnataria del servizio, al costo, senza alcun onere aggiuntivo), a fronte di una spesa complessiva per il biennio di euro ,00, oltre I.V.A., l importo contrattuale per il biennio ammonta ad euro ,00, oltre I.V.A.; 3. avviare alla rottamazione veicoli obsoleti (in particolar modo riguardo alle normative anti-inquinamento) e sottoutilizzati; 4. acquistare tramite convenzione Consip un automezzo da dedicare al trasporto di minori disabili, in sostituzione di quanto in uso, che sarà avviato, a seguito di preventiva valutazione della convenienza economica (possibilità di accedere a contributi statali o di case costruttrici), alla rottamazione o alla parziale permuta; 5. avviare la costituzione del previsto parco automezzi comune gestito dal Servizio Provveditorato Economato, di cui i diversi servizi possano usufruire per le proprie esigenze. Ciò consente un migliore utilizzo delle risorse a disposizione, in quanto ad esso sono e saranno destinati mezzi a scarso utilizzo che risultano ad oggi assegnati ad uso esclusivo ai singoli servizi comunali. 25

10 BENI STRUMENTALI Nel corso dell anno 2009, a seguito della conclusione della prima fase dei lavori di sistemazione logistica degli uffici comunali, si è proceduto alle necessarie dismissioni, sostituzioni o acquisti a completamento degli arredi esistenti, seguendo i criteri sotto indicati: 1. riutilizzo dei beni già a disposizione dell Amministrazione; 2. completamento dell arredo esistente, in luogo dell integrale sostituzione; 3. acquisto di dotazioni conseguenti all istituzione nuovi servizi o per l allestimento di nuovi spazi. Per quanto attiene le attrezzature informatiche, nelle more dell approvazione del relativo piano, si è proceduto unicamente, su espressa richiesta ed autorizzazione del responsabile del sistema informativo, alla sostituzione di attrezzature obsolete ed all acquisizione di hardware e software necessari all attuazione di progetti già deliberati, per i quali è stata valutata l indifferibilità dell acquisto. Il prospetto che segue sintetizza gli acquisti effettuati nel corso dell anno 2009 che, per le motivazioni sopra esposte, risultano di modesto valore: Tipologia acquisto spesa Arredi 6.636,38 Attrezzature informatiche ,00 Software 3.466, ,90 IMMOBILI AD USO ABITATIVO Per quanto riguarda gli immobili ad uso abitativo sono in essere due convenzioni con l ALER di Lecco con decorrenza rispettivamente ed e scadenza Con tali convenzioni è stata data in gestione la quasi totalità degli alloggi comunali, ad eccezione di tre unità abitative locate a canone sociale. Le unità immobiliari ad uso di servizio sono quattro di cui tre effettivamente utilizzate allo scopo, mentre per la quarta unità è prevista l alienazione nel 2010, come da piano delle alienazioni redatto ed approvato ai sensi dell art. 58 del d.l. 112/

RELAZIONE SULLO STATO DELL AMBIENTE 2011. 5.2 Impianti termici

RELAZIONE SULLO STATO DELL AMBIENTE 2011. 5.2 Impianti termici 9-9-211 Pagina 151 RELAZIONE SULLO STATO DELL AMBIENTE 211 5.2 Impianti termici L art. 31, comma 3, della Legge n. 1 del 9 gennaio 1991 - Norme per l attuazione del piano energetico nazionale in materia

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2009-2011

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2009-2011 COMUNE DI LECCO RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2009-2011 - Modello ufficiale Comune di LECCO RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2009-2011 INDICE DEGLI ARGOMENTI TRATTATI Sezione 1 - Caratteristiche

Dettagli

Bilancio d esercizio al 31 dicembre 2013

Bilancio d esercizio al 31 dicembre 2013 Bilancio d esercizio al 31 dicembre 2013 Lario reti holding Relazione sulla gestione Anno 2013 Indice Lettera dell Amministratore Unico agli Azionisti Il Gruppo Lario reti: Struttura del Gruppo al 31.12.2013

Dettagli

10 COSTI DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI

10 COSTI DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI Costi di gestione dei rifiuti urbani 253 10 COSTI DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI 10.1 Costi del ciclo di gestione dei rifiuti urbani Nel presente paragrafo viene effettuata una valutazione dei costi di

Dettagli

ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO

ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO Settore Cultura, Servizi alla Persona Sistema Bibliotecario Provinciale CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SMISTAMENTO E TRASPORTO VOLUMI, DOCUMENTI E MATERIALE MULTIMEDIALE

Dettagli

PER... CORSI20122013

PER... CORSI20122013 PER... 2012 CORSI 2013 SEDI DEI CORSI Distretto di Bellano Distretto di Bellano Distretto di Merate Varenna Introbio Barzio Mandello del Lario Ballabio Cremeno Valmadrera Pescate Bosisio P. Oggiono Galbiate

Dettagli

I CORSI DI ITALIANO PER STRANIERI IN PROVINCIA DI LECCO. G e n n a i o 2 0 1 2

I CORSI DI ITALIANO PER STRANIERI IN PROVINCIA DI LECCO. G e n n a i o 2 0 1 2 I CORSI DI ITALIANO PER STRANIERI IN PROVINCIA DI LECCO G e n n a i o 2 0 2 PREMESSA Il documento rappresenta una mappatura dei corsi di lingua italiana per stranieri presenti nel territorio della provincia

Dettagli

Guida pratica del cittadino

Guida pratica del cittadino Guida pratica del cittadino SEDI ASL SUL TERRITORIO Distretto socio-sanitario di Lecco via Tubi 43 Comune afferente: Lecco Presidi Distretto di Lecco Presidio di Oggiono via I Maggio 21/B Comuni afferenti:

Dettagli

SERVIZI DI TRASPORTO. Un esempio: fino a 1.000 69. Scopri le nuove tariffe dei servizi di trasporto.

SERVIZI DI TRASPORTO. Un esempio: fino a 1.000 69. Scopri le nuove tariffe dei servizi di trasporto. SERVIZI DI TRASPORTO Scopri le nuove tariffe dei servizi di trasporto. 59 Un esempio: fino a 1.000 69 Per ulteriori informazioni rivolgiti a qualsiasi Banco Informazioni in ESPOSIZIONE MOBILI, al Servizio

Dettagli

Elenco Scuole Paritarie Dati aggiornati al 16/9/2005

Elenco Scuole Paritarie Dati aggiornati al 16/9/2005 Provincia di: LECCO LC1A00100G MARIA E NICOLO'CASTELBARCO VIA CAVOUR, 7 IMBERSAGO 23898 LC PINDEMONTE LC1A003007 A. RATTI VIA LUIGI BINDA, 21 ROGENO 23849 LC LC1A004003 CARDINALE SCHUSTER PIAZZA DELLA

Dettagli

Conferenza dei Comuni ATO di Lecco 29 luglio 2015 o.d.g. 3: espressione del parere sulla deliberazione del Consiglio di

Conferenza dei Comuni ATO di Lecco 29 luglio 2015 o.d.g. 3: espressione del parere sulla deliberazione del Consiglio di Conferenza dei Comuni ATO di Lecco 29 luglio 2015 o.d.g. 3: espressione del parere sulla deliberazione del Consiglio di amministrazione dell Ufficio d ambito di Lecco n. 52/15 avente ad oggetto Affidamento

Dettagli

Provincia di Lecco. Relazione sullo Stato dell Ambiente

Provincia di Lecco. Relazione sullo Stato dell Ambiente 188, particolare del plastico del nuovo ponte sull Adda. (Foto Sandro Menegazzo) 4.5 Mobilità e Trasporti 189 4.5 Mobilità e trasporti 190 (1) Cfr. Relazione sullo stato dell ambiente 2001, Ministero dell

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI LECCO SCUOLE DELL'INFANZIA NON STATALI PARITARIE A.S.2010/2011

UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI LECCO SCUOLE DELL'INFANZIA NON STATALI PARITARIE A.S.2010/2011 UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI LECCO SCUOLE DELL'INFANZIA NON STATALI PARITARIE A.S.2010/2011 CODICE MECCANOGR AFICO COMUNE VIA, PIAZZA, FRAZIONE DENOMINAZIONE DELLA SCUOLA indirizzo e-mail TELEFONO

Dettagli

ELENCO RIVISTE PRESENTI NELLE BIBLIOTECHE - ANNO 2015

ELENCO RIVISTE PRESENTI NELLE BIBLIOTECHE - ANNO 2015 ELENCO RIVISTE PRESENTI NELLE BIBLIOTECHE - ANNO 2015 RIVISTA PERIODICITA ARGOMENTO BIBLIOTECHE AD MENSILE ARCHITETTURA, ARREDAMENTO E DESIGN CASATENOVO, LOMAGNA AGGIORNAMENTI MENSILE ATTUALITA SOCIALE,

Dettagli

ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO ISCRITTE ALLA SEZIONE PROVINCIALE DEL REGISTRO DEL VOLONTARIATO. Associazione Indirizzo Comune

ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO ISCRITTE ALLA SEZIONE PROVINCIALE DEL REGISTRO DEL VOLONTARIATO. Associazione Indirizzo Comune Settore Istruzione, Formazione Professionale, Lavoro Interventi Sociali e Politiche Giovanili Ufficio Volontariato e Associazionismo ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO ISCRITTE ALLA SEZIONE PROVINCIALE DEL

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE DEI SERVIZI DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE 2008/2010

PROGRAMMA TRIENNALE DEI SERVIZI DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE 2008/2010 Settore Territorio Trasporti Servizio Trasporto Pubblico Locale PROGRAMMA TRIENNALE DEI SERVIZI DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE 2008/2010 RELAZIONE Assessore ai Trasporti e alla Mobilità Carlo Fumagalli DATA:

Dettagli

X X S C H E D. XXS Crescono due. Distretto di Lecco. I servizi alla prima infanzia in provincia di Lecco. Settore Servizi alla Persona.

X X S C H E D. XXS Crescono due. Distretto di Lecco. I servizi alla prima infanzia in provincia di Lecco. Settore Servizi alla Persona. Settore Servizi alla Persona Maggio 2008 X X S C H E D E Distretto di Lecco XXS Crescono due I servizi alla prima infanzia in provincia di Lecco Centro Informazione Supporto e Documentazione Volume 3/4

Dettagli

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 917 Data: 27-11-2014 SETTORE : POLITICHE SOCIALI E DI SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 917 Data: 27-11-2014 SETTORE : POLITICHE SOCIALI E DI SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA Comune di Lecco Piazza Diaz, 1-23900 Lecco (LC) - Tel. 0341/ 481111 - Fax 286874 - C.F. 00623530136 N. 917-2014 Reg. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 917 Data: 27-11-2014 SETTORE : POLITICHE SOCIALI

Dettagli

Como - Merate - Bergamo

Como - Merate - Bergamo C 46-D 46 Como - Merate - Bergamo E Si effettua nei giorni feriali non di scuola. 1 Prosegue per Bergamo. 3 La corsa termina e/o origina da Barzago centro. 4 A Cisano B.sco, la corsa termina e/o origina

Dettagli

Distretto di BELLANO

Distretto di BELLANO CORSI DI ITALIANO PER STRANIERI IN PROVINCIA DI LECCO Dati aggiornati al gennaio Distretto di BELLANO LUOGO RIFERIMENTI DESTINATARI LIVELLO TEMPI COSTI Ballabio Sala civica comunale di Ballabio Barzio

Dettagli

R E T E S A L U T E. Azienda Speciale Consortile

R E T E S A L U T E. Azienda Speciale Consortile R E T E S A L U T E Azienda Speciale Consortile per la gestione associata delle attività di carattere socio-assistenziale e di integrazione socio-sanitaria Comuni di Airuno, Barzago, Barzanò, Brivio, Calco,

Dettagli

CONCILIARE FAMIGLIA E LAVORO

CONCILIARE FAMIGLIA E LAVORO CONCILIARE FAMIGLIA E LAVORO BANDO PUBBLICO VOUCHER SOCIALE PER L ACCESSO AI SERVIZI DI CONCILIAZIONE (riapertura dei termini per la presentazione delle domande) A cura dell Alleanza locale di Merate per

Dettagli

Il VOUCHER. socio-sanitario

Il VOUCHER. socio-sanitario Il VOUCHER socio-sanitario Il VOUCHER socio-sanitario PRIMA REGOLA: comunicare con i cittadini Questo opuscolo realizzato dalla Direzione Generale dell Assessorato alla Famiglia e Solidarietà Sociale intende

Dettagli

Il Cammino di Sant Agostino

Il Cammino di Sant Agostino Conferenza Stampa Il verso Milano 2013 ed Expo 2015 Presentazione della Rete di Ospitalità per i Pellegrini Ostello la Cordata Milano, 24 Maggio 2011 CONFERENZA STAMPA Il Cammino di S. Agostino verso Milano

Dettagli

qçí~äé `ä~ëëá= Q P P O O NQ ^ååç=ëåçä~ëíáåç=ommmlommn fëåêáííá= TU SU RU QO PV OUR fëåêáííálåä~ëëá= NVIR OOIT NVIP ONIM NVIR OMIQ

qçí~äé `ä~ëëá= Q P P O O NQ ^ååç=ëåçä~ëíáåç=ommmlommn fëåêáííá= TU SU RU QO PV OUR fëåêáííálåä~ëëá= NVIR OOIT NVIP ONIM NVIR OMIQ N{= O{= P{= Q{= R{= qçí~äé `ä~ëëá= Q P P O O NQ ==OLON fëåêáííá= TU SU RU QO PV OUR fëåêáííálåä~ëëá= NVIR OOIT NVIP ONI NVIR OIQ `ä~ëëá= Q Q P P O NS ==ONLOO fëåêáííá= UV TO TN RP PV POQ fëåêáííálåä~ëëá=

Dettagli

RELAZIONE DEL DIFENSORE CIVICO TERRITORIALE AVV. DARIO PESENTI

RELAZIONE DEL DIFENSORE CIVICO TERRITORIALE AVV. DARIO PESENTI RELAZIONE DEL DIFENSORE CIVICO TERRITORIALE AVV. DARIO PESENTI Anno 2013 1 Il Difensore Civico Territoriale Piazza L. Lombarda, 4 23900 Lecco, Italia Telefono 0341.295322 Fax 0341.295333 E-mail: difensorecivico@provincia.lecco.it

Dettagli

CONVENZIONE PER L ESERCIZIO ASSOCIATO DELLA FUNZIONE CATASTO, AD ECCEZIONE DELLE FUNZIONI MANTENUTE ALLO STATO DALLA NORMATIVA VIGENTE

CONVENZIONE PER L ESERCIZIO ASSOCIATO DELLA FUNZIONE CATASTO, AD ECCEZIONE DELLE FUNZIONI MANTENUTE ALLO STATO DALLA NORMATIVA VIGENTE CONVENZIONE PER L ESERCIZIO ASSOCIATO DELLA FUNZIONE CATASTO, AD ECCEZIONE DELLE FUNZIONI MANTENUTE ALLO STATO DALLA NORMATIVA VIGENTE L anno DUEMILATREDICI, il giorno del mese di nella residenza municipale

Dettagli

COMUNE DI PRIMALUNA Provincia di Lecco C.F. 00617330139

COMUNE DI PRIMALUNA Provincia di Lecco C.F. 00617330139 COMUNE DI PRIMALUNA Provincia di Lecco C.F. 00617330139 PIANO TRIENNALE 2010/2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO EX ART. 2, COMMI 594 E SEGUENTI DELLA LEGGE FINANZIARIA

Dettagli

2.3 Elettromagnetismo e radiazioni

2.3 Elettromagnetismo e radiazioni RELAZIONE SULLO STATO DELL AMBIENTE 11.3 Elettromagnetismo e radiazioni.3.1 I campi elettromagnetici I campi elettromagnetici (CEM) sono regioni dello spazio, circostanti una sorgente elettromagnetica,

Dettagli

DA MILANO treno Partenza Ora Arrivo Ora Provvedimenti Orari bus

DA MILANO treno Partenza Ora Arrivo Ora Provvedimenti Orari bus AVVISO AI VIAGGIATORI Linee: Milano-Lecco-Sondrio-Tirano 19-20 aprile 2008 Informiamo i viaggiatori che, per consentire a Rete Ferroviaria Italiana la società dell infrastruttura del Gruppo Ferrovie dello

Dettagli

SALE CONFERENZE. UBICAZIONE ENTE PROPRIETARIO REFERENTE LOCALE POSTI NOTE COMUNE DI LECCO Piazza Diaz 1

SALE CONFERENZE. UBICAZIONE ENTE PROPRIETARIO REFERENTE LOCALE POSTI NOTE COMUNE DI LECCO Piazza Diaz 1 SALE UBICAZIONE ENTE PROPRIETARIO REFERENTE LOCALE POSTI NOTE COMUNE DI DEL 462 Piazza Diaz TEATRO TEATRO DELLA SOCIETA Piazza Giuseppe Garibaldi, ISTITUTO TECNICO BOVARA Via XI febbraio CENTRO SOCIALE

Dettagli

PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO PER I CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI (D.Lgs. 81/08)

PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO PER I CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI (D.Lgs. 81/08) PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO PER I CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI (D.Lgs. 81/08) PROVINCIA DI LECCO UBICAZIONE CANTIERE Intera rete viabile provinciale LAVORI COMMITTENTE INTERVENTI DI MANUTENZIONE

Dettagli

COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO

COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO Provincia di Monza e Brianza A LLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. N. 103 DEL 05.08.2008 PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTRE E DEI

Dettagli

SPT LINEA 93. Como-Merate-Bergamo. Barzanò (km 2,5) Lurago S.R. (km 15,4) C47 D80 Olgiate M. (km 31,4) Merate (km 38,1) Bergamo (71,4)

SPT LINEA 93. Como-Merate-Bergamo. Barzanò (km 2,5) Lurago S.R. (km 15,4) C47 D80 Olgiate M. (km 31,4) Merate (km 38,1) Bergamo (71,4) Como Anzano (km 12,3) Barzanò (km 2,5) Lurago S.R. (km 15,4) C47 D80 Olgiate M. (km 31,4) Merate (km 38,1) Bergamo (71,4) C45 C47 C86 C92 FS170 C45 C47 C91 (km 25,2) FS180 D84 C47 FS185 FS186 NOTE: Si

Dettagli

Cernusco L. Como FS180 C45 C46 C86 C92 FS170 C45 C46 C91 C46. seguono quadri orario

Cernusco L. Como FS180 C45 C46 C86 C92 FS170 C45 C46 C91 C46. seguono quadri orario Como Como-Casatenovo-Merate SPT LINEA 102 Cernusco L. Anzano (km 12,3) Lurago S.R. (km 15,4) Barzanò (km 26,3) Casatenovo (km 31,1) Merate FS (km 41,0) Merate (45,0) C45 C46 C86 C92 FS170 C45 C46 C91 C46

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA RELATIVA ALLE DOTAZIONI STRUMENTALI TRIENNIO

PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA RELATIVA ALLE DOTAZIONI STRUMENTALI TRIENNIO COMUNE DI ORGIANO ALLEGATO PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA RELATIVA ALLE DOTAZIONI STRUMENTALI TRIENNIO 2011 2012-2013 ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007

Dettagli

Tutti gli artigiani aperti ad agosto. www.artigiani.lecco.it 800-076006 LEGENDA

Tutti gli artigiani aperti ad agosto. www.artigiani.lecco.it 800-076006 LEGENDA pag. 12 ACCONCIATORE DONNA 12 ACCONCIATORE UOMO 13 ACCONCIATORE UOMO-DONNA ANTENNISTA 14 ANTIFURTI 14 ARREDAMENTO 15 ARTICOLI ORTOPEDICI 15 ASSISTENZA IMPIANTI ELETTRICI 15 ASSIST. IMPIANTI TERMOIDRAULICI

Dettagli

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Piazza Matteotti, n.17 C.A.P. 41054 Tel. 059-705.711 Fax 059-705.158 Cod. Fisc. / P.

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Piazza Matteotti, n.17 C.A.P. 41054 Tel. 059-705.711 Fax 059-705.158 Cod. Fisc. / P. COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Piazza Matteotti, n.17 C.A.P. 41054 Tel. 059-705.711 Fax 059-705.158 Cod. Fisc. / P. IVA 00675950364 DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE N. generale 112 data

Dettagli

AGGIORNAMENTO anno 2010

AGGIORNAMENTO anno 2010 Allegato alla delibera di G.C. n. 117 del 21/12/2010 PIANO TRIENNALE 2009-2011 PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI ED ACQUISTI U. O. Provveditorato

SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI ED ACQUISTI U. O. Provveditorato COMUNE DI RAVENNA Lett. b. SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI ED ACQUISTI U. O. Provveditorato Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge Finanziaria 2008) La

Dettagli

INTERNET POINT e WIFI ZONE

INTERNET POINT e WIFI ZONE INTERNET POINT e WIFI ZONE NOME VIA RECAPITI ORARI NOTE LECCO Umberto Pozzoli Caribe Net Internet Point Western Union Centro Commerciale Meridiana Informagiovani WiFi for free - Aree hotspot della città

Dettagli

PUNTO 1 CRITERI DI GESTIONE E RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI DI TELEFONIA

PUNTO 1 CRITERI DI GESTIONE E RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI DI TELEFONIA Piano triennale di razionalizzazione delle spese di funzionamento di cui all art. 2, commi dal 594 al 599 della legge finanziaria 2008 (L. 244/2007) per il triennio 2011-2013. Premessa In un apparato amministrativo

Dettagli

La spesa in fattoria.... e non solo. Guida ai prodotti e ai servizi delle aziende agricole lecchesi

La spesa in fattoria.... e non solo. Guida ai prodotti e ai servizi delle aziende agricole lecchesi La spesa in fattoria... e non solo Guida ai prodotti e ai servizi delle aziende agricole lecchesi Le aziende che effettuano la vendita diretta agricoli alimentari 2 Agricola Novella BALLABIO - Piani Resinelli

Dettagli

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma)

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) PIANO TRIENNALE DI PREVISIONE 2014/2016 ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria per il 2008

Dettagli

SALE CONFERENZE. UBICAZIONE ENTE PROPRIETARIO REFERENTE LOCALE POSTI NOTE COMUNE DI LECCO Piazza Diaz 1 Lecco

SALE CONFERENZE. UBICAZIONE ENTE PROPRIETARIO REFERENTE LOCALE POSTI NOTE COMUNE DI LECCO Piazza Diaz 1 Lecco SALE UBICAZIONE ENTE PROPRIETARIO REFERENTE LOCALE POSTI NOTE COMUNE DI Piazza Diaz 1 TEATRO DELLA SOCIETA Piazza Giuseppe Garibaldi, 1 ISTITUTO TECNICO BOVARA Via XI febbraio CENTRO SOCIALE DI GERMANEDO

Dettagli

Anticipata via Fax n. 0341482211

Anticipata via Fax n. 0341482211 Prot. 0004444/ep Brivio, 10/03/2009 Anticipata via Fax n.0341.266853 Anticipata via Fax n. 0341482211 Anticipata via Fax n. 02.9090096 Anticipata via Fax n. 02.80294232 Anticipata via Fax n. 02.72023269

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2010-2012 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE 2010-2012 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PIANO TRIENNALE 2010-2012 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Premessa La Legge n. 244 del 24.12.2007 (legge finanziaria 2008) all articolo 2, commi 594 e seguenti, prevede

Dettagli

FUORI Expo. Eventi GIUGNO LUGLIO 2015. EveNTS June July 2015. Welcome TO the most famous scenery in the world: Lecco region

FUORI Expo. Eventi GIUGNO LUGLIO 2015. EveNTS June July 2015. Welcome TO the most famous scenery in the world: Lecco region FUORI Expo green, healthy, smart land. Welcome TO the most famous scenery in the world: Lecco region Eventi GIUGNO LUGLIO 2015 EveNTS June July 2015 Iniziativa realizzata con il contributo di Martedì 2

Dettagli

COMUNE DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2, commi 594-599, Legge

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A IGT TERRE LARIANE

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A IGT TERRE LARIANE DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A IGT TERRE LARIANE Approvato con DM 17.07.2008 G.U. 177-30.07.2008 Errata Corrige G.U. 223-23.09.2008 Modificato con DM 24.07.2009 G.U. 184-10.08.2009 Modificato con

Dettagli

il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha provveduto:

il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha provveduto: DELIBERAZIONE 22 GENNAIO 2015 10/2015/A ADESIONE DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO ALLA CONVENZIONE STIPULATA DALLA SOCIETÀ CONSIP S.P.A. PER IL NOLEGGIO DI UNA AUTOVETTURA

Dettagli

inform@famiglie Lecco ESTATE 11 e territorio speciale Apertura Centro prima infanzia Floridò Sere d estate Lavelfolk - danze Teatro Camminata

inform@famiglie Lecco ESTATE 11 e territorio speciale Apertura Centro prima infanzia Floridò Sere d estate Lavelfolk - danze Teatro Camminata Lecco u Per ricevere o disdire l Inform@famiglie inviare comunicazione tramite e-mail a: centrofamiglie@comune.lecco.it. Apertura Centro prima infanzia Floridò Lunedì 12 settembre apre il Centro Prima

Dettagli

CAMMINANDO con le Pro Loco Tra saperi e sapori di Brianza, Lario e Valsassina

CAMMINANDO con le Pro Loco Tra saperi e sapori di Brianza, Lario e Valsassina IL PROGETTO CAMMINANDO con le Pro Loco Tra saperi e sapori di Brianza, Lario e Valsassina PREMESSA Camminando con le Pro Loco nasce dalla volontà di 24 Pro Loco, distribuite tra Brianza, Lario e Valsassina,

Dettagli

8 ASPETTI PATRIMONIALI ED ECONOMICO-REDDITUALI

8 ASPETTI PATRIMONIALI ED ECONOMICO-REDDITUALI 8 ASPETTI PATRIMONIALI ED ECONOMICO-REDDITUALI 8.1 IL PROSPETTO DI CONCILIAZIONE Il prospetto di conciliazione dimostra l avvenuta trasposizione delle rilevazioni di sintesi della contabilità finanziaria

Dettagli

DELIBERA N. 87 della seduta di GIUNTA CAMERALE N 16 del 29/12/2008

DELIBERA N. 87 della seduta di GIUNTA CAMERALE N 16 del 29/12/2008 DELIBERA N. 87 della seduta di GIUNTA CAMERALE N 16 del 29/12/2008 Oggetto: Approvazione piano triennale per l'individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dei beni e delle strutture della

Dettagli

Deliberazione della Giunta Comunale

Deliberazione della Giunta Comunale COMUNE DI GEMMANO 47855 Provincia di Rimini Sede: Piazza Roma n. 1 Tel. (0541) 854060 854080 Fax (0541) 854012 Partita I.V.A. n. 01188110405 Codice Fiscale n. 82005670409 Deliberazione della Giunta Comunale

Dettagli

COMUNE DI CAPRAIA ISOLA Provincia di Livorno

COMUNE DI CAPRAIA ISOLA Provincia di Livorno COMUNE DI CAPRAIA ISOLA Provincia di Livorno DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ATTO N. 9 SEDUTA DEL 25/03/2011. C O P I A OGGETTO: Approvazione piano triennale 2011-2013 per razionalizzazione utilizzo

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FINANZIAMENTO

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FINANZIAMENTO PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FINANZIAMENTO Premessa La Legge n. 244 del 24.12.2007 (legge finanziaria 2008)all articolo 2, commi 594 e seguenti, prevede

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Legge 244 del 24.12.2007 art. 2 comma 594

PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Legge 244 del 24.12.2007 art. 2 comma 594 Approvato con delibera G.C. n. 101 del 26/10/2009 PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Legge 244 del 24.12.2007 art. 2 comma 594 Premessa La legge n. 244 del 24.12.2007

Dettagli

CALENDARIO MANIFESTAZIONI RICORRENTI

CALENDARIO MANIFESTAZIONI RICORRENTI UFFICIO INFORMAZIONI TURISTICHE Via Nazario Sauro 6, 23900 Tel. +39 0341 295720/721 Fax +39 0341 295730 www.lakecomo.it - info.turismo@provincia.lecco.it CALENDARIO MANIFESTAZIONI RICORRENTI 1 GENNAIO

Dettagli

PROVINCIA DEL VERBANO CUSIO OSSOLA LEGGE N. 244/2007 - ART. 2 COMMI 594 E 595 - PIANO TRIENNALE 2008-2010

PROVINCIA DEL VERBANO CUSIO OSSOLA LEGGE N. 244/2007 - ART. 2 COMMI 594 E 595 - PIANO TRIENNALE 2008-2010 LEGGE N. 244/2007 - ART. 2 COMMI 594 E 595 - PIANO TRIENNALE 2008-2010 PER L INDIVIDUAZIONE DELLE MISURE DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DI BENI MOBILI ED IMMOBILI FINALIZZATO AL CONTENIMENTO DELLE

Dettagli

COMUNE DI CASTEL SAN PIETRO TERME Provincia di Bologna

COMUNE DI CASTEL SAN PIETRO TERME Provincia di Bologna COMUNE DI CASTEL SAN PIETRO TERME Provincia di Bologna Deliberazione n. 75 COPIA Cat._4_ Cl. _4_ Fasc. _1_ Prot. n._0010628_ del _29/04/2009 /Cg VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO:

Dettagli

COMUNE DI SACCOLONGO 35030 - PROVINCIA DI PADOVA

COMUNE DI SACCOLONGO 35030 - PROVINCIA DI PADOVA COMUNE DI SACCOLONGO 35030 - PROVINCIA DI PADOVA PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO TRIENNIO 2009/2011 APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 127 DEL 11/11/2009 A) DOTAZIONI

Dettagli

Città di Bassano del Grappa

Città di Bassano del Grappa PIANO TRIENNALE per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali Art 2 comma 594 e segg. L. 244/2007 Indice del documento 1. Premessa... 3 2.

Dettagli

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

CITTA di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI

CITTA di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI CITTA di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO (art. 2, commi 594-599, Legge 24 dicembre 2007, n. 244)

Dettagli

Piano Triennale di Razionalizzazione. (art. 2, commi 594, 595, 596, 597, 598, delle Legge 244 del 24/12/2007)

Piano Triennale di Razionalizzazione. (art. 2, commi 594, 595, 596, 597, 598, delle Legge 244 del 24/12/2007) . Piano Triennale di Razionalizzazione (art. 2, commi 594, 595, 596, 597, 598, delle Legge 244 del 24/12/2007) 1 1. Dotazioni strumentali ed informatiche Dotazioni In uso In comodato a Di proprietà di

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE Allegato A) Piano Triennale 2011-2013 di razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali, anche informatiche, ex art. 2, commi 594 e seguenti della Legge Finanziaria 2008 (art. 2, commi 594,

Dettagli

Oggetto: Risposta ad interrogazione nr 5-04542 del 06/04/2011

Oggetto: Risposta ad interrogazione nr 5-04542 del 06/04/2011 ; 28 luglio2011 Ai Sindaci in indirizzo Oggetto: Risposta ad interrogazione nr 5-04542 del 06/04/2011 Mercoledì mattina il Sottosegretario Saglia ha risposto alla mia interrogazione presentata il 6 aprile

Dettagli

CITTA di GROTTAGLIE Provincia di Taranto DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. N. 425 Anno 2010

CITTA di GROTTAGLIE Provincia di Taranto DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. N. 425 Anno 2010 24/06/10 Di quanto innanzi è stato redatto il presente verbale, che, previa lettura e conferma, viene sottoscritto come segue: IL SINDACO IL SEGRETARIO GENERALE F.to Dr. Raffaele Bagnardi F.to Dr. Paola

Dettagli

Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali

Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali COMUNE DI MAGNAGO Piazza Italia, 1-20020 Magnago (MI) SERVIZIO FINANZIARIO Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali Autovetture, telefonia mobile, fotoriproduttori, fax e strumenti

Dettagli

Ufficio Territoriale del Governo PROGETTO DI VIDEOSORVEGLIANZA DINAMICA TRACCIABILITA TARGHE

Ufficio Territoriale del Governo PROGETTO DI VIDEOSORVEGLIANZA DINAMICA TRACCIABILITA TARGHE Prefettura di Lecco Ufficio Territoriale del Governo PREMESSA PROGETTO DI VIDEOSORVEGLIANZA DINAMICA TRACCIABILITA TARGHE Il progetto attua l art. 2, punto 5 del paragrafo dedicato al Potenziamento del

Dettagli

COMUNE DI COPPARO Provincia di Ferrara

COMUNE DI COPPARO Provincia di Ferrara PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DOTAZIONI STRUMENTALI, ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO O DI SERVIZIO TRIENNIO 2015 2017 Approvato con Delibera

Dettagli

(approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 101 in data 3 agosto 2010)

(approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 101 in data 3 agosto 2010) PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO - ANNI 2010-2012 (art. 2, commi 594-599, Legge 24 dicembre 2007, n.

Dettagli

C O M U N E D I L E I N I

C O M U N E D I L E I N I Regolamento per la disciplina dell utilizzo degli apparecchi di telefonia mobile dell Ente Indice Titolo 1 Definizioni...2 Articolo 1 Finalità...2 Articolo 2 Definizioni...2 Articolo 3 Suddivisione degli

Dettagli

FUORI Expo. Eventi maggio 2015. Welcome TO the most famous scenery in the world: Lecco region. green, healthy, smart land.

FUORI Expo. Eventi maggio 2015. Welcome TO the most famous scenery in the world: Lecco region. green, healthy, smart land. FUORI Expo green, healthy, smart land. Welcome TO the most famous scenery in the world: Lecco region Eventi maggio 2015 Iniziativa realizzata con il contributo di Venerdì 1 maggio - Lecco - Palazzo delle

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2010/2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE

PIANO TRIENNALE 2010/2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE COMUNE DI POMPIANO PIANO TRIENNALE 2010/2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE Allegato D : RELAZIONE SULLE MISURE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE ATTREZZATURE

Dettagli

La condizione dei diplomati in Provincia di Lecco a due anni dal diploma. Luglio 2008 Aprile 2010

La condizione dei diplomati in Provincia di Lecco a due anni dal diploma. Luglio 2008 Aprile 2010 La condizione dei diplomati in Provincia di Lecco a due anni dal diploma Luglio 2008 Aprile 2010 Maggio 2010 1 Il presente documento ed i dati rilevati sono di proprietà della Provincia di Lecco Impostazione,

Dettagli

COMUNE DI FAENZA. REFERTO DEL CONTROLLO DI GESTIONE (Artt. 198 e 198bis D.Lgs. 267/2000)

COMUNE DI FAENZA. REFERTO DEL CONTROLLO DI GESTIONE (Artt. 198 e 198bis D.Lgs. 267/2000) COMUNE DI FAENZA REFERTO DEL CONTROLLO DI GESTIONE (Artt. 198 e 198bis D.Lgs. 267/2000) Il presente lavoro è redatto e comunicato, ai sensi della citata normativa, per l adempimento degli obblighi propri

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO (art. 2,commi 594 e seguenti, L.244/2007 Legge Finanziaria 2008) PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali Autovetture, telefonia mobile, fotoriproduttori, fax e strumenti informatici

Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali Autovetture, telefonia mobile, fotoriproduttori, fax e strumenti informatici COMUNE DI MOMBELLO MONFERRATO Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali Autovetture, telefonia mobile, fotoriproduttori, fax e strumenti informatici PREMESSA La legge finanziaria

Dettagli

Comune di Bagni di Lucca Provincia di Lucca

Comune di Bagni di Lucca Provincia di Lucca Comune di Bagni di Lucca Provincia di Lucca Relazione a consuntivo anno 2014 del piano triennale di razionalizzazione di alcune spese di funzionamento. Deliberazione G.C. n. 109 del 29/09/2015 1 RELAZIONE

Dettagli

COMUNE DI PRIMALUNA Provincia di Lecco C.F. 00617330139

COMUNE DI PRIMALUNA Provincia di Lecco C.F. 00617330139 COMUNE DI PRIMALUNA Provincia di Lecco C.F. 00617330139 PIANO TRIENNALE 2013/2015 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO EX ART. 2, COMMI 594 E SEGUENTI DELLA LEGGE FINANZIARIA

Dettagli

PIANO SOSTITUZIONE ATTREZZATURE INFORMATICHE

PIANO SOSTITUZIONE ATTREZZATURE INFORMATICHE allegato b) alla deliberazione n. 58 del 28.5.2012 PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO ART. 2, COMMI 594 E SEGG. LEGGE 244/2007

Dettagli

CURRICULUM DI ANDREA BONGINI

CURRICULUM DI ANDREA BONGINI CURRICULUM DI ANDREA BONGINI DATI PERSONALI Andrea Bongini nato a Sondrio il 6 dicembre 1969 residente a Casargo (Lecco), Località Eurovillaggio n. 1/C celibe Segretario comunale dal 23 dicembre 2003,

Dettagli

COMUNE DI STIGLIANO Provincia di Matera

COMUNE DI STIGLIANO Provincia di Matera COMUNE DI STIGLIANO Provincia di Matera COPIA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 87 Reg. del 09.09.2014 Oggetto: N. Prot. Bilancio di previsione per l esercizio finanziario 2014 Piano triennale di razionalizzazione

Dettagli

Oggetto: Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali, delle autovetture e dei beni immobili ad uso abitativo e di servizio.

Oggetto: Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali, delle autovetture e dei beni immobili ad uso abitativo e di servizio. Q:\\PIANO TRIENNALE DOTAZIONI\VERIFICA RISULTATI 2009\RELAZIONE FINALE.DOC Zola Predosa, 16 aprile 2010 Alla Sezione Regionale della Corte dei Conti Agli organi di controllo interni Oggetto: Piano triennale

Dettagli

COMUNE DI COSTA VOLPINO PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI COSTA VOLPINO PROVINCIA DI BERGAMO COMUNE DI COSTA VOLPINO PROVINCIA DI BERGAMO AGGIORNAMENTO DEL PIANO TRIENNALE 2012-2014 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO

Dettagli

Piano di Razionalizzazione 2014 2016 Art.2 Commi 594-595-596 Legge Finanziaria 2008

Piano di Razionalizzazione 2014 2016 Art.2 Commi 594-595-596 Legge Finanziaria 2008 OGGETTO: PIANO RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE - PRESA D'ATTO RISULTANZE ANNO 2013 E PREVISIONE TRIENNIO 2014-2016 IL COMMISSARIO STRAORDINARIO PREMESSO CHE: la Legge n. 244 del 24/12/2007 (legge finanziaria

Dettagli

COMUNE DI CALTABELLOTTA

COMUNE DI CALTABELLOTTA COMUNE DI CALTABELLOTTA Provincia di Agrigento *********** DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Num. 20 del Registro - Seduta del 17/03/2015 Oggetto: Piano di razionalizzazione delle spese di funzionamento

Dettagli

Comune di Mogliano Veneto PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA

Comune di Mogliano Veneto PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA Comune di Mogliano Veneto PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA Triennio 2012/2014 Piano triennale di razionalizzazione della spesa In ottemperanza al disposto dell art. 2, commi da 594 a 599,

Dettagli

Relazione ex art. 26, comma 4 L. 488/99 Anno2012

Relazione ex art. 26, comma 4 L. 488/99 Anno2012 Relazione ex art. 26, comma 4 L. 488/99 Anno2012 Il Segretario Generale Dr. Pierluigi Giuntoli Quadro normativo di riferimento L art. 26 della L. 488/1999 (Legge Finanziaria 2000) regolamenta le procedure

Dettagli

COMUNE DI MOGGIO UDINESE

COMUNE DI MOGGIO UDINESE COMUNE DI MOGGIO UDINESE Provincia di Udine P.ZZA UFFICI, 1 C.F. 8400 1550 304 TEL. 0433 / 51177-51877-51888 www.comune.moggioudinese.ud.it medaglia d'oro al valore civile C.A.P. 33015 P. I.V.A. 01 134

Dettagli

GIUNTA PROVINCIALE DI CREMONA

GIUNTA PROVINCIALE DI CREMONA N. d'ord.630 reg deliberazioni Prot. n. / 151516 GIUNTA PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 15/12/2010 L'anno duemiladieci, questo giorno quindici

Dettagli

COMUNE DI CASSANO VALCUVIA Provincia di VARESE

COMUNE DI CASSANO VALCUVIA Provincia di VARESE INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE AL CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO (Art. 2, commi 594/598 della legge 24/12/2007 n. 244) PIANO TRIENNALE 2011 2013 Vista la Legge 244/2007 (Finanziaria 2008)

Dettagli

FUORI Expo. Eventi AGOSTO SETTEMBRE OTTOBRE 2015. EveNTS August September October 2015. Welcome TO the most famous scenery in the world: Lecco region

FUORI Expo. Eventi AGOSTO SETTEMBRE OTTOBRE 2015. EveNTS August September October 2015. Welcome TO the most famous scenery in the world: Lecco region FUORI Expo green, healthy, smart land. Welcome TO the most famous scenery in the world: Lecco region Eventi AGOSTO SETTEMBRE OTTOBRE 2015 EveNTS August September October 2015 Iniziativa realizzata con

Dettagli

WWW.LMSAS.IT. EdilPadana A PAG 88 VALTELLINA. a pag.86 LE NOSTRE PROPOSTE A PAG. 89. troverete le nostre interessanti proposte!! Le nostre proposte

WWW.LMSAS.IT. EdilPadana A PAG 88 VALTELLINA. a pag.86 LE NOSTRE PROPOSTE A PAG. 89. troverete le nostre interessanti proposte!! Le nostre proposte settimanale d informazione immobiliare EDIZIONE LECCO E PROVINCIA Anno VII - N 17 01 Maggio 2008 MAGNANI IMMOBILIARE EdilPadana 0341.28361 Le nostre proposte a pag.86 Via Ferrari, 5 BARZANO (LC) www.magnaniimmobili.it

Dettagli

COMUNE DI CASALNOCETO Provincia di Alessandria DELIBERAZIONE N. 33 *********** COPIA

COMUNE DI CASALNOCETO Provincia di Alessandria DELIBERAZIONE N. 33 *********** COPIA COMUNE DI CASALNOCETO Provincia di Alessandria DELIBERAZIONE N. 33 *********** COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE del giorno10 Dicembre 2008 OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

COMUNE DI AGAZZANO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI AGAZZANO PROVINCIA DI PIACENZA PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DEI BENI E DELLE STRUTTURE COMUNALI 2010 2012 Art. 2 commi 594 e seguenti della Legge 244/2007 ( Legge Finanziaria 2008

Dettagli