REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI PROFESSIONALI DI IMPORTO INFERIORE AD EURO ,00 ATTINENTI I SERVIZI DI ARCHITETTURA ED INGEGNERIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI PROFESSIONALI DI IMPORTO INFERIORE AD EURO 100.000,00 ATTINENTI I SERVIZI DI ARCHITETTURA ED INGEGNERIA"

Transcript

1 REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI PROFESSIONALI DI IMPORTO INFERIORE AD EURO ,00 ATTINENTI I SERVIZI DI ARCHITETTURA ED INGEGNERIA IN MATERIA DI LAVORI PUBBLICI E I SERVIZI IN MATERIA DI PIANIFICAZIONE URBANISTICA PAESAGGISTICA AMBIENTALE E COMMERCIALE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 95 del 9 dicembre 2010

2 INDICE Articolo 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO Articolo 2 - PRESUPPOSTI PER L AFFIDAMENTO A PROFESSIONISTI ESTERNI Articolo 3 - COMPENSO PROFESSIONALE Articolo 4 - PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E SUCCESSIVI ADEMPIMENTI Articolo 5 - AFFIDAMENTO DIRETTO Articolo 6 - PUBBLICITA Articolo 7 - DISPOSIZIONI FINALI 2

3 Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1. Il presente regolamento disciplina l affidamento degli incarichi professionali esterni attinenti ai servizi di architettura ed ingegneria in materia di lavori pubblici nonché ai servizi in materia di pianificazione urbanistica paesaggistica ambientale e commerciale di importo inferiore ad Euro , Gli incarichi in materia di lavori pubblici riguardano le prestazioni previste dagli articoli 90 e 91 del decreto legislativo 12 aprile 2006 n. 163 e di cui all elenco delle categorie approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 460 del 13 dicembre 2006 e successive modificazioni. 3. L affidamento degli incarichi di cui al predetto comma 1 viene disciplinato ai sensi dell art. 91, comma 2, del decreto legislativo 12 aprile 2006 n nel rispetto dei principi comunitari di non discriminazione, parità di trattamento, proporzionalità e trasparenza fatto salvo quanto previsto al successivo art. 5, mediante procedura on line, avvalendosi per la scelta dell affidatario dell apposito Elenco dei soggetti qualificati istituito in attuazione della deliberazione della Giunta Comunale n. 1 del 10 gennaio 2007 e successive modificazioni, di approvazione delle Linee guida per l affidamento degli incarichi in materia di lavori pubblici. 4. I requisiti e i criteri di iscrizione al predetto Elenco professionale nonché la gestione e revisione dello stesso sono disciplinati dalle disposizioni allo scopo previste dall art. 1 delle suindicate Linee guida, articolo facente parte integrante del presente regolamento e le relative procedure sono espletate dal Settore Gare Contratti Appalti. Art. 2 PRESUPPOSTI PER L AFFIDAMENTO A PROFESSIONISTI ESTERNI 1. L affidamento degli incarichi a professionisti esterni può avvenire nei soli casi tassativamente previsti dall articolo 90, comma 6, del decreto legislativo 12 aprile 2006 n. 163 e di seguito elencati al successivo punto A) per quanto riguarda la materia dei lavori pubblici e al successivo punto B) per quanto riguarda la pianificazione urbanistica paesaggistica ambientale e commerciale: A) lavori pubblici - carenza in organico di personale tecnico abilitato; - difficoltà di rispettare i tempi di programmazione dei lavori; - difficoltà di svolgere le funzioni di istituto; - lavori di speciale complessità, rilevanza architettonica o ambientale; - necessità di predisporre progetti integrali, che richiedano l apporto di una pluralità di competenze; - sussistenza delle condizioni previste dall art. 120, comma 2/bis, del decreto legislativo n. 163/2006 per quanto riguarda gli incarichi di collaudo; B) pianificazione urbanistica paesaggistica ambientale commerciale: - carenza in organico di personale tecnico abilitato o carenza/assenza di personale dotato di conoscenze ed esperienze specialistiche in materia di valutazione ambientale strategica, valutazione di impatto ambientale o valutazione di incidenza ambientale; 3

4 - difficoltà di rispettare i tempi di programmazione dei lavori o dei termini fissati da disposizioni normative e dai piani di livello superiore, nell espletamento di procedimenti pianificazione urbanistica paesaggistica ambientale commerciale; - difficoltà di svolgere le funzioni di istituto; - lavori o atti di pianificazione urbanistica paesaggistica ambientale commerciale di speciale complessità, sotto i diversi profili progettuali e valutativi prescritti dalle disposizioni vigenti o da strumenti di pianificazione di livello superiore; - necessità di predisporre progetti integrali o di pianificazione urbanistica paesaggistica ambientale commerciale di carattere generale, che richiedano l apporto di una pluralità di competenze o di specifiche esperienze o professionalità non presenti nell organico dell ente; 2.L accertamento dei presupposti che giustificano il ricorso all affidamento esterno deve essere effettuato secondo le procedure di seguito indicate, utilizzando i modelli A), B-1) e B-2) 1 allegati al presente regolamento : a) procedimenti di competenza Area Lavori Pubblici: il Dirigente interessato gestirà direttamente l istruttoria per quanto riguarda i propri uffici. Il Servizio Amministrativo Lavori Pubblici, allo scopo richiesto tramite posta elettronica, provvederà all acquisizione delle attestazioni delle Unità Organizzative comunali, dandone comunicazione alla Direzione Area Lavori Pubblici e al Dirigente interessato. Quest ultimo, sulla base della documentazione acquisita, provvederà al rilascio dell attestazione di cui al modello B -1); b) procedimenti di competenza Area Gestione Del Territorio: i Dirigenti delle Unità Organizzative dell Area provvederanno a gestire autonomamente l intero procedimento ed, espletata la relativa istruttoria, al rilascio dell attestazione di cui al modello B-2). 1. i modelli in questione costituiscono un fac-simile da adattare alla tipologia dell incarico da affidare ed altresì alle eventuali particolarità delle singole ipotesi, attenendosi peraltro il più possibile al modello per esigenze di certezza e di uniformità. 3. I dirigenti, allo scopo richiesti, dovranno rilasciare l attestazione di competenza riguardante la propria Unità Organizzativa, sulla base del modello A), nel termine massimo di 7 giorni decorrenti dalla data di invio della nota di richiesta. L attestazione, debitamente sottoscritta, dovrà essere trasmessa, tramite fax o in formato pdf via posta elettronica o con altre modalità telematiche, all Unità Organizzativa istante nel caso di incarico da parte dell Area Gestione del Territorio, al Servizio Amministrativo Lavori Pubblici nel caso di incarichi attinenti la materia dei lavori pubblici per gli adempimenti di cui al precedente punto a). Al fine di assicurare la necessaria speditezza, il decorso del predetto termine dovrà intendersi equivalente al rilascio di attestazione in merito alla non disponibilità delle richieste figure professionali nell ambito di ciascuna Unità Organizzativa interpellata. Nella determinazione di indizione della procedura di gara si darà atto dell acquisizione dell attestazione mediante tale procedura. 4. Nel caso sia possibile conferire l incarico a dipendente in servizio presso Unità Organizzativa diversa da quella interessata, tale incarico potrà espletarsi in orario di servizio, previa autorizzazione del dirigente dell Unità Organizzativa di appartenenza, concordando tempi e modalità di svolgimento delle attività. Tale incarico non darà luogo alla corresponsione di alcun corrispettivo, fatto salvo il riconoscimento dell incentivo ai sensi dell art. 92, comma 5, del decreto legislativo n. 163/

5 Art. 3 COMPENSO PROFESSIONALE 1. L onorario per lo svolgimento delle prestazioni in materia di lavori pubblici, che verrà posto a base della procedura di gara, viene determinato dal dirigente della competente Unità Organizzativa tecnica sulla base delle tariffe professionali vigenti al momento dell indizione della procedura e attualmente contenute nel decreto del Ministero di Giustizia in data 4 aprile L onorario da porre a base della procedura negoziata per lo svolgimento delle prestazioni in materia di pianificazione urbanistica/commerciale, paesaggistica o ambientale viene determinato, in quanto applicabile, sulla base della tariffa nazionale per prestazioni urbanistiche approvata con circolare del Ministero dei lavori Pubblici 1 dicembre 1969 n e successive modificazioni ed integrazioni o sulla base delle deliberazioni orientative delle federazioni regionali o locali dei competenti ordini professionali. Art. 4 PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E SUCCESSIVI ADEMPIMENTI 1. Di regola si procederà al conferimento dell incarico - fatto salvo quanto previsto al successivo comma 5 ed all art. 5 a seguito di indizione di procedura negoziata on line ai sensi dell articolo 91, comma 2, del decreto legislativo 12 aprile 2006 n. 163 secondo il procedimento previsto dall art. 57, comma 6, del predetto decreto legislativo, cui verranno invitati almeno 5 soggetti scelti tra gli iscritti nell Elenco, avvalendosi del criterio della rotazione. 2. Al fine di assicurare il rispetto di tale criterio, il soggetto affidatario di incarico verrà escluso: - per gli incarichi di importo inferiore a ,00 euro per 3 mesi decorrenti dalla data di conferimento del primo incarico; - per gli incarichi di importo superiore a ,00 e fino a ,00 euro, per 6 mesi decorrenti dalla data di conferimento del primo incarico; - per gli incarichi di importo superiore a ,00 euro ed inferiore a ,00 euro per 1 anno decorrente dalla data di conferimento del primo incarico. 3. Nella determinazione dirigenziale di indizione della procedura in questione verrà indicato il compenso da porre a base della procedura stessa calcolato ai sensi del precedente articolo 3, approvati il disciplinare d incarico nel quale vengono specificati l oggetto dell incarico, le condizioni di espletamento dello stesso, gli obblighi del soggetto incaricato e la lettera d invito contenente la descrizione della prestazione da svolgere, l indicazione dei tempi di espletamento e di quant altro sia ritenuto necessario ai fini della completa definizione dell incarico stesso. Tale determinazione verrà pubblicata sul sito internet del Comune di Verona. 4. L incarico verrà conferito - mediante apposita determinazione dirigenziale, cui verrà data idonea pubblicità ai sensi del successivo art. 8 - al soggetto che avrà offerto le condizioni più vantaggiose prevalentemente secondo il criterio del prezzo più basso, procedendo, nel caso di offerte uguali, tramite sorteggio. Rimane salva la facoltà di far 5

6 ricorso al criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa, provvedendo in tal caso alla nomina della commissione giudicatrice ai sensi dell art. 84 del decreto legislativo n. 163/ Rimane comunque in facoltà del Dirigente avvalersi delle procedure ad evidenza pubblica, disciplinate dal decreto legislativo n. 163/2006, nell ipotesi in cui tali procedure, in ragione della complessità dell incarico da conferire, vengano ritenute maggiormente adeguate. 6. Prima della stipula del contratto si procederà alla verifica del possesso in capo al soggetto individuato di tutti i requisiti previsti dall art. 38 del decreto legislativo n.163/ Qualora dovesse essere riscontrata, a seguito delle verifiche eseguite, la non veridicità di quanto dichiarato in sede di iscrizione all Elenco dei professionisti, si procederà alla esclusione del soggetto dalla procedura negoziata in corso ed altresì alla sua cancellazione dall Elenco, nonché all adozione degli ulteriori provvedimenti che si rendessero necessari. Si procederà inoltre alla cancellazione dall Elenco dei soggetti nei confronti dei quali venissero accertati gravi inadempimenti agli obblighi contrattuali. L eventuale successiva reiscrizione sarà oggetto di valutazione da parte dell Amministrazione Comunale. 8. Il Dirigente verifica il corretto svolgimento dell incarico conferito, in particolare quando la progettazione preveda più fasi di sviluppo o, nei procedimenti relativi agli atti di pianificazione, quando è prevista la coprogettazione. Provvede altresì, in caso di accertamento di inadempienze o ritardi, all applicazione delle penali stabilite nel disciplinare ed in caso di grave inadempienza, grave ritardo grave irregolarità potrà procedere alla risoluzione del contratto. Art. 5 AFFIDAMENTO DIRETTO 1.Di regola è vietato l affidamento diretto degli incarichi oggetto del presente regolamento. 2.Tuttavia per gli incarichi di importo inferiore a ,00 euro è possibile procedere anche mediante affidamento diretto nel caso siano richieste competenze specifiche, altamente qualificate o in presenza di circostanze impreviste ed imprevedibili, non imputabili all Amministrazione Comunale, in ordine alle quali deve essere data adeguata motivazione nella determinazione a contrarre. 3. In tale ipotesi il soggetto verrà individuato ai sensi del combinato disposto dall art. 91, comma 2 e dell art. 125, comma 11, del decreto legislativo n. 163/2006. Art. 6 PUBBLICITA La pubblicità degli incarichi conferiti viene effettuata tramite pubblicazione della determinazione di indizione della procedura di gara e della determinazione di affidamento nel sito internet del Comune di Verona, nonché, per gli incarichi attinenti la materia dei lavori pubblici mediante trasmissione del provvedimento all Osservatorio regionale degli appalti per la pubblicazione su apposito sito internet come stabilito dall art. 9, comma 2, della legge Regione Veneto 7 novembre 2003 n. 27 e successive modificazioni in materia di lavori pubblici di interesse regionale. 6

7 Art. 7 DISPOSIZIONI FINALI 1. Si rinvia, per quanto non espressamente regolato nel presente regolamento, al decreto legislativo n. 163/ Ogni altra precedente disposizione non compatibile con quanto previsto nel citato regolamento, deve intendersi abrogata. 7

8 MODELLO A (valevole per entrambe le Aree) Coordinamento/Settore/Servizio OGGETTO: Affidamento incarico professionale esterno in materia di lavori pubblici oppure di pianificazione urbanistica paesaggistica ambientale e commerciale - Attestazione ai sensi dell art. 90, comma 6, del decreto legislativo 12 aprile 2006 n. 163 e successive modificazioni IL DIRIGENTE DEL In riscontro all allegata nota in data con cui si chiede di segnalare gli eventuali nominativi del personale tecnico in servizio presso questa Unità Organizzativa in possesso dei requisiti previsti dalle normative vigenti, ai fini dell espletamento dell incarico di cui alla predetta nota SEGNALA il seguente nominativo: oppure A T T E S T A di aver verificato - esperita apposita istruttoria ai sensi dell art. 2 del regolamento comunale per il conferimento degli incarichi in materia di lavori pubblici e di pianificazione urbanistica ecc. di importo inferiore a ,00 euro che: non sussistono, all interno di questa Unità Organizzativa, figure professionali idonee all espletamento dell incarico in questione, dando atto che nel caso, successivamente al rilascio della presente attestazione, venissero acquisite tali figure professionali e non sussistessero le condizioni ostative di cui al successivo punto, verrà data tempestiva comunicazione del relativo nominativo oppure le figure professionali in possesso dei requisiti di legge, in servizio presso questa Unità Organizzativa, non possono espletare l incarico in oggetto in ragione dell attuale carico di lavoro che non consente l assunzione di ulteriori attività, essendo tale personale totalmente impegnato nello svolgimento dei compiti di istituto. data Il Dirigente 8

9 Area Lavori Pubblici Coordinamento/Settore/Servizio MODELLO B-1) Lavori Pubblici OGGETTO: Lavori di - Attestazione ai sensi dell art. 90, comma 6, del decreto legislativo 12 aprile 2006 n. 163 e successive modificazioni IL DIRIGENTE in qualità di Responsabile del Procedimento ai sensi dell art. 10 del decreto legislativo n. 163/2006 Premesso che questa Unità Organizzativa ha necessità di provvedere - ai sensi degli artt. 90, 91 e 120, comma 2/bis, del decreto legislativo n. 163/ all affidamento dell incarico di progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva di direzione dei lavori ovvero di coordinatore in materia di sicurezza e salute durante la progettazione e l esecuzione dei lavori ovvero di verifica/validazione del progetto ovvero di collaudo dei lavori ecc. (la tipologia degli incarichi è indicata nei predetti artt. 90 e 91 del decreto legislativo n. 163/2006) C E R T I F I C A che - esperita apposita istruttoria ai sensi dell art. 2 del regolamento comunale per il conferimento degli incarichi esterni in materia di lavori pubblici e di pianificazione urbanistica di importo inferiore a ,00 euro - il personale in servizio presso questa Unità Organizzativa non è in grado di provvedere direttamente allo svolgimento delle attività professionali sopra indicate: in ragione della carenza in organico di personale tecnico in possesso dei necessari requisiti di legge (ad es: il coordinatore per la sicurezza deve essere in possesso dei requisiti stabiliti dal decreto legislativo n. 81/2008 e successive modificazioni) in ragione dell attuale carico di lavoro che non consente l assunzione di ulteriori attività da parte del personale in servizio, totalmente impegnato nell espletamento dei compiti di istituto in ragione della difficoltà di rispettare i tempi della programmazione trattandosi di lavori di speciale complessità o rilevanza architettonica o ambientale dovendosi predisporre un progetto integrale, richiedente l apporto di una pluralità di competenze A T T E S T A la sussistenza, per quanto riguarda la propria Unità Organizzativa, delle condizioni di legittimità che - in base all art. 90, comma 6, del decreto legislativo n. 163/ giustificano l affidamento 9

10 dell incarico in questione a soggetti esterni all Amministrazione Comunale in possesso dei requisiti previsti dalle vigenti normative. (per gli incarichi di collaudo ai sensi dell art. 120 del decreto legislativo n. 163/2006) A T T E S T A La sussistenza delle ulteriori condizioni previste dall art. 120, comma 2/bis, del decreto legislativo n. 163/2006 che consentono il ricorso ad affidamento esterno alle amministrazioni aggiudicatrici ed altresì P R E N D E A T T O che i dirigenti delle Unità Organizzative delle Aree comunali, allo scopo richiesti, hanno rilasciato apposite attestazioni dalle quali risulta che: non sussistono figure professionali idonee all espletamento dell incarico in questione all interno dell Unità Organizzativa di competenza oppure le figure professionali in possesso dei requisiti di legge, in servizio presso le predette Unità Organizzative, non possono espletare l incarico in oggetto in ragione del carico di lavoro che non consente l assunzione di ulteriori attività essendo tale personale totalmente impegnato nello svolgimento dei compiti di istituto. data Il Dirigente 10

11 MODELLO B-2) Gestione Territorio Area Gestione del Territorio OGGETTO: - Affidamento incarico professionale esterno in materia di pianificazione urbanistica paesaggistica ambientale e commerciale - Attestazione ai sensi dell art. 90, comma 6, del decreto legislativo 12 aprile 2006 n. 163 e successive modificazioni IL DIRIGENTE in qualità di Responsabile del Procedimento ai sensi dell art. 10 del decreto legislativo n. 163/2006 Premesso che questo ha necessità di provvedere - ai sensi degli artt. 90 e 91 del decreto legislativo 12 aprile 2006 n. 163 e successive modificazioni - all affidamento dell incarico di pianificazione C E R T I F I C A che - esperita apposita istruttoria ai sensi dell art. 2 del regolamento comunale per il conferimento degli incarichi in materia di lavori pubblici e di pianificazione urbanistica di importo inferiore a ,00 euro - il personale in servizio presso questo non è in grado di provvedere direttamente allo svolgimento delle attività professionali sopra indicate: in ragione della carenza in organico di personale tecnico abilitato o carenza/assenza di personale dotato di conoscenze ed esperienze specialistiche in materia di valutazione ambientale strategica, valutazione di impatto ambientale o valutazione di incidenza ambientale in ragione della difficoltà di rispettare i tempi di programmazione dei lavori o dei termini fissati da disposizioni normative e dai piani di livello superiore, nell espletamento di procedimenti di pianificazione urbanistica paesaggistica ambientale commerciale in ragione della difficoltà di svolgere le funzioni di istituto trattandosi di lavori o atti di pianificazione urbanistica paesaggistica ambientale commerciale di speciale complessità, sotto i diversi profili progettuali e valutativi prescritti dalle disposizioni vigenti o da strumenti di pianificazione di livello superiore per la necessità di predisporre progetti integrali o di pianificazione urbanistica paesaggistica ambientale commerciale di carattere generale, che richiedono l apporto di una pluralità di competenze o di specifiche esperienze o professionalità non presenti nell organico dell ente 11

12 A T T E S T A la sussistenza, per quanto riguarda il proprio, delle condizioni di legittimità che - in base all art. 90, comma 6, del decreto legislativo 12 aprile 2006 n. 163 e successive modificazioni - giustificano l affidamento dell incarico in questione a soggetti esterni all Amministrazione Comunale in possesso dei requisiti previsti dalle vigenti normative. e altresì P R E N D E A T T O che i dirigenti delle Aree comunali interessate, allo scopo richiesti, hanno rilasciato apposite attestazioni dalle quali risulta che: non sussistono figure professionali idonee all espletamento dell incarico in questione all interno delle Unità Organizzative di competenza oppure le figure professionali in possesso dei requisiti di legge, in servizio presso le predette Unità Organizzative, non possono espletare l incarico in oggetto in ragione del carico di lavoro che non consente l assunzione di ulteriori attività essendo tale personale totalmente impegnato nello svolgimento dei compiti di istituto. Data Il Dirigente 12

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DELL ELENCO PROFESSIONISTI PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI IMPORTO INFERIORE A 100.000,00 EURO

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DELL ELENCO PROFESSIONISTI PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI IMPORTO INFERIORE A 100.000,00 EURO REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DELL ELENCO PROFESSIONISTI PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI IMPORTO INFERIORE A 100.000,00 EURO Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 32 del 13/07/2007

Dettagli

Comune di Carovigno Provincia di Brindisi Via Verdi, 1-72012 Carovigno - Telefax: 0831.992020 - Internet: http://www.comune.carovigno.br.

Comune di Carovigno Provincia di Brindisi Via Verdi, 1-72012 Carovigno - Telefax: 0831.992020 - Internet: http://www.comune.carovigno.br. Comune di Carovigno Provincia di Brindisi Via Verdi, 1-72012 Carovigno - Telefax: 0831.992020 - Internet: http://www.comune.carovigno.br.it Servizio Gestione del Territorio Avviso pubblico per integrazione

Dettagli

ART. 1. PRINCIPI CARATTERE GENERALE. NORMATIVA.

ART. 1. PRINCIPI CARATTERE GENERALE. NORMATIVA. ART. 1. PRINCIPI CARATTERE GENERALE. NORMATIVA. L Amministrazione Comunale nel rispetto della normativa vigente, intende determinare con il presente regolamento le modalità ed i criteri di conferimento

Dettagli

REGOLAMENTO LAVORI, SERVIZI, FORNITURE E SERVIZI TECNICI IN ECONOMIA ART. 125 D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.

REGOLAMENTO LAVORI, SERVIZI, FORNITURE E SERVIZI TECNICI IN ECONOMIA ART. 125 D.Lgs. 163/2006 e s.m.i. Approvato con Determinazione del Direttore n. 007/DD del 22.01.2013 REGOLAMENTO LAVORI, SERVIZI, FORNITURE E SERVIZI TECNICI IN ECONOMIA ART. 125 D.Lgs. 163/2006 e s.m.i. ARTICOLO. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO....

Dettagli

REGOLAMENTO. Città di Follonica

REGOLAMENTO. Città di Follonica Città di Follonica per l affidamento di incarichi professionali e di collaborazione di elevata professionalità di cui al Decreto Legislativo 165/2001 e per incarichi di prestazione di servizi di cui al

Dettagli

ART. 1 SCOPO ED ARTICOLAZIONE DEL REGOLAMENTO

ART. 1 SCOPO ED ARTICOLAZIONE DEL REGOLAMENTO REGOLAMENTO PER CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI, SPESE DI SPONSORIZZAZIONE, SPESE PER RELAZIONI PUBBLICHE, CONVEGNI, MOSTRE, PUBBLICITÀ E RAPPRESENTANZA. ART. 1 SCOPO ED ARTICOLAZIONE DEL REGOLAMENTO

Dettagli

fieremilia s.r.l. a socio unico Corso Garibaldi, 59 REGGIO EMILIA

fieremilia s.r.l. a socio unico Corso Garibaldi, 59 REGGIO EMILIA fieremilia s.r.l. a socio unico Corso Garibaldi, 59 REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE, STUDIO, RICERCA, CONSULENZA E PER LA SELEZIONE DEL PERSONALE. 1. Premessa

Dettagli

90 91 163/2006 1. OGGETTO DELL AVVISO

90 91 163/2006 1. OGGETTO DELL AVVISO Oggetto: AVVISO PUBBLICO PER LA RIAPERTURA DEI TERMINI PER ISCRIVERSI ALL ELENCO DI PROFESSIONISTI PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI DI PROGETTAZIONE E ALTRI SERVIZI CONNESSI DI IMPORTO INFERIORE A 100.000,00

Dettagli

DIREZIONE LAVORI PUBBLICI Servizio Amministrativo Ufficio Appalti Via Pasini, 76 3605 SCHIO Tel 0445 691318 691325 fax 0445-531075

DIREZIONE LAVORI PUBBLICI Servizio Amministrativo Ufficio Appalti Via Pasini, 76 3605 SCHIO Tel 0445 691318 691325 fax 0445-531075 DIREZIONE LAVORI PUBBLICI Servizio Amministrativo Ufficio Appalti Via Pasini, 76 3605 SCHIO Tel 0445 691318 691325 fax 0445-531075 Prot. n. 56236 3 ottobre 2008 AVVISO PUBBLICO DI PREINFORMAZIONE (art.

Dettagli

BANDO DI ABILITAZIONE PER LA PARTECIPAZIONE ALLE GARE ON LINE per i servizi di architettura, ingegneria ed assimilati.

BANDO DI ABILITAZIONE PER LA PARTECIPAZIONE ALLE GARE ON LINE per i servizi di architettura, ingegneria ed assimilati. Gare-Contratti-Appalti BANDO DI ABILITAZIONE PER LA PARTECIPAZIONE ALLE GARE ON LINE per i servizi di architettura, ingegneria ed assimilati. Il Comune di Verona ha istituito l albo dei soggetti abilitati

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE E TENUTA DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI QUALIFICATI (approvato con delibera n.42 del CDA del 17/12/2008)

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE E TENUTA DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI QUALIFICATI (approvato con delibera n.42 del CDA del 17/12/2008) REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE E TENUTA DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI QUALIFICATI (approvato con delibera n.42 del CDA del 17/12/2008) PER LA PRESELEZIONE DELLE IMPRESE DA INVITARE ALLE PROCEDURE

Dettagli

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA SERVIZIO AMMINISTRATIVO

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA SERVIZIO AMMINISTRATIVO COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA SERVIZIO AMMINISTRATIVO DETERMINAZIONE NR. 48 DEL 28.3.2013 OGGETTO: Appalto servizio pulizie Sedi Comunali 2013/2014. Determinazione a contrarre ai sensi dell

Dettagli

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA AVVISO ESPLORATIVO Oggetto: Fornitura di energia elettrica e servizi connessi per sessantacinque utenze intestate all EFS. - Importo complessivo annuo stimato 37.000,00 oltre iva di legge. - Procedura

Dettagli

DIRETTIVA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ATTINENTI ALL ARCHITETTURA ED ALL INGEGNERIA, ANCHE INTEGRATA, DI IMPORTO COMPLESSIVO PRESUNTO INFERIORE A 100

DIRETTIVA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ATTINENTI ALL ARCHITETTURA ED ALL INGEGNERIA, ANCHE INTEGRATA, DI IMPORTO COMPLESSIVO PRESUNTO INFERIORE A 100 DIRETTIVA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ATTINENTI ALL ARCHITETTURA ED ALL INGEGNERIA, ANCHE INTEGRATA, DI IMPORTO COMPLESSIVO PRESUNTO INFERIORE A 100.000,00 EURO, OGNI ONERE ESCLUSO. (Decreto Rettorale

Dettagli

PROGETTO BIKE SHARING E BIKE SAVING IMPORTO COMPLESSIVO DI PROGETTO 536.328,00

PROGETTO BIKE SHARING E BIKE SAVING IMPORTO COMPLESSIVO DI PROGETTO 536.328,00 AVVISO PUBBLICO PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI PROFESSIONISTI DA INVITARE PER L AFFIDAMENTO DI INCARICO DI PROGETTAZIONE DEFINITIVA, ESECUTIVA E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO PER LA PROGETTAZIONE E L INNOVAZIONE EX ART. 93, D.LGS. N. 163 DEL 12/04/2006 e s.m.i.

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO PER LA PROGETTAZIONE E L INNOVAZIONE EX ART. 93, D.LGS. N. 163 DEL 12/04/2006 e s.m.i. REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO PER LA PROGETTAZIONE E L INNOVAZIONE EX ART. 93, D.LGS. N. 163 DEL 12/04/2006 e s.m.i. Premessa Ai sensi dell art. 93, comma 7 bis del D.Lgs. 163/2006, l Università

Dettagli

Comune di Bassano del Grappa

Comune di Bassano del Grappa Comune di Bassano del Grappa DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Registro Unico 1358 / 2015 Area A1 - Area Risorse, Sviluppo OGGETTO: DETERMINA A CONTRARRE PER L AFFIDAMENTO DIRETTO DEL SERVIZIO DI ANALISI E COSTITUZIONE

Dettagli

Procedure negoziate di affidamento dei servizi tecnici

Procedure negoziate di affidamento dei servizi tecnici Procedure negoziate di affidamento dei servizi tecnici Avv. Alessandro Massari Roma, 17 dicembre 2011 Avv. Alessandro Massari 1 LE NUOVE SOGLIE COMUNITARIE DAL 1.1.2012 Nuove soglie approvate con Regolamento

Dettagli

V SETTORE TECNICO E TECNICO-MANUTENTIVO

V SETTORE TECNICO E TECNICO-MANUTENTIVO COMUNE DI CALTABELLOTTA PROVINCIA DI AGRIGENTO N. Reg. Gen. 127 dell 11/05/2012 Impegno n. del V SETTORE TECNICO E TECNICO-MANUTENTIVO Determinazione del responsabile di settore Oggetto: Lavori di Consolidamento

Dettagli

Determinazione del Dirigente del Servizio Progettazione ed Esecuzione Interventi Edilizia Scolatica

Determinazione del Dirigente del Servizio Progettazione ed Esecuzione Interventi Edilizia Scolatica Determinazione del Dirigente del Servizio Progettazione ed Esecuzione Interventi Edilizia Scolatica SERVIZIO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE N. 1-45329 / 2010 OGGETTO: COMPLESSO SCOLASTICO DEL BAROCCHIO GRUGLIASCO.

Dettagli

UNIVERSITA PER STRANIERI DI PERUGIA

UNIVERSITA PER STRANIERI DI PERUGIA UNIVERSITA PER STRANIERI DI PERUGIA REGOLAMENTO PER GLI INCARICHI DI PROGETTAZIONE ESTERNA di importo inferiore a 100.000 Euro, per la realizzazione di Opere Pubbliche (Approvato con deliberazione del

Dettagli

approvato all adunanza del 18 marzo 2013

approvato all adunanza del 18 marzo 2013 REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI INDIVIDUALI DI COLLABORAZIONE AUTONOMA A SOGGETTI ESTRANEI ALL AMMINISTRAZIONE DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI BOLOGNA approvato all adunanza del 18 marzo 2013 ARTICOLO

Dettagli

DISCIPLINARE DI QUALIFICAZIONE delle Imprese in grado di svolgere servizi di pulizia degli edifici ed aree aziendali

DISCIPLINARE DI QUALIFICAZIONE delle Imprese in grado di svolgere servizi di pulizia degli edifici ed aree aziendali DISCIPLINARE DI QUALIFICAZIONE delle Imprese in grado di svolgere servizi di pulizia degli edifici ed aree aziendali 1) Oggetto del Sistema di qualificazione Il presente atto regola, ai sensi del D.Lgs..

Dettagli

L.R. 12/2003, art. 4 B.U.R. 24/3/2010, n. 12 L.R. 14/2002, art. 23. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 marzo 2010, n. 051/ Pres.

L.R. 12/2003, art. 4 B.U.R. 24/3/2010, n. 12 L.R. 14/2002, art. 23. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 marzo 2010, n. 051/ Pres. L.R. 12/2003, art. 4 B.U.R. 24/3/2010, n. 12 L.R. 14/2002, art. 23 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 marzo 2010, n. 051/ Pres. Regolamento per l acquisizione in economia di lavori e servizi attinenti

Dettagli

- che l'invito alla procedura di cui al predetto punto va rivolto ad almeno cinque soggetti;

- che l'invito alla procedura di cui al predetto punto va rivolto ad almeno cinque soggetti; AVVISO PUBBLICO, AI SENSI DEGLI ARTT. 90 e 91 D.LGS. 163/06 E 267 C. 7 D.P.R. 207/2010 INDAGINE DI MERCATO RELATIVA ALL AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI PROGETTAZIONE PRELIMINARE, DEFINITIVA E ESECUTIVA, DI

Dettagli

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA AVVISO DI SELEZIONE PER CONFERIMENTO INCARICO DI SERVIZI ATTINENTI L INGEGNERIA E L ARCHITETTURA DI IMPORTO INFERIORE A 100.000,00 EURO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

DISCIPLINARE DI QUALIFICAZIONE delle Imprese in grado di svolgere servizi di pulizia degli edifici ed aree aziendali

DISCIPLINARE DI QUALIFICAZIONE delle Imprese in grado di svolgere servizi di pulizia degli edifici ed aree aziendali DISCIPLINARE DI QUALIFICAZIONE delle Imprese in grado di svolgere servizi di pulizia degli edifici ed aree aziendali 1) Oggetto del Sistema di qualificazione Il presente atto regola, ai sensi del D.Lgs..

Dettagli

Azienda Speciale della Camera di Commercio PromImperia Via T. Schiva n. 29 18100 Imperia www.promimperia.it

Azienda Speciale della Camera di Commercio PromImperia Via T. Schiva n. 29 18100 Imperia www.promimperia.it Oggetto: AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DI UN ALBO DI OPERATORI ECONOMICI PER L AFFIDAMENTO IN ECONOMIA DI SERVIZI RELATIVI ALLA PROGETTAZIONE E ANIMAZIONE DI PROGETTUALITA FINANZIATE CON FONDI EUROPEI

Dettagli

CAPO I PROGETTAZIONE DI OPERE E LAVORI PUBBLICI

CAPO I PROGETTAZIONE DI OPERE E LAVORI PUBBLICI DISCIPLINA PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO PER LA PROGETTAZIONE O PER LA REDAZIONE DI ATTI DI PIANIFICAZIONE EX. ART. 18 LEGGE 109/94 E SUCCESSIVE INTEGRAZIONI AGGIORNATO ALLA LEGGE 415/98 e s.m.i.

Dettagli

ASSET CAMERA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEI FORNITORI. Art. 1 ISTITUZIONE E FINALITÀ DELL ELENCO

ASSET CAMERA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEI FORNITORI. Art. 1 ISTITUZIONE E FINALITÀ DELL ELENCO ASSET CAMERA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEI FORNITORI Art. 1 ISTITUZIONE E FINALITÀ DELL ELENCO Ai sensi dell art. 125 comma 12 del D. Lgs. n. 163 del 2006 e s.m.i., avente ad oggetto il Codice

Dettagli

ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. n. 163/2006 DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. DIRETTIVA GENERALE

ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. n. 163/2006 DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. DIRETTIVA GENERALE Allegato n. 1 alla Delib.G.R. n. 38/12 del 30.9.2014 ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. n. 163/2006 DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. DIRETTIVA GENERALE SOMMARIO

Dettagli

COMUNE DI POGGIBONSI SETTORE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI. C:\Users\rodania\AppData\Local\Temp\Avviso pubblico incarichi professionisti.

COMUNE DI POGGIBONSI SETTORE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI. C:\Users\rodania\AppData\Local\Temp\Avviso pubblico incarichi professionisti. COMUNE DI POGGIBONSI Piazza Cavour, n. 2 Tel. 0577 / 9861 53036 POGGIBONSI Fax 0577/ 986361 codice fiscale 00097460521 Fax 0577/986329 Email operepubbliche@comune.poggibonsi.si.it SETTORE LAVORI PUBBLICI

Dettagli

COMUNE DI MARTELLAGO - PROVINCIA DI VENEZIA -

COMUNE DI MARTELLAGO - PROVINCIA DI VENEZIA - SETTORE GESTIONE DEL TERRITORIO SERVIZIO MANUTENZIONE DEL PATRIMONIO Prot. 14527/MAN Martellago lì, 17/06/2015 AVVISO PUBBLICO PER L'ISTITUZIONE E L'AGGIORNAMENTO DELL'ELENCO DI OPERATORI ECONOMICI PER

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO FORNITORI DI PADANIA ACQUE GESTIONE S.P.A.

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO FORNITORI DI PADANIA ACQUE GESTIONE S.P.A. REGOLAMENTO PADANIA ACQUE GESTIONE S.P.A. RE02.PGAP01 Pag. 1 a 7 REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO FORNITORI DI PADANIA ACQUE GESTIONE S.P.A. REGOLAMENTO PADANIA ACQUE GESTIONE S.P.A.

Dettagli

COMUNE DI RAGALNA. Provincia di Catania. Via Paternò n 32 tel 095/7985111 fax 095/7985102

COMUNE DI RAGALNA. Provincia di Catania. Via Paternò n 32 tel 095/7985111 fax 095/7985102 1 COMUNE DI RAGALNA Provincia di Catania Via Paternò n 32 tel 095/7985111 fax 095/7985102 REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE E TENUTA DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI QUALIFICATI PER LA PRESELEZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO Elenco elettronico degli operatori economici. Albo Fornitori

REGOLAMENTO Elenco elettronico degli operatori economici. Albo Fornitori REGOLAMENTO Elenco elettronico degli operatori economici Albo Fornitori INDICE ART. 1 PREMESSA 3 ART. 2 OGGETTO 3 ART. 3 STRUTTURA DELL ALBO 3 ART.4 REQUISITI PER L ISCRIZIONE 3 ART. 5 MODALITA DI ISCRIZIONE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO. Pagina 1 di 5

AVVISO PUBBLICO. Pagina 1 di 5 AVVISO PUBBLICO ISTITUZIONE ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI A CUI ATTINGERE PER L INVITO NELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO DI CONTRATTI PUBBLICI, CON PROCEDURA NEGOZIATA O IN ECONOMIA, RELATIVI A LAVORI,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. 163/2006

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. 163/2006 REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. 163/2006 1. OGGETTO E FINALITA Ai sensi e per gli effetti dell art. 125, comma 8

Dettagli

Revisione Delibera del Consiglio di Amministrazione n. 7 del 13/10/2011. TITOLO I Disposizioni Generali. Art. 1 Ambito di Applicazione e Fonti

Revisione Delibera del Consiglio di Amministrazione n. 7 del 13/10/2011. TITOLO I Disposizioni Generali. Art. 1 Ambito di Applicazione e Fonti Regolamento per l affidamento di lavori, servizi e forniture di importo inferiore alle soglie comunitarie Delibera del Consiglio di Amministrazione n.02 del 23/03/2010 Revisione Delibera del Consiglio

Dettagli

Comune di Baranzate Provincia di Milano

Comune di Baranzate Provincia di Milano Comune di Baranzate Provincia di Milano Area Segreteria Generale Personale - CED REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INCARICHI AGLI AVVOCATI ESTERNI ALL ENTE Approvato con delibera di Giunta Comunale

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture

Ministero delle Infrastrutture Ministero delle Infrastrutture DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE STATALI, L EDILIZIA E LA REGOLAZIONE DEI LAVORI PUBBLICI Direzione generale per la regolazione dei lavori pubblici CIRCOLARE N. 24734 Del

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE SOTTO I 40.000 EURO

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE SOTTO I 40.000 EURO REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE SOTTO I 40.000 EURO Sede Legale ed Amministrativa: Via Biagio di Montluc 2, 53100 Siena (SI) - Tel 0577 48154 Fax 0577 42449 Capitale Sociale

Dettagli

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato ha per oggetto l appalto del servizio professionale

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE SANTOBONO-PAUSILIPON VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 CONTRATTO RELATIVO ALL AFFIDAMENTO ANNUALE (PROROGABILE DI UN ULTERIORE ANNO)

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL DLG. 163/06. Dell A.L.E.R.

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL DLG. 163/06. Dell A.L.E.R. Approvato con atto del Direttore Generale n 102/13 REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL DLG. 163/06 Dell A.L.E.R. DI PAVIA 1.

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 29 MAGGIO 2014 236/2014/A AVVIO DI UNA PROCEDURA DI GARA APERTA, IN AMBITO NAZIONALE, FINALIZZATA ALLA STIPULA DI UN CONTRATTO DI APPALTO AVENTE AD OGGETTO LO SVOLGIMENTO DI SERVIZI DI TRADUZIONE

Dettagli

CITTA DI MONTEIASI Provincia di Taranto

CITTA DI MONTEIASI Provincia di Taranto CITTA DI MONTEIASI Provincia di Taranto Prot. 3374 UFFICIO TECNICO SETTORE LAVORI PUBBLICI (Tel. 099/5908960 fax: 099/5901183) AVVISO PUBBLICO Formazione elenco di professionisti per l affidamento di incarichi

Dettagli

Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali

Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO, LA TENUTA E L AGGIORNAMENTO DEL NUOVO ALBO DEGLI ESPERTI E DEI COLLABORATORI DI AGENAS E PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI CONFERIMENTO DEGLI INCARICHI. DISPOSIZIONI

Dettagli

PARTE I DISPOSIZIONI GENERALI ARTICOLO 1 OBIETTIVI E FINALITÀ.

PARTE I DISPOSIZIONI GENERALI ARTICOLO 1 OBIETTIVI E FINALITÀ. Regolamento degli incentivi per la progettazione e la gestione interna di lavori pubblici e strumenti urbanistici (Approvato con deliberazione n. 3/GM del 5.1.2012) PARTE I DISPOSIZIONI GENERALI ARTICOLO

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Lavori Pubblici e Mobilità Urbana DIRETTORE PAGLIARINI ing. MARCO Numero di registro Data dell'atto 1984 10/12/2015 Oggetto : Conferimento d'incarico professionale

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL DLG

LINEE GUIDA PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL DLG LINEE GUIDA PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL DLG. 163/06 Art. 1 NORMATIVA APPLICABILE, OGGETTO E FINALITA Art. 1 NORMATIVA APPLICABILE,

Dettagli

AVVISO PUBBLICO ISTITUZIONE DI ELENCHI DI OPERATORI ECONOMICI DA CONSULTARE PER L AFFIDAMENTO DELL ESECUZIONE DI LAVORI MEDIANTE PROCEDURA NEGOZIATA

AVVISO PUBBLICO ISTITUZIONE DI ELENCHI DI OPERATORI ECONOMICI DA CONSULTARE PER L AFFIDAMENTO DELL ESECUZIONE DI LAVORI MEDIANTE PROCEDURA NEGOZIATA AVVISO PUBBLICO ISTITUZIONE DI ELENCHI DI OPERATORI ECONOMICI DA CONSULTARE PER L AFFIDAMENTO DELL ESECUZIONE DI LAVORI MEDIANTE PROCEDURA NEGOZIATA ART. 1 - OGGETTO 1. Il Comune di Formigine e la Formigine

Dettagli

CONVENZIONE DI SERVIZIO DELLA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI RELATIVI AI SERVIZI DI tra

CONVENZIONE DI SERVIZIO DELLA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI RELATIVI AI SERVIZI DI tra COMUNE DI CUNEO SETTORE ELABORAZIONE DATI ED ATTIVITA PRODUTTIVE Via Roma 28, 12100 CUNEO CONVENZIONE DI SERVIZIO DELLA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI RELATIVI AI SERVIZI DI tra Il Comune di Cuneo,

Dettagli

1. Il presente regolamento ha lo scopo di recepire i principi previsti per le pubbliche amministrazioni in materia di limiti ad alcune tipologie di spesa di cui al comma 2, in esecuzione della deliberazione

Dettagli

Zètema Progetto Cultura S.r.l. REGOLAMENTO ACQUISTI E SPONSORIZZAZIONI

Zètema Progetto Cultura S.r.l. REGOLAMENTO ACQUISTI E SPONSORIZZAZIONI Zètema Progetto Cultura S.r.l. REGOLAMENTO ACQUISTI E SPONSORIZZAZIONI 28 marzo 2014 INDICE Art. 1- Premessa e principi.. 3 Art. 2 - Individuazione della procedura di acquisto.. 3 Art. 3 - Responsabile

Dettagli

Regolamento per l istituzione e la gestione dell Albo Fornitori

Regolamento per l istituzione e la gestione dell Albo Fornitori Regolamento per l istituzione e la gestione dell Albo Fornitori Prot. n. 4010 del 06/08/2013 Regolamento per l istituzione e la gestione dell Albo Fornitori Premessa Sogesid SpA, nel rispetto dei principi

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE, STUDIO, RICERCA O CONSULENZA

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE, STUDIO, RICERCA O CONSULENZA REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE, STUDIO, RICERCA O CONSULENZA INDICE Articolo 1 Finalità ed ambito di applicazione Articolo 2 Tipologia di incarichi Articolo 3 Presupposti

Dettagli

COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI SERVIZIO TECNICO C O P I A DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO N. 49 del 29/01/2014 del registro generale OGGETTO: DETERMINA A CONTRATTARE PER L'ACQUISIZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO RELATIVO ALL ENTITA, MODALITA E CRITERI DI RIPARTIZIONE DEGLI INCENTIVI PREVISTI DALL ART.92, COMMA 5 DEL D. LGS

REGOLAMENTO RELATIVO ALL ENTITA, MODALITA E CRITERI DI RIPARTIZIONE DEGLI INCENTIVI PREVISTI DALL ART.92, COMMA 5 DEL D. LGS 65 REGOLAMENTO RELATIVO ALL ENTITA, MODALITA E CRITERI DI RIPARTIZIONE DEGLI INCENTIVI PREVISTI DALL ART.92, COMMA 5 DEL D. LGS. 163/06 PER LE OPERE, I LAVORI E GLI ATTI DI PIANIFICAZIONE DI COMPETENZA

Dettagli

Art. 1. Definizioni. Art. 2. Ente Aggiudicatore.

Art. 1. Definizioni. Art. 2. Ente Aggiudicatore. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI AUTORIMESSA PROVINCIALE RELATIVI AL TRASPORTO DI FUNZIONARI E AMMINISTRATORI PROVINCIALI PER IL PERIODO DAL 1 AGOSTO 2007 AL 31 DICEMBRE 2012

Dettagli

COMUNE DI PISA. DIREZIONE FINANZE PROVVEDITORATO AZIENDE UO Economato Provveditorato Autoparco Comunale

COMUNE DI PISA. DIREZIONE FINANZE PROVVEDITORATO AZIENDE UO Economato Provveditorato Autoparco Comunale COMUNE DI PISA DIREZIONE FINANZE PROVVEDITORATO AZIENDE UO Economato Provveditorato Autoparco Comunale OGGETTO: Accordo Quadro per la Fornitura di cancelleria e consumabili per gli uffici dell Ente mediante

Dettagli

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città Prot. n. Cagliari, Spett. le Via Cap - Città OGGETTO: Procedura di affidamento diretto del servizio in economia inerente all imputazione sul SIL Sardegna dei dati relativi allo stato di attuazione degli

Dettagli

C O M U N E D I L A V I S (Provincia di Trento)

C O M U N E D I L A V I S (Provincia di Trento) C O M U N E D I L A V I S (Provincia di Trento) REGOLAMENTO PER L AFFIDO DI INCARICHI DI CONSULENZA, STUDIO, RICERCA E COLLABORAZIONI COORDINATE E CONTINUATIVE Approvato con deliberazione consiliare numero

Dettagli

N. REP. 608876 del 02/09/2014 DETERMINAZIONE N. 848/142 del 02/09/2014 Pag. 1/6

N. REP. 608876 del 02/09/2014 DETERMINAZIONE N. 848/142 del 02/09/2014 Pag. 1/6 N. REP. 608876 del 02/09/2014 DETERMINAZIONE N. 848/142 del 02/09/2014 Pag. 1/6 Oggetto: Scuola IV Novembre lavori di manutenzione straordinaria della copertura. Variazione di q.t.e. e determinazione a

Dettagli

PROTOCOLLO DI AZIONE VIGILANZA COLLABORATIVA CON LA REGIONE CAMPANIA PREMESSO CHE

PROTOCOLLO DI AZIONE VIGILANZA COLLABORATIVA CON LA REGIONE CAMPANIA PREMESSO CHE PROTOCOLLO DI AZIONE VIGILANZA COLLABORATIVA CON LA REGIONE CAMPANIA PREMESSO CHE - L art. 19 del decreto legge 24 giungo 2014 n. 90, convertito con modificazioni dalla l. 11 agosto 2014, n. 114, ha ridefinito

Dettagli

Criteri e Regole per l istituzione e la gestione dell Elenco Fornitori

Criteri e Regole per l istituzione e la gestione dell Elenco Fornitori Criteri e Regole per l istituzione e la gestione dell Elenco Fornitori 1. Premessa L Istituto per il Credito Sportivo (di seguito anche Istituto o ICS ) intende istituire e disciplinare un Elenco di operatori

Dettagli

DETERMINAZIONE N.115/2013

DETERMINAZIONE N.115/2013 COMUNE DI PAVIA DI UDINE P r o v i n c i a d i U d i n e w w w. c o m u n e. p a v i a d i u d i n e. u d. i t AREA TECNICA E GESTIONE DEL TERRITORIO Piazza Julia, 1-33050 Lauzacco C. F. e P. I. V. A.

Dettagli

COMUNE DI ALTOPASCIO

COMUNE DI ALTOPASCIO COMUNE DI ALTOPASCIO PROVINCIA DI LUCCA C.A.P. 55011 tel. 0583 / 216455 c.f. 00197110463 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO per affidamento incarico del servizio di brokeraggio assicurativo 1 INDICE ART.1 Oggetto

Dettagli

COMUNE DI TURRIACO. Provincia di Gorizia

COMUNE DI TURRIACO. Provincia di Gorizia Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI E DEI SOGGETTI ABILITATI AI SERVIZI DI INGEGNERIA ED ARCHITETTURA Approvato con deliberazione consiliare n.. di

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE DI CUI AL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE DI CUI AL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE DI CUI AL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI Art. 1: Ambito di applicazione. CAPO 1 Oggetto e soggetti Il presente Regolamento definisce

Dettagli

COMUNE DI PIETRAPERZIA

COMUNE DI PIETRAPERZIA COMUNE DI PIETRAPERZIA PROVINCI DI ENNA BANDO DI GARA OGGETTO: Affidamento del servizio Assistenza domiciliare anziani nel Comune di Pietraperzia in esecuzione della Delibera di Giunta Comunale n. 105

Dettagli

Comune di Prato. Concorso di progettazione in fase unica: Parco Cimiteriale e Tempio Crematorio a Chiesanuova, nel Comune di Prato

Comune di Prato. Concorso di progettazione in fase unica: Parco Cimiteriale e Tempio Crematorio a Chiesanuova, nel Comune di Prato Comune di Prato Servizio Edilizia Pubblica e Cimiteri Concorso di progettazione in fase unica: Parco Cimiteriale e Tempio Crematorio a Chiesanuova, nel Comune di Prato Allegato 11 - Schema disciplinare

Dettagli

COVIP COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

COVIP COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE DELIBERAZIONE del 30 novembre 2006 COVIP COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Regolamento recante le procedure relative agli adeguamenti delle forme pensionistiche complementari al decreto legislativo

Dettagli

PROVINCIA DI MILANO DISCIPLINARE DI INCARICO. Atti n. 104280/15.4/2013/1 ***** TRA

PROVINCIA DI MILANO DISCIPLINARE DI INCARICO. Atti n. 104280/15.4/2013/1 ***** TRA PROVINCIA DI MILANO DISCIPLINARE DI INCARICO Atti n. 104280/15.4/2013/1 ***** TRA PROVINCIA DI MILANO con sede legale in Milano alla Via Vivaio n. 1 C.F. e P.IVA 02120090150 rappresentata ai sensi del

Dettagli

COMUNE DI CANARO. Provincia di Rovigo Ufficio Tecnico Comunale IL COMUNE DI CANARO RENDE NOTO AVVISO PUBBLICO

COMUNE DI CANARO. Provincia di Rovigo Ufficio Tecnico Comunale IL COMUNE DI CANARO RENDE NOTO AVVISO PUBBLICO IL COMUNE DI CANARO RENDE NOTO AVVISO PUBBLICO Oggetto: indagine di mercato per la ricerca, individuazione e selezione di operatori economici da invitare alla procedura negoziata senza previa pubblicazione

Dettagli

AGGIORNAMENTO DELL'ELENCO COMUNALE DI AVVOCATI PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI LEGALI. AVVISA

AGGIORNAMENTO DELL'ELENCO COMUNALE DI AVVOCATI PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI LEGALI. AVVISA Comune di RIGNANO SULL'ARNO Provincia di Firenze Settore Affari Generali e Istituzionali Piazza della Repubblica, 1 50067 Rignano sull Arno (Fi) Tel. 055/834781 - Fax 055/8348787 http://www.comune.rignano-sullarno.fi.it

Dettagli

REGOLAMENTO SULL AFFIDAMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI ESTERNI

REGOLAMENTO SULL AFFIDAMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI ESTERNI REGOLAMENTO SULL AFFIDAMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI ESTERNI deliberato dal CdA nella seduta del giorno 7 aprile 2011 (estratto CIRA-CIP-11-1141) REGOLAMENTO SULL AFFIDAMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO

AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO mediante scrittura privata per l affidamento del servizio triennale di brokeraggio assicurativo a favore dell

Dettagli

La direzione dei lavori

La direzione dei lavori APPALTI PUBBLICI: L APPROFONDIMENTO Definizioni, compiti e responsabilità alla luce del DLgs 12 aprile, n. 163 - Codice dei Contratti La direzione dei lavori Francesco Musci * e Roberto Scaravaglione **

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Mestre 5 Lazzaro Spallanzani

Istituto Comprensivo Statale Mestre 5 Lazzaro Spallanzani Prot. n. 870/VI/10 Venezia-Mestre, 3 marzo 2016 REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Redatto ai sensi dell art. 125, comma 10 del D.Lgs. 12 aprile 2006,

Dettagli

Regolamento per la gestione dell Albo degli operatori economici aziendali

Regolamento per la gestione dell Albo degli operatori economici aziendali Regolamento per la gestione dell Albo degli operatori economici aziendali Premesse - con Deliberazione del C. di A. del 30/07/2012 di Anconambiente SpA è stata approvata l ultima revisione del Regolamento

Dettagli

COMUNE DI AZZATE PROV. VARESE DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO MANUTENTIVO E PROGETTUALE - LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI AZZATE PROV. VARESE DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO MANUTENTIVO E PROGETTUALE - LAVORI PUBBLICI COMUNE DI AZZATE PROV. VARESE DETERMINAZIONE N. 165 DATA 09/12/2014 IMPEGNO UT0030012015 DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO MANUTENTIVO E PROGETTUALE - LAVORI PUBBLICI OGGETTO: Riparazione

Dettagli

C O M U N E D I D E R U T A

C O M U N E D I D E R U T A C O M U N E D I D E R U T A PROVINCIA DI PERUGIA AVVISO PUBBLICO PRESELEZIONE DI FIGURE PROFESSIONALI DA AMMETTERE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DI INCARICO PER LE FUNZIONI DI PROJECT MANAGER

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Definizioni

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Definizioni REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI ACQUISTO IN ECONOMIA, AI SENSI DELL ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/2006 E SS.MM.II. DELL AGENZIA REGIONALE PER LA TECNOLOGIA E L INNOVAZIONE Art. 1 Oggetto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL DLG. 163/06

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL DLG. 163/06 REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL DLG. 163/06 Determinazione del Direttore Generale n. 25 del 5 marzo 2013 REGOLAMENTO PER

Dettagli

Sviluppo Investimenti Territorio s.r.l.

Sviluppo Investimenti Territorio s.r.l. 161/13 Sviluppo Investimenti Territorio s.r.l. Regolamento per l affidamento di incarichi professionali a soggetti esterni Sommario Articolo 1 Oggetto del Regolamento... 2 Articolo 2 Presupposti e limiti...

Dettagli

AGGIORNAMENTO DELL'ELENCO COMUNALE DI AVVOCATI PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI LEGALI.

AGGIORNAMENTO DELL'ELENCO COMUNALE DI AVVOCATI PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI LEGALI. Comune di RIGNANO SULL'ARNO Provincia di Firenze Settore Affari Generali e Istituzionali Piazza della Repubblica, 1 50067 Rignano sull Arno (Fi) Tel. 055/834781 - Fax 055/8348787 http://www.comune.rignano-sullarno.fi.it

Dettagli

COMUNE DI GAVARDO Provincia di Brescia

COMUNE DI GAVARDO Provincia di Brescia COMUNE DI GAVARDO Provincia di Brescia DETERMINAZIONE N. 20 del 16/06/2008 NUMERO GENERALE 298 ORIGINALE Oggetto : AFFIDAMENTO INCARICO DI CONSULENZA DI TIPO TECNICO FORMATIVO IN MATERIA AMBIENTALE PER

Dettagli

COMUNE DI PALAZZOLO ACREIDE PROVINCIA DI SIRACUSA UFFICIO TECNICO

COMUNE DI PALAZZOLO ACREIDE PROVINCIA DI SIRACUSA UFFICIO TECNICO COMUNE DI PALAZZOLO ACREIDE PROVINCIA DI SIRACUSA UFFICIO TECNICO In esecuzione alla Determina del Dirigente del 4 Settore LL.PP. e Servizi Ufficio Tecnico - del Comune di Palazzolo Acreide n. 187 del

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. 163/2006

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. 163/2006 REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. 163/2006 1. OGGETTO E FINALITA Ai sensi e per gli effetti dell art. 125, comma 11,

Dettagli

Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico I. R. C. C.S. Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO DELLA BASILICATA Rionero in Vulture (PZ) C. R. O. B. 85028 Rionero in Vulture (PZ) Via Padre Pio, 1 P.

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 152 DEL 09/07/2014

DELIBERAZIONE N. 152 DEL 09/07/2014 DELIBERAZIONE N. 152 DEL 09/07/2014 Il Direttore Generale, nella sede dell Azienda Unità Sanitaria Locale di Bologna Via Castiglione, 29 nella data sopra indicata, alla presenza del Direttore Amministrativo

Dettagli

Determina Segreteria Generale/0000006 del 17/11/2014

Determina Segreteria Generale/0000006 del 17/11/2014 Comune di Novara Determina Segreteria Generale/0000006 del 17/11/2014 Area / Servizio Organi Istituzionali Affari Generali (02.UdO) Proposta Istruttoria Unità Organi Istituzionali Affari Generali (02.UdO)

Dettagli

C o m u n e d i B a r i

C o m u n e d i B a r i C o m u n e d i B a r i DISCIPLINARE DI GARA Servizi assicurativi polizze rischi: incendio, furto, rca/ard/infortuni, responsabilità civile patrimoniale dell ente, tutela legale, dal 1 gennaio 2012 al

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSORZIO DI GESTIONE DEL PARCO DEL MONTE CUCCO. Avvisa

IL PRESIDENTE DEL CONSORZIO DI GESTIONE DEL PARCO DEL MONTE CUCCO. Avvisa BANDO DI SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA NELLE ATTIVITA DI PROMOZIONE, COMUNICAZIONE, MARKETING AD UN ESPERTO DI MARKETING E COMUNICAZIONE. IL PRESIDENTE DEL CONSORZIO

Dettagli

C O M U N E D I A L M E S E P R O V I N C I A D I T O R I N O. Regolamento per l affidamento di incarichi

C O M U N E D I A L M E S E P R O V I N C I A D I T O R I N O. Regolamento per l affidamento di incarichi C O M U N E D I A L M E S E P R O V I N C I A D I T O R I N O P i a z z a M a r t i r i d e l l a L i b e r t à, 4 8 - C A P 1 0 0 4 0 A L M E S E ( T O ) T e l. 0 1 1. 9 3. 5 0. 4 1 8 F a x 0 1 1. 9 3.

Dettagli

A.R.N.A.S. GARIBALDI CATANIA SETTORE TECNICO PATRIMONIALE AVVISO PUBBLICO

A.R.N.A.S. GARIBALDI CATANIA SETTORE TECNICO PATRIMONIALE AVVISO PUBBLICO AVVISO PUBBLICO per la costituzione dell albo dei collaudatori per l affidamento degli incarichi di collaudo, il cui importo stimato sia inferiore ad 100.000,00 (I.V.A. esclusa), degli interventi aventi

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. Allegato 1-bis al Disciplinare di Gara

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. Allegato 1-bis al Disciplinare di Gara Istituto Nazionale Previdenza Sociale ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI Allegato 1-bis al Disciplinare di Gara ALLEGATO AL CONTRATTO ATTO DI

Dettagli

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Determinazione n. 4/2007 del 29 marzo 2007 Indicazioni sull affidamento dei servizi di ingegneria ed architettura a seguito

Dettagli

C O M U N E D I P O L I S T E N A PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA

C O M U N E D I P O L I S T E N A PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA C O M U N E D I P O L I S T E N A PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA 2^ RIPARTIZIONE SERVIZI FINANZIARI D E T E R M I N A Z I O N E N. 1109 REG. GEN. del 31-12-2013 N. 135 SERVIZI FINANZIARI OGGETTO: Aggiudicazione

Dettagli