Roma 29 marzo L'applicazione del DM 270 del 2004 nella formazione universitaria dell'infermiere: sviluppi, criticità e aspettative

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Roma 29 marzo 2011. L'applicazione del DM 270 del 2004 nella formazione universitaria dell'infermiere: sviluppi, criticità e aspettative"

Transcript

1 Roma 29 marzo 2011 L'applicazione del DM 270 del 2004 nella formazione universitaria dell'infermiere: sviluppi, criticità e aspettative Prof. ROSARIA ALVARO Associato Scienze Infermieristiche Università degli Studi "Tor Vergata" Roma Napoli 7 novembre 2013

2 Diploma Universitario Scienze Infermieristiche Infermiere Professionali Diploma Universitario Infermiere Laurea 1 livello Infermieristica 509/99 Infermieri Professionali Laurea 1 livello Infermieristica 270/04

3 LEGGE N 341 fornire agli studenti adeguata conoscenza di metodi e contenuti culturali e scientifici orientata al conseguimento del livello formativo richiesto da specifiche aree professionali

4 Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli Atenei Art. 3 ISTITUZIONE CORSI DI LAUREA AREA SANITARIA Facoltà di Medicina e Chirurgia

5 DIPLOMA SCUOLA MEDIA SUPERIORE LAUREA TRIENNALE 3 ANNI C.F.U. PERFEZIONAMENTO 20 C.F.U. MASTER 1 LIVELLO 60 C.F.U. LAUREA SPECIALISTICA 2 ANNI C.F.U. PERFEZIONAMENTO 20 C.F.U. MASTER 2 LIVELLO 60 C.F.U. DOTTORATO DI RICERCA 3 ANNI C.F.U. Decreto 509/99

6 1 CLASSE DI LAUREA TRIENNALE AREA SANITARIA PROFESSIONI SANITARIE INFERMIERISTICHE E PROFESSIONI SANITARIE OSTETRICA/O INFERMIERE, OSTERICA/O, INFERMIERE PEDIATRICO 2 CLASSE DI LAUREA TRIENNALE AREA SANITARIA PROFESSIONI SANITARIE DELLA RIABILITAZIONE FISIOTERAPIA, PODOLOGIA, LOGOPEDIA, ORTOTTICA, TERAPIA NEUROPSICOMOTRICITA ETÀ EVOLUTIVA, EDUCATORE PROFESSIONALE, TERAPISTA OCCUPAZIONALE, TECNICA DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA 3 CLASSE DI LAUREA TRIENNALE AREA SANITARIA PROFESSIONI SANITARIE TECNICHE TECNICHE AUDIOMETRICHE, AUDIOPROTESI, TECNICHE LABORATORIO BIOMEDICO, TECNICHE DIAGNOSTICHE RADIOLOGICHE, TECNICHE NEUROFISIOPATOLOGIA, TECNICHE ORTOPEDICHE, IGIENISTA DENTALE, DIETISTA, TECNICHE FISIOPATOLOGIA CARDIORESPIRATORIA 4 CLASSE DI LAUREA TRIENNALE AREA SANITARIA PROFESSIONI SANITARIE DELLA PREVENZIONE TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO, ASSISTENTE SANITARIO

7 1 CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE NELLE: SCIENZE INFERMIERISTICHE ED OSTETRICHE 2 CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE NELLE: SCIENZE DELLE PROFESSIONI SANITARIE DELLA RIABILITAZIONE 3 CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE NELLE: SCIENZE DELLE PROFESSIONI SANITARIE TECNICHE Area tecnico-diagnostica: tecniche audiometriche, audioprotesi, tecniche laboratorio biomedico, tecniche diagnostiche radiologiche, tecniche neurofisiopatologia. Area tecnico-assistenziale: tecniche ortopediche, audioprotesi, tecniche fisiopatologia cardiorespiratoria, igienista dentale, dietista 4 CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE NELLE: SCIENZE DELLE PROFESSIONI SANITARIE DELLA PREVENZIONE

8 Dal D.M. 509/99 Al D.M.270/04 Applicata per l area sanitaria A.A

9 Ordinamento didattico di corso di studio 1 CFU 30 ORE Tot CLASSE DI LAUREA TRIENNALE AREA SANITARIA PROFESSIONI SANITARIE INFERMIERISTICHE E PROFESSIONI SANITARIE OSTETRICA/O infermiere, osterica/o, infermiere pediatrico 1 CFU 25 ORE Tot CLASSE DI LAUREA TRIENNALE AREA SANITARIA PROFESSIONI SANITARIE DELLA RIABILITAZIONE fisioterapia, podologia, logopedia, ortottica, terapia neuropsicomotricita età evolutiva, educatore professionale, terapista occupazionale, tecnica della riabilitazione psichiatrica 3 CLASSE DI LAUREA TRIENNALE AREA SANITARIA PROFESSIONI SANITARIE TECNICHE tecniche audiometriche, audioprotesi, tecniche laboratorio biomedico, tecniche diagnostiche radiologiche, tecniche neurofisiopatologia, tecniche ortopediche, igienista dentale, dietista, tecniche fisiopatologia cardiorespiratoria 4 CLASSE DI LAUREA TRIENNALE AREA SANITARIA PROFESSIONI SANITARIE DELLA PREVENZIONE tecnico della prevenzione nell ambiente e nei luoghi di lavoro, assistente sanitario

10 Ordinamento didattico di corso di studio 1 CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE NELLE: SCIENZE INFERMIERISTICHE ED OSTETRICHE 2 CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE NELLE: SCIENZE DELLE PROFESSIONI SANITARIE DELLA RIABILITAZIONE 1 CFU 25 ORE Tot CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE NELLE: SCIENZE DELLE PROFESSIONI SANITARIE TECNICHE Area tecnico-diagnostica: tecniche audiometriche, audioprotesi, tecniche laboratorio biomedico, tecniche diagnostiche radiologiche, tecniche neurofisiopatologia. Area tecnico-assistenziale: tecniche ortopediche, audioprotesi, tecniche fisiopatologia cardiorespiratoria, igienista dentale, dietista, 4 CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE NELLE: SCIENZE DELLE PROFESSIONI SANITARIE DELLA PREVENZIONE

11 a scelta dello studente CFU 6 prova finale e lingua inglese CFU 9 informatica, attività seminariali CFU 6 laboratori professionali CFU 3 Corso di Laurea Triennale in Infermieristica Attività Formative Di Base C.F.U.22 Scienze Propedeutiche CFU 8 Scienze Biomediche CFU 11 Primo Soccorso CFU 3 Caratterizzanti C.F.U.104 Scienze Infermieristiche CFU 30 Scienze Umane e Psicopedagogiche CFU 2 Scienze Medico Chirurgiche CFU 2 Prevenzione Servizi Sanitari e Radioprotezione CFU 2 Interdisciplinari Cliniche CFU 4 Management Sanitario CFU 2 Scienze Interdisciplinari CFU 2 Tirocinio CFU 60

12 Corso di Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche ed ostetriche Attività Formative Caratterizzanti C.F.U.80 Scienze Infermieristiche CFU 20 Scienze propedeutiche CFU 2 Scienze Biomediche CFU 2 Scienze giuridiche ed economiche CFU 3 Statistica ed epidemiologia CFU 2 Scienze della prevenzione dei servizi sanitari CFU 3 Primo Soccorso CFU 2 Scienze del management sanitario CFU 6 Scienze Umane e psicopedagogiche CFU 3 Scienze informatiche applicate alla gestione sanitaria CFU 3 Scienze biologiche, mediche e chirurgiche CFU 2 Dimensioni antropologiche pedagogiche e psicologiche CFU 2 Tirocinio CFU 30 a scelta dello studente CFU 6 prova finale e lingua inglese CFU 9 informatica, attività seminariali CFU 5

13 Regolamento didattico del Corso di Laurea Entro il 31 gennaio 2011 tutte le Università dovranno inviare al MIUR le proposte dei nuovi Ordinamenti Saranno esaminati dal CUN entro il 15 marzo Approvazione Consiglio Corso di Laurea Consiglio di Facoltà Senato Accademico Relazione tecnica del Nucleo di Valutazione Consultazione con le organizzazioni rappresentative a livello locale della produzione, servizi, professioni da esaminare circa 470 ordinamenti per le lauree triennali e circa 80 per le lauree magistrali

14 Dall A.A Ordinamento didattico Regolamento didattico Ateneo Regolamento didattico corso di studio ai sensi 270/2004 Piano di studi (curriculum formativo)

15 Regolamento didattico del Corso di Laurea (struttura didattica) Caratterizzazione del curriculum formativo offerto dall Ateneo Obiettivi formativi del corso di studio Elenco degli insegnamenti e SSD di riferimento CFU assegnati ai SSD nei vari ambiti Obiettivi formativi specifici ed eventuali propedeuticità Tipologia delle forme didattiche e degli esami Curricula offerti e regole di presentazione di piani di studio individuali Caratteristiche della prova finale

16 Regolamento didattico del Corso di Laurea Affidamento incarichi: 50% degli insegnamenti intesi come CI, affidati a professori e ricercatori universitari (sono esclusi dal calcolo le attività di tirocinio - 60 CFU) Assegnazione CFU: numero intero di CFU da assegnare a ciascuna attività formativa deve essere congruo per evitare parcellizzazione degli insegnamenti minimo 5 CFU per C.I. Esami di profitto: un numero massimo di esami e delle altre verifiche di profitto non superiore a venti di cui 3 di tirocinio Attività formative a scelta dello studente: assicurare per le la libertà di scelta tra tutti gli insegnamenti attivati nell Ateneo Studio personale o altre attività formative di tipo individuale: non inferiore al 50% dei CFU (non per le attività di tirocinio) Riconoscimento CFU: maggior numero CFU riconosciuti; adeguata motivazione dei CFU non riconosciuti

17 Regolamento didattico del Corso di Laurea Prova finale Consiste: prova pratica del corso della quale lo studente deve dimostrare di aver acquisito le capacità tecnico-operative proprie dello specifico profilo professionale; redazione di un elaborato di una tesi e sua dissertazione. Sessioni: due sessioni definite a livello nazionale; la prima, di norma, nel periodo ottobrenovembre e la seconda in marzo-aprile. Commissione: composta da non meno di 7 e non più di 11 membri nominati dal Rettore su proposta del CdL comprende almeno 2 membri designati dal Collegio professionale, ove esistente, ovvero dalle Associazioni professionali maggiormente rappresentative i Ministeri possono inviare propri esperti, come rappresentanti, alle singole sessioni che sovrintendono alla regolarità dell esame di cui sottoscrivono i verbali

18 Regolamento didattico del Corso di Laurea L attività formativa pratica e di tirocinio clinico deve essere svolta con la supervisione e la guida di tutori professionali appositamente formati e assegnati ed è coordinata, con incarico triennale, da un docente appartenente allo specifico profilo professionale, in possesso della Laurea Specialistica o Magistrale della rispettiva classe, nominato sulla base della valutazione di specifico curriculum che esprima la richiesta esperienza professionale, non inferiore a cinque anni, nell ambito della formazione

19 Quali criticità Quali punti di forza

20 ORDINAMENTO DIDATTICO D.P.R. 867/75 Fissa programmi e numero di ore per il corso di Infermiere Professionale ORD. UNIVERSITARIO Settori scientifico disciplinari Crediti per semestre o per corso integrato FORMAZIONE OMOGENEA SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE FORMAZIONE DISOMOGENEA PER TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE

21 Corsi di Laurea Triennale in Infermieristica A.A Infermieristica Sistemi formativi Corsi 42 Sottosistemi formativi Sedi 222 Posti Infermieristica Pediatrica Sistemi formativi Corsi 12 Sottosistemi formativi Sedi 13 Posti 328 Fonte Miur 2013

22

23 3 anno Legge 13 ottobre 1975 n 867 SCIENZE FONDAMENTALI MEDICHE - ore 150 A) MEDICINA SOCIALE: medicina preventiva, medicina riabilitativa, medicina ed igiene del lavoro, assistenza domiciliare ORE 30 B) SPECIALITÀ CHIRURGICHE: urologia, oculistica, otorinolanringoiatria, ostetricia e ginecologia, stomatologia, ortopedia e traumatologia, neurochirurgia, chirurgia polmonare ORE 80 C) SPECIALITÀ MEDICHE: nefrologia ed emodialisi, cardiologia, dermatologia, ematologia, malattie infettive, tossicologia e malattie iatrogene ORE 40 TECNICHE INFERMIERISTICHE - ore 200 tecnica e pratica di assistenza speciale medica; tecnica e pratica di assistenza speciale chirurgica; piani di assistenza; collaborazione nell èquipe sanitaria ORE 200

24 C.U.N. 17 settembre 1991 XXXIX - ter I SEMESTRE 3 anno C.I. DI MEDICINA D URGENZA E DEL PAZIENTE CRITICO terapia intensiva, rianimazione e pronto soccorso - igiene mentale e neuropsichiatria II SEMESTRE C.I. DI INFERMIERISTICA CLINICA IV infermieristica clinica in area critica - infermieristica clinica in igiene mentale

25 D.M. 24 luglio XVIII-ter 3 anno II SEMESTRE C.I. DI MEDICINA E CHIRURGIA D URGENZA E TERAPIA INTENSIVA Settori: F07A medicina interna - F08A chirurgia generale - F21X anestesiologia C.I. DI INFERMIERISTICA CLINICA IV Settori: F23A scienze infermieristiche generali e cliniche

26 Corso di Laurea Triennale in Infermieristica Attività Formative 509/99 Di Base C.F.U.18 Scienze Propedeutiche Scienze Biomediche Caratterizzanti C.F.U. 53 Scienze Infermieristiche Scienze Medico Chirurgiche Prevenzione Servizi Sanitari Primo soccorso Affini o integrative C.F.U. 18 Interdisciplinari Cliniche Scienze Umane e Psicopedagogiche Management Sanitario Scienze Interdisciplinari a scelta dello studente CFU 9 prova finale e lingua inglese CFU 11 altre CFU 9

27 Corso di Laurea Triennale in Infermieristica Attività Formative 509/99 Caratterizzanti C.F.U. 53 Scienze Infermieristiche Scienze Medico Chirurgiche Prevenzione Servizi Sanitari Primo soccorso Bio/14 Farmacologia Med/09 Medicina Interna Med/18 Chirurgia Generale Med/41 Anestesiologia Med 45 Scienze infermieristiche

28 Corso di Laurea Triennale in Infermieristica Attività Formative 270/04 decorrenza a.a. 2011/2012 Di Base C.F.U.22 Scienze Propedeutiche CFU 8 Scienze Biomediche CFU 11 Primo Soccorso CFU 3 Caratterizzanti C.F.U. 104 Scienze Infermieristiche CFU 30 Scienze Umane e Psicopedagogiche CFU 2 Scienze Medico Chirurgiche CFU 2 Prevenzione Servizi Sanitari e Radioprotezione CFU 2 Interdisciplinari Cliniche CFU 4 Management Sanitario CFU 2 Scienze Interdisciplinari CFU 2 Tirocinio specifico CFU 60 a scelta dello studente CFU 6 prova finale e lingua inglese CFU 9 altre CFU 6 laboratori specifici di profilo CFU 3

29 Corso di Laurea Triennale in Infermieristica Attività Formative 270/04 Di Base C.F.U.22 Scienze Propedeutiche CFU 8 Scienze Biomediche CFU 11 Primo Soccorso CFU 3 Bio/14 Farmacologia Med/09 Medicina Interna Med/18 Chirurgia Generale Med/38 Pediatria generale e specialistica Med/40 Ginecologia e ostetricia Med/41 Anestesiologia Med/45 Scienze infermieristiche Med/47 Scienze infermieristiche ostetrico ginecologiche

30 Corso di Laurea Triennale in Infermieristica Area critica

31 Pronto soccorso area critica Ateneo C.I. Denominazione corso integrato ANNO SEM. SAPIENZA 1 Facoltà si Infermieristica in area critica e nell emergenza SAPIENZA 2 Facoltà si Infermieristica in area critica e nell emergenza TOR VERGATA si Medicina e chirurgia d'urgenza ed in area critica CATTOLICA si Infermieristica clinica in area critica CAMPUS BIOMEDICO CFU TOT. si Infermieristica clinica in area critica * TORINO si Urgenza e terapia intensiva CATANZARO si Primo soccorso L AQUILA si Assistenza e Cure intensive PALERMO si Cardiologia e rianimazione cardiovascolare * Comprese le attività di tirocinio

32 **Altro Ortopedia, Malattie apparato cardiovascolare, Neurochirurgia, Pediatria, Ginecologia, Malattie Infettive 7 6 Anestesiologia Farmac. Medicina Ch. Urgenza Sc. Infer. Altro ** Totale Sapienza 1 Sapienza 2 Cattolica Tor Vergata Torino Catanzaro L'Aquila Palermo

33 Pronto soccorso area critica Sapienza 1 Sapienza 2 Tor Vergata Cattolica Campus Torino Catanzaro L Aquila Palermo BIO/14 - Farmacologia MED/09 Medicina interna MED/11 Malattie apparato cardiovascolare 3 MED/17 Malattie infettive 1 MED/18 Chirurgia generale MED/27 - Neurochirugia 1 1 MED/33 Malattie apparato locomotore 1 MED/38 - Pediatria 1 MED/41 - Anestesiologia MED/40 - Ginecologia 1 MED/45 Scienze infermieristiche ** 2 3 TOTALE * Comprese le attività di tirocinio

34 FORMAZIONE POST - BASE

35 LAUREA 2 LIVELLO 120 C.F.U Laurea Specialistica 509/ Laurea Magistrale 270/04 Art. 3 comma 5. Il corso di laurea specialistica ha l'obiettivo di fornire allo studente una formazione di livello avanzato per l'esercizio di attività di elevata qualificazione in ambiti specifici.

36 Corso di Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche ed ostetriche Attività Formative Caratterizzanti C.F.U.80 Scienze Infermieristiche CFU 20 Scienze propedeutiche CFU 2 Scienze Biomediche CFU 2 Scienze giuridiche ed economiche CFU 3 Statistica ed epidemiologia CFU 2 Scienze della prevenzione dei servizi sanitari CFU 3 Primo Soccorso CFU 2 Scienze del management sanitario CFU 6 Scienze Umane e psicopedagogiche CFU 3 Scienze informatiche applicate alla gestione sanitaria CFU 3 Scienze biologiche, mediche e chirurgiche CFU 2 Dimensioni antropologiche pedagogiche e psicologiche CFU 2 Tirocinio CFU 30 a scelta dello studente CFU 6 prova finale e lingua inglese CFU 9 informatica, attività seminariali CFU 5

37 Corso di Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche ed ostetriche Attività Formative Caratterizzanti C.F.U.80 Primo Soccorso CFU 3 Bio 14 Farmacologia Med/09 Medicina Interna Med/18 Chirurgia Generale Med/38 Pediatria generale e specialistica Med/40 Ginecologia e ostetricia Med/41 Anestesiologia Med 45 Scienze infermieristiche Med/47 Scienze infermieristiche ostetrico ginecologiche

38 Valutazione delle competenze all esame di stato abilitante????!!!!

39 Legge 43/2006 professionisti in possesso del diploma di professionisti coordinatori in possesso del professionisti specialisti in possesso del professionisti dirigenti in possesso della

40 Quali criticità Quali punti di forza

41 Chi progetta il percorso didattico dei professionisti sanitari?

42 QUESITI DI PARTENZA Quali competenze sviluppare Quali sono le competenze distintive dei professionisti infermieri Come sviluppare le competenze necessarie Quali saperi saranno necessari competenze specialistiche/tecniche competenze educativo relazionali competenze organizzative/procedurali

43 Il prodotto finito è conforme o diverso rispetto alle necessità del sistema

44 Difficoltà ad intervenire nei processi decisionali riguardanti la progettazione degli ordinamenti didattici infermieristica Quale contributo hanno gli infermieri e le professioni sanitarie nell evoluzione degli ordinamenti didattici

45 Il percorso didattico garantisce contenuti, metodi, e strumenti adeguati? Quale percorso per i formatori? I formatori: sono adeguatamente formati? utilizzano adeguati metodologie didattiche? sono ben chiari gli obbiettivi didattici disciplinari e di corso integrato?

46 DISCIPLINE DI INSEGNAMENTO

47 Quali i punti di forza Professione intellettuale e quindi formazione universitaria Infermieristica come scienza Università e potenziamento della ricerca infermieristica Professione presente nell ambito universitario Autonomia universitaria e quindi possibilità di scegliere l offerta formativa migliore

48 Ammissione master secondo livello e dottorato di ricerca In tutte le Facoltà * Quasi tutti master * Quasi tutti i dottorati

49 dirigente Funzioni con assunzione diretta di elevata responsabilità ricercatore coordinatore Professore universitario esperto formatore

50 Grazie

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea per Ortottista e Assistente di Oftalmologia

Regolamento didattico del Corso di Laurea per Ortottista e Assistente di Oftalmologia UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA Regolamento didattico del Corso di Laurea per Ortottista e Assistente di Oftalmologia ( livello) Presidente: prof. Adriano Magli

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

Lauree triennali ed equipollenza dei titoli di studio pregressi: si sta per chiarire un grande equivoco?

Lauree triennali ed equipollenza dei titoli di studio pregressi: si sta per chiarire un grande equivoco? Lauree triennali ed equipollenza dei titoli di studio pregressi: si sta per chiarire un grande equivoco? Al fine dell iscrizione alle Lauree specialistiche delle professioni sanitarie non è necessario

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Ripartizione Relazioni Studenti I L R E T T O R E

Ripartizione Relazioni Studenti I L R E T T O R E Ripartizione Relazioni Studenti I L R E T T O R E VISTA la legge 9 maggio 1989. n. 168; VISTO il D.P.R. del 3 maggio 1957 n. 686, Norme di esecuzione del T.U. delle disposizioni sullo statuto degli impiegati

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013

Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013 Immatricolazione e Iscrizione ai Corsi di studio di cui ai DD.MM. 03.11.1999 n.509 (G.U. 04.01.2000), 04.08.2000 (G.U.

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Conferenza Permanente delle Classi di Laurea delle Professioni Sanitarie (Presidente: Prof. Luigi Frati)

Conferenza Permanente delle Classi di Laurea delle Professioni Sanitarie (Presidente: Prof. Luigi Frati) Conferenza Permanente delle Classi di Laurea delle Professioni Sanitarie (Presidente: Prof. Luigi Frati) LAUREE DELLE PROFESSIONI SANITARIE Rapporto Mastrillo anno 21 Dati sull accesso ai corsi e programmazione

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/1. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 2/. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/201. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Tecniche della Prevenzione nell Ambiente e nei Luoghi di Lavoro (abilitante alla professione sanitaria

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Tecniche della Prevenzione nell Ambiente e nei Luoghi di Lavoro (abilitante alla professione sanitaria Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Tecniche della Prevenzione nell Ambiente e nei Luoghi di Lavoro (abilitante alla professione sanitaria di Tecnico della prevenzione nell ambiente e nei luoghi

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

Lista dei Settori Concorsuali con i relativi settori scientifico disciplinari

Lista dei Settori Concorsuali con i relativi settori scientifico disciplinari Lista dei Settri Cncrsuali cn i relativi settri scientific disciplinari 01/A1 - LOGICA MATEMATICA E MATEMATICHE COMPLEMENTARI MAT/01 MAT/04 01/A2 - GEOMETRIA E ALGEBRA MAT/02 MAT/03 01/A3 - ANALISI MATEMATICA,

Dettagli

DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE

DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE Prot. n. 21096/II/1 dell 11 giugno 2009 UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE VISTA la Legge 8 luglio 1998, n. 230, recante "Nuove norme in materia di obiezione

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALLEGATO I parametri e i criteri, definiti mediante indicatori quali-quantitativi (nel seguito denominati Indicatori), per il monitoraggio e la valutazione (ex post) dei risultati dell attuazione dei programmi

Dettagli

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura Dip.to di Continuità Assistenziale - U.O.C. di Geriatria Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura 1^ ed. 6 maggio 2014 Centro Servizi alla Persona Fondazione Zanetti di Oppeano

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Decreto Direttoriale n. 222 del 20 luglio 2012 PROCEDURA PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE SCIENTIFICA NAZIONALE ALLE FUNZIONI DI PROFESSORE UNIVERSITARIO DI PRIMA E SECONDA FASCIA Il Direttore generale

Dettagli

CATALOGO ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO A.A. 2014-15 Aggiornato al 09/04/2015

CATALOGO ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO A.A. 2014-15 Aggiornato al 09/04/2015 CATALOGO ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO A.A. 2014-15 Aggiornato al 09/04/2015 Il presente documento riporta l elenco delle iniziative di orientamento dedicate alle future matricole e agli insegnanti delle scuole

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14)

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Curriculum in Consulente del lavoro PIANO DI STUDIO COORTE DI RIFERIMENTO A.A. 2014-2015 I anno II anno IUS 01 - Istituzioni

Dettagli

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus -ijp ASLLanusei Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6 Organigramma DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus DIREZIONE SANITARIA Direttore: dott. Maria Valentina Marras DIREZIONE AMMINISTRATIVA

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Guida pratica alla progettazione di un Corso di Studio ai sensi del D.M. 270/04

Guida pratica alla progettazione di un Corso di Studio ai sensi del D.M. 270/04 Roma, ottobre 2009 Guida pratica alla progettazione di un Corso di Studio ai sensi del D.M. 270/04 Interazioni con il processo di autovalutazione GUIDA PRATICA ALLA PROGETTAZIONE DI UN CORSO DI STUDIO

Dettagli

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE La sottoscritta Nannini Emanuela nata ad Arezzo il 20.08.1965, consapevole della decadenza dai benefici di cui all art. 75 del DPR 445/2000 e dalle norme penali

Dettagli

Emanuela Stefani - Fondazione CRUI Vincenzo Zara - Università del Salento

Emanuela Stefani - Fondazione CRUI Vincenzo Zara - Università del Salento Emanuela Stefani - Fondazione CRUI f Vincenzo Zara - Università del Salento LA RIFORMA UNIVERSITARIA LA NORMATIVA NAZIONALE La normativa nazionale Riferimenti normativi Corsi di Laurea Corsi di Laurea

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015 STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS Anno Accademico 2014/2015 PERCHE LA SCHEDA SUA CDS? L Obiettivo della scheda SUA-CdS non è puramente compilativo; tale strumento vuole essere una guida ad

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

DENTRO IL LABIRINTO. Roma, aprile 2011. La sostenibilità dei corsi di studio alla luce della recente normativa (DM 17/10 e DM 50/10)

DENTRO IL LABIRINTO. Roma, aprile 2011. La sostenibilità dei corsi di studio alla luce della recente normativa (DM 17/10 e DM 50/10) Roma, aprile 2011 DENTRO IL LABIRINTO La sostenibilità dei corsi di studio alla luce della recente normativa (DM 17/10 e DM 50/10) di Emanuela Stefani e Vincenzo Zara DENTRO IL LABIRINTO. LA SOSTENIBILITA'

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE Premessa Obiettivo delle presenti linee-guida è fornire indirizzi per la organizzazione della rete dei servizi di riabilitazione

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Allegato B - dotazione organica.xls. criteri di costruzione della dotazione organica (per unità operativa)

Allegato B - dotazione organica.xls. criteri di costruzione della dotazione organica (per unità operativa) rideterminazione della dotazione organica ALLEGATO 1 ALLEGATO 2 ALLEGATO 3 struttura organizzativa criteri di costruzione della dotazione organica (per unità operativa) riepilogo per macrostruttura ALLEGATO

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Verbale n. 1/2012 Il giorno 20 marzo 2012 alle ore 15.00 presso la sede universitaria di Via dei Caniana n. 2, si

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

Ordinanza Ministeriale 21 febbraio 2014 n. 144. Esami di Stato di abilitazione professionale anno 2014. Professioni regolamentate dal D.P.R. 328/2001.

Ordinanza Ministeriale 21 febbraio 2014 n. 144. Esami di Stato di abilitazione professionale anno 2014. Professioni regolamentate dal D.P.R. 328/2001. Ordinanza Ministeriale 21 febbraio 2014 n. 144 Esami di Stato di abilitazione professionale anno 2014. Professioni regolamentate dal D.P.R. 328/2001. VISTA la legge 9 maggio 1989, n.168, con la quale è

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D. R. 767 del 30/06/2014 MANIFESTO GENERALE DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2014/2015 IL RETTORE VISTA la Legge 19 novembre 1990

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...4 3. DOVE LAVORA...5 4. CONDIZIONI DI LAVORO...6 5. COMPETENZE...7 CHE COSA DEVE ESSERE IN GRADO DI FARE...7 CONOSCENZE...10

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

Lingue, letterature e studi interculturali [Classe L-11], Lingue e letterature europee e americane [Classe LM-37],

Lingue, letterature e studi interculturali [Classe L-11], Lingue e letterature europee e americane [Classe LM-37], - A pag. 29, sez. 3.5.2.1 Elenco corsi di laurea triennali con rilascio di doppio titolo, per il corso di laurea in Lingue, letterature e studi interculturali [Classe L-11], curriculum Studi bilaterali

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Giuseppe Carci La mobilità universitaria tra dispersione e riorientamento Con

Dettagli

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola.

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014 protocollo elettronico n. CRI/CC/0084024/2014 Oggetto: Ebola. Ai DRAE, loro sedi Ai Presidenti, loro sedi Ai Comitati Regionali, loro sedi All Ispettorato

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

3. PROFESSIONI TECNICHE Classificazione ISTAT

3. PROFESSIONI TECNICHE Classificazione ISTAT 31 Professioni tecniche in campo scientifico, ingegneristico e della produzione 311 Tecnici delle scienze quantitative, fisiche e chimiche 3111. Tecnici fisici e geologici Rilevatore geologico Tecnico

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli