INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO VIDEOSORVEGLIANZA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO VIDEOSORVEGLIANZA"

Transcript

1 NTEGRAZONE ED ESPANSONE DEL SSTEMA D VDEOSORVEGLANZA DEL COMUNE D CASTELLAMMARE D STABA TTOLO ELABORATO: MODULO VDEOSORVEGLANZA

2

3 NDCE 1. PREMESSA 4. PUNT D RPRESA SUL TERRTORO 4 3. PUNT D RPRESA A PROTEZONE DELLE STRUTTURE PUBBLCHE 6 4. TELECAMERE 8 5. CODFCATORE VDEO SOFTWARE D GESTONE SALA OPERATVA 18

4 1. PREMESSA n questo modulo vengono illustrate le opere di integrazione del numero delle postazioni di videosorveglianza del sistema esistente. L intento non è solo quello di incrementare e migliorare il controllo del territorio ma di garantire protezione alle strutture pubbliche di maggiore interesse. L efficacia della sorveglianza dei punti critici del territorio comunale e del controllo delle aree ritenute più a rischio per la viabilità o per il manifestarsi di atti incivili ed illegali è stata ampiamente dimostrata dal sistema di videosorveglianza esistente. La sensazione di sicurezza che il comune riesce a trasmettere ai cittadini ed il livello di protezione da essi percepito sono tangibili e rappresentano un motivo di vanto per l amministrazione che sin dal primo momento ha creduto nel progetto videosorveglianza urbana. Ampliando il numero di siti sorvegliati, si estende l area sulla quale le forze dell ordine esercitano il controllo da remoto ed aumenta la porzione di territorio che viene sottratta all illecito e riconsegnata ai cittadini.. PUNT D RPRESA SUL TERRTORO Saranno installati sessantadue (6) nuovi punti di ripresa in quanto sono stati individuati sessantadue punti ritenuti critici. Per ciascuno di essi è prevista l installazione di una postazione di ripresa opportunamente dimensionata e configurata secondo le specifiche esigenze dettate dalle caratteristiche di ognuno di essi. 4

5 A seguito di una scrupolosa analisi dei siti individuati, si è stabilita la necessità di configurare due diverse classi di postazioni di videosorveglianza, caratterizzate dalla tipologia e dal numero delle telecamere e dei dispositivi di cui saranno dotate. La prima classe di postazioni di videosorveglianza è individuata dalle postazioni costituite da una telecamera speed dome da esterni con zoom ottico 6x, un convertitore di segnale e gli apparati necessari all interconnessione della stesse alla rete di collegamento. La seconda classe di postazioni di videosorveglianza è individuata, invece, dalle postazioni costituite da una telecamera speed dome da esterni con zoom ottico 6x, una telecamera fissa da esterni per il rilevamento delle targhe, i relativi convertitori di segnale e gli apparati necessari all interconnessione delle stesse alla rete di collegamento. Le postazioni di videosorveglianza appartenenti a questa seconda classe, saranno utilizzate per la realizzazione degli anelli di protezione dei quartieri a rischio e degli accessi alla città. Di seguito è riportata la tabella di locazione delle postazioni di videosorveglianza sul territorio nella quale è specificata, per ognuna di esse, la classe di appartenenza. Postazione numero LOCALTÀ COORDNATE GPS CLASSE 1 NCROCO TRAVERSA VARO, STRADA NAPOL N; E NCROCO VA RPUARA, A, VA SCHTO N; E 3 NCROCO STATALE 145 / VA RPUARA N; E 4 NCROCO VA PONTE DELLA D PERSCA, VA SAN BENEDETTO N; E 5 NCROCO VA LATTARO,, TRAVERSA LATTARO N; E 6 NCROCO VA LATTARO,, VA PETRARO N; E 3 7 NCROCO TRAVERSA LATTARO, VALE DON BOSCO N; E 8 NCROCO VA PETRARO,, TRAVERSA TAVERNOLA N; E 9 NCROCO TRAVERSA TAVERNOLA, TRAVERSA PETRARO P N; E 10 CORSO TALA, SVNCOLO PER SORRENTO N; E 11 NCROCO VA COSENZA,, VA PASSEGGATA ARCHEOLOGCA N; E 1 PASSEGGATA ARCHEOLOGCA, VA MOTTA CASA DE MR N; E 13 NCROCO VA CASTELLAMMARE, AMMARE, PASSEGGATA ARCHEOLOGCA N; E 5

6 14 NCROCO VALE EUROPA, CORSO TALA N; E 15 NCRORO STRADA PANORAMCA, VA CARMNE APUZZO N; E E 16 NCROCO STRADA PANORAMCA, SS 145, USCTA GALLERA N; E 17 NCROCO SS 145, VA GUGLELMO ACTON N; E 18 PAZZA CRSTOFORO COLOMBO, VA BONTO N; E 5 E 19 NCROCO CORSO ALCDE E DE GASPER, TRAVERSA MELE N; E 0 NCROCO CORSO ALCDE E DE GASPER, VA MEUCC N; E 1 NCROCO CORSO ALCDE E DE GASPER, VA TRAVERSA A VARO N N; E E CORSO ALCDE DE GASPER, (NORD) MARNA M D STABA N; E 3 NCROCO C.SO C A. A DE GASPER, TRAVERSA CANTER MERCANTL N; E 4 CORSO GARBALD ALT. EX HOTEL MRAMARE N N; E 5 VLLA COMUNALE ALT. CVCO N.116 D C.SO GARBALD N N; E 6 VLLA COMUNALE ALT. VA ETTORE TTO N N; E 7 VLLA COMUNALE, ALTEZZA BAGN B PUBBLC N; E 8 VLLA COMUNALE, ALTEZZA VALE MANFRED TALAMO T N N; E 9 PAZZA GOVANN XX,, MUNCPO PALAZZO FARNESE N; E 30 NTERNO PORTO N N; E 31 VA ACTON / VA VECCHA POZZANO N.00 N; E 3 SS. 145 KM.11,00 (H. CROWNE PLAZA) N N; E 33 SS 145 STABLMENTO,, BALNEARE FAMOUS BEACH N; E E 3. PUNT D RPRESA A PROTEZONE DELLE STRUTTURE PUBBLCHE Per quanto concerne la protezione delle strutture pubbliche, per ciascuna di esse è prevista l installazione di una postazione che ne sorvegli l ingresso; essa sarà costituita da una telecamera speed dome da esterni con zoom ottico 6x, un convertitore di segnale e gli apparati necessari all interconnessione della stessa alla rete di collegamento. Pertanto, saranno previsti altri 9 punti di ripresa a protezione di 9 strutture pubbliche. Di seguito è riportato un elenco delle strutture pubbliche oggetto delle opere di protezione. 6

7 Postazione numero LOCALTÀ COORDNATE GPS CLASSE 34 CRCOLO - BASLO CECCH - VALE DANTE, N N; E 35 CRCOLO - EX SEMNARO O PAZZA GOVANN XX,, N N; E 36 CRCOLO - PLESSO FRATTE VA FRATTE N N; E 37 CRCOLO - SAN MARCO EVANGELSTA VA CCERONE, N N; E 38 CRCOLO - PLESSO SAN GOVANN BOSCO VA BRACCO N N; E 39 V CRCOLO - ANNUNZATELLA VA ANNUNZATELLA N N; E 40 V CRCOLO - CAPPELLA POSTGLONE VA COTTRAU N N; E 41 V PLESSO SCHTO VA NAPOL, N N; E 4 ST. COMPRENSVO KAROL WOJTLA TRAVERSA TAVERNOLA N N; E 43 ST. COMP. K. WOJTLA PLESSO LATTARO TRAV. LATTARO, N N; E 44 ST. COMPRENSVO ALFREDO PANZN SALTA QUSSANA, N N; E 45 ST. COMP. A. PANZN PLESSO PACELLA SALTA COGNULO, 9/B N N; E 46 ST. COMPRENSVO CATELLO SALVAT VA MONACELLO, N N; E 47 STTUTO COMPRENSVO FRANCESCO D CAPUA VA NAPOL N N; E 48 ST. COMPRENSVO LUG DENZA, TRAVERSA FONDO F D ORTO, N N; E 49 SCUOLA MEDA COSENZA VA GABRELE D ANNUNZO, NZO, N N; E 50 SCUOLA MEDA STABAE - VA NOCERA N N; E 51 LCEO SCENTFCO FRANCESCO SEVER VA LBERO D ORS N N; E 5 STT. VTRUVO - ST. TEC. PER GEOM.. TG ST. PROF. COMMERC. PC - VA D ANNUNZO, N; E 53 ST. TECNCO COMMERC. C. TC LUG STURZO VA D ANNUNZO N N; E 54 ST. TECNCO NDUS. STATALE T RENATO ELA VALE VTTORA N N; E 55 ST. PROF. NDUS. E ARTG. PA ENZO FERRAR VA RAJOLA, N 0 N; E 56 PA PLESSO EX SABELLA D ESTE VA QUSSANA N 0 N; E 57 LCEO CLASSCO PLNO SENORE - VA NOCERA, N N; E 58 ST. PROF. PER SERVZ ALBERG. E RSTOR. R. SAR R. VVAN, VA ANN.TELLA, N; E 59 BBLOTECA COMUNALE CORSO VTTORO EMANUELE,, N N; E 60 REGGA D QUSSANA SALTA QUSSANA N N; E 61 VLLA GABOLA VA COSENZA N N; E 6 STRUTTUR A GEODETCA VALE PUGLA N N; E 7

8 4. TELECAMERE Le telecamere speed dome che saranno installate sono dei modelli brandeggiabili Day&Night, di ultima generazione, con zoom ottico 6x e zoom digitale 1x, dotate di autofocus continuo, velocità di rotazione fino a 400 /sec. e brandeggio, compensazione del controluce, autoiris e rotazione continua a 360. Esse garantiscono, anche grazie alle custodie P66, l'installazione nei contesti più difficili. La connessione su bus RS-485 consente il controllo remoto di tutte le funzioni, tra le quali le 56 posizioni di preset e la gestione di ronde automatiche. La funzione "auto turn around" permette alle telecamere di ruotare automaticamente fino a 180, inoltre il "digital flip" ribalta l'immagine durante la rotazione. l filtro R con rimozione meccanica, le funzioni DSS e WDR (Wide Dynamic Range), consentono alle telecamere di fornire immagini nitide in qualsiasi condizione di luce. La programmazione e la gestione delle telecamere sono facilitate dal menù OSD altamente intuitivo. La possibilità di gestire fino a 0 privacy mask garantisce l'utilizzo delle telecamere nel pieno rispetto della normativa vigente. Progettate per lavorare 4 ore su 4 queste telecamere superano tutti i test prescritti dalla normativa iso. Le alte prestazioni e l'elevata affidabilità rendono le telecamere in esame la soluzione ideale ogni volta in cui sia necessario l impiego di telecamere brandeggiabili. 8

9 CARATTERSTCHE TELECAMERA SPEED DOME DAY&NGHT MECCANCA CCD SONY 1/4" A SCANSONE PROGRESSVA RSOLUZONE 480 LNEE TV ZOOM OTTCO 6X ZOOM DGTALE 1X SENSBLTÀ 0.7 LUX. MN (COLORE), 0.01 LUX MN. (B&N), FOCALE VARABLE MM 56 PRESET, 8 SEQUENZE, 1 RONDA, 4 SCANSON VELOCTÀ D POSZONAMENTO MAX.400 /SEC. MULTPROTOCOLLO (DYNACOLOR, PELCO P&D, VCL, PHLPS, AD4) VERSONE ALLOGGATA N CUSTODA P66 ALMENTAZONE 4VAC CONSUMO 65W Le telecamere fisse che saranno installate si distinguono per la qualità di visione e la grande versatilità di impiego in quanto soluzioni high-end, concepite per garantire la ripresa per 4 ore al giorno di immagini ad alta definizione a colori o in bianco e nero (funzione Day/Night), sia in ambienti interni che esterni. Costruite in tecnologia DSP (Digital Signal Processing), queste telecamere consentono di catturare immagini nitide anche in situazioni ambientali estreme, garantendo un eccellente livello di sorveglianza. ntegrando sofisticate funzioni quali la compensazione del controluce, la correzione dell'apertura del diaframma e il bilanciamento del bianco, esse trovano particolari 9

10 applicazioni nelle videosorveglianze di strade, parcheggi, aeroporti, banche, centri commerciali, hotel, aziende, etc. La quantità minima di luce richiesta, garantisce riprese nitide e dettagliate anche con luminosità prossime al buio completo (appena 0,001 lux), fornendo una soluzione ideale per la sorveglianza di ambienti esterni. modelli Day & Night, grazie alla rimozione meccanica del filtro R, permettono automaticamente di utilizzare la modalità standard a colori per il giorno, e quella più sensibile in bianco e nero per la notte; pertanto consentono una videosorveglianza efficace e continua durante tutto l'arco delle 4 ore. CARATTERSTCHE TELECAMERA DAY&NGHT ELETTRONCA CCD SONY 1/3" RSOLUZONE 540 LNEE TV SENSBLTÀ 0.3 LUX MN. MENÙ OSD 8 PRVACY ZONE, RS485 ALMENTAZONE 0 VAC CONSUMO 6.0 W 10

11 5. CODFCATORE VDEO. Le reti sulle quali viene implementata, quale protocollo di comunicazione e gestione, la suite di protocolli internet TCP/P, offrono caratteristiche peculiari come scalabilità, flessibilità, espansibilità e modularità, tipiche delle reti a commutazione di pacchetto. Quella della commutazione di pacchetto è una tecnica di accesso multiplo a ripartizione nel tempo, utilizzata per condividere un canale di comunicazione tra più stazioni in modo non deterministico, utilizzata generalmente per realizzare reti di calcolatori. Essa si distingue dalla commutazione di circuito per la quale il collegamento fra due stazioni viene realizzato mediante la configurazione temporanea di un canale dedicato che, per l intera durata della comunicazione, viene assegnato esclusivamente alla trasmissione di informazioni fra le due stazioni. Tipicamente, la tecnica della commutazione di circuito è utilizzata nelle comunicazioni telefoniche. La tecnica della commutazione di pacchetto non comporta l'attivazione di una linea di comunicazione dedicata fra un elaboratore ed un altro, ma consente lo svolgimento simultaneo di più comunicazioni fra computer, massimizzando così l'utilizzazione dei mezzi trasmissivi impiegati. n una rete a commutazione di pacchetto (PBN, packet based network) l'informazione da trasmettere viene suddivisa in pacchetti ad ognuno dei quali viene aggiunta un'intestazione che contiene tutta l'informazione necessaria affinché il pacchetto possa venire inoltrato alla sua destinazione finale e sulla sua posizione all'interno dell'informazione che viene trasferita. pacchetti vengono inviati individualmente attraverso la rete e vengono poi riassemblati nella loro forma originale quando arrivano sul computer di destinazione. L'intera capacità trasmissiva disponibile viene impegnata per la trasmissione di ciascun pacchetto. 11

12 Mentre in una rete a commutazione di circuito la capacità del canale trasmissivo è interamente dedicata ad una specifica comunicazione, la commutazione di pacchetto si rivela molto più efficiente nonostante la maggior quantità di dati inviata, in quanto i canali fisici sono utilizzati solo per il tempo strettamente necessario. noltre, poiché ogni pacchetto porta con sé la sua identificazione, una rete può trasportare nello stesso tempo pacchetti provenienti da sorgenti differenti. La commutazione di pacchetto permette quindi a più utenti di inviare informazioni attraverso la rete in modo efficiente e simultaneo, risparmiando tempo e costi mediante la condivisione di uno stesso canale trasmissivo (cavo elettrico, etere, fibra ottica ecc.). Allo scopo di sfruttare tali caratteristiche, ciascuna telecamera sarà dotata di un codificatore video in grado di ricevere in ingresso il segnale video analogico proveniente dalla telecamera, convertirlo in digitale e, successivamente, adattarlo alla trasmissione su reti che prevedono il protocollo di comunicazione TCP/P. Saranno installati codificatori ad alta risoluzione a porta singola capaci di garantire una conversione analogico-digitale eccellente ed una compressione video Mpeg-4 secondo i più attuali standard qualitativi. Essi, difatti, sono in grado di garantire immagini digitali nitide ad un frame rate di 5fps e risoluzione pari a 4CF. La dotazione dei codificatori comprende Motion detector, porta RS3 per la programmazione, 1 porta RS485 per il controllo telecamere speed dome / brandeggi, 4 ingressi di allarme e uscite relè. Essi potranno essere regolati ad un bit rate fra 3Kbps e 4096Kbps, secondo la larghezza di banda disponibile della rete. codec video sostengono protocolli tipo TCP, UDP Tunneled, UDP Multicast per uso sulle reti P comprese la LAN, la WAN, le reti senza fili, internet (Dialup, ADSL, SDSL, linea dedicata e VPN). 1

13 L'ammontare del movimento tra i frames sarà controllato costantemente dall'unità codec tramite la funzione ACF (activity controlled frame rate). Quando non vi sarà nessun movimento nella scena ripresa dalle telecamere, il frame rate sarà ridotto ad 1 frame (o superiore) per secondo. Non appena si presenterà un attività, il frame rate ritornerà alla velocità impostata nel tempo massimo di 80 ms. Questa caratteristica ridurrà fino 50 volte i data rates, flusso video anche a 30 Kbps, incrementando l ammontare dei flussi video memorizzabili dalle unità di storage. La rilevazione del movimento avverrà direttamente dal codec. Si potrà selezionare, tramite il menu di Motion detection, la sensibilità, la zona d interesse e la dimensione dell oggetto da riprendere. La modalità museo (antiterrorismo) genera un picco nel profilo del movimento, se l'oggetto compare e rimane nella scena o se è rimosso dalla scena. La modalità museo sarà combinata con la dimensione dell' oggetto e con il tempo di permanenza. 13

14 E possibile configurare il trasmettitore su tre flussi video indipendenti. la registrazione avverrà sempre sul primo stream, il secondo stream per la LAN ed il terzo stream per la WAN. - tre streams a 1CF - due streams a CF - uno stream a 4CF È possibile specificare quale flusso video utilizzare quando un particolare utente accede ad una determinata telecamera. Per esempio, due utenti possono richiedere l' accesso ad una stessa telecamera in condizioni diverse. Per conservare la larghezza di banda, è possibile specificare che l'utente che richiede l accesso dal sito più distante si colleghi automaticamente alla telecamera usando un flusso video con un bit rate più basso dell' utente che richiede l accesso dal sito meno distante. La funzione consente di impostare differenti parametri per due fasce orarie prestabilite in modo che il sistema cambi la configurazione degli stream video automaticamente. Ciascun dispositivo, sia per i punti di ripresa aggiunti sia per quelli già presenti sul territorio sarà dotato di analitica, sarà dotato di analitica video avanzata al fine di poter individuare allarmi intelligenti provenienti dalle telecamere. n particolare potranno essere controllati i seguenti eventi: Rilevamento di congestione troppe persone in uno spazio troppo piccolo; Rilevamento del movimento persone o veicoli che si muovono, ad es., da sinistra a destra in una scena; Rilevamento di oggetti abbandonati abbandono dei rifiuti in posti non autorizzati 14

15 Contro flusso una persona che si muove in senso contrario nel percorso di immigrazione; Tripwire virtuale rilevamento e allarme quando viene interrotta una linea definita; Rilevamento in base alla forma rilevamento di veicoli; Rilevamento di oggetti e rilevamento di furto un oggetto che viene prelevato da una scena molto piena; 6. SOFTWARE D GESTONE. l software di gestione che sarà adottato è un software unico e potente per la gestione contemporanea di un numero illimitato di trasmettitori. Esso consente la totale gestione delle unità presenti sulla rete P così come gli eventi d allarme. noltre, permette di riprodurre registrazioni e cercare animazioni, specificare la frequenza e la natura delle attività di registrazione ed impostare e controllare le telecamere PTZ. Gli utenti che dispongono di autorizzazioni di accesso sono abilitati ad effettuare le azioni riportate di seguito. 15

16 VSUALZZARE VDEO DAL VVO Visualizzare riprese dal vivo fino a un massimo di 0 telecamere contemporaneamente sullo schermo di un PC, con vari layout. Se si utilizza un doppio monitor, si possono visualizzare fino a 50 telecamere. Visualizzare riprese dal vivo sui monitor analogici da qualsiasi telecamera collegata in rete. Ascoltare e parlare con le persone visualizzate sullo schermo. Utilizzare le sequenze per visualizzare un gruppo di telecamere in successione in un unico quadrante video o monitor. Utilizzare i salvo (gruppi di riprese) e le ronde (gruppi di salvo) per visualizzare consecutivamente un gruppo di telecamere in quadranti video o monitor. Utilizzare la tastiera tvcc per visualizzare le riprese di telecamere, sequenze, salvo e ronde su quadranti video e monitor in base ad un numero assegnato. Controllare una telecamera ptz mediante il joystick visualizzato sullo schermo e/o una tastiera tvcc. Registrare riprese dal vivo e catturare istantanee delle immagini. Utilizzare le mappe per individuare rapidamente le telecamere da visualizzare. Eseguire direttamente dal quadrante video fino a quattro azioni a distanza, come l'apertura delle porte, l'accensione delle luci e così via. 16

17 RVEDERE VDEO & PLAYBACK Modo indipendente: avviare la camera in periodi differenti, alcune in play, alcune in pausa. Modo simultaneo: avviare le camere nello stesso tempo - tutto il play o fare una pausa insieme - una volta fatto una pausa, le immagini si susseguono dopo 40ms. Visione video live e video registrati nello stesso momento, con il live sul secondo monitor. Visualizzare e gestire gli eventi (allarmi) Visualizzare e riconoscere tutti gli eventi accaduti nel sito. Visualizzare la camera allarmata sul monitor. Gestire gli eventi in base alle indicazioni dell amministratore. Riprodurre le registrazioni associate agli eventi. Attivare il Preset della PTZ. Attivare il salvo (gruppo di telecamere). 17

18 7. SALA OPERATVA Nella sala operativa principale, situata presso il Comando di Polizia Municipale, saranno attuate opere di ammodernamento ed espansione dei dispositivi e delle apparecchiature già presenti al fine di adeguarne le prestazioni alla nuova configurazione del sistema. n particolare, sarà installato un server di registrazione in grado di assicurare una capacità di storage sufficiente alla registrazione delle immagini provenienti dai sessantadue nuovi punti di ripresa. Si è optato di garantire una capacità di storage pari a 48 TB (sufficiente a registrare le immagini prodotte da tutte le telecamere per una settimana, a seconda della risoluzione). L architettura del sistema richiesto, infatti, è del tipo client-server, ove il server è il dispositivo che si occupa della gestione dalle comunicazioni con le telecamere mentre il client è il dispositivo deputato alla visualizzazione live delle telecamere e delle registrazioni. Pertanto, la registrazione delle informazioni video, trasmesse a mezzo della rete wireless, dai siti di sorveglianza territoriali avverrà ad opera di un registratore video di rete (NVR server) dotato di elevate capacità di storage e collegato in rete a mezzo dell interfaccia Ethernet. 18

19 Esso sarà installato nell armadio Rack che sarà allocato nella sala operativa principale. L NVR che sarà installato è una soluzione SAN (storage area network ) progettata per implementazioni medio-piccole o sedi remote. La capacità RAW massima va da 3,6 TB SAS o 1 TB SATA nel cabinet base, fino ad oltre 14 TB SAS o 48 TB SATA con l'aggiunta del numero massimo di enclosure per unità. noltre, sia nella sala operativa principale che in quella secondaria (situata presso il comando di Polizia di Stato) saranno installati quattro (4) monitor LCD 40 per la visualizzazione delle immagini provenienti dalle telecamere gestiti da un PC di ultima generazione. 19

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai Articolo Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai INDICE Introduzione 3 Dieci cose che il vostro fornitore

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

ivms-4200 Client Software Manuale Utente Hangzhou Hikvision Digital Technology Co., Ltd.

ivms-4200 Client Software Manuale Utente Hangzhou Hikvision Digital Technology Co., Ltd. ivms-4200 Client Software Manuale Utente Hangzhou Hikvision Digital Technology Co., Ltd. Manuale utente del Client software ivms-4200 Informazioni Le informazioni contenute in questo documento sono soggette

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intel igente per control are i punti vendita: sorveglianza IP

DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intel igente per control are i punti vendita: sorveglianza IP DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intelligente per controllare i punti vendita: sorveglianza IP Guida descrittiva dei vantaggi dei sistemi di gestione e di sorveglianza IP per i responsabili dei punti vendita

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

Guida tecnica alla tecnologia video di rete.

Guida tecnica alla tecnologia video di rete. Guida tecnica alla tecnologia video di rete. Tecnologie e fattori da valutare per sviluppare con successo applicazioni di sorveglianza E di monitoraggio remoto basate su IP. 2 Guida tecnica di Axis alla

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI La caratteristica delle trasmissioni digitali è " tutto o niente ": o il segnale è sufficiente, e quindi si riceve l'immagine, oppure è insufficiente, e allora l'immagine non c'è affatto. Non c'è quel

Dettagli

Caratteristiche. Camcorder Full HD 3D/2D compatto con sensori CMOS Exmor R da 1/4" e software di editing Vegas. www.pro.sony.

Caratteristiche. Camcorder Full HD 3D/2D compatto con sensori CMOS Exmor R da 1/4 e software di editing Vegas. www.pro.sony. Camcorder Full HD 3D/2D compatto con sensori CMOS Exmor R da 1/4" e software di editing Vegas Pro* Operazioni versatili per registrazioni Full HD 3D e 2D professionali HXR-NX3D1E è un camcorder professionale

Dettagli

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof.

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof. Interfacce di Comunicazione Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica I semestre 03/04 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ 2 Trasmissione

Dettagli

Oscilloscopi serie WaveAce

Oscilloscopi serie WaveAce Oscilloscopi serie WaveAce 60 MHz 300 MHz Il collaudo facile, intelligente ed efficiente GLI STRUMENTI E LE FUNZIONI PER TUTTE LE TUE ESIGENZE DI COLLAUDO CARATTERISTICHE PRINCIPALI Banda analogica da

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

Mai più offline. viprinet. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub

Mai più offline. viprinet. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub viprinet Mai più offline. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub Adatti per la connettività Internet e reti VPN Site-to-Site Bounding effettivo delle connessioni WAN (fino a sei) Design modulare

Dettagli

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Sommario Premessa Definizione di VPN Rete Privata Virtuale VPN nel progetto Sa.Sol Desk Configurazione Esempi guidati Scenari futuri Premessa Tante Associazioni

Dettagli

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno.

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. UPPLEVA Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. 5 anni di GARANZIA INCLUSA NEL PREZZO I televisori, i sistemi audio e gli occhiali 3D UPPLEVA sono garantiti 5 anni. Per saperne

Dettagli

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM Barriera optoelettronica di misurazione LGM Misurare con intelligenza - nuove dei materiali in tutti i mercati La nuova Serie LGM di

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro

Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro Sistemi digitali per l ufficio sempre più efficienti e facili da usare Ottenere massima efficienza ed elevata professionalità, pur mantenendo

Dettagli

COME NON CADERE NELLA RETE. Guida alla progettazione di un cablaggio strutturato per le scuole secondarie superiori

COME NON CADERE NELLA RETE. Guida alla progettazione di un cablaggio strutturato per le scuole secondarie superiori COME NON CADERE NELLA RETE Guida alla progettazione di un cablaggio strutturato per le scuole secondarie superiori Come non cadere nella rete guida alla progettazione di un cablaggio strutturato per le

Dettagli

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese.

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione Promelit ipecs MG. Descrizione del Sistema: L azienda di oggi deve saper anche essere estesa : non confinata in

Dettagli

TRASMISSIONE DATI SU RETE TELEFONICA. 1 Fondamenti Segnali e Trasmissione

TRASMISSIONE DATI SU RETE TELEFONICA. 1 Fondamenti Segnali e Trasmissione TRASMISSIONE DATI SU RETE TELEFONICA Fondamenti Segnali e Trasmissione Trasmissione dati su rete telefonica rete telefonica analogica ISP (Internet Service Provider) connesso alla WWW (World Wide Web)

Dettagli

GLI ELEMENTI BASE PER LA CREAZIONE DI UNA RETE...

GLI ELEMENTI BASE PER LA CREAZIONE DI UNA RETE... GUIDA ALLE RETI INDICE 1 BENVENUTI... 4 2 GLI ELEMENTI BASE PER LA CREAZIONE DI UNA RETE... 5 2.1 COMPONENTI BASE DELLA RETE... 5 2.2 TOPOLOGIA ETHERNET... 6 2.2.1 Tabella riassuntiva... 7 2.3 CLIENT E

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa

Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa Indice Sistemi di citofonia e videocitofonia - Tecnologia e qualità... - Installazione più facile e rapida... 4 - I sistemi

Dettagli

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE UN SISTEMA INTEGRATO COMUNICAZIONE VERSO L ESTERNO Istituti di vigilanza Invio allarmi con protocollo CONTACT ID Comunicatore PSTN Espansione GSM Telefono

Dettagli

DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad

DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad Attraverso questo applicativo è possibile visualizzare tutti gli ingressi del DVR attraverso il cellulare. Per poter visionare le immagini

Dettagli

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi Il portafoglio VidyoConferencing Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi La qualità HD di Vidyo mi permette di vedere e ascoltare

Dettagli

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino TITOLO ESPERIENZA: Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino PRODOTTI UTILIZZATI: OBIETTIVO: AUTORE: RINGRAZIAMENTI: Interfacciare e controllare un modello di nastro trasportatore

Dettagli

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31 Serie - nterruttore orario 16 A SERE Caratteristiche.01.11.31 nterruttore orario elettromeccanico - Giornaliero * - Settimanale ** Tipo.01-1 contatto in scambio 16 A larghezza 35.8 mm Tipo.11-1 contatto

Dettagli

Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO

Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO / Benvenuto Quando si utilizza la videocamera GoPro nell ambito delle normali attività quotidiane, prestare

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER

Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER Contenuto Sunny Central Communication Controller è un componente integrale dell inverter centrale che stabilisce il collegamento tra l inverter

Dettagli

INDUSTRY PROCESS AND AUTOMATION SOLUTIONS. Lo strumento universale per la messa in esercizio e la diagnosi

INDUSTRY PROCESS AND AUTOMATION SOLUTIONS. Lo strumento universale per la messa in esercizio e la diagnosi Con Vplus, BONFIGLIOLI VECTRON offre uno strumento per la messa in esercizio, la parametrizzazione, il comando e la manutenzione. VPlus consente di generare, documentare e salvare le impostazioni dei parametri.

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 NB: alcune domande hanno risposta multipla: si richiede di identificare TUTTE le risposte corrette.

Dettagli

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 Manuale d'istruzioni Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 382280 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato l'alimentatore DC Programmabile 382280 della Extech.

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio

Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio 2 Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Il vostro sistema per la comunicazione al pubblico di facile

Dettagli

COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA

COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA Pagina 1 di 5 COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA AREA DISCIPLINARE : Indirizzo Informatica e Telecomunicazioni, articolazione Informatica.

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Kit Domotici fai-da-te integrabili fra di loro, semplici da installare e da utilizzare.

Kit Domotici fai-da-te integrabili fra di loro, semplici da installare e da utilizzare. Per una casa più comoda, cura e intelligente, con un solo clic. Kit Domotici faidate integrabili fra di loro, semplici da installare e da utilizzare. www.easydo.it videosorveglianza, controllo carichi

Dettagli

Nota di applicazione: impostazione della comunicazione

Nota di applicazione: impostazione della comunicazione Nota di applicazione: impostazione della comunicazione Questa nota di applicazione descrive come installare e impostare la comunicazione tra l'inverter e il server di monitoraggio SolarEdge. Questo documento

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Istruzioni sull aggiornamento per i modelli di navigazione: AVIC-F40BT, AVIC-F940BT, AVIC-F840BT e AVIC-F8430BT

Dettagli

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali Il regolatore semaforico Hydra nasce nel 1998 per iniziativa di CTS Engineering. Ottenute le necessarie certificazioni, già dalla prima installazione Hydra mostra sicurezza ed affidabilità, dando avvio

Dettagli

Elementi di rete che permettono lo scambio dei messaggi di segnalazione

Elementi di rete che permettono lo scambio dei messaggi di segnalazione SEGNALAZIONE Segnalazione e sistemi di segnalazione Segnalazione Messaggi tra elementi di una rete a commutazione di circuito (apparecchi di utente e centrali o fra le varie centrali) che permettono la

Dettagli

DEFENDER HYBRID. Sistema antintrusione ibrido wireless e filare. fracarro.com

DEFENDER HYBRID. Sistema antintrusione ibrido wireless e filare. fracarro.com DEFENDER HYBRID Sistema antintrusione ibrido wireless e filare Il sistema Un sistema completamente nuovo e flessibile Impianto filare o wireless? Da oggi Defender Hybrid Defender Hybrid rivoluziona il modo

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO

Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO / Benvenuto Quando si utilizza la videocamera GoPro nell ambito delle normali attività quotidiane, prestare

Dettagli

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Ufficio del Responsabile Unico della Regione Sicilia per il Cluster Bio-Mediterraneo

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS

TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS www.gmshopping.it TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS MANUALE UTENTE Questo documento è di proprietà di Ciro Fusco ( Cfu 2010 ) e protetto dalle leggi italiane sul diritto d autore (L. 633 del 22/04/1941

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali AlboTop Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali Introduzione AlboTop è il nuovo software della ISI Sviluppo Informatico per la gestione dell Albo professionale dell Ordine Assistenti Sociali.

Dettagli

Telefono Sirio lassico

Telefono Sirio lassico GUIDA USO Telefono Sirio lassico 46755H Aprile 2013 3 Indice INTRODUZIONE...1 CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI...1 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE...1 INSTALLAZIONE...2 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO...3

Dettagli

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Email Ras - CARROZZIERI Pag. 1 di 17 Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Notizie Generali Email Ras - CARROZZIERI Pag. 2 di 17 1.1 Protocollo Gruppo RAS Questo opuscolo e riferito al Protocollo

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Progetto Didattico di Informatica Multimediale

Progetto Didattico di Informatica Multimediale Progetto Didattico di Informatica Multimediale VRAI - Vision, Robotics and Artificial Intelligence 20 aprile 2015 Rev. 18+ Introduzione Le videocamere di riconoscimento sono strumenti sempre più utilizzati

Dettagli

CUT 20 P CUT 30 P GFAC_CUT 20P_30P_Brochure.indd 1 17.9.2009 9:29:45

CUT 20 P CUT 30 P GFAC_CUT 20P_30P_Brochure.indd 1 17.9.2009 9:29:45 CUT 20 P CUT 30 P UNA SOLUZIONE COMPLETA PRONTA ALL USO 2 Sommario Highlights Struttura meccanica Sistema filo Generatore e Tecnologia Unità di comando GF AgieCharmilles 4 6 8 12 16 18 CUT 20 P CUT 30

Dettagli

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Applicazione gestionale progettata per gestire tutti gli aspetti di palestre, centri sportivi e centri benessere Sicuro Personalizzabile

Dettagli

Telecamera IP Wireless/Wired. Manuale d uso

Telecamera IP Wireless/Wired. Manuale d uso Telecamera IP Wireless/Wired VISIONE NOTTURNA & ROTAZIONE PAN/TILT DA REMOTO Manuale d uso Contenuto 1 BENVENUTO...-1-1.1 Caratteristiche...-1-1.2 Lista prodotti...-2-1.3 Presentazione prodotto...-2-1.3.1

Dettagli

Perché un software gestionale?

Perché un software gestionale? Gestionale per stabilimenti balneari Perché un software gestionale? Organizzazione efficiente, aumento della produttività, risparmio di tempo. Basato sulle più avanzate tecnologie del web, può essere installato

Dettagli

Ridondante Modulare Affidabile

Ridondante Modulare Affidabile Ridondante Modulare Affidabile Provata efficacia in decine di migliaia di occasioni Dal 1988 sul mercato, i sistemi di chiusura Paxos system e Paxos compact proteggono oggi in tutto il mondo valori per

Dettagli

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE FACILITÀ TECNOLOGIA DISPONIBILITÀ ASSISTENZA D USO WI-FI IN 8 LINGUE TECNICA Collegamento

Dettagli

A.P.R.S.* Automatic Position Reporting System

A.P.R.S.* Automatic Position Reporting System A.R.I. Sezione di Reggio Emilia presenta: Introduzione al sistema A.P.R.S.* Automatic Position Reporting System *APRS è un marchio depositato da Bob Bruninga, WB4APR Copyright 2002-03 Alessandro Bondavalli

Dettagli

Manuale d Uso. Ref: 04061

Manuale d Uso. Ref: 04061 Manuale d Uso Ref: 04061 1 Grazie per aver acquistato il lettore digitale ENERGY SISTEM INNGENIO 2000. Questo manuale fornisce istruzioni operative dettagliate e spiegazioni delle funzioni per godere al

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco

domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m ista rappresenta l'alternativa economica per molte possibilità applicative. Essendo un contatore

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Dell Smart-UPS 1500 3000 VA

Dell Smart-UPS 1500 3000 VA Dell Smart-UPS 100 000 VA 0 V Protezione interattiva avanzata dell'alimentazione per server e apparecchiature di rete Affidabile. Razionale. Efficiente. Gestibile. Dell Smart-UPS, è l'ups progettato da

Dettagli

KV-S5055C. Innovativo meccanismo di alimentazione fogli. Scanner documenti a colori

KV-S5055C. Innovativo meccanismo di alimentazione fogli. Scanner documenti a colori Scanner documenti a colori KV-S5055C - Rilevamento documenti pinzati - Rilevamento ad ultrasuoni foglio doppio - Eccellente meccanismo del rullo. Inserimento documenti misti. Modalità carta lunga. 90 ppm

Dettagli

Anche tu utilizzi lastre (X-Ray Film) in Chemiluminescenza?

Anche tu utilizzi lastre (X-Ray Film) in Chemiluminescenza? Anche tu utilizzi lastre (X-Ray Film) in Chemiluminescenza? Con ALLIANCE Uvitec di Eppendorf Italia risparmi tempo e materiale di consumo, ottieni immagini quantificabili e ci guadagni anche in salute.

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli