4. I mediatori di assicurazione e riassicurazione o brokers

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "4. I mediatori di assicurazione e riassicurazione o brokers"

Transcript

1 La distribuzione del prodotto assicurativo 105 Subagente, coagenzia e procacciatore d affari Il subagente è un soggetto il quale viene incaricato da un agente, verso corrispettivo, di promuovere la conclusione di contratti nella zona assegnata all agente. Come l agente, il subagente opera a suo onere e spese ma non è legato da alcun rapporto giuridico con l impresa preponente, onde la responsabilità verso quest ultima per gli atti compiuti ricade sull agente. Possono essere incaricati anche più subagenti per la stessa zona. Il contratto di subagenzia è un subcontratto e, pertanto, è disciplinato unicamente dalle norme dettate dal Codice Civile per il contratto di agenzia, poiché l ACN non disciplina questa figura. La coagenzia è invece un contratto con il quale l impresa preponente conferisce l incarico agenziale a più agenti, congiuntamente e solidalmente; tuttavia i coagenti possono anche operare disgiuntamente. Le provvigioni sono ripartite secondo quote prestabilite o, in difetto, in parti eguali. Figura ambigua, a metà tra l agente ed il mediatore, è quella del procacciatore d affari, al quale la giurisprudenza applica per analogia la disciplina dell agente. Il procacciatore si distingue dall agente per non essere legato da un rapporto stabile ed organico al preponente. Tuttavia, la più recente giurisprudenza, in conformità dell indirizzo comunitario, riconosce validità agli atti compiuti con l intervento dei soggetti non iscritti al registro degli intermediari e, pertanto, anche a quelli compiuti con l intervento di un procacciatore d affari. 4. I mediatori di assicurazione e riassicurazione o brokers Completamente diversa da quella dell agente è la figura del broker o mediatore di assicurazione e riassicurazione. La figura del mediatore assicurativo è infatti caratterizzata dalla assoluta indipendenza dalle imprese di assicurazione, alle quali non devono essere legati da alcun rapporto giuridico o semplice cointeressenza, e dalla prestazione di attività di consulenza ed assistenza nella fase del reperimento dell impresa di assicurazione e nella formulazione del contratto e, spesso, anche nella fase esecutiva del rapporto (riscossione del premio, assistenza in caso di sinistro, ecc.). Pertanto il mediatore assicurativo può definirsi come colui che esercita professionalmente attività rivolta a mettere in diretta relazione con imprese di assicurazione o riassicurazione, alle quali non sia vincolato da impegni

2 106 L impresa e gli intermediari di sorta, soggetti che intendano provvedere con la sua collaborazione alla copertura dei rischi, assistendoli nella determinazione del contenuto dei relativi contratti e collaborando eventualmente alla loro gestione ed esecuzione (è la definizione di mediatore di assicurazione dell art. 1 dell abrogata legge 28 novembre 1984, n. 792). Da questa definizione emergono immediatamente i caratteri distintivi dalla semplice mediazione di cui agli artt ss. c.c. Egli non si limita infatti a mettere in relazione l assicuratore con l assicurando, ma assiste quest ultimo anche nella fase precontrattuale, ricercando la compagnia più adatta ad assicurare il rischio proposto, collaborando nella formulazione del contenuto contrattuale e, talora, anche nella fase post contrattuale, collaborando alla gestione ed esecuzione del contratto (incassando i premi, intervenendo nella fase di liquidazione dell indennità, ecc.). Alla mediazione si aggiunge dunque una attività di prestazione di consulenza professionale a favore dell assicurando. Si tratta di un rapporto che, per l impresa di assicurazione è semplice mediazione, ma per l assicurando è un contratto misto che presenta elementi della mediazione e del contratto d opera intellettuale (art c.c.). È pertanto naturale che il tipico campo di azione del mediatore sia per lo più circoscritto ai grandi rischi, ovvero ad una assistenza globale alle imprese che necessitano di una pluralità di coperture assicurative nell ambito della loro attività. È altresì naturale che la necessaria posizione di indipendenza del broker rispetto all assicuratore determini il divieto per gli agenti di svolgere attività di brokeraggio e viceversa. 5. L accesso all attività di intermediazione assicurativa e riassicurativa. Il registro degli intermediari assicurativi e riassicurativi 1 La legge prevede l iscrizione obbligatoria di tutti gli intermediari in un apposito registro (108), tenuto a cura dell ISVAP; l esercizio dell attività in violazione di tale obbligo è punito con sanzioni penali (art. 305, comma 2). 1 L applicazione degli artt. da 108 a 116 è sospesa sino all emanazione dei regolamenti attuativi ISVAP e ministeriali. Pertanto, sino a tale momento, restano in vigore le norme che disciplinano l albo degli agenti di assicurazione di cui alla legge 7 febbraio 1979, n. 48 e quelle che disciplinano l albo dei mediatori di assicurazione di cui alla legge 28 novembre 1984, n. 792.

3 La distribuzione del prodotto assicurativo 107 L esercizio dell attività è altresì precluso agli enti pubblici ed ai pubblici dipendenti, salvo che l attività sia svolta in forma marginale rispetto al rapporto di pubblico impiego. Il registro (elettronico) è distinto in più sezioni riservate rispettivamente a (art. 109): a) agenti di assicurazione; b) mediatori di assicurazione; c) produttori diretti; d) banche autorizzate ai sensi dell art. 14 del testo unico bancario (TUB) (d.lgs. 1 settembre 1993, n. 385), intermediari finanziari inseriti nell elenco speciale di cui all art. 107 del TUB, SIM autorizzate ai sensi dell art. 19 del testo unico sull intermediazione finanziaria (TUIF) (d.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58), Poste Italiane (art. 2 del d.p.r. 144/2001). Questi intermediari peraltro possono distribuire solo prodotti assicurativi che offrono garanzie o contengono clausole predeterminate non modificabili dall intermediario e rimesse alla libera scelta dell assicurato (art. 119, comma 2); e) dipendenti, collaboratori, produttori ed altri incaricati da agenti, mediatori, banche, intermediari finanziari, SIM e Poste Italiane; per questi soggetti l iscrizione è domandata dall intermediario che si avvale della loro opera, e, se si tratta di agente, deve darne notizia all impresa preponente. Non è consentita l iscrizione contemporanea in più sezioni del registro: pertanto gli agenti non possono svolgere attività di brokeraggio e viceversa, o l intermediario finanziario non può svolgere attività di agente, ecc. L iscrizione all albo può essere richiesta, per le sezioni a) e b), sia da persone fisiche che da società. La persona fisica per essere iscritta alle sezioni a) e b) dell albo, deve (art. 110): godere dei diritti civili e non aver riportato condanne penali per i reati previsti dalla legge (reati contro la P.A., contro il patrimonio, condanna comportante interdizione dai pubblici uffici, ecc.); non essere stata dichiarata fallita ovvero avere ricoperto cariche direttive in società soggette a procedure concorsuali (questo impedimento è peraltro limitato alla durata di 5 anni); non versare in condizione di decadenza, divieto o sospensione previste dall art. 10 della legge 31 maggio 1965, n. 575 (c.d. legge antimafia); non essere iscritta nel ruolo dei periti assicurativi. Occorre inoltre avere sostenuto una prova di idoneità ed avere stipulato una polizza di assicurazione della responsabilità civile con massimale di almeno 1 mln. per sinistro e 1,5 mln. all anno, valida in tutto il territorio dell U.E., per danni derivanti da errori e negligenze professionali proprie e dei loro dipendenti e collaboratori.

4 108 L impresa e gli intermediari Requisiti particolari sono previsti anche per l iscrizione dei produttori diretti e dei collaboratori degli intermediari (art. 111). Se l attività è svolta in forma societaria (art. 112), l iscrizione della società alle sezioni a), b) ed e) dell albo è subordinata al possesso dei seguenti requisiti: avere sede legale in Italia; non essere assoggettata a procedure concorsuali; non versare in condizione di decadenza, divieto o sospensione previste dal citato art. 10, legge n. 575/1965; la responsabilità dell attività di intermediazione deve essere affidata ad almeno una persona fisica iscritta nel registro; se trattasi di attività di mediazione assicurativa o riassicurativi i legali rappresentanti e i direttori generali devono essere iscritti al registro. Occorre inoltre avere stipulato una polizza di assicurazione della responsabilità civile con massimale di almeno 1 mln. per sinistro e 1,5 mln. all anno, valida in tutto il territorio dell U.E., per danni derivanti dallo svolgimento dell attività da parte della società ovvero per danni causati da errori e negligenze professionali dalle persone fisiche e dai dipendenti e collaboratori. Infine se la società svolge attività di mediazione riassicurativa deve possedere il capitale minimo stabilito con regolamento ISVAP. La cancellazione dall albo è prevista (art. 113): 1) in caso di radiazione; 2) in caso di rinuncia; 3) per mancato esercizio dell attività, senza giustificato motivo, per oltre 3 anni; 4) in caso di perdita dei requisiti previsti dalla legge; 5) per mancato versamento del contributo di vigilanza; 6) perdita di efficacia delle garanzie assicurative relative alla responsabilità professionale; 7) mancato versamento del contributo al Fondo di garanzia previsto dall art. 115 (cfr. infra). In caso di cancellazione per radiazione può essere chiesta le reiscrizione (art. 114) purché siano trascorsi almeno 5 anni e siano presenti i requisiti per l iscrizione. Nei casi invece di cancellazione per omesso versamento del contributo di vigilanza o a favore del Fondo di garanzia, è necessario il versamento di tutti i contributi omessi. Stante la particolare natura dell attività dei mediatori, che, da un alto, è assolutamente autonoma rispetto alle imprese di assicurazione, d altro canto, presenta una forte componente rappresentata da prestazioni di consulenza, la legge si preoccupa che, nel caso l attività del mediatore possa comportare pregiudizio all assicurato, sia comunque possibile un ristoro dei danni. Ai fini dell iscrizione all albo è necessaria pertanto l adesione ad un Fondo di garanzia, costituito presso la CONSAP ed alimentato dai contributi dei mediatori iscritti in percentuale alle provvigioni acquisite. L intervento del fondo è previsto se il risarcimento non sia possibile né da parte del mediatore, né da parte dell assicuratore della responsabilità civile (perché ad esempio non è stato pagato il premio).

5 La distribuzione del prodotto assicurativo 109 Infine gli intermediari iscritti nel registro con residenza o sede legale in Italia sono abilitati ad esercitare l attività in regime di stabilimento o di libertà di prestazione di servizi negli altri Stati membri, previa comunicazione all ISVAP (art. 116). Analogamente gli intermediari con residenza o sede legale in altri Stati membri sono abilitati ad esercitare l attività in regime di stabilimento o di libertà di prestazione di servizi in Italia. 6. L esercizio dell attività di intermediazione assicurativa e riassicurativa. Le regole di comportamento In ordine alla attività di riscossione dei premi relativi ai contratti intermediati e, per i mediatori, le somme dovute a titolo di risarcimento o comunque qualsiasi altra somma dovuta dall assicuratore, nel caso debbano essere regolati tramite intermediario, la legge ha posto particolari tutele a garanzia degli assicurati. In particolare le suddette somme devono essere depositate su un conto separato e costituiscono patrimonio autonomo rispetto a quello personale dell intermediario. Ciò vuol dire che eventuali creditori dell intermediario non possono soddisfarsi sulle le somme in questione, neppure nell ipotesi di fallimento dell intermediario. Mentre possono essere oggetto di espropriazione da parte del creditore dell assicurato o dell assicuratore cui competono le somme depositate (art. 117). Inoltre il pagamento del premio effettuato in buona fede all intermediario o ai suoi collaboratori si considera effettuato all assicuratore, anche nel caso in cui i primi non avessero la legittimazione all incasso, ovvero, per qualunque motivo, non le abbiano versate all assicuratore. Le somme dovute dall assicuratore agli aventi diritto alla prestazione assicurativa si presumono corrisposte, salvo prova contraria a carico dell intermediario o dell impresa, solo se è stata sottoscritta la relativa quietanza (art. 118). L impresa di assicurazione per conto della quale agisce il produttore diretto risponde in solido dei danni provocati da quest ultimo; così come l impresa, l agente o il mediatore rispondono in solido dei danni causati dai loro preposti (art. 119). Gli intermediari assicurativi (sono pertanto escluse le operazioni di riassicurazione ed i grandi rischi), prima della conclusione del contratto ovvero in caso di modifiche o rinnovi, devono fornire al contraente le informa- 5.

LE NOVITA DEL CODICE DELLE ASSICURAZIONI IN MATERIA DI INTERMEDIAZIONE

LE NOVITA DEL CODICE DELLE ASSICURAZIONI IN MATERIA DI INTERMEDIAZIONE 1 LE NOVITA DEL CODICE DELLE ASSICURAZIONI IN MATERIA DI INTERMEDIAZIONE 2 Sistema distributivo ante CdA Agenzie in economia: produzione diretta Agente in gestione libera: (art. 2, 1 comma ANA 2003 e L.

Dettagli

RISOLUZIONE.7/E QUESITO

RISOLUZIONE.7/E QUESITO RISOLUZIONE.7/E Direzione Centrale Normativa Roma, 7 febbraio 2013 OGGETTO: Consulenza giuridica - Esenzione da ritenute d acconto sulle provvigioni - Art. 25- bis, comma quinto, del DPR 29 settembre 1973,

Dettagli

La giurisprudenza del comparto assicurativo

La giurisprudenza del comparto assicurativo La giurisprudenza del comparto assicurativo Le fonti normative Codice civile D.Lgs. 209 del 7 nov 2005 Regolamento ISVAP n 5 del 16 0tt 2006 Decreto legislativo 223/06 (decreto Bersani) e Bersani Bis Regolamenti

Dettagli

Art. 63 (Trasferimento al registro delle persone fisiche iscritte nell Albo nazionale degli agenti di assicurazione) Comma 1

Art. 63 (Trasferimento al registro delle persone fisiche iscritte nell Albo nazionale degli agenti di assicurazione) Comma 1 (introducendo l esclusione della sanzione in caso di violazione di obblighi negoziali di contenuto meramente dispositivo contenuti nell incarico o nell accordo di intermediazione) e punto 6 (aggiungendo

Dettagli

ISVAP - REGOLAMENTO n. 5 del 16 OTTOBRE 2006. Confronto parte formazione ed informativa all assicurato con bozza di regolamento del 4 agosto 2006

ISVAP - REGOLAMENTO n. 5 del 16 OTTOBRE 2006. Confronto parte formazione ed informativa all assicurato con bozza di regolamento del 4 agosto 2006 ISVAP - REGOLAMENTO n. 5 del 16 OTTOBRE 2006 Confronto parte formazione ed informativa all assicurato con bozza di regolamento del 4 agosto 2006 Parte I - Disposizioni di carattere generale Art. 2 - (Definizioni)

Dettagli

Unione Nazionale Agenti Professionisti di Assicurazione

Unione Nazionale Agenti Professionisti di Assicurazione RELAZIONE CONTENENTE LE OSSERVAZIONI ALLO SCHEMA DI REGOLAMENTO CONCERNENTE LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI INTERMEDIAZIONE ASSICURATIVA E RIASSICURATIVA DI CUI AL TITOLO IX (INTERMEDIARI DI ASSICURAZIONE

Dettagli

Principali modifiche al Regolamento ISVAP 5/2006 Le modifiche al regolamento introdotte dal provvedimento 2720/2009 sono indicate in rosso

Principali modifiche al Regolamento ISVAP 5/2006 Le modifiche al regolamento introdotte dal provvedimento 2720/2009 sono indicate in rosso Principali modifiche al Regolamento ISVAP 5/2006 Le modifiche al regolamento introdotte dal 2720/2009 sono indicate in rosso Esame semplificato per l iscrizione alla sezione A del RUI per iscritti alle

Dettagli

INDICE. Art. 1742 (Nozione) SEZIONE I: LINEAMENTI DELL AGENZIA

INDICE. Art. 1742 (Nozione) SEZIONE I: LINEAMENTI DELL AGENZIA INDICE Art. 1742 (Nozione) SEZIONE I: LINEAMENTI DELL AGENZIA I. - L incarico dell agente 1. «Promuovere la conclusione di contratti» significa renderla possibile. 3 2. Il significato specifico di promuovere.

Dettagli

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO n. 5 del 16 OTTOBRE 2006 REGOLAMENTO CONCERNENTE LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI INTERMEDIAZIONE ASSICURATIVA E RIASSICURATIVA DI CUI AL TITOLO IX (INTERMEDIARI DI ASSICURAZIONE E DI RIASSICURAZIONE)

Dettagli

Caricamenti Carta verde Certificato di assicurazione Condizioni generali di assicurazione Constatazione amichevole di incidente Contraente

Caricamenti Carta verde Certificato di assicurazione Condizioni generali di assicurazione Constatazione amichevole di incidente Contraente Glossario A Agente di Assicurazione - Soggetto che, mettendo a disposizione del pubblico la propria competenza tecnica, svolge stabilmente in forma professionale ed autonoma l incarico di provvedere a

Dettagli

Fascicolo Informativo Precontrattuale. Responsabilità Civile professionale in convenzione SMI

Fascicolo Informativo Precontrattuale. Responsabilità Civile professionale in convenzione SMI Fascicolo Informativo Precontrattuale Responsabilità Civile professionale in convenzione SMI Gentile dottore, La invitiamo a leggere con attenzione le informazioni che seguono, preparate con l intento

Dettagli

Codice fiscale. Il versamento deve essere effettuato sul C/C postale n. 50803964 intestato alla Federazione Nazionale dei Collegi IPASVI

Codice fiscale. Il versamento deve essere effettuato sul C/C postale n. 50803964 intestato alla Federazione Nazionale dei Collegi IPASVI POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE E TUTELA LEGALE degli Infermieri Professionali, Assistenti Sanitari e Vigilatrici d Infanzia Convenzione tra Federazione Nazionale dei Collegi IPASVI e Carige

Dettagli

Art. 1: Oggetto dell appalto

Art. 1: Oggetto dell appalto Art. 1: Oggetto dell appalto Il presente capitolato ha per oggetto il servizio di consulenza e brokeraggio assicurativo, ed in particolare: o il servizio di assistenza, consulenza e gestione del programma

Dettagli

INFORMAZIONI E DOCUMENTI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE

INFORMAZIONI E DOCUMENTI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE INFORMAZIONI E DOCUMENTI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE Ai sensi degli art. 120 D.Lgs 209/2005 e del Regolamento IVASS 5/2006 e successive modifiche Gentile cliente La invitiamo a

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA COMUNALE DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA COMUNALE DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA COMUNALE DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha ad oggetto l affidamento del

Dettagli

Proposta di adesione Polizza di Tutela Legale Difesa Business DAS Massimale per sinistro senza limite per anno

Proposta di adesione Polizza di Tutela Legale Difesa Business DAS Massimale per sinistro senza limite per anno Proposta di adesione Polizza di Tutela Legale Difesa Business DAS Massimale per sinistro senza limite per anno 31.000 Libera professione: Opzione 1 260,00 Opzione 2 520,00 50.000 Libera professione: Opzione

Dettagli

Lettera di incarico per la ricerca e la stipula di coperture assicurative. Ditta/denominazione: Indirizzo: _ Città CAP _

Lettera di incarico per la ricerca e la stipula di coperture assicurative. Ditta/denominazione: Indirizzo: _ Città CAP _ Lettera di incarico per la ricerca e la stipula di coperture assicurative. Incarico conferito da: Ditta/denominazione: Indirizzo: _ Città CAP _ recapiti: telefono fisso cell. Email _ fax _ a favore di:

Dettagli

CAMPO DI APPLICAZIONE

CAMPO DI APPLICAZIONE Campo di applicazione - CAMPO DI APPLICAZIONE NORMATIVA DI RIFERIMENTO Articoli da 1742 a 1752 del Codice civile; Legge 3 maggio 1985, n. 204 Disciplina dell attività di agente e rappresentante di commercio

Dettagli

Progetto di Formazione Intermediari assicurativi. Atoma Srl tutti i diritti riservati 1 ed. febbraio 2010

Progetto di Formazione Intermediari assicurativi. Atoma Srl tutti i diritti riservati 1 ed. febbraio 2010 Progetto di Formazione Intermediari assicurativi 2011 Formazione Normativa Atoma Srl tutti i diritti riservati 1 ed. febbraio 2010 - Il Codice delle Assicurazioni - Il Regolamento ISVAP N 5/2006 - Il provvedimento

Dettagli

POLIZZE di RESPONSABILITA CIVILE CONVENZIONE PRO.ME.SA. CARIGE ASSICURAZIONI S.p.A.

POLIZZE di RESPONSABILITA CIVILE CONVENZIONE PRO.ME.SA. CARIGE ASSICURAZIONI S.p.A. POLIZZE di RESPONSABILITA CIVILE CONVENZIONE PRO.ME.SA. CARIGE ASSICURAZIONI S.p.A. Modulo di adesione (ad uso proposta irrevocabile di contratto ex. art. 1329 del Codice Civile) Relativo alla polizza

Dettagli

UDL. L intermediazione assicurativa

UDL. L intermediazione assicurativa L intermediazione assicurativa Norme sull intermediazione assicurativa il codice delle assicurazioni e il regolamento ISVAP n. 5 del 16/10/2006: l attuazione delle direttive UE e la regolamentazione degli

Dettagli

PARTE I Informazioni Generali relative all Intermediario che entra in contatto con il Contraente.

PARTE I Informazioni Generali relative all Intermediario che entra in contatto con il Contraente. !""#$ %&' PARTE I Informazioni Generali relative all Intermediario che entra in contatto con il Contraente. (%(()*( %+%,,()-%(. o """/!01#0 o o 1 "1!"1" %,2%(*3(4"((553! "6" 6/!4$/!0 "111044 "# (78)**%+%&(

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO RECANTE RIASSETTO NORMATIVO DELLE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ASSICURAZIONI PRIVATE - CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE.

DECRETO LEGISLATIVO RECANTE RIASSETTO NORMATIVO DELLE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ASSICURAZIONI PRIVATE - CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE. DECRETO LEGISLATIVO RECANTE RIASSETTO NORMATIVO DELLE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ASSICURAZIONI PRIVATE - CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE. INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Definizioni e classificazioni

Dettagli

Cognome e nome/ragione sociale. Codice Fiscale/Par luogo Sesso. N tel. e-mail Indirizzo di residenza CAP Prov. NOTE: Firma del Cliente

Cognome e nome/ragione sociale. Codice Fiscale/Par luogo Sesso. N tel. e-mail Indirizzo di residenza CAP Prov. NOTE: Firma del Cliente QUESTIONARIO EX ART. 52 REG. IVASS 5/2006 PER LA VALUTAZIONE DELL ADEGUATEZZA DEI CONTRATTI ASSICURATIVI AUTO Gentile Cliente, il presente questionario, la cui proposizione è per noi obbligatoria ai sensi

Dettagli

SCHEMA di CONTRATTO per l AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVI DELL A.S.P. GIOVANNI CHIABÀ.

SCHEMA di CONTRATTO per l AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVI DELL A.S.P. GIOVANNI CHIABÀ. SCHEMA di CONTRATTO per l AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVI DELL A.S.P. GIOVANNI CHIABÀ. L anno ( ) il giorno ( ) del mese di ( ) Premesso che l Azienda Pubblica per i Servizi

Dettagli

CAPITOLATO PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

CAPITOLATO PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO 1 INDICE Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10 Art. 11 Art. 12 Art. 13 Art. 14 Art. 15 Art. 16 Oggetto del capitolato

Dettagli

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO n. 5 del 16 OTTOBRE 2006 REGOLAMENTO CONCERNENTE LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI INTERMEDIAZIONE ASSICURATIVA E RIASSICURATIVA DI CUI AL TITOLO IX (INTERMEDIARI DI ASSICURAZIONE E DI RIASSICURAZIONE)

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Entrate e Affari Generali. Servizio Gare Provveditorato e Acquisti

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Entrate e Affari Generali. Servizio Gare Provveditorato e Acquisti Registro generale n. 2574 del 2011 Determina senza Impegno DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Entrate e Affari Generali Servizio Gare Provveditorato e Acquisti Oggetto Affidamento del servizio

Dettagli

MODULO PROPOSTA PER L ASSICURAZIONE DEGLI ESBORSI CONSEGUENTI A RESPONSABILITÀ CIVILE DEI COMMERCIALISTI, DEI CONSULENTI DEL LAVORO e DEGLI AVVOCATI

MODULO PROPOSTA PER L ASSICURAZIONE DEGLI ESBORSI CONSEGUENTI A RESPONSABILITÀ CIVILE DEI COMMERCIALISTI, DEI CONSULENTI DEL LAVORO e DEGLI AVVOCATI MODULO PROPOSTA PER L ASSICURAZIONE DEGLI ESBORSI CONSEGUENTI A RESPONSABILITÀ CIVILE DEI COMMERCIALISTI, DEI CONSULENTI DEL LAVORO e DEGLI AVVOCATI 1. CONTRAENTE (ASSICURANDO) Nome e Cognome: Codice Fiscale:

Dettagli

REGOLAMENTO N. 8 DEL 3 MARZO 2015

REGOLAMENTO N. 8 DEL 3 MARZO 2015 REGOLAMENTO N. 8 DEL 3 MARZO 2015 REGOLAMENTO CONCERNENTE LA DEFINIZIONE DELLE MISURE DI SEMPLIFICAZIONE DELLE PROCEDURE E DEGLI ADEMPIMENTI NEI RAPPORTI CONTRATTUALI TRA IMPRESE DI ASSICURAZIONI, INTERMEDIARI

Dettagli

ASSICURAZIONI NOTE INFORMATIVE

ASSICURAZIONI NOTE INFORMATIVE . ASSICURAZIONI NOTE INFORMATIVE Regolamento ISVAP N. 5/2006 - ALLEGATO 7A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI Ai sensi

Dettagli

Ufficio Gare, Contratti e Acquisti CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO

Ufficio Gare, Contratti e Acquisti CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO Art. 1 Finalità Il presente capitolato ha per oggetto l affidamento, da parte della Bari Multiservizi S.p.a. (in seguito, per semplicità, denominata società),

Dettagli

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 - OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato ha per oggetto l appalto del servizio professionale di consulenza

Dettagli

PROMEMORIA PROVVEDIMENTO N. 2720 DEL 2 LUGLIO 2009 MODIFICHE ED INTEGRAZIONI AL REGOLAMENTO N. 5 DEL 16 OTTOBRE 2006

PROMEMORIA PROVVEDIMENTO N. 2720 DEL 2 LUGLIO 2009 MODIFICHE ED INTEGRAZIONI AL REGOLAMENTO N. 5 DEL 16 OTTOBRE 2006 PROMEMORIA PROVVEDIMENTO N. 2720 DEL 2 LUGLIO 2009 MODIFICHE ED INTEGRAZIONI AL REGOLAMENTO N. 5 DEL 16 OTTOBRE 2006 L'ISVAP ha pubblicato sul proprio sito il Provvedimento 2720 del 2 luglio 2009, che

Dettagli

MODULO DI PROPOSTA PER POLIZZA MALATTIA. Modulo di Proposta per Polizza Malattia Pagina 1 di 10

MODULO DI PROPOSTA PER POLIZZA MALATTIA. Modulo di Proposta per Polizza Malattia Pagina 1 di 10 MODULO DI PROPOSTA PER POLIZZA MALATTIA Pagina 1 di 10 ALLEGATO n. 7A Regolamento ISVAP N. 5/2006 ISVAP Istituto di Diritto Pubblico Legge 12 Agosto 1982, n. 576 COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI

Dettagli

Per il superamento di entrambe le Prove è d obbligo aver riportato un punteggio non inferiore a 60/100.

Per il superamento di entrambe le Prove è d obbligo aver riportato un punteggio non inferiore a 60/100. Corso di preparazione alla Prova di Idoneità 2012 ai fini dell iscrizione al Registro Unico degli Intermediari Assicurativi e Riassicurativi RUI alla lettera A (Agenti) e B (Broker) Prova di Idoneità ai

Dettagli

Modulo adesione per Polizza tutela legale individuale

Modulo adesione per Polizza tutela legale individuale Modulo adesione per Polizza tutela legale individuale DATI DEL CONTRAENTE/ASSICURATO Cognome e Nome Codice Fiscale Nato in Prov. Data di Nascita Sesso Indirizzo Residenza Comune Provincia Cap Indirizzo

Dettagli

G E N E R A L B R O K E R S S R L G E S T I O N I A S S I C U R A T I V E www.generalbrokers.it info@generalbrokers.it

G E N E R A L B R O K E R S S R L G E S T I O N I A S S I C U R A T I V E www.generalbrokers.it info@generalbrokers.it G E N E R A L B R O K E R S S R L G E S T I O N I A S S I C U R A T I V E www.generalbrokers.it info@generalbrokers.it Regolamento ISVAP n 5/2006 ALLEGATO 7B Ai sensi della vigente normativa, l intermediario

Dettagli

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO n. 5 del 16 OTTOBRE 2006 REGOLAMENTO CONCERNENTE LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI INTERMEDIAZIONE ASSICURATIVA E RIASSICURATIVA DI CUI AL TITOLO IX (INTERMEDIARI DI ASSICURAZIONE E DI RIASSICURAZIONE)

Dettagli

ZAPPULLA Servizi Assicurativi

ZAPPULLA Servizi Assicurativi ZAPPULLA Servizi Assicurativi CONTRATTO D INCARICO RILASCIATO A Il Sig....nato il... a...(...) e residente a... in Via......n... Codice Fiscale... Partita Iva... riconosciuto con Carta Identità N... rilasciata

Dettagli

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO n. 5 del 16 OTTOBRE 2006 REGOLAMENTO CONCERNENTE LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI INTERMEDIAZIONE ASSICURATIVA E RIASSICURATIVA DI CUI AL TITOLO IX (INTERMEDIARI DI ASSICURAZIONE E DI RIASSICURAZIONE)

Dettagli

CIG Comitato Italiano Gas

CIG Comitato Italiano Gas Contratta dallo Spett.le CIG Comitato Italiano Gas codice fiscale n. 80067510158 20122 MILANO Via Larga 2 decorrenza h 0:00 01/01/2014 scadenza h 24:00 31/12/2016 frazionamento annuale scadenza 1 rata

Dettagli

COMUNE DI RIMINI Direzione Risorse Finanziarie Settore Tributi ed Economato

COMUNE DI RIMINI Direzione Risorse Finanziarie Settore Tributi ed Economato Direzione Risorse Finanziarie Settore Tributi ed Economato U.O. Economato SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER IL COMUNE DI RIMINI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Il Responsabile (Dott.

Dettagli

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP N. 5 DEL 16 OTTOBRE 2006

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP N. 5 DEL 16 OTTOBRE 2006 ALLEGATO 7A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI Ai sensi delle disposizioni del D.lgs. n. 209/2005 (Codice delle assicurazioni

Dettagli

RESPONSABILITÀ CIVILE DELL AVVOCATO

RESPONSABILITÀ CIVILE DELL AVVOCATO PROPOSTA DI ASCURAZIONE PER LA RESPONSABILITÀ CIVILE DELL AVVOCATO 1 - DATI DEL PROPONENTE Cognome e nome Iscrizione all Albo Numero Data Indirizzo di residenza Ubicazione dello studio Indirizzo di corrispondenza

Dettagli

ISVAP - Istituto di Diritto Pubblico - Legge 12 Agosto 1982, n. 576

ISVAP - Istituto di Diritto Pubblico - Legge 12 Agosto 1982, n. 576 ASSILEA rileva che la presenza della disgiuntiva o avrebbe esteso il concetto di locali dell intermediario anche ai locali che non costituiscono una dipendenza diretta dell intermediario medesimo. Se così

Dettagli

BROKERAGGIO ASSICURATIVO DISCIPLINARE DI INCARICO. Tra:

BROKERAGGIO ASSICURATIVO DISCIPLINARE DI INCARICO. Tra: BROKERAGGIO ASSICURATIVO DISCIPLINARE DI INCARICO Tra: l Agenzia per la Mobilità metropolitana, C.F.: 97639830013 in persona del direttore generale, nato a, il C.F., nella sua qualità di, a quanto infra

Dettagli

ALLEGATI NOTA 1 PROMOTORE FINANZIARIO NOTA 2 MEDIATORE CREDITIZIO

ALLEGATI NOTA 1 PROMOTORE FINANZIARIO NOTA 2 MEDIATORE CREDITIZIO . ALLEGATI NOTA 1 PROMOTORE FINANZIARIO NOTA 2 MEDIATORE CREDITIZIO PROMOTORE FINANZIARIO La figura del promotore finanziario è regolata dal Dlgs 24 febbraio 1998, n. 58, che all art.31, comma 2, definisce

Dettagli

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP N. 5 DEL 16 OTTOBRE 2006

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP N. 5 DEL 16 OTTOBRE 2006 ALLEGATO 7A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI Ai sensi delle disposizioni del D.lgs. n. 209/2005 (Codice delle assicurazioni

Dettagli

Informativa. In tal caso, ferma la Sua autonomia personale, il conferimento dei dati personali da Lei effettuato potrà essere:

Informativa. In tal caso, ferma la Sua autonomia personale, il conferimento dei dati personali da Lei effettuato potrà essere: Informativa In conformità all art. 13 del Decreto Legislativo 30.6.2003 n. 196 (di seguito denominato Codice), la sottoscritta Società di brokeraggio assicurativo Viras International Insurance Broker S.p.A.-

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Servizio di Consulenza ed Assistenza Assicurativa (brokeraggio)

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Servizio di Consulenza ed Assistenza Assicurativa (brokeraggio) CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Servizio di Consulenza ed Assistenza Assicurativa (brokeraggio) Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio di consulenza ed assistenza

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CIG 50773444D0 OGGETTO DELL'INCARICO L affidamento ha per oggetto lo svolgimento del servizio di brokeraggio assicurativo professionale,

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI INTERMEDIAZIONE ASSICURATIVA E RIASSICURATIVA

REGOLAMENTO IN MATERIA DI INTERMEDIAZIONE ASSICURATIVA E RIASSICURATIVA REGOLAMENTO IN MATERIA DI INTERMEDIAZIONE ASSICURATIVA E RIASSICURATIVA anno 2007 / numero 02 (TESTO CONSOLIDATO CON LE MODIFICHE INTRODOTTE DAL REGOLAMENTO N. 2008-03) INDICE PARTE I DISPOSIZIONI GENERALI...

Dettagli

a.1. Procacciatori liberi

a.1. Procacciatori liberi collaboratori associati a consulenti cooperatori promotori Una prima categoria può essere individuata nei soggetti che svolgono una attività di promozione sul mercato dell immagine del broker al fine di

Dettagli

REGOLAMENTO N. 23 DEL 9 MAGGIO 2008 L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

REGOLAMENTO N. 23 DEL 9 MAGGIO 2008 L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 23 DEL 9 MAGGIO 2008 REGOLAMENTO CONCERNENTE LA DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DEI PREMI E DELLE CONDIZIONI DI CONTRATTO NELL ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA PER I VEICOLI A MOTORE E NATANTI, DI

Dettagli

L identificazione può essere effettuata in forma indiretta, anche senza la presenza fisica del cliente, nei casi seguenti:

L identificazione può essere effettuata in forma indiretta, anche senza la presenza fisica del cliente, nei casi seguenti: Normativa Antiricilaggio: guida pratica UMCI Esaminiamo i vari adempimenti a seconda degli obblighi: a) Identificazione del cliente L identificazione consiste nella verifica dell identità del cliente e

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO

AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO mediante scrittura privata per l affidamento del servizio triennale di brokeraggio assicurativo a favore dell

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI INTRMEDIAZIONE ASSICURATIVA

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI INTRMEDIAZIONE ASSICURATIVA Settore Affari ed Organi Istituzionali, Consulenza alla struttura organizzativa, Provveditorato ed Economato, Contratto e Concessioni CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI INTRMEDIAZIONE

Dettagli

Spett.le. Accordo di libera collaborazione

Spett.le. Accordo di libera collaborazione Spett.le Accordo di libera collaborazione Facendo seguito alle conversazioni intercorse, abbiamo il piacere di comunicarvi che, aderendo alla Vs. richiesta di instaurare con la. un rapporto di collaborazione

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO IVASS/ISVAP 5/2006 SEZIONE A

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO IVASS/ISVAP 5/2006 SEZIONE A MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO IVASS/ISVAP 5/2006 SEZIONE A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

Denominazione: (in caso di Studio Associato o Società) Codice Fiscale: Attività Prof. Nome e Cognome Codice Fiscale

Denominazione: (in caso di Studio Associato o Società) Codice Fiscale: Attività Prof. Nome e Cognome Codice Fiscale MODULO PROPOSTA PER L ASSICURAZIONE DEGLI ESBORSI CONSEGUENTI A RESPONSABILITÀ CIVILE DEI COMMERCIALISTI, DEI CONSULENTI DEL LAVORO e DEGLI AVVOCATI (Versione Small Office)5700150 1. CONTRAENTE (ASSICURANDO)

Dettagli

REGOLAMENTO N. 23 DEL 9 MAGGIO 2008 L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

REGOLAMENTO N. 23 DEL 9 MAGGIO 2008 L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 23 DEL 9 MAGGIO 2008 REGOLAMENTO CONCERNENTE LA DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DEI PREMI E DELLE CONDIZIONI DI CONTRATTO NELL ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA PER I VEICOLI A MOTORE E NATANTI, DI

Dettagli

02.45463294. e cristalli. Mecenate, 74-20138 l: preventivi.fiba

02.45463294. e cristalli. Mecenate, 74-20138 l: preventivi.fiba 02.45463294 e cristalli Mecenate, 74-20138 l: preventivi.fiba DA RITORNARE FIRMATO MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO IVASS ex ISVAP 5/2006 Numero polizza Compagnia Decorrenza./.../..

Dettagli

Roma, 25 marzo 2003. Prot. n. 363148

Roma, 25 marzo 2003. Prot. n. 363148 Roma, 25 marzo 2003 Prot. n. 363148 CIRCOLARE N. 502/D p.c. Alle Imprese di assicurazione con sede legale in Italia Alle Rappresentanze Generali di Imprese di assicurazione con sede legale in uno Stato

Dettagli

Denominazione: (in caso di Studio Associato o Società)

Denominazione: (in caso di Studio Associato o Società) MODULO PROPOSTA PER L ASSICURAZIONE DEGLI ESBORSI CONSEGUENTI A RESPONSABILITÀ CIVILE PER L'ATTIVITA' DI ASSISTENZA FISCALE MEDIANTE APPOSIZIONE DEI VISTI DI CONFORMITA' SULLE DICHIARAZIONI AI SENSI DELL'ART.

Dettagli

ROMA, 12 GIUGNO 2014. Gli intermediari iscritti nella sezione B del RUI

ROMA, 12 GIUGNO 2014. Gli intermediari iscritti nella sezione B del RUI ROMA, 12 GIUGNO 2014 1. I reclami concernenti l accertamento dell osservanza delle disposizioni del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 disciplinanti la trasparenza e le modalità di offerta al

Dettagli

ALLE IMPRESE ASSOCIATE. Titolo IX Codice delle Assicurazioni - Art. 117 Separazione patrimoniale

ALLE IMPRESE ASSOCIATE. Titolo IX Codice delle Assicurazioni - Art. 117 Separazione patrimoniale 30 Falso Prot. 0426 Circolare Roma, 22 dicembre 2005 Distribuzione ALLE IMPRESE ASSOCIATE Titolo IX Codice delle Assicurazioni - Art. 117 Separazione patrimoniale In previsione dell imminente entrata in

Dettagli

CONTRATTO DI MEDIAZIONE CREDITIZIA

CONTRATTO DI MEDIAZIONE CREDITIZIA KIRON PARTNER S.P.A. Società di Mediazione Creditizia Sede Legale: via Monte Bianco 60/A - 20089 Rozzano (MI) - Tel. 02.52.858.1 - Fax 02.52.858.311 - e-mail: info@kiron.it - e-mail certificata: kiron@pec.kiron.it

Dettagli

Da inviare a: Aon S.p.A., Via C. Colombo 149, 00147 Roma. Cognome:.. Nome:.. Codice Fiscale: Data di nascita:..

Da inviare a: Aon S.p.A., Via C. Colombo 149, 00147 Roma. Cognome:.. Nome:.. Codice Fiscale: Data di nascita:.. Convenzione LTC CIPAG/Poste Vita n. 22 Modulo di adesione per la copertura aggiuntiva Individuale ai sensi dell art. 15 delle Condizioni Generali di Assicurazione Da inviare a: Aon S.p.A., Via C. Colombo

Dettagli

ALBINA CANDIAN & PARTNERS Studio Legale

ALBINA CANDIAN & PARTNERS Studio Legale ALBINA CANDIAN & PARTNERS Studio Legale Spettabile Sindacato Nazionale Agenti di Assicurazione Via Lanzone n. 2 20123 - Milano Milano, 4 marzo 2010 Oggetto: Parere pro-veritate Gentilissimi, si riscontra

Dettagli

L attività di vigilanza dell Enasarco e relativi ricorsi

L attività di vigilanza dell Enasarco e relativi ricorsi L attività di vigilanza dell Enasarco e relativi ricorsi Premessa Fra la pluralità di funzionari pubblici che accedono per delle verifiche presso le ditte private figurano anche gli accertatori dell Enasarco,

Dettagli

Modulo di Adesione ad uso proposta irrevocabile di contratto ex. art.1329 del Codice Civile INDIRIZZO C.A.P. LOCALITA PROV.

Modulo di Adesione ad uso proposta irrevocabile di contratto ex. art.1329 del Codice Civile INDIRIZZO C.A.P. LOCALITA PROV. POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE degli Infermieri Professionali, Assistenti Sanitari e Vigilatrici d Infanzia Convenzione tra Federazione Nazionale dei Collegi IPASVI e Carige Assicurazioni

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PREMESSO Che la nostra società svolge la propria attività, tra l altro, nel campo della vendita diretta al domicilio del consumatore finale come contemplato dal D.Lgs.114/1998

Dettagli

I S V A P. 25 marzo 2003

I S V A P. 25 marzo 2003 I S V A P Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo 25 marzo 2003 363148 Alle Imprese di assicurazione con sede legale in Italia Alle Rappresentanze Generali di Imprese

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE DERIVANTE DALLA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI A MOTORE E NATANTI

CAPITOLATO SPECIALE PER LA POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE DERIVANTE DALLA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI A MOTORE E NATANTI CAPITOLATO SPECIALE PER LA POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE DERIVANTE DALLA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI A MOTORE E NATANTI CONTRAENTE: COMUNE DI BIBBIENA ASSICURAZIONE NELLA FORMA LIBRO MATRICOLA 1 SEZ. 1

Dettagli

Richiesta di pagamento su polizza vita individuale

Richiesta di pagamento su polizza vita individuale Richiesta di pagamento su polizza vita individuale INFORMATIVA Dati personali comuni e sensibili ai sensi dell art. 13 Decreto Legislativo 30.6.2003 n.196 POP_Info_CoCo_01 Ed. 2014.01.01 In conformità

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PERIODO: 01/10/2015 30/09/2020. Art.1 OGGETTO DEL SERVIZIO

CAPITOLATO D ONERI SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PERIODO: 01/10/2015 30/09/2020. Art.1 OGGETTO DEL SERVIZIO CAPITOLATO D ONERI SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PERIODO: 01/10/2015 30/09/2020 Art.1 OGGETTO DEL SERVIZIO Il servizio ha per oggetto lo svolgimento dell attività di brokeraggio assicurativo

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Piazza Duomo n. 9 53100 Siena CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PROCEDURA APERTA CON MODALITÀ TELEMATICA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO 1. Oggetto dell appalto...1 2. Corrispettivo

Dettagli

Assicurazione della Responsabilità Civile dell Agente di Assicurazione e garanzie complementari. Modulo di proposta

Assicurazione della Responsabilità Civile dell Agente di Assicurazione e garanzie complementari. Modulo di proposta Avviso importante Assicurazione della Responsabilità Civile dell Agente di Assicurazione e garanzie complementari Modulo di proposta Il Proponente è tenuto a rispondere alle domande di seguito indicate.

Dettagli

Modulo richiesta preventivo per polizza infortuni

Modulo richiesta preventivo per polizza infortuni Modulo richiesta preventivo per polizza infortuni DATI DEL CONTRAENTE Cognome e Nome Codice Fiscale Nato in Prov. Data di Nascita Sesso Indirizzo Residenza Comune Provincia Cap Indirizzo Domicilio se diverso

Dettagli

info@gavabroker.it www.gavabroker.it

info@gavabroker.it www.gavabroker.it Proposta di assicurazione per la Responsabilità Civile Professionale dei Progettisti Liberi Professionisti o delle Società di Ingegneria derivante dagli incarichi di progettazione ex Legge Merloni AVVISO

Dettagli

Avviso di Gara per l Affidamento del Servizio di Brokeraggio Assicurativo

Avviso di Gara per l Affidamento del Servizio di Brokeraggio Assicurativo Catania 08/02/2014 prot. 445/c38 Avviso di Gara per l Affidamento del Servizio di Brokeraggio Assicurativo 1. Soggetto appaltante: I.S.I.S. Duca degli Abruzzi Viale Artale Alagona n. 99 95126 Catania.

Dettagli

CIG Comitato Italiano Gas

CIG Comitato Italiano Gas Contratta dallo Spett.le CIG Comitato Italiano Gas codice fiscale n. 80067510158 20122 MILANO Via Larga 2 decorrenza h 0:00 01/01/2014 scadenza h 24:00 31/12/2016 frazionamento annuale scadenza 1 rata

Dettagli

REQUISITI PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ

REQUISITI PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ REQUISITI PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ - 23 REQUISITI PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ I requisiti di idoneità previsti dalla legge (requisiti professionali e di onorabilità) devono essere posseduti dal

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006. SEZIONE A (ex modello 7A)

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006. SEZIONE A (ex modello 7A) MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

@ssileo Broker S.r.l.

@ssileo Broker S.r.l. PARTE I Informazioni generali relative all intermediario che entra in contatto con il contraente Tabella 1.1 Iscrizione al registro degli intermediari assicurativi Numero Data Sezione Nota per il contraente

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

DOMANDE FREQUENTI SUL REGOLAMENTO INTERMEDIARI. Roma, 2 aprile 2007

DOMANDE FREQUENTI SUL REGOLAMENTO INTERMEDIARI. Roma, 2 aprile 2007 DOMANDE FREQUENTI SUL REGOLAMENTO INTERMEDIARI Roma, 2 aprile 2007 Per agevolare le procedure di iscrizione al nuovo Registro unico degli intermediari (Rui) disciplinato dal Regolamento n. 5 del 16 ottobre

Dettagli

DOMANDE FREQUENTI SULL ATTIVITÀ DI INTERMEDIAZIONE ASSICURATIVA

DOMANDE FREQUENTI SULL ATTIVITÀ DI INTERMEDIAZIONE ASSICURATIVA DOMANDE FREQUENTI SULL ATTIVITÀ DI INTERMEDIAZIONE ASSICURATIVA Per agevolare l interpretazione delle norme sull attività di intermediazione assicurativa, di cui al Regolamento n. 5 del 16 ottobre 2006,

Dettagli

L INTERMEDIAZIONE CREDITIZIA ED. OTTOBRE 2012

L INTERMEDIAZIONE CREDITIZIA ED. OTTOBRE 2012 L INTERMEDIAZIONE CREDITIZIA ED. OTTOBRE 2012 1. IL NUOVO SISTEMA DELL INTERMEDIAZIONE CREDITIZIA 1.1. La riforma dell intermediazione del credito 1 GLOSSARIO 6 APPROFONDIMENTI 9 NORMATIVA 10 1.1. LA RIFORMA

Dettagli

COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI

COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

MODALITA DI ADESIONE ALLA POLIZZA ASSICURATIVA

MODALITA DI ADESIONE ALLA POLIZZA ASSICURATIVA MODALITA DI ADESIONE ALLA POLIZZA ASSICURATIVA Istruzioni per aderire alla Convenzione Assicurativa SIP: VERSARE, tramite bollettino postale il premio assicurativo sul C/C postale 67412643 intestato a:

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO IVASS. 5/2006

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO IVASS. 5/2006 MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO IVASS. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

GUIDA AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO. Vers. 1.0

GUIDA AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO. Vers. 1.0 GUIDA AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO Vers. 1.0 AVVERTENZE GENERALI... 3 RIFERIMENTI NORMATIVI... 3 DEFINIZIONE... 4 INCOMPATIBILITA... 4 REQUISITI... 5 TITOLI DI STUDIO ABILITANTI E NON ABILITANTI...

Dettagli

PARTE I Informazioni generali relative all intermediario che entra in contatto con il contraente

PARTE I Informazioni generali relative all intermediario che entra in contatto con il contraente Ai sensi della vigente normativa, l intermediario assicurativo ha l obbligo di consegnare al contraente il presente documento che contiene notizie sull intermediario stesso, su potenziali situazioni di

Dettagli

CONFERIMENTO DI INCARICO A COLLABORATORE INTERMEDIARIO PROFESSIONISTA ISCRITTO NELLA SEZIONE "E" RILASCIATO DA B

CONFERIMENTO DI INCARICO A COLLABORATORE INTERMEDIARIO PROFESSIONISTA ISCRITTO NELLA SEZIONE E RILASCIATO DA B RACCOMANDATA A.R. RUIR ISVAP: E, li CONFERIMENTO DI INCARICO A COLLABORATORE INTERMEDIARIO PROFESSIONISTA ISCRITTO NELLA SEZIONE "E" RILASCIATO DA B Gent.ma Sig.re/ra, Società, a mezzo della presente lettera

Dettagli