cos è l energia? eni, la scuola, l energia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "cos è l energia? eni, la scuola, l energia"

Transcript

1 Guida per gli insegnanti

2 eni, la scuola, l energia La conoscenza dell energia è un elemento molto importante per comprendere tanti aspetti del mondo che ci circonda. Per questo eni da oltre vent anni mette a disposizione della scuola le sue competenze scientifiche fornendo ai ragazzi gli strumenti per capire la complessità delle fonti energetiche, la loro origine, il loro uso. Conoscere questi temi è un punto di partenza fondamentale per assicurare alle generazioni future un ambiente a misura d uomo. cos è l energia? Ogni cosa per funzionare ha bisogno di energia. Cosa succederebbe se tutta l energia scomparisse all improvviso? Tutto sarebbe immobile, freddo, spento privo di vita. L energia ci dà luce, scalda i nostri corpi e le nostre case, ci permette di cuocere i dolci e di tenere il latte al fresco, fa funzionare la tv e l auto. Insomma, l energia ci permette di vivere bene. Tutto questo perché l energia è luce: che usiamo per illuminare. è calore: con cui scaldiamo le case e noi stessi, ma anche il nostro cibo. fa muovere: tutto ciò che si muove ha bisogno di energia, che le automobili trovano nella benzina, i giocattoli nelle batterie, le barche a vela nel vento fa funzionare gli apparecchi: la tv, il computer, il frigorifero, la lavatrice, i telefonini L energia serve per muoversi, per scaldarsi, per far arrivare l acqua nelle case, per comunicare, per produrre gli oggetti e smaltire i rifiuti ogni cosa ne ha bisogno! Ma da dove viene? L energia è dappertutto, è nella struttura della materia e nella forza dei fenomeni naturali. Si trova nei legami chimici del petrolio, del carbone e del gas: è energia chimica che si trasforma in calore durante il processo di combustione. C è energia anche nella forza del vento che soffia e dell acqua che scende dai monti: è energia meccanica che può essere trasformata in energia elettrica. Altra energia sfruttabile è quella presente nei legami nucleari degli atomi di alcuni elementi, come ad esempio l uranio: è l energia nucleare. In particolari condizioni, che l uomo ha imparato a riprodurre, i legami nucleari si rompono producendo enormi quantità di calore (energia termica). Le fonti di energia della Terra sono tante; purtroppo le attuali tecnologie ci consentono di trasformarne e utilizzarne solo una piccola parte. Le fonti di energia attualmente più usate, i combustibili fossili, sono dette non rinnovabili, perché sono destinate a finire, ma sempre più stiamo cercando di sfruttare altre energie, quelle rinnovabili, che per loro natura non si esauriscono nel tempo. Sono rinnovabili le energie del sole e del vento, inesauribili, con ridotto impatto sull atmosfera, ma che hanno una densità energetica (è l energia accumulata in un sistema e il suo volume) minore che, per le attuali tecnologie, non le rendono economicamente utilizzabili per tutte le attività dell uomo; ad esempio, una centrale fotovoltaica ha bisogno di spazi da 10 a 100 volte superiori rispetto ai consueti metodi di generazione elettrica tramite combustibili fossili. 3

3 energia dal sole Il sole emette un enorme quantità di energia che arriva sulla Terra sotto forma di raggi, luce e calore, senza la quale non ci sarebbe vita sulla Terra: in una sola ora il nostro pianeta riceve più energia di quella usata dall intera popolazione terrestre in un anno. Purtroppo, non siamo ancora in grado di sfruttare al meglio questa grande ricchezza. Le attuali tecnologie permettono di solito due usi: si può sfruttare l energia del sole per produrre calore (solare termico) o elettricità (solare fotovoltaico). Le due diverse produzioni richiedono una tecnologia diversa. Il solare termico sfrutta i raggi solari per scaldare un liquido con cui a sua volta si riscalda, tramite uno scambiatore, l acqua contenuta in un serbatoio. Gli impianti fotovoltaici invece, mediante il silicio, trasformano i raggi di sole in elettricità. Dal sole derivano indirettamente anche molte altre energie che l uomo può sfruttare. I combustibili fossili sono il risultato della trasformazione di materia organica, derivata da antichi esseri viventi, ma anche l energia eolica è dovuta al sole: il vento non è altro che lo spostamento di masse di aria riscaldate e lo stesso vale per il moto ondoso, creato dal vento che soffia sulla superficie del mare. energia dal vento Immaginiamo una giornata di tempesta. Gli alberi che si piegano, le persiane che sbattono, oggetti che volano: il vento è proprio una forza! E l uomo si è accorto molto presto di poterlo utilizzare: migliaia di anni fa ha inventato la barca a vela, per navigare e andare a conoscere il mondo, e i mulini a vento per macinare farina, pompare l acqua da sottoterra o altri importanti lavori. Negli ultimi anni, a causa della crisi energetica e ambientale, l energia eolica è stata rivalutata. I nuovi impianti per sfruttare l energia del vento possono avere dimensioni e usi diversi. Si va dal mini-eolico, per un uso domestico, al parco eolico che è una vera e propria centrale elettrica, con enormi pale a vento collegate alla rete elettrica. Gli impianti eolici hanno preso il posto dei vecchi mulini a vento. Sempre più spesso li vediamo nelle nostre campagne o lungo le coste: colonne alte fino a 100 metri cui sono attaccate grosse pale bianche che girano lentamente. Questi impianti trasformano l energia del vento in elettricità. La macchina che lo permette si chiama aerogeneratore e funziona con lo stesso principio del mulino, solo che le pale spinte dal vento vengono collegate a un generatore elettrico. L energia eolica è rinnovabile e senza emissioni in atmosfera, e può fornire alla rete nazionale un contributo significativo in termini di energia elettrica prodotta. L utilizzo di questa fonte energetica in ambiente deve conciliarsi con la presenza di zone a vento costante e la tutela del paesaggio. io robot L energia è importante per muoversi. Proponiamo quindi un gioco di movimento: diciamo ai bambini che ognuno di loro è un robot e che ha bisogno di carburante per muoversi; i vari tipi di carburante saranno rappresentati da cartoncini colorati. Ogni colore rappresenta un diverso carburante: alcuni sono più efficienti, altri meno. Distribuiamo casualmente e di nascosto a ciascun bambino un cartoncino. Spieghiamo che il carburante rosso è molto energetico ma dura poco, circa un minuto; quello giallo dura un po di più, un minuto e mezzo, ma è poco efficiente e permette attività ridotte e rallentate; i carburanti verdi e blu sono di potenza media, ma durano molto a lungo, fino a due minuti. Ora facciamo partire il cronometro e diamo il via: tutti inizieranno a muoversi (alcuni più dinamicamente e altri meno, a seconda del colore), finché scandiremo a voce alta il passaggio di un minuto, di un minuto e mezzo e di due minuti. Spieghiamo quindi ai bambini che per muoverci ci vuole energia, ma che i carburanti e dunque le prestazioni non sono uguali. 4 5

4 energia dall acqua L energia idroelettrica viene ricavata dalla forza dell acqua, di fiumi e laghi, grazie a dighe e condotte forzate. Nelle centrali idroelettriche a salto si sfruttano grandi altezze di caduta disponibili nelle regioni montane. Nelle centrali idroelettriche ad acqua fluente si utilizzano invece grandi masse di acqua fluviale che superano piccoli dislivelli. Come funziona la produzione di energia idroelettrica? L acqua di un lago o di un bacino artificiale viene convogliata a valle attraverso condutture che la portano alle turbine le quali, colpite, girano vorticosamente. Le turbine sono collegate a un alternatore che, grazie al fenomeno dell induzione elettromagnetica, trasforma l energia meccanica in energia elettrica. Per immagazzinare energia e averla sempre a disposizione, l acqua viene pompata nei serbatoi a monte sfruttando l energia prodotta e non richiesta durante la notte cosicché di giorno, quando la richiesta è maggiore, si può disporre di ulteriori masse d acqua con cui produrre energia. L energia prodotta dalle centrali idroelettriche è a tutti gli effetti energia rinnovabile in quanto l acqua può essere utilizzata senza depauperamento. Nel caso di bacini artificiali, la loro realizzazione deve garantire il mantenimento degli ecosistemi che dipendono dai corsi d acqua interessati. In Italia costituisce la più importante risorsa energetica interna. Sfrutta il movimento dell acqua anche l energia mareomotrice, un energia pulita che si ricava dagli spostamenti d acqua provocati dalle maree. energia dalla terra L energia geotermica si produce sfruttando il calore della terra. Le temperature al di sotto della crosta terrestre, infatti, mediamente aumentano di 2-3 C ogni 100 metri di profondità; ma in alcune zone, in particolare quelle interessate da fenomeni di vulcanesimo attivo, sono molto elevate già a profondità modeste. Se nel sottosuolo di queste zone vi è abbondanza di acqua, questa si scalda fino all ebollizione e, trasformata in vapore, fuoriesce dalle spaccature della crosta terrestre provocando fumarole e geyser: vere e proprie eruzioni di acqua bollente e vapore. Il vapore viene incanalato verso una turbina per generare elettricità. Una volta sfruttato, il vapore si raffredda e l acqua che ha ancora una temperatura intorno ai 120 C può essere utilizzata per riscaldare serre, capannoni e abitazioni. Invece di bruciare un combustibile per ottenere energia termica, nelle centrali geotermiche viene quindi sfruttato il vapore caldo che esce dalla crosta terrestre. Di fatto, è come se la Terra si sostituisse alla caldaia per produrre il vapore da inviare alla turbina che genera energia. L energia geotermica è quindi un energia pulita e rinnovabile, in quanto non soggetta a esaurimento se non in tempi lunghissimi, quelli geologici della vita della Terra! In Italia questo tipo di energia è conosciuto e applicato da tanto tempo, tanto che i primi impianti al mondo sono sorti proprio nel nostro Paese: sono gli impianti toscani di Larderello, costruiti nel 1904 e tutt ora in funzione. consumi e sprechi Ecco un gioco di osservazione per capire insieme ai bambini in quanti contesti quotidiani loro stessi vedono e usano l energia e magari anche quanta ne sprecano! Proponiamo ai bambini di fare una caccia al tesoro in casa. Ognuno dovrà scegliere una stanza della propria casa e fare un elenco con più tracce possibili di consumo di energia. L elenco dovrà contenere gli oggetti che consumano energia (accanto deve scrivere se nel momento dell osservazione sono accesi o spenti). Inoltre, dovranno essere segnalati sull elenco tutti gli sprechi di energia: c è un televisore acceso mentre nessuno lo guarda? C è un apparecchio lasciato in standby? Il giorno successivo leggeremo gli elenchi in classe e cercheremo di scoprire insieme quante cose nelle nostre case consumano energia, valorizzando se qualcuno è riuscito a scoprire oggetti ed elementi che gli altri non hanno osservato. Soffermiamoci soprattutto sugli sprechi: ne abbiamo notati molti? Quali ricorrono più spesso? Ce n è qualcuno, probabilmente in molte case, che non è stato preso in considerazione (come gli standby o i caricabatterie lasciati attaccati)? 6 7

5 petrolio Il petrolio è un liquido oleoso prodotto dalla trasformazione dei resti organici, animali e vegetali, rimasti sepolti nel sottosuolo per milioni di anni. È oggi la nostra principale fonte di energia, che purtroppo non è rinnovabile dal momento che sono stati necessari milioni di anni perché si formassero i giacimenti che noi oggi sfruttiamo nell arco di qualche decennio. D altra parte è anche vero che esistono ancora molti giacimenti non scoperti, che l esplorazione petrolifera renderà disponibili per la produzione negli anni a venire. Ma come si è formato il petrolio? Nel corso delle ere geologiche i sedimenti marini che si depongono sul fondo vengono via via sommersi da nuovi sedimenti e sprofondano anche di diverse migliaia di metri. Sotto il peso enorme dei sedimenti soprastanti la materia organica, che in alcuni di essi e soprattutto nelle argille è contenuta in quantità particolarmente abbondante, in assenza di ossigeno e per effetto del calore si decompone, alterandosi e trasformandosi in petrolio (oltre che, come vedremo più avanti, in gas naturale). Col passare del tempo, le rocce liberano gli idrocarburi di cui sono imbevute e questi, essendo più leggeri dell acqua che è presente ovunque nei sedimenti del sottosuolo, per galleggiamento tendono a salire verso l alto finché non incontrano uno strato di roccia impermeabile che li ferma. Qui, non potendo più muoversi, rimangono intrappolati e si accumulano: ecco che si formano i giacimenti, che si trovano sottoterra da poche centinaia a migliaia di metri di profondità. Per estrarre il petrolio si perforano dei pozzi che attraversano la roccia fino a incontrare il giacimento. Nei pozzi vengono successivamente calati e fissati con cemento dei tubi, muniti di valvole di regolazione e di chiusura, attraverso i quali il petrolio arriverà in superficie. I giacimenti possono trovarsi anche al di sotto dei fondali marini; per sfruttare queste risorse l uomo costruisce le piattaforme petrolifere, imponenti strutture di metallo al largo delle coste. In Italia le troviamo in Adriatico, nello Ionio e nel Canale di Sicilia. Nell antichità il poco petrolio che nella sua risalita raggiungeva la superficie veniva talvolta raccolto e utilizzato così com era: greggio, utilizzandolo per l illuminazione o come fonte di calore. Oggi invece il petrolio viene scomposto in molti prodotti diversi, ciascuno dedicato a un uso specifico, e in questo modo se ne massimizza la resa come fonte di energia. Dai giacimenti viene portato direttamente alle raffinerie mediante tubazioni continue (oleodotti), o con navi opportunamente attrezzate (navi cisterna o petroliere), o con speciali autoveicoli (autocisterne) e carri ferroviari (carri cisterna). Con il petrolio vengono realizzati molti prodotti: alcuni, come la benzina e il gasolio, servono a produrre energia; altri, come le materie plastiche, vengono utilizzati per produrre oggetti di larghissimo uso. A ogni modo, i derivati del petrolio sono soprattutto utilizzati come combustibili, grazie alla loro notevole densità energetica: nelle centrali termoelettriche per la produzione di energia elettrica, negli impianti domestici per il riscaldamento e la produzione di acqua calda, per fornire energia alle fabbriche e per alimentare i motori termici di un infinità di veicoli grandi e piccoli. L utilizzo dei prodotti derivati dal petrolio genera emissioni in atmosfera di CO 2 e di prodotti della combustione e sono necessari accorgimenti per limitare l impatto di queste sostanze sulla salute dell uomo e dell ambiente (ad esempio le marmitte catalitiche degli automezzi). trasformazioni Costruiamo un piccolo giocattolo scientifico: il serpente girandola. Disegniamo su un cartoncino (o carta velina o alluminio) dei serpenti arrotolati. Coloriamoli a piacere e ritagliamoli. Poi facciamo un buchino con la punta della matita al centro del disegno e infiliamoci un filo di nylon o uno spago. Appendiamo i serpentelli sopra il termosifone. Cosa succede? I serpenti inizieranno a girare vorticosamente. Perché? Quale energia li fa muovere? Se li spostiamo dal termosifone si muovono ancora? Lasciamo fare ipotesi ai bambini, infine diamo la soluzione: a far muovere i serpenti è il calore del termosifone, energia termica che spostando l aria verso l alto diventa energia meccanica. Per un ulteriore prova proponiamo di fare l esperimento contrario: quand è che il movimento si trasforma in calore? Immaginate una giornata d inverno: cosa facciamo se abbiamo le mani fredde? Perché ce le sfreghiamo? Lasciate che i bambini lo sperimentino. Avvicinarci in modo sperimentale e giocoso al concetto di trasformazione dell energia ci sarà di fondamentale aiuto per stimolare la curiosità dei bambini e affrontare la comprensione di tutti i diversi processi di produzione dell energia. carbone Fino al 1960 il carbone ha dominato lo scenario energetico, subendo poi la concorrenza del petrolio, più facile da estrarre e trasportare. La sua importanza è tuttavia ancora oggi rilevante: nel 2009 copriva il 27% del totale dei consumi primari di energia. 8 9

6 Il carbone è un combustibile fossile, come il petrolio e il gas naturale. Diversamente da loro è solido. È diversa anche l origine: il petrolio e il gas naturale si sono formati dai resti di microscopici organismi acquatici, mentre il carbone da resti di piante. Perché si formino giacimenti di carbone servono centinaia di milioni di anni: il suolo sprofonda lentamente e i resti vegetali vengono sepolti da sabbie e argille portate dai fiumi; in assenza di ossigeno, la materia vegetale schiacciata e scaldata si trasforma in materiali sempre più poveri d acqua e più ricchi in carbonio. Il carbone è molto usato per produrre energia elettrica (quasi il 40% dell elettricità al mondo): in appostiti impianti, viene bruciato per scaldare l acqua che, trasformata in vapore, fa girare delle turbine collegate a generatori; dall energia meccanica della turbina che gira si crea l energia elettrica. Le acciaierie utilizzano il coke: un combustibile compatto che si ottiene portando il carbone ad alte temperature e con cui si produce l acciaio. I gas di carbone sono usati nella produzione di solventi, prodotti farmaceutici, fertilizzanti Dal carbone si ottiene anche il catrame e nei Paesi in via di sviluppo è ancora usato per scaldarsi e cucinare. Il carbone però ha alcuni forti limiti perché è destinato a esaurirsi e inquina molto, e sono necessarie tecnologie molto sofisticate per catturare i prodotti della combustione. gas naturale Il gas naturale è oggi al terzo posto nei consumi mondiali di energia, con buone prospettive di crescita, eppure è stata l ultima fonte fossile di energia ad affermarsi, perché, fino a pochi decenni fa, imbrigliarlo in un gasdotto e trasportarlo per lunghe distanze era troppo costoso. Il gas naturale è un combustibile fossile, come petrolio e carbone. È costituito da idrocarburi (soprattutto metano, ma anche propano e butano) e altri gas (anidride carbonica, azoto, idrogeno solforato ecc.). Per essere usato viene trattato in modo da eliminare l anidride carbonica, l azoto e l idrogeno solforato: resta così soprattutto il metano, un idrocarburo gassoso incolore, inodore e non tossico. Miscelato con l aria, il metano è infiammabile. Grazie ai suoi numerosi benefici economici e ambientali, negli ultimi anni il gas naturale è molto usato per la produzione di elettricità. Nelle centrali elettriche a vapore si utilizza il gas naturale come combustibile per produrre il vapore che, ad alta pressione, mette in moto una turbina la quale fa girare un alternatore, generando energia elettrica. Nelle centrali elettriche a turbogas si sfrutta invece direttamente l energia prodotta dalla combustione di metano (o gasolio) senza caldaia per trasformare acqua in vapore e senza condensatore per ritrasformare il vapore in acqua: in tal modo i costi dell impianto sono ridotti ed è possibile costruire centrali anche lontano da fiumi e dal mare. Il rendimento però è basso e quindi il costo dell energia è alto. Esistono a questo scopo sistemi a ciclo combinato, molto efficienti, che sfruttano il calore generato per produrre elettricità (associando una centrale a turbogas e un gruppo a vapore). scopriamo il tabellone È arrivato il momento di guardare insieme il tabellone. Possiamo farlo in classe, in modo che la sua osservazione diventi essa stessa un momento di gioco e scoperta. Affacciamoci alle finestre: dove vediamo energia? Da dove arriva? Chi la sta usando? Quanti tipi di energie vediamo? Elettricità? Carburanti? Cos altro? Apriamo quindi il tabellone e chiediamo di fare ipotesi sulle diverse immagini prima di aprire le finestrelle con i testi: per ognuna proviamo a ipotizzare perché è stata inserita (ovvero cosa ci aspettiamo di leggere dietro alle varie finestrelle). Ce n è qualcuna che non ci dice proprio nulla o qualche fonte di energia che proprio non conosciamo? Abbiamo visto dal vivo tutte le energie rappresentate? Ce ne sono alcune vicino a noi, nel nostro territorio? Dopo aver esplorato tutte le finestrelle del tabellone e averne letto i testi, possiamo evidenziare l interdipendenza di tutto il sistema energetico. Proponiamo ai bambini di individuare i rapporti tra le varie energie, le varie fonti, i diversi usi, e di rappresentarli con frecce commentate. Alla fine il nostro tabellone si trasformerà in una grande mappa concettuale. biomassa Scarti di origine forestale o agricola possono essere usati per produrre energia (non sono quindi inclusi i rifiuti urbani o zootecnici). Possiamo considerare la vegetazione terrestre come un magazzino naturale di energia solare; con la fotosintesi clorofilliana (durante la quale, grazie all energia solare, l anidride carbonica atmosferica si combina con l acqua 10 11

7 per produrre gli zuccheri necessari alla sopravvivenza delle piante) si producono le biomasse: così nei legami chimici delle sostanze prodotte è immagazzinata l energia solare che ha attivato la fotosintesi. Nel processo di combustione delle biomasse, l ossigeno atmosferico si combina con il carbonio in esse contenuto, si liberano anidride carbonica e acqua e si produce calore. L anidride carbonica torna nell atmosfera e da qui è nuovamente disponibile a essere re-immessa nel processo fotosintetico per produrre nuove biomasse. Le biomasse, dunque, rappresentano una risorsa rinnovabile se la coltivazione delle piante che le generano viene effettuata in modo sostenibile garantendo la preservazione del suolo e la ripetitività dei raccolti. Nel processo si produce anidride carbonica, ma equivale più o meno alla quantità che le stesse piante hanno trasformato in ossigeno con la fotosintesi. Le emissioni sono quindi pressoché bilanciate: usare biomasse a fini energetici limita quindi l accumulo di anidride carbonica nell atmosfera. Le biomasse sono usate prevalentemente per produrre energia (soprattutto le biomasse ligneo-cellulosiche, per il riscaldamento domestico, la produzione di energia elettrica e gli usi industriali) o sintetizzare carburanti e prodotti. Nel 2009 hanno coperto il 10% circa del fabbisogno di energia nel mondo. nucleare cleari funzionano quindi in modo simile a quello di una normale centrale termoelettrica, con la differenza che l acqua viene riscaldata dall energia liberata dal reattore nucleare. Oltre a essere stati sollevati dubbi sulla sua economicità, le preoccupazioni principali sull uso di questa energia riguardano l impatto sull ambiente e la sicurezza delle persone e sono collegate alla radioattività delle scorie nucleari e al pericolo di contaminazione radioattiva dell ambiente a seguito di un incidente. Tuttavia la ricerca sul nucleare di ultima generazione sta cercando di dare risposte a questi problemi di sicurezza che a oggi sembrano essere le incognite più pericolose di questa fonte energetica. L energia nucleare è arrivata a coprire, in soli 50 anni, oltre il 15% dei consumi mondiali di elettricità. L energia nucleare viene prodotta attraverso un procedimento che si chiama fissione e che provoca profonde modifiche della struttura della materia. Nelle reazioni di fissione nucleare, i nuclei di alcuni atomi pesanti si spezzano producendo nuclei con numero atomico minore, diminuendo la propria massa totale e liberando una grande quantità di energia. Il calore che si genera consente di scaldare un fluido (chiamato fluido termovettore) che mette in movimento una turbina: l energia meccanica viene poi convertita in elettricità da un alternatore collegato alla turbina. Le centrali elettronucambio di marcia Ora che abbiamo scoperto come funziona il complesso universo delle energie, c è qualcosa che ci piacerebbe cambiare? Ci vengono in mente dei modi per usare l energia in modo intelligente, senza sprecarla e inquinando il meno possibile? Iniziamo con un piccolo gioco totalmente di fantasia; ogni bambino può disegnare una macchina per risparmiare energia: una macchina che faccia luce o che si muova o che riscaldi, utilizzando qualche sistema creativo, ecologico e innovativo. In questo gioco bisogna lasciare libera la fantasia: è una palestra per inventori di domani ed è importante non precludere loro alcuna strada! Poi riflettiamo insieme sui possibili modi per cambiare fin da subito le nostre abitudini di consumare l energia. Prepariamo 4 disegni: una macchina, una lampadina, un termosifone, una tv con un frigo e una lavatrice; procuriamoci una pallina di gomma. Dividiamo i bambini in due squadre e disponiamoci in cerchio. Scopriamo uno dei disegni e tiriamo la palla a un componente della squadra A: chi la riceve dovrà suggerire un modo per risparmiare l energia rappresentata nel disegno (se è stata scoperta la macchina, bisognerà dire un modo per consumare meno benzina, andando in macchina o evitandola); dopo aver risposto, o se non troverà nessuna risposta, dovrà passare la palla a un componente della squadra avversaria (qualcuno che non sia ancora stato interpellato), che dovrà cercare di rispondere e poi passare la palla. E così via. Ogni risposta vale un punto. Quando un disegno è esaurito, scopriamo il disegno successivo

8 quale energia? Oggi i combustibili fossili petrolio, carbone, gas naturale sono la principale fonte energetica, perché danno buoni risultati, sono facilmente trasportabili e costano ancora relativamente poco. Hanno però anche alcuni svantaggi: inquinano e non sono rinnovabili. Il nucleare poi, pur essendo un energia pulita dal punto di vista delle emissioni, dà problemi ambientali e di pubblica sicurezza (oltre alla gestione delle scorie). Per tutti questi motivi la produzione energetica si sta sempre più spostando sulle energie rinnovabili, ma anche queste presentano alcuni problemi. Le principali critiche all energia solare riguardano l impatto economico (è ancora troppo costosa) e l efficienza, in quanto la produzione di energia solare risente della copertura nuvolosa e della completa assenza di sole durante la notte. Problemi col tempo forse risolvibili, abbattendo i costi con le nuove tecnologie e adottando sistemi di immagazzinamento. Altre critiche hanno poi riguardato il consumo di territorio e i problemi legati allo smantellamento degli impianti che dopo un paio di decenni risultano esauriti. Anche l energia eolica ha il problema dell intermittenza e dell impatto ambientale/paesaggistico. La possibilità di sfruttare il vento dipende ovviamente dalle caratteristiche morfologiche di ventosità di un luogo, ma è comunque difficile che i parchi eolici forniscano una quantità di energia standard. Una soluzione sarebbe quella di immagazzinare gli eccessi di produzione durante i periodi di picco, o di creare centrali ibride eolico/ idrogeno. I detrattori di questa tecnologia affermano poi che i parchi eolici sono rumorosi e distruggono il paesaggio. Tuttavia, l impatto acustico produce una vibrazione che già a meno di 100 metri non supera i 50 decibel (paragonabile a una normale conversazione). Per quanto riguarda le centrali idroelettriche, la creazione di grossi bacini può avere un forte impatto ambientale e socio-economico perché trasforma profondamente il paesaggio, modifica l habitat naturale e incide sulla vita delle comunità. L utilizzo dell energia geotermica non ha impatto in termini d inquinamento dell atmosfera, del terreno e delle acque, ma il suo sfruttamento non è semplice e non è da sottovalutare l imponenza degli impianti che con le enormi torri di raffreddamento modificano notevolmente il paesaggio. Le biomasse, infine, richiedono grandi aree dedicate, a causa della bassa resa energetica, con uso di fertilizzanti potenzialmente dannosi; non generano produzioni costanti; hanno inoltre problemi legati al trasporto. Recentemente sono stati anche sollevati dubbi sulla totale sostenibilità ambientale e sociale delle biomasse. In conclusione un buon bilanciamento nella gestione delle fonti passa per la dimensione degli impianti, il luogo, un adeguata diversificazione, la modifica dello stile di vita e la realizzazione di infrastrutture pubbliche e private più efficienti. Progettazione editoriale: Giunti Progetti Educativi Responsabile editoriale: Rita Brugnara Coordinamento editoriale: Fabio Leocata Testi: Delia Modonesi Illustrazioni: Cartobaleno s.n.c. Progettazione grafica e impaginazione: Carlo Boschi Redazione: Camilla Gensini Ufficio tecnico: Elena Orsini Giunti Progetti Educativi S.r.l. via Bolognese 165, Firenze Italia Prima edizione: settembre 2012 Stampato in Italia presso Giunti Industrie Grafiche S.p.A. Stabilimento di Prato 14

9 A casa, a scuola, per strada e poi sotto terra, in mare, nei fiumi ma anche nei raggi del sole e nella forza del vento! Di cosa parliamo? Dell energia, naturalmente. E dei tantissimi modi per ottenerla. Questa guida aiuta ad affrontare in classe i temi connessi all energia da dove viene e come la utilizziamo e a spiegare le diverse tipologie e il differente impatto sul territorio. Al suo interno, sono presenti anche divertenti attività da svolgere con gli studenti. CM 57881C

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE?

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE? RISORSE ENERGETICHE ENERGIA 2 AREA 9 FONTI DI ENERGIA E INDISPENSABILE ALLA VITA SULLA TERRA ELEMENTO INDISPENSABILE PER SVILUPPO SOCIALE ED ECONOMICO FINO AD ORA: CONTINUO INCREMENTO DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

Tesina di tecnica. L Energie Rinnovabili

Tesina di tecnica. L Energie Rinnovabili Tesina di tecnica L Energie Rinnovabili L Energia: parte della nostra vita quotidiana Nella vita di tutti i giorni, forse senza saperlo, consumiamo energia, anche senza saperlo. Infatti un corpo che è

Dettagli

LE CENTRALI ELETTRICHE

LE CENTRALI ELETTRICHE Le centrali elettriche sono impianti industriali utilizzati per la produzione di corrente elettrica L 8 marzo 1833 è una data storica per la produzione di corrente elettrica in Italia, perché a Milano

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

Le centrali elettriche

Le centrali elettriche Le centrali elettriche Prof. Giuseppe Capuano Presentazione realizzata nell a.s. 2000/2001 dagli alunni della S.M. di Navacchio e aggiornata negli anni seguenti Vantaggi uso energia elettrica 1. L energia

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CAPPUCCINI BRINDISI CAMPAGNA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E DI PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI SANOFI

ISTITUTO COMPRENSIVO CAPPUCCINI BRINDISI CAMPAGNA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E DI PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI SANOFI ISTITUTO COMPRENSIVO CAPPUCCINI BRINDISI CAMPAGNA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E DI PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI SANOFI I rifiuti sono materiali di scarto o avanzo di svariate attività umane IL RIFIUTO I rifiuti

Dettagli

ANNO SCOLASTICO ANNO SCOLASTICO 2012 2013. LEZIONE n. 3 ENERGIE RINNOVABILI 1

ANNO SCOLASTICO ANNO SCOLASTICO 2012 2013. LEZIONE n. 3 ENERGIE RINNOVABILI 1 ANNO ANNO SCOLASTICO SCOLASTICO 2012 2013 2012 2013 1 INDICE DEGLI ARGOMENTI 1. Energie rinnovabili caratteristiche energia eolica energia idrica energia elettrica energia geotermica biomassa energia solare

Dettagli

Progetto grafico e ricerche di: Carmine Filippelli IV A/Geometri Supervisione del Prof./Ing. : Francesco Bernardini 1 L energia: L'energia è la capacità di un corpo di compiere un lavoro. L unità di misura

Dettagli

L energia. Due elettrodomestici: il televisore e la lavatrice

L energia. Due elettrodomestici: il televisore e la lavatrice L energia Oggi, in tanti Paesi del mondo, la gente vive bene: ci sono molte fabbriche, tante persone lavorano e possono comprare cibo, vestiti, automobili, elettrodomestici, libri... Una fabbrica Due elettrodomestici:

Dettagli

Inghilterra, Cina, USA, India, Sud Africa, Australia, Russia, Polonia, Colombia e Ucraina sono i maggiori produttori.

Inghilterra, Cina, USA, India, Sud Africa, Australia, Russia, Polonia, Colombia e Ucraina sono i maggiori produttori. Mondo - Scheda informativa 1 Carbone Come si è formato? I giacimenti di carbone si sono formati più di 300 milioni di anni fa durante il periodo Carbonifero. Allora la terra era ricoperta da foresta tropicale.

Dettagli

I nostri impegni per l ambiente

I nostri impegni per l ambiente I nostri impegni per l ambiente Il Sole e la Luna ha scelto di impegnarsi quotidianamente per l ambiente, puntando sull eccellenza ambientale del marchio Ecolabel europeo per ridurre gli impatti generati

Dettagli

CLASSI PRIME TECNICO GRAFICO. a.s. 2014/ 2015

CLASSI PRIME TECNICO GRAFICO. a.s. 2014/ 2015 KIT DI RECUPERO DI GEOGRAFIA CLASSI PRIME TECNICO GRAFICO a.s. 2014/ 2015 MATERIALE DIDATTICO SOSPENSIONE DI GIUDIZIO GEOGRAFIA CLASSI PRIME Tecnico Grafico a.s. 2014 / 2015 COGNOME : NOME: CLASSE:. Il

Dettagli

Le Energie Rinnovabili

Le Energie Rinnovabili Definizione delle motivazioni che richiedono l attuazione del progetto (contesto e target) Il progetto è uno studio personale svolto durante il corso di apprendistato, pertanto il format scelto è stato

Dettagli

PERCORSO COMPOSITIVO 1. La Energy revolution di Barack

PERCORSO COMPOSITIVO 1. La Energy revolution di Barack 4. LE ENERGIE PULITE La ricerca di alternative possibili al petrolio e al nucleare è la sfida che i paesi industrializzati si devono imporre per il prossimo futuro. PERCORSO COMPOSITIVO 1. La Energy revolution

Dettagli

L energia. Pre-ascolto. sprecare l energia è stupido perché... 1. Osservate e descrivete l immagine.

L energia. Pre-ascolto. sprecare l energia è stupido perché... 1. Osservate e descrivete l immagine. L energia L energia 08 Pre-ascolto 1. Osservate e descrivete l immagine. (campagna promossa dal WWF Italia nell ambito di Generazione Clima, luglio 2007) 2. Completate per iscritto il messaggio contenuto

Dettagli

GAS NATURALE O METANO

GAS NATURALE O METANO Composto prevalentemente da un idrocarburo: metano da da cui prende il nome. GAS NATURALE O METANO Alto potere calorifico. Mancanza di tossicità e impurità. È un'ottima risorsa energetica. È l'energia

Dettagli

Colora tu l avventura Alla scoperta dell energia

Colora tu l avventura Alla scoperta dell energia Colora tu l avventura Alla scoperta dell energia Energia deriva dalla parola greca energheia che significa attività. Nei tempi antichi il termine energia venne usato per indicare forza, vigore, potenza

Dettagli

L ENERGIA. Suona la sveglia. Accendi la luce. Ti alzi e vai in bagno. Fai colazione. A piedi, in bicicletta o in autobus, vai a scuola.

L ENERGIA. Suona la sveglia. Accendi la luce. Ti alzi e vai in bagno. Fai colazione. A piedi, in bicicletta o in autobus, vai a scuola. L ENERGIA Suona la sveglia. Accendi la luce. Ti alzi e vai in bagno. Fai colazione. A piedi, in bicicletta o in autobus, vai a scuola. La giornata è appena iniziata e hai già usato tantissima ENERGIA:

Dettagli

UNO SGUARDO SULL ENERGIA

UNO SGUARDO SULL ENERGIA UNO SGUARDO SULL ENERGIA Staff Scienza Attiva Centro Interuniversitario Agorà Scienza Facciamounpo d ordine Checos èl energia? Comesimanifestaconcretamente? Qualiformepuòassumere? E possibilepassaredaunaformadienergiaall

Dettagli

L ENERGIA. Il calore di un termosifone non si vede, ma provate a metterci una mano sopra!

L ENERGIA. Il calore di un termosifone non si vede, ma provate a metterci una mano sopra! L ENERGIA 1 COS E L ENERGIA? L energia è una cosa astratta, non si tocca e non si vede, ma se ne conoscono gli aspetti e gli effetti. Il calore di un termosifone non si vede, ma provate a metterci una

Dettagli

QUIZ LEZIONE n. 3 LE ENERGIE RINNOVABILI 1

QUIZ LEZIONE n. 3 LE ENERGIE RINNOVABILI 1 QUIZ LEZIONE n. 3 LE ENERGIE RINNOVABILI 1 GIOCO A SQUADRE Si guadagna 1 punto rispondendo correttamente alla propria domanda Si perde 1 punto rispondendo in modo errato alla propria domanda Sono concessi

Dettagli

Percorso di educazione allo sviluppo sostenibile. Liceo scientifico statale B. Croce Azione F 2 FSE 2009 290 Obiettivo F2

Percorso di educazione allo sviluppo sostenibile. Liceo scientifico statale B. Croce Azione F 2 FSE 2009 290 Obiettivo F2 Educazione ambientale Percorso di educazione allo sviluppo sostenibile Liceo scientifico statale B. Croce Azione F 2 FSE 2009 290 Obiettivo F2 http://educazioneambientale.ning.com è lo spazio web dove

Dettagli

9. CONSUMI ENERGETICI

9. CONSUMI ENERGETICI 271 9. CONSUMI ENERGETICI E ormai più che consolidata la consapevolezza che i consumi energetici costituiscono il fattore determinante al quale sono riconducibili sia i cambiamenti climatici, che molte

Dettagli

5. I Trasferitori di Energia

5. I Trasferitori di Energia 5.1. Fonti e ricevitori trasferiscono energia 5. I Trasferitori di Le fonti di energia, come il nome lascia ben intuire, cedono energia. Da dove ricevono però l energia che cedono? La ricevono da altre

Dettagli

TOTEDA FRANCESCO 2 OPA

TOTEDA FRANCESCO 2 OPA TOTEDA FRANCESCO 2 OPA Che cos è l energia Che cosa sono le fonti rinnovabili Energia solare Pannello solare termico Pannello fotovoltaico Energia eolica Centrali idroelettriche Forme di energia non rinnovabili

Dettagli

L'energia nella storia: dalle prime fonti energetiche alle rinnovabili

L'energia nella storia: dalle prime fonti energetiche alle rinnovabili L'energia nella storia: dalle prime fonti energetiche alle rinnovabili Nella fisica classica l'energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro Le

Dettagli

ENERGIA COMBUSTIBILI FOSSILI

ENERGIA COMBUSTIBILI FOSSILI ENERGIA COMBUSTIBILI FOSSILI COMBUSTIBILI FOSSILI CARBONE, PETROLIO, GAS METANO COMBUSTIBILI: bruciano in presenza di ossigeno e producono calore FOSSILI: si sono formati nel corso di milioni di anni nel

Dettagli

INFORMAZIONE GENERALE SULLE FONTI RINNOVABILI

INFORMAZIONE GENERALE SULLE FONTI RINNOVABILI INFORMAZIONE GENERALE SULLE FONTI RINNOVABILI Questo scritto riguarda le fonti di energia rinnovabili dirette e indirette: sono fonti dirette quelle che forniscono energia con l aiuto di una tecnologia

Dettagli

Combustione energia termica trasmissione del calore

Combustione energia termica trasmissione del calore Scheda riassuntiva 6 capitoli 3-4 Combustione energia termica trasmissione del calore Combustibili e combustione Combustione Reazione chimica rapida e con forte produzione di energia termica (esotermica)

Dettagli

Metano. Dalla combustione di un metro cubo standard di metano si ottengono circa 36 MJ (8940 Kcal)

Metano. Dalla combustione di un metro cubo standard di metano si ottengono circa 36 MJ (8940 Kcal) Metano Caratteristiche chimico fisiche e origini Il metano è un idrocarburo semplice (alcano) formato da un atomo di carbonio e 4 di idrogeno, la sua formula chimica è CH 4, si trova in natura sotto forma

Dettagli

L ENERGIA. L energia si trasforma. L energia compie lavoro. A cura di M. Aliberti

L ENERGIA. L energia si trasforma. L energia compie lavoro. A cura di M. Aliberti A cura di M. Aliberti L ENERGIA Spunti per la ricerca Che cos è l energia? Come si manifesta concretamente l energia? Quali forme può assumere? E possibile passare da una forma di energia all altra? Con

Dettagli

Prof. ssa Rossella D'Imporzano. Pag. 308-309-310 e 351-352-353

Prof. ssa Rossella D'Imporzano. Pag. 308-309-310 e 351-352-353 Pag. 308-309-310 e 351-352-353 1 L energia NON si vede, NON si tocca, ma è qualcosa che è dentro, all interno della materia stessa e la rende capace di compiere un lavoro. Dal Greco ENERGES che vuol dire

Dettagli

Ragazzi, in questa scuola l energia ce la metto io!

Ragazzi, in questa scuola l energia ce la metto io! Ragazzi, in questa scuola l energia ce la metto io! Di energia voi ragazzi ve ne intendete: ne avete così tanta! Per giocare, andare a scuola, studiare, fare i compiti, fare sport, correre, saltare. Ma

Dettagli

Responsabilità. Lezione di approfondimento sull'energia dopo la visita al Treno scuola e scoperta delle FFS.

Responsabilità. Lezione di approfondimento sull'energia dopo la visita al Treno scuola e scoperta delle FFS. Responsabilità. Lezione di approfondimento sull' dopo la visita al Treno scuola e scoperta delle FFS. Documentazione per l insegnante. INS 1 Lezione di approfondimento sull'. Contenuto. Fonti e forme di

Dettagli

LE FONTI RINNOVABILI ED IL LORO UTILIZZO. APPLICAZIONI NEL CAMPUS DI FISCIANO

LE FONTI RINNOVABILI ED IL LORO UTILIZZO. APPLICAZIONI NEL CAMPUS DI FISCIANO LE FONTI RINNOVABILI ED IL LORO UTILIZZO. APPLICAZIONI NEL CAMPUS DI FISCIANO Prof. Ing. Ciro Aprea Dipartimento di Ingegneria Industriale Università degli Studi di Salerno DEFINIZIONE SI POSSONO DEFINIRE

Dettagli

CAPITOLO 2 CENTRALI DI PRODUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA

CAPITOLO 2 CENTRALI DI PRODUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA CAPITOLO 2 CENTRALI DI PRODUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d Ingegneria

Dettagli

Auto, moto, scooter, biciclette, urban mobility elettrici e ibridi, la mobilità è ad una svolta!! Ma cosa sono e come funzionano?

Auto, moto, scooter, biciclette, urban mobility elettrici e ibridi, la mobilità è ad una svolta!! Ma cosa sono e come funzionano? Auto, moto, scooter, biciclette, urban mobility elettrici e ibridi, la mobilità è ad una svolta!! Ma cosa sono e come funzionano? Vediamo di conoscerli un po meglio!! Come è costituito un mezzo elettrico

Dettagli

LIFE 04 ENV/IT/000437 PHAROS # $ % & ' ( )* # +,

LIFE 04 ENV/IT/000437 PHAROS # $ % & ' ( )* # +, LIFE 04 ENV/IT/000437 PHAROS!" # $ % & ' ( )* # +, Apparecchiature Per quanto riguarda le apparecchiature, le indicazioni principali per i golf club e porticcioli riguardano: la sostituzione di lampadine

Dettagli

CENTRALI TERMOELETTRICHE

CENTRALI TERMOELETTRICHE CENTRALI TERMOELETTRICHE Introduzione I procedimenti tradizionali di conversione dell energia, messi a punto dall uomo per rendere disponibili, a partire da fonti di energia naturali, energia in forma

Dettagli

Impianti idroelettrici

Impianti idroelettrici Impianti idroelettrici Un impianto idroelettrico è costituito da opere civili ed idrauliche (diga o traversa di sbarramento, sistema di presa, vasca di carico, opere di convogliamento e di restituzione,

Dettagli

Alimentazione sostenibile: anche una questione di energia

Alimentazione sostenibile: anche una questione di energia Alimentazione sostenibile: anche una questione di energia Corso di Formazione Nazionale per insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado CENTRO RISORSE FRECCIA IISS ANTONIETTA DE PACE LECCE Parco Regionale

Dettagli

LE ENERGIE RINNOVABILI

LE ENERGIE RINNOVABILI LE ENERGIE RINNOVABILI ENERGIA Capacita' di un corpo di compiere lavoro Energia nucleare Forme di Energia chimica energia Energia elettrica Energia termica Energia luminosa Energia meccanica ENERGIA ENERGIA

Dettagli

Perchè è importante ridurre i consumi di energia?

Perchè è importante ridurre i consumi di energia? ecoguida Perchè è importante ridurre i consumi di energia? Consumi energetici Ogni luogo in cui l uomo svolge la sua attività giornaliera, necessita di energia. Tutte le cose che ci circondano hanno bisogno

Dettagli

IL LEGNO. Che cos è il legno? Il legno è un materiale da costruzione che si ricava dal tronco degli alberi.si chiama anche:

IL LEGNO. Che cos è il legno? Il legno è un materiale da costruzione che si ricava dal tronco degli alberi.si chiama anche: IL LEGNO 1 Perché è importante il legno? E stato il primo combustibile usato dall uomo per scaldarsi, per cuocere i cibi e fondere i metalli. E stato il primo materiale utilizzato per costruire case, recinti,

Dettagli

Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione

Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione Come arriva l'energia a casa Siamo talmente abituati ad avere tutta l energia che vogliamo, che è ormai inconcepibile anche solo pensare di farne

Dettagli

Dalla terra l energia ecologica per il comfort ambientale

Dalla terra l energia ecologica per il comfort ambientale Dalla terra l energia ecologica per il comfort ambientale EDILCUSIO s.r.l. da sempre in prima linea nelle soluzioni innovative costruisce ed edifica nel pieno rispetto dell ambiente Gli appartamenti sono

Dettagli

Liceo Scientifico Palli Classe II B Analisi ambiente e gestione del territorio. Monitoraggio della qualità dell aria dell ARPA 22 ottobre 2013

Liceo Scientifico Palli Classe II B Analisi ambiente e gestione del territorio. Monitoraggio della qualità dell aria dell ARPA 22 ottobre 2013 Liceo Scientifico Palli Classe II B Analisi ambiente e gestione del territorio. Monitoraggio della qualità dell aria dell ARPA 22 ottobre 2013 Torgnon si trova nel nord-est della Valle d Aosta a 2070 metri

Dettagli

IL RISPARMIO ENERGETICO PER LE AZIENDE

IL RISPARMIO ENERGETICO PER LE AZIENDE Geogreen, con le sue aziende GeoEnergie SpA e Geogreen SpA, si presenta oggi come uno dei più qualificati fornitori di un sistema integrato di prodotti e di servizi nel settore dell energia. GeoEnergie,

Dettagli

L energia dal Sole. Energia solare come fonte di vita.

L energia dal Sole. Energia solare come fonte di vita. L energia dal Sole Energia solare come fonte di vita. L energia che ci viene regalata dal Sole oltre ad essere essenziale per lo sviluppo della vita in tutte le sue forme, animali e vegetali, presenti

Dettagli

idrogeno Laboratorio Sensori e Semiconduttori Dr. Marco Stefancich Gruppo Sensori e Semiconduttori Dipartimento di Fisica/CNR Università di Ferrara

idrogeno Laboratorio Sensori e Semiconduttori Dr. Marco Stefancich Gruppo Sensori e Semiconduttori Dipartimento di Fisica/CNR Università di Ferrara Dipartimento di Fisica Università di Ferrara INFM/CNR UdR di Ferrara L energia solare per la produzione di idrogeno Dr. Marco Stefancich Gruppo Sensori e Semiconduttori Dipartimento di Fisica/CNR Università

Dettagli

Come funziona una centrale a ciclo combinato? Aggiungere l immagine sotto e fare un mix dei due testi di spiegazione del funzionamento

Come funziona una centrale a ciclo combinato? Aggiungere l immagine sotto e fare un mix dei due testi di spiegazione del funzionamento LA TECNOLOGIA DEL CICLO COMBINATO A GAS NATURALE La maggiore quantità di energia elettrica generata da Edison è prodotta da 28 centrali termoelettriche. Edison sviluppa, progetta e costruisce interamente,

Dettagli

Il gas naturale è formato quasi totalmente da metano, elemento chimico composto da un atomo di carbonio e quattro di idrogeno.

Il gas naturale è formato quasi totalmente da metano, elemento chimico composto da un atomo di carbonio e quattro di idrogeno. 1 2 3 Il gas naturale è formato quasi totalmente da metano, elemento chimico composto da un atomo di carbonio e quattro di idrogeno. Quando si trova un giacimento di metano, la forte pressione lo spinge

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA. Leonardo Setti Polo di Rimini - Università di Bologna POLO TECNOLOGICO ENERGIA & AMBIENTE

GUIDA ALLA LETTURA. Leonardo Setti Polo di Rimini - Università di Bologna POLO TECNOLOGICO ENERGIA & AMBIENTE GUIDA ALLA LETTURA Leonardo Setti Polo di Rimini - Università di Bologna POLO TECNOLOGICO ENERGIA & AMBIENTE 1) Indicazioni generali 2) Spiegazione singole schede dalla n. 15 a seguire INDICAZIONI GENERALI

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

Detective SOLE. Rapporto di diagnosi energetica. E-DETECTIVE Il caso dell energia scomparsa. Scuola media di Mendrisio Classi 4C e 4F

Detective SOLE. Rapporto di diagnosi energetica. E-DETECTIVE Il caso dell energia scomparsa. Scuola media di Mendrisio Classi 4C e 4F E-DETECTIVE Il caso dell energia scomparsa Scuola media di Mendrisio Classi 4C e 4F Detective SOLE 3 Incontro 09.03.2015 Rapporto di diagnosi energetica Consulenti energetici Pamela Bianchi Albedo Bettini

Dettagli

Risparmiare energia in casa

Risparmiare energia in casa Risparmiare energia in casa La produzione e il consumo dell energia ricavata da fonti fossili (petrolio, gas naturale, carbone), che soddisfano attualmente quasi il 90% dei fabbisogni mondiali, sono tra

Dettagli

I riferimenti sono che ci pongono degli obiettivi da raggiungere sono:

I riferimenti sono che ci pongono degli obiettivi da raggiungere sono: INTRODUZIONE Questo opuscolo nasce dalla volontà dell Amministrazione Comunale di proseguire nelle azioni propositive per il risparmio energetico, e di rivolgere ai cittadini un riferimento per riflettere

Dettagli

TECNOLOGIE DELLE ENERGIE RINNOVABILI. Introduzione

TECNOLOGIE DELLE ENERGIE RINNOVABILI. Introduzione TECNOLOGIE DELLE ENERGIE RINNOVABILI Introduzione Giuseppe Franchini Dipartimento di Ingegneria e Scienze Applicate Università degli Studi di Bergamo 1 Principi di conversione dell energia Energia PRIMARIA

Dettagli

FONTI ENERGETICHE IN SICILIA

FONTI ENERGETICHE IN SICILIA PROGETTO COMENIUS FONTI ENERGETICHE IN SICILIA Energia Solare Energia da gas Energia Eolica Energia da biomassa Energia Termica Energia da carbone Energia Idrica Energia Geotermica Centrale idroelettrica

Dettagli

IL RISPARMIO ENERGETICO

IL RISPARMIO ENERGETICO IL RISPARMIO ENERGETICO L aumento della popolazione e lo sviluppo del benessere pongono il problema di una crescente richiesta di energia. La società umana esige per la sua stessa esistenza un flusso affidabile

Dettagli

Idroearth Pompe di calore geotermiche per riscaldamento, raffrescamento, acqua calda

Idroearth Pompe di calore geotermiche per riscaldamento, raffrescamento, acqua calda Idroearth Pompe di calore geotermiche per riscaldamento, raffrescamento, acqua calda Il meglio a portata di mano Utilizziamo l energia che la terra ci regala UTILIZZARE IL CALORE RACCHIUSO NELLA TERRA

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

LE CENTRALI ELETTRICHE

LE CENTRALI ELETTRICHE LE CENTRALI ELETTRICHE 1 LE CENTRALI ELETTRICHE Una centrale elettrica è un impianto industriale atto alla produzione di energia elettrica. La società moderna si basa in maniera imprenscindibile sull uso

Dettagli

Il Risparmio Energetico

Il Risparmio Energetico Comune di Asti Settore Ambiente ed Edilizia Pubblica Il Risparmio Energetico Ing. Valerio Vittone RESPONSABILE UNITÀ OPERATIVA ACUSTICA ED ENERGIA DEL COMUNE DI ASTI Comune di Asti Settore Ambiente ed

Dettagli

Quali sono i problemi delle energie rinnovabili?

Quali sono i problemi delle energie rinnovabili? Quali sono i problemi delle energie rinnovabili? 1. Continuità della produzione (sole e vento non ci sono sempre), superabile in varie maniere: Accumulo (termico, chimico, gravitazionale) Rete elettrica

Dettagli

Energia Sostenibile. Senza Aria Fritta. Stefano Argirò. Università di Torino Dipartimento di Fisica Sperimentale http://www.withouthotair.

Energia Sostenibile. Senza Aria Fritta. Stefano Argirò. Università di Torino Dipartimento di Fisica Sperimentale http://www.withouthotair. Energia Sostenibile Senza Aria Fritta Stefano Argirò Università di Torino Dipartimento di Fisica Sperimentale http://www.withouthotair.com/ Perché è importante Si afferma tutto e il contrario di tutto

Dettagli

L ENERGIA. 2009 Diffusione Scolastica s.r.l. - Novara - Pagina fotocopiabile e scaricabile dal sito: www.scuola.com

L ENERGIA. 2009 Diffusione Scolastica s.r.l. - Novara - Pagina fotocopiabile e scaricabile dal sito: www.scuola.com Gli oggetti di questa immagine si chiamano aerogeneratori. Sai perché? Perché l energia del vento fa muovere l elica a tre pale posta in alto e genera l energia elettrica. L ENERGIA Perché è stata costruita

Dettagli

Disney. Scuola Primaria Alteta (classe V) Il mondo dell energia

Disney. Scuola Primaria Alteta (classe V) Il mondo dell energia Disney 1 Ing. Andrea Fabbri Via Niccolò Machiavelli, 17 50012 Bagno a Ripoli (FI) Codice Fiscale: FBBNDR85M24A564C Partita I.V.A.: 06278480485 Telefono: 380/2678520 E-mail: a.fabbri@ymail.com Istituto

Dettagli

Istituto Comprensivo Ilaria Alpi - PLESSO B.CROCE - TORINO. TECNOLOGIA a.s. 2015-2016 LE MACCHINE. Classi seconde. Novembre 2015

Istituto Comprensivo Ilaria Alpi - PLESSO B.CROCE - TORINO. TECNOLOGIA a.s. 2015-2016 LE MACCHINE. Classi seconde. Novembre 2015 LE MACCHINE Classi seconde Novembre 2015 CHE COS'E' UNA MACCHINA? UN DISPOSITIVO, COMPOSTO DA PARTI DIVERSE COLLEGATE TRA LORO, CAPACE DI ESEGUIRE UN LAVORO ATTRAVERSO LA TRASFORMAZIONE (LA CONVERSIONE)

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

IL LEGNO COME COMBUSTIBILE

IL LEGNO COME COMBUSTIBILE IL LEGNO COME COMBUSTIBILE Il legno è uno dei materiali più preziosi offerti dalla natura. Fin dall'antichità più preistorica è stato utilizzato dall'uomo non solo per riscaldarsi, ma anche per la costruzione

Dettagli

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Sistemi di riscaldamento Caldaie e Pompe di calore. Novembre 2011

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Sistemi di riscaldamento Caldaie e Pompe di calore. Novembre 2011 Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti Sistemi di riscaldamento Caldaie e Pompe di calore Novembre 2011 Sistema di Riscaldamento Quando si parla di impianto di riscaldamento si comprendono sia

Dettagli

Istituto I.T.I. Omar Seminario Energia quotidiana

Istituto I.T.I. Omar Seminario Energia quotidiana Progetto Energeticamente Intelligenti Istituto I.T.I. Omar Seminario Energia quotidiana 01 ottobre 2014 Riccardo Olivani ENERGIA la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro Unità di misura:

Dettagli

Contesto: Energia presente e futura

Contesto: Energia presente e futura www.atmosphere.mpg.de/enid/accentit > No 3 Settembre 2005 > C: Contesto (2) Contesto: Energia presente e futura Quali sono le alternative? Energia nucleare L'energia nucleare, benché relativamente economica,

Dettagli

Liceo Classico L. Ariosto Classe 5ªF

Liceo Classico L. Ariosto Classe 5ªF Liceo Classico L. Ariosto Classe 5ªF Anno scolastico 2005/2006 Energie alternative Quali vie sono percorribili? Fare opera di sensibilizzazione e divulgazione scientifica all interno della scuola e sul

Dettagli

By Geom. Audino Nicolò. L energia del futuro Energia Pulita? Energia Gratis? Oggi è possibile

By Geom. Audino Nicolò. L energia del futuro Energia Pulita? Energia Gratis? Oggi è possibile By Geom. Audino Nicolò L energia del futuro Energia Pulita? Energia Gratis? Oggi è possibile Che cosa è la geotermia? È la fonte energetica naturale per eccellenza, viene dalle viscere del nostro pianeta.

Dettagli

REGOLE COMPORTAMENTALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

REGOLE COMPORTAMENTALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO REGOLE COMPORTAMENTALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO Piccoli accorgimenti da adottare a casa ed in ufficio Risparmio energetico Il risparmio energetico è l insieme dei comportamenti, processi e interventi

Dettagli

Dove prende il nostro corpo l energia per fare tutte queste attività?

Dove prende il nostro corpo l energia per fare tutte queste attività? ATTENZIONE! In questo capitolo troverai tante parole che conosci già e che usi tutti i giorni, ma scoprirai che in scienze hanno anche un altro significato. Le parole come corpo, energia, forza, lavoro,

Dettagli

Liceo Classico Carlo Alberto Seminario Energia quotidiana

Liceo Classico Carlo Alberto Seminario Energia quotidiana Progetto Coeli gravitas Liceo Classico Carlo Alberto Seminario Energia quotidiana 20 22 marzo 2014 Riccardo Olivani ENERGIA la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro Unità di misura:

Dettagli

IN TECNOLOGIA VERSIONE MISTA. Imparo e applico con. per bisogni educativi speciali

IN TECNOLOGIA VERSIONE MISTA. Imparo e applico con. per bisogni educativi speciali Imparo e applico con IN TECNOLOGIA per bisogni educativi speciali Schede facilitate con attività Audiolibro Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi VERSIONE MISTA Libro Web

Dettagli

L energia che consumo. Fabio Peron. Combustione. Aria di combustione. Combustione

L energia che consumo. Fabio Peron. Combustione. Aria di combustione. Combustione Corso di Progettazione Ambientale prof. Fabio Peron Combustione L energia che consumo Fabio Peron Università IUAV - Venezia Combustione Aria di combustione Si dice combustione qualunque reazione chimica

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

Anche api punta sul biodiesel

Anche api punta sul biodiesel Anche api punta sul biodiesel Proprio in considerazione dei vantaggi derivati all ambiente (e alla sicurezza) api sta puntando sul biodiesel, perseguendo la strada dello sviluppo sostenibile e la sua missione

Dettagli

Come nasce MaranoSolar

Come nasce MaranoSolar APPROCCIO ECOSISTEMICO L approccio di MaranoSolar alle tecnologie per le fonti rinnovabili intende offrire ai nostri partner il miglior punto di equilibrio tra salvaguardia dell ambiente e sviluppo economico

Dettagli

Gestione delle emissioni della caldaia della scuola

Gestione delle emissioni della caldaia della scuola Gestione delle emissioni della caldaia della scuola Ph.D. Ing. Michele Damiano Vivacqua responsabilità Codice civile art. 2050 Chiunque cagiona danno ad altri nello svolgimento di un'attività pericolosa,

Dettagli

paragrafo UNITÀ D L Europa delle energie Copyright 2009 Zanichelli editore

paragrafo UNITÀ D L Europa delle energie Copyright 2009 Zanichelli editore D L Europa delle energie paragrafo 1 Il quadro energetico 1 Il quadro energetico 2 I combustibili fossili 2 I combustibili fossili 2 I combustibili fossili 2 I combustibili fossili 1 Il quadro energetico

Dettagli

Il solare termico. Il solare fotovoltaico. Le pompe di calore. Come funzionano? A cosa mi servono? Quanto si risparmia e cosa ci guadagno?

Il solare termico. Il solare fotovoltaico. Le pompe di calore. Come funzionano? A cosa mi servono? Quanto si risparmia e cosa ci guadagno? Il solare fotovoltaico Il solare termico Le pompe di calore Come funzionano? A cosa mi servono? Quanto si risparmia e cosa ci guadagno? ENERGIE RINNOVABILI COME FUNZIONANO? QUANTO SI RISPARMIA? A COSA

Dettagli

PROGETTO ENERGIE RINNOVABILI FOTOVOLTAICO MINIEOLICO BIOMASSE

PROGETTO ENERGIE RINNOVABILI FOTOVOLTAICO MINIEOLICO BIOMASSE PROGETTO ENERGIE RINNOVABILI FOTOVOLTAICO MINIEOLICO BIOMASSE 1 In ingegneria energetica con il termine energie rinnovabili si intendono quelle forme di energia generate da fonti di energia che per loro

Dettagli

GREEN DESIGN GREEN DESIGN

GREEN DESIGN GREEN DESIGN I TEMI DI OGGI 2 Qualità ambientale indoor e outdoor Efficienza energetica Efficienza e certificazione energetica degli edifici Impianti termici negli edifici Produzione e distribuzione dell'energia termica

Dettagli

CASA, AZIENDA, AUTO E SCOOTER: IL NUOVO MONDO DELLA GREEN ECONOMY

CASA, AZIENDA, AUTO E SCOOTER: IL NUOVO MONDO DELLA GREEN ECONOMY Giovedi 7 Giugno 2012 h 9-12 Riccione - Liceo Scietifico A.Volta CASA, AZIENDA, AUTO E SCOOTER: IL NUOVO MONDO DELLA GREEN ECONOMY Ing. Michetti Laura De Lucia Emanuele Indice Energie Rinnovabili ü Energia

Dettagli

Risorse di Educazione Ambientale Indice analitico

Risorse di Educazione Ambientale Indice analitico Risorse di Educazione Ambientale Indice analitico Parola chiave Titolo paragrafo pag Additivi Agricoltura Alimentazione Additivi Come scegliere i prodotti con meno additivi Le classi di additivi Additivi

Dettagli

IMPIANTO GEOTERMICO energia geotermica energia

IMPIANTO GEOTERMICO energia geotermica energia IMPIANTO GEOTERMICO L'energia geotermica è l'energia generata per mezzo di fonti geologiche di calore e può essere considerata una forma di energia alternativa e rinnovabile. Si basa sui principi della

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

il futuro è nelle tue mani GUIDA AL GEOTERMICO

il futuro è nelle tue mani GUIDA AL GEOTERMICO il futuro è nelle tue mani GUIDA AL GEOTERMICO soluzioni per l utilizzo evoluto dell energia NELLE ABITAZIONI E NEGLI AMBIENTI DI LAVORO Enel Green Power, attraverso la Rete in franchising Punto Enel Green

Dettagli

Come fa l acqua a trasformarsi nei diversi stati, per esempio come fa l acqua a diventare ghiaccio o vapore?

Come fa l acqua a trasformarsi nei diversi stati, per esempio come fa l acqua a diventare ghiaccio o vapore? GLI STATI DELL ACQUA Di solito vediamo l acqua allo stato liquido, ma l acqua può esistere in tre stati diversi: liquido, solido e gassoso. L acqua che bevi e che usi per lavarti, l acqua dei fiumi Stato:

Dettagli

Introduzione agli Impianti Solari Termici

Introduzione agli Impianti Solari Termici Premessa Il solare termico è la tecnologia che permette la conversione diretta dell energia solare in energia termica (calore). Il termiche include sistemi di riscaldamento dell acqua e/o dell aria (per

Dettagli

SCENARI. a cura di Giulio Meazzini

SCENARI. a cura di Giulio Meazzini Primo piano Attualità SCENARI a cura di Giulio Meazzini L ENERGIA OLTRE GLI SLOGAN FOSSILI, RINNOVABILI O RISPARMIO? LE SCELTE PER STATO, CONDOMÌNI E CITTADINI. INTERVISTA (SORPRENDENTE) A FABIO CAIAZZI

Dettagli

Energenia sponsorizza eventi a favore della bioagricoltura e dello sport per ragazzi

Energenia sponsorizza eventi a favore della bioagricoltura e dello sport per ragazzi Energenia sponsorizza eventi a favore della bioagricoltura e dello sport per ragazzi Via Positano 21, 70014 Conversano (BA) Tel.080 2141618 Fax 080 4952302 WWW.ENERGENIA.NET www.energenia.net 1 EDUCARSI

Dettagli

IL PARTICOLATO ATMOSFERICO

IL PARTICOLATO ATMOSFERICO IL PARTICOLATO ATMOSFERICO Il particolato atmosferico Definito anche aerosol o genericamente polveri Costituito da particelle solide o liquide in sospensione che provengono: da processi naturali e da processi

Dettagli

4.4 Energia. 4.4.1 Indicatori

4.4 Energia. 4.4.1 Indicatori 1 Rapporto sullo Stato dell Ambiente nel Comune di Padova - 2002 91 4.4 Energia Negli ultimi 10 anni le politiche energetiche italiane ed europee si sono indirizzate verso scenari legati alle diffusioni

Dettagli