VR COMPACT (VRC) Manuale utente

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VR COMPACT (VRC) Manuale utente"

Transcript

1 Technology Solutions & Smart Services Supplier (VRC) Manuale utente

2 Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo manuale può essere riprodotta o copiata in qualsiasi forma senza il consenso scritto della Netsynt. La politica della TS4 è volta al continuo miglioramento dei suoi prodotti e quindi si riserva il diritto di modificare o revisionare in parte o in tutto questo documento senza preavviso e non può essere responsabile per eventuali danni derivanti dall utilizzo dello stesso. Stampato in Italia. Commenti o corrispondenza riguardante questo prodotto possono essere indirizzati a: Ufficio Documentazione Tecnica TS4 S.r.l. Via di Castel di Leva, Roma Tel Fax MARCHI WINDOWS è un marchio della MICROSOFT CORPORATION depositato negli USA.

3 REVISIONI DEL DOCUMENTO REV. DATA DESCRIZIONE COMPILATO VERIFICATO APPROVATO A 12/09/06 Prima stesura A. Borioni A. Borioni G.Loreti B 22/01/10 Aggiornamento P. Solemetite P. Solemetite P. Guidi C D E REV

4 SOMMARIO 1 NOTE PER LA SICUREZZA Precauzioni Pulizia Marcatura CE INTRODUZIONE LINEE GUIDA PER L INSTALLAZIONE Descrizione del prodotto Procedura per l installazione CONSOLE Aspetti generali Procedura di accesso al VRC Menù ESEMPIO DI PREDISPOSIZIONE MENÙ DI PREDISPOSIZIONE VRC Alarm vrc_show Alarm vrc_cfg LogAlarm Vrc_cfg ClearAlarmLog CallStatus CauseLoc Vrc_show CauseLoc Vrc_cfg CauseLoc ExtraClasses Vrc_show ExtraClasses Vrc_cfg ExtraClasses Class vrc_show FlashClasses Vrc_show RamClasses Vrc_cfg Class vrc_cfg_cls DialNumber Vrc_cfg_cls OvflAndReroutId Vrc_cfg_cls PortList Vrc_cfg_cls TimeTable Vrc_cfg_cls UserPred Gsm Vrc_show GsmInfo Vrc_show GsmReadSms Vrc_show GsmStatus Vrc_cfg GsmDeleteSms Vrc_cfg GsmPred Vrc_cfg GsmReboot Vrc_cfg GsmSendSms Port Vrc_show PortPred Vrc_show PortStatus Vrc_cfg_port Called Vrc_cfg_port Calling Vrc_cfg_port Capability Vrc_cfg_port Next Vrc_cfg_port Pred SysInfo Vrc_cfg DateTime Vrc_cfg LedPort Vrc_cfg NotifyMode Vrc_cfg ClockSel REV

5 6.8.5 Vrc_cfg SysTimers Trace Vrc_show RunTrace Vrc_show StopTrace Vrc_show SwitchStatus Vrc_cfg Debug Tax Vrc_show Holiday Vrc_show SearchTaxPrefix Vrc_show TaxGroup Vrc_show TaxPrefix Vrc_cfg AdviceOfCharge Vrc_cfg_aoc Holiday Vrc_cfg_aoc Prefix Vrc_cfg_aoc TimeTable CONFIGURAZIONE INTERFACCIA VOIP AccessList ShowAccessList BuildAccessList CauseMapping ShowCauseMapping BuildCauseMapping CdrSramInit CdrSramShow ChangePassword ChannelOptions ShowChannelOptions SetChannelOptions DateTime DefaultClass ShowDefaultClass SetDefaultClass DefaultProfileList ShowDefaultProfileList SetDefaultProfileList DialList ShowDialList BuildDialListEntry DspModuleInfo H ShowDspModuleInfo dsp BuildDspModuleInfo dsp Dsp Interface Module H ShowDimStat dsp [ch] ShowDimCfg DtmfMode ShowDtmfMode SetDtmfMode SetDtmfMode H Exit FastStartMode H ShowFastStartMode SetFastStartMode FaxMode ShowFaxMode SetFaxMode SetFaxMode H FormatDB GateKeeperList H ShowGateKeeperList BuildGateKeeperList GkFixedAddress H REV

6 ShowGkFixedAddress SetGkFixedAddress GkPolicy H ShowGkPolicy SetGkPolicy GrabConsoleMsg HostInfo ShowHostInfo BuildHostInfo HostInfo H ShowHostInfo BuildHostInfo Image ImportImage ExportImage IpGroups ShowIpGroups BuildIpGroup LoginTimeout ShowLoginTimeout SetLoginTimeout LogLevel ShowLogLevel SetLogLevel Ping Predisp ImportPredisp ExportPredisp Profile ShowProfiles BuildProfile ShowProfiles H BuildProfile H ProfileLists ShowProfileLists BuildProfileList number/name Reboot ResourceInfo ShowResourceInfo BuildResourceInfo ShowResourceInfo H SetResourceInfo H SaveChanges SetPageSize ShowAvailableCodecs ShowCall call ShowCalls ShowCallStatistics call ShowDspModuleInfo dsp H ShowErrStat call H ShowHistory ShowVer SipAgents ShowSipAgent BuildSipAgent SntpParams ShowSntpParams SetSntpParams Statistics ShowStatistics ClearStatistics TraceOptions REV

7 ShowTraceOptions SetTraceOptions ShowRunningConfig ShowVpStat call H Upgrade UpdateStatus ShowUpdateStatus CheckUpdateStatus VrcMenu APPENDICI Appendice A Tabelle cause e location INDICE FIGURE Figura 2-1 Voice Router Compact Figura 3-2 Vista anteriore Figura 3-3 Vista posteriore Figura 3-4 Adattatore Rj45 Rj Figura 5-1 Scenario di esempio INDICE TABELLE Tabella 3-1 Etichetta di configurazione Tabella 3-3 Attestazione di una linea analogica sul connettore Rj Tabella3-2 Attestazione delle linee analogiche sulla porta FX Tabella 4-1 Legenda dei tasti rapidi Tabella 6-1 Stati di allarme Tabella 6-2 Tipi di allarme di database Tabella 6-3 Dettagli sul traffico Tabella 6-4 Cause/location Tabella 6-5 Identificativi delle route Tabella 6-6 Attivazione di una route Tabella 6-7 Codici delle compatibilità di una route Tabella 6-8 Modalità della selezione della porta di uscita di una route Tabella 6-9 Selezione SIM card Tabella 6-10 Codici di errore GSM Tabella 6-11 Stato della registrazione del GSM Tabella 6-12 Modalità di emulazione della porta Tabella 6-13 Predisposizione dei toni locali Tabella 6-14 Modalità per la manipolazione del Called Tabella 6-15 Modalità di manipolazione del Calling Tabella 6-16 Servizi di notifica locale e remota Tabella 6-17 Dati del cartellino CDR Tabella 6-18 Politica di generazione del clock Tabella 7-1 Modalità H323 di configurazione dtmf Tabella 7-2 Modalità SIP di configurazione dtmf Tabella 7-3 Modalità H323 di configurazione fax Tabella 7-4 Modalità SIP di configurazione fax Tabella 7-5 Politica di selezione gatekeeper Tabella 7-6 Tag delle predisposizioni Tabella 7-7 Statistice jtter buffer Tabella 7-8 Statistiche pacchetti audio Tabella 8-1 Struttura e valori del campo Location Tabella 8-2 Struttura e valori del campo Cause REV

8 1 NOTE PER LA SICUREZZA! Utilizzare esclusivamente l adattatore di rete fornito in dotazione con l apparato.! Connettere l apparecchiatura ad una presa di corrente di facile accesso per l operatore. Non è consentito tagliare la spina di rete per connettere l apparecchiatura in modo fisso.! Al fine di evitare contatti accidentali con parti attive di circuiti TNV, connettere il cavo dell interfaccia telefonica nella presa dell apparato e successivamente alla linea esterna di telecomunicazione.! Nel caso in cui l apparato sia trasferito da ambienti freddi ad ambienti caldi, verificare, prima di connettere l alimentazione, che non vi sia condensa.! Non accedere alle parti interne dell apparato o del trasformatore. Rivolgersi a personale qualificato.! In caso di penetrazione di oggetti o liquidi all'interno dell'apparato, scollegare immediatamente il cavo di alimentazione e, prima di utilizzarlo nuovamente, farlo controllare da personale qualificato.! In caso di intervento accertarsi sempre che l'apparato sia completamente isolato dalla alimentazione e dalla rete telefonica. 1.1 Precauzioni I componenti utilizzati in questo apparato sono sensibili alle scariche elettrostatiche, nella necessità di dover maneggiare qualsiasi componente elettronico, indossare un bracciale a massa. L'inosservanza di queste precauzioni potrebbe causare danni permanenti all'apparato. 1.2 Pulizia Per la pulizia usare un panno asciutto o appena imbevuto di una soluzione detergente. Non usare alcun tipo di solvente, come alcool o benzina, al fine di evitare danneggiamenti alle finiture esterne. 1.3 Marcatura CE Questo prodotto è conforme ai requisiti essenziali della direttiva R&TTE (1999/5/EC). REV

9 2 INTRODUZIONE Questo manuale è una guida tecnica per l installazione e la configurazione del dispositivo Voice Router Compact (Figura 2-1) in seguito indicato con il nome VRC. Il VRC è un Voice Gateway che consente di collegare ad una rete IP centralini di piccole dimensioni o apparecchi telefonici; a pieno equipaggiamento il VRC permette il passaggio di un numero massimo di conversazioni pari ad 8. Il VRC viene inserito tra gli apparati telefonici esistenti (telefoni o centralini) e una rete IP, opportunamente terminata su una interfaccia ETHERNET 10/100 e caratterizzata, in termini di larghezza di banda e di qualità, in modo tale da garantire il corretto passaggio dei pacchetti IP voce. Qualora sia richiesta la doppia attestazione del voice gateway alla rete IP e alla Rete Telefonica Pubblica (PSTN), il VRC, che è dotato di interfacce telefoniche analogiche (FXS e FXO) e digitali (NT e TE) in grado di emulare sia la rete che i terminali, nonché di instradare le comunicazioni, commutandole attraverso tutte le sue interfacce, sarà anche collegato alla PSTN. Se equipaggiato con le specifiche interfacce, il VRC può essere anche connesso ad una o più reti wireless GSM. Figura 2-1 Voice Router Compact Nella tabella che segue riportiamo le caratteristiche tecniche essenziali del Voice Router Compact. REV

10 CARATTERISTICHE TECNICHE Interfacce: ISDN BRI S0 o Modularità 2 BRI NT/TE o ETS , ETS , ETS o Punto-Punto, Punto-Multipunto IP o Ethernet!0/100-BASE-TX (Autonegotiation) o Protocolli: IP, TCP, UDP, RTP, DHCP, TFTP, ICMP Interfaccia sistema di gestione: o Locale RS232 o Remoto IP su Ethernet 10/100 (Telnet) Analogiche: o FXS (modularità 4 linee), o FXO + FXS (modularità 2 + 2) o Loop current: ma o Conformità CTR4 GSM Dual band; o Impostazione pin code, o LCR con gestione lista numeri, o N 2 SIM card per canale, o Antenna alta sensibilità o Prodotto certificato per il collegamento in rete Capacità massima: 8 Canali VoIP 8 Llinee telefoniche FXS, FXO e BRI 2 Canali GSM Commutazione: 8 conversazioni contemporanee Routing tra tutte le interfacce del sistema Indicato per biattestazione Modularità: Modulo DSP da 4 o da 8 canali Supporta 2 moduli del tipo seguente: o MTA - Con 4 interfacce FXS o MTU - Con 2 i/f FXS e 2 i/f FXO o MBR - Con 2 interacce BRI o MGSM - 1 canale GSM dual-band VoIP: Protocolli VoIP supportati : o ITU-T H.323, H.225, H.245 ; o IETF SIP RFC 3261 Codifica della voce: o Voice Activity Detection, o Confort Noise Generation, o G.711 (a-law, mu-law), G.729A, G.729AB, G.723 Packet-time programmabile da 10 a 80 msec, in step 10 msec Tone Detection Cancellazione d eco: G.765 Fax/Modem Pass-through su G.711 Protocollo ITU-T T.38 per la gestione FAX Access list Gestione e predisposizione Localmente attraverso l interffaccia seriale RS-232 Da remoto attraverso telnet e tramite agent SNMP Possibilità di generare stringhe di allarme sulla seriale o in IP broadcasting Informazioni CDR (Call Data Report): Data e ora del termine della connessione Esito della comunicazione (risposta SI/NO) Durata complessiva della connessione Durata della comunicazione (dalla risposta alla disconnessione) Causa della disconnessione Origine della disconnessione (chiamato/chiamante) Interfaccia (porta) di ingresso della comunicazione Interfaccia (porta) di uscita della comunicazione Identificativo chiamante Identificativo chiamato Caratteristiche meccaniche ed elettriche: Dimensioni: 60 (H) x 200 (W) x 250 (D) cm Peso: 2,0 Kg Alimentazione: 230 Vac 50 Hz Potenza assorbita: 40VA max Temperatura operativa: 0 C a +55 C Umidità non condensata dal 10% al 90% Conformità: EN (1998) + A1 (2000) + A2 (2003) EN (1998) + A1 (2001) + A2 (2003) EN V1.2.1 ( ) EN V1.4.1 ( ) EN A1 + A2 + A3 (2000) REV

11 3 LINEE GUIDA PER L INSTALLAZIONE 3.1 Descrizione del prodotto Il VRC viene fornito completo di alimentatore esterno di rete e manuale di utente. Se sono presenti interfacce analogiche, vengono anche forniti gli adattatori RJ45/RJ11 nella misura richiesta dall equipaggiamento. Il VRC viene di norma equipaggiato in fabbrica con i moduli di interfaccia (BRA, linee analogiche FXS/FXO, GSM e VOIP) secondo le necessità comunicate dal cliente. L etichetta di configurazione fornisce la completa descrizione dell equipaggiamento del dispositivo (Figura 3-1). Figura 3-1 Etichetta VRC Emulazione porta NT TE FXS FXO PROTOCOL VoIP Funzione Porta accesso base emulazione NT. Consente il collegamento con un terminale ISDN (centralino, telefono ISDN,etc..) Porta accesso base emulazione TE. Consente il collegamento con un borchia ISDN NT1 o NT1Plus. Porta analogica emulazione rete. Consente due collegamenti con telefoni analogici. Porta analogica emulazione telefono. Consente due collegamenti analogici con la rete telefonica pubblica. Tipo di SW precaricato. Numero di canali VoIP disponibili. Tabella 3-1 Etichetta di configurazione REV

12 Se il VRC è equipaggiato con moduli GSM, l attacco per l antenna è collocato sul pannello posteriore del dispositivo. Sul pannello anteriore (Figura 3-2) sono presenti LED che indicano il corretto funzionamento del VRC: POWER (verde): se acceso indica che il VRC è correttamente alimentato. ALARM (rosso): la sua accensione indica una condizione di malfunzionamento. Nella fase di inizializzazione risulta acceso. LAN (verde) : se acceso, indica link ethernet presente. Nel caso di attività dati il led risulta lampeggiante. LINE 1 4 (gialli): accesi, indicano la corretta connessione fisica delle corrispondenti interfacce BRA. Nel caso di linee di linee analogiche, il led risulta acceso solo se la linea corrispondente è impegnata. In caso di linea (digitale o analogica) scollegata, il corrispondente led risulta spento. Sul pannello posteriore (Figura 3-3) sono presenti i connettori per il collegamento del VRC al Terminale di controllo, alla rete IP, ai terminali telefonici (PBX o telefoni) e alla rete telefonica. E inoltre presente il connettore di alimentazione ed il pulsante di reset. LAN : connettore di collegamento alla rete IP 10 / 100 Mbits. CONSOLE : connettore per interfaccia seriale RS232. BRA / FX : Collegamento alle interfacce telefoniche. RESET : Pulsante di reset dell apparato. POWER : Connettore di alimentazione del VRC. Figura 3-2 Vista anteriore REV

13 Figura 3-3 Vista posteriore 3.2 Procedura per l installazione Posizionare il VRC su un idoneo piano di appoggio e, sul pannello posteriore: connettere le interfacce analogiche di rete e di utente alle porte FX, utilizzando gli adattatori, forniti a corredo, che consentono la conversione da un connettore Rj45 a due Rj11 (Figura 3-4); in e sono riportati gli schemi di collegamento dei connettori; Connettere le interfacce ISDN di rete e di utente alle porte BRA; Connettere alla rete IP dell utente la porta LAN del dispositivo mediante un cavo UTP cat-5; Alimentare il dispositivo tramite l apposito adattatore esterno fornito a corredo. Il led POWER sul pannello frontale indica che il dispositivo è alimentato. Dopo qualche secondo dall accensione, il led ALARM si accende e rimane acceso per tutta la fase di inizializzazione. Il dispositivo diventa operativo con lo spegnimento del LED ALARM e una volta terminata la sequenza di test dei led delle linee. REV

14 Figura 3-4 Adattatore Rj45 Rj11 PIN Rj45 Linea analogica 1 Linea analogica 2 PIN Rj11 Linea analogica Ring - 4 Ring - 5 Tip + 6 Tip Ring - 4 Tip Tabella3-3 Attestazione delle linee analogiche sulla porta FX Tabella 3-2 Attestazione di una linea analogica sul connettore Rj11 REV

15 4 CONSOLE 4.1 Aspetti generali Il terminale di predisposizione è un PC connesso sulla porta seriale posta sul pannello posteriore del dispositivo mediante il cavo codice Netsynt COR603 (Figura 4-1). Assicurarsi che il cavo console, se è connesso al dispositivo nella fase di inizializzazione, sia terminato correttamente su un PC operativo. Sul PC deve essere installato un applicativo di comunicazione per la gestione delle porte seriali generalmente disponibile sui sistemi operativi in commercio (es: HyperTerminal di Windows). I parametri per la comunicazione seriale sono bps / 8-N-1 senza controllo di flusso. Il VRC può inoltre essere predisposto da remoto avviando un programma client per aprire una sessione di Telnet verso l'indirizzo IP del dispositivo. Figura 4-1 Cavo COR603 REV

16 4.2 Procedura di accesso al VRC Dopo aver alimentato il VRC e una volta completata positivamente la fase di inizializzazione del dispositivo, premere e digitare la password: Welcome to Netsynt VoIP Gateway (C) 2001/2006 Netsynt SpA Password: ******* Non è necessario spegnere o riavviare il dispositivo per modificare le predisposizioni del VRC. Il dispositivo, dopo aver verificato la password, visualizza il prompt dei comandi: vrc> Digitare? per visualizzare l elenco dei comandi del menù di predisposizione della sezione IP. Per accedere al menù di gestione del dispositivo, digitare: vrc>vrcmenu vrc_sho> 4.3 Menù Prima di entrare in dettaglio sui comandi e sulle funzioni di questa sezione, descriviamo brevemente come sono organizzate le predisposizioni. Il terminale è strutturato in menù e sottomenù secondo una struttura ad albero. Ogni menù contiene le voci correlate al tipo di azione che si intende eseguire (per esempio la visualizzazione, la configurazione generale, la configurazione di una porta, ecc..). Per accedere ai menù si digita la parola chiave associata (per esempio: Config )e per ritornare al menù precedente si digita il comando End o Exit. Per visualizzare l'elenco di aiuto delle voci del menù corrente e la legenda relativa, digitare al prompt: vrc_sho> Help oppure vrc_sho>? Il terminale di predisposizione stampa un prompt in relazione al percorso seguito dall'utente. Di seguito è riportato l'elenco dei prompt visualizzati: vrc_sho> vrc_cfg> vrc_cfg_port> vrc_cfg_cls> vrc_cfg_aoc> visualizzazione delle predisposizioni e dello stato; configurazione dei parametri generali; predisposizione delle porte; regole di instradamento del traffico; regole di generazione della tassazione. REV

17 Nella tabella seguente sono riassunte alcune utili modalità per una navigazione rapida nei menù del dispositivo. Tasti Help o? End Exit Freccia Up/Down CONTROL + D TAB Next Funzione Visualizza il menù dei comandi ed una descrizione di aiuto (help). Ritorna al menù superiore. Logout del terminale. Visualizza in sequenza i comandi eseguiti. Visualizza una lista di comandi associata al carattere digitato. esempio: slimb> e (CTRL+D) Exit ExportPredisp ExportImage Completa il comando quando è digitato parzialmente. Salta alla predisposizione dell instradamento successivo (classe di servizio), o della porta successiva. Tabella 4-1 Legenda dei tasti rapidi 5 ESEMPIO DI PREDISPOSIZIONE Si supponga di installare il VRC per collegare alla rete IP un centralino con un accesso base e un fax attestato su una linea analogica dedicata e sia richiesta la doppia attestazione del centralino e del fax alla rete telefonica pubblica e alla rete IP. Supponiamo che il numero telefonico del centralino sia xx con selezione passante di 2 digit, e che il fax sia attestato alla linea Il VRC sarà equipaggiato con un add-on BRI ed un add-on FXS/FXO. Le due interfacce accesso base del VRC saranno collegate una all ingresso del centralino e l altra alla borchia ISDN; analogamente le interfacce analogiche FXS e FXO saranno connesse, rispettivamente, al FAX e alla borchia telefonica analogica di linea. L interfaccia verso la rete IP sarà collegata in ETHERNET allo switch, hub o router presente in sede di utente. Il diagramma di inserimento in rete del VRC è presentato nella seguente figura. REV

18 IP network BRI (NT) FXS RS 232 BRI (TE) FXO Operator Exchange Figura 5-1 Scenario di esempio 1. Inserire la passsword e verificare la configurazione hardware del dispositivo: Vrc> Vrc> VrcMenu vrc_sho> SysInfo Vrc uptime is 00:01:35 Device Serial Number: VRC---RA Current configuration is 1346 bytes Last modified at 10/07/ :16:48 Trap and CDR Notify Mode: (0x00) FXO dial timer: 2.7 sec LED 1 is assigned to: BRI 1 LED 2 is assigned to: BRI 2 LED 3 is assigned to: FXO 5 & FXO 6 REV

19 LED 4 is assigned to: FXS 7 & FXS 8 Clock policy is: AUTO Clock reference: LOCAL Active debug channels: NONE VoIP channels: ADDON 1: Port Mode S/T Bus BRI 1 TE PMP BRI 2 NT PMP ADDON 2: Port Mode S/T Bus FXO FXO FXS FXS ADDON 3: Port Mode S/T Bus -- NOT PRESENT ADDON 4: Port Mode S/T Bus -- NOT PRESENT OK! vrc_sho> 2. configurare le porte BRI 1 e BRI 2: vrc_sho> Config vrc_cfg> port Available ports: VOIP BRI 1 BRI 2 FXO 5 FXO 6 FXS 7 FXS 8 >Insert port(e.g.: BRI 1): bri 1 vrc_cfg_bri01> pred Enable [Y]: NT PMP 0 TE PMP 1 NT PP 2 TE PP 3 Emulation [0]: 0 Dialing tone [Y]: Busy tone [Y]: FastBusy tone [N]: Alerting tone [Y]: Y Progress msg [N]: OK! vrc_cfg_bri01> next vrc_cfg_bri02> pred Enable [Y]: NT PMP 0 TE PMP 1 NT PP 2 TE PP 3 Emulation [0]: 1 Dialing tone [Y]: N Busy tone [Y]: N REV

20 FastBusy tone [N]: Alerting tone [Y]: N Progress msg [N]: 3. Creare le route in ingresso del dispositivo per le chiamate di fonia e fax: vrc_sho> Config vrc_cfg> classes Insert Class(0..49): 0 vrc_cfg_cls000> DialNumber DialNumber []: Enable [Y]: Itc [3]: OK! vrc_cfg_cls000> PortList Port list counter : 1 LINEAR 0 CYCLIC 1 Insert Select [0]: VOIP BRI 1 BRI 2 FXO 5 FXO 6 FXS 7 FXS 8 Port01 [VOIP]: BRI 1 Port02 []: OK! vrc_cfg_cls000>next OK! vrc_cfg_cls001> DialNumber DialNumber []: Enable [Y]: Itc [3]: OK! vrc_cfg_cls001> PortList Port list counter : 1 LINEAR 0 CYCLIC 1 Insert Select [0]: VOIP BRI 1 BRI 2 FXO 5 FXO 6 FXS 7 FXS 8 Port01 []: FXS 7 Port02 []: OK! vrc_cfg_cls001> 4. Creare la route di uscita che instrada tutto il traffico su VoIP utilizzando il servizio di raccolta delle chiamate fuori dal piano di numerazione: vrc_sho> Config vrc_cfg> classes Insert Class(0..49): 2 vrc_cfg_cls002> DialNumber DialNumber []: 999 Enable [Y]: REV

21 Itc [3]: OK! vrc_cfg_cls002> PortList Port list counter : 1 LINEAR 0 CYCLIC 1 Insert Select []: 0 VOIP BRI 1 BRI 2 FXO 5 FXO 6 FXS 7 FXS 8 Port01 []: VOIP Port02 []: OK! vrc_cfg_cls002> end OK! vrc_cfg> ExtraClasses Insert E2CollectorClassId [---] (space=none): 2 Insert E2SupplServiceClassId [---] (space==none): OK! vrc_cfg> 5. Posizionarsi sul menù per predisporre l interfaccia VoIP: vrc_cfg> end OK! vrc_sho> end OK! Vrc> BuildHostInfo Hostname: [Vrc] IP Local Address: [ ] Network mask: [ ] Default gw: [ ] NAT address: [] DNS Server 1: [] DNS Server 2: [] DNS Domain: [] Agents: SNMP Manager host: [] SNMP Manager trap port: [162] SNMP Community: [public] 1) VrManager host: [] CdrManager host: [] CdrManager port: [1001] 1) AlarmManager host: [] UpdateManager host: [] UpdateManager port: [1003] UpdateManager interval: [0 hours] OK! Vrc> 6. Predisporre gli utenti da registrare ed i parametri di configurazione di base del fornitore del servizio: Vrc> BuildSipAgent Contact: [] Contact: [] Domain: [netsynt.it] Registrar: [] RegistrarSipPort: [0] 5060 REV

22 Reg. Expiration: [3600] ProxyServer: [] ProxySipPort: [0] 5060 AuthPassword: [] Realm: [] LocalSipPort: [5060] Max-Forwards: [70] Rtp port min: [10000] Rtp port max: [60000] 7. Creare il profilo audio per il traffico in uscita su VoIP: Vrc> BuildProfileList 0 List Name []: outprof Codec PlType Msec VAD CNoise Gain-In/Out AdPlout VpDelay ) G711 A 8 10 NO NO 80 01) G711 A 8 20 NO NO 80 02) G711 A 8 30 NO NO 90 03) G711 A 8 40 NO NO ) G711 MU 0 10 NO NO 80 05) G711 MU 0 20 NO NO 80 06) G711 MU 0 30 NO NO 90 07) G711 MU 0 40 NO NO ) G NO NO 40 09) G NO NO 80 10) G NO NO ) G YES NO 40 12) G YES NO 80 13) G YES NO ) G723/ NO NO 60 15) G723/ NO NO ) G723/ NO NO ) G723/ NO NO 60 18) G723/ NO NO ) G723/ NO NO 180 Add profiles to the list. The list ordering also affects the codec preference order.type '?' to get the profile list Type 'd' to delete codec Type 'q' to quit with no changes Profile[00]: [9] Profile[01]: [1] profile[03]: [None] 8. Creare il profilo audio per il traffico in entrata, se diverso da quello precedente, e imposta il profilo: Vrc> BuildProfileList 1 List Name [List1]: inprof Codec PlType Msec VAD CNoise Gain-In/Out AdPlout VpDelay ) G711 A 8 10 NO NO 80 01) G711 A 8 20 NO NO 80 02) G711 A 8 30 NO NO 90 03) G711 A 8 40 NO NO ) G711 MU 0 10 NO NO 80 05) G711 MU 0 20 NO NO 80 06) G711 MU 0 30 NO NO 90 07) G711 MU 0 40 NO NO ) G NO NO 40 09) G NO NO 80 10) G NO NO ) G YES NO 40 12) G YES NO 80 REV

23 13) G YES NO ) G723/ NO NO 60 15) G723/ NO NO ) G723/ NO NO ) G723/ NO NO 60 18) G723/ NO NO ) G723/ NO NO 180 Add profiles to the list. The list ordering also affects the codec preference order.type '?' to get the profile list Type 'd' to delete codec Type 'q' to quit with no changes Profile[00]: [None] 9 Profile[01]: [None] 1 Profile[02]: [None] 9. Creare la route di uscita per le chiamate verso VoIP: Vrc> ShowDialList USERNAME NUMBER IP-ADDRESS PROFILE ) (def) 001) ) ).. 030) >> Q=Quit E=EditCls D=DeleteCls C=SetDefCls K=ClrDefCls Enter=Continue << e 0 Dial Number :400 IP address : Display info : Profile :outprof 10. Eseguire il comando per predisporre la modalità fax: Vrc> SetFaxMode Enter the Fax Session transfer method to be used. Available modes: 1) Reinvite 2) NSE Rtp Relay 3) T38 Enter choice: [3] Forward Error Correction Method: 0) t38udpfec 1) t38udpredundancy Enter choice [t38udpredundancy]: Enter Redundancy Level value in range(0..3) Redundancy Level [2]: Fax Rate Management Policy: 0) localtcf 1) transferredtcf Enter choice [transferredtcf]: Fax Max Rate: Enter choice [14400]: Enter the Data Session transfer method to be used. REV

24 Available modes: 1) Reinvite 2) NSE Rtp Relay Enter choice: [2] Enter the number of the profile to use for fax/data session (0..19) or press '?' to get the profile list: [1] Enter the Payload Type for the NSE signaling [100]: 11. Salvare le predisposizioni. Vrc> SaveChanges 1370 bytes loaded Saving to flash...saved 1370 bytes Sensible data has changed: OK to reset the system? [y/n] y... 6 MENÙ DI PREDISPOSIZIONE VRC Dopo essere entrati nel menù principale con il comando VrcMenu, digitare: vrc_sho>? Sul terminale vengono visualizzate le voci del menù di stato. Control keys: TAB - Try to complete the command word CTRL-D - Show the list of possible commands CTRL-E - Set echo ON/OFF CTRL-R - Set insert/replace mode CTRL-U - Clear the whole line Alarm CallStatus CauseLoc Config End ExtraClasses FlashClasses GsmInfo GsmReadSms GsmStatus Help Holiday LogAlarm PortPred PortStatus RamClasses RunTrace SearchTaxPrefix StopTrace SysInfo SwitchStatus TaxGroup TaxPrefix - Show alarm information - Show calls status info - Show rerouting table - Enter configuration mode - Return to the voip menu - Show routes of supplementary services - Voice telephony dial plan in flash - Show gsm predisposition - Read a sms - Show gsm status - This menu - Show holiday - Show alarm message log - Show port predisposition - Show port status - Voice telephony dial plan in ram - Activate call's trace - Search route in the taxation table - Stop call's trace - Show system information - Show switching module status - Show tax (AOC) group - Show taxation route in flash Per accedere al menù della configurazione del VRC, dal menù di stato digitare: vrc_sho> Config Quindi inserire? per visualizzare le voci del menù di configurazione. vrc_cfg>? Control keys: REV

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE Mediatrix 2102 ATA Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE SERVIZIO EUTELIAVOIP...3 COMPONENTI PRESENTI NELLA SCATOLA DEL MEDIATRIX 2102...3 COLLEGAMENTO

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 Manuale d'istruzioni Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 382280 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato l'alimentatore DC Programmabile 382280 della Extech.

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07 TB-SMS Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso Ver. 1.6.10 31/07/07 MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore TB-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

MICROSPIA GSM PROFESSIONALE. 1 MICROFONO (cod. FT607M) 2 MICROFONI (cod. FT607M2)

MICROSPIA GSM PROFESSIONALE. 1 MICROFONO (cod. FT607M) 2 MICROFONI (cod. FT607M2) MANUALE UTENTE FT607M /FT607M2 MICROSPIA GSM PROFESSIONALE 1 MICROFONO (cod. FT607M) 2 MICROFONI (cod. FT607M2) FT607M /FT607M2 MANUALE UTENTE INDICE 1. Informazioni importanti.......................................4

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

Programmazione TELXXC

Programmazione TELXXC Manuale Programmazione Versione 5.0 Programmazione TELXXC TELLAB Via Monviso, 1/B 24010 Sorisole (Bg) info@tellab.it INDICE Programmazione e comandi... 2 Messaggio comando multiplo.. Formato... 3 Messaggi

Dettagli

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM 1 Stato del combinatore direttamente sul display della Consolle XM Interrogazione credito residuo tramite SMS e inoltro SMS ricevuti Messaggi di allarme pre-registrati Completa integrazione con centrali

Dettagli

Telefono Sirio lassico

Telefono Sirio lassico GUIDA USO Telefono Sirio lassico 46755H Aprile 2013 3 Indice INTRODUZIONE...1 CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI...1 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE...1 INSTALLAZIONE...2 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO...3

Dettagli

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili 2012 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta,

Dettagli

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless AP Router Portatile Wireless HNW150APBR www.hamletcom.com Indice del contenuto 1 Introduzione 8 Caratteristiche... 8 Requisiti dell apparato... 8 Utilizzo del presente documento... 9 Convenzioni di notazione...

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente Guida ai Servizi Voce per l Utente Guida ai ai Servizi Voce per l Utente 1 Indice Introduzione... 3 1 Servizi Voce Base... 4 1.1 Gestione delle chiamate... 4 1.2 Gestione del Numero Fisso sul cellulare...

Dettagli

MODBUS-RTU per. Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie. Expert NANO 2ZN

MODBUS-RTU per. Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie. Expert NANO 2ZN per Expert NANO 2ZN Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie Expert NANO 2ZN Nome documento: MODBUS-RTU_NANO_2ZN_01-12_ITA Software installato: NANO_2ZN.hex

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA BITCARD Web

GUIDA RAPIDA ALL UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA BITCARD Web GUIDA RAPIDA ALL UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA BITCARD Web La presente guida rapida sintetizza in modo veloce le procedure da seguire per attivare ed utilizzare con estrema semplicità il BITCARD POS Intellect

Dettagli

Manuale del fax. Istruzioni per l uso

Manuale del fax. Istruzioni per l uso Istruzioni per l uso Manuale del fax 1 2 3 4 5 6 Trasmissione Impostazioni di invio Ricezione Modifica/Conferma di informazioni di comunicazione Fax via computer Appendice Prima di utilizzare il prodotto

Dettagli

ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI

ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI GUIDA D INSTALLAZIONE E USO Contenuto della Confezione La confezione Alice Business Gate 2 plus Wi-Fi contiene il seguente

Dettagli

Manuale di utilizzo centrale ST-V

Manuale di utilizzo centrale ST-V Accessori 1 Capitolo I : Introduzione 2 1.1 Funzioni 2 1.2 Pannello_ 5 1.3 I CON 5 Capitolo II : Installazione e connessione 6 2.1 Apertura della confezione 6 2.2 Installazione del pannello_ 6 2.3 Cablaggio

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

Adattatore telefonico Cisco SPA 112 a due porte

Adattatore telefonico Cisco SPA 112 a due porte Data Sheet Adattatore telefonico Cisco SPA 112 a due porte VoIP (Voice over IP) conveniente e ricco di funzionalità Caratteristiche Qualità vocale e funzionalità telefoniche e fax associate al servizio

Dettagli

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Sommario Per iniziare............................................ 3 Il WiFi Booster......................................... 4 Pannello

Dettagli

1. DESCRIZIONE BLACK VOICE... 2 2. COME EFFETTUARE LE CHIAMATE... 4 3. COME TRASFERIRE UNA CHIAMATA ALL'INTERNO DELL'AZIENDA... 4

1. DESCRIZIONE BLACK VOICE... 2 2. COME EFFETTUARE LE CHIAMATE... 4 3. COME TRASFERIRE UNA CHIAMATA ALL'INTERNO DELL'AZIENDA... 4 INDICE GENERALE 1. DESCRIZIONE BLACK VOICE... 2 2. COME EFFETTUARE LE CHIAMATE... 4 3. COME TRASFERIRE UNA CHIAMATA ALL'INTERNO DELL'AZIENDA... 4 4. COME DEVIARE LE CHIAMATE SU UN ALTRO APPARECCHIO...

Dettagli

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof.

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof. Interfacce di Comunicazione Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica I semestre 03/04 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ 2 Trasmissione

Dettagli

Manuale istruzioni. 01942 Comunicatore GSM-BUS

Manuale istruzioni. 01942 Comunicatore GSM-BUS Manuale istruzioni 01942 Comunicatore GSM-BUS Indice 1. Descrizione 2 2. Campo di applicazione 2 3. Contenuto della confezione 2 4. Vista frontale 3 5. Funzione dei tasti e led 4 6. Operazioni preliminari

Dettagli

Elementi di rete che permettono lo scambio dei messaggi di segnalazione

Elementi di rete che permettono lo scambio dei messaggi di segnalazione SEGNALAZIONE Segnalazione e sistemi di segnalazione Segnalazione Messaggi tra elementi di una rete a commutazione di circuito (apparecchi di utente e centrali o fra le varie centrali) che permettono la

Dettagli

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1 Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5 9356197 Edizione 1 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION, dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto SU-5 è conforme alle

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 7

Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Il protocollo Programma della lezione file transfer protocol descrizione architetturale descrizione

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

Istruzioni per l uso Sartorius

Istruzioni per l uso Sartorius Istruzioni per l uso Sartorius Descrizione dell interfaccia per le bilance Entris, ED, GK e GW Indice Impiego previsto Indice.... 2 Impiego previsto.... 2 Funzionamento.... 2 Uscita dati.... 3 Formato

Dettagli

Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015

Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015 Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015 Definizione Mentre una LAN è una rete locale costituita da un certo numero di pc connessi ad uno switch, una VLAN è una LAN VIRTUALE (Virtual

Dettagli

MANUALE TECNICO 080406 E SMS

MANUALE TECNICO 080406 E SMS IT MANUALE TECNICO 080406 E SMS MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore E-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili a numeri telefonici preimpostati e di attivare uscite

Dettagli

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche F12 MANUALE UTENTE 1. F12 Caratteristiche Progettato per sopravvivere in condizioni difficili, fornendo regolari ed accurate registrazioni di posizione sfruttando un GPS all avanguardia sulla rete cellulare,

Dettagli

Software Emeris Communication Manager

Software Emeris Communication Manager ecm Software Emeris Communication Manager Manuale operativo Fantini Cosmi S.p.A. Via dell Osio 6 20090 Caleppio di Settala MI Tel 02.956821 - Fax 02.95307006 e-mail: info@fantinicosmi.it http://www.fantinicosmi.it

Dettagli

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano AMICO CI SENTO Manuale di istruzioni - Italiano 1. Per iniziare 1.1 Batteria 1.1.1 Installare la batteria Rimuovere il coperchio della batteria. Allineare i contatti dorati della batteria con i relativi

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 NB: alcune domande hanno risposta multipla: si richiede di identificare TUTTE le risposte corrette.

Dettagli

Aladino Vision, il nuovo concetto di cordless

Aladino Vision, il nuovo concetto di cordless Gentile Cliente, Ti ringraziamo per aver scelto Aladino Vision. Aladino Vision è unico, essenziale, elegante e definisce un nuovo concetto per la telefonia cordless assegnando un ruolo attivo alla stazione

Dettagli

Cisco SPA 122 ATA con router

Cisco SPA 122 ATA con router Data Sheet Cisco SPA 122 ATA con router Servizio VoIP (Voice over IP) conveniente e ricco di funzionalità Caratteristiche Qualità vocale e funzionalità telefoniche e fax associate al servizio VoIP (Voice

Dettagli

SOHO IP-PBX - ETERNITY NE La nuova generazione di IP-PBX per le piccole imprese

SOHO IP-PBX - ETERNITY NE La nuova generazione di IP-PBX per le piccole imprese SOHO IP-PBX - NE 1 NE Oggi, per competere, anche le piccole imprese devono dotarsi di sistemi di telecomunicazione evoluti, che riducano i costi telefonici, accrescano produttività e qualità del servizio.

Dettagli

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700 Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria +24VDC VDC OUTPUT MICROPROCESS. E P IN EXH OUT Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria 7 Trattamento

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Assistenza tecnica Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero

Dettagli

Guida Rapida. Guida Rapida. Telefoni. Progetto. Collegati ai sistemi Progetto. PROMELIT Meglio comunicare meglio.

Guida Rapida. Guida Rapida. Telefoni. Progetto. Collegati ai sistemi Progetto. PROMELIT Meglio comunicare meglio. Guida Rapida Guida Rapida Progetto Telefoni N e x t Collegati ai sistemi Progetto 35 PROMELT Meglio comunicare meglio. Telefoni PROGETTO NEXT Telefono ntercomunicante PROGETTO NEXT l Vs. apparecchio ha

Dettagli

Voice Over IP NAT Traversal

Voice Over IP NAT Traversal Voice Over IP Traversal Giorgio Zoppi zoppi@cli.di.unipi.it Tecnologie di Convergenza su IP a.a.2005/2006 VoIP Traversal 1 57 Tecnologie di Convergenza su IP Che cosa è il (Network Address Translation?

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Imola Prontuario di configurazioni di base

Imola Prontuario di configurazioni di base Imola Prontuario di configurazioni di base vers. 1.3 1.0 24/01/2011 MDG: Primo rilascio 1.1. 31/01/2011 VLL: Fix su peso rotte 1.2 07/02/2011 VLL: snmp, radius, banner 1.3 20/04/2011 VLL: Autenticazione

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione Assistenza Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero di serie riportato sull'etichetta del prodotto e utilizzarlo per registrare

Dettagli

Nota di applicazione: impostazione della comunicazione

Nota di applicazione: impostazione della comunicazione Nota di applicazione: impostazione della comunicazione Questa nota di applicazione descrive come installare e impostare la comunicazione tra l'inverter e il server di monitoraggio SolarEdge. Questo documento

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

DPS-Promatic Telecom Control Systems. Famiglia TCS-AWS. Stazioni Metereologiche Autonome. connesse alla rete GSM. Guida rapida all'uso versione 1.

DPS-Promatic Telecom Control Systems. Famiglia TCS-AWS. Stazioni Metereologiche Autonome. connesse alla rete GSM. Guida rapida all'uso versione 1. DPS-Promatic Telecom Control Systems Famiglia TCS-AWS di Stazioni Metereologiche Autonome connesse alla rete GSM (www.dpspro.com) Guida rapida all'uso versione 1.0 Modelli che compongono a famiglia TCS-AWS:

Dettagli

LOCALIZZATORE SU RETE GSM

LOCALIZZATORE SU RETE GSM MANUALE UTENTE FT908M LOCALIZZATORE SU RETE GSM (cod. FT908M) Introduzione La ringraziamo per aver acquistato questo localizzatore miniaturizzato. Il dispositivo consente di localizzare una persona o un

Dettagli

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it)

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) In una rete TCP/IP, se un computer (A) deve inoltrare una richiesta ad un altro computer (B) attraverso la rete locale, lo dovrà

Dettagli

Videocitofonia a colori con cablaggio a 2 fili

Videocitofonia a colori con cablaggio a 2 fili IT MANUALE TECNICO MT SBC 0 Videocitofonia a colori con cablaggio a fili Assistenza tecnica Italia 046/750090 Commerciale Italia 046/75009 Technical service abroad (+9) 04675009 Export department (+9)

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE UN SISTEMA INTEGRATO COMUNICAZIONE VERSO L ESTERNO Istituti di vigilanza Invio allarmi con protocollo CONTACT ID Comunicatore PSTN Espansione GSM Telefono

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

Principali caratteristiche piattaforma web smsmobile.it

Principali caratteristiche piattaforma web smsmobile.it SmsMobile.it Principali caratteristiche piattaforma web smsmobile.it Istruzioni Backoffice Post get http VERSION 2.1 Smsmobile by Cinevision srl Via Paisiello 15/ a 70015 Noci ( Bari ) tel.080 497 30 66

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS Page 1 of 6 GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS 1) Impossibile inviare il messaggio. Uno dei destinatari non è stato accettato dal server. L'indirizzo di posta elettronica non accettato è "user@dominio altro

Dettagli

3ODQW:DWFK 0DQXDOHG LQVWDOOD]LRQHHXVR

3ODQW:DWFK 0DQXDOHG LQVWDOOD]LRQHHXVR Ã Ã 3ODQW:DWFK 0DQXDOHG LQVWDOOD]LRQHHXVR 9RJOLDPRIDUYLULVSDUPLDUHWHPSRHGHQDUR 9LDVVLFXULDPRFKHODFRPSOHWDOHWWXUDGLTXHVWRPDQXDOHYLJDUDQWLUjXQD FRUUHWWDLQVWDOOD]LRQHHGXQVLFXURXWLOL]]RGHOSURGRWWRGHVFULWWR

Dettagli

Introduzione alle reti radiomobili. Meglio wireless o wired???

Introduzione alle reti radiomobili. Meglio wireless o wired??? GSM - GPRS Introduzione alle reti radiomobili Wireless Vs Wired L unica differenza sembra consistere nel mezzo trasmissivo radio, eppure: Le particolari caratteristiche del mezzo trasmissivo hanno un grosso

Dettagli

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor NetMonitor Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor Cos è NetMonitor? NetMonitor è un piccolo software per il monitoraggio dei dispositivi in rete. Permette di avere una panoramica sui dispositivi

Dettagli

Guida alle impostazioni generali

Guida alle impostazioni generali Istruzioni per l uso Guida alle impostazioni generali 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Collegamento della macchina Impostazioni di sistema Impostazioni Copiatrice/Document server Impostazioni fax Impostazioni Stampante

Dettagli

Progetti reali con ARDUINO

Progetti reali con ARDUINO Progetti reali con ARDUINO Introduzione alla scheda Arduino (parte 2ª) ver. Classe 3BN (elettronica) marzo 22 Giorgio Carpignano I.I.S. Primo LEVI - TORINO Il menù per oggi Lettura dei pulsanti Comunicazione

Dettagli

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk by Gassi Vito info@gassielettronica.com Questa breve guida pratica ci consentirà installare Zeroshell su pen drive o schede

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

GUIDA CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO

GUIDA CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO GUIDA CFIGURAZIE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO Sommario: Download ed aggiornamento firmware GPS SAFE... 3 Track Manager, download ed installazione.... 4 Configurazione GPS SAFE ed utilizzo

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

PPF 685 PPF 695. Manuale d istruzioni

PPF 685 PPF 695. Manuale d istruzioni PPF 685 PPF 695 Manuale d istruzioni Stimato cliente, Introduzione Brand Variabel Acquistando questo apparecchio, avete scelto un prodotto PHILIPS di qualità. L apparecchio soddisfa i molteplici requisiti

Dettagli

GRAZIE AD INTERNET OGGI POSSIAMO IMMAGINARE DI RAGGIUNGERE

GRAZIE AD INTERNET OGGI POSSIAMO IMMAGINARE DI RAGGIUNGERE IL CONCETTO DI M2M ESISTE ED È APPLICATO DA TEMPO I PRIMI SISTEMI DI TELEMETRIA ERANO RISERVATI A POCHI GRANDI SOGGETTI GRAZIE AD INTERNET OGGI POSSIAMO IMMAGINARE DI RAGGIUNGERE ANYT HIN NE ANYO QUA SI

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli