SOMMARIO LIBRO PRIMO ESECUZIONE DEI PROVVEDIMENTI GIURISDIZIONALI PENALI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SOMMARIO LIBRO PRIMO ESECUZIONE DEI PROVVEDIMENTI GIURISDIZIONALI PENALI"

Transcript

1 SOMMARIO LIBRO PRIMO ESECUZIONE DEI PROVVEDIMENTI GIURISDIZIONALI PENALI ORDINE DI ESECUZIONE PER LA CARCERAZIONE 1. Ordine di esecuzione per la carcerazione con contestuale decreto di sospensione 5 SEZIONE SECONDA AFFIDAMENTO IN PROVA AL SERVIZIO SOCIALE 1. Istanza di affidamento in prova al servizio sociale presentata in seguito a decreto di sospensione dell esecuzione emesso dal P.M Istanza di affidamento in prova al servizio sociale presentata dal condannato detenuto Istanza di affidamento in prova al servizio sociale presentata dal condannato detenuto affetto da aids conclamata o da grave deficienza immunitaria Istanza di affidamento in prova al servizio sociale presentata nell interesse di soggetto tossicodipendente in seguito a decreto di sospensione dell esecuzione emesso dal P.M Istanza di affidamento in prova al servizio sociale presentata dal condannato detenuto tossicodipendente Istanza di affidamento in prova al servizio sociale presentata nell interesse di soggetto alcooldipendente in seguito a decreto di sospensione dell esecuzione emesso dal P.M Istanza di affidamento in prova al servizio sociale presentata dal condannato detenuto alcooldipendente 28 IMPAGINATO FORMULARIO DIRITTO AMV V :21:12

2 VI Sommario SEZIONE TERZA DETENZIONE DOMICILIARE 1. Istanza di detenzione domiciliare presentata dal condannato ultrasettantenne in seguito a decreto di sospensione dell esecuzione emesso dal P.M Istanza di detenzione domiciliare presentata dalla condannata che sia donna incinta o madre di prole di età inferiore ad anni dieci in seguito a decreto di sospensione dell esecuzione emesso dal P.M Istanza di detenzione domiciliare presentata dal condannato padre di prole di età inferiore ad anni dieci in seguito a decreto di sospensione dell esecuzione emesso dal P.M Istanza di detenzione domiciliare presentata dal condannato che versa i gravi condizioni di salute ovvero ultrasessantenne in seguito a decreto di sospensione dell esecuzione emesso dal P.M Istanza di detenzione domiciliare presentata dal condannato minore di anni ventuno in seguito a decreto di sospensione dell esecuzione emesso dal P.M Istanza di detenzione domiciliare presentata dal condannato detenuto Istanza di detenzione domiciliare presentata dal condannato detenuto affetto da aids conclamata o da grave deficienza immunitaria Istanza di detenzione domiciliare speciale presentata dalla condannata detenuta 54 SEZIONE QUARTA SEMILIBERTÀ 1. Istanza di semilibertà presentata in seguito a decreto di sospensione dell esecuzione emesso dal P.M Istanza di semilibertà presentata dal condannato detenuto Istanza di semilibertà presentata dal condannato all ergastolo detenuto Programma di trattamento in regime di semilibertà Provvedimento di approvazione del programma di trattamento in regime di semilibertà 69 SEZIONE QUINTA SOSPENSIONE DELL ESECUZIONE 1. Istanza di sospensione dell esecuzione della pena detentiva presentata in seguito a decreto di sospensione dell esecuzione emesso dal P.M. 73 IMPAGINATO FORMULARIO DIRITTO AMVI VI :21:13

3 Sommario VII 2. Istanza di sospensione dell esecuzione della pena detentiva presentata dal condannato detenuto 76 SEZIONE SESTA LIBERAZIONE ANTICIPATA 1. Istanza di liberazione anticipata 82 SEZIONE SETTIMA COMPUTO DELLA PENA ESPIATA SINE TITULO 1. Istanza di computo del periodo di custodia cautelare espiato sine titulo per lo stesso reato Istanza di computo del periodo di custodia cautelare espiato sine titulo per altro reato Istanza di computo del periodo di custodia cautelare espiato sine titulo per lo stesso reato nel caso di condanna alla sola pena pecuniaria Istanza di computo del periodo di custodia cautelare espiato sine titulo per altro reato nel caso di condanna alla sola pena pecuniaria Istanza di computo della pena detentiva espiata sine titulo Istanza di computo della pena detentiva espiata sine titulo nel caso di condanna alla sola pena pecuniaria 96 SEZIONE OTTAVA ESECUZIONE DELLE PENE PECUNIARIE 1. Richiesta di rateizzazione di pena pecuniaria Richiesta di differimento della conversione della pena pecuniaria 102 LIBRO SECONDO GIUDICE DELL ESECUZIONE ERRORE DI PERSONA 1. Decreto di fissazione dell udienza in camera di consiglio Richiesta di liberazione di persona detenuta per errore sulla sua identità fisica Ordinanza di sospensione dell esecuzione in caso di dubbio sull identità Opposizione avverso l ordinanza di rigetto della richiesta di liberazione di persona detenuta per errore sulla sua identità fisica Ordinanza di correzione dell errore materiale 116 IMPAGINATO FORMULARIO DIRITTO AMVII VII :21:14

4 VIII Sommario SEZIONE SECONDA IDENTITÀ DEL FATTO 1. Richiesta di incidente di esecuzione per pluralità di sentenze di condanna pronunciate contro la stessa persona per il medesimo fatto Richiesta di incidente di esecuzione per pluralità di sentenze di condanna a pene diverse pronunciate contro la stessa persona per il medesimo fatto Richiesta di incidente di esecuzione per pluralità di decreti penali di condanna pronunciati contro la stessa persona per il medesimo fatto Richiesta di incidente di esecuzione per pluralità di sentenze di condanna e di decreti penali di condanna pronunciate contro la stessa persona per il medesimo fatto Richiesta di incidente di esecuzione per pluralità di sentenze di non luogo a procedere o di proscioglimento pronunciate contro la stessa persona per il medesimo fatto Richiesta di incidente di esecuzione per pluralità di sentenze di condanna o decreto penale di condanna e sentenze di proscioglimento pronunciate contro la stessa persona per il medesimo fatto Nomina del difensore di fiducia integrata con procura speciale ai fini della indicazione della sentenza da eseguirsi Ordinanza del giudice dell esecuzione in caso di pluralità di sentenze di condanna per il medesimo fatto 135 SEZIONE TERZA CONCORSO FORMALE E CONTINUAZIONE 1. Richiesta di applicazione della disciplina del concorso formale nel caso di più sentenze o decreti penali di condanna irrevocabili Richiesta di applicazione della disciplina del concorso formale nel caso di più sentenze o decreti penali di condanna irrevocabili con richiesta di sospensione condizionale della pena Richiesta di applicazione della disciplina del reato continuato nel caso di più sentenze o decreti penali di condanna irrevocabili Richiesta di applicazione della disciplina del reato continuato nel caso di più sentenze o decreti penali di condanna irrevocabili con richiesta di sospensione condizionale della pena Richiesta di applicazione della disciplina del reato continuato nel caso di più sentenze o decreti penali di condanna irrevocabili nei confronti di soggetto tossicodipendente 148 IMPAGINATO FORMULARIO DIRITTO AMVIII VIII :21:15

5 Sommario IX 6. Richiesta di applicazione della disciplina del reato continuato nel caso di più sentenze o decreti penali di condanna irrevocabili nei confronti di soggetto tossicodipendente con richiesta di sospensione condizionale della pena Richiesta di applicazione della disciplina del concorso formale in executivis con parere favorevole del P.M Richiesta di applicazione della disciplina del concorso formale in executivis con richiesta di sospensione condizionale della pena con parere favorevole del P.M Richiesta di applicazione della disciplina del reato continuato in executivis con parere favorevole del P.M Richiesta di applicazione della disciplina del reato continuato in executivis con richiesta di sospensione condizionale della pena con parere favorevole del P.M Richiesta di applicazione della disciplina del reato continuato in executivis nei confronti di soggetto tossicodipendente con parere favorevole del P.M Richiesta di applicazione della disciplina del reato continuato in executivis nei confronti di soggetto tossicodipendente con richiesta di sospensione condizionale della pena con parere favorevole del P.M Nomina del difensore di fiducia integrata con procura speciale ai fini della indicazione della pena da applicarsi Ordinanza giudice dell esecuzione di accoglimento della richiesta di applicazione della disciplina del reato continuato Ordinanza giudice dell esecuzione di rigetto della richiesta di applicazione della disciplina del reato continuato Ordinanza giudice dell esecuzione di rigetto della richiesta di applicazione della disciplina del reato continuato nei confronti di soggetto tossicodipendente 179 SEZIONE QUARTA AMNISTIA 1. Richiesta di applicazione dell amnistia Ordinanza di concessione dell amnistia Opposizione all ordinanza di rigetto della richiesta di applicazione dell amnistia Richiesta al P.M. per l adozione di provvedimenti provvisori in attesa della decisione del giudice dell esecuzione sulla richiesta di amnistia 189 IMPAGINATO FORMULARIO DIRITTO AMIX IX :21:16

6 X Sommario SEZIONE QUINTA INDULTO 1. Richiesta di applicazione dell indulto Ordinanza di concessione dell indulto Opposizione all ordinanza di rigetto della richiesta di applicazione dell indulto Richiesta al P.M. per l adozione di provvedimenti provvisori in attesa della decisione del giudice dell esecuzione sulla richiesta di indulto 199 SEZIONE SESTA ABOLIZIONE DEL REATO 1. Richiesta di revoca della sentenza per abolizione del reato Ordinanza di revoca della sentenza per abolizione del reato 206 SEZIONE SETTIMA REVOCA DI BENEFICI 1. Ordinanza di revoca del beneficio della sospensione condizionale della pena Ordinanza di revoca del beneficio della non menzione della condanna 212 SEZIONE OTTAVA FALSITÀ DOCUMENTALE 1. Richiesta di declaratoria di falsità di un documento 215 SEZIONE NONA ESTINZIONE DEL REATO 1. Richiesta di declaratoria della estinzione del reato per decorso del termine di sospensione condizionale della pena Ordinanza dichiarativa dell estinzione del reato ai sensi dell art. 167 cod. pen Richiesta di declaratoria della estinzione del reato per decorso del termine di cui all art. 445 cod. proc. pen Ordinanza dichiarativa dell estinzione del reato ai sensi dell art. 445 cod. proc. pen Richiesta di declaratoria della estinzione del reato per decorso del termine di cui all art. 460 cod. proc. pen Richiesta di declaratoria della estinzione della pena per morte del reo 227 IMPAGINATO FORMULARIO DIRITTO AMX X :21:17

7 Sommario XI 7. Richiesta di declaratoria della estinzione della pena della reclusione per decorso del tempo Richiesta di declaratoria della estinzione della pena della multa per decorso del tempo Richiesta di declaratoria della estinzione delle pene della reclusione e della multa applicate congiuntamente per decorso del tempo Richiesta di declaratoria della estinzione della pena dell arresto o dell ammenda per decorso del tempo 234 SEZIONE DECIMA CONFISCA E RESTITUZIONI 1. Ordinanza di confisca dei beni o delle somme di denaro in sequestro Richiesta di restituzione dei beni o somme in sequestro Ordinanza di restituzione dei beni o delle somme di denaro in sequestro Ordinanza di rimessione degli atti al giudice civile nel caso di controversia sulla proprietà dei beni o delle somme di denaro in sequestro 244 LIBRO TERZO MAGISTRATO E TRIBUNALEDI SORVEGLIANZA ESTINZIONE DEL REATO 1. Richiesta di declaratoria della estinzione del reato per decorso del termine di sospensione della esecuzione della pena Richiesta di declaratoria della estinzione della pena in seguito al periodo di affidamento in prova ai servizi sociali 251 SEZIONE SECONDA APPELLO 1. Appello avverso l ordinanza del magistrato di sorveglianza concernente la misura di sicurezza Appello avverso l ordinanza del magistrato di sorveglianza concernente la dichiarazione di abitualità o professsionalità nel reato Appello avverso la sentenza che dispone una misura di sicurezza 263 IMPAGINATO FORMULARIO DIRITTO AMXI XI :21:18

8 XII Sommario SEZIONE TERZA GRAZIA 1. Domanda di grazia 268 SEZIONE QUARTA LIBERAZIONE CONDIZIONALE 1. Domanda di liberazione condizionale Domanda di liberazione condizionale formulata dal condannato dichiarato recidivo Domanda di liberazione condizionale formulata dal condannato all ergastolo Richiesta di declaratoria della estinzione della pena in seguito in seguito alla liberazione condizionale 277 SEZIONE QUINTA RIABILITAZIONE 1. Richiesta di riabilitazione con procura speciale in calce Richiesta di riabilitazione formulata dal condannato dichiarato recidivo con procura speciale in calce Richiesta di riabilitazione formulata dal condannato dichiarato delinquente abituale/professionale/per tendenza con procura speciale in calce 287 SEZIONE SESTA RINVIO DELL ESECUZIONE DELLA PENA 1. Richiesta per il rinvio obbligatorio della esecuzione della pena nei confronti di donna incinta o di donna con prole di età inferiore ad anni uno Richiesta per il rinvio obbligatorio della esecuzione della pena nei confronti di persona affetta da aids conclamata, da grave deficienza immunitaria o da altra grave malattia Richiesta per il rinvio facoltativo della esecuzione di una pena nei confronti di persona che versa in condizioni di grave infermità fisica Richiesta per il rinvio facoltativo della esecuzione di una pena nei confronti di madre di prole di età inferiore ai tre anni Richiesta di differimento o sospensione dell esecuzione di una pena nel caso di sopravvenuta infermità psichica 301 IMPAGINATO FORMULARIO DIRITTO AMXII XII :21:19

9 Sommario XIII LIBRO QUARTO ESTRADIZIONE PROCEDIMENTO 1. Memorie nel procedimento di estradizione 309 SEZIONE SECONDA RICORSO PER CASSAZIONE 1. Ricorso per Cassazione avverso la sentenza favorevole all estradizione Nomina del difensore di fiducia per il ricorso per Cassazione 314 LIBRO QUINTO ESECUZIONE DELLE SENTENZE PENALI STRANIERE RICONOSCIMENTO DELLA SENTENZA 1. Richiesta di riconoscimento della sentenza penale straniera per gli effetti covili con contestuale nomina del difensore e procura speciale Richiesta concorrente di riconoscimento della sentenza penale straniera per gli effetti civili 324 INDICE ANALITICO 327 IMPAGINATO FORMULARIO DIRITTO AMXIII XIII :21:20

Legge 5 dicembre 2005, n. 251

Legge 5 dicembre 2005, n. 251 Legge 5 dicembre 2005, n. 251 " Modifiche al codice penale e alla legge 26 luglio 1975, n. 354, in materia di attenuanti generiche, di recidiva, di giudizio di comparazione delle circostanze di reato per

Dettagli

Le misure alternative alla detenzione Concas Alessandra. Diritto.it

Le misure alternative alla detenzione Concas Alessandra. Diritto.it Le misure alternative alla detenzione Concas Alessandra Diritto.it Le misure alternative alla detenzione sono l'affidamento in prova ai servizi sociali, la detenzione domiciliare, le misure alternative

Dettagli

Diminuiscono i termini di prescrizione dei reati ed aumentano le pene per i recidivi e per i delitti di associazione mafiosa ed usura.

Diminuiscono i termini di prescrizione dei reati ed aumentano le pene per i recidivi e per i delitti di associazione mafiosa ed usura. Legge ex Cirielli: attenuanti generiche, recidiva, usura e prescrizione Legge 05.12.2005 n 251, G.U. 07.12.2005 Diminuiscono i termini di prescrizione dei reati ed aumentano le pene per i recidivi e per

Dettagli

Legge Simeone-Saraceni del 27 maggio 1998 n. 156

Legge Simeone-Saraceni del 27 maggio 1998 n. 156 Legge Simeone-Saraceni del 27 maggio 1998 n. 156 Art. 1 Esecuzione delle pene detentive 1. L'articolo 656 del codice di procedura penale è sostituito dal seguente: "Art. 656 (Esecuzione delle pene detentive).

Dettagli

SOMMARIO LIBRO PRIMO I SOGGETTI

SOMMARIO LIBRO PRIMO I SOGGETTI SOMMARIO LIBRO PRIMO I SOGGETTI SEZIONE PRIMA GIURISDIZIONE E COMPETENZA 3 1. Eccezione di difetto di giurisdizione 5 2. Eccezione di incompetenza 6 3. Proposta di conflitto di competenza (o di giurisdizione)

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Capitolo Primo PREMESSA

INDICE-SOMMARIO. Capitolo Primo PREMESSA VII INDICE-SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni.... pag. XV Capitolo Primo PREMESSA 1. Premessa.... pag. 1 2. Evoluzione storica. Appalti urbanistica edilizia....» 2 3. Le norme applicabili....»

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Parte Prima EVOLUZIONE STORICA DEL PROCESSO PENALE - LE FONTI CAPITOLO I SISTEMA INQUISITORIO, ACCUSATORIO E MISTO

INDICE-SOMMARIO. Parte Prima EVOLUZIONE STORICA DEL PROCESSO PENALE - LE FONTI CAPITOLO I SISTEMA INQUISITORIO, ACCUSATORIO E MISTO INDICE-SOMMARIO Introduzione... Avvertenze e abbreviazioni... XV XIX Parte Prima EVOLUZIONE STORICA DEL PROCESSO PENALE - LE FONTI SISTEMA INQUISITORIO, ACCUSATORIO E MISTO 1.1.1. Sistemainquisitorioedaccusatorio...

Dettagli

Politiche sociali per le famiglie. Stefania Mazza 25 marzo 2015

Politiche sociali per le famiglie. Stefania Mazza 25 marzo 2015 Politiche sociali per le famiglie Stefania Mazza 25 marzo 2015 La legge ordinaria legge 26 luglio 1975 n. 354 Norme sull Ordinamento penitenziario e sulla esecuzione delle misure privative e limitative

Dettagli

INDICE. Prefazione...p.

INDICE. Prefazione...p. INDICE Prefazione...p. XV 1 Richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno per lavoro subordinato. Rigetto per sopravvenuto provvedimento di espulsione... 1 Rigetto dell istanza di rinnovo del permesso

Dettagli

SOMMARIO LIBRO PRIMO I SOGGETTI

SOMMARIO LIBRO PRIMO I SOGGETTI SOMMARIO LIBRO PRIMO I SOGGETTI SEZIONE PRIMA GIURISDIZIONE E COMPETENZA 3 1. Eccezione di difetto di giurisdizione 5 2. Eccezione di incompetenza 6 3. Proposta di conflitto di competenza (o di giurisdizione)

Dettagli

6. Rapporto tra azione di rivendicazione e azione di restituzione 125 7. Immissioni intollerabili 147

6. Rapporto tra azione di rivendicazione e azione di restituzione 125 7. Immissioni intollerabili 147 I tascabili PARERI CIVILE SEZIONE IV DIRITTI REALI E PROPRIETÀ 6. Rapporto tra azione di rivendicazione e azione di restituzione 125 7. Immissioni intollerabili 147 SEZIONE V CONDOMINIO 8. Delibera assembleare

Dettagli

LE MISURE ALTERNATIVE ALLA DETENZIONE

LE MISURE ALTERNATIVE ALLA DETENZIONE LE MISURE ALTERNATIVE ALLA DETENZIONE I IL TRIBUNALE DI SORVEGLIANZA 1 AFFIDAMENTO IN PROVA AL SERVIZIO SOCIALE. REQUISITI E PRECLUSIONI La questione... 3 Analisi dello scenario... 3 Inquadramento strategico...

Dettagli

GIOVANNA SPIRITO FORMULARIO DELLA SEPARAZIONE E DEL DIVORZIO

GIOVANNA SPIRITO FORMULARIO DELLA SEPARAZIONE E DEL DIVORZIO GIOVANNA SPIRITO FORMULARIO DELLA SEPARAZIONE E DEL DIVORZIO con CD-rom allegato SOMMARIO PARTE PRIMA - DISCIPLINA GENERALE LA PROCURA ALLE LITI E LE NOTIFICAZIONI 3 1. ATTO DI CONFERIMENTO DELLA PROCURA

Dettagli

INDICE PARTE PRIMA INDICAZIONI GENERALI

INDICE PARTE PRIMA INDICAZIONI GENERALI INDICE PARTE PRIMA INDICAZIONI GENERALI 1. Scrittura privata avente ad oggetto il conferimento dell incarico professionale (fac-simile predisposto dal consiglio nazionale forense)...3 2. Dichiarazione

Dettagli

L ESPERIENZA ITALIANA. Angela Della Bella Università degli Studi di Milano

L ESPERIENZA ITALIANA. Angela Della Bella Università degli Studi di Milano L ESPERIENZA ITALIANA 1 Angela Della Bella Università degli Studi di Milano ANDAMENTO POPOLAZIONE CARCERARIA 1991-2014 80.000 70.000 60.000 50.000 40.000 30.000 20.000 10.000 0.000 2 Fonte: Dipartimento

Dettagli

INDICE PARTE PRIMA INDICAZIONI GENERALI

INDICE PARTE PRIMA INDICAZIONI GENERALI INDICE PARTE PRIMA INDICAZIONI GENERALI 1. Scrittura privata avente ad oggetto il conferimento dell incarico professionale (fac-simile predisposto dal consiglio nazionale forense)... 3 2. Dichiarazione

Dettagli

INDICE INDICE. Premessa...p.

INDICE INDICE. Premessa...p. INDICE Premessa...p. XV I I REATI CONTRO IL MATRIMONIO E LA MORALE FAMILIARE 1 La bigamia: configurabilità del reato nell ipotesi di inefficacia del precedente matrimonio contratto all estero... 3 Introduzione...

Dettagli

ESECUZIONE DI PENE DETENTIVE. PROBLEMATICHE RELATIVE AL DECRETO DI SOSPENSIONE PER LE PENE DETENTIVE BREVI

ESECUZIONE DI PENE DETENTIVE. PROBLEMATICHE RELATIVE AL DECRETO DI SOSPENSIONE PER LE PENE DETENTIVE BREVI 1 ESECUZIONE DI PENE DETENTIVE. PROBLEMATICHE RELATIVE AL DECRETO DI SOSPENSIONE PER LE PENE DETENTIVE BREVI. LINEAMENTI DELLE MISURE ALTERNATIVE ALLE PENE DETENTIVE BREVI Dott. Umberto Valboa Il pubblico

Dettagli

TRIBUNALE DI ROMA IV SEZIONE PENALE Il giudice dell esecuzione

TRIBUNALE DI ROMA IV SEZIONE PENALE Il giudice dell esecuzione N. 643/09 Reg. CAMERALE TRIBUNALE DI ROMA IV SEZIONE PENALE Il giudice dell esecuzione Letti gli atti del procedimento a carico di Fargnoli Edgardo; rilevato che il fascicolo era stato assegnato ad altro

Dettagli

M G I U S T I Z I A N O R I L E

M G I U S T I Z I A N O R I L E M G I U S T I Z I A N O R I L E Dati statistici sui minori provenienti dalla Bosnia Erzegovina Soggetti in carico agli Uffici di Servizio Sociale per i minorenni Ingressi nei Centri di prima accoglienza

Dettagli

SOMMARIO. Introduzione 1 LIBRO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI

SOMMARIO. Introduzione 1 LIBRO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI SOMMARIO Introduzione 1 LIBRO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI SEZIONE PRIMA GIURISDIZIONE AMMINISTRATIVA 1. Regolamento preventivo di giurisdizione - art. 10 cod. proc. amm. 19 2. Ricorso per regolamento preventivo

Dettagli

PARTE I. Capitolo I IL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER I NON ABBIENTI NEL PROCESSO PENALE TRA PASSATO E PRESENTE

PARTE I. Capitolo I IL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER I NON ABBIENTI NEL PROCESSO PENALE TRA PASSATO E PRESENTE INDICE pag. Prefazione.... XV PARTE I Capitolo I IL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER I NON ABBIENTI NEL PROCESSO PENALE TRA PASSATO E PRESENTE 1.1. La garanzia costituzionale del diritto di difesa in

Dettagli

SANZIONI PER GUIDA IN STATO DI EBBREZZA CON TASSO ALCOLEMICO SUPERIORE A 1,5 Avendo provocato un incidente stradale

SANZIONI PER GUIDA IN STATO DI EBBREZZA CON TASSO ALCOLEMICO SUPERIORE A 1,5 Avendo provocato un incidente stradale SANZIONI PER GUIDA IN STATO DI EBBREZZA CON TASSO ALCOLEMICO SUPERIORE A 1,5 Avendo provocato un incidente stradale Soggetti diversi da quelli di cui ai due punti successivi a due anni - Sospensione cautelare

Dettagli

CODICE DI PROCEDURA PENALE PARTE SECONDA LIBRO DECIMO: ESECUZIONE. TITOLO I Giudicato. Art. 648. Irrevocabilità delle sentenze e dei decreti penali.

CODICE DI PROCEDURA PENALE PARTE SECONDA LIBRO DECIMO: ESECUZIONE. TITOLO I Giudicato. Art. 648. Irrevocabilità delle sentenze e dei decreti penali. CODICE DI PROCEDURA PENALE PARTE SECONDA LIBRO DECIMO: ESECUZIONE TITOLO I Giudicato Art. 648. Irrevocabilità delle sentenze e dei decreti penali. 1. Sono irrevocabili le sentenze pronunciate in giudizio

Dettagli

L AFFIDAMENTO IN PROVA PER TOSSICODIPENDENTI E ALCOOLDIPENDENTI

L AFFIDAMENTO IN PROVA PER TOSSICODIPENDENTI E ALCOOLDIPENDENTI L AFFIDAMENTO IN PROVA PER TOSSICODIPENDENTI E ALCOOLDIPENDENTI di Giuseppe Melchiorre Napoli SOMMARIO: 1. I PRESUPPOSTI PER LA CONCESSIONE DELLA MISURA: 1.1 Premessa; 1.2 Requisiti soggettivi e oggettivi.

Dettagli

MISURE ALTERNATIVE ALLA DETENZIONE E PROCEDLMENTO DI SORVEGLIANZA

MISURE ALTERNATIVE ALLA DETENZIONE E PROCEDLMENTO DI SORVEGLIANZA TEORIA E PRATICA DEL DIRITTO SEZIONE III: DIRITTO E PROCEDURA PENALE 139 LEONARDO DEGL'INNOCENTI FRANCESCO FALDI MISURE ALTERNATIVE ALLA DETENZIONE E PROCEDLMENTO DI SORVEGLIANZA SECOND A EDIZIONE GIUFFRE

Dettagli

Incidenti stradali: le nuove disposizioni

Incidenti stradali: le nuove disposizioni INCONTRO DI STUDIO PER OPERATORI DI POLIZIA LOCALE LE NOVITA LEGISLATIVE PER LA P.M. FAENZA (RA) - 19 maggio 2006 Incidenti stradali: le nuove disposizioni LEGGE 21 febbraio 2006, n. 102 Disposizioni in

Dettagli

INDICE PARTE PRIMA INDICAZIONI GENERALI. 1. Scrittura privata avente ad oggetto il conferimento dell incarico professionale

INDICE PARTE PRIMA INDICAZIONI GENERALI. 1. Scrittura privata avente ad oggetto il conferimento dell incarico professionale INDICE PARTE PRIMA INDICAZIONI GENERALI 1. Scrittura privata avente ad oggetto il conferimento dell incarico professionale...3 2. Dichiarazione del valore della controversia al fine della determinazione

Dettagli

INDICE. CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c.

INDICE. CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c. INDICE CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) 1. Il titolo esecutivo... Pag. 1 CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c.) 1. Il precetto... Pag. 21 2. L

Dettagli

LA SOSPENSIONE DELL ESECUZIONE DELLA PENA A FAVORE DEI CONDANNATI CHE SIANO STATI TOSSICODIPENDENTI

LA SOSPENSIONE DELL ESECUZIONE DELLA PENA A FAVORE DEI CONDANNATI CHE SIANO STATI TOSSICODIPENDENTI LA SOSPENSIONE DELL ESECUZIONE DELLA PENA A FAVORE DEI CONDANNATI CHE SIANO STATI TOSSICODIPENDENTI di Giuseppe Melchiorre Napoli SOMMARIO: 1. I PRESUPPOSTI PER LA CONCESSIONE DEL BENEFICIO: 1.1 Premessa;

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Indice sommario. Norme sull ordinamento penitenziario e sulla esecuzione delle misure privative e limitative della libertà

Indice sommario. Norme sull ordinamento penitenziario e sulla esecuzione delle misure privative e limitative della libertà Indice sommario - Costituzione della Repubblica italiana... pag. XLVII - Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell uomo e delle libertà fondamentali...» LXIX Titolo I - Trattamento penitenziario

Dettagli

Titolo I MODIFICHE AL CODICE PENALE

Titolo I MODIFICHE AL CODICE PENALE DISEGNO DI LEGGE RECANTE MODIFICHE ALLA NORMATIVA PENALE, SOSTANZIALE E PROCESSUALE, E ORDINAMENTALE PER IL RAFFORZAMENTO DELLE GARANZIE DIFENSIVE E LA DURATA RAGIONEVOLE DEI PROCESSI E PER UN MAGGIORE

Dettagli

Codice civile svizzero

Codice civile svizzero Termine di referendum: 10 ottobre 2013 Codice civile svizzero (Autorità parentale) Modifica del 21 giugno 2013 L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto il messaggio del Consiglio federale

Dettagli

LA NUOVA LEGGE SVUOTA CARCERI

LA NUOVA LEGGE SVUOTA CARCERI FOCUS NELDIRITTO M. ANTONELLA PASCULLI NICOLETTA VENTURA LA NUOVA LEGGE SVUOTA CARCERI Misure urgenti a tutela dei diritti dei detenuti Commento alla legge 21 febbraio 2014, n.10, che ha convertito, con

Dettagli

LEGGE 27 maggio 1998 n. 165

LEGGE 27 maggio 1998 n. 165 LEGGE 27 maggio 1998 n. 165 MODIFICHE ALL'ARTICOLO 656 DEL CODICE DI PROCEDURA PENALE ED ALLA LEGGE 26 LUGLIO 1975, N. 354, E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI. Art. 1. Esecuzione delle pene detentive L'articolo

Dettagli

Indice sommario CODICE DI PROCEDURA PENALE PARTE PRIMA. LIBRO PRIMO Soggetti Artt. da TITOLO I - Giudice... 1a 49

Indice sommario CODICE DI PROCEDURA PENALE PARTE PRIMA. LIBRO PRIMO Soggetti Artt. da TITOLO I - Giudice... 1a 49 Indice sommario CODICE DI PROCEDURA PENALE PARTE PRIMA LIBRO PRIMO Soggetti TITOLO I - Giudice... 1a 49 Capo I-Giurisdizione... 1 a 3 Capo II - Competenza... 4 a 16 Sezione I-Disposizione generale... 4

Dettagli

Indice sommario CODICE DI PROCEDURA PENALE PARTE PRIMA. LIBRO PRIMO Soggetti Artt. da TITOLO I - Giudice... 1a 49

Indice sommario CODICE DI PROCEDURA PENALE PARTE PRIMA. LIBRO PRIMO Soggetti Artt. da TITOLO I - Giudice... 1a 49 Indice sommario CODICE DI PROCEDURA PENALE PARTE PRIMA LIBRO PRIMO Soggetti I - Giudice... 1a 49 Capo I-Giurisdizione... 1 a 3 Capo II - Competenza... 4 a 16 Sezione I-Disposizione generale... 4 Sezione

Dettagli

INDICE-SOMMARIO CAPITOLO PRIMO PRINCIPI GENERALI

INDICE-SOMMARIO CAPITOLO PRIMO PRINCIPI GENERALI Elenco delle principali abbreviazioni... pag. XVII CAPITOLO PRIMO PRINCIPI GENERALI Guida bibliografica... 3 1. Considerazionigenerali... 5 1.1. Richiamididirittoprocessualecivile... 8 1.1.1. Presupposti

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Parte Prima TUTELA CAUTELARE E GIURISDIZIONE CONTABILE

INDICE SOMMARIO. Parte Prima TUTELA CAUTELARE E GIURISDIZIONE CONTABILE Presentazione.................................. XIII Parte Prima TUTELA CAUTELARE E GIURISDIZIONE CONTABILE CAPITOLO I L INQUADRAMENTO DELLA TUTELA CAUTELARE NELL AMBITO DEI GIUDIZI INNANZI ALLA CORTE

Dettagli

DONNE E BAMBINI IN CARCERE: A QUANDO LA SVOLTA?

DONNE E BAMBINI IN CARCERE: A QUANDO LA SVOLTA? DONNE E BAMBINI IN CARCERE: A QUANDO LA SVOLTA? Contributo della Garante delle persone private della libertà personale della Regione Emilia Romagna partendo da una analisi dei dati e dei riferimenti normativi

Dettagli

INDICE (*) ISTANZE E IMPUGNAZIONI DELL INTERESSATO O DEL DIFENSORE

INDICE (*) ISTANZE E IMPUGNAZIONI DELL INTERESSATO O DEL DIFENSORE INDICE (*) Prefazione.... Abbreviazioni... V XV ISTANZE E IMPUGNAZIONI DELL INTERESSATO O DEL DIFENSORE Parte IeII-Procedure I 01 Istanza di rilascio copie ex art. 116 c.p.p.... 5 I 02 Istanza di fissazione

Dettagli

INDICE. Schemi. Prefazione... XIII

INDICE. Schemi. Prefazione... XIII INDICE Prefazione... XIII Schemi 1A Giudizio abbreviato non condizionato nei procedimenti con udienza preliminare (art. 438)... 3 1B Giudizio abbreviato non condizionato nei procedimenti con udienza preliminare

Dettagli

SOMMARIO. Prefazione... XVII. Ratio dell istituto e profili normativi... 3 Schemi di dottrina... 3

SOMMARIO. Prefazione... XVII. Ratio dell istituto e profili normativi... 3 Schemi di dottrina... 3 SOMMARIO SOMMARIO Prefazione... XVII CAP. 1 INVALIDITA` E IRREGOLARITA` MATRIMONIALI Ratio dell istituto e profili normativi... 3 Schemi di dottrina... 3 F001 Formula per far dichiarare nullo il matrimonio

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE ALLE MISURE CAUTELARI

INDICE INTRODUZIONE ALLE MISURE CAUTELARI INDICE Capitolo I INTRODUZIONE ALLE MISURE CAUTELARI 1.1. Misure cautelari personali e reali: premessa........... 1 1.2. La collocazione delle misure cautelari nel codice di procedura penale..................................

Dettagli

INDICE SOMMARIO. pag. Prefazione alla settima edizione... Prefazione alla prima edizione...

INDICE SOMMARIO. pag. Prefazione alla settima edizione... Prefazione alla prima edizione... INDICE SOMMARIO Prefazione alla settima edizione............................ Prefazione alla prima edizione............................. pag. VII IX 1. IL PROCESSO DEL LAVORO: L AMBITO DI APPLICAZIONE

Dettagli

Decisioni del Consiglio degli Stati del 4.3.2013 Proposte della Commissione del Consiglio nazionale del 24.5.2013 Codice civile svizzero

Decisioni del Consiglio degli Stati del 4.3.2013 Proposte della Commissione del Consiglio nazionale del 24.5.2013 Codice civile svizzero Decisioni del Consiglio degli Stati del 4.3.2013 Proposte della Commissione del Consiglio nazionale del 24.5.2013 Codice civile svizzero (Autorità parentale) Modifica del L Assemblea federale della Confederazione

Dettagli

Decreto-legge recante misure urgenti in materia di impugnazione delle sentenze contumaciali e dei decreti di condanna. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Decreto-legge recante misure urgenti in materia di impugnazione delle sentenze contumaciali e dei decreti di condanna. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Decreto-legge recante misure urgenti in materia di impugnazione delle sentenze contumaciali e dei decreti di condanna. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visti gli articoli 77 e 87, quinto comma, della Costituzione;

Dettagli

CODICE DI PROCEDURA PENALE

CODICE DI PROCEDURA PENALE Valerio de GIOIA CODICE DI PROCEDURA PENALE e leggi speciali Annotato con la giurisprudenza VI edizione SOMMARIO Premessa V COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA 1 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI

Dettagli

723 724 725 726 727 728 729 731 732 733 734 735 735 bis 736 737 737 bis 738 739 740 741

723 724 725 726 727 728 729 731 732 733 734 735 735 bis 736 737 737 bis 738 739 740 741 Codice di Procedura Penale articoli: 723 724 725 726 727 728 729 731 732 733 734 735 735 bis 736 737 737 bis 738 739 740 741 723. Poteri del ministro di grazia e giustizia. 1. Il ministro di grazia e giustizia

Dettagli

L esecuzione penale impugnazione impugnazione tardiva giudicato

L esecuzione penale impugnazione impugnazione tardiva giudicato L esecuzione penale L esecuzione penale è quella fase del procedimento rivolta a dare esecuzione alle sentenze di condanna passate in giudicato. La fase della esecuzione inizia, pertanto, con il passaggio

Dettagli

Modifica del. L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto il messaggio del Consiglio federale del 16 novembre 2011 1, decreta:

Modifica del. L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto il messaggio del Consiglio federale del 16 novembre 2011 1, decreta: Decisioni del Consiglio nazionale del 26.9.2012 Proposte della Commissione del Consiglio degli Stati dell 11 febbraio 2013 Codice civile svizzero (Autorità parentale) Modifica del L Assemblea federale

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Capitolo Primo GENERALITÀ. Capitolo Secondo IL PROCEDIMENTO DELINEATO DALL ART. 127 C.P.P.

INDICE-SOMMARIO. Capitolo Primo GENERALITÀ. Capitolo Secondo IL PROCEDIMENTO DELINEATO DALL ART. 127 C.P.P. V INDICE-SOMMARIO Prefazione... pag. XI Elenco delle principali abbreviazioni...» XIII Capitolo Primo GENERALITÀ 1. La nozione di camera di consiglio.... pag. 1 2. Il procedimento in camera di consiglio

Dettagli

Decreto legislativo 7 settembre 2010, n. 161

Decreto legislativo 7 settembre 2010, n. 161 Decreto legislativo 7 settembre 2010, n. 161 Disposizioni per conformare il diritto interno alla Decisione quadro 2008/909/GAI relativa all applicazione del principio del reciproco riconoscimento alle

Dettagli

Glossario. Appellante E la persona condannata nel processo di primo grado nei cui confronti pende il procedimento di appello

Glossario. Appellante E la persona condannata nel processo di primo grado nei cui confronti pende il procedimento di appello ALLEGATO 1 Glossario Amnistia L amnistia estingue il reato e fa cessare l esecuzione della condanna e le pene accessorie relative ai reati per i quali è stata concessa (art. 151 c.p. e 672 c.p.p.). Va

Dettagli

LA NUOVA DIFESA D UFFICIO

LA NUOVA DIFESA D UFFICIO Giustizia Penale Attuale Collana diretta da ALFREDO GAITO - ENRICO MARZADURI - GIOVANNI FIANDACA - ALESSIO LANZI Iter Parlamentare a cura di CARMEN ANDREUCCIOLI ELVIRA NADIA LA ROCCA NICOLETTA MANI LA

Dettagli

E M A N A. il seguente decreto-legge:

E M A N A. il seguente decreto-legge: DECRETO-LEGGE 23 dicembre 2013, n. 146. Misure urgenti in tema di tutela dei diritti fondamentali dei detenuti e di riduzione controllata della popolazione carceraria. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visti

Dettagli

I CODICI IN TASCA diretti da R. GAROFOLI

I CODICI IN TASCA diretti da R. GAROFOLI I CODICI IN TASCA diretti da R. GAROFOLI CODICE PENALE e leggi complementari con il coordinamento di Chiara INGENITO e Luigi Edoardo FIORANI INDICE SISTEMATICO VI Premessa INDICE SISTEMATICO COSTITUZIONE

Dettagli

PREMESSA. - alleggerire così la popolazione carceraria intervenendo tempestivamente con progetti di recupero;

PREMESSA. - alleggerire così la popolazione carceraria intervenendo tempestivamente con progetti di recupero; Un progetto biennale finalizzato a favorire l'accesso alle misure alternative alla detenzione nella Provincia di Milano Progetto finanziato da : PREMESSA Ciò che spesso si dibatte (servizi e programmi

Dettagli

INDICE SOMMARIO LIBRO DECIMO

INDICE SOMMARIO LIBRO DECIMO INDICE SOMMARIO Premessa........................................... Elenco alfabetico degli autori............................... Elenco per articoli degli autori.............................. Abbreviazioni........................................

Dettagli

LIBRO PRIMO Soggetti

LIBRO PRIMO Soggetti Indice sistematico Costituzione della Repubblica Italiana Principi fondamentali... 9 Parte I: Diritti e doveri dei cittadini Titolo I - Rapporti civili... 11» II - Rapporti etico-sociali... 13» III -

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO I RAPPORTI DI FILIAZIONE

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO I RAPPORTI DI FILIAZIONE Elenco delle principali abbreviazioni....................... Introduzione...................................... XV XVII CAPITOLO PRIMO I RAPPORTI DI FILIAZIONE Guida Bibliografica..................................

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 7 Annotazioni...» 9 Avvertenza...» 13

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 7 Annotazioni...» 9 Avvertenza...» 13 INDICE SOMMARIO Presentazione..................................................... pag. 7 Annotazioni...» 9 Avvertenza........................................................» 13 Atti processuali 1. Ricorso

Dettagli

GLI ANTECEDENTI DELLA RIFORMA

GLI ANTECEDENTI DELLA RIFORMA SOMMARIO CAPITOLO 1 GLI ANTECEDENTI DELLA RIFORMA 1. Il giudizio in contumacia dalla codificazione postunitaria al codice del 1988... 1 2. Le sentenze della Corte EDU e le loro ricadute sul versante interno:

Dettagli

INDICE. I L ILLECITO PENALE 1 Quantità e dose media giornaliera... 3

INDICE. I L ILLECITO PENALE 1 Quantità e dose media giornaliera... 3 INDICE Prefazione...p. XV I L ILLECITO PENALE 1 Quantità e dose media giornaliera... 3 Richiesta di riesame ex art. 309 c.p.p.... 7 Istanza di revoca o sostituzione di misura cautelare ex art. 299 c.p.p....

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione di SERGIO LA CHINA...pag. 5 Premessa alla quarta edizione...» 7

INDICE SOMMARIO. Presentazione di SERGIO LA CHINA...pag. 5 Premessa alla quarta edizione...» 7 INDICE SOMMARIO Presentazione di SERGIO LA CHINA..................................................pag. 5 Premessa alla quarta edizione......................................................» 7 La convenzione

Dettagli

INDICE. Schemi. Prefazione... XIII

INDICE. Schemi. Prefazione... XIII INDICE Prefazione... XIII Schemi 1A Regole generali (art. 568): principio di tassatività e interesse ad impugnare... 3 1B Regole generali (art. 568): favor per le impugnazioni... 4 2A Soggetti legittimati

Dettagli

ALTERNATIVES IDENTIFICAZIONE E SCAMBIO DI BUONE PRASSI TO IMPRISONEMENT -COSTI -RECIDIVA +REINSERIMENTO

ALTERNATIVES IDENTIFICAZIONE E SCAMBIO DI BUONE PRASSI TO IMPRISONEMENT -COSTI -RECIDIVA +REINSERIMENTO ALTERNATIVES TO IMPRISONEMENT IDENTIFICAZIONE E SCAMBIO DI BUONE PRASSI -COSTI -RECIDIVA +REINSERIMENTO COME SVILUPPARE BUONE PRASSI SUL TERRITORIO? CONSIGLI E INFORMAZIONI UTILI SOMMARIO Detenzione domiciliare

Dettagli

4. Le pene accessorie

4. Le pene accessorie 280 Parte quarta Le conseguenze del reato Anche il soggetto sottoposto all arresto ha l obbligo del lavoro, pur potendo lo stesso, però, ai sensi dell articolo 25, co. 2, c.p., essere addetto a lavori

Dettagli

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato; LEGGE 21 aprile 2011, n. 62 Modifiche al codice di procedura penale e alla legge 26 luglio 1975, n. 354, e altre disposizioni a tutela del rapporto tra detenute madri e figli minori. (11G0105) (GU n. 103

Dettagli

E M A N A il seguente decreto legislativo: Capo I DISPOSIZIONI E PRINCIPI GENERALI. Art. 1. Disposizioni di principio e ambito di applicazione

E M A N A il seguente decreto legislativo: Capo I DISPOSIZIONI E PRINCIPI GENERALI. Art. 1. Disposizioni di principio e ambito di applicazione Art. 8-bis. (Reiterazione delle violazioni) Art. 9. (Principio di specialità) Art. 10. (Sanzione amministrativa pecuniaria e rapporto tra limite minimo e limite massimo) Art. 11. (Criteri per l applicazione

Dettagli

ALLEGATO 2 EVOLUZIONE COMPETENZE UFFICIO ESECUZIONE PENALE ESTERNA NORMATIVA COMPETENZE UEPE COMPITI UEPE

ALLEGATO 2 EVOLUZIONE COMPETENZE UFFICIO ESECUZIONE PENALE ESTERNA NORMATIVA COMPETENZE UEPE COMPITI UEPE ALLEGATO 2 EVOLUZIONE COMPETENZE UFFICIO ESECUZIONE PENALE ESTERNA NORMATIVA COMPETENZE UEPE COMPITI UEPE Legge 354/ 75 (Ordinamento Penitenziario) collegato con DPR 431/ 76 modificato dal DPR 230/ 00

Dettagli

INDICE. Prefazione...p. La filiazione: profili generali... 1

INDICE. Prefazione...p. La filiazione: profili generali... 1 INDICE Prefazione...p. XV La filiazione: profili generali... 1 I AZIONE DI DISCONOSCIMENTO DELLA PATERNITÀ Introduzione... 9 1 Disconoscimento della paternità in caso di mancata prova dell adulterio della

Dettagli

INDICE. Prefazione...p.

INDICE. Prefazione...p. INDICE Prefazione...p. XIII I REATI PREVISTI DAL CODICE DELLA STRADA 1 Gare clandestine. Riti alternativi e giudizio immediato (art. 9-bis c.d.s.) 3 Introduzione.... 3 Ordinanza di convalida dell arresto...

Dettagli

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2014 di Roberto GAROFOLI

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2014 di Roberto GAROFOLI SCRITTI ESAME AVVOCATO 2014 di Roberto GAROFOLI Valerio de GIOIA COME SI SCRIVE L ATTO GUIDA PRATICA E CONSIGLI OPERATIVI Con la collaborazione di Sonia GRASSI Giovanna SPIRITO Carlo TANGARI SOMMARIO Premessa

Dettagli

CODICI PLUS diretti da Roberto GAROFOLI

CODICI PLUS diretti da Roberto GAROFOLI CODICI PLUS diretti da Roberto GAROFOLI CODICE PENALE aggiornato a - D.L. 31 agosto 2013, n. 101 (cd. Decreto salva precari) - D.L. 14 agosto 2013, n. 93 (in materia di Sicurezza e femminicidio) - D.L.

Dettagli

Ufficio di Sorveglianza di Verona

Ufficio di Sorveglianza di Verona Ufficio di Sorveglianza di Verona Via dello Zappatore, 1 - Tel. 045/8084011 - Fax 8007140/595261 Prot. Verona, Al Sig. Presidente del Tribunale di sorveglianza di Venezia Oggetto : Discorso inaugurale

Dettagli

SOMMARIO PARTE I IL RECUPERO DEI CREDITI IN AMBITO NAZIONALE

SOMMARIO PARTE I IL RECUPERO DEI CREDITI IN AMBITO NAZIONALE SOMMARIO Prefazione pag. 1 PARTE I IL RECUPERO DEI CREDITI IN AMBITO NAZIONALE CAPITOLO PRIMO FASE STRAGIUDIZIALE pag. 5 1. Aspetti preliminari pag. 7 F.1 Lettera di richiesta di certificato di residenza

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

MATERIALI DIDATTICI: LE MISURE ALTERNATIVE. Anno 2008

MATERIALI DIDATTICI: LE MISURE ALTERNATIVE. Anno 2008 MATERIALI DIDATTICI: LE MISURE ALTERNATIVE Anno 2008 1 INDICE PARTE PRIMA: LE MISURE ALTERNATIVE ALLA DETENZIONE PREVISTE DALL ORDINAMENTO PENITENZIARIO 4 I: AFFIDAMENTO IN PROVA AI SERVIZI SOCIALI, ART.

Dettagli

SUMMER SCHOOL 2012 CARCERE E DROGHE

SUMMER SCHOOL 2012 CARCERE E DROGHE SUMMER SCHOOL 2012 CARCERE E DROGHE TRA RETORICA SECURITARIA E BUONE PRATICHE DI ACCOGLIENZA MISURE ALTERNATIVE: norme, attori, soggetti deboli DIPENDENZE E MISURE ALTERNATIVE EFFETTORE GIUDIZIARIO - EFFETTORE

Dettagli

MATERIALI DIDATTICI SULLE LE MISURE ALTERNATIVE

MATERIALI DIDATTICI SULLE LE MISURE ALTERNATIVE MATERIALI DIDATTICI SULLE LE MISURE ALTERNATIVE Elaborati dalla dott.sa Monia Coralli per le lezioni tenute dal dott. Alessandro Margara nell ambito progetto FSE Provincia di Firenze Bando C4 Risorse 2005

Dettagli

INDICE . INDICAZIONI GENERALI. 1. Scrittura privata avente ad oggetto il conferimento dell incarico professionale

INDICE . INDICAZIONI GENERALI. 1. Scrittura privata avente ad oggetto il conferimento dell incarico professionale INDICE. INDICAZIONI GENERALI Conferimento di incarico professionale e contributo unificato... 3 1. Scrittura privata avente ad oggetto il conferimento dell incarico professionale... 5 2. Dichiarazione

Dettagli

IL PROCESSO AMMINISTRATIVO (aggiornato alla L. 205/2000)

IL PROCESSO AMMINISTRATIVO (aggiornato alla L. 205/2000) IL PROCESSO AMMINISTRATIVO (aggiornato alla L. 205/2000) LA GIURISDIZIONE CFR. CORTE COSTITUZIONALE, 6 LUGLIO 2004, N. 204 (reperibile su www.cortecostituzionale.it ): illegittimità costituzionale dell

Dettagli

ULTIMISSIMI CODICI di Roberto GAROFOLI

ULTIMISSIMI CODICI di Roberto GAROFOLI ULTIMISSIMI CODICI di Roberto GAROFOLI a cura di Valerio de GIOIA Giovanna SPIRITO CODICE DI PROCEDURA CIVILE annotato con la giurisprudenza più recente e significativa 2014-2015 SOMMARIO CODICE PROCEDURA

Dettagli

INDICE SOMMARIO TOMO I

INDICE SOMMARIO TOMO I INDICE SOMMARIO TOMO I Pag. Costituzione (artt. 1-139) (con commento all art. 111).................................. 1 Disposizioni transitorie e finali (I-XVIII)...............................................

Dettagli

LE PENE SOSTITUTIVE DELLE PENE DETENTIVE.

LE PENE SOSTITUTIVE DELLE PENE DETENTIVE. LE PENE IN SENSO STRETTO PROF. FABIO FOGLIA MANZILLO Indice 1 LE PENE PRINCIPALI ------------------------------------------------------------------------------------------------------ 3 2 LE PENE SOSTITUTIVE

Dettagli

Proposte della Commissione del Consiglio nazionale del 28.6.2012 Codice civile svizzero. Minoranza: Codice civile svizzero. (Autorità parentale)

Proposte della Commissione del Consiglio nazionale del 28.6.2012 Codice civile svizzero. Minoranza: Codice civile svizzero. (Autorità parentale) Proposte della Commissione del Consiglio nazionale del 28.6.2012 Codice civile svizzero (Autorità parentale) Codice civile svizzero (Responsabilità parentale) Modifica del L Assemblea federale della Confederazione

Dettagli

STALKING E IPOTESI DI CONFINE

STALKING E IPOTESI DI CONFINE STALKING E IPOTESI DI CONFINE Introduzione... XIII I GLI ELEMENTI COSTITUTIVI DEL DELITTO DI ATTI PERSECUTORI 1 L ALTERNATIVITÀ DELLE CONDOTTE. STALKING A DANNO DI PIÙ PERSONE La questione... 3 Analisi

Dettagli

Allegato 1 bis. www.regione.puglia.it AREA ORGANIZZAZIONE E RIFORMA DELL AMMINISTRAZIONE SERVIZIO AFFARI GENERALI

Allegato 1 bis. www.regione.puglia.it AREA ORGANIZZAZIONE E RIFORMA DELL AMMINISTRAZIONE SERVIZIO AFFARI GENERALI Allegato 1 bis PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI UN SERVIZIO DI LOTTA AEREA ANTINCENDIO CON VELIVOLI ANFIBI MONOTURBINA AD ELICA CON HOPPER DI CAPACITÀ SUPERIORE A 3000 LITRI PER ESIGENZE CONNESSE

Dettagli

TRIBUNALE DI VICENZA UFFICIO (1) Istanza di ammissione al patrocinio a spese dello Stato ex D.P.R. 30 maggio 2002 n. 115

TRIBUNALE DI VICENZA UFFICIO (1) Istanza di ammissione al patrocinio a spese dello Stato ex D.P.R. 30 maggio 2002 n. 115 TRIBUNALE DI VICENZA UFFICIO (1) Istanza di ammissione al patrocinio a spese dello Stato ex D.P.R. 30 maggio 2002 n. 115 Il sottoscritto/a prov. il cittadinanza residente in (via) n. CAP Città prov. professione

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DEL FORO DI IVREA CAMERA PENALE VITTORIO CHIUSANO SEZIONE DI IVREA CONVEGNO DI STUDIO DEL 6 LUGLIO 2012

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DEL FORO DI IVREA CAMERA PENALE VITTORIO CHIUSANO SEZIONE DI IVREA CONVEGNO DI STUDIO DEL 6 LUGLIO 2012 CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DEL FORO DI IVREA CAMERA PENALE VITTORIO CHIUSANO SEZIONE DI IVREA CONVEGNO DI STUDIO DEL 6 LUGLIO 2012 L esecuzione penale Relatore: Avv. Cosimo Palumbo PREMESSA Il

Dettagli

INDICE SOMMARIO. REGOLE GENERALI 1. Principi e distinzioni I criteri di computo e di scadenza. I termini liberi Termine a difesa...

INDICE SOMMARIO. REGOLE GENERALI 1. Principi e distinzioni I criteri di computo e di scadenza. I termini liberi Termine a difesa... SOMMARIO CAPITOLO 1 REGOLE GENERALI 1. Principi e distinzioni... 1 2. I criteri di computo e di scadenza. I termini liberi... 6 3. Termine a difesa... 16 CAPITOLO 2 LA DURATA DELLE INDAGINI PRELIMINARI:

Dettagli

Approvato definitivamente dal Parlamento l 8 luglio 2004

Approvato definitivamente dal Parlamento l 8 luglio 2004 Disposizioni concernenti il divieto di maltrattamento degli animali nonché di impiego degli stessi in combattimenti clandestini o competizioni non autorizzate Approvato definitivamente dal Parlamento l

Dettagli

CODICI RAGIONATI diretti da R. GAROFOLI EDITIO MINOR

CODICI RAGIONATI diretti da R. GAROFOLI EDITIO MINOR CODICI RAGIONATI diretti da R. GAROFOLI EDITIO MINOR Roberto GAROFOLI CODICE PENALE RAGIONATO aggiornato a - D.L. 23 dicembre 2013, n. 146 (Misure in tema di tutela dei diritti fondamentali dei detenuti)

Dettagli

NORME PER RIDURRE IL SOVRAFFOLLAMENTO PENITENZIARIO

NORME PER RIDURRE IL SOVRAFFOLLAMENTO PENITENZIARIO NORME PER RIDURRE IL SOVRAFFOLLAMENTO PENITENZIARIO RELAZIONE Le norme di questa proposta di legge sono il frutto del lavoro condiviso di molte organizzazioni. L intenzione è quella di contrastare in modo

Dettagli

INDICE - SOMMARIO. CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c.

INDICE - SOMMARIO. CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c. INDICE - SOMMARIO CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) 1. Il titolo esecutivo... Pag. 1 CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c.) 1. Il precetto... Pag.

Dettagli

Giustizia, litigiosità, criminalità

Giustizia, litigiosità, criminalità Giustizia, litigiosità, criminalità Definizioni correnti Adozione La materia è disciplinata dalla legge n. 184 del 1983, modificata sia nell ambito dell adozione di minori stranieri dalla legge n. 476

Dettagli

INDICE CAPITOLO I CAPITOLO II LA GIURISDIZIONE CONTENZIOSA. Sezione I LE FORME DI TUTELA

INDICE CAPITOLO I CAPITOLO II LA GIURISDIZIONE CONTENZIOSA. Sezione I LE FORME DI TUTELA INDICE CAPITOLO I IL DIRITTO PROCESSUALE CIVILE E LA FUNZIONE GIURISDIZIONALE 1. Il diritto processuale civile e la giurisdizione... 1 2. La giurisdizione contenziosa... 3 3. Segue: il diritto d azione

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULL UNICO ARGOMENTO DI PARTE STRAORDINARIA

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULL UNICO ARGOMENTO DI PARTE STRAORDINARIA RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULL UNICO ARGOMENTO DI PARTE STRAORDINARIA Modificazione della clausola in materia di requisiti di onorabilità e connesse cause di ineleggibilità e decadenza

Dettagli