DECOSTA. analizzatori in continuo di combustione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DECOSTA. analizzatori in continuo di combustione"

Transcript

1 analizzatori in continuo di combustione L analisi in continuo di alcuni parametri di combustione è resa obbligatoria per impianti termici di potenzialità superiori a soglie stabilite. La normativa italiana di riferimento é il DLG 152/06 (Gazzetta Ufficiale del ), parte 5, dove le prescrizioni relative agli impianti termici sono raggruppate nei Titoli 1,2 e 3 e relativi allegati. Il Titolo 1 disciplina gli impianti termici definiti industriali, mentre il Titolo 2 disciplina gli impianti civili (in cui la produzione di calore è destinata, anche in edifici non residenziali, al riscaldamento/ climatizzazione di ambienti o al riscaldamento di acqua per usi igienico sanitari) inferiori a soglie dipendenti dal combustibile. Oltre queste soglie gli impianti civili devono soddisfare le prescrizioni non più del Titolo2, bensì del Titolo1. Menzioniamo per alcuni combustibili i valori di tali soglie, rimandando al Titolo 1 articolo 269, comma14 per l elenco completo: per impianti alimentati a biomasse, gasolio, biodiesel: 1MW per impianti alimentati a olio combustibile: 0,3MW per impianti alimentati a metano e GPL: 3MW per impianti alimentati a biogas: 3MW Gli impianti disciplinati dal Titolo 2 la cui potenzialità nominale totale (somma delle potenzialità dei focolari) è superiore a 1,5 MW devono essere dotati di analizzatori in continuo per la registrazione dell ossigeno libero nei fumi e del CO e il monitoraggio della temperatura dei fumi (come si dice nel Titolo 3, articolo 294 comma 1). Se all interno dell impianto vi sono generatori di calore che singolarmente eccedono la potenzialità nominale di 1Milione di Kcal/h (pari a circa 1,164 MW) la legge prescrive anche il monitoraggio di pressione in camera di combustione, depressione al camino e CO 2 (Allegato IX alla parte 5 ). Se, poi, esistono generatori di calore singolarmente superiori a 2 Milioni di Kcal/h tutti i valori menzionati tranne pressione in camera di combustione e depressione al camino devono essere anche registrati. Per gli impianti che ricadono nell ambito del Titolo1 la soglia oltre la quale occorre installare un sistema di analisi fumi fisso è 6MW (lo si legge nel Titolo 3 all articolo 294 comma1). Oltre tale soglia è obbligatoria la registrazione dell ossigeno libero nei fumi e del CO e il monitoraggio della temperatura dei fumi. Gli impianti industriali di potenzialità nominale superiore a 50 MW vengono classificati grandi impianti e sono soggetti a prescrizioni più severe. I nostri sistemi di analisi fumi in continuo sono conformi alle esigenze degli impianti civili e industriali inferiori alla dimensione dei grandi impianti. Gli analizzatori impiegati devono essere certificati da Ente abilitato e, in assenza di Ente Italiano abilitato, la certificazione può essere eseguita da Enti esteri UE abilitati (Allegato VI comma 3.3) La misura effettuata con sensori di tipo elettrochimico è idonea per impianti fino a 50MW (grandi impianti) per i quali, invece, vengono prescritti altri sistemi di misura.

2 analizzatore in continuo di combustione CM misura e registrazione di O2, CO e temperatura fumi Monitor fisso per la visualizzazione e la registrazione in continuo di: O 2, CO Temperatura dei fumi di combustione. La misura dell O 2 si effettua direttamente nei fumi di combustione con sensore all Ossido di Zirconio, il segnale viene convertito e amplificato nella sonda stessa, in modo da poter essere trasmesso al quadro di analisi senza problemi di cadute di tensione lungo il cavo di collegamento. La misura del CO si effettua con sensore elettrochimico ad alta precisione (compensato in H2) e richiede il prelievo del campione dei fumi, aspirato mediante una pompa a membrana e condizionato (filtro per particolato e a coalescenza) per eliminare condensa e impurità. La condensa è evacuata grazie ad una apposita pompa ad azionamento temporizzato. Il flusso del campione è regolato da un flussimetro. Durante il funzionamento si alternano due fasi: una di analisi e una di pulizia dei sensori. La misura della temperatura viene effettuata tramite una sonda Pt100 da installare al camino. certificazione TUV reale misura in continuo con registratore compact flash (con registratore videografico) per archivio dati storici ( test completi) sensore CO compensato in H2 per la massima precisione di misura protezione dei sensori e ottimizzazione della loro durata nel tempo grazie ai cicli automatici di analisi / pulizia dei sensori stessi uscita seriale (con registratore videografico) Modbus per semplice interfacciamento a sistemi di supervisione Sono disponibili modelli per gestire da una a sei caldaie, con visualizzazione e registrazione (per ciascuna caldaia) di: O 2, CO e temperatura fumi. Sono disponibili versioni con registratore a carta o videografico. Le versioni con registratore a carta (per uno o due gneratori) mostrano in tracce continue l andamento dei valori misurati. In quelle con registratore videografico oltre alla visualizzazione delle tre tracce continue a video, tutti i dati visualizzati vengono memorizzati su supporto magnetico e sono disponibili per elaborazioni successive a PC (tramite apposito sw fornito a corredo). Allarmi: per ogni parametro è possibile configurare una soglia di allarme. Uscite: è prevista un uscita analogica relativa all O2 (per ogni caldaia monitorata), che può essere usata per implementare una regolazione fine del rapporto aria/ combustibile. Nelle versioni con registratore a carta sono disponibili quattro uscite digitali per allarme (open collector). Nelle versioni con registratore videografico sono previste uscite digitali di allarme (relais SPDT) e una uscita seriale RS232 /485, protocollo Modbus / Jbus (Ethernet opzionale) per ritrasmissione di tutti i dati a un eventuale sistema di supervisione.

3 analizzatore in continuo di combustione CM misura e registrazione di O2, CO e temperatura fumi I parametri misurati dalle apparecchiature serie CM sono: O 2 Ossido di Zirconio 0,1/20,9 % + 0,5% T Pt100 0/+500 C + 1 C CO Elettrochimico 0/4000ppm +5% v.l. +5ppm (*) (compensato in H2) E possibile implementare le seguenti ulteriori misure (opzionali): NO Elettrochimico 0/2000ppm +5% v.l. +5ppm (*) NO 2 Elettrochimico 0/200ppm +5% v.l. +5ppm (*) SO 2 Elettrochimico 0/2000ppm +5% v.l. +5ppm (*) (*) il maggiore fra i due valori E inoltre possibile implementare il calcolo del rendimento(opzionale), previa aggiunta del sensore per la misura della temperatura aria comburente T Pt100 0/+100 C + 1 C Sono disponibili modelli per gestire da una a sei caldaie, i sensori e tutti i componenti per il prelievo e il trattamento del campione da analizzare sono replicati per ogni generatore di calore per garantire una vera analisi in continuo. modello apparecchiatura nr.generatori di calore sonde ZrO 2 sonde prelievo termoresistenze monitorati (O 2 ) Pt100 (T.fumi) CM1-1 e CM CM2-1 e CM CM CM CM CM altre caratter. CM1.1 CM1.2 CM2.1 CM2. 2 CM3 CM4 CM5 CM6 registratore a carta videografico a carta videografico uscita seriale - RS232 /485, - RS232 /485, Modbus /Jbus, Ethernet Modbus /Jbus, Ethernet opzionale Ethernet opzionale uscita analogica 4 20 ma (una per ogni generatore di calore) (relativa all O 2 ) uscite di allarme 4 (open collector) 3 (relais SPDT) 4 (open collector) 3 (relais SPDT) 1 cumulativa (SPDT)+ 4 contatti on/off compact flash o - - Usb pen drive sw elaborazione - - dati a PC = standard

4 analizzatore in continuo di combustione CA misura e registrazione di O2, CO, temperatura fumi e CO2, pressione in camera di combustione, depressione al camino Monitor fisso per la visualizzazione e la registrazione in continuo di: O 2 CO temperatura dei fumi di combustione CO 2 pressione in camera di combustione depressione al camino I sensori impiegati sono: per la misura della temperatura fumi : termoresistenza Pt100 per la misura dell O 2 : sensore all Ossido di Zirconio, da installare direttamente nei fumi di combustione, per misure rapide, stabili e precise a lungo termine. La CO 2 è calcolata in funzione combustibile e dell O 2 misurato. per la misura del CO: sensore di tipo elettrochimico, richiede il prelievo del campione dei fumi, aspirato mediante una pompa a membrana e condizionato per eliminare la condensa e le eventuali impurità. L evacuazione della condensa è garantita da una apposita pompa ad azionamento temporizzato. Il flusso del campione è regolato da un flussimetro. Durante il funzionamento si alternano due fasi: una di analisi e una di pulizia dei sensori. per la misura della pressione/depressione trasmettitori di pressione differenziale di tipo piezoresistivo ad alta precisione reale misura in continuo con registratore compact flash (con registratore videografico) per archivio dati storici ( test completi) sensore CO compensato in H2 per la massima precisione di misura protezione dei sensori e ottimizzazione della loro durata nel tempo grazie ai cicli automatici di analisi / pulizia dei sensori stessi uscita seriale (con registratore videografico) per interfacciamento a sistemi di supervisione Sono disponibili modelli per gestire da una a sei caldaie, con visualizzazione e registrazione (per ciascuna caldaia) di: O 2, CO, CO 2, Temperatura fumi, pressione in camera di combustione e depressione al camino. La versione con registratore a carta mostra in tracce continue l andamento dei valori misurati/calcolati. Quella con registratore videografico, oltre alla visualizzazione delle tracce continue a video, consente che tutti i dati visualizzati siano memorizzati su supporto magnetico (compact flash) e siano quindi disponibili per elaborazioni successive a PC (tramite apposito sw fornito a corredo). Allarmi: per ogni parametro è possibile configurare una soglia di allarme. Uscite: è prevista un uscita analogica relativa all O 2 (una per ogni caldaia monitorata), per eventuale regolazione fine del rapporto aria combustibile implementabile dall utente. Nelle versioni con registratore a carta sono disponibili 4 uscite digitali per allarme (open collector). Nelle versioni con registratore videografico sono previste uscite digitali di allarme (relais SPDT) e una uscita seriale RS232 /485, protocollo Modbus/ Jbus (Ethernet opzionale) per la ritrasmissione di tutti i dati a eventuale sistema di supervisione.

5 analizzatore in continuo di combustione CA misura e registrazione di O2, CO, temperatura fumi e CO2, pressione in camera di combustione, depressione al camino I parametri misurati dalle apparecchiature serie CM sono: O 2 Ossido di Zirconio 0,1/20,9 % + 0,5% T Pt100 0/+500 C + 1 C CO Elettrochimico (compensato in H2) 0/4000ppm +5% v.l. +5ppm (*) P piezoresistivo 0/5.000 Pa + 3%v.l. DP piezoresistivo 0/1.000 Pa <350Pa: + 10Pa CO2 (calcolato) 0/ CO 2 max E possibile implementare le seguenti ulteriori misure (opzionali): NO Elettrochimico 0/2000ppm +5% v.l. +5ppm (*) NO 2 Elettrochimico 0/200ppm +5% v.l. +5ppm (*) SO 2 Elettrochimico 0/2000ppm +5% v.l. +5ppm (*) (*) il maggiore fra i due valori Sono disponibili modelli per gestire da una a sei caldaie, i sensori e tutti i componenti per il prelievo e il trattamento del campione da analizzare sono replicati per ogni generatore di calore per garantire una vera analisi in continuo modello apparecchiatura nr.generatori di sonde ZrO 2 sonde prelievo termoresistenze calore monitorati (O 2 ) Pt100 (T.fumi) CA1-1 e CA CA CA CA CA CA altre caratteristiche CA1N.1 CA1N.2 CA2 CA3 CA4 CA5 CA6 registratore a carta video grafico uscita seriale no RS232 /485, Modbus /Jbus, Ethernet (Modbus /Jbus) Ethernet opzionale uscita analogica (relativa all O 2 ) 4 20 ma (0..20,9%O 2 ) (una per ogni generatore di calore) uscite di allarme 4 (op.collector) 3 (relé SPDT) 1 cumulativa (SPDT) +4 contatti on/off f compact flash o Usb pen drive - sw elaborazione dati a PC - = standard

6 analizzatori in continuo di combustione DCS e DEM per analisi completa della combustione di generatori di calore Sistema di analisi fumi per gestire il monitoraggio da 1 a 6 generatori di calore per ognuno dei quali visualizza tutti i parametri per il controllo della combustione e per la gestione dell impianto: - O 2, - CO 2 - CO - temperatura fumi e ambiente - rendimento di combustione - lambda (eccesso d aria) - riferimento alla caldaia in esame - stato del bruciatore - ore di funzionamento - numero di cicli del bruciatore - stato degli allarmi - stato della stampante e, solo per serie DCS, anche: - pressione in camera di combustione - depressione al camino (solo per serie DCS) Funzionalità del sistema: visualizzazione: contemporanea a video di tutti i parametri relativi a un generatore. Scansione delle videate a ciclo temporizzato programmabile oppure a comando manuale. registrazione dati: standard stampante a pannello a 42 colonne su carta comune. Tutti i dati visualizzati vengono stampati a cadenza programmabile o a richiesta manuale. In aggiunta o in alternativa alla stampante è possibile prevedere (optional) una memoria di backup di tipo compact flash. I dati contenuti in tale memoria possono poi essere trasferiti sul PC dell Utente (se dotato di opportuna interfaccia per lettura della compact flash) in formato Excel. allarmi: per ogni parametro è possibile impostare una soglia di allarme (min / max). Ogni evento di allarme è evidenziato sul display e stampato automaticamente. Il reset degli allarmi è manuale da tastiera. uscite: un contatto in comune per la ritrasmissione degli allarmi. In opzione è disponibile anche un uscita seriale RS232/485. Il sistema si compone di: una Unità Operativa, con display, tastierino operativo e stampante. una Unità di Acquisizione, contenente tutta l elettronica di gestione /condizionamento dei segnali provenienti dai sensori. Nelle versioni fino a due caldaie l Unità Operativa e quella di Acquisizione sono cablate in un unico quadro. una Unità di Analisi, contenente i componenti atti ad eseguire l analisi del contenuto di CO (compensato in H2) nei fumi con sensore elettrochimico. Tali componenti sono replicati per ogni generatore di calore monitorato, in modo da garantire una reale misura in continuo. Il campione, aspirato mediante una pompa a membrana, viene condizionato per eliminare la condensa e le eventuali impurità. Il flusso del campione è regolato da un flussimetro. La condensa, trattenuta in un apposito raccoglitore, è evacuata automaticamente con una pompa peristaltica. Sono previste due fasi di funzionamento (temporizzate): una di analisi e una di pulizia dei sensori, per garantirne il buon funzionamento e prolungarne la durata nel tempo riferimenti normativi: DLG 152/06 (G.U )

7 analizzatori in continuo di combustione DCS e DEM Per i sistemi di analisi fumi serie DCS e DEM sono disponibili in opzione le analisi di ulteriori gas rispetto a quelli previsti per le versioni standard. analisi di NO, NO 2, SO 2 : i sensori addizionali vengono montati all interno dell Unità di Analisi e ad essi perviene il campione aspirato mediante una pompa a membrana e precedentemente condizionato per eliminare la condensa e le eventuali impurità. Il flusso del campione è regolato da un flussimetro. Per controllare la precisione di misura durante l esercizio e prolungare la vita dei sensori sono previste due fasi: una di analisi e una di pulizia dei sensori. Per ogni gas addizionale sono previsti tanti sensori addizionali quante sono le caldaie in esame,, in modo da garantire una reale misura in continuo. L hardware necessario per gestire gli ingressi analogici addizionali viene, invece, cablato all interno dell Unità di Acquisizione. I gas tossici addizionali misurabili sono: NO NO 2 SO 2 Per quanto riguarda gli ossidi di azoto, il Sistema DCS/DEM può visualizzare sia la concentrazione del gas, che il calcolo degli NOx (in base ad NO oppure alla somma di NO ed NO 2 ). La visualizzazione della misura dei gas addizionali avviene sul monitor dell Unità Operativa del Sistema DCS /DEM. Ogni parametro supplementare viene gestito (stampa, allarmi, ritrasmissione) come tutti gli altri parametri dal Sistema DCS /DEM. rilevazione di presenza di gas combustibili (metano, GPL) in camera di combustione: i sensori addizionali sono montati in un ulteriore quadro di analisi dedicato, all interno del quale sono cablati i trasmettitori di CH4 e il sistema di prelievo. In morsettiera del quadro principale viene inviato un segnale di allarme in caso di presenza di gas combustibile in camera di combustione. Il sistema viene attivato a bruciatore spento. parametri sensore scala precisione DCS DEM O 2 Ossido di Zirconio 0 / 20,9 % +0,5% temperatura fumi (Tf) Pt100 0 /+ 500 C +1 C temperatura aria comburente (Ta) Pt100 0 /+ 500 C +1 C pressione in camera di piezoresistivo 0 / Pa +3%v.l. combustione <350Pa: +10Pa depressione al camino piezoresistivo 0 / 1.000Pa +3%v.l. +10Pa <350Pa: +10Pa CO 2 (calcolato) - rendimento di combustione (calcolato) 0 / 99,9% lambda (ecc. aria) (calcolato) 0 / 3,5 CO (compensato in H 2 ) elettrochimico 0 / ppm +5% v.l. +5ppm (*) parametri opzionali: NO elettrochimico 0 / ppm +5% v.l. +5ppm (*) NO 2 elettrochimico 0 / 200 ppm +5% v.l. +5ppm (*) SO 2 elettrochimico 0 / ppm +5% v.l. +5ppm (*) gas combustibili (metano, Gpl) (*) il mggiore fra i due pellistore, sensore omologato ATEX EExdIICT5, EN DPE-CESI 01Atex + 10% deriva <+ 3LEL taratura a LIE 1,0 (v/v)%

8 analizzatori in continuo di combustione DCS e DEM ritrasmissione dati a supervisore remoto Per teletrasmissione o Telelettura Centralizzata si intende l acquisizione automatica dei dati provenienti dalla strumentazione di misura sul campo (DCS / DEM) da una postazione remota normalmente definita di supervisione attraverso un mezzo di comunicazione. Sino ad ieri la teletrasmissione dei parametri di combustione degli impianti termici, sebbene molto importante ai fini di una riduzione dei costi di esercizio, ha trovato solo applicazioni saltuarie in grossissimi impianti per il costo elevato delle apparecchiature digitali d analisi fumi e del software di gestione. Oggi questa possibilità di controllo sta trovando una giustificazione economica anche per impianti di minori dimensioni grazie ai considerevoli miglioramenti tecnologici della strumentazione digitale e del software di gestione, in relazione al loro costo. Grazie alla nostra cinquantennale esperienza nel controllo della combustione, abbiamo sviluppato un interessante sistema per trasmettere tutti i dati provenienti dalle nostre apparecchiature di analisi fumi DCS e DEM ad un unica stazione di supervisione. La comunicazione con la stazione di supervisione può essere dedicata con linea seriale RS232/485 o commutata, tramite modem e linea telefonica dedicata. Sul PC remoto di supervisione è possibile installare il ns sw (ambiente Windows), e visualizzare in continuo i dati di combustione trasmessi dal/dai ns. sistemi DCS/DEM. Il sistema di Teletrasmissione consiste in un HW ed in un SW di comunicazione e consente le seguenti funzioni: Gestione del collegamento con il PC remoto con linea dedicata o commutata (via modem) Per collegamenti con linea commutata gestione dello storico sulla RAM Disk dell unità DCS/DEM (salvataggi delle grandezze relative a ogni caldaia effettuati ogni trenta secondi o con altra tempistica definita dall operatore). Quando la memoria dello storico è satura viene effettuata una chiamata al PC per scaricare tutti i dati. In caso di collegamento con linea dedicata, invece, i dati vengono immediatamente trasmessi al PC remoto. La comunicazione avviene secondo un apposito protocollo. Gestione di diverse apparecchiature DCS/DEM collegate ad un solo PC remoto. Per ogni unità DCS/DEM vengono gestite sia la trasmissione automatica periodica dello storico che la risposta ad una chiamata effettuata dall operatore dalla postazione remota. Salvataggio e trasmissione dello storico a saturazione memoria (un file per ogni giorno, ogni caldaia e ogni apparecchiatura). Il Software per visualizzazione da postazione remota da installare su un PC consente le seguenti funzioni: Gestione delle chiamate utente. Rappresentazione grafica su PC I benefici derivanti dall introduzione di un sistema di teletrasmissione dei dati di analisi fumi di combustione sono molti, citiamo solo i principali: Risparmio sul consumo di combustibile. L analisi dei dati ricevuti consente, se necessario, di agire tempestivamente per ottimizzare la taratura del bruciatore. Riduzione dei costi di manutenzione. Dall esame dei dati è possibile programmare la manutenzione riducendo di fatto il numero degli interventi ed il personale impiegato Maggiore sicurezza di esercizio. La gestione degli allarmi consente il controllo tempestivo delle anomalie di funzionamento

9 monitor e trasmettitori di O2 PSVISO2 per analisi del funzionamento di generatori di calore Il controllo in continuo dell Ossigeno residuo nei fumi di combustione, consente di mantenere nell ottimale rapporto la miscela di combustibile e l aria comburente. Questo significa far funzionare il bruciatore minimizzando l eccesso d aria cioè quel surplus di aria che si aggiunge a quella stechiometrica per compensare variazioni della temperatura dell aria comburente, della viscosità del combustibile e della contropressione al focolare che influenzano negativamente il processo di combustione. In altre parole il controllo dell O 2 nei fumi permette di far funzionare il bruciatore nel modo più economico e sicuro possibile, evitando da un lato di riscaldare una massa d aria che non fornisce alcun contributo calorico e dall altro la formazione d incombusti nocivi sia al rendimento dell impianto che all impatto ambientale. Il nostro monitor di O 2 nei fumi è stato studiato per il controllo in continuo dell O 2 su caldaie convenzionali, utilizzando le nostre conoscenze ultra decennali nel campo del controllo della combustione, le migliori tecnologie nel campo elettronico e avanzati sensori all Ossido di Zirconio. La sonda ZrO2 viene installata direttamente al camino, il sensore all Ossido di Zirconio fornisce misure rapide, stabili e precise con una provata affidabilità a lungo termine. La sonda può essere dotata di trasmettitore integrato con uscita lineare 4 20 ma (0 20,9% O 2 ) oppure può essere collegata ad una unità di visualizzazione e di ritrasmissione allarmi /segnale (PSVISO2). L analizzatore PSVISO2 consiste in un monitor a microprocessore con integrato il display a LED, il tastierino a membrana e i LED indicatori dello stato degli allarmi. La custodia è in ABS autoestinguente, formato 48 x 96 mm. con profondità 150 mm., idonea al montaggio a pannello. L alimentazione della sonda mod. Zr.420 è di 12 VAC, mentre quella dell unità di controllo è di VAC selezionabile direttamente sullo strumento. Sonda ZrO2 semplice installazione non richiede campionamento perché è istallata direttamente sul camino e collegata elettricamente all unità di controllo manutenzione facilitata il sensore si sostituisce facilmente a costi contenuti, nessuna calibrazione periodica il sensore utilizza come gas di riferimento l aria ambiente impiego universale per caldaie con bruciatore ad olio combustibile Btz, gasolio, o gas con trasmettitore integrato oppure collegata a unità di visualizzazione /ritrasmissione in versione da incasso a pannello Sonda ZrO2 - caratteristiche tecniche Scala 0,1 20,9 %O2 Precisione + 0,5 % O2 Temperatura fumi (max) 450 C Tempo di risposta (T90) 5 s Lettore display 4 digit 21mm, per visualizzare i parametri di misura e di programmazione tastierino in policarbonato, per la programmazione dei parametri ed il richiamo delle funzioni LED indicatori per lo stato degli allarmi allarmi impostabili da tastiera con eventuale ritardo dell intervento allarmi in caso di pendolazioni di misura uscite: - nr.1 analogica 4-20 ma (0..20,9% O 2 ) - nr.2 digitali a relè (NC/NA) 10A, associate agli allarmi di minima e di massima alimentazione elettrica VAC

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA 2004 INDICE Libretto di impianto pag. 3 Scheda 1 4 Scheda 2 5 Scheda 3 6 Scheda 4 7 Scheda 5 9 Scheda 6 10 Scheda 7 11 Scheda

Dettagli

La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994

La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994 La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994 Ing. Gennaro Augurio Direttore Operativo ITAGAS AMBIENTE Via R. Paolucci, 3 Pescara gennaro.augurio@itagasambiente.it GSM 347-99.10.915

Dettagli

UNI 10389. Generatori di calore Misurazione in opera del rendimento di combustione

UNI 10389. Generatori di calore Misurazione in opera del rendimento di combustione UNI 10389 Generatori di calore Misurazione in opera del rendimento di combustione 1. Scopo e campo di applicazione La presente norma prescrive le procedure per la misurazione in opera del rendimento di

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI s.d.i. automazione industriale ha fornito e messo in servizio nell anno 2003 il sistema di controllo

Dettagli

Metodologie per la misura, il campionamento delle emissioni di ossidi di azoto prodotte dagli impianti termici civili.

Metodologie per la misura, il campionamento delle emissioni di ossidi di azoto prodotte dagli impianti termici civili. REGIONE PIEMONTE BU12 20/03/2014 Codice DB1013 D.D. 12 marzo 2014, n. 52 Metodologie per la misura, il campionamento delle emissioni di ossidi di azoto prodotte dagli impianti termici civili. Con D.C.R.

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

LIBRETTO DI CENTRALE

LIBRETTO DI CENTRALE 1 LIBRETTO DI CENTRALE OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE SUPERIORE O UGUALE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412) Conforme al modello pubblicato

Dettagli

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 Pag. 1 / 10 SOMMARIO: 1 INTRODUZIONE... 3 2 PANNELLO DI CONTROLLO... 4 2.1 I TASTI... 4 2.2 IL DISPLAY... 4 3 I MENU... 5 3.1 MODIFICA TERMOSTATO AMBIENTE RADIO...

Dettagli

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Sistemi di Rivelazione Incendio FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Per il collegamento a centrali di rivelazione incendio

Dettagli

Serie. Genio Tecnic. Moduli termici a premiscelazione a condensazione. Emissioni di NOx in classe V

Serie. Genio Tecnic. Moduli termici a premiscelazione a condensazione. Emissioni di NOx in classe V Serie Genio Tecnic Moduli termici a premiscelazione a condensazione Emissioni di NOx in classe V Serie Genio tecnic Vantaggi Sicurezza Generatore totalmente stagno rispetto all ambiente. Progressiva riduzione

Dettagli

Controllo industriale SE-609

Controllo industriale SE-609 Controllo industriale SE-609 Controllo e visualizzazione uniti come soluzione per l automazione con comandi mediante touch Controlli industriali all avanguardia per impianti per il trattamento termico

Dettagli

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti!

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! L innovazione ad un prezzo interessante Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! Exacta+Optech Labcenter SpA Via Bosco n.21 41030 San Prospero (MO) Italia Tel: 059-808101 Fax: 059-908556 Mail:

Dettagli

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna Unità monoblocco Potenza frigorifera: da 11 a 70.6 kw Potenza calorifica: da 11.7 a 75.2 kw Unità verticali compatte Ventilatori centrifughi Aspirazione e mandata canalizzate Gestione free-cooling con

Dettagli

MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN

MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN Sistemi di Rivelazione Incendio MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN Proprietà del rivelatore adatte all'utilizzo in ambienti interni Regolazione

Dettagli

IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE

IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE FOCUS TECNICO IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE ADEGUAMENTO ALLE NORMATIVE DETRAZIONI FISCALI SUDDIVISIONE PIÙ EQUA DELLE SPESE RISPARMIO IN BOLLETTA MINOR CONSUMO GLOBALE DI TUTTO IL CONDOMINIO COSTO

Dettagli

INDUSTRY PROCESS AND AUTOMATION SOLUTIONS. Lo strumento universale per la messa in esercizio e la diagnosi

INDUSTRY PROCESS AND AUTOMATION SOLUTIONS. Lo strumento universale per la messa in esercizio e la diagnosi Con Vplus, BONFIGLIOLI VECTRON offre uno strumento per la messa in esercizio, la parametrizzazione, il comando e la manutenzione. VPlus consente di generare, documentare e salvare le impostazioni dei parametri.

Dettagli

Gruppo termico murale a gas a premiscelazione. Serie

Gruppo termico murale a gas a premiscelazione. Serie Gruppo termico murale a gas a premiscelazione Serie GENIO Tecnic Serie GENIO TECNIC Caratteristiche principali Quali evoluzione subirà il riscaldamento per rispondere alle esigenze di case e utenti sempre

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

OGGETTO: PAROS GREEN. Vi indichiamo le principali caratteristiche tecniche:

OGGETTO: PAROS GREEN. Vi indichiamo le principali caratteristiche tecniche: OGGETTO: Egregi, a breve verrà commercializzata una nuova gamma di caldaie a condensazione, chiamata Paros Green, che andranno a integrare il catalogo listino attualmente in vigore. Viene fornita in tre

Dettagli

La L a c c o o m mb b u u st s i t o i n o ne ne 1

La L a c c o o m mb b u u st s i t o i n o ne ne 1 1 La sostanza combustibile può essere: Solida Liquida o Gassosa. I combustibili utilizzati negli impianti di riscaldamento sono quelli visti precedentemente cioè: Biomasse Oli Combustibili di vario tipo

Dettagli

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07 TB-SMS Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso Ver. 1.6.10 31/07/07 MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore TB-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

ADVANCE Easy Moving. Il pellet diventa facile! Il primo SISTEMA COMPLETO per l alimentazione di caldaie a combustibile derivato da biomasse

ADVANCE Easy Moving. Il pellet diventa facile! Il primo SISTEMA COMPLETO per l alimentazione di caldaie a combustibile derivato da biomasse ADVANCE Easy Moving www.advanceeasymoving.com Il pellet diventa facile! Caldaia sempre alimentata... senza pensarci! Il primo SISTEMA COMPLETO per l alimentazione di caldaie a combustibile derivato da

Dettagli

The Future Starts Now. Termometri portatili

The Future Starts Now. Termometri portatili Termometri portatili Temp 70 RTD Professional Datalogger, per sonde Pt100 RTD 0,01 C da -99,99 a +99,99 C 0,1 C da -200,0 a +999,9 C Temp 7 RTD Basic Per sonde Pt100 RTD 0,1 C da -99,9 a +199,9 C 1 C da

Dettagli

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE V.00 AGOSTO 2012 CARATTERISTICHE TECNICHE Il modulo TRACER218 485 è un dispositivo con porta di comunicazione RS485 basata su protocollo MODBUS

Dettagli

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version Sistemi di Rivelazione Incendio FAS-420-TM rivelatori di fumo ad FAS-420-TM rivelatori di fumo ad Per il collegamento alle centrali di rivelazione incendio FPA 5000 ed FPA 1200 con tecnologia LSN improved

Dettagli

Il gruppo emettitore di biglietti - piantana, è studiatoin modo da consentire l uso del sistema, anche a persone diversamente abili.

Il gruppo emettitore di biglietti - piantana, è studiatoin modo da consentire l uso del sistema, anche a persone diversamente abili. Made in Italy Sistemi gestione code MS32 Il sistema può utilizzare : - la documentazione eventi, numero di operazioni per servizio e postazione e dei tempi medi di attesa, con il programma MSW - il servizio

Dettagli

Istruzioni per l uso Sartorius

Istruzioni per l uso Sartorius Istruzioni per l uso Sartorius Descrizione dell interfaccia per le bilance Entris, ED, GK e GW Indice Impiego previsto Indice.... 2 Impiego previsto.... 2 Funzionamento.... 2 Uscita dati.... 3 Formato

Dettagli

Termometri portatili. Temp 16 RTD Basic. Temp 10 K Basic Per sonde a termocoppia K. Temp 6 Basic

Termometri portatili. Temp 16 RTD Basic. Temp 10 K Basic Per sonde a termocoppia K. Temp 6 Basic Temp 360 Professional Datalogger, per sonde Pt100 RTD - 0,01 C Temp 300 Professional Datalogger, a doppio canale, per sonde a termocoppia K, T, J, B, R, E, S, N Temp 16 RTD Basic Per sonde Pt100 RTD Temp

Dettagli

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA Unita' di climatizzazione autonoma con recupero calore passivo efficienza di recupero > 50% e recupero di calore attivo riscaldamento, raffrescamento e ricambio aria

Dettagli

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti.

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti. INDICE Informazioni per i cittadini - 3 Campagna di controllo degli impianti termici - 3 Responsabile dell impianto termico - 4 La manutenzione degli impianti: frequenze temporali delle operazioni - 4

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti gli utilizzi tecnici dell acqua in un edificio ACQUA FREDDA SANITARIA

Dettagli

Oscilloscopi serie WaveAce

Oscilloscopi serie WaveAce Oscilloscopi serie WaveAce 60 MHz 300 MHz Il collaudo facile, intelligente ed efficiente GLI STRUMENTI E LE FUNZIONI PER TUTTE LE TUE ESIGENZE DI COLLAUDO CARATTERISTICHE PRINCIPALI Banda analogica da

Dettagli

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I)

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 Generalità 2 CONFIGURAZIONE PART-WINDING 2 CONFIGURAZIONE STELLA-TRIANGOLO 3 Isolamento del motore elettrico 5 Dispositivi di

Dettagli

MANUALE TECNICO 080406 E SMS

MANUALE TECNICO 080406 E SMS IT MANUALE TECNICO 080406 E SMS MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore E-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili a numeri telefonici preimpostati e di attivare uscite

Dettagli

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP LABORATORI INDUSTRIA COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI HP SERVIZIO CLIENTI CSM Maxi la Gamma MAXI HP Una soluzione per ogni esigenza Versione su Basamento Particolarmente indicato per installazioni

Dettagli

Scheda Tecnica. Piramide Condensing K 28 S 130. Caldaie condensing. Basamento eco condensing. Rendimento SOL K 21 S 200. Dir.

Scheda Tecnica. Piramide Condensing K 28 S 130. Caldaie condensing. Basamento eco condensing. Rendimento SOL K 21 S 200. Dir. Caldaie condensing Basamento eco condensing Scheda Tecnica Rendimento Dir. 92/42/CEE Piramide Condensing K 28 S 130 SOL K 21 S 200 Piramide Condensing K 28 S 130 Piramide Condensing SOL K 21 S 200 Ogni

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

HELP DESK FRONT OFFICE VADEMECUM PER L UTENZA

HELP DESK FRONT OFFICE VADEMECUM PER L UTENZA Prot. Generale n. 19033 del 23.10.2012 Primo livello di help desk HELP DESK FRONT OFFICE VADEMECUM PER L UTENZA Qui di seguito si riportano alcune delle più frequenti domande con le relative risposte.

Dettagli

feeling feeling rf Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi Instruzioni per l uso Instrucciones de uso Manual de instruções

feeling feeling rf Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi Instruzioni per l uso Instrucciones de uso Manual de instruções feeling feeling rf D GB F E P NL CZ Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi nstruzioni per l uso nstrucciones de uso Manual de instruções Bedieningshandleiding Návod k obsluze 2 42 82 122 162

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

VAV-EasySet per VARYCONTROL

VAV-EasySet per VARYCONTROL 5/3.6/I/3 per VARYCONTROL Per la sanificazione di regolatori di portata TROX Italia S.p.A. Telefono 2-98 29 741 Telefax 2-98 29 74 6 Via Piemonte 23 C e-mail trox@trox.it 298 San Giuliano Milanese (MI)

Dettagli

Una scuola vuole monitorare la potenza elettrica continua di un pannello fotovoltaico

Una scuola vuole monitorare la potenza elettrica continua di un pannello fotovoltaico ESAME DI STATO PER ISTITUTI PROFESSIONALI Corso di Ordinamento Indirizzo: Tecnico delle industrie elettroniche Tema di: Elettronica, telecomunicazioni ed applicazioni Gaetano D Antona Il tema proposto

Dettagli

Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic.

Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic. Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic.it è un sistema integrato completo di tutti i moduli per eseguire

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE UN SISTEMA INTEGRATO COMUNICAZIONE VERSO L ESTERNO Istituti di vigilanza Invio allarmi con protocollo CONTACT ID Comunicatore PSTN Espansione GSM Telefono

Dettagli

Ing. Raffaele Merola Engineering Environmental Technologies - Energy from biomass PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA SYNGAS DA BIOMASSA

Ing. Raffaele Merola Engineering Environmental Technologies - Energy from biomass PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA SYNGAS DA BIOMASSA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA SYNGAS DA BIOMASSA 1 PRESENTAZIONE GENERALE 1. GENERALITÀ La presente relazione è relativa alla realizzazione di un nuovo impianto di produzione di energia elettrica.

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148

MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148 MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148 Modulo termostato a pannello 4 COLLEGAMENTO 9-12V DC/ 500mA L1 L2 ~ Riscaldatore/Aria condizionata Max. 3A Max. 2m Sensore di temperatura Per prolungare il sensore, utilizzare

Dettagli

AMBRA. Unità di recupero calore con circuito frigorifero integrato

AMBRA. Unità di recupero calore con circuito frigorifero integrato Ventilatori Unità trattamento aria Diffusori Antincendio Veli d aria e prodotti per il riscaldamento Ventilazione per galleria AMBRA Unità di recupero calore con circuito frigorifero integrato Systemair

Dettagli

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Livelli Soglie Pressione 2 VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Indice Indice 1 Descrizione dell'apparecchio...4 1.1 Struttura...

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) FILTRI OLEODINAMICI Filtri sul ritorno con cartuccia avvitabile Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Corpo filtro Attacchi:

Dettagli

DESCRIZIONE. Elettrodi per rilevazione acqua. Dimensioni contenitore ca.: 71 (L) x 71 (H) x 30 (P) mm. (Da abbinare a modulo sonda art.

DESCRIZIONE. Elettrodi per rilevazione acqua. Dimensioni contenitore ca.: 71 (L) x 71 (H) x 30 (P) mm. (Da abbinare a modulo sonda art. 1009/001 1009/002D 1009/002S 1009/005D 1009/005S Frontale piatto da 25 mm per serratura e maniglia Personal Lock Frontale destro da 40 mm per serratura e maniglia Personal Lock Frontale sinistro da 40

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici RISCALDATORI DI ACQUA IBRIDI LOGITEX LX AC, LX AC/M, LX AC/M+K Gamma di modelli invenzione brevettata Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici Catalogo dei prodotti Riscaldatore dell acqua Logitex

Dettagli

Stazione Meteorologica PCE-FWS 20

Stazione Meteorologica PCE-FWS 20 www.pce-italia.it Istruzioni d uso Stazione Meteorologica PCE-FWS 20 1 Istruzioni d uso www.pce-italia.it Indice dei contenuti Titolo 1. Visione generale... 3 2. Contenuto della spedizione... 3 3. Informazione

Dettagli

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI)

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) Domande frequenti inerenti la Relazione Energetico - Ambientale e la conformità delle pratiche edilizie alla normativa di settore. Aggiornamento al

Dettagli

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Ventilconvettori Cassette Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Se potessi avere il comfort ideale con metà dei consumi lo sceglieresti? I ventilconvettori Cassette SkyStar

Dettagli

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE LIMITED WARRANTY EDILIZIA VERTICALE Wolly 2 La centrale che per la sua versatilità di installazione ha rivoluzionato il concetto di aspirapolvere centralizzato, consentendo la sua installazione anche nei

Dettagli

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali Il regolatore semaforico Hydra nasce nel 1998 per iniziativa di CTS Engineering. Ottenute le necessarie certificazioni, già dalla prima installazione Hydra mostra sicurezza ed affidabilità, dando avvio

Dettagli

INDICE ANALISI MISURAZIONE TERMOREGOLAZIONE

INDICE ANALISI MISURAZIONE TERMOREGOLAZIONE INDICE ANALISI MISURAZIONE TERMOREGOLAZIONE Pagina. M 1 Cronotermostati M 3 Termostati.. M 4 Centraline climatiche M 4 Orologi M 6 Accessori abbinabili a centraline Climatiche e termoregolatori M 7 M 01

Dettagli

Software Emeris Communication Manager

Software Emeris Communication Manager ecm Software Emeris Communication Manager Manuale operativo Fantini Cosmi S.p.A. Via dell Osio 6 20090 Caleppio di Settala MI Tel 02.956821 - Fax 02.95307006 e-mail: info@fantinicosmi.it http://www.fantinicosmi.it

Dettagli

EOLO Superior kw 1 CARATTERISTICHE. Pensili istantanee

EOLO Superior kw 1 CARATTERISTICHE. Pensili istantanee Pensili istantanee EOLO Superior kw è la caldaia pensile istantanea a camera stagna e tiraggio forzato omologata per il funzionamento sia all'interno che all'esterno in luoghi parzialmente protetti; per

Dettagli

VICTRIX Superior kw VICTRIX Superior kw Plus

VICTRIX Superior kw VICTRIX Superior kw Plus Pensili a condensazione VICTRIX Superior kw è la caldaia pensile istantanea a camera stagna con potenzialità di 26 kw e 32 kw che, grazie alla tecnologia della condensazione, si caratterizza per l'elevato

Dettagli

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31 Serie - nterruttore orario 16 A SERE Caratteristiche.01.11.31 nterruttore orario elettromeccanico - Giornaliero * - Settimanale ** Tipo.01-1 contatto in scambio 16 A larghezza 35.8 mm Tipo.11-1 contatto

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

Sensore su fascetta stringitubo 0085 Rosemount

Sensore su fascetta stringitubo 0085 Rosemount Bollettino tecnico Gennaio 2013 00813-0102-4952, Rev. DC Sensore su fascetta stringitubo 0085 Rosemount Design non intrusivo per una misura di temperatura facile e veloce in applicazioni su tubazioni Sensori

Dettagli

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino TITOLO ESPERIENZA: Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino PRODOTTI UTILIZZATI: OBIETTIVO: AUTORE: RINGRAZIAMENTI: Interfacciare e controllare un modello di nastro trasportatore

Dettagli

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici 12 Giugno 2014 Stefano Bonfanti Product Manager - Cillichemie Italiana S.r.l. L azienda n.2 Sedi n.47 Agenti

Dettagli

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze.

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze. MONITOR DEFIBRILLATORE LIFEPAK 12 Il Monitor Defibrillatore LIFEPAK 12 è un dispositivo medicale che nasce per l emergenza e resiste ad urti, vibrazioni, cadute, polvere, pioggia e a tutte quelle naturali

Dettagli

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione Valvola di scarico termico con reintegro incorporato serie 544 R EGI STERED BS EN ISO 9001:2000 Cert. n FM 21654 UNI EN ISO 9001:2000 Cert. n 0003 CALEFFI 01058/09 sostituisce dp 01058/07 Funzione La valvola

Dettagli

ZEUS Superior kw 1 CARATTERISTICHE. Pensili con boiler

ZEUS Superior kw 1 CARATTERISTICHE. Pensili con boiler 1 CARATTERISTICHE ZEUS Superior kw Pensili con boiler Nuova gamma di caldaie pensili a camera stagna e tiraggio forzato con bollitore in acciaio inox da 60 litri disponibili in tre versioni con potenza

Dettagli

Manager BM-MA Antifurto 24h/365d per Pannelli Fotovoltaici e Cavi DC

Manager BM-MA Antifurto 24h/365d per Pannelli Fotovoltaici e Cavi DC Manager BM-MA Antifurto 24h/365d per Pannelli Fotovoltaici e Cavi DC SPECIFICHE TECNICHE Il Manager BM-MA è un apparato multifunzione antifurto sia per pannelli fotovoltaici che cassette di parallelo,

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 Manuale d'istruzioni Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 382280 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato l'alimentatore DC Programmabile 382280 della Extech.

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N GasMultiBloc Combinato per regolazione e sicurezza Servoregolatore di pressione MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-10-SE MBC-300-N MBC-700-N 7.01 Max. pressione di esercizio 3 mbar (36 kpa) forma compatta grande

Dettagli

IMMS-CI-HW. Interfaccia programmatore (CI) IMMS. Istruzioni per l installazione IMMS. Controller. Interface. AC From Transformer 24 VAC REM 24 VAC SEN

IMMS-CI-HW. Interfaccia programmatore (CI) IMMS. Istruzioni per l installazione IMMS. Controller. Interface. AC From Transformer 24 VAC REM 24 VAC SEN CI 4 Comm. IMMS-CI-HW Interfaccia programmatore (CI) IMMS POWER From Transformer 24 V 24 V Ground To REM Istruzioni per l installazione To SmartPort Sensor 1 Sensor 2 Sensor 3 From Sensors Sensor Common

Dettagli

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE Le apparecchiature di questa serie, sono frutto di una lunga esperienza maturata nel settore dei gruppi di continuità oltre che in questo specifico. La tecnologia on-line doppia conversione, assicura la

Dettagli

Figurato. PowerLogic System Misura, controllo e qualità dell'energia Merlin Gerin

Figurato. PowerLogic System Misura, controllo e qualità dell'energia Merlin Gerin Merlin Gerin Figurato Amperometri e voltmetri digitali 182 Centrali di misura Power Meter 182 Centrali di misura Circuit Monitor 182 Micro Power Server 183 Gateway Ethernet EGX 183 Software SMS 183 Software

Dettagli

74 319 0350 0 B3144x2. Controllore universale RMU7... Istruzioni operative. Synco 700

74 319 0350 0 B3144x2. Controllore universale RMU7... Istruzioni operative. Synco 700 74 319 0350 0 B3144x2 74 319 0350 0 Istruzioni operative Synco 700 Controllore universale RMU7... Sommario B3144x2...1 Elementi operativi...4 Display...4 Pulsante INFO...4 Manopola per selezione e conferma

Dettagli

Risoluzione di altri problemi di stampa

Risoluzione di altri problemi di stampa di altri problemi di stampa Nella tabella riportata di seguito sono indicate le soluzioni ad altri problemi di stampa. 1 Il display del pannello operatore è vuoto o contiene solo simboli di diamanti. La

Dettagli

Misure di temperatura nei processi biotecnologici

Misure di temperatura nei processi biotecnologici Misure di temperatura nei processi biotecnologici L industria chimica sta mostrando una tendenza verso la fabbricazione di elementi chimici di base tramite processi biotecnologici. Questi elementi sono

Dettagli

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO (PARTE 1) FOCUS TECNICO Gli impianti di riscaldamento sono spesso soggetti a inconvenienti quali depositi e incrostazioni, perdita di efficienza nello

Dettagli

I CONSUMI ED IL RENDIMENTO

I CONSUMI ED IL RENDIMENTO I CONSUMI ED IL RENDIMENTO E buona prassi che chiunque sia interessato a realizzare un impianto di riscaldamento, serio, efficiente ed efficace, si rivolga presso uno Studio di ingegneria termotecnica

Dettagli

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web Attenzione!! Rif. Rev. 2.2 www.cws32.it Questa presentazione non sostituisce il manuale operativo del prodotto, in quanto

Dettagli

Diamo importanza all affidabilità Paradigma è: Solare Bollitori / Accumuli inerziali gma Biomassa Termoregolazioni GARANZIA adi ANNI Solare

Diamo importanza all affidabilità Paradigma è: Solare Bollitori / Accumuli inerziali gma Biomassa Termoregolazioni GARANZIA adi ANNI Solare I prodotti Paradigma Paradigma Italia: l azienda ecologicamente conseguente Paradigma Italia nasce nel 1998 dall esperienza e affidabilità della casa madre tedesca, azienda leader nella distribuzione di

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI FUNZIONANTE SU RETE LonWorks (ANSI/EIA 709, EN 14908) E CONFORME ALLE DIRETTIVE LonMark DI INTEROPERABILITA.

SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI FUNZIONANTE SU RETE LonWorks (ANSI/EIA 709, EN 14908) E CONFORME ALLE DIRETTIVE LonMark DI INTEROPERABILITA. APICE s.r.l. SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI FUNZIONANTE SU RETE LonWorks (ANSI/EIA 709, EN 14908) E CONFORME ALLE DIRETTIVE LonMark DI INTEROPERABILITA. Descrizione del sistema Luglio 2006 SISTEMA DI CONTROLLO

Dettagli

PORT POR A T T A A T MISURA

PORT POR A T T A A T MISURA PORTATA CONTATORI A GETTO MULTIPLO CON TRASMETTITORE D IMPULSI MNR-K Qn 1,5...5 Con trasmettitore d impulsi applicato sull orologeria, pressione di esercizio PN 10 conforme a DIN 2401, temperatura dì esercizio

Dettagli

Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER

Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER Contenuto Sunny Central Communication Controller è un componente integrale dell inverter centrale che stabilisce il collegamento tra l inverter

Dettagli

Tutto sulle sonde lambda

Tutto sulle sonde lambda www.beru.com Tutto sulle sonde lambda Informazione tecnica N 03 Pe r f e z i o n e i n t e g r a t a Indice Introduzione Il principio della misurazione d'ossigeno di confronto Struttura e funzionamento

Dettagli

Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio

Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio 2 Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Il vostro sistema per la comunicazione al pubblico di facile

Dettagli

Centralina rivelazione e spegnimento

Centralina rivelazione e spegnimento Centralina rivelazione e spegnimento 3 zone rivelazione e 1 zona spegnimento Certificata CPD in accordo alle EN 12094-1:2003, 54-2 e 54-4 Manuale D uso 1 INTRODUZIONE 4 1.1 Scopo del manuale 4 1.2 Prima

Dettagli

HM 10 16 25 Hybrid Meter. Smart metering commerciale Smart Gas Meter 2004/22/EC (MID)

HM 10 16 25 Hybrid Meter. Smart metering commerciale Smart Gas Meter 2004/22/EC (MID) HM 10 16 25 Hybrid Meter Smart metering commerciale Smart Gas Meter 2004/22/EC (MID) SMART GAS METER HM series G10 G16 G25 HyMeter è un contatore per uso commerciale a tecnologia ibrida. Combina le caratteristiche

Dettagli

DPS-Promatic Telecom Control Systems. Famiglia TCS-AWS. Stazioni Metereologiche Autonome. connesse alla rete GSM. Guida rapida all'uso versione 1.

DPS-Promatic Telecom Control Systems. Famiglia TCS-AWS. Stazioni Metereologiche Autonome. connesse alla rete GSM. Guida rapida all'uso versione 1. DPS-Promatic Telecom Control Systems Famiglia TCS-AWS di Stazioni Metereologiche Autonome connesse alla rete GSM (www.dpspro.com) Guida rapida all'uso versione 1.0 Modelli che compongono a famiglia TCS-AWS:

Dettagli