SETTORE AGRICOLTURA, CACCIA E PESCA. ed utilizzo dei prodotti fitosanitari e loro coadiuvanti. E.Colella

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SETTORE AGRICOLTURA, CACCIA E PESCA. ed utilizzo dei prodotti fitosanitari e loro coadiuvanti. E.Colella"

Transcript

1 PROVINCIA DI COSENZA SETTORE AGRICOLTURA, CACCIA E PESCA Servizio Sviluppo della Produzione Agricolo Sostenibile Corso per l ottenimento dell abilitazione all acquisto ed utilizzo dei prodotti fitosanitari e loro coadiuvanti per utilizzatori professionali Legislazione ed etichetta

2 IL PATENTINO PER IL PRODOTTI FITOSANITARI Il D.Lgs. 150/2012, prescrive che chiunque debba acquistare e/o utilizzare prodotti fitosanitari e loro coadiuvanti deve essere munito di apposito certificato di abilitazione. Il concetto di utilizzo comprende: acquisto, trasporto, t conservazione, manipolazione i del prodotto concentrato, irrorazione del prodotto diluito, smaltimento di residui idi prodotto (concentrato o diluito), smaltimento di contenitori vuoti. Il 26 novembre 2015 è la data oltre la quale non è più possibile utilizzare in alcun modo prodotti fitosanitari senza il certificato di abilitazione.

3 Art. 24 D.Lgs 150/2012 Salvo che il fatto non costituisca reato, chiunque acquisti, utilizzi, vende o detiene prodotti fitosanitari, presta consulenze sull impiego del prodotti fitosanitari e dei coadiuvanti senza essere il possesso del certificato di abilitazione di cui agli articoli 8 e 9 è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di una somma da euro e euro

4 Il certificato di abilitazione è personale e non cedibile e viene rilasciata dall Assessorato Provinciale all Agricoltura competente per territorio i a soggetti che abbiano compiuto il 18 anno d età, abbiano frequentato un corso di preparazione base o di aggiornamento ed abbiano sostenuto un esame finale basato sulla soluzione scritta di quiz o prova orale, risultando idonei. Prima di presentare domanda per il conseguimento dl del patentino ti è opportuno sottoporsi ad una visita medica preventiva.

5 Nell esame finale, l interessato deve dimostrare di conoscere i pericoli connessi a trasporto, detenzione, conservazione e manipolazione dei prodotti fitosanitari, le modalità per un corretto uso degli stessi, le relative misure precauzionali da adottare e gli elementi fondamentali per un corretto impiego da un punto di vista agricolo. Il patentino, ha validità 5 anni e alla scadenza dovrà essere rinnovato seguendo nuovamente le modalità previste per il primo rilascio. Il patentino è un documento ufficiale ed in caso di furto o smarrimento è necessario effettuare denuncia alla Questura o Carabinieri e quindi richiedere il duplicato.

6 Sono esentati dal frequentare il corso base di formazione di aggiornamento: -Laureati in Scienze Agraria e Forestali -Periti Agrari, Agrotecnici -Possessori di Diploma di Laurea triennale conseguita presso una facoltà di Scienze Agrarie (scienze fitosanitarie, agricoltura biologica, scienze e tecnologie agrarie, tecnologie agroalimentari, i viticoltura i ed enologia, produzioni vegetali, ecc) -Medici, veterinari, farmacisti -Laureati e diplomati in chimica, biologhi. Tutti, con la nuova normativa (Decreto 22 gennaio Pan- A17) 1.7 devono sostenere gli esami.

7 I docenti dei corsi base e di aggiornamento per il rilascio del certificato di abilitazione sono funzionari tecnici agrari della Provincia, già Ispettori Fitosanitari della Regione Calabria ai sensi del Decreto Legislativo 214/ Il corso, della durata di 20 ore distribuite in 6 giorni più un giorno per gli esami, è completamente gratuito. Per partecipare ai corsi bisogna presentare: -Domanda alla Provincia di Cosenza Assessorato Agricoltura - su apposito modello; -Due marche da bollo di. 16,00 -Due foto o formato o tessera -Fotocopia documento di identità -Patentino scaduto (se rinnovo) -Fotocopia titolo di studio se nelle condizioni previste dal PAN azione 1.7. (tale condizione può anche essere autocertificata in base alla normativa vigente)

8

9

10 I prodotti ifitosanitarii i possono essere impiegati esclusivamente per la cura delle piante e comunque solo per gli usi riportati nell etichetta; etichetta; non possono in alcun modo essere utilizzati per altri scopi come ad esempio trattare i parassiti degli animali domestici. Per questi impieghi occorre consultare il veterinario i che eventualmente t prescriverà prodotti appositamente autorizzati.

11

12

13

14

15 L ETICHETTA L importanza dell etichetta di un prodotto fitosanitario consiste nel fatto che in essa devono sempre essere riportate, per legge, una serie di informazioni sull uso, detenzione e manipolazione i del prodotto a cui si riferisce, nonché informazioni utili al medico in caso di necessità iàdi soccorso a chi abbia subìto una intossicazione. Il rispetto delle istruzioni i i riportate nelle etichette è condizione indispensabile per assicurare l efficacia del trattamento e per evitare danni alle piante, alle persone ed agli animali.

16 L etichettatura dei prodotti fitosanitari è regolamentata da una complessa normativa comunitaria e nazionale, con cui viene stabilito che su tutti gli imballaggi e contenitori di prodotti fitosanitari devono essere apposte etichette recanti, in lingua italiana e in modo chiaro ed indelebile, le seguenti indicazioni:

17 a) denominazione commerciale del prodotto fitosanitario; b) nome e indirizzo del produttore e del confezionatore; c) numero di registrazione, data dell autorizzazione e numero di partita del preparato; d) denominazione i e rispettivo tenore di ciascuna sostanza attiva presente nel prodotto; e) quantità netta del prodotto fitosanitario; i i f) indicazioni di eventuali rischi particolari per l uomo, gli animali o l ambiente; g) norme di sicurezza per la tutela dell uomo, degli animali o dell ambiente;

18 h) primi soccorsi da prestare; i) tipo di azione del prodotto fitosanitario; j) tipo di preparazione; k) usi autorizzati e condizioni agricole, fitosanitarie ed ambientali specifiche nelle quali il prodotto fitosanitario può essere utilizzato o, al contrario, deve essere escluso; l) istruzioni per l uso e dose da impiegare; m) ove necessario, intervallo di sicurezza o tempo di carenza, per ciascun impiego, tra: 1. l applicazione e la semina o l impianto della coltura da proteggere o di quelle successive; 2. l applicazione e l accesso dell uomo o degli animali; 3. l applicazione ed il raccolto; 4. l applicazione e l uso o il consumo dei vegetali trattati;

19 n) eventuale fitotossicità, ed ogni altro effetto indesiderato diretto o indiretto sui prodotti vegetali o di origine vegetale; o) istruzioni per l eliminazione, in condizioni di assoluta sicurezza, del prodotto e del suo imballaggio; p) data di scadenza in normali condizioni di conservazione del preparato. In etichetta, tra l altro, sono riportate alcune indicazioni i i utili per la preparazione delle soluzioni i pronte all impiego.

20

21 I prodotti fitosanitari per utilizzatori professionali si acquistano it esclusivamente presso venditori iautorizzati, ti in possesso di abilitazione rilasciata dall ASP e di specifiche autorizzazioni i i comunali. I locali li dei rivenditori i devono rispondere a precise norme sulla sicurezza e custodia dei prodotti fitosanitari. Scheda di Sicurezza La Scheda di Sicurezza è una etichetta particolareggiata nella quale sono descritte in modo più completo le proprietà dei PFS, le modalità d uso e le conseguenze sulla salute e sull ambiente. Deve essere richiesta al venditore ed in alternativa si può facilmente reperire sul Web.

22 IMPIEGO DI MISCELE DI PRODOTTI FITOSANITARI E COMPATIBILITA' COMPATIBILITA In determinate situazioni sorge la necessità di difendere la coltura da più parassiti contemporaneamente. Teoricamente andrebbero effettuati trattamenti distinti ma, per ovvi motivi economici, si effettua, in tutti i casi in cui è possibile, un unico trattamento, impiegando miscele di prodotti fitosanitari diversi. In tali casi bisogna tenere presente la compatibilità dei prodotti da miscelare. Informazioni sulla compatibilità, in genere, sono riportate in etichetta oppure è possibile consultare le tabelle di compatibilità tra le sostanze attive.

23 Per compatibilità si intende la possibilità che hanno molti prodotti fitosanitari di miscelarsi con altri, mantenendo inalterate le rispettive caratteristiche e, fondamentalmente, la loro efficacia. In genere è consigliabile non mescolare prodotti di Società diverse, al fine di evitare possibili incompatibilità chimico-fisiche tra i diversi i prodotti fitosanitari. i i

24 Se al momento della preparazione della miscela si nota la formazione di granuli insolubili o separazione dei prodotti (come succede se si miscelano acqua e olio), è presumibile che i due prodotti utilizzati siano incompatibili. In tal caso va assolutamente evitato l impiego di tali miscele, in quanto ne deriverebbe sicuramente un trattamento irregolare, non uniforme e, quindi, inefficace se non dannoso per fitotossicità.

25 Per fitotossicità si intende l azione dannosa del prodotto fitosanitario i i sulla pianta. Si manifesta con defogliazioni, ustioni ecc.. Solitamente è provocata dal cattivo impiego dei prodotti fitosanitari (uso su colture non autorizzate, dosi più elevate di quelle consigliate, utilizzo di miscele fra prodotti non compatibili ecc.). Danni da dimetoato su "Coratina"

26

27 STABILITA DELLE FORMULAZIONI Per stabilità di un prodotto fitosanitario, si intende il mantenimento nel tempo delle caratteristiche chimiche e fisiche. Un prodotto, anche se ancora sigillato perde comunque nel tempo la sua stabilità, con compromissione della sua efficacia, una volta superata la data di scadenza. La Dir. CEE 414/91 prevede che le ditte produttrici inseriscano in etichetta la data di scadenza. La stabilità è condizionata, oltre che da caratteristiche proprie di dei preparati, anche dl dal modo in cui essi vengono conservati. Quando si ripongono confezioni parzialmente utilizzate, bisogna chiuderle accuratamente per evitare che il contatto con l aria acceleri la degradazione del prodotto. Una chiusura accurata delle e confezioni, o,peraltro, o,evita pericolose emissioni di vapori tossici nell ambiente.

28 Classificazione tossicologica Classificazione ambientale Effetti chimico-fisici i i i

29 Etichettatura Ministero della Salute Gennaio 2014

30 Esistono inoltre prodotti fitosanitari da utilizzare per la protezione delle piante ornamentali e dei fiori, da balcone, da appartamento e da giardino domestico. Si tratta di una particolare categoria di prodotti fitosanitari in quanto possono essere venduti anche da esercizi non specificamente abilitati (garden, supermercati, ecc.) e possono essere acquistati liberamente da chiunque. Esattamente vengono identificati come: prodotti fitosanitari destinati ad utilizzatori non professionali Questi prodotti, in precedenza autorizzati come presidi medico- chirurgici e poi P.P.O (prodotti per piante ornamentali), possono svolgere un attività acaricida, battericida, fungicida, insetticida, molluschicida, id nematocida, repellente, viricida, iid fitoregolatrice i o altra. È opportuno chiarire che si possono utilizzare per le piante ornamentali esclusivamente in ambito domestico. Non possono essere utilizzati per trattamenti antiparassitari nei parchi pubblici, nelle alberate stradali e in tutti quegli ambiti che non sono definiti domestici. In questi casi infatti si devono impiegare i prodotti fitosanitari i specificamente registrati.

31 TOSSICITA' DEI PRODOTTI FITOSANITARI La classificazione di tutti i Prodotti Fitosanitari si basa principalmente sulla loro tossicità acuta testata su animali da laboratorio. Inoltre vengono considerati anche i rischi che rendono potenzialmente pericoloso un prodotto fitosanitario (irritante, infiammabile, corrosivo) e per alcuni di essi anche i possibili effetti e indesiderati nel lungo periodo (tossicità cronica). Dose Letale 50

32 Dose Letale La "unità di misura" della tossicità acuta di una sostanza è la Dose Letale (DL) per i preparati solidi o liquidi, mentre per i preparati gassosi è la Concentrazione Letale (CL). La Dose Letale 50, espressa in milligrammi di sostanza attiva somministrati per ogni kg di peso dell'animale studiato, rappresenta la quantità di sostanza a attiva a necessaria per indurre la morte nel 50% degli animali trattati

33 QUIZ 1)Cosa si intende per sostanza attiva? a) La sostanza contenuta in un prodotto fitosanitario che agisce contro l avversità da combattere b) Un prodotto che può essere acquistato solamente da chi possiede il patentino c) Il residuo massimo sugli alimenti i 2)Com è contrassegnato un prodotto fitosanitario tossico? a) Con un teschio nero su ossa incrociate b) Con una croce di Sant Andrea in un riquadro di colore giallo arancio c) Con scritto, in caratteri ben visibili: ibili attenzione manipolare con prudenza 3)Cosa sono i coformulati? a) Sostanze che servono a ridurre la DL b) Sostanze che servono a ridurre la concentrazione della sostanza attiva c) Sostanza che hanno lo scopo di aumentare l efficacia i della sostanza attiva

34 4) Secondo la nuova normativa vigente come vengono chiamati i formulati commerciali? a) Fitofarmaci b) Prodotti fitosanitari i i c) Pesticidi 5) Cosa sono i coadiuvanti? a) Sostanze che riducono l efficacia di un prodotto fitosanitario b) Sostanze che completano o rafforzano l azione di un prodotto fitosanitario c) Sostanze che prolungano il tempo di sicurezza 6) Con gli insetticidi di impiego agricolo possono essere trattati i parassiti animali? 1) Si, solo se questi non producono latte 2) No, mai c) Si, solo se non esistono prodotti alternativi

35 7) Cosa si intende per un prodotto fitosanitario fitotossico? a) Che è mortale per l uomo b) Che provoca danno alle colture agrarie c) Che è dannoso per gli animali 8) Cosa significa dose letale DL 50? a) Il 50% del prodotto può essere letale b) La dose uccide il 50% degli animali da esperimento sottoposti al trattamento c) La dose da diluire al 50% per avere effetti letali 9) Cosa si intende per compatibilità? a) Proprietà dei prodotti di miscelarsi con altri, mantenendo inalterate le rispettive caratteristiche b) Compatibilità tra coltura agricola e prodotto fitosanitario c) Il mantenimento nel tempo delle caratteristiche chimiche e fisiche di un prodotto fitosanitario

36 10) Cosa si intende per PPO? a) Prodotti fitosanitari per i quali è obbligatorio il patentino b) Prodotti fitosanitari per piante ornamentali c) Prodotti fitosanitari i per piante ortive 11) Quale simbolo è apposto sul prodotto fitosanitario irritante? a) La croce di Sant Andrea b) Nessuno c) Punto esclamativo di pericolo 12) Che si intende per stabilità di un prodotto fitosanitario? a) Mantenimento nel tempo delle caratteristiche chimiche e fisiche b) La proprietà di miscelarsi con altri prodotti fitosanitari c) La proprietà di aderire a parti di piante (foglie, fusto)

37 13) Cosa indica la sigla PB accanto al nome del formulato? a) Prodotto a base di piombo b) Polvere bagnabile c) Prodotto Biologico 14) A quale classe apparteneva il prodotto fitosanitario Tossico? a) Prima classe b) Seconda classe c) Terza classe 15) Posso cedere un prodotto fitosanitario nocivo ad altra persona? a) Si, se munita di patentino b) Si, se maggiorenne c) No, mai

PRODOTTI FITOSANITARI: IL NUOVO PATENTINO dott.ssa Lisanna Billeri U.F. Prevenzione Igiene e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro Az.

PRODOTTI FITOSANITARI: IL NUOVO PATENTINO dott.ssa Lisanna Billeri U.F. Prevenzione Igiene e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro Az. PRODOTTI FITOSANITARI: IL NUOVO PATENTINO dott.ssa Lisanna Billeri U.F. Prevenzione Igiene e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro Az. USL 3 Pistoia ABSTRACT Ci sono novità per i prodotti fitosanitari, a decorrere

Dettagli

Relatore: per.agr. Roberto Nataloni Dlgs 150/2012 Art. 1 Oggetto Il presente decreto definisce le misure per un uso sostenibile dei pesticidi, che sono prodotti fitosanitari come definiti all articolo

Dettagli

Leggere attentamente l etichetta e la Scheda di 2Sicurezza (SDS)

Leggere attentamente l etichetta e la Scheda di 2Sicurezza (SDS) Leggere attentamente l etichetta e la Scheda di 2Sicurezza (SDS) Come si legge un etichetta L etichetta di un agrofarmaco deriva dalla valutazione di numerosi studi effettuati sul prodotto inerenti aspetti

Dettagli

IL CORRETTO IMPIEGO DEI PRODOTTI FITOSANITARI

IL CORRETTO IMPIEGO DEI PRODOTTI FITOSANITARI IL CORRETTO IMPIEGO DEI PRODOTTI FITOSANITARI Guida al patentino per l acquisto dei in Emilia-Romagna MODULO 2 Sistemi di sicurezza per l acquisto, la conservazione, il trasporto e l utilizzo dei prodotti

Dettagli

Corso per l uso sostenibile dei prodotti fitosanitari PRESENTAZIONE PAN

Corso per l uso sostenibile dei prodotti fitosanitari PRESENTAZIONE PAN Corso per l uso sostenibile dei prodotti fitosanitari PRESENTAZIONE PAN QUADRO NORMATIVO DIRETTIVA 2009/128/CE Quadro per l azione comunitaria ai fini dell utilizzo sostenibile dei pesticidi Direttiva

Dettagli

Ns. rif.:web/banca_dati/linee_guida/agricoltura/anno2005/005 GUIDA PER IL CORRETTO IMPIEGO DEI PRODOTTI FITOSANITARI

Ns. rif.:web/banca_dati/linee_guida/agricoltura/anno2005/005 GUIDA PER IL CORRETTO IMPIEGO DEI PRODOTTI FITOSANITARI Ns. rif.:web/banca_dati/linee_guida/agricoltura/anno2005/005 GUIDA PER IL CORRETTO IMPIEGO DEI PRODOTTI FITOSANITARI GUIDA PER IL CORRETTO IMPIEGO DEI PRODOTTI FITOSANITARI Guida realizzata dalla Regione

Dettagli

2015 NOTIZIARIO. del 2012 ed ha approvato, con decreto interministeriale. (PAN) per l uso sostenibile degli agrofarmaci.

2015 NOTIZIARIO. del 2012 ed ha approvato, con decreto interministeriale. (PAN) per l uso sostenibile degli agrofarmaci. 10 2015 NOTIZIARIO 3 Il nuovo sistema di formazione, rilascio e rinnovo delle abilitazioni in materia di prodotti fitosanitari Simone Saro, Gianluca Gori Servizio fitosanitario e chimico, ricerca, sperimentazione

Dettagli

FORMAZIONE E PRESCRIZIONI PER GLI UTILIZZATORI, I DISTRIBUTORI E I CONSULENTI (ARTICOLI 7, 8, 9 E 10 DEL DECRETO LEGISLATIVO N. 150/2012).

FORMAZIONE E PRESCRIZIONI PER GLI UTILIZZATORI, I DISTRIBUTORI E I CONSULENTI (ARTICOLI 7, 8, 9 E 10 DEL DECRETO LEGISLATIVO N. 150/2012). FORMAZIONE E PRESCRIZIONI PER GLI UTILIZZATORI, I DISTRIBUTORI E I CONSULENTI (ARTICOLI 7, 8, 9 E 10 DEL DECRETO LEGISLATIVO N. 150/2012). INTRODUZIONE In Italia il sistema di formazione, di base e di

Dettagli

Regolamento per il rilascio e rinnovo del Patentino

Regolamento per il rilascio e rinnovo del Patentino REGOLAMENTO PER IL RILASCIO ED IL RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE ALL'ACQUISTO E ALL'IMPIEGO DEI PRODOTTI FITOSANITARI E LORO COADIUVANTI CLASSIFICATI MOLTO TOSSICI, TOSSICI O NOCIVI L'acquisto e l'impiego

Dettagli

Direttiva 2009/128/CE del 21 ottobre 2009 che istituisce un

Direttiva 2009/128/CE del 21 ottobre 2009 che istituisce un Direttiva 2009/128/CE del 21 ottobre 2009 che istituisce un quadro per l azione comunitaria ai fini dell utilizzo sostenibile dei pesticidi. La direttiva assegna agli Stati Membri il compito di garantire

Dettagli

Norme per l acquisto, il trasporto e la conservazione dei prodotti fitosanitari

Norme per l acquisto, il trasporto e la conservazione dei prodotti fitosanitari Norme per l acquisto, il trasporto e la conservazione dei prodotti fitosanitari La legislazione di riferimento Le principali norme di riferimento che regolano in Italia il commercio, la vendita e l utilizzo

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE AL CORSO

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE AL CORSO Modello ISTANZA DI PARTECIPAZIONE AL CORSO Conseguimento dell autorizzazione per l acquisto, la conservazione e l utilizzo dei prodotti fitosanitari (conseguimento patentino) di Il sottoscritto Nato a

Dettagli

Nuove disposizioni in materia di formazione per gli utilizzatori professionali (DGR n. 2136 18/11/2014)

Nuove disposizioni in materia di formazione per gli utilizzatori professionali (DGR n. 2136 18/11/2014) Nuove disposizioni in materia di formazione per gli utilizzatori professionali (DGR n. 2136 18/11/2014) Riccardo De Gobbi Sezione Agroambiente Iniziativa finanziata dal Programma di Sviluppo Rurale per

Dettagli

Effetti del nuovo sistema di classificazione CLP sulla gestione operativa degli agrofarmaci

Effetti del nuovo sistema di classificazione CLP sulla gestione operativa degli agrofarmaci Il Regolamento CE n. 1272/2008 (CLP) relativo alla classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio delle sostanze e delle miscele. Effetti del nuovo sistema di classificazione CLP sulla gestione operativa

Dettagli

1 - I PRODOTTI FITOSANITARI ED I COADIUVANTI

1 - I PRODOTTI FITOSANITARI ED I COADIUVANTI 1 - I PRODOTTI FITOSANITARI ED I COADIUVANTI Fino ad oggi abbiamo comunemente utilizzato i termini presidi sanitari, fitofarmaci, antiparassitari e pesticidi, ora dovremo usare solo il termine di prodotti

Dettagli

PAN: stato dell attuazione su sistema di formazione, controlli funzionali e taratura delle irroratrici

PAN: stato dell attuazione su sistema di formazione, controlli funzionali e taratura delle irroratrici REGIONE PUGLIA DIPARTIMENTO Agricoltura, Sviluppo Rurale e Tutela dell Ambiente SEZIONE Agricoltura SERVIZIO Osservatorio Fitosanitario PAN: stato dell attuazione su sistema di formazione, controlli funzionali

Dettagli

IL CERTIFICATO DI ABILITAZIONE ALL ACQUISTO E ALL UTILIZZO DEI PRODOTTI FITOSANITARI

IL CERTIFICATO DI ABILITAZIONE ALL ACQUISTO E ALL UTILIZZO DEI PRODOTTI FITOSANITARI IL CERTIFICATO DI ABILITAZIONE ALL ACQUISTO E ALL UTILIZZO DEI PRODOTTI FITOSANITARI Francesca Grandis Attività regionali delegate Padova, 16 dicembre 2014 Indice Definizioni D.lgs. n. 150 del 14 agosto

Dettagli

Decreto di attuazione della direttiva 128/2009

Decreto di attuazione della direttiva 128/2009 Gli inoculi di funghi micorrizici e la loro importanza per una agricoltura sostenibile Decreto di attuazione della direttiva 128/2009 Giovedì 31 Ottobre 2013 Rosarno (RC) Laura Critelli ARSAC Calabria

Dettagli

ASSESSORADU DE S AGRICOLTURA E REFORMA AGRO-PASTORALE ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE

ASSESSORADU DE S AGRICOLTURA E REFORMA AGRO-PASTORALE ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE Allegato A del Decreto n. 1027 DecA 18 del 12 maggio 2015 Delibere della Giunta Regionale del 23.12.2014 n. 52/16 e del 27.3.2015 n. 12/35. Ulteriori direttive per l attuazione in Sardegna dell attività

Dettagli

Pericolo e rischio: Regolamento CE 1272/2008, etichetta, scheda di sicurezza e deposito. Legnago 20 maggio 2015

Pericolo e rischio: Regolamento CE 1272/2008, etichetta, scheda di sicurezza e deposito. Legnago 20 maggio 2015 Pericolo e rischio: Regolamento CE 1272/2008, etichetta, scheda di sicurezza e deposito Legnago 20 maggio 2015 Il Regolamento CLP Il Regolamento 1272/2008 (CLP - Classification, Labeling and Packaging)

Dettagli

REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI

REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI REGIONE VENETO REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art. 42) 24 NOTE GENERALI Il registro completo dei trattamenti, è composto da: - scheda A - Dati anagrafici azienda/ente

Dettagli

La difesa del tappeto erboso alla luce del PAN. Massimo Mocioni

La difesa del tappeto erboso alla luce del PAN. Massimo Mocioni La difesa del tappeto erboso alla luce del PAN Massimo Mocioni QUADRO NORMATIVO EUROPEO REGOLAMENTO (CE) N. 1107/2009 del 21 ottobre 2009 relativo all immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari;

Dettagli

Il Piano d Azione Nazionale sull uso sostenibile dei prodotti fitosanitari (P.A.N.)

Il Piano d Azione Nazionale sull uso sostenibile dei prodotti fitosanitari (P.A.N.) Il Piano d Azione Nazionale sull uso sostenibile dei prodotti fitosanitari (P.A.N.) Inquadramento generale, Formazione ed Informazione REGIONE PIEMONTE SETTORE SERVIZI ALLE IMPRESE PIERO CORDOLA ODAF Alessandria

Dettagli

ALLEGATO A alla delibera della Giunta regionale n. di data

ALLEGATO A alla delibera della Giunta regionale n. di data ALLEGATO A alla delibera della Giunta regionale n. di data INDICAZIONI OPERATIVE PER L ATTIVITÀ DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO NONCHÉ PER IL RILASCIO E IL RINNOVO DEI CERTIFICATI DI ABILITAZIONE ALLA VENDITA,

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 503. Disciplina della produzione, commercializzazione e consumo di prodotti erboristici

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 503. Disciplina della produzione, commercializzazione e consumo di prodotti erboristici Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 503 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore MASSIDDA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 13 MAGGIO 2008 Disciplina della produzione, commercializzazione e consumo

Dettagli

I prodotti fitosanitari

I prodotti fitosanitari I prodotti fitosanitari 3.1 Cosa sono i prodotti fitosanitari Il decreto del Presidente della Repubblica n. 290/01, a conferma di quanto stabilito dal decreto legislativo n 194/95, precisa che il termine

Dettagli

Corso per l uso sostenibile dei prodotti fitosanitari Regolamento CPL UTILIZZATORI PROFESSIONALI RIVENDITORI

Corso per l uso sostenibile dei prodotti fitosanitari Regolamento CPL UTILIZZATORI PROFESSIONALI RIVENDITORI Corso per l uso sostenibile dei prodotti fitosanitari Regolamento CPL UTILIZZATORI PROFESSIONALI RIVENDITORI Cos è il regolamento CLP e perché è stato definito? Sistema mondiale armonizzato di classificazione

Dettagli

PROVINCIA DI LIVORNO

PROVINCIA DI LIVORNO PROVINCIA DI LIVORNO REGOLAMENTO PER IL RILASCIO ED IL RINNOVO DELL AUTORIZZAZIONE ALL ACQUISTO ED ALL IMPIEGO DEI PRODOTTI FITOSANITARI MOLTO TOSSICI, TOSSICI E NOCIVI E DEI LORO COADIUVANTI AI SENSI

Dettagli

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO AGRICOLTURA E RISORSE AGROALIMENTARI SERVIZIO FITOSANITARIO REGIONALE

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO AGRICOLTURA E RISORSE AGROALIMENTARI SERVIZIO FITOSANITARIO REGIONALE Allegato A REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO AGRICOLTURA E RISORSE AGROALIMENTARI SERVIZIO FITOSANITARIO REGIONALE DECRETO INTERMINISTERIALE 22 GENNAIO 2014 ADOZIONE DEL PIANO D AZIONE NAZIONALE (PAN) PER

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA ATTENZIONE: MANIPOLARE CON PRUDENZA

SCHEDA DI SICUREZZA ATTENZIONE: MANIPOLARE CON PRUDENZA Pag. 1 di 5... SCHEDA DI SICUREZZA 1. Denominazione della sostanza/preparato e della Ditta (Registr. n. 10113 del 27/07/1999) Ditta: 2. Composizione - Informazioni sui componenti Carattere chimico Contiene

Dettagli

della Regione Toscana Parte Seconda n. 23 del 10.6.2015 Supplemento n. 89 mercoledì, 10 giugno 2015

della Regione Toscana Parte Seconda n. 23 del 10.6.2015 Supplemento n. 89 mercoledì, 10 giugno 2015 Anno XLVI Repubblica Italiana BOLLETTINO UFFICIALE della Regione Toscana Parte Seconda n. 23 del 10.6.2015 Supplemento n. 89 mercoledì, 10 giugno 2015 Firenze Bollettino Ufficiale: piazza dell'unità Italiana,

Dettagli

PROVINCIA DI COSENZA SETTORE AGRICOLTURA, CACCIA E PESCA Servizio Sviluppo della Produzione Agricola Sostenibile

PROVINCIA DI COSENZA SETTORE AGRICOLTURA, CACCIA E PESCA Servizio Sviluppo della Produzione Agricola Sostenibile PROVINCIA DI COSENZA SETTORE AGRICOLTURA, CACCIA E PESCA Servizio Sviluppo della Produzione Agricola Sostenibile Esercitazione corso per l ottenimento del certificato di abilitazione all acquisto ed utilizzo

Dettagli

Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione della vite Annata agraria 2009-2010

Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione della vite Annata agraria 2009-2010 22 febbraio 2011 Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione della vite Annata agraria 2009-2010 L Istat rende disponibili, per l annata agraria 2009-2010, i principali risultati dell indagine

Dettagli

Corrette modalità di trasporto, di stoccaggio dei prodotti fitosanitari e smaltimento degli imballaggi. exätàéüx WÜA TzÜA WÉÇtàÉ YxÜÜâvv

Corrette modalità di trasporto, di stoccaggio dei prodotti fitosanitari e smaltimento degli imballaggi. exätàéüx WÜA TzÜA WÉÇtàÉ YxÜÜâvv Corrette modalità di trasporto, di stoccaggio dei prodotti fitosanitari e smaltimento degli imballaggi exätàéüx WÜA TzÜA WÉÇtàÉ YxÜÜâvv D.Lvo 150/2012 art. 17 MANIPOLAZIONE E STOCCAGGIO Fatte salve le

Dettagli

REGIONE MARCHE. Piano d'azione Nazionale per l'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari (PAN-fitofarmaci) formazione professionale

REGIONE MARCHE. Piano d'azione Nazionale per l'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari (PAN-fitofarmaci) formazione professionale REGIONE MARCHE Piano d'azione Nazionale per l'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari (PAN-fitofarmaci) formazione professionale P.F. Competitività e Sviluppo dell impresa Agricola, Struttura Decentrata

Dettagli

PROVINCIA DI LIVORNO

PROVINCIA DI LIVORNO PROVINCIA DI LIVORNO REGOLAMENTO PER IL RILASCIO ED IL RINNOVO DELL AUTORIZZAZIONE ALL ACQUISTO ED ALL IMPIEGO DEI PRODOTTI FITOSANITARI MOLTO TOSSICI, TOSSICI E NOCIVI E DEI LORO COADIUVANTI Approvato

Dettagli

I registri dell agricoltore. Un unico quaderno per tracciare le attività in azienda agricola

I registri dell agricoltore. Un unico quaderno per tracciare le attività in azienda agricola I registri dell agricoltore Un unico quaderno per tracciare le attività in azienda agricola Agricoltura Responsabile TM Promuoviamo la sostenibilità in agricoltura 2 Decalogo dell uso sostenibile 3 I registri

Dettagli

Utilizzo sostenibile dei prodotti fitosanitari Certificati di Abilitazione

Utilizzo sostenibile dei prodotti fitosanitari Certificati di Abilitazione Utilizzo sostenibile dei prodotti fitosanitari Certificati di Abilitazione Prodotti fitosanitari, il certificato di abilitazione IL CERTIFICATO DI ABILITAZIONE ALL ACQUISTO E ALL UTILIZZO ALLA VENDITA

Dettagli

PRODOTTI FITOSANITARI

PRODOTTI FITOSANITARI INSERTO AL N. 26 DEL 3-9 LUGLIO 2014 pidjoe - istockphoto.com LE GUIDE de USO SOSTENIBILE PRODOTTI FITOSANITARI - FORMAZIONE - DIFESA INTEGRATA LA RISPOSTA A TUTTE LE TUE NECESSITÀ. Assimilazione veloce,

Dettagli

Disposizioni inerenti i certificati di abilitazione per utilizzatori professionali e per distributori di prodotti fitosanitari nonché per consulenti

Disposizioni inerenti i certificati di abilitazione per utilizzatori professionali e per distributori di prodotti fitosanitari nonché per consulenti Delibera 25 novembre 2014, n. 1410 Disposizioni concernenti i certificati di abilitazione per utilizzatori professionali e per distributori di prodotti fitosanitari nonchè per consulenti Allegato Disposizioni

Dettagli

Cap. 1. Cap. 1.1 La valutazione del rischio ambientale dei prodotti chimici nei processi decisionali

Cap. 1. Cap. 1.1 La valutazione del rischio ambientale dei prodotti chimici nei processi decisionali Cap. 1 Cap. 1.1 La valutazione del rischio ambientale dei prodotti chimici nei processi decisionali 1.1.1 Quadro di riferimento: la valutazione del rischio ambientale e l analisi del rischio Il rapido

Dettagli

Gestione certificati di abilitazione all'utilizzo di prodotti fitosanitari

Gestione certificati di abilitazione all'utilizzo di prodotti fitosanitari Gestione certificati di abilitazione all'utilizzo di prodotti fitosanitari Dipartimento della Salute e delle Risorse Naturali Direzione Generale per le Politiche Agricole e Forestali (52/06) Regione Campania

Dettagli

SOSTANZE PERICOLOSE. rispettate le dosi consigliate dal produttore. È utile quindi utilizzare dei sistemi di dosaggio.

SOSTANZE PERICOLOSE. rispettate le dosi consigliate dal produttore. È utile quindi utilizzare dei sistemi di dosaggio. SOSTANZE PERICOLOSE Le sostanze pericolose sono materiali e sostanze che possono essere pericolose per l uomo e l ambiente e che devono essere specificatamente contrassegnate (simbolo di pericolo). Per

Dettagli

LA COMMERCIALIZZAZIONE E L ETICHETTATURA DEGLI OLI DI OLIVA IN ITALIA E NELL UNIONE EUROPEA.

LA COMMERCIALIZZAZIONE E L ETICHETTATURA DEGLI OLI DI OLIVA IN ITALIA E NELL UNIONE EUROPEA. LA COMMERCIALIZZAZIONE E L ETICHETTATURA DEGLI OLI DI OLIVA IN ITALIA E NELL UNIONE EUROPEA. 1. COMMERCIALIZZAZIONE DEGLI OLI DI OLIVA Confezioni Il prodotto può essere venduto all utenza finale in imballaggi

Dettagli

DISPOSIZIONI ATTUATIVE DEL SISTEMA DI FORMAZIONE OBBLIGATORIA E CERTIFICATA PER UTILIZZATORI PROFESSIONALI, DISTRIBUTORI E CONSULENTI

DISPOSIZIONI ATTUATIVE DEL SISTEMA DI FORMAZIONE OBBLIGATORIA E CERTIFICATA PER UTILIZZATORI PROFESSIONALI, DISTRIBUTORI E CONSULENTI Regione Siciliana Dipartimento dell Agricoltura Servizio 5 Fitosanitario Regionale Dipartimento Attività sanitarie ed Osservatorio epidemiologico Servizio 4 Sicurezza alimentare ALLEGATO AL DDG N. 6402

Dettagli

OBBLIGHI ED ADEMPIMENTI DEI PRODUTTORI PRIMARI. Dott.ssa Viviana Pisano S.C. Igiene Alimenti e Nutrizione

OBBLIGHI ED ADEMPIMENTI DEI PRODUTTORI PRIMARI. Dott.ssa Viviana Pisano S.C. Igiene Alimenti e Nutrizione OBBLIGHI ED ADEMPIMENTI DEI PRODUTTORI PRIMARI Dott.ssa Viviana Pisano S.C. Igiene Alimenti e Nutrizione PRINCIPALE NORMATIVA DI RIFERIMENTO Regolamento (CE) n. 178/2002 Regolamento (CE) n. 852/2004 Regolamento

Dettagli

Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione del mais Annata agraria 2006-2007

Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione del mais Annata agraria 2006-2007 11 luglio 2008 Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione del mais Annata agraria 2006-2007 L Istat rende disponibili i principali risultati dell indagine campionaria sull utilizzo dei prodotti

Dettagli

REGIONE PUGLIA ASSESSORATO RISORSE AGROALIMENTARI SERVIZI DI SVILUPPO AGRICOLO GUIDA PER GLI UTILIZZATORI DEI PRODOTTI FITOSANITARI

REGIONE PUGLIA ASSESSORATO RISORSE AGROALIMENTARI SERVIZI DI SVILUPPO AGRICOLO GUIDA PER GLI UTILIZZATORI DEI PRODOTTI FITOSANITARI REGIONE PUGLIA ASSESSORATO RISORSE AGROALIMENTARI SERVIZI DI SVILUPPO AGRICOLO GUIDA PER GLI UTILIZZATORI DEI PRODOTTI FITOSANITARI REGIONE PUGLIA ASSESSORATO RISORSE AGROALIMENTARI SERVIZI DI SVILUPPO

Dettagli

Corso abilitazione alla vendita di prodotti fitosanitari 19 novembre 2013

Corso abilitazione alla vendita di prodotti fitosanitari 19 novembre 2013 DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Viale Tre Martiri n.89 Rovigo Corso abilitazione alla vendita di prodotti fitosanitari 19 novembre 2013 Tecnico della prevenzione Fabrizia Veronese Servizio Igiene degli Alimenti

Dettagli

REACH e CLP PARTE I PREMESSA

REACH e CLP PARTE I PREMESSA REACH e CLP PARTE I PREMESSA CHE COSA È IL CLP? Il Regolamento CLP (acronimo di Classification, Labeling and Packagin) è il nuovo regolamento europeo relativo alla classificazione, all etichettatura e

Dettagli

PESTICIDI, Rischi occupazionali e ambientali. Adempimenti medico-legali connessi ai danni da esposizione professionale a prodotti fitosanitari

PESTICIDI, Rischi occupazionali e ambientali. Adempimenti medico-legali connessi ai danni da esposizione professionale a prodotti fitosanitari Azienda Unità Sanitaria Locale di Reggio Emilia Dipartimento di Sanità Pubblica SERVIZIO PREVENZIONE SICUREZZA AMBIENTI LAVORO Corso di AGGIORNAMENTO OMCeO RE, AMA-ISDE PESTICIDI, Rischi occupazionali

Dettagli

ELENCO DELLE DOMANDE TIPO PER IL TEST DEGLI UTILIZZATORI FITOSANITARI

ELENCO DELLE DOMANDE TIPO PER IL TEST DEGLI UTILIZZATORI FITOSANITARI ELENCO DELLE DOMANDE TIPO PER IL TEST DEGLI UTILIZZATORI FITOSANITARI Nei seguenti quesiti, le risposte corrette sono quelle evidenziate in giallo MODULO 1 - I prodotti fitosanitari e i metodi di difesa

Dettagli

A relazione degli Assessori Ferrero, Saitta:

A relazione degli Assessori Ferrero, Saitta: REGIONE PIEMONTE BU51S2 18/12/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 24 novembre 2014, n. 44-645 Applicazione in Piemonte del D.M. 22 gennaio 2014. "Adozione del Piano d'azione Nazionale (PAN) per l'uso

Dettagli

ALLEGATO 4. ELENCO DOMANDE DI ESAME PER IL RILASCIO DEL Certificato di abilitazione all acquisto e all utilizzo dei prodotti fitosanitari

ALLEGATO 4. ELENCO DOMANDE DI ESAME PER IL RILASCIO DEL Certificato di abilitazione all acquisto e all utilizzo dei prodotti fitosanitari Iniziativa finanziata dal Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007-2013 Organismo responsabile dell informazione: Veneto Agricoltura Autorità di gestione: Regione del Veneto Dipartimento Agricoltura

Dettagli

IL PIANO DI AZIONE NAZIONALE E SUA ATTUAZIONE IN LOMBARDIA

IL PIANO DI AZIONE NAZIONALE E SUA ATTUAZIONE IN LOMBARDIA IL PIANO DI AZIONE NAZIONALE E SUA ATTUAZIONE IN LOMBARDIA Milano 29 Maggio 2014 Beniamino Cavagna Direttiva 2009/128/CE Del Parlamento Europeo e del Consiglio del 21 ottobre 2009 che istituisce un quadro

Dettagli

GESTIONE RIFIUTI SPECIALI

GESTIONE RIFIUTI SPECIALI Corso di Formazione sulla Sicurezza e Salute sul Lavoro Facoltà di Medicina Veterinaria Secondo Anno 15-19 febbraio 2016 GESTIONE RIFIUTI SPECIALI Lorella Di Giuseppe 1 RIFIUTO QUALSIASI SOSTANZA OD OGGETTO

Dettagli

MIRADOR Ditta: SCAM S.r.l. Strada Bellaria, 164 41010 - S.MARIA MUGNANO - MODENA (Tel. 059/586511 - Fax 059/460133)

MIRADOR Ditta: SCAM S.r.l. Strada Bellaria, 164 41010 - S.MARIA MUGNANO - MODENA (Tel. 059/586511 - Fax 059/460133) S C A M S.r.l. Pag. 1 di 5 SCHEDA DI SICUREZZA 1. Denominazione della sostanza/preparato e della Ditta (Registr. n. 11624 del 11/03/2003) MIRADOR Ditta: SCAM S.r.l. Strada Bellaria, 164 41010 - S.MARIA

Dettagli

Dipartimento Politiche Agricole e Forestali UFFICIO FITOSANITARIO

Dipartimento Politiche Agricole e Forestali UFFICIO FITOSANITARIO QUESTIONARIO PER LA PREPARAZIONE DELL ESAME PREVISTO PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI ABILITAZIONE ALL ACQUISTO E ALL UTILIZZO DEI PRODOTTI FITOSANITARI INDICE A. Definizione, autorizzazione e composizione

Dettagli

N. 331 in data 03-02-2016

N. 331 in data 03-02-2016 ASSESSORATO AGRICOLTURA E RISORSE NATURALI DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, RISORSE NATURALI E CORPO FORESTALE PRODUZIONI VEGETALI, SISTEMI DI QUALITA' E SERVIZI FITOSANITARI PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE N. 331

Dettagli

Il manuale del commerciante di prodotti fitosanitari

Il manuale del commerciante di prodotti fitosanitari Vittorio Ticchiati Il manuale del commerciante di prodotti fitosanitari COMPAG Riferimenti bibliografici: Obiettivo sicurezza nella distribuzione dei prodotti fitosanitari - Agrofarma I testi che riguardano

Dettagli

Le novità per il settore degli agrofarmaci

Le novità per il settore degli agrofarmaci Il Regolamento CE n. 1272/2008 (CLP) relativo alla classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio delle sostanze e delle miscele. Le novità per il settore degli agrofarmaci - Agrofarma - Il Regolamento

Dettagli

Allegato 1 al ddg n. 6986 del 1.08.2012 INDIRIZZI OPERATIVI PER IL CONTROLLO UFFICIALE SUL COMMERCIO E SULL IMPIEGO DEI PRODOTTI FITOSANITARI

Allegato 1 al ddg n. 6986 del 1.08.2012 INDIRIZZI OPERATIVI PER IL CONTROLLO UFFICIALE SUL COMMERCIO E SULL IMPIEGO DEI PRODOTTI FITOSANITARI Allegato 1 al ddg n. 6986 del 1.08.2012 INDIRIZZI OPERATIVI PER IL CONTROLLO UFFICIALE SUL COMMERCIO E SULL IMPIEGO DEI PRODOTTI FITOSANITARI Milano, 18 maggio 2012 1 INDICE 1 PREMESSA... 4 2 OBIETTIVO...

Dettagli

Glossario dei termini usati nella difesa antiparassitaria

Glossario dei termini usati nella difesa antiparassitaria Glossario dei termini usati nella difesa antiparassitaria Acaricida impiegato per il controllo degli acari. Adesivante Coadiuvante che favorisce l adesione del prodotto fitosanitario sulle piante irrorate.

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Ferro III Cloruro 6-idrato 1.2 Nome della societá o ditta: PANREAC

Dettagli

CAPITOLO 6 GESTIONE DEI PRODOTTI FITOSANITARI

CAPITOLO 6 GESTIONE DEI PRODOTTI FITOSANITARI CAPITOLO 6 GESTIONE DEI PRODOTTI FITOSANITARI 5/5 6.9 Pulire l irroratrice al termine del trattamento 6.10 Smaltire le rimanenze e gli imballaggi dei PF File n. 15 di 15 della raccolta Materiale didattico

Dettagli

PROGRAMMA Formazione e aggiornamento degli utilizzatori professionali e dei consulenti fitosanitari

PROGRAMMA Formazione e aggiornamento degli utilizzatori professionali e dei consulenti fitosanitari PROGRAMMA Formazione e aggiornamento degli utilizzatori professionali e dei consulenti fitosanitari Tenuto conto dei contenuti formativi riportati nel PAN, nell Allegato I del decreto legislativo n. 150/2012,

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA E DELLA SOCIETÀ 1.1 Identificatore del prodotto Nome prodotto Prodotto fitosanitario Reg. Min. Sal. n. 12393 del 27.09.2005 1.2 Usi pertinenti identificati della sostanza

Dettagli

QUESTIONARIO COMPLETO. 2. dei prodotti fitosanitari? a) 10 anni b) 5 anni c) 3 anni

QUESTIONARIO COMPLETO. 2. dei prodotti fitosanitari? a) 10 anni b) 5 anni c) 3 anni Il patentino 1. Chi può richiedere il patentino? tutti i lavoratori agricoli tutti i cittadini maggiorenni solo chi effettua i trattamenti antiparassitari 2. dei prodotti fitosanitari? 10 anni 5 anni 3

Dettagli

Il manuale del commerciante di prodotti fitosanitari

Il manuale del commerciante di prodotti fitosanitari Il manuale del commerciante di prodotti fitosanitari REGIONE EMILIA-ROMAGNA Edito da COMPAG 1 INDICE GENERALITÀ SUI PRODOTTI FITOSANITARI Definizioni La legislazione nazionale e comunitaria relativa ai

Dettagli

Gazzetta Ufficiale N. 204 del 31 Agosto 2002

Gazzetta Ufficiale N. 204 del 31 Agosto 2002 Gazzetta Ufficiale N. 204 del 31 Agosto 2002 MINISTERO DELLA SALUTE Circolare 6 agosto 2002, n.5 Prodotti fitosanitari: aspetti applicativi delle nuove disposizioni previste dalla direttiva 1999/45/CE

Dettagli

Allegato I. Parte A Obiettivi formativi

Allegato I. Parte A Obiettivi formativi Allegato I Parte A Obiettivi formativi Tenuto conto dei contenuti formativi riportati nell Allegato I del decreto legislativo n. 150/2012, si riportano di seguito i contenuti comuni degli specifici corsi

Dettagli

GESTIONE DEI RIFIUTI DI LABORATORIO

GESTIONE DEI RIFIUTI DI LABORATORIO Corso di Formazione sulla Sicurezza e Salute sul Lavoro Facoltà di Bioscienze e Tecnologie Agro-Alimentari e Ambientali Primo Anno 12-24 febbraio 2015 GESTIONE DEI RIFIUTI DI LABORATORIO Lorella Di Giuseppe

Dettagli

IL CORRETTO IMPIEGO DEI PRODOTTI FITOSANITARI

IL CORRETTO IMPIEGO DEI PRODOTTI FITOSANITARI IL CORRETTO IMPIEGO DEI PRODOTTI FITOSANITARI Guida al patentino per l acquisto e l impiego dei prodotti fitosanitari in Emilia-Romagna Contenuti (documento aggiornato al 31/12/2013) Il patentino da pag.

Dettagli

Guida didattica ad uso dei venditori di prodotti fitosanitari

Guida didattica ad uso dei venditori di prodotti fitosanitari DIREZIONE REGIONALE PREVENZIONE Servizio Igiene Pubblica Guida didattica ad uso dei venditori di prodotti fitosanitari Aprile 2003 Data ultima stampa 03/06/2003 12.50 Pagina 1 di 46 OPUSCOLO CORSO VENDITORI

Dettagli

Insetticidi. Rodenticidi PMC Concimi Erbicidi Fungicidi Insetticidi PAB PPO

Insetticidi. Rodenticidi PMC Concimi Erbicidi Fungicidi Insetticidi PAB PPO Rodenticidi PMC Concimi Erbicidi Fungicidi PAB PPO Calypso Protector SE Confidor 200 SL Decis Energy Confidor Oil Decis Jet Oliocin Reldan 22 Lumachicida Mesurol M Plus Insetticida acaricida Spaikil Team

Dettagli

CAMBIANO LE REGOLE PER L IMBALLAGGIO E L ETICHETTATURA DEI RIFIUTI IN DEPOSITO TEMPORANEO

CAMBIANO LE REGOLE PER L IMBALLAGGIO E L ETICHETTATURA DEI RIFIUTI IN DEPOSITO TEMPORANEO CAMBIANO LE REGOLE PER L IMBALLAGGIO E L ETICHETTATURA DEI RIFIUTI IN DEPOSITO TEMPORANEO A cura dell ing. Giovanni Maione Tra le pieghe delle modifiche introdotte dal secondo decreto correttivo vogliamo

Dettagli

Curriculum vitae. Qualifica funzionale Q2 nel ruolo organico della Giunta Regionale Lombarda

Curriculum vitae. Qualifica funzionale Q2 nel ruolo organico della Giunta Regionale Lombarda Curriculum vitae CAVAGNA BENIAMINO Direzione Generale Agricoltura U.O. Politiche Agroambientali e Servizi per le imprese - Struttura Servizi fitosanitari, matr. 12731/3 Qualifica funzionale Q2 - UOO Supporti

Dettagli

LIQUIDO ELETTROLITICO

LIQUIDO ELETTROLITICO 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA DITTA 1.1 Identificazione del preparato Nome del prodotto: 1.2 Usi previsti: liquido elettrolitico per marcatura/incisione su metalli 1.3 Identificazione della

Dettagli

Documento tecnico ( Allegato )

Documento tecnico ( Allegato ) Documento tecnico ( Allegato ) INDICAZIONI OPERATIVE RELATIVE ALL'ATTIVITA' DI VIGILANZA E CONTROLLO IN MATERIA DI ACQUISTO, UTILIZZO E VENDITA DI PRODOTTI FITOSANITARI Gruppo Lavoro: Mauro Bellettini,

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA. Sezione I - Identificazione del Prodotto e del Produttore. Sezione II - Composizione/Informazione sugli ingredienti

SCHEDA DI SICUREZZA. Sezione I - Identificazione del Prodotto e del Produttore. Sezione II - Composizione/Informazione sugli ingredienti Kerr Italia SpA Nome Commerciale del Prodotto: Mirror 3 Adhesive (V.P.S.) SCHEDA DI SICUREZZA ai sensi della Direttiva Comunitaria 91/155 Sezione I - Identificazione del Prodotto e del Produttore Data

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO CORSI BASE E DI AGGIORNAMENTO PER UTILIZZATORI PROFESSIONALI E CONSULENTI DEI PRODOTTI FITOSANITARI

PROGRAMMA FORMATIVO CORSI BASE E DI AGGIORNAMENTO PER UTILIZZATORI PROFESSIONALI E CONSULENTI DEI PRODOTTI FITOSANITARI PROGRAMMA FORMATIVO CORSI BASE E DI AGGIORNAMENTO PER UTILIZZATORI PROFESSIONALI E CONSULENTI DEI PRODOTTI FITOSANITARI (COME STABILITO DALL ARTICOLO 6 DEL D.LGS 14/08/2012, N. 150 RECANTE: ATTUAZIONE

Dettagli

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia RIFIUTI SPECIALI PRINCIPALE NORMATIVA DI RIFERIMENTO DECRETO LEGISLATIVO 3 APRILE 2006, N. 152. - Norme in materia ambientale e successive modifiche ed integrazioni CLASSIFICAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI

Dettagli

Identificazione della sostanza/preparato e della società/impresa

Identificazione della sostanza/preparato e della società/impresa SCHEDA INFORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA COME DA DIRETTIVE 2001/58/CE E 1999/45/CE REDATTA SECONDO DECRETO MINISTRO DELLA SALUTE DEL 07/09/02 E DLGS 13/03/03 N. 65 Pag. 1 di 5 1. Identificazione della

Dettagli

L.R. 06 Novembre 2006, n. 15 Disposizioni urgenti in materia di organismi geneticamente modificati (1) SOMMARIO

L.R. 06 Novembre 2006, n. 15 Disposizioni urgenti in materia di organismi geneticamente modificati (1) SOMMARIO L.R. 06 Novembre 2006, n. 15 Disposizioni urgenti in materia di organismi geneticamente modificati (1) SOMMARIO Art. 1 Oggetto e finalità Art. 2 Divieti di coltivazione e di allevamento di OGM. Disposizioni

Dettagli

Vendita di prodotti chimici Sistema di classificazione e etichettatura GHS

Vendita di prodotti chimici Sistema di classificazione e etichettatura GHS Vendita di prodotti chimici Sistema di classificazione e etichettatura GHS Ripercussione del sistema GHS sulle farmacie mercoledì 17 settembre 2014 Bellinzona Fabrizio Guidotti Repubblica e Cantone Ticino

Dettagli

La direttiva sull uso sostenibile dei prodotti fitosanitari

La direttiva sull uso sostenibile dei prodotti fitosanitari La direttiva sull uso sostenibile dei prodotti fitosanitari Il nuovo contesto IL PIANO D AZIONE NAZIONALE PER L USO SOSTENIBILE Le indicazioni per i trattamenti nelle aree sportive e frequentate dalla

Dettagli

DM-BS 230 DETERGENTE SGRASSANTE CONCENTRATO

DM-BS 230 DETERGENTE SGRASSANTE CONCENTRATO Pagina 1 di 5 DETERGENTE SGRASSANTE ALCALINO CONCENTRATO 1. IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA NOME PRODOTTO: TIPO DI PRODOTTO ED IMPIEGO: NOME DEL DISTRIBUTORE: INDIRIZZO COMPLETO: DETERGENTE

Dettagli

17 FORUM MEDICINA VEGETALE Implicazioni tecniche del nuovo quadro normativo europeo nella produzione integrata

17 FORUM MEDICINA VEGETALE Implicazioni tecniche del nuovo quadro normativo europeo nella produzione integrata 17 FORUM MEDICINA VEGEALE Implicazioni tecniche del nuovo quadro normativo europeo nella produzione integrata 17 FORUM MEDICINA VEGEALE Implicazioni tecniche del nuovo quadro normativo europeo nella produzione

Dettagli

Gestione integrata degli insetti nocivi della FRAGOLA: tripide e moscerino dei piccoli frutti. Aggiornamenti tecnici e normativi

Gestione integrata degli insetti nocivi della FRAGOLA: tripide e moscerino dei piccoli frutti. Aggiornamenti tecnici e normativi Gestione integrata degli insetti nocivi della FRAGOLA: tripide e moscerino dei piccoli frutti. Aggiornamenti tecnici e normativi SOSTENIBILITA FORMAZIONE PROFESSIONALE PAN 26 novembre 2015 gli utilizzatori

Dettagli

Roma, 26/10/2011 Prot. N. 255 Pos. AAGG11 Al personale del DICMA LORO SEDI

Roma, 26/10/2011 Prot. N. 255 Pos. AAGG11 Al personale del DICMA LORO SEDI Roma, 26/10/2011 Prot. N. 255 Pos. AAGG11 Al personale del DICMA LORO SEDI INFORMAZIONI E PROCEDURE PER LO STOCCAGGIO E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SPECIALI PERICOLOSI A seguito dell informatizzazione del

Dettagli

D. Lgs. 81/08 TITOLO IX - SOSTANZE PERICOLOSE Capo I Protezione da agenti chimici

D. Lgs. 81/08 TITOLO IX - SOSTANZE PERICOLOSE Capo I Protezione da agenti chimici D. Lgs. 81/08 TITOLO IX - SOSTANZE PERICOLOSE Capo I Protezione da agenti chimici Claudio Arcari Piacenza,15 Febbraio 2001 Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81 Titolo I Titolo II Titolo III Titolo

Dettagli

Elementi di igiene dei mangimi nell allevamento ovi-caprino

Elementi di igiene dei mangimi nell allevamento ovi-caprino Servizio di Igiene degli Allevamenti e delle Produzioni Zootecniche Elementi di igiene dei mangimi nell allevamento ovi-caprino Dott. Agostino Trogu Il latte ( la carne, ecc. ) comincia dalla bocca.. Mangime

Dettagli

Precauzioni per l ambiente

Precauzioni per l ambiente Precauzioni per l amiente DOMANDE &RISPOSTE 86 L impiego dei prodotti fitosanitari può causare danni all amiente? a no, se il prodotto non è molto tossico sì, possono contaminare il s u o l o, l aria,

Dettagli

Identificazione della sostanza/preparato e della società/impresa

Identificazione della sostanza/preparato e della società/impresa SCHEDA INFORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA COME DA DIRETTIVE 2001/58/CE E 1999/45/CE REDATTA SECONDO DECRETO MINISTRO DELLA SALUTE DEL 07/09/02 E DLGS 13/03/03 N. 65 Pag. 1 di 5 1. Identificazione della

Dettagli

NORMATIVA. TITOLO IX Dlgs 81/08 - SOSTANZE PERICOLOSE. Art. 221 CAMPO DI APPLICAZIONE. Art. 222 Definizioni

NORMATIVA. TITOLO IX Dlgs 81/08 - SOSTANZE PERICOLOSE. Art. 221 CAMPO DI APPLICAZIONE. Art. 222 Definizioni NORMATIVA TITOLO IX Dlgs 81/08 - SOSTANZE PERICOLOSE CAMPO DI APPLICAZIONE Tutte le attività lavorative (compreso immagazzinamento, trasporto, trattamento rifiuti) Tutti gli agenti chimici pericolosi:

Dettagli

Fattori di rischio a scuola 2 a parte CORSO DI FORMAZIONE REFERENTI DI PLESSO PER LA SICUREZZA. Unità didattica 2.1

Fattori di rischio a scuola 2 a parte CORSO DI FORMAZIONE REFERENTI DI PLESSO PER LA SICUREZZA. Unità didattica 2.1 Fattori di rischio a scuola 2 a parte Unità didattica CORSO DI FORMAZIONE REFERENTI DI PLESSO PER LA SICUREZZA 2.1 Rischio nelle attività di pulizia I prodotti chimici Sono da considerare potenzialmente

Dettagli

CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE. REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012

CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE. REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012 CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012 NORME IGIENICO - SANITARIE I prodotti fitosanitari sono sostanze pericolose:

Dettagli

PEARL VIA F.LLI CERVI 75 50010 CAMPI B.ZIO (FI)

PEARL VIA F.LLI CERVI 75 50010 CAMPI B.ZIO (FI) 50010 CAMPI B.ZIO (FI) SCHEDA DI SICUREZZA White Pearl 10.01.2006 1. Identificazione del prodotto e Ragione Sociale Indicazione del prodotto: Nome commerciale: Codice Commerciale: Tipo di prodotto ed impiego:

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA VAPOR GARD DATA DI COMPILAZIONE: MARZO 2001 PAGINA: 1 DI 6 DATA DI REVISIONE: GENNAIO 2006

SCHEDA DI SICUREZZA VAPOR GARD DATA DI COMPILAZIONE: MARZO 2001 PAGINA: 1 DI 6 DATA DI REVISIONE: GENNAIO 2006 SCHEDA DI SICUREZZA VAPOR GARD DATA DI COMPILAZIONE: MARZO 2001 PAGINA: 1 DI 6 1 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Identificazione della sostanza/preparato Utilizzazione

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA 1.Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1.Identificatore del prodotto New Algin 1.2.Pertinenti usi identificati della sostanza o miscela alginato per impronte dentali

Dettagli