UPS Rotanti e gruppi elettrogeni. Configurazioni UPS totalmente flessibili ad alta efficienza

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UPS Rotanti e gruppi elettrogeni. Configurazioni UPS totalmente flessibili ad alta efficienza"

Transcript

1 UPS Rotanti e gruppi elettrogeni Configurazioni UPS totalmente flessibili ad alta efficienza

2 Content 1 Introduzione Caratteristiche dei moderni UPS rotanti Tempo di autonomia Combinazioni tra UPS e Diesel Aspetti funzionali delle combinazioni tra UPS rotanti e genset Configurazioni degli UPS rotanti con i genset Conclusioni Riferimenti

3 1 Introduzione Per proteggere le installazioni critiche contro le interruzioni di rete, l'installazione di gruppi di continuità (UPS) è la soluzione standard. Se è necessaria la protezione per corte e lunghe interruzioni, i sistemi UPS statici possono essere integrati con dei gruppi elettrogeni esterni oppure in alternativa, possono essere scelti i gruppi rotanti con diesel integrato (DRUPS). La combinazione di UPS rotanti con gruppi elettrogeni esterni non è nuova nelle grandi installazioni e a causa dei vantaggi indotti da questa unione, i più recenti e importanti data center, classificati TIER III e TIER IV, applicano questa tecnologia. Con gli ultimi moderni UPS rotanti (RUPS), il progettista può scegliere un elevato numero di configurazioni insieme agli alti rendimenti ai bassi carichi, spesso usuali nei primi anni di vita dei data center. Questo documento descrive i requisiti generali di un gruppo elettrogeno per essere integrato con UPS rotanti e illustra le varie combinazioni con gruppi elettrogeni installati a monte o a valle dell'ups. Questa versatilità include un aumento della manutenibilità, una ampia scelta tra le diverse taglie dei motori e la soluzione può essere realizzata sia in bassa che in media tensione. Inoltre, si illustra come il gruppo elettrogeno può essere integrato nella logica di controllo di un UPS rotante per costituire un sistema efficace e multifunzionale, denominato Diesel UPS elettricamente accoppiato DeRUPS (Diesel electrically coupled Rotary UPS). Questa integrazione permette di utilizzare gruppi elettrogeni esterni in configurazioni più complesse, come il Parallelo Isolato IP-Systems [1], pur mantenendo i vantaggi della separazione fisica degli UPS e dei Diesel. 2 Caratteristiche dei moderni UPS rotanti I moderni UPS rotanti abbinano l elevata affidabilità e un altissimo rendimento con la libertà di scelta del tipo di accumulatore di energia. La manutenzione ordinaria è semplice e non intrusiva rispetto alla soluzione con UPS statici. Affidabilità: gli UPS rotanti adottano il più semplice e affidabile metodo di produzione dell energia utilizzando una macchina sincrona. Questo principio operativo abbinato al più avanzato controllo digitale e una semplice interfaccia garantiscono la più alta affidabilità tra tutti gli UPS presenti sul mercato. 3

4 Efficienza e Costi: i moderni UPS rotanti utilizzano materiali avanzati per raggiungere un rendimento nominale fino al 97% e del 95% ai carichi ridotti. Grazie alle basse perdite e una struttura robusta, gli UPS rotanti non richiedono il condizionamento, in tal modo li rendono una soluzione molto conveniente nel ciclo di vita del sistema. Fig. 1 Confronto dei costi del ciclo di vita per tre diverse soluzioni UPS Sebbene il costo iniziale di un sistema rotante può talvolta essere maggiore rispetto alla soluzione statica, la ridotta complessità della manutenzione ordinaria, la lunga vita attesa e l elevato rendimento del rotante contribuiscono a ridurre il costo del ciclo di vita (TCO), mentre il break-even point rispetto agli statici si ottiene in pochi anni. Flessibilità: i sistemi UPS rotanti possono essere realizzati in bassa e in media tensione, utilizzare le batterie o i volani come accumuli di energia, indifferentemente per piccole o grandi unità. La combinazione di UPS rotanti con volano consente di avere una elevatissima riduzione degli spazi rispetto a qualsiasi sistema a batteria. Questo produce un significativo risparmio di spazio occupato, il quale può essere utilizzato per altre apparecchiature oppure per incrementare lo spazio netto per la produzione. 4

5 Gli UPS rotanti possono essere facilmente parallelabili per incrementare la potenza totale o per ottenere una ridondanza. Non ci sono regolazioni complesse in quanto il parallelo di generatori sincroni è semplice, forte e autostabilizzante. Dato che si utilizzano generatori sincroni gli UPS rotanti sono in grado di fornire potenza attiva senza la necessità di un derating in caso di carichi capacitivi (0,8 ant.). La loro elevata corrente di corto circuito pari a 14 volte la nominale garantisce una facile selettività delle protezioni a valle ed elimina la necessità di trasferire il carico sul by-pass per eliminare il guasto. Fig.2 Alcune caratteristiche dei moderni UPS Rotanti e la loro flessibilità Tutto ciò dimostra l idoneità e i benefici degli UPS rotanti per quelle applicazioni in cui l affidabilità combinata con i costi del ciclo di vita contano realmente. Per tali ragioni molti grandi data center, banche, fabbriche di semiconduttori, impianti a ciclo continuo e ospedali utilizzano gli UPS Rotanti e rimangono con questa tecnologia se vengono installati nuovi sistemi 5

6 3 Tempo di autonomia Secondo le statistiche oltre il 96% delle interruzioni di rete hanno una durata inferiore ai 3 secondi. Fig. 2 Statistica dei guasti di una rete in media tensione I tempi tipici di reazione e di autonomia degli accumulatori di energia sono: Volani: Batterie: Generatori Diesel: 0 s s 0 s min. (o più) 10 s... N ore Confrontando questi dati con la statistica dei guasti di rete si evince che semplici volani UPS sono in grado di coprire più del 96% di tutte le interruzioni di rete. Le batterie UPS potrebbero - a seconda delle dimensioni della batteria - essere in grado di colmare circa un altro 3%. Un generatore Diesel non è in grado di colmare i primi 10 secondi di un guasto di rete. Quindi, per essere certi di coprire tutti i tipi di guasti di rete è obbligatoria la combinazione di un accumulatore di energia di breve durata ed un dispositivo di lunga durata come un generatore Diesel. La questione se una combinazione UPS a batteria e generatore Diesel ha senso rispetto all utilizzo di un volano con minore autonomia ma sufficiente per far partire il motore diesel, è oggetto di una ben nota discussione, già trattata in un altro documento [2]. 6

7 4 Combinazioni tra UPS e Diesel La Fig.4 mostra la disposizione tipica di un UPS ed un generatore Diesel, in cui il generatore Diesel funziona come sostituto della rete dopo un guasto. Questa disposizione è in genere usata per la soluzione con l'ups statico. Questo è il modo più semplice per ricaricare l'accumulatore di energia durante il funzionamento con Diesel poiché gli inverter normalmente utilizzati negli UPS statici non sono progettati per operare in modo bidirezionale. Se l UPS statico è a doppia conversione le fluttuazioni di frequenza del Diesel non vengono trasferite al carico e le armoniche del carico non vengono trasferite al genset. Se l UPS opera in Eco-mode aumenterà la sua efficienza, ma le armoniche del carico non saranno filtrate, non verrà effettuato il rifasamento all ingresso dell UPS e le variazione di frequenza del Diesel andranno verso il carico. Fig.4 Una tipica combinazione di UPS statico con batterie ed un generatore Diesel Viceversa, i moderni RUPS funzionano con lo stesso rendimento, rifasano e filtrano le armoniche contemporaneamente, sia con rete che con il diesel. Ma, naturalmente, un UPS rotante può essere abbinato anche a gruppi elettrogeni esterni. La combinazione di UPS Rotanti elettricamente accoppiati a generatori Diesel, denominati DeRUPS, offre una variante più interessante rispetto al semplice utilizzo del gruppo elettrogeno come sostituzione alla rete. Con l UPS Rotante è anche possibile collegare il gruppo elettrogeno alla sbarra di uscita dell UPS. Questo offre alcune funzionalità avanzate per quanto riguarda la ripartizione del carico, la stabilizzazione della frequenza e la manutenibilità. 7

8 Fig.5 DeRUPS Rotanti in combinazione con gruppi elettrogeni, che possono essere situati a monte o a valle. I RUPS possono essere dotati di batterie come pure di volani. I gruppi elettrogeni possono inoltre alimentare anche carichi short-break. Ogni gruppo elettrogeno esterno permette in sostanza di alimentare carichi no-break nonché carichi short-break (Fig.5). Se il gruppo elettrogeno è collegato all'ingresso dell UPS, i carichi no-break e short-break rimangono isolati anche durante il funzionamento con Diesel, una caratteristica che è molto apprezzata nel mondo dei data center. Poiché quasi tutti gli UPS Rotanti sono disponibili anche in versione in media tensione, tutte le combinazioni con i gruppi elettrogeni esterni possono essere realizzate con tale tensione. In questo caso i gruppi elettrogeni possono essere equipaggiati con generatori in media tensione, se il livello della stessa non supera i limiti tecnici di queste macchine. 8

9 5 Aspetti funzionali delle combinazioni tra UPS rotanti e genset Un aspetto generale che deve essere considerato quando si associa un UPS ad un generatore Diesel è l'interazione tra le due sorgenti di alimentazione, vale a dire l'accumulo di energia dell UPS ed il motore Diesel. Questa interazione fà la differenza tra una semplice combinazione UPS con gruppo elettrogeno e un DeRUPS nel quale il genset è totalmente integrato nella funzionalità dell UPS. Per capire questa interazione è utile distinguere tra fonti di energia attiva e fonti di energia reattiva, come mostrato nella Fig. 6. Fig.6 Relazioni tra sorgenti di energia e potenza A prescindere dal generatore Diesel che sia collegato a monte o a valle dell'ups, il motore Diesel deve essere in grado di fornire la potenza attiva al carico, di caricare l'accumulatore di energia e coprire le perdite degli UPS. Il generatore di un genset a monte deve fornire la corrente richiesta dall UPS, deve anche essere in grado di fornire la potenza reattiva richiesta dall UPS e di far fronte alle armoniche dei circuiti raddrizzatori all'ingresso del UPS. Grazie alla generazione di una onda naturale sinusoidale gli UPS Rotanti non creano alcuna armonica ed il loro fattore di potenza in ingresso è vicino a

10 Avere gruppi elettrogeni collegati a valle, consente di avere un miglior rendimento perché si riducono al minimo le perdite negli UPS durante il funzionamento con Diesel. Lo scambio di potenza reattiva tra l'ups e il generatore deve essere evitato utilizzando controlli di corrente reattiva. E preferibile che sia l UPS o il gruppo elettrogeno a fornire potenza reattiva al carico. Un UPS con un generatore Diesel a monte si comporta normalmente come un UPS in funzionamento da rete, anche se ad alimentarlo è un generatore Diesel. Pertanto l'ups trasferisce tutte le variazioni di carico alla rete, che ora non è più stabile in quanto c è il genset. Gradini di carico tra l 80% fino al 100% possono quindi causare facilmente il sovraccarico del motore e fermarsi, a prescindere che esso si trovi a carico o a vuoto. Un UPS rotante accoppiato elettricamente con un volano è in grado di gestire entrambe le direzioni di potenza e quindi stabilizzare la frequenza di un generatore Diesel. In questo caso non ha importanza se il gruppo elettrogeno è collegato a monte o a valle dei RUPS. Tuttavia, poiché la regolazione di frequenza è assegnata al lato di uscita del DeRUPS, la prestazione è migliore se il gruppo elettrogeno è collegato a valle. Il confronto tra Fig. 7 e Fig. 8 mostra l'influenza della stabilizzazione di frequenza bidirezionale in una rete alimentata da un generatore Diesel. Fig.7 Risposta in frequenza di un generatore Diesel durante la disconnessione del 50% del carico e la successiva riconnessione, qui senza la stabilizzazione di frequenza supplementare. 10

11 Fig. 8 La risposta in frequenza di un DeRUPS in funzionamento con diesel, durante la disconnessione del 50% del carico e la successiva riconnessione, con la stabilizzazione di frequenza bidirezionale tramite un UBT UNIBLOCK Piller dotato di un dispositivo di accumulo energia con volano POWERBRIDGE a e un gruppo elettrogeno esterno. Inoltre, un volano accoppiato elettricamente può essere caricato e scaricato nella stessa maniera e permette un breve tempo di ricarica, riducendo il tempo di funzionamento del diesel con conseguenti risparmi. Questo non è possibile con UPS a batteria e questo tipo di sistema a volano è sempre pronto contro i disturbi multipli della rete. 11

12 6 Configurazioni degli UPS rotanti con i genset Nel seguito si confrontano le diverse configurazioni degli UPS e dei generatori Diesel UPS rotanti (RUPS) con genset installati a monte I generatori Diesel a monte sono utilizzati per operare come un sostituto della rete durante una interruzione di corrente. Essi possono operare in parallelo alimentando una sbarra comune da cui alimentare gli UPS o, nel caso di grossi UPS, ciascuno può essere assegnato ad un singolo UPS. Se i generatori Diesel sono collegati in parallelo è preferibile che alimentino una sbarra isolata che può essere collegata alla sbarra di ingresso degli UPS tramite un interruttore principale, come mostrato nella fig. 9. La sbarra isolata permette l avvio dei Genset tramite una loro sincronizzazione durante l avviamento dei gruppi denominata dead bus synchronisation. In questo caso tutti i genset partono e si connettono alla sbarra appena sono disponibili, quindi non vi sono tempi aggiuntivi di sincronizzazione. Questo metodo di avviamento assieme ad un controllo di alta qualità, permette avviamenti veloci e garantisce che il carico sia alimentato in maniera affidabile anche utilizzando UPS a volano. Fig. 9 Esempio di controllo dei gruppi elettrogeni adatto per una sincronizzazione veloce 12

13 Una volta avviati tutti i gruppi elettrogeni e alimentata la loro sbarra isolata, l'interruttore principale sarà chiuso per energizzare la sbarra di ingresso degli UPS. Ciò impedisce che il generatore più veloce vada in sovraccarico in quanto sarebbe il primo a prendere il carico. Questo interruttore principale insieme al generale saranno gli unici ad essere controllati quando vi sarà la sincronizzazione alla rete una volta che questa ritornerà nuovamente disponibile. Fig. 10 Una serie di generatori Diesel che alimentano la sbarra di ingresso di un gruppo di UPS Rotanti, in configurazione parallelo. Un vantaggio di questa disposizione è che il numero dei motori Diesel può essere diverso dal numero degli UPS, anche se occorre tener conto della ridondanza dei generatori Diesel. La manutenzione dei gruppi elettrogeni può essere fatta indipendentemente dalla manutenzione degli UPS, disconnettendo una singola unità ridondante. In caso di gravi problemi al sistema UPS i generatori Diesel sono in grado di alimentare in modo permanente i carichi attraverso il bypass di manutenzione UPS che potrebbe essere una caratteristica interessante, nei paesi con una pessima qualità della rete. 13

14 UPS rotanti (RUPS) con genset installati a valle Installare i gruppi elettrogeni sul lato del carico dell'ups è un metodo meno consueto poiché la maggior parte degli UPS statici non è in grado di gestire questa situazione. La Fig. 11 mostra una possibile configurazione con alcuni vantaggi da considerare. Fig. 11 Un gruppo UPS Rotanti abbinato ciascuno ad un gruppo elettrogeno collegato al suo lato carico. In questa configurazione, è necessario controllare la ripartizione di potenza tra l'accumulo di energia dell'ups e il generatore Diesel. Questa capacità viene quindi utilizzata per trasferire la potenza che l UPS fornisce al carico, dopo il guasto di rete, al generatore Diesel una volta avviato e collegato alla sbarra di carico. Questa funzionalità, che fa in modo che la combinazione tra RUPS e genset sia realmente un DeRUPS, è già implementata negli UPS Rotanti più moderni e permette anche la ricarica dell accumulatore di energia dell UPS durante il funzionamento con Diesel. Nel caso di un accumulatore bidirezionale come un volano collegato elettricamente, esso può essere pertanto usato per mantenere stabile la frequenza di uscita. Ciò si realizza con la fornitura di energia da parte del volano nel caso di aumento del carico fino a quando subentra il Diesel, o con l assorbimento di energia dal Diesel nel caso di diminuzione del carico. A causa di questa interazione il DeRUPS è in grado di controllare anche tutti i processi di sincronizzazione come, per esempio, il ritorno del DeRUPS in rete una volta che questa si renderà disponibile. Come per i gruppi elettrogeni collegati a monte, non è strettamente necessario avere uno gruppo elettrogeno assegnato ad un RUPS, come è anche possibile avere un diverso numero di RUPS e di gruppi elettrogeni combinati mantenendo la stessa funzionalità. Il DeRUPS è adatto anche per 14

15 essere implementato in un sistema di parallelo isolato (IP-System) [1]. La Fig. 12 mostra un esempio di tale configurazione in cui il generatore Diesel viene usato anche per alimentare i carichi short-break. Fig. 12 DeRUPS integrato in un sistema di parallelo-isolato (IP-System). Altro vantaggio è che essendo i generatori Diesel collegati a valle degli RUPS, questi possono funzionare indipendentemente dall'ups, se necessario. Pertanto la manutenzione di un gruppo elettrogeno può essere eseguita separatamente dalla manutenzione UPS. Durante la manutenzione del gruppo elettrogeno il carico può ancora avere una breve durata di protezione da parte del RUPS che copre la maggior parte delle interruzioni di rete senza il supporto Diesel. Fig. 13 Generatori Diesel separati dall UPS permettono la manutenzione individuale su ogni tipo di alimentazione mantenendo il sistema rimanente funzionale. 15

16 7 Conclusioni Il DeRUPS, che è la combinazione di un UPS Rotante e un generatore Diesel è molto più interessante rispetto al semplice utilizzo dei gruppi elettrogeni come sostituti della rete. L interazione controllata tra i due componenti offre una più ampia varietà di configurazioni con caratteristiche superiori di gestione del carico, affidabilità e costi nel ciclo di vita. Rispetto ai Diesel-UPS Rotante, il DeRUPS con un generatore Diesel collegato a valle offre ulteriori prestazioni. La possibilità di far lavorare il generatore Diesel e il RUPS in modo indipendente offre una migliore manutenibilità, mentre la combinazione di entrambi garantisce un'eccellente stabilità di frequenza anche nel funzionamento con Diesel. La combinazione di una elevata efficienza, affidabilità e bassi costi operativi con la flessibilità di più configurazioni, rende il sistema DeRUPS una soluzione molto interessante per qualsiasi progetto. 8 Riferimenti [1] Dipl.-Ing. Frank Herbener Sistemi UPS in configurazione Parallelo Isolato Piller White Paper 051, 2009 [2] Dipl.-Ing. Frank Herbener Batterie e Volani Piller White Paper 056, 2011 Piller Group GmbH, Germany White Paper No / May

Stabilizzazione della frequenza e della tensione. nelle reti elettriche isolate

Stabilizzazione della frequenza e della tensione. nelle reti elettriche isolate Stabilizzazione della frequenza e della tensione nelle reti elettriche isolate SOMMARIO 1 Introduzione... 3 2 I requisiti fondamentali di una rete stabile isolata... 3 3 I requisiti dei sistemi di stabilizzazione

Dettagli

Sistema UPS in configurazione Parallelo-Isolato (IP-Bus)

Sistema UPS in configurazione Parallelo-Isolato (IP-Bus) Sistema UPS in configurazione Parallelo-Isolato (IP-Bus) 1 Indice 1 Introduzione...3 2 Configurazione Parallelo-Isolato (IP-System)...6 3 Progetti...17 4 Conclusione...17 5 Referenze...18 2 Sommario Una

Dettagli

Stabilizzazione delle micro reti e dei sistemi di cogenerazione

Stabilizzazione delle micro reti e dei sistemi di cogenerazione Stabilizzazione delle micro reti e dei sistemi di cogenerazione Nothing protects quite like Piller piller.com Sommario 1 Introduzione 3 2 Requisiti di base di una rete isolata stabile 3 3 Requisiti per

Dettagli

Soluzioni UPS per la media tensione Quando e perché?

Soluzioni UPS per la media tensione Quando e perché? Soluzioni UPS per la media tensione Quando e perché? Sommario 1 Introduzione... 3 2 La domanda di alimentazione e distribuzione nelle applicazioni critiche odierne... 4 3 Limiti della distribuzione in

Dettagli

WORKSHOP L integrazione tra IT e facility nei moderni Data center Università degli Studi di Trieste Trieste, 02 aprile 2014.

WORKSHOP L integrazione tra IT e facility nei moderni Data center Università degli Studi di Trieste Trieste, 02 aprile 2014. WORKSHOP L integrazione tra IT e facility nei moderni Data center Università degli Studi di Trieste Trieste, 02 aprile 2014 1 UPS rotanti totalmente flessibili ad elevata efficienza energetica Ing. Lanfranco

Dettagli

UPS rotanti totalmente flessibili ad elevata efficienza energetica

UPS rotanti totalmente flessibili ad elevata efficienza energetica SEMINARIO Soluzioni per un moderno Data Center Piccole e grandi centrali termo-frigorifere Sala Multimediale di TeleLiguriaSud La Spezia, 04 luglio 2014 1 UPS rotanti totalmente flessibili ad elevata efficienza

Dettagli

SEMINARIO Centrali frigorifere Nuove tecnologie e risparmio energetico Stabilimento RC Group Valle Salimbene, 30 marzo 2015.

SEMINARIO Centrali frigorifere Nuove tecnologie e risparmio energetico Stabilimento RC Group Valle Salimbene, 30 marzo 2015. SEMINARIO Centrali frigorifere Nuove tecnologie e risparmio energetico Stabilimento RC Group Valle Salimbene, 30 marzo 2015 1 UPS rotanti totalmente flessibili ad elevata efficienza energetica Per. Ind.

Dettagli

COME RISPARMIARE ENERGIA NEI DATA CENTER. Roma, 30 ottobre 2012

COME RISPARMIARE ENERGIA NEI DATA CENTER. Roma, 30 ottobre 2012 COME RISPARMIARE ENERGIA NEI DATA CENTER Roma, 30 ottobre 2012 UPS rotanti per le applicazioni IT Paolo Mazzola Piller Italia srl Presentazione azienda Dal 1909 Piller produce macchine elettriche con particolare

Dettagli

Considerazioni su scelta e progettazione di sistemi UPS di elevata potenza in Data Center Tier III e IV

Considerazioni su scelta e progettazione di sistemi UPS di elevata potenza in Data Center Tier III e IV Considerazioni su scelta e progettazione di sistemi UPS di elevata potenza in Data Center Tier III e IV Presentato da: Anna Bruno ATME Srl (partner Hitec Power Protection) Massimo Mattioli Verizon Business

Dettagli

25 26 giugno 2014. Dott Ing Anna Bruno. Dott. Ing. Anna Bruno Amministratore Delegato ATME spa

25 26 giugno 2014. Dott Ing Anna Bruno. Dott. Ing. Anna Bruno Amministratore Delegato ATME spa SISTEMI UPS DINAMICI E LORO INTEGRAZIONE NELLA CONTINUITÀ Dott Ing Anna Bruno Amministratore Delegato ATME spa CAMPI DI APPLICAZIONE dove serve continuità e qualità dell alimentazione elettrica Finanza

Dettagli

Guida: Gruppi generatori statici di energia in B.T. (UPS) - terza parte -

Guida: Gruppi generatori statici di energia in B.T. (UPS) - terza parte - Guida: Gruppi generatori statici di energia in B.T. (UPS) - terza parte - Pubblicato il: 26/07/2004 Aggiornato al: 26/07/2004 di Gianluigi Saveri Protezione dalle sovracorrenti, sezionamento per esecuzione

Dettagli

CABINE ELETTRICHE DI TRASFORMAZIONE

CABINE ELETTRICHE DI TRASFORMAZIONE Cabtrasf_parte_prima 1 di 8 CABINE ELETTRICHE DI TRASFORMAZIONE parte prima Una cabina elettrica è il complesso di conduttori, apparecchiature e macchine atto a eseguire almeno una delle seguenti funzioni:

Dettagli

Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT delle imprese distributrici di energia elettrica

Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT delle imprese distributrici di energia elettrica N O R M A I T A L I A N A C E I 1 Data Scadenza Inchiesta C. 1136 22-11-2014 Data Pubblicazione 2014-10 Classificazione 0-21; V Titolo Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi

Dettagli

Sistema UPS trifase modulare. Conceptpower DPA 500 100 kw 3 MW UPS modulare, ora fino a 3 MW

Sistema UPS trifase modulare. Conceptpower DPA 500 100 kw 3 MW UPS modulare, ora fino a 3 MW Sistema UPS trifase modulare Conceptpower DPA 500 100 kw 3 MW UPS modulare, ora fino a 3 MW L UPS per chi ha bisogno di operatività senza interruzioni ABB Conceptpower DPA 500 è un sistema UPS ad alta

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO

PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO IPIA C.A. DALLA CHIESA OMEGNA PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO classi 4 e 5 MANUTENTORI PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO prof. Massimo M. Bonini ALIMENTAZIONE ELETTRICA

Dettagli

Verona, 29-30 ottobre 2013!

Verona, 29-30 ottobre 2013! Verona, 29-30 ottobre 2013! COGENERAZIONE STABILIZZAZIONE DELLA FREQUENZA E DELLA TENSIONE IN ISOLA PILLER PCD (Power Conditioning Device) TECNOLOGIA E APPLICAZIONI mcter 29 ottobre 2013 1 Presentazione

Dettagli

INSTALLAZIONE DI UPS DI MEDIO-GRANDE POTENZA

INSTALLAZIONE DI UPS DI MEDIO-GRANDE POTENZA Il presente capitolo contiene informazioni generali per il personale addetto all installazione del tipo a connessione permanente. In caso di difformità con le seguenti informazioni, avranno priorità le

Dettagli

In una piccola industria di floricoltura, l impianto elettrico per l alimentazione degli uffici

In una piccola industria di floricoltura, l impianto elettrico per l alimentazione degli uffici Esame di Stato di Istituto Professionale Indirizzo: Tecnico delle industrie elettriche Tema di: Elettrotecnica, Elettronica e Applicazioni Luigi Manzo - Giuseppe Gallo In una piccola industria di floricoltura,

Dettagli

UNIBLOCK UBT+ UPS Rotante

UNIBLOCK UBT+ UPS Rotante UNIBLOCK UBT+ UPS Rotante Nothing protects quite like Piller piller.com UNIBLOCK UBT+ Sede Piller, Osterode, Germania Chi siamo L azienda, fondata da Anton Piller nel 1909 si è sempre distinta per la qualità

Dettagli

Sìstema UPS trifase indipendente. PowerWave 33 60 500 kw Prestazioni imbattibili

Sìstema UPS trifase indipendente. PowerWave 33 60 500 kw Prestazioni imbattibili Sìstema UPS trifase indipendente PowerWave 33 60 500 kw Prestazioni imbattibili PowerWave 33: un concentrato di potenza Da sempre ABB rappresenta lo standard globale per le soluzioni di continuità di alimentazione.

Dettagli

Scheda tecnica n. 33E - Rifasamento di motori elettrici di tipo distribuito presso la localizzazione delle utenze.

Scheda tecnica n. 33E - Rifasamento di motori elettrici di tipo distribuito presso la localizzazione delle utenze. Scheda tecnica n. 33E - Rifasamento di motori elettrici di tipo distribuito presso la localizzazione delle utenze. 1. ELEMENTI PRINCIPALI 1.1 Descrizione dell intervento Categoria di intervento 1 : Vita

Dettagli

SISTEMI DI ALIMENTAZIONE DI EMERGENZA

SISTEMI DI ALIMENTAZIONE DI EMERGENZA SSM D LMNZON D MGNZ Un sistema di alimentazione di emergenza è un sistema elettrico in grado di alimentare, per un periodo di tempo più o meno lungo, un certo numero di utenze in caso venga a mancare l

Dettagli

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA Mod. 6 Applicazioni dei sistemi di controllo 6.2.1 - Generalità 6.2.2 - Scelta del convertitore di frequenza (Inverter) 6.2.3 - Confronto

Dettagli

Integrazione degli impianti fotovoltaici nella rete elettrica

Integrazione degli impianti fotovoltaici nella rete elettrica Integrazione degli impianti fotovoltaici nella rete elettrica G. Simioli Torna al programma Indice degli argomenti Considerazioni introduttive Quadro normativo - Norma CEI 11-20 Isola indesiderata - Prove

Dettagli

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Per quanto attiene gli impianti connessi alla rete elettrica, vengono qui presentati i criteri di progettazione elettrica dei principali componenti,

Dettagli

(Uninterruptible Power Supply, UPS hanno bisogno di una continuità di alimentazione con un certo ritardo

(Uninterruptible Power Supply, UPS hanno bisogno di una continuità di alimentazione con un certo ritardo I gruppi di continuità (Uninterruptible Power Supply, UPS) vengono utilizzati per alimentare utenze che hanno bisogno di una continuità di alimentazione, cioè quelle utenze che devono essere alimentate

Dettagli

Sez 2a FUNZIONAMENTO. 26 MARZO 2014 dalle ore 14.30 alle ore 17.30. c/o Museo della Tecnica Elettrica Via Ferrata 3 27100 Pavia

Sez 2a FUNZIONAMENTO. 26 MARZO 2014 dalle ore 14.30 alle ore 17.30. c/o Museo della Tecnica Elettrica Via Ferrata 3 27100 Pavia Sez 2a FUNZIONAMENTO CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE 26 MARZO 2014 dalle ore 14.30 alle ore 17.30 c/o Museo della Tecnica Elettrica Via Ferrata 3 27100 Pavia Unità cinetica o PGM Funzionamento normale: l

Dettagli

Risparmia fino al 30% di consumi di elettricità. Facile e veloce installazione nel proprio circuito elettrico. Non necessitano di alcuna munutenzione.

Risparmia fino al 30% di consumi di elettricità. Facile e veloce installazione nel proprio circuito elettrico. Non necessitano di alcuna munutenzione. Pagina1 I dispositivi progettati e costruiti dalla società Sun Power Energy D&R Institute Co. Ltd. sono in grado di aumentare il rendimento della distribuzione di energia in un impianto elettrico. Risparmia

Dettagli

Gruppi Statici di Continuità DSP, FLESSIBILITÀ E POTENZA

Gruppi Statici di Continuità DSP, FLESSIBILITÀ E POTENZA Gruppi Statici di Continuità DSP, FLESSIBILITÀ E POTENZA Minipower UPX. Dedicati ad utenze professionali I gruppi di continuità a doppia conversione della serie Minipower UPX sono apparecchi professionali

Dettagli

Guida: Gruppi generatori statici di energia in B.T. (UPS) - prima parte -

Guida: Gruppi generatori statici di energia in B.T. (UPS) - prima parte - Guida: Gruppi generatori statici di energia in B.T. (UPS) - prima parte - Pubblicato il: 11/07/2004 Aggiornato al: 11/07/2004 di Gianluigi Saveri La qualità dell alimentazione elettrica può essere fonte

Dettagli

UNIBLOCK UBTD+ DIESEL UPS Rotante

UNIBLOCK UBTD+ DIESEL UPS Rotante UNIBLOCK UBTD+ DIESEL UPS Rotante Nothing protects quite like Piller piller.com UNIBLOCK UBTD+ Sede Piller, Osterode, Germania Chi siamo L azienda, fondata da Anton Piller nel 1909 si è Energia elettrica

Dettagli

6. Determinazione delle configurazioni degli impianti fotovoltaici

6. Determinazione delle configurazioni degli impianti fotovoltaici 6. Determinazione delle configurazioni degli impianti fotovoltaici Un altro passo importante nel dimensionamento di un impianto fotovoltaico è la scelta della configurazione. La configurazione di un impianto

Dettagli

Rifasare per un uso efficiente dell impianto utilizzatore

Rifasare per un uso efficiente dell impianto utilizzatore Antonello Greco Rifasare vuol dire ridurre lo sfasamento fra la tensione e la corrente introdotto da un carico induttivo (figura 1); significa aumentare il valore del fattore di potenza (cosϕ) del carico

Dettagli

UPS TLE Series 160 800 kva/kw trifase 400Vca

UPS TLE Series 160 800 kva/kw trifase 400Vca GE Critical Power UPS TLE Series 160 800 kva/kw trifase 400Vca L E cie a ass ta ei i i ri e ercat UPS imagination at work Gruppo di continuità GE TLE Series 160-800 kva/kw Il sistema UPS TLE Series è uno

Dettagli

Impianti di carica per i veicoli elettrici (Seconda parte) Sistemi di carica

Impianti di carica per i veicoli elettrici (Seconda parte) Sistemi di carica Impianti di carica per i veicoli elettrici (Seconda parte) Sistemi di carica Il sistema di carica dei veicoli elettrici è attualmente oggetto di acceso dibattito internazionale per la definizione o meglio

Dettagli

Disturbi causati dalla commutazione di carichi induttivi

Disturbi causati dalla commutazione di carichi induttivi Disturbi causati dalla commutazione di carichi induttivi Pubblicato il: 13/06/2005 Aggiornato al: 13/06/2005 di Massimo Barezzi Analisi, problemi e soluzioni per proteggersi dalle correnti provocate dalla

Dettagli

I VANTAGGI DELLA VARIAZIONE DI VELOCITA NEGLI IMPIANTI DI POMPAGGIO E VENTILAZIONE. Stefano PANI

I VANTAGGI DELLA VARIAZIONE DI VELOCITA NEGLI IMPIANTI DI POMPAGGIO E VENTILAZIONE. Stefano PANI I VANTAGGI DELLA VARIAZIONE DI VELOCITA NEGLI IMPIANTI DI POMPAGGIO E VENTILAZIONE c/o Schneider Electric S.p.A. Via Orbetello 140 10148 TORINO Stefano PANI Sommario 1. Consumo d elettricità 2. Il motore

Dettagli

Gruppi di continuità. Linea di by-pass. Rete di soccorso. 6/a 12. 6/b

Gruppi di continuità. Linea di by-pass. Rete di soccorso. 6/a 12. 6/b DESCRIZIONE GENERALE UPS SELTEC ST3 Il gruppo di continuità è un sistema di continuità a doppia conversione (con o senza trasformatore d uscita) che lavora eseguendo in modo continuativo la doppia conversione

Dettagli

Alimentazione di sicurezza. La disalimentazione elettrica

Alimentazione di sicurezza. La disalimentazione elettrica Pag.1 Alimentazioni di sicurezza Definizioni e classificazione Per alimentazione dei servizi di sicurezza, più brevemente alimentazione di sicurezza, si intende l'alimentazione che ha lo scopo di garantire

Dettagli

ERS P3k PLUG & PLAY. Sistema di recupero energia per Ascensori

ERS P3k PLUG & PLAY. Sistema di recupero energia per Ascensori Sistema di recupero energia per Ascensori 2 3 Il primo sistema sul mercato del recupero energetico per ascensori. Inserire un sistema consente di: Migliorare la classe energetica Migliorare l efficientamento

Dettagli

Photo. Soluzioni tecnologiche per garantire carichi privilegiati dalle discontinuità del servizio. Ing. Antonio Ardito - CESI S.p.A.

Photo. Soluzioni tecnologiche per garantire carichi privilegiati dalle discontinuità del servizio. Ing. Antonio Ardito - CESI S.p.A. Workshop PRESENTAZIONE DELL'INDAGINE SULLA QUALITÀ DELLA DISTRIBUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA 17 Dicembre 2004 - Auditorium Assolombarda Milano Photo Soluzioni tecnologiche per garantire carichi privilegiati

Dettagli

DISPOSITIVO DI INTERFACCIA

DISPOSITIVO DI INTERFACCIA PROTEZIONE GENERALE Poiché Enel durante il normale esercizio della propria rete può cambiare, senza preavviso, lo stato del neutro, è necessario che le protezioni per i guasti a terra di cui è dotato l

Dettagli

Gruppi Statici di Continuità DSP, FLESSIBILITÀ E POTENZA

Gruppi Statici di Continuità DSP, FLESSIBILITÀ E POTENZA Gruppi Statici di Continuità DSP, FLESSIBILITÀ E POTENZA Minipower UPX. Dedicati ad utenze professionali I gruppi di continuità a doppia conversione della serie Minipower UPX sono apparecchi professionali

Dettagli

SOLUZIONI PER I PROBLEMI DI ALIMENTAZIONE

SOLUZIONI PER I PROBLEMI DI ALIMENTAZIONE .1 PROTEZIONE INTEGRATA Le soluzioni realizzabili sono numerose; pertanto la scelta dell utente deve tenere conto di vari parametri (costo, tipo di disturbo, caratteristiche delle apparecchiature da proteggere,

Dettagli

INVERTER AD ONDA SINUSOIDALE PURA. SISTEMA DI ACCUMULO ENERGIA CON QUADRO INTERFACCIA E GESTIONE.

INVERTER AD ONDA SINUSOIDALE PURA. SISTEMA DI ACCUMULO ENERGIA CON QUADRO INTERFACCIA E GESTIONE. INVERTER AD ONDA SINUSOIDALE PURA. SISTEMA DI ACCUMULO ENERGIA CON QUADRO INTERFACCIA E GESTIONE. Inverter DC-AC ad onda sinusoidale pura Da una sorgente in tensione continua (batteria) 12Vdc, 24Vdc o

Dettagli

Soluzioni in media tensione per il trattamento delle acque e delle acque reflue

Soluzioni in media tensione per il trattamento delle acque e delle acque reflue Soluzioni in media tensione per il trattamento delle acque e delle acque reflue Potenziale riduzione dei costi energetici Aumento dell'affidabilità e dei tempi di funzionamento Costi di manutenzione ridotti

Dettagli

da 3 a 200 kva un'alimentazione centralizzata per i vostri sistemi di emergenza CPSS: principali vantaggi

da 3 a 200 kva un'alimentazione centralizzata per i vostri sistemi di emergenza CPSS: principali vantaggi * un'alimentazione centralizzata per i vostri sistemi di emergenza La soluzione per Sistemi di alimentazione centralizzata > Terziario > Industria > Piccole imprese > Musei, ospedali GREEN 025 A GREEN

Dettagli

Il fusibile nella protezione contro le sovracorrenti in bassa tensione

Il fusibile nella protezione contro le sovracorrenti in bassa tensione Il fusibile nella protezione contro le sovracorrenti in bassa tensione di Saveri Gianluigi 1. Generalità Un apparecchiatura elettrica in condizioni di normale funzionamento (condizioni specificate dai

Dettagli

Nei sistemi elettrici di protezione, la

Nei sistemi elettrici di protezione, la 2 ELETTRIFICAZIONE 10 LA SELETTIVITÀ NELLA PROTEZIONE MEDIANTE FUSIBILI Massimo Salmoiraghi (*) L articolo passa in rassegna i criteri progettuali da porre in atto per garantire la selettività orizzontale

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

Non c è azienda, al giorno d oggi, la cui. L importanza di una corretta alimentazione. tutorial

Non c è azienda, al giorno d oggi, la cui. L importanza di una corretta alimentazione. tutorial automazioneoggi L importanza di una corretta alimentazione Fonte: alpha.dickinson.edu Diamo uno sguardo alle principali tecniche adottate negli UPS, i gruppi statici di continuità, che suppliscono alla

Dettagli

Un modello per lo sviluppo delle micro-reti intelligenti

Un modello per lo sviluppo delle micro-reti intelligenti Un modello per lo sviluppo delle micro-reti intelligenti Antonella Scaglia, Claudio Brocca, Giordano Torri Ansaldo Sistemi Industriali Viale Sarca 336 Milano Forum Telecontrollo Reti Acqua Gas ed Elettriche

Dettagli

BERICA IMPIANTI SPA- COGENERAZIONE

BERICA IMPIANTI SPA- COGENERAZIONE BERICA IMPIANTI SPA COGENERAZIONE COME ÉÈ COMPOSTO, COME FUNZIONA, COSA PRODUCE COME É COMPOSTO MOTORE: Viene scelto fra le migliori marche ricercando le caratteristiche e modelli adeguati alle esigenze

Dettagli

Scheda tecnica n. 36E - Installazione di gruppi di continuità statici ad alta efficienza (UPS)

Scheda tecnica n. 36E - Installazione di gruppi di continuità statici ad alta efficienza (UPS) Scheda tecnica n. 36E - Installazione di gruppi di continuità statici ad alta efficienza (UPS) 1. ELEMENTI PRINCIPALI 1.1 Descrizione dell intervento Categoria di intervento 1 : Vita Utile 2 : Vita Tecnica

Dettagli

n. 15 - Fotovoltaico 5 INDICE

n. 15 - Fotovoltaico 5 INDICE n. 15 - Fotovoltaico 5 INDICE 1 IRRAGGIAMENTO SOLARE E POTENZA ELETTRICA 11 1.1 Irraggiamento solare 11 1.2 Principio di funzionamento di una cella fotovoltaica 15 1.3 Caratteristiche elettriche delle

Dettagli

La tecnologia brevettata da Borri Green Conversion ed il controllo della batteria

La tecnologia brevettata da Borri Green Conversion ed il controllo della batteria Il risparmio energetico è attualmente uno dei temi principali per l industria dei data center, visti i costi dell energia in aumento e i vincoli ambientali sempre più stringenti. Migliorare il proprio

Dettagli

Impianti di rifasamento automatici in presenza di armoniche. Problemi e soluzioni. P.I. MB 16/06/2011 Per. Ind. Borgonovo Roberto 1

Impianti di rifasamento automatici in presenza di armoniche. Problemi e soluzioni. P.I. MB 16/06/2011 Per. Ind. Borgonovo Roberto 1 Impianti di rifasamento automatici in presenza di armoniche. Problemi e soluzioni. P.I. MB 16/06/2011 Per. Ind. Borgonovo Roberto 1 Cosa significa rifasare Per molti tipi di utilizzatori (motori, lampade

Dettagli

UPS MONOFASE DOPPIA CONVERSIONE RACK 19 Rev. 7 SR 5kVA 10kVA

UPS MONOFASE DOPPIA CONVERSIONE RACK 19 Rev. 7 SR 5kVA 10kVA il carico viene trasferito automaticamente, senza soluzione di continuità, sulla rete di soccorso. Quando vengono ripristinate le normali condizioni di funzionamento, il carico è ritrasferito automaticamente

Dettagli

Generazione diesel-elettrica ad alta efficienza con sistemi di accumulo

Generazione diesel-elettrica ad alta efficienza con sistemi di accumulo Generazione diesel-elettrica ad alta efficienza con sistemi di accumulo Giordano Torri Fondazione Megalia 8 Giornata sull efficienza energetica nelle industrie Milano, 18 Maggio 2016 18 Maggio 2016 Pg.

Dettagli

Sistema UPS trifase indipendente dal rack. DPA UPScale RI 10 80 kw L UPS modulare per soluzioni personalizzate

Sistema UPS trifase indipendente dal rack. DPA UPScale RI 10 80 kw L UPS modulare per soluzioni personalizzate Sistema UPS trifase indipendente dal rack DPA UPScale RI 10 80 kw L UPS modulare per soluzioni personalizzate DPA UPScale RI l UPS individuale DPA UPScale RI (rack-independent) indipendente dal rack, è

Dettagli

Norma CEI 11 20 : impianti di produzione di energia elettrica e gruppi di continuità collegati a reti di I e II categoria

Norma CEI 11 20 : impianti di produzione di energia elettrica e gruppi di continuità collegati a reti di I e II categoria Norma CEI 11 20 : impianti di produzione di energia elettrica e gruppi di continuità collegati a reti di I e II categoria 2 Ottobre 2008, Catania, Marco Ravaioli Norma CEI 11-20 La norma CEI ha per oggetto

Dettagli

Il ruolo dei gruppi di continuità per la sicurezza dei sistemi Giugno 2001 I diritti di riproduzione, di memorizzazione elettronica e di adattamento totale o parziale con qualsiasi mezzo, compresi i microfilm

Dettagli

I.T.I.S. M. FARADAY - Programmazione modulare

I.T.I.S. M. FARADAY - Programmazione modulare I.T.I.S. M. FARADAY - Programmazione modulare A.S. 2015/2016 Indirizzo: ELETTROTECNICA Disciplina: ELETTROTECNICA E ELETTRONICA Classe: 5Aes Ore settimanali previste: 5 (2) INSEGNANTI: SCIARRA MAURIZIO

Dettagli

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT Le Armoniche INTRODUZIONE Data una grandezza sinusoidale (fondamentale) si definisce armonica una grandezza sinusoidale di frequenza multipla. L ordine dell armonica è il rapporto tra la sua frequenza

Dettagli

UPS. online. 10-100 kva Trifase / Monofase 10-800 kva Trifase / Trifase INTERNET CENTER (ISP/ASP/POP) DISPOSITIVI ELETTROMEDICALI SERVER

UPS. online. 10-100 kva Trifase / Monofase 10-800 kva Trifase / Trifase INTERNET CENTER (ISP/ASP/POP) DISPOSITIVI ELETTROMEDICALI SERVER LIBRA pro UPS online 10-100 kva Trifase / Monofase 10-800 kva Trifase / Trifase LOCAL AREA NETWORKS (LAN) INTERNET CENTER (ISP/ASP/POP) DISPOSITIVI ELETTROMEDICALI SERVER PLC INDUSTRIALI DISPOSITIVI PER

Dettagli

Il motore asincrono (4 parte): avviamento, funzionamento da generatore. Lucia FROSINI

Il motore asincrono (4 parte): avviamento, funzionamento da generatore. Lucia FROSINI Il motore asincrono (4 parte): avviamento, funzionamento da generatore Lucia FROSINI Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell Informazione Università di Pavia E-mail: lucia@unipv.it 1 Avviamento del

Dettagli

Dispositivo di Interfaccia Problemi e Soluzioni

Dispositivo di Interfaccia Problemi e Soluzioni Dispositivo di Interfaccia Problemi e Soluzioni Rev. 01 12 Giugno 2012 Premessa Il presente documento vuole essere d aiuto per pianificare i settaggi dei relè di protezione degli impianti di produzione

Dettagli

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE Le apparecchiature di questa serie, sono frutto di una lunga esperienza maturata nel settore dei gruppi di continuità oltre che in questo specifico. La tecnologia on-line doppia conversione, assicura la

Dettagli

Stefano Bifaretti. Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica

Stefano Bifaretti. Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica Corso di Elettronica di Potenza (12 CFU) ed Elettronica Industriale (6CFU) a.a. 20I2/2013 Stefano Bifaretti 2/31 3/31 4/31 In questa fase vengono effettuate le

Dettagli

Alimentazione elettrica Tensione di rete

Alimentazione elettrica Tensione di rete Alimentazione elettrica Tensione di rete In conseguenza dei principi fisici con i quali funzionano le macchine per la produzione, il trasferimento e l impiego dell energia elettrica, nelle nostre case

Dettagli

CU-Q. Installazione sulla rete pubblica nazionale. Aggiornamento normativo del 20/01/2015

CU-Q. Installazione sulla rete pubblica nazionale. Aggiornamento normativo del 20/01/2015 CU-Q Installazione sulla rete pubblica nazionale Aggiornamento normativo del 20/01/2015 CU-Q Il sistema di accumulo di energia più evoluto al mondo Storage System for ON-GRID PV power plant Data-Logger

Dettagli

Energia alternativa: L A N G O L O T E C N I C O. gli impianti fotovoltaici. obiettivo sicurezza. Come funziona il generatore fotovoltaico

Energia alternativa: L A N G O L O T E C N I C O. gli impianti fotovoltaici. obiettivo sicurezza. Come funziona il generatore fotovoltaico Adriano De Acutis, Claudio Mastrobattista e Giuseppe Grammatico Energia alternativa: Come funziona il generatore Un generatore è un dispositivo che, se esposto al sole, è capace di convertire la radiazione

Dettagli

Il nuovo PumpDrive: controllo flessibile della velocità per il massimo rendimento

Il nuovo PumpDrive: controllo flessibile della velocità per il massimo rendimento La nostra tecnologia. Il vostro successo. Pompe n Valvole n Service Il nuovo PumpDrive: controllo flessibile della velocità per il massimo rendimento 02 Introduzione Velocità di funzionamento ottimale

Dettagli

AVVIATORE STATICO STS SOFT TOUCH STARTER MANUALE ISTRUZIONI

AVVIATORE STATICO STS SOFT TOUCH STARTER MANUALE ISTRUZIONI AVVIATORE STATICO STS SOFT TOUCH STARTER MANUALE ISTRUZIONI 2 AVVERTENZE Leggere le istruzioni prima di installare e operare sull avviatore. PERICOLO TENSIONE - Indica la presenza di tensione che può essere

Dettagli

Centrali ibride, tecniche di controllo per la gestione di micro reti intelligenti

Centrali ibride, tecniche di controllo per la gestione di micro reti intelligenti 84 Centrali ibride, tecniche di controllo per la gestione di micro reti intelligenti Le centrali ibride, elemento chiave per poter realizzare e controllare le microreti ad alta penetrazione di Fonti Energetiche

Dettagli

Gruppi di continuità UPS Line Interactive. PC Star EA

Gruppi di continuità UPS Line Interactive. PC Star EA Gruppi di continuità UPS Line Interactive PC Star EA Modelli: 650VA ~ 1500VA MANUALE D USO Rev. 01-121009 Pagina 1 di 8 SOMMARIO Note sulla sicurezza... 1 Principi di funzionamento... 2 In modalità presenza

Dettagli

Si compongono di : Lato DC

Si compongono di : Lato DC Centralini di Campo precablati per DC e AC Monofase e Trifase Quadro di campo comprensivo di cablaggio lato DC e lato AC verso inverter e contatore ENEL. CENTRALINO ISL - CABUR DC Inverter Monofase / Trifase

Dettagli

ASPETTI NORMATIVI E DI PROGETTAZIONE

ASPETTI NORMATIVI E DI PROGETTAZIONE Seminario Tecnico GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Novità legislative (nuovo conto energia), problematiche tecniche, problematiche di installazione, rapporti con gli Enti ASPETTI NORMATIVI E DI PROGETTAZIONE

Dettagli

INTRODUZIONE. Articolo qe001: versione 4

INTRODUZIONE. Articolo qe001: versione 4 INTRODUZIONE L obiettivo principale del progetto è dimostrare come ridefinire le strategie di gestione dei quadri elettrici disponendo di un network telematico in grado di monitorare e storicizzare tutti

Dettagli

L avviamento dei motori asincroni

L avviamento dei motori asincroni L avviamento dei motori asincroni Un problema rilevante è quello dell avviamento dei motori. Nei motori asincroni infatti, durante l avviamento, circolano nel motore correnti notevoli sia perché la resistenza

Dettagli

Sistemi di accumulo dell Energia

Sistemi di accumulo dell Energia Massimiliano Andreotti, ABB S.p.A., Pisa - 4 Luglio 2013, Green City Energy IV Edizione Power System Substations Sistemi di accumulo dell Energia July 4, 2013 Slide 1 Energie rinnovabili e rete elettrica

Dettagli

Corso Umberto I, 232 Corso Umberto I, 203 84013 - CAVA DE TIRRENI (SA) 84013 CAVA DE TIRRENI (SA) R I F A S A R E

Corso Umberto I, 232 Corso Umberto I, 203 84013 - CAVA DE TIRRENI (SA) 84013 CAVA DE TIRRENI (SA) R I F A S A R E Ing. ARMANDO FERRAIOLI Ing. BIAGIO AURIEMMA Corso Umberto I, 232 Corso Umberto I, 203 84013 - CAVA DE TIRRENI (SA) 84013 CAVA DE TIRRENI (SA) R I F A S A R E Rifasare un impianto elettrico significa risparmiare

Dettagli

TECHNICALINFO. Il gruppo motore LEITNER

TECHNICALINFO. Il gruppo motore LEITNER TECHNICALINFO Il gruppo motore LEITNER Il gruppo motore LEITNER Compatto, flessibile, affidabile Il presupposto per un utilizzo in sicurezza di un impianto a fune è sicuramente un gruppo argano affidabile

Dettagli

Monitoraggio Impianti Fotovoltaici

Monitoraggio Impianti Fotovoltaici Monitoraggio Impianti Fotovoltaici Descrizione del sistema Sistema innovativo per diagnostica e monitoraggio degli impianti fotovoltaici a livello stringa. Due o più schede di misura per stringa: una sul

Dettagli

NELLE PAGINE SEGUENTI PRESENTIAMO SOLUZIONI DI ACCUMULO ENERGIA PER VARIE TIPOLOGIE DI IMPIANTI:

NELLE PAGINE SEGUENTI PRESENTIAMO SOLUZIONI DI ACCUMULO ENERGIA PER VARIE TIPOLOGIE DI IMPIANTI: Prodotti per impianti di nuova realizzazione NELLE PAGINE SEGUENTI PRESENTIAMO SOLUZIONI DI ACCUMULO ENERGIA PER VARIE TIPOLOGIE DI IMPIANTI: IMPIANTI CON PRESENZA DI RETE ELETTRICA E DI CONTATORE DI CONSUMI

Dettagli

Produzione e distribuzione di en. Elettrica

Produzione e distribuzione di en. Elettrica (persona fisica) (persona giuridica) Produzione e distribuzione di en. Elettrica SCHEMA DELLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ DELL IMPIANTO ALLE REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE

Dettagli

1.1 Definizione ed elementi di un azionamento elettrico

1.1 Definizione ed elementi di un azionamento elettrico 1 L AZIONAMENTO ELETTRICO COME SISTEMA 1.1 Definizione ed elementi di un azionamento elettrico Si definisce Azionamento Elettrico (A.E.) l insieme composto da un motore elettrico e dagli apparati d alimentazione,

Dettagli

Fondamenti di macchine elettriche Corso SSIS 2006/07

Fondamenti di macchine elettriche Corso SSIS 2006/07 9.13 Caratteristica meccanica del motore asincrono trifase Essa è un grafico cartesiano che rappresenta l andamento della coppia C sviluppata dal motore in funzione della sua velocità n. La coppia è legata

Dettagli

Sistemi di distribuzione a MT e BT

Sistemi di distribuzione a MT e BT Sistemi di distribuzione a MT e BT La posizione ottima in cui porre la cabina di trasformazione coincide con il baricentro elettrico, che il punto in cui si pu supporre concentrata la potenza assorbita

Dettagli

PROCEDURA N 11 UTILIZZO DELLE PRESE ELETTRICHE IN SALA OPERATORIA - Ospedale di Vaio -

PROCEDURA N 11 UTILIZZO DELLE PRESE ELETTRICHE IN SALA OPERATORIA - Ospedale di Vaio - Dipartimento Tecnico e delle Tecnologie Procedura n. 11 per l utilizzo delle prese elettriche in sala operatoria ospedale Vaio Versione:01 PROCEDURA N 11 UTILIZZO DELLE PRESE ELETTRICHE IN SALA OPERATORIA

Dettagli

RIFASAMENTO ELETTRICO INDUSTRIALE. Opportunità di efficientamento energetico Normativa, casi pratici e incentivi.

RIFASAMENTO ELETTRICO INDUSTRIALE. Opportunità di efficientamento energetico Normativa, casi pratici e incentivi. RIFASAMENTO ELETTRICO INDUSTRIALE Opportunità di efficientamento energetico Normativa, casi pratici e incentivi. Perchè rifasare? Nei circuiti elettrici, la corrente risulta in fase con la tensione solamente

Dettagli

Veicoli elettrici ricaricabili da rete: sfide e opportunità da cogliere

Veicoli elettrici ricaricabili da rete: sfide e opportunità da cogliere Bari, 26/07/2011 Veicoli elettrici ricaricabili da rete: sfide e opportunità da cogliere 7 - Componenti, caratteristiche e tecnologie per applicazioni veicolari Giuseppe Mauri Dip. Sviluppo del Sistema

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

29 Circuiti oleodinamici fondamentali

29 Circuiti oleodinamici fondamentali 29 Circuiti oleodinamici fondamentali Fig. 1. Circuito oleodinamico: (1) motore elettrico; (2) pompa; (3) serbatoio; (4) filtro; (5) tubazione di mandata; (6) distributore; (7) cilindro; (8) tubazione

Dettagli

Gruppi di continuità assoluta. Gruppi di soccorso. Luoghi di utilizzo - continuità del servizio -

Gruppi di continuità assoluta. Gruppi di soccorso. Luoghi di utilizzo - continuità del servizio - DIPLOMA A DISTANZA IN INGEGNERIA ELETTRICA CORSO DI ELETTRONICA INDUSTRIALE DI POTENZA II Lezione 30 Gruppi di continuità assoluta (UPS) Docente: Leopoldo Rossetto Dipartimento di Ingegneria Elettrica

Dettagli

Dispositivo di conversione di energia elettrica per aerogeneratori composto da componenti commerciali.

Dispositivo di conversione di energia elettrica per aerogeneratori composto da componenti commerciali. Sede legale: Viale Vittorio Veneto 60, 59100 Prato P.IVA /CF 02110810971 Sede operativa: Via del Mandorlo 30, 59100 Prato tel. (+39) 0574 550493 fax (+39) 0574 577854 Web: www.aria-srl.it Email: info@aria-srl.it

Dettagli

Impianti Fotovoltaici

Impianti Fotovoltaici Impianti Fotovoltaici prof. ing. Alfonso Damiano alfio@diee.unica.it Per informazioni: Sardegna Ricerche Edificio 2 - Loc. Piscinamanna Pula (CA) Tel. 070 9243.2161 / Fax 070 9243.2203 lab.fotovoltaico@sardegnaricerche.it

Dettagli

Con ABB rispetti la natura e anche le tue tasche! Cogli il fior fiore della convenienza con la promozione sui prodotti per il fotovoltaico.

Con ABB rispetti la natura e anche le tue tasche! Cogli il fior fiore della convenienza con la promozione sui prodotti per il fotovoltaico. o i r ic to to tr va la et er al l is t e r i n s le a li ri ag ate im d Con ABB rispetti la natura e anche le tue tasche! Cogli il fior fiore della convenienza con la promozione sui prodotti per il fotovoltaico.

Dettagli

WHITE PAPER Le soluzioni che migliorano l efficienza energetica

WHITE PAPER Le soluzioni che migliorano l efficienza energetica WHITE PAPER Le soluzioni che migliorano l efficienza energetica Migliorare l'efficienza di un data center esistente: 5 possibili soluzioni di Thermal Management a confronto Introduzione In questo documento

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO WHAD. UPS monofase, on line a doppia conversione 1.000 VA, 700 W. 1 di 12

CAPITOLATO TECNICO WHAD. UPS monofase, on line a doppia conversione 1.000 VA, 700 W. 1 di 12 WHAD UPS monofase, on line a doppia conversione 1.000 VA, 700 W 1 di 12 Sommario 1 PRESCRIZIONI GENERALI... 4 1.1 OGGETTO E TIPO DI CONTRATTO.... 4 1.2 CONDIZIONI... 4 2 CARATTERISTICHE GENERALI.... 4

Dettagli