GUIDA DELLO STUDENTE LAUREE SPECIALISTICHE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GUIDA DELLO STUDENTE LAUREE SPECIALISTICHE"

Transcript

1 Università degli Studi di Verona Facoltà di Lingue e Letterature Straniere GUIDA DELLO STUDENTE alle LAUREE SPECIALISTICHE LINGUE E LETTERATURE MODERNE E COMPARATE - 42/S LINGUISTICA - 44/S (Interfacoltà) Anno accademico

2

3 PRESIDENZA DELLA FACOLTÀ Piano Mezzanino, Palazzo Aule di Lingue PRESIDE Prof. Gian Paolo Marchi tel PRESIDENTE DEI CORSI DI LAUREA Prof. Alessandra Tomaselli tel SEGRETERIA DI PRESIDENZA tel , 8775 Fax Referenti: Daniela Riccadonna Ombretta Zanotti Orario apertura: lunedì giovedì, , venerdì, SEGRETERIA STUDENTI DI LINGUE Gli Uffici di Segreteria Studenti della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere sono ubicati nel Chiostro di Via S. Francesco, 22. Referenti: Franco Ponte, Lidia Pellizzari tel Orario di apertura: lunedì venerdì,

4 4

5 NORME COMUNI AI CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA PIANI DI STUDIO Nel decretare l ammissione dello studente a una delle due LS, il Consiglio del Corso di Laurea elaborerà, entro 30 giorni dalla scadenza fissata dall Ateneo per l iscrizione, un piano degli studi comprendente eventuali debiti formativi, le attività riconosciute, con relativi CFU, le attività integrative necessarie, ed eventuali CFU in eccedenza per ogni ambito. TESI ED ESAME DI LAUREA La tesi costituisce un importante e imprescindibile passo nella formazione del futuro laureato con una LS. Scopo dell'attività di tesi è quello di impegnare lo studente in un lavoro di ricerca, formalizzazione, progettazione e/o sviluppo di un progetto di analisi letteraria o linguistica che contribuisca sostanzialmente al completamento della sua formazione tecnico-scientifica. L'esame di Laurea consiste nella discussione di una tesi, riguardante una disciplina dell'indirizzo di specializzazione o qualsiasi altra disciplina inclusa nel curriculum, purché lo studente abbia acquisito in quella disciplina almeno 3 CFU durante il biennio specialistico (esclusi i debiti formativi). Lo studente preparerà la tesi sotto la direzione di un docente (relatore della tesi) afferente ad uno dei settori scientifico-disciplinari nel quale abbia acquisito almeno 3 CFU nell ambito del biennio. Lo studente potrà chiedere l assegnazione di un argomento per la tesi dopo aver acquisito almeno 50 CFU del biennio. L'argomento dovrà essere comunicato alla Segreteria Studenti della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere compilando un'apposita scheda, almeno sei mesi prima della sessione in cui è prevista la discussione. Il titolo della tesi non può essere modificato se non con il consenso del relatore. Il laureando è tenuto a presentare alla Segreteria Studenti della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, nei periodi previsti dal Calendario accademico, la documentazione necessaria per essere ammesso a sostenere l'esame di Laurea. In 5

6 particolare, dovrà compilare, su un modulo fornito dalla Segreteria, la domanda di Laurea. Nella stesura della tesi, quale che sia la disciplina prescelta e il sistema di videoscrittura adottato, lo studente è tenuto a osservare i seguenti criteri di redazione: - ciascuna pagina deve essere composta da minimo 2000 battute; - la stampa va fatta fronte retro; - rispetto al testo, l apparato di note va compilato in caratteri più piccoli. È auspicabile che le note figurino a pie di pagina. - la rilegatura deve essere termica o a spirale, con copertina flessibile. La tesi va stampata in cinque copie identiche. Almeno venti giorni prima dell'inizio degli esami di Laurea, tre vanno consegnate alla Segreteria Studenti della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere: una di queste va firmata sul frontespizio dal relatore, o accompagnata da una sua lettera di consenso. La quarta copia va consegnata al relatore, la quinta rimane allo studente. Il correlatore della tesi è indicato dal relatore, o assegnato da un'apposita commissione sulla base della competenza. La Commissione dell'esame di Laurea è nominata dal Preside della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere o, su sua delega, dal Presidente del Corso di Laurea, e è composta da almeno sette docenti dell'ateneo di Verona. Possono far parte della Commissione, in soprannumero e limitatamente alla discussione delle tesi di cui sono correlatori, anche docenti e esperti esterni. La valutazione della tesi, in conformità con il Regolamento generale dell Università, avviene secondo i seguenti criteri: - livello di approfondimento del lavoro svolto; - avanzamento conoscitivo o metodologico apportato dalla tesi; - impegno critico espresso dal laureando; - autonomia organizzativa del laureando nello svolgimento del lavoro di tesi; - accuratezza formale nella stesura della tesi. Il voto di Laurea (espresso in 110/110) è un valore intero compreso tra 66/110 e 110/110 e formato dalla somma dei seguenti addendi: - media dei voti conseguiti negli esami, rapportata a 110, con l eventuale aggiunta di punti supplementari di incentivazione Socrates/Erasmus o Comenius o Assistentato di Lingua italiana all estero secondo le modalità stabilite dal Consiglio di Corso di Laurea. - valutazione della tesi; - valutazione dell esame di Laurea. Se c è l'unanimità della Commissione sull'eccellenza della tesi e della discussione in sede di esame, al candidato che abbia ottenuto il massimo dei voti può essere concessa la distinzione della lode. A tesi particolarmente significative può essere riconosciuta la dignità di stampa. 6

7 CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN LINGUE E LETTERATURE MODERNE E COMPARATE Classe 42/S - Lingue e Letterature Moderne Euroamericane OBIETTIVI FORMATIVI I laureati del Corso di LS in Lingue e Letterature Moderne e Comparate devono: - possedere una sicura competenza scritta e orale in almeno due lingue europee, eventualmente anche nelle loro varianti americane; - possedere approfondite conoscenze della storia della letteratura e della cultura di almeno due paesi europei, eventualmente anche nelle loro varianti americane, in una prospettiva comparativa; - possedere i principali strumenti della ricerca letteraria; - essere in grado di utilizzare i principali strumenti informatici di base e applicati. PROSPETTIVE PROFESSIONALI I laureati del Corso di LS in Lingue e Letterature Moderne e Comparate potranno: - svolgere attività di insegnamento (fatte salve le procedure abilitative previste dal Ministero) e di ricerca; - svolgere funzioni di elevata qualificazione negli organismi internazionali e nelle istituzioni culturali all estero; - svolgere una qualificata attività nel campo della traduzione letteraria e del testo culturale, e in quello dell intermediazione culturale; - svolgere attività redazionale e di consulenza nell ambito dell editoria e del mondo della cultura nelle sue più diverse espressioni. AMMISSIONE Per essere ammessi al corso di LS in Lingue e Letterature Moderne e Comparate occorre essere in possesso di un diploma di Laurea Triennale, di un diploma di Laurea del vecchio ordinamento (Laurea quadriennale) o di qualsiasi altro titolo conseguito all estero riconosciuto idoneo secondo la normativa vigente, e ottenere il 7

8 riconoscimento di almeno 120 dei CFU previsti dalle tabelle delle Lauree specialistiche. A coloro che hanno conseguito la Laurea Triennale in Lingue e Letterature Straniere presso l Università di Verona saranno riconosciuti i 180 CFU già conseguiti. VALUTAZIONE DEL CURRICULUM PREGRESSO Il riconoscimento e l accreditamento dei CFU conseguiti dallo studente, con relativo punteggio, in corsi altri da quello della Laurea Triennale in Lingue e Letterature Straniere dell Università di Verona, e cioè in altri corsi dell Università di Verona o in altri Atenei, compete al Consiglio di Corso di Laurea. In generale, il riconoscimento avviene secondo i criteri che guidano il passaggio dalla Laurea Quadriennale alle Laurea Triennale (cfr. Guida alla Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, ). Qualora non fosse possibile una determinazione automatica dei CFU riconoscibili (per corrispondenza di settori scientifico-disciplinari) il Consiglio effettuerà il riconoscimento sulla base dei seguenti criteri: - per attività per le quali sia previsto un riferimento ad un settore scientificodisciplinare ammesso nella Tabella della Classe specialistica 42/S il Consiglio provvederà a ripartire i CFU acquisiti all interno degli ambiti individuati nel curriculum del Corso di LS in Lingue e Letterature Moderne e Comparate. Il Consiglio valuterà caso per caso il contenuto delle attività formative determinando, in base alla suddivisione precedente, le equipollenze tra le attività svolte e quelle previste dal piano didattico della LS. Ad integrazione di eventuali carenze di CFU, il Consiglio di Corso di Laurea può individuare, valutando caso per caso, le attività più opportune ai fini del raggiungimento dei CFU previsti per la singola attività. Non si possono comunque integrare, con attività supplementari, Insegnamenti per i quali si sono maturati CFU inferiori al 50% dei CFU necessari per quell Insegnamento. In questo caso è necessario sostenere l esame di profitto per quell Insegnamento. - Per attività per le quali non è previsto il riferimento a un settore scientificodisciplinare, o non inquadrabili nel curriculum del Corso di LS in Lingue e Letterature Moderne e Comparate, il Consiglio di Corso di Laurea considererà caso per caso il contenuto delle attività formative, valutando la quantità dei CFU acquisiti che possono essere riconosciuti nell ambito delle attività formative previste nel Corso stesso. - Nel caso in cui il voto da associare a una particolare attività formativa sia il contributo di più attività che hanno dato luogo a votazioni differenti, il voto finale sarà determinato dalla media, basata sul valore di ogni attività espressa in CFU, dei voti riportati, arrotondata all intero più vicino. A parità di distanza, si arrotonda all intero superiore. - I CFU di attività di tipologia F vengono convalidati come tali fino a massimo 15. In seguito a quanto emerso nei punti precedenti, il Consiglio di Corso di Laurea decreterà l ammissione dello studente ed elaborerà un piano degli studi comprendente 8

9 eventuali debiti formativi, le attività riconosciute, con relativi CFU, le attività integrative necessarie, ed eventuali CFU in eccedenza per ogni ambito. I CFU in eccedenza comunque maturati possono essere, a richiesta dello studente, riconosciuti nelle attività di tipologia D fino a massimo 21 e per attività di tipologia F fino a massimo 15. Tale richiesta va espressa una volta accettata la domanda da parte del Consiglio di Corso di Laurea e può essere variata in qualsiasi momento ma non oltre la domanda di Laurea. NOTA BENE Indicazioni di massima sulla valutazione del curriculum pregresso verranno nei limiti del possibile fornite dalla Segreteria di Presidenza o dai docenti della Commissione delegata dalla Facoltà di Lingue e Letterature Straniere a occuparsi della LS in Lingue e Letterature Moderne e Comparate. Tuttavia, risposte precise individuali verranno comunicate solo agli studenti che si siano formalmente pre-iscritti e i cui curricula siano stati attentamente valutati dalla apposita Commissione. 9

10 PIANO DIDATTICO LINGUE E LETTERATURE MODERNE E COMPARATE SSD PRIMO ANNO CFU Tip. L-FIL-LET/10 Letteratura Italiana 2 (Insegn. Specialistico) 3 A L-FIL-LET/14 Letterature Comparate 3 (Insegn. Specialistico) 3 A L-LIN/03, L-LIN/05 L-LIN/10, L-LIN/12 L-LIN/21 Prima Letteratura 4 (Insegn. Specialistico) Seconda Letteratura 4 (Insegn. Specialistico) 6 6 B B L-LIN/04, L-LIN/07, Prima Lingua 4 (Insegn. Specialistico) 6 B L-LIN/12, L-LIN/14, L-LIN/21 Seconda Lingua 4 (Insegn. Specialistico) 6 B L-LIN/13 L-LIN/10 L-FIL-LET/14 L-LIN/11 L-LIN/06 L-LIN/21 L-ART/05 L-ART/06 L-ART/07 L-ART/05 L-FIL-LET/02 L-FIL-LET/04 L-FIL-LET/05 L-FIL-LET/15 L-FIL-LET/09 Un Insegn. a scelta* tra: Letteratura Austriaca Letteratura dei Paesi di Lingua Inglese Letterature Francofone Lingue e Letterature Angloamericane Lingue e Letterature Ispanoamericane Storia della Lingua Russa Un Insegn. a scelta* tra: Letteratura Teatrale Storia e Critica del Cinema Storia della Musica Moderna e Contemporanea Storia del Teatro e dello Spettacolo Un Insegn. a scelta* tra: Letteratura Greca Letteratura Latina Storia della Tradizione Classica SECONDO ANNO 6 B 6 C 6 C Filologia Germanica 2/Romanza 2 (Insegn. Specialistico) 3 A L-LIN/03, L-LIN/05 Prima Letteratura 5 (Insegn. Specialistico) 6 B L-LIN/10, L-LIN/12 L-LIN/21 Seconda Letteratura 5 (Insegn. Specialistico) 6 B L-LIN/04, L-LIN/07, L-LIN/12, L-LIN/14, Prima Lingua 5 (Insegn. Specialistico) 6 B L-LIN/21 Seconda Lingua 5 (Insegn. Specialistico) 3 B Tesi 31 E PRIMO E/O SECONDO ANNO Attività formative a scelta libera** 12 D Ulteriori competenze linguistiche, abilità informatiche, tirocini, stages, ecc.** 5 F TOTALE 120 Leggere attentamente le note che seguono 10

11 NOTE * Nel caso di questi Insegnamenti non specialistici, mutuati dalla Laurea Triennale, lo studente deve obbligatoriamente sceglierne uno che non abbia già sostenuto nel triennio. ** CFU di tipologia D e F Per le norme generali relative a queste due tipologie, cfr. 3.4 e 3.5 della Guida alla Facoltà di Lingue e Letterature Straniere. Inoltre, - ANTICIPAZIONE ESAMI Come si nota nel piano didattico, la maggior parte degli Insegnamenti è distribuita tra le due annualità. Tuttavia, lo studente può anticipare al primo anno qualunque Insegnamento del secondo senza dover farne richiesta formale, purché sia rispettata la propedeuticità dei singoli Insegnamenti. - CFU IMPRESCINDIBILI Qualunque sia il curriculum pregresso dello studente, i CFU di tipologia A e B relativi agli Insegnamenti specialistici sono imprescindibili. - IN FASE DI PROGRAMMAZIONE Nel quadro dell internazionalizzazione delle Università è stato ratificato dalla Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell Università di Verona, in collaborazione con lo University College Dublin (UCD) e l Università di Roma Tre, il curriculum alternativo dal titolo: Lingua in performance. Culture, lingue e linguaggi dell arte a confronto: dialoghi, interscambi e traduzione (italiano/inglese, inglese/italiano), nell ambito del corso di laurea specialistica Lingue e Letterature Moderne e comparate (classe 42/S). Per i futuri iscritti a tale curriculum si prevede un titolo congiunto (joint degree) di laurea specialistica italiana e di MA (International) irlandese. L attivazione è prevista a partire dall anno accademico COMMISSIONE DI RIFERIMENTO I membri della Commissione delegata dalla Facoltà di Lingue e Letterature Straniere a occuparsi specificatamente della LS in Lingue e Letterature Moderne e Comparate sono i Proff.: - Carla CARLA SASSI tel Maria Cecilia GRAÑA tel Sergio PESCATORI tel

12 CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN LINGUISTICA Classe 44/S - Linguistica OBIETTIVI FORMATIVI I laureati del Corso di L. S. in Linguistica devono possedere: - un'avanzata conoscenza delle metodologie e delle teorie linguistiche; - una buona conoscenza delle tecniche di analisi e di descrizione dei sistemi linguistici; - una solida preparazione sia nell'ambito delle lingue antiche sia in quello delle lingue moderne, con specializzazione nell analisi e nella descrizione di almeno una lingua nell'uno o nell'altro dei due ambiti; - capacità di utilizzare i principali strumenti informatici negli ambiti specifici di competenza; - competenza fluente, scritta e orale, di almeno una lingua dell'unione Europea, oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari. PROSPETTIVE PROFESSIONALI I laureati del Corso di LS in Linguistica potranno: - svolgere attività di insegnamento (fatte salve le procedure abilitative previste dal Ministero) e di ricerca; - svolgere funzioni di consulenza specialistica nei settori legati alla lessicografia e alla grammaticografia, a livello scientifico e divulgativo; - svolgere funzioni specifiche nell ambito scolastico (es. formazione di insegnanti, educazione bilingue, comunicazione interculturale); - svolgere funzioni di consulenza per l'analisi di materiale scritto e parlato, ad uso di Enti istituzionali e di associazioni culturali (es., tutela delle lingue minoritarie, valutazione giudiziaria di documenti linguistici); - svolgere funzioni di elevata responsabilità nell'ambito della cooperazione e degli istituti internazionali. AMMISSIONE Per essere ammessi al Corso di LS in Linguistica occorre essere in possesso di un diploma di Laurea Triennale, di un diploma di Laurea del vecchio ordinamento (laurea 12

13 quadriennale) o di qualsiasi altro titolo conseguito all estero riconosciuto idoneo secondo la normativa vigente, e ottenere il riconoscimento di almeno 120 dei CFU previsti dalle tabelle delle Lauree specialistiche. Ai laureati in Linguistica e Didattica delle Lingue Straniere (Laurea Triennale) presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell Università di Verona, i 180 CFU già conseguiti saranno riconosciuti integralmente nell ambito del curriculum 2 Linguistica delle Lingue moderne della LS senza alcun debito formativo. Ai laureati in Lettere e Filosofia (Laurea Triennale) con curriculum linguisticoletterario classico e medievale dell Università di Verona, i CFU già conseguiti saranno riconosciuti nell ambito del curriculum 1 Linguistica delle Lingue Antiche con un debito formativo minimo di 12 CFU. Ai laureati in Lettere e Filosofia (Laurea Triennale) con curriculum linguisticoletterario moderno e contemporaneo dell Università di Verona, i CFU già conseguiti saranno riconosciuti nell ambito del curriculum 3 Modelli Teorici in Linguistica con un debito formativo minimo di 12 CFU. VALUTAZIONE DEL CURRICULUM PREGRESSO Il riconoscimento e l accreditamento dei CFU conseguiti dallo studente, con relativo punteggio, in corsi diversi dai tre menzionati nel paragrafo precedente, e cioè in altri corsi delle tre Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, di Lettere e Filosofia, e di Scienze della Formazione dell Università di Verona o in altri Atenei, compete al Consiglio di Corso di Laurea. In generale, il riconoscimento avviene secondo i criteri che guidano il passaggio dalle Lauree Quadriennali alle Lauree Triennali. Qualora non fosse possibile una determinazione automatica, il riconoscimento dei CFU acquisiti, con relativo punteggio, avverrà secondo i seguenti criteri: - per attività per le quali sia previsto un riferimento ad un settore scientifico disciplinare ammesso nelle tabelle della classe 44/S (LS in Linguistica), il Consiglio del Corso di Laurea provvederà a ripartire i CFU acquisiti all'interno degli ambiti individuati nel Corso di LS in Linguistica. Il Consiglio valuterà caso per caso le equipollenze tra le attività svolte e quelle previste dal piano didattico del curriculum prescelto. Ad integrazione di eventuali carenze di CFU, il Consiglio individuerà, valutando caso per caso, le attività più opportune ai fini del raggiungimento dei CFU previsti. Non si possono integrare con attività supplementari Insegnamenti per i quali si è maturato un numero di CFU inferiore al 50% (e comunque non inferiore a 3 CFU) dei CFU previsti per quell'insegnamento. In questo caso è necessario sostenere l'esame di profitto per quell Insegnamento. - per le attività per le quali non è prevista corrispondenza con un settore scientificodisciplinare, o non inquadrabili all'interno del Corso di LS in Linguistica, il Consiglio di Corso di Laurea valuterà caso per caso. - nel caso in cui il voto da associare ad una particolare attività formativa sia il risultato di più attività che hanno ottenuto votazioni differenti, il voto finale sarà 13

14 determinato dalla media dei voti riportati, arrotondata all'intero più vicino. A parità di distanza, si arrotonda all'intero superiore. In seguito a quanto emerso nei punti precedenti, il Consiglio di Corso di Laurea decreterà l ammissione dello studente ed elaborerà un piano di studi comprendente eventuali debiti formativi, le attività riconosciute con relativi CFU, le attività integrative necessarie, e eventuali CFU in eccedenza per ogni ambito. I CFU in eccedenza comunque maturati possono essere, a richiesta dello studente, riconosciuti nella tipologia D fino a 6 CFU per i curricula 1 e 3, e fino a 5 CFU per il curriculum 2, e/o nella tipologia F fino ad un massimo di 9 CFU per i curricula 1 e 3, e fino ad un massimo di 15 CFU per il curriculum 2. Tale richiesta va espressa una volta accettata la domanda da parte del Consiglio di Corso di Laurea e può essere variata in qualsiasi momento entro e non oltre la Domanda di Laurea. In ogni caso, per ottenere la LS in Linguistica, ci sono dei CFU imprescindibili: sono quelli relativi agli Insegnamenti Specialistici della LS, elencati nei tre curricula. NOTA BENE Indicazioni di massima sulla valutazione del curriculum pregresso verranno nei limiti del possibile fornite dalla Segreteria di Presidenza o dai docenti della Commissione delegata dalle tre Facoltà a occuparsi della LS in Linguistica (cfr. 11.9). Tuttavia, risposte precise individuali verranno comunicate solo agli studenti che si siano formalmente pre-iscritti e i cui curricula siano stati attentamente valutati dalla apposita Commissione. CURRICULA DELLA LS IN LINGUISTICA La LS in Linguistica si articola in tre curricula: 1. Linguistica delle Lingue Antiche 2. Linguistica delle Lingue Moderne 3.Modelli Teorici in Linguistica I laureati provenienti dal corso di Laurea Triennale in Linguistica e Didattica delle Lingue Straniere dell Università di Verona si possono iscrivere al curriculum 2 senza alcun debito formativo. I laureati provenienti dal corso di Laurea Triennale in Lettere e Filosofia con curriculum linguistico-letterario classico e medievale dell Università di Verona si possono iscrivere al curriculum 1 con un debito formativo minimo di 12 CFU. I laureati provenienti dal corso di Laurea Triennale in Lettere e Filosofia con curriculum linguistico-letterario moderno e contemporaneo dell Università di Verona si possono iscrivere al curriculum 3 con un debito formativo minimo di 12 CFU. Per scegliere il percorso triennale ottimale ai fini dell iscrizione ai curricula 1 e 3, e ridurre così al minimo di 12 CFU il debito formativo, lo studente può rivolgersi al docente di riferimento della Facoltà di Lettere e Filosofia (Prof. Giorgio Graffi). 14

15 PIANO DIDATTICO LINGUISTICA DELLE LINGUE ANTICHE L-LIN/02 PRIMO ANNO CFU Tip. Didattica delle Lingue 1 (Lingue) Didattica delle Lingue 2 (Lingue) Didattica delle Lingue 3 (Insegn. Special.) (Lingue) L-LIN/01 Glottologia 6 B Due Insegn. Specialistici a scelta tra: Fonetica e Fonologia (Lettere) L-LIN/01 Glottologia 2 (Lingue) Linguistica Generale (Lettere) Storia Comparata delle Lingue Classiche (Lettere) Storia della Linguistica (Lettere) 6 B L-FIL-LET/02 L-FIL-LET/04 L-FIL-LET/04 L-FIL-LET/15 L-FIL-LET/09 L-LIN/21 L-LIN/04 L-LIN/12 L-LIN/21 L-LIN/07 L-LIN/14 M-FIL/02 M-FIL/01 INF/01 INF/01 M-PSI/01 M-PSI/05 Un Insegn. Specialistico a scelta tra: Grammatica Latina (Lettere) Letteratura Greca (Lettere) Letteratura Latina (Lettere) Un Insegn. a scelta tra: Filologia Germanica 1 (Lingue) Filologia Romanza 1 (Lingue) Filologia Slava 1 (Lingue) Un Insegn. a scelta tra: Lingua Francese (Lingue/Sc. Formazione) Lingua Inglese (Lingue/Lettere/Sc. Formazione) Lingua Russa (Lingue) Lingua Spagnola (Lingue) Lingua Tedesca (Lingue/Lettere) Tre Insegn. a scelta tra: Filosofia della Scienza (Lettere) Filosofia Teoretica (Lettere) Informatica di Base (Lettere) Interazione Uomo-Macchina (Lettere) Psicologia Generale (Lettere) Psicologia Sociale (Sc. Formazione) A 6 B 6 B 8 B 15 C 15

16 L-LIN/01 L-LIN/04 L-LIN/12 L-LIN/21 L-LIN/07 L-LIN/14 L-LIN/04 L-LIN/12 L-LIN/21 L-LIN/07 L-LIN/14 L-FIL-LET/15 L-FIL-LET/09 L-LIN/21 M-FIL/02 M-FIL/01 INF/01 INF/01 M-PSI/01 M-PSI/05 SECONDO ANNO Un Insegn. Specialistico a scelta tra: Fonetica e Fonologia (Lettere) Glottologia 2 (Lingue) Linguistica Generale (Lettere) Storia Comparata delle Lingue Classiche (Lettere) Storia della Linguistica (Lettere) Uno o due Insegn. a scelta tra: Storia della Lingua Francese (Lingue) Storia della Lingua Inglese (Lingue) Storia della Lingua Russa (Lingue) Storia della Lingua Spagnola (Lingue) Storia della Lingua Tedesca (Lingue) Uno o tre Insegn. Specialistici a scelta tra: Linguistica Francese (Lingue/Sc. Formazione) Linguistica Inglese (Lingue/Lettere/Sc. Formazione) Linguistica Russa (Lingue) Linguistica Spagnola (Lingue) Linguistica Tedesca (Lingue) Un Insegn. Specialistico a scelta tra: Filologia Germanica 2 (Lingue) Filologia Romanza 2 (Lingue) Filologia Slava 2 (Lingue) 3 B 6 o 12 B 3 o 9 B 3 B Un Insegn. a scelta tra: Filosofia della Scienza (Lettere) Filosofia Teoretica (Lettere) Informatica di Base (Lettere) 6 C Interazione Uomo-Macchina (Lettere) Psicologia Generale (Lettere) Psicologia Sociale (Sc. Formazione) Tesi 31 E PRIMO E/O SECONDO ANNO A scelta libera 6 D Ulteriori conoscenze linguistiche, tirocini, stages, abilità informatiche, ecc. 9 F TOTALE 132 Leggere attentamente le note che seguono 16

17 NOTE CFU IMPRESCINDIBILI Per il curriculum 1, Linguistica delle Lingue Antiche, qualunque sia il curriculum pregresso dello studente, i seguenti CFU di tipologia A e B sono imprescindibili: Didattica delle Lingue 3 (Insegn. Special.) (Lingue) Tre Insegn. Specialistici a scelta tra: Fonetica e Fonologia (Lettere) Glottologia 2 (Lingue) Linguistica Generale (Lettere) Storia Comparata delle Lingue Classiche (Lettere) Storia della Linguistica (Lettere) Un Insegn. Specialistico a scelta tra: Linguistica Francese (Lingue/Sc. Formazione) Linguistica Inglese (Lingue/Lettere/Sc. Formazione) Linguistica Russa (Lingue) Linguistica Spagnola (Lingue) Linguistica Tedesca (Lingue) Un Insegn. Specialistico a scelta tra: Filologia Germanica 2(Lingue) Filologia Romanza 2 (Lingue) Filologia Slava 2 (Lingue) - Come si nota nel piano didattico, la maggior parte degli Insegnamenti è distribuita tra le due annualità. Tuttavia, i CFU di tipologia D e F vanno calcolati complessivamente sull intero biennio e possono quindi essere acquisiti nell uno o nell altro anno. - Inoltre, lo studente può anticipare al primo anno qualunque Insegnamento del secondo anno senza farne richiesta formale, purché venga rispettata la propedeuticità dei singoli Insegnamenti. - Nel caso di Insegnamenti non specialistici, mutuati dalle Lauree Triennali, e impartiti con la stessa denominazione in due Facoltà, lo studente deve obbligatoriamente seguire quello non seguito nel triennio. Per chi non avesse seguito tali Insegnamenti, la scelta è libera. 17

18 PIANO DIDATTICO LINGUISTICA DELLE LINGUE MODERNE PRIMO ANNO CFU Tip. L-LIN/02 Didattica delle Lingue 3 (Insegn. Specialistico) (Lingue) 4 A L-FIL-LET/12 Storia della Lingua Italiana 5 A L-LIN/01 Linguistica Generale (Lingue/Lettere) 6 B Quattro Insegn. Specialistici a scelta tra: Fonetica e Fonologia (Lettere) L-LIN/01 Glottologia 2 (Lingue) Linguistica Generale (Lettere) Storia Comparata delle Lingue Classiche (Lettere) Storia della Linguistica (Lettere) 12 B L-LIN/04 L-LIN/12 L-LIN/21 L-LIN/07 L-LIN/14 Due Insegn. Specialistici a scelta tra: Linguistica Francese (Lingue/Sc. Formazione) Linguistica Inglese (Lingue/Lettere/Sc. Formazione) Linguistica Russa (Lingue) Linguistica Spagnola (Lingue) Linguistica Tedesca (Lingue) 6 B M-FIL/02 Filosofia della Scienza 6 C M-FIL/01 M-PSI/01 M-PSI/05 L-FIL-LET/15 L-FIL-LET/09 L-LIN/21 M-FIL/01 M-PSI/01 M-PSI/05 L-LIN/04 L-LIN/12 L-LIN/21 L-LIN/07 L-LIN/14 Un Insegn. a scelta tra: Filosofia Teoretica (Lingue/Lettere) Psicologia Generale (Lettere) Psicologia Sociale (Sc. Formazione) SECONDO ANNO Due Insegn. a scelta tra: Filologia Germanica 1 (Lingue) Filologia Romanza 1 (Lingue) Filologia Slava 1 (Lingue) Un Insegn. a scelta tra: Filosofia Teoretica (Lingue/Lettere) Psicologia Generale (Lettere) Psicologia Sociale (Sc. Formazione) Un Insegn. Specialistico* a scelta tra: Linguistica Francese (Lingue/Sc. Formazione) Linguistica Inglese (Lingue/Lettere/Sc. Formazione) Linguistica Russa (Lingue) Linguistica Spagnola (Lingue) Linguistica Tedesca (Lingue) 6 C CFU 12 A 6 C 3 B 18

19 L-FIL-LET/04 L-FIL-LET/02 L-FIL-LET/04 L-FIL-LET/08 L-FIL-LET/02 L-FIL-LET/04 Un Insegn. a scelta tra: Corso Intensivo di Latino per Principianti (Lettere) Letteratura Greca (Lettere) Letteratura Latina (Lettere) 3 B Letteratura Latina Medievale (Lettere) Storia della Lingua Greca (Lettere) Storia della Lingua Latina (Lettere) Tesi 31 E PRIMO E/O SECONDO ANNO A scelta libera 5 D Approfondimento competenza linguistica nella prima lingua straniera** 3 F Approfondimento competenza linguistica nella prima/seconda lingua straniera** 3 F Ulteriori abilità informatiche, conoscenze linguistiche, tirocini, stages, ecc. 9 F TOTALE 120 Leggere attentamente le note che seguono NOTE * Rispetto alla scelta tra gli Insegnamenti con la stessa denominazione fatta al primo anno, al secondo lo studente può scegliere tra (a) cambiare lingua, (b) cambiare docente/facoltà, (c) iterare un Insegnamento. ** Si prevede che lo studente acquisisca, almeno in una lingua straniera, un livello di competenza superiore a quello di ingresso. CFU IMPRESCINDIBILI Per il curriculum 2, qualunque sia il curriculum pregresso dello studente, i seguenti CFU di tipologia A e B sono imprescindibili: Didattica delle Lingue 3 (Insegn. Special.) (Lingue) Due Insegn. Specialistici a scelta tra: Linguistica Francese (Lingue/Sc. Formazione) Linguistica Inglese (Lingue/Lettere/Sc. Formazione) Linguistica Russa (Lingue) Linguistica Spagnola (Lingue) Linguistica Tedesca (Lingue) 19

20 Quattro Insegn. Specialistici a scelta tra: Fonetica e Fonologia (Lettere) Glottologia 2 (Lingue) Linguistica Generale (Lettere) Storia Comparata delle Lingue Classiche (Lettere) Storia della Linguistica (Lettere) - Come si nota nel piano didattico, la maggior parte degli Insegnamenti è distribuita tra le due annualità. Tuttavia, i CFU di tipologia D e F vanno calcolati complessivamente sull intero biennio e possono quindi essere acquisiti nell uno o nell altro anno. - Inoltre, lo studente può anticipare al primo anno qualunque Insegnamento del secondo anno senza farne richiesta formale, purché venga rispettata la propedeuticità dei singoli Insegnamenti. - Nel caso di Insegnamenti non specialistici, mutuati dalle Lauree Triennali, e impartiti con la stessa denominazione in due Facoltà, lo studente deve obbligatoriamente seguire quello non seguito nel triennio. Per chi non avesse seguito tali Insegnamenti, la scelta è libera. 20

21 PIANO DIDATTICO MODELLI TEORICI IN LINGUISTICA L-LIN/02 PRIMO ANNO CFU Tip. Didattica delle Lingue 1 (Lingue) Didattica delle Lingue 2 (Lingue) Didattica delle Lingue 3 (Insegn. Special.) (Lingue) L-LIN/01 Glottologia (Lingue/Lettere) 6 B Due Insegn. Specialistici a scelta tra: Fonetica e Fonologia (Lettere) L-LIN/01 Glottologia 2 (Lingue) Linguistica Generale (Lettere) Storia Comparata delle Lingue Classiche (Lettere) Storia della Linguistica (Lettere) 6 B L-LIN/04 L-LIN/12 L-LIN/21 L-LIN/07 L-LIN/14 Un Insegn. a scelta tra: Lingua Francese (Lingue/Sc. Formazione) Lingua Inglese (Lingue/Lettere/Sc. Formazione) Lingua Russa (Lingue) Lingua Spagnola (Lingue) Lingua Tedesca (Lingue/Lettere) A 8 B L-LIN/12 Linguistica inglese (Lingue) 9 B L-FIL-LET/15 L-FIL-LET/09 L-LIN/21 M-FIL/02 M-FIL/01 INF/01 INF/01 M-PSI/01 M-PSI/05 Un Insegn. Specialistico a scelta tra: Filologia Germanica 2 (Lingue) Filologia Romanza 2 (Lingue) Filologia Slava 2 (Lingue) Almeno due Insegn. a scelta tra: Filosofia della Scienza (Lettere) Filosofia Teoretica (Lettere/Lingue) Informatica di Base (Lettere) Interazione Uomo-Macchina (Lettere) Psicologia Generale (Lettere) Psicologia Sociale (Sc. Formazione) 3 B 15 C 21

22 L-LIN/01 L-LIN/04 L-LIN/12 L-LIN/21 L-LIN/07 L-LIN/14 L-LIN/04 L-LIN/12 L-LIN/21 L-LIN/07 L-LIN/14 M-FIL/02 M-FIL/01 INF/01 INF/01 M-PSI/01 M-PSI/05 SECONDO ANNO Un Insegn. Specialistico a scelta tra: Fonetica e Fonologia (Lettere) Glottologia 2 (Lingue) Linguistica Generale (Lettere) 3 B Storia Comparata delle Lingue Classiche (Lettere) Storia della Linguistica (Lettere) Un Insegn. a scelta tra: Storia della Lingua Francese (Lingue) Storia della Lingua Inglese (Lingue) Storia della Lingua Russa (Lingue) 6 B Storia della Lingua Spagnola (Lingue) Storia della Lingua Tedesca (Lingue) Due Insegn. Specialistici a scelta tra: Linguistica Francese (Lingue/Sc. Formazione) Linguistica Inglese (Lingue/Lettere/Sc. Formazione) 6 B Linguistica Russa (Lingue) Linguistica Spagnola (Lingue) Linguistica Tedesca (Lingue) Due Insegn. a scelta tra: Filosofia della Scienza (Lettere) Filosofia Teoretica (Lettere/Lingue) Informatica di Base (Lettere) 12 C Interazione Uomo-Macchina (Lettere) Psicologia Generale (Lettere) Psicologia Sociale (Sc. Formazione) Tesi 31 E PRIMO E/O SECONDO ANNO A scelta libera 6 D Ulteriori conoscenze linguistiche, abilità informatiche, tirocini, stages, ecc. 9 F TOTALE 132 Leggere attentamente le note che seguono NOTE CFU IMPRESCINDIBILI Per il curriculum 3, qualunque sia il curriculum pregresso dello studente, i seguenti CFU di tipologia A e B sono imprescindibili: Didattica delle Lingue 3 (Insegn. Special.) (Lingue) Tre Insegn. Specialistici a scelta tra: Fonetica e Fonologia (Lettere) 22

23 Glottologia (Lingue) Linguistica Generale (Lettere) Storia Comparata delle Lingue Classiche (Lettere) Storia della Linguistica (Lettere) Un Insegn. Specialistico a scelta tra: Filologia Germanica 2 (Lingue) Filologia Romanza 2 (Lingue) Filologia Slava 2 (Lingue) Due Insegn. Specialistici a scelta tra: Linguistica Francese (Lingue/Sc. Formazione) Linguistica Inglese (Lingue/Lettere/Sc. Formazione) Linguistica Russa (Lingue) Linguistica Spagnola (Lingue) Linguistica Tedesca (Lingue) - Come si nota nel piano didattico, la maggior parte degli Insegnamenti è distribuita tra le due annualità. Tuttavia, i CFU di tipologia D e F vanno calcolati complessivamente sull intero biennio e possono quindi essere acquisiti nell uno o nell altro anno. - Inoltre, lo studente può anticipare al primo anno qualunque Insegnamento del secondo anno senza farne richiesta formale, purché venga rispettata la propedeuticità dei singoli Insegnamenti. - Nel caso di Insegnamenti non specialistici, mutuati dalle Lauree Triennali, e impartiti con la stessa denominazione in due Facoltà, lo studente deve obbligatoriamente seguire quello non seguito nel triennio. Per chi non avesse seguito tali Insegnamenti, la scelta è libera. COMMISSIONE DI RIFERIMENTO I membri della Commissione interfacoltà delegata dalle Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, di Lettere e Filosofia e di Scienze della Formazione a occuparsi specificatamente della LS in Linguistica sono i Proff.: - Giovanna MASSARIELLO (referente) tel Giorgio GRAFFI (Lettere e Filosofia) tel Anna ZANFEI (Lingue e Letterature Straniere) tel

24 ORDINAMENTI DIDATTICI DEL QUINQUIENNIO Si presentano qui i piani didattici dell'intero quinquiennio (Laurea Triennale + Laurea Specialistica), sia per gli studenti che si iscrivono alla Laurea Specialistica, sia per quelli che provenendo da altri percorsi tra i più vari volessero da soli calcolare i propri crediti e debiti formativi. Classe 42/S LINGUE E LETTERATURE MODERNE E COMPARATE AMBITO CFU SETTORE SCIENTIFICO-DISCIPLINARE ATTIVITÀ FORMATIVE DI BASE Discipline storiche 6 Letteratura italiana e comparata e sociologia della letteratura Metodologie linguistiche, filologiche, glottologiche e di sc. della traduzione letteraria M-STO/02 Storia Moderna M-STO/04 Storia Contemporanea L-FIL-LET/10 Letteratura Italiana 24 L-FIL-LET/14 Critica Letteraria e Letterature Comparate L-FIL-LET/09 Filologia e Linguistica Romanza L-FIL-LET/13 Filologia della Letteratura 27 Italiana L-FIL-LET/15 Filologia Germanica L-LIN/01 Glottologia e Linguistica Totale 57 Numero minimo di CFU: 48 ATTIVITÀ FORMATIVE CARATTERIZZANTI L-LIN/03 Letteratura Francese L-LIN/04 Lingua e Traduzione Lingua Francese L-LIN/05 Letteratura Spagnola L-LIN/06 Lingua e Letterature Ispano- Americane Lingue e letterature moderne 137 L-LIN/07 Lingua e Traduzione Lingua Spagnola L-LIN/10 Letteratura Inglese L-LIN/11 Lingua e Letterature Anglo- Americane L-LIN/12 Lingua e Traduzione Lingua Inglese L-LIN/13 Letteratura Tedesca L-LIN/14 Lingua e Traduzione Lingua Tedesca L-LIN/21 Slavistica Totale 137 Numero minimo di CFU: 60 24

25 ATTIVITÀ FORMATIVE AFFINI O INTEGRATIVE Discipline artistiche 12 Discipline demoetnoantropologiche e filosofiche 12 L-ART/02 Storia dell arte Moderna L-ART/03 Storia dell arte Contemporanea L-ART/05 Discipline dello Spettacolo L-ART/06 Cinema, Fotografia e Televisione L-ART/07 Musicologia e Storia della Musica M-FIL/06 Storia della Filosofia M-GGR/01 Geografia L-FIL-LET/02 Lingua e Letteratura Greca Lingue e letterature antiche ed 6 L-FIL-LET/04 Lingua e Letteratura Latina extraeuropee L-FIL-LET/05 Filologia Classica Totale 30 Numero minimo di CFU: 30 ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE A scelta dello studente 21 Tesi 40 Altre 15 Ulteriori conoscenze linguistiche Abilità informatiche e relazionali Tirocini Altro Totale 76 Numero minimo di CFU 60 TOTALE

26 Classe 44/S - LINGUISTICA DELLE LINGUE ANTICHE AMBITO CFU SETTORE SCIENTIFICO-DISCIPLINARE Disclipline storiche 21 Metodologie linguistiche e filologiche ATTIVITÀ FORMATIVE DI BASE 27 L-ANT/02 Storia Greca L-ANT/03 Storia Romana M-STO/01 Storia Medievale M-STO/02 Storia Moderna M-STO/04 Storia Contemporanea L-FIL-LET/09 Filologia e Linguistica Romanza L-FIL-LET/12 Linguistica Italiana L-FIL-LET/15 Filologia Germanica L-LIN/02 didattica delle Lingue Moderne M-FIL/05 Filosofia e Teoria dei Linguaggi Totale 48 Numero minimo di CFU: 48 ATTIVITÀ FORMATIVE CARATTERIZZANTI Lingue e letterature europee antiche Lingue e letterature moderne Linguistica e semiotica L-FIL-LET/02 Lingua e Letteratura Greca L-FIL-LET/04 Lingua e Letteratura Latina L-FIL-LET/08 Letteratura Latina Medievale e Umanistica L-FIL-LET/10 Letteratura Italiana L-FIL-LET/11 Letteratura Italiana Contemporanea L-FIL-LET/14 Critica Letteraria e Letterature Comparate L-LIN/03 Letteratura Francese L-LIN/04 Lingua e Traduzione Lingua Francese L-LIN/05 Letteratura Spagnola L-LIN/06 Lingua e Letterature Ispano-Americane L-LIN/07 Lingua e Traduzione Lingua Spagnola L-LIN/10 Letteratura Inglese L-LIN/11 Lingua e Letterature Anglo-Americane L-LIN/12 Lingua e Traduzione Lingua Inglese L-LIN/13 Letteratura Tedesca L-LIN/14 Lingua e Traduzione Lingua Tedesca L-LIN/20 Lingua e Letteratura Neogreca L-LIN/21 Slavistica L-FIL-LET/09 Filologia e Linguistica Romanza L-FIL-LET/15 Filologia Germanica L-LIN/01 Glottologia e Linguistica SPS/08 Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi Totale 134 Numero minimo di CFU: 60 26

27 ATTIVITÀ FORMATIVE AFFINI O INTEGRATIVE Discipline geografiche, demo etno antropologiche e della documentazione Discipline informatiche e logico-filosofiche M-DEA/01 discipline Demo Etno Antropologiche M-GGR/01 Geografia M-STO/O6 Storia delle Religioni M-STO/O8 Archivistica Bibliografia e Biblioteconomia M-STO/O9 Paleografia INF/01 Informatica M-FIL/01 Filosofia Teoretica M-FIL/02 Logica e Filosofia della Scienza M-PSI/01 Psicologia Generale M-PSI/05 Psicologia Sociale Totale 36 Numero minimo di CFU: 30 CREDITI DI SEDE AGGREGATI M-FIL/03 Filosofia Morale M-FIL/04 Estetica 6 M-FIL/06 Storia della Filosofia M-FIL/07 Storia della Filosofia Antica M-FIL/08 Storia della Filosofia Medievale Totale 6 CFU di Sede Aggregati: 6 ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE A scelta dello studente 15 Tesi 40 Altre 21 Ulteriori conoscenze linguistiche Abilità informatiche e relazionali Tirocini Altro Totale 76 Numero minimo di CFU 60 TOTALE

28 Classe 44/S - LINGUISTICA DELLE LINGUE MODERNE AMBITO CFU SETTORE SCIENTIFICO-DISCIPLINARE Disclipline storiche 6 Metodologie linguistiche e filologiche ATTIVITÀ FORMATIVE DI 42 L-ANT/02 Storia Greca L-ANT/03 Storia Romana M-STO/01 Storia Medievale M-STO/02 Storia Moderna M-STO/04 Storia Contemporanea BASE L-FIL-LET/09 Filologia e Linguistica Romanza L-FIL-LET/12 Linguistica Italiana L-FIL-LET/15 Filologia Germanica L-LIN/02 Didattica delle Lingue Moderne M-FIL/05 Filosofia e Teoria dei Linguaggi Totale 48 Numero minimo di CFU: 48 ATTIVITÀ FORMATIVE CARATTERIZZANTI Lingue e letterature europee antiche Lingue e letterature moderne Linguistica e semiotica L-FIL-LET/02 Lingua e Letteratura Greca L-FIL-LET/04 Lingua e Letteratura Latina L-FIL-LET/08 Letteratura Latina Medievale e Umanistica L-FIL-LET/10 Letteratura Italiana L-FIL-LET/11 Letteratura Italiana Contemporanea L-FIL-LET/14 Critica Letteraria e Letterature Comparate L-LIN/03 Letteratura Francese L-LIN/04 Lingua e Traduzione Lingua Francese L-LIN/05 Letteratura Spagnola L-LIN/06 Lingua e Letterature Ispano-Americane L-LIN/07 Lingua e Traduzione Lingua Spagnola L-LIN/10 Letteratura Inglese L-LIN/11 Lingua e Letterature Anglo-Americane L-LIN/12 Lingua e Traduzione Lingua Inglese L-LIN/13 Letteratura Tedesca L-LIN/14 Lingua e Traduzione Lingua Tedesca L-LIN/20 Lingua e Letteratura Neogreca L-LIN/21 Slavistica L-FIL-LET/09 Filologia e Linguistica Romanza L-FIL-LET/15 Filologia Germanica L-LIN/01 Glottologia e Linguistica SPS/08 Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi Totale 140 Numero minimo di CFU: 60 28

29 ATTIVITÀ FORMATIVE AFFINI O INTEGRATIVE Discipline geografiche, demoetno-antropologiche e della documentazione Discipline informatiche e logico-filosofiche 6 24 M-DEA/01 Discipline Demo Etno Antropologiche M-GGR/01 Geografia M-STO/06 Storia delle Religioni M-STO/08 Archivistica Bibliografia e Bilbioteconomia M-STO/09 Paleografia INF/01 Informatica M-FIL/01 Filosofia Teoretica M-FIL/02 Logica e Filosofia della Scienza M-PSI/01 Psicologia Generale M-PSI/05 Psicologia Sociale Totale 30 Numero minimo di CFU: 30 CREDITI DI SEDE AGGREGATI M-FIL/03 Filosofia Morale M-FIL/04 Estetica 6 M-FIL/06 Storia della Filosofia M-FIL/07 Storia della Filosofia Antica M-FIL/08 Storia della Filosofia Medievale Totale 6 CFU di Sede Aggregati: 6 A scelta dello studente 15 Tesi 40 Altre 21 ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE Ulteriori conoscenze linguistiche Abilità informatiche e relazionali Tirocini Altro Totale 76 Numero minimo di CFU 60 TOTALE

30 Classe 44/S - MODELLI TEORICI IN LINGUISTICA AMBITO CFU SETTORE SCIENTIFICO-DISCIPLINARE iscipline Storiche 21 ATTIVITÀ FORMATIVE DI BASE L-ANT/02 Storia Greca L-ANT/03 Storia Romana M-STO/01 Storia Medievale M-STO/02 Storia Moderna M-STO/04 Storia Contemporanea L-FIL-LET/09 Filologia e Linguistica Romanza Metodologie L-FIL-LET/12 Linguistica Italiana Linguistiche e 27 L-FIL-LET/15 Filologia Germanica Filologiche L-LIN/02 Didattica delle Lingue Moderne M-FIL/05 Filosofia e Teoria dei Linguaggi Totale 48 Numero minimo di CFU: 48 ATTIVITÀ FORMATIVE CARATTERIZZANTI Lingue e Letterature Europee Antiche Lingue e Letterature Moderne L-FIL-LET/02 Lingua e Letteratura Greca L-FIL-LET/04 Lingua e Letteratura Latina L-FIL-LET/08 Letteratura Latina Medievale e Umanistica L-FIL-LET/10 Letteratura Italiana L-FIL-LET/11 Letteratura Italiana Contemporanea L-FIL-LET/14 Critica Letteraria e Letterature Comparate L-LIN/03 Letteratura Francese L-LIN/04 Lingua e Traduzione Lingua Francese L-LIN/05 Letteratura Spagnola L-LIN/06 Lingua e Letterature Ispano-Americane L-LIN/07 Lingua e Traduzione Lingua Spagnola L-LIN/10 Letteratura Inglese L-LIN/11 Lingua e Letterature Anglo-Americane L-LIN/12 Lingua e Traduzione Lingua Inglese L-LIN/13 Letteratura Tedesca L-LIN/14 Lingua e Traduzione Lingua Tedesca L-LIN/20 Lingua e Letteratura Neogreca L-LIN/21 Slavistica L-FIL-LET/09 Filologia e Linguistica Romanza Linguistica e L-FIL-LET/15 Filologia Germanica 33 Semiotica L-LIN/01 Glottologia e Linguistica SPS/08 Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi Totale 128 Numero minimo di CFU: 60 30

31 ATTIVITÀ FORMATIVE AFFINI O INTEGRATIVE Discipline Geografiche, Demo Etno Antropologiche e della Documentazione Discipline Informatiche e Logico-Filosofiche 9 33 M-DEA/01 Discipline Demo Etno Antropologiche M-GGR/01 Geografia M-STO/06 Storia delle Religioni M-STO/08 Archivistica Bibliografia e Biblioteconomia M-STO/09 Paleografia INF/01 Informatica M-FIL/01 Filosofia Teoretica M-FIL/02 Logica e Filosofia della Scienza M-PSI/01 Psicologia Generale M-PSI/05 Psicologia Sociale Totale 42 Numero minimo di CFU: 30 CREDITI DI SEDE AGGREGATI M-FIL/03 Filosofia Morale M-FIL/04 Estetica 6 M-FIL/06 Storia della Filosofia M-FIL/07 Storia della Filosofia Antica M-FIL/08 Storia della Filosofia Medievale Totale 6 CFU di Sede Aggregati: 6 A scelta dello 15 Studente Tesi 40 ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE Altre 21 Ulteriori conoscenze linguistiche Abilità informatiche e relazionali Tirocini Altro Totale 76 Numero minimo di CFU 60 TOTALE

32

33

34

35

36

37

38

39

40

41

42

43

44

45

46

47

48

49 P. Waquet, Ricoeur, Françoise, Il conflitto Parler delle comme interpretazioni, livre. Jaca L'oralité Book, Milano le savoir 1986 (XVIe-XXe siècle), Albin Per MODULO «Il ed.), Colegio 4. Marjorie software T. postmodernismo corso Sydney, España, prevede Hope d uso NCELTR Nicolson, dei la Shadwell, storia 2 della (CFU The letteratura 3: Libertine in l approfondimento corpora Publications, ore Russia» Mountain nell ambito Gloom di della alcuni and linguistica Mountain concetti teorica Glory. relativi The ed applicata. Development all analisi dell anafora of - Lippolis Competenza MODALITÀ J. Artiles, Editore, D ESAME linguistica Los recursos richiesta 18, literarios francese de ). del Berceo, Il modulo Rinascimento: Madrid, proporrà Gredos,1968. una rilettura della tradizione del Michel, Travel Il the - OBIETTIVI Ulteriori pronominale Bibliografia Ulteriori Esame 4 programma F. J. R. M. anno: Aesthetics Lestringant, Scholberg, Vanbrugh, A. orale. Writing Livello indicazioni K. indicazioni Halliday con FORMATIVI è riferimento of strutturato 4-study The alla Sátira particolare J. the bibliografiche luce Provok d Rieu, & bibliografiche Infinite, e C. (ALTE), delle invectiva A. Matthiessen, Tarrête, riferimento Wife due più New C1 recenti parti: en e accademico e York, materiali la Littérature materiali España An ad teorie W.W. un ontologia Introduction utili (Consiglio medieval, Norton critiche utili française per per la & preparazione Madrid, d'europa) e di Company, la to sarà du eventi, preparazione Functional XVI suddiviso Gredos, e fatti, siècle, 1963 all esame Grammar proposizioni. in Paris, all esame lezioni saranno PUF, dedicate (3rd saranno Verrà ed), Koch, Appunti P., Oesterreicher, dalle W., Gesprochene Sprache in der Romania: Französisch, Italienisch, OBIETTIVI oppure: ad Opere PARTE London, - Il ampiamente forniti corso Rosario Facchinetti durante aspetti critiche 1. Arnold, G. Di Stefano, mira Assunto, storico-culturali, Il illustrato postmodernismo. a Roberta sviluppare le lezioni. Il parterre (2000b) tema FORMATIVI Sincronia il e bagaglio della e I i ghiacciai, variazione programmi teorici diacronia e lessicale Palermo, all analisi nel Romancero, dei semantica di dei discenti analisi Novecento, e testi Pisa, in dei del programma. Univ. si propone corpora suo 1984 rapporto di Pisa, di linguistici: Veranno fornire con la in agli dalla variazione particolare studenti parte forniti 5 anno: durante Livello le 5 (ALTE), lezioni. C2 (Consiglio d'europa). Spanisch, Platone, Cratilo Una esplorate Verranno (Coincide - Testi un MODALITA morfosintattica. MODALITA R. P. S. degli quadro discussione Carrasco, H. Crescenzo, di Monk, studenti, riferimento indicate con dei Tübingen, le D ESAME D ESAME principali Il ed., relazioni Modulo Sublime, in Histoire all inizio El In Niemeyer, forma mundo 2 processi Linguistica del tra Genova, del seminariale corso como semestre. scrittura la evolutivi littérature Marietti, contienda. di e Letteratura Informatica. e sulle di di 1991 problematiche Estudios viaggio, française formazione Russa Corpora, sobre nazionalismo/i, 2/3: du del relative La XVI ore24). russo Multimedialità Celestina, e siècle, nell attuale all'insegnamento discorso Unichamp, Málaga, e fase Percorsi imperiale, Anejo storica, di Paris, una de di P. Ricoeur, Della interpretazione. Saggio su Freud, Il Saggiatore, Milano 1967 seconda Champion, transculturazione. MODALITA PARTE MODALITA - Analecta sociale Bibliografia L esame L. Apprendimento. Gerot e 2. consiste culturale, lingua, B. D ESAME D ESAME Akunin & P.Wignell, Atti Malacitana, e e di una l arte partendo approfondire del prova III dello Making seminario orale stilizzare. la Sense su conoscenza questioni AICLU of Functional (CILTA, delle teoriche caratteristiche Università Grammar, e pratiche degli Sydney, tipologiche Studi riguardano Antipodean di del Bologna, russo il L esame consiste in una STORIA prova dalla orale base DELLA su delle questioni due precedenti teoriche e introduzioni pratiche che ai riguardano principi generali il che OBIETTIVI R.Bultmann, FORMATIVI Il problema dell ermeneutica Id., Credere e comprendere, Queriniana, ne - Bibliografia Modulo (Seminario: Avvertenza Esame Educational e programma La programma di Antologia 7-8 bibliografia alcuni aprile orale. governano 1. modelli Il ore Enterprise, critico-metodologica Il 2000). modulo rilevaante l'apprendimento corso. corso. Cinquecento, 12) sintattico-stilistici Curato svolgerà per da a l attività Rema cura e Rossini l'uso. di forma su seminariale Anna base INSEGNAMENTI LINGUISTICA (LS) Faretti. Particolare seminariale, Bettoni comparativa verrà Roma: e attenzione Bruna indicata con e Bulzoni la Conconi, funzione diretta a Editore. lezione. verrà Milano, della SPECIALISTICI partecipazione LINGUISTICA FRANCESE (LS) traduzione. data LED, alle questioni 1996 degli (10 Il Brescia corso 1977 si propone un LETTERATURA approfondimento delle FRANCESE letterature medievali 4 (1 LS) romanze. metodologiche autori studenti Bibliografia - Gli PROGRAMMA MODALITA M. Facchinetti, A. K. Halliday D ESAME Roberta & R. Hasan, (1998) Language, Drawbacks Context and and Pitfalls Text. Aspects of Language in a Social- Competenza M. studenti L. a Pratt, scelta). e si concluderà linguistica che Imperial della avessero ricerca. Eyes richiesta con una - già Travel tesina, sostenuto Writing che costituirà un and esame Transculturation, parte di (cfr. of Machine-Readable letteratura integrante Siti Routledge, internet) Texts for dell esame medievale 1992 finale. dovranno PROGRAMMA L. Pareyson, Verità e interpretazione, Mursia, Milano 1971 PROGRAMMA Altre Modulo - concordare Semiotic Il Esame 4 corso J. B. Linguistic anno: Akunin, Duncan indicazione orale. 2. Livello prevede Perspective. Esame con Research. and Tragedija. la 4-study D. orale. e docente la altro Ley lettura LETTERATURA Australia, (eds), Komedija International (ALTE), materiale un e programma Place/Culture/Representation, Deakin C1 traduzione bibliografico accademico Journal University alternativo FRANCESE di of (Consiglio testi e Corpus icononografico Press/ all inizio che Linguistics, d'europa) Oxford, presentano 5 del Routledge, (2 corso. verranno OUP, LS) vol. vari III, 1985/ forniti stili 2, funzionali dal docente del «Il La suddivisione romanzo Tristano» del programma per ciascuno dei due moduli verrà precisata nel corso delle Programma nel - MODALITA Ulteriori russo. C. B. Granger corso Akunin, Kaplan, Le indicazioni Sylviane, delle lezioni Azazel e Questions D ESAME bibliografiche bibliografia lezioni. saranno Jacques of LINGUA verranno Travel: sono Postmodern FRANCESE fornite durante stessi per Discourses 4 (1 il tutti gli studenti, of corso. 5 anno: Livello 5 (ALTE), LINGUISTICA Lerot incentrate and Stephanie C2 (Consiglio d'europa). sulla TEDESCA tecnica Petch-Tyson della (LS) (eds.) Displacement, traduzione, (2003) sia frequentanti Duke comprensione, Corpus-based University sia non Bibliografia lezioni. frequentanti. MODALITA Press, Una MODALITA Esame interpretazione OBIETTIVI Approaches scelta 1996 di FORMATIVI D ESAME D ESAME saggi to orale. di Contrastive testi sarà fornita con LINGUA particolari Linguistics a inizio FRANCESE corso. linguaggi and Translation settoriali. 5 Studies. (2 La LS) traduzione Amsterdam: sarà Rodopi. accompagnata OBIETTIVI FORMATIVI Sarà indicata durante il corso. Bibliografia L esame Testi MODALITA Ai dal Avviare Meyer, fini della consiste D ESAME valutazione un colloquio considereranno orale lingua i risultati francese. di Gli esercitazioni studenti non scritte frequentanti da svolgersi Approfondimento SSD commento alla Charles conoscenza sintattico-grammaticale F. dell analisi LINGUISTICA (2002) critica English della LETTERATURA metalinguistica INSEGNAMENTO storia e INGLESE stilistico Corpus del pensiero Linguistics: ITALIANA della del lingua (S testo. - linguistico, Lettere) 2 Il An (LS) materiale Introduction. anche delle in esercitazioni funzione Cambridge: sono dei francese nelle sue strutture DOCENTE CFU SEM. MODALITA Esame orale D ESAME T.K. Bhatia e W.C. Ritchie, The handbook of bilingualism. Oxford, Blackwell, 2004, capp. Esame OBIETTIVI vivamente - Verifica durante sarà problemi Cambridge S. tratto il della Johnson orale corso pregati da University ricerca orale. FORMATIVI and periodici, delle e l esito di J. concordare Boswell, competenze linguistica guide di Press. una A storico-artistiche, prova contemporanea. Journey l esame acquisite orale a conclusione con to the la e docente. della Western testi capacità letterari. dello stesso. Islands di of analisi Scotland/ testuale A Tour e storicoculturale. Competenza MODALITA MODALITÀ Prerequisiti: Gli L-FIL-LET/09 sintattiche, testuali Filologia e pragmatiche. romanza LINGUA 2 TEDESCA 4 (1 LS) BABBI to the Annamaria 3 1 Il Hebrides, corso si qualsiasi linguistica D ESAME studenti propone edizione che richiesta PROGRAMMA di LETTERATURA parteciperanno al seminario potranno sostituire l orale con una introdurre LINGUA gli studenti TEDESCA TEDESCA allo studio 5 (2 della 4 LS) (1 letteratura LS) L-FIL-LET/10 del Rinascimento francese - tesina. Livello Esame OBIETTIVI Aver seguito 4-study C. LADY orale. FORMATIVI corsi (ALTE), Letteratura (almeno C1 accademico a italiana livello 2 introduttivo) (Consiglio d'europa) di linguistica generale e/o di glottologia. SCARPA Emanuela 3 2 OBIETTIVI Analyse L insegnamento Introdurre Bettoni, M. nonché lo discours: Wortley FORMATIVI studente Imparare tace della per Montagu, la LETTERATURA cultura ai linguistique congedo un'altra principi artistica Turkish del lingua. teorici française. docente. Embassy e Lezioni filosofica della TEDESCA Panorama Grammatica Letters, di di linguistica tale qualsiasi des periodo 5 Generativa théories (2 applicata, edizione LS) storico. linguistiques attraverso Roma-Bari, Il docente l analisi abordant Laterza, intende di L-FIL-LET/14 FONETICA E FONOLOGIA (Lettere) inoltre - Competenza Possedere 2001 M. Kingsley, le linguistica nozioni fornire Travels agli studenti LETTERATURA West FILOLOGIA gli strumenti Africa, q.e. teorici INGLESE SLAVA e metodologici 4 (1 2 (LS) necessari LS) OBIETTIVI Approfondimento l analyse du discours Letterature fondamentali FORMATIVI dell analisi avec richiesta une comparate di storia attention metalinguistica particulière 3 civile e culturale. della aux lingua travaux francese de D. Maingueneau. BERTAZZOLI Raffaella 3 1 alcuni PROGRAMMA fenomeni sintattici peculiari della lingua tedesca. all analisi letteraria e - 4 linguistica C. T. anno: Bettoni, E. Lawrence, Livello 4-study dei Usare testi Seven (ALTE), un'altra presi Pillars in lingua. esame. of C1 Wisdom, accademico Guida Le lezioni, alla q.e. (Consiglio d'europa) nelle sue strutture L-FIL-LET/15 pragmatica tenute in interculturale, lingua francese, Roma-Bari, hanno inoltre Laterza, lo scopo - Approfondimento sintattiche, Bibliografia PROGRAMMA testuali Filologia C. Lamb, di migliorare The Sewing di metodi e pragmatiche. germanica 2 CIPOLLA Adele 3 2 L origine 5 anno: Livello del linguaggio: 5 (ALTE), LETTERATURA storia il livello Circles di ricerca linguistico Herat, applicati dei q.e. SPAGNOLA a specifici ambiti 4 (1 d indagine. LS) PROGRAMMA Testi consigliati per approfondimento C2 LINGUISTICA LINGUA (Consiglio di un problema d'europa). INGLESE linguistico, (Precisazioni RUSSA 5 filosofico discenti. verranno (2(LS) e biologico. fornite all inizio del corso) L-LIN/01 Dalla PROGRAMMA MODALITA OBIETTIVI Bibliografia teoria X - barra FORMATIVI Fonetica all approccio A. Davies, D ESAME e C. Elder, LETTERATURA LINGUISTICA e Fonologia del programma The handbook of applied SPAGNOLA INGLESE minimalista: (Fac. (Lingue) Lettere principi e Filosofia) universali e linguistics. 5 Oxford, (2 LS) MARCHESINI parametri Simona 3 2 Blackwell, 2004, capp. si propone di affrontare il panorama letterario italiano dal punto di vista di una OBIETTIVI Corso Modulo OBIETTIVI Analyse - di variazione E. Benveniste, du discours interlinguistica. Problèmes 14, 17, Monografico Esame FORMATIVI et analyse de linguistique du discours générale, assistée Paris, par Gallimard, ordinateur: de théorie à la L-LIN/01 Il Per corso un primo ha come approccio FORMATIVI orale. obiettivo di esplorare, mediante un confronto fra il tedesco e l'italiano, le OBIETTIVI FORMATIVI di Letteratura: Voli della mente e parole alate nella poesia del cielo del Acquisizione Rinascimento Modulo forma pratique. - D. Maingueneau, Glottologia al problema, Les Termes 2 si consiglia il saggio di G. Graffi, The problem clés de l analyse du discours, Paris, Seuil, MASSARIELLO of the Giovanna 3 1 Bibliografia Il strutture origin corso of metrica G. Jordan, 2. si language Esame linguistiche propone nata degli francese. Theory orale di Western Italia affrontare strumenti construction e universali scritto. LINGUA e di philosophy immensa che discorso fortuna sulla europea: metafora il sonetto. nel Novecento sulla base di una metodologici in SPAGNOLA emergono and linguistics, nell'uso second per la language 4 di creativo ricerca in acquisition. (1 prossima LS) che pubblicazione in parlanti in fanno Lingue del e L-LIN/01 campo fonetico Amsterdam/Philadelphia, Il Dalle corso origini propone siciliane di (Jacopo esplorare da Lentini) due momenti alla canonizzazione significativi della petrarchesca letteratura e e fonologico. scelta Testi - D. Grewendorf, Maingueneau, consigliati G. Linguistica di testi teorici per - Analyser Hamm, approfondimento F. generale les - Sternefeld, textes de communication, W. (2001), Sprachliches (Fac. Paris, Lettere Nathan, e Wissen. Filosofia) Eine DELFITTO e letterari. petrarchistica, e della Einführung Denis 3 2 linguaggio. linguaggio. cultura Prerequisiti: Testi Benjamins, Conoscenza FORMATIVI LINGUA SPAGNOLA 5 (2 LS) L-LIN/01 degli elementi fondamentali di fonetica e fonologia. inglese passando - OBIETTIVI in moderne P. D. Charaudeau, Maingueneau, Theorien l età attraverso Elisabettiana Grammaire L Enonciation der grammatischen la preziosa e du il Settecento sens linguistique crestomazia et de Beschreibung, l'expression, française, SUHRKAMP, anche Foscolo nei loro Paris, Paris, (Vestigi esiti Hachette-Education, Hachette, cap. IV Otto-Novecenteschi. del sonetto italiano, 1992; PROGRAMMA Ulteriore bibliografia Storia verrà comparata indicata delle nel Lingue corso delle classiche (Fac. Lettere e Filosofia) lezioni. COTTICELLI 1816), Paola 3 2 MODALITA Un PROGRAMMA J. approfondimento du Bellay, D ESAME PROGRAMMA si OBIETTIVI giungerà fino FORMATIVI L Olive al di Novecento, in alcune œuvres delle complètes, questioni sous fondamentali la direction della O. slavistica Millet, Paris, (missione Champion, cirillo- Il M. Marges corso A. Wilmet, propone Linguistiques, Haverkamp Grammaire un approccio n. (Hg.), LETTERATURA Theorie critique 9, mai 2005, der du con Metapher, français, testo L-LIN/01 «Stabilità - i Cinquecento culturale/letterario INGLESE 2e Darmstadt édition, sonetti Paris, (2 dal Hachette secondo LS) Duecento Supérieur, una al prospettiva «Principi linguistici universali nell' uso creativo del linguaggio: modelli teorici Novecento e Duculot, analisi Esame metodiana, Dallo 2003, pp. studio orale elementi degli di errori notes fonologia pp. prodotti e linguistica nel (oppure: parlare slava l edizione comparata, o nello E. Caldarini, scrivere, suddivisione Genève, descritti storico-culturale Droz, a 1974 livello MODULO antologizzati «Storia pragmatica - OBIETTIVI MODALITA Grewendorf, e cambiamento M.-A. della Parveau, che FORMATIVI D ESAME G. Storia (2002), della nei Minimalistische Linguistica modelli di funzionamento Syntax, FRANCKE del russo». UTB. (Fac. Lettere e Filosofia) GRAFFI Giorgio 3 2 Il MODALITA corso mira D ESAME 1 letteratura a fornire permetta G.-E. gli Sarfati, (CFU da Giovanni 3: ore dalle strumenti di 18, Getto origini identificare Les Grandes per e al Edoardo Quattrocento». una e riflessione théories comprendere teorica la il linguistique, costituirsi sui modelli Paris, delle di funzionamento Armand strutture Colin, di ). Various Sanguineti patterns (Milano, of affinity, Mursia, influence, 1958) e con and o L-LIN/02 -contrastiva A. Haverkamp (Hg.), Die paradoxe Metapher, Frankfurt M dei neuropsichiatrico, ancora intertextuality l Ipersonetto PROGRAMMA popoli l edizione slavi), di have Andrea D. in si Aris-F. funzione sono been Zanzotto. disegnati recognized Youkovsky, una vari acquisizione Paris, along modelli Garnier, the cognitivi da so called parte 1993 del (vol. degli Ovidian processo I, studenti pp. line 1-74). mentale and degli its che strumenti continuation consente di la - MODALITA significato Il Esame corso orale. fornisce tedesco-italiano». Didattica una panoramica delle Lingue Straniere della comunicazione Moderne 3 verbale e segnica BETTONI dell inglese Camilla 4 2 della Prova lingua orale. russa: K. Müller-Richter D ESAME fonologia, morfologia, lessico, sintassi, sistema grafico, caratteristiche In questo corso discuteremo u. A. Larcati, dei Kampf principi der e Metapher, delle strutture Frankfurt linguistiche M universali che L-LIN/03 indagine produzione P. de filologica Ronsard, di un atto nello L Hymne linguistico specifico des o astres, campo di un slavistico. testo in œuvres scritto. complètes. A partire dalla VIII descrizione Les Hymnes di de errori 1555, di from Bibliografia L esame PROGRAMMA - OBIETTIVI MODALITA contemporaneo tipologiche. K. Müller-Richter Chaucer, è orale In FORMATIVI D ESAME particolare nei e Letteratura suoi risvolti Spenser, si svolgerà sarà u. A. Shakespeare francese teorici lingua trattato francese. 4 e applicativi. il sistema lessicale e la lessicografia. GORRIS Rosanna 6 2 emergono nell' uso creativo Larcati che (Hgg.), i parlanti and Der Milton fanno Streit del into um linguaggio. die a great Metapher, deal Parleremo Darmstadt of twentieth soprattutto century dei PROGRAMMA afasia edizione e P. disgrafia Laumonier, si Paris, descrivono FILOLOGIA Droz, 1935, tali modelli GERMANICA pp e se (fot. ne a verifica cura 2 (LS) culture Una - Poema scelta that de Mio testi includes Cid, e di ed. psychoanalysis pagine C. Smith, critiche Madrid, verrà and Cátedra, postmodernism fornita a lezione. as well della l operabilità as docente). surrealism nella and ricerca Ulteriori Competenza Testi Fraseologia L esame PROGRAMMA è base orale seguenti fenomeni, indicazioni spagnola. linguistica e si svolgerà concentrandoci bibliografiche richiesta in lingua francese. L-LIN/03 Bibliografia Letteratura francese saranno prevalentamente 5 fornite durante sulle strutture il corso. prosodiche universali GORRIS magic che Rosanna 6 2 «L eredità linguistica. realism. OBIETTIVI Bibliografia Jacques G. de Berceo, Part dello Peletier FORMATIVI one slavo Los focuses milagros Du ecclesiastico Mans, on de Shakespeare s L amour Nuestra nella des lingua Señora, amours, romances russa Madrid, moderna» MODALITA Il - 4 L. anno: corso Hickey Livello si (ed.), D ESAME propone 4-study The Pragmatics di (ALTE), studiare C1 of accademico Style, caratteristiche London, (Consiglio Routledge, edizione and d'europa) formali Cátedra, their J.-C vi STORIA F.S. Perillo, emergono: COMPARATA La lingua russa all università, DELLE Bari, LINGUE Cacucci CLASSICHE Ed., 2000 e indebtedness Monferran, semantiche (S - Lettere) Paris, to delle Golding s STFM, unità L-LIN/04 Bibliografia Testi di riferimento: Meatamrphoses Il Lo 5 corso J. M. M. Saraceni, anno: studente Manuel, L. Pratt, The Lingua si Livello propone El Towards language francese dovrà 5 conde and (ALTE), un analisi sostenere Chaucer s Lucanor, a C2 Speech of Comics, 4 (Consiglio di ed. un testi Ovid; A. Act London, colloquio Sotelo, e d'europa). part contesti Theory Routledge, two nel Madrid, of della Literary LIGAS Pierluigi 6 1 quale focuses Cátedra, letteratura Discourse, dimostrerà on modernist e di della Bloomington, saper and cultura esaminare postmodernist inglese Indiana con dal L esame fraseologiche, - V.A. Kozyrev, Wortspiele è orale e il e linguaggi significato V.D. Cernjak, dovrà essere segreti delle Russkaja sostenuto quali non leksikografija, in è lingua direttamente Moskva, tedesca. deducibile Drofa, dal 2004 significato dei singoli L-LIN/04 F. Pridham, The Language of Coversation, London, Routledge, writers. Seicento correttezza University elementi - I.I. A.W. G. Auto C. Lasorsa Le Sreznevskij, Ellis de Fèvre e al la Press, los Novecento, i cui Siedina testi A. Reyes De Lingua combinazione Young, La che Mysli e Magos, Boderie, V. francese gli con Human Benigni, verranno ob particolare in istorii è Le Teatro consolidata cognitive 5 Il Cantique proposti. russo russkogo riguardo medieval, in neuropsychology. de dalla movimento, jazyka, la al frequenza ed. Nouvelle loro A.M. Moskva, sostrato Roma, Álvarez Estoile, A d uso. Textbook Bulzoni, Gosudarstvennoe ideologico Pellitero, edizione 2002 with e filosofico. R. Madrid, Readings, Gorris izdatel stvo, LIGAS Espasa- Camos, Hove, Pierluigi 6/3 1 la struttura degli Abzählreime (conte) 1959 Psychology Bruxelles, Colloquia Press, 1996 Testi Calpe, Testi Testi PROGRAMMA di di riferimento riferimento (usati durante il corso a completamento dei testi di base) L-LIN/04 - AA.VV., Logiceskij Museo Erasmi, strutture M.A.K. Halliday, fonologiche Linguistica analiz Language usate francese jazyka, Moskva, Indrik, 2002 as social nella lirica semiotic, (p.es. London, la struttura E. Arnold, sillabica nel Schüttelreim GIAUFRET e nell' Anna 3 1 A.A. B. Sous Rapp, Šachmatov, le The signe Handbook d Uranie: Ocerk of sovremennogo antologia Cognitive di Neuropsychology, testi russkogo letterari literaturnogo cinquecenteschi, Philadelphia, jazyka, Psychology Moskva, a cura 1941 Press, di R. Gorris 2002 MODULO Bibliografia Dizionari J. Adams, Chaucer, Ruiz bilingui 1 Arcipreste Pragmatics (CFU The 3: Knight s ore De and 18, Hita, Tale Fiction, in Libro Canterbury Amsterdam, ). de Civiltà buen Tales, come amor, John q.e. manipolazione, Benjamins, ed. G.B. Gybbon-Monypenny, cultura come redenzione L-LIN/05 alliterazione) Madrid, Altri Camos nella V. letteratura Durnovo, riferimenti (le fotocopie Vvedenie bibliografici inglese saranno v del istoriju XIX disponibili saranno e russkogo XX forniti secolo. in Istituto). jazyka, durante Moskva, il corso. Nauka, 1969 Il Castalia, - Kovalëv OBIETTIVI R. G. Sell Lakoff corso A. L. Ruiz e Golding, (ed.), Dobrovol skaja & FORMATIVI: M. Letteratura Gurillo, Literary Johnson, Pragmatics, Metaphors spagnola 4 London, We Live Routledge, By, University of Chicago Press, MONTI Silvia la struttura si propone Ovid s fonologica Una un Metamorphoses, clasificación no approfondimento: dei slogan pubblicitari Penguin discreta Classics de las (ed. unidades Forey M.) fraseológicas del español, in L-LIN/05 MODALITA Questo corso D ESAME ha scopo approfondire le conoscenze acquisite nel corso di Storia MODALITA Bibliografia B.A. Uspenskij, critica D ESAME Storia della lingua letteraria russa, Bologna, Il Mulino, 1993 a) Testi Ulteriori Estudios Altre della W. Poesía indicazioni Shakespeare, Letteratura storia de fraseología Cancionero, bibliografiche delle A spagnola tradizioni Midsummer y ed. fraseografía A. manoscritte Alonso, saranno Night s saranno 5 del Madrid, fornite Dream, español fornite a germaniche Cátedra, lezione. Arden actual, durante e 1991 il corso. MONTI Silvia i processi di accorciamento (soprattutto dei nomi propri) delle Madrid, (una teorie Vervuert scelta e delle e in applicazioni Iberoamericana, particolare: della J. L-LIN/07 Esame L esame E. M. Caldarini, Arnold, orale. consiste Culture una Nuove and discussione fonti Anarchy italiane (1869), teorico-pratica dell CUP, Olive, 1994 sugli argomenti trattati. Bibliothèque d Humanisme et Renaissance, critica - Manrique, Lingüística MODALITA comparata delle W. Shakespeare, Coplas Iberoamericana, D ESAME Lingua lingue classiche (p) e Glottologia affrontando sia la lettura di alcuni testi por del testo a queste The la spagnola muerte Tempest, vol.6, de 4 tradizioni; Arden su 1998, padre). pp NAVARRO Carmen 6 2 antichi sia anche di articoli metodo sulla ricostruzione delle lingue indoeuropee. Prova 1965, - Esame T.S. La pp. danza orale. Eliot, / Notes general colloquio. Towards de Tesina. la muerte, the Definition Teatro of Culture, medieval, Faber, ed F. Lázaro Carreter, Madrid,

ORDINAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN LETTERE Classe delle lauree in Lettere n. 5

ORDINAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN LETTERE Classe delle lauree in Lettere n. 5 Allegato b) ORDINAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN LETTERE Classe delle lauree in Lettere n. 5 Art. 1 - Denominazione e classe di appartenenza E' istituito presso l'università degli studi di Bergamo,

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN TEORIA, TECNICHE E GESTIONE DELLE ARTI E DELLO SPETTACOLO

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN TEORIA, TECNICHE E GESTIONE DELLE ARTI E DELLO SPETTACOLO REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN TEORIA, TECNICHE E GESTIONE DELLE ARTI E DELLO SPETTACOLO TITOLO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI E COMUNI Art. 1 Denominazione - Classe di appartenenza

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN CONSULENZA PEDAGOGICA E RICERCA EDUCATIVA TITOLO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI E COMUNI

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN CONSULENZA PEDAGOGICA E RICERCA EDUCATIVA TITOLO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI E COMUNI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN CONSULENZA PEDAGOGICA E RICERCA EDUCATIVA TITOLO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI E COMUNI Art. 1 Denominazione - Classe di appartenenza Titolo 1.

Dettagli

REQUISITI DI ACCESSO ALLE LAUREE MAGISTRALI

REQUISITI DI ACCESSO ALLE LAUREE MAGISTRALI REQUISITI DI ACCESSO ALLE LAUREE MAGISTRALI 1) LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE LETTERATURA ITALIANA, FILOLOGIA MODERNA E LINGUISTICA (LM14- LM39) 1. Prerequisito per l'accesso al corso di laurea magistrale

Dettagli

LINGUE MODERNE E STUDI INTERCULTURALI

LINGUE MODERNE E STUDI INTERCULTURALI 1 Approvato dal Consiglio di Facoltà del 24 Marzo 2004 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN LINGUE MODERNE E STUDI INTERCULTURALI ART. 1 - DENOMINAZIONE 1 - È attivato presso la Facoltà

Dettagli

produzione, dei servizi e delle professioni (art. 11 comma 4 DM509 del 3/11/99) sono state consultate in data 15/01/2001

produzione, dei servizi e delle professioni (art. 11 comma 4 DM509 del 3/11/99) sono state consultate in data 15/01/2001 Allegato 8) Università degli Studi di BERGAMO Scheda informativa Università Classe Nome del corso Università degli Studi di BERGAMO Data del DM di approvazione del ordinamento 27/05/2004 didattico Data

Dettagli

NORME RELATIVE ALL ELABORATO TRIENNALE E TESI MAGISTRALE

NORME RELATIVE ALL ELABORATO TRIENNALE E TESI MAGISTRALE Parte 5 NORME RELATIVE ALL ELABORATO TRIENNALE E TESI MAGISTRALE 5.1 PROVA FINALE LAUREA TRIENNALE 5.1.1 ASSEGNAZIONE DEL DOCENTE TUTORE Lo Studente deve presentare domanda di assegnazione del Docente-tutore

Dettagli

Corso della Laurea Specialistica in Scienze della Traduzione (Classe 104S)

Corso della Laurea Specialistica in Scienze della Traduzione (Classe 104S) Corso della Laurea Specialistica in Scienze della Traduzione (Classe S) I laureati del corso di studi della laurea specialistica in Scienza della traduzione devono possedere da un lato, elevate competenze

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Segreteria Studenti Area di Scienze Umane. Piani di studio corsi di laurea triennali a.a.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Segreteria Studenti Area di Scienze Umane. Piani di studio corsi di laurea triennali a.a. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Segreteria Studenti Area di Scienze Umane Piani di studio corsi di laurea triennali a.a. 2015/2016 Il presente file contiene i piani di studio relativi ai seguenti corsi

Dettagli

MODULO UNICO PRESENTAZIONE PIANO DI STUDI RICONOSCIMENTO CREDITI CARRIERA PREGRESSA

MODULO UNICO PRESENTAZIONE PIANO DI STUDI RICONOSCIMENTO CREDITI CARRIERA PREGRESSA Nome Cognome, matricola, e-mail: Corso di Studio e Università di provenienza: Università degli Studi di PADOVA Corso di laurea specialistica in Letteratura e filologia medievale e moderna Classe di appartenenza

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN STORIA, SCIENZE E TECNICHE DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO

CORSO DI LAUREA IN STORIA, SCIENZE E TECNICHE DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO . ORGANIZZAZIONE DELLA DIDATTICA Indicazioni per i piani di studio Gli studenti iscritti al primo anno devono consegnare il piano di studio entro e non oltre la data del 31 gennaio 200. Entro la stessa

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Prospetto di acquisizione cfu per l insegnamento

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Prospetto di acquisizione cfu per l insegnamento UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO FACOLTÀ DI SCIENZE UMANISTICHE Prospetto di acquisizione cfu per l insegnamento 1. Introduzione I settori scientifico-disciplinari identificano gruppi di discipline affini

Dettagli

13/S - Classe delle lauree specialistiche in editoria, comunicazione multimediale e giornalismo

13/S - Classe delle lauree specialistiche in editoria, comunicazione multimediale e giornalismo Allegato 19) Università degli Studi di BERGAMO Scheda informativa Università Classe Nome del corso Università degli Studi di BERGAMO 13/S - Classe delle lauree specialistiche in editoria, comunicazione

Dettagli

FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE

FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE sede via San Giorgio, 094 Cagliari sito web: www.unica.it/lingue e-mail: presling@unica.it Segreteria di Presidenza tel. 070 75204 fax 070 848510 segreteria studenti

Dettagli

73/S - Classe delle lauree specialistiche in scienze dello spettacolo e della produzione multimediale

73/S - Classe delle lauree specialistiche in scienze dello spettacolo e della produzione multimediale Scheda informativa Università Classe Nome del corso Universita' degli Studi di BERGAMO 73/S - Classe delle lauree specialistiche in scienze dello spettacolo e della produzione Data del DM di approvazione

Dettagli

ORDINAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MUSICOLOGIA Musicology. Art. 1

ORDINAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MUSICOLOGIA Musicology. Art. 1 1 ORDINAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MUSICOLOGIA Musicology Art. 1 È istituito il corso di laurea magistrale in Musicologia appartenente alla classe delle lauree magistrali in Musicologia

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Facoltà di Lettere e Filosofia

Università di Roma Tor Vergata Facoltà di Lettere e Filosofia Università di Roma Tor Vergata Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea Specialistica in Editoria, Comunicazione multimediale e Giornalismo Modulo unico di Piano di studio A.A. 2009-2010 Nome: Cognome:

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Storia e Civiltà europee (classe LM-84) a.a. 2010/2011

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Storia e Civiltà europee (classe LM-84) a.a. 2010/2011 Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Storia e Civiltà europee (classe LM-84) a.a. 2010/2011 ART. 1 Finalità 1. Il presente Regolamento disciplina il Corso di Laurea Magistrale in Storia

Dettagli

TITOLO II TER - SEZIONE DECIMA - FACOLTÀ DI SCIENZE LINGUISTICHE E LETTERATURE STRANIERE 1

TITOLO II TER - SEZIONE DECIMA - FACOLTÀ DI SCIENZE LINGUISTICHE E LETTERATURE STRANIERE 1 SEZIONE DECIMA FACOLTÀ DI SCIENZE LINGUISTICHE E LETTERATURE STRANIERE ART. 1 Alla Facoltà di Scienze linguistiche e letterature straniere afferiscono i seguenti corsi di laurea specialistica: a) corso

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea in Lingue e Letterature straniere

Regolamento didattico del Corso di Laurea in Lingue e Letterature straniere Regolamento didattico del Corso di Laurea in Lingue e Letterature straniere classe delle lauree n. 11 Lingue e culture moderne approvato dal Consiglio di Facoltà del 17 Dicembre 2003 ART. 1 DENOMINAZIONE

Dettagli

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN EDITORIA, COMUNICAZIONE MULTIMEDIALE E GIORNALISMO (Classe 13/S Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo)

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN EDITORIA, COMUNICAZIONE MULTIMEDIALE E GIORNALISMO (Classe 13/S Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo) CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN EDITORIA, COMUNICAZIONE MULTIMEDIALE E GIORNALISMO (Classe 13/S Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo) 1. INFORMAZIONI GENERALI Presidente: Prof. Raul Mordenti

Dettagli

FACOLTÀ DI SCIENZE LINGUISTICHE E LETTERATURE STRANIERE ART. 1

FACOLTÀ DI SCIENZE LINGUISTICHE E LETTERATURE STRANIERE ART. 1 SEZIONE DECIMA FACOLTÀ DI SCIENZE LINGUISTICHE E LETTERATURE ART. 1 Alla Facoltà di Scienze linguistiche e letterature straniere afferiscono i seguenti corsi di laurea triennali: a) corso di laurea in

Dettagli

Telefono: e-mail: Matricola: Anno di corso: Primo Secondo Terzo Fuori Corso Prima modifica Seconda modifica

Telefono: e-mail: Matricola: Anno di corso: Primo Secondo Terzo Fuori Corso Prima modifica Seconda modifica Piano di studi A.A. 200-2006 Università di Roma Tor Vergata Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea triennale Scienze della Comunicazione Piano di studio A.A. 200-2006 Nome: Cognome: Luogo e data

Dettagli

Ordinamento didattico del Biennio Specialistico della Classe 15/S. CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN FILOLOGIA E LETTERATURE DELL ANTICHITÀ (15/S)

Ordinamento didattico del Biennio Specialistico della Classe 15/S. CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN FILOLOGIA E LETTERATURE DELL ANTICHITÀ (15/S) 1 Ordinamento didattico del Biennio Specialistico della Classe 15/S. CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN FILOLOGIA E LETTERATURE DELL ANTICHITÀ (15/S) OBIETTIVI FORMATIVI QUALIFICANTI CARATTERISTICHE

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche e della Comunicazione (classe LM-78) a.a. 2010/2011

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche e della Comunicazione (classe LM-78) a.a. 2010/2011 Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche e della Comunicazione (classe LM-78) a.a. 2010/2011 ART. 1 Finalità 1. Il presente Regolamento disciplina il Corso di Laurea

Dettagli

Corso di laurea in Letterature d Italia e d Europa

Corso di laurea in Letterature d Italia e d Europa Corso di laurea in Letterature d Italia e d Europa (Classe delle Lauree in Lettere) Articolo 1. Denominazione del Corso di laurea 1. È istituito presso l Università degli Studi di Siena, Facoltà di Lettere

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN LETTERE (classe L-10/D.M. 270)

CORSO DI LAUREA IN LETTERE (classe L-10/D.M. 270) CORSO DI LAUREA IN LETTERE (classe L-10/D.M. 270) DESCRIZIONE DEL PERCORSO FORMATIVO Il percorso formativo è organizzato in due curricula: Lettere antiche e Lettere moderne Il corso di studio, per gli

Dettagli

FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA

FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA Corso di laurea in Lingue e letterature straniere Manifesto degli Studi P. I: Requisiti di accesso e norme relative Per accedere al corso di laurea in Lingue e letterature

Dettagli

produzione, dei servizi e delle professioni (art. 11 comma 4 DM509 del 3/11/99) sono state consultate in data 15/01/2001

produzione, dei servizi e delle professioni (art. 11 comma 4 DM509 del 3/11/99) sono state consultate in data 15/01/2001 Allegato 9) Università degli Studi di BERGAMO Scheda informativa Università Classe Nome del corso Università degli Studi di BERGAMO Data del DM di approvazione del ordinamento 13/02/2004 didattico Data

Dettagli

Facoltà di Musicologia

Facoltà di Musicologia Facoltà di Musicologia La nuova riforma universitaria Con l'anno accademico 2009-2010 l Università di Pavia attua il regolamento in materia di autonomia didattica degli atenei stabilito dal decreto n.

Dettagli

CFU L-LIN/04 L-LIN/07 L-LIN/12 L-LIN/14 L-LIN/21

CFU L-LIN/04 L-LIN/07 L-LIN/12 L-LIN/14 L-LIN/21 Classe di laurea in Lingue e culture moderne - Lingue e culture straniere occidentali e orientali - cl. L-11 N.B. Per l a.a. 200-10 sono attivi solo il primo ed il secondo anno. PIANO DEGLI STUDI I ANNO

Dettagli

Motivazioni dell'inserimento nelle attività affini di settori previsti dalla classe o Note attività affini

Motivazioni dell'inserimento nelle attività affini di settori previsti dalla classe o Note attività affini Comunicazioni dell'ateneo al CUN Note relative alle attività di base Note relative alle altre attività La padronanza di almeno due lingue straniere è tra gli obiettivi qualificanti della classe, e viene

Dettagli

Università del Salento

Università del Salento Università del Salento REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN LETTERE MODERNE Classe LM 14 AI SENSI DEL D.M. 270/2004 ARTICOLO 1 Il presente regolamento disciplina gli aspetti organizzativi

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Studi storici dal Medioevo all età contemporanea

Corso di Laurea Magistrale in Studi storici dal Medioevo all età contemporanea Corso di Laurea Magistrale in Studi storici dal Medioevo all età contemporanea Dal 2009-10 è aperto presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell Università di Trieste il Corso di Laurea Magistrale in

Dettagli

Corso di Laurea in FILOSOFIA Facoltà di Lettere e Filosofia

Corso di Laurea in FILOSOFIA Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea in FILOSOFIA Facoltà di Lettere e Filosofia 1. Denominazione del corso di studio: FILOSOFIA. Classe di appartenenza: FILOSOFIA (9) 3. Obiettivi formativi Il profilo culturale e professionale

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN LINGUE NELLA SOCIETA DELL INFORMAZIONE (Classe XI - Lingue e culture moderne)

CORSO DI LAUREA IN LINGUE NELLA SOCIETA DELL INFORMAZIONE (Classe XI - Lingue e culture moderne) CORSO DI LAUREA IN LINGUE NELLA SOCIETA DELL INFORMAZIONE (Classe XI - Lingue e culture moderne) 1. INFORMAZIONI GENERALI Presidente Prof.ssa Maria Grazia Scelfo Il piano di studi è disponibile in rete

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 LAUREA MAGISTRALE IN EDITORIA, CULTURE DELLA COMUNICAZIONE E DELLA MODA

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 LAUREA MAGISTRALE IN EDITORIA, CULTURE DELLA COMUNICAZIONE E DELLA MODA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 LAUREA MAGISTRALE IN EDITORIA, CULTURE DELLA COMUNICAZIONE E DELLA MODA (Classe LM-92) Immatricolati dall'a.a. 2014/2015 GENERALITA'

Dettagli

Curriculum: ARTI MUSICA SPETTACOLO

Curriculum: ARTI MUSICA SPETTACOLO LINGUA E CULTURA ITALIANA PER STRANIERI Università degli Studi di Pisa in convenzione con l'università degli Studi di Torino Corso online Curriculum: ARTI MUSICA SPETTACOLO Attività di base Letteratura

Dettagli

FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE

FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Classe 11 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN LINGUE E LETTERATURE EUROMEDITERRANEE La laurea triennale in LINGUE E LETTERATURE EUROMEDITERRANEE

Dettagli

Facoltà di Lettere e Filosofia

Facoltà di Lettere e Filosofia Facoltà di Lettere e Filosofia L-11 Lingue, Culture, Letterature, Traduzione Struttura di riferimento: Dip. Studi europei, americani e interculturali Classe: L-11 Durata: triennale Modalità di ammissione:

Dettagli

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA ANTROPOLOGIA CULTURALE ED ETNOLOGIA. 274 Università degli Studi di Napoli Federico II. Facoltà di Sociologia 273

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA ANTROPOLOGIA CULTURALE ED ETNOLOGIA. 274 Università degli Studi di Napoli Federico II. Facoltà di Sociologia 273 Facoltà di Sociologia 273 274 Università degli Studi di Napoli Federico II CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN 10.1 Ordinamento Didattico e Articolazione del corso di laurea Il Corso di Laurea Specialistica

Dettagli

Obiettivi formativi qualificanti della Classe delle lauree XIV (Scienze della Comunicazione) sono:

Obiettivi formativi qualificanti della Classe delle lauree XIV (Scienze della Comunicazione) sono: CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE (Classe XIV - Scienze della Comunicazione) 1. INFORMAZIONI GENERALI Presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell Università di Roma Tor Vergata è attivato,

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE REGOLAMENTO DIDATTICO Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione D. R. 87 2 Maggio 200 Classe delle lauree n. 1 TITOLO I STRUTTURA DIDATTICA DEL CORSO DI LAUREA Art. 1 - DENOMINAZIONE 1 - È istituito

Dettagli

III ANNO Attività Formative Settori Scientifico-disciplinari CFU I lingua straniera III 5 II lingua straniera III 5 Di base

III ANNO Attività Formative Settori Scientifico-disciplinari CFU I lingua straniera III 5 II lingua straniera III 5 Di base Laurea in Lingue per la Mediazione Linguistica] Classe n. 3 - Classe delle lauree in scienze della mediazione linguistica Accesso: 0 posti Titolo per l ammissione: diploma di istruzione di secondo grado

Dettagli

3-Classe delle lauree in scienze della mediazione linguistica Nome del corso

3-Classe delle lauree in scienze della mediazione linguistica Nome del corso Università Università degli studi di Genova Classe 3-Classe delle lauree in scienze della mediazione linguistica Nome del corso Teorie e tecniche della mediazione interlinguistica Modifica di Traduttori

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO Università degli Studi di Cagliari - Facoltà di Lettere e Filosofia CLASSE DELLE LAUREE IN BENI CULTURALI (L-1) CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN BENI CULTURALI REGOLAMENTO DIDATTICO È attivato presso la Facoltà

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN LINGUISTICA TEORICA, APPLICATA E DELLE LINGUE MODERNE D.M.270/2004 Classe LM-39 CDS 05409-1415, ordinamento 2014, Regolamento 2015 Per iscritti

Dettagli

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI TRIESTE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN LINGUE E LETTERATURE STRANIERE CLASSE DI LAUREA IN LINGUE E CULTURE MODERNE (L-11) a.a. 2014/2015 Art. 1 Finalità 1. Il presente

Dettagli

3-Classe delle lauree in scienze della mediazione linguistica Lingue e culture straniere per l'impresa e il turismo Nome del corso

3-Classe delle lauree in scienze della mediazione linguistica Lingue e culture straniere per l'impresa e il turismo Nome del corso Università Università degli studi di Genova Classe 3-Classe delle lauree in scienze della mediazione linguistica Lingue e culture straniere per l'impresa e il turismo Nome del corso Modifica di Lingue

Dettagli

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE PEDAGOGICHE. Classe 87/S : Laurea specialistica in Scienze Pedagogiche

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE PEDAGOGICHE. Classe 87/S : Laurea specialistica in Scienze Pedagogiche 7. LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE PEDAGOGICHE Classe 87/S : Laurea specialistica in Scienze Pedagogiche PROFILO Obiettivi formativi Il laureati nei corsi di laurea specialistica della classe devono acquisire:

Dettagli

Corso di Laurea in Musica e Spettacolo

Corso di Laurea in Musica e Spettacolo 1 Corso di Laurea in Musica e Spettacolo (Classe delle Lauree in Scienze e tecnologie delle Arti figurative, della Musica, dello Spettacolo e della Moda, classe 23) Regolamento didattico Art. 1. Denominazione

Dettagli

Classe di laurea in Lingue e culture moderne - Lingue e culture straniere occidentali e orientali - cl. L-11

Classe di laurea in Lingue e culture moderne - Lingue e culture straniere occidentali e orientali - cl. L-11 Classe di laurea in Lingue e culture moderne - Lingue e culture straniere occidentali e orientali - cl. L-11 PIANO DEGLI STUDI I ANNO n. natura dell attivitā formativa settori scientifico-disciplinari

Dettagli

All. A. Regolamento della Classe Unificata L 1 Classe delle lauree in Beni culturali e LM 89 Classe delle lauree magistrali in Storia dell arte

All. A. Regolamento della Classe Unificata L 1 Classe delle lauree in Beni culturali e LM 89 Classe delle lauree magistrali in Storia dell arte All. A Regolamento della Classe Unificata L 1 Classe delle lauree in Beni culturali e LM 89 Classe delle lauree magistrali in Storia dell arte CLASSE L 1 BENI CULTURALI Corso di laurea triennale in: Conservazione

Dettagli

Piani di Studio consigliati per il Corso di Laurea in Studi letterari, linguistici e storico-filosofici (L-10) A. A. 2011/2012

Piani di Studio consigliati per il Corso di Laurea in Studi letterari, linguistici e storico-filosofici (L-10) A. A. 2011/2012 UNIVERSITA' DEGLI STUDI DELLA BASILICATA CORSO DI LAUREA IN STUDI LETTERARI, LINGUISTICI E STORICO FILOSOFICI Classe L- 10 delle Lauree in Lettere (DM 270/04) Piani di Studio consigliati per il Corso di

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI STUDIO PARTE NORMATIVA -

REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI STUDIO PARTE NORMATIVA - Scuola di Lettere e Beni culturali LAUREA MAGISTRALE IN FILOLOGIA, LETTERATURA E TRADIZIONE CLASSICA CLASSE LM-15 REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI STUDIO PARTE NORMATIVA - Art. 1 Requisiti per l'accesso

Dettagli

Corso di laurea triennale in LINGUE E MEDIAZIONE LINGUISTICO-CULTURALE Classe L-12 / Classe delle lauree in Mediazione Linguistica

Corso di laurea triennale in LINGUE E MEDIAZIONE LINGUISTICO-CULTURALE Classe L-12 / Classe delle lauree in Mediazione Linguistica Dipartimento di Lingue Letterature e Culture Straniere Corso di laurea triennale in LINGUE E MEDIAZIONE LINGUISTICO-CULTURALE Classe L-12 / Classe delle lauree in Mediazione Linguistica Corso di laurea

Dettagli

FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA PIANO DEGLI STUDI CORSI DI LAUREA TRIENNALI CORSI DI LAUREA MAGISTRALI A.A. 2011/2012

FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA PIANO DEGLI STUDI CORSI DI LAUREA TRIENNALI CORSI DI LAUREA MAGISTRALI A.A. 2011/2012 FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA PIANO DEGLI STUDI CORSI DI LAUREA TRIENNALI E CORSI DI LAUREA MAGISTRALI A.A. 2011/20 LETTERE...3 BENI ARTISTICI E DELLO SPETTACOLO...5 CIVILTA E LINGUE STRANIERE MODERNE...5

Dettagli

UNIVERSITA DEL SALENTO CONSIGLIO DIDATTICO IN LETTERE MANIFESTO DEGLI STUDI A. A. 2008/2009

UNIVERSITA DEL SALENTO CONSIGLIO DIDATTICO IN LETTERE MANIFESTO DEGLI STUDI A. A. 2008/2009 UNIVERSITA DEL SALENTO CONSIGLIO DIDATTICO IN LETTERE MANIFESTO DEGLI STUDI A. A. 2008/2009 LETTERE (5L) Obiettivi formativi specifici Il Corso di laurea di primo livello in Lettere è strutturato in due

Dettagli

SEZIONE SECONDA FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE ART. 1

SEZIONE SECONDA FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE ART. 1 SEZIONE SECONDA FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE ART. 1 Alla Facoltà di Scienze politiche afferiscono i seguenti corsi di laurea triennali: a) corso di laurea in Scienze politiche e delle relazioni internazionali

Dettagli

Corso di laurea magistrale in LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Classe LM 37 [Lingue e letterature moderne europee e americane] (DM 270/04)

Corso di laurea magistrale in LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Classe LM 37 [Lingue e letterature moderne europee e americane] (DM 270/04) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA Corso di laurea magistrale in LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Classe LM 37 [Lingue e letterature moderne europee e americane] (DM 70/04)

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN STORIA DELL ARTE (Classe LM-89)

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN STORIA DELL ARTE (Classe LM-89) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN STORIA DELL ARTE (Classe LM-89) ART. 1 OGGETTO Il presente regolamento didattico disciplina il di laurea, la programmazione, gestione e valutazione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI DIPARTIMENTO DI LETTERE LINGUE ARTI ITALIANISTICA E CULTURE COMPARATE CORSO DI LAUREA IN TRADUZIONE SPECIALISTICA (CLASSE LM-94) REGOLAMENTO DIDATTICO A.A. 2014-2015 Art.

Dettagli

CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN LINGUE STRANIERE PER LA COMUNICAZIONE INTERNAZIONALE

CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN LINGUE STRANIERE PER LA COMUNICAZIONE INTERNAZIONALE CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN LINGUE STRANIERE PER LA COMUNICAZIONE INTERNAZIONALE OIETTIVI FORMATIVI QUALIFICANTI I laureati nei corsi di laurea specialistica della classe devono: essere esperti

Dettagli

CORSO di STUDI (CdS) IN LETTERATURE EUROPEE PER L EDITORIA E LA PRODUZIONE CULTURALE (CLASSE 5) Piano di studio. chiede

CORSO di STUDI (CdS) IN LETTERATURE EUROPEE PER L EDITORIA E LA PRODUZIONE CULTURALE (CLASSE 5) Piano di studio. chiede CORSO di STUDI (CdS) IN LETTERATURE EUROPEE PER L EDITORIA E LA PRODUZIONE CULTURALE (CLASSE ) Piano di studio...l... sottoscritt..., nat... a... (...) il / /, residente in..., (...) via..., n..., C.A.P...

Dettagli

guida alla facoltà di lettere e filosofia lingue mediazione linguistica

guida alla facoltà di lettere e filosofia lingue mediazione linguistica guida alla facoltà di lettere e filosofia lingue mediazione linguistica certificato del sistema qualità N 50 100 4672 anno accademico 2007 / 2008 A CURA DELLE PRESIDENZE DEI CORSI DI STUDIO E DELLA FACOLTÀ

Dettagli

Università degli Studi di ROMA "Tor Vergata" LM-19 - Informazione e sistemi editoriali. italiano. http://www.editoriaecomunicazione.uniroma2.

Università degli Studi di ROMA Tor Vergata LM-19 - Informazione e sistemi editoriali. italiano. http://www.editoriaecomunicazione.uniroma2. Informazioni generali sul Corso di Studi Università Nome del corso Classe Università degli Studi di ROMA "Tor Vergata" Scienze dell'informazione, della Comunicazione e dell'editoria (IdSua:1520232) LM-19

Dettagli

SEZIONE DI SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE: EDITORIA E GIORNALISMO Presidente del Consiglio di Corso di laurea: prof. Erasmo Leso

SEZIONE DI SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE: EDITORIA E GIORNALISMO Presidente del Consiglio di Corso di laurea: prof. Erasmo Leso SEZINE DI SCIENZE DELLA CMUNICAZINE: EDITRIA E GIRNALISM Presidente del Consiglio di Corso di laurea: prof. Erasmo Leso LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE DELLA CMUNICAZINE: EDITRIA E GIRNALISM (SC) Dall anno

Dettagli

DIDATTICA - VECCHIO ORDINAMENTO LINGUE E LETTERATURE STRANIERE: IL PIANO DI STUDI CONSIGLIATO DALLA FACOLTA' (in vigore fino all a.a.

DIDATTICA - VECCHIO ORDINAMENTO LINGUE E LETTERATURE STRANIERE: IL PIANO DI STUDI CONSIGLIATO DALLA FACOLTA' (in vigore fino all a.a. DIDATTICA - VECCHIO ORDINAMENTO LINGUE E LETTERATURE STRANIERE: IL PIANO DI STUDI CONSIGLIATO DALLA FACOLTA' (in vigore fino all a.a. 2000/2001) SPERIMENTAZIONE (Per gli studenti immatricolati a partire

Dettagli

Art. 4 - Risultati di apprendimento attesi, espressi tramite i Descrittori europei del titolo di studio 4.1. Conoscenza e capacità di comprensione

Art. 4 - Risultati di apprendimento attesi, espressi tramite i Descrittori europei del titolo di studio 4.1. Conoscenza e capacità di comprensione UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SIENA FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA DI AREZZO REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN STUDI LETTERARI E LINGUISTICI (LITERARY AND LINGUISTIC STUDIES)

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO del Corso di Laurea in Scienze dell educazione e della formazione (Classe di Laurea XVIII )

REGOLAMENTO DIDATTICO del Corso di Laurea in Scienze dell educazione e della formazione (Classe di Laurea XVIII ) 1 REGOLAMENTO DIDATTICO del Corso di Laurea in Scienze dell educazione e della formazione (Classe di Laurea XVIII ) Articolo 1 - Denominazione del Corso di Studio e classe di appartenenza 1. E istituito

Dettagli

FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE

FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE UNIVERSITÀ DEL SALENTO FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN TRADUZIONE LETTERARIA E TRADUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA Classe 104/S La laurea

Dettagli

UNIVERSITÀ DI CATANIA REGOLAMENTO DIDATTICO

UNIVERSITÀ DI CATANIA REGOLAMENTO DIDATTICO UNIVERSITÀ DI CATANIA REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO di LAUREA MAGISTRALE in COMUNICAZIONE DELLA CULTURA E DELLO SPETTACOLO approvato dal Senato Accademico nella seduta del 22 ottobre 2013 1. DATI GENERALI

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE DEL LAVORO

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE DEL LAVORO REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE DEL LAVORO 1. Il presente Regolamento specifica gli aspetti organizzativi del corso di laurea specialistica in Scienze del lavoro (classe delle

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SIENA FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA. REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE in

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SIENA FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA. REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE in UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SIENA FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE in Filologia, lingue e letterature moderne Modern Philology, Languages and

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI STUDIO PARTE NORMATIVA -

REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI STUDIO PARTE NORMATIVA - Scuola di Lettere e Beni culturali LAUREA MAGISTRALE IN CINEMA, TELEVISIONE E PRODUZIONE MULTIMEDIALE CLASSE LM-65 REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI STUDIO PARTE NORMATIVA - Art. 1 Requisiti per l'accesso

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea specialistica in Classe Facoltà ECONOMIA E LEGISLAZIONE D IMPRESA 84/S Classe delle lauree specialistiche in Scienze economico-aziendali Economia Art. 1. Finalità Il presente

Dettagli

NORME PER L AMMISSIONE

NORME PER L AMMISSIONE Facoltà di Scienze linguistiche e Letterature straniere NORME PER L AMMISSIONE Corso di Laurea Magistrale: Lingue, letterature e culture straniere (Classe LM-37) Profili in: - Letteratura e comunicazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Psicologia Facoltà di Scienze matematiche fisiche e naturali LAUREA MAGISTRALE IN Teoria e tecnologia della comunicazione REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO

Dettagli

Facoltà: LETTERE E FILOSOFIA Corso: 0966 - CINEMA, TELEVISIONE E PRODUZIONE MULTIMEDIALE (LM) Ordinamento: DM270

Facoltà: LETTERE E FILOSOFIA Corso: 0966 - CINEMA, TELEVISIONE E PRODUZIONE MULTIMEDIALE (LM) Ordinamento: DM270 Page 1 of 5 Facoltà: LETTERE E FILOSOFIA Corso: 0966 - CINEMA, TELEVISIONE E PRODUZIONE MULTIMEDIALE (LM) Ordinamento: DM270 Titolo: CINEMA, TELEVISIONE E PRODUZIONE MULTIMEDIALE Testo: LAUREA MAGISTRALE

Dettagli

Art. 4 Ordinamento didattico Art. 5 Quadro degli insegnamenti e delle attività formative Art. 6 Piano degli studi annuale

Art. 4 Ordinamento didattico Art. 5 Quadro degli insegnamenti e delle attività formative Art. 6 Piano degli studi annuale UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI TRIESTE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE PUBBLICA, D IMPRESA E PUBBLICITÀ LM 59 Art. 1 Finalità 1. Il presente regolamento didattico

Dettagli

FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE CORSO DI STUDIO MAGISTRALE IN LINGUA E CULTURA ITALIANE PER STRANIERI

FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE CORSO DI STUDIO MAGISTRALE IN LINGUA E CULTURA ITALIANE PER STRANIERI FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE CORSO DI STUDIO MAGISTRALE IN LINGUA E CULTURA ITALIANE PER STRANIERI DELIBERA DI MASSIMA PER PASSAGGI E TRASFERIMENTI A.A. 2012/13 PASSAGGI O TRASFERIMENTI DA

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO Art. 1 Premesse e finalità 1. Il Corso di laurea magistrale in Scienze Storiche afferisce alla Classe delle lauree magistrali LM-84 in Scienze

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Linguaggi dello Spettacolo, del cinema e dei media

Corso di Laurea Magistrale in Linguaggi dello Spettacolo, del cinema e dei media Dipartimento di Studi Umanistici Corso di Laurea Magistrale in Linguaggi dello Spettacolo, del cinema e dei media (LM-65 Scienze dello spettacolo e produzione multimediale) Manifesto degli Studi A.A. 2014/2015

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELL EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE - SEDE DI ROVIGO (CLASSE L-19 D.M. 270/2004) TRIENNIO 2014-2017

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELL EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE - SEDE DI ROVIGO (CLASSE L-19 D.M. 270/2004) TRIENNIO 2014-2017 1 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELL EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE SEDE DI ROVIGO (CLASSE L19 D.M. 70/004) TRIENNIO 014017 DESCRIZIONE DEL PERCORSO FORMATIVO Il corso di studio, per gli studenti che si immatricolano

Dettagli

T A B E L L A T I T O L I D I A C C E S S O

T A B E L L A T I T O L I D I A C C E S S O T A B E L L A T I T O L I D I A C C E S S O (recupero - tabella titoli accesso) CLASSE DI CONCORSO CODICE DESCRIZIONE MATERIE DI INSEGNAMENTO TITOLO STUDIO NOTE A025 Disegno e Storia dell Arte Disegno

Dettagli

Corso di laurea interclasse in LINGUE E LETTERATURE MODERNE Classe L-11 [Lingue e culture moderne] (D.M. 270/04)

Corso di laurea interclasse in LINGUE E LETTERATURE MODERNE Classe L-11 [Lingue e culture moderne] (D.M. 270/04) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI Corso di laurea interclasse in LINGUE E LETTERATURE MODERNE Classe L- [Lingue e culture moderne] (D.M. 70/04) DESCRIZIONE DEL PERCORSO

Dettagli

ORDINAMENTO DELLA LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE PEDAGOGICHE

ORDINAMENTO DELLA LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE PEDAGOGICHE ORDINAMENTO DELLA LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE PEDAGOGICHE Obiettivi formativi specifici. La laurea specialistica in Scienze intende offrire un percorso formativo completo, finalizzato alla preparazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEL SALENTO FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Manifesto degli studi - A.A. 2007-2008

UNIVERSITÀ DEL SALENTO FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Manifesto degli studi - A.A. 2007-2008 UNIVERSITÀ DEL SALENTO FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Sono aperte le iscrizioni ai Corsi di Laurea in: Manifesto degli studi - A.A. 2007-200 Lingue e Letterature Euromediterranee (laurea triennale)

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN Lettere moderne - Modern Literatures (Classe LM-14 Filologia moderna) Articolo 1 - Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

CORSO DI STUDIO MAGISTRALE INTERFACOLTÀ IN SCIENZE DELLO SVILUPPO E DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE CLASSE LM 81 A.A. 2012/13

CORSO DI STUDIO MAGISTRALE INTERFACOLTÀ IN SCIENZE DELLO SVILUPPO E DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE CLASSE LM 81 A.A. 2012/13 CORSO DI STUDIO MAGISTRALE INTERFACOLTÀ IN SCIENZE DELLO SVILUPPO E DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE CLASSE LM 81 A.A. 2012/1 PREMESSA I processi di globalizzazione nelle società e nei mercati aprono

Dettagli

ART. 1 Oggetto del Regolamento

ART. 1 Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN DIDATTICA DELL ITALIANO COME LINGUA STRANIERA ART. 1 Oggetto del Regolamento Il presente regolamento disciplina, ai sensi dell articolo 1 comma 3 del Regolamento

Dettagli

Art. 3. Esigenze delle Parti Interessate (PI) ed Obiettivi formativi

Art. 3. Esigenze delle Parti Interessate (PI) ed Obiettivi formativi Regolamento didattico del Corso di studio triennale in Filosofia, Storia e Comunicazione Art. 1. Denominazione del Corso di studio 1. È istituito presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Arezzo il Corso

Dettagli

Lingue e Letterature Straniere

Lingue e Letterature Straniere Lingue e Letterature Straniere FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE www.lingue.uniba.it Presidenza Via Michele Garruba, 6/B - 70122 Bari Preside: prof. Pasquale Guaragnella Tel. 080.5717540-7515;

Dettagli

scuola secondaria superiore di durata quadriennale, è necessario che abbiano conseguito le opportune integrazioni previste dalla normativa vigente;

scuola secondaria superiore di durata quadriennale, è necessario che abbiano conseguito le opportune integrazioni previste dalla normativa vigente; UNIVERSITA' DEGLI STUDI DELLA BASILICATA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA LM-85 bis Scienze della formazione primaria CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO Università degli Studi di Cagliari - Facoltà di Lettere e Filosofia CLASSE DELLE LAUREE IN ARCHEOLOGIA (LM-2) CLASSE DELLE LAUREE IN STORIA DELL ARTE (LM-89) CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN ARCHEOLOGIA

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea specialistica in Classe Facoltà MARKETING E COMUNICAZIONE 84/S Classe delle lauree specialistiche in Scienze economico-aziendali Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento

Dettagli

Art. 5 Prove di verifica delle attività formative Art. 6 Attività formative autonomamente scelte dallo studente

Art. 5 Prove di verifica delle attività formative Art. 6 Attività formative autonomamente scelte dallo studente Regolamento didattico - parte normativa del Corso di Laurea triennale in FILOSOFIA (Classe L-5 - Filosofia) PHILOSOPHY Emanato con DR Rep. n. 649/2015, prot. n. 76876/I/3 del 20.11.2015 Art. 1 Requisiti

Dettagli

Corso di Laurea in. Classe di laurea 55/S Progettazione e gestione dei sistemi turistici. Manifesto degli studi Anno Accademico 2007/2008

Corso di Laurea in. Classe di laurea 55/S Progettazione e gestione dei sistemi turistici. Manifesto degli studi Anno Accademico 2007/2008 Corso di Laurea in VALORIZZAZIONE DEI SISTEMI TURISTICO-CULTURALI Classe di laurea 55/S Progettazione e gestione dei sistemi turistici Manifesto degli studi Anno Accademico 2007/2008 OBIETTIVI FORMATIVI

Dettagli

Corso Laurea Linguaggi dello spettacolo, del cinema, del video

Corso Laurea Linguaggi dello spettacolo, del cinema, del video Corso Laurea Linguaggi dello spettacolo, del cinema, del video Presidente: f.f. Prof. Massimo Privitera Segretario: Enrico De Luca Eugenio Parisano Ubicazione: cubo 28a Telefono: 0984/494547 Fax: 0984/494548

Dettagli