FORNITURA DI N. 2 AUTOBUS A TRAZIONE ELETTRICA CAPITOLATO PRESTAZIONALE D APPALTO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FORNITURA DI N. 2 AUTOBUS A TRAZIONE ELETTRICA CAPITOLATO PRESTAZIONALE D APPALTO"

Transcript

1 Capitolato prestazionale d appalto FORNITURA DI N. 2 AUTOBUS A TRAZIONE ELETTRICA CAPITOLATO PRESTAZIONALE D APPALTO Euro a) Importo della fornitura IVA esclusa ,00 b) Oneri per l attuazione dei piani di sicurezza =========== 1) Totale appalto (A+B) ,00 c) Somme a disposizione dell amministrazione ,00 2) Totale ,00 Il Responsabile del Procedimento Geom. Giorgio Boccafogli

2 Art. 1 Oggetto dell Appalto L oggetto dell appalto consiste nella fornitura di n. 2 autobus Urbani a trazione elettrica, alimentati con batterie in grado di assicurare una elevata autonomia, e rispettivi sistemi di ricarica (colonnine). Mediante l acquisizione degli autobus oggetto dell appalto si intende perseguire, come obiettivo strategico, la creazione, ed il successivo sviluppo, di un sistema di trasporto pubblico sostenibile ed ecologico da effettuarsi mediante veicoli a zero emissioni e che dovranno pertanto essere contraddistinti da comprovate doti di assoluta affidabilità ed altissima efficienza. Per ottenere pertanto tale dichiarato strategico scopo, gli autobus da proporre in gara dovranno avere, di massima, le caratteristiche e specifiche tecniche riportate di seguito, con la premessa fondamentale che, laddove espressamente indicato e richiesto nell ambito del presente documento, tutte le prescrizioni che vengono riportate come di assoluta preferenza per questa stazione appaltante, risulteranno avere priorità nell ambito della determinazione dei veicoli da acquistare e a tal fine, saranno oggetto di attribuzione di specifici punteggi espressamente previsti nei criteri di aggiudicazione. Vista quindi la enunciata rilevanza che il progetto di acquisto riveste, la stazione appaltante ribadisce la necessità di garantirsi la migliore riuscita dello stesso mediante l esclusione di eventuali offerte da parte di soggetti di non comprovata esperienza nella fornitura di mezzi per il trasporto pubblico locale. Le imprese offerenti dovranno quindi comprovare in offerta, oltre al numero di autobus elettrici alimentati da batterie di trazione dello stesso tipo di quello offerto, già prodotti ed in esercizio, l avvenuta diffusione dell autobus elettrico offerto, fornendo l elenco delle aziende risultanti utilizzatrici del modello stesso. Gli autobus proposti, pena esclusione dalla gara, dovranno essere, già all atto della presentazione dell offerta, regolarmente omologati, nella configurazione proposta, alla circolazione come autobus elettrici urbani idonei per il trasporto pubblico di persone sedute e in piedi. Relativamente a tale specifico e primario aspetto, questa stazione appaltante è interessata ad acquisire autobus elettrici che, riuscendo comunque a garantire tutti i complessivi requisiti dettati dal presente capitolato, consentano inoltre di ottenere la maggiore capacità di trasporto complessiva possibile e regolarmente omologata. Pertanto in considerazione delle su esposte premesse, si dichiara l assoluta preferenza a favore dell autobus elettrico appartenente alla categoria M3 classe I. Le imprese offerenti dovranno pertanto allegare i documenti di omologazione, già ottenuta e vigente per la configurazione offerta all atto della presentazione della stessa, comprovanti la categoria e la classe di appartenenza del veicolo proposto e che dovrà corrispondere a quella dichiarata in offerta. E richiesta una dichiarazione dell Impresa offerente, attestante gli ultimi dodici veicoli, della stessa identica tipologia ed omologazione, venduti con l indicazione delle aziende utilizzatrici. Le offerte presentate, oltre ad attestare la rispondenza delle caratteristiche tecniche degli autobus elettrici proposti, alle prescrizioni del presente capitolato, dovranno avere particolare cura di presentare una dettagliata descrizione del progetto su cui è basato il veicolo offerto, in maniera da consentire a questa stazione appaltante di avere a disposizione tutti i dati e gli elementi necessari per la valutazione dello stesso, identificando e verificando l eventuale presenza di elementi di assoluta preferenza fissati per i criteri di aggiudicazione. Per consentire la corretta applicazione dei complessivi punteggi predeterminati per le varie voci dichiarate per il richiamato criterio di aggiudicazione, è anche fondamentale che le imprese offerenti forniscano dati chiari ed inequivocabili, che questa stazione appaltante si

3 riserva di verificare, in ordine alle complessive fasi di realizzazione dell autobus offerto in gara dichiarando soprattutto se lo stesso è progettato e prodotto completamente (sia per la parte relativa all autotelaio elettrico che per la relativa carrozzeria nel caso la realizzazione costruttiva preveda tale soluzione) dallo stesso costruttore. Soluzione quest ultima, verso la quale questa stazione appaltante esprime assoluta preferenza. Nel formulare la propria offerta il fornitore dovrà tenere conto del seguente profilo di missione assegnato a ciascun veicolo fornito: - Percorrenza annua media (Km/anno) = Km ; - Percorrenza giornaliera prevista = Km. 120 in area urbana; - Velocità commerciale media (Km. Percorsi/ore utilizzo giornaliero) = 12 Km/h; - Regime di marcia caratterizzato da stop and go ; - Durata media del servizio giornaliero = 12 h; - Percorso stradale prevalentemente in piano; - Fermata con apertura porte ogni circa 300 metri; - Mantenimento in esercizio previsto per almeno 10 anni. Gli autobus elettrici offerti,in particolare dovranno: - Essere esclusivamente a trazione elettrica, esprimendo assoluta preferenza per autobus elettrici aventi trazione anteriore, ed alimentati con batterie di trazione ad alta capacità con elevata autonomia; - Essere a pianale ribassato ed avere un piano di calpestio( sia per le aree destinate ai passeggeri in piedi che a quelli seduti) che deve, comunque per tutta la zona interna del veicolo, svilupparsi in modo uniforme e quindi senza alcun gradino o rialzo di alcun tipo; - Avere lunghezza massima non superiore a mt. 6,00; - Avere la larghezza non superiore a mt. 2,20; - Essere dotati di sospensioni di tipo pneumatico adatte a garantire un elevato confort di marcia, il sistema di sospensioni dovrà essere illustrato in sede di gara; - Essere dotati di un sistema di abbassamento del pianale del veicolo per facilitare la salita e la discesa dei passeggeri; - Essere dotati di un impianto elettrico progettato e realizzato nel rispetto delle normative vigenti e le cui caratteristiche tecniche dovranno ampiamente essere illustrate in sede di gara; - Essere dotati di porta passeggeri doppia, posizionata sulla fiancata destra del veicolo. Si esprime assoluta preferenza per autobus elettrici aventi larghezza della porta di servizio per i passeggeri della maggiore dimensione consentita; - Avere capacità di trasporto passeggeri complessiva, già omologata per il complessivo allestimento richiesto, non inferiore a 22 passeggeri totali, con esclusione del posto di servizio per l autista e la predetta omologazione dovrà anche almeno prevedere, oltre a n. 1 postazione dedicata a passeggeri a ridotta capacità motoria non deambulanti (in carrozzella), non meno di n. 8 posti a sedere su sedili fissi, compreso l impianto di condizionamento integrale per l intero veicolo. Si ribadisce la preferenza per le offerte che proporranno autobus elettrici che, riuscendo comunque a garantire tutti i complessivi requisiti dettati dal presente capitolato, rendano disponibile anche il maggior numero di posti complessivi risultanti già omologati al momento della partecipazione a gara; - Avere un apposita pedana estraibile, per l eventuale accesso di passeggeri a ridotta capacità motoria non deambulanti e su sedia a rotelle, ad azionamento automatico elettrico comandato dal posto di guida. Si esprime la preferenza per autobus elettrici che prevedano la realizzazione costruttiva del predetto gruppo di pedana estraibile, opportunamente protetto in apposito vano ricavato nell autotelaio; - Avere il posto di guida realizzato in maniera da assicurare elevato confort al conducente; preferibilmente isolato dal vano passeggeri e protetto tramite divisorio intero in materiale trasparente. Si esprime la preferenza per le offerte che proporranno autobus elettrici

4 realizzati con la separazione totale del posto di guida e che prevedano l accesso per il conducente tramite porta riservata collocata sul lato sinistro dell autobus; - Avere un allestimento interno (rivestimenti, mancorrenti, sedili passeggeri ecc.) che offra un ambiente complessivamente di grande fruibilità ed accoglienza per i passeggeri; - Rendere disponibili comodi appigli anche per le persone di altezza media nelle zone destinate ai passeggeri in piedi e seduti; - Essere dotati di un unico ed efficiente impianto di aria condizionata per vano passeggeri e posto di guida. In sede di offerta dovrà essere presentata documentazione tecnica contenente le caratteristiche tecniche dell impianto adottato; - Essere equipaggiati con motore elettrico di trazione basato su sistemi di elevata affidabilità e dotato di potenza idonea da dichiarare in offerta. Le imprese offerenti dovranno allegare una sintetica descrizione degli equipaggiamenti installati; - Essere abilitati ad una pendenza massima superabile non inferiore al 15%; - Avere velocità massima raggiungibile non inferiore ad almeno 30 Km/h; - Garantire una autonomia di funzionamento continuativo in esercizio di almeno 120 km. Senza dover ricorrere ad alcuna ricarica, intermedia, neanche parziale, delle batterie di trazione, calcolata con un carico utile pari a 2/3 del massimo trasportabile, di giorno, in piano, con strada asciutta, temperatura 5/25 C, umidità del 60/90%, con fermate ogni 300 mt. Ed apertura delle porte e sistemi ausiliari in funzione, con impianto di aria condizionata disattivato. Per tale specifico requisito di autonomia di funzionamento continuativo in esercizio, si ribadisce la preferenza per le offerte che proporranno autobus elettrici in grado di garantire la maggiore autonomia chilometrica percorribile espressa in chilometri continuativi da coprirsi nel rispetto delle condizioni stabilite; - Essere equipaggiati con batterie di trazione in grado da garantire, come minimo, l autonomia continuativa in esercizio sopra richiesta (min. 120 Km.), la stessa dovrà essere raggiunta non superando la percentuale di scarica massima prevista dal costruttore per la migliore salvaguardia delle batterie stesse e senza ricorrere ad alcuna ricarica intermedia. In sede di offerta, dovranno indicarsi i termini di garanzia previsti per la specifica tecnologia utilizzata per le batterie fornite a corredo degli autobus elettrici proposti in gara. Inoltre le imprese offerenti dovranno dimostrare, fornendo idonea documentazione a corredo dell offerta stessa, che la tecnologia delle batterie installate sui veicoli offerti non è in fase sperimentale fornendo a tal proposito, con apposita documentazione da presentare in sede di offerta, prova dell avvenuto raggiungimento, a mezzo di autobus elettrici già in esercizio di linea ed equipaggiati con batterie di identica tecnologia, dei cicli di carica dichiarati per le batterie stesse come minimi garantiti. Le imprese offerenti dovranno comunque fornire per la gara, idonea documentazione che descriva il tipo di batterie installate sugli autobus offerti ed il relativo principio di funzionamento, il sistema di controllo e tutte le caratteristiche essenziali quali dimensioni, massa, tensione nominale, capacità, energia disponibile. Si dichiara la preferenza per autobus elettrici che abbiano eventuale possibilità di perfetto funzionamento ed utilizzo, sempre nel rispetto delle complessive prescrizioni di cui al presente capitolato, anche con altre tipologie di batterie di trazione aventi però tecnologia diversa ed alternativa rispetto a quella prospettata in offerta; - Prevedere l operazione di ricarica delle batterie a mezzo di appositi carica batterie posti esclusivamente a terra e non previsti invece a bordo del veicolo. La ricarica completa delle batterie deve poter avvenire entro il tempo massimo di 8 (otto) ore. La fornitura della colonnina carica batterie si intende compresa nel prezzo richiesto dalle imprese offerenti a mezzo dell apposita offerta economica. In sede di offerta si dovranno fornire la descrizione e le caratteristiche tecniche dei carica batterie forniti; - Essere dotati di display di bordo collegato via can-bus, con livello di carica, corrente, tensione e temperatura della batteria;

5 - Essere progettati e realizzati in maniera che il posizionamento delle batterie sul veicolo permetta di estrarle con semplici e veloci operazioni; - Essere forniti di un indicatore di percorso anteriore; - Essere predisposti per l installazione di n. 1 obliteratrice; - Essere predisposti per l installazione di n. 1 emettitrice di titoli di viaggio; - essere provvisti di appositi pulsanti occorrenti per la richiesta di fermata da parte dei passeggeri; - essere provvisti di almeno n. 8 sedili fissi per i passeggeri del tipo antivandalo; - avere colorazione esterna da definire e personalizzare con loghi forniti dalla stazione appaltante. Le offerte presentate in gara dovranno riportare la validità del termine del periodo di garanzia degli autobus offerti che decorrerà dalla data di immatricolazione degli stessi. Le imprese offerenti dovranno corredare la documentazione presentata in gara indicando i termini di consegna, decorrenti dalla data di sottoscrizione del contratto. Inoltre dovranno fornire precise informazioni, indicando nel caso, ragione sociale, indirizzo della sede, riferimenti telefonici e nominativi delle persone referenti, relativamente alla eventuale presenza di idonee strutture, già esistenti ed operative da almeno due anni, per l assistenza specifica e per la manutenzione degli autobus elettrici della stessa tipologia del modello offerto in gara, ubicate nell ambito della Regione Lazio. Altresì, è richiesta documentazione probante che eventualmente attesti, qualora espletata, che la suddetta struttura abbia anche già effettuato, con regolarità e da almeno due anni, attività di manutenzione in garanzia e/o manutenzione ordinaria su autobus elettrici della stessa tipologia del modello offerto in gara. Art. 2 Ammontare dell Appalto 1. L importo della fornitura posto a base dell affidamento è definito come segue: Importi in Euro Colonna a) Colonna b) (i) Colonna a + b) Importo fornitura Oneri per l attuazione dei TOTALE piani di sicurezza 1 A corpo (IVA esclusa) ,00 ========== ,00 IMPORTO TOTALE ,00 2. L importo contrattuale corrisponde all importo della fornitura di cui al comma 1, colonna (a+b), al quale deve essere applicato il ribasso percentuale sul medesimo importo offerto dall aggiudicatario in sede di gara, Art. 3 Criterio di aggiudicazione L aggiudicazione della fornitura avverrà, ai sensi dell art. 83 del d.lgs. n. 163/2006 e s.m.i. a favore dell offerta economicamente più vantaggiosa. La valutazione delle offerte avverrà, da parte della Commissione giudicatrice incaricata, sulla base dei seguenti elementi e rispettivi parametri:

6 PREZZO All offerta che proporrà il prezzo più basso, rispetto a tutte quelle pervenute e ritenute valide, sarà attribuito il punteggio massimo previsto pari a 25 punti. Alle rimanenti offerte ammesse a gara sarà attribuito il punteggio decrescente, determinato in base alla seguente formula: Pi= 25xRi Pi= 25 x ( prezzo più basso ) prezzo offerta in esame Dove, Pi è il punteggio da assegnare ed Ri risulterà dato dal rapporto tra il prezzo più basso, rispetto a tutte le offerte ammesse e quello in esame. NUMERO POSTI COMPLESSIVI OMOLOGATI PER TRASPORTO PASSEGGERI SEDUTI E IN PIEDI All offerta che, rispetto a tutte quelle pervenute e ritenute valide, proporrà l autobus avente il maggior numero di posti complessivi risultanti già omologati al momento della partecipazione a gara, potrà essere attribuito il punteggio massimo previsto pari, complessivamente, ad un totale di 10 punti. L attribuzione dei punteggi sarà regolamentata secondo il seguente criterio: all offerta che avrà proposto l autobus contraddistinto dalla minore capacità di trasporto complessiva omologata e che renderà quindi disponibile, tra i vari veicoli presentati, il minor numero di posti complessivi in assoluto, verranno assegnati zero punti; a ciascuno dei rimanenti autobus presentati in gara e che avranno attestato di poter rendere disponibile un numero di posti complessivo omologato superiore, verrà assegnato un punto (fino alla concorrenza del punteggio massimo previsto e pari ad un totale di 10 punti massimi) per ogni singolo posto in più, che risulterà essere disponibile ed omologato, rispetto alla minore capacità di trasporto complessiva che si sarà determinata tra gli autobus presenti in gara. SEPARAZIONE DEL POSTO DI GUIDA E PRESENZA DI PORTA DI SERVIZIO PER IL CONDUCENTE Solo ed esclusivamente alle offerte pervenute e ritenute valide, che proporranno autobus avente la separazione del posto di guida, prevedendo inoltre la disponibilità della porta di servizio per il conducente, sarà attribuito un punteggio max pari a 8 punti cosi determinato: porta di servizio conducente e separatore : 8 punti solo porta di servizio conducente : 1 punto solo separazione del posto di guida : 1 punto CATEGORIA E CLASSE DI APPARTENENZA Alle offerte pervenute valide, che proporranno autobus la cui omologazione presentata in offerta attesterà la specifica appartenenza del veicolo alla Categoria M3 classe I, sarà attribuito il punteggio max complessivo pari a 15 punti così determinato: 15 punti veicolo omologato alla Cat. M3 classe I; 1 punto sarà attribuito alle offerte che proporranno autobus di categorie e classi diverse dalla specifica omologazione preferita nel presente capitolato;

7 TEMPI DI CONSEGNA All offerta che, rispetto a tutte quelle pervenute e ritenute valide, garantirà il minor tempo di consegna degli autobus, espresso in giorni naturali e consecutivi decorrenti dalla data della sottoscrizione del contratto di fornitura, sarà attribuito il punteggio massimo previsto pari a 15 punti. Alle rimanenti offerte ammesse a gara sarà attribuito il punteggio decrescente, determinato in base alla seguente formula: Ti = 15 x (Ri)2 Ti = (minori giorni consegna) 2 x 15 giorni offerta in esame Dove, Ti è il punteggio da assegnare ed Ri risulterà dato dal rapporto, elevato al quadrato, tra il numero di giorni di consegna minimo indicato tra tutte le offerte pervenute ed il numero di giorni di consegna indicato invece nell offerta in esame. AUTONOMIA CHILOMETRICA All offerta che rispetto a tutte quelle pervenute e ritenute valide, garantirà la maggiore autonomia chilometrica, migliorativa rispetto a quella minima richiesta e percorribile con l autobus proposto, espressa in chilometri continuativi da coprirsi rispetto delle condizioni stabilite nel presente capitolato speciale, sarà attribuito il punteggio massimo previsto pari a 10 punti. Alle rimanenti offerte migliorative ammesse a gara sarà attribuito il punteggio decrescente determinato in base alla seguente formula: Ai= 10 x (Ri)2 Ti = (autonomia offerta in esame) 2 x 10 maggiore autonomia offerta Dove, Ai è il punteggio da assegnare ed Ri risulterà dato dal rapporto, elevato al quadrato, tra il valore dell autonomia chilometrica, espresso in chilometri continuativi e garantiti dall offerta in esame ed il valore della maggiore autonomia chilometrica rilevata tra tutte le offerte pervenute. VALUTAZIONE DEL PROGETTO VEICOLO OFFERTO Alle varie offerte pervenute e ritenute valide, verranno assegnati, per ciascuno dei singoli aspetti tecnici specifici, di seguito indicati e nel rispetto delle preferenze espressamente dichiarate nel presente capitolato speciale, i seguenti punteggi, fino alla concorrenza del punteggio massimo previsto e pari, complessivamente, ad un totale di 10 punti: autobus risultante progettato e prodotto completamente dallo stesso costruttore: 5 punti autobus risultante avere la maggiore larghezza della porta di servizio per i passeggeri: 2 punti autobus risultante avere sistema di trazione anteriore: 1 punto autobus risultante avere possibilità di utilizzo anche con tipologia di batterie di trazione alternativa a quella presentata in offerta: 1 punto autobus risultante avere gruppo e pedana estraibile incassato e protetto in apposito vano ricavato nell autotelaio: 1 punto

8 ASSISTENZA IN GARANZIA Alle varie offerte pervenute e ritenute valide, verranno assegnati, per ciascuno dei singoli aspetti di seguito indicati e nel rispetto delle preferenze dichiarate nel capitolato,i seguenti punteggi, fino alla concorrenza del punteggio massimo previsto e pari, complessivamente ad un totale di 7 punti: alle offerte che documenteranno la presenza di una adeguata ed idonea struttura o comunque, di un officina (già esistente ed operativa da almeno due anni) per l assistenza specifica e per la manutenzione degli autobus elettrici della stessa tipologia del modello offerto in gara e rientrante nell ambito della regione Lazio: 5 punti alle offerte che documenteranno, eventualmente la suddetta struttura risulti esistente, che la stessa abbia anche già effettuato con regolarità (da almeno due anni) attività di manutenzione in garanzia e/o anche in manutenzione ordinaria e straordinaria svolte su autobus della stessa tipologia del modello offerto in gara: 2 punti Con riferimento al punteggio complessivo sarà redatta la graduatoria di gara, in base alla quale sarà formulata, da parte della Commissione incaricata, la proposta di aggiudicazione all'organo deliberativo competente, fatta salva la verifica delle offerte anormalmente basse, ai sensi dell articolo 86, comma 2, del d.lgs. n. 163/2006 e s.m.i.. In caso di punteggi uguali si procederà ad aggiudicazione ai sensi dell art. 77 del R.D. n 827/1924. Sul punto si rinvia alle disposizioni contenute all art.8 del Disciplinare di gara Art. 4 Modalità di stipulazione del contratto 1. Il contratto è stipulato a corpo ai sensi dell articolo 53 quarto comma, D.Lgs. del , n. 163 e s.m.i. e dal relativo regolamento di attuazione. 2. L importo della contratto, come determinato in sede di gara, resta fisso e invariabile. Art. 5 Documentazione da fornire in sede di Appalto 1. Documentazione relativa alle caratteristiche dei veicoli Tutta la documentazione inviata, sia in sede di offerta per la presentazione del veicolo che in sede d ordine, deve essere in lingua italiana, o in via subordinata, con la versione in lingua italiana riportata sul documento originale ed in modo tale che ciò non pregiudichi l agevole consultazione del documento. Tutta la manualistica più avanti descritta deve essere fornita anche in formato file relativo a programmi Microsoft Office o di tipo pdf con possibilità di stampa e di copia. E richiesto che, nel caso in cui il Fornitore disponga di cataloghi, manualistica e documentazione tecnica on-line, vengano concessi a titolo gratuito gli accessi ai siti dedicati a tale documentazione in numero adeguato alle necessità della Stazione Appaltante per tutto il periodo di vita dei veicoli acquistati. Elenco delle attrezzature e strumentazioni speciali necessarie per tutte le operazioni di manutenzione, riparazione, taratura e controllo sul veicolo. Elenco ed una descrizione delle varie strumentazioni che si ritengono necessarie per la diagnosi e la verifica funzionale degli impianti, dei sistemi e dei componenti presenti a bordo del veicolo. Tutti gli strumenti comprensivi di eventuale software devono essere quotati economicamente.

9 Manuale di istruzione per il personale di guida, lo stesso dovrà contenere tutte le informazioni necessarie per un funzionamento ottimale del veicolo, ad esempio: la posizione, le funzioni e la manovra di tutti i comandi, degli strumenti, degli indicatori e degli interruttori, delle luci, del controllo ambientale e di altre caratteristiche del veicolo; Manuale per la manutenzione ciclica e riparazioni lo stesso dovrà comprendere: Lista dei controlli ispettivi completa di tutte le informazioni necessarie alle operazioni da eseguirsi; Programma di manutenzione chilometrica o a tempo; Piano di manutenzione programmata, comprendente tutte le informazioni necessarie per eseguire i controlli, le verifiche, le regolazioni e le lubrificazioni dei veicoli in servizio e per la diagnosi dei difetti di ogni sistema, ivi compresi altri dati come guida per la localizzazione dei guasti e la loro riparazione; Art. 6 Documentazione che fa parte del contratto Fa parte integrante e sostanziale del contratto d appalto, ancorché non materialmente allegato il Capitolato Prestazionale. Art. 7 Tempi e modalità di consegna 1. La consegna degli autobus, completi degli allestimenti richiesti, dovrà avvenire secondo il piano consegne indicato nell Offerta Qualitativa e comunque non oltre 150 giorni naturali e consecutivi decorrenti dalla data della sottoscrizione del contratto di fornitura. 2. Il veicolo si intende consegnato alla data in cui sono verificate le seguenti quattro condizioni: ha superato con esito positivo l eventuale collaudo di accettazione; è stato trasferito dalla sede del Fornitore presso la Sede Operativa della Stazione Appaltante (giorni feriali da lunedì a venerdì); il veicolo risulta completo in ogni sua parte ed allestimento, nonché messo a punto e pronto per l uso; il veicolo è munito di tutta la documentazione necessaria alla sua immatricolazione; la trasmissione della copia completa dei verbali di Verifiche e Prove per l Omologazione del tipo di veicolo oggetto della fornitura stessa. 3. La verifica delle condizioni suddette sarà fatta in contraddittorio tra Stazione Appaltante e Fornitore. 4. Al Fornitore sarà rilasciata copia del documento di avvenuta consegna, alla cui data si farà riferimento per l applicazione delle clausole contrattuali alla stessa correlate. 5. L immatricolazione verrà fatta a cura e spese della Stazione Appaltante a seguito dell esito favorevole del collaudo di accettazione. 1. Penali per ritardi nella consegna dei veicoli Art. 8 Penali I termini di consegna indicati in sede di offerta devono intendersi tassativi ed improrogabili.

10 Qualora intervengano ritardi di consegna degli autobus rispetto al termine indicato in offerta, salvo il caso di comprovata forza maggiore, saranno applicate le seguenti penali giornaliere: - 300,00 (euro trecento/00) per ogni autobus non consegnato e per ogni giorno solare di ritardo, quando questo non superi i 60 gg; - 600,00 (euro seicento/00) per ogni autobus non consegnato e per ogni giorno solare di ritardo successivo ai primi 60 gg. fino ad un massimo di 90 gg. Saranno considerate cause di forza maggiore, sempre se debitamente comunicate, soltanto gli scioperi a livello nazionale regolarmente indetti e riferiti alla Nazione ove è ubicato lo stabilimento di produzione del mezzo fornito del Fornitore, documentati dalle rispettive Autorità competenti, nonché gli eventi meteorologici, sismici, catastrofici e simili che rendano inutilizzabili gli impianti di produzione. La data di consegna, anche ai fini dell'applicazione della penale, è considerata quella in cui gli autobus sono consegnati conformi alle prescrizioni del presente Capitolato Prestazionale, completi di tutti gli allestimenti ivi indicati e muniti di tutti gli altri eventuali documenti previsti dalla legge per la loro immatricolazione ed immissione in servizio. Qualora dovessero verificarsi ritardi nella consegna superiori a 90 (novanta) giorni e comunque nel caso in cui la ditta aggiudicataria rifiutasse o trascurasse l'adempimento delle condizioni di cui al presente articolo, la Stazione Appaltante ha altresì la facoltà di recedere dall acquisto, ai sensi e per gli effetti dell art c. c., con l applicazione di una penale pari al 10% (dieci per cento) del contratto stesso, oltre all esercizio di ogni azione, a tutela dei propri diritti o a recupero dei danni subiti. Le penali, che dovessero essere eventualmente applicate nei modi sopra descritti, saranno trattenute sull ammontare delle fatture ammesse a pagamento e comunque regolati prima dello svincolo della cauzione definitiva. Qualora non sia possibile procedere al ristoro delle penalità maturate, la Stazione Appaltante è autorizzata a rivalersi sulla cauzione definitiva. 2. Penali per ritardi nell esecuzione degli interventi in garanzia Gli interventi in garanzia dovranno concludersi entro e non oltre 5 (cinque) giorni lavorativi dalla messa a disposizione del veicolo da parte della Stazione Appaltante. Qualora intervengano ritardi nell esecuzione degli interventi in garanzia verranno applicate le seguenti penali giornaliere: - 100,00 (euro cento/00) per ogni giorno di ritardo fino ad un massimo di 15 giorni lavorativi per singolo intervento (ovvero dal 6 al 15 giorno lavorativo); - 200,00 (euro duecento/00) per ogni giorno di ritardo oltre i 15 giorni lavorativi per singolo intervento. Si precisa che, in ogni caso, se l intervento in garanzia comporta un fermo macchina superiore a 10 (dieci) giorni naturali consecutivi, il termine di scadenza della garanzia verrà prorogato del numero di giorni di fermo macchina subito. Nel caso in cui i veicoli presentassero anomalie e difetti sistematici, l Impresa si impegna ad eliminare gli stessi dall intero lotto di veicoli. Nel caso in cui tali difetti dovessero permanere, la Stazione Appaltante si riserva la facoltà di risolvere il contratto, fatto salvo il risarcimento del danno. Le penali di cui ai precedenti paragrafi sono tra loro cumulabili. 3. Penali di esercizio

11 Se un veicolo dovesse avere una disponibilità inferiore all 80% con computo su base annua, il Fornitore sarà soggetto ad una penale dello 0,03% sul prezzo del veicolo per ogni giorno eccedente il fermo concesso per indisponibilità tecnica del veicolo. La rilevazione dei veicoli indisponibili viene effettuata tra le ore 5.00 e le ore 8.00 di tutti i giorni. Sono escluse dal computo: - le operazioni di normale manutenzione programmata; - fermi dovuti a sinistri o a non corrette operazioni di ricarica. Se, durante il periodo di garanzia, eccettuati i primi 3 mesi, in un anno i giorni di fermo dovuti a malfunzionamento dovesse superare i 180, la Stazione Appaltante avrà la facoltà di recedere dal contratto. 4. Penali per il mancato rispetto delle cadenze manutentive (manutenzione programmata secondo Piano di Manutenzione) Il Fornitore si obbliga ad effettuare gli interventi previsti nel periodo di garanzia secondo quanto previsto dal Piano di manutenzione programmata. In caso di ritardi sarà applicata una penale pari ad /g. 50,00 (cinquanta/00), I.V.A. esclusa. Tale valore sarà adeguato, nel tempo, secondo l indicizzazione ISTAT FOI intervenuta nel/gli anno/i; Art. 9 Pagamenti 1. La Stazione appaltante provvede al pagamento dell importo contrattuale dopo la sottoscrizione delle parti del Collaudo di accettazione della fornitura con esito positivo e della presentazione della fattura. 2. Dalla data di ricevimento della fattura, la Stazione appaltante, entro i successivi 30 giorni, provvederà al pagamento mediante l emissione dell apposito mandato a favore del Fornitore. 3. Il mandato di pagamento a favore del forniture sarà pari all importo offerto in sede di gara, decurtato del ribasso d asta e delle spese sostenute dal Comune di Cisterna di Latina per le pubblicazioni (ante e post selezione) sui giornali di cui al secondo periodo del comma 7 dell art. 66 del Codice Appalti così come previsto dall art. 34, comma 35, della Legge n. 221/ Il totale pagamento della fornitura, non costituisce presunzione di accettazione della fornitura, ai sensi dell articolo 1490, del Codice Civile; 1. Prove Art. 10 Prove e Collaudi L offerente dovrà mettere a disposizione della commissione di gara, un mezzo uguale a quello offerto, fatta eccezione al massimo per gli allestimenti interni, per almeno 3 giorni lavorativi consecutivi: la prova del mezzo verrà effettuata nel percorso urbano di prevedibile utilizzo in esercizio; durante la prova verrà misurata l autonomia e valutato il comfort di marcia; la prova verrà effettuata dopo la presentazione dell offerta e costituirà elemento per l assegnazione dei punteggi;

12 Il committente concorderà con il fornitore il periodo di messa a disposizione del mezzo per le prove. Tale termine non dovrà eccedere i 15 giorni successivi alla presentazione dell offerta. L esito positivo di tutte le prove di cui sopra non solleva, comunque, il Fornitore dalla piena responsabilità della rispondenza delle caratteristiche e dei particolari dei veicoli al funzionamento cui sono destinati e della qualità e del dimensionamento dei materiali impiegati, nonché dagli obblighi di garanzia. 2. Collaudi La Stazione Appaltante, al fine di verificare la rispondenza qualitativa degli autobus offerti e delle loro parti alle prescrizioni del presente capitolato, si riserva la facoltà di effettuare: - A) collaudo in corso di fornitura; - B) collaudo di accettazione; - C) collaudo di esercizio - D) collaudo definitivo (al termine del periodo di garanzia). Ogni collaudo sarà oggetto di verbale redatto in contraddittorio. L autonomia misurata nel corso dei collaudi dovrà essere conforme a quanto dichiarato in fase di offerta e certificata dai dati del certificato di omologazione. L esito positivo di tutti i collaudi di cui sopra non solleva, comunque, il Fornitore dalla piena responsabilità della rispondenza delle caratteristiche e dei particolari dei veicoli al funzionamento cui sono destinati e della qualità e del dimensionamento dei materiali impiegati, nonché dagli obblighi di garanzia. Tutti gli oneri relativi agli accertamenti di cui sopra sono a carico del Fornitore. In caso di esito negativo del collaudo, che preclude la possibilità di consegna (o di accettazione), il Fornitore deve provvedere, a propria cura e spese, alla rimozione delle difformità contestate ed indicate nel verbale di collaudo ed a ripresentare il veicolo per un ulteriore collaudo, che deve avvenire nel tempo più breve possibile. A) Collaudo di fornitura La Stazione Appaltante si riserva la facoltà di effettuare un collaudo in corso di fornitura presso la sede del Fornitore al fine di accertare la completezza, la funzionalità e la rispondenza di ogni parte del veicolo alle prescrizioni del Capitolato Tecnico. B) Collaudo di accettazione Il collaudo di accettazione sarà eseguito su tutti i veicoli del lotto e si svolgerà presso il deposito dell Amministrazione comunale di Cisterna di Latina, o in altro luogo dalla stessa indicato. Il collaudo di accettazione del veicolo avrà esito positivo soltanto quando su ciascun veicolo, si verificano tutte le seguenti condizioni: - è accompagnato da apposito documento di trasporto (bolla di consegna); - risultano essere stati svolti i corsi di addestramento del personale tecnico della/e Agenzia/e esecutrice/i del servizio di tpl nel territorio comunale; - è munito di tutta la documentazione tecnica in formato informatico e/o cartaceo contrattualmente prevista; - è completo in ogni sua parte ed in ogni allestimento ed accessori; - è munito di tutta la documentazione necessaria alla sua immatricolazione;

13 - è munito di tutta la documentazione per l immissione in servizio (bollo ed assicurazione esclusi) In caso di esito negativo del collaudo, il Fornitore provvederà, a propria cura e spese, alla soluzione di quanto contestato fino ad esito positivo. Tutti gli oneri relativi agli accertamenti finalizzati ai collaudi devono intendersi a carico del Fornitore. Resta inteso che il collaudo, mentre non impegna in alcun modo la Stazione Appaltante, non solleva il Fornitore dalla piena responsabilità della rispondenza delle caratteristiche e dei particolari dei veicoli al funzionamento cui sono destinati e della qualità e rispondenza dei materiali impegnati. C) Collaudo di esercizio Entro tre mesi dalla data di immissione in servizio è prevista una verifica finalizzata ad accertare la corrispondenza tra le caratteristiche indicate dal Fornitore in sede d offerta e quelle effettivamente riscontrate in tale periodo ed l eventuale eliminazione dei vizi emersi. Il Fornitore dovrà partecipare alla verifica e sarà preavvisato, almeno dieci giorni prima dell effettuazione. In caso di esito negativo non si darà seguito allo svincolo del 30% della cauzione definitiva e verrà prorogato il periodo di esercizio con la presenza del tecnico del Fornitore fino a quando non saranno eliminate le cause che hanno dato luogo al mancato superamento della verifica stessa. L esito del collaudo di esercizio, sarà formalizzato con apposito verbale redatto e sottoscritto dalle Parti. D) Collaudo definitivo Entro la scadenza della garanzia globale verrà effettuato un collaudo definitivo dei veicoli. Il Fornitore sarà preavvisato dell effettuazione di tale collaudo con comunicazione a mezzo ed avrà la facoltà di parteciparvi, ma non quella di richiedere la ripetizione delle prove in caso di sua assenza. Il veicolo si considererà collaudato positivamente solo se saranno verificate la seguenti condizioni: - controllo generale del veicolo, consistente nella verifica della sua integrità e del soddisfacente funzionamento di tutti i suoi componenti; - eliminazione di tutti i difetti di carattere sistematico e non, manifestati dal veicolo nel corso della garanzia. In caso di collaudo negativo: - la garanzia verrà prorogata fino all esito positivo del collaudo; - il Fornitore è tenuto alla sistemazione del veicolo, che deve essere sottoposto a nuova verifica per ottenere il benestare definitivo. 1. Cauzione provvisoria e definitiva Art. 11 Cauzioni e Garanzie 1.1 Ai sensi dell articolo 75, comma 1, del D.Lgs , n. 163 e s.m.i., è richiesta una cauzione provvisoria di Euro ,00 pari al 2 per cento dell importo preventivato della fornitura da appaltare, da prestare al momento della partecipazione alla gara. La cauzione può essere costituita, a scelta dell offerente, in contanti o mediante fideiussione bancaria o assicurativa o rilasciata da intermediari iscritti all albo di cui all art. 106 del D.Lgs n. 385 /1993, che svolgono in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di

14 garanzie e sono sottoposti a revisione contabile da parte di una società di revisione iscritta nell albo previsto dall art. 161 del D.Lgs. n. 58 del 1998; La garanzia deve prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, ra rinuncia all eccezione di cui all art. 1957, comma 2, del C.C., nonché l operatività della garanzia medesima entro 15 giorni, a semplice richiesta scritta della Stazione Appaltante. La garanzia deve avere validità per almeno 180 giorni dalla data di presentazione dell offerta, la stessa copre la mancata sottoscrizione del contratto per fatto dell affidatario, ed è svincolata automaticamente al momento della sottoscrizione del contratto medesimo. 1.2 Ai sensi dell articolo 113, comma 2, del D.Lgs , n. 163 e s.m.i., è richiesta una garanzia fideiussoria, a titolo di cauzione definitiva, pari al 10 per cento (un decimo) dell importo contrattuale; qualora l aggiudicazione sia fatta in favore di un'offerta inferiore all importo a base d asta in misura superiore al 20 per cento, la garanzia fideiussoria è aumentata di tanti punti percentuali quanti sono quelli eccedenti la predetta misura percentuale. La garanzia fideiussoria è prestata mediante polizza bancaria o assicurativa, emessa da istituto autorizzato, con durata non inferiore a sei mesi oltre il termine previsto per la consegna dei pulman; essa è presentata in originale alla Stazione appaltante prima della formale sottoscrizione del contratto. Approvato il certificato di collaudo di accettazione, la garanzia fideiussoria potrà essere dimidiata a richiesta del fornitore rispetto all importo originariamente previsto, la stessa sarà svincolata trascorsi dal collaudo di accettazione 36 mesi, essa si intende svincolata ed estinta di diritto, automaticamente, senza necessità di ulteriori atti formali, richieste, autorizzazioni, dichiarazioni liberatorie o restituzioni. 2. Garanzie A decorrere dalla data del collaudo di accettazione dei singoli automezzi, la cauzione definitiva, dimidiata a richiesta del fornitore rispetto all importo originariamente previsto, garantirà il pagamento di penali e danni cagionati dalle inadempienze del fornitore (non idonee ad integrare causa di risoluzione contrattuale) per i 36 mesi di durata della garanzia prevista nel bando e nel presente disciplinare come analiticamente evidenziati ai punti successivi. La garanzia su citata risulta comprensiva della puntuale esecuzione degli interventi di: A) manutenzione correttiva (materiali + manodopera); B) manutenzione programmata (materiali + manodopera). A) Manutenzione Correttiva: il Fornitore nel periodo di garanzia dovrà: intervenire a propria cura e spese per eliminare qualsiasi difetto o deficienza del veicolo; attivarsi per individuare ed eliminare su tutti i veicoli oggetto della fornitura le cause prime dei medesimi difetti; effettuare, dove occorra, a propria cura e spese il trasporto dei veicoli oggetto dell intervento dal deposito indicato dalla Stazione Appaltante sino all Officina autorizzata dove sarà eseguito l intervento in questione. Gli intereventi potranno essere eseguiti dal Fornitore con le seguenti modalità: - esecuzione degli interventi presso il Deposito indicato dalla Stazione Appaltante con personale ed attrezzature messe a disposizione dal Fornitore. Tale soluzione

15 sarà definita in sede di contratto per dettagliare le condizioni di intervento, gli orari di lavoro, il coordinamento delle misure di sicurezza, la regolamentazione degli accessi. - esecuzione degli interventi presso una struttura esterna indicata dal Fornitore. E fatto obbligo per il Fornitore provvedere a propria cura e spese al trasferimento dei veicoli dal Deposito indicato dalla Stazione Appaltante alla struttura esterna; - esecuzione da parte dell Amministrazione comunale di Cisterna di Latina mediante proprio personale o proprie officine fiduciarie. L applicazione di tale soluzione prevede: - un preventivo accordo tra le Parti; - la piena assunzione a carico del Fornitore della totale responsabilità degli interventi eseguiti; - il rimborso degli oneri di manodopera sulla base dei tempari del Fornitore e di un costo orario di manodopera fissato in 45,00; - il rimborso dei costi per materiali che l Amministrazione comunale ha dovuto sostenere per l esecuzione degli interventi delegati. La scelta della modalità di intervento sarà concordata caso per caso fra il Responsabile di esecuzione della fornitura ed il responsabile della commessa del Fornitore in base alle esigenze di servizio, ovvero al fine di minimizzare dei tempi di fermo tra segnalazione del difetto ed intervento. Tutti gli interventi in garanzia non dovranno in nessun caso essere onerosi per la Stazione Appaltante. La garanzia globale dovrà coprire ogni parte e componente del veicolo, compreso il blocco batterie. B) Manutenzione Programmata: A decorrere dalla data dell immatricolazione dei veicoli fino al collaudo definitivo, il Fornitore si impegna ad eseguire tutte le attività di manutenzione programmata sui veicoli, secondo gli interventi previsti nel Piano di Manutenzione presentato in sede d offerta, che deve comunque essere comprensivo di tutti gli interventi idonei a tenere in efficienza il veicolo anche se non contemplati in detto Piano e deve garantire il minor impatto possibile sul servizio cui gli autobus sono adibiti. Fino al collaudo definitivo (termine del periodo di garanzia) tutti gli interventi sopra indicati, comprensivi di manodopera, attrezzature, materiali anche di consumo, devono intendersi compresi nel corrispettivo offerto dal Fornitore e senza alcun onere aggiuntivo per la Stazione Appaltante. Prima dello scadere del periodo di garanzia integrale offerto sarà eseguito il collaudo definitivo. In caso di esito negativo del collaudo, la garanzia sarà prorogata fino al successivo collaudo positivo, con il diritto da parte della Stazione Appaltante di non svincolare fino a quel momento la cauzione definitiva costituita dal Fornitore a garanzia del corretto adempimento dei suoi obblighi. Le garanzie inoltre dovranno essere estese a: - anni 6 per la verniciatura; - anni 8 per il pavimento, compreso il rivestimento (in normali condizioni di utilizzo per i servizi di linea); - anni 10 per resistenza alla corrosione su telaio, struttura e rivestimento esterno della carrozzeria; - anni 10 per cedimenti strutturali (rotture e/o deformazioni), indipendentemente dalla percorrenza effettiva annua di ciascun veicolo.

16 3. Garanzia difetti sistematici Le anomalie e i difetti sistematici, che dovessero presentarsi sui veicoli, devono essere eliminati dal Fornitore sull intero lotto di veicoli. Per sistematici si intendono quei difetti, che durante il periodo di garanzia, interessano con identiche modalità e cause presumibili un medesimo componente installato sui veicoli e che si manifestano con frequenza non trascurabile. Il Fornitore è tenuto alla sostituzione del componente che presenta il difetto e comunque devono essere rimosse le cause che sono all origine del difetto sistematico. Risultati da ottenere nel periodo di garanzia Tempi di esecuzione degli interventi in garanzia: - Il Fornitore dovrà ultimare tutti gli interventi in garanzia e riconsegnare alla Stazione Appaltante il veicolo in perfetta efficienza entro un temine massimo di 5 (cinque) giorni lavorativi, che decorrono dal primo giorno successivo a quello della segnalazione e contemporanea messa a disposizione del mezzo. - Qualora il termine sopra indicato, per ragioni oggettive, risultasse insufficiente, il Fornitore e la Stazione Appaltante fisseranno per iscritto e di comune accordo un diverso termine congruo. I ritardi rispetto a tali termini, quando non dovuti a cause di forza maggiore, daranno luogo ad una penale applicata nei modi e nei termini previsti dal presente capitolato. Art. 12 Controversie Tutte le controversie derivanti dall'esecuzione del contratto sono devolute all autorità giudiziaria competente Foro di Latina ed è esclusa la competenza arbitrale. Art. 13 Spese contrattuali Tutte le spese relative alla sottoscrizione del Contratto d appalto, inerenti e conseguenti (imposta di bollo, imposta di registro, tasse di segreteria ecc.) sono a totale carico della ditta fornitrice.

AZIENDA SERVIZI MUNICIPALI RIETI SPA. Sede legale : Via Tancia, 23 02100 Rieti (Italia) Cod. fisc. - P. IVA R. Imprese 00852040575

AZIENDA SERVIZI MUNICIPALI RIETI SPA. Sede legale : Via Tancia, 23 02100 Rieti (Italia) Cod. fisc. - P. IVA R. Imprese 00852040575 AZIENDA SERVIZI MUNICIPALI RIETI SPA Sede legale : Via Tancia, 23 02100 Rieti (Italia) Cod. fisc. - P. IVA R. Imprese 00852040575 SCHEMA di CONTRATTO PER LA FORNITURA DI N..AUTOBUS LOTTO..N..AUTOBUS LOTTO.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Acquisto di n. 1 mini escavatore da impiegare nei lavori di manutenzione delle strade SALERNO, 10 ottobre 2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO (ing. Bernardo Saja) Oggetto

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI SETTORE PROTEZIONE CIVILE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. OGGETTO: Fornitura di un software per la gestione della Sala

PROVINCIA DI BRINDISI SETTORE PROTEZIONE CIVILE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. OGGETTO: Fornitura di un software per la gestione della Sala Allegato A alla Determinazione Dirigenziale n - del PROVINCIA DI BRINDISI SETTORE PROTEZIONE CIVILE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO OGGETTO: Fornitura di un software per la gestione della Sala Operativa

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI relativo al noleggio con riscatto di n. 1 gascromatografo, con rivelatore massa CIG:32821335D4 PREMESSA

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI relativo al noleggio con riscatto di n. 1 gascromatografo, con rivelatore massa CIG:32821335D4 PREMESSA CAPITOLATO SPECIALE D ONERI relativo al noleggio con riscatto di n. 1 gascromatografo, con rivelatore massa CIG:32821335D4 PREMESSA Le prescrizioni del presente capitolato disciplinano il contratto di

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato CONTRATTO FRA IL COMUNE DI GENOVA E... PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO A FAVORE DI MINORI E NUCLEI DI NAZIONALITÀ STRANIERA SEGUITI DALL UFFICIO CITTADINI SENZA TERRITORIO PERIODO...

Dettagli

Prot. N. VI/5/ 5505 Pomarance, lì 03/07/2014. Alle imprese fornitrici di arredo urbano. Sul MEPA. Loro SEDI

Prot. N. VI/5/ 5505 Pomarance, lì 03/07/2014. Alle imprese fornitrici di arredo urbano. Sul MEPA. Loro SEDI COMUNE DI POMARANCE Prov. di Pisa Allegato sub. A SETTORE GESTIONE DEL TERRITORIO P.za S. Anna n 1 56045 - Pomarance (PI) - Tel.0588/62311 Fax 0588/65470 Prot. N. VI/5/ 5505 Pomarance, lì 03/07/2014 Alle

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO REPUBBLICA ITALIANA L anno duemila. il giorno. del mese di. nella sede della stazione appaltante sita.., alla via.. n..., avanti a me dott, autorizzato a ricevere atti e contratti

Dettagli

CIG 567040563B. 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel.

CIG 567040563B. 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel. BANDO DI GARA: APPALTO N. 1/2014 CIG 567040563B 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel. 02/88463.267 Fax 02/884.66.237 2.

Dettagli

CONTRATTO DI FORNITURA (Rif. CIG: ) TRA

CONTRATTO DI FORNITURA (Rif. CIG: ) TRA 1 CONTRATTO DI FORNITURA (Rif. CIG: ) TRA l Istituto per la Microelettronica e Microsistemi del Consiglio Nazionale delle Ricerche, di seguito indicato per brevità Istituto, con Codice Fiscale nr.80054330586

Dettagli

CITTÀ DI LAMEZIA TERME PROVINCIA di CATANZARO

CITTÀ DI LAMEZIA TERME PROVINCIA di CATANZARO CITTÀ DI LAMEZIA TERME PROVINCIA di CATANZARO AREA TECNICA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA PERIODICA A NORMA DEL DPR 22 OTTOBRE 2001, N 462 E ART. 13 DPR 162 DEL

Dettagli

Procedure per l'acquisizione di personale, il conferimento di incarichi e gli appalti

Procedure per l'acquisizione di personale, il conferimento di incarichi e gli appalti In base all'art. 18 della Legge n. 133 /2008, le società a partecipazione pubblica totale o di controllo sono tenute all'adozione, con propri provvedimenti, di criteri e modalità per il reclutamento del

Dettagli

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE ALLEGATO B Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE 1 INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 ART. 7 ART. 8 ART. 9 ART. 10 ART. 11 ART.

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 2459 del 04 agosto 2009 pag. 1/5

ALLEGATOA alla Dgr n. 2459 del 04 agosto 2009 pag. 1/5 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 2459 del 04 agosto 2009 pag. 1/5 REGIONE VENETO Direzione Regionale Mobilità Bando pubblico per la concessione di finanziamenti agevolati per il settore

Dettagli

La normativa in corso dal 01.07.2006 per le coperture assicurative (D.lgs 12 aprile 2006 n. 163)

La normativa in corso dal 01.07.2006 per le coperture assicurative (D.lgs 12 aprile 2006 n. 163) L entrata in vigore del Codice dei Contratti Pubblici Codice de Lise D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163 Il nuovo testo unitario sugli appalti pubblici (anche denominato "Codice de Lise", dal nome del presidente

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO Art. 1 - OGGETTO Art. 2 - COMUNICAZIONI Art. 3 - DECORRENZA E DURATA DELLA FORNITURA Art. 4 - DEPOSITI

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Definizioni

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Definizioni REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI ACQUISTO IN ECONOMIA, AI SENSI DELL ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/2006 E SS.MM.II. DELL AGENZIA REGIONALE PER LA TECNOLOGIA E L INNOVAZIONE Art. 1 Oggetto

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

Capitolato speciale d oneri Procedura aperta per la fornitura di n. 8 autoveicoli con prodotti assicurativi e finanziari connessi

Capitolato speciale d oneri Procedura aperta per la fornitura di n. 8 autoveicoli con prodotti assicurativi e finanziari connessi Capitolato speciale d oneri Procedura aperta per la fornitura di n. 8 autoveicoli con prodotti assicurativi e finanziari connessi Pagina 1 di 8 INDICE ART. 1 OGGETTO ART. 2 QUALITÀ E CARATTERISTICHE ART.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CONCESSIONE IN USO ESCLUSIVO IRREVOCABILE (I.R.U.) O, IN ALTERNATIVA, SERVIZIO DI FIBRA SPENTA, ALL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE PER ALMENO 24 MESI DI DUE COPPIE DI FIBRE

Dettagli

NORME DI QUALIFICAZIONE 2013

NORME DI QUALIFICAZIONE 2013 SISTEMA DI QUALIFICAZIONE PER FORNITURE DI GAS NATURALE NORME DI QUALIFICAZIONE 2013 Premessa: Brescia Trasporti S.p.A. intende istituire un proprio sistema di qualificazione al fine di selezionare operatori

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SUB A 2 SETTORE: RAGIONERIA-FINANZA-PROVVEDITORATO CED SERVIZIO ECONOMATO-PROVVEDITORATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE, VERIFICA E RICARICA DEL PARCO ESTINTORI INSTALLATI NEGLI

Dettagli

Lavori di Sistemazione dell edifico ex Caserma C.C. in Via Vallecine da adibirsi a nuova sede comunale 2 E 3 LOTTO CIG 0084984303

Lavori di Sistemazione dell edifico ex Caserma C.C. in Via Vallecine da adibirsi a nuova sede comunale 2 E 3 LOTTO CIG 0084984303 C O M U N E D I B O R B O N A P R O V I N C I A D I R I E T I VIA NICOLA DA BORBONA 02010 BORBONA Tel. 0746/940037 Fax 0746/940285 P.I. C.F. 00113410575 E-Mail: borbona@comune.borbona.rieti.it Indirizzo

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE.

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Articolo 1 OGGETTO DELLA FORNITURA Le prestazioni richieste al soggetto appaltatore

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010 BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010 ENTE APPALTANTE: Comune di Cusano Milanino Piazza Martiri di

Dettagli

Bando fornitura mezzi centro trasferenza di Atina BANDO DI GARA PER L APPALTO DI FORNITURA DI N.1 AUTOMEZZO PER TRASPORTO DEI RIFIUTI

Bando fornitura mezzi centro trasferenza di Atina BANDO DI GARA PER L APPALTO DI FORNITURA DI N.1 AUTOMEZZO PER TRASPORTO DEI RIFIUTI BANDO DI GARA PER L APPALTO DI FORNITURA DI N.1 AUTOMEZZO PER TRASPORTO DEI RIFIUTI A. AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE Società Ambiente Frosinone S.p.A. S.P. Ortella Km. 3 03030 Colfelice (Frosinone) Tel.

Dettagli

C o m u n e d i B a r i DISCIPLINARE DI GARA

C o m u n e d i B a r i DISCIPLINARE DI GARA C o m u n e d i B a r i DISCIPLINARE DI GARA SERVIZIO DI GESTIONE DEI SINISTRI DI IMPORTO INFERIORE ALLA FRANCHIGIA CONTRATTUALE DI EURO 7.500,00, PREVISTA NELLA POLIZZA ASSICURATIVA RCT/RCO PERIODO 6.11.2012-6.11.2013.

Dettagli

COMUNE DI GIUGLIANO IN CAMPANIA (Prov. NA)

COMUNE DI GIUGLIANO IN CAMPANIA (Prov. NA) COMUNE DI GIUGLIANO IN CAMPANIA (Prov. NA) CONVENZIONE PER L INCARICO PROFESSIONALE DI DIRETTORE OPERATIVO DEI LAVORI DI manutenzione istituti scolastici e immobili comunali, comprensive degli impianti

Dettagli

FINANZIARIO E BANCARIO PER L ACQUISIZIONE DI UN FINANZIAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DEL PIANO MEZZI AZIENDALE.

FINANZIARIO E BANCARIO PER L ACQUISIZIONE DI UN FINANZIAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DEL PIANO MEZZI AZIENDALE. Pag. 1 di 6 CAPITOLATO SPECIALE RELATIVO AL SERVIZIO FINANZIARIO E BANCARIO PER L ACQUISIZIONE DI UN FINANZIAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DEL PIANO 1 Pag. 2 di 6 INDICE ART. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO --------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO C O M U N E D I P A L E R M O PUBBLICA ISTRUZIONE CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO Pagina 1 di 7 CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA

Dettagli

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA Presidio Ospedaliero Nord S.MARIA GORETTI DI LATINA SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UNA RM 1,5 T, L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA DI PRODOTTI ACQUISTI MEZZI & SERVIZI DI PIAGGIO & C. SPA

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA DI PRODOTTI ACQUISTI MEZZI & SERVIZI DI PIAGGIO & C. SPA CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA DI PRODOTTI ACQUISTI MEZZI & SERVIZI DI PIAGGIO & C. SPA Le presenti condizioni generali di fornitura regoleranno i rapporti intercorrenti tra: Piaggio & C. S.p.A., con

Dettagli

COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA

COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE 1 In esecuzione della deliberazione di Consiglio

Dettagli

CONTRATTO PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI VALORIZZAZIONE DEI BREVETTI DI PROPRIETA DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA.

CONTRATTO PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI VALORIZZAZIONE DEI BREVETTI DI PROPRIETA DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA. CONTRATTO PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI VALORIZZAZIONE DEI BREVETTI DI PROPRIETA DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA. CIG: Z6618122FF L anno 2016, il giorno. del mese di. 2016 Con la presente scrittura

Dettagli

AUSILIARI DELLA VIABILITA

AUSILIARI DELLA VIABILITA AUSILIARI DELLA VIABILITA IL FURGONE FOGLIO CONDIZIONI Allegato C 1 FOGLIO CONDIZIONI PER LA FORNITURA A NOLEGGIO DI FURGONI PER AUSILIARI DELLA VIABILITÀ Art. 1 Descrizione del servizio di noleggio Il

Dettagli

N. Rep... SCHEMA DI CONTRATTO

N. Rep... SCHEMA DI CONTRATTO SCHEMA DI CONTRATTO N. Rep.... LAVORI PER LA NUOVA PAVIMENTAZIONE IN CALCESTRUZZO STAMPATO COME ESISTENTE NEL CORTILE INTERNO DELLA SEDE DI PIAZZA CARDINAL FERRARI DELL AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTO ORTOPEDICO

Dettagli

Area Amministrativo - Contabile

Area Amministrativo - Contabile P r o v i n c i a d i P i s t o i a Area Amministrativo - Contabile S e r v i z i o E c o n o m a t o P r o v v e d i t o r a t o P a t r i m o n i o m o b i l i a r e e S e r v i z i I n f o r m a t i

Dettagli

Spett. le. Oggetto: Affidamento fornitura di n. 2 autobus interurbani di linea CIG [4772112765]

Spett. le. Oggetto: Affidamento fornitura di n. 2 autobus interurbani di linea CIG [4772112765] Spett. le.. Inviata a mezzo fax. Vs. rif. Protocollo n. Ns. rif. Protocollo n. Verbania,. Oggetto: Affidamento fornitura di n. 2 autobus interurbani di linea CIG [4772112765] La presente per comunicarvi

Dettagli

1. Termini di esecuzione dei lavori L appaltatore deve ultimare entro 120 giorni dalla data del verbale inizio lavori. 1

1. Termini di esecuzione dei lavori L appaltatore deve ultimare entro 120 giorni dalla data del verbale inizio lavori. 1 Spett.le LAVENETA Via Costanza n. 2/a Loc. S. Vito Altivole (TV) TRASMISSIONE VIA PEC LAVENETASRL@PEC. Oggetto: lettera commerciale per l affidamento dell appalto specifico per lavori di manutenzione straordinaria

Dettagli

Codice di Condotta Commerciale. per la vendita di energia elettrica ai clienti idonei finali

Codice di Condotta Commerciale. per la vendita di energia elettrica ai clienti idonei finali Codice di Condotta Commerciale per la vendita di energia elettrica ai clienti idonei finali ( Delibera ARG/com 104/10 Versione integrata e modificata dalle deliberazioni ARG/com 196/10 239/10 ) Titolo

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO CENTRO SOCIALE POLIFUNZIONALE IN FAVORE DI PERSONE DIVERSAMENTE ABILI DI ETA COMPRESA TRA I 18-65 ANNI

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO CENTRO SOCIALE POLIFUNZIONALE IN FAVORE DI PERSONE DIVERSAMENTE ABILI DI ETA COMPRESA TRA I 18-65 ANNI COMUNE DI MUGNANO DEL CARDINALE (Provincia di Avellino) AMBITO TERRITORIALE A6 ISTITUZIONE SOCIALE BAIANESE VALLO di LAURO Organismo di gestione del Piano di zona sociale L.n. 328/00 Prot. n. 2576 del

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE Art. 1 Oggetto della fornitura Art. 2 Importo dell appalto Art. 3 Caratteristiche della fornitura Art. 4 Criteri di aggiudicazione Art. 5 Termini e luoghi

Dettagli

BANDO DI GARA INSTALLAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI ED OPERE ACCESSORIE

BANDO DI GARA INSTALLAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI ED OPERE ACCESSORIE BANDO DI GARA INSTALLAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI ED OPERE ACCESSORIE Cuggiono (MI) Via Ugo Foscolo e Scuola Media 1 SEZIONE I: ENTE AGGIUDICATORE 1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO: E.E.S.CO.

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO

CAPITOLATO D APPALTO CAPITOLATO D APPALTO APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANTENIMENTO E CUSTODIA DEI CANI RANDAGI CATTURATI NEL TERRITORIO DEL PARCO DEL MOLENTARGIUS. Art. 1 Oggetto dell appalto Oggetto del presente

Dettagli

Provincia di Livorno POLIZIA MUNICIPALE GESTIONE ASSOCIATA Comuni di Castagneto Carducci e Bibbona

Provincia di Livorno POLIZIA MUNICIPALE GESTIONE ASSOCIATA Comuni di Castagneto Carducci e Bibbona AFFIDAMENTO IN OUTSOURCING, PER LA DURATA DI ANNI 2 (DUE), DELL INSERIMENTO, STAMPA E POSTALIZZAZIONE DELLE CONTRAVVENZIONI AL CODICE DELLA STRADA INCLUSA L ATTIVITA DI RISCOSSIONE ORDINARIA DELLE STESSE.

Dettagli

DISCIPLINARE. La procedura è in attuazione alla Determinazione n. 81 del 25/02/2014 del Dirigente dell Area Economico Finanziaria.

DISCIPLINARE. La procedura è in attuazione alla Determinazione n. 81 del 25/02/2014 del Dirigente dell Area Economico Finanziaria. FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ATTREZZATURE INFORMATICHE DI PROPRIETA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI NAPOLI AL DI FUORI DEL PERIODO DI GARANZIA INIZIALE ON SITE - CIG: 5654825D33 DISCIPLINARE Il

Dettagli

Capitolato Speciale d Appalto Procedura aperta N.1/2011

Capitolato Speciale d Appalto Procedura aperta N.1/2011 Capitolato Speciale d Appalto Procedura aperta N.1/2011 Procedura aperta per la Fornitura di un sistema storage per il consolidamento delle risorse infrastrutturali del CRS4 CODICE IDENTIFICATIVO DI GARA

Dettagli

COMUNE DI LUCOLI. (Provincia di L Aquila) CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO DEL TERRENO (LOTTO N. ) DI

COMUNE DI LUCOLI. (Provincia di L Aquila) CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO DEL TERRENO (LOTTO N. ) DI SCHEMA CONTRATTO DI CONCESSIONE ALLEGATO - C COMUNE DI LUCOLI (Provincia di L Aquila) CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO DEL TERRENO (LOTTO N. ) DI PROPRIETÀ COMUNALE PER L'INSTALLAZIONE DI STRUTTURE MOBILI

Dettagli

COMUNE DI LECCO Servizio economato e provveditorato Capitolato speciale d appalto per l affidamento con le modalità previste dal Regolamento comunale per la disciplina delle acquisizioni in economia di

Dettagli

COMUNE DI CALUSO Provincia di Torino

COMUNE DI CALUSO Provincia di Torino COMUNE DI CALUSO Provincia di Torino COPIA SETTORE AMMINISTRATIVO E DEI SERVIZI ALLA PERSONA DETERMINAZIONE N. 40 del 18-05-2016 (art. 183, comma 9 del D.lgs. 18-08-2000 n. 267) OGGETTO : Servizio di ristorazione

Dettagli

COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o

COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o Via IV Novembre, 12 C.A.P. 12083 - Tel.0174/244481-2 - Fax.0174/244730 e-mail: comune@comune.frabosa-sottana.cn.it PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

COMUNE DI FIAMIGNANO P.ZZA G. D Annunzion. 2, Fiamignano (RI)

COMUNE DI FIAMIGNANO P.ZZA G. D Annunzion. 2, Fiamignano (RI) COMUNE DI FIAMIGNANO P.ZZA G. D Annunzion. 2, Fiamignano (RI) CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO OGGETTO: Procedura aperta per la progettazione, fornitura e installazione di impianti solari termici e fotovoltaici,

Dettagli

TECNICO PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI COORDINATORE DELLA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE (D.

TECNICO PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI COORDINATORE DELLA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE (D. ACEA S.p.A. DISCIPLINARE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI COORDINATORE DELLA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE (D. Lgs. 81/2008 - Art. 89 punto 1 lett. e) e Art. 91) Roma, marzo 2015 Disciplinare

Dettagli

Procedura di gara e criteri di aggiudicazione: procedura aperta con il criterio del prezzo più

Procedura di gara e criteri di aggiudicazione: procedura aperta con il criterio del prezzo più PROVINCIA DI PISTOIA Piazza S. Leone n. 1, Pistoia Tel. 0573/374249, Fax 0573/374543: DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER PROVVISTA DI FONDI TRIENNIO 2006/2008 PER IL FINANZIAMENTO DI OPERE PUBBLICHE

Dettagli

S.C. TELECOMUNICAZIONI. Procedura negoziata per la manutenzione degli apparati fax Gara 08/D.04/10. Art. 1 Oggetto della procedura

S.C. TELECOMUNICAZIONI. Procedura negoziata per la manutenzione degli apparati fax Gara 08/D.04/10. Art. 1 Oggetto della procedura S.C. TELECOMUNICAZIONI SEDE LEGALE: Via San Secondo, 29 Torino, 22/11/2010 Prot. n. 124751/D.04.01.07.01 Spett. Ditta Oggetto: Procedura negoziata per la manutenzione degli apparati fax Gara 08/D.04/10

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA SERVIZIO ASSICURATIVO POLIZZA RCT/RCO

DISCIPLINARE DI GARA SERVIZIO ASSICURATIVO POLIZZA RCT/RCO C o m u n e d i B a r i DISCIPLINARE DI GARA SERVIZIO ASSICURATIVO POLIZZA RCT/RCO Pagina 1 di 7 Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto il servizio assicurativo della responsabilità civile

Dettagli

Luogo e data PREMESSO CHE

Luogo e data PREMESSO CHE FIDEIUSSIONE A GARANZIA DEGLI OBBLIGHI DI CUI ALL ART. 4 DELLA LEGGE 28 GIUGNO 2012, N. 92 Spett.le Istituto Nazionale della Previdenza Sociale INPS.. Luogo e data PREMESSO CHE a) L art. 4, comma 1, della

Dettagli

COMUNE DI MARIGLIANO P R O V I N C I A D I N A P O L I AREA VIGILANZA

COMUNE DI MARIGLIANO P R O V I N C I A D I N A P O L I AREA VIGILANZA COMUNE DI MARIGLIANO P R O V I N C I A D I N A P O L I AREA VIGILANZA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Acquisto di una autovettura per il Comando Polizia Municipale Pagina 1 Articolo 1 Oggetto dell appalto

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE II CIRCOLO G. MAZZINI II Trav. via Mazzini, 1 80027 Frattamaggiore (NA) tel. e fax 0818804695

DIREZIONE DIDATTICA STATALE II CIRCOLO G. MAZZINI II Trav. via Mazzini, 1 80027 Frattamaggiore (NA) tel. e fax 0818804695 Prot. 3983/B18 Frattamaggiore, 2 novembre 2012 All Albo Al Sito web dell Istituto SEDE Oggetto: Bando per la fornitura di materiale relativo all azione di pubblicità e sensibilizzazione in ambito PON-FSE

Dettagli

Regolamento. per il conferimento. di incarichi di. collaborazione esterna. ex art. 7, c. 6, D.lgs 165/2001 e s.m.i.

Regolamento. per il conferimento. di incarichi di. collaborazione esterna. ex art. 7, c. 6, D.lgs 165/2001 e s.m.i. Regolamento per il conferimento di incarichi di collaborazione esterna ex art. 7, c. 6, D.lgs 165/2001 e s.m.i. 1 I N D I C E Art. 1 Finalità ed ambito di applicazione.. pag. 3 Art. 2 Presuppposti....

Dettagli

COMUNE DI SAMATZAI Provincia di Cagliari SERVIZI TECNICI

COMUNE DI SAMATZAI Provincia di Cagliari SERVIZI TECNICI COMUNE DI SAMATZAI Provincia di Cagliari SERVIZI TECNICI CAPITOLATO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DI UN IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE A MEZZO POMPA DI CALORE ARIA ARIA TIPO SPLIT DA REALIZZARE PRESSO

Dettagli

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA AVVISO ESPLORATIVO Oggetto: Fornitura di energia elettrica e servizi connessi per sessantacinque utenze intestate all EFS. - Importo complessivo annuo stimato 37.000,00 oltre iva di legge. - Procedura

Dettagli

SALERNO SOLIDALE S.P.A. Albo Fornitori e Prestatori di servizi. DISCIPLINA

SALERNO SOLIDALE S.P.A. Albo Fornitori e Prestatori di servizi. DISCIPLINA SALERNO SOLIDALE S.P.A. Articolo 1 Oggetto Albo Fornitori e Prestatori di servizi. DISCIPLINA 1. Il presente disciplinare regola l istituzione, fissa i criteri per l iscrizione e stabilisce le modalità

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI DI FONDAZIONE COGEME ONLUS

REGOLAMENTO PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI DI FONDAZIONE COGEME ONLUS REGOLAMENTO PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI DI FONDAZIONE COGEME ONLUS INDICE 1) OGGETTO DEL REGOLAMENTO 2) NORMATIVA DI RIFERIMENTO PARTE I PRINCIPI GENERALI PARTE II CONTRATTI SOPRA SOGLIA 3) ACQUISTO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI UROLOGICI PER L U.O. UROLOGIA E PER L U.O. CHIRURGIA PEDIATRICA

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI UROLOGICI PER L U.O. UROLOGIA E PER L U.O. CHIRURGIA PEDIATRICA CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI UROLOGICI PER L U.O. UROLOGIA E PER L U.O. CHIRURGIA PEDIATRICA Atti 1517/2006 all.10 $%&' I N D I C E Art. 1 Oggetto del capitolato Art. 2 Durata

Dettagli

DISCIPLINARE DELLA PROCEDURA AD EVIDENZA PUBBLICA PER LA CESSIONE DEL 11,65 % DELLE QUOTE DELLA SOCIETA MIOGAS SRL N rif.

DISCIPLINARE DELLA PROCEDURA AD EVIDENZA PUBBLICA PER LA CESSIONE DEL 11,65 % DELLE QUOTE DELLA SOCIETA MIOGAS SRL N rif. DISCIPLINARE DELLA PROCEDURA AD EVIDENZA PUBBLICA PER LA CESSIONE DEL 11,65 % DELLE QUOTE DELLA SOCIETA MIOGAS SRL N rif. GUUE: 2012-155687 L Azienda Servizi Gaggiano s.r.l. (di seguito Asga) con sede

Dettagli

COMUNE DI GUAGNANO PROVINCIA DI LECCE BANDO DI GARA

COMUNE DI GUAGNANO PROVINCIA DI LECCE BANDO DI GARA COMUNE DI GUAGNANO PROVINCIA DI LECCE SETTORE SERVIZI SOCIALI via Emilia Romagna tel. 0832/704360 fax 0832/705009 E-mail: servizisociali@comune.guagnano.le.it BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L ACQUISTO

Dettagli

TERMINE DI ESECUZIONE:

TERMINE DI ESECUZIONE: C O M U N E D I M O L A D I B A R I Provincia di Bari Settore VIII Lavori Pubblici e Manutenzioni Profilo Committente: www.comune.moladibari.ba.it BANDO DI GARA 1. STAZIONE APPALTANTE: Comune di Mola di

Dettagli

R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa

R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa CAPITOLATO D ONERI FORNITURA MATERIALI A PIE D OPERA, TRASPORTI e NOLI OGGETTO : Cantiere di lavoro n. 1001467/SR-18 (Circolare

Dettagli

BANDO DI GARA SEMPLIFICATO RELATIVO AL SISTEMA DINAMICO DI ACQUISIZIONE PER LA FORNITURA DI FARMACI

BANDO DI GARA SEMPLIFICATO RELATIVO AL SISTEMA DINAMICO DI ACQUISIZIONE PER LA FORNITURA DI FARMACI BANDO DI GARA SEMPLIFICATO RELATIVO AL SISTEMA DINAMICO DI ACQUISIZIONE PER LA FORNITURA DI FARMACI S.C.R. - Piemonte S.p.A. ha istituito un Sistema Dinamico di Acquisizione (di seguito denominato S.D.A.),

Dettagli

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE LATINA CONTRATTO DI APPALTO TRA PER

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE LATINA CONTRATTO DI APPALTO TRA PER AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE LATINA CONTRATTO DI APPALTO TRA Azienda Unità Sanitaria Locale Latina con sede legale in V.le P.L. Nervi Centro Direzionale Latinafiori/torre G2 04100 Latina codice fiscale

Dettagli

BUSTA A: chiusa e sigillata con scritto Documentazione amministrativa : 1) da fac simile allegato; 2) 3)

BUSTA A: chiusa e sigillata con scritto Documentazione amministrativa : 1) da fac simile allegato; 2) 3) 89900 - Vibo Valentia - Piazza Martiri d Ungheria - P.I. 00302030796 Telefono 0963/599111 - Telefax 0963/43877 DISCIPLINARE DI GARA INFORMALE Procedura per l individuazione di una ditta cui affidare il

Dettagli

COMUNE DI TERNO D ISOLA Provincia di Bergamo Servizio Gestione del Territorio

COMUNE DI TERNO D ISOLA Provincia di Bergamo Servizio Gestione del Territorio IL RESPONSABILE DEL SETTORE GESTIONE TERRITORIO In esecuzione della deliberazione del Consiglio Comunale n. 32 del 4 settembre 2012 della deliberazione di Giunta Comunale n. 146 del 6 settembre 2012 della

Dettagli

MODELLO DI ISTANZA DI AMMISSIONE E DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA

MODELLO DI ISTANZA DI AMMISSIONE E DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA MODELLO DI ISTANZA DI AMMISSIONE E DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA Spett.le Trasporti Pubblici Monzesi S.P.A. Via Borgazzi, 35 20052 MONZA. OGGETTO : Istanza di ammissione

Dettagli

IL CONTRATTO DI FINANZIAMENTO TRAMITE TERZI

IL CONTRATTO DI FINANZIAMENTO TRAMITE TERZI IL CONTRATTO DI FINANZIAMENTO TRAMITE TERZI IL CONTRATTO DI FINANZIAMENTO TRAMITE TERZI Il contratto viene stipulato tra un Comune stazione appaltante e un impresa ESCO appaltatore ADEMPIMENTI PRELIMINARI

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 5 NOVEMBRE 2015 519/2015/A AGGIUDICAZIONE DEFINITIVA ED EFFICACE DELLA PROCEDURA DI GARA APERTA - RIF. 222/2014/A - CIG 5748085DC9 - INDETTA IN AMBITO NAZIONALE FINALIZZATA ALLA STIPULA DI

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE SANTOBONO-PAUSILIPON VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 CONTRATTO RELATIVO ALL AFFIDAMENTO ANNUALE (PROROGABILE DI UN ULTERIORE ANNO)

Dettagli

BANDO DI GARA D APPALTO. L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici (AAP)?

BANDO DI GARA D APPALTO. L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici (AAP)? BANDO DI GARA D APPALTO Lavori Forniture Servizi ٱ ٱ X L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici (AAP)? NO SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA SATI S.r.l.

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA SATI S.r.l. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA SATI S.r.l. 1. OGGETTO Le presenti condizioni generali di vendita regolano e disciplinano in via esclusiva i rapporti commerciali di compravendita tra SATI S.r.l. e i propri

Dettagli

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città Prot. n. Cagliari, Spett. le Via Cap - Città OGGETTO: Procedura di affidamento diretto del servizio in economia inerente all imputazione sul SIL Sardegna dei dati relativi allo stato di attuazione degli

Dettagli

1 - OGGETTO E FINALITÀ

1 - OGGETTO E FINALITÀ CONTRATTO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE CORRENTE, CORRETTIVA ED EVOLUTIVA DEL PORTALE E DELLA INTRANET DELLA CCIAA DI MILANO E DEL PORTALE DI INNOVHUB SSI_CIG 6519618EF5 La committente

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Potenza Centro Direzionale Zona Industriale 85050 TITO SCALO (PZ) Tel.0971/659111 Fax 0971/485881 Sito internet: www.consorzioasipz.it E-mail: asi@consorzioasipz.it

Dettagli

Art. 1 PREMESSA. Art. 2 OGGETTO DELLA GARA

Art. 1 PREMESSA. Art. 2 OGGETTO DELLA GARA allegato B) CAPITOLATO D ONERI PER LA FORNITURA DI SACCHETTI IN MATER-BI PER LE RACCOLTE DIFFERENZIATE C.I.G. 3581325ADF Art. 1 PREMESSA 1. Il presente Capitolato d Oneri ha per oggetto l affidamento della

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA OSPEDALI RIUNITI UMBERTO I G. M. LANCISI G. SALESI - ANCONA

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA OSPEDALI RIUNITI UMBERTO I G. M. LANCISI G. SALESI - ANCONA AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA OSPEDALI RIUNITI UMBERTO I G. M. LANCISI G. SALESI - ANCONA SERVIZIO DI ODONTOPROTESI PER LA REALIZZAZIONE DI PROTESI MOBILI A FAVORE DI ONCOLOGICI E PER ORTODONZIA INTERCETTIVA

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA GASOLIO AUTOTRAZIONE PER AUTOMEZZI - ANNO 2009

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA GASOLIO AUTOTRAZIONE PER AUTOMEZZI - ANNO 2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA GASOLIO AUTOTRAZIONE PER AUTOMEZZI - ANNO 2009 Novembre 2008 Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio di fornitura gasolio

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI UNA SOLUZIONE INFORMATICA-SOFTWARE E

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI UNA SOLUZIONE INFORMATICA-SOFTWARE E DISCIPLINARE DI PROCEDURA IN ECONOMIA REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI UNA SOLUZIONE INFORMATICA-SOFTWARE E RELATIVI SERVIZI DI IMPLEMENTAZIONE E MANUTENZIONE PER IL CONTROLLO

Dettagli

C O M U N E D I L U Z Z A R A

C O M U N E D I L U Z Z A R A CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI GESTIONE, MANUTENZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PORTO LE GARZAIE E DELL AREA GOLENALE CIRCOSTANTE PERIODO ANNO 2009-2022 CUP J19E08000080004 - CIG 0249871810

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-7-2005 al 31-12-2006

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-7-2005 al 31-12-2006 COMUNE DI CREMONA Settore Economato CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA Dal 1-7-2005 al 31-12-2006 INDICE 1 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

Direzione Ricerca e Sviluppo SPECIFICHE TECNICHE DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DEI TELAI IVECO DEL PARCO AUTOMOTOCARRATO

Direzione Ricerca e Sviluppo SPECIFICHE TECNICHE DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DEI TELAI IVECO DEL PARCO AUTOMOTOCARRATO Direzione Ricerca e Sviluppo SPECIFICHE TECNICHE DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DEI TELAI IVECO DEL PARCO AUTOMOTOCARRATO Gara n. 131/DA/2007 INDICE 1. OGGETTO 2. DISCIPLINARE TECNICO

Dettagli

BANDO DI GARA Progetto ENTER

BANDO DI GARA Progetto ENTER Municipio Roma 6 U.O.S.E.C.S. BANDO DI GARA Progetto ENTER ALLEGATO A A. Premessa Il Municipio Roma 6 intende esperire una procedura aperta per affidare il progetto ENTER inserito nel Piano Regolatore

Dettagli

L.R. 12/2003, art. 4 B.U.R. 24/3/2010, n. 12 L.R. 14/2002, art. 23. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 marzo 2010, n. 051/ Pres.

L.R. 12/2003, art. 4 B.U.R. 24/3/2010, n. 12 L.R. 14/2002, art. 23. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 marzo 2010, n. 051/ Pres. L.R. 12/2003, art. 4 B.U.R. 24/3/2010, n. 12 L.R. 14/2002, art. 23 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 marzo 2010, n. 051/ Pres. Regolamento per l acquisizione in economia di lavori e servizi attinenti

Dettagli

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA. Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II 20153 Milano - CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

Dettagli

COMUNE DI ALTOPASCIO

COMUNE DI ALTOPASCIO COMUNE DI ALTOPASCIO PROVINCIA DI LUCCA C.A.P. 55011 tel. 0583 / 216455 c.f. 00197110463 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO per affidamento incarico del servizio di brokeraggio assicurativo 1 INDICE ART.1 Oggetto

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA NEGOZIATA PER SERVIZI SANITARI DI AMBULANZA DI TRASPORTO PAZIENTI ED EMODIALIZZATI CON CONTRATTO QUINQUENNALE.

DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA NEGOZIATA PER SERVIZI SANITARI DI AMBULANZA DI TRASPORTO PAZIENTI ED EMODIALIZZATI CON CONTRATTO QUINQUENNALE. DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA NEGOZIATA PER SERVIZI SANITARI DI AMBULANZA DI TRASPORTO PAZIENTI ED EMODIALIZZATI CON CONTRATTO QUINQUENNALE. PREMESSA Il servizio deve avvenire secondo le norme previste

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-5-2007 al 31-12-2008

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-5-2007 al 31-12-2008 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA Dal 1-5-2007 al 31-12-2008 INDICE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 CONDIZIONI DI ESECUZIONE ART.

Dettagli

C O M U N E D I C I N I S I P R O V I N C I A D I P A L E R M O

C O M U N E D I C I N I S I P R O V I N C I A D I P A L E R M O C O M U N E D I C I N I S I P R O V I N C I A D I P A L E R M O III Settore Lavori Pubblici I Ripartizione Lavori Pubblici Lettera d invito AFFIDAMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE DI IMPORTO INFERIORE A

Dettagli

CONVENZIONE TIPO FINALIZZATA ALLA CONCESSIONE DI PRODOTTI DI FINANZIAMENTO A PENSIONATI ENASARCO

CONVENZIONE TIPO FINALIZZATA ALLA CONCESSIONE DI PRODOTTI DI FINANZIAMENTO A PENSIONATI ENASARCO CONVENZIONE TIPO FINALIZZATA ALLA CONCESSIONE DI PRODOTTI DI FINANZIAMENTO A PENSIONATI ENASARCO L anno, il giorno del mese di in Roma Via TRA La FONDAZIONE ENASARCO, con sede in Roma, Via Antoniotto Usodimare

Dettagli

In esecuzione della Determinazione Dirigenziale n.. del SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE

In esecuzione della Determinazione Dirigenziale n.. del SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE ALLEGATO B) all Avviso Schema di CONVENZIONE TRA COMUNE DI FORLì E ASSOCIAZIONE DI (VOLONTARIATO /PROMOZIONE SOCIALE) (nome). PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO CRESCERE NEL CENTRO PREMESSO - che l Amministrazione

Dettagli