Conferenza Stampa Il futuro corre sulla banda: le prospettive di sviluppo delle reti NGN

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Conferenza Stampa Il futuro corre sulla banda: le prospettive di sviluppo delle reti NGN"

Transcript

1 Conferenza Stampa Il futuro corre sulla banda: le prospettive di sviluppo delle reti NGN Roma, 24 Maggio 2010

2 Porre le basi per un presidio permanente dell Autorità sulle tematiche tecnologiche, normative, economiche, relative agli aspetti infrastrutturali delle Reti di Nuova Generazione a banda larga e ultra larga, al fine di ottenere risultati utili alla promozione e allo sviluppo delle reti, a vantaggio dell intera collettività, relativamente a: Accesso Fiber To The x (FTTx) nello sviluppo della NGAN Broadband Wireless Access (BWA) Digital Dividend e aspetti connessi all'uso dello Spettro < 3,5 GHz Neutralità della Rete e Sicurezza delle Infrastrutture di TLC Contenuti Audiovisivi e Media Aspetti normativi / opere civili / condivisione condotti e infrastrutture Aspetti economici, Business Planning e opzioni di finanziamento, modelli investimenti pubblici / privati (PPP) Impatto della Regolamentazione sull Economia;. Obiettivi Programma ISBUL Infrastrutture e Servizi a Banda Larga e UltraLarga 2/28

3 Programma ISBUL Il Programma di Ricerca, del valore di euro, è articolato su 3 aree disciplinari (Progetti Tecnologico, Economico e Giuridico) e 14 sottoprogetti (Work Packages) completati nell arco del 2009 numerose Università coinvolte, con i più importanti accademici della materia -- Milano (Bocconi e Politecnico), Napoli Federico II, Roma (LUISS, Roma Tre, Sapienza e Tor Vergata), Siena, Politecnico di Torino, Imperial College (Londra) valore aggiunto specifico dalla trasversalità dei temi trattati e dall approccio metodologico che stimola sia gli approfondimenti verticali (all interno delle 3 aree disciplinari), sia quelli interdisciplinari -- temi trasversali ai diversi progetti / sottoprogetti: promozione di investimenti efficienti e condivisione dei rischi ladder of investment e nuovi modelli di accesso gestione della transizione verso le NGN mercati geografici e digital divide digital spectrum dividend 3/28

4 Program Program Management Management F.Ananasso F.Ananasso Steering Committee inter-struttura AGCom (SCom) WP WP 0 (Assistenza (Assistenza Program Program Management) Management) --C.Leporelli C.Leporelli M.Listanti M.Listanti A.Nicita A.Nicita G.Napolitano G.Napolitano PROGETTO PROGETTO Quadro Quadro PROGETTO PROGETTO Quadro Quadro PROGETTO PROGETTO Quadro Quadro Tecnico Tecnico Infrastrutturale Infrastrutturale Economico Economico Regolatorio Regolatorio Giuridico Giuridico Normativo Normativo (QGN) (QGN) (QTI) (QTI) A.Milan A.Milan (QER) (QER) I.Pinto I.Pinto A.Vercelli A.Vercelli WP WP WP WP Nuovi Nuovi Modelli Modelli WP WP 3.1.Semplificazione 3.1.Semplificazione Infrastrutture Infrastrutture di di Rete Rete Interconnessione Interconnessione Amministrativa Amministrativa Fissa Fissa --M.Dècina M.Dècina C.Cambini C.Cambini G.Napolitano G.Napolitano WP WP Accesso Accesso Radio Radio WP WP Opzioni Opzioni WP WP Servizi Servizi // M.Ajmone M.AjmoneMarsan Marsan Finanziamento Finanziamento NGN NGN Applicazioni Applicazioni di di Pubblica Pubblica S.Frova S.Frova Utilità Utilità G.De G.DeMinico WP WP Catasto Catasto Infrastrutture Infrastrutture WP WP Fattori Fattori Abilitanti Abilitanti WP WP V.Del V.DelGiudice Domanda Domanda di di Servizi Servizi Governance Governancedi di Sistema Sistema A. A.Nicita WP A.Nicita WP NGN NGN Service A. Del Del Monte Monte Service Layer Layer L.Paura L.Paura WP WP Impatto Impatto WP WP Investimenti WP WP Trasmissione Investimenti NGN NGN sullo sullo Obblighi Obblighi Co-locazione Co-locazione Trasmissione Sviluppo contenuti contenuti TV TV / Sviluppo Economico Economico del del Accordi Accordi Condivisione Condivisione / Paese Multimediali Multimediali L.Paura Paese F.Sacco F.Sacco Istallazioni Istallazioni G.Visentini G.Visentini L.Paura 4/28

5 Temi trasversali ai Progetti (WP maggiormente interessati) 5/28

6 Abbonati a banda larga (BL) e ultralarga (BUL) nel mondo (Giugno 2009) Totale: ~444 milioni abbonati (di cui ~10 milioni tecnologie wireless) ~378 milioni BL (xdsl e Cable Modem) ~56 milioni BUL FTTx Abbonati BL e BUL per tecnologia di accesso Area Geografica (milioni) totale ~ 433,46 milioni xdsl Cable Modem FTTx Europa dell Ovest 90,98 15,95 1,93 Sud-Est Asia 81,14 1,10 22,19 Nord America 39,70 48,92 4,06 Asia - Pacifico 29,13 11,53 24,36 Sud America 19,80 7,81 0,01 Europa dell Est 13,50 4,98 3,60 Africa e Medio Oriente 11,90 0,87 - Totale BL e BUL mondo 286,15 (~66%) 91,16 (~21%) 56,15 (~13%) Fonte: PointTopic, September /28

7 Abbonati FTTH / FTTB in Asia (Giugno 2009) Nazione Abbonati FTTH / FTTB (milioni) Giappone 15,8 Sud Corea 7,3 Cina 21,6 Hong Kong 0,60 Singapore 0,021 Taiwan 1,34 TOTALE 46,661 In Giappone, la BUL (FTTH) ha superato la BL a metà 2008 Fonte: PointTopic, September 2009 e ISBUL WP /28

8 Ripartizione abbonati a larga banda per tecnologia (Europa, Giugno 2009) Italia Francia Germania Norvegia Slovenia Danimarca Olanda Rep. Slovacca Russia Svezia 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100% DSL FTTP Cable Altro Fonte: OECD Norvegia e Svezia hanno una maggiore diffusione della fibra Francia, Germania e Italia presentano un alta percentuale di abbonati DSL (>90%) 8/28

9 Fonte: OECD Ripartizione abbonati BL e BUL in Europa (Giugno 2009) 98% abbonati non-ubb 2% abbonati UBB La Russia possiede il 27% degli abbonati Fonte: Elaborazioni su Idate Svezia, Italia, Francia, Norvegia e Olanda rappresentano circa il 50% 9/28

10 Prime 10 nazioni europee per abbonati BUL (Giugno 2009) Mercato FTTP (Fiber To ToThe The Premises, FTTH + FTTB) Paese Case passate fine 2008 Abbonati Fine 2008 Case passate metà 2009 Abbonati metà 2009 Russia Svezia ~ Italia Francia Norvegia Olanda Danimarca Germania Slovenia ~ Spagna Fonte: Elaborazioni su Beeline e Idate Fonte: ISBUL WP /28

11 Digital Divide Province Italiane tasso di penetrazione BB wireline nel 2007 (per 1000 abitanti > 18 anni) N-Ovest N-Est Centro Sud Media Italiana = 18,678 % Isole [97-146] [ ] [ ] [ ] (1st quartile) (2nd quartile) (3rd quartile) (4th quartile) 11/28

12 popolazione italiana ~60 milioni; linee telefoniche fisse ~27 milioni opzioni di copertura BUL: 20% (~5.5 m linee) e 50% (~13,5 m linee tasso di adozione linee BUL: da ~40% a % in 10 anni architetture di rete: FTTB, FTTH tecnologie di accesso: GPON, P2P total replacement valorizzazione della rete in rame (5-15 mdi ) WACC 5-8% CapEx % copertura (750 1,000 / linea BUL) CapEx P2P da ~10% (FTTB) a ~35% (FTTH) maggiori di GPON Canoni di accesso NGAN / ARPU di equilibrio leggermente più alti delle linee convenzionali Stima dell investimento per una NGAN nazionale Fonte: ISBUL WP2.2 Opzioni di Finanziamento NGN 12/28

13 Impatto NGA sull Economia Nazionale Opzioni di investimento Invest. totale e copertura raggiunta Effetti Diretti Effetti Indiretti Effetti Totali mld Copertura % Domanda aggregata mld Occupaz. Potenziale Unità lav. Minimo mld Massimo mld Minimo mld Massimo mld Mista P2P/GPON 15,5 91% 20, ,6 765,5 109,9 785,7 FTTH P2P 13,3 50% 17, ,2 420,6 66,6 438,0 FTTB GPON 3,0 20% 3, ,7 168,2 23,6 172,2 Fonte: ISBUL WP 2.4 impatto Investimenti NGN sullo Sviluppo Economico del Paese 13/28

14 Reti locali di accesso in fibra ottica LOMBARDIA METROWEB ABM ICT AEMCOM Piano Banda Ultra Larga PIEMONTE Progetto WI-PIE Progetto Patti Territoriali AEMnet LIGURIA SASTERNET TOSCANA Lucca Terre Cablate NETSPRING SARDEGNA Rete Telematica Regionale TRENTINO ALTO ADIGE TRENTINO NETWORK FRIULI VENEZIA GIULIA INSIEL TLC (ex MERCURIO) VENETO AGSM ASCO TLC EMILIA ROMAGNA LEPIDA ACANTHO (HERA) BT ENIA TEL DELTAWEB SICILIA SICILIA e-innovazione 14/28

15 Reti locali di accesso in fibra ottica Regione EMILIA ROMAGNA FRIULI VENEZIA G. LIGURIA LOMBARDIA PIEMONTE SARDEGNA SICILIA TOSCANA TRENTINO ALTO ADIGE VENETO Gestore LEPIDA ACANTHO (HERA) DELTA WEB BT ENIA TEL INSIEL (ex MERCURIO) SASTERNET METROWEB ABM ICT AEMCOM Progetto "WI-PIE" Progetto "Patti Territoriali" AEMnet RETE TELEMATICA REGIONALE SICILIA e-innovazione TERRE CABLATE NETSPRING TRENTINO NETWORK AGSM ASCO TLC Infrastruttura (km) Note Rete regionale (prevalentemente per la P.A) Province di Modena, Bologna, Imola, Forlì, Cesena, Rimini, Riccione, Ravenna e Ferrara Ferrara e provincia Province di Parma, Piacenza, e Reggio Emilia Rete regionale Comune di Genova Reti MAN e di quartiere (provincia di Milano) Reti di lunga distanza Bergamo e provincia Cremona (città e hinterland) Zone a rischio di esclusione digitale Provincia di Torino Torino Rete per connettere varie sedi delle PP.AA. Rete regionale e capoluoghi Siena e provincia Grosseto e provincia (P.A.) Trento e provincia Verona Treviso e provincia Fonte: ISBUL WP Elaborazioni su siti dei gestori 15/28

16 Altre iniziative di reti locali di accesso in fibra ottica Regione Lombardia Piano Banda Ultra Larga Comuni (escluso Milano) UniCasNet - collegamento 5 sedi Università di Cassino + P.A.L. Piano sviluppo regionale NGN Valle d Aosta Provincia di Lucca - connessioni BUL per distretti industriali Rete Cittadina Mantova (TEANET) Sperimentazione Roma (Fastweb) Sperimentazione Milano, Roma, Torino (Telecom Italia) clienti (30 Settembre 2010) 16/28

17 Investimenti privati Garanzie di un adeguato ritorno degli investimenti; Politiche regolatorie dei servizi wholesale; Il ruolo degli investimenti pubblici / privati Impatto sul modello competitivo: concorrenza infrastrutturale vs concorrenza servizi Partenariato pubblico-privato (PPP) Generalmente utilizzato in aree geografiche limitate per colmare il digital divide con realizzazione di una rete aperta all utilizzo da parte di più service provider Modelli di PPP: (i) protocolli d intesa tra Regioni erogatrici di fondi pubblici e operatori per la realizzazione delle infrastrutture; (ii) finanziamento pubblico limitato alle zone a fallimento di mercato, con procedura ad evidenza pubblica per la selezione degli operatori beneficiari; (iii) realizzazione di una infrastruttura pubblica di backhaul concessa in affitto a uno o più operatori per la fornitura dei servizi Investimenti pubblici (Aiuti di Stato) Controllo preventivo della Commissione europea; Ammissibili se: (i) il servizio finanziato è qualificato da missione di servizio di interesse economico generale ; (ii) lo Stato partecipa agli investimenti come se fosse un investitore privato, operante in condizioni normali di mercato; (iii) lo Stato beneficia del regime di deroga dal divieto generale (per opere di rilevanza pubblica). 17/28

18 Osservatorio Banda Ultra Larga (OSBUL) / Inventory Mapping L Autorità sta implementando un benchmarking dello scenario attuale ed evolutivo della banda ultra larga (BUL), onde continuare il monitoraggio ( post-isbul ) delle tecnologie emergenti e diffusione di fibra / wireless (Operatori TLC, municipalità / utilities, ) Osservatorio Banda Ultra Larga (OSBUL). Contemporaneamente, l Autorità sta predisponendo attività di Inventory Mapping (IMAP) - indispensabile per la conoscenza dettagliata della dislocazione delle reti di accesso in fibra ottica presenti nel Paese -, allo scopo di: monitoraggio sviluppo infrastrutture banda larga e ultra larga verifica aree digital divide supporto alla regolamentazione accesso e interconnessione utilizzo nelle analisi di mercato e della concorrenza riduzione costi complessivi condivisione / riuso infrastrutture e ottimizzazione investimenti 18/28

19 Osservatorio sulla Banda Ultralarga (OSBUL) Mondo Europa building block Osservatorio Tecnologie e Mercati delle Comunicazioni Elettroniche Top 10 Europa Realtà locali Italia 19/28

20 USA UK Germania Recovery Act del 2009, stanziati 350 M$ per mappatura infrastrutture banda larga programma Digital Britain propone una inventory mapping di infrastrutture a banda larga consultazione pubblica ANR (BNetzA) luglio 2009 per creazione atlante infrastrutture Svizzera Sistema Informativo Geografico a partire dal 2000 NIS Network Information System N.Zelanda Analoghe Iniziative Internazionali mappatura territoriale dei servizi a banda larga accessibile al pubblico 20/28

21 Le politiche dal lato dell offerta si adottano solitamente in presenza di fallimenti del mercato nella fornitura di un servizio. Esempi di interventi dal lato dell offerta: Partenariati pubblici-privati (PPP) Coordinamento della condivisione delle reti mapping del territorio Promozione di standard tecnologici Razionalizzazione delle frequenze spettrali Semplificazione amministrativa Introduzione di incentivi fiscali e prestiti di lungo periodo per gli operatori Programmi nazionali di finanziamento Interventi dal lato dell offerta e della domanda (1/3) 21/28

22 Le politiche dal lato della domanda si adottano in caso di deficit nella domanda di un servizio per individuare fasce di potenziali consumatori finali ai quali gli operatori potrebbero fornire servizi a banda larga e ultra-larga Esempi di interventi dal lato della domanda: Domanda pubblica di servizi Politiche di aggregazione e coordinamento della domanda Politiche di stimolo alla domanda privata e business Politiche di sussidio alla domanda Interventi dal lato dell offerta e della domanda (2/3) 22/28

23 Ciascuna policy risente delle specificità istituzionali e sociali del Paese -- c.d. variabili Istituzionali. Nonostante il dibattito sembri focalizzato principalmente sugli interventi dal lato dell offerta, gli interventi di supporto alla domanda si rivelano gli strumenti con maggiore impatto sulla penetrazione della banda larga Mentre nei paesi di maggiori dimensioni vi è un alta propensione a offrire servizi e agevolazioni per stimolare la domanda dei soggetti business, nei paesi più piccoli o con alto digital divide, si prediligono politiche di stimolo alla domanda privata Interventi dal lato dell offerta e della domanda (3/3) 23/28

24 Per favorire lo sviluppo efficace delle NGN occorre ricercare soluzioni normative quanto più possibili orientate alla semplificazione. La legislazione italiana nel 2008 ha istituito la denuncia di inizio attività (DIA-banda larga) per i permessi per le opere civili, scavi e occupazioni di suolo pubblico. Tuttavia la scelta operata dal legislatore presenta problemi di interpretazione e di applicazione potenzialmente in grado di vanificarne l efficacia. Occorre che venga migliorata la normativa primaria, riservando al legislatore statale ampi margini di manovra, da utilizzare al fine di contenere l eventuale diffusione di difformi e contrastanti norme regionali e locali. La necessità di semplificazione amministrativa (1/3) 24/28

25 La pubblica amministrazione dovrebbe svolgere un azione di programmazione e coordinamento delle opere per minimizzare i disagi e rendere più celere la diffusione delle nuove infrastrutture Ciò potrebbe essere fatto adottando buone prassi e seguendo standard applicativi ottimali Per favorire questo virtuoso processo di condivisione è necessario diffondere le best practices sviluppate negli ultimi anni attraverso un azione collaborativa tra organi della Pubblica Amministrazione In considerazione della pluralità normativa e dei livelli di governo, alla semplificazione amministrativa va affiancato un organo con un ruolo di pivot del sistema amministrativo La necessità di semplificazione amministrativa (2/3) 25/28

26 L Autorità ha le competenze per esercitare il ruolo del coordinamento attraverso: La raccolta delle normative secondarie adottate per applicare la DIA-banda larga e completare il quadro normativo con strumenti di programmazione e coordinamento lavori di Province e Comuni L imposizione di obblighi di condivisione delle infrastrutture sulla base delle nuove direttive UE La creazione, nella prospettiva della semplificazione e sulla base di informazioni fornite dagli stakeholders, di un inventario dettagliato delle infrastrutture (RING) da mettere a disposizione delle parti interessate In questo modo si verrebbe a costituire un patrimonio di informazioni sui piani di sviluppo delle NGN, estremamente importanti sia per le imprese che per gli amministratori locali. La necessità di semplificazione amministrativa (3/3) 26/28

27 Il rapporto tra banda larga e Servizio Universale L esclusione dell accesso a banda larga dagli obblighi di Servizio Universale (USO) rischia di compromettere l accesso dei cittadini alla Società dell Informazione e di non garantire il diritto fondamentale di accesso a Internet. Il ripensamento dell attuale meccanismo del Servizio Universale potrebbe essere finalizzato a promuovere l inserimento dell accesso a banda larga tra le prestazioni da offrire su tutto il territorio nazionale ad un prezzo sostenibile. Il Servizio universale può rappresentare la cornice giuridica di riferimento per un efficace contrasto al digital divide attraverso l imposizione di nuovi obblighi di garanzia della connessione alla banda larga. 27/28

28 Abbonati UBB (x 1000) Home passed UBB (x 1000) Tasso di utilizzo Conclusioni Dicembre , ,0 13,2 % Giugno , ,0 14,1 % Fonte: Elaborazioni su Idate Dicembre , ,0 14,5 % Giugno , ,0 15,2 % Solo il 3% degli abbonati a banda larga in Italia utilizza tecnologia FTTP (FTTB o FTTH): di questi, il 95% FTTH e il 5% FTTB. Uno dei focus dell Osservatorio AGCOM Tecnologie e Mercati delle Comunicazioni Elettroniche - in via di realizzazione attraverso la raccolta delle informazioni disponibili da fonte pubblica, da fonte interna e da contatti diretti con i principali stakeholders del settore - riguarderà il benchmarking dello scenario attuale dell Ultra Broadband (UBB) -- Osservatorio AGCOM sulla Banda Ultra Larga (OSBUL). Ciò consentirà di porre le basi per un processo di Inventory Mapping (IMAP), indispensabile per la conoscenza dettagliata della dislocazione delle reti di accesso in fibra ottica, propedeutico alla realizzazione, da parte degli Enti competenti, di un Registro delle Infrastrutture di Nuova Generazione (RING). 28/28

29 Grazie per l attenzionel

Diffusione e sviluppi della banda larga e ultra larga in Emilia- Romagna. Chiara Mancini/Barbara Santi Coordinamento Piano Telematico

Diffusione e sviluppi della banda larga e ultra larga in Emilia- Romagna. Chiara Mancini/Barbara Santi Coordinamento Piano Telematico Diffusione e sviluppi della banda larga e ultra larga in Emilia- Romagna Chiara Mancini/Barbara Santi Coordinamento Piano Telematico Obiettivi della Digital Agenda su Banda Larga Copertura con banda larga

Dettagli

La copertura delle reti a Banda Larga dal Digital Divide alle reti NGAN Salvatore Lombardo. Novembre 2012

La copertura delle reti a Banda Larga dal Digital Divide alle reti NGAN Salvatore Lombardo. Novembre 2012 La copertura delle reti a Banda Larga dal Digital Divide alle reti NGAN Salvatore Lombardo Novembre 2012 Agenda Digitale Europea 2 La missione Estendere le opportunità di accesso alla banda larga, in tutte

Dettagli

Infratel Italia. marzo 2014

Infratel Italia. marzo 2014 Infratel Italia marzo 2014 La missione Estendere le opportunità di accesso alla banda larga, in tutte le aree sottoutilizzate del Paese, attraverso la realizzazione e l integrazione d infrastrutture di

Dettagli

Metroweb Italia: un modello di business neutrale e non discriminatorio

Metroweb Italia: un modello di business neutrale e non discriminatorio Metroweb Italia: un modello di business neutrale e non discriminatorio Cablatura Metropolitana e Reti FTTH 11 evento TRATOS Pieve Santo Stefano (AR) - 3 Settembre 2015 Agenda Metroweb Italia: storia e

Dettagli

Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia

Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia Qual è la percentuale di popolazione in Italia raggiunta da servizi di accesso a Internet a banda larga e a banda ultralarga? Quanto

Dettagli

La banda larga nelle regioni italiane

La banda larga nelle regioni italiane La banda larga nelle regioni italiane a cura di Osservatorio Banda Larga, Between Il Consiglio europeo ad ottobre 2003 1 ha sottolineato l importanza di un rapido sviluppo di reti europee dei trasporti,

Dettagli

Il profilo digitale di Modena a confronto con l Agenda Digitale Europea: un quadro di sintesi

Il profilo digitale di Modena a confronto con l Agenda Digitale Europea: un quadro di sintesi Il profilo digitale di Modena a confronto con l Agenda Digitale Europea: un quadro di sintesi Dimitri Tartari, Chiara Mancini/ Barbara Santi Coordinamento Piano Telematico 11 Dicembre 2013 Diritto di accesso

Dettagli

Lo sviluppo sostenibile della rete di accesso FTTC/FTTH a banda ultra larga nella trasparenza della qualità del servizio

Lo sviluppo sostenibile della rete di accesso FTTC/FTTH a banda ultra larga nella trasparenza della qualità del servizio Lo sviluppo sostenibile della rete di accesso FTTC/FTTH a banda ultra larga nella trasparenza della qualità del servizio Alberto Calcagno Roma, 12 giugno 2013 Il mondo always on e la broadband equation

Dettagli

IL MONDO DEI PICCOLI E MEDI OPERATORI INTERNET: ANALISI E DATI DI SETTORE

IL MONDO DEI PICCOLI E MEDI OPERATORI INTERNET: ANALISI E DATI DI SETTORE INTERNET SERVICE PROVIDER ITALIANI una risorsa ed una opportunità per il Paese IL MONDO DEI PICCOLI E MEDI OPERATORI INTERNET: ANALISI E DATI DI SETTORE Fabrizio D Ascenzo - Francesco Bellini Dipartimento

Dettagli

Sfide per lo sviluppo della Agenda Digitale Europea in Emilia- Romagna

Sfide per lo sviluppo della Agenda Digitale Europea in Emilia- Romagna Sfide per lo sviluppo della Agenda Digitale Europea in Emilia- Romagna Chiara Mancini/Barbara Santi Coordinamento Piano Telematico regionale 17/03/2014 I cittadini che usano Internet regolarmente sono

Dettagli

BANDA LARGA NELLE AREE RURALI ITALIANE IL CONTRIBUTO DEL FEASR

BANDA LARGA NELLE AREE RURALI ITALIANE IL CONTRIBUTO DEL FEASR BANDA LARGA NELLE AREE RURALI ITALIANE IL CONTRIBUTO DEL FEASR PROGRAMMAZIONE SVILUPPO RURALE 2007-2013 Risorse per la banda larga con il Piano europeo di ripresa economica Banda larga nel PSN e nei PSR

Dettagli

Lucia Pasetti Vice Presidente CISIS

Lucia Pasetti Vice Presidente CISIS Il Costo dell Impreparazione Informatica nella Pubblica Amministrazione Locale e le sfide dell Agenda Digitale Milano, 17 Maggio 2011 Lucia Pasetti Vice Presidente CISIS La governance interregionale Le

Dettagli

COPERTURA BANDA LARGA IN ITALIA. (in rosso le aree in Digital Divide)

COPERTURA BANDA LARGA IN ITALIA. (in rosso le aree in Digital Divide) COPERTURA BANDA LARGA IN ITALIA (in rosso le aree in Digital Divide) AL VIA BANDI PER 900 MLN DI EURO PER AZZERARE DIGITAL DIVIDE E BANDA ULTRALARGA Internet veloce per 7 mln. di cittadini, 5000 nuovi

Dettagli

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale) ABRUZZO Chieti - Pescara http://www.unich.it/unichieti/appmanager/unich/didattica?_nfpb=true&_pagelabel=ssis_didatticafirstpage_v2 costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

Dettagli

DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel 2006

DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel 2006 DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel A cura della Camera di commercio di Milano Imprese attive nel settore

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ITALIA POPOLAZIONE Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 11 A. Le idee importanti l L Italia è uno Stato con 20 regioni e 103 province l In Italia ci sono molte città. Le

Dettagli

10 Giornata dell Economia

10 Giornata dell Economia 0 Giornata dell Economia La banda larga nella provincia di Forlì-Cesena: stato, esigenze e prospettive Cristoforo Morandini Associated Partner, Between 0 giornata dell'economia - 7 giugno 0 - Riservato

Dettagli

Trentino Territorio dell Innovazione

Trentino Territorio dell Innovazione DIPARTIMENTO INNOVAZIONE, RICERCA E I.C.T. Trentino Territorio dell Innovazione Presentazione sintetica dei progetti della Provincia Autonoma Trento in relazione alla banda larga e ultralarga La vision

Dettagli

La banda larga in Italia e nel mondo

La banda larga in Italia e nel mondo La banda larga in Italia e nel mondo L Italia si posiziona tra gli ultimi paesi per penetrazione della banda larga fissa tra le economie OECD, Nel mercato della banda larga fissa, la quota di Telecom Italia

Dettagli

Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.)

Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.) Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.) dott.ssa Cinzia Bricca Direttore Centrale Accertamenti e Controlli Agenzia delle Dogane Milano 25 marzo

Dettagli

Rimini - 23 giugno 2005. Patrizio Fausti Responsabile e-government della Provincia di Roma

Rimini - 23 giugno 2005. Patrizio Fausti Responsabile e-government della Provincia di Roma Rimini - 23 giugno 2005 Patrizio Fausti Responsabile e-government della Provincia di Roma Esiste il digital divide nei territori periferici? La discriminazione nasce dalla carenza di infrastrutture o da

Dettagli

Promozione presso le Camere di Commercio dei servizi ICT avanzati resi disponibili dalla banda larga

Promozione presso le Camere di Commercio dei servizi ICT avanzati resi disponibili dalla banda larga 2012 Promozione presso le Camere di Commercio dei servizi ICT avanzati resi disponibili dalla banda larga Analisi provinciale Progetto finanziato da Reggio Emilia 27-02-2012 27-02-2012 1 27-02-2012 2 Indice

Dettagli

una Rete Regionale di Eccellenza Gabriele Falciasecca febbraio 2011

una Rete Regionale di Eccellenza Gabriele Falciasecca febbraio 2011 una Rete Regionale di Eccellenza Gabriele Falciasecca febbraio 2011 1 Gli obiettivi della L.R. n. 11 del 2004 Promuovere l Information Communication Technology (ICT) Intervento integrato per pubbliche

Dettagli

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO -

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO Previnet è in grado di mettere a disposizione dei propri clienti un network

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I contratti di rete Il monitoraggio sui Contratti di rete di Unioncamere, su dati Infocamere, mette in

Dettagli

Piano Nazionale per la Larga Banda

Piano Nazionale per la Larga Banda Piano Nazionale per la Larga Banda Paolo Corda Infratel Italia spa Piano Nazionale per la Larga Banda Dipartimento per le Comunicazioni Obiettivo principale del Piano Nazionale è raggiungere il 95,6% della

Dettagli

Fibra ottica: stato della diffusione e costo delle offerte dei principali operatori. Indice p. 1. Introduzione p. 2

Fibra ottica: stato della diffusione e costo delle offerte dei principali operatori. Indice p. 1. Introduzione p. 2 Indice: Indice p. 1 Introduzione p. 2 Le città raggiunte dalla fibra p. 2 L ampliamento delle rete p. 5 Le tariffe per internet in Fibra p. 6 Conclusioni p. 7 1 Introduzione: Il nuovo studio di SosTariffe.it

Dettagli

Infratel: dalla fase di start - up..

Infratel: dalla fase di start - up.. INFRASTRUTTURE DI RETE PER IL MEZZOGIORNO Il piano Infratel Salvatore Lombardo Resp Infrastrutturazione RETE Catania 19 Maggio 2006 1 Infratel: dalla fase di start - up.. 13 Novembre 2003 22 Dicembre 2003

Dettagli

Innovazione della PA locale e innovazione del contesto territoriale. Stefano Kluzer,, Coord. scientifico rete CRC

Innovazione della PA locale e innovazione del contesto territoriale. Stefano Kluzer,, Coord. scientifico rete CRC Innovazione della PA locale e innovazione del contesto territoriale Stefano Kluzer,, Coord. scientifico rete CRC Il Rapporto sull innovazione nelle regioni d Italia Ad oggi, citate, ma mai approfondite

Dettagli

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria.

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria. Risorse Umane ed Organizzazione Relazioni Industriali Alle Segreterie Nazionali delle OO.SS. SLC-CGIL SLP-CISL UIL-POST FAILP-CISAL CONFSAL. COM.NI UGL-COM.NI Roma, 2 dicembre 2009 OGGETTO: Verbale di

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane;

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane; Prot. n. 29228 IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165; VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle

Dettagli

Larga banda e nuove tecnologie: il caso dell Emilia-Romagna. Sandra Lotti LepidaSpA Area strategie, territorio, Europa

Larga banda e nuove tecnologie: il caso dell Emilia-Romagna. Sandra Lotti LepidaSpA Area strategie, territorio, Europa Larga banda e nuove tecnologie: il caso dell Emilia-Romagna Sandra Lotti LepidaSpA Area strategie, territorio, Europa Firenze Settembre 2013 La rete Lepida Tutto inizia con il Piano Telematico 2002: focus

Dettagli

DIREZIONE E COORDINAMENTO REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA

DIREZIONE E COORDINAMENTO REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA DIREZIONE E COORDINAMENTO REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA 1 IL QUADRATO DELLA RADIO Le nuove realtà del mondo ICMT: la rete, gli operatori e l l industria L' IMPIEGO DELLE TECNOLOGIE WIRELESS PER

Dettagli

Gli interventi delle Aziende per il diritto allo studio tra equità e controllo della spesa

Gli interventi delle Aziende per il diritto allo studio tra equità e controllo della spesa Supplemento 3.2007 59 Gli interventi delle Aziende per il diritto allo studio tra equità e controllo della spesa Marco Trentini* Sommario 1. Introduzione. 2. La diversificazione degli interventi e le differenze

Dettagli

Centro Studi Confagricoltura Digital Divide: diffusione delle infrastrutture di comunicazione a banda larga in Italia 17 marzo 2014 Bollettino Flash

Centro Studi Confagricoltura Digital Divide: diffusione delle infrastrutture di comunicazione a banda larga in Italia 17 marzo 2014 Bollettino Flash Centro Studi Confagricoltura Digital Divide: diffusione delle infrastrutture di comunicazione a banda larga in Italia Bollettino Flash 17 marzo 2014 Confagricoltura ha espresso più volte la propria preoccupazione

Dettagli

Il mercato IT nelle regioni italiane

Il mercato IT nelle regioni italiane RAPPORTO NAZIONALE 2004 Contributi esterni nelle regioni italiane a cura di Assinform Premessa e obiettivi del contributo Il presente contributo contiene la seconda edizione del Rapporto sull IT nelle

Dettagli

Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza

Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza 2 Rapporto Famiglia-reddito-casa A cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Novembre 2008 1 INDICE Nota introduttiva pag. 3 Dati demografici pag. 4 Tabella

Dettagli

La filiera delle TLC ha confermato il suo periodo di difficoltà, accentuato dalla crisi economica, con un ulteriore diminuzione dei ricavi nel 2012

La filiera delle TLC ha confermato il suo periodo di difficoltà, accentuato dalla crisi economica, con un ulteriore diminuzione dei ricavi nel 2012 Sintesi del Rapporto 1 La filiera delle TLC ha confermato il suo periodo di difficoltà, accentuato dalla crisi economica, con un ulteriore diminuzione dei ricavi nel 2012 Ulteriore peggioramento della

Dettagli

LA NUOVA POLITICA REGIONALE DELL UNIONE EUROPEA PER IL PERIODO 2014-2020

LA NUOVA POLITICA REGIONALE DELL UNIONE EUROPEA PER IL PERIODO 2014-2020 LA NUOVA POLITICA REGIONALE DELL UNIONE EUROPEA PER IL PERIODO 2014-2020 Direzione Affari economici e Centro Studi Ing. Romain Bocognani «I finanziamenti europei diretti ed indiretti per il settore delle

Dettagli

SMART CITY INDEX. La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena

SMART CITY INDEX. La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena SMART CITY INDEX La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena Lo Smart City Index Al fine di misurare il livello di smartness di una città, Between ha creato lo Smart City Index, un ranking delle

Dettagli

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute ABRUZZO Case di cura / Ospedali / Day-Surgery CHIETI e provincia L'AQUILA e provincia PESCARA e provincia Centri diagnostici /Poliambulatori/Studi

Dettagli

Indice: Fibra ottica: stato della diffusione e costo delle offerte dei principali operatori. Indice p. 1. Introduzione p. 2

Indice: Fibra ottica: stato della diffusione e costo delle offerte dei principali operatori. Indice p. 1. Introduzione p. 2 Indice: Indice p. 1 Introduzione p. 2 Le città raggiunte dalla fibra p. 2 p. 5 Le tariffe per internet in Fibra p. 6 Conclusioni p. 7 1 www.giornaledellisola.it febbraio 2014 Introduzione: Il nuovo studio

Dettagli

OBIETTIVO CRESCITA. Le sfide delle PMI nel contesto macroeconomico

OBIETTIVO CRESCITA. Le sfide delle PMI nel contesto macroeconomico OBIETTIVO CRESCITA Impresa, banca, territorio Le sfide delle PMI nel contesto macroeconomico I principali temi Crescita dimensionale Reti d impresa e altre forme di alleanza Innovazione e ricerca Capitale

Dettagli

Il Progetto di Confindustria per competere in rete

Il Progetto di Confindustria per competere in rete Il Progetto di Confindustria per competere in rete Esigenze espresse dalle Imprese Volontà di: Aggregazione su programmi/progetti Superamento del localismo distrettuale Innovazione e Internazionalizzazione

Dettagli

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la quarta annualità un indagine

Dettagli

Chi siamo. Siamo 17.000 donne e uomini che compongono un gruppo bancario cooperativo con 1.800 filiali.

Chi siamo. Siamo 17.000 donne e uomini che compongono un gruppo bancario cooperativo con 1.800 filiali. IO SONO POPOLARE Chi siamo Siamo 17.000 donne e uomini che compongono un gruppo bancario cooperativo con 1.800 filiali. Da 150 anni partecipiamo alle storie di famiglie e imprese dei nostri territori.

Dettagli

Diritto di accesso alla rete a banda larga: le azioni dell Emilia-Romagna Anna Lisa Minghetti Responsabile Area Reti Lepida & Wireless Lepida SpA

Diritto di accesso alla rete a banda larga: le azioni dell Emilia-Romagna Anna Lisa Minghetti Responsabile Area Reti Lepida & Wireless Lepida SpA Diritto di accesso alla rete a banda larga: le azioni dell Emilia-Romagna Anna Lisa Minghetti Responsabile Area Reti Lepida & Wireless Lepida SpA L Agenda Digitale Europea e l Emilia-Romagna Banda Larga

Dettagli

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale EDIZIONE SETTEMBRE 2010 INDICE 1 CARATTERISTICHE DELLA SPERIMENTAZIONE... 3 2 CONDIZIONI DI ACCESSO ALLA

Dettagli

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano A cura dell Area Professionale Statistica L Automobile Club d Italia produce ormai da molti anni la pubblicazione Localizzazione degli Incidenti

Dettagli

L Agenzia di Confindustria per competere in rete

L Agenzia di Confindustria per competere in rete L Agenzia di Confindustria per competere in rete Esigenze espresse dalle Imprese Volontà di: Aggregazione su progetti Superamento del localismo distrettuale Innovazione e Internazionalizzazione Governance:

Dettagli

Breve sintesi - 2012

Breve sintesi - 2012 Breve sintesi - 2012 L Italia e l Europa nel 2012 Nel 2010 l Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha proclamato un nuovo decennio di iniziative per la Sicurezza Stradale 2011-2020 al fine di ridurre

Dettagli

La produzione di rifiuti urbani in Italia

La produzione di rifiuti urbani in Italia La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER 1 RIFIUTI OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE APRILE 2010 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la terza annualità un indagine

Dettagli

Agenda Digitale Italiana: Applicazioni e Sistemi abilitanti

Agenda Digitale Italiana: Applicazioni e Sistemi abilitanti Agenda Digitale Italiana: Applicazioni e Sistemi abilitanti Fulvio Ananasso ICT Strategic Advisor, t 3 i «L Agenda Digitale Italiana: una sfida per la crescita» Napoli, 28 settembre 2012 Indice della presentazione

Dettagli

Strategie della Regione del Veneto per lo sviluppo della. Le iniziative nella provincia di Belluno. La banda larga tra presente e futuro

Strategie della Regione del Veneto per lo sviluppo della. Le iniziative nella provincia di Belluno. La banda larga tra presente e futuro La banda larga tra presente e futuro Strategie della Regione del Veneto per lo sviluppo della Banda Larga. Le iniziative nella provincia di Belluno Villa Patt di Sedico Belluno,18 marzo 2009 A cura di:

Dettagli

Presentazione Rating. 16 Marzo 2005

Presentazione Rating. 16 Marzo 2005 Presentazione Rating 16 Marzo 2005 Il Rating del Comune piu affidabile d Italia AA+ Un eccezione nel panorama degli enti locali italiani Comuni capoluogo di provincia con Rating Milano: Aa2 / AA- / - Torino:

Dettagli

Sviluppi della copertura WIMAX e servizi abilitabili

Sviluppi della copertura WIMAX e servizi abilitabili Sviluppi della copertura WIMAX e servizi abilitabili Una estesa e moderna rete in Fibra Ottica Retelit è l operatore indipendente leader nel mercato wholesale grazie a Una rete costruita lungo le strade

Dettagli

Banda Larga e ultra larga: un opportunità per le imprese Perché connettersi, perché avere connessioni veloci.

Banda Larga e ultra larga: un opportunità per le imprese Perché connettersi, perché avere connessioni veloci. 2014 Banda Larga e ultra larga: un opportunità per le imprese Perché connettersi, perché avere connessioni veloci. I venti dell'innovazione - Imprese a banda larga Varese, 9 luglio 2014 Antonello Fontanili

Dettagli

affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014

affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014 affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014 il prezzo medio ora è di 8,4 euro al metro quadro cali generalizzati nei principali centri: bene padova (1,6), tengono meglio roma (0,1%)

Dettagli

SINTESI DELLO STUDIO

SINTESI DELLO STUDIO SINTESI DELLO STUDIO CARO AFFITTI E COSTO PER LA CASA: DIFFICOLTA DA RISOLVERE Maggio 2009 Nel II semestre 2008 le famiglie italiane per pagare l affitto della casa in cui vivono hanno impiegato il 26,4%

Dettagli

Il ruolo di Ascotlc tra digital divide e distribuzione della larga banda agli Enti Locali ed alle imprese

Il ruolo di Ascotlc tra digital divide e distribuzione della larga banda agli Enti Locali ed alle imprese Il ruolo di Ascotlc tra digital divide e distribuzione della larga banda agli Enti Locali ed alle imprese Pres. Egidio Cadamuro Pag. 1 La mancata disponibilità di servizi di comunicazione in banda larga

Dettagli

Realizzazioni, progetti e strategie di Infratel sul territorio della regione Marche. Paolo Corda Responsabile Pianificazione Tecnica Infratel SpA

Realizzazioni, progetti e strategie di Infratel sul territorio della regione Marche. Paolo Corda Responsabile Pianificazione Tecnica Infratel SpA Realizzazioni, progetti e strategie di Infratel sul territorio della regione Marche Paolo Corda Responsabile Pianificazione Tecnica Infratel SpA La missione di Infratel Infratel Italia SpA Estendere le

Dettagli

La gamma completa di prodotti/servizi Cribis in convenzione e la relativa scontistica sono riportate di seguito:

La gamma completa di prodotti/servizi Cribis in convenzione e la relativa scontistica sono riportate di seguito: SINTESI CONVENZIONE Cribis D&B è una società di di Business Information e supporto decisionale nata dall acquisizione da parte di CRIF, gruppo globale che si occupa di sistemi di informazioni creditizie

Dettagli

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO ABRUZZO DR ABRUZZO AREA DI STAFF AL DIRETTORE REGIONALE ABRUZZO DR ABRUZZO CENTRO DI ASSISTENZA MULTICANALE DI PESCARA ABRUZZO DR ABRUZZO DIRETTORE REGIONALE AGGIUNTO 1 ABRUZZO DR ABRUZZO UFFICIO ACCERTAMENTO

Dettagli

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI ABRUZZO - MOLISE UFFICIO ISPETTIVO DI PESCARA Pescara, Chieti, L'Aquila, Teramo, Campobasso, Isernia Via Latina n.7 -. 65121 Pescara Telefono 06 5793.3110

Dettagli

Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015

Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015 Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015 Dopo un ulteriore incremento dell 1% il prezzo medio in Italia si attesta a 8,5 euro al mese Forti oscillazioni nei centri minori, pressoché

Dettagli

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012 La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la quinta annualità un indagine

Dettagli

Osservatorio SosTariffe.it ADSL Consumer

Osservatorio SosTariffe.it ADSL Consumer Osservatorio SosTariffe.it ADSL Consumer Le tariffe per l abbonamento ADSL in Europa: analisi su prezzi e velocità proposti dai principali Provider europei INDICE p. 1 1. Le tariffe ADSL in Europa e in

Dettagli

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese 17 giugno 2013 Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese I dati desk sul credito alle imprese Dall avvento della crisi (dal 2008 in poi) l andamento dei prestiti alle imprese italiane

Dettagli

La qualità dell accesso ad Internet in Italia: realtà e prospettive

La qualità dell accesso ad Internet in Italia: realtà e prospettive La qualità dell accesso ad Internet in Italia: realtà e prospettive 12 Giugno 2013 Prof. Maurizio Dècina Qualità dell accesso ad Internet - Attori e prospettive di interesse nel mercato italiano Associazione

Dettagli

Progetto Strategico Agenda Digitale Italiana: implementare le infrastrutture di rete. Caratteristiche e modalità attuative

Progetto Strategico Agenda Digitale Italiana: implementare le infrastrutture di rete. Caratteristiche e modalità attuative Progetto Strategico Agenda Digitale Italiana: implementare le infrastrutture di rete. Caratteristiche e modalità attuative Misura di aiuto di Stato notificata alla Commissione europea Caso SA.34199 (2012/N)

Dettagli

Scenari di gestione degli impatti derivanti dalla Finanziaria. Milano, 30 Luglio 2010

Scenari di gestione degli impatti derivanti dalla Finanziaria. Milano, 30 Luglio 2010 Scenari di gestione degli impatti derivanti dalla Finanziaria Milano, 30 Luglio 2010 Manovra finanziaria: impatti sul TPL. Gli articoli della manovra Art. 1: definanziamento delle leggi di spesa totalmente

Dettagli

Infratel Italia. Broadband and UltraBroadband Plan. Settembre 2014

Infratel Italia. Broadband and UltraBroadband Plan. Settembre 2014 Infratel Italia Broadband and UltraBroadband Plan Settembre 2014 Agenda Digitale Europea Piano Banda Larga Aiuti di Stato SA 33807/2011 e n 646/2009 Piano Banda Ultra-Larga (Next Generation Access Network)

Dettagli

Il contributo Pubblico allo sviluppo dei servizi a Banda Larga

Il contributo Pubblico allo sviluppo dei servizi a Banda Larga Il contributo Pubblico allo sviluppo dei servizi a Banda Larga Paolo Corda Infratel Italia spa La missione di Infratel Estendere le opportunità di accesso alla banda larga in tutte le aree sottoutilizzate

Dettagli

LE ASSOCIATE ACRI FONDAZIONI DI ORIGINE BANCARIA

LE ASSOCIATE ACRI FONDAZIONI DI ORIGINE BANCARIA LE ASSOCIATE ACRI FONDAZIONI DI ORIGINE BANCARIA Abruzzo Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia dell Aquila Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti Fondazione Pescarabruzzo Fondazione

Dettagli

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI PIEMONTE - VALLE D'AOSTA LIGURIA UNIONE COMMERCIO E TURISMO PROVINCIA DI 1 PF1335_PR418_av214_1 SAVONA ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI DELLA 2 PF1085_PR313_av214_1 PROVINCIA DI ALESSANDRIA ASCOM-BRA ASSOCIAZIONE

Dettagli

Il progetto MADLER sulle Unioni di comuni e sui comuni capoluogo in Emilia-Romagna. Antonio Gioiellieri e Gian Paolo Artioli, ANCI Emilia Romagna;

Il progetto MADLER sulle Unioni di comuni e sui comuni capoluogo in Emilia-Romagna. Antonio Gioiellieri e Gian Paolo Artioli, ANCI Emilia Romagna; L Agenda Digitale Locale: il piano strategico condiviso per le politiche di innovazione e di progettazione di comunità locali intelligenti e sostenibili: il caso dell Emilia-Romagna Il progetto MADLER

Dettagli

NGN & WIFI PROMOSSI DALLA PA

NGN & WIFI PROMOSSI DALLA PA Il Trentino Territorio d innovazione Mario Groff mario.groff@trentinonetwork.it L infrastrutturazione in larga banda ed in fibra ottica sono elementi abilitanti allo sviluppo imprenditoriale, dei servizi

Dettagli

Strategia per la banda ultralarga e crescita digitale

Strategia per la banda ultralarga e crescita digitale Martedì 3 marzo 2015 1 / 25 Strategia per la banda ultralarga e crescita digitale Presidenza del Consiglio dei Ministri, AgID, Ministero dello Sviluppo Economico Infrastrutture: dove siamo L Italia è il

Dettagli

IL PROGETTO LOMBARDIA CABLATA

IL PROGETTO LOMBARDIA CABLATA VIII Summit sull Industria della comunicazione in Italia IL PROGETTO LOMBARDIA CABLATA Raffaele Tiscar Finlombarda S.p.A. Roma, 25 gennaio 2011 Unioncamere Sala Longhi Palazzo Sallustio Il Progetto Bul

Dettagli

LE PROSPETTIVE DI MERCATO PER IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI

LE PROSPETTIVE DI MERCATO PER IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI Conegliano, 20 febbraio 2014 DENIS PANTINI Direttore Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa LE PROSPETTIVE DI MERCATO PER IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI I temi di approfondimento

Dettagli

Analisi dell offerta formativa di master universitari realizzati in Italia sui temi di interesse della cooperazione internazionale allo sviluppo *

Analisi dell offerta formativa di master universitari realizzati in Italia sui temi di interesse della cooperazione internazionale allo sviluppo * Analisi dell offerta formativa di master universitari realizzati in Italia sui temi di interesse della cooperazione internazionale allo sviluppo * Sommario 1 ANALISI DELL OFFERTA FORMATIVA DI MASTER UNIVERSITARI

Dettagli

Consumo carburanti (litri procapite) % autovetture cilindrata > 2.000 cc 20.511,2 2.725 1.134 519,1 7,33 61,71 5,89 0,41 0,44

Consumo carburanti (litri procapite) % autovetture cilindrata > 2.000 cc 20.511,2 2.725 1.134 519,1 7,33 61,71 5,89 0,41 0,44 LA CLASSIFICA REGIONALE Il confronto tra reddito disponibile e i sette indicatori di consumo nel 2008 Posizione REGIONI Reddito disponibile (euro procapite) Consumi alimentari (euro) Consumo energia elettrica

Dettagli

Profilo della Frosinone Wireless

Profilo della Frosinone Wireless Profilo della Frosinone Wireless (Aggiornamento del 12 Giugno 2012) PRESENTAZIONE DELL AZIENDA Frosinone Wireless s.p.a. nasce dalla sinergia tra professionisti del settore delle telecomunicazioni e un

Dettagli

La qualità dell accesso ad Internet in Italia: realtà e prospettive

La qualità dell accesso ad Internet in Italia: realtà e prospettive La qualità dell accesso ad Internet in Italia: realtà e prospettive 12 Giugno 2013 Prof. Maurizio Dècina Qualità dell accesso ad Internet - Attori e prospettive di interesse nel mercato italiano Associazione

Dettagli

Un piano per. Struttura di Missione per. dell edilizia 42.200 8.500 41.370. 368.000 classi 7.880.000 alunni. a.s. 2014/2015. Oltre 21.

Un piano per. Struttura di Missione per. dell edilizia 42.200 8.500 41.370. 368.000 classi 7.880.000 alunni. a.s. 2014/2015. Oltre 21. Struttura di Missione per dell edilizia Un piano per Ministero dello Sviluppo Economico 42.200 8.500 41.370 368.000 classi 7.880.000 alunni Oltre 21.000 a.s. 2014/2015 Struttura di Missione per la riqualificazione

Dettagli

I dirigenti di scuola al bivio. M G Dutto

I dirigenti di scuola al bivio. M G Dutto I dirigenti di scuola al bivio M G Dutto Milano, 30 ottobre 2014 La responsabilità pubblica Milano, 30 ottobre 2014 Azione o politica pubblica Milano, 30 ottobre 2014 La fiducia Istituto Toniolo, Rapporto

Dettagli

IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE FUTURE

IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE FUTURE IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E DENIS PANTINI Direttore Area Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa PROSPETTIVE FUTURE I temi di approfondimento I consumi

Dettagli

Il contributo di Infratel alla diffusione della Banda Larga e della Banda Ultra Larga. Rovigo, 25 Settembre 2015

Il contributo di Infratel alla diffusione della Banda Larga e della Banda Ultra Larga. Rovigo, 25 Settembre 2015 Il contributo di Infratel alla diffusione della Banda Larga e della Banda Ultra Larga Rovigo, 25 Settembre 2015 Agenda Digitale Europea 2013 100% Copertura Internet 2020 100% superiore a 30Mbps 50% (abitazioni)

Dettagli

MINISTERO DELL INTERNO

MINISTERO DELL INTERNO MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI Direzione Centrale per la Documentazione e la Statistica PRESSO LE SOCIO-RIABILITATIVE ALLE DATE DEL 31 MARZO E 30 GIUGNO 2002

Dettagli

Luca Zanetta Uniontraspor ti. Piani per lo sviluppo delle infrastrutture di rete in Calabria

Luca Zanetta Uniontraspor ti. Piani per lo sviluppo delle infrastrutture di rete in Calabria Luca Zanetta Uniontraspor ti Piani per lo sviluppo delle infrastrutture di rete in Calabria Reti a banda larga e ultralarga Le reti di telecomunicazione ad alta velocità sono un infrastruttura strategica

Dettagli

NGN2 e scorporo della rete

NGN2 e scorporo della rete NGN2 e scorporo della rete Il piano NGN2: driver principali Stato della rete Saturazione fisica: il rapporto tra il n delle linee broadband ed il n dei doppini in rame si sta approssimando al suo limite

Dettagli

Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende

Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende Regione Toscana Giunta Regionale Direzione Generale dello Sviluppo Economico

Dettagli

Relazione annuale 2011. sull attività svolta e sui programmi di lavoro

Relazione annuale 2011. sull attività svolta e sui programmi di lavoro Relazione annuale 2011 sull attività svolta e sui programmi di lavoro Indice 1. L ecosistema digitale 1.1. Introduzione...................................15 1.2. La catena del valore..............................18

Dettagli

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso Chieti L'Aquila Pescara Teramo Matera Potenza Catanzaro Cosenza Crotone 3 7 3 5 6 4 5 7 6 A03 CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE A06 COSTRUZIONI E TECNICO A07 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI 3 A09 DISCIPLINE

Dettagli

l'evoluzione della rete regionale dell'insubria

l'evoluzione della rete regionale dell'insubria Università degli Studi dell Insubria l'evoluzione della rete regionale dell'insubria Marta Ferrari Matteo Valsasna (*) Università degli Studi dell Insubria Progetto SRI - Sviluppo Rete Informatica Tel.

Dettagli

CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno

CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno NOTA PER LA STAMPA Roma, 17 aprile 2009 CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno Le imprese italiane pagano un prezzo sempre più alto per la crisi del credito:

Dettagli

Gli aspetti organizzativi dell Indagine. I. Paesi partecipanti

Gli aspetti organizzativi dell Indagine. I. Paesi partecipanti INDICE Gli aspetti organizzativi dell indagine...1 I. Paesi partecipanti...1 II. Campionamento...2 III. Rapporti con le scuole...3 IV. Traduzione degli strumenti...4 V. Codifica delle risposte aperte...5

Dettagli

Scheda descrittiva del progetto

Scheda descrittiva del progetto Scheda descrittiva del progetto 1. Anagrafica di progetto Titolo Banda ultralarga Acronimo (se esiste) UltraNet Data Inizio Data Fine 01/09/2011 31/12/2014 Budget totale (migliaia di euro) 60,50k Responsabile

Dettagli

1 551 020 1 531 598-19 422-1,3 TICINO Totale 17 400 091 17 769 842 369 751 2,1

1 551 020 1 531 598-19 422-1,3 TICINO Totale 17 400 091 17 769 842 369 751 2,1 Industria alberghiera e altre infrastrutture. Pernottamenti Fonte TS 2013 2014 Differenza Assoluta Differenza % ET Lago Maggiore 6 593 021 6 1 7 2 6 4,5 Gambarogno Turismo 1 357 144 1 366 558 9 414 0,7

Dettagli