GUIDA ALL ORIENTAMENTO DEI CORSI DI LAUREA TRIENNALE ED AI SERVIZI DEL CAMPUS anno accademico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GUIDA ALL ORIENTAMENTO DEI CORSI DI LAUREA TRIENNALE ED AI SERVIZI DEL CAMPUS anno accademico 2012-2013"

Transcript

1 GUIDA ALL ORIENTAMENTO DEI CORSI DI LAUREA TRIENNALE ED AI SERVIZI DEL CAMPUS anno accademico

2 2 Università degli Studi di Torino POLO DI BIELLA La Guida propone un quadro essenziale dell offerta formativa, delle strutture e dei principali servizi della sede universitaria di Città Studi A BIELLA LA SEDE UNIVERSITARIA DI BIELLA L ATENEO E LE SEDI UNIVERSITARIE UNIVERSITà DEGLI STUDI DI TORINO IL CAMPUS CITTÀ STUDI pag. 4 pag. 4 pag. 5 IL SISTEMA UNIVERSITARIO LA NUOVA RIFORMA UNIVERSITARIA D.M. 270/04 IL SISTEMA DEI CREDITI FORMATIVI QUANTO COSTA? pag. 8 pag. 8 pag. 9 I CORSI DI LAUREA TRIENNALE CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELL AMMINISTRAZIONE E CONSULENZA DEL LAVORO CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE TEST pag. 10 pag. 13 pag. 15 pag. 17

3 3 IL POLITECNICO DI TORINO IL POLITECNICO DI TORINO SEDE DI BIELLA pag. 18 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN TEXTILE ENGINEERING pag. 19 ORGANIZZAZIONE ATTIVITÀ ACCADEMICHE L IMMATRICOLAZIONE pag. 20 LA FREQUENZA OBBLIGATORIA O CONSIGLIATA pag. 20 IL CALENDARIO ACCADEMICO pag. 21 IL CALENDARIO DELLE LEZIONI pag. 22 L ISCRIZIONE AGLI ESAMI pag. 22 I SERVIZI SEGRETERIA DIDATTICA STUDENTI pag. 23 INTERNATIONAL OFFICE pag. 23 ORIENTAMENTO E TUTORATO pag. 24 JOB-PLACEMENT pag. 24 BORSE DI STUDIO pag. 25 BIBLIOTECA pag. 26 RESIDENZA UNIVERSITARIA pag. 27 CAMPI SPORTIVI pag. 28 CAFFETTERIA pag. 28 ASSOCIAZIONI UNIVERSITARIE pag. 29 INDIRIZZI UTILI pag. 31 DOVE SIAMO pag. 32

4 4 LA SEDE UNIVERSITARIA DI BIELLA L ATENEO LE SEDI UNIVERSITARIE Il Polo Universitario Biellese ospita all interno del moderno Campus di Città Studi le sedi decentrate dell Università degli Studi di Torino, con le Facoltà di Economia e di Scienze Politiche e del Politecnico di Torino con la Facoltà di Ingegneria. Nel Campus, inoltre, è presente il corso di laurea in Infermieristica dell Università del Piemonte Orientale A. Avogadro. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO La sede di Biella dell Università degli Studi di Torino è attiva all interno di Città Studi dal Chi si iscrive oggi all Università di Torino ha la garanzia di accedere ad un Ateneo moderno e aggiornato pur con una grande tradizione di studi, attento alle esigenze del territorio e del mercato del lavoro ma conscio del fatto che l Università deve soprattutto formare menti preparate e duttili, con un bagaglio culturale solido e nello stesso tempo flessibile. Le Facoltà presenti a Biella sono: Economia e Scienze Politiche. La facoltà di Economia propone il corso di laurea triennale in Economia Aziendale teso a soddisfare in modo specifico le attese delle aziende e del mondo del lavoro, che richiedono nuove professionalità e nuove specializzazioni nel campo della gestione e dell organizzazione aziendale. Il corso fornisce le competenze necessarie per formare manager aziendali, liberi professionisti e consulenti. La facoltà di Scienze Politiche propone due corsi di laurea triennali: uno in Servizio Sociale, rivolto al settore dei servizi alla persona, sia per quanto riguarda la progettazione sia per quanto riguarda l intervento diretto nelle situazioni di disagio e di esclusione sociale; l altro in Scienze dell Amministrazione e Consulenza del lavoro finalizzato a formare professionisti in grado di inserirsi nel mondo del lavoro, settore pubblico e privato, con competenze nella gestione delle risorse umane, delle relazioni sindacali e, più in generale, nelle attività gestionali-amministrative delle imprese come, ad esempio, l area contabile e fiscale.

5 5 IL CAMPUS CITTÀ STUDI Città Studi è stata fondata negli anni 80 su iniziativa di Enti e Associazioni pubbliche e private per rispondere alle esigenze formative del territorio nell ambito dell educazione universitaria e professionale, sviluppando anche attività di ricerca applicata, servizi, eventi congressuali e culturali. La città degli edifici * 1 Centro Congressi * 1 Palazzina Universitaria * 1 Palazzina per la Formazione Professionale * 1 Biblioteca * 1 Cascina La Vigna * 1 Cascina Oremo * 3 lotti College 9 strutture immerse in un area verde La città delle aule * 3 aule magne da 110 posti * 9 aule da 60 posti * 6 aule da 40 posti * 3 aule da 30 posti * 17 aule da 20 posti 38 aule per un tot. di posti La città dei laboratori * 2 laboratori di Alta Tecnologia Tessile * 5 laboratori informatici/linguistici * 1 laboratorio chimico * 2 laboratori di accoglienza 10 laboratori all avanguardia La città dei servizi * 2 segreterie * 1 sala professori * 1 sala orientamento * 1 caffetteria * 1 sala mensa * 1 sala web da 32 postazioni * 1 sala lettura da 96 posti * 2 sale studio * volumi in biblioteca * 70 riviste in consultazione * 700 quotidiani consultabili (di 70 paesi stranieri e in 38 lingue diverse) * 1 parco * 1 parcheggio scoperto con 2000 posti auto Per un servizio a 360 gradi La città del tempo libero * residenza universitaria con 93 posti letto * campo da basket * campo da calcetto * campo da pallavolo * centro congressi * biblioteca Per coniugare lo studio con il massimo relax La città dei congressi * auditorium da 440 posti * sala esposizioni da 330 mq * sala seminari da 110 posti * sale conferenze da 60 a 100 posti * sale riunioni da 12 a 30 posti * sale meeting da 30 a 63 posti * sala stampa * locale per catering * area espositiva interna da 700 mq * area espositiva esterna da 3000 mq Per più di 1000 posti in un area di mq

6 6 BIBLIOTECA UNIVERSITà CNR IPSIA CAFFETTERIA AGENZIA FORMATIVA

7 7 IL CAMPUS UNIVERSITARIO RESIDENZA UNIVERSITARIA CENTRO CONGRESSI ITIS CAMPI SPORTIVI

8 8 IL SISTEMA UNIVERSITARIO LA NUOVA RIFORMA UNIVERSITARIA D.M. 270/04 La Nuova Riforma Universitaria, chiamata D.M. 270/04, sostituisce la vecchia Riforma, il D.M. 509/99. Il Decreto Ministeriale 270/2004 sancisce una nuova definizione dei cicli di studio ed è volto a migliorare l efficacia del sistema universitario. Il complesso universitario biellese è stato tra i primi in Italia ad adeguarsi alla nuova normativa che ha tra i suoi effetti principali la diminuzione del numero di esami da sostenere per effetto dell accorpamento dei crediti (il massimo previsto è di 20 esami per le lauree triennali e di 12 per quelle magistrali). La nuova organizzazione degli studi universitari si articola in tre cicli: 1 CICLO: CORSI DI LAUREA Durano ordinariamente tre anni durante i quali è necessario conseguire 180 crediti (cfu). Essi hanno l obiettivo di assicurare allo studente un adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali, nonchè l acquisizione di specifiche conoscenze professionali. 2 CICLO: CORSI DI LAUREA MAGISTRALE La nuova denominazione delle lauree specialistiche è intervenuta con il D.M. 270/04. Esse durano due anni e prevedono l acquisizione di 120 crediti (cfu). Con la laurea magistrale si consegue un titolo che assicura una formazione di livello avanzato per l esercizio di attività di elevata qualificazione in ambiti specifici. Sono corsi di laurea magistrale a ciclo unico quelli con una distribuzione delle attività didattiche su 5 o 6 anni dopo aver conseguito 300 crediti (cfu) come ad esempio: Medicina e Chirurgia, Giurisprudenza, Farmacia, Architettura ecc. 3 CICLO: DIPLOMA DI SPECIALIZZAZIONE E DOTTORATO DI RICERCA Il diploma di specializzazione fornisce conoscenze e abilità per l esercizio di particolari attività professionali, in applicazione di norme di legge o direttive della Unione Europea. Al dottorato di ricerca si accede dopo la laurea magistrale, ha una durata triennale e ha l obiettivo di fornire competenze necessarie per esercitare attività di ricerca di alta qualificazione. Per maggiori informazioni consultare il sito del Ministero dell Istruzione, Università e della Ricerca: IL SISTEMA DEI CREDITI FORMATIVI (CFU) Il sistema dei crediti permette di misurare, e quindi razionalizzare, la quantità di lavoro di apprendimento dello studente. Esso si affianca, ma non sostituisce, la tradizionale valutazione qualitativa della preparazione dello studente espressa in trentesimi. Più esattamente il credito formativo universitario (cfu) è la misura della quantità di apprendimento richiesto a uno studente in possesso di adeguata preparazione iniziale per acquisire le conoscenze e le abilità previste dai singoli Corsi di Studio. Un credito equivale per convenzione a 25 ore di lavoro di apprendimento, tra lezioni in aula, laboratori, esercitazioni, seminari e studio individuale. Il sistema dei crediti è direttamente legato alle modalità d iscrizione all Università. La riforma ne prevede

9 9 due: a tempo pieno e a tempo parziale. Lo studente a tempo pieno è tenuto a presentare per ciascun anno accademico un piano di studio che preveda da un minimo di 37 crediti a un massimo di 80 crediti, salvo diverse disposizioni delle competenti strutture didattiche. Lo studente a tempo parziale è tenuto a presentare per ciascun anno accademico un piano di studio che preveda da un minimo di 20 crediti a un massimo di 36 crediti. Lo stesso studente può scegliere di anno in anno se iscriversi a tempo pieno o a tempo parziale. Le due tipologie di impegno didattico prevedono un diverso ammontare complessivo delle tasse universitarie annuali. Per approfondimenti è possibile consultare il Regolamento Tasse e Contributi o il Regolamento Didattico di Ateneo sul sito di Ateneo QUANTO COSTA? Per seguire i corsi di laurea e dare gli esami all Università degli Studi di Torino, devi pagare le tasse universitarie che vengono stabilite ogni anno dall Amministrazione dell Ateneo. A seconda della tua situazione economica famigliare (ISEE) verrai inserito in un sistema di livelli contributivi o fasce di reddito (da 1 a 26). Per ogni livello contributivo avrai un importo da pagare. La tabella a fianco riguarda il TEMPO PIENO, indica la fascia contributiva e gli importi da pagare (a.a. 2011/2012)* * a cui vanno aggiunti per tutti i corsi di laurea: - imposta di bollo sull iscrizione contributo per iniziative sportive C.U.S tassa regionale per il Diritto allo Studio tassa per i diritti SIAE per gli studenti iscritti al primo anno di un corso di laurea La contribuzione dello studente iscritto in qualità di TEMPO PARZIALE è pari al 75% di quella dello studente iscritto a tempo pieno. Tutti gli importi sono suddivisi in due rate: la prima rata all atto dell immatricolazione, la seconda entro il 31 marzo dell anno accademico in corso. Per ulteriori informazioni consultare il Regolamento Tasse e contributi dell anno accademico in corso dell Università degli Studi di Torino: N.B. gli importi si riferiscono all a.a e sono suscettibili di variazioni CONTRIBUZIONE COMPLESSIVA A.A ISEE Fasce Importi , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,00 > , ,00

10 10 CORSI DI LAUREA TRIENNALE CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE FACOLTÀ: SEDE: DURATA: TEST D INGRESSO: FREQUENZA: DIRETTORE DI SEDE: Sito: Economia Biella 3 anni Sì obbligatorio e selettivo Non obbligatoria Prof. ROBERTO DE BATTISTINI - Obiettivi formativi Il nuovo corso di laurea in Economia Aziendale si propone di fornire un approfondita conoscenza delle aziende sotto due profili: - la loro struttura (da quali elementi sono costituite, qual è la loro forma, come sono organizzate); - il loro funzionamento (come si gestiscono in condizioni concrete di operatività). A tale scopo, l analisi s impernia sullo studio delle funzioni aziendali (marketing, produzione, finanza, organizzazione, amministrazione e controllo, oltre alla strategia) nelle diverse tipologie d azienda (imprese dei vari settori, ma anche aziende e amministrazioni pubbliche). Il raggiungimento dell obiettivo specifico è reso possibile dall acquisizione di una forma mentis di tipo manageriale - gestionale, caratterizzata dall attitudine a osservare le aziende nell ottica del problem solving. Il percorso formativo prevede una preparazione di base comune. La formazione comune è fondata sulle discipline manageriali di base, supportate dalle conoscenze ottenibili con lo studio delle discipline economiche, giuridiche e matematico-statistiche. Il percorso successivo è caratterizzato da una maggiore specializzazione, con la scelta di uno tra i piani di studi proposti, individuati in funzione dei principali sbocchi professionali che caratterizzano questo tipo di laurea. Ambiti occupazionali Gli sbocchi occupazionali del corso di laurea in Economia Aziendale sono molteplici e per comodità distinguibili in due grandi classi: - nelle aziende di ogni settore e tipo (industria, servizi, banca, assicurazione, settore pubblico), per avviarsi a ricoprire ruoli di responsabilità gestionale e professionale all interno di aree funzionali come amministrazione, finanza e controllo (AFC), marketing, organizzazione, ecc., o per affiancare lo svolgimento di attività di natura imprenditoriale; - nell attività professionale per l assistenza e la consulenza alle aziende, sia per iniziare il percorso della libera professione di commercialista, sia nella consulenza direzionale in materia di pianificazione e controllo, finanza aziendale, marketing, organizzazione.

11 11 Proseguire gli studi Il corso di laurea in Economia Aziendale permette di accedere senza debiti formativi al corso di laurea magistrale in Economia e Direzione delle Imprese che fornisce un bagaglio di conoscenze specialistiche ed un approccio evoluto ai problemi aziendali d impronta strategico-gestionale e organizzativa. Gli sbocchi occupazionali sono essenzialmente di tipo direzionale e professionale in aziende di ogni settore e dimensione, in ambito nazionale e internazionale, privato e pubblico. Il corso di laurea magistrale è volto a chi aspira a ricoprire ruoli direzionali di particolari funzioni (marketing, finanza, amministrazione, pianificazione e controllo, organizzazione e personale, sistemi informativi). FACOLTÀ DI ECONOMIA Laurea in Economia Aziendale - Piano di studi Gestione d Impresa anno accademico 2012/2013 Piano di studi e crediti PRIMO ANNO Marketing (9 cfu) Economia aziendale (9 cfu) Microeconomia (9 cfu) Statistica (9 cfu) Matematica generale (9 cfu) Diritto pubblico dell economia (6 cfu) Diritto privato (6 cfu) Informatica ECDL FULL (3 cfu) SECONDO ANNO Diritto commerciale (6 cfu) Economia degli intermediari finanziari (9 cfu) Economia e direzione delle imprese (9 cfu) Programmazione e controllo e gestione dei processi (12 cfu) Ragioneria (9 cfu) Macroeconomia (9 cfu) Finanza aziendale (6 cfu) Strategia d impresa (6 cfu) TERZO ANNO Analisi e contabilità dei costi e gestione informatica dei dati aziendali (12 cfu) Sociologia dei processi economici (6 cfu) Tecnologia della produzione (6 cfu) Economia industriale (6 cfu) Geografia dell impresa distrettuale (6 cfu) Lingua straniera (12 cfu)* Tirocinio (3 cfu) Prova finale (3 cfu) N.B. i corsi ed i relativi crediti sono suscettibili di variazioni e modifiche *L insegnamento delle lingue straniere si sviluppa nell arco dell intero triennio e prevede un esame di profitto al terzo anno.

12 12 FACOLTÀ DI ECONOMIA Laurea in Economia Aziendale - Piano di studi Mercati e Intermediari finanziari anno accademico 2012/2013 Piano di studi e crediti PRIMO ANNO Marketing (9 cfu) Economia aziendale (9 cfu) Microeconomia (9 cfu) Statistica (9 cfu) Matematica generale (9 cfu) Diritto pubblico dell economia (6 cfu) Diritto privato (6 cfu) Informatica ECDL FULL (3 cfu) SECONDO ANNO Diritto commerciale (6 cfu) Economia degli intermediari finanziari (9 cfu) Economia del mercato mobiliare (9 cfu) Programmazione e controllo (6 cfu) Ragioneria (9 cfu) Macroeconomia (9 cfu) Finanza aziendale (6 cfu) Gestione socio-economica della banca (12 cfu) TERZO ANNO Diritto tributario (6 cfu) Economia e gestione delle imprese di assicurazione (9 cfu) Risparmio gestito (6 cfu) Lingua straniera (12 cfu)* Crediti liberi (12 cfu) Tirocinio (3 cfu) Prova finale (3 cfu) N.B. i corsi ed i relativi crediti sono suscettibili di variazioni e modifiche *L insegnamento delle lingue straniere si sviluppa nell arco dell intero triennio e prevede un esame di profitto al terzo anno.

13 13 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELL AMMINISTRAZIONE E CONSULENZA DEL LAVORO FACOLTÀ: SEDE: DURATA: TEST D INGRESSO: FREQUENZA: DIRETTORE DI SEDE: Sito: Scienze Politiche Biella 3 anni NO Non obbligatoria Prof.ssa SILVIA CANTONI - Obiettivi formativi Il corso di laurea in Scienze dell Amministrazione e Consulenza del Lavoro è teso a formare professionisti che abbiano la capacità di analisi del sistema socio-economico e dei sistemi organizzativi, che sappiano interpretare il cambiamento e stimolare efficacemente l innovazione organizzativa nelle amministrazioni pubbliche e private. Per realizzare ciò il corso di laurea integra competenze diverse: economiche, giuridiche, politologiche, sociologiche. Tale corso si occupa quindi sia dell amministrazione (operare in concreto), sia dell organizzazione (definire i mezzi necessari all amministrare), e questi interessi di studio hanno come sfondo enti, istituzioni e aziende. Il corso si articola in un piano formativo incentrato sulla gestione delle risorse umane e sulla consulenza del lavoro e offre una formazione finalizzata alla gestione del personale e allo sviluppo delle relazioni industriali ed ai rapporti con le organizzazioni sindacali. Per chi intende approfondire alcuni aspetti relativi alla Pubblica Amministrazione, sarà possibile seguire degli insegnamenti specifici (ad esempio Diritto Amministrativo). Ambiti occupazionali Svolgimento della libera professione di Consulente del Lavoro, previo esame di Stato e iscrizione all Albo. Attività di Consulenza per enti pubblici e privati; impiego di livello infradirigenziale per la gestione, all interno di strutture pubbliche o private, delle risorse umane, delle relazioni con il personale e con le organizzazioni sindacali; impiego di livello infradirigenziale nelle attività gestionali-amministrative delle imprese. Proseguire gli studi Il corso di laurea in Scienze dell Amministrazione e Consulenza del Lavoro permette di accedere senza debiti formativi alla laurea magistrale in Scienze del Governo e dell Amministrazione volto alla formazione di professionisti chiamati ad occupare ruoli di elevata responsabilità nell ambito di enti pubblici o privati di interesse pubblico. Assicura pertanto agli studenti gli strumenti per comprendere la gestione delle politiche pubbliche e per intervenire nei relativi processi decisionali elaborando soluzioni gestionali innovative, oltre ad un adeguata preparazione sull evoluzione storica del governo e delle organizzazioni complesse.

14 14 FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE Laurea in Scienze dell Amministrazione e Consulenza del Lavoro anno accademico 2012/2013 Piano di studi e crediti PRIMO ANNO Economia politica (12 cfu) Istituzioni di diritto pubblico (12 cfu) Sociologia generale (12 cfu) Storia contemporanea (12 cfu) Istituzioni di diritto privato (12 cfu) SECONDO ANNO Scienza politica (12 cfu) Economia industriale (9 cfu) Diritto commerciale o Diritto amministrativo (9 cfu) Relazioni industriali o Sociologia dell organizzazione (9 cfu) Diritto al lavoro (9 cfu) Lingua inglese o francese (9 cfu) Statistica (6 cfu) TERZO ANNO Economia aziendale (9 cfu) Mercato del lavoro e carriere (Sociologia del Lavoro) (6 cfu) Diritto dell Unione Europea o Diritto penale del lavoro o Diritto della previdenza sociale (6 cfu) Economia del lavoro o Governo territoriale e federalismo fiscale (9 cfu) Esame libero* (15 cfu) Altre attività (stage/laboratori/seconda lingua) (6 cfu) Prova finale (6 cfu) N.B. i corsi ed i relativi crediti sono suscettibili di variazioni e modifiche * Si ricorda che l esame a scelta può comprendere qualsiasi esame attivato dall Ateneo.

15 15 CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE FACOLTÀ: SEDE: DURATA: TEST D INGRESSO: FREQUENZA: DIRETTORE DI SEDE: Sito: Scienze Politiche Biella 3 anni NO Non obbligatoria Prof.ssa SILVIA CANTONI - Obiettivi formativi Il corso di laurea in Servizio Sociale mira a formare persone dotate di adeguate conoscenze e competenze per svolgere la professione di assistente sociale. I servizi sociali realizzano in particolare interventi volti alla soluzione di situazioni di difficoltà e disagio di singoli, gruppi e comunità, nell ambito del sistema organizzato delle risorse sociali; promuovono e coordinano le risorse di volontariato e del terzo settore; gestiscono, organizzano e programmano il complesso sistema integrato dei servizi sociali. Per lavorare nei servizi sociali si richiede una solida motivazione personale al lavoro di aiuto, una buona preparazione teorica interdisciplinare, la conoscenza aggiornata di norme, politiche e programmi di intervento sociale e specifiche capacità operative. Per conseguire questi obiettivi, lo studio include discipline di base e caratterizzanti, nonchè laboratori e tirocini, che mettono gli studenti a contatto con la realtà operativa dei servizi. Il tirocinio è componente essenziale della formazione e comporta l obbligo di circa 300 ore di attività continuativa svolta presso enti e servizi convenzionati con il corso di laurea. Ambiti occupazionali La laurea in Servizio Sociale è condizione necessaria per sostenere l esame di abilitazione alla professione di Assistente Sociale e ottenere l iscrizione all Albo professionale (sezione B). I laureati in Servizio Sociale trovano impiego nei servizi degli enti pubblici, con particolare riguardo ai comuni, alle province e ai loro consorzi; alcuni vengono occupati all interno delle aziende sanitarie locali; altri operano presso il Ministero della Giustizia (amministrazione carceraria e tribunale dei minori). In crescita risulta l impiego di laureati nel terzo settore (fondazioni, cooperative, associazioni, volontariato) e in strutture private (aziende, enti privati, patronati), che costituiscono un ambito di sicura espansione. Proseguire gli studi Il corso di laurea in Servizio Sociale consente di accedere senza debiti formativi alla laurea magistrale in Politiche e Servizi Sociali. Il corso si propone di formare figure di responsabili dell organizzazione, gestione e direzione di servizi sociali e di esperti nella programmazione delle politiche e dei servizi. I laureati alla magistrale dovranno possedere capacità manageriali di organizazzione e gestione dei servizi sociali e socio-sanitari nell ambito pubblico o privato. Dovranno, inoltre, acquisire competenze per progettare sistemi integrati di benessere locale.

16 16 FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE Laurea in Servizio Sociale anno accademico 2012/2013 Piano di studi e crediti PRIMO ANNO Istituzioni di diritto pubblico (9 cfu) Economia politica (9 cfu) Sociologia generale (9 cfu) Storia contemporanea (9 cfu) Principi e fondamenti del servizio sociale (9 cfu) Istituzioni di diritto privato e di famiglia (9 cfu) SECONDO ANNO Psicodinamica dello sviluppo e delle relazioni sociali (12 cfu) Sociologia dell organizzazione: servizi sociali e dinamiche organizzative (6 cfu) Metodi e tecniche del servizio sociale (6 cfu) Sociologia della famiglia (6 cfu) Diritto amministrativo (9 cfu) Lingua inglese o francese (6 cfu) Sociologia dei processi culturali o Storia delle istituzioni politiche (6 cfu) Esame a scelta* (6 cfu) Tirocinio 1 (6 cfu) TERZO ANNO Psicologia sociale (9 cfu) Elementi di psichiatria (6 cfu) Diritto penale e penitenziario (9 cfu) Sociologia della devianza (9 cfu) Diritto della previdenza sociale (6 cfu) Esame a scelta* (6 cfu) Tirocinio 2 (12 cfu) Prova finale (6 cfu) N.B. i corsi ed i relativi crediti sono suscettibili di variazioni e modifiche * Si ricorda che l esame a scelta può comprendere qualsiasi esame attivato dall Ateneo.

17 17 TEST TEST D INGRESSO A NUMERO PROGRAMMATO Le lauree triennali attivate dalla facoltà di Economia nell a.a. 2011/2012 hanno previsto il test d ingresso, obbligatorio e con il numero programmato. L accesso a tali lauree è stato, pertanto, subordinato alla partecipazione alla prova d ingresso ed è avvenuto sulla base di una graduatoria determinata con le modalità definite nel Decreto Rettorale n del 5 luglio 2011 (su Nell anno accademico 2011/12 i posti disponibili sono stati n totali di cui n per il corso di laurea in Economia Aziendale. La prova di ammissione alla Facoltà di Economia si compone di 80 domande a risposta multipla, di cui una sola risposta è esatta tra le quattro indicate. Le 80 domande sono così suddivise: - prima parte: 24 domande di tipo logico - attitudinale - seconda parte: 56 domande disciplinari, delle quali 8 in lingua inglese. Sul sito di Facoltà ww.econ.unito.it è riportato il Syllabus corredato di domande d esempio tratte dai test degli anni precedenti, con una spiegazione appropriata di come sia possibile pervenire alle risposte corrette attraverso un percorso logico toccando un patrimonio di conoscenze essenziali e disponibile alla generalità degli studenti che abbiano conseguito il diploma di maturità e si siano tenuti informati sui fatti rilevanti della società. TEST di ACCERTAMENTO DEI REQUISITI MINIMI (TARM) La facoltà di Scienze Politiche effettua un test di autovalutazione per verificare che i nuovi immatricolati siano in possesso dei requisiti minimi necessari a intraprendere con successo il corso di studi scelto. Il TARM è, dunque, una prova indirizzata a tutte le matricole affinché ciascuna attesti il proprio livello di conoscenze e competenze acquisite nel corso degli studi secondari. Il test ha carattere obbligatorio, non selettivo, e pertanto non costituisce uno sbarramento all iscrizione. Il TARM si svolge per via informatica e consiste in un questionario a risposta chiusa di 30 domande suddivise per argomento (cultura generale, comprensione del testo, matematica e logica, lingua inglese). Ogni studente ha a disposizione 50 minuti al termine dei quali la prova si interrompe automaticamente. A conclusione della prova lo studente visualizza il numero di risposte corrette. In base all esito della prova la facoltà potrà predisporre apposite attività integrative, di cui darà comunicazione online, finalizzate a colmare le lacune emerse.

18 18 POLITECNICO DI TORINO - Sede di Biella Nell a.a. 2011/12 il Politecnico di Torino ha attivato presso la sede di Biella una Struttura Decentrata di Supporto agli Studenti (SDSS), per l erogazione della didattica con la nuova tecnologia Computer Based University. Operativamente il corso di laurea in Ingegneria è svolto in aule attrezzate ad hoc per la modalità e-learning video streaming, dove gli studenti seguono le lezioni di teoria assistiti da tutors (docenti locali e non). Le esercitazioni ed i laboratori invece, che costituiscono una parte consistente della didattica, sono svolte sempre in sede ma in modalità tradizionale in presenza di tutors. Politecnico di Torino sede centrale Politecnico di Torino sede di Biella I corsi di Ingegneria dispongono della pubblicazione online delle lezioni tenute dai docenti, rese disponibili sul sito ufficiale dell Ateneo per consentirne una fruizione in streaming e permetterne anche il download su cellulare, Iphone o altro dispositivo. In sintesi presso la sede di Biella gli studenti: sono iscritti ad un corso di laurea del Politecnico di Torino sono iscritti in modalità full-time o part-time sulla base delle proprie scelte e della propria situazione; fruiscono delle registrazioni delle lezioni che il Politecnico realizza e distribuisce on-line (le lezioni in diretta o differita sono proiettate collettivamente in aula sotto la guida e con il supporto di un tutore); seguono le esercitazioni e le attività di laboratorio (chimico, fisico e informatico) previste per ciascun insegnamento in sede, supportati dai tutori che interagiscono con i docenti del Politecnico; dispongono di un servizio di segreteria che sostituisce la segreteria di Torino permettendo agli studenti di espletare in loco tutte le pratiche burocratiche; sostengono tutti gli esami previsti dal piano degli studi presso la sede. presso la sede di Biella gli studenti frequentano il primo anno dei corsi di Ingegneria: Spaziale, Biomedica, Chimica e Alimentare, Civile, Dei Materiali, Delle Telecomunicazioni, Edile, Elettrica, Elettronica, Energetica, Fisica, Gestionale, Informatica, Meccanica, Per l Ambiente e il territorio, Dell Autoveicolo, Matematica per l Ingegneria.

19 19 LAUREA MAGISTRALE in Textile Engineering Il corso di laurea Magistrale in Textile Engineering è un corso di laurea innovativo e specifico che prepara a diventare un professionista capace di creare e gestire i nuovi processi aziendali nel settore tessile e abbigliamento. Il corso di laurea magistrale propone un piano di studi innovativo e aggiornato, che integra competenze nelle discipline di base con insegnamenti di statistica, complementi di termodinamica e fenomeni di trasporto. A questi insegnamenti si aggiungono materie specifiche dell Ingegneria Tessile (avanzata chimica tessile, fibre tessili innovative e tecnologia, produzione e applicazione dei tessili tecnici, controllo avanzato dei processi tessili). Gli altri insegnamenti sono il necessario raccordo tra la specializzazione metodologica e la tecnologia tessile e sono quelli relativi alla scienze dei materiali (con particolare riferimento alle fibre tessili), alla chimica dei polimeri, dei coloranti e della sicurezza industriale. Il secondo semestre del primo anno, potrà essere svolto presso un UNIVERSITÀ EUROPEA facente parte dell associazione AUTEX (Association of Universities for Textiles), dove verrà impartita la formazione avanzata dell Ingegneria Tessile con particolare attenzione ai processi di produzione dei tessili tecnici ed a quelli relativi a tintura e finissaggio dei tessuti. Nel corso del secondo anno tale formazione specialistica tessile viene ulteriormente completata prendendo in esame gli aspetti meccano-tessili e l intensificazione dei processi con metodologie innovative e potrà essere personalizzata grazie alla possibilità di inserire insegnamenti a scelta. Il secondo semestre del secondo anno è riservato allo svolgimento della tesi di laurea e al tirocinio. In questa fase lo studente integra le proprie conoscenze e mette a frutto le proprie competenze dedicandosi ad un attività di tipo teorico, applicativo e/o sperimentale in cui dovrà fornire il proprio contributo originale con un periodo di sperimentazione su impianti pilota. Textile Engineering ha sviluppato attività di studio orientate alle innovazioni tecnologiche (ad esempio i filati high-tech, i tessuti intelligenti, i tessuti funzionalizzanti con trattamenti al plasma o UV) che garantiscono una preparazione al passo con i cambiamenti e le richieste del mercato. Grazie ai nuovi Laboratori di Alta Tecnologia Tessile (LATT), attivi presso la sede di Biella del Politecnico, lo studente potrà eleborare la tesi finale di laurea partecipando a sperimentazioni che si inseriscono in programmi avanzati di ricerca, anche presso aziende con cui sono stabiliti rapporti di collaborazione.

GUIDA ALL ORIENTAMENTO

GUIDA ALL ORIENTAMENTO GUIDA ALL ORIENTAMENTO DEI CORSI UNIVERSITARI ED AI SERVIZI DEL CAMPUS anno accademico 2015-2016 POLITECNICO DI TORINO UNIVERSITà DEL PIEMONTE ORIENTALE 2 La Guida propone un quadro essenziale dell offerta

Dettagli

GUIDA ALL ORIENTAMENTO

GUIDA ALL ORIENTAMENTO GUIDA ALL ORIENTAMENTO DEI CORSI UNIVERSITARI ED AI SERVIZI DEL CAMPUS anno accademico 2016-2017 POLITECNICO DI TORINO UNIVERSITà DEL PIEMONTE ORIENTALE 2 La Guida propone un quadro essenziale dell offerta

Dettagli

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN SERVIZIO SOCIALE

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN SERVIZIO SOCIALE CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN SERVIZIO SOCIALE Classe delle Lauree in Servizio sociale (L-39) Sedi didattiche del Corso di Laurea: Asti Presidente del Corso di Laurea: Prof.ssa Elena Allegri Referente di

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Economia Varese MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009 Corso di laurea magistrale in Economia e Commercio Corso di laurea magistrale in Economia

Dettagli

DIZIONARIO UNIVERSITARIO

DIZIONARIO UNIVERSITARIO DIZIONARIO UNIVERSITARIO ANNO ACCADEMICO L anno accademico può essere suddiviso in due periodi dell anno in cui frequentare le lezioni e dare gli esami. In genere il primo periodo dura da ottobre a gennaio,

Dettagli

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015 Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015 Senato Accademico 21/07/2015 Comitato Esecutivo 23/07/2015 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA INDUSTRIALE INDICE TITOLO

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN FISICA

CORSO DI LAUREA IN FISICA Università degli Studi di Trieste MANIFESTO DEGLI STUDI CORSO DI LAUREA IN FISICA A.A. 2015-201 Classe L-30 Scienze e Tecnologie Fisiche (D.M. 270/04) INDICE: PREMESSA 1. TITOLI ACCADEMICI 2. PRESENTAZIONE

Dettagli

FOTO. Corso di laurea Economia XXXXX aziendale. Facoltà di. Laurea triennale. Servizio orientamento. Facoltà di Economia e Giurisprudenza

FOTO. Corso di laurea Economia XXXXX aziendale. Facoltà di. Laurea triennale. Servizio orientamento. Facoltà di Economia e Giurisprudenza Percorsi Formativi Facoltà di Corso di laurea Economia XXXXX aziendale Facoltà di Economia e Giurisprudenza Servizio orientamento Piacenza - Via Emilia Parmense, 84 Scrivi a servizio.orientamento-pc@unicatt.it

Dettagli

FUNZIONARIO GIUDIZIARIO E AMMINISTRATIVO ANNO ACCADEMICO 2009/2010

FUNZIONARIO GIUDIZIARIO E AMMINISTRATIVO ANNO ACCADEMICO 2009/2010 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA Corso di Laurea telematico in: FUNZIONARIO GIUDIZIARIO E AMMINISTRATIVO ANNO ACCADEMICO 2009/2010 Depliant informativo FACOLTA' DI GIURISPRUDENZA

Dettagli

L UNIVERSITÀ A JESI: IL FUTURO È CON NOI!

L UNIVERSITÀ A JESI: IL FUTURO È CON NOI! FONDAZIONE ANGELO COLOCCI L UNIVERSITÀ A JESI: IL FUTURO È CON NOI! in collaborazione con OFFERTA FORMATIVA A.A. 2015/2016 INDIRIZZI: SCIENZE GIURIDICHE APPLICATE Corso di laurea triennale 1) OPERATORE

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA AZIENDALE XVII Scienze dell economia e della gestione aziendale Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento disciplina l articolazione

Dettagli

Economia e Gestione Aziendale (L-18) Economia (L-33)

Economia e Gestione Aziendale (L-18) Economia (L-33) Università degli Studi Roma Tre ANNO ACCADEMICO 2009/2010 23 luglio 2009 ORDINAMENTO DIDATTICO UNIVERSITARIO Corsi di Laurea Triennali Corsi di Laurea Magistrali Corsi post lauream: Master (I e II livello)

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 LAUREA IN ORGANIZZAZIONE E RISORSE UMANE (ORU)

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 LAUREA IN ORGANIZZAZIONE E RISORSE UMANE (ORU) UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 LAUREA IN ORGANIZZAZIONE E RISORSE UMANE (ORU) (Classe L-16) Immatricolati fino all'a.a. 2013/2014 GENERALITA' Classe di laurea di appartenenza:

Dettagli

L Ordine degli studi è aggiornato al 15 Luglio 2013 ORDINE DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA, MANAGEMENT E FINANZA (LM-56)

L Ordine degli studi è aggiornato al 15 Luglio 2013 ORDINE DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA, MANAGEMENT E FINANZA (LM-56) L Ordine degli studi è aggiornato al 15 Luglio 2013 ORDINE DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA, MANAGEMENT E FINANZA (LM-56) ANNO ACCADEMICO 2013-2014 La presente pubblicazione ha carattere puramente

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Scadenze amministrative per l anno accademico 2012-2013 Per l anno accademico 2012-2013 le scadenze amministrative di seguito riportate che devono essere osservate necessariamente per tutti i corsi di

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013 (Regolamento didattico 2011)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013 (Regolamento didattico 2011) Università degli Studi di Perugia Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013

Dettagli

BANDO DEL MASTER DI 2 LIVELLO

BANDO DEL MASTER DI 2 LIVELLO I^ Facoltà di Medicina e Chirurgia Dipartimento di Medicina Legale Cattedra di medicina sociale Anno Accademico 2007-2008 BANDO DEL MASTER DI 2 LIVELLO IN MEDICINA E SANITA PENITENZIARIA Codice del Corso

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MARKETING E QUALITÀ

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MARKETING E QUALITÀ REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MARKETING E QUALITÀ Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l organizzazione didattica e lo svolgimento delle attività

Dettagli

1 BANDO DI AMMISSIONE PER L ANNO ACCADEMICO 2014 2015 Termine iscrizioni: 24 luglio 2014

1 BANDO DI AMMISSIONE PER L ANNO ACCADEMICO 2014 2015 Termine iscrizioni: 24 luglio 2014 1 BANDO DI AMMISSIONE PER L ANNO ACCADEMICO 2014 2015 Termine iscrizioni: 24 luglio 2014 Introduzione Il Collegio Universitario Luigi Lucchini di Brescia si propone come Centro di eccellenza per la formazione

Dettagli

Scuola di Scienze e Tecnologie. corso di laurea (I livello) Matematica e applicazioni

Scuola di Scienze e Tecnologie. corso di laurea (I livello) Matematica e applicazioni Scuola di Scienze e Tecnologie corso di laurea (I livello) Matematica e applicazioni L-35 3 anni sede UNICAM: Camerino crediti complessivi da acquisire: 180 www.unicam.mat.it www.sst.unicam.it/sst/ Presentazione

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di INGEGNERIA

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di INGEGNERIA Università degli Studi di Bergamo Facoltà di INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale Classe di appartenenza: L-9 Ingegneria Industriale Management Engineering REGOLAMENTO DIDATTICO (modificato

Dettagli

FUNZIONARIO GIUDIZIARIO E AMMINISTRATIVO ANNO ACCADEMICO 2010/2011

FUNZIONARIO GIUDIZIARIO E AMMINISTRATIVO ANNO ACCADEMICO 2010/2011 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA Corso di Laurea telematico in: FUNZIONARIO GIUDIZIARIO E AMMINISTRATIVO ANNO ACCADEMICO 2010/2011 Depliant informativo FACOLTA' DI GIURISPRUDENZA

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l'organizzazione didattica e lo svolgimento delle attività formative del

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO MULTIMODALE PER LA DIDATTICA L UNIVERSITÀ SEDI OFFERTA FORMATIVA TUTOR ASSISTENZA TECNICA DIDATTICA PRIMA DELL ISCRIZIONE

SISTEMA INTEGRATO MULTIMODALE PER LA DIDATTICA L UNIVERSITÀ SEDI OFFERTA FORMATIVA TUTOR ASSISTENZA TECNICA DIDATTICA PRIMA DELL ISCRIZIONE L UNIVERSITÀ L Università degli Studi Guglielmo Marconi, riconosciuta con D.M. 1 marzo 2004, è la prima Università aperta (Open University) che unisce metodologie di formazione a distanza con le attività

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014) Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016

Dettagli

Regolamento per la disciplina dei servizi a supporto degli studenti con disabilità e con disturbi specifici di apprendimento (DSA).

Regolamento per la disciplina dei servizi a supporto degli studenti con disabilità e con disturbi specifici di apprendimento (DSA). Regolamento per la disciplina dei servizi a supporto degli studenti con disabilità e con disturbi specifici di apprendimento (DSA). Titolo1 NORME GENERALI Art. 1 Principi generali e finalità del servizio

Dettagli

CORSO DI LAUREA ECONOMIA AZIENDALE L-18 180 CFU

CORSO DI LAUREA ECONOMIA AZIENDALE L-18 180 CFU CORSO DI LAUREA ECONOMIA AZIENDALE L-18 180 CFU www.unipegasotrapani.it ECONOMIA AZIENDALE L-18 triennale 180 CFU Facoltà di Giurisprudenza OBIETTIVI FORMATIVI SPECIFICI Il corso di laurea in Economia

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Regolamento didattico del corso di studio per il conseguimento della laurea in Scienza dei Materiali. Art.1 - Norme generali...1 Art.2 - Obiettivi formativi...2 1. Obiettivi specifici del corso...2 2.

Dettagli

Facoltà di Scienze MFN Manifesto degli Studi A.A. 2011/2012

Facoltà di Scienze MFN Manifesto degli Studi A.A. 2011/2012 Facoltà di Scienze MFN Manifesto degli Studi A.A. 2011/2012 Il presente Manifesto degli Studi è conforme a quanto deliberato dalla Facoltà di Scienze MFN nella seduta del Consiglio del 31 Maggio 2011.

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA. > dottore per i corsi di laurea (di primo livello) laurea 3 anni 180 cfu. master di I livello minimo 60 cfu

OFFERTA FORMATIVA. > dottore per i corsi di laurea (di primo livello) laurea 3 anni 180 cfu. master di I livello minimo 60 cfu OFFERTA FORMATIVA laurea 3 anni 180 cfu master di I livello minimo 60 cfu laurea magistrale 2 anni 120 cfu master di II livello minimo 60 cfu dottorato di ricerca 3 anni corsi di laurea triennale (di primo

Dettagli

A JESI L UNIVERSITÀ CHE TI ASCOLTA!

A JESI L UNIVERSITÀ CHE TI ASCOLTA! FONDAZIONE ANGELO COLOCCI A JESI L UNIVERSITÀ CHE TI ASCOLTA! in collaborazione con OFFERTA FORMATIVA A.A. 2014/2015 Corso di laurea triennale in SCIENZE GIURIDICHE APPLICATE indirizzi in: 1) OPERATORE

Dettagli

Corso di Laurea Triennale in Matematica

Corso di Laurea Triennale in Matematica http://www.unife.it/scienze/matematica Corso di Laurea Triennale in Matematica (Classe L 35) Presentazione per Matricole a.a. 2015-16 Coordinatore CdS: Prof. Philippe Ellia Manager didattico: Dott. Elisa

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie LAUREA IN CHIMICA MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 È istituito presso l Università degli Studi di Perugia il Corso

Dettagli

ECONOMIA, MANAGEMENT E AMMINISTRAZIONE D AZIENDA

ECONOMIA, MANAGEMENT E AMMINISTRAZIONE D AZIENDA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE ECONOMIA, MANAGEMENT E AMMINISTRAZIONE D AZIENDA Classe di Laurea LM 77 DIPARTIMENTO DI SCIENZE ECONOMICHE, POLITICHE E DELLE LINGUE MODERNE PRESIDENTE DEL CORSO DI LAUREA Prof.

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA E COMMERCIO XXVIII Scienze economiche Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento disciplina l articolazione dei contenuti e le modalità

Dettagli

Servizio accoglienza studenti con disabilità Carta dei Servizi (Approvata dal Consiglio di Amministrazione Adunanza Ordinaria Del 22 luglio 2011)

Servizio accoglienza studenti con disabilità Carta dei Servizi (Approvata dal Consiglio di Amministrazione Adunanza Ordinaria Del 22 luglio 2011) Servizio accoglienza studenti con disabilità Carta dei Servizi (Approvata dal Consiglio di Amministrazione Adunanza Ordinaria Del 22 luglio 2011) Art. 1 Principi generali Il Servizio Accoglienza Studenti

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA MAGISTRALE DELLA FACOLTÀ DI INGEGNERIA COLLEGIO DIDATTICO DI INGEGNERIA ELETTRONICA IL RETTORE

BANDO PER L AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA MAGISTRALE DELLA FACOLTÀ DI INGEGNERIA COLLEGIO DIDATTICO DI INGEGNERIA ELETTRONICA IL RETTORE Area studenti Rep. 1002/2011 Prot. 20596 Anno Accademico 2011/2012 BANDO PER L AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA MAGISTRALE DELLA FACOLTÀ DI INGEGNERIA COLLEGIO DIDATTICO DI INGEGNERIA ELETTRONICA IL RETTORE

Dettagli

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015 Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015 Senato Accademico 21/07/2015 Comitato Esecutivo 23/07/2015 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA BIOMEDICA INDICE

Dettagli

LINGUE TEDESCA, FRANCESE E SPAGNOLA LIVELLO B2

LINGUE TEDESCA, FRANCESE E SPAGNOLA LIVELLO B2 GUIDA ALLA PROVA DI CONOSCENZA LINGUISTICA INFORMATIZZATA LINGUE TEDESCA, FRANCESE E SPAGNOLA LIVELLO B2 Anno accademico 2015/16 DIPARTIMENTI/CENTRI Facoltà di Giurisprudenza Civile, Ambientale e Meccanica

Dettagli

Università degli Studi di Milano-Bicocca. Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali

Università degli Studi di Milano-Bicocca. Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali Università degli Studi di Milano-Bicocca Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali Corso di Laurea Magistrale in Fisica LM-17 Fisica Physics REGOLAMENTO DIDATTICO ANNO ACCADEMICO 2011/2012 Presentazione

Dettagli

UNIVERSITY OF SIENA FACULTY OF POLITICAL SCIENCES ADVANCED PROGRAMME IN INTERNATIONAL STUDIES ACADEMIC REGULATIONS

UNIVERSITY OF SIENA FACULTY OF POLITICAL SCIENCES ADVANCED PROGRAMME IN INTERNATIONAL STUDIES ACADEMIC REGULATIONS UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SIENA FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE INTERNAZIONALI (Classe LM-52 Relazioni Internazionali) UNIVERSITY OF SIENA FACULTY

Dettagli

Università degli studi di Milano Bicocca Scuola di Scienze Corso di Laurea in Ottica e Optometria

Università degli studi di Milano Bicocca Scuola di Scienze Corso di Laurea in Ottica e Optometria Università degli studi di Milano Bicocca Scuola di Scienze Corso di Laurea in Ottica e Optometria Manifesto annuale degli studi ANNO ACCADEMICO 2013/2014 Offerta formativa Il Corso di Laurea in Ottica

Dettagli

GUIDA ALLA PROVA DI CONOSCENZA LINGUISTICA INFORMATIZZATA LIVELLO B1. Anno accademico 2013/14

GUIDA ALLA PROVA DI CONOSCENZA LINGUISTICA INFORMATIZZATA LIVELLO B1. Anno accademico 2013/14 GUIDA ALLA PROVA DI CONOSCENZA LINGUISTICA INFORMATIZZATA LIVELLO B1 Anno accademico 2013/14 DIPARTIMENTI/CENTRI Facoltà di Giurisprudenza Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica Ingegneria e Scienza

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 PARTE PRIMA INFORMAZIONI GENERALI

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 PARTE PRIMA INFORMAZIONI GENERALI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI FACOLTA DI ECONOMIA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 PARTE PRIMA INFORMAZIONI GENERALI 1. Corsi di laurea L offerta formativa della Facoltà di Economia

Dettagli

Corso di Laurea in Economia Aziendale. Corso di Laurea Magistrale in Economia e Direzione Aziendale

Corso di Laurea in Economia Aziendale. Corso di Laurea Magistrale in Economia e Direzione Aziendale UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA FACOLTÀ DI ECONOMIA SEDE DI TERNI MANIFESTO DEGLI STUDI Corso di Laurea in Economia Aziendale Corso di Laurea Magistrale in Economia e Direzione Aziendale ANNO ACCADEMICO

Dettagli

Regolamento didattico del corso di laurea in ECONOMIA E COMMERCIO

Regolamento didattico del corso di laurea in ECONOMIA E COMMERCIO Regolamento didattico del corso di laurea in ECONOMIA E COMMERCIO Art. 1 Premessa e ambito di competenza Art. 2 Requisiti di ammissione. Modalità di verifica Art. 3 Attività formative Il presente Regolamento,

Dettagli

Università degli Studi di Padova Facoltà di Scienze MM. FF. NN. CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN CHIMICA INDUSTRIALE

Università degli Studi di Padova Facoltà di Scienze MM. FF. NN. CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN CHIMICA INDUSTRIALE Università degli Studi di Padova Facoltà di Scienze MM. FF. NN. CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN CHIMICA INDUSTRIALE Bollettino Notiziario Anno accademico 2011-2012 Informazioni generali Corso di Laurea Magistrale

Dettagli

Dipartimento Economia e Impresa

Dipartimento Economia e Impresa Dipartimento Economia e Impresa 1 Dipartimento Economia e Impresa Il Dipartimento Economia e Impresa dell Università di Catania articola la propria offerta formativa in corsi di laurea, corsi di laurea

Dettagli

BANDO DI AMMISSIONE MASTER di I e II livello CORSI di AGGIORNAMENTO, PERFEZIONAMENTO e FORMAZIONE PROFESSIONALE a.a. 2013/2014

BANDO DI AMMISSIONE MASTER di I e II livello CORSI di AGGIORNAMENTO, PERFEZIONAMENTO e FORMAZIONE PROFESSIONALE a.a. 2013/2014 BANDO DI AMMISSIONE MASTER di I e II livello CORSI di AGGIORNAMENTO, PERFEZIONAMENTO e FORMAZIONE PROFESSIONALE a.a. 2013/2014 L Università degli Studi di Teramo, in convenzione con la Fondazione Università

Dettagli

FAQ FREQUENZA AI CORSI DI LAUREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE Risposta alle domande più frequenti F.A.Q. Frequently Asked Questions

FAQ FREQUENZA AI CORSI DI LAUREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE Risposta alle domande più frequenti F.A.Q. Frequently Asked Questions Università degli Studi di Verona Provincia Autonoma di Trento Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI

Dettagli

GUIDA ALLA PROVA DI CONOSCENZA LINGUISTICA INFORMATIZZATA LIVELLO B2. Anno accademico 2013/14

GUIDA ALLA PROVA DI CONOSCENZA LINGUISTICA INFORMATIZZATA LIVELLO B2. Anno accademico 2013/14 GUIDA ALLA PROVA DI CONOSCENZA LINGUISTICA INFORMATIZZATA LIVELLO B2 Anno accademico 2013/14 DIPARTIMENTI/CENTRI Facoltà di Civile, Ambientale e Meccanica e Scienza dell Informazione Industriale Fisica

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DELLA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE

REGOLAMENTO DIDATTICO DELLA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE REGOLAMENTO DIDATTICO DELLA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE SEZIONE I - NORME GENERALI E COMUNI CAPO I - DENOMINAZIONE E ORGANI Art. 1 - Denominazione dei corsi di laurea e classi di riferimento Art.

Dettagli

FACOLTA DI SCIENZE MANAGERIALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA TELEMATICO IN ECONOMIA E MANAGEMENT DEI SERVIZI SANITARI CLASSE 17

FACOLTA DI SCIENZE MANAGERIALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA TELEMATICO IN ECONOMIA E MANAGEMENT DEI SERVIZI SANITARI CLASSE 17 FACOLTA DI SCIENZE MANAGERIALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA TELEMATICO IN ECONOMIA E MANAGEMENT DEI SERVIZI SANITARI CLASSE 17 1. DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI FORMATI VI All interno dell Ateneo

Dettagli

L-18 Economia aziendale REGOLAMENTO in vigore dall a.a. 2013-14

L-18 Economia aziendale REGOLAMENTO in vigore dall a.a. 2013-14 L-18 Economia aziendale REGOLAMENTO in vigore dall a.a. 2013-14 Art.1 Denominazione del corso di studio e classe di appartenenza E istituito presso l Università di Firenze il Corso di Laurea in Economia

Dettagli

Consiglio unificato delle classi 15 e 70/S. Presidente Prof. Paolo Pastori. Segretario Prof. Marco Giovagnoli

Consiglio unificato delle classi 15 e 70/S. Presidente Prof. Paolo Pastori. Segretario Prof. Marco Giovagnoli Facoltà: Giurisprudenza Corsi di Laurea in: Scienze Politiche Scienze Politiche del Lavoro e del Territorio (magistrale) Scienze Politiche (quadriennale) Consiglio unificato delle classi 15 e 70/S Presidente

Dettagli

LAUREA IN SCIENZE DEL SERVIZIO SOCIALE

LAUREA IN SCIENZE DEL SERVIZIO SOCIALE LAUREA IN SCIENZE DEL SERVIZIO SOCIALE Università degli Studi di Verona Palazzo ex-giorgi di via Filippini 18, Verona www.univr.it www. formazione.univr.it/fol/main 1. La nostra lunga storia: tradizione

Dettagli

Ingegneria Manifesto degli Studi*

Ingegneria Manifesto degli Studi* 14 15 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE Ingegneria Manifesto degli Studi* Corsi di laurea triennale Nell a.a. 2014/15 sono attivi i seguenti corsi di laurea triennale ex D.M. 270/04: Corso di laurea in Ingegneria

Dettagli

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica I Facoltà di Medicina e Chirurgia Master di II Livello in Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica (Codice Corso di Studio da inserire nel bollettino di immatricolazione:

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO in Scienze e Tecniche Psicologiche dei Processi Mentali CLASSE L 24, ai SENSI DEL D.M. 270/2004 A.A. 2014-2015 TITOLO I - SCIENZE

Dettagli

Barbara Pes Manager didattico Facoltà di Economia. Un analisi dei rendimenti della didattica delle Facoltà: punti di forza e di debolezza*

Barbara Pes Manager didattico Facoltà di Economia. Un analisi dei rendimenti della didattica delle Facoltà: punti di forza e di debolezza* Barbara Pes Manager didattico Facoltà di Economia Un analisi dei rendimenti della didattica delle Facoltà: punti di forza e di debolezza* I Manager didattici hanno il principale obiettivo di facilitare

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO CLASSICO STATALE ISAAC NEWTON CHIVASSO. Organizzazione del Sistema Nazionale di Istruzione Superiore Universitaria

LICEO SCIENTIFICO CLASSICO STATALE ISAAC NEWTON CHIVASSO. Organizzazione del Sistema Nazionale di Istruzione Superiore Universitaria LICEO SCIENTIFICO CLASSICO STATALE ISAAC NEWTON CHIVASSO Organizzazione del Sistema Nazionale di Istruzione Superiore Universitaria A cura della Prof.ssa Paola Giacone Giacobbe a.s. 2010-2011 Il Sistema

Dettagli

Le risposte alle domande più frequenti Analisi e Gestione dei Fenomeni Sociali, Organizzativi e Territoriali 1. Si trova facilmente lavoro?

Le risposte alle domande più frequenti Analisi e Gestione dei Fenomeni Sociali, Organizzativi e Territoriali 1. Si trova facilmente lavoro? Le risposte alle domande più frequenti sul Corso di Laurea triennale in Analisi e Gestione dei Fenomeni Sociali, Organizzativi e Territoriali Facoltà di Scienze Politiche Università del Piemonte Orientale,

Dettagli

Università degli Studi di Pavia

Università degli Studi di Pavia Università degli Studi di Pavia SERVIZIO SEGRETERIE STUDENTI CONTRIBUZIONE UNIVERSITARIA A.A. 201/2014 RIFERIMENTI NORMATIVI REGOLAMENTO NORME SULLA CONTRIBUZIONE EMANATO CON DECRETO RETTORALE N. 1147/2010

Dettagli

GUIDA BREVE DI FACOLTA - CORSI DI LAUREA IN FISICA A.A. 2003-2004

GUIDA BREVE DI FACOLTA - CORSI DI LAUREA IN FISICA A.A. 2003-2004 GUIDA BREVE DI FACOLTA - CORSI DI LAUREA IN FISICA A.A. 2003-2004 Nell A.A. 2003/2004 viene attivato presso la Facolta di Scienze il Corso di Laurea Triennale in Fisica, al quale è possibile l iscrizione

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE L-18 - Scienze dell economia e della gestione aziendale (ex D.M. 270/04)

CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE L-18 - Scienze dell economia e della gestione aziendale (ex D.M. 270/04) L-18 - Scienze dell economia e della gestione aziendale (ex D.M. 270/04) Sede: Via dell Ateneo Lucano, 10 85100 Potenza Via Nazario Sauro, 85 Potenza 50 Segreteria Studenti: Via Nazario Sauro, 85 Potenza

Dettagli

Allegato al D.R. n.13653 del 3 agosto 2006

Allegato al D.R. n.13653 del 3 agosto 2006 Allegato al D.R. n.13653 del 3 agosto 2006 Procedura di valutazione della preparazione di base finalizzata all iscrizione ai corsi speciali di cui all art. 2, comma 1-c bis e comma 1 ter della Legge 143/2004,

Dettagli

Orientamento Universitario

Orientamento Universitario 1 Orientamento Universitario Moduli di Orientamento Simulazioni e Test per l accesso alle Facoltà a numero chiuso Corsi di Preparazione ai Test di ammissione la chiave per il numero chiuso 2 Indice Orientamento

Dettagli

Università degli Studi di Sassari. REGOLAMENTO DIDATTICO Tirocinio Formativo Attivo (TFA) classi A445 e A446

Università degli Studi di Sassari. REGOLAMENTO DIDATTICO Tirocinio Formativo Attivo (TFA) classi A445 e A446 REGOLAMENTO DIDATTICO Tirocinio Formativo Attivo (TFA) classi A445 e A446 Art. 1 Attivazione Presso il Dipartimento di Scienze Umanistiche e Sociali per l A.A. 2014/2015 è attivato, in conformità a quanto

Dettagli

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/20115. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/20115. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015 Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/20115 Senato Accademico 21/07/2015 Comitato Esecutivo 23/07/2015 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA CHIMICA PER

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE Classe delle Lauree Magistrali in Servizio sociale e politiche sociali (LM-87) Sede didattica del Corso di Laurea Magistrale: Alessandria

Dettagli

Articolo 1 Riferimento normativo e obiettivi formativi

Articolo 1 Riferimento normativo e obiettivi formativi Prot. n. 1002 /D1 Bando per l ammissione al corso biennale di Diploma Accademico di secondo livello in DESIGN DEI SISTEMI Anno Accademico 2011/2012 (Delibera n. 217 del Consiglio Accademico del 30.06.11)

Dettagli

PROGETTO ORIENTAMENTO DI ATENEO

PROGETTO ORIENTAMENTO DI ATENEO Direzione Servizi agli Studenti Ufficio Orientamento allo Studio www.orientamento.unimore.it PROGETTO ORIENTAMENTO DI ATENEO Il Progetto Orientamento di Ateneo (P.O.A.) dell Università degli studi di Modena

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Titolo I - Istituzione ed attivazione Art. 1 - Informazioni generali 1. Il presente Regolamento didattico si riferisce al Corso di Laurea in Informatica,

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO in INNOVAZIONE E MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE (MIMAP)

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO in INNOVAZIONE E MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE (MIMAP) Università di Roma Tor Vergata Facoltà di Economia Dipartimento studi Sull impresa MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO in INNOVAZIONE E MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE (MIMAP) Anno Accademico

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di INGEGNERIA

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di INGEGNERIA Università degli Studi di Bergamo Facoltà di INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Classe di appartenenza: L-9 Ingegneria Industriale Mechanical Engineering REGOLAMENTO DIDATTICO (modificato

Dettagli

Facoltà di Scienze della formazione

Facoltà di Scienze della formazione Percorsi Formativi Facoltà di Scienze della formazione Laurea magistrale Brescia a.a. 2011-2012 www.unicatt.it 1 2 INDICE Scienze della Formazione 4 Laurea magistrale in Progettazione 6 pedagogica e formazione

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE TECNICA E LICEALE GALILEO GALILEI LICEO DELLE SCIENZE UMANE TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING TECNICO SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI Ministero della Pubblica

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE POLITICHE E DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI (CLASSE L-36 D.M. 16 MARZO 2007) Avviso per l immatricolazione a.a.

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE POLITICHE E DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI (CLASSE L-36 D.M. 16 MARZO 2007) Avviso per l immatricolazione a.a. CORSO DI LAUREA IN SCIENZE POLITICHE E DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI (CLASSE L-36 D.M. 16 MARZO 2007) Avviso per l immatricolazione a.a. 2013/2014 Art. 1 - Disposizioni generali per l ammissione Costituiscono

Dettagli

Corso di Laurea in Discipline Giuridiche AD ESAURIMENTO

Corso di Laurea in Discipline Giuridiche AD ESAURIMENTO hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como Corso di Laurea in Discipline Giuridiche Classe L-14 Scienze dei Servizi Giuridici Degree in LEGAL ISSUES

Dettagli

COLLEGIO UNIVERSITARIO DI BRESCIA 1 BANDO DI AMMISSIONE PER L ANNO ACCADEMICO 2013 2014

COLLEGIO UNIVERSITARIO DI BRESCIA 1 BANDO DI AMMISSIONE PER L ANNO ACCADEMICO 2013 2014 COLLEGIO UNIVERSITARIO DI BRESCIA 1 BANDO DI AMMISSIONE PER L ANNO ACCADEMICO 2013 2014 Introduzione Il Collegio Universitario di Brescia si propone come Centro di eccellenza per la formazione dei migliori

Dettagli

OPEN DAY 17 APRILE 2015

OPEN DAY 17 APRILE 2015 OPEN DAY 17 APRILE 2015 PRESENTAZIONE a cura del SERVIZIO STUDENTI Università degli Studi di Bergamo 1 IL SERVIZIO STUDENTI La SEGRETERIA STUDENTI è la struttura dell'ateneo che gestisce le procedure amministrative

Dettagli

Corso di Laurea in Fisica

Corso di Laurea in Fisica OBIETTIVI FORMATIVI Università degli Studi di Parma Dipartimento di Fisica e Scienze della Terra M. Melloni Corso di Laurea in Fisica Laurea di I livello nella Classe L-30 Scienze e Tecnologie Fisiche

Dettagli

I.S.I.A. - ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE (DISEGNO INDUSTRIALE)

I.S.I.A. - ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE (DISEGNO INDUSTRIALE) I.S.I.A. - ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE (DISEGNO INDUSTRIALE) MINISTERO ISTRUZIONE, UNIVERSITA E RICERCA ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE piazza della Maddalena, 53 00186 Roma tel.

Dettagli

Campus di Ravenna Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza

Campus di Ravenna Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza Campus di Ravenna Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza La Scuola di Giurisprudenza non prevede un bando di ammissione ma richiede la partecipazione ad un test di verifica delle conoscenze.

Dettagli

FAQ. Master in Shipping 2016. (aggiornate a luglio 2015)

FAQ. Master in Shipping 2016. (aggiornate a luglio 2015) FAQ Master in Shipping 2016 (aggiornate a luglio 2015) SELEZIONI E AMMISSIONI 1. Qual è la data di scadenza del bando? La scadenza per la presentazione della domanda è giovedì 14 gennaio 2016 alle ore

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015 DIPARTIMENTO DI MATEMATICA, INFORMATICA ED ECONOMIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015 TITOLO I Disposizioni Generali Art.1 Finalità del Regolamento e ambito

Dettagli

1. CORSI DI LAUREA TRIENNALE

1. CORSI DI LAUREA TRIENNALE Corsi di laurea PARTE SECONDA DESCRIZIONE DEI CORSI DI LAUREA E PROGRAMMI DEGLI INSEGNAMENTI 1. CORSI DI LAUREA TRIENNALE Sede Venezia Treviso Amministrazione e controllo Commercio Estero Denominazione

Dettagli

Percorso formativo in: Ingegneria gestionale. Corso di laurea triennale in: Corso di laurea magistrale in:

Percorso formativo in: Ingegneria gestionale. Corso di laurea triennale in: Corso di laurea magistrale in: Percorso formativo in: Ingegneria gestionale Corso di laurea triennale in: Ingegneria gestionale Corso di laurea magistrale in: Ingegneria gestionale CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA GESTIONALE

Dettagli

Laurea Magistrale in Ingegneria Elettrica Università di Cagliari Classe LM-28. Regolamento Didattico A. A. 2010-2011

Laurea Magistrale in Ingegneria Elettrica Università di Cagliari Classe LM-28. Regolamento Didattico A. A. 2010-2011 Laurea Magistrale in Ingegneria Elettrica Università di Cagliari Classe LM-28 Regolamento Didattico A. A. 2010-2011 Art. 1 - Denominazione del Corso di Laurea Presso la Facoltà di Ingegneria dell'università

Dettagli

Università degli Studi di Pavia

Università degli Studi di Pavia Università degli Studi di Pavia SERVIZIO SEGRETERIE STUDENTI CONTRIBUZIONE UNIVERSITARIA A.A. 2012/2013 RIFERIMENTI NORMATIVI! REGOLAMENTO NORME SULLA CONTRIBUZIONE EMANATO CON DECRETO RETTORALE N. 1147/2010

Dettagli

BANDO DI AMMISSIONE MASTER DI I E II LIVELLO CORSI DI AGGIORNAMENTO, PERFEZIONAMENTO E FORMAZIONE PROFESSIONALE a.a. 2015/2016

BANDO DI AMMISSIONE MASTER DI I E II LIVELLO CORSI DI AGGIORNAMENTO, PERFEZIONAMENTO E FORMAZIONE PROFESSIONALE a.a. 2015/2016 BANDO DI AMMISSIONE MASTER DI I E II LIVELLO CORSI DI AGGIORNAMENTO, PERFEZIONAMENTO E FORMAZIONE PROFESSIONALE a.a. 2015/2016 L Università degli Studi di Teramo, in convenzione con la Fondazione Università

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica

Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica Laurea di primo livello Classe L-31 Scienze e Tecnologie Informatiche (studenti immatricolati negli

Dettagli

corso di laurea in Scienze dei Servizi Giuridici

corso di laurea in Scienze dei Servizi Giuridici Scuola di Giurisprudenza corso di laurea in Scienze dei Servizi Giuridici Curriculum Giurista delle Amministrazioni Pubbliche (3 anni) www.scienzedeiservizigiuridici.unifi.it A. A. 2014-2015 Scuola di

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2012/13 LAUREA SANITARIA IN EDUCAZIONE PROFESSIONALE

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2012/13 LAUREA SANITARIA IN EDUCAZIONE PROFESSIONALE UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2012/13 LAUREA SANITARIA IN EDUCAZIONE PROFESSIONALE GENERALITA' Classe di laurea di appartenenza: SNT/2 Professioni sanitarie della riabilitazione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI 0BII I FACOLTA DI ECONOMIA 1BREGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E COMMERCIO (Classe L33, D.M. 270/2004) 2BArt. 1 Finalità Il presente Regolamento didattico

Dettagli

UNIVERSITY OF SIENA FACULTY OF POLITICAL SCIENCES ACADEMIC REGULATIONS PROGRAMME IN ADMINISTRATION STUDIES

UNIVERSITY OF SIENA FACULTY OF POLITICAL SCIENCES ACADEMIC REGULATIONS PROGRAMME IN ADMINISTRATION STUDIES UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELL AMMINISTRAZIONE (Classe L-16 Scienze dell amministrazione e dell organizzazione) UNIVERSITY

Dettagli

Università Politecnica delle Marche Facoltà di Economia G. Fuà SETTIMANA ZERO 2013 GUIDA ALL UNIVPM

Università Politecnica delle Marche Facoltà di Economia G. Fuà SETTIMANA ZERO 2013 GUIDA ALL UNIVPM Università Politecnica delle Marche Facoltà di Economia G. Fuà SETTIMANA ZERO 2013 GUIDA ALL UNIVPM IMMATRICOLAZIONE Deve essere effettuata mediante l utilizzo della procedura on-line. Coloro che si siano

Dettagli

- Università degli Studi di Sassari - Dipartimento di Scienze Biomediche

- Università degli Studi di Sassari - Dipartimento di Scienze Biomediche - Università degli Studi di Sassari - Dipartimento di Scienze Biomediche MANIFESTO DEGLI STUDI - Anno Accademico 2015/2016 Valido per gli studenti immatricolati nell a.a. 2015/2016 Corso di Laurea in SCIENZE

Dettagli

FAQ. Master in Finanza Avanzata 2015 (aggiornate a giugno 2014)

FAQ. Master in Finanza Avanzata 2015 (aggiornate a giugno 2014) FAQ Master in Finanza Avanzata 2015 (aggiornate a giugno 2014) SELEZIONI E AMMISSIONI 1. Qual è la data di scadenza del bando? La scadenza per la presentazione della domanda è giovedì 23 ottobre 2014 alle

Dettagli