Motoveicoli e autoveicoli d epoca e di interesse storico e collezionistico. ing.pietro Amadio Motorizzazione Civile

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Motoveicoli e autoveicoli d epoca e di interesse storico e collezionistico. ing.pietro Amadio Motorizzazione Civile"

Transcript

1 Motoveicoli e autoveicoli d epoca e di interesse storico e collezionistico

2 Art. 60 C.d.S. Sono considerati appartenenti alla categoria di veicoli con caratteristiche atipiche i motoveicoli e gli autoveicoli d epoca, nonché i motoveicoli e gli autoveicoli di interesse storico e collezionistico

3 Art. 215 del Reg. 1. Sono classificati d'interesse storico o collezionistico i motoveicoli e gli autoveicoli iscritti in uno dei registri ASI, Storico Lancia, Italiano Fiat, Italiano Alfa Romeo e da questo dotati della certificazione attestante la rispettiva data di costruzione nonché le caratteristiche tecniche. 2. La data di costruzione deve risultare precedente di almeno 20 anni a quella di richiesta di riconoscimento nella categoria in questione. Le caratteristiche tecniche devono comprendere almeno tutte quelle necessarie per la verifica di idoneità alla circolazione del motoveicolo o dell'autoveicolo ai sensi dei commi 5 e I veicoli d'interesse storico o collezionistico devono conservare le caratteristiche originarie di fabbricazione, salvo le eventuali modifiche imposte per la circolazione dalle norme stabilite al comma Possono altresì essere riconosciute ammissibili dal Ministero dei trasporti e della navigazione - Direzione generale della M.C.T.C. modifiche o sostituzioni determinate dalla impossibilità di reperire i componenti originari o non realizzabili ad un costo ragionevole, oppure derivanti dall'esigenza di ripristino del veicolo nelle condizioni originarie risultanti all'atto della sua prima immatricolazione. In ogni caso tali diversità o modifiche devono essere riportate sulla carta di circolazione, unitamente all'anno di fabbricazione del veicolo.

4 Art. 215 del Reg. 5. La circolazione dei veicoli di interesse storico e collezionistico è subordinata alla verifica delle prescrizioni dettate per tali veicoli al punto F, lettera b) dell'appendice V al presente titolo sui sistemi di frenatura, sui dispositivi di segnalazione acustica, silenziatori e tubi di scarico, segnalazione visiva e d'illuminazione nonché sui pneumatici e sistemi equivalenti e sulle sospensioni, sui vetri e specchi retrovisori e sul campo di visibilità del conducente. 6. Per i motoveicoli e gli autoveicoli di interesse storico e collezionistico sono ammessi sistemi, dispositivi e componenti aventi caratteristiche differenti da quelli prescritti in generale per i motoveicoli e gli autoveicoli dal presente regolamento, a condizione che detti dispositivi ed organi siano stati riconosciuti ammissibili dal Ministero dei trasporti e della navigazione alla data di fabbricazione dei veicoli interessati e purché siano di efficienza equivalente a quella dei sistemi, dispositivi e componenti prescritti in generale per i motoveicoli e gli autoveicoli. Sono ammesse le sporgenze fuori sagoma dei galletti dei mozzi delle ruote a raggi. 7. La cancellazione del motoveicolo o dell'autoveicolo da uno dei registri di iscrizione di cui al comma 1 comporta la cessazione della circolazione dello stesso ed è subordinata all'osservanza delle prescrizioni dettate dall'articolo 103 del codice.

5 D.M. del 17/12/2009 Circ. 03/03/ Il decreto e la relativa circolare completano il quadro normativo ed in particolare disciplinano: 1) l iscrizione di un veicolo in uno dei Registri, al fine di acquisire la qualifica di "veicolo di interesse storico e collezionistico"; 2) la riammissione alla circolazione dei veicoli precedentemente cessati dalla circolazione o di origine sconosciuta; 3) le modalità della revisione periodica

6 Qualifica di veicolo di interesse storico e collezionistico Presupposti necessari per la qualificazione di un veicolo di interesse storico e collezionistico sono: - l appartenenza del veicolo ad una delle categorie "motoveicoli e autoveicoli":motocicli con o senza sidecar; tricicli (motocarrozzette, motoveicoli per trasporto promiscuo, motocarri, mototrattori, motoveicoli per trasporto specifico e per uso speciale); quadricicli, diversi da quelli leggeri; motoarticolati;autovetture; autoveicoli per trasporto promiscuo; autocarri; autoveicoli per trasporto specifico ed uso speciale; autocaravan; autobus; autotreni; autoarticolati. - la data di costruzione precedente di almeno 20 anni a quella della richiesta di iscrizione in uno dei Registri (ASI, Storico Lancia, Italiano FIAT, Italiano Alfa Romeo e Storico FMI).

7 Il certificato di rilevanza storica e collezionista I Registri rilasciano, il certificato di rilevanza storica e collezionista, esso costituisce un primo modello unificato per i Registri Il certificato è suddiviso in diverse sezioni, nelle quali sono indicati: - possessore del veicolo; - dati di prima immatricolazione del veicolo, se disponibili; - data di costruzione del veicolo; - dati generali ed identificativi del veicolo e le caratteristiche tecniche; - eventuali parti del veicolo sostituite non conformi a quelle originarie.

8 Il certificato di rilevanza storica e collezionista Per i veicoli cancellati dal PRA o muniti di documenti non più validi per la circolazione, i Registri sono tenuti ad acquisire: - una dichiarazione resa dal richiedente l iscrizione, relativa allo stato di corretta conservazione del veicolo, al luogo di conservazione del veicolo, al luogo di rinvenimento dello stesso e alle modalità di conservazione, ecc; - una dichiarazione rilasciata da ciascuna impresa di autoriparazione intervenuta nei lavori di recupero e/o ripristino e/o manutenzione e/o verifica del veicolo, attestante il tipo di lavori eseguiti e la esecuzione degli stessi a regola d arte, firmata dal rappresentante legale dell impresa medesima, con particolare riferimento agli aspetti strutturali, al gruppo propulsore, ai sistemi di frenatura e di sterzo, ai dispositivi silenziatori, nonché ai componenti della carrozzeria.

9 Il certificato di rilevanza storica e collezionista

10 Il certificato di rilevanza storica e collezionista

11 Riammissione in circolazione I veicoli di interesse storico e collezionistico possono essere stati dismessi dalla circolazione o possono non avere regolari documenti di circolazione nazionali, ad esempio: - i veicoli radiati dal PRA; - i veicoli di origine sconosciuta; - i veicoli nuovi mai immatricolati; - i veicoli provenienti dall estero Questi devono essere riammessi in circolazione se seguito di accertamento tecnico

12 Riammissione in circolazione L accertamento tecnico è finalizzato alla verifica: Dei dati di identificazione (numero di telaio punzonato e targhetta), nel caso il numero di telaio sia contraffatto, alterato, manchi o sia illeggibile, lo stesso deve essere riprodotto dall UMC, nel caso in cui la targhetta di identificazione, originariamente presente sul veicolo,sia alterata, manchi o sia illeggibile, la stessa deve essere riprodotta a cura del costruttore del veicolo o del registro che ha rilasciato il certificato di rilevanza storico e collezionistico secondo un modello previsto.

13 Riammissione in circolazione L accertamento tecnico è finalizzato alla verifica: Del mantenimento delle originarie caratteristiche costruttive e funzionali, specificate nel certificato di rilevanza storico e collezionistico e della corrispondenza del veicolo alle prescrizioni tecniche previste dalle norme in vigore alla data di costruzione (es: frenatura, dispositivo segnalazione acustico, vetri di sicurezza, specchietti retrovisori, ecc, ).

14 Riammissione in circolazione L accertamento tecnico è finalizzato alla verifica: Della presenza e funzionalità degli equipaggiati e dispositivi resi obbligatori da norme successive per i veicoli in circolazione (es: barra paraincastro e pannelli retroriflettenti per autocarri, cinture di sicurezza per gli autoveicoli, specchi retrovisori per tutti i veicoli, dispositivi di illuminazione e segnalazione, ecc.)

15 Riammissione in circolazione Gli accertamenti sono effettuati: - dagli Uffici Motorizzazione Civile per i veicoli costruiti a partire dal 1 gennaio 1960, - dai Centri Prova Autoveicoli per i veicoli costruiti anteriormente al 1 gennaio 1960.

16 Revisione periodica I veicoli di interesse storico e collezionistico devono essere sottoposti a revisione periodica con cadenza biennale, secondo il consueto calendario: entro il mese di rilascio della carta di circolazione ovvero entro il mese corrispondente a quello in cui è stato effettuato l ultimo controllo di revisione. Le revisioni periodiche dei veicoli costruiti prima dell 1 gennaio 1960 sono da effettuare esclusivamente dagli Uffici Motorizzazione Civile

17 Veicoli radiati e custoditi in aree private o radiati per demolizione Il rilascio dei documenti di circolazione è a seguito dell accertamento dei requisiti per la circolazione che si effettua mediante: - collaudo (art. 75 del C.d.S.) che comprende la revisione: 1 in caso di reimmatricolazione; 2 in caso di immatricolazione con la stessa targa originale; 3 quando i dati tecnici contenuti nel certificato di rilevanza storica e collezionistica non siano sufficienti al fine della compilazione della carta di circolazione - revisione da effettuarsi ing.pietro Amadio presso Motorizzazione l UMC, Civile negli altri casi

18 Veicoli radiati e custoditi in aree private o radiati per demolizione Il rilascio dei documenti di circolazione è a seguito di collaudo (art. 75 del C.d.S. che comprende la revisione) da effettuare presso : - il CPA per i veicoli costruiti prima del 1 gennaio 1960, - l UMC per i veicoli costruiti a partire dal 1 gennaio 1960 Alla suddetta domanda di visita e prova devono essere allegati in visione: - certificato di rilevanza storica e collezionistica; - estratto cronologico rilasciato dal PRA o certificato di cancellazione, con indicazione, per i veicoli cancellati a partire dal 30 giugno 1998, del centro di raccolta presso il quale il veicolo è stato consegnato; - eventuali documenti di circolazione originari ancora in possesso del richiedente;

19 Veicoli di origine sconosciuta e veicoli provenienti dall estero Il rilascio dei documenti di circolazione è a seguito di collaudo (art. 75 del C.d.S. che comprende la revisione) da effettuare presso : - il CPA per i veicoli la cui data di costruzione è anteriore al 1 gennaio 1960, - l UMC per i veicoli costruiti a partire dal 1 gennaio 1960 Alla suddetta domanda di visita e prova devono essere allegati in visione: - certificato di rilevanza storica e collezionistica; - per i veicoli provenienti dall estero i documenti esteri (se questi mancano si considera veicolo di origine sconosciuta)

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE ED I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI Direzione Generale per la Motorizzazione DIVISIONE 2 PROT. N. 19277/23.25

Dettagli

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DECRETO 17 dicembre 2009. Disciplina e procedure per l iscrizione dei veicoli di interesse storico e collezionistico

Dettagli

CLUB SALERNO AUTOSTORICHE FEDERATO ASI N 263 VADEMECUM

CLUB SALERNO AUTOSTORICHE FEDERATO ASI N 263 VADEMECUM CLUB SALERNO AUTOSTORICHE FEDERATO ASI N 263 VADEMECUM 1) TESSERAMENTO - SOCIO CSA L iscrizione al Club Salerno Autostoriche, federato all ASI - AutoMotoclub Storico Italiano, è nominativa, è conseguente

Dettagli

b) il trasferimento di proprietà degli stessi deve essere comunicato al D.T.T., per l'aggiornamento dell'elenco di cui al comma 2.

b) il trasferimento di proprietà degli stessi deve essere comunicato al D.T.T., per l'aggiornamento dell'elenco di cui al comma 2. RT 60 del Codice della Strada. Motoveicoli e autoveicoli d'epoca e di interesse storico e collezionistico 1. Sono considerati appartenenti alla categoria di veicoli con caratteristiche atipiche i motoveicoli

Dettagli

REVISIONE AUTO. Che cos è. Il Codice della Strada (art. 80) prevede che i veicoli a motore (ed i loro rimorchi)

REVISIONE AUTO. Che cos è. Il Codice della Strada (art. 80) prevede che i veicoli a motore (ed i loro rimorchi) REVISIONE AUTO Che cos è Il Codice della Strada (art. 80) prevede che i veicoli a motore (ed i loro rimorchi) durante la circolazione siano tenuti in condizioni di massima efficienza, in modo da garantire

Dettagli

www.officinabartolini.it

www.officinabartolini.it NORMATIVA CITATA: Art. 236 - Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo Codice della Strada (D.P.R. 16 dicembre 1992, n. 495), integrato e modificato dall art. 139 del Regolamento recante modifiche

Dettagli

RICHIESTA DI ISCRIZIONE AL REGISTRO STORICO NAZIONALE E RILASCIO DEL CERTIFICATO DI RILEVANZA STORICA E COLLEZIONISTICA (Modello B)

RICHIESTA DI ISCRIZIONE AL REGISTRO STORICO NAZIONALE E RILASCIO DEL CERTIFICATO DI RILEVANZA STORICA E COLLEZIONISTICA (Modello B) RICHIESTA DI ISCRIZIONE AL REGISTRO STORICO NAZIONALE E RILASCIO DEL CERTIFICATO DI RILEVANZA STORICA E COLLEZIONISTICA (Modello B) Riservato ai motoveicoli non muniti di regolare libretto di circolazione

Dettagli

DIPARTIMENTO DEI TRASPORTI TERRESTRI E PER I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI

DIPARTIMENTO DEI TRASPORTI TERRESTRI E PER I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI DIPARTIMENTO DEI TRASPORTI TERRESTRI E PER I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI Direzione Generale della Motorizzazione e della Sicurezza del Trasporto Terrestre Roma, 26 novembre 2003 prot. n. 4437/M360

Dettagli

e p.c. OGGETTO: Cambio di destinazione dei veicoli in circolazione. Variazione del numero dei posti.

e p.c. OGGETTO: Cambio di destinazione dei veicoli in circolazione. Variazione del numero dei posti. DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI E PER I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI Direzione Generale della Motorizzazione e della Sicurezza del Trasporto Terrestre PROT. N. 4210M368 Roma, 19.12.2002 Agli

Dettagli

RICHIESTA DI ISCRIZIONE AL REGISTRO STORICO NAZIONALE E RILASCIO DEL CERTIFICATO DI RILEVANZA STORICA E COLLEZIONISTICA (Modello B)

RICHIESTA DI ISCRIZIONE AL REGISTRO STORICO NAZIONALE E RILASCIO DEL CERTIFICATO DI RILEVANZA STORICA E COLLEZIONISTICA (Modello B) RICHIESTA DI ISCRIZIONE AL REGISTRO STORICO NAZIONALE E RILASCIO DEL CERTIFICATO DI RILEVANZA STORICA E COLLEZIONISTICA (Modello B) Riservato ai motoveicoli non muniti di regolare libretto di circolazione

Dettagli

RICHIESTA D ISCRIZIONE AL REGISTRO STORICO NAZIONALE E RILASCIO DEL CERTIFICATO DI RILEVANZA STORICA E COLLEZIONISTICA (Modello B)

RICHIESTA D ISCRIZIONE AL REGISTRO STORICO NAZIONALE E RILASCIO DEL CERTIFICATO DI RILEVANZA STORICA E COLLEZIONISTICA (Modello B) Mod. B Reg. 2014/1 agg. 05/11/2014 RICHIESTA D ISCRIZIONE AL REGISTRO STORICO NAZIONALE E RILASCIO DEL CERTIFICATO DI RILEVANZA STORICA E COLLEZIONISTICA (Modello B) Procedura riservata ai motoveicoli

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI Direzione generale per la motorizzazione

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI Direzione generale per la motorizzazione MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI Direzione generale per la motorizzazione Prot. n. 4114/M368 Roma, 4 agosto 2005 OGGETTO: Procedure per l inquadramento

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Dipartimento i per le infrastrutture, gli affari generali Sistemi informativi e statistici

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Dipartimento i per le infrastrutture, gli affari generali Sistemi informativi e statistici La sicurezza stradale Omologazione dei veicoli Maurizio VITELLI Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione ed i Sistemi informativi e Statistici Direzione

Dettagli

Le modifiche apportate successivamente all emanazione sono state evidenziate in "grassetto"

Le modifiche apportate successivamente all emanazione sono state evidenziate in grassetto PARTIMENTO DEI TRASPORTI TERRESTRI E PER I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI Direzione Generale della Motorizzazione e della Sicurezza del Trasporto Terrestre Roma, 6 novembre 003 prot. n. 4437/M360 Ai

Dettagli

PATENTI DI GUIDA (Nota riassuntiva della normativa vigente) 1 - Patente di guida secondo il modello comunitario

PATENTI DI GUIDA (Nota riassuntiva della normativa vigente) 1 - Patente di guida secondo il modello comunitario PATENTI DI GUIDA (Nota riassuntiva della normativa vigente) 1 - Patente di guida secondo il modello comunitario Il 1 luglio 1996 è entrata in vigore la Direttiva n. 91/439/CEE del 29 luglio 1991, recepita

Dettagli

Provincia di Viterbo Esame 264/91 - Sessione anno 2008

Provincia di Viterbo Esame 264/91 - Sessione anno 2008 Provincia di Viterbo Esame 264/91 - Sessione anno 2008 Circolazione Stradale Il quadriciclo a motore è : A Un ciclomotore a quattro ruote adibito al trasporto di persone B Un motoveicolo adibito al trasporto

Dettagli

Roma, 26 novembre 2003. prot. n. 4437/M360. Ai Signori Coordinatori LORO SEDI. Agli Uffici Provinciali della Motorizzazione LORO SEDI

Roma, 26 novembre 2003. prot. n. 4437/M360. Ai Signori Coordinatori LORO SEDI. Agli Uffici Provinciali della Motorizzazione LORO SEDI DIPARTIMENTO DEI TRASPORTI TERRESTRI E PER I STEMI INFORMATIVI E STATISTICI Direzione Generale della Motorizzazione e della Sicurezza del Trasporto Terrestre Roma, 6 novembre 00 prot. n. 447/M60 Ai Signori

Dettagli

Cons. autom. Serie A CIRCOLAZIONE STRADALE

Cons. autom. Serie A CIRCOLAZIONE STRADALE PROINCIA DI ROMA DIPARTIMENTO XI SERIZIO 2 Cons. autom. Serie A CIRCOLAZIONE STRADALE A0001 A0002 A0003 A0004 A0005 A0006 Sono classificati veicoli secondo il CDS 1 le macchine uso bambini 2 i ciclomotori

Dettagli

RICHIESTA D ISCRIZIONE AL REGISTRO STORICO NAZIONALE E RILASCIO DEL CERTIFICATO DI RILEVANZA STORICA E COLLEZIONISTICA (Modello A)

RICHIESTA D ISCRIZIONE AL REGISTRO STORICO NAZIONALE E RILASCIO DEL CERTIFICATO DI RILEVANZA STORICA E COLLEZIONISTICA (Modello A) Mod. A Reg. 2014/1 agg. 05/11/2014 RICHIESTA D ISCRIZIONE AL REGISTRO STORICO NAZIONALE E RILASCIO DEL CERTIFICATO DI RILEVANZA STORICA E COLLEZIONISTICA (Modello A) Procedura riservata ai motoveicoli

Dettagli

CIRCOLAZIONE Attestati L. 264 art. 5

CIRCOLAZIONE Attestati L. 264 art. 5 CIRCOLAZIONE Attestati L. 264 art. 5 All. 5-1 1. La differenza tra trasporti eccezionali e veicoli eccezionali è la seguente: nei trasporti eccezionali è il carico che supera i limiti di peso o dimensioni

Dettagli

Cons. autom. Serie A CIRCOLAZIONE STRADALE

Cons. autom. Serie A CIRCOLAZIONE STRADALE PROINCIA DI ROSINONE UICIO TRASPORTI Cons. autom. Serie A CIRCOLAZIONE STRADALE A0001 A0002 A0003 A0004 A0005 Sono classificati veicoli secondo il CDS 1 le macchine uso bambini 2 i ciclomotori 3 le macchine

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI SERVIZIO AMMINISTRAZIONE GENERALE UFFICIO TRASPORTI

PROVINCIA DI BRINDISI SERVIZIO AMMINISTRAZIONE GENERALE UFFICIO TRASPORTI PROVINCIA DI BRINDISI SERVIZIO AMMINISTRAZIONE GENERALE UFFICIO TRASPORTI PUBBLICAZIONE ELENCO DEI QUESITI, A DOMANDA MULTIPLA CONCERNENTI LE MATERIE D ESAME, DI CUI ALL ART. 1 DEL D.M. TRASPORTI N. 338

Dettagli

LA CIRCOLAZIONE STRADALE

LA CIRCOLAZIONE STRADALE LA CIRCOLAZIONE STRADALE 1) Con le patenti speciali non si possono mai condurre 1) veicoli trainanti un rimorchio leggero F 2) veicoli adibiti al trasporto di merci pericolose V 3) veicoli adibiti al trasporto

Dettagli

Vorrei effettuare la revisione presso la Motorizzazione Civile. Cosa devo fare?

Vorrei effettuare la revisione presso la Motorizzazione Civile. Cosa devo fare? Dove posso eseguire la revisione? la revisione può essere effettuata presso gli Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile oppure (ma solo per veicoli di massa inferiore od uguale a 3, 5 tonnellate)

Dettagli

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CIRCOLARE N. 75 Generale OGGETTO: Circolazione stradale. Testo Unico delle disposizioni

Dettagli

V A0013 I mezzi d opera sono veicoli che 1 hanno esclusivamente dimensioni superiori a quelle previste per la categoria a cui appartengono

V A0013 I mezzi d opera sono veicoli che 1 hanno esclusivamente dimensioni superiori a quelle previste per la categoria a cui appartengono AMMINISTRAZIONE PROINCIALE DI CATANZARO Cons. autom. Serie A CIRCOLAZIONE STRADALE A0001 A0002 A0003 A0004 A0005 A0006 Sono classificati veicoli secondo il CDS 1 le macchine uso bambini 2 i ciclomotori

Dettagli

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CIRCOLARE N. 56 Operativa OGGETTO: Circolazione stradale. Procedura sanzionatoria.

Dettagli

Cons. autom. Serie A CIRCOLAZIONE STRADALE

Cons. autom. Serie A CIRCOLAZIONE STRADALE PROINCIA DI TARANTO Cons. autom. Serie A CIRCOLAZIONE STRADALE A0001 A0002 A0003 A0004 A0005 A0006 Sono classificati veicoli secondo il CDS 1 le macchine uso bambini 2 i ciclomotori 3 le macchine uso disabili

Dettagli

PROVINCIA DI BRESCIA Assessorato ai Trasporti

PROVINCIA DI BRESCIA Assessorato ai Trasporti PROVINCIA DI BRESCIA Assessorato ai Trasporti COMMISSIONE PROVINCIALE D ESAME PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITÀ PROFESSIONALE PER L ATTIVITÀ DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO -

Dettagli

Cons. autom. Serie A CIRCOLAZIONE STRADALE

Cons. autom. Serie A CIRCOLAZIONE STRADALE MINISTERO DELLE INRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI Cons. autom. Serie A CIRCOLAZIONE STRADALE A0001 A0002 A0003 A0004 A0005 A0006 Sono classificati veicoli secondo il CDS 1 le macchine uso bambini 2 i ciclomotori

Dettagli

PROVINCIA DI POTENZA Unità Direzionale Trasporti

PROVINCIA DI POTENZA Unità Direzionale Trasporti PROVINCIA DI POTENZA Unità Direzionale Trasporti COMMISSIONE PROVINCIALE D ESAME PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITÀ PROFESSIONALE PER L ATTIVITÀ DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 7 Avvertenza...» 8 Premessa alla quinta edizione...» 9 Abbreviazioni...» 13 Enti e sigle...

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 7 Avvertenza...» 8 Premessa alla quinta edizione...» 9 Abbreviazioni...» 13 Enti e sigle... INDICE SOMMARIO Presentazione...................... pag. 7 Avvertenza........................» 8 Premessa alla quinta edizione..........» 9 Abbreviazioni......................» 13 Enti e sigle........................»

Dettagli

RIFERIMENTI OPERATIVI PER LA CONTESTAZIONE DELL ART. 78 CDS di Franco MEDRI *

RIFERIMENTI OPERATIVI PER LA CONTESTAZIONE DELL ART. 78 CDS di Franco MEDRI * RIFERIMENTI OPERATIVI PER LA CONTESTAZIONE DELL ART. 78 CDS di Franco MEDRI * I veicoli a motore ed i loro rimorchi devono essere sottoposti a visita e prova quando siano apportate una o più modifiche

Dettagli

CATEGORIE delle PATENTI di GUIDA e CERTIFICATI PROFESSIONALI

CATEGORIE delle PATENTI di GUIDA e CERTIFICATI PROFESSIONALI CATEGORIE delle PATENTI di GUIDA e CERTIFICATI PROFESSIONALI A3 21 A2 18 A1 16 Motocicli leggeri Tricicli a 3 ruote Quadricicli di (Max 125 cm 3 e 11 kw) simmetriche massa a vuoto con o senza sidecar fino

Dettagli

PROVINCIA DI FOGGIA Settore Mobilità e Promozione Turistica/Sport Servizio Trasporti QUESITI DI CIRCOLAZIONE STRADALE

PROVINCIA DI FOGGIA Settore Mobilità e Promozione Turistica/Sport Servizio Trasporti QUESITI DI CIRCOLAZIONE STRADALE PROVINCIA DI FOGGIA Settore Mobilità e Promozione Turistica/Sport Servizio Trasporti QUESITI DI CIRCOLAZIONE STRADALE 1) Il veicolo mezzo d opera è un veicolo che 1 eccede i limiti di massa previsti dal

Dettagli

Sportello Telematico dell Automobilista

Sportello Telematico dell Automobilista All.1 Sportello Telematico dell Automobilista Progetto di cooperazione ACI e DTT Tipologie di pratiche espletabili dallo Sportello Telematico Dicembre 02 1 Tipologia di Pratiche espletabili dallo Sportello

Dettagli

DOMANDA PER IL RILASCIO RISERVATO ALLA SEGRETERIA TECNICA PAGATE DATA... FIRMA.. RILASCIATO IL. VIDIMAZIONE DEL COMMISSARIO TECNICO DI CLUB:

DOMANDA PER IL RILASCIO RISERVATO ALLA SEGRETERIA TECNICA PAGATE DATA... FIRMA.. RILASCIATO IL. VIDIMAZIONE DEL COMMISSARIO TECNICO DI CLUB: DOMANDA PER IL RILASCIO _) A) Del Certificato di RILEVANZA STORICA e COLLEZIONISTICA (Ai sensi dell'art.4 del D.M.17.12.2009 pubblicato sul Suppl.Ord.n.55 della G.U. n.65 del 19 marzo 2010) al fine: O

Dettagli

C.T.N. TRASPORTI CIVILI

C.T.N. TRASPORTI CIVILI AUTOMOTOCLUB STORICO ITALIANO COMMISSIONI TECNICHE NAZIONALI C.T.N. TRASPORTI CIVILI 1) PARTE GENERALE 1.1 Le Commissioni Tecniche Nazionali (d ora in avanti definite C.T.N.) sono istituite ai sensi degli

Dettagli

Regione Toscana I veicoli ultraventennali per i quali non sono ancora trascorsi trent'anni dall'anno di fabbricazione, ai sensi della L.R. n.

Regione Toscana I veicoli ultraventennali per i quali non sono ancora trascorsi trent'anni dall'anno di fabbricazione, ai sensi della L.R. n. I veicoli ultraventennali per i quali non sono ancora trascorsi trent'anni dall'anno di fabbricazione, ai sensi della L.R. n. 37 del 27/03/2015, sono assoggettati alla tassa automobilistica ordinaria ridotta

Dettagli

Manuale operativo della procedura

Manuale operativo della procedura Progetto REVISIONI - Manuale operativo della procedura "PROF" NUOVI PROCEDIMENTI PER LA REVISIONE DEI VEICOLI Manuale operativo della procedura PROF Ad uso delle imprese di autoriparazione autorizzate

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA DISEGNO DI LEGGE S 339. d iniziativa del senatore BERSELLI

SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA DISEGNO DI LEGGE S 339. d iniziativa del senatore BERSELLI SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA DISEGNO DI LEGGE S 339 d iniziativa del senatore BERSELLI Nuove norme concernenti i veicoli di interesse storico e collezionistico Onorevoli Senatori. Questo disegno

Dettagli

REVISIONI 2014. Premessa

REVISIONI 2014. Premessa REVISIONI 2014 Anche quest anno, nell intento di fornire un quadro complessivo delle disposizioni che regolano la revisione dei veicoli per il 2014, si ripropone il presente approfondimento annuale con

Dettagli

Ufficio Registro Automezzi

Ufficio Registro Automezzi Tabelle imposte e tasse Aggiornate al Imposta di trascrizione immatricolazioni - trasferimenti proprietà Tabella "A" punto 1) CLASSI Ciclomotori 40,00 Motocicli Tricicli 64,00 Macchine Agricole 56,00 Macchine

Dettagli

PROVINCIA DI NAPOLI AREA TRASPORTI E MOBILITÀ

PROVINCIA DI NAPOLI AREA TRASPORTI E MOBILITÀ DISCIPLINA A CIRCOLAZIONE STRADALE A1) Cosa è un ciclomotore? a) è un autoveicolo a due o tre ruote, con motore di cilindrata non superiore a 50 cm3, con potenza massima non superiore a 1kw, capace di

Dettagli

articolo 56: Rimorchi articolo 57: Macchine agricole articolo 58: Macchine operatrici articolo 59: Veicoli con caratteristiche atipiche articolo 60:

articolo 56: Rimorchi articolo 57: Macchine agricole articolo 58: Macchine operatrici articolo 59: Veicoli con caratteristiche atipiche articolo 60: Indice articolo 1: Principi generali articolo 2: Definizione e classificazione delle strade articolo 3: Definizioni stradali e di traffico articolo 4: Delimitazione del centro abitato articolo 5: Regolamentazione

Dettagli

Aspetti normativi ed aspetti pratici

Aspetti normativi ed aspetti pratici La circolazione delle macchine agricole d epoca Aspetti normativi ed aspetti pratici Marco Cacciolari Comandante Polizia Locale Distretto Media Pianura Veronese- VR 5 C L origine dei Vostri dolori e non

Dettagli

QUESITI - Programma comune (merci e viaggiatori) Serie CGN - Norme tecniche e di gestione tecnica - Nazionale

QUESITI - Programma comune (merci e viaggiatori) Serie CGN - Norme tecniche e di gestione tecnica - Nazionale QUESITI - Programma comune (merci e viaggiatori) Serie CGN - Norme tecniche e di gestione tecnica - Nazionale CGN001 Il dispositivo rallentatore è collegato A agli elementi frenanti delle ruote F B all'albero

Dettagli

AUl'OM~:)TOC[UàSTORICO:ITALlANO

AUl'OM~:)TOC[UàSTORICO:ITALlANO FUNZINI E CNDIZINI PER IL RILASCI DEL CERTIFICAT DI RILEVANZA STRICA E DELL'ATTEST DI DATAZINE E STRICITÀ Lo stato, dal 19 Marzo 2010, ha previsto che la qualifica di veicolo storico si ottenga attraverso

Dettagli

La Nuova Tassa Automobilistica Regionale

La Nuova Tassa Automobilistica Regionale La Nuova Tassa Automobilistica Regionale Con l approvazione della Legge regionale 14 luglio 2003 n. 10 Riordino delle disposizioni legislative regionali in materia tributaria. Testo Unico della disciplina

Dettagli

COLLAUDO IN UNICO ESEMPLARE CIRCOLARE QUADRO DEL 12 APRILE 1995 N 64/95 e s.m.i.

COLLAUDO IN UNICO ESEMPLARE CIRCOLARE QUADRO DEL 12 APRILE 1995 N 64/95 e s.m.i. COLLAUDO IN UNICO ESEMPLARE CIRCOLARE QUADRO DEL 12 APRILE 1995 N 64/95 e s.m.i. 1. Premesse L'art. 75 del Codice della strada prevede che i ciclomotori, i motoveicoli, gli autoveicoli, i filoveicoli ed

Dettagli

APPENDICE 1 DISPOSITIVI OBBLIGATORI DISPOSITIVI FACOLTATIVI

APPENDICE 1 DISPOSITIVI OBBLIGATORI DISPOSITIVI FACOLTATIVI APPENDICE 1 M O T O C I C L I A - Luce posizione anteriore; B - Luce posizione posteriore; D - Luce targa; E - Proiettore; G - Luce di arresto; O - Catadiottro rosso. I - Proiettore fendinebbia Tutti i

Dettagli

A - CIRCOLAZIONE STRADALE

A - CIRCOLAZIONE STRADALE A - CIRCOLAZIONE STRADALE 1 - COSA E UN CICLOMOTORE? A - E UN AUTOVEICOLO A DUE O TRE RUOTE, CON MOTORE DI CILINDRATA NON SUPERIORE A 50 CM3, CON POTENZA MASSIMA NON SUPERIORE A 1KW, CAPACE DI SVILUPPARE

Dettagli

REGIONE CAMPANIA DISCIPLINA A CIRCOLAZIONE STRADALE

REGIONE CAMPANIA DISCIPLINA A CIRCOLAZIONE STRADALE REGIONE CAMPANIA COMMISSIONE D ESAME PER L ACCESSO ALL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO EX ART. 5 LEGGE 264/91 ANNO 2002 DISCIPLINA A CIRCOLAZIONE STRADALE A01 - Per rinnovare

Dettagli

BIBLIOTECA DELL AUTO E DELLA MOTO D EPOCA Club Auto d Epoca Scalea & Motoretrò (C.A.E.S.M.)

BIBLIOTECA DELL AUTO E DELLA MOTO D EPOCA Club Auto d Epoca Scalea & Motoretrò (C.A.E.S.M.) NOZIONE DI VEICOLO E CLASSIFICAZIONE DEI VEICOLI IN GENERALE ART. 46, 47, 48, 49, 50, 51, 52, 53, 54, 55, 56, 57, 58 e 59 del Codice della Strada NOZIONE DI VEICOLO (ART. 46 C.d.S.) 1. Ai fini delle norme

Dettagli

DOMANDA IN FORMA ORDINARIA. Il sottoscritto

DOMANDA IN FORMA ORDINARIA. Il sottoscritto ALLEGATO 1 Modello di domanda da compilare in stampatello, e da recapitare tramite raccomandata A.R., ovvero mediante consegna a mano, entro il 31 gennaio 2014. DOMANDA DI AMMISSIONE AI CONTRIBUTI di cui

Dettagli

MINISTERO DEI TRASPORTI. Decreto 17 dicembre 1987 n. 553. Gazzetta Ufficiale n. 13 del 18/1/1988

MINISTERO DEI TRASPORTI. Decreto 17 dicembre 1987 n. 553. Gazzetta Ufficiale n. 13 del 18/1/1988 MINISTERO DEI TRASPORTI Decreto 17 dicembre 1987 n. 553 Gazzetta Ufficiale n. 13 del 18/1/1988 Normativa tecnica e amministrativa relativa alle autoambulanze IL MINISTRO DEI TRASPORTI Visto il testo unico

Dettagli

LA REVISIONE PERIODICA OBBLIGATORIA DI AUTOVEICOLI, MOTOVEICOLI E CICLOMOTORI

LA REVISIONE PERIODICA OBBLIGATORIA DI AUTOVEICOLI, MOTOVEICOLI E CICLOMOTORI LA REVISIONE PERIODICA OBBLIGATORIA DI AUTOVEICOLI, MOTOVEICOLI E CICLOMOTORI Riguarda tutti gli autoveicoli, i motoveicoli e i ciclomotori in circolazione ed i loro rimorchi; dal 1 Gennaio 2000 la periodicità

Dettagli

Circolare Informativa. Ciclomotori

Circolare Informativa. Ciclomotori CENTRO STUDI AGENZIA ITALIA Circolare Informativa Ciclomotori Premettiamo che i ciclomotori sono veicoli a motore, aventi velocità non superiore a 45 km/h, distinti in ciclomotori a due, tre ruote o quattro

Dettagli

CARROZZATURA CON CASSONE RIBALTABILE

CARROZZATURA CON CASSONE RIBALTABILE CARROZZATURA CON CASSONE RIBALTABILE I veicoli allestiti con carrozzerie di tipo ribaltabile sono costituiti essenzialmente da un controtelaio permanentemente ancorat o all'autotelaio sul quale è appoggiato

Dettagli

Ufficio Provinciale PRA di Rieti. Veicoli Storici. Informazioni utili per gli amanti dei veicoli d'epoca * * * * * * In collaborazione con

Ufficio Provinciale PRA di Rieti. Veicoli Storici. Informazioni utili per gli amanti dei veicoli d'epoca * * * * * * In collaborazione con Ufficio Provinciale PRA di Rieti Veicoli Storici Informazioni utili per gli amanti dei veicoli d'epoca * * * * * * In collaborazione con AUTO STORICHE IMPORTANTE Le seguenti informazioni riguardano principalmente

Dettagli

I QUADERNI ANVU RELAZIONE. ANVU - Sezione Provinciale di Venezia

I QUADERNI ANVU RELAZIONE. ANVU - Sezione Provinciale di Venezia I QUADERNI ANVU RELAZIONE ANVU - Sezione Provinciale di Venezia c/o Corpo Polizia Locale di Jesolo (VE) Via S. Antonio n. 14/a - 0421/359190 - Fax. 0421/359175 Web:http://www.anvu.it - e-mail: provincia.venezia@anvu.it

Dettagli

GRUPPO A - LA CIRCOLAZIONE STRADALE -

GRUPPO A - LA CIRCOLAZIONE STRADALE - GRUPPO A - LA CIRCOLAZIONE STRADALE - 01 E CONSIDERATO TRASPORTO IN CONDIZIONI D ECCEZIONALITA : Il trasporto il cui carico indivisibile sporge posteriormente oltre la sagoma del veicolo di più di 3/10

Dettagli

STRALCIO N. 259-01. <>

STRALCIO N. 259-01. <<Disposizioni concernenti le revisioni periodiche dei veicoli a motore >> Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia IX LEGISLATURA - ATTI CONSILIARI - PROGETTI DI LEGGE E RELAZIONI STRALCIO N. 259-01

Dettagli

La Regione Toscana ha definito i criteri concernenti il pagamento della tassa di possesso e/o di circolazione, un imposta regionale divenuta

La Regione Toscana ha definito i criteri concernenti il pagamento della tassa di possesso e/o di circolazione, un imposta regionale divenuta La ha definito i criteri concernenti il pagamento della tassa di possesso e/o di circolazione, un imposta regionale divenuta obbligatoria, anche per i mezzi che vantano oltre 20 anni dalla data di produzione/immatricolazione.

Dettagli

DISPOSIZIONI GENERALI

DISPOSIZIONI GENERALI F12 CODICE STRADA AGG OTT 2014.qxp_Layout 1 06/10/14 11:43 Pagina 5 TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI.......................................... p. 15 Art. 1 Principi generali......................................................»

Dettagli

GRUPPO A LA CIRCOLAZIONE STRADALE

GRUPPO A LA CIRCOLAZIONE STRADALE 01 E CONSIDERATO TRASPORTO IN CONDIZIONI D ECCEZIONALITA : Il trasporto il cui carico indivisibile sporge posteriormente oltre la sagoma del veicolo di più di 3/10 della lunghezza del veicolo. Qualunque

Dettagli

SERVIZIO DI SOCCORSO STRADALE MECCANICO E RIMOZIONE VEICOLI (Codice Attività 52.21.6)

SERVIZIO DI SOCCORSO STRADALE MECCANICO E RIMOZIONE VEICOLI (Codice Attività 52.21.6) SERVIZIO DI SOCCORSO STRADALE MECCANICO E RIMOZIONE VEICOLI (Codice Attività 52.21.6) Attività finalizzata alla assistenza degli automobilisti in difficoltà per avaria o per incidente. Recupero e trasporto

Dettagli

Comunicazione per gli autoriparatori gommisti: Decreto n.20 del 10 Gennaio 2013: cosa cambia?

Comunicazione per gli autoriparatori gommisti: Decreto n.20 del 10 Gennaio 2013: cosa cambia? Comunicazione per gli autoriparatori gommisti: Decreto n.20 del 10 Gennaio 2013: cosa cambia? Il Decreto Sulla Gazzetta Ufficiale n. 56 del 7 marzo 2013 è stato pubblicato il Decreto n. 20 del 10 gennaio

Dettagli

STRUTTURA DEL TITOLO III

STRUTTURA DEL TITOLO III STRUTTURA DEL TITOLO III CAPO I DEI VEICOLI IN GENERALE CAPO II DEI VEICOLI A TRAZIONE ANIMALE, SLITTE E VELOCIPEDI CAPO III VEICOLI A MOTORE E LORO RIMORCHI CAPO IV CIRCOLAZIONE SU STRADA DELLE MACCHINE

Dettagli

A - CIRCOLAZIONE STRADALE

A - CIRCOLAZIONE STRADALE A - CIRCOLAZIONE STRADALE 1 - COSA E UN CICLOMOTORE? A. - E UN AUTOVEICOLO A DUE O TRE RUOTE, CON MOTORE DI CILINDRATA NON SUPERIORE A 50 CM3, CON POTENZA MASSIMA NON SUPERIORE A 1KW, CAPACE DI SVILUPPARE

Dettagli

Aggiornamento linee guida sulla sicurezza e abilitazione all uso delle macchine agricole

Aggiornamento linee guida sulla sicurezza e abilitazione all uso delle macchine agricole Aggiornamento linee guida sulla sicurezza e abilitazione all uso delle macchine agricole Vincenzo Laurendi INAIL Dipartimento Tecnologie di Sicurezza Viterbo 15 maggio 2014 Osservatorio INAIL sugli infortuni

Dettagli

PRONTUARIO OPERATIVO PER IL CONTROLLO DEI CICLOMOTORI

PRONTUARIO OPERATIVO PER IL CONTROLLO DEI CICLOMOTORI PRONTUARIO OPERATIVO PER IL CONTROLLO DEI CICLOMOTORI A cura di Ten. MANNI Gabriella I.V. DE MICHELIS Raoul Corpo Polizia Locale Cisterna di Latina Versione 1.1 Aggiornata a domenica 3 maggio 2009 Presentazione

Dettagli

DISCIPLINA A. A5) I motoveicoli possono avere: a) solo due ruote b) max 3 ruote c) due, tre o quattro ruote

DISCIPLINA A. A5) I motoveicoli possono avere: a) solo due ruote b) max 3 ruote c) due, tre o quattro ruote DISCIPLINA A A1) Cosa è un ciclomotore? a) è un autoveicolo a due o tre ruote, con motore di cilindrata non superiore a 50 cm3, con potenza massima non superiore a 1kw, capace di sviluppare una velocità

Dettagli

Uso di prodotti fitosanitari e tutela della salute

Uso di prodotti fitosanitari e tutela della salute SERVIZIO INTERCOMUNALE POLIZIA LOCALE MEDIA PIANURA VERONESE - DISTRETTO VR 5 C (Provincia di Verona) Bovolone - Angiari - Concamarise - Isola Rizza Oppeano - Palù Roverchiara Salizzole - San Pietro di

Dettagli

Classificazione, omologazione e revisione dei veicoli

Classificazione, omologazione e revisione dei veicoli Classificazione, omologazione e revisione dei veicoli Salvatore NAPOLITANO Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione ed i Sistemi informativi e Statistici

Dettagli

Codice della strada. a cura di Andrea Montignani e Giorgio Perlini

Codice della strada. a cura di Andrea Montignani e Giorgio Perlini Codice della strada a cura di Andrea Montignani e Giorgio Perlini INCIDENTI STRADALI: CAUSE 60-85% eccesso di velocità guida distratta mancata precedenza mancata distanza di sicurezza assunzione di alcol

Dettagli

VERBALE DI ISPEZIONE IMPRESE AUTORIZZATE ALLO SVOLGIMENTO DELLE REVISIONI (Art. 80 - Decreto Legislativo 30 aprile 1992 n 285 e s.m.i.

VERBALE DI ISPEZIONE IMPRESE AUTORIZZATE ALLO SVOLGIMENTO DELLE REVISIONI (Art. 80 - Decreto Legislativo 30 aprile 1992 n 285 e s.m.i. Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione ed i Sistemi Informativi Statistici Direzione Generale Territoriale del Nord Ovest Ufficio Motorizzazione Civile

Dettagli

GUIDA AL CENSIMENTO PERMANENTE E AL MONITORAGGIO ANNUALE DEI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PA

GUIDA AL CENSIMENTO PERMANENTE E AL MONITORAGGIO ANNUALE DEI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PA CENSIMENTO PERMANENTE SULLE AUTO DI SERVIZIO IN DISPONIBILITÀ DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DPCM 3 agosto 2011 e successive modifiche DPCM 10 gennaio 2012 GUIDA AL CENSIMENTO PERMANENTE E AL MONITORAGGIO

Dettagli

- Termini e scadenze del d.l. n. 2/03 -

- Termini e scadenze del d.l. n. 2/03 - DECRETO LEGGE N. 2 del 13/01/2003 (Approvato dal Consiglio dei Ministri il 10/01/2003 e pubblicato nella G.U. del 13/01/03 che reintroduce le misure agevolative in materia di tasse automobilistiche di

Dettagli

Art. 116. Patente, certificato di abilitazione professionale per la guida di motoveicoli e autoveicoli e certificato di idoneità alla guida di ciclomotori 1. Non si possono guidare autoveicoli e motoveicoli

Dettagli

CONTATTI: SIG.RA FERRARO FRANCESCA SIG. FERRARO GIUSEPPE Tel. 039/2457802 339/1617721 320/5562901

CONTATTI: SIG.RA FERRARO FRANCESCA SIG. FERRARO GIUSEPPE Tel. 039/2457802 339/1617721 320/5562901 CONTATTI: SIG.RA FERRARO FRANCESCA SIG. FERRARO GIUSEPPE Tel. 039/2457802 339/1617721 320/5562901 COLLAUDI (Art. 75-78 C.d.S.) COLLAUDO, INSTALLAZIONE GANCIO TRAINO: COMPETENZE 60,00 TOTALE 117,84 COLLAUDO

Dettagli

!!"#$#%&'()!*'++'!,$-(.%&(/&&/('!!!!!!!!!!!!!!'!*'#!0(.%1)(&#!

!!#$#%&'()!*'++'!,$-(.%&(/&&/('!!!!!!!!!!!!!!'!*'#!0(.%1)(&#! !!"#$#%&'()!*'++'!,$-(.%&(/&&/('!!!!!!!!!!!!!!'!*'#!0(.%1)(&#! DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE DIREZIONE GENERALE PER IL TRASPORTO STRADALE E PER L INTERMODALITA

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO DEI TRASPORTI TERRESTRI U. di G. MOTORIZZAZIONE E SICUREZZA DEL TRASPORTO TERRESTRE Unità Operativa MOT 3 Roma, 4.12.2001 Prot. n. 3738/M366

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE DIREZIONE GENERALE PER IL TRASPORTO STRADALE E PER L INTERMODALITA DIVISIONE

Dettagli

Alla Provincia Autonoma di Trento Servizio Comunicazioni e Trasporti Motorizzazione Civile Lungoadige S. Nicolò, 14 38100 TRENTO

Alla Provincia Autonoma di Trento Servizio Comunicazioni e Trasporti Motorizzazione Civile Lungoadige S. Nicolò, 14 38100 TRENTO U. di G. MOTORIZZAZIONE E SICUREZZA DEL TRASPORTO TERRESTRE Segreteria Tecnica Roma, 15 Dicembre 2000 Prot. n. 1342/LS Circolare U.di G. n. A32 OGGETTO: Revisione generale dei motoveicoli e dei ciclomotori

Dettagli

ASSESSORATO DELLE INFRASTRUTTURE E DELLA MOBILITÀ Decreto 3 agosto 2010. Disposizioni relative alla limitazione della circolazione degli autoveicoli

ASSESSORATO DELLE INFRASTRUTTURE E DELLA MOBILITÀ Decreto 3 agosto 2010. Disposizioni relative alla limitazione della circolazione degli autoveicoli ASSESSORATO DELLE INFRASTRUTTURE E DELLA MOBILITÀ Decreto 3 agosto 2010. Disposizioni relative alla limitazione della circolazione degli autoveicoli nei centri abitati al fine della prevenzione degli inquinamenti

Dettagli

TARIFFE PER LE OPERAZIONI DI MOTORIZZAZIONI AGGIORNATE AL 31 MAGGIO 2007

TARIFFE PER LE OPERAZIONI DI MOTORIZZAZIONI AGGIORNATE AL 31 MAGGIO 2007 TARIFFE PER LE OPERAZIONI DI MOTORIZZAZIONI AGGIORNATE AL 31 MAGGIO 2007 ATTENZIONE: i numeri dei bollettini di conto corrente riportati, da utilizzare per i versamenti, sono validi esclusivamente per

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per i Trasporti Terrestri, la Navigazione, gli Affari Generali e il Personale Direzione Generale Territoriale NORD-OVEST Ufficio Motorizzazione

Dettagli

CENNI NORMATIVI MACCHINE AGRICOLE

CENNI NORMATIVI MACCHINE AGRICOLE CENNI NORMATIVI MACCHINE AGRICOLE 1. PREMESSA 2. MACCHINE AGRICOLE 3. MACCHINE AGRICOLE ED OPERATRICI ECCEZIONALI 1. PREMESSA I cenni normativi contenuti in questa documentazione, sono stati inseriti solo

Dettagli

3912 - Termini di scadenza per le revisioni veicoli

3912 - Termini di scadenza per le revisioni veicoli 3912 - Termini di scadenza per le revisioni veicoli AUTORE Biagetti ing. Emanuele - funzionario tecnico DTT Lo scritto riflette esclusivamente le opinioni dell'autore e non impegna in alcun modo l'ente

Dettagli

C/C 9001. Motoveicolo 9,00 29,24 21,17 4,50. Autoveicolo 9,00 29,24 39,71 4,50. Autoveicolo con targa quadrata 9,00 29,24 39,35 4,50

C/C 9001. Motoveicolo 9,00 29,24 21,17 4,50. Autoveicolo 9,00 29,24 39,71 4,50. Autoveicolo con targa quadrata 9,00 29,24 39,35 4,50 Tariffario Ambito: Nazionale In questa pagina trovi l elenco di tutte le pratiche automobilistiche di competenza del Dipartimento Trasporti (Motorizzazione Civile). Per ciascuna pratica sono indicati i

Dettagli

Concetto di responsabilità civile da circolazione stradale

Concetto di responsabilità civile da circolazione stradale Concetto di responsabilità civile da circolazione stradale Art. 2043 Codice Civile: Qualunque fatto doloso o colposo che cagiona ad altri un danno ingiusto, obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire

Dettagli

approvato con le modifiche apportate dalla Giunta Comunale con deliberazione del n.

approvato con le modifiche apportate dalla Giunta Comunale con deliberazione del n. DISCIPLINARE TECNICO RELATIVO ALL EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO/TRASFORMAZIONE DI VEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE E PER LA SOSTITUZIONE DI VECCHIE CALDAIE PER RISCALDAMENTO CON NUOVE CALDAIE

Dettagli

INDICE-SOMMARIO Legge 13 giugno 1991, n. 190. Delega al Governo per la revisione delle norme concernenti la disciplina della circolazione stradale

INDICE-SOMMARIO Legge 13 giugno 1991, n. 190. Delega al Governo per la revisione delle norme concernenti la disciplina della circolazione stradale Introduzione........................................... Avvertenze............................................ V VII Legge 13 giugno 1991, n. 190. Delega al Governo per la revisione delle norme concernenti

Dettagli

INDICE-SOMMARIO Legge 13 giugno 1991, n. 190. Delega al Governo per la revisione delle norme concernenti la disciplina della circolazione stradale

INDICE-SOMMARIO Legge 13 giugno 1991, n. 190. Delega al Governo per la revisione delle norme concernenti la disciplina della circolazione stradale INDICE-SOMMARIO Introduzione........................................... Avvertenze............................................ V VII Legge 13 giugno 1991, n. 190. Delega al Governo per la revisione delle

Dettagli

Mario Fargnoli. www.politicheagricole.it

Mario Fargnoli. www.politicheagricole.it La revisione delle macchine agricole immatricolate Mario Fargnoli Giornata di Studio www.politicheagricole.it Sicurezza del lavoro in agricoltura e nella circolazione stradale tra obblighi di legge ed

Dettagli

LE NUOVE CATEGORIE DI PATENTI DI GUIDA ART. 116 CDS - IN VIGORE DAL

LE NUOVE CATEGORIE DI PATENTI DI GUIDA ART. 116 CDS - IN VIGORE DAL LE NUOVE CATEGORIE DI PATENTI DI GUIDA ART. 116 CDS - IN VIGORE DAL 19.01.2013 Tutte le novità sulle 15 categorie e le relative tabelle di Franco MEDRI * Il Decreto Legislativo 18 aprile 2011, n. 59 nel

Dettagli

NOLEGGIO CON CONDUCENTE (NCC) Tutte le regole per autovetture, autobus e taxi a cura di Franco Medri*

NOLEGGIO CON CONDUCENTE (NCC) Tutte le regole per autovetture, autobus e taxi a cura di Franco Medri* NOLEGGIO CON CONDUCENTE (NCC) Tutte le regole per autovetture, autobus e taxi a cura di Franco Medri* Premessa: le parti evidenziate in rosso non sono ancora entrate in vigore se non dopo la pubblicazione

Dettagli

Le patenti sono 15, ciascuna con una sua autonomia, senza categorie e sottocategorie.

Le patenti sono 15, ciascuna con una sua autonomia, senza categorie e sottocategorie. ENTRA IN VIGORE LA PATENTE UNICA EUROPEA (parte generale) 19 gennaio 2013: entra in vigore la patente dell Unione Europea, unica ed uguale per tutti i cittadini europei, in formato card, con la foto digitale

Dettagli

2) CONTENUTO E MODALlTA Dl RlLASClO DEI SINGOLl DOCUMENTl

2) CONTENUTO E MODALlTA Dl RlLASClO DEI SINGOLl DOCUMENTl Approvato nel corso della riunione di Consiglio Federale del 15/10/2010 ed aggiornato al 24/01/2014 A U T O M O T O C L U B S T O R I C O I T A L I A N O C O M M I S S I O N I T E C N I C HE N A Z I O

Dettagli