da un Brasile Express gruppo Lo Forte

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "da un Brasile Express gruppo Lo Forte"

Transcript

1 RACCONTI RACCONTI DI DI VIAGGIO VIAGGIO Brasile East EastAfrica Africa e d r e v le o s il, B ra s i l e N ell anno dei mondiali 10 splendidi sconosciuti si ritrovarono in un viaggio discovery dall altro lato dell oceano. Tanto abbiamo visto e tante emozioni abbiamo vissuto, ma piuttosto che raccontare la nostra avventura giorno per giorno preferirei elencare le 10 emozioni che porteremo di più nel cuore, dalla meno alla più indimenticabile quella volta che andai in Brasile con un gruppo di Avventure nel Mondo. Da dove inizio, forse dal fatto che voglio fare questo viaggio dietro consiglio di un amica brasiliana che mi decanta sempre talmente tanto il suo paese che alla fine stufa di sentir solo parlare delle bellezze presenti in Brasile le voglio anche vedere. O forse dal fatto che voglio partire con Luana, una mia amica coordinatrice, e Armando, un altro ex compagno di viaggio, e questo è uno dei pochissimi paesi non visitati da loro. Oppure perché dopo tanta Africa ho voglia di cambiare continente e il Sudamerica e in vantaggio sugli altri. Iniziamo che è meglio! 10 agosto - Milano - Stranamente si parte tutti quanti da Milano, non mi è mai successo prima con AnM, oltretutto con volo diretto senza scali intermedi, che fortuna! I membri del gruppo arrivano alla spicciolata secondo la regione di provenienza, s inizia così a poco a poco a fare conoscenza e la mia prima impressione è buona. Arriviamo, come sempre, da tutta Italia (io da Milano, Luana da Roma, Armando da Catania, Rosanna da Palermo, Riccardo da Napoli, Nadia e Irene da Mantova e Gianmario da Varese e ) e come aveva detto Luana in una mail precedente lo yin e lo yang si sono equilibrati perfettamente, cinque donne e cinque uomini è la composizione di questa squadra. Fino all ultimo però rimaniamo in otto, gli ultimi due membri non si fanno ne vedere ne sentire poi come due spiriti si materializzano dal nulla, fanno per ultimi il check-in e entrano con noi dai controlli; verrò a scoprire più avanti che Gabriele e Alessandro, pugliesi, non avevano nessuna fretta di farsi conoscere e se l erano presa comoda davanti a un bicchiere di vino! I 40 - Avventure nel mondo da un Brasile Express gruppo Lo Forte Testo di Monica Ripamonti Foto di M. Ripamonti e Luana Lo Forte

2 posti vicini in aereo favoriscono maggiormente la conoscenza, le chiacchiere sono utili per sciogliere il ghiaccio e proseguono fino a quando gli occhi si chiudono. 11 agosto - Salvador de Bahia - Mattina presto, dopo undici ore di volo siamo quasi giunti a destinazione, per il momento siamo solo a San Paolo del Brasile, terra brasiliana ma meta solo di scalo, infatti il viaggio non è ancora concluso perché la prima tappa prevista è Salvador de Bahia e per raggiungerla dobbiamo prendere il primo dei quattro voli interni che ci aspettano lungo questa avventura. Arriviamo nel primo pomeriggio, nessuno di noi risente almeno in apparenza del fattore stanchezza o fuso orario, così una volta preso possesso delle varie camere nella Pousada de Magueira nel Pelorinho, la parte alta e storica della città, e dopo aver chiesto info per raggiungere il mare decidiamo di muoverci e immergerci subito nel clima brasiliano. Prima di uscire il personale della Reception ci tiene a farci delle raccomandazioni su come muoverci e soprattutto su cosa portare e non portare in giro con noi, rimaniamo un po perplessi quando ci dicono che dobbiamo girare senza zainetto ma solo con un normalissimo sacchetto di plastica, l ideale secondo loro per riporre le poche cose che ci servono e utile per non dare nell occhio, che a noi da tanto l aria di fashion-victim italiani! Iniziamo partendo appunto dal Pelorinho, pieno di vicoli, di turisti e di cultura, e finendo nella parte bassa, un lungomare con tanta musica, locali e gente ovunque; ma andiamo con ordine...decidiamo di non soffermarci troppo sulle bellezze del centro storico, sarà la meta di domani, preferendo scendere lentamente verso mare e rimanendo travolti dalla bolgia delle strade che attraversiamo riuscendo anche a gustare la prima specialità della cucina brasiliana, l acaraje. E una pasta di fagioli che una Mami, qui chiamata baiana, frigge sul momento all interno del suo carrettino e che poi imbottisce con altri ingredienti, che variano dal peperoncino ai gamberetti alle varie salsine piccanti, e si mangia direttamente sul posto così come abbiamo fatto noi. Consigliato per chi ama i sapori forti ma non per i vegetariani come Luana, che preferisce la variegata e succosa frutta di strada. Continuiamo per altri 4... o 7... o 10 km... secondo la stanchezza accumulata, superiamo la parte residenziale piena di numerosi grattacieli moderni e infine lungo una discesa panoramica sbuchiamo sul lungomare di Bahia. Ci limitiamo a girovagare sul litorale andando a vedere il faro più antico di tutte le americhe, il Farrol da Barra, che spicca con la sua imponenza fin da lontano e reso ancora più affascinante con questa luce serale, e bevendo tutti assieme la prima delle numerose birre fresche, gustandoci il primo tramonto che questa terra ci regala, direi che il colore giallo-arancio si posa ovunque intorno a noi. Torniamo nel Pelorinho e una volta rinfrescati andiamo a rifocillarci in uno dei ristoranti lì vicino, cibo ottimo a volontà e prime risate ci accompagnano fino alla fine della serata. 12 agosto - Salvador de Bahia - Colazione abbondante e ricca sotto il dehors in giardino, ecco come cominciare bene la prima vera giornata in Brasile. Scambiamo quattro chiacchiere ma soprattutto informazioni con il gruppo di AnM partito la settimana prima di noi e poi si fa sul serio. Iniziamo a visitare Bahia con l aiuto di David, guida e coordinatore di AnM che vive tra la stessa Bahia e Roma e di conseguenza parla bene la nostra lingua. Stavolta partiamo dal basso, con l aiuto di un pulmino raggiungiamo le statue di Orixa che si trovano posizionate nel centro del lago di Ibirapuera e sono le divinità sacre molto venerate dal popolo di Bahia. Gli Orixa sono divinità di origine totemica, sono associati ciascuno a un elemento naturale e appartengono alla religione afro brasiliana chiamata Candomblè, religione che mescola riti indigeni a credenze africane. E giunta in Brasile dall Africa, portata da sacerdoti africani e fedeli che erano stati deportati come schiavi. Discutiamo perciò di sacro e profano, cristianesimo e paganesimo, venendo tra l altro a conoscenza del fatto che in questi giorni si sarebbe svolta a Cachoeira, piccola cittadina nei dintorni, una festa dedicata proprio al sacro e profano, la Festa da Boa Morte, attrazione amata a quanto sembra da parecchi americani. David ci propone di prendere un treno presso quella che sembra una vecchia stazione, Estacao Santa Luzia ( nata nel 1980 per volere della popolazione), che serve per raggiungere la periferia di Salvador e costeggia la Baia di Itapajipe; così rilassati e ben integrati facciamo un pezzetto di tragitto insieme alla gente locale, ammiriamo ciò che dal finestrino giunge fino ai nostri sguardi e alla fermata indicataci scendiamo. Il paesaggio assomiglia molto a Mont Saint Michel, il mare si è ritirato e parecchia gente, compresi numerosi bambini, sta raccogliendo tra la sabbia ancora bagnata e le rocce quello che il mare ha lasciato dietro di se. Ascoltando David parlare della storia di Bahia ci dirigiamo lentamente verso un barcone, fermo lungo un porticciolo, che attraverso un lento movimento ci riporta nella parte opposta della baia, a Ribeira, dove ci concediamo un piccolo peccato di gola, un ottimo gelato presso la più vecchia gelateria di Bahia.I gusti sono tanti e parecchio buoni ed è per questo che ognuno di noi assaggia anche i gusti degli altri, la voglia di fare il bis c è ma bisogna ripartire per riprendere la via del centro. Prima però facciamo una fermata obbligatoria presso l Igreja do Nossa Senhora de Bonfim, una delle chiese più note e amate dai baitiani. Qui vengono per chiedere la grazia o a sciogliere voti, la chiesa di per sé è simile a molte altre ma l abside della chiesa e la cancellata esterna mi lasciano stupita, miliardi di braccialetti di stoffa colorata sono legati con tre nodi, uno per ogni desiderio richiesto, e riempiono ogni piccolo appiglio possibile dando l effetto di un dipinto multicolor. Il vecchio mercato di Bahia invece mi ricorda tantissimo i suq arabi: profumi di spezie, colori forti, labirinti formati da vicoli stretti e disconnessi, il vociare delle persone, gli anziani seduti fuori dai negozi a osservare tutt intorno, i giovani che spingono carrelli pieni di mercanzia, animali in libertà etc etc. Insomma, potremmo benissimo essere a Marrakech o a Il Cairo! David ci fa assaggiare un po di tutto, in primis il cacao allo stato primitivo... no good! Se quello che si mangia fosse così ne farei volentieri a meno mentre la papaia e il mango sono decisamente più apprezzati. Preferisco sicuramente il vecchio al Mercado Moderno, dove andiamo subito dopo, utile solo per i regalini da portare a casa e per l aver saputo da un rivenditore che tutti gli anni nella giornata del Santo patrono della città vi è una processione lunga 8km. Migliaia di devoti vestiti di bianco sfilano a piedi o su carri addobbati trainati da cavalli andando dalla Basilica di Nossa Senhora da Conceição da Praia, nel centro di Salvador di Bahia, fino a giungere al colle di Bonfim, tutto sempre nella tradizione del Candomblè. Finalmente la tappa successiva è il Pelorinho, splendido quartiere sito nella parte alta della città, non per niente dichiarato Patrimonio dell Unesco. Vi è tutta una storia dietro a questa Meraviglia che non sto qui a raccontare, lo farete a tempo debito il giorno che lo visiterete, vi dico solo che come abbiamo fatto noi vi perderete nei suoi fantastici colori pastello, nelle miriadi di piccole costruzioni simili ma non uguali, nei vicoli sconnessi per il porfido rialzato, nei suoni dei tamburi che non smettono mai di farsi sentire da ogni dove, nei tanti locali caratteristici e nelle numerose chiese presenti. David spiega ma io sinceramente è un po che non sento, ho voglia di guardarmi un po intorno senza avere più obblighi di ascolto per riuscire a vedere quanto è incantevole questo posto. Alla fine della giornata ci catapultiamo in uno dei bar con vista sulla baia per godere del tramonto spettacolare che anche oggi ci viene regalato e ci prepariamo per la serata che ci aspetta. Oggi è martedì, ogni martedì il Pelorinho si riversa in strada per festeggiare! Mangiamo in uno dei locali presenti nella piazzetta principale poi da lì ci muoviamo in cerca delle feste organizzate, nessuna è all altezza di quello che ci era stato prefissato ma alla fine la costanza ci gratifica, Geronimo, uno dei gruppi più famosi, sta tenendo un concerto su una delle numerose scalinate, l Escadaia da Igreja do Passo, e capiamo che il divertimento è qui perché è strapiena di gente e la musica è travolgente, così finiamo la serata tra canzoni e balli scatenati. 13 agosto - Praia de Imbassai - La giornata è dedicata al sole, al mare e al riposo. Ci spostiamo fuori Bahia per raggiungere Praia do Forte, la spiaggia di Imbassai. Dopo un ora e mezza di pulmino e con paesaggi sempre più marittimi arriviamo all interno di un villaggio vacanze, da lì ci incamminiamo per 42 - Avventure nel mondo

3 un sentiero che sbuca ai Caraibi! Un paesaggio così l ho visto solo in cartolina: una ricca e verde vegetazione che delimita la spiaggia dal sentiero, il mare di un colore blu intenso che contrasta con l azzurro del cielo, il color ocra della sabbia finissima. Allora il Paradiso esiste ed è qui! Guadiamo il piccolo fiume che il mare, parzialmente ritirato, ha lasciato dietro di se e arriviamo a una spiaggia attrezzata con ombrelloni e sdraio che sono di proprietà dei vari gestori dei bar che sovrastano la stessa. Scoperto che possiamo utilizzarli, previa consumazione di cibo o bevande, c impossessiamo ognuno del suo e tra una lettura di libri, musica in cuffia, sonnellini, bagni e soprattutto foto passiamo così la prima parte della giornata. A mezzogiorno ci spostiamo nei vari bar, c è chi preferisce pesce appena pescato e chi invece una semplice insalata; a un certo punto Armando oppure Gianmario, essendo i bar rialzati rispetto alla spiaggia, si accorgono di due- tre balene che sguazzano in mare, rimaniamo ad ammirare questa scena per un po, sembriamo dei bambini davanti a una vetrina di giochi. Dopodiché mi prendo un po di libertà dal gruppo e decido di camminare lungo la spiaggia con la macchina fotografica pronta all uso. Cammino per qualche chilometro divertendomi a fotografare di tutto e di più fino a quando mi accorgo che il mare si sta alzando, ciò significa che è giunta loro di rientrare dagli altri. Facciamo le ultime foto di gruppo (sotto la direzione di Irene ci divertiamo anche a comporre la scritta BRASILE ), ci beviamo la nostra solita birra e appena arriva il nostro pulmino ci affrettiamo a riprendere la strada del ritorno. 14 agosto Ilha de Itaparica - Ultimo giorno a Salvador de Bahia, giornata ricca di numerose cose da fare tra cui shopping, controllato per via del bagaglio a mano che incombe sulla nostra testa, ma shopping sarà! Anche oggi ricca e abbondante colazione, poi siamo velocissimi nel muoverci sotto una fastidiosissima pioggerellina perché dobbiamo arrivare presto al porto a prendere il traghetto per Ilha de Itaparica. Tutto il gruppo è compatto nel non voler utilizzare la solita barca da turisti, siamo invece tutti solidali nel volerla visitare da soli utilizzando i mezzi locali. Riusciamo a individuare il giusto attracco del traghetto anche grazie alle indicazioni dateci dalle persone presenti, arriviamo di corsa al molo... non mollate gli ormeggi... aspettateci...e saliamo al volo! Ci spostiamo tutti quanti a poppa della nave sedendoci e ammirando il panorama dello skyline tutto intorno; durante la traversata faccio conversazione con un signore, capisco poco o niente di portoghese ma l interagire con le persone del posto è una mia abitudine. Giunti all isola ci imbattiamo in Marco, uno dei tanti personaggi che ti assalgono quando esci dalla banchina del porto per portarti in giro a vedere ciò che vogliono. Credo che a noi sia andata molto bene! Una volta contrattata una cifra con Luana per portarci, a sua detta, in una delle spiagge più belle ci dirigiamo in pulmino verso la destinazione; ci fermiamo in un posto che non ha niente di straordinario e come dice giustamente Nadia Il mare dov è?, invece attraversato un piccolo fiumiciattolo e superato un gruppo di casette, ci ritroviamo in un piccolo angolo di Paradiso, una spiaggia incantevole che si trova nella punta estrema a nord est dell isola; ci sono ombrelloni di paglia, un angolo dedicato alla Avventure nel mondo

4 pennichella con tante amache in attesa di essere usate, un angolo per mangiare, materassini dove potersi sdraiare e infine il mare. Cosa più gradita, quest angolo di terra appartiene solo a noi giacché siamo i soli presenti. Dopo esserci accomodati e aver bevuto qualcosa il gruppo si divide; è uscito il sole così la maggior parte va a fare il bagno, Ricky e Armando fanno da custodi alla roba chiacchierando tra loro ed io mi allontano andando a fare una passeggiata. Il paesaggio stuzzica la mia fantasia e mi regala parecchie foto, riesco anche a far amicizia con alcuni locali che stanno lavorando in mare, e con questo bagaglio rientro per fare quattro chiacchiere con chi è rimasto, parliamo principalmente di politica e dei Mondiali appena terminati, ma oggi siamo qui per rilassarci e così finiamo la conversazione con la musica brasiliana e con Michel Telò! Ci raggiungono anche gli altri perché è giunta l ora di mangiare cosi sotto una grande struttura di legno, con la sabbia come pavimento, il ben di dio ci aspetta. Felicissimi di ciò che è stato cucinato assaggiamo un po di tutto rimanendo perplessi sul perché di tutte queste leccornie, fino a quando dal mare non vediamo sbarcare da una piccola imbarcazione un folto gruppo di turisti. Scappiamo è la parola d ordine! Decidiamo di fare un salto veloce a Itaparica dove le cose più interessanti sono il Forte de Sao Lourenco e la Fonte da Bica, quest ultima si dice faccia ringiovanire e che se bevi nella giusta sequenza dai tre rubinetti presenti servirà a farti trovare: amore, salute, giovinezza...o giovinezza, salute, amore...onestamente non ricordo la giusta sequenza!! Arriviamo al porto, non prima di aver salutato Marco, prendiamo la barca del ritorno e arrivati nel Pelorinho decidiamo per prima cosa di visitare bene la Igreja de Sao Francesco con relativo chiosco, visto che non eravamo riusciti a farlo il giorno prima. La chiesa non è di mio gusto, è decisamente troppo barocca e l oro abbonda ovunque, non vi è neanche un piccolo spazio senza un accenno di questo colore, mentre il chiosco è meraviglioso e mi riporta alla mente il Portogallo visto che è ricco di Azulejos, le maioliche dipinte sui toni dell azzurro, che ricoprono l intero perimetro. Da lì ci dirigiamo verso i negozi scelti a caso per iniziare a fare acquisti, rientriamo velocemente nella Pousada, ci cambiamo e sotto un temporale c infiliamo a teatro per vedere finalmente lo spettacolo di Capoeira. La prima parte non mi entusiasma, i ritmi sono un po lenti e a tratti noiosi perchè racconta attraverso la musica e il ballo l evoluzione della stessa, nata come arte marziale tra gli schiavi e finita come una danza. La seconda parte invece è indescrivibile, il palco si anima, si riempie, i ragazzi saltano, combattono, si muovono con eleganza, precisione e perfetto sincronismo. Esibizione e utilizzo straordinario dei corpi, assolutamente magnifica! Per finire la serata andiamo a cena in un ristorante raffinato, quale modo migliore per salutare Salvador de Bahia. 15 agosto - Salvador de Bahia/ Rio de Janeiro - Ultima colazione nella Pousada, da domani ognuno se la dovrà preparare da solo perché saremo in appartamento; lasciamo le nostre camere, saliamo sul pulmino che ci aspetta e via verso l aeroporto. Dopo aver litigato, sbraitato, tirato fuori dalle valigie grandi il più possibile e averlo messo a rinfusa negli zainetti piccolini (perché fuori peso consentito) o aver dato ai compagni con peso decisamente minore pezzi del proprio bagaglio, riusciamo finalmente a convincere le hostess a farci portare con noi i bagagli. Grandi ragazzi! Ora solo due ore di volo ci separano da Rio, la grande metropoli brasiliana. Giunti a destinazione rimaniamo sbigottiti, Piove e fa freddo! Ma dov è il sole?, mi sembra di essere ritornata a casa dove ho lasciato temporali, freddo e acqua anche se una differenza c è: qua sono a Rio de Janeiro! Giungiamo agli appartamenti dove il proprietario, italiano trasferitosi tempo fa in Brasile, ci accoglie. Speravamo fossero vicini ma più vicini di così sono due appartamenti attigui, separati solo da un piccolo atrio personale, che noi facciamo diventare un unico grande appartamento suddiviso in varie camere con bagno e poi c è la camera di Gabry, essendo il suonatore del gruppo viene relegato nel letto del soggiorno e, anche se non concorda, rimane comunque un open-space tutto suo!sistemiamo le nostre cose e usciamo per immergerci nella vita di questa metropoli conosciuta in tutto il mondo per la sua allegria e vivacità. Prima ci rifocilliamo con cibi caldi, sembra notevolmente novembre a Milano perché fa freddo e tira vento, poi ci spostiamo sul lungomare che è per nostra fortuna vicinissimo all appartamento. Decidiamo di percorrere a piedi una parte dei suoi 6 km prima di congelarci, quasi tutti i ragazzi si staccano subito dal gruppo perché a caccia di ragazze brasiliane mentre noi altri avanziamo lentamente tra carretti dedicati al dolce sudamericano per eccellenza, il churros, e meravigliose costruzioni di sabbia; l acqua attira sempre i miei piedi perciò pur facendo freddo decido di provare la temperatura del mare, l espressione perfetta per definire il giusto grado è ghiacciata, per fortuna mi fa un regalo una foglia di un albero, portata lì dalle onde, si è seccata prendendo una forma sinuosa che stuzzica la mia fantasia e decido che sarà mia compagnia di viaggio fino a casa. Gli ometti, dopo aver capito che sono molto meglio le donne del gruppo, li ritroviamo seduti in uno dei chioschi a bersi qualcosa, c è chi si ferma con loro mentre io, Luana e Gianmario decidiamo di proseguire imperterriti fino a quando il sole tramonta e allora ci avviciniamo all Oceano Atlantico godendoci della vista delle onde e un po di questa prima serata qua. Il luogo deciso per rifocillarsi è la zona di Ipanema, una volta finito di cenare, visto che non fa più neanche tanto freddo, la voglia di rientrare con calma senza fretta ci porta a tornare a piedi, così chiacchierando ci facciamo prima il litorale di Ipanema e poi quello di Copacabana. 16 agosto - Rio de Janeiro - Sveglia come un ghiro e unica in piedi decido di punto in bianco, visto che sono solo le sei, di fare come tutti i bravi cariocas e vado a farmi una corsettina lungo il litorale. Fa un certo effetto ritrovarsi a correre sul lungomare di Rio ma mi sento quasi subito una normale cittadina di questa metropoli, e poi non capita tutti i giorni di veder nascere il sole dietro le alture di una baia così, è qualcosa che ti toglie il fiato. Energia pura, fino 44 - Avventure nel mondo

5 a quando starò qui lo faccio. Alle otto, pronti come bravi scolari, siamo già davanti al pulmino, oggi ci aspetta un tour de force abbastanza ricco, abbiamo in programma le cose più importanti della città partendo dal Corcovado. Dal punto biglietteria tutti.. tranne due.. decidiamo di farla a piedi, così da abili escursionisti chiacchieriamo e osserviamo prima il panorama sulla baia e poi sul Cristo Redentore, che tutto a un tratto incombe su di noi. Giunti in cima la statua è veramente impressionante, riesco a capire per quale motivo è il simbolo del Brasile, l altezza ma soprattutto la forza che emana scaturiscono un senso di inferiorità assoluta. Dopo aver fatto le nostre dovute rimostranze ci spostiamo per andare all altra attrazione di qua, Pão de Açúcar, il monolito più alto rispetto agli altri che si elevano dal livello del mare attorno a Rio de Janeiro e da dove si gode, per via della sommità, una vista incredibile su tutta la Baia de Guanabara. Per arrivare in cima bisogna prendere due funivie, la prima si ferma su un monolito più basso e qui io vorrei fermarmi (ahimè io, Nadia e Irene soffriamo di vertigini) ma incentivata da Luana salgo anche sulla seconda; la vista non ha eguali da quassù, è possibile girare tutt intorno godendo di un panorama quasi a 360 e tutta la baia è sotto i miei piedi, anche il sole ha deciso di uscire proprio ora per regalarci colori più splendidi. Ne vale notevolmente la pena soffrire un po! Da li decidiamo di andare a vedere altre due cose: la Cattedrale di San Sebastiano (meglio conosciuta come Catedral Metropolitana) e poi il Sambodromo. La prima si trova in centro città ed è la Cattedrale di Rio, a quanto sembra sono l unica che apprezza il suo stile: la forma è quella di un cono rovesciato, cemento pieno a cassettoni tranne che in tre punti (la navata e i due laterali) dove strisce di vetri colorati le danno luce all interno, è talmente ampia che al suo interno può contenere persone; al resto del gruppo fa venire i brividi a me invece ricorda tanto le Piramidi Inca tanto è vero che la fotografo riflessa negli specchi dei grattacieli di fronte perché rendono meglio questa mia visione! La seconda è la meta dei tanti turisti che vengono qua ogni anno per assistere a uno degli eventi più conosciuti al mondo: il Carnevale. Devo dire che in questo caso sono io che rimango un po perplessa, ma una visita è doverosa anche solo per vedere una delle creazioni di Oscar Nemeyer, il famoso architetto brasiliano. Rientriamo in appartamento giusto per cambiarci dopodiché procediamo spediti verso il quartiere di Lapa, conosciuto soprattutto per la sua movida serale. Usciti dalla metropolitana ci troviamo nel quartiere di Cinelandia dove ci imbattiamo in due edifici di stile prettamente francese, sono Palazzo Pedro Ernesto, il Municipio di Rio, e il Teatro Municipal, il teatro dell Opera della città; quest ultimo solletica la nostra curiosità, visto che è aperto io con Armando, Ale e Gabry tentiamo di avventurarci all interno per scoprirne i tesori nascosti ma veniamo ostacolati dai due uscieri che ci fermano e così la nostra curiosità rimane tale. Entrati nel vivo del quartiere di Lapa cambiamo completamente ambiente: musica dal vivo, numerosi locali, giovani e movimento sono decisamente la prerogativa di questo quartiere. Ci sediamo all esterno di uno dei pub più affollati per mangiare un mix di piatti brasiliani, poi salutiamo Nadia e Rosi che stanche rientrano all ovile mentre la rimanenza respira un po di questa movida. Finiamo la serata prima nella classica discoteca e poi ascoltando un gruppo che suona musica dal vivo. 17 agosto - Rio de Janeiro - Sono decisamente combattuta tra l andare a vedere con Armando l esibizione di Usain Bolt (e già, è qui anche lui!) oppure andare con gli altri a vedere il Giardino Botanico. Alla fine, dopo aver dato io stessa un ora allo sport, mi convinco e decido per il giardinaggio; oggi è una giornata più blanda così una volta colazionati ci avviamo con tutta calma verso la nostra destinazione. Notiamo che lo stesso è molto grande e molto ben tenuto, personalmente ho visto giardini più interessanti ma è pur sempre un immersione nel verde. Giriamo tra i vari vialetti fermandoci quando qualche pianta particolare attira la nostra attenzione, ognuno di noi si sofferma maggiormente nei vari angoli dedicati alle piante favorite, vedi le orchidee per le donne e le ninfee per gli uomini. Finiamo abbastanza velocemente il giro, decidiamo così di dividere le nostre strade, gli uomini hanno voglia di sole e di mare mentre noi donne siamo alla ricerca di cultura e vogliamo visitare bene Lapa, che non è solo la sede della movida ma è anche la parte storica di Rio. Non so come ma mi sono ritrovata in spiaggia a Copacabana a prendere il sole! Morale, lasciate da sole Nadia e Rosi a girare per Lapa, tutti gli altri, compreso Armando che nel frattempo ci ha raggiunto raggiante della sua mattinata, siamo in spiaggia assieme ai carioca. Tra l altro è domenica, il lungomare è stato chiuso alle macchine ed è diventato un unica isola pedonale: la spiaggia si è riempita di ombrelloni, di gente e di sdraio, di venditori che offrono da bere e da mangiare passando tra i bagnanti, mentre sulla strada la gente circola in bici, a piedi oppure sui pattini. Rimaniamo in perfetto relax fino a quando il sole inizia a calare dopo rientriamo a casa con l intenzione di andare finalmente a visitare Lapa e raggiungere le uniche due vere turiste. Per colpa della sottoscritta arriviamo nel quartiere molto tardi e per farmi perdonare propongo di andare a vedere la scalinata simbolo di Rio, la famosa Escadaria Selaron che si trova lì vicino. Dietro indicazioni ci addentriamo su per una salita e finalmente respiriamo un po di aria di casa: gente che canta, bimbi che giocano in maniera straordinaria a palla in mezzo alla strada, ragazzi che ballano samba e anziani che chiacchierano seduti fuori dai vari portoni. Troviamo tutti la scalinata molto divertente, è fatta da miliardi di maioliche rosse ma soprattutto verdi blu e gialle (i colori del Brasile) intervallate qua e là da altre multicolori e di diverse forme e grandezze; l artista, Selaron appunto, iniziò tutto per protesta ma finì che quello che stava facendo incuriosì numerosi giornalisti e la sua opera divenne famosa in tutto il mondo, la gente inizio ad aiutarlo inviandogli materiale. Ora questa scalinata di 250 scalini contiene piastrelle provenienti da sessanta paesi diversi: frasi scherzose, gagliardetti di varie squadre di sport, panorami, specchi, cassette della posta etc. Vogliamo rimanere in quest angolo della città per mangiare e una semplice ma ricca tavolata in mezzo alla strada è quello che di più bello potevamo trovare, chiudiamo con un brindisi di succhi di frutta in uno dei chioschi di Copacabana. 18 agosto - Rio de Janeiro - Foz do Iguaçu - Ultima corsa mattutina sul litorale di Copacabana e so già che mi mancherà, ultima colazione fai da te e poi lasciamo l appartamento. Destinazione: Rocinha, una delle 1204 favelas di Rio, la favelas più grande di Rio. Arriviamo puntuali all appuntamento che ci è stato dato anche perché il volo per Iguaçu non ci aspetta in caso di ritardo. Il marito di Barbara, la nostra guida all interno della favelas, ci attende per iniziare il giro; devo essere onesta, sono stata una delle sostenitrici di questa iniziativa ma ora mi sento un po in imbarazzo, quasi fuori posto. Decido che non scatterò foto, non c è niente da fotografare nella povertà e soprattutto nella dignità di queste persone, ma ascolto molto attentamente le spiegazioni che ci sono fornite da Barbara, che nel frattempo ci ha raggiunto, alla fine sono contenta di aver visitato anche questa parte di Rio, probabilmente la parte più vera di questa città. Così come sono contenta che l importo versato per questa giornata sia utilizzato Avventure nel mondo

6 per la scuola che loro hanno creato e che ci portano a vedere. I bambini sono stupendi in tutto il mondo, non si accorgono delle differenze sociali o del fatto che tu sei lì per visitare, a loro interessa ridere e sorridere e se questo è quello che io posso dare nei pochi minuti che sto con loro ben venga. Così mi diverto a disegnare e giocare per tutto il tempo che rimaniamo. Finita la visita, ci dirigiamo in aeroporto per quella che sarà la nostra ultima tappa di questo viaggio, le cascate di Iguaçu. Arriviamo nel tardo pomeriggio, già dal finestrino dell aereo vedo che il paesaggio intorno è cambiato rispetto a quello visto finora, ora siamo nel Paraná, c è solo foresta e oltretutto, a differenza di quello che pensavamo, si muore di caldo! Arrivati alla Pousada, a Foz de Iguaçu, una volta sistemati usciamo per cenare e facciamo una delle mangiate..a mio parere.. più buona del viaggio, con chiacchiere e giochi per bambini come contorno. 19 agosto - Puerto Iguaçu ( Argentina) - Stamattina le cascate le vedremo dal lato argentino, partiamo presto in previsione anche del fatto che, come prima cosa da fare, abbiamo l elicottero; dopo aver superato rapidamente le formalità alla frontiera ci fermiamo in un area verde, punto di ritrovo dove aspettare per l imbarco. L area si riempie di persone ma fortunatamente noi siamo i primi a salire, gli addetti al volo ci chiamano e ci spostano in un punto ben preciso quando il velivolo sta per arrivare, cosa che avviene di lì a poco. Luana ed io siamo sistemate di fianco al pilota mente Armando, Gabry e Ale dietro fanno compagnia a una ragazza australiana. Già solo il salire sull elicottero è per me fonte di emozione, non l ho mai fatto e sono terribilmente curiosa; vengo ripagata ampiamente perché come sempre da lassù la Terra ha un suo fascino, mille virate e abbassamenti di quota ci consentono, soprattutto a noi due davanti, di avere una visuale perfetta su ciò che si estende sotto e quella che in lontananza ci sembra solo una colonna di fumo scopriamo avvicinandoci essere il vapore acqueo che le cascate producono. La Garganta del Diablo, la curva a U che definisce il confine tra Argentina e Brasile, è straordinaria da quassù figuriamoci quanto lo sarà da giù. Vorrei che il giro durasse tutto il giorno, chilometri e chilometri di foresta tagliata ogni tanto dalle forme serpeggianti del fiume Iguaçu rendono l idea di quanto anche la regione del Paranà sarebbe interessante da visitare, ma tutto finisce. Pieni di adrenalina in corpo e recuperato il resto del gruppo, ci spostiamo all entrata del Parco Nazionale per poterle visitare sia a piedi sia in gommone. La prima parte della visita è una camminata su un sentiero ben preciso dentro una fitta vegetazione alternata a punti di ristoro; la seconda parte è una lunga e interminabile passeggiata, a tratti su passerelle d acciaio, che in alcuni punti sfiora l acqua del fiume, il tutto guardando le cascate dall alto verso il basso. Prima di presentarci all appuntamento per il gommone ci riempiamo lo stomaco di cibo argentino, io mi do una piccola tregua con degli insetti che mi stanno massacrando le gambe mangiando all interno del bar! All ora indicata saliamo su un camion aperto, una ragazza ci fa da guida e ci spiega, mentre la attraversiamo per dirigerci al fiume, la foresta tropicale; veniamo così a scoprire che è molto ricca sia a livello di fauna ( comprende numerose specie in pericolo d estinzione, come giaguari, tapiri e aquile) che di flora ( la foresta è costituita da alberi alti oltre 30m e si incontrano arbusti, piante e specie selvatiche ). Arrivati al gommone, ci consegnano un grosso sacco di plastica per disporre il materiale che potrebbe rovinarsi e un giubbotto salvagente; saliamo e partiamo, chi in costume da bagno, chi riparato dai k-way e chi non importa, mi bagno, insomma siamo tutti pronti per farci la doccia. Infatti il comandante, dopo aver dato gas un paio di volte per superare delle rapide, si diverte per ben due volte a farci entrare sotto imponenti getti d acqua. Ghiacciata è la prima espressione che mi viene pensare, forza è la seconda! Arriviamo alla fine fradici ma soddisfatti, oggi abbiamo visto e vissuto pienamente una delle meraviglie della Natura più ammirate al mondo. Ma la giornata non finisce qui, l autista ci fa un piccolo omaggio, con una piccola deviazione ci porta a vedere dove i fiumi Iguaçu e Paranà s incontrano dando origine alla triplice frontiera, tre stati del Sudamerica che si salutano: Brasile - Argentina e Paraguay. Rientriamo in terra brasiliana e precisamente alla Pousada giusto in tempo per berci tutti assieme una birra in piscina e festeggiare questa ricca giornata, poi ci concediamo, visto che è l ultima sera in Brasile, la cena in una churrascaria in centro città. Giusto finale per questa incredibile vacanza. 20 agosto - Foz Iguaçu - San Paolo del Brasile - Ultimo giorno in Brasile, da domani torneremo a respirare aria italiana. Prima abbiamo il lato brasiliano delle cascate che ci aspetta e poi un volo per San Paolo del Brasile, da dove partiremo con un volo direzione Milano. Godiamoci prima le cascate! Ad alcuni sono piaciute dal lato argentino, ad altri piacciono da questa parte, io dico tutte e due; ieri abbiamo assaggiato la forza e la potenza dell acqua, oggi ammiriamo tutto il suo splendore giacché da questo lato si ha una visione completa della lunghezza. Passeggiamo su passerelle che s inoltrano fin quasi al centro della spaccatura in modo tale da poter avere una visione parziale della curvatura a U, starei le ore ad ammirarle perché la loro bellezza non ha eguali. Purtroppo invece il tutto avviene molto velocemente perché il primo volo è a mezzogiorno e non possiamo perderci in foto e chiacchiere. Con Luana che c incalza, lasciamo il sito e arriviamo puntuali all aeroporto, stavolta ci liberiamo del bagaglio, che non ha più niente di a mano, e ci imbarchiamo per il primo volo. Arrivati a San Paolo, avendo parecchio tempo da star qua, abbiamo una mezza idea di noleggiare o un pulmino o prendere dei taxi per visitare perlomeno le cose più importanti della città. Siamo demoralizzati quando il signore che noleggia i taxi ci dice che secondo lui abbiamo un tempo troppo limitato, c è il rischio traffico che non è mai poco in questa metropoli e non riusciremmo a vedere più dì tanto. L idea viene accantonata, tutti si dirigono verso l aeroporto tranne io, mi rifiuto di stare chiusa lì dentro per parecchie ore prima di prendere il volo definitivo così mi dirigo verso un area verde lì vicino per prendere un ultima boccata d aria brasiliana, mi riunisco al gruppo quando ormai manca poco alla partenza; riusciamo cosi a fare gli ultimi acquisti al duty-free, mangiamo un boccone e poi ci imbarchiamo sul volo che ci farà condividere quest ultimo momento assieme. 21 agosto - Milano - Assonnati, stanchi dal volo ma pienamente soddisfatti da questo viaggio, ci lasciamo in quest aeroporto internazionale. Sensazioni? E uno splendido paese, pieno di vita, di colori, sorrisi, di sole e calore umano, di musica e balli, mille paesaggi e numerose metropoli da visitare ma altrettanti angoli nascosti da scoprire, pur avendoci fatto mille pressioni..forse perché ci tengono a che non succeda niente al turista.. non abbiamo mai avuto la sensazione di essere in pericolo, ci hanno anche molto coccolato e viziato. Infine vorrei salutare a modo mio, ma loro sanno perché, i miei compagni di viaggio: Irene Amelie, Nadia Mamma Chioccia, Rosy Piccolina, Lu Birra e patatine, Gabry Pucci Pucci, Ale Si fa, vero?, Ricky Flemma napoletana, Gianmario Bianconero doc e ultimo ma non ultimo Armando Armandino...siete stati semplicemente fantastici! 46 - Avventure nel mondo

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini.

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini. A) Le feste italiane Naturalmente la più grande festa per i bambini e gli italiani è Natale. In Italia non mancano mai l albero di Natale, il presepio e molti regalini: la sera della Vigilia, il ventiquattro

Dettagli

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS : VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS Un Viaggio indimenticabile attraverso la Storia Venice-Simplon Orient-Express è il treno più famoso del mondo, con una storia ultracentenaria che nasce nel 1864 e prosegue

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Bahia tra mare e avventura

Bahia tra mare e avventura Bahia tra mare e avventura PROGRAMMA DI VIAGGIO 1 GIORNO: Italia Salvador De Bahia Partenza dall'italia per Salvador. Arrivo nella magica capitale dello stato di Bahia, oggi gioiello afrobrasiliano che

Dettagli

UN TEMPO. Foto Tiina Itkonen. Testo Ilaria bernardini

UN TEMPO. Foto Tiina Itkonen. Testo Ilaria bernardini P O R T O L I O UN TEMPO GHIACCIATO Tra le nevi perenni della Groenlandia per ritrovare se stessi. Il racconto di una fuga verso il Nord, in un luogo pieno di luce e di spazio, dove svegliarsi ogni giorno

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI Ogni programma è preceduto da una testatina contenente, in forma sintetica, le informazioni relative al viaggio. Lo spazio a disposizione nella scheda è limitato

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16 ALLA SCUOLA MATERNA Marzia: Buongiorno, sono venuta per iscrivere il mio bambino. Maestra: Buongiorno, signora. Io sono la maestra. Come si chiama il bambino. Marzia: Si chiama Renatino Ribeiro. Siamo

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Ogni mattina si parte alla scoperta di qualcosa di nuovo. Dopo una lauta colazione,

Ogni mattina si parte alla scoperta di qualcosa di nuovo. Dopo una lauta colazione, ANNA E VITTORIO, PELLEGRINI IRRIDUCIBILI Ha colto nel segno Simone quando ci ha definiti pellegrini "irriducibili"... Siamo partiti da Milano con la speranza di riuscire a percorrere tutte le 16 tappe,

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

1.Il Ristorante/La Trattoria

1.Il Ristorante/La Trattoria Agli italiani piace andare a mangiare in trattoria. Ma che cos è la trattoria? È un locale tipicamente italiano, che rispecchia il gusto e la mentalità degli italiani. Agli italiani piace mangiare bene,

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2014-2015 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: Ε1 Διάρκεια: 2 ώρες Υπογραφή

Dettagli

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse)

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) I PRONOMI PERSONALI PRONOMI PERSONALI SOGGETTO Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) Ella, esso, essa sono forme antiquate. Esso,

Dettagli

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige)

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Un roseto Il gazebo adiacente la casa sfrutta l estensione fra di un glicine centenario le nuvole e offre ombra e riparo nelle

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate.

Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate. VOLO incluso DA MILANO MALPENSA Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate. a n t i l l e mar dei caraibi 2 0 1 3-1 4 Un arcipelago di isole di gioia e colore. Viaggia nel cuore delle Antille. Il ritmo

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

Pensieri per un genitore che non c è

Pensieri per un genitore che non c è Campus AIPD - Formia 16-22 giugno 2013 Pensieri per un genitore che non c è In questo Campus mi sembra di essere fuori dal mondo, perché qui la normalità è avere un figlio con la sdd... sono i fratelli

Dettagli

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto La Milano che (non) vorrei... 13 aprile 2014 Anche per oggi suona la campanella che annuncia la fine delle lezioni! Insieme ai miei compagni di

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore VOI esprime sia una dedica ai nostri graditissimi ospiti, destinatari delle nostre attenzioni quotidiane, sia l acronimo di VERA OSPITALITÀ ITALIANA,

Dettagli

La gita è riservata ai soci di Ostia in Bici XIII in regola con l iscrizione. Il numero minimo di partecipanti è fissato a 10, il massimo a 20.

La gita è riservata ai soci di Ostia in Bici XIII in regola con l iscrizione. Il numero minimo di partecipanti è fissato a 10, il massimo a 20. Versione del 9/3/2015 Pag.1 di 5 FIAB - Ostia in Bici XIII Il Salento in bici 20-28 giugno 2015 Panoramica Una settimana nel Salento: un omaggio ad una delle bellezze d Italia, che ci racconterà di natura,

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli