Il linguaggio del calcolatore: linguaggio macchina e linguaggio assembly

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il linguaggio del calcolatore: linguaggio macchina e linguaggio assembly"

Transcript

1 Il linguaggio del calcolatore: linguaggio macchina e linguaggio assembly Ingegneria Meccanica e dei Materiali Università degli Studi di Brescia Prof. Massimiliano Giacomin

2 ORGANIZZAZIONE DEL CALCOLATORE: RICHIAMI Periferia (insieme delle periferiche) sottosistema di ingresso-uscita sottosistema unità centrale-memoria interfaccia di ingresso-uscita interfaccia di ingresso-uscita unità centrale memoria centrale bus di sistema Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 2

3 Programma e dati in memoria: rivisitazione Indirizzo MEMORIA zona della memoria che contiene le istruzioni zona della memoria che contiene i dati (numeri, caratteri, testi, immagini ) Istruzioni: come sono codificate? Abbiamo già visto come sono codificati Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 3

4 Il linguaggio macchina (richiami) Linguaggio macchina: costituito da istruzioni macchina, eseguite dalla CPU Ogni CPU ha un proprio linguaggio macchina (ISA Instruction Set Architecture): per esempio, le istruzioni dei processori Intel X86 sono diverse da quelle del processore MIPS - esistono CPU di marca diversa con diversa struttura fisica che risultano compatibili (es. Intel e AMD) Le istruzioni del linguaggio macchina sono costituite da stringhe di bit, suddivise in: Codice operativo à tipo istruzione Operandi à indicano i dati su cui l istruzione opera (sorgenti) e dove memorizzare il risultato (destinazione) operandi Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 4

5 Codice operativo Il processore è in grado di eseguire molti tipi di istruzioni: add, sub, lw, sw, j, beq, Ad ogni tipo di istruzione viene assegnato un codice binario operandi 0000 add 0001 sub 0010 addi 1000 lw 1001 sw Quanti bit sono necessari per il? Dipende dal numero delle istruzioni disponibili! Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 5

6 Operandi Ogni istruzione opera su un certo numero di operandi Ciascun operando può essere: - operando sorgente o destinazione e - immediato, operando, operando in memoria ESEMPI add $r1, $r3, $r4 sorgente sorgente destinazione addi $r1, $r3, 7 sorgente sorgente destinazione Il (add, addi, ) determina: - quanti operandi - di che tipo Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 6

7 ESEMPI add $r1, $r3, $r Supponiamo indichi istruzione add Destinazione: Sorgente1: Sorgente2: addi $r1, $r3, Supponiamo indichi istruzione addi Destinazione: Sorgente1: Sorgente2: immediato Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 7

8 Ogni operando può essere: 1) Una costante indicata nel campo dell istruzione (immediato) ESEMPIO addi $r1, $r3, 7 Destinazione: Sorgente1: Sorgente2: immediato Supponiamo indichi istruzione addi Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 8

9 2) Un dell unità centrale (operando ) $r0 $r1 $r2 $r3 $r Ognuno è indicato da un numero univoco Per indicare un (in un campo): codifica binaria 0010 indica $r2 quanti bit servono? Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 9

10 Un esempio ipotetico di codifica addi $r1, $r3, 7 \\ $r1 = $r Destinazione: Sorgente1: Sorgente2: immediato Supponiamo indichi istruzione addi $r1 $r3 7 Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 10

11 Un altro esempio di codifica (con operandi ) sub $r0, $r1, $r7 \\ $r0 = $r1-$r operandi destinazione sorgente1 sorgente Supponiamo indichi istruzione sub $r0 $r1 $r7 Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 11

12 Ogni operando può essere anche: 3) Una parola della memoria centrale (operando in memoria) Memoria ESEMPIO lw $r1, $r2, lw $r1 $r2 4 Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 12

13 Linguaggio macchina vs. Linguaggio assembly Codice macchina di una procedura che calcola e stampa la somma dei quadrati degli interi fra 0 e Traduzione: programma chiamato assemblatore Codice assembly di una procedura che calcola e stampa la somma dei quadrati degli interi fra 0 e 100 addiu $sp, $sp, -32 sw $ra, 20($sp) sw $a0, 32($sp) sw $zero, 24($sp) sw $zero, 28($sp) Ciclo: lw $t6, 28($sp) lw $t8, 24($sp) mul $t7, $t6, $t6 addiu $t0, $t6, 1 slti $at, $t0, 101 sw $t0, 28($sp) mflo $t7 addu $t9, $t8, $ta3 bne $at, $zero, Ciclo sw $t9, t8($sp) lui $a0,4096 lw $a1, 24($sp) jal Proc addiu $a0, $a0, 1072 lw $ra, 20($sp) addiu $sp, $sp, 32 jr $ra move $2, $0 Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 13

14 Il linguaggio assembly Usare direttamente il formato binario per scrivere (e leggere) programmi sarebbe impraticabile si usa il linguaggio assembly (o assembler) Il linguaggio assembly è la rappresentazione simbolica della codifica binaria usata dal calcolatore (linguaggio macchina) L assembly è più leggibile: utilizza codici operativi simbolici (anziché bit) che richiamano direttamente il significato di una istruzione (p.es. ADD al posto di 0001) permette l utilizzo di etichette per identificare gli indirizzi di parole di memoria che contengono istruzioni (e anche dati) Assemblatore: traduce linguaggio assembler in linguaggio macchina Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 14

15 1. Pull along perforation to separate card 2. Fold bottom side (columns 3 and 4) together Jump Register jr R PC=R[rs] 0 / 08 hex R[rt]={24 b0,m[r[rs] Load Byte Unsigned lbu I 24 +SignExtImm](7:0)} (2) hex Load Halfword R[rt]={16 b0,m[r[rs] lhu I 25 Unsigned +SignExtImm](15:0)} (2) hex 1 ARITHMETIC Load Linked CORE ll INSTRUCTION I R[rt] = SET M[R[rs]+SignExtImm] (2,7) 2 OPCODE 30 hex Load Upper Imm. lui I R[rt] = {imm, 16 b0} / FMT f M I P S hex /FT Reference Data FOR- / FUNCT Load Word lw I R[rt] = M[R[rs]+SignExtImm] (2) 23 NAME, MNEMONIC MAT OPERATION (Hex) hex CORE INSTRUCTION SET OPCODE Branch Nor On FP True bc1t nor FIRif(FPcond)PC=PC+4+BranchAddr R[rd] = ~ (R[rs] R[rt]) (4) 011/8/1/-- / 27 UN ESEMPIO hex FOR- / FUNCT Branch Or On FP False bc1f or FIRif(!FPcond)PC=PC+4+BranchAddr(4) R[rd] = R[rs] R[rt] 011/8/0/-- / 25 hex NAME, MNEMONIC MAT OPERATION (in Verilog) (Hex) Divide Or Immediate div ori R I Lo=R[rs]/R[rt]; R[rt] = ZeroExtImm Hi=R[rs]%R[rt] (3) 0/--/--/1a d hex Add add R R[rd] = R[rs] + R[rt] (1) 0 / 20 Divide Unsigned divu R Lo=R[rs]/R[rt]; Hi=R[rs]%R[rt] (6) 0/--/--/1b hex Set Less Than slt R R[rd] = (R[rs] < R[rt])? 1 : 0 0 / 2a FP Add Single add.s FR F[fd ]= F[fs] + F[ft] 11/10/--/0 hex Add Immediate addi I R[rt] = R[rs] + SignExtImm (1,2) 8 hex FP Set Add Less Than Imm. slti I {F[fd],F[fd+1]} R[rt] = (R[rs] < = SignExtImm)? {F[fs],F[fs+1]} 1 : + 0 (2) a hex Add Imm. Unsigned addiu I R[rt] = R[rs] + SignExtImm (2) 9 hex Double Set Less Than Imm. add.d FR R[rt] = (R[rs] < SignExtImm) 11/11/--/0 sltiu I {F[ft],F[ft+1]} b Add Unsigned addu R R[rd] = R[rs] + R[rt] 0 / 21 hex FP Compare Unsigned Single c.x.s* FR FPcond = (F[fs]? 1 op : 0 F[ft])? 1 : 0 (2,6) hex 11/10/--/y FP Set Compare Less Than Unsig. sltu R And and R R[rd] = R[rs] & R[rt] 0 / 24 FPcond R[rd] = (R[rs] ({F[fs],F[fs+1]} < R[rt])? 1 op : 0 (6) 0 / 2b hex hex c.x.d* FR 11/11/--/y Double Shift Left Logical sll R R[rd] = R[rt] {F[ft],F[ft+1]}) << shamt? 1 : 0 0 / 00 hex And Immediate andi I R[rt] = R[rs] & ZeroExtImm (3) c hex * (x is eq, lt, or le) (op is ==, <, or <=) ( y is 32, 3c, or 3e) Shift Right Logical srl R R[rd] = R[rt] >> shamt 0 / 02 if(r[rs]==r[rt]) FP Divide Single div.s FR F[fd] = F[fs] / F[ft] 11/10/--/3 hex Branch On Equal beq I 4 PC=PC+4+BranchAddr (4) hex FP Divide {F[fd],F[fd+1]} M[R[rs]+SignExtImm](7:0) = {F[fs],F[fs+1]} = Store Byte sb / div.d FR I 28 R[rt](7:0) (2) 11/11/--/3 hex if(r[rs]!=r[rt]) Double {F[ft],F[ft+1]} Branch On Not Equal bne I 5 PC=PC+4+BranchAddr (4) hex FP Multiply Single mul.s FR F[fd] M[R[rs]+SignExtImm] = F[fs] * F[ft] = R[rt]; Store Conditional sc I 11/10/--/2 38 R[rt] = (atomic)? 1 : 0 (2,7) hex Jump j J PC=JumpAddr (5) 2 FP Multiply {F[fd],F[fd+1]} = {F[fs],F[fs+1]} * hex mul.d FR 11/11/--/2 Double M[R[rs]+SignExtImm](15:0) {F[ft],F[ft+1]} = Store Halfword sh I 29 Jump And Link jal J R[31]=PC+8;PC=JumpAddr (5) 3 hex R[rt](15:0) (2) hex FP Subtract Single sub.s FR F[fd]=F[fs] - F[ft] 11/10/--/1 Jump Register jr R PC=R[rs] 0 / 08 hex FP Store Subtract Word sw I {F[fd],F[fd+1]} M[R[rs]+SignExtImm] = {F[fs],F[fs+1]} = R[rt] - (2) 2b hex sub.d FR 11/11/--/1 R[rt]={24 b0,m[r[rs] Double Subtract sub R R[rd] = R[rs] - R[rt] {F[ft],F[ft+1]} (1) 0 / 22 hex Load Byte Unsigned lbu I 24 +SignExtImm](7:0)} (2) hex Load Subtract FP Single Unsigned lwc1 subu I RF[rt]=M[R[rs]+SignExtImm] R[rd] = - R[rt] (2) 31/--/--/-- 0 / 23 hex Load Halfword R[rt]={16 b0,m[r[rs] Load FP F[rt]=M[R[rs]+SignExtImm]; (2) lhu I 25 ldc1 (1) May I cause overflow exception 35/--/--/-- Unsigned +SignExtImm](15:0)} (2) hex Double (2) SignExtImm F[rt+1]=M[R[rs]+SignExtImm+4] = { 16{immediate[15]}, immediate } Move From Hi mfhi (3) ZeroExtImm R R[rd] = { Hi 16{1b 0}, immediate } 0 /--/--/10 Load Linked ll I R[rt] = M[R[rs]+SignExtImm] (2,7) 30 hex Move From Lo mflo (4) BranchAddr R R[rd] = { Lo 14{immediate[15]}, immediate, 2 b0 0 /--/--/12 } Load Upper Imm. lui I R[rt] = {imm, 16 b0} f hex Move From Control mfc0 (5) JumpAddr R R[rd] = = { CR[rs] PC+4[31:28], address, 2 b0 } 10 /0/--/0 Load Word lw I R[rt] = M[R[rs]+SignExtImm] (2) 23 hex Multiply mult (6) Operands R {Hi,Lo} considered = R[rs] unsigned * R[rt] numbers (vs. 2 s comp.) 0/--/--/18 (7) Atomic test&set pair; R[rt] = 1 if pair atomic, 0 if not atomic Nor nor R R[rd] = ~ (R[rs] R[rt]) 0 / 27 Multiply Unsigned multu R {Hi,Lo} = R[rs] * R[rt] (6) 0/--/--/19 hex Shift BASIC Right INSTRUCTION Arith. sra FORMATS R R[rd] = R[rt] >>> shamt 0/--/--/3 Or or R R[rd] = R[rs] R[rt] 0 / 25 hex Store FP RSingle opcodeswc1 rsi M[R[rs]+SignExtImm] rt rd = F[rt] shamt (2) 39/--/--/-- funct Or Immediate ori I R[rt] = R[rs] ZeroExtImm (3) d hex Store FP M[R[rs]+SignExtImm] = 10 F[rt]; 6(2) 5 0 sdc1 I 3d/--/--/-- Set Less Than slt R R[rd] = (R[rs] < R[rt])? 1 : 0 0 / 2a hex Double I opcode rs M[R[rs]+SignExtImm+4] rt = immediate F[rt+1] Set Less Than Imm. slti I R[rt] = (R[rs] < SignExtImm)? 1 : 0 (2) a hex Set Less Than Imm. R[rt] = (R[rs] < SignExtImm) sltiu I b Unsigned? 1 : 0 (2,6) hex Set Less Than Unsig. sltu R R[rd] = (R[rs] < R[rt])? 1 : 0 (6) 0 / 2b hex Shift Left Logical sll R R[rd] = R[rt] << shamt 0 / 00 hex MIPS Reference Data Card ( Green Card ) 1. Pull along perforation to separate card 2. F Shift Right Logical srl R R[rd] = R[rt] >> shamt 0 / 02 hex Store Byte sb I M[R[rs]+SignExtImm](7:0) = R[rt](7:0) (2) 28 hex Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 15 PSEUDOINSTRUCTION SET NAME MNEMONIC OPERATION Branch Less Than blt if(r[rs]<r[rt]) PC = Label FP Subtract Double Load FP Single Load FP Double Move From Hi Move From Lo Move From Con Multiply Multiply Unsign Shift Right Arith Store FP Single Store FP Double FLOATING-PO FR FI opc opc PSEUDOINST N Branch Les Branch Gre Branch Les Branch Gre Load Imme Move REGISTER NA NAME $zero $at $v0-$v1 $a0-$a3 $t0-$t7 $s0-$s7 $t8-$t9 $k0-$k1 $gp $sp FLOATING-POINT INSTRUCTION FORMATS $fp J opcode address $ra FR 31 opcode fmt ft fs fd funct 0 Copyright by 26 Elsevier, 25 Inc., 21 All 20 rights reserved From 11Patterson 10 and 6 5Hennessy, Computer 0 Organizat FI opcode fmt ft immediate

Calcolatori Elettronici

Calcolatori Elettronici Calcolatori Elettronici ISA di riferimento: MIPS Massimiliano Giacomin 1 DOVE CI TROVIAMO Livello funzionale Livello logico Livello circuitale Livello del layout istruzioni macchina, ISA Reti logiche:

Dettagli

Il linguaggio del calcolatore: linguaggio macchina e linguaggio assembly

Il linguaggio del calcolatore: linguaggio macchina e linguaggio assembly Il linguaggio del calcolatore: linguaggio macchina e linguaggio assembly Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria Università degli Studi di Brescia Docente: Massimiliano Giacomin Richiamo sull

Dettagli

COMPITINO #1 di CALCOLATORI ELETTRONICI 1 del 03-11-09 COGNOME NOME

COMPITINO #1 di CALCOLATORI ELETTRONICI 1 del 03-11-09 COGNOME NOME MATRICOLA COGNOME NOME 1) [28/40] Trovare il codice assembly MIPS corrispondente dei seguenti micro-benchmark (utilizzando solo e unicamente istruzioni dalla tabella sottostante), rispettando le convenzioni

Dettagli

Introduzione. Indice. Linguaggio macchina. Linguaggio assembler

Introduzione. Indice. Linguaggio macchina. Linguaggio assembler Indice Linguaggio ad alto livello, linguagio assembler e linguaggio macchina Il linguaggio assembler MIPS: istruzioni aritmetiche, di trasferimento dati e di salto Conversione linguaggio assembler in linguaggio

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione. # Memoria di massa. Problema: comprare un PC. Architettura del calcolatore. Architettura di Von Neumann

Elementi di Informatica e Programmazione. # Memoria di massa. Problema: comprare un PC. Architettura del calcolatore. Architettura di Von Neumann Elementi di Informatica e Programmazione Architettura del calcolatore (prima parte) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Problema:

Dettagli

Riassunto. Riassunto. Ciclo fetch&execute. Concetto di programma memorizzato. Istruzioni aritmetiche add, sub, mult, div

Riassunto. Riassunto. Ciclo fetch&execute. Concetto di programma memorizzato. Istruzioni aritmetiche add, sub, mult, div MIPS load/store word, con indirizzamento al byte aritmetica solo su registri Istruzioni Significato add $t1, $t2, $t3 $t1 = $t2 + $t3 sub $t1, $t2, $t3 $t1 = $t2 - $t3 mult $t1, $t2 Hi,Lo = $t1*$t2 div

Dettagli

Il set istruzioni di MIPS Modalità di indirizzamento. Proff. A. Borghese, F. Pedersini

Il set istruzioni di MIPS Modalità di indirizzamento. Proff. A. Borghese, F. Pedersini Architettura degli Elaboratori e delle Reti Il set istruzioni di MIPS Modalità di indirizzamento Proff. A. Borghese, F. Pedersini Dipartimento di Scienze dell Informazione Università degli Studi di Milano

Dettagli

Sommario Introduzione al linguaggio Assembly. Calcolatori Elettronici Prof. Gian Luca Marcialis. Le operazioni fondamentali

Sommario Introduzione al linguaggio Assembly. Calcolatori Elettronici Prof. Gian Luca Marcialis. Le operazioni fondamentali Prof. Gian Luca Marcialis Corso di Laurea di Ingegneria Elettronica Capitolo 5 Linguaggio Assembly Fonti principali: Patterson, A.D., Hennessy, J., "Struttura, organizzazione e progetto dei calcolatori

Dettagli

Assembly. Motivazioni. Programmazione Assembly

Assembly. Motivazioni. Programmazione Assembly Assembly Programmazione in linguaggio macchina (o meglio in assembly): programmare utilizzando istruzioni direttamente eseguibili dal processore. Questa parte del corsi si accompagna a lezioni in laboratorio:

Dettagli

L architettura del calcolatore (Prima parte)

L architettura del calcolatore (Prima parte) L architettura del calcolatore (Prima parte) Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria Università degli Studi di Brescia Docente: Massimiliano Giacomin Calcolatore astratto e reale Concetto astratto

Dettagli

Linguaggio Assembler MIPS

Linguaggio Assembler MIPS Linguaggio Assembler MIPS Corso di Calcolatori Elettronici Corso di Calcolatori Elettronici A A.A. 2000/2001 Dr. Daniela Fogli Notazione Operazioni aritmetiche: Somma add a, b, c fa la somma di b e c e

Dettagli

Architettura MIPS (RISC) Architetture dei Calcolatori (Lettere. Principi di Progettazione ISA MIPS MIPS R3000 ISA. Il Set di Istruzioni MIPS

Architettura MIPS (RISC) Architetture dei Calcolatori (Lettere. Principi di Progettazione ISA MIPS MIPS R3000 ISA. Il Set di Istruzioni MIPS Architettura MIPS (RISC) Architetture dei Calcolatori (Lettere A-I) Il Set di Istruzioni MIPS Ing.. Francesco Lo Presti Sviluppata e progettata a Stanford (USA) Progettata nei primi anni 80 Prodotta e

Dettagli

Laboratorio di Architettura degli Elaboratori LabArch 2007 Terzo Quadimestre, a.a Docente: H. Muccini

Laboratorio di Architettura degli Elaboratori LabArch 2007 Terzo Quadimestre, a.a Docente: H. Muccini [http://www.di.univaq.it/muccini/labarch] Laboratorio di Architettura degli Elaboratori LabArch 2007 Terzo Quadimestre, a.a. 2006-2007 Docente: H. Muccini Lecture 12: - Numeri con segno -Somma e sottrazione

Dettagli

Calcolatori Elettronici A a.a. 2008/2009

Calcolatori Elettronici A a.a. 2008/2009 Calcolatori Elettronici A a.a. 2008/2009 ISA e LINGUAGGIO ASSEMBLY MIPS ESERCIZI Massimiliano Giacomin ESERCIZIO Utilizzando la green card, tradurre in linguaggio macchina le due istruzioni in assembly

Dettagli

Lezione 2 Assembly MIPS (2)

Lezione 2 Assembly MIPS (2) Lezione 2 Assembly MIPS (2) http://www.dii.unisi.it/~giorgi/didattica/arcal1 All figures from Computer Organization and Design: The Hardware/Software Approach, Second Edition, by David Patterson and John

Dettagli

Calcolatori Elettronici A a.a. 2008/2009

Calcolatori Elettronici A a.a. 2008/2009 Calcolatori Elettronici A a.a. 2008/2009 ISA e LINGUAGGIO ASSEMBLY MIPS Massimiliano Giacomin 1 Architettura MIPS Architettura RISC e load-store sviluppata da John Hennessy nel 1981 Usata da NEC, Nintendo,

Dettagli

Università degli Studi di Cassino

Università degli Studi di Cassino Corso di Istruzioni di confronto Istruzioni di controllo Formato delle istruzioni in L.M. Anno Accademico 2007/2008 Francesco Tortorella Istruzioni di confronto Istruzione Significato slt $t1,$t2,$t3 if

Dettagli

Le costanti Le modalità di indirizzamento L assembly del MIPS

Le costanti Le modalità di indirizzamento L assembly del MIPS Le costanti Le modalità di indirizzamento L assembly del MIPS Prof. Alberto Borghese Dipartimento di Scienze dell Informazione borghese@dsi.unimi.it Università degli Studi di Milano 1/45 Sommario Le costanti

Dettagli

Corso di Calcolatori Elettronici MIPS: Istruzioni di confronto Istruzioni di controllo Formato delle istruzioni in L.M.

Corso di Calcolatori Elettronici MIPS: Istruzioni di confronto Istruzioni di controllo Formato delle istruzioni in L.M. di Cassino e del Lazio Meridionale Corso di MIPS: Istruzioni di confronto Istruzioni di controllo Formato delle istruzioni in L.M. Anno Accademico 201/201 Francesco Tortorella Istruzioni di confronto Istruzione

Dettagli

Lezione 20. Assembly MIPS: Il set istruzioni, strutture di controllo in Assembly

Lezione 20. Assembly MIPS: Il set istruzioni, strutture di controllo in Assembly Architettura degli Elaboratori Lezione 20 Assembly MIPS: Il set istruzioni, strutture di controllo in Assembly Prof. F. Pedersini Dipartimento di Scienze dell Informazione Università degli Studi di Milano

Dettagli

Le etichette nei programmi. Istruzioni di branch: beq. Istruzioni di branch: bne. Istruzioni di jump: j

Le etichette nei programmi. Istruzioni di branch: beq. Istruzioni di branch: bne. Istruzioni di jump: j L insieme delle istruzioni (2) Architetture dei Calcolatori (lettere A-I) Istruzioni per operazioni logiche: shift Shift (traslazione) dei bit di una parola a destra o sinistra sll (shift left logical):

Dettagli

Architettura di tipo registro-registro (load/store)

Architettura di tipo registro-registro (load/store) Caratteristiche principali dell architettura del processore MIPS E un architettura RISC (Reduced Instruction Set Computer) Esegue soltanto istruzioni con un ciclo base ridotto, cioè costituito da poche

Dettagli

Linguaggio Assembler MIPS

Linguaggio Assembler MIPS Linguaggio Assembler MIPS Corso di Calcolatori Elettronici A 2007/2008 Sito Web:http://prometeo.ing.unibs.it/quarella Prof. G. Quarella prof@quarella.net Architettura MIPS Architettura RISC sviluppata

Dettagli

Linguaggio Assembly e linguaggio macchina

Linguaggio Assembly e linguaggio macchina Architettura degli Elaboratori e delle Reti Lezione 11 Linguaggio Assembly e linguaggio macchina Proff. A. Borghese, F. Pedersini Dipartimento di Scienze dell Informazione Università degli Studi di Milano

Dettagli

Linguaggio Assembly e linguaggio macchina

Linguaggio Assembly e linguaggio macchina Architettura degli Elaboratori e delle Reti Lezione 11 Linguaggio Assembly e linguaggio macchina Proff. A. Borghese, F. Pedersini Dipartimento di Scienze dell Informazione Università degli Studi di Milano

Dettagli

DISPENSE DI CALCOLATORI ELETTRONICI 1

DISPENSE DI CALCOLATORI ELETTRONICI 1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA FACOLTÀ DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA INFORMATICA MODULO PROFESSIONALIZZANTE "TECNOLOGIE PER IL KNOWLEDGE MANAGEMENT" A.A. 2005/2006 DISPENSE DI CALCOLATORI

Dettagli

Lezione 1: L architettura LC-3 Laboratorio di Elementi di Architettura e Sistemi Operativi 10 Marzo 2014

Lezione 1: L architettura LC-3 Laboratorio di Elementi di Architettura e Sistemi Operativi 10 Marzo 2014 Lezione 1: L architettura LC-3 Laboratorio di Elementi di Architettura e Sistemi Operativi 10 Marzo 2014 Ricorda... Il ciclo di esecuzione di un istruzione è composto da sei fasi: FETCH DECODE ADDRESS

Dettagli

Istruzioni assembler Istruzione N Registri

Istruzioni assembler Istruzione N Registri Istruzioni assembler Istruzione N Registri Aritmetica add a, b, c a = b+c addi a, b, num a = b + sub a, b, c a = b - c mul a, b, c a = b*c div a, b, c a = b/c utilizzati Descrizione 3 Somma. Somma b e

Dettagli

L ambiente di simulazione SPIM

L ambiente di simulazione SPIM Architettura degli Elaboratori e delle Reti Lezione 14 L ambiente di simulazione SPIM Proff. A. Borghese, F. Pedersini Dipartimento di Scienze dell Informazione Università degli Studi di Milano L 14 1/28

Dettagli

La macchina programmata Instruction Set Architecture (1)

La macchina programmata Instruction Set Architecture (1) Corso di Laurea in Informatica Architettura degli elaboratori a.a. 2014-15 La macchina programmata Instruction Set Architecture (1) Schema base di esecuzione Istruzioni macchina Outline Componenti di un

Dettagli

Come caricare costanti lunghe 32 bits. Caricamento di costanti. Indirizzamento nei salti. Indirizzamento nei salti

Come caricare costanti lunghe 32 bits. Caricamento di costanti. Indirizzamento nei salti. Indirizzamento nei salti Come caricare costanti lunghe 32 bits Si procede in due passi. Esempio: caricare 0xaabbccdd. Si caricano i 16 bit piu significativi lui $t0, 1010 1010 1011 1011 Bit meno significativi posti a zero Si caricano

Dettagli

Università degli Studi di Cassino

Università degli Studi di Cassino Corso di MIPS: modello di programmazione Anno Accademico 2007/2008 Francesco Tortorella CPU Compito della CPU: eseguire istruzioni Le istruzioni costituiscono le operazioni primitiva eseguibili dalla CPU

Dettagli

Lezione 3 Assembly MIPS (2)

Lezione 3 Assembly MIPS (2) Lezione 3 Assembly MIPS (2) http://www.dii.unisi.it/~giorgi/didattica/calel All figures from Computer Organization and Design: The Hardware/Software Approach, Second Edition, by David Patterson and John

Dettagli

Esempio di procedura annidata. L insieme delle istruzioni (5) Esempio di procedura annidata (2) set_array: Esempio di procedura annidata (3)

Esempio di procedura annidata. L insieme delle istruzioni (5) Esempio di procedura annidata (2) set_array: Esempio di procedura annidata (3) L insieme delle istruzioni (5) Architetture dei Calcolatori (lettere A-I) Esempio di procedura annidata Codice C Assumiamo che set_array sia la prima procedura chiamata Assumiamo che la variabile i corrisponde

Dettagli

LA FAMIGLIA DI PROCESSORI MIPS

LA FAMIGLIA DI PROCESSORI MIPS 1 INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE ASSEMBLY DI PROCESSORI MIPS IL PROCESSORE MIPS ISA RIDOTTO emips PROGRAMMAZIONE ASSEMBLY DELL emips FRAMEWORK PER L'ESECUZIONE DI APPLICAZIONI ASSEMBLY SUL MODELLO VERILOG

Dettagli

Architettura degli Elaboratori Modulo 2

Architettura degli Elaboratori Modulo 2 Architettura degli Elaboratori Modulo 2 Salvatore Orlando http://www.dsi.unive.it/~architet Arch. Elab. - S. Orlando 1 Contenuti Approfondiremo il progetto e le prestazioni delle varie componenti di un

Dettagli

MIPS Instruction Set 2

MIPS Instruction Set 2 Laboratorio di Architettura 15 aprile 2011 1 Architettura Mips 2 Chiamata a Funzione 3 Esercitazione Registri MIPS reference card: http://refcards.com/docs/waetzigj/mips/mipsref.pdf 32 registri general

Dettagli

Architettura della CPU e linguaggio assembly Corso di Abilità Informatiche Laurea in Fisica. prof. ing. Corrado Santoro

Architettura della CPU e linguaggio assembly Corso di Abilità Informatiche Laurea in Fisica. prof. ing. Corrado Santoro Architettura della CPU e linguaggio assembly Corso di Abilità Informatiche Laurea in Fisica prof. ing. Corrado Santoro Schema a blocchi di una CPU Arithmetic Logic Unit Control Unit Register File BUS Control

Dettagli

Motivazioni. Assembly. Programmazione Assembly. Programmazione Assembly

Motivazioni. Assembly. Programmazione Assembly. Programmazione Assembly Assembly Programmazione in linguaggio macchina (o meglio in assembly): programmare utilizzando istruzioni direttamente eseguibili dal processore. Questa parte del corsi si accompagna a lezioni in laboratorio:

Dettagli

L unità di controllo. Il processore: unità di controllo. Le macchine a stati finiti. Struttura della macchina a stati finiti

L unità di controllo. Il processore: unità di controllo. Le macchine a stati finiti. Struttura della macchina a stati finiti Il processore: unità di lo Architetture dei Calcolatori (lettere A-I) L unità di lo L unità di lo è responsabile della generazione dei segnali di lo che vengono inviati all unità di elaborazione Alcune

Dettagli

Assembler MIPS R2000/3000

Assembler MIPS R2000/3000 TITLE Assembler MIPS R2000/3000 Alberto Montresor Programma delle lezioni! Introduzione ai concetti di assembler, compilatore, linker, programma eseguibile! Introduzione all assembly Sintassi del linguaggio

Dettagli

Università degli Studi di Roma La Sapienza

Università degli Studi di Roma La Sapienza Università degli Studi di Roma La Sapienza Architettura degli elaboratori II Introduzione ai concetti ed al simulatore SPIM Indice degli argomenti Introduzione Assembler, compilatore, linker, programma

Dettagli

Lezione 16: L architettura LC-3

Lezione 16: L architettura LC-3 Lezione 16: L architettura LC-3 Laboratorio di Elementi di Architettura e Sistemi Operativi 15 Maggio 2013 Ricorda... Il ciclo di esecuzione di un istruzione è composto da sei fasi: FETCH DECODE ADDRESS

Dettagli

AXO Achitettura dei Calcolatori e Sistema Operativo. Instruction Set Architecture (ISA) e 68000

AXO Achitettura dei Calcolatori e Sistema Operativo. Instruction Set Architecture (ISA) e 68000 AXO Achitettura dei Calcolatori e Sistema Operativo Instruction Set Architecture (ISA) e 68000 introduzione a ISA ISA - Instruction Set Architecture insieme delle istruzioni (instruction set) che possono

Dettagli

La programmazione dei calcolatori. Architetture dei Calcolatori (Lettere. Benefici dei linguaggi ad alto livello. Vantaggi e svantaggi dell assembler

La programmazione dei calcolatori. Architetture dei Calcolatori (Lettere. Benefici dei linguaggi ad alto livello. Vantaggi e svantaggi dell assembler La programmazione dei calcolatori Architetture dei Calcolatori (Lettere A-I) Il Set di Istruzioni MIPS Prof. Francesco Lo Presti Linguaggio macchina (codifica con numeri binari) Linguaggio direttamente

Dettagli

Dal sorgente all eseguibile I programmi Assembly. Prof. Alberto Borghese Dipartimento di Scienze dell Informazione

Dal sorgente all eseguibile I programmi Assembly. Prof. Alberto Borghese Dipartimento di Scienze dell Informazione Dal sorgente all eseguibile I programmi Assembly Prof. Alberto Borghese Dipartimento di Scienze dell Informazione alberto.borghese@unimi.it Riferimenti sul Patterson: Cap. 2.10 + Appendice B, tranne B.7

Dettagli

.: CALCOLATORI 7 MAGGIO 2015

.: CALCOLATORI 7 MAGGIO 2015 .: CALCOLATORI 7 MAGGIO 2015 .: AGENDA.: MIPS, X86, ARM.: CARATTERISTICHE DI ARM ( CONFRONTO A MIPS ).: ESEMPIO COPIA_STRINGA SU ARCHITETTURA ARM.: ESEMPIO FATTORIALE SU MIPS, ARM ADVANCED RISC MACHINE.:

Dettagli

CALCOLATORI ELETTRONICI 15 aprile 2014

CALCOLATORI ELETTRONICI 15 aprile 2014 CALCOLATORI ELETTRONICI 15 aprile 2014 NOME: COGNOME: MATR: Scrivere nome, cognome e matricola chiaramente in caratteri maiuscoli a stampa 1 Di seguito è riportato lo schema di una ALU a 32 bit in grado

Dettagli

Cenni ad Assembly Intel

Cenni ad Assembly Intel Cenni ad Assembly Intel Luca Abeni April 17, 2015 Architerrura Intel Utilizzata sulla maggior parte dei laptop, desktop e server moderni Lunga storia Dagli anni 70 (Intel 8080-8 bit!)......fino ad oggi

Dettagli

Progetto CPU (ciclo singolo) Salvatore Orlando

Progetto CPU (ciclo singolo) Salvatore Orlando Progetto CPU (ciclo singolo) Salvatore Orlando Arch. Elab. - S. Orlando 1 Processore: Datapath & Control Possiamo finalmente vedere il progetto di un processore MIPS-like semplificato Semplificato in modo

Dettagli

CALCOLATORI ELETTRONICI

CALCOLATORI ELETTRONICI CALCOLATORI ELETTRONICI Giuseppe Coldani Tel. 0382 985678 e-mail: giuseppe.coldani@unipv.it giuseppe.coldani@tin.it orario delle lezioni: Mercoledì 14.00-18.00 orario di ricevimento: su appuntamento 1

Dettagli

Architettura degli Elaboratori B Introduzione al corso

Architettura degli Elaboratori B Introduzione al corso Architettura degli Elaboratori B Introduzione al corso Salvatore Orlando Arch. Elab. - S. Orlando 1 Componenti di un calcolatore convenzionale Studieremo il progetto e le prestazioni delle varie componenti

Dettagli

Calcolatori Elettronici

Calcolatori Elettronici Calcolatori Elettronici CPU a singolo ciclo assimiliano Giacomin Schema del processore (e memoria) Unità di controllo Condizioni SEGNALI DI CONTROLLO PC emoria indirizzo IR dato letto UNITA DI ELABORAZIONE

Dettagli

JCacheSim: simulatore visuale di gerarchia di memoria con interprete per programmi MIPS

JCacheSim: simulatore visuale di gerarchia di memoria con interprete per programmi MIPS JCacheSim: simulatore visuale di gerarchia di memoria con interprete per programmi MIPS Paolo Bennati, Roberto Giorgi Dipartimento di Ingegneria dell Informazione, Università degli Studi di Siena @dii.unisi.it

Dettagli

Architettura del Set di Istruzioni (ISA)

Architettura del Set di Istruzioni (ISA) Architettura del Set di Istruzioni (ISA) Maurizio Palesi Maurizio Palesi 1 Instruction Set Architecture (ISA) Software instruction set Hardware Maurizio Palesi 2 1 Instruction Set Architecture (ISA) Applicazioni

Dettagli

Processore. Memoria I/O. Control (Parte di controllo) Datapath (Parte operativa)

Processore. Memoria I/O. Control (Parte di controllo) Datapath (Parte operativa) Processore Memoria Control (Parte di controllo) Datapath (Parte operativa) I/O Memoria La dimensione del Register File è piccola registri usati per memorizzare singole variabili di tipo semplice purtroppo

Dettagli

Architetture dei Calcolatori (Lettere. Installazione di SPIM. Interfaccia Grafica

Architetture dei Calcolatori (Lettere. Installazione di SPIM. Interfaccia Grafica SPIM Architetture dei Calcolatori (Lettere A-I) SPIM Ing.. Francesco Lo Presti Simulatore che esegue programmi assembler per architetture RISC MIPS R2000/R3000 Legge programmi in assembler MIPS e li traduce

Dettagli

Linguaggio Assembly. Architettura di riferimento Formato istruzioni Classi di istruzioni Modalità di indirizzamento Direttive Codice macchina

Linguaggio Assembly. Architettura di riferimento Formato istruzioni Classi di istruzioni Modalità di indirizzamento Direttive Codice macchina Linguaggio Assembly Architettura di riferimento Formato istruzioni Classi di istruzioni Modalità di indirizzamento Direttive Codice macchina Modello di architettura di riferimento Nel seguito faremo riferimento

Dettagli

ASSEMBLY MIPS GUIDA RAPIDA ALLA COMPRENSIONE

ASSEMBLY MIPS GUIDA RAPIDA ALLA COMPRENSIONE ASSEMBLY MIPS GUIDA RAPIDA ALLA COMPRENSIONE Autore: Borsato Claudio Bibliografia: Strutture e progetto dei calcolatori Patterson, Hennessy Programmare in Assembly in GNU/Linux con sintassi AT&T Ferroni

Dettagli

AMBIENTE DI SIMULAZIONE ASIM

AMBIENTE DI SIMULAZIONE ASIM LABORATORIO DI ARCHITETTURA DEI CALCOLATORI lezione n 10 Prof. Rosario Cerbone rosario.cerbone@uniparthenope.it http://digilander.libero.it/rosario.cerbone a.a. 2008-2009 AMBIENTE DI SIMULAZIONE ASIM Digitazione

Dettagli

Architettura del calcolatore

Architettura del calcolatore Architettura del calcolatore La prima decomposizione di un calcolatore è relativa a due macro-componenti: Hardware Software Architettura del calcolatore L architettura dell hardware di un calcolatore reale

Dettagli

Hazard sul controllo. Sommario

Hazard sul controllo. Sommario Hazard sul controllo Prof. Alberto Borghese Dipartimento di Scienze dell Informazione alberto.borghese@unimi.it Università degli Studi di Milano Riferimento al Patterson: 4.7, 4.8 1/28 Sommario Riorganizzazione

Dettagli

Processore: Datapath & Control. Progetto CPU (ciclo singolo) Rivediamo i formati delle istruzioni. ISA di un MIPS-lite

Processore: Datapath & Control. Progetto CPU (ciclo singolo) Rivediamo i formati delle istruzioni. ISA di un MIPS-lite Processore: Datapath & Control Possiamo finalmente vedere il progetto di un processore MIPS-like semplificato Progetto CPU (ciclo singolo) Semplificato in modo tale da eseguire solo: istruzioni di memory-reference:

Dettagli

Von Neumann. John Von Neumann (1903-1957)

Von Neumann. John Von Neumann (1903-1957) Linguaggio macchina Von Neumann John Von Neumann (1903-1957) Inventore dell EDVAC (Electronic Discrete Variables AutomaFc Computer), la prima macchina digitale programmabile tramite un soiware basata su

Dettagli

CPU. Maurizio Palesi

CPU. Maurizio Palesi CPU Central Processing Unit 1 Organizzazione Tipica CPU Dispositivi di I/O Unità di controllo Unità aritmetico logica (ALU) Terminale Stampante Registri CPU Memoria centrale Unità disco Bus 2 L'Esecutore

Dettagli

Corso di Calcolatori Elettronici I A.A. 2010-2011 Il processore Lezione 18

Corso di Calcolatori Elettronici I A.A. 2010-2011 Il processore Lezione 18 Corso di Calcolatori Elettronici I A.A. 2010-2011 Il processore Lezione 18 Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Calcolatore: sottosistemi Processore o CPU (Central Processing

Dettagli

Programmazione dello Z80

Programmazione dello Z80 Il microprocessore si incarica di: gestire il programma e i suoi dati di eseguire i calcoli richiesti. Le azioni appena elencate rendono necessario che il microprocessore abbia da qualche parte, al suo

Dettagli

Piccola Introduzione al Linguaggio Assembly e Simili Amenità. Luca Abeni

Piccola Introduzione al Linguaggio Assembly e Simili Amenità. Luca Abeni Piccola Introduzione al Linguaggio Assembly e Simili Amenità Luca Abeni 20 aprile 2016 Capitolo 1 Il Linguaggio Assembly 1.1 Introduzione La CPU (Central Processing Unit) di un computer funziona eseguendo

Dettagli

Il simulatore SPIM SPIM

Il simulatore SPIM SPIM Il simulatore SPIM Architetture dei Calcolatori (lettere A-I) SPIM SPIM: un simulatore per eseguire programmi assembler scritti per processori MIPS32 Download e materiale relativo alla pagina Web http://www.cs.wisc.edu/~larus/spim.html

Dettagli

Corso di Informatica Applicata. Lezione 3. Università degli studi di Cassino

Corso di Informatica Applicata. Lezione 3. Università degli studi di Cassino Università degli studi di Cassino Corso di Laurea in Ingegneria della Produzione Industriale Corso di Informatica Applicata Lezione 3 Ing. Saverio De Vito e-mail: saverio.devito@portici.enea.it Tel.: +39

Dettagli

ARCHITETTURA DELLE CPU come ARCHITETTURA DEL SET DI ISTRUZIONI

ARCHITETTURA DELLE CPU come ARCHITETTURA DEL SET DI ISTRUZIONI PROGETTO DELLA CPU MEMORIZZAZIONE DEGLI OPERANDI DOVE SONO MEMORIZZATI GLI OPERANDI NELLA CPU? ARCHITETTURA DELLE CPU come ARCHITETTURA DEL SET DI ISTRUZIONI SCELTE PROGETTUALI: 1. DOVE SONO MEMORIZZATI

Dettagli

Il processore: unità di elaborazione

Il processore: unità di elaborazione Il processore: unità di elaborazione Architetture dei Calcolatori (lettere A-I) Progettazione dell unità di elaborazioni dati e prestazioni Le prestazioni di un calcolatore sono determinate da: Numero

Dettagli

Architettura degli elaboratori (A)

Architettura degli elaboratori (A) Laurea in Informatica a.a. 2010-2011 Laboratorio del corso di Architettura degli elaboratori (A) Modulo 1: l Architettura dell 8086 Valeria Carofiglio Linguaggi a vari livelli e loro relazioni Programma

Dettagli

Assembler di Spim. Assembler di SPIM. Struttura di un programma assembler. Direttive

Assembler di Spim. Assembler di SPIM. Struttura di un programma assembler. Direttive Assembler di Spim Assembler di SPIM Il programma è organizzato in linee Ogni linea può contenere un commento che parte dal carattere # e si estende fino alla fine della linea Ogni linea che non sia bianca

Dettagli

UN PO DI STORIA, CONCETTI BASE e DEFINIZIONI GENERALI

UN PO DI STORIA, CONCETTI BASE e DEFINIZIONI GENERALI 1 RICHIAMI SUL MIPS UN PO DI STORIA, CONCETTI BASE e DEFINIZIONI GENERALI L ARCHITETTURA DI RIFERIMENTO: LA MACCHINA MIPS INSTRUCTION SET MIPS R2000 ISTRUCTION SET SEMPLIFICATO: emips ESEMPI DI PROGRAMMAZIONE

Dettagli

UN PO DI STORIA, CONCETTI BASE e DEFINIZIONI GENERALI

UN PO DI STORIA, CONCETTI BASE e DEFINIZIONI GENERALI 1 RICHIAMI SUL MIPS UN PO DI STORIA, CONCETTI BASE e DEFINIZIONI GENERALI L ARCHITETTURA DI RIFERIMENTO: LA MACCHINA MIPS INSTRUCTION SET MIPS R2000 ISTRUCTION SET SEMPLIFICATO: emips ESEMPI DI PROGRAMMAZIONE

Dettagli

Richiami sull architettura del processore MIPS a 32 bit

Richiami sull architettura del processore MIPS a 32 bit Richiami sull architettura del processore MIPS a 32 bit Architetture Avanzate dei Calcolatori Valeria Cardellini Caratteristiche principali dell architettura del processore MIPS E un architettura RISC

Dettagli

Esercitazione sulle CPU pipeline

Esercitazione sulle CPU pipeline Esercitazione sulle CPU pipeline Una CPU a ciclo singolo come pure una CPU multi ciclo eseguono una sola istruzione alla volta. Durante l esecuzione parte dell hardware della CPU rimane inutilizzato perché

Dettagli

Architettura di un calcolatore: introduzione

Architettura di un calcolatore: introduzione Corso di Calcolatori Elettronici I Architettura di un calcolatore: introduzione Prof. Roberto Canonico Università degli Studi di Napoli Federico II Dipartimento di Ingegneria Elettrica e delle Tecnologie

Dettagli

L architettura del calcolatore (Terza parte)

L architettura del calcolatore (Terza parte) L architettura del calcolatore (Terza parte) Ingegneria Meccanica e dei Materiali Università degli Studi di Brescia Prof. Massimiliano Giacomin I dispositivi periferici periferia parte centrale sottosistema

Dettagli

Architettura dei calcolatori e sistemi operativi. Set istruzioni e struttura del programma Direttive all Assemblatore.

Architettura dei calcolatori e sistemi operativi. Set istruzioni e struttura del programma Direttive all Assemblatore. Architettura dei calcolatori e sistemi operativi Set istruzioni e struttura del programma Direttive all Assemblatore Capitolo 2 P&H 23. 11. 2015 Istruzioni: sottoinsieme del linguaggio assembler MIPS Formati

Dettagli

ASSEMBLER 68K parte 2

ASSEMBLER 68K parte 2 ASSEMBLER 68K parte 2 CORSO DI CALCOLATORI ELETTRONICI I CdL Ingegneria Biomedica (A-I) DIS - Università degli Studi di Napoli Federico II Classi di istruzioni Un calcolatore deve avere istruzioni in grado

Dettagli

Fondamenti di Informatica PROBLEMI E ALGORITMI. Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1

Fondamenti di Informatica PROBLEMI E ALGORITMI. Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Fondamenti di Informatica PROBLEMI E ALGORITMI Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Specifica di un algoritmo Primo approccio, scrittura diretta del programma: la soluzione coincide con la codifica

Dettagli

Introduzione al MIPS64

Introduzione al MIPS64 Introduzione al MIPS64 Interfaccia Hardware/Software High Level Language Program (e.g., C) Compiler Assembly Language Program (e.g., MIPS) Assembler Machine Language Program int a; a = vett[0] +7; LW R2,

Dettagli

Macchina di von Neumann

Macchina di von Neumann Il processore PD32 Macchina di von Neumann Unità di Ingresso Memoria di lavoro Unità di Uscita Unità di Calcolo Unità di Controllo Suddivisione SCA-SCO Unità di Ingresso Memoria di lavoro Unità di Uscita

Dettagli

Il Processore: i registri

Il Processore: i registri Il Processore: i registri Il processore contiene al suo interno un certo numero di registri (unità di memoria estremamente veloci) Le dimensioni di un registro sono di pochi byte (4, 8) I registri contengono

Dettagli

Architettura dei calcolatori e sistemi operativi. Assemblatore e Collegatore (Linker) Capitolo 2 P&H Appendice 2 P&H

Architettura dei calcolatori e sistemi operativi. Assemblatore e Collegatore (Linker) Capitolo 2 P&H Appendice 2 P&H Architettura dei calcolatori e sistemi operativi Assemblatore e Collegatore (Linker) Capitolo 2 P&H Appendice 2 P&H Sommario Il processo di assemblaggio Il collegatore (linker) 2 Assemblatore: traduzione

Dettagli

come tradurre da C a MIPS un modello per generare codice macchina

come tradurre da C a MIPS un modello per generare codice macchina AXO Architettura dei Calcolatori e Sistemi Operativi come tradurre da C a MIPS un modello per generare codice macchina (tratto da Patterson & Hennessy 4a ed. italiana) catena di traduzione (breve riassunto)

Dettagli

CALCOLATORI ELETTRONICI 29 giugno 2010

CALCOLATORI ELETTRONICI 29 giugno 2010 CALCOLATORI ELETTRONICI 29 giugno 2010 NOME: COGNOME: MATR: Scrivere chiaramente in caratteri maiuscoli a stampa 1. Si disegni lo schema di un flip-flop master-slave S-R sensibile ai fronti di salita e

Dettagli

ASSEMBLER 68K parte 1

ASSEMBLER 68K parte 1 ASSEMBLER 68K parte 1 CORSO DI CALCOLATORI ELETTRONICI I CdL Ingegneria Biomedica (A-I) DIS - Università degli Studi di Napoli Federico II Supporti didattici Fadini Savy, Fond. Inf. 2 parte. III, cap.

Dettagli

Lecture 2: Prime Istruzioni

Lecture 2: Prime Istruzioni [http://www.di.univaq.it/muccini/labarch] Modulo di Laboratorio di Architettura degli Elaboratori Corso di Architettura degli Elaboratori con Laboratorio Docente: H. Muccini Lecture 2: Prime Istruzioni

Dettagli

Architettura degli Elaboratori Lez. 2 Le istruzioni della CPU. Prof. Andrea Sterbini

Architettura degli Elaboratori Lez. 2 Le istruzioni della CPU. Prof. Andrea Sterbini Architettura degli Elaboratori Lez. 2 Le istruzioni della CPU Prof. Andrea Sterbini sterbini@di.uniroma1.it Argomenti Motivazioni Nel resto del corso vedremo nel dettaglio la progettazione di una CPU MIPS,

Dettagli

Architettura dei calcolatori e sistemi operativi. Il processore Capitolo 4 P&H

Architettura dei calcolatori e sistemi operativi. Il processore Capitolo 4 P&H Architettura dei calcolatori e sistemi operativi Il processore Capitolo 4 P&H 4. 11. 2015 Sommario Instruction Set di riferimento per il processore Esecuzione delle istruzioni Struttura del processore

Dettagli

CALCOLATORI ELETTRONICI 29 giugno 2011

CALCOLATORI ELETTRONICI 29 giugno 2011 CALCOLATORI ELETTRONICI 29 giugno 2011 NOME: COGNOME: MATR: Scrivere chiaramente in caratteri maiuscoli a stampa 1. Si implementi per mezzo di una PLA la funzione combinatoria (a 3 ingressi e due uscite)

Dettagli

Architettura (10/9/2003) Pag. 1/6. Cognome e Nome (in stampatello):

Architettura (10/9/2003) Pag. 1/6. Cognome e Nome (in stampatello): Architettura (10/9003) Pag. 1/6 Esame di Architettura (matr.0-1) del 10/9003 Per Fondamenti di Architettura NON rispondere Per le domande a risposta multipla cerchiare la risposta scelta. Non alle domande

Dettagli

Calcolatori Elettronici

Calcolatori Elettronici Calcolatori Elettronici Classificazione dei calcolatori elettronici Sistemi basati sull architettura di Von Neumann Sistemi basati sull architettura Harward Architettura dei calcolatori: definizioni Evoluzione

Dettagli

The DLX Assembly. DLX Instruction Set Architecture

The DLX Assembly. DLX Instruction Set Architecture The DLX Assembly 1 DLX Instruction Set Architecture Concetti architetturali: Semplicità del load/store IS ( fissa Semplicità nella decodifica (istruzioni a lunghezza Caratteristiche 32 General Purpose

Dettagli

Richiami di informatica e programmazione

Richiami di informatica e programmazione Richiami di informatica e programmazione Il calcolatore E una macchina usata per Analizzare Elaborare Collezionare precisamente e velocemente una grande quantità di informazioni. Non è creativo Occorre

Dettagli

1.4a: Hardware (Processore)

1.4a: Hardware (Processore) 1.4a: Hardware (Processore) 2 23 nov 2011 Bibliografia Curtin, Foley, Sen, Morin Informatica di base, Mc Graw Hill Ediz. Fino alla III : cap. 3.8, 3.9 IV ediz.: cap. 2.6, 2.7 Questi lucidi 23 nov 2011

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni LEZIONE 2 (HARDWARE) a.a. 2011/2012 Francesco Fontanella Tre concetti Fondamentali Algoritmo; Automa (o anche macchina); Calcolo; 2 Calcolatore MACCHINA

Dettagli