HORIZON 2020: I Fondi EU per la Ricerca Energetica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "HORIZON 2020: I Fondi EU per la Ricerca Energetica"

Transcript

1 HORIZON 2020: I Fondi EU per la Ricerca Energetica RICCARDO University of Siena Italian Representative in Energy Committee of Horizon 2020 Secure, clean and efficient Energy & MIUR Delegate for the SET PLAN LA POLITICA ENERGETICA EUROPEA E HORIZON 2020 Napoli 9 Aprile 2015

2 Non esiste una energia pulita (l unica energia pulita è quella che non si usa, cioè risparmiata) Quasi tutta l energia sulla terra è derivata o deriva dal sole R. Basosi " Risparmio Energetico e Rinnovabili per lo Sviluppo Sostenibile" Istanbul 1 aprile, 2014

3 % di questa energia è ottenuta dai COMBUSTIBILI FOSSILI EJ Il massiccio sfruttamento dei fossili èiniziato qui? Energia da umani, animali, fuoco e vento Egitto Roma Caduta Inizio dell Era dell Impero Cristiana WP ENERGY Presentazione Romano di RICCARDO di Occcidente Scoperta della America TEMPO

4 Global energy demand 2012 Hydro Geothermal Solar Biomass Coal Gas Oil Wind Global Energy Demand 2012: ~504 EJ R.Basosi I Fondamenti WP ENERGY Termodinamici Presentazione della di RICCARDO Pianificazione Energetica Source: Hessen-Nanotech (2008) R.Basosi et al Lo chiamavano il Paese del Sole Aracne Ed. 2014

5 Crude Oil: dimensions of countries based on reservoir In the Middle East are located more than 60% of total reservoir

6 EU 2020 goals Where are we today and progress towards the EU % EU 20/20/20 goals % % +27% 10 10% % % EU Targets 2030 Greenhouse Gas Emissions Share of Renewables Reduce Energy Consumption WP ENERGY Presentazione di RICCARDO

7 Gli obiettivi EU al 2020

8 ENERGY EFFICIENCY Quanto peserà l efficienza energetica.. WPENERGY Presentazione di RICCARDO

9 R.Basosi I Fondamenti Termodinamici della Pianificazione Energetica

10 Distribuzione Domanda/Offerta dell Energia in funzione della qualità degli Usi Finali L elettricità è associata convenzionalmente a T > 1000 C R.Basosi I Fondamenti Termodinamici della Pianificazione Energetica

11 The Flux of Renewable Energy 1,3 x Tep The total annual comsumption of Energy (12000 MTep) is equal to: 1/14000 of total annual flux of solar energy 1/40 of total annual wind potentiality 1/9 of total annual biomass potentiality

12 HORIZON 2020 (78 MLD) Tre priorità: 1 Scienza di Eccellenza 2 Leadership Industriale 3 Sfide della Società

13 Governance Horizon PROGRAMME COMMITTEE CONFIGURATIONS (provide Member States oversight and input into work programmes) 1. HORIZONTAL CONFIGURATION 2. ERC Marie Curie, FET 4. ICT 5. Nanotech,Materials, Biotech, Manufacturing 8. Health 9. Bio-economy 10. Energy 11. Transport 3. Research infrastructur es 6. Space 7. SMEs, Risk Finance 12. Climate 13. Inclusive societies 14. Security

14

15 MS participation on Energy in FP7 vs FP6 (courtesy of G. Zollino)

16 La partecipazione italiana al tema Energia del FP7 (courtesy of G.Zollino)

17 Success of stakeholders in Energy Projects in the frame of FP7 (courtesy of G.Zollino)

18 Horizon 2020 is different... Integration of Research and Innovation Instruments Emphasis on the impact on Society, Industry and Jobs A strong challenge-based approach, allowing applicants to have considerable freedom to come up with innovative solutions Simplified list of possible types of action (e.g. research and innovation -100%; innovation actions - 70%, ) Less prescription, strong emphasis on expected impact Broader topics. Cross-cutting issues mainstreamed (e.g. social sciences, gender, international )

19 Overcoming the valley of death Losses/Profit Research Development Technology Transfer Product Launch Success as a New product Commercialization Success as a business Time FP7 Valley of Death H2020

20 Formulation of Work Programme topics Structure reflects the challenge based approach 3 key features Specific Challenge o sets the context, the problem to be addressed, why intervention is necessary Scope o delineates the problem, specifies the focus and the boundaries of the potential action BUT without overly describing specific approaches Expected Impact o describe the key elements of what is expected to be achieved in relation to the specific challenge TRL!

21 HORIZON 2020 Technology Readiness Levels (TRLs) a useful tool in development and deployment of KETs in FP7: TRLs 1 4; up to 5-6 in (pilots and demonstrators) KETs: TRLs 3/4 8; centre at TRLs 5-7

22 Technology Readiness Level... TRL 4: Small Scale Prototype Development Unit (PDU) The components of the technology have been identified. A PDU has been built a laboratory and controlled environment. Operations have provided data to identify potential up scaling and operational issues. Measurements validate analytical predictions of the separate elements of the technology. Simulation of the processes has been validated. Preliminary LCA and economy assessment models have been developed. TRL 5: Large Scale Prototype Development Unit The technology has been qualified through testing in intended environment, simulated or actual. The new hardware is ready for first use. Process modelling (technical and economic) is refined. LCA and economy assessment models have been validated. Where it is relevant for further up scaling the following issues have been identified: Health & safety, environmental constraints, regulation, and resources availability. TRL 6: Prototype System The components and the process have been up scaled to prove the industrial potential and its integration within the energy system. Hardware has been modified and up scaled. Most of the issues identified earlier have been resolved. Full commercial scale system has been identified and modelled. LCA and economic assessments have been refined. TRL 7: Demonstration System The technology has been proven to work and operate a pre commercial scale. Final operational and manufacturing issues have been identified. Minor technology issues have been solved. LCA and economic assessments have been refined.

23 Secure, clean and efficient Energy 2-year work programme (2014, 2015) Scope: H 2020 = FP7 + market uptake Challenge-based approach Cross-cutting issues Calls 2014 (M ) 2015 (M ) Energy Efficiency 97,5 98,15 Competitive Low Carbon Energy 359,1 372,33 Smart Cities and Communities 92,32 108,18 SMEs & Fast Track to Innovation 33,95 37,26 Part B other actions TOT 657,87 676,92

24 Energy WP

25 Energy WP

26 Relazione con altre parti di H2020 I temi dell energia non sono presenti esclusivamente nella challenge «Secure, Clean and Efficient Energy Altre aree del programma H2020 con topic relative all energia Industrial Leadership Leadership in enabling and industrial technologies (LEIT) Information and Communication Technologies (ICT) Nanotechnologies, Advanced Materials, Advanced Manufacturing and Processing, and Biotechnology (NMBP) Innovation in SMEs Societal Challenges Smart, green and integrated transport Climate Action, Environment, Resource Efficiency and Raw Materials Agriculture 26

27 Budget Calls Budget/ Calls Total Budget NMP+B : 992,2 million Budget 2014: 488,2 million; Budget 2015: 504 million Sustainable Process Industries 13,5% Energy Efficient Buildings 11,5% Contributions to other programme (ICT/WASTE) 1,8% NMP 49,2% NMP 49,2% Factories of the Future 16% 41% of the WP ENERGY NMP+B Presentazione Budget di RICCARDO for PPP

28 Bandi 2014 Energia sicura, pulita ed efficiente No. topics Budget allocato M EUR Proposte presentate Proposte finanziate Tasso di successo ,3 M ,3 % Partecipazione No. Partecipanti italiani in proposte presentate No. Partecipanti italiani finanziati Tasso di successo partecipanti Italiani ,1 % Contributo finanziario per l Italia Coordinamento No. Proposte presentate a coordinamento italiano No. Coordinamenti italiani finanziati Tasso di successo coordinatori Italiani ,4 % 43,8 M (8,2 % del budget allocato)

29 Totale della partecipazione italiana Tasso successo Italia: 11,1 % (media: 15,4 %)

30 Progetti a coordinamento italiano Tasso successo Italia: 9,4 % (media: 14,3 %)

31 I Work Programme (WP)del Challenge Energia Il programma H2020 si sviluppa in 7 anni ( ) Le attività del Challenge Secure, Clean and Efficient Energy si sviluppano secondo la programmazione di dettaglio definita da tre successivi Work Programme 1 WP (WP 14-15) 2 WP (WP 16-17) 3 WP (WP 18-20) Attualmente sono in corso le calls del 1 WP (anno 2015) In parallelo è in corso di preparazione il testo del 2 WP (WP 16-17) 31

32 Processo di definizione e approvazione del WP Scoping Paper (non vincolante) 29/10/2014 CE rilascia il testo ai rappresentanti degli SM 9/12/2014 Deadline per commenti da parte degli SM 13/1/2015 CE rilascia la versione finale dello Scoping pap Outline WP First draft WP Second draft WP Final approval WP /1/2015 CE rilascia il testo ai rappresentanti degli SM 13/2/2015 Deadline per commenti da parte degli SM 27/2/2015 CE rilascia il testo ai rappresentanti degli SM 23/3/2015 Deadline per commenti da parte degli SM 15/4/ CE rilascia il testo ai rappresentanti degli SM 8/5/ Deadline per commenti da parte degli SM Maggio 2015 Finalizzazione del testo da parte della CE Giugno 2015 Revisione da parte degli altri uffici della CE e approvazione del Comitato MS 30/9/2015 Adozione da parte della CE e lancio delle call 32

33 WP : first draft Stato del testo Testo praticamente completo per la descrizione dei temi, ma ancora da consolidare The draft WP is a working document which is constantly being worked on and whose contents will undergo continuous revision, including additions and removals as needed Da definire i budget per ciascun tema The current document includes indications of the appropriate budget at proposal level for addressing specific topics, but not yet call budgets and sub-budgets. While the budget distribution among thematic priorities will be rather similar compared to work programme , concrete call budgets and sub-budgets are still being discussed internally 33

34 WP : tipologie di attività IA : Innovation Action TRL alto RIA : Research and Innovation Action TRL Medio e Basso CSA : Coordination and Support Action (overcome of non technical barriers, market up-take, etc. Soggetti coinvolti: Industria, Università, Centri di ricerca, PA, Associazioni di categoria 34

35 WP : Focus Areas Sono le medesime aree del WP Energy Efficiency (EE) 2. Competitive low-carbon energy (LCE) 3. Smart Cities and Communities with nature-based solutions (SCC) 4. Stimulating the innovation potential of SMEs for a low carbon and efficient energy system (SIE) 35

36 WP : Energy Efficiency Raggruppamento di temi 1. Heating and cooling 2. Engaging consumers towards sustainable energy 3. Buildings 4. Industry, products and services 5. Innovative financing for energy efficiency 36

37 WP : Competitive low-carbon energy Raggruppamento di temi 1. Towards an integrated EU energy system 2. Renewable energy technologies 3. Enabling the decarbonisation of the use of fossil fuels during the transition to a lowcarbon economy 4. Social, economic and human aspects of the energy system 5. Supporting the development of a European research area in the field of energy 37

38 WP : Competitive low-carbon energy Renewable energy technologies Portfolio Supported Basic Research Advanced Research Demonstration Market uptake Photovoltaics LCE LCE LCE Concentrated Solar Power LCE LCE Solar Heating and Cooling LCE Wind Energy LCE LCE LCE Ocean Energy LCE LCE /17 LCE Hydropower Geothermal Energy LCE Combined Heat and Power RES integration in the system Bio and Renewable Alternative Fuels LCE LCE INCO LCE LCE /17 LCE /17 LCE LCE INCO LCE LCE

39 WP : Competitive low-carbon energy Social, economic and human aspects of the energy system A number of cross-cutting issues need to be better understood, particularly those relating to socioeconomic, gender, sociocultural, and socio-political aspects of the energy transition. Since researchers in the Social Sciences and Humanities (SSH) have a particular expertise in analysing and understanding deep change and in designing radical innovations, including social innovations, they must play a stronger role in addressing energyrelated challenges. Social Sciences and Humanities Support for the Energy Union; European Platform for energy-related Social Sciences and Humanities research 39

40 WP : Competitive low-carbon energy Supporting the development of a European research area in the field of energy Attività di supporto all Integrate Roadmap del Set Plan Pilot action on European Common Research Agendas (ECRAs) in support of the implementation of the SET Action Plan; Framework Partnership Agreement supporting Joint Actions towards the demonstration and validation of innovative energy solutions 40

41 WP : Smart Cities and Communities with nature-based solutions (SCC) Smart Cities and Communities solutions integrating energy, transport, ICT sectors through lighthouse (large scale demonstration - first of the kind) project integrated innovative solutions lighthouse project approach: leader cities develop and test integrated innovative solutions at large scale. Follower cities commit to the replication at the end of the project Each lighthouse city shall i) include a "nearly zero energy buildings" district (new or retrofitted) which incorporates RES, ii) deploy a fleet of alternatively fuelled cars, iii) deploy ICT tools for integration and iv) explore the alternative use of innovative nature based solutions 41

42 WP : Stimulating the innovation potential of SMEs for a low carbon and efficient energy system (SIE) 1. Stimulating the innovation potential of SMEs for a low carbon and efficient energy system The SME instrument consists of three separate phases and a coaching and mentoring service for beneficiaries. Participants can apply to phase 1 with a view to applying to phase 2 at a later date, or directly to phase 2 Phase 1: feasibility study Phase 2: innovation projects (demonstration, testing, prototyping, piloting, scaling-up, miniaturisation, design, market replication and the like aiming to bring an innovation idea (product, process, service etc) to industrial readiness and maturity for market introduction) 42

43

44 Cohesion policy: 11 Thematic Objectives to deliver Europe 2020 Strengthening research, technological development and innovation Enhancing access to, and use and quality of, information and communication technologies Enhancing the competitiveness of small and medium sized enterprises, the agricultural sector (for the EAFRD) and the fisheries and aquaculture sector (for the EMFF) Supporting the shift towards a low carbon economy in all sectors Promoting climate change adaptation, risk prevention and management Protecting the environment and promoting resource efficiency Promoting sustainable transport and removing bottlenecks in key network infrastructures Promoting employment and supporting labour mobility Promoting social inclusion and combating poverty Investing in education, skills and lifelong learning Enhancing institutional capacity and an efficient public administration

45

46

47 SET Plan Integrated Roadmap Energy system holistic approach

48 Thank you for your attention! Find out more:

49 SC3 in Horizon 2020 Health, demographic change and wellbeing Food security, sustainable agriculture, marine and maritime research & the bioeconomy Secure, clean and efficient energy Smart, green and integrated transport Climate action, environment, resource efficiency and raw materials Inclusive, innovative and reflective societies Security society European Institute of Innovation and Technology (EIT) Spreading Excellence and Widening Participation Science with and for society Joint Research Center (JRC) Euratom 49

50 Suggerimenti per una partecipazione di successo Leggere bene le call: Technical content / scope Special features Expected impact Funding scheme Verificare il grado TRL non conviene «forzare» rispetto alla call WP ENERGY Presentazione di RICCARDO

51 Se trovate «la vostra call» Scegliere i partner sulla base della qualità e del reale contributo al progetto sinergie tra imprese e uni/ricerca Non aspettare: le cordate si formano prima possibile, dopo potrebbe essere tardi Leggere bene i criteri di valutazione e le istruzioni per i referee Far leggere l idea progettuale, e poi il proposal, con buon anticipo a qualcuno che ne abbia già fatti con successo. WP ENERGY Presentazione di RICCARDO

52 Se non trovate «la vostra call» altre parti di Horizon 2020 input per prossime call attraverso Piattaforme tecnologiche Delegati e esperti nazionali Organizzazione di workshops/position Papers Incontri per rafforzare collaborazioni con gruppi di altri Paesi (i.e Meetings di settore) Giornate info nazionali e europee, incontri regionali Esperti per la valutazione dei progetti National contact points APRE Chiara Pocaterra WP ENERGY Presentazione di RICCARDO

53 BASIC GENERAL PRINCIPLES across H year work programme to allow for better preparation of applicants One call BUT several deadlines and different evaluation processes Topics can be repeated BUT challenges could change Challenge based approach (not prescribing technology options) Focus areas Use of TRLs to specify scope of activities Indicative project size range Grant signature within 8 months from the deadlines Cross cutting actions

54 WP : Focus Areas Sono le medesime aree del WP Energy Efficiency (EE) 2. Competitive low-carbon energy (LCE) 3. Smart Cities and Communities with nature-based solutions (SCC) 4. Stimulating the innovation potential of SMEs for a low carbon and efficient energy system (SIE) 54

55 WP : Energy Efficiency Raggruppamento di temi 1. Heating and cooling 2. Engaging consumers towards sustainable energy 3. Buildings 4. Industry, products and services 5. Innovative financing for energy efficiency 55

56 WP : Energy Efficiency Heating and cooling optimising and matching efficient and sustainable heating and cooling supply developing models and tools for heating and cooling mapping and planning improving heating and cooling systems and solutions using low and very low temperature resources stimulating market uptake measures based on the replication of successful approaches for the retrofitting of inefficient district heating networks development and management of district heating/cooling grids with a cost-effective and efficient management and reuse of the resulting waste heat 56

57 WP : Energy Efficiency Engaging consumers towards sustainable energy Increasing citizen's engagement in energy efficiency as well as on demand response in order to optimise energy consumption. Better understanding how consumers take decisions and what impact those decisions have. Overcoming non technological barriers Support actions to raise the capacity of Public Authorities to fulfill their obligations under the EED 57

58 WP : Energy Efficiency Buildings Reducing the cost of renovations aimed at increasing energy efficiency Increasing the depth and rate of existing buildings' renovation with the aim to achieve Nearly Zero- Energy Buildings (NZEB) Removing barriers, stimulating the market for energy efficiency driven renovations, enabling further harmonisation for the calculation of the energy performance and certification of buildings and coherent cost-effective methods to assess the actual energy performance 58

59 WP : Energy Efficiency Industry, products and services design of manufacturing processes, energy recovery, energy audits and energy management systems, re-use of industrial waste optimisation of the value chain Development and market uptake of innovative highly efficient energy-related products, systems and services 59

60 WP : Energy Efficiency Innovative financing for energy efficiency development of innovative financing mechanisms, investment instruments and schemes for energy efficiency allowing to create a clear business cases and kick-start a large-scale market for energy efficiency finance. Increasing investors' confidence, capacity building, leveraging existing solutions and roll out of energy services with the aim to bring closer the relevant stakeholder groups and market organisations to ensure the energy efficiency market development and capacity building 60

61 WP : Competitive low-carbon energy Raggruppamento di temi 1. Towards an integrated EU energy system 2. Renewable energy technologies 3. Enabling the decarbonisation of the use of fossil fuels during the transition to a lowcarbon economy 4. Social, economic and human aspects of the energy system 5. Supporting the development of a European research area in the field of energy 61

62 WP : Competitive low-carbon energy Towards an integrated EU energy system Next generation innovative technologies enabling smart grids, storage and energy system integration with increasing share of renewables (distribution network) Demonstration of smart grid, storage and system integration technologies with increasing share of renewables (distribution system) Support to R&I strategy for smart grid and storage Demonstration of smart transmission grid, storage and system integration technologies with increasing share of renewables Tools for integration and coordination of the energy system 62

63 WP : Competitive low-carbon energy Renewable energy technologies Highest priority: supporting the next set of technologies that should be readied for cost-competitiveness and introduced in the market as soon as possible (off-shore wind, certain areas of PV, CSP, tidal and wave energy, and geothermal energy); Next level of priority: supporting those technologies that have started to reach cost-competiveness but where continued efforts are needed to increase this, broaden it to the full sector, and build out the European industry position (on-shore wind, areas of PV, biofuels, and solar heating and cooling); Other level of priority: supporting for new and emerging technologies (e.g. advanced and solar fuels, Ocean thermal energy conversion (OTEC), salienty gradient energy, etc.) and to fully mature technologies but where further innovation remains important (hydropower). 63

64 WP : Competitive low-carbon energy Renewable energy technologies Portfolio Supported Basic Research Advanced Research Demonstration Market uptake Photovoltaics LCE LCE LCE Concentrated Solar Power LCE LCE Solar Heating and Cooling LCE Wind Energy LCE LCE LCE Ocean Energy LCE LCE /17 LCE Hydropower Geothermal Energy LCE Combined Heat and Power RES integration in the system Bio and Renewable Alternative Fuels LCE LCE INCO LCE LCE /17 LCE /17 LCE LCE INCO LCE LCE

65 WP : Competitive low-carbon energy Renewable energy technologies Highest priority: supporting the next set of technologies that should be readied for cost-competitiveness and introduced in the market as soon as possible (off-shore wind, certain areas of PV, CSP, tidal and wave energy, and geothermal energy); Next level of priority: supporting those technologies that have started to reach cost-competiveness but where continued efforts are needed to increase this, broaden it to the full sector, and build out the European industry position (on-shore wind, areas of PV, biofuels, and solar heating and cooling); Other level of priority: supporting for new and emerging technologies (e.g. advanced and solar fuels, Ocean thermal energy conversion (OTEC), salienty gradient energy, etc.) and to fully mature technologies but where further innovation remains important (hydropower). 65

66 WP : Competitive low-carbon energy Enabling the decarbonisation of the use of fossil fuels during the transition to a low-carbon economy New generation high-efficiency capture processes; Utilisation of captured CO2 as feedstock for the process industry; Cross-thematic ERA-NET on Applied Geosciences ERA-NET Cofund on Large-Scale Demonstration of CCS Highly flexible and efficient fossil fuel power plants Geological storage pilots. 66

67 WP : Competitive low-carbon energy Supporting the development of a European research area in the field of energy Attività di supporto all Integrate Roadmap del Set Plan Pilot action on European Common Research Agendas (ECRAs) in support of the implementation of the SET Action Plan; Framework Partnership Agreement supporting Joint Actions towards the demonstration and validation of innovative energy solutions 67

68 WP : Smart Cities and Communities with nature-based solutions (SCC) Smart Cities and Communities solutions integrating energy, transport, ICT sectors through lighthouse (large scale demonstration - first of the kind) project integrated innovative solutions lighthouse project approach: leader cities develop and test integrated innovative solutions at large scale. Follower cities commit to the replication at the end of the project Each lighthouse city shall i) include a "nearly zero energy buildings" district (new or retrofitted) which incorporates RES, ii) deploy a fleet of alternatively fuelled cars, iii) deploy ICT tools for integration and iv) explore the alternative use of innovative nature based solutions 68

69 WP : Stimulating the innovation potential of SMEs for a low carbon and efficient energy system (SIE) 1. Stimulating the innovation potential of SMEs for a low carbon and efficient energy system The SME instrument consists of three separate phases and a coaching and mentoring service for beneficiaries. Participants can apply to phase 1 with a view to applying to phase 2 at a later date, or directly to phase 2 Phase 1: feasability study Phase 2: innovation projects (demonstration, testing, prototyping, piloting, scaling-up, miniaturisation, design, market replication and the like aiming to bring an innovation idea (product, process, service etc) to industrial readiness and maturity for market introduction) 69

70 Contact Call "Energy Efficiency EACI IEE Contact Smart cities & communities coordinator

71 Main Contacts Call Competitive low carbon energy Call coordination & LCE1: Philippe Schild LCE2 & LCE3: Fabio Belloni (PV), Piero de Bonis (CSP & RHC), Matthijs Soede (Wind & Ocean), Geothermal (Susanna Galloni) & Hydropower (Erich Naegele) LCE4 & LCE14: Maria Velkova LCE 5 to 10: Alexander Kolomyjczuk LCE11, LCE12 & LCE13: Maria Georgiadou LCE15, LCE16 & LCE17: Jeroen Schuppers LCE18, LCE19, LCE20, LCE21, LCE22: Martin Huemer Corresponds to the topic code in the work-programme

72 Italy towards Horizon2020: SC3 Consultation Board WP ENERGY Presentazione di RICCARDO National Technology Platforms, NTPs (related to ETPs/SET PLAN) Biofuels / Biofuels Italia TP EU PV TP TP Wind RHC Smart Grids ZEP National Research Platforms: EERA/AIREn SET PLAN EERA 15 Integrated Research programmes in the energy field EIIs Wind, Solar, Electricity Grids, CCS, Bioenergy,SmartCities,FuelCellsH2 Joint Programming Initiatives, JPIs Urban Europe CliK'EU European Innovation Partnerships, EIPs EIP Smart Cities and Communities (SCC) Delegate Experts Knowledge Innovation Communities, KICs KIC InnoEnergy But also: EIT ICT Labs and CLIMATE KIC Public Private Partnerships, PPPs Energy efficiency in buildings SPIRE JTI FCH BRIDGE ERA NETs BESTF1 & 2, Geothermal ERA NET, NEWA,PV ERANET2, SOLAR.ERA.NET, SmartGrids ERA Net, FENCO NET Others EMIRI Smart Cities Stakeholder Platform NER300 EUROGIA2020 Smart Cities MSI

73 ERDF e ESF

74 PPPs in Horizon 2020 PPPs in Horizon PPP in NMPB

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

Panorama della ricerca in edilizia nell IEA ETN

Panorama della ricerca in edilizia nell IEA ETN Panorama della ricerca in edilizia nell IEA ETN Ezilda Costanzo, ENEA IEA EUWP building vice-chair Giornata Nazionale IEA IA Ricerca Energetica e Innovazione in Edilizia ENEA Roma, 27 febbraio 2015 Gli

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL CALL INDUSTRIAL LEADERSHIP LEADERSHIP IN ENABLING AND INDUSTRIAL TECHNOLOGIES (LEIT) H2020-SPIRE-2014-2015 - CALL FOR SPIRE - SUSTAINABLE PROCESS INDUSTRIES H2020-SPIRE-2014

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects PRESENTATION Innovation plays a key role within the European political agenda and impacts

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Agata Landi Convegno ANIMP 11 Aprile 2014 IL GRUPPO ALSTOM Project management in IS&T L esperienza Alstom 11/4/2014 P 2 Il gruppo Alstom Alstom Thermal

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ( a cura di Stefania Renna ITIL - IBM) Pag. 1 Alcune immagini contenute in questo documento fanno riferimento a documentazione prodotta da ITIL Intl che ne detiene

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS Una società certificata di qualità UNI EN ISO 9001-2000 per: Progettazione ed erogazione di servizi di consulenza per l accesso ai programmi di finanziamento europei, nazionali e regionali. FIT Consulting

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE EFFICIENZA ENERGETICA

RAPPORTO ANNUALE EFFICIENZA ENERGETICA Il Rapporto Annuale sull Efficienza Energetica è stato curato dall Unità Tecnica Efficienza Energetica dell ENEA sulla base delle informazioni e dei dati disponibili al 30 aprile 2015. Supervisione: Roberto

Dettagli

LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE

LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE Alessandro Clerici Chairman Gruppo di Studio WEC «World Energy Resources» Senior Corporate Advisor - CESI S.p.A. ATI--MEGALIA Conferenza

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO

FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO VERSO UN CODICE DEONTOLOGICO DEL DOCENTE Paolo Rigo paolo.rigo@istruzione.it ALCUNE SEMPLICI

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe): SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE Project Management e Information Technology Infrastructure Library (ITIL V3 F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Terni, 12 Marzo 20115

COMUNICATO STAMPA. Terni, 12 Marzo 20115 COMUNICATO STAMPA Terni, 2 Marzo 205 TERNIENERGIA: Il CDA della controllata Free Energia approva il progetto di bilancio al 3 Dicembre 204 Il CEO Stefano Neri premiato a Hong Kong per la sostenibilità

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm 2011 IBM Corporation Cosa si intende per Cloud Computing Cloud è un nuovo modo di utilizzare e di distribuire i servizi IT,

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Best practice per il Service Mgmt

Best practice per il Service Mgmt Best practice per il Service Mgmt IBM e il nuovo ITIL v3 Claudio Valant IT Strategy & Architecture Consultant IBM Global Technology Services IBM Governance and Risk Agenda Introduzione ad ITIL V3 Il ruolo

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Nearly Zero Energy Building e Cost-Optimality : Norme Europee e loro recepimento

Nearly Zero Energy Building e Cost-Optimality : Norme Europee e loro recepimento Nearly Zero Energy Building e Cost-Optimality : Norme Europee e loro recepimento G.Grazzini, L.LEONCINI DIEF, Università di Firenze INTRODUZIONE Un edificio è un sistema il cui uso induce impatti a livello

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi Innovazioni di metodo Risultati attesi Risultati Azioni attesi Tempi

Dettagli

Il Data Quality, un problema di Business!

Il Data Quality, un problema di Business! Knowledge Intelligence: metodologia, modelli gestionali e strumenti tecnologici per la governance e lo sviluppo del business Il Data Quality, un problema di Business! Pietro Berrettoni, IT Manager Acraf

Dettagli

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e'

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il continuous improvement ed e' ITIL v3 ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e' giusto che lo applichi anche a se' stessa... Naturalmente una

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

PROGETTAZIONE EUROPEA:

PROGETTAZIONE EUROPEA: PROGETTAZIONE EUROPEA: SUGGERIMENTI PER LA STESURA DI PROGETTI DI RICERCA EUROPEI A cura di: Dott.ssa Federica Fasolato Divisione Ricerca Sezione Internazionale e Nazionale ricerca@unive.it Per ulteriori

Dettagli

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA?

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA? HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE Cosa è l HTA? Marco Marchetti Unità di Valutazione delle Tecnologie Policlinico Universitario "Agostino Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore L Health

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM List of contents 1. Introduction 2. Decoder 3. Switch-off process 4. CNID Introduction 1. Introduction

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

Smart Specialisation Strategy della Provincia Autonoma di Trento. Esempi e strumenti di attuazione. A. A Beccara I. Pilati Trento RISE

Smart Specialisation Strategy della Provincia Autonoma di Trento. Esempi e strumenti di attuazione. A. A Beccara I. Pilati Trento RISE Smart Specialisation Strategy della Provincia Autonoma di Trento Esempi e strumenti di attuazione A. A Beccara I. Pilati Trento RISE S3 PAT ICT Micro nano-elett. Qualità della vita Agrifood Nanotech. Fotonica

Dettagli

Lo Standard EUCIP e le competenze per la Business Intelligence

Lo Standard EUCIP e le competenze per la Business Intelligence Lo Stard UCIP e le competenze per la Business Intelligence Competenze per l innovazione digitale Roberto Ferreri r.ferreri@aicanet.it Genova, 20 maggio 2008 0 AICA per lo sviluppo delle competenze digitali

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969 Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN Nazionalità Italiana Data di nascita 28 gennaio 1969 Titolo di studio Laurea in Ingegneria Elettronica conseguita presso il politecnico

Dettagli

Guida per Auto Valutazione Secondo l EFQM GUIDA PER L APPLICAZIONE IONE DELLA METODOLOGIA DI AUTO VALUTAZIONE EFQM NEL PARTENARIATO

Guida per Auto Valutazione Secondo l EFQM GUIDA PER L APPLICAZIONE IONE DELLA METODOLOGIA DI AUTO VALUTAZIONE EFQM NEL PARTENARIATO GUIDA PER L APPLICAZIONE IONE DELLA METODOLOGIA DI AUTO VALUTAZIONE EFQM NEL PARTENARIATO 1 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. LA METODOLOGIA EFQM E IL QUESTIONARIO DI AUTO VALUTAZIONE... 4 3. LA METODOLOGIA

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA Prova Finale GESTIONE DELLA TRANSIZIONE SECONDO LO STANDARD ITIL ITIL SERVICE TRANSITION

Dettagli

IQNet SR 10. Sistemi di gestione per la responsabilità sociale. Requisiti. IQNet SR 10. Social responsibility management systems.

IQNet SR 10. Sistemi di gestione per la responsabilità sociale. Requisiti. IQNet SR 10. Social responsibility management systems. IQNet SR 10 Sistemi di gestione per la responsabilità sociale Requisiti IQNet SR 10 Social responsibility management systems Requirements IQNet SR 10 Social responsibility management systems Requirements

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

dott. Roberto Andreatta Trento, February 20 th, 2015

dott. Roberto Andreatta Trento, February 20 th, 2015 dott. Roberto Andreatta Trento, February 20 th, 2015 History Integrated Mobility Trentino Transport system TRANSPORTATION AREAS Extraurban Services Urban Services Trento P.A. Rovereto Alto Garda Evoluzione

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 La cronistoria Pre 2009 Modello a benchmark basato su: Pesi delle asset class Benchmark costituito da indici

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Real Consultant Srl Company Profile

Real Consultant Srl Company Profile Ooooo Real Consultant Srl Company Profile a company Regulated by RICS (The Royal Institution of Chartered Surveyors) Aprile, 2013 Indice REAL CONSULTANT - COMPANY PROFILE REAL CONSULTANT IL NOSTRO PROFILO

Dettagli

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE.

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE. UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIR 3 RVIZI ALITALIA. MPR DI PIÙ, PR T. FAT TRACK. DDICATO A CHI NON AMA PRDR TMPO. La pazienza è una grande virtù. Ma è anche vero che ogni minuto è prezioso. Per questo

Dettagli

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso UMB Power Day 15-11-2012 Lugano-Paradiso Mission Competenza e flessibilità al fianco delle imprese che necessitano di esperienza nel gestire il cambiamento. Soluzioni specifiche, studiate per migliorare

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Politecnico di Milano Scuola Master Fratelli Pesenti CONSTRUCTION INNOVATION SUSTAINABILITY ENGINEERING

Politecnico di Milano Scuola Master Fratelli Pesenti CONSTRUCTION INNOVATION SUSTAINABILITY ENGINEERING Innovazione nei contenuti e nelle modalità della formazione: il BIM per l integrazione dei diversi aspetti progettuali e oltre gli aspetti manageriali, gestionali, progettuali e costruttivi con strumento

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

Efficienza energetica e innovazione nei sistemi urbani: i trend che sfidano la crisi

Efficienza energetica e innovazione nei sistemi urbani: i trend che sfidano la crisi Efficienza energetica e innovazione nei sistemi urbani: i trend che sfidano la crisi Roberto Pagani, Dipartimento DINSE, Politecnico di Torino, I Abstract. La progettazione ambientale e il complesso multidisciplinare

Dettagli

Il Data Center è al centro di ogni strategia IT. È una strategia complessa, decisa da esigenze di spazio fisico, dati, limiti delle reti,

Il Data Center è al centro di ogni strategia IT. È una strategia complessa, decisa da esigenze di spazio fisico, dati, limiti delle reti, Data Center ELMEC Il Data Center è al centro di ogni strategia IT. È una strategia complessa, decisa da esigenze di spazio fisico, dati, limiti delle reti, alimentazione e condizionamento. Con il nuovo

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non tutti lo conoscono Marco Marchetti L Health Technology Assessment La valutazione delle tecnologie sanitarie, è la complessiva e sistematica valutazione

Dettagli

Sistemi di Asset Management per la gestione delle Facilities: il caso Ariete Soc. Coop.

Sistemi di Asset Management per la gestione delle Facilities: il caso Ariete Soc. Coop. Sistemi di Asset Management per la gestione delle Facilities: il caso Ariete Soc. Coop. Sottotitolo : Soluzioni di Asset Management al servizio delle attività di Facility Management Avanzato Ing. Sandro

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli