R E G I O N E C A L A B R I A G I U N T A R E G I O N A L E

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "R E G I O N E C A L A B R I A G I U N T A R E G I O N A L E"

Transcript

1 R E G I O N E C A L A B R I A G I U N T A R E G I O N A L E Deliberazione n. 34 della seduta del 24 febbraio Oggetto: Nucleo Regionale di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici. Determinazioni. Presidente o Assessore/i Proponente/i: Relatore (se diverso dal proponente): Dirigente/i Generale/i: Alla trattazione dell argomento in oggetto partecipano: Gerardo Mario OLIVERIO Vincenzo Antonio Ciconte Antonino De Gaetano Carlo Guccione Giunta Presente Assente Presidente Vice Presidente Componente Componente Assiste il Dirigente Generale del Dipartimento Presidenza. La delibera si compone di n. 6 pagine compreso il frontespizio e di n. allegati. Il dirigente di Settore Ai sensi dell art. 44 della L.R , n 8 si esprime il prescritto visto di regolarità contabile, in ordine all esistenza degli elementi costitutivi dell impegno, alla corretta imputazione della spesa ed alla disponibilità nell ambito dello stanziamento di competenza autorizzato. Il Dirigente di Settore Ragioneria Generale

2 LA GIUNTA REGIONALE PREMESSO CHE - con DGR n. 249/2000, è stato istituito, ai sensi della Legge 144/1999 e s.m.i., il Nucleo Regionale di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici (NRVVIP); - con DGR n. 681/2005 è stata istituita la "Struttura tecnico-amministrativa NRVVIP"; - con DGR n. 483/2008 il Nucleo Regionale di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici è stato trasformato in Unità Organizzativa Autonoma ai sensi dell'art. 7, comma 4, della L.R. n. 31 del 7 agosto 2002 e collocato all'interno del Dipartimento n. 3 "Programmazione nazionale e comunitaria"; - con DGR n. 520/2009 è stata rimodulata la struttura organizzativa del Dipartimento "Programmazione Nazionale e Comunitaria"; - con DGR n. 565/2009 avente ad oggetto Nucleo Regionale di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici Determinazioni e Modifica del Regolamento Operativo si è provveduto a: - annullare il punto 4 della DGR n. 483 del 28 luglio 2008 che prevedeva che il Nucleo Regionale di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici fosse coordinato da un Coordinatore Tecnico-Scientifico nominato dal Presidente della Giunta Regionale e individuato tra esperti di dichiarata fama e comprovata esperienza nella materia; - stabilire che il Responsabile dell'unità Organizzativa Autonoma Nucleo Regionale di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici fosse il Dirigente pro-tempore del Settore Programmazione del Dipartimento Programmazione Nazionale Comunitaria ; - approvare lo schema di Regolamento Operativo del Nucleo Regionale di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici, che prevede, tra l'altro, che il NRVVIP sia costituito da almeno otto componenti interni ed esterni all'amministrazione regionale e che sia supportato da una Segreteria Tecnico-Amministrativa composta da tre componenti; - che l articolo 1 della Legge n. 144/1999 recita: 2. I nuclei di valutazione e verifica [...] operano all'interno delle rispettive amministrazioni, in collegamento con gli uffici di statistica costituiti ai sensi del decreto legislativo 6 settembre 1989, n. 322, ed esprimono adeguati livelli di competenza tecnica ed operativa al fine di poter svolgere funzioni tecniche a forte contenuto di specializzazione, con particolare riferimento per: a) l'assistenza e il supporto tecnico per le fasi di programmazione, formulazione e valutazione di documenti di programma, per le analisi di opportunità e fattibilità degli investimenti e per la valutazione ex ante di progetti e interventi, tenendo conto in particolare di criteri di qualità ambientale e di sostenibilità dello sviluppo ovvero dell'indicazione della compatibilità ecologica degli investimenti pubblici; b) la gestione del Sistema di monitoraggio di cui al comma 5, da realizzare congiuntamente con gli uffici di statistica delle rispettive amministrazioni; c) l'attività volta alla graduale estensione delle tecniche proprie dei fondi strutturali all'insieme dei programmi e dei progetti attuati a livello territoriale, con riferimento alle fasi di programmazione, valutazione, monitoraggio e verifica. 3. Le attività volte alla costituzione dei nuclei di valutazione e verifica di cui al comma 1 sono attuate autonomamente sotto il profilo amministrativo, organizzativo e funzionale dalle singole amministrazioni tenendo conto delle strutture similari già esistenti e della necessità di evitare duplicazioni; CONSIDERATO CHE - la Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 10 settembre 1999 Costituzione di appositi nuclei con la funzione di garantire il supporto tecnico alla programmazione, alla valutazione ed al

3 monitoraggio degli interventi pubblici, definisce le caratteristiche comuni dei nuclei di valutazione, e in particolare stabilisce che: - i Nuclei regionali di valutazione e verifica degli investimenti pubblici, con la funzione di garantire il supporto tecnico alla programmazione, alla valutazione ed al monitoraggio degli investimenti pubblici, con particolare riferimento per le amministrazioni regionali, al supporto alla definizione e all'attuazione degli strumenti della programmazione regionale, alle azioni di sviluppo locale, all'applicazione degli istituti della programmazione negoziata: - siano collocati nell'ambito delle strutture preposte alla programmazione regionale; - assicurino livelli di professionalità rispondenti alle finalità previste dall'art. 1, comma 2, della legge n. 144/1999 e comunque in grado di garantire competenze nel campo dell'analisi di fattibilità e di valutazione ex ante, in itinere, ex post di progetti e programmi di investimento; analisi economica e ambientale applicata a livello territoriale e settoriale. - gli oneri per il funzionamento del Nucleo regionali di valutazione e verifica degli investimenti pubblici siano coperti con risorse di cui alla legge 144/1999 ed imputati sui pertinenti capitoli di bilancio; - la Conferenza Stato Regioni, nella seduta del 10 settembre 2000, ha reso parere favorevole, ai sensi dell'art. 2 del D. Lgs 28 agosto 1997 n. 281, sul documento riguardante Modello di riferimento orientativo per la costituzione dei Nuclei di valutazione e verifica degli investimenti pubblici che prevede, tra l'altro, che: - il NRVVIP è una struttura permanente che opera, per le amministrazioni regionali, nell'ambito delle strutture preposte alla programmazione, collocazione indispensabile per realizzare gli obiettivi di supporto alla programmazione ad esso attribuite; - in linea generale, un NRVVIP possa essere composto, in funzione della mole e varietà degli investimenti da monitorare e valutare, da un minimo di 5 ad un massimo di 20 componenti con alta professionalità specifica; - i profili professionalità dei componenti del Nucleo ritenuti indispensabili; - l'attività del Nucleo deve essere supportata da una segreteria tecnico-amministrativa, con funzioni tecniche indispensabili relative ad immissione e gestione dati, elaborazione dati; - il Nucleo è composto da personalità interne, integrate, se necessario, da professionalità esterne all'amministrazione; in entrambi i casi sono richiesti i requisiti di competenza e professionalità di cui al comma 1 art. 3 del DPCM ; - i componenti esterni del Nucleo devono possedere professionalità di cui sia preferibilmente dimostrabile un'esperienza di almeno 10 anni nel campo della valutazione di programmi e progetti di investimenti pubblici; - le risorse finanziarie per l'istituzione e l'avvio dei Nuclei sono garantite con un fondo ripartito previa deliberazione CIPE e sentita la Conferenza Stato-Regioni: è possibile inoltre fare ricorso, oltre che ai fondi propri di ciascuna amministrazione, anche alle misure di assistenza tecnica dei fondi strutturali. PRESO ATTO: - delle deliberazioni del CIPE del 5 novembre 1999 n. 179, del 3 maggio 2001 n. 67, del 29 novembre 2002 n. 98, del 19 dicembre 2003 n. 122, del 27 maggio 2005 n. 54, del 22 marzo 2006 n. 5, del 28 settembre 2007 n. 102, dell' 1 agosto 2008 n. 85 e del 18 novembre 2010 n. 102, che stanziano le risorse statali necessarie per la costituzione e il funzionamento dei Nuclei di valutazione e verifica degli investimenti pubblici (NVVIP); - della deliberazione del CIPE del 18 marzo 2013, Nuclei di valutazione e verifica degli investimenti pubblici. Ripartizione risorse quote anni 2011 e 2012 (articolo 1, comma 7, legge n. 144/1999 e articolo 145, comma 10, legge n. 388/2000); - che il CIPE nella seduta del 28 gennaio 2014 ha approvato il riparto delle risorse 2013 (4 milioni di euro) e 2014 (3,85 milioni di euro) destinate al cofinanziamento dei Nuclei di Valutazione e verifica

4 degli investimenti pubblici istituiti presso le Amministrazioni centrali e le Regioni, ai sensi dell¹articolo 1, comma 7, della Legge 144/1999; - della Legge 30 ottobre 2013, n. 125 (in G.U. n. 255 del 30 ottobre 2013) di conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 31 agosto 2013, n. 101, recante disposizioni urgenti per il perseguimento di obiettivi di razionalizzazione nelle pubbliche amministrazioni, nel testo coordinato; - dell'art. 10 comma 2, della citata legge di conversione del dl n. 101/2013, nel testo coordinato, che prevede che, ferme restando le competenze delle amministrazioni titolari di programmi e delle relative autorità di gestione, la Presidenza del Consiglio dei ministri, promuove e coordina i programmi e gli interventi finanziati dai fondi strutturali, i programmi finanziati dal Fondo per lo sviluppo e la coesione, nonché le attività di valutazione delle politiche di coesione ; - del DPCM 19 novembre 2014, pubblicato in GURI n. 300 del 29 dicembre 2014, ad oggetto Riorganizzazione del Nucleo Tecnico di Valutazione e verifica degli investimenti pubblici, di cui all'articolo 3, comma 5, del decreto legislativo 5 dicembre 1997, n. 430 che ha modificato l'assetto dei nuclei di valutazione, costituendo il NUVAP (Nucleo di valutazione e analisi per la programmazione) presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri rivedendone le funzioni in un'ottica di efficienza ed efficacia; - della necessità di migliorare e dare maggiore qualità, efficacia, efficienza al processo di programmazione e valutazione delle politiche di sviluppo regionale per il periodo 2014/2020, al fine, tra l altro, di garantire la verifica continua degli effetti degli interventi attuati sul territorio, dei cambiamenti avvenuti nell ambiente esterno e dei risultati prodotti sui differenti segmenti dei beneficiari interessati da tali politiche; RITENUTO NECESSARIO - procedere ad una razionalizzazione del Nucleo Regionale di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici (NRVVIP) e alla rivisitazione delle attribuzioni e funzioni con riferimento prioritariamente alle seguenti: a) valutazione delle politiche, dei programmi e dei progetti di sviluppo socio-economico e territoriale ai sensi della normativa nazionale e dei regolamenti comunitari; b) ideazione, impulso e attuazione di iniziative per migliorare le capacità di valutazione e di programmazione dell'amministrazione regionale e delle amministrazioni locali, nonché le attività di raccordo con il coordinamento del Sistema nazionale di valutazione della politica regionale unitaria con la Rete dei nuclei di valutazione e verifica; c) verifica e monitoraggio del rispetto del principio di addizionalità comunitaria; d) elaborazione e diffusione di analisi, studi, metodi, strumenti, indicatori e basi informative per la valutazione di politiche, programmi e progetti; e) analisi, istruttorie e supporto tecnico finalizzati all'implementazione di indicatori, dispositivi sperimentali e meccanismi premiali; f) analisi, elaborazioni e contributi ai processi di programmazione delle politiche di coesione; g) predisposizione di metodologie destinate ai soggetti titolari di funzioni di programmazione e valutazione degli investimenti pubblici, finalizzati ad analisi e previsioni della spesa; h) analisi finalizzate all'emanazione di provvedimenti di miglioramento dell'azione amministrativa aventi ad oggetto dati sugli investimenti pubblici e integrazione con i dati statistici territoriali in materia di efficienza delle Amministrazioni, enti e soggetti operanti con finanziamento pubblico nella realizzazione degli investimenti; i) supporto nei rapporti con gli organi delle istituzioni internazionali in tema di valutazione e analisi statistica delle politiche di sviluppo territoriali; supporto alla partecipazione ai comitati istituiti presso le organizzazioni internazionali; j) diffusione del patrimonio di analisi, metodologie e documentazione derivante dalle attività istituzionali del Nucleo;

5 - definire un nuovo Regolamento di funzionamento del NRVVIPR che disciplini le attribuzioni e le attività che lo stesso dovrà espletare, anche in connessione con la programmazione 2014/2020, sulla base delle migliori prassi sviluppate dalle Amministrazioni nazionali e regionali e tenendo conto di quanto stabilito dal DPCM 19 novembre 2014, pubblicato in GURI n. 300 del 29 dicembre 2014; - rafforzare la capacità e la qualità delle attività di programmazione e valutazione del NRVVIP scindendo il ruolo di Dirigente del Settore Programmazione da quello di Responsabile dell'unità Organizzativa Autonoma Nucleo Regionale di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici ; VISTI - il D.Lgs. 30 marzo 2001, n. 165 e ss.mm.ii.; - la Legge regionale del 13 maggio 1996, n. 7 e ss.mm.ii.; - la D.G.R. del 21 giugno 1999 n recante Adeguamento delle norme legislative e regolamentari in vigore per l'attuazione delle disposizioni recate dalla L.R. n. 7/1996 e del D.Lgs n. 29/93 e ss.mm.ii.; - il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 relativo alla separazione dell attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella gestionale, per come modificato ed integrato con il D.P.G.R. n. 206 del ; - la Deliberazione di Giunta regionale n. 521 del 12 luglio 2010 con la quale è stato rimodulato l ordinamento generale delle Strutture Organizzative della Giunta Regionale; - la D.G.R. n. 378 del 11 agosto 2011 di Rimodulazione della Struttura organizzativa del Dipartimento n. 3 Programmazione Nazionale e Comunitaria - la Deliberazione di Giunta regionale n. 24 del 11 febbraio 2015, Nomina Dirigenti Generali Reggenti per i Dipartimenti della Giunta Regionale nonché dell Avvocatura, della Stazione Unica Appaltante e dell Audit; Su proposta del Presidente della Giunta regionale, On. Mario Gerardo OLIVERIO, sulla base dell istruttoria tecnica compiuta dalla struttura competente e dell espressa dichiarazione di regolarità e conformità alla normativa comunitaria dell atto resa dal Dirigente Generale del Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria, DELIBERA Per quanto esposto in premessa, che qui si intende integralmente riportato: - di revocare la DGR n. 565 del , nella parte in cui prevede che il Responsabile dell'unità Organizzativa Autonoma Nucleo Regionale di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici sia il Dirigente pro-tempore del Settore Programmazione del Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria ; - di provvedere alla nomina di un Dirigente della UOA Nucleo Regionale di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici, individuato secondo le modalità previste dalla DGR n. 200 del 19 maggio 2014; - di modificare il secondo paragrafo del comma 2 dell'art. 5 del Regolamento Operativo del NRVVIP di cui alla DGR n. 565 del eliminando il periodo: [ ] Il ricorso a consulenze esterne è deciso dai componenti di concerto con il Dirigente del Settore Programmazione ed inserendo il seguente periodo: [ ] Il ricorso a consulenze esterne è deciso dal Dirigente della UOA Nucleo Regionale di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici di concerto con il Dirigente Generale del Dipartimento "Programmazione Nazionale e Comunitaria"; di modificare il comma 3 dell'art. 5 del Regolamento Operativo del NRVVIP di cui alla DGR n. 565

6 del eliminando il periodo: Il Dirigente del Settore Programmazione del Dipartimento "Programmazione Nazionale e Comunitaria" garantisce il razionale funzionamento del NRVVIP adottando, a tal fine, le opportune disposizioni amministrative e organizzative. Nell'esercizio delle proprie funzioni, il Dirigente del Settore Programmazione, tra l'altro [...] ed inserendo il seguente periodo: Il Dirigente della UOA Nucleo Regionale di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici, di concerto con il Dirigente Generale del Dipartimento "Programmazione Nazionale e Comunitaria", garantisce il razionale funzionamento del NRVVIP adottando, a tal fine, le opportune disposizioni amministrative e organizzative. Nell'esercizio delle proprie funzioni, il Dirigente della UOA, tra l'altro [...]; - di prevedere, entro 60 giorni dalla data di approvazione del presente atto, l'adozione di un nuovo Regolamento di funzionamento del NRVVIP che disciplini le attribuzioni e le attività che lo stesso dovrà espletare, anche in connessione con la programmazione 2014/2020, sulla base delle migliori prassi sviluppate dalle Amministrazioni nazionali e regionali e tenendo conto di quanto stabilito dal DPCM 19 novembre 2014, pubblicato in GURI n. 300 del 29 dicembre 2014, ad oggetto Riorganizzazione del Nucleo Tecnico di Valutazione e verifica degli investimenti pubblici, di cui all'articolo 3, comma 5, del decreto legislativo 5 dicembre 1997, n. 430 che ha modificato l'assetto dei nuclei di valutazione, costituendo il NUVAP (Nucleo di Valutazione e analisi per la programmazione) presso la Presidenza del Consiglio dei ministri; - di precisare che alle spese di funzionamento del Nucleo Regionale di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici si fa fronte con le risorse assegnate alla Regione per il funzionamento del Nucleo di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici, di cui alla legge 144/99; - di demandare al Dirigente Generale del Dipartimento "Programmazione Nazionale e Comunitaria" e al Dirigente Generale del Dipartimento Organizzazione e Personale l'adozione di tutti i provvedimenti necessari all'attuazione della presente deliberazione; - di provvedere alla pubblicazione integrale del provvedimento sul BURC a cura del Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria ai sensi della legge regionale 6 aprile 2011, n. 11, a richiesta del Dirigente Generale del Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria IL DIRIGENTE GENERALE DEL DIPARTIMENTO PRESIDENZA IL PRESIDENTE Del che è redatto processo verbale che, letto e confermato, viene sottoscritto come segue: Il Verbalizzante Si attesta che copia conforme della presente deliberazione è stata trasmessa in data al Dipartimento interessato al Consiglio Regionale alla Corte dei Conti L impiegato addetto

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 19 novembre 2014

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 19 novembre 2014 DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 19 novembre 2014 Riorganizzazione del Nucleo tecnico di valutazione e verifica degli investimenti pubblici, di cui all'articolo 3, comma 5, del decreto

Dettagli

IL CIPE. Deliberazione n. 36 del 15 giugno 2007

IL CIPE. Deliberazione n. 36 del 15 giugno 2007 Deliberazione n. 36 del 15 giugno 2007 DEFINIZIONE DEI CRITERI DI COFINANZIAMENTO PUBBLICO NAZIONALE DEGLI INTERVENTI SOCIO STRUTTURALI COMUNITARI PER IL PERIODO DI PROGRAMMAZIONE 2007-2013 IL CIPE VISTA

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE. N. 126 del 18 dicembre 2014

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE. N. 126 del 18 dicembre 2014 R E G I O N E C A L A B R I A DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE N. 126 del 18 dicembre 2014 Oggetto: Variazione al Bilancio 2014. Assegnazioni di risorse dallo Stato in relazione a capitoli di pertinenza

Dettagli

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori. 14/10/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 82 - Supplemento n.

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori. 14/10/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 82 - Supplemento n. Regione Lazio Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Deliberazione 7 ottobre 2014, n. 647 Istituzione dell'osservatorio regionale per l'attuazione della legge 7 aprile 2014, n. 56 «Disposizioni

Dettagli

Burc n. 57 del 7 Settembre 2015

Burc n. 57 del 7 Settembre 2015 REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO SVILUPPO ECONOMICO, LAVORO, FORMAZIONE E POLITICHE SOCIALI Settore n. 2 Procedure FESR, Attività Economiche programmazione ed attuazione DECRETO (ASSUNTO

Dettagli

366/98, DM 557/99, L.R.

366/98, DM 557/99, L.R. BILITÀ DI DELI BERAZI ONE UNTA REGI ONALE ionale della Sicurezza Stradale Variazione al Bilancio di previsione 2014 ai sensi dell art. 42 E GESTIONE DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE 1 L Assessore alle Infrastrutture

Dettagli

Burc n. 80 del 23 Novembre 2015

Burc n. 80 del 23 Novembre 2015 REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO SVILUPPO ECONOMICO, LAVORO, FORMAZIONE E POLITICHE SOCIALI Settore n. 2 Procedure FESR, Attività Economiche programmazione ed attuazione DECRETO (ASSUNTO

Dettagli

DECRETO DEL DIRIGENTE GENERALE. Registro dei decreti dei Dirigenti della Regione Calabria OGGETTO:

DECRETO DEL DIRIGENTE GENERALE. Registro dei decreti dei Dirigenti della Regione Calabria OGGETTO: REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO 7 SVILUPPO ECONOMICO, LAVORO, FORMAZIONE E POLITICHE SOCIALI SETTORE 2 Procedure FESR, attività economiche: programmazione ed attuazione DECRETO DEL DIRIGENTE

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 437 del 20/06/2014

Decreto Dirigenziale n. 437 del 20/06/2014 Decreto Dirigenziale n. 437 del 20/06/2014 Dipartimento 51 - Dipartimento della Programmazione e dello Sviluppo Economico Direzione Generale 2 - Direzione Generale Sviluppo Economico e le Attività Produttive

Dettagli

COMUNE di. L anno 2012, il giorno. del mese di.. in, presso.. alle ore. tra

COMUNE di. L anno 2012, il giorno. del mese di.. in, presso.. alle ore. tra Allegato A alla delibera avente per oggetto: Piano nazionale di edilizia abitativa. D.P.C.M. 16 luglio 2009. Accordo di Programma tra il Ministero delle Infrastrutture e i Trasporti e la Regione Piemonte

Dettagli

applicabili ai trattamenti effettuati dai soggetti pubblici;

applicabili ai trattamenti effettuati dai soggetti pubblici; 6374 sarà trasmesso in copia conforme all originale alla Segreteria della Giunta Regionale; sarà disponibile nel sito ufficiale della regione Puglia: www.regione.puglia.it; sarà trasmesso in copia all

Dettagli

R E G I O N E C A L A B R I A G I U N T A R E G I O N A L E

R E G I O N E C A L A B R I A G I U N T A R E G I O N A L E R E G I O N E C A L A B R I A G I U N T A R E G I O N A L E Deliberazione n. 114 della seduta del 20/04/2015. Oggetto: Approvazione schema di Accordo ai sensi dell art. 15 della legge n. 241/90 tra il

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Lazio

Bollettino Ufficiale della Regione Lazio Repubblica Italiana Bollettino Ufficiale della Regione Lazio Disponibile in formato elettronico sul sito: www.regione.lazio.it Legge Regionale n.12 del 13 agosto 2011 Data 22/10/2013 Numero 87 Supplemento

Dettagli

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N. 12 Turismo, Sport, Spettacolo e Politiche Giovanili SETTORE PROMOZIONE ED ORGANIZZAZIONE TURISTICA

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N. 12 Turismo, Sport, Spettacolo e Politiche Giovanili SETTORE PROMOZIONE ED ORGANIZZAZIONE TURISTICA REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N. 12 Turismo, Sport, Spettacolo e Politiche Giovanili SETTORE PROMOZIONE ED ORGANIZZAZIONE TURISTICA DECRETO DEL DIRIGENTE DEL SETTORE (assunto il 12 Dicembre

Dettagli

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO ATTIVITÀ PRODUTTIVE SETTORE 1 DECRETO. (ASSUNTO IL 04 dicembre 2014 PROT. N.631 )

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO ATTIVITÀ PRODUTTIVE SETTORE 1 DECRETO. (ASSUNTO IL 04 dicembre 2014 PROT. N.631 ) REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO ATTIVITÀ PRODUTTIVE SETTORE 1 DECRETO (ASSUNTO IL 04 dicembre 2014 PROT. N.631 ) " Registro dei decreti dei Dirigenti della Regione Calabria " N. 14806 del

Dettagli

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N. 9. Turismo e Beni Culturali, Istruzione e Cultura SETTORE BENI CULTURALI

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N. 9. Turismo e Beni Culturali, Istruzione e Cultura SETTORE BENI CULTURALI REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N. 9 Turismo e Beni Culturali, Istruzione e Cultura SETTORE BENI CULTURALI DECRETO DEL DIRIGENTE DEL SETTORE (assunto il 13.04.2015 prot. N 231 ) Registro

Dettagli

D.P.C.M. 9 luglio 2014 Approvazione dello Statuto dell'agenzia per la coesione territoriale (TESTO VIGENTE AL 27 FEBBRAIO 2015)

D.P.C.M. 9 luglio 2014 Approvazione dello Statuto dell'agenzia per la coesione territoriale (TESTO VIGENTE AL 27 FEBBRAIO 2015) D.P.C.M. 9 luglio 2014 Approvazione dello Statuto dell'agenzia per la coesione territoriale (TESTO VIGENTE AL 27 FEBBRAIO 2015) (1) Pubblicato nella Gazz. Uff. 19 agosto 2014, n. 191. IL PRESIDENTE DEL

Dettagli

Deliberazione Giunta Regionale n. 19 del 07/02/2014

Deliberazione Giunta Regionale n. 19 del 07/02/2014 Deliberazione Giunta Regionale n. 19 del 07/02/2014 Dipartimento 51 - Programmazione e Sviluppo Economico Direzione Generale 1 - Programmazione Economica e Turismo Oggetto dell'atto: MISURE VOLTE AL SOSTEGNO

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 69 del 11/03/2015

Decreto Dirigenziale n. 69 del 11/03/2015 Decreto Dirigenziale n. 69 del 11/03/2015 Dipartimento 53 - Dipartimento delle Politiche Territoriali Direzione Generale 9 - Direzione Generale per il governo del territorio U.O.D. 92 - Direzione di Staff

Dettagli

R E G I O N E C A L A B RIA

R E G I O N E C A L A B RIA R E G I O N E C A L A B RIA G I U N T A R E G I O N A L E D i p a r t i m e n t o N. 10 Politiche del Lavoro, della Formazione, Pari Opportunità, Formazione Professionale, Cooperazione e Volontariato DECRETO

Dettagli

PROVINCIA DI VICENZA

PROVINCIA DI VICENZA PROVINCIA DI VICENZA Contrà Gazzolle n. 1 36100 VICENZA C. Fisc. P. IVA 00496080243 DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO nell'esercizio dei poteri della Giunta Provinciale N. 125 DEL 07/07/2014

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SERVIZIO COM PETITIVITA DEI SISTEMI PRODUTTIVI 22 dicembre 2014, n. 2487

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SERVIZIO COM PETITIVITA DEI SISTEMI PRODUTTIVI 22 dicembre 2014, n. 2487 50601 Atti regionali DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SERVIZIO COM PETITIVITA DEI SISTEMI PRODUTTIVI 22 dicembre 2014, n. 2487 FSC APQ Sviluppo Locale 207 2013 Titolo II Capo III Aiuti agli investimenti delle

Dettagli

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA DELIBERA 3 agosto 2012. Fondo per lo sviluppo e la coesione regione Puglia. Programmazione delle residue risorse 2000-2006 e 2007-2013 e modifica

Dettagli

Approvazione Avviso Pubblico Piani formativi territoriali per la sicurezza sul lavoro - articolo 9 Legge n.236 del 19 luglio 1993"

Approvazione Avviso Pubblico Piani formativi territoriali per la sicurezza sul lavoro - articolo 9 Legge n.236 del 19 luglio 1993 Dipartimento Formazione Lavoro Cultura e Sport 74AB-Ufficio Formazione Continua e A.F Approvazione Avviso Pubblico Piani formativi territoriali per la sicurezza sul lavoro - articolo 9 Legge n.236 del

Dettagli

di concerto con il Ministro dell economia e delle finanze,

di concerto con il Ministro dell economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dell economia e delle finanze, VISTA la Legge 8 luglio 1986, n. 349 e s.m.i., Istituzione del Ministero dell Ambiente e norme in materia di danno ambientale ; VISTA la Legge

Dettagli

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA DELIBERA 28 gennaio 2015 Regione Siciliana - Riprogrammazione delle risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione (FSC) 2007-2013 per concorso

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 462 del 24/10/2013

Delibera della Giunta Regionale n. 462 del 24/10/2013 Delibera della Giunta Regionale n. 462 del 24/10/2013 A.G.C. 14 Trasporti e viabilità Settore 1 Autolinee e Vie di comunicazione Oggetto dell'atto: APPROVAZIONE DEL DOCUMENTO DENOMINATO "PIANO DI RIPROGRAMMAZIONE

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 184 del 05/06/2014

Delibera della Giunta Regionale n. 184 del 05/06/2014 Delibera della Giunta Regionale n. 184 del 05/06/2014 Dipartimento 54 - Dipartimento Istr., Ric., Lav., Politiche Cult. e Soc. Direzione Generale 11 - Direzione Generale Istruzione, Formazione,Lavoro e

Dettagli

DECRETI PRESIDENZIALI

DECRETI PRESIDENZIALI DECRETI PRESIDENZIALI DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 24 luglio 2014. Ripartizione delle risorse relative al «Fondo per le politiche relative ai diritti e alle pari opportunità» 2013-2014

Dettagli

DECRETO COMMISSARIALE n. 110 del 16 aprile 2013

DECRETO COMMISSARIALE n. 110 del 16 aprile 2013 (D.P.C.M. 21 gennaio 2011) DECRETO COMMISSARIALE n. 110 del 16 aprile 2013 OGGETTO: Accordo di Programma sottoscritto il 14 dicembre 2010 tra il MATTM e la Regione Basilicata. - Intervento di Consolidamento

Dettagli

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA (per l'attuazione del piano di rientro dai disavanzi del SSR Calabrese, secondo i Programmi operativi di cui all' articolo 2, comma 88, della legge 30 dicembre

Dettagli

IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO 27 ottobre 2011 Modifica ed abrogazione del decreto 4 febbraio 2010 concernente i criteri e le modalita' di ripartizione delle disponibilita' del

Dettagli

PROGRAMMAZIONE FONDI STRUTTURALI 2000-2006 I L C I P E

PROGRAMMAZIONE FONDI STRUTTURALI 2000-2006 I L C I P E PROGRAMMAZIONE FONDI STRUTTURALI 2000-2006 I L C I P E VISTA la legge 16 aprile 1987 n. 183 che, agli articoli 2 e 3, specifica le competenze di questo Comitato in tema di coordinamento delle politiche

Dettagli

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori 28/11/2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 98 Pag. 128 di 700 Regione Lazio Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Deliberazione 19 novembre 2013, n. 403 Approvazione dell'iniziativa

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA IL MINISTERO

Dettagli

Finalizzazione delle risorse relative all'accordo di programma MIUR - (2) Emanato dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca.

Finalizzazione delle risorse relative all'accordo di programma MIUR - (2) Emanato dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca. Leggi d'italia Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca D.Dirett. 16-6-2011 Finalizzazione delle risorse relative all'accordo di programma MIUR - regione Lombardia. Pubblicato nella Gazz.

Dettagli

UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA

UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA PROGRAMMA REGIONALE DI SVILUPPO 2014-2019 STRATEGIA 5.8 PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE AVVISO PUBBLICO MANIFESTAZIONE DI INTERESSE FINALIZZATA ALL'ACQUISIZIONE DI PROPOSTE PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI

Dettagli

Burc n. 23 del 26 Maggio 2014

Burc n. 23 del 26 Maggio 2014 Burc n. 23 del 26 Maggio 2014 REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N. 6 AGRICOLTURA - FORESTE FORESTAZIONE SETTORE 4 Servizi di sviluppo agricolo fitosanitario e valorizzazione patrimonio ittico

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA COMMISSARIO STRAORDINARIO

PROVINCIA DI ROMA COMMISSARIO STRAORDINARIO Deliberazione C.S. n. 319 del 20.11.2013 Riproduzione dell originale firmato digitalmente PROVINCIA DI ROMA COMMISSARIO STRAORDINARIO L anno duemilatredici il giorno venti del mese di novembre, alle ore

Dettagli

Codice CIFRA: ATP/DEL/2012/

Codice CIFRA: ATP/DEL/2012/ R E G I O N E P U G L I A DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE Servizio Programmazione assistenza territoriale e prevenzione Ufficio Sanità pubblica e sicurezza del lavoro Codice CIFRA: ATP/DEL/2012/ OGGETTO:

Dettagli

Burc n. 16 del 7 Aprile 2014

Burc n. 16 del 7 Aprile 2014 REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO ATTIVITÀ PRODUTTIVE DECRETO (ASSUNTO IL 24/02/2014 PROT. N. 101 ) " Registro dei decreti dei Dirigenti della Regione Calabria " N. 1912 del 26 febbraio 2014

Dettagli

COMUNE DI BASALUZZO Provincia di Alessandria

COMUNE DI BASALUZZO Provincia di Alessandria COMUNE DI BASALUZZO Provincia di Alessandria N. 24 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Convenzione tra il Ministero Delle Infrastrutture e dei Trasporti E L ANCI, Associazione Nazionale

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE ABITATIVE Divisione V Direzione Programmazione

Dettagli

DIREZIONE GENERALE POLITICHE AMBIENTALI, ENERGIA E CAMBIAMENTI CLIMATICI

DIREZIONE GENERALE POLITICHE AMBIENTALI, ENERGIA E CAMBIAMENTI CLIMATICI REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE POLITICHE AMBIENTALI, ENERGIA E CAMBIAMENTI CLIMATICI SETTORE ENERGIA, TUTELA DELLA QUALITA' DELL'ARIA E DALL'INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO E ACUSTICO Il Dirigente Responsabile:

Dettagli

subappaltatori e subcontraenti della filiera delle imprese, nonché a carico dei concessionari di finanziamenti pubblici anche europei, a qualsiasi

subappaltatori e subcontraenti della filiera delle imprese, nonché a carico dei concessionari di finanziamenti pubblici anche europei, a qualsiasi PROTOCOLLO D INTESA TRA LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI E LA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA PARTECIPAZIONE DELLA REGIONE EMILIA- ROMAGNA ALLA PROGETTAZIONE DEL SISTEMA MONITORAGGIO INVESTIMENTI

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 26 DEL 30 GIUGNO 2008

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 26 DEL 30 GIUGNO 2008 REGIONE CAMPANIA - Giunta Regionale - Seduta del 30 maggio 2008 - Deliberazione N. 961 - Area Generale di Coordinamento N. 12 - Sviluppo Economico N. 8 - Bilancio, Ragioneria e Tributi Quantificazione

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 03-11-2014 (punto N 31 ) Delibera N 963 del 03-11-2014 Proponente SARA NOCENTINI DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE

Dettagli

DELIBERA DI GIUNTA N. 16

DELIBERA DI GIUNTA N. 16 COMUNITA VALSUGANA E TESINO DELIBERA DI GIUNTA N. 16 OGGETTO : Adozione piano triennale di prevenzione della corruzione (p.t.p.c.) ai sensi della legge n. 190 del 06.11.2012. L anno 2014, il giorno 23

Dettagli

R E G I O N E C A L A B R I A G I U N T A R E G I O N A L E

R E G I O N E C A L A B R I A G I U N T A R E G I O N A L E R E G I O N E C A L A B R I A G I U N T A R E G I O N A L E Deliberazione n. 40 della seduta del 27 febbraio 2015 Oggetto:PIANO DI RIORGANIZZAZIONE E DI RAZIONALIZZAZIONE DELLA RETE SCOLASTICA E DELLA

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIPARTIMENTO PER LA FORMAZIONE SUPERIORE E PER LA RICERCA Direzione Generale per il Coordinamento, la Promozione e Valorizzazione della Ricerca

Dettagli

DETERMINAZIONE. Estensore CAMPONESCHI MAFALDA. Responsabile del procedimento MAFALDA CAMPONESCHI. Responsabile dell' Area O.

DETERMINAZIONE. Estensore CAMPONESCHI MAFALDA. Responsabile del procedimento MAFALDA CAMPONESCHI. Responsabile dell' Area O. REGIONE LAZIO Direzione Regionale: Area: LAVORO AFFARI GENERALI DETERMINAZIONE N. G14777 del 20/10/2014 Proposta n. 16625 del 30/09/2014 Oggetto: Presenza annotazioni contabili D.G.R. 3 febbraio 2012,

Dettagli

DECRETO DELL AMMINISTRATORE UNICO (Ex art. 24 Regolamento di Organizzazione e Funzionamento)

DECRETO DELL AMMINISTRATORE UNICO (Ex art. 24 Regolamento di Organizzazione e Funzionamento) 1 di 6 31/01/2014 10.45 AGENZIA FORESTALE REGIONALE DELL UMBRIA (Ex legge regionale 23/12/2011 n. 18) ENTE Agenzia Forestale Regionale dell Umbria ORGANO Amministratore Unico NUMERO 28 DATA 28-01-2014

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Dipartimento 51 - Dipartimento della Programmazione e dello Sviluppo Economico Direzione Generale 2 - Direzione Generale Sviluppo Economico e le Attività Produttive

Dettagli

triennale di c 337.500,00 ; triennale di c 337.500,00; (N. 329 gratuito)

triennale di c 337.500,00 ; triennale di c 337.500,00; (N. 329 gratuito) 1936 Catanzaro e codice 33 TARGET di Crotone occorre assegnare nell immediato l attività formativa, per non far disperdere gli allievi che parteciperanno a tali attività e creare un ulteriore danno ai

Dettagli

REGIONE LAZIO GIUNTA REGIONALE STRUTTURA PROPONENTE. OGGETTO: Schema di deliberazione concernente: ASSESSORATO PROPONENTE DI CONCERTO

REGIONE LAZIO GIUNTA REGIONALE STRUTTURA PROPONENTE. OGGETTO: Schema di deliberazione concernente: ASSESSORATO PROPONENTE DI CONCERTO REGIONE LAZIO DELIBERAZIONE N. DEL 387 28/07/2015 GIUNTA REGIONALE PROPOSTA N. 11559 DEL 21/07/2015 STRUTTURA PROPONENTE Direzione Regionale: PROGRAM. ECONOMICA, BILANCIO, DEMANIO E PATRIMONIO Area: TRIBUTI,

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SEZIONE AGRICOLTURA 16 dicembre 2015, n.728

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SEZIONE AGRICOLTURA 16 dicembre 2015, n.728 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SEZIONE AGRICOLTURA 16 dicembre 2015, n.728 Reg. (CE) n. 1308/2013 D.M. 23 gennaio 2006 Programma finalizzato al miglioramento della produzione e commercializzazione dei prodotti

Dettagli

LA CONFERENZA UNIFICATA

LA CONFERENZA UNIFICATA Intesa tra il Governo e le Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano e gli Enti locali sulla ripartizione del Fondo nazionale per le politiche giovanili di cui all art. 19, comma 2, del decreto legge

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 16 DEL 3 AGOSTO 2001 REGIONE VENETO

LEGGE REGIONALE N. 16 DEL 3 AGOSTO 2001 REGIONE VENETO LEGGE REGIONALE N. 16 DEL 3 AGOSTO 2001 REGIONE VENETO Norme per il diritto al lavoro delle persone disabili in attuazione della legge 12 marzo 1999, n. 68 e istituzione servizio integrazione lavorativa

Dettagli

SCHEMA TRA. parti della presente convenzione

SCHEMA TRA. parti della presente convenzione ALLEGATO 3 Ministero delle infrastrutture Cassa depositi e prestiti S.p.A. SCHEMA Convenzione per la gestione delle risorse destinate al finanziamento del Programma Straordinario di Edilizia Residenziale

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE VISTO l'articolo 3 del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito, con modificazioni, dalla

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico VISTO il Decreto Legge 12 settembre 2014, n. 133 convertito con modificazioni dalla Legge 11 novembre 2014, n. 164 recante Misure urgenti per l'apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche,

Dettagli

REGIONE UMBRIA. Patto per lo sviluppo dell Umbria: seconda fase attuazione dei progetti caratterizzanti. Determinazioni

REGIONE UMBRIA. Patto per lo sviluppo dell Umbria: seconda fase attuazione dei progetti caratterizzanti. Determinazioni Cod. Modulo M/3 REGIONE UMBRIA OGGETTO: Patto per lo sviluppo dell Umbria: seconda fase attuazione dei progetti caratterizzanti. Determinazioni DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 16/07/2007 n. 1195.

Dettagli

Originale DELIBERAZIONE DELLA COMMISSIONE STRAORDINARIA

Originale DELIBERAZIONE DELLA COMMISSIONE STRAORDINARIA CITTÀ DI GIUGLIANO IN CAMPANIA Provincia di Napoli Originale DELIBERAZIONE DELLA COMMISSIONE STRAORDINARIA N. 47. Data 27/03/2014 OGGETTO: NOMINA DELL ENERGY MANAGER RESPONSABILE PER LA CONSERVAZIONE E

Dettagli

DECRETO (ASSUNTO IL 15/10/2015 PROT. N. 1861) " Registro dei decreti dei Dirigenti della Regione Calabria " N. 11477 del 23 ottobre 2015

DECRETO (ASSUNTO IL 15/10/2015 PROT. N. 1861)  Registro dei decreti dei Dirigenti della Regione Calabria  N. 11477 del 23 ottobre 2015 REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO SVILUPPO ECONOMICO, LAVORO, FORMAZIONE E POLITICHE SOCIALI Settore n. 2 Procedure FESR, Attività Economiche programmazione ed attuazione DECRETO (ASSUNTO

Dettagli

ALLEGATO _A_ Dgr n. del pag. 1/6

ALLEGATO _A_ Dgr n. del pag. 1/6 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO _A_ Dgr n. del pag. 1/6 SCHEMA DI ACCORDO Tra la PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE, l AGENZIA INTERREGIONALE PER IL FIUME

Dettagli

DELIBERAZIONE N. DEL. Direzione Regionale: INFRASTRUTTURE, AMBIENTE E POLITICHE ABITATIVE Area: ENERGIA E SVILUPPO SOSTENIBILE

DELIBERAZIONE N. DEL. Direzione Regionale: INFRASTRUTTURE, AMBIENTE E POLITICHE ABITATIVE Area: ENERGIA E SVILUPPO SOSTENIBILE REGIONE LAZIO DELIBERAZIONE N. DEL 299 27/05/2014 GIUNTA REGIONALE PROPOSTA N. 7886 DEL 02/05/2014 STRUTTURA PROPONENTE Direzione Regionale: INFRASTRUTTURE, AMBIENTE E POLITICHE ABITATIVE Area: ENERGIA

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 26-10-2015 (punto N 3 ) Delibera N 1023 del 26-10-2015 Proponente ENRICO ROSSI DIREZIONE ISTRUZIONE E FORMAZIONE Pubblicita /Pubblicazione

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 01-09-2014 (punto N 3 ) Delibera N 724 del 01-09-2014 Proponente STEFANIA SACCARDI DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE

Dettagli

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 22 dicembre 2014. Cofinanziamento nazionale a carico del Fondo di rotazione di cui alla legge n. 183/1987 per

Dettagli

Collocazione istituzionale e operatività dei Nuclei di Valutazione delle AA.CC. Roma 29 ottobre 2013. Gemma Gigli

Collocazione istituzionale e operatività dei Nuclei di Valutazione delle AA.CC. Roma 29 ottobre 2013. Gemma Gigli Sostegno metodologico alle valutazioni di convenienza economico-finanziaria della spesa infrastrutturale delle Amministrazioni Centrali: avvio dell iniziativa Roma 29 ottobre 2013 Collocazione istituzionale

Dettagli

1) il riconoscimento delle associazioni dei produttori agricoli e delle relative unioni regionali;

1) il riconoscimento delle associazioni dei produttori agricoli e delle relative unioni regionali; L.R. 29 maggio 1980, n. 77 Norme concernenti l associazione dei produttori agricoli nella Regione e le relative unioni in attuazione della L. 20 ottobre 1978, n. 674 sull associazionismo dei produttori

Dettagli

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO Sviluppo Economico - Lavoro, Formazione e Politiche sociali

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO Sviluppo Economico - Lavoro, Formazione e Politiche sociali REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO Sviluppo Economico - Lavoro, Formazione e Politiche sociali DECRETO DEL DIRIGENTE DEL (assunto il 21/04/2015 prot. N 557) Registro dei decreti dei Dirigenti

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri IL MINISTRO PER LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE E L INTEGRAZIONE VISTO il decreto legge 16 maggio 2008, n. 85, recante «Disposizioni urgenti per l'adeguamento delle strutture di Governo in applicazione

Dettagli

Deliberazione Giunta Comunale

Deliberazione Giunta Comunale Copia CITTÀ DI ALTAMURA Provincia di Bari N. 17 del registro Deliberazione Giunta Comunale Oggetto: RIORDINO ED ADEGUAMENTO DELLE POLIZZE ASSICURATIVE DELL ENTE MEDIANTE RICORSO A BROKER ASSICURATIVO.

Dettagli

TITOLO II PROGRAMMAZIONE REGIONALE SEZIONE I OBIETTIVI E SOGGETTI DELLA PROGRAMMAZIONE

TITOLO II PROGRAMMAZIONE REGIONALE SEZIONE I OBIETTIVI E SOGGETTI DELLA PROGRAMMAZIONE LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 16-11-2001 REGIONE PUGLIA "Riforma dell'ordinamento regionale in materia di programmazione, bilancio, contabilità regionale e controlli" (Pubblicata nel Bollettino Ufficiale n.

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA COSTITUZIONE DI UNA SHORTLIST PER SERVIZI DI PROGETTAZIONE EUROPEA

AVVISO PUBBLICO PER LA COSTITUZIONE DI UNA SHORTLIST PER SERVIZI DI PROGETTAZIONE EUROPEA AVVISO PUBBLICO PER LA COSTITUZIONE DI UNA SHORTLIST PER SERVIZI DI PROGETTAZIONE EUROPEA Oggetto: Procedura di selezione per la costituzione di una short list per la fornitura di servizi di assistenza

Dettagli

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE REGIONE CALABRIA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (nella qualità di Commissario ad acta per l'attuazione del piano di rientro dai disavanzi del settore sanitario della Regione Calabria, nominato

Dettagli

Giunta Regionale della Campania. Decreto

Giunta Regionale della Campania. Decreto Decreto Area Generale di Coordinamento: A.G.C. 11 Sviluppo Attività Settore Primario N 11 Del A.G.C. Settore Servizio 12/03/2013 11 0 0 Oggetto: PSR Campania 2007/2013 - Progetti Integrati Rurali per le

Dettagli

Riordinamento degli istituti zooprofilattici sperimentali, a norma dell'art. 1, comma 1, lettera h), della legge 23 ottobre 1992, n. 421. Art. 1.

Riordinamento degli istituti zooprofilattici sperimentali, a norma dell'art. 1, comma 1, lettera h), della legge 23 ottobre 1992, n. 421. Art. 1. D.Leg. 30 giugno 1993, n. 270. Riordinamento degli istituti zooprofilattici sperimentali, a norma dell'art. 1, comma 1, lettera h), della legge 23 ottobre 1992, n. 421. (G.U.R.I. 03-08-1993, n. 180). Art.

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 303 del 08/08/2013

Delibera della Giunta Regionale n. 303 del 08/08/2013 Delibera della Giunta Regionale n. 303 del 08/08/2013 A.G.C.3 Programmazione, piani e programmi Settore 2 Pianificazione e collegamento con le aree generali di coordinamento Oggetto dell'atto: PIANO DI

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Prot. n. 542 del 19 dicembre 2012 VISTO l art. 66, comma 1, della legge 27 dicembre 2002, n. 289 (Legge finanziaria 2003), e successive modificazioni, che istituisce i contratti di filiera e di distretto,

Dettagli

Art. 9. Enti pubblici aventi compiti in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

Art. 9. Enti pubblici aventi compiti in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 Attuazione dell'articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. Integrato con: D.Lgs. 3 agosto 2009,

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico Visto il decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134, recante Misure urgenti per la crescita del Paese, e,

Dettagli

Determinazione n. 1661 del 27/08/2013

Determinazione n. 1661 del 27/08/2013 COPIA dell ORIGINALE Prot. N. 64756/ 2013 Determinazione n. 1661 del 27/08/2013 OGGETTO: AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA COMPARATIVA PER IL CONFERIMENTO DI N. 8 INCARICHI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

Dettagli

DECRETO N. 10824 Del 03/12/2015

DECRETO N. 10824 Del 03/12/2015 DECRETO N. 10824 Del 03/12/2015 Identificativo Atto n. 1188 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto PROSECUZIONE DELLA SPERIMENTAZIONE DELLE PER L ANNO SCOLASTICO. IMPEGNO E CONTESTUALE

Dettagli

DPGR - CA n. 69 del 29 maggio 2013

DPGR - CA n. 69 del 29 maggio 2013 REGIONE CALABRIA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (nella qualità di Commissario ad acta per l'attuazione del piano di rientro dai disavanzi del settore sanitario della Regione Calabria, nominato

Dettagli

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO 11345 01/12/2014 Identificativo Atto n. 1172 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO APPROVAZIONE PROGETTO SPERIMENTALE DI MASTER RIVOLTO AD APPRENDISTI ASSUNTI AI SENSI DELL ART. 5 DEL D.LGS.

Dettagli

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO Sviluppo Economico, Lavoro, Formazione e Politiche Sociali SETTORE Industria, Commercio Artigianato

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO Sviluppo Economico, Lavoro, Formazione e Politiche Sociali SETTORE Industria, Commercio Artigianato REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO Sviluppo Economico, Lavoro, Formazione e Politiche Sociali SETTORE Industria, Commercio Artigianato DECRETO (ASSUNTO IL 30/04/2015 PROT. N. 654) " Registro

Dettagli

Visti: l art 12bis, comma 9, del D. Lgs. 30.12.1992 n. 502 relativo a Riordino della disciplina in materia sanitaria, a norma dell art. 1 della L.

Visti: l art 12bis, comma 9, del D. Lgs. 30.12.1992 n. 502 relativo a Riordino della disciplina in materia sanitaria, a norma dell art. 1 della L. Visti: l art 12bis, comma 9, del D. Lgs. 30.12.1992 n. 502 relativo a Riordino della disciplina in materia sanitaria, a norma dell art. 1 della L. 23.10.1992, n. 241, il quale prevede che le regioni e

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SERVIZIO PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLE INFRASTRUTTURE PER LA MOBILITA 4 dicembre 2014, n.136

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SERVIZIO PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLE INFRASTRUTTURE PER LA MOBILITA 4 dicembre 2014, n.136 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SERVIZIO PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLE INFRASTRUTTURE PER LA MOBILITA 4 dicembre 2014, n.136 Aggiornamento del Piano attuativo del Piano Regionale dei Trasporti per

Dettagli

Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali

Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Criteri e modalità di erogazione dei contributi in favore dei partecipanti nazionali per la realizzazione dei progetti eleggibili a finanziamento nell ambito dell azione ERANET PLUS CORE ORGANIC PLUS.

Dettagli

- Addetto al banco - Addetto alla sala - Addetto servizi di ricevimento - Addetto amministrativo

- Addetto al banco - Addetto alla sala - Addetto servizi di ricevimento - Addetto amministrativo 10328 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 77 del 22-6-2006 vanni Rotondo, Vieste e Cerignola, n 9 programmi formativi per gli apprendisti, di seguito riportati - Addetto food - Addetto no food

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DEL COMITATO DI SORVEGLIANZA DEL PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE SICILIA FESR 2007/2013

REGOLAMENTO INTERNO DEL COMITATO DI SORVEGLIANZA DEL PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE SICILIA FESR 2007/2013 REGOLAMENTO INTERNO DEL COMITATO DI SORVEGLIANZA DEL PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE SICILIA FESR 2007/2013 ******************** Il Comitato di Sorveglianza del Programma Operativo Regionale FESR Sicilia

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE. VISTA la legge regionale 24 Dicembre 2010, n. 8 Bilancio di previsione della Regione Lazio per l'esercizio 2011;

LA GIUNTA REGIONALE. VISTA la legge regionale 24 Dicembre 2010, n. 8 Bilancio di previsione della Regione Lazio per l'esercizio 2011; Oggetto: Percorsi triennali di IeFP Sistema di finanziamento e piano di riparto delle risorse finanziarie da erogare alle Province per l anno scolastico e formativo 2011-2012. LA GIUNTA REGIONALE SU PROPOSTA

Dettagli

VISTI i piani di erogazione e degli interventi predisposti dalle singole regioni allegati al presente decreto;

VISTI i piani di erogazione e degli interventi predisposti dalle singole regioni allegati al presente decreto; VISTO il decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 novembre 2013, n. 128, recante misure urgenti in materia di istruzione, università e ricerca (di seguito,

Dettagli

PIEMONTE. D.G.R. n. 76 688 del 1/8/2005

PIEMONTE. D.G.R. n. 76 688 del 1/8/2005 PIEMONTE D.G.R. n. 76 688 del 1/8/2005 Oggetto: Programmazione della rete scolastica nella Regione Piemonte - anni scolastici 2005/06-2006/07 art. 138 del D.lgs 112/98. Indicazioni programmatiche inerenti

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 648 del 15/12/2014

Delibera della Giunta Regionale n. 648 del 15/12/2014 Delibera della Giunta Regionale n. 648 del 15/12/2014 Dipartimento 51 - Dipartimento della Programmazione e dello Sviluppo Economico Direzione Generale 3 - Direzione Generale Internazz.ne e rapporti con

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania DECRETO DIRIGENZIALE DIPARTIMENTO Dipartimento della Programmazione e dello Sviluppo Economico CAPO DIPARTIMENTO DIRETTORE GENERALE / DIRIGENTE STAFF DIPARTIMENTO DIRIGENTE UNITA OPERATIVA DIR. / DIRIGENTE

Dettagli

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE Dipartimento Presidenza Settore 5, Cooperazione, Internazionalizzazione, Politiche di sviluppo euro-mediterranee

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE Dipartimento Presidenza Settore 5, Cooperazione, Internazionalizzazione, Politiche di sviluppo euro-mediterranee REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE Dipartimento Presidenza Settore 5, Cooperazione, Internazionalizzazione, Politiche di sviluppo euro-mediterranee DECRETO DEL DIRIGENTE DEL SETTORE (ASSUNTO il 14/05/2014

Dettagli

Considerata La D.G.R. n. 50-2382 del 22.07.2011, con la quale la Regione Piemonte ha approvato l'atto di. copia informatica per consultazione

Considerata La D.G.R. n. 50-2382 del 22.07.2011, con la quale la Regione Piemonte ha approvato l'atto di. copia informatica per consultazione ATTIVITA' PRODUTTIVE - SERVIZI ALLE IMPRESE Determinazione n. 2605 data 29/11/2013 Proposta n. S0205 3638/2013 Oggetto: SERVIZI DI SUPPORTO ALL' IMPRENDITORIALITA' IN CONTINUITA' DEI PERCORSI INTEGRATI

Dettagli