Registro delle lezioni del corso Reti di Calcolatori

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Registro delle lezioni del corso Reti di Calcolatori"

Transcript

1 Registro delle lezioni del corso Reti di Calcolatori 2 Ottobre 2006, Ore Presentazione del corso. Cenni storici sulle reti a pacchetto. Analisi della struttura di una rete a pacchetto. Il trasferimento affidabile dell informazione tra due elaboratori (Routers/Hosts) collegati da una linea trasmissiva. Caratterizazione di una linea trasmissiva mediante i seguenti parametri: Rate Trasmissivo (Trasmission Rate) Latenza o Ritardo di Propagazione (Latency o Propagation Delay) Bit Error Rate (BER) 3 Ottobre 2006, Ore I protocolli Data Link Control (DLC). Analisi approfondita delle seguenti funzioni dei protocolli DLC: Framing Trasparenza nei protocolli orientati al bit: bit stuffing e bit unstaffing Error Control Flow Control Il Throughput e la Capacità di un protocollo DLC. 5 Ottobre 2006, Ore Analisi approfondita dei seguenti protocolli DLC: Stop-and-Wait Go-Back-N Point-to-Point Protocol (PPP) Considerazioni di tipo ingegneristico sui suddetti protocolli. 6 Ottobre 2006, Ore Struttura della rete a pacchetto ALOHA. Il concetto di protocollo Medium Access Control (MAC). Metriche di performance dei protocolli MAC: MAC Protocol Capacity e Average Transfer Delay. ALOHA MAC Protocol Il Vulnerable Period. Definizione dell Offered Load (G) e del Throughput (S). Calcolo della relazione tra S e G e della Capacità del MAC ALOHA. Il problema della stabilità del protocollo ALOHA. La curva dell Average Transfer Delay in funzione di S. Slotted ALOHA (S-ALOHA) MAC Protocol Calcolo della relazione tra S e G e della Capacità dello S-ALOHA. Confronto delle prestazioni tra ALOHA e S-ALOHA. Carrier-Sense Multiple Access (CSMA) MAC Protocols Tassonomia dei protocolli MAC della classe CSMA: Nonpersistent, 1-persistent, and p-persistent. Confronto qualitativo e quantitativo fra ALOHA, S-ALOHA e CSMA. 10 Ottobre 2006, Ore (Gianluca Dini) Vulnerabilità e minacce in una rete di comunicazione. Esemplificazione: il TCP spoofing. La crittografia, le primitive crittografiche ed i servizi di sicurezza. La crittografia simmetrica. Il

2 modello di comunicazione. Sicurezza di un cifrario e tipi di attacco. La sicurezza da un punto di vista pratico o computazionale. Cenni ai cifrari storici. 16 Ottobre 2006, Ore Carrier-Sense Multiple Access with Collision Detection (CSMA/CD). La funzione svolta dal segnale di Jamming. L algoritmo di Backoff. Discussione della formula (non dimostrata) che calcola la capacità del CSMA/CD. La fairness nel protocollo CSMA/CD. Confronto qualitativo e quantitativo delle curve di S in funzione di G dei protocolli MAC ALOHA, S-ALOHA, CSMA e CSMA/CD. Confronto qualitativo e quantitativo tra le curve di S in funzione del parametro a dei suddetti protocolli MAC. Espressione analitica della capacità di Ethernet (fornita ma non ricavata analiticamente). Il CSMA/CD e la rete Ethernet commerciale. Il framing di Ethernet. Struttura del MAC address di una stazione. Caratteristiche pratiche di un impianto Ethernet. 17 ottobre 2006, Ore (Gianluca Dini) I cifrari a blocchi. Concetti di base sul cifrario DES. I cifrari a carattere. Il cifrario one-time pad. Nozione intuitiva di cifrario perfetto. 19 Ottobre 2006, Ore La LAN Token Ring come alternativa ad Ethernet. Configuratione di un Token Ring: i repeaters ed i link di collegamento tra repeaters. Il protocollo MAC del Token Ring. Pregi e svantaggi del Token Ring rispetto ad Ethernet Funzioni svolte dai repeaters. Il framing del Token Ring. Struttura del MAC address di una stazione. Caratteristiche pratiche di un impianto Token Ring. Calcolo della capacità del Token Ring nei due casi a < 1 e a > 1. Confronto tra la capacità del Token Ring e quella di Ethernet. Esempi pratici. 20 ottobre 2006, Ore (Gianluca Dini) Distribuzione delle chiavi distribuita e centralizzata. L algoritmo di distribuzione delle chiavi Diffie-Hellmann (DH) e sua relazione con il problema del logaritmo discreto. La cifratura asimmetrica. La firma digitale. L algoritmo RSA e sua relazione con il problema della fattorizzazione. 23 Ottobre 2006, Ore Come estendere la copertura geografica di una LAN. Cenni sui cable modems, sui repeaters e sui bridges. Struttura di una extended LAN tramite bridges. Il forwarding in una extended LAN. Costruzione automatica della tabella di forwarding di un bridge. Problemi di scalabilità di una extended LAN. Struttura di Internet. Caratteristiche del paradigma Best Effort di Internet. Ripasso generale del protocollo IPv4. L indirizzamento a classi di IPv4. Riassunto degli indirizzi IPv4 speciali. 24 ottobre 2006, Ore (Gianluca Dini) I certificati. L infrastruttura a chiave pubblica. Funzioni hash con e senza chiave. Proprietà: preimage resistance, 2nd-preimage resistance, collision resistance. Utilizzo delle funzioni hash per garantire integrità ed autenticità. Utilizzo delle funzioni hash nell ambito della firma digitale.

3 27 ottobre 2006, Ore (Gianluca Dini) L architettura IpSec. L associazione di sicurezza. I database delle associazioni di sicurezza e delle politiche di sicurezza. La modalitá tunnel e trasporto. Authentication Header (AH) ed Encapulating Security Payload (ESP): formato e costruzione. Il meccanismo anti-replay. 27 Ottobre 2006, Ore Struttura della Routing Table e della Forwarding Table. Il forwarding dei pacchetti IP. I protocolli ARP, RARP, Proxy ARP e Gratuitous ARP. L Internet Control Message Protocol (ICMP). I problemi di scalabilità dell approccio Classfull. Il subnetting e la relative efficienza. Struttura della tabella di forwarding nel caso di subnetting. 30 Ottobre 2006, Ore (Claudio Cicconetti) 31 Ottobre 2006, Ore (Claudio Cicconetti) 2 Novembre 2006, Ore Il DHCP. Il NAT ed il PAT. Il concetto di Variable-Length Subnet Mask (VLSM). L approccio Classless Inter-Domain Routing (CIDR) all indirizzamento. Il Longest Match Algorithm. Introduzione al Mobile IP. I concetti di Correspondent Host, Mobile Host, Home Network, Foreign Network, Home Agent, Foreign Agent, Foreign Agent Care-of Address e Co-located Care-of Address. Le principali componenti del Mobile IP: Agent Discovery, Registration with the Home Agent e Routing dei Pacchetti. Esempio. 3 Novembre 2006, Ore Next Generation IP (IPV6). Gli aspetti più rilevanti di IPv6: Extended Addressing Capabilities (128- bit Address), Multicast, Real-time Service, Authentication and Security, Autoconfiguration. Formato del Datagram IPv6: IPv6 Base Header Structure, IP Extension Headers. Confronto tra le intestazioni dei pacchetti IPv4 e IPv6. Tunneling fra isole IPv4 e IPv6. 6 Novembre 2006, Ore Introduzione allo User Datagram Protocol (UDP). Il formato dell intestazione del segmento UDP. La funzione di UDP multiplexing/demultiplexing verso i processi applicativi. I concetti di UDP Port (Source and Destination Ports) e Socket. I vari tipi di porte (well-known, ephemeral). I campi UDP Message Length e UDP Checksum. Le principali applicazioni che utilizzano il protocollo di trasporto UDP. Introduzione al Transmission Control Protocol (TCP). Caratteristiche principali del servizio TCP: end-to-end, TCP multiplexing/demultiplexing verso i processi applicativi, reliable and in-order delivery, connection oriented, full duplex connections, end-to-end flow control, congestion control mechanisms. 7 Novembre 2006, Ore (Claudio Cicconetti) 9 Novembre 2006, Ore (Claudio Cicconetti)

4 10 Novembre 2006, Ore Descrizione dettagliata dei campi dell intestazione TCP. I campi opzionali dell intestazione di controllo del TCP: End of Options, No Operation (NOOP), Maximum Segment Size (MSS), Timestamp. Il controllo dell errore nel TCP. TCP ACK Generation Recommendations (RFC 1122, RFC 2581). Connection Establishment (Three-Way Handshakes). Spiegazione dettagliata delle motivazioni che hanno portato alla progettazione del three-way handshakes. 13 Novembre 2006, Ore Connection Termination. TCP Flow Control. Zero Window Probes. I problemi del Time Until Wraparound e della required Window Size indotti dalle moderne tecnologie trasmissive. TCP Extensions Store timestamp in outgoing segments Use 32-bit timestamp to extend sequence space (Protection Against Wrapped Sequence Numbers - PAWS) Shift (scale) advertised window Adaptive Retransmission: Original algorithm Karn/Partridge Algorithm Jacobson/Karels Algorithm 14 Novembre 2006, Ore TCP State Transition Diagram. Il problema del TCP Congestion Control. Gli algoritmi Additive Increase/Multiplicative Decrease e Slow Start. Commento di alcuni scenari pratici. 16 Novembre 2006, Ore (Claudio Cicconetti) 17 Novembre 2006, Ore Il Fast Retransmit e il Fast Recovery. Esempi. Introduzione al TCP Congestion Avoidance. I possibili approcci al TCP Congestion Avoidance: router-centric e host-centric. Analisi dettagliata dei seguenti approcci router-centric: DECbit, Random Early Detection (RED), Weighted Random Early Detection (WRED) ed Explicit Congestion Notification (ECN). 20 Novembre 2006, Ore (Claudio Cicconetti) 21 Novembre 2006, Ore Introduzione all Open Systems Inteconnection (OSI) dell ISO. LE motivazioni che hanno indotto la progettazione dell OSI. L approccio OSI al problema della interconnessione dei sistemi. I concetti di Real System, Real Open System e Open System. L OSI Reference Model (OSI/RM). Le funzioni di ul Layer, i protocolli, i servizi e le interfacce. I concetti dell OSI/RM (N)-Entity (N)-Protocol (N)-Service (N)-Service Provider (N)-Service User (N)-PDU (Protocol Data Unit) (N)-SDU (Service Data Unit) (N)-SAP (Service Access Point) (N)-SAPA (Service Access Point Address)

5 Confronto tra il modello dell OSI/RM e quello del TCP/IP. I Repeater, Bridges e Routers nella Framework dell OSI/RM. 23 Novembre 2006, Ore (Claudio Cicconetti) 24 Novembre 2006, Ore I processi di routing e forwarding in una rete IP. Struttura della routing table e della forwarding table. I concetti di base del routing statico e del routing dinamico. La route di default. Il network come un grafo. I protocolli di routing della classe Link State. Le fasi di un protocollo Link State: Meet Your Neighbors Share the Information Route Calculation L algoritmo di Dijkstra. Proprietà dell algoritmo di Dijkstra. Esempi e considerazioni sulle metriche. 27 Novembre 2006, Ore Introduzione all Open Shortest Path First (OSPF). Struttura di Internet in termini di Autonomous Systems (ASs) e di Areas all interno dell AS. Tipi di aree OSPF: Backbone Area (Area 0), Stub Area e Not-So-Stubby-Area. I tipi di router OSPF: Internal Routers, Area Border Routers (ABRs), AS Boundary Routers (ASBRs) e Backbone Routers. Gli OSPF Virtual Link. I tipi di rete OSPF: Broadcast, Nonbroadcast Multiaccess, Point-to-Multipoint e Point-to-Point. Router Identification, Neighbors, Adjacencies, Designated Routers e Backup Designated Routers. 28 Novembre 2006, Ore (Claudio Cicconetti) 30 Novembre 2006, Ore (Claudio Cicconetti) 1 Dicembre 2006, Ore (Claudio Cicconetti) 4 Dicembre 2006, Ore Considerazioni generali sui pacchetti specificati da OSPF: HELLO Database Description Link State Request Link State Update Link State Acknowledgement Descrizione dettagliata del pacchetto di HELLO e di alcuni tipi di Link State Advertisement (LSA) Packets: Router LSA 5 Dicembre 2006, Ore Continuazione descrizione dettagliata di alcuni tipi di Link State Advertisement (LSA) Packets: Network LSA Summary LSA AS Boundary Router Summary LSA

6 AS External LSA 7 Dicembre 2006, Ore Contenimento del volume delle informazioni di routing tramite: aggregazione degli indirizzi filtraggio degli annunci inviati nelle Stub Area I concetti di Totally Stubby Area e Not-So-Stubby Area (NSSA). Il Type 7 LSA o NSSA External LSA. Esempi. Partizioni di Area e Virtual Link. 11 Dicembre 2006, Ore Border Gateway Protocol - Version 4 (BGP-4) Introduzione al BGP. Quando utilizzare il BGP. Caratteristiche del BGP. Internal BGP (IBGP). External BGP (EBGP). I messaggi del BGP e i loro formati. Classificazione degli Attributi in: Well-Known mandatory Well-Known discretionary Optional transitive Optional nontransitive 12 Dicembre 2006, Ore Illustrazione dettagliata dei seguenti attributi: AS_PATH NEXT_HOP LOCAL_PREF WEIGHT MED 14 Dicembre 2006, Ore (Claudio Cicconetti) 15 Dicembre 2006, Ore (Claudio Cicconetti) 18 Dicembre 2006, Ore Illustrazione dettagliata dei seguenti attributi: ATOMIC_AGGREGATE AGGREGATOR AS_SET ORIGIN COMMUNITY Route Filtering e Attribute Manipulation. AS_PATH Manipulation. Il processo di Routing semplificato. Il BGP Decision process. Apertura delle Peer Sessions. Full IBGP Mesh Within the AS. BGP Route Synchronization. Il Route Reflector. Approcci per evitare loops in un AS. 19 Dicembre 2006, Ore (Gianluca Dini) sulla sicurezza 21 Dicembre 2006, Ore Redundancy, Symmetry, and Load Balancing. Analisi dettagliata di scenari specifici: Single-Homing

7 Multihoming to a Single Provider Multihoming to Different Providers Customers of the Same Provider with a Backup Link Customers of Different Providers with a Backup Link BGP Strengths e BGP Weaknesses. 22 Dicembre 2006, Ore (Claudio Cicconetti)

Registro delle lezioni del corso Reti di Calcolatori (a.a. 2007/2008)

Registro delle lezioni del corso Reti di Calcolatori (a.a. 2007/2008) Registro delle lezioni del corso Reti di Calcolatori (a.a. 2007/2008) 1 Ottobre 2007, Ore 13.30 15.30 Presentazione del corso. Cenni storici sulle reti a pacchetto. Analisi della struttura di una rete

Dettagli

Il Sistema di Routing. Routing nell Interrete. Routing con Informazioni Parziali. Propagazione delle Rotte

Il Sistema di Routing. Routing nell Interrete. Routing con Informazioni Parziali. Propagazione delle Rotte I semestre 02/03 Il Sistema di Routing Routing nell Interrete Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica

Dettagli

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Corso di Reti di Calcolatori I

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Corso di Reti di Calcolatori I Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Corso di Reti di Calcolatori I Roberto Canonico (roberto.canonico@unina.it) Giorgio Ventre (giorgio.ventre@unina.it) OSPF I lucidi presentati al corso sono uno

Dettagli

Il routing in Internet Interior Gateway Protocols

Il routing in Internet Interior Gateway Protocols Il routing in Internet Interior Gateway Protocols A.A. 2004/2005 Prof. Carla Raffaelli diapositive preparate da: Walter Cerroni Routing Information Protocol (RIP) Protocollo distance vector, di implementazione

Dettagli

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

IL LIVELLO RETE IN INTERNET Protocollo IP

IL LIVELLO RETE IN INTERNET Protocollo IP Reti di Calcolatori IL LIVELLO RETE IN INTERNET Protocollo IP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 4-1 Il Protocollo IP IPv4 Datagram IP: formato Indirizzi IP: formato Protocolli di controllo IP mobile

Dettagli

Protocollo TCP/IP & Indirizzamento IP

Protocollo TCP/IP & Indirizzamento IP Protocollo TCP/IP & Indirizzamento IP L architettura TCP/IP: Nasce per richiesta del Dipartimento della Difesa degli USA che intendeva poter creare una rete in grado di funzionare in qualsiasi tipo di

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

Interdomain routing Principi generali e BGP

Interdomain routing Principi generali e BGP Interdomain routing Principi generali e BGP Contenuti del corso La progettazione delle reti Il routing nelle reti IP Il collegamento agli Internet Service Provider e problematiche di sicurezza Analisi

Dettagli

Indice. Capitolo 1 Introduzione 1. Capitolo 2 Le reti Ethernet e IEEE 802.3 5. Capitolo 3 Ethernet ad alta velocità 33

Indice. Capitolo 1 Introduzione 1. Capitolo 2 Le reti Ethernet e IEEE 802.3 5. Capitolo 3 Ethernet ad alta velocità 33 .ind g/p.vii-xii 26-06-2002 12:18 Pagina VII Indice Capitolo 1 Introduzione 1 Capitolo 2 Le reti Ethernet e IEEE 802.3 5 2.1 Il progetto IEEE 802 6 2.2 Protocolli di livello MAC 7 2.3 Indirizzi 8 2.4 Ethernet

Dettagli

Prefazione all edizione italiana

Prefazione all edizione italiana Sommario Prefazione all edizione italiana XIII Capitolo 1 Introduzione 1.1 Applicazioni delle reti di calcolatori 2 1.1.1 Applicazioni aziendali 3 1.1.2 Applicazioni domestiche 5 1.1.3 Utenti mobili 8

Dettagli

Gestione delle Reti di Telecomunicazioni

Gestione delle Reti di Telecomunicazioni Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Gestione delle Reti di Telecomunicazioni Modello TCP/IP Ing. Tommaso Pecorella Ing. Giada Mennuti {pecos,giada}@lenst.det.unifi.it 1 Instradamento All accensione

Dettagli

RETI TELEMATICHE Lucidi delle Lezioni Capitolo II

RETI TELEMATICHE Lucidi delle Lezioni Capitolo II Prof. Giuseppe F. Rossi E-mail: giuseppe.rossi@unipv.it Homepage: http://www.unipv.it/retical/home.html UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PAVIA Facoltà di Ingegneria A.A. 2011/12 - I Semestre - Sede PV RETI TELEMATICHE

Dettagli

Architetture di router IP

Architetture di router IP Torino, novembre 2004 Reti e sistemi telematici Architetture di router IP Gruppo Reti TLC giancarlo.pirani@telecomitalia.it http://www.telematica.polito.it/ GIANCARLO PIRANI TELECOM ITALIA LAB ROUTER IP

Dettagli

IP versione 6 Mobilità nelle reti IP

IP versione 6 Mobilità nelle reti IP IP versione 6 Mobilità nelle reti IP Contenuti del corso La progettazione delle reti Il routing nelle reti IP Il collegamento agli Internet Service Provider e problematiche di sicurezza Analisi di traffico

Dettagli

TCP/IP un introduzione

TCP/IP un introduzione TCP/IP un introduzione Introduzione Il successo di Internet (rate di crescita annuo > 200 %) e dovuto all uso di protocolli standard aperti (IETF) TCP/IP (Transmission Control Protocol/Internet Protocol)

Dettagli

ICMP OSI. Internet Protocol Suite. Telnet FTP SMTP SNMP TCP e UDP NFS. Application XDR. Presentation. Session RPC. Transport.

ICMP OSI. Internet Protocol Suite. Telnet FTP SMTP SNMP TCP e UDP NFS. Application XDR. Presentation. Session RPC. Transport. ICMP Application Presentation Session Transport Telnet FTP SMTP SNMP TCP e UDP NFS XDR RPC Network Data Link Physical OSI ICMP ARP e RARP IP Non Specificati Protocolli di routing Internet Protocol Suite

Dettagli

ITIS G. Fauser. Classe 4^ BI. Materia: Sistemi. Anno Scolastico 2013-2014. Docenti: prof.ssa Manuela Cesa, prof. Pasquale Pietrangelo

ITIS G. Fauser. Classe 4^ BI. Materia: Sistemi. Anno Scolastico 2013-2014. Docenti: prof.ssa Manuela Cesa, prof. Pasquale Pietrangelo ITIS G. Fauser Classe 4^ BI Materia: Sistemi Anno Scolastico 2013-2014 Docenti: prof.ssa Manuela Cesa, prof. Pasquale Pietrangelo Numero ore di lezione settimanali: 4 Testi adottati: - Materiale didattico

Dettagli

Programmazione in Rete

Programmazione in Rete Programmazione in Rete a.a. 2005/2006 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/prog-rete/prog-rete0506.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì ore 10-12 Sommario della

Dettagli

Open Shortest Path First

Open Shortest Path First Open Shortest Path First Mario Baldi http://staff.polito.it/mario.baldi/ Giorgio Valent SSGRR Fulvio RISSO http://staff.polito.it/fulvio.risso/ OSPF - 1 OSPF - 2 Nota di Copyright Questo insieme di trasparenze

Dettagli

Routers e LAN aggregati in regioni prendono il nome di Autonomous System quando sono controllati dalla stessa amministrazione; in un AS:

Routers e LAN aggregati in regioni prendono il nome di Autonomous System quando sono controllati dalla stessa amministrazione; in un AS: Routing Introduzione Il routing sulla rete avviene grazie all indirizzamento gerarchico: ogni router non conosce tutte le possibili destinazioni. Routers di livello basso conoscono solo le sottoreti che

Dettagli

Reti di comunicazione

Reti di comunicazione Reti di comunicazione Maurizio Aiello Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto di Elettronica e di Ingegneria dell Informazione e delle Telecomunicazioni Comunicazione via rete Per effettuare qualsiasi

Dettagli

Internet Protocol Versione 4: aspetti generali

Internet Protocol Versione 4: aspetti generali Internet Protocol Versione 4: aspetti generali L architettura di base del protocollo IP versione 4 e una panoramica sulle regole fondamentali del mondo TCP/IP 1 Cenni storici Introduzione della tecnologia

Dettagli

Indice. Prefazione. Capitolo 1 Introduzione 1. Capitolo 2 Livello applicazione 30

Indice. Prefazione. Capitolo 1 Introduzione 1. Capitolo 2 Livello applicazione 30 Prefazione XI Capitolo 1 Introduzione 1 1.1 Internet: una panoramica 2 1.1.1 Le reti 2 1.1.2 Commutazione (switching) 4 1.1.3 Internet 6 1.1.4 L accesso a Internet 6 1.1.5 Capacità e prestazioni delle

Dettagli

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 17 Protocolli di rete e vulnerabilità. Chiara Braghin

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 17 Protocolli di rete e vulnerabilità. Chiara Braghin Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 17 Protocolli di rete e vulnerabilità Chiara Braghin Dalle news 1 Internet ISP Backbone ISP Routing locale e tra domini TCP/IP: routing, connessioni BGP (Border

Dettagli

Indirizzamento ed Instradamento. Adelmo De Santis

Indirizzamento ed Instradamento. Adelmo De Santis Indirizzamento ed Instradamento Adelmo De Santis 1 Introduzione 2 Introduzione Reti di calcolatori Sono insiemi di calcolatori, distribuiti geograficamente che possono scambiare dati ed informazioni tra

Dettagli

Anno Accademico 2012-2013. Corso di Reti di Calcolatori e Comunicazione Digitale. Modulo 3 : TCP/IP Lo strato di rete.

Anno Accademico 2012-2013. Corso di Reti di Calcolatori e Comunicazione Digitale. Modulo 3 : TCP/IP Lo strato di rete. CdS in INFORMATICA e COMUNICAZIONE DIGITALE Anno Accademico 2012-2013 Corso di Reti di Calcolatori e Comunicazione Digitale Modulo 3 : TCP/IP Lo strato di rete Prof. Sebastiano Pizzutilo Dipartimento di

Dettagli

L architettura di rete TCP/IP. www.vincenzocalabro.it 1

L architettura di rete TCP/IP. www.vincenzocalabro.it 1 L architettura di rete TCP/IP 1 Cenni Storici Nella prima metà degli anni 70 la DARPA dimostra interesse e finanzia l Università di Stanford e la BBN (Bolt, Beraken e Newman) per realizzare una rete: a

Dettagli

Modulo 9 Insieme di protocolli TCP/IP e indirizzi IP

Modulo 9 Insieme di protocolli TCP/IP e indirizzi IP Modulo 9 Insieme di protocolli TCP/IP e indirizzi IP 9.1 Introduzione a TCP/IP 9.1.1 Storia e futuro di TCP/IP Il ministero della difesa americana (DoD) creò il modello TCP/IP perché voleva una rete che

Dettagli

Architetture e Protocolli per Internet

Architetture e Protocolli per Internet Università di Bergamo Dipartimento di Ingegneria dell Informazione e Metodi Matematici Architetture e Protocolli per Internet Jocelyne Elias 1 Università di Bergamo Dipartimento di Ingegneria dell Informazione

Dettagli

IPv4 Internet Protocol Versione 4

IPv4 Internet Protocol Versione 4 IPv4 Internet Protocol Versione 4 Silvano GAI sgai[at]cisco.com Mario BALDI http://staff.polito.it/mario.baldi Fulvio RISSO fulvio.risso[at]polito.it IPv4-1 Copyright: si veda nota a pag. 2 Nota di Copyright

Dettagli

Tappe evolutive della rete Internet

Tappe evolutive della rete Internet UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ANCONA FACOLTA DI INGEGNERIA Dipartimento di Elettronica e Automatica Internet della nuova generazione: protocolli e prestazioni Laureando: ANDREA CAPRIOTTI Relatore: Ing. E.GAMBI

Dettagli

TCP/IP. Principali caratteristiche

TCP/IP. Principali caratteristiche TCP/IP Principali caratteristiche 1 TCP/IP Caratteristiche del modello TCP/IP Struttura generale della rete Internet IL MONDO INTERNET Reti nazionali e internazionali ROUTER Rete Azienade ROUTER ROUTER

Dettagli

Open Shortest Path First

Open Shortest Path First Open Shortest Path First Fulvio Risso http://sites.google.com/site/fulviorisso/ Questa raccolta di trasparenze è basata su una versione precedente creata da Mario Baldi e Giogio Valent 1 Nota di Copyright

Dettagli

Reti di Calcolatori in Tecnologia IP

Reti di Calcolatori in Tecnologia IP Reti di Calcolatori in Tecnologia IP Il Livello Transport e TCP Dott. Marco Bianchi 04/12/2001 1 Agenda Introduzione Indirizzamento Protocolli di livello transport Attivazione e rilascio di una connessione

Dettagli

Concetti fondamentali. Indirizzamento. Multicast su LAN. Multicast su Internet. RTP/RTCP su multicast IP. Ostacoli all'utilizzo del multicast

Concetti fondamentali. Indirizzamento. Multicast su LAN. Multicast su Internet. RTP/RTCP su multicast IP. Ostacoli all'utilizzo del multicast Migliore uso della banda alla sorgente Unicast Multicast 4 Concetti fondamentali Indirizzamento Unicast Multicast su LAN Multicast su Internet Host Migliore uso della banda alla sorgente Router Protocolli

Dettagli

IP Mobility. Host mobili

IP Mobility. Host mobili IP Mobility Reti II IP Mobility -1 Host mobili! Dispositivi wireless o wired mobili! Connessione alla rete attraverso: " Wireless LAN " Reti cellulari " Reti Satellitari " LAN " Etc.! Una rete di riferimento

Dettagli

Il protocollo IP (Internet Protocol)

Il protocollo IP (Internet Protocol) Politecnico di Milano Advanced Network Technologies Laboratory Il protocollo IP (Internet Protocol) -Servizi offerti da IP -Formato del pacchetto IP 1 Il servizio di comunicazione offerto da IP Connectionless

Dettagli

Reti di Calcolatori. Master "Bio Info" Reti e Basi di Dati Lezione 4

Reti di Calcolatori. Master Bio Info Reti e Basi di Dati Lezione 4 Reti di Calcolatori Sommario Software di rete Livello Trasporto (TCP) Livello Rete (IP, Routing, ICMP) Livello di Collegamento (Data-Link) Software di rete Livello Rete (IP, Routing, ICMP) Se i protocolli

Dettagli

Parte terza. Routing & forwarding

Parte terza. Routing & forwarding Parte terza Routing & forwarding Routing: due diverse attività forwarding (aspetto esecutivo) scegliere la direzione di uscita su cui inoltrare il datagram (... tramite la tabella) routing (aspetto algoritmico)

Dettagli

La sicurezza delle reti

La sicurezza delle reti La sicurezza delle reti Inserimento dati falsi Cancellazione di dati Letture non autorizzate A quale livello di rete è meglio realizzare la sicurezza? Applicazione TCP IP Data Link Physical firewall? IPSEC?

Dettagli

Programmazione modulare 2014-2015

Programmazione modulare 2014-2015 Programmazione modulare 2014-2015 Indirizzo: Informatica Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: 5 A e 5 B Docente: Buscemi Letizia Ore settimanali previste: 4 ore (2 teoria + 2 laboratorio) Totale ore previste:

Dettagli

network subnet host Classe A poche reti di dimensioni molto grandi 127

network subnet host Classe A poche reti di dimensioni molto grandi 127 INDIRIZZAMENTO IP Gli indirizzi IP, che devono essere univoci sulla rete, sono lunghi 32 bit (quattro byte) e sono tradizionalmente visualizzati scrivendo i valori decimali di ciascun byte separati dal

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Sistemi e reti Classe: 4B Informatica A.S. 2014/15 Docente: Alessandra Antoniazzi ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta da 23 alunni ed è mista. La classe si è presentata

Dettagli

Sottolivello MAC - Medium Access Protocol

Sottolivello MAC - Medium Access Protocol Sottolivello MAC - Medium Access Protocol Sottolivello del data link Regola l accesso al mezzo per reti broadcast LAN e WAN satellitari allocazione statica - a priori allocazione dinamica - in base allo

Dettagli

Parte terza. Routing & forwarding. Routing: due diverse attività. come un router processa un datagram IP D. Gerarchia in Internet

Parte terza. Routing & forwarding. Routing: due diverse attività. come un router processa un datagram IP D. Gerarchia in Internet Routing: due diverse attività Parte terza Routing & forwarding! forwarding (aspetto esecutivo) " scegliere la direzione di uscita su cui inoltrare il datagram (... tramite la tabella) routing (aspetto

Dettagli

Simulazione prova scritta di sistemi Abacus per l Esame di Stato. Traccia n 1

Simulazione prova scritta di sistemi Abacus per l Esame di Stato. Traccia n 1 Simulazione prova scritta di sistemi Abacus per l Esame di Stato Traccia n 1 La condivisione delle informazioni e lo sviluppo delle risorse informatiche tramite cui esse possono venire memorizzate e scambiate

Dettagli

Il modello TCP/IP. Sommario

Il modello TCP/IP. Sommario Il modello TCP/IP Il protocollo IP Mario Cannataro Sommario Introduzione al modello TCP/IP Richiami al modello ISO/OSI Struttura del modello TCP/IP Il protocollo IP Indirizzi IP Concetto di sottorete Struttura

Dettagli

Sicurezza nelle reti IP

Sicurezza nelle reti IP icurezza nelle reti IP L architettura IPsec IPsec Proposta IETF per fare sicurezza al livello IP (livello 3) Compatibile con IPv4 e IPV6 (RFC-2401) Permette di Creare VPN su reti pubbliche Fare sicurezza

Dettagli

Terminology. Problemi: raggiungibilità mantenimento della comunicazione durante l handoff

Terminology. Problemi: raggiungibilità mantenimento della comunicazione durante l handoff Mobilita di un terminale in IPv4 Mobilità su reti IP Problema: un host non può mantenere uno stesso indirizzo IP cambiando punto di accesso Autoconfiguarazione di un Host IP: protocolli di autoconfigurazione

Dettagli

Reti di Calcolatori. Il software

Reti di Calcolatori. Il software Reti di Calcolatori Il software Lo Stack Protocollare Application: supporta le applicazioni che usano la rete; Transport: trasferimento dati tra host; Network: instradamento (routing) di datagram dalla

Dettagli

Mario Baldi Pietro Nicoletti SWITCHED LAN. McGraw-Hill

Mario Baldi Pietro Nicoletti SWITCHED LAN. McGraw-Hill Telecomunicazioni Mario Baldi Pietro Nicoletti SWITCHED LAN McGraw-Hill Milano New York San Francisco Washington, D.C. Auckland Bogotà Lisbon London Madrid Mexico City Montreal New Delhi San Juan Singapore

Dettagli

Il livello Network del TCP/IP.

Il livello Network del TCP/IP. Il livello Network del TCP/IP. Il protocollo IP (versione 4) L architettura TCP/IP (il cui nome più preciso è Internet Protocol Suite) è formata da diversi componenti, che si posizionano nello stack dei

Dettagli

Lezione 31. Reti di calcolatori. Proff. A. Borghese, F. Pedersini. Dipartimento di Scienze dell Informazione Università degli Studi di Milano.

Lezione 31. Reti di calcolatori. Proff. A. Borghese, F. Pedersini. Dipartimento di Scienze dell Informazione Università degli Studi di Milano. Architettura degli Elaboratori e delle Reti Lezione 31 Reti di calcolatori Proff. A. Borghese, F. Pedersini Dipartimento di Scienze dell Informazione Università degli Studi di Milano L 37 1/30 Introduzione!!

Dettagli

Reti standard. Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet

Reti standard. Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet Reti standard Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet Rete globale Internet è una rete globale di calcolatori Le connessioni fisiche (link) sono fatte in vari modi: Connessioni elettriche

Dettagli

5 - Reti Locali parte B

5 - Reti Locali parte B Università degli studi di Bergamo Università degli studi di Bergamo Dipartimento di Ingegneria dell Informazione e Metodi Matematici Reti di Calcolatori prof. Fabio Martignon 5 - Reti Locali parte B 1

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014 Classe 5^ PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014 MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE DI LAVORO I primi elementi sulle reti e i mezzi di

Dettagli

APPARATI DI INTERNETWORKING

APPARATI DI INTERNETWORKING APPARATI DI INTERNETWORKING Prof. Ing. Maurizio Casoni Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia REPEATERS Apparato attivo che collega 2 o più mezzi di trasmissione

Dettagli

Interconnessione di reti

Interconnessione di reti Interconnessione di reti Collegamenti tra reti eterogenee Instradamento (routing) e inoltro (forwarding) IPv4 - indirizzi IP e MAC - sottoreti IPv6 - evoluzione di Internet DNS - Domain Name System Conclusioni

Dettagli

VPN: connessioni sicure di LAN geograficamente distanti. IZ3MEZ Francesco Canova www.iz3mez.it francesco@iz3mez.it

VPN: connessioni sicure di LAN geograficamente distanti. IZ3MEZ Francesco Canova www.iz3mez.it francesco@iz3mez.it VPN: connessioni sicure di LAN geograficamente distanti IZ3MEZ Francesco Canova www.iz3mez.it francesco@iz3mez.it Virtual Private Network, cosa sono? Le Virtual Private Networks utilizzano una parte di

Dettagli

Livello Rete. Servizi

Livello Rete. Servizi Livello Rete Spostamento dei pacchetti dal mittente al destinatario, attraverso subnet intermedi (router) Occorre: conoscere la topologia della rete scegliere di volta in volta il cammino migliore (routing)

Dettagli

Introduzione al Corso di Reti di Telecomunicazioni pag. 1. Network Organization pag. 1 2. NETWORK ORGANIZATION pag. 2

Introduzione al Corso di Reti di Telecomunicazioni pag. 1. Network Organization pag. 1 2. NETWORK ORGANIZATION pag. 2 RETI DI TELECOMUNICAZIONI INDICE CAPIITOLO 1 Introduzione al Corso di Reti di Telecomunicazioni pag. 1 Presentazione del corso di Reti di Telecomunicazioni pag. 2 Argomenti trattati nel corso di Reti di

Dettagli

Internet e protocollo TCP/IP

Internet e protocollo TCP/IP Internet e protocollo TCP/IP Internet Nata dalla fusione di reti di agenzie governative americane (ARPANET) e reti di università E una rete di reti, di scala planetaria, pubblica, a commutazione di pacchetto

Dettagli

Bit Rate = 8.000 * 8 = 64 kbit/s

Bit Rate = 8.000 * 8 = 64 kbit/s Voice over IP e Telephony over IP architetture, protocolli e quality of service B Codifica segnale nelle reti POTS Richiami sulle reti di TLC Convertitore A/D 10110000000000011111101001101101 Segnale analogico

Dettagli

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria. Applicazioni Internet B. Paolo Salvaneschi A1_1 V1.6. Riassunto: reti IP

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria. Applicazioni Internet B. Paolo Salvaneschi A1_1 V1.6. Riassunto: reti IP Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria Applicazioni Internet B Paolo Salvaneschi A1_1 V1.6 Riassunto: reti IP Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti, per studio personale

Dettagli

Sommario. Prefazione all edizione italiana Prefazione

Sommario. Prefazione all edizione italiana Prefazione Kurose_0_Kurose_0 14/03/13 11:49 Pagina V Prefazione all edizione italiana Prefazione XIII XV Capitolo 1 Reti di calcolatori e Internet 1 1.1 Che cos è Internet? 2 1.1.1 Gli ingranaggi di Internet 2 1.1.2

Dettagli

Università di Pisa Facoltà di Informatica Corso di Tecnologie di convergenza su IP a.a. 2005/2006. Gaspare Sala

Università di Pisa Facoltà di Informatica Corso di Tecnologie di convergenza su IP a.a. 2005/2006. Gaspare Sala Università di Pisa Facoltà di Informatica Corso di Tecnologie di convergenza su IP a.a. 2005/2006 Gaspare Sala Introduzione Una rete pubblica è un insieme di sistemi indipendenti che si scambiano dati

Dettagli

Reti di Calcolatori. Lezione 2

Reti di Calcolatori. Lezione 2 Reti di Calcolatori Lezione 2 Una definizione di Rete Una moderna rete di calcolatori può essere definita come: UN INSIEME INTERCONNESSO DI CALCOLATORI AUTONOMI Tipi di Rete Le reti vengono classificate

Dettagli

Architettura Internet

Architettura Internet Marco Listanti Architettura Internet Struttura di Internet (1) Internet è una rete di calcolatori ad estensione mondiale Internet è una rete di reti Internet nasce per svolgere la funzioni di interconnessione

Dettagli

PROGETTAZIONE E CONDUZIONE DI RETI DI COMPUTER

PROGETTAZIONE E CONDUZIONE DI RETI DI COMPUTER P E R L A P R O G E T T A Z I O N E I C T PROGETTAZIONE E CONDUZIONE DI RETI DI COMPUTER VOLUME III ROUTING BGP Per la preparazione agli esami CCNP, CCIE-R&S e CCIE-SP di ENRICO CIPOLLONE FRANCESCO CIPOLLONE

Dettagli

PIANO DI STUDIO DELLA DISCIPLINA DISCIPLINA: Sistemi e Reti a.s. 2013/2014

PIANO DI STUDIO DELLA DISCIPLINA DISCIPLINA: Sistemi e Reti a.s. 2013/2014 Modulo redatto da RGQ UDA UDA n. 1 Introduzione alle Reti Ore:10 settembre - ottobre PIANO DI STUDIO DELLA DISCIPLINA DISCIPLINA: Sistemi e Reti a.s. 2013/2014 PIANO DELLE UDA 4^ ANNO - SETTORE Informatica

Dettagli

Reti di Calcolatori: nozioni generali il modello a livelli

Reti di Calcolatori: nozioni generali il modello a livelli Reti di Calcolatori: nozioni generali il modello a livelli Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria Università degli Studi di Brescia Docente: Massimiliano Giacomin Elementi di Informatica e Programmazione

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Reti. Reti e interconnessione di reti - Internetwork WAN 1 WAN 1. Router multiprotocollo (gateway) Terminologia

Reti. Reti e interconnessione di reti - Internetwork WAN 1 WAN 1. Router multiprotocollo (gateway) Terminologia Reti Reti e interconnessione di reti - Internetwork WAN WAN Router multiprotocollo (gateway) Terminologia internet - internetwork :interconnessione di più reti generiche Internet - la specifica internetwork,

Dettagli

Domenico Costanzo Hacklab CS

Domenico Costanzo Hacklab CS Domenico Costanzo Hacklab CS Contenu( Introduzione al TCP/IP Indirizzamento Introduzione al Subnetwork IP Assignment Address resolution Modello TCP/IP Il dipartimento della difesa (DoD) creò il modello

Dettagli

Problemi legati alla sicurezza e soluzioni

Problemi legati alla sicurezza e soluzioni Corso DOMOTICA ED EDIFICI INTELLIGENTI UNIVERSITA DI URBINO Docente: Ing. Luca Romanelli Mail: romanelli@baxsrl.com Accesso remoto ad impianti domotici Problemi legati alla sicurezza e soluzioni Domotica

Dettagli

I protocolli di routing dell architettura TCP/IP

I protocolli di routing dell architettura TCP/IP I protocolli di routing dell architettura TCP/IP Silvano GAI sgai[at]cisco.com Mario Baldi Politecnico di Torino mario.baldi[at]polito.it staff.polito.it/mario.baldi routing-ip - 1 Copyright: si veda nota

Dettagli

IP Internet Protocol

IP Internet Protocol IP Internet Protocol Vittorio Maniezzo Università di Bologna Vittorio Maniezzo Università di Bologna 13 IP - 1/20 IP IP è un protocollo a datagrammi In spedizione: Riceve i dati dal livello trasporto e

Dettagli

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria dell Informazione. Interconnessione di LAN

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria dell Informazione. Interconnessione di LAN Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria dell Informazione Interconnessione di LAN Problema di Interconnesisone di LAN o Limitazioni: n Propagazione n Disturbi n Protocollo di Accesso Multiplo o Occorrono

Dettagli

Livello di Rete. Prof. Filippo Lanubile. Obiettivo

Livello di Rete. Prof. Filippo Lanubile. Obiettivo Livello di Rete Circuiti virtuali e datagram La funzione di instradamento Costruzione della tabella di routing Algoritmi di routing adattivi: distance vector routing e link-state routing Routing gerarchico

Dettagli

Reti di Telecomunicazioni LB Introduzione al corso

Reti di Telecomunicazioni LB Introduzione al corso Reti di Telecomunicazioni LB Introduzione al corso A.A. 2005/2006 Walter Cerroni Il corso Seguito di Reti di Telecomunicazioni LA Approfondimento sui protocolli di Internet TCP/IP, protocolli di routing,

Dettagli

PARTE 3 LIVELLO IP. (La dorsale di Internet) Parte 3. Modulo 1: Servizi del livello IP

PARTE 3 LIVELLO IP. (La dorsale di Internet) Parte 3. Modulo 1: Servizi del livello IP PARTE 3 LIVELLO IP (La dorsale di Internet) Parte 3 Modulo 1: Servizi del livello IP Suite di protocolli TCP/IP Applicativi di rete Application Transport Network (IP) INTERNET Host-tonetwork Impianti di

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Reti di Calcolatori Claudio Marrocco Componenti delle reti Una qualunque forma di comunicazione avviene: a livello hardware tramite un mezzo fisico che

Dettagli

Livello trasporto in Internet

Livello trasporto in Internet Livello trasporto in Internet Livello trasporto in Internet Due protocolli di trasporto alternativi: TCP e UDP Modelli di servizio diversi TCP orientato alla connessione, affidabile, controllo di flusso

Dettagli

Politecnico di Bari. Facoltà di Ingegneria Elettronica. Corso di Reti di Telecomunicazioni

Politecnico di Bari. Facoltà di Ingegneria Elettronica. Corso di Reti di Telecomunicazioni Politecnico di Bari Facoltà di Ingegneria Elettronica Corso di Reti di Telecomunicazioni Internet Protocol versione 4 Generalità sulle reti IP... 2 Lo header IP versione 4... 3 Concetti generali sugli

Dettagli

L architettura di TCP/IP

L architettura di TCP/IP L architettura di TCP/IP Mentre non esiste un accordo unanime su come descrivere il modello a strati di TCP/IP, è generalmente accettato il fatto che sia descritto da un numero di livelli inferiore ai

Dettagli

Esercizi Reti di TLC Parte II LAN. Esercizio 5.2. Esercizio 5.1. Luca Veltri

Esercizi Reti di TLC Parte II LAN. Esercizio 5.2. Esercizio 5.1. Luca Veltri UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Esercizi Reti di TLC Parte II LAN Luca Veltri (mail.to: luca.veltri@unipr.it) Corso di Reti di Telecomunicazione, a.a. 2013/2014

Dettagli

Protocolli di Comunicazione

Protocolli di Comunicazione Protocolli di Comunicazione La rete Internet si è sviluppata al di fuori dal modello ISO-OSI e presenta una struttura solo parzialmente aderente al modello OSI. L'architettura di rete Internet Protocol

Dettagli

Il livello trasporto Protocolli TCP e UDP

Il livello trasporto Protocolli TCP e UDP Il livello trasporto Protocolli TCP e UDP Standard: OSi vs TCP/IP Application Presentation Session NFS XDR RPC Telnet, FTP SMTP, HTTP SNMP, DNS RTP,... Protocolli per la comunicazione tra applicativi:

Dettagli

I protocolli di routing dell architettura TCP/IP

I protocolli di routing dell architettura TCP/IP I protocolli di routing dell architettura TCP/IP Silvano GAI sgai@cisco.com Mario Baldi Politecnico di Torino mario.baldi@polito.it staff.polito.it/mario.baldi routing-ip - 1 Copyright: si veda nota a

Dettagli

Livello Trasporto. Liv. Applic. Liv. Transport. Transport Entity. Liv. Network. Trasporto

Livello Trasporto. Liv. Applic. Liv. Transport. Transport Entity. Liv. Network. Trasporto Livello Trasporto Fornire un trasporto affidabile ed efficace dall'host di origine a quello di destinazione, indipendentemente dalla rete utilizzata Gestisce una conversazione diretta fra sorgente e destinazione

Dettagli

7 Evoluzione del livello rete: IPv6

7 Evoluzione del livello rete: IPv6 Università di Bergamo Dipartimento di Ingegneria dell Informazione e Metodi Matematici 7 Evoluzione del livello rete: IPv6 Architetture e Protocolli per Internet IPv6 (Internet Protocol version 6) IPv6

Dettagli

StarShell. IPSec. StarShell

StarShell. IPSec. StarShell IPSec 1 IPSec Applicabile sia a Ipv4 che Ipv6 Obiettivi: Facilitare la confidenzialità, integrità ed autenticazione di informazioni trasferite tramite IP Standard di interoperabilità tra più vendor Protocolli:

Dettagli

Internet Protocol Versione 4: indirizzamento e routing. Aspetti di indirizzamento, forwarding e routing del protocollo IPv4

Internet Protocol Versione 4: indirizzamento e routing. Aspetti di indirizzamento, forwarding e routing del protocollo IPv4 Internet Protocol Versione 4: indirizzamento e routing Aspetti di indirizzamento, forwarding e routing del protocollo IPv4 1 Architettura di base delle reti IP Idee di base: Rete Reti distinte ed indipendenti

Dettagli

Livello Trasporto Protocolli TCP e UDP

Livello Trasporto Protocolli TCP e UDP Livello Trasporto Protocolli TCP e UDP Davide Quaglia Reti di Calcolatori - Liv Trasporto TCP/UDP 1 Motivazioni Su un host vengono eseguiti diversi processi che usano la rete Problemi Distinguere le coppie

Dettagli

Reti di calcolatori. Lezione del 10 giugno 2004

Reti di calcolatori. Lezione del 10 giugno 2004 Reti di calcolatori Lezione del 10 giugno 2004 Internetworking I livelli 1 fisico e 2 data link si occupano della connessione di due host direttamente connessi su di una rete omogenea Non è possibile estendere

Dettagli

Tecnologie di Sviluppo per il Web

Tecnologie di Sviluppo per il Web Tecnologie di Sviluppo per il Web Introduzione alle Reti di Calcolatori versione 1.0 del 11/03/2003 G. Mecca mecca@unibas.it Università della Basilicata Reti >> Sommario Sommario dei Concetti Elab. Client-Server

Dettagli

PROGETTAZIONE E CONDUZIONE DI RETI DI CALCOLATORI

PROGETTAZIONE E CONDUZIONE DI RETI DI CALCOLATORI P E R L A P R O G E T T A Z I O N E I C T PROGETTAZIONE E CONDUZIONE DI RETI DI CALCOLATORI VOLUME II ROUTING BASE Per la preparazione agli esami di ROUTE e CCIE R&S di ENRICO CIPOLLONE FRANCESCO CIPOLLONE

Dettagli

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria dell Informazione. Reti d accesso. -Accesso a Internet -Interconnessione di reti locali

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria dell Informazione. Reti d accesso. -Accesso a Internet -Interconnessione di reti locali Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria dell Informazione Reti d accesso -Accesso a Internet -Interconnessione di reti locali Accesso a Internet Dialup via modem Fino a 56Kbps Accesso diretto al router

Dettagli

Livello Network di Internet. Francesco Dalla Libera

Livello Network di Internet. Francesco Dalla Libera Livello Network di Internet Francesco Dalla Libera agenda parte prima IP addressing & subnetting parte seconda protocollo IP parte terza routing & forwarding parte quarta il futuro: IP vers 6 FDL - 2002

Dettagli