Art. 1 Premesse pag. 2. Progettazione esecutiva e direzione dei lavori Collaudo delle opere oggetto di convezione pag. 2. Art. 3 Strade pag.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Art. 1 Premesse pag. 2. Progettazione esecutiva e direzione dei lavori Collaudo delle opere oggetto di convezione pag. 2. Art. 3 Strade pag."

Transcript

1

2

3 - 1 - INDICE Art. 1 Premesse pag. 2 Art. 2 Progettazione esecutiva e direzione dei lavori Collaudo delle opere oggetto di convezione pag. 2 Art. 3 Strade pag. 3 Art. 4 Marciapiede pag. 3 Art. 5 Fognature Acque Bianche pag. 4 Art. 6 Fognature Acque Nere pag. 6 Art. 7 Energia Elettrica pag. 7 Art. 9 Telefonia pag. 8 Art.10 Acquedotto pag. 8 Art.11 Gas pag. 8 Art. 7 Illuminazione Pubblica pag. 8 Art.12 Sistemazione delle Aree Verdi pag. 10 Art. 13 Segnaletica pag. 11

4 - 2 - Art. 1 Premesse Le opere di urbanizzazione dovranno essere realizzate in conformità al progetto approvato e di eventuali varianti approvate, in base a tutte le disposizioni che l Amministrazione Comunale vorrà impartire per mezzo degli uffici addetti, sempre nel rispetto del progetto approvato. Eventuali opere e particolari costruttivi, non evidenziati dalle tavole allegate, dovranno essere eseguiti secondo le migliori modalità costruttive, ritenute tali dagli Uffici Tecnici del Comune e/o dei responsabile dei gestori dei sottoservizi da eseguire. Per l esecuzione delle opere si farà sempre espresso riferimento alle tavole di progetto, sempre che non siano in contrasto con le prescrizioni seguenti e che pertanto in tal caso si ritengono sostitutive dei disegni. Art. 2 Progettazione esecutiva e direzione dei lavori Collaudo delle opere oggetto di convezione Prima dell inizio lavori dovrà essere prodotto al Comune, per ogni opera, il progetto esecutivo con tutti i relativi particolari delle opere e dei manufatti, qualora difformi rispetto al progetto approvato. I progetti dovranno essere redatti da tecnico abilitato e dovranno contenere tutti gli elementi per la corretta valutazione dell opera. La direzione dei lavori dovrà essere effettuata dal tecnico abilitato. Il collaudo dei lavori dovrà essere fatto a richiesta del Comune in corso d opera e le spese di collaudo saranno a carico del concessionario. Il collaudo finale dovrà essere preceduto dal nulla osta sulla bontà dell esecuzione a regola d arte delle opere di ogni singolo ente gestore dei sottoservizi eseguiti. A fine lavori e prima del collaudo, il concessionario dovrà produrre in duplice copia tutte le planimetrie con relative quote dei vari sottoservizi eseguiti e relativo file in formato.dwg e/o.dxf e/o.pdf. A richiesta del Comune il Concessionario dovrà fornire le caratteristiche tecniche, depliants e campioni dei materiali ed apparecchiature da eseguire.

5 - 3 - Art. 3 Strade 1) Dimensioni L estensione, la larghezza, le quote, i raggi di curvatura, gli incroci e le altre dimensioni delle strade dovranno corrispondere a quelle indicate nel progetto approvato e allegato alla convenzione. 2) Sottofondo E previsto in stabilizzato meccanico (tout-venat) costituito da una miscela di misti granulometrici senza aggiunta di leganti a granulometria continua, a partire dal limo di argilla da mm.7 sino alla ghisa o pietrisco con massima dimensione di mm.50. Dello spessore non inferiore a cm.40 a costipamento avvenuto, distribuito a strati di cui l ultimo non inferiore a cm.10 in stabilizzato di vaglio compresa la necessaria umidificazione ottimale e compattazione con rulli vibrati o statici, il tutto eseguito in maniera da dare il piano viario perfettamente rifinito secondo le inclinazioni e curvature previste in progetto. 3) Massello di conglomerato binder E previsto un massello di conglomerato bituminoso binder dello spessore minimo di cm.8 a compattazione avvenuta, sia per le strade che per il parcheggio, la granulometria del binder sarà compresa tra lo 0/20 ed il bitume dovrà essere al minimo in ragione di kg.700 per mq. di impasto. 4) Tappeto o manto d usura E costituito dalla stesa, previo ancoraggio con emulsione bituminosa, di un manto di pietrisco bitumato, dello spessore di cm.3 compressi, dalla granulometria da 0 a 8 mm. ed il bitume dovrà essere contenuto al minimo di kg.90 per mc. di impasto. Art. 4 Marciapiedi 1) Dimensioni Le dimensioni del marciapiede corrisponderanno a quelle indicate nel progetto approvato. Il marciapiede dovrà essere limitato da cordonate dello spessore di cm.12/15 e per un altezza di cm.30, posata su un fondo di calcestruzzo dello spessore di cm.15. La cordonata dovrà essere in elementi prefabbricati di calcestruzzo in cemento, provenienti da cantieri specializzati in manufatti del genere.

6 - 4 - Il marciapiede dovrà essere provvisto di tutti i pezzi speciali: curve, passi carrai, voltatesta, rampe per portatori di handicap. 2) Sottofondo Il sottofondo sarà formato mediante scavo a riporto di terra per dare la listellata di progetto e successiva stesura di stabilizzato meccanico (tout-venat) costituito da una miscela di misti granulometrici senza aggiunta di leganti a granulometria continua, a partire dal limo di argilla da mm 7 sino alla ghisa o pietrisco con massima dimensione di mm. 50. Dello spessore non inferiore a cm.30 a costipamento avvenuto, distribuito a starti di cui l ultimo non inferiore a cm.10 in stabilizzato di vaglio compresa la necessaria umidificazione ottimale e compattazione con rulli vibrati o statici, il tutto eseguito in maniera da dare il piano del marciapiede perfettamente rifinito secondo le inclinazioni e curvature previste in progetto. 3) Massetto di conglomerato cementizio Sarà costituito in calcestruzzo di cemento a q.li 3 dello spessore minimo di cm.10 e sarà armato con rete elettrosaldata diam. mm.6. 4) Tappeto e manto di usura Sarà costituito in conglomerato bituminoso spessore cm.3, con sigillatura finale con sabbia. Art. 5 Fognature acque bianche 1)Condotta Le condotte per le acque bianche dovranno essere delle dimensioni e sezioni previste nei disegni di progetto e secondo l Autorizzazione Idraulica rilasciata dal Consorzio di Bonifica "BRENTA" di Cittadella (PD) n del Quelle risiedenti sotto le sedi stradali dovranno essere costituite con condotte circolari con anello di gomma rotolante della sezione interna secondo il dimensionamento di progetto per le condotte principali, della sezione interna di cm.20 in PVC 303 per le condotte di raccordo delle acque di scarico dei lotti e della sezione interna di cm.16 in PVC 303 per le condotte di raccordo delle acque di scarico dei pozzetti sifonati stradali.

7 - 5 - Le condotte dovranno essere poste in opera su letto di sabbia opportunamente livellato, i giunti dovranno essere sigillati con malta di cemento a q.li 5 per mc. di impasto tipo ) Pozzetti d ispezione Ad ogni incrocio e ad interasse medio di circa ml.50 dovrà essere posto in opera sulla condotta il pozzetto d ispezione. I pozzetti ricadenti su sede stradale dovranno essere del tipo prefabbricati con anello di copertura in calcestruzzo armato a qli 3 a doppia armatura con rete elettrosaldata, dello spessore di cm.15. Dovranno avere la sezione interna secondo il dimensionamento di progetto e spessore delle pareti non inferiori a cm.10. Il fondo del pozzetto sarà ad una quota inferiore di cm.20 rispetto al fondo della condotta. La facciata superiore dell anello dovrà essere profondo circa cm.50 sotto il piano stradale finito. Sopra l anello sarà costituito con mattoni pieni di calcestruzzo ad una o più teste e malta di cemento, un passo d uomo sopra il quale verrà applicato il sigillo. Il sigillo sarà in ghisa lamellare perlitica a norma UNI 1561, avrà le dimensioni di cm.60x60 o diam. cm.60 circa e sarà costituito da un contro telaio in ghisa rinforzata, dovrà riportare il relativo marchio, essere di classe non inferiore alla D, di portata adeguata al sito in cui sarà ubicato e riportare la dicitura fognatura bianca. 3) Pozzetti di raccolta sifonati Saranno costruiti ogni ml.20 circa su entrambi i lati della strada e sugli spazi collettivi (di sosta, di parcheggio, piazza e verde). Saranno del tipo prefabbricato muniti di sifone delle dimensioni interne di cm.40x40x60 circa. Tali pozzetti dovranno essere ispezionabili e pertanto muniti di caditoia in ghisa a nido d ape montata su contro telaio e del peso di kg circa. 4) Collegamento ai lotti ed ai pozzetti di raccolta A partire dai pozzetti d ispezione dovranno venire costruite trasversalmente alle strade le condotte del diametro da cm.20 in PVC 303 opportunamente appoggiate sul letto di sabbia e/o di calcestruzzo, per il collegamento degli scarichi delle acque bianche dei singoli lotti privati.

8 - 6 - Allo scopo il tubo dovrà arrivare dentro le proprietà private per una lunghezza di ml 1.00 e all interno del lotto dovrà essere applicato un pozzetto d ispezione in cls delle dimensioni di cm.60x60 con chiusino in cls. Analogamente saranno costruiti gli allacciamenti dei pozzetti di raccolta sifonati, ma con tubazione in PVC 303 del diametro di cm.16. Allo scopo si precisa che alternativamente i pozzetti sifonati dovranno scaricare direttamente sui pozzetti d ispezione. Art. 6 Fognatura acque nere La rete acque nere dovrà essere delle dimensioni e sezioni previste nei disegni di progetto e secondo il Parere Tecnico espresso dall Ente Gestore ETRA S.p.A. in data prot. n ) Condotta Saranno poste in opera secondo il profilo altimetrico approvato dall Ufficio Tecnico dall Ente gestore dell impianto di fognatura, ETRA S.p.A. e costruito in tubi in ghisa sferoidale, del diametro interno mm.200. Il piano di appoggio dovrà essere preparato con cura, data la relativa minima pendenza, con sabbia (circa 2,5%), i tubi dovranno essere accuratamente posti in opera con il ricoprimento totale di sabbia sopra il tubo fino allo quota di posa del tout-venat. Le condotte dovranno innestarsi entro i pozzetti d ispezione e opportunamente sigillate, dove saranno effettuati eventuali innesti e derivazioni. 2) Pozzetti di ispezione I pozzetti d ispezione per condotte principali di acque nere saranno del tipo Komplet, eseguiti in elementi prefabbricati di calcestruzzo di cemento ferricopozzolanico, adatti per carichi stradali di I categoria. Ogni pozzetto sarà composto da: - basamento in calcestruzzo del diametro cm.100 ed altezza cm.70, completo delle canalizzazioni sul fondo ricavate con mezzi condotti e getto di riempimento in calcestruzzo negli interspazi, fornitura e posa di n 2 giunti a manicotto del diametro mm , incorporati nel getto della parete, compreso la fornitura e posa dei tappi maschi a tenuta per i fori che non venissero subito utilizzati; - prolunghe in calcestruzzo del diametro cm.100, con altezza variabile da cm.10 a cm.100, complete delle guarnizioni di tenuta (anelli di gomma), altezza variabile in

9 - 7 - funzione del posizionamento, l onere degli anelli necessari per il rialzo o interventi per la diminuzione dell altezza dei pozzetti è compreso nel prezzo; - strombo in calcestruzzo del diametro cm , con altezza di cm.60, completo di guarnizione di tenuta (anello di gomma); - raggiungi quota in calcestruzzo del diametro cm.62 ad altezza variabile da cm.5 a cm.25; - piastra chiusino superiore in calcestruzzo del diametro cm.62 (interno) compreso controtelaio e la botola mobile in ghisa cemento tipo "Passavant"; - chiusino stradale circolare di diam. cm.60 in ghisa lamellare perlitica a norma UNI 1561, per la classe richiesta, con sedi rettificate, conforme alle norme UNI EN 124/1995, riportante il relativo marcio, essere di classe non inferiore alla D, di portata adeguata al sito in cui saranno ubicati e riportare la dicitura fognatura nera ; - verniciatura interna del pozzetto realizzato a due mani, con resine epossidiche spessore 600 micron, per protezione delle tubazioni e dei pozzetti. 3) Collegamento ai lotti A partire da ogni pozzetto e trasversalmente alle strade, verranno costruiti gli allacciamento ai lotti privati, con tubi in PVC PN 16 extra per fognature, del diametro interno mm.148 esterno mm.180. I tubi saranno raccordati al pozzetto della condotta principale sugli innesti opportunamente predisposti. La posa in opera sarà effettuata come per le condotte principali, con ricoprimento in calcestruzzo nei punti in cui la protezione meccanica superiore non sia sufficiente, h minore a mt.1. Non sono consentiti allacciamenti in contro corrente. I tubi dovranno arrivare dentro le proprietà private per una lunghezza di ml.1.00 e all interno del lotto dovrà essere applicato un tappo ermetico come previsto. Prima dell entrata in proprietà privata, dovrà essere inserito un pozzetto d ispezione del tipo UPONOR o GIRO in cls del diam. cm.40 con chiusino in ghisa. Art. 7 Energia Elettrica Secondo le prescrizioni dell Ente Gestore E.N.E.L. S.p.A..

10 - 8 - Art. 8 Telefonia Secondo le prescrizioni dell Ente Gestore TELECOM S.p.A.. Art. 9 Acquedotto Secondo le prescrizioni dell Ente Gestore ETRA S.p.A.. Art. 10 Gas Secondo le prescrizioni dell Ente Gestore ASCOPIAVE S.p.A.. Art. 11 ILLUMINAZIONE PUBBLICA 1) Osservanza delle norme vigenti L impianto elettrico d illuminazione pubblica nonché tutti i componenti utilizzati e comunque impiegati per l esecuzione delle stesse devono essere conformi alle normative C.E.I. ed E.M.P.I. In particolare si richiama l osservazione alle norme C.E.I riguardanti gli impianti elettrici d illuminazione pubblica e similari. 2) Alimentazione L impianto che sarà costituito da punti luce del tipo concordato con l Amministrazione Comunale, nel numero previsto in progetto e sarà alimentato da il quadro di comando a conchiglia aerato, la cui posa sarà a cura e spese del Lottizzante e/o allacciato, secondo sempre le indicazioni dell Amministrazione Comunale a quadro comando esistente. In caso di nuovo quadro comando, Il collegamento dello stesso alla rete Enel, sarà a cura e spese del Lottizzante, con intestazione della bolletta di consumo al Comune di Campodoro. 3) Condotte Le linee saranno tutte in cavo sotterraneo entro tubo in pvc corrugato del diametro mm.110 liscio internamente dello spessore di mm.3 conforme alle norme CEI 2318 resistenza allo schiacciamento 150lg/dm.

11 - 9 - I conduttori saranno del tipo isolato in gomma butilica del tipo FG7OR a sezione variabile come da previsioni di progetto o comunque in conformità alle disposizioni impartite dall Ufficio Tecnico Comunale. 4) Paline o palo Palo conico diritto, in acciaio zincato a caldo, altezza fuori terra mt.8, sp. mm 4, diam. di base mm.148, completo di bullone di terra 12 mm, foro per passaggio cavi ed asola, fissaggio palo nel plinto, morsettiera doppio isolamento e sportello, erezione palo, atto a ricevere l apparecchio illuminante. I pali saranno collocati su basi di calcestruzzo a q.li 3 di cemento per mc. d impasto, delle dimensioni minime di cm.100x100x100, completi di vano alloggiamento cavi (pozzetto) delle dimensioni minime di cm.40x40x50, completo di foro alla base per passaggio picchetto di terra e chiusino in ghisa con cerniera di fissaggio del peso di Kg.40/50 circa, C250, fissato al plinto. 5) Armature e lampade Armatura stradale tipo Disano serie BRALL, con lampada S.A.P. 150W, IP55, con possibilità di varianti per l utilizzo di diversi tipi di lampada mantenendo le stesse dimensioni e forma, per montaggio singolo e accoppiato, completo di: - corpo in alluminio pressofuso verniciato con polveri poliuretaniche; - parabola riflettente di alluminio 99.8%; - guarnizione in gomma ai siliconi; - aggancio in acciaio inossidabile per l apertura superiore verso il retro; - riflettore in alluminio stampato brillantato e anodizzato; - basetta di fissaggio con sportello; - morsetto tripolare e blocca cavo; - cristallo frontale temperato trasparente, infrangibile; - portalampada in porcellana; - alimentatore; - accenditore condensatore di rifasamento; - lampada e staffe di fissaggio; - tipo e colore a scelta della D.L..

12 - 10-6) Pozzetti di derivazione Saranno costituiti da un pozzetto della sezione minima di cm.40x40 che inizi alla quota inferiore di cm.60 sotto, il piano stradale e dei marciapiedi. Saranno muniti di un chiusino in ghisa luce netta 40x40cm. circa del peso kg.40/50 circa, C250 se su marciapiede, D400 sede stradale. 7) Collegamento dei cavi e dei pali I cunicoli contenenti cavi dovranno essere posti alla profondità minima di cm. 60 e dovranno rispettare opportune distanze, dettate dalle norme CEI e EMPI dalle altre condotte L esatta posizione della sezione stradale dei pali con relativi blocchi e pozzetti, dovrà avvenire preventivamente concordata con l Ufficio Tecnico Comunale e/o in base ai disegni esecutivi. 8) Linee di alimentazione Tutte le linee di alimentazione e di completamento in cavo sotterraneo del tipo FG7R o FG7OR; kv, conforme alle prescrizioni CEI e varianti, isolato in gomma etilenpropilenica EPR, con guaina esterna in PVC, non propagante l incendio (CEI e varianti), di sezione variabile da 1x6 a 4x16 mmq. con portelli a feritoia di idonee dimensioni completi di morsettiere e fusibili. Il quadro comando sarà completo di Apparecchiature di comando e protezione, come da schema esecutivo e posto in armadio stradale in vetroresina dim. mm.1090x590x350, avente grado di protezione IP55, conforme alle norme CEI 17-13, posto su base in c.l.s.. Art. 12 Sistemazione delle aree verdi Le aree verdi dovranno essere preventivamente bonificate e livellate con eventuale riporto terreno vegetale. Successivamente saranno poste a dimora essenze arboree di varia altezza complete di pali tutori a garanzia di attecchimento. Il completamento del verde verrà mediante fresatura, concimazione e semina del tappeto erboso. E prevista la posa di opere d arredo, quali panchine, cestini, giostrine, etc.

13 Art. 13 Segnaletica stradale Si dovrà provvedere alla segnaletica orizzontale e verticale secondo il progetto allegato e con il rispetto delle prescrizioni dell Ufficio Tecnico Comunale. In ogni caso la segnaletica verticale dovrà essere realizzato in lamiera di alluminio mm.25/10 con pellicola rifrangente HIG, completo di staffe e controstaffe in alluminio estruso, per aggancio del segnale alla palina di sostegno, nonché da bulloni e relativi dadi in acciaio inox. La palina di sostegno sarà in acciaio zincato, diam. mm.60, spessore mm.2,5, con tappo terminale in p.v.c., altezza variabile da ml.1,50 a ml.4,50, con dispositivo antirotazione. Il basamento di fondazione sarà da cm.30x30x60 in calcestruzzo a q.li 3 di cemento tipo 325 per mc. d impasto.

COMUNE DI COLLESALVETTI

COMUNE DI COLLESALVETTI COMUNE DI COLLESALVETTI PIANO DI LOTTIZZAZIONE COMPARTO VICARELLO SUD PROPRIETA : SOC. FONTE ALLEGRA ED ALTRI A) STRADE E PARCHEGGI 1) Preparazione dei piani di posa con rullatura del terreno. mq 3.700,00

Dettagli

OPERE DI URBANIZZAZIONE Area "Osteria San Biagio" Casalecchio di Reno

OPERE DI URBANIZZAZIONE Area Osteria San Biagio Casalecchio di Reno OPERE DI URBANIZZAZIONE Area "Osteria San Biagio" Casalecchio di Reno Unità Descrizione dei Lavori di misura 1 Struttura stradale della nuova Via Bolsenda comprendente: - Scavo di sbancamento eseguito

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE OPERE

DESCRIZIONE DELLE OPERE PREMESSA Vengono descritte in seguito le caratteristiche principali delle opere di urbanizzazione previste dal Piano Urbanistico Attuativo Zona di Perequazione via delle Granze. La realizzazione delle

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI RONCADE PROGETTO DI LOTTIZZAZIONE RESIDENZIALE SCHEDA DI ACCORDO N. 10 DITTA: Bassetto Elio, Bassetto Renato, Bresolin Gino, Geromel Sergio, Pellegrin Luigi e Damelico Severina

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO

DISCIPLINARE TECNICO COMUNE DI ODERZO PROVINCIA DI TREVISO OGGETTO: PIANO DI RECUPERO DI INIZIATIVA PUBBLICA INERENTE ALL AREA DENOMINATA EX-EUROPA SITA IN VIA DELLE GRAZIE A ODERZO in adeguamento all'app3 in Variante COMMITTENTE:

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO E QUADRO ECONOMICO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO E QUADRO ECONOMICO Studio Tecnico Rossi geom. Renato Via G. Zanella 3/1 Montorso Vicentino (VI) Tel. 0444 685322 Fax. 0444 486630 email. geom.rossi@gmail.com AL DIRIGENTE DEL SETTORE GESTIONE DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO RIFACIMENTO MARCIAPIEDI VIA MORA n. Rif. C.C.I.A.A. Descrizione N. Unità Quantità Prez. Unit. Totale FORMAZIONE MARCIAPIEDE 1 n.c. 2 n.c. 3 C2.4.23

Dettagli

Proposta di variante al PGT, via Postale Vecchia COMPUTO METRICO ESTIMATIVO, LAVORI DI PUBBLICO INTERESSE

Proposta di variante al PGT, via Postale Vecchia COMPUTO METRICO ESTIMATIVO, LAVORI DI PUBBLICO INTERESSE Proposta di variante al PGT, via Postale Vecchia COMPUTO METRICO ESTIMATIVO, LAVORI DI PUBBLICO INTERESSE in colore nero i lavori da realizzare, senza possibilità di scomputo dagli oneri di urbanizzazione

Dettagli

ANALISI PREZZI UNITARI

ANALISI PREZZI UNITARI ANALISI PREZZI UNITARI I prezzi non previsti nel Prezziario Regionale sono stati ricavati con prezzi elementari della manod opera vigente nella Provicia di Chieti nell anno corrente, con materiali dei

Dettagli

COMUNE DI CHIARI VARIANTE PROGRAMMA INTEGRATO D INTERVENTO 001 06 PER MODIFICA DESTINAZIONE D USO COMPARTO DA RESIDENZIALE A COMMERCIALE

COMUNE DI CHIARI VARIANTE PROGRAMMA INTEGRATO D INTERVENTO 001 06 PER MODIFICA DESTINAZIONE D USO COMPARTO DA RESIDENZIALE A COMMERCIALE ALLEGATO C Chiari, Febbraio 2014 COMUNE DI CHIARI VARIANTE PROGRAMMA INTEGRATO D INTERVENTO 001 06 PER MODIFICA DESTINAZIONE D USO COMPARTO DA RESIDENZIALE A COMMERCIALE AREA DELIMITATA DA VIA BRESCIA

Dettagli

CALCOLO ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA. 321 mc * 5,31 euro (costo urb. primaria per sostituzione edilizia) = 1704,51 EURO

CALCOLO ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA. 321 mc * 5,31 euro (costo urb. primaria per sostituzione edilizia) = 1704,51 EURO CALCOLO ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA Edificio A stato modificato: Superficie Piano Terra = 53,46 mq Superficie Piano Primo = 53,46 mq Volume edificio = (53,46 mq + 53,46 mq) * 3 m = 321,00

Dettagli

COMUNE DI CADONEGHE. Piano Urbanistico Attuativo Mattei DISCIPLINARE TECNICO DI LOTTIZZAZIONE. Opere di urbanizzazione:

COMUNE DI CADONEGHE. Piano Urbanistico Attuativo Mattei DISCIPLINARE TECNICO DI LOTTIZZAZIONE. Opere di urbanizzazione: COMUNE DI CADONEGHE Piano Urbanistico Attuativo Mattei DISCIPLINARE TECNICO DI LOTTIZZAZIONE Opere di urbanizzazione: Premessa: La descrizione delle opere, riportata di seguito, deve intendersi indicativa,

Dettagli

COMUNE DI LUSCIANO ANALISI NUOVI PREZZI

COMUNE DI LUSCIANO ANALISI NUOVI PREZZI COMUNE DI LUSCIANO (Provincia di Caserta) Progetto esecutivo dei lavori di: COMPLETAMENTO ED ADEGUAMENTO DELLE RETE FOGNARIA Stralcio 1 LOTTO. ANALISI NUOVI PREZZI 1 Premessa Il computo metrico estimativo

Dettagli

CAPITOLATO OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA PIANO LOTTIZZAZIONE CORSO SEMPIONE/SILVIO PELLICO " OLGIATE OLONA

CAPITOLATO OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA PIANO LOTTIZZAZIONE CORSO SEMPIONE/SILVIO PELLICO  OLGIATE OLONA CAPITOLATO OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA PIANO LOTTIZZAZIONE CORSO SEMPIONE/SILVIO PELLICO " OLGIATE OLONA Art. Descrizione u.m. Qt. / Unità / Totale 1,00 OPERE DI ALLESTIMENTO CANTIERE 1,01 Oneri relativi

Dettagli

PREVENTIVO DEI COSTI

PREVENTIVO DEI COSTI PREVENTIVO DEI COSTI Ai sensi dell art. 30 della Legge Urbanistica 1150/42 e successive modificazioni ed integrazioni i Piani Particolareggiati sono corredati di una Relazione sulle previsioni di massima

Dettagli

ANALISI PREZZI. Comune di Prato Provincia di Prato

ANALISI PREZZI. Comune di Prato Provincia di Prato Comune di Prato Provincia di Prato pag. 1 ANALISI PREZZI OGGETTO: Asse delle industrie Nord-Sud, svincolo san Paolo-Galciana. Fase 3B, collegamento stradale con Galciana. COMMITTENTE: Comune di Prato Data,

Dettagli

Opere Urbanizzazione PRIMARIA - Soc. MILESI S.r.l.

Opere Urbanizzazione PRIMARIA - Soc. MILESI S.r.l. 1A OPERE URBAN. PRIMARIA AREE IN CESSIONE 1 1.5.1.1.s Demolizione parziale di strutture di fabbricati fuori terra, escluso: l'eventuale ponteggio, le operazioni necessarie per líabbassamento dei materiali

Dettagli

Lotti & Partners Studio Tecnico Associato

Lotti & Partners Studio Tecnico Associato P.IVAc.F 02095600397 / +390544404262 +393393051205 RELAZIONE TECNICA La presente domanda di Permesso di Costruire ha per oggetto l esecuzione delle Opere di Urbanizzazione in attuazione del Piano Particolareggiato

Dettagli

Geometra Carlo Cecchetelli

Geometra Carlo Cecchetelli STUDIO CECCHETELLI Piazza XX Settembre n. 27/2-61032 FANO - tel. 0721/827780 Ditta : SORCINELLI GIANFRANCO SANTINI LUCIANA Oggetto : PIANO ATTUATIVO DEL COMPARTO DENOMINATO ST6_52 Comparto residenziale

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO COMUNE DI URBINO Lavori di: ASFALTATURA STRADE URBANE ED EXTRAURBANE Impresa: COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Il Progettista: Computo: Descrizione: STRADE ASFALTATURA STRADE URBANE ED EXTRAURBANE Capitolo:

Dettagli

PREVENTIVO SOMMARIO DI SPESA

PREVENTIVO SOMMARIO DI SPESA Comune di SPINEA (VE) Provincia di VENEZIA Committente: Comune di Spinea Piazza Municipio n.1 30038 - Ente Appaltante: Descrizione lavori: Impresa: SPINEA (VE) lì, 04/06/2007 Note: Il presente Preventivo

Dettagli

PIANO DI LOTTIZZAZIONE VEZZOLA

PIANO DI LOTTIZZAZIONE VEZZOLA Comune di Moniga del Garda (Provincia di Brescia) PIANO DI LOTTIZZAZIONE VEZZOLA COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Studio Tecnico Dott. Geom. Emilio Martinelli Remedello, via Silvio Pellico,2 Tel. 347-3444852

Dettagli

Fornitura e posa in opera di dispersore di terra H.1,50 compreso: collegamenti al palo, collegamenti alla linea di terra sommano N 29 25,00

Fornitura e posa in opera di dispersore di terra H.1,50 compreso: collegamenti al palo, collegamenti alla linea di terra sommano N 29 25,00 PIANO DI COMPARTO N. 28 _ POLO URBANO CINTOLESE Computo lavori N u.m quantitàprezzo unitario Totali 1) Illuminazione Pubblica Fornitura e posa in opera di palo conico saldato a scelta della D.L. zincato

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO

DISCIPLINARE TECNICO STUDIO TECNICO ARCH. DI GREGORIO LUCIA Via Leonardo da Vinci 34 35010 Cadoneghe (Pd) Tel. / Fax 049/5797467 P.IVA. 03319580274 DISCIPLINARE TECNICO VARIANTE AL PIANO DI LOTTIZZAZIONE DEL COMPARTO C2/3

Dettagli

CITTÀ DI SALUZZO. (Sostituisce Tav. 13 di PEEP approvato nell'anno 2004)

CITTÀ DI SALUZZO. (Sostituisce Tav. 13 di PEEP approvato nell'anno 2004) Regione Piemonte Provincia di Cuneo CITTÀ DI SALUZZO PIANO REGOLATORE GENERALE COMUNALE Anno 1996 : Approvato con DGR 26-7934 del 16.04.1996 Anno 2012 : Approvato con DGR 29-05-2012 n 16-3906 VARIANTE

Dettagli

Comune di VERRONE Provincia di BIELLA COMPUTO METRICO

Comune di VERRONE Provincia di BIELLA COMPUTO METRICO Comune di VERRONE Provincia di BIELLA pag. 1 COMPUTO METRICO OGGETTO: COMMITTENTE: STIMA SOMMARIA DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE computo metrico estimativo, STRADA PRGC. Prezzi dedotti dal Prezziario della

Dettagli

C.C.I.A.A. MILANO LISTINO 3.2013

C.C.I.A.A. MILANO LISTINO 3.2013 C.C.I.A.A. MILANO LISTINO 3.2013 Progressivo C.C.I.A.A. B.07 opere di sistemazione esterna pavimentazione e fognature Voce C.C.I.A.A u.m Altezza Lunghezza Profondità totale prezzo unit. Euro prezzo totale

Dettagli

! # # % & (() # +, ++. /012 3!4, 5 3!4 3 #, 5 , 3!4 # ++ 6, 7 8 + 9 8 % 9!( :, 9!(: ; 9 6 &7! + 8 % 9 (( :, + ; 9 6 7!, 9 6 5

! # # % & (() # +, ++. /012 3!4, 5 3!4 3 #, 5 , 3!4 # ++ 6, 7 8 + 9 8 % 9!( :, 9!(: ; 9 6 &7! + 8 % 9 (( :, + ; 9 6 7!, 9 6 5 ! # # % & (() # +, ++. /012 3!4, 5 3!4 3 #, 5, 3!4 # ++ 6, 7 8 + 9 8 % 9!( :, 9!(: ; 9 6 &7! + 8 % 9 (( :, + ; 9 6 7!, 9 6 5 : 7 3?3# 7 8 8 + 8 7!( < 9 +

Dettagli

COMUNE DI MONTEMARCIANO Provincia di Ancona

COMUNE DI MONTEMARCIANO Provincia di Ancona COMUNE DI MONTEMARCIANO Provincia di Ancona UFFICIO TECNICO COMUNALE V Settore - Servizio Lavori Pubblici LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DI ALCUNI TRATTI DELLA SEDE STRADALE DI VIA MEDIA PROGETTO

Dettagli

RELAZIONE SOMMARIA SULLA PREVISIONE DI SPESA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO FONTANELLE SCHEDA N. 1 DEL P.R.G.

RELAZIONE SOMMARIA SULLA PREVISIONE DI SPESA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO FONTANELLE SCHEDA N. 1 DEL P.R.G. RELAZIONE SOMMARIA SULLA PREVISIONE DI SPESA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO FONTANELLE SCHEDA N. 1 DEL P.R.G. 1. PREMESSA La presente relazione eseguirà una valutazione di massima per

Dettagli

Stima dei costi per la riqualificazione del centro sportivo di via Verdi Senza Spogliatoio tennis e recupero spogliatoi Baseball -

Stima dei costi per la riqualificazione del centro sportivo di via Verdi Senza Spogliatoio tennis e recupero spogliatoi Baseball - Stima dei costi per la riqualificazione del centro sportivo di via Verdi Senza Spogliatoio tennis e recupero spogliatoi Baseball - N descrizione costo un. Quantità totale Costo totale Demolizione strutture

Dettagli

DESIGNAZIONE DEI LAVORI

DESIGNAZIONE DEI LAVORI pag. 2 R I P O R T O LAVORI A MISURA 1 Fornitura e posa in opera di linea in cavo flessibile multipolare non propagante l'incendio, 01d isolato con gomma etilenpropilenica (HEPR) ad alto modulo G7 e guaina

Dettagli

RELAZIONE TECNICA OPERE DI URBANIZZAZIONE

RELAZIONE TECNICA OPERE DI URBANIZZAZIONE RELAZIONE TECNICA OPERE DI URBANIZZAZIONE Il P.R.G.C. vigente del Comune di Orbassano, approvato G.R. con delib. N. 14-25592 del 7/10/1998, così come integrato dalle successive varianti parziali, individua

Dettagli

OPERE A MISURA. Articolo unità di misura ASSISTENZA OPERE EDILI PER RIPARAZIONE SOTTOSERVIZI - IMPREVISTI

OPERE A MISURA. Articolo unità di misura ASSISTENZA OPERE EDILI PER RIPARAZIONE SOTTOSERVIZI - IMPREVISTI ASSISTENZA OPERE EDILI PER RIPARAZIONE SOTTOSERVIZI - IMPREVISTI 11,0,611 spostamento e o sostituzione di sottoservizi esistenti e/o allacciamenti utenze, ivi compresa ogni opera provvisionale accessoria

Dettagli

Lindos s.r.l. Comune di Segrate Provincia di Milano. P.di L. COMPARTO TR4

Lindos s.r.l. Comune di Segrate Provincia di Milano. P.di L. COMPARTO TR4 Lindos s.r.l. Comune di Segrate Provincia di Milano P.di L. COMPARTO TR4 OPERE DI URBANIZZAZIONE COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Listino C.C.I.A.A. Milano n 2/2012 Ottobre 2013 1. OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA

Dettagli

Opere di urbanizzazione primaria

Opere di urbanizzazione primaria Comune di Pieve Emanuele Piano Attuativo dell Ambito di Trasformazione Campus della Pieve Opere di urbanizzazione primaria 12 luglio 2013 Proprietà: PIEVE S.R.L. Via Manzoni 56 Rozzano (MI) Progettisti:

Dettagli

Lavori di manutenzione straordinaria e messa in sicurezza di strade comunali diverse. Computo metrico estimativo COMUNE DI VEDELAGO

Lavori di manutenzione straordinaria e messa in sicurezza di strade comunali diverse. Computo metrico estimativo COMUNE DI VEDELAGO COMUNE DI VEDELAGO SETTORE LAVORI PUBBLICI 1078-2015 Lavori di manutenzione straordinaria e messa in sicurezza di strade comunali diverse Computo metrico estimativo 30 ottobre 2015 Il progettista geom.

Dettagli

RELAZIONE SOMMARIA SULLA PREVISIONE DI SPESA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO: SUB-AMBITO 1 SCHEDA N. 2 CUPE DEL P.R.G.

RELAZIONE SOMMARIA SULLA PREVISIONE DI SPESA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO: SUB-AMBITO 1 SCHEDA N. 2 CUPE DEL P.R.G. RELAZIONE SOMMARIA SULLA PREVISIONE DI SPESA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO: SUB-AMBITO 1 SCHEDA N. 2 CUPE DEL P.R.G. VIGENTE 1. PREMESSA La presente relazione eseguirà una valutazione

Dettagli

SERVIZIO FOGNATURA E DEPURAZIONE OPERE DI ALLACCIAMENTO ALLA RETE FOGNARIA NERA E/O MISTA

SERVIZIO FOGNATURA E DEPURAZIONE OPERE DI ALLACCIAMENTO ALLA RETE FOGNARIA NERA E/O MISTA Pagina 1 di 7 INDICE 1 PREMESSA... 3 2 DESCRIZIONE DELL OPERA... 3 3 CRITERI DI DIMENSIONAMENTO DELLE OPERE DI ALLACCIAMENTO 4 4 POZZETTI PREFABBRICATI IN C.A.V.... 4 5 GRADINI SCALA DI ACCESSO AL POZZETTO...

Dettagli

COMUNE DI SERDIANA PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI SERDIANA PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI SERDIANA PROVINCIA DI CAGLIARI Relazione tecnica Oggetto: Progetto per la costruzione di una cabina Enel di trasformazione a 15KV/400V in elementi prefabbricati da realizzarsi nel terreno sito

Dettagli

PARCO LOMBARDO DELLA VALLE DEL TICINO COMUNE DI FERNO - Provincia di Varese Smantellamento e riqualifica centro raccolta rifiuti per la

PARCO LOMBARDO DELLA VALLE DEL TICINO COMUNE DI FERNO - Provincia di Varese Smantellamento e riqualifica centro raccolta rifiuti per la Smantellamento e riqualifica centro raccolta rifiuti per la realizzazione di aule e orti didattici. FASE 2A - PROGETTO ESECUTIVO COMPUTO METRICO Il Tecnico Pagina 1 MOVIMENTI DI MATERIE E DEMOLIZIONI 1

Dettagli

PROGETTO DEFINITIVO ESECUTIVO

PROGETTO DEFINITIVO ESECUTIVO COMUNE DI MASSA MARITTIMA (Prov. di Grosseto) RIPRISTINO FUNZIONALE DEL TRATTO DI GALLERIA DEL FOSSO VALCASTRUCCI FRAZIONE FENICE CAPANNE A MASSA MARITTIMA PROGETTO DEFINITIVO ESECUTIVO COMPUTO METRICO

Dettagli

Computo metrico estimativo opere di urbanizzazione primaria "A.T.U. 4"

Computo metrico estimativo opere di urbanizzazione primaria A.T.U. 4 Ambito di Trasformazione Urbanistica n. 4 OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA totale Euro A INSTALLAZIONE CANTIERE.000,00 B SISTEMAZIONE ED ALLARGAMENTO STRADA.37,59 C NUOVA CONDUTTURA DI FOGNATURA 2.040,2

Dettagli

OPERE DI URBANIZZAZIONE

OPERE DI URBANIZZAZIONE OPERE DI URBANIZZAZIONE REALIZZAZIONE DELLE RETI E/O IMPIANTI DI DISTRIBUZIONE IDRICA E FOGNARIA 8 Piano stradale 7 3 4 2 6 5 4 3 2 SERVIZIO TECNICO Ing. Giovanni Sala DIRETTORE TECNICO Ing. Luca Comitti

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO PIANO DI LOTTIZZAZIONE "AMBITO D'INTERVENTO C2/3 COMPARTO B" via Padre G. FAVARETTO-vicolo TIZIANO FORMAZIONE STRADE E MARCIAPIEDI E PARCHEGGI Strade: Scavo di sbancamento con

Dettagli

Elenco Prezzi Città di Torino 2007 (E.P. Regione Piemonte ridotto del 10%) pag. 2 di 174

Elenco Prezzi Città di Torino 2007 (E.P. Regione Piemonte ridotto del 10%) pag. 2 di 174 Prezzi Città di Torino 2007 (E.P. Regione Piemonte ridotto del 10%) pag. 1 di 174 08 FOGNATURE 08.P01 FORNITURE MATERIALI 08.P01.A Leganti 08.P01.A 01 08.P01.B Cemento osmotico biermetico per contenimento

Dettagli

OPERE DI URBANIZZAZIONE: RELAZIONE TECNICA

OPERE DI URBANIZZAZIONE: RELAZIONE TECNICA REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA COMUNE DI PORDENONE PROVINCIA DI PORDENONE PIANO ATTUATTIVO COMUNALE DI INIZIATIVA PRIVATA N.46 DI VIALE TREVISO OPERE DI URBANIZZAZIONE: RELAZIONE TECNICA Pordenone lì, Il

Dettagli

DESIGNAZIONE DEI LAVORI par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE R I P O R T O. 1 Voce riservata!!! 16/05/2014 SOMMANO 0,00 0,00 0,00

DESIGNAZIONE DEI LAVORI par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE R I P O R T O. 1 Voce riservata!!! 16/05/2014 SOMMANO 0,00 0,00 0,00 pag. 2 R I P O R T O LAVORI A MISURA 1 Voce riservata!!! 16/05/2014 SOMMANO 0,00 0,00 0,00 2 PREPARAZIONE DEL PIANO DI POSA DEL RILEVATO A.70.10.100 STRADALE mediante taglio di alberi anche di grande fusto,

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO CALCOLO STANDARD

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO CALCOLO STANDARD PROGETTO: P.U.A. -Piano di recupero PROPRIETARI: Giantin Gianni Scantamburlo Anna Maria Ubicazione: Via Celeseo 21. Vigonovo(Ve) Allegato 1 COMPUTO METRICO ESTIMATIVO CALCOLO STANDARD COMPUTO METRICO

Dettagli

PROVINCIA DI PISTOIA COMUNE DI MONTALE

PROVINCIA DI PISTOIA COMUNE DI MONTALE PROVINCIA DI PISTOIA COMUNE DI MONTALE PIANO ATTUATIVO DI INIZIATIVA PRIVATA RELATIVO AL COMPARTO EDILIZIO UBICATO A MONTALE COMPRESO TRA VIA GIOVANNI PASCOLI E VIA 1 MAGGIO DENOMINATO RU3a COMPUTO METRICO

Dettagli

Computo Metrico Estimativo indicativo dello spazio pedonale ad uso pubblico tra il corpo "B" e la via Ghilini

Computo Metrico Estimativo indicativo dello spazio pedonale ad uso pubblico tra il corpo B e la via Ghilini Computo Metrico Estimativo indicativo dello spazio pedonale ad uso pubblico tra il corpo "B" e la via N. 1 A.01.04.035 Scavo generale completo fino a 5m di profondità su aree non soggette a bonifica. Eseguito

Dettagli

CORPO STRADALE (IN AREA AD USO PUBBLICO E PUBBLICA)

CORPO STRADALE (IN AREA AD USO PUBBLICO E PUBBLICA) COMUNE DI C ASALE SUL SILE ATTUAZIONE ZTO C2/20 IN VIA BONISIOLO 1 Computo metrico estimativo Cod. c.m.e. 1 CORPO STRADALE (IN AREA AD USO PUBBLICO E PUBBLICA) Q.T. PREZZO IN IMPORTO IN Scotico superficiale

Dettagli

RELAZIONE DI CALCOLO ELETTRICO E ILLUMINOTECNICO

RELAZIONE DI CALCOLO ELETTRICO E ILLUMINOTECNICO RELAZIONE DI CALCOLO ELETTRICO E ILLUMINOTECNICO 1 Indice 1 PREMESSA...2 2 RIFERIMENTI NORMATIVI...2 3 CARATTERISTICHE GENERALI...3 4 CORPI ILLUMINANTI PREVISTI IN PROGETTO...5 5 VERIFICHE ILLUMINOTECNICHE...8

Dettagli

RELAZIONE SOMMARIA INTEGRATIVA SULLA PREVISIONE DI SPESA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO SUB AMBITO 4 FONTANELLE SCHEDA N. 1 DEL P.

RELAZIONE SOMMARIA INTEGRATIVA SULLA PREVISIONE DI SPESA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO SUB AMBITO 4 FONTANELLE SCHEDA N. 1 DEL P. RELAZIONE SOMMARIA INTEGRATIVA SULLA PREVISIONE DI SPESA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO SUB AMBITO 4 FONTANELLE SCHEDA N. 1 DEL P.R.G. 1. PREMESSA La presente relazione eseguirà una valutazione

Dettagli

Un. Misura quantità. Prezzo un. Parziale Totale. n. elenco Descrizione

Un. Misura quantità. Prezzo un. Parziale Totale. n. elenco Descrizione SCAVI, RIPORTI, OPERE DI CONSOLIDAMENTO E CONTENIMENTO 1 Scavo di sbancamento a sezione libera in terreno di qualsiasi natura e consistenza e per profondità, il tutto per eseguire cassonetto stradale,

Dettagli

PREZZO DI APPLICAZIONE mc 3,00

PREZZO DI APPLICAZIONE mc 3,00 01 Oneri di discarica per materiali da demolizione, esclusi i tossico-nocivi. - Prezzo di mercato per scarico a discarica di materiali da demolizione edile: si considera che 1 mc equivale a circa 1,6 t

Dettagli

COMPUTO METRICO E STIMA

COMPUTO METRICO E STIMA RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA PER LA SISTEMAZIONE DELLE OPERE IN CESSIONE AI FINI DELLA REALIZZAZIONE DI UN PIANO URBANISTICO ATTUATIVO RESIDENZIALE POSTO IN EMPOLI, LOCALITA CARRAIA, VIA G.B.VICO PACINOTTI.

Dettagli

Allegato "D" COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

Allegato D COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Comune di Campodoro (PD) Provincia di Padova Allegato "D" COMPUTO METRICO ESTIMATIVO pag. 1 OGGETTO: PROGETTO DI PIANO URBANISTICO ATTUATIVO DENOMINATO "SAN LEONARDO" IN FRAZIONE DI BEVADORO, VIA DEL DONATORE

Dettagli

PIANO DI LOTTIZZAZIONE DI INIZIATIVA PRIVATA PIGAFETTA COMPARTO A TITOLO: IL TECNICO: RELAZIONE TECNICA

PIANO DI LOTTIZZAZIONE DI INIZIATIVA PRIVATA PIGAFETTA COMPARTO A TITOLO: IL TECNICO: RELAZIONE TECNICA COMUNE DI SAN BONIFACIO PIANO DI LOTTIZZAZIONE DI INIZIATIVA PRIVATA PIGAFETTA PROVINCIA DI VERONA DATA: SCALA COMPARTO A N TAVOLA 0 DISEGNATORE Mirko TITOLO: IL TECNICO: RELAZIONE TECNICA Proprietari

Dettagli

INDICAZIONE DEI LAVORI E DELLE PROVVISTE N. Cod. MISURE 0,00

INDICAZIONE DEI LAVORI E DELLE PROVVISTE N. Cod. MISURE 0,00 01 SCAVI, RINTERRI E DEMOLIZIONI 1 01.01 Scavo superficiale di scotico del piano di campagna per la pulizia del terreno e con l'asportazione di una coltre superficiale dello spessore massimo di 30 cm,

Dettagli

PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DELL'ISOLA CIMITERIALE "C3" - "C4"

PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DELL'ISOLA CIMITERIALE C3 - C4 PROVINCIA DI LATINA PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DELL'ISOLA CIMITERIALE "C3" - "C4" -CIMITERO URBANO DI SABAUDIA- TAV. 21/E PROGETTISTA: ARCH. VITTORIO D'ARGENIO V.Le P.L. Nervi * Torre 4 _ 04100 LATINA

Dettagli

Computo Metrico estimativo Soggetti Attuatori: Moretti, Branca, Del Po, Catelli, Landredi, Atthika S.P.A. venerdì 1 ottobre 2010

Computo Metrico estimativo Soggetti Attuatori: Moretti, Branca, Del Po, Catelli, Landredi, Atthika S.P.A. venerdì 1 ottobre 2010 Soggetti Attuatori Moretti, Branca, Del Po, Catelli, Landredi, Atthika S.P.A. 1 1.4.1.4.a SCAVO DI SBANCAMENTO in terreno di qualsiasi natura, esclusa la roccia od i trovanti rocciosi od i relitti di muratura

Dettagli

ELENCO DEI PREZZI UNITARI. Codice DESCRIZIONE U.m. PREZZO

ELENCO DEI PREZZI UNITARI. Codice DESCRIZIONE U.m. PREZZO 1.2.19.A 1.4.G.1.A 1.4.G.5 1.4.I.4.D1 Formazione di ponteggio tubolare di facciata per la realizzazione degli interventi interessanti la copertura dell'aula della scuola elementare (rif. intervento n.

Dettagli

Computo Metrico Estimativo Rete Fognaria

Computo Metrico Estimativo Rete Fognaria Rete Fognaria Pag. 1 LAVORI A MISURA 4 E01.010) RINTERRI Rinterro con materiale di risulta proveniente da scavo, compreso l'avvicinamento dei [...] il costipamento prescritto. Compreso ogni onere per rete

Dettagli

P.U.A. EX PEGASO NORD - QUADRO ECONOMICO DI RAFFRONTO

P.U.A. EX PEGASO NORD - QUADRO ECONOMICO DI RAFFRONTO P.U.A. EX PEGASO NORD - QUADRO ECONOMICO DI RAFFRONTO PROGETTO 1 SCAVO SBANCAMENTO PIAZZALE (cfr. art.30) MC 1071 4,13 4.423,23 1977,2 3,50 6.920,20 2.496,97 2 TOUT VENANT (cfr. anche art. 31) MC 1104

Dettagli

a corpo 1,00 2.000,00 2.000,00

a corpo 1,00 2.000,00 2.000,00 COMPUTO METRICO ESTIMATIVO REALIZZAZIONE TRATTO PISTA CICLOPEDONALE E AIUOLA SPARTITRAFFICO IMBOCCO VIA L. ARIOSTO VOCE Cod. voce DESCRIZIONE U.M. quantità A 0.1 CANTIERE ALLESTIMENTO Allestimento cantiere,

Dettagli

PREVENTIVO SOMMARIO 1 OPERE DI DEMOLIZIONE

PREVENTIVO SOMMARIO 1 OPERE DI DEMOLIZIONE PREVENTIVO SOMMARIO COD. 1 OPERE DI DEMOLIZIONE 1.1 DEMOLIZIONE FABBRICATO ESISTENTE Demolizione totale o parziale dei fabbricati esistenti, compreso le fondazioni, valutati volume vuoto per pieno fuori

Dettagli

OC.80 OC.79 OC.78 OC.77 OC.76 OC.27 OC.06 OC.01 OC.27.02 CONDUTTORI, TUBAZIONI, CANALINE E ACCESSORI

OC.80 OC.79 OC.78 OC.77 OC.76 OC.27 OC.06 OC.01 OC.27.02 CONDUTTORI, TUBAZIONI, CANALINE E ACCESSORI OC.27.02 CONDUTTORI, TUBAZIONI, CANALINE E ACCESSORI OC.27.02.01 Cavo unipolare tipo RG7R 0,6/1kV o FG7R 0,6/1 kv isolato in EPR sotto guaina di PVC (norme CEI 20-13, CEI 20-22II, CEI 20-35). Sono compresi:

Dettagli

PIANO URBANISTICO ESECUTIVO Via Antico Squero ILLUMINAZIONE PUBBLICA RELAZIONE TECNICA

PIANO URBANISTICO ESECUTIVO Via Antico Squero ILLUMINAZIONE PUBBLICA RELAZIONE TECNICA 1 PIANO URBANISTICO ESECUTIVO Via Antico Squero ILLUMINAZIONE PUBBLICA RELAZIONE TECNICA 1. SITUAZIONE ESISTENTE Attualmente L area oggetto del Piano Urbanistico Esecutivo in Via Antico Squero è in disuso

Dettagli

TUBI CIRCOLARI AUTOPORTANTI A NORMA UNI EN 1916 marcato CE

TUBI CIRCOLARI AUTOPORTANTI A NORMA UNI EN 1916 marcato CE TUBI CIRCOLARI AUTOPORTANTI A NORMA UNI EN 1916 marcato CE TUBI CIRCOLARI AUTOPORTANTI CON PIANO SENZA ARMATURA DIAMETRO LUNGHEZZA CLASSE RESISTENZA ML.PER BILICO mm mm (Kn/mq) (Kg) (ml) ( /ml) 300 2400

Dettagli

CASELLA PREFABBRICATI S.R.L. 1 Pozzetto per impianti di irrigazione (tipo Casmez)

CASELLA PREFABBRICATI S.R.L. 1 Pozzetto per impianti di irrigazione (tipo Casmez) CASELLA PREFABBRICATI S.R.L. 1 Pozzetto per impianti di irrigazione (tipo Casmez) Voce di Capitolato Pozzetto prefabbricato in calcestruzzo vibrato a sezione circolare tronco-conica avente le seguenti

Dettagli

PROGETTO DEFINITIVO ELENCO PREZZI

PROGETTO DEFINITIVO ELENCO PREZZI Progetto di adattamento educazione Via Corazzini 6 - Quartiere Maristella psicomotoria e sportiva tel. 0372-452166 - 26100 CREMONA www.sported.it ASD SPORTED MARIS OGGETTO: INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

mandataria di una associazione temporanea di imprese costituita tra le seguenti imprese: Denominazione o ragione sociale Forma Giuridica Sede Legale

mandataria di una associazione temporanea di imprese costituita tra le seguenti imprese: Denominazione o ragione sociale Forma Giuridica Sede Legale Spettabile Comune di Viareggio Piazza Nieri e Paolini 55049 VIAREGGIO (LU) OGGETTO: PROCEDURA APERTA PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO AVENTE LA QUALITÀ DI SOCIO PRIVATO DELLA MO.VER S.P.A., AL QUALE

Dettagli

2013 SETT - PROGETTO VIA GALOPPO Voci di elenco usate. N. Codice Descrizione UnM Prezzo % sicurezza

2013 SETT - PROGETTO VIA GALOPPO Voci di elenco usate. N. Codice Descrizione UnM Prezzo % sicurezza 2013 SETT - PROGETTO VIA GALOPPO Voci di elenco usate N. Codice Descrizione UnM Prezzo % sicurezza 1 02.01.007 Trasporto a qualsiasi distanza nell ambito del cantiere o a discarica o sito autorizzato fino

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO A DEMOLIZIONI 1 Rimozione copertura in amianto Trattamento, rimozione e smaltimento di: mq 1.798 circa di lastre di eternit contenenti amianto costituenti la copertura a Y di

Dettagli

Sistemazione ed ampliamento del cimitero capoluogo di Roseto degli Abruzzi V Lotto - I Stralcio

Sistemazione ed ampliamento del cimitero capoluogo di Roseto degli Abruzzi V Lotto - I Stralcio ZA/01-001 FORNITURA E POSA IN OPERA DI LOCULI PREFABBRICATI frontali realizzati mediante un getto unico di calcestruzzo Classe R'ck=300, opportunamente armato (acciaio FeB 44k) e vibrato, di spessore non

Dettagli

1.3 RETE ACQUEDOTTISTICA CARATTERISTICHE E SEZIONI DI POSA

1.3 RETE ACQUEDOTTISTICA CARATTERISTICHE E SEZIONI DI POSA 1.3 RETE ACQUEDOTTISTICA CARATTERISTICHE E SEZIONI DI POSA HERA s.p.a. SOT MODENA Via Cesare Razzaboni 80 SERVIZIO ENERGIA E CICLO IDRICO Aggiornamento settembre 2012 SPECIFICHE MATERIALI Materiali per

Dettagli

OSSERVANZA DI LEGGI E NORMATIVE

OSSERVANZA DI LEGGI E NORMATIVE Firmato digitalmente da Luigi Giansanti CN = Giansanti Luigi O = Collegio Periti Industriali di Terni/80006410551 C = IT OSSERVANZA DI LEGGI E NORMATIVE L appalto è soggetto all esatta osservanza di tutte

Dettagli

ALL.9 - ANALISI PREZZI

ALL.9 - ANALISI PREZZI AP_01 muro rivestito prefabbricato c.re MURO DI SOSTEGNO IN C.A. voce a misura MURO DI SOSTEGNO IN C.A. Realizzato con Pannelli PREFABBRICATI rivestiti con pietra di vario genere. Possono essere realizzate

Dettagli

Descrizione degli impianti tecnici del Piano di Lottizazione

Descrizione degli impianti tecnici del Piano di Lottizazione Descrizione degli impianti tecnici del Piano di Lottizazione Gli impianti di cui è previsto che venga dotata il P.d.L. sono: impianto fognario; impianto idrico; impianto gas metano; impianto elettrico;

Dettagli

Conferimento a discarica autorizzata per lo smaltimento dei seguenti rifiuti: macerie inerti provenienti da demolizioni, rimozioni, scavi t 10,57

Conferimento a discarica autorizzata per lo smaltimento dei seguenti rifiuti: macerie inerti provenienti da demolizioni, rimozioni, scavi t 10,57 L'Elenco prezzi unitari è stato redatto secondo: - Prezzi Informativi Opere Edili, Camera di Commercio Milano - 2014 - Listino prezzi per l'esecuzione di opere pubbliche e manutenzioni, Comune di Milano

Dettagli

COMUNE DI SAN VITO DI LEGUZZANO

COMUNE DI SAN VITO DI LEGUZZANO Via Libertà 97-36013 Piovene Rocchette (VI) - 0445 650224-0445 559182 - @ info@studiogirardello.it - www.studiogirardello.it PROVINCIA DI VICENZA COMUNE DI SAN VITO DI LEGUZZANO Intervento: Piano di recupero

Dettagli

Marca Articolo Note Manfredini S.a.s. Plinto prefabb. 100x100x100 Scheda tecnica prodotto Manfredini S.a.s. Plinto prefabb. 100x100x100 Disegno

Marca Articolo Note Manfredini S.a.s. Plinto prefabb. 100x100x100 Scheda tecnica prodotto Manfredini S.a.s. Plinto prefabb. 100x100x100 Disegno VIABILITA PUBBLICA - SCHEDE TECNICHE PLINTI PREFABBRICATI Marca Articolo Note Manfredini S.a.s. Plinto prefabb. 100x100x100 Scheda tecnica prodotto Manfredini S.a.s. Plinto prefabb. 100x100x100 Disegno

Dettagli

SETTORE TECNICO LAVORI PUBBLICI SEZIONE FABBRICATI E IMPIANTI

SETTORE TECNICO LAVORI PUBBLICI SEZIONE FABBRICATI E IMPIANTI (PROVINCIA DI TORINO) SETTORE TECNICO LAVORI PUBBLICI SEZIONE FABBRICATI E IMPIANTI RIQUALIFICAZIONE AREA MERCATALE PIAZZA TORELLO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Collegno, lì 14.10. IL PROGETTISTA COLLABORATORI

Dettagli

COMUNE DI GONNOSCODINA

COMUNE DI GONNOSCODINA COMUNE DI GONNOSCODINA PROVINCIA DI ORISTANO DISCIPLINARE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE DEGLI ELEMENTI TECNICI - PROGETTO ESECUTIVO - PROGETTO ESECUTIVO Riqualificazione stradale della via San Daniele Progettisti:

Dettagli

ALLEGATO R ELENCO PREZZI

ALLEGATO R ELENCO PREZZI A r c h i t e t t o R i n a l d i n i E t t o r e R a v e n n a, V i a l e d e l l a L i r i c a n. 4 3 T e l 0 5 4 4 405979 F a x 0 5 4 4 272644 comm. part. Emissione Spec foglio di Mar2014 COMMITTENTE:

Dettagli

COMUNE DI CAROVIGNO Provincia BRINDISI CENTRI STORICI DA RIVIVERE. Progetto Esecutivo

COMUNE DI CAROVIGNO Provincia BRINDISI CENTRI STORICI DA RIVIVERE. Progetto Esecutivo COMUNE DI CAROVIGNO Provincia BRINDISI CENTRI STORICI DA RIVIVERE Progetto Esecutivo RELAZIONE DI CALCOLO DELL' IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE PREMESSA I comuni di Carovigno, Ceglie Messapica, San Michele,

Dettagli

CALCOLO SOMMARIO DELLA SPESA

CALCOLO SOMMARIO DELLA SPESA CALCOLO SOMMARIO DELLA SPESA Premessa Il presente documento calcolo sommario della spesa riferito al progetto preliminare per gli interventi di Efficientamento energetico delle reti di illuminazione pubblica

Dettagli

COMUNE DI MONTEMARCIANO PROVINCIA DI ANCONA

COMUNE DI MONTEMARCIANO PROVINCIA DI ANCONA COMUNE DI MONTEMARCIANO PROVINCIA DI ANCONA LAVORI PER L'ELIMINAZIONE DI INTERSEZIONE PERICOLOSA AL KM 284+400 DELLA S.S. 16 MEDIANTE COSTRUZIONE DI ROTATORIA PROPOSTA PER RIPRISTINO PORZIONE PARCHEGGIO

Dettagli

Sommano euro. Oneri Sicurezza 2% euro. Sommano euro. Spese Generali 15% euro. Sommano euro. Utili Impresa 10% euro. T O T A L E euro / ml

Sommano euro. Oneri Sicurezza 2% euro. Sommano euro. Spese Generali 15% euro. Sommano euro. Utili Impresa 10% euro. T O T A L E euro / ml ANALISI DEI PREZZI Nr. 1 Tubazioni in polietilene per trasporto di gas combustibile ad alta densità PE 100 RC (ad elevatissima resistenza alla fessurazione) monostrato di colore arancio o nero con strisce...

Dettagli

C O M U N E D I M O N T E V E G L I O Provincia di Bologna 3^ SETTORE Lavori Pubblici, Ambiente e Patrimonio

C O M U N E D I M O N T E V E G L I O Provincia di Bologna 3^ SETTORE Lavori Pubblici, Ambiente e Patrimonio 3^ SETTORE Lavori Pubblici, Ambiente e Patrimonio CARATTERISTICHE TECNICHE MINIME PER LA PRESA IN CARICO DELLE URBANIZZAZIONI Allegato B alla delibera di Consiglio Comunale n. 69 del 30/11/2011 Comune

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato dei Lavori Pubblici. Prezzario Regionale dei lavori pubblici. Voci finite: Elenco prezzi Volume 4 quater

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato dei Lavori Pubblici. Prezzario Regionale dei lavori pubblici. Voci finite: Elenco prezzi Volume 4 quater REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato dei Lavori Pubblici Prezzario Regionale dei lavori pubblici Voci finite: Elenco prezzi Volume 4 quater Anno: 2008 Indice Voci finite i Indice D.0009 - IMPIANTI

Dettagli

OPERE DI URBANIZZAZIONE A SCOMPUTO

OPERE DI URBANIZZAZIONE A SCOMPUTO OPERE DI URBANIZZAZIONE A SCOMPUTO P.E.C. 13.1.2 e 13.1.2.1 STRADA1 PUBBLICA VIA SAN FELICE ordine elenco QUANTITA' varie m m 2 m 3 PREZZO UNIT. ( ) PREZZO TOT. ( ) 1 1 A01.A10.010 Scavo generale, di sbancamento

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO STUDIORENZOBERNACCHI PIANO ATTUATIVO DI RISTRUTTURAZIONE URBANISTICA E RICONVERSIONE FUNZIONALE DI EDIFICIO ARTIGIANALE DISMESSO A RESIDENZIALE; SUBORDINATO ALLA REALIZZAZIONE E CESSIONE DEL PARCHEGGIO

Dettagli

LINEE GUIDA PER ESTENSIONI DI RETE

LINEE GUIDA PER ESTENSIONI DI RETE Pagina 1 di 7 LINEE GUIDA PER ESTENSIONI DI RETE SOMMARIO 1. SCOPO...2 2. VALIDITÀ E CAMPO DI APPLICAZIONE...2 3. INDICAZIONI DI CARATTERE GENERALE...2 4. FOGNATURA...2 4.1.1 Materiali da utilizzare e

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO 1 7 8 A) RETE FOGNARIA ACQUE NERE Scavo a sezione obbligata eseguito in zona ristretta con l ausilio di mezzi meccanici, compresi profilatura delle pareti, carico su mezzo di

Dettagli

STRADALE PIANTA TUBAZIONE IN PVC Ø125 GRIGLIA IN GHISA CLASSE C250 PEZZO SPECIALE "SELLA" IN PVC RETE ESISTENTE POZZETTO MONOLITICO PREFABBRICATO, SIFONATO DIM.INT. MINIME 45x45xH70 SEZIONE POZZETTO MONOLITICO

Dettagli

RELAZIONE FINANZIARIA

RELAZIONE FINANZIARIA Piano particolareggiato per la progettazione urbanistica del comparto n 10.11.12 con variante al P.R.G.C. ai sensi dell art. 12 comma 3 della L.R. n 20/2001 e s.m.i. (Variante al P.d.Z. 167/62 dei comparti

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

RIEPILOGO GENERALE COMPUTO METRICO ESTIMATIVO RIEPILOGO GENERALE COMPUTO METRICO ESTIMATIVO OPERE STRADALI E PARCHEGGI 426.674,00 OPERE DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA 137.324,00 OPERE PER ACQUEDOTTO E GAS 39.850,00 OPERE PER ENEL E TELECOM 23.000,00 OPERE

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO 1 D.0001.000 2.0053 2 D.0001.000 3.0003 3 D.0004.000 1.0003 4 D.0001.000 3.0068 5 D.0001.000 3.0019 01 NUOVE STRADE E PARCHEGGI SCOTICAMENTO DEL TERRENO VEGETALE per una profondita' media di cm 20, per

Dettagli