CORSO DI FORMAZIONE PER LA FIGURA DI TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE (TCAA)

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CORSO DI FORMAZIONE PER LA FIGURA DI TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE (TCAA)"

Transcript

1 CORSO DI FORMAZIONE PER LA FIGURA DI TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE (TCAA) Sede: Ordine degli ingegneri della Provincia di Napoli - Via del Chiostro, 9 N. ore totali: 180 Articolazione del Corso: Il corso è suddiviso in 8 Moduli: Modulo 1: Fondamenti di Acustica Modulo 2: Strumentazioni e tecniche di misura in acustica Modulo 3: Valutazione, misura e controllo del rumore nell industria Modulo 4: Piani di classificazione acustica e di risanamento acustico dei territori comunali Modulo 5: Valutazione, misura e controllo del rumore nell ambiente esterno Modulo 6: Valutazione, misura e controllo del rumore negli edifici Modulo 7: Valutazione, misura e controllo delle vibrazioni Modulo 8: Esame Finale Docenti: Ing. Veneranda Celardo, Dott. Martino De Sapio, Arch. Claudio Cioffi, Ing. Francesco D Agresti, Prof. Nicola Manzi. Inizio Corso: 20 Aprile 2016 Giornate di Lezione: il corso si terrà nei giorni di Mercoledi pomeriggio dalle 15:00 alle 19:00; per venire in contro ad alcune richieste degli iscritti, ci saranno alcune lezioni il sabato mattina dalle ore 9:00 alle ore 13:00. Le lezioni del corso si svolgeranno con cadenza settimanale. Periodo di svolgimento: dal 20/04/2016 al 06/07/2016; dal 21/09/2016 al 30/11/2016; dall 11/01/2017 al 21/06/2017. Esercitazioni: nell ambito del corso sono previste delle esercitazioni pratiche con utilizzo di 2 fonometri, messi a disposizione dall Ordine, presso i Comuni di Calvi Risorta (CE) e Carinaro (CE). Si precisa che i discenti si recheranno presso i luoghi di esercitazione con mezzi propri. Quota di iscrizione: va versata alla Fondazione Ordine Ingegneri Napoli sull IBAN IT82Z Quota base: iva iva iniziali all atto dell iscrizione iva entro il 30/09/ iva entro il 31/01/ iva entro il 30/04/2017 Quota ridotta del 30% (riservata agli iscritti all Ordine di Napoli che non abbiano ancora compiuto 40 anni alla data di inizio del corso: iva iva iniziali all atto dell iscrizione iva entro il 30/9/ ,50 + iva entro il 31/01/ ,50 + iva entro il 30/04/2017 1

2 Quota ridotta del 50% (riservata agli iscritti all Ordine di Napoli che non abbiano ancora compiuto 40 anni e iscritti da meno di due anni all Albo alla data di inizio del corso: iva iva iniziali all atto dell iscrizione iva entro il 30/9/ ,50 + iva entro il 31/01/ ,50 + iva entro il 30/04/2017 Numero max di partecipanti: 30 - Numero minimo: 25. La verifica sul raggiungimento del numero minimo di iscritti sarà fatta al 31/03/2016. La quota di iscrizione va versata alla Fondazione Ordine Ingegneri Napoli sull IBAN IT82Z Si precisa inoltre che le esercitazioni svolte durante il corso, come da Nota del 22/01/2016 della Regione Campania (consultabile in segreteria), costituiscono requisito utile ai fini del riconoscimento della figura di Tecnico Competente in acustica ambientale. Il corso dà diritto a 180 C.F.P. per l anno E consentito un numero max di assenze pari al 10% delle ore di lezione. Presentazione Tecnico Competente in Acustica Ambientale TCAA" La figura professionale di Tecnico Competente in Acustica Ambientale TCAA è stata istituita dalla Legge 447/95 Legge quadro sull inquinamento acustico che all art. 2 comma 6 cita testualmente: è definito Tecnico Competente la figura professionale idonea ad effettuare le misurazioni, verificare l ottemperanza ai valori definiti dalle vigenti norme, redigere piani di risanamento acustico, svolgere le relative attività di controllo.. I requisiti per ottenere il riconoscimento di tecnico competente sono stabiliti dalla suddetta legge. Il D.P.C.M. 31 Marzo 1998 (Atto di indirizzo e coordinamento recante criteri generali per l'esercizio dell'attività del tecnico competente in acustica) chiarisce ulteriormente la definizione di Tecnico Competente mediante il riconoscimento dei titoli di studio e delle esperienze professionali necessarie per accedere a tale tipo di attività. La Regione Campania prima con la Delibera n del 24 aprile 2003, poi in seguito con la Delibera della Giunta Regionale n. 168 del 31/03/2015 e con Decreto Dirigenziale n. 9 del 05/06/2015 (Disposizioni regionali per il riconoscimento della figura di tecnico competente in acustica ambientale (art. 2, comma 6 e 7 della Legge 447/95; DPCM 31/398) ha definito modalità, tempi e attività per il riconoscimento di tale figura. L allegato A del decreto sopra citato individua i requisiti richiesti, i principali sono: a) Residenza in uno dei Comuni della Campania; b) Possesso di uno dei seguenti titolo di studio: Diploma di scuola media superiore ad indirizzo tecnico, compreso quello di maturità scientifica; Diploma universitario ad indirizzo scientifico, compreso quello in ingegneria ed in architettura; Diploma di laurea ad indirizzo scientifico, compreso quello di ingegneria e di architettura; a) Svolgimento, in maniera non occasionale, di attività nel campo dell acustica ambientale: almeno 4 anni per i diplomati; almeno 2 anni per i possessori di diplomi universitari; almeno 2 anni per i laureati. La non occasionalità dell attività svolta sarà valutata tenendo conto della durata e della rilevanza delle prestazioni relative ad ogni anno. Per attività nel campo dell acustica ambientale si intende, in via indicativa, l aver svolto prestazioni 2

3 professionali relative ad almeno una delle seguenti attività: a) misurazioni in ambiente esterno ed abitativo e valutazione della conformità dei risultati ottenuti ai limiti di legge; b) elaborazione di proposte di piani di zonizzazione acustica; c) redazione di piani di risanamento acustico; d) progettazione di interventi di bonifica in campo acustico; e) esecuzione di studi di valutazione di impatto acustico; f) redazione di relazioni previsionali di clima acustico Inoltre in tale allegato è riportato che Le attività di cui sopra saranno ritenute valide anche se svolte a titolo di esercitazioni pratiche, nell ambito di corsi universitari di perfezionamento e/o master per laureati e nei corsi di formazione post diploma di elevato livello tecnico-scientifico, attivati da università o da altre strutture pubbliche o private accreditate a livello regionale, subordinatamente al rispetto degli adempimenti di cui al successivo punto 2, lettere b), d), g). L attestato rilasciato dal Corso costituisce pertanto un titolo che potrà essere valutato ai fini dell iscrizione nell elenco dei tecnici competenti. Al termine del corso verrà rilasciata tutta la documentazione necessaria per la presentazione della domanda di iscrizione all elenco dei Tecnici Competenti in Acustica nella Regione Campania. OBIETTIVI DEL CORSO Creare una figura professionale altamente specializzata nel campo dell acustica. La figura professionale come sopra definita è quindi chiamata ad occuparsi di diverse situazioni in materia di acustica quali: valutazione di impatto acustico valutazione di clima acustico piani di risanamento da inquinamento acustico progettazione finalizzata alla riduzione di immissione di inquinamento acustico progettazione finalizzata alla protezione da inquinamento acustico in ambiente abitativo e lavorativo valutazione della salubrità dell ambiente di lavoro dal punto di vista acustico vibrazioni valutazione dei requisiti tecnici passivi in ambiente abitativo Il TCAA è inoltre chiamato ad occuparsi di: redazione di piani di zonizzazione acustica redazione di regolamenti comunali in materia di acustica ambientale valutazione delle proposte di risanamento acustico e modalità e tempi di attuazione Il corso fornisce le competenze teoriche e pratiche per affrontare i compiti di misurazione e, analisi, valutazione, progettazione, pianificazione, verifica e controllo nei settori dell inquinamento acustico ambientale ed industriale, nonché dell acustica edilizia ed architettonica. Destinatari: Coloro che sono in possesso di uno dei seguenti titolo di studio: Architetti, Ingegneri, Chimici, Biologi, Fisici e altri laureati in indirizzo scientifico. Durata Le ore di lezione saranno 180 suddivise tra teoria e prove di esercitazione e pratica secondo le direttive della Commissione Regionale Campania, necessariamente distribuite su due anni solari, come richiesto dalla legge. Materiale didattico. Attestato di frequenza. 3

4 Ai Corsisti iscritti verrà fornito il materiale didattico in formato elettronico relativo alle lezioni workshop in aula. Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza. Test ed esame finale:il corso prevede lo svolgimento di test di verifica in itinere ed un esame conclusivo. L ammissione all esame sarà subordinata alla presenza dell 90% delle lezioni ed esercitazioni previste ed al superamento delle verifiche intermedie Calendario del corso GIORNO ORARIO SEDE Mercoledì 20/04/ /19.00 Ordine Mercoledì 27/04/ /19.00 Ordine Sabato 07/05/ /13.00 Ordine Mercoledì 11/05/ /19.00 Ordine Mercoledì 18/05/ /19.00 Ordine Mercoledì 25/05/ /19.00 Ordine Mercoledì 01/06/ /19.00 Ordine Mercoledì 08/06/ /19.00 Ordine Mercoledì 15/06/ /19.00 Ordine Mercoledì 22/06/ /19.00 Ordine Mercoledì 29/06/ /19.00 Ordine Mercoledì 06/07/ /19.00 Ordine Mercoledì 21/09/ /19.00 Ordine Mercoledì 28/09/ /19.00 Ordine Mercoledì 05/10/ /19.00 Ordine Mercoledì 12/10/ /19.00 Carinaro Sabato 22/10/ /13.00 Carinaro Mercoledì 26/10/ /19.00 Carinaro Sabato 05/11/ /13.00 Carinaro Mercoledì 09/11/ /19.00 Ordine Mercoledì 16/11/ /19.00 Ordine Mercoledì 23/11/ /19.00 Ordine Mercoledì 30/11/ /19.00 Ordine Mercoledì 11/01/ /19.00 Ordine Mercoledì 18/01/ /19.00 Ordine Sabato 28/01/ /13.00 Ordine Mercoledì 01/02/ /19.00 Ordine Mercoledì 08/02/ /19.00 Ordine Sabato 18/02/ /13.00 Calvi Risorta Mercoledì 22/02/ /19.00 Calvi Risorta Mercoledì 01/03/ /19.00 Calvi Risorta Sabato 11/03/ /13.00 Calvi Risorta Mercoledì 15/03/ /19.00 Ordine Mercoledì 22/03/ /19.00 Ordine Mercoledì 29/03/ /19.00 Ordine Mercoledì 05/04/ /19.00 Ordine Sabato 22/04/ /13.00 Ordine Mercoledì 26/04/ /19.00 Ordine Mercoledì 03/05/ /19.00 Ordine Mercoledì 10/05/ /19.00 Ordine Sabato 20/05/ /13.00 Ordine 4

5 Mercoledì 24/05/ /19.00 Ordine Mercoledi 31/05/ /19.00 Ordine Mercoledi 07/06/ /19.00 Ordine Mercoledi 21/06/ /19.00 Ordine PROGRAMMA DEL CORSO Modulo 1: FONDAMENTI DI ACUSTICA (20 ore) Lezione 1 Lezione 2 4 ore - 20/04/ ore - 27/04/2016 Rumore in campo confinato. Caratteristica acustica dei materiali. Costante ambiente e distanza critica. Riflessione, trasmissione e assorbimento. Il potere fonoisolante. Risonanza e risonanze modali. Il riverbero. Superfici curve, sala conferenze. Voce musica e rumore. Incremento e decadimento. Comportamento negli spazi chiusi. Calcolo somma sonora. Calcolo differenza sonora. Calcolo potenza acustica e pressione acustica. Calcolo intensità e direttività. Misurazioni acustiche in ambiente interno. Fisiologia dell orecchio umano. Apparato uditivo. La sensazione del rumore. Effetti del rumore sulle persone, a breve e lungo termine; anatomia dell apparato uditivo. L audiometria tonale e vocale. La soglia uditiva e sue varianti patologiche. L handicap uditivo, definizione audiometrica dell handicap uditivo. Disturbo alla popolazione. (20/4/2016) Docente: PROF. NICOLA MANZI (27/4/2016) Lezione 3 4 ore - 07/05/2016 Onde sonore in aria, frequenza, lunghezza d onda, velocità del suono, pressione sonora, spettro di un segnale sonoro, spettro a righe e spettro continuo, valor medio quadratico, livello della pressione sonora, livello della potenza sonora, livello continuo equivalente della pressione sonora, livelli statistici, campi sonori elementari, combinazione di livelli sonori incoerenti, direttività e fattore di direttività di una sorgente sonora, attenuazione del suono in campo libero, diffrazione e rifrazione del suono; cenni alle norme ISO Analisi in frequenza di un segnale sonoro, filtri passa-banda, filtri in bande di ottava e di 1/3 di ottava, il misuratore del livello della pressione sonora, caratteristiche della sensazione uditiva, il livello della pressione sonora pesato A. ARCH. CLAUDIO CIOFFI Lezione 4 4 ore - 11/05/2016 Materiali e sistemi fonoassorbenti, sistemi fonoassorbenti per risonanza, sistemi fonoassorbenti porosi; suono in ambienti chiusi; unità fonoassorbenti in un ambiente confinato, fenomeno della riverberazione, formula di Sabine, legge di Stryker ed Hopkins, costante dell ambiente, distanza critica, l acustica geometrica: il metodo del tracciamento dei raggi sonori e il metodo delle sorgenti immagine, cenni di progettazione acustica di una sala in funzione della destinazione d uso; l acustica delle sale per l ascolto del parlato e della musica; esempi per la correzione acustica di una sala. ARCH. CLAUDIO CIOFFI Lezione 5 4 ore - 18/05/2016 Verifica con test di apprendimento a risposta multipla 5

6 Modulo 2: STRUMENTAZIONE E TECNICHE DI MISURA IN ACUSTICA (12 ore) Lezione 1 4 ore - 25/05/2016 Analizzatore in tempo reale. Misurazione di grandezze per ambienti esterni. Tecniche di campionamento. Il fonometro come campionatore, impostazioni del fonometro, parametri acustici. Cenni di analisi dei segnali introduzione ai moderni sistemi di acquisizione dati sperimentali i trasduttori di rumore e vibrazioni: il microfono e l accelerometro tipologie e principi di funzionamento dei microfoni e degli accelerometri sistemi di misura composti da sensore ed acquisitore/analizzatore: il fonometro, il vibrometro ed i sistemi pc-based Docente: DOTT. MARTINO DE SAPIO Lezione 2 3 ore - 01/06/2016 Utilizzo dei software di simulazione acustica Docente: ING. FRANCESCO D AGRESTI Lezione 3 1 ore - 01/06/2016 Misure di rumore in ambiente interno Lezione 4 2 ore - 08/06/2016 Misura della potenza sonora con metodo ad intensità e con metodo a pressione, identificazione delle zone più rumorose di una sorgente, identificazione delle perdite di fono isolamento. Misure di vibrazioni Il dosimetro, il fonometro; -Microfoni di misura; -Amplificatori; -Taratura e calibrazione degli strumenti; Teoria degli errori sperimentali ed analisi dei dati alla luce della stessa; incertezza di misura. Docente: DOTT. MARTINO DE SAPIO Lezione 5 2 ore - 08/06/2016 Test di apprendimento a risposta multipla Modulo 3: VALUTAZIONE MISURA E CONTROLLO DEL RUMORE NELL INDUSTRIA (16 ore) Lezione 1 4 ore - 15/06/2016 Rischio rumore negli ambienti di lavoro (normativa di riferimento D.lgs. 81/08 e succ.). La valutazione dell esposizione al rumore; Il livello di esposizione e tempi di permanenza. Le misure di prevenzione e protezione; I dispositivi di protezione individuale: caratteristiche tecniche e calcolo del livello di protezione; La malattia professionale; Patologie connesse con l esposizione al rumore. Misure di tutela. Misure tecniche e procedurali per il contenimento del rumore. 6

7 Lezione 2 4 ore - 22/06/2016 Valutazione di impatto acustico previsionale e progettazione degli interventi di insonorizzazione Docenti: ING. VENERANDA CELARDO - ING. FRANCESCO D AGRESTI Lezione 3 4 ore - 29/06/2016 Misurazioni acustiche in ambiente di lavoro e valutazione dell esposizione al rumore dei lavoratori. Docenti: ING. VENERANDA CELARDO - ARCH. CLAUDIO CIOFFI Lezione 4 4 ore - 06/07/2016 Simulazione di una valutazione dell esposizione al rumore con software. Test di apprendimento a risposta multipla. Modulo 4: PIANI DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA E DI RISANAMENTO ACUSTICO DEI TERRITORI COMUNALI (32 ore) Lezione 1 4 ore - 21/09/2016 Panoramica sul quadro normativo Legge Quadro sull inquinamento acustico n. 447/95; DPCM 1/3/91 Limiti massimi di esposizione al rumore negli ambienti abitativi e dell ambiente esterno, modificato con sentenza della Corte Costituzionale del dicembre 91; DM Ambiente Applicazione del criterio differenziale per gli impianti a ciclo produttivo continuo ; DPCM 14/11/97 Determinazione dei valori limite delle sorgenti sonore, DM Ambiente 31/10/97 Metodologia di Misura del Rumore aeroportuale; DPCM 5/12/97 Determinazione dei requisiti acustici passivi degli edifici ; DM Ambiente 16/3/98 Tecniche di rilevamento e di misurazione dell inquinamento acustico. Lezione 2 4 ore - 28/09/2016 Normativa specifica significato della classificazione acustica del territorio relazione con altri strumenti urbanistici; Linea Guida della Regione Campania (D.G.R. n 2436 del 01 Agosto 2003 e s.m.i.) - linee guida regionali per la redazione dei piani comunali di zonizzazione acustica confronto con la normativa delle altre Regioni. Docenti: ING. VENERANDA CELARDO - DOTT. MARTINO DE SAPIO Lezione 3 4 ore - 05/10/2016 Metodologia e finalità della mappatura acustica - il clima acustico - Piani di risanamento acustico. Docenti: ING. VENERANDA CELARDO -, DOTT. MARTINO DE SAPIO Lezione 4 4 ore - 12/10/2016 Esercitazione presso il Comune di Carinaro DOTT. MARTINO DE SAPIO 7

8 Lezione 5 4 ore - 22/10/2016 Esercitazione presso il Comune di Carinaro ARCH. CLAUDIO CIOFFI Lezione 6 4 ore - 26/10/2016 Esercitazione presso il Comune di Carinaro DOTT. MARTINO DE SAPIO Lezione 7 4 ore - 05/11/2016 Esercitazione presso il Comune di Carinaro ARCH. CLAUDIO CIOFFI Lezione 8 4 ore - 09/11/2016 Discussione delle esercitazioni e verifica con Test di apprendimento a risposta multipla Modulo 5: Valutazione, misura e controllo del rumore nell ambiente esterno (48 ore) Lezione 1 4 ore - 16/11/2016 Rumore traffico veicolare - Normativa di riferimento. Campo di applicazione; -Grandezze di riferimento: definizioni, metodi di calcolo e misure; - mappature piani di intervento e contenimento del rumore. Misurazione di rumore da traffico veicolare e valutazione dei livelli in facciata. Docenti: ING. VENERANDA CELARDO - DOTT. MARTINO DE SAPIO Lezione 2 4 ore - 23/11/2016 Rumore traffico ferroviario - Normativa di riferimento; -Campo di applicazione; -Grandezze di riferimento: definizioni, metodi di calcolo e misure; - mappature piani di intervento del rumore. Docenti: DOTT. MARTINO DE SAPIO - ING. VENERANDA CELARDO Lezione 3 4 ore - 30/11/2016 Interventi di mitigazione acustica - interventi sulle sorgenti interventi sulla propagazione interventi sui ricettori. Docenti: DOTT. MARTINO DE SAPIO - ING. VENERANDA CELARDO Lezione 4 4 ore - 11/01/2017 Valutazione di impatto e clima acustico: Individuazione dei limiti massimi di emissione e di immissione; -valutazione del rispetto di tali limiti; valutazione dell eventuale significativo peggioramento del rumore ambientale; interventi previsti. Redazione di una perizia tecnica. Docenti: DOTT. MARTINO DE SAPIO - ING. VENERANDA CELARDO 8

9 Lezione 5 4 ore - 18/01/2017 Correzione delle esercitazioni precedenti Lezione 6 4 ore - 28/01/2017 Relazione previsionale di clima acustico e redazione di una perizia tecnica. Docente: ARCH. CLAUDIO CIOFFI Lezione 7 4 ore - 01/02/2017 Richiesta di deroga ai limiti acustici per le attività rumorose temporanee (cantiere, eventi musicali all aperto); - Iter procedurali delle Valutazioni previsionali di impatto acustico (pubblici esercizi) e per Valutazioni previsionali di clima acustico per nuovi insediamenti residenziali. Docente: ARCH. CLAUDIO CIOFFI Lezione 8 4 ore - 08/02/2017 Valutazione di impatto acustico previsionale di un cantiere temporaneo. Test di apprendimento a risposta multipla. Docenti: ARCH. CLAUDIO CIOFFI - ING. VENERANDA CELARDO Lezione 9 4 ore - 18/02/2017 Esercitazione presso il Comune di Calvi Risorta ARCH. CLAUDIO CIOFFI Lezione 10 4 ore - 22/02/2017 Esercitazione presso il Comune di Calvi Risorta DOTT. MARTINO DE SAPIO Lezione 11 4 ore - 01/03/2017 Esercitazione presso il Comune di Calvi Risorta ARCH. CLAUDIO CIOFFI Lezione 12 4 ore - 11/03/2017 Esercitazione presso il Comune di Calvi Risorta DOTT. MARTINO DE SAPIO Modulo 6: VALUTAZIONE MISURA E CONTROLLO DEL RUMORE NEGLI EDIFICI (36 ore) Lezione 1 4 ore - 15/03/2017 Ambienti abitativi: Metodologie di effettuazione dei rilevamenti (DM 16 marzo 1998) strumentazioni da utilizzare stato attuale della giurisprudenza criterio della normale tollerabilità- strategie di riduzione dell impatto acustico: tecniche e utilizzo di materiali da ricicloo 9

10 Lezione 2 4 ore - 22/03/2017 Lezione 3 4 ore - 29/03/2017 Normativa di riferimento; -Campo di applicazione; -Grandezze di riferimento: definizioni, metodi di progetto; - misure di collaudo strumentazioni da utilizzare - normativa tecnica di riferimento Classificazione degli ambienti abitativi; -Indici di valutazione dei requisiti acustici passivi; -La verifica in fase progettuale. Il collaudo in opera. La nuova norma UNI Docente: ARCH. CLAUDIO CIOFFI Lezione 4 4 ore - 05/04/2017 Misura del tempo di riverbero di una sala. Verifica dati di progetto Docente: DOTT. MARTINO DE SAPIO Lezione 5 4 ore 22/04/2017 Indicatori in acustica architettonica - indicatori oggettivi derivati dalla risposta all impulso - indicatori soggettivi di ascolto - indicatori intensi metrici -Tecniche di realtà virtuale acustica Il processo di auralizzazione delle sale: metodi ed esempi. Docente: ARCH. CLAUDIO CIOFFI Lezione 6 4 ore - 26/04/2017 Progettazione acustica di una sala conferenza e scelta dei materiali. Docenti: ARCH CLAUDIO CIOFFI, ING. FRANCESCO D AGRESTI Lezione 7 4 ore - 03/05/2017 Valutazione acustica di diversi componenti edilizi in un edificio per uso civile requisiti acustici passivi Docenti: ARCH. CLAUDIO CIOFFI, ING. FRANCESCO D AGRESTI Lezione 8 4 ore - 10/05/2017 Perizia tecnica all interno di ambienti abitativi Docenti: DOTT. MARTINO DE SAPIO, ARCH. CLAUDIO CIOFFI Lezione 9 4 ore - 20/05/2017 Verifica delle esercitazioni. Test a risposta multipla Modulo 7: VALUTAZIONE, MISURA E CONTROLLO DELLE VIBRAZIONI (12 ore) Lezione 1 4 ore - 24/05/2017 Principi fisici, misurazione, effetti fisiologici, normative, legami ed interazioni con i disturbi da rumore e l acustica. Docenti: ING. VENERANDA CELARDO, DOTT. MARTINO DE SAPIO 10

11 Lezione 2 4 ore - 31/05/2017 Vibrazioni in ambiente di lavoro normativa - metodologia di misurazione e calcolo. Docenti: ING. VENERANDA CELARDO, DOTT. MARTINO DE SAPIO Lezione 3 4 ore - 07/06/2017 Esercitazione e verifica con Test di apprendimento a risposta multipla Modulo 8: ESAME FINALE (4 ore) Lezione 1 4 ore - 21/06/2017 Esame - DOTT. MARTINO DE SAPIO ARCH. CLAUDIO CIOFFI - ING. FRANCESCO D AGRESTI 11

PROGRAMMA DEL CORSO PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA

PROGRAMMA DEL CORSO PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA PROGRAMMA DEL CORSO PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA Organizzato da Ordine degli Architetti della Provincia di Salerno in collaborazione con Sonora srl MODULO 1 - FONDAMENTI DI ACUSTICA Lezione di teoria

Dettagli

Corso di Formazione per TEC ICO COMPETE TE I ACUSTICA AMBIE TALE - Anno 2011 -

Corso di Formazione per TEC ICO COMPETE TE I ACUSTICA AMBIE TALE - Anno 2011 - Corso di Formazione per TEC ICO COMPETE TE I ACUSTICA AMBIE TALE - Anno 2011 - Modulo 1 Ore 8 Elementi di fisica acustica - 25 e 26 marzo 2011 - Suono: formazione, propagazione lunghezza d onda e frequenze

Dettagli

Modulo 1: Fondamenti di Acustica Applicata. DATA E ORARIO Argomento Descrizione Ore sede corso

Modulo 1: Fondamenti di Acustica Applicata. DATA E ORARIO Argomento Descrizione Ore sede corso Associazione CONGENIA OSFIN - Facoltà di Ingegneria - Università di Bologna - Anno 2012/2013 Corso di alta formazione per "TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA" Programma e calendario del corso Modulo 1: Fondamenti

Dettagli

[ TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE ] AFOR M A S T E R 2 0 0 9

[ TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE ] AFOR M A S T E R 2 0 0 9 MASTER TCAA [ TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE ] AFOR M A S T E R 2 0 0 9 INTRODUZIONE P A T R O C I N A T O D A La formazione ha ormai assunto un ruolo strategico: in un momento in cui i budget

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA

PROGRAMMA DEL CORSO PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA PROGRAMMA DEL CORSO PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA Organizzato da Ordine degli Architetti della Provincia di Salerno in collaborazione con Sonora srl MODULO 1 - FONDAMENTI DI ACUSTICA Lezione di teoria

Dettagli

TECNICO ACUSTICO EDILE Acustica edilizia: regole, soluzioni tecnologiche, progettazione e corretta posa

TECNICO ACUSTICO EDILE Acustica edilizia: regole, soluzioni tecnologiche, progettazione e corretta posa TECNICO ACUSTICO EDILE Acustica edilizia: regole, soluzioni tecnologiche, progettazione e corretta posa Sede di svolgimento Scuola Edile Cremonese - Cremona via delle Vigne, 184 Durata del corso 72 ore

Dettagli

Il rumore prodotto dall'azione di forze concentrate. L'isolamento acustico al rumore da calpestio. Esempi pratici.

Il rumore prodotto dall'azione di forze concentrate. L'isolamento acustico al rumore da calpestio. Esempi pratici. Facoltà di Ingegneria - Università di Bologna - Anno Accademico 2005/06 Corso post laurea e post diploma per "TECNICI ACUSTICI" Programma e calendario del corso lezione n. Modulo Argomento Decrizione ore

Dettagli

bianchi_acusticaok.qxp 13-07-2007 16:15 Pagina V Indice

bianchi_acusticaok.qxp 13-07-2007 16:15 Pagina V Indice bianchi_acusticaok.qxp 13-07-2007 16:15 Pagina V 3 CAPITOLO 1 Storia dell acustica architettonica 3 1.1 Definizione 3 1.2 Gli inizi 4 1.3 I Greci 9 1.4 I Romani 1.4.1 La geometria, p. 10 1.4.2 L orecchio,

Dettagli

IL RETTORE. il Regolamento di funzionamento dei Corsi di Perfezionamento emanato con D.R. n. 2120 del 17/06/2010;

IL RETTORE. il Regolamento di funzionamento dei Corsi di Perfezionamento emanato con D.R. n. 2120 del 17/06/2010; DR/2015/86 del 16/01/2015 Firmatari: De Vivo Arturo U.S.R. IL RETTORE RITENUTO lo Statuto dell Ateneo; l artt. 15 del vigente Regolamento Didattico di Ateneo; il Regolamento di funzionamento dei Corsi

Dettagli

[ TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE ] AFOR M A S T E R 2 0 0 9

[ TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE ] AFOR M A S T E R 2 0 0 9 MASTER TCAA [ TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE ] AFOR M A S T E R 2 0 0 9 INTRODUZIONE P A T R O C I N A T O D A La formazione ha ormai assunto un ruolo strategico: in un momento in cui i budget

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA

PROGRAMMA DEL CORSO PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA PROGRAMMA DEL CORSO PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA Organizzato da Fondazione dell Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli in collaborazione con Sonora srl MODULO 1 - FONDAMENTI DI ACUSTICA

Dettagli

IL CORSO DI FORMAZIONE PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE

IL CORSO DI FORMAZIONE PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE Il POLITECNICO di BARI Dipartimento di Scienze dell Ingegneria Civile e dell Architettura promuove ed organizza IL CORSO DI FORMAZIONE PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE (istituito ai sensi

Dettagli

Corso per. Acustica edilizia: regole, soluzioni tecnologiche, progettazione e corretta posa. In corso di qualifica

Corso per. Acustica edilizia: regole, soluzioni tecnologiche, progettazione e corretta posa. In corso di qualifica Corso per Acustica edilizia: regole, soluzioni tecnologiche, progettazione e corretta posa. novembre/dicembre 2013 gennaio/febbraio 2014 Verona In corso di qualifica In collaborazione con: Con il patrocinio:

Dettagli

INDICE ALLEGATO A. Allegato A Riconoscimento della figura di tecnico competente in acustica ambientale.

INDICE ALLEGATO A. Allegato A Riconoscimento della figura di tecnico competente in acustica ambientale. INDICE ALLEGATO A SEZIONE 1: QUADRO NORMATIVO SEZIONE 2: CHI E IL TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE SEZIONE 3: REQUISITI NECESSARI PER IL RICONOSCIMENTO SEZIONE 4: RICONOSCIMENTO DELLA FIGURA DI

Dettagli

ACUSTICA E INQUINAMENTO DA RUMORE

ACUSTICA E INQUINAMENTO DA RUMORE ACUSTICA E INQUINAMENTO DA RUMORE IL SUONO Propagarsi di onde meccaniche in un mezzo. Le onde fanno vibrare la membrana del timpano dando la sensazione sonora. La frequenza del suono è data dal numero

Dettagli

Acustica in edilizia: Corso per Tecnico Acustico Edile ANIT Febbraio marzo aprile 2012

Acustica in edilizia: Corso per Tecnico Acustico Edile ANIT Febbraio marzo aprile 2012 Acustica in edilizia: Corso per Tecnico Acustico Edile Febbraio marzo aprile 2012 In collaborazione con Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della provincia di Bergamo e Scuola

Dettagli

DIRETTIVA PER IL RICONOSCIMENTO DELLA FIGURA DI TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE.

DIRETTIVA PER IL RICONOSCIMENTO DELLA FIGURA DI TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE. Progr.Num. 191/2013 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Questo giorno lunedì 25 del mese di febbraio dell' anno 2013 si è riunita nella residenza di la Giunta regionale con l'intervento dei Signori: via

Dettagli

INQUINAMENTO ACUSTICO

INQUINAMENTO ACUSTICO Università degli Studi di Perugia Facoltà di Ingegneria INQUINAMENTO ACUSTICO Ing. Giorgio Baldinelli RIFERIMENTI NORMATIVI NAZIONALI: D.P.C.M. 01/03/91 Limiti massimi di esposizione al rumore negli ambienti

Dettagli

Acustica Ambientale. (6 crediti)

Acustica Ambientale. (6 crediti) Corso di Acustica Ambientale (6 crediti) Obiettivi del corso Rumore in ambiente esterno Rumore in ambiente interno Analisi acustica Approccio metodologico Analisi del problema Modellizzazione Misurazione

Dettagli

CATEGORIE DI ATTIVITA CONSULENZE IN PROCEDIMENTI GIUDIZIARI 4.0 BONIFICA ACUSTICA/ PROGETTAZIONE ACUSTICA

CATEGORIE DI ATTIVITA CONSULENZE IN PROCEDIMENTI GIUDIZIARI 4.0 BONIFICA ACUSTICA/ PROGETTAZIONE ACUSTICA 1. Tabella delle categorie di attività CATEGORIE DI ATTIVITA MISURE RELAZIONI TECNICHE REQUISITI ACUSTICI DELLE SORGENTI SONORE NEI LUOGHI DI INTRATTENIMENTO DANZANTE E DI PUBBLICO SPETTACOLO ex DPCM 215/99

Dettagli

Documentazione richiesta per il rilascio del parere di compatibilità acustica ambientale (clima/impatto acustico)

Documentazione richiesta per il rilascio del parere di compatibilità acustica ambientale (clima/impatto acustico) l.g. cantieri 04/14 Dipartimento Tutela Ambientale - Protezione Civile U.O. Tutela dagli Inquinamenti Documentazione richiesta per il rilascio del parere di compatibilità acustica ambientale (clima/impatto

Dettagli

Documentazione richiesta per il rilascio del parere di compatibilità acustica ambientale per attività a carattere permanente

Documentazione richiesta per il rilascio del parere di compatibilità acustica ambientale per attività a carattere permanente mod. perm. 04/14 Dipartimento Tutela Ambientale - Protezione Civile U.O. Tutela dagli Inquinamenti Documentazione richiesta per il rilascio del parere di compatibilità acustica ambientale per attività

Dettagli

acustica e controllo del rumore

acustica e controllo del rumore seconda università degli studi di napoli facoltà di architettura luigi vanvitelli universitario di primo livello master di primo livello in ANNO ACCADEMICO 2004/2005 3 CICLO Premesse La legislazione vigente

Dettagli

ARPAV. Direttore Generale ARPAV Andrea Drago. Direttore Area Tecnico-Scientifica Sandro Boato

ARPAV. Direttore Generale ARPAV Andrea Drago. Direttore Area Tecnico-Scientifica Sandro Boato ARPAV Direttore Generale ARPAV Andrea Drago Direttore Area Tecnico-Scientifica Sandro Boato Direttore Dipartimento Provinciale di Verona Giancarlo Cunego Responsabile Servizio Osservatorio Regionale Agenti

Dettagli

Isolamento acustico. Andrea Nicolini

Isolamento acustico. Andrea Nicolini Isolamento acustico Andrea Nicolini Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Ingegneria Industriale, sezione di Fisica Tecnica nicolini.unipg@ciriaf.it ISOLAMENTO ACUSTICO Strutture fonoisolanti

Dettagli

Acustica Architettonica e Ambientale Campi Elettromagnetici, Radon e Radioprotezione, Sicurezza, V.I.A

Acustica Architettonica e Ambientale Campi Elettromagnetici, Radon e Radioprotezione, Sicurezza, V.I.A Acustica Architettonica e Ambientale Campi Elettromagnetici, Radon e Radioprotezione, Sicurezza, V.I.A Via Amendola 26, 57023 Cecina (LI) Tel e Fax 0586/630474, Cell. 347/73045 e-mail: ipernucleo@interfree.it;

Dettagli

CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DELLE UNITA' IMMOBILIARI - I EDIZIONE

CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DELLE UNITA' IMMOBILIARI - I EDIZIONE CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DELLE UNITA' IMMOBILIARI - I EDIZIONE Corso di aggiornamento professionale La norma UNI 11367 si congiunge alla normativa sulle prestazioni energetiche degli edifici (UNI-TS 11300),

Dettagli

INDICE MODULISTICA... 3

INDICE MODULISTICA... 3 INDICE MODULISTICA... 3 ESPOSTO PER DISTURBO DA RUMORE... 4 RICHIESTA DI LICENZA DELL ESERCIZIO DI ATTIVITÀ... 5 RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE AD ESERCITARE ATTIVITÀ IN DEROGA AI VALORI LIMITE DELLE IMMISSIONI

Dettagli

Corso di formazione per Tecnico Competente in Acustica (L.447/95) 180 ore - due verifiche intermedie - esame finale

Corso di formazione per Tecnico Competente in Acustica (L.447/95) 180 ore - due verifiche intermedie - esame finale Corso di formazione per Tecnico Competente in Acustica (L.447/95) 180 ore - due verifiche intermedie - esame finale SOMMARIO PARTE PRIMA FONDAMENTI DI ACUSTICA APPLICATA LEZIONE 1/23 INTRODUZIONE LEZIONE

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE IN ACUSTICA AMBIENTALE E IN EDILIZIA Milano Edizione Ottobre 2010 ns. prot 1065 F

CORSO DI FORMAZIONE IN ACUSTICA AMBIENTALE E IN EDILIZIA Milano Edizione Ottobre 2010 ns. prot 1065 F CORSO DI FORMAZIONE IN ACUSTICA AMBIENTALE E IN EDILIZIA Milano Edizione Ottobre 010 ns. prot 1065 F OBIETTIVI Il Tecnico Competente in Acustica Ambientale, ai sensi della L. 7/95 art. c. 6, è la figura

Dettagli

COMUNE DI MONCUCCO TORINESE PROVINCIA DI ASTI PIANO REGOLATORE GENERALE INTERCOMUNALE VARIANTE STRUTTURALE N. 4

COMUNE DI MONCUCCO TORINESE PROVINCIA DI ASTI PIANO REGOLATORE GENERALE INTERCOMUNALE VARIANTE STRUTTURALE N. 4 COMUNE DI MONCUCCO TORINESE PROVINCIA DI ASTI PIANO REGOLATORE GENERALE INTERCOMUNALE VARIANTE STRUTTURALE N. 4 VERIFICA DI COMPATIBILITA CON LA CLASSIFICAZIONE ACUSTICA ALLEGATO D. 1 ING. GIUSEPPE VILLERO

Dettagli

VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO

VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO EVENTO TEMPORANEO n. 22 Festa Paesana con musica Località Tre Gobbi (Gavello) Via Valli, 360 Città di Mirandola COMUNE DI MIRANDOLA Provincia di Modena 1. Premessa

Dettagli

Certificazione acustica degli edifici

Certificazione acustica degli edifici ANIT - Associazione Nazionale per l Isolamento Termico e acustico Certificazione acustica degli edifici PREMESSA Il comfort acustico abitativo è uno dei requisiti che caratterizza la qualità ed il valore

Dettagli

6 - Interventi e indicatori di risposta

6 - Interventi e indicatori di risposta 6 - Interventi e indicatori di risposta 6.1 Gli adempimenti previsti dalla legislazione Tra le azioni attuate dal Comune di Padova in risposta a precise disposizioni di legge in materia di inquinamento

Dettagli

Corso per Tecnico Acustico Edile ANIT-SACERT

Corso per Tecnico Acustico Edile ANIT-SACERT Corso per Tecnico Acustico Edile -SACERT Milano, sede, via Savona 1/B Novembre - Dicembre 2009 PRESENTAZIONE Il corso per Tecnico Acustico Edile organizzato da in collaborazione con SACERT si rivolge ai

Dettagli

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 17 febbraio 2015, n. 4. Tecnico competente in acustica ambientale l.r. n. 3/2014.

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 17 febbraio 2015, n. 4. Tecnico competente in acustica ambientale l.r. n. 3/2014. 6538 PARTE PRIMA Leggi e regolamenti regionali REGOLAMENTO REGIONALE 17 febbraio 2015, n. 4 Tecnico competente in acustica ambientale l.r. n. 3/2014. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE Visto l art. 121

Dettagli

Ditta : Società "I.M. s.r.l. Ubicazione intervento: Via I Maggio loc. Terrafino Comune di Empoli (FI)

Ditta : Società I.M. s.r.l. Ubicazione intervento: Via I Maggio loc. Terrafino Comune di Empoli (FI) Ditta : Società "I.M. s.r.l. Ubicazione intervento: Via I Maggio loc. Terrafino Comune di Empoli (FI) Indice Premessa................................................................................ 3 1.

Dettagli

Responsabili tecnici di imprese e consorzi esercenti il servizio di revisione periodica dei veicoli a motore e dei loro rimorchi

Responsabili tecnici di imprese e consorzi esercenti il servizio di revisione periodica dei veicoli a motore e dei loro rimorchi Standard formativo relativo alla formazione dei Responsabili tecnici di imprese e consorzi esercenti il servizio di revisione periodica dei veicoli a motore e dei loro rimorchi e dei Responsabili tecnici

Dettagli

Giunta Regionale della Campania. Bollettino Ufficiale della Regione Campania n 23 del 26 maggio 2003

Giunta Regionale della Campania. Bollettino Ufficiale della Regione Campania n 23 del 26 maggio 2003 Giunta Regionale della Campania Bollettino Ufficiale della Regione Campania n 23 del 26 maggio 2003 REGIONE CAMPANIA Giunta Regionale - Seduta del 24 aprile 2003 - Deliberazione N. 1537 - Area Generale

Dettagli

Simulazioni acustiche in esterno Andrea Cerniglia hilbert@venus.it

Simulazioni acustiche in esterno Andrea Cerniglia hilbert@venus.it Simulazioni acustiche in esterno Andrea Cerniglia hilbert@venus.it (Estratto da RCI, anno XXV N. 10, ottobre 1998, Tecniche Nuove) Una panoramica sulle opportunità offerte dai programmi di simulazione

Dettagli

C) GIUNTA REGIONALE E ASSESSORI

C) GIUNTA REGIONALE E ASSESSORI C) GIUNTA REGIONALE E ASSESSORI [BUR2006031] [5.3.4] D.g.r. 17 maggio 2006 - n. 8/2561 Criteri e modalità per la redazione, la presentazione e la valutazione delle domande per il riconoscimento della figura

Dettagli

Zonizzazione acustica comunale Regione Piemonte

Zonizzazione acustica comunale Regione Piemonte Zonizzazione acustica comunale Regione Piemonte Preparato da Fulvio Bartolucci Area Sicurezza&Ambiente Data 11 Giugno 2002 Sommario 1. Premessa 2 2. Riferimenti normativi 2 3. Definizioni 4 3.1 Le Zone

Dettagli

SOMMARIO. Presentazione... XI Nota sugli autori... XIII

SOMMARIO. Presentazione... XI Nota sugli autori... XIII Sommario SOMMARIO Presentazione... XI Nota sugli autori... XIII Capitolo I Aspetti normativi della valutazione del rumore 1. Il decreto di riforma 81/2008... 1 2. Campo di applicazione della nuova disciplina...

Dettagli

Norme Tecniche di Attuazione

Norme Tecniche di Attuazione COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO SETTORE SVILUPPO DEL TERRITORIO SERVIZIO URBANISTICA SERVIZIO AMBIENTE PIANO DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

acustica e controllo del rumore

acustica e controllo del rumore seconda università degli studi di napoli facoltà di architettura luigi vanvitelli universitario di primo livello master di primo livello in Premesse La legislazione vigente europea e nazionale in materia

Dettagli

Indice 1. PREMESSA... 3 3.2 INTERVENTO DI PROGETTO... 5 5. DETERMINAZIONE DEL CLIMA ACUSTICO... 7 5.1 RISULTATI... 7

Indice 1. PREMESSA... 3 3.2 INTERVENTO DI PROGETTO... 5 5. DETERMINAZIONE DEL CLIMA ACUSTICO... 7 5.1 RISULTATI... 7 Pag. 2 di 10 Indice 1. PREMESSA... 3 2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 3 3. DESCRIZIONE DELL INTERVENTO... 4 3.1 INQUADRAMENTO GENERALE... 4 3.2 INTERVENTO DI PROGETTO... 5 4. LIMITI DI RUMOROSITÀ... 6 5.

Dettagli

CORSO VALUTAZIONE, EFFICIENZA E CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

CORSO VALUTAZIONE, EFFICIENZA E CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI CORSO VALUTAZIONE, EFFICIENZA E CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Secondo linee guida nazionali emanate in applicazione del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192 e successive modifiche ed integrazioni

Dettagli

POLITECNICO DI BARI Dipartimento di Architettura e Urbanistica Sezione di Fisica Tecnica TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE ANNO 2011/12

POLITECNICO DI BARI Dipartimento di Architettura e Urbanistica Sezione di Fisica Tecnica TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE ANNO 2011/12 Nome Cognome Scheda di ammissione al corso Data e luogo di nascita Titolo di studio Indirizzo CAP Tel. ufficio / Fax Tel. Abitazione E mail C.F. / IVA Qualifica Ente / Ditta Indirizzo C.F. / IVA Data Firma

Dettagli

STUDIO TECNICO ING. ERNESTO LOTTI Piazza Matteotti 40. 57126 Livorno Tel. 0586-812654

STUDIO TECNICO ING. ERNESTO LOTTI Piazza Matteotti 40. 57126 Livorno Tel. 0586-812654 STUDIO TECNICO I Piazza Matteotti 40 57126 Livorno Tel. 0586-812654 PROGETTO DI LOTTIZZAZIONE RESIDENZIALE DENOMINATO SANTA LUCIA Località Santa Lucia PONTEDERA (PI) RELAZIONE TECNICA Relazione previsionale

Dettagli

COMUNE DI SARONNO PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO PER LA TUTELA DALL INQUINAMENTO ACUSTICO

COMUNE DI SARONNO PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO PER LA TUTELA DALL INQUINAMENTO ACUSTICO PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO PER LA TUTELA DALL INQUINAMENTO ACUSTICO SETTEMBRE 2011 Sommario SOMMARIO...ERRORE. IL SEGNALIBRO NON È DEFINITO. TITOLO 1 PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1. Oggetto del regolamento...

Dettagli

VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO

VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO CENTRO DI RECUPERO DI RIFIUTI SPECIALI NON PERICOLOSI Zona Industriale Brindisi IN PROCEDURA SEMPLIFICATA AI SENSI DELL ART. 216 DEL D.Lgs 152/2006 E ss.mm.ii.

Dettagli

ALLEGATO A CRITERI PER LA PREDISPOSIZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE DI IMPATTO ACUSTICO AI SENSI DELL ART. 12 COMMA 2 E 6BIS DELLA L.R. N.

ALLEGATO A CRITERI PER LA PREDISPOSIZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE DI IMPATTO ACUSTICO AI SENSI DELL ART. 12 COMMA 2 E 6BIS DELLA L.R. N. ALLEGATO A CRITERI PER LA PREDISPOSIZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE DI IMPATTO ACUSTICO AI SENSI DELL ART. 12 COMMA 2 E 6BIS DELLA L.R. N. 89/98 A.1 PREMESSA Nel presente documento sono definiti, ai sensi dell

Dettagli

Mappatura acustica, piano d'azione e climi acustici nella Città di Torino

Mappatura acustica, piano d'azione e climi acustici nella Città di Torino L inquinamento acustico a Torino: analisi, soluzioni e problematiche aperte Mappatura acustica, piano d'azione e climi acustici nella Città di Torino ing. Manuela Santa Area Ambiente Servizio Adempimenti

Dettagli

IL QUADRO NORMATIVO implicazioni progettuali per il rispetto della normativa sulla protezione acustica degli edifici

IL QUADRO NORMATIVO implicazioni progettuali per il rispetto della normativa sulla protezione acustica degli edifici IL QUADRO NORMATIVO implicazioni progettuali per il rispetto della normativa sulla protezione acustica degli edifici Laboratorio di Fsica Ambientale per la Qualità Edilizia Università di Firenze Il quadro

Dettagli

MISURAZIONE IN OPERA DEI REQUISITI ACUSTICI PASSIVI --- Eseguito ai sensi della Legge n 447/95 in conformità con il DPCM 05/12/1997

MISURAZIONE IN OPERA DEI REQUISITI ACUSTICI PASSIVI --- Eseguito ai sensi della Legge n 447/95 in conformità con il DPCM 05/12/1997 MISURAZIONE IN OPERA DEI REQUISITI ACUSTICI PASSIVI --- Eseguito ai sensi della Legge n 447/95 in conformità con il DPCM 05/12/1997 IL COMMITTENTE: Benessere Acustico Sr.l. IL TECNICO: Andrea Cerniglia

Dettagli

Master ANNO ACCADEMICO 2002 2003 BANDO DI AMMISSIONE

Master ANNO ACCADEMICO 2002 2003 BANDO DI AMMISSIONE Master Gestione e controllo degli interventi di assetto e riqualificazione delle aree urbane nei PVS Prima Facoltà di Architettura Ludovico Quaroni Via Antonio Gramsci, 53-00197 Roma ANNO ACCADEMICO 2002

Dettagli

SISTEMI DI SCHERMATURA SOLARE: DEFINIZIONE DELLE SOLUZIONI DI PROGETTO E DIMENSIONAMENTO

SISTEMI DI SCHERMATURA SOLARE: DEFINIZIONE DELLE SOLUZIONI DI PROGETTO E DIMENSIONAMENTO SISTEMI DI SCHERMATURA SOLARE: DEFINIZIONE DELLE SOLUZIONI DI PROGETTO E DIMENSIONAMENTO Contestualizzazione dell intervento in funzione dei caratteri climatici dell area mediterranea Requisiti di controllo

Dettagli

STRUMENTI LEGISLATIVI PER LA TUTELA DEL CITTADINO E DELL AMBIENTE

STRUMENTI LEGISLATIVI PER LA TUTELA DEL CITTADINO E DELL AMBIENTE nell ambiente esterno STRUMENTI LEGISLATIVI PER LA TUTELA DEL CITTADINO E DELL AMBIENTE La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce

Dettagli

Zonizzazione Acustica

Zonizzazione Acustica Zonizzazione Acustica Relazione POLO SCIENTIFICO TECNOLOGICO LOMBARDO Consulenti: dott. arch. Luca Bertagnon dott. arch. Claudio Scillieri 0 introduzione La zonizzazione acustica è la classificazione del

Dettagli

RICCARDO SANTOBONI ANNA RITA TICARI. Fondamenti di Acustica e Psicoacustica

RICCARDO SANTOBONI ANNA RITA TICARI. Fondamenti di Acustica e Psicoacustica RICCARDO SANTOBONI ANNA RITA TICARI Fondamenti di Acustica e Psicoacustica 1 2 Riccardo Santoboni Anna Rita Ticari Fondamenti di Acustica e Psicoacustica 3 Terza edizione (2008) 4 Sommario 5 6 Sommario

Dettagli

Relazione Tecnica di Previsione di Impatto Acustico Ambientale secondo

Relazione Tecnica di Previsione di Impatto Acustico Ambientale secondo Relazione Tecnica di Previsione di Impatto Acustico Ambientale Oggetto: Committente: Previsione di Impatto Acustico Ambientale secondo nuovo progetto di variante anno 2012 Consorzio Via I. Eolie Via Fabio

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 13-07-1999 (punto N. 20. ) Delibera N.788 del 13-07-1999

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 13-07-1999 (punto N. 20. ) Delibera N.788 del 13-07-1999 REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 13-07-1999 (punto N. 20. ) Delibera N.788 del 13-07-1999 Proponente CLAUDIO DEL LUNGO DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE TERRITORIALI E

Dettagli

D.P.C.M. 14 novembre 1997 Determinazione dei valori limite delle sorgenti sonore.

D.P.C.M. 14 novembre 1997 Determinazione dei valori limite delle sorgenti sonore. D.P.C.M. 14 novembre 1997 Determinazione dei valori limite delle sorgenti sonore. IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Vista la legge 26 ottobre 1995, n. 447, recante "Legge quadro sull'inquinamento

Dettagli

LE FINESTRE E L ISOLAMENTO ACUSTICO

LE FINESTRE E L ISOLAMENTO ACUSTICO LE FINESTRE E L ISOLAMENTO ACUSTICO Roberto Malatesta. William Marcone Ufficio Tecnico (giugno 2008) LA PROTEZIONE DAL RUMORE DEGLI EDIFICI, LA NORMATIVA NAZIONALE La maggior sensibilità delle persone

Dettagli

REQUISITI ACUSTICI PASSIVI DEGLI EDIFICI

REQUISITI ACUSTICI PASSIVI DEGLI EDIFICI REQUISITI ACUSTICI PASSIVI DEGLI EDIFICI ai sensi della Legge Quadro n 447/95: verifica degli adempimenti di cui al D.P.C.M. del 05/12/97 CERTIFICAZIONE MEDIANTE MISURE SPERIMENTALI DEI REQUISITI ACUSTICI

Dettagli

1 - QUADRO NORMATIVO: COMPETENZE IN MERITO AL RICONOSCIMENTO DELLA

1 - QUADRO NORMATIVO: COMPETENZE IN MERITO AL RICONOSCIMENTO DELLA RICONOSCIMENTO DELLA FIGURA DI TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE ART. 2, COMMI SESTO, SETTIMO ED OTTAVO DELLA LEGGE 26 OTTOBRE 1995, N. 447 A cura dell Osservatorio Regionale Agenti Fisici Direzione

Dettagli

ANG. disturbance. Less noise, better life.

ANG. disturbance. Less noise, better life. OUD uproar hammer industry plant shout engine alarm ANG disturbance Less noise, better life. Da oltre 35 anni operiamo nell ambito dell isolamento acustico, industriale e civile. SERVIZI - PRODOTTI E SOLUZIONI

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA. MISURAZIONE IN OPERA DELL ISOLAMENTO DAL RUMORE DI CALPESTIO DI SOLAI secondo la norma tecnica UNI EN ISO 140-7 (2000) Perugia

RAPPORTO DI PROVA. MISURAZIONE IN OPERA DELL ISOLAMENTO DAL RUMORE DI CALPESTIO DI SOLAI secondo la norma tecnica UNI EN ISO 140-7 (2000) Perugia RAPPORTO DI PROVA MISURAZIONE IN OPERA DELL ISOLAMENTO DAL RUMORE DI CALPESTIO DI SOLAI secondo la norma tecnica UNI EN ISO 140-7 (2000) Data di Emissione: 13 febbraio 2007 Luogo di Emissione: Committente:

Dettagli

OGGETTO: relazione tecnica di Valutazione Previsionale di Impatto Acustico.

OGGETTO: relazione tecnica di Valutazione Previsionale di Impatto Acustico. Spett. Associazione Musicale OGGETTO: relazione tecnica di Valutazione Previsionale di Impatto Acustico. In ottemperanza a quanto disposto dalla Legge 26 ottobre 1995 n 447 Legge Quadro sull Inquinamento

Dettagli

Evento accreditato dal CNPI 28 CFP. Geometri. Non sono previsti crediti formativi per i Geometri. In convenzione con:

Evento accreditato dal CNPI 28 CFP. Geometri. Non sono previsti crediti formativi per i Geometri. In convenzione con: Corso Termografia in edilizia: 1 e 2 livello secondo UNI EN ISO 9712:2012 Tecnica e pratica per la corretta impostazione dell indagine termografica + workshop per la diagnosi strumentale sull edificio

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI CORSO DI FORMAZIONE TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE (istituito ai sensi dell art. 6 della Legge 341/1990 comma 2 lettera c) ANNO

Dettagli

ACUSTICA DEGLI EDIFICI E TENUTA ALL ARIA DELL INVOLUCRO

ACUSTICA DEGLI EDIFICI E TENUTA ALL ARIA DELL INVOLUCRO ACUSTICA DEGLI EDIFICI E TENUTA ALL ARIA DELL INVOLUCRO Presentazione La Fondazione Architetti della Provincia di Treviso organizza un corso sull acustica degli edifici e tenuta all aria dell involucro

Dettagli

Il sottoscritto. in qualità di: legale rapp.te titolare altro (specif.) sede legale DICHIARA

Il sottoscritto. in qualità di: legale rapp.te titolare altro (specif.) sede legale DICHIARA 1 Richiesta di permesso di costruire o D.I.A. (escluse pratiche da presentare a S.U.A.P.) Richiesta di licenza o autorizzazione all esercizio di attività produttive (escluse pratiche da presentare a S.U.A.P.)

Dettagli

DOCENTI Docenti universitari provenienti da università Statali e Pontificie; professionisti, ricercatori, esperti del settore italiani e stranieri.

DOCENTI Docenti universitari provenienti da università Statali e Pontificie; professionisti, ricercatori, esperti del settore italiani e stranieri. OBIETTIVI FORMATIVI Scopo del Master è di consentire l approfondimento delle tematiche della progettazione, dell adeguamento e del recupero degli Edifici per il culto. DOCENTI Docenti universitari provenienti

Dettagli

Corso pratico di Acustica Ambientale

Corso pratico di Acustica Ambientale In collaborazione con Organizza Corso pratico di Acustica Ambientale ALLEGATI ALLEGATO A Presentazione Azienda ALLEGATO B Descrizione del corso ALLEGATO C Programma Analitico Riabitalia s.r.l Fax 02 40320134

Dettagli

Isolamento acustico. Dicembre 2005. I Farinelli srl Cenni sull isolamento acustico. Pagina 1 di 7

Isolamento acustico. Dicembre 2005. I Farinelli srl Cenni sull isolamento acustico. Pagina 1 di 7 Isolamento acustico Dicembre 2005 I Farinelli srl Cenni sull isolamento acustico. Pagina 1 di 7 Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1 Marzo 1991 Limiti massimi di esposizione al rumore

Dettagli

"I REQUISITI ACUSTICI DEGLI EDIFICI" G.MOSSA S.C.S Controlli e Sistemi

I REQUISITI ACUSTICI DEGLI EDIFICI G.MOSSA S.C.S Controlli e Sistemi "I REQUISITI ACUSTICI DEGLI EDIFICI" G.MOSSA S.C.S Controlli e Sistemi 1 2 Indice Indice... 1 I REQUISITI ACUSTICI DEGLI EDIFICI... 4 INTRODUZIONE... 4 PROGETTO ACUSTICO DEGLI EDIFICI IN FUNZIONE DEL CONTROLLO

Dettagli

!"#$%%&''&&( # )$%&%') #*+ RAPPORTO DI PROVA

!#$%%&''&&( # )$%&%') #*+ RAPPORTO DI PROVA RAPPORTO DI PROVA MISURAZIONE IN OPERA DELL ISOLAMENTO DAL RUMORE DI CALPESTIO DI SOLAI secondo la norma tecnica UNI EN ISO 140-7 (2000) Data di Emissione: 13 ottobre 2006 Luogo di Emissione: Committente:

Dettagli

COMUNE DI GRUMO NEVANO PROVINCIA DI NAPOLI SOFER S.A.S. Sede Legale ed Operativa :via Principe di Montemiletto 9 Grumo Nevano (NA)

COMUNE DI GRUMO NEVANO PROVINCIA DI NAPOLI SOFER S.A.S. Sede Legale ed Operativa :via Principe di Montemiletto 9 Grumo Nevano (NA) DR. MARCELLO MONACO COMUNE DI GRUMO NEVANO PROVINCIA DI NAPOLI COMMITTENTE: OGGETTO: SOFER S.A.S. Sede Legale ed Operativa :via Principe di Montemiletto 9 Grumo Nevano (NA) VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

Dettagli

EDIFICIO U4 VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO

EDIFICIO U4 VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO REGIONE VENETO PROVINCIA DI PADOVA COMUNE DI PADOVA Via del Progresso Recupero edilizio e riqualificazione area con realizzazione di nuovi edifici ad uso commerciale, terziario, artigianale e direzionale

Dettagli

Corso applicativo sulla nuova certificazione energetica degli edifici

Corso applicativo sulla nuova certificazione energetica degli edifici INNOVAZIONE APPRENDIMENTO LAVORO MARCHE Provider autorizzato C.N.I. N 505-2015 Organizza il corso di aggiornamento professionale su: Corso applicativo sulla nuova certificazione energetica degli edifici

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE. della Regione Puglia. Leggi e Regolamenti regionali

REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE. della Regione Puglia. Leggi e Regolamenti regionali 2015.02.2 0 12:44:01 +01'00' REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE della Regione Puglia ANNO XLVI BARI, 20 FEBBRAIO 2015 Leggi e Regolamenti regionali n. 27 Il Bollettino Ufficiale della Regione Puglia

Dettagli

TITOLO Programma di previsione MITHRA: principi di calcolo ed applicazione al caso di un tratto di tangenziale nell area Nord Est di Padova

TITOLO Programma di previsione MITHRA: principi di calcolo ed applicazione al caso di un tratto di tangenziale nell area Nord Est di Padova TITOLO Programma di previsione MITHRA: principi di calcolo ed applicazione al caso di un tratto di tangenziale nell area Nord Est di Padova Amadasi G. (1), Mossa G. (1), Riva D. (1) 1) S.C.S. controlli

Dettagli

Certificazione Acustica degli Edifici Uni 11367 (obbligatoria a partire da Gennaio 2012)

Certificazione Acustica degli Edifici Uni 11367 (obbligatoria a partire da Gennaio 2012) Organizza Corso pratico di Certificazione Acustica degli Edifici Uni 11367 (obbligatoria a partire da Gennaio 2012) In Audio - videoconferenza ALLEGATI ALLEGATO A Presentazione Azienda ALLEGATO B Descrizione

Dettagli

COMUNE DI CHIOGGIA (Provincia di Venezia)

COMUNE DI CHIOGGIA (Provincia di Venezia) COMUNE DI CHIOGGIA (Provincia di Venezia) SETTORE LAVORI PUBBLICI SERVIZIO ECOLOGIA-AMBIENTE CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE DI CHIOGGIA NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE GIUGNO 2002 Il Responsabile

Dettagli

VALUTAZIONE PREVISIONALE DEL CLIMA ACUSTICO

VALUTAZIONE PREVISIONALE DEL CLIMA ACUSTICO Dott. Ing. Roberto Lecchi Via De Amicis, 8-20010 Cornaredo (MI) Tel. /Fax 02/93565095 P.IVA 11466770150 - CFLCC RRT 66E17H264A Piano Attuativo di iniziativa privata relativo alla ricollocazione dei diritti

Dettagli

VALUTAZIONE DI CLIMA ACUSTICO DELL AREA DESTINATA ALL INSEDIAMENTO DELL ISTITUTO NEUROLOGICO C. BESTA DI MILANO

VALUTAZIONE DI CLIMA ACUSTICO DELL AREA DESTINATA ALL INSEDIAMENTO DELL ISTITUTO NEUROLOGICO C. BESTA DI MILANO VALUTAZIONE DI CLIMA ACUSTICO DELL AREA DESTINATA ALL INSEDIAMENTO DELL ISTITUTO NEUROLOGICO C. BESTA DI MILANO Giovanni Zambon, Alessandro Bisceglie, Filippo Beltramini, Elio Sindoni DISAT Dipartimento

Dettagli

Con il patrocinio: Non sono previsti crediti formativi per i Geometri

Con il patrocinio: Non sono previsti crediti formativi per i Geometri Corso: Termografia in edilizia: 1 e 2 livello secondo UNI EN ISO 9712:2012 Tecnica e pratica per la corretta impostazione dell indagine termografica + workshop per la diagnosi strumentale sull edificio

Dettagli

PIANO DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO

PIANO DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNE DI BELLUNO PIANO DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO NORME ATTUATIVE Testo approvato dal Consiglio Comunale del 22.03.2007 Elaborazione: arch. DOCCI GLICERIO Norme Attuative 1 INDICE TITOLO

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

2) Parametri R w D 2m,nT,w L n,w 1) D 55 45 58 2) A, C 50 40 63 3) E 50 48 58 4) B, F, G 50 42 55

2) Parametri R w D 2m,nT,w L n,w 1) D 55 45 58 2) A, C 50 40 63 3) E 50 48 58 4) B, F, G 50 42 55 Valente Sonia Matricola 139047 Lezione del 16/01/003 10:30-1:30 ntroduciamo l argomento dell ACUSTCA EDLZA riprendendo il discorso della lezione precedente riguardante l acustica architettonica che ha

Dettagli

SCHEMA RIASSUNTIVO CIRCA I CONTENUTI MINIMI DELLE INDAGINI DI CARATTERE ACUSTICO

SCHEMA RIASSUNTIVO CIRCA I CONTENUTI MINIMI DELLE INDAGINI DI CARATTERE ACUSTICO SCHEMA RIASSUNTIVO CIRCA I CONTENUTI MINIMI DELLE INDAGINI DI CARATTERE ACUSTICO CARATERISTICHE DELLA STRUMENTAZIONE DI MISURA Per la redazione della documentazione di valutazione del clima e dell impatto

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO in MANAGEMENT IN TECNICHE DELLA PREVENZIONE E SICUREZZA SUL LAVORO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO

Dettagli

2.2 Inquinamento acustico

2.2 Inquinamento acustico Relazione ambiente 2 8-09-2011 14:36 Pagina 49 RELAZIONE SULLO STATO DELL AMBIENTE 2011 2.2 Inquinamento acustico L'inquinamento acustico è dovuto a un'eccessiva esposizione a suoni e rumori di elevata

Dettagli

persone mentre l art. 844 del codice civile regola, tra le altre, le immissioni rumorose nel fondo

persone mentre l art. 844 del codice civile regola, tra le altre, le immissioni rumorose nel fondo NORMATIVA IN MATERIA DI INQUINAMENTO ACUSTICO Introduzione La materia relativa all inquinamento acustico trova copertura normativa in diversi ambiti del diritto. L art. 659 del codice penale sanziona,

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE a.s.2013/2014 TECNOLOGIE MUSICALI A CURA DEL RESPONSABILE DELL AMBITO Prof.GLORIA MAZZI L ambito disciplinare TECNOLOGIE MUSICALI STABILISCE CHE: 1. i docenti prevedono un congruo numero di ore per il

Dettagli

COMUNE DI SALTARA PIANO DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE

COMUNE DI SALTARA PIANO DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE COMUNE DI SALTARA PIANO DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE RELAZIONE METODOLOGICA AGGIORNAMENTO CLASSIFICAZIONE ACUSTICA PER VARIANTE PRG Dr. Giampietro Fusillo Docente di Fisica Ambientale

Dettagli

DELLA PROVINCIA DI FROSINONE

DELLA PROVINCIA DI FROSINONE COLLEGIO DEI GEOMETRI E GEOMETRI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI FROSINONE 03 100 Frosinone lì,07 / 10/2011 Viale Mazzini, n' 29 - C.F. 800007130604 Ì 0'115 I 250650 - Fax 0115 1210852 web:! ryjérq4!éjl E-Mail:info@qeomeri.fÍ.it

Dettagli

Capire, progettare e gestire l ambiente.

Capire, progettare e gestire l ambiente. Capire, progettare e gestire l ambiente. IL GRUPPO E LA SUA STORIA Fondata nel 2003 da Gabriella Chiellino, prima laureata in Italia in Scienze Ambientali, eambiente è diventata una SOCIETÀ DI CONSULENZA

Dettagli

Master Universitario annuale di I livello in

Master Universitario annuale di I livello in Master Universitario annuale di I livello in EDUCATORE MUSICALE PROFESSIONALE: Esperto in didattica musicale per la scuola primaria e secondaria di primo grado II EDIZIONE (1.500 ore 60 Crediti Formativi

Dettagli