CIRCOLARE N. 122 Reggio E., OGGETTO: CHIARIMENTI SU ATTI E DOCUMENTI SCOLASTICI: CERTIFICAZIONI.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CIRCOLARE N. 122 Reggio E., 25.11.2014 OGGETTO: CHIARIMENTI SU ATTI E DOCUMENTI SCOLASTICI: CERTIFICAZIONI."

Transcript

1 LICEO SCIENTIFICO STATALE "ALDO MORO" Via XX Settembre, REGGIO EMILIA Tel. 0522/ / Fax 0522/ Cod. Fisc C.M. REPS03000B sito: CIRCOLARE N. 122 Reggio E., A tutto il Personale Amministrativo SEDE ALBI ALBO WEB e. p.c.; AL DIRIGENTE SCOLASTICO OGGETTO: CHIARIMENTI SU ATTI E DOCUMENTI SCOLASTICI: CERTIFICAZIONI. Si ricorda a tutto il personale in indirizzo di ottemperare a quanto di seguito indicato: Dal 1 gennaio 2012 sono entrate in vigore le modifiche introdotte dall'articolo 15, comma 1, della Legge 12 Novembre 2011, n. 183 (Legge di Stabilità 2012, ex legge finanziaria), in materia di certificati e dichiarazioni sostitutive. Tale disposizione è diretta a consentire una completa decertificazione nei rapporti tra Pubbliche Amministrazioni e privati soprattutto per l'acquisizione diretta dei dati presso le amministrazioni certificanti da parte delle amministrazioni procedenti e, in alternativa, la produzione da parte degli interessati solo di dichiarazioni sostitutive di certificazione o dell'atto di notorietà. La Funzione Pubblica, con la direttiva n. 14 del indirizzata alle Pubbliche Amministrazioni di cui all'articolo 1, comma 2, D.Lgs. 30 marzo 2001 n. 165 (ossia le amministrazioni dello Stato, ivi compresi gli istituti e scuole di ogni ordine e grado e le istituzioni educative) - ha ricordato i principali adempimenti previsti dalla legge per raggiungere l'obiettivo della decertificazione. In particolare, dal 1 gennaio 2012 è prevista: - l'integrale sostituzione di tutti i certificati nei rapporti con gli organi della P.A. con dichiarazioni sostitutive di certificazione o dall'atto di notorietà; - l'apposizione sui certificati, a pena di nullità, della dicitura: il presente certificato non può essere prodotto agli organi della Pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi. La scuola, quindi, non può mai rifiutarsi di rilasciare un certificato e, pertanto, nel caso in cui un dipendente richieda all'amministrazione un determinato certificato (ad esempio certificato di servizio), tale certificato deve essere rilasciato esclusivamente con la dicitura di cui all'art. 40, comma 02 del DPR n. 445 del 2000 il presente certificato non può essere prodotto agli organi della Pubblica Amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi.,va apposta quindi la medesima dicitura. 1

2 Inoltre, il Dipartimento della Funzione Pubblica ha fornito i seguenti ulteriori chiarimenti. 1) Acquisizione d'ufficio e controlli sulle dichiarazioni sostitutive Il certificato rilasciato da un'amministrazione pubblica ad un altro soggetto pubblico o ad un gestore di pubblici servizi, ai fini dell'acquisizione d'ufficio di cui all'art. 43 ovvero dell'effettuazione dei controlli di cui all'art. 71 del DPR 28 dicembre 2000 n. 445, va rilasciato privo della dicitura: «Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della Pubblica Amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi»? Ai sensi dell'art. 43 comma 5 del DPR 28 dicembre 2000, n. 445, in tutti i casi in cui l'amministrazione procedente acquisisce direttamente informazioni relative a stati, qualità personali e fatti presso l'amministrazione competente per la loro certificazione, il rilascio e l'acquisizione del certificato non sono necessari e le suddette informazioni sono acquisite, senza oneri, con qualunque mezzo idoneo ad assicurare la certezza della loro fonte di provenienza (ad esempio, posta elettronica, PEC, fax ecc.). Nel caso in cui comunque venga rilasciato, sul certificato va apposta solo la seguente dicitura Rilasciato ai fini dell'acquisizione d'ufficio. 2) Certificazioni da produrre all'estero ad enti pubblici o privati stranieri Quale è la dicitura che le Pubbliche amministrazioni devono apporre alle certificazioni da produrre all'estero ad enti pubblici o privati stranieri? Per le certificazioni da produrre all'estero su richiesta del privato interessato le amministrazioni devono apporre, oltre alla dicitura prevista dall' art. 40, comma 02 del DPR 28 dicembre 2000 n.445, come modificato dall'articolo 15 della Legge 12 novembre 2011, n. 183, la dicitura: valido all'estero. 3) Diplomi Ai diplomi conseguiti al termine di un corso di studio o ai titoli di abilitazione conseguiti al termine di un corso di formazione deve essere apposta la dicitura prevista dal comma 02 dell'art. 40, DPR 28 dicembre 2000, n. 445? No. I diplomi conseguiti al termine di un corso di studio o i titoli di abilitazione conseguiti al termine di un corso di formazione, ai sensi dell'art. 42, DPR 28 dicembre 2000, n. 445, non sono certificati. Pertanto, gli stessi devono essere rilasciati in originale privi della dicitura prevista dal comma 2 dell'art. 40, DPR n. 445 del 2000, la quale va invece apposta sulla relativa certificazione. 4) Procedure connesse alle leggi sull'immigrazione (permessi di soggiorno, ricongiungimenti familiari, ecc.) Per quanto concerne la nuova disciplina di cui all'art.15 della legge 12 novembre 2011, n. 183 che modifica il D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 si applica ai certificati richiesti per le procedure connesse alle leggi sull'immigrazione (permessi di soggiorno, ricongiungimenti familiari, ecc.), la circolare n. 3 del 17 aprile 2012 del Ministro per la Pubblica Amministrazione e la semplificazione e del Ministro dell'interno, ha chiarito che i certificati necessari per le procedure connesse alle leggi sull'immigrazione (permessi di soggiorno, ricongiungimenti familiari, ecc.) potranno essere richiesti ai cittadini extracomunitari solo fino al 31 dicembre Infatti, con la conversione in legge del D.L. 9 febbraio 2012 n. 5, recante disposizioni urgenti in materia di semplificazione e sviluppo (cd. decreto semplifica Italia), è stato modificato, a partire dal 1 gennaio 2013, l'art. 23, comma 2, D.P.R. n. 445 del 2000 e sono state abrogate le parole: fatte salve le speciali disposizioni contenute nelle leggi e nei regolamenti concernenti la disciplina dell'immigrazione e la condizione dello straniero. 2

3 Fino al 31 dicembre 2012, quindi, i certificati da produrre per questi procedimenti dovevano essere rilasciati con la dicitura: Certificato rilasciato per i procedimenti disciplinati dalle norme sull'immigrazione. A partire dal 1 gennaio 2013 é l'amministrazione ad acquisire d'ufficio la prescritta documentazione in materia di immigrazione. Le dichiarazioni sostitutive di cui agli artt. 46 e 47, D.P.R. n. 445 del 2000 potranno essere utilizzate limitatamente agli stati, fatti e qualità personali certificabili o attestabili da soggetti pubblici in Italia. I chiarimenti del MIUR Il MIUR, con la nota n del 7 dicembre 2012, ha trasmesso i chiarimenti forniti dalla Funzione Pubblica in ordine all'applicazione delle disposizioni introdotte, in materia di certificazioni e dichiarazioni sostitutive, dall'art. 15, legge 12 novembre 2011, n. 183 con particolare riferimento alle procedure di competenza delle istituzioni scolastiche. Certificati di servizio Lo stato di servizio (ossia la dichiarazione avente ad oggetto i contenuti dello stato matricolare e le altre informazioni concernenti l'attività lavorativa del dipendente) può essere attestato dall'interessato alla Pubblica Amministrazione con dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà di cui all'art. 47 del DPR n 445 del La Pubblica Amministrazione, comunque, non può mai rifiutarsi di rilasciare un certificato e, pertanto, nel caso in cui un dipendente richieda all'amministrazione un certificato del servizio prestato, tale certificato deve essere rilasciato esclusivamente con la dicitura di cui all'art. 40, comma 02 del DPR n. 445 del 2000 il presente certificato non può essere prodotto agli organi della Pubblica Amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi. Certificati di frequenza Le Pubbliche Amministrazioni devono sempre accettare dai cittadini le autocertificazioni e non possono richiedere al privato il certificato rilasciato da un'altra Amministrazione. Tale principio di carattere generale - che incontra le sole deroghe espressamente previste dallo stesso DPR n. 5 del 2000 o da norme speciali - si applica anche nel caso dei certificati di frequenza. Detti certificati, pertanto, andranno acquisiti d'ufficio. Nel caso in cui, comunque, venga richiesto, il certificato di frequenza degli alunni può essere rilasciato dalla Pubblica Amministrazione all'interessato esclusivamente con la dicitura di cui all'art. 40, comma 02 del DPR n. 445 del 2000 il presente certificato non può essere prodotto agli organi della Pubblica Amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi. Nulla osta al trasferimento di un alunno Viene precisato che il nulla osta al trasferimento di un alunno non ha natura certificativa ma autorizzatoria e, dunque, non rientra nel campo d'applicazione della normativa in oggetto. Il nulla osta, infatti, è una dichiarazione scritta, rilasciata dalla competente autorità amministrativa su richiesta dell'interessato, che attesta l'esistenza di certi presupposti e quindi l'inesistenza di contrarietà o impedimenti allo svolgimento dell'attività che l'interessato si prefigge di compiere e, pertanto, non ha natura meramente certificativa. Certificati sostitutivi del diploma di licenza Il certificato sostitutivo del diploma di licenza deve essere rilasciato senza la dicitura prevista dal comma 02 dell'art. 40, DPR n. 445 del 2000 il presente certificato non può essere prodotto agli organi della Pubblica Amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi, poiché esso ha la precipua 3

4 funzione di sostituire un documento smarrito (diploma) che, come già evidenziato, va rilasciato senza la predetta dicitura. Accertamento della veridicità dei fatti attestati mediante dichiarazioni sostitutive In tutti i casi in cui l'amministrazione procedente acquisisce direttamente informazioni relative a stati, qualità personali e fatti presso l'amministrazione competente per la loro certificazione, il rilascio e l'acquisizione del certificato non sono necessari e le suddette informazioni sono acquisite, senza oneri, con qualunque mezzo idoneo ad assicurare la certezza della loro fonte di provenienza (ad esempio, posta elettronica, PEC, fax ecc.). Diplomi conseguiti al termine di un corso di studi I diplomi conseguiti al termine di un corso di studio o i titoli di abilitazione conseguiti al termine di un corso di formazione, ai sensi dell'art. 42, DPR 28 dicembre 2000, n. 445, non sono certificati. Pertanto, gli stessi devono essere rilasciati in originale privi della dicitura prevista dal comma 02 dell'art. 40, DPR n. 445 del 2000, la quale va invece apposta sulla relativa certificazione. Questione del bollo L'applicazione o meno del bollo costituisce una questione a parte. I certificati possono essere rilasciati in esenzione dall'imposta di bollo per i casi elencati nel DPR 642/72 Tab. All. B. Il cittadino ha l'obbligo di citare all'amministrazione a cui fa richiesta di certificazione l'uso e la norma che esenta dall'imposta di bollo, che deve essere citata obbligatoriamente sul certificato rilasciato. Accade di frequente che soggetti privati chiedano espressamente certificati in carta libera, ma se non si cita la norma in base alla quale il certificato richiesto va esente dal bollo, l'amministrazione non può aderire a tale richiesta senza incorrere nelle sanzioni sopradette. Per quanto concerne le scuole si segnala, in particolare l Art. 11 della Tab. All.B del DPR 642/72. Il testo di detta norma: 11. Atti e documenti necessari per l'ammissione, frequenza ed esami nella scuola dell'obbligo ed in quella materna nonché negli asili nido; pagelle, attestati e diplomi rilasciati dalle scuole medesime. Domande e documenti per il conseguimento di borse di studio e di presalari e relative quietanze nonché per ottenere l'esonero totale o parziale dal pagamento delle tasse scolastiche. Istanze, dichiarazioni o atti equivalenti relativi alla dispensa, all'esonero o alla frequenza dell'insegnamento religioso. Inoltre l art. 7 della legge n. 405 del 1990 prevede che sono esenti dall'imposta di bollo gli atti e documenti concernenti l'iscrizione, la frequenza e gli esami nell'ambito dell'istruzione secondaria di secondo grado, comprese le pagelle, i diplomi, gli attestati di studio e la documentazione similare. Per contro, il certificato di servizio non risulta essere tra quelli per i quali è prevista l'esenzione; conseguentemente lo stesso è soggetto all'imposta di bollo. Per completezza si riporta una tabella delle esenzioni con il relativo riferimento normativo: - Certificati rilasciati per l'esercizio dei diritti all'elettorato attivo e passivo (presentazione liste, accettazione candidature, ecc.). / DPR 642/72 Tab. B art. 1 ESENTE - Certificati rilasciati per la formazione degli elenchi dei giudici popolari e per la leva militare. DPR 642/72 Tab. B art. 2 ESENTE 4

5 - Certificati da produrre, anche dall'imputato, nell'ambito di procedimenti penali e disciplinari. DPR 642/72 Tab. B art. 3 ESENTE - Certificati da produrre ai competenti uffici ai fini dell'applicazione delle leggi tributarie. DPR 642/72 Tab. B art. 5 ESENTE - Certificati da produrre nell'ambito di un procedimento esecutivo per la riscossione dei tributi, dei contributi e delle entrate extratributarie dello Stato, delle Regioni, delle Province e dei Comuni. DPR 642/72 Tab. B art. 5 ESENTE - Certificati rilasciati nell'interesse dei non abbienti per ottenere sussidi. DPR 642/72 Tab. B art. 8 ESENTE - Certificati richiesti da società sportive su disposizione delle relative federazioni e di enti ed associazioni di promozione sportiva di appartenenza. DPR 642/72 Tab. B art. 8bis ESENTE - Certificati occorrenti per le pratiche relative ad assicurazioni sociali obbligatorie (INPS). DPR 642/72 Tab. B art. 9 ESENTE - Certificati occorrenti per la liquidazione e il pagamento di pensioni, indennità di liquidazione, assegni familiari. DPR 642/72 Tab. B art. 9 ESENTE - Certificati occorrenti per la iscrizione nelle liste di collocamento. DPR 642/72 Tab. B art. 9 ESENTE - Certificati rilasciati per l'iscrizione, la frequenza e gli esami nella scuola dell'infanzia, scuola materna, e scuola dell'obbligo, per l'ottenimento di borse di studio e la riduzione delle tasse scolastiche. DPR 642/72 Tab. B art. 11 ESENTE - Certificati da produrre nell'ambito di procedimenti giurisdizionali o amministrativi relativi a controversie: in materia di assicurazioni sociali obbligatorie; individuali di lavoro o concernenti rapporti di pubblico impiego; in materia pensionistica; in materia di locazione di immobili urbani. DPR 642/72 Tab. B art. 12 ESENTE - Certificati necessari per la concessione di aiuti comunitari e nazionali al settore agricolo e prestiti agrari. DPR 642/72 Tab. B art. 21bis ESENTE - Certificati da produrre nell'ambito delle procedure espropriative. DPR 642/72 Tab.B art. 22 ESENTE - Certificati da produrre per il rilascio di abbonamenti del trasporto di persone (ferrovie, autobus, ecc.). DPR 642/72 Tab. B art. 24 ESENTE 5

6 - Certificati richiesti da organizzazioni non lucrative di utilità sociale e dalle federazioni sportive ed enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI (ONLUS). DPR 642/72 Tab. B art. 27bis ESENTE - Certificati da presentare per procedimenti inerenti finanziamenti al medio e lungo termine già concessi e la loro esecuzione, modificazione ed estinzione. Sono soggetti a bollo i certificati necessari per la concessione del finanziamento (Ministero delle Finanze - Risoluzione n 159). DPR 601/73 art. 15 ESENTE - Certificati da presentare per procedimenti inerenti: il credito all'artigianato, il credito cinematografico, il credito teatrale, il credito peschereccio già concessi e la loro esecuzione, modificazione ed estinzione. Sono soggetti a bollo i certificati necessari per la concessione del finanziamento (Ministero delle Finanze - Risoluzione n ). DPR 601/73 art. 16 ESENTE - Certificati da produrre nell'ambito di procedimenti relativi a pensioni di guerra. DPR 915/78 art. 126 ESENTE - Certificati da produrre nell'ambito di procedimenti relativi a liquidazioni di danni di guerra. Legge 593/81 art. 12 ESENTE - Certificati da produrre per la partecipazione a pubblici concorsi e graduatorie. Legge 370/88 art. 1 ESENTE - Certificati rilasciati per l'iscrizione, la frequenza e gli esami nella scuola secondaria. Legge 405/90 art. 7 ESENTE - Certificati rilasciati per attestare l'avvenuta variazione della toponomastica o della numerazione civica. Legge 537/93 art. 16 ESENTE. IL D.S.G.A. Sig.ra Maria R. De Rosa 6

Disposizioni in materia di certificati e dichiarazioni sostitutive

Disposizioni in materia di certificati e dichiarazioni sostitutive Disposizioni in materia di certificati e dichiarazioni sostitutive Dal 1 gennaio 2012, con l'entrata in vigore delle disposizioni della Legge 183/12.11.2011 (cosi detta legge di stabilità 2012) le certificazioni

Dettagli

AVVISO. Pertanto, sui certificati rilasciati da questa istituzione scolastica sarà sempre apposta la seguente dicitura:

AVVISO. Pertanto, sui certificati rilasciati da questa istituzione scolastica sarà sempre apposta la seguente dicitura: Ministero dell Istruzione, dell'università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Landriano Via B. Brecht, 1 27015 Landriano (PV) Tel. 038264103 Fax 038264143 C.F.96067200186 Cod. Mecc. PVIC81800A

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE TALETE

LICEO SCIENTIFICO STATALE TALETE LICEO SCIENTIFICO STATALE TALETE 00195 ROMA - Via Camozzi, 2 - Tel. 06/3721242 - Fax 06/ 3701788 - Distretto 25 RMPS48000T - e mail: rmps48000t@istruzione.it - www.liceotalete.it C.F.97021010588 AVVISO

Dettagli

Liceo Scientifico Statale Leonardo liceo artistico- liceo linguistico liceo scientifico delle scienze applicate. Via F.Balestrieri, 6-25124 Brescia

Liceo Scientifico Statale Leonardo liceo artistico- liceo linguistico liceo scientifico delle scienze applicate. Via F.Balestrieri, 6-25124 Brescia Liceo Scientifico Statale Leonardo liceo artistico- liceo linguistico liceo scientifico delle scienze applicate Via F.Balestrieri, 6-25124 Brescia Misure organizzative in materia di certificazioni e per

Dettagli

L art. 72 della legge riporta le responsabilità in materia di accertamento d ufficio e di esecuzione dei controlli.

L art. 72 della legge riporta le responsabilità in materia di accertamento d ufficio e di esecuzione dei controlli. Decertificazione Misure organizzative per l efficiente, efficace e tempestiva acquisizione d ufficio dei dati e per l effettuazione dei controlli medesimi e modalità per la loro esecuzione ai sensi della

Dettagli

Oggetto: Attuazione delle disposizioni in materia di certificazione e documenti d identità.

Oggetto: Attuazione delle disposizioni in materia di certificazione e documenti d identità. Trascrizione OCR nota MIUR del 7 dicembre 2012 numero 3364 Dipartimento per l Istruzione * Ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI Oggetto: Attuazione delle disposizioni in materia di

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL RILASCIO DEI CERTIFICATI ANAGRAFICI

ISTRUZIONI PER IL RILASCIO DEI CERTIFICATI ANAGRAFICI ISTRUZIONI PER IL RILASCIO DEI CERTIFICATI ANAGRAFICI COMPLETA DECERTIFICAZIONE NEI RAPPORTI TRA CITTADINO E PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Dal 1 gennaio 2012, a seguito dell entrata in vigo re della legge di

Dettagli

Elenco dei principali documenti in esenzione dall'imposta di bollo D.P.R. 26/10/1972 n. 642 e successive modificazioni.

Elenco dei principali documenti in esenzione dall'imposta di bollo D.P.R. 26/10/1972 n. 642 e successive modificazioni. Elenco dei principali documenti in esenzione dall'imposta di bollo D.P.R. 26/10/1972 n. 642 e successive modificazioni. Abbonamenti di viaggio (art. 24 Tab. B) Accesso - Istanza per esercitare il diritto

Dettagli

ESENZIONE DALL IMPOSTA DI BOLLO (DPR 642/72 e successive modificazioni)

ESENZIONE DALL IMPOSTA DI BOLLO (DPR 642/72 e successive modificazioni) ESENZIONE DALL IMPOSTA DI BOLLO (DPR 642/72 e successive modificazioni) Casi di esenzione dall imposta di bollo: per ottenere certificati in carta libera (con il solo pagamento dei diritti di segreteria

Dettagli

A. Cesaris MISURE ORGANIZZATIVE ADOTTATE DALL ISTITUTO A. CESARIS IN MATERIA DI DECERTIFICAZIONE

A. Cesaris MISURE ORGANIZZATIVE ADOTTATE DALL ISTITUTO A. CESARIS IN MATERIA DI DECERTIFICAZIONE MISURE ORGANIZZATIVE ADOTTATE DALL ISTITUTO A. CESARIS IN MATERIA DI DECERTIFICAZIONE 1. Individuazione Ufficio responsabile IIS A.Cesaris Casalpusterlengo (punto 1, lett. C Direttiva n.14 del 22/12/2011)

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO IL DIRIGENTE SCOLASTICO Vista la L. n. 183/2011, art. 15; Visto l'art. 43 del d.p.r. n. 445/2000 che disciplina l' accertamento d' ufficio delle informazioni oggetto delle dichiarazioni sostitutive; Vista

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SERVIZIO LIBRO FONDIARIO CIRCOLARE N.. 9/2006 Trento, 24 luglio 2006 Oggetto: rilascio copie in esenzione. Nelle attività degli uffici tavolari dislocati sul territorio provinciale

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTO art. 43 del D.P.R. 445/2000 che disciplina l'accertamento d'ufficio delle informazioni oggetto delle dichiarazioni sostitutive; VISTA la Legge 183/2011, art. 15; VISTA la

Dettagli

AVVISO. Elenco dei principali documenti in esenzione dall'imposta di bollo D.P.R. 26/10/1972 n. 642 e successive modificazioni.

AVVISO. Elenco dei principali documenti in esenzione dall'imposta di bollo D.P.R. 26/10/1972 n. 642 e successive modificazioni. AVVISO E necessario fare presente, onde evitare spiacevoli contestazioni allo sportello, che le certificazioni emesse dall Ordine sono, di norma, soggette all imposta di bollo (Euro 16,00) sin dall origine,

Dettagli

Quale è la differenza tra Amministrazione procedente e Amministrazione certificante?

Quale è la differenza tra Amministrazione procedente e Amministrazione certificante? INDICE INDICE...1 Aspetti generali...2 Quale è la differenza tra Amministrazione procedente e Amministrazione certificante?...2 Dichiarazioni sostitutive di certificazione e di atti di notorietà...2 Quale

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio attività (art. 19, L. 241/1990 e succ. mod.) SEZIONE 1 SCIA. nato a: il: residente in:

Segnalazione certificata di inizio attività (art. 19, L. 241/1990 e succ. mod.) SEZIONE 1 SCIA. nato a: il: residente in: Segnalazione certificata di inizio attività (art. 19, L. 241/1990 e succ. mod.) SEZIONE 1 SCIA Marca da bollo ( 14,62) c. a. Sportello Unico per le Attività Produttive di... Il sottoscritto 1 : nato a:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di CASTEL MAGGIORE

ISTITUTO COMPRENSIVO di CASTEL MAGGIORE ISTITUTO COMPRENSIVO di CASTEL MAGGIORE Circ. n. 271 Castel Maggiore, 30.04.2012 Ai Genitori Ai Docenti Al personale ATA Sito dell Istituto - Albo Si porta a conoscenza del personale, degli alunni e dei

Dettagli

Oggetto: La Direttiva n. 14 del 22/12/2011: certificati e dichiarazioni sostitutive - Istruzioni Operative

Oggetto: La Direttiva n. 14 del 22/12/2011: certificati e dichiarazioni sostitutive - Istruzioni Operative ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE M.K. GANDHI Via Ugo Foscolo 1, 20842 Villa Raverio di Besana in Brianza (MB) Telefono: 0362 942223 Fax: 0362 942297 e-mail: mkgandhi@mkgandhi.it Posta certificata:

Dettagli

OGGETTO: art. 15 L. 193/2011 (Finanziaria 2012) rilascio certificati

OGGETTO: art. 15 L. 193/2011 (Finanziaria 2012) rilascio certificati Circ. n.594 San Vito al Tagliamento, 09/05/2012 istruttore: Patrizia Socrate Popaiz s A tutti i docenti loro sedi A tutto il personale ATA Ai genitori degli alunni OGGETTO: art. 15 L. 193/2011 (Finanziaria

Dettagli

Certificati, autocertificazione e decertificazione

Certificati, autocertificazione e decertificazione PON GAS FSE 2007 2013, Obiettivo Convergenza, Asse E - Capacità istituzionale Progetto: Semplifica Italia. Cantieri regionali per la semplificazione Seminario Semplificazione amministrativa e qualità normativa.

Dettagli

Oggetto: Iscrizioni anno scolastico 2015/2016.

Oggetto: Iscrizioni anno scolastico 2015/2016. Prot. n. 7/A02a Reggio Calabria,02/01/2015 p.c. Ai Sigg. Genitori Alle Studentesse e agli Studenti Ai Sigg. Docenti All Albo Circolare n.154 Oggetto: Iscrizioni anno scolastico 2015/2016. Si comunica che,

Dettagli

Allegato n. 20. Regolamento in materia di dichiarazioni sostitutive

Allegato n. 20. Regolamento in materia di dichiarazioni sostitutive LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI piazza I Maggio, 26-33100 Udine - Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale: 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.gov.it

Dettagli

CERTIFICAZIONI E DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE

CERTIFICAZIONI E DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE CERTIFICAZIONI E DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE 1. Premessa. A partire dal 01 gennaio 2012, a seguito dell entrata in vigore della Lg. 183/2011 ( Finanziaria 2012) è stata profondamente modificata la norma

Dettagli

L'imposta di bollo sulle istanze

L'imposta di bollo sulle istanze L'imposta di bollo sulle istanze Di norma, tutte le istanze rivolte alla pubblica amministrazione - tendenti ad ottenere l'emanazione di un provvedimento amministrativo, di un atto (quindi anche le richieste

Dettagli

Allegato B) del D.P.R. 642/1972 TABELLA Atti, documenti e registri esenti dall'imposta di bollo in modo assoluto 1. Petizioni agli organi

Allegato B) del D.P.R. 642/1972 TABELLA Atti, documenti e registri esenti dall'imposta di bollo in modo assoluto 1. Petizioni agli organi Allegato B) del D.P.R. 642/1972 TABELLA Atti, documenti e registri esenti dall'imposta di bollo in modo assoluto 1. Petizioni agli organi legislativi; atti e documenti riguardanti la formazione delle liste

Dettagli

SCHEMA DOMANDA (da compilare in maniera leggibile, possibilmente a macchina o in stampatello) C H I E D E

SCHEMA DOMANDA (da compilare in maniera leggibile, possibilmente a macchina o in stampatello) C H I E D E SCHEMA DOMANDA (da compilare in maniera leggibile, possibilmente a macchina o in stampatello) Spett.le A.S.L. DELLA PROVINCIA DI BERGAMO Via Gallicciolli n. 4 24121 BERGAMO Il/La sottoscritto/a...... C

Dettagli

Conversione Senato DL 35/05. Integrato con modifiche all Art. 3. CAPO II Semplificazione della regolamentazione

Conversione Senato DL 35/05. Integrato con modifiche all Art. 3. CAPO II Semplificazione della regolamentazione Conversione Senato DL 35/05. Integrato con modifiche all Art. 3 CAPO II Semplificazione della regolamentazione ART. 3 Semplificazione amministrativa 1. L'art. 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241, è sostituito

Dettagli

Documenti per l iscrizione al I anno a.s. 2013-14. - Certificato sostitutivo del diploma di 3^ media. Completare l iscrizione entro la fine di Agosto

Documenti per l iscrizione al I anno a.s. 2013-14. - Certificato sostitutivo del diploma di 3^ media. Completare l iscrizione entro la fine di Agosto Via Cappuccini, 27 75100 MATERA Tel/fax 0835 310024 - Presidenza 0835 310040 C.F. 93002390776 http:/www.liceoartisticomatera.it mtsl01000b@istruzione.it Documenti per l iscrizione al I anno a.s. 2013-14

Dettagli

Oggetto: Iscrizioni alle scuole di istruzione secondaria di secondo grado relative all'anno scolastico 2010 2011.

Oggetto: Iscrizioni alle scuole di istruzione secondaria di secondo grado relative all'anno scolastico 2010 2011. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l'autonomia Scolastica Ufficio VI C.M. n.17 MIURAOODGOS

Dettagli

TABELLA allegato B DPR 642/72. Atti, documenti e registri esenti dall'imposta di bollo in modo assoluto

TABELLA allegato B DPR 642/72. Atti, documenti e registri esenti dall'imposta di bollo in modo assoluto TABELLA allegato B DPR 642/72 Atti, documenti e registri esenti dall'imposta di bollo in modo assoluto (66) (67) 1. Petizioni agli organi legislativi; atti e documenti riguardanti la formazione delle liste

Dettagli

Il cittadino può inoltre dichiarare che una copia è conforme all'originale.

Il cittadino può inoltre dichiarare che una copia è conforme all'originale. AUTOCERTIFICAZIONE Che cos è l autocertificazione? L'autocertificazione e la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà semplificano i rapporti che il cittadino ha con la pubblica amministrazione

Dettagli

Breve guida all autocertificazione

Breve guida all autocertificazione Breve guida all autocertificazione Cos'è Si può utilizzare per Non si può utilizzare se Come si fa Costi Validità temporale Cittadini non italiani Copie autentiche Documenti di identità Dichiarazioni non

Dettagli

Il Dirigente Scolastico

Il Dirigente Scolastico Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Liceo Classico S. M. Legnani Via Volonterio, 34-21047 Saronno (VA) codice fiscale: 85002380120 codice meccanografico: VAPC040006 e-mail: info@liceolegnani.it

Dettagli

Concorso - MINISTERO DELLA GIUSTIZIA MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

Concorso - MINISTERO DELLA GIUSTIZIA MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Concorso - MINISTERO DELLA GIUSTIZIA MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Bando di esame di abilitazione all'esercizio della professione di avvocato - sessione 2012 Gazzetta Ufficiale Concorsi numero 70 del 07 Settembre

Dettagli

RISOLUZIONE N.11/E. Roma, 13 febbraio 2013

RISOLUZIONE N.11/E. Roma, 13 febbraio 2013 RISOLUZIONE N.11/E Direzione Centrale Normativa Roma, 13 febbraio 2013 OGGETTO: Consulenza giuridica Uffici dell Amministrazione finanziaria - Allegati alla dichiarazione di successione - art. 30 del D.Lgs.

Dettagli

Autocertificazione Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà

Autocertificazione Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà Autocertificazione Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà L'AUTOCERTIFICAZIONE Cos'è E una dichiarazione che l interessato redige e sottoscrive, sotto la propria ed esclusiva responsabilità,

Dettagli

IL LAVORO AUTONOMO DEI CITTADINI EXTRACOMUNITARI IN ITALIA. GLI ADEMPIMENTI DI COMPETENZA DELLA CAMERA DI COMMERCIO

IL LAVORO AUTONOMO DEI CITTADINI EXTRACOMUNITARI IN ITALIA. GLI ADEMPIMENTI DI COMPETENZA DELLA CAMERA DI COMMERCIO IL LAVORO AUTONOMO DEI CITTADINI EXTRACOMUNITARI IN ITALIA. GLI ADEMPIMENTI DI COMPETENZA DELLA CAMERA DI COMMERCIO di Claudio Venturi Sommario: - 1. Normativa di riferimento. 2. Condizioni richieste per

Dettagli

L IMPOSTA DI BOLLO CASI DI ESENZIONE SCHEDA N. 5. Claudio Venturi - Imposta di bollo Scheda n. 5 10 Luglio 2013 Pag. 1/17 www.tuttocamere.

L IMPOSTA DI BOLLO CASI DI ESENZIONE SCHEDA N. 5. Claudio Venturi - Imposta di bollo Scheda n. 5 10 Luglio 2013 Pag. 1/17 www.tuttocamere. L IMPOSTA DI BOLLO CASI DI ESENZIONE SCHEDA N. 5 Claudio Venturi - Imposta di bollo Scheda n. 5 10 Luglio 2013 Pag. 1/17 www.tuttocamere.it ELENCO DEI PRINCIPALI DOCUMENTI IN ESENZIONE DALL IMPOSTA DI

Dettagli

Documentazione di Rito

Documentazione di Rito Documentazione di Rito I requisiti generali di accesso al pubblico impiego (art. 2 DPR 487/94 e legge n.104/92), di norma, sono certificati con i seguenti documenti di rito: certificato di cittadinanza

Dettagli

FUTURE NOVITÀ SULLA SCIA IN EDILIZIA APPROVATE DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI IL 20 GENNAIO 2016 (NON ANCORA IN VIGORE) di Antonella Mafrica

FUTURE NOVITÀ SULLA SCIA IN EDILIZIA APPROVATE DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI IL 20 GENNAIO 2016 (NON ANCORA IN VIGORE) di Antonella Mafrica FUTURE NOVITÀ SULLA SCIA IN EDILIZIA APPROVATE DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI IL 20 GENNAIO 2016 (NON ANCORA IN VIGORE) di Antonella Mafrica Lo scorso 20 gennaio 2016 il Consiglio dei Ministri ha approvato

Dettagli

MINISTERO DELL'INTERNO

MINISTERO DELL'INTERNO MINISTERO DELL'INTERNO DECRETO 4 giugno 2010 Modalita' di svolgimento del test di conoscenza della lingua italiana, previsto dall'articolo 9 del decreto legisaltivo 25 luglio 1998, n. 286, introdotto dall'articolo

Dettagli

CERTIFICATI E AUTOCERTIFICAZIONI

CERTIFICATI E AUTOCERTIFICAZIONI CERTIFICATI E AUTOCERTIFICAZIONI Dal 1 gennaio 2012 i certificati avranno validità solo nei rapporti tra i privati e le Amministrazioni non potranno più chiedere ai cittadini certificati o informazioni

Dettagli

DECERTIFICAZIONE MISURE ORGANIZZATIVE RELATIVE AL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO PER L ACCERTAMENTO E LA TRASMISSIONE DEI DATI EX LEGGE

DECERTIFICAZIONE MISURE ORGANIZZATIVE RELATIVE AL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO PER L ACCERTAMENTO E LA TRASMISSIONE DEI DATI EX LEGGE Ufficio per l'accertamento e la trasmissione dei dati DECERTIFICAZIONE MISURE ORGANIZZATIVE RELATIVE AL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO PER L ACCERTAMENTO E LA TRASMISSIONE DEI DATI EX LEGGE 183/2011 A partire

Dettagli

RISOLUZIONE N. 65/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso. Roma 17 marzo 2003

RISOLUZIONE N. 65/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso. Roma 17 marzo 2003 RISOLUZIONE N. 65/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma 17 marzo 2003 OGGETTO: IVA. Rette scolastiche delle scuole di lingua straniera gestite da soggetti comunitari ed extra-comunitari. Art.

Dettagli

Principi e regole fondamentali

Principi e regole fondamentali CITTÀ DI SANT AGATA DE GOTI (PROVINCIA DI BENEVENTO) III SETTORE SERVIZI DEMOGRAFICI UFFICIO AUTENTICHE Autocertificazione Più facile il rapporto con la Pubblica Amministrazione La vita amministrativa

Dettagli

TABELLA ALLEGATO B. Atti, documenti e registri esenti dall'imposta di bollo in modo assoluto [1]

TABELLA ALLEGATO B. Atti, documenti e registri esenti dall'imposta di bollo in modo assoluto [1] TABELLA ALLEGATO B Atti, documenti e registri esenti dall'imposta di bollo in modo assoluto [1] (1) Titolo sostituito dall'art. 28, D.P.R. 30 dicembre 1982, n. 955. Precedentemente il titolo era Atti e

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE Direzione del Personale e degli Affari Generali Dirigente: Dott. Ascenzo Farenti Unità Forme flessibili di e lavoro e mobilità Responsabile: Dott.ssa Chiara Viviani Prot. n. 10532 del 18/03/2015 Pubblicato

Dettagli

Legge 18 giugno 2009, n. 69 Art. 7. (Certezza dei tempi di conclusione del procedimento) 1. Alla legge 7 agosto 1990, n.

Legge 18 giugno 2009, n. 69 Art. 7. (Certezza dei tempi di conclusione del procedimento) 1. Alla legge 7 agosto 1990, n. Legge 18 giugno 2009, n. 69 Art. 7. (Certezza dei tempi di conclusione del procedimento) 1. Alla legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti modificazioni: a) all'articolo

Dettagli

Decreto ministeriale 25 giugno 2012

Decreto ministeriale 25 giugno 2012 Decreto ministeriale 25 giugno 2012 (1) Modalità con le quali i crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, maturati nei confronti delle Regioni, degli Enti locali e degli Enti del Servizio Sanitario

Dettagli

ISCRIZIONE DI CITTADINI NON COMUNITARI, RESIDENTI O CON DOMICILIO PROFESSIONALE IN MILANO E PROVINCIA, CON TITOLI CONSEGUITI INTERAMENTE IN ITALIA

ISCRIZIONE DI CITTADINI NON COMUNITARI, RESIDENTI O CON DOMICILIO PROFESSIONALE IN MILANO E PROVINCIA, CON TITOLI CONSEGUITI INTERAMENTE IN ITALIA ISCRIZIONE DI CITTADINI NON COMUNITARI, RESIDENTI O CON DOMICILIO PROFESSIONALE IN MILANO E PROVINCIA, CON TITOLI CONSEGUITI INTERAMENTE IN ITALIA NOTE INFORMATIVE Per la prima iscrizione di cittadini

Dettagli

CONVENZIONE TRA VISTO

CONVENZIONE TRA VISTO CONVENZIONE per lo svolgimento del tirocinio in concomitanza con il percorso formativo e per l'esonero dalla prima prova scritta dell'esame di Stato per l'esercizio della professione di Dottore Commercialista

Dettagli

- Dipartimento Politiche Comunitarie 00100 R O M A

- Dipartimento Politiche Comunitarie 00100 R O M A DIPARTIMENTO PROFESSIONI SANITARIE, RISORSE UMANE E TECNOLOGICHE IN SANITA' E ASSISTENZA SANITARIA DI COMPETENZA STATALE DPS/III/L.40/00-1259 Cittadini stranieri non comunitari. Riconoscimento titoli professionali

Dettagli

Guida all uso dell autocertificazione COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI

Guida all uso dell autocertificazione COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI Guida all uso dell autocertificazione COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI 4 edizione febbraio 2005 La guida è stata elaborata sulla base dell opuscolo informativo predisposto dalla Presidenza del Consiglio

Dettagli

Art. 2. Procedura amministrativa per il riconoscimento delle qualifiche professionali IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE

Art. 2. Procedura amministrativa per il riconoscimento delle qualifiche professionali IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE D.M. 16 aprile 2008 (1). Applicazione di misure compensative ai sensi degli articoli 22, 24 e 25 del decreto legislativo 9 novembre 2007, n. 206, ai fini del riconoscimento delle qualifiche professionali

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA

PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA 3 DIPARTIMENTO SVILUPPO ECONOMICO E SOCIO CULTURALE 2 SERVIZIO POLITICHE CULTURALI - DEL TURISMO E DELLO SPORT Cod. Fiscale 00 397 470 873 Documento informativo sui controlli

Dettagli

COMUNE DI ENEGO STAZIONE DI SOGGIORNO ESTIVO ED INVERNALE OGGETTO: SEGNALALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ EDILIZIA. (S.C.I.A.).

COMUNE DI ENEGO STAZIONE DI SOGGIORNO ESTIVO ED INVERNALE OGGETTO: SEGNALALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ EDILIZIA. (S.C.I.A.). COMUNE DI ENEGO PROVINCIA DI VICENZA 18-22-01-11 STAZIONE DI SOGGIORNO ESTIVO ED INVERNALE Piazza San Marco, 1 36052 ENEGO (VI) Cod. Fisc./Part. IVA: 00460560246 Servizio Tesoreria: C/C Postale n. 17948365

Dettagli

REGIONE TOSCANA POR FESR 2014 2020. Aiuti a progetti di efficientamento energetico degli immobili. Riferimenti normativi

REGIONE TOSCANA POR FESR 2014 2020. Aiuti a progetti di efficientamento energetico degli immobili. Riferimenti normativi REGIONE TOSCANA POR FESR 2014 2020 Aiuti a progetti di efficientamento energetico degli immobili Riferimenti normativi Atti normativi comunitari, nazionali e regionali, unitamente alle principali disposizioni

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

Epigrafe. Premessa. 1. Sanzioni in materia di imposta di registro. 2. Sanzioni in materia di imposta sulle successioni e donazioni.

Epigrafe. Premessa. 1. Sanzioni in materia di imposta di registro. 2. Sanzioni in materia di imposta sulle successioni e donazioni. D.Lgs. 18-12-1997 n. 473 Revisione delle sanzioni amministrative in materia di tributi sugli affari, sulla produzione e sui consumi, nonché di altri tributi indiretti, a norma dell'articolo 3, comma 133,

Dettagli

CIRCOLARE INTERNA GLI ATTI AMMINISTRATIVI

CIRCOLARE INTERNA GLI ATTI AMMINISTRATIVI CIRCOLARE INTERNA GLI ATTI AMMINISTRATIVI Occorre ricondurre la redazione di qualsiasi atto prodotto dalla Direzione Finanze entro canali di legittimità, trasparenza amministrativa, chiarezza, rispetto

Dettagli

Studio Associato Franchin e Ronchiato

Studio Associato Franchin e Ronchiato News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi DURC in edilizia privata: ripristinata la validità temporale a 90 giorni Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, con la

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI DECERTIFICAZIONE. (in attuazione della L.183/2011)

REGOLAMENTO IN MATERIA DI DECERTIFICAZIONE. (in attuazione della L.183/2011) ALL. SUB A) REGOLAMENTO IN MATERIA DI DECERTIFICAZIONE (in attuazione della L.183/2011) PREMESSE - La Direttiva n. 14/2011 del Ministro della Pubblica Amministrazione e della Semplificazione Adempimenti

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA Divisione

Dettagli

LICEO STATALE SANDRO PERTINI

LICEO STATALE SANDRO PERTINI / LICEO STATALE SANDRO PERTINI - Liceo Linguistico - Liceo delle Scienze Umane (con Opzione Economico-Sociale) Genova Liceo Musicale e Coreutic Novembre o Sez. Musicale Via C. Battisti 5, 16145 Genova

Dettagli

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE PROFESSIONALE COORDINAMENTO ESAMI, SCRUTINI, ISCRIZIONI, CERTIFICAZIONI. Ordinanza Ministeriale n. 126 Prot.

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE PROFESSIONALE COORDINAMENTO ESAMI, SCRUTINI, ISCRIZIONI, CERTIFICAZIONI. Ordinanza Ministeriale n. 126 Prot. Norme per lo svolgimento degli scrutini ed esami nelle scuole statali e non statali di istruzione elementare, media e secondaria superiore - Anno scolastico 1999/2000. DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE PROFESSIONALE

Dettagli

CERTIFICATI CAMERALI CHIUSURE

CERTIFICATI CAMERALI CHIUSURE CERTIFICATI CAMERALI CHIUSURE www.opendotcom.it Pag 1 di 5 Sommario Titolo: Certificati Camerali - Chiusure Chiusura di tipo A. INPS E INAIL.... 3 Chiusura di tipo B. RIMBORSO TRIBUTI.... 3 Chiusura di

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI ODG: 248 PG: 250388/2005 Data Seduta: 19/12/2005 Data inizio vigore: 1/01/2006 Il provvedimento è stato modificato dalle seguenti delibere: ODG 106 PG: 97119/2006 Data Seduta: 30/06/2006 Data inizio vigore:

Dettagli

Ordinanza Ministeriale 27 marzo 2015 n. 198. Esami di Stato di abilitazione professionale anno 2015. Professioni regolamentate dal D.P.R.

Ordinanza Ministeriale 27 marzo 2015 n. 198. Esami di Stato di abilitazione professionale anno 2015. Professioni regolamentate dal D.P.R. Ordinanza Ministeriale 27 marzo 2015 n. 198 Esami di Stato di abilitazione professionale anno 2015. Professioni regolamentate dal D.P.R. 328/2001 il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, e successive

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL'ATTO DI NOTORIETA' (Artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL'ATTO DI NOTORIETA' (Artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000) ALLEGATI Al Dirigente scolastico del 3 CIRCOLO San Nicolo Politi Via dei Diritti del Fanciullo, 45 95031 - ADRANO Oggetto: Istanza di candidatura RSPP Il/La sottoscritto/a.., chiede di svolgere il ruolo

Dettagli

naic8bt00n@istruzione.it posta certificata pec: naic8bt00n@pec.istruzione.it inoltre provvede ad individuare come uffici responsabili, per tutte le

naic8bt00n@istruzione.it posta certificata pec: naic8bt00n@pec.istruzione.it inoltre provvede ad individuare come uffici responsabili, per tutte le ISTITUTO COMPRENSIVO 22 ALBERTO MARIO Piazza Sant Eframo Vecchio, 130-80137 NAPOLI Tel. 0817519375 FAX: 0817512716 C.M. NAIC8BT00N Codice fiscale 80022520631 e-mail: naic8bt00n@istruzione.naic8bt00n@pec.istruzione.it

Dettagli

L IMPOSTA DI BOLLO CASI DI ESENZIONE SCHEDA N. 5. Claudio Venturi - Imposta di bollo - Casi di esenzione - Scheda n. 5 Settembre 2014 Pag.

L IMPOSTA DI BOLLO CASI DI ESENZIONE SCHEDA N. 5. Claudio Venturi - Imposta di bollo - Casi di esenzione - Scheda n. 5 Settembre 2014 Pag. L IMPOSTA DI BOLLO CASI DI ESENZIONE SCHEDA N. 5 Claudio Venturi - Imposta di bollo - Casi di esenzione - Scheda n. 5 Settembre 2014 Pag. 1/19 ELENCO DEI PRINCIPALI DOCUMENTI IN ESENZIONE DALL IMPOSTA

Dettagli

2 CIRCOLO DIDATTICO DI GRAGNANO Via Vittorio Venero,18 Tel. 081/8012921 Fax 081/8736317 C.F. 82008620633 e.mail naee142002@istruzione.

2 CIRCOLO DIDATTICO DI GRAGNANO Via Vittorio Venero,18 Tel. 081/8012921 Fax 081/8736317 C.F. 82008620633 e.mail naee142002@istruzione. 2 CIRCOLO DIDATTICO DI GRAGNANO Via Vittorio Venero,18 Tel. 081/8012921 Fax 081/8736317 C.F. 82008620633 e.mail naee142002@istruzione.it Al personale docente Al personale ATA OGGETTO: Direttiva n.14/2011

Dettagli

MINISTERO DELLA SANITÀ DIPARTIMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE, RISORSE UMANE E TECNOLOGICHE IN SANITÀ E ASSISTENZA SANITARIA DI COMPETENZA STATALE

MINISTERO DELLA SANITÀ DIPARTIMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE, RISORSE UMANE E TECNOLOGICHE IN SANITÀ E ASSISTENZA SANITARIA DI COMPETENZA STATALE MINISTERO DELLA SANITÀ DIPARTIMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE, RISORSE UMANE E TECNOLOGICHE IN SANITÀ E ASSISTENZA SANITARIA DI COMPETENZA STATALE Ufficio III N. DPS / III L.40/ OC-1259 OGGETTO: Cittadini

Dettagli

Bando di esame di abilitazione all'esercizio della professione di Avvocato - Sessione 2010. IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA

Bando di esame di abilitazione all'esercizio della professione di Avvocato - Sessione 2010. IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA Bando di esame di abilitazione all'esercizio della professione di Avvocato - Sessione 2010. (G.U. n. 58 del 23-7-2010-4 a serie speciale) IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA Visti il regio decreto-legge 27 novembre

Dettagli

assistenza ai disabili

assistenza ai disabili Agevolazioni fiscali ai disabili assistenza ai disabili elenco prassi Amministrazione Finanziaria 2007 Risoluzione n. 8/E del 25 gennaio 2007 Agenzia delle Entrate - Dir. normativa e contenzioso Agevolazioni

Dettagli

Giù le carte! COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI GUIDA ALL AUTOCERTIFICAZIONE

Giù le carte! COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI GUIDA ALL AUTOCERTIFICAZIONE PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Dipartimento della Funzione Pubblica Giù le carte! COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI GUIDA ALL AUTOCERTIFICAZIONE Certificati addio: dal 7 marzo le amministrazioni

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca D.M. n. 53 il decreto legislativo n. 297 del 16 aprile 1994, con il quale è stato approvato il testo unico delle disposizioni legislative in

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE

MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE DECRETO 24 Ottobre 2007 Documento unico di regolarita' contributiva. IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE Visto l'art. 2 della legge 22 novembre

Dettagli

3. La denominazione sociale, comunque formata, deve contenere l'indicazione di «cooperativa sociale».

3. La denominazione sociale, comunque formata, deve contenere l'indicazione di «cooperativa sociale». L. 8 novembre 1991, n. 381 Disciplina delle cooperative sociali 1. Definizione. 1. Le cooperative sociali hanno lo scopo di perseguire l'interesse generale della comunità alla promozione umana e all'integrazione

Dettagli

Cos è la semplificazione?

Cos è la semplificazione? Cos è la semplificazione? Sul piano documentale Il riferimento ultimo è al t.u. sulla documentazione amministrativa, approvato con il DPR 445/2000. L. 15/1968 è il dato normativo dal quale partire. Dichiarazioni

Dettagli

Prot. 3145. Prot. 2881. ORDINANZA MINISTERIALE N.42 del 6 maggio 2011. ORDINANZA MINISTERIALE N.41 dell 11-5-2012

Prot. 3145. Prot. 2881. ORDINANZA MINISTERIALE N.42 del 6 maggio 2011. ORDINANZA MINISTERIALE N.41 dell 11-5-2012 Prot. 3145 ORDINANZA MINISTERIALE N.42 del 6 maggio 2011 Prot. 2881 ORDINANZA MINISTERIALE N.41 dell 11-5-2012 Istruzioni e modalità organizzative ed operative per lo svolgimento degli esami di Stato conclusivi

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 26 ottobre 1972, n. 642 TABELLA ALLEGATO B

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 26 ottobre 1972, n. 642 TABELLA ALLEGATO B DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 26 ottobre 1972, n. 642 Disciplina dell'imposta di bollo. GU n.292 del 11-11-1972 - Suppl. Ordinario ) TABELLA ALLEGATO B Atti, documenti e registri esenti dall'imposta

Dettagli

DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici Uff.VII

DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici Uff.VII DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici Uff.VII DECRETO MINISTERIALE N.31 del 16-3-2007 Norme per lo svolgimento degli esami di Stato nelle sezioni ad opzione internazionale

Dettagli

Bando di esame per l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato - sessione 2013.

Bando di esame per l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato - sessione 2013. MINISTERO DELLA GIUSTIZIA, CONCORSO (scad. 11 novembre 2013) Bando di esame per l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato - sessione 2013. (GU 4a Serie Speciale - Concorsi ed Esami n.

Dettagli

Oggetto: NOTA INFORMATIVA PER IL PAGAMENTO DELLE TASSE SCOLASTICHE E CONTRIBUTO

Oggetto: NOTA INFORMATIVA PER IL PAGAMENTO DELLE TASSE SCOLASTICHE E CONTRIBUTO Oggetto: NOTA INFORMATIVA PER IL PAGAMENTO DELLE TASSE SCOLASTICHE E CONTRIBUTO D'ISTITUTO Negli Istituti e Scuole di Istruzione Secondaria Superiore le tasse scolastiche sono: a. tassa d'iscrizione; b.

Dettagli

Soggetto percettore Aliquota Tipo aliquota Commento

Soggetto percettore Aliquota Tipo aliquota Commento Allegato Tabella 1 Soggetto percettore Aliquota Tipo aliquota Commento Persone fisiche Società esenti da Ires (1) (2) (3) Soggetti esclusi da Ires (art. 74 del Tuir - Stato ed enti pubblici) Società semplici,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale scolastico

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale scolastico Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale scolastico Decreto n. 58 IL DIRETTORE GENERALE VISTA VISTA VISTA La Legge 19

Dettagli

Decreto Legge del 18 gennaio 1993, n. 9 (1)

Decreto Legge del 18 gennaio 1993, n. 9 (1) Decreto Legge del 18 gennaio 1993, n. 9 (1) Disposizioni urgenti in materia sanitaria e socio-assistenziale. (1) Pubblicato nella Gazz. Uff. 19 gennaio 1993, n. 14 e convertito in legge, con modificazioni,

Dettagli

100 POSTI RISERVATI - SCUOLA PRIMARIA

100 POSTI RISERVATI - SCUOLA PRIMARIA DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO Dichiarazione sostitutiva di certificazioni/dell atto di notorietà (Artt. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) 100 POSTI RISERVATI - SCUOLA PRIMARIA

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l Autonomia Scolastica Ufficio Sesto DECRETO MINISTERIALE

Dettagli

CONSIDERATO STIPULANO

CONSIDERATO STIPULANO ACCORDO TRA l'ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Catania, con sede in Via Grotte Bianche n. 150 95128 Catania rappresentato dalla Prof.ssa Margherita Poselli, in qualità di

Dettagli

D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa

D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa IL TESTO UNICO SULLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa AUTOCERTIFICAZIONI

Dettagli

(Medici/Odontoiatri residenti o con domicilio professionale in Milano e Provincia)

(Medici/Odontoiatri residenti o con domicilio professionale in Milano e Provincia) Iscrizione di cittadini non comunitari, residenti o con domicilio professionale in Milano e provincia, con titoli non comunitari (decreto ministeriale) o titolo di studio riconosciuto da Università Italiana

Dettagli

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI. Al Sovrintendente agli Studi della Valle d Aosta A O S T A

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI. Al Sovrintendente agli Studi della Valle d Aosta A O S T A Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l Autonomia Scolastica - Ufficio III C.M. n. 35 MIURAOODGOS

Dettagli

Lettera di trasmissione A Fincalabra SpA Via Pugliese,30 88100 CATANZARO

Lettera di trasmissione A Fincalabra SpA Via Pugliese,30 88100 CATANZARO Lettera di trasmissione A Fincalabra SpA Via Pugliese,30 88100 CATANZARO AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI GARANZIE SUI PRESTITI A FAVORE DEI PESCATORI CALABRESI ISCRITTI NEL REGISTRO MATRICOLA GENTE

Dettagli

Decreto 8 ottobre 1986

Decreto 8 ottobre 1986 Decreto 8 ottobre 1986 Determinazione per l'anno 1986 del contributo per l'assistenza sanitaria a carico dei cittadini stranieri, ai sensi dell'art. 5 del decreto-legge 30 dicembre 1979, n. 663, convertito

Dettagli

Circolare 22 gennaio 1999 n. 22/E

Circolare 22 gennaio 1999 n. 22/E Circolare 22 gennaio 1999 n. 22/E DECRETO LEGISLATIVO 4 DICEMBRE 1997 N. 460, CONCERNENTE IL RIORDINO DELLA DISCIPLINA TRIBUTARIA DEGLI ENTI NON COMMERCIALI E DELLE ONLUS. Con la presente circolare si

Dettagli

L AUTOCERTIFICAZIONE. 1) Dichiarazione sostitutiva di certificazione. Che cos è. Cosa possiamo dichiarare

L AUTOCERTIFICAZIONE. 1) Dichiarazione sostitutiva di certificazione. Che cos è. Cosa possiamo dichiarare L AUTOCERTIFICAZIONE 1) Dichiarazione sostitutiva di certificazione 2) Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ------------------------------------------ 1) Dichiarazione sostitutiva di certificazione

Dettagli

Oggetto: Art. 19 Legge n. 241/1990: la segnalazione certificata di inizio attività - Prime indicazioni applicative.

Oggetto: Art. 19 Legge n. 241/1990: la segnalazione certificata di inizio attività - Prime indicazioni applicative. RegioneLombardia Giunta Regionale Direzione Generale Semplificazione e Digitalizzazione Prot. D 1.20 l 1.2356 Milano 16 marzo 2011 Ai Comuni della Lombardia Alle Camere di Commercio, Industria, Artigianato

Dettagli

...l...sottoscritt... (cognome e nome) C H I E D E

...l...sottoscritt... (cognome e nome) C H I E D E Allegato A SCHEMA DELLA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE, PER COLLOQUIO, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA CUI POTER ATTINGERE PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO, DI COLLABORATORI

Dettagli