Determinazione Dirigenziale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Determinazione Dirigenziale"

Transcript

1 DIPARTIMENTO SERVIZI EDUCATIVI E SCOLASTICI, POLITICHE DELLA FAMIGLIA, DELL'INFANZIA E GIOVANILI, PROMOZIONE DELLO SPORT E QUALITA' DELLA VITA DIREZIONE SERVIZI EDUCATIVI E SCOLASTICI U.O. Regolamentazione E Gestione dei Servizi Educativi 0-6 anni a Gestione Diretta e Indiretta e Servizi di Supporto p.o. organizzazione gestione funzionale della rete-pubblico privata dei servizi educativi servizio programmazione e gestione accreditamenti e convenzionamenti strutture educative private aziendali e in concessione ufficio accreditamenti e convenzionamenti strutture private e aziendali Determinazione Dirigenziale NUMERO REPERTORIO QM/1313/2016 del 15/07/2016 NUMERO PROTOCOLLO QM/24220/2016 del 15/07/2016 Oggetto: Oggetto: Approvazione del piano economico finanziario a base di gara, determinazione a contrarre e indizione procedura aperta per l affidamento in concessione a terzi della gestione di n. 7 nidi d infanzia, secondo lotti distinti funzionali: Lotto n. 1 - Largo Amalia Camboni (Municipio IX), Lotto n. 2 - Via di Valcannuta 237 (Municipio XIII), Lotto n. 3 - Via Flora 10 (Municipio IV), Lotto n. 4 - Via di San Basilide 19 (Municipio XIV), Lotto n. 5 - Largo Rotello 1(Municipio VI), Lotto n. 6 - Via Ildebrando Vivanti (Municipio IX), Lotto n. 7 - Via dei Colli Portuensi 656 (Municipio XII). Impegno fondi (Gara n ) Cig: Lotto n EF2 Lotto.n EA0 L. n E L. n D L. n E3 L. n CA8 L n IL DIRETTORE CINZIA PADOLECCHIA Responsabile procedimento: cinzia padolecchia Determinazione Dirigenziale firmata digitalmente da: CINZIA PADOLECCHIA GIOVANNI PREVITI (D.lgs 267/2000) Visto di regolarità contabile e attestazione di copertura finanziaria. rif: Repertorio: QM /1313/2016 del 15/07/2016 Pagina 1 di 13

2 PREMESSO CHE che tra le funzioni istituzionali di Roma Capitale c è la gestione dell offerta educativa 0-6 anni per l intero territorio cittadino, in cui rientrano anche i servizi di cura per la prima infanzia rivolti ai bambini della fascia di età 0-3 anni; che i servizi in parola sono offerti alle famiglie tenendo conto delle specificità del nucleo familiare e, a parità di condizione, in conformità del dettato di legge e degli specifici regolamenti che regolano l accesso agli stessi per garantire pari condizioni di fruizione; che i suddetti specifici servizi sono erogati attraverso una rete che opera in un sistema integrato pubblico-privato, che vede nel territorio strutture gestite in via diretta, strutture private in regime di convenzione con l Amministrazione e strutture in regime di finanza di progetto; che l Amministarzione Capitolina per consentire il necessario potenziamento dell offerta educativa, rispettando i principi di razionalizzazione e il contenimento della spesa, ha approvato la sperimentazione di un nuovo modello gestionale del servizio, attraverso l affidamento a soggetti privati di immobili di proprietà comunale in cui svolgere le attività di asilo nido, per bambini 0-3 anni, in regime di concessione con l Amministrazione; che negli anni educativi Roma Capitale ha avviato tale sperimentazione attraverso l indizione di due successive procedure aperte di rilievo europeo, volta ad affidare in concessione a soggetti privati di comprovata esperienza nel settore, 8 nuove strutture capitoline, situate nei Municipi IV (Nido Flora), VI (Largo Rotello), IX (Nido Torrino Mezzocamino, Nido Vivanti e Nido Trafusa), XII (Nido Colli Portuensi Newton), XIII (Nido Valcannuta) e XIV (Nido Selva Nera) per la successiva gestione dell attività educativa in favore di utenza proveniente dalle liste di attesa municipali; sette delle otto strutture sopracitate sono state oggetto di effettivo affidamento, con eccezione del Nido Trafusa in IX Municipio, risultato non assegnato, all esito delle due precedenti operazioni di gara, probabilmente a causa della localizzazione della struttura; che, in particolare, la Giunta Capitolina con propria deliberazione n. 253 del 03/08/2010 ha approvato l'indizione di una prima procedura aperta di rilievo europeo volta ad individuare i soggetti privati di comprovata esperienza nel settore cui affidare in concessione, per il triennio educativo 2010/2012, sei nuove strutture capitoline, situate nei Municipi IV (FLORA), IX (TORRINO 1 e 2), XII ( Newton), XIII (VAL CANNUTA) e XVI (SELVANERA) nonché lo svolgimento dell attività educativa in favore dell utenza proveniente dalle liste di attesa municipale; delle sei strutture sopracitate sono state oggetto di effettivo affidamento soltanto cinque, in quanto il nido TORRINO 1 nel MUNICIPIO IX è risultato non assegnato in esito alle operazioni di gara; che, la modalità gestionale prescelta ha consentito di raggiungere un duplice obiettivo: incrementare significativamente il numero dei posti di asilo nido pubblico offerti alle famiglie ed avvicinare i costi di Ente ai costi standard di settore; che, altresì, gli organismi privati del settore in piena sinergia con Roma Capitale, hanno condiviso progettualità ed obiettivi, promuovendo le azioni e gli interventi a favore del bambino nella fascia di età 0-3 anni e della sua famiglia, in una logica di sviluppo costruttivo e di sussidiarietà orizzontale; Considerati i risultati ottenuti, l Amministrazione con la Deliberazione di G.C. n. 365 del , ha deliberato la prosecuzione, per altri tre anni educativi, della predetta sperimentazione e un ulteriore incremento del campione di utenza coinvolta, reputando necessario la raccolta di più numerosi elementi di analisi e valutazioni e un tempo maggiore di monitoraggio dell azione, prima di adottare la predetta modalità gestionale in via definitiva; che sono state individuate due nuove strutture nel IX Municipio (via Vivanti) e nel VI (Largo Rotello) che si sono aggiunte alle sei già coinvolte nella precedente sperimentazione, per un totale n. 8 strutture; rif: Repertorio: QM /1313/2016 del 15/07/2016 Pagina 2 di 13

3 che all esito delle operazioni di gara, ancora una volta il nido Torrino 1 nel Muncipio IX non è stato assegnato; Rilevato che le verifiche tecnico amministrative effettuate nel corso del triennio, per monitorare i risultati dell applicazione della nuova formula gestionale, hanno dato esito positivo sia in rapporto agli standard gestionali di qualità, confrontati con i livelli delle strutture della rete integrata pubblico-privato, sia in rapporto alla sostenibilità dei costi del servizio; atteso che, nonostante la domanda di servizio nido nell ultimo triennio abbia registrato un trend in calo, dall analisi delle liste d attesa permane, comunque, l esigenza di assicurare un ampia offerta del servizio, mediante il sistema integrato pubblico-privato; l Amministrazione con la Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri dell Assemblea Capitolina n. 31 del ha deliberato: di disporre, mediante esperimento di apposita procedura ad evidenza pubblica di rilievo europeo, l affidamento a terzi delle sette strutture capitoline, attualmente funzionanti, per la successiva gestione del servizio nido, di seguito dettagliatamente elencate: Strutture educative Largo Amalia Camboni (Municipio IX) Via di Valcannuta 237 (Municipio XIII) Via Flora 10 (Municipio IV) Via di San Basilide 19 (Municipio XIV) Largo Rotello 1 (Municipio VI) Via Ildebrando Vivanti (Municipio IX) Via dei Colli Portuense 656 (Municipio XII) Capienza di fissare l affidamento in concessione della gestione dei sopraelencati nidi, per la durata di anni tre a decorrere dall anno educativo 2016/2017 e fino all anno 2018/2019; Preso atto delle novellate disposizioni legislative in materia di concessioni, a seguito dell approvazione dl D.Lgs. n. 50/2016, contemperando l obbligo di adempiere alla volontà dell amministrazione espressa con la deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri dell Assemblea Capitolina n. 31/2016, si rende necessario ripartire in modo adeguato l importo individuato di 570,00/mese/bambino, al netto dell Iva, - importo lordo 598,50- quale valore di concessione di ogni singolo lotto, secondo il seguente schema: Importi mese/bambino Quota a carico delle famiglie (media ponderata sulla base dello storico) Euro Totale euro 299,00 Quota fissa a carico di Roma Capitale (max trenta per cento del costo dell'investimento complessivo, comprensivo di eventuali oneri finanziari art 180 c ,00 D.lgs 50/2016) Quota attività imprenditoriale* derivante da attività ordinarie remunerate a prezzi di mercato da utenza esterna (circa 10 posti su 70 destinati ad utenti 100,00 privati) e da attività complementari a prezzi di mercato 570,00 rif: Repertorio: QM /1313/2016 del 15/07/2016 Pagina 3 di 13

4 CONSIDERATO CHE l che, nella fattispecie il valore complessivo stimato della concessione, secondo le indicazioni di cui all art. 167 del D. Lgs. n. 50/2016, è pari a ,00 al netto dell I.V.A. - Oneri della sicurezza pari a zero come di seguito riportato: lotto n ,00; lotto n ,00; lotto n ,00; lotto n ,00; lotto n ,00; lotto n ,00; lotto n ,00; che, pertanto, nella fattispecie ricorre una concessione di servizi il cui valore stimato è superiore alla soglia di cui all art. 35 del citato D. Lgs. n. 50/2016; che conseguentemente, trattandosi di concessione di servizi la maggior parte dei ricavi di gestione del concessionario deve provenire dalla vendita dei servizi resi al mercato, comportando il trasferimento al concessionario del rischio operativo; che, l Amministrazione impone al concessionario l applicazione di tariffe per l utenza e che in ogni caso occorre garantire la sostenibilità dell equilibrio economico finanziario secondo le indicazioni normative; che l'equilibrio economico finanziario rappresenta il presupposto per la corretta allocazione dei rischi, in conformità a quanto previsto dall art. 165, comma 2 del D. Lgs. n. 50/2016 che dispone, tra l altro, che ai soli fini del raggiungimento del predetto equilibrio, in sede di gara l'amministrazione aggiudicatrice può stabilire anche un prezzo consistente in un contributo pubblico e che in ogni caso, l'eventuale riconoscimento del prezzo, sommato al valore di eventuali garanzie pubbliche o di ulteriori meccanismi di finanziamento a carico della pubblica amministrazione, non può essere superiore al trenta per cento del costo dell'investimento complessivo, comprensivo di eventuali oneri finanziari, il contributo massimo riconosciuto al concessionario, per ciascun lotto non può essere superiore al 30% dell importo individuato di 570,00/mese/bambino corrispondente all importo di 171,00; Che, pertanto, è riconosciuto un prezzo posto/mese/bambino a carico di Roma Capitale, fino ad un massimo di 171,00 al netto dell Iva del 5 % ove dovuta e al lordo delle quote contributive dovute dall utenza; che il detto prezzo massimo è stato valutato congruo a seguito dell analisi delle risultanze di uno specifico piano economico finanziario e dell analisi diretta delle componenti di costi riferite ad una struttura di asilo standard con ricettività di n. 70 posti di cui allo piano economico finanziario allegato al presente atto; che, in ogni caso, al fine di garantire ulteriori risparmi all Amministrazione, detto importo pari a 171,00 sarà soggetto, per ciascun lotto, a ribasso in sede di offerta economica da parte dei concorrenti che dovranno comunque dimostrare con il proprio piano economico finanziario a corredo dell offerta la sostenibilità di detto ribasso; che la spesa complessiva per il triennio educativo di sperimentazione settembre 2016/luglio 2019, in considerazione della capienza delle strutture interessate e ipotizzando la corresponsione del prezzo massimo, è pari ad ,00 al netto dell Iva del 5%, ove dovuta; La somma complessiva impegnata con il provvedimento deliberativo sopra richiamato pari ad ,15 (Iva inclusa al 5%) grava sul Centro di Responsabilità 1AN, art. 1SNM, intervento Nidi in concessione del bilancio come segue: o Importo Iva 5% inclusa Importo al netto Iva Impegni , , , , rif: Repertorio: QM /1313/2016 del 15/07/2016 Pagina 4 di 13

5 , , , , Totale , ,15 Che, in considerazione dell adeguamento degli importi alle novellate disposizioni legislative, è necessario ridurre di ,35 gli importi precedentemente impegnati, con il provvedimento deliberativo più volte citato n.31/2016, per ,50; che il Commissario Straordinario con i poteri dell Assemblea Capitolina ha incaricato il Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici, Politiche della Famiglia, dell Infanzia e Giovanili, Promozione dello Sport e Qualità della Vita per tutti gli atti connessi e conseguenti alla nuova procedura concorsuale per la concessione degli immobili destinati al servizio asili nido, fornendo specifiche indicazioni di contenuti e modalità, tra cui la necessità che i criteri di valutazione applicati per la selezione delle offerte tengano in massima considerazione gli elementi legali alla qualità del servizio, privilegiando il progetto pedagogico, il modello organizzativo, con particolare riferimento al personale, il programma degli interventi di manutenzione e la realizzazione di progetti integrati per i supporto alla genitorialità; che ai sensi del combinato disposto di cui ai commi 1 e 3 dell art. 1 del D. L. n. 95/2012, come convertito nella L. n. 135/2012, l Ufficio proponente di cui al punto I.1. del bando di gara, ha verificato l impossibilità di approvvigionarsi attraverso gli strumenti messi a disposizione da Consip S.p.A., dal Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), nonché dagli ulteriori soggetti aggregatori di cui al D.P.C.M. 11 novembre 2014, per l accertata indisponibilità delle convenzioni/beni/servizi presso Consip S.p.A., MePA e presso gli ulteriori soggetti aggregatori per ciascun lotto. che, pertanto, occorre indire una procedura aperta a rilevanza Europa, per l individuazione dei soggetti privati di comprovata esperienza del settore, cui affidare in regime concessorio, i n. 7 immobili per la gestione del servizio nido per il periodo settembre luglio 2019; che per l avvio della procedura sono stati predisposti i seguenti atti, quali parti integranti e sostanziali del presente provvedimento: Il piano economico finanziario posto a base di gara; Il Capitolato Speciale d appalto unico per tutti i lotti corredato da n. 8 allegati; Bando di gara; Disciplinare di Gara; che a norma di legge si è proceduto alla registrazione della procedura di gara nella piattaforma SIMOG dell Autorità per la vigilanza sui Contratti Pubblici, di Lavori Servizi e Forniture (AVCP), che ha attribuito alla gara il n , e ai n. 7 lotti che la costituiscono i seguenti codici identificativi: LottoUbicazione nidi Largo Amalia Camboni 1 (Municipio IX) Via di Valcannuta (Municipio XIII) Via Flora 10 Importo soggetto a ribasso di gara per ciascun lotto (al netto IVA 5% ove dovuta) prezzo unitario soggetto a ribasso d asta ,00/ 171, EF ,00/ 171, EA0 CIG rif: Repertorio: QM /1313/2016 del 15/07/2016 Pagina 5 di 13

6 Via Flora 10 (Municipio IV) Via di San Basilide 19 (Municipio XIV) Largo Rotello 1 (Municipio VI) Via Ildebrando Vivanti (Municipio IX) Via dei Colli Portuense 656 (Municipio XII) Totale soggetto a ribasso d asta (al netto di Iva) ,00/ 171, E ,00/ 171, D ,00/ 171, E ,00/ 171, CA ,00/ 171, ,00 che a norma di legge in considerazione dell importo complessivo, posto a base di gara, occorre procedere al versamento all Autorità per la vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture (AVCP) di 600,00, quale contributo di gara a carico dell Amministrazione Capitolina, quale Stazione Appaltante; che i soggetti partecipanti alla procedura dovranno, altresì, versare per ogni lotto per cui presenteranno offerta e in base all importo posto a base di gara, a pena di esclusione, copia dell avvenuto versamento del contributo di gara al AVCP, quantificato come segue: Lotto Ubicazione nidi CIG Importo contributo 1 Largo Amalia Camboni (Municipio IX) EF2 70,00 2* Via di Valcannuta 237 (Municipio XIII) EA0 70,00 3* Via Flora 10 (Municipio IV) E 35,00 4 Via di San Basilide 19 (Municipio XIV) D 35,00 5 Largo Rotello 1(Municipio VI) E3 35,00 6 Via Ildebrando Vivanti (Municipio IX) CA8 35,00 7 Via dei Colli Portuensi 656 (Municipio XII) ,00 che l aggiudicazione dei lotti di gara sarà effettuata in favore del concorrente che avrà formulato l offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell art. 95, comma 3 del Codici dei Contratti Pubblici D. Lgs. n.50 del 2016; individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo; che i concorrenti possono presentare offerta per uno o più lotti e non potranno essere aggiudicatari di più di un lotto, sia se partecipino singolarmente, sia in raggruppamento temporaneo d imprese, sia in forma consortile; che si procederà all aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida per ciascun lotto, al fine di non pregiudicare la continuità del servizio educativo, per i piccoli utenti già frequentanti le strutture in questione, in caso di mancata aggiudicazione di uno dei lotti oggetto di gara; che l ordine di apertura delle offerte economiche e di aggiudicazione sarà dal lotto n. 1 di maggior importo e progressivamente fino al lotto n. 7 di minor importo; che in ogni caso, l Amministrazione si riserva di non procedere all'aggiudicazione se nessuna offerta risulti conveniente o idonea in relazione all'oggetto del contratto; rif: Repertorio: QM /1313/2016 del 15/07/2016 Pagina 6 di 13

7 che per la partecipazione alla gara, i soggetti partecipanti, dovranno costituire una garanzia provvisoria, ai sensi dell art. 93 D. Lgs. n. 50/2016 e s.m.i., pari al 2% del valore stimato della concessione del lotto/i per cui intendono partecipare secondo le modalità meglio specificate nel disciplinare di gara; che qualora il concorrente intenda partecipare a più lotti, potrà presentare un unica garanzia provvisoria che dovrà, a pena di esclusione, contenere l oggetto dei lotti per i quali partecipa. In tal caso, l importo della garanzia provvisoria dovrà riferirsi al lotto di maggiore importo tra quelli di partecipazione; che la sanzione pecuniaria di cui all art. 93, comma 1, del D. Lgs. n. 50/2016 è stabilita come di seguito specificato. Qualora si concorra per un solo lotto l importo dovrà essere pari all uno per mille del valore stimato della concessione relativo al lotto per il quale si concorre, per un importo pari a: Lotto n. 1: 2.558,16; Lotto n. 2: 1.843,38; Lotto n. 3: 1.448,37; Lotto n. 4: 1.391,94; Lotto n. 5: 1.354,32; Lotto n. 6: 1.241,46; Lotto n. 7: 1.090,98 e comunque secondo le modalità indicate nel bando di gara; che i soggetti partecipanti alla gara saranno vincolati all offerta per 180 giorni dalla scadenza fissata per la ricezione delle offerte. L Amministrazione si riserva comunque la facoltà di richiedere che l offerta sia corredata dall impegno del garante a rinnovare la garanzia fino ad un massimo di 120 giorni nel caso in cui al momento della sua scadenza non sia ancora intervenuta l aggiudicazione che le offerte presentate saranno valutate secondo gli elementi di valutazione e i criteri di seguito riepilogati: Descrizione punteggi PREZZO Punteggio Max Espresso con il ribasso percentuale sull importo a base di gara di 500,00posto/mese /bambino al netto dell aliquota del 5% di Iva se dovuta Offerta Tecnica 80 A Organizzazione del Servizio 50 a.1 Progetto Educativo 20 a.1.1 Obiettivi del Progetto Educativo e declinazione delle modalità di progettazione educativa 15 a.1.2 Strumenti ed azioni volti all accrescimento della competenza professionale delle risorse coinvolte 5 a.2 Modello Organizzativo rif: Repertorio: QM /1313/2016 del 15/07/ Pagina 7 di 13 20

8 a.2.1 Articolazione del personale nell arco dell orario di funzionamento della struttura 15 a.2.2 Procedure per la sostituzione del personale assente 10 a.3 Organizzazione dello spazio, materiali didattici e di gioco 5 B Programma delle attività e degli interventi finalizzati alla gestione e manutenzione della struttura 20 b.1 Piano di Lavoro delle Pulizie quotidiane e periodiche 8 b.2 Piano della manutenzione ordinaria e straordinaria dei locali, impianti ed attrezzature, nonché delle aree verdi 10 b.2.1 Cronoprogramma annuale delle attività di manutenzione ordinaria 5 b.2.2 Cronoprogramma annuale delle attività di manutenzione delle aree verdi 5 b.3 Reportistica di verifica e monitoraggio 2 C Progetti integrati per il supporto alla genitorialità 10 c1 Proposte finalizzate al potenziamento del servizio tipico 10 c.1.1 Varietà e sostenibilità delle proposte presentate 5 c.1.2 Modalità organizzative dei servizi proposti e relativi modelli gestionali 5 Totale 100 Che l'individuazione dell'offerta economicamente più vantaggiosa sarà effettuata, per ciascun lotto, con il metodo aggregativo compensatore in ragione di quella più favorevole per l'amministrazione attraverso l'assegnazione dei punteggi determinati con la seguente formula: C(a) =ån [Wi *V(a)i ] Dove: C(a) = indice di valutazione dell'offerta (a); n = numero totale dei requisiti; Wi = peso o punteggio attribuito al requisito (i); V(a)i = coefficiente della prestazione dell'offerta (a) rispetto al requisito (i) variabile tra zero e uno; ån = sommatoria; che l assegnazione dei coefficienti da applicare agli elementi qualitativi costituenti il valore tecnico dell'offerta sarà effettuata, per ciascun lotto, secondo il seguente metodo: la media dei coefficienti, variabili tra zero e uno, attribuiti discrezionalmente dai singoli commissari; che i punteggi e i sub-punteggi attribuiti all offerta tecnica sono riparametrati, per ciascun lotto, in modo da attribuire all offerta migliore il punteggio massimo disponibile ed alle altre un punteggio riparametrato sul punteggio massimo medesimo; che l'assegnazione dei coefficienti da applicare al prezzo sarà effettuata per ciascun lotto attraverso l'interpolazione lineare tra il coefficiente pari ad "1" attribuito ai valori degli elementi offerti più convenienti per la stazione appaltante e il coefficiente pari a "0" attribuito al prezzo posto a base di gara. Il punteggio sarà determinato mediante la seguente formula: C(a)i = R(a)i /Rmax (i)* Wi 100 rif: Repertorio: QM /1313/2016 del 15/07/ Pagina 8 di 13

9 Dove: R(a)i = ribasso percentuale formulato dal concorrente i-esimo; Rmax i = ribasso percentuale massimo offerto (formulato dal concorrente iesimo); Wi = punteggio attribuito al requisito (i) (prezzo punti 20) ; che i concorrenti dovranno indicare il ribasso percentuale unico offerto (espresso in cifre ed in lettere) sul prezzo unitario posto a base di gara per ciascun lotto pari a 171,00; che i concorrenti dovranno corredare le offerte economiche con il rispettivo piano economico-finanziario della gestione relativo al periodo di durata della concessione; che è ammesso il subappalto per ciascun lotto; che il possesso di tutti i requisiti meramente dichiarati dal soggetto che risulterà aggiudicatario provvisorio per ciascun lotto della gara e da quello che segue in graduatoria, sarà verificato per ciascun lotto dall'ufficio di cui al punto I.1) del bando di gara attraverso il sistema AVCpass; che i requisiti di capacità economico finanziaria e tecnico professionali saranno i seguenti: aver realizzato negli ultimi tre esercizi (2013/2014/2015) un fatturato per servizi analoghi al settore oggetto della gara non inferiore a circa l 82,456% del valore stimato della concessione per ciascun lotto, al netto degli oneri fiscali, secondo il seguente schema: LOTTO N. 1: ,00 al netto dell I.V.A. LOTTO N. 2: ,00 al netto dell I.V.A. LOTTO N. 3: ,00 al netto dell I.V.A. LOTTO N. 4: ,00 al netto dell I.V.A. LOTTO N. 5: ,00 al netto dell I.V.A. LOTTO N. 6: ,00 al netto dell I.V.A. LOTTO N. 7: ,00 al netto dell I.V.A.; l elenco dei principali servizi prestati negli ultimi tre anni, antecedenti la data di pubblicazione del bando, nel settore oggetto della gara, con l indicazione degli importi, delle date e dei destinatari, pubblici o privati, degli stessi servizi; di individuare tramite sorteggio dall Albo gestito dal Dipartimento per la razionalizzazione della spesa Centrale Unica di Beni e Servizi - Direzione Centrale Unica acquisti di beni e forniture di servizi, ai fini della composizione della Commissione giudicatrice, n. 3 membri con i seguenti profili professionali: 1 presidente con il seguente profilo professionale: dirigente amministrativo con esperienza nel settore educativo 1 commissario con il seguente profilo professionale: dirigente amministrativo con esperienza nel settore educativo; 100 rif: Repertorio: QM /1313/2016 del 15/07/ Pagina 9 di 13

10 1 commissario con il seguente profilo professionale: dirigente educativo con esperienza nel settore psico/pedagogico; Visti: La D.G.C. n.253 del Approvazione in via sperimentale di una formula gestionale innovativa per il funzionamento di alcuni nidi comunali di prossima apertura ; la D.G.C. n. 365 del Prosecuzione della sperimentazione di una formula gestionale innovativa per il funzionamento di alcuni nidi capitolini, già avviata con deliberazione di Giunta Comunale n. 253 del 3 agosto 2010 ; la Deliberazione adottata dal Commissario Straordinario con i poteri dell Assemblea Capitolina n. 31 del ; il D.Lgs 267/2000 T.U.E.L. e s.m.i.; il D.Lgs 50/2016; lo Statuto del di Roma Capitale; DETERMINA Per i motivi di cui in premessa: Di approvare: 1. Il piano economico finanziario posto a base di gara; 2. Il Capitolato Speciale d appalto unico per tutti i lotti corredato da n. 8 allegati; 3. Bando di gara; 4. Disciplinare di Gara; allegati rispettivamente alle lettere A, B, C e D del presente provvedimento per farne parte integrante e sostanziale, per procedura aperta per l affidamento in concessione a terzi della gestione di n. 7 nidi d infanzia, secondo lotti distinti funzionali per il triennio educativo di sperimentazione settembre 2016 luglio 2019, articolati come segue: Lotto Ubicazione nidi 1 Largo Amalia Camboni (Municipio IX) Importo soggetto a ribasso di gara per ciascun lotto (al netto IVA 5%) prezzo unitario soggetto a ribasso d asta ,00/ 171, EF2 100 rif: Repertorio: QM /1313/2016 del 15/07/ Pagina 10 di 13 CIG

11 Via di Valcannuta (Municipio XIII) Via Flora 10 3 (Municipio IV) Via di San Basilide 19 4 (Municipio XIV) Largo Rotello 1 5 (Municipio VI) Via Ildebrando Vivanti 6 (Municipio IX) Via dei Colli Portuense (Municipio XII) Totale soggetto a ribasso d asta (al netto di Iva) ,00/ 171, EA ,00/ 171, E ,00/ 171, D ,00/ 171, E ,00/ 171, CA ,00/ 171, ,00 1. di approvare tutti gli elementi essenziali individuati nelle premesse; 1. di fissare l affidamento in concessione della gestione dei sopraelencati nidi, per la durata di anni tre a decorrere dall anno educativo 2016/2017 e fino all anno 2018/2019; Di avviare gli adempimenti di legge necessari per lo svolgimento della procedura di gara; La somma complessiva impegnata con il provvedimento deliberativo sopra richiamato pari ad ,15 (Iva inclusa al 5%) grava sul Centro di Responsabilità 1AN, art. 1SNM, intervento Nidi in concessione del bilancio come segue: C.d.R. Posizione finanziaria ANNO Importo Impegno 1AN Titolo 1-int art. 1SNM , AN Titolo 1-int art. 1SNM , AN Titolo 1-int art. 1SNM , AN Titolo 1-int art. 1SNM , Di ridurre di ,35 gli importi precedentemente impegnati, con il provvedimento deliberativo più volte citato n.31/2016, per ,50, come meglio specificato nella tabella che segue: C.d.R. Posizione finanziaria ANNO Importo Impegno 1AN Titolo 1-int art. 1SNM , AN Titolo 1-int art. 1SNM , AN Titolo 1-int art. 1SNM , AN Titolo 1-int art. 1SNM , rif: Repertorio: QM /1313/2016 del 15/07/ Pagina 11 di 13

12 di impegnare la somma di 600,00 quale contributo dovuto da questa Stazione Appaltante all Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici, di Lavori, Servizi e Forniture (AVCP) la somma grava come segue : Bilancio 2016 c.d. c. 1AN, V.E. 0AVL, int.03. IL DIRETTORE CINZIA PADOLECCHIA 100 rif: Repertorio: QM /1313/2016 del 15/07/ Pagina 12 di 13

13 Elenco Allegati DESCRIZIONE BANDO_DI_GARA.pdf CAPITOLATO_SPECIALE_D'APPALTO.pdf DISCIPLINARE_DI_GARA.pdf PIANO_ECONOMICO_FINANZIARIO.pdf FRONTESPIZIO_GARA.pdf ALL._1.pdf ALL._2.pdf ALL._3.pdf ALL._4.pdf ALL._5.pdf ALL._6.pdf ALL._7.pdf ALL._8_MENU_E_TABELLE_DIETETICHE.pdf DKCDelibera_N_31_del_ pdf 100 rif: Repertorio: QM /1313/2016 del 15/07/ Pagina 13 di 13