Piccoli impianti grandi opportunità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piccoli impianti grandi opportunità"

Transcript

1 NOVEMBRE EDITORIALE EnviTec Biogas Care lettrici e cari lettori, Questa è la prima newsletter senza l immagine familiare di Lars von Lehmden che dall Aprile di quest anno ha assunto un incarico direttivo nla casa madre. Praticamente dal nulla, egli ha reso la EnviTec in Italia l azienda con la crescita più voce d nostro settore e che oggi risulta tra le 5 migliori. Dietro uno sviluppo così dinamico si nascondono dei buoni motivi: impianti di qualità tecnica comprovata che offrono ad ogni cliente la giusta soluzione, sempre più clienti che scgono questi impianti ed hanno fiducia in noi, e il nostro giovane team di professionisti altamente motivati per i quali il cliente è al primo posto. Per la nuova gestione a doppia dirigenza, formata dall Ing. Mario Dla Bla e da me, fianco a fianco con il nostro intero team, questo non significa solo un enorme eredità, bensì anche una sfida: sviluppare fortemente EnviTec in questo senso per farla crescere e diventare un azienda di riferimento in questo settore. Ci siamo prefissati di raggiungere l ecclenza e soddisfare i nostri clienti sotto tutti gli aspetti. È questo il nostro stimolo quotidiano, analogamente al motto di una marca d auto leader mondiale: il meglio o niente. Il Vostro Zeno Marani Amministratore EnviTec Biogas Italia Srl Piccoli impianti grandi opportunità Il tanto atteso nuovo decreto ha cambiato lo scenario d biogas in Italia. La situazione economica e politica europea ha spinto il legislatore ad incentivare impianti di taglia più piccola rispetto alla precedente normativa, ed a valorizzare i progetti agricoli sviluppati dagli allevatori, che presentano un massiccio utilizzo di sottoprodotti ed una valorizzazione d calore prodotto. Non cambia il fatto che il biogas offra ad agricoltori e ora più che mai agli allevatori una reale e vantaggiosa possibilità di diversificazione. La produzione di energia da biogas rappresenta un investimento sicuro e redditizio che riduce i costi in modo continuativo e duraturo e crea profitti di lunga durata per più di 20 anni. Il biogas contribuisce così alla riduzione dei gas serra fornendo una opportunità di diversificazione per gli agricoltori in generale, afferma Zeno Marani, amministratore e direttore vendite di EnviTec Biogas Italia. IMPIANTI E INCENTIVI 2013 Il nuovo decreto rinnovabili, in vigore dal 1 gennaio 2013, indica che il massimo beneficio ottenibile risulta dalla produzione di energia ettrica con piccoli impianti alimentati con sottoprodotti di origine biologica che utilizzano il calore prodotto e recuperano azoto dal processo. Il massimo incentivo è di 276 euro/mwh per 20 anni, come tariffa base per impianti minori di 300 kw alimentati con sottoprodotti più premio cogenerazione ad alto rendimento e premio recupero azoto. L impianto pioniere a Casaletto Ceredano Il nostro primo impianto in Italia è stato un piccolo impianto di 249 kw. Si trova a Casaletto Ceredano (CR) ed è in funzione da ottobre Valorizza ogni anno metri cubi di liquame di circa maiali risolvendo allo stesso tempo il problema dlo smaltimento. Solamente una piccola quantità di farina di mais vi viene aggiunta per ottimizzare il rendimento di energia. L impiego di sottoprodotti per la produzione di energia ettrica e di calore per il proprio fabbisogno all interno di un piccolo impianto riesce a sfruttare quindi al meglio la nuova normativa. Da sempre abbiamo quindi piccoli impianti nla nostra gamma di prodotti; n gruppo Envitec sono stati realizzati finora numerosi impianti con una potenza inferiore a 300 kw. Piccoli impianti con tecnologia all avanguardia EnviTec Abbiamo perfezionato la nostra gamma al massimo, mantenendo tutti i nostri punti di vantaggio tecnologico, senza 1

2 le attività come sempre, flessibilità a tutte le biomasse grazie a dissolver e Vertical mixer, spazi ridotti perché senza edificio tecnico, cantiere semplice e snlo, digestione monostadio, come nla collaudata tradizione EnviTec. Quindi più compatto, meno costoso, più rapido da realizzare, meno impegnativo, ma efficiente come sempre! EnviTec offre tutta l assistenza necessaria, dallo studio di fattibilità, all ottenimento dl autorizzazione, alla costruzione dl impianto, al suo avviamento, fino ovviamente alla sua gestione e ottimizzazione. Qulo di Casaletto Ceredano è il primo piccolo impianto EnviTec in Italia, in funzione da ottobre 2010 scendere a compromessi, dichiara Zeno Marani. Siamo lieti di presentare una nuova soluzione per gli impianti a biogas di piccola taglia da 99 a 300 kw. La tecnologia e il sistema di alimentazione, si basano ancora sulla collaudata linea di omogeneizzazione e triturazione. La novità riguarda l allestimento di questo sistema, che, per ragioni di costi e spazi, verrà proposto in un container. L impianto, in definitiva, sarà costituito da: un carro miscatore stazionario (per le biomasse solide), un container tecnologico (contenente il sistema di alimentazione / omogeneizzazione), un container motore, e ovviamente un digestore. Eventualmente una vasca per i liquami in ingresso (non necessaria se l impianto viene costruito in prossimità di un allevamento), e se non presente, una vasca per lo stoccaggio d digestato in uscita. I vantaggi sono innumerevoli: automatizzato, quindi l agricoltore può continuare a svolgere la sua principa- Il primo impianto in assetto cogenerativo in Lazio Allo stesso modo due ulteriori impianti EnviTec si sono subito dimostrati impianti di riferimento. L impianto di Agri Power Plus Esco Lazio a Latina è in funzione da ottobre dlo scorso anno. L alimentazione è costituita prevalentemente da colture dedicate. L impianto è dotato di un separatore per il controllo dla NUOVA GAMMA DA 99 KW A 300 KW Ecco tutti i vantaggi dla nuova gamma di impianti EnviTec da 99 kw a 300 kw. Tecnologia all avanguardia d leader di mercato europeo tecnologia EnviTec 100% triturazione, digestori monostadio, EnviTec Feedcontrol certificazione CE Impianti a misura di azienda agricola, da 99 kw a 300 kw progettazione dedicata alle esigenze dla singola azienda possibilità di utilizzo dla pollina, e di reflui zootecnici recupero d calore per riscaldamento azienda Ora anche in versione containerizzata più compatto più economico più rapido da costruire meno costi di cantiere Impianto adatto ad ogni tipo di biomassa e sottoprodotto flessibile adatto per sansa, vinacce, pula di riso, pollina, sottoprodotti agricoli stabile ed affidabile con ogni tipo di piano di alimentazione Altamente automatizzato non necessita di grande manodopera sicuro ed affidabile controllato a distanza da un team di esperti Fino a 27,6 centesimi/kwh e 2,5 milioni di kwh/anno per 20 anni 99 kw esente da iscrizione a registro fino a 300 kw per massimizzare i profitti cogenerazione ad alto rendimento e recupero azoto Elevati tempi di ritenzione n fermentatore, oltre 40 giorni volumi di fermentazione invariati processo biologico stabile garanzia di completamento d processo di digestione dla biomassa 2

3 Novembre 2012 L impiego di sottoprodotti per la produzione di energia ettrica e termica riesce a sfruttare al meglio la nuova normativa. sostanza secca e di una doppia linea biologica, inoltre si segnalano i nuovi agitatori mid size, il feedcontrol per la regolazione automatizzata dl alimentazione e d misuratore Redox per un controllo ottimale d processo biologico. L impianto recupera tutto il calore dal motore e dai fumi e lo cede alla adiacente azienda florovivaistica. Esempio di integrazione completa L azienda agricola Mucchiut a Corno di Rosazzo (UD) è un esempio concreto di integrazione e differenziazione dla produzione aziendale tra energia ettrica da fonti rinnovabili e produzioni tradizionali in una realtà agricola classica. Con una taglia di 330kW l impianto è operante da agosto Alimentato da biomassa di origine agricola, pollina e liquame bovino. E un impianto a biogas integrato completamente nl azienda agricola. Utilizza tutti i sottoprodotti dl allevamento e il calore prodotto è utilizzato per riscaldare l azienda. L impianto di Agri Power Plus-Esco Lazio a Latina recupera tutto il calore e lo cede alla adiacente azienda florovivaistica. L impianto dl azienda agricola Mucchiut in provincia di Udine è alimentato da biomassa di origine agricola, pollina e liquame bovino. Servizio firmato EnviTec Uno dei cinque furgoni attrezzati per il servizio sul territorio Un ottimo impianto è tale se altrettanto ottima è l assistenza che ne conserva il valore, l affidabilità, la sicurezza, la produttività e la redditività. E questa la nostra missione per soddisfare i nostri clienti, conferma Gianluca Mantovani, il nuovo responsabile d servizio clienti di EnviTec Biogas Service Italy. Gianluca Mantovani ( 44 ) proviene da una esperienza pluriennale n mondo dla manutenzione e customer service. Nato a Bressanone, ha una laurea in ingegneria ettronica conseguita presso l Università di Padova ed è iscritto all ordine degli ingegneri a Verona. Il nostro obbiettivo è qulo di garantire un servizio di assistenza affidabile, che possa coniugare efficienza ed efficacia, valori fondamentali per ottenere le massime prestazioni dall impianto questo sostiene l ing. Mantovani certo dle potenzialità d suo team. La sfida di costruire un solido rapporto con il cliente basato sulla competenza e sulla efficacia d servizio è la nostra stla polare, che ogni giorno guida il nostro modo di essere, pensare, agire, dice Mantovani. Già nla fase start up siamo vicini al cliente con entrambe le caratteristiche componenti d servizio: tecnica e biologica. Successivamente possiamo proporgli un servizio di assistenza personalizzata, che può spaziare dalla manutenzione programmata, su chiamata, assistenza biologica fino al full service tutto compreso. Valore aggiunto è l assistenza tefonica 24 Il nostro compito è garantire un servizio efficace e efficiente. Gianluca Mantovani ore su 24 per 7 giorni alla settimana, nla quale trovare il primo pronto supporto tecnico per ogni impianto. Al suo fianco una squadra di giovani professionisti ben formati, motivati e sempre disponibili: sette tecnici, tre biologi, ed una impiegata amministrativa. Un magazzino a Verona e cinque furgoni allestiti permettono in tempi rapidi la sostituzione dei pezzi di ricambio ( ordinaria e straordinaria ). Siamo già pronti per poter garantire l assistenza a tutti gli impianti dei nostri clienti, che saranno 43 alla fine d Il nostro obiettivo comune è garantire n tempo la massima resa ottenibile da ogni singolo impianto, conclude Mantovani. COME CONTATTARCI: HOTLINE T T. Ufficio Assistenza:

4 Performance di qualità In tempi in cui la crisi riempie le prime pagine dei giornali, l annuncio di risultati record risulta essere un eccezione. Il gruppo EnviTec ed EnviTec in Italia riportano entrambe risultati straordinari. N 2011, anno eccezionale, determinato da cambiamenti legislativi, sono stati allacciati alla rete nla patria d biogas, la Germania, circa Aosta Valle d'aosta Torino Piemonte Casalvolone Sillavengo Dairago Crescentino 625 kw Mortara Groplo 999 kw 999 kw Cairoli San Giorgio di Lomlina 999 kw Castnuovo Piovera Scrivia 999 kw Spinetta Marengo Mandlo Vitta Liguria Cilavegna Genova Sardegna Cagliari Milano Lombardia Casaletto Ceredano 249 kw Pieve Fissiraga Lodi Vecchio 625 kw Pozzaglio ed Uniti 526 kw Collesalvetti nuovi impianti con circa 440 MW di cui il 17 percento installati solo da Envitec. In questo modo EnviTec ha potuto migliorare la sua posizione sul mercato. In Germania ci sono al momento circa impianti di biogas che producono 17,5 miliardi di kwh di energia rinnovabile. Si tratta di un alternativa considerevole alle fonti di energia tradizionali e Volta Mantovana Nogarole Rocca Pieve d Olmi Emilia- Romagna Trentino-Alto Adige 526 kw Sermide 999 kw Bondeno Massa Maritima Trento Merlara Istia D'ombrone Bolzano Bentivoglio Bologna Firenze Toscana Cinigiano Budrio Baura Veneto Formignana Ostlato Migliarino Medicina Venezia Lazio Roma Spilimbergo Codroipo Cisterna di Latina 526 kw Perugia Umbria Friuli-Venezia Giulia Latina Carlino Marche Cormons 330 kw Torviscosa L'Aquila Trieste Ancona Abruzzo l energia prodotta corrisponde alla produttività di due centrali atomiche. Risultato record per il gruppo industriale Dinanzi a questo scenario è facile comprendere le cifre pubblicate da poco n resoconto per Molise Campobasso Campania Napoli 43 impianti / kw ( connessi alla rete entro fine anno 2012 ) 20 impianti / kw ( 2011 ) il 2011: il fatturato è salito a quasi 244 milioni di euro, circa il 65 percento in più rispetto all anno precedente. Le sedi all estero vi hanno contribuito con il 26 percento. Il risultato lordo di esercizio si è attestato a 76 milioni di euro, 28 milioni più d L utile è salito a 7,6 milioni, più d triplo dl anno precedente (2,3 milioni). 459 lavoratori hanno contribuito a questo nuovo risultato Potenza Puglia Basilicata Calabria Catanzaro Costruiremo quest anno contemporaneamente più impianti che negli scorsi tre anni. Mario Dla Bla Bari record. L eccezionale sforzo nla costruzione degli impianti ha consentito una riduzione d portafoglio ordini a 171 milioni di euro. Per gli impianti di proprietà il portafoglio ordini si è dimezzato fino a 19 milioni, all estero si è mantenuto con 87 milioni, al livlo dl anno precedente. N 2011 gli incarichi ammontavano a 177 milioni di euro, ma sono stati effettivamente realizzati ordini per un valore di 201 milioni di euro (anno precedente 116 milioni). In questo modo alla fine d 2011 risultava una potenza installata di circa 294 MW in funzione, 92 MW più dl anno precedente. Con 49 MW (anno precedente 30 MW) il mercato estero ha contribuito notevolmente a questo incremento. N frattempo EnviTec è stata la prima impresa ad aver superato abbondantemente anche il limite di 300 MW. Palermo Sicilia L Italia in corsia di sorpasso Dopo la rapida crescita negli scorsi tre anni, EnviTec Biogas Italia acclera ancora una 4

5 Novembre 2012 volta quest anno. Dopo 20 impianti ed una potenza installata di 16,9 MW che erano in esercizio alla fine dl anno scorso, Il numero degli impianti è più che raddoppiato in un solo anno. altri 23 impianti verranno messi in funzione entro la fine di quest anno. In questo modo il numero di impianti in funzione in Italia a 43 in. La potenza sale a 39,4 MW. Lo si potrà vedere alla fine anche nei risultati. Si calcola che il fatturato salirà a 50 milioni di euro, più d doppio dlo scorso anno. Così la Envitec in Italia resta in corsia di sorpasso e conferma il suo ruolo di secondo pilastro più forte n business mondiale dla EnviTec. A riguardo Mario Dla Bla, responsabile tecnico e costruzioni dla EnviTec Biogas Italia, afferma: Questa è la nostra sfida più grande finora. Costruiremo in un anno contemporaneamente più impianti che negli scorsi tre anni per consentire a tutti i nostri clienti di accedere alla tariffa incentivante di 28 cent/kwh. Un piano preciso, il lavoro efficiente Essere assolutamente affidabile durante la costruzione rappresenta un servizio di valore per il cliente. di un team per la costruzione fatto da italiani e tedeschi, una logistica affidabile, la disponibilità di tutti i componenti e la collaborazione con fornitori locali sono la base per adempiere alle nostre condizioni contrattuali e consegnare sempre con puntualità i nostri impianti. Proveremo così, che non siamo solo in grado di vendere, bensì anche di essere assolutamente affidabili durante la costruzione. Anche questo rappresenta un servizio per il cliente. Enormi potenzialità Attività d allevamento e produzione di biogas come valore aggiunto Un censimento condotto dal CRPA n 2011 (Centro ricerche produzioni animali) ha registrato Soli pochi mesi fa in Germania è stato conferito a Envitec il premio per l innovazione Innovationspreis Münsterland. Recentemente si è anche aggiunto il premio per l innovazione n biogas Biogas-Innovationspreis dl agricoltura tedesca per la tecnologia dla raffinazione d biogas EnviThan. L associazione degli agricoltori tedeschi ha premiato l innovativo processo a membrane di EnviTec nl ambito d congresso sull innovazione in materia di biogas ad Osnabrück. il quale aveva come tema centrale l incremento dl efficienza e l ottimizzazione d processo di produzione d biogas. Numerose aziende produttrici di impianti di biogas con più di 50 innovazioni tecnologiche si erano candidate per ricevere questo premio. 521 impianti (350 MWe installati). Si stima di poter arrivare a entro la fine dl anno, Da 10 anni ormai, EnviTec Biogas rappresenta il progresso tecnologico. Le pietre miliari sono state la desolforazione esterna, la tecnologia ORC per le turbine, il feedcontrol, il trituratore ma erano 154 n 2007, di cui 44 utilizzavano solo deiezioni di suini. Oggi, la maggior parte degli impianti che producono metano sono localizzati n Nord-Italia. Lombardia, Veneto, Piemonte ed Emilia-Romagna ne ospitano la maggior parte. Un indagine sul 57% dla potenza installata (CRPA 2011) riva che circa il 70% opera in co-digestione di effluenti zootecnici con colture come il mais e che il 7% usa solo deiezioni zootecniche. Attualmente si sfrutta solo una piccola parte dle deiezioni potenzialmente disponibili in Italia, che secondo diverse stime si aggirano tra 130 e 150 milioni di tonnlate annue. ( fonte: Agricoltura24informa ) Il premio per l innovazione Biogas- Innovationspreis per EnviTec INNOVA TIONSPREIS DER DEUTSCHEN LANDWIRTSCHAFT 2012 ad evata efficienza Kreis-Dissolver, gli agitatori Midsize ed ora la tecnologia EnviThan per la raffinazione d biogas. A giugno è stato dato il segnale di partenza per il primo cliente. La Bioenergie Köckte nlo Sachsen-Anhalt costruisce un grosso impianto di raffinazione d biogas a tecnologia Envi- Than di 349 Nm 3 nle vicinanze di un azienda agricola. EnviTec Biogas utilizza membrane a fibra cava dla Evonik Industries. Queste raffinano il biogas grezzo trasformandolo in biometano con una frazione in metano pari ad almeno il 98%. 5

6 Inaugurazione dl impianto Ravano Green Power Dott. Giovanni Ravano, Presidente d Gruppo Ravano Green Power, Ing. Zeno Marani, Amministratore EnviTec Biogas Italia, e ing. Luca Barbato, responsabile d settore biogas Ravano Green Power ( da sinistra a destra ) In una splendida giornata di metà settembre, a Castnuovo Scrivia in provincia di Alessandria, ha avuto luogo l inaugurazione d secondo dei cinque impianti di biogas frutto d sodalizio tra la Ravano Green Power di Genova ed EnviTec Biogas Italia, a cui hanno partecipato tra gli altri il sindaco, il parrocco e numerosi agricoltori dla zona. L impianto di nuovissima generazione ha prodotto il primo kwh di energia ettrica da biogas il 7 luglio scorso ed è stato realizzato secondo lo schema di doppia linea biologica con due fermentatori da circa 2.500m³. Il piano di alimentazione si basa essenzialmente su colture dedicate prodotte nl area immediatamente circostante all impianto, dando vita ad un indotto che porterà numerosi benefici all agricoltura locale ed offrirà una possibilità di diversificazione d mercato. Ravano Green Power come produttore di energia rinnovabile da Biogas, ha installato le L impianto di novissima generazione porta numerosi benefici, anche all agricoltura locale. sue centrali principalmente n Nord Ovest dl Italia. A fine 2012 saranno completati i 5 impianti a biogas d Gruppo che lo porteranno ad avere una capacità complessiva di 5 MW con una produzione di circa 40 GWh/anno portando ad una produzione evitata di CO 2 di t/anno. Impianti di proprietà Caldogno a Migliarino (FE) 999 kw, inizio cantiere luglio 2012, primo parallo previsto a dicembre Squadre Tedesche e Italiane ( Project Manager, Site Manager, Montatori ) Dei 23 impianti attualmente in costruzione in Italia, uno è l impianto Caldogno a Migliarino (FE). Al contrario degli impianti realizzati per i clienti, questo è fra i primi investimenti d gruppo EnviTec in Italia. L impianto da 999 kw è l esempio paradigmatico di una pianificazione efficiente, di un buon lavoro d équipe e dla nostra affidabilità, chiarisce Mario Dla Bla, direttore tecnico EnviTec Italia. Project manager tedesco, team di direzione lavori italo-tedesco, così come il team di montatori. L inizio dei lavori è stato a luglio e a dicembre si prevede che l energia verrà immessa in rete. Questo sarebbe poi un atterraggio di precisione, ha detto il direttore tecnico in Italia. Gli investimenti in progetti specifici ( own investment ) appartengono da sempre alla filosofia d impresa di EnviTec. Essi sono la testimonianza evidente, che l azienda crede fermamente n futuro d biogas. Nl ultimo anno il ramo di investimenti è diventato un importante fonte di guadagno e fatturato, dopo la costruzione degli impianti per i clienti. N 2011 sono stati investiti 32,5 milioni di euro per la costruzione d impianti propri, e 20,5 MW sono stati collegati alla rete per la prima volta. Alla fine dl anno scorso, EnviTec disponeva di impianti propri con una capacità di circa 42 MW. Ciò equivale ad un fatturato annuo di quasi 29 milioni di euro. Il settore è inoltre in continua fase di sviluppo. Baura (FE) Il primo impianto di proprietà in Italia. 999 kw, tramogge di carico dl edificio tecnico. Inizio cantiere gennaio 2012 ( palificazione ), primo parallo 4 ottobre, squadre Tedesche e Italiane. Merlara (PD) 999 kw, cantiere iniziato ai primi agosto 2012, primo parallo previsto a dicembre 2012, squadra italo-tedesca 6

7 Novembre 2012 EnviThan dà impulso al mercato d biometano La nuova proposta di EnviTec in Germania, di rendere ancora più efficienti impianti preesistenti, è stata oggetto da subito di numerose richieste. 40 esercenti ne usufruiranno quest anno. L obiettivo è di ottimizzare gli impianti più datati dal punto di vista tecnologico e rendere possibili rendite migliori ai gestori. Per esempio, questo può essere messo in atto mediante l implementazione di un nuovo cogeneratore o per mezzo dla sua sostituzione con un nuovo motore più efficiente. Anche n campo dei pre-trattamenti dei substrati si punta ad ottenere quantità di biogas maggiori dalle biomasse in ingresso. Il risultato: l efficienza totale è migliorata. A ciò è collegato anche un minore acquisto di biomasse in ingresso che diminuisce i costi d gestore. In Germania, anche l impiego dl impianto per la raffinazione d biogas EnviThan può essere considerata un alternativa. Repowering mediante un cogeneratore aggiuntivo o sostitutivo Repowering di impianti esistenti all occorrenza il potenziamento degli impianti potrebbe risultare di grande utilità. Allo stesso modo vi sono diverse richieste, non soltanto da parte dei nostri clienti, per l ottimizzazione di Repowering aumenta l efficienza totale dl impianto impianti esistenti dal punto di vista economico, o richieste di ampliamento e sviluppo di impianti. Noi offriamo un assistenza completa, esaminiamo le varie opzioni, sviluppiamo il modlo adatto, analizziamo i processi, ricalcoliamo la redditività ed aboriamo un offerta su misura. Vogliamo appunto offrire il meglio ai i nostri clienti. Innovativo, efficiente dal punto di vista dei costi ed ecocompatibile, questa è la tecnologia per la raffinazione d biogas dl azienda leader d mercato Envitec. Per la nuova tecnologia EnviTec implementa i suoi impianti per la raffinazione d biogas dall inizio di quest anno con i moduli a membrana dla Evonik Industries. Queste speciali membrane a fibracava raffinano in maniera particolarmente efficace il biogas prodotto dagli impianti di biogas fino a 99 percento di contenuto in metano. La raffinazione d biogas non necessita nè di agenti chimici nè di acqua o ulteriori ausili. Questo rende EnviThan conveniente ed ecocompatibile, considerato che non vengono a formarsi acque reflue. Biometano ad evato grado di purezza Grazie all utilizzo dla tecnologia EnviThan, il biometano potrebbe contribuire a coprire la maggior parte d consumo di gas da fonti rinnovabili. Una questione questa, inoltre, molto importante in una nazione come la Germania dove all 80 percento d gas metano impiegato viene importato. Allo stesso tempo verrebbe ridotta anche l emissione di gas serra inquinanti in quanto durante la combustione di biometano viene liberata solo l anidride carbonica fissata in precedenza dalle biomasse utilizzate per la sua produzione. La tecnologia, a cui è stato conferito il premio per l innovazione ( Biogas-Innovationspreis ) trova adesso la sua prima applicazione. Nla regione Sachsen- Anhalt in Germania, è stato dato il via alla costruzione di un grosso impianto per la raffinazione d biogas EnviThan, da 349 m 3, che si trova nle vicinanze di un azienda agricola. Liquame bovino, insilato di mais e colture autunno-vernine, fungono da biomasse in ingresso. L offerta anche in Italia In Italia, i nostri impianti sono tutti ancora molto nuovi e con tecnologia all avanguardia, spiega l amministratore degato di EnviTec Biogas Italia Zeno Marani, da noi il bisogno d incremento dl efficienza è naturalmente scarso. Sicuramente il progresso tecnologico è in continua evoluzione; Il Kreis-Dissolver EnviTec è un omogeneizzatore e trituratore ad evata efficienza, superiore ai sistemi tradizionali L impianto pilota a Sachsendorf, in Germania. Con il biometano taglio drastico alle emissioni di CO 2 7

8 Novembre 2012 Primo impianto EnviTec negli USA Con la costruzione di un impianto a biogas nlo stato di New York Envitec approda al Nuovo Mondo. Si tratta di un ulteriore pietra miliare n nostro processo di internazionalizzazione, afferma Ro Slotman, Direttore Commerciale d Gruppo. Envi- Tec è già presente in 15 paesi in Europa e in India. Il committente è Donald Jensen II, proprietario di un azienda produttrice di latte a conduzione familiare d 1925 a Stanley. Dopo la messa in esercizio prevista a fine dicembre l impianto avrà una potenza ettrica allacciata di 541 kw. Come biomasse in ingresso ci sono resti di foraggio, liquame di bovini da latte e grassi. Il know-how di EnviTec ci ha semplicemente Gli Stati Uniti d America sono una pietra miliare dla nostra dinamica internazionalizzazione Ro Slotman, Chief Commercial Officer EnviTec Biogas AG Stle e strisce dove nasce il primo impianto EnviTec negli Stati Uniti. La messa in esercizio è prevista per dicembre 2012 EnviTec alla Key Energy Quest anno EnviTec è di nuovo presente alla 16ma edizione dl Ecomondo di Rimini dal 7 al 10 novembre (stand 112, padiglione D 5). L anno scorso la fiera ha avuto un successo determinante: visitatori, più d 10 percento stranieri, espositori in 16 padiglioni su mq, 150 convegni con oltre 700 ratori, 650 giornalisti accreditati, sono solo i numeri più rilevanti dla fiera più importante n settore dla Green Economy in Italia. All interno dla stessa manifestazione ci saranno anche la sesta edizione di Key Energy e Cooperambiente: una grande piattaforma dedicata al riciclo, alle energie rinnovabili ed allo sviluppo sostenibile. Così, in questo momento particolare, si presenta l occasione per la EnviTec Biogas di presentare ai visitatori interessati tutta la gamma d impianti a biogas a partire da 99 kw, in assetto cogenerativo, nonché presentare ai clienti i suoi impianti Waste-to-Energy. In più, la filiale italiana dl azienda leader d mercato presenterà anche la sua tecnologia per la raffinazione d biogas EnviThan a cui è stato conferito quest anno il premio per l innovazione Biogas-Innovationspreis dl associazione degli agricoltori tedeschi. Il biometano ad evato grado di purezza pronto per essere immesso direttamente nla rete di gas pubblica in Germania, in Italia non e piu solo un utopia, ma e in arrivo. Per questo Envi- Tec si dimostra pronta dal punto di vista tecnologico e industriale per raccogliere anche questa nuova sfida. L impianto EnviTec tipo Waste to Energy a Rogerstone / Galles ha una potenza di 499 kw. L azienda alimentare Rogerstone Park, che produce cibo precotto, ricava energia dai propri scarti alimentari convinti, il figlio d proprietario dla Lawnhurst Farm, Donald N. Jensen III, fa il punto dla situazione. CALENDARIO FIERISTICO ENVITEC 2012 / 2013 Bovino da Latte, Fiera di Cremona ottobre 2012 Key Energy, Fiera di Rimini 7 10 novembre 2012 BioEnergy Italy, Cremona Fiere 28 febbraio 2 marzo 2013 Mostra Convegno Agroenergia Tortona 1 3 marzo 2013 Fieravicola, Fiera di Forlì, aprile 2013 CONTATTO EnviTec Biogas Italia S.r.l. Via Bussolengo, 8c Sommacampagna (VR) T Fax

ecofarm Dagli scarti della tua azienda, energia pulita e concime. Domino Nuova energia per la tua azienda

ecofarm Dagli scarti della tua azienda, energia pulita e concime. Domino Nuova energia per la tua azienda Dagli scarti della tua azienda, energia pulita e concime. Domino Nuova energia per la tua azienda Domino Come funziona un impianto biogas Il biogas si ottiene dalla fermentazione anaerobica di biomasse

Dettagli

Rassegna Stampa luglio 2010

Rassegna Stampa luglio 2010 Rassegna Stampa luglio 2010 IL Settimanale di Latina 3 luglio 2010 La Provincia di Latina 1 luglio 2010 Latina Oggi 2 luglio 2010 L energia pulita arriva dalle campagne dell agro pontino Domani a Borgo

Dettagli

Situazione-trend di crescita del biogas in Italia e prospettive per il biometano. Sergio Piccinini

Situazione-trend di crescita del biogas in Italia e prospettive per il biometano. Sergio Piccinini per il biometano BIOGAS E BIOMETANO: una filiera bioenergetica sostenibile Sergio Piccinini CRPA spa, Reggio Emilia Giovedì 14 Marzo 2013 - Ore 9,30 Sala Convegni Azienda Sperimentale Marani via Romea

Dettagli

4 BIOGAS SRL www.4biogas.it NOI LO RENDIAMO FACILE. Impianti NOVA da 50 a 300 kwp

4 BIOGAS SRL www.4biogas.it NOI LO RENDIAMO FACILE. Impianti NOVA da 50 a 300 kwp NOI LO RENDIAMO FACILE Impianti NOVA da 50 a 300 kwp Nozioni processo biologico Formazione biogas Materiale organico batteri Calore, assenza di ossigeno Composizione: CH 4 : 46 68 Vol-% CO 2 : 30 50 Vol-%

Dettagli

POLLINA e BIOMETANO: IL FUTURO E OGGI

POLLINA e BIOMETANO: IL FUTURO E OGGI POLLINA e BIOMETANO: IL FUTURO E OGGI Ravenna 26 settembre 2012 Austep SpA Via Mecenate, 76/45 20138 Milano Tel. +39 02 509 94 71 Fax. +39 02 580 194 22 E-mail: info@austep.com AUSTEP opera dal 1995 con

Dettagli

LE POSSIBILI FILIERE DEL BIOGAS

LE POSSIBILI FILIERE DEL BIOGAS 10 marzo 2009 Università degli Studi di Teramo Facoltà di Agraria - Mosciano Sant Angelo Regione Abruzzo ARAEN LE POSSIBILI FILIERE DEL BIOGAS Diego Gallo AIEL - ASSOCIAZIONE ITALIANA ENERGIE AGROFORESTALI

Dettagli

Cagliari 12 Marzo 2009. Laboratorio Biomasse labbiomasse@sardegnaricerche.it

Cagliari 12 Marzo 2009. Laboratorio Biomasse labbiomasse@sardegnaricerche.it Dessì Alessandro Cagliari 12 Marzo 2009 Laboratorio Biomasse labbiomasse@sardegnaricerche.it IL LABORATORIO BIOMASSE E BIOCOMBUSTIBILI Il laboratorio è stato realizzato nell ambito del Cluster Tecnologico

Dettagli

CN CZ DE EN ES FR HU IT LV NL PL RO RU SK 3 / 3. Te c h n o l o g y. Perché la nostra energia ha così tanti vantaggi. Non solo per i nostri clienti.

CN CZ DE EN ES FR HU IT LV NL PL RO RU SK 3 / 3. Te c h n o l o g y. Perché la nostra energia ha così tanti vantaggi. Non solo per i nostri clienti. CN CZ DE EN ES FR HU IT LV NL PL RO RU SK First Class Te c h n o l o g y 3 / 3 Perché la nostra energia ha così tanti vantaggi. Non solo per i nostri clienti. I vantaggi del biogas sono molteplici. La

Dettagli

COGENERAZIONE e BIOGAS

COGENERAZIONE e BIOGAS COGENERAZIONE e BIOGAS TIECO srl L ENERGIA CHE NON PENSAVI DI AVERE TIECO SRL PROFESSIONALITA AL TUO SERVIZIO. Fondata nel 2000, TIECO SRL rappresenta una realtà consolidata nella progettazione e realizzazione

Dettagli

ENPLUS L ENERGIA CHE VUOI

ENPLUS L ENERGIA CHE VUOI ENPLUS L ENERGIA CHE VUOI ENPLUS è una realtà aziendale italiana, con sistema di qualità certificato ISO 9001:2008, che opera nell impiantistica meccanica e termoelettrica industriale, realizza costruzioni

Dettagli

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la quarta annualità un indagine

Dettagli

Polo Territoriale di Cremona Diffusione degli impianti biogas in Italia e a Cremona: numero, tipologie, taglie e alimentazione

Polo Territoriale di Cremona Diffusione degli impianti biogas in Italia e a Cremona: numero, tipologie, taglie e alimentazione Polo Territoriale di Cremona Diffusione degli impianti biogas in Italia e a Cremona: numero, tipologie, taglie e alimentazione Ruolo degli impianti bioenergetici in Italia 2 Distribuzione quantitativa

Dettagli

Gestione dei reflui zootecnici tramite digestione anaerobica: opportunità per Ledro. Collotta Massimo Pieve di Ledro 29.04.13

Gestione dei reflui zootecnici tramite digestione anaerobica: opportunità per Ledro. Collotta Massimo Pieve di Ledro 29.04.13 Gestione dei reflui zootecnici tramite digestione anaerobica: opportunità per Ledro Collotta Massimo Pieve di Ledro 29.04.13 INDICE La Digestione Anaerobica (DA) Il Sistema incentivante L opportunità per

Dettagli

Figure Professionali. «Agricoltura e Agroenergie» IMPRENDITORE AGRO-ENERGETICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Figure Professionali. «Agricoltura e Agroenergie» IMPRENDITORE AGRO-ENERGETICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Figure Professionali «Agricoltura e Agroenergie» IMPRENDITORE AGRO-ENERGETICO GREEN JOBS Formazione e Orientamento La figura chiave di questo settore è naturalmente quella dell imprenditore agro-energetico.

Dettagli

Introduzione. Il Dott. Martin Viessmann guida l azienda in terza generazione.

Introduzione. Il Dott. Martin Viessmann guida l azienda in terza generazione. Azienda Calore Il calore è fondamentale per la vita sul nostro pianeta. Laddove il sole non è sufficiente a soddisfare questo bisogno, questo compito spetta all uomo. Questa è la mission a cui l azienda

Dettagli

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p.

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p. Gas: le Regioni Italiane con il maggior numero di consumi e quelle con il risparmio più alto ottenibile Indice: Indice. p. 1 Introduzione. p. 2 Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2 Il costo del

Dettagli

Marco Caliceti. 24/01/2011 - ENEA Roma BIOCARBURANTI: RECEPIMENTO DELLA DIRETTIVA 28/2009 E SVILUPPO DEL SETTORE

Marco Caliceti. 24/01/2011 - ENEA Roma BIOCARBURANTI: RECEPIMENTO DELLA DIRETTIVA 28/2009 E SVILUPPO DEL SETTORE Marco Caliceti Ottobre 2010. Ampia convergenza sul documento: Indicazioni per lo sviluppo della Filiera Biogas biometano, Italia 2020 CRPA Centro Ricerche Produzioni Animali Confagricoltura ITABIA CIA

Dettagli

ESPERTO DELLA GESTIONE DI BIO-DIGESTORI O IMPIANTI AGRO-ENERGETICI. Recupero energetico. Figure professionali «La gestione integrata dei rifiuti»

ESPERTO DELLA GESTIONE DI BIO-DIGESTORI O IMPIANTI AGRO-ENERGETICI. Recupero energetico. Figure professionali «La gestione integrata dei rifiuti» Figure professionali «La gestione integrata dei rifiuti» Recupero energetico ESPERTO DELLA GESTIONE DI BIO-DIGESTORI O IMPIANTI AGRO-ENERGETICI GREEN JOBS Formazione e Orientamento ESPERTO DI BIO-DIGESTORI

Dettagli

Figure Professionali. «Agricoltura e Agroenergie» GESTORE DI IMPIANTO AGRO-ENERGETICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Figure Professionali. «Agricoltura e Agroenergie» GESTORE DI IMPIANTO AGRO-ENERGETICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Figure Professionali «Agricoltura e Agroenergie» GESTORE DI IMPIANTO AGRO-ENERGETICO GREEN JOBS Formazione e Orientamento Il gestore di impianti agroenergetici è una figura professionale con diverse caratteristiche

Dettagli

IL BIOGAS IN AGRICOLTURA

IL BIOGAS IN AGRICOLTURA IL BIOGAS IN AGRICOLTURA CIB - Consorzio Italiano Biogas e Gassificazione G. Bezzi IL BIOGAS Biogas: prezioso combustibile gassoso naturale che nasce dalla fermentazione di materia organica e vegetale,

Dettagli

UFFICI AI QUALI INVIARE LE DOMANDE

UFFICI AI QUALI INVIARE LE DOMANDE UFFICI AI QUALI INVIARE LE DOMANDE ABRUZZO L'ABRUZZO Via F. Filomusi Guelfi - 67100 -L'Aquila Tel. 0862446148-0862446142 Fax 0862446101-0862446145 E-mail: sr-abr@beniculturali.it E-mail certificata: mbac-sr-abr@mailcert.beniculturali.it

Dettagli

Analisi della redditività degli impianti per la produzione di biogas alla luce delle nuove tariffe incentivanti

Analisi della redditività degli impianti per la produzione di biogas alla luce delle nuove tariffe incentivanti Alessandro Ragazzoni Dipartimento di Scienze Agrarie (Dip.S.A.) Università di Bologna Analisi della redditività degli impianti per la produzione di biogas alla luce delle nuove tariffe incentivanti Giovedì

Dettagli

Edifici ed abitazioni Censimento 2001. Dati definitivi

Edifici ed abitazioni Censimento 2001. Dati definitivi 9 dicembre 2004 Edifici ed abitazioni Censimento 2001. Dati definitivi L Istat diffonde oggi i dati definitivi relativi agli Edifici e alle Abitazioni rilevati in occasione del 14 Censimento generale della

Dettagli

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese 17 giugno 2013 Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese I dati desk sul credito alle imprese Dall avvento della crisi (dal 2008 in poi) l andamento dei prestiti alle imprese italiane

Dettagli

BIOGAS Impianti a confronto

BIOGAS Impianti a confronto BIOGAS Impianti a confronto Caratteristiche degli impianti Azienda Tipo reattori Volume reattori Temperatura Potenza elettrica Fontana CSTR 2 x 1.370 m 3 36-38 C 90 + 125 kw Mengoli CSTR 2 x 1.050 + 850

Dettagli

Biogas: i parametri tecnico economici per la progettazione e l'approvvigionamento

Biogas: i parametri tecnico economici per la progettazione e l'approvvigionamento C.R.P.A. S.p.A. - Reggio Emilia Expo Business Forum Internazionale Termotecnica, Energia, Ambiente. Biogas: i parametri tecnico economici per la progettazione e l'approvvigionamento Claudio Fabbri Centro

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I contratti di rete Il monitoraggio sui Contratti di rete di Unioncamere, su dati Infocamere, mette in

Dettagli

La produzione di rifiuti urbani in Italia

La produzione di rifiuti urbani in Italia La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER 1 RIFIUTI OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE APRILE 2010 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la terza annualità un indagine

Dettagli

Biogas e Biometano: situazione e prospettive in Italia

Biogas e Biometano: situazione e prospettive in Italia Italian Biomass Forum «Prospettive di sviluppo della bioenergia in Italia» Milano Convention Centre, 21 Giugno 2012 Biogas e Biometano: situazione e prospettive in Italia Sergio Piccinini Centro Ricerche

Dettagli

Il trasporto è uno dei settori maggiormente responsabili delle emissioni di gas serra; in Italia

Il trasporto è uno dei settori maggiormente responsabili delle emissioni di gas serra; in Italia del trasporto dei rifiuti, mentre sarebbe interessante studiarne l impatto dal punto di vista economico ambientale. Tutti i rifiuti che vengono prodotti, del resto, sono oggetto di operazioni di trasporto,

Dettagli

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute ABRUZZO Case di cura / Ospedali / Day-Surgery CHIETI e provincia L'AQUILA e provincia PESCARA e provincia Centri diagnostici /Poliambulatori/Studi

Dettagli

Profilo spostato su fasce non di punta (F1= 10%; F2 e F3= 90%) (B) Servizio di maggior tutela (prezzi biorari transitori)

Profilo spostato su fasce non di punta (F1= 10%; F2 e F3= 90%) (B) Servizio di maggior tutela (prezzi biorari transitori) Consumo annuo (kwh) Scheda di confrontabilità per clienti finali domestici di energia elettrica Corrispettivi previsti dall offerta free di eni alla data del 01/02/2011, valida fino alla data del 15/04/2011

Dettagli

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale EDIZIONE SETTEMBRE 2010 INDICE 1 CARATTERISTICHE DELLA SPERIMENTAZIONE... 3 2 CONDIZIONI DI ACCESSO ALLA

Dettagli

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO -

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO Previnet è in grado di mettere a disposizione dei propri clienti un network

Dettagli

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO ABRUZZO DR ABRUZZO AREA DI STAFF AL DIRETTORE REGIONALE ABRUZZO DR ABRUZZO CENTRO DI ASSISTENZA MULTICANALE DI PESCARA ABRUZZO DR ABRUZZO DIRETTORE REGIONALE AGGIUNTO 1 ABRUZZO DR ABRUZZO UFFICIO ACCERTAMENTO

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ITALIA POPOLAZIONE Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 11 A. Le idee importanti l L Italia è uno Stato con 20 regioni e 103 province l In Italia ci sono molte città. Le

Dettagli

L ATLANTE DEI GIOVANI AGRICOLTORI

L ATLANTE DEI GIOVANI AGRICOLTORI L ATLANTE DEI GIOVANI AGRICOLTORI ll database degli indicatori territoriali della Rete Rurale Nazionale come strumento per lo sviluppo, il monitoraggio e la valutazione PIANO STRATEGICO DELLO SVILUPPO

Dettagli

COGENERAZIONE DA FONTI RINNOVABILI

COGENERAZIONE DA FONTI RINNOVABILI COGENERAZIONE DA FONTI RINNOVABILI Ing. Alessandro Massone Austep S.r.l. Via Mecenate, 76/45 20138 Milano Tel. +39 02 509 94 71 Fax. +39 02 580 194 22 E-mail: info@austep.com www.austep.com 1 LA COGENERAZIONE

Dettagli

Elementi di valutazione per lo studio di fattibilità di impianti di biogas

Elementi di valutazione per lo studio di fattibilità di impianti di biogas Bologna 13 Novembre 2010 Elementi di valutazione per lo studio di fattibilità di impianti di biogas Claudio Fabbri Centro Ricerche Produzioni Animali Reggio Emilia I parametri di calcolo: caratteristiche

Dettagli

Le strategie energetiche nelle aree urbane dell Emilia-Romagna per il 2020

Le strategie energetiche nelle aree urbane dell Emilia-Romagna per il 2020 Dipartimento di Chimica Industriale «Toso Montanari» UNIVERSITA DI BOLOGNA Le strategie energetiche nelle aree urbane dell Emilia-Romagna per il 2020 Leonardo Setti Università di Bologna CIRI ENERGIA&

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

Produzione efficiente di biogas da digestione anaerobica di matrici agroalimentari: attuale in Piemonte e indicazioni di sviluppo razionale

Produzione efficiente di biogas da digestione anaerobica di matrici agroalimentari: attuale in Piemonte e indicazioni di sviluppo razionale Produzione efficiente di biogas da digestione anaerobica di matrici agroalimentari: quadro attuale in Piemonte e indicazioni di sviluppo razionale P. Balsari, F. Gioelli Facoltà di Agraria, Università

Dettagli

Riorganizzazione Trenitalia. 14 luglio 2005

Riorganizzazione Trenitalia. 14 luglio 2005 Riorganizzazione Trenitalia 14 luglio 2005 2 Riorganizzazione processi di manutenzione Strutture centrali Pianificazione industriale (Nuova) Ingegneria degli impianti e della manutenzione (riorganizz.

Dettagli

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI ABRUZZO - MOLISE UFFICIO ISPETTIVO DI PESCARA Pescara, Chieti, L'Aquila, Teramo, Campobasso, Isernia Via Latina n.7 -. 65121 Pescara Telefono 06 5793.3110

Dettagli

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale) ABRUZZO Chieti - Pescara http://www.unich.it/unichieti/appmanager/unich/didattica?_nfpb=true&_pagelabel=ssis_didatticafirstpage_v2 costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

Dettagli

Scheda tecnica n. 37E - Nuova installazione di impianto di riscaldamento unifamiliare alimentato a biomassa legnosa di potenza 35 kw termici.

Scheda tecnica n. 37E - Nuova installazione di impianto di riscaldamento unifamiliare alimentato a biomassa legnosa di potenza 35 kw termici. Scheda tecnica n. 37E - Nuova installazione di impianto di riscaldamento unifamiliare alimentato a biomassa legnosa di potenza 35 kw termici. 1. ELEMENTI PRINCIPALI 1.1 Descrizione dell intervento Categoria

Dettagli

Il digestato alla luce del nuovo decreto

Il digestato alla luce del nuovo decreto Rimini, 10-11-12 Il digestato alla luce del nuovo decreto Giorgia Zaffrani DIGESTATO 1. CARATTERISTICHE OGGETTIVE: - Valore agronomico 2. DEFINIZIONI NORMATIVE: - Possibilità d uso: - Esclusione dalla

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione.

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione. Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 28/06/2013 Circolare n. 103 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle

Dettagli

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria.

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria. Risorse Umane ed Organizzazione Relazioni Industriali Alle Segreterie Nazionali delle OO.SS. SLC-CGIL SLP-CISL UIL-POST FAILP-CISAL CONFSAL. COM.NI UGL-COM.NI Roma, 2 dicembre 2009 OGGETTO: Verbale di

Dettagli

Il Percorso al Biometano

Il Percorso al Biometano www.biogasmax.eu Biogasmax Training 1 Il Percorso al Biometano STEFANO PROIETTI ISTITUTO DI STUDI PER L INTEGRAZIONE DEI SISTEMI Biogasmax Training 2 Struttura della presentazione Raccolta dei rifiuti;

Dettagli

Convegno Ambiente e Società Il sistema dei prezzi dell energia elettrica. La tariffa bioraria: luci ed ombre. Ing. Massimo Fazio

Convegno Ambiente e Società Il sistema dei prezzi dell energia elettrica. La tariffa bioraria: luci ed ombre. Ing. Massimo Fazio Convegno Ambiente e Società Il sistema dei prezzi dell energia elettrica. La tariffa bioraria: luci ed ombre Ing. Massimo Fazio Enel Energia Divisione Mercato Resp. Marketing Mass Market Roma, 26 ottobre

Dettagli

Capitolo 14. Industria

Capitolo 14. Industria Capitolo 14 Industria 14. Industria Questo capitolo raccoglie informazioni sul settore dell industria in senso stretto, escluse cioè le costruzioni per le quali si rinvia all apposito capitolo. Un primo

Dettagli

Produzione di energia elettrica in Italia

Produzione di energia elettrica in Italia PRODUZIONE Produzione di energia elettrica in Italia Tabella 25 Lorda Idro Termo Eol. Fotov. Totale Idro Termo Eol. Fotov. Totale B 2008 2009 Produttori 46.351,0 248.963,5 5.050,4 300.364,9 52.553,9 212.596,6

Dettagli

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso Chieti L'Aquila Pescara Teramo Matera Potenza Catanzaro Cosenza Crotone 3 7 3 5 6 4 5 7 6 A03 CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE A06 COSTRUZIONI E TECNICO A07 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI 3 A09 DISCIPLINE

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Gli studenti universitari di quali aiuti beneficiano?

Gli studenti universitari di quali aiuti beneficiano? Gli studenti universitari di quali aiuti beneficiano? Il quadro attuale (e uno sguardo al futuro) Federica Laudisa La dimensione sociale degli studi in Europa e in Italia: quali risposte alle nuove domande?

Dettagli

Il settore dell edilizia tra forte crisi e deboli segnali di ripresa

Il settore dell edilizia tra forte crisi e deboli segnali di ripresa Confartigianato Imprese Mantova CONVEGNO RILANCIO DELL EDILIZIA COME USCIRE DAL TUNNEL Proposte per cittadini e imprese Il settore dell edilizia tra forte crisi e deboli segnali di ripresa A cura di Licia

Dettagli

ONDATE DI CALORE ED EFFETTI SULLA SALUTE ESTATE 2014 SINTESI DEI RISULTATI

ONDATE DI CALORE ED EFFETTI SULLA SALUTE ESTATE 2014 SINTESI DEI RISULTATI Piano Operativo Nazionale per la Prevenzione degli effetti del Caldo sulla Salute Ministero della Salute, Centro Nazionale per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie ONDATE DI CALORE ED EFFETTI

Dettagli

IL BIOGAS ECO-SOSTENIBILE

IL BIOGAS ECO-SOSTENIBILE IL BIOGAS ECO-SOSTENIBILE Pag. 1/7 INTRODUZIONE: LA TECNOLOGIA AFADS La tecnologia per la produzione del biogas si è sviluppata agli inizi del 1900 in Germania e loro tecnologia ha ancor oggi la leadership

Dettagli

Il regime pubblicitario speciale delle start up innovative e la situazione attuale nel panorama italiano

Il regime pubblicitario speciale delle start up innovative e la situazione attuale nel panorama italiano Il regime pubblicitario speciale delle start up innovative e la situazione attuale nel panorama italiano Padova, 19 marzo 2014 Pierluigi Sodini Definizione L articolo 25, comma 2 del decreto legge 18 ottobre

Dettagli

CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno

CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno NOTA PER LA STAMPA Roma, 17 aprile 2009 CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno Le imprese italiane pagano un prezzo sempre più alto per la crisi del credito:

Dettagli

SINTESI DELLO STUDIO

SINTESI DELLO STUDIO SINTESI DELLO STUDIO CARO AFFITTI E COSTO PER LA CASA: DIFFICOLTA DA RISOLVERE Maggio 2009 Nel II semestre 2008 le famiglie italiane per pagare l affitto della casa in cui vivono hanno impiegato il 26,4%

Dettagli

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo ABRUZZO ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo Tel.: 338 7339896 mail: fabrizio.andriano@gmail.com BASILICATA DANIELE RAFFAELE & FIGLI sas Provincia: Potenza Tel.: 335 6226928 mail:

Dettagli

Tabelledettaglioscuolasecondaria.xls Secondaria di I grado

Tabelledettaglioscuolasecondaria.xls Secondaria di I grado PIEMONTE ALESSANDRIA A028 EDUCAZIONE ARTISTICA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA A032 EDUCAZIONE MUSICALE NELLA SCUOLA MEDIA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA A033 EDUCAZIONE TECNICA NELLA SCUOLA MEDIA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA

Dettagli

: Produzione Energia Elettrica da Biomassa : Società Agricole/ Industriali : Remo Uccellari

: Produzione Energia Elettrica da Biomassa : Società Agricole/ Industriali : Remo Uccellari Progetto Società Relatore : Produzione Energia Elettrica da Biomassa : Società Agricole/ Industriali : Remo Uccellari INTRODUZIONE Nelle pagine successive verranno velocemente illustrate le caratteristiche

Dettagli

Mappa dei percorsi formativi professionalizzanti secondo la normativa vigente

Mappa dei percorsi formativi professionalizzanti secondo la normativa vigente Mappa dei percorsi formativi professionalizzanti secondo la normativa vigente Mappa logica dei percorsi formativi professionalizzanti 8 7 Diploma tecnico superiore ITS Diploma di laurea 5 Specializzazione

Dettagli

Profilo Aziendale. L energia del sole e l esperienza di un grande gruppo

Profilo Aziendale. L energia del sole e l esperienza di un grande gruppo Profilo Aziendale. L energia del sole e l esperienza di un grande gruppo SLOV Un percorso radioso che guarda al futuro L energia rinnovabile è un investimento per il futuro prossimo e per chi sceglie di

Dettagli

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti biogas a rifiuti 2/3 Gli impianti biogas a rifiuti La tecnologia Schmack Biogas per la digestione anaerobica della FORSU La raccolta differenziata delle

Dettagli

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012 La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la quinta annualità un indagine

Dettagli

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Cod. ISTAT INT 00023 AREA: Amministrazioni pubbliche e Servizi sociali Settore di interesse: Istituzioni Pubbliche e Private Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Titolare: Dipartimento per

Dettagli

I principali temi. Crescita dimensionale. Reti d impresa e altre forme di alleanza. Innovazione e ricerca. Capitale umano e formazione

I principali temi. Crescita dimensionale. Reti d impresa e altre forme di alleanza. Innovazione e ricerca. Capitale umano e formazione I principali temi Crescita dimensionale Reti d impresa e altre forme di alleanza Innovazione e ricerca Capitale umano e formazione Internazionalizzazione: Esportazioni Investimenti diretti esteri Efficienza

Dettagli

Il costo medio di realizzazione dell impianto varia da ca. 4.000 kwp (P < 50 kwp), a ca. 3.600 /kwp (50kWp 200kWp).

Il costo medio di realizzazione dell impianto varia da ca. 4.000 kwp (P < 50 kwp), a ca. 3.600 /kwp (50kWp<P<200kWp) a ca. 3.100 /kwp (P> 200kWp). Il CETRI-TIRES, Circolo Europeo per la Terza Rivoluzione Industriale ha condotto una simulazione su dati GSE, Terna, ATLASOLE e su dati di contabilità industriale di aziende del settore fotovoltaico aderenti

Dettagli

BIOMETANO Una nuova opportunità per la valorizzazione delle biomasse

BIOMETANO Una nuova opportunità per la valorizzazione delle biomasse BIOMETANO Una nuova opportunità per la valorizzazione delle biomasse EIMA International 2014 Roberto Murano Bologna, Venerdì 14 Novembre 2014 Biometano: che cosa è? Il biogas è prodotto attraverso la decomposizione

Dettagli

Il miglior partner distributivo nel settore biomedicale & farmaceutico

Il miglior partner distributivo nel settore biomedicale & farmaceutico Il miglior partner distributivo nel settore biomedicale & farmaceutico MISSION AVERE CLIENTI CONTENTI & SODDISFATTI FARE QUELLO CHE IL CLIENTE VUOLE ESSERE IL MIGLIOR PARTNER DI LOGISTICA DUE TORRI Due

Dettagli

Pierluigi Sodini. L impegno del sistema camerale per le start up innovative

Pierluigi Sodini. L impegno del sistema camerale per le start up innovative Pierluigi Sodini L impegno del sistema camerale per le start up innovative DEFINIZIONE L articolo 25, comma 2 del decreto legge 18 ottobre 2012 n.179, convertito con modificazioni nella legge 17 dicembre

Dettagli

BIO-METHANE REGIONS. Il Bio-Metano: combustibile del futuro, opportunità per la REGIONE ABRUZZO. With the support of

BIO-METHANE REGIONS. Il Bio-Metano: combustibile del futuro, opportunità per la REGIONE ABRUZZO. With the support of IT BIO-METHANE REGIONS Il Bio-Metano: combustibile del futuro, opportunità per la REGIONE ABRUZZO With the support of BIO-METHANE REGIONS Il Bio-Metano: combustibile del futuro, opportunità per la nostra

Dettagli

TARIFFE RC AUTO IN CALO IN TUTTA ITALIA, SOPRATTUTTO IN CAMPANIA, CALABRIA E PUGLIA PER SEGUGIO.IT

TARIFFE RC AUTO IN CALO IN TUTTA ITALIA, SOPRATTUTTO IN CAMPANIA, CALABRIA E PUGLIA PER SEGUGIO.IT COMUNICATO STAMPA TARIFFE RC AUTO IN CALO IN TUTTA ITALIA, SOPRATTUTTO IN CAMPANIA, CALABRIA E PUGLIA PER SEGUGIO.IT L Osservatorio Assicurazioni Auto del comparatore online del Gruppo MutuiOnline, registra

Dettagli

L uso e la produzione di bio-gas a fini energetici

L uso e la produzione di bio-gas a fini energetici L uso e la produzione di bio-gas a fini energetici Costante M. Invernizzi Università degli Studi di Brescia costante.invernizzi@unibs.it 28 ottobre 2008 Outline 1 La gestione dei reflui zootecnici 2 Il

Dettagli

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano A cura dell Area Professionale Statistica L Automobile Club d Italia produce ormai da molti anni la pubblicazione Localizzazione degli Incidenti

Dettagli

ANALISI DELL OCCUPAZIONE FEMMINILE IN ITALIA

ANALISI DELL OCCUPAZIONE FEMMINILE IN ITALIA ANALISI DELL OCCUPAZIONE FEMMINILE IN ITALIA novembre 04 Introduzione In base ai dati dell VIII Censimento su Industria e Servizi dell ISTAT è stata condotta un analisi dell occupazione femminile nelle

Dettagli

Piano Energetico Cantonale. Schede settoriali. Produzione di energia termica P.8. Biomassa scarti organici P.8

Piano Energetico Cantonale. Schede settoriali. Produzione di energia termica P.8. Biomassa scarti organici P.8 Biomassa scarti organici 97 Situazione attuale Con il termine «scarti organici» ci si riferisce a sostanze di origine organica, animale o vegetale. È possibile classificare tali sostanze in funzione delle

Dettagli

Alternatives for Today

Alternatives for Today Alternatives for Today Nell attuale contesto politico europeo, volto alla promozione delle fonti energetiche rinnovabili, AS Solar sostiene e propone iniziative a livello nazionale e internazionale attraverso

Dettagli

MICRO COGENERAZIONE CAR e INCENTIVI

MICRO COGENERAZIONE CAR e INCENTIVI Technical Day MICRO COGENERAZIONE CAR e INCENTIVI FAENZA 26 MARZO 2015 Ing. Michele Balducci michele.balducci@studioseta.it COGENERAZIONE AD ALTO RENDIMENTO Fonte: Rapporto statistico sulla cogenerazione,

Dettagli

g-box. La centrale elettrica 2G di piccole dimensioni che produce reddito. Elevata efficienza. Ammortamento veloce. 2G. Cogenerazione.

g-box. La centrale elettrica 2G di piccole dimensioni che produce reddito. Elevata efficienza. Ammortamento veloce. 2G. Cogenerazione. g-box. La centrale elettrica 2G di piccole dimensioni che produce reddito. Elevata efficienza. Ammortamento veloce. 2G. Cogenerazione. Un successo in tutto il mondo grazie alla cogenerazione di energia

Dettagli

Consumo carburanti (litri procapite) % autovetture cilindrata > 2.000 cc 20.511,2 2.725 1.134 519,1 7,33 61,71 5,89 0,41 0,44

Consumo carburanti (litri procapite) % autovetture cilindrata > 2.000 cc 20.511,2 2.725 1.134 519,1 7,33 61,71 5,89 0,41 0,44 LA CLASSIFICA REGIONALE Il confronto tra reddito disponibile e i sette indicatori di consumo nel 2008 Posizione REGIONI Reddito disponibile (euro procapite) Consumi alimentari (euro) Consumo energia elettrica

Dettagli

07-12-000181 SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI E STATISTICA

07-12-000181 SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI E STATISTICA SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI Roma 27 giugno 2012 Prot. n. All.ti n. 07-12-000181 12 Alle Imprese di assicurazione autorizzate all esercizio del ramo R.C. auto con sede legale in Italia LORO

Dettagli

Attualità e prospettive degli impianti aziendali di biogas

Attualità e prospettive degli impianti aziendali di biogas Attualità e prospettive degli impianti aziendali di biogas P. Balsari Università degli Studi di Torino Dipartimento di Economia e Ingegneria Agraria Forestale e Ambientale paolo.balsari@unito.it COS E

Dettagli

PRODUZIONE DI BIOGAS DA BIOMASSE DI SCARTO

PRODUZIONE DI BIOGAS DA BIOMASSE DI SCARTO PRODUZIONE DI BIOGAS DA BIOMASSE DI SCARTO CLAUDIO COCOZZA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI La digestione anaerobica è un processo biologico per mezzo del quale, in assenza di ossigeno, la sostanza organica

Dettagli

Il miglior partner distributivo nel settore biomedicale e farmaceutico

Il miglior partner distributivo nel settore biomedicale e farmaceutico Il miglior partner distributivo nel settore biomedicale e farmaceutico DUE TORRI - INDICE 2 INDICE PRESENTAZIONE DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DESCRIZIONE DELLA RETE PRINCIPALI INDICATORI DI BUSINESS CONTATTI

Dettagli

affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014

affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014 affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014 il prezzo medio ora è di 8,4 euro al metro quadro cali generalizzati nei principali centri: bene padova (1,6), tengono meglio roma (0,1%)

Dettagli

CONFERENZA STAMPA DEL 5.3.2009 SULL IMPIANTO DI DEPURAZIONE LIQUAMI DI OLMETO

CONFERENZA STAMPA DEL 5.3.2009 SULL IMPIANTO DI DEPURAZIONE LIQUAMI DI OLMETO CONFERENZA STAMPA DEL 5.3.2009 SULL IMPIANTO DI DEPURAZIONE LIQUAMI DI OLMETO 1. PREMESSA L impianto di Olmeto è entrato in funzione nel 1987 ed è stato uno dei primi esempi in Italia di depurazione dei

Dettagli

Come si applicano gli incentivi per la produzione di energia elettrica da impianti di gassificazione alimentati a biomasse legnose

Come si applicano gli incentivi per la produzione di energia elettrica da impianti di gassificazione alimentati a biomasse legnose Montichiari (BS) 24 gennaio 2013 Come si applicano gli incentivi per la produzione di energia elettrica da impianti di gassificazione alimentati a biomasse legnose Marino Berton GASSIFICAZIONE E SISTEMA

Dettagli

Oltre il Pil 2014: la geografia del benessere nelle regioni italiane e nelle città metropolitane

Oltre il Pil 2014: la geografia del benessere nelle regioni italiane e nelle città metropolitane Oltre il Pil 2014: la geografia del benessere nelle regioni italiane e nelle città metropolitane Venezia, 27 gennaio 2015 Serafino Pitingaro Responsabile Area Studi e Ricerche Unioncamere Veneto 1 Senza

Dettagli

Internal Auditing. Aree Territoriali Audit Area Manager. 09 ottobre 2007. HRO Sviluppo Organizzativo

Internal Auditing. Aree Territoriali Audit Area Manager. 09 ottobre 2007. HRO Sviluppo Organizzativo Internal Auditing Aree Territoriali Audit Area Manager 09 ottobre 2007 HRO Sviluppo Organizzativo Agenda 2 Assetto preesistente Assetto preesistente: dettaglio territoriale Il modello organizzativo di

Dettagli

Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza

Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza 2 Rapporto Famiglia-reddito-casa A cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Novembre 2008 1 INDICE Nota introduttiva pag. 3 Dati demografici pag. 4 Tabella

Dettagli

Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/10/2014

Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/10/2014 Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 10/10/2014 Circolare n. 121 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori

Dettagli

Produzione di energia da biomasse

Produzione di energia da biomasse Produzione di energia da biomasse Prof. Roberto Bettocchi Ordinario di sistemi per l energia e l ambiente Dipartimento di Ingegneria - Università degli Studi di Ferrara Produzione di energia da biomasse

Dettagli

OBIETTIVO CRESCITA. Le sfide delle PMI nel contesto macroeconomico

OBIETTIVO CRESCITA. Le sfide delle PMI nel contesto macroeconomico OBIETTIVO CRESCITA Impresa, banca, territorio Le sfide delle PMI nel contesto macroeconomico I principali temi Crescita dimensionale Reti d impresa e altre forme di alleanza Innovazione e ricerca Capitale

Dettagli

Filiera Biogas: casi di studio delle migliori pratiche. Sergio Piccinini Centro Ricerche Produzioni Animali Reggio Emilia

Filiera Biogas: casi di studio delle migliori pratiche. Sergio Piccinini Centro Ricerche Produzioni Animali Reggio Emilia Filiera Biogas: casi di studio delle migliori pratiche Sergio Piccinini Centro Ricerche Produzioni Animali Reggio Emilia Produzione di biogas in Europa nel 2007: 5901,2 ktep (69 TWh) nel 2008: 7542 ktep

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA. Leonardo Setti Polo di Rimini - Università di Bologna POLO TECNOLOGICO ENERGIA & AMBIENTE

GUIDA ALLA LETTURA. Leonardo Setti Polo di Rimini - Università di Bologna POLO TECNOLOGICO ENERGIA & AMBIENTE GUIDA ALLA LETTURA Leonardo Setti Polo di Rimini - Università di Bologna POLO TECNOLOGICO ENERGIA & AMBIENTE 1) Indicazioni generali 2) Spiegazione singole schede dalla n. 15 a seguire INDICAZIONI GENERALI

Dettagli