Università degli Studi di Perugia GUIDA ECTS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Università degli Studi di Perugia GUIDA ECTS"

Transcript

1 Università degli Studi di Perugia GUIDA ECTS

2 2

3 INDICE PARTE 1: INFORMAZIONI SULL UNIVERSITA... 5 NOME E INDIRIZZO... 5 CALENDARIO ACCADEMICO... 5 AUTORITA ACCADEMICHE... 6 DESCRIZIONE GENERALE DELL UNIVERSITA... 9 La nostra storia... 9 L Università degli Studi di Perugia oggi... 9 Area Relazioni Internazionali LISTA DEI PROGRAMMI OFFERTI Tipologie di lauree offerte dall Università REQUISITI GENERALI DI AMMISSIONE Studenti in mobilità Studenti internazionali che intendono iscriversi a corsi di laurea DISPOSIZIONI GENERALI PER IL RICONOSCIMENTO DEI PERCORSI FORMATIVI PRECEDNTI PROCEDURE DI REGISTRAZIONE ATTRIBUZIONE DEI CREDITI ECTS ORIENTAMENTO UNIVERSITARIO PARTE 2: INFORMAZIONI RELATIVE AI CORSI DI LAUREA PARTE 3: INFORMAZIONI GENERALI PER GLI STUDENTI COSTO DELLA VITA ALLOGGIO Alloggi presso le Residenze Universitarie Alloggio privato Alloggio temporaneo SERVIZIO RISTORAZIONE Mense Bar Caffè SERVIZI SANITARI Altri numeri utili: Farmacie SERVIZI PER STUDENTI CON PARTICOLARI ESIGENZE Tutoraggio specializzato Servizio di supporto Computer per studenti ipovedenti Sportello per studenti diversamente abili ASSISTENZA SANITARIA SUPPORTO FINANZIARIO PER STUDENTI STRUTTURE DEDICATE AGLI STUDENTI PROGRAMMI INTERNAZIONALI INFORMAZIONI UTILI PER STUDENTI IN MOBILITA INTERNAZIONALE Come raggiungere Perugia In aereo In automobile In treno Muoversi dentro Perugia Autobus urbani Minimetrò Taxi VIVERE A PERUGIA

4 Codice fiscale Banche Welcome day per studenti Erasmus Festività in Italia Moneta Fuso orario Uffici Postali Telefonare in Italia e dall Italia Elettricità Divieto di fumare Informgiovani Terni UNICARD Numeri di emergenza PREPARAZIONE LINGUISTICA Centro Linguistico d Ateneo (CLA) TIROCINI STRUTTURE SPORTIVE PER IL TEMPO LIBERO Il complesso sportivo e ricreativo universitario "G. Bambagioni" La piscina universitaria Centro Sportivo Universitario - CUS ATTIVITA SOCIALI E CULTURALI Ufficio informazioni turistiche ASSOCIAZIONI STUDENTESCHE Il centro teatrale universitario e il coro

5 ECTS GUIDA PER STUDENTI IN MOBILITA INTERNAZIONALE 2012/2013 PARTE 1: INFORMAZIONI SULL UNIVERSITA Oltre ad essere uno degli Atenei più accreditati a livello nazionale, l Università degli Studi di Perugia occupa un posto di assoluto prestigio nel contesto europeo, come attestano i risultati da essa conseguiti sia nell ambito della ricerca scientifica che dei programmi accademici offerti.. Inoltre, l Università ha rapporti di collaborazione con Atenei europei, americani, giapponesi, cinesi e indiani. NOME E INDIRIZZO NOME: Università degli Studi di Perugia Erasmus University Charter (EUC): Chart number IC IT-ERASMUS-EUCX-1 Codice Erasmus ID: I PERUGIA01 Rettore: Prof. Francesco Bistoni Direttore Amministrativo: Angela Maria Lacaita Indirizzo: Piazza dell Università, Perugia ITALIA Sito web: CALENDARIO ACCADEMICO L Anno Accademico è diviso in due semestri: 1 Semestre: Le lezioni iniziano alla fine di settembre/inizio di ottobre e terminano in dicembre o in gennaio. Gli esami si svolgono in gennaio/febbraio. 2 Semestre: Le lezioni iniziano alla fine di febbraio e terminano all inizio di giugno. Gli esami si svolgono in giugno e in luglio. Vi sono due periodi di vacanza a metà semestre, a Natale e a Pasqua, e un lungo periodo di vacanza durante l estate, da metà luglio fino alla fine di agosto. Per ulteriori dettagli relativi alle date dell anno accademico , consultare le pagine web delle singole Facoltà. Gli esami all Università si svolgono di regola nei mesi di febbraio, giugno/luglio e settembre, sebbene alcune date specifiche varino da Facoltà a Facoltà. E pertanto consigliabile consultare i siti web di ciascuna Facoltà. Gli esami possono essere scritti e orali a seconda dei singoli corsi, e alcuni di essi prevedono esami scritti basati su parte del corso, seguiti da un esame orale. Gli studenti devono iscriversi preventivamente agli esami. 5

6 AUTORITA ACCADEMICHE Il Rettore, il Direttore Amministrativo, il Vice Rettore e il Vice Rettore del Polo di Terni, il Consiglio di Amministrazione, i Delegati del Rettore, il Senato Accademico, la Giunta di Ateneo, il Consiglio degli Studenti e il Nucleo di Valutazione sono le principali autorità dell Università degli Studi di Perugia alle quali, in forza dello Statuto, è demandata la determinazione delle linee programmatiche. Il Rettore Prof. Francesco Bistoni Piazza dell'università, Perugia Tel: Fax: Prof. Francesco BISTONI Professore Ordinario Facoltà di Medicina e Chirurgia Il Rettore è il rappresentante legale dell'università e, coadiuvato dalla Giunta, esercita le funzioni di proposta e d'impulso nei confronti degli altri organi di ateneo, al fine dell'attuazione delle loro competenze; assicura l'unitarietà degli indirizzi espressi dal Senato accademico e dal Consiglio di amministrazione ed è responsabile della loro attuazione, salvo quanto previsto per la dirigenza. Il Direttore Amministrativo Dott.ssa Angela Maria Lacaita Il Direttore Amministrativo, in attuazione dei piani e degli obiettivi definiti dagli organi di governo dell'università, sovraintende all'attività di gestione dell'amministrazione centrale secondo le direttive impartite dal Rettore. A tal fine dirige, coordina e controlla l'attività di gestione dei dirigenti dell'amministrazione centrale, specificando gli obiettivi che essi debbono perseguire ed attribuendo le corrispondenti risorse umane, finanziarie e materiali; approva il documento dei piani di gestione, con il quale entro dieci giorni dall'approvazione del bilancio sono definiti gli obiettivi da perseguire con l'attività di gestione. Dott.ssa Angela Maria LACAITA 6

7 Il Pro Rettore Prof. Antonio Pieretti Piazza dell'università, Perugia Tel: Fax: Prof. Antonio PIERETTI Professore Ordinario Facoltà di Lettere e Filosofia. Sostituisce il Rettore in caso di impedimento temporaneo o di cessazione anticipata dalla carica. Il Pro Rettore del Polo di Terni Prof. Pietro Burrascano Professore Ordinario Facoltà di Ingegneria Rappresenta il Rettore nel Polo di Terni dell Università degli Studi di Perugia Prof. Pietro BURRASCANO La Giunta di Ateneo La Giunta di Ateneo è l'organo collegiale che coadiuva il Rettore nell'esercizio delle sue funzioni di proposta. Il Senato Accademico Il Senato Accademico è l'organo collegiale di governo dell'ateneo ed esercita funzioni di indirizzo e programmazione. Esercita inoltre le funzioni di organizzazione, coordinamento e controllo dell'attività di ricerca e di didattica. 7

8 Il Consiglio di Amministrazione Il Consiglio di Amministrazione è l'organo di gestione finanziaria e contabile dell'ateneo. Il Consiglio degli Studenti Il Consiglio degli Studenti è l'organo rappresentativo della componente studentesca che svolge funzioni propositive, consultive e di controllo. Il Nucleo di Valutazione Il Nucleo di valutazione ha il compito di verificare, anche mediante analisi comparative dei costi e dei rendimenti, sulla base dei provvedimenti legislativi, regolamentari, ministeriali e rettorali che a detto nucleo facciano espresso riferimento, il corretto utilizzo delle risorse pubbliche e la produttività della ricerca e della didattica, nonché di valutare la gestione amministrativa e gli interventi di sostegno al diritto allo studio. Il Collegio dei Revisori dei Conti Il Collegio dei Revisori dei Conti, organo interno dell Università, è composto da cinque membri, ha specifiche competenze amministrative, contabili e giuridiche, o una particolare conoscenza della normativa universitaria. La Facoltà La Facoltà è la struttura di coordinamento e sviluppo delle attività accademiche nell ambito delle specifiche aree disciplinari di riferimento. Alle Facoltà è demandata, nell ambito delle risoluzioni adottate dagli organi di governo dell Ateneo e nel rispetto dell autonomia e delle esigenze espresse dalle varie organizzazioni didattiche e di ricerca, la pianificazione dell impiego delle risorse umane e materiali disponibili, nonché la determinazione, di concerto con le altre Facoltà, dei programmi dei corsi di laurea in conformità della legislazione nazionale vigente. Il Preside di Facoltà Il Preside di Facoltà è un Professore Ordinario a tempo pieno che rimane in carica quattro anni.. Il Preside rappresenta la Facoltà, convoca e presiede il Consiglio e la Giunta di Facoltà; dà esecuzione alle deliberazioni del Consiglio di Facoltà; esercita funzioni di iniziativa e di coordinamento; svolge attività di vigilanza e di controllo, secondo quanto previsto dal Regolamento generale di Ateneo; esercita le altre funzioni previste dalla legge, dallo statuto e dai regolamenti. 8

9 DESCRIZIONE GENERALE DELL UNIVERSITA La nostra storia L Università degli Studi di Perugia è ricca di storia ed è uno degli Atenei più antichi in Italia. Gli archivi risalgono al 1285, quando uno Studium (istituto medievale di alta formazione) fu fondato dal Consiglio Municipale di Perugia. Il riconoscimento pontificio di Studium Generale, concesso da Papa Clemente V nel 1308, indica la fondazione dell Università. I corsi di Diritto Canonico e Diritto Civile vengono istituiti nel 1318, e successivamente furono attivati i corsi di Medicina e di Scienze Umanistiche. Nel 1371 fu istituita la Facoltà di Teologia. Il prestigio dello Studium nel XIV secolo era dovuto alla presenza di celebri studiosi come Cino da Pistoia, Bartolo da Sassoferrato e Baldo degli Ubaldi nel campo della giurisprudenza e Bartolomeo da Varignana, Tommaso del Garbo e Gentile da Foligno per la medicina. Altri eccezionali studiosi furono Luca Pacioli nel XV secolo e Giuseppe Neri nel XVII secolo per la matematica. Le cattedre di Greco e Giudaico furono anch esse istituite in quel periodo. Nella seconda metà del XVIII secolo, i principali sconvolgimenti sociali e politici determinarono profondi cambiamenti nel pensiero e nella cultura europei. Tra il 1799 e il 1814, l Università degli Studi di Perugia introdusse molte riforme, come il sistema francese di studio. La "Consulta" strutturò l Università in cinque Facoltà, con un Rettore laico in luogo di un Vescovo, e stabilì le linee programmatiche che sono state seguite sino ad oggi. Nel 1824, papa Leo XII concesse all Ateneo lo status di libera Università.. Con l unificazione d Italia del 1861, l Università degli Studi di Perugia è stata posta sotto la giurisdizione del Rettore e del Consiglio Municipale, che ha emanato gli statuti, soggetti ad approvazione governativa. Dal 1944, l Università di Perugia ha raggiunto e mantenuto la straordinaria reputazione di una delle principali Università in Italia. L Università degli Studi di Perugia oggi Oggi, l Università di Perugia è in istituzione di alta formazione moderna e multi campus il cui obiettivo principale è quello di offrire corsi di laurea di alto livello, nonché la ricerca e lo sviluppo scientifici. Alla stregua degli standards italiani, è considerato un Ateneo di medie dimensioni. E un istituzione pubblica con personalità giuridica, ed è abilitata al rilascio di titoli accademici legalmente riconosciuti. Vi sono attualmente più di studenti iscritti all Università degli Studi di Perugia e membri del personale docente coadiuvati da più di amministrativi. L Università offre un ampia varietà di corsi di laurea in 11 Facoltà: Agraria; Economia; Scienze della Formazione; Ingegneria; Lettere e Filosofia; Giurisprudenza; Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali; Medicina e Chirurgia; Farmacia; Scienze Politiche; Medicina Veterinaria. I corsi offerti dall Università degli Studi di Perugia si svolgono sia nel suo campus principale a Perugia, sia nelle altre sedi di Assisi, Città di Castello, Foligno, Orvieto, Spoleto, e Terni. Negli anni recenti, l Università si è sviluppata in un ambito di respiro ancor più multiculturale. Vi sono più di studenti internazionali iscritti a corsi di laurea presso l Ateneo e circa 450 che vengono ogni anno nell ambito di programmi di scambio. 9

10 La struttura universitaria si avvale di 29 Dipartimenti che svolgono attività di ricerca e sviluppo. Essi coordinano e promuovono la ricerca scientifica, oltre a redigere il piano annuale di ricerca e una relazione sui risultati dei progetti che sono stati completati. A ciascun Dipartimento è preposto un Direttore. L Università consta altresì di varie strutture preposte a vari servizi e ricerche, nonché di numerose biblioteche dotate di ricche collezioni ed attrezzate per qualsivoglia esigenza di ricerca. Fra queste, vi è la Biblioteca dei Libri Rari, di grande importanza in quanto l Università degli Studi di Perugia è l unico Ateneo italiano che ad oggi conserva ancora il proprio Archivio Storico completo. Recenti inventari hanno rivelato che la collezione include circa 27 incunabola prime pubblicazioni stampate con caratteri mobili, risalenti al XV secolo e circa prestigiosi volumi. La collezione include pubblicazioni stampate dal XV al XIX secolo relative ad un ampia varietà di argomenti, dalla teologia alla legge, dalla medicina alla letteratura e alla storia. Vi sono altresì numerosi laboratori informatici, internet points, alloggi e mense. Al fine di migliorare la qualità della vita universitaria, gli studenti hanno altresì a loro disposizione l utilizzo gratuito delle e mails, attrezzature ad hoc per studenti diversamente abili, nonché corsi di lingua italiana presso il CLA (Centro Linguistico di Ateneo). Vi è altresì un Centro Universitario Sportivo (CUS), che offre agli studenti varie attività, tra cui tiro con l arco, atletica, baseball, basket, biliardo, scacchi, bocce, scalata, canottaggio, ciclismo, danza, scherma, calcio, calcetto, ginnastica, equitazione, escursionismo, pattinaggio sul ghiaccio, judo, karate, paracadutismo, rugby, nuoto, taekwondo, tennis, tiro a segno, pallavolo, wrestling, pallanuoto, tiro a volo, sci, kick boxing, difesa personale, lacrosse, vela e fitness. Il sito web dell Università degli Studi di Perugia, costantemente aggiornato, offre agli studenti un interfaccia ideale per comunicare con essa ed accedere alle informazioni riguardanti, per esempio, la possibilità di iscriversi agli esami via Internet, scaricare moduli amministrativi e accedere alle e- mails personali inviate dall Università a ciascuno studente. Area Relazioni Internazionali L Area Relazioni Internazionali è suddivisa in tre sezioni: 1- Ufficio Relazioni Internazionali, Programmi Comunitari e Cooperazione Internazionale 2- Ufficio Mobilità Studenti in Uscita 3- Ufficio Mobilità Studenti in Entrata L Ufficio Relazioni Internazionali, Programmi Comunitari e Cooperazione Internazionale opera nei seguenti settori: - Fornisce informazioni dettagliate concernenti le opportunità finanziarie per programmi di mobilità, formazione e cooperazione internazionale - Presenta e gestisce programmi di mobilità, segue l iter completo del Learning Programme (Jean Monnet, Comenius, Grundtvig, Leonardo, Erasmus Intensive Programme, reti tematiche internazionali Erasmus) - Coadiuva il personale docente e ricercatore nell ambito dei programmi di mobilità, del consorzio interuniversitario italiano per l Argentina (CUIA) e di altre organizzazioni simili nazionali ed internazionali - Coadiuva il personale docente e ricercatore per la presentazione di candidature all interno del programma Marie Curie - Formazione accademica internazionale 10

11 - Riceve delegazioni di personale docente e non docente e esemplifica il ruolo della mobilità e della cooperazione internazionale - Gestisce le procedure inerenti ai programmi Erasmus Mundus e Tempus - Riceve i Professori in visita - Aderisce a Reti internazionali - Partecipa a conferenze internazionali e promuove l Università - Aderisce e promuove programmi quali: Vulcanus, Eiffel, Fulbright, etc.. - Cooperazione Internazionale offerta dal Ministero degli Affari Esteri e dell Istruzione - Collabora con l A.Di.S.U. per gli studenti e il personale in entrata - Gestisce e rinnova gli accordi bilaterali LLP/Erasmus nelle aree di studio e di tirocinio L Ufficio Mobilità Studenti in Uscita è responsabile per: - Front office degli studenti LLP/Erasmus - Tutte le procedure inerenti alla mobilità degli studenti in uscita (per studio e tirocinio) - Erasmus Intensive Language Courses (EILC) - Contatti e corrispondenza con Università e aziende straniere nel corso dell attività degli studenti - Tirocini internazionali nell ambito della convenzione con la CRUI - Corrispondenza con le Università partner L Ufficio Mobilità Studenti in Entrata è responsabile per: - Il supporto agli studenti in entrata per visti, permessi di soggiorno e assistenza sanitaria - Alloggi per studenti e servizi mensa offerti dall A.Di.S.U. - Contatti e corrispondenza con i Docenti dell Università degli Studi di Perugia referenti degli accordi bilaterali delle Facoltà - Monitoraggio degli studenti in entrata durante tutta la loro permanenza in Italia, attraverso la collaborazione con i Delegati Erasmus di Facoltà - Organizzazione di incontri e dei Welcome Days per studenti LLP/Erasmus in entrata - Collaborazione con gli enti locali e associazioni studentesche nell organizzazione di attività socio culturali rivolte agli studenti in entrata Contatti per la Mobilità Internazionale Prof. Elda Gaino Delegato del Rettore per le Relazioni Internazionali Tel.: Fax: Sonia Trinari Responsabile dell Area Relazioni Internazionali Tel.: Fax:

12 Ufficio Mobilità Studenti in Entrata Stefania de Gennaro Tel.: , Fax: Ufficio Mobilità Studenti in Uscita Alessandra Tunno Tel.: , /72 Fax: LISTA DEI PROGRAMMI OFFERTI Tipologie di lauree offerte dall Università Il sistema universitario italiano si basa oggi su tre principali cicli di studio, che sono i seguenti: Primo ciclo - Corso di Laurea tre anni - Corso di Laurea Magistrale a Ciclo Unico cinque o sei anni Secondo ciclo - Corso di Laurea Magistrale due anni - Master Professionale di I livello Terzo ciclo - Dottorato di Ricerca PhD - Scuola di Specializzazione - Master Professionale di II livello LAUREA Il corso di laurea fornisce allo studente un adeguata conoscenza dei metodi e principi scientifici, nonché una solida base per coloro che intendono proseguire i loro studi con una laurea di secondo livello o con un Master di I livello. Per poter accedere a un corso di laurea di primo livello, lo studente deve essere in possesso di un diploma di scuola secondaria o di un idoneo titolo equipollente conseguito all estero. Il corso di laurea dura 3 anni. Per conseguire il titolo (laurea) occorre accumulare 180 crediti (60 crediti per ciascun anno di corso). LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO Le Lauree Magistrali a ciclo unico non comportano una distinzione tre il triennio iniziale di studio e il successivo biennio di specializzazione; l intero ciclo di studi è strutturato su un unico periodo di cinque o sei anni, al termine del quale lo studente consegue una laurea di secondo livello (laurea magistrale). La laurea a ciclo unico fornisce allo studente una preparazione avanzata e un esperienza professionale in specifici settori regolati da direttive europee che richiedono un elevato livello di preparazione e per l accesso a professioni legali. Per poter accedere a un corso di laurea a ciclo unico, lo studente deve essere in possesso di un diploma di scuola secondaria. 12

13 Per conseguire il titolo (laurea a ciclo unico) occorre accumulare 300 crediti, nel caso di corsi quinquennali, e 360 crediti, nel caso di corsi di laurea di sei anni (60 crediti per ciascun anno di corso). LAUREA MAGISTRALE La laurea di secondo livello, altresì conosciuta come laurea di specializzazione, fornisce allo studente una preparazione avanzata e un esperienza professionale in specifici settori che richiedono un elevato livello di preparazione Per poter accedere a un corso di laurea di secondo livello, lo studente deve essere in possesso di un diploma di laurea di primo livello o di un idoneo titolo equipollente conseguito all estero. Il corso dura due anni. Per conseguire il titolo (laurea di secondo livello) occorre accumulare 120 crediti (60 crediti per ciascun anno di corso). MASTER PROFESSIONALE DI I E DI II LIVELLO Il Master è finalizzato al consolidamento e all ampliamento delle competenze e della professionalità dei laureati, tramite lo svolgimento di tirocini volti a soddisfare le esigenze del mondo del lavoro. Vi sono Masters sia di I che di II livello. Per poter accedere ad un Master di I livello, che fa parte degli studi universitari del secondo ciclo, occorre essere in possesso di una laurea di primo livello. Per poter accedere ad un Master di II livello, che fa parte degli studi universitari del terzo ciclo, occorre essere in possesso di una laurea di secondo livello. Un Master professionale generalmente dura da sei mesi a un anno. Per ottenere il diploma (Master di I o di II livello) è necessario accumulare 60 crediti. DOTTORATO DI RICERCA (PhD) Fornisce la professionalità necessaria per lo svolgimento di attività di ricerca di alto livello in Università, enti pubblici e associazioni private. Per poter accedere ad un corso di dottorato, occorre essere in possesso di una laurea a ciclo unico o di un diploma di Master. I candidati devono altresì superare un esame di selezione. Il diploma di dottorato è rilasciato a seguito del compimento di un periodo di studio di tre o quattro anni. SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE Fornisce allo studente la preparazione e le competenze richieste in specifici settori professionali. Tali corsi possono essere istituiti in applicazione di specifiche norme o direttive europee. Per poter accedere ad un corso di specializzazione occorre essere in possesso di una laurea di secondo livello. La durata del corso e il numero dei crediti richiesti per il conseguimento del diploma di specializzazione sono definiti dalla struttura accademica di ciascun singolo corso. Consultare il link sotto riportato per conoscere l elenco dei corsi di laurea offerti dall UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA: 13

14 REQUISITI GENERALI DI AMMISSIONE Requisiti di accesso I requisiti di accesso ai corsi offerti dall Università di Perugia sono: a) Per i corsi di primo ciclo (Laurea e Laurea Magistrale a Ciclo Unico), il regolamento didattico dei corsi determina i diplomi di scuola secondaria, o altri titoli rilasciati all estero, riconosciuti come adeguati e necessari per l iscrizione. b) Per i corsi di secondo ciclo (Laurea magistrale) gli studenti devono essere in possesso di una laurea o di un diploma universitario triennale, o di un altro titolo riconosciuto conseguito all estero. Gli studenti devono altresì essere in possesso dei requisiti curriculari ed essere adeguatamente preparati, così come previsto dai regolamenti didattici di ciascun corso di studio. c) Per i corsi a numero chiuso, i requisiti di accesso sono determinati dai regolamenti didattici e dagli specifici bandi. Al fine di essere totalmente o parzialmente esonerati dal pagamento delle tasse universitarie, gli studenti devono indicare nella loro domanda di iscrizione l indicatore dello stato economico equivalente (ISEE) o l indicatore dello stato economico equivalente per l università (ISEEU), al fine di ottenere un adeguata riduzione in conformità alla propria fascia reddituale. E altresì possibile fare domanda per una borsa di studio A.Di.S.U. Cittadini extra comunitari residenti all estero Al fine dell ammissione di cittadini extra comunitari residenti all estero ad un corso di laurea, essi devono superare una prova di lingua italiana, salvo specifiche eccezioni previste da specifiche normative del M.I.U.R.. Cittadini italiani con titoli conseguiti all estero I cittadini italiani con titoli conseguiti all estero frequentano l Università alle stesse condizioni dei cittadini italiani con titoli nazionali, salva la certificazione dei titoli sopra menzionati. Riconoscimento dei titoli accademici conseguiti all estero In conformità alla legge 21 luglio 2002, n. 148, le Università possono riconoscere un titolo accademico conseguito all estero ai fini del rilascio di titoli accademici italiani nell ambito della loro autonomia ed in conformità delle rispettive norme, ad eccezione dei relativi accordi bilaterali. Il riconoscimento dei titoli conseguiti all estero da parte dell Università avviene puramente per finalità accademiche, mentre il riconoscimento dei titoli per fini professionali segue una procedura diversa ed è valutato dalle relative Amministrazioni conformemente all oggetto. Al fine di ottenere il riconoscimento di periodi di studio e di titoli accademici, svolti e conseguiti presso Università o Istituti Internazionali di Formazione Universitaria, è necessario presentare un apposita domanda. 14

15 La procedura preliminare di riconoscimento si conclude con una risoluzione del Senato Accademico, adottata su espresso parere del Consiglio dei corsi di laurea, previa valutazione degli studi e degli esami svolti all estero. Il decreto del Rettore riconosce l idoneità del titolo accademico ottenuto all estero nell ottica del conseguimento del titolo italiano. Traduzione dei documenti Tutti i documenti devono essere in italiano o ufficialmente tradotti in italiano. Al fine di ottenere i predetti documenti tradotti, le parti interessate possono altresì rivolgersi al Tribunale locale od avvalersi di traduttori locali (in quest ultimo caso, la traduzione deve essere certificata dalla relativa Delegazione Italiana), ufficiali e giurati, o di Delegazioni diplomatiche e consolari operanti nel paese in cui il documento è stato rilasciato. Studenti in mobilità Gli studenti possono essere accettati per un programma di scambio attraverso la loro Istituzione di appartenenza. E pertanto consigliabile che coloro che sono interessati a studiare all Università degli Studi di Perugua nell ambito di un programma di scambio contattino l Ufficio Relazioni Internazionali della loro Istituzione per informarsi in merito alla sussistenza di un accordo bilaterale con l Università degli Studi di Perugia. Gli studenti in mobilità Erasmus devono essere nominati via dalla loro Istituzione, che fornirà il nome completo dello studente, l area e periodo di studio e l indirizzo e - mail. Una volta nominato, saranno inviate via e mail allo studente le istruzioni per l application on line. L application on line dello studente è obbligatoria ed è accessibile al seguente link: Una volta che lo studente abbia compilato l application form e il Learning Agreement on-line, egli dovrà attivare la funzione send, per la trasmissione tramite posta elettronica dei moduli all Ufficio Mobilità Studenti in Entrata. Lo studente dovrà quindi inviare due copie stampate di ciascun modulo, che dovranno recare il timbro e la firma sia del coordinatore dipartimentale che del coordinatore istituzionale, nonché la firma dello studente stesso. L application form and Learning Agreement firmati dovranno essere spediti entro il 31 luglio 2012 per il primo semestre e l intero anno accademico ed entro il 31 dicembre, per il secondo semestre, direttamente al seguente indirizzo: UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA Incoming Student Mobility Office Piazza dell Università, Perugia Italy Una volta accettati nell ambito di una mobilità di scambio o di un corso di laurea all Università degli Studi di Perugia, gli studenti devono assolvere i seguenti adempimenti, prima del loro arrivo a Perugia: - Visto 15

16 EU/EEA e Svizzera Gli studenti provenienti dall Unione Europea o i paesi EEA possono muoversi liberamente senza necessità di un visto. Non E.U. Gli studenti provenienti da tutti gli altri paesi necessitano di un visto per studio. Essi devono contattare il Consolato o l Ambasciata italiani nel loro paese di origine al fine di informarsi circa gli adempimenti da assolvere. E consigliabile che gli studenti diano inizio prima possibile alle procedure inerenti alla richiesta, in quanto DEVONO essere in possesso del visto per studio al momento del loro arrivo in Italia. Per ulteriori informazioni, contattare: Ufficio Italiano per Stranieri: Portale immigrazione: (disponibile solo in italiano) - Assicurazione sanitaria EU Gli studenti comunitari devono portare con sé la propria Tessera di Assicurazione Sanitaria Europea (vedi modello sotto). Tale tessera dà diritto al titolare di usufruire dell assistenza medica che possa rendersi necessaria durante una permanenza temporanea (ma non può essere utilizzata per le strutture che forniscono assistenza sanitaria del settore privato). Tale assistenza sarà garantita conformemente alla legislazione del paese ospitante. For more details, go to: Non Unione Europea. Gli studenti extra comunitari devono ottenere l assicurazione sanitaria prima del loro arrivo in Italia. Ciò è essenziale, in quanto l assistenza sanitaria in Italia può essere onerosa. Inoltre, è necessario un certificato di assicurazione sanitaria ai fini del rilascio del permesso di soggiorno e, in alcuni casi, il visto per studio. Al fine di verificare la correttezza dell assicurazione sanitaria da conseguire, si consiglia agli studenti extra comunitari di far controllare prima la propria polizza al Consolato italiano nel proprio paese di origine Procedura di registrazione per studenti in mobilità Al loro arrivo, gli studenti devono registrarsi presso l Ufficio Mobilità Studenti in Entrata, muniti di carta di identità o passaporto, due foto tessera, la lettera attestante lo status di studente Erasmus rilasciata all Università di appartenenza, nonché l Application form e il Learning Agreement originali. Ufficio Mobilità Studenti in Entrata Piazza dell Università, Perugia Tel.: , Fax: Orari d ufficio: Lunedì/mercoledì/venerdì dale 11:00 alle 13:00, martedì dalle 15:00 alle 17:00, giovedì chiuso 16

17 Anche gli studenti partecipanti ad altri programmi di scambio internazionali devono all Ufficio Mobilità Studenti in Entrata, muniti di carta di identità o passaporto e di una foto tessera. Per i programmi di scambio che coinvolgono personale docente e amministrativo, per favore rivolgersi a: Ufficio Relazioni Internazionali Piazza dell Università, Perugia Tel.: , Fax: Dopo la registrazione, gli studenti devono rivolgersi al loro coordinatore dipartimentale a Perugia o il Delegato Erasmus di Facoltà per stabilire un primo contatto e per assicurarsi che I corsi prescelti nel Learning Agreement siano ancora disponibili. Ogni eventuale cambio di corso deve essere effettuato on-line entro 30 giorni dall inizio delle lezioni ed approvato in primis dall Università di appartenenza e, successivamente dal coordinatore dipartimentale a Perugia, prima di presentare i Changes al Learning Agreement originale all Ufficio Mobilità Studenti in Entrata. Tutte le problematiche concernenti questioni accademiche devono essere risolte di concerto con il coordinatore dipartimentale, mentre qualsiasi procedura amministrativa sarà trattata con l Ufficio Mobilità Studenti in Entrata. Quest ultimo è a disposizione dello studente e gli darà supporto per la risoluzione di qualunque problematica che possa insorgere. It is most beneficent for the student to meet with the course professor at the beginning of lessons and mention that he/she is an Erasmus participant. Gli studenti LLP/Erasmus restano immatricolati presso la loro Istituzione di provenienza. Possono frequentare i corsi elencati nel loro Learning Agreement. Sono altresì esentati dal pagamento delle tasse di registrazione. Il loro arrivo è generalmente previsto qualche giorno prima dell inizio di ciascun semestre. Al termine del periodo di studio, sarà inviato all Università di appartenenza dello studente un transcript of records. Studenti internazionali che intendono iscriversi a corsi di laurea presso l Università degli Studi di Perugia Di regola, gli studenti internazionali che intendono iscriversi a corsi di laurea italiani presso l Università degli Studi di Perugia (sia a tempo pieno che part time) devono presentare i seguenti documenti: Certificati Originali attestanti l avvenuto completamento e superamento degli esami di istruzione secondaria; Certificati Originali attestanti che lo studente ha superato gli esami universitari che gli consentono di essere ammesso all Università nel paese di origine (entrambi devono essere prodotti con traduzioni giurate in Italiano, approvate dal consolato italiano); Certificato ILC (Italian Language Competency); Foto - tessera Occorre tuttavia fare presente che il procedimento di equipollenza accademica può essere lungo e deve essere intrapreso quanto prima rispetto all arrivo dello studente in Italia. Lo studente deve, in 17

18 primo luogo, contattare il Consolato italiano del proprio paese di origine per informazioni più dettagliate in merito alla procedura di equipollenza. Per ulteriori informazioni in merito alle modalità di iscrizione ad un corso di laurea italiano, per favore consultare il seguente sito web: Registrazione per soggiorno temporaneo sia per cittadini europei sia per cittadini extra comunitari Gli studenti Erasmus europei ed extra comunitari che intendono studiare all Università degli Studi di Perugia per più di 4 mesi devono registrarsi presso l URP, Logge dei Lanari in Piazza Matteotti in Perugia ( iscrizione all anagrafe temporanea ) (orari d ufficio: lun. ven. dalle 9:30 alle 15:00), quanto prima, muniti dei documenti seguenti: 1. Certificazione rilasciata dall Ufficio Mobilità Studenti in Entrata attestante il periodo di soggiorno 2. Carta di identità con foto in corso di validità 3. Contratto d affitto e Cessione del Fabbricato, consegnati dal proprietario, o Attestazione di Convivenza, rilasciata dall A.DI.S.U., se residente presso gli alloggi universitari. 4. Copertura sanitaria Tessera Europea di Assicurazione Sanitaria del proprio paese di origine o adeguata assicurazione private. 5. Prova di sufficienti risorse finanziarie per tutto il periodo del soggiorno Non EU Gli studenti extra - comunitari (che intendono studiare all Università degli Studi di Perugia per più di 4 mesi con il visto D o D+C) devono fare domanda per un Permesso di Soggiorno entro 8 giorni dal loro arrivo. A tal fine, essi devono ritirare un plico di richiesta del Permesso di Soggiorno gratuito (dentro una busta con una striscia gialla) presso qualsiasi Ufficio Postale e riconsegnarlo, debitamente compilato e corredato di tutta la documentazione necessaria, allo Sportello Amico all Ufficio Postale Centrale centro città entro 8 giorni. Il permesso sarà quindi rilasciato dalla Questura di Perugia. Documenti richiesti dall Ufficio Postale: 1. application form debitamente compilata 2. Certificato rilasciato dall Ufficio Mobilità Studenti in Entrata attestante il periodo di soggiorno o une lettera di accettazione da parte dell Università degli Studi di Perugia siglato dal Consolato italiano del paese di origine 3. Un passaporto valido recante il visto d ingresso (pagine vuote escluse) e la fotocopia di tale documento 4. Una marca da bollo di 14,62 (reperibile presso qualunque tabaccheria) 5. Copia della polizza di assicurazione sanitaria, valida in tutta Italia per l intero periodo di soggiorno richiesto nel permesso 6. i cittadini extra comunitari devono altresì presentare una copia della ricevuta del pagamento di per il rilascio del permesso elettronico Una volta completate le procedure iniziali di identificazione e controllo, viene rilasciata una ricevuta che indica lo user ID e la password richieste per verificare lo stato di avanzamento della procedura. 18

19 Il costo della richiesta è di 30, da pagarsi all Ufficio Postale al momento dell accettazione. Il richiedente riceverà una lettera raccomandata per posta con la data e l ora in cui devono presentarsi per il primo appuntamento in Questura. Gli studenti devono essere muniti di quattro foto - tessera recenti, a colori su fondo bianco, del passaporto originale in corso di validità, del Permesso di soggiorno e della ricevuta dell Ufficio Postale. La predetta documentazione deve essere presentata altresì al momento del ritiro della carta elettronica, il cui costo è di Per maggiori informazioni in merito alle differenti tipologie di permesso, consultare il sito web della Questura: La Questura di Perugia è situato in: via del Tabacchificio (PERUGIA - PG) Tel.: Orari d ufficio: Lunedì, mercoledì e venerdì dalle 09:00 alle 12:00 giovedì pomeriggio dalle 15:00 alle17:00 Per informazioni più aggiornate relative ai Permessi di soggiorno, consultare: IMPORTANTE Codice Fiscale Gli studenti che intendono aprire un conto corrente bancario od acquistare una carta SIM devono presentare il loro codice fiscale. Si tratta di una tessera bianca e verde che può essere ottenuta dall Agenzia delle Entrate che, a Perugia, è situata vicino alla stazione ferroviaria principale in Via Canali. Gli studenti devono presentarsi a tale ufficio muniti di un documento di riconoscimento, che può essere il passaporto o il permesso di soggiorno. Ulteriori informazioni: Agenzia delle Entrate via Canali, Perugia Tel:

20 DISPOSIZIONI GENERALI PER IL RICONOSCIMENTO DEI PERCORSI FORMATIVI PRECEDNTI (formali, informali e non-formali) Adempimenti generali per trasferimento altro Ateneo Gli studenti possono chiedere di trasferirsi ad un altro programma di laurea offerto dall Università, presentando una richiesta al Rettore dal 1 agosto al 20 ottobre di ogni anno. Su parere delle commissioni didattiche congiunte, i consigli dei corsi di studio riconoscono i crediti formativi acquisiti in altri corsi di laurea, valutandoli in conformità ai propri regolamenti di studio, se ed in quanto attinenti alle materie dei settori scientifico disciplinari relativi alle aree di apprendimento di base, specifiche, similari o integrative, o in quanto relativi alle diverse attività di apprendimento previste, in base a quanto stabilito dalla normativa di specie. Eventuali crediti non riconosciuti saranno riportati nel certificato complementare al diploma di laurea.. Gli studenti possono chiedere di trasferirsi ad un altra Università presentando una richiesta al Rettore dal 1 luglio al 20 ottobre di ogni anno, a condizione che abbiano pagato una tassa di trasferimento nell importo stabilito conformemente alla normativa che disciplina il corso al quale intendono iscriversi. La richiesta si ritiene valida al momento della sua accettazione, a decorrere dal quale lo studente non può più sostenere alcun esame né svolgere alcuna attività di carriera curriculare, salvo che abbia rinunciato alla domanda prima dell inoltro della relativa documentazione. In ogni caso, la tassa versata non sarà rimborsata. Se lo studente trasferitosi ritorna all Università degli Studi di Perugia senza aver svolto alcuna carriera curriculare, egli può essere reintegrato nella sua carriera pregressa, a condizione che le tasse dovute siano state pagate. I trasferimenti da altre Università possono essere autorizzati entro il 31 dicembre di ciascun anno. Qualora sussistano gravi motivi, il Rettore può accettare domande presentate successivamente a tale data. Detti trasferimenti sono subordinati al pagamento delle tasse dovute all Università degli Studi di Perugia per l intero anno accademico. Il trasferimento a corsi di laurea a numero chiuso di studenti iscritti ad altri corsi è soggetto ai regolamenti stabiliti dalle strutture competenti e alla disponibilità dei posti. Il riconoscimento dell apprendimento informale e non formale prevede la possibilità di conseguire titoli di alta formazione a coloro che sono stati impossibilitati o non hanno inteso ottenerli in maniera tradizionale, ad esempio attraverso differenti attività formative, esperienze lavorative e di vita. Gli istituti di alta formazione riconoscono crediti formativi per i risultati di apprendimento conseguiti al di fuori del contesto formale, se ed in quanto essi soddisfino i requisiti dei loro titoli. Ai fini del riconoscimento dell apprendimento informale e non formale, il numero dei crediti riconosciuti sarà lo stesso di quelli attribuiti agli elementi di apprendimento formale con risultati similari. Come per l apprendimento formale, i crediti sono riconosciuti previa valutazione, che verifica il raggiungimento dei risultati di apprendimento. I relativi criteri devono essere individuati al fine di ponderare il raggiungimento dei risultati di apprendimento attesi ad un livello opportuno, senza alcun riferimento a specifiche attività formative. 20

21 È di estrema importanza che ad essi sia data la massima diffusione, affinché i discenti possano accedere alle informazioni inerenti ai riscontri sui risultati della valutazione o alla possibilità di fare ricorso. L adozione di procedure per il riconoscimento dell apprendimento informale e non formale rafforza la dimensione sociale degli istituti di alta formazione, il cui obiettivo principale è quello di dare possibilità di accesso a discenti provenienti da una vasta gamma di contesti di apprendimento non tradizionale. PROCEDURE DI REGISTRAZIONE Termini Gli studenti devono iscriversi all Università tra il 1 agosto e il 20 ottobre di ciascun anno, ad eccezione dei corsi di Laurea Magstrale (due anni), la cui scadenza è il 28 Febbraio di ciascun anno. La domanda di iscrizione deve essere effettuata on line, seguendo la procedura descritta nella guida ai servizi e successivamente presentata al Punto Immatricolazioni presso la Ripartizione Didattica. Le stesse procedure e scadenze sono generalmente valide anche per le lauree a distanza (teledidattiche/telematiche), potendo tuttavia l Amministrazione stabilire differenti importi per le tasse dovute. Per coloro che si iscrivono a corsi a numero chiuso, sono valide le scadenze e i regolamenti stabiliti dai singoli bandi. La procedura di iscrizione sarà considerata completa solamente con la sottoscrizione della relativa domanda presso la Ripartizione Didattica. Cittadini extra comunitari residenti che vivono all estero Gli studenti stranieri che intendono iscriversi a programmi di laurea presso l Università degli Studi di Perugia devono fare riferimento alla normative stabilite dal M.I.U.R. (Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca). I cittadini extra comunitari residenti all estero possono iscriversi nel limite degli specifici contingenti stabiliti annualmente dalle Università e pubblicati nel sito web del M.I.U.R. Tali cittadini devono presentare una domanda di pre iscrizione alla Delegazione Diplomatica italiana o al Consolato italiano, nel paese in cui risiedono, di regola nel periodo maggio giugno di ogni anno, per un singolo corso per cui l Università annualmente riserva un contingente di posti disponibili. Coloro che intendono presentare una domanda di pre iscrizione devono essere in possesso di un diploma finale di scuola secondaria che, nel paese in cui è stato conseguito, consenta di accedere all Università per seguire un corso di laurea prescelto. Il titolo deve essere conseguito al termine di un periodo scolastico di almeno 12 anni. Esso è altresì valido per integrare un periodo scolastico di durata inferiore a 12 anni con un titolo post secondario conseguito presso un Istituto di Alta Formazione che non sia un Università. Gli studenti extra comunitari che intendono iscriversi a corsi di laurea a numero chiuso devono non solamente superare la prova di lingua italiana di cui alla precedente sezione, ma anche un test di ammissione al corso nei tempi e secondo le procedure specificati nei relativi bandi. 21

22 Cittadini comunitari ed extra comunitari equiparati I cittadini comunitari ed extra comunitari equiparati che intendono iscriversi a programmi di laurea offerti dall Università degli Studi di Perugia devono fare riferimento alla normative stabilite dal M.I.U.R., sia per le procedure da espletare che per la documentazione da presentare. Gli studenti sopra menzionati che intendono iscriversi a corsi di laurea aperti possono dover sostenere una prova di lingua italiana specificata nel regolamento didattico del corso di laurea. Iscrizione Ai fini dell iscrizione a corsi di laurea prescelti, i cittadini sia italiani che stranieri, in possesso di titoli conseguiti all estero, devono presentare la loro domanda di iscrizione al Punto di Immatricolazione presso la Ripartizione Didattica nei termini previsti dal relativo regolamento. Coloro che intendono iscriversi a programmi di laurea a numero chiuso devono rispettare le specifiche scadenze previste da ciascun singolo bando di ammissione al corso. ATTRIBUZIONE DEI CREDITI ECTS (basato sul carico di lavoro necessario per conseguire i risultati di apprendimento attesi) Origini Nel 1987, l Unione Europea ha lanciato il programma di mobilità Erasmus al fine di consentire sia agli studenti sia al personale didattico di arricchire la propria formazione universitaria, l esperienza culturale e la propria autonomia. Dopo due anni, è stato istituito il sistema ECTS (European Credit Transfer and Accumulation) al fine di consentire il riconoscimento agli studenti dei corsi seguiti e degli esami sostenuti durante i programmi di scambio. Ciò fa sì che i programmi di studio siano di più facile comprensione e raffronto per tutti gli studenti, sia locali che stranieri e, inoltre, incoraggia la mobilità e il riconoscimento accademico. Ciò rende l alta formazione europea più appetibile per gli studenti provenienti dall estero. Caratteristiche essenziali I crediti ECTS sono assegnati in base al carico di lavoro di uno studente nell arco di un anno accademico. Esso include tutte le attività formative (ad esempio lezioni, seminari, progetti, studio individuale, esami, ricerca, tirocini lavorativi) e pertanto non è basata soltanto sul numero di ore di lezione frontale. Ciò comporta la possibilità di assegnazione di crediti ECTS a tutte le tipologie e le attività dei corsi. Il carico di lavoro medio di uno studente nell arco di un anno accademico di corso è stimato intorno a ore e 60 crediti ECTS. Si calcolano circa ore di studio per un credito ECTS. Al fine dell acquisizione dei crediti, gli studenti devono completare tutto il lavoro richiesto per un singolo corso, che è valutato sulla base dei risultati di apprendimento (ovvero ciò che hanno compreso, appreso, nonché le abilità acquisite) di un singolo corso di studio. CFU - Crediti Formativi Universitari italiani Il sistema CFU (Unità di Credito Formativo o University Unit of Credit - un CFU è pari a 25 ore di studio) è la versione italiana dell ECTS europeo. I Crediti Formativi Universitari, che furono introdotti per gli studenti italiani al fine di rendere gli studi maggiormente incentrati sullo studente, riducendo il gap tra la durata ufficiale e quella effettiva dei corsi e di abbassare il tasso di abbandono, sono utilizzati per ponderare i risultati, mentre i singoli voti sono considerati per valutare l andamento. I Crediti Formativi Universitari sono ottenuti attraverso il superamento degli esami di fine corso, indipendentemente dalla votazione conseguita. Il numero dei crediti richiesti dipende dalla tipologia e dalla durata del corso di studi prescelto. 22

23 I Crediti Formativi Universitari prendono in considerazione non solo gli esami finali, ma anche lo studio individuale e (se necessario) stage/tirocini. Un CFU è uguale a un ECTS. Ciò rende l Università Italiana maggiormente in linea con i programmi europei di alta formazione e facilita la gestione degli scambi in un ottica di correttezza e lealtà. Cosa comporta per gli studenti internazionali coinvolti in uno scambio? Gli studenti che frequentano l Università degli Studi di Perugia nell ambito di un programma di scambio possono trasferire i crediti ECTS conseguiti in Italia alla loro Università di appartenenza per essere computati ai fini della laurea (sia di un corso triennale, specialistico o di dottorato). Ciò consente il riconoscimento, nell ambito del programma di scambio, non solo degli aspetti culturali, ma anche dei risultati accademici ottenuti. Gli studenti Erasmus, prima del loro arrivo a Perugia, dovranno redigere un learning agreement tra i coordinatori della loro Università di appartenenza e della nostra Università. Esso definirà in dettaglio il programma di studio proposto dallo studente per la durata della sua permanenza a Perugia (ad esempio le singole unità del corso prescelto e il numero dei crediti ECTS correlati). Vi sarà altresì la possibilità di apportare modifiche al programma. Tale accordo dovrà essere firmato da entrambi i coordinatori e dai coordinatori Erasmus di entrambe le Istituzioni, prima dell arrivo dello studente. Al termine del periodo di studio, lo studente riceverà un documento denominato "transcript of records" attestante la durata dello stesso e le votazioni riportate. Nel transcript of records, i voti degli esami sono certificati con il sistema di votazione locale, con un numero compreso tra 18 e 30. E indicato anche il livello ECTS, ovvero una lettera da A a F, e il relativo numero di crediti. VOTI ITALIANI LIVELLI ECTS DEFINIZIONE cum laude <18 FX <18 F ECCELLENTE straordinaria prestazione con errori trascurabili MOLTO BUONO al di sopra dello standard medio ma con alcuni errori BUONO una buona prestazione in generale con un certo numero di errori considerevoli SODDISFACENTE discreto ma con significative carenze SUFFICENTE la prestazione soddisfa i criteri minimi BOCCIATURA è richiesto un impegno non considerevole per il superamento dell esame BOCCIATURA è richiesto un impegno considerevole per il superamento dell esame 23

24 ORIENTAMENTO UNIVERSITARIO Il servizio di orientamento consta di una serie di attività ed iniziative volte ad assistere gli studenti per tutta la loro carriera universitaria, valorizzando il loro percorso di sviluppo formativo e professionale. Il servizio offre vari tipi di attività: tutoraggio individuale, tutoraggio di supporto per attività di docenza, tutoraggio in itinere; ciascuna tipologia ha i suoi specifici tutors, che sono qualificati per il pieno soddisfacimento delle varie esigenze degli studenti. Il tutoraggio individuale ha l obiettivo di individuare soluzioni a problemi generali che possono insorgere durante l attività formativa degli studenti nel corso dell intero periodo di studio. Il tutoraggio di supporto per attività di docenza è finalizzato ad assistere gli studenti che mancano delle conoscenze di base in alcune materie, nonché a coadiuvarli nel corso delle loro attività di formazione professionale e di preparazione degli esami. Il tutoraggio in itinere è volto a valorizzare le relazioni tra gli studenti e i Docenti e tra i primi e le segreterie didattiche, nell ottica di un miglioramento degli aspetti organizzativi delle attività amministrative e di docenza svolte dalla Facoltà e della responsabile partecipazione dello studente a dette attività. I tutors individuali sono Docenti o ricercatori della Facoltà, ognuno dei quali fornisce supporto agli studenti iscritti al primo anno del corso di laurea fino al completamento dello stesso. Gli studenti possono contattare il loro tutor individuale in caso di dubbi circa il metodo di studio, e per suggerimenti in merito alle attività prescelte e alla tesi di laurea, al fine di dare loro un idea più chiara di quale corso di laurea meglio si attagli alle loro aspirazioni professionali.. Il tutor deve altresì fornire indicazioni in termini logistici e organizzativi, o informazioni riguardanti le opportunità di studio e di lavoro all estero in relazione allo specifico corso di laurea. I tutors individuali sono assegnati a ciascuno studente dalla Commissione di Tutoraggio all inizio dell anno accademico entro il mese di ottobre. Al fine di conoscere il tutor assegnato, ciascuno studente deve contattare la Segreteria Didattica di ciascuna Facoltà. 24

25 PARTE 2: INFORMAZIONI RELATIVE AI CORSI DI LAUREA Facoltà: AGRARIA LETTERE E FILOSOFIA ECONOMIA SCENZE DELLA FORMAZIONE INGEGNERIA GIURISPRUDENZA SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI MEDICINA E CHIRURGIA FARMACIA SCIENZE POLITICHE MEDICINA VETERIANRIA Selezionando la singola Facoltà, sono disponibili le seguenti informazioni relativamente a ciascun corso di studio: Descrizione generale: Titolo rilasciato Livello del titolo Requisiti specifici per l ammissione Indicazioni specifiche sulle modalità di riconoscimento dei percorsi formativi precedenti (formali, non formali e informali) Requisiti e regolamenti per l ottenimento del titolo Profilo del corso di studio Principali risultati di apprendimento attesi Profili occupazionali dei laureati, corredati da esempi Possibilità di accesso a studi ulteriori Schema della struttura del corso di studio, con i relativi crediti Regolamenti per lo svolgimento degli esami e delle altre forme di accertamento del profitto, sistema di votazione Requisiti per l ottenimento del titolo finale Modalità di studio (tempo pieno, tempo parziale, a distanza ) Responsabile del corso di studio Descrizione delle singole unità formative: Titolo dell unità formativa Codice dell unità formativa Tipo di unità formativa (obbligatoria, a scelta) Livello dell unità formativa (ad es. I, II o III ciclo; ove pertinente, livello intermedio) Anno di studio (ove pertinente) Semestre/trimestre in cui l unità formativa viene erogata Numero di crediti ECTS attribuiti Nome del docente Risultati di apprendimento dell unità formativa 25

26 Modalità di erogazione (frontale, a distanza) Prerequisiti e co-requisiti Unità formative opzionali consigliate Contenuti del corso Letture consigliate o richieste Attività di apprendimento previste e metodologie didattiche Metodi e criteri di accertamento del profitto Tirocini 26

27 PARTE 3: INFORMAZIONI GENERALI PER GLI STUDENTI COSTO DELLA VITA Ciascuno studente ha differenti esigenze e può essere difficile stimare i costi della vita mensili. Tuttavia, in media uno studente che condivide un appartamento con altri studenti e che principalmente consuma i pasti a casa piuttosto che nei ristoranti, spenderà circa 700/800 al mese (per l affitto, il vitto, libri, trasporto pubblico, tempo libero). ALLOGGIO Gli studenti che prevedono di vivere presso gli alloggi universitari spenderanno significativamente meno rispetto a coloro che vivono in abitazioni private. Alloggio: (A.Di.S.U.) residenza universitaria: 150 al mese (spese incluse) in camere doppie + 5 per un kit di biancheria (3 asciugamani di cui due da bagno, 1 set di lenzuola singole, da cambiarsi almeno ogni 15 giorni), comprensivi di tutti i costi a persona, in una camera doppia Abitazioni private (costo approssimativo): camera singola in coabitazione posto letto in una camera in coabitazione monolocale I prezzi delle abitazioni private sono mensili e di regola non includono le spese (ovvero elettricità, gas, acqua, nettezza urbana, condominio). Alloggi presso le Residenze Universitarie L Università di Perugia ha circa 200 posti per studenti internazionali in residenze universitarie self - catering, disponibili in camere on coabitazione (due persone per camera dello stesso sesso). Alcuni alloggi hanno servizi privati e la cucina, mentre negli altri essi sono situati su ogni piano. Gli alloggi universitari hanno un servizio di sorveglianza/portineria 24 su 24, 7 giorni su 7, e sono misti, ma le camere sono condivise esclusivamente da persone dello stesso sesso. Poiché gli alloggi sono assegnati in base al criterio first-come, first-served, gli studenti internazionali che intendono fruirne devono fare una richiesta on line contemporaneamente alla compilazione dell Application form e del Learning Agreement. Gli alloggi universitari sono assegnati in base alla disponibilità e alla Facoltà di studio. Gli studenti non possono scegliere la residenza presso la quale alloggiare. Qualunque richiesta inerente all alloggio deve essere inviata alla seguente e mail: Per ulteriori informazioni in merito ai servizi A.DI.S.U. consultare: Gli studenti che hanno prenotato un alloggio presso le residenze ADISU riceveranno una e mail con l indicazione del nome, ubicazione e tutti i relativi dettagli approssimativamente 27

28 una settimana prima del loro arrivo e devono recarvisi direttamente al loro arrivo a Perugia. Successivamente si recheranno presso gli uffici A.DI.S.U. in Via Benedetta 14, il primo giorno lavorativo utile per registrare il loro arrivo. Orari d ufficio dell A.Di.S.U.: Lunedì - mercoledi: Martedì - giovedi: Venerdì sabato - domenica: chiuso Alloggio privato E altresì possibile affittare un abitazione private, ma è necessario un regolare contratto d affitto, senza il quale gli studenti non possono registrarsi al Comune. Vi è un servizio on line (CERCALLOGGIO ONLINE) che fornisce ausilio agli studenti per la ricerca di un alloggio e li mette in contatto con i proprietari che intendono affittare le proprie abitazioni. Essi garantiscono standards qualitative uniformi e adeguati allo scopo. Alloggio temporaneo All arrivo a Perugia, gli studenti avranno bisogno di un alloggio temporaneo, per il periodo necessario a reperire una sistemazione permanente (se non hanno già provveduto). Vi soni due ostelli della gioventù in città: uno situato vicino allo stadio (Ostello per la Gioventù), collegato al centro da autobus e minimetrò, ove tutte le stanze sono dotate di servizi privati; l altro nel centro città (Ostello centro internazionale di accoglienza per la gioventù), chiuso dal 15 dicembre al 15 gennaio. Gli ospiti di tale ostello devono rispettare la fascia oraria di riposo notturno (dopo mezzanotte). Se si intende affittare un appartamento, consultare: OSTELLO PER LA GIOVENTÙ Indirizzo: Via Cortonese, Perugia Tel.: Fax.: Web: OSTELLO CENTRO INTERNAZIONALE DI ACCOGLIENZA PER LA GIOVENTU Indirizzo: Via Bontempi, Perugia Tel: Fax: Web: Se si preferisce stare in un hotel, utilizzare i seguenti siti: 28

29 SERVIZIO RISTORAZIONE Mense Tutti gli studenti iscritti e i partecipanti a programmi di mobilità internazionale possono usufruire delle mense A.Di.S.U. Inoltre, vi sono altre tre mense e sette ristoranti che hanno una convenzione con l Università per i campus di Terni, Assisi, Foligno, Orvieto, e Città di Castello. Un pasto completo o parziale può essere consumato ad un prezzo speciale. Per poter beneficiare del prezzo di cui sopra, i partecipanti a programmi di mobilità internazionale devono essere in possesso della Tessera Mensa. Per ottenerla, gli studenti devono recarsi presso l Ufficio Mobilità Studenti in Entrata, che inoltrerà la richiesta all A.Di.S.U.. Devono poi recarsi presso gli uffici dell A.Di.S.U. con 2, ove riceveranno immediatamente la tessera. Particolare attenzione è dedicata alla pianificazione dei pasti e all uso di prodotti locali freschi. Le mense servono cucina italiana, altamente apprezzata, sia locale che nazionale, ma è possibile trovare anche piatti tipici di paesi stranieri, come il Doner Kebab. Per maggiori informazioni riguardo ai servizi A.Di.S.U. consultare il seguente link: Bar Caffè L ADISU gestisce quattro bar all interno delle residenze universitarie: La Casa dello Studente in Via Innamorati, Il Collegio di Agraria, La Casa della Studentessa in Corso Garibaldi and presso la Facoltà di Ingegneria. Recentemente, il bar 100dieci è stato aperto vicino alla mensa principale dell Università. E uno dei primi luoghi di questo tipo in Italia: non solo un punto di incontro dove gli studenti possono prendere un caffé insieme, ma anche un posto dove possono studiare e organizzare eventi culturali. SERVIZI SANITARI L Università degli Studi di Perugia offre una varietà di servizi di assistenza sanitaria sia fisica che psichica, completamente gratuiti, sia agli studenti iscritti, sia ai partecipanti a programmi di mobilità internazionale. I servizi medici di base comprendono visite, prescrizioni, vari esami di laboratorio, referti medici a specialisti e visite di controllo. Tali servizi sono gestiti dall Aspu (Associazione socio-sanitaria per la promozione umana) e dall ADISU. Per maggiori informazioni riguardo ai servizi A.Di.S.U. consultare il seguente link: L ambulatorio è situato presso la Casa dello Studente in Via Z. Faina, 6 (edificio IV) a Perugia. Dr. Francesco Mariano Tel: Cell

30 Orari di apertura dell ambulatorio: Lunedì, venerdì dalle alle Martedì, giovedì dalla alle L Ufficio Mobilità Studenti in Entrata è a disposizione degli studenti nel caso di emergenze o problemi. L Università degli Studi di Perugia fornisce altresì a tutti gli studenti assistenza psicologica tramite il Centro di Consulto Psicologico, fondato nel Gli studenti possono incontrare consulenti esperti individualmente o in gruppo al fine di meglio comprendere e risolvere problemi psicologici. Per maggiori informazioni riguardo ai servizi A.Di.S.U. consultare il seguente link: L ambulatorio è situato presso la Casa dello Studente in via Z. Faina, 6 (Edificio IV) a Perugia. Tel.: E mail: Per consultazione on line: ASL n.2 dell Umbria Azienda sanitaria Locale In aggiunta ai servizi sanitari forniti dall Università di Perugia, l Italia ha un servizio sanitario nazionale pubblico (ASL) di cui possono usufruire i cittadini stranieri in possesso di una valida carta o permesso di soggiorno. Per maggiori informazioni riguardo ai servizi della ASL consultare il seguente link Indirizzo: ASL n.2 dell Umbria via dei Filosofi, Perugia Tel.: Fax: Orari: da lunedì a sabato 8:00-12:30 Documenti richiesti: Tessera di Assicurazione Sanitaria Europea Ospedale S. Maria della Misericordia (Ospedale Silvestrini) L ospedale generale di Perugia si trova alla periferia della città, a circa 10 minuti dal centro. Per maggiori informazioni riguardo ai servizi ospedalieri consultare il seguente link: Indirizzo: S. Andrea delle Fratte Perugia Tel Per il Pronto Soccorso, seguire le relative indicazioni Pronto Soccorso 30

31 Guardia Medica La Guardia Medica è un servizio di assistenza sanitario fuori orario operativo di notte e durante il weekend. Qualora lo studente necessiti di un medico durante le suddette fasce orarie, si consiglia di contattare: Tel.: or Per maggiori informazioni riguardo a Guardia Medica, consultare il seguente link: Indirizzo: Via della Pallotta, 42 Perugia Tel.: or Altri numeri utili: Servizio di Emergenza Sanitaria Tel. 118 Servizio Medico (Via della Pallotta, 42) Tel: Ospedale Tel: Farmacie Le farmacie in Italia sono segnalate da una croce verde su fondo bianco. Le farmacie hanno generalmente gli stessi orari di apertura dei negozi (approssimativamente dalle 8.30 alle e dalle 15:30 alle 19:00, dal lunedì al sabato). Tuttavia, nelle grandi città, molte sono aperte tutto il giorno. Di notte, il servizio funziona su turni. Gli orari di apertura e i turni di notte sono esposti fuori le farmacie e resi noti nei quotidiani locali. La farmacia Sodalizio San Martino in Piazza Matteotti (nel centro città) è aperta tutte le sere dalle sino a mezzanotte e il sabato pomeriggio dalle alle SERVIZI PER STUDENTI CON PARTICOLARI ESIGENZE L Università garantisce supporto e assistenza per esigenze particolari e agli studenti diversamente abili durante la loro carriera universitaria, tramite una serie di servizi ed iniziative coordinate e monitorate da un Delegato designato dal Rettore. Il Delegato del Rettore, di concerto con i professori designati come consulenti da ciascuna Facoltà, la Commissione Universitaria (composta da tre docenti), il Direttore Amministrativo e il Direttore dello Sportello di Informazione Universitaria per gli Studenti Diversamente Abili, ogni anno programma e promuove attività, in conformità dei regolamenti vigenti, e programmi di ricerca. Lo Sportello di Informazione Universitaria per gli Studenti Diversamente Abili è situato all interno dell Ufficio Orientamento Studenti. Il personale dello Sportello offre assistenza agli studenti diversamente abili con riferimento all orientamento, alla scelta dei corsi e, dopo la laurea, al loro ingresso nel mondo del lavoro. Lo Sportello funziona altresì come punto di raccolta dei moduli che devono essere compilati dagli studenti durante l iscrizione al fine di beneficiare dell esonero o della riduzione delle tasse universitarie (se eleggibile) e al fine di affrontare problematiche correlate allo studio universitario e gli opportuni rimedi.. Lo Sportello di Informazioni gestisce altresì l organizzazione e la partecipazione degli studenti diversamente abili ai programmi di scambi internazionali offerti dall Università. 31

32 Ogni Facoltà designa un docente quale referente per gli studenti diversamente abili iscritti alla Facoltà. Tale docente forniscono consulenza per la programmazione e il miglioramento dei servizi offerti agli studenti diversamente abili, individuando sistemi di supporto tecnico e didattico, comprensivi dei servizi di tutoraggio e interpretazione. Tutoraggio specializzato Si tratta di un tutoraggio personalizzato sulla base della tipologia di disabilità, gravità della stessa e delle specifiche esigenze di apprendimento dello studente. Vengono scelti tutors con specifica competenza relativa al corso di laurea prescelto dallo studente. I tutors sono designatii prendendo altresì in considerazione l anno accademico in corso sulla base del piano annuale formulato con il consulente di Facoltà. Servizio di supporto Il servizio è fornito su richiesta degli studenti che necessitano di assistenza per frequentare determinati corsi, sostenere esami, ottenere l accesso a biblioteche, compilando i necessari moduli burocratici, e partecipando alle diverse attività organizzate da ciascuna Facoltà. Computer per studenti ipovedenti Sono disponibili computers anche al L.I.F.U, presso il laboratorio informatico delle Facoltà umanistiche, situato in Via del Verzaro, 59, Perugia. Sportello per studenti diversamente abili Delegato del Rettore: Prof. Maurizio Oliviero Area Orientamento e Supporto Perone Disabili Indirizzo: via Ulisse Rocchi, 18/20 - Perugia Tel. & Fax.: 075/ Web-site: Orario di apertura al pubblico: Lunedì-Mercoledì-Venerdì: 9:00-13:00; Martedì-Giovedì: 9:00-13:00 Pomeriggio: 15:00-17:00 Tel Fax

33 ASSISTENZA SANITARIA EU Gli studenti comunitari devono portare con sé la propria Tessera di Assicurazione Sanitaria Europea (vedi modello sotto). Tale tessera dà diritto al titolare di usufruire dell assistenza medica che possa rendersi necessaria durante una permanenza temporanea (ma non può essere utilizzata per le strutture che forniscono assistenza sanitaria del settore privato). Tale assistenza sarà garantita conformemente alla legislazione del paese ospitante. For more details, go to: Non Unione Europea. Gli studenti extra comunitari devono ottenere l assicurazione sanitaria prima del loro arrivo in Italia. Ciò è essenziale, in quanto l assistenza sanitaria in Italia può essere onerosa. Inoltre, è necessario un certificato di assicurazione sanitaria ai fini del rilascio del permesso di soggiorno e, in alcuni casi, il visto per studio. Al fine di verificare la correttezza dell assicurazione sanitaria da conseguire, si consiglia agli studenti extra comunitari di far controllare prima la propria polizza al Consolato italiano nel proprio paese di origine. SUPPORTO FINANZIARIO PER STUDENTI L Ufficio Mobilità studenti in entrata si occupa di accogliere gli studenti internazionali e offrire loro assistenza e informazioni utili per garantire un periodo di studio sereno e piacevole. STRUTTURE DEDICATE AGLI STUDENTI Gli studenti hanno accesso ad una varietà di strutture per lo studio all Università: laboratori IT, sale lettura e biblioteche. Laboratori IT La maggior parte delle Facoltà ha uno o più laboratori IT ove gli studenti hanno accesso a PC con collegamento ad Internet durante gli orari di apertura delle Facoltà. Per ulteriori informazioni sulla localizzazione dei laboratori IT, gli orari di apertura e usernames/passwords, contattare le singole Facoltà. Sale lettura Le Facoltà forniscono altresì strutture per lo studio individuale in sale studio silenziose, che sono fruibili durante l orario di apertura delle Facoltà. Biblioteche Il Centro Servizi Bibliotecari dell Università di (CSB) ha dodici sezioni, situate nelle diverse Facoltà a Perugia, presso il Centro Didattico e di Ricerca di Terni. 33

34 Il personale bibliotecario offre servizi di informazione bibliografica e assistenza nella ricerca correlata sia alle fonti bibliografiche reperibili nella raccolta universitaria, sia alle fonti non disponibili nelle biblioteche universitarie. In ciascuna sezione, vi sono aree dedicate alla lettura e alla visualizzazione del materiale. Gli utenti della biblioteca possono prelevare direttamente dagli scaffali il materiale che desiderano, sebbene alcune raccolte di libri non siano direttamente fruibili. In tal caso, gli utenti devono rivolgersi al personale della biblioteca per l assistenza. Dal 1983, l Università è dotata di un catalogo elettronico dei suoi materiali delle fonti (monografie e periodici). Tale catalogo è accessibile soltanto via internet, tramite ricerche per autore, titolo o parola chiave contenuta nel titolo. In caso di difficoltà, è disponibile un ausilio on line. E disponibile altresì un catalogo cartaceo, in alcuni casi, per materiali acquisiti prima del E possibile accedere direttamente al catalogo collegandosi al link: Il prestito è consentito soltanto in alcune sezioni della biblioteca, ed è suscettibile di restrizioni. Ad esempio, periodici, enciclopedie, dizionari e libri di testo non possono essere dati in prestito. La disponibilità di articoli per il prestito può essere verificata semplicemente inviando un fax o una e mail. Inoltre, il prestito interbibliotecario consente agli utenti di individuare, negli altri principali cataloghi italiani e stranieri, materiali non disponibili attraverso il CSB. Tali materiali possono essere controllati in tempo reale. PROGRAMMI INTERNAZIONALI Le Relazioni Internazionali L Università degli Studi di Perugia ha costituito un Area Relazioni Internazionali, allo scopo di promuovere l Ateneo, i suoi corsi e metodi in ambito sia nazionale che internazionale. All Area è demandato lo sviluppo di idee, il coordinamento e la gestione di tutte le iniziative e l informativa agli studenti e al personale dell Università riguardo alle attività a livello internazionale, ivi compresi i piani per i vari programmi di ricerca e innovazione. Contatti Prof. Elda Gaino Delegato del Rettore per le Relazioni Internazionali Tel.: Fax: Sonia Trinari Responsabile dell Area Relazioni Internazionali Tel.: Fax:

35 INFORMAZIONI UTILI PER STUDENTI IN MOBILITA INTERNAZIONALE Come raggiungere Perugia In aereo S. Egidio è l aeroporto più vicino a Perugia. Perugia può essere raggiunta tramite scalo a Milano, ove è possibile trovare voli di collegamento con tutte le principali destinazioni europee. Inoltre, Ryanair effettua tutto l anno voli da Perugia a London Stansted, a Barcelona Girona (durante i mesi estivi), a Tirana e a Bucharest. Vi è un servizio navetta che collega l aeroporto di Sant Egidio con il centro città.. Informazioni circa gli orari del servizio navetta e le prenotazioni possono essere richieste telefonando al numero o connettendosi al link che ha un sistema di prenotazioni on line. Linee low-cost collegano anche molte destinazioni europee a Roma Ciampino e Pisa. Dall aeroporto è poi possibile prendere un treno per Perugia. Se si vola su Roma Fiumicino (il principale aeroporto di Roma chiamato altresì Leonardo da Vinci - (approssimativamente 210 kilometri/130 miglia da Perugia), vi è un pullman diretto per Perugia (per informazioni, vedi sotto). S. Egidio Umbria Regional Airport Situato a 12 kilometri (7.46 miglia) da Perugia - Tel Biglietti: Tel: /3 Web: Leonardo Da Vinci Aeroporto internazionale Fiumicino - Roma Tel: Web: Collegamenti giornalieri in pullman tra Fiumicino e Perugia In automobile ACAP-SULGA pullman di linea Tel: Web: Autostrada A1 Da nord: Prendere l Autostrada A1 (Milano-Roma) in direzione sud. Uscire a Valdichiana, approssimativamente 100 kilometri dopo Firenze e seguire le indicazioni per Perugia. Per l Università, uscita Perugia Centro o Perugia Prepo. Da Sud: Prendere l Autostrada A1 (Roma-Milano) in direzione Nord. Uscire a Orte e seguire le indicazioni per Perugia. Per l Università, uscita a Perugia Centro o Perugia Prepo. 35

36 Autostrada A14 "Adriatica" Da Nord: Da Rimini procedere in direzione di Città di Castello e poi seguire le indicazioni per Perugia Da Fano procedere in direzione di Gubbio, poi seguire le indicazioni per Perugia. Da Sud: Da Ancona Nord procedere in direzione di Gubbio e poi seguire le indicazioni per Perugia. Da Pescara procedere in direzione di Terni via L'Aquila - Rieti e poi seguire le indicazioni per Perugia. Da Civitanova Marche procedere in direzione Foligno-Perugia e poi seguire le indicazioni per Perugia Superstrada E 45 Cesena - Orte Attraversa l Umbria longitudinalmente. Uscire a Perugia e seguire le indicazioni per la zona universitaria Per ulteriori informazioni e cartine, consultare ZTL Quando si percorre la superstrada vicino a Perugia, è consigliabile uscire a Perugia Prepo o a Perugia San Faustino (vedi cartina sopra) per poi dirigersi verso la zona universitaria o Elce. La maggior parte dei centri città italiani sono sovraffollati e non adatti ad un eccessivo carico di traffico. Per risolvere il problema, il governo italiano ha creato la Z.T.L. (Zona Traffico Limitato). Ciò significa che è possibile accedere soltanto nelle fasce orarie stabilite. A Perugia gli orari consentiti sono: da lunedì a sabato dalle 13:00 fino alle 22:00 e la domenica e i giorni festivi dalle 07:00 fino alle 22:00. Gli ospiti degli alberghi del centro possono accedere alla ZTL in qualunque momento. L accesso non autorizzato a quest area della città comporta una multa. 36

37 In treno Il treno diretto per Perugia è disponibile da Roma, Firenze e Milano. Per gli orari e ulteriori informazioni consultare il sito o le informazioni per I treni regionali Convalida del biglietto Quando si prende un treno in Italia, è importante convalidare i biglietti, in quanto essi non vengono emessi per una data determinata, ma sono generici. A tal fine, occorre timbrare il biglietto utilizzando una delle macchine gialle che si trovano sui marciapiedi o all ingresso delle stazioni ferroviarie. Effettuare questa operazione prima di salire sul treno. Macchina per la vidimazione dei biglietti Quando si arriva a Perugia con il treno, la stazione principale è Perugia, non Perugia Ponte San Giovanni (una frazione di Perugia) né Perugia Università (fuori città, vicino alla Facoltà di Ingegneria). Muoversi dentro Perugia Muoversi dentro Perugia con il trasporto pubblico o a piedi è relativamente semplice. L Università di Perugia è a soli 5 minuti a piedi (in discesa) dal centro - città. Il trasporto pubblico è garantito dagli autobus urbani, inter urbani, dai treni, dal nuovo minimetrò e dalle scale mobili pubbliche. In seguito ad una recente riorganizzazione del sistema di trasporto pubblico, i biglietti possono ora essere utilizzati in tutti i mezzi di trasporto. Come per tutti i treni, i biglietti devono essere convalidati a bordo degli autobus. Per convalidare il proprio biglietto, occorre timbrarlo utilizzando una delle macchine situate all inizio o in fondo all autobus. I biglietti rimangono validi per 70 minuti, e sono utilizzabili per vari viaggi su autobus/minimetrò. I biglietti possono essere acquistati in tabaccheria o presso le biglietterie. Autobus urbani La rete di autobus a Perugia è piuttosto estesa, ed è costituita da linee principali e secondarie che servono non soltanto il centro città, ma anche la periferia di Perugia, raggiungendo tutti i siti importanti quali l ospedale, la stazione ferroviaria, e i centri commerciali fuori Perugia. Per gli itinerari e gli orari, consultare Gli orari stampati sono altresì reperibili presso le biglietterie di Piazza Italia, Piazza Partigiani e alla stazione ferroviaria di Perugia Fontivegge. 37

38 Minimetrò Nel 2008, Perugia ha introdotto la rete del minimetrò, che gli studenti possono utilizzare per raggiungere tutti i punti principali nel centro storico, così come la zona dello stadio. Per l itinerario e gli orari, consultare Taxi I taxi a Perugia non sono così frequenti in città come nel resto d Europa. E pertanto consigliabile prenotare il taxi in anticipo contattando uno dei seguenti numeri: Stazioni taxi Links: Stazione Fontivegge Tel: Corso Vannucci Tel: Piazza Italia Tel: Largo Cacciatori delle Alpi Tel: Servizio RADIOTAXI Tel: questo servizio non può essere prenotato in anticipo VIVERE A PERUGIA Codice fiscale Gli studenti che intendono aprire un conto corrente bancario od acquistare una carta SIM devono presentare il loro codice fiscale. Si tratta di una tessera bianca e verde che può essere ottenuta dall Agenzia delle Entrate che, a Perugia, è situata vicino alla stazione ferroviaria principale in Via Canali. Gli studenti devono presentarsi a tale ufficio muniti di un documento di riconoscimento, che può essere il passaporto o il permesso di soggiorno. Ulteriori informazioni: Agenzia delle Entrate via Canali, Perugia Tel:

39 Banche Le banche si trovano in tutta la città, specialmente nel centro, e sono aperte ogni mattina dalle 8.30 alle e dalle alle o alle A pagamento, gli studenti possono riscuotere traveller s cheques (con passaporto) o cambiare danaro. Prima di arrivare a Perugia, si consiglia agli studenti di contattare la loro banca nel proprio paese di origine per informarsi circa le modalità più economiche per effettuare trasferimenti di danaro in Italia, qualora tale servizio sia richiesto. Le carte di debito e credito non sono accettate ovunque, pertanto è consigliabile avere sempre danaro contante con sé. L apertura di un conto corrente bancario o postale in Italia non è gratuita. Occorre un passaporto valido o una carta di identità nonché il codice fiscale italiano. Welcome day per studenti Erasmus Ogni anno l Area Relazioni Internazionali organizza un Welcome Day per gli studenti Erasmus in entrata, la prima settimana di ottobre. Tale giorno è della massima importanza, in quanto costituisce un opportunità per gli studenti di registrarsi all Università e di ricevere informazioni in merito sia alla città di Perugia che all Università, nonché di porre domande circa i programmi e, infine, di conoscere il personale dell Ufficio Mobilità Studenti in Entrata, che sarà il loro punto di riferimento durante la loro permanenza a Perugia. Si raccomanda fortemente agli studenti in entrata di partecipare, al fine di evitare ritardi o problemi con la loro registrazione. Festività in Italia Moneta 1 novembre - Ognissanti 8 dicembre Immacolata Concezione 25 dicembre - Natale 26 dicembre Santo Stefano 1 gennaio- Nuovo Anno 6 gennaio - Epifania Marzo o Aprile domenica di Pasqua e lunedì (il Venerdì Santo non è una festività pubblica) 25 Aprile Festa della Liberazione 1 maggio Festa del Lavoro 2 giugno Festa della Repubblica Italiana 15 agosto Giorno dell Assunzione L Italia è nell Eurozona e pertanto, dal 2002, ha l Euro/centesimi quale unica moneta ufficiale. Per i tassi di cambio correnti, vedere 39

40 Fuso orario L Italia si trova nella zona oraria centrale europea, che è un ora in avanti rispetto al GMT (Greenwich Mean Time). Segue altresì gli accordi sull Ora Legale, che comportano che durante l estate (dall ultima domenica di marzo fino all ultima domenica di ottobre), l Italia è due ore in avanti rispetto al GMT mentre in inverno ritorna indietro ad un ora soltanto. Greenwich Mean Time + 2 ore 2013: 31 marzo 27 ottobre Uffici Postali La maggior parte degli Uffici Postali è aperta dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle Telefonare in Italia e dall Italia Chiamare in Italia dall estero 1. Comporre il codice di accesso internazionale Comporre il codice del paese (Italia: 39) 3. Comporre il numero comprensivo del codice di zona. Chiamare all estero dall Italia 1. Comporre il codice di accesso internazionale Comporre il codice a due cifre del paese 3. Comporre il numero comprensivo del codice di zona (a volte è necessario omettere lo 0 iniziale) Elettricità L Italia utilizza l Europlug una spina rotonda a due cilindretti diffusa in tutta Europa. La fornitura di energia è di 200V/50Hz. Gli studenti in entrata che intendono portare apparec chiature elettroniche sono invitati a verificare che esse siano utilizzabili in sicurezza con tale voltaggio e, se necessario, ad acquistare un convertitore nel loro paese di origine. Divieto di fumare Da gennaio 2005, l Italia ha posto in atto una politica anti fumo in tutti i luoghi pubblici, compresi in pubs, ristoranti ed uffici. 40

REGOLAMENTO DI ATENEO PER LE MOBILITA STUDENTESCHE

REGOLAMENTO DI ATENEO PER LE MOBILITA STUDENTESCHE REGOLAMENTO DI ATENEO PER LE MOBILITA STUDENTESCHE (Emanato con D.R. n. 629 2015, prot. n. 13678 I/3 del 29.05.2015) I termini relativi a persone che, nel presente Regolamento, compaiono solo al maschile

Dettagli

LIFELONG LEARNING PROGRAMME ERASMUS Mobilità studentesca ai fini di studio (SMS) BANDO 2012/2013 Facoltà di Agraria, Architettura

LIFELONG LEARNING PROGRAMME ERASMUS Mobilità studentesca ai fini di studio (SMS) BANDO 2012/2013 Facoltà di Agraria, Architettura di Commissione Europea UNIVERSITA degli studi sassari LIFELONG LEARNING PROGRAMME ERASMUS Mobilità studentesca ai fini di studio (SMS) BANDO 2012/2013 Facoltà di Agraria, Architettura Il RETTORE, preso

Dettagli

Il Rettore. Area dei Servizi alla Didattica e alla Ricerca Ufficio Convenzioni e Rapporti con le Istituzioni e con il Territorio

Il Rettore. Area dei Servizi alla Didattica e alla Ricerca Ufficio Convenzioni e Rapporti con le Istituzioni e con il Territorio Area dei Servizi alla Didattica e alla Ricerca Ufficio Convenzioni e Rapporti con le Istituzioni e con il Territorio Il Rettore Decreto n. 52974 (797) Anno _2011 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre

Dettagli

Bando di selezione per l anno accademico 2013/2014 per corsi di laurea, corsi di laurea magistrale a ciclo unico e corsi di laurea magistrale

Bando di selezione per l anno accademico 2013/2014 per corsi di laurea, corsi di laurea magistrale a ciclo unico e corsi di laurea magistrale Bando di selezione per l anno accademico 2013/2014 per corsi di laurea, corsi di laurea magistrale a ciclo unico e corsi di laurea magistrale Bando di selezione per l anno accademico 2013/2014 per corsi

Dettagli

COLLEGIO DI MERITO BERNARDO CLESIO

COLLEGIO DI MERITO BERNARDO CLESIO COLLEGIO DI MERITO BERNARDO CLESIO Bando di selezione per corsi di Laurea, Laurea Magistrale a ciclo unico e Laurea Magistrale Anno Accademico 2015-2016 Emanato con D.R. n. 207 del 13 aprile 2015 Sommario

Dettagli

FAQ BANDO Lifelong Learning Programme/ERASMUS A.A. 2012/2013

FAQ BANDO Lifelong Learning Programme/ERASMUS A.A. 2012/2013 FAQ BANDO Lifelong Learning Programme/ERASMUS A.A. 2012/2013 1. IL PROGRAMMA ERASMUS Cos è l ERASMUS? L'ERASMUS permette allo studente di Istituti di Istruzione Superiore di trascorrere un periodo di studio

Dettagli

STUDENTI STRANIERI RESIDENTI ALL ESTERO

STUDENTI STRANIERI RESIDENTI ALL ESTERO NORME PER L ACCESSO DEGLI STUDENTI STRANIERI AI CORSI UNIVERSITARI PER IL TRIENNIO 2011-2014 (nota ministeriale prot. n. 602 del 18 maggio 2011) STUDENTI STRANIERI RESIDENTI ALL ESTERO IMMATRICOLAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO PER LA MOBILITÀ NELL AMBITO DEL PROGRAMMA DI APPRENDIMENTO PERMANENTE LIFELONG LEARNING PROGRAMME

REGOLAMENTO DI ATENEO PER LA MOBILITÀ NELL AMBITO DEL PROGRAMMA DI APPRENDIMENTO PERMANENTE LIFELONG LEARNING PROGRAMME REGOLAMENTO DI ATENEO PER LA MOBILITÀ NELL AMBITO DEL PROGRAMMA DI APPRENDIMENTO PERMANENTE LIFELONG LEARNING PROGRAMME TITOLO I Mobilità studenti La mobilità degli studenti tra l Università degli Studi

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO del Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza (Classe LMG01)

REGOLAMENTO DIDATTICO del Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza (Classe LMG01) REGOLAMENTO DIDATTICO del Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza (Classe LMG01) TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Istituzione 1. E istituito presso la Facoltà di Giurisprudenza il Corso di Laurea

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA MAGISTRALE DELLA FACOLTÀ DI INGEGNERIA COLLEGIO DIDATTICO DI INGEGNERIA ELETTRONICA IL RETTORE

BANDO PER L AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA MAGISTRALE DELLA FACOLTÀ DI INGEGNERIA COLLEGIO DIDATTICO DI INGEGNERIA ELETTRONICA IL RETTORE Area studenti Rep. 1002/2011 Prot. 20596 Anno Accademico 2011/2012 BANDO PER L AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA MAGISTRALE DELLA FACOLTÀ DI INGEGNERIA COLLEGIO DIDATTICO DI INGEGNERIA ELETTRONICA IL RETTORE

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2015 2016

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2015 2016 MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2015 2016 CORSI DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO Design Graphic Design Applicazioni Digitali per le Arti Visive Progettazione Multimediale OFFERTA FORMATIVA

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tre REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI STUDIO DI INGEGNERIA

Università degli Studi di Roma Tre REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI STUDIO DI INGEGNERIA Università degli Studi di Roma Tre REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI STUDIO DI INGEGNERIA SEZIONE I NORME GENERALI E COMUNI CAPO I CORSI DI STUDIO Art. 1 Corsi di Studio (CdS) attivati nel Dipartimento

Dettagli

a.a. 2011/2012 Bando LLP-Erasmus per la Mobilità Europea ai fini di studio per la Facoltà di Medicina e Chirurgia da svolgersi nell a.a.

a.a. 2011/2012 Bando LLP-Erasmus per la Mobilità Europea ai fini di studio per la Facoltà di Medicina e Chirurgia da svolgersi nell a.a. Allegato n.1 al Dr.n. 0032058 del 13/12/2011 a.a. 2011/2012 Bando LLP-Erasmus per la Mobilità Europea ai fini di studio per la Facoltà di Medicina e Chirurgia da svolgersi nell a.a. 2012/2013 Art. 1 -

Dettagli

AMMINISTRAZIONE E LEGISLAZIONE AZIENDALE

AMMINISTRAZIONE E LEGISLAZIONE AZIENDALE .UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI LM77 AI SENSI DEL D.M. 270/2004 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN AMMINISTRAZIONE E LEGISLAZIONE AZIENDALE (Sede di

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Art. 1 Premesse e finalità 1. Il presente Regolamento disciplina gli aspetti organizzativi e didattici del Corso di laurea in Ingegneria Informatica (classe L-8), in conformità alla normativa vigente in

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO PER IL PROGRAMMA

REGOLAMENTO DI ATENEO PER IL PROGRAMMA REGOLAMENTO DI ATENEO PER IL PROGRAMMA Lifelong Learning /ERASMUS Titolo I Finalità ed organismi Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, in accordo con lo Statuto d Ateneo,

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN Diritto del lavoro e delle relazioni industriali Bando di ammissione A.A. 2013/2014

MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN Diritto del lavoro e delle relazioni industriali Bando di ammissione A.A. 2013/2014 MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN Diritto del lavoro e delle relazioni industriali Bando di ammissione A.A. 2013/2014 Art. 1 Istituzione, attivazione e obiettivi formativi 1. L Università degli

Dettagli

Università degli Studi di Perugia DR n. 1900

Università degli Studi di Perugia DR n. 1900 Università degli Studi di Perugia DR n. 1900 Il Rettore Oggetto: Bando di selezione per studenti collaboratori per accoglienza e orientamento studenti incoming e internazionali (Buddy) Vista la Carta Universitaria

Dettagli

FAQ ORIENTAMENTO IN INGRESSO

FAQ ORIENTAMENTO IN INGRESSO FAQ ORIENTAMENTO IN INGRESSO 1. CHI SIAMO? 2. COME RAGGIUNGERCI? 3. COSA SONO I DIPARTIMENTI? 4. COS È L ORIENTAMENTO IN INGRESSO? 5. COSA SONO I C.F.U.? 6. COSA SONO I CORSI DI LAUREA DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA. FACOLTA DI ARCHITETTURA Ludovico Quaroni

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA. FACOLTA DI ARCHITETTURA Ludovico Quaroni FACOLTA DI ARCHITETTURA Ludovico Quaroni Master di II Livello in Progettazione Architettonica di Impianti Sportivi BANDO Codice corso di studio : 13474 Obiettivi e finalità Il Master in Progettazione Architettonica

Dettagli

Prot. n. 16770 VII.1 Rep. DR n. 787-2015

Prot. n. 16770 VII.1 Rep. DR n. 787-2015 Prot. n. 16770 VII.1 Rep. DR n. 787-2015 Data 03/07/2015 Oggetto: Concorso per l ammissione anno accademico 2015/2016 al Corso di laurea in Lettere e Beni culturali e al Corso di laurea in Scienze dell

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l'organizzazione didattica e lo svolgimento delle attività formative del

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DEI MASTER UNIVERSITARI, DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DEI CORSI DI FORMAZIONE

REGOLAMENTO PER L'ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DEI MASTER UNIVERSITARI, DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DEI CORSI DI FORMAZIONE REGOLAMENTO PER L'ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DEI MASTER UNIVERSITARI, DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DEI CORSI DI FORMAZIONE SENATO ACCADEMICO 19/02/2008; 23/09/2008; 19/12/2008; 27/03/2009; CONSIGLIO

Dettagli

Bando per l ammissione al Master di II livello in

Bando per l ammissione al Master di II livello in Anno Accademico 2015 2016 Bando per l ammissione al Master di II livello in DIRITTO E MANAGEMENT DEI SERVIZI SANITARI, SOCIO-SANITARI ED EDUCATIVI Dipartimento di GIURISPRUDENZA Sommario art. 1 Premessa...

Dettagli

TITOLO IV - BORSE E CONTRIBUTI PER L ACCESSO Articolo 15 (Determinazione delle borse e dei contributi)

TITOLO IV - BORSE E CONTRIBUTI PER L ACCESSO Articolo 15 (Determinazione delle borse e dei contributi) REGOLAMENTO INTERNO DELLA SCUOLA DI DOTTORATO DELL UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA E IN MATERIA DI DOTTORATO DI RICERCA (emanato con decreto rettorale 21 giugno 2012 n. 349) INDICE TITOLO I - ORGANIZZAZIONE

Dettagli

Requisiti di ammissione Diploma di istruzione secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero e riconosciuto idoneo.

Requisiti di ammissione Diploma di istruzione secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero e riconosciuto idoneo. Immatricolazioni Anno Accademico 2015-2016 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO: LM85 bis - SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA Posti disponibili al I anno: 175 - contingente autorizzato a.a. 2015-2016

Dettagli

REGOLAMENTO CRITERI E MODALITÁ DI SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITÁ E I RAPPORTI INTERNAZIONALI

REGOLAMENTO CRITERI E MODALITÁ DI SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITÁ E I RAPPORTI INTERNAZIONALI REGOLAMENTO CRITERI E MODALITÁ DI SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITÁ E I RAPPORTI INTERNAZIONALI Delibera del Consiglio Accademico del 30 aprile 2013 Prot. n. 2995 del 30/04/2013 Art. 1 Rapporti Internazionali

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tre REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI STUDIO DI INGEGNERIA

Università degli Studi di Roma Tre REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI STUDIO DI INGEGNERIA Università degli Studi di Roma Tre REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI STUDIO DI INGEGNERIA SEZIONE I NORME GENERALI E COMUNI CAPO I CORSI DI STUDIO Art. 1 Corsi di Studio (CdS) attivati nel Dipartimento

Dettagli

UNIVERSITY OF SIENA FACULTY OF POLITICAL SCIENCES ADVANCED PROGRAMME IN INTERNATIONAL STUDIES ACADEMIC REGULATIONS

UNIVERSITY OF SIENA FACULTY OF POLITICAL SCIENCES ADVANCED PROGRAMME IN INTERNATIONAL STUDIES ACADEMIC REGULATIONS UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SIENA FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE INTERNAZIONALI (Classe LM-52 Relazioni Internazionali) UNIVERSITY OF SIENA FACULTY

Dettagli

Consiglio di Facoltà del 19.01.2012-allegato n.5 di 9 pagine

Consiglio di Facoltà del 19.01.2012-allegato n.5 di 9 pagine UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI INGEGNERIA ENZO FERRARI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA INFORMATICA (CLASSE LM-32 INGEGNERIA INFORMATICA)

Dettagli

Il Rettore. Decreto n. 112592 (1009) Anno 2015

Il Rettore. Decreto n. 112592 (1009) Anno 2015 Il Rettore Decreto n. 112592 (1009) Anno 2015 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270 Modifiche al regolamento recante norme concernenti l'autonomia didattica degli atenei, approvato

Dettagli

Facoltà di Scienze Politiche

Facoltà di Scienze Politiche Università degli Studi di Siena Facoltà di Scienze Politiche Regolamento didattico di Facoltà (Emanato con Decreto Rettorale n. 1412/2000-01 del 18.09.2001, pubblicato nel Bollettino Ufficiale n. 35 del

Dettagli

Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione. Parte generale

Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione. Parte generale Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione Capo I. Disposizioni generali Parte generale Art. 1. Ambito di competenza 1. Il presente Regolamento

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN Scienze per la formazione

Dettagli

Immatricolazioni e iscrizioni

Immatricolazioni e iscrizioni Le notizie che leggerai di seguito sono contenute nel documento Regolamento della carriera degli studenti e nel Manifesto degli studi UNICAM 2015 Come e quando ti puoi immatricolare? Di norma ti puoi immatricolare

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI (emanato con Decreto Rettorale N. 645 del 12/03/2003) ART. 1 - Ambito di applicazione... 2 ART. 2 - Titoli per l accesso...

Dettagli

Con l'anno accademico 2014/2015 siamo entrati nello scenario del nuovo programma Erasmus+ 2014/2021 che prevede numerosi cambiamenti: - nell'ambito

Con l'anno accademico 2014/2015 siamo entrati nello scenario del nuovo programma Erasmus+ 2014/2021 che prevede numerosi cambiamenti: - nell'ambito Con l'anno accademico 2014/2015 siamo entrati nello scenario del nuovo programma Erasmus+ 2014/2021 che prevede numerosi cambiamenti: - nell'ambito del programma rientrerà anche il finanziamento per la

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara

Università degli Studi di Ferrara Università degli Studi di Ferrara Istituto Universitario di Studi Superiori IUSS Ferrara 39 Concorsi per titoli e colloquio per l ammissione alle Scuole di Dottorato di Ricerca XXVIII ciclo - Anno 203

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA. BANDO ANNO ACCADEMICO 2008/2009 (Codice corso di studio: 13485) 1. Attivazione

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA. BANDO ANNO ACCADEMICO 2008/2009 (Codice corso di studio: 13485) 1. Attivazione DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE - FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA MASTER DI II LIVELLO IN DIRITTO DELL AMBIENTE DIRETTORE PROF. LUIGI CAPOGROSSI COLOGNESI BANDO ANNO ACCADEMICO 2008/2009 (Codice corso di

Dettagli

Regolamento per l ammissione ai corsi universitari con titolo estero e per il riconoscimento dei titoli esteri

Regolamento per l ammissione ai corsi universitari con titolo estero e per il riconoscimento dei titoli esteri Regolamento per l ammissione ai corsi universitari con titolo estero e per il riconoscimento dei titoli esteri SOMMARIO TITOLO I - Norme comuni e generali... 2 Art. 1 Ambito di applicazione... 2 Art. 2

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza (Classe LMG/01)

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza (Classe LMG/01) Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza (Classe LMG/01) Art. 1 - Premesse e finalità 1. Il presente Regolamento disciplina gli aspetti organizzativi e didattici

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE LETTERE E BENI CULTURALI Scuola di Specializzazione in Beni storico-artistici MANIFESTO DEGLI STUDI A.A.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE LETTERE E BENI CULTURALI Scuola di Specializzazione in Beni storico-artistici MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE LETTERE E BENI CULTURALI Scuola di Specializzazione in Beni storico-artistici MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2015/16 Posti per l anno accademico 2015/16: 20 Durata del corso:

Dettagli

Bando per l ammissione al Corso di Laurea Magistrale in EUROPEAN AND INTERNATIONAL STUDIES STUDI EUROPEI E INTERNAZIONALI (MEIS)

Bando per l ammissione al Corso di Laurea Magistrale in EUROPEAN AND INTERNATIONAL STUDIES STUDI EUROPEI E INTERNAZIONALI (MEIS) SCUOLA DI STUDI INTERNAZIONALI Bando per l ammissione al Corso di Laurea Magistrale in EUROPEAN AND INTERNATIONAL STUDIES STUDI EUROPEI E INTERNAZIONALI (MEIS) Anno accademico 2015/2016 1 SOMMARIO Art.

Dettagli

Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali. Parte generale

Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali. Parte generale Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali Capo I. Disposizioni generali Parte generale Art. 1. Ambito di competenza 1. Il presente Regolamento disciplina,

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE (CLASSE L-20) FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA IL RETTORE. VISTO il DM 270/2004

BANDO PER L AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE (CLASSE L-20) FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA IL RETTORE. VISTO il DM 270/2004 Area Studenti Rep. 1060/2012 Prot. 19066 Anno Accademico 2012-2013 BANDO PER L AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE (CLASSE L-20) FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA IL RETTORE il DM

Dettagli

Università degli Studi di Sassari

Università degli Studi di Sassari Decreto n. 1690 del 10/11/2006 Prot. n 33469 Università degli Studi di Sassari III Divisione Studenti Ufficio Scuole di Specializzazione e Dottorati di ricerca Anno 2006 Titolo III Classe 3 Fascicolo III/3.8

Dettagli

Informatore Europeo per le Istituzioni Locali

Informatore Europeo per le Istituzioni Locali REGIONE AUTONOMA TRENTINO-ALTO ADIGE PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO In collaborazione con: Commissione europea - Rappresentanza in Italia Facoltà di Sociologia via Verdi 26 38100 Trento www.soc.unitn.it

Dettagli

IL RETTORE. la Legge 19 novembre 1990, n. 341 Riforma degli ordinamenti didattici universitari ;

IL RETTORE. la Legge 19 novembre 1990, n. 341 Riforma degli ordinamenti didattici universitari ; Protocollo 25107-V.2 D.R. 1152 Data 07.10.2015 Oggetto: Riapertura bando di concorso per l ammissione anno accademico 2015/2016 al Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza e al Corso di laurea in Consulente

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA RIPARTIZIONE AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI UFFICIO SEGRETERIE (Polo di Macchia Romana) DECRETO N. 321 del 09 LUGLIO 2014 VISTA la legge 5 febbraio 1992, n. 104, così come modificata dalla legge 28 gennaio

Dettagli

Art. 1 Definizioni Art. 2 Istituzione Art. 3 Obiettivi formativi specifici Art. 4 Risultati di apprendimento attesi

Art. 1 Definizioni Art. 2 Istituzione Art. 3 Obiettivi formativi specifici Art. 4 Risultati di apprendimento attesi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE E INTERNAZIONALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE INTERNAZIONALI INTERNATIONAL STUDIES (Classe LM 52 Relazioni

Dettagli

Bando per l ammissione al Master di II livello

Bando per l ammissione al Master di II livello Area Studenti Anno Accademico 2015-2016 Bando per l ammissione al Master di II livello PROCESSI ORGANIZZATIVI E DIRETTIVI NELLA SCUOLA DELL AUTONOMIA (PODSA) Dipartimento di SCIENZE DELLA FORMAZIONE Sommario

Dettagli

Regolamento per la disciplina dei servizi a supporto degli studenti con disabilità e con disturbi specifici di apprendimento (DSA).

Regolamento per la disciplina dei servizi a supporto degli studenti con disabilità e con disturbi specifici di apprendimento (DSA). Regolamento per la disciplina dei servizi a supporto degli studenti con disabilità e con disturbi specifici di apprendimento (DSA). Titolo1 NORME GENERALI Art. 1 Principi generali e finalità del servizio

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA. I FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA Anno Accademico 2008-2009

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA. I FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA Anno Accademico 2008-2009 I FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA Anno Accademico 2008-2009 BANDO DEL MASTER DI II LIVELLO IN: PROTEZIONE CIVILE, EMERGENZE ED AIUTI UMANITARI Codice Corso di Studio: n 10687 1. Obiettivi formativi del

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN FINANZA E METODI QUANTITATIVI PER L ECONOMIA CLASSI DELLE LAUREE MAGISTRALI LM-1 e LM-83 AI SENSI DEL D.M. 270/2004 (FIN) (Sede

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA ai sensi del D.M. n. 270/2004 e relativi decreti di attuazione

REGOLAMENTO DIDATTICO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA ai sensi del D.M. n. 270/2004 e relativi decreti di attuazione REGOLAMENTO DIDATTICO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA ai sensi del D.M. n. 270/2004 e relativi decreti di attuazione Decreto Rettorale di emanazione Rep. n. 628/2008, Prot. 14296 del 2 aprile 2008

Dettagli

Rep. N. 349 Prot. 25846/III/07 Del 29/06/2015

Rep. N. 349 Prot. 25846/III/07 Del 29/06/2015 Rep. N. 349 Prot. 25846/III/07 Del 29/06/2015 IL RETTORE VISTO il D.P.R. 162 del 10.03.1982; VISTO la L. 341 del 19.11.1990; VISTO lo Statuto dell Università degli Studi di Bergamo; VISTO il Regolamento

Dettagli

OPEN DAY 17 APRILE 2015

OPEN DAY 17 APRILE 2015 OPEN DAY 17 APRILE 2015 PRESENTAZIONE a cura del SERVIZIO STUDENTI Università degli Studi di Bergamo 1 IL SERVIZIO STUDENTI La SEGRETERIA STUDENTI è la struttura dell'ateneo che gestisce le procedure amministrative

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA CORSI POST-LAUREAM

ISTRUZIONE OPERATIVA CORSI POST-LAUREAM Pagina 1 di 12 0 INDICE 0 INDICE...1 1 ISTITUZIONE ED ATTIVAZIONE...2 2 AMMISSIONE...4 3 IMMATRICOLAZIONE...5 4 TIROCINIO...6 5 PROVE DI VALUTAZIONE DEL PROFITTO...8 6 PROVA FINALE...9 7 CERTIFICAZIONI...

Dettagli

Area dei Servizi alla Didattica e alla Ricerca Ufficio Convenzioni e Rapporti con le Istituzioni e con il Territorio. Il Rettore

Area dei Servizi alla Didattica e alla Ricerca Ufficio Convenzioni e Rapporti con le Istituzioni e con il Territorio. Il Rettore Area dei Servizi alla Didattica e alla Ricerca Ufficio Convenzioni e Rapporti con le Istituzioni e con il Territorio Il Rettore Decreto n. 55082 (1040) Anno _2009 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre

Dettagli

TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO

TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA CORSO DI LAUREA IN FISIOTERAPIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI FISIOTERAPISTA) REGOLAMENTO DIDATTICO TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO

Dettagli

Consiglio di Facoltà del 19.01.2012 allegato n.7 di 10 pagine

Consiglio di Facoltà del 19.01.2012 allegato n.7 di 10 pagine Art. 1 Premesse e finalità 1. Il presente Regolamento disciplina gli aspetti organizzativi e didattici del Corso di laurea magistrale in Ingegneria Meccanica (classe LM-33), in conformità alla normativa

Dettagli

UNIVERSITÀ POLITECNICA DELLE MARCHE SCIENZE

UNIVERSITÀ POLITECNICA DELLE MARCHE SCIENZE UNIVERSITÀ POLITECNICA DELLE MARCHE SCIENZE Immatricolazione ai corsi di laurea magistrale del Dipartimento di Scienze della Vita e dell Ambiente IN BIOLOGIA MOLECOLARE E APPLICATA LM- 6 BIOLOGIA MARINA

Dettagli

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e Sede U.C.S.C. Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013 CLASSE DI LAUREA DI APPARTENENZA: LM/SNT1 SCIENZE

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELLA MOBILITA INTERNAZIONALE DEGLI STUDENTI

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELLA MOBILITA INTERNAZIONALE DEGLI STUDENTI LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELLA MOBILITA INTERNAZIONALE DEGLI STUDENTI Approvate da Senato Accademico del Politecnico di Milano nella seduta del 16 Dicembre 2013 Consiglio di Amministrazione del Politecnico

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE AI CORSI UNIVERSITARI CON TITOLO ESTERO E PER IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI ESTERI. CAPO I Norme comuni e generali

REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE AI CORSI UNIVERSITARI CON TITOLO ESTERO E PER IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI ESTERI. CAPO I Norme comuni e generali REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE AI CORSI UNIVERSITARI CON TITOLO ESTERO E PER IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI ESTERI CAPO I Norme comuni e generali Art. 1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento disciplina

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA DIREZIONE AMMINISTRATIVA Servizio Regolamento Didattico di Ateneo e Certificazione dell Offerta Formativa DECRETO Rep. n. 1623/2008 - Prot. n. 33873 Anno 2007 Tit. III

Dettagli

Università degli Studi di Siena REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN FISICA E TECNOLOGIE AVANZATE

Università degli Studi di Siena REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN FISICA E TECNOLOGIE AVANZATE Università degli Studi di Siena REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN FISICA E TECNOLOGIE AVANZATE PHYSICS AND ADVANCED TECHNOLOGIES Classe delle lauree in Scienze e tecnologie fisiche (L-30) (Emanato

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA Facoltà di Giurisprudenza Dipartimento Scienze Giuridiche MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN DIRITTO PRIVATO EUROPEO (Codice Corso di Studio da inserire nel bollettino di immatricolazione: 04579) L

Dettagli

Articolo 1 Il Master. Articolo 2 Organizzazione didattica del Master

Articolo 1 Il Master. Articolo 2 Organizzazione didattica del Master BANDO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 2 LIVELLO IN ASSICURAZIONI, GESTIONE E FINANZA DELLA PREVIDENZA OBBLIGATORIA E COMPLEMENTARE, ASSISTENZA SANITARIA PUBBLICA E INTEGRATIVA M.A.P.A. 13^ Edizione Anno Accademico

Dettagli

Università degli studi di Palermo

Università degli studi di Palermo Università degli studi di Palermo Prot. N. 7446 del 04.02.2010 IL RETTORE VISTA la delibera del Senato Accademico del 9 novembre 2004; Decreto N. 370/2010 VISTO il D.M. 509 del 3 novembre 1999 ed in particolare

Dettagli

Università Politecnica delle Marche Facoltà di Economia G. Fuà SETTIMANA ZERO 2013 GUIDA ALL UNIVPM

Università Politecnica delle Marche Facoltà di Economia G. Fuà SETTIMANA ZERO 2013 GUIDA ALL UNIVPM Università Politecnica delle Marche Facoltà di Economia G. Fuà SETTIMANA ZERO 2013 GUIDA ALL UNIVPM IMMATRICOLAZIONE Deve essere effettuata mediante l utilizzo della procedura on-line. Coloro che si siano

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO

REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO Art. 1 Corsi per master universitario 1. L Università promuove, secondo la normativa vigente corsi di alta formazione per il conseguimento di diplomi di master

Dettagli

UNIVERSITÀ POLITECNICA DELLE MARCHE AGRARIA

UNIVERSITÀ POLITECNICA DELLE MARCHE AGRARIA UNIVERSITÀ POLITECNICA DELLE MARCHE AGRARIA Immatricolazione ai corsi di laurea magistrale del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali IN SCIENZE AGRARIE E DEL TERRITORIO CLASSE LM- 69

Dettagli

ECTS SISTEMA EUROPEO DI ACCUMULAZIONE E TRASFERIMENTO DEI CREDITI. Punti chiave

ECTS SISTEMA EUROPEO DI ACCUMULAZIONE E TRASFERIMENTO DEI CREDITI. Punti chiave COMMISSIONE EUROPEA Direzione Generale per l Educazione e la Cultura Versione 11.02.03 ECTS SISTEMA EUROPEO DI ACCUMULAZIONE E TRASFERIMENTO DEI CREDITI Punti chiave Cosa è un sistema di crediti? Un sistema

Dettagli

GUIDA INFORMATIVA PER GLI STUDENTI ERASMUS IN ARRIVO

GUIDA INFORMATIVA PER GLI STUDENTI ERASMUS IN ARRIVO ERASMUS LUMSA GUIDA INFORMATIVA PER GLI STUDENTI ERASMUS IN ARRIVO Pagina 1 di 6 COME IMMATRICOLARSI ALLA LUMSA Troverete qui di seguito i documenti necessari per l immatricolazione 1) APPLICATION FORM

Dettagli

D. R. n. 36/14 IL RETTORE

D. R. n. 36/14 IL RETTORE IL RETTORE D. R. n. 36/14 Vista la legge 9 maggio 1989 n. 168; Vista Visti Visti Vista Viste la legge 19 novembre 1990 n. 341 ed in particolare l art.11; l art. 17, comma 95, della legge 15 maggio 1997,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO. (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011)

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO. (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011) REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011) TITOLO I MASTER UNIVERSITARI DI PRIMO E DI SECONDO LIVELLO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO PROGRAMMA ERASMUS PER STUDIO A.A. 2014/2015 PROCEDURA STUDENTI ERASMUS IN PARTENZA (OUTGOING) Versione 04 del 2014-12-22 Di seguito sono descritti la procedura e i passaggi necessari per espletare le pratiche

Dettagli

Programma Lifelong Learning sotto programma Erasmus. borse di mobilità per soggiorni di studio all estero

Programma Lifelong Learning sotto programma Erasmus. borse di mobilità per soggiorni di studio all estero Settore Unità Relazioni Internazionali Programma Lifelong Learning sotto programma Erasmus borse di mobilità per soggiorni di studio all estero bando delle borse e criteri di selezione anno accademico

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI

REGOLAMENTO SUI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI REGOLAMENTO SUI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI (emanato con D.R. n. 417 del 24 marzo 2015) INDICE Pag. Art. 1 Oggetto 2 Art. 2 Caratteristiche dei corsi 2 Art. 3 Istituzione - attivazione - rinnovo 2 Art.

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE SCIENZE GIURIDICHE

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE SCIENZE GIURIDICHE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE SCIENZE GIURIDICHE (Approvato con delibera del CdS e CdF del 03.05.06 e modificato con delibera del CdS del 07.03.07 e del CdF del 04.04.07) Regolamento didattico

Dettagli

Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologia Quantitative (SEAM) Università degli Studi di Messina

Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologia Quantitative (SEAM) Università degli Studi di Messina Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologia Quantitative (SEAM) Università degli Studi di Messina REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE Classe L 18

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata Dipartimento di Studi di Impresa Governo Filosofia in collaborazione con Università degli Studi di Roma La Sapienza - Dipartimento di Comunicazione e Ricerca

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA (Approvato con delibera del CdF del 03.05.06 e modificato con delibere del CdF del 07.03.07, del 12.03.08 e del 08.04.08) Regolamento didattico

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA Facoltà di Giurisprudenza Dipartimento Scienze Giuridiche MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN DIRITTO PRIVATO EUROPEO (Codice Corso di Studio da inserire nel bollettino di immatricolazione: 04579) L

Dettagli

IL RETTORE. VISTO l art. 3 del D.M. 509/99, ora integrato e/o modificato dal D.M. 270/04; VISTO l art. 2 del Regolamento Didattico di Ateneo;

IL RETTORE. VISTO l art. 3 del D.M. 509/99, ora integrato e/o modificato dal D.M. 270/04; VISTO l art. 2 del Regolamento Didattico di Ateneo; Area Studenti Ufficio Esami di Stato e Corsi Post Lauream Repertorio 1143/2011 Prot. 21605-13/07/2011 IL RETTORE VISTO l art. 3 del D.M. 509/99, ora integrato e/o modificato dal D.M. 270/04; VISTO l art.

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15

MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 Edizione II/14 L Accademia di Moda di Napoli è un istituzione privata di alta cultura. Essa ha personalità giuridica propria e gode di autonomia didattica, artistica,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Via Ravasi 2-21100 Varese

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Via Ravasi 2-21100 Varese 1 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO Ai sensi del DM 270/2004 Emanato con D.R. n. 15863 dell'08.04.2010 Ultime modifiche apportate con D.R. Rep. n. 964/2013 del 05/08/2013 Entrato in vigore il 02/08/2013

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO, CORSI DI PERFEZIONAMENTO E CORSI DI AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE PERMANENTE Art. 1 Definizione 1. L Università promuove, ai sensi della normativa

Dettagli

IMMATRICOLAZIONE STUDENTI STRANIERI

IMMATRICOLAZIONE STUDENTI STRANIERI IMMATRICOLAZIONE STUDENTI STRANIERI Le procedure di iscrizione alle Università italiane da parte degli studenti in possesso di un titolo di studio straniero, sono differenti in base alla cittadinanza ed

Dettagli

SECONDA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI REGOLAMENTO DIDATTICO DELLA FACOLTA DI ARCHITETTURA INDICE. Titolo I Organi rappresentativi... pag.

SECONDA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI REGOLAMENTO DIDATTICO DELLA FACOLTA DI ARCHITETTURA INDICE. Titolo I Organi rappresentativi... pag. SECONDA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI REGOLAMENTO DIDATTICO DELLA FACOLTA DI ARCHITETTURA INDICE Titolo I Organi rappresentativi... pag. 2 art. 1 Organi della Facoltà di Architettura... pag. 2 art.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA MOBILITA' STUDENTI NEL QUADRO DEL LIFELONG LEARNING PROGRAMME - ERASMUS

REGOLAMENTO PER LA MOBILITA' STUDENTI NEL QUADRO DEL LIFELONG LEARNING PROGRAMME - ERASMUS REGOLAMENTO PER LA MOBILITA' STUDENTI NEL QUADRO DEL LIFELONG LEARNING PROGRAMME - ERASMUS Art. 1 Partecipazione al Programma 1. Possono partecipare al Programma gli studenti dell'università degli Studi

Dettagli

Nelle more della verifica del possesso di tutti i requisiti prescritti i candidati, saranno in ogni caso ammessi alle prove con riserva.

Nelle more della verifica del possesso di tutti i requisiti prescritti i candidati, saranno in ogni caso ammessi alle prove con riserva. Nelle more della verifica del possesso di tutti i requisiti prescritti i candidati, saranno in ogni caso ammessi alle prove con riserva. Il mancato superamento della prova di conoscenza della lingua italiana

Dettagli