La Sorgente APPUNTI DI VITA DELLA PARROCCHIA DI POVEGLIANO VERONESE. Anno XXVI - N LA SORGENTE - Ottobre 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La Sorgente APPUNTI DI VITA DELLA PARROCCHIA DI POVEGLIANO VERONESE. Anno XXVI - N. 208. LA SORGENTE - Ottobre 2011"

Transcript

1 La Sorgente LA SORGENTE - Ottobre 2011 APPUNTI DI VITA DELLA PARROCCHIA DI POVEGLIANO VERONESE Anno XXVI - N. 208

2 2 LA SORGENTE - Ottobre 2011 SONO IN VISTA LE MISSIONI PARROCCHIALI - 15 / 20 NOVEMBRE - D a quindici giorni stiamo pregando ad ogni Santa Messa per la prossima SETTIMANA COMUNITARIA MIS- SIONARIA, che si svolgerà nella nostra parrocchia dal 15 al 20 novembre. In questo numero de "la Sorgente" potete vedere il programma completo con tutte le varie iniziative. Davvero tutti siamo chiamati a metterci in cammino per costruire LA PARROCCHIA, CASA DI CO- MUNIONE E DI MISSIONE. Si tratta di incontri di formazione per tutte le età, di momenti di preghiera e di carità. I padri missionari: due suore e due religiosi, dormiranno in parrocchia, per questo stiamo sistemando quattro camere. Chi avesse delle coperte è pregato di farlo sapere. I missionari hanno piacere di mangiare nelle famiglie. Chi si offre per ospitare un missionario o a cena o a pranzo, telefoni al più presto, anche lasciando un messaggio in segreteria. Nella preghiera per le missioni troviamo scritto: "Tu [Signore] ci offri questa opportunità perché possiamo conoscere ed amare sempre di più Te; per farci riscoprire la bellezza della vita cristiana e l'impegno nel territorio che Tu ci hai affidato". Ecco i due scopi principali di questa esperienza: - conoscere ed amare sempre più il Signore; - impegno nel territorio che Dio ci ha affidato. Questa prima settimana è l'inizio di un percorso che prevede altri appuntamenti, quello seguente sarà giovedì 8 dicembre, a Lonato. Ringraziamo il Signore e i missionari per questo dono, ci affidiamo all'aiuto di Maria e alla buona volontà di tutti. don Osvaldo e don Emanuele

3 LA SORGENTE - Ottobre La riscoperta dell'eucarestia come appuntamento con Dio C on l ascensione al Cielo di Cristo e la discesa dello Spirito Santo ebbe inizio il cammino della Chiesa nella storia. Non erano molti all'inizio i fedeli. I gruppi più vivaci si trovavano nelle città. Dieci, venti o poco più si riunivano in case private. Venivano scelte quelle più adatte chiamate Domus Ecclesiae ossia case dell'assemblea. Cosa succedeva in quelle riunioni? Cose sconce o atti di cannibalismo? I nemici dei Cristiani facevano passare queste dicerie o altro ancora, così che fu facile per Nerone accusare i Cristiani dell'incendio di Roma. Se un giornalista ficcanaso si fosse mimetizzato in uno di questi gruppi, cosa poteva scoprire di scandaloso e osceno? Niente. Nel 112 d. Cr. un testimone insospettabile, Plinio il giovane, governatore della provincia della Bitinia, non essendo tranquillo sull'atteggiamento da tenersi verso i Cristiani, chiede lumi al suo imperatore Traiano. Gli riferisce di aver interrogato sia cristiani sia ex cristiani e di aver trovato false le dicerie infamanti che circolavano a loro carico. Cosa fanno i segaci di Gesù? Prima dell'alba, in un giorno stabilito, si riuniscono per cantare inni a Gesù come ad un loro Dio. Poi si riuniscono ancora per consumare insieme del cibo normale. La prima descrizione di una liturgia eucaristica la troviamo negli Atti degli Apostoli (20,7-8.11), dove si narra che, giunto Paolo a Troade, la comunità si riuniva con lui, il primo giorno della settimana, "a spezzare il pane". Piccoli gruppi di fedeli nelle città dell'impero si riunivano attorno a Gesù eucaristico ogni settimana. La Chiesa nasce e cresce attorno all' Eucarestia, dove i fedeli si cibano della parola di Dio e del Pane disceso dal Cielo. Senza di essa si perde il contatto con Gesù e il senso dell'appartenenza al Corpo Mistico. "Fate questo in memoria di me" Ogni cristiano sa che il mistero della morte e risurrezione di Cristo viene perpetuato nella celebrazione Affresco sulla parete delle Catacombe di S. Callisto a Roma raffigurante il pane e il pesce, simbolo eucaristico usato dai Cristiani nei primi secoli. eucaristica. Egli scende tra noi e ci salva attraverso la parola del sacerdote che lo "cattura" nella materia del pane e del vino, dove rimane crocifisso per noi fino al compimento della storia. Ma come si fa a credere a una cosa simile? Come possiamo dimostrare, sentire la presenza di Dio in qualche goccia di vino e in un po' di pane? Dobbiamo leggere, studiare un'intera biblioteca per capire, gustare il mistero di una Presenza che ci accompagna lungo i secoli? La Chiesa di Cristo è un club esclusivo di eletti a cui viene comunicata una scienza che ai più viene negata? No! La fede è una relazione d'amore con Dio. E l'amore non nasce dalla lettura di trattati, ma sboccia tra due esseri che si aprono l'un l'altro in uno desiderio di appartenenza "eterna". Un episodio Siamo in Cina. Anno I comunisti sono al potere. Il loro più grande nemico è Dio. Distruggono tutto ciò che odora di religione. In una chiesa i soldati, entrati nel presbiterio, aprono il tabernacolo e gettano a terra le ostie consacrate. Una ragazza undicenne, seminascosta in un angolo buio, non è notata dalla milizia. Di nascosto ogni sera si reca in chiesa; rimane un'ora in adorazione e poi chinandosi, raccoglie con la lingua un'ostia consacrata per comunicarsi di Gesù. E' così discreta e silenziosa che il soldato di guardia alla canonica non si accorge di nulla. L'ultima sera, dopo aver assunto l'ultima particela, provoca un rumore. La guardia la rincorre, la picchia a morte. Il sacerdote, prigioniero nella sua canonica, è testimone del suo martirio. Inspiegabile al di fuori di un grande amore, maturato tra Gesù e la sua piccola innamorata. Marcello Montagnoli

4 4 LA SORGENTE - Ottobre 2011 POVEGLIANO VERONESE - PARROCCHIA SAN MARTINO VESCOVO S E T T I M A N A C O M U N I TA R I A M I S S I O N A R I A animata dalla Comunità Missionaria di Villaregia dal 15 al 20 novembre 2011 PROGRAMMA: MARTEDI 9,00 Visita alle scuole elementari 15,00 Catechismo (2,3,4,5 elem.) 15/11 16,30 Catechismo (2,3,4,5 elem.) 20,00 S.MESSA in Santuario 20,45 INCONTRO PER OPERATORI PASTORALI E TUTTI I PARROCCHIANI MERCOLEDI 7,30 BUON GIORNO GESÙ per i ragazzi delle medie - segue colazione 7,30 BUON GIORNO GESÙ per i ragazzi delle elementari - segue colazione 8,00 SANTA MESSA 9,00 Visita alle scuole elementari 16/ INCONTRO PER TUTTI 16,15 Catechismo 20,00 S. MESSA 20,45 INCONTRO CON I GIOVANI o INCONTRO ASSOCIAZIONI 20,45 INCONTRO CON I GENITORI 7,30 BUON GIORNO GESÙ per i ragazzi delle medie - segue colazione 7,30 BUON GIORNO GESÙ per i ragazzi delle elementari - segue colazione 8,00 S. MESSA GIOVEDI 9,00 Visita alle scuole medie 17/ Visita agli ammalati INCONTRO CON GLI ANZIANI 20,00 S. MESSA 20,45 INCONTRO CON I GENITORI DELLA SCUOLA MATERNA INCONTRO CON GLI ADOLESCENTI

5 LA SORGENTE - Ottobre MISSIONI PARROCCHIALI - 15 / 20 novembre - LA PARROCCHIA CASA DI COMUNIONE E DI MISSIONE Q uesto appuntamento straordinario inizia il mese prossimo ed avrà il suo vertice, a Dio piacendo, nel maggio del Per l'organizzazione pratica stiamo sistemando nella casa dei preti le stanze per i quattro missionari. I missionari (due religiosi e due religiose) hanno piacere di mangiare nelle famiglie, uno per famiglia. Se hai disponibilità, vedendo lo schema riportato in basso, comunicalo in parrocchia, tel Grazie. - MARTEDI PRANZO CENA 15 novembre nessuna 3 famiglie - MERCOLEDI PRANZO CENA 16 novembre 3 famiglie 3 famiglie - GIOVEDI PRANZO CENA 17 novembre 3 famiglie 3 famiglie - VENERDI PRANZO CENA 18 novembre 3 famiglie nessuna - SABATO PRANZO CENA 19 novembre 3 famiglie nessuna - DOMENICA PRANZO CENA 20 novembre 3 famiglie nessuna L orario per il pranzo sarà alle ore 13,00 e la cena alle ore

6 6 LA SORGENTE - Ottobre ,30 BUON GIORNO GESÙ per i ragazzi delle medie - segue colazione 7,30 BUON GIORNO GESÙ per i ragazzi delle elementari - segue colazione 8,00 SANTA MESSA VENERDI 9.30 Visita dei missionari agli ammalati 18/11 10,00 Visita dei missionari alla scuola materna 15,00 Catechismo S. MESSA, segue ADORAZIONE fino alle 17, VEGLIA MISSIONARIA per tutti (fino alle 22,00) 7,30 Buon giorno Gesù per i ragazzi delle medie - segue colazione 7,30 Buon giorno Gesù per i ragazzi delle elementari - segue colazione 8,00 Santa Messa SABATO 9.30 Visita dei missionari agli ammalati 19/11 14,30 OPERAZIONE SCATOLETTA con i Ragazzi missionari 15,30 Il padre Missionario è a disposizione per le CONFESSIONI S. MESSA 19,30 PASTASCIUTTA MISSIONARIA con gli adolescenti DOMENICA 8.00 S. MESSA 9.30 S. MESSA 9,30 Catechismo 1 e 2 media 20/11 11,00 S. MESSA FESTA DI SALUTO E FILMATO MISSIONARIO S. MESSA in Santuario Se qualcuno gradisse un dialogo personale. un missionario o una missionaria sono sempre disponibili. Le offerte raccolte durante le SS. Messe festive saranno destinate alle missioni della Comunità Missionaria di Villaregia. La Parrocchia San Martino Vescovo e la Comunità Missionaria di Villaregia ti invitano alla SETTIMANA COMUNITARIA E MISSIONARIA per riflettere sul tema: LA PARROCCHIA: CASA DI COMUNIONE E DI MISSIONE dal 15 al 20 novembre 2011

7 LA SORGENTE - Ottobre "VILLAGGIO GLOBALE" I n una mattinata di settembre, mi è arrivata una chiamata da una persona dalla voce amichevole, chiedendomi se ero disponibile per scrivere qualche articolo di come sono arrivata in Italia. A dire il vero, dalla conversazione telefonica non ho avuto molte informazioni e quindi ho pensato che magari sarà da scrivere un semplice e breve articolo poi basta, ma dopo il primo incontro con il sig. Giorgio, ho capito che si tratta della scrittura di una serie di articoli che poi sarebbero stati pubblicati su un giornalino cristiano, quindi ho capito che la cosa sarebbe stata ancora molto più interessante per me che sono musulmana. Proprio una sfida. La prima sensazione che ho avuto e penso abbastanza normale, è stata l'esitazione e quel senso di non poter essere all'altezza per fare una cosa del genere, dal momento che non ho alcuna esperienze del genere. Entrando poi nell'argomento e parlando meglio con il responsabile, ho preso un po' di coraggio e ho pensato che magari con un pochino di sforzo avrei potuto scrivere qualcosa di interessante e che possa in qualche modo dare un'idea di quella ch'è stata la mia esperienza e ch'è l'esperienza di molte altre persone. Non sono una Dickinson, ma l'idea di scrivere questi articoli ha ottenuto il mio interesse, specialmente perché racconterò di qualcosa che conosco molto bene e che spero di descrivere e discutere al meglio possibile, per dare un'idea anche se in modo ristretto di quello ch'è il motivo che porta le persone e immigrare, cambiare paese, cultura, modi di vivere e quindi vita. Spero possa essere un esperienza gradita e possa comportare interesse per poter dare qualche idea sulle nostre culture, le religioni e molto altro anche se minimamente. L'ho trovata proprio un iniziativa coraggiosa per poter, non dico integrare (una parola di un certo peso e difficile da raggiungere secondo me), ma almeno iniziare a capire un po' di più su chi arriva in Italia. Chiedersi magari dei motivi che portano milioni di persone qui, comprendere il diverso e anche non avere più paura di chi non vi assomiglia e perché no cercare di avvicinarsi e a capire chi è veramente quella persona. Molto spesso le apparenze ingannano e giudicare senza conoscere gli altri secondo me è veramente molto ingiusto e so bene cosa vuol dire; l'ho sperimentato diverse volte sulla mia propria pelle. Perché allora non dare la possibilità ed il tempo agli altri per potersi ambientare e integrare invece di escluderli? Il mondo è bello perché è vario, allora diamoci da fare e proviamo a porre delle domande, proprio come dei bambini... e forse ci la faremo, Forse con le effe grande... Assieme al sig. Giorgio, abbiamo immaginato anche i pensieri e le reazioni di chi leggerà, ma abbiamo deciso di iniziare e lasciare tutto al tempo per vedere i frutti di questa nuova collaborazione. Ho detto di sì per poter raccontarvi il mio mondo, le mie tradizioni, i miei ricordi, le sensazioni... ma prima di tutto ciò vi parlo di me un pochino e mi presento. Qualcuno di voi mi conosci già, abitando 10 anni a Povegliano, ma a chi non mi conosci dico che mi chiamo Joudia, ho 27 anni, arrivata in Italia nel 1999 senza sapere neanche una parola ed eccomi qui che vi scrivo non senza qualche errore ovviamente. Ho cominciato a studiare la lingua alle medie, per poter dopo frequentare le lezioni assieme agli altri ragazzi, non era affatto semplice, ma ci l'ho fatta grazie all'aiuto della mia famiglia e dei miei professori. Mese dopo mese, e anno dopo anno sono arrivate a completare i miei studi ed a laurearmi con le mie fatiche e spero di raccogliere i frutti presto. Volete saperne di più? Conoscere il mio mondo? E molto altro? Non vi resta che aspettare il prossimo articolo. Joudia Malih

8 8 LA SORGENTE - Ottobre 2011 Conoscersi per apprezzarsi I n un pomeriggio piovoso di inizio autunno, mi ritrovo con un foglio in mano che cerco di conservare nel breve tratto di strada per non bagnarlo sotto le prime gocce d acqua. Non so bene cosa ci sia scritto ma è la base per il mio prossimo articolo mi dicono. Quando rientro in casa lo apro con una certa curiosità, alle prime righe esprimo già sul volto un senso di grande gioia. E la presentazione di Juodia una coetanea che ho conosciuto negli anni delle scuole medie appena arrivata in Italia. E stata un emozione ritrovare un volto conosciuto dietro questo foglio ricco di parole cariche di coraggio e grande senso di umanità. L idea di questa condivisione all interno della comunità è nata qualche mese fa durante una riunione con gli altri amici che si prestano al servizio di questo giornalino. Da tutti subito molto apprezzata e anche attesa, e ora alla vista del primo articolo realizzato posso pensare che sarà una lettura costruttiva per tutti noi. Le voci dei giovani sono cariche, piene di sogni e di speranze, sono eco nelle coscienze e riflesso limpido di una saggezza posta nelle radici della nostra storia. E importante raccontare e raccontarsi, conoscere le diversità per superare conflitti e pregiudizi sociali che spesso sono fonte di meccanismi di violenza ingiustificata. Ed è con piacere che affianco in questo articolo Joudia con la speranza di vivere con voi la curiosità di conoscere attraverso le sue parole un mondo che forse conosciamo poco. Perchè forse il mondo è bello perché vario! Michela Puggia

9 LA SORGENTE - 9 FABIO GASTALDELLI ha celebrato in Cattedrale il Rito di ammissione sempre difficile riuscire a È tradurre in parole ciò che si vive e che si sperimenta nella vita. Figuriamoci quando ci capita qualcosa di importante e di emozionante che ci tocca particolarmente. Una sola cosa mi viene spontaneo dire e che in questo momento mi riempie il cuore: GRAZIE. Il primo va sicuramente a Dio. Non potrei fare altrimenti. Un Dio che per quanto misterioso e a volte particolarmente esigente si è giocato tutto con me, un giovane come tanti, senza un passato o esperienze particolari. Un Dio che ha pensato di chiamarmi e di propormi il suo progetto: seguirlo sulla via del sacerdozio. Questo grazie non vuole essere un grazie per aver scelto me, che me lo merito, che sono bravo!. Ma: Grazie perché stai al mio fianco, mi sostieni, ti fai sentire presente e hai fiducia in me! Grazie Signore perché tu per primo mi hai amato, ti sei preso cura di me. Grazie perché mi hai fatto scoprire la bellezza di seguirti e di donarmi agli altri. Domenica 9 ottobre, ho fatto il rito di ammissione agli ordini sacri. Questa è stata la mia scelta tendenzialmente definitiva di impegnarmi nel cammino che mi porterà a diventare prete. Ho promesso fedeltà alla mia chiamata davanti al vescovo e alla comunità cristiana. Come risposta, da parte della Chiesa, c è stata l accoglienza della mia richiesta di diventare diacono e prete. Ho celebrato il mio fidanzamento ufficiale con la Chiesa di Dio!!! Il secondo grazie va a tutte quelle persone che hanno permesso che io arrivassi fino qui. In primis ai miei genitori che mi sostengono e mi appoggiano, alla mia storica compagnia di amici, alla comunità di Raldon dove sono cresciuto, ai preti incontrati, a tutte quelle persone che hanno segnato la mia vita, a tutti coloro che pregano per me e al Seminario che con molta pazienza e perseveranza mi sta formando e plasmando per imitare il Cristo Buon Pastore. Infine il mio ultimo grande grazie non può che andare alla comunità di Povegliano, dove da un anno svolgo il mio servizio pastorale. Grazie a don Osvaldo e a don Emanuele che mi hanno accolto fin dal primo giorno con grande spirito di comunione e di fratellanza. Grazie per tutte le possibilità che mi hanno dato per potermi mettere seriamente in gioco. Per la loro grande testimonianza di fede. Grazie a tutti gli animatori, catechisti, giovani, adolescenti e ragazzi con i quali ho condiviso esperienze straordinarie come Grest, Campiscuola e Gmg. Grazie all intera comunità perché, è questo anno vissuto a Povegliano che mi ha permesso di giungere sereno al mio primo eccomi. O- ra, un altro anno ci aspetta da passare insieme, sicuramente ancora più bello di quello appena passato! Fabio Gastaldelli

10 10 LA SORGENTE - Ottobre 2011 I Cresimandi della Vicaria in udienza dal Papa...IO C ERO... S i, non è un errore d'ortografia ma un piccolo gioco di parole per esprimere un grande concetto. a Roma io c'ero, colmo di gioia speranza e fede (rappresentate dal cero). Accompagnare i ragazzi in questo loro cammino di preparazione alla cresima mi ha permesso di rivivere intensamente i momenti della mia cresima, vissuta a suo tempo purtroppo in maniera superficiale. Un'esperienza unica quella di Roma in giornata, soprattutto per chi a Roma non c'è mai andato. e qualora mi richiedessero di rifare questa esperienza, beh, subito! Si può riassumere con queste parole la nostra giornata a Roma insieme ad altre 300 persone circa tra catechisti, accompagnatori e loro i CRESIMANDI della vicaria Villafranca Valeggio. Questo numeroso gruppo si è messo in viaggio il 6 settembre, percorso svariati km nella notte e raggiunto di primo mattino la capitale, siamo stati ospitati nella vostra parrocchia, dove mettendoci a disposizione il salone avete contribuito al risveglio dei ragazzi. Il primo intenso momento della giornata è stata la celebrazione della S. Messa, che ci ha permesso di entrare nel clima e proseguire il nostro viaggio verso Piazza San Pietro, dove ci attendeva l udienza con il Santo Padre (secondo momento intenso). Il pomeriggio è stato dedicato alla visita della Basilica, della cupola e delle tombe. Proprio davanti alla tomba di Pietro abbiamo vissuto un altro momento particolare: il rinnovo della professione di Fede. Tutti insieme (giovani e meno giovani) per riconfermare l amore verso Dio. Se chiediamo ai ragazzi di riassumere questa e- sperienza, la risposta unanime è: non sappiamo come definire questa emozione diciamo solo che è fantastica!. Con l immagine di Piazza San Pietro vista dalla cupola, ci avviamo nel tardo pomeriggio verso il bus per far ritorno nella nostra città con la speranza che questi ragazzi siano dei grandi testimoni dell amore di Dio. Francesca Biasi

11 LA SORGENTE - CRONACHE 11 - Domenica 11 settembre il Santuario ha accolto gli Alpini di Povegliano (il nostro) e di Povedal gliano (quello in provincia di Treviso): la messa celebrata insieme è stato un momento di intensa partecipazione, a cura di Fratel Vincenzo all insegna della fraternità di una simpatica forma di gemellaggio. L incontro è stato reso ancor più animato da un ricco repertorio di canti liturgici e di cori alpini. In Santuario, durante il mese, sono stati celebrati un matrimonio e un anniversario di nozze. Sempre nel corso del mese la liturgia ci ha presentato la Natività di Maria e la Vergine Addolorata: due feste che la pietà popolare ha sempre celebrato con commovente devozione. Sul quaderno delle preghiere, che si trova a destra entrando in Santuario, sono apparse intenzioni riguardanti il lavoro (e la sua mancanza ) e la scuola (un nuovo inizio richiede sempre un supplemento di attenzione ): a tutti gli alunni e le alunne della opo le intense giorna- trascorso buona parte del pome- nostra parrocchia l augurio di un te di agosto il Santua- riggio in Santuario e nell area anno scolastico ricco di esperio rientra nella sua circostante per il sacramento rienze positive, sia nel campo abituale quiete. E quel clima di della riconciliazione della cultura e sia nel campo quiete così adatto e necessario perché anche ognuno di noi possa rientrare in se stesso e abitare il mondo della propria interiorità. Da sempre il nostro Santuario è definito luogo di contemplazione e di preghiera : è questa forse la sua vocazione più caratteristica. Lo sanno bene tutti coloro che ogni tanto ne usufruiscono. - Sabato 10 settembre i ragazzi e le ragazze della Cresima hanno Santuario D

12 LA SORGENTE - Ottobre ottobre 2011 UN INTENSO FINE SETTIMANA ALL INSEGNA DEL VOLONTARIATO P oter ascoltarsi e ascoltare, raccontarsi e raccontare e soprattutto condividere sono solo alcune azioni che possono avvenire tra volontari. L idea di questo particolare fine settimana è nata dalla voglia di soffermarsi sul nostro essere volontari, su cosa ci spinge a dedicare del tempo agli altri, nonché rendere visibili le diverse attività presenti nel paese affinché chiunque sia interessato possa avvicinarsi. Tutti siamo dei volontari: chi come singolo, chi come membro di qualche associazione. C è chi preferisce agire nell ombra, e chi invece vince l emozione e sale sul palco per raccontare e condividere la propria storia di volontario, la propria testimonianza, il proprio cambiamento. E quello che è emerso sabato all interno della serata Il volontario si racconta : quante emozioni nell ascoltare chi fa sorridere e giocare i bambini in ospedale, chi aiuta i senza tetto specie nelle lunghe notti invernali, chi dopo esperienze di sballo capisce il proprio errore e si mette a disposizione affinché altri escano dalla burrasca. O ancora chi, mette la propria famiglia al servizio di bambini in difficoltà aprendosi all affido. Domenica: SANTA MESSA PER TUTTI I VOLONTARI Domenica poi, l aria che si respirava era proprio un aria di festa: la mattina con i numerosi stands, posters e striscioni delle molteplici associazioni del paese, presenti in piazza; il pomeriggio con la vivacità e la partecipazione di un centinaio di bambini. I più grandi hanno potuto esprimere la propria fantasia costruendo giocattoli con materiale di riciclo. I più piccoli, con cartoncini e forbici, hanno realizzato simpatici animali colorati che hanno dato vita ad una originale fattoria. La giornata non poteva che concludersi con un tanto atteso, quanto strepitoso, Nutella Party per la gioia dei piccini ma anche dei grandi. Grazie all associazione ABIO Verona e ai Comboniani che hanno reso possibile la realizzazione dei laboratori. Grazie ai gruppi presenti per tutta la giornata in piazza. Grazie agli adolescenti che hanno dedicato il loro pomeriggio per l assistenza durante i giochi. Grazie a tutti quelli che si sono fermati tra i banchetti e hanno chiesto informazioni. Grazie a chiunque, in qualsiasi modo, va Verso gli altri. Sabato sera in teatro: IL VOLONTARIO SI RACCONTA

13 LA SORGENTE - 13 IN PROGRAMMA: CINEFORUM SERALE CINEMA RAGAZZI SERATA CON GIOCHI IN SCATOLA ANIMAZIONE DEL SABATO SERA PER ADOLESCENTI & GIOVANI SABATO 12 NOVEMBRE TI ASPETTIAMO IN PIAZZA PER FESTEGGIARE SAN MARTINO (VIENI AL NOI PER SAPERE TUTTI I PARTICOLARI) (Articolo tratto da Verona Fedele del 9 ottobre 2011) L IMPORTANZA DELLA FORMAZIONE DEGLI ANIMATORI - UNA SPIRITUALITÀ PER L ORATORIO - O ratorio, Circolo, Patronato, Casa della gioventù, Circolo parrocchiale, Centro giovanile, sono nomi diversi che definiscono una realtà precisa: il luogo di incontro che nelle parrocchie fa riferimento al mondo giovanile e non solo. Anche il circolo anziani è luogo di incontro, di convivenza, di condivisione. Tutti comunque sono luoghi di crescita personale umana, civile, morale e, si spera, spirituale. Noi Associazione nasce e vive in ambienti parrocchiali, al cui progetto educativo si relaziona, agisce, opera e svolge attività. La sua quotidianità cresce e si sviluppa insieme e in simbiosi con la pastorale comunitaria, cammina a fianco della formazione spirituale, liturgica, catechistica della comunità di riferimento. L oratorio, come definito nella premessa, non si sostituisce, non supplisce, non si fa alternativa rispetto alla parrocchia. Pur con un proprio stile, esso cammina insieme, appoggia obiettivi comuni e condivisi. Con riguardo ai rispettivi carismi, collabora e indica itinerari e percorsi di progresso spirituale. Il tema della spiritualità degli animatori, dei direttivi o degli operatori in genere è un tema presente e dibattuto nei Consigli di molti oratori e circoli. E una formazione irrinunciabile che richiede sussidi e mediazioni, impegno e dimestichezza spirituale. E lo specchio dell oratorio, un aspetto che lo differenzia dalle cooperative di formazione e di animazione e dagli altri enti operanti nei settore. C è bisogno di gettare qualche seme, di far individuare qualche bagliore, di stimolare la curiosità, l attenzione per un discorso serio, importante, fondamentale, che non si fa, non s è mai fatto, non s usa, non è nei canoni dell ambito associativo. Ai tesserati non si chiede il certificato di Battesimo ma si pretende almeno il rispetto se non la condivisione delle finalità. L animatore che rinuncia a parlare di Gesù per non offendere chi non crede, commette un abuso culturale ancor prima che religioso nei confronti dei ragazzi cattolici. Ai responsabili (consiglieri, amministratori, animatori, operatori, volontari, turnisti, addetti, vigilanti, ecc.) la condivisione dei principi ispiratori del Noi ( La promozione del tempo libero, come tempo di auto-costruzione della personalità, secondo i principi del Vangelo ) deve essere chiesta, eccome! Succede spesso che offrano la loro disponibilità parrocchiani o residenti che non frequentano, che non praticano, che si trovano in situazioni coniugali non ortodosse. Oggi, purtroppo, non fa effetto la libera convivenza, la genitorialità priva di una promessa o di un impegno ufficiale di fedeltà reciproca. Il sacramento è un optional passato di moda (forse perché lo stesso era diventato soltanto una moda ). Si dichiarano disponibili persone capaci, volenterose, anche brave, che dichiarano di condividere le finalità dell associazione, probabilmente anche in buona fede, però..., se..., ma... Attenzione: nessuno dice che per essere testimoni credibili si debba essere perfetti e santi, perché nessuno è perfetto e santo se non il Padre nostro che sta nei cieli. Non c è altra maniera di stare nel mondo e chiamare gli uomini a Cristo se non quella di andarli a prendere dove sono e come sono. Senza la pretesa di Sentirsi migliori. Il Signore non ci chiede di giudicare il mondo, perché neppure lui è venuto per giudicarlo. Ci chiede di essere gente che sa creare spazi di perdono e di speranza. Ce ne sarebbe abbastanza per dare senso alla nostra presenza. Tarcisio Verdari Segretario NOI zonale

14 14 LA SORGENTE - Ottobre 2011 ANAGRAFE Rinati in Cristo VITTORIA Gaspari ALICE Perina SOFIA GIOVANNA Ceriani Vivono nel Signore DONISI Adelina di anni 56 MONTRESOR Renato di anni 76 Sposati in Cristo INYINBOR con ODIANOSEN ROSSI Giovanni con TARGA Paola SOLIDARIETÀ Mondo X cerca nuovi operatori Hanno inizio i primi corsi per rispondere a Telefono amico II servizio si basa sull'idea dell'ascolto attivo: chi chiama desidera parlare per sentirsi meno solo U n amico misterioso di cui si conosce solo il nome e la voce e al quale tante persone sole e disperate affidano i loro problemi: questo l'identikit del volontario di Telefono amico Mondo X. Questo amico misterioso potrebbe essere ognuno di noi: l'associazione, infatti, cerca nuovi volontari e sta organizzando un corso di formazione. Del resto, nel corso del 2010, Telefono amico Mondo X ha ricevuto più di telefonate, nell'arco di quattro ore, dalle 19 alle 23, il momento della giornata in cui il «peso della vita» è più difficile da sopportare. Questi volontari sono attivi sempre, tutti i giorni della settimana, sabato e domenica compresi, anche a Natale, Pasqua e Ferragosto. Dall altra parte della cornetta tutte persone in difficoltà: circa la metà per problemi di solitudine; un altro 20 per cento per depressione o difficoltà di relazioni sociali, il 15 per cento per droga o alcool e un 15 per cento per violenze in famiglia o per problemi sessuali. I volontari di Telefono amico Mondo X sanno bene che il «male di vivere» del nostro tempo si combatte anche con la cornetta. Oltre al numero storico, lo , dal 2007 l'associazione risponde anche al numero verde gratuito attivato dal Comune di Verona: Da alcuni anni, questo servizio è stato valorizzato dalle istituzioni pubbliche locali: l'associazione è pubblicizzata anche sul portale della Regione Veneto. I corsi di preparazione si terranno una sera alla settimana, con durata complessiva di circa 8 settimane. Al termine si potrà operare autonomamente, nella sede che è in zona centrale di Verona. Si chiede un impegno di almeno 2 sere al mese, dalle 19 alle 23. Per ulteriori informazioni ed adesioni, si può telefonare ai numeri o

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Diocesi di Caserta Santuario di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Monte Programma invernale del Santuario 25 Anniversario della Madonna del Monte Anno Mariano 1987-2012 novembre-aprile 2011-2012

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO 1. Inaugurazione ufficiale del nuovo anno di catechismo: Biccari 12 Ottobre ore 10,00. Riportiamo il testo della celebrazione. INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO Inizio: Si esce dalla sagrestia con

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

La prima confessione di nostro figlio

La prima confessione di nostro figlio GLI INTERROGATIVI CHE ATTENDONO LA VOSTRA RISPOSTA Parrocchia San Nicolò di Bari Pistunina - Messina QUANDO MI DEVO CONFESSARE ANCORA? Quando senti in te il desiderio di migliorare la tua condotta di figlio

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI 1 Ti ringraziamo, Signore, perché ci permetti di entrare in questo itinerario di formazione e di comunione con tutti i fratelli. Guidaci

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI PREGHIAMO Siamo qui dinanzi a te, o Spirito Santo: sentiamo il peso delle nostre debolezze, ma siamo tutti riuniti nel tuo nome; vieni a noi,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO DEL PRETE DI CASSOLNOVO VIA TORNURA 1 27023 CASSOLNOVO (PAVIA) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 SCUOLA PRIMARIA DI CASSOLNOVO:Fossati, Gavazzi e

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica E chiedere il dono di nuove vocazioni anche nella nostra parrocchia di PARROCCHIA S. GIOVANNI OLTRONA DI SAN MAMETTE Comunità Appiano Gentile 08-03-2015 All ombra dei campanili L Eucaristia, cuore della

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

PRIMA DOMENICA DI QUARESIMA: LE TENTAZIONI QUARESIMA

PRIMA DOMENICA DI QUARESIMA: LE TENTAZIONI QUARESIMA PRIMA DOMENICA DI QUARESIMA: LE TENTAZIONI QUARESIMA PREGHIERA DIGIUNO tutto crede, tutto spera, tutto sopporta tutto copre, carita Esercizi spirituali sull Amore che possiamo vivere in famiglia Esercizi

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

Catecumenato. (Nei mesi di metà Gennaio fino a Giugno 2009) La storia della salvezza: sguardo generale

Catecumenato. (Nei mesi di metà Gennaio fino a Giugno 2009) La storia della salvezza: sguardo generale Conoscere, amare, seguire, testimoniare Gesù Itinerario d incontro e di formazione; liturgico - esperienziale. «Non abbiate paura di accogliere Cristo! Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità Un mondo di bellissimi colori: io e l'ambiente. Tanti bambini tutti colorati: io e gli altri. Un bambino dai colori speciali: io e la famiglia. Avvento e Natale. Io e Gesù, una giornata insieme a Gesù.

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

Scuola Mater Gratiae. Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ

Scuola Mater Gratiae. Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ Scuola Mater Gratiae Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ ASCOLTIAMO INSIEME GESÙ MOTIVAZIONE Una delle priorità importanti nel nostro progetto educativo didattico della scuola dell infanzia

Dettagli

Il progetto pastorale della Parrocchia di Gesù Divino Maestro

Il progetto pastorale della Parrocchia di Gesù Divino Maestro Il progetto pastorale della Parrocchia di Gesù Divino Maestro 1. INTRODUZIONE La parrocchia si pone l'obiettivo di costruire una comunità nella quale ogni cristiano si impegni a: 1. conoscere meglio Cristo

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione,

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, INTRODUZIONE L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, ma quello che segue, che si spera sia anche divertente, dovrebbe essere anche più istruttivo. Però un paio di cose serie

Dettagli

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica Carissimi Genitori, il nuovo Anno Catechistico segna

Dettagli

Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo quel Gesù lì è il suo Creatore, è il suo Dio

Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo quel Gesù lì è il suo Creatore, è il suo Dio Il Credo Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo, nato da Maria, nato a Betlemme, vissuto a Nazareth, quel Gesù di cui parlano i vangeli di Matteo, Marco, Luca, Giovanni, quel Gesù

Dettagli

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio 20 ottobre 2015 Carissimi genitori, desideriamo raggiungere i papà e le mamme di tutti i bambini che da quest anno muovono i loro primi passi nel percorso di completamento dell Iniziazione Cristiana. Una

Dettagli

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C)

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) Grado della Celebrazione: Festa Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il brano evangelico di oggi ci offre il ritratto di ogni famiglia nelle sue componenti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE - competenze sociali

Dettagli

EUCARESTIA E SANTA MESSA

EUCARESTIA E SANTA MESSA EUCARESTIA E SANTA MESSA Cari figli, Gesù, così come è nei Cieli, è anche qui sulla Terra, presente nell Eucarestia. Gesù è presente nell Eucarestia per fortificare lo spirito di ognuno di voi. Rendete

Dettagli

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 FINALITA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI Acquisire atteggiamenti di stima e sicurezza di se e degli altri Scoprire attraverso i racconti

Dettagli

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Il Signore ci fa suoi messaggeri Abbiamo incontrato Gesù, ascoltato la sua Parola, ci siamo nutriti del suo Pane, ora portiamo Gesù con noi e viviamo nel suo amore. La gioia del Signore sia la vostra forza!

Dettagli

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE VENITE ALLA FESTA Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE DOPO LA SETTIMANA DELLA CHIESA MANTOVANA Alle comunità parrocchiali, alle associazioni, ai movimenti e gruppi, ai presbiteri e diaconi,

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

DELEGATE DIOCESANE USMI

DELEGATE DIOCESANE USMI DELEGATE DIOCESANE USMI 24-25 GENNAIO 2015 Lo Statuto USMI definisce con la parola animatrice l identità, la fisionomia e il cuore del compito della delegata diocesana. Così recita: la delegata diocesana

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco. ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr

PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco. ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr - TAPPA MISTAGOGICA (POST-CRESIMA) 1 anno - 2 anno. Testo del Catechismo

Dettagli

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA Che cos è l iniziazione cristiana? È l introduzione e l accompagnamento di ogni persona all incontro personale con Cristo all

Dettagli

Istituto Comprensivo "NOTARESCO"

Istituto Comprensivo NOTARESCO Istituto Comprensivo "NOTARESCO" Anno Scolastico 2015/2016 PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA Insegnante Testa Maria Letizia MAPPA CONCETTUALE DIO HA POSTO IL MONDO NELLE NOSTRE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI Scuola dell infanzia Programmazione Religione Cattolica Anno scolastico 2013 2014 Insegnante:BINACO MARIA CRISTINA Motivazione dell itinerario annuale Il percorso per l I.R.C.

Dettagli

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità IN PREGHIERA PER TUTTE LE FAMIGLIE NELLA FESTA DELLA SANTA

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo:

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo: LITURGIA DEL MANDATO PER IL SERVIZIO DI ANIMATORE DEI GRUPPI DI ASCOLTO DEL VANGELO Sabato 29 novembre 2014 (Rm 10,9-18; Mr 16,9-15) ITALO CASTELLANI Arcivescovo di Lucca Nella mia Lettera ai cristiani

Dettagli

I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO

I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO SHALOM 1 Editrice Shalom - 06.08.2014 Trasfigurazione del Signore 2008 Fondazione di Religione Santi Francesco

Dettagli

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

NON DI SOLO PANE. Tema generale: TENTAZIONE E MISERICORDIA. Brano biblico: LUCA 4,1-13 PRESENTAZIONE

NON DI SOLO PANE. Tema generale: TENTAZIONE E MISERICORDIA. Brano biblico: LUCA 4,1-13 PRESENTAZIONE NON DI SOLO PANE Tema generale: TENTAZIONE E MISERICORDIA Brano biblico: LUCA 4,1-13 PRESENTAZIONE Questo secondo anno pastorale vuole continuare il cammino iniziato in quello precedente e portato avanti

Dettagli

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA A R C I D I O C E S I D I U D I N E Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA CRISTO NOSTRA SPERANZA (1 Tm 1,1) Anno Pastorale

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

PICCOLA CATECHESI SUL BATTESIMO PRESENTAZIONE PER GENITORI

PICCOLA CATECHESI SUL BATTESIMO PRESENTAZIONE PER GENITORI PICCOLA CATECHESI SUL BATTESIMO PRESENTAZIONE PER GENITORI PERCHE FACCIAMO IL BATTESIMO? 1. Obbedienti al comando di Gesù: Andate, fate discepole tutte le genti battezzandole nel nome del Padre e del Figlio

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi 26 maggio SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi SOLENNITÀ Secondo attendibili testimonianze storiche, il 26 maggio 1432 in località Mazzolengo, vicino a Caravaggio, dove c era una

Dettagli

LE SFIDE SULLE SPALLE!

LE SFIDE SULLE SPALLE! LE SFIDE Questo quarto incontro vuole aiutare a riflettere sulle sfide che l animatore si trova a vivere, sia in rapporto all educazione dei ragazzi, sia in riferimento alla propria crescita. Le attività

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli

E se iscrivessi mio figlio al catechismo?

E se iscrivessi mio figlio al catechismo? E se iscrivessi mio figlio al catechismo? Don Alberto Abreu www.pietrascartata.com E se iscrivessi mio figlio al catechismo? Perché andare al Catechismo La Parola catechismo deriva dal latino catechismus

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

CELEBRAZIONE DELLA PRIMA COMUNIONE. Arcidiocesi di Capua PARROCCHIA SACRO CUORE Forania di Capua

CELEBRAZIONE DELLA PRIMA COMUNIONE. Arcidiocesi di Capua PARROCCHIA SACRO CUORE Forania di Capua Arcidiocesi di Capua PARROCCHIA SACRO CUORE Forania di Capua CELEBRAZIONE DELLA PRIMA COMUNIONE RITI DI INTRODUZIONE S - Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. A - Amen. S - La Grazia e

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti

Dettagli

ISCRIZIONE AL CATECHISMO 2014/2015:

ISCRIZIONE AL CATECHISMO 2014/2015: COMUNITÀ PASTORALE MARIA MADRE DELLA SPERANZA, SAMARATE Incontro con i genitori all inizio dell anno oratoriano 2014/2015 Carissimi genitori, all inizio di questo nuovo anno ci lasciamo guidare dalle parole

Dettagli

CAMMINO DI CATECHESI seconda media, anno 2011-2012

CAMMINO DI CATECHESI seconda media, anno 2011-2012 CAMMINO DI CATECHESI seconda media, anno 2011-2012 Obiettivi generali dell anno: - attraverso la conoscenza di come è nata la Chiesa e della propria Parrocchia, cercheremo di leggere l'azione dello Spirito

Dettagli

Apertura della Settimana delle Rogazioni

Apertura della Settimana delle Rogazioni A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO Carissimi, MAGGIO GIUGNO LUGLIO 2015 il Cardinale Arcivescovo della nostra Chiesa bolognese quest anno verrà a sigillare la nostra festa della famiglia

Dettagli

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA MI FA#-7 Se sarete poveri nel cuore, beati voi: LA6 MI sarà vostro il Regno di Dio Padre. MI FA#-7 Se sarete voi che piangerete, beati voi, LA6 MI perché

Dettagli

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Orientamenti pastorali per il triennio 2016/2019 Che cosa ci chiede oggi il Signore? Che cosa chiede alla chiesa pistoiese?

Dettagli

Parrocchie nella città

Parrocchie nella città PARROCCHIA SAN BERNARDO CALENDARIO settimana dal 13 al 20 ottobre 2013 DOMENICA 6 Ottobre ore 9,00-11,00 S. MESSE ore 14,30 CASTAGNATA e CORRIDA LUNEDI' 14 Ottobre NON C'E' LA MESSA ore 20,45 Gruppo Rinnovamento

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

OTTOBRE 2015. GIOVEDI 1 Comunione agli ammalati S.Filastro Festa degli angeli custodi e dei nonni

OTTOBRE 2015. GIOVEDI 1 Comunione agli ammalati S.Filastro Festa degli angeli custodi e dei nonni OTTOBRE 2015 GIOVEDI 1 Comunione agli ammalati VENERDI 2 Festa degli angeli custodi e dei nonni SABATO 3 DOMENICA 4 LUNEDI 5 MARTEDI 6 Adorazione Eucaristica nelle due parrocchie (8.30-20.00) Ore 21.00:

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Scoprire nell'ambiente i segni che richiamano ai cristiani e a tanti credenti la presenza di Dio Creatore e Padre Descrivere l'ambiente di vita di Gesù nei suoi aspetti

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA Anno Scolastico 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA

SCUOLA PRIMARIA Anno Scolastico 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Calolziocorte Via F. Nullo,6 23801 CALOLZIOCORTE (LC) e.mail: lcic823002@istruzione.it - Tel: 0341/642405/630636

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

La Fontana del villaggio

La Fontana del villaggio La Fontana del villaggio Anch io posso attingere alla sorgente! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Abano Terme PD PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO RELIGIOSO Anno Scolastico 2013/2014 Premessa

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO L alunno riflette su Dio Padre e si confronta con l esperienza religiosa. Cogliere nel proprio nome un mondo di potenzialità, dono di Dio Padre. Prendere coscienza

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

Pretendi il tuo raccolto

Pretendi il tuo raccolto Domenica, 11 marzo 2012 Pretendi il tuo raccolto Galati 6:7-10- Non vi ingannate, non ci si può beffare di Dio; perchè quello che l'uomo avrà seminato, quello pure mieterà. Perchè chi semina per la sua

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia PARROCCHIA S. BARTOLOMEO CARUGO SOGNI E REALTA Foglio di comunicazione e fraternità Ciclostilato in proprio del 4 maggio 2014 - www.parrocchiacarugo.it PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia Ci sono

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica 1. Tutti cercano l amore. Tutti anelano ad essere amati e a donare amore. Ognuno è creato per un

Dettagli

BOZZA DI PROGETTO LAB-ORATORIO 2.0 Chiamati per nome in un laboratorio dei talenti

BOZZA DI PROGETTO LAB-ORATORIO 2.0 Chiamati per nome in un laboratorio dei talenti BOZZA DI PROGETTO LAB-ORATORIO 2.0 Chiamati per nome in un laboratorio dei talenti #Ondemand: cosa desideriamo come oratorio? A partire da una riflessione sulla pastorale giovanile a Scandiano, iniziata

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli