Anno XLXI - n 7 del 10 Aprile 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Anno XLXI - n 7 del 10 Aprile 2014"

Transcript

1 Anno XLXI - n 7 del 10 Aprile 2014 L Editoriale: Forum Confcommercio di Cernobbio, Sangalli: 2014 anno di convalescenza. pag. 6 Seminario: Federazione Russa e Customs Union: novità in materia di certificazione per l'export Martedì, 13 Maggio 2014 ore 8.45 pag. 7 MOZAMBICO: missione settori agroindustria, infrastrutture, energia Maputo 19/21 Maggio 2014 pag. 9 Nuova convenzione AICE - Atradius Credit Insurance N.V. L assicurazione crediti export su misura pag. 13 Rilancio dell'occupazione: Jobs Act pag. 16 Operazioni commerciali con altri Paesi membri dell'unione Europea - Iscrizione al VIES pag. 21 MYANMAR - L Unione Europea accelera l apertura verso Rangoon pag. 27 pag. La 1 Commissione Europea avvia una consultazione pubblica online sulla protezione degli investitori nella TTIP pag. 32

2 E a disposizione dei Soci la pubblicazione Country Report Taiwan - aggiornato a dicembre 2013 a cura di Atradius, leader nel settore assicurazione crediti commerciali. Tra le tematiche affrontate: Informazioni generali sul Paese, situazione politica: migliorate le relazioni con la Cina, situazione economica interna, situazione economica esterna, performance settore industriale. La pubblicazione è in lingua inglese. Le aziende che desiderano ricevere una copia gratuita della pubblicazione via sono pregate di richiederla alla Segreteria Aice (Tel /1- Fax Ricordiamo le ultime pubblicazioni a disposizione dei Soci richiedibili presso la Segreteria Aice: Market monitor - Focus on food sector (Notiziario nr. 6 del 25 Marzo 2014). EMPEA Legal & Regulatory Bulletin (Notiziario nr. 5 del 10 Marzo 2014). Exporting Meat Products to China (Notiziario nr. 4 del 25 Febbraio 2014). pag. 2

3 IL COMMERCIO CON L ESTERO 5 QUI AICE L Editoriale: Forum Confcommercio di Cernobbio, Sangalli: 2014 anno di convalescenza. pag. 6 Seminario: Federazione Russa e Customs Union: novità in materia di certificazione per l'export Martedì, 13 Maggio 2014 ore 8.45 pag. 7 MOZAMBICO: mission e setto ri agroindustria, infrastrutture, energia Maputo 19/21 Maggio 2014 pag. 9 Roadshow Internazionalizzazione 24 Marzo 2014 la tappa di Milano La Finestra dei Soci Aice: le associate si presentano pag. 11 aziende pag. 12 Nuova convenzione AICE - Atradius Credit Insurance N.V. L assicurazione crediti export su misura pag LA FINESTRA DEI SOCI AICE Scheda di presentazione di Pipex Italia Spa pag. 14 Scheda di presentazione di Energy Procurement & Management 16 UNIONE CTSP E DINTORNI Rilancio dell' occupazione: Jobs Act pag. 15 pag. 16 Firmato l'accordo di proroga degli ammortizzatori sociali in deroga per il II trimestre 2014 pag. 16 Guida operativa: il Rapporto biennale sulla situazione del personale maschile e femminile pag. 17 Provincia di Milano - Incentivi per i contratti di solidarietà pag. 18 Accordi di sicurezza sociale con la Francia: nuova modulistica pag. 18 Modifiche al T.U. sull'immigrazione apportate dalla Legge n. 9/2014 pag. 19 Lombardia Trade Cup 2014 pag. 19 Convenzioni Unione a disposizione dei Soci Aice pag PRIMO PIANO SULLA CONFCOMMERCIO Operazioni commerciali con altri Paesi membri dell'unione Europea - Iscrizione al VIES pag. 21 Recepimento nuova direttiva RAEE: approvato in via definitiva il Dlgs pag. 22 Premio Nazionale per l Innovazione nei Servizi 2014: Confcommercio punta sull Innovazione pag. 23 Convenzioni Confcommercio a disposizione dei Soci Aice pag FIERE E MANIFESTAZIONI Missione per Buyers italiani del settore dell autoveicolo Istanbul, Turchia - 5/8 Maggio 2014 pag. 25 Fiere all estero 27 NOTIZIE DAL MONDO pag. 26 MYANMAR - L Unione Europea accelera l apertura verso Rangoon pag. 27 HONG KONG: export italiano gioielli pari a 795 mln USD (+ 21% annuo) pag. 29 pag. 3

4 Una nuova ferrovia tra Mongolia e Cina pag. 30 Gare d appalto internazionali pag. 35 NIGERIA - Aggiornamento programma Soncap pag DALL UNIONE EUROPEA Dare maggiore visibilità alla società civile nelle relazioni UE - Africa pag IN BREVE DALL ITALIA Nuova modulistica Registro Imprese Importante novità dal 1 aprile 2014: diventa obbligatoria la nuova modulistica informatica 6.7 pag. 36 Andamento delle esportazioni in Lombardia - 4 trimestre 2013 pag. 37 La Commissione Europea avvia una consultazione pubblica online sulla protezione degli investitori nella TTIP pag. 32 La Grecia e l'ue: dall'austerità economica alla crescita sociale pag GARE D APPALTO INTERNAZIONALI 41 IL PUNTO SULLA NORMATIVA ITALIANA Informazioni in materia tributaria 42 WORLD BUSINESS Opportunità di business per gli associati pag. 41 pag. 42 pag. 4

5 pag. 5

6 Forum Confcommercio di Cernobbio, Sangalli: 2014 anno di convalescenza. L editoriale Gli scorsi 21 e 22 marzo si e' tenuto a Cernobbio il q u i n d i c e s i m o F o r u m Confcommercio. Il Presidente Sangalli ha sottolineato che il 2014 sara' un anno di convalescenza. Nella conferenza stampa di apertura, Sangalli ha parlato di prospettive non certo favorevoli per le imprese del commercio, del turismo, dei servizi e dei trasporti, anche se, qualora venissero confermati tutti i provvedimenti del Governo, Pil e consumi potrebbero anche crescere significativamente. Ma, ha sottolineato, "se la crisi ha lasciato una lezione e' che d o b b i a m o a f f r o n t a r e strutturalmente il problema della bassa crescita nel nostro Paese". Le priorita' indicate da Confcommercio restano il taglio della spesa pubblica improduttiva e la riduzione del carico fiscale, due leve che vanno azionate assieme per la crescita e l'occupazione. Quanto alla prima, Sangalli ha affermato che ci sono ampi spazi d'azione, ma occorre fare buoni tagli, non lineari, con il bisturi e non con l'accetta, a p a r t i r e d a l l ' i n u t i l e complessita' delle procedure burocratiche. Per il Presidente di Confcommercio, infatti, esiste una consistente parte di spesa pubblica (tra gli 80 e i 100 miliardi) aggredibile e che puo' generare, in un lasso di tempo ragionevole, risparmi sufficienti per ridurre le tasse. A quest'ultimo proposito, S a n g a l l i h a r i ma r c a t o l'apprezzamento per le prime misure annunciate dal Premier Renzi e per le misure a sostegno delle famiglie meno abbienti attraverso l'incremento delle detrazioni Irpef, che daranno un po' di ossigeno anche ai consumi. Ma Confcommercio chiede un'altra spinta nella direzione intrapresa: estendere i benefici della detassazione al popolo delle partite Iva, ai lavoratori indipendenti e agli autonomi, che resistono sul mercato e m e r i t a n o r i s p e t t o e riconoscenza per come stanno affrontando questa crisi. Con tagli alla spesa improduttiva e recupero di risorse derivanti dalla lotta all'evasione e all'elusione fiscale si possono aiutare tutti i contribuenti in regola, riducendo sul mediolungo periodo la pressione fiscale complessiva senza mettere a rischio i conti pubblici e i vincoli imposti dall'europa. I lavori del Forum sono stati c h i u s i d a l M i n i s t r o dell'economia, Pier Carlo Padoan, il quale ha sottolineato che la strategia del Governo e' incentrata su misure strutturali in grado di incidere sulla competitivita', i cui risultati si potranno, pero', vedere solo nel medio periodo. Il taglio delle tasse sara' possibile solo attraverso una riduzione strutturale della spesa pubblica. Il Ministro ha anche ricordato la straordinaria intensita' della crisi globale che stiamo attraversando, caratterizzata da cifre impressionanti e con effetti strutturali che si vedono poco, ma che hanno messo in crisi lo stesso modello di sviluppo italiano. Il momento attuale dell'economia e' delicato, con una ripresa della domanda estera ma con una domanda interna molto debole. Il quadro congiunturale resta fragile ed esposto a rischi, mentre le condizioni del mercato del lavoro continuano ad essere problematiche, con relativo crescente disagio sociale. In attesa dell'effetto provocato dalle misure strutturali, e' necessario sostenere la ripresa con misure di impatto immediato garantite da finanziamenti sostenibili: riduzione del cuneo fiscale, completamento del pagamento dei debiti commerciali, sostegno selettivo degli investimenti pubblici con progetti di rapida attuazione. T ali misure saranno contemplate nel Documento di Programmazione Economica (Def). Claudio Rotti pag. 6

7 Seminario: Federazione Russa e Customs Union: novità in materia di certificazione per l'export Martedì, 13 Maggio 2014 ore 8.45 qui Aice Seminario: Federazione Russa e Customs Union: novità in materia di certificazione per l'export Martedì, 13 Maggio 2014 ore 8.45 Unione Confcommercio Sala Colucci Corso Venezia, 47 Milano RELATORI: Dr. Giuseppe De Marinis Studio Tupponi, De Marinis, Russo & Partners Dr. Andrea Manca Intertek Italia SpA La partecipazione all incontro è gratuita per le aziende associate. Le adesioni saranno accettate sino ad esaurimento dei posti disponibili e sarà data conferma tramite 3 giorni prima dell evento. Aice organizza un incontro di approfondimento sulle modalità di gestione dei rapporti commerciali con controparti localizzate in Russia, Bielorussia e Kazakistan, Paesi che recentemente hanno costituito un'unione Doganale. In particolare, analizzando i regolamenti tecnici della Customs Union di recente entrati in vigore, si intende far luce sull evoluzione in atto in materia di certificazione obbligatoria per le esportazioni in Russia, Bielorussia e Kazakistan e sulle conseguenze per gli operatori italiani coinvolti. Il seminario si terrà il prossimo 13 maggio alle ore 8.45 presso la sede di Unione Confcommercio - Sala Colucci - (C.so Venezia, 47 - Milano). Durante l'incontro saranno presentati anche degli esempi pratici relativi alle procedure di certificazione per varie tipologie di prodotti (tessili, cosmetici, elettrici, industriali ecc.). Nel pomeriggio, al termine del seminario, le aziende interessate potranno fissare un colloquio individuale con gli esperti di Intertek Italia SpA per approfondire temi specifici Registrazione partecipanti 9.00 Apertura lavori PROGRAMMA 9:15 Il nuovo sistema di certificazione per l'unione Doganale Russia, Kazakistan e Bielorussia: cosa cambia per le imprese esportatrici 11:00 Pausa 11:15 I principali regolamenti tecnici dell'unione Doganale: - Direttiva Macchine - Direttiva Bassa Tensione - Direttiva Compatibilità Elettromagnetica 12:00 Case Study: Esempi pratici di certificazione (prodotti industriali, elettrici, tessili, cosmetici, ecc.) 12:30 Domande e dibattito Incontri individuali Per maggiori informazioni: Segreteria Aice D.ssa Raffaella Seveso Tel /1 pag. 7

8 pag. 8

9 MOZAMBICO: missione settori agroindustria, infrastrutture, energia Maputo 19/21 Maggio 2014 qui Aice AICE promuove la missione i m p r e n d i t o r i a l e i n Mozambico, dal 19 al 21 maggio 2014, organizzata da ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese e Ministero dello Sviluppo Economico, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri. La missione, guidata dal Vice Ministro per lo Sviluppo Economico Carlo Calenda, sarà d e d i c a t a a i s e t t o r i dell agroindustria, delle costruzioni/infrastrutture e dell energia, comparti che p r e s e n t a n o o p p o r t u n i t à particolarmente rilevanti per le nostre imprese. La visita si concentrerà s u l l i l l u s t r a z i o n e d e l l e opportunità di business in queste tre filiere, prevedendo incontri mirati con le istituzioni responsabili dello sviluppo dei piani collegati, nonché con enti ed imprese locali. La versione preliminare del programma è visionabile al seguente link: https://sites.google.com/a/ice.it/ mozambico_2014/home-page/ programma. La lingua di lavoro sarà l inglese. Le imprese interessate a prender parte all iniziativa devono registrarsi attraverso il seguente link: https://sites.google.com/a/ice.it/ mozambico_2014/, entro il 14 aprile 2014, compilando il form di adesione. Non saranno prese in considerazione le richieste di adesione incomplete, ricevute in altro modo o oltre il termine indicato. Per consentire una consapevole adesione alla Missione, considerate le peculiarità del mercato e lo stadio di sviluppo del Paese, riteniamo utile evidenziare che le principali opportunità esistenti per le i mp r e s e i t a l i a n e s o n o sostanzialmente occasioni di investimento, più che immediati riscontri di tipo commerciale. Qualora il profilo dell azienda iscritta dovesse presentare elementi di incompatibilità o di criticità rispetto alla natura della Missione o alle caratteristiche del mercato, sarà cura degli organizzatori darne tempestiva comunicazione. E' prevista la realizzazione di un catalogo per facilitare i contatti con le controparti locali. Per la redazione del catalogo verranno utilizzate le informazioni riportate nella scheda di adesione come inserite all atto dell adesione. Le aziende partecipanti d o v r a n n o i n v i a r e, contestualmente all iscrizione, il logo (Azienda o Marchio) in pag. 9

10 formato vettoriale o in alta definizione all indirizzo e- mail: La partecipazione alla missione è gratuita e le spese di viaggio e di alloggio saranno a carico di ciascun partecipante che dovrà provvedere ad effettuare le relative prenotazioni di volo e h o t e l e c o m u n i c a r l e a l l i n d i r i z z o e - m a i l così come l eventuale prenotazione in altra struttura alberghiera oppure se si è già presenti in loco. Queste informazioni dovranno essere comunicate entro il 9 maggio 2014 pena l esclusione dalle sessioni di incontri previsti dal programma. Ciascun partecipante dovrà prenotare il volo in maniera autonoma secondo le proprie esigenze. Nei giorni di arrivo e partenza indicati in programma, gli organizzatori metteranno a disposizione trasferimenti da e per gli aeroporti in coincidenza dei voli di maggiore affluenza. A tal fine si invitano i partecipanti a segnalare il loro operativo voli nella scheda di prenotazione alberghiera. G l i o r g a n i z z a t o r i provvederanno inoltre a prevedere gli opportuni trasferimenti da e per le sedi dei lavori previsti nel programma. IMPORTANTE: Formalità per l ingresso in Mozambico Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi. E indispensabile che il proprio passaporto abbia almeno due pagine in bianco. Visto d ingresso: necessario, da richiedere, prima della partenza, a l l A m b a s c i a t a d e l l a Repubblica del Mozambico a Roma: Via Filippo Corridoni, Roma - Tel.: Fax: E - m a i l. : co.it Ricordiamo a tutti gli Associati che è in essere una convenzione con SOA (www.soa.it) per l ottenimento di visti. Per maggiori informazioni contattare la Segreteria Aice, Dr. Pierantonio Cantoni (Tel / 1, E m a i l : pag. 10

11 ROADSHOW INTERNAZIONALIZZAZIONE 24 Marzo 2014 la tappa di Milano qui Aice Lo scorso 24 marzo si è tenuta, presso il Centro Congressi Stella Polare di Fiera Milano, la tappa milanese del Roadshow per l'internazionalizzazione, che ha visto Aice e Confcommercio Lombardia coorganizzatori insieme a ICE - Italian Trade Agency dell evento. Si è trattato di un iniziativa promossa e sostenuta dal Ministero dello Sviluppo Economico, durante la quale le istituzioni pubbliche, le organizzazioni private delle imprese e i principali player della finanza si sono confrontati con le aziende sui temi dell'internazionalizzazione. La tappa milanese è stata la terza organizzata dopo quelle di Biella (27 gennaio) e Bari (12 febbraio). Il format di ogni evento è identico e prevede una sessione plenaria con ospiti di rilievo del mondo istituzionale e finanziario, che illustrano gli strumenti e le strategie a sostegno delle imprese sui mercati globali. Claudio Rotti, Presidente Aice A Milano, dopo l apertura da parte del Presidente di AICE, Claudio Rotti, gli interventi tecnici sono stati fatti dal professore di Economia Carlo Altomonte dell Università Bocconi, al quale hanno fatto seguito interventi di esponenti del mondo pubblico (come Regione Lombardia, ICE, SACE, SIMEST) e del mondo privato. Il caso di successo è stato raccontato da un azienda che fa parte di AICE dal 1976, CTM Compagnia Tecnica Motori, per la quale il CEO, Giovanni Maffi, ha raccontato gli inizi e l evoluzione della sua azienda nel corso degli anni sui mercati internazionali fino ai giorni nostri. A seguito poi della sessione mattutina di incontri tecnici, in tutte le tappe gli imprenditori possono dialogare con gli specialisti di settore per un'analisi personalizzata sui mercati esteri. Al tavolo di AICE, durante l appuntamento del 24 marzo, sono arrivate circa 30 aziende interessate ad esportare e a capire quale valore aggiunto i nostri esperti possono dare loro nel processo di internazionalizzazione. Terminata con successo la tappa milanese, ci saranno ancora molti incontri in tutta Italia: Cremona, Monza, Padova, Udine, Genova, Reggio Emilia, Mantova, Bologna, Ancona, Perugia, L Aquila, Roma, Napoli, Potenza, Cagliari, Reggio Calabria e Catania, ospiteranno tutte una tappa di questo roadshow per l internazionalizzazione. Sul sito verranno di volta in volta indicate le tappe, i programmi e le modalità di partecipazione. pag. 11

12 La Finestra dei Soci Aice: le aziende associate si presentano qui Aice Ricordiamo che sul nostro Notiziario Il Commercio con l Estero, è presente la Rubrica La finestra dei soci Aice che invita le aziende associate a presentare la propria attività e a promuoversi, attraverso una breve scheda monografica, alla business community alla quale Aice si rivolge (aziende associate, consolati, ambasciate, enti, camere di commercio estere,...). La Rubrica mira a favorire la conoscenza reciproca fra soci e a far nascere eventuali collaborazioni, joint ventures, alleanze e nuove opportunità di business fra aziende nostre associate o appartenenti ad enti ed associazioni collegate. Per superare gli ostacoli e le sfide poste dal processo di globalizzazione dell economia, le aziende italiane devono fare sistema al fine di sviluppare sinergie, partenariati e alleanze strategiche per affrontare i mercati esteri e l obiettivo che Aice si prefissa è quello di creare l ambiente ideale affinché questo possa avvenire, a partire dai propri soci. Invitiamo pertanto le aziende interessate ad inviarci via , la propria scheda monografica per la pubblicazione sul nostro Notiziario. Il servizio è gratuito. Per maggiori informazioni contattare la Segreteria Aice, ), Dott.ssa Veronica Caprotti (Tel /321, Fax pag. 12

13 Nuova convenzione AICE - Atradius Credit Insurance N.V. L assicurazione crediti export su misura qui Aice Aice ha stipulato una convenzione con ATRADIUS CREDIT INSURANCE - società appartenente al Gruppo Atradius, leader nel settore dell assicurazione dei crediti commerciali - con l obiettivo di offrire alle aziende associate AICE, un assicurazione crediti export innovativa, flessibile e trasparente che tutela le imprese contro il mancato pagamento dei propri debitori, nei mercati nazionale e internazionale. Atradius protegge le imprese contro i rischi di insolvenza, con soluzioni studiate per le specifiche esigenze, poichè ogni impresa è unica e non esistono soluzioni uguali per tutti. Per questo è stata creata la Polizza Atradius Modula, un concetto del tutto nuovo di assicurazione sui crediti che permetterà alle imprese di avere polizze perfettamente rispondenti alle proprie necessità. Con Atradius Modula basta aggiungere i moduli utili per completare la polizza sulla base delle esigenze emergenti. Uno strumento flessibile che lascia l impresa libera di scegliere tra: - La sola copertura dal rischio di mancato pagamento dei clienti; - La protezione dai rischi aggiuntivi, come manovre politiche o disastri naturali; - Condizioni tagliate su misura per chi opera solo sul mercato locale; - Opzioni differenziate per la copertura delle operazioni sui mercati esteri. Atradius è un assicurazione crediti innovativa che garantisce: - Una totale trasparenza. Zero clausole illeggibili o ambigue; - Una guida informativa per ogni polizza; - Un customer service focalizzato sulle vostre esigenze; - Il servizio online di gestione della polizza Rispetto alle condizioni normalmente applicate, le aziende associate AICE avranno diritto a: Sconto diritti di istruttoria 10% su prime richieste Cessione dei diritti di polizza ad istituto di credito (su richiesta) 10 valutazioni gratuite sulla clientela, in fase di trattativa Per maggiori informazioni le aziende interessate possono contattare la Segreteria Aice, Dr.ssa Veronica Caprotti (Tel /1, Fax , pag. 13

14 La Finestra dei Soci Aice Rubrica a disposizione dei soci per presentare la propria attività La Finestra dei Soci Aice La rubrica La finestra dei Soci Aice, è dedicata alle aziende associate che vogliono presentare la propria attività, alla business community alla quale la nostra Associazione si rivolge. L iniziativa, volta a favorire la conoscenza reciproca fra soci e a far nascere eventuali collaborazioni, alleanze e nuove opportunità di business fra aziende nostre associate o appartenenti ad enti ed associazioni collegate, ha ricevuto sin da subito un ottima adesione da parte delle aziende associate. Invitiamo pertanto le aziende interessate ad inviarci via , la propria scheda monografica che pubblicheremo sui prossimi numeri. Per maggiori informazioni, le aziende interessate possono contattare la Segreteria Aice, Dr.ssa Veronica Caprotti (Tel /321, Fax: , ). PIPEX ITALIA SPA Pipex Italia è una delle più importanti aziende commerciali e di marketing conosciuta nel settore dell acciaio ed operante in tutto il mondo. Pipex Italia è una filiale del gruppo Zeleziarne Podbrezova, produttore leader mondiale a ciclo continuo di tubi in acciaio senza saldatura e raccordi. Con 20 anni di esperienza, immagazziniamo e distribuiamo prodotti di Zeleziarne Podbrezova ma abbiamo anche la possibilità di offrire ai nostri clienti prodotti complementari di produttori leader nel loro paese, riuscendo in questo modo a coprire la quasi totalità delle richieste di mercato. Con la recente acquisizione della società TS Steel Pipe & Fittings, ora siamo in grado di offrire ai clienti un servizio completo che comprende: una vasta gamma di prodotti, risposte in tempo reale ed una rapida evasione degli ordini. Pipex è certificata ISO 9001:2008, certificazione riconosciuta a livello internazionale per la gestione della qualità nelle imprese. Più precisamente l offerta globale di Pipex Italia è così strutturata: Tubi senza saldatura in acciaio al carbonio e legati Tubi in acciaio inossidabile Tubi in rame e leghe di rame Curve Billette Strutturali Barre Componenti per auto Forgiati Per maggiori informazioni o per ricevere il catalogo completo dei prodotti sopra menzionati, non esitate a contattarci Le aziende interessate ad entrare in contatto con PIPEX ITALIA SPA, possono rivolgersi alla Segreteria Aice (Tel /1 - pag. 14

15 ENERGY PROCUREMENT & MANAGEMENT Consulenza strategica ed operativa per l ottimizzazione degli approvvigionamenti energetici La ENERGY PROCUREMENT & MANAGEMENT srl nasce dall iniziativa di un team di professionisti con una solida esperienza maturata in ambito di procurement management operativo sia in gruppi multinazionali che nelle PMI. EnergyPM risponde alla crescente esigenza del mercato di identificare un interlocutore unico specializzato sulle varie tematiche energetiche, in grado di migliorare le performance di acquisto e di consumo, ottimizzando la spesa energetica complessiva dell azienda. I principali servizi offerti sono: - Benchmark: monitoraggio costante del mercato, individuazione del posizionamento del Cliente, valutazione di strategie di intervento per ottimizzare le performance di acquisto. - Analisi e negoziazione delle offerte: supporto al Cliente in tutte le fasi, dalla richiesta di offerta alla chiusura del contratto; confronto di qualsiasi offerta con scenari previsionali omogenei. - Energy management: affiancamento dell Energy Manager nelle attività di gestione dei consumi, implementando azioni di energy saving. - Audit energetici: analisi della situazione energetica degli impianti, identificazione aree di ottimizzazione energetica, piani di investimento per riduzione consumi/costi e relativa fattibilità tecnico-economica. - Consulenza per agevolazioni oneri delle aziende energivore (DM 5 aprile 2013): verifica dei requisiti di ammissibilità, supporto per la presentazione delle pratiche alla Cassa Conguaglio Sistema Elettrico, contabilizzazione in stima dei benefici economici attesi, consuntivazione e controllo della correttezza degli importi incassati. - Attività in Outsourcing: gestione completa, per conto del cliente, dell intero iter di acquisto dell energia e del gas, comprendendo nell attività: Budget, previsioni e monitor puntuale di consumi e spesa, Negoziazioni, Contrattualistica e Reportistica. In un mercato estremamente complesso ed ancora caratterizzato da scarsa trasparenza, EnergyPM si propone come partner ideale per suggerire alle aziende la migliore strategia energetica per la gestione e la riduzione dei costi. Affidandosi ad EnergyPM, l azienda risparmia tempo e risorse, ottiene elevate performance di acquisto di energia e gas, e può rimanere concentrata sul proprio core business. Le aziende interessate ad entrare in contatto con ENERGY PM, possono rivolgersi alla Segreteria Aice (Tel /1 - pag. 15

16 Rilancio dell'occupazione: Jobs Act E' stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 66 del 20 marzo 2014 il decreto legge 20 marzo 2014, n. 34 contenente modifiche alla normativa in materia di contratto a tempo determinato, di contratto di apprendistato, di DURC e di contratti di solidarietà. Il provvedimento è entrato in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione. Il decreto legge apporta significative modifiche in tema di: C o n t r a t t o a t e m p o determinato (Articolo 1) Apprendistato (Articolo 2) Elenco anagrafico dei lavoratori (Articolo 3) Semplificazioni in materia di DURC (Articolo 4) Contratti di solidarietà (Articolo 5) Per ricevere gratuitamente via la nota illustrativa di Confcommercio Decreto legge 20 marzo 2014, n rilancio occupazione contattare la Segreteria Aice, D.ssa Veronica Caprotti (Tel /1 - [Fonte: LavoroNews] Firmato l'accordo di proroga degli ammortizzatori sociali in deroga per il II trimestre 2014 Il 31 marzo 2014, è stato s o t t o s c r i t t o i n s e d e d i Commissione regionale per le politiche del lavoro, tra Regione Lombardia, Confcommercio Lombardia e le altre Parti Sociali, l 'Accordo Qua d ro s ugli ammortizzatori sociali in deroga per il secondo trimestre Con un successivo atto verranno d e f i n i t i g l i a d e g u a m e n t i procedurali necessari, le modalità operative, le relative modulistiche e tabelle esplicative. Gli accordi sindacali dovranno avere una durata massima di tre mesi e comunque non oltre il 30 giugno Gli accordi sottoscritti entro il 30 aprile 2014 potranno avere una validità retroattiva a partire dal 1 aprile Le domande relative al I e II trimestre 2014 saranno autorizzate subordinatamente alla disponibilità di risorse finanziarie. L'accesso alla Cassa Integrazione in deroga nel secondo trimestre del segu irà, i n q u anto compatibili, gli stessi criteri previsti dall'accordo Quadro II semestre La domanda potrà essere presentata alla Regione Lombardia attraverso il sistema informativo GEFO a partire dalla data di attivazione del sistema che sarà comunicata nei prossimi giorni. Si evidenzia che l'indeterminatezza o l'inesattezza dei dati anagrafici aziendali (denominazione e ragione sociale, matricola INPS, sede operativa ivi compresi indirizzo, numero civico, comune, CAP) e del numero dei lavoratori i n t e r e s s a t i, d e t e r m i n e r à l'inammissibilità della domanda da parte di Regione Lombardia. L'Accordo Quadro per il secondo trimestre 2014 verrà sottoposto a costante verifica da parte della Commissione regionale per le politiche del lavoro e, qualora dovessero intervenire modifiche normative, lo stesso cesserà i suoi effetti dalla data di entrata in vigore del nuovo provvedimento e verranno concordate nuove modalità gestionali anche transitorie. [Fonte: LavoroNews] pag. 16

17 Guida operativa: il Rapporto biennale sulla situazione del personale maschile e femminile Entro il 30 aprile 2014 deve essere predisposto, dalle imprese con più di 100 dipendenti, il rapporto biennale sulla situazione del personale maschile e femminile relativo al periodo (D.Lgs. 198/2006). Il rapporto deve essere trasmesso: - alle rappresentanze sindacali aziendali (RSA/RSU); - e alla Consigliera Regionale di Parità, I soggetti destinatari del rapporto, sono solo quelli presenti nel luogo in cui si trova la sede legale dell'azienda. In mancanza di rappresentanza sindacale aziendale (RSA o RSU), nessun invio dovrà essere effettuato nei confronti delle organizzazioni sindacali di categoria territoriali. Allo scopo di facilitare la compilazione, l'archiviazione, la r accolta e la s uccessiva elaborazione dei dati, anche quest'anno, l'ufficio della Consigliera di parità della R e g i o n e L o m b a r d i a h a predisposto un software per il caricamento dei dati on-line. Sul sito della Consigliera di Parità r e g i o n a l e - mbardia.it - alla voce "rapporti sul personale" trovate il link al quale collegarsi aspx? CS=283&al=1 Le Consigliere regionali di parità richiedono alle imprese di utilizzare esclusivamente questa modalità per caricare i propri dati e non riterranno validi ai fini dell'obbligo di legge i questionari inviati in altro modo. Per agevolare le aziende nella predisposizione del prospetto, la Direzione Sindacale - Welfare - Sicurezza sul lavoro ha predisposto una Guida al Rapporto periodico s u l l a s i t u a z i o n e d e l personale maschile e femminile relativo al biennio Le aziende interessate a ricevere gratuitamente via la Guida possono contattare la Segreteria Aice, D.ssa Veronica Caprotti (Tel / 1 - E m a i l : [Fonte: LavoroNews] Tutto quello che serve per il tuo business all estero. Sempre con te, sul tuo smartphone È disponibile l applicazione AICE per tablet e smartphone Android L applicazione è scaricabile gratuitamente dal nostro sito al seguente indirizzo: pag. 17

18 Provincia di Milano - Incentivi per i contratti di solidarietà La Provincia di Milano, Unione Confcommercio Milano e le altre Associazioni dei datori di lavoro e delle Organizzazioni sindacali dei lavoratori hanno sottoscritto, il 28 febbraio 2014, un Protocollo d'intesa per il sostegno dei contratti di solidarietà, in particolare delle micro e piccole imprese, anche artigiane. A seguito della firma del Protocollo, la Provincia ha approvato l'avviso pubblico per l'erogazione degli incentivi. Il contributo è pari a 100 mensili per un massimo di 12 mesi per singolo lavoratore interessato dal contratto di solidarietà sottoscritto/ rinnovato a decorrere dal 1 aprile Le domande potranno essere presentate dalle aziende dal prossimo 1 aprile [Fonte: LavoroNews] Accordi di sicurezza sociale con la Francia: nuova modulistica L'Inps, con messaggio n del 14 marzo c. a., a i f i n i dell'applicazione della r e golame n t a zi one prevista in materia di sicurezza sociale nei rapporti con la Francia, rende noto che l'istituzione francese di riferimento (CLEISS) ha predisposto una nuova v e r s i o n e d e l questionario che deve essere compilato dai datori di lavoro per i p r o p r i l a v o r a t o r i dipendenti che operano nel predetto Paese comunitario. Il questionario dovrà essere compilato unicamente in lingua francese, tuttavia, per facilitare la compilazione del documento, una versione dello stesso è stata predisposta anche in lingua italiana. [Fonte: LavoroNews] AICE è online Segui Aice sui Social Network pag. 18

19 Modifiche al T.U. sull'immigrazione apportate dalla Legge n. 9/2014 Il Ministero del Lavoro ed il Ministero dell'interno, con circolare congiunta protocollo n. 35/ del 17 marzo 2014, f o r n i s c o n o c h i a r i m e n t i relativamente alle modifiche apportate dal Decreto Legge n. 145/2013, convertito dalla Legge n. 9/2014, in materia di ingresso al lavoro di cittadini extraue. In particolare, la circolare definisce gli ambiti delle modifiche prodotte al D.L.vo n. 286/98 (T.U. Lombardia Trade Cup 2014 sull'immigrazione) e precisamente: ingresso e soggiorno per la ricerca scientifica; ingresso e soggiorno per l a v o r a t o r i a l t a m e n t e qualificati (carta Blu UE). [Fonte: LavoroNews] Segnaliamo il nuovo calendario aggiornato delle gare di qualificazione della 13^ e d i z i o n e d e l C i r c u i t o Lombardia Trade Cup 2014, evento organizzato dall Unione Confcommercio di Milano, Lodi, Monza e Brianza per offrire ai propri Associati e ai loro amici la possibilità di c o n d i v i d e r e m o m e n t i d i competizione e divertimento, praticando il golf. Inoltre, per dare la possibilità a piu soci possibili di partecipare e venire incontro alle diverse disponibilità - in questo momento così critico per il lavoro e le imprese, abbiamo ritenuto di annullare l incontro fuori porta, concentrando le energie sulla finale di Is Molas, programmata per il prossimo mese di settembre dal 17 al 20 (con possibilità di allungare il soggiorno dal 13 al 20/9 /2014). Inoltre segnaliamo che il tradizionale Trofeo Unione è stato fissato il giorno 9 ottobre 2014 al Golf Club Milano. Date Lombardia Trade Cup Aprile Golf Club Villa d'este 15 Maggio Franciacorta Golf Club 12 Giugno Golf Club Bergamo Albenza 7 Luglio Golf Club Monticello 4 Settembre Country Club Molinetto 13/20 Settembre Is Molas Finale TROFEO UNIONE 9 Ottobre Golf Club Milano Le aziende associate interessate a partecipare alla Lombardia Trade Cup possono contattare la Segreteria Aice, (Tel /1 - pag. 19

20 Convenzioni Unione a disposizione dei Soci AICE Convenzioni Unione Continua su questo numero la panoramica delle convenzioni, valide su tutto il territorio nazionale, che l Unione Confcommercio Imprese per l Italia di Milano, Lodi, Monza e Brianza mette a disposizione delle aziende associate. Convenzione con PELLEGRINI CARD BUONI PASTO Pellegrini Card è una divisione della Pellegrini spa, Società leader da 49 anni nel campo della ristorazione e dei servizi alle aziende. Grazie all accordo fra Pellegrini Card e Unione Confcommercio tutte le imprese e i liberi professionisti associati, possono usufruire di condizioni interessanti per l acquisto di Buoni Pasto col vantaggio di offrire una soluzione flessibile per il pranzo in uno degli oltre esercizi convenzionati (bar, r i s t o r a n t i, p i z z e r i e, gastronomie, market). I servizi per te Sconto dell 8% sul valore facciale del buono pasto LogoXte: il tuo logo a colori sul fronte del buono gratis SpazioXte: il retro del tuo buono è personalizzabile con una comunicazione o pubblicità destinata ai tuoi dipendenti, che ti offriamo a titolo gratuito Novità Ordini OnLine: in piena autonomia sul nostro sito web Pagamenti: su misura anche con carta di credito Portabuoni personalizzato Spese di spedizione gratuite: se ordini entro il 31/12/2014 facendo riferimento all accordo tra Pellegrini e Confcommercio e indicando il tuo numero di tessera associativa. Per maggiori informazioni le aziende interessate possono contattare la Segreteria Aice, D.ssa Veronica Caprotti (Tel /1 - Fax: , AICE è online Segui Aice su LinkedIn aice-associazione-italianacommercio-estero/ pag. 20

21 Operazioni commerciali con altri Paesi membri dell'unione Europea - Iscrizione al VIES Primo piano sulla Confcommercio Con il Comunicato stampa del 26 marzo 2014, l'agenzia delle Entrate ha reso noto che, da ora, gli operatori commerciali potranno avvalersi di un nuovo servizio online che consente ai soggetti titolari di partita Iva - abilitati a Fisconline o Entratel - di richiedere in via telematica la propria iscrizione nell'archivio degli operatori economici autorizzati a compiere operazioni intracomunitarie (cosiddetto "VIES" - ("Vat Information Exchange System"). Finora, infatti, i soggetti in possesso di partita Iva, per essere iscritti nell'archivio VIES, dovevano, necessariamente, presentare un'apposita istanza - a mano, con raccomandata o via posta elettronica certificata (Pec) all'ufficio dell'agenzia delle Entrate. Per utilizzare il nuovo servizio online basterà indicare nel campo dedicato la propria partita Iva. Come detto, per avvalersi di tale servizio è necessario essere abilitati a a Fisconline o Entratel. Al riguardo, si precisa che, entro 30 giorni dal ricevimento della dichiarazione di volontà a porre in essere operazioni intracomunitarie, l'agenzia delle Entrate effettuerà le a n a l i s i p r o p e d e u t i c h e all'inserimento della posizione nel VIES. Qualora emergano elementi di rischio di evasione o di frode, entro lo stesso termine, l'ufficio dell'agenzia delle Entrate competente per le attività di controllo ai fini Iva, emanerà un provvedimento di diniego. Infine, nei confronti dei soggetti inclusi nell'archivio VIES sono effettuati controlli più approfonditi entro 6 mesi dalla ricezione della dichiarazione di volontà. pag. 21

22 Recepimento nuova direttiva RAEE: approvato in via definitiva il Dlgs Primo piano sulla Confcommercio Il Consiglio dei Ministri del 14 marzo u.s., ha approvato, in via definitiva, lo Schema di decreto legislativo recante attuazione della direttiva 2012/19/UE sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE). Si attende ora la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Per le principali novità introdotte dalla nuova direttiva e recepite nel nostro ordinamento, rimandiamo alla precedente comunicazione p r e d i s p o s t a i n o c c a s i o n e d ell 'appro va zio n e, i n via preliminare, del Dlgs. Di seguito alcune considerazioni di approfondimento. Il testo dello schema di decreto, sostanzialmente in linea con le previsioni della Direttiva, mira a risolvere le numerose complessità e gli ostacoli che hanno, sino ad oggi, reso difficoltosa la raccolta dei RAEE nei punti di vendita e al domicilio dei consumatori. Permangono comunque alcune criticità. Il provvedimento, infatti, prevedendo la possibilità per i produttori di contribuire a coprire i costi della raccolta primaria in capo ai comuni ed in capo ai distributori - con modalità e contenuti da discutersi e p attuirsi nell'amb ito d i specifici accordi di programma - pur muovendosi nella giusta direzione, introduce una forzatura in contrasto con quanto previsto dalla direttiva. Sia il comma 5 dell'articolo 15 che il comma 3 dell'articolo 16 dello schema di decreto prevedono, infatti, una deliberazione autoritativa del finanziamento da parte del Ministero dell'ambiente e del Ministero d e llo S vi l up p o Economico nel caso di mancato raggiungimento di accordo tra gli interessati. Vengono confermate, inoltre, anche se con qualche residuo appesantimento, le semplificazioni esistenti nella gestione dei luoghi di raggruppamento dei distributori prevendendo fattore questo di degno di nota - anche canali alternativi di conferimento. L'articolo 11 dello schema di d e c r e t o c o n f e r m a l e semplificazioni nella gestione dei luoghi di raggruppamento dei distributori previste dalla L. 97/2013, attraverso l'incremento dei quantitativi raggruppabili. Da rilevare tuttavia un'incongruenza. L'attuale formulazione dell'art. 11 prevede che nel caso in cui vengano raccolti più di kg di RAEE, il loro trasporto debba avvenire in regime "ordinario", ossia esclusivamente attraverso operatori professionali, quando invece la citata legge 97/13 oggi consente l'adozione di procedure semplificate in tutte le fasi di gestione. Da una parte quindi si concede una possibilità di maggiore efficienza (che associata all'ampliamento dei termini da un mese a tre mesi per il conferimento ai centri di raccolta genera indubbiamente minori oneri di sistema); dall'altra, diversamente da quanto previsto dalla legge 97/13, si impongono adempimenti oggi non previsti per gli operatori che intendessero agire con criteri di maggiore efficienza (ossia con l'ampliamento dei quantitativi raggruppati). Di fondamentale rilievo per la crescita del sistema di raccolta dei RAEE risulta la previsione di consentire canali alternativi di conferimento agli operatori commerciali, per ovviare alla cronica carenza di piattaforme comunali sul territorio nazionale (ad oggi, poco più del 40 % dei Co muni so no ap er ti alla distribuzione). Secondo il decreto questa possibilità di indirizzamento alternativo dei flussi non fa venire meno una completa tracciabilità dei RAEE raccolti, prevedendo anche l'esigenza di rivolgersi comunque a canali alternativi affidabili, che rispondano ai necessari requisiti per una corretta gestione ambientale. Con riferimento alle vendite a distanza, lo schema di decreto coniuga le esigenze di carattere operativo con la necessità di evitare possibili distorsioni concorrenziali tra negozi fisici e negozi on-line. Opportuna la previsione che il consumatore non debba sopportare maggiori oneri rispetto a quelli che sopporterebbe con la consegna al negozio fisico. pag. 22

23 Circa gli obblighi di informazione (art. 8), si rileva l'aderenza della proposta normativa con quanto indicato nella Direttiva europea sulla possibilità per il produttore di indicare separatamente in fattura il contributo ambientale RAEE e la facoltà per il distributore di indicarlo nel prezzo finale. Tale previsione si giustifica infatti con l a s c a r s a r i l e v a n z a dell'informazione, considerato che il contributo RAEE rappresenta soltanto i costi sostenuti dai produttori per la logistica secondaria (dal centro di raccolta Premio Nazionale per l Innovazione nei Servizi 2014 Confcommercio punta sull Innovazione comunale agli impianti di smaltimento) e non certo l'intero costo per la gestione dei RAEE (dal cittadino all'impianto finale). Primo piano sulla Confcommercio Fai impresa nel commercio, turismo, servizi? Hai un progetto o un'idea innovativa? Hai sperimentato nuovi modelli di business, nuove modalità organizzative, o di interazione con i clienti? Hai impiegato con successo tecnologie digitali? Non perdere l'occasione, partecipa anche tu al Premio Nazionale per l'innovazione nei Servizi 2014 e condividi il tuo progetto. Al PREMIO NAZIONALE PER L INNOVAZIONE NEI SERVIZI possono partecipare tutte le imprese, aventi sede legale in Italia e con attività primaria nel settore del Terziario. Una giuria di esperti settoriali valuterà il tuo piano di business e potrai aggiudicarti la prestigiosa onorificenza consegnata dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano o essere destinatario di una delle menzioni di merito r i c o n o s c i u t e d a Confcommercio. Avrai inoltre l opportunità di far parte del club degli innovatori di Confcommercio, entrare in contatto con investitori specializzati e autorevoli esperti del settore e seguire iniziative dedicate. Consulta bando, regolamento e form di partecipazione sul sito premioinnovazione.confcomme rcio.it. Per info, manda una mail a fcommercio.it o chiama il numero Scadenza per la presentazione delle candidature sul sito: 11 Aprile 2014, ore 12:00. pag. 23

24 Convenzioni Confcommercio a disposizione dei Soci Aice Convenzioni Questa sezione offre una panoramica delle convenzioni che Confcommercio - Imprese per l Italia mette a disposizione delle aziende associate. In questo numero presentiamo la convenzione relativa al settore Credito e POS. Convenzione con SUM UP Nuovissima convenzione Confcommercio - SumUp che consente agli imprenditori associati di accettare pagamenti con carte in modo semplice, sicuro e conveniente. Il sistema è semplicissimo e ti consente di pagare il servizio POS solo quando lo usi e il pagamento delle transazioni garantito in pochi giorni. Per gli Associati condizioni vantaggiose per l utilizzo e l istallazione dell innovativo POS mobile. I dettagli della convenzione SumUp offre la soluzione di POS mobile per l accettazione dei pagamenti di carte di credito e debito in modo facile, semplice e conveniente. Con SumUp puoi abbandonare il vecchio POS e utilizzare d ora in poi il tuo Smartphone o Tablet. SumUp funziona con iphone, ipad, ipod touch e dispositivi Android e il Lettore Carte viene facilmente connesso all'entrata delle cuffie. Accettando pagamenti con carta aumenti il tuo volume d'affari! Solo alcuni vantaggi: Più servizi per i tuoi clienti - Non perdere più alcun cliente senza contanti - Pagamenti con carta a partire da 1. Aumenta il volume d'affari - I clienti che pagano con carta comprano di più - Il 40% delle vendite viene pagato con carta. Ogni Associato può scegliere fra due soluzioni di POS mobile SumUp: Lettore PIN+ Ha un costo di acquisto pari a 49,95 e non ha alcun costo aggiuntivo né canone mensile. Le commissioni sono pari all 1,95% del transato, per tutte le carte PagoBancomat, VISA, MasterCard, American Express, Maestro e VPay. In convenzione Confcommercio ogni Associato ha diritto a un transato gratuito pari a Una volta raggiunta tale soglia SumUp rimborserà le commissioni direttamene sul conto bancario. Tale offerta non è cumulabile ed è richiedibile una sola volta per impresa. Lettore Chip&Sign Ha un costo di acquisto pari a 19,95 e non ha alcun costo aggiuntivo né canone mensile. Le commissioni sono pari all 1,95% del transato per tutte le carte MasterCard e tramite il sistema Pagamento Mobile si possono accettare le carte VISA e MasterCard. In convenzione Confcommercio ogni Associato ha diritto a un transato gratuito pari a 750. Una volta raggiunta tale soglia SumUp rimborserà le commissioni direttamene sul conto bancario. Tale offerta non è cumulabile ed è richiedibile una sola volta per impresa. Per ricevere maggiori informazioni riguardo i dettagli delle proposte e le modalità di fruizione delle stesse, contattare la Segreteria Aice, D.ssa Veronica Caprotti (Tel /1, Fax , E- mail: pag. 24

25 Missione per Buyers italiani del settore dell autoveicolo Istanbul, Turchia - 5/8 Maggio 2014 Fiere e manifestazioni Missione per Buyers italiani del settore dell autoveicolo 5/8 Maggio 2014 L Ufficio Commerciale del Consolato Generale di Turchia in Italia organizza, in concomitanza con la Fiera Automobilistica di Bursa, una attività di promozione del settore dell autoveicolo che avrà luogo dal 5 al 8 maggio 2014 a Bursa in Turchia. L evento organizzato dall Unione degli Esportatori di Uludag (UIB) con il patrocinio del Ministero dell Economia della Turchia, ha lo scopo di ospitare le delegazioni di compratori provenienti da diversi paesi e di sottoporre loro la presentazione del settore in Turchia con un brifing, la visita della fiera, degli incontri B2B e la visita degli stabilimenti come indicato dal programma indicato qui di seguito: Le spese di pernottamento/vitto sono a carico dell organizzatore mentre l azienda dovrà provvedere per conto proprio alle spese di viaggio da e per la Turchia. L organizzazione si prenderà carico delle spese sopra specificate solamente di una persona per ogni azienda aderente. ADESIONI ENTRO 25 Aprile 2014 Per maggiori informazioni: Segreteria Aice Dr. Pierantonio Cantoni Tel /1 Le domande di adesione pervenute saranno sottoposte al vaglio dell'organizzazione. Buona conoscenza linguistica tra Inglese, Francese e Tedesco costituirà un requisito preferenziale per i partecipanti. Il programma dell evento prevede: Lunedì 5 Maggio 2014 Martedi 6 Maggio 2014 Mercoledì 7 Maggio 2014 Giovedì 8 Maggio 2014 Arrivo a Bursa Incontri bilaterali con le aziende turche Visita esposizione Partenza da Bursa I moduli per l adesione, a disposizione presso la Segreteria Aice, dovranno essere compilati e spediti entro il 25 Aprile pag. 25

26 Fiere all estero Fiere e manifestazioni INTER SOLAR EUROPE Monaco di Baviera, Germania - 2/6 Giugno 2014 La più grande esposizione internazionale dell industria solare, dove i più grandi costruttori, fornitori, distributori, società di servizi del mondo si riuniranno per presentare le innovazioni tecniche e le ultime tendenze del mercato. L edizione 2013 ha visto la partecipazione di oltre espositori e circa visitatori Le aree rappresentate sono: fotovoltaico, tecnologie di produzione del fotovoltaico, immagazzinaggio energia e tecnologie solari. L evento è ogni anno una piattaforma d incontro tra produttori, distributori, fornitori, service providers and partners dell industria solare.in contemporanea alla Fiera verranno organizzate conferenze con oltre venti venti sessioni tematiche, workshop e seminari. Connettiti, seguici informati Maggiori informazioni sono disponibili sul sito: ALIMENTARIA México 2014 Città del Messico - 3/5 Giugno esima edizione dell unico evento dedicato al mondo del food & drink in Messico e in particolare ai settori della distribuzione, self - service, marketing, hotel, catering, ristorazione e ospitalità, (prodotti caseari, prodotti confezionati, frutta e verdura, carni, pesce, insaccati, drinks, prodotti biologici). L evento è la miglior opportunità per scoprire il mercato locale ed entrare in contatto con i professionisti di aziende piccole medie e grandi. Con una popolazione in forte crescita e un grande numero di giovani (in Messico 115 milioni di persone sono sotto i 26 anni) ci si aspetta che il consumo di cibi e bevande continui a crescere nei prossimi 4 anni. Nel 2012 il consumo pro capite è cresciuto del 3,4 e si prevede che nel 2016 raggiungerà l 11,5%. La scorsa edizione ha registrato la presenza di 244 espositori rappresentanti prodotti e oltre visitatori. Maggiori informazioni disponibili sul sito: Cercaci su facebook.com come Aice - Associazione Italiana Commercio Estero Seguici su Twitter all indirizzo twitter.com/aicemilano Trovaci su LinkedIn come Informati sulle nostre iniziative all indirizzo pag. 26

27 MYANMAR - L Unione Europea accelera l apertura verso Rangoon notizie dal mondo Sostegno alle Pmi, sviluppo so stenibile delle risorse minerarie e forestali e agroindustria al centro dei temi proposti in occasione di una missione guidata da Catherine A s h t o n. P resenti a n c h e numerose imprese, inclusa una delegazione italiana Si è svolta nello scorso novembre una missione UE in Myanmar (EU - Myanmar Task Force), guidata dall alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza, Catherine Ashton. Erano tre gli obiettivi proposti: - sostegno alla transizione democratica ed economica; - aiuto allo sviluppo; - promozione delle opportunità di affari. In relazione a quest ultimo obiettivo era presente anche una delegazione di quasi 100 società, associazioni di categoria e organizzazioni economiche europee. In particolare, tra quelle i t a l i a n e s e g n a l i a m o : Federlegnoarredo, Federpesca, Finmeccanica, Italcementi, Tenova, Lotto Sport, Pieffe, e altre ancora, in aggiunta alla neocostituita associazione Italia- Myanmar Business Council. La delegazione economica era guidata d a l V i c e p r e s i d e n t e d e l l a Commissione Europea, Antonio Tajani. Il Presidente del Myanmar, Thein Sein ha aperto i lavori che poi si sono articolati nelle tre sessioni tematiche su economia, politica e rapporti interparlamentari. Sein ha riconosciuto l importanza del sostegno ottenuto dall UE per guidare questa fase di rapidissima trasformazione del suo Paese e ne ha chiesto la continuazione, sottolineando che il focus delle misure economiche del suo Governo sarà incentrato sulla lotta alla povertà, specialmente nelle aree rurali, sulla riforma del settore agricolo, sulla creazione di posti di lavoro, e sulla diversificazione energetica. Ha quindi auspicato un maggior afflusso di investimenti europei, con tempistiche più rapide di quanto sia avvenuto finora. La presenza diretta europea infatti, ha sottolineato, è attualmente molto al di sotto del potenziale. Ha anche auspicato, da parte dei nuovi investitori, un approccio più attento alla sostenibilità sociale e ambientale. Su questo tema è intervenuta anche Aung San Suu Kyi, leader della Lega Nazionale per la Democrazia, soffermandosi sul tema degli investimenti esteri per ribadire un concetto ripetutamente sottolineato negli ultimi mesi, e cioè la necessità che questi investimenti siano responsabili e che siano utili per lo sviluppo del Myanmar e del suo popolo. In buona sostanza ha invitato ancora una volta gli investitori stranieri a non trascurare la situazione dello Stato di diritto e dei diritti umani nel Paese. Riguardo al quadro politico ha ricordato che il regime birmano deve ancora provvedere alla riforma della Costituzione. O p e r a t i v a m e n t e, p e r l a continuazione di un dialogo UE- Myanmar, sono state siglate tre lettere di intenti che indicano in quale direzione e con quali interlocutori dovrebbe proseguire l azione comunitaria a favore del Myanmar: - promozione delle PMI, con il ministro dell Industria U Maung Myint; - sviluppo della risorse (sia minerarie che forestali) e delle attività estrattive, con il ministro delle Miniere U Myint Aung; - turismo sostenibile con il Ministro del Turismo U Htay Aung. È stata messa a punto anche una proposta di cooperazione nel settore dell agricoltura, consegnata al competente Ministro U Ohn Myint. Infine è stato annunciato un programma di collaborazione a livello istituzionale nel settore bancario con il contributo della pag. 27

28 Banca Europea degli Investimenti (BEI). L obiettivo è quello di favorire l accesso al credito per le PMI birmane e a tale scopo dovrebbe essere finalizzato a breve un accordo quadro. La BEI si è inoltre resa disponibile a cofinanziare progetti infrastrutturali, con particolare riguardo ai settori dell energia e dei trasporti, per interventi che abbiano una connotazione di sviluppo sia sociale che di salvaguardia ambientale. La sessione relativa ai rapporti economici e imprenditoriali si è svolta nel corso di un Business F o r u m o r g a n i z z a t o congiuntamente con la locale Federazione delle Camere di Commercio e Industria UMFCCI, per una serie di approfondimenti settoriali dedicati a turismo, filiera a g r o a l i m e n t a r e, i n d u s t r i a ma n i f attur iera, e ner g i a e infrastrutture. L evento è stato introdotto dal Ministro dell Economia U Soe Thane che ha sottolineato il significativo miglioramento delle relazioni tra UE e Myanmar a seguito della rimozione delle sanzioni economiche e della reintroduzione delle agevolazioni tariffarie previste dal sistema UE di preferenze generalizzate. Anche Thane ha ribadito la volontà del Governo birmano di incidere sulle co nd i z io ni d i vi ta d ella popolazione, abbattendo il livello di povertà e dando un più largo accesso a servizi sanitari, di formazione, e ai collegamenti di elettricità e acqua potabile, oltre che attraverso la creazione di più ampie opportunità di lavoro. Tra gli altri intervenuti, da parte birmana, Aung Tun Thet, consulente del Presidente Thein Sein, ha sottolineato che la vera ricchezza del Paese sono le risorse umane; ha ricordato che talora le ricette dell economia di mercato non sempre sono sufficienti e talora possono anche fallire, e da qui l insostituibilità del ruolo svolto dalle istituzioni nel guidare uno sviluppo equo e inclusivo. È intervenuto anche il Vice Governatore della Banca Centrale birmana, che ha posto l accento sulla necessità di guidare il sistema bancario e finanziario verso standard internazionali. Da parte europea, Tajani ha annunciato la creazione di un EU- Myanmar Business Advisory Council, composto da un limitato n u m e r o d i a s s o c i a z i o n i imprenditoriali e di aziende che avranno il fine di mantenere vivo il dialogo con il Myanmar in questi settori. La UE ha sta raccogliendo anche manifestazioni di interesse (call for proposals) per la creazione di una Camera di Commercio europea in Myanmar. [Fonte: infomercatiesteri] pag. 28

29 HONG KONG: export italiano gioielli pari a 795 mln USD (+ 21% annuo) notizie dal mondo Nel 2013 la gioielleria e' risultata il quarto e settore merceologico a trainare le esportazioni italiane a Hong Kong (dopo modaabbigliamento, p ellame e artigianato), con una quota di mercato del 6,29% e un valore complessivo di prodotti esportati pari a 795 milioni di USD, segnando un incremento pari al 21% rispetto al Particolarmente significativa anche la partecipazione italiana alla la 31ma edizione di Hong Kong International Jewellery Show), una delle piu' prestigiose rassegne della gioielleria del mondo e la prima in Asia con 215 espositori. Il numero è in crescita del 25% rispetto alla fiera dell'anno passato. Anche quest'anno il padiglione italiano e' stato il maggiore in termini di numero di espositori tra tutti i Paesi europei ed occidentali e il secondo in assoluto. L Italia ha portato a Hong Kong il meglio della produzione nazionale di gioielli in oro, argento, platino, pietre preziose e semipreziose, cammei e corallo (questi ultimi d u e p r o d o t t i s o n o s t a t i particolarmente apprezzati per qualita' e design), con lavori d e l l ' a r t i g i a n a t o a r t i s t i c o tradizionale assieme a quelli dal d i s e g n o p i u ' i n n o v a t i v o, provenienti da tutte le regioni italiane ed in particolare dai distretti orafi italiani di Vicenza, Arezzo, Valenza e Torre del Greco. [Fonte: infomercatiesteri] pag. 29

30 Una nuova ferrovia tra Mongolia e Cina notizie dal mondo Il 21 marzo il Consiglio dei Ministri ha deciso di costituire la "Gashuun Sukhait Railway" LLC. Obiettivo della società sarà realizzare una nuova infrastruttura ferroviaria che connetta la Mongolia con la Cina, dando così nuovo impulso al commercio del Paese con l estero. La ferrovia collegherà Gashuun Sukhait e Umnugovi Aimag, in Mongolia, con Gants Mod, in Cina. Ulaanbaatar ha autorizzato la Erdenes Tavan Tolgoi, società mineraria statale, a cooperare con le aziende cinesi attraverso joint venture per realizzare la ferrovia. Nella fase iniziale di realizzazione del progetto saranno investiti circa 500mila dollari. Il carbone rappresenta una delle principali merci esportate dalla Mongolia verso la Cina. La realizzazione di quest opera dovrebbe pertanto ridurre i costi di trasporto (limitando l utilizzo di mezzi su gomma) e avere conseguentemente un impatto minore sull ambiente. [Fonte: Camera di Commercio Italo Mongola] NIGERIA - Aggiornamento programma Soncap notizie dal mondo Le Autorità Nigeriane informano che, a partire dal 1 Aprile 2014 e per i prodotti delle categorie a rischio qui sotto elencate: 1. Cables of all forms 2. Electric switches, adopters, sockets amongst others. 3. Power surge regulators 4. Stabilizers, extension adopters 5. Household Electronics of all kinds (air conditioners, all fans, freezers, deep freezers, electric irons, electric cookers, oven amongst others) 6. Generators 7. Toys 8. Stoves of all forms i Test Report effettuati presso i laboratori interni dei produttori non saranno più accettabili per l emissione dei PC - Product Certificates. [Fonte: SGS Italia Spa] pag. 30

31 Dare maggiore visibilità alla società civile nelle relazioni UE-Africa dall Unione Europea A un mese dal vertice UE- Africa di Bruxelles, il Comitato economico e sociale europeo (CESE), che sostiene e rafforza il ruolo della società civile organizzata tanto all'interno che all'esterno dell'unione europea, ha riunito il 4 e il 5 marzo rappresentanti dei datori di lavoro, dei lavoratori e dei vari gruppi di interesse (in particolare agricoltori e consumatori) per discutere delle questioni più urgenti su entrambe le sponde del Mediterraneo, come la disoccupazione giovanile, la sicurezza alimentare e la protezione sociale. Creata la rete, bisogna dare ascolto ai gruppi economici e sociali Il risultato più importante di questa prima riunione della rete è stata la decisione di ripetere l'iniziativa con cadenza periodica, trasformandola in una piattaforma di cooperazione che contribuirà alla strategia congiunta UE-Africa, con l'obiettivo di garantire che siano ascoltati i gruppi di interesse socioeconomico. Le conclusioni di questa riunione iniziale saranno presentate in un documento destinato agli organi politici che prenderanno parte al vertice UE-Africa per informarli dei problemi più immediati e dei metodi che potrebbero essere utilizzati per risolverli. Uniti da obiettivi comuni "Nonostante le differenze culturali, storiche o sociali, dovremmo essere uniti da obiettivi comuni", ha affermato José María Zufiaur Narvaiza, membro del II gruppo (Lavoratori) e presidente della sezione specializzata Relazioni esterne del CESE. "Per questo dobbiamo rafforzare la cooperazione e intensificare lo scambio di migliori pratiche nella lotta contro la povertà, lo sfruttamento dell'ambiente e la disoccupazione giovanile. Questa riunione costituisce il primo passo in questa direzione". Un mondo globalizzato richiede risposte globali Le conclusioni della riunione comprendono proposte sui seguenti temi: - la lotta contro la povertà e l'esclusione sociale; - la cooperazione nell'azione contro la disoccupazione giovanile; - la garanzia di una sicurezza alimentare globale. "Il 2014 è stato proclamato A n n o i n t e r n a z i o n a l e dell'agricoltura familiare d a l l ' O N U e A n n o dell'agricoltura e della s i c u r e z z a a l i m e n t a r e dall'unione africana", ha spiegato Brenda King, membro del I gruppo del CESE (Datori di lavoro). "Dobbiamo far sì che queste dichiarazioni non restino lettera morta". Di conseguenza, i partner economici e sociali hanno concordato sulla necessità che la resilienza dell'agricoltura costituisca una delle priorità del piano d'azione della strategia congiunta UE-Africa , e che le vengano destinati i fondi necessari. [Fonte: CESE] pag. 31

32 La Commissione Europea avvia una consultazione pubblica online sulla protezione degli investitori nella TTIP dall Unione Europea Nel contesto delle sue attività in corso per fare dei negoziati con gli USA le trattative commerciali più aperte e più trasparenti mai condotte, la Commissione europea avvia oggi una consultazione pubblica sulla protezione degli investitori e sulla composizione delle controversie investitore-stato (ISDS) nel contesto della Partnership transatlantica per il commercio e gli investimenti (TTIP). Inoltre, la Commissione europea ha ritenuto necessario indire questa specifica consultazione pubblica a mo' di risposta al dibattito sempre più animato che si registra tra il pubblico e alle crescenti preoccupazioni manifestate per l'isds nell'ambito della TTIP. Obiettivo della consultazione è meglio definire l'approccio dell'ue in tema di protezione degli investitori e di ISDS in relazione al negoziato TTIP offrendo a tutti gli stakeholder l'opportunità di esprimere le loro riflessioni. La C o m m i s s i o n e i n t e n d e assicurare che la tutela degli investimenti e dell'isds rispecchi le pratiche ottimali, non soltanto nella TTIP ma in tutti i nuovi accordi dell'ue in tema di investimenti. L'obiettivo è far sì che la situazione per quanto concerne la protezione degli investitori nell'ambito della TTIP e dei futuri accordi d'investimento sottoscritti dall'ue sia molto più chiara rispetto a quanto avviene nel contesto dei più di accordi sugli investimenti attualmente in vigore in tutto il mondo. La Commissione intende inoltre rendere l'isds da inserire nella TTIP più trasparente e affidabile rispetto alla prassi esistente, compreso quanto è previsto negli attuali accordi bilaterali sugli investimenti in vigore tra gli Stati membri dell'ue e gli USA che la TTIP è destinata a rimpiazzare. Lo stesso intento varrà anche per gli altri accordi in tema di investimenti che l'ue sottoscriverà in futuro con paesi non UE. È importante tener presente che la Commissione europea negozia le d isposizioni r elative agli investimenti nell'ambito della TTIP sulla base delle istruzioni impartitele dagli Stati membri. Le questioni legate alla protezione degli investitori e all'isds fanno parte delle direttive negoziali conferite unanimemente dagli Stati membri dell'ue all'unione europea nel giugno Nell'ambito dei negoziati commerciali UE-USA, come in tutti i negoziati commerciali, il ruolo istituzionale dell'unione europea consiste nel condurre i negoziati per conto di tutti e 28 gli Stati membri sotto la loro supervisione e sotto il loro controllo d emo cratico. I l Parlamento europeo assicura a sua volta una supervisione democratica nel corso del processo negoziale ed ha accesso a tutti i documenti forniti agli Stati membri. Cosa più importante, è il Parlamento europeo a decidere in ultima istanza con una votazione alla fine dell'intero processo negoziale se l'accordo concluso debba essere accettato. L'attuale dibattito tra il pubblico è estremamente opportuno e importante, ma si sono propalate diverse concezioni inesatte o addirittura falsate quanto alle finalità dell'isds nell'ambito dei negoziati TTIP. Ad esempio, da più parti si afferma che la protezione degli investitori in corso di negoziazione nell'ambito della TTIP consentirebbero alle imprese di far causa ai governi ogni qualvolta nuove leggi riducessero i loro profitti. Diverse cause d i p r o filo elevato attualmente in corso, condotte n e l l ' a m b i t o d i a c c o r d i internazionali hanno sollevato preoccupazioni quanto al diritto dei governi di legiferare per proteggere l'ambiente o i consumatori senza che le imprese li citino in giudizio. La consultazione pubblica chiarisce gli aspetti che l'ue intende migliorare per assicurare che l'isds nell'ambito della TTIP garantisca ai governi il diritto di legiferare nell'interesse pubblico. La consultazione pubblica della Commissione indica come essa si adoperi per inserire nella TTIP disposizioni in tema di protezione degli investimenti e di ISDS che abbiano la massima efficacia e creino un precedente per futuri accordi commerciali e chiede pertanto ai rispondenti di fornire il loro feedback e di esprimere i loro punti di vista su una serie di quesiti dettagliati. "Mi auguro che quando le persone esamineranno nei dettagli ciò che intendiamo inserire nell'accordo si renderanno co nto che ci adoperiamo per creare un sistema migliore di quello che esiste pag. 32

33 attualmente", ha affermato Karel D e G u c h t, C o m m i s s a r i o responsabile per il commercio. "Invito ora il pubblico interessato a condividere con noi le sue idee e i suoi commenti per farci sapere se l'approccio proposto dall'ue per la TTIP realizza il giusto equilibrio tra la tutela degli investitori e la salvaguardia del diritto sovrano dei governi dell'ue e della loro capacità di legiferare nell'interesse pubblico." Come funziona la consultazione? Come al solito la consultazione pubblica della Commissione avviene esclusivamente on-line. Il questionario tocca circa 12 ambiti d'interesse, compreso il diritto a regolamentare, un trattamento leale ed equo degli investitori nonché la trasparenza del sistema ISDS. Vi è inoltre un quesito aperto che consente di formulare commenti d'ordine più generale. Oltre a una spiegazione generale della protezione degli investimenti e dell'isds e del modo in cui la Commissione intende migliorare la situazione, ciascuna domanda è corredata di una spiegazione della problematica che affronta, della situazione vigente in forza degli accordi già esistenti in materia di investimenti, e dei miglioramenti che l'ue intende proporre nell'ambito della TTIP. Alle domande sono anche abbinati i pertinenti testi giuridici che l'ue propone quale base negoziale per la TTIP. A partire da oggi la consultazione è accessibile online in lingua inglese. Le versioni in tutte le altre lingue dell'ue saranno disponibili quanto prima. La consultazione pubblica durerà 90 giorni a decorrere dal momento in cui l'ultima traduzione in una lingua ufficiale dell'ue del "testo della consultazione" sarà messa online. Il sistema assicurerà che nessun cittadino od organizzazione in Europa si trovi in situazione di svantaggio a motivo della lingua che parla. Contesto La consultazione pubblica della Commissione sulla protezione degli investimenti e sull'isds ai fini della TTIP illustra come l'approccio negoziale proposto dalla Commissione abbia attinto agli insegnamenti tratti dagli accordi attualmente in vigore in tema di investimenti e come funziona l'attuale sistema di arbitraggio dell'isds. L'approccio proposto dall'ue tenta di dare soluzione alle criticità e alle carenze che sono emerse in primo piano nelle discussioni pubbliche sulla protezione degli investimenti e sull'isds. La C o m m i s s i o n e i n t e n d e sviluppare un approccio nuovo e innovativo per affrontare queste problematiche facendo leva su due serie di azioni: 1. Chiarire e migliorare le regole a protezione degli investimenti in modo da assicurare che il diritto a legiferare non subisca pregiudizio. 2. Creare un sistema di ISDS moderno, trasparente ed efficace basato sui seguenti aspetti: prevenire il rischio di abuso del sistema rendere il sistema di arbitraggio più trasparente prevenire i conflitti d'interesse o la tendenziosità per quanto concerne gli arbitratori assicurare una coerenza e un controllo migliori tenere sotto controllo l'accordo chiarire che gli ISDS si applicheranno soltanto alle violazioni delle disposizioni a tutela degli investimenti e a nessun altra parte della TTIP. Questi miglioramenti chiariranno e miglioreranno il rapporto tra la protezione degli investitori e il diritto degli Stati a legiferare. Con questi elementi di politica pubblica le disposizioni proposte nell'ambito della TTIP in materia di investimenti e di ISDS porranno rimedio alle carenze che si manifestano negli attuali accordi in tema di investimenti. [Fonte: Commissione Europea] pag. 33

34 La Grecia e l'ue: dall'austerità economica alla crescita sociale dall Unione Europea È possibile per la Grecia superare sia la crisi che le sue severe conseguenze sociali? Il 20 marzo 2014 si è svolto ad Atene u n c o n v e g n o e u r o p e o (Dall'austerità alla crescita e alla ripresa economica), organizzato dal Comitato economico e sociale europeo (CESE) 1, che ha riunito rappresentanti delle istituzioni UE, autorità greche, società civile e media. Dal convegno sono emerse conclusioni chiare: c'è un forte bisogno di solidarietà, coesione, legittimità e democrazia a livello europeo. Se l'unione vuole procedere verso la ripresa e la crescita sostenibile, dovrà investire in un'europa più unita e più forte. Rafforzamento della legittimità Se vogliamo rafforzare la l e g i t t i mi t à p o l i t ic a e l a respo nsabilità demo cr atica dell'unione, dobbiamo spostare l'accento verso la creazione e il ripristino della fiducia tra politici e cittadini, tra il livello nazionale e quello europeo, nonché tra i livelli economico, sociale e politico. "L'UE deve sviluppare un nuovo programma europeo d'azione sociale che si prefigga obiettivi chiari e concreti ed esplori la possibilità che in ogni singolo paese venga sancito il diritto dei cittadini europei ad un reddito minimo garantito", ha affermato Luca Jahier, presidente del gruppo Attività diverse del CESE. Jahier ha inoltre sostenuto l idea di stabilire che la Troika debba rendere conto delle proprie azioni al Parlamento europeo e di attribuire alla Commissione la responsabilità di valutare l impatto socioeconomico del programma di austerità. Stimolare la crescita I partecipanti hanno concordato che gli obiettivi immediati dell'europa dovrebbero essere la creazione di posti di lavoro, il sostegno all'economia, l'aumento della competitività e l'alleviamento della povertà. Hanno accolto con favore la proposta dell'ue di offrire alle PMI un finanziamento alternativo grazie a un'apposita iniziativa cofinanziata dai fondi strutturali, e hanno raccomandato di ricapitalizzare il Fondo europeo per gli investimenti in modo che possa fornire alle PMI capitale di sviluppo. Promuovere l'innovazione O c c o r r e i n v e s t i r e n e l l a reindustrializzazione dell'europa, nell'innovazione e nella ricerca e sviluppo, come anche nei settori più efficienti, che, nel caso della Grecia, sono il turismo, l'energia solare e il trasporto marittimo. I partecipanti al convegno hanno inoltre concluso che il sostegno alle imprese sociali e all'economia verde dovrebbe essere integrato in tutte le politiche dell'ue, mentre a livello europeo e nazionale dovrebbero essere attuate strategie efficaci e coordinate. "La Grecia, grazie ai sacrifici dei suoi cittadini, sta ottenendo risultati straordinari in materia di ripresa. Ora che abbiamo raggiunto una situazione di avanzo primario, è il momento di rafforzare la coesione sociale, sostenere le categorie sociali divenute vulnerabili e rilanciare la crescita economica. La verità è che alcune categorie sociali greche hanno subito una perdita di reddito del 25 %, e che un altro grave problema è rappresentato dalla disoccupazione giovanile. Per superare la crisi economica e sociale, la Grecia deve promuovere g l i i n v e s t i m e n t i e l'imprenditorialità", ha sintetizzato Evangelos Venizelos, vice primo ministro e ministro degli Affari esteri della Repubblica ellenica. 1 Oltre che un'istituzione dell'ue, il CESE è il "ponte" tra i responsabili politici europei e la società civile organizzata. [Fonte: CESE] pag. 34

35 Gare d appalto internazionali Gare di appalto internazionali In q uesta nuo va sezio ne pubblichiamo le gare d appalto internazionali segnalateci dalle rappresentanze commerciali italiane all estero. NUOVE GARE FORNITURA T I T O L O : Prodotti per la pulizia PAESI GARA: BELGIO DESCRIZIONE, SPECIFICHE TECNICHE E NOTE: Prodotti per la pulizia, disinfettanti PROCEDURA: Procedura aperta CAPITOLATO DISPONIBILE PRESSO: Ente appaltante COSTO CAPITOLATO: - SCADENZA ACQUISTO CAPITOLATO: - DATA LIMITE MANIFESTAZIONE INTERESSE: - DATA SCADENZA PRESENTAZIONE OFFERTE: 07/05/2014 TITOLO: Railways fleet renewal project PAESI GARA: Macedonia DESCRIZIONE, SPECIFICHE TECNICHE E NOTE: Design, manufacture, g e n e r a l o v e r h a u l, modification, modernization, testing, inspection, delivery and provision of associated services in respect of: 2 No. Existing Single Phase 25 kv, 50 Hz Electric Locomotives Series 441; and 1 No. Existing Single Phase 25 kv, 50 Hz Electric Locomotives Series 461. PROCEDURA: Procedura aperta CAPITOLATO DISPONIBILE PRESSO: Macedonian Railways Transport JSC Skopje COSTO CAPITOLATO: 250,00 euro SCADENZA ACQUISTO CAPITOLATO: - DATA LIMITE MANIFESTAZIONE INTERESSE: - DATA SCADENZA PRESENTAZIONE OFFERTE: 28/04/2014 TITOLO: Acquisition de deux motopompes remorquables diesel de 120m3/h chacune pour les besoins du service sécurité PAESI GARA: TUNISIA PROCEDURA: Procedura aperta CAPITOLATO DISPONIBILE PRESSO: Ente appaltante COSTO CAPITOLATO: 23 Euro SCADENZA ACQUISTO CAPITOLATO: - DATA LIMITE MANIFESTAZIONE INTERESSE: - D A T A S C A D E N Z A PRESENTAZIONE OFFERTE: 23/04/2014 TITOLO: Fornitura di poltrone per la corte di giustizia dell unione europea PAESI GARA: LUSSEMBURGO DESCRIZIONE, SPECIFICHE TECNICHE E NOTE: Fornitura di poltrone per la corte di giustizia dell unione europea PROCEDURA: Procedura aperta CAPITOLATO DISPONIBILE PRESSO: Ente appaltante COSTO CAPITOLATO: chiedere a ente appaltante SCADENZA ACQUISTO CAPITOLATO: - DATA LIMITE MANIFESTAZIONE INTERESSE: - DATA SCADENZA PRESENTAZIONE OFFERTE: 07/05/2014 P e r ma g g i o r i d e t t a g l i e informazioni contattare la pag. 35

36 In breve dall Italia Importante novità dal 1 aprile 2014: diventa obbligatoria la nuova modulistica informatica 6.7 per il deposito di domande e denunce al Registro delle Imprese e al REA (già in vigore dal 1 febbraio 2014) e per le pratiche di Comunicazione Unica e di deposito bilanci, sarà obbligatorio Nuova modulistica Registro Imprese Importante novità dal 1 aprile 2014: diventa obbligatoria la nuova modulistica informatica 6.7 utilizzare i programmi informatici che avranno recepito le nuove specifiche tecniche. Sarà possibile gestire i reinvii di eventuali pratiche sospese presentate con la vecchia modulistica, fino al 10 aprile. Per scaricare la versione aggiornata del software FedraPlus con le novità introdotte nell'ultima release in seguito all'entrata in vigore della nuova modulistica, consultare la pagina dedicata (https:// webtelemaco.infocamere.it/newt/ r o o t d a t a / s w f e d r a p l u s 6 / FedraPlus_99newdloadsft_fd_6.ht m). [Fonte: Camera di Commercio di Varese] pag. 36

37 In breve dall Italia Da inizio 2012 si susseguono crescite e contrazioni congiunturali del valore delle esportazioni lombarde, con una tendenza di fondo degli ultimi sei trimestri molto vicina alla variazione nulla. La stagnazione del commercio mondiale, iniziata a fine 2012, e le difficoltà persistenti nelle economie della zona euro i m p e d i s c o n o u n u l t e r i o r e espansione del valore dell export, che si assesta a 27,8 miliardi di Euro, con una variazione tendenziale ancora positiva ma contenuta (+0,2%). I volumi esportati mostrano un andamento più irregolare e registrano un sensibile incremento tendenziale (+3,3%), dopo il segno negativo dello scorso trimestre. Andamento delle esportazioni in Lombardia - 4 trimestre 2013 Analisi per classificazione merceologica Co nsider ando la str uttura dell export lombardo secondo la classificazione merceologica dei prodotti ATECO si nota la preponderanza dell industria manifatturiera, che esporta merci per un valore di 27 miliardi di Euro pari al 97,6% del valore totale dell export lombardo. La quota restante riguarda principalmente i prodotti delle attività di trattamento d ei r ifiuti e risanamento (0,6%), i prodotti della attività dei servizi di informazione e comunicazione (0,5%), i prodotti dell agricoltura, silvicoltura e pesca (0,3%), i prodotti dell'estrazione di minerali da cave e miniere (0,2%), i prodotti delle attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento (0,1%) e merci varie quali: provviste di bordo, merci respinte, merci nazionali di ritorno (0,7%). La meccanica conserva il primato n e l l a m b i t o d e l l e x p o r t m a n i f a t t u r i e r o l o m b a r d o, producendo quasi la metà delle merci destinate all estero (45%), suddivise in macchine e apparecchi non classificabili altrove2 (22% dell export manifatturiero totale, pari a 5,9 miliardi di Euro), metalli di base e prodotti in metallo (17%, pari a 4,5 miliardi di Euro) e mezzi di trasporto (7%, pari a 1,9 miliardi di Euro). Quote intorno al 10% sono detenute anche da computer, apparecchi elettrici, elettronici e ottici (12%; 3,3 miliardi di Euro), prodotti tessili, abbigliamento, pelli e accessori (10%; 2,8 miliardi) e sostanze e prodotti chimici (10%; 2,7 miliardi). Seguono con il 5% gomma e materie plastiche (1,5 miliardi) e articoli farmaceutici (1,2 miliardi). Il residuo 12% (3,2 miliardi di Euro) risulta frammentato tra altri prodotti quali: prodotti alimentari, prodotti in legno, carta e stampa, coke e prodotti petroliferi non raffinati e prodotti delle altre a t t i v i t à m a n i f a t t u r i e r e pag. 37

38 comprendenti mobili e altri prodotti. I m a g g i o r i c o n t r i b u t i all incr emento tend enziale registrato questo trimestre dal valore dei prodotti manifatturieri esportati dalla Lombardia, vengono dai buoni risultati degli articoli farmaceutici (+21,3%), prodotti tessili, pelli e accessori (+5,6%) e macchinari e apparecchi (+2,1%). Apportano un contributo negativo significativo: i metalli di base e prodotti in metallo (-6,5%), che mantiene il segno negativo già evidenziato nei trimestri precedenti e computer e apparecchi elettrici ed elettronici (-3,5%), già negativi da inizio Considerando l i n t e r o c r e s c e significativamente l export di articoli farmaceutici (+9,8%) e di prodotti tessili, pelli e accessori (+4,1%). In contrazione rimangono solo i metalli di base e prodotti in metallo (-4,9%) e i computer e apparecchi elettronici (-3,0%). Analisi per paese di destinazione L attenuarsi delle difficoltà di alcuni mercati europei influenza necessariamente la performance dell export lombardo, considerato che ben il 67% delle merci esportate è destinato a questi mercati. I flussi verso i paesi europei riacquistano il segno positivo, crescendo dello 0,3% in valore rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno. Sono i paesi UE a registrare un incremento delle esportazioni (+3,8%), mentre i paesi non UE presentano un ulteriore variazione negativa (- 11,4%). Anche le esportazioni verso l Asia presentano differenti andamenti considerando una ma g g i o r e d i s a g g r e g a z i o n e territoriale. Si trovano così i flussi verso i paesi dell estremo oriente in crescita (+9,7%), mentre quelli verso il Medio oriente (-12,3%) e l Asia centrale (-3,2%) registrano una contrazione. Le esportazioni verso il continente americano conseguono risultati opposti c o n s i d e r a n d o l A m e r i c a settentrionale, in crescita (+2,5%), o l America centro-meridionale (- 1,3%). Il flusso delle merci dirette in Africa registra una battuta d a r r e s t o, c o n l A f r i c a s e t t e n t r i o n a l e, p r i n c i p a l e destinazione delle merci lombarde, in contrazione (-6,0%) e gli altri paesi africani in crescita del +3,8%. Si trovano in area negativa anche i flussi verso l Oceania e altri territori, che perdono il 7,7%. Analisi per provincia La provincia di Milano, anche grazie all elevato numero di aziende sul proprio territorio, produce oltre un terzo delle esportazioni regionali (34%, pari a 9,5 miliardi di Euro), seguita dalle provincie di Brescia e Bergamo, con quote intorno al 12% (poco più di 3 miliardi di Euro a testa). Varese (9%) e Monza (8%) superano entrambe i 2 miliardi di export, mentre Mantova (5%), Como (5%) e Pavia (4%) superano il miliardo. Le altre province si posizionano nel seguente ordine: Lecco (3,5%; 980 milioni di Euro), Cremona (3,3%; 930 milioni di Euro), Lodi (2,4%; 670 milioni di Euro) e Sondrio (0,5%; 138 milioni di Euro). Nell ultimo trimestre dell anno si registrano incrementi a due cifre per le provincie di Pavia (+16,2%), Cremona (+11,9%) e Lecco (+10,1%). A questi risultati molto positivi si contrappongono i segni negativi registrati per Milano (- pag. 38

39 4,2%), Varese (-4,1%), Sondrio (- 2,8%), Lodi (-2,6%) e Mantova (- 2,4%). Complessivamente il 2013 si chiude con la conferma della crescita a due cifre dell export pavese (+11,4%) a cui si associano con incrementi sensibili le provincie di Lecco (+5,1%), Cremona (+3,8%), Brescia (+2,1%), Como (+2,0%) e Mantova (+1,3%). Chiudono il 2013 con una sensibile contrazione su base annua le provincie di Lodi (-6,3%), Sondrio (-3,2%), Milano (-2,5%) e Varese (-1,2%). Analizzando a livello territoriale il dettaglio delle esportazioni del settore manifatturiero per divisione di attività economica ATECO 2007 (vedi grafici delle pagine seguenti), si possono cogliere alcune specificità delle provincie lombarde. Oltre alla variazione tendenziale, ossia la variazione rilevata rispetto allo stesso trimestre dell anno precedente, la quota del settore e il valore esportato, nei grafici viene riportato il contributo che ogni divisione ATECO fornisce alla variazione complessiva del settore manifatturiero. Il contributo misura l apporto della variazione di una divisione ATECO alla variazione tendenziale complessiva del settore manifatturiero. Quest ultima corrisponde quindi alla somma algebrica dei contributi attribuibili a ciascuna delle divisioni che la compongono. Varese: l export di prodotti manifatturieri della provincia di Varese registra una contrazione del 4,2% nel quarto trimestre. Alle variazioni pesantemente negative dei settori articoli farmaceutici (- 37,8%), computer e apparecchi elettronici (-31,4%) e prodotti delle altre attività manifatturiere (- 23,7%), si associano le contrazioni di settori determinanti per l export provinciale, quali i mezzi di trasporto (-6,9%) e i macchinari e apparecchi meccanici (-3,9%). I maggiori contributi positivi per questo trimestre provengono da: articoli in gomma e materie plastiche (+14,2%), prodotti tessili e abbigliamento (+6,2%), sostanze e prodotti chimici (+5,9%) e legno e prodotti in legno (+12,1%). Como: le esportazioni della provincia risultano sostenute principalmente dai prodotti delle altre attività manifatturiere, in prevalenza mobili, (+22,6%) e da computer e apparecchi elettronici (+46,6%). All opposto, i maggiori contributi negativi provengono da metalli di base e prodotti in metallo (-15,7%), macchinari e apparecchi meccanici (-6,6%) e articoli in gomma (-3,9%). L effetto complessivo è un incremento delle esportazioni manifatturiere dell 1,2%. Sondrio: l andamento negativo delle esportazioni manifatturiere provinciali (-4,2%) risulta condizionato dalle contrazioni registrate dagli apparecchi elettrici ( - 7 9, 6 % ), d a g l i a r t i c o l i farmaceutici (-32,7%) e dai mezzi di trasporto (-36,5%). Le maggiori esportazioni di prodotti alimentari (+13,3%) e il balzo di quelle di computer e apparecchi elettronici (+49,1%) contribuiscono a ridurre il calo complessivo. Milano: la provincia del capoluogo registra una riduzione dell export manifatturiero (-2,3%) dovuta soprattutto al forte calo di metalli di base e prodotti in metallo (- 24,3%) e alla contrazione di pag. 39

Un valido sostegno per imprese che guardano oltre i confini. Associazione Italiana Commercio Estero

Un valido sostegno per imprese che guardano oltre i confini. Associazione Italiana Commercio Estero Un valido sostegno per imprese che guardano oltre i confini Associazione Italiana Commercio Estero Chi siamo A chi ci rivolgiamo I nostri obiettivi I servizi per i soci Chi siamo Aice da oltre 60 anni

Dettagli

Tajani in Vietnam, Myanmar e Tailandia con 100 imprenditori europei

Tajani in Vietnam, Myanmar e Tailandia con 100 imprenditori europei Tajani in Vietnam, Myanmar e Tailandia con 100 imprenditori europei Incontri con il Nobel Aung San Suu Kyi, il Presidente birmano, il Primo Ministro vietnamita e il Vice Premier tailandese e firma accordi

Dettagli

MISSIONE IMPRENDITORIALE IN KAZAKHSTAN

MISSIONE IMPRENDITORIALE IN KAZAKHSTAN Astana / Almaty, KAZAKHSTAN 09-12 NOVEMBRE 2014 MISSIONE IMPRENDITORIALE IN KAZAKHSTAN MADE IN ITALY Il Ministero degli Affari Esteri, il Ministero dello Sviluppo Economico, l'agenzia ICE e Confindustria,

Dettagli

Circolare N. 164 del 12 Dicembre 2014

Circolare N. 164 del 12 Dicembre 2014 Circolare N. 164 del 12 Dicembre 2014 Operatori che intrattengono rapporti con l estero - semplificazioni IVA in vista Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che il DLgs. di semplificazione

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

I dati economici italiani: ombre.

I dati economici italiani: ombre. I dati economici italiani: ombre. Nel 2014 la diminuzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano è pari allo 0,3% in termini reali. L Italia soffre più degli altri paesi Europei e la ripresa sarà molto

Dettagli

Imprendo Export il tuo business senza confini

Imprendo Export il tuo business senza confini Imprendo Export il tuo business senza confini Conto corrente, ricerca controparti, lettere di referenza, Desk Internazionali e tanti altri servizi innovativi per rendere l estero facile e accessibile.

Dettagli

P R O M O S. Il tuo partner per l internazionalizzazione. 4 Marzo 2015. Internazionalizzazione e marketing territoriale

P R O M O S. Il tuo partner per l internazionalizzazione. 4 Marzo 2015. Internazionalizzazione e marketing territoriale Internazionalizzazione e marketing territoriale P R O M O S CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA MILANO Il tuo partner per l internazionalizzazione Dal 1786 l istituzione al servizio

Dettagli

Reti d impresa: opportunità e prime esperienze nel settore turistico

Reti d impresa: opportunità e prime esperienze nel settore turistico Reti d impresa: opportunità e prime esperienze nel settore turistico Udine, 10 ottobre 2013 Sommario Introduzione alle Reti di Impresa Prime esperienze nel settore turistico-alberghiero L approccio alle

Dettagli

Le news settimanali del Consorzio Camerale

Le news settimanali del Consorzio Camerale Le news settimanali del Consorzio Camerale SOMMARIO News Ministero dell Economia e delle Finanze: al via la piattaforma per la certificazione dei crediti verso le P.A. Ministero dello Sviluppo Economico:

Dettagli

20 MLN I GRANDI EVENTI COME ACCELERATORI DI BUSINESS RESTO DEL ITALIA. Produttori. Investitori MONDO. Compratori. Compratori Fornitori.

20 MLN I GRANDI EVENTI COME ACCELERATORI DI BUSINESS RESTO DEL ITALIA. Produttori. Investitori MONDO. Compratori. Compratori Fornitori. PADIGLIONE ITALIA I GRANDI EVENTI COME ACCELERATORI DI BUSINESS 145 PAESI 3 ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI 13 ORGANIZZAZIONI NON GOVERNATIVE 23 PARTNER 20 MLN VISITATORI ITALIA RESTO DEL Produttori Compratori

Dettagli

Il tuo partner innovativo per l estero

Il tuo partner innovativo per l estero Il tuo partner innovativo per l estero Chi siamo Export Trade Solutions Srl è una società di consulenza che opera in ambito nazionale ed internazionale assistendo le aziende nella loro fase di inserimento

Dettagli

La copertura dei rischi nelle imprese: strumenti finanziari e assicurativi

La copertura dei rischi nelle imprese: strumenti finanziari e assicurativi La copertura dei rischi nelle imprese: strumenti finanziari e assicurativi Genova 8 novembre 2012 Pier Giorgio Saladini Dirigente Servizi alle Imprese Banca Carige S.p.A. Agenda I principali rischi connessi

Dettagli

VISTI CONSIDERATO CHE

VISTI CONSIDERATO CHE ACCORDO QUADRO SUI CRITERI PER L ACCESSO AGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI IN DEROGA IN LOMBARDIA - SECONDO TRIMESTRE 2014 TRA LA REGIONE LOMBARDIA E LE PARTI SOCIALI LOMBARDE presenti altresì: Italia Lavoro

Dettagli

Progetto il Ponte srl si occupa di progettazione e sviluppo di progetti per l internazionalizzazione delle aziende

Progetto il Ponte srl si occupa di progettazione e sviluppo di progetti per l internazionalizzazione delle aziende Company Profile Progetto il Ponte srl si occupa di progettazione e sviluppo di progetti per l internazionalizzazione delle aziende Assistenza alle aziende italiane nel pianificare e attuare un percorso

Dettagli

1. Voucher per misure di accompagnamento all innovazione (a valere su ADP)

1. Voucher per misure di accompagnamento all innovazione (a valere su ADP) PROPOSTE PROGETTUALI BILANCIO CAMERALE 2013 Considerato il costante diminuire delle risorse pubbliche e di conseguenza dei contributi per le imprese, abbiamo ritenuto opportuno segnalare qui di seguito

Dettagli

L assemblea degli azionisti: timing degli adempimenti e procedure. Milano, 14 gennaio 2014

L assemblea degli azionisti: timing degli adempimenti e procedure. Milano, 14 gennaio 2014 L assemblea degli azionisti: timing degli adempimenti e procedure Milano, 14 gennaio 2014 Un workshop operativo per preparare le assemblee 2014 Academy Gli strumenti della formazione Metodologia didattica

Dettagli

AUDIZIONE SENATO DELLA REPUBBLICA 10 a COMMISSIONE INDUSTRIA COMMERCIO E TURISMO

AUDIZIONE SENATO DELLA REPUBBLICA 10 a COMMISSIONE INDUSTRIA COMMERCIO E TURISMO AUDIZIONE SENATO DELLA REPUBBLICA 10 a COMMISSIONE INDUSTRIA COMMERCIO E TURISMO Schema di decreto legislativo recante attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell'uso per l'energia da fonti

Dettagli

APULIA ATTRACTION. Seconda Edizione

APULIA ATTRACTION. Seconda Edizione APULIA ATTRACTION Seconda Edizione AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI N.15 MANAGER/IMPRENDITORI DI ORIGINE PUGLIESE E RESIDENTI ALL ESTERO PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGETTO DI INFORMAZIONE, PROMOZIONE

Dettagli

VOUCHER PER LA PROMOZIONE DELL INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PMI DELLA PROVINCIA DI UDINE

VOUCHER PER LA PROMOZIONE DELL INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PMI DELLA PROVINCIA DI UDINE VOUCHER PER LA PROMOZIONE DELL INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PMI DELLA PROVINCIA DI UDINE (Approvato dalla Giunta della Camera di Commercio di Udine con deliberazione n. 198 del 30/11/2012) Art. 1 - FINALITÀ

Dettagli

HAI UNA PICCOLA IMPRESA? INSIEME A NOI PUOI FARLA CRESCERE!

HAI UNA PICCOLA IMPRESA? INSIEME A NOI PUOI FARLA CRESCERE! HAI UNA PICCOLA IMPRESA? INSIEME A NOI PUOI FARLA CRESCERE! 2014 FORMAPER SVILUPPO DELL IMPRENDITORIALITÀ Formaper è un azienda speciale della Camera di Commercio di Milano nata nel 1987 con la missione

Dettagli

STRATEGIE DI APPROCCIO AL MERCATO CINESE CON:

STRATEGIE DI APPROCCIO AL MERCATO CINESE CON: CHI SIAMO Nessun altro Paese al mondo rappresenta oggi una combinazione di fattori produttivi altrettanto favorevoli e prospettive commerciali cosi importanti come la Cina. Nell area della globalizzazione,

Dettagli

Iniziativa Gruppo Poste Italiane Agenzia ICE Marketplace ItalyDock. Andrea Venturato Responsabile Prevendita Postecom Gruppo Poste Italiane

Iniziativa Gruppo Poste Italiane Agenzia ICE Marketplace ItalyDock. Andrea Venturato Responsabile Prevendita Postecom Gruppo Poste Italiane Iniziativa Gruppo Poste Italiane Agenzia ICE Marketplace ItalyDock Andrea Venturato Responsabile Prevendita Postecom Gruppo Poste Italiane Napoli, 24/09/2014 2 ICE e MPMI: associazioni coinvolte nel progetto

Dettagli

MISSIONE ECONOMICA VENETA IN ALBANIA Tirana, 18-20 novembre 2015

MISSIONE ECONOMICA VENETA IN ALBANIA Tirana, 18-20 novembre 2015 Prot. 3796 Tot. pag. 6 Venezia, 7 settembre 2015 MISSIONE ECONOMICA VENETA IN ALBANIA Tirana, 18-20 novembre 2015 L iniziativa., in collaborazione con Padova Promex, CCIAA di Treviso, CCIAA di Verona e

Dettagli

Le news settimanali del Consorzio Camerale

Le news settimanali del Consorzio Camerale N.15 Anno I Nuova Edizione Le news del Consorzio Camerale Le news settimanali del Consorzio Camerale SOMMARIO News Commissione europea: proroga per orientamenti in materia di aiuti di Stato Pagamenti PA:

Dettagli

Congresso Esportare di più si può, si deve

Congresso Esportare di più si può, si deve ICE AGENZIA PER LA PROMOZIONE ALL ESTERO E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE ITALIANE Congresso Esportare di più si può, si deve Lecce, 16 ottobre 2014 Giovanni Sacchi Direttore Ufficio di coordinamento

Dettagli

INTERVENTI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE PROGRAMMA ATTIVITÀ 2012

INTERVENTI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE PROGRAMMA ATTIVITÀ 2012 INTERVENTI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE PROGRAMMA ATTIVITÀ 2012 Area Commercio e Promozione Estero Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Treviso www.tv.camcom.it promozione@tv.camcom.it

Dettagli

www.ice.gov.it Fiera di Maputo, 26 agosto 1 settembre 2013 Maputo, MOZAMBICO 26.08.2013-01.09.2013 PERCHE' PARTECIPARE

www.ice.gov.it Fiera di Maputo, 26 agosto 1 settembre 2013 Maputo, MOZAMBICO 26.08.2013-01.09.2013 PERCHE' PARTECIPARE Fiera di Maputo, 26 agosto 1 settembre 2013 Spazio Italia e Missione di imprenditori 26.08.2013-01.09.2013 Dal 26 agosto al 1 settembre 2013, a Maputo in Mozambico si terrà la 49 edizione della FACIM -

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico. Il Ministro dell Economia e delle Finanze. di concerto con

Il Ministro dello Sviluppo Economico. Il Ministro dell Economia e delle Finanze. di concerto con Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con Il Ministro dell Economia e delle Finanze Visto l articolo 252-bis del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, come sostituito dall articolo 4, comma

Dettagli

PMI. ed INTERNAZIONALIZZAZIONE: SFIDA. sempre possibile. una

PMI. ed INTERNAZIONALIZZAZIONE: SFIDA. sempre possibile. una PMI ed INTERNAZIONALIZZAZIONE: una SFIDA sempre possibile PMI ed INTERNAZIONALIZZAZIONE: una sempre possibile SFIDA Dopo il successo della prima edizione, CNA Servizio Estero propone ESTER 2011, un nuovo

Dettagli

La gestione del credito che crea risorse

La gestione del credito che crea risorse La gestione del credito che crea risorse Credit Evolution. Il vostro partner di fiducia per la gestione del credito. Credit Evolution è il tuo nuovo partner per la gestione in outsourcing dei processi

Dettagli

Lettera di adesione all iniziativa Sportelli in Rete. considerato che

Lettera di adesione all iniziativa Sportelli in Rete. considerato che Lettera di adesione all iniziativa Sportelli in Rete considerato che - il Ministero dell Economia e delle Finanze, con il D.M. 24 febbraio 2000 e con il successivo D.M. 2 maggio 2001, ha deliberato di

Dettagli

INTERNATIONAL MARKETING MANAGEMENT Organizzazione e gestione dell attività sui mercati esteri

INTERNATIONAL MARKETING MANAGEMENT Organizzazione e gestione dell attività sui mercati esteri INTERNATIONAL MARKETING MANAGEMENT Organizzazione e gestione dell attività sui mercati esteri OBIETTIVI Il corso mira a far comprendere le ragioni che stanno alla base dell orientamento aziendale verso

Dettagli

Accordo di partnership professionale

Accordo di partnership professionale Accordo di partnership professionale Tra la Synthesis Consulting srl, con sede in Viale Trieste, 82 93017 San Cataldo (CL) tel. 0934/572444, nella persona del suo amministratore Dr. Giuseppe Lipani; e

Dettagli

Legge regionale 19 febbraio 2014 - n. 11 Impresa Lombardia: per la libertà di impresa, il lavoro e la competitività.

Legge regionale 19 febbraio 2014 - n. 11 Impresa Lombardia: per la libertà di impresa, il lavoro e la competitività. Legge regionale 19 febbraio 2014 - n. 11 Impresa Lombardia: per la libertà di impresa, il lavoro e la competitività. Principali novità: Riferimento alla normativa europea e regionale in particolare a "Una

Dettagli

ARCHIVIO VIES ISCRIZIONE NELLA BANCA DATI VIES

ARCHIVIO VIES ISCRIZIONE NELLA BANCA DATI VIES ARCHIVIO VIES L art. 22 del D.Lgs. 21 novembre 2014, n. 175 (cd. Decreto Semplificazioni fiscali ) ha introdotto importanti novità in merito alle regole riguardanti l inclusione e l esclusione dalla banca

Dettagli

Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A. Manuale di Registrazione per la Piattaforma Informatica www.investinroma.it

Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A. Manuale di Registrazione per la Piattaforma Informatica www.investinroma.it Agenzia per l internazionalizzazione S.C.p.A. Manuale di Registrazione per la Piattaforma Informatica www.investinroma.it Perchè la Piattaforma L'iscrizione alla Piattaforma dell'agenzia è gratuita. Ti

Dettagli

Cosa può fare FederlegnoArredo PER LA MIA AZIENDA?

Cosa può fare FederlegnoArredo PER LA MIA AZIENDA? Cosa può fare FederlegnoArredo PER LA MIA AZIENDA? 1 CONOSCERE IL MERCATO ITALIA L Italia ha più opportunità di quello che sembra NOI LE INTERCETTIAMO IN ANTICIPO Conoscere il comparto in cui si opera.

Dettagli

P R O M O S BANDO PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE MILANESI. 5 Maggio 2015. Internazionalizzazione e marketing territoriale

P R O M O S BANDO PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE MILANESI. 5 Maggio 2015. Internazionalizzazione e marketing territoriale Internazionalizzazione e marketing territoriale CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA MILANO P R O M O S DELLE IMPRESE MILANESI Dal 1786 l istituzione al servizio del sistema produttivo

Dettagli

CIRCOLARE n. 14 del 31/07/2014 FATTURA ELETTRONICA NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

CIRCOLARE n. 14 del 31/07/2014 FATTURA ELETTRONICA NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE CIRCOLARE n. 14 del 31/07/2014 FATTURA ELETTRONICA NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 1. SOGGETTI INTERESSATI 1.1 Fornitori della pubblica amministrazione 1.2 Pubbliche amministrazioni interessate

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Promos. Servizi e strumenti per l internazionalizzazione delle imprese. 19 Giugno 2013. Internazionalizzazione e marketing territoriale

Promos. Servizi e strumenti per l internazionalizzazione delle imprese. 19 Giugno 2013. Internazionalizzazione e marketing territoriale Internazionalizzazione e marketing territoriale Promos CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA MILANO Dal 1786 l istituzione al servizio del sistema produttivo di Milano. Servizi e strumenti

Dettagli

2012/27/UE INTEGRARE EFFICIENZA ENERGETICA E CRESCITA

2012/27/UE INTEGRARE EFFICIENZA ENERGETICA E CRESCITA Le proposte degli Amici della Terra Italia sul recepimento della Direttiva 2012/27/UE INTEGRARE EFFICIENZA ENERGETICA E CRESCITA Un nuovo obiettivo di riduzione dell intensità energetica per coniugare

Dettagli

DARE VALORE ALLE IMPRESE

DARE VALORE ALLE IMPRESE DARE VALORE ALLE IMPRESE Estero, crescita, nuova imprenditoria Accordo Intesa Sanpaolo - Confindustria Piccola Industria indice 2 UN IMPEGNO COMUNE PER LA CRESCITA 3 I PUNTI CHIAVE DEL NUOVO ACCORDO 4

Dettagli

Programma 2013 della Rete Estera Camerale per la promozione all estero. Fondo InterCamerale d Intervento di Unioncamere

Programma 2013 della Rete Estera Camerale per la promozione all estero. Fondo InterCamerale d Intervento di Unioncamere Programma 2013 della Rete Estera Camerale per la promozione all estero Fondo InterCamerale d Intervento di Unioncamere Linea progettuale: World Pass collaborazione con la rete degli sportelli di informazione

Dettagli

PROGETTO TEMPORARY EXPORT MANAGER Supporto alle imprese per il commercio con l estero AVVISO PUBBLICO

PROGETTO TEMPORARY EXPORT MANAGER Supporto alle imprese per il commercio con l estero AVVISO PUBBLICO PROGETTO TEMPORARY EXPORT MANAGER Supporto alle imprese per il commercio con l estero AVVISO PUBBLICO Art. 1 - DESCRIZIONE E FINALITA DELL INIZIATIVA La Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura

Dettagli

LOMBARDIAPOINT: I SERVIZI DI INFORMAZIONE DELLA CAMERA DI COMMERCIO A SUPPORTO DELL INTERNAZIONALIZZAZIONE

LOMBARDIAPOINT: I SERVIZI DI INFORMAZIONE DELLA CAMERA DI COMMERCIO A SUPPORTO DELL INTERNAZIONALIZZAZIONE LOMBARDIAPOINT: I SERVIZI DI INFORMAZIONE DELLA CAMERA DI COMMERCIO A SUPPORTO DELL INTERNAZIONALIZZAZIONE In un contesto di crescente competizione internazionale, il Sistema Camerale Lombardo si è organizzato

Dettagli

Accordo di Programma MISE-Unioncamere 2012 BANDO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI/VOUCHER FINALIZZATI ALLA PROMOZIONE DELL E-COMMERCE

Accordo di Programma MISE-Unioncamere 2012 BANDO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI/VOUCHER FINALIZZATI ALLA PROMOZIONE DELL E-COMMERCE Accordo di Programma MISE-Unioncamere 2012 BANDO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI/VOUCHER FINALIZZATI ALLA PROMOZIONE DELL E-COMMERCE (approvato con deliberazione n. 18 del 10 aprile 2014) 1. PREMESSA

Dettagli

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza X-Pay Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza Agenda CartaSi e l e-commerce Chi è CartaSi CartaSi nel mercato Card Not Present I vantaggi I vantaggi offerti da X-Pay I vantaggi offerti da

Dettagli

L internazionalizzazione delle PMI nella programmazione regionale 2014-2020

L internazionalizzazione delle PMI nella programmazione regionale 2014-2020 I Fondi Europei per la competitività e l innovazione delle PMI campane: strategie e opportunità di finanziamento L internazionalizzazione delle PMI nella programmazione regionale 2014-2020 Dr. Ennio Parisi

Dettagli

I nostri orizzonti vanno al di là di ogni schermo

I nostri orizzonti vanno al di là di ogni schermo I nostri orizzonti vanno al di là di ogni schermo La rete regionale al servizio dell internazionalizzazione LombardiaPoint (Punti Operativi per l Internazionalizzazione) è la rete degli sportelli regionali

Dettagli

SERVIZI FINANZIARI 1. Orientamento ai finanziamenti per l internazionalizzazione 2. Consulenza finanziaria Simest 3. Consulenza Assicurativa SACE

SERVIZI FINANZIARI 1. Orientamento ai finanziamenti per l internazionalizzazione 2. Consulenza finanziaria Simest 3. Consulenza Assicurativa SACE CARTA SERVIZI 1 INDICE SERVIZI COMMERCIALI 1. Dati sui mercati esteri 2. Ricerca operatori e partner produttivi e assistenza per l organizzazione di incontri commerciali 3. Supporto operativo 4. Informazioni

Dettagli

Il ruolo di Invitalia come Agenzia nazionale per l attrazione di IDE

Il ruolo di Invitalia come Agenzia nazionale per l attrazione di IDE Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Il ruolo di Invitalia come Agenzia nazionale per l attrazione di IDE Giuseppe Arcucci Torino, 24 Febbraio 2011 Il quadro

Dettagli

ACCORDO VOLONTARIO SETTORIALE PER LA RIDUZIONE DELLE INEFFICIENZE ENERGETICHE TRAMITE LE E.S.C.O.

ACCORDO VOLONTARIO SETTORIALE PER LA RIDUZIONE DELLE INEFFICIENZE ENERGETICHE TRAMITE LE E.S.C.O. ACCORDO VOLONTARIO SETTORIALE PER LA RIDUZIONE DELLE INEFFICIENZE ENERGETICHE TRAMITE LE E.S.C.O. Accordo Volontario settoriale per la realizzazione di interventi per la riduzione delle inefficienze energetiche

Dettagli

Reggio Emilia, 15 Aprile 2013 Ore 15:00

Reggio Emilia, 15 Aprile 2013 Ore 15:00 Reggio Emilia, 15 Aprile 2013 Ore 15:00 A cura del Dott. Tommaso Ciritella Intesa San Paolo Camera di Commercio di Reggio Emilia Reti d impresa La nuova dimensione delle Imprese che vogliono crescere.

Dettagli

WORKSHOP 08/10/2013 - RETI E INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE

WORKSHOP 08/10/2013 - RETI E INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE WORKSHOP 08/10/2013 - RETI E INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE Intervento Gli obiettivi e i programmi di Regione Lombardia verso il sistema delle PMI e delle Reti in particolare Contesto Dott.ssa Olivia

Dettagli

Agevolazioni. Informativa agevolazioni del 25 gennaio 2013 BANDI NAZIONALI E REGIONALI NAZIONALI ABRUZZO

Agevolazioni. Informativa agevolazioni del 25 gennaio 2013 BANDI NAZIONALI E REGIONALI NAZIONALI ABRUZZO Informativa agevolazioni del 25 gennaio 2013 Agevolazioni NAZIONALI ABRUZZO BANDI NAZIONALI E REGIONALI Bando per l internazionalizzazione, dal 25 ottobre 2012 è diventato operativo il Fondo Startup, nuovo

Dettagli

Prodotti tipici classificati negli elenchi D.L. n. 173/1998 e D.MIPAF n. 350/1999.

Prodotti tipici classificati negli elenchi D.L. n. 173/1998 e D.MIPAF n. 350/1999. Bando per la partecipazione delle imprese agricole al Progetto Vetrina Toscana Internazionale. Filiera agroalimentare per favorire l export delle imprese Metropoli, Azienda Speciale della CCIAA di Firenze,

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE IL BUDGET E LA RENDICONTAZIONE DEI PROGETTI EUROPEI: PRINCIPI E STRUMENTI PRATICI

CORSO DI FORMAZIONE IL BUDGET E LA RENDICONTAZIONE DEI PROGETTI EUROPEI: PRINCIPI E STRUMENTI PRATICI 1 CORSO DI FORMAZIONE IL BUDGET E LA RENDICONTAZIONE DEI PROGETTI EUROPEI: PRINCIPI E STRUMENTI PRATICI Questo corso è interamente dedicato alla parte strettamente finanziaria dei progetti europei ed ha

Dettagli

CONVENZIONE CON ISTITUTI DI CREDITO

CONVENZIONE CON ISTITUTI DI CREDITO ALLEGATO B CONVENZIONE CON ISTITUTI DI CREDITO Convenzione GRUPPO D ACQUISTO FOTOVOLTAICO con istituti di credito (per la diffusione di impianti fotovoltaici incentivati in Conto Energia DM 19.02.2007)

Dettagli

UN SERVIZIO A MISURA D IMPRESA

UN SERVIZIO A MISURA D IMPRESA UN SERVIZIO A MISURA D IMPRESA Nasce Trentino International, lo Sportello integrato per l internazionalizzazione. Uno strumento pensato per le aziende trentine che vogliono aprirsi ai mercati esteri con

Dettagli

Reagire alla crisi: Credito e Liquidità per Imprese e Famiglie 1 2 3 4 5 7 8 9 LE TUE DOMANDE, LE NOSTRE RISPOSTE

Reagire alla crisi: Credito e Liquidità per Imprese e Famiglie 1 2 3 4 5 7 8 9 LE TUE DOMANDE, LE NOSTRE RISPOSTE Reagire alla crisi: 610 Credito e Liquidità per Imprese e Famiglie 1 2 3 4 5 7 8 9 LE TUE DOMANDE, LE NOSTRE RISPOSTE 10 Reagire alla crisi Se sei un imprenditore e hai bisogno di nuovi finanziamenti o

Dettagli

Lo Sportello per l Internazionalizzazione di Piacenza

Lo Sportello per l Internazionalizzazione di Piacenza Lo Sportello per l Internazionalizzazione di Piacenza Nel 2005, con la sottoscrizione di un accordo di collaborazione operativa, la Regione Emilia Romagna e Unioncamere Emilia Romagna si sono impegnati

Dettagli

MANUALE OPERATIVO PRATICA. InfoCamere Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni. versione 02

MANUALE OPERATIVO PRATICA. InfoCamere Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni. versione 02 InfoCamere Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE MANUALE OPERATIVO FUNZIONI DI PRATICA versione 02 ottobre 2011 COMPILAZIONE

Dettagli

La questione del miglioramento dell efficienza energetica negli. usi finali in Italia: le aziende scoprono le ESCo * * *

La questione del miglioramento dell efficienza energetica negli. usi finali in Italia: le aziende scoprono le ESCo * * * La questione del miglioramento dell efficienza energetica negli usi finali in Italia: le aziende scoprono le ESCo * * * Il presente breve contributo intende dare conto di un interessante fenomeno economico/industriale,

Dettagli

In Primo Piano Consultazione sull'efficacia del Supporto all'innovazione in Europa. N 22 del 25 marzo 2009

In Primo Piano Consultazione sull'efficacia del Supporto all'innovazione in Europa. N 22 del 25 marzo 2009 N 22 del 25 marzo 2009 In primo piano News dall'europa Pubblicazioni Chi siamo Il Consorzio BRIDG conomies è membro della nuova rete della Commissione Europea "Enterprise Europe Network" per il supporto

Dettagli

Accordo di collaborazione tra ISTITUTO NAZIONALE PER IL COMMERCIO ESTERO e SANPAOLO BANCO DI NAPOLI SPA. Guida operativa

Accordo di collaborazione tra ISTITUTO NAZIONALE PER IL COMMERCIO ESTERO e SANPAOLO BANCO DI NAPOLI SPA. Guida operativa Accordo di collaborazione tra ISTITUTO NAZIONALE PER IL COMMERCIO ESTERO e SANPAOLO BANCO DI NAPOLI SPA Guida operativa 1 INDICE LA CARTA SERVIZI pag. 3 SERVIZI COMPRESI NELLA CARTA pag. 4 Servizi ICE

Dettagli

CABINA DI REGIA PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE. Roma, 18 luglio 2012 Ore 17:00 CONCLUSIONI

CABINA DI REGIA PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE. Roma, 18 luglio 2012 Ore 17:00 CONCLUSIONI CABINA DI REGIA PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE Roma, 18 luglio 2012 Ore 17:00 CONCLUSIONI La Cabina di Regia per l internazionalizzazione, nella sua prima riunione svoltasi il 18 luglio 2012 al Ministero

Dettagli

Benvenuto nel mondo di vantaggi dedicato ai clienti Optima.

Benvenuto nel mondo di vantaggi dedicato ai clienti Optima. Benvenuto nel mondo di vantaggi dedicato ai clienti Optima. indice 3 chi siamo 4 i servizi 5 un azienda customer centric 6 Optiquadro energia 7 Optiquadro elettricità 8 Optiquadro gas 9 Optivoce 10 Optiweb

Dettagli

Più risultati. Minori difficoltà. Servizi Conergy: tutto è più semplice!

Più risultati. Minori difficoltà. Servizi Conergy: tutto è più semplice! Più risultati. Minori difficoltà. Servizi Conergy: tutto è più semplice! Con oltre 20 anni di esperienza nel mondo fotovoltaico, noi di Conergy conosciamo meglio di qualunque altra azienda produttrice

Dettagli

ITALAFRICA TRAIT D UNION TRA MERCATI: l economia africana presenta all Italia nuove potenzialità

ITALAFRICA TRAIT D UNION TRA MERCATI: l economia africana presenta all Italia nuove potenzialità ITALAFRICA TRAIT D UNION TRA MERCATI: l economia africana presenta all Italia nuove potenzialità Spett.le Azienda, Il seguente questionario ha lo scopo di ottenere informazioni utili per capire quali siano

Dettagli

CATALOGO SERVIZI CAMERA di COMMERCIO ITALIANA di Nizza, Sophia Antipolis, Costa Azzurra. sintesi dei principali servizi e modalità di erogazione

CATALOGO SERVIZI CAMERA di COMMERCIO ITALIANA di Nizza, Sophia Antipolis, Costa Azzurra. sintesi dei principali servizi e modalità di erogazione CATALOGO SERVIZI CAMERA di COMMERCIO ITALIANA di Nizza, Sophia Antipolis, Costa Azzurra sintesi dei principali servizi e 1 INTRODUZIONE CHE COSA E Il Catalogo Servizi della Camera di Commercio Italiana

Dettagli

Comune di Sirolo Provincia di Ancona

Comune di Sirolo Provincia di Ancona TEMPESTIVITÀ DEI PAGAMENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI MISURE ORGANIZZATIVE IN MERITO In attuazione dell articolo 9, D.L. 01.07.2009, n. 78, convertito con modificazioni dalla L. 03.08.2009, n. 102

Dettagli

COME AFFRONTARE IL NODO DEL RITARDO NEI PAGAMENTI

COME AFFRONTARE IL NODO DEL RITARDO NEI PAGAMENTI VII Panel Osservatorio Legislazione & Mercati SEMPLIFICAZIONE, FISCO, LIQUIDITA : TRE MOSSE PER UNA VERA CRESCITA 1 a sessione COME AFFRONTARE IL NODO DEL RITARDO NEI PAGAMENTI Villa Valmarana Morosini,

Dettagli

Voucher CooperAttive!

Voucher CooperAttive! bando Voucher CooperAttive! per l acquisto di servizi di assistenza destinati allo sviluppo delle società cooperative Sviluppo Aziendale Check-up Economico Finanziario Riorganizzazione Responsabilita Sociale

Dettagli

Internazionalizzazione e PMI: il ruolo della logistica nell esportazione del Made in Italy

Internazionalizzazione e PMI: il ruolo della logistica nell esportazione del Made in Italy Internazionalizzazione e PMI: il ruolo della logistica nell esportazione del Made in Italy Milano, 29 novembre 2013 David Doninotti Aice Associazione Italiana Commercio estero 1 Aice Un valido sostegno

Dettagli

Tuttocamere.it - Newsletter n. 15 del 9 Settembre 2009. 1. Produttori di apparecchiature da illuminazione Nuovi adempimenti entro il 16 settembre 2009

Tuttocamere.it - Newsletter n. 15 del 9 Settembre 2009. 1. Produttori di apparecchiature da illuminazione Nuovi adempimenti entro il 16 settembre 2009 Tuttocamere.it - Newsletter n. 15 del 9 Settembre 2009 1. Produttori di apparecchiature da illuminazione Nuovi adempimenti entro il 16 settembre 2009 Le imprese che si sono iscritte al Registro dei Produttori

Dettagli

PROPOSTA DI MODIFICA DELLE REGOLE DEL MERCATO DEI TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA. Documento di consultazione 02/2015 1

PROPOSTA DI MODIFICA DELLE REGOLE DEL MERCATO DEI TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA. Documento di consultazione 02/2015 1 Documento di consultazione 02/2015 PROPOSTA DI MODIFICA DELLE REGOLE DEL MERCATO DEI TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA Documento di consultazione 02/2015 1 1. Introduzione Il meccanismo dei titoli di efficienza

Dettagli

DIREZIONE QUALITÀ. Le finalità, i modi, gli standard e le strutture per un servizio di qualità.

DIREZIONE QUALITÀ. Le finalità, i modi, gli standard e le strutture per un servizio di qualità. DIREZIONE QUALITÀ La carta servizi di Verona Innovazione Le finalità, i modi, gli standard e le strutture per un servizio di qualità. 1 Verona Innovazione 5 servizio nuova impresa 10 sportello comunica

Dettagli

Corso di formazione in Business Travel & Mobility Management

Corso di formazione in Business Travel & Mobility Management Corso di formazione in Business Travel & Mobility Management Travel for business Business Travel & Mobility Management: gestire le politiche di viaggio per contribuire al successo delle aziende. In un

Dettagli

Partecipazione veneta alla Fiera RENEWABLE ENERGY 2015 International Conference & Exhibition Tokyo, 29 31 luglio 2015

Partecipazione veneta alla Fiera RENEWABLE ENERGY 2015 International Conference & Exhibition Tokyo, 29 31 luglio 2015 Prot. 2384 Venezia, 20 maggio 2015 Tot. pag. 6 Alle DITTE INTERESSATE LORO SEDI Partecipazione veneta alla Fiera RENEWABLE ENERGY 2015 International Conference & Exhibition Tokyo, 29 31 luglio 2015 Veneto

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA CREDITO INCASSA B2B. ESTRATTO DA NEWSLETTER n. 2 LUGLIO 2015

REGIONE LOMBARDIA CREDITO INCASSA B2B. ESTRATTO DA NEWSLETTER n. 2 LUGLIO 2015 ESTRATTO DA NEWSLETTER n. 2 LUGLIO 2015 Pubblichiamo un estratto delle ultime notizie relative alle opportunità offerte da bandi e finanza agevolata. CHIARI SERVIZI Srl è a Vostra disposizione per fornire

Dettagli

P R O M O S. Ruolo, servizi ed attività di supporto all operatività internazionale delle imprese. Maria Pulsana Bisceglia

P R O M O S. Ruolo, servizi ed attività di supporto all operatività internazionale delle imprese. Maria Pulsana Bisceglia Internazionalizzazione e marketing territoriale P R O M O S CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA MILANO Dal 1786 l istituzione al servizio del sistema produttivo di Milano. Ruolo, servizi

Dettagli

ICT Consultant & Project Management

ICT Consultant & Project Management PROPOSTA DI COLLABORAZIONE GESTIONE SISTEMI INFORMATIVI COMUNE DI XXXXXXX Nome del Documento: PR01092014XXXXXXX V1.doc Versione: 2 Revisione: 1 Stato: FINALE Autore: Orazio Repetti Data Rilascio: Reggio

Dettagli

Benvenuto nel mondo di vantaggi dedicato ai Top Client Optima.

Benvenuto nel mondo di vantaggi dedicato ai Top Client Optima. Benvenuto nel mondo di vantaggi dedicato ai Top Client Optima. indice 3 chi siamo 4 i servizi 5 un azienda customer centric 6 Optiquadro energia 7 Optiquadro elettricità 8 Optiquadro gas 9 Optivoce 10

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA BANDA LARGA SUL TERRITORIO DELLA REGIONE IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGIONE

ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA BANDA LARGA SUL TERRITORIO DELLA REGIONE IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGIONE FORMAT ACCORDO MINISTERO DELLO REGIONE SVILUPPO ECONOMICO ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA BANDA LARGA SUL TERRITORIO DELLA REGIONE IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO E REGIONE VISTO l articolo

Dettagli

Prima Convention nazionale degli operatori di Front Office ForumPA 18 maggio 2010

Prima Convention nazionale degli operatori di Front Office ForumPA 18 maggio 2010 803.001 www.lineaamica.gov.it Prima Convention nazionale degli operatori di Front Office ForumPA 18 maggio 2010 1 LINEA AMICA: CONCEPT DEL SERVIZIO Linea Amica, attiva dal 29 gennaio 2009, fornisce ai

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO - SALONE DEL CONSIGLIO L IVA nell Unione europea: una nuova cultura fiscale di impresa LA POSIZIONE DEL MONDO

CAMERA DI COMMERCIO - SALONE DEL CONSIGLIO L IVA nell Unione europea: una nuova cultura fiscale di impresa LA POSIZIONE DEL MONDO GENOVA - 30 GIUGNO 2009 - ORE 9.30 CAMERA DI COMMERCIO - SALONE DEL CONSIGLIO L IVA nell Unione europea: una nuova cultura fiscale di impresa LA POSIZIONE DEL MONDO IMPRENDITORIALE SULLA FATTURAZIONE ELETTRONICA

Dettagli

IL CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE

IL CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE IL CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE SCHEDA Il Codice è il risultato di oltre due anni di lavoro, di continue interazioni con tutti i livelli istituzionali, con le Regioni e le Autonomie Locali. È stato

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Articolo 1

RELAZIONE TECNICA. Articolo 1 RELAZIONE TECNICA Articolo 1 L articolo 1 modifica le definizioni contenute nel Codice dell amministrazione digitale, introducendone alcune nuove in linea con le evoluzioni tecnologiche e con i più recenti

Dettagli

Bando di selezione per il Corso di Specializzazione in Management dei Beni Museali e successiva gestione del Museo di Arte Contemporanea Villa Croce

Bando di selezione per il Corso di Specializzazione in Management dei Beni Museali e successiva gestione del Museo di Arte Contemporanea Villa Croce Bando di selezione per il Corso di Specializzazione in Management dei Beni Museali e successiva gestione del Museo di Arte Contemporanea Villa Croce PUNTO 1 Norme generali Il Comune di Genova e Palazzo

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA L AGENZIA DELLE ENTRATE DIREZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA L AGENZIA DELLE ENTRATE DIREZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA Direzione Regionale della Campania Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Nord PROTOCOLLO DI INTESA TRA L AGENZIA DELLE ENTRATE DIREZIONE REGIONALE DELLA

Dettagli

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014 AUDIZIONE MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi X Commissione del Senato - X Commissione della Camera Roma, 27 marzo 2014 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO 2 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO

Dettagli

APRIRE IL BUSINESS ALL ERA DIGITALE: FARE IMPRESA OGGI JOBLEADER Corso di specializzazione 16, 17 novembre 2012 e 14, 15 dicembre 2012

APRIRE IL BUSINESS ALL ERA DIGITALE: FARE IMPRESA OGGI JOBLEADER Corso di specializzazione 16, 17 novembre 2012 e 14, 15 dicembre 2012 APRIRE IL BUSINESS ALL ERA DIGITALE: FARE IMPRESA OGGI JOBLEADER Corso di specializzazione 16, 17 novembre 2012 e 14, 15 dicembre 2012 Aprire il business all era digitale: fare impresa oggi JOBLEADER Corso

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

Soluzioni. per le Imprese CHINA

Soluzioni. per le Imprese CHINA Soluzioni per le Imprese CHINA Il nostro team Fondazione Italia Cina e Camera di Commercio Italo Cinese hanno raggiunto un accordo di integrazione e hanno dato vita ad un unica sezione per l erogazione

Dettagli

MISSIONE COMMERCIALE IN RUSSIA MOSCA + SAN PIETROBURGO (FACOLTATIVO) 30 GIUGNO/04 LUGLIO 2014

MISSIONE COMMERCIALE IN RUSSIA MOSCA + SAN PIETROBURGO (FACOLTATIVO) 30 GIUGNO/04 LUGLIO 2014 A Tutti gli Associati Data Brescia 10 Marzo 2014 Circolare N. 031/2014 MISSIONE COMMERCIALE IN RUSSIA MOSCA + SAN PIETROBURGO (FACOLTATIVO) 30 GIUGNO/04 LUGLIO 2014 A RICHIESTA SERVIZIO GRATUITO PRE-MISSIONE

Dettagli

Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti!

Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti! Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti! Finanziamenti dell Unione europea: funzionamento e fonti di informazione on-line Perché una strategia per l Europa 2020? La crisi degli ultimi anni ha determinato

Dettagli

Percorso di workshop formativi/informativi in internazionalizzazione d'impresa rivolto a giovani laureati calabresi

Percorso di workshop formativi/informativi in internazionalizzazione d'impresa rivolto a giovani laureati calabresi Percorso di workshop formativi/informativi in internazionalizzazione d'impresa rivolto a giovani laureati calabresi Edizione 2014 in collaborazione con Pagina 1 di 7 Percorso di workshop formativi/informativi

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA LINEE GUIDA AI PRODOTTI CDP PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE E LE ESPORTAZIONI

PROTOCOLLO D INTESA LINEE GUIDA AI PRODOTTI CDP PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE E LE ESPORTAZIONI PROTOCOLLO D INTESA LINEE GUIDA AI PRODOTTI CDP PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE E LE ESPORTAZIONI Associazione Bancaria Italiana, con sede legale in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice Fiscale

Dettagli