CONDIZIONI DI VENDITA:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONDIZIONI DI VENDITA:"

Transcript

1 Mercoledì 1 Febbraio 2012 Anno XLIII - N. 5 REPUBBLICA ITALIANA Direzione, Amministrazione: Tel Redazione: Tel Fax Abbonamenti e Spedizioni: Tel Internet: PARTE SECONDA Genova - Via Fieschi 15 CONDIZIONI DI VENDITA: Ogni fascicolo 3,00. La vendita è effettuata esclusivamente in Genova presso la Libreria Giuridica- Galleria E. Martino 9. CONDIZIONI DI ABBONAMENTO: Con decorrenza annuale: Canone globale: 160,00 - Parte I: 40,00 - Parte II: 80,00 - Parte III: 40,00 - Parte IV: 35,00 - Sconto alle librerie: 10% - È esclusa la fatturazione. I Supplementi Straordinari (Leggi finanziarie, Ruolo nominativo S.S.n.,...) non sono compresi nei normali canoni di abbonamento, il singolo prezzo viene stabilito dall Ufficio di Presidenza; degli atti in essi contenuti ne viene data notizia sul corrispondente fascicolo ordinario. Il costo dei fascicoli arretrati è il doppio del prezzo di copertina. I fascicoli esauriti sono prodotti in fotocopia il cui prezzo è di 0,13 per facciata. I fascicoli non recapitati devono essere richiesti entro 30 giorni. CONDIZIONI DI PUBBLICAZIONE E TARIFFE: Tutti gli annunzi e avvisi dei quali si richiede la pubblicazione sul B.U.R.L. devono essere prodotti in originale, redatti in carta da bollo nei casi previsti dal D.p.r n. 642 e s.m., con allegate due fotocopie, firmati dalla persona responsabile che richiede la pubblicazione, con l indicazione della qualifica o carica sociale. Il costo della pubblicazione è a carico della Regione quando la pubblicazione è prevista da leggi e regolamenti regionali - Alle richieste di pubblicazione onerosa deve essere allegata la ricevuta del versamento sul c/c postale dell importo dovuto, secondo le TARIFFE vigenti: diritto fisso di intestazione 5,00 - Testo 2,00 per ciascuna linea di scrittura (massimo 65 battute) o frazione, compresa la firma dattiloscritta. Sconto del 10% sui testi anticipati per posta elettronica. TERMINI DI PUBBLICAZIONE: Si pubblica di regola il mercoledì, se coincidente con festività, il primo giorno successivo non festivo. Gli annunzi, avvisi e bandi di concorso da pubblicarsi entro i termini stabiliti devono pervenire alla Redazione del B.U.R.L. Via Fieschi Genova, entro le ore 12 dei due mercoledì precedenti 1 uscita del Bollettino, la scadenza indicata deve essere di almeno 15 giorni dalla data di pubblicazione, pena la mancata pubblicazione. CONDIZIONI DI PAGAMENTO: Il pagamento degli abbonamenti e delle inserzioni deve avvenire esclusivamente mediante versamento sul c/c postale N intestato al Bollettino Ufficiale Regione Liguria, Via Fieschi, Genova indicando a tergo del certificato di allibramento, la causale del versamento. L Amministrazione non risponde dei ritardi causati dalla omissione di tale indicazione. Poligrafica Ruggiero s.r.l. - Nucleo Industriale Pianodardine AvellINo Pubblicazione settimanale - Poste Italiane S.p.A. - Spedizioni in A.P. - 70% - DBC Avellino - n. 181/2005 PARTE SECONDA Atti di cui all art. 4 della Legge Regionale 24 Dicembre 2004 n. 32 SOMMARIO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA LIGURIA N. 31 Piano regionale dell'offerta formativa riguardante la scuola secondaria di secondo grado. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N L. 353/2000. Piano regionale antincendio boschivo. ''Integrazione e aggiornamento del quadro statistico degli incendi boschivi per le azioni regionali di prevenzione e lotta attiva dell'anno 2012''. pag. 9 pag. 61

2 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 2 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N VIA ex L.R. 38/98. Progetto relativo alla realizzazione della darsena Enti di Stato nel Porto Vecchio di Sanremo (IM). Proponente: Provveditorato OO.PP. Liguria del Ministero Infrastrutture e Trasporti (GE). Pronuncia negativa. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N L.R. 9/2000, art. 17, comma 2: divieti e prescrizioni per la tutela e gestione del territorio nelle Provincie di Genova e Savona. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N Art. 42 l.r. 20/2006. Aggiornamento del Programma triennale degli interventi inerenti la difesa del suolo relativamente al triennio DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N POR FESR Misura Ingegneria Finanziaria. Approvazione modalità attuative per la concessione delle agevolazioni a valere sul Fondo Prestiti partecipativi. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N Approvazione delle Disposizioni Attuative del Titolo III (''Incentivi per la sicurezza delle imprese'') l.r.3/2008'' e dello schema di Convenzione di cui all'articolo 7 della medesima legge. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N Approvazione Accordo di Programma 'Progetti in materia di sicurezza in attuazione del Patto territoriale per la sicurezza - fondi anno 2009' relativo alla Provincia di Imperia. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N Criteri e linee guida regionali per la realizzazione della supervisione professionale degli operatori delle AASSLL liguri coinvolti nell'attività di Controllo Ufficiale nell'ambito della sicurezza alimentare e della sanità animale. pag. 61 pag. 62 pag. 71 pag. 86 pag. 96 pag. 115 pag. 127 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N Determinazione degli importi delle tariffe per gli accertamenti e le

3 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 3 certificazioni in materia di salute animale, igiene urbana veterinaria e sicurezza alimentare. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N Applicazione del regolamento CE 852/2004 nell'ambito dell' apicoltura e produzione di prodotti derivati destinati alla alimentazione umana e definizione del piccolo quantitativo. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N Approvazione dell'elenco dei contratti da stipulare nell'anno 2012 (art. 8 l.r. n. 5/2008 e ss.mm.ii.). DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N Individuazione capitoli in attuazione dell'art. 22 della l.r. 24/12/2010, n. 22 ''Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione Liguria (Legge finanziaria 2011)''. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N Alienazione beni immobili ad ARTE Genova in attuazione del Capo III della legge regionale n. 22 e ss.mm. e ii. - Provvedimenti in materia di patrimonio. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N Comune di Urbe (SV) - Modifica della Deliberazione della Giunta Regionale n del di approvazione della variante al Piano Regolatore Generale ai sensi dell'art. 2 della Legge Regionale n. 1. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N Approvazione bando per concessione di contributi di cui alla convenzione tra Regione Liguria e FILSE per l'attuazione del Progetto Obiettivo Sicurezza - attività D) (DGR n. 1464/10). DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N Protocollo d'intesa. Attività di vigilanza sulle strutture autorizzate al Controllo delle Produzioni Agroalimentari di Qualità Regolamentata. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N Documento d'indirizzo per l'applicazione del regime sanzionatorio e di controllo in materia di commercializzazione dell'olio d'oliva. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N Integrazione e parziali modifiche alla D.G.R. 862 del 15 luglio 2011 sulla residenzialità extraospedaliera. pag. 129 pag. 135 pag. 150 pag. 155 pag. 156 pag. 161 pag. 162 pag. 179 pag. 180 pag. 195 DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE SETTORE RISORSE

4 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 4 FINANZIARIE, BILANCIO ED ENTRATE REGIONALI N. 3 Variazioni compensative al bilancio di previsione per l'anno finanziario 2012 ai fini delle codificazioni SIOPE - art. 37, comma 2, della l.r. 15/ euro ,19 (1 provvedimento). DECRETO DEL DIRIGENTE SETTORE ECOSISTEMA COSTIERO N Autorizzazione ai sensi dell'art.109 del D.Lgs.152/06 per l'infissione di palancolata provvisoria a protezione del piazzale in corr. della struttura ''Bancala'' nello stabilimento Fincantieri di Riva Trigoso, nel Comune di Sestri Levante. DECRETO DEL DIRIGENTE SETTORE POLITICHE DI SVILUPPO DEL COMMERCIO N Concessione di contributi per l'anno 2011 ad enti pubblici ai sensi della l.r. n. 32/2007 'Disciplina e interventi per lo sviluppo del commercio equo e solidale in Liguria', art. 5, lett. G) e dgr n. 706/2011. Impegno di spesa euro ,00. DECRETO DEL DIRIGENTE SETTORE POLITICHE DI SVILUPPO DEL COMMERCIO N Concessione contributi a organizzazioni operanti nel settore COMES L.R. 32/2007 'Disciplina e interventi per lo sviluppo del commercio equo e solidale in Liguria'. Artt. 5, 6 e 7 e D.G.R. 706 del Impegno di spesa complessivo ,37. DECRETO DEL DIRIGENTE UFFICIO VETERINARIA E SANITÀ ANIMALE N Impegno e liquidazione di euro ,00 a favore delle ASL liguri per attività connesse alla sicurezza alimentare. DECRETO DEL DIRIGENTE SETTORE RICERCA, INNOVAZIONE ED ENERGIA N L.r. 29 maggio 2007 n. 22 ''Norme in materia di energia''. Inserimento di ulteriori professionisti nell'elenco dei soggetti abilitati al rilascio della certificazione energetica. DECRETO DEL DIRIGENTE UFFICIO VETERINARIA E SANITÀ ANIMALE N Contributi agli Enti Locali per l'attuazione di programmi di prevenzione del randagismo, sterilizzazioni, controllo dell'avifauna e risanamento e costruzione ricoveri per animali. Presa d'atto graduatoria. Impegno euro ,00. pag. 198 pag. 200 pag. 200 pag. 202 pag. 204 pag. 206 pag. 208

5 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 5 DECRETO DEL DIRIGENTE SETTORE ISPETTORATO AGRARIO REGIONALE N Approvazione delle procedure per la predisposizione e lo svolgimento delle attività di vigilanza sugli organismi di controllo autorizzati in agricoltura biologica - L.R. 66/ D.G.R. 179/2011. pag. 212 DECRETO DEL DIRIGENTE SERVIZIO PRODUZIONI AGROALI- MENTARI N L.R. 50/2009 Disposizioni regionali per la modernizzazione del Settore Pesca e Acquacoltura. Concessione di contributi a favore delle Associazioni della Pesca e Acquacoltura per l'assistenza tecnica anno Impegno euro ,00. DECRETO DEL DIRIGENTE SERVIZIO ATTIVITÀ ESTRATTIVE N Restituzione deposito cauzionale per cessazione attivita' estrattiva cava di calcare denominata ''Mezzetta'', in Comune di Lerici (La Spezia), della ditta De Biasi Giovanni s.a.s.. DECRETO DEL DIRIGENTE SERVIZIO PRODUZIONI AGROALI- MENTARI N Reg. CE. 1198/2006. Interventi nel settore della Pesca ed Acquacoltura. Anno Asse 2, misura 2.1 ''Acquacoltura''. Impegno euro ,43. DECRETO DEL DIRIGENTE SERVIZIO PRODUZIONI AGROALI- MENTARI N Reg. (CE) 1198/2006. Interventi nel settore Pesca e Acquacoltura. Asse 2, misura 2.3 ''Trasformazione e commercializzaione''. Impegno di euro ,96. DECRETO DEL DIRIGENTE SERVIZIO ARIA E CLIMA N Accoglimento domande per svolgere attività di tecnico competente in acustica ambientale ai sensi dell'art. 23, comma 7, della legge 447/95. DECRETO DEL DIRIGENTE SETTORE SERVIZI ALLE IMPRESE AGRICOLE N Programma Marittimo - Progetto strategico Marte +: attuazione DGR n. 937/2011. Approvazione progetto e impegno a favore della Scuola Superiore di Studi Universitari e Perfezionamento Sant'Anna di Pisa. Euro ,84. pag. 230 pag. 232 pag. 233 pag. 238 pag. 242 pag. 243 DECRETO DEL DIRIGENTE SERVIZIO ARIA E CLIMA N Ing. Francesco Traldi, residente in Lavagna, Corso Buenos Aires, n.

6 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag /2 - Non accoglimento domanda per svolgere attività di tecnico competente in acustica ambientale ai sensi dell'art. 2, comma 7, legge 447/95. DECRETO DEL DIRIGENTE SERVIZIO ATTIVITÀ ESTRATTIVE N Art. 7 l.r. N 21/ rinnovo autorizzazione e contestuale variante programma coltivazione cava di calcare denominata ''forte ratti'', in comune di genova (genova), a favore della ditta italcementi fabbriche riunite cemento s.p.a. Bergamo. DECRETO DEL DIRIGENTE SETTORE VALUTAZIONE IMPATTO AMBIENTALE N Procedura di verifica/screening ex l.r. 38/98. Progetto di mini-idroelettrico sul Rio Siondo, nei Comuni di Murialdo e Calizzano (SV). Proponente: Sig. Ugo Odella. Assoggettamento a VIA regionale. REGIONE LIGURIA DIREZIONE CENTRALE RISORSE STRUMENTALI, FINANZIARIE E CONTROLLI SETTORE AMMINISTRAZIONE GENERALE Pubblicazione ex art. 26, comma 6 della l.r. n. 5 dell' degli incarichi conferiti nelle sedute della Giunta regionale del 16, 22 e 29 dicembre REGIONE LIGURIA DIPARTIMENTO SALUTE E SERVIZI SOCIALI SETTORE AFFARI GIURIDICI E POLITICHE DEL PERSONALE Graduatoria definitiva dei Medici Veterinari valevole per l'anno 2010, redatta dal Comitato Consultivo Zonale ASL 3 Genovese ai sensi dell'art. 21 dell'accordo Collettivo Nazionale per la disciplina dei rapporti con i Medici Specialisti Ambulatoriali interni, Medici veterinari ed altre professionalità ambulatoriali (biologi, chimici, psicologi) del pag. 246 pag. 246 pag. 248 pag. 250 pag. 253 DECRETO DEL DIRIGENTE SETTORE TUTELA DEL TERRITORIO E DELL'AMBIENTE - SERVIZIO CONCESSIONI ED AUTORIZZA- ZIONI DELLA PROVINCIA DI SAVONA N Corso d'acqua Rio Chiappe - Loc. Chiappa - Comune di Garlenda. Concessione per la posa in opera di condotta gas in acciaio DN 100 mm entrostante tupo camicia DN 110 MM.P.E. aggraffata al ponte esistente sulla strada provinciale n. 6. Concessionario: G6 Rete Gas S.p.A.. DECRETO DEL DIRIGENTE SETTORE TUTELA DEL TERRITORIO pag. 258

7 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 7 E DELL'AMBIENTE - SERVIZIO CONCESSIONI ED AUTORIZZA- ZIONI DELLA PROVINCIA DI SAVONA N Concessione preferenziale per derivare ad uso potabile ed irriguo da n. 1 sorgente denominata Madonnetta ubicata nel Bacino del Torrente Letimbro al N.C.T. Fg. 14 mapp.le 152 in Località S. Bartolomeo del Bosco del Comune di Savona. Concessionari: Sigg.ri Zaccona Giuseppe, Briano Maria Angela, Pelissero Franco e Pelissero Marco. DECRETO DEL DIRIGENTE SETTORE TUTELA DEL TERRITORIO E DELL'AMBIENTE - SERVIZIO CONCESSIONI ED AUTORIZZA- ZIONI DELLA PROVINCIA DI SAVONA N Rinuncia concessione per derivare ad uso irriguo dal Rio Boschi - bacino del fiume Centa in Località Boschi del Comune di Casanova Lerrone. Concessionario: Dutto Gianni. AUTORIZZAZIONE DEL DIRIGENTE SETTORE TUTELA DEL TER- RITORIO E DELL'AMBIENTE - SERVIZIO CONCESSIONI ED AUTO- RIZZAZIONI DELLA PROVINCIA DI SAVONA N Rio Fontana - Comune di Castelvecchio di Rocca Barbena - Concessione in sanatoria per la copertura esistente in pietra con contestuale adeguamento idraulico (demolizione) e ripristino opere arginali di competenza - Autorizzazione ai fini idraulici per l'esecuzione delle opere di adeguamento idraulico. Richiedente: Agnello Bruna. AUTORIZZAZIONE DEL DIRIGENTE SETTORE TUTELA DEL TER- RITORIO E DELL'AMBIENTE - SERVIZIO CONCESSIONI ED AUTO- RIZZAZIONI DELLA PROVINCIA DI SAVONA N Rio Del Prete e affluente - Rio Marco - Località Cascina del Prete - Comune di Vezzi Portio - Lavori di costruzione vasca di accumulo acquedotto idropotabile e collegamento a zona San Giorgio - Pian Lodola - Richiesta di autorizzazione per attraversamenti di condotta all'interno di viabilità locale. Soggetto autorizzato: Comune di Vezzi Portio. DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SETTORE DIFESA DEL SUOLO DELLA PROVINCIA DELLA SPEZIA N. 572 Pratica n Nulla Osta Idraulico n Autorizzazione ai fini idraulici e demaniali in sede di Conferenza dei Servizi relativa al progetto di sistemazione esterna di un piazzale ad uso parcheggio con scarico proveniente da impianto di trattamento acque di ''prima pioggia'' nella Gora dei Molini, in Località Centone nel Comune di S. Stefano Magra. Ditta Thermocar S.r.l.. Ente proponente: Comune di S. Stefano Magra. pag. 258 pag. 259 pag. 259 pag. 260 pag. 260

8 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 8 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SERVIZIO OPERE IDRAULI- CHE - RISORSE IDRICHE E LINEE ELETTRICHE DELLA PROVIN- CIA DELLA SPEZIA N. 565 Pratica n Autorizzazione ai fini idraulici e demaniali relativa alla realizzazione di uno scarico per l'impianto di smaltimento di acque reflue provenienti da fabbricato di civile abitazione, in Località Prati di Vezzano nel Comune di Vezzano Ligure. PROVINCIA DELLA SPEZIA Ditta Associazione Ezechiele 36. Domanda per concessione derivazione acqua. DELIBERAZIONE DELLA COMMISSIONE PROVINCIALE PER LA DETERMINAZIONE DELLE INDENNITÀ DI ESPROPRIO DELLA PROVINCIA DI GENOVA N. 17 SNAM RETE GAS. Metanodotto allacciamento servizi Italia S.p.A. Dn 150 (6'') e realizzazione variante all'esistente Metanodotto. Derivazione per Bolzaneto di 7'' per consentire lo stacco del nuovo Metanodotto in Progetto. DELIBERAZIONE DELLA COMMISSIONE PROVINCIALE PER LA DETERMINAZIONE DELLE INDENNITÀ DI ESPROPRIO DELLA PROVINCIA DI GENOVA N. 18 Comune di Genova. Impianto di ascensore inclinato tra Via Piero Pinetti e via Susanna Fontanarossa. Determinazione indennità definitive relative al mapp foglio 25 parcellare1. DELIBERAZIONE DELLA COMMISSIONE PROVINCIALE PER LA DETERMINAZIONE DELLE INDENNITÀ DI ESPROPRIO DELLA PROVINCIA DI GENOVA N. 19 Comune di Genova Impianto di ascensore inclinato tra Via Piero Pinetti e via Susanna Fontanarossa. Determinazione indennità definitive relative al mapp foglio 25 parcellare5. DELIBERAZIONE DELLA COMMISSIONE PROVINCIALE PER LA DETERMINAZIONE DELLE INDENNITÀ DI ESPROPRIO DELLA PROVINCIA DI GENOVA N. 20 Comune di Genova Impianto di ascensore inclinato tra Via Piero Pinetti e via Susanna Fontanarossa. Determinazione indennità definitive relative al mapp foglio 25 parcellare 6. DELIBERAZIONE DELLA COMMISSIONE PROVINCIALE PER LA DETERMINAZIONE DELLE INDENNITÀ DI ESPROPRIO DELLA PROVINCIA DI GENOVA N. 21 Comune di Genova. Lavori di razionalizzazione ed allargamento, con relative opere accessorie, di via Morego a Genova Bolzaneto - 1 lotto. Mappali 173, 174 e 175 foglio 9 parcellare 6. pag. 261 pag. 261 pag. 261 pag. 262 pag. 262 pag. 263 pag. 263

9 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 9 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA LIGURIA N. 31 Piano regionale dell offerta formativa riguardante la scuola secondaria di secondo grado. IL CONSIGLIO REGIONALE Visti: l articolo 21 della legge 15 marzo 1997, n. 59 (Delega al Governo per il conferimento di funzioni e compiti alle regioni ed enti locali per la riforma della Pubblica Amministrazione e per la semplificazione amministrativa) e successive modificazioni ed integrazioni; il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112 (Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della L. 15 marzo 1997, n. 59) e successive modificazioni ed integrazioni ed in particolare l articolo 138, comma 1, lettera b), che prevede fra le deleghe alle Regioni la programmazione, sul piano regionale, nei limiti della disponibilità di risorse umane e finanziarie, della rete scolastica, sulla base dei piani provinciali, assicurando il coordinamento con la programmazione dell offerta formativa integrata tra istruzione e formazione professionale; l articolo 139 del sopracitato d.lgs. 112/1998 e successive modificazioni ed integrazioni che, al comma 1, prevede che siano attribuiti alle province, in relazione all istruzione secondaria superiore, e ai comuni, in relazione agli altri gradi inferiori di scuola, i compiti e le funzioni concernenti, tra l altro, l istituzione, l aggregazione, la fusione e la soppressione di scuole in attuazione degli strumenti di programmazione; il decreto del Presidente della Repubblica 18 giugno 1998, n. 233 (Regolamento recante norme per il dimensionamento ottimale delle istituzioni scolastiche e per la determinazione degli organici funzionali dei singoli istituti, a norma dell articolo 21 della L. 15 marzo 1997, n. 59) e successive modificazioni ed integrazioni; l articolo 3 della legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3 (Modifiche al titolo V della parte seconda della Costituzione) che prevede quali materie di legislazione concorrente quelle relative tra l altro all istruzione, salva l autonomia delle istituzione scolastiche; il decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999, n. 275 (Regolamento recante norme in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche, ai sensi dell aeticolo 21 della L. 15 marzo 1997, n. 59); il decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 2009, n. 81 (Norme per la riorganizzazione della rete scolastica e il razionale ed efficace utilizzo delle risorse umane della scuola, ai sensi dell articolo 64, comma 4, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133); Vista la legge regionale 11 maggio 2009, n. 18 (Sistema educativo regionale di istruzione, formazione, e orientamento) e successive modificazioni ed integrazioni ed in particolare: l articolo 57 relativo al Piano regionale di dimensionamento della rete scolastica e formativa; l articolo 63 relativo al Piano di dimensionamento provinciale; l articolo 6, comma 2, lettera d) in cui si dispone, tra l altro, che le Province provvedano, relativamente al secondo ciclo, alla istituzione di nuovi corsi, indirizzi e sezioni di qualifica; Vista la deliberazione della Giunta regionale 20 febbraio 2007, n. 6 (Indirizzi di programmazione e criteri generali per la definizione dei piani provinciali di dimensionamento scolastico); Richiamata la propria deliberazione 11 novembre 2008, n. 45 e successive modificazioni e integrazioni, che ha approvato il Piano regionale di dimensionamento della rete scolastica, tuttora vigente; Visti: il decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n. 87 (Regolamento recante norme concernenti il riordino degli istituti professionali a norma dell articolo 64, comma 4, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133); il decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n. 88 (Regolamento recante norme per il

10 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 10 riordino degli istituti tecnici a norma dell articolo 64, comma 4, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133); il decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n. 89 (Regolamento recante revisione dell assetto ordinamentale, organizzativo e didattico dei licei a norma dell articolo 64, comma 4, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133); Visti: il Piano triennale regionale dell Istruzione, formazione e lavoro approvato con propria deliberazione 2 febbraio 2010, n. 2; la deliberazione della Giunta regionale 9 febbraio 2010, n. 333 (Riordino degli Istituti Tecnici, degli istituti professionale e dei Licei: presa d atto delle proposte delle Province liguri), con cui è stata formalizzata la confluenza dei vecchi ordinamenti della scuola secondaria di secondo grado nei nuovi ordinamenti, secondo le tabelle di confluenza allegate ai decreti del Presidente della Repubblica n. 87/2010, n. 88/2010, n. 89/2010; il decreto del Direttore generale dell Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria 25 febbraio 2010 con cui, in applicazione della predetta deliberazione della Giunta regionale 333/2010, viene ridefinito il Piano dell Offerta Formativa regionale riguardante l istruzione secondaria di secondo grado; Considerato che: con nota del 14 febbraio 2011, Regione Liguria e Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria, nell ambito della vigenza del Piano di Dimensionamento della rete scolastica di cui alla citata deliberazione consiliare 45/2008 e successive modificazioni e integrazioni, hanno avviato le operazioni di adeguamento dell offerta formativa sollecitando le Amministrazioni locali competenti a predisporre l istruttoria relativa alle procedure di intervento sulla rete di cui trattasi finalizzate all adozione - attraverso appositi atti - di specifiche e puntuali proposte di adeguamento dell offerta formativa nell ambito dei territori di propria competenza; le province liguri, a seguito delle attività di consultazione effettuate nei territori di competenza e a conclusione dell attività istruttoria posta in loro capo, hanno adottato apposite deliberazioni con cui viene proposto l adeguamento del Piano dell Offerta Formativa della Regione Liguria; Viste le seguenti deliberazioni di Consiglio provinciale con cui sono stati approvati gli adeguamenti citati: a) deliberazione del Consiglio Provinciale di Genova 22 giugno 2011, n. 33; b) deliberazione del Consiglio Provinciale di Imperia 29 settembre 2011, n. 47; c) deliberazione del Consiglio Provinciale della Spezia12 luglio 2011, n. 58; d) deliberazione del Consiglio Provinciale di Savona 28 luglio 2011, n. 40; Preso atto che le istanze contenute nelle deliberazioni delle Province risultano conformi agli indirizzi e criteri, adottati dalla Regione Liguria con la citata deliberazione della Giunta regionale 6/2007, e coerenti con le indicazioni delineate nella summenzionata circolare, sottoscritta da Regione Liguria e Ufficio Scolastico Regionale, in data 14 febbraio 2011, in cui si richiedeva espressamente alle Amministrazioni Provinciali di limitare gli interventi di adeguamento alle situazioni strettamente necessarie, al fine, in particolare, di razionalizzare l offerta formativa della scuola secondaria di secondo grado, risultante da una mera confluenza tabellare,intervenuta a seguito dell applicazione della normativa che ha disciplinato il riordino ai sensi dei citati decreti del Presidente della Repubblica 87, 88, 89 del 15 marzo 2010; Ritenuto, pertanto, di recepire le proposte di adeguamento dell offerta formativa riguardanti la scuola secondaria di secondo grado e di approvare, conseguentemente l allegato Piano, parte integrante e necessaria della presente deliberazione; Considerato che si provvederà con successivi atti alla revisione del vigente Piano di dimensionamento relativamente alla scuola primaria e alla secondaria di primo grado, recependo le disposizioni adottate dalle amministrazioni locali (province e comuni) se le medesime saranno state adottate in conformità agli indirizzi adottati con deliberazione consiliare 18 ottobre 2011, n.28 (Modifica della deliberazione del Consiglio regionale 20 febbraio 2007, n. 6 (Indirizzi di programmazione e criteri generali per la definizione dei piani provinciali di dimensionamento scolastico) e nel rispetto del decreto-legge 6

11 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 11 luglio 2011, n. 98 (disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria) convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111; Vista la proposta di deliberazione della Giunta regionale 6 dicembre 2011, n.26 preventivamente esaminata dalla V Commissione consiliare, competente per materia, ai sensi degli articoli 26 dello Statuto e 83, comma 1 del Regolamento interno, nella seduta del 15 dicembre 2011; Ritenuto di accogliere l emendamento proposto dalla suddetta Commissione e quelli presentati in sede di discussione in aula; DELIBERA 1. di recepire le deliberazioni dei Consigli provinciali relativamente all offerta formativa della scuola secondaria di secondo grado; 2. di approvare, conseguentemente, il Piano regionale dell offerta formativa della scuola secondaria di secondo grado, allegato alla presente deliberazione quale parte integrante e necessaria; 3. di provvedere, con successivi atti, alla revisione del vigente Piano di dimensionamento relativamente alla scuola primaria e alla secondaria di primo grado, recependo le disposizioni adottate dalle amministrazioni locali (province e comuni) se conformi agli indirizzi adottati con la deliberazione consiliare 28/2011 e nel rispetto del d.l. 98/2011 convertito, con modificazioni, dalla l. 111/2011. IL PRESIDENTE Rosario Monteleone I CONSIGLIERI SEGRETARI Francesco Bruzzone Giacomo Conti (segue allegato)

12 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 12 PROVINCIA DI GENOVA DISTRETTO FORMATIVO N 1 PONENTE SCUOLE: Bergese Calvino Lanfranconi Mazzini (Succursali) Odero Rosselli I.P.S.S.A.R. - N. BERGESE Via Giotto, Genova PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Istituto Professionale per i Servizi INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera ARTICOLAZIONI Enogastronomia Servizi di Sala e di Vendita Accoglienza Turistica Servizi Commerciali TOTALE ALUNNI serale

13 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 13 I.I.S. - I. CALVINO Via Borzoli, Genova PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Liceo Scientifico INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO Opzione Scienze Applicate ARTICOLAZIONI Istituto Tecnico Tecnologico Informatica e Telecomunicazioni Elettronica ed Elettrotecnica Informatica Telecomunicazioni Elettronica Automazione TOTALE ALUNNI 671 LICEO SCIENTIFICO - L. LANFRANCONI Via ai Cantieri, Genova (Sede) Via ai Giardini Rodari, Genova (Succursale) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Liceo Scientifico INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI TOTALE ALUNNI 868 (sede + succursale)

14 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 14 LICEO CLASSICO - G. MAZZINI Piazza Bonavino, Genova (Succursale) Via Giotto, Genova (Succursale) SEDE NEL DISTRETTO FORMATIVO N. 2 PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Classico Liceo Linguistico TOTALE ALUNNI vedi Sede Distretto Formativo 2 I.P.S.I.A. - A. ODERO Via Briscata, Genova PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Istituto Professionale per l Industria e l Artigianato INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO Manutenzione e Assistenza Tecnica ARTICOLAZIONI TOTALE ALUNNI serale

15 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 15 I.T.C. - C. ROSSELLI Via Giotto, Genova (Sede) Scalinata S. Erasmo, Genova (Succursale) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Istituto Tecnico Economico INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO Amministrazione, Finanza e Marketing Turismo ARTICOLAZIONI Sistemi Informativi Aziendali Relazioni Internazionali per il Marketing TOTALE ALUNNI 461 (sede + succursale)

16 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 16 DISTRETTO FORMATIVO N 2 GE CENTRO OVEST VALPOLCEVERA VALLE SCRIVIA SCUOLE: Gastaldi/Abba Einaudi/Casaregis/Galilei Fermi Gaslini/Meucci (Sede Gaslini) Gobetti Levi Mazzini (Sede) Nautico San Giorgio (Succursali) I.I.S. GASTALDI / ABBA Via Dino Col, Genova (Sede Gastaldi) Via Teglia, Genova (Sede Abba) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Istituto Tecnico Economico Amministrazione, Finanza e Marketing Sistemi Informativi Aziendali Costruzioni, Ambiente e Territorio Istituto Tecnico Tecnologico Informatica e Telecomunicazioni Elettronica ed Elettrotecnica Informatica Telecomunicazioni Elettronica Chimica, Materiali e Biotecnologie Chimica e Materiali Biotecnologie Ambientali Liceo Scientifico Opzione Scienze Applicate TOTALE ALUNNI 685

17 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 17 I.I.S. - EINAUDI / CASAREGIS / GALILEI Piazza Sopranis, Genova (Sede Casaregis - Galilei) Via P. Cristofoli, Genova (Sede Einaudi) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Istituto Professionale per i Servizi Istituto Tecnico Economico Istituto Tecnico Tecnologico INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO Servizi Commerciali Amministrazione, Finanza e Marketing Meccanica, Meccatronica ed Energia Elettronica ed Elettrotecnica ARTICOLAZIONI Sistemi Informativi Aziendali Relazioni Internazionali per il Marketing Meccanica, Meccatronica Energia Elettronica Elettrotecnica Automazione TOTALE ALUNNI 956 LICEO SCIENTIFICO E. FERMI Via Ulanowsky, Genova (Sede) Via Dino Col, Genova (Succursale) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Scientifico TOTALE ALUNNI 940 (sede + succursale) I.P.I.S.I.A. - GASLINI / MEUCCI Via Pastorino, Genova (Sede Gaslini) SUCCURSALE GASLINI NEL DISTRETTO FORMATIVO N. 4 SEDE MEUCCI NEL DISTRETTO FORMATIVO N. 4 PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Istituto Professionale per i Servizi Servizi Socio Sanitari Odontotecnico Ottico Istituto Professionale per l Industria e l Artigianato Produzioni Industriali e Artigianali Manutenzione e Assistenza Tecnica TOTALE ALUNNI Industria 932 (Gaslini: sede+succursale + Meucci) carcere

18 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 18 LICEO P. GOBETTI Via Spinola di S. Pietro, Genova (Sede) Largo Pietro Gozzano, Genova (Succursale) Via Giuseppe Spataro, Genova (Succursale) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Liceo Scienze Umane INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO Opzione Economico Sociale ARTICOLAZIONI Liceo Scienze Umane Liceo Linguistico Musicale e Coreutico Sezione Coreutico TOTALE ALUNNI 1015 (sede + succursali)

19 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 19 I.I.S. - PRIMO LEVI Via Trento e Trieste, 87 - Loc. Borgo Fornari Ronco Scrivia (Ge) (Sede) Via Trento e Trieste, Loc. Borgo Castello Ronco Scrivia (Ge) (Succursale) Piazza L. Malerba, Busalla (Ge) (Sezione Associata) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Liceo Scientifico INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Scientifico Opzione Scienze Applicate Istituto Tecnico Economico Amministrazione, Finanza e Marketing Istituto Tecnico Tecnologico Elettronica ed Elettrotecnica Informatica e Telecomunicazioni TOTALE ALUNNI Elettrotecnica Elettronica Informatica 656 (sede + succursali + sezione associata Busalla)

20 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 20 LICEO CLASSICO - G. MAZZINI Via P. Reti, Genova (Sede) SUCCURSALI NEL DISTRETTO FORMATIVO N. 1 PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Liceo Classico Liceo Linguistico INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO TOTALE ALUNNI ARTICOLAZIONI 815 (sede + succursali) I.T.T.L. NAUTICO S. GIORGIO Via Dino Col, Genova (Succursale) Via Dino Col, Genova (Succursale) SEDE NEL DISTRETTO FORMATIVO N. 3 SEZIONE ASSOCIATA NEL DISTRETTO FORMATIVO N. 5 PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Istituto Tecnico Tecnologico INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO Trasporti e Logistica ARTICOLAZIONI Conduzione del Mezzo Costruzione del Mezzo Logistica TOTALE ALUNNI Vedi Sede Distretto Formativo 3

21 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 21 DISTRETTO FORMATIVO N 3 GE. CENTRO EST MUNICIPI: Centro Est (Oregina Lagaccio, Pre Molo Maddalena, Castelleto, Portoria) SCUOLE: Cassini Colombo Scientifico annesso al Convitto Colombo Leonardo Da Vinci (Sede) Klee/Barabino (Sede Barabino, Succursale Klee) Pertini (Succursale) Nautico San Giorgio (Sede) Vittorio Emanuele II/Ruffini LICEO SCIENTIFICO - G. D. CASSINI Via Galata, 34 cancello Genova (Sede) Via Peschiera, Genova (Succursale) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Scientifico TOTALE ALUNNI 1577 (sede + succursale)

22 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 22 LICEO CLASSICO - C. COLOMBO Via Bellucci, Genova PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Classico TOTALE ALUNNI 625 LICEO SCIENTIFICO ANNESSO AL CONVITTO NAZIONALE COLOMBO Via Bellucci, Genova PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Scientifico TOTALE ALUNNI 157 LICEO SCIENTIFICO LEONARDO DA VINCI Via B. Arecco, Genova (Sede) SUCCURSALI NEL DISTRETTO FORMATIVO N. 4 PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Scientifico TOTALE ALUNNI 1257 (sede + succursali)

23 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 23 LICEO ARTISTICO P. KLEE / N. BARABINO Viale Sauli, Genova (Sede N. Barabino) Salita delle Battistine, Genova (Succursale P. Klee) SEDE KLEE NEL DISTRETTO FORMATIVO N. 4 PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Arti Figurative Architettura e Ambiente Liceo Artistico Design Grafica Scenografia Audiovisivo e Multimediale TOTALE ALUNNI 1050 (sede Klee + succursale Klee+Barabino) serale LICEO S. PERTINI Corso Magenta, 2 A Genova (Succursale) SEDE NEL DISTRETTO FORMATIVO N. 4 PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo delle Scienze Umane Liceo delle Scienze Umane Opzione Economico Sociale Musicale e Coreutico Sezione Musicale Liceo Linguistico TOTALE ALUNNI Vedi Sede Distretto Formativo 4

24 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 24 I.T.T.L. NAUTICO S. GIORGIO Edificio Calata Darsena Genova (Sede) SUCCURSALI NEL DISTRETTO FORMATIVO N. 2 SEZIONE ASSOCIATA NEL DISTRETTO FORMATIVO N. 5 PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Istituto Tecnico Tecnologico Trasporti e logistica Costruzione del Mezzo Conduzione del Mezzo TOTALE ALUNNI Logistica 1039 (sede + succursale) (Camogli) I.I.S. VITTORIO EMANUELE II / J. RUFFINI Largo Zecca, Genova PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Istituto Professionale per i Servizi Servizi Commerciali Servizi Socio Sanitari Istituto Tecnico Economico Amministrazione, Finanza e Marketing Sistemi Informativi Aziendali TOTALE ALUNNI serale carceri

25 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 25 DISTRETTO FORMATIVO N 4 VAL BISAGNO LEVANTE SCUOLE: Leonardo da Vinci (Succursali) Firpo/Buonarroti Marsano (Sede e Succursale) Gaslini/Meucci (sede Meucci, Succursale Gaslini) Montale Nuovo IPC (Sede e Succursali) D Oria Majorana/Giorgi Klee/Barabino (Sede Klee) King Pertini (Sede) Marco Polo (Sede) LICEO SCIENTIFICO LEONARDO DA VINCI Largo Giardino, Genova (Succursale) Via Allende, Genova (Succursale) SEDE NEL DISTRETTO FORMATIVO N. 3 PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Scientifico TOTALE ALUNNI Vedi Sede Distretto Formativo 3

26 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 26 I.I.S. FIRPO / BUONARROTI Via Canevari, Genova (Sede Firpo) Via Canevari, Genova (Sede Buonarroti) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Istituto Tecnico Tecnologico Istituto Tecnico Economico INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO Costruzioni, Ambiente e Territorio Turismo Geotecnico ARTICOLAZIONI TOTALE ALUNNI serale Buonarroti I.I.S. B. MARSANO Via alla Scuola di Agricoltura, Genova (Sede) Via De Vincenzi, Genova (Succursale) Via di Creto, Genova (Azienda Agricola San Siro di Struppa) SEDE ASSOCIATA NEL DISTRETTO FORMATIVO N. 5 PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Istituto Professionale per i Servizi Istituto Tecnico Tecnologico INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO Servizi per l Agricoltura e lo Sviluppo Rurale Agraria, Agroalimentare e Agroindustria TOTALE ALUNNI ARTICOLAZIONI Produzioni e Trasformazioni 315 (sede + succursale + sezione associata)

27 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 27 I.P.S.I.A. GASLINI/MEUCCI Viale B. Brea, 65/B Genova (Succursale Gaslini) Piazzale P. Valery, Genova (Sede Meucci) SEDE GASLINI NEL DISTRETTO FORMATIVO N. 2 PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Istituto Professionale per i Servizi Servizi Socio Sanitari Odontotecnico Ottico Istituto Professionale per l Industria e l Artigianato Produzioni Industriali e Artigianali Manutenzione e Assistenza Tecnica TOTALE ALUNNI Industria 932 (Gaslini: sede+succursale + Meucci) carcere I.I.S. E. MONTALE/NUOVO IPC Via Timavo, Genova (Sede) Via del Castoro, Genova (Succursale) Via Archimede, 44/ Genova (Succursale) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Istituto Professionale per i Servizi INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO Servizi Commerciali ARTICOLAZIONI Liceo Linguistico Istituto Tecnico Economico Amministrazione, Finanza e Marketing Sistemi Informativi Aziendali TOTALE ALUNNI 1316 (sede + succursali) LICEO CLASSICO D ORIA Via Diaz, Genova PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Classico TOTALE ALUNNI 857

28 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 28 I.I.S. E. MAJORANA /G. GIORGI Via Salvador Allende, Genova (Sede Majorana) Via Timavo, Genova (Sede Giorgi) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Scientifico Opzione Scienze Applicate Istituto Tecnico Economico Amministrazione, Finanza e Marketing Informatica e Telecomunicazioni Informatica Istituto Tecnico Tecnologico Elettronica ed Elettrotecnica Meccanica, Meccatronica ed Energia Elettronica Elettrotecnica Meccanica, Meccatronica Grafica e Comunicazione TOTALE ALUNNI serale

29 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 29 LICEO ARTISTICO P. KLEE / N. BARABINO Via Giovanni Maggio, Genova (Sede Klee) SEDE BARABINO NEL DISTRETTO FORMATIVO N. 3 SUCCURSALE KLEE NEL DISTRETTO FORMATIVO N. 3 PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Arti Figurative Architettura e Ambiente Liceo Artistico Design Grafica Scenografia Audiovisivo e Multimediale TOTALE ALUNNI 1050 (sede Klee + succursale Klee+Barabino) serale LICEO SCIENTIFICO M. L. KING Via Sturla, Genova (Sede) Via V. Era, Genova (Succursale) Via Casotti, Genova (Succursale) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Scientifico Liceo Classico TOTALE ALUNNI 1354 (sede + succursali)

30 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 30 LICEO S. PERTINI Via C. Battisti, Genova (Sede) SUCCURSALE NEL DISTRETTO FORMATIVO N. 3 PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Liceo Scienze Umane INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Scienze Umane Opzione Economico Sociale Liceo Linguistico Musicale e Coreutica Sezione Musicale TOTALE ALUNNI 709 (sede + succursale) I.P.S.S.A.R. - M. POLO Via Sciaccaluga, Genova (Sede) SEDE ASSOCIATA NEL DISTRETTO FORMATIVO N. 5 PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Enogastronomia Istituto Professionale per i Servizi Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera Servizi di Sala e di Vendita Accoglienza Turistica TOTALE ALUNNI 1356 (sede + sezione associata Camogli) + 78 serale

31 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 31 DISTRETTO FORMATIVO N 5 GOLFO PARADISO TIGULLIO SCUOLE: Caboto Da Vigo/Da Recco Delpino Marconi In Memoria dei Morti per la Patria Liceti Natta/Deambrosis Marco Polo (Sezione Associata) Nautico San Giorgio (Sezione Associata) Marsano (Sezione Associata) Luzzati I.I.S. N. G. DA VIGO / N. DA RECCO Via Don Minzoni, Rapallo (Ge) (Sede Da Vigo) Passo alle Clarisse, Rapallo (Ge) (Succursale) Via G. Marconi Recco (Ge) (Sessione Associata Nicoloso da Recco) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Linguistico Liceo Classico Liceo Scientifico TOTALE ALUNNI 1084 (sede + succursale + sezione associata Recco)

32 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 32 LICEO CLASSICO DELPINO Via Gagliardo, Chiavari (Ge) (Sede) Via S. Chiara, Chiavari (Ge) (Succursale) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Liceo Classico INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Scienze Umane Liceo Scienze Umane Opzione Economico Sociale TOTALE ALUNNI 663 (sede + succursale) LICEO SCIENTIFICO MARCONI Piazza Caduti di Nassiriya, Chiavari (Ge) (Sede) Viale Millo, Chiavari (Ge) (Succursale) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Liceo Scientifico INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI TOTALE ALUNNI 579 (sede + succursale) I.P.S.C. CABOTO Via G.B. Ghio, 2/ Chiavari (Ge) (Sede) Viale Millo, Chiavari (Ge) (Succursale) Via Buonincontri, 3/B Santa Margherita Ligure (Ge) (Sezione Associata) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Istituto Professionale per i Servizi Istituto Tecnico Tecnologico INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO Servizi Commerciali Servizi Socio Sanitari Grafica e Comunicazione TOTALE ALUNNI ARTICOLAZIONI 547 (sede + succursale + sezione associata SML) + 92 serale + 40 carcere

33 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 33 I.I.S. B. MARSANO Via Aste Vittorio, San Colombano Certenoli (Ge) (Sezione Associata) SEDE NEL DISTRETTO FORMATIVO N. 4 SUCCURSALE E AZIENDA AGRICOLA NEL DISTRETTO FORMATIVO N. 4 PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Istituto Professionale per i Servizi Istituto Tecnico Tecnologico INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO Servizi per l Agricoltura e lo Sviluppo Rurale Agraria, Agroalimentare e Agroindustriale TOTALE ALUNNI ARTICOLAZIONI Produzioni e Trasformazioni 76 (sezione associata San Colombano C.) I.I.S. G. NATTA / G. V. DEAMBROSIS Via della Chiusa, Sestri Levante (Ge) (Sede Natta) Via S. Antonio, Chiavari (Ge) (Sede Deambrosis) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Istituto Tecnico Tecnologico Elettronica ed Elettrotecnica Meccanica, Meccatronica ed Energia Elettronica Elettrotecnica Meccanica, Meccatronica Istituto Tecnico Economico Liceo Scientifico Istituto Professionale per l Industria e l Artigianato Informatica e Telecomunicazioni Amministrazione, Finanza e Marketing Opzione scienze applicate Manutenzione e Assistenza Tecnica TOTALE ALUNNI Telecomunicazioni Relazioni Internazionali per il Marketing 672 (sede + succursale) + 15 serale

34 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 34 I.T.C. IN MEMORIA DEI MORTI PER LA PATRIA Viale Millo, Chiavari (Ge) (Sede) Via Castagnola, Chiavari (Ge) (Succursale) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Istituto Tecnico Economico INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO Amministrazione, Finanza e Marketing ARTICOLAZIONI Relazioni Internazionali per il Marketing Sistemi Informativi Aziendali Istituto Tecnico Tecnologico Costruzioni, Ambiente e Territorio Geotecnico TOTALE ALUNNI 735 (sede + succursale) I.I.S. F. LICETI Piazza E. Bontà, Rapallo (Ge) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Istituto Tecnico Economico Istituto Tecnico Tecnologico Liceo Scientifico Istituto Professionale per l Industria e l Artigianato INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO Amministrazione, Finanza e Marketing Turismo Costruzioni, Ambiente e Territorio Opzione Scienze Applicate Manutenzione e Assistenza Tecnica ARTICOLAZIONI Sistemi Informativi Aziendali Relazioni Internazionali per il Marketing TOTALE ALUNNI 680

35 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 35 LICEO ARTISTICO STATALE E. LUZZATI Via G.B. Ghio, Chiavari (Ge) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO Architettura e Ambiente ARTICOLAZIONI Liceo Artistico Design Arti Figurative Scenografia TOTALE ALUNNI 381 I.T.T.L. NAUTICO SAN GIORGIO Via Bettolo, Camogli (Ge) (Sezione Associata) SEDE NEL DISTRETTO FORMATIVO N. 3 SUCCURSALI NEL DISTRETTO FORMATIVO N. 2 PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Istituto Tecnico Tecnologico INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO Trasporti e Logistica ARTICOLAZIONI Costruzione del Mezzo Conduzione del Mezzo Logistica TOTALE ALUNNI 396 (sezione associata Camogli)

36 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 36 I.P.S.S.A.R. - M. POLO Via S. Rocco, Camogli (Ge) (Sezione Associata) SEDE NEL DISTRETTO FORMATIVO N. 4 PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Istituto Professionale per i Servizi Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera Enogastronomia Servizi di Sala e di Vendita Accoglienza Turistica TOTALE ALUNNI 233 (sezione associata Camogli)

37 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 37 PROVINCIA DI IMPERIA DISTRETTO FORMATIVO UNICO - PROVINCIA DI IMPERIA LICEO APROSIO Via Don Corti Ventimiglia (Im) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Classico Liceo Scientifico TOTALE ALUNNI 707

38 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 38 I.I.S. E. FERMI M. POLO E. MONTALE Via Roma, Ventimiglia (Im) (Sede) Via Sottoconvento, 86/A Ventimiglia (Im) (Succursale) Via Cagliari Bordighera (Im) (Sezione Associata) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Istituto Economico Istituto Tecnologico Tecnico Tecnico Istituto Professionale per i Servizi Liceo Scientifico INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO Amministrazione, Finanza e Marketing Costruzioni, Ambiente e Territorio Servizi Commerciali Opzione Scienze Applicate ARTICOLAZIONI Relazioni Internazionali per il Marketing TOTALE ALUNNI 748 LICEO CASSINI C.so Cavallotti, Sanremo (Im) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Classico Liceo Linguistico Liceo Scientifico TOTALE ALUNNI 1092 I.I.S. C. COLOMBO P.zza Eroi Sanremesi, Sanremo (Im) (Sede) Via S. Francesco Arma di Taggia (Im) (Sezione Associata) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Scientifico Opzione Scienze Applicate Istituto Economico Istituto Tecnologico Tecnico Tecnico Amministrazione, Finanza e Marketing Costruzioni, Ambiente e Territorio Servizi Informativi Aziendali TOTALE ALUNNI 627

39 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 39 I.I.S. RUFFINI-AICARDI Via Lungomare, Taggia-Arma (Im) (Sede) Viale Palme Arma (Im) Via S. Francesco Levà (Im) Via Roma Ventimiglia (Im) (Sezione Associata) Strada Maccagnan, Sanremo (Im) (Sezione Associata) C.so Cavallotti, Sanremo (Im) (Sezione Associata) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Istituto Professionale per i Servizi INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera Servizi per l Agricoltura e lo Sviluppo Rurale ARTICOLAZIONI Enogastronomia Servizi di Sala e di Vendita Accoglienza Turistica Servizi Commerciali Istituto Economico Tecnico Turismo TOTALE ALUNNI 920 LICEO VIEUSSEUX Via Terre Bianche, Imperia (Sede) P.zza Calvi Imperia (Succursali) Viale delle Rimembranze Imperia (Succursali) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Classico Liceo Scientifico Liceo Scientifico Opzione Scienze Applicate TOTALE ALUNNI 843

40 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 40 LICEO AMORETTI P.tta Denegri, Imperia (Sede) P.zza U. Calvi Imperia (Succursale) Via Alighieri, Sanremo (Im) (Sezione Associata) Via Margotti, Sanremo (Im) (Sezione Associata) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Scienze Umane Liceo Scienze Umane Opzione Economico Sociale Liceo Linguistico TOTALE ALUNNI 844 I.I.S. G. RUFFINI Via Terre Bianche Imperia (Sede) Via Eula Pieve di Teco (Im) (Sezione Associata) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Istituto Tecnico Economico Amministrazione, Finanza e Marketing Sistemi Informativi Aziendali Istituto Tecnologico Tecnico Costruzioni, Ambiente e Territorio Agraria, Agroalimentare e Agroindustria Gestione dell Ambiente e del Territorio TOTALE ALUNNI 830 (di cui n. 61 corso serale)

41 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 41 I.I.S. GALILEI CALVI - DORIA V. Santa Lucia, Imperia (Sede) P.zza Calvi, Imperia (Sezione Associata) P.zza Roma, Imperia (Sezione Associata) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Elettronica ed Elettrotecnica Elettronica Istituto Tecnologico Tecnico Trasporti e Logistica Logistica Informatica e Telecomunicazioni Telecomunicazioni Istituto Professionale per i Servizi Istituto Economico Tecnico Servizi Commerciali Turismo TOTALE ALUNNI 774 I.P.S.I.A. G. MARCONI V. Gibelli, Imperia (Sede) P.zza Corridoni, Sanremo (Im) (Succursale) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Istituto Professionale per l Industria e l Artigianato Produzioni Industriali e Artigianali Manutenzione e Assistenza Tecnica Industria TOTALE ALUNNI 613 (di cui n. 23 corso serale)

42 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 42 ISTITUTO STATALE D'ARTE IMPERIA Via Agnesi, Imperia (Sede) Via Berio Imperia (Succursale) Via Roma Ventimiglia (Im) (Sezione Associata) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Arti Figurative Audiovisivo e Multimediale Liceo Artistico Design Grafica Scenografia TOTALE ALUNNI 339

43 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 43 PROVINCIA DELLA SPEZIA DISTRETTO FORMATIVO UNICO - PROVINCIA DELLA SPEZIA LICEO L. COSTA Piazza Verdi, La Spezia PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Classico TOTALE ALUNNI 709

44 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 44 LICEO A. PACINOTTI Via XV Giugno La Spezia (Sede) Via Martiri della Libertà, Levanto (Sp) (Sezione Associata) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Liceo Scientifico INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI TOTALE ALUNNI 811 LICEO MAZZINI Viale A. Ferrari, La Spezia PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Linguistico Liceo Scienze Umane Liceo Scienze Umane Opzione Economico Sociale TOTALE ALUNNI 937

45 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 45 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CARDARELLI Via Carducci, La Spezia (Sede) Via Montepertico La Spezia (Succursale) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Istituto Tecnologico Tecnico Costruzioni, Ambiente e Territorio Costruzioni, Ambiente e Territorio Geotecnico Grafica e Comunicazione Arti Figurative Liceo Artistico Architettura e Ambiente Grafica Audiovisivo e Multimediale Liceo Musicale e Coreutico Liceo Musicale (*) TOTALE ALUNNI 748 (*) L attivazione del Liceo Musicale è subordinata all autorizzazione del Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca.

46 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 46 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CAPELLINI - SAURO Via Doria, La Spezia PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Liceo Scientifico INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO Opzione Scienze Applicate ARTICOLAZIONI Costruzione del mezzo Trasporti e Logistica Conduzione del mezzo Logistica Meccanica, Meccatronica ed Energia Meccanica, Meccatronica, Energia Istituto Tecnico Tecnologico Elettronica ed Elettrotecnica Elettronica Elettrotecnica Automazione Informatica e Telecomunicazioni Informatica Telecomunicazioni Chimica, Materiali e Biotecnologie Chimica e Materiali TOTALE ALUNNI 1216

47 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 47 ISTITUTO TECNICO FOSSATI - DA PASSANO Via Bragarina, 32/A La Spezia (Sede) Via del Municipio Varese Ligure (Sp) (Sezione Associata) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Istituto Tecnico Tecnologico INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO Informatica e Telecomunicazioni Grafica e Comunicazione Chimica, Materiali e Biotecnologie Informatica ARTICOLAZIONI Biotecnologie Ambientali Istituto Tecnico Economico Amministrazione, Finanza e Marketing Amministrazione Finanza e Marketing Relazioni Internazionali per il Marketing Servizi Informativi Aziendali Turismo TOTALE ALUNNI 801 ISTITUTO PROFESSIONALE EINAUDI CHIODO Via Lamarmora, La Spezia (Sede) Via XX Settembre, La Spezia (Sezione Associata) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Istituto Professionale per i Servizi INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO Servizi Socio Sanitari Servizi Socio Sanitari Odontotecnico ARTICOLAZIONI Servizi Commerciali Istituto Professionale per l Industria e l Artigianato Produzioni Industriali e Artigianali Manutenzione e Assistenza Tecnica TOTALE ALUNNI 676

48 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 48 ISTITUTO PROFESSIONALE CASINI Via Fontevivo, La Spezia (Sede) Via Montepertico, La Spezia (Succursale) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Istituto Professionale per i Servizi INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera Servizi Commerciali ARTICOLAZIONI Enogastronomia Servizi di Sala e di Vendita Accoglienza Turistica TOTALE ALUNNI 617 LICEO PARENTUCELLI Piazza Ricchetti Sarzana (Sp) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO Liceo Classico INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Scientifico TOTALE ALUNNI 993 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ARZELA' Via Dei Molini, Sarzana (Sp) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Istituto Economico Tecnico Amministrazione, Finanza e Marketing Turismo Istituto Professionale per i Servizi Servizi per l Agricoltura e lo Sviluppo Rurale TOTALE ALUNNI 535

49 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 49 PROVINCIA DI SAVONA DISTRETTO FORMATIVO N 1 - ALBENGANESE-FINALESE SCUOLE: LICEO G. BRUNO - I.I.S. GIANCARDI/GALILEI/AICARDI - I.I.S. FALCONE - I.I.S. FINALE LIGURE (MIGLIORINI) - LICEO ISSEL LICEO G. BRUNO Viale Pontelungo, Albenga (Sv) (Sede) Via Dante, Albenga (Sv) (Succursale) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Classico Liceo Scientifico Liceo Linguistico Liceo Artistico TOTALE ALUNNI 941

50 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 50 I.I.S. GIANCARDI GALILEI AICARDI Via Petrarca, Alassio (Sv) (Sede) Regione Rapalline, 32 Campochiesa Albenga (Sv) (Sezione Associata) P.le San Bernardino, Albenga (Sv) (Sezione Associata) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Enogastronomia Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera Servizi di Sala e di Vendita Istituto Professionale per i Servizi Accoglienza Turistica Servizi Commerciali Servizi per l Agricoltura e lo Sviluppo Rurale Liceo Scientifico Opzione Scienze Applicate Chimica, Materiali e Biotecnologie Chimica e Materiali Istituto Tecnico Tecnologico Informatica e Telecomunicazioni Elettronica ed Elettrotecnica Elettronica TOTALE ALUNNI 1678

51 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 51 I.I.S. FALCONE Via Aurelia, Loano (Sv) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Istituto Tecnico Economico Amministrazione, Finanza e Marketing Sistemi Informativi Aziendali Turismo Istituto Tecnico Tecnologico Costruzioni, Ambiente e Territorio TOTALE ALUNNI 748

52 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 52 I.I.S. FINALE LIGURE (MIGLIORINI) Via Manzoni, Finale Ligure (Sv) (Sede) Via Ghiglieri, Finale Ligure (Sv) (Succursale) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Enogastronomia Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera Servizi di Sala e di Vendita Istituto Professionale per i Servizi Accoglienza Turistica Servizi Commerciali Istituto Professionale per l Industria e l Artigianato Manutenzione ed Assistenza Tecnica Produzioni Industriali ed Artigianali TOTALE ALUNNI 555

53 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 53 LICEO ISSEL Via Fiume, Finale Ligure (Sv) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Scientifico Liceo Linguistico Liceo Scienze Umane TOTALE ALUNNI 523

54 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 54 DISTRETTO FORMATIVO N 2 SAVONESE - VAL BORMIDA SCUOLE: LICEO CALASANZIO CARCARE - I.I.S. CAIRO MONTENOTTE - LICEO ORAZIO GRASSI - I.I.S. CHIABRERA/MARTINI - LICEO DELLA ROVERE - I.I.S. BOSELLI/ALBERTI - I.I.S. FERRARIS/LEON PANCALDO - I.I.S. MAZZINI/DA VINCI LICEO CALASANZIO CARCARE Piazza Calasanzio, Carcare (Sv) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Classico Liceo Scientifico Liceo Linguistico TOTALE ALUNNI 427

55 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 55 I.I.S. CAIRO MONTENOTTE Corso XXV Aprile Cairo Montenotte (Sv) (Sede) Patetta Via Allende Cairo Montenotte (Sv) (Sezione Associata) ITIS Via Mameli Cairo Montenotte (Sv) (Sezione Associata) IPSIA PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Istituto Tecnico Economico Amministrazione, Finanza e Marketing Sistemi Informativi Aziendali Istituto Professionale per i Servizi Servizi Commerciali Costruzioni, Ambiente e Territorio Istituto Tecnico Tecnologico Elettronica ed Elettrotecnica Elettrotecnica Meccanica, Meccatronica ed Energia Meccanica, Meccatronica Istituto Professionale per l Industria e l Artigianato Manutenzione ed Assistenza Tecnica TOTALE ALUNNI 1087

56 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 56 LICEO ORAZIO GRASSI Via F. Corridoni, 2r Savona PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Scientifico Opzione Scienze Applicate TOTALE ALUNNI 994 I.I.S. CHIABRERA MARTINI Via Caboto, Savona (Sede) Via Aonzo, Savona (Sezione Associata) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Classico Liceo Linguistico Architettura e Ambiente Liceo Artistico Arti Figurative Design TOTALE ALUNNI 951

57 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 57 LICEO DELLA ROVERE Via Monturbano, Savona PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Linguistico Liceo Scienze Umane Opzione Economico Sociale TOTALE ALUNNI 1026

58 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 58 I.I.S. BOSELLI ALBERTI Via San Giovanni Bosco, Savona (Sede) Via Alla Rocca, 35/a Savona (Sezione Associata) Via San Giovanni Bosco, Varazze (Sv) (Sezione Associata) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Sistemi Informativi Aziendali Amministrazione, Finanza e Marketing Istituto Tecnico Economico Relazioni Internazionali per il Marketing Turismo Istituto Tecnico Tecnologico Costruzioni, Ambiente e Territorio TOTALE ALUNNI serali

59 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 59 I.I.S. FERRARIS LEON PANCALDO Via Alla Rocca, Savona (Ferraris) (Sede) Via Manzoni, Savona (Pancaldo) (Sezione Associata) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Liceo Scientifico Opzione Scienze Applicate Chimica, Materiali e Biotecnologie Chimica e Materiali Elettronica ed Elettrotecnica Elettronica Elettrotecnica Meccanica, Meccatronica ed Energia Meccanica e Meccatronica Istituto Tecnico Tecnologico Informatica e Telecomunicazioni Informatica Grafica e Comunicazione Costruzione del Mezzo Trasporti e Logistica Conduzione del Mezzo Logistica TOTALE ALUNNI 796

60 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 60 I.I.S. MAZZINI DA VINCI Via Aonzo, Savona (Sede) (Mazzini) Via Oxilia, Savona (Succursale) (Mazzini) Via Alla Rocca, Savona (Sezione Associata) (Da Vinci) PERCORSI NUOVO ORDINAMENTO INDIRIZZI NUOVO ORDINAMENTO ARTICOLAZIONI Servizi Commerciali Istituto Professionale per i Servizi Servizi Socio Sanitari Ottico Odontotecnico Istituto Professionale per l Industria e l Artigianato Manutenzione ed Assistenza Tecnica TOTALE ALUNNI serale

61 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 61 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N L. 353/2000. Piano regionale antincendio boschivo. "Integrazione e aggiornamento del quadro statistico degli incendi boschivi per le azioni regionali di prevenzione e lotta attiva dell'anno 2012". LA GIUNTA REGIONALE omissis DELIBERA Per le motivazioni in premessa indicate di: approvare l allegato documento Integrazione e aggiornamento del quadro statistico degli incendi boschivi per le azioni regionali di prevenzione e lotta attiva dell anno 2012, quale parte integrante del presente atto, col quale si provvede, ai sensi dell articolo 3, comma 3, della legge 353/2000, ad aggiornare i dati relativi agli incendi boschivi occorsi in Liguria nel periodo 1987/2009, già raccolti nel documento di Revisione del Piano regionale di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi approvato con la DGR 233/2010, al fine di valutare l andamento dell efficacia dell azione regionale in termini di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi; di dare atto che, nelle more della predisposizione di una nuova normativa regionale in materia di antincendio boschivo e protezione civile, l attuale Piano regionale di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi, approvato con la DGR n. 1402/2002, resta in vigore per tutte quelle parti e disposizioni che non siano (direttamente o indirettamente) incompatibili con le modifiche introdotte dal presente aggiornamento e dal documento di Revisione del Piano regionale di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi approvato con la DGR 233/2010; IL SEGRETARIO Roberta Rossi (allegato omesso, consultabile sul sito DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N VIA ex L.R. 38/98. Progetto relativo alla realizzazione della darsena Enti di Stato nel Porto Vecchio di Sanremo (IM). Proponente: Provveditorato OO.PP. Liguria del Ministero Infrastrutture e Trasporti (GE). Pronuncia negativa. LA GIUNTA REGIONALE omissis DELIBERA di esprimere parere negativo per il progetto volto alla realizzazione della Darsena Enti di Stato all interno del Porto Vecchio di Sanremo (IM) presentato dal Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche Lombardia Liguria Sede Coordinata di Genova, del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, sulla base delle considerazioni sopra esposte. Condizione necessaria ai fini della ripresentazione del progetto adeguato a quanto espresso nelle considerazioni citate, è la contestuale messa in sicurezza della diga di sopraflutto del Porto Vecchio di Sanremo La presente deliberazione è pubblicata, per estratto, sul Bollettino Ufficiale della Regione Liguria.

62 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 62 Contro il presente provvedimento può essere inoltrato ricorso in opposizione, ai sensi dell art. 18 della legge regionale 30 dicembre 1998 n. 38, entro trenta giorni dalla pubblicazione sul B.U.R.L., fermo restando la possibilità di ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale della Liguria entro 60 giorni o alternativamente di ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni dalla notifica, comunicazione o pubblicazione dello stesso. IL SEGRETARIO Roberta Rossi DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N L.R. 9/2000, art. 17, comma 2: divieti e prescrizioni per la tutela e gestione del territorio nelle Provincie di Genova e Savona. LA GIUNTA REGIONALE RICHIAMATI: il D. Lgs. 23 febbraio 2010, n. 49 Attuazione della direttiva 2007/60/CE relativa alla valutazione e alla gestione dei rischi di alluvione, recepimento nell ordinamento nazionale della direttiva europea 2007/60/CE, che in particolare prevede: - all art. 3 che agli adempimenti del decreto provvedono le Autorità di Bacino distrettuali ex art. 63 d.lgs. 152/2006 per le attività di pianificazione e le Regioni per le attività di protezione civile; - all art. 6 che entro il 22/06/2013 siano redatte mappe delle pericolosità e del rischio di inondazione; - all art. 7 che entro il 22/06/2015 sia redatto il Piano di gestione dalle alluvioni, attraverso il quale vengono associate alla mappatura di cui all art. 6 misure per la gestione del rischio da alluvioni ed, in particolare, viene riportata una sintesi dei contenuti dei piani di emergenza; la legge 18 maggio 1989 n.183 Norme per il riassetto organizzativo e funzionale della difesa del suolo che istituisce le Autorità di Bacino e introduce lo strumento dei piani di bacino, dei quali individua termini e modalità generali di redazione ed approvazione; il D.Lgs. 3 aprile 2006 n.152, recante Norme in materia ambientale ed, in particolare, la parte terza, recante norme in materia di difesa del suolo, che ha innovato il sistema previgente di pianificazione di bacino, prevedendo, al riguardo, la soppressione delle Autorità di Bacino ex lege 183/1989, le cui funzioni sono demandate alle autorità di bacino distrettuale, istituite dallo stesso D. Lgs., nonché l art. 170 che al comma 2-bis ha disposto la proroga delle funzioni delle Autorità di Bacino nelle more dell istituzione delle Autorità di bacino distrettuali di cui sopra, al momento non ancora avvenuta; il D.L. n. 208/2008 che all articolo 1, oltre alla proroga delle funzioni delle Autorità di Bacino sopra ricordata, che di fatto conferma il regime transitorio già disposto a livello regionale dall art. 44 della l.r. n. 10/2008, fa salvi gli atti posti in essere dalle Autorità di bacino dalla data di emanazione del d.lgs. 152/2006; la legge 24 febbraio 1992, n.225 Istituzione del Servizio Nazionale della Protezione civile che all art. 3 definisce le attività ed i compiti della protezione civile precisando che: - la previsione consiste nelle attività dirette allo studio ed alla determinazione delle cause dei fenomeni calamitosi, alla identificazione dei rischi ed alla individuazione delle zone del territorio soggette ai rischi stessi; - la prevenzione consiste nelle attività volte a d evitare o ridurre al minimo la possibilità che si verifichino danni anche sulla base delle conoscenze acquisite per effetto delle attività di previsione; la legge regionale 17 febbraio 2000 n. 9 Adeguamento della disciplina e attribuzione agli enti locali delle funzioni amministrative in materia di protezione civile ed antincendio ed in particolare: - gli artt. 3, comma 2, lett. d) e 6, comma 1, lett. c) ed e), che attribuiscono rispettivamente: alla Regione il compito di fornire indirizzi per la predisposizione da parte degli enti locali dei piani di

63 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 63 emergenza provinciali e comunali; ai Comuni il compito di predisporre od aggiornare i piani comunali di emergenza dei quali debbono tenere conto gli strumenti urbanistici comunali e di provvedere alla vigilanza sull insorgere di situazioni di rischio idrogeologico od altro rischio; - l art 17 che prevede che la Regione rediga le mappe dei rischi presenti sul territorio regionale realizzate anche con il concorso degli enti locali interessati e che tali mappe possano contenere divieti e prescrizioni per la tutela e gestione del territorio, nonché indirizzi e direttive in ordine all espletamento dell attività di pianificazione territoriale ed urbanistica da parte della Regione, delle Province e dei Comuni; la DGR n del 6 dicembre 2011, L.R. 9/2000. Approvazione stralcio della cartografia di rischio di inondazione con connessa disciplina di salvaguardia e misure di protezione civile ex artt.3 e 17 in relazione ai recenti eventi alluvionali., con la quale è stata approvata la cartografia delle aree inondate in Provincia della Spezia nell evento alluvionale del 25 ottobre 2011 con relative misure di salvaguardia, nonché indirizzi e misure di protezione civile validi su tutto il territorio regionale; PREMESSO CHE a seguito dei recenti eventi alluvionali: - sono state avviate, con il concorso degli enti locali, attività di mappatura delle aree interessate dalle inondazioni, che hanno portato alla cartografia approvata con DGR 1489/2011 per il territorio spezzino, e ad analoga cartografia per il territorio genovese attualmente in fase di approvazione; - è stata effettuata dagli uffici regionali una ricognizione finalizzata alla verifica di eventuali situazioni di pericolosità idraulica note sul territorio ligure che non risultino connesse ad una adeguata disciplina di salvaguardia; PRESO ATTO a tal fine che: con nota n. PG/2010/ del sono state richieste alle Province di Savona e Genova le perimetrazioni delle aree interessate da inondazione negli eventi alluvionali dell ottobre 2010, anche ai fini della verifica ed aggiornamento dei relativi piani di bacino; in riscontro a tale nota: la Provincia di Genova, con nota prot. n del ha provveduto a trasmettere, tra l altro, la mappatura della aree maggiormente interessate dagli eventi alluvionali, ed ha conseguentemente attivato le procedure per la modifica dei piani di bacino vigenti ai fini di aggiornare il quadro conoscitivo degli stessi; la Provincia di Genova ha successivamente predisposto la variante, oggi in vigore, ai piani di bacino degli Ambiti 12 e 13, ai fini del recepimento della perimetrazione delle aree inondate più estese di quelle determinate come inondabili nei piani stessi, ad esclusione delle aree ricadenti nei bacini del t. Chiaravagna e del t. Polcevera, in quanto sono state inserite nell ambito della avviata variante generale di aggiornamento complessivo, anche normativo, del piano di bacino; la Provincia di Savona, non ha fornito risposta ed è stata sollecitata, oltre che nell ambito dei lavori del Comitato Tecnico di Bacino, con nota n. PG/2011/59387 del , a procedere alla predisposizione delle necessarie proposte di adeguamento dei piani di bacino vigenti in relazione agli eventi alluvionali dell ottobre 2010; con nota n. PG/2011/ del il Dipartimento Ambiente ha provveduto a chiedere alle Province liguri, in coerenza con il disposto della l.r. 9/2000 ed in particolare dagli artt. 11 e 17 della legge stessa, la trasmissione della mappatura delle zone interessate da inondazioni negli eventi alluvionali di ottobre e novembre 2011, nonché quelle relative agli eventi 2010 qualora non fossero ancora state trasmesse; a riscontro di tale nota la Provincia di Savona ha trasmesso con nota n del 30/11/2011 la perimetrazione delle aree interessate da inondazioni negli eventi dell ottobre 2010, non avendo zone interessate dagli eventi 2011; CONSIDERATO pertanto che, a riguardo degli eventi alluvionali che nel 2010 hanno colpito la Regione: le aree inondate ricadenti in provincia di Savona ad oggi non presentano norme di salvaguardia ad esse connesse in quanto la Provincia di Savona non ha avviato le necessarie procedure di adeguamento del piano di bacino stralcio vigente; le aree inondate in Provincia di Genova relative ai bacini del t. Chiaravagna e t. Polcevera ad oggi non presentano norme di salvaguardia connesse in quanto sono state inserite nella proposta di variante

64 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 64 sostanziale al piano di bacino, già agli atti del Comitato Tecnico di Bacino ma tutt oggi ancora in itinere, con tempi ancora non certi per la conclusione del procedimento di adozione; sulla base delle informazioni disponibili è stata redatta la mappatura di cui all allegato 2 Tavola 1, allegata al presente atto quale parte integrante e sostanziale, che è costituita dalla perimetrazione delle aree inondate negli eventi dell ottobre 2010, ricadenti nei territori delle Provincie di Savona e Genova, ad oggi non ancora tutelate da alcuna disciplina di salvaguardia; ai sensi del citato art. 17, comma 2, l.r.9/20000, possono essere adottati divieti e prescrizioni per la tutela e la gestione del territorio, nonché indirizzi e direttive in ordine agli insediamenti e alle infrastrutture esistenti o previste all interno delle aree già interessate da eventi di inondazione; RITENUTO pertanto necessario, ai fini di previsione e prevenzione di cui all art. 3, l. 225/1992 e secondo quanto previsto dagli artt. 3 e 17 della l.r. 9/2000, predisporre, sulle aree di cui all allegato 2 - Tavola 1, una disciplina di salvaguardia temporanea che contenga prescrizioni e divieti di natura cautelativa nelle more di adeguati approfondimenti tecnici finalizzati allo studio ed approfondimento degli eventi occorsi e alla predisposizione di conseguenti varianti ai piani di bacino vigenti, laddove necessario; PRESO ATTO inoltre che: nel 2004 sono stati redatti, dalle Provincia di Genova e Savona, su finanziamento regionale, studi idraulici finalizzati alla determinazione delle aree inondabili a dati tempi di ritorno per i rispettivi territori ricadenti nel bacino padano; la Provincia di Genova ha provveduto a recepire, ai sensi del comma 11 dell art. 1 delle Norme di attuazione del Piano di bacino stralcio per l assetto idrogeologico (PAI) del Fiume Po, gli esiti di tali studi in una apposita variante del PTC provinciale, denominata VBP, approvata con accordo di pianificazione del 23/03/2011 (BURL n. 14 del 6 aprile 2011); quanto ai territori della Provincia di Savona, ad oggi tali studi sono stati recepiti, come quadro conoscitivo, nella mappatura delle criticità a fini di protezione civile, aggiornata da ultimo con DGR 747/2007, ma non risultano oggetto di una adeguata copertura normativa, in quanto, salvo limitati casi, non sono stati recepiti dai Comuni nei loro strumenti urbanistici, secondo le procedure di cui all art. 18 delle Norme di attuazione del PAI e con le modalità previste nelle D.G.R. 1882/2002, né in altro strumento di pianificazione sovracomunale ai sensi del comma 11 dell art. 1 delle stesse Norme di attuazione; CONSIDERATO CHE: gli studi effettuati sul territorio padano della Provincia di Savona potranno essere recepiti, insieme agli altri studi sul territorio regionale, nelle mappe della pericolosità e del rischio idraulico da redigere, ai sensi del D. lgs. 49/2010, entro il 22 giugno 2013, nonché nel piano di gestione del rischio da alluvione, la cui redazione è prevista entro il 22 giugno 2015; è opportuno, peraltro, nelle more di tale recepimento, assoggettare le aree già individuate come a pericolo di inondazione ad una disciplina di salvaguardia finalizzata alla tutela della pubblica incolumità; RITENUTO pertanto necessario che: le perimetrazione delle aree inondabili a diversi tempi di ritorno sul territorio della provincia di Savona ricadenti nel bacino del fiume PO, come riportata nell allegato 2 Tavola 2, allegata al presente atto quale parte integrante e sostanziale, costituisca aggiornamento della mappa di criticità a fini di protezione civile già redatta; a tali perimetrazioni sia connessa una disciplina di salvaguardia coerente con la disciplina del Piano stralcio per l assetto idrogeologico del Fiume Po, nonché con analoga normativa vigente per i bacini padani ricadenti in territorio ligure contenuta nella variante al PTC provinciale di Genova (VBP), nelle more del loro recepimento negli strumenti di pianificazione comunali o provinciali; tali misure non si applichino ai territori dei Comuni di Altare e Carcare, in quanto risultano concluse le procedure di recepimento delle perimetrazioni delle aree inondabili negli strumenti urbanistici comunali, nonché alle porzioni di territorio di altri Comuni già assoggettate a verifica di compatibilità dello strumento urbanistico comunale effettuata in conformità al disposto dell art. 18 delle Norme di attuazione del PAI; RITENUTO infine che la cartografia allegata al presente atto, quale parte integrante e sostanziale, costituita dall allegato 2 Tavole 1 e 2 come sopra descritto, rappresenti uno stralcio di aggiornamento della mappa dei rischi

65 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 65 ai sensi dell art.17 della l.r. 9/2000 relativamente al rischio di inondazione nelle Provincie di Genova e Savona; la disciplina di salvaguardia e le misure di prevenzione di cui all Allegato 1, Parte 2, quale parte integrante e sostanziale, al presente atto sia rispondente alle esigenze di cautela necessaria nelle more degli adeguati approfondimenti tecnici; DATO ATTO che restano in vigore gli indirizzi e prescrizioni di cui alla parte II dell allegato 1 alla DGR 1489/2011, validi su tutto il territorio regionale: Su proposta dell Assessore all Ambiente e Sviluppo Sostenibile, Attività di Protezione Civile, Caccia e Pesca Acque Interne, Altra Economia e Stili di Vita Consapevoli; DELIBERA Per i motivi indicati in premessa 1. di approvare ai sensi dell art. 17, c.1, della l.r. 9/2000 lo stralcio di aggiornamento della mappa del rischio di inondazione di cui alla cartografia allegata alla presente deliberazione quale parte integrante e sostanziale (Allegato 2 Tavola 1 e 2); 2. di disporre, secondo quanto previsto dall art 17, c. 2, e dall art. 3 della l.r. 9/2000 ai fini della tutela dai rischi di inondazione presenti sul territorio i divieti e le prescrizioni, di cui alla normativa di cui all Allegato 1 (Parte 1 e Parte 2); 3. di disporre la pubblicazione integrale del presente atto sul Bollettino ufficiale della Regione. Avverso il presente provvedimento è possibile proporre ricorso giurisdizionale al T.A.R. Liguria, entro 60 gg, o, alternativamente, ricorso amministrativo straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 gg dalla pubblicazione dello stesso. IL SEGRETARIO Roberta Rossi (segue allegato 1. Allegato 2 depositato presso il Dipartimento Ambiente della Regione Liguria e consultabile sul sito

66 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 66 ALLEGATO 1 Divieti e prescrizioni per la tutela e gestione del territorio ai sensi del c.2, dell art. 17 della l.r. 9/2000 PARTE 1 AREE INONDATE - EVENTO OTTOBRE 2010 Art. 1. Mappatura aree inondate 1. Le principali aree interessate da inondazioni negli eventi eventi alluvionali occorsi sul territorio regionale nell ottobre 2010 che non risultano già recepite nei rispettivi piani di bacino, sono rappresentate nella cartografia di cui alla tav. 1, che costituisce aggiornamento ed integrazione della attuale cartografia delle criticità idrauliche a fini di protezione civile, di cui all art. 17 della l.r. 9/2000, aggiornata da ultimo con DGR 746 del 9/7/ Gli enti locali competenti, a seguito della verifica della perimetrazione delle aree di cui al comma 1, possono presentare, motivatamente e sulla base di adeguata documentazione tecnica, istanza di integrazione, modifica od aggiornamento delle aree stesse, con particolare riferimento ad aree interessate dalle esondazioni non perimetrate nella tav. 1. Art. 2 Divieti e prescrizioni su aree inondate Evento Sulle aree rappresentate in tav. 1, sono stabiliti i seguenti divieti e prescrizioni quali misure cautelari nelle more di adeguati studi ed approfondimenti e delle verifiche di cui all art Fatti salvi gli interventi di cui al comma 3, sono vietati: a) interventi di nuova edificazione; b) interventi sul patrimonio edilizio eccedenti quelli di restauro e risanamento conservativo come definiti dal DPR 380/2001; c) cambi di destinazione d uso, anche senza opere edilizie, che aumentino il carico insediativo, anche temporaneo; d) realizzazione di nuove infrastrutture. 3. Sono esclusi dai divieti di cui al comma 2: a) gli interventi di ristrutturazione edilizia come definiti all art. 3 del DPR 380/2001, ivi compresi i modesti ampliamenti una tantum, purché non interrati e seminterrati, e corredati da accorgimenti tecnico-costruttivi per la protezione passiva dagli allagamenti e idonee misure di autoprotezione; nel caso di interventi di demolizione con ricostruzione e/o di sostituzione edilizia, la ricostruzione deve avvenire senza la realizzazione di interrati e seminterrati e con l adozione di tipologie e di accorgimenti tecnico-costruttivi di protezione passiva tali da eliminare la vulnerabilità del fabbricato agli eventi alluvionali; b) gli interventi sul patrimonio edilizio esistente finalizzati a mitigare la vulnerabilità degli edifici esistenti e a migliorare la tutela della pubblica e privata incolumità; c) l adeguamento o realizzazione di reti ed impianti di servizi pubblici, purché siano tali da non aggravare le condizioni di pericolosità idraulica e non subire danni in caso di eventi alluvionali;

67 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 67 d) gli interventi di ristrutturazione di strade pubbliche e di realizzazione di nuove strade pubbliche, purché, sulla base di appositi studi di compatibilità idraulica, gli stessi siano realizzati in modo da non aggravare le condizioni di pericolosità idraulica e da non interferire con i possibili interventi di sistemazione idraulica. 4. Sono altresì consentiti gli interventi idraulici ed idraulico-ambientali volti alla messa in sicurezza, purché compatibili con le previsioni ed i criteri della pianificazione di bacino, nei termini e modalità ivi indicate. 5. In ogni caso qualsiasi intervento di carattere edilizio ed infrastrutturale non deve: interessare l alveo attivo; pregiudicare la sistemazione idraulica definitiva; aumentare il rischio di inondazione nelle aree limitrofe e a monte e a valle; costituire significativo ostacolo al deflusso di piena e ridurre significativamente la capacità di invaso delle aree. 6. La disciplina di cui ai commi precedenti va applicata in termini integrati e complementari alla disciplina relativa alle aree connesse alla pericolosità idraulica ed idrogeologica dei piani di bacino vigenti, con prevalenza, caso per caso, della disciplina più restrittiva. Art. 3 Durata delle misure di salvaguardia sulle aree inondate Evento Le misure di cui all art. 2 rimangono in vigore per 12 mesi dalla loro approvazione. 2. In relazione alle aree di cui all art.1, le Province anche in collaborazione con la Regione e gli Enti locali interessati e con gli uffici competenti dell ARPAL, nel caso non lo avessero ancora fatto, procedono a verifiche, studi ed approfondimenti tecnici tesi a analizzare i fenomeni avvenuti ed individuare le cause delle esondazioni, verificando altresì l adeguatezza delle classificazioni di pericolosità e rischio dei piani di bacino attualmente vigenti, la permanenza delle condizioni che hanno causato lo stato di emergenza o eventuali condizioni di rischio residuo, e determinando in particolare la necessità della revisione ed aggiornamento dei piani. 3. Entro la data di validità del presente provvedimento, devono essere approvate le varianti ai piani di bacino vigenti al fine dell aggiornamento del quadro conoscitivo alla luce degli eventi alluvionali occorsi, recependo contestualmente, laddove possibile, gli esiti delle verifiche ed approfondimenti di cui al comma 2. Nel caso, a seguito delle verifiche, non risulti necessaria alcuna variante ai piani vigenti, né in termini di quadro conoscitivo né di normativa associata, ne dovrà essere data ufficiale comunicazione alla Regione. 4. Le misure di cui all art. 2 decadono, per i relativi territori, all atto dell avvenuta approvazione delle varianti ai piani di bacino, ovvero della trasmissione della comunicazione da parte delle Autorità di Bacino ai sensi del comma In casi di particolare complessità, o di necessità di studi di maggior dettaglio per l individuazione delle cause degli eventi alluvioni e delle condizioni di rischio residuo, o di altre documentate condizioni di criticità, la durata delle presenti misure potrà essere prorogata per un periodo non superiore a ulteriori 12 mesi. Art. 4 Regime transitorio per le misure sulle aree inondate-evento Dalla data di approvazione delle presenti misure non sono assentibili o realizzabili interventi in contrasto con i divieti e prescrizioni di cui all art Sono fatti salvi:

68 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 68 a) gli interventi i cui lavori siano stati effettivamente iniziati 1, previa verifica del Comune sulla compatibilità della loro collocazione alla luce degli eventi occorsi, anche attraverso l indicazione di eventuali misure di autoprotezione e/o di protezione civile; b) gli interventi già dotati dei titoli edilizi, previo parere positivo da parte della Provincia nell ambito del quale sia verificata la compatibilità degli interventi stessi con le condizioni di pericolosità e rischio derivanti dagli eventi occorsi, in considerazione del permanere delle criticità che hanno portato allo stato di emergenza e/o delle condizioni di rischio residuo, nonché delle conoscenze già acquisite nell ambito della pianificazione di bacino. Il suddetto parere, anche sulla base degli approfondimenti tecnici avviati ai sensi dell art. 3, c. 2, può contenere indicazioni e prescrizioni per l eventuale adeguamento progettuale degli interventi e/o per l adozione di misure di autoprotezione e protezione civile, ai fini di ridurre la vulnerabilità delle edificazioni e tutelare la pubblica incolumità, ovvero, laddove necessario, l individuazione di eventuali interventi di sistemazione idraulica da realizzare. 3. Il parere di compatibilità di cui al comma 2 lett. b) è rilasciato a seguito di formale richiesta del Comune interessato, con contestuale trasmissione della documentazione tecnica necessaria.. 1 Affinché i lavori si possano considerare effettivamente iniziati devono essere in corso l'impianto del cantiere e l'esecuzione di opere volte all'effettiva realizzazione del fabbricato, e che il lavori vengano completati entro il termine di tre anni dalla data di inizio dei lavori; inoltre non concretano l'inizio dei lavori l'esecuzione di modesti scavi e sbancamenti, la sola posa di pilastri e quant'altro, pur costituendo opera edilizia, non sia obiettivamente indirizzato al risultato dell'effettuazione della costruzione. (ex penultimo e ultimo comma della l.r. 4/1975)

69 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 69 PARTE 2 AREE INONDABILI SUI BACINI PADANI DELLA PROVINCIA DI SAVONA Art. 5 Mappatura aree a rischio idraulico bacini padani 1. La perimetrazione delle aree inondabili a vari tempi di ritorno elaborata sulla base di studi idraulici condotti dalla Provincia di Savona sui principali bacini ricadenti nel territorio dell Autorità di Bacino del Fiume Po è rappresentata nella cartografia di cui alla tav. 2, che costituisce aggiornamento della carta del rischio idraulico già approvata a fini di protezione civile. 2. Le perimetrazioni delle aree di cui al comma 1 sono determinate sui dati disponibili alla data di approvazione del presente atto e sono suscettibili di modifiche ed integrazioni sulla base di ulteriori approfondimenti o all emergere di nuove conoscenze ed elementi di maggior dettaglio, anche su segnalazione degli enti locali. 3. Le perimetrazioni delle aree di cui al comma 1 integrano quelle presenti nella cartografia di cui all Atlante dei rischi idraulici e idrogeologici - Delimitazione delle aree in dissesto del Piano stralcio per l Assetto Idrogeologico (PAI) del Fiume Po approvato con D.P.C.M e ss. mm. e ii. che rimangono comunque in vigore. Art. 6 Divieti e prescrizione su aree inondabili a vari tempi di ritorno 1. Sulle aree rappresentate in tav. 2, sono stabiliti i seguenti divieti e prescrizioni quali misure cautelari, coerenti con le previsioni del PAI del Fiume Po, nelle more del recepimento degli studi nel piano di bacino o in altro strumento di pianificazione di cui al comma 11 dell art. 1 delle Norme di attuazione del PAI ovvero della verifica di compatibilità dello strumento urbanistico comunale effettuata ai sensi dell art. 18 delle Norme di attuazione del PAI con l modalità previste nelle D.G.R. 1882/2002 (BURL n , parte II) ; 2. I divieti di cui ai commi seguenti non si applicano ai territori dei Comuni di Altare e Carcare, in quanto risultano concluse le procedure di recepimento delle perimetrazioni di cui all art. 1, comma 1 negli strumenti urbanistici comunali, e alle porzioni di territorio di altri Comuni già assoggettate a verifica di compatibilità dello strumento urbanistico comunale effettuata in conformità al disposto dell art. 18 delle Norme di attuazione del PAI. 3. Nelle aree inondabili per tempi di ritorno cinquantennali, indicate nella cartografia di cui all art. 5 con la sigla Ee, sono consentiti: a) gli interventi di demolizione senza ricostruzione; b) gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, di restauro e di risanamento conservativo degli edifici, così come definiti all art. 3, comma 1, lett. a, b, c, del D.P.R. 380/2001; c) gli interventi volti a mitigare la vulnerabilità degli edifici e degli impianti esistenti e a migliorare la tutela della pubblica incolumità, senza aumenti di superficie e volume, senza cambiamenti di destinazione d uso che comportino aumento del carico insediativo; d) gli interventi necessari per la manutenzione ordinaria e straordinaria di opere pubbliche e di interesse pubblico e di restauro e di risanamento conservativo di beni di interesse culturale, compatibili con la normativa di tutela; e) gli interventi volti alla ricostituzione degli equilibri naturali alterati e alla eliminazione, per quanto possibile, dei fattori incompatibili di interferenza antropica; f) le opere di difesa, di sistemazione idraulica e di monitoraggio dei fenomeni; g) la ristrutturazione e la realizzazione di infrastrutture lineari e a rete riferite a servizi pubblici essenziali non altrimenti localizzabili e relativi impianti, previo studio di compatibilità

70 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 70 dell intervento con lo stato di dissesto esistente. Gli interventi devono comunque garantire la sicurezza dell esercizio delle funzioni per cui sono destinati, tenuto conto delle condizioni idrauliche presenti; 4. Nelle aree inondabili per tempi di ritorno duecentennali, indicate nella cartografia di cui all art. 5 con la sigla Eb, oltre agli interventi di cui al comma 2, sono consentiti: a) gli interventi di ristrutturazione edilizia, così come definiti all art. 3, comma 1, lett. d, del D.P.R. 380/2001; b) gli interventi di ampliamento degli edifici esistenti per adeguamento igienico funzionale. 5. Nelle aree inondabili a tempi di ritorno cinquecentennali, indicate nella cartografia di cui all art. 5 e individuati con la sigla Em sono consentiti gli interventi previsti dalla disciplina urbanistica comunale purché realizzati con tipologie costruttive finalizzate alla riduzione della vulnerabilità delle opere e quindi del rischio per la pubblica incolumità e coerenti con le azioni e misure di protezione civile previste dal Piano e dai Piani Comunali di protezione civile. Art. 7 Durata delle misure di salvaguardia sulle aree padane a rischio di inondazione 1. Le misure di cui all art. 6 rimangono in vigore per 36 mesi dalla loro approvazione. 2. I Comuni entro 12 mesi devono avviare le procedure per il recepimento nei propri strumenti di pianificazione degli studi effettuati e delle aree inondabili di cui all art. 5, congiuntamente alla adeguata normativa, nei termini e modalità già previste dal PAI del Fiume Po e dalla Regione Liguria. 3. Le misure di cui all art. 6 decadono, per i relativi territori, all atto dell avvenuta approvazione delle varianti degli strumenti di pianificazione comunale o sovracomunale, previa comunicazione alla Regione Liguria. Art. 8 Regime transitorio delle misure di salvaguardia sulle aree padane a rischio di inondazione 1. Dalla data di approvazione delle presenti misure non sono assentibili o realizzabili interventi in contrasto con i divieti e prescrizioni di cui all art Sono fatti salvi: a) gli interventi i cui lavori siano stati effettivamente iniziati (cfr. nota n. 1), previa verifica del Comune sulla compatibilità della loro collocazione, anche attraverso l indicazione di eventuali misure di autoprotezione e/o di protezione civile; b) gli interventi già dotati dei titoli edilizi, previo parere positivo da parte della Provincia nell ambito del quale sia verificata la compatibilità degli interventi stessi con le condizioni di pericolosità e rischio.

71 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 71 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N Art. 42 l.r. 20/2006. Aggiornamento del Programma triennale degli interventi inerenti la difesa del suolo relativamente al triennio LA GIUNTA REGIONALE RICHIAMATE: la l.r. 4 agosto 2006, n. 20, recante Nuovo ordinamento dell Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente Ligure e riorganizzazione delle attività e degli organismi di pianificazione, programmazione, gestione e controllo in campo ambientale e, in particolare, l art. 42 che prevede, tra l altro, quanto segue: al comma 1 che per la concessione dei finanziamenti regionali, nazionali e comunitari in materia di difesa del suolo, di difesa della costa e di tutela delle risorse idriche si applica la procedura prevista nei commi seguenti, fatti salvi termini o procedure speciali dettate da normative statali o comunitarie di finanziamento; al comma 2 che la Giunta regionale approva i Programmi triennali degli interventi nei settori di cui al comma 1, anche per stralci funzionali e per singoli tematismi, sulla base dei contenuti dei piani di bacino e dei loro stralci, del piano regionale di tutela delle acque, del piano regionale di tutela dell ambiente marino e costiero e dei programmi di intervento approvati dalle Autorità d Ambito in base alle priorità indicate nei Piani d Ambito; al comma 3 che i Programmi triennali di finanziamento sono relativi a: interventi strutturali; interventi di manutenzione; studi, monitoraggi e progettazioni; la l.r. 29 dicembre 2010, n 23, recante Disposizioni collegate alla legge finanziaria 2011 e, in particolare, l art. 12 che prevede, tra l altro, la soppressione delle Comunità montane alla data del 1 maggio 2011 e demanda a successiva legge regionale le necessarie disposizioni di attuazione e la disciplina degli effetti conseguenti alla soppressione, con particolare riferimento alle procedure per la liquidazione, al trasferimento delle funzioni e del personale e alle modalità di definizione della dotazione finanziaria per l esercizio delle funzioni delegate; la l.r. 8 aprile 2011, n 7, recante Disciplina di riordino e razionalizzazione delle funzioni svolte dalle comunità montane soppresse e norme di attuazione per la liquidazione e, in particolare, l art. 4 che prevede quanto segue: al comma 1 che le funzioni in materia di opere di bonifica montana e manutenzioni connesse di cui al Titolo III, Capo I, della l.r. 4/1999 e successive modificazioni ed integrazioni sono esercitate dalle Province, fatto salvo quanto previsto dall articolo 93 della l.r. 18/1999 e successive modificazioni ed integrazioni e ad esclusione degli interventi di cui all articolo 31, comma 1, lettere f) e g), della l.r. 4/1999, rientranti nella rete di monitoraggio regionale Remover di cui all articolo 32 della l.r. 20/2006 e successive modificazioni ed integrazioni. al comma 2 che nei Comuni già compresi nelle Comunità montane soppresse con la presente legge le competenze di cui all articolo 93 della l.r. 18/1999 e successive modificazioni ed integrazioni sono esercitate dalle Province competenti per territorio. VISTE le proprie deliberazioni: n 1395 del recante Criteri ed indirizzi per la programmazione regionale in materia di difesa del suolo di cui agli artt. 42 e 43 della l.r. 20/06. ; n 1370 del recante Art. 42 L.r. 20/2006. Approvazione del Programma triennale degli interventi inerenti la difesa del suolo n 1864 del recante: Integrazioni alla D.G.R. 1370/2008 di approvazione del Programma triennale degli interventi inerenti la difesa del suolo ; n 1161 del recante Art. 42 e 43 l.r. 20/2006: integrazione del Programma triennale degli interventi inerenti la difesa del suolo approvato con D.G.R. 1370/2008 e del programma

72 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 72 annuale approvato con D.G.R. 1371/2008. ; n 1797 del recante Art. 42 L.r. 20/2006. Aggiornamento del Programma triennale degli interventi inerenti la difesa del suolo relativamente al triennio n 1466 del recante Art. 42 L.r. 20/2006. Aggiornamento del Programma triennale degli interventi inerenti la difesa del suolo relativamente al triennio PREMESSO CHE in attuazione dell art. 42 della l.r. 20/2006 con D.G.R. n 1370/2008 e successive integrazioni è stato approvato, sulla base dei criteri e indirizzi forniti dalla D.G.R. 1395/2007, il programma triennale degli interventi inerenti la difesa del suolo ; CONSIDERATO CHE occorre provvedere all aggiornamento del programma triennale, come approvato e integrato con le deliberazioni soprarichiamate, stralciando gli interventi che risultano finanziati attraverso i vari canali di finanziamento e inserendo gli ulteriori interventi ammissibili in linea con quanto disposto nei criteri di cui alla D.G.R. 1395/2007; DATO ATTO CHE: - gli interventi inseriti nel Programma triennale degli interventi inerenti la difesa del suolo che risultano finanziati e devono pertanto essere stralciati dallo stesso sono riportati nell allegato 2; - le Provincie e l Autorità di bacino del Magra hanno trasmesso, con le note sotto riportate, le nuove richieste di finanziamento e gli aggiornamenti della documentazione a corredo delle istanze relative ad interventi valutati non ammissibili nelle precedenti programmazioni pervenute dagli Enti locali e della documentazione prodotta a corredo delle stesse: - Provincia di Imperia: prot del ; - Provincia di Savona: prot del ; - Provincia di Genova: prot del integrata con nota prot del ; - Autorità di bacino Interregionale del Fiume Magra: prot. 409 del integrata con nota prot del ; - risultano pervenute n. 74 nuove richieste di finanziamento così articolate: - n 43 interventi strutturali - n 17 manutenzioni straordinarie - n 14 Studi, monitoraggi e progettazioni - risultano altresì pervenute, attraverso le provincie o direttamente dagli Enti proponenti, aggiornamenti della documentazione a corredo delle istanze relative a 4 richieste valutate non ammissibili nelle precedenti programmazioni così articolate: - n 3 interventi strutturali - n 1 manutenzioni straordinarie - il competente settore Assetto del Territorio ha completato l attività istruttoria sulle istanze pervenute ai fini della predisposizione della proposta di aggiornamento del Programma triennale di interventi inerenti la difesa del suolo relativamente al triennio che, secondo il disposto dell art. 42 e sulla base delle indicazioni fornite dalla richiamata d.g.r. 1395/2007: - rappresenta il quadro programmatico che definisce i fabbisogni prioritari del settore (strutturale, manutentivo, conoscitivo) per il successivo triennio, anche in relazione alle conseguenti esigenze finanziarie; - definisce quindi le linee programmatiche e i criteri di priorità per i successivi programmi annuali; - comprende elenchi di interventi, suddivisi per le tre tipologie previste (interventi strutturali - interventi di manutenzione - studi, monitoraggi e progettazioni): - articolati per territorio di competenza (territorio provinciale e/o Autorità di Bacino); - individuati in funzione del quadro di criticità emergente dalla pianificazione di bacino ed in relazione alle attività di progettazione, studio, e monitoraggio già realizzate, - rispondenti alle condizioni di ammissibilità previste nel paragrafo 3.2 dell allegato 1 alla D.G.R. 1395/2007 che prevedono in particolare: - la presenza di una progettazione a livello almeno preliminare ai sensi del d.lgs. 163/2006; - che l intervento sia finalizzato: alla messa in sicurezza o alla mitigazione di condizioni di rischio in relazione al quadro conoscitivo emerso dalla pianificazione di bacino; alla mitigazione di condizioni di rischio accertabili a scala locale, anche qualora non cartografate a scala di bacino;

73 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 73 alla riqualificazione fluviale di corsi d acqua e dei versanti che gravano sugli stessi; al ripristino della funzionalità di opere di difesa compromesse la cui perdita di efficienza possa determinare condizioni di rischio elevato e, più in generale, ad interventi di manutenzione straordinaria di opere di difesa e consolidamento. - che l intervento sia compatibile con il quadro conoscitivo e con le previsioni dei piani di bacino o espliciti adeguatamente le motivazioni che hanno condotto a discostarsene; - che il progetto rispetti i criteri di pianificazione e progettazione eventualmente stabiliti dalla Regione e/o dalle Autorità di Bacino competenti per territorio; - che il progetto riguardi lotti funzionali; - che il progetto contenga la esplicita valutazione dei risultati attesi e degli obiettivi conseguibili in termini di protezione di aree a rischio, in relazione alle condizioni di pericolosità e rischio residuo previste a seguito della realizzazione degli interventi stessi; - che il progetto presenti contenuti adeguati per la verifica della conformità ai criteri e del raggiungimento degli obiettivi per i quali le opere sono state progettate; DATO ATTO CHE l art. 4, comma 2, della l.r. 7/2011 ha stabilito che nei Comuni già compresi nelle Comunità montane soppresse le competenze di cui all articolo 93 della l.r. 18/1999 e ss. mm. e ii. sono esercitate dalle Province competenti per territorio e pertanto i progetti relativi agli interventi ammissibili a suo tempo proposti dalle soppresse Comunità Montane o dai comuni in esse ricadenti dovranno essere approvati dalla competente Provincia CONSIDERATO CHE dalla suddetta istruttoria sono risultate non ammissibili le richieste elencate nell allegato 3 e che agli Enti proponenti sarà inviata, dal competente settore, apposita comunicazione con l indicazione dettagliata dei motivi sinteticamente riportati nella tabella al fine di permettere l adeguamento e/o aggiornamento della progettazione per meglio corrispondere ai criteri regionali stabiliti nella citata d.g.r. 1395/2007 ai fini di una nuova valutazione all atto della prima programmazione annuale disponibile; RITENUTO PERTANTO DI: dichiarare non ammissibili, per le motivazioni indicate a fianco di ognuno, gli interventi, di cui all allegato 3, parte integrante e sostanziale del presente atto; approvare, ai sensi dell art. 42, c. 2 della l.r. n. 20/2006, l aggiornamento del programma triennale degli interventi inerenti la difesa del suolo, già approvato con D.G.R. 1370/2008 e ss. ii, relativamente al triennio di cui all allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto, stralciando dal Programma gli interventi che sono stati finanziati nel 2010 e che non devono pertanto essere riproposti, riportati nell allegato 2 parte integrante e sostanziale del presente atto, e inserendo i nuovi interventi ammissibili risultanti dall istruttoria di cui sopra; su proposta dell Assessore all Ambiente e Sviluppo Sostenibile, Attività di Protezione Civile, Caccia e Pesca Acque Interne, Altra Economia e Stili di Vita Consapevoli DELIBERA Per i motivi indicati in premessa: 1. di dichiarare non ammissibili, per le motivazioni indicate a fianco di ognuno, gli interventi, di cui all allegato 3, parte integrante e sostanziale del presente atto; 2. di approvare, ai sensi dell art. 42, c. 2 della l.r. n. 20/2006, l aggiornamento del programma triennale degli interventi inerenti la difesa del suolo, già approvato con D.G.R. 1370/2008 e ss. ii, relativamente al triennio di cui all allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto, stralciando dal Programma gli interventi che sono stati finanziati nel 2010, riportati nell allegato 2 parte integrante e sostanziale del presente atto, e inserendo i nuovi interventi ammissibili; 3. di disporre la pubblicazione del presente atto e dei relativi allegati sul B.U.R.L.. Contro il presente provvedimento è ammesso il ricorso al T.A.R. entro 60 giorni o, alternativamente, ricorso amministrativo straordinario al Presidente della Repubblica, entro 120 giorni dalla pubblicazione. IL SEGRETARIO Roberta Rossi (segue allegato)

74 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 74 PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INTERVENTI INERENTI LA DIFESA DEL SUOLO ALLEGATO 1 Bacino regionale INTERVENTI STRUTTURALI Prov. Ente attuatore Intervento Costo complessivo IM Comune di Diano Progetto preliminare di mitigazione del rischio idrogeologico lotto di completamento Marina del versante di Capo Berta compreso tra la SP1 Aurelia e la SS 449. Lotto ,00 IM Comune di Diano Progetto preliminare di mitigazione del rischio idrogeologico lotto di completamento Marina del versante di Capo Berta compreso tra la SP1 Aurelia e la SS 449. Lotto ,00 IM Comune di Imperia Opere di consolidamento e collettamento acque superficiali in idoneo corpo recettore della loc. Terre Bianche nel centro abitato di Imperia capoluogo ,00 IM Comune di Consolidamento del muro sottoscarpa in C.so Marconi ai piedi del versante in Ospedaletti argine destro Rio Porrine ,00 Provincia di IM Imperia (ex art. 4, Movimento franoso in frazione Deglio Faraldi. (intervento proposto dal Comune di ,00 c. 2, L.R. 7/2011) Villa Faraldi IM Comune di Riva Intervento di messa in sicurezza del rio Pinea-Pertusio, nel tratto posto a monte Ligure della S.S. n. 1 Aurelia e della pista ciclabile di area 24 nel Comune di Riva Ligure ,00 IM Comune di San Remo Sistemazione idrogeologica della bassa ''Valle Armea'' ,00 IM Comune di Bordighera Lavori di sistemazione ed adeguamento idraulico del T.Borghetto - II lotto ,00 IM Provincia di Lavori di sistemazione idraulica Rio San Sinforiano (intervento proposto dal Imperia (ex art. 4, Comune di san Biagio della Cima) c. 2, L.R. 7/2011) ,00 IM Comune di Completamento dell'attività di riassetto idraulico del Rio Cave nel tratto terminale ,00 IM IM IM IM IM IM IM SV SV SV S.Stefano al Mare Provincia di Imperia (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Comune di S.Stefano al Mare Comune di Cipressa Provincia di Imperia (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Comune di Valecrosia Comune di Imperia Comune di S.Bartolomeo al Mare Provincia di Savona (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Provincia di Savona (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Provincia di Savona (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Opere di difesa del suolo mediante consolidamento e riqualificazione dell'argine sinistro del Torrente Argentina in località Agaggio (intervento proposto dal Comune di Molini di Triora) Intervento di adeguamento idraulico della sezione di deflusso del tratto focivo del Rio Santa Caterina Completamento dell'intervento finalizzato al ripristino delle condizioni di sicurezza al deflusso dell'asta del Rio Piani e consolidamento del movimento franoso in atto Completamento dell'intervento finalizzato al ripristino delle condizioni di sicurezza del nodo idraulico costituito dal torrente Argentina con il Rio Averighi. (Intervento proposto dalla soppressa C. M. Argentina Armea) Lavori di sistemazione ed adeguamento idraulico del tratto terminale del torrente Verbone. Opere di completamento sul rio Oliveto a monte e a valle del ponte su via Nazionale - Variante n. 3 Messa in sicurezza idraulica del Rio San Bartolomeo all'interno del centro abitato, 3 lotto. Ripristino condizioni corretto assetto idrogeologico versante incombente sul Rio Gatti. (Intervento proposto dalla soppressa C. M. Ponente Savonese) Sistemazione idrogeologica del Rio Pescio e consolidamento antierosione a protezione della Borgata Fusasche e della strada di accesso. (Intervento proposto dalla soppressa C. M. Ponente Savonese) Intervento di consolidamento e mitigazione del rischio in area soggetta a fenomeni di dissesto in loc. Rovieto sup.. (Intervento proposto dalla soppressa C. M. del Giovo) , , , , , , , , , ,91

75 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 75 Prov. Ente attuatore Intervento SV SV SV SV SV SV SV SV SV SV SV Provincia di Savona (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Provincia di Savona (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Lavori di consolidamento dissesto nel centro storico di Gazzo Sottano in sponda destra del Rio Gazzo (intervento proposto dal Comune di Erli) Lavori urgenti di sistemazione di moto franoso in atto in loc. Costa - Vignoletto. 2, 3 e 4 stralcio (intervento proposto dal Comune di Nasino) Costo complessivo , ,00 Comune di Savona Attuazione Piani di Bacino - Interventi strutturali per la mitigazione del rischio idraulico del tratto urbano del torrente Letimbro - 4 stralcio ,50 Intervento di sistemazione del tratto terminale del rio Valletta Vadone mediante Comune di realizzazione di nuova canalizzazione. Opere di completamento su intervento già Quiliano attuato ,00 Completamento dei lavori di ampliamento alveo T. Quiliano tra via Dodino e la Comune di confluenza col T. Quazzola per la mitigazione del rischio idraulico nell'abitato - 1 e Quiliano 2 lotto ,00 Comune di Savona Sistemazione di un tratto del Rio Molinero sito in Savona, località Legino - Stralcio ,00 Comune di Ceriale Intervento finalizzato alla messa in sicurezza del rio Largo nell'ambito del progetto di riqualificazione della piana Ingauna di Levante ,00 Comune di Ceriale Intervento finalizzato alla messa in sicurezza del Rio S.Rocco nell'ambito del progetto di riqualificazione della piana Ingauna di Levante ,00 Comune di Completamento dei lavori di adeguamento idraulico del T. Varatella per tutto il tratto Borghetto S.Spirito di competenza del Comune di Borghetto S.Spirito ,00 Comune di Realizzazione di tratto d'argine del Rio Carenda a valle della strada comunale di Albenga Pratogrande ,00 Comune di Finale Ligure Messa in sicurezza torrenti Pora e Aquila. Progetto definitivo interventi prioritari ,90 SV Comune di Noli Progetto di mitigazione del rischio nel tratto terminale del Rio Acquaviva ,25 SV Comune di Villanova d'albenga Lavori di sistemazione e messa in sicurezza idraulica di un tratto del Torrente Arroscia in corrispondenza del centro abitato ,99 SV Comune di Andora Pulizia e sistemazione idraulica Rio Moltedo ,10 GE Comune di Intervento di stabilizzazione delle frane a valle di Via Marconi aggravatesi a seguito Bogliasco degli eventi alluvionali del novembre ,00 GE Comune di Leivi Messa in sicurezza del dissesto interessante il versante sinistro del Torrente Rupinaro ,00 GE Provincia di Genova (ex art. 4, Lavori di consolidamento del movimento franoso avvenuto a seguito delle forti piogge del gennaio in loc. Montemoggio. (Intervento proposto dalla ,00 c. 2, L.R. 7/2011) soppressa C. M. Aveto Graveglia Sturla) GE Comune di Genova Sistemazione della frana in località Rio Bianco - Case Penna ,00 GE Completamento dell'intervento di adeguamento idraulico-strutturale del tratto Comune di Genova terminale del t. Bisagno (2 lotto da Via Maddaloni alla Stazione Brignole) ,00 GE Comune di Interventi finalizzati alla mitigazione del rischio idraulico del Rio Rezza in Comune Lavagna di Lavagna ,00 GE Comune di Genova Messa in sicurezza dell'argine del Rio Pomà interessato dalla frana di Via Canneto ,50 GE Provincia di Interventi di mitigazione del rischio idraulico del bacino del fiume Entella Genova relativamente al tratto terminale, I lotto ,87 GE Comune di Zoagli Consolidamento e bonifica del versante in Loc. Sem Benelli ,00 SP Comune di framura 1 lotto funzionale interventi di consolidamento dei dissesti interessanti il versante di Castagnola ,00 SP Lotto funzionale di consolidamento del versante compreso tra Manarola e Corniglia Comune di in relazione alla stabilità del sentiero turistico pedonale in corrispondenza dei debris Riomaggiore flow della Lama della Bansuola e del Ponte ,68 SP Provincia della Riduzione dei fenomeni di dissesto geomorfologico che hanno interessato il Spezia versante di Marinasco - Strà nel Comune della Spezia in loc. S. Lucia ,00 SP Comune di Lavori di consolidamento parete rocciosa interessata da caduta massi in loc. San ,00 SP Bonassola Comune di Bonassola Giorgio Lavori di consolidamento parete rocciosa e scarpata interessata da movimenti franosi in loc. San Giorgio ,00

76 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 76 Bacino del fiume Po Prov. Ente attuatore Intervento SV SV SV GE GE GE GE GE Provincia di Savona (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Provincia di Savona (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Provincia di Savona (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Provincia di Genova (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Provincia di Genova (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Provincia di Genova (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Provincia di Genova (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Provincia di Genova (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Sistemazione del movimento franoso lungo la strada comunale S. Anna - Pastoni (intervento proposto dal Comune di Cairo Montenotte) Consolidamento e sistemazione idrogeologica del versante in frana lungo la strada comunale in loc. Piano (intervento proposto dal Comune di Dego) Opere di risanamento e recupero ambientale dell'area di proprietà comunale posta in sponda orografica destra del fiume Bormida (Intervento proposto dal Comune di Calizzano) Sistemazione idraulica del torrente Scrivia in loc. Campi sportivi in Comune di Ronco Scrivia- 1 lotto funzionale (Intervento proposto dalla soppressa C. M. Valli Genovesi Scrivia e Polcevera) Interventi in Loc.Cimitero -S.Michele in comune di Campo Ligure (Intervento proposto dalla soppressa C. M. Valli Stura, Orba e Leira) Intervento di mitigazione del rischio idraulico nel tratto terminale torrente Migliarese in Comune di Busalla - 2 lotto (Intervento proposto dalla soppressa C. M. Valli Genovesi Scrivia e Polcevera) Intervento di completamento della sistemazione idrogeologica dell'area con definitiva messa in sicurezza del sottopasso in accesso alla stazione ferroviaria di Campo Ligure. (Intervento proposto dalla soppressa C. M. Valli Stura, Orba e Leira) Consolidamento del versante in loc. Costa Azzurra - Rio Vernette interessato da attivazione di frana a rapida evoluzione all'interno del corpo di frana di Tiglieto. (Intervento proposto dalla soppressa C. M. Valli Stura, Orba e Leira) Costo complessivo , , , , , , , ,00 Bacino del fiume Magra Prov. Ente attuatore Intervento Costo complessivo SP Provincia della Spezia Messa in sicurezza fronte di frana lungo la SP 8 tra le loc. Molunghi e Villagrossa ,00 SP Provincia della Messa in sicurezza versante franoso in loc. Villagrossa (intervento proposto dal Spezia (ex art. 4, c. Comune di Calice al Cornoviglio) 2, L.R. 7/2011) ,00 SP Comune di Ameglia Opere di sistemazione rio di Ameglia ,00 SP Comune di Completamento lavori di sistemazione briglie e difese spondali sul t. Calcandola- Sarzana 2lotto funzionale ,00 SP Comune di Vezzano Ligure Messa in sicurezza Torrente Cantarana e canale Molinello - 2 stralcio ,00 SP Comune di Arcola Messa in sicurezza abitato di Romito Magra - canale scolmatore torrente Rio Maggio ,00 SP Consorzio del Messa in sicurezza del canale della Acque Medie da via Braccioli alla Foce - 1 lotto Canale Lunense funzionale ,00 SP Consorzio del Canale Lunense Sistemazione idraulica torrente Gora dei Mulini ,00 SP Provincia della Messa in sicurezza idraulica del tratto focivo del fiume Magra dal t. Isolone in Spezia sponda sinistra e dal t. Canal Grande in sponda destra fino alla foce ,36 SP Provincia della Spezia (ex art. 4, c. Progetto di messa in sicurezza del t. Villa a valle del tombamento di Piazza delle Corriere in loc. Ceparana nel Comune di Bolano - 2 stralcio funzionale (Intervento ,45 2, L.R. 7/2011) proposto dalla soppressa C. M. Val di Vara) SP Provincia della Spezia Completamento argine destro del Fiume Magra in Loc. Ceparana - 2 lotto ,00

77 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 77 Prov. Ente attuatore Intervento Costo complessivo SP Comune di S.Stefano Magra Messa in sicurezza del torrente Bellaso - 2 stralcio - 1 lotto - Fase A ,00 SP Provincia della Spezia (ex art. 4, c. Sistemazione idraulica finalizzata alla messa in sicurezza del Graveglia in loc. Redebano nel Comune di Riccò del Golfo di Spezia (intervento proposto dal ,00 2, L.R. 7/2011) Comune di Riccò del Golfo di Spezia) SP Provincia della Lavori di difesa idraulica del T. Gottero a protezione della loc. Fulli in Comune di Spezia (ex art. 4, c. Sesta Godano. (Intervento proposto dalla soppressa C. M. Val di Vara) 2, L.R. 7/2011) ,00 SP Provincia della Lavori di difesa spondale del Fiume Vara contro il rischio di frana in loc. Perrazza. Spezia (ex art. 4, c. (Intervento proposto dalla soppressa C. M. Val di Vara) 2, L.R. 7/2011) ,00 Bacino regionale MANUTENZIONI STRAORDINARIE Prov. Ente attuatore Intervento IM IM IM IM IM IM SV GE GE GE Comune di San Remo Comune di Taggia Provincia di Imperia (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Provincia di Imperia (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Comune di San Remo Provincia di Imperia (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Comune di Albenga Provincia di Genova (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Comune di Sestri Levante Provincia di Genova (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Risanamento idrogeologico e messa in sicurezza di un tratto del T.S.Francesco in corrispondenza di Via Tasciaire-San Remo Intervento di mitigazione del rischio idrogeologico per la difesa del suolo in regione S.Martino e Rio Batexe-Corneo Intervento di consolidamento e completamento della regimazione delle acque di versante in loc. Bestagno. (Intervento proposto dalla soppressa C. M. Argentina Armea) Sistemazione di alcuni tratti d'alveo del Rio Prelà nel centro abitato del Comune di Rezzo. (intervento proposto dal Comune di Rezzo) Costo complessivo , , , ,00 Sistemazione tratto alveo torrente San Martino ,00 Interventi strutturali necessari alla sistemazione idraulica del Rio Conioli e Rio Baudoini finalizzati alla mitigazione delle condizioni di pericolosità idrogeologica del versante a valle del capoluogo (intervento proposto dal Comune di Caravonica) Rifacimento tratto di argine in gabbioni in sponda dx. del Rio Ciambellino a valle strada vicinale delle Villette. Lavori di consolidamento del movimento franoso e di sistemazione del dissesto della rete idrografica superficiale in loc. Assalino. (Intervento proposto dalla soppressa C. M. Valli Genovesi Scrivia e Polcevera) , , ,00 Lavori di manutenzione straordinaria sponda destra torrente Petronio ,00 Interventi di manutenzione idrogeologica straordinaria per la porzione di versante su cui insiste il nucleo insediativo di Caffarena (interevnto proposto dal Comune di Propata) ,00 Bacino del fiume Po Prov. Ente attuatore Intervento SV GE GE Provincia di Savona (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Provincia di Genova (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Provincia di Genova (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Interventi di manutenzione e pulizia su differenti rii in comune di Urbe (SV).(Intervento proposto dalla soppressa C. M. del Giovo) Manutenzione idrogeologica della zona di ristagno idrico in loc. Villa Rocca (Intervento proposto dalla soppressa C. M. Aveto, Graveglia, Sturla) Manutenzione periodica del reticolo idrografico superficiale relativamente al T.Stura, affluenti e subaffluenti al T.Orba e subaffluenti. Loc.Regalli in comune di Masone (2 lotto). (Intervento proposto dalla soppressa C. M. Valli Stura, Orba e Leira) Costo complessivo , , ,00

78 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 78 Bacino del fiume Magra Prov. Ente attuatore Intervento Costo complessivo SP Comune di Arcola Manutenzione delle sponde ammalorate del canale di Ressora ,00 SP SP Provincia della Spezia (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Provincia della Spezia (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Lavori di ripristino funzionalità opere di difesa e messa in sicurezza area prevalentemente insediata di San Cipriano. (Intervento proposto dal Comune di Beverino) Lavori di sistemazione idrogeologica di area soggetta a frana in loc. Codivara. (Intervento proposto dalla soppressa C. M. Val di Vara) , ,00 Bacino regionale STUDI, MONITORAGGI E PROGETTAZIONI Prov. Ente attuatore Intervento Costo complessivo IM Provincia di Completamento delle opere arginali in sponda destra del T.Nervia, a valle del ponte Imperia ferroviario in Comune di Ventimiglia ,00 IM Provincia di Progettazione definitiva dell'intervento di ripristino dell'assetto idraulico del t. Prino Imperia (3 lotto) ,00 IM Provincia di Imperia (ex art. 4, Studio preliminare propedeutico alla definizione d'interventi, di sondaggi geognostici e monitoraggi integrativi e di soluzioni progettuali per l'aggiornamento ,15 c. 2, L.R. 7/2011) del piano di evacuazione comunale (intevento proposto dal Comune di Ceriana) IM Provincia di Studio preliminare per il dissesto idrogeologico in Regione Canneo (intervento Imperia (ex art. 4, proposto dal Comune di Castellaro) c. 2, L.R. 7/2011) ,00 IM Provincia di Studio preliminare relativo a movimento franoso presso le borgate Caneto e Imperia (ex art. 4, Bonfigliara. (intervento proposto dal Comune di Ranzo) c. 2, L.R. 7/2011) ,00 SV Comune di Celle Ligure Studio di fattibilità sulla tombinatura del Rio Ghiare ,00 SV Comune di Loano Studio di dettaglio e progetto preliminare tratto terminale torrente Nimbalto ,00 SV Comune di Finale Ligure Progetto preliminare sistemazione idraulica torrente Sciusa 3 stralcio ,78 SV Provincia di Monitoraggio del movimento franoso in loc. San Giorgio (Intervento proposto dalla Savona (ex art. 4, soppressa C. M. Ponente Savonese) c. 2, L.R. 7/2011) ,00 GE Comune di Studio evoluzione morfodinamica del tratto di torrente Lavagna ricompreso tra la ,00 GE GE GE GE GE Carasco Comune di Bogliasco Provincia di Genova (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Comune di Sestri Levante Comune di Davagna Provincia di Genova località Bavaggi e la località Rivarola. Progettazione preliminare degli interventi di miglioramento idraulico del tratto terminale del torrente Poggio. Monitoraggio dell'abitato di Pratosopralacroce (intervento proposto dalla soppressa C.M. Valli Aveto, Graveglia e Sturla) Progettazione definitiva-esecutiva relativa ai dissesti in prossimità dell'ingresso del cimitero di Santa Vittoria di Libiola. Studio finalizzato alla predisposizione del progetto delle opere di sistemazione di frana attiva in loc. Sottana Monitoraggio inclinometrico per verificare lo stato di attività delle frane in alcuni abitati da consolidare , , , , ,00

79 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 79 Bacino del fiume Magra Prov. Ente attuatore Intervento SP SP SP SP SP SP SP Provincia della Spezia (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Comune di Castelnuovo Magra Provincia della Spezia (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Provincia della Spezia (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Comune di S.Stefano Magra Provincia della Spezia (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Autorità di bacino Interregionale del Magra Progettazione definitiva per la messa in sicurezza T.Ricciagiara (intervento proposta dalla soppressa C.M. Val di Vara) Monitoraggio dei versanti a valle della strada comunale Via tra le Mura e del Palazzo Comunale Progetto di monitoraggio del versante in frana interessante l'abitato di Oradoro (intervento proposta dalla soppressa C.M. Val di Vara) Studio pericolosità idraulica e progettazione preliminare del tratto del torrente Pignone in fregio al centro abitato. (intervento proposto dal Comune di Pignone) Costo complessivo , , , ,00 Monitoraggio del centro abitato di Ponzano Superiore ,63 Indagini geognostiche e geologico-geotecniche relative alla vasta area a rischio frana sita in Sorbolo (intervento proposto dal Comune di Follo) Studio di fattibilità per la realizzazione di un canale scolmatore del tratto terminale del fiume Magra , ,00

80 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 80 ALLEGATO 2 INTERVENTI INSERITI NEL PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INTERVENTI INERENTI LA DIFESA DEL SUOLO FINANZIATI INTERVENTI STRUTTURALI Ambito Prov. Ente attuatore Intervento Bacini regionali Bacini regionali Bacini regionali Bacini regionali Bacini regionali Bacino del Magra IM IM SV GE GE SP Comune di Rocchetta Nervina Comune di Triora Comune di Quiliano Comune di Lavagna Comune di Genova Provincia della Spezia Consolidamento parete rocciosa su cui insiste parte del Borgo antico Completamento della messa in sicurezza della parete rocciosa, in condizioni di instabilità con crolli diffusi, sita in Via Poggio, in prossimità della Cappella della Madonna di Lourdes, nel centro abitato. Stabilizzazione del movimento franoso verificatosi lungo la strada per Roviasca Interventi finalizzati alla mitigazione del rischio idraulico del rio Rezza in Comune di Lavagna Completamento dell'intervento di adeguamento idraulico-strutturale del tratto terminale del t. Bisagno (2 lotto da Via Maddaloni alla Stazione Brignole) Messa in sicurezza idraulica del tratto focivo del fiume Magra dal t. Isolone in sponda sinistra e dal t. Canal Grande in sponda destra fino alla foce. (1 lotto) finanziamento concesso Estremi provvedimento ,00 D.G.R. 1577/ ,00 D.G.R. 1577/ ,00 D.G.R. 1577/ ,00 D.G.R. 1577/ ,00 D.G.R. 1060/ ,00 DCD3850 n 42/2011 MANUTENZIONI STRAORDINARIE Ambito Prov. Ente attuatore Intervento Bacino del Po SV Bacino del Magra SP Comune di Millesimo Comune di Varese Ligure Opere di completamento del ripristino di una protezione spondale in loc. San Sebastiano in sponda destra del fiume Bormida Lavori di ripristino dell'officiosità idraulica dell'alveo del fiume Vara in corrispondenza delle campate del ponte di S. Pietro Vara. finanziamento concesso Estremi provvedimento ,00 D.G.R. 1577/ ,00 D.G.R. 1577/2010 STUDI, MONITORAGGI E PROGETTAZIONI Ambito Prov. Ente attuatore Intervento Bacini regionali Bacini regionali Bacini regionali IM IM IM Provincia di Imperia Provincia di Imperia Provincia di Imperia Progetto di riqualificazione idraulico-ambientale dell'asta principale del torrente Nervia - predisposizione del piano di manutenzione. Messa in sicurezza del tratto focivo del T. Argentina, a valle del ponte Aurelia Sistemazione del tratto terminale del T.Caramagna con demolizione delle opere in alveo di ostacolo al deflusso delle piene ed adeguamento delle opere di attraversamento in Comune di Imperia.3 lotto.completamento tratto focivo finanziamento concesso Estremi provvedimento ,00 D.G.R. 1577/ ,00 D.G.R. 1577/ ,00 D.G.R. 1577/2010

81 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 81 Ambito Prov. Ente attuatore Intervento Bacini regionali Bacino del Po Bacini regionali Bacini regionali SV SV SV GE Bacino del Magra SP Comune di Boissano Comune di Massimino Provincia di Savona Comune di Carasco Provincia della Spezia Studio e monitoraggio del movimento franoso in loc. Ligge Progettazione preliminare e definitiva delle opere di consolidamento e messa in sicurezza del movimento franoso in loc. Muraglia Aggiornamento della progettazione preliminare relativa alla sistemazione idraulica delle opere di terza categoria del Fiume Centa e dei torrenti Arroscia e Neva nei Comuni di Albenga, Ortovero e Villanova d'albenga Progettazione dei lavori di riprofilatura del torrente Sturla nel tratto compreso tra la Loc. Terrarossa e la confluenza con il torrente Lavagna Progettazione preliminare delle arginature per la messa in sicurezza dalle piene con Tr 200 anni del F.Magra e studio di riqualificazione ambientale finanziamento Estremi concesso provvedimento D.G.R. 1560/ ,00 e 1577/ ,98 D.G.R. 1577/ ,00 D.G.R. 1577/ ,40 D.G.R. 1577/ ,00 D.G.R. 1577/2010

82 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 82 INTERVENTI NON AMMISSIBILI PER L INSERIMENTO NEL PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INTERVENTI INERENTI LA DIFESA DEL SUOLO ALLEGATO 3 INTERVENTI STRUTTURALI NUOVI Prov. IM IM IM IM IM IM IM IM IM IM IM IM IM SV SV Ente proponente Comune di Armo Comune di S.Biagio della Cima Comune di Rocchetta Nervina Comune di Perinaldo Comune di Montalto Ligure Comune di Pieve di Teco Comune di Borgomaro Comune di Borgehtto d'arroscia Comune di Airole Comune di Imperia Comune di Diano Marina Comune di Ventimiglia Comune di Pontedassio Comune di Tovo S.Giacomo Comune di Giustenice Intervento Lavori di consolidamento del versante a valle della strada Armo-Trastanello e del concentrico. Lavori di messa in sicurezza dell'area a monte del centro storico a tutela della pubblica incolumità con contestuale realizzazione strada di circonvallazione dell'abitato. Consolidamento parete rocciosa prospiciente torrente Barbaira e strada comunale - Borgo Antico. Intervento di messa in sicurezza di muro esistente a monte e zone limitrofe al costruendo fabbricato da adibire a scuola elementare e asilo. Messa in sicurezza della parete rocciosa sovrastante piazza Truppe Alpine nel centro storico di Montalto Ligure con pericolo per le sottostanti abitazioni e la piazza stessa. Riparazione dei danni alluvionali alla strada comunale denominata "Piani di San Pietro". Opere urgenti per dissesto idrogeologico di area compresa tra la Chiesa e il cimitero in frazione di Ville S. Pietro - I stralcio Risagomatura e formazione scogliera per scopi di sicurezza idraulica del riempimento denominato "Piazzale Rosetta" nel Capoluogo. Lavori di sistemazione corso d'acqua Rio Pontetto. Lavori di ripristino assetto idraulico e risagomatura T. Prino nel tratto compreso tra il 2 lotto di intervento realizzato dall'amministrazione Provinciale di Imperia ed il nuovo viadotto ferroviario. Intervento di arginatura in corrispondenza del sottopasso alla foce del torrente Evigno. Dissesto idrogeologico in zona "Due Camini", adeguamento ritano sud da Peidago. Interventi strutturali di difesa del suolo in Pontedassio capoluogo e in Frazione Villa Guardia. Lavori di bonifica idrogeologica e consolidamento geostatico di moti franosi interessanti gli abitati di Bardino Vecchio e Nuovo. Progetto di sistemazione idrogeologica di versante in frana a difesa dell'abitato della borgata Borri (II lotto) nel Comune di Giustenice. Costo Motivi inammissibilità (D.G.R. complessivo 1395/07 - all. 1 par. 3.2) inadeguatezza dei contenuti ,00 progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento , , , , , , , , ,00 finalità dell'intervento diverse da quelle ammissibili inadeguatezza dei contenuti progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento finalità dell'intervento diverse da quelle ammissibili inadeguatezza dei contenuti progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento inadeguatezza dei contenuti progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento e finalità dell'intervento diverse da quelle ammissibili finalità dell'intervento diverse da quelle ammissibili inadeguatezza dei contenuti progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento inadeguatezza dei contenuti progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento inadeguatezza dei contenuti progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento finalità dell'intervento diverse da ,00 quelle ammissibili inadeguatezza dei contenuti ,00 progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento inadeguatezza dei contenuti ,00 progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento , ,00 inadeguatezza dei contenuti progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento inadeguatezza dei contenuti progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento

83 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 83 Prov. SV SV SV SV SV GE GE GE GE GE GE SP SP SP SP Ente proponente Comune di Nasino Comune di Murialdo Comune di Quiliano Comune di Quiliano Comune di Varazze C.M. Fontanabuona Comune di Genova Comune di Sestri Levante Comune di Sori Comune di Sestri Levante Comune di Moneglia Comune di Zignago Comune della Spezia Comune di Castelnuovo Magra Comune di Lerici Intervento Lavori urgenti di sistemazione di moto franoso in atto in loc. Costa - Vignoletto - II Stralcio Intervento di sistemazione idraulica finalizzato alla messa in sicurezza dell'area residenziale della Borgata Conradi. Intervento di rinforzo dell'argine destro del Torrente Trexenda a protezione dell'abitato della località Molini. Realizzazione di scogliera in argine destro del torrente Quazzola a protezione dall'erosione della strada comunale Quiliano Cadibona (ViaTecci). Lavori di costruzione del canale scolmatore del Rio Garombo. Intervento di messa in sicurezza e regimazione acque del versante nella frazione Cassanesi - Loc. Reisci. Messa in sicurezza del fronte franoso on località Brasile a Genova Bolzaneto - 2 lotto. Interventi di riqualificazione e difesa del litorale sestrese. Messa in sicurezza idraulica del centro urbano di Sori. Riqualificazione e difesa del litorale. Intervento di ripristino e consolidamento opere di difesa a mare in loc. Renà. Regimazione idraulica del torrente San Lorenzo. Intervento per la sistemazione di movimento franoso in prossimità della frazione Pieve di Zignago. 4 Lotto Interventi di mitigazione del rischio idrogeologico in località Schiara nel Comune della Spezia 2 lotto. Costo Motivi inammissibilità (D.G.R. complessivo 1395/07 - all. 1 par. 3.2) inadeguatezza dei contenuti ,00 progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento inadeguatezza dei contenuti ,00 progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento inadeguatezza dei contenuti ,00 progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento , , , , , , ,00 inadeguatezza dei contenuti progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento inadeguatezza dei contenuti progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento inadeguatezza dei contenuti progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento inadeguatezza dei contenuti progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento finalità dell'intervento diverse da quelle ammissibili finalità dell'intervento diverse da quelle ammissibili finalità dell'intervento diverse da quelle ammissibili ,00 mancanza progetto , ,00 Sistemazione strada Marciano - Colline del Sole ,00 Interventi di mitigazione del rischio idrogeologico in località Marinella di S. Terenzo ,00 inadeguatezza dei contenuti progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento inadeguatezza dei contenuti progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento inadeguatezza dei contenuti progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento e finalità dell'intervento diverse da quelle ammissibili inadeguatezza dei contenuti progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento INTERVENTI STRUTTURALI PER I QUALI È STATA AGGIORNATA LA DOCUMENTAZIONE Prov. IM Ente proponente Comune di Armo Intervento Sistemazione idrogeologica interessante la propagine sud del nucleo abitato della Frazione Capoluogo Costo Motivi inammissibilità (D.G.R. complessivo 1395/07 - all. 1 par. 3.2) inadeguatezza dei contenuti ,00 progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento

84 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 84 MANUTENZIONI STRAORDINARIE NUOVE Prov. Ente proponente IM Comune di Vallebona IM Comune di Baiardo SV SV SV SV SV GE GE GE GE Comune di Alassio Comune di Alassio Comune di Cengio Comune di Cengio Comune di Carcare Provincia di Genova Provincia di Genova (ex art. 4, c. 2, L.R. 7/2011) Comune di Ne Comune di Campo Ligure Intervento Costo Motivi inammissibilità (D.G.R. complessivo 1395/07 - all. 1 par. 3.2) Convogliamento acque meteoriche lungo via finalità dell'intervento diverse da quelle ,00 San Sebastiano. ammissibili Versante ovest. Lavori di consolidamento e finalità dell'intervento diverse da quelle ,49 raccolta acqua piovana. ammissibili Spostamento della tubazione fognaria presente finalità dell'intervento diverse da quelle nel Rio Cardellino nel tratto sottostante il Corso ,00 ammissibili Dante. Spostamento della tubazione fognaria presente finalità dell'intervento diverse da quelle nel Rio Gonghe nel tratto sottostante Corso ,00 ammissibili Europa. Sistemazione strada lungo via Monti. finalità dell'intervento diverse da quelle ,00 ammissibili Sistemazione della scarpata sovrastante Via finalità dell'intervento diverse da quelle ,00 Roella. ammissibili inadeguatezza dei contenuti Messa in sicurezza idraulica del tratto urbano progettuali in relazione alla rilevanza del Fiume Bormida presso l'abitato di Carcare ,00 dell'intervento e finalità dell'intervento (intervento proposto dal Comune di Carcare) parzialmente diverse da quelle ammissibili inadeguatezza dei contenuti Manutenzione straordinaria loc. Molino ,00 progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento e finalità dell'intervento diverse da quelle ammissibili Consolidamento sponda sinistra torrente Penna e Fosso di Borzone in corrispondenza del inadeguatezza dei contenuti campo di calcio in comune di Borzonasca ,87 progettuali in relazione alla rilevanza (Intervento proposto dalla soppressa C. M. dell'intervento Aveto Graveglia e Sturla) Bonifica idrogeologica di versante in loc. Reppia, Valle delle Cascine - Cadenin. Sistemazione Rivo senza nome ,42 inadeguatezza dei contenuti progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento ,00 mancanza progetto MANUTENZIONI STRAORDINARIE PER LE QUALI È STATA AGGIORNATA LA DOCUMENTAZIONE Prov. SP Ente proponente Comune di Brugnato Intervento Manutenzione straordinaria delle scogliere del torrente Gravegnola. Costo Motivi inammissibilità (D.G.R. complessivo 1395/07 - all. 1 par. 3.2) inadeguatezza dei contenuti ,00 progettuali in relazione alla rilevanza dell'intervento

85 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 85 STUDI, MONITORAGGI E PROGETTAZIONI NUOVI Prov. GE SV SP SP Ente proponente Comune di Pieve Ligure Comune di Urbe Comune di Pignone Comune di Pignone Intervento Attività di studio e monitoraggio del versante a monte della S.P. n. 1 Aurelia, Ripa di S. Gaetano. Approfondimenti geotecnici inerenti lo stato di attività dell'area classificata come frana attiva in loc. Acquabianca Indagine geologico - geotecnica e progettazione preliminare inerente gli interventi urgenti da eseguirsi nella frana in atto in loc. Penegalla. Indagine geologico-geotecnica e progettazione preliminare inerente gli interventi urgenti da eseguirsi in Casale centro storico. Costo complessivo , , , ,00 Motivi inammissibilità (D.G.R. 1395/07 - all. 1 par. 3.2) Carenza dei requisiti minimi per la valutazione della proposta manca programma indagini e monitoraggi manca programma indagini Carenza dei requisiti minimi per la valutazione della proposta

86 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 86 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N POR FESR Misura Ingegneria Finanziaria. Approvazione modalità attuative per la concessione delle agevolazioni a valere sul Fondo Prestiti partecipativi. LA GIUNTA REGIONALE omissis DELIBERA di approvare, per le motivazioni esposte in premessa, le modalità attuative, riportate in allegato quale parte integrante al presente provvedimento, per la concessione delle agevolazioni alle imprese beneficiarie a valere sul fondo Prestiti Partecipativi di cui alla misura Ingegneria Finanziaria del POR FESR , costituito presso Unicredt Spa in data 24/10/2011; di rendere noto il contenuto del presente atto mediante: pubblicazione di informativa sul sito Internet della Regione Liguria; pubblicazione per estratto sul Bollettino Ufficiale della Regione Liguria. IL SEGRETARIO Roberta Rossi (segue allegato)

87 Anno XLIII - N. 5 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II pag. 87 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE LIGURIA IA OBIETTIVOO COMPETITIVITA REGIONALE E OCCUPAZIONE PROGRAMMA MA OPERATIVO Parte Competitività COFINANZIATO IATO DAL F.E.S.R.. - FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE ASSE 1 INNOVAZIONE E COMPETITIVITA MISURA INGEGNERIA FINANZIARIA

C O N S I G L I O R E G I O N A L E

C O N S I G L I O R E G I O N A L E C O N S I G L I O R E G I O N A L E ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA LIGURIA ESTRATTO del Processo verbale dell adunanza del 22 gennaio 2013 Seduta pubblica Sessione I ordinaria Intervenuti Consiglieri N. 29

Dettagli

DISTRETTO FORMATIVO N 1 PONENTE Scuole: Bergese, Calvino,Lanfranconi, Mazzini ( succ.),odero, Rosselli SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO ORDINAMENTO INDIRIZZI Articolazioni Richieste delle Istituzioni

Dettagli

TESTO ESAMINATO ED APPROVATO, A MAGGIORANZA, DALLA V COMMISSIONE NELLA SEDUTA DEL 23 GENNAIO 2014.

TESTO ESAMINATO ED APPROVATO, A MAGGIORANZA, DALLA V COMMISSIONE NELLA SEDUTA DEL 23 GENNAIO 2014. TESTO ESAMINATO ED APPROVATO, A MAGGIORANZA, DALLA V COMMISSIONE NELLA SEDUTA DEL 23 GENNAIO 2014. P.A n. 123: Modifica della deliberazione del Consiglio regionale Assemblea legislativa 22 gennaio 2013,

Dettagli

GESS008ZQ9 DISTRETTO 008 GESS017ZP1 DISTRETTO 017 GESS018ZQ3 DISTRETTO 018

GESS008ZQ9 DISTRETTO 008 GESS017ZP1 DISTRETTO 017 GESS018ZQ3 DISTRETTO 018 GESS000VG8 PROVINCIA DI GENOVA GESS000XG6 DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE (NON ESPRIMIBILE DAL PERSONALE AMMINISTRATIVO, TECNICO ED AUSILIARIO) GESS000DG1 DOTAZIONE ORGANICA DI SOSTEGNO (NON ESPRIMIBILE

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria Direzione Generale Prot.n. 2308/C15 Genova, 5 giugno 2008 IL DIRETTORE GENERALE VISTA la legge 440

Dettagli

PARTE SECONDA Genova - Via Fieschi 15

PARTE SECONDA Genova - Via Fieschi 15 Mercoledì 18 febbraio 2015 Anno XLVI N. 7 REPUBBLICA ITALIANA Direzione, Amministrazione: Tel. 010 54.851 Redazione: Tel. 010 5485663-4974 - Fax 010 5485531 Abbonamenti e Spedizioni: Tel. 010 5485363 Internet:

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. PARTE PRIMA Genova - Via Fieschi 15

REPUBBLICA ITALIANA. PARTE PRIMA Genova - Via Fieschi 15 Mercoledì 7 Marzo 2012 Anno XLIII - N. 3 REPUBBLICA ITALIANA Direzione, Amministrazione: Tel. 010 54.851 Redazione: Tel. 010 5485663-4974 - Fax 010 5485531 Abbonamenti e Spedizioni: Tel. 010 5485363 Internet:

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. PARTE SECONDA Genova - Via Fieschi 15

REPUBBLICA ITALIANA. PARTE SECONDA Genova - Via Fieschi 15 Mercoledì 24 gennaio 2007 Anno XXXVIII - N. 4 REPUBBLICA ITALIANA Direzione, Amministrazione: Tel. 010 54.851 Redazione: Tel. 010 5485663-5068 - Fax 010 5484815 Abbonamenti e Spedizioni: Tel. 010 5485363

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. PARTE QUARTA Genova - Via Fieschi 15

REPUBBLICA ITALIANA. PARTE QUARTA Genova - Via Fieschi 15 Mercoledì 20 Gennaio 2010 Anno XLI - N. 3 REPUBBLICA ITALIANA Direzione, Amministrazione: Tel. 010 54.851 Redazione: Tel. 010 5485663-4974 - Fax 010 5485531 Abbonamenti e Spedizioni: Tel. 010 5485363 Internet:

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA PARTE PRIMA. Atti di cui all art. 3 della Legge Regionale 24 Dicembre 2004 n.32 SOMMARIO

REPUBBLICA ITALIANA PARTE PRIMA. Atti di cui all art. 3 della Legge Regionale 24 Dicembre 2004 n.32 SOMMARIO Mercoledì 16 Aprile 2014 Anno XLV - N. 5 REPUBBLICA ITALIANA Direzione, Amministrazione: Tel. 010 54.851 Redazione: Tel. 010 5485663-4974 - Fax 010 5485531 Abbonamenti e Spedizioni: Tel. 010 5485363 Internet:

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Mercoledì 5 Settembre 2001 Anno XXXII - Numero 9 REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Direzione, Amministrazione: Tel. 54.851 Internet: www.regione.liguria.it Redazione: Tel.

Dettagli

PROVINCIA DI GENOVA. il C.S.A. di Genova, con sede in Via Assarotti 40 16122 Genova, rappresentata dal Dirigente Responsabile Dott.ssa Rosaria Pagano,

PROVINCIA DI GENOVA. il C.S.A. di Genova, con sede in Via Assarotti 40 16122 Genova, rappresentata dal Dirigente Responsabile Dott.ssa Rosaria Pagano, Deliberazione della Giunta Provinciale 100/2005 prot.29458/2005 del 22/3/2005 Assegnazione agli istituti scolastici di competenza di fondi per acquisizione di beni e servizi. Impegno di spesa. 518.000,00.

Dettagli

TECNICO COMMERCIALEclassi iscritti classi iscritti classi iscritti classi iscritti classi iscritti classi iscritti classi iscritti classi iscritti

TECNICO COMMERCIALEclassi iscritti classi iscritti classi iscritti classi iscritti classi iscritti classi iscritti classi iscritti classi iscritti TTL classi e nell'stiuto a.s. 2000/2001 a.s. 2001/2002 6 138 6 140 5 103 4 86 3 69 4 72 4 80 5 101 4 90 6 119 6 122 5 98 3 69 3 52 4 64 4 67 6 114 4 89 5 104 5 94 3 63 4 65 4 58 4 60 V 7 132 6 106 5 81

Dettagli

L a riforma della Scuola Secondaria di secondo grado

L a riforma della Scuola Secondaria di secondo grado L a riforma della Scuola Secondaria di secondo grado Genova, 9-11 marzo 2010 Mery Serretti Regolamento autonomia Licei, Istituti Tecnici, Istituti Professionali fanno parte dell Istruzione Secondaria

Dettagli

IL SISTEMA SCOLASTICO ATTUALE

IL SISTEMA SCOLASTICO ATTUALE IL SISTEMA SCOLASTICO ATTUALE Questa sezione illustra la suddivisione del sistema scolastico attuale, in vigore per le classi prime a partire dall anno scolastico 2010/2011 (sistema scolastico riformato).

Dettagli

SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO

SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO SCEGLIERE BENE PER PARTIRE BENE a cura di: Donata Nebuloni I.C. A. Manzoni Parabiago SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO LICEI ISTITUTI TECNICI ISTITUTI PROFESSIONALI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE I.C.

Dettagli

Classi seconde. (in vista della scelta delle Scuole Superiori)

Classi seconde. (in vista della scelta delle Scuole Superiori) I.C. «M. Lapo Niccolini» Ponsacco GUIDA ALL ORIENTAMENTO Classi seconde (in vista della scelta delle Scuole Superiori) Il modello italiano di istruzione 6/11 anni - scuola primaria 11/14 anni - scuola

Dettagli

R E G I O N E C A L A B R I A G I U N T A R E G I O N A L E

R E G I O N E C A L A B R I A G I U N T A R E G I O N A L E R E G I O N E C A L A B R I A G I U N T A R E G I O N A L E Deliberazione n. 40 della seduta del 27 febbraio 2015 Oggetto:PIANO DI RIORGANIZZAZIONE E DI RAZIONALIZZAZIONE DELLA RETE SCOLASTICA E DELLA

Dettagli

DENOMINAZIONE DEI DIPLOMI DI STATO DEL SECONDO CICLO

DENOMINAZIONE DEI DIPLOMI DI STATO DEL SECONDO CICLO I NUOVI DIPLOMI DENOMINAZIONE DEI DIPLOMI DI STATO DEL SECONDO CICLO LICEI DIPLOMA DI LICEO CLASSICO DIPLOMA DI LICEO SCIENTIFICO DIPLOMA DI LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE DIPLOMA DI LICEO

Dettagli

A cura di Provincia di Genova, Ufficio Scolastico Regionale

A cura di Provincia di Genova, Ufficio Scolastico Regionale A cura di Provincia di Genova, Ufficio Scolastico Regionale Informare gli studenti dell ultimo anno sulla riforma della scuola superiore e sulle opportunità formative del territorio. Facilitare gli allievi

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca TABELLA A MATERIE CARATTERIZZANTI I SINGOLI CORSI DI STUDIO DEI PERCORSI LICEALI OGGETTO DELLA SECONDA PROVA SCRITTA LICEO CLASSICO 1. Latino

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Direzione Generale Via Assarotti, 40-16122 Genova Tel. 010/83311 fax. 010/8331221 e-mail direzione-liguria@istruzione.it Prot. n. 573/C27 Genova, 3 febbraio 2012 Ai Dirigenti delle Istituzioni Scolastiche

Dettagli

Provincia dell Aquila Assessorato Promozione Sociale e Scuola 2014-2015. Guida all orientamento scolastico

Provincia dell Aquila Assessorato Promozione Sociale e Scuola 2014-2015. Guida all orientamento scolastico Provincia dell Aquila Assessorato Promozione Sociale e Scuola PROFESSIONALI ISTITUTI LICEI TECNICI ISTITUTI 2014-2015 L Albero delle scelte Guida all orientamento scolastico 1 66 Distretto SColastico L

Dettagli

REPORT OSSERVATORIO SCOLASTICO PROVINCIALE

REPORT OSSERVATORIO SCOLASTICO PROVINCIALE REPORT OSSERVATORIO SCOLASTICO PROVINCIALE ANNO SCOLASTICO 2011/2012 Direzione Politiche formative e del lavoro Servizio Istruzione e formazione professionale Ufficio Istruzione e sviluppo progetti Analisi

Dettagli

SUPERIORI. GUIDA alla RIFORMA. Devo iscrivere mio figlio/a alle

SUPERIORI. GUIDA alla RIFORMA. Devo iscrivere mio figlio/a alle Devo iscrivere mio figlio/a alle La riforma parte per le sole classi prime da settembre 2010 Le iscrizioni si chiudono il 26 marzo 2010 Richiedi al Dirigente Scolastico della scuola media di tuo figlio/a

Dettagli

Una scuola per realizzare i nostri sogni

Una scuola per realizzare i nostri sogni Una scuola per realizzare i nostri sogni Alcune informazioni per guidare i propri figli nella scelta della scuola superiore. 1 La riforma dell istruzione superiore ha ricevuto il via libera definitivo

Dettagli

ISCRIZIONI A.S. 2016 2017 ALLA SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO

ISCRIZIONI A.S. 2016 2017 ALLA SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO M. CALDERINI - G. TUCCIMEI Sede operativa: Via Telemaco Signorini 78, 00125 ROMA

Dettagli

L offerta formativa 2011/2012:

L offerta formativa 2011/2012: Foggia, 19 Gennaio 2011 Sala Giunta - Palazzo Dogana L offerta formativa 2011/2012: il nuovo assetto delle scuole secondarie superiori nella provincia di Foggia secondo il piano di dimensionamento della

Dettagli

PIANO DEI NUOVI INDIRIZZI PER GLI ISTITUTI D ISTRUZIONE SUPERIORE ANNO SCOLASTICO 2013/2014

PIANO DEI NUOVI INDIRIZZI PER GLI ISTITUTI D ISTRUZIONE SUPERIORE ANNO SCOLASTICO 2013/2014 ALLEGATO A PIANO DEI NUOVI INDIRIZZI PER GLI ISTITUTI D ISTRUZIONE SUPERIORE ANNO SCOLASTICO 2013/2014 Piano dei nuovi indirizzi per gli Istituti d Istruzione Superiore A.S. 2013/2014 Pagina 1 di 12 N.

Dettagli

PARTE SECONDA SOMMARIO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA DELLA LIGURIA 27.06.2007 N. 24

PARTE SECONDA SOMMARIO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA DELLA LIGURIA 27.06.2007 N. 24 Mercoledì 29 agosto 2007 Anno XXXVIII - N. 35 REPUBBLICA ITALIANA Direzione, Amministrazione: Tel. 010 54.851 Redazione: Tel. 010 5485663-4974 - Fax 010 5485531 Abbonamenti e Spedizioni: Tel. 010 5485363

Dettagli

STRUTTURA DELLA SECONDA PROVA SCRITTA

STRUTTURA DELLA SECONDA PROVA SCRITTA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema

Dettagli

architettoniche, del design e storico artistiche

architettoniche, del design e storico artistiche Codice Denominazione A 01 Arte e immagine nella scuola secondaria di primo grado Scuola secondaria di I grado Arte e immagine Allegato A A 02 Danza classica Liceo Musicale e coreutico sezione coreutica

Dettagli

SCUOLE APERTE a.s. 2014-2015 A Borgo San Lorenzo

SCUOLE APERTE a.s. 2014-2015 A Borgo San Lorenzo SCUOLE APERTE a.s. 2014-2015 A Borgo San Lorenzo Nome Istituto indirizzo Open days / laboratori ISTITUTO PROFESSIONALE INDUSTRIA E ARTIGIANATO CHINO CHINI Via Caiani 68 www.chinochini.it Tel 055 8459268

Dettagli

QUADRO ORARIO SCUOLE ISTRUZIONE SUPERIORE

QUADRO ORARIO SCUOLE ISTRUZIONE SUPERIORE LICEI ISTITUTI TECNICI ISTITUTI PROFESSIO NALI TABELLA SINTETICA Liceo artistico Liceo classico Liceo linguistico Liceo musicale o coreutico Liceo scienze umane Liceo scienze applicate Liceo scientifico

Dettagli

PUNTO INFORMAGIOVANI. Villa Carcina (BS)

PUNTO INFORMAGIOVANI. Villa Carcina (BS) PUNTO INFORMAGIOVANI Villa Carcina (BS) La normativa italiana Prevede per tutti i ragazzi/e: - l obbligo di istruzione per almeno 10 anni, cioè fino a 16 anni di età, - il diritto-dovere all istruzione

Dettagli

Verso la scuola secondaria di secondo grado. Anno Scolastico 2013 / 2014 F. S. Lucia Rizzo

Verso la scuola secondaria di secondo grado. Anno Scolastico 2013 / 2014 F. S. Lucia Rizzo Verso la scuola secondaria di secondo grado Anno Scolastico 2013 / 2014 F. S. Lucia Rizzo COME PROSEGUIRE GLI STUDI La normativa italiana prevede per tutti i ragazzi/e l obbligo di istruzione per almeno

Dettagli

La scuola superiore verso il futuro

La scuola superiore verso il futuro La scuola superiore verso il futuro Alberto F. De Toni Rovigo, 12 Febbraio 2010 1 Agenda Le linee di riforma generali in atto Il riordino del secondo ciclo Questioni aperte sul piano curricolare ed organizzativo

Dettagli

ASL N. 1 - IMPERIESE Collaboratore Professionale - Assistente Sociale- cat. D - n. 1 posto (graduatoria).

ASL N. 1 - IMPERIESE Collaboratore Professionale - Assistente Sociale- cat. D - n. 1 posto (graduatoria). Mercoledì 26 Febbraio 2014 Anno XLV N. 9 REPUBBLICA ITALIANA Direzione, Amministrazione: Tel. 010 54.851 Redazione: Tel. 010 5485663-4974 - Fax 010 5485531 Abbonamenti e Spedizioni: Tel. 010 5485363 Internet:

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Decreto Ministeriale n. 319 del 29 maggio 2015 Costituzione delle aree disciplinari finalizzate alla correzione delle prove scritte negli esami

Dettagli

REVISIONE DELL ASSETTO ORDINAMENTALE e RIORDINO DEI LICEI, ISTITUTI TECNICI e PROFESSIONALI. DIOCESI di MILANO Pastorale scolastica Sportello scuola

REVISIONE DELL ASSETTO ORDINAMENTALE e RIORDINO DEI LICEI, ISTITUTI TECNICI e PROFESSIONALI. DIOCESI di MILANO Pastorale scolastica Sportello scuola REVISIONE DELL ASSETTO ORDINAMENTALE e RIORDINO DEI LICEI, ISTITUTI TECNICI e PROFESSIONALI DIOCESI di MILANO Pastorale scolastica Sportello scuola Milano 13 luglio 2009 Prof. Giovanni Marelli Delegificazione

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca ORDINAMENTO DELLE CLASSI DI CONCORSO PER LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO E SECONDO GRADO

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca ORDINAMENTO DELLE CLASSI DI CONCORSO PER LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO E SECONDO GRADO Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca ORDINAMENTO DELLE CLASSI DI CONCORSO PER LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO E SECONDO GRADO Il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca

Dettagli

Regione Puglia. Dipartimento sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro Sezione Scuola Università e Ricerca

Regione Puglia. Dipartimento sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro Sezione Scuola Università e Ricerca Regione Puglia Dipartimento sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro Sezione Scuola Università e Ricerca PIANO DIMENSIONAMENTO RETE SCOLASTICA E OFFERTA FORMATIVA A.S. 2016/2017

Dettagli

Con l Europa investiamo nel vostro futuro ISTITUTO COMPRENSIVO DI VERNOLE/CASTRI/CAPRARICA

Con l Europa investiamo nel vostro futuro ISTITUTO COMPRENSIVO DI VERNOLE/CASTRI/CAPRARICA Con l Europa investiamo nel vostro futuro ISTITUTO COMPRENSIVO DI VERNOLE/CASTRI/CAPRARICA Cosa si intende per Orientamento? L Orientamento è : Un INTERVENTO finalizzato a porre l alunno nelle condizioni

Dettagli

Orientamento per il successo scolastico e formativo. PIANO REGIONALE ORIENTAMENTO 2010-2011 USR Lombardia Ufficio X - Bergamo

Orientamento per il successo scolastico e formativo. PIANO REGIONALE ORIENTAMENTO 2010-2011 USR Lombardia Ufficio X - Bergamo Orientamento per il successo scolastico e formativo PIANO REGIONALE ORIENTAMENTO 2010-2011 USR Lombardia Ufficio X - Bergamo 2 I nuovi Licei 3 I nuovi licei LA STRUTTURA DEL PERCORSO QUINQUENNALE Il percorso

Dettagli

MAGRA 11.200,00 - PALVOTRISIA CASTELNUOVO MAGRA 14.000,00 -

MAGRA 11.200,00 - PALVOTRISIA CASTELNUOVO MAGRA 14.000,00 - Edilizia scolastica Liguria Liguria #scuolebelle 1.308.569,62 #scuolesicure 6.462.985,93 #scuolenuove 4.420.332,76 TOTALE 12.191.888,31 Totale finanziamento SCUOLE BELLE Lotto Regione Provincia Codice

Dettagli

R E T E O R I O N E Attività territoriali in rete per l orientamento e la formazione. LE SCUOLE SECONDARIE di II GRADO DI RETE ORIONE 2014-2015

R E T E O R I O N E Attività territoriali in rete per l orientamento e la formazione. LE SCUOLE SECONDARIE di II GRADO DI RETE ORIONE 2014-2015 LE SCUOLE SECONDARIE di II GRADO DI RETE ORIONE 2014-2015 1 Il sistema della ISTRUZIONE e FORMAZIONE PROFESSIONALE - è di competenza regionale ma ordinamento statale - ha percorsi triennali con qualifica

Dettagli

LA RIFORMA della SCUOLA SUPERIORE

LA RIFORMA della SCUOLA SUPERIORE LA RIFORMA della SCUOLA SUPERIORE Fonti: www.istruzione.it www.venetolavoro.it/sopralamediaweb/web/index/home Il diritto-dovere all istruzione e alla formazione Il SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO si articola

Dettagli

PTCp 2020 NORME DI ATTUAZIONE ALLEGATO 4 ISTITUTI SCOLASTICI DI II GRADO. Scuole provinciali - Istruzione secondaria di II grado

PTCp 2020 NORME DI ATTUAZIONE ALLEGATO 4 ISTITUTI SCOLASTICI DI II GRADO. Scuole provinciali - Istruzione secondaria di II grado PTCp 2020 NORME DI ATTUAZIONE ALLEGATO 4 ISTITUTI SCOLASTICI DI II GRADO Scuole provinciali - Istruzione secondaria di II grado PTCp 2020 ALLEGATO n. 4 alle Norme di attuazione Pag. 1 Allegato all art.

Dettagli

come orientarsi nel contesto del riordino dei licei, istituti tecnici e professionali

come orientarsi nel contesto del riordino dei licei, istituti tecnici e professionali come orientarsi nel contesto del riordino dei licei, istituti tecnici e professionali I DUE SISTEMI Sistema dell istruzione secondaria superiore Licei Istituti tecnici e professionali 5 anni diploma Stato

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca TABELLA A MATERIE CARATTERIZZANTI I SINGOLI CORSI DI STUDIO DEI PERCORSI LICEALI OGGETTO DELLA SECONDA PROVA SCRITTA LICEO CLASSICO 1. Latino

Dettagli

PROVINCIA DI CREMONA PROGRAMMAZIONE OFFERTA FORMATIVA SCUOLE STATALI A.S. 2010-2011 AMBITO CREMONESE

PROVINCIA DI CREMONA PROGRAMMAZIONE OFFERTA FORMATIVA SCUOLE STATALI A.S. 2010-2011 AMBITO CREMONESE LICEO CLASSICO "MANIN" via Cavallotti, 2 LICEO SCIENTIFICO "ASELLI" via Palestro, 31 ISTITUTO MAGISTRALE "ANGUISSOLA" via Palestro, 30 LICEO ARTISTICO "MUNARI" via XI Febbraio, 80 - Liceo Classico Liceo

Dettagli

Riforma 2010 Scuola secondaria superiore Vademecum informativo per studenti e famiglie

Riforma 2010 Scuola secondaria superiore Vademecum informativo per studenti e famiglie Riforma 2010 Scuola secondaria superiore Vademecum informativo per studenti e famiglie A cura della Provincia MB Settore Istruzione 1 Il Consiglio dei Ministri ha approvato il 4 febbraio 2010 la nuova

Dettagli

NUOVO IMPIANTO ORGANIZZATIVO SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO MIRIAM CORNARA - UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE LECCO

NUOVO IMPIANTO ORGANIZZATIVO SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO MIRIAM CORNARA - UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE LECCO NUOVO IMPIANTO ORGANIZZATIVO SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO LICEI Liceo Artistico Liceo Classico Liceo Linguistico Liceo Musicale e Coreutico Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate Liceo delle Scienze

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO. Al Dirigente scolastico del (Denominazione dell istituzione scolastica)

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO. Al Dirigente scolastico del (Denominazione dell istituzione scolastica) Allegato scheda D DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO Al Dirigente scolastico del (Denominazione dell istituzione scolastica) _l_ sottoscritt in qualità di padre madre tutore

Dettagli

PROVINCIA DI CREMONA OFFERTA FORMATIVA A.S. 2014-2015 AMBITO CREMONESE

PROVINCIA DI CREMONA OFFERTA FORMATIVA A.S. 2014-2015 AMBITO CREMONESE (ordinamento ) IV ANNO LICEO CLASSICO "MANIN" via Cavallotti, 2 Liceo Classico Liceo Linguistico LICEO SCIENTIFICO "ASELLI" via Palestro, 31 Liceo Scientifico Liceo Scientifico - Opzione Scienze applicate

Dettagli

PROVINCIA DI CREMONA OFFERTA FORMATIVA A.S. 2013-2014 AMBITO CREMONESE

PROVINCIA DI CREMONA OFFERTA FORMATIVA A.S. 2013-2014 AMBITO CREMONESE LICEO CLASSICO "MANIN" via Cavallotti, 2 Liceo Classico Liceo Linguistico LICEO SCIENTIFICO "ASELLI" via Palestro, 31 Liceo Scientifico Liceo Scientifico - Opzione Scienze applicate LICEO DELLE SCIENZE

Dettagli

La nuova Scuola Secondaria Superiore di Secondo Grado

La nuova Scuola Secondaria Superiore di Secondo Grado La nuova Scuola Secondaria Superiore di Secondo Grado Presentazione a cura della prof. Paola Gianduia I.C. «Ferrini» Olgiate Olona - a partire dalla Indicazioni Ministeriali I termini della Riforma In

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l istruzione

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l istruzione Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l istruzione Prot. A00DPIT n. 272 Roma, 14 marzo 2011 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI Oggetto:

Dettagli

ISTITUTI DI ISTRUZIONE SUPERIORE DI BRESCIA e PROVINCIA

ISTITUTI DI ISTRUZIONE SUPERIORE DI BRESCIA e PROVINCIA ISTITUTI DI ISTRUZIONE SUPERIORE DI BRESCIA e PROVINCIA BRESCIA Istituto Mantegna, via Fura 96 25030 Brescia, tel. 0303533151 www.ipssarmantegna.it Turismo Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera

Dettagli

PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE OFFERTA FORMATIVA E ORGANIZZAZIONE RETE SCOLASTICA A.S. 2013/2014

PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE OFFERTA FORMATIVA E ORGANIZZAZIONE RETE SCOLASTICA A.S. 2013/2014 PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE OFFERTA FORMATIVA E ORGANIZZAZIONE RETE SCOLASTICA A.S. 2013/2014 INDIRIZZI REGIONALI PER LA PROGRAMMAZIONE DELL OFFERTA DI ISTRUZIONE E DI IeFP A.S. 2013/2014 Principi generali:

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Schema di regolamento recante Disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento,

Dettagli

REPORT OSSERVATORIO SCOLASTICO PROVINCIALE

REPORT OSSERVATORIO SCOLASTICO PROVINCIALE REPORT OSSERVATORIO SCOLASTICO PROVINCIALE ANNO SCOLASTICO 2010/2011 Direzione Politiche formative e del lavoro Servizio Istruzione e formazione professionale Ufficio Istruzione e sviluppo progetti Analisi

Dettagli

CALENDARIO ORIENTAMENTO 2014/2015

CALENDARIO ORIENTAMENTO 2014/2015 CALENDARIO ORIENTAMENTO 2014/2015 Istituti ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. e M. Montani Via Montani, 7 - Fermo Tel 0734 622632 Fax 0734 622912 Convitto G. Montani Corso Marconi 35 Fermo ISTITUTI

Dettagli

PROVINCIA DI CREMONA OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015-2016 AMBITO CREMONESE

PROVINCIA DI CREMONA OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015-2016 AMBITO CREMONESE (ordinamento ) IV ANNO LICEO CLASSICO "MANIN" via Cavallotti, 2 Liceo Classico Liceo Linguistico LICEO SCIENTIFICO "ASELLI" via Palestro, 31 Liceo Scientifico Liceo Scientifico - Opzione Scienze applicate

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA Poste Italiane - Spedizione in a.p. Tab. D Aut. DCO/DC - CZ/038/2003 valida dal 4 febbraio 2003 Supplemento straordinario n. 1 al n. 13 del 2 aprile 2010 Parte III - Anno XLI REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO

Dettagli

Mercoledì 2 Novembre 2011 Anno XLII - N. 19 REPUBBLICA ITALIANA Direzione, Amministrazione: Tel. 010 54.851 Redazione: Tel. 010 5485663-4974 - Fax 010 5485531 Abbonamenti e Spedizioni: Tel. 010 5485363

Dettagli

LA RIFORMA. Cosa cambia a partire dall anno scolastico 2010-2011. Carlo Martelli IS Majorana Seriate 12.03.2010

LA RIFORMA. Cosa cambia a partire dall anno scolastico 2010-2011. Carlo Martelli IS Majorana Seriate 12.03.2010 LA RIFORMA Cosa cambia a partire dall anno scolastico 2010-2011 12.03.2010 Carlo Martelli IS Majorana Seriate La nuova scuola secondaria superiore punta allo sviluppo delle competenze di base (italiano,

Dettagli

Licei di Pistoia. Liceo statale A. di Savoia Duca d Aosta Pistoia Liceo scientifico Liceo scientifico con opzione scienze applicate Liceo sportivo

Licei di Pistoia. Liceo statale A. di Savoia Duca d Aosta Pistoia Liceo scientifico Liceo scientifico con opzione scienze applicate Liceo sportivo Licei di Pistoia Liceo statale A. di Savoia Duca d Aosta Pistoia con opzione scienze applicate Liceo sportivo Liceo statale N. Forteguerri A. Vannucci Pistoia Liceo classico Liceo delle scienze umane Liceo

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Schema di regolamento recante Disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento le classi di a cattedre e a posti di insegnamento, ai sensi l articolo 64, comma 4, lettera a), decreto-legge 25 giugno

Dettagli

FINALITÀ DEL PROGETTO

FINALITÀ DEL PROGETTO FINALITÀ DEL PROGETTO Favorire nei ragazzi lo sviluppo di competenze auto-orientanti Sviluppare attivita rivolte alle famiglie per la raccolta e l analisi delle informazioni orientative Rendere consapevoli

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA Poste Italiane - Spedizione in a.p. Tab. D Aut. DCO/DC - CZ/038/2003 valida dal 4 febbraio 2003 Supplemento straordinario n. 1 al n. 19 del 10 maggio 2013 Parte III - Anno XLIV REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI OCCHIOBELLO

ISTITUTO COMPRENSIVO DI OCCHIOBELLO ISTITUTO COMPRENSIVO DI OCCHIOBELLO Per costruire una scelta consapevole CLASSI TERZE... Verso la Nuova Scuola Superiore dell a. s. 2010/2011 Elaborazione a cura di DIANA CORAZZARI I NUOVI LICEI Liceo

Dettagli

Sistema di istruzione secondaria superiore Sistema di istruzione e formazione professionale. Offerta formativa della Provincia di Lodi

Sistema di istruzione secondaria superiore Sistema di istruzione e formazione professionale. Offerta formativa della Provincia di Lodi http://www.istruzione.lombardia.it/lodi/ Rete Scuole di Lodi per l orientamento scolastico A.S. 2015-2016 Sistema di istruzione secondaria superiore Sistema di istruzione e formazione professionale Offerta

Dettagli

BILANCIO TRIENNALE 2015 2017 --- Allegati

BILANCIO TRIENNALE 2015 2017 --- Allegati BILANCIO TRIENNALE 2015 2017 --- Allegati INDICE ALLEGATI TARIFFE IN VIGORE DEI TRIBUTI PROVINCIALI (allegato al bilancio di cui all art. 74 del dlgs 118/2011, comma 21 c) pag 1 PROSPETTO DEI PARAMETRI

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA cosa è cambiato a partire dall anno scolastico 2010-2011

GUIDA ALLA RIFORMA cosa è cambiato a partire dall anno scolastico 2010-2011 GUIDA ALLA RIFORMA cosa è cambiato a partire dall anno scolastico 2010-2011 LA NUOVA SECONDARIA SUPERIORE I Licei Gli istituti tecnici Gli istituti professionali Offerta formativa più ricca per aumentare

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO Istituti di istruzione secondaria superiore

PROVINCIA DI TREVISO Istituti di istruzione secondaria superiore OFFERTA FORMATIVA A.S. 2011-2012 PROVINCIA DI TREVISO Istituti di istruzione secondaria superiore NOTE : biennio comune (istituti professionali e tecnici) P: primo anno comune (licei artistici) V.O.: indirizzo

Dettagli

ORIENTAMENTO 2013 2014 ISTITUTO COMPRENSIVO 1 COSA OFFRE IL SISTEMA DELLE SCUOLE SECONDARIE DIII GRADO STATALI A BOLOGNA. A. Andracchio, S.

ORIENTAMENTO 2013 2014 ISTITUTO COMPRENSIVO 1 COSA OFFRE IL SISTEMA DELLE SCUOLE SECONDARIE DIII GRADO STATALI A BOLOGNA. A. Andracchio, S. ORIENTAMENTO 2013 2014 ISTITUTO COMPRENSIVO 1 COSA OFFRE IL SISTEMA DELLE SCUOLE SECONDARIE DIII GRADO STATALI A BOLOGNA A. Andracchio, S. Zappoli IL COSA MINISTERO OFFRE IL PROMETTE PERCORSO SEMPLIFICAZIONI

Dettagli

RIORDINO DEL SECONDO CICLO D ISTRUZIONE DALL A.S. 2010-2011. I.C. E. De Amicis - Lomazzo (CO)

RIORDINO DEL SECONDO CICLO D ISTRUZIONE DALL A.S. 2010-2011. I.C. E. De Amicis - Lomazzo (CO) RIORDINO DEL SECONDO CICLO D ISTRUZIONE DALL A.S. 2010-2011 I.C. E. De Amicis - Lomazzo (CO) ORDINAMENTO SCOLASTICO PRIMO CICLO SCUOLA PRIMARIA (5 anni) SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO (3* anni) LICEI (5*

Dettagli

PROVINCIA DI CREMONA PROGRAMMAZIONE OFFERTA FORMATIVA SCUOLE STATALI A.S. 2010-2011 AMBITO CREMASCO

PROVINCIA DI CREMONA PROGRAMMAZIONE OFFERTA FORMATIVA SCUOLE STATALI A.S. 2010-2011 AMBITO CREMASCO LICEO CLASSICO "RACCHETTI" via Palmieri, 1 Liceo Classico Liceo Linguistico Liceo delle Scienze Umane Liceo delle Scienze Umane - Opzione Economico-sociale LICEO SCIENTIFICO "L. DA VINCI" via Stazione,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Decreto ministeriale n. 43 IL MINISTRO VISTO il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, recante le disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione nelle scuole di ogni ordine e grado; VISTA

Dettagli

PARTE QUARTA. ASL N. 5 - SPEZZINO Dirigente Medico - conferimento di incarichi - disciplina chirurgia vascolare - tempo determinato.

PARTE QUARTA. ASL N. 5 - SPEZZINO Dirigente Medico - conferimento di incarichi - disciplina chirurgia vascolare - tempo determinato. Giovedì 26 Aprile 2012 Anno XLIII N. 17 REPUBBLICA ITALIANA Direzione, Amministrazione: Tel. 010 54.851 Redazione: Tel. 010 5485663-4974 - Fax 010 5485531 Abbonamenti e Spedizioni: Tel. 010 5485363 Internet:

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE AL SECONDO CICLO DI ISTRUZIONE

DOMANDA DI ISCRIZIONE AL SECONDO CICLO DI ISTRUZIONE DOMANDA DI ISCRIZIONE AL SECONDO CICLO DI ISTRUZIONE Al Dirigente scolastico del (Denominazione dell istituzione scolastica) _l_ sottoscritt in qualità di padre madre tutore (cognome e nome) CHIEDE l iscrizione

Dettagli

e l Adolescenza Centro Territoriale per l Orientamento

e l Adolescenza Centro Territoriale per l Orientamento Centro Territoriale per l Orientamento e l Adolescenza C. A. O. T. Centro Territoriale per l Orientamento e l Adolescenza C. A. O. T. Centro Territoriale per l Orientamento e l Adolescenza Le istituzioni

Dettagli

Goletta Verde di Legambiente in Liguria IN LIGURIA MIGLIORAMENTI DELLA QUALITA DELLE ACQUE COSTIERE

Goletta Verde di Legambiente in Liguria IN LIGURIA MIGLIORAMENTI DELLA QUALITA DELLE ACQUE COSTIERE COMUNICATO STAMPA Genova, 14 agosto 2014 Goletta Verde di Legambiente in Liguria Presentati a Roma i dati della campagna nazionale IN LIGURIA MIGLIORAMENTI DELLA QUALITA DELLE ACQUE COSTIERE MA ANCORA

Dettagli

Allegato 1. Licei: Articolazione del sistema dei licei: -sociale

Allegato 1. Licei: Articolazione del sistema dei licei: -sociale Allegato 1 Licei: Articolazione del sistema dei licei: te -sociale Istituti tecnici e professionali Articolazione del sistema degli istituti tecnici e professionali: a) Amministrativo, finanza e marketing

Dettagli

CONFERENZA PER IL SISTEMA EDUCATIVO REGIONALE INSIEME SI CRESCE. Bisogni educativi speciali, disagio, stranieri, educazione adulti

CONFERENZA PER IL SISTEMA EDUCATIVO REGIONALE INSIEME SI CRESCE. Bisogni educativi speciali, disagio, stranieri, educazione adulti CONFERENZA PER IL SISTEMA EDUCATIVO REGIONALE INSIEME SI CRESCE Bisogni educativi speciali, disagio, stranieri, educazione adulti Documento elaborato da: Claudia Nosenghi Dino Castiglioni Aureliano Deraggi

Dettagli

PARTE SECONDA SOMMARIO

PARTE SECONDA SOMMARIO Mercoledì 25 Luglio 2012 Anno XLIII - N. 30 REPUBBLICA ITALIANA Direzione, Amministrazione: Tel. 010 54.851 Redazione: Tel. 010 5485663-4974 - Fax 010 5485531 Abbonamenti e Spedizioni: Tel. 010 5485363

Dettagli

1 - PREMESSA E CONSIDERAZIONI GENERALI

1 - PREMESSA E CONSIDERAZIONI GENERALI Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali Al Sovrintendente agli Studi per la Regione autonoma della Valle d'aosta Aosta Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Bolzano

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE

ESTRATTO DAL VERBALE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE ESTRATTO DAL VERBALE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE Atto n. 67/2014 del 24/11/2014 Oggetto: SERVIZIO SCUOLA. PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE DELL'OFFERTA FORMATIVA ED EDUCATIVA E ORGANIZZAZIONE DELLA RETE SCOLASTICA,

Dettagli

La revisione degli ordinamenti - cosa ci aspetta?

La revisione degli ordinamenti - cosa ci aspetta? La revisione degli ordinamenti - cosa ci aspetta? Riordino degli Istituti Tecnici e degli Istituti Professionali Riferimenti Normativi Legge 53/marzo 2003 D.Lgs 226/2005, sul riordino del II Ciclo di Istruzione

Dettagli

Provincia di CAGLIARI

Provincia di CAGLIARI Provincia di CAGLIARI Primo ciclo Autonomie: accorpamenti Autonomia da accorpare Autonomia che l accoglie Città IC Mameli-Meilogu IC Don MIlani- Tuveri Num. allievi 377 395 Totale allievi 722 te Città

Dettagli

I nuovi Istituti Tecnici

I nuovi Istituti Tecnici I nuovi Istituti Tecnici Regolamento recante norme concernenti il riordino degli Istituti Tecnici ai sensi dell articolo 64, comma 4, del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito dalla legge 6

Dettagli

PARTE SECONDA SOMMARIO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA LIGURIA 17.12.2007 N. 53

PARTE SECONDA SOMMARIO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA LIGURIA 17.12.2007 N. 53 Mercoledì 16 gennaio 2008 Anno XXXIX - N. 3 REPUBBLICA ITALIANA Direzione, Amministrazione: Tel. 010 54.851 Redazione: Tel. 010 5485663-4974 - Fax 010 5485531 Abbonamenti e Spedizioni: Tel. 010 5485363

Dettagli

nei PERCORSI LICEALI

nei PERCORSI LICEALI Istruzione Liceale TABELLA di CONFLUENZA dei PERCORSI di ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE PREVISTI dall ORDINAMENTO PREVIGENTE nei PERCORSI LICEALI del Istruzione Liceale DIPLOMI DI ISTRUZIONE DIPLOMI DI

Dettagli

CALENDARIO DEL CONSIGLIO REGIONALE E DELLE COMMISSIONI

CALENDARIO DEL CONSIGLIO REGIONALE E DELLE COMMISSIONI CALENDARIO DEL CONSIGLIO REGIONALE E DELLE COMMISSIONI CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA LIGURIA martedì 3 dicembre 2013 ore 10 Aula consiliare, piano N1, via Fieschi 15 Genova Interrogazione

Dettagli

ISTITUTO OFFERTA FORMATIVA OPEN DAYS

ISTITUTO OFFERTA FORMATIVA OPEN DAYS F. LUSSANA - Tel: 035237502 www.liceolussana.com L. MASCHERONI - Tel: 035237076 www.liceomascheroni.it Istituto MAMOLI - Tel: 035260525 www.isismamolibergamo.it + Op. Sc. Applicate bilingue (integrazione

Dettagli

Scuole superiori di Cuneo. indirizzi e informazioni

Scuole superiori di Cuneo. indirizzi e informazioni Scuole superiori di Cuneo indirizzi e informazioni CUNEO SALONE DELL ORIENTAMENTO presso Facoltà di Agraria, Piazza Torino, 3 Cuneo: Venerdì 27/11/2015 ore 14.30-18.00 Sabato 28/11/2015 ore 8.30-12.30

Dettagli

Glossario delle Aree di Studio (*)

Glossario delle Aree di Studio (*) Glossario delle Aree di Studio (*) Glossario Aree di studio Istituti Tecnici AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Il Diplomato in Amministrazione, Finanza e Marketing ha competenze generali nel campo dei

Dettagli

OGGETTO: Individuazione dei soggetti attuatori dei progetti di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) di cui alla d.g.r.

OGGETTO: Individuazione dei soggetti attuatori dei progetti di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) di cui alla d.g.r. OGTTO: Individuazione dei soggetti attuatori dei progetti di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) di cui alla d.g.r. 450/2009 VISTI: - il Regolamento (C.E.) del Consiglio luglio 2006 n. 083/2006

Dettagli