Encrypted Root Filesystem HOWTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Encrypted Root Filesystem HOWTO"

Transcript

1 Encrypted Root Filesystem HOWTO Christophe Devine Revision History Revision v Revised by: cd Updated the packages version. Revision v Revised by: cd Added support for GRUB. Revision v Revised by: cd Initial release, reviewed by LDP. Revision v Revised by: cd Updated and converted to DocBook XML. Questo documento spiega come rendere i vostri dati personali sicuri cifrando il vostro linux root filesystem con algoritmi di crittografia forte. Preparazione del sistema Settare il layout delle partizioni. Il vostro hard disk (hda) dovrebbe contenere almeno tre partizioni: hda1: questa piccola (circa 8 mb) partizione non crittata ti chiedera' la password per montare la partizione con il filesystem di root criptato. hda2: questa partizione conterrà il tuo file system di root criptato; stai attento che sia abbastanza capiente. hda3: questa partizione conterra' il tuo sistema Gnu\Linux. A questo punto, sia hda1 e hda2 sono inutilizzati. In hda3 si trova installata la tua distribuzione linux; /usr e /boot non devono essere separate da questa partizione.

2 Qui trovi un esempio di come potrebbe assomigliare il tuo schema di partizionamento: # fdis k - l /dev/h d a Disk /dev/ h d a : 255 heads, 63 secto r s, 2432 cyli n d e r s Unit s = cyli n d e r s of * 512 byte s Devi c e Boot Star t End Block s Id Syst e m /dev / h d a Linu x /dev / h d a Linu x /dev / h d a Linu x /dev / h d a Linu x Installare Linux Ci sono due progetti principali che aggiungono un supporto di crittografia forte al kernel: CryptoAPI e loop AES. Questo how to e' basato su loop aes, poiché ha un'esecuzione estremamente veloce ed altamente ottimizzata di Rijndael in linguaggio assembler e quindi fornisce le prestazioni massime su una CPU IA 32 (x86). Prima di tutto, scarichiamo e scompattiamo il pacchetto per loop aes: wget http: / / l o o p - aes.s o u r c e f o r g e. n e t / l o o p - AES/l o o p - AESv2.1 b. t a r. b z 2 tar - xvjf loop - AES- v2.1b. t a r. b z 2 Dopo devi scaricare i sorgenti del kernel ed applicarvi la patch: wget http: / / f t p. k e r n e l. o r g / p u b / l i n u x / k e r n e l / v 2. 4 / l i n u x t a r. b z 2 tar - xvjf linu x t a r. b z 2 cd linu x rm incl u d e / l i n u x / l o o p. h drive r s / b l o c k / l o o p. c patc h - Np1 - i../lo o p - AES- v2.1b/ k e r n e l d i f f Setta la mappa per la tastiera: dump k e y s loadke y s - m - > driv e r s / c h a r / d e f k e y m a p. c

3 Dopo, configura il tuo kernel; poni attenzione che queste opzioni sia attivate: make menuc o n f i g Block devi c e s > <*> Loop b a c k device supp o r t [*] AES encr y p t e d loop devi c e suppo r t (NEW ) <*> RAM disk suppor t (409 6 ) Defau l t RAM disk size (NEW ) [*] Init i a l RAM disk (ini t r d ) suppo r t File systems > <*> Ext3 journ a l l i n g file system supp o r t <*> Seco n d extende d fs supp o r t (imp o r t a n t note: do not enabl e /dev file syst e m supp o r t ) Compila il kernel ed installalo: make dep bzima g e make modul e s modu l e s _ i n s t a l l cp arch / i / b o o t / b z I m a g e /boot/ v m l i n u z Se usi grub come bootloader, aggiorna /boot/grub/menu.lst e /boot/grub/grub.conf: cat > /boo t / g r u b / m e n u. l s t << EOF defa u l t 0 time o u t 10 colo r gree n / b l a c k ligh t - green / b l a c k titl e Linu x root (hd0,2) kernel /boo t / v m l i n u z ro root= / d e v / h d a 3 EOF

4 Altrimenti, aggiorna /etc/lilo.conf e fai partire lilo : cat > /etc / l i l o. c o n f << EOF lba3 2 boot = / d e v / h d a prom p t time o u t = imag e = / b o o t / v m l i n u z label=linux read- only root=/dev/hda 3 EOF lilo A questo punto riavvia il tuo sistema. Installare Linux Procedi come descritto nella sezione precedente, usando invece la patch kernel diff di loop aes. Nota che il supporto per il moduli richiede che tu abbia il pacchetto moduleinit tools installato. Installare le util linux Il programma losetup, che e' parte del pacchetto util linux, deve essere patchato e ricompilato per aggiungere il supporto per la crittografia forte. Scarica, scompatta e applica la patch alle util linux : wget http: / / f t p. k e r n e l. o r g / p u b / l i n u x / u t i l s / u t i l - linu x / u t i l - linux- 2.12a. t a r. b z 2 tar - xvjf util - linux a. t a r. b z 2 cd util - linu x a patc h - Np1 - i../lo o p - AES- v2.1b/ u t i l - linu x a. d i f f Per usare password piu' corte di 20 caratteri, digita : CFLA G S = " - O2 - DLOO P _ P A S S W O R D _ M I N _ L E N G T H = 8 " ; expo r t CFLA G S

5 Se per te la sicurezza e' importante, non abilitare password piu' corte di 20 caratteri. La sicurezza non e' gratis, si deve pagare in termini di lunghezza della password. Compila losetup e installalo come utente root:./co n f i g u r e && make lib mount mv - f /sbi n / l o s e t u p /sbi n / l o s e t u p ~ rm - f /usr / s h a r e / m a n / m a n 8 / l o s e t u p. 8 * cd moun t gzip loset u p. 8 cp lose t u p /sbin cp lose t u p. 8. g z /usr / s h a r e / m a n / m a n 8 / Creazione del filesystem root crittato Riempi la partizione che ospitera' il filesystem root criptato con dati casuali: shre d - n 1 - v /dev/ h d a 2 Iniziallizza il loopback device criptato: lose t u p - e aes256 - S xxxxxx x x x x /dev/ l o o p 0 /dev / h d a 2 Pass w o r d : Per prevenire attacchi ottimizzati a dizionario, e' raccomandato di aggiungere l'opzione S xxxxxx, dove xxxxxx e' il tuo seme scelto in modo casuale (pe esempio, potreste scegliere "gpk4la0v"). Inoltre, per evitare problemi in fase di boot con la mappa della tastiera, non usare caratteri non ascii (accenti, etc..) per la tua password. Il sito Diceware ti offre un semplice modo per creare forti, ancora facili da ricordare, passphrases. Adesso crea il filesystem ext3: mke2 f s - j /dev / l o o p 0 Controlla che hai inserito correttemente la password: lose t u p - d /dev/l o o p 0 lose t u p - e aes256 - S xxxxxx x x x x /dev/ l o o p 0 /dev / h d a 2 Pass w o r d :

6 mkdi r /mnt / e f s moun t /dev / l o o p 0 /mnt/ e f s Puoi confrontare i dati crittati con quelli non crittati: xxd /dev/ h d a 2 less xxd /dev/ l o o p 0 less E' il momento di installare il tuo filesystem linux criptato. Se usi una distribuzione Gnu/Linux (come sono Debian, Slackware, Gentoo, Mandrake, RedHat/Fedora, SuSe, etc..) fallo con i seguenti comandi : cp - avx / /mnt / e f s Se usi il libro di Linux From Scrath, procedi come descritto sul manuale, con le seguenti differenze: Capitolo 6 Installare util linux: Applicare la patch loop AES dopo aver scompattato i sorgenti. Capitolo 8 Rendere il sistema LFS avviabile: Si faccia riferimento al prossimo paragrafo. Configurare il dispositivo di avvio Creazione del ramdisk Per iniziare, esegui chroot dentro la partizione criptata e crea il mount point per il dispositivo di boot: chro o t /mnt/ e f s mkdi r /loa d e r Dopo, crea il ramdisk iniziale (initrd), che sara' necessario in seguito:

7 cd dd if=/ d e v / z e r o of=i n i t r d bs=1k count = mke2 f s - F init r d mkdi r ramd i s k moun t - o loop initr d ramdis k Se state usando le grsecurity, potete ottenere un messaggio di errore di Permission denied ; in questo caso dovrete eseguire il comando mount fuori dalla chroot. Crea la gerarchia del filesystem e copia i file richiesti su di essi : mkdi r ramd i s k / { b i n, d e v, l i b, m n t, s b i n } cp /bin / { b a s h, m o u n t, u m o u n t } ramd i s k / b i n / ln - s bash ramdis k / b i n / s h mkno d - m 600 ramd i s k / d e v / c o n s o l e c 5 1 mkno d - m 600 ramd i s k / d e v / h d a 2 b 3 2 mkno d - m 600 ramd i s k / d e v / l o o p 0 b 7 0 cp /lib / { l d - linu x. s o. 2, l i b c. s o. 6, l i b d l. s o. 2 } ramd i s k / l i b / cp /lib / { l i b n c u r s e s. s o. 5, l i b t e r m c a p. s o. 2 } ramd i s k / l i b / cp /sbi n / { l o s e t u p, p i v o t _ r o o t } ramdi s k / s b i n / E' tutto ok se vedrai il messaggio "/lib/libncurses.so.5: No such file or directory", o "/lib/libtermcap.so.2: No such file or directory"; la bash richiede solo uno di queste due librerie. Puoi controllare manualmente quale delle due e' necessaria con: ldd /bin/ b a s h Compile the sleep program, which will prevent the password prompt being flooded by kernel messages (such as usb devices being registered). Compila il programma sleep, che impedira' che il prompt della richiesta della password venga floodato dai messaggi del kernel (come quando un dispositivo usb viene registrato)

8 cat > slee p. c << "EOF" #inc l u d e <unis t d. h > #inc l u d e <stdl i b. h > int main( int argc, char *arg v [ ] ) { if( arg c == 2 ) slee p ( atoi( argv[1 ] ) ); } EOF return( 0 ); gcc - s sleep. c - o ramd i s k / b i n / s l e e p Crea lo script di init (senza dimenticare di sostituire xxxxxxx con il seme scelto): cat > ramd i s k / s b i n / i n i t << "EOF " #!/b i n / s h /bin / s l e e p 3 /sbi n / l o s e t u p - e aes S xxxx x x x x /dev/l o o p 0 / dev/ h d a 2 /bin / m o u n t - r - n - t ext3 /dev / l o o p 0 /mnt whil e [ $? - ne 0 ] do /sbin/losetup - d /dev / l o o p 0 /sbin/losetup - e aes S xxxx x x x x /dev/ l o o p 0 / dev/ h d a 2 /bin/mount - r - n - t ext3 /dev/loop0 /mnt done cd /mnt /sbi n / p i v o t _ r o o t. loade r exec /usr/ s b i n / c h r o o t. /sbin / i n i t EOF chmo d 755 ramd i s k / s b i n / i n i t

9 Smonta il dispositivo di loopback e comprimi l'initrd: umou n t - d ramd i s k rmdi r ramd i s k gzip initr d mv init r d. g z /boo t / Avvio da un CD ROM Si consiglia fortemente di avviare il tuo sistema con un dispositivo a sola lettura, come un cdrom avviabile. Scarica e scompatta syslinux: wget http : / / f t p. k e r n e l. o r g / p u b / l i n u x / u t i l s / b o o t / s y s l i n u x / s y s l i n u x t a r. b z 2 tar - xvjf sysl i n u x t a r. b z 2 Configura isolinux: mkdi r boot c d cp /boo t / { v m l i n u z, i n i t r d. g z } sysli n u x / i s o l i n u x. b i n boot c d echo "DEFA U L T /vmli n u z init r d = i n i t r d. g z ro root = / d e v / r a m 0 " \ > boot c d / i s o l i n u x. c f g Crea e masterizza l'immagine bootabile su cd rom : mkis o f s - o bootcd. i s o - b isol i n u x. b i n - c boot. c a t \ - no- emul - boot - boot - load - size 4 - boot - infotabl e \ - J - hide - rr- move d - R bootcd/ cdre c o r d - dev 0,0,0 - speed 4 - v bootc d. i s o rm - rf bootc d {,. i s o }

10 Avviare il sistema da una partizione La partizione di avvio puo' essere utile se il tuo CD di avvio va perso. Ricordati che hda1 e' un dispositivo scrivibile e quindi insicuro; usalo solo in caso di emergenza! Crea e monta il filesystem ext2: dd if=/ d e v / z e r o of=/ d e v / h d a 1 bs= mke2 f s /dev/ h d a 1 moun t /dev / h d a 1 /loa d e r Copia il kernel e il ramdisk iniziale: cp /boo t / v m l i n u z /load e r / v m l i n u z cp /boo t / i n i t r d. g z /load e r / Se usi grub: mkdi r /loa d e r / b o o t cp - av /boot / g r u b /loa d e r / b o o t / cat > /loa d e r / b o o t / g r u b / m e n u. l s t << EOF defa u l t 0 time o u t 10 colo r gree n / b l a c k ligh t - green / b l a c k titl e Linu x root (hd0,0) kernel /vml i n u z ro root= / d e v / r a m 0 vga=4 initrd /ini t r d. g z EOF grub - insta l l - - root- dire c t o r y = / l o a d e r /dev / h d a umou n t /load e r

11 Se usi lilo: mkdi r /loa d e r / { b o o t, d e v, e t c } cp /boo t / b o o t. b /loa d e r / b o o t / mkno d - m 600 /loa d e r / d e v / h d a b 3 0 mkno d - m 600 /loa d e r / d e v / h d a 1 b 3 1 mkno d - m 600 /loa d e r / d e v / r a m 0 b 1 0 cat > /loa d e r / e t c / l i l o. c o n f << EOF lba3 2 boot = / d e v / h d a prom p t time o u t = imag e = / v m l i n u z label=linux initrd=/initr d. g z read- only root=/dev/ram 0 vga=4 EOF lilo - r /loa d e r umou n t /load e r

12 Passi finali Modifica /etc/fstab in modo che contenga: /dev / l o o p 0 / ext3 defa u l t s 0 1 Rimuovi /etc/mtab ed esci dalla chroot. Per concludere, lancia "umount la d/mnt/efs" e riavvia. Se tutto andasse bene, puoi criptare sia hda3 e hda4; diciamo che hda3 conterra' il tuo dispositivo di swap e hda4 conterra' la /home. Dovresti inizializzare ambedue le partizioni prima: shre d - n 1 - v /dev/ h d a 3 shre d - n 1 - v /dev/ h d a 4 lose t u p - e aes256 - S xxxxxx x x /dev/ l o o p 1 /dev / h d a 3 lose t u p - e aes256 - S xxxxxx x x /dev/ l o o p 2 /dev / h d a 4 mksw a p /dev/ l o o p 1 mke2 f s - j /dev / l o o p 2

13 Dopodiche' crea uno script nella directory di avvio del sistema e aggiorna fstab : cat > /etc / i n i t. d / l o o p << "EOF" #!/b i n / s h if [ "`/us r / b i n / m d 5 s u m /dev / h d a 1 ` "!= \ "567 1 c e b d b 3 b e d 8 7 c 3 b 3 c f d /dev / h d a 1 " ] then echo - n "WAR N I N G! hda1 inte g r i t y veri f i c a t i o n FAILED - press ente r. " read fi echo "1st pass w o r d chose n above" \ /sbin/losetup - p 0 - e aes S xxxx x x x x /dev / l o o p 1 /dev / h d a 3 echo "2nd pass w o r d chose n above" \ /sbin/losetup - p 0 - e aes S xxxx x x x x /dev / l o o p 2 /dev / h d a 4 /sbi n / s w a p o n /dev / l o o p 1 for i in `se q 0 63 ` do echo - n - e "\33[ 1 0 ; 1 0 ] \ 3 3 [ 1 1 ; 1 0 ] " > /dev/ t t y $ i done EOF chmo d 700 /etc / i n i t. d / l o o p ln - s../i n i t. d / l o o p /etc/r c S. d / S 0 0 l o o p vi /etc / f s t a b... /dev / l o o p 2 /hom e ext3 defau l t s 0 2

14 A proposito di questo HOWTO L' Encrypted Root Filesystem HOWTO fu scritto per la prima volta nel novembre del 2002 per il progetto Linux From Scratch. Vorrei ringraziare molte persone che mi hanno aiutato a migliorare questo howto (in ordine cronologico inverso): Ernesto Pérez Estévez, Matthew Ploessel, Mike Lorek, Lars Bungum, Michael Shields, Julien Perrot, Grant Stephenson, Cary W. Gilmer, James Howells, Pedro Baez, Josh Purinton, Jari Ruusu and Zibeli Aton. Questo HOWTO e' stato tradotto in svariate lingue: French Italian Hungarian Perpiacere manda i tuoi commenti a Christophe Devine.

15 Note per la traduzione italiana Questo howto e' stato tradotto in italiano da Gaetano Zappulla <gaetano(at)linux.it>. Potete trovare la sua versione piu' aggiornata all'indirizzo Revision 1.0 terminata di tradurre il 29 Novembre Revision 1.1 terminata di tradurre il 3 Dicembre Revision 1.2 terminata di tradurre il 13 Agosto 2004.

Dischetti di emergenza per sistemi Linux Creazione ed utilizzo di dischetti di emergenza

Dischetti di emergenza per sistemi Linux Creazione ed utilizzo di dischetti di emergenza Pagina 1 di 11 Dischetti di emergenza per sistemi Linux Creazione ed utilizzo di dischetti di emergenza Questo approfondimento vuole introdurre gli strumenti essenziali per il recupero di un sistema Linux

Dettagli

fare hard link fra file system diversi e su directory.

fare hard link fra file system diversi e su directory. Un sistema GNU/Linux, come ogni Unix, ha una directory principale, chiamata root ed indicata con / sotto la quale si trovano TUTTE le altre directory e TUTTI gli altri filesystems eventualmente montati

Dettagli

Raid1-mini-Howto. Paolo Subiaco psubiaco@creasol.it - http://www.creasol.it 17 febbraio 2003

Raid1-mini-Howto. Paolo Subiaco psubiaco@creasol.it - http://www.creasol.it 17 febbraio 2003 Raid1-mini-Howto Paolo Subiaco psubiaco@creasol.it - http://www.creasol.it 17 febbraio 2003 1 Introduzione Scopo di questo documento è la descrizione sommaria dell installazione di un sistema raid1 (mirroring)

Dettagli

Corso base GNU/Linux 2014. Latina Linux Group. Sito web: www.llg.it. Mailing list:http://lists.linux.it/listinfo/latina

Corso base GNU/Linux 2014. Latina Linux Group. Sito web: www.llg.it. Mailing list:http://lists.linux.it/listinfo/latina Corso base GNU/Linux 2014 Latina Linux Group Sito web: www.llg.it Mailing list:http://lists.linux.it/listinfo/latina Corso Base 2014 Lezione 3 15/04/2014 1 / 21 Obiettivi di questo incontro Conoscere cosa

Dettagli

Installare GNU/Linux

Installare GNU/Linux Installare GNU/Linux Installare GNU/Linux Linux non è più difficile da installare ed usare di qualunque altro sistema operativo Una buona percentuale di utenti medi si troverebbe in difficoltà ad installare

Dettagli

SquashFS HOWTO. Artemiy I. Pavlov. Sinevibes (http://www.sinevibes.com) Marco Cecchetti. mrc (dot) ildp (at) gmail (dot) com

SquashFS HOWTO. Artemiy I. Pavlov. Sinevibes (http://www.sinevibes.com) Marco Cecchetti. mrc (dot) ildp (at) gmail (dot) com Artemiy I. Pavlov Sinevibes (http://www.sinevibes.com) Marco Cecchetti mrc (dot) ildp (at) gmail (dot) com Diario delle Revisioni Revisione 1.8 06/01/2008 Revisionato da: Cambiamenti per la versione 3.3

Dettagli

Gentoo GNU/Linux on usb device

Gentoo GNU/Linux on usb device Gentoo GNU/Linux on usb device Giuseppe `lan` Marocchio info@giuseppe-marocchio.com Perchè Gentoo? 1 Assenza di un programma di installazione 2 Ottima documentazione (anche in italiano) 3 Ottimo tool per

Dettagli

#GNU/Linux for NaLUG member

#GNU/Linux for NaLUG member #GNU/Linux for NaLUG member Sistemistica di base per hardcore associate members - Brainstorming #2 - Filesystem Init daemons && runlevel Terminale (operazioni su files e cotillons) Filesystem (in teoria)

Dettagli

Compilazione Kernel 2.6x con supporto BootSplash

Compilazione Kernel 2.6x con supporto BootSplash Compilazione Kernel 2.6x con supporto BootSplash HowTo scritto da: Ed3n E-Mail: ed3nuzzo[at]gmail[dot]com WebSite: www.linux.le.it Licenza: Gnu Fdl Sistema Operativo: Debian Gnu/Linux Sid E' permesso copiare,

Dettagli

Lezione T11 Virtual File System

Lezione T11 Virtual File System Lezione T11 Virtual File System Sistemi Operativi (9 CFU), CdL Informatica, A. A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Fisiche, Informatiche e Matematiche Università di Modena e Reggio Emilia http://weblab.ing.unimo.it/people/andreolini/didattica/sistemi-operativi

Dettagli

mailto:gearloose@fastwebnet.itgilbert O Sullivan v1.99.8 10-05-2006

mailto:gearloose@fastwebnet.itgilbert O Sullivan v1.99.8 10-05-2006 Configuration HOWTO mailto:gearloose@fastwebnet.itgilbert O Sullivan v1.99.8 10-05-2006 Questo HOWTO vuole essere il documento principale a cui tutti possano fare riferimento per configurare i più comuni

Dettagli

Analisi di sistemi compromessi (ricerca di rootkit, backdoor,...)

Analisi di sistemi compromessi (ricerca di rootkit, backdoor,...) Analisi di sistemi compromessi (ricerca di rootkit, backdoor,...) Massimo Bernaschi Istituto per le Applicazioni del Calcolo Mauro Picone Consiglio Nazionale delle Ricerche Viale del Policlinico, 137-00161

Dettagli

Scopo. Costruire un firewall solido. Meno software possibile. Più semplice da configurare possibile. Più affidabile possibile. Riduzione dei rischi

Scopo. Costruire un firewall solido. Meno software possibile. Più semplice da configurare possibile. Più affidabile possibile. Riduzione dei rischi LEAF on a KEY Scopo Costruire un firewall solido Meno software possibile Riduzione dei rischi Più semplice da configurare possibile Riduzione delle possibili misconfigurazioni Più affidabile possibile

Dettagli

L hard disk. L amministrazione dei dischi puo essere riassunta nelle seguenti operazioni di base: La formattazione. Il partizionamento

L hard disk. L amministrazione dei dischi puo essere riassunta nelle seguenti operazioni di base: La formattazione. Il partizionamento L hard disk L amministrazione dei dischi puo essere riassunta nelle seguenti operazioni di base: La formattazione Il partizionamento La creazione del filesystem Il mount L hard disk Le superfici sono divise

Dettagli

Il File System di Linux

Il File System di Linux Il File System di Linux La struttura ad albero / Cartella radice, detta ROOT DIRECTORY, di cui sono figlie tutte le altre Ci si muove nel file system con percorsi relativi o percorsi assoluti In un albero,

Dettagli

Sequenza di avvio di Linux:

Sequenza di avvio di Linux: Sequenza di avvio di Linux: Il BIOS esegue una serie di test ed inizializzazione di tutti i dispositivi del computer; quindi, carica in memoria il BOOT loader del sistema operativo e gli cede il controllo.

Dettagli

Terza lezione: Directory e File system di Linux

Terza lezione: Directory e File system di Linux Terza lezione: Directory e File system di Linux DIRECTORY E FILE SYSTEM Il file system di Linux e Unix è organizzato in una struttura ad albero gerarchica. Il livello più alto del file system è / o directory

Dettagli

Sequenza di avvio di Linux:

Sequenza di avvio di Linux: Sequenza di avvio di Linux: Il BIOS esegue una serie di test ed inizializzazione di tutti i dispositivi del computer; quindi, carica in memoria il BOOT loader del sistema operativo e gli cede il controllo.

Dettagli

Reti Informatiche. Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica. Ing. Domenico De Guglielmo. 2008 Vanessa Gardellin & Sara Lioba Volpi

Reti Informatiche. Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica. Ing. Domenico De Guglielmo. 2008 Vanessa Gardellin & Sara Lioba Volpi Reti Informatiche Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica Ing. Domenico De Guglielmo 2008 Vanessa Gardellin & Sara Lioba Volpi Informazioni Generali (1/2) Ricevimento su appuntamento (tramite

Dettagli

L installer di Torinux

L installer di Torinux L installer di Torinux Installazione nel Disco Per un installazione normale si raccomanda usare ext3 o reiserfs. Prima di procedere con l installazione per favore rimuova tutti i dispositivi USB, tipo

Dettagli

Shell di Linux e Comandi Utente

Shell di Linux e Comandi Utente Shell di Linux e Comandi Utente Sistemi Operativi Roberto Aringhieri DTI Crema - Università degli Studi di Milano Sistemi Operativi - Shell di Linux e Comandi Utente Roberto Aringhieri p.1/23 Outline Accesso

Dettagli

NT OS Loader + Linux mini-howto

NT OS Loader + Linux mini-howto NT OS Loader + Linux mini-howto Bernd Reichert, v1.11, 2 settembre 1997 Questo documento descrive l uso del boot Loader di Windows NT per avviare Linux. La procedura è stata provata

Dettagli

I.S. Sobrero. Dipartimento di Informatica. Utilizzo. install.linux@home. 16/02/2007 install.linux@home Marco Marchisotti

I.S. Sobrero. Dipartimento di Informatica. Utilizzo. install.linux@home. 16/02/2007 install.linux@home Marco Marchisotti I.S. Sobrero Dipartimento di Informatica Utilizzo install.linux@home 1 La shell La shell di Linux è a linea di comando. Appare obsoleta e difficile da usare, ma in realtà è molto più potente e versatile

Dettagli

Sistemi embedded un dispositivo incapsulato progettato per una determinata applicazione

Sistemi embedded un dispositivo incapsulato progettato per una determinata applicazione Sistemi embedded esistono molte definizioni nessuna universalmente riconosciuta. In generale con sistema embedded si intende un dispositivo incapsulato all'interno del sistema da controllare progettato

Dettagli

SMOOTHWALL EXPRESS Traduzione in Italiano TRADUZIONE DA INGLESE A ITALIANO DELLA GUIDA DI INSTALLAZIONE DI SMOOTHWALL EXPRESS 2.0.

SMOOTHWALL EXPRESS Traduzione in Italiano TRADUZIONE DA INGLESE A ITALIANO DELLA GUIDA DI INSTALLAZIONE DI SMOOTHWALL EXPRESS 2.0. TRADUZIONE DA INGLESE A ITALIANO DELLA GUIDA DI INSTALLAZIONE DI SMOOTHWALL EXPRESS 2.0 by kjamrio9 Il prodotto è sotto licenza GPL (Gnu Public License) e Open Source Software, per semplicità non riporto

Dettagli

Corso di Linux. Dott. Paolo PAVAN pavan@netlink.it

Corso di Linux. Dott. Paolo PAVAN pavan@netlink.it Corso di Linux Dott. Paolo PAVAN pavan@netlink.it Origini di Linux Nasce a fine anni 1980 ad opera del finlandese Linus Torvalds Linux non è gratis e neanche freeware è protetto da licenza GNU: "GNU non

Dettagli

Installazione di Ubuntu 10.04. Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it

Installazione di Ubuntu 10.04. Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it Installazione di Ubuntu 10.04 Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it Operazioni preliminari Backup di tutti i dati dalla partizione Windows Deframmentazione di tutte le partizioni Windows (n volte...) Abilitare

Dettagli

1 Introduzione 1. 3 La configurazione più semplice 4 3.1 Come gestire kernel grossi... 4 3.2 Altre fonti di informazione... 5

1 Introduzione 1. 3 La configurazione più semplice 4 3.1 Come gestire kernel grossi... 4 3.2 Altre fonti di informazione... 5 Lilo mini-howto Cameron Spitzer (cls@truffula.sj.ca.us), Alessandro Rubini (rubini@linux.it). 1998 v2.03, 19 Agosto LILO è il Linux Loader più utilizzato per la versione di Linux che gira su processori

Dettagli

C era una volta una scienza. Di tutti. Per tutti.

C era una volta una scienza. Di tutti. Per tutti. C era una volta una scienza. Di tutti. Per tutti. Nicola Corriero 26.10.2013 Scienza o business? I programmi fanno parte della nostra cultura come le poesie o i brani musicali. Al contrario ci vogliono

Dettagli

6.1 LA STRUTTURA GERARCHICA AD ALBERO

6.1 LA STRUTTURA GERARCHICA AD ALBERO CAPITOLO 6 IL FILESYSTEM DI LINUX Pietro Buffa Uno degli scogli con cui un novello utente Linux deve fare i conti è indubbiamente la gestione dei files. La prima cosa che salta agli occhi è infatti la

Dettagli

Installazione LINUX 10.0

Installazione LINUX 10.0 Installazione LINUX 10.0 1 Principali passi Prima di iniziare con l'installazione è necessario entrare nel menu di configurazione del PC (F2 durante lo start-up) e selezionare nel menu di set-up il boot

Dettagli

SATA-RAID con chipset ICH5R e kernel 2.4.21

SATA-RAID con chipset ICH5R e kernel 2.4.21 SATA-RAID con chipset ICH5R e kernel 2.4.21 HI-Lab * the Social Technology http://www.hi-lab.net - info@hi-lab.net (mailto:info@hi-lab.net) SATA-RAID con chipset ICH5R e kernel 2.4.21 HI-Lab * the Social

Dettagli

Zeroshell su vmware ESXi 4.1

Zeroshell su vmware ESXi 4.1 Zeroshell su vmware ESXi 4.1 Introduzione Vediamo come installare Zeroshell su Vmware ESXi 4.1 usando come immagine quella per IDE,SATA e USB da 1GB. Cosa ci serve prima di iniziare: Una distro Live io

Dettagli

DEFT Zero Guida Rapida

DEFT Zero Guida Rapida DEFT Zero Guida Rapida Indice Indice... 1 Premessa... 1 Modalità di avvio... 1 1) GUI mode, RAM preload... 2 2) GUI mode... 2 3) Text mode... 2 Modalità di mount dei dispositivi... 3 Mount di dispositivi

Dettagli

jt - joetex - percorsi didattici

jt - joetex - percorsi didattici jt - joetex - percorsi didattici Primi passi con linux Avvio della macchina Spegnere (o riavviare) il Computer Installare su HD il programma Linux EduKnoppix a. Avvio della macchina Una volta spento il

Dettagli

Avvio di UNIX. Lettura GRUB (Grand Unified Boot loader) in genere risiede nel MBR (stage1) e legge le informazioni nel file /boot/grub.

Avvio di UNIX. Lettura GRUB (Grand Unified Boot loader) in genere risiede nel MBR (stage1) e legge le informazioni nel file /boot/grub. Avvio e Shutdown Avvio di UNIX Lettura GRUB (Grand Unified Boot loader) in genere risiede nel MBR (stage1) e legge le informazioni nel file /boot/grub.conf Caricamento del kernel Il percorso del kernel

Dettagli

Ca ra tteristiche dei sistem i GN U/L inux. Struttura di un sistema GNU/Linux Il filesystem La shell

Ca ra tteristiche dei sistem i GN U/L inux. Struttura di un sistema GNU/Linux Il filesystem La shell Struttura di un sistema GNU/Linux Il filesystem La shell 1 GNU/Linux è un sistema operativo, cioè un insieme di programmi che collaborano fra di loro rendendo utilizzabile un calcolatore, infatti senza

Dettagli

Laboratorio di Informatica (a matematica)

Laboratorio di Informatica (a matematica) Laboratorio di Informatica (a matematica) schermo schermo stampante SERVER WMAT22 WMAT18 WMAT20 WMAT19 WMAT16 WMAT17 WMAT21 WMAT15 WMAT 10 WMAT9 WMAT8 WMAT7 WMAT6 WMAT?? WMAT13 WMAT14 WMAT12 server WMATT??

Dettagli

Processo di boot Linux su un PC x86 : il Bootstrap. http://www.imolug.org/wiki/index.php/bootstrap

Processo di boot Linux su un PC x86 : il Bootstrap. http://www.imolug.org/wiki/index.php/bootstrap Processo di boot Linux su un PC x86 : il Bootstrap http://www.imolug.org/wiki/index.php/bootstrap Bootstrap Durante il processo di avvio i normali strumenti del sistema operativo non sono disponibili,

Dettagli

KERNEL LINUX. Ricompilazione ed Ottimizzazione. Relatore: Mirco Chinelli Linux Day Torino 2009

KERNEL LINUX. Ricompilazione ed Ottimizzazione. Relatore: Mirco Chinelli Linux Day Torino 2009 KERNEL LINUX Ricompilazione ed Ottimizzazione Relatore: Mirco Chinelli Linux Day Torino 2009 Cos'e' un Kernel? Nucleo del Sistema Operativo Astrazione dell'hardware Tipi di Kernel Monolitico Microkernel

Dettagli

Hard Disk Upgrade Mini How-To

Hard Disk Upgrade Mini How-To Yves Bellefeuille yan@storm.ca Konrad Hinsen hinsen@cnrs-orleans.fr v2.11, 13 Aprile 2000 Come copiare un sistema Linux da un disco fisso ad un altro. Traduzione in italiano a cura di Nicola Girardi (girardi(at)keycomm.it)

Dettagli

Come esportare una distribuzione Live di Linux per un laboratorio

Come esportare una distribuzione Live di Linux per un laboratorio Come esportare una distribuzione Live di Linux per un laboratorio Attività svolta dal dr. Alessi e dal dr. Farolfi Dipartimento di Matematica Università degli Studi di Milano Knoppix è una distribuzione

Dettagli

Utenti e File System

Utenti e File System Utenti e File System C. Baroglio a.a. 2002-2003 1 Gestione degli utenti Unix è un sistema multiutente ovvero più utenti possono lavorare su di una stessa macchina, anche contemporaneamente. Tutti gli utenti

Dettagli

Bruce Richardson 25 Marzo 2000

Bruce Richardson <brichardson@lineone.net> 25 Marzo 2000 4mb Laptop HOWTO Bruce Richardson 25 Marzo 2000 Come installare un Linux evoluto su di un portatile con specifiche ridotte (4mb RAM,

Dettagli

Installazione e collaudo di Linux sul PC104

Installazione e collaudo di Linux sul PC104 UNIVERSITÀ DI BRESCIA FACOLTÀ DI INGEGNERIA Dipartimento di Elettronica per l Automazione Laboratorio di Robotica Avanzata Advanced Robotics Laboratory Corso di Robotica (Prof. Riccardo Cassinis) Installazione

Dettagli

Ricompilazione del Kernel a modo mio :

Ricompilazione del Kernel a modo mio : Ricompilazione del Kernel a modo mio : come tagliarsi su misura il sistema... alla "Debian Way" Savino Sasso thegamer@baslug.org Kernel? Si tratta di un software avente il compito di fornire ai processi

Dettagli

Procedura di installazione Linux Red Hat

Procedura di installazione Linux Red Hat Servizio Calcolo e Reti Bollettino N. 2/02 28 Giugno 2002 Procedura di installazione Linux Red Hat (Servizio.Calcolo@pv.infn.it) Abstract Questa breve nota descrive la procedura consigliata per l installazione

Dettagli

Introduzione ai sistemi UNIX/Linux

Introduzione ai sistemi UNIX/Linux Introduzione ai sistemi UNIX/Linux Corso di laurea magistrale in Ingegneria Elettronica Ing. Simone Brienza E-mail: simone.brienza@for.unipi.it Pervasive Computing & Networking Lab () http://www.perlab.it

Dettagli

Installazione di Arch Linux.

Installazione di Arch Linux. Installazione di Arch Linux. Avete sempre desiderato un sistema veloce, leggero e semplice ( Diciamo acqua e sapone và ) come Arch Linux, ma non avete mai provato per via della sua difficoltà di installazione?

Dettagli

Comandi di base UNIX. cd, cp, rm, mkdir, mv tar, gzip, kill, bg, fg chmod, chown sudo, su redirezione, >, >>, pagine di manuale, man

Comandi di base UNIX. cd, cp, rm, mkdir, mv tar, gzip, kill, bg, fg chmod, chown sudo, su redirezione, >, >>, pagine di manuale, man Comandi di base UNIX cd, cp, rm, mkdir, mv tar, gzip, kill, bg, fg chmod, chown sudo, su redirezione, >, >>, pagine di manuale, man Percorso 7 Linux kernel 2 Esercizio Copiare una directory da un punto

Dettagli

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk by Gassi Vito info@gassielettronica.com Questa breve guida pratica ci consentirà installare Zeroshell su pen drive o schede

Dettagli

I colori sui terminali Linux

I colori sui terminali Linux . I colori sui terminali Linux Thorbjørn Ravn Andersen, ravn@dit.ou.dk v1.4, 7 August 1997 Indice 1 Introduzione 1 2 Inizio veloce per gli impazienti 1 3 Ma ce

Dettagli

Quaderni per l'uso di computer

Quaderni per l'uso di computer Quaderni per l'uso di computer con sistemi operativi Linux Ubuntu 0- a cura di Marco Marchetta Aprile 2014 1 HARDWARE MASTERIZZATORE CONNESSIONE INTERNET CD - DVD Chiavetta USB o Router ADSL (*) COMPONENTI

Dettagli

GNU/Linux Concetti di base

GNU/Linux Concetti di base GNU/Linux Concetti di base Sommario GNU/Linux Open Source e GPL Login/Logout Shell e comandi Files Stdin, stdout Redirezione e pipe Filesystem 2 Cos'è Linux Linux è basato su UNIX (filosofia, comandi,

Dettagli

Puppy Linux (Precise) Live da CD o da USB (Si può usare su PC con 256 MB di RAM)

Puppy Linux (Precise) Live da CD o da USB (Si può usare su PC con 256 MB di RAM) Puppy Linux (Precise) Live da CD o da USB (Si può usare su PC con 256 MB di RAM) Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) (a.scatolini@linux4campagnano.net) Miniguida n. 188 Ver. 1.0 agosto 2013

Dettagli

Capitolo 31 Simulazione, emulazione e virtualizzazione

Capitolo 31 Simulazione, emulazione e virtualizzazione a2» 2013.11.11 --- Copyright Daniele Giacomini -- appunti2@gmail.com http://informaticalibera.net 3331 Capitolo 31 Simulazione, emulazione e virtualizzazione 31.1 Ospitalità........................................

Dettagli

GUIDA all isntallazione di engima2installazione enigma2 su Azboxhd

GUIDA all isntallazione di engima2installazione enigma2 su Azboxhd GUIDA all isntallazione di engima2installazione enigma2 su Azboxhd 28/8/2011 AZBOXHD.IT www.azboxhd.it Guida scritta da Raskino Installazione Enigma2 su Azboxhd (elite,premium,premium+,ultra) ATTENZIONE

Dettagli

Questa guida è scritta per distribuzioni Debian/Ubuntu-like con l'attuale kernel : 2.6.xx. Per verificare l'attuale kernel linux, digitare

Questa guida è scritta per distribuzioni Debian/Ubuntu-like con l'attuale kernel : 2.6.xx. Per verificare l'attuale kernel linux, digitare Configurare il modem momo md-@ della tre Procediamo con ordine: in realtà la penna della 3 momodesign è gia supportata dal modulo airprime contenuto nel nostro kernel, solo che il modulo non lo sa. Questa

Dettagli

Corso Linux base: primo incontro. Sommario. Alessandro Pasotti (apasotti@gmail.com) License: Creative Commons Attribution Share Alike 3.

Corso Linux base: primo incontro. Sommario. Alessandro Pasotti (apasotti@gmail.com) License: Creative Commons Attribution Share Alike 3. Corso Linux base: primo incontro Alessandro Pasotti (apasotti@gmail.com) License: Creative Commons Attribution Share Alike 3.0 Sommario 1. hardware 2. software 3. concetti base 4. cos'è GNU/Linux 5. le

Dettagli

Puppy Linux : semplice e fantastico... Paolo Faeti Linux Day PLUG PARMA 26 Ottobre 2013

Puppy Linux : semplice e fantastico... Paolo Faeti Linux Day PLUG PARMA 26 Ottobre 2013 Puppy Linux : semplice e fantastico... Paolo Faeti Linux Day PLUG PARMA 26 Ottobre 2013 Con Puppy Linux non occorre necessariamente un hard disk... Memoria e Processori Dai 128 Mb di Ram in su... Puppy

Dettagli

Esperienze a Perugia

Esperienze a Perugia Esperienze a Perugia Installazioni Dom0 Installazioni DomU Scientific Linux 3 domu Case study: Laboratorio didattico Test con Block Device remoti Test in corso 1 Basic tests Installazioni di Dom0 Abbiamo

Dettagli

Come installare Ubuntu Linux

Come installare Ubuntu Linux Come installare Ubuntu Linux Come procurarsi Ubuntu Acquistando riviste del settore: www.linuxpro.it - www.linux-magazine.it - www.oltrelinux.com Chiedere a un amico di masterizzarcene una copia Richiederlo

Dettagli

Prima Esercitazione. Unix e GNU/Linux. GNU/Linux e linguaggio C. Stefano Monti smonti@deis.unibo.it

Prima Esercitazione. Unix e GNU/Linux. GNU/Linux e linguaggio C. Stefano Monti smonti@deis.unibo.it Prima Esercitazione GNU/Linux e linguaggio C Stefano Monti smonti@deis.unibo.it Unix e GNU/Linux Unix: sviluppato negli anni '60-'70 presso Bell Labs di AT&T, attualmente sotto il controllo del consorzio

Dettagli

Note sull ambiente di lavoro utilizzato ai Laboratori di Fondamenti di Informatica I

Note sull ambiente di lavoro utilizzato ai Laboratori di Fondamenti di Informatica I Università di Pisa Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Note sull ambiente di lavoro utilizzato ai Laboratori di Fondamenti di Informatica I a cura di Marco Cococcioni a.a. 2013-2014 Un po di terminologia

Dettagli

Hardening di un sistema GNU/Linux

Hardening di un sistema GNU/Linux Hardening di un sistema GNU/Linux Gianluca P pex Minnella - Linux_Var - gianm@despammed.com Hardening GNU/Linux Systems Hardening: è un aspetto della sicurezza informatica GNU/Linux OS - client e server

Dettagli

GUIDA ALL'INSTALLAZIONE DI ENIGMA2 SU AZBOX HD Elite-Premium-PremiumPlus-Ultra

GUIDA ALL'INSTALLAZIONE DI ENIGMA2 SU AZBOX HD Elite-Premium-PremiumPlus-Ultra GUIDA ALL'INSTALLAZIONE DI ENIGMA2 SU AZBOX HD Elite-Premium-PremiumPlus-Ultra Guida scritta da : Raskino Versione : 1.7 Data: 20/07/2013 Scritta per : www.dvbmedia.it ATTENZIONE : L installazione di engima2

Dettagli

Guida per i sistemi Windows (Compatibile con altri sistemi)

Guida per i sistemi Windows (Compatibile con altri sistemi) Formulario semplificato per l uso della posta elettronica in modo cifrato e semplice. Per inviare e ricevere messaggi di posta in tutta sicurezza in un ambiente insicuro. Guida per i sistemi Windows (Compatibile

Dettagli

1. opzione 1, ubuntu accanto a windows

1. opzione 1, ubuntu accanto a windows INSTALLARE UBUNTU LINUX Per installare Ubuntu, si possono scegliere 3 diverse opzioni: 1. installazione accanto (o al posto) di windows 2. installazione all'interno di windows tramite Wubi 3. installazione

Dettagli

Linux Base. Cos'è Linux, come funziona e come si usa: distribuzioni, struttura delle directory, comandi principali, interfacce grafiche

Linux Base. Cos'è Linux, come funziona e come si usa: distribuzioni, struttura delle directory, comandi principali, interfacce grafiche Linux Base Cos'è Linux, come funziona e come si usa: distribuzioni, struttura delle directory, comandi principali, interfacce grafiche Una realizzazione YATTAMAN/ZAMOLF PRODUCTIONS Cos'è Linux? Linux è

Dettagli

Virtualizzazione di macchine Linux tramite XEN

Virtualizzazione di macchine Linux tramite XEN 26 Novembre 2005 Struttura Introduzione alla virtualizzazione Cos è la virtualizzazione La virtualizzazione è un processo di astrazione in cui alcune risorse a livello più basso vengono presentate in maniera

Dettagli

INSTALLAZIONE DI KUBUNTU

INSTALLAZIONE DI KUBUNTU INSTALLAZIONE DI KUBUNTU Tutorial passo-passo per l'installazione di Kubuntu 6.06 per sistemi x86 32bit. La distro-live distribuita dal FoLUG al LINUX-DAY 2006. Per le informazioni su Kubuntu si rimanda

Dettagli

Parte V. Sistemi Operativi & Reti. Sistemi Operativi. Sistemi Operativi

Parte V. Sistemi Operativi & Reti. Sistemi Operativi. Sistemi Operativi Parte V & Reti Sistema operativo: insieme di programmi che gestiscono l hardware Hardware: CPU Memoria RAM Memoria di massa (Hard Disk) Dispositivi di I/O Il sistema operativo rende disponibile anche il

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

Laboratory for Advanced Planning and Simulation Project. Installazione di Debian 3.0 su Workstation HP x4000. Gianstefano Monni, e Gabriella Pusceddu

Laboratory for Advanced Planning and Simulation Project. Installazione di Debian 3.0 su Workstation HP x4000. Gianstefano Monni, e Gabriella Pusceddu Laboratory for Advanced Planning and Simulation Project Installazione di Debian 3.0 su Workstation HP x4000. Gianstefano Monni, e Gabriella Pusceddu Installazione di Debian 3.0 su Workstation HP x4000

Dettagli

Manuale dell Amministratore di Sistema Linux

Manuale dell Amministratore di Sistema Linux Manuale dell Amministratore di Sistema Linux Mark Komarinski 1992 Questo manuale è destinato agli utenti che hanno familiarità con MS-DOS e con alcune versioni di UNIX* e mostra a tali utenti come utilizzare

Dettagli

Università degli studi di Catania Corso di Studi in Informatica. Laboratorio di Amministrazione dei Sistemi Operativi

Università degli studi di Catania Corso di Studi in Informatica. Laboratorio di Amministrazione dei Sistemi Operativi Università degli studi di Catania Corso di Studi in Informatica Laboratorio di Amministrazione dei Sistemi Operativi Documentazione Cartacea: UNIX: manuale per l'amministratore di sistema (Pearson Education)

Dettagli

Network File System (NFS)

Network File System (NFS) Quarta Esercitazione Network File System (NFS) Sommario Network File System (NFS) Architettura Lato server invocazione server file /etc/exports vincoli sulle condivisioni Lato client opzioni di montaggio

Dettagli

RAID Software : Proteggere i dati con l aiuto del kernel (2 di 5)

RAID Software : Proteggere i dati con l aiuto del kernel (2 di 5) RAID Software : Proteggere i dati con l aiuto del kernel (2 di 5) Nel precedente articolo sono state introdotte le diverse tipologie di RAID ed i concetti di parità per la gestione della ridondanza. Di

Dettagli

Il computer: primi elementi

Il computer: primi elementi Il computer: primi elementi Tommaso Motta T. Motta Il computer: primi elementi 1 Informazioni Computer = mezzo per memorizzare, elaborare, comunicare e trasmettere le informazioni Tutte le informazioni

Dettagli

Introduzione a LINUX. Unix

Introduzione a LINUX. Unix Introduzione a LINUX Introduzione a Linux 1 Unix 1969: Ken Thompson AT&T Bell Lab realizza un ambiente di calcolo multiprogrammato e portabile per macchine di medie dimensioni. Estrema flessibilità nel

Dettagli

Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID

Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID 1. Guida all installazione degli Hard Disk SATA...2 1.1 Installazione di Hard disk Serial ATA (SATA)...2 1.2 Creare un dischetto

Dettagli

Filesystem. Il file system è organizzato in blocchi logici contigui

Filesystem. Il file system è organizzato in blocchi logici contigui Filesystem Il file system è organizzato in blocchi logici contigui dimensione fissa di 1024, 2048 o 4096 byte indipendente dalla dimensione del blocco fisico (generalmente 512 byte) Un blocco speciale,

Dettagli

Tecnologie Open Source per Giuristi

Tecnologie Open Source per Giuristi Tecnologie Open Source per Giuristi GIOVEDI 20 APRILE 13.30 16.30 GIOVEDI 27 APRILE 13.30 16.30 Università degli studi di Bologna, facoltà di Giurisprudenza Laboratorio CIRSFID II piano, Palazzo Malvezzi

Dettagli

Introduzione a LINUX

Introduzione a LINUX Introduzione a LINUX Laboratorio di Reti Ing. Telematica - Università Kore Enna A.A. 2008/2009 Ing. A. Leonardi Ambiente utilizzato: LINUX Ambiente di riferimento del corso: S.O. GNU/Linux Perche Linux?

Dettagli

SHELL GNU/Linux Bash. Conoscere e configurare il proprio ambiente bash. Kernel speaks: dmesg

SHELL GNU/Linux Bash. Conoscere e configurare il proprio ambiente bash. Kernel speaks: dmesg SHELL GNU/Linux Bash Obiettivi : Gestire i permessi sui file Conoscere e configurare il proprio ambiente bash Editare testi Capire ed utilizzare i redirezionamenti Kernel speaks: dmesg Init e Runlevels

Dettagli

3. Come realizzare un Web Server

3. Come realizzare un Web Server 3. Come realizzare un Web Server 3.1 Che cos'è un web server Il web server, è un programma che ha come scopo principale quello di ospitare delle pagine web che possono essere consultate da un qualsiasi

Dettagli

Controllo di processi

Controllo di processi Controllo di processi Ogni processo del sistema ha un PID (Process Identity Number). Ogni processo può generare nuovi processi (figli). La radice della gerarchia di processi è il processo init con PID=1.

Dettagli

Brevissima Introduzione a eduknoppix.

Brevissima Introduzione a eduknoppix. Brevissima Introduzione a eduknoppix. Francesco Paparella 21 Marzo 2005 Sommario Questo documento spiega come creare una home directory permanente su di un disco fisso o su di un dispositivo rimovibile

Dettagli

Guida dell utente di RTAI LiveCD

Guida dell utente di RTAI LiveCD Guida dell utente di RTAI LiveCD La distribuzione RTAI LiveCD è una distribuzione live di Linux con kernel 2.6.13 ADEOSipipe RTAI 3.3. Tutti i pacchetti software presenti sono stati presi da una distribuzione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE CONSUNTIVA Codice Mod. RQ 23.2 Pag 1/5. Sistemi e Reti (articolazione Telecomunicazione) Classe

PROGRAMMAZIONE CONSUNTIVA Codice Mod. RQ 23.2 Pag 1/5. Sistemi e Reti (articolazione Telecomunicazione) Classe I.T.C.S. ERASMO DA ROTTERDAM Liceo Artistico indirizzo Grafica - Liceo delle Scienze Umane opz. Economico sociale ITI Informatica e telecomunicazioni - ITI Costruzioni, ambiente e territorio Edile Elettronico

Dettagli

Cosa e come installare (Definire cosa si vuole fare - Sapere cosa si può installare - Selezione dei pacchetti)

Cosa e come installare (Definire cosa si vuole fare - Sapere cosa si può installare - Selezione dei pacchetti) Lunedì 12 aprile 2010 Introduzione a Linux - Sapere cos'è Linux, come è nato e si è evoluto - Avere riferimenti sulla diffusione e l'uso di Linux nel mondo - Conoscere la differenza fra kernel e distribuzioni

Dettagli

Linux su FPGA Xilinx

Linux su FPGA Xilinx Linux su FPGA Xilinx Paolo Palana University of Rome Tor Vergata System Programming Research Group palana@sprg.uniroma2.it Corso interdottorato su sistemi embedded Paolo Palana (SPRG) Linux su FPGA Xilinx

Dettagli

Corso di avvicinamento al Software Libero

Corso di avvicinamento al Software Libero Corso di avvicinamento al Software Libero Lunedi 6 Febbraio Parte 4 Archiviazione Install1 tgz = tar + gzip tar tape archive gzip GNUzip compress (unix) tgz = tar + gzip tar tape archive

Dettagli

GNU/Linux 101. intro to system administration. SaLUG! @ Manifatture KNOS 22 Gennaio 2015. This work is licensed under a

GNU/Linux 101. intro to system administration. SaLUG! @ Manifatture KNOS 22 Gennaio 2015. This work is licensed under a GNU/Linux 101 intro to system administration SaLUG! @ Manifatture KNOS 22 Gennaio 2015 This work is licensed under a Creative Commons by-nc-sa 4.0 International License by ALCA Società Cooperativa About

Dettagli

Il recupero dati dai file system di Linux

Il recupero dati dai file system di Linux Il recupero dati dai file system di Linux Bartosz Przybylski Artykuł opublikowany w numerze 3/2005 magazynu hakin9. Zapraszamy do lektury całego magazynu. Wszystkie prawa zastrzeżone. Bezpłatne kopiowanie

Dettagli

Cluster con Vserver, DRBD e heartbeat

Cluster con Vserver, DRBD e heartbeat Cluster con Vserver, DRBD e heartbeat Alberto Cammozzo mmzz @ pluto.it 23 novembre 2004 serate a tema PLUTO Padova 1 A che serve? DRBD: emula uno storage condiviso su storage locale con mirroring (sorta

Dettagli

Corso di Laboratorio di Sistemi Operativi

Corso di Laboratorio di Sistemi Operativi Corso di Laboratorio di Sistemi Operativi Alessandro Dal Palù email: alessandro.dalpalu@unipr.it web: www.unipr.it/~dalpalu Qualche link utile Informazioni sull utilizzo della shell Unix/Linux http://www.pluto.it/ildp/howto/bash-prog-intro-howto.html

Dettagli

Kernel Linux (per sysadm)

Kernel Linux (per sysadm) Kernel Linux (per sysadm) Kernel Linux distribuzione un po' di numeri (per i kernel della famiglia 2.6.x) mole: ~ 320 Mb di sorgenti per ~ 4'500'000 LOC costo dello sviluppo: ~ 4'500 anni/uomo, ~ 600'000'000

Dettagli

Corso Linux per Principianti

Corso Linux per Principianti Corso Linux per Principianti In questa lezione vedremo come installare l'ultima versione di Ubuntu al momento disponibile, la 8.04, nome in codice Hardy Heron. Oltre ad essere l'ultima versione scaricabile

Dettagli