. Diploma di Maturita Classics, nel luglio 1989, presso I'Istituto "Massimo" Roma, con

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ". Diploma di Maturita Classics, nel luglio 1989, presso I'Istituto "Massimo" Roma, con"

Transcript

1 CURRICULUM VITAE DI BRAGHO' GIANLUCA Primo referendario della Corte dei conti FUNZIONI SVOLTE PRESSO LA CORTE DEI CONTI In servizio presso la Sezione regionale di Controllo per la Lombardia dal 20 dicembre Con funzioni di Consigliere Delegato al controllo preventivo di legittimitii dal primo marzo In assegnazione aggii~ntivall'ufficio di Segreteria del Consiglio di presidenza della Corte dei conti da 27 novembre FUNZIONI DA SVOLGERE PRESSO ALTRE GIURISDIZlONI Nominato componente della Commissione Tributaria regionale per la Lombardia con delibera del Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria in data 29 ottobre TITOLI DI STUDIO. Diploma di Maturita Classics, nel luglio 1989, presso I'Istituto "Massimo" Roma, con votazione Laurea in Giurisprudenza in data con tesi in diritto commerciale dal titolo " Prevenzione dell'illecito concorrenziale e reintegrazione del danno nella concorrenza sleale". Tesi discussa presso la Universita "L.U.I.S.S." di Roma, Relatore : prof. Mario ARE. Votazione e lode. ESPERIENZE Dl FORMAZIONE PRE E POST LAUREAM 1. Stage di formazione della durata di 6 mesi presso il Ministero del Comrnercio con 1'Estero e l'i.c.e. novembre aprile 1994, in qualita di vincitore di borsa di studio universitaria. 2. Praticante awocato dal a ; 3. Praticante Notaio dal gennaio 1995 a1 gennaio 1997; 4. Frequenza anni accademici e della Scuola Notarile "A. Anselmi" presso il consiglio notarile dei distretti riuniti di Roma Velletri e Civitavecchia, sita in Roma, in qualita di vincitore di prova d'amrnissione. 5. Frequenza di corso post universitario annuale di preparazione agli esami di "uditore giudiziario", anno accademico , presso il CEIDA di Roma. ALTRI TITOLI 1. Abilitazione all'esercizio della professione forense dal ; 2. Titolare di contributo di ricerca per gli anni accademici e presso la facolta di Economia e Commercio dell'universita L.U.I.S.S. di Roma. Cattedra di Istituzioni di Diritto Privato. Prof. M. Bessone. Incarico extra giudiziario debitamente autorizzato con delibera del C.S.M. ATTIVITA' LAVORATIVA E FUNZIONI ESERCITATE.

2 Funzioni attuali dal 20 dicembre promosso alla qualifica di Primo Referendario in servizio presso la Sezione regionale di Controllo per la Lombardia. Conferite le funzioni di Consigliere delegato a1 controllo di legittimita sugli atti dal primo marzo Funzioni pregresse Nominato uditore giudiziario con D.M. del Nominato uditore giudiziario con funzioni in data , dopo period0 di tirocinio presso il tribunale di Roma. Esercizio delle funzioni giurisdizionali: Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Milano. In corso di valutazione dal per il conferimento della nomina a Magistrato di Tribunale con effetto retroattivo dal 12 luglio Arnbito di Specializzazione assegnata in materia penale: IV Dipartimento. Truffe, appropriazioni indebite aggravate, assegni ricettati e carte di credit0 illecitamente duplicate o utilizzate; falsi nummari ed in genere. Contraffazione di modelli industriali. Tutela penale del diritto d'autore. Reati informatici e pirateria informatica. Nominato magistrato di Tribunale in data , con decorrenza retroattiva a Dal Trasferimento intemo al Dipartimento VII (estorsioni, rapine, riciclaggio, reati di criminalita organizzata comune, armi ed esplosivi, sfruttamento della prostituzione e immigrazione clandestina), con sub-delega in materia di pirateria informatica e violazione delle norme a tutela del diritto d'autore commesse trarnite strumenti informatici ed internet. In particolare, nell'ambito del diritto sportivo e dei diritti televisivi connessi alle manifestazioni calcistiche e di sport in genere, si e maturata esperienza nel settore a seguito di mirate indagini volte a neutralizzare sul web siti pirata che trasmettevano illecitamente dalla Cina, le partite di serie A e B trasnlesse da Sky (caso noto come "Coolstreaming" con ampia diffusione sulla stampa nazionale anche specializzata. Milano, anno 2006). Applicazioni press0 altri uffici Con provvedimento del a firma dell'avv. Generale dello Stato presso la Corte di Appello di Milano, disposta l'applicazione d'ufficio presso la Procura di Voghera dal a Nominato magistrato referendario della Corte dei couti in data 20 dicembre 2007 con decreto del Presidente della Repubblica a seguito di concorso pubblico per titoli ed esarni del 26 luglio Dopo il prescritto corso di formazione per neo-referendari svoltosi in Roma nel gennaiofebbraio 2008 negli uffici della Corte dei conti, assegnato alla Sezione Regionale di Controllo per la Lombardia. Attivita svolta nell'anno 2008 presso la Sezione Regionale di Controllo per la Lombardia Nell'anno 2008 sono state costantemente svolte le attivita di controllo collaborativo per i comuni e le province di Brescia e Lecco. Con delega per indagini intersettoriali in ambito di fondi strutturali UE (Fondo Sociale Europeo) destinati alla Regione Lombardia. Con delega per il referto sulla gestione del Comune di Adro (BS). Con delega per le indagini in materia di finanza derivata e swap per i comuni delle province di Brescia e Lecco. Si precisa che una delle principali attivita di competenza della Sezione deriva dalla funzione di controllo collaborativo sugli Enti locali prevista dall'art. 1, c. 166, legge n. 266 del 2005 (Finanziaria per il 2006). Nello svolgimento di tale attiviti, il magistrato ha posto in essere numerose istruttorie sugli Enti locali della province di Brescia e Lecco (oltre trecento enti locali fra comuni, province e comunita montane) pervenendo, a seguito di contraddittorio con i Comuni interessati, sia ad archiviazioni, sia a1 deferimento delle questioni piu rilevanti alla Sezione per I'adozione di specifiche pronunce in merito. Si attestano 42 deliberazioni prodotte in qualiti di magistrato relatore. Le delibere della Sezione, decise in adunanza pubblica hanno riguardato, fra l'altro, I'inosservanza dei vincoli derivanti dal Patto di stabilita interno, le spese per il personale, il mancato aggiomamento degli inventari, il ricorso alle anticipazioni di tesoreria, I'utilizzo dell'avanzo di amministrazione, la gestione dei residui, i controlli interni, le consulenze affidate, le gestioni e i debiti fuori bilancio.

3 Data la complessitb della materia, particolare impegno hanno richiesto le istruttorie e la stesura delle conseguenti deliberazioni relative ad operazioni di finanza derivata in materia di amortizing e inferest rate swap poste in essere da alcuni Comuni e dalla Provincia di Brescia di propria competenza. Si segnalano in proposito le piu significative deliberazioni n , ; ; In materia di rispetto del Patto di stabilita, spese di personale ed anticipazioni di tesoreria si evidenziano le deliberazioni n , , , , , , , , , Per quanto concerne I'attivita consultiva intestata alla Sezione, si evidenzia la funzione di relatore in pareri che hanno riguardato diverse tematiche, che di seguito si riportano per la lor0 rilevanza, a prescindere da quelli resi ma inammissibili: Delibera n. 7lpareril Parere su richiesta del Vice Sindaco del Comune di Cologno a1 Serio (BG) circa la possibiliti dell'amministrazione di assumere personale, pur non avendo rispettato per l'anno 2006 i vincoli del patto di stabiliti prescritti dalla finanziaria, fermo restando il principio della riduzione della spesa per il personale, o dell'invarianza di spesa rispetto all'esercizio dell'anno 2007 Delibera n.17lpareril Parere su richiesta del Sindaco di Longone a1 Segrino circa la possibilita per l'amministrazione di assumere un'uniti di personale nel rispetto dei vincoli imposti dalle vigenti leggi finanziarie. Delibera n. 29lpareril Parere, su richiesta del Sindaco del Comune di Piario (Bg), in merito alla possibilita di attribuzione di incarichi di contratti individuali secondo il nuovo disposto dell'art. 7 del D. Lgs Delibera n.36lpareril Richiesta di parere del Sindaco del Comune di Nerviano (Mi) circa la possibilita di procedere a1 recupero degli oneri di urbanizzazione non versati e se sia legittimo procedere a1 recupero dei costi sostenuti nel In caso di risposta affermativa, se il recupero dei costi deve essere effettuato seguendo il criterio di sommare tutti i volumi costruiti e addebitare il costo a metro cub0 solo per6 ai proprietari che non hanno pagato gli oneri-la spesa per chi ha gia pagato restera a carico del Comune, oppure procedendo con tale metodo solo per i privati sottoscrittori delle convenzioni originarie. Si chiede qua1 t: il termine di prescrizione elo decadenza Delibera n.48lpareril2008 Richiesta di parere del Sindaco del Comune di Parona (Pv) se "sul mantenimento alla partecipazione indiretta sulla societa Combitalia S.r.1. ai sensi dell'art. 3, comma 28 della stessa legge n Delibera n.54lpareril2008. Richiesta di parere del Presidente della Provincia di Sondrio "considerato che attualmente non c't: un atto regionale di attribuzione alle Province in materia di formazione professionale, che sono in corso trattative tra la Regione Lombardia e la Provincia di Sondrio a1 fine di giungere ad un atto negoziale per il trasferimento del Centro di formazione professionale alberghiero "Vallesana di Sondalo". Ci si chiede se l'atto negoziale puo essere considerato una modalita di trasferimento o di delega di funzioni". Delibera n.66lpareril2008-parere richiesto dal Sindaco del Comune di Varese (Va) "ai fini della corretta gestione dei rapporti economici con i privati proponenti la realizzazione di ir~terventi edilizi ove t: prevista l'esecuzione di opere di urbanizzazione a scomputo dei relativi oneri, se "risulti legittimo sotto il profilo contabile, il riconoscimento di uno scomputo globale ed indifferenziato, indipendentemente dalla ascrivibiliti delle opere realizzate alla categoria delle opere di urbanizzazione primaria o secondaria, sino a concorrenza degli oneri di urbanizzazione complessivamente dovuti, siano essi a loro volta ascrivibili a contributo per opere di urbanizzazione primaria o secondaria". Delibera n. 77lpareril Parere richiesto dal Sindaco del Comune di Carbonara a1 Ticino (Pv) in merito "se l'intervento diretto del Comune nella realizzazione delle opere di urbanizzazione, determinato da ragioni di necessita ed urgenza, deciso nelle more della

4 definizione del contenzioso tributario, possa configurare un danno di natura economica alle casse comunali". Delibera n.87lpareril Parere ricbiesto dal Sindaco del Comune di Abbiategrasso (MI) in ordine alla compatibilita con I'attuale contesto normativo della stipulazione di un contratto di leasing finanziario per la realizzazione di opere pubbliche di particolare rilievo sociale. Si evidenzia che la delibera per la sua complessitzl ha dato origine ad un elaborato parere ripreso da numerose riviste specializzate ed oggetto di intervento nell'ambito dell'incontro del Seminario Permanente sui controlli del gennaio 2009 in tema di novita normative della finanziaria Delibera n.92lpareril Parere richiesto dal Sindaco del Comune di Bollate (Mi) "se, essendo la deliberazione del Consiglio Comunale di approvazione del Bilancio di esercizio 2008 e pluriennale , intervenuta in data assolutamente precedente a quella del blocco di cui al DL 93108, l'aliquota dello 0,4 (complessivo) per il 2009 possa essere confermata". Parere che si inserisce nella linea interpretativa inaugurata dalla Sezione con oarere n in materia di blocco delle aliauote addizionali comunali. Delibera n.99lpareril Parere richiesto dal Sindaco del Comune di Tavernerio (Co) in merito alla possibilita di dette assunzioni (di assistente sociale, istruttore amministrativo per I'area Affari Generali e tecnico istruttore per il settore lavori pubblici), anche con riferimento alla recente normativa introdotta dalla Legge , a1 fine di garantire alla Comunita idonea copertura dei servizi richiesti, significando comunque una riduzione complessiva della spesa prima destinata a costi di struttura e gestione esternalizzata. Si deve menzionare inoltre la complessa attivig istruttoria nell'indagine "SULLA GESTIONE REGIONALE DEI FOND1 STRUTTURALI COMUNITARI ED IN PARTICOLARE DEL FOND0 SOCIALE EUROPE0 PER LO SVILUPPO E LA COESIONE" ai sensi dell'art. 3, legge 14 gennaio 1994, n. 20 e dell'art. 7 della legge 5 giugno 2003, n. 131, approvata con deliberazione n del 15 dicembre La relazione ha analizzato tutti gli aspetti della programmazione, gestione dei finanziamenti comunitari, nazionali e regionali a1 Fondo sociale per il P.O.R : oltre ad una puntuale elaborazione dei dati economico-finanziari acquisiti dall'ente 6 stata svolta un'approfondita indagine sull'organizzazione regionale (Autorita di gestione; Comitato di sorveglianza; Autoriti di Audit) e sul grado di efficacia dei controlli interni e dei recuperi. Di somme a seguito di emersione di irregolarita amrninistrative e contabili. A seguito dell'analisi delle criticita sono state poste in luce alcune problematiche sulla gestione dei recuperi e sulla sicurezza delle reti informatiche e raccomandate misure correttive. La relazione rappresenta la situazione complessiva ed aggiornata al 2008 del F.S.E. P.O.R. Lombardia , ed e stata presentata in adunanza pubblica innanzi a1 Presidente della Regione Lombardia in data 15 dicembre 2008 ed 6 pubblicata agli atti ufficiali della Corte. Si & altresi compiuta l'attivita istruttoria relativa a1 controllo sulla gestione dell'amministrazione comunale di Adro (BS), mediante acquisizione di documentazione e dati, audizioni e carteggi con I'Ente, pervenendo alla stesura di una bozza di relazione che verri in seguito discussa ed approvata dalla Sezione. Si e infine svolta l'attivita di controllo sull'applicazione dell'art. 1, comma 173 della Legge n con riferimento alle spese per consulenze e incarichi di studio e ricerca e spese per relazioni pubbliche, convegni e rappresentanza inviati dalla Provincia di Brescia e di Lecco e dagli Enti locali delle province medesime. In tale contesto ha svolto attivita di controllo sui regolamenti di cui all'art.3, comma 75 della Legge n , per i quali la Sezione adottera specifiche pronunce nel corso del 2009, e sugli atti ex art. 1, comma 5 del D.L. n (relazioni delle strutture incaricate del controllo sulla gestione). Attivith svolta nell'anno 2009 presso la Sezione Regionale di Controllo per la Lombardia

5 Nell'anno 2009 sono state costantemente svolte le attivita di controllo collaborativo per i comuni e le province di Brescia e Sondrio (assegnata in aggiunta dopo il trasferimento di un collega ad altra funzione con ordine di selvizio de14 maggio 2009). Nel mese di marzo 2009 e stato depositato il referto sulla gestione del comune di Adro, deliberato dalla Sezione. Nel corso dell'anno stato aggiuntivamente affidato anche il controllo sulla regolarita della rendicontazione dei funzionari delegati operanti in Lombardia, ai sensi del D.P.R. n I1 carico di lavoro assegnato comprende anche la delega per indagini intersettoriali in ambito di fondi strutturali UE (FOND0 SOCIALE EUROPEO, FEOGA, FEAGA FESR nell'ambito della uolitica agricola comune o PAC) destinati alla Regione Lombardia ed in coordinamento con la Sezione di Controllo per gli Affari Comunitari ed Intemazionali di Roma ed in materia di consulenze e collaborazioni autonome negli enti locali della Lombardia superiore ai abitanti. Sono stati completati inoltre i controlli in materia di finanza derivata e swap per i comuni della provincia di Brescia. Si precisa che una delle principali attivita di competenza della Sezione deriva dalla funzione di controllo collaborativo sugli enti locali prevista dall'art. 1, c. 166, legge n. 266 del 2005 (Finanziaria per il 2006). Nello svolgimento di tale attivita, lo scrivente magistrato ha posto in essere una serie di attivita istruttorie, che nella maggior parte dei casi sono sfociate in questioni deferite alla Sezione e decise con delibere specifiche per ogni ente locale. L'attivitB si e focalizzata sul controllo della sana gestione dei consuntivi 2007 e dei bilanci di previsione per l'anno 2009 (attivita concluse nel mese di novembre 2009, nel pieno rispetto dei tempi stabiliti con il crono programma d'inizio anno) e si sono incentrate sulle verifiche dei costi di personale, sulla sana e corretta gestione delle societa partecipate, sulla resa dei servizi pubblici locali, sulle verifiche ICI, sull'accertamento del rispetto del Patto di StabilitB. Di rilevante impegno 6 stato il controllo sui regolamenti degli uffici e dei servizi in materia di incarichi e di collaborazioni autonome ai sensi dell'art.3 comma 57 della legge e dell'art.46 della legge Le verifiche assegnate a ciascun magistrato per le province ed in comuni di competenza hanno prodotto circa 811 delibere (con dati aggiomati al 31 dicembre 2009). I1 sottoscritto ha anche verificato la conformit& dei singoli atti di affidamento degli incarichi ai regolamenti gia sottoposti al vaglio della Sezione. Si tratta di un lavoro unico nel suo genere che ha impegnato a fondo le energie del settore assegnato allo scrivente. Nondimeno il lavoro, nonostante la carenza di personale, 6 stato portato a conclusione per circa 1'85% delle giacenze (117 delibere). Si evidenzia che il numero complessivo di decisioni emesse della Sezione a1 31 dicembre 2009 si attesta a quota Le delibere di cui lo scrivente e stato relatore ed estensore sono 162 (suddivise per le varie materie del controllo e compresa l'attivita consultiva con 20 pareri depositati nell'anno 2009). L'attivita consultiva ha riguardato pronunzie nelle piu disparate materie della contabilita pubblica, dalle spese di personale, alle norme fiscali in tema di addizionali regionali, dagli incentivi alla progettazione, a1 Patto di stabilita, alla contrattazione decentrata, alle spese per le rilevazioni statistiche comunali, alla reinternalizzazione del personale a seguito di liquidazione di societa in house. Attiviti svolta nell'anno 2010 presso la Sezione Regionale di Controllo per la Lornbardia Si riporta integralmente la relazione sull'attivitti svolta presso la Sezione Lombardia nell'anno L'attivita presso la Sezione i stata programmata con le delibere del 16 dicembre 2009 nn (referti alla Regione Lombardia) e (controlli sugli enti locali) e con l'ordinanza distributiva del carico di lavoro e delle dotazioni di risorse urnane n de11'8 febbraio 2010 in vista delle assegnazioni individuali delle attivita di controllo, cui e seguito l'ordine di servizio applicativo n del24 marzo 2010.

6 I1 magistrato ha assicurato una continua ed assidua presenza in Sezione sia svolgendo la complessa attivita istruttoria di propria competenza, coadiuvato dai funzionari preposti a1 Settore, sia partecipando a tutte le adunanze pubbliche e alle discussioni in Camera di consiglio che si sono tenute nel corso dell'anno. Una delle principali attivita di competenza della Sezione deriva dalla funzione di controllo collaborativo sugli Enti locali prevista dall'art. 1, c. 166, legge n. 266 del 2005 (Finanziaria per il 2006). Nello svolgimento di tale attivita, il magistrato ha posto in essere numerose istmttorie sugli Enti locali della provincia di Brescia (215 fra comuni, provincia e comunita montane) pervenendo, a seguito di contraddittorio con i Comuni interessati, sia ad archiviazioni, sia a1 deferimento delle questioni piu rilevanti alla Sezione per I'adozione di specifiche pronunce in merito. Sul punto si rinvia ai dati rilevabili dalle apposite schede statistiche individuali, (147 delibere per l'anno 2010, comprensive di 116 pronunzie sulla sana e corretta gestione finanziaria, sui regolamenti in materia di consulenze e sulle verifiche di attendibilita certificazione minor gettito ICI, 2 referti sui Fondi UE (F.S.E. e fondi agricoli) alla Regione Lombardia, un'indagine in materia di consulenze anno 2009 negli enti locali della Lombardia superiori a abitanti, 29 pareri segnalando che le tematiche di maggior interesse sui Bilanci di previsione e Rendiconti affrontate dal magistrato, in qualiti di istruttore e relatore al Collegia, hanno riguardato, fra l'altro, I'inosservanza dei vincoli derivanti dal Patto di stabilita intemo, le spese per il personale, le norme sulla composizione del fondo di contrattazione decentrata, il ricorso alle anticipazioni di tesoreria, I'utilizzo dell'avanzo di amrninistrazione, la gestione dei residui, la gestione di consorzi di funzioni, la gestione di fondazioni di partecipazione in ambito socio sanitario, i controlli interni, le consulenze affidate, le gestioni e i debiti fuori bilancio, le perdite delle societa partecipate, la disciplina delle ricognizione delle partecipazioni societarie ai sensi dell'art. 3 comma 27 della legge , la disciplina delle dismissioni delle societi nei comuni inferiori ai abitanti di cui all'art. 14 comma 32 del d maggio 2010, n.78, convertito nella legge 30 luglio 2010,n.122, le questioni attinenti il leasing immobiliare in costmendo, i contratti di finanza derivata (in particolare due contratti di amortizing swap stipulati dalla provincia di Brescia). Notevole frazione dell'attivita di controllo i: stata diretta alla verifica della regolarita degli atti regolamentari disciplinanti il regime delle collabbrazioni autonome ai sensi degli artt.3, commi da 54 a 57 della legge e dell'art. 18 della legge 133/2008. Oltre agli atti regolamentari i: stata verificata la conformita delle singole determinazioni e delle delibere di affidamento degli incarichi, ottenendo spesso il riesame in casi di mancanza di procedura selettiva o dei presupposti di legge per il corretto affidamento della collaborazione. Si segnalano le delibere SCLOM/296/2010/REG e SRLOM/667/2010/REG. Data la complessita della materia, particolare impegno hanno richiesto le istruttorie e la stesura delle conseguenti deliberazioni relative alla verifica suile societa partecipate ed in materia di affidamenti di consulenze paste in essere da alcuni Comuni e dalla Provincia di Brescia di propria competenza. In materia di rispetto del Patto di stabilitk spese di personale ed anticipazioni di tesoreria, leasing immobiliare in construendo si evidenziano le deliberazioni nn. 600/2010/PRSE, 601/2010/PRSE, 662/201 O/PRSE, 868/201 OPRSE, 91 8/2010/PRSE, 920/201 O/PRSE, 999/2010/PRSE, OE'RSE, OE'RSE. In materia di esarne dei presupposti di regolarita cantabile e di legittimita delle delibere ricognitive delle partecipazioni nei servizi pubblici locali, a tenore dell'art. 3, commi da 27 a 33 della legge e successive modifiche ed integrazioni, si segnalano le delibere nn. 830/2010/PRSE e 831/2010/PRSE, 1000/2010/PRSE e di gestione, societa inattive e irregolare procedura di diminuzione del capitale sociale per perdite Sirmione Servizi s.r.l., Ge.Pa. Sirmione s.r.1. Bovegno impianti s.r.1.; Funivie Val Palot s.p.a.). La Sezione ha anche completato l'esame sulla verifica dell'attendibilita delle certificazioni ICI rese dai comuni in relazione a1 minor gettito per I'abolizione della tassa sull'abitazione destinata ad abitazione principale in conformitt+ alle delibere n /Sez. Aut. e 1045/LOMB/2009. Pcr

7 quanto concerne il tema della verifica di attendibilita delle dichiarazioni ICI sono state emesse delibere che coprono tutti i comuni della provincia di Brescia (ad eccezione di 20 piccoli comuni, di cui le relative delibere si prevede di depositare entro il 20 febbraio a completamento delle istruttorie gia avviate). Nell'ambito dell'attivita consultiva intestata alla Sezione, il magistrato 5 stato relatore in 29 pareri (con un increment0 del 30% rispetto ai 20 resi nel medesimo period0 dello scorso ciclo contabile anno 2009) che hanno riguardato diverse tematiche di contabilita pubblica (spese di personale, patto di stabilita, mercato della distribuzione del gas in ambito locale, consorzi di funzioni e societa partecipate pubbliche, disciplina delle assenze per malattia e calcolo della minore spesa di personale, composizione del fondo variabile inserito nella contrattazione integrativa). I1 magistrato e stato istruttore nell'indagine e relatore nella "RELAZIONE SULLA GESTIONE REGIONALE DEI FONDI STRUTTURALI COMUNITARI FOND0 SOCIALE EUROPE0 E DEI FONDI AGRICOLI (FEOGA FEAGA E FEASR, PAC)" ai sensi dell'art. 3, legge 14 gennaio 1994, n. 20 e dell'art. 7 della legge 5 giugno 2003, n. 131, approvata con deliberazione n. 1050/2010/FRG del 13 dicembre La relazione ha analizzato tutti gli aspetti della programmazione, gestione dei finanziamenti comunitari, nazionali e regionali a1 Fondo sociale per il P.O.R , considerando il biennio : oltre ad una puntuale elaborazione dei dati economico-finanziari acquisiti dall'ente e stata svolta un'approfondita indagine sull'organizzazione regionale (Autorita di gestione; Comitato di sorveglianza; Autorita di Audit) e sul grado di efficacia dei controlli interni e dei recuperi. Di sornrne a seguito di emersione di irregolariti amministrative e contabili. A seguito dell'analisi delle criticita sono state poste in luce alcune problematiche sulla gestione dei recuperi e sono state raccomandate alcune misure correttive. Medesima indagine 6 stata completata in materia di gestione dei fondi agricoli e della Politica Agricola Comune, ai sensi dell'art. 3, legge 14 gennaio 1994, n. 20 e dell'art. 7 della legge 5 giugno 2003, n. 131, approvata con deliberazione n. 1050/2010/FRG del 13 dicembre 2010, ed in coordinamento con la Sezione Affari Comunitari ed Internazionali, avente sede a Roma. E' da rilevare sul punto che il referto regionale condotto dalla Sezione e da questo magistrato istruttore ha avuto oggetto molto piu ampio di quanto la collaborazione con la Sezione centrale richiedesse, peraltro su base volontaria. Infatti l'andamento delle criticita e dei recuperi in tema di FEOGA per la programmazione era gia stato analizzato per il biennio nella precedente relazione trasmessa alla Sezione Affari Comunitari e Internazionali. Nell'attuale relazione e stata sottoposta a controllo I'intera gestione della PAC in ambito regione Lombardia, per il biennio , indicando dati aggiornati sino agli ultimi giorni precedenti l'approvazione del referto. Entrambe le indagini sono state compendiate in un'unica relazione che rappresenta la situazione complessiva ed aggiornata a1 novembre 2010 del FSE P.O.R. Lombardia , dei FEAGA e del FEASR, programmazione , ed & stata presentata in adunanza pubblica innanzi a1 Presideme della Regione Lombardia in data 13 dicembre 2010, con successiva pubblicazione negli atti ufficiali della Corte dei conti. Nel corso del 2010 il magistrato ha completato l'attivita istruttoria relativa all'indagine sul "FENOMENO DELLE CONSULENZE NEGLI ENTI LOCAL1 DELLA REGIONE LOMBARDIA SUPERIOR1 A ABITANTI", mediante acquisizione di documentazione e dati, tramite un articolato questionario, migliorato e perfezionato rispetto a quello inviato nel precedente ciclo cantabile, pervenendo alla stesura definitiva della relazione, approvata nell'adunanza fissata in data 13 dicembre 2010, ma discussa in camera di consiglio del 26 ottobre 2010, in anticipo di quasi due mesi sui tempi indicati nel cronoprogramma per I'anno Sempre nell'ambito della medesima indagine si osserva che l'approfondimento del fenomeno delle consulenze e delle collaborazioni autonome 6 stato esteso anche alle societa in house interamente partecipate dagli enti locali esaminati. ***

8 Con provvedimento del Consiglio di Presidenza del 14 dicembre 2009, il sottoscritto t: stato nominato sostituto delegato a1 controllo sulla gestione dell'organismo partecipato pubblico CIRA (Centro Italiano Ricerche Aerospaziali), con sede in Capua. Attivita svolta nell'anno 2010 Dress0 la Sezione Regionale di Controllo per il Lazio in assegnazione aggiuntiva L'assegnazione presso la Sezione 6 stata deliberata in Consiglio di Presidenza con prowedimento comunicato in data lo aprile 2010, su domanda dello scrivente, il quale ha assicurato la propria presenza in Sezione in conformiti quanto stabilito per le assegnazioni in aggiuntiva e nel pieno rispetto degli obblighi istituzionali da assolvere nell'ambito della propria assegnazione principale alla Sezione Regionale di Controllo per la Lombardia. I1 sottoscritto ha curato l'invio e la trasmissione dell'attivita istruttoria di propria competenza, coadiuvato dai funzionari preposti a1 Settore, sia partecipando a tutte le adunanze pubbliche e alle discussioni in Camera di consiglio che si sono tenute nel corso dell'anno. Una delle principali attivita di competenza della Sezione deriva dalla funzione di controllo collaborativo sugli Enti locali prevista dall'art. 1, c. 166, legge n. 266 del2005 (Finanziaria per il2006). Nello svolgimento di tale attivita, il magistrato ha posto in essere numerose istruttorie sugli Enti locali della provincia di Frosinone pervenendo, a seguito di contraddittorio con i Comuni interessati, sia ad archiviazioni, sia al deferinento delle questioni piu rilevanti alla Sezione per l'adozione di specifiche pronunce in merito (SRCLAZ/ /PRSE; SRCLAZ/75/2010lPRSE; SRCLAZ/81/2010/PRSE). Nell'ambito dei controlli sulla Sanita, t: stata affidato il controllo di sana gestione finanziaria dell'azienda Ospedaliera e Policlinico Universitario Sant'Andrea di Roma. Nell'ambito dell'attivita consultiva intestata alla Sezione, il sottoscritto t: stato relatore in 4 pareri che hanno riguardato diverse tematiche, che di seguito si riportano: SRCLAZl OIPAR inammissibilita oggettiva su specifics attivita gestoria; SRCLAZl26120lOlPAR inammissibilita soggettiva parere richiesto da segretario comunale; SRCLAZ/70/2010/PAR in tema di calcolo delle aliquote ICI e Tarsu inerenti gli oneri di urbanizzazione e le aree industriali; SRCLAZl lPAR, in tema di accertamento della plusvalenza da alienazione di immobile donato all'ente locale e affidamento dei lavori di realizzazione di opera pubblica a seguito di operazione di sale and lease back. Attivita svolta nell'anno 2011 presso la Sezione Regionale di Controllo per la Lornbardia I1 magistrato ha assicurato una continua ed assidua presenza in Sezione sia svolgendo la complessa attivita istruttoria di propria competenza, coadiuvato dai hnzionari preposti a1 Settore, sia partecipando a tutte le adunanze pubbliche e alle discussioni in Camera di consiglio che si sono tenute nel corso dell'anno. Nell'ambito dell'attivita consultiva intestata alla Sezione, il magistrato t: stato relatore in 42 pareri, con un aumento considerevole del numero di delibere rese rispetto all'anno La specializzazione nell'attiviti consultiva in favore degli enti locali si & focalizzata su tre macro-aree: spese di personale e fondi per la contrattazione decentrata, consulenze e collaborazioni autonome; partecipazioni pubbliche locali; sistemi di finanziarnento, indebitamento e rispetto dei vincoli del Patto di Stabilita. La Sezione nell'ambito del programma dei lavori sui referti regionali ha affidato in qualita di magistrato istruttore e relatore l'indagine sulla "GESTIONE DEL SERVIZIO SANITARlO REGIONALE ai sensi dell'art. 3, legge 14 gennaio 1994, n. 20 e dell'art. 7 della legge 5 giugno

9 2003, n. 13 1, in via di approvazione prevista per ii 12 dicembre innanzi alle massime cariche istituzionali della Regione Lombardia. Attivita svolta nell'anno 2012 Dresso la Sezione Regionale di Controllo per la Lombardia In attuazione del crono programma 2012, si sono perfezionate numerose istruttorie sui rendiconti degli enti locali appartenenti alla Provincia di Brescia, sugli enti del Sewizio sanitario regionale, sulle consulenze negli enti locali e negli enti del servizio sanitario, sulla revisione della spesa nell'ambito delle spese di rappresentanza degli enti locali. In particolare si evidenziano 131 lettere istruttorie relative ai controlli di sana gestione degli enti locali bresciani che sono sfociate in 58 delibere ai sensi dell'art. 1 cornmi 166 e seguenti della legge Sono stati verificati puntualmente gli incarichi di consulenza affidati dagli EE.LL. della Provincia di Brescia con 10 richieste istruttorie e 4 delibere di irregolarita Sono state controllate tutte le spese di rappresentanza per I'anno 2011 di ciascun comune e della Provincia di Brescia, con 221 istruttorie, da cui sono emerse tre gravi inegolarita rilevate con tre distinte delibere. La Sezione nell'ambito del programma dei lavori sui referti regionali ha affidato in qualita di magistrato istruttore e relatore l'indagine sulla "GESTIONE DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE e SULLA SPESA SANITARIA REGIONALE CON I DATI Dl PRECONSUNTIVO ai sensi dell'art. 3, legge 14 gennaio 1994, n. 20 e dell'art. 7 della legge S giugno 2003, n La prima delle due indagini, gii pronta per il 18 dicembre stata posticipata a1 28 gennaio 2013 ed in tale data approvata (deliberazione n.31/2013/frg), per la coincidenza con I'espletamento del concorso a neo referendario, in cui il Pres. della Sezione svolgeva le funzioni di presidente di commissione di esame. La secor,da delle due indagini 1: stata approvata con delibera n.301/2012/frg in data 26 giugno 2012 in anticipo,di 6 mesi sul previsto crono progl-amnla. In materia consultiva sono stati resi n.35 pareri nell'anno 2012, alcuni dei quali di particolare impegno di studio, avente ad oggetto la disciplina sanzionatoria conseguente alla violazione del Patto di Stabiliti e all'elusione: in materia di dismissione di societa aartecivate. in tema di sorte A, degli affidamenti in house dopo I'entrata in vigore della legislazione sulla c.d. spending review (D.L ). Dal primo marzo 2012 sono state assegnate al magistrato le funzioni di Consigliere delegato al controllo di legittimita sugli atti; funzione di particolare impegno dato soprattutto dal controllo sulle ordinanze del commissario straordinario di protezione civile a seguito del terremoto nella provincia di Mantova (coevo a1 sisma che ha colpito la confinante regione Emilia Romagna). Tutte le ordinanze commissariali sono state esaminate entro i 7 giorni ed ammesse visto con o senza ossewazioni. Per quanto concerne il controllo di legittimita ai sensi dell'art. 3 della legge , sono stati esaminati 933 atti su 911 pewenuti nell'anno 2012, con 201 richieste istruttorie, 935 atti ammessi a1 visto e due deferhenti. In qualita di consigliere delegato, il magistrato alle adunanze della Sezione centrale svoltesi a Roma. I1 magistrato assicura una continua ed assidua presenza in Sezione sia svolgendo la complessa attivita istruttoria di propria competenza, coadiuvato dai funzionari preposti a1 Settore, sia partecipando a tutte le adunanze pubbliche e alle discussioni in Camera di consiglio che si sono succedute da gennaio 2012 all'attualita. In sostituzione del Presidente di Sezione il magistrato ha assicurato la sua partecipazione alla Sezione per le Autonomie.

10 Attiviti in corso di svolgimento nell'anno 2013 aresso la Sezione Regionale di Controllo per la Lombardia In attuazione del programma per il controllo 2013, si sono avviate numerose istruttorie sui rendiconti degli enti locali appartenenti alla Provincia di Brescia, sugli enti del Sewizio sanitario regionale, sulle consulenze negli enti locali e negli enti del servizio sanitario. Particolare impegno, per gli strettissimi tempi di legge, stato dedicato alla Relazione di fine mandato (deliberata nel febbraio 2013) e a1 controllo sui rendiconti dei gruppi consiliari in attuazione dell'art. 1 commi da 9 a 12 del D.L ; verifica sfociata nella comunicazione di irregolarita e nella delibera d'orientamento n Per quanta conceme l'attiviti consultiva, alla fine di dicembre sono stati redatti e depositati gia 40 pareri. Depositate 30 delibere di controllo. Attivita svolta nell'anno 2011 presso I'ente controllato Centro Italiano Ricerche Aerospaziali di Capua (C.I.R.A.) Con provvedimento del Consiglio di Presidenza del 14 dicembre 2009, il sottoscritto e stato nominato sostituto delegato al controllo sulla gestione dell'organismo partecipato pubblico CIRA (Centro Italiano Ricerche Aerospaziali), con sede in Capua. Dal primo gennaio a1 30 aprile si e svolta attivita di sostituzione effettiva del collega delegato al controllo cessato dall'incarico, partecipando ai consigli di amministrazione e a1 controllo sulla gestione dell'organismo partecipato. PARTECIPAZIONI A CONVEGNI E INCONTRI DI STUDIO Relatore su invito del responsabile del settore Terziario Innovative di Assolombarda e previa autorizzazione del Procuratore della Repubblica di Milano, nel Convegno ivi tenutosi il , sul tema "No Copy no Crime" in materia di tutela penale del diritto d'autore. Relazione dal titolo: "Diritto d'autore e lotta alla contraffazione. La risposta dell'ordinamento giuridico alla contraffazione. L'apparato repressivo.". Relatore a1 convegno "Legal approach to Web Era" organizzato dallo studio legale "Valente & Partners". Milano Palazzo delle Stelline Relazione dal titolo "Le indagini in tema di reati informatici". Partecipazione ai lavori della Terza edizione del Convegno "Italian Cyberspace Law Conference". Bologna novembre Partecipazione ai lavori della Quinta edizione del Convegno "Italian Cyberspace Law Conference". Bologna 25 novembre Formale attivita di collaborazione awiata con 1'UniversitA Statale di Milano, cattedra di Informatics giuridica avanzata, prof. G. Ziccardi, in qualita di cultore della materia anno accademico Partecipazione alla tavola bilaterale ristretta Usa-Italia "IPR JUDICIAL WORKSHOP U.S. & ITALIAN EXPERIENCE avente ad oggetto I'interscambio di esperienze professionale in tema di reati informatici e lotta alla contraffazione e pirateria on line (Montecatini 3 1 marzo-2 aprile 2004); Partecipazione su invito del Dipartimento di Stato USA al programnla di scsunbio culturale e di aggiornamento professionale "INTERNATIONAL VISITOR PROGRAM (Usa 24 aprile-16 maggio 2004), avente ad oggetto incontri con le piu prestigiose agenzie investigative federali e statali sui temi della violazione dei diritti sulla proprieta intellettuale (Intellectual property rights) e dei computer crimes (cyber crimes).

11 Partecipazione alla seconda tavola bilaterale ristretta Usa-Italia "IPR JUDICIAL WORKSHOP U.S. & ITALIAN EXPERIENCE avente ad oggetto l'interscambio di esperienze professionali in tema di reati informatici e lotta alla contraffazione e pirateria on line (Perugia 6-8 aprile 2005). Partecipazione a1 corso di formazione sul tema "La responsabilita amministrativa degli enti", Milano 7 febbraio Partecipazione a1 corso di formazione sul tema "Innovazioni tecnologiche e in materia informatica e protocolli investigativi" Roma settembre Partecipazione a1 corso di formazione sul tema "Problemi attuali sulle spese di giustizia nel process0 penale" Milano 27 ottobre Partecipazione a1 Convegno organizzato dal RACIS dei Carabinieri di Parma, in tema di indagini balistiche e sistema IBIS (Parma, 24 novembre 2005). Partecipazione a1 Convegno organizzato in Varenna (LC) il20 gennaio 2006 in tema di criminaliti informatica aspetti sostanziali e processuali. Partecipazione a1 corso di formazione sul tema "La legge n.251: illustrazione delle modifiche introdotte a1 codice penale e alla legge di ordinamento giudiziario" Milano Partecipazione a1 corso di formazione sul tema "I1 punto sulla riforma del pubblico impiego" Roma marzo Partecipazione a1 corso di formazione sul tema "Le modifiche a1 t.u. delle leggi in materia degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza, d.p.r " Milano 8 maggio Partecipazione all'incontro di studio "Profili critici della proprieti intellettuale ed effettivith della tutela civile e penale", Milano 12/13 febbraio Partecipazione all'incontro di studio "Reati informatici ed attivita d'indagine" dal Cyberterrorismo alla computer forensics, Varenna 16 febbraio Partecipazione a1 corso di formazione sul tema" La nuova disciplina del contratto preliminare" Roma marzo Relatore nel corso di sicurezza aziendale ed information tecnology presso la SIA s.p.a.; seminario sulle azioni di contrasto ai reati informatici (24 maggio 2004); Relatore nel corso di laurea in diritto e comunicazione per I'impresa presso l'universita Bocconi di Milano; seminario sulle metodologie d'indagine in tema di reati informatici (27 maggio 2004); Relatore nel corso di formazione per difensori d'ufficio organizzato dalla Camera penale e dal Consiglio dell'ordine forense di Milano sul tema dei reati informatici (31 maggio 2004); Invitato quale relatore a1 convegno "Italian Cyberspace Law Conference 2004". Relazione avente ad oggetto: "la disciplina e la gestione dei files di log nel codice di procedura penale". Bologna novembre Relatore a1 convegno organizzato nell'ambito di Infosecurity Italia Tavola rotonda sui diritti d'autore in rete. Relazione avente ad oggetto "Icomportamenti criminali e le responsabilita penali correlate a1 peer to peer e a1 file sharing". Fiera di Milano, 11 febbraio Relatore a1 Secondo Forum sulle tecniche investigative e di contrasto alle frodi commesse mediante utilizzo delle carte di credit0 e di debito, minister0 dell'lntemo, Dipartimento della Pubblica Sicurezza, Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni di Milano. Milano 19 aprile Invitato a comporre il gmppo di ricerca denominato Legal Eletronic Forensic Team (L.E.F.T.) presso 1'Istituto di Filosofia e sociologia del Diritto Universith Statale di Milano, avente lo scopo di definire le linee guida uniformi per le attivita d'indagine informatica. Milano marzo ottobre Relatore a1 convegno "La privacy ed il medico di famiglia" Milano 16 e 22 giugno Relatore a1 Convegno sui diritti dell'lnformatica. Tecniche d'indagine e garanzie difensive. Monza lo Luglio Relazione pubblicata nella rivista n.3105 "Diritto dell'informazione e dell'informatica", rivista bimestrale promossa dalla Fondazione Centro d'iniziativa giuridica Piero Calamandrei, Giuffrk editore. Relatore, in rappresentanza della Procura di Milano, alla terza tavola bilaterale ristretta Usa-Italia "IPR JUDICIAL WORKSHOP U.S. & ITALIAN EXPERIENCE" avente ad oggetto l'interscambio

12 di esperisnze professionali in tema di reati informatici e lotta alla contraffazione e pirateria on line (Montecatini maggio Relatore a1 convegno organizzato dalla Camera Penale di Venezia, relativo a1 diritto delle nuove tecnologie ed i reati informatici. "Nuove prospettive per i reati informatici". (Venezia 26 e 27 maggio 2006). Relatore a1 Convegno sul tema "I controlli sui lavoratori nell'utilizzo della posta elettronica e della rete internet. Responsabilita civili e penali" Milano, 19 giugno Relatore a1 convegno organizzato da Synergia Formazione s.r.1. "I1 regime di responsabiliti delle societa pubbliche. I rapport0 fra costituzione di parte civile ed azione di responsabilita amministrativo contabile". Roma 6 marzo Relatore a1 convegno organizzato dalla cattedra di Informatica Giuridica dell'universita di Milano Bicocca "I1 reperimento delle tracce digitali. Esperienze Usa-Italia a confronto" Milano 6 maggio Relatore al convegno organizzato da Synergia Formazione s.r.1. per 1'Automobile Club Italia: "I1 ruolo della CONSIP e le centrali di cornmittenza" Milano 27 maggio Relatore a1 convegno organizzato da Synergia Formazione s.r.1. "I pagamenti nella Pubblica Amministrazione. La disciplina del nuovo D.M , Roma l l giugno Relatore a1 Master di Perfezionamento in diritto delle Tecnologie, organizzato dall'universita di Milano Bicocca sul tema: "I profili penali del file sharing alla luce della legge 43/2005", Milano 12 giugno Docente presso il Centro studi amministrativi di Torino, Corso per Magistrati Ordinari in materia di diritto penale sostanziale parte generale e reati informatici. Corso tenutosi in Torino giugnodicembre Relatore a1 convegno sul tema "I reati informatici e la responsabilita amministrativa degli enti" organizzato da Paradigma s.r.1.. Milano 15 ottobre Relatore a1 convegno sul tema "Novita nella gestione dei pagamenti della pubblica amministrazione" organizzato da Synergia e Formazione. Roma 23 ottobre Relatore a1 convegno organizzato da Paradigma s.r.1." La responsabilita da reato delle societi. I reati informatici, Milano I1 febbraio Relatore a1 convegno sul tema "Profili di responsabilita amministrativo contabile del dipendente" organizzato da Synergia e Formazione. Fondazione Caracciolo ACI, Bologna 19 febbraio Relatore a1 convegno sul tema "I1 bilancio degli enti pubblici e il controllo sulla sana e corretta gestione: ricognizione e ottimizzazione dei conti" organizzato da Synergia e Formazione. Roma 12 marzo Relatore a1 convegno sul tema "Mandati di pagamento e servizi di tesoreria nella pubblica amministrazione", organizzato da Synergia e Formazione. Roma 26 marzo Relatore a1 convegno sul tema "Amrninistrazioni pubbliche e societa partecipate", organizzato da Synergia e Formazione. Milano 7 aprile Relatore a1 convegno sul tema "I1 bilancio degli enti pubblici e il controllo sulla sana e corretta gestione: verifiche e previsioni per l'anno 2010" organizzato da Sinergia e Formazione, Milano 20 ottobre Relatore a1 convegno sul tema "Amrninistrazioni pubbliche, societa partecipate e riforma dei servizi pubblici locali", organizzato dal Comune di Bolzano il26-27 novembre 2009; Docente per una lezione del corso presso la Facolta di Giurisprudenza di Torino nell'ambito del Master di 11" livello in Pubblica amministrazione del 13 novembre 2009; Relatore a1 convegno sul tema "La riforma dei servizi pubblici locali", organizzato da Synergia Formazione, Milano febbraio 2010; Docente per una lezione del corso presso la Facolta di Giurisprudenza di Torino nell'ambito del Master di 11" livello in Pubblica amministrazione del 20 febbraio 2010 sul tema I Bilanci della Regione e degli Enti locali".

13 Relatore a1 convegno sul tema "La riforma dei servizi pubblici locali" organizzato da Sinergia e Formazione, Milano 17 febbraio Relatore a1 convegno sul tema "Rischio penale e responsabilita d'impresa" organizzato dall'universita di Milano, Milano 28 maggio Relatore a1 convegno sul tema "La circolazione della prova nell'unione Europea e la tutela degli interessi finanziari comunitari. La circolazione endoprocedimentale della digital evidence: I'alibi informaticon organizzato dall'olaf e dall'avvocatura Euopea, 29 gennaio Relatore a1 corso di aggiomamento, tavola rotonda, sul tema "Computer Forensics e investigazioni digitali. Bomef e network forensics" organizzato dall'universita di Milano, Milano 10 e 17 febbraio 2011; Relatore a1 convegno organizzato dalla Sezione regionale di Controllo Lombardia e dall'ordine dei dottori commercialisti in materia di controlli interni. Intervento sul contenimento delle spese per consulenze e collaborazioni autonome. Milano 7 giugno Docente all'incontro di studio organizzato presso lo SDA BOCCONI sul tema "Le fondazioni degli EELL", Milano Universita Bocconi, 7 ottobre Relatore a1 Convegno organizzato dalla Sezione Giurisdizionale per L'Emilia Romagna della Corte dei conti in collaborazione con la Fondazione dei Dottori Commercialisti di Bologna sul tema "Novita normative in materia di partecipazioni pubbliche locali". Bologna 13 ottobre Docente a1 corso per neorefenderari della Corte dei conti sul tema: "esercitazione su casi pratici di attivita delle Sezioni regionali di controllo" Roma 14 dicembre Aula del Seminario della Corte dei conti. Corso organizzato dal Seminario permanente sui Controlli e dal Consiglio di Presidenza. Relatore a1 corso di perfezionamento post universitario "Computer forensic e investigazioni digitali". Milano 26 gennaio Universita statale di Milano. Relatore a1 Convegno organizzato da Synergia Formazione sul tema "La tracciabilita dei pagamenti della P.A. I1 ruolo della Corte dei conti". Milano 8 marzo 2012; Relatore a1 corso seminariale sul federalismo fiscale organizzato dall'universit8 di Roma La Sapienza sul tema: "federalismo fiscale e sussidiarieti. I1 principio di sussidiarieti e la responsabilita degli amministratori pubblici" Roma I1 maggio Relatore a1 convegno organizzato da Rivista231. La circolare della Guardia di finanza n in ordine alla responsabilita amministrativa degli enti dipendente da reato. Milano, 5 Luglio 2012 Relatore a1 convegno organizzato dall'universita di Reggio Emilia sul tema "Investimenti elusivi al Patto di stabilita e leasing in construendo". Reggio Emilia 20 luglio Relatore a1 corso di aggiomamento organizzato da Ti Forma in collaborazione con ANCI Toscana) sul tema il reclutamento dei dipendenti pubblici nelle societa partecipate dagli enti locali. Firenze 27 novembre Relatore a] convegno organizzato da Synergia Formazione sul tema "I1 codice dei contratti alla luce della normativa sulla spending review". Milano 28 febbraio Relatore a1 corso di aggiornarnento organizzato da Ti Forma in collaborazione con ANCI Toscana) sul tema il reclutamento dei dipendenti pubblici negli A.T.O. Firenze 11 marzo Relatore a1 Corso sul Diritto dell'unione Europea 2' modulo 19 e 230 marzo Organizzato dal seminario di Formazione Permanente. Relatore in due moduli di formazione, organizzati dalla Corte dei conti sul tema "Nuove attivita di controllo della Corte dei conti dopo il D.L. n convertito nella legge Milano marzo e aprile Relatore e docente a1 corso di formazione organizzato dal Consiglio dell'ordine dei Dottori commercialisti di Bergamo sul tema: I1 piano di riequilibrio pluriennale. Funzione, limiti e utiiita. Bergamo 10 maggio Relatore a1 convegno organizzato dalla Camera di Commercio di Milano in collaborazione con Promo PA, sul tema "riscossione delle entrate per gli enti locali dopo l'abbandono di Equitalia", Milano Palazzo dei Giureconsulti, 7 giugno 2013.

14 Relatore al convegno organizzato dallo studio Notarile Crepaz e dalla Provincia Autonoma di Bolzano, sul tema: "I1 divieto di acquisto immobiliare per gli enti locali". Bolzano 13 giugno Docente per tre moduli nel corso di formazione organizzato dalla Corte dei conti sul tema "i nuovi controlli introdotti dal D.L ". Milano, marzo, aprile e giugno PUBBLICAZIONI E COLLABORAZIONI EDITORIAL1 Pubblicazione sulla collana Forum per la Tecnologia e 1'Informazione (Franco Angeli e SIA-Banca d'italia ed.) di un saggio sugli strumenti d'indagine in materia di reati informatici (maggio 2004). Pubblicazione del saggio: "Le indagini informatiche fra esigenze di accertamento e garanzie di difesa", in Diritto dell'informatica e dell'informazione, Articolo di commento a sentenza della Corte di appello di Bologna n , Caso Vierika, virus worm ed accesso abusivo a sistema informatico o telematico, Diritto e Internet. Milano luglio Collaborazione editoriale attivata con "I1 Sole 24 Ore", collana diritto e pratica amministrativa nn (Comment0 a sentenza della Sezione Giurisdizionale della Campania) e (il vademecum in materia di disciplina dei pagamenti della P.A.). Collaborazione editoriale awiata con la rivista giuridica Azienditalia, in materia di ordinamento e gestione degli enti pubblici locali, anni (WK ISPOA Editore). Curatore dell'edizione aggiornata 2007 codice penale esplicato "Plus", Giuffre' editore giugno Curatore dell'edizione aggiornata 2008 codice penale esplicato "Plus", Giuffre' editore, giugno Curatore del capitolo sui reati in materia di diritto d'autore in Giurisprudenza Penale, a cura di Pasquale Fava, Maggioli editore, settembre Curatore del capitolo sui reati di danneggiamento e danneggiamento informatico in Giurisrpudenza penale. Delitti contro il patrimonio, a cura di Pasquale Fava, Maggioli editore, gennaio Curatore del capitolo sui mezzi di ricerca della prova digitale (ispezione e perquisizione di dati informazioni e programmi), in "Sistema penale e criminaliti informatica", a cura di Luca Luparia, Giuffre editore, febbraio Curatore del capitolo sui rapporti fra azione penale ed azione civile in "La responsabiliti civile" a cura di Pasquale Fava, Giuffre editore, Settembre Curatore del capitolo sul leasing immobiliare in costruendo e sui contratti di swap nell'ambito del libro "Contabilith degli enti locali" a cura di G. Astegiano IPSOA, in corso di pubblicazione. Curatore dei capitoli sui servizi pubblici locali e sulla disciplina applicabile ai sewizi a rilevanza economica e privi di rilevanza economica nell'ambito del libro "Contabiliti e ordinamento degli enti locali" a cura di G. Astegiano, IPSOA editore, Aprile Co-curatore del Manuale di Procedura Penale, capitoli su indagini preliminari e misure cautelari, edizioni Simone, maggio PRINCIPAL1 ESPERIENZE FORMATIVE Dl AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE. Magistratura ordinaria

15 Partecipante a1 corso di addestramento presso la banca dati C.E.D. della Suprema Corte di Cassazione. Roma dal 11 a1 13 settembre 2000: Partecipante a1 corso Falcone e Borsellino. L'inizio e i nuovi epiloghi della fase investigativa; dalla notizia di reato all'avviso di conclusione: hnzione e struttura delle indagini -. preliminari. Roma, dal al ; partecipante a1 corso "Diritto penale minore e processo: verso una giustizia negoziata?" Roma, dal a ; partecipante a1 corso "I regimi dei patrimoni separati: dai trusts ai nuovi modelli di segregazione dei beni". Roma dal a ; partecipante all'incontro di aggiomamento professionale "Innovazioni tecnologiche in materia informatica e protocolli investigativi" Roma settembre 2005; partecipazione all'incontro di studio "Diritto interno e comunitario". Milano, formazione decentrata ; partecipazione all'incontro di studio "La responsabilita amministrativa degli enti ex D. Igs Milano, formazione decentrata ; partecipazione all'incontro di studio "Problemi attuali sulle spese di giustizia nel processo penale". Milano, formazione decentrata ; partecipazione all'incontro di studio "La riforma della prescrizione e le novita legislative introdotte dalla legge Cirielli" Milano, formazione decentrata ; Corte dei conti Partecipazione a1 corso per neo-referendari della Corte dei conti. Roma, gennaio-febbraio Partecipazione agli incontri di studio e di aggiornamento professionale organizzato dal Seminario Permanente sui Controlli sui temi: Swap e finanza derivata, Bilanci delle ASL, Corte dei conti europea. Roma mazo, aprile, giugno Partecipazione all'incontro di studio e di aggiornamento professionale organizzato Seminario Permanente sui Controlli sul tema: analisi dei questionari sul bilancio preventivo degli enti locali anno e sul rendiconto anno Roma 16luglio Partecipazione agli incontri di studio e di aggiornamento professionale organizzato dal Seminario Permanente sui Controlli sui temi: swap e finanza derivata, Bilanci delle ASL, Corte dei conti europea. Roma marzo, aprile, giugno Partecipazione all'incontro di studio e di aggiomamento professionale organizzato Seminario Permanente sui Controlli sul tema: "L'indebitamento, la ristrutturazione del debito e l'esame dei fenomeni di finanza creativa in rapport0 a1 principio di salvaguardia degli equilibri di bilancio" (12, 13 marzo 2008). Partecipazione all'incontro di studio e di aggiornamento professionale organizzato dal Seminario Permanente sui Controlli sul tema: "Prosecuzione dell'attivita di supporto alle Sezioni regionali di controllo nelle funzioni affidate ai sensi dell'art. 1, commi 166 e seguenti, legge n , con riguardo ai bilanci degli enti locali di previsione 2008 e consuntivo 2007" (16 luglio 2008). Partecipazione all'incontro di studio e di aggiomamento professionale organizzato Seminario Permanente sui Controlli sul tema: "Analisi del fenomeno dell'esternalizzazione dei servizi anche attraverso le societa partecipate e i relativi strumenti di controllo" (22,23 settembre 2008). Partecipazione a1 corso di formazione e aggiomamento presso 1'Aula delle Sezioni Riunite della Corte dei conti sul tema "Le misure cautelari e le problematiche pi^ recenti in materia di responsabilita amministrativo-cantabile" (29-30 e 3 1 ottobre 2008). Partecipazione a1 corso di formazione e aggiornamento presso 1'Aula delle Sezioni Riunite della Corte dei conti sul tema " Le nuove frontiere del giudizio di conto" (1 1 e 12 dicembre 2008). Partecipazione in qualita di "discussant" all'inc'ontro di studio e di aggiomamento professionale organizzato Seminario Permanente sui Controlli sul tema "Profili innovativi introdotti dalla finanziaria 2009" (19-20 gennaio 2009).

16 Partecipazione a1 corso di aggiomamento professionale organizzato Seminario Permanente sui Controlli sul tema "I fondi comunitari in agricoltura alla luce della programmazione " (18 marzo 2009). Partecipazione a1 corso di aggiornamento professionale organizzato Seminario Permanente sui Controlli sul tema " Gli aiuti di Stato" (27-28 aprile 2009). Partecipazione a1 corso di aggiornamento professionale organizzato Seminario Permanente sui Controlli in materia di contabilita economica (suddiviso in due moduli: 19 e 20 maggio, 8 e 10 giugno 2009). Partecipazione a1 corso di aggiomamento professionale organizzato dal Consiglio di Presidenza sul tema: "Dal regolamento di procedura a1 Codice per i giudizi innanzi alla Corte dei conti" (Roma, 14 e 15 dicembre 2009) Partecipazione a1 corso di aggiomamento professionale organizzato dal Seminario di formazione permanente sul tema: " Le innovazioni recate dalla L e dal successivo D. Les : dalla valutazione della performance alle modifiche del sistema della responsabilita disciplinare e patrimoniale" (Roma, 23 e 24 febbraio 2010). Partecipazione in qualiti di "discussant", all'incontro organizzato dal Seminario Permanente in collaborazione con OLAF sul tema "Controlli e repressione delle frodi in ambito comunitario" (Roma, maggio 2010). L'intervento ha avuto ad oggetto l'esperienza del controllo della Sezione regionale della Lombardia. Partecipazione a1 corso di aggiornamento professionale organizzato Seminario Permanente sui Controlli sul tema "Azioni societarie ed azioni di responsabilita nelle societa a partecipazione oubblica. alla luce dei recenti orientamenti della Corte di Cassazione" (Roma. 11 marzo 2010). Partecipazione a1 corso di aggiornamento professionale organizzato Seminario Permanente sui Controlli in materia di contabilita economica (Roma, 29/30 settembre 2010'). Partecipazione a1 corso di aggiomamento professionale organizzato dal Seminario Permanente sui Controlli sul tema: "Analisi di bilancio e valutazione delle performance delle Aziende Sanitarie" (Roma, 18 gennaio 2011). Partecipazione a1 corso di aggiomamento professionale organizzato dal Seminario Permanente sui Controlli sul tema: "I1 federalism0 fiscale. (Roma 19/20 gennaio 2011). Partecipazione a1 corso di aggiomamento professionale organizzato dal Seminario Permanente sui Controlli sul tema: "Le esperienze dei sistemi contabili della Nuova Zelanda e del Regno Unito", (Roma, 23 aprile 2011); Partecipazione a1 corso di aggiomamento professionale organizzato dal Consiglio di Presidenza e dal Seminario Permanente sui controlli sul tema: "I contratti di finanza derivata" Aula delle Sezioni Riunite, (Roma, maggio 2011). Partecipazione a1 corso di aggiornamento professionale sul tema "Evoluzione delle procedure di controllo sulla gestione finanziaria degli enti lovali. Applicazione del sistema S.1.Qu.E.L.". Corso organizzato dal Seminario di Formazione Permanente, (Roma 4-5 ottobre 2011). Partecipazione al corso di aggiornamento professionale sul tema "procedure di controllo sulla gestione finanziaria degli Enti locali. Linee guida sul bilancio di previsione 2012 e sul rendiconto Avvio dell'applicazione delle nuove norme sul dissesto". Roma 4 e 5 ottobre Partecipazione a1 corso specialistico su "Valutazione d'azienda. Cenni alle tecniche piu diffuse e implicazioni per la tutela del patrimonio pubblico". Roma 16 e 17 ottobre Partecipazione all'incontro di studio sul nuovo sistema dei controlli sugli Enti territoriali, svoltosi a Roma nei giorni 7 e 8 marzo ASSOLVIMENTO DEGLI OBBLIGHI DI LEVA XVI

17 Dal 16 novembre 1996 al 16 novembre 1997, prestato servizio quale Agente Ausiliario nei ruoli della Polizia di Stato. LINGUE STRANIERE CONOSCIUTE Buona conoscenza della lingua inglese parlata e scritta. Frequenza triennale di corso di inglese giuridico presso la Facolta di Giurisprudenza della L.U.I.S.S. (Anni ). Frequenza di corso d'inglese presso il British Council di Milano (anno 2002). SISTEMI INFORMATICI CONOSCIUTI Utilizzo del PC anche in reti locali, sistemi operativi Windows e Internet. Specifica competenza in materia di sicurezza informatica, avendo collaborate alla predisposizione del DPS deiia Procura di Milano, in collaborazione con il referente informatico distrettuale. Note : - Auforizzo il dmifamenfo dei dati secondo il D. Lgs. 196/03. - Aggiornato a1 15 dicembre 2013 XVII

CURRICULUM VITAE TITOLI DI STUDIO CORSI POSTUNIVERSITARI DI SPECIALIZZAZIONE E/O PERFEZIONAMENTO E MASTER

CURRICULUM VITAE TITOLI DI STUDIO CORSI POSTUNIVERSITARI DI SPECIALIZZAZIONE E/O PERFEZIONAMENTO E MASTER CURRICULUM VITAE NOME: Claudio COGNOME: Genovese DATA DI NASCITA: 2 giugno 1964 LOCALITA DI NASCITA: Roma INDIRIZZO: via della Pisana 1301, c.a.p. 00163, Roma RECAPITO TELEFONICO: 0665932437 INDIRIZZO

Dettagli

CURRICULUM. Avv. Giuseppe Frugis, nato a Bari il 21.4.1941, ed ivi residente alla via C. Rosalba 10.

CURRICULUM. Avv. Giuseppe Frugis, nato a Bari il 21.4.1941, ed ivi residente alla via C. Rosalba 10. CURRICULUM Avv. Giuseppe Frugis, nato a Bari il 21.4.1941, ed ivi residente alla via C. Rosalba 10. Laureato in giurisprudenza presso l Università di Bari il 21.4.1970; Avvocato dal 4.5.74 ; Abilitato

Dettagli

CURRICULUM DELL'ATTIVITÀ SCIENTIFICA E DIDATTICA DI AQUILA VILLELLA

CURRICULUM DELL'ATTIVITÀ SCIENTIFICA E DIDATTICA DI AQUILA VILLELLA CURRICULUM DELL'ATTIVITÀ SCIENTIFICA E DIDATTICA DI AQUILA VILLELLA Aquila Villella è nata a Sambiase ora Lamezia Terme, il 02/05/1963 e risiede in Lamezia Terme (CZ), Via del Progresso n. 61/H; ha conseguito

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA LOMBARDIA/730/2009/REG REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Antonio Caruso dott. Giuliano Sala dott. Giancarlo Penco dott.

Dettagli

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI MASTER 2015 IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI LA FORMAZIONE PROFESSIONALE NECESSARIA PER L ISCRIZIONE ED IL MANTENIMENTO DELLA STESSA NEGLI ELENCHI DELLA PREFETTURA (CREDITI FORMATIVI VALIDI PER

Dettagli

Sezione Regionale di Controllo per la Toscana composta dai magistrati:

Sezione Regionale di Controllo per la Toscana composta dai magistrati: Del. n. 126/2013/PAR Sezione Regionale di Controllo per la Toscana composta dai magistrati: - Pres. Sezione Vittorio GIUSEPPONE Presidente - Cons. Nicola BONTEMPO Componente - 1 Ref. Laura D AMBROSIO Relatore

Dettagli

ABILITAZIONI ED IDONEITA CONSEGUITE

ABILITAZIONI ED IDONEITA CONSEGUITE CURRICULUM VITAE Francesco Maria Marcianò, nato a Reggio Calabria il 13 aprile 1968, residente in Melito Porto Salvo (prov. di Reggio Calabria), c.a.p. 89063, Via Virgo Fidelis 4 A indirizzo di posta elettronica:

Dettagli

PAOLO DE VIVO CURRICULUM

PAOLO DE VIVO CURRICULUM CURRICULUM AGGIORNATO A FEBBRAIO 2015 PAOLO DE VIVO DATI PERSONALI Stato civile: Coniugato Data di nascita: 19/5/1962 Luogo di nascita: Salerno Residenza: Via Jacopo da Ponte 30-35100 Padova tel. abit.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA REGOLAMENTO SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA REGOLAMENTO SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA REGOLAMENTO SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI ART. 1 Finalità della Scuola 1. E' istituita, presso il Dipartimento di

Dettagli

CURRICULUM VITAE E PROFESSIONALE

CURRICULUM VITAE E PROFESSIONALE OTTOBRE 2014 CURRICULUM VITAE E PROFESSIONALE AVV. GIANDOMENICO PAPA Ordine degli Avvocati di Ancona R E S P O N S A B I L E S E R V I Z I O L E G A L E U n i v e r s i t à P o l i t e c n i c a d e l

Dettagli

Curriculum vitae della dott.ssa Tamara De Amicis

Curriculum vitae della dott.ssa Tamara De Amicis Curriculum vitae della dott.ssa Tamara De Amicis Titoli di studio Ho conseguito il diploma di maturità classica presso il Liceo ginnasio Orazio di Roma con la votazione massima, ed il diploma di laurea

Dettagli

Formato europeo per il curriculum vitae

Formato europeo per il curriculum vitae Formato europeo per il curriculum vitae Informazioni personali Nome Indirizzo di residenza GODINO FLAVIO Località Maiolino 88040 Gizzeria Lido (CZ) Telefono 0968/53268 348/3200939 Fax 0968/1945707 E-mail

Dettagli

CURRICULUM DELL AVV. ENRICO MARIA GIARDA

CURRICULUM DELL AVV. ENRICO MARIA GIARDA CURRICULUM DELL AVV. ENRICO MARIA GIARDA Sono nato a Milano, il 6.3.1975. Buona conoscenza parlata e scritta della lingua inglese e delle principali applicazioni informatiche. Mi sono laureato presso l

Dettagli

Modalità didattiche Lezioni frontali, videoconferenza e distribuzione di dispense

Modalità didattiche Lezioni frontali, videoconferenza e distribuzione di dispense Obiettivi formativi del corso FACOLTA DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA IN GIURISPRUDENZA Classe LMG/01 Insegnamento di Diritto Amministrativo II SSD IUS 10 CFU 8 A.A. 2015-2016 Docente: Prof. Gerardo

Dettagli

ed autonomie locali presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, con nota di merito finale; - In data 27.09.2000 ha conseguito il diploma di

ed autonomie locali presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, con nota di merito finale; - In data 27.09.2000 ha conseguito il diploma di CURRICULUM VITAE Il sottoscritto dr. Pietro ERREDE, magistrato in servizio al Tribunale di Bari con funzione di giudice, si pregia di esporre quanto segue: - Nel mese di luglio 1985 ha conseguito il diploma

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA CALABRIA. composta dai magistrati:

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA CALABRIA. composta dai magistrati: Deliberazione n. 95/2009 REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA CALABRIA composta dai magistrati: Pres. Sez. Martino COLELLA Presidente Cons. Giuseppe GINESTRA Cons.

Dettagli

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI MASTER 2014 livello avanzato IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI LA FORMAZIONE PROFESSIONALE NECESSARIA PER L ISCRIZIONE ED IL MANTENIMENTO DELLA STESSA NEGLI ELENCHI DELLA PREFETTURA (CREDITI FORMATIVI

Dettagli

Curriculum vitae et studiorum

Curriculum vitae et studiorum Curriculum vitae et studiorum I Notizie anagrafiche e formazione. Massimo Spinozzi, nato a San Benedetto del Tronto (AP) il 09.09.1976, dopo la maturità classica conseguita presso il Liceo- Ginnasio G.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI DI FORMAZIONE FINALIZZATA E DEI SERVIZI DIDATTICI INTEGRATIVI EX ART. 35 STATUTO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI DI FORMAZIONE FINALIZZATA E DEI SERVIZI DIDATTICI INTEGRATIVI EX ART. 35 STATUTO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI DI FORMAZIONE FINALIZZATA E DEI SERVIZI DIDATTICI INTEGRATIVI EX ART. 35 STATUTO Emanato con D.R. n. 11632 del 05/12/2005 e successive modificazioni ed integrazioni

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA REGIONE CAMPANIA COMANDO REGIONALE CAMPANIA DELLA GUARDIA DI FINANZA

PROTOCOLLO D INTESA REGIONE CAMPANIA COMANDO REGIONALE CAMPANIA DELLA GUARDIA DI FINANZA PROTOCOLLO D INTESA TRA REGIONE CAMPANIA E COMANDO REGIONALE CAMPANIA DELLA GUARDIA DI FINANZA AI FINI DEL COORDINAMENTO DEI CONTROLLI E DELLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA DI FINANZIAMENTI DEI FONDI

Dettagli

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI MASTER 2015 IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI LA FORMAZIONE PROFESSIONALE NECESSARIA PER L ISCRIZIONE ED IL MANTENIMENTO DELLA STESSA NEGLI ELENCHI DELLA PREFETTURA (CREDITI FORMATIVI VALIDI PER

Dettagli

CAPO PRIMO Della Corte e dei Giudici. Art. 1

CAPO PRIMO Della Corte e dei Giudici. Art. 1 REGOLAMENTO GENERALE DELLA CORTE COSTITUZIONALE 20 gennaio 1966 e successive modificazioni (Gazzetta Ufficiale 19 febbraio 1966, n. 45, edizione speciale) 1 CAPO PRIMO Della Corte e dei Giudici Art. 1

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. visto l articolo 17, comma 31, decreto legge 1 luglio 2009, n. 78 convertito dalla legge 3 agosto 2009, n.

REPUBBLICA ITALIANA. visto l articolo 17, comma 31, decreto legge 1 luglio 2009, n. 78 convertito dalla legge 3 agosto 2009, n. Deliberazione n 13/2012/PAR REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione regionale del controllo per l Emilia - Romagna visto l art. 100, comma 2, della Costituzione; vista la legge costituzionale 18 ottobre

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI INFORMAZIONI PERSONALI Nome PASQUALETTI Giorgio Data di nascita 28 aprile 1973 Qualifica EP posizione economica EP 1 area amministrativa gestionale Amministrazione Università degli Studi di Macerata Incarico

Dettagli

28/07/2014. In collaborazione con. www.risorsecomuni.it 7 novembre 2013 / MILANO, Palazzo delle Stelline

28/07/2014. In collaborazione con. www.risorsecomuni.it 7 novembre 2013 / MILANO, Palazzo delle Stelline il BILANCIO dell Ente Locale e i vincoli del PATTO di STABILITA interno In collaborazione con 26 luglio 2014 / MILANO MILANO, Palazzo delle Stelline www.risorsecomuni.it 7 novembre 2013 / MILANO, Palazzo

Dettagli

Curriculum di. Tiziana Di Maria. Dati personali Data di nascita: Roma il 4.09.1962 Luogo di nascita: Roma

Curriculum di. Tiziana Di Maria. Dati personali Data di nascita: Roma il 4.09.1962 Luogo di nascita: Roma Tiziana Di Maria Curriculum di Dati personali Data di nascita: Roma il 4.09.1962 Luogo di nascita: Roma Da Febbraio 2010 ricopre l incarico di Segretario Generale dell IPAB Istituto Romano di San Michele-

Dettagli

Curriculum vitae. Giuliano Valer Via Grazioli, 43 38100 Trento Telefono 0461/914153 339/4354910

Curriculum vitae. Giuliano Valer Via Grazioli, 43 38100 Trento Telefono 0461/914153 339/4354910 Curriculum vitae DATI ANAGRAFICI Nome Giuliano Valer Indirizzo Via Grazioli, 43 38100 Trento Telefono 0461/914153 339/4354910 Data e luogo di nascita 5 maggio 1974, Trento Stato civile celibe Posizione

Dettagli

MO D E L L O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

MO D E L L O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E MO D E L L O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Lucia Coppola Data di nascita 31.05.1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefono ufficio 0573 374304

Dettagli

Sezione Regionale di Controllo per la Toscana composta dai magistrati:

Sezione Regionale di Controllo per la Toscana composta dai magistrati: Del. n. 17/2010/PAR Sezione Regionale di Controllo per la Toscana composta dai magistrati: - Pres. Sez. Silvio AULISI Presidente - Cons. Paolo SCARAMUCCI Componente - Cons. Paolo PELUFFO Componente - Cons.

Dettagli

CURRICULUM PROFESSIONALE

CURRICULUM PROFESSIONALE CURRICULUM PROFESSIONALE STUDI, FORMAZIONE E SPECIALIZZAZIONE: Diploma di Laurea in Giurisprudenza, conseguito presso l Università degli Studi di Palermo, nell anno 1984 con la votazione di 110/110 e Lode;

Dettagli

Curriculum vitae. Via V. Alfieri, n. 19 50121 Firenze Tel. 055.2345733 2478446 Fax 055.2340485 giallongo@studiogiallongo.it

Curriculum vitae. Via V. Alfieri, n. 19 50121 Firenze Tel. 055.2345733 2478446 Fax 055.2340485 giallongo@studiogiallongo.it Curriculum vitae Dopo aver conseguito la laurea presso la Facoltà di Giurisprudenza dell Università degli Studi di Firenze, sono stato assegnatario di una borsa di studio ministeriale di addestramento

Dettagli

dottor Massimo Zeno dottore commercialista revisore contabile Curriculum vitae di

dottor Massimo Zeno dottore commercialista revisore contabile Curriculum vitae di Curriculum vitae di Massimo ZENO, dottore commercialista, iscritto all albo dei dottori commercialisti di Napoli dal 30 luglio 1985, Laureato in Economia e Commercio il 09 luglio 1984 discutendo una tesi

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome ULDERICO IZZO Data di nascita 20 dicembre 1971 Qualifica Amministrazione Numero telefonico dell Ufficio FUNZIONARIO

Dettagli

Avv. Paolo Galdieri. Esperto in diritto penale. L Avv. Paolo Galdieri riceve ogni mercoledì dalle 11.00 alle 13.00.

Avv. Paolo Galdieri. Esperto in diritto penale. L Avv. Paolo Galdieri riceve ogni mercoledì dalle 11.00 alle 13.00. Avv. Paolo Galdieri Esperto in diritto penale L Avv. Paolo Galdieri riceve ogni mercoledì dalle 11.00 alle 13.00. Per appuntamenti recarsi presso il nostro ufficio di Via Cremona, 69 Roma o telefonare

Dettagli

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI MASTER 2015 IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI LA FORMAZIONE PROFESSIONALE NECESSARIA PER L ISCRIZIONE ED IL MANTENIMENTO DELLA STESSA NEGLI ELENCHI DELLA PREFETTURA (CREDITI FORMATIVI VALIDI PER

Dettagli

Concorso - MINISTERO DELLA GIUSTIZIA MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

Concorso - MINISTERO DELLA GIUSTIZIA MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Concorso - MINISTERO DELLA GIUSTIZIA MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Bando di esame di abilitazione all'esercizio della professione di avvocato - sessione 2012 Gazzetta Ufficiale Concorsi numero 70 del 07 Settembre

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL PIEMONTE

REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL PIEMONTE REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL PIEMONTE Delibera n. 156/2011/SRCPIE/PRSE La Sezione Regionale di Controllo per il Piemonte, composta dai Magistrati: Dott.

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ARGIOLAS MONICA Indirizzo VIA ROMA N.145, 09124 CAGLIARI Telefono 070/6777284 Fax 070/6777295 E-mail monica.argiolas@comune.cagliari.it

Dettagli

Deliberazione n. 371/2012/PAR

Deliberazione n. 371/2012/PAR Deliberazione n. 371/2012/PAR SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER L EMILIA-ROMAGNA composta dai Magistrati dott. Mario Donno dott. Ugo Marchetti dott.ssa Benedetta Cossu dott. Riccardo Patumi presidente;

Dettagli

AVV. EDOARDO CANALI. nato a Gandino (BG) il 11 giugno 1966; Studio in Telgate (BG) Via Dante, 6 Tel.035 4421176 fax 035 830126

AVV. EDOARDO CANALI. nato a Gandino (BG) il 11 giugno 1966; Studio in Telgate (BG) Via Dante, 6 Tel.035 4421176 fax 035 830126 AVV. EDOARDO CANALI nato a Gandino (BG) il 11 giugno 1966; Studio in Telgate (BG) Via Dante, 6 Tel.035 4421176 fax 035 830126 edoardo.canali@unibg.it edoardo.canali@studiolegalecanali.it FORMAZIONE DI

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai Magistrati: dott. Nicola Mastropasqua

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai Magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Lombardia 487/2012/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai Magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Gianluca Braghò Primo

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Rita CICCHIELLO. Nome e cognome. Dati anagrafici Anno di nascita: 1956

CURRICULUM VITAE. Rita CICCHIELLO. Nome e cognome. Dati anagrafici Anno di nascita: 1956 CURRICULUM VITAE Nome e cognome Rita CICCHIELLO Dati anagrafici Anno di nascita: 1956 Titolo di studio Diploma di maturità classica conseguito nell anno scolastico 1973/1974 Laurea in Economia e Commercio,

Dettagli

CURRICULUM VITAE di GLORIANNA LEMMO INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE di GLORIANNA LEMMO INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE di GLORIANNA LEMMO INFORMAZIONI PERSONALI Data di nascita: 03/12/1962 Qualifica: Funzionario amministrativo Amministrazione: Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Segreteria

Dettagli

CURRICULUM. Prof.Avv. VITO TENORE, nt a Napoli il 23.6.1962, residente in Roma.

CURRICULUM. Prof.Avv. VITO TENORE, nt a Napoli il 23.6.1962, residente in Roma. CURRICULUM Prof.Avv. VITO TENORE, nt a Napoli il 23.6.1962, residente in Roma. Magistrato della Corte dei Conti con qualifica di Consigliere, in servizio quale Magistrato contabile presso la Sezione Giurisdizionale

Dettagli

Deliberazione n. 205/2014/PAR SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER L EMILIA-ROMAGNA. composta dai magistrati: Consigliere dott.

Deliberazione n. 205/2014/PAR SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER L EMILIA-ROMAGNA. composta dai magistrati: Consigliere dott. Deliberazione n. 205/2014/PAR SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER L EMILIA-ROMAGNA composta dai magistrati: dott. Antonio De Salvo Presidente dott. Ugo Marchetti Consigliere dott. Italo Scotti Consigliere

Dettagli

REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO GENERALE DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI

REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO GENERALE DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI 88 REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO GENERALE DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI L AVVOCATURA COMUNALE APPROVATO DALLA GIUNTA COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 424 reg./456 Prop.Del. NELLA SEDUTA DEL 04/12/2014 Art. 1

Dettagli

Domicilio: VIA VIRGILIO, 13 04023 FORMIA (LT) TELEFONO 338 6116031 Indirizzo mail: marta.cristiani@gmail.com MARTA CRISTIANI

Domicilio: VIA VIRGILIO, 13 04023 FORMIA (LT) TELEFONO 338 6116031 Indirizzo mail: marta.cristiani@gmail.com MARTA CRISTIANI Domicilio: VIA VIRGILIO, 13 04023 FORMIA (LT) TELEFONO 338 6116031 Indirizzo mail: marta.cristiani@gmail.com MARTA CRISTIANI INFORMAZIONI PERSONALI * Nazionalità: Italiana * Data di nascita: 01/11/1961

Dettagli

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI MASTER 2015 IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI LA FORMAZIONE PROFESSIONALE NECESSARIA PER L ISCRIZIONE ED IL MANTENIMENTO DELLA STESSA NEGLI ELENCHI DELLA PREFETTURA (CREDITI FORMATIVI VALIDI PER

Dettagli

PROVINCIA DI BARLETTA-ANDRIA-TRANI REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI

PROVINCIA DI BARLETTA-ANDRIA-TRANI REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI PROVINCIA DI BARLETTA-ANDRIA-TRANI REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 3 del 11 Marzo 2013 Sommario TITOLO I PRINCIPI E FINALITÀ...1 ART. 1 (Finalità)...1

Dettagli

Lombardia/231/2009/PAR

Lombardia/231/2009/PAR Lombardia/231/2009/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua dott. Giancarlo Penco dott. Giuliano

Dettagli

CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL PIEMONTE

CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL PIEMONTE CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL PIEMONTE Delibera n. 248/2011/SRCPIE/PRSE La Sezione Regionale di Controllo per il Piemonte, composta dai Magistrati: Dott. ssa Enrica LATERZA Presidente

Dettagli

STATUTO DELL ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE DI FIRENZE

STATUTO DELL ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE DI FIRENZE STATUTO DELL ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE DI FIRENZE Art. 1 Istituzione 1. L Istituto Superiore per le Industrie Artistiche (d ora in poi ISIA) di Firenze e stato istituito in forma sperimentale

Dettagli

DIRETTORE CENTRALE DELLE RISORSE ECONOMICHE E DEGLI AFFARI AMMINISTRATIVI Numero Tel. Ufficio 2688 Numero Fax Ufficio 3007 E-mail istituzionale

DIRETTORE CENTRALE DELLE RISORSE ECONOMICHE E DEGLI AFFARI AMMINISTRATIVI Numero Tel. Ufficio 2688 Numero Fax Ufficio 3007 E-mail istituzionale CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome MARTOCCIA ROSA MARIA Anno di nascita 1959 Qualifica DIRIGENTE I FASCIA Incarico attuale DIRETTORE CENTRALE DELLE RISORSE ECONOMICHE E DEGLI AFFARI

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Persegati Eloisa Data di nascita 21/1/1963 Qualifica D5, profilo professionale avvocato Amministrazione Provincia di Mantova Incarico attuale Posizione Organizzativa

Dettagli

Avv. Laura Modena Curriculum Vitae

Avv. Laura Modena Curriculum Vitae Avv. Laura Modena Curriculum Vitae Dati personali: Avv. Laura Modena Luogo e data di nascita: Perugia - 29.1.1968 Ufficio: Via Alessi n. 32-06122 - Perugia (Tel. 075/5727107 - Fax n. 075/5725519); e-mail:

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome CAVALCANTI FRANCESCO PAOLO Indirizzo Telefono 0773652354 Fax 0773661816 E-mail VIALE IV NOVEMBRE, 25 04100

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia/189/2015/PAR REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott.ssa Laura De Rentiis dott. Donato Centrone

Dettagli

Il parere del Collegio dei Revisori dei Conti. di: Carmine Lasco Dottore Commercialista

Il parere del Collegio dei Revisori dei Conti. di: Carmine Lasco Dottore Commercialista Il parere del Collegio dei Revisori dei Conti di: Carmine Lasco Dottore Commercialista (art. 239, comma 1, T. U.E. L. ) Le funzioni obbligatorie dell'organo di revisione sono così riassumibili: collaborazione

Dettagli

- Febbraio 2005: partecipazione al corso di aggiornamento organizzato dall Azienda USL, n. 11 di Empoli Le nuove configurazioni del danno.

- Febbraio 2005: partecipazione al corso di aggiornamento organizzato dall Azienda USL, n. 11 di Empoli Le nuove configurazioni del danno. SARA SALTI Dati anagrafici Nata a Pisa, il 5 settembre 1975. E-mail istituzionale: sara.salti@ars.toscana.it; Patente b- automunita Formazione - 28 Novembre 2007: abilitazione alla professione forense

Dettagli

Lombardia/406/2010/PRSE

Lombardia/406/2010/PRSE Lombardia/406/2010/PRSE REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: Dott. Nicola Mastropasqua Presidente Dott. Antonio Caruso Dott. Giuliano

Dettagli

Curriculum Vitae. Ufficiale Superiore in Spe della Guardia di Finanza

Curriculum Vitae. Ufficiale Superiore in Spe della Guardia di Finanza Curriculum Vitae DATI PERSONALI: Nome: Gaetano Cognome: Murano Nato a Frosinone e residente in Roma. Ufficiale Superiore in Spe della Guardia di Finanza ESPERIENZE DIDATTICHE E TITOLI CONSEGUITI: Anno

Dettagli

ANTONIO TALONE. a.talone@provincia.roma.it

ANTONIO TALONE. a.talone@provincia.roma.it CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ANTONIO TALONE Telefono 0667667159 Fax 0667667157 E-mail a.talone@provincia.roma.it Nazionalità ITALIANA Data di nascita 08/01/1967 ESPERIENZA LAVORATIVA Nome

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA (Approvato con delibera del CdF del 03.05.06 e modificato con delibere del CdF del 07.03.07, del 12.03.08 e del 08.04.08) Regolamento didattico

Dettagli

Deliberazione n. 470/2012/PAR

Deliberazione n. 470/2012/PAR Deliberazione n. 470/2012/PAR SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER L EMILIA-ROMAGNA composta dai Magistrati dott. Mario Donno dott. Massimo Romano dott. Ugo Marchetti dott.ssa Benedetta Cossu dott. Riccardo

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome STEFANIA BENINCASA Indirizzo VIA MONTE SENARIO,80 00141 ROMA Telefono 328 0297977 Fax 06 47055615 E-mail

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE Unità direttiva Segreteria di Direzione ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE a) assistenza agli organi dell Agenzia b) istruttoria preliminare

Dettagli

TABELLA PRIMA PROCURA REGIONALE DELLE MARCHE

TABELLA PRIMA PROCURA REGIONALE DELLE MARCHE TABELLA PRIMA PROCURA REGIONALE DELLE MARCHE 1.1 TIPOLOGIE DELLE DENUNCE 1.1.1 Organi giurisdizionali 7 1.1.2 Organi amministrativi 385 1.1.3 Organi di controllo 3 1.1.4 Organi di informazione 121 1.1.5

Dettagli

MATERIALI PER UNA NUOVA CONTABILITÀ DEGLI ENTI PUBBLICI

MATERIALI PER UNA NUOVA CONTABILITÀ DEGLI ENTI PUBBLICI MATERIALI PER UNA NUOVA CONTABILITÀ DEGLI ENTI PUBBLICI Organo ufficiale di cultura delle istituzioni pubbliche dell Istituto Max Weber 1. Materiali per una nuova contabilità degli enti pubblici. Lezioni

Dettagli

Parere n. 20/Par./2008

Parere n. 20/Par./2008 CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL PIEMONTE Parere n. 20/Par./2008 La Sezione Regionale di Controllo per il Piemonte, nell adunanza del 24 luglio 2008 composta dai Magistrati: Dott.

Dettagli

Curriculum vitae. Studi: Attività universitaria:

Curriculum vitae. Studi: Attività universitaria: Dati personali: Nome: Antonio Cognome: Pagliano Data di nascita: 08.08.72 Luogo di nascita: Napoli Residenza: C.so Umberto I, 34 - Napoli Nazionalità: Italiana Curriculum vitae Studi: - 1996: Laurea in

Dettagli

Daniele Cappuccio (Messina, 16 luglio 1968)

Daniele Cappuccio (Messina, 16 luglio 1968) Daniele Cappuccio (Messina, 16 luglio 1968) Le esperienze professionali. Già coadiutore presso la Banca d Italia nel periodo 1993\1994, sono stato nominato uditore giudiziario con D.M. 8 luglio 1994. Nel

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PALERMO Dirigente - AREA ECONOMICO FINANZIARIA

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PALERMO Dirigente - AREA ECONOMICO FINANZIARIA INFORMAZIONI PERSONALI Nome LA TONA GIUSEPPA Data di nascita 05/01/1963 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio DIRIGENTE UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PALERMO Dirigente

Dettagli

AREA UFFICIO TECNICO SETTORE LAVORI PUBBLICI

AREA UFFICIO TECNICO SETTORE LAVORI PUBBLICI C O M U N E D I SABBIO CHIESE P R O V I N C I A D I B R E S C I A via Caduti 1, 25070 SABBIO CHIESE (BS) AREA UFFICIO TECNICO SETTORE LAVORI PUBBLICI ----------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

approvato all adunanza del 18 marzo 2013

approvato all adunanza del 18 marzo 2013 REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI INDIVIDUALI DI COLLABORAZIONE AUTONOMA A SOGGETTI ESTRANEI ALL AMMINISTRAZIONE DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI BOLOGNA approvato all adunanza del 18 marzo 2013 ARTICOLO

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI ART. 1 Finalità della Scuola 1. E' istituita, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'università degli Studi di Parma, la Scuola

Dettagli

NEWSLETTER N. 6/2013 DEL 7 OTTOBRE 2013

NEWSLETTER N. 6/2013 DEL 7 OTTOBRE 2013 NEWSLETTER N. 6/2013 DEL 7 OTTOBRE 2013 IN QUESTA NEWSLETTER: Contributo ai Comuni per il minor gettito IMU Certificazione patto di stabilità: il test firma digitale sospensione dell IMU: il decreto sospensione

Dettagli

C O N S I G L I O D E L L O R D I N E D E G L I A V V O C A T I D I B O L O G N A

C O N S I G L I O D E L L O R D I N E D E G L I A V V O C A T I D I B O L O G N A C O N S I G L I O D E L L O R D I N E D E G L I A V V O C A T I D I B O L O G N A REGOLAMENTO PER LE DIFESE D UFFICIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BOLOGNA approvato all adunanza del 1 luglio 2015 e integrato

Dettagli

Curriculum Vitae. Nome e Cognome: Andrea Fantin. Data e Luogo di nascita: Verona (VR), 2 luglio 1973. Professione: Notaio e Docente Universitario

Curriculum Vitae. Nome e Cognome: Andrea Fantin. Data e Luogo di nascita: Verona (VR), 2 luglio 1973. Professione: Notaio e Docente Universitario Curriculum Vitae Nome e Cognome: Andrea Fantin Data e Luogo di nascita: Verona (VR), 2 luglio 1973 Professione: Notaio e Docente Universitario Docenza Universitaria: Dal settembre 2012 Dal 09/05/2009 Dal

Dettagli

Dirigente - Segreteria della II Sezione Giurisdizionale d'appello

Dirigente - Segreteria della II Sezione Giurisdizionale d'appello INFORMAZIONI PERSONALI Nome D'Amaro Daniela Data di nascita 27/09/1975 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio II Fascia CORTE DEI CONTI Dirigente - Segreteria della II

Dettagli

Avvocato Cassazionista del ruolo della Dirigenza tecnico legale presso l'avvocatura Comunale di Palermo

Avvocato Cassazionista del ruolo della Dirigenza tecnico legale presso l'avvocatura Comunale di Palermo INFORMAZIONI PERSONALI Nome Tomasello Ezio Data di nascita 31/07/1958 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Avvocato Cassazionista del ruolo della Dirigenza tecnico

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI PISTOIA

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI PISTOIA INFORMAZIONI PERSONALI Nome Pupino Paola Data di nascita 26/08/1952 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI PISTOIA Dirigente

Dettagli

CURRICULUM VITAE. TITOLI DI STUDIO Revisore Contabile (DM 25/11/1999 in G.U. Supplemento n. 100 IV Serie speciale del 17/12/1999) al n.

CURRICULUM VITAE. TITOLI DI STUDIO Revisore Contabile (DM 25/11/1999 in G.U. Supplemento n. 100 IV Serie speciale del 17/12/1999) al n. ANTONIA COPPOLA STUDIO PROFESSIONALE IN ROMA, VIA CESARE FERRERO DI CAMBIANO N.82 NATA A NAPOLI IL 3 NOVEMBRE 1970 STATO CIVILE: CONIUGATA CURRICULUM VITAE TITOLI DI STUDIO Da Dicembre 1999 Revisore Contabile

Dettagli

CURRICULUM PROFESSIONALE di Franco MASSI

CURRICULUM PROFESSIONALE di Franco MASSI CURRICULUM PROFESSIONALE di Franco MASSI DATI PERSONALI Luogo di nascita : Recanati (MC) Stato civile : Coniugato con prole ( 3 figli ) Abilitazioni prof. : Revisore contabile Onorificienze : Grande Ufficiale

Dettagli

Regolamento delle Scuole UCPI

Regolamento delle Scuole UCPI Regolamento delle Scuole UCPI TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Oggetto e finalità. 1. Il presente regolamento disciplina l attività di formazione e di qualificazione professionale dell avvocato penalista,

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. ORSINI ROBERTO Data di nascita 04/02/1964

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. ORSINI ROBERTO Data di nascita 04/02/1964 INFORMAZIONI PERSONALI Nome ORSINI ROBERTO Data di nascita 04/02/1964 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio II Fascia CONSIGLIO DI STATO Dirigente - UFFICIO SERVIZIO

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. CONSOLI LUIGI Data di nascita 22/09/1966. Dirigente - TRIBUNALE AMMINISTRATIVO DEL LAZIO SEGRETERIA GENERALE

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. CONSOLI LUIGI Data di nascita 22/09/1966. Dirigente - TRIBUNALE AMMINISTRATIVO DEL LAZIO SEGRETERIA GENERALE INFORMAZIONI PERSONALI Nome CONSOLI LUIGI Data di nascita 22/09/1966 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio II Fascia Dirigente - TRIBUNALE AMMINISTRATIVO DEL LAZIO SEGRETERIA

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. Corte dei conti. Sezione regionale di controllo per la Puglia

REPUBBLICA ITALIANA. Corte dei conti. Sezione regionale di controllo per la Puglia Deliberazione n.94/par/2013 REPUBBLICA ITALIANA la Corte dei conti in Sezione regionale di controllo per la Puglia Nella camera di consiglio del 3 maggio 2013, composta dai magistrati Presidente Consigliere

Dettagli

VIALE ADUA N. 256 51100 PISTOIA. ernesto.defeo@aams.it defer15@libero.it. Dirigente di 2^ fascia. Agenzia delle Dogane e Monopoli di Stato-

VIALE ADUA N. 256 51100 PISTOIA. ernesto.defeo@aams.it defer15@libero.it. Dirigente di 2^ fascia. Agenzia delle Dogane e Monopoli di Stato- C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo DE FEO ERNESTO VIALE ADUA N. 256 51100 PISTOIA Telefono 339-3913020 Fax E-mail ernesto.defeo@aams.it defer15@libero.it Nazionalità Data

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI E PROFESSIONALI Nome e cognome Data di nascita 2 marzo 1964 Indirizzo Telefono, fax E-mail Nazionalità Titolo di studio Nome e indirizzo

Dettagli

Professione Revisore degli enti locali Pisa, dall 8 al 29 ottobre 2014

Professione Revisore degli enti locali Pisa, dall 8 al 29 ottobre 2014 Professione Revisore degli enti locali Pisa, dall 8 al 29 ottobre 2014 in collaborazione con e ANCREL Liguria - Toscana Destinatari Dottori commercialisti, Revisori legali dei conti, Responsabili dei servizi

Dettagli

BANDO N. 23/2015 Procedura comparativa per il conferimento di n. 1 incarico individuale con contratto di collaborazione coordinata e continuativa.

BANDO N. 23/2015 Procedura comparativa per il conferimento di n. 1 incarico individuale con contratto di collaborazione coordinata e continuativa. Prot. n. 436 del 05.08.2015 Class. VII/16 BANDO N. 23/2015 Procedura comparativa per il conferimento di n. 1 incarico individuale con contratto di collaborazione coordinata e continuativa. IL DIRETTORE

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI IMPERIA

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI IMPERIA AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI IMPERIA Regolamento provinciale per la disciplina degli strumenti e delle metodologie per i controlli interni, ai sensi dell art. 3, comma 2, del d.l. 174/2012, convertito

Dettagli

COMUNE DI SANTA MARIA A VICO

COMUNE DI SANTA MARIA A VICO ORIGINALE COMUNE DI SANTA MARIA A VICO PROVINCIA DI CASERTA Data Delibera: 25/06/2014 N Delibera: 70 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto: ACCESSO AL FONDO DI LIQUIDITA' PER ASSICURARE

Dettagli

Deliberazione n. 28/2010/PAR REPUBBLICA ITALIANA. Corte dei conti. Sezione regionale del controllo. per l Emilia - Romagna. composta dai Magistrati

Deliberazione n. 28/2010/PAR REPUBBLICA ITALIANA. Corte dei conti. Sezione regionale del controllo. per l Emilia - Romagna. composta dai Magistrati Deliberazione n. 28/2010/PAR REPUBBLICA ITALIANA la Corte dei conti in Sezione regionale del controllo per l Emilia - Romagna composta dai Magistrati dr. Mario Donno dr.ssa Rosa Fruguglietti Lomastro dr.

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Studi Abilitazione all insegnamento delle discipline giuridiche ed economiche (classe di concorso A019) nelle scuole superiori conseguita a seguito di concorso ordinario presso

Dettagli

Art. 1 ALBO DEI SOGGETTI ACCREDITATI

Art. 1 ALBO DEI SOGGETTI ACCREDITATI REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INCARICHI INDIVIDUALI DI COLLABORAZIONE E CONSULENZA (Adottato con delibera n. 12 del C.d.A. del 22.03.2007 successivamente modificato con delibera n. 4 del C.d.A.

Dettagli

CURRICULUM VITAE DEL PROF. AVV. ANTONIO D ALESSIO

CURRICULUM VITAE DEL PROF. AVV. ANTONIO D ALESSIO CURRICULUM VITAE DEL PROF. AVV. ANTONIO D ALESSIO Laureato in Giurisprudenza il 20 luglio 1973 presso l Università La Sapienza di Roma con la votazione di 110/110 e lode, con una tesi in Diritto processuale

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CORSI MASTER E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO, AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE PERMANENTE E CONTINUA (D.R. n. 137 del 8.4.

REGOLAMENTO DEI CORSI MASTER E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO, AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE PERMANENTE E CONTINUA (D.R. n. 137 del 8.4. REGOLAMENTO DEI CORSI MASTER E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO, AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE PERMANENTE E CONTINUA (D.R. n. 137 del 8.4.2015) Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina le procedure

Dettagli

Bando di esame di abilitazione all'esercizio della professione di Avvocato - Sessione 2010. IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA

Bando di esame di abilitazione all'esercizio della professione di Avvocato - Sessione 2010. IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA Bando di esame di abilitazione all'esercizio della professione di Avvocato - Sessione 2010. (G.U. n. 58 del 23-7-2010-4 a serie speciale) IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA Visti il regio decreto-legge 27 novembre

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI INFORMAZIONI PERSONALI Nome Valentina Alonzo Data di nascita 15/11/1973 Qualifica Collaboratore Amministrativo Professionale Esperto Amministrazion Azienda USL Roma D e Incarico attuale Posizione Organizzativa

Dettagli