periodico indipendente JE SUIS CHARLIE! CORSO DI AGGIORNAMENTO e FORMAZIONE DOCENTI 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "periodico indipendente JE SUIS CHARLIE! CORSO DI AGGIORNAMENTO e FORMAZIONE DOCENTI 2015"

Transcript

1 Attualità hotel ristorante meeting Anno XXXVII - n. 1 - GENNAIO distribuzione gratuita Legnago (Verona) JE SUIS CHARLIE! di P. Cecco Suonate la Marsigliese, suonatela! Allon enfants de la Patrie le jour de glorie est arrivé! Contre nous de la tyrannie, l étendard sanglant est levé Entendez-vous dans les campagnes Mugir ces féroces soldats? Ils viennent jusque dans nos bras Egorger nos fils, nos compagnes! Aux armes, citoyens, Formez vos bataillons, Marchons, marchons! Qu un sang impur Abreuve nos sillons. E una delle scene più struggenti della storia del cinema, quella in cui si canta la Marsigliese al Rick s Café Américain nel film Casablanca, come atto di sfida alle milizie naziste. Ho voluto riportare fedelmente le prime strofe del celebre inno transalpino per rimarcare, ancora una volta, le origini e le radici della nostra comune appartenenza al sistema dei valori definito occidentale. La Marsellaise non è semplicemente il più antico inno nazionale ma rappresenta la chiamata alle armi alla Rivoluzione francese, dunque, l abbattimento della monarchia e di un intero mondo - l ancien régime- per cementificare le fondamenta spirituali, ideologiche e valoriali di una realtà che da un paio di secoli la ritroviamo in ogni istante nella nostra quotidianità. Il vigliacco massacro alla redazione del periodico satirico francese Charlie Hebdo, che ha causato dodici morti tra giornalisti e forze dell ordine a causa di una vignetta sul califfo dello stato islamico, Al Baghdadi, è un sanguinoso attacco al cuore a quelle libertàd espressione, di stampa, di pensiero, di satira- che l Europa ha conquistato nel corso dei secoli. A mio avviso, quest atto è nettamente più luciferino di quello dell undici Settembre: si è trattato di una feroce sfida ad un intero sistema di valori; le televisioni di tutto il mondo ci hanno fatto assistere ad un cannibalismo vorace ai danni del nostro spirito comunitario ed ora è un delitto rimanere inermi. La libertà di pensiero e di espressione deve coinvolgerci tutti perché è di tutti ed incarna il nostro dna: è la nostra carta d identità e abbiamo versato litri di sangue e sacrificato centinaia di martiri per ottenerla. Riprendendo il giornalista Massimo Fini sul Fatto Quotidiano del 8 ottobre 2010: Una democrazia, se è tale, deve accettare tutte le opinioni. È il prezzo che paga a se stessa e che la distingue dai regimi totalitari. L unico discrimine è che nessuna idea può essere fatta valere con la violenza. Che stivaloni nazisti hanno marciato su Parigi in questa settimana! (continua a pag. 3) UN ITALIA SEMPRE PIù MACRO... di A. Costantini Dopo le macro-province, quelle, per intenderci, che avrebbero dovuto inglobare in una stessa entità amministrativa il delta del Po e la Gardesana Orientale, ecco ora spuntare le Macro-regioni, il non-plus-ultra degli accorpamenti. E questa volta a proporlo non è un oscuro nostalgico della Padania, ma illustri parlamentari e governatori di diversi schieramenti politici. In base a questo progetto, le cosiddette Tre Venezie, ossia Veneto, Trentino-Alto Adige e Friuli-Venezia Giulia, verrebbero a confluire in un unica entità, una macro-regione, appunto. Una prima obiezione, che poi è sempre la solita: dove sarebbe il risparmio? Forse che uffici e funzionari regionali diminuirebbero di numero, una volta partorita questa signora Macro? Magari sì, ma purtroppo le esperienze pregresse, tipo quella dei tribunali soppressi, non appaiono molto incoraggianti; e a tale proposito, dove sarebbe il vantaggio per l erario nel costringere un amministratore della Val Gardena a recarsi a Venezia per parlare con l assessore regionale, anziché a Bolzano-Bozen? Ma andiamo avanti. Si sa che non bisogna mai sopravvalutare troppo i cervelli delle persone, ma non posso credere che chi ha redatto questo progetto si sia semplicemente dimenticato che due delle tre candidate alla fusione sono Regioni Autonome a Statuto Speciale; (continua a pag. 4) Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Prima della sottoscrizione leggere attentamente il Fascicolo Informativo disponibile sul sito PIANOLIBERO Accademia di Musica convenzionata con i Conservatori di Verona, Mantova Rovigo CORSO DI AGGIORNAMENTO e FORMAZIONE DOCENTI 2015 Città di Legnago a cura di Emanuela Mattioli Rivolto a docenti di Lettere, Filosofia, Arte, Lingue straniere, Musica FEbbRAIO 2015 giovedì 19 e venerdì 20 Corso tenuto dai Professori relatori: PROF. AuRElIO CANONICI Docente titolare di Esercitazioni Orchestrali presso l Istituto AFAM de l Aquila (www.aureliocanonici.com) PROF. VIRGINIO ZOCCATEllI Docente titolare di Composizione per Didattica della Musica presso l istituto AFAM di udine. (www.virginiozoccatelli.it) MARZO 2015 giovedì 26 e venerdì 27 ORARIO Giovedì prof. Canonici prof. Zoccatelli Venerdì prof. Canonici prof. Zoccatelli GUZZO VENICIO LEGNAGO - Via Matteotti, 75 - Tel. e Fax VENDITA S. VITO DI LEGNAGO - casa e magazzino con terreno; LEGNAGO VANGADIZZA - casa con terreno agricolo e rustici di pertinenza; LEGNAGO - TERRANEGRA - Appartamento in quadrifamiliare con doppio garage e taverna; LEGNAGO CENTRO - vendita garage di nuova costruzione a partire da e ; LEGNAGO CENTRO - Ampio appartamento con garage; VILLABARTOLOMEA - Ampio fabbricato con notevole cubatura a varie destinazioni d uso. LEGNAGO - Rustico con mq di terreno, ottimo prezzo.

2 2 Anno XXXVII - n. 1 - Gennaio 2015 Da oggi in Crediveneto trovi i nuovi CrediConto pensati per te uno per ogni tua diversa esigenza Crediconto relax Anch io CrediConto Giovani Crediconto giovani Anch io CrediConto Giovani Anch io CrediConto Giovani Anch io CrediConto Giovani Anch io CrediConto Giovani Crediconto pensione Crediconto SOCI INDUSTRIA Crediconto imprese ARTIGIANATO AGRICOLTURA PROFESSIONISTI COMMERCIO Crediconto Completo C O Crediconto mio Crediconto light M P L E T O Vieni a trovarci in una delle nostre Filiali e con il tuo CrediConto potrai scoprire tanti prodotti e servizi a condizioni agevolate. Ti aspettiamo! Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali e per quanto non espressamente indicato è necessario fare riferimento ai fogli informativi che sono disponibili in tutte le Filiali e sul sito Offerta valida fino al 31/01/2015.

3 Anno XXXVII - n. 1 - Gennaio SOGGIORNO A CAPO VERDE Capo Verde Corner Areal de Santa Maria, na Ilha do Sal, em Cabo Verde Il Basso Adige accoglie la proposta del Tour Operator Itinere Viaggi di un soggiorno di 8 giorni / 7 notti in villaggio turistico 4 stelle super, situato sulla splendida spiaggia di sabbia bianca per 8 km. nell isola di Sal-Capo Verde. La settimana è programmata dal 12 al 19 aprile 2015 al costo individuale di 795,00 con trattamento All Inclusive comprensivo di trasporto da e per l aeroporto di Bergamo, Tasse aeroportuali, Visto turistico, escluso supplemento camera singola (totale 90) e tassa soggiorno (totale 14). I vari rapporti che Il Basso Adige ha sviluppato nel settore culturale, turistico ed economico, oltre ad una particolare frequentazione delle varie isole dal clima tropicale che formano l Arcipelago di Capo Verde, nell Oceano Atlantico al largo del Senegal, ci consentono di raccomandare tale proposta di soggiorno per scoprire la cultura capoverdiana, l artigianato locale e l amabilità di questa popolazione di religione cattolica al 96% e il loro stile di vita no stress unitamente all animazione tipica dei villaggi turistici e nostra. Per ulteriori informazioni, tel (G. Galetto); per adesioni - Tel JE SUIS CHARLIE! (segue da pag. 1) La Marsigliese cantata nelle piazze transalpine ed europee in questi giorni, mi ha ricordato la celebrissima scena di Casablanca dove al fanatismo degli usurpatori teutonici si cantava l inno consapevoli, purtroppo, che la tattica pacifista si rivelò fallimentare. Mi ha profondamente scosso e fatto riflettere che i più terrificanti attentati di questi ultimi anni si siano verificati in quei Paesi- dagli Stati Uniti, All Inghilterra, alla Svezia, all Olanda alla Francia per l appuntoche hanno sempre incarnato la locomotiva liberale e progressista, erigendosi a scudo e paravento (certo con i loro molteplici limiti e scheletri negli armadi) del non plus ultra dei valori del mondo libero, costituzionale e moderno. Aver puntato i kalashnikov in una sede di un giornale, ha l orrendo sapore di aver sputato e rigurgitato sul piatto che pazientemente e generosamente a flotte di persone è stato offerto. Piange il cuore vedere nel vecchio continente questa Pearl Harbor dei diritti e delle libertà. Se tutti gli uomini, meno uno, avessero la stessa opinione, non avrebbero diritto di far tacere quell unico individuo più di quanto ne avrebbe lui di far tacere, avendone il potere, l intera umanità. Così scriveva due secoli fa John Stuart Mill, uno dei padri nobili del liberalismo e della modernità. Non esistono giustificazioni politiche, storiche, culturali, religiose o filosofiche quando si spara su un idea e una forma di pensiero. È un tratto inalienabile e intramontabile che da senso al nostro fare comunità. Charlie è un giornale satirico, provocante, ubriacone, contestatario, di trincea, bete et méchant (stupido e cattivo), come viene definito dai suoi fondatori; io stesso non avrei preso una copia di questo giornale lontano anni luce dal mio modo di pensare e concepire l informazione ma riprendendo ancora il saggista anglosassone: impedire l espressione di un opinione significa derubare la razza umana. Sparare su un giornalista significa calare la mannaia sul mondo libero. Charlie resta un giornale irriverente, schizofrenico, inopportuno ma ha la piena patente di legittimità per esprimersi sulla piazza e confrontarsi e scontrarsi con i lettori. La nostra libertà, i nostri principi, i nostri giornali non hanno prezzo e difenderemo, con le unghie e con i denti, il patrimonio che abbiamo ereditato dai nostri padri e che dovremmo conservare per i nostri figli. Non svenderemo, al bazar delle paure, delle titubanze e delle teste chinate, la nostra anima, fosse anche il caso di richiamare in servizio i pronipoti del generale Patton. Urge, quindi, indignarsi e fare muro in difesa di quei valori inalienabili, alzare in cielo i vessilli di quelle sacre bandiere che sventolano i nostri diritti inalienabili e che mai e poi mai ci faremo scappare. Pourr la liberté d expression, la liberté de penser... Je suis Charlie! BIBLIO FILIA - ALLA SCOPERTA DEI LIBRI di Sergio Bissoli - Parte 44 I GRANDI SCRITTORI ITALIANI DIMENTICATI BROCCHI VIRGILIO (Rimini Genova 1961). Dal romanzo: SUL CAVAL DELLA MORTE AMORE CAVALCA (Editore Mondadori, 1928). Tutte le ragazze erano smaniose di ritrovi, di spettacoli, di feste, di balli: non disdegnavano i circhi equestri, affollavano il piccolo teatro, se una compagnia comica veniva da Milano o da Cremona; e davano esempio di gaiezza alle artigianelle, alle operaie della filanda e del cotonificio, prima che venissero le suore Canossiane a domarle, quelle ragazze, con un nastrino verde e una medaglia; e imprigionarle nel loro chiostro ingraticciato, spegnendo nell Isola il canto e la gioia, coprendo i franchi amori con un cappuccio di ipocrisia. Ma allora la stessa malanconica sagra di ottobre, che mescolava tristi odori di fichi secchi e carrube, di baccalà e formaggi, e stendeva sotto i portici banchi di stoviglie, di libri e oleografie, spalancava le porte alla fremente attesa delle feste. Che importava se gli alberi abbandonavano alla nera terra solcata dall aratro e all umido, strati e cumuli di rosse foglie brillantati di brina? Che importava se la campagna fumigava di nebbia e si annegava sotto la pioggia? Le ragazze sognavano la neve: un organetto si fermava dinanzi ad un atrio e ne faceva sprizzare una festa da ballo. Non c erano più vicoli tepidi per i convegni; le funzioni di chiesa erano troppo brevi per i ritrovi: le fanta sie fresche balzavano smaniosamente oltre Na tale, e trasmutavano il regno del gelo e della neve nel gaudioso regno del carnevale. FONDATO NEL 1979 Direttore responsabile: ROBERTO TIRAPELLE Direttore editoriale: GIANNI GALETTO Autor. 462 del Tribunale di Verona. Sede in Legnago (VR) - Corso della Vittoria, 36 Pubblicità tel Foto di Paolo Pravadelli. Grafica, impaginazione e stampa: Grafiche Stella s.r.l. - Legnago (VR) Il Basso Adige è portavoce dell Associazione Culturale Il Basso Adige, fondata con atto notarile 6812 del , reg. a Legnago il il cui Consiglio Direttivo è così composto: Presidente: Gianni Galetto Presidente Onorario: Alessandro Belluzzo Vice Presidente: Francesco Occhi Segretario: Giuseppe Mutti Consiglieri: Armandino Bocchi Renzo Peloso

4 4 Anno XXXVII - n. 1 - Gennaio 2015 PARAFARMACIA Dott.ssa Caterina Girardello Piazza Garibaldi - Angolo Via G. Matteotti - Legnago - Tel ERBORISTERIA OMEOPATIA SANITARIA DERMOCOSMESI La PARAFARMACIA Girardello ha saputo rinnovarsi e crescere contando sulla propria esperienza e capacità di adattarsi ai grandi cambiamenti in atto nel settore farmaceutico. Una iniziativa che ha saputo soddisfare i nostri clienti è la TESSE- RA UNICLUB che premia sempre sia con omaggi immediati che con premi da catalogo. Accumulare punti è facile: 1 PUNTO OGNI 50 centesimi di spesa ed in più, ogni 10 di spesa, si partecipa all estrazione di uno dei premi in palio tra cui una CROCIERA!!!! A gennaio è partita anche l iniziativa CON 25 DI SPESA UN REGALO PER TE che ha soddisfatto tanti nostri clienti e sulla scia di questo successo abbiamo pensato di prorogarla PROMOZIONI DI FEBBRAIO anche per il mese di FEBBRAIO. Tanti sono i premi in palio tra cui : prova della glicemia, prodotti per i piedi, test intolleranza alimentare, libri, integratori, maschere viso o occhi, e il più ambito, CION- DOLO PORTAFORTUNA! Per far fronte ad un aumento continuo dei prezzi si è ricorso a delle iniziative specifiche rivolte ai clienti per dar loro la possibilità di risparmiare acquistando i prodotti di sempre! Vi ricordiamo: i prodotti MELLIN sono tutti scontati (ad esempio omogenizzato di frutta a 1,10); i FARMACI senza obbligo di ricetta 15% di sconto; Le Dott.sse della PARAFARMACIA GIRARDELLO sono sempre a tua disposizione per illustrarti le numerose iniziative e novità di ogni mese. Seguici su Facebook! Da sinistra: Dott.ssa Ferrante Marzia, Dott.ssa Girardello Caterina, Dott.ssa Tedesco Chiara. i FERMENTI LATTICI con tre confezioni 33, 33% di sconto. e tanto altro ancora. Nel 2014 abbiamo sviluppato tantissimo il settore degli integratori per sportivi e questo ci ha permesso di essere conosciute anche come la PARAFARMACIA DELLO SPORTIVO! Ogni mese è a tua disposizione un esperto del settore per un consiglio gratuito. UN ITALIA SEMPRE PIù MACRO... (segue da pag. 1) e una di queste ha una buona fetta della popolazione che parla tedesco ed è tutelata da accordi internazionali. Qui naturalmente l ottimista potrebbe immaginare che così il Veneto otterrebbe automaticamente l auspicata autonomia di cui godono le altre regioni, compresa la possibilità di conservare in saccoccia i 20 miliardi di euro che ogni anno il Veneto diligentemente elargisce ai palazzi romani. E infatti, il Governatore Zaia si è dimostrato molto interessato. Il solito diavoletto potrebbe però suggerire l altra alternativa, ossia che le due regioni piccole seguissero lo statuto di quella più grande, perdendo l autonomia. Se è un modo per far tornare di moda gli attentati dei Südtiroler ai tralicci della corrente negli anni 60 (qualcuno ricorda ancora i Quattro Bravi Ragazzi della Val Aurina?), posso permettermi di consigliare dei modi meno complicati e cruenti per farli saltare in aria. Quanto a una macro-regione unica, che mantenesse zone a statuto speciale e altre invece a statuto ordinario, assomiglierebbe a certi mostri mitologici ritratti dalle situle paleo-venete del Museo di Este. E storicamente, come la mettiamo? Voglio dire, è esistita nel passato un entità che in qualche modo richiamasse questa ipotetica macroregione tricefala? Come si sa, il primo a creare una suddivisione regionale dell Italia fu Augusto, e la nostra Decima Regio Venetia et Histria potrebbe corrispondere a questo modello come dimensioni e confini, anzi, li travalicava, estendendosi da Pola a Cremona. Esiste in effetti un eredità comune data dal fatto che buona parte di questi territori, anche prima dell avvento di Roma, erano uniti dalla comune appartenenza alla cosiddetta civiltà paleo-veneta, ma è vero anche che il Veronese, come buona parte del Friuli e del Veneto settentrionale, erano ormai terre celtiche all epoca della riorganizzazione augustea; per non parlare del Trentino-Alto Adige, prevalentemente retico. Nel medioevo ci fu poi la cosiddetta Marca di Verona e Aquileia, creata nel 951 da Berengario e che si estendeva dal lago di Garda ai confini orientali del regno, con capitali Verona e Aquileia. Interessante il fatto che, dopo il 1077, il Friuli e il Trentino divennero Principati ecclesiastici, retti rispettivamente dal Patriarca e da un Vescovo-Conte. Il Friuli, con la conquista veneziana all inizio del 400, fu riunito al Veneto e ne rimase parte integrante sino a dopo la Seconda Guerra Mondiale, quando fu congiunto al poco che rimaneva della Venezia Giulia. Ciò nonostante, il Friuli ha sempre conservato una fisionomia propria, data anche dalla lingua, il friulano appunto, che non appartiene al gruppo italiano ma a quello ladino, oltre a molte tradizioni locali. Quanto al Trentino, seguì le sorti di altri territori dell Impero, senza però subire la profonda germanizzazione dell Alto Adige, e rimanendo quindi, sul piano linguistico, ancorato alle sue origini lombardo-venete e alla lingua italiana come idioma colto. Ciò nonostante, per molti versi i trentini sono parte storica del Tirolo (il Welschtirol, lo chiamavano, ossia il Tirolo italiano ), e con il Veneto hanno avuto spesso rapporti conflittuali. Certo, se il condottiero Roberto Sanseverino nel Battaglia di Calliano - fosse riuscito a conquistare Trento e annetterla alla Repubblica di Venezia, ora racconteremmo un altra storia, ma sta di fatto che i trentini furono in genere fedeli alla Casa d Austria. E parlando di Austria, occorre dire che ci sarebbe un altro vincolo storicamente plausibile, quello maturato sotto gli Asburgo, anche se allora le entità amministrative erano diverse: Gorizia, Gradisca e Trieste appartenevano infatti al Litorale austriaco, il Trentino alla Contea del Tirolo e il Veneto al Regno Lombardo-veneto. Si potrebbe allora immaginare una regione europea sovra-nazionale, come evoluzione della Comunità Alpe-Adria, comprendente il Veneto, il Friuli-Venezia Giulia, il Trentino-Alto Adige, la Lombardia, con circa 17 milioni di abitanti di lingua italiana, più la piccola Slovenia con i suoi due milioni, l Austria (8 milioni e mezzo) e l Ungheria, (circa dieci milioni), ma bisognerebbe prima convincere gli austriaci a tagliare il cordone ombelicale che li lega alla Germania. Se poi aderisse anche la Croazia, si potrebbero riallacciare rapporti significativi per noi veneti, sul piano sentimentale, con la costa istrianodalmata. Ovviamente, stiamo fantasticando, ma fino a un certo punto: gli eventi di questi ultimi anni 25 anni hanno rimesso in movimento molte frontiere che parevano cristallizzate per l eternità, anche nella nostra Vecchia Europa, e non ci sarebbe da stupirsi, in questo riemergere di califfati, sante Russie, staterelli ed entità riemersi dal buio del medioevo, se si verificassero nuove e tutt altro che inedite forme di associazione. Chi è che aveva parlato di fine della storia?

5 Anno XXXVII - n. 1 - Gennaio L IMPORTANZA DELLA PRIMA COLAZIONE Un antico adagio della tradizione popolare recita: il mattino ha l oro in bocca. Soprattutto se inaugurato da una buona e sana prima colazione, meglio se attorno alla tavola con tutta la famiglia. In controtendenza con quanto accadeva solo fino allo scorso anno, cala dal 16 al 5 per cento la percentuale di bambini e giovani che saltano il primo pasto importante della giornata. Lo rivela un indagine condotta dall Osservatorio Doxa - AIDEPI (Associazione delle Industrie del Dolce e della Pasta Italiane) che ha fotografato il comportamento mattutino di nove milioni di nuclei familiari con figli tra i 5 e i 24 anni, che rappresentano il 37% della popolazione italiana. Il risultato è incoraggiante: oggi, una famiglia su tre si riunisce quotidianamente per il rito della colazione, alla presenza di almeno un genitore. Questo grazie anche all intensa attività di sensibilizzazione e comunicazione portata avanti dalla comunità scientifica sull argomento. Il professor Pietro Migliaccio, nutrizionista e presidente della SISA (Societa Italiana di Scienza dell Alimentazione) afferma che è essenziale che ci sia una giusta distribuzione dei pasti durante la giornata, vale a dire colazione, pranzo, cena con l intermezzo di un piccolo snack a metà mattina e pomeriggio. La colazione è fondamentale e non bisogna in alcuna modo privarsene. Dal punto di vista biochimico, l organismo per far fronte alle sue necessità energetiche consuma glicogeno, carboidrati di riserva presenti nei muscoli e nel fegato, anche durante le ore notturne. Quando questa importante fonte si esaurisce, si utilizzano i grassi, cioè i trigliceridi, ed è questo il motivo per cui al mattino presto possiamo avere l alito pesante. Fare a meno di questo primo convivio della giornata provoca ripercussioni nei bambini in età evolutiva e scolastica: è stato scientificamente provato che i ragazzi che saltano la prima colazione manifestano maggiore difficoltà di apprendimento e un calo dell attenzione e si presentano all appuntamento con il pranzo molto più affamati, tanto che la percentuale di bambini obesi è maggiore tra coloro che non fanno colazione ( i medesimi problemi valgono per gli adulti). Inoltre molti piccoli non riescono a mangiare perchè sono emozionati o nervosi all idea di andare a scuola. In questi casi, meglio non sforzarli ed evitare di iniziare la giornata con una conflittualità figliogenitore. La soluzione è dare loro una buona merenda a metà mattina preparata in casa oppura già pronta. La colazione, inoltre, è un momento di aggregazione da non sottovalutare e da consumare senza l interferenza di Tv, radio, giornali, per dialogare con i figli. Durante la colazione il dialogo diventa protagonista indiscusso ed i temi trattati sono: la pianificazione della giornata, la scuola o l asilo, argomenti vari, lavoro, problemi familiari. Il fattore famiglia è importantissimo. Se si effettua il primo pasto della giornata con i propri parenti, il 91% delle persone non si sottrae a questa coccola del mattino, il 35% cerca di farlo durare più a lungo e l 84% preferisce godersela tra le mura domestiche. Se i genitori fanno colazione aumenta del 50% la SALVIAMO SAN SALVARO Il Comitato CHIESA ROMANICA DI SAN SALVARO-LUOGO DEL CUORE, ha avviato nello scorso settembre una campagna di raccolta firme e voti a sostegno della chiesa per inserirla come Luogo del Cuore nell ambito del VII censimento nazionale di Fondo Ambiente Italiano ed ha contestualmente informato i firmatari sulla situazione strutturale dell edificio sacro, che necessita di lavori di manutenzione a 100 anni dai restauri effettuati da don Giuseppe Trecca. Con la collaborazione di tanti volontari, che vogliamo idealmente abbracciare e ringraziare sentitamente per il lavoro svolto, sono state raccolte migliaia di firme che sono state consegnate a FAI nazionale. In attesa che si enuncino le linee guida di FAI-LUOGHI DEL CUORE per i luoghi da salvaguardare nell anno 2015, il Comitato ha programmato alcuni appuntamenti per focalizzare l attenzione sulla chiesa di San Salvaro; tra questi, la creazione di un archivio di eventi, celebrazioni, manifestazioni, manufatti ed esposizioni che sono state ospitate nella suggestiva cornice della chiesa. Il Comitato invita quindi tutti i protagonisti di tali eventi (sposi, padrini, madrine, artisti, studiosi, religiosi, cittadini, fotografi, disegnatori, scultori) ad inviare la documentazione o riproduzione di quanto possiedono - fotografie, stampati, biglietti, inviti, e altri documenti - relativi a detti avvenimenti o all edificio sacro stesso. Nell assicurare la massima cura e riservatezza nonché la restituzione, se richiesta, dei documenti, informiamo che il materiale raccolto sarà presentato mediante l esposizione e/o proiezione nel corso di una serata in occasione dei festeggiamenti per la sagra primaverile di San Pietro. Sarà una simpatica occasione per ritrovarsi e rivivere insieme quei momenti speciali all interno della tanto amata chiesa di San Salvaro. Il materiale potrà essere inviato via all indirizzo: propensione della prole a farla, mentre scende di oltre il 50% di quanti la saltano con regolarità. Anche la scelta è, per così dire, comunitaria: otto volte su dieci i componenti del gruppo familiare mangiano gli stessi alimenti e bevande. Recenti studi sui piccoli in età prescolare hanno dimostrato quanto il ruolo di mamma e papà sia importante sia nella scelta alimentare sia nel modo di consumare correttamente i pasti. I nutrizionisti ricordano che la colazione deve rappresentare il 20% delle calorie necessarie all individuo nell arco della giornata. Tutto poi dipende dall età, dal sesso e dall attività fisica ed intellettuale svolta. La regola aurea è introdurre un altro per cento di calorie a pranzo, un a cena, un 10 con gli spuntini. Vanno bene yogurt e latte, alimenti ricchi di calcio. Il latte è l alimento preferito da bambini e adolescenti tra i cinque e i 14 anni ed è seguito da succhi di frutta, spremute, tè e tisane. I carboidrati sono un carburante indispensabile, in quanto oltre a fornire energia di pronta utilizzazione, consentono la sintesi di un neurotrasmettitore cerebrale, la serotonina, attivato appunto dagli zuccheri, che infonde un effetto rilassante e dà il buon umore. Via libera dunque a biscotti, pane, fette biscottate, merendine e cereali, marmellate e miele. E importante anche la varietà poichè nessun alimento fornisce tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno. Pertanto, occorre alternare il più possibile le nostre scelte anche a colazione. Mariapia De Carli Se volete esprimere il vostro parere su questo o altri argomenti trattati in precedenza mandatemi una mail a: o consegnato alla Sig.ra Norma Malatesta, appassionata e fedele custode delle memorie della chiesa, al suo indirizzo di Vicolo San Salvaro 15 (a) S.Pietro di Legnago, o consegnato ai nostri delegati presso il CIRCOLO NOI di S.Pietro ogni giovedì pomeriggio con orario a partire dal 15 gennaio Verrà inoltre approntata una apposita pagina Facebook in cui le persone interessate potranno postare indirizzi, notizie, fatti inerenti la chiesa di San Salvaro. M.F. Autoservizi - Pullman DITTA PREMIATA CON IL CESARE D ORO di Tavellin Angelo GITE VIAGGI GRAN TURISMO AIR CONDITIONED COMFORT Legnago - Tel. e Fax

6 6 Anno XXXVII - n. 1 - Gennaio 2015 LA RESISTIBILE ASCESA DI OMISSIONI E IPOCRISIE Da molto tempo mi chiedo se in Italia sia realmente possibile attuare una seria politica riformista che avvicini le strutture sociali, economiche e amministrative del nostro Paese a quelle delle più avanzate democrazie occidentali. Confesso che non sono mai riuscito a darmi una risposta definitiva, ma i dubbi e le perplessità crescono ogni qualvolta il Governo di turno affronta la questione con decisione. Intendiamoci, al di là delle dichiarazioni ufficiali che immancabilmente ribadiscono questa volontà, non sempre chi si è succeduto alla guida dell Esecutivo ha avuto tra le sue priorità reali quella di mettere in moto un processo di riforme che molto probabilmente avrebbe potuto provocare, almeno nel breve periodo, una forte perdita di consenso e quindi di potere. In tutti gli Stati esistono i gruppi di pressione, ma nella maggior parte dei casi essi agiscono alla luce del sole; la parola lobby significa proprio tribuna, nel senso che la lobby si costituisce allo scopo di influenzare talune decisioni nelle aule dove si esercita l attività politica, a favore di interessi costituiti ben identificati e manifesti. Da noi il sistema è molto meno trasparente ma molto più pervasivo: consorterie, camarille, vere e proprie associazioni occulte dedite al malaffare si intrecciano con una struttura sociale che definire tuttora prevalentemente corporativa appare perfino riduttivo. In questa situazione, qualunque tentativo di cambiamento provoca la reazione di qualche categoria, magari fortemente sindacalizzata o con appoggi sedimentati nei diversi schieramenti parlamentari, che spesso è nella condizione oggettiva di paralizzare interi settori economici o servizi pubblici essenziali, con una considerazione di assoluta irrilevanza dei diritti violati della maggioranza dei cittadini. Penso di non essere l unico ad essere rimasto fortemente colpito da quanto accaduto nelle ultime settimane a Roma, Napoli ed in altre città relativamente alla moltiplicazione dei certificati di malattia nei giorni più critici delle recenti festività. Aggiungo che già nei periodi di normale operatività la produttività media di molti dei nostri servizi pubblici è inferiore del 30% a quella di molti nostri competitors europei e del 15% rispetto alla media dei Paesi UE. Ma su questo dato ho letto poche riflessioni, mentre dopo qualche giorno da parte di un cospicuo drappello di politici vi è stato un crescendo di strizzatine d occhio, di difese d ufficio e addirittura di apologie accorate di questi comportamenti, chiedendo le dimissioni di chi li aveva denunciati. In questo, come in altri casi, difendere l indifendibile è una nostra peculiarità che ci rende ridicoli contribuendo alla nostra scarsa credibilità internazionale. A fine anno è stato approvato il c.d. Jobs Act, il complesso di provvedimenti che riforma il mercato del lavoro. Dopo qualche giorno l Istat ha pubblicato i dati sull occupazione di novembre, ancora in calo, e subito è partito un fuoco di fila di commenti che mettevano in relazione i due fatti. Forse neanche il più ardito degli economisti riuscirebbe ad attribuire ad una normativa non ancora entrata in vigore una capacità di incidere sull economia reale, ma solo di sfuggita sarebbe il caso di ricordare che negli Stati Uniti le misure anticrisi promosse dall amministrazione Obama hanno avuto effetti positivi sul tasso di occupazione solo dopo 9-12 mesi. Parimenti, gli ormai famosi 80 euro mensili aggiuntivi nelle buste paga dei redditi più bassi sono stati da molti giudicati del tutto inutili per sostenere i consumi. I dati preliminari del terzo trimestre 2014 sembrano contraddire questa affermazione mentre quelli di fine anno faranno ulteriore chiarezza sulla questione. Ma in attesa di numeri certi appare utile valutare la praticabilità di eventuali proposte alternative. Il c.d. reddito di cittadinanza, che in effetti è una sorta di reddito minimo garantito, sulla base delle stime più favorevoli costerebbe circa 17 miliardi di euro, mentre arriverebbe a più di venti secondo altri calcoli. Esistono forti dubbi sulle coperture, sul fatto che non viene presa in considerazione la posizione patrimoniale dei beneficiari e sulla sua efficacia come stimolo ai consumi in rapporto all onerosità sulle Pubbliche Finanze. Che dire poi del nuovo mantra di queste settimane, la flat tax? abolire la progressività delle imposte sui redditi favorisce esclusivamente le fasce medio - alte e penalizza fortemente quelle basse, ma a prescindere da ogni considerazione di giustizia fiscale e sociale, nei termini proposti (aliquota unica del 15 o 20%) questa misura provocherebbe nell immediato un calo delle entrate compreso fra i 70 e i 100 miliardi di euro. La circostanza che tale sistema di tassazione sia in vigore sono nella Russia di Putin ed in alcune repubbliche ex sovietiche dovrebbe quantomeno far riflettere. E singolare che chi fino all altro ieri additava questi Paesi come il male assoluto, la reincarnazione del demonio, abbia nel frattempo cambiato idea e oggi li consideri come modelli di riferimento. O, più semplicemente, dietro un trasparente velo di ipocrisia, simuli l intenzione di intraprendere un coerente e razionale processo riformatore (ammesso e non concesso che questa volontà ci sia mai stata), ma a tutti gli effetti si identifichi nel famoso aforisma di Mussolini: governare gli italiani non è impossibile, è inutile. Andrea Panziera CONSORZIO PRO LOCO BASSO VERONESE LETTORI ABC LEGNAGO SINCRONIA PERFETTA TECNOLOGIA INNOVAZIONE ESPERIENZA. ni o- /o eriedi La ve gli, GROUP s.r.l. s. qualini ma, 3 TERRAZZO -VR- o. ale alinchi rin ori le: a- sabato 8 NoVemBre 2014 ore Sala Convegni, via Stazione a Castagnaro Incontro con i ragazzi delle scuole medie ed il professor Riccardo Celeghin e proiezione video sul tema A scuola con la Grande Guerra. 100 ANNI DALLA GRANDE GUERRA dicembre 2014 fondazione fioroni di Legnago. Inaugurazione mostra fotografica, di documenti ed oggetti della Prima Guerra mondiale con materiale fornito dagli storici francesco Occhi e Giuseppe Battaglia domenica 18 Eventi GeNNAIo per ricordare 2015 ore Sala Consigliare del comune di Cerea (Palazzo della Biblioteca). Proiezione di cortometraggi sulla Prima Guerra mondiale con declamazione di alcune lettere dal fronte tratte dal libro Adorata Luigia, mio diletto Antonio di L. menini Beltrame. febbraio 2015 Scuola materna Gesù Bambino di San Pietro di Legnago Laboratorio manuale per Bambini Giocavano così, come ci si divertiva a Carnevale durante la Grande Guerra. VeNerdì 6 marzo 2015 ore Sala Civica di minerbe Incontro Le donne nella Prima Guerra mondia- Pia Gavaglia (ex ministro ed ex presidente Croce Rossa Italiana) e altre presenze femminili. Coordina l incontro la professoressa margherita ferrari. sabato 18 APrILe 2015 Presso gli Istituti delle scuole vincitrici, Cerimonia di premiazione degli elaborati inviati dagli Istituti Scolastici di elementari e medie, del Concorso Cent Anni dalla Grande Guerra, Racconta e/o dipingi una storia tratta dalla Grande Guerra. Primo premio una giornata al museo, visita guidata in pullman al museo dei Grandi fiumi di Rovigo. sabato 23 maggio 2015 ore Teatro Sociale di Villa Bartolomea. Serata di cori alpini dedicati ai canti del Primo Conflitto. Partecipano il Coro La Parete di Santa Lucia Extra di Verona e il Coro ANA Valli Grandi di Legnago. sabato 20 GIuGNo 2015 ore Antica Pieve di San Salvaro di San Pietro di Legnago. Serata di poesia e di musica con il Gruppo Lettori ABC dal titolo: Poesia in prima linea. Bevilacqua (VR) - Via Roma, 63 Tel sabato 19 settembre 2015 Visita in pullman nei luoghi della Grande Guerra presso il museo della Guerra di Rovereto, pranzo al Ristorante La terrazza sul Leno e visita alla

7 Anno XXXVII - n. 1 - Gennaio L EUROPA IN GUERRA, TRACCE DEL SECOLO BREVE La mostra sulla Prima Guerra mondiale - a cura di Piero Del Giudice - disponendo visivamente oltre 300 opere dei maggiori artisti italiani ed europei della prima metà del Novecento, apre con l attentato di Sarajevo (28 Giugno 1914) e conclude con l assedio della capitale bosniaca ( ). Sono state altresì incluse le opere di artisti attivi durante l assedio della capitale bosniaca (Edo Numankadić, Mehmed Zaimović, Halil Tikveša) nonchè una sezione per la Serbia, il primo bersaglio (28 luglio 1914) degli Austro-ungarici. Come già rilevato dalla critica, non esiste nei primi ventenni del nostro Novecento, in parallelo coevo la Grande Guerra, un arte, pittura o scultura che sia, legata alla rappresentazione della guerra stessa. Un dato di inusitato non collimare, poiché nonostante l annientamento di ben quattro Imperi, il conflitto è il fuoco divampante di un secolo agli albori, dove troveranno la morte intere generazioni, si capovolgeranno gerarchie, si apriranno imponenti rivoluzioni sociali. Saranno prologo e conclusione temporale in Italia le onde del Futurismo palingenetico, con il flusso dei maggiori esponenti del Divisionismo (la pittura sociale ad esso legata) da Nomellini ai pompiers, ai simbolisti del tardo liberty, infine al dannunzianesimo e al proclama di Marinetti. Ma è nelle coscienze che il fronte e il battesimo intriso di sangue suscita uno scuotimento e una profonda spaccatura morale. La guerra fagocita implacabile, senza eccezioni di sorta: oltre l interventista Sironi al cubista Carlo Carrà - due illustri esempi votati alla linea del fuoco, centinaia di migliaia di giovani conosceranno lo shock della mutilazione non solo fisica ma morale (Clemente Rebora). Quel tragico sdoppiamento tra mente e cuore, tra senso del dovere e il ricusare Ed è proprio questo lacerante traumatica dicotomia la chiave, il criterio che informa, nella fase visiva della mostra, il paradigma estetico cui si attengono i pittori-soldato. Iniziamo da Giulio Aristide Sartorio (11 tele, nel percorso da simbolistadannunziano a presenza pop, Un Andy Warhol al fronte italiano il saggio che presenta la sua pittura di guerra) per giungere all emiliano Antonio Ruggero Giorgi - al bando regole accademiche e luoghi comuni -. Oltre il modenese Arcangelo Salvarani, lo scultore funerario di genere, Manfredini, che rompe con gli schemi, al pittore della guerra Giuseppe Augusto Levis che, dal canone verista ed esotista, dona alla composizione su tavolette lignee recuperate il magma di una materia quasi informale, i fuochi, la massa cruenta del filo spinato, i caduti. Sartorio rifonda nelle sue opere, sposandola alla vivida espressività dell arte fotografica la ricerca di presa sul crudele bilancio del campo di battaglia, della devastata trincea, della ritirata subita, delle macerie di luoghi. Sironi, l interventista, vivifica sulla tela l immane desertificazione bolscevica. Si affida a graffiti, dimenticando la grandeur, Angelo Rognoni - cartiglio parolibere nel carcere di celle-lager -. Carlo Emilio Gadda introverso-convinto interventista - è voce della sezione letteraria del catalogo e scrive alla fine del 1916: «Spero che il mio sistema nervoso, viziato congenitamente da una sensitività morbida, sostenga, grazie allo sforzo cosciente dell animo, l orrore della guerra, che io credo necessaria e santa. E crederò questo con la ragione anche se pallido e contraffatto e fuori di sé e stremato dall emozione e incapace di parlare e lurido e angosciato, affamato e assetato e pieno di sonno, ne invocherò la cessazione per debolezza, per stanchezza». Gli unici veri oppositori della guerra sono Giuseppe Scalarini con i suoi disegni - di totale originalità - sulle pagine dell Avanti! (sino all intervento italiano e alla censura) e il genovese tolstojano Alberto Helios Gagliardo, un fuoriclasse, ma che lavora sulla guerra, a guerra finita, post-factum. Voce potente e commossa, leit-motiv della mostra - nella quinta dedicata all arte documentaria: una non autocelebrativa ma bruciante eco di arte popolare che sfoglia un diario straziante. Oltre i graffiti alla memoria di un nome o di un luogo di pena, o le dediche tombali, sono le lettere, per lo più semialfabete, dei soldati alla famiglia. Quelle lettere censurate, silenzioso deposito nell Archivio centrale di Stato a Roma. Righe vergate di fretta dove parla la voce del cuore, la fitta nostalgia, la folle paura del non ritorno. O La voce del sopruso, un attacco pilotato dalla spinta vigliacca dell alcol, quando gli ufficiali ordinano l assalto pistola alla mano...così, la falcidia dei soldati lanciati nell attacco, le resurrezione di fratellanza tra trincee nemiche, gli stupri, le violenze. Caterina Berardi Trieste. Magazzeno delle Idee. L Europa in guerra. Tracce del secolo breve. Fino al 28 Febbraio Ingresso gratuito. Non chiamateli più Cinepanettoni Una volta, cioè fino ad un paio di anni fa, erano i campioni d incasso del cinema italiano durante il dicembre natalizio. Ora cercano di inseguire gusti diversi senza dimenticare il sentimento nazional-popolare che li ha sempre contraddistinti. Quest anno non hanno fatto successi mirabolanti salvo il caso di Il ricco, il povero e il maggiordomo che ha primeggiato nel boxoffice. C è anche da rilevare che tra ottobre e novembre 2014 la distribuzione aveva fatto uscire commedie che avevano raggiunto un buon successo, ad esempio Adiamo a quel paese di e con Ficarra e Picone, due artisti sempre apprezzati dal pubblico; poi Scusate se esisto con Paola Cortellesi e Raoul Bova; ancora con La scuola più bella del mondo con una coppia di sicuro impatto quale Christian De Sica e Rocco Papaleo; Confusi e felici in cui il regista Massimiliano Bruno ha messo insieme un cast variegato come Claudio Bisio, Marco Giallini, Anna Foglietta, Paola Minaccioni, Soap Opera con Fabio De Luigi e Cristiana Capotondi. Come vedete un copioso ventaglio di scelte dove l interesse del pubblico si è manifestato favorevolmente, remando contro però le aspettative di fine anno. A questo punto sono arrivati i cinepanettoni, anzi le nuove commedie che hanno dovuto battersi tra di loro e con le uscite galattiche americane. L unico film che ha cercato la vecchia strada forse è stato il Parenti d annata che con Ma tu di che segno sei? ha messo insieme cinque episodi con i leoni Massimo Boldi, Vincenzo Salemme, Gigi Proietti, Ricky Memphis, Angelo Pintus, distinti per regione. Interessante invece la proposta alternativa di Ogni maledetto Natale dove il trio Ciarrapico-Torre-Vendruscolo si è cimentato in un bizzarro cenone, diversificato in due parti con gli stessi attori. Anche Un Natale stupefacente del giovane Volfango De Biasi si trastulla Lillo & Greg, Ambra Angiolini e Paolo Calabresi in una famiglia sgangherata di zii e nipote (Niccolò Calvagna). L ultima commedia è quella che abbiamo citato all inizio Il ricco, il povero e il maggiordomo dove Aldo, Giovanni e Giacomo si giocano le loro astuzie comiche nell attualità economica e sociale. Certamente il successo più eclatante di Natale 2014 perché si pone al primo posto del film italiani e al secondo a livello internazionale dopo Lo Hobbit. Teniamo presente che il costo del biglietto per il film di Peter Jackson in 3D è più alto. Il cinepanettone è finito, i nostri autori e attori ci hanno proposto delle buone sorprese, la produzione corre, forse ci salveremo. Roberto Tirapelle

8 8 Anno XXXVII - n. 1 - Gennaio 2015 Charlie alla Gran Guardia Dal 7 al 22 febbraio 2015 la prestigiosa sede espositiva del Palazzo della Gran Guardia di Versi d Amore L Opera Pittorica Verona Palazzo della Gran Guardia Dal 7 al 22 Febbraio dalle alle Ingresso libero Verona ospiterà le opere del pittore veronese Charlie in una personale inedita dal titolo Versi d Amore. La mostra - realizzata con l organizzazione del Comune di Verona, del comune di S. Pietro di Morubio e del Consorzio Pro Loco del Basso Veronese, con i patrocini della Regione Veneto e della Provincia di Verona, avrà ingresso libero e rimarrà aperta tutti i giorni dalle 10 alle 20. L inaugurazione, presieduta da Philippe Daverio, critico d arte e presentatore del popolare programma televisivo Passepartout, si svolgerà presso l auditorium della Gran Guardia sabato 7 febbraio alle ore Sempre per l occasione sarà redatto un volume di 170 pagine, tradotto in inglese e russo, con gli apparati critici e filologici di Silvia Zanolla, anche questo presentato da Philippe Daverio, mentre per il Comune di Verona ci sarà il testo del Sindaco Flavio Tosi e del Consigliere delegato alla Cultura Antonia Pavesi e a seguire gli autorevoli interventi di Giorgio Gioco e Bruno Prosdocimi Versi d amore giunge a consacrare un lungo e fortunato percorso artistico che ha valso al pittore numerosi riconoscimenti pubblici di rilievo, tra cui il Leone d oro di Venezia per la pittura, il Grand Trophèe Ville de Nice e il Burlamacco d oro, premio d onore alla carriera. Le opere presenti in mostra - alcune delle quali già esposte presso le principali capitali europee (Roma, Praga, Parigi, Edimburgo, ecc.) con un grande successo di pubblico - sono quelle prodotte a partire dagli anni 90, periodo in cui il pittore approda alla svolta estetica che lo porterà a realizzare uno stile personale inconfondibile. Se a prima vista al visitatore potrà sembrare di trovarsi di fronte ad opere astratte, che intendono comunicare l istantaneità di uno stato d animo, ad uno sguardo più attento emergerà una complessa e stratificata tessitura di immagini e l affiorare di figure che fanno capolino tra l intreccio di linee e colori, per poi ritrarsi non appena si tenti di metterne a fuoco il profilo. Si tratta di opere in cui l elemento figurativo resiste al processo astrattivo per dare vita ad una dinamica visibile-invisibile che, richiamando l esperienza onirica, allude all aspetto trascendente dell immagine estetica. La ricerca narrativa, simile alla trama dei sogni, associa avvenimenti accaduti nelle situazioni più disparate e distanti tra loro: spesso il racconto prende spunto da episodi della quotidianità, da piccoli fatti apparentemente irrilevanti che potrebbero passare inosservati se non fosse per il loro potere di dischiudere l immaginazione. Come suggerisce il titolo stesso della mostra, il tema dell amore è il cuore della produzione artistica di Charlie. Amore inteso non solo come sentimento ma, soprattutto, come l energia dirompente da cui ogni cosa creativamente prende vita e da cui scaturisce il desiderio umano di generare bellezza. Si tratta di una celebrazione ludica dell amore che, trasmettendo un senso di levità e gioia, rivela la forma di contemplazione propria di questo artista capace di cogliere l intima bellezza della vita e di restituirla in dono. Silvia Zanolla 2014/2015 Sabato 24 Gennaio ore Compagnia L ALLEGRA BARAONDA di Bagnolo di Po (Ro) MA SA GHE CIAPO. Sabato 7 Febbraio ore Compagnia BRUTTI MA BUONI di Arre (PD) NA CASA SENSA NA DONA. Sabato 21 febbraio ore Gruppo teatrale EL SALBANELO di Tonezza (VI) FUMO NEI OCI LEGNAGO - Via Matteotti, 94 - Tel. e Fax

9 Anno XXXVII - n. 1 - Gennaio 2015 Prosa musica Sabato 24 gennaio 2015, ore Musica Prosa Bach Networks con Mario Brunello e Uri Caine Danza prosa Martedì 3 febbraio 2015, ore giovedì 30 ottobre 2014 ore - in Viaggio con Salieri Ore 20.00, al Ridotto del Teatro: I Solisti sullo Veneti Conversazioni spettacolo con storie, aneddoti e curiosità. diretti da Claudio Scimone domenica 9 novembre 2014 ore - Anteprima Nazionale Teatro Carcano di Milano Aspettando Godot regia di Maurizio Scaparro Ore 20.00, al Ridotto del Teatro: Conversazioni sullo spettacolo con storie, aneddoti e curiosità. 9 Musica sabato 22 novembre 2014 ore - Esclusiva Nazionale Gala Vito Mazzeo & Solisti Het Nationale Ballet Danza L intramontabile caricatura delle autorità locali e della burocrazia Teatro Stabile del Veneto - Teatro Stabile dell Umbria mercoledì 12 novembre 2014 ore giovedì nella 18 dicembre oremichieletto, corrotta lettura di 2014 Damiano il regista veneto che sta stupendo affascinando il mondo teatrale europeo e non solo. giovedì 30ore ottobre ore - insalieri Viaggio con Salieri Aldo Ciccolinisabato 22 novembre 2014 ore - Esclusiva Nazionale domenica 9 novembre 2014 ore - Anteprima Nazionale martedì 16 dicembre in Viaggio con MiticoeTango Una storia ambientata in una provincia di un indeterminato paese Programma Teatro Carcano di Milano Solisti Veneti Gala Teatro Stabile diigenova - Compagnia Gank Adrian Aragon - Erica Boaglio dell est, che rivela il tono gretto e piccino di questa umanità. Un J.S. Bach Suite n. 3 per violoncello solo, BWV 1009 Un originale progetto per due fuoriclasse, il Bach Network che Uri venerdì 5 dicembre 2014 ore da Claudio Scimone nelle più prestigiose Aspettando Godot Vito Mazzeo & Solisti Het Nationale Ballet Amadeus luogo reale e immaginario allo stesso tempo, in grado di creare una di Nikolaj Vasil evic Gogol Caine e Mariodiretti Brunello stanno proponendo ( ) Park Stickney Trio visione per2015 il pubblico di oggi. regiasonata di Maurizio con Tullio sabatograffiante 7 gennaio ore sale dasolenghi concerto italiane. Il pianista americano che si nutre sia di n. 1 in Scaparro Sol maggiore, BWV 1027 adattamento drammaturgico di Damiano Michieletto Sorprende, infatti, la modernità del capolavoro di Gogol del 1863, jazz sia mercoledì di musica classica e il violoncellista 12 novembre 2014 ore veneto celebrato nel giovedì 18 dicembre 2014 ore (originale per viola da gamba e clavicembalo) Giselle con la sua capacità di stigmatizzare con ironia e toni grotteschi una alternano il Ciccolini rigore dell esecuzione di capolavori bachiani a sabato 24 gennaio 2015 ore Aldo martedì 16 dicembre 2014 ore - in Viaggio con Salieri Mitico Tango martedì 3mondo, febbraio 2015 ore con (in ordine alfabetico) Alessandro Albertin, Luca Altavilla, Balletto di Toscana JBdT sfruttamento, ignoranza, classejunior dominante connotata da corruzione, libere improvvisazioni. E ricordano che la musica barocca contempla Uri Caine Improvvisazione per pianoforte Bach Networks Teatro Stabile di Genova - Compagnia Gank Teatro Stabile del Veneto - Teatro Stabile dell Umbria avidità e da altri difetti che lo scrittore russo evidenzia attraverso Alberto Fasoli, Emanuele Fortunati, Michele Adrian Aragon - EricaMaccagno, Boaglio l improvvisazione, realizzata proprio in modo molto simile a quanto (1956) MarioMatteini, Brunello,Eleonora Uri Caine venerdì 5 dicembre una forte14 presa di coscienza. riproposto dalla musica jazz due2014 secoliore più tardi. Amadeus Fabrizio Panizzo, Silvia Paoli, Pietro Pilla, L ispettore Generale sabato marzo 2015 ore Sfera pubblica e sfera privata si mescolano, si contaminano, si programma, lemichieletto trestickney Sonate per viola da gamba e cembalo e la terza Trio Giacomo Rossetto, Stefano Scandaletti con Tullio sabato 7 gennaio 2015 ore regiail di DamianoPark SerataNon Ravel confondono. ci sono regole, non ci sono leggi, la violenza è diej.s. Bach SonataSolenghi n. 2 in Re maggiore, BWV 1028 delle sei Suites per violoncello solo: composte nello stesso anno sabato 28 febbraio 2015 ore - in Viaggio con Salieri Giselle tro l angolo, spesso regia di Damiano Michieletto (originale per viola da gamba e clavicembalo) (1720), le prime concludono idealmente il ciclo storico della viola RIOULTmascherata Dance New York da bonarietà rileva Michieletto. Intorno a Salieri sabato 24 gennaio 2015 ore Che nelle note di regia avvisa di voler mettere in scena un umanità giovedì 12dafebbraio 2015 ore proprio a favore del violoncello, mentre gamba, caduta in disuso martedì 3 febbraio 2015 ore Junior Balletto di Toscana JBdT scene di Paolo Fantin Aternum Ensemble Uri Caine 3 invenzioni per pianoforte e violoncello Bach Networks gretta e sporca, compressa nella paura per quattro atti e pronta a le Suites costituiscono la base della letteratura dedicata al violonteatro Stabile del Veneto - Teatro Stabile dell Umbria Nuovo Teatro diretta da Marco Balsamo sabato 28nel marzo orecatartica liberazione, raccontata come costumi di Carla Teti esplodere finale2015 in una Allegro, Largo, Vivace cello. E lungo, quindi, quasi treuri secoli, Mario Caineil suggestivo ponte tra le Fondazione Teatro dellabrunello, Pergola di Firenze L ispettore sabato 14Salieri marzo 2015 ore ottobre 2014 ore - luci inmarzo Viaggio concarletti un aspirazione al lusso, divertimento facile, a unnazionale altrove forse andomenica 9 Generale novembre 2014 ore - Anteprima Nazionale sabato 22 novembre 2014 oreal - Esclusiva Futura interpretazioni bachiane dei duegiovedì musicisti e30 le loro improvvisazioni e sabato ore disegno di Alessandro J.S. Bach n. 3 in sol minore, BWV 1029 Il Decamerone gretto e meschino della loro realtà. regiasonata di Damiano Michieletto invenzioni ispirate a Bach. Ballando con Lucio Dalla I Solisti Teatro Carcano digamba Milano Gala cora più sabato 28 febbraio 2015 ore - inveneti Viaggio con Salieri I Virtuosi Italiani Serata Ravel (originale per viola da e clavicembalo) con Stefano Accorsi RIOULT Dance New York Salieri 2014 Premio Antonio solista Intorno a Salieri diretti da Claudio Scimone Lorenzo Ricchelli, sax Vito Mazzeo & Solisti Het Nationale Ballet giovedì Aspettando 12 febbraio 2015Godot ore giovedì 5 marzo 2015 Aternum ore Ensemble Nuovo Teatro diretta da Marco Balsamo regia di Maurizio Scaparro sabato 28 marzo 2015 ore Khora Teatro e TSA Teatro Stabile d Abruzzo Fondazione Teatro della Pergola di Firenze mercoledì giovedì Spettacoli 18 dicembre ore Futura sabato 21 marzo 2015 ore 12 novembre 2014 ore per2014 le famiglie Don Giovanni Il Decamerone Non serve lagnarsi dello specchio, Ballando con Lucio Dalla I Virtuosi Italiani Aldo Ciccolini venerdì 28 novembre 2014 ore martedì 16 dicembre 2014 ore in Viaggio con Salieri Mitico Tango con Alessandro Preziosi con Stefano Accorsi se il muso è storto. Lorenzo Ricchelli, sax solista Premio Antonio Salieri 2014 Il Rossetti - Teatro Stabile del Friuli V.G domenica 16 novembre 2014 ore 16,00 L ispettore generale Prosa Musica Danza Che occhi grandi che hai! Teatro Brillante Teatro Stabile di Genova - Compagnia Gank Adrian Aragon - Erica Boaglio Nikolaj Vasil evic Gogol Compagnia Enfi Teatro Cuccioli on the road venerdì 5 dicembre 2014 ore lunedì 16 marzo 2015 ore La Scena Gli Alcuni Michela Signori - Jolefilm Park Stickney Trio sabato 7 gennaio 2015 ore con Angela Finocchiaro, Maria Amelia Monti Spettacoli per le famiglie Ballata di Uomini e Cani venerdì 28 novembre 2014 ore Giselle domenica 30 novembre 2014 ore 16,00 con Marco Paolini sabato 10 gennaio 2015 ore Nuova Barberia Carloni Il Rossetti - Teatro Stabile24 delgennaio Friuli V.G 2015 ore sabato domenica 16 novembre 2014 ore 16,00 martedì 3 febbraio 2015 ore Junior Balletto dinecessario Toscana JBdT Teatro Musica Novecento Teatro Cuccioli on the road lunedì 16 marzo Stabile 2015 ore del Veneto - Teatro Stabile dell Umbria Compagnia Enfi TeatroBach Networks Teatro Il Paese dei Campanelli La voluto Scenarimanere imbrigliato Gli Alcuni Non ho mai Michela Signori - Jolefilm Mario Brunello, Uri Caine domenica dicembre 2014 ore 16,00 L ispettore Generale Operetta in due atti di Virgilio Ranzato e Carlo Lombardosabato 14 marzo in uno stile. in un genere ore conoangela Finocchiaro, Maria Amelia Monti Ballata di Uomini e Cani Credo che la musica sia un continuum senza barriere Mozart: il piccolo stregone domenica 30 novembre 2014 ore 16,00 Damiano Michieletto conregia MarcodiPaolini Serata Ravel dalla10sperimentazione eore dall improvvisazione. guidata sabato 28 febbraio 2015 orevenerdì 27 - infebbraio Viaggio 2015con oresalieri Fondazione Aida sabato gennaio 2015 Nuova Barberia Carloni sabato 15 novembre 2014 ore RIOULT Dance New York Compagnia CorradoTeatro Abbati Necessario Uri Caine Teatro Musica Novecento Intorno a Salieri Un abbraccio unico Tour giovedì 12 febbraio 2015 ore Cantando Sotto la Pioggia domenica 25 gennaio 2015 ore 16,00 Il Paese dei Campanelli Aternum Ensemble Nuovo Teatro diretta da Marco Balsamo Ron domenica 14 dicembre 2014 ore 16,00 sabato 28 marzo Il2015 giro del Operetta in due atti di Virgilio Ranzato e Carlo Lombardo oremondo in 80 giorni Mozart: il piccolo stregone Fondaz. TRG Onlus Torino Fondazione Teatro della Pergola di Firenze sabato 13 dicembre 2014 ore Futura marzo 2015 ore venerdì 27 febbraio sabato 2015 ore 21 Fondazione Aida Il Testamento del Capitano 15Decamerone novembre 2014 ore Esec_Salieri_ indd 51sabato Il Esec_Salieri_ indd 23/09/14 12:12 52 Esec_Salieri_ indd 23/09/14 12:12 15 Esec_Salieri_ indd 23/09/14 12:12 danza prosa Compagnia Corrado Abbati Ballandodomenica con 16Lucio Dalla 2015 ore 16,00 I Virtuosi Italiani 22 febbraio domenica 28 dicembre 2014 ore 18,00 Massimo Bubola Uncon abbraccio unico Tour Stefano Accorsi Sabato 7 febbraio 2015, ore Dopo Ill Orlando di due Giovedì 12 febbraiodomenica 2015, ore Cantando Sotto la Pioggia 25 gennaio 2015 ore 16,00 mago di Oz stagioni fa, ecco il secondo frutto del Progetto Premio Antonio Salieri 2014 Lorenzo Ricchelli, sax solista fuori abbonamento Ron Grandi Italiani di Baliani, Accorsi e Marco Balsamo. Marco Baliani Ore 20.00, al Ridotto del Teatro: Ore 20.00, al Ridotto del Teatro: Il giro del mondo in 80 giorni Danzavenezia sabato 17 gennaio 2015 ore è il capostipite del teatro di narrazione e la sua maestria nel tessere Conversazioni sullo spettacolo con storie, aneddoti e curiosità. Conversazioni spettacolo con storie, aneddoti e curiosità. La Bellasullo Addormentata Fondaz. TRG Onlus Torino giovedì 5 marzo storie capaci di avvolgere lo spettatore, di portarlo dentro le cose Nel Nome del Padre sabato 13 dicembre oreore Royal Ballet of Moscow - The Crown of Russia narrate, ha 8trovato Stefano interprete. domenica marzoin2015 ore Accorsi 16,00 - uno fuoristraordinario abbonamento Marco Morandi Khora Teatro e TSA Teatro Stabile d Abruzzo Il Testamento del Capitano Nuovo Teatro diretta da Marco Balsamo scelto di raccontare alcune novelle del Decamerone di Giselle è la storia di una giovane donna ma anche il balletto dei Junior Balletto di Toscana JBdT domenica 22 febbraio 2015 ore 16,00 Il Reperché Leoneoggi - il musical Spettacoli per le Abbiamo famiglie dicembre 2014 ore 18,00la realtà e il sofondazione Teatro della Pergola di Firenze MassimoGiovanni Bubola Boccaccio ad essere appestata è l intera società. Ne contrasti.domenica Il giorno e28 la notte, l amore e l inganno, mercoledì 31 dicembre 2014 ore 21,45 direzione artistica:don Cristina Bozzolini Il mago di Oz mercoledìgno, 25 lafebbraio 2015 sentiamo i miasmidel mortiferi, le corruzioni, gli inquinamenti, le concompagnia Villaggio vita e la morteore e la differenza tra i28 duenovembre sessi. La debolezza venerdì 2014 ore fuori abbonamento Stefano Accorsi in Danzavenezia fuori abbonamento Alessandro venticole, le mafie, l impudicizia e l impudenza dei potenti, la mendi un uomo e la forza di tante donne che si ribellano al tradimento. Memorie di Adriano sabato con 17 gennaio 2015 orepreziosi Laper Bella Addormentata Il Rossetti Teatro Stabile del Friuli V.G domenica 16 novembre 2014 ore zogna, lo sfruttamento dei 16,00 più deboli, il malaffare. Da qui lo spunto rivisitare la drammaturgia originale trasferendo Aspettiamo l Anno che verrà Peppe Servillo Nel Nome del Padre In questa progressiva perdita disaranno un civilepreceduti, sentire, ci è sembrato imvizi, virtù, passioni Cuccioli i personaggi del balletto in of un Moscow College anglosassone, nella prima Royal Ballet - The CrownEnfi of Russia Gli spettacoli serali in abbonamento Compagnia Teatro on the cantando le piùdomenica belle canzoni d Italia Bruno- Conte 8 marzo 2015 con ore 16,00 fuori abbonamento portante lunedì 16Morandi marzo 2015 ore far road risuonare la voce del Boccaccio attraverso le nostre voci Marco metà del Novecento. Così Eugenio Scigliano spiega come ha afliberamente tratto dal Decamerone di Giovanni Boccaccio alle oredi20:00, da una conversazione introduttiva al Ridotto del Teatro. teatranti. musica di Adolphe Adam frontato uno dei balletti più amati e rappresentati di sempre, capola Scena Il Re Leone il musical Gli Alcuni Michela Signori - Jolefilm mercoledì 31 dicembrecoreografico ore 21,45 Per ricordare che possediamo tesori linguistici pari ai nostri tesori saldo e sintesi del Romanticismo mercoledì 25 febbraio 2015 orescigliano drammaturgia, regia e coreografia di Eugenio delsilvia Villaggio e con Amelia (in ordine alfabetico) Salvo Arena, Briozzo, con Angela Finocchiaro, Monti Compagnia paesaggistici e naturali, un altra Italia, che non compare nei bolletpartendofuori dallaabbonamento leggenda delle Wilis evocata da Heinrich Heine e Maria Ballata di Uomini e Cani Biglietteria: Rinnovo Abbonamenti Diamante mercoledì 1 e giovedì 2 ottobre - Prosa, Danza, Musica, Teatro Brillante e Canzoni d Italia venerdì 3, sabato 4 e martedì 7 ottobre. Nuovi Abbonamenti Diamante da venerdì 10 ottobre Prosa, Danza, Musica, Teatro Brillante e Canzoni d Italia da martedì 14 ottobre. Memorie di Adriano luci di Carlo Cerri in collaborazione con Andrea Narese tini della disfatta giornaliera con la quale la peste ci avvilisce. Fonte Fantasia, Mariano Nieddu, Naike Silipo che tanto- Biglietti suggestionò Gauthier scrivere lo scenario Formula Libero da venerdì 17 ottobre Singoli pertheophile tutta la Stagione da giovedìnello 23 ottobre domenica 30 novembre 2014 ore 16,00 Orari: Il primo giorno di di apertura delle vendite dei nuovi abbonamenti, formule libero e bigliettigotica singoli, èepossibile acquistare solo di persona, alla biglietteria del Teatro, dalle alle Aspettiamo l Anno che verrà con Servillo Marco Paolini Perché anche se le storie sembrano buffe, quegli amorazzi triviali e Giselle, il coreografo s immerge nell atmosfera notturna costumi di SantiPeppe Rinciari adattamento teatrale e regia Marco Baliani Dal martedì al venerdì la mattina solo al telefono, con carta di credito dalle alle e di persona dalle alle Il sabato, di persona, dalle alle Gli spettacoli serali in abbonamento saranno preceduti, sabato 10 gennaio 2015 ore Nuova Barberia Carloni laidi, quelle puzzonate, quelle strafottenti invenzioni che muovono tanto cara alle culture nordiche, nella quale la protagonista è una I nuovi abbonamenti e i singoli biglietti anche online su Nei giorni did Italia spettacolo alcon telefono con cartaconte di credito dalle alle e di persona dalle fino ad inizio della rappresentazione, esclusivamente per la vendita e il ritiro dei biglietti per la serata. Tel Fax cantando le più belle -canzoni Bruno realizzati da Opificio della Moda e del Costume drammaturgiaalle Maria al riso e allo sberleffo, mostrano poi, sotto sotto, come in tutte le ore Maglietta 20:00, da una conversazione introduttiva al Ridotto del Teatro. giovane allieva di un collegio femminile, imbrigliata nel cieco amore Teatro Musica Novecento Teatro Necessario grandi storie, il mistero della vita stessa, un amarezza lucida che verso il proprio insegnante. Un destino asfissiante, un atmosfera gol attività del Teatro Salieri è organizzata da Fondazione Culturale Antonio Salieri Soci Costituenti e Fondatori Soci Partecipanti scene e costumi di Carlo Sala risveglia di colpo la coscienza, facendoci di botto scoprire che il re è tica, un balletto dal taglio fotografico raccontato bisogno di Il Paesesenza deiil Campanelli disegno luci di LucaTeatro Barbati Biglietteria: Rinnovo Abbonamenti Diamante mercoledì 1 e giovedì 2 ottobre - Prosa, Danza, Musica, Teatro e Canzoni d Italia venerdì 4 e martedì ottobre. Nuovi Abbonamenti Diamante da venerdì 10 ottobre Prosa, Danza, Musica, Brillante e Canzoni d Italia da martedì 14 ottobre. in collaborazione con Brillante e la partecipazione di3, sabato nudo, e che per liberarci dall appestamento, dobbiamo partire dalle una dimensione, anche grazie alle7 straordinarie capacità dei giovani giovedì Amadeus 5 marzo 2015 ore Khora Teatro e TSA Teatro Stabile d Abruzzo con Tullio Solenghi Don Giovanni con Alessandro Preziosi Che occhi grandi che hai! Teatro Brillante Foto di Serena Pea Canzoni d Italia Canzoni d Italia Che Festa a Teatro! 23/09/14 12:12 Che occhi grandi che hai! Che Festa a Teatro! Teatro Brillante Giselle Decamerone Canzoni d Italia domenica 14 dicembre 2014 ore 16,00 Mozart: il piccolo stregone Fondazione Aida Marco Baliani Operetta in due atti di Virgilio Ranzato e Carlo Lombardo Formula Libero da venerdì 17 ottobre - Biglietti Singoli per tutta la Stagione da giovedì 23 ottobre nostre fragilità e debolezze, riconoscerle, farci un bell esame, ridenballerini Orari: Il primo giorno di apertura delle vendite dei nuovi abbonamenti, formule libero e biglietti singoli, è possibile acquistaredel solojbdt. di persona, alla biglietteria del Teatro, dalle alle Comuni di Angiari, Bevilacqua, Boschi Sant Anna, Castagnaro, Cerea, Gazzo Veronese, Roverchiara, Terrazzo, Villa Bartolomea doci sopra, e digrignando i denti, magari uscendo da teatro poco Dal martedì al venerdì la mattina solo al telefono, con carta di credito dalle alle e di persona dalle alle Il sabato, di persona, dalle alle I nuovi abbonamenti e i singoli biglietti anche online su - Nei giorni di spettacolo al telefono con carta di credito dalle alle e di persona dalle fino ad inizio della rappresentazione, esclusivamente per la vendita e il ritiro dei biglietti per la serata. Tel Fax indignati ma ragionevolmente incazzati, anche con noi stessi. sabato 15 novembre 2014 ore Un abbraccio unico Tour Ron L attività del Teatro Salieri è organizzata da Fondazione Culturale Antonio Salieri venerdì 27 febbraio 2015 ore Compagnia Corrado Abbati Cantando Sotto la Pioggia Soci Costituenti e Fondatori Soci Partecipanti manifesto_generale_ indd 1 in collaborazione con e la partecipazione di Comuni di Angiari, Bevilacqua, Boschi Sant Anna, Castagnaro, Cerea, Gazzo Veronese, Roverchiara, Terrazzo, Villa Bartolomea Che Festa a Teatro! sabato 13 dicembre 2014 ore Giselle si esprime e agisce con il corpo. Il Testamento del Capitano Dunque è estremamente moderna. Il suo è un amore totalizzante. Massimo Bubola E questa è una cosa che non passa mai di moda. 29/09/14 12:22 Foto di Filippo Manzini manifesto_generale_ indd 1 domenica 22 febbraio 2015 ore 16,00 Il mago di Oz Danzavenezia domenica 28 dicembre 2014 ore 18,00 fuori abbonamento La Bella Addormentata Royal Ballet of Moscow - The Crown of Russia sabato 17 gennaio 2015 ore Nel Nome del Padre Marco Morandi foto Fulvio Impiumi Vittoria Ottolenghi domenica 8 marzo 2015 ore 16,00 - fuori abbonamento Il Re Leone - il musical Compagnia del Villaggio Fate quello che noi diciamo mercoledì 31 dicembre 2014 ore 21,45 quello che noi facciamo. e non fuori abbonamento Giovanni Boccaccio - Decameron Aspettiamo l Anno che verrà cantando le più belle canzoni d Italia con Bruno Conte mercoledì 25 febbraio 2015 ore Memorie di Adriano Peppe Servillo Esec_Salieri_ indd 37 29/09/14 12:22 domenica 25 gennaio 2015 ore 16,00 Il giro del mondo in 80 giorni Fondaz. TRG Onlus Torino Esec_Salieri_ indd 23/09/14 12:12 38 Gli spettacoli serali in abbonamento saranno preceduti, alle ore 20:00, da una conversazione introduttiva al Ridotto del Teatro. 23/09/14 12:12 17 Esec_Salieri_ indd Esec_Salieri_ indd 23/09/14 12:12 18 Biglietteria: Rinnovo Abbonamenti Diamante mercoledì 1 e giovedì 2 ottobre - Prosa, Danza, Musica, Teatro Brillante e Canzoni d Italia venerdì 3, sabato 4 e martedì 7 ottobre. Nuovi Abbonamenti Diamante da venerdì 10 ottobre Prosa, Danza, Musica, Teatro Brillante e Canzoni d Italia da martedì 14 ottobre. Formula Libero da venerdì 17 ottobre - Biglietti Singoli per tutta la Stagione da giovedì 23 ottobre Orari: Il primo giorno di apertura delle vendite dei nuovi abbonamenti, formule libero e biglietti singoli, è possibile acquistare solo di persona, alla biglietteria del Teatro, dalle alle Dal martedì al venerdì la mattina solo al telefono, con carta di credito dalle alle e di persona dalle alle Il sabato, di persona, dalle alle I nuovi abbonamenti e i singoli biglietti anche online su - Nei giorni di spettacolo al telefono con carta di credito dalle alle e di persona dalle fino ad inizio della rappresentazione, esclusivamente per la vendita e il ritiro dei biglietti per la serata. Tel Fax L attività del Teatro Salieri è organizzata da Fondazione Culturale Antonio Salieri in collaborazione con Soci Costituenti e Fondatori Soci Partecipanti e la partecipazione di Comuni di Angiari, Bevilacqua, Boschi Sant Anna, Castagnaro, Cerea, Gazzo Veronese, Roverchiara, Terrazzo, Villa Bartolomea 23/09/14 12:12

10 10 Anno XXXVII - n. 1 - Gennaio 2015 Per celebrare i cento anni di attività espositiva presso i propri spazi, il Centro Internazionale di Fotografia degli Scavi Scaligeri a Verona propone una imperdibile Retro su Tina Modotti, una delle più importanti fotografe del Novecento oltre che tra le maggiori protagoniste ante litteram del difficile passaggio storico del mutare dei tempi nella condizione femminile. Ben 115 le immagini in mostra consentono al visitatore una prima analisi della complessa personalità di Tina che dedicò pari entusiasmo alle arti visive e all impegno ideologico e politico. Il percorso si apre con alcuni scatti di una Modotti attrice di teatro e cinema negli Stati Uniti e prosegue con le celebri immagini politiche del Messico rivoluzionario del primo ventennio del Novecento. A seguire, gli studi e le ricerche tecniche e stilistiche sulle nature morte e alcuni rari scatti del periodo berlinese (il meno conosciuto, fino ad oggi), che segnò il progressivo abbandono della fotografia. Infine, gli splendidi ritratti di Tina, opera di Edward Weston, intesi a rivelare il fascino magnetico e l imperiosità dello sguardo. Cenni biografici Tina, nasce nel 1896 a Udine da una famiglia operaia aderente al socialismo della fine Ottocento. Il padre, Giuseppe, era meccanico e carpentiere, la madre Assunta Mondini cucitrice. Nel 1898 la famiglia emigra in Austria per cercare lavoro, rientrando ad Udine sette anni dopo. Ad appena dodici anni, Tina è operaia in filanda per contribuire al mantenimento della numerosa famiglia (sei fratelli). In compenso, lo zio Pietro Modotti ha uno studio fotografico dove Tina inizia un appassionante percorso. Nel giugno 1913, Tina raggiunge a San Francisco il padre (titolare a sua volta di un laboratorio fotografico), alternando il lavoro in una fabbrica tessile al teatro amatoriale (prediletti Goldoni, d Annunzio e Pirandello). Sono del 18 le nozze con il pittore Roubaix Robo novità de l Abrie Richey, e il conseguente trasferimento a Los Angeles sull onda del sogno del ottobre cinema L esordio avviene due anni TINA MODOTTI, retrospettiva dopo con il film The Tiger s Coat, che decreterà il fascino esotico di Tina. Tramite il marito conobbe il fotografo Edward Weston, del quale diverrà allieva modella preferita e compagna. In risposta alla relazione nel 1921, Robo si trasferirà a Città del Messico, morendo tragicamente di vaiolo due giorni prima dell arrivo della moglie. Nel 1923, Tina ritorna nella capitale messicana con Weston ed uno dei suoi quattro figli, entrando in contatto con i circoli bohèmien per incrementare il giro d affari. Il 1927 è l anno dell iscrizione di Tina al PCM e l inizio della fase più intensa del suo attivismo politico. In quel periodo le sue fotografie vennero pubblicate su numerosi giornali di sinistra, tra cui l organo ufficiale del PCM, El Machete. L incontro di Modotti con diversi esponenti radicali comunisti, porterà a nuove relazioni - Xavier Guerrero, Julio Antonio Mella e il triestino Vittorio Vidali. Va sottolineato, comunque, il valore intrinseco del legame con Weston che resta il cardine della consacrazione di Tina ad artista di fama internazionale. Il fotografo messicano Manuel Alvares Bravo suddivide la carriera della Modotti in due periodi: quello romantico e quello rivoluzionario. Il primo include il periodo trascorso con Weston come assistente in camera oscura, poi come contabile e infine come assistente creativo. Il loro studio di ritrattistica a Città del Messico comporta l incarico di viaggiare per il Messico per scattare fotografie da pubblicare nel libro Idols Behind Altars, di Anita Brenner. In questo periodo, Tina viene scelta come fotografa ufficiale del movimento muralista messicano, immortalando i lavori di José Clemente Orozco e di Diego Rivera. Molte delle foto dedicate ai fiori sono state scattate in quel periodo. Nel dicembre del 1929 le immagini prese dall artista friulana costituiscono La prima mostra fotografica rivoluzionaria in Messico : di certo, l apice della carriera. Ma nel 930, l espulsione e, rarissimi, gli scatti di Tina nei dodici anni che le resteranno da vivere. Il Comintern Esiliata, Modotti viaggia a lungo in Europa per infine approdare a Mosca, collaborando, su mandato della polizia segreta sovietica, a diverse missioni in Francia ed Europa orientale (probabilmente a sostegno della Rivoluzione Mondiale, l utopico progetto da sempre caldeggiato). Con lo scoppio della Guerra Civile Spagnola nel 1936, Tina e Vittorio Vidali (pseudonimi Maria e Comandante Carlos) si uniranno alle Brigate Internazionali, rimanendo nella penisola iberica fino al Di grande rilievo in questa fase temporale la collaborazione dell artista con il medico canadese Norman Bethune (inventore delle unità mobili per le trasfusioni) durante la disastrosa ritirata da Malaga nel Nel 1939, dopo il crollo del movimento repubblicano, Tina e Vidali rientreranno in Messico sotto altra identità. L assassinio di Leo Trockji (amante di Frida Kahlo) scatenerà un onda di emozione ed ingiuste accuse financo alla Modotti. La morte Tina morì a Città del Messico il 5 gennaio 1942, secondo alcuni in circostanze sospette. Dopo aver avuto la notizia della sua morte, Diego Rivera affermò che fosse stato Vidali ad aver organizzato l omicidio. Tina poteva sapere troppo delle attività di Vidali in Spagna, incluse le voci riguardanti 400 esecuzioni. Più probabilmente Tina fu colpita da infarto. La sua tomba è nel grande Pantheòn de Dolores della capitale. Il poeta Pablo Neruda, indignato dalle accuse fatte a Vittorio Vidali, compose per la tomba di Tina uno struggente epitaffio d addio. Federica Tirapelle Verona. Centro Internazionale di Fotografia Arche Scaligere. Fino all 8 marzo Lunario veneto di Dino Coltro 2015 a cura di Marco Girardi formato: 30x70 cm, prezzo: 6 12,00 illustrazioni in b/n isbn Realizzato per la prima volta nel lontano 1976, il Lunario veneto di Dino Colto si presenta, come ogni anno, nella sua forma tradizionale, con le fasi della luna, le conoscenze meteorologiche della cultura contadina veneta, i santi e le festività della tradizione orale, i proverbi legati al tema scelto per l anno, nel 2015: i contadini veneti nella prima guerra mondiale. SABATO 9 OTTOBRE 2010 SABATO 12 FEBBRAIO 2011 La nonna Una escort di scorta Lo spettacolo della stagione teatrale ARMATHAN GLI INSOLITI NOTI al SABATO Mignon 6 NOVEMBRE 2010 di Porto-Legnago L avaro di Moliere SABATO 5 MARZO 2011 continua per L AQUILONE questo inizio Gli attori 2015 con preferiscono le farse SABATO 18 DICEMBRE 2010 l ultima tranche di recite previste, THEAMA TEATRO cioè: Biciclette TEATROIMPIRIA 10 gennaio 2015 La Guerra di C. SABATO 26 MARZO 2011 SABATO 22 GENNAIO 2011 Goldoni (L Archibugio). Cena Euro di famiglia 8,00 Il letto ovale (cognate) LAVANTEATRO NAUTILUS 7 febbraio 2015 Sala d aspetto (Lavanteatro) Euro 8 28 febbraio 2015 Effetto Shock (I Saggi e i Folli) - ingresso libero 14 marzo 2015 L uomo, la bestia e la virtù di L. Pirandello (Armathan) Euro 8, aprile 2015 Sulla strada della musica: II parte (Duende) - Ingresso libero. Mignon di Porto-Legnago Stagione Teatrale II fase L inclusione in elenco di spettacoli ad ingresso libero è stata fatta per dare a gruppi di musica o di prosa e musica l opportunità di presentare liberamente le loro offerte di spettacolo interessando e intrattenendo il pubblico in zona. I biglietti per le recite a pagamento sono disponibili in pre-vendita presso il bar del Circolo NOI Salutis di Porto, mediante prenotazione telefonica ( ), tramite - - o prima di ogni spettacolo al botteghino del teatro. Alla fine, consueto snack del pubblico con artisti e compagnie coinvolte Carla Faccio Sullo stesso argomento: Dino Coltro, I leori del socialismo

11 Gli appuntamenti del nuovo anno al Castello Bevilacqua Il Castello Bevilacqua inaugura il nuovo anno con un calendario ricco di appuntamenti che accomunano la buona cucina, il divertimento e la magica atmosfera, per trascorrere una indimenticabile Anno XXXVII - n. 1 - Gennaio serata. Ad aprire gli eventi in programma la sempre richiesta Cena con delitto di venerdì 23 gennaio 2015 ore E la serata dedicata a chi ama l intrigo e il mistero per mettere alla prova il proprio intuito, a riuscire a smascherare per primi il colpevole. Indizi, sospetti e false piste si alterneranno ad una cena che conquisterà tutti i palati (Costo a persona e 49,00 compresi acqua e vino - su prenotazione). Cena con delitto Venerdì 23 gennaio 2015, ore Antipasto Spuma di baccalà mantecato su crostone di polenta bianca Primo piatto Millefoglie di pasta all uovo con radicchio di Treviso tardivo, gocce di tastasale e colata di taleggio con gherigli di noci Secondo piatto Trancetto di vitello su zoccolo di patate con ragù di funghi e sbrise prezzemolate Dessert Girella in pasta sfoglia con confettura di albicocca, uvetta e frutta secca Caffé Acqua gasata e naturale Vino in bottiglia Costo a persona euro 49,00 Bambini: da 4 a 6 anni euro 20,00 - da 0 a 3 anni gratuiti con posto a sedere Compresi acqua e vino (su prenotazione) Il mese di febbraio sarà dedicato all amore scegliendo tra tre romantiche serate in cui gustare una cena a lume di candela nella magica poesia del Castello Bevilacqua (costo a persona e 49,00 compresi acqua e vino - su prenotazione). E i più passionali potranno scegliere una delle 7 suite situate nelle torri di questo meraviglioso maniero e trascorrere un indimenticabile soggiorno a 4 stelle. Menu di San Valentino SABATO 14 e DOMENICA 15 febbraio, ore Antipasto Ristretto di topinambur con soffice di mascarpone e scampi al cioccolato speziato Primi piatti Risotto Carnaroli con ragù di zucca croccante e riccioli di seppioline accompagnato da mezza luna di frutto di capasanta al sesamo nero Secondo piatto Trancetto di vitello con fonduta di robiola e tartufo nero della Lessinia con insalatina di finocchio e spinaci accompagnato da patate gratinate Dessert Tortino al cioccolato fondente con gelato fior di latte in croccante cial Caffé Acqua gasata e naturale Vino in bottiglia Costo a persona euro 49,00 Compresi acqua e vino (su prenotazione) Ma a febbraio non c è solo il romanticismo: si festeggerà il carnevale con la festa dei folli, una colorata cena a buffet con animazione e ballo (costo a persona e 39,00 compresi acqua e vino - su prenotazione). Corsi Di cucina Lunedì 26 Gennaio 2015 I dolci di carnevale e non solo... - Lunedì 9 Febbraio 2015 Preparativi di San Valentino Lunedì 23 Febbraio 2015 La pasticceria salata - Lunedì 16 Marzo 2015 La cucina per celiaci Lunedì 30 Marzo 2015 Il pranzo di Pasqua - Lunedì 13 Aprile 2015 L asparago in tavola Il Relais Castello Bevilacqua è la vostra nuova destinazione nel cuore della storia. Regalatevi un soggiorno in una delle 7 splendide junior suite, e scoprite i nostri pacchetti Classic, Romance, Wellness e Gourmet. Il ristorante All Antica Ala vi aspetta tutti i giorni dal lunedì sera alla domenica, per un viaggio nel gusto attraverso i sapori e le tipicità della tradizione locale, in un ottica di valorizzazione dei prodotti del territorio. Per informazioni e prenotazioni: tel

12 12 Anno XXXVII - n. 1 - Gennaio 2015 IN VIAGGIO CON REVOLUTION 90, IL NUOVO LIBRO DI GIANNI GARDON Ci eravamo lasciati con il suo secondo libro dal titolo Pinguini di Carta, un opera molto interessante tematiche che affrontava cinque argomenti diversi: le origini, l infanzia, l amore, la paura e la ritrovata speranza e che aveva fatto seguito al suo primo romanzo dal titolo Verrà il tempo per noi. Oggi Gianni Gardon ci riprova con una nuova opera bella, piacevole da leggere ma, soprattutto molto particolare visto che ci offre una carrellata di dischi e di giudizi, un viaggio a ritroso nella società degli anni 90 fatto da chi ha vissuto in prima persona il grande fermento che stava sviluppandosi attorno al rock italiano. Il suo titolo è Revolution 90 ed è un romanzo musicale che in oltre 300 pagine, la sua copertina è stata creata da Jonathan Gardon e dipinta da Claudia Branzan, racconta un periodo musicale molto intenso ed innovativo per la musica analizzato in prima persona da chi la musica la conosce e l ha trasmessa direttamente da un emittente radiofonica. Già il titolo racconta la storia legata ad un decennio di musica - ci dice l autore Gianni Gardon - e gli anni 90 è stato l ultimo periodo in cui la musica italiana vendeva ancora e molto. Da questa raccolta (sono ben 101 gli artisti raccontati da Gianni e in buona parte anche intervistati) si vede l attenzione non solo per i grandi musicisti, quelli famosi, ma anche per i tanti fenomeni locali italiani, un messaggio nuovo che guardava al Rock americano ed inglese. Tra i vari nomi, nel libro spuntano quelli dei Litfiba, Timoria, Negrita ma anche Modena City Ramblers e Marlene Kuntz, tanti nomi insomma per il rilancio del Rock dopo la Pfm, e altri gruppi italiani di successo oltre alle classiche meteore cioè quelle band che hanno avuto un breve ed effimero successo e che poi sono scomparse. In questo decennio si assiste ad un fenomeno sia legato al rock ma anche alla musica leggera, che vede l esplosione ed il successo di artisti come Bocelli, Pausini, Jovannotti, Zucchero e molti altri - riprende Gardon - e tutti questi sono i protagonisti che ho avuto la fortuna di conoscere e di intervistare. Ma come si sviluppa Revolution 90. Inizia con una lettera aperta ed ha alcuni criteri di selezione artistica con alcune esclusioni di tipo esclusivamente personale - racconta Gianni - mentre la prefazione è di Riccardo Cavrioli, giornalista e blogger. Nelle oltre 300 pagine ho raccolto ben 101 dischi messi in ordine casuale grazie ai quali si racconta la storia dei vari artisti. Mi sono infatti concentrato sul disco di ciascuno, i famosi LP (gli album degli anni 90 erano in vinile), mentre di tanto in tanto, disseminati tra le pagine, vi sono degli amarcord legati o alla canzone o al disco, un tuffo nei ricordi insomma molto personale. Invece ogni 10 dischi vi sono dei veri e propri excursus di carattere storico come l ascesa di internet, i vari programmi tv, un po di politica, quando io andavo a votare, l avvento dei cellulari oltre ad uno sguardo alla musica naturalmente. E in questa storia/viaggio cosa ne deve trarre il lettore. Purtroppo la musica di oggi ha poco della creatività di quel decennio -ci confida l autore- è una musica mordi e fuggi ed i talent costruiscono troppo spesso a tavolino i protagonisti dei palcoscenici. Se da un lato infatti internet ha permesso un po a tutti di avere a disposizione i vari pezzi musicali, dall altro chi ci ha rimesso è stata senza dubbio la qualità. Troppo spesso troviamo brani scadenti o mediocri. Una volta si faceva la classica gavetta e chi arrivava lo faceva dopo aver maturato tanta esperienza. Non c è più la sperimentazione di un tempo e sembra che l immagine e l appetibilità commerciale valgano di più della qualità del brano. Infine manca il suono live, un altro banco di prova per gli artisti, quelli veri. E quindi un libro nostalgico. Direi che è di più un lavoro che vuole rendere omaggio ad un periodo creativo bello e ricco di tante esperienze - conclude Gianni Gardon - sarà il lettore a fare le proprie considerazioni e a trarne le conclusioni. Certo è che se il decennio degli anni 90 ha lasciato un segno, non so se lo stesso faranno gli artisti di oggi. Un libro bello e coinvolgente quindi, da leggere tutto d un fiato che dimostra come gli anni 90, come scritto nella prefazione di Cavrioli, furono 10 anni di grande musica italiana, una vera e propria età dell oro, una palestra di vita che abbraccia un percorso fondamentale per capire da dove vengono moltissime delle passioni musicali di tanta gente. F.O. TUTTA DA VEDERE LA MOSTRA MAGICARGILLA A LEGNAGO Ha animato e colorato per tutto il periodo natalizio il torrione di Legnago, il mitico emblema della cittadina del basso veronese con i colori e la fantasia di sculture e ceramiche, questa riuscitissima mostra di arte ceramica e scultura, ed il lusinghiero afflusso di persone che dal 20 dicembre al 6 gennaio si sono recate a visitarla, ne ha fatto di certo uno degli eventi più riusciti del periodo natalizio. La mostra aveva come titolo MagicArgilla, mostra collettiva di Scultura e Arte Ceramica frutto del lavoro dell associazione culturale con sede a Legnago, nata proprio con l intento di condividere il piacere e la ricerca delle diverse tecniche di scultura e di ceramica. Legnago ha una grande tradizione nella ceramica - ci spiega la presidente dell associazione nonché artista e docente Andreina Zanaga- e l intento per cui è nato questo gruppo di lavoro è stato proprio per favorire la riscoperta della ceramica legnaghese del XV secolo rimasta sconosciuta per molto tempo e portata alla luce dalla studiosa Maria Fioroni. Ad esporre in questa collettiva gli artisti: Maristella Galbero, Gilberto Bersani, Luigi Bologna, Mirella De Grandis, Licia Fedrigo, Francesco Ferrante, Guerrino Grigoli, Marisa Lonardi, Eugenio Marini, Irma Masin, Dragica Sajkovic, Giovanna Spinello, Andreina Zanaga e Marisa Zampa. Facciamo scuola per apprendere le varie tecniche nella nostra sede che si trova presso il Centro Ambientale Archeologico di Legnago - riprende la presidente - e condividiamo, aiutati da docenti esperti, le diverse tecniche di scultura e ceramica. Il nome dell associazione trae infatti origine dal materiale che viene utilizzato prevalentemente e cioè l argilla e desideriamo che chi partecipa al nostro gruppo, ami coltivare quest arte coinvolgente ed affascinante che permette di mettere in luce le proprie abilità. Tra i docenti oltre alla sottoscritta, abbiamo anche una professoressa di scultura molto quotata il cui nome è Rosa Borroni e ci troviamo periodicamente per apprendere le nuove tecniche e per approfondirle. E questa mostra di Natale. E stata un successo e ne siamo felici -prosegue Andreina Zanaga- non è facile organizzarla è la seconda collettiva che allestiamo da due anni a questa parte. Siamo stati richiesti anche a Verona il prossimo settembre alla Gran Guardia e là la organizzeremo in collaborazione con un associazione a noi collegata ma anche don Tiziano Brusco ci ha chiesto di essere presenti nel chiostro di San Fermo e questa sarà un altra occasione per valorizzare questo tipo di arte. E per noi grande soddisfazione ed è la prova che questo laboratorio legato alla ceramica e alla scultura, aiuta la creatività ed il lavoro di validi e preparati artisti. F.O.

13 Anno XXXVII - n. 1 - Gennaio BACI E ABBRACCI, UNA TRASMISSIONE SEMPRE PIU ASCOLTATA La radio si chiama RCS e da 25 anni rappresenta un punto di riferimento per il mondo dell etere e dell intrattenimento radiofonico veronese. Trasmette tra Cerea e Casaleone e con le sue trasmissioni radiofoniche ha sempre più raccolto l interesse e il gradimento dei radioascoltatori tanto che una dei suoi appuntamenti del sabato mattina dal titolo Baci e Abbracci è seguitissima con i suoi ospiti, le interviste, le dirette radiofoniche, gli appuntamenti, le iniziative sociali, per dare voce a tutto quello che si fa nel territorio. A condurla il titolare di RCS Filippo Cagalli e Roberto Ferrigni che ogni sabato mattina per oltre due ore, riescono a dialogare con professionalità e con competenza di qualsiasi argomento a suon di interviste e di musica. E vero esordiscono entrambi durante le pause musicali di una trasmissione di Baci e abbracci - in queste due ore di diretta che va in onda di sabato mattina, riusciamo a dialogare di qualsiasi cosa, sport, sociale, cultura, eventi, avvenimenti, lanci musicali, nuove proposte e di molto altro. Diamo spazio a molte persone e cerchiamo di aiutare le cause giuste magari andando anche contro corrente. E di sicuro un programma molto chiacchierato, non nel senso del pettegolezzo, ma nel senso delle chiacchierate che facciamo durante la trasmissione dove cerchiamo di mettere a nudo il nostro ospite o gli ospiti se le puntate trattano più di un argomento, parlando di molte cose quasi fossimo in un salotto a dialogare. E forse è proprio questa la nostra forza, riusciamo a parlare con le più disparate realtà che operano nel nostro territorio e che vanno dall associazionismo allo sport, dalla cultura allo spettacolo, dalla politica alla musica e durante la trasmissione abbiamo molti interventi anche dall esterno con varie personalità, amministratori, sindaci ed anche con il Vescovo di Verona che con grande piacere interviene nella nostra trasmissione. Ed in effetti durante la diretta radio, Roberto si collega più volte con l esterno per lanciare uno spettacolo in città o per parlare del presepe vivente che si sta allestendo a Cerea mentre con Filippo si annuncia la presentazione di un novo disco di una giovane promessa musicale di Bovolone che porta il nome di Simone Laurino del quale si ascoltano alcuni pezzi. Possiamo tranquillamente dire che cerchiamo di dare voce a tanta gente e anche ai più deboli e ai bisognosi e a chi vuole veicolare e promuovere qualcosa che sta facendo e che magari, armato di tanta buona volontà, non ha i mezzi per pubblicizzarla ci dicono Filippo e Roberto - e noi non lavoriamo solo negli studi, facciamo spesso anche delle uscite e grazie agli esterni abbiamo partecipato al Premio Beatrice a Verona nel Teatro Romano intervistando Facchinetti dei Pooh o Anna Tatangelo oltre a vari comici. Un altra uscita è di solito l appuntamento con il Vinitaly mentre oltre alle tante persone che lavorano nel nostro territorio nell associazionismo e nel volontariato a cui diamo voce durante Baci e Abbracci, abbiamo pure intervistato personaggi famosi come Fiordaliso, Ilenia Carrisi o il sindaco di Verona Tosi e tanti altri. A dire il vero RCS non è solo questa seguitissima trasmissione ma è anche la radio di tanti altri appuntamenti che raccontano la storia di una provincia come la nostra, ricca anzi ricchissima di eventi e manifestazioni che troppo poco vengono raccontati dalle nostre emittenti radiofoniche o televisive. Radio Rcs è presente da 24 anni nel mondo dell etere e dell intrattenimento radiofonico veronese continuano i due conduttori - siamo presenti nelle frequenze in fm per il Basso veronese e per la Lessinia mentre per il Basso Lago e in digitale e sulle nuove tecnologie per Smartphone, tablet, cellulari e dai pc dal sito con contatti bimestrali sul nostro sito con più di pagine visitate. con un sharing settimanali di oltre ascoltatori (indagine primo trimestre 2013). Il nostro intento è quello di lavorare sul territorio locale seguendo anche lo sport come con RadioGrandeSport con il calcio del Chievo Verona, Hellas Verona, tutto il calcio dilettantistico con più di 200 squadre coinvolte, ma raccontiamo anche di volley con Tutto Volley Verona, la pallavolo di serie A, B, C e D: il tutto minuto per minuto e con più di 20 società veronesi coinvolte dalla diretta radio itinerante del sabato sera. Assicuriamo la diretta della prima squadra di Verona che milita in serie A, Calzedonia, con oltre spettatori sempre presenti al PalaOlimpia e ascoltatori delle trasferte in diretta radio. Un lavoro molto intenso quindi che prevede anche delle dirette esterne a fiere (Vinitaly e Sport Expò), concerti, carnevali veronesi, ma anche con l informazione grazie a Giornali radio in onda dalle 7.00 alle di ogni giorno ogni 30 minuti. A farlo non siamo solo noi di Baci e Abbracci ma una squadra di persone che fanno radio con passione e amore per la radio, uno strumento che ti tiene compagnia in qualsiasi luogo ed in ogni momento, unico ed insostituibile concludono Filippo e Roberto- Grazie a questo impegno la nostra redazione ha anche ricevuto il Premio Stampa 2008, conferito dalla F.I.G.C. del Veneto per il servizio reso al calcio e il riconoscimento come miglior radio di Verona e provincia per gli anni 1998/99. Ora RCS è proiettata verso il futuro proprio per raccontare, grazie alla radio, una storia bella, ricca ed entusiasmante come la nostra abbracciando tutti i suoi radioascoltatori. F.O. LUCE SANTA DELLA PACE L arrivo presso la stazione di Verona della Luce Santa della Pace. La luce ha viaggiato sui treni DB-ÖBB EuroCity da Linz ed è arrivata il 19 dicembre 2014 alle ore 12:56 presso la stazione di Porta Nuova per essere consegnata alle Suore Canossiane di Villafranca. Ufficio Stampa ÖBB Personenverkehr AG Tutto Il Basso Adige esprime sentite condoglianze al Cavaliere Silvano Pedrollo, nostro premio Il Basso Adige nella recente manifestazione presso Castello Bevilacqua, per la perdita del padre Zimerio, autentico Maestro di Umanità nel lavoro e nell impegno sociale.

14 14 Anno XXXVII - n. 1 - Gennaio 2015 Giulietto Pigozzo, maestro d alta gastronomia Una storia che onora Verona, In via Stella 11, esperienza e professionalità caratterizzano la Bottega storica a 2 stelle Non sono le chiacchere, non è l immodestia, non sono le arie che costruiscono, ma l impegno, la costanza, la capacità di rischio e l esperienza. Esperienza che, con la tenacia, diventa professionalità. Elementi, questi, molto apprezzati dal cittadino e, contemporaneamente, contributo essenziale al sistema economico. Per arrivare a ciò, tuttavia, occorre tempo, pazienza, tenacia e buona volontà. Parliamo di Giulietto Pigozzo, che inizia la sua vita lavorativa a quattordici anni, in quel di San Pancrazio, Verona, nel 1960, come garzone di un negozio alimentare. Apertosi, quindi, in corso Porta Nuova, sempre in Verona, un nuovo ambiente, Giulietto compie passi avanti e viene assunto come banconiere. Per qualche tempo, poi, Pigozzo lavora, sempre occupandosi egli di alimentari, in Piazza Renato Simoni, nel la modestia gli permette, intanto, di accumulare conoscenza approfondita del settore. Gli viene, quindi, affidata la gestione dell allora noto negozio SPEGA, di via Stella 11, negozio del quale, dopo sedici anni, nel 1986, Giulietto diventa proprietario, creando la denominazione, per lo stesso, di Gastronomia Stella - denominazione tuttora in essere - che Giulietto Pigozzo gestisce con la collaborazione dell attiva moglie Luisa, e dei figli, Mattia ed Emiliano. Il trascorrere degli anni, 28, dall apertura in via Stella, ha permesso al negozio d essere riconosciuto, nel maggio 2014, dal Comune di Verona, in base a determinate caratteristiche - anche grazie all arredo, rimasto immutato, quale è dal quale Bottega storica stellata a 2 stelle : un esercizio, che dona a via Stella un certo che di caratteristico, che ne impreziosisce incisivamente l aspetto, sotto il punto di vista storico, delle arti e dei mestieri, nello svolgimento dei quali, massima importanza assume il concetto di specializzazione. La quale, ora trova continuazione, fortunatamente, anche per la città scaligera, in Mattia ed in Emiliano, oggi, come accennato, attivi nel prestigioso negozio, Abbiamo usato più volte il termine professionalità e lo useremo ancora... Ma, non a caso. La Bottega stellata, infatti, non si limita al solo rivendere, che, alla fine dei conti, ha pure un suo valore sociale, ma anche a preparare gastronomia particolare e ricercata - caso unico in Verona - in base a ricette straordinarie, in apposita cucina, facente parte del negozio stesso, il quale è in grado di proporre, in tal modo, cibi genuini, saporiti e sempre freschi, anche degustabili nel negozio stesso, dove sono disponibili alcuni tavolini, o adatta al cosiddetto take away... Nel piccolo, ma con il grande amore e la massima passione per il proprio lavoro, tutto in famiglia, il complesso di tale offerta - afferma soddisfatto il geniale Giulietto - costituisce un successo e, aggiungiamo noi, un forte aiuto a chi, per motivi di tempo, non riesce a cucinare in casa. Ma, ovviamente, una tale attività non può prescindere da un ulteriore offerta variegata, caratterizzata da alimentari pregiati, provenienti da varie regioni d Italia, per cui la Bottega storica di via Stella propone circa 200 tipi di formaggi, 100 di salumi, 50 di vini, 5 di olii d oliva, 7 di pane, prodotti in vaso, vari tipi di aceti balsamici, cui s aggiungono fegato d anatra, pesci particolari, come caviale e salmone, non mancando mai, il grande veronesissimo baccalà..., ma anche dolci e pandori artigianali..., ottimi, oggi, per festeggiare i prossimi Natale e Capodanno. Caro Giulietto, il Tuo negozio è una vera e variopinta fiera campionaria, entrando nella quale, ci si rende subito conto, che, accanto alla qualità, dominano passione e professionalità, che sono i doni più straordinari, dei quali un imprenditore può disporre. Passione e professionalità, che, con la molteplice varieta merceologica esposta nella Bottega e con i suoi colori, rallegrano il visitatore e sono alto contributo a rendere bella ed interessante Verona. Pierantonio Braggio Una grande azienda italiana, una grande produzione di oli vegetali ITALIA ITALIA ROMANIA MAROCCO 14_191_Pag_BassoAdige_21x14,6.indd 1 13/02/

15 Anno XXXVII - n. 1 - Gennaio ANTICA TRATTORIA BELLINAZZO, UNA TRADIZIONE CHE CONTINUA DA QUASI 130 ANNI E di sicuro effetto il motto con cui ci accoglie l Antica Trattoria Bellinazzo a Carpi di Villa Bartolomea e che ci invita a visitarla perché ci propone Piatti poveri di cucina tipica contadina. Reminescenze di profumi e gusti che evocano un mondo lontano. Ed in effetti l essere l Ostaria vecia de la piaza, è una delle caratteristiche di chi può vantare di essere stato segnalato fra le Osterie d Italia di Slow Food, premiato con un gambero nella categoria trattorie dalla prestigiosa guida del Gambero Rosso, inserito nell Accademia della Cucina, presente nelle Guide di Alice, in quelle del Touring Club Italiano, e nelle più prestigiose guide di Germania, Austria e di altri Paesi Europei. Ma l ultimo, prestigioso riconoscimento è stato il suo inserimento nella Guida del 2015 alle Osterie d Italia e scelta per la sua famosa Pasta e Fagioli, tra le migliori quattro del Veneto. Una grande soddisfazione, ma che per Daniele Bellinazzo e per sua moglie Chiara, il mago della cucina, è solo il frutto di tanto lavoro e di un attenta ricerca di quelli che sono i piatti semplici della tradizione di queste terre. Portiamo avanti una tradizione che viene da lontano, da quel 1885 quando nacque l Antica Trattoria con cucina tipica, e sono convinto -ci dice Daniele- che la risorsa del territorio sia proprio l orto e che solo ripartendo dalla cultura dell orto sarà fondato il nostro futuro nell enogastronomia. Il locale è stato pensato come il motore che propone prodotti poveri, lontani dalle mode e per questo senza tempo, sempre buoni, sempre genuini e amati da tutte le generazioni. Ed in effetti per chi frequenta la Trattoria Bellinazzo è normale vedere una clientela di tutte le età, con giovani che assaggiano i piatti tipici condividendo la propria scelta con i genitori o con i nonni. Il nostro modo di lavorare è legato ai prodotti a chilometro zero -continua Danieledove ogni piatto deve essere sì studiato ma, soprattutto, presentato e motivato. La velocità con cui siamo abituati a vivere ci porta troppo spesso a non capire cosa ci stiamo abituando a mangiare. Ecco quindi che noi cerchiamo di essere la risposta a chi cerca un identità in questo territorio, a chi si chiede perché vengo qui a mangiare questi prodotti e la risposta è proprio legata alla ricerca o alla riscoperta dei piatti della nostra tradizione che ci hanno dato l orgoglio, la bontà, la qualità di questa terra e la forza nel nostro lavoro. La consapevolezza di questa appartenenza mi ha così portato nel 1990, a cercare per questo locale una propria identità. Parlando con dei gastronomi ho avuto da loro le giuste indicazioni che mi portarono ad una sfida. Mi chiesero quale cucina della mia famiglia volessi portare avanti e se avessi voluto o meno valorizzare la storia di chi mi aveva preceduto e di questa terra. Se tutto questo lo ritenevo importante, dovevo allora dare una svolta a quello che stavo facendo ed in sei mesi ho rivoluzionato la cucina abituando la clientela ai piatti della nostra terra. E il risultato Daniele. Ci è voluto un po di tempo ma in breve tempo la gente ha capito il mio intendimento e siamo arrivati dove hai appena accennato tu, inseriti non solo nelle guide più rinomate d Italia, ma anche in riviste provenienti da un po tutto il mondo. Ma quali sono allora i piatti che proponi ai tuoi clienti. Sono i nostri piatti, quelli della nostra tradizione e della nostra terra -ci dice sorridendo- la pasta e fasoi ad esempio, ci vuole un intera mattina di lavoro per prepararla, poi i salumi della nostra tradizione, il prosciutto crudo dolce di Montagnana, i formaggi della Lessinia, il risotto tipico della Bassa, i bigoli al torcio col musso, la pasta fresca con lo stracotto d asino, la polenta e baccalà, la tagliata di puledro passando di sciuro tra ottimi vini. La Lituania è nell Eurozona e nella BCE La Lituania, dopo pesanti sacrifici e validi progressi, è nell Eurozona e nella BCE. Dal 1 gennaio 2015 il caratteristico cavaliere bianco Vytis sulle euromonete lituane. Dopo tredici anni dall introduzione della moneta unica europea, Vilnius, ha raggiunto, non senza sacrifici, l euromoneta - già ufficialmente in circolazione, dal 2002, pur con problemi, non di facile soluzione, in diciotto Paesi europei, che via via vi hanno aderito - diventando, quindi, il 19 Paese dell Eurozona e membro della Banca Centrale Europea. Non più, dunque, vecchi e storici litas (singolare) e litai (plurale), nelle tasche lituane, ma euro, che portano, tutti, sul rovescio, l antico e vivace emblema lituano, risalente al 1366, dato dal cavaliere bianco Vytis, volto a sinistra. Le riforme, per adempiere ai criteri di convergenza, giustamente voluti dal Trattato di Maastricht (1991), hanno giovato alla Lituania, che, con la sua entrata nell Eurozona, come terzo dei Paesi Baltici, ha contribuito al completamento dell unificazione monetaria europea dall Est all Ovest, ad eccezione di Norvegia e Svezia. La Lietuvos Republika - E le soddisfazioni maggiori. Indubbiamente pasta e fagioli è in assoluto il piatto che me ne ha dato di più ma anche i piatti della nostra tradizione ed anche il gnocco borlotto che è tipico proprio di Villa Bartolomea -continua Daniele- ma la cosa bella è vedere i giovani che degustano con grande soddisfazione pasta e fagioli; non è per nulla vero che i giovani mangiano solo spazzatura, come afferma qualcuno, sanno anche loro distinguere ed apprezzare la buona cucina e quella della nostra tradizione. Quindi i vari premi te li sei guadagnati sul campo. Certo -ci dice- i recensori delle varie riviste vengono in incognito ad assaggiare e tornano anche più di una volta per confrontare, riprovare, decidere ed il fatto di farmi la classica frase cosa mi consiglia? vuole proprio indicare quale piatto noi vorremmo fosse proposto al cliente. La nostra forza sta poi nella cucina di tipo famigliare e dove i collaboratori sono bravi e credono in quello che stanno facendo. Ecco quindi che i piatti variano a seconda del periodo, Infatti all arrivo di ogni stagione cerco di valutare quello che mi offre l orto e di proporlo alla clientela. Adesso è il tempo della zucca, del radicchio ed è partendo da queste basi che cerco magari un nuovo piatto assaggiato e condiviso da famigliari e collaboratori che devono dire la loro per cercare di migliorarlo. Ha proprio le idee chiare Daniele e i vari riconoscimenti rendono merito a chi della nostra terra e dei suoi prodotti vuole fare delle eccellenze. Questo lavoro per me è una mission -conclude- viviamo in una terra importante, troppe volte bistrattata ma ricca di sapori, di gusti, di eccellenze per il palato ed il fatto di essere stato di recente anche nel The New York Times la dice lunga di come anche oltre oceano la nostra cucina sia apprezzata. Eppure io cerco solo di portare avanti una tradizione come quella della mia trisavola Cesira Bellinazzo che già alla fine del 1800 preparava nella propria cucina di Carpi trippa, baccalà ed i buoni piatti da osteria che io continuo a fare seguendo quella tradizione. F.O. denominazione ufficiale in lingua lituana - ha dimostrato come l euro sia, nonostante tutto, motivo d attrazione e, al tempo, di prestigio, quale segno di quella stabilità economica, che è alla base della crescita interna. Vilnius, con i suoi circa di abitanti, ha un debito pubblico invidiabile, che supera di poco il 41%, un Pil pro capite sui $ ed un positiva crescita economica, ancorché la disoccupazione s aggiri un po oltre l 11%. Un piccolo Paese, che, autonomo, dopo mezzo secolo di brutali occupazioni (dal 1941 al 1991), nazista e sovietica, ha saputo dimostrare che raddrizzare l economia si può, con le necessarie riforme, non solo per ottenere il benvenuto nell eurozona, ma soprattutto per il bene della propria popolazione. Rispettare il criterio, voluto da Maastricht, di un debito pubblico non superiore al 60% ed un deficit di bilancio non superiore al 3% del Pil, non significa solo attenersi ad una regola europea, peraltro sottoscritta, ma osservare, anzitutto, il concetto di buona amministrazione. Quello che ha fatto la baltica Lituania! P. B.

16 16 Anno XXXVII - n. 1 - Gennaio 2015 L Agroalimentare e prodotti veronesi in Piazza Bra Promotrice ne è stata la nota Compagnia del Listón, presieduta da Tiziano Zampini Passeggiare sul bianco lastricato della Bra, scambiarsi idee, creare distensione ed amicizia e, magari, assaporare qualche buon piatto, riunita in uno degli straordinari locali, con vista su Arena, Municipio, Palazzo della Gran Guardia e sull estesa piazza, con il suo novecentesco giardino - un complesso veronese senza uguali - per la Compagnia del Listón è il meglio che si possa fare... Tuttavia, il sodalizio guarda anche al lato culturale della sua attività e, nel caso, alla valorizzazione di quanto l agricoltura veronese offre. Ogni anno, turnano prodotti diversi... L anno scorso, fece furore la straordinaria Vérza móréta n téia di Veronella... La sera del 19 dicembre 2014, anche per rendere omaggio a Giovanni Rana - grande amico della Compagnia di Tiziano Zampini - e a Giulio Pigozzo di Gastronomia Stella - i quali perfettamente conoscono quale importanza abbia il prodotto agricolo di qualità, per la loro attività - sono stati proposti agli amici presenti, oltre a quanto eccellentemente preparato dal Ristorante La Costa in Bra, prodotti di nicchia, meritevoli d alta attenzione e d esportazione. Grande approvazione ha conseguito lo straordinario Radicchio rosso di Verona, caratteristico del Basso Veronese, proposto da Cristiana Furiani, dell Azienda Geofur di Legnago; apprezzate sono state le mele della varietà Stark delicious, dolcissime, sottoposte all attenzione degli appassionati, dal Consorzio Problemi economico-finanziari e sociali nel mondo In Italia, realizzazione delle necessarie riforme, riduzione della spesa pubblica, ridotta quotazione del petrolio e dell euro, nonché, previsto acquisto di titoli di debito pubblico da parte della BCE, sono motivi per pensare ad una pur modesta, anche se lenta, ripresa. Una buona occasione, da non perdere. Da qualche tempo in qua, il dollaro americano sta dimostrando una forza imprevista, segno, certamente, della ripresa dell economia degli Stati Uniti, la prima nel mondo e nella quale ci si aspetta un innalzamento del tasso ufficiale da parte della Fed. Il buon andamento nordamericano non può che fare piacere, se ciò non incidesse negativamente sugli indebitati Paesi emergenti, che vengono a trovarsi in difficoltà, essendo i loro impegni internazionali denominati in dollari e, quindi, esposti anche a inaffrontabile rivalutazione, e sulle importazioni di materie prime, essendo queste, di massima, quotate in dollari, oggi, appunto, più pesanti che mesi fa. Ovviamente, bene si trovano, oggi, Paesi, come la Cina, che dispongono di buone quantità di valuta americana. La rivalutazione del dollaro - 11% nel 2014 rispetto all euro - ha i suoi effetti anche sulla quotazione del petrolio, che, oltre a vedersi diminuire il prezzo per la maggiore produzione americana - derivante dallo shale oil, o, prodotto, ottenuto dalla fratturazione idraulica di roccia bituminosa - fa incassare al produttore una minore quantità di valuta americana, perché più forte. Risentono molto, quindi, di tale situazione i Paesi e, quindi, le popolazioni, le cui economie dipendono fortemente dall export di petrolio - per esempio, Ecuador, Russia (con esportazione, per due terzi, legata all oro nero) e Venezuela - sia, a causa, oltre che dello shale oil, delle minori vendite, dovute alla crisi economica mondiale, sia di vendite anche al prezzo di soli 30$ al barile, pur di vendere, sia della conseguente quotazione più che ridotta, diminuita del 40%, solo nel 2014, e ai minimi dal La vigorosa ripresa del dollaro ha avuto ed ha i suoi effetti anche sull euro, il quale, mentre scriviamo - 3 gennaio quota 1,20 dollari americani, con un calo consistente rispetto a qualche mese fa. In merito, ci si attende che la moneta unica europea, già ridimensionata, possa raggiungere il cambio di 1,10-1,17 dollari per euro, fattore questo che potrebbe derivare da un ulteriore rafforzamento del dollaro e dai già preventivati acquisti di titoli del debito pubblico di Paesi europei, da parte della Banca Centrale Europea. Se un euro a quotazione ridotta - quella attuale è già favorevole per l economia italiana - agevola le esportazioni e, quindi, le economie dell Eurozona, è tuttavia, altrettanto vero che i Paesi, più interessati a tali risultati, non devono attenderseli solo dal calo dell euro o dall acquisto di titoli di Stato da parte della BCE, ma crearseli attraverso una profonda riorganizzazione interna, ottenibile solo con incisive riforme, che li mettano in linea con le pressanti imposizioni, derivanti dalla globalizzazione, alla quale nessuno è in grado di porre freni. Un Europaese non può ritenere corretto, quindi, di fondare il proprio benessere economico solo su fatti occasionali, quali quelli, che stiamo trattando e che, a un certo momento, possono d un tratto esaurirsi. Per esempio, è eccezionale l intervento, sopra menzionato della Banca Ortofrutticolo di Belfiore; gustato, e non poco, è stato il riso Vialone nano dell Azienda La Fornasella, Sustinenza veronese, il cui titolare, Giorgio Sbizzera, è, al tempo, esperto risottaio, molto apprezzato anche all estero, e di ottimo gradimento ha goduto la Trippa alla parmigiana con pomodoro, che assieme ad eccellente Baccalà alla veneta, sugo d anatra e di lepre, è prodotta sempre a Sustinenza, dalla Dispensa del Gusto di Monica Reani... Assaggi, che, per le loro caratteristiche, si sono guadagnati massima attenzione, e che hanno raggiunto la Bra, grazie all opera di Enrica Claudia De Fanti, presidente della Pro Loco di Casaleone, costantemente impegnata a promuovere la cittadina, le sue frazioni e le sue produzioni. Non è mancato l intervento di Paolo Ugo Braggio, che ha descritto la mela in ogni suo dettaglio, nelle sue caratteristiche, persino, presentandola tagliata in due parti, onde meglio porre in luce, come il vero frutto sia il seme, mentre la polpa, contenitore naturale del seme stesso, sia ottimo nutrimento per l uomo. Quanto sopra, in un contesto che, se ha permesso lo scambio di auguri natalizi, all insegna dell amicizia, ha lasciato spazio anche a momenti di vera cultura. P.B. Centrale Europea, in quanto la stessa non ha il compito di salvare le finanze in difficoltà, pompando liquidità nei bilanci statali, attraverso l acquisto cennato di titoli pubblici, ma solo di garantire la stabilità dei prezzi nell area europea, attraverso un tasso d inflazione non superiore al 2%. Un 2% che, oggi, non solo non esiste, ma che è, in Italia, ad uno 0,2%..., con le note conseguenze... Dovremmo sentircene contenti, se non fosse che tale tasso (0,2%) non è dovuto a quel buon andamento economico-finanziario, che mira ad evitare l inflazione come elemento che erode il potere d acquisto, ma alla profonda limitatezza della spesa in consumi, da parte dei cittadini. I quali - ed è questo, naturalmente, un pessimo segno - non solo hanno in tasca scarsa liquidità, a causa dell altissima pressione fiscale e dell incertezza sul loro futuro, temendo anche in fatto di nuove imposte, ma, si guardano bene, giustamente, dallo spendere... Non spendendo, tuttavia, non consumano, non consumando, non creano domanda di prodotto, paralizzando, in tal modo, le imprese che il prodotto creano, le quali, a loro volta, colpite anche dall alta pressione fiscale, sono costrette a chiudere e, purtroppo!, purtroppo!, a licenziare... Serve un drastica riduzione della spesa pubblica e della conseguente pressione fiscale... Ciò, ci fa pensare, come, a seguito del forte calo del petrolio, non si possa tentare di ridurre, in Italia, il prezzo della benzina..., pur capendo le difficoltà del pubblico bilancio. Comunque, benzina (o diesel, che incide fortemente sui trasporti di merci, o gasolio per riscaldamento) a parte, per ottenere buoni risultati, sono essenziali riforme, ammodernamenti, non a parole, ma nei fatti e tali da creare certezze, oltre a quanto l economia mondiale ed europea ci offrono. Un quanto, che, purtroppo, non basta, in mancanza di dette riforme, perché se tale quanto ci permette di risparmiare, ma spendiamo su altri fronti, non produttivi, non risolveremo mai i nostri problemi. Ci favoriscono, in questo periodo, dunque: il basso prezzo del petrolio a barile (159 litri), oggi, solo a qualcosa più di 50$; il ridotto corso dell euro, che ci consente di esportare in maggiore quantità, ma che ci costringe a pensare anche al maggior costo delle importazioni; la quasi certezza dell acquisto (operazione nota come quantitative easing o QE) di nostri Bot - ben 414 miliardi degli stessi, pari ad un quarto dei titoli di Stato in circolazione, sono in possesso di Banche italiane - da parte della BCE: un operazione di politica monetaria, che non deve trasformarsi in motivo, molto temuto, del resto, dai Paesi a debito pubblico in regola, per non realizzare valide riforme, e, in fine, i fortemente minori tassi, che lo Stato italiano deve pagare, come conseguenza del QE stesso, sulle nuove emissioni di Bot; un QE, che mira a produrre liquidità e permette, in condizioni ideali, che vanno concretizzate, di investire di più nell impresa, unica creatrice di lavoro. Certo, non si risolveranno tutti i problemi italiani, ma, al momento, i fatti cennati possono esserci di grande e costruttivo aiuto. Non dimenticando che, mentre pretendiamo comprensione da parte dell Unione Europea, dobbiamo agire secondo quelle sue norme, che ognuno dei suoi 19 Stati membri del sistema monetario ha sottoscritto e deve rispettare. Pierantonio Braggio

17 Anno XXXVII - n. 1 - Gennaio a Roveredo di Guà, il Radicchio rosso di Verona, nella sua XIX Fiera Particolare attenzione, per quattro giorni, ad una coltura di nicchia dell agroalimentare del Basso Veronese. Importante manifestazione, già alla sua XIX edizione, l 8, il 9, il 10 e l 11 gennaio 2015, a Roveredo di Guà, località Cicogna, per dare risalto ad una produzione agricola, invernale e straordinaria, che è data dal Radicchio rosso di Verona, accompagnato, non dimentichiamolo, dall estiva Patata dorata, pure del luogo. Una manifestazione che vuole essere, ogni anno, anche di supporto agli agricoltori, che, per ottenere il Radicchio, fra ottobre e marzo, iniziano i lavori in maggio, curando terreni e pianticelle sino al momento del raccolto, per poi passare al suo confezionamento. Il quale avviene solo dopo avere privato i ceppi delle foglie esterne, dopo averli lavati e selezionati per calibro. In merito, il concetto di presentazione del prodotto è oggi determinante, anche per vendere bene la qualità, resa preziosa dallo straordinario colore purpureo delle foglie del nostro radicchio, interrotte, ognuna, dalle note venature eburnee, che rendono il vegetale attraente, trasformandolo, con la sua quasi studiata forma a cuore, in un piccolo monumento. Migliore, ovviamente, il Radicchio di Verona è nel piatto, dal quale si propone con l incomparabile crocantezza delle sue foglie. Collaborano fattivamente alla promozione del Radicchio rosso di Verona il Consorzio Tutela Radicchio di Verona IGP, presieduto dalla sua creatrice, Cristiana Furiani, via Sommacampagna 63H, Verona, l Istituto bancario Crediveneto, presieduto da Piergiorgio Agostini, e Coldiretti, guidata dal presidente Claudio Valente. Gli stessi hanno inaugurato l importante evento, che interagisce anche come elemento animatore della zona, assieme al sindaco di Roveredo di Guà e presidente della Provincia, Antonio Pastorello, al vicesindaco, Claudio Cioetto, al consigliere provinciale Davide Febi, ai sindaci di Soave, Lino Gambaretto; di Veronella, Michele Garzon; di Casaleone, Andrea Gennari, e di Cognola ai Colli, Alberto Martelletto, la cui presenza era rappresentativa di esperienze di rilievo, in fatto di valorizzazione di prodotti della terra delle rispettive zone, come vino, verza moretta, radicchio e piselli, che costituiscono, fra gli altri, quanto di meglio può essere denominato prodotto tipico locale di qualità. L agricoltura veronese non manca di nulla e manifestazioni come quella di Roveredo e delle cittadine citate, costituiscono un forte contributo alla promozione di prodotti della terra eccezionali, che, in tal modo, con il loro territorio che è pure ricchezza vengono sottoposti all immediata attenzione di un pubblico, che deve sapere e conoscere, per poter supportare l agricoltura stessa, consumando quanto la stessa offre. Nel quadro della Fiera, di massima importanza è stata la relazione di Angelo Frascarelli, Università di Perugia, sul tema PAC : dai pagamenti diretti al mercato, più opportunità per aggregazione e promozione. Molto particolareggiato ed invitante il volumetto Ricette e sapori, predisposto dal Consorzio Tutela Radicchio Rosso di Verona, ricettario che, nelle sue quattordici pagine a colori, propone preparazioni speciali a base, appunto, di Radicchio rosso veronese. A margine dell inaugurazione della XIX Fiera del Radicchio, è stata brevemente esaminata grazie all attenzione accordata dal presidente di Crediveneto, Agostini, il cui Istituto è particolarmente sensibile ai problemi dell agricoltura, e dal sindaco di Soave, Gambaretto la proposta di Paolo Ugo Braggio per un convegno di sindaci, dedicato all europea Dichiarazione di Cork, Irlanda, del Dichiarazione, che mira a valorizzare l agricoltore, come sentinella del territorio, facendo attribuire allo stesso, da parte dei Comuni, l incarico del monitoraggio del territorio, della manutenzione di strade, di canali e di siepi, della creazione di sviluppo rurale sostenibile e di capacità d attrazione delle zone rurali, in cui egli opera. Quanto sopra, permette di contribuire alla promozione della campagna, di dare maggiore vita al territorio e di creare, al tempo, validi motivi per i giovani di rimanere in loco. L agricoltura è, infati, pure valida fonte di occupazione, la quale, tuttavia, data anche la non facile situazione di mercato, soprattutto, per verdura e frutta, merita maggiori facilitazioni fiscali e meno burocrazia. Pierantonio Braggio iacere di servirvi Ristorante - Pizzeria San Valentino Flan di carciofi con crema al formaggio e bresaola Strigoli con crema di radicchio, salsiccia e scaglie di grana Straccetti di vitello con misto bosco Tortino di patate Rotolino di fagiolini Carrello degli innamorati Vino, acqua, caffé, correzione e spumante Corso di ballo country Da gennaio ogni lunedi alle ore Info: Sara Paolo E 23,00 a persona Via Rovigo, 50 - Vigo di Legnago - Per prenotazioni telefonare ai numeri o

18 18 Anno XXXVII - n. 1 - Gennaio 2015 ERIS E LE TRE MOIRE Eccoci giunti alla prima puntata della rubrica di AstroMitologia del Basso Adige del Oggi continueremo a descrivere le divinità minori dell antichità greco/romana soffermandoci su quelle femminili come Eris e le tre Moire. Eris, che per i romani corrispondeva a Discordia, era la dea della discordia, figlia di Giove e Giunone e sorella minore di Marte, ma secondo altre fonti Eris era stata concepita da Giunone senza l aiuto di suo marito Giove ma semplicemente toccando un fiore. Eris era una dea spietata, animatrice di conflitti e delle guerre tra gli uomini e faceva da guardia al palazzo del dio della guerra Marte, in Tracia. Era raffigurata sullo scudo di Hercules nell atto di volteggiare intorno alla personificazione della paura, Phobos, e la sua terrificante immagine era riprodotta anche sullo scudo di Achille. L evento mitologico più importante della dea è la celeberrima vicenda della mela d oro della discordia. Tutto cominciò al matrimonio dei futuri genitori di Achille, Peleo e Teti, dove la vendicativa divinità fu l unica a non essere stata invitata; si presentò però durante la festa e fece rotolare una mela d oro, forse presa nel giardino delle Esperidi, con incise le parole alla più bella. Subito Venere, Giunone e Minerva la rivendicarono e sostennero ciascuna di essere la più bella; Giove però, chiamato a decidere a chi spettasse la mela, decise di mettere la scelta nelle mani di Paride. Giunone cercò di corrompere Paride offrendogli l Asia Minore, Minerva gli offrì fama, saggezza e gloria in battaglia e Venere offrì a Paride la più bella delle donne mortali e Paride scelse quest ultima. Questa donna era Elena, figlia di Giove e Leda e moglie del re di Sparta Menelao. Paride quindi rapì la donna e la condusse a Troia; questo fatto diede inizio alla guerra di Troia che venne vinta anni dopo dai greci grazie all astuzia di Ulisse e al suo famoso cavallo. Sempre durante la guerra di Troia Eris, secondo la mitologia, venne spesso inviata da Giove per aizzare con le sue grida gli spiriti dei guerrieri greci, per i quali parteggia al pari di Marte, e troiani. Secondo il poeta greco antico Esiodo, la dea, oltre ad avere una natura violenta, possedeva anche un altra natura che poteva essere d aiuto ai mortali: quando si presentava nella forma della competizione, la dea era di stimolo agli uomini, spingendoli a oltrepassare i propri limiti e consentendo loro di raggiungere risultati che la loro innata pigrizia renderebbe altrimenti irraggiungibili. Le tre Moire, che per i romani corrispondono alle tre Parche, erano la personificazione del destino inevitabile dell uomo, erano figlie della Notte o secondo altre fonti di Giove e Temi (personificazione della giustizia). Erano tre sorelle: Cloto, nome che in greco antico significa io filo, Lachesi, che significa destino, e Atropo, che significa inflessibile. Erano raffigurate come delle vecchie tessitrici scorbutiche che dimorano nel regno dei morti, nell Ade. Venivano anche chiamate Fatae, ovvero coloro che presiedono al Fato. Cloro, la più giovane, era la tessitrice, lei filava il filo della vita ed era solitamente associata alla nascita. Lachesi dispensava i destini avvolgendo il filo sul fuso della vita e distribuiva quindi la quantità di vita ad ogni umano. Atropo, la più anziana delle sorelle, l inesorabile, rappresentava il destino finale d ogni individuo ed aveva il compito di recidere con cesoie il filo che rappresentava la vita del singolo, decretandone il momento della sua morte. Esse agivano spesso contro la volontà del re degli dèi Giove ma tutte le divinità erano tenute ad obbedirle perché la loro esistenza garantiva l ordine dell universo, al quale anche gli dèi erano soggetti. Nel prossimo numero della rubrica continueremo a parlare delle divinità minori dell antichità greco-romana. Arrivederci al prossimo mitologico numero! Gianluigi Viviani SECONDA CATEGORIA. GIRONE D. IL VIGO SPERA NELLA PROMOZIONE IN PRIMA CATEGORIA Il Gruppo Sportivo Parrocchiale di Vigo ha iniziato bene il 2015 con la settima vittoria consecutiva contro il Bovolone grazie ai gol di Corrias e Danielli nella ripresa. La squadra bianco amaranto dopo la prima giornata del girone di ritorno è in testa alla classifica assieme al Cologna Veneta con 35 punti. Il presidente Raimondo De Angeli durante il suo lungo intervento nella cena di Natale ha elogiato mister Christian Franzoni da tre anni a Vigo, apprezzato perchè fa giocar bene la squadra. «Tutti elogiano il Vigo - ha detto con orgoglio De Angeli - ; la squadra dopo il brutto avvio ha raggiunto il giusto equilibrio, tutti parlano bene del Vigo e il meccanismo non si inceppa. Dobbiamo però tenere però i piedi per terra perchè il GSP Vigo è diventato la squadra da battere. Speriamo che il 2015 sia un anno prospero per tutti anche per la nostra squadra». Capitan Luca Tomelleri dichiara: «Il sogno è il primo posto il 3 maggio.» A.N. Nella foto Navarro: il presidente Raimondo De Angeli durante il suo discorso alla cena di Natale. Costruita nel XVI secolo, Villa Bevilacqua fu una delle tenute della famiglia Bevilacqua di Santa Anastasia. La sua funzione era quella di casa di villeggiatura. Villa Bevilacqua apre le porte ai suoi ospiti per banchetti, ricevimenti e cerimonie. Ampi spazi, sale luminose ed un parco che circonda tutta la struttura la rendono una piccola oasi di tranquillità ed armonia nel centro della cittadina omonima. Per tutti i futuri sposi che scelgono questa speciale location, possono beneficiare ti tanti sconti: scegliete quello che fa per voi! Nella splendida atmosfera di Villa Bevilacqua gli sposi hanno la possibilità di coronare il loro sogno d amore, non dimenticandosi che ci sono numerosi sconti pensati appositamente per loro. Per tutte le coppie di futuri sposi che scelgono di festeggiare le nozze lontano dai calori estivi, avranno uno sconto del 10% sui menù del banchetto nuziale fino al 30 aprile 2014; per i matrimoni che vengono celebrati durante la settimana ci sarà uno sconto del 10% e del 15% il venerdì. Infine se si sceglie la domenica per convolare a nozze lo staff di villa Bevilacqua renderà quella giornata ancora più speciale regalando uno sconto del 10% sui menù del banchetto di nozze. Informazioni e prenotazioni: Villa Bevilacqua - Via Roma, Bevilacqua (VR) T F

19 Anno XXXVII - n. 1 - Gennaio S.GIOVANNI IL. MINERBE TORRI DEL BENACO MONTECCHIA DI C. MONTEFORTE SOAVE BONAVIGO ROVERCHIARA ISOLA RIZZA OPPEANO LEGNAGO CEREA GARDA BARDOLINO LAZISE PASTRENGO CAPRINO COSTERMANO AFFI VERONA VERONA VERONA VERONA VERONA X02 X03 X04 X05 X06 IL BUS VELOCE CHE TI PORTA IN CITTÀ SCOPRILO SU atv.verona.it i PRENOTAZIONE BUS lunedì-venerdì: 8,00-17,00

20 Growing Equipment since 1973 Growing Equipment since 1973 ing Equipment since 1973 NUTRIZIONE E SPECIALITÀ E E SPECIALITÀ PER L AGRICOLTURA GRICOLTURA SEGUI FOMET ANCHE SU: Via Vialarga, S. Pietro di Morubio (VR) ITALY-CE Tel Fax SEGUI FOMET SEGUI ANCHE FOMET ANCHE SU: SU: FOMET spa ottiene la Certificazione OHSAS Via Vialarga, S :2007, Pietro di Morubio ora sono (VR) quattro! ITALY-CE Nella foto, in ordine da destra: l ing. Evelin Via Vialarga, Tel S. Pranovi, Pietro - Responsabile di Fax Morubio ++39 (VR) Ambiente 045 ITALY-CE e Qualità Tel in Fomet - spa Fax e ++39 che cura 045 e segue tutte le certificazioni, con il certificato della ISO ; il - Dr. Matteo Casella, Direttore di Stabilimento, con il certificato della ISO (ambientale); l ing. Andrea Burato, del Laboratorio Fomet spa con il certificato della ISO (energetica); il Dr. Roberto Bonotto, Responsabile Commerciale Fomet spa con il certificato Responsabile Care di Federchimica.

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato

Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato La nuova biblioteca pubblica della città di Prato, l Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini, è situata

Dettagli

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI A CIVIDALE E DINTORNI MARZO 2010

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI A CIVIDALE E DINTORNI MARZO 2010 Città di Cividale del Friuli AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI A CIVIDALE E DINTORNI MARZO 2010 a cura INFORMAGIOVANI INFORMA CITTÀ EVENTI A CIVIDALE Fino al 31 marzo CIVIDALE DEL FRIULI Navel ( Foro Giulio Cesare)

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i dialoghi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. DEVI SCRIVERE LE TUE

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Concorso Piccola Caprera VII^ Edizione Tema:L'Amor di Patria

Concorso Piccola Caprera VII^ Edizione Tema:L'Amor di Patria Associazione Nazionale Volontari Bir el Gobi La Bandiera è il simbolo della Patria.Non importa se nel bianco ci siano stati lo Scudo Sabaudo o l'aquila Repubblicana.Sotto i suoi colori migliaia di Eroi

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

PER COMINCIARE TOCCA CON GLI OCCHI, NON CON LE MANI

PER COMINCIARE TOCCA CON GLI OCCHI, NON CON LE MANI PER COMINCIARE CERCA LE OPERE NELLE SALE Su ogni carta trovi il disegno di un dettaglio tratto da un opera in mostra. SCOPRI NUOVE COSE sull arte e gli artisti con le domande, i giochi e gli approfondimenti

Dettagli

il teatro per le scuole

il teatro per le scuole stagione teatrale 2014-2015 il teatro per le scuole STAGIONE LIRICA GUIDA ALL ASCOLTO E PROVA APERTA OPERA DOMANI XIX edizione STAGIONE TEATRALE GIORNATA DELLA MEMORIA SCUOLA DI TEATRO INCONTRI PER I PIÙ

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

TECNOLOGIC@MENTE LABORATORIO-MUSEO SCHEDA TECNICA. 52 km www.museotecnologicamente.it Tel: 0125/1961160 e-mail: scuole@museotecnologicamente.

TECNOLOGIC@MENTE LABORATORIO-MUSEO SCHEDA TECNICA. 52 km www.museotecnologicamente.it Tel: 0125/1961160 e-mail: scuole@museotecnologicamente. LABORATORIO-MUSEO TECNOLOGIC@MENTE Tecnologic@mente, coordinato e gestito dalla Fondazione Natale Capellaro, in questi anni ha svolto un importante e fondamentale lavoro volto per la conservazione e, soprattutto,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

LA GUERRA DEI NOSTRI NONNI

LA GUERRA DEI NOSTRI NONNI Il Centro Pastorale C. M. Martini nell Università degli Studi di Milano - Bicocca è lieto di invitare alla presentazione del libro La guerra dei nostri nonni di Aldo Cazzullo che si terrà venerdì 14 novembre

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 Giugno 2010 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 2 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Per ricordare meglio le parole nuove, scrivile e contemporaneamente leggile ad alta voce.

Per ricordare meglio le parole nuove, scrivile e contemporaneamente leggile ad alta voce. Consiglio Per ricordare meglio le parole nuove, scrivile e contemporaneamente leggile ad alta voce. La mia famiglia Federico ci presenta la sua famiglia. Guarda il disegno e completa con i nomi della famiglia.

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 5 uscita del 13 febbraio 2015 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via

Dettagli

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO La gioia del dono ono emozioni di grande intensità e gioia quelle rimaste nel cuore dei Trentini all indomani della sciata memorabile di Papa Giovanni Paolo

Dettagli

Benvenuto a questa nuova giornata da passare nell ufficio di mamma e papà promossa dall ateneo di Roma 3. L anno scorso ci siamo divertiti facendo

Benvenuto a questa nuova giornata da passare nell ufficio di mamma e papà promossa dall ateneo di Roma 3. L anno scorso ci siamo divertiti facendo Benvenuto a questa nuova giornata da passare nell ufficio di mamma e papà promossa dall ateneo di Roma 3. L anno scorso ci siamo divertiti facendo delle attività molto interessanti e simpatiche! Anche

Dettagli

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 414 Bergamo Tel 03543373 Fax: 0357033- www.darosciate.it e-mail: segreteria@darosciate.it -

Dettagli

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA L obbiettivo di questo laboratorio è quello di rielaborare ed interpretare un antica fiaba usando i significati profondi

Dettagli

L ESERCITO DEI BISCOTTI

L ESERCITO DEI BISCOTTI L ESERCITO DEI BISCOTTI Siamo gli alunni del Convitto Nazionale Paolo Diacono, un Istituzione Educativa dello Stato, presente a Cividale del Friuli dal 1876. L offerta formativa del Convitto comprende:

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B 08/06/2015 COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B - Grammatica: svolgi tutti gli esercizi da p. 3 a p. 19 (tranne l es. 6 p. 19) + leggi p. 24-25 (ripasso del verbo) e svolgi gli es. da 1

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

VOLONTARIATO & SERVIZIO

VOLONTARIATO & SERVIZIO www.tolentini.it GRUPPO VOLONTARIATO & SERVIZIO Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date. (Matteo 10, 8) Il Gruppo Volontariato e Servizio della Pastorale Universitaria è formato da studenti di

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

R O M A Archeologica, Cristiana, Barocca

R O M A Archeologica, Cristiana, Barocca Associazione culturale Bareggese Via Don Biella 2 Bareggio (MI) P. IVA : 07178300963 www.numtuccinsema.it L associazione culturale Bareggese P r o p o n e T o u r d i c i n q u e g i o r n i R O M A Archeologica,

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

LA PARTENZA. La valigia. 1 Con chi farai la valigia? 2 Quali vestiti prenderai con te? 3 Cosa non devi assolutamente dimenticare*?

LA PARTENZA. La valigia. 1 Con chi farai la valigia? 2 Quali vestiti prenderai con te? 3 Cosa non devi assolutamente dimenticare*? LA PARTENZA La valigia Con chi farai la valigia? Quali vestiti prenderai con te? 3 Cosa non devi assolutamente dimenticare*? 4 Completa il cruciverba per scoprire il nome di un famoso stilista italiano.

Dettagli

L Associazione Scuola per Scuola uguale Solidarietà indice la 8^ edizione mostra - concorso 2015. Colora il Pianeta. Cibo e acqua per tutti

L Associazione Scuola per Scuola uguale Solidarietà indice la 8^ edizione mostra - concorso 2015. Colora il Pianeta. Cibo e acqua per tutti SCUOLA PER SCUOLA UGUALE SOLIDARIETÀ Associazione di promozione sociale sulla pace, solidarietà e diritti umani Sede sociale c/o Casa delle Associazioni, Via Canova, 45 20024 Garbagnate Milanese Codice

Dettagli

Scuola Primaria Trento TROVA

Scuola Primaria Trento TROVA Scuola Primaria Trento TROVA Carissimi genitori e bambini, sono lieto di farvi giungere il mio più cordiale saluto e, al tempo stesso, presentarvi il Collegio Arcivescovile. È una scuola di lunga tradizione

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

NOTIZIE DALL INTERNO

NOTIZIE DALL INTERNO Istituto Comprensivo Cantù2 Scuola Primaria di Fecchio Anno 7. Numero 3 Giugno 2012 SCUOLA IN...FORMA Pag. 2 NOTIZIE DALL INTERNO (CURIOSANDO NELLA SCUOLA) A CURA DI ALICE, TABATA, MATTEO CAMESASCA (QUINTA)

Dettagli

La Giornata Internazionale della Pace

La Giornata Internazionale della Pace La Giornata Internazionale della Pace La Giornata Internazionale della Pace viene celebrata il 21 settembre di ogni anno. Le seguenti proposte di lavoro riguardano i diversi gradi di scolarità, qui indicati

Dettagli

Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra

Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra 1 Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra STILEMA / UNOTEATRO di e con Silvano Antonelli collaborazione drammaturgica Alessandra Guarnero Ogniqualvolta si utilizzino e

Dettagli

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 CENTRO PARROCCHIALE OSNAGO PROGRAMMA DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 È Natale È Natale ogni volta che sorridi a un fratello e gli tendi la mano. È Natale ogni volta che rimani in silenzio per ascoltare

Dettagli

MALEVIČ PER LA SCUOLA

MALEVIČ PER LA SCUOLA MALEVIČ PER LA SCUOLA Kazimir Malevič nasce a Kiev nel 1878, e nel 1915 il suo Quadrato nero su fondo bianco che vede quest anno il centenario - è stato identificato come l icona del nostro tempo dal suo

Dettagli

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Io sono dono di Dio Progetto educativo Di Religione Cattolica Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Anno scolastico 2014 2015 PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica nella

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore E. Majorana. Liceo Linguistico, Scientifico e delle Scienze Umane. Guidonia (Roma)

Istituto d Istruzione Superiore E. Majorana. Liceo Linguistico, Scientifico e delle Scienze Umane. Guidonia (Roma) Istituto d Istruzione Superiore E. Majorana Liceo Linguistico, Scientifico e delle Scienze Umane Guidonia (Roma) GEMELLAGGIO LICEO MAJORANA (GUIDONIA) - MARCQ INSTITUTION (LILLE) RELAZIONE VIAGGIO D ISTRUZIONE

Dettagli

Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso.

Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso. Anna Contardi Ass.Italiana Persone Down www.aipd.it Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso. Esperienze di educazione sessuale per adolescenti con disabilità intellettiva Premessa Esisteun diritto alla

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria 4 ottobre 2015 Giornata delle famiglie al Museo PROGETTO: Liliana Costamagna Progetto Grafico: Roberta Margaira Questo album ti accompagna a scoprire

Dettagli

Una Nave di Libri per Barcellona dal 20 al 25 aprile 2013 per la Festa di San Giorgio i libri e le rose

Una Nave di Libri per Barcellona dal 20 al 25 aprile 2013 per la Festa di San Giorgio i libri e le rose Una Nave di Libri per Barcellona dal 20 al 25 aprile 2013 per la Festa di San Giorgio i libri e le rose Prenota subito il tuo posto sulla Nave di Libri per Barcellona Con soli 50 euro/passeggero prenota

Dettagli

Scuola dell Infanzia Ai caduti, Sozzago (NO) Programmazione didattica A.S. 2013-2014

Scuola dell Infanzia Ai caduti, Sozzago (NO) Programmazione didattica A.S. 2013-2014 Scuola dell Infanzia Ai caduti, Sozzago (NO) Programmazione didattica A.S. 2013-2014 PREMESSA Il progetto annuale è stato definito secondo il modello di programmazione per sfondo integratore. Il GIRO D

Dettagli

Signor Presidente della Repubblica, gentili autorità, cari docenti e cari ragazzi,

Signor Presidente della Repubblica, gentili autorità, cari docenti e cari ragazzi, Signor Presidente della Repubblica, gentili autorità, cari docenti e cari ragazzi, come avete appena sentito negli interventi che mi hanno preceduto, nella veste di Ministro dell Istruzione ho voluto che

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLE ATTIVITÀ EDUCATIVE PER LE SCUOLE Anno scolastico 2015-2016 ALLA SCOPERTA DI CINECITTÀ E DEL CINEMA.

PRESENTAZIONE DELLE ATTIVITÀ EDUCATIVE PER LE SCUOLE Anno scolastico 2015-2016 ALLA SCOPERTA DI CINECITTÀ E DEL CINEMA. Cari insegnanti, PRESENTAZIONE DELLE ATTIVITÀ EDUCATIVE PER LE SCUOLE Anno scolastico 2015-2016 ALLA SCOPERTA DI CINECITTÀ E DEL CINEMA. dal 2011 Cinecittà si Mostra ha avviato un progetto specifico di

Dettagli

MALEVIČ PER LA SCUOLA

MALEVIČ PER LA SCUOLA MALEVIČ PER LA SCUOLA KazimirMalevič nasce a Kiev nel 1878, e nel 1915 il suo Quadrato nero su fondo bianco che vede quest anno il centenario - è stato identificato come l icona del nostro tempo dal suo

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

VITTORIA AGANOOR E GUIDO POMPILJ

VITTORIA AGANOOR E GUIDO POMPILJ Comune di Magione e Soprintendenza Archivistica per l Umbria con il patrocinio di Regione Umbria e Provincia di Perugia VITTORIA AGANOOR E GUIDO POMPILJ Un romantico e tragico amore di primo Novecento

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 3 Argomento BIMBI IN FORMA, SERVE UN GIRO DI VITA. Sapevate che in Italia i minori in sovrappeso o in condizioni di obesità

Dettagli

I. Turismo e vacanze in Italia

I. Turismo e vacanze in Italia I. Turismo e vacanze in Italia Ogni anno tantissimi turisti passano le loro vacanze in Italia. Che cosa attira questi turisti? Il clima temperato, le bellezze naturali, la ricchezza del patrimonio storico,

Dettagli

L'immagine di Venezia

L'immagine di Venezia L'immagine di Venezia 1) Discuti con i compagni. Hai mai visitato Venezia? Quale immagine hai di questa città? Quale sarebbe la tua reazione se dovessi vedere dei cartelloni pubblicitari simili sulla facciata

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

Amici di Palazzo Reale

Amici di Palazzo Reale Amici di Palazzo Reale 55 56 Umberto e Maria Josè. Ultimi Principi a Palazzo Una mostra per un ritrovato percorso di visita Giulia Piovano L hanno fornito l occasione per riaprire al pubblico le sale del

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Santi medievali in guerra.

Santi medievali in guerra. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO Dipartimento di Scienze della Comunicazione e Discipline Umanistiche Corso di Laurea in Storia dell Arte Santi medievali in guerra. Giovanna, Giorgio e Francesco

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

Come da tradizione, anche quest anno Frossasco

Come da tradizione, anche quest anno Frossasco Sagra degli Abbà 2011 Come da tradizione, anche quest anno Frossasco si appresta a celebrare la Sagra degli Abbà le cui radici risiedono nel medioevo. Era una ricorrenza importante: nei giorni della festa

Dettagli

BREVE INTRODUZIONE MARCO MAGNIFICO DIRETTORE GENERALE CULTURALE DEL FAI

BREVE INTRODUZIONE MARCO MAGNIFICO DIRETTORE GENERALE CULTURALE DEL FAI BREVE INTRODUZIONE MARCO MAGNIFICO DIRETTORE GENERALE CULTURALE DEL FAI Pochi giorni fa a un incontro organizzato dalla Provincia di Roma in occasione dei 60 anni dell Unesco, ho conosciuto un sacerdote,

Dettagli

Giochi polisensi fra colore, soggettività e arte.

Giochi polisensi fra colore, soggettività e arte. Giochi polisensi fra colore, soggettività e arte. Piergiorgio Trotto Finalità: Sviluppare le capacità espressive con esercizi attinenti al colore e all immagine. Ricercare la propria identità. Sperimentare

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

(da La miniera, Fazi, 1997)

(da La miniera, Fazi, 1997) Che bello che questo tempo è come tutti gli altri tempi, che io scrivo poesie come sempre sono state scritte, che questa gatta davanti a me si sta lavando e scorre il suo tempo, nonostante sia sola, quasi

Dettagli

Banca Popolare di Cividale: 1 milione di euro a scopi sociali nel 2014

Banca Popolare di Cividale: 1 milione di euro a scopi sociali nel 2014 Banca Popolare di Cividale: 1 milione di euro a scopi sociali nel 2014 Il comportamento socialmente responsabile del Gruppo Banca Popolare di Cividale evidenzia come il nostro Istituto sappia essere attore

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo.

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. 1. stadio 2. ristorante 3. cinema 4. stazione 5. biblioteca 6. monumento 7. palazzo 8. fiume 9. _ catena di montagne 10. isola 11. casa 12.

Dettagli

IL RISORGIMENTO IN SINTESI

IL RISORGIMENTO IN SINTESI IL RISORGIMENTO IN SINTESI La rivoluzione francese ha rappresentato il tentativo violento, da parte del popolo, ma soprattutto della borghesia francese (e poi anche del resto dei paesi europei) di lottare

Dettagli

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale CIRCOLO SANTA MARIA ASSUNTA - Rubano, 27 dicembre 2015 Anno 2 n 48 - Pag. 1 Circolo SANTA MARIA ASSUNTA Rubano Via Brescia, 1 - Tel. 049 897 72 36 Eventi, date, avvenimenti e notizie per le prossime settimane:

Dettagli

Un giornale può essere di carattere politico, economico, scientifico, sportivo, di attualità, di moda e di vita femminile, di costume ed altro.

Un giornale può essere di carattere politico, economico, scientifico, sportivo, di attualità, di moda e di vita femminile, di costume ed altro. Normalmente si usa la parola giornale per una pubblicazione quotidiana dove si trovano le notizie del giorno. In un senso più largo però, questa parola si usa anche per pubblicazioni settimanali, quindicinali

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga,

Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga, Saggistica Aracne Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga, missionario Oblato di Maria Immacolata.

Dettagli

I colori dell autunno

I colori dell autunno I quaderni di Classe II A Scuola Secondaria di I Grado A. Zammarchi Castrezzato (BS) I colori dell autunno Haiku Poëtica Novembre 2009 Poëtica Classe II A - Scuola Secondaria di I Grado A. Zammarchi -

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 5 bollettino mensile Maggio 2009 Giugno 2009 A cura di Storia

Dettagli

Il 19 marzo si festeggiano tutti i papà ed i bambini, a scuola, sono spesso invitati a preparare lavoretti, temi o poesie dedicate al proprio papà.

Il 19 marzo si festeggiano tutti i papà ed i bambini, a scuola, sono spesso invitati a preparare lavoretti, temi o poesie dedicate al proprio papà. PREMESSA Il 19 marzo si festeggiano tutti i papà ed i bambini, a scuola, sono spesso invitati a preparare lavoretti, temi o poesie dedicate al proprio papà. A differenza della festa della mamma, la festa

Dettagli

2012 Associazione di Volontariato e Solidarietà Umana Giulia ONLUS

2012 Associazione di Volontariato e Solidarietà Umana Giulia ONLUS Iniziative 2012 Associazione di Volontariato e Solidarietà Umana Giulia ONLUS via Aldighieri, 40-44121 Ferrara - www.associazionegiulia.com - info@associazionegiulia.com Testata: La Nuova Ferrara Edizione:

Dettagli

Il 1848. Il II impero in Francia

Il 1848. Il II impero in Francia Il 1848. Il II impero in Francia Le rivoluzioni del 48 in Europa Dimensioni più ampie: eccetto Inghilterra e Russia, tutta l Europa è coinvolta, compresa l Austria di Metternich. Più ampio coinvolgimento

Dettagli

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 Inaugurazione dell anno scolastico 2015-2016 a Napoli Qualche attento lettore di ANPInews (in particolare del n. 174 della scorsa

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

BRUNDIBÁR. opera per bambini in due atti (versione di Terezin)

BRUNDIBÁR. opera per bambini in due atti (versione di Terezin) Consolato Onorario Repubblica Ceca BRUNDIBÁR opera per bambini in due atti (versione di Terezin) musica di Hans Krása (Praga, 30.11.1899 Auschwitz, 17.10.1944) libretto di Adolf Hoffmeister prima rappresentazione:

Dettagli

F E S T I V I T A N A T A L I Z I E 2015/2016 P R O G R A M M A

F E S T I V I T A N A T A L I Z I E 2015/2016 P R O G R A M M A F E S T I V I T A N A T A L I Z I E 2015/2016 P R O G R A M M A P R E S E P I dal 25 dicembre Presepe vivente borgata Fornacelle Giorni 26-27 dicembre e 1-2-3-6 e 10 gennaio 2016 / dalle ore 18.00 alle

Dettagli