E evidente come tutte queste frasi siano strutturate intorno a due elementi fondamentali:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "E evidente come tutte queste frasi siano strutturate intorno a due elementi fondamentali:"

Transcript

1 ELEMENTI FONDAMENTALI DELLA FRASE DIARIO DI VIAGGIO Per Angelo e Stella, vissuti per un anno sull isola della grammatica, la gioiosa vitalità del mercato è affascinante e, in qualche modo, contagiosa. Voci, suoni e colori avvolgono i nostri due amici in un turbine di emozioni, tra richiami, proposte invitanti e convincenti descrizioni dei prodotti: il luogo ideale per fare una conoscenza più approfondita della frase. Gianni vi vende bellissime banane e succosi ananas! ( questi ) Sono vestiti bellissimi, un vero affare! (disegni) Le torte sono state preparate solo con farina e uova! E evidente come tutte queste frasi siano strutturate intorno a due elementi fondamentali: vende sono :verbi che hanno la funzione di trasmettere un informazione (predicati) sono state preparate Gianni questi torte : ciò di cui parla il verbo (soggetti) Conosciamoli meglio! IL PREDICATO In analisi logica, il verbo che ha la funzione di dire (predicare) ciò che il soggetto è, fa o subisce, si dice predicato ed è l elemento attorno al quale si costruisce la frase. Stella è felice! (La nostra amica è nella condizione di essere felice) Angelo cammina tra la gente che affolla il mercato (Angelo compie l azione di camminare tra la gente) (disegni) Angelo è stato chiamato da Stella (Ancora lui subisce l azione di essere chiamato dalla sua amica) Il predicato ha quindi la capacità di legare a sé gli elementi della frase che completano, in questo modo, la comunicazione. Potremo così avere:

2 verbo + 0 elementi = Nevica! (il predicato ha senso compiuto da solo) verbo + 1 elemento = Stella cammina 1 (disegni) (il predicato è completato dalla presenza del soggetto) 1 2 verbo + 2 elementi = Angelo ha mangiato una banana (oltre al soggetto, che compie l azione, è presente ciò che la subisce) In questi casi abbiamo definito dei nuclei fondamentali della frase che potremo, facoltativamente, ampliare inserendo ulteriori elementi che assumeranno il ruolo di espansioni della frase verbo con 3 o più elementi = Oggi, con gusto, Angelo ha mangiato una banana sul molo (disegno) nucleo espansioni Posizionando le espansioni in modo diverso all interno della frase, possiamo determinare sfumature di significato: Angelo, con gusto, ha mangiato oggi una banana sul molo Oggi, sul molo, Angelo ha mangiato, con gusto, una banana Attenzione! Gli elementi del nucleo difficilmente possono variare la loro disposizione se non si vuole incorrere in spiacevoli deformazioni della comunicazione: Una banana ha mangiato (!?!) Angelo (disegno di una banana enorme che insegue Angelo con forchetta e coltello)

3 QUANDO NON C E IL VERBO ( Ti auguro) Buon compleanno! (Sono) TUTTI SALVI I PASSEGGERI DEL VOLO 632 Le due frasi proposte esprimono entrambe, con chiarezza ed efficacia, il loro senso compiuto pur essendo prive di verbo che cosa è successo? Il verbo è stato volutamente nascosto per rendere più immediata la comunicazione! E abituale, infatti, riscontrare casi simili nei titoli dei giornali, nei testi pubblicitari,nelle frasi convenzionali, nelle espressioni di saluto e nei proverbi: sono le frasi nominali; il verbo è inespresso, ma chiaramente determinabile dal senso stesso della frase, come abbiamo indicato tra parentesi, nei due esempi. DUE GRANDI FAMIGLIE DI PREDICATI: VERBALI e NOMINALI Stella canta una dolcissima melodia Stella è una brava cantante (disegno) Le due frasi proposte risultano chiare, efficaci e presentano sensi compiuti persino simili o complementari che cosa le distingue e differenzia? Proviamo ad eliminare le espansioni riducendole ai soli elementi essenziali: soggetto+predicato Stella canta Stella è E evidente che mentre la prima frase, pur minima, mantiene un senso compiuto e molto simile all originale, il secondo esempio non è più in grado di fornire una comunicazione specifica ed efficace può vivere solo se è unita all espansione una brava cantante Canta, in questo caso, appartiene alla famiglia dei predicati verbali, rappresentati da verbi di senso compiuto, in forma attiva, passiva o riflessiva e di genere transitivo o intransitivo È, invece, rientra nella famiglia dei predicati nominali, rappresentata unicamente dal verbo essere accompagnato da un aggettivo o un nome; il verbo essere assume il nome di copula mentre il nome o l aggettivo viene denominato nome del predicato Predicato verbale Tarzan passeggia soggetto pred. verbale con Stella al mercato espansioni Gruppo del predicato Predicato nominale Il simpatico Arcobaleno è un pappagallo dal piumaggio coloratissimo espansione soggetto copula nome del pred. espansioni predicato nominale Gruppo del soggetto gruppo del predicato

4 Attenzione! Vi sono verbi (sembrare, parere, stare, diventare, risultare, nascere, crescere, vivere, morire, etc.) che presentano una costruzione molto simile al verbo essere in funzione di copula, unendo il soggetto ad un nome o a un aggettivo: sono i verbi copulativi. Se noi avessimo scritto Stella sembra una brava cantante avremmo riproposto, fondamentalmente, un predicato nominale. In questo caso l unica differenza è che il verbo usato ha, al contrario del verbo essere, un significato proprio e conseguentemente l espansione una brava cantante si definisce complemento predicativo del soggetto IL SOGGETTO Il predicato, come abbiamo visto, si riferisce sempre ad un elemento, il soggetto, che può: compiere l azione : Tarzan mangia la banana subire l azione: Righello è inseguito da un bambino (disegni) possedere una qualità o trovarsi in una condizione : Arcobaleno è coloratissimo Normalmente il soggetto è rappresentato da un nome o un pronome, anche se può essere un qualsiasi altro elemento grammaticale usato in funzione di sostantivo: Tu compri Angelo osserva pronome nome Il divertente deve ancora venire Il male non paga Viaggiare è bello avverbio verbo aggettivo Tra e fra hanno lo stesso significato Un ahi di dolore sfuggì ad Angelo Il, lo, gli sono articoli maschili I suoi ma mi infastidiscono preposizione esclamazione articolo congiunzione Attenzione! In alcuni casi di verbi impersonali o usati in forma impersonale, il soggetto potrà essere identificato in una frase : (?) Si dice che sia arrivato ieri Frase/soggetto Verbo usato in forma impersonale In questo caso la Frase/soggetto prenderà il nome di soggettiva (Vedi a pag.)

5 COME RICONOSCERE IL SOGGETTO Mi comprate le caramelle? Compra a Gianni queste caramelle! (disegni) Le caramelle sono buone Sono state comprate da voi le caramelle? Avete riconosciuto i soggetti delle quattro frasi proposte? Verifichiamolo insieme! Nel primo caso il soggetto è sottinteso e corrisponde al pronome Voi Chi compra le caramelle a me(mi)? Voi comprate, naturalmente! Così come nel secondo caso dove il soggetto, ancora sottinteso, è Tu Chi compra le caramelle a Gianni? Tu, evidentemente! La condizione di essere buone è direttamente legata alle caramelle Che cosa è buono? Le caramelle, non si discute! In ultimo, il verbo sono state comprate, chiaramente passivo, si riferisce alle caramelle Che cosa è stato comprato? Le caramelle, ovvio! Il soggetto, allora, non rispetta sistematicamente posizioni (anteriore o comunque vicino al verbo) e ruoli morfologici (nome proprio o pronome), ma è l elemento della frase che, funzionalmente, si trova in una condizione oppure compie o subisce l azione espressa dal verbo. Attenzione! Il soggetto concorda sempre, per numero e genere, con il verbo: Angelo e Stella sbarcarono al mattino Stella è andata al mercato Angelo è salito sul molo LA POSIZIONE DEL SOGGETTO La sua posizione più comune è prima del verbo: Angelo e Stella hanno attraversato l Isola della Grammatica ma vi sono alcuni casi in cui, per esprimere particolari sfumature del messaggio, potremo avere collocazioni diverse: L ha sempre detto, Stella, che sarebbero sbarcati sulla terra ferma (per dare rilevanza al soggetto) (disegni) Oggi arriva la frutta fresca Dove passa Righello è un fuggi fuggi generale (con frasi introdotte da avverbi di tempo e di luogo) Saranno mature le pesche? Come sono buone queste fragole! (con frasi interrogative ed esclamative)

6 QUANDO NON C E IL SOGGETTO Tarzan si è arrampicato sulla bancarella,(?) ha preso due pere e (?) le ha mangiate in un boccone (?) Avete visto Arcobaleno? (?) Sta piovendo e Righello si è riparato sotto una cassetta di banane. (disegni) Nelle tre frasi che avete letto, alcuni soggetti sono scomparsi: che cosa è successo? Nel primo caso il soggetto Tarzan compie diverse azioni e per evitare inutili ripetizioni è stato indicato solo con il verbo arrampicare. Chi prende le pere e le mangia, non ci sono dubbi, è sempre la simpatica scimmietta e in questi casi il soggetto non è espresso. Anche nel secondo caso il soggetto, il pronome voi, non è indicato e quindi sottinteso; la frase risulta comunque chiara, efficace e sicuramente più immediata. Diverso, invece, il terzo caso che presenta un verbo impersonale: sta piovendo. Come avete già visto, studiando la Morfologia (vedi a pag..) i verbi impersonali, lo dice il nome, non prevedono le persone e quindi non è possibile indicare il soggetto. IL SOGGETTO FUORI REGOLA I soggetti non possono essere preceduti da preposizioni (vedremo in seguito che quest ultime introducono sempre i complementi), ma vi è un eccezione: il soggetto partitivo. Delle bellissime mele rosse attirarono l attenzione di Angelo e Stella (disegno) In questo caso la preposizione articolata delle ha la funzione di articolo partitivo (vedi Morfologia a pag.)e indica una quantità generica : alcune mele, un po di mele, etc

7 ANALISI LOGICA I nostri amici sono quasi inebriati dalla multiforme realtà che si è presentata ai loro occhi, in queste prime ore di permanenza, nella città di Gaia. Il porto, le navi, le gru, il mercato con le sue bancarelle,le strade, le case e mille altre realtà hanno sollecitato la fantasia di Angelo e Stella. Il mondo naturale dell isola è stato sostituito da un complesso ambiente costruito dall uomo, plasmato, pezzo dopo pezzo, dall ingegno e dall intuizione degli abitanti della città. Così come l isola rappresentava il mondo degli elementi nel loro stato primitivo ed essenziale (MORFOLOGIA), la città è il luogo del loro utilizzo e della loro applicazione logica e funzionale (SINTASSI LOGICA). Il desiderio di apprendere questi meccanismi di costruzione logica della comunicazione sono, evidentemente, fortissimi in Angelo e Stella che, come tutti voi, hanno portato con sé i pezzi morfologici; vogliamo imparare con loro? COSTRUIRE, SMONTARE E RIASSEMBLARE UNA FRASE : L ANALISI LOGICA Con le prossime attività, presenti al termine di questa Unità, vi potrete cimentare in divertenti percorsi di montaggio e smontaggio della frase; un primo passo importante per impratichirsi con la logica. Con questa prima scheda di analisi e quelle che seguiranno, però, vorremmo darvi le indicazioni per definire un processo di analisi logica strutturato e funzionale. Questa scheda vi fornirà, per esempio, le indicazioni essenziali per una prima analisi del soggetto e del predicato. 1) Il primo passo per smontare efficacemente una frase sarà quello di individuare il predicato. Domani, di prima mattina, con il mio caro amico Giovanni andrò in gita al mare Attenzione! Alcuni predicati possono essere costituiti da più forme verbali: Marco ha parlato (verbi composti) Marco deve arrivare (verbi servili) Marco finisce di studiare (verbi fraseologici) Predicato verbale In caso di copula, il predicato nominale si considera come un unico elemento: Marco è simpatico L avverbio non va unito al verbo cui si riferisce: Marco non arriva 2) Identificato il predicato sarà quasi automatico individuare il corrispettivo soggetto che svolge o subisce l azione espressa. Domani, di prima mattina, con il mio caro amico Giovanni (?) andrò in gita al mare Attenzione! Con i verbi impersonali non esiste il soggetto Domani nevica. (il soggetto non è domani e neppure lui) Gli articoli fanno parte integrante del soggetto Un bambino giocava in cortile (io) soggetto sottinteso 3) A questo punto potrete riassemblare la frase anteponendo il soggetto al predicato e successivamente le diverse espansioni che analizzeremo in seguito: (Io) andrò domani, di prima mattina, con il mio caro amico Giovanni in gita al mare soggetto predicato espansioni

8 I nostri amici si sentono ormai parte integrante del mercato. Passeggiano tra le bancarelle, osservano, provano e assaggiano in un esplosione di suoni e colori. Proviamo anche noi ad assaporare queste prime emozioni della logica, giocando con queste brevi attività: la città si sta aprendo davanti a noi, prepariamoci alla sua conoscenza! 1) Primi passi di verifica Come spesso accade, cercando gli oggetti sulle bancarelle, tutto ci appare in disordine anche se poi, in verità, è solo apparenza. La disposizione della merce segue una precisa logica commerciale e sta a noi cogliere il prodotto utile o l offerta interessante. Tra le frasi che vi proponiamo individuate, allora, prima il predicato, che inserirete nell ovale e di seguito soggetto (se esiste) che inserirete nel rettangolo. A questo punto potrete riordinare, mantenendo il senso della frase, le espansioni. Fatto? Bene! Ora non dovrete che completare la tabella, seguendo l esempio proposto, crocettando per ogni frase le corrette indicazioni relative al soggetto e al predicato. Buona spesa! 1- Da sempre a Luisa piacciono le paste Le paste piacciono a Luisa da sempre 2- E sano camminare tutti i giorni 3- Il cucciolo è stato chiamato Pongo dal piccolo Gigi.. 4- Mi sembra grave il problema ma risolvibile. 5- Nella palestra, oggi, è stato ritrovato un orologio 6- Da un mese piove ininterrottamente 7- Questa notte ho sognato mia zia Francesca. 8- Per la vittoria si deve perseverare negli allenamenti. 9- L ho contattato per posta elettronica. Il soggetto compie l azione Il soggetto subisce Il soggetto è Predicato verbale Predicato nominale Soggetto espresso 1 X X X Soggetto sottinteso o inespresso

9 2) Laboratorio Camminando tra le bancarelle, Angelo e Stella non possono fare a meno di sentire gli squillanti o melodici inviti urlati dagli ambulanti: frutta fresca a poco prezzo! Gonne e pantaloni di tutte le taglie e colori! Per ogni acquisto si regalano un paio di ciabatte! Strane queste frasi, sembra quasi che manchi qualcosa Certo, per dare maggiore effetto alle loro proposte i nostri amici ambulanti hanno tagliato qualcosa di importante: i soggetti o i verbi, in alcuni casi entrambi. Sono frasi nominali che con pochi aggiustamenti potremo trasformare: Noi vendiamo frutta fresca a poco prezzo Voi troverete gonne e pantaloni di tutte le taglie e colori! Per ogni acquisto noi vi regaliamo un paio di ciabatte! Volete provare anche voi? Eccovi alcune frasi nominali, tra queste ci sono evidentemente dei titoli di giornale, a voi il compito di trasformarle in frasi complete di soggetto e predicato. a- Verdura meno cara questo Settembre.. b- Nevicherà sopra i mille metri.. c- Il Barcellona 1^ in classifica.. d- Tutti gli Italiani al mare in Agosto.. e- Vasco Rossi: strepitoso successo all Olimpico f- Domani elezioni in Danimarca.. g- Meglio un uovo oggi che una gallina domani Operazione riuscita? Benissimo, allora potrete cimentarvi, adesso, nell operazione inversa e da perfetti giornalisti trasformate le successive frasi in brevi, incisivi e diretti titoli di giornale ( frasi nominali): h- Inter e Milan pareggiano una deludente partita i- Si prevede per domani la visita del Presidente Mac Arthur in Argentina j- Le previsioni meteorologiche indicano pioggia per il prossimo fine settimana k- Sono stati premiati gli allievi della 2^ B che hanno partecipato al concorso letterario Grinzane Cavour l- Dopo tre giorni di impegno e fatica gli scalatori italiani hanno conquistato la cima del K2 m- Il volo AZ 433 ha dovuto effettuare un atterraggio di emergenza all aeroporto di Linate n- Un pubblico entusiasta ha decretato il trionfo dell ultimo album di Giorgia 1h-. 1i-. 1J-. 1k-. 1l-. 1m-. 1n-. Se avete ancora del tempo, prima del cambio dell ora, potreste organizzare una piccola gara a squadre. Ogni squadra, di quattro o cinque elementi, dovrà prendere un foglio di un quotidiano e, in un tempo stabilito, individuare più frasi nominali; per ognuna dovrete indicare il soggetto e il predicato mancanti. Vince la squadra con il maggior numero di frasi rintracciate e debitamente corrette. Edizione straordinariaaaaa!!!

10 3) Scrivere, leggere, parlare Entrando nel cuore del mercato si rischia di farsi sommergere da una vitalità totale; la folla è tale che si è letteralmente trasportati tra le bancarelle e quasi ci assale un pizzico di angoscia. E forse la stessa sensazione che si insinua, piano piano, nella mente di chi, per la prima volta, cerca di districarsi tra le frasi di un brano alla ricerca di soggetti e predicati. Noi, però, che abbiamo accompagnato Angelo e Stella tra i meandri più insidiosi dell Isola della Grammatica, non ci faremo cogliere certo dal panico. Leggete attentamente il brano che vi proponiamo; individuati i predicati cerchiateli e sottolineate i rispettivi soggetti che, se saranno sottintesi, indicherete a fianco del predicato. A questo punto, individuate tutte le coppie soggetto/predicato o i predicati privi di soggetto, provate a scrivere con le stesse delle nuove frasi complesse o, se vi sentite particolarmente ispirati, un breve brano di senso compiuto. [ ] I ragazzi rimasti per ultimi si infilano le loro cose per tornare a casa poiché la festa è finita. Questo è l ultimo omnibus. Gli ossuti cavalli rossicci lo sanno e scrollano le campanelle nella notte limpida, come avvertimento. Il bigliettaio parla con il conducente; tutti e due accennano spesso col capo alla luce verde del fanale. Non c è nessuno vicino. Sembriamo in ascolto, io sul gradino più alto e lei sul più basso. Diverse volte, fra una frase e l altra, lei sale sul mio gradino e ridiscende, e un paio di volte mi rimane accanto, dimenticandosi di ridiscendere e poi scende di nuovo [ ] [ ] Nuvole grevi hanno coperto il cielo. All incrocio di tre strade, davanti a un greto paludoso, è sdraiato un grosso cane. Di quando in quando alza il muso al cielo ed emette un lungo ululato doloroso. La gente si ferma a guardarlo e poi prosegue; alcuni sostano, trattenuti, forse, da quel lamento in cui credono di udire l espressione del loro stesso dolore che un tempo ebbe voce ma che ora è muto, servo della fatica quotidiana. Comincia a piovere [ ] J. Joyce, Epifanie, in Prose e prose, tr.g.melchiori, Mondadori 1992 Esempio 1) I ragazzi del campeggio si infilano sotto le tende

11 SOGGETTO E PREDICATO IL PREDICATO Il verbo, o predicato, è l elemento fondamentale della frase e ha la funzione di dire, predicare ciò che si dice del soggetto il gatto è salito sull albero il gatto è inseguito dal cane il gatto è grigio I predicati dicono ciò che il soggetto fa, subisce o ciò che è Il predicato, a volte, da solo trasmette un informazione completa fioriscono, sogna, mangiano altre volte ha bisogno di unirsi a un nome o a un aggettivo per dare un senso alla frase sembrano vere, sono facili L insieme delle parole che arricchiscono e completano il predicato costituiscono il gruppo del predicato Riccardo è un bel bambino La piccola Giulia ha gli occhi azzurri soggetto gruppo del predicato soggetto gruppo del predicato Lo stesso avviene con il soggetto e gli eventuali elementi aggiuntivi che costituiscono il gruppo del soggetto: La giovane amica di mia sorella si chiama Francesca gruppo del soggetto gruppo del predicato ll predicato può essere sottointeso. In questo caso la frase si dice ellittica del predicato buona notte (ti auguro buona notte) si tratta di frasi nominali utilizzate soprattutto nel linguaggio parlato o in quello giornalistico In vacanza tutti gli studenti italiani dall otto giugno!

12 Esistono due tipi di predicato il predicato verbale e il predicato nominale PREDICATO VERBALE Il verbo che ha la funzione di dire (predicare) ciò che il soggetto è, fa o subisce si dice predicato ed è l elemento attorno al quale si costruisce la frase. Il predicato verbale può essere costituito da: - verbi attivi, passivi e riflessivi in tutti i tempi semplici o composti Filippo ha studiato Donatella si prepara per la festa - verbi uniti ai verbi servili (dovere, potere, volere) Isa è dovuta intervenire - verbi uniti ai verbi fraseologici (stare per, finire di.) Lorenzo stava per arrabbiarsi - verbi essere e avere quando hanno la funzione di ausiliari Marco e Giovanna hanno raccolto tanti funghi Livio è andato da Piero Sono parti integranti del verbo: - l avverbio di negazione NON Non voglio vedere Elisa - il SI passivante Si chiamano Aldo e Tiziana In genere i verbi predicativi hanno un soggetto che può essere espresso o sottinteso. Con i verbi impersonali però la frase può essere formata dal solo verbo Il cane abbaia (Io) ho sete Piove soggetto soggetto verbo espresso sottinteso impersonale Il verbo predicativo, per sua definizione, dovrebbe avere un senso compiuto ci sono tuttavia alcuni verbi che, per esprimere un significato autonomo, hanno bisogno di altri elementi: Giovanni sorseggia una bibita Mara utilizza la macchina tutti i giorni

13 PREDICATO NOMINALE Il predicato nominale è composto dal verbo essere (copula dal latino unire) o da verbi copulativi seguiti da un nome o da un aggettivo. La parte non verbale viene chiamata parte nominale o nome del predicato Francesco è simpatico soggeto copula nome del predicato Altre parti del discorso possono avere la funzione di nome del predicato La mia risposta è sì I miei regali sono questi L importante è partecipare (sì = avverbio) (questi = pronome) (partecipare = verbo all infinito) Il verbo ESSERE non è sempre copula. Ha la funzione di predicato verbale quando è utilizzato: - come ausiliare nei tempi composti dei verbi intransitivi e nelle forme riflessive e passive Lucia è tornata Gianni si è pettinato Franco è stato derubato verbo verbo verbo composto riflessivo passivo - con significato di stare, appartenere, trovarsi, esistere. Giovanna era in casa Siete in pericolo era = stava siete = vi trovate - nelle locuzioni temporali come è presto, è tardi, è sera.. Domani è tardi I VERBI COPULATIVI sono quei verbi che, come il verbo essere, non sempre hanno un significato compiuto. In questi casi devono appoggiarsi ad una parte nominale per indicare una qualità o una condizione del soggetto. L operazione risulta esatta L operazione è esatta verbo complemento copula nome copulativo predicativo dell oggetto del predicato

14 Con i verbi copulativi la parte nominale è chiamata complemento predicativo del soggetto. Questo complemento è un nome o un aggettivo che si riferisce al soggetto e completa il significato di un verbo. Sono copulativi: - alcuni verbi intransitivi quando esprimono particolari condizioni del soggetto come sembrare, parere, divenire, nascere, morire, rimanere Roberto è diventato saggio - le forme passive di alcuni verbi fra cui: VERBI APPELLATIVI: chiamare, dire, soprannominare. E soprannominato aquila VERBI ESTIMATIVI: stimare, ritenere, credere, giudicare, considerare Sono stati giudicati innocenti VERBI ELETTIVI: eleggere, proclamare, dichiarare. E stato eletto senatore VERBI EFFETTIVI: fare, ridurre, rendere, essere reso L arma è stata resa inservibile Il complemento predicativo del soggetto può essere introdotto: - da un articolo E nato un bambino - dalle preposizioni da, in, di La macchina era rimasta in panne - dalle locuzioni in funzione di, in qualità di, nella veste di E stato assunto in qualità di funzionario - dalla congiunzione come E stato ingaggiato come mozzo Il complemento predicativo del soggetto può essere presente anche con altri tipi di verbi non solo i copulativi. Normalmente si tratta di aggettivi con un valore accessorio riferiti al verbo e al soggetto Franco tornò da scuola raffreddato (comp. predic. soggetto) Le macchine corrono veloci (comp. predic. soggetto) sul circuito

15 Il predicato verbale e la copula concordano con il soggetto nel numero e nella persona Lucia ed Edoardo corrono Edoardo corre Nel predicato nominale la parte nominale, che segue la copula, si accorda con il soggetto anche nel genere Francesca è simpatica Francesca e Maria sono simpatiche Francesca e Paolo sono simpatici Se l ausiliare è essere il participio concorda con il genere e il numero del soggetto Marco è andato a Firenze Marco e Matteo sono andati a Firenze Donatella e Margherita sono andate a Firenze Se si tratta di un verbo composto il participio passato non varia se l ausiliare è avere Luca ha chiamato Paolo Lucia e Livio hanno chiamato Paolo IL SOGGETTO Il soggetto è ciò di cui parla il predicato Il soggetto può: - compiere l azione (con verbi transitivi attivi e intransitivi) Aldo beve una bibita Franca gioca - subire l azione (verbi passivi) Marco è stato lodato - compiere e subire contestualmente l azione (verbi riflessivi) Giovanni si veste - possedere una qualità o trovarsi in una condizione (con verbo essere e verbi copulativi seguiti da nome o aggettivo ) Franca è simpatica Giulio e Maria sono stati al parco giochi Normalmente il soggetto è rappresentato da un nome o un pronome anche se può essere un qualsiasi altro elemento grammaticale usato in funzione di sostantivo: Io mangio Stella corre I giusti saranno premiati Il troppo storpia Mangiare male è dannoso Tra si scrive senza accento Un hurrà salì dalla folla La è un articolo Ma segue sempre la virgola pronome nome aggettivo avverbio verbo preposizione interiezione articolo congiunzione

16 Anche una frase può assumere valore di soggetto con certi verbi impersonali o usati in forma impersonale: Mi diverte andare a passeggiare in montagna verbo soggetto Normalmente il soggetto precede il predicato ma vi possono essere casi in cui si trova dopo o alla fine della frase: - quando si vuole dare rilevanza al soggetto E arrivato il Presidente - nelle frasi introdotte da avverbi di tempo o di luogo Domani mi telefonerà Giulia Lì sotto crescono i funghi - nelle frasi interrogative ed esclamative Cosa ti ha riferito Lucia? Com è gentile Paolo! Il soggetto viene sottinteso: IL SOGGETTO SOTTINTESO - quando è un pronome personale Se vado in bicicletta cerco di essere il più prudente possibile - quando è ricavabile dal conteso Giovanna oggi si è svegliata tardi. E saltata giù dal letto e non ha fatto la colazione IL SOGGETTO NON ESPRESSO In alcuni casi invece il soggetto può mancare del tutto: - con i verbi impersonali piove, nevica - con si + verbo intransitivo o usato in modo intransitivo In questo ristorante si mangia bene Con il si passivante il soggetto è presente Si narrano vicende straordinarie sui cavalieri erranti ( = vicende straordinarie vengono narrate) Quando il soggetto è inespresso la frase si definisce ellittica del soggetto SOGGETTO PARTITIVO Il soggetto partitivo è sempre introdotto dall articolo partitivo (morfologia pag.) E necessaria della cioccolata per decorare la torta (della = un po di)

INTRODUZIONE ALLO STUDIO DEL LINGUAGGIO

INTRODUZIONE ALLO STUDIO DEL LINGUAGGIO INTRODUZIONE ALLO STUDIO DEL LINGUAGGIO ANALISI GRAMMATICALE E ANALISI LOGICA Analisi grammaticale: procedimento che ha la funzione di associare ad ogni parola presente all'interno di una frase la propria

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse)

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) I PRONOMI PERSONALI PRONOMI PERSONALI SOGGETTO Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) Ella, esso, essa sono forme antiquate. Esso,

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

IL PASSATO PROSSIMO. sono andato. ho mangiato. Formazione del participio passato regolare PARL-ARE PARL-ATO VED- ERE VED-UTO FIN-IRE FIN- ITO

IL PASSATO PROSSIMO. sono andato. ho mangiato. Formazione del participio passato regolare PARL-ARE PARL-ATO VED- ERE VED-UTO FIN-IRE FIN- ITO IL PASSATO PROSSIMO Il passato prossimo in italiano è un tempo composto. Si forma con le forme del presente di ESSERE o AVERE (verbi ausiliari) più il participio passato del verbo principale: sono andato

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

TEST D INGRESSO DI ITALIANO. Cognome...Nome...Classe IV...

TEST D INGRESSO DI ITALIANO. Cognome...Nome...Classe IV... TEST D INGRESSO DI ITALIANO Cognome...Nome...Classe IV... PUNTEGGIO FINALE.../50 VOTO ORTOGRAFIA Scegli l'alternativa corretta tra quelle proposte, barrando la lettera corrispondente. (1 punto in meno

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

Linguistica Generale

Linguistica Generale Linguistica Generale Docente: Paola Monachesi Aprile-Maggio 2003 Contents 1 La linguistica e i suoi settori 2 2 La grammatica come mezzo per rappresentare la competenza linguistica 2 3 Le componenti della

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse Unità 3 41 Il Vesuvio Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse affresco - Pompei Capri Il golfo di Napoli Pompei Napoli Pompei Capri 42 L imperfetto indicativo L alternanza passato prossimo e imperfetto

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano?

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? 1. Sofia ha appena ricevuto un e-mail con questo titolo: Se mi dai una mano, arrivo! Secondo te, di che cosa parla il messaggio? Discutine con un compagno.

Dettagli

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16 ALLA SCUOLA MATERNA Marzia: Buongiorno, sono venuta per iscrivere il mio bambino. Maestra: Buongiorno, signora. Io sono la maestra. Come si chiama il bambino. Marzia: Si chiama Renatino Ribeiro. Siamo

Dettagli

La natura del linguaggio e il processo di acquisizione

La natura del linguaggio e il processo di acquisizione La natura del linguaggio e il processo di acquisizione Il bambino nasce con un patrimonio genetico e con una predisposizione innata per il linguaggio. Affinché ciò avvenga normalmente è necessario che

Dettagli

IN CITTÀ UNITÁ 6. Paula non è molto contenta perché ha poche amiche e questa città le piace poco; invece le altre città italiane le piacciono molto.

IN CITTÀ UNITÁ 6. Paula non è molto contenta perché ha poche amiche e questa città le piace poco; invece le altre città italiane le piacciono molto. IN CITTÀ Paula è brasiliana ed è in Italia da poco tempo. Vive in una città del Nord. La città non è molto grande ma è molto tranquilla, perché ci sono pochi abitanti. In centro ci sono molti negozi, molti

Dettagli

P.L.I.D.A. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza della lingua italiana

P.L.I.D.A. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza della lingua italiana P.L.I.D.A. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza della lingua italiana CRITERI DI VALUTAZIONE PER LE PROVE SCRITTE L obiettivo del valutatore, nella correzione delle prove

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi:

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: Sono certo che Carlo è in ufficio perché mi ha appena telefonato. So che Maria ha superato brillantemente l esame. L ho appena incontrata nel

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini.

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini. A) Le feste italiane Naturalmente la più grande festa per i bambini e gli italiani è Natale. In Italia non mancano mai l albero di Natale, il presepio e molti regalini: la sera della Vigilia, il ventiquattro

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Arrivederci! 1 Test di progresso

Arrivederci! 1 Test di progresso TEST DI PROGRESSO (Unità 1 e 2) 1) Completa il mini dialogo con le forme verbali corrette. Ciao, io sono Tiziano. Ciao, io mi chiamo Patrick. (1)... italiano? No, ma (2)... italiano molto bene. (1) a)

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

E purtoppo Vivi ci prova

E purtoppo Vivi ci prova VOLUME 3 PER LA PROVA INVALSI Unità 14 L adolescenza E purtoppo Vivi ci prova Cognome Nome Classe Data CHI L HA SCRITTO? Kristina Dunker (1973). A 17 anni pubblica il suo primo libro per ragazzi. Si iscrive

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

CHE LAVORO FAI? UNITÁ 2. Ciao, Pablo. dove vai? Io vado a lavorare. Pablo: Pablo:

CHE LAVORO FAI? UNITÁ 2. Ciao, Pablo. dove vai? Io vado a lavorare. Pablo: Pablo: CHE LAVORO FAI? Rachid: Rachid: Rachid: Rachid: Ciao, Pablo. dove vai? Io vado a lavorare. Che lavoro fai? Io lavoro in fabbrica. E tu? Io faccio il muratore. Anche lui è muratore. Si chiama Rachid. Lui

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

LICEO STATALE Carlo Montanari

LICEO STATALE Carlo Montanari Classe 1 Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme Gli aggettivi e pronomi possessivi Gli articoli a/an, the Il caso possessivo dei sostantivi

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

Studio Oblique Studio

Studio Oblique Studio Concordanze nel numero e nel genere La grammatica è certo un complesso di regole, ma non è neppure la matematica dove due più due fanno sempre quattro. La lingua nasce anche da un sentimento, da un gusto

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Consigli di lettura alla Libreria "Rinascita"

Consigli di lettura alla Libreria Rinascita Consigli di lettura alla Libreria "Rinascita" Pagine d Estate: proposte di letture per l estate 2014 Quest'iniziativa vuole incentivare il gusto per la lettura e avvicinare i preadolescenti ai testi di

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Secondaria di I grado - Classe Prima

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Secondaria di I grado - Classe Prima PROVA DI MATEMATICA - Scuola Secondaria di I grado - Classe Prima Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di I grado Classe Prima Spazio per l etichetta

Dettagli

PROVE DI APPRENDIMENTO di ITALIANO CLASSE II MEDIA

PROVE DI APPRENDIMENTO di ITALIANO CLASSE II MEDIA PROVE DI APPRENDIMENTO di ITALIANO CLASSE II MEDIA Comprensione della lettura Es. 1 Leggere il testo LA SIGNORINA MONICA e rispondere alle domande Tempo previsto per lo svolgimento : 1 h Punteggio massimo:

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica A ARITMETICA I numeri naturali e le quattro operazioni Esercizi supplementari di verifica Esercizio Rappresenta sulla retta orientata i seguenti numeri naturali. ; ; ; 0;. 0 Esercizio Metti una crocetta

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Unità uno. barche e vento. I colori. Le parti del corpo. I numeri. da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali.

Unità uno. barche e vento. I colori. Le parti del corpo. I numeri. da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali. Unità uno I numeri da 0 a 10 Che tempo fa? 1 I colori Le parti del corpo I numeri da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali Gli animali (2) I giorni, i mesi, le stagioni barche e vento Da dove

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

- transitivi Gianni ha colpito Pietro Ha mangiato (la pasta)

- transitivi Gianni ha colpito Pietro Ha mangiato (la pasta) Teoria tematica Ogni predicato ha una sua struttura argomentale, richiede cioè un certo numero di argomenti che indicano i partecipanti minimalmente coinvolti nell attività/stato espressi dal verbo stesso.

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP).

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP). In questa lezione abbiamo ricevuto Gabriella Stellutti che ci ha parlato delle difficoltà di uno studente brasiliano che studia l italiano in Brasile. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie

Dettagli

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)?

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Molti di voi avranno sentito parlare di gare in cui i cani concorrono in esercizi di olfatto, come la ricerca, o gare di agility e di

Dettagli