IERI, OGGI e DOMANI. Ecco la foto dei nostri alunni con il Prof Caracciolo e la relativa targa. (Foto Internet)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IERI, OGGI e DOMANI. Ecco la foto dei nostri alunni con il Prof Caracciolo e la relativa targa. (Foto Internet)"

Transcript

1 IERI, OGGI e DOMANI Bollettino del Ist. Prof. Albergh. E. V. Cappello Piedimonte matese (CE) Anno III - n. 3 mar/apr 2015 Coordinamento Prof. Lavorgna Luigi Ecco la foto dei nostri alunni con il Prof Caracciolo e la relativa targa. (Foto Internet) In questo numero: Concorso Olio al centro di Onofrio Brandello Autorevoli punti di vista di Mario Calabresi Il navigatore solitario Redazione Il mondo dei cocktails di Carmen Martone - Crescita personale di Luca Propato Il feedback a cura di Arianna Fontanella Noterelle e Speciale Redazione. CONCORSO OLIO AL CENTRO L alberghiero E. V. Cappello ha ricevuto la targa per la migliore presentazione Il convegno Olio al centro, organizzato presso la Tour d Argent in data 21/03/2015, è stata un occasione speciale per portare a conoscenza dei giovani di varie scuole della provincia di Caserta di come un prodotto, così semplice e salutare, sia parte integrante della nostra cultura e, talvolta, non ne conosciamo nemmeno le proprietà e i benefici. In effetti stiamo parlando di un prodotto che è sulle nostre tavole da secoli e che ci ha sempre accompagnato nelle nostre migliori preparazioni. Il tema olio e per olio s intende quello extravergine di oliva, durante la manifestazione è stato approfondito sia a cura degli esperti che ne spiegavano le caratteristiche e sia dai ragazzi che, per l occasione, hanno preparato delle slide in Power Point raccontando la storia di questo prodotto, partendo dalle origini e arrivando fino agli utilizzi odierni più comuni. Durante il convegno ogni istituto è stato invitato alla realizzazione di un piatto. Noi, sotto la guida del Prof. Antonio Caracciolo, abbiamo realizzato un antipasto a base di polipo e patate: un piatto che richiama le abitudine alimentari del territorio. Il polipo è stato lessato in court bouillon, tagliato a rondelle, ricoperto, dopo aver dato all insieme una forma cilindrica, da un patè di olive nere caiazzane e guarnito in superficie con peperoncino fresco e pepe per richiamare gli ingredienti del piatto e un ciuffetto di prezzemolo riccio per dargli un tocco di colore in più. Per quanto riguarda le patate, infine, abbiamo utilizzato quelle rosse, dal sapore dolce e dalla consistenza farinosa, per rendere il tutto più omogeneo;

2 La preparazione del piatto è stata realizzata presso le cucine della struttura, laddove, le tre scuole partecipanti si sono potute confrontare e relazionare, rendendo l esperienza ancora più entusiasmante. Dopo la realizzazione dei piatti ci sono state le premiazioni elargite in base a parametri quali: originalità, miglior abbinamento e migliore presentazione. L alberghiero E. V. Cappello ha ricevuto la targa per la migliore presentazione. I ragazzi che si sono occupati della presentazione del piatto, sono stati Auletta Christian, Sorochynska Zoya, Zito Antonio e lo scrivente Brandello Onofrio. Siamo stati premiati dalla giuria con la seguente motivazione: ricca informazione tecnica e culturale data sul piatto e semplicità nella disposizione delle decorazioni. Onofrio Brandello classe 5^ A Eno AUTOREVOLI PUNTI DI VISTA L articolo di fondo di questo numero lo abbiamo preso dal sito on-line del quotidiano La Stampa, pubblicato in data 15/02/2015 e scritto da MARIO CALABRESI. Michele Ferrero: Il segreto del successo? Pensare diverso dagli altri e non tradire il cliente (Prima puntata) Michele Ferrero, il papà della Nutella, l uomo che ha portato una pasticceria di Alba a diventare una multinazionale del settore dolciario da oltre 8 miliardi di fatturato, è morto ieri a Montecarlo. Aveva 89 anni. Per oltre mezzo secolo ha seguito e indirizzato i consumi degli italiani con i suoi prodotti, dai Mon Chéri agli Ovetti Kinder. Legatissimo alla sua terra ha trasformato gli stabilimenti Ferrero in un modello anche sociale. Alla guida dell impero di famiglia ci sarà adesso il figlio cinquantunenne Giovanni. «Ilmio segreto? Fare sempre diverso dagli altri, avere fede, tenere duro e mettere ogni giorno al centro la Valeria». La Valeria? «La Valeria è la padrona di tutto, l amministratore delegato, colei che può decidere del tuo successo o della tua fine, quella che devi rispettare, che non devi mai tradire ma capire fino in fondo». Lo guardo stupito e ripeto la domanda: «Mi scusi signor Michele, ma chi è la Valeria?». «La Valeria è la mamma che fa la spesa, la nonna, la zia, è il consumatore che decide cosa si compra ogni giorno. È lei che decide che Wal-Mart sia il più grande supermercato del mondo, che decreta il successo di un idea e di un prodotto e se un giorno cambia idea e non viene più da te e non ti compra più, allora sei

3 rovinato. Sei finito senza preavviso, perché non ti manda una lettera dell avvocato per avvisare che taglia il contratto, semplicemente ha deciso di andare da un altra parte, di non comprarti più». Michele Ferrero parla con voce allegra, squillante, gli piace tantissimo ricordare. Ha sempre gli occhiali da sole, fatica a sentire ma non interrompe mai gli altri, soprattutto la moglie. Non è mai andato in pensione e mai ci andrà finché avrà un soffio di vita. E fino all ultimo non ha smesso di occuparsi dei suoi prodotti, della sua azienda, fedele alla sua regola di una vita, il rispetto dei consumatori: «La Valeria è sacra, devi studiarla a fondo, con attenzione e non improvvisare mai. Bisogna avere fiuto ma anche fare tante ricerche motivazionali». Ho incontrato Michele Ferrero cinque anni fa, in una mattina d agosto, nel suo stabilimento di Alba. Non parlava mai con i giornalisti e non si ricordano interviste o conferenze stampa, la riservatezza, con la fede religiosa e l amore per la qualità sono state le cifre della sua esistenza. Mi aveva detto chiaramente che mi avrebbe parlato volentieri della sua vita e del suo lavoro ma a patto di non vederla pubblicata sul giornale la mattina dopo. Oggi penso che le parole del suo racconto siano il modo migliore per ricordarlo, per ricordare un genio del «fare» italiano. Il genio e la modestia Esordisce con modestia, immagino che strizzi gli occhi sotto le lenti scure: «Quando dicono Michele è un genio, rispondo facendo finta di aver capito altro: Sì è vero di secondo nome faccio Eugenio, la mia mamma mi chiamò Michele Eugenio. Meglio fare così, altrimenti finirei per crederci e per montarmi la testa». Gli faccio l elenco dei suoi prodotti, di tutto ciò che ha inventato, lui sta un po in silenzio poi mi risponde: «Quello che amo di più? Certo la Nutella, ma il Mon Chéri è il prodotto degli inizi, quello che mi emoziona ricordare. Era l inizio degli Anni Cinquanta e andammo in Germania, perché avevo pensato che il mercato del cioccolato dovesse guardare a Nord, dove lo consumano tutto l anno». Si ferma un attimo, come se si fosse distratto: «Pensi che ancora oggi noi ritiriamo tutto il nostro prodotto di cioccolato all inizio dell estate, per evitare che si sciolga, per evitare che la Valeria resti delusa e trovi qualcosa che non è all altezza. Per evitare che ci associ con qualcosa di sciolto, di rovinato, con qualcosa che non vale la pena comprare. Per questo il trimestre estivo è il nostro periodo peggiore e per questo la missione che tanti anni fa ho dato ai miei figli è quella di colmare il vallo estivo, di inventare prodotti che diano alla nostra produzione e al nostro fatturato un uniformità tutto l anno». Cioccolato e liquore «Ma dicevo della Germania: quando siamo arrivati era il dopoguerra, un Paese ancora pieno di macerie con i segni del conflitto, triste, depresso, in cui gli italiani erano visti malissimo. Ci consideravano traditori, malfattori e infidi, convincerli a comprare qualcosa da noi era una missione quasi impossibile. Cominciai ad andare dai distributori con l idea di vendere cioccolatini in pezzo singolo, con dentro il liquore e la ciliegia. Mi dicevano che bisognava fare delle scatole, non degli incarti singoli, perché solo quelle si potevano mettere sugli scaffali dei negozi e quelle si vendevano. Io rispondevo che stavano mesi sugli scaffali e le persone le compravano solo per le grandi occasioni, per fare regali. Io invece pensavo a qualcosa che risollevasse il morale, che addolcisse ogni giorno la vita dei tedeschi: c era il cioccolato, la ciliegia e c era il liquore che scaldava in quell epoca fredda e con scarsi riscaldamenti. Qualcosa che avesse una carta invogliante, elegante, lussuosa, di un rosso fiammante, che desse l idea di una piccola festa ad un prezzo accessibile a tutti. Insistetti finché non trovai un uomo intelligente che si fece conquistare dalla mia idea. La Valeria tedesca aveva bisogno di essere confortata, di sentirsi bene ogni giorno, di potersi fare un piccolo regalo: poteva funzionare tra fidanzati, tra marito e moglie e non c era bisogno di aspettare feste o ricorrenze. Poi in inverno feci mettere enormi cartelloni pubblicitari in ogni grande stazione della Germania, con un immenso mazzo di fiori che non sfioriva mai. Per Natale mi misi d accordo con la Fiat e al centro delle dieci maggiori stazioni piazzai in bella mostra una topolino rossa che avrebbe premiato i vincitori di un concorso legato al Mon Chéri. Fu un successo travolgente e l anno dopo facemmo le cose ancora più in grande e mettemmo in palio dei diamanti». Il suo racconto è pieno di entusiasmo, anche se è passato più di mezzo secolo, e di quel periodo ricorda l entusiasmo insieme al freddo e alla fatica: «Pensi che la fabbrica era in una serie di bunker bombardati». Continua nel prossimo numero.

4 IL NAVIGATORE SOLITARIO Indovinelli paradossali I DUE TRENI Un uomo ha due fidanzate, una nel Bronx e una a Brooklyn. Tutti i giorni va a trovarne una. Non sapendo però quale scegliere, va alla stazione del metrò e prende il primo treno diretto a una qualsiasi delle due destinazioni. Sapendo che: passa (e ferma alla stazione) un treno diretto al Bronx ogni ora; passa (e ferma alla stazione) un treno diretto a Brooklyn ogni ora; la fermata dei treni in stazione è di uguale durata; Bronx e Brooklyn, rispetto alla stazione, sono in direzioni opposte (nessun treno fa entrambe le fermate); l'uomo entra in stazione quando gli capita, senza nessuna particolare regolarità; i treni passano dalla stessa banchina (l'uomo prende effettivamente il primo dei due che passa dalla stazione) si spieghi come mai l'uomo va dalla sua fidanzata di Brooklyn più del 90% dei giorni. Trovate la soluzione Buon divertimento! P.S. Senza barare, ovviamente! Che sia farina del vostro sacco!! IL MONDO DEI COCKTAILS Alla scoperta di un mondo affascinante È da un po che non vi parlo dei famosi cocktail ed è arrivato il momento di riprendere l argomento e di rituffarci insieme in questo mondo che poco a poco ci sta appassionando, sperando che la vostra curiosità sia sempre in aumento. Nel primo articolo vi ho parlato dei danni che l alcol arreca al nostro organismo e della moderazione con cui bisogna bere le bevande alcoliche. Ma

5 ora, dopo aver ribadito che l eccesso di alcol comporta danni alla salute, vi vorrei proporre qualche citazione famosa che ho trovato sul web: - "Dopo aver letto un elenco dei possibili danni che l'alcool può recare alla salute, ho smesso di leggere." (Henny Youngman) - Un uomo intelligente a volte è costretto a bere per passare del tempo con gli sciocchi. (Ernst Hemingway) Chi beve solo acqua ha un segreto da nascondere. (C. Baudelaire) La moderazione è fatale, niente riesce tanto bene quanto l'eccesso. (Oscar Wilde) Un barman, professionista o no, deve avere a disposizione alcune attrezzature per preparare alla perfezione un cocktail. Quindi prima di darvi qualche altra ricetta da sperimentare, ecco un elenco di attrezzi che, i più interessati, possono anche comprare per arricchire il piccolo angolo-bar di casa. Vediamo insieme quali: - Mixing glass: bicchiere conico in vetro di notevole capacità per miscelare ingredienti liquidi per long drink e cocktail. - Shaker: contenitore metallico con chiusura ermetica formato da tre pezzi smontabili, per miscelare ingredienti più densi con l aiuto di ghiaccio. - Steiner: passino in acciaio che consente il travaso del cocktail dal mixing glass al bicchiere, senza far passare il ghiaccio. - Misurino: contenitore aperto in acciaio inossidabile formato da due tronchi di coni uniti che consentono il dosaggio di 2cl e 4cl. Per finire voglio proporvi tre cocktail: l Irish Coffee,a base di caffè, il Grasshopper e il Cuba Libre, due cocktail molto estivi. Vi spiego come è nato l Irish coffee: Foynes è una cittadina dell Irlanda occidentale assolutamente sconosciuta ma che è stata per anni l aeroporto più utilizzato per raggiungere gli Stati Uniti. Joe Sheridan era un giovane cuoco impiegato al bar ristorante dell aeroporto e una notte del 1943 vide arrivare un intero carico di passeggeri stanchi, seccati e infreddoliti, rientrati in Irlanda dopo una falsa partenza per New York, stoppata per maltempo. Per preparare loro qualcosa di forte, caldo e rinvigorente, così narra la storia, preparò caffè forte, arricchendolo di whiskey, zucchero e panna montata. La ricetta improvvisata piacque agli sfortunati passeggeri e quando uno di loro, americano, alzò la testa dal bicchiere per chiedere al ragazzo: è caffè brasiliano?, la risposta soddisfatta e ironica di Joe Sheridan fu : no signore, caffè irlandese!. Da quel giorno, quel caffè all irlandese divenne una delle bevande più consumate dell aeroporto. La storia sarebbe finita lì, con una bevanda originale inserita da allora nel menù del ristorante dell aeroporto di Foynes, se un corrispondente del San Francisco Chronicle, Stanton Delaplane, non lo avesse assaggiato durante un viaggio. Gli piacque a tal punto da portare la ricetta in patria ad un barista della sua città, Jack Koeppler, che cominciò ad offrirlo ai clienti del suo locale, il Buena Vista, decretandone il successo. Il Grasshopper possiamo definirlo una variante del più noto Alexander, anche se molto apprezzato da un pubblico femminile. Letteralmente la parola Grasshopper significa cavalletta, e proprio da questo nome derivano le sue origini. Infatti attorno agli anni 30 un barman del Crytirion di Londra stava osservando in un prato del Piccadilly Circuì di Londra questo simpatico animaletto saltellante. Gli venne così l ispirazione di creare un cocktail che avesse somiglianza cromatica col piccolo insetto e altrettanto la caratteristica di essere energico come una cavalletta per l appunto. Creò quindi questo drink a base di tre creme, molto energizzante quindi, e dal colore molto simile a quello di una cavalletta. Il Cuba Libre è un cocktail appartenente alla categoria dei long drinks, a base di rum e cola molto richiesto al banco. Deve il suo nome all isola di Cuba, ma sulla sua nascita sono state fatte molte ipotesi. Una di esse afferma che il Cuba Libre nacque per festeggiare l indipendenza di Cuba dalla Spagna, ottenuta con l aiuto degli Stati Uniti: un barman cubano unì la Coca Cola (prodotto tipico degli USA) al rum (prodotto tipico cubano) per unire simbolicamente le due nazioni.

6 IRISH COFFEE Dosi Preparazione 4 cl Irish Whiskey 9 cl caffè caldo 3 cl panna fresca 1 cucchiaio da tè di zucchero di canna scuro Versare nell apposito bicchiere whiskey e zucchero,poi scaldare con il vaporizzatore senza portare a ebollizione. Aggiungere il caffè molto caldo e dopo aver miscelato bene,aggiungere la panna fresca facendola scivolare delicatamente sul dorso del cucchiaio poggiato nella parete interna del bicchiere. Decorare con chicco di caffè intero in superficie GRASSHOPPER Dosi 2 cl crema di menta verde 2 cl crema di cacao scura 2 cl panna fresca Preparazione Preparare nello shaker. Servire nella coppetta da cocktail. CUBA LIBRE Dosi Preparazione 5 cl rum chiaro 12 cl cola 1 cl succo di lime fresco Si prepara nel tumbler alto riempito di ghiaccio, amalgamando con cura. Guarnire con una fetta di lime. Carmen Martone (3^A S.B.) CRESCITA PERSONALE L articolo che pubblichiamo nella sezione dedicata alla crescita per sonale del terzo numero di IERI, OGGI e DOMANI, è di Luca Propato. Lui stesso si definisce un imprenditore, consulente e formatore nel settore internet. Buona lettura! Mission, vision e valori: elementi di base per la tua crescita professionale Non aspettare che la tua nave entri in porto, nuotale incontro. (Anonimo) Per continuare a fare passi avanti a livello professionale e personale, è necessario non sottovalutare l importanza di 3 elementi che ti introdurrò in questo articolo.

7 In particolare, se intendi seriamente vincere la stagnazione del mercato del lavoro, può essere utile immaginarti come una micro azienda pronta a partire utilizzando il patrimonio intangibile di cui è costituita. Da cosa è formato questo patrimonio? Da elementi appartenenti alla nostra personalità che non hanno consistenza fisica, come il denaro o un ufficio, ma che sono già sufficienti ad ispirarci e renderci una start up con tutte le caratteristiche di base per competere sul mercato. Avrai già sentito parlare di mission, vision e di valori aziendali. Ebbene sono i tratti che giustificano e motivano l esistenza di qualunque impresa che abbia una direzione specifica e degli obiettivi da perseguire. Ognuno di noi può seguirne l esempio per costruirsi un proprio orientamento senza necessariamente appartenere ad una organizzazione definita. 1. Vision: è ciò che vedi di te fra qualche tempo. Chi sarai in base alle decisioni che stai assumendo. La tua nuova carta di identità, magari suscettibile di altri cambiamenti col passare del tempo, che costruisci ispirandoti ai tuoi ideali. Se ad esempio sei bravo a disegnare oppure a spiegare le cose agli altri, la tua meta potrà essere quella di diventare un professionista stimato nel campo del design oppure dell insegnamento; sarai certamente una persona in grado di fare la differenza rispetto agli altri che svolgono il tuo stesso mestiere. 2. Mission: è ciò che sei e che stai facendo perché i tuoi progetti futuri siano raggiungibili. La mission, quindi le azioni e le strategie che metti in atto, sono frutto delle tue decisioni. Appartiene alla tua identità attuale. Per la sua efficacia essa deve essere chiara, esprime il modo in cui vuoi competere rispetto agli altri, orienta i tuoi obiettivi. Per facilitarti il compito di comprendere la mission puoi porti domande come queste: - Di cosa mi occupo? - Di cosa posso occuparmi? - Di cosa dovrei occuparmi? La mission e la vision creano la tua cultura d impresa e il modo in cui ti comporti con i collaboratori e con il mondo esterno. 3. Valori: rappresentano i mattoni della tua personalità senza i quali non esisterebbe nessuna direzione specifica nella tua vita. Corrispondono alle qualità del tuo essere che vengono per primi rispetto all avere. La solidarietà, la creatività, l intelligenza, il coraggio, lo spirito di avventura, il senso dell humor per esempio sono valori dell essere, i cosiddetti valori fine. Ognuno di noi vive secondo la propria scala di valori: analizzala, scrivila, ponila chiaramente davanti ai tuoi occhi e mantieniti fedele ad essa con le azioni. In base a ciò che siamo e sentiamo possiamo dire finalmente quale idea è alla base del nostro prossimo operato. Chiarire la tua mission, la tua vision e i tuoi valori personali sarà di aiuto per farti strada nel mondo del lavoro e non solo. Ti condurrà dal punto A in cui sei adesso al punto B in cui vorresti o dovresti essere. Sarai sempre guidato dalle cose in cui credi per davvero, da quel qualcosa che ti brucia dentro e ti fornisce l energia necessaria per superare meglio le difficoltà. Avere la chiarezza di cosa vuoi ti porterà a trovare anche il come raggiungerlo: la mente è come un GPS, noi stabiliamo l obiettivo e lei ci guida verso di esso. Ad maiora. Luca Propato IL FEEDBACK Continuiamo la ricerca all interno del gruppo di facebook Gli ex alunni dell'ipsart E.V CAPPELLO per presentarvi altri ragazzi che in passato hanno frequentato il nostro istituto. Per la terza puntata di questa rubrica i nominativi selezionati, sempre a caso, sono: Antonio Spinosa e Ferdinando Ienco.

8 Io sono un pò anziano...qualifica di cucina 1986/87 e dopo tante esperienze nella ristorazione... sono docente tecnico pratico di laboratorio presso Ipseoa Carmine Russo di Cicciano. Antonio Spinosa Io sono una vecchia guardia,diplomato nell'anno scolastico 2001/2002. dopo varie esperienze in cucina,mi sono dedicato alla pizzeria e con grande successo oggi dopo quasi 12anni di esperienza mi posso ritenere soddisfatto di quello che faccio e del lavoro svolto con voi professori!! colgo l'occasione per invitare coloro che hanno fatto parte della mia classe ( alunni e professori ) ad aggiungermi!! Ferdinando Ienco A cura di Arianna Fontanella (3^A S.B) NOTERELLE Progetto scuole grana padano. Il 4 marzo 2015, nei locali del nostro istituto si è svolto il Progetto scuole grana padano che ha visto impegnati gli alunni delle classi V A e V B ENO guidati dai Proff. Antonio Caracciolo e Virginia Florio, con la partecipazione.del formatore del Consorzio Grana Padano e dello chef Fabrizio Ferrari. E stata realizzata la ricetta: "Riso al tea verde con petto di anatra alla Cantonese".

9 Incontro con l autore. Il giorno 11 aprile 2015, nella hall del nostro istituto, nell ambito delle iniziative collegate alla giornata della legalità, si è tenuto un convegno al quale ha partecipato il giornalista Raffaele Sardo che ha presentato alla classi quarte e quinte il suo libro Don Peppe Diana un martire della camorra. L ospite, nel corso della presentazione, è riuscito a coinvolgere i ragazzi che lo hanno ascoltato con attenzione ed interesse senza dare segni di cedimento. L oratore ha spaziato, con pacatezza e competenza, su di un argomento di scottante attualità mettendone in risalto sfumature e sfaccettature. Il dibattito che ne è seguito ha registrato l intervento della prof.sssa Maria F. Leonetti e di due alunni della 5^ B Eno, Alessia Palermo e Pasquale Belfiore, mentre per la classe 5^ A Eno è intervenuto Giuseppe Nocera.

10 SPECIALE SETTIMANA DELLO STUDENTE L edizione 2014/2015 della settimana dello studente, per i nostri alunni, è stata alquanto travagliata. Soprassediamo sulle tante avversità e difficoltà che hanno caratterizzato e penalizzato quest ultimo periodo della vita del nostro istituto del resto sono state ampiamente divulgate sui mass media, in particolare sui social network e focalizziamoci sulle due giornate organizzate dai nostri ragazzi. Per la prima, si è trattato di una giornata di sport e danza vissuta presso il Palazzetto dello Sport di Piedimonte Matese cogliamo l occasione per ringraziare l Amministrazione Comunale per aver concesso l autorizzazione la seconda, invece, è stata organizzata negli spazi esterni del ns istituto ed è culminata con l esibizione del gruppo folcloristico I bottari. Ecco un assemblaggio fotografico realizzato sempre con foto prelevate dal web.

La Ferrero è familiare e paternalista come solo le nostre imprese possono essere

La Ferrero è familiare e paternalista come solo le nostre imprese possono essere Argomenti: IMPRENDITORI / POLITICA ECONOMICA / AZIENDE / DELOCALIZZAZIONE / DISTRETTI INDUSTRIALI / SVILUPPO ECONOMICO / CONSUMI «Lavorare, creare, donare». Questo il motto della Fondazione Ferrero, nata

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

Drinks di tendenza foto tratte dal dizionario dei cocktails AIBES

Drinks di tendenza foto tratte dal dizionario dei cocktails AIBES Drinks di tendenza foto tratte dal dizionario dei cocktails AIBES 5 cl Cachaça 2 Cuchiaini zucchero di Tagliare a pezzetti un piccolo lime (mezzo se di taglia grande).aggiungere lo zucchero di * e col

Dettagli

ANNIVERSARIO IN ARRIVO?

ANNIVERSARIO IN ARRIVO? ANNIVERSARIO IN ARRIVO? Scopri chi può aiutarti a sorprenderla! 1 CON QUESTA GUIDA SCOPRIRAI: > Perché festeggiare un anniversario di nozze > Quali sono le coppie più felici > I momenti che ricorderai

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Esercizi pronomi diretti

Esercizi pronomi diretti 1. Completate con i pronomi diretti: Esercizi pronomi diretti 1. Marina ha la tosse, dobbiamo portar dal dottore. 2. Signorina, prego di salutare i Suoi genitori quando vedrà. 3. Caro, sei libero stasera?

Dettagli

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso unità 7 - quattro chiacchiere con gli amici lezione 13: un tè in compagnia 64-66 lezione 14: al telefono 67-69 vita italiana 70 approfondimenti 71 unità 8 - una casa nuova lezione 15: cercare casa 72-74

Dettagli

NONA LEZIONE L AUTOSTOP

NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE 96 L autostop Scendi pure tu dalla macchina? Devo spingere anch io? Sì, se vuoi. Ma scusa, quanto è distante il distributore di benzina? Non lo so qualche chilometro.

Dettagli

LIVELLO A2 LAAS SISTEMA DI VALUTAZIONE DI CONOSCENZA DELLE LINGUE ESAMI DI LINGUA ITALIANA MAGGIO 2008. Certificazione riconosciuta dall ICC

LIVELLO A2 LAAS SISTEMA DI VALUTAZIONE DI CONOSCENZA DELLE LINGUE ESAMI DI LINGUA ITALIANA MAGGIO 2008. Certificazione riconosciuta dall ICC Nome:... Cognome:... ESAMI DI LINGUA ITALIANA LAAS SISTEMA DI VALUTAZIONE DI CONOSCENZA DELLE LINGUE LIVELLO A2 Certificazione riconosciuta dall ICC ISTRUZIONI MAGGIO 2008 Scrivi il tuo nome e cognome

Dettagli

Jordan. Lavora con un compagno. Guardate la fotografie e rispondete alle domande

Jordan. Lavora con un compagno. Guardate la fotografie e rispondete alle domande Roger Jordan Serena Marco Pervez Vrinda Lavora con un compagno. Guardate la fotografie e rispondete alle domande Chi ti piace di più? Chi ti piace meno?.. Chi ti sembra più contento?.. Chi ti sembra più

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti

Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti Va bene diventare cameriere però, mangiare tutto quel cibo e bere prima, durante e dopo il pasto è esagerato! Per fortuna che

Dettagli

Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry

Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry I NONNI Obiettivo: riconoscere il sentimento che ci lega ai nonni. Attività: ascolto e comprensione di racconti, conversazioni guidate. Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry Quando Roberto

Dettagli

Vuoi Essere Padrone della tua vita?

Vuoi Essere Padrone della tua vita? Vuoi Essere Padrone della tua vita? Ti servono 3 cose! Caro Amico/a, con queste pagine vorrei condividere con te un sistema semplice per tutti, per poter diventare padrone della propria vita! Vuoi diventare

Dettagli

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini:

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 1 1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 2 Adesso guarda il video della canzone e verifica le tue risposte. 2. Prova a rispondere alle domande adesso: Dove si sono incontrati? Perché

Dettagli

Lo sai mamma che... Il giornalino della Scuola dell Infanzia di Ponte nelle Alpi gestito dai genitori con la collaborazione delle insegnanti.

Lo sai mamma che... Il giornalino della Scuola dell Infanzia di Ponte nelle Alpi gestito dai genitori con la collaborazione delle insegnanti. Pronti per colorare? Lo sai mamma che... Il giornalino della Scuola dell Infanzia di Ponte nelle Alpi gestito dai genitori con la collaborazione delle insegnanti. Ringraziamo tutte le maestre e le mamme

Dettagli

Corsi in partenza a Giugno

Corsi in partenza a Giugno Corsi in partenza a Giugno ANTIPASTI E STUZZICHINI Due serate per aprire ogni cena con originalità. Questo corso si propone di fornire idee e ricette gustose per la preparazione di antipasti e stuzzichini

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

In cucina con il tè: Gennaio, aperitivo Chai

In cucina con il tè: Gennaio, aperitivo Chai In cucina con il tè: Gennaio, aperitivo Chai Buon giorno a tutti amiche ed amici, eccomi di nuovo qui dopo una piccola pausa, dovuta alla migrazione del blog sulla piattaforma di WordPress e ad un restyling

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Vuoi scoprire un nuovo mondo di sapori?

Vuoi scoprire un nuovo mondo di sapori? Vuoi scoprire un nuovo mondo di sapori? Il vapore è l ingrediente segreto L ingrediente segreto per un gusto straordinario è ora svelato... Come fanno gli Chef stellati Michelin ad ottenere un pollo così

Dettagli

TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3)

TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3) Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3) 1. Completa il testo con gli articoli e le desinenze dei nomi e degli aggettivi. Le tendenze alimentari italiane. Quali sono le mode alimentari

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

SantarosaConcaFestival IV edizione

SantarosaConcaFestival IV edizione REGOLAMENTO CONCORSO GASTRONOMICO NAZIONALE SantarosaConcaFestival IV edizione Art. 1 Tema Il Comune, la Pro-loco e l Associazione A.L.O.E. di Conca dei Marini, nell'ambito della rassegna del SantarosaConcaFestival

Dettagli

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!!

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! Test your Italian This is the entrance test. Please copy and paste it in a mail and send it to info@scuola-toscana.com Thank you! BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! TEST DI INGRESSO Data di inizio del corso...

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù. Poesia della mia prima elementare

Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù. Poesia della mia prima elementare Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù Poesia della mia prima elementare Sebbene faccio la classe prima Non mi è difficile parlare in rima, teco l augurio che il cuor mi detta

Dettagli

Vuoi andartene presto? No, voglio avere il tempo di innamorarmi di tutto... E piango perché tutto è così bello e così breve.

Vuoi andartene presto? No, voglio avere il tempo di innamorarmi di tutto... E piango perché tutto è così bello e così breve. Il contrario della solitudine «Vivrò per l amore, il resto dovrà cavarsela da solo» furono le parole di Marina il giorno della sua laurea, l ultima volta in cui la vedemmo. Il contrario della solitudine

Dettagli

- 1 reference coded [1,15% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [1,15% Coverage] - 1 reference coded [1,15% Coverage] Reference 1-1,15% Coverage ok, quindi tu non l hai mai assaggiato? poi magari i giovani sono più attratti sono più attratti perché

Dettagli

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo.

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. 1. stadio 2. ristorante 3. cinema 4. stazione 5. biblioteca 6. monumento 7. palazzo 8. fiume 9. _ catena di montagne 10. isola 11. casa 12.

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

Sedurla e soddisfarla. Le regole del suo piacere

Sedurla e soddisfarla. Le regole del suo piacere Sedurla e soddisfarla Le regole del suo piacere Disegni realizzati da Denise Maltese. Vincenzo Emanuele Todaro SEDURLA E SODDISFARLA Le regole del suo piacere www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Vincenzo

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

LA PSICOLOGA VA A SCUOLA!

LA PSICOLOGA VA A SCUOLA! LA PSICOLOGA VA A SCUOLA! I piccoli reporter della Guglielmo Marconi intervistano la dott.ssa Laura Bottini, psicologa che collabora con il nostro istituto. A cura del gruppo 4 dei Piccoli Reporter Quando

Dettagli

Il vostro compito Leggete il testo e mettete una crocetta sulla risposta giusta. La prima risposta = esempio.

Il vostro compito Leggete il testo e mettete una crocetta sulla risposta giusta. La prima risposta = esempio. 1 LA FAMIGLIA 1.1 Lettura primo testo Il prossimo anno l austriaca Alexandra partirà per l Italia. Per quattro mesi frequenterà il liceo a Ravenna. Stamattina ha ricevuto una lettera dalla sua famiglia

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Il piccolo pezzo di argilla

Il piccolo pezzo di argilla di iana Engel Su in alto, nella vecchia torre, c era un laboratorio. Era un laboratorio di ceramica, pieno di barili di smalti colorati, col tornio del ceramista, i forni e, naturalmente, l argilla. ccanto

Dettagli

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete Nonni si diventa Il racconto di tutto quello che non sapete Introduzione Cari nipoti miei, quando tra qualche anno potrete leggere e comprendere fino in fondo queste pagine, forse vi chiederete perché

Dettagli

Reference 1-0,73% Coverage

Reference 1-0,73% Coverage - 1 reference coded [0,73% Coverage] Reference 1-0,73% Coverage Dove ti piacerebbe andare ma anche vivere sì, sì. All interno dell Europa, sicuramente. Però mi piacerebbe vedere anche

Dettagli

FESTA DEI CRESIMANDI CON IL VESCOVO GIANNI ATTIVITÀ A CATECHISMO

FESTA DEI CRESIMANDI CON IL VESCOVO GIANNI ATTIVITÀ A CATECHISMO FESTA DEI CRESIMANDI CON IL VESCOVO GIANNI ATTIVITÀ A CATECHISMO INTRODUZIONE Le attività proposte in preparazione all incontro con il Vescovo Gianni hanno il loro orizzonte più ampio nei contenuti della

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

Secondo incontro: La mia esperienza d amore

Secondo incontro: La mia esperienza d amore Secondo incontro: La mia esperienza d amore Prima di addentrarci nel tema dell incontro sondiamo la motivazione dei ragazzi. Propongo loro un diagramma G/T. Tutti i ragazzi pensavano ad un esercizio di

Dettagli

Test di progresso in italiano

Test di progresso in italiano Test di progresso in italiano 1. Noi le ragazze ungheresi. A) siete B) sono C) siamo D) sei 2. Giuseppe, sono senza soldi,..? A) ha 10 euro B) hai 10 euro C) ho 10 euro D) abbiamo 10 euro 3. -Cosa oggi

Dettagli

unità 9: la casa lezione 17: Comprare casa 1. Leggi e abbina gli annunci a 2 delle foto sopra.

unità 9: la casa lezione 17: Comprare casa 1. Leggi e abbina gli annunci a 2 delle foto sopra. 3 unità 9: la casa lezione 17: Comprare casa 1. Leggi e abbina gli annunci a 2 delle foto sopra. Casa indipendente nel verde Bellissimo appartamento in Borgo dei Mulini Stupenda casa in campagna a 10 chilometri

Dettagli

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O Come va? 1 Trova nello schema le parti del corpo scritte di seguito e in orizzontale a cui si riferiscono le seguenti frasi. Le lettere rimaste completano l espressione indicata sotto. 1. Proteggila col

Dettagli

Il prossimo progetto

Il prossimo progetto Il prossimo progetto Probabilmente avrei dovuto usare una pietra più chiara per il pavimento. Avrebbe sottolineato la dimensione naturale della hall di ingresso, o forse è sbagliato il legno, anche se

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

Livello A2. Unità 10. La costituzione. Chiavi. Lavoriamo sulla comprensione. Testo 1 1. Ascolta il dialogo. Vero o falso?

Livello A2. Unità 10. La costituzione. Chiavi. Lavoriamo sulla comprensione. Testo 1 1. Ascolta il dialogo. Vero o falso? Livello A2 Unità 10 La costituzione Chiavi Lavoriamo sulla comprensione Testo 1 1. Ascolta il dialogo. Vero o falso? - Ciao Carlo, in questi giorni l Italia festeggia i 150 anni di unità e naturalmente

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Unità Didattica CAFFE ESPRESSO

Unità Didattica CAFFE ESPRESSO Provincia di Milano Assessorato all Istruzione Centro COME Cooperativa Farsi Prossimo PROGETTO NON UNO DI MENO Laboratori ELLEDUE Materiali didattici prodotti nel corso della sperimentazione 2007/2008

Dettagli

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2 IN GIRO PER ACQUISTI Signora Rossi: Voglio vedere una camicia per mio figlio. Commessa : Di che colore? Signora Rossi: Non so.. Commessa : Le consiglio il colore rosa. Se Suo figlio segue la moda, gli

Dettagli

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2 SPEDIRE UNA LETTERA A.: Con queste telefonate internazionali spendo un sacco di soldi. B.: A.: B.: A.: B.: A.: B.: Perché non scrivi una lettera? Così hai la possibilità di dire tutto quello che vuoi.

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

Ricetta Spaghetti al Caffè

Ricetta Spaghetti al Caffè Ricetta Spaghetti al Caffè Per gli appassionati del caffè e della pasta, ecco un accoppiata vincente: gli spaghetti al caffè. Ingredienti per preparare gli spaghetti al caffè: DOSI PER 4/5 PERSONE 400

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

PALSO ESAMI DI LINGUA ITALIANA LIVELLO A2 MAGGIO 2006. Certificazione riconosciuta dall ICC ISTRUZIONI. Nome:... Cognome:...

PALSO ESAMI DI LINGUA ITALIANA LIVELLO A2 MAGGIO 2006. Certificazione riconosciuta dall ICC ISTRUZIONI. Nome:... Cognome:... Nome:... Cognome:... ESAMI DI LINGUA ITALIANA PALSO LIVELLO A2 Certificazione riconosciuta dall ICC ISTRUZIONI MAGGIO 2006 Scrivi il tuo nome e cognome (in questa pagina, in alto). Non aprire questo fascicolo

Dettagli

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B,

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B, Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Hai lavorato tanto e adesso ti si prospettano diversi mesi in cui potrai rilassarti in vista della prossima estate. Sarebbe bello se fosse così semplice,

Dettagli

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No.

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No. Intervista 1 Studente 1 Nome: Dimitri Età: 17 anni (classe III Liceo) Luogo di residenza: città (Patrasso) 1. Quali fattori ti hanno convinto ad abbandonare la scuola? Io volevo andare a lavorare ed essere

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Follow us on. Ciccio Pasticcio. pepita.it

Follow us on. Ciccio Pasticcio. pepita.it Follow us on Ciccio Pasticcio pepita.it Ciao, sono Ciccio Pasticcio! Forse ci siamo incontrati già da qualche parte, per cinque anni ho girato tutta l'italia per far divertire i bambini negli spettacoli

Dettagli

Il giornalino della classe IV elementare scuola MADRE CABRINI di Torino

Il giornalino della classe IV elementare scuola MADRE CABRINI di Torino ì Il giornalino della classe IV elementare scuola MADRE CABRINI di Torino Cari giovani non sotterrate i talenti, i doni che Dio vi ha dato! Non abbiate paura di sognare cose grandi Papa Francesco La redazione

Dettagli

Inaugurazione mostra "Phobia, la paura sei tu": intervista a Milly Macis

Inaugurazione mostra Phobia, la paura sei tu: intervista a Milly Macis Inaugurazione mostra "Phobia, la paura sei tu": intervista a Milly Macis Milly Macis, nota tatuatrice cagliaritana si racconta in un intervista, poco prima dell inaugurazione della mostra Phobia la paura

Dettagli

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA!

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! PREPARATIVI - Preparare un grande cerchio di cartoncino marrone (la torta ) e tanti spicchi di diversi colori vivaci (le fette ), in modo che ci sia uno spicchio

Dettagli

TEST di italiano. Completa con le preposizioni semplici mancanti: Completa il brano con i seguenti pronomi possessivi:

TEST di italiano. Completa con le preposizioni semplici mancanti: Completa il brano con i seguenti pronomi possessivi: TEST di italiano Verifica il tuo livello! Copia e incolla il test, completa le frasi e invialo a info@linguaincorso.com (Non ti preoccupare se non riesci a completare tutti gli esercizi!!!!) Completa con

Dettagli

BLOG DI CUCINA 2.0 WWW.BLOGDICUCINA.IT. Edito da www.abcinformaticaweb.it MANUALE D USO PER L AUTORE VERSIONE 1.0

BLOG DI CUCINA 2.0 WWW.BLOGDICUCINA.IT. Edito da www.abcinformaticaweb.it MANUALE D USO PER L AUTORE VERSIONE 1.0 BLOG DI CUCINA 2.0 MANUALE D USO PER L AUTORE VERSIONE 1.0 WWW.BLOGDICUCINA.IT Edito da www.abcinformaticaweb.it BLOG DI CUCINA 2.0 In questo manuale imparerai quali sono le linee guida di pubblicazione

Dettagli

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE Urlo d amore Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE racconti brevi www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Maria Antonietta Bafile Tutti i diritti riservati A tutti gli innamorati... A tutti gli amori assurdi

Dettagli

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana Via Aurelia, 796-00165 Roma - Italia www.caritasitaliana.it Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana PRIMA SETTIMANA di Avvento

Dettagli

Giulia Scarpaleggia CUCINA DA CHEF CON INGREDIENTI LOW COST. Compra con la testa Cucina con il cuore. varia

Giulia Scarpaleggia CUCINA DA CHEF CON INGREDIENTI LOW COST. Compra con la testa Cucina con il cuore. varia Giulia Scarpaleggia CUCINA DA CHEF CON INGREDIENTI LOW COST Compra con la testa Cucina con il cuore varia Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07688-3 Prima edizione

Dettagli

PASSIONE IN CUCINA. presenta. dolci DI CARNEVALE

PASSIONE IN CUCINA. presenta. dolci DI CARNEVALE PASSIONE IN CUCINA presenta dolci DI CARNEVALE Krapfen 250g. di farina 00 250g. di farina manitoba 60g. di burro 1 uovo 35g. di zucchero 10g. di lievito di birra secco, oppure 40g. di quello fresco vanillina

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI 1 a.s. 2006/07 Attività prodotta da: Silvia Fantina- Silvia Larese- Mara Dalle Fratte. Proposta di lavoro stratificata Materiali: test ITALIANO COME LINGUA

Dettagli

Ejercicios de traducción

Ejercicios de traducción Ejercicios de traducción POR LAURA SANFELICI TRADUCE: 1. -Sei mai stato a Cuba? -Sì, ci sono stato l estate scorsa con la mia fidanzata. 2. Suo marito è francese ma vive in Spagna da vent anni. 3. Studio

Dettagli

Lezione 10. Tema: La comunicazione interculturale. Parte II.

Lezione 10. Tema: La comunicazione interculturale. Parte II. Lezione 10 Intervista con la professoressa Elisabetta Pavan, docente di lingua inglese, traduzione e comunicazione interculturale dell Università Ca Foscari Venezia e dell Università di Padova. Tema: La

Dettagli

LA PATERNITÀ NASCE COL NEONATO?

LA PATERNITÀ NASCE COL NEONATO? LA PATERNITÀ NASCE COL NEONATO? Convegno IRIS Non c è 2 senza 3 - Milano, 8 febbraio 2010 Alberto Pellai, Medico PhD, Psicoterapeuta dell Età Evolutiva Dipartimento di Sanità Pubblica Facoltà di Medicina

Dettagli

- 1 reference coded [1,60% Coverage]

<Documents\bo_min_13_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [1,60% Coverage] - 1 reference coded [1,60% Coverage] Reference 1-1,60% Coverage Certamente. Che musica ascolti? eh, io, ascolto più musica di qualche anno fa, sul rock anni 70, o sono

Dettagli

www.businesstribe.it Michele Tampieri intervista Marina Osnaghi Business Coaching: Leadership & Obiettivi

www.businesstribe.it Michele Tampieri intervista Marina Osnaghi Business Coaching: Leadership & Obiettivi www.businesstribe.it Michele Tampieri intervista Marina Osnaghi Business Coaching: Leadership & Obiettivi Ciao a tutti e benvenuti in Business Tribe, il blog che tratta argomenti di business per aumentare

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

Perché non ho provato

Perché non ho provato Elena Colella Perché non ho provato Sin dai primi giorni, l arrivo di Esther mise sottosopra l intero quartiere. Esther, 30 anni circa. Jeans aderenti e stivali neri in pelle. Maglie scure aderenti. Carnagione

Dettagli

IL GIORNALINO BIMESTRALE - ANNO 1 2 NUMERO. Niscemi- Sez. M

IL GIORNALINO BIMESTRALE - ANNO 1 2 NUMERO. Niscemi- Sez. M IL GIORNALINO BIMESTRALE - ANNO 1 2 NUMERO Ultime notizie dalla Scuola dell Infanzia San Giuseppe - Niscemi- Sez. M Sfogliando le sue pagine potrete cogliere gli aspetti più significativi di alcune esperienze

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

V CONCORSO ENOGASTRONOMICO INTERNAZIONALE BASILICATA A TAVOLA

V CONCORSO ENOGASTRONOMICO INTERNAZIONALE BASILICATA A TAVOLA I.I.S G. Gasparrini Settore: ENOGASTRONOMIA E OSPITALITA ALBERGHIERA Via Leonardo da Vinci 85025 MELFI (PZ) www.gasparrinimelfi.it Tel.: Ufficio presidenza via Leonardo da Vinci: 0972.24437 / Ufficio presidenza

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

biglietto e rimase senza parole: le era toccato l unico amico segreto che non avrebbe mai voluto: Gedeone

biglietto e rimase senza parole: le era toccato l unico amico segreto che non avrebbe mai voluto: Gedeone A Neretta piace molto andare a scuola. Anche i suoi amici della Compagnia del Cuore d Oro che frequentano la sua classe vanno volentieri. Ma le cose, all inizio di quest anno, non andavano troppo bene.

Dettagli

www.iluss.it - Italiano online Scheda grammaticale

www.iluss.it - Italiano online Scheda grammaticale Discorso indiretto - o n 1 Trasformare il discorso diretto in indiretto 1. "Che cosa fai?". Mi chiese che cosa. 2. "Sono venuto a saperlo per caso". Disse a saperlo per caso. 3. "Per favore, telefoni a

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

Ricette Montalatte Mitaca

Ricette Montalatte Mitaca Ricette Montalatte Mitaca M O N T A L A T T E M I T A C A Montalatte automatico ideale per preparare con estrema facilità cappuccino, caffelatte, cioccolata calda, latte freddo e tanto altro. Dotato di

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

I cinque sensi UNITÀ 1. La vista: amo dipingere e osservo tutto con molta attenzione.

I cinque sensi UNITÀ 1. La vista: amo dipingere e osservo tutto con molta attenzione. parlare dei cinque sensi esprimere i propri sentimenti parlare dei propri gusti comprendere la comunicazione non verbale i verbi sapere e conoscere i verbi fare e lasciare + infinito UNITÀ I cinque sensi

Dettagli

E dal momento che le Indicazioni Nazionali ce lo consentono... leggiamo con i ragazzi per piacere!

E dal momento che le Indicazioni Nazionali ce lo consentono... leggiamo con i ragazzi per piacere! Insegnare il leggere per piacere è ora un requisito ministeriale nel curriculo nazionale inglese ed è uno dei descrittori delle competenze attese nel sistema scolastico anglosassone a partire dall anno

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi Motivazione del gruppo Comincia l anno educativo per i bambini del nido. Alcuni bimbi entrano per la prima volta al nido e devono attraversare il periodo delicato

Dettagli

Concorso educativo per la Scuola Primaria

Concorso educativo per la Scuola Primaria Concorso educativo per la Scuola Primaria anno scolastico 2015-2016 GUIDA E MATERIALI DI LAVORO PER L INSEGNANTE Progetto didattico e testi: Maria Corno Progetto grafico e realizzazione editoriale: Noesis

Dettagli