POOL VIGEVANO MAGAZINEANNO 2011 N 1 lo sport è vita

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "POOL VIGEVANO MAGAZINEANNO 2011 N 1 lo sport è vita"

Transcript

1 POOL VIGEVANO MAGAZINEANNO 2011 N 1 lo sport è vita

2 1 Intervista del mese Editoriale In questo numero... L attività sportiva, si sa, abbatte tutte le barriere che gli essere umani si autoimpongono da millenni: sociali, politiche, antropologiche, di confine, di genere, religiose e chi più ne ha più ne metta. Forse più del pensiero filosofico, più dello sviluppo etico/scientifico è lo Sport il collante che entra in gioco ogni qual volta ci si trova all interno di un campo sportivo, di qualunque tipo esso sia e permette alla Razza Umana di sentirsi tale, senza differenze. Intervista all assessore allo Sport del Comune di Vigevano Brunella Avalle a pag. 2 Lo Sport a Scuola a pag Divertirsi, sfogarsi, sentirsi beati e soddisfatti nell attività fisica, sono solo alcuni dei pilastri che fanno da supporto all universo sportivo, tra questi vi sono inoltre certamente l unità e l amore per gli altri, come ci insegnano i volontari de I Quadrifogli di Vigevano, l associazione onlus che promuove attività motoria e riabilitativa per persone con disabilità fisica, mentale e disagio sociale o quella innumerevole miriade di persone (insegnanti didattici e sportivi, senza dimenticare gli organizzatori ed i burocrati necessari) che con serietà, bontà ed esperienza si premurano affinché giovani e giovanissimi possano avere un dolce rapporto iniziatico con l attività sportiva in genere e tramite essa sorridere e svagarsi. Per questo ed altri nobili motivi va a loro il nostro caloroso plauso ed i più sentiti ringraziamenti, anche e soprattutto per il vostro impegno lo Sport è Vita. Scarpa d Oro e Half Marathon a pag Bowling e Quadrifogli a pag. 13 Golf Santa Martretta a pag Sport e televisione a pag. 14

3 Intervista a Pool Vigevano Magazine 2 Brunella Avalle Assessore allo Sport di Vigevano Intervista all assessore vigevanese con delega allo Sport, ai Servizi educativi ed alle politiche giovanili, Fiorella Avalle. Nata a Lecco nel 1956, è stata per vent anni dirigente dell Associazione sportiva italiana Florens di vigevano, nonché consigliere provinciale della Federazione Italiana Pallavolo e referente provinciale di Pavia scuola e promozione. Dal 1978 è dipendente dell Agenzia delle Entrate Direzione provinciale di Pavia ufficio territoriale di Vigevano con la qualifica di funzionario. 1) Conosce già il Pool Vigevano Magazine? Ho avuto il piacere di parlarne direttamente con il presidente del Pool Vigevano Sport, Oscar Campari, ma per ora non mi sono addentrata dettagliatamente nel progetto anche perché il mio utilizzo dii internet e del computer è legato strettamente al mio lavoro di assessore. Però da ora mi interesserò e cercherò di approfondire le mie conoscenze. 2) Cosa ne pensa del Pool Vigevano Sport? È una realtà che già conosco in quanto sono stata dirigente della Florens (squadra di pallavolo ducale) e devo ammettere che ricopre un ruolo molto importante nella nostra città dato che permette di integrare o di fare quello che il Comune ed il mio assessorato non riuscirebbero a svolgere per svariati motivi. Tant è che dall inizio del mio mandato sto tentando di realizzare, attraverso vari colloqui e relazioni periodiche con i diversi responsabili del Pool, oltre che partecipando ai direttivi dello stesso, una sempre maggiore collaborazione alle loro attività ed iniziative. Brunella Avalle Assessore allo Sport 3) Cosa ne pensa del progetto Pool Vigevano Magazine? È certamente un iniziativa che mantiene il passo con i tempi odierni e decisamente adatta ai giovani, anche perché ritengo vi sia una forte necessità di informare i ragazzi che spesso invece informati non lo sono, a mio parere, anche perché c è una forte mancanza di prodotti che possano coinvolgerli. Oltre a questo, è rilevante secondo me anche la possibilità data agli sportivi vigevanesi di poter leggere il proprio nome e le proprie attività su di un giornale, a loro totalmente dedi cato pur rimanendo on-line. 4) Qual è il futuro dello sport cittadino? Come assessorato abbiamo deciso di puntare molto sulle attività giovanili con inoltre l incentivazione dei vari sport tra i ragazzi, dai più piccoli agli adolescenti, ritenendo l attività sportiva un motivo di cultura, un momento di socializzazione e un luogo di ugualianza tra tutti i partecipanti.. 5) Qual è il primo passo da compiere per mettere in condizione i giovani di aver accesso a questo mondo? Purtroppo le possibilità di aiutare le società sportive sono minime a causa del basso budget di cui dispongono il Comune e di conseguenza il mio assessorato ma per ovviare a questo problema abbiamo iniziato, già dallo scorso anno, a consentire le ristrutturazioni degli impianti da parte delle stesse società che li hanno in gestione, dando così la possibilità di effettuare i lavori occorrenti nell immediato e di gestire in autonomia il problema. Un esempio di questo modus operandi è la palestra Carducci (o Palabasletta) che ha sostenuto a proprio carico le spese di ristrutturazione dell edificio trattenendoli poi dalle quote di locazione dovute periodicamente al comune. Ci auguriamo che in futuro la situazione economica possa migliorare per poter garantire maggiori aiuti alle varie società.

4 3 Una realtà importante: lo sport a scuola Gioco Un impegno per il Nella nostra città, ormai da tredici anni a questa parte, è in atto un programma, che prende il nome di Gioco Sport, nasce dalla collaborazione tra le scuole primarie, il Pool Vigevano Sport e il Comune di Vigevano che finanzia completamente il progetto. L attività consiste nell affiancamento, da parte del personale Pool, agli insegnanti ordinari delle scuole elementari, alternandosi tra loro per otto lezioni. L obiettivo è sviluppare le capacità motorie e coordinative dei bambini, per permettere loro di avere le basi per una futura carriera sportiva. Tutti gli sport che vengono toccati durante le lezioni sono, quindi, solo funzionali allo sviluppo di tutte le potenzialità motorie, senza mirare ad uno sviluppo agonistico. Solitamente si considera lo sport della palla mano come prima attività di apprendimento, perché comprende tutte le fasi fondamentali e necessarie al progetto, cioè: corsa, palleggio, presa al volo e lancio della palla. Il progetto impegna un totale di ventiquattro gruppi di ragazzi, che verranno seguiti per quattro o cinque anni consecutivi, in modo da rendere completo l apprendimento degli schemi motori su un ciclo che va dalle scuole primarie alle scuole secondarie. Gli insegnanti del Pool Vigevano Sport, che coprono tutte le scuole primarie cittadine e da sei anni anche le scuole dell infanzia (scuole materne di una volta), sono tutti laureati o laureandi in Scienze Motorie. Essi mettono le loro abilità e conoscenze a disposizione dei bambini per sviluppare una cultura dello sport a 360 e più. Queste attività mirano all apprendimento e sviluppo degli schemi percettivi e motori di base, per predisporre il corpo a uno sviluppo corretto e costante, basi che serviranno durante la fase più importante della crescita biologica del corpo umano che avviene tra i quattordici e i diciotto anni. Questo tipo di attività servirà anche a sviluppare il futuro fisico dello sportivo. Per quel che riguarda le scuole dell infanzia queste hanno alcuni punti differenti dalle altre, per esempio non è previsto nessun tipo di test finale, e nessun tipo di competizione agonistica si cerca soprattutto di promuove l attività fisica come un gioco e un momento di divertimento. Gli incontri si svolgono su due cicli di lezioni: il primo ciclo è compreso tra i mesi di Ottobre e Gennaio, il secondo invece si snoda tra i mesi di Febbraio e Aprile. Tutte le lezioni di ogni ciclo, sono otto, e

5 Pool Vigevano Magazine 4 Sport futuro dei giovani vengono suddivise in quattro lezione con il tecnico specializzato e quattro con l insegnante della scuola primaria, cercando di alternare le 2 presenze cioè non avere mai consecutivamente solo il tecnico o solo l insegnante. Ogni lezione, ha la durata di un ora e si suddivide in quattro parti che consistono in: gioco iniziale, gioco a terra, gioco a confronto e gioco finale. Quest ultimo corrisponde alla sintesi dei quattro obiettivi della lezione, cioè: obiettivo Primario, obiettivo Secondario, Metodo e Attrezzatura utilizzata. In questo particolare momento sia l insegnate che il tecnico specializzato del Pool devono verificare che i ragazzi abbiano appreso e messo in pratica tutto quello che gli è stato insegnato, non solo nella lezione attuale, ma anche nelle varie lezioni precedenti. Le attività di verifica del Gioco Sport sono divise in Trofeo Pensa, Trofeo Dante Merlo e Festa finale dello Sport che si tiene il 2 giugno (festa della Repubblica Italiana). La verifica avviene tramite l attuazione di questi tre momenti che serviranno non solo ad avvicinare i ragazzi allo sport ma a fargli conoscere delle realtà ben precise, infatti, i primi due possono rientrare tranquillamente nell ambito dell Atletica Leggera sia come Cross (corsa campestre) che come gare in pista di velocità e resistenza e con-corsi (salti e lanci). Il terzo e ultimo momento di gioco-verifica si promuove tramite una serie di percorsi ad ostacoli che i bambini dovranno affrontare. Queste attività serviranno a verificare gli insegnamenti e le capacità acquisite durante le lezioni svolte nelle palestre delle scuole. La preparazione delle lezioni avviene in maniera trasversale, attuando una standardizzazione dei programmi per fornire una preparazione migliore e omogenea ai ragazzi, anche di scuole differenti, che usufruiscono di questo servizio. Per questo motivo il servizio è esteso, gratuitamente, anche alle scuole secondarie inferiori e superiori con una formula differente che prevede la possibilità per gli studenti di utilizzare le strutture cittadine e i tecnici delle varie discipline. Staff: Aiello Rossana, Altieri Luca, Baccosi Federico, Bognetti Rosalba, Damaschi Michele, De Sanctis Cesare, Fagnani Davide, Gibin Luca, Motta Elisabetta, Scalfi Davide, Scaglia Fabiola, Vallin Paolo. Coordinatori: Andolfo Fabio, Della Porta Luca, Tagliavini Marco.

6 5 Fotocronaca Scarpa d Oro Internazionale Alcune foto dei bamb ini impegnati nelle attività di gioco Sport e di verific deglli insegnamenti ricevuti nelle ore del progetto Giocosport

7 Pool Vigevano Magazine Correre nella Storia 6 Una storia fatta di atleti, di tifosi, di ciottoli, di centro storico Vigevanese, di dirette Rai, di acqua ma soprattutto di sport. Sport con la S maiuscola, fatto da atleti come Sebastian Coe (nella foto sopra), e altri illustri protagonisti che per 27 anni hanno corso sulle strade della città Ducale regalando emozioni. Atleti che, ricorda Gianni Merlo presidente dell Atletica Vigevano, hanno aperto per la prima volta le porte del Castello Sforzesco e hanno portato in vetrina nazionale Vigevano.

8 7 Fotocronaca Scarpa d Oro Internazionale Il primo dominatore fu Sebastian Coe che la sera prima della gara fece cambiare il percorso per paura di rovinare muscoli o tendini sul pavè del percorso del centro storico. Ma Coe non è solo il primo vincitore, è anche colui che ha dato l imput a Dante e Gianni Merlo per creare questa meravigliosa realtà. Dietro l inarrivabile atleta inglese salgono sul podio Marco Marchei e Alberto Cova, che saranno continueranno ad essere protagonisti della Scarpa d Oro. Il secondo anno è Steve Ovett (nella foto sopra) a sminare di prepotenza, sotto l acqua, la gara lasciandosi alle spalle Alberto Cova. Per la terza edizione De castella sale sul gradino più alto del podio, ma non è italiano è australiano e al secondo posto ritroviamo instancabile e sempre più agguerrito Alberto Cova. Questa edizione è la prima femminile che vede primeggiare Agnese Possamai torna Coe e vince, ma si trova a lottare fino all ingresso in piazza con un agguerrito Gelindo Bordin che si piazza meritatamente al secondo posto. Prima vittoria di un italiano, Alberto Cova (nella foto) sale sul gradino più alto del podio dopo un lungo testa a testa con Roger Hakney. La quinta edizione vanta be due importanti novità: la gara passa per la prima volta all interno del Castello Sforzesco e della Strada Coperta che apre così ufficialmente le porte al pubblico e gode della sponsorizzazione di Swarovski. Steve Ovett torna e raggiunge Coe a quota due, lasciandosi alle spalle un arrembante Panetta. Peculiarità l entrata nella macchina organizzativa delle forze produttive cittadine. Bis di Alberto Cova che vince la 7 edizione di forza liberandosi in 2 soli giri degli avversari compreso Stefano Mei che presto sarà nuovamente partecipe della kermesse vigevanese. Gelindo Bordin (nella foto sopra) vince nel 1987 e entra nell albo d Oro da cui era rimasto fuori per un soffio tre anni prima. Ecco che nel 1988 Stefano Mei, campione europeo sui metri, vince e dopo la gara dichiara : «La Scarpa d Oro ha un significato veramente unico tra le corse su strada mondiali». La decima edizione della gara vede primeggiare John Ngugi (nella foto sopra) che da un ritmo impressionante alla gara, staccando gli inseguitori dopo appena un giro. Il primo italiano, Jenny di Napoli, si piazza terzo. Ma l anno seguente Di Napoli (nella foto sopra) si ripresenta, non da favorito ma da outsider e sotto una pioggia battente riesce a strappare in volata il favorito Salvatore Antibo Di Napoli calza le stesse scarpe dell edizione precedente per bissare, ma non bastano perchè Moeses Stanui al secondo giro stacca il gruppo e taglia solitario il traguardo stabilendo il nuovo record della gara. John Ngugi invece è il dominatore dell edizione n. tredici doppiando il successo ottenuto nel 89, lasciandosi alle spalle un agguerritissimo Genny Di Napoli nuovamente secondo. L acqua che ha accompagnato tante edizioni della Scarpa D Oro, bagan fredda ed inesorabile la vittoria di Francesco Panetta (nella foto sopra) che detta il ritmo già dallo sparo, ma solo all ultimo giro riesce a staccare Genny Di Napoli quel tanto che basta al napo milanese di batterlo in volata.

9 Pool Vigevano Magazine 8 2 Aprile 1994 Paul Tergat (nella foto sopra) impostando una gara tattica stacca il gruppo al quinto giro, salendo così sul gradino più alto del podio. Alle sue spalle troviamo Francesco Bannici. Grande delusione per l ennesimo secondo posto di Di Napoli, battuto da uno strepitoso Paolo Donati (nella foto sopra) che si aggiudica la sedicesima edizione della scarpetta. 8 aprile 1996, si torna al lunedì dell angelo propizio a David Chelule per entrare nell albo d oro della classica di primavera. La diciottesima edizione ha come primatista il marocchino Salah Hissou che dopo solo poche centinaia di metri uccide lo spettacolo lasciando sul posto gli avversari. Mitico ritorno del campionissimo Paul Tergat, che vince illudendo Goffi e D Ambrosio per sei giri sui sette totali, staccandoli in Via Del Popolo. Importante novità introduzione del monte premi per la classifica italiana Tergat replica e vincendo per la terza volta si auto-incorona re assoluto della Scarpa D Oro. L ultima edizione del vecchio millennio vede come protagonista Mohammed Mourhit belga di adozione, ma marocchino di nascita. Bianco, biondo, occhi chiari, ucraino. Sergey Lebid si aggiudica la prima Scarpa D Oro del primo italiano, che si piazza sesto eguagliando il tempo di Cova e Di Napoli crono mai più ottenuto da un atleta italiano. Benson Barus veterano delle cosre su strada, mette la sua firma alla venticinquesima edizione della passerella Ducale, sfiorando il record della gara. A distanza di un anno, nel 2005, l ucraino cinque volte campione del mondo Sergey Lebid, (nella foto sopra) torna a vincere sui ciotoli vigevanesi. Con la vittoria Paul Kimayo Kimugul si cala il sipario sull ultima edizione della Scarpa D Oro internazionale. Aprendo il palco scenico alla nuova gara cittadina Scarapa D Oro Half Maraton giunta oggi alla sua sesta edizione John Yuda (nella foto sopra) con due soli anni di attività podistica vince e stabilisce il nuovo record della gara, imbattuto dal 1991, chiudendo gli 8 Km in 22 minuti e 46 secondi. Seconda vittoriosa Presnza per Yuda che chiude la ventiquattresima edizione con una micidiale progressione partita all inizio del penultimo giro. Nota di merito a Gabriele De Nard, In memoria a Dante Merlo, nella foto 8

10 9 Scarpa d Oro Half Marathon Vigevano Finalmente il sole sulla Mezza Ducale V edizione della Scarpa d Oro Half Marathon, con Scarpa d Oro in Rosa nata da un idea dell Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Vigevano, con l obiettivo di avvicinare sempre più donne al mondo del running non solo in forma agonistica ma anche e soprattutto come mezzo di socializzazione e salute. Come madrina d eccezione della non competitiva al femminile non poteva esserci testimonial migliore di Giusy Versace, atleta para-olimpica campionessa italiana in carica dei 100 metri e dei 60 metri indoor ma soprattutto un grande esempio di tenacia, entusiasmo e simpatia al femminile. In occasione della gara, sono stati fatti anche dei piccoli festeggiamenti per i 150 anni dall Unità d Italia con l inno nazionale primas della partenza. L artista Sara Soattini, ha donato alla Scarpa d Oro Half Marathon due opere pittoriche della sua nuova collezione Logoland raffiguranti due personaggi iconici legati all Unità d Italia come Garibaldi e Mazzini dati come premio al primo uomo italiano e alla prima donna italiana. Dal punto di vista tecnico gara molto avvincente per i tempi ma la gara è stata decisa già nei primi chilometri con Hicham Abou El Abbas che ha imposto da subito un ritmo impressionante rientrando solitario alla Stadio Dante Merlo in 1:04:34 con circa otto minuti di vantaggio sul gruppetto degli inseguitori. Tempo con cui l atleta marocchino ha stabilito il nuovo record della gara. La partenza di Scarpa d Oro Half Marathon, Scarpa d Oro in Rosa e Stracittadina è stata scaldata da un timido sole primaverile,tanto atteso dagli organizzatori e dagli atleti che ha permesso di godere del magnifico spettacolo offerto dalla mhalf Marathon e dalle due non competitive che sono usciti dallo stadio in un unico serpentone colorato. La Scarpa d Oro Half Marathon come ogni anno ha goduto del magnifico centro storico interamente chiuso al traffico grazie al prezioso aiuto dei volontari e del rapporto di collaborazione con le auorità locali, che ha permesso ai podisti di attraversare la strada sopraelevata cinquecentesca del Castello Sforzesco e di passare nella splendida Piazza Ducale per poi sfogarsi nella campagna cittadina, immersi nella natura protetta dal Parco del Ticino. Al termine della gara, risottata a ripagare le fatiche degli atleti, curata quest anno dagli autorevoli rappresentanti della Confraternita del Risotto. La grande novità di quest anno riguarda lo sponsor tecnico, con l entrata in anteprima assoluta di Jaked nel mondo della corsa. Il brand, nato a Vigevano e che, grazie alla ricerca e all innovazione ha già annoverati successi internazionali nel campo del nuoto e del ghiaccio. Importantissimi anche gli altri Sponsor quali Gruppo Stav, Moreschi, Mavrefin, Dow, Portmoka, Pasticceria Villani e AWS Corriere Espresso. Peculiarità della Scarpa d Oro Half Marathon 2011 Remo Andreolli che con 1h31 25 ha stabilito il nuovo record italiano Master MM75. Nelle foto passaggi in Piazza Ducale della Scarpa d Oro Half Marathon

11 Pool Vigevano Magazine 10 Uscita dalla Strada coperta edizione 2010

12 11 Golf Club Vigevano Storia, arte, tradizione e natura circondano Vigevano: questa terra che profuma di epoche antiche, di personaggi illustri e di famose gesta fa da cornice al Golf Club. Il Golf è uno sport dalle nobili origini, si pensa che sia nato in Scozia nel tredicesimo secolo e che da lì si sia diffuso prima in tutte le isole britanniche, per poi raggiungere il continente europeo, fino ad arrivare alle porte della nostra piccola cittadina. Il Golf Club Santa Martretta viene fondato nel 1973 e detiene il primato di primo circolo sportivo per la pratica del golf nella provincia di Pavia, contando più di quattrocento iscritti. Oggi, è un punto di riferimento nel circuito golfistico nazionale. Il Club possiede un ampio percorso a diciotto buche, di notevole interesse, che si alternano tra complicate e non, con moltissimi elementi distintivi ed ostacoli come: pozze d acqua, collinette, buche di sabbia e cespugli, il tutto immerso all interno del Parco del Ticino. Tra la città e il circolo vige un rapporto stretto e collaborativo che negli anni si è consolidato. Il golf richiama, infatti, un turismo sportivo e importante che d numeroso interes quanto le bellezz a svelare: il centr reggiabile Piazza con le sue Scuder vicina Sforzesca, pagna di Ludovi che Vigevano ha sul campo. Una p l occasione ideal antico feudo 11deg

13 Golf Club Vigevano Pool Vigevano Magazine 1 2 potremmo affermare che è la struttura sportiva più grande di tutta la zona..a Vigevano, Santa Martretta è il luogo ideale dove mettere in campo la propria passione per il golf o avvicinarsi a questo magnifica disciplina: grazie ad un itinerario interessante composto da oltre 18 percorsi o cosiddette buche, alla cura per l ammodernamento delle strutture e delle dotazioni tecnologiche, il Golf Club è un centro sportivo dinamico e completo che offre anche ai non appassionati soluzioni di relax e benessere come la sua nuova piscina di recente costruzione e il fantastico ristorante che permette a tutti gli associati di vivere un ambiente caldo e confortevole. Il Club House di Santa Martretta, ristrutturata ai tempi della progettazione del campo, ha le sicure e familiari fattezze del classico cascinotto lombardo, le cui linee architettoniche si inseriscono perfettamente nel ambiente estetico del campo. i anno in anno si fa sempre più sato nella conoscenza del luogo e che il nostro territorio riesce o storico della città con l impa- Ducale e il maestoso Castello ie e la Cavallerizza, e ancora la rinascimentale dimora di camco il Moro, sono alcune mete da offrire dopo una giornata artita a golf a Santa Martretta è e per conoscere la città ducale, li Sforza. Il Golf Club realizza ancora oggi, durante tutto l arco dell anno, tempo dopo la sua apertura, eventi sportivi e manifestazioni uniche nel loro genere. La questione rimane tutt oggi sempre al primo posto fra gli obiettivi. Infatti, gli ideatori confidavano, con la costruzione del campo e delle sue strutture, di garantire a Vigevano una tradizione golfistica importante e di dare alla città un nuovo motivo di merito. In questo la realizzazione del campo ha portato un elemento di spicco nella città a livello di impianto sportivo, ancora più confermato dopo il suo ampliamento nel 1995 tanto che, ALCUNE REGOLE: riuscire a far entrare una pallina in una buca nel terreno colpendola il minor numero di volte possibile con una mazza.la pallina una volta piantata a terra non dovrà più essere toccata con le mani fino al suo arrivo in buca, colpendola in qualsiasi posizione e luogo si trovi.il golf è l unico sport (con la palla) dove non esiste un area ben definita in cui operare, non essondoci perimetri da non oltrepassare.il primo colpo viene eseguito da tutti i giocatori dallo stesso punto, chiamato tee di partenza. Solo nel caso del primo colpo è possibile usare un sostegno per la pallina.

14 13 Una realtà importante: lo sport a scuola Bowling e Quadrifogli I ragazzi dei Quadrifogli di Vigevano con al centro il Gabibbo. Il bowling è uno di quegli sport che molti in Italia conoscono più attraverso film e cartoni animati che per averlo praticato in prima persona, come non ricordare Homer Simpson ed il suo gruppo di amici beoni, i quali si ritrovano spesso sulla pista per abbattere il maggior numero di birilli per volta o Fred Flistone, forte giocatore impegnato in diversi tornei preistorici e ancora il protagonista de Il grande Lebowski, tale Drugo, che in questo film dei fratelli Coen, oltre alle peripezie in cui è immischiato si ritrova, anch egli con i suoi compagni, sulle piste da bowling. Questa attività sportiva, che ha il suo scopo nell abbattimento del maggior numero dei dieci birilli dalla famosa e particolare forma, posti in fondo alla lucida pista con una boccia (o palla) di 7,6 kg come peso massimo e provvista di tre fori per afferrarla, nei dieci turni a disposizione e per il raggiungimento del tetto massimo dei punti (300), è infatti pratica ben più diffusa negli Stati Uniti che da noi, anche se in Europa il numero degli estimatori e dei campioni in tale disciplina va sempre in crescendo di anno in anno e nel nostro Paese ha una federazione, la FISB (Federazione Italiana Sport Bowling), legata ufficialmente al CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano). A Vigevano è possibile cimentarsi per diletto nella pratica dello strike (abbattimento di tutti i birilli) e dello spare (abbattimento parziale dei birilli) allo Young Bowl di viale Artigianato, in cui una serata per sfidare i propri amici può essere ricca ivertimento. Nella nostra cittadina esiste anche un associazione onlus, I Quadrifogli, che promuove l attività motoria e riabilitativa per persone con disabilità fisica, mentale e di disagio sociale. Nata nel 1999 e prima nel suo genere in tutta la provincia di Pavia tale associazione, tra le diverse attività sportive presenti nel suo programma che vanno dal nuoto, al calcio, passando per l atletica leggera, il tennis, il judo e altre ancora, ha anche il bowling ed un gruppo di atleti ad esso legato. Recentemente, il 29 gennaio, la squadra di bowling dell associazione I Quadrifogli ha partecipato a Nerviano, comune in provincia di Milano, ad un Meeting regionale nel quale tutti gli atleti si sono classificati con onore ed ognuno di loro ha inoltre migliorato il proprio tempo personale. Il Team era composto dagli atleti: Migliavacca, Bovolenta, Savini, Sensini, Merlotti, Sanclemente, Correzzola, Pelle, Vinci, Boscolo, Pellegrini, Pignatti e Tarantola Franchi; Correzzola classificandosi primo assoluto su 50 atleti presenti al Meeting, partirà con la Nazionale Italiana il prossimo giugno per Atene, dove si disputeranno i Giochi Mondiali Estivi Special Olympics, con la disciplina del bowling ed insieme a lui vestiranno i colori italiani per difendere l onore sportivo del Bel Paese anche Savini, per la ginnastica artistica, Bassi per il calcio e Brunello come tecnico nazionale di equitazione. L associazione I Quadrifogli è un esempio di come lo Sport possa essere un importante mezzo per favorire crescita personale, autonomia e piena integrazione delle persone con disabilità, orgoglio cittadino.

15 Pool Vigevano Magazine Sport individuale di squadra o da lcd? 14 Non ho ancora provato la gioia della paternità, ma mi domando come si comporti oggi un genitore nel momento in cui si trovi a scegliere insieme ai propri figli un attività sportiva. Le possibilità aumentano a dismisura, oggigiorno. Poco tempo fa ci bastava la convinzione dell ovvia ma non trascurabile suddivisione tra sport individuale e sport di squadra, oggi ci vediamo costretti ad aggiungere una terza categoria, in evoluzione quotidiana e destinata al primato: lo sport da lcd. Conoscere i propri figli, ascoltarli, zione solitario come un mezzofondista. Ma se tutto ciò non dovesse più essere sufficiente, oggi, per un genitore? In fondo di fronte allo schermo piatto di una televisione, specie se di molti pollici, un bambino o una bambina possono trovare tutto l agonismo che cercano: il tutto dentro le mura di casa, al sicuro. Possono lanciare frecce, colpire brandendo una spada, giocare a tennis, a pallavolo. Non possono ancora correre, ma c è tempo, grazie a madre tecnologia. lasciarli liberi di esprimersi, molto spesso porta ad una scelta dello sport semplice, senza cambi di direzione. Talvolta qualche esperienza diversa, la curiosità e la voglia di cambiare porta un giovane a nuotare, poi tirare a canestro, poi eseguire un Kata, e poi chissà cos altro ancora. Un genitore, partecipando o meno alla vita del figlio, lascia che si sporchi, che fatichi. Vuole vederlo fiorire con e nello sport, da leader della squadra di calcio, o da animale da competi Sudano di meno, evitando raffreddori. Non si sporcano. Non devono essere accompagnati. Passano da una partita a golf alla minestra calda nel tempo di un pulsante. E un bene enorme che i famigerati videogiochi, colpevoli ormai di più di una generazione obesa e antisportiva, sociopatica e schizofrenica, assecondino le necessità di movimento del nostro corpo. Ma non che ne diventino l alternativa. Io ero perfettamente in armonia con lo sport che scelsi, dopo una pessima figura in una squadra di calcio ed un amore platonico per la solitudine di una piscina. Introverso, silenzioso a meno che non interpellato, nello sport, per me individuale, trovavo insieme linfa e sfogo di tutto ciò che ero. Uno dei miei migliori amici, di un carisma e una forza che ricordo avere già da bambino, passò anni da capitano della squadra in cui militava. La domenica pomeriggio camminavamo e parlavamo, condividendo la maggior parte di noi stessi e del piacere che ci veniva dal faticare fino al traguardo o nel servire il passaggio decisivo per la vittoria. E i nostri genitori? Felici di vederci partecipare, sudare e lottare. Delle trasferte, delle pozzanghere fangose che ti lavano da testa a piedi. Si stava meglio quando si stava peggio, dirà qualcuno con sarcasmo retorico. Direi semplicemente che si stava meglio quando si stava fuori. E non di fronte allo schermo piatto, anche se di molti e molti pollici.

16 15 Un pò di storia: Pietro Buscaglia Di Martino sul tetto d Europa a 201 cm Parigi, palezzetto di Bercy, Campionati europie indoor 2011 di atletica leggera, ultima giornata, domenica, la più corta. Inizio gare ore 15:20 conclusione ore 18:00 circa, ma non per questo meno entusiasmante, essendo ricca di finali anzi in tutta la giornata sul programma sono presenti solo loro. Per la nazionale italiana si rivela un pomeriggio strepitoso, iniziando con il salto in alto femminile, Antonietta Di Martino parte da favorita e come da pronostico dopo una lunga serie di salti perfetti si aggiudica il primo posto superando l asticella all altezza di 199 cm, dopo che le le altre due concorrenti sono bloccate alla misura di 196 cm. Antonietta prova ad osare i 201 cm che gli riescono al secondo tentativo, ma non le basta vuole volare alto sempre più in alto e fa alzare l asticella a 203 cm, ma a suo malgrado le sue ali non sono abbastanza forti e si deve accontentare dell ottima misura precendete, questo è un buonissimo risultato perchè è il suo primo oro a livello internazionale. Antonietta Di Martino Parigi 2011 Marzo 2011, Anno 1 - Numero 1 Redazione e direzione : Edoardo Mornacchi Fabrizio Baraldo Francesco Perboni Luca Paulato Matteo Mangiarotti Simone Satta Info: Tel V.le Monte Grappa, 24 Vigevano La giornata non finisce qua, dopo pochi minuti un altra rivelazione sempre italiana arriva dal saltro triplo maschile dove Fabrizio Donato con la misura di 17,73 m si aggiudica la medaglia d argento, ma non solo questa misura risulta essere record italiano, è anche terza misura nel 2011 e dodicesima misura al mondo al coperto di sempre. Ottima giornata pure per le ragazze della staffetta 4x400 m che, anche arrivando quarte, migliorano il record italiano con il risultato di migliorando il precedente che rimaneva intoccato da anni. Un evento particolare che lascia quasi senza parole gli esperti del settore è la finale dei 60m maschile, dove il bianco piu veloce di sempre, Christophe Lemaitre (6.58), è battuto da Obikwelu (6.53) vecchia gloria dell atletica portoghese e Chambers (6.54) mai dato come favorito. Piccola delusione arriva dal quarto posto di Emanuele di Gregorio lasciato ai piedi del podio per solo un centesimo.

17 Pool Vigevano Magazine 16 Un vigevanese in nazionale: Piero Buscaglia Un primo capitolo di storia del calcio Ducale, che nel bene o nel male ha sempre dato e darà grandi emozioni ai sui tifosi. Non possiamo quindi dimenticare chi ha saputo rendere grande la nostra città e i colori della nostra squadra. Parleremo oggi di Piero Buscaglia, l unico ragazzo partorito dalla rosa Bianco-Celeste ad aver indossato la maglia Azzurra della nazionale a cui dedichiamo una pagina in occasione del centenario della sua nascita. Si rischia di essere accusati di dire il falso quando si sostiene che Piero Buscaglia è stato l unico vigevanese ad indossare la maglia azzurra della Nazionale di calcio. Nulla da preoccuparsi. Sulla genia vigevanese è lo stesso Piero a togliere ogni ragionevole dubbio. Ho cominciato commentò Piero in un intervista - a tirare calci ad un pallone all età di setteotto anni sul sagrato della chiesa di San Carlo. I miei abitavano in Griona Alta (adesso via Cavallotti). Piero Buscaglia è vigevanese. Dubbi non ce ne sono. Diverso, invece, il problema della presenza di Buscaglia in Nazionale. Una sola. Durata 90 e i due goal con i quali l Italia ha battuto l Ungheria nella Coppa Internazionale non sono stati segnati da Buscaglia. Ma tutto questo non cancella dal tabellino statistico la casellina delle presenze in nazionale. Inquadrato il personaggio accendiamo i riflettori. La carriera calcistica di Piero Buscaglia è cominciata, parlando di calcio professionistico, proprio dove inevitabilmente, è finita: a Vigevano, formazione nella quale Buscaglia ha giocato all inizio nella stagione Al termine della seconda giornata di ritorno del campionato di serie B per il ragazzo cresciuto con la maglia biancoceleste è arrivata la cartolina precetto: iniziale destinazione Zara nei bersaglieri poi trasformata con l assegnazione alla Farnesina di Roma dove arriva l ingaggio per giocare nella Lazio. E con questa maglia che Buscaglia esordisce in serie A: la data del battesimo nella massima serie è il 9 ottobre 1932, la partita è Bari - Lazio e finisce 0 a 0. La presenza nella Lazio si sintetizza con 35 partite giocate in due stagioni con 5 goal. Dalla Lazio a Torino, squadra che vede militare Buscaglia per quattro stagioni consecutive, da quella del a quella del : le presenze sono state 80 infiorate da 35 goal. Con il Torino Piero Buscaglia vince anche una Coppa Italia e si impadronisce di un record che oggi, a distanza di così tanto tempo, è ancora lì da battere ovvero il record di numero di goal messi a segno da parte di un unico giocatore in una sola partita, nel match di Coppa contro il Catania, finita 8 a 2 a favore del Torino dove Piero si prese la licenza di mettere a segno sei goal!. L altra quota significativa della carriera di Buscaglia vede il nostro difendere i colori del Milan (società con la quale gioca dal 1937 al 1941). Savona, Abbiategrasso e Vigevano (cioè là da dove era partito) sono le ultime tappe prima di attaccare le scarpe al chiodo come calciatore e svolgere una dignitosa carriera di allenatore prima della pensione e della scomparsa che il 12 luglio 1997 ha lasciato un vuoto pressoché impossibile da colmare. E con questo chiudiamo questa prima pagina dei ricordi. Un grande giocatore, un grande uomo, ma soprattutto un personaggio che ha potuto rendere grande la nostra città: Vigevano.

18 Associazione di Associazioni Sportive Pool Vigevano Sport Attività Attività in collaborazione e convenzione con l Amministrazione Comunale di Vigevano Aderente al Progetto Insieme sul Territorio del Comitato Provinciale CONI. Elenco sintetico attività svolta: Attività motoria nelle Scuole Materne Gioco - Sport - attività motoria nelle Scuole Primarie cittadine Sport a Scuola in collaborazione con scuole secondarie superiori di primo e secondo grado Attività di integrazione sportiva motoria nell ambito della disabilità e integrazione all interno delle nostre società sportive Sezione Danza Pool Vigevano Sport Gestione Impianti Sportivi Organizzazione della Festa dello Sport Vigevanese l 11 dicembre 2010, 10 edizione Sport Exibithion Collaborazione con il Liceo Linguistico ad indirizzo Sportivo Collaborazione con la rassegna Vigevano E Collaborazione e strutturazione sportiva del Progetto Crescere Insieme per Crescere Tutti per i giovani dai 14 ai 30 anni Creazione della La Fondazione dello Sport - Insieme per lo Sport Attuazione della Brochure illustrativa attività sportiva a Vigevano distribuita agli alunni/e delle Scuole Primarie e Medie Inferiori a cinquemila copie Carta dei Servizi: opportunità ed agevolazioni a tutte le società ed ai propri tesserati facenti parte del Pool Vigevano Sport. Operativa già dal Ben seimila giovani tesserati delle società sportive aderenti hanno ricevuto una tessera con allegata Carta dei Servizi con ottime agevolazioni. Esistono anche servizi diretti per le società sportive. Dal 2005 nuovo partner importante per la Carta: la Fondazione di Piacenza e Vigevano La Carta, appena ultimata, ha validità per i prossimi tre anni da gennaio 2010 a gennaio 2013 Pool Vigevano Magazine In fase di attuazione rivista on line accessibile dal sito che parla delle società sportive cittadine.

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO Le capacità cognitive richieste per far fronte alle infinite modalità di risoluzione dei problemi motori e di azioni di gioco soprattutto

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO M A G A Z I N E PRINCIPI BASE DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO w w w. a l l f o1 o t b a l l. i t IL TUTOR MARIO BERETTA 1959 Milano, è ex calciatore e attuale allenatore professionista. Diplomato Isef e

Dettagli

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

www.noinoncilasceremomai.it

www.noinoncilasceremomai.it www.noinoncilasceremomai.it Chi siamo: la storia Il progetto trae ispirazione dalla vita di Vigor Bovolenta e sua moglie Federica Lisi che hanno, con il loro amore, sfidato il destino e la vita stessa.

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

FIN - Comitato Regionale Ligure

FIN - Comitato Regionale Ligure FIN - 1. 0 NORMATIVE GENERALI Iscrizioni alle gare 1. Le iscrizioni alle gare vanno effettuate tramite procedura online dal sito http://online.federnuoto.it/iscri/iscrisocieta.php utilizzando il software

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio Lo sport è caratterizzato dalla RICERCA DEL CONTINUO MIGLIORAMENTO dei risultati, e per realizzare questo obiettivo è necessaria una PROGRAMMAZIONE (o piano di lavoro) che comprenda non solo l insieme

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N.

1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N. 1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N. A) Disposizioni generali [1] Il vincolo di tesseramento degli atleti in favore delle società è temporaneo e la sua durata e l eventuale

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 Art. 1 PRINCIPI GENERALI Il football a 9 contro 9 Master (o 7 contro 7) verrà giocato secondo le regole del regolamento ufficiale NCAA per i campionati a 11 giocatori,

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n.

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n. INDICE pag. FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY PREMESSA 3 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA Under 14/12/10/ 8/ 6 TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5 TABELLA RIASSUNTIVA n. 2 6 REGOLAMENTO U14 8 REGOLAMENTO U12

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE La programmazione nel settore giovanile P R O G R E S S I O N I D I D A T T I C H E, S

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO TRIBUTO AL Fai sfilare la tua passione tra le strade di Torino. Iscrivi la tua vettura al DOMENICA, 14 GIUGNO 2015 la parata celebrativa delle automobili più importanti di sempre PARCO VALENTINO - SALONE

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

47 Anno Domini Triathlon Festival

47 Anno Domini Triathlon Festival 47 Anno Domini Triathlon Festival Campionati Italiani Assoluti di Triathlon Sprint Staffetta a squadre Coppa Crono a Squadre Sabato 05 ottobre 2013 Domenica 06 ottobre 2013 Parco Le Bandie, Lovadina (TV)

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI

IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI appunti dalla lezione del 19 maggio 2002 al Clinic di Riccione relatore Maurizio Cremonini, Istruttore Federale Set. Scol. e Minibasket I BAMINI DEVONO SCOPRIRE CIO DI CUI

Dettagli

FAQ. 4) Si può partecipare ai concorsi avendo delle imperfezioni fisiche? Risposta

FAQ. 4) Si può partecipare ai concorsi avendo delle imperfezioni fisiche? Risposta FAQ 1) Come si entra in Guardia di Finanza? Risposta 2) Quali sono i limiti di età per partecipare ai concorsi? Risposta 3) Quali titoli di studio occorrono per partecipare ai concorsi? Risposta 4) Si

Dettagli

Indice INDICE. Introduzione... 3. Metodologia. Unità didattiche

Indice INDICE. Introduzione... 3. Metodologia. Unità didattiche INDICE Introduzione... 3 Dall educazione motoria al Minivolley 10 Unità didattiche: momenti di un percorso... 4 Metodologia...7 Elementi base del Gioco Minivolley....8 Metodologia Progressione didattica

Dettagli

Uno contro uno in movimento attacco

Uno contro uno in movimento attacco Uno contro uno in movimento attacco Utilizzando gli stessi postulati di spazio/tempo, collaborazioni, equilibrio analizziamo l uno contro uno in movimento. Esso va visto sempre all interno del gioco cinque

Dettagli

WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT. L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani

WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT. L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani Il programma ideato da Luigi Pelizzari con il Patrocinio del Comitato Regionale Lombardo della

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse Unità 3 41 Il Vesuvio Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse affresco - Pompei Capri Il golfo di Napoli Pompei Napoli Pompei Capri 42 L imperfetto indicativo L alternanza passato prossimo e imperfetto

Dettagli

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato F.I.M.P. Federazione Italiana Medici Pediatri Regione Veneto Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato Il Codice

Dettagli

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO Le comunicazioni che seguono sono suggerimenti che serviranno ad una buona gestione della Manifestazione e ad ottenere una uniformità interpretativa in tutte le gare. Sono suggerimenti

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Comitato Regionale del Piemonte

Comitato Regionale del Piemonte Il Comitato Regionale ha programmato anche per quest anno il Progetto Giovani, il cui Regolamento Nazionale presenta una novità importante riguardante le sedi di svolgimento che saranno abbinate alle tappe

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)?

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Molti di voi avranno sentito parlare di gare in cui i cani concorrono in esercizi di olfatto, come la ricerca, o gare di agility e di

Dettagli

FULGOR ACADEMY 2014-15

FULGOR ACADEMY 2014-15 PRIMI CALCI 2009-2010 OBIETTIVI: Conoscenza del proprio corpo (giochi ed esercizi coordinativi) Rispetto delle regole e del gruppo di cui si fa parte Conoscenza del pallone Capacità di eseguire un gesto

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

In collaborazione con:

In collaborazione con: In collaborazione con: DAY CAMP Peschiera del Garda dal 15 al 20 giugno / dal 22 al 27 giugno / dal 29 giugno al 4 luglio Centro Sportivo Parc Hotel Paradiso Borgo Roma dal 15 al 20 giugno Centro Sportivo

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 -AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 Arcore 26/03/2015 REGOLAMENTO Art. 1 - ORGANIZZAZIONE Il GILERA CLUB ARCORE con sede in Arcore via N. Sauro 12 (mail : motoclubarcore@gmail.com) e il MOTO CLUB BIASSONO con

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

XX ODERZO CITTA' ARCHEOLOGICA Corsa internazionale su strada Juniores/Promesse/Seniores M/F. GLADIATORVM RACE Corsa su strada Seniores M/F

XX ODERZO CITTA' ARCHEOLOGICA Corsa internazionale su strada Juniores/Promesse/Seniores M/F. GLADIATORVM RACE Corsa su strada Seniores M/F MAGGIO 2015 VENERDÌ 1 ODERZO (TV) Piazza Grande XX ODERZO CITTA' ARCHEOLOGICA Corsa internazionale su strada Juniores/Promesse/Seniores M/F GLADIATORVM RACE Corsa su strada Seniores M/F XIX Trofeo Mobilificio

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ Stagione Sportiva 2014/2015 Tornei organizzati da società Norme, disposizioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6.

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6. ASSOCIAZIONE MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO REGOLAMENTO CORSA PODISTICA NON COMPETITIVA SU STRADA L Associazione MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO, con il patrocinio del Comune e della Provincia

Dettagli

Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENSIMENTO C.A.S.

Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENSIMENTO C.A.S. Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENMENTO C.A.S. Ringraziamo per aver prontamente risposto al nostro questionario relativo ai Centri di Avviamento al Canottaggio

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

CALENDARIO REGIONALE 2014/2015

CALENDARIO REGIONALE 2014/2015 CALENDARIO REGIONALE 2014/2015 www.federnuoto.piemonte.it nuoto@federnuoto.piemonte.it INDICE REGOLAMENTO ATTIVITÀ...pag.4 AVVERTENZE DI CARATTERE GENERALE...pag.5 ISCRIZIONI...pag.6 Norme generali...pag.6

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

«Top 10» per l inverno

«Top 10» per l inverno «Top 10» per l inverno Suva Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Tel. 041 419 51 11 Ordinazioni www.suva.ch/waswo-i Fax 041 419 59 17 Tel. 041 419 58 51 Autori dott. Hans

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

presenta: Tutti a scuola con lo Sport (Progetto di integrazione motoria per la scuola primaria)

presenta: Tutti a scuola con lo Sport (Progetto di integrazione motoria per la scuola primaria) presenta: Tutti a scuola con lo Sport (Progetto di integrazione motoria per la scuola primaria) SPORTIVISSIMO chi è? L Associazione Sportiva Dilettantistica SPORTIVISSIMO, è un team di insegnanti di educazione

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à Io ò bevuto circa due mesi sera e mattina d una aqqua d una fontana che è a quaranta miglia presso Roma, la quale rompe la pietra; e questa à rotto la mia e fàttomene orinar gran parte. Bisògniamene fare

Dettagli