PALLAMANO. Un po di storia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PALLAMANO. Un po di storia"

Transcript

1 PALLAMANO Un po di storia La pallamano è un gioco bello e dinamico, inventato in Germania alla fine dell Ottocento. Sembra che tragga origine da un gioco denominato Pallaporta. E nata come sport da giocarsi all aperto, su campi molto grandi, in cui la palla veniva giocata da due squadre composte da undici giocatori ciascuna. Solo nel 1928 si è formato un primo organismo internazionale e la pallamano si è affermata come sport giocato in impianti coperti, riducendo gli spazi di gioco e il numero dei giocatori, fino agli attuali 7 atleti per squadra. La sua diffusione è avvenuta in modo particolare in Europa dell Est. Molto forti sono anche le rappresentative tedesche e francesi, mentre fuori dall Europa la pallamano ha avuto una discreta diffusione, specie in Estremo Oriente. In Italia questo sport cominciò a diffondersi tra la fine degli anni Sessanta e l inizio degli anni Settanta, e divenne uno dei giochi di squadra abbastanza praticati anche a livello scolastico. Oggi viene presentato come sport di base nell Educazione fisica scolastica, assieme alla pallavolo e alla pallacanestro. Il campo da gioco Il campo da gioco è formato da un rettangolo lungo 40 metri e largo 20 metri (28 m. X 16 m. per le squadre giovanili). Le partite di pallamano possono essere disputate all aperto o allo scoperto, su campi in asfalto, in legno o in materiale sintetico. La palla deve essere rotonda e può essere di pelle o di materiale sintetico, con un peso di grammi per le categorie femminili e grammi per gli uomini. Palloni per giocare a pallamano.

2 Le porte sono poste al centro delle due estremità del campo di gioco, parallelamente alle linee di fondo campo; sono alte 2 metri e larghe 3 metri. La squadra La nazionale maschile della Croazia, medaglia d oro alle Olimpiadi di Atene La squadra è composta da 7 giocatori in campo più 5 di riserva; 2 dei 12 giocatori devono essere indicati come portieri. Per poter iniziare e proseguire la partita è necessario che una squadra abbia almeno 5 giocatori in campo. I giocatori delle due squadre devono indossare divise di gioco di colore distinto e numerate davanti e dietro. La divisa dei portieri deve comunque distinguersi dai colori della propria squadra e da quella avversaria. I giocatori possono entrare in campo in sostituzione di un compagno in qualsiasi momento della partita, purché il cambio avvenga nell apposita zona e contemporaneamente all uscita del giocatore sostituito. Il gioco consiste nel conquistare il pallone e cercare di segnare (la rete è valida quando la palla oltrepassa la line di porta). Ogni incontro ha la durata di due tempi di 30 minuti effettivi con un intervallo di 10 minuti. Per le squadre giovanili, composte da giocatori di età compresa tra i 12 e i 16 anni, i tempi durano 25 minuti; per le squadre composte da giocatori di età compresa tra gli 8 e i 12 anni, durano 20 minuti. Invece nel mini-handball (mini pallamano), sport praticato quasi esclusivamente dai bambini sotto gli 8 anni, i tempi di gioco durano 10/15 minuti ciascuno.

3 Una giocatrice della Corea, medaglia d argento alle Olimpiadi di Atene Il tempo viene controllato dal cronometrista, ma solo gli arbitri decidono quando il cronometraggio deve essere fermato e ripreso. La partita viene diretta da due arbitri, che hanno uguale responsabilità e sono definiti arbitro di campo e arbitro della linea di porta a seconda della posizione che occupano sul rettangolo. I giocatori possono lanciare o afferrare la palla con tutto il corpo, tranne che con i piedi. Non possono trattenere la palla per più di 3 secondi e possono fare al massimo tre passi con la palla in mano. La nazionale femminile della Danimarca, medaglia d oro alle Olimpiadi di Atene Il portiere PUO :

4 Toccare, respingere, deviare e fermare il pallone nell area di porta con le mani, le braccia, la testa e i piedi; Muoversi nell area di porta con il pallone; Giocare fuori dall area di porta come qualsiasi giocatore. Il portiere NON PUO : Abbandonare l area di porta con il pallone tra le mani. Rientrare nella propria area con il pallone recuperato dall esterno. Il rigore è assegnato quando: Si entra volontariamente nella propria area per ostacolare un giocatore avversario che sta per tirare in porta; Il portiere rientra nell area di porta con il pallone recuperato all esterno dell area stessa; Un giocatore passa volontariamente la palla al suo portiere nella sua area; Viene impedita un evidente occasione di segnare una rete con un intervento irregolare. Cosa si può fare e cosa non si può fare SI PUO FARE Togliere il pallone all avversario con la mano aperta e da qualsiasi lato senza intervenire con il pugno Utilizzare le braccia e le mani per impossessarsi del pallone Sbarrare la strada all avversario con il corpo, senza ostacolarlo con le braccia, le mani o le gambe in modo falloso NON SI PUO FARE Trattenere l avversario, cinturarlo con una o due braccia, spingerlo Strappare o togliere il pallone che l avversario tiene tra le mani Scagliare il pallone addosso all avversario Scagliarsi in corsa o in tuffo contro l avversario, colpirlo o agire in qualsiasi altra maniera pericolosa

5 La nazionale italiana femminile di pallamano. La pallamano è uno sport salutare e divertente, dove sono importanti velocità, energia e resistenza. Come tutti i giochi di squadra (pallacanestro, pallavolo, etc.) aiuta i ragazzi a socializzare tra di loro, a rispettarsi e ad avere fiducia dei compagni di squadra e delle proprie capacità. RIFERIMENTI Federazione Italiana Giuoco Handball (FIGH) - Presidente: Francesco Purromuto Anno di fondazione: 1969 Sito Internet: v.le Tiziano, Roma - tel / Questionario

6 1. IN QUALE NAZIONE E STATA INVENTATA LA PALLAMANO? Francia Italia Germania Corea 2. CHI HA VINTO LA MEDAGLIA D ORO NELLA PALLAMANO MASCHILE ALLE OLIMPIADI DI ATENE 2004? Giappone Italia Canada Croazia 3. IL PORTIERE DI UNA SQUADRA DI PALLAMANO PUO GIOCARE FUORI DALL AREA DI PORTA COME QUALSIASI GIOCATORE? Sì Soltanto quando subisce un fallo cattivo No Solo dopo aver subito 10 gol 4. DA QUANTI GIOCATORI E COMPOSTA UNA SQUADRA DI PALLAMANO? CHE TIPO DI SPORT E LA PALLAMANO? Uno sport da grandi Uno sport di squadra come la pallavolo e la pallacanestro Uno sport individuale Uno sport faticoso SCHEDA A CURA DI GIOVANNI SERIO

Traduzione a cura della FIGH su testi EHF - riproduzione vietata -

Traduzione a cura della FIGH su testi EHF - riproduzione vietata - Federazione Italiana Giuoco Handball HANDBALL Il gioco Uno sguardo alle regole Pallllamano Diisciiplliina Olliimpiica 1 PRINCIPI DI BASE DELLA PALLAMANO La Pallamano è uno sport di squadra basato sui principi

Dettagli

Breve introduzione al gioco della pallamano. a cura di

Breve introduzione al gioco della pallamano. a cura di Pallamano in pillole Breve introduzione al gioco della pallamano a cura di Un po di storia La pallamano è uno sport abbastanza recente, anche se, secondo alcuni studiosi, le sue origini risalgono all'antica

Dettagli

ATTIVITA PROMOZIONALE 2014/2015

ATTIVITA PROMOZIONALE 2014/2015 ATTIVITA PROMOZIONALE 2014/2015 MANIFESTAZIONI PROVINCIALI E REGIONALI MINI-HANDBALL / GIOCHI PROPEDEUTICI / PALLAMANO / MINI BEACH CATEGORIA UNDER 6 Gioco base 4+1 Palla Re Mini Beach CATEGORIA UNDER

Dettagli

LEZIONE 3 CALCIO IL REGOLAMENTO DEL GIOCO DEL CALCIO (SECONDA PARTE)

LEZIONE 3 CALCIO IL REGOLAMENTO DEL GIOCO DEL CALCIO (SECONDA PARTE) LEZIONE 3 CALCIO IL REGOLAMENTO DEL GIOCO DEL CALCIO (SECONDA PARTE) REGOLA NUMERO 12 FALLI E SCORRETTEZZE Un calcio di punizione diretto, da battere nel punto in cui è accaduto, è accordato alla squadra

Dettagli

REGOLE PARTICOLARI DEL CALCIO A 5

REGOLE PARTICOLARI DEL CALCIO A 5 REGOLE PARTICOLARI DEL CALCIO A 5 NUMERO DEI CALCIATORI Una gara non può essere iniziata o proseguita nel caso in cui una squadra si trovi ad avere meno di 3 calciatori partecipanti al gioco. SOSTITUZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO MINIVOLLEY 2012 2013

REGOLAMENTO MINIVOLLEY 2012 2013 REGOLAMENTO MINIVOLLEY 2012 2013 Il Minivolley può essere praticato per l anno 2012/2013 dagli atleti e dalle atlete nati/e negli anni 2001 / 2002 / 2003 / 2004/ 2005 / 2006 / 2007 così suddivisi: Propedeutico:

Dettagli

1 TORNEO MASCHILE DI MINIVOLLEY DELLA SCUOLA DI PALLAVOLO LUBE

1 TORNEO MASCHILE DI MINIVOLLEY DELLA SCUOLA DI PALLAVOLO LUBE 1 TORNEO MASCHILE DI MINIVOLLEY DELLA SCUOLA DI PALLAVOLO LUBE La manifestazione si svolgerà presso il PALASPORT FONTESCODELLA DI MACERATA DOMENICA 7 NOVEMBRE 2010 Il ritrovo è fissato alle ore 13:15 Lo

Dettagli

REGOLE DI GIOCO 2014 2015 OUTDOOR HOCKEY A CINQUE REGOLAMENTO SPERIMENTALE TECNICO

REGOLE DI GIOCO 2014 2015 OUTDOOR HOCKEY A CINQUE REGOLAMENTO SPERIMENTALE TECNICO REGOLE DI GIOCO 2014 2015 OUTDOOR HOCKEY A CINQUE REGOLAMENTO SPERIMENTALE TECNICO Approvato con Decreto del Commissario Straordinario n. 45/2014 Articolo 1 SQUADRE a) La gara viene giocata da due squadre.

Dettagli

Regolamento tecnico di Pallavolo

Regolamento tecnico di Pallavolo Regolamento tecnico di Pallavolo (edizione aprile 2014) 1 Premessa La disciplina della PALLAVOLO praticata degli atleti tesserati della FISDIR prevede competizioni a carattere esclusivamente promozionale

Dettagli

minimo cinque passaggi consecutivi e goal valido solo con colpo di testa sulla traversa oppure su una porticina.

minimo cinque passaggi consecutivi e goal valido solo con colpo di testa sulla traversa oppure su una porticina. PARTITA BOWLING si gioca una partita normale con due o più palloni. Chi abbatte il cono lascia il pallone agli avversari e corre verso la propria porta a sistemare il cono in linea con gli altri. Vince

Dettagli

3 MEMORIAL DON FRANCO SACCO 2016. Organizzato dall Oratorio Centro Giovanile REDENTORE Bari

3 MEMORIAL DON FRANCO SACCO 2016. Organizzato dall Oratorio Centro Giovanile REDENTORE Bari 3 MEMORIAL DON FRANCO SACCO 2016 Organizzato dall Oratorio Centro Giovanile REDENTORE Bari Regolamento del Torneo IL TORNEO E RISERVATO A TUTTI I GIOCATORI CHE ABBIANO COMPIUTO IL 30 ANNO DI ETA AL MOMENTO

Dettagli

Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra

Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra 1 Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra Giochi di motricità generale con l utilizzo della palla. Dopo aver organizzato la palestra in tanti

Dettagli

VADEMECUM DELLA PALLAVOLO

VADEMECUM DELLA PALLAVOLO VADEMECUM DELLA PALLAVOLO A. Il campo Il campo della pallavolo misura 18x9 metri ed é diviso in due metá uguali dalla linea di metá campo sopra la quale corre le rete. La linea di metá campo appartiene

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA PALLACANESTRO INTEGRATA

REGOLAMENTO DELLA PALLACANESTRO INTEGRATA REGOLAMENTO DELLA PALLACANESTRO INTEGRATA LO SPORT INTEGRATO è, per definizione, un gioco educativo che ha lo scopo di creare una cultura dell integrazione, accettazione e valorizzazione delle diversità

Dettagli

REGOLAMENTO MINIVOLLEY TOUR PROVINCIALE MANTOVA

REGOLAMENTO MINIVOLLEY TOUR PROVINCIALE MANTOVA REGOLAMENTO MINIVOLLEY TOUR PROVINCIALE MANTOVA CI IMPEGNAMO PER Orientare l attività a tutela dei diritti del bambino atleta. Attraverso le sue esperienze e le opportunità che gli verranno offerte potrà

Dettagli

25 Minivolley 2015 DOMANDA PER L ASSEGNAZIONE ORGANIZZAZIONE SEDE DI TAPPA.

25 Minivolley 2015 DOMANDA PER L ASSEGNAZIONE ORGANIZZAZIONE SEDE DI TAPPA. 25 Minivolley 2015 1) Organizzazione delle tappe. DOMANDA PER L ASSEGNAZIONE ORGANIZZAZIONE SEDE DI TAPPA. Le domande delle Società che intendono candidarsi sia come sede di Tappa minivolley che come sede

Dettagli

PALLAVOLO campo di gioco

PALLAVOLO campo di gioco PALLAVOLO campo di gioco Geometria di un campo di gioco di pallavolo (visto dall'alto). Le partite di pallavolo si disputano al coperto, la zona libera deve misurare almeno 3 metri dalle linee di fondo

Dettagli

Realizzazione M.S.P. ITALIA Comitato Regionale Toscana ESTRATTO REGOLAMENTO CALCIO A 7

Realizzazione M.S.P. ITALIA Comitato Regionale Toscana ESTRATTO REGOLAMENTO CALCIO A 7 Realizzazione M.S.P. ITALIA Comitato Regionale Toscana ESTRATTO REGOLAMENTO CALCIO A 7 IL GIOCO DEL CALCIO A 7 Regolamento Tecnico SOMMARIO Regola 2 Il Pallone Regola 3 Il numero dei calciatori Regola

Dettagli

Laurea Triennale in Scienze Motorie

Laurea Triennale in Scienze Motorie Laurea Triennale in Scienze Motorie C.I. Metodi e tecniche delle attività motorie e sportive II TTD degli Sport di Squadra I (Prof. Stefano D Ottavio) I giochi sportivi tra cui il calcio, rappresentano

Dettagli

Il Rugby in 5 minuti

Il Rugby in 5 minuti FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY Il Rugby in 5 minuti a cura della 3^ edizione 2009-10 IL TERRENO Il Terreno è la superficie totale di gioco, indicata nella pianta. Esso comprende: Il Campo di Gioco è l area

Dettagli

SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO ANNO 2012 2013 FASE PROVINCIALE 2 GIUGNO 2013

SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO ANNO 2012 2013 FASE PROVINCIALE 2 GIUGNO 2013 SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO ANNO 2012 2013 FASE PROVINCIALE 2 GIUGNO 2013 TEMA DELLA MANIFESTAZIONE CALCIARE PER SEGNARE INDICAZIONI GENERALI Si ricorda che la manifestazione è una festa regionale/provinciale

Dettagli

Pallacanestro Calcio Pallamano Unihockey

Pallacanestro Calcio Pallamano Unihockey > Abilità nei giochi 8ª Classe Pallacanestro Calcio Pallamano Unihockey La valutazione dell abilità nei giochi avviene durante e al termine processo d apprendimento. Giochi Pallacanestro Calcio Pallamano

Dettagli

Prot. n. 1461 Modena, 27.02.2014

Prot. n. 1461 Modena, 27.02.2014 Prot. n. 1461 Modena, 27.02.2014 - Ai Dirigenti delle Scuole Secondarie di 1 Grado Statali e non Statali interessate - Al Comitato Provinciale C.O.N.I. - Al Comitato Provinciale F.I.P.A.V. OGGETTO :Campionati

Dettagli

allenare gli attaccanti nella ricerca della posizione ottimale per andare a rete

allenare gli attaccanti nella ricerca della posizione ottimale per andare a rete Smarcamento Mini partite 3>3 su un quadrato di 15x15. Goal valido solo dopo aver effettuato uno stop agli angoli del campo di gioco. 4>2 su un quadrato di 15x15. Il goal viene realizzato su stop su uno

Dettagli

Settore Scuola, Promozione e Sviluppo Attività Giovanile

Settore Scuola, Promozione e Sviluppo Attività Giovanile FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO COMITATO REGIONALE PUGLIA Settore Scuola, Promozione e Sviluppo Attività Giovanile Progetto: BEACH ND SCHOOL 1 FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO COMITATO REGIONALE PUGLIA Settore

Dettagli

REGOLA 1 - IL RETTANGOLO DI GIUOCO

REGOLA 1 - IL RETTANGOLO DI GIUOCO REGOLA 1 - IL RETTANGOLO DI GIUOCO 1) DIMENSIONI Il campo deve essere rettangolare. La lunghezza delle linee laterali deve essere maggiore della lunghezza delle linee di porta. Lunghezza: minima m. 25

Dettagli

Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014

Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014 Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014 Art.1 : Ogni gara è giocata da due squadre formate ciascuna da 5 giocatori (di cui un portiere); Art.2 : Ogni gara non può iniziare, o proseguire,se una squadra

Dettagli

Prot. AOOUSPPZ/1501 Potenza, 08 Aprile 2013 Allegati n.

Prot. AOOUSPPZ/1501 Potenza, 08 Aprile 2013 Allegati n. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata Ufficio II Ambito Territoriale per la Provincia di Potenza Prot. AOOUSPPZ/1501 Potenza, 08 Aprile

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA REGOLAMENTO TECNICO ATTIVITA PROPAGANDA PALLANUOTO

STAGIONE SPORTIVA REGOLAMENTO TECNICO ATTIVITA PROPAGANDA PALLANUOTO STAGIONE SPORTIVA 2013-2013 REGOLAMENTO TECNICO ATTIVITA PROPAGANDA PALLANUOTO Premessa Tutte la iniziative del Settore Propaganda e Scuole Nuoto Federali si rivolgono agli allievi non agonisti, di tutte

Dettagli

1) Calciatori La gara è giuocata da due squadre, formate ciascuna da un massimo di 5 calciatori, uno dei quali nel ruolo di portiere.

1) Calciatori La gara è giuocata da due squadre, formate ciascuna da un massimo di 5 calciatori, uno dei quali nel ruolo di portiere. REGOLA 3 - NUMERO DEI CALCIATORI 1) Calciatori La gara è giuocata da due squadre, formate ciascuna da un massimo di 5 calciatori, uno dei quali nel ruolo di portiere. 2) Procedura di sostituzione a) È

Dettagli

IL MINIBASKET in ITALIA :

IL MINIBASKET in ITALIA : IL MINIBASKET in ITALIA : l Emozione, la Scoperta e il Gioco. I primi intervento per l angolo tecnico del nostro sito li voglio prendere da una delle esperienze professionalmente più gratificanti della

Dettagli

Giochi e esercizi. Calcio di base. Calcio d élite

Giochi e esercizi. Calcio di base. Calcio d élite ASSOCIAZIONE SVIZZERA DI FOOTBALL Dipartimento tecnico Servizio istruzione Modulo di perfezionamento 2015/16 Giocare meglio - Giochi e esercizi Giocare meglio Giochi e esercizi Calcio di base Calcio d

Dettagli

Disegnare il basket. di Andrea Capobianco

Disegnare il basket. di Andrea Capobianco Disegnare il basket di Andrea Capobianco L efficacia della comunicazione è legata ad una buona conoscenza del linguaggio utilizzato. L uso della rappresentazione icnica presuppone necessariamente la condivisione

Dettagli

Con un gioco si possono lavorare diversi aspetti: Come proporre un gioco:

Con un gioco si possono lavorare diversi aspetti: Come proporre un gioco: Il gioco se usato e svolto in una maniera consona, farà si che l' allievo si diverta e nello stesso tempo raggiunga degli scopi precisi che voi vi siete proposti. Con un gioco si possono lavorare diversi

Dettagli

GAZZETTA CUP 2014 REGOLAMENTO

GAZZETTA CUP 2014 REGOLAMENTO GAZZETTA CUP 2014 REGOLAMENTO Norme Generali Location La competizione si svolge a Bari, Bolzano, Cagliari, Catania, Cosenza, Macerata, Milano, Napoli, Padova, Reggio Emilia, Roma e Torino. Categorie e

Dettagli

NB: la classe ha scelto il titolo REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI INCENDIO

NB: la classe ha scelto il titolo REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI INCENDIO Documento n. 6 TITOLI INDIVIDUATI DAI GRUPPI 1. AL FUOCO 2. REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI INCENDIO 3. ALLARME ANTI INCENDIO 4. UN INCENDIO A SCUOLA NB: la classe ha scelto il titolo REGOLE DA SEGUIRE IN

Dettagli

Basi cognitive del gioco difensivo e del gioco offensivo. Sviluppo attraverso la creazione di superiorità numerica e inferiorità numerica

Basi cognitive del gioco difensivo e del gioco offensivo. Sviluppo attraverso la creazione di superiorità numerica e inferiorità numerica Da 3 contro 3 a 1 contro 1 Basi cognitive del gioco difensivo e del gioco offensivo - Ho il pallone / non ho il pallone / recupero il pallone/ perdo il pallone Sviluppo attraverso la creazione di superiorità

Dettagli

SCHEDE GIOCHI SCUOLA DELL INFANZIA

SCHEDE GIOCHI SCUOLA DELL INFANZIA SCHEDE GIOCHI SCUOLA DELL INFANZIA (A cura di Paolo Ligas) SCHEDA N 1 Percorso 3/4 Pallavolando Il primo giocatore di ogni squadra al Via parte esegue 2 rotolamenti su un materassino, salta l ostacolo,

Dettagli

I giochi tradizionali adatti alla pallavolo. Gli esercizi sul palleggio, bagher e battuta nel Minivolley

I giochi tradizionali adatti alla pallavolo. Gli esercizi sul palleggio, bagher e battuta nel Minivolley I giochi tradizionali adatti alla pallavolo e Gli esercizi sul palleggio, bagher e battuta nel Minivolley ricerca e composizione di: Rosario Ravalli docente regionale allenatori FIPAV Foggia Questo piccolo

Dettagli

PIGIESSIADI. 30 maggio - 2 giugno 2015 REGOLAMENTO CALCIO A 5 CATEGORIA MICRO-MINI

PIGIESSIADI. 30 maggio - 2 giugno 2015 REGOLAMENTO CALCIO A 5 CATEGORIA MICRO-MINI Categorie e limiti di età. MICRO - MINI 2004/2005/2006/2007 PROPAGANDA 2002/2003 UNDER 15 2000/2001 UNDER 18 1997/1998/1999 LIBERA 1996 e prec. PIGIESSIADI 30 maggio - 2 giugno 2015 REGOLAMENTO CALCIO

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO. valido per il torneo di calcio a cinque di Villa Aurora

REGOLAMENTO DI GIOCO. valido per il torneo di calcio a cinque di Villa Aurora REGOLAMENTO DI GIOCO valido per il torneo di calcio a cinque di Villa Aurora Edizione 2003 1 REGOLA 1 - CALCIO D INIZIO E RIPRESA DEL GIOCO 1) Preliminari La scelta della metà del rettangolo di gioco viene

Dettagli

A.S.D. ORANGEPROTON2012

A.S.D. ORANGEPROTON2012 Regolamento di riferimento nel giuoco del calcio a 5 Il team OrangeProton riconosce come regolamento ufficiale di gioco quello adottato dal comitato provinciale OPES di Ferrara, istituito a partire dalla

Dettagli

GIOCHI SENZA SQUADRE

GIOCHI SENZA SQUADRE GIOCHI SENZA SQUADRE Età: 5-8 anni Questi giochi (50) sono proposti nel seguente modo: si ritaglia la descrizione del gioco, si piega il pezzo di carta e s inseriscono tutti i 50 foglietti in un sacchetto.

Dettagli

Le diverse forme geometriche stimolano un comportamento tecnico regolato da forma e dimensione delle figure.

Le diverse forme geometriche stimolano un comportamento tecnico regolato da forma e dimensione delle figure. GUIDA GEOMETRICA Le diverse forme geometriche stimolano un comportamento tecnico regolato da forma e dimensione delle figure. I bambini conducono la palla attorno a diverse figure geometriche. vince chi

Dettagli

Settore Giovanile Giochi ed esercizi nel MiniVolley

Settore Giovanile Giochi ed esercizi nel MiniVolley Giochi tradizionali adatti alla pallavolo ASINO Si può giocare in un numero imprecisato di bambini che si mettono in cerchio; si tira la palla a colui che lo precede e così via. Quando si sbaglia (la palla

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO. RELATORE: Dott. Massimo Ardenti

REGOLAMENTO TECNICO. RELATORE: Dott. Massimo Ardenti REGOLAMENTO TECNICO RELATORE: Dott. Massimo Ardenti SCOPO DEL GIOCO Due squadre di quattro giocatori ciascuna, giocando lealmente nel rispetto delle regole e dell etica sportiva, si confrontano colpendo

Dettagli

IL MINIVOLLEY. MIUR Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Ambito Territoriale Vibo Valentia A.S. 2013-2014. Progetto: "UNA REGIONE IN MOVIMENTO

IL MINIVOLLEY. MIUR Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Ambito Territoriale Vibo Valentia A.S. 2013-2014. Progetto: UNA REGIONE IN MOVIMENTO MIUR Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Ambito Territoriale Vibo Valentia A.S. 2013-2014 Progetto: "UNA REGIONE IN MOVIMENTO IL MINIVOLLEY Prof. Carmine Cavallaro GIOCOSPORT Premessa Mentre dagli

Dettagli

Autore: Maurizio Bruni Sito proponente: Alleniamo.com MESE DI SETTEMBRE 2007 CATEGORIA ESORDIENTI 1995. Allenatore Maurizio Bruni

Autore: Maurizio Bruni Sito proponente: Alleniamo.com MESE DI SETTEMBRE 2007 CATEGORIA ESORDIENTI 1995. Allenatore Maurizio Bruni Autore: Maurizio Bruni Sito proponente: Alleniamo.com MESE DI SETTEMBRE 2007 CATEGORIA ESORDIENTI 1995 Allenatore Maurizio Bruni MESE DI SETTEMBRE OBIETTIVI TECNICI Palleggio individuale Conduzione della

Dettagli

FIGC-LND COMITATO REGIONALE UMBRIA "Sei Bravo a... Scuola di Calcio" 2014-15

FIGC-LND COMITATO REGIONALE UMBRIA Sei Bravo a... Scuola di Calcio 2014-15 CRITERI GENERALI - Le squadre devono presentarsi con almeno 14 giocatori. - 14 Bambini iscritti nella lista dovranno cimentarsi nei 3 giochi previsti e nel gioco partita 7c7. - La durata di ciascuna "partita

Dettagli

In quanti modi posso lanciare ed afferrare la palla? Chi riesce a?

In quanti modi posso lanciare ed afferrare la palla? Chi riesce a? CARATTERISTICHE GENERALI DEI GIOCHI INDIVIDUALI CON UN ATTREZZO Gioco con l attrezzo Manipolazioni, da solo: lanciare, afferrare, Per riuscire a gestire far rotolare, l attrezzo. calciare. Per riuscire

Dettagli

CENT RO SPORT IVO IT AL IANO. Comitato provinciale di Macerata. Giocare per credere. Comunicato. Ufficiale n. 2. Sport&Go

CENT RO SPORT IVO IT AL IANO. Comitato provinciale di Macerata. Giocare per credere. Comunicato. Ufficiale n. 2. Sport&Go Comunicato Ufficiale n. 2 Sport&Go Affisso all albo il 15 ottobre 2015 V. le G. Matteotti,92 62012 Civitanova M. Cell: 3297065661 e-mail: civitanova@csimacerata.it Comunicato Ufficiale n. 2 Sport&Go Campionati

Dettagli

Milano Movimento Gioco Sport 2007-2008

Milano Movimento Gioco Sport 2007-2008 Milano Movimento Gioco Sport 2007-2008 1 1^- 2^ ELEMENTARE Il percorso ginnico individuale Giocatori: Tutti gli alunni si mettono in fila ed uno alla volta eseguono il percorso tracciato Campo di gioco:

Dettagli

Socio/relazionale: partecipazione attiva al gioco, in forma agonistica, collaborando con gli altri

Socio/relazionale: partecipazione attiva al gioco, in forma agonistica, collaborando con gli altri Federazione Italiana Pallacanestro Settore Giovanile Minibasket e Scuola Lezioni Integrate Minibasket I Fondamentali con palla Traguardi di Competenza. Partiamo dalle linee guida: Motorio/funzionale padronanza,

Dettagli

REGOLA 11 - FUORI-GIOCO E IN-GIOCO NEL GIOCO APERTO

REGOLA 11 - FUORI-GIOCO E IN-GIOCO NEL GIOCO APERTO REGOLA 11 - FUORI-GIOCO E IN-GIOCO NEL GIOCO APERTO DEFINIZIONI All inizio della gara tutti i giocatori sono in-. Mentre la gara si svolge i giocatori possono trovarsi in una posizione di fuori-. Questi

Dettagli

REGOLA 11 - FUORI-GIOCO E IN-GIOCO NEL GIOCO APERTO

REGOLA 11 - FUORI-GIOCO E IN-GIOCO NEL GIOCO APERTO REGOLA 11 - FUORI-GIOCO E IN-GIOCO NEL GIOCO APERTO DEFINIZIONI All inizio della gara tutti i giocatori sono in-gioco. Mentre la gara si svolge i giocatori possono trovarsi in una posizione di fuori-gioco.

Dettagli

sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8

sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8 sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8 SCHEDE di valutazione 22 Classe prima 22 Classe seconda 25 Classe terza 28 Prove di abilità motorie e sportive

Dettagli

Regolamento giochi sportivi studendeschi (GSS).

Regolamento giochi sportivi studendeschi (GSS). REGOLAMENTO GIOCHI SPORTIVI STUDENTESCHI PARTECIPAZIONE AI GSS Regolamento giochi sportivi studendeschi (GSS). Il regolamento dei GSS per lo sport delle bocce prevede tre prove di tiro che si sviluppano

Dettagli

GAZZETTA CUP 2015 REGOLAMENTO

GAZZETTA CUP 2015 REGOLAMENTO GAZZETTA CUP 2015 REGOLAMENTO Norme Generali Location La competizione si svolge a Bari, Bolzano, Cagliari, Catania, Como, Macerata, Milano, Napoli, Padova, Reggio Emilia, Roma e Torino. Categorie e fasce

Dettagli

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO I primi Giochi Easy : Il Palleggio ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO Insalata Mista. (stimolare l abitudine all utilizzo del palleggio) Dal palleggio in libertà tuttocampo dei bambini, dividere il campo in

Dettagli

Beach Handball. Regolamento tecnico di Gioco

Beach Handball. Regolamento tecnico di Gioco Federazione Internazionale Handball Beach Handball Regolamento tecnico di Gioco Traduzione con la collaborazione di Marco Trespidi Tabella dei contenuti Regole di giuoco Prefazione Regola 1 Il terreno

Dettagli

OFFBALL. Linea Dodge Line Dodge UN NUOVO GIOCO DI SQUADRA

OFFBALL. Linea Dodge Line Dodge UN NUOVO GIOCO DI SQUADRA OFFBALL UN NUOVO GIOCO DI SQUADRA Il 16 Febbraio 2013 è stata fondata la Federazione Offball al fine di divulgare questo nuovo sport di squadra nato dalla collaborazione di Nelly Vasta e Giuseppe Raiti.

Dettagli

Contro la parete. Principianti (2 punti per ogni ripetizione) Avanzati (3 punti per ogni ripetizione) Esperti (4 punti per ogni ripetizione)

Contro la parete. Principianti (2 punti per ogni ripetizione) Avanzati (3 punti per ogni ripetizione) Esperti (4 punti per ogni ripetizione) Contro la parete Lanciare la palla a due mani contro una parete e riprenderla. Palleggiare la palla contro la parete senza interruzione. Far rimbalzare due palloni contemporaneamente contro la parete usando

Dettagli

Solo qualora la squadra sia formata dai membri dell Alta Squadriglia di un Reparto questa dovrà avere in campo in ogni momento della partita:

Solo qualora la squadra sia formata dai membri dell Alta Squadriglia di un Reparto questa dovrà avere in campo in ogni momento della partita: Regolamento di gioco 1) Lo stile 2) Il campo da gioco 3) La palla 4) L uniforme da gioco 5) Composizione della squadra 6) La partita 7) Inizio del gioco 8) Arbitraggio 9) Dinamica di gioco 10) Scalpo pieno

Dettagli

I PREREQUISITI MOTORI DELL APPRENDIMENTO DELLA TECNICA * * * * * *

I PREREQUISITI MOTORI DELL APPRENDIMENTO DELLA TECNICA * * * * * * 21 Lunedì 26 Agosto, ore 13,00 Prof. MARCO TAMANTINI Premessa I PREREQUISITI MOTORI DELL APPRENDIMENTO DELLA TECNICA * * * * * * Il messaggio che vorrei lanciare è di porre in risalto l obiettivo di migliorare

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico Ufficio del Coordinatore Federale Regionale - Puglia REGOLAMENTO UFFICIALE PUGLIA

FEDERAZIONE ITALIANA GIOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico Ufficio del Coordinatore Federale Regionale - Puglia REGOLAMENTO UFFICIALE PUGLIA FEDERAZIONE ITALIANA GIOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico Ufficio del Coordinatore Federale Regionale - Puglia REGOLAMENTO UFFICIALE PUGLIA "Sei Bravo a... Scuola di Calcio" - 2010 "4c4: un gioco

Dettagli

TECNICA E TATTICA VOLLEY

TECNICA E TATTICA VOLLEY TECNICA E TATTICA VOLLEY Dalla posizione di attesa, e a seconda del tipo di attacco avversario, il muro e la difesa optano per dei cambiamenti di posizione, al fine di rendere più facile la ricostruzione.

Dettagli

Finalità: Si contrassegna la metà campo nel modo seguente

Finalità: Si contrassegna la metà campo nel modo seguente ESEMPIO 1 -- Giro dell Italia Gioco Presportivo a Coppie; Sport Basket; Abilità, Tiro al Canestro indicheremo con A l alunno Atleta con disabilità (DIR Non deamblante) Si contrassegna la metà campo nel

Dettagli

LA PALLAVOLO. Fondamentali individuali Regolamento

LA PALLAVOLO. Fondamentali individuali Regolamento LA PALLAVOLO Fondamentali individuali Regolamento FIPAV FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO E una Federazione sportiva. Tutte le Federazioni sportive sono affiliate al CONI ( Comitato Olimpico Nazionale ) a

Dettagli

PALLAVOLO. Un po di storia

PALLAVOLO. Un po di storia PALLAVOLO Un po di storia Un po di storia La pallavolo è stata inventata nel 1895 in America da William Morgan, insegnante di Educazione Fisica. Il gioco fu inventato per tenere in allenamento i giocatori

Dettagli

TEST SCIENZE MOTORIE Classe di abilitazione 29A e 30A n. 1

TEST SCIENZE MOTORIE Classe di abilitazione 29A e 30A n. 1 1) La ritmizzazione è: a) Un prerequisito funzionale b) Una capacità coordinativa speciale c) Una capacità condizionale d) Una capacità coordinativa di base TEST SCIENZE MOTORIE Classe di abilitazione

Dettagli

Uno contro uno in movimento attacco

Uno contro uno in movimento attacco Uno contro uno in movimento attacco Utilizzando gli stessi postulati di spazio/tempo, collaborazioni, equilibrio analizziamo l uno contro uno in movimento. Esso va visto sempre all interno del gioco cinque

Dettagli

1 CIRCOLO DIDATTICO DI ISCHIA

1 CIRCOLO DIDATTICO DI ISCHIA 1 CIRCOLO DIDATTICO DI ISCHIA PROGETTO GIOCO SPORT FINALITA Il Progetto Gioco-Sport intende rendere evidente e far comprendere il valore altamente educativo delle attività sportive, individuali e collettive

Dettagli

ITALIA QUIDDITCH MUGGLE QUIDDITCH 15 MINUTI. sintesi della versione 5 del regolamento della International Quidditch Association

ITALIA QUIDDITCH MUGGLE QUIDDITCH 15 MINUTI. sintesi della versione 5 del regolamento della International Quidditch Association ITALIA QUIDDITCH Il MUGGLE QUIDDITCH in 15 MINUTI sintesi della versione 5 del regolamento della International Quidditch Association INDICE INTRODUZIONE 2 PRIMA DI GIOCARE 3 SVILUPPO DELLA PARTITA 4 DURANTE

Dettagli

Prove di Valutazione parallele di Scienze Motorie e Sportive - Liceo Classico Liceo Classico Musicale ed Europeo Liceo Scientifico Sportivo

Prove di Valutazione parallele di Scienze Motorie e Sportive - Liceo Classico Liceo Classico Musicale ed Europeo Liceo Scientifico Sportivo Prove di Valutazione parallele di Scienze Motorie e Sportive - Liceo Classico Liceo Classico Musicale ed Europeo Liceo Scientifico Sportivo 1. Saltelli a piedi pari con funicella 30 secondi Classe Terza

Dettagli

A.S.D. Città di Sesto Matricola FIGC N. 930007 Matricola CONI N. 95012

A.S.D. Città di Sesto Matricola FIGC N. 930007 Matricola CONI N. 95012 Sede Legale: Via General Cantore, 105/B 20099 Sesto San Giovanni Sede: Campo Sportivo Comunale Falck, Via General Cantore, 106 20099 Sesto San Giovanni Tel./Fax n. 02/2425574 Campo Sportivo Comunale Pertini,

Dettagli

R E G O L A M E N T O

R E G O L A M E N T O R E G O L A M E N T O Rev. N 9 Data: 03/10/2013 Le modifiche sono evidenziate in campo giallo e riguardano: Ruoli 1 e Ruoli 2 (la palla a questi giocatori può essere solo consegnata o passata con passaggio

Dettagli

REGOLAMENTO 3 TORNEO DI CALCIO A CINQUE MEMORIAL LGT. GIUSEPPE NOBILE REPARTO TECNICO LOGISTICO AMMINISTRATIVO AEREO PRATICA DI MARE

REGOLAMENTO 3 TORNEO DI CALCIO A CINQUE MEMORIAL LGT. GIUSEPPE NOBILE REPARTO TECNICO LOGISTICO AMMINISTRATIVO AEREO PRATICA DI MARE REGOLAMENTO 3 TORNEO DI CALCIO A CINQUE MEMORIAL LGT. GIUSEPPE NOBILE REPARTO TECNICO LOGISTICO AMMINISTRATIVO AEREO PRATICA DI MARE ANNO 2012 ART. 1 E indetto il 3 Memorial Lgt. Giuseppe Nobile di calcio

Dettagli

Riunione Arbitri PN. Roma, 21 settembre 2013

Riunione Arbitri PN. Roma, 21 settembre 2013 Riunione Arbitri PN Roma, 21 settembre 2013 Nuove regole Barcelona 2013 in vigore dal 18 settembre 2013 Istruzioni On July 18, the Water Polo congress approved several changes, with the intent of producing

Dettagli

Corso di perfezionamento I giochi di transizione

Corso di perfezionamento I giochi di transizione Contenuto della lezione pratica Osservazioni preliminari Corso di perfezionamento I giochi di transizione La durata del gioco dipende dall intensità. L allenatore deve controllare lo stato fisico dei suoi

Dettagli

GIOCHI DI STRATEGIA Giochi di potere!!!.

GIOCHI DI STRATEGIA Giochi di potere!!!. GIOCHI DI STRATEGIA Giochi di potere!!!. Dopo avere dedicato ampio spazio nei precedenti interventi al modello culturale del nostro Minibasket raccontando l esperienza finlandese, ora vorrei rivolgere

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE DI TRIVENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE DI TRIVENTO ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE DI TRIVENTO PROGETTO RELATIVO AI GIOCHI SPORTIVI STUDENTESCHI ANNO SCOLASTICO 2007/2008 Nell ambito dell organizzazione dei giochi sportivi studenteschi,

Dettagli

APPROCCIO ALLA DIFESA: COSTRUZIONE DIFESA INDIVIDUALE A PARTIRE DALLA CATEGORIA UNDER 13

APPROCCIO ALLA DIFESA: COSTRUZIONE DIFESA INDIVIDUALE A PARTIRE DALLA CATEGORIA UNDER 13 APPROCCIO ALLA DIFESA: COSTRUZIONE DIFESA INDIVIDUALE A PARTIRE DALLA CATEGORIA UNDER 13 INTRODURRE LA DIFESA DI SQUADRA NEL PRIMO ANNO DI ATTIVITA GIOVANILE: la proposta deve essere divertente ed allettante

Dettagli

Ai Dirigenti Scolastici Scuole Primarie e Secondarie di primo grado

Ai Dirigenti Scolastici Scuole Primarie e Secondarie di primo grado Milano, luglio 2015 Ai Dirigenti Scolastici Scuole Primarie e Secondarie di primo grado di Milano e Provincia Cortese Dirigente, sono lieto di inviarle il progetto LA PALLAVOLO VA A SCUOLA giunto alla

Dettagli

REGOLAMENTO CALCIO A 5

REGOLAMENTO CALCIO A 5 REGOLAMENTO CALCIO A 5 1. TERRENO DI GIOCO. a) Dimensioni: il terreno di gioco deve essere piano, liscio, privo di asperità e rettangolare e deve avere le seguenti misure massima minima lunghezza 42 25

Dettagli

IL PROTOCOLLO DI GARA. Campionati di Serie B Regionali, Provinciali, di Categoria

IL PROTOCOLLO DI GARA. Campionati di Serie B Regionali, Provinciali, di Categoria IL PROTOCOLLO DI GARA Campionati di Serie B Regionali, Provinciali, di Categoria SETTORE TECNICO NAZIONALE UFFICIALI DI GARA Stagione Sportiva 2012/2013 Gli arbitri debbono applicare le formalità protocollari

Dettagli

PROGETTO CLASSI IN...MOVIMENTO SCUOLA ELEMENTARE VALLICELLI DI VILLAFRANCA ATTIVITA DI GIOCO-SPORT ANNO SCOLASTICO 2007/08

PROGETTO CLASSI IN...MOVIMENTO SCUOLA ELEMENTARE VALLICELLI DI VILLAFRANCA ATTIVITA DI GIOCO-SPORT ANNO SCOLASTICO 2007/08 PROGETTO CLASSI IN...MOVIMENTO SCUOLA ELEMENTARE VALLICELLI DI VILLAFRANCA ATTIVITA DI GIOCO-SPORT ANNO SCOLASTICO 2007/08 PALLAVOLO BASKET ATLETICA SCHERMA TAMBURELLO ORIENTAMENTO CLASSI IV e V Insegnante

Dettagli

Regolamento del Torneo di Pallavolo Misto

Regolamento del Torneo di Pallavolo Misto Regolamento del Torneo di Pallavolo Misto Si tratta di una versione ridotta e parzialmente modificata del Regolamento Ufficiale della Federazione Italiana Pallavolo (al quale, peraltro, ci si atterrà per

Dettagli

La scuola Calcio Barcellona

La scuola Calcio Barcellona La scuola Calcio Barcellona di Raffaele Barra Istruttore CONI FIGC, laureando in Comunicazione, dopo varie esperienze in altre società (nelle categorie pulcini ed esordienti) da 2 anni milita nel Sottomarina

Dettagli

% ). 4& 5 67&/ 4& 5 64 $7 4& 4 " 8!!!!!!" #$!! " "! " #!%$$&" '#" " #&" '! " #("!! "!! )'

% ). 4& 5 67&/ 4& 5 64 $7 4& 4  8!!!!!! #$!!  !  #!%$$& '#  #& '!  #(!! !! )' ! " # $ # $ # %& '! # ( ) *+,*-,*'. # / ) *0,*!,*1. # 2 ) *3. % ). 4& 5 67&/ 4& 5 64 $7 4& 4 " 8!!!!!!" #$!! " "! " #!%$$&" '#" " #&" '! " #("!! "!! )' * & 9 : + $7&4;&;6& - 5 /"&;6

Dettagli

Regolamento Torneo Educalcio Onlus

Regolamento Torneo Educalcio Onlus Regolamento Torneo Educalcio Onlus La partecipazione al Torneo Educalcio Onlus a 5 comporta l accettazione del presente regolamento Il Torneo Educalcio Onlus è una manifestazione sportiva non agonistica

Dettagli

Il Tchoukball: una breve presentazione

Il Tchoukball: una breve presentazione FEDERAZIONE TCHOUKBALL ITALIA Via Varese, 172 21047 Saronno (Varese) Tel. 0238595552 Fax 029625552 Email tchoukballitalia@yahoo.it www.tchoukball.it Il Tchoukball: una breve presentazione www.tchoukball.it

Dettagli

CAMPIONATI NAZIONALI DI CACIO A 11 REGOLAMENTO GENERALE FASE PROVINCIALE 44ª COPPA CITTA DI CAVA CALCIO A 11

CAMPIONATI NAZIONALI DI CACIO A 11 REGOLAMENTO GENERALE FASE PROVINCIALE 44ª COPPA CITTA DI CAVA CALCIO A 11 COMITATO PROVINCIALE DI CAVA DE TIRRENI c/o Stadio Comunale S.Lamberti C.so Mazzini, 210 Cava de Tirreni (SA) e-mail: info@csicava.it www.csicava.it Telefax 089/461602 ANNO SPORTIVO 2015/2016 CAMPIONATI

Dettagli

riscaldamento 1 u 15 minuti u materiali: palloni, coni esercizio tecnico > guidare il pallone > leggere la situazione > controllo > passaggio

riscaldamento 1 u 15 minuti u materiali: palloni, coni esercizio tecnico > guidare il pallone > leggere la situazione > controllo > passaggio riscaldamento 1 u 15 minuti u materiali: palloni, coni esercizio tecnico > guidare il pallone > leggere la situazione > controllo > passaggio guida + passaggio Dividere i giocatori in gruppi di 6 o più.

Dettagli

GLI ELFI DI BABBO NATALE

GLI ELFI DI BABBO NATALE Gruppo Animatori Salesiani www.gascornedo.it info@gascornedo.it GLI ELFI DI BABBO NATALE Gioco in Oratorio Genere: a stand Ambienti: sia in interno che in esterno Età: bambini delle elementari/medie AMBIENTAZIONE

Dettagli

Presentazioni pratiche integrate del modello culturale di riferimento

Presentazioni pratiche integrate del modello culturale di riferimento 2012 Federazione Italiana Pallacanestro SGMS Presentazioni pratiche integrate del modello culturale di riferimento A cura di Maurizio Cremonini - Tecnico Federale Settore Giovanile Minibasket Scuola 0

Dettagli

Stagione Sportiva 2013/2014 TEST TECNICI

Stagione Sportiva 2013/2014 TEST TECNICI TEST TECNICI PRECAMPIONATO SEZIONI 016_1314 TEST INTERATTIVI TECNICI ED ASSOCIATIVI 016_1314 Fra pochi momenti il via per l esecuzione del test Su calcio di rinvio, il pallone calciato con poca forza si

Dettagli

ESERCITAZIONE 1 ESERCITAZIONE 2

ESERCITAZIONE 1 ESERCITAZIONE 2 PASSAGGIO ESERCITAZIONE 1 - I giocatori vengono divisi in 3 gruppi di diverso colore. 1A) Con le mani passare la palla al colore diverso 1B) Con i piedi passare la palla al colore diverso 2A) Con le mani

Dettagli

Istituto Kandinsky Anno Scolastico 2011-2012. PROGRAMMA di SCIENZE MOTORIE - CLASSI PRIME

Istituto Kandinsky Anno Scolastico 2011-2012. PROGRAMMA di SCIENZE MOTORIE - CLASSI PRIME Istituto Kandinsky Anno Scolastico 2011-2012 PROGRAMMA di SCIENZE MOTORIE - CLASSI PRIME -Accoglienza: discussione sull importanza della materia Scienze Motorie -Questionario d ingresso sull attività motoria

Dettagli

REGOLA 1 IL RETTANGOLO DI GIOCO

REGOLA 1 IL RETTANGOLO DI GIOCO REGOLA 1 IL RETTANGOLO DI GIOCO Superficie del rettangolo di gioco Le gare devono essere giocate su superfici piane, lisce e prive di asperità, preferibilmente fatte di legno o di materiale sintetico,

Dettagli

ISCRIZIONE: Quota - Termini - Modalità

ISCRIZIONE: Quota - Termini - Modalità ISCRIZIONE: Quota - Termini - Modalità 1. Il Torneo avrà inizio domenica 13 marzo con la gara di apertura. 2. Si potranno iscrivere ragazzi nati dal 1992 al 1996. 3. Quota di iscrizione 15 euro a persona

Dettagli