Sistemi Implantari - Implant System

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sistemi Implantari - Implant System"

Transcript

1 Sistemi Implantari - Implant System

2 Chi siamo La ISOMED nasce con l obiettivo di produrre e commercializzare impianti in Titanio ed accessori odontoiatrici ad alta tecnologia. In questi anni, la ricerca e l impegno costante, supportati da una lunga esperienza in campo implantologico, hanno consentito il raggiungimento di elevati standard qualitativi, nonché la realizzazione di una molteplicità di linee implantari che offrono al professionista la possibilità di affrontare con successo qualunque situazione. Punta di diamante di questa dinamica azienda sono le linee dedicate ai professionisti che amano il carico immediato, tra queste gli impianti a vite conici, caratterizzati da spire aggressive, che garantiscono una maggiore stabilità primaria dell impianto, grazie al più intimo contatto col tessuto osseo; un accoppiamento ad esagono esterno o interno che fa si che questi impianti possano essere caricati subito, con tutta la componentistica protesica dei tradizionali impianti ad esagono esterno o interno. Obiettivo primario dell azienda è offrire al professionista un aggiornamento costante ed una continua crescita professionale, mediante la realizzazione di svariati corsi che vanno da quelli di implantologia di base su simulatori, a quelli di medicina d urgenza, di chirurgia avanzata su cadavere e ai corsi realizzati presso la N.Y. University. La continua ricerca del soddisfacimento del cliente, ha portato alla creazione, sul territorio, di una rete commerciale con dei responsabili di linea sempre pronti a soddisfare qualsiasi tipo di esigenza, e alla realizzazione di uno staff medico in grado di seguire e supportare il professionista durante i primi passi. Il proficuo lavoro svolto finora e che, siamo certi, continueremo a svolgere in futuro, in maniera sempre più qualificata, ha permesso alla ISOMED di occupare un posto di prestigio fra le aziende leader del settore implantologico.

3 I Servizi Affiancamento chirurgico dei professionisti presso il proprio studio Consulenza tecnico-logistica presso gli studi dentistici Corsi di implantologia teorica e pratica su simulatori Corsi di Implantologia a carico immediato Corsi di chirurgia avanzata e di addestramento su cadavere Consulenza implantologica telefonica e valutazione gratuita delle radiografie Corsi di implantologia presso la NYU College of Dentistry a New York Consegna entro 48 ore dall ordine in tutta Italia Finanziamenti agevolati I Plus di Isomed Elevati standard qualitativi e produttivi Esperienza pluriennale nel settore odontoiatrico Struttura dinamica e flessibile Professionalità, affidabilità, controlli severissimi nella produzione I plus dei prodotti Isomed Doppia sterilizzazione (garantita da trattamenti in autoclave e raggi gamma) Montatore con funzione di transfer da impronta Giusto rapporto qualità-prezzo Semplicità nelle tecniche chirurgiche Modularità e compatibilità con altri sistemi implantari Unico Kit implantologico per tutte le linee implantari

4 Esperienza e Risorse per Aiutarti a Costruire la Tua Carriera Implantologica Resources and Experience to Help You Build Your Implantologic Career Corsi Teorico-Pratici in Italia Theorical - Practical Courses in Italy Corsi in medicina d Urgenza Urgency Medicine Course ISOMED-Italia, Formazione Continua in Implantologia ISOMED- Italy, Continuing Implant Education

5 Corsi su Cadavere Corpse Courses Corsi presso la New-York University College of Dentistry Courses in New-York University College of Dentistry e nei momenti di relax...

6 ISOMED PER IL SOCIALE La Isomed da sempre sostiene iniziative di carattere sociale, considerando di primaria importanza la partecipazione a quei progetti che mirano al miglioramento delle condizioni di vita della nostra società. 6

7 Sistema di qualità CARATTERISTICHE DEL TITANIO E SUOI GRADI DI DUREZZA Distinguiamo il Titanio sanitario ASTM F64 in 4 gradi, in base alla sua purezza ed alla sua resistenza meccanica: Il grado 1 è senz altro il più puro ma è troppo duttile, tanto che viene utilizzato esclusivamente per realizzare membrane o griglie in Titanio per rigenerazioni guidate dei tessuti. Esso, se reso sottile, è malleabile, duttile e lo si può tagliare con una normale forbice. Il grado 2 contiene alcune componenti che lo rendono un po più resistente, ma viene generalmente considerato ancora tenero per gli impianti endossei. Il rischio cui si va incontro nell utilizzare il grado 2 non è il fatto che l impianto si possa rompere, ma che gli spigoli degli esagoni di accoppiamento si possano smussare nel corso del tempo, e dare origine ad accoppiamenti allentati che possono nuocere alla resistenza meccanica delle viti passanti di serraggio. Il grado 3 è ancora più resistente. Esso ha due caratteristiche fondamentali: la purezza e la resistenza meccanica agli sforzi, che ne fanno un ottimo materiale implantologico. Il grado 4 contiene leganti in percentuali maggiori, che conferiscono ulteriore resistenza meccanica. È questo il grado di titanio utilizzato dalla ISOMED per la realizzazione di tutti i suoi impianti. Il grado 5 o Titanio ELI è legato al 6% di alluminio ed al 4% di vanadio, dunque non è Titanio puro. Oltre questi gradi, si parla di titanio utilizzato per le lavorazioni meccaniche industriali, come per esempio l industria aeronautica, che utilizza il titanio da moltissimo tempo in quanto è leggero e resistente al tempo stesso, se legato in percentuali maggiori con altri metalli, come l alluminio ed altro. 7

8 8

9 9

10 Impianto Isomed prima del processo di pulizia. Altro esempio di impianto Isomed prima del processo di pulizia. Impianto Isomed al microscopio elettronico dopo il processo di pulizia. Esame XRF-EDS di superficie con raggi X di fluorescenza che dimostra la purezza dell impianto Isomed. 10

11 Superficie a rugosità controllata NANO-TITAN: Superficie di ultima generazione ottenuta per sottrazione tramite processo di mordenzatura con acidi minerali, i quali sono in grado di promuovere la proliferazione osteoblastica e la maturazione ossea aumentando notevolmente la superficie di contatto osso-impianto, creando micro e macro crateri visibili alla microscopia elettronica. Ingrandimento 2000 x Ingrandimento 4000 x Ingrandimento 8000 x Ingrandimento x Ingrandimento x 11

12 12

13 13

14 14

15 15

16 Preparazione all intervento di implantologia Questo catalogo, corredato di manuale di installazione, che illustra le metodiche dei sistemi implantari ISOMED, non intende sostituire i corsi specifici di preparazione teorico pratici, bensì completarli con dei consigli, frutto dell esperienza di alcuni implantologi. Si rammenta che il successo di un sistema implantare dipende moltissimo dall uso idoneo del relativo strumentario e per questo si raccomanda di familiarizzare con gli accessori presenti nel Kit chirurgico. Nel selezionare i pazienti, da sottoporre al trattamento implantare, è opportuno valutare sia l aspetto medico che quello anatomico chirurgico, e conoscerne le patologie. La terapia medica, che il paziente assume, è molto importante per la valutazione del rischio medico, mentre studiare la conformazione anatomica delle selle edentule da operare è indispensabile sia per la scelta del tipo di impianto che della tecnica chirurgica da adottare in quel caso specifico. Si consiglia di valutare l anatomia del paziente mediante un attento esame del cavo orale, ispezionando con le dita tutto il profilo osseo per rilevarne eventuali inclinazioni o deficit. L utilizzo dello spessimetro è consigliato per la valutazione del diametro trasverso dell osso, mentre la radiografia panoramica e il dental scan sono le indagini radiografiche consigliate per un approfondito studio del caso clinico. Nella scelta dell impianto bisogna sempre valutare il carico protesico a cui tale dispositivo sarà sottoposto, ad esempio utilizzare impianti corti è un errore che si potrebbe pagare con la perdita dell impianto a distanza di tempo, in quanto sottoposto ad un eccessivo stress occlusale. Nei casi in cui non si può scegliere un impianto di lunghezza adeguata, è necessario utilizzare diametri maggiori, al fine di ottenere un adeguata interfaccia tra osso ed impianto. È consigliata la sabbiatura, in quanto questo trattamento di superficie ne aumenta il contatto con il tessuto osseo. Vanno attentamente valutate le condizioni parodontali dei denti naturali, la presenza di patologie occlusali come il bruxismo o il morso incrociato, che potrebbero pregiudicare, a distanza, l esito della terapia implantare. Si consiglia di consultare sempre il medico di famiglia in caso di terapie anti ipertensive, cardio cinetiche, anticoagulanti e di allergie a farmaci. È importante non dimenticare che l intervento ambulatoriale di implantologia è un atto chirurgico a tutti gli effetti, dunque è necessario munirsi di farmaci da pronto intervento, in quanto il medico è tenuto a prestare il primo soccorso in caso di complicanze. A tal fine si consiglia di trattenere in sala d aspetto, per un periodo minimo di osservazione di un ora, il paziente appena operato, per accertarsi che non accusi malori nell immediato post operatorio. La terapia antibiotica ed anti infiammatoria è consigliata dalla sera precedente l intervento e nei sei giorni successivi, in maniera da coprire l intero periodo chirurgico. Al paziente è opportuno consigliare cibi tiepidi e teneri per tre giorni, di effettuare risciacqui, con un collutorio, 2 o 3 volte al giorno. Molto importante è la firma, da parte del paziente, del consenso informato, che deve essere il più dettagliato possibile. Si rammenta che un fallimento implantare non è da considerarsi un fallimento professionale, ma semplicemente una complicanza da gestire. È opportuno poter eventualmente dimostrare che si sono adoperate tutte le misure tecniche, deontologiche e medico legali idonee ad una prestazione chirurgica (cartella clinica con visita, radiografie, studio del caso, farmaci assunti, consenso informato con i consigli al paziente in termini semplici e comprensibili da tutti). Di seguito vi è una bozza di consenso, che può essere una guida alla personalizzazione di un analogo documento da tenere in studio e far firmare al paziente. In caso di mini rialzo di seno o di split crest appare opportuno integrarlo con ulteriori informazioni a riguardo. 16

17 CONSENSO - ASSENSO PER TERAPIA IMPLANTOLOGICA Il sottoscritto Sig./ra.. dichiara di essere stato informato dal Dott.. sulla tipologia dell intervento di implantologia. In particolare dichiara di aver capito che è necessario inserire degli impianti in titanio nell osso, per poter ottenere la sostituzione dei denti mancanti con una protesi fissa (oppure con protesi totale mobile ancorata su 4 impianti collegati tra loro da una barra che rimane nel cavo orale). DICHIARA 1 Dichiaro di non assumere farmaci bifosfonati per la terapia dell osteoporosi o per particolari cure antitumorali. 2 Di aver informato il medico sul proprio stato di salute, ed in particolare gli ha confermato di non essere portatore di patologie cardiache, ipertensive (pressione alta) ipotensive (pressione bassa) respiratorie, renali, allergiche (sia a farmaci, anestetici che a pollini o alimenti); 3 di essere portatore della seguente patologia e di assumere i seguenti farmaci: Di essere stato informato sui possibili rischi dell intervento e di eventuali complicazioni quali: edema (gonfiore), dolore dopo l intervento, infezioni, penetrazioni accidentali nella cavità del seno mascellare, irritazione o lesione di strutture nervose presenti in mandibola. 5 Di essere a conoscenza che, in rari casi, si può verificare la perdita dell impianto a causa di peri implantiti, che sono infiammazioni ed infezioni dei tessuti intorno agli impianti, i quali non attecchiscono. L impianto perso può essere sostituito, dopo adeguata detersione e guarigione del sito implantare. 6 Di essere stato informato che nel cavo orale sono presenti molteplici tipi di germi e che la terapia antibiotica serve a distruggere per un breve periodo alcuni tipi di batteri mentre altri non riescono ad essere debellati e rimane sempre il rischio di infezioni. 7 Gli impianti possono fallire anche per traumi facciali o per allergie misconosciute a particolari metalli. 8 Di essere conscio che una scarsa igiene orale, il fumo, l uso eccessivo di zuccheri, la placca batterica, l uso di sostanze stupefacenti (droghe), possono avere effetti lesivi sul tessuto gengivale e su quello osseo, e portare all insuccesso degli impianti. 9 Di essere stato informato che è molto importante seguire la terapia antibiotica ed anti infiammatoria prescritta, nonché di assumerla dal giorno precedente l intervento, al fine di scongiurare infezioni e ridurre al minimo le complicanze ed i disturbi post intervento. È importante informare il medico su ogni anomalia riscontrata nel periodo post operatorio, come piccole emorragie, fuoriuscita di pus dalla ferita o dolore in sede di intervento. 10 Di essere informato sulla necessità di effettuare controlli semestrali dal Dentista, al fine di tenere sotto controllo radiografico e clinico il lavoro effettuato dal Professionista, nonché la necessità di informarlo su ogni anomalia, eventualmente riscontrata nel corso degli anni, sull implantoprotesi realizzata. Lì Dott.. Il paziente per presa visione 17

18 LINEE GUIDA PER IL CARICO PROTESICO DI IMPIANTI IN DOPPIO TEMPO CHIRURGICO Singolo impianto Caricare l impianto dopo 5 mesi di osteointegrazione nel mascellare sup. e dopo 3 mesi nella mandibola. Vi sono due possibilità per rilevare le impronte: 1) posizionare il transfert da impronta sulla fixture, rilevare l impronta con cucchiaio individuale e sviluppare il modello master in gesso utilizzando un analogo in acciaio. Consegnare al laboratorio un Ucla d oro per una fusione o un moncone preformato in titanio per la corretta parallelizzazione in laboratorio. Applicare sull impianto il moncone e realizzare la metallo ceramica. 2) posizionare un moncone in titanio sulla fixture, prepararla in bocca con una fresa taglia metalli nuova, come se fosse un dente naturale. Stringere nuovamente la vite passante a 35 Ncm, in quanto le vibrazioni deruotano e svitano le viti passanti. Rilevare le impronte come se si trattasse di un dente preparato per una corona. Ponte su impianti o impianti e denti. Caricare gli impianti dopo 5 mesi di osteointegrazione nel mascellare sup. e dopo 3 mesi nella mandibola. Vi sono due possibilità per rilevare le impronte: 1) posizionare i transfer da impronta sulle fixture, rilevare l impronta con cucchiaio individuale e sviluppare il modello master in gesso utilizzando gli analoghi in acciaio. Consegnare al laboratorio gli Ucla d oro per una fusione o una serie di monconi preformati in titanio per la corretta parallelizzazione in laboratorio. Applicare i monconi sugli impianti avvitando a 35 Ncm le viti passanti e realizzare la metallo ceramica. 2) posizionare i monconi in titanio sulle fixture, prepararle in bocca con una fresa taglia metalli nuova, come se fossero denti naturali. Stringere nuovamente le viti passanti a 35 Ncm, in quanto le vibrazioni deruotano e svitano le viti passanti. Rilevare le impronte come se si trattasse di denti preparati per un ponte. N.B. Usare sempre cementi provvisori, i primi tempi Temp Bond ( idrosolubile ) e dopo passare a cementi provvisori poliuretanici ( non idrosolubili ). Circolare su impianti o impianti e denti. Caricare gli impianti dopo 5 mesi di osteointegrazione nel mascellare sup. e dopo 3 mesi nella mandibola. Vi sono due possibilità per rilevare le impronte: 1) posizionare i transfert da impronta sulle fixture, rilevare l impronta con cucchiaio individuale e sviluppare il modello master in gesso utilizzando gli analoghi in acciaio. Consegnare al laboratorio gli Ucla d oro per una fusione o una serie di monconi preformati in titanio per la corretta parallelizzazione in laboratorio. Applicare i monconi sugli impianti avvitando a 35 Ncm le viti passanti e realizzare la metallo ceramica. 2) posizionare i monconi in titanio sulle fixture, prepararle in bocca con una fresa taglia metalli nuova, come se fossero denti naturali. Stringere nuovamente le viti passanti a 35 Ncm, in quanto le vibrazioni deruotano e svitano le viti passanti. Rilevare le impronte come se si trattasse di denti preparati per un ponte. Inviare al laboratorio le impronte, farle sviluppare e far segnare dal parallelometro tutti gli angoli o le pareti da modificare sui monconi in titanio. Richiamare il paziente, rimuovere il provvisorio in resina, modellare tutti i monconi in base al modello del laboratorio. Riprendere nuove impronte e realizzare la metallo ceramica. N.B. Usare sempre cementi provvisori, i primi tempi Temp Bond ( idrosolubile ) e dopo passare a cementi provvisori poliuretanici ( non idrosolubili ). Overdenture con barra di Ackerman Rilevare le impronte con i transfer. Applicare i tappi sugli impianti. Consegnare al laboratorio le impronte, 4 o più analoghi da gesso, 4 o più calcinabili, una barra calcinabile e due o più attacchi a cavaliere. Provare la barra fusa ed accertarsi con una RX che gli accoppiamenti tra le cappette della barra e gli impianti siano precise. In caso che si evidenzi uno spazio tra uno o più accoppiamenti, tagliare con un disco la barra, posizionarla, bloccare le estremità tagliate con una resina dura e fare saldare in laboratorio. Realizzare la protesi totale mobile, senza palato ed applicarla sulla barra con i cavalieri. Attenzione a non realizzare barre con grandi estensioni per non creare leve eccessive sugli impianti. 18

19 LINEE GUIDA PER IL CARICO IMMEDIATO DI IMPIANTI Singolo impianto in regione estetica Caricare l impianto con una corona in resina facendo attenzione che sia ben svincolata in centrica, lateralità e protrusiva. Nel mascellare superiore protesizzare in ceramica solo dopo 5 mesi di integrazione mentre nella mandibola si può caricare definitivamente dopo 3 mesi di attesa. Utilizzare impianti da 12-14mm con grande stabilità primaria in osso di buona qualità. Ponte su 3 o più impianti Caricare con un provvisorio in resina in occlusione. Fare molta attenzione che la masticazione sia bilanciata, cioè che sia presente l antagonista al ponte su impianti ma anche l intero apparato di denti controlaterale. In assenza di bilanciamento masticatorio, il paziente caricherebbe esclusivamente il ponte su impianti, portando ad un sovraccarico masticatorio gli impianti con fibrointegrazione e mobilità degli stessi. Non fare mai estensioni sul carico immediato. Circolare su impianti o denti impianti Caricare con un provvisorio in resina in occlusione centrica ma con gli svincoli in lateralità molto ben curati. Fare molta attenzione che la masticazione sia bilanciata, cioè che sia presente l antagonista al circolare su impianti. In assenza di bilanciamento masticatorio il paziente caricherebbe il circolare su impianti solo da un lato molare, portando ad un sovraccarico masticatorio gli impianti con fibrointegrazione e mobilità degli stessi. Non fare mai estensioni sul carico immediato. Overdenture con impianti monofasici a pallina (solo mandibola con 4 impianti) Collocare le 4 cuffie in titanio o in teflon nella protesi del paziente facendo attenzione che la protesi sia ribasata sulle selle. Verificare che l antagonista sia presente per non sbilanciare la masticazione e provocare danni agli impianti. Overdenture su barra di Ackerman Rilevare le impronte con transfer appena terminato di inserire gli impianti. Applicare i tappi sugli impianti. Consegnare al laboratorio le impronte, 4 o più analoghi da gesso, 4 o più calcinabili, una barra calcinabile e due o più attacchi a cavaliere. Provare la barra fusa dopo 2 giorni ed accertarsi con una RX che gli accoppiamenti tra le cappette della barra e gli impianti siano precise. In caso che si evidenzi uno spazio tra uno o più accoppiamenti, tagliare con un disco la barra, posizionarla, bloccare le estremità tagliate con una resina dura e fare saldare in laboratorio. Realizzare la protesi totale mobile, senza palato ed applicarla sulla barra con i cavalieri. Linee guida per inserimento di impianti ad esagono interno Gli impianti ad esagono interno sono venduti con un dispositivo di montaggio che serve al loro posizionamento nell osso. Tuttavia tale dispositivo di montaggio, a livello dell esagono di connessione all impianto, presenta un foro per la vite passante e questo indebolisce la forza di avvitamento che il dispositivo di montaggio può trasmettere all impianto, con il rischio di rottura dell esagono nella testa dell impianto. Il connettore PI presenta un esagono pieno, non forato, e questo lo rende idoneo a trasmettere forze di avvitamento molto forti all impianto, senza i rischi di frattura prima citati. Quando l impianto è inserito per i ¾ nel sito chirurgico, rimuovere il dispositivo di montaggio con la sua vite passante ed inserire il connettore esagonale direttamente sull impianto; dunque continuare ad avvitare l impianto con il cricchetto. 19

20 Linee guida per l'utilizzo delle frese per impianti conici Queste frese hanno la caratteristica di recuperare l'osso durante il fresaggio, (che all'occorrenza può essere utilizzato come rigenerazione ossea) quindi è importante ripulire le cavità della fresa per assicurare un taglio ottimale nella preparazione del sito implantare. Linee guida per l'utilizzo degli espansori d'osso N 1 N 2 N 3 N 4 8 mm 10 mm 12 mm h. 14 mm h. 12 mm h. 10 mm ø 1,1 mm ø 1,3 mm ø 2,1 mm h. 12 mm h. 10 mm h. 8 mm ø 3,45 mm 14 mm 16 mm ø 2,7 mm ø 3,6 mm ø 4,2 mm ø 3,45 mm Linee guida nell'inserimento degli impianti Utilizzare la fresa d'invito per tutta la profondità dell'impianto. Espansore n 1 passaggio intermedio. Espansore n 2 per l'inserimento d'impianti conici ø 3,5 mm. Espansore n 3 per l'inserimento d'impianti conici ø 4 e 4,5 mm (e tutti gli impianti a spira larga). Espansore n 4 per mini rialzo di seno. N.B.: questo kit può essere utilizzato per l'espansione dell'osso dopo aver effettuato lo split-crest con scalpelli o con tecnica piezo-elettrica. 20

21 LINEE GUIDA PER LA RILEVAZIONE DELLE IMPRONTE TECNICA INDIRETTA con cucchiaio forato Avvitamento dei montatori transfer Posizionamento del cucchiaio individuale con silicone facendo in modo che i transfer emergano dal cucchiaio. É consigliabile l'uso di resina dura per bloccare i transfer al cucchiaio per evitare micromovimenti. Risultato dell'impronta. Avvitamento degli analoghi da gesso sui transfer. Modello sviluppato con analoghi da gesso Posizionamento degli ucla. Monconi parallelizzati dopo la fusione. Vista laterale. Posizionamento dei monconi finiti in bocca. TECNICA INDIRETTA con cucchiaio non forato Posizionamento dei transfer e relative cappette. Utilizzo di materiale ribasante (seconda impronta) per una perfetta rilevazione delle impronte. Posizionamento standard del cucchiaio universale con silicone. N.B.: Ricordarsi di avvitare i transfer sugli analoghi prima di inserirli nella cappetta. Risultato dell'impronta con le cappette inglobate nel silicone. Riposizionamento dei transfer nelle cappette. 21

22 TECNICA DIRETTA per impianti monofasici e bifasici Radiografia degli impianti appena inseriti Vista degli impianti monofasici con tecnica transmucosa appena inseriti. Migliorare il parallelismo con frese tagliacorone al tungsteno ISOMED. Vista del manufatto protesico provvisorio. Manufatto protesico definitivo, dopo circa 3 mesi. TECNICA DIRETTA per overdenture con mini-implant Radiografia degli impianti appena inseriti Vista dell'emergenza degli impianti appena inseriti. Creare una diga onde evitare che la resina crei dei sottosquadri prima di inserire le cappette in teflon sugli impianti. Preparare l'alloggiamento delle cappette in corrispondenza degli impianti. Scavare la protesi e riempirla con la resina a freddo. Quindi inserirla in bocca. Vista del manufatto protesico con cappette inserite. Manufatto protesico definitivo. 22

23 Condizioni generali di vendita 1 Gli articoli pubblicati sul presente catalogo potranno essere ordinati con le seguenti modalità: Per telefono al n oppure via fax al n Per all indirizzo: A mezzo rappresentante di zona 2 Ogni ordine di acquisto comunque trasmesso costituisce esplicita accettazione delle norme e delle condizioni di fornitura indicate in questo catalogo. I prodotti verranno consegnati nell ambito dell intero territorio nazionale a mezzo corriere. In caso di ritardo dovuto alle operazioni di trasporto e consegna l acquirente non potrà rifiutare la fornitura o richiedere alcun indennizzo all azienda. 3 Il pagamento potrà essere effettuato a scelta dell acquirente con le seguenti modalità: - mediante l autorizzazione all emissione di RI.BA. elettronica; - mediante Contrassegno facendosi carico delle relative spese; - mediante Rimessa Diretta con ritiro dell importo da parte del rappresentante di zona autorizzato dall azienda; - mediante bonifico bancario. In caso di ritardo nei pagamenti l azienda avrà la facoltà di sospendere le eventuali forniture di merci in corso, nonché applicare gli interessi convenzionali emettendo la relativa fattura. 4 La Direzione garantisce l integrità e la validità dei prodotti esposti sul catalogo sulla base dei controlli qualitativi effettuati. Nel caso in cui la merce risulti difettosa o non corrispondente all ordine, l acquirente potrà inoltrare comunicazione scritta alla direzione aziendale entro otto giorni dal ricevimento, indicando i motivi del reclamo. Nel caso in cui le contestazioni dovessero risultare fondate, l acquirente potrà restituire la merce. La restituzione della merce dovrà in ogni caso avvenire entro e non oltre trenta giorni dalla data di consegna a condizione che: - i prodotti non siano stati utilizzati o danneggiati; - il materiale reso venga accompagnato da documento di trasporto numero e data della fattura di riferimento 5 La società fornitrice non si assume nessuna responsabilità per danni diretti ed indiretti che dovessero derivare dall uso anche improprio dei prodotti da parte del destinatario. 23

24 Tel Fax Via Mameli, Albignasego (PD) Italy STERILE Lo specialista dei sistemi implantari Packaging dell'impianto CONFEZIONE Il Packaging dell'impianto è stato studiato accuratamente per rendere agevole la gestione del prodotto Ogni confezione è costituita da: doppio blister sigillo a garanzia dell'integrità della provetta. Personal Card etichetta informativa etichetta codice colore istruzioni per l'uso ETICHETTA Utilizzare entro Produttore Codice prodotto Lotto di produzione Descrizione prodotto ISOMED Tel Fax Via Mameli, Albignasego (PD) Italy REF TV4-4-Tr-1,2-MG LOT 30410/AE STERILE R Imp.conico ex-est. spira larga tran. Ø4mm spire 4 tor.1,2-mg 4,0 Sterilizzazione mediante processo con raggi ionizzanti Etichetta Impianto Certificazione a norma della Direttiva 93/42/CEE e successive modifiche concernente i dispositivi medici 0426 Dispositivo monouso, non riutilizzare Attenzione, leggere le istruzioni prima dell'uso PERSONAL CARD La "Personal Card" è un vero e proprio documento di identificazione dei componenti utilizzati dal medico durante l'intervento chirurgico. Viene rilasciata al paziente per dargli la possibilità di rintracciare la componentistica usata anche se si dovesse trovare nella condizione di doversi rivolgere ad un altro Odontoiatra. Posizione Impianto Dati Studio dentistico Produttore Impianto Consigli per il paziente ISOMED REF TV4-4-Tr-1,2-MG LOT 30410/AE R Imp.conico ex-est. spira larga tran. Ø4mm spire 4 tor.1,2-m.g Legenda Abbreviazione Descrizione Imp. Impianto ex-est esagono esterno ex-int esagono interno tran. transmucoso tor. torretta m.p. montatore piccolo Abbreviazione Descrizione MG montatore grande VdG vite di guarigione mon. moncone tit. titanio coll. collarino fres. fresabile Abbreviazione Descrizione con. connettore ang. angolato plat. platinato calc. calcinabile 24

25 25

26 Reparto formazione professionale Professional training department REPARTO FORMAZIONE PROFESSIONALE Dott. Eugenio Conte Laureato in Medicina e Chirurgia presso l'università di Padova nel 1991, ha frequentato per quattro anni il Reparto di Chirurgia Plastica dell'università di Padova, si è subito occupato di odontostomatologia e di implantologia a carico immediato, con particolare attenzione per le grosse riabilitazioni in pazienti geriatrici. Autore di varie pubblicazioni scientifiche inerenti l'implantologia, relatore presso convegni organizzati da vari Ordini dei Medici e da Associazioni di categoria, nonchè relatore di corsi di implantologia accreditati ECM. Perfezionato in Protesi su impiantipresso l'università di Modena e Reggio Emilia nell'anno accademico 2002, ha frequentato vari corsi di anatomia chirurgica a fini implantari su cadavere presso l'univerità Claude Bernard (Prof. Moren) a Lione (Francia) ed ha conseguito il Master in Implantologia ed Anatomia presso l'università Francese di Sait Etienne nel É tuttora Tutor medico per i corsi su cadavere organizzati all'estero. Ha conseguito il Master di Chirurgia Orale ed Implantologia presso la New York University nel 2005 ed è Clinical Coordinator della Italian Association New York University. Organizzatore di eventi culturali e corsi in Albignasego (PD) in cui vengono invitati Professori della New York University di elevato prestigio e fama internazionale. Libero professionista in Padova è responsabile di un Centro Clinico per l'implantologia a Carico Immediato in Albignasego (PD) ed è consulente-tutor in vari studi dentistici in Italia. Si occupa di didattica implantologica e di formazione medica dal 1997 ed è responsabile del centro ricerche implantologiche della ISOMED. Dott. Roberto Conte Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1977 presso l'università di Padova. Iscritto all'albo Dei Medici e degli Odontoiatri di Padova dal Nel 1981 ha iniziato la sua attività professionale di implantologo. Seguendo la scuola Tramonte, Muratori, Pasqualini, Linkow e infine Branemark. Nel 2002 ha conseguito presso la N.Y.U. Il titolo di Perfezionamento POSTGRADUATE in implantologia presentando la tesi sull'impianto Pterigoideo. Dal 1996 ha partecipato a Corsi e Conferenze sull'impianto Pterigoideo eseguendo studi e ricerche Personali presso la stessa N.Y.U. Dal 1999 ha seguito Corsi su cadavere presso l'univertitè Claude Bernard Lyon 1 con l'ausilio del Direttore Prof. Morin elaborando e personalizzando il protocollo chirurgico dell'impianto Ptrigoideo. Diplomato nel Corso di Specialità di Anatomia Implantologica presso l'univertità Claud e Bernard Lyon 1. Docente nel Corso di Anatomia Implantologica Univertità Claude Bernard Lyon 1. Docente nel Corso di Anatomia Implantologica Univertità Jean Monnet Saint Etienne. Autore di pubblicazioni su European journal of Implant Prosthodontics-Cherchiaggio dei seni mascellari e protesizzazione provvisoria immediata: presentazione di tre casi clinici. Autore di pubblicazioni su Dental Cadmos in Italia, ZMK, Zahneilkunde, Management Und Kultur in Germania. Relatore e Vice presidente del G.I.S.I SOCIO E CONFERENZIERE del Cenacolo Odontostomatologico Salentino. Dott. Massimo Bonetti Laureato in medicina e chirurgia presso l università di Chieti nel Libero professionista dal 1985 a Pescara e Vacri. Master in implantologia e parodontologia dal 1989 al 1994 presso la New York University. Tutor della New York University. Tutor della Isomed Sistemi Implantari. 26

Corsi p e r O d o n t o i a t r i

Corsi p e r O d o n t o i a t r i corsi accreditati ECM Corsi p e r O d o n t o i a t r i 2015 20 marzo Approccio Razionale alla Terapia Implantare dalla pianificazione del caso alla realizzazione protesica 22 maggio Rialzo del Pavimento

Dettagli

Oggi l odontoiatra si confronta con pazienti informati

Oggi l odontoiatra si confronta con pazienti informati Protesi removibile ancorata su barra con utilizzo di attacchi calcinabili micro Introduzione Carlo Borromeo Oggi l odontoiatra si confronta con pazienti informati che sempre più spesso arrivano con richieste

Dettagli

Maggiore libertà, maggior controllo

Maggiore libertà, maggior controllo Maggiore libertà, maggior controllo Semplicità in implantologia con stabilità, resistenza e velocità Il nostro desiderio in Neoss è sempre stato di offrire ai professionisti del settore dentale una soluzione

Dettagli

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015 Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA 26 marzo - 16 aprile - 7 maggio 18 giugno - 9 luglio - 24 settembre 8 ottobre - 19 novembre Relatori Dr. Alessandro Ceccherini,

Dettagli

Riabilitazione totale mediante protesi fissa mediante impianti inclinati a 35 evitando la zona atrofica postpost foraminale. (Acocella A.

Riabilitazione totale mediante protesi fissa mediante impianti inclinati a 35 evitando la zona atrofica postpost foraminale. (Acocella A. Alessandro Acocella comunque ci sono solo studi con un follow-up follow up non ancora elevato e comunque i casi vanno accuratamente selezionati evitando parafunzioni e ricordando che gli impianti corti

Dettagli

Dott. Mauro Rota Medico Chirurgo Iscritto all Albo dei Medici e Chirurghi

Dott. Mauro Rota Medico Chirurgo Iscritto all Albo dei Medici e Chirurghi Dott. Mauro Rota Medico Chirurgo Iscritto all Albo dei Medici e Chirurghi STUDIO MEDICO DENTISTICO ROTA - Ripa - 20800 - BASIGLIO (MI) Tel: 02 90753222 Fax: 02 90753222 E-mail:maurorota2002@libero.it P.IVA

Dettagli

Le professioni nello studio medico dentistico

Le professioni nello studio medico dentistico Le professioni nello studio medico dentistico L assistente dentale AFC L assistente di profilassi La segretaria odontoiatrica L igienista dentale SSS L assistente dentale AFC Requisiti Buona formazione

Dettagli

Un offerta di materiali e una gamma di applicazioni di prim ordine. Straumann CARES CADCAM

Un offerta di materiali e una gamma di applicazioni di prim ordine. Straumann CARES CADCAM Un offerta di materiali e una gamma di applicazioni di prim ordine Straumann CARES CADCAM INDICE Offerta di materiali di prim ordine 2 Panoramica applicazioni 6 Caratteristiche e vantaggi Resina nanoceramica

Dettagli

PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE FORMA DIRETTA CERTIFICATO DEFINITIVO PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE

PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE FORMA DIRETTA CERTIFICATO DEFINITIVO PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE Allegato 5 FONDO ASSISTENZA SANITARIA DIRIGENTI AZIENDE FASDAC COMMERCIALI Via Eleonora Duse, 14/16-00197 Roma PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE FORMA DIRETTA Spazio per l etichetta con il codice a barre (a cura

Dettagli

La semplicità è la vera innovazione

La semplicità è la vera innovazione La semplicità è la vera innovazione Vi siete mai sentiti frustrati dalla complessità di certe cose? Un unico strumento NiTi per il trattamento canalare utilizzabile nella maggior parte dei casi Efficacia

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Dall impronta convenzionale all impronta ottica digitale

Dall impronta convenzionale all impronta ottica digitale Dall impronta convenzionale all impronta ottica digitale Evoluzioni tecniche del linguaggio nel ripristino protesico del cavo orale Autori_R. Pascetta* & R. Scaringi**, Italia *Odontotecnico in Chieti;

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI

Dettagli

Iscrizione Albo Regione Sardegna n. 259

Iscrizione Albo Regione Sardegna n. 259 CURRICULUM VITAE EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI Nome Cognome Data e luogo di nascita ESPERIENZE LAVORATIVE ANTONELLO CATOGNO 13/06/1974 - Alghero (SS) Indirizzo Via Degli Orti, 68 Cap, Città 07041 Alghero

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

Placca a maglia LCP ad angolo variabile 2.4/2.7. Parte del sistema LCP ad angolo variabile per avampiede/ mesopiede 2.4/2.7.

Placca a maglia LCP ad angolo variabile 2.4/2.7. Parte del sistema LCP ad angolo variabile per avampiede/ mesopiede 2.4/2.7. Placca a maglia LCP ad angolo variabile 2.4/2.7. Parte del sistema LCP ad angolo variabile per avampiede/ mesopiede 2.4/2.7. Tecnica chirurgica La pubblicazione non è prevista per la distribuzione negli

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

LA MIGLIORE PERFORMANCE IN T UTTE LE CIRCOSTANZE

LA MIGLIORE PERFORMANCE IN T UTTE LE CIRCOSTANZE LA MIGLIORE PERFORMANCE IN T UTTE LE CIRCOSTANZE ProTaper Universal è la nuova versione di strumenti endodontici NiTi più famosi nel mondo + Più facile una sola sequenza operativa per ogni tipo di canale

Dettagli

LASER Holmium CALCULASE II 20 W:

LASER Holmium CALCULASE II 20 W: URO 32 10.0 05/2015-IT LASER Holmium CALCULASE II 20 W: Campi di applicazione ampliati LASER Holmium CALCULASE II 20 W CALCULASE II rappresenta la concreta possibilità di effettuare, rapidamente e con

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 27/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO II Fascia AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA

Dettagli

Dispensa di ANATOMIA DENTALE a uso delle classi prime di indirizzo odontotecnico CAVITÀ ORALE

Dispensa di ANATOMIA DENTALE a uso delle classi prime di indirizzo odontotecnico CAVITÀ ORALE Dispensa di ANATOMIA DENTALE a uso delle classi prime di indirizzo odontotecnico CAVITÀ ORALE La bocca o cavità orale (Fig. 1) è il primo tratto dell apparato digerente. È un organo cavo, di forma ovoide

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

Tecnica chirurgica. Cappello di chiusura per TEN. Per la stabilizzazione assiale e la protezione contemporanea dei tessuti molli.

Tecnica chirurgica. Cappello di chiusura per TEN. Per la stabilizzazione assiale e la protezione contemporanea dei tessuti molli. Tecnica chirurgica Cappello di chiusura per TEN. Per la stabilizzazione assiale e la protezione contemporanea dei tessuti molli. Sommario Indicazioni e controindicazioni 3 Impianti 4 Strumenti 4 Piano

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

1 di 2 04/10/2012 10:12

1 di 2 04/10/2012 10:12 http://fe-mn-andi.mag-news.it/nl/n.jsp?6o.vp.a.a.a.a 1 di 2 04/10/2012 10:12 Numero 4 - Novembre 2010 Il potere degli eletti : come lo interpretano alcuni e cosa ne penso io. Uno dei temi che sicuramente

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI CERTIFICAZIONE UNI CEI EN ISO/IEC 1702 Corso 1 Livello In collaborazione con l Ordine degli Ingengeri della Provincia di Rimini Associazione CONGENIA Procedure per la valutazione

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

in:joy Qualità eccellente, se la rana è presente. in:joy: il nuovo composito per rivestimento estetico.

in:joy Qualità eccellente, se la rana è presente. in:joy: il nuovo composito per rivestimento estetico. Qualità eccellente, se la rana è presente. in:joy: il nuovo composito per rivestimento estetico. è un nuovo composito fotopolimerizzabile per rivestimenti estetici di alta qualità. E adatto per la polimerizzazione

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

A.C.N. SPECIALISTICA AMBULATORIALE ED ALTRE PROFESSIONALITA' GRADUATORIE DOMANDE REQUISITI.

A.C.N. SPECIALISTICA AMBULATORIALE ED ALTRE PROFESSIONALITA' GRADUATORIE DOMANDE REQUISITI. A.C.N. SPECIALISTICA AMBULATORIALE ED ALTRE PROFESSIONALITA' GRADUATORIE DOMANDE REQUISITI. - Il professionista, medico specialista, il medico veterinario e delle altre professionalità sanitarie di cui

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

SISTEMA DI CHIODI PER ARTRODESI DELLA CAVIGLIA VALOR 141906-2. Le seguenti lingue sono incluse in questa confezione:

SISTEMA DI CHIODI PER ARTRODESI DELLA CAVIGLIA VALOR 141906-2. Le seguenti lingue sono incluse in questa confezione: IT SISTEMA DI CHIODI PER ARTRODESI DELLA CAVIGLIA VALOR 141906-2 Le seguenti lingue sono incluse in questa confezione: English (en) Deutsch (de) Nederlands (nl) Français (fr) Español (es) Italiano (it)

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Calettatori per attrito SIT-LOCK

Calettatori per attrito SIT-LOCK Calettatori per attrito INDICE Calettatori per attrito Pag. Vantaggi e prestazioni dei 107 Procedura di calcolo dei calettatori 107 Gamma disponibile dei calettatori Calettatori 1 - Non autocentranti 108-109

Dettagli

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

CONTROLLO MICROBIOLOGICO AMBIENTALE NELLE SALE OPERATORIE

CONTROLLO MICROBIOLOGICO AMBIENTALE NELLE SALE OPERATORIE ASO S. Croce e Carle di Cuneo C.I.O. COMITATO INFEZIONI OSPEDALIERE DOCUMENTO DESCRITTIVO TITOLO CONTROLLO MICROBIOLOGICO AMBIENTALE NELLE SALE OPERATORIE Data di emissione: 20 aprile 2004 revisione n

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. Dr.ssa La Seta Concetta. Direttore U.O.C. di Farmacia C U R R I C U L U M V I T A E

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. Dr.ssa La Seta Concetta. Direttore U.O.C. di Farmacia C U R R I C U L U M V I T A E C U R R I C U L U M V I T A E Dr.ssa La Seta Concetta INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome Data di nascita Luogo di nascita Nazionalità Indirizzo Telefono La Seta Concetta 10 Febbraio 1963 Palermo Italiana

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

Semplice, veloce ed economica:

Semplice, veloce ed economica: GYN 30-6 05/2013-IT Semplice, veloce ed economica: ansa unipolare SupraLoop sec. BRUCKER/MESSROGHLI per l isterectomia laparoscopica sopracervicale (LASH) Ansa unipolare SupraLoop sec. BRUCKER/MESSROGHLI

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

Un legame stabile. Oliver Brix. Oliver Brix - Eris for E2 - Special Edition

Un legame stabile. Oliver Brix. Oliver Brix - Eris for E2 - Special Edition Oliver Brix Un legame stabile file:///c /infodental.it/articoli/oliver%20brix/art1/art1.html (1 of 17)28/07/2006 16.11.35 Dal 1998 esiste il sistema di ceramica a termopressione IPS Empress 2 per la realizzazione

Dettagli

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Istruzioni per l'installazione TempsensorAmb-IIT110610 98-0042610 Versione 1.0 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Avvertenze su queste istruzioni.....................

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Chirurgia sinusale. Universal Implant Expander dritti 24 Universal Implant Expander angolati 25 Splitter set 26 Martelletti chirurgici 27

Chirurgia sinusale. Universal Implant Expander dritti 24 Universal Implant Expander angolati 25 Splitter set 26 Martelletti chirurgici 27 Osteosintesi Micropins per fissaggio membrane 6 Strumentario Micropins 7 Griglie e membrane in titanio 8 Sistemi di fissaggio 9 Microviti in titanio 10 Microplacche da osteosintesi Ø 1,5 11 Pinze per lavorazione

Dettagli

Analogic transfer system comunication & aesthetic digital smile design (ADSD)

Analogic transfer system comunication & aesthetic digital smile design (ADSD) Analogic transfer system comunication & aesthetic digital smile design (ADSD) Autore_Valerio Bini, Italia Fig. 1_Smile designer e face aesthetic medical team. _Introduzione È oggi possibile stare al passo

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili Sistema Multistrato per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili LISTINO 05/2012 INDICE Pag. Tubo Multistrato in Rotolo (PEX/AL/PEX) 4065 04 Tubo Multistrato in Barre (PEX/AL/PEX)

Dettagli

La Terapia con Bifosfonati

La Terapia con Bifosfonati Capire La Terapia con Bifosfonati International Myeloma Foundation 12650 Riverside Drive, Suite 206 North Hollywood, CA 91607 USA Telephone: 800-452-CURE (United States and Canada) 818-487-7455 FAX: 818-487-7454

Dettagli

Elenco provvidenze nuova mutualità

Elenco provvidenze nuova mutualità Elenco provvidenze nuova mutualità Tipologia sussidio Importo erogato Periodicità del sussidio Documentazione da allegare Ricovero 15,00 al giorno (per massimo 20 giorni all anno) Ogni anno Certificato

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari.

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari. Avviso agli enti. Presentazione di progetti di servizio civile nazionale per complessivi 6.426 volontari (parag. 3.3 del Prontuario contenente le caratteristiche e le modalità per la redazione e la presentazione

Dettagli

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE Acromioplastica a cielo aperto Lesione della cuffia dei rotatori Sutura della cuffia dei rotatori

Dettagli

Microchirurgia apicale Parte I: Preparazione del paziente. Incisione e sollevamento atraumatico del lembo

Microchirurgia apicale Parte I: Preparazione del paziente. Incisione e sollevamento atraumatico del lembo L INFORMATORE ENDODONTICO Estratto dal Vol. 2 n 4, 1998 Microchirurgia apicale Parte I: Preparazione del paziente. Incisione e sollevamento atraumatico del lembo JOHN J. STROPKO, DDS IL TRIDENTE EDIZIONI

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011 PROGRAMMA DEL CORSO: L'OCCHIO VEDE CIO' CHE L'OCCHIO CONOSCE: DAL NORMALE AL PATOLOGICO NELL'APPARATO LOCOMOTORE - APPLICAZIONE CLINICA DELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI DOCENTE : Dott. Nicola Gandolfo RESPONSABILE

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Tecnologia della fermentazione

Tecnologia della fermentazione Effettivo riscaldamento del fermentatore BIOFLEX - BRUGG: tubo flessibile inox per fermentazione dalla famiglia NIROFLEX. Il sistema a pacchetto per aumentare l efficienza dei fermentatori BIOFLEX- tubazione

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca

Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca Parere n. 5 del 22/6/2011 Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca Oggetto: Programmazione nazionale dei

Dettagli

BIOLOGI CHIMICI PSICOLOGI PSICOTERAPEUTI

BIOLOGI CHIMICI PSICOLOGI PSICOTERAPEUTI DOMANDA DI INCLUSIONE NELLA GRADUATORIA Art. 21 dell Accordo Collettivo Nazionale per altre professionalità (Biologi, Chimici, Psicologi) aspiranti all inserimento nella graduatoria annuale degli aspiranti

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT)

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT) PT-27 Torcia per il taglio con arco al plasma Manuale di istruzioni (IT) 0558005270 186 INDICE Sezione/Titolo Pagina 1.0 Precauzioni per la sicurezza........................................................................

Dettagli

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM Barriera optoelettronica di misurazione LGM Misurare con intelligenza - nuove dei materiali in tutti i mercati La nuova Serie LGM di

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina i procedimenti di selezione,

Dettagli