AVVISO ALLA CLIENTELA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AVVISO ALLA CLIENTELA"

Transcript

1 AVVISO ALLA CLIENTELA Regione Toscana: informativa alla clientela per la sospensione delle rate dei mutui nei comuni alluvionati OCDPC n /03/2014 Informativa alla Clientela per la sospensione delle rate dei mutui Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile 5 marzo 2014 Primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi alluvionali verificatisi nel periodo dal 1 gennaio all 11 febbraio 2014 nel territorio della regione Toscana. (Ordinanza n. 157) 1) CONTENUTI DEL PROVVEDIMENTO Con delibera del Consiglio dei Ministri del 14 febbraio 2014 è stato dichiarato lo stato di emergenza per centottanta giorni in conseguenza degli eccezionali eventi alluvionali verificatisi nel periodo dal 1 gennaio all 11 febbraio 2014 nel territorio della Regione Toscana. In attuazione della delibera, la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Protezione Civile ha emanato l'ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile (OCDPC) n. 157, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 11 marzo Supplemento Ordinario n. 58, contenente disposizioni d'interesse per l'industria bancaria. In ragione del grave disagio socio economico e sociale ai sensi e per gli effetti di cui all' art.1218 del codice civile, l'articolo 11 di tale Ordinanza prevede per i soggetti residenti o aventi sede legale e/o operativa nei Comuni interessati dall evento meglio specificati negli elenchi allegati, che siano titolari di mutui relativi ad edifici distrutti o inagibili anche parzialmente posti negli stessi Comuni, o titolari di mutui relativi alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolta nei medesimi edifici, il diritto di richiedere alle banche la sospensione per sei mesi delle rate di mutui, optando tra la sospensione dell'intera rata e quella della sola quota capitale. 2) EFFETTI DELLA SOSPENSIONE DELLE RATE DEI MUTUI A PRIVATI E AZIENDE La sospensione dal pagamento delle rate dei mutui dovrà essere richiesta entro il 30/04/2014. Sarà possibile richiedere la sospensione per 6 (sei) mesi dell addebito: dell intera rata ovvero della sola quota capitale di cui all operazione/i di finanziamento a medio lungo termine in essere con la nostra Banca. A seguito della sospensione con entrambe le opzioni il piano di ammortamento si allungherà per un periodo pari a quello della sospensione e le garanzie costituite in favore della Banca per l adempimento delle obbligazioni poste a carico del mutuatario mantengono la loro validità ed efficacia. Qualora si scelga l opzione 2), gli interessi maturati e dovuti per il periodo di sospensione verranno corrisposti alle scadenze originarie e calcolati secondo gli stessi parametri contrattuali sul capitale residuo così come rilevato alla data della sospensione. La sospensione non comporta: l applicazione di commissioni o spese di istruttoria; la modifica dei tassi/spread applicati al mutuo; la richiesta di garanzie aggiuntive. Durante il periodo della sospensione restano ferme e valide le clausole contrattuali (ad esempio, di risoluzione) previste nel contratto di mutuo. 3) MODALITÀ DI RICHIESTA DELLA SOSPENSIONE E DOCUMENTAZIONE ATTESTANTE IL DANNO La sospensione dei pagamenti delle rate sarà effettuata su richiesta scritta corredata da idonea autocertificazione (resa ai sensi del D.P.R. 28/12/2000 n. 445) attestante il danno subito ai sensi dell Ordinanza ricordata. IL PERSONALE DELLA BANCA RESTA A DISPOSIZIONE PER ULTERIORI INFORMAZIONI Allegato: elenco dei Comuni interessati

2 PROVINCIA DI LUCCA Bagni di Lucca Barga Borgo a Mozzano Camaiore Camporgiano Capannori Careggine Castelnuovo G. Castiglione G. Coreglia Antelminelli Fabbriche di Vergemoli Forte dei Marmi Fosciandora Gallicano Giuncugnano Lucca Massarosa Minucciano Molazzana Montecarlo Pescaglia Piazza al Serchio Pietrasanta Pieve Fosciana Porcari San Romano in G Seravezza Sillano Stazzema Vagli di Sotto Viareggio Villa Basilica Villa Collemandina PROVINCIA DI MASSA CARRARA Aulla Bagnone Carrara Casola in Lunigiana Comano Filattiera Fivizzano Fosdinovo Licciana Nardi Massa Montignoso Mulazzo Podenzana Pontremoli Tresana Villafranca in Lunigiana Zeri PROVINCIA DI PISA ELENCO COMUNI COLPITI EVENTI GENNAIO 2014

3 Pisa Pomarance San Giuliano Terme Vecchiano PROVINCIA DI PISTOIA Agliana Chiesina Uzzanese Cutigliano Lamporecchio Larciano Montale Pescia Piteglio Pistoia Ponte Buggianese Quarrata Sambuca Pistoiese Uzzano PROVINCIA DI PRATO Cantagallo Carmignano Montemurlo Poggio a Caiano Prato Vaiano Vernio ELENCO COMUNI COLPITI EVENTI FEBBRAIO 2014 PROVINCIA DI AREZZO Bibbiena Capolona Chiusi della Verna Cortona Foiano della Chiana Montevarchi Ortignano Raggiolo Poppi Pratovecchio - Stia San Giovanni Valdarno Subbiano Talla PROVINCIA DI FIRENZE Borgo San Lorenzo Capraia e Limite Castelfiorentino Cerreto Guidi Certaldo Empoli Fucecchio Gambassi Terme Montaione Montelupo Fiorentino Montespertoli

4 Palazzuolo sul Senio Reggello Scarperia e San Piero Vinci PROVINCIA DI GROSSETO Arcidosso Capalbio Castel del Piano Castelazzara Castiglione della Pescaia Cinigiano Civitella Paganico Follonica Gavorrano Grosseto Massa Marittima Roccalbegna Santa Fiora Scansano Scarlino Seggiano Semproniano PROVINCIA DI LIVORNO Bibbona Campiglia Marittima Cecina Collesalvetti Piombino Rosignano Marittimo PROVINCIA DI LUCCA Bagni di Lucca Barga Borgo a Mozzano Capannori Castelnuovo Garfagnana Castiglione Garfagnana Coreglia Antelminelli Fosciandora Lucca Massarosa Molazzana Piazza al Serchio Pieve a Fosciana Porcari San Romano in Garfagnana Seravezza Stazzema Villa Collemandina PROVINCIA DI MASSA CARRARA Aulla Bagnone Carrara Casola in Lunigiana Comano

5 Filattiera Fivizzano Fosdinovo Licciana Nardi Massa Montignoso Mulazzo Podenzana Pontremoli Tresana Villafranca in Lunigiana Zeri PROVINCIA DI PISA Buti Bientina Calci Casciana Terme Lari Castelnuovo Val di Cecina Fauglia Monteverdi Marittimo Montecatini Val di Cecina Montescudaio Montopoli in Valdarno Palaia Peccioli Pisa Pomarance Ponsacco Pontedera Riparbella San Giuliano Terme San Miniato Vicopisano Volterra PROVINCIA DI PISTOIA Abetone Agliana Cutigliano Montale Pistoia Piteglio Quarrata San Marcello Pistoiese PROVINCIA DI PRATO Cantagallo Carmignano Montemurlo Poggio a Caiano Prato Vaiano Vernio PROVINCIA DI SIENA Abbadia San Salvatore Asciano

6 Buonconvento Castelnuovo Berardenga Castiglione d Orcia Cetona Monteroni d Arbia Piancastagnaio San Casciano dei Bagni San Gimignano Sinalunga

Province di Firenze, Arezzo, Lucca, Massa Carrara, Pistoia e Prato

Province di Firenze, Arezzo, Lucca, Massa Carrara, Pistoia e Prato Giugno 2015 Informiamo che in seguito alle eccezionali avversità atmosferiche verificatesi nelle Province di Firenze, Arezzo, Lucca, Massa Carrara, Pistoia e Prato il giorno 5 marzo 2015, la Presidenza

Dettagli

Eventi Alluvionali Verificatisi Nella Regione Toscana Il 20, 21 E 24 Ottobre 2013.

Eventi Alluvionali Verificatisi Nella Regione Toscana Il 20, 21 E 24 Ottobre 2013. Eventi Alluvionali Verificatisi Nella Regione Toscana Il 20, 21 E 24 Ottobre 2013. In attuazione della delibera del Consiglio dei Ministri del 15 novembre 2013 che ha dichiarato lo stato di emergenza per

Dettagli

EVENTI ALLUVIONALI VERIFICATISI NELLA REGIONE TOSCANA IL 20, 21 E 24 OTTOBRE 2013.

EVENTI ALLUVIONALI VERIFICATISI NELLA REGIONE TOSCANA IL 20, 21 E 24 OTTOBRE 2013. EVENTI ALLUVIONALI VERIFICATISI NELLA REGIONE TOSCANA IL 20, 21 E 24 OTTOBRE 2013. In attuazione della delibera del Consiglio dei Ministri del 15 novembre 2013 che ha dichiarato lo stato di emergenza per

Dettagli

Elenco dei comuni appartenenti alla conferenza territoriale n. 1, denominata "Toscana Nord"

Elenco dei comuni appartenenti alla conferenza territoriale n. 1, denominata Toscana Nord Elenco dei comuni appartenenti alla conferenza territoriale n. 1, denominata "Toscana Nord" Abetone Aulla Bagni Di Bagnone Barga Borgo A Mozzano Camaiore Camporgiano Careggine Carrara Casola In Lunigiana

Dettagli

( # ) &(( * +, $ )' -! " # $. ( # / 0 &'$ (( * + 1 $2 0 0($. 0$3 0 ( (( 4 0!" # "$% &$ & ' # %#" " '' "5 5 ( $$6$3 ( $11$ " 4 0 $.

( # ) &(( * +, $ )' -!  # $. ( # / 0 &'$ (( * + 1 $2 0 0($. 0$3 0 ( (( 4 0! # $% &$ & ' # %#  '' 5 5 ( $$6$3 ( $11$  4 0 $. ! " # %&' ( # ) &(( * +, )' -! " #. ( # / 0 &' (( * + 1 2 0 0(. 03 0 ( (( 4 0!" # "% & & ' # %#" " '' ()*)))* "5 5 ( 63 ( 11 " 4 0. 7 4 7 ( + ' ",,*))) " 8 5 (( #. # 6 " - "5 9 " 4 9 " " - ":7 8 + " 5

Dettagli

EMERGENZA ECCEZIONALI AVVERSITA ATMOSFERICHE TOSCANA VENTO FORTE NEL GIORNO 5 MARZO 2015

EMERGENZA ECCEZIONALI AVVERSITA ATMOSFERICHE TOSCANA VENTO FORTE NEL GIORNO 5 MARZO 2015 EMERGENZA ECCEZIONALI AVVERSITA ATMOSFERICHE TOSCANA VENTO FORTE NEL GIORNO 5 MARZO 2015 In attuazione della delibera del Consiglio dei Ministri del 29 aprile 2015 che ha dichiarato lo stato di emergenza

Dettagli

AGGIORNAMENTO DELLA CLASSIFICAZIONE SISMICA DEL TERRITORIO DELLA REGIONE TOSCANA 2014

AGGIORNAMENTO DELLA CLASSIFICAZIONE SISMICA DEL TERRITORIO DELLA REGIONE TOSCANA 2014 AGGIORNAMENTO DELLA CLASSIFICAZIONE SISMICA DEL TERRITORIO DELLA REGIONE TOSCANA 2014 ELENCO DEI COMUNI TOSCANI CON INDICAZIONE DELLA ZONA SISMICA DI APPARTENENZA (in grassetto i nuovi comuni istituiti

Dettagli

ELENCO CLASSIFICAZIONE SISMICA DEL GRT 431/06

ELENCO CLASSIFICAZIONE SISMICA DEL GRT 431/06 AREZZO Stia 2 Pratovecchio 2 Poppi 2 Bibbiena 2 Chiusi della Verna 2 Castel San Niccolo' 2 Montemignaio 2 Sestino 2 Pieve Santo Stefano 2 Badia Tedalda 2 Ortignano Raggiolo 2 Caprese Michelangelo 2 Chitignano

Dettagli

STORIA DELLA CLASSIFICAZIONE SISMICA DELLA REGIONE TOSCANA

STORIA DELLA CLASSIFICAZIONE SISMICA DELLA REGIONE TOSCANA STORIA DELLA CLASSIFICAZIONE SISMICA DELLA REGIONE TOSCANA PROVINCIA DI AREZZO 1927 1937 1962 1982 2003 2006 ANGHIARI classificato in zona 2 declassificato non classificato riclassificato in zona 2 zona

Dettagli

SOCIETÀ DELLA SALUTE l evoluzione dei servizi territoriali in Toscana

SOCIETÀ DELLA SALUTE l evoluzione dei servizi territoriali in Toscana SOCIETÀ DELLA SALUTE l evoluzione dei servizi territoriali in Toscana Mettere insieme soggetti e competenze per avvicinare i servizi alle persone. Realizzazione e stampa Centro stampa Giunta Regione Toscana

Dettagli

REGOLAMENTO 58R DEL 22 OTTBRE 2012 ED AGGIORNAMENTO DELLA CLASSIFICAZIONE SISMICA, DEL. GRT N 878 DEL 08 OTTOBRE 2012

REGOLAMENTO 58R DEL 22 OTTBRE 2012 ED AGGIORNAMENTO DELLA CLASSIFICAZIONE SISMICA, DEL. GRT N 878 DEL 08 OTTOBRE 2012 GENIO CIVILE DI AREA VASTA FIRENZE, PRATO, PISTOIA ED AREZZO. COORDINAMENTO REGIONALE PREVENZIONE SISMICA. REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE DELLE POLITICHE TERRITORIALI ED AMBIENTALI E PER LA MOBILITA

Dettagli

OGGETTO: Pubblico incanto per la fornitura di Gas Metano per l Anno Termico 2013-14 alla Società

OGGETTO: Pubblico incanto per la fornitura di Gas Metano per l Anno Termico 2013-14 alla Società Firenze, 18 settembre 2013 OGGETTO: Pubblico incanto per la fornitura di Gas Metano per l Anno Termico alla Società Consortile Energia Toscana. Esito gara. Il giorno 14 Agosto 2013, si è formalmente chiusa

Dettagli

Ristrutturazione Vigneti

Ristrutturazione Vigneti Ristrutturazione Vigneti newsletter Agenzia regionale toscana per le erogazioni in agricoltura n. 5 - novembre 2004 OCM Vitivinicolo Regolamento CE n. 1493/1999 Riepilogo per provincia. (dati campagna

Dettagli

5.12.2012 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 49 DELIBERAZIONE 26 novembre 2012, n. 1019

5.12.2012 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 49 DELIBERAZIONE 26 novembre 2012, n. 1019 5.12.2012 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 49 DELIBERAZIONE 26 novembre 2012, n. 1019 Indagine regionale sul gas radon negli ambienti di vita e di lavoro. Individuazione delle aree ad

Dettagli

Zonizzazione del territorio. Per l'individuazione delle zone e degli agglomerati si è fatto riferimento ai confini amministrativi a livello comunale.

Zonizzazione del territorio. Per l'individuazione delle zone e degli agglomerati si è fatto riferimento ai confini amministrativi a livello comunale. Allegato 1 Zonizzazione del territorio Il territorio regionale è stata suddiviso in zone e agglomerati secondo l art. 3 del D.Lgs. 155/2010 nel rispetto dei criteri di cui all appendice I dello stesso

Dettagli

1) OBIETTIVI 2) RISORSE E ZONE DI SPERIMENTAZIONE

1) OBIETTIVI 2) RISORSE E ZONE DI SPERIMENTAZIONE ALLEGATO A) Bando per l erogazione di prestiti sociali d onore 1) OBIETTIVI La Deliberazione del C.R. n. 108 del 27.07.04, prevede la riserva di un Fondo per l erogazione di prestiti sociali d onore a

Dettagli

Zone carenti per l assistenza primaria e la continuità assistenziale presso le Aziende Usl della regione Toscana -I semestre 2014.

Zone carenti per l assistenza primaria e la continuità assistenziale presso le Aziende Usl della regione Toscana -I semestre 2014. 240 4.6.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 22 REGIONE TOSCANA Direzione Generale Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale Zone carenti per l assistenza primaria e la continuità assistenziale

Dettagli

1) OBIETTIVI 2) RISORSE E ZONE DI SPERIMENTAZIONE

1) OBIETTIVI 2) RISORSE E ZONE DI SPERIMENTAZIONE ALLEGATO A) Bando per l erogazione di prestiti sociali d onore 1) OBIETTIVI La Deliberazione del C.R. n. 108 del 27.07.04, prevede la riserva di un Fondo per l erogazione di prestiti sociali d onore a

Dettagli

9.12.2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 49 DELIBERAZIONE 24 novembre 2015, n. 1131

9.12.2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 49 DELIBERAZIONE 24 novembre 2015, n. 1131 9.12.2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 49 DELIBERAZIONE 24 novembre 2015, n. 1131 Approvazione Indirizzi per la costituzione del catalogo regionale dell offerta formativa pubblica

Dettagli

ANBI - Associazione Nazionale, Bonifiche, Irrigazioni e Miglioramenti Fondiari

ANBI - Associazione Nazionale, Bonifiche, Irrigazioni e Miglioramenti Fondiari Elenco Destinatari LIVELLO REGIONALE REGIONE TOSCANA Direzione Generale Presidenza Direzione Generale Politiche Ambientali, Energia e Cambiamenti Climatici Direzione Generale Governo del Territorio Settore

Dettagli

BERARDENGA MONTERIGGIONI

BERARDENGA MONTERIGGIONI ! Comune Reddito Imponibile Procapite LAJATICO 29.739 FORTE DEI MARMI 25.756 FIESOLE 25.458 SIENA 24.393 BAGNO A RIPOLI 23.951 FIRENZE 23.624 PISA 23.458 VAGLIA 23.080 IMPRUNETA 22.813 CASTELNUOVO BERARDENGA

Dettagli

La formazione del Piano di Gestione delle acque. Elenco dei portatori d'interesse (stakeholders)

La formazione del Piano di Gestione delle acque. Elenco dei portatori d'interesse (stakeholders) La formazione del Piano di Gestione delle acque Elenco dei portatori d'interesse (stakeholders) Enti pubblici MINISTERO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE Direzione generale per la

Dettagli

Provincia Località Zona climatica Altitudine

Provincia Località Zona climatica Altitudine Premi ctrl+f per cercare il tuo comune AREZZO ANGHIARI E 429 AREZZO E 296 BADIA TEDALDA E 700 BIBBIENA E 425 BUCINE D 207 CAPOLONA E 263 CAPRESE MICHELANGELO E 653 CASTEL FOCOGNANO E 310 CASTEL SAN NICCOLÌ

Dettagli

Gruppo Arezzo 5 ANDATA RITORNO. Stazione di Partenza: Treno speciale n 31380. Partenza ore: 11,35 Arrivo a Viareggio: 15,29. Treno speciale n 31391

Gruppo Arezzo 5 ANDATA RITORNO. Stazione di Partenza: Treno speciale n 31380. Partenza ore: 11,35 Arrivo a Viareggio: 15,29. Treno speciale n 31391 Gruppo Arezzo 5 AREZZO Treno speciale n 31380 Partenza ore: 11,35 Arrivo a Viareggio: 15,29 Treno speciale n 31391 Partenza ore: 16,30 Arrivo a Arezzo: 20,05 Gruppo Arezzo 8 AREZZO Treno speciale n 31380

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.5.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 13. il seguente Regolamento: Capo I Oggetto

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.5.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 13. il seguente Regolamento: Capo I Oggetto SEZIONE I 12.5.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 13 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI il seguente Regolamento: Capo I Oggetto 3 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 8 maggio 2006,

Dettagli

La governance territoriale in Toscana. Dai Circondari regionali alle Unioni di Comuni. Il caso dell Empolese-Valdelsa

La governance territoriale in Toscana. Dai Circondari regionali alle Unioni di Comuni. Il caso dell Empolese-Valdelsa XXVII Convegno SISP Firenze, 12-14 settembre 2013 Comunicazione di Carlo Baccetti (Università di Firenze) La governance territoriale in Toscana. Dai Circondari regionali alle Unioni di Comuni. Il caso

Dettagli

informagiovani: facciamo il PUnTo in ToSCana

informagiovani: facciamo il PUnTo in ToSCana informagiovani: FACCIAMO IL PUNTO IN TOSCANA La pubblicazione è stata realizzata nel mese di gennaio 2012 dalla struttura di Anci Toscana INDICE INFORMAGIOVANI IN TOSCANA p. 5 Dati generali p. 6 dati SUL

Dettagli

COMUNE DI CECINA. Portafoglio Societa Partecipate

COMUNE DI CECINA. Portafoglio Societa Partecipate Comune di Cecina Provincia di Livorno COMUNE DI CECINA Portafoglio Societa Partecipate 2011 90 80 70 60 50 40 30 20 10 0 1 Trim. 2 Trim. 3 Trim. 4 Trim. Comune di Cecina Piazza Carducci n. 28 57023 Cecina

Dettagli

I numeri del fotovoltaico in provincia di Pistoia

I numeri del fotovoltaico in provincia di Pistoia Premessa: I numeri del fotovoltaico in provincia di Pistoia Le schede seguenti si basano sui dati ufficiali forniti dal Gestore Servizi Elettrici alla data del 08/04/2011: questi dati sono da considerarsi

Dettagli

Le associazioni di volontariato in provincia di Lucca

Le associazioni di volontariato in provincia di Lucca PROVINCIA DI LUCCA SERVIZIO POLITICHE GIOVANILI, SOCIALI E SPORTIVE Le associazioni di volontariato in provincia di Lucca Primi risultati della rilevazione online Alcune statistiche Sezione Volontariato

Dettagli

Realizzazione di nuove reti in fibra ottica per la connettività in Banda Larga Stato Avanzamento Lavori al 27/01/2015. Pagina 1

Realizzazione di nuove reti in fibra ottica per la connettività in Banda Larga Stato Avanzamento Lavori al 27/01/2015. Pagina 1 Realizzazione di nuove reti in fibra ottica per la connettività in Banda Larga Stato Avanzamento Lavori al 27/01/2015 n. Provincia Comune Località Stato lavori Fibra Ottica 1 Arezzo Cavriglia CAVRIGLIA

Dettagli

Bilancio di coerenza 2014

Bilancio di coerenza 2014 Bilancio di coerenza 2014 Chi siamo Consiglio di amministrazione La Banca di Credito Cooperativo di Vignole e della Montagna Pistoiese è una tra le più antiche bcc toscane e italiane. Fondata nel 1904

Dettagli

Realizzazione di nuove reti in fibra ottica per la connettività in Banda Larga Modello A Stato Avanzamento Lavori al 23 giugno 2016.

Realizzazione di nuove reti in fibra ottica per la connettività in Banda Larga Modello A Stato Avanzamento Lavori al 23 giugno 2016. Realizzazione di nuove reti in fibra ottica per la connettività in Banda Larga Modello A Stato Avanzamento Lavori al 23 giugno 2016 n. Provincia Comune Località 1 Arezzo Cavriglia Cavriglia 2 Arezzo Pian

Dettagli

La situazione dei Comuni toscani e le attività di ARPAT

La situazione dei Comuni toscani e le attività di ARPAT ARPAT Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana Direzione Generale Via Porpora, 22 55100 FIRENZE I Piani Comunali di Classificazione Acustica: La situazione dei Comuni toscani e le attività

Dettagli

GENIO CIVILE TOSCANA NORD ELENCO COMUNI

GENIO CIVILE TOSCANA NORD ELENCO COMUNI GENIO CIVILE TOSCANA NORD ALLEGATO C ABETONE - CUTIGLIANO AULLA BAGNI DI BAGNONE BARGA BORGO A MOZZANO CAMAIORE CAMPORGIANO CAREGGINE CARRARA CASOLA IN LUNIGIANA CASTELNUOVO DI GARFAGNANA CASTIGLIONE DI

Dettagli

PIANO STRAORDINARIO ATO TOSCANA COSTA ALLEGATO A. Approvato con Delibera d Assemblea n. 11 del 06.07.2015 AUTORITA D AMBITO

PIANO STRAORDINARIO ATO TOSCANA COSTA ALLEGATO A. Approvato con Delibera d Assemblea n. 11 del 06.07.2015 AUTORITA D AMBITO ALLEGATO A Approvato con Delibera d Assemblea n. 11 del 06.07.2015 AUTORITA D AMBITO PER LA GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI URBANI ATO TOSCANA COSTA PIANO STRAORDINARIO CONTENUTI DELLA REVISIONE DEL PIANO

Dettagli

1.1 Profilo della società

1.1 Profilo della società 1.1 Profilo della società Toscana Energia è il 1 operatore nel settore della distribuzione di gas naturale in Toscana e tra i principali in Italia. Svolge, inoltre, attività nel settore della illuminazione

Dettagli

COMUNE DI MONTESCUDAIO Montescudaio PI 2 53 429.868,00 300.907,00 1 CENTRO CRISTIANO FONTE DI VITA O.N.L.U.S.

COMUNE DI MONTESCUDAIO Montescudaio PI 2 53 429.868,00 300.907,00 1 CENTRO CRISTIANO FONTE DI VITA O.N.L.U.S. Allegato D DOMANDE AMMISSIBILI A FINANZIAMENTO - GRADUATORIA Nr NOTE 1 96 2 76 3 23 4 45 5 8 6 11 SEZIONE MATERNA NO D'INFANZIA A FIORINO PICCOLI SEMI - L'ORTO DELLA PANGEA REALIZZ.. STRUTT. DI SUPPORTO

Dettagli

Organo Nome Cognome Inizio Carica Fine Carica. Approvazione Bilancio 2014 Vice Presidente CDA Bruno Pecchi 13 luglio 2012 3 esercizi

Organo Nome Cognome Inizio Carica Fine Carica. Approvazione Bilancio 2014 Vice Presidente CDA Bruno Pecchi 13 luglio 2012 3 esercizi FIDI Toscana S.p.a. ANAGRAFICA Nome: Codice ATECO: 64.99.6 Forma Giuridica: S.p.a. Tipologia: Attività: Indirizzo: Città: FIDI Toscana S.p.a. Società Partecipate Esercizio del credito, raccolta del risparmio,

Dettagli

800 425 425 S.O.U.P (Sala Operativa Unificata Permanente della Regione Toscana)

800 425 425 S.O.U.P (Sala Operativa Unificata Permanente della Regione Toscana) Se avvisti un incendio di bosco chiama subito uno dei seguenti numeri: 800 425 425 S.O.U.P (Sala Operativa Unificata Permanente della Regione Toscana) 1515 CORPO FORESTALE DELLO STATO 115 CORPO NAZIONALE

Dettagli

LE UOVA DI PASQUA DELL'AIL LE TROVI IN TOSCANA A:

LE UOVA DI PASQUA DELL'AIL LE TROVI IN TOSCANA A: LE UOVA DI PASQUA DELL'AIL LE TROVI IN TOSCANA A: FIRENZE E PROVINCIA: Cooperativa Agricola di Legnaia Piazza Sant'Ambrogio Piazza Strozzi Via del Gignoro Via Roma Piazza Dalmazia Piazza Bartali c/o Esselunga

Dettagli

INDAGINE SULL'USO DEL SOFTWARE FLOSS NEI COMUNI DELLA REGIONE TOSCANA

INDAGINE SULL'USO DEL SOFTWARE FLOSS NEI COMUNI DELLA REGIONE TOSCANA INDAGINE SULL'USO DEL SOFTWARE FLOSS NEI COMUNI DELLA REGIONE TOSCANA Premessa Il Centro Regionale di Competenza per l'open source, T-OSSLab dal dicembre 2010, coordina un attività di indagine ed approfondimento

Dettagli

Ufficio di Presidenza

Ufficio di Presidenza ORGANIGRAMMA Ufficio di Presidenza Andrea BARDUCCI Presidente della Provincia di Firenze Presidente di Legautonomie Toscana presidente@provincia.fi.it Luciano BARTOLINI Sindaco di Bagno a Ripoli Vice Presidente

Dettagli

Economia, finanza e tributi. Emergenza e sicurezza

Economia, finanza e tributi. Emergenza e sicurezza 28/05/2013 INDICE RASSEGNA STAMPA 28/05/2013 Economia, finanza e tributi Corriere Maremma 28/05/2013 p. 12 Ecco "l'aiutino" della Regione ai Comuni 1 Nazione Empoli 28/05/2013 p. 4 Fondi ai Comuni per

Dettagli

ELENCO PROGETTI PER FINANZIAMENTO IMPIANTI SPORTIVI PROVINCIA DI AREZZO ANNO 2014 L.R.72/2000

ELENCO PROGETTI PER FINANZIAMENTO IMPIANTI SPORTIVI PROVINCIA DI AREZZO ANNO 2014 L.R.72/2000 ELENCO PROGETTI PER FINANZIAMENTO IMPIANTI SPORTIVI PROVINCIA DI AREZZO ANNO 2014 L.R.72/2000 N. Comune Progetto 1 San Giovanni Costruzione copertura metallica sulla tribuna spettatori annessa Valdarno

Dettagli

ELENCO DEI VINCOLI RELATIVI A IMMOBILI ED AREE DI NOTEVOLE INTERESSE PUBBLICO DI CUI ALL'ART. 136 DEL CODICE

ELENCO DEI VINCOLI RELATIVI A IMMOBILI ED AREE DI NOTEVOLE INTERESSE PUBBLICO DI CUI ALL'ART. 136 DEL CODICE ELENCO DEI VINCOLI RELATIVI A IMMOBILI ED AREE DI NOTEVOLE INTERESSE PUBBLICO DI CUI ALL'ART. 136 DEL CODICE codice codice regionale ministeriale provincia Comune Denominazione Data DM 9051007 90011 AR

Dettagli

COMUNE di EMPOLI. Servizio Edilizia Privata. Comune di Bagno a Ripoli. comune.bagno-a-ripoli@postacert.toscana.it. Comune di Barberino di Mugello

COMUNE di EMPOLI. Servizio Edilizia Privata. Comune di Bagno a Ripoli. comune.bagno-a-ripoli@postacert.toscana.it. Comune di Barberino di Mugello COMUNE di EMPOLI Servizio Edilizia Privata Empoli, 07/07/2015 A: Comune di Bagno a Ripoli comune.bagno-a-ripoli@postacert.toscana.it Comune di Barberino di Mugello barberino-di-mugello@postacert.toscana.it

Dettagli

2.1.9 La Regione Toscana

2.1.9 La Regione Toscana 2.1.9 La Regione Toscana Nella regione Toscana ben 159 stazioni sono state classificate come impresenziate: 8 sulla linea ena-chiusi 6 sulla linea sciano-monte ntico 1 sulla linea Firenze C.M.-Firenze

Dettagli

CORTE DEI CONTI Sezione regionale di controllo per la Toscana

CORTE DEI CONTI Sezione regionale di controllo per la Toscana CORTE DEI CONTI Sezione regionale di controllo per la Toscana Ricognizione dei rapporti finanziari tra i comuni delle province di Lucca, Massa Carrara e Pistoia e il gestore unico del servizio idrico integrato:

Dettagli

Le politiche della Regione Toscana a favore dei comuni disagiati: il caso della L.R. 39/04

Le politiche della Regione Toscana a favore dei comuni disagiati: il caso della L.R. 39/04 I R P E T Istituto Regionale Programmazione Economica Toscana Le politiche della Regione Toscana a favore dei comuni disagiati: il caso della L.R. 39/04 REGIONE TOSCANA Consiglio Regionale 12008 STUDI

Dettagli

REGIONE TOSCANA. ACCORDO DI PROGRAMMA Ai sensi dell art. 34 del D.Lgs 267/00 e dell art. 3 comma 1 lettera a) della L.R. n. 76/96

REGIONE TOSCANA. ACCORDO DI PROGRAMMA Ai sensi dell art. 34 del D.Lgs 267/00 e dell art. 3 comma 1 lettera a) della L.R. n. 76/96 REGIONE TOSCANA ACCORDO DI PROGRAMMA Ai sensi dell art. 34 del D.Lgs 267/00 e dell art. 3 comma 1 lettera a) della L.R. n. 76/96 Accordo di programma per la realizzazione di progetti nel settore sociale

Dettagli

INTEGRAZIONE DEL PIANO DI INDIRIZZO TERRITORIALE CON VALENZA DI PIANO PAESAGGISTICO

INTEGRAZIONE DEL PIANO DI INDIRIZZO TERRITORIALE CON VALENZA DI PIANO PAESAGGISTICO INTEGRAZIONE DEL PIANO DI INDIRIZZO TERRITORIALE CON VALENZA DI PIANO PAESAGGISTICO per la parte relativa alla disciplina degli immobili e delle aree di notevole interesse pubblico (Art. 136 del D. Lgs.

Dettagli

FIDI TOSCANA S.P.A. Sede

FIDI TOSCANA S.P.A. Sede FIDI TOSCANA S.P.A. Sede Viale Giuseppe Mazzini, 46 50132 Firenze tel. 055.23841 fax 055.212805 Indirizzo e-mail Indirizzo P.E.C. Indirizzo Internet Codice fiscale e P.I. 01062640485 Numero REA FI - 253507

Dettagli

IMPOSTA DI SOGGIORNO: LO STATO DELL ARTE IN TOSCANA

IMPOSTA DI SOGGIORNO: LO STATO DELL ARTE IN TOSCANA IMPOSTA DI SOGGIORNO: LO STATO DELL ARTE IN TOSCANA Giugno 2012 Gruppo di lavoro: Emilio Becheri (Coordinatore) Ilaria Nuccio Alessandro Pesci Giuseppe Ferraina Mercury S.r.l. Turistica ANCI Toscana Via

Dettagli

Associazioni: Istituti di credito:

Associazioni: Istituti di credito: Fidi Toscana S.p.A Sito Web: www.fiditoscana.it INFORMAZIONI GENERALI Sede Sociale: Viale G. Mazzini, n. 46 50132 Firenze Tel. 055 23841 FAX 055 212805 C.F. e P.IVA 01062640485 Oggetto societario: Attività

Dettagli

CM Amiata Grossetano Casa di riposo e centro diurno G. Valeri 410.000,00 120.000,00 120.000,00 Amiata Grossetano

CM Amiata Grossetano Casa di riposo e centro diurno G. Valeri 410.000,00 120.000,00 120.000,00 Amiata Grossetano ZONA / SDS Alta Val d'elsa Poggibonsi INVESTIRE NEI GIOVANI - interventi p.zza XVIII luglio 100.000,00 35.000,00 35.000,00 Alta Val d'elsa Poggibonsi SPAZI ABILI 2- centro diurno Via Piave 80.000,00 40.000,00

Dettagli

Comitato Nazionale Aree Interne

Comitato Nazionale Aree Interne Comitato Nazionale Aree Interne Rapporto di Istruttoria per la Selezione delle Aree Interne Regione TOSCANA REGIONE Toscana RAPPORTO DI ISTRUTTORIA PER LA SELEZIONE DELLE AREE CANDIDABILI E DELL AREA PROTOTIPO

Dettagli

FIDI TOSCANA S.P.A. Sede. Piazza della Repubblica, 6 50123 Firenze tel. 055.23841 fax 055.212805 e-mail mail@fiditoscana.it www.fiditoscana.

FIDI TOSCANA S.P.A. Sede. Piazza della Repubblica, 6 50123 Firenze tel. 055.23841 fax 055.212805 e-mail mail@fiditoscana.it www.fiditoscana. FIDI TOSCANA S.P.A. Sede Piazza della Repubblica, 6 50123 Firenze tel. 055.23841 fax 055.212805 e-mail mail@fiditoscana.it www.fiditoscana.it Codice fiscale 01062640485 Numero REA 253507 Data di costituzione:

Dettagli

Toscana. Sostenibile & Competitiva. Piattaforma Turismo

Toscana. Sostenibile & Competitiva. Piattaforma Turismo Toscana Sostenibile & Competitiva Piattaforma Turismo Una Piattaforma informatica come strumento per la costruzione della Rete Toscana delle Destinazioni turistiche di Eccellenza E una piattaforma informativa

Dettagli

Regione Toscana. D.P.G.R. 3 ottobre 2008, n. 145 (1) Accordo di programma investimenti nel settore sociale PISR 2007/2010 - Attuazione 2007/2008.

Regione Toscana. D.P.G.R. 3 ottobre 2008, n. 145 (1) Accordo di programma investimenti nel settore sociale PISR 2007/2010 - Attuazione 2007/2008. Regione Toscana. D.P.G.R. 3 ottobre 2008, n. 145 (1) Accordo di programma investimenti nel settore sociale PISR 2007/2010 - Attuazione 2007/2008. Il Presidente della Giunta regionale Visto il D.Lgs. 18

Dettagli

Provincia Comune Punto vendita Arezzo Arezzo CONAD, via Chiarini - AREZZO Arezzo Arezzo CONAD, Piazza Giotto - AREZZO Arezzo Arezzo CONAD, via

Provincia Comune Punto vendita Arezzo Arezzo CONAD, via Chiarini - AREZZO Arezzo Arezzo CONAD, Piazza Giotto - AREZZO Arezzo Arezzo CONAD, via Provincia Comune Punto vendita Arezzo Arezzo CONAD, via Chiarini - AREZZO Arezzo Arezzo CONAD, Piazza Giotto - AREZZO Arezzo Arezzo CONAD, via Setteponti 2 - AREZZO Arezzo Arezzo Esselunga Via L. da Vinci

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI POSTALIZZAZIONE CON RIFERIMENTO AGLI UTENTI DI GAIA SPA

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI POSTALIZZAZIONE CON RIFERIMENTO AGLI UTENTI DI GAIA SPA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI POSTALIZZAZIONE CON RIFERIMENTO AGLI UTENTI DI GAIA SPA Art.1 -Oggetto dell appalto L appalto ha ad oggetto il servizio di postalizzazione così articolato:

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 27-08-2012 (punto N 22 ) Delibera N 767 del 27-08-2012 Proponente GIANNI SALVADORI DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE

Dettagli

ELENCO PROGETTI NUMERO POSTI DISPONIBILI PER COMUNE SITO INTERNET

ELENCO PROGETTI NUMERO POSTI DISPONIBILI PER COMUNE SITO INTERNET ELENCO PROGETTI ALLEGATO A) CODICE N GIOVANI ENTE TITOLO PROGETTO REGIONALE ASSEGNATI NUMERO POSTI DISPONIBILI PER COMUNE SITO INTERNET L'ARCHIVIO DI UN ENTE PUBBLICO CULTURALE 1 RT3C00001 ACCADEMIA DELLA

Dettagli

Convenzione fra la Regione Toscana ed il Coordinamento Volontariato. Toscano AIB per le attività inerenti la prevenzione e la lotta attiva degli

Convenzione fra la Regione Toscana ed il Coordinamento Volontariato. Toscano AIB per le attività inerenti la prevenzione e la lotta attiva degli Convenzione fra la Regione Toscana ed il Coordinamento Volontariato Toscano AIB per le attività inerenti la prevenzione e la lotta attiva degli incendi boschivi. L anno duemilanove, il giorno del mese

Dettagli

Rapporto sul livello di frequentazione del servizio di trasporto pubblico locale regionale Anno 2011

Rapporto sul livello di frequentazione del servizio di trasporto pubblico locale regionale Anno 2011 Rapporto sul livello di frequentazione del servizio di trasporto pubblico locale regionale Anno 2011 Il presente rapporto analizza il fenomeno dell'utilizzo dei mezzi del trasporto pubblico da parte dei

Dettagli

ELENCO UFFICI POSTALI CON RITIRO APPARATO TELEPASS IMMEDIATO

ELENCO UFFICI POSTALI CON RITIRO APPARATO TELEPASS IMMEDIATO AR AMBRA AMBRA VIA GIOVANNI DA VERRAZZANO, 3/5 52020 055-9917136 AR ANGHIARI ANGHIARI CORSO GIACOMO MATTEOTTI, 105 52031 0575-787731 AR AREZZO AREZZO CENTRO VIA GUIDO MONACO, 34 52100 0575-332504 AR AREZZO

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LUCCA REGOLAMENTO SERVIZIO DI VIGILANZA AMBIENTALE SVOLTO DA GUARDIE VOLONTARIE

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LUCCA REGOLAMENTO SERVIZIO DI VIGILANZA AMBIENTALE SVOLTO DA GUARDIE VOLONTARIE AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LUCCA REGOLAMENTO SERVIZIO DI VIGILANZA AMBIENTALE SVOLTO DA GUARDIE VOLONTARIE Delibera Consiglio Provinciale n. 3 del 25 gennaio 2006 Articolo 1 - Premessa Il presente

Dettagli

La sospensione non comporta l applicazione di alcuna commissione o spesa istruttoria.

La sospensione non comporta l applicazione di alcuna commissione o spesa istruttoria. Via Caldera, 21 20153 Mil ano Tel. 02 48 25.1 Fax 02 48 25.36 37 Informativa alla clientela per la sospensione delle rate dei mutui* in conseguenza alle eccezionali avversità atmosferiche verificatesi

Dettagli

Gli indicatori analizzati

Gli indicatori analizzati Gli indicatori analizzati - Sorgenti di inquinamento (P) - Livelli di inquinamento elettromagnetico rilevati (S/R) - Popolazione potenzialmente esposta a inquinamento elettromagnetico (S) 1 SORGENTI DI

Dettagli

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2014

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2014 REGIONE AGRARIA N : 1 REGIONE AGRARIA N : 2 N. 1 N. 2 Comuni di: CASCIANA TERME, CAPANNOLI, CRESPINA, FAUGLIA, LARI, LORENZANA, MONTOPOLI IN VAL D`ARNO, PALAIA, PECCIOLI, SAN MINIATO, TERRICCIOLA, CASCIANA

Dettagli

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2013

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2013 REGIONE AGRARIA N : 1 REGIONE AGRARIA N : 2 N. 1 N. 2 Comuni di: CASCIANA TERME, CAPANNOLI, CRESPINA, FAUGLIA, LARI, LORENZANA, MONTOPOLI IN VAL D`ARNO, PALAIA, PECCIOLI, SAN MINIATO, TERRICCIOLA Comuni

Dettagli

RIFIUTI URBANI INFOGRAFICHE SU DATI REGIONE TOSCANA

RIFIUTI URBANI INFOGRAFICHE SU DATI REGIONE TOSCANA RIFIUTI URBANI INFOGRAFICHE SU DATI REGIONE TOSCANA Dati diffusi dall Agenzia Regionale Recupero Risorse il 14/1/213 - www.arrr.it RIFIUTI URBANI: PRODUZIONE ANNUA IN TONNELLATE Andamento della produzione

Dettagli

CORTE DEI CONTI Sezione regionale di controllo per la Toscana RELAZIONE SULLA FINANZA LOCALE IN TOSCANA

CORTE DEI CONTI Sezione regionale di controllo per la Toscana RELAZIONE SULLA FINANZA LOCALE IN TOSCANA CORTE DEI CONTI Sezione regionale di controllo per la Toscana RELAZIONE SULLA FINANZA LOCALE IN TOSCANA Dicembre 2014 CORTE DEI CONTI Sezione regionale di controllo per la Toscana Relazione sulla finanza

Dettagli

Rispondere al bisogno di professionalità e alta specializzazione del management pubblico

Rispondere al bisogno di professionalità e alta specializzazione del management pubblico Rispondere al bisogno di professionalità e alta specializzazione del management pubblico Agenzia Formativa accreditata dalla Regione Toscana (codice accreditamento PI0747) LE PAROLE CHIAVE ASCOLTO E la

Dettagli

CAPRESE MICHELANGELO CAPRESE MICHELANGELO VIA CAPOLUOGO, 10 MICHELANGELO AREZZO CASTEL FOCOGNANO RASSINA RASSINA VIA FIRENZE, 1 AREZZO CASTEL SAN

CAPRESE MICHELANGELO CAPRESE MICHELANGELO VIA CAPOLUOGO, 10 MICHELANGELO AREZZO CASTEL FOCOGNANO RASSINA RASSINA VIA FIRENZE, 1 AREZZO CASTEL SAN Regione Toscana - Uffici postali abilitati Invio delle istanze di nulla osta per l'assunzione di lavoratori stranieri relativamente al lavoro subordinato, domestico, stagionale Provincia Comune Località

Dettagli

Le cooperative sociali in provincia di Lucca

Le cooperative sociali in provincia di Lucca PROVINCIA DI LUCCA SERVIZIO POLITICHE GIOVANILI, SOCIALI E SPORTIVE Le cooperative sociali in provincia di Risultati della rilevazione online 20 Alcune statistiche 202 Le Le cooperative sociali in provincia

Dettagli

Amministrazione comunale RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA

Amministrazione comunale RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA Amministrazione comunale RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2015 2016 2017 SEZIONE 1 CARATTERISTICHE GENERALI DELLA POPOLAZIONE, DEL TERRITORIO, DELL ECONOMIA INSEDIATA E DEI SERVIZI DELL ENTE 1.1

Dettagli

Per saperne di più (allegato A)

Per saperne di più (allegato A) Per saperne di più (allegato A) La sede Inail competente per territorio ad erogare tutte le prestazioni è quella dove è residente la persona che ha subito l infortunio sul lavoro o dove sono residenti

Dettagli

Allegato A) Associazione Sede (luogo) Via Numero Prov

Allegato A) Associazione Sede (luogo) Via Numero Prov Allegato A) Associazione Sede (luogo) Via Numero Prov ARCICONFRATERNITA MISERICORDIA Arezzo Garibaldi 143 AR ARCICONFRATERNITA MISERICORDIA Figline Valdarno Fabbrini 3 FI ARCICONFRATERNITA MISERICORDIA

Dettagli

Rapporti dormienti per filiale al 31 Dicembre 2016

Rapporti dormienti per filiale al 31 Dicembre 2016 Rapporti dormienti per filiale al 31 Dicembre 2016 N.Filiale Denominazione Filiale N.Rapporto Tipo Rapporto 1 Arezzo Agenzia 1 1400028 Deposito Titoli 1 Arezzo Agenzia 1 4003157 Deposito al risparmio 1

Dettagli

Toscana. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note

Toscana. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Toscana N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Linea Bologna - Firenze 6581 Bologna Centrale 06:15 Prato Centrale 11521 Bologna Centrale 06:40 Prato Centrale 6599 Bologna Centrale

Dettagli

Diminuzione Gestione dei Rifiuti Pillar 10

Diminuzione Gestione dei Rifiuti Pillar 10 Diminuzione Gestione dei Rifiuti Pillar 10 È noto che il turismo oltre a innescare un maggior consumo di risorse (acqua, energia ecc.) genera anche un consistente aumento dei rifiuti. I dati che abbiamo

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Sistema di comunicazione Prociv Pas per i seguenti Comuni:

CURRICULUM VITAE. Sistema di comunicazione Prociv Pas per i seguenti Comuni: CURRICULUM VITAE FEDERICO BINAGLIA Via Debbia Nuova, 31 54038 Montignoso (Massa Carrara) Tel. 335 5987601 393 9673990 E-mail: f.binaglia@progecom.it - binaglia@ancinnovazione.it Nato a Viareggio (LU) il

Dettagli

Edizione anno VI, n. 3

Edizione anno VI, n. 3 GUIDA DI ORIENTAMENTO AGLI INCENTIVI PER LE IMPRESE A CURA DELLA REGIONE TOSCANA Edizione anno VI, n. 3 Aggiornata a 15 giugno 2013 Catalogazione nella pubblicazione (CIP) a cura della Biblioteca della

Dettagli

I servizi minimi garantiti per legge, nei soli giorni feriali, sono individuati per linea,numero di treno e orario effettivo di partenza.

I servizi minimi garantiti per legge, nei soli giorni feriali, sono individuati per linea,numero di treno e orario effettivo di partenza. Servizi minimi garantiti del trasporto locale nelle fasce orarie di maggiore frequentazione ( dalle ore 06.00 alle ore 09.00 e dalle ore 18.00 alle ore 21.00 dei giorni feriali) I servizi minimi garantiti

Dettagli

Toscana. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note

Toscana. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Toscana N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Linea Bologna - Firenze 6581 Bologna Centrale 06:15 Prato Centrale 11521 Bologna Centrale 06:40 Prato Centrale Si effettua nei lavorativi

Dettagli

COMUNE DI SAN MARCELLO PISTOIESE. Pag. 1 di 98

COMUNE DI SAN MARCELLO PISTOIESE. Pag. 1 di 98 Pag. 1 di 98 Relazione Previsionale e Programmatica 2015-2017 Pag. 2 di 98 SEZIONE 1 - CARATTERISTICHE GENERALI DELLA POPOLAZIONE, DEL TERRITORIO, DELL'ECONOMIA INSEDIATA E DEI SERVIZI DELL'ENTE 1.1 -

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA TRA

PROTOCOLLO D'INTESA TRA PROTOCOLLO D'INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PRIMO CENSIMENTO DENOMINATO "CONOSCERE CHI HA BISOGNO DI AIUTO" NECESSARIO AL COMPLETAMENTO DATI DEI PIANI DI PROTEZIONE CIVILE E DELLE PROCEDURE DELLA CENTRALE

Dettagli

Progetti ammessi finanziati

Progetti ammessi finanziati Allegato A) Progetti ammessi finanziati TITOLO DEL PROGETTO Contributo Assegnato 1 ASP S. Maria Misericordia di Montespertoli Adeguamento centro diurno e uffici amministrativi 19.000,00 2 ASP S. Maria

Dettagli

Curriculum Vitae di Daniela PAMPALONI - Pag. 1 a 5

Curriculum Vitae di Daniela PAMPALONI - Pag. 1 a 5 CURRICULUM VITAE di Daniela PAMPALONI Nata a Calcinaia (PI) il 14/10/1953 e residente a Pontedera (PI) via Maltagliata, 4. Insegnante di ruolo di scuola materna statale dall'anno 1974; insegnante di ruolo

Dettagli

AVVISO ALLA CLIENTELA

AVVISO ALLA CLIENTELA AVVISO ALLA CLIENTELA EMERGENZA CALAMITA NATURALI 2015 REGIONE CAMPANIA Ordinanza n. 298 del 17/11/2015 (G.U. n.277 del 27/11/2015) Richiesta Sospensione Rate Mutuo Con delibera del Consiglio dei Ministri

Dettagli

STATUTO DELLA SOCIETÀ G.A.I.A. S.p.A.

STATUTO DELLA SOCIETÀ G.A.I.A. S.p.A. STATUTO DELLA SOCIETÀ G.A.I.A. S.p.A. Art. 1 (Natura giuridica) 1.1 E costituita una società per azioni, a totale partecipazione pubblica, sotto la denominazione G.A.I.A. S.p.A., indicata nel prosieguo

Dettagli

Amministrazione comunale RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA

Amministrazione comunale RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA Amministrazione comunale RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2013 2014 2015 SEZIONE 1 CARATTERISTICHE GENERALI DELLA POPOLAZIONE, DEL TERRITORIO, DELL ECONOMIA INSEDIATA E DEI SERVIZI DELL ENTE 1.1

Dettagli

REGIONE TOSCANA. ACCORDO DI PROGRAMMA Ai sensi dell art. 34 del D.Lgs 267/00 e dell art. 3 comma 1 lettera a) della L.R. n. 76/96

REGIONE TOSCANA. ACCORDO DI PROGRAMMA Ai sensi dell art. 34 del D.Lgs 267/00 e dell art. 3 comma 1 lettera a) della L.R. n. 76/96 REGIONE TOSCANA ACCORDO DI PROGRAMMA Ai sensi dell art. 34 del D.Lgs 267/00 e dell art. 3 comma 1 lettera a) della L.R. n. 76/96 Accordo di programma investimenti nel settore sociale PISR 2007/2010 attuazione

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione, Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Direzione Generale

Ministero della Pubblica Istruzione, Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Direzione Generale INDICAZIONI PER IL CURRICOLO PER LA SCUOLA DELL INFANZIA E PER IL PRIMO CICLO D ISTRUZIONE Rafforzamento e istituzione di reti di scuole PROVINCIA DI AREZZO 1. DISTRETTO 31 Valdarno 2. DISTRETTO 30_ VALTIBERINA

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER IL PERIODO

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER IL PERIODO Comune di CECINA (LI) Pagina 1 Comune di CECINA (LI) RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER IL PERIODO 2015-2017 Comune di CECINA (LI) Pagina 2 SEZIONE 1 CARATTERISTICHE GENERALI DELLA POPOLAZIONE,

Dettagli

Indagine sullo stato delle gestioni associate e sulla propensione all integrazione di area vasta nel territorio provinciale pisano

Indagine sullo stato delle gestioni associate e sulla propensione all integrazione di area vasta nel territorio provinciale pisano è una società della Provincia di Pisa Indagine sullo stato delle gestioni associate e sulla propensione all integrazione di area vasta nel territorio provinciale pisano Realizzata per conto della Provincia

Dettagli