Nel quarto mese di attività di Linea Amica sono pervenute richieste riconducibili a problematiche e a livelli amministrativi eterogenei.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Nel quarto mese di attività di Linea Amica sono pervenute 10.761 richieste riconducibili a problematiche e a livelli amministrativi eterogenei."

Transcript

1 %HVW3UDFWLFHVH&DVLVLJQLILFDWLYL QHOPHVHGL0DJJLR 3UHPHVVD Nel quarto mese di attività di Linea Amica sono pervenute richieste riconducibili a problematiche e a livelli amministrativi eterogenei. Il presente report rappresenta un approfondimento di domande pervenute e risposte fornite e intende essere esemplificativo delle problematiche poste e delle modalità di erogazione del Servizio Linea Amica. Il report è diviso in due parti: 1. la prima focalizza l attenzione su alcune risposte fornite dal Servizio che, ad oggi, possono assumere la connotazione di Best Practices; 2. la seconda è centrata su alcuni quesiti posti dai cittadini ritenuti, a vario titolo, Casi significativi. %HVW3UDFWLFHV In una prospettiva centrata sul cliente, sono stati estrapolati alcuni casi che hanno trovato una risoluzione al quesito evidenziato dal cittadino. Tali casi, che affrontano una pluralità di tematiche, possono essere suddivisi, in relazione alla modalità di risoluzione del problema, in: A) Casi che hanno richiesto l erogazione di informazioni specifiche; B) Casi che hanno richiesto un contatto diretto con l Amministrazione competente; C) Casi che hanno richiesto la presa in carico del problema del cittadino. $ / HURJD]LRQHGLLQIRUPD]LRQLVSHFLILFKH Si tratta di quei casi nei quali sono state fornite al cittadino informazioni di carattere normativo o procedurale, di cui non era o era solo parzialmente a conoscenza. Vediamo alcuni esempi. 'RPDQGD Con riferimento al Decreto incentivi, e nello specifico per quanto attiene alle detrazioni per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici, vorrei sapere se posso accedervi: ho presentato domanda di ristrutturazione edilizia per la mia abitazione nel giugno 2008 ed ho effettuato il primo pagamento dopo il 1 luglio Quale deve essere la modalità di pagamento per l'acquisto dei nuovi mobili? Grazie 1

2 5LVSRVWD Il Decreto Legge n. 5 del 10/02/09, convertito in legge n.33 del 9/04/09 prevede, al suo articolo 2 - 'HWUD]LRQHSHUO DFTXLVWRGLPRELOLHGHOHWWURGRPHVWLFL - una detrazione fiscale ai fini dell IRPEF, pari al 20% delle spese documentate sostenute dal 7 febbraio 2009 e fino al 31 dicembre 2009 per l acquisto di mobili, elettrodomestici (tra cui anche televisori e computer) di classe energetica non inferiore ad A+, su una spesa massima, IVA compresa, di 10 mila euro. L acquisto può essere effettuato in qualunque momento, ma il pagamento deve avvenire con bonifico bancario o postale dal 7 febbraio al 31 dicembre La detrazione è riservata a coloro che godono della detrazione del 36% per lavori di recupero del patrimonio edilizio su singole unità immobiliari residenziali. Per beneficiare dell agevolazione, i lavori di ristrutturazione devono essere iniziati dopo il 1 luglio 2008, fa fede la data di inizio lavori indicata nella comunicazione al Centro operativo di Pescara. La detrazione spetta nella misura del 20% della spesa sostenuta, comprensiva dell IVA; essa deve essere scomputata dalle imposte dovute dal beneficiario in cinque quote annuali di pari importo e fino a concorrenza dell imposta lorda dovuta per ciascun anno, così come risultante dalla dichiarazione (alternativamente, Modello UNICO o Modello 730). Le consigliamo di consultare la guida messa a disposizione dall'agenzia delle Entrate al seguente indirizzo web: tturazioni+edilizie+2008/ ' Siamo fratello e sorella, proprietari al 50% di una casa dove risediamo uno al pian terreno ed uno al primo piano (due numeri civici) del valore catastale di 600 euro il primo e circa 500 euro il secondo. Entrambi siamo proprietari del 50% dell'abitazione. Chiediamo: 1) é possibile fare un atto di donazione reciproca per poter risultare proprietari dell intera abitazione di effettiva residenza di ciascuno? 2) e è possibile farlo senza rivolgersi ad un notaio? 3) ci si può rivolgere all'ufficio dell'agenzia delle Entrate per la procedura e all'ufficio Catastale per la trascrizione? Grazie. 5 La donazione é l atto con il quale, per spirito di liberalità, una parte (donante) arricchisce l'altra (donatario), disponendo a favore di questa di un suo diritto, presente nel patrimonio, o assumendo verso la stessa una obbligazione. Con tale atto si realizza un trasferimento patrimoniale a titolo gratuito. Vista l'importanza di tale atto, la legge richiede la necessità di usare l'atto pubblico notarile. Come per la successione, anche gli atti di donazione oggi non sono più assoggettati ad imposta sulle donazioni. A differenza delle successioni, tuttavia, per le donazioni occorre effettuare una distinzione basata sul rapporto di parentela intercorrente tra il donante e il beneficiario. Per gli atti a titolo gratuito l esenzione dal pagamento dell imposta sulle donazioni spetta solo nell ipotesi in cui i beneficiari siano: il coniuge; i parenti in linea retta (padre/figlio; nonno/nipote); gli altri parenti fino al quarto grado (zio/nipote; cugini). Le donazioni di beni immobili non sono soggette ad imposta di donazione, a prescindere dal loro valore, se effettuate a favore: - del coniuge - dei parenti in linea retta - di altri parenti fino al quarto grado. Le uniche imposte dovute su dette donazioni sono: - imposta ipotecaria (necessaria per procedere alla trascrizione dell'atto nei pubblici registri immobiliari), nella misura del 2% del valore dell immobile; - imposta catastale (richiesta per la voltura dell atto), nella misura dell'1% del valore dell immobile. Quando il beneficiario non rientra nelle categorie sopra elencate, per l individuazione delle imposte da versare, occorre far riferimento al valore dell immobile. E precisamente: - se detto valore non e' superiore a ,91 euro (franchigia) sono dovute le sole imposte ipotecaria (2%) e catastale (1%); - se, invece, e'superiore a ,91 euro, sono dovute, sull eccedenza, le stesse imposte 2

3 previste per gli atti di compravendita (imposta di registro e imposte ipotecaria e catastale). Nel caso in cui oggetto di donazione sia un immobile adibito a prima casa e il beneficiario sia una delle persone sopra indicate (coniuge, parenti in linea retta o entro il quarto grado), la legge prevede un ulteriore agevolazione consistente nel pagamento delle imposte ipotecaria e catastale in misura fissa (stabilita in 168 euro ciascuna), in luogo di quelle ordinarie (2% e 1%). L atto di donazione deve essere registrato presso l ufficio locale competente dell Agenzia delle Entrate, vale a dire quello nel cui ambito territoriale risiede il pubblico ufficiale obbligato a richiedere la registrazione. Per ulteriori approfondimenti si consiglia di contattare il n. dell Agenzia delle Entrate ' Ho ricevuto, congiuntamente alla bolletta della luce, una lettera in cui mi si chiedeva una dichiarazione dei dati catastali identificativi dell'immobile presso cui è attivata l'utenza - Acea Electrabel elettricità art. 1 comma 333 Legge n. 311 del 30/12/04. Vorrei sapere se è obbligatorio inviare tali dati. 5 Con la bolletta dei consumi dell energia elettrica del primo bimestre 2009, Acea Electrabel ha inviato a tutti i suoi utenti il modulo per la dichiarazione dei dati catastali identificativi dell immobile ai sensi dell'art. 1, comma 333, Legge n. 311 del 30/12/2004. L obbligatorietà della comunicazione discende infatti dalla legge finanziaria dell anno 2005 che il legislatore ha individuato quale strumento anti - evasione nei confronti di coloro che affittano immobili in nero. ' Vorrei avere il modulo della domanda per essere incluso nella lista degli scrutatori per le prossime elezioni politiche nel Comune di. Grazie 5 In ogni Comune è tenuto un unico albo dei cittadini idonei a svolgere la funzione di scrutatore di seggio elettorale. L'albo comprende i nominativi dei cittadini che presentano specifica domanda. Possono essere iscritti i cittadini in possesso dei seguenti requisiti: cittadinanza italiana; compimento del 18 anno di età; aver assolto l'obbligo scolastico; iscrizione nelle liste elettorali del comune; svolgere una professione non ostativa alla funzione di scrutatore. A norma di legge, sono esclusi dalle funzioni di scrutatore di seggio tutti i dipendenti dei Ministeri dell'interno e dei Trasporti, gli appartenenti alle Forze Armate in servizio, gli ufficiali sanitari ed i medici condotti, i segretari comunali ed i dipendenti comunali addetti agli uffici elettorali e i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione. Iter: nei primi giorni del mese di ottobre di ogni anno, il sindaco con manifesto da affiggere all'albo Pretorio del comune ed in altri luoghi pubblici, invita i cittadini che desiderano essere iscritti nell'albo degli scrutatori, a presentare domanda entro il mese di novembre; la domanda, indirizzata al sindaco, deve essere compilata su apposito modulo disponibile presso l'ufficio Elettorale. Nel modulo occorre indicare i dati anagrafici, il titolo di studio posseduto e la professione; scaduti i tempi di presentazione delle domande, l'ufficio elettorale procede agli accertamenti di legge. I cittadini idonei sono inseriti nell'albo degli scrutatori di seggio a partire dall'inizio dell'anno successivo. In caso di mancato accoglimento della richiesta il sindaco notifica agli interessati le motivazioni; l'albo degli scrutatori è depositato presso l Ufficio Elettorale per la durata di 15 giorni ed ogni cittadino può prenderne visione; in caso di consultazioni elettorali e/o referendum la scelta degli scrutatori sarà effettuata tramite sorteggio dei nominativi contenuti nell'albo. L'iscrizione rimane in vigore sino a quando il cittadino non rinuncia espressamente con atto scritto o vengono 3

4 meno i requisiti per l'iscrizione. La domanda di cancellazione può essere presentata compilando l'apposito modulo disponibile presso l'ufficio Elettorale, entro il 31 dicembre di ogni anno. ' Non ho ricevuto la tessera sanitaria né mia, né di mia figlia. Come faccio a richiedere il duplicato se nel frattempo ho cambiato residenza? Devo comunicare il nuovo domicilio? A chi e dove? Grazie 5 Se ancora non si è in possesso della tessera, si possono chiedere informazioni sullo stato di emissione del proprio tesserino collegandosi al sito È possibile anche rivolgersi muniti di carta d'identità (valida), il tesserino sanitario regionale (cartaceo) e il codice fiscale (tesserino plastificato verde) presso: l'unità Sanitaria Locale (ASL) di assistenza. La ASL rilascia una stampa della tessera sanitaria che certifica il codice fiscale in essa contenuto, ai fini della compilazione delle ricette per prestazioni specialistiche e farmaceutiche. Il tesserino vero e proprio sarà recapitato all'indirizzo di residenza nel giro di 15/20 giorni. Qualsiasi ufficio dell'agenzia delle Entrate che procede alla richiesta del duplicato qualora la tessera sia stata emessa ma non recapitata; se invece non è stata mai emessa è necessario recarsi presso la propria ASL. Per avere maggiori dettagli è comunque sempre possibile rivolgersi al numero verde Le inviamo inoltre di seguito il link alla pagina del sito internet dove potrà trovare le informazioni relative alla richiesta che ci ha inoltrato: +tessera+sanitaria/tessera+sanitaria+faq2/ 'Chiamo per conto di un amica, insegnante tedesca, attualmente in Germania che ha necessità di trasferirsi in Italia per un periodo di circa quattro mesi. La mia amica sta percependo un sussidio di disoccupazione a carico dello Stato Tedesco quindi avrebbe necessità di sapere se durante la permanenza in Italia continuerà a percepire tale sussidio. In caso di risposta affermativa, ci sono, e se si quali, condizioni e vincoli per continuare a percepire tale sussidio in Italia? Esiste una disposizione dell'unione europea che garantisce il sussidio anche in Italia? 5 In determinate circostanze, i disoccupati possono continuare a ricevere il sussidio di disoccupazione mentre cercano lavoro in un altro paese dell'ue. Affinché la ricerca di un lavoro all'estero non si trasformi in una vacanza pagata, l'interessato deve osservare scrupolosamente una serie di disposizioni. Prima di andare a cercare lavoro in un altro Stato membro dell'ue occorre essere disoccupati da almeno quattro settimane. Durante questo periodo, è necessario contattare l'ufficio di collocamento e dichiarare la propria intenzione di cercare lavoro in un altro Stato membro. L'ufficio di collocamento rilascia un modulo (E 303), che deve essere presentato alle autorità competenti per il collocamento nello Stato membro dove si intende trovare lavoro, entro sette giorni dall arrivo sul posto. A quel punto, l'ufficio di collocamento del paese ospitante provvede a versare il sussidio di disoccupazione mentre si cerca lavoro. Questo ufficio funziona però soltanto come «sportello», poiché il diritto all'indennità di disoccupazione vale esclusivamente nei confronti delle autorità del paese di provenienza: questo significa che il cittadino continuerà a ricevere il sussidio secondo le norme e le tariffe vigenti nel paese di provenienza. In alcuni Stati, gli uffici di collocamento pagano il sussidio ai disoccupati in cerca di lavoro all'estero per un periodo massimo di tre mesi. Più precisamente, chi è in cerca di lavoro è tenuto a iscriversi nuovamente presso l'ufficio di collocamento nel paese d'origine prima della scadenza dei tre mesi. È 4

5 necessario rispettare, a tutti i costi, questa scadenza per non perdere il diritto all'indennità anche nel proprio paese. E' importante notare che, se non si è in grado di trovare un lavoro entro 3 mesi, si continua a percepire l'indennità di disoccupazione solo in caso di rientro nel Paese che la versava prima della fine del periodo di 3 mesi. Si ha diritto al pagamento di 3 mesi una sola volta tra due periodi di occupazione. Per ulteriori indicazioni consulti il seguente link istituzionale: ' Sono un dipendente del Ministero della Difesa a tempo part-time (27 ore settimanali) e vorrei svolgere una seconda attività come operatore shatsu e sono già titolare di un attestato di massaggiatore sportivo. Posso praticare una seconda attività lavorativa? A chi posso rivolgermi per avere informazioni dettagliate circa le attività che posso svolgere? 5 L'articolo 1, comma 58 della legge 23/12/1996 n. 662, prevede per il dipendente pubblico a regime orario part-time (50% di quello pieno), la possibilità di svolgere anche altra attività lavorativa e professionale, subordinata o autonoma, anche mediante l iscrizione ad albi professionali, con la sola eccezione della presenza di un conflitto di interessi con la specifica attività di servizio svolta. In tutti gli altri casi (rapporto a tempo pieno o part-time superiore al 50%) è ribadito il divieto di svolgimento di qualsiasi ulteriore attività di lavoro subordinato o autonomo, fatti salvi i casi di attività autorizzabili. Infatti, la violazione del divieto di svolgere altra attività per il dipendente a tempo pieno o con rapporto di lavoro a tempo parziale superiore al 50% costituisce giusta causa di licenziamento, ai sensi dell articolo 1 c.61 Legge 662/96. ' Sono attualmente precario al Comune di (LSU). Finalmente dopo tanti anni a breve verrò chiamato a firmare un contratto, essendo vincitore di uno dei tanti concorsi che il Comune ha creato per stabilizzare noi lavoratori socialmente utili. Ma ecco il quesito: il Comune richiede, per la firma del contratto, il certificato di sana e robusta costituzione fisica. Giorni fa mi sono recato all'asl e mi è stato risposto che in quanto invalido non mi si può rilasciare il certificato. Tra l'altro facendo una ricerca su internet scopro che la Legge del 5 febbraio 1992, n. 104 all'articolo sotto indicato che riporto testualmente: Art. 1 Ai fini dell'assunzione al lavoro pubblico e privato non è richiesta la certificazione di sana e robusta costituzione fisica. Ora se non capisco male, dovrei essere esonerato dal presentare il succitato certificato. Perché il Comune non si attiene a questa Legge? Possibile che non ci sia nulla da fare? e soprattutto perché questa Legge non può ritenersi applicabile? Cordiali saluti 5 La Circolare Ministeriale - Ministero per la Funzione Pubblica - 26 Giugno 1992, n /7/488. avente ad oggetto: "Applicazione degli articoli 22 e 33 della legge quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate (legge 5 febbraio 1992, n. 104). Criteri illustrativi, con riferimento all art. 22 della legge n. 104 citata, stabilisce che "Ai fini dell'assunzione al lavoro pubblico e privato non è richiesta la certificazione di sana e robusta costituzione fisica". Per i portatori di handicap riconosciuto ai sensi dell art. 4 della L. 104 /1992, non sarebbe fondatamente prospettabile una valutazione medico - legale sulla "sana e robusta costituzione fisica". La presenza dell'handicap contraddice invero alla sana e robusta costituzione. Tuttavia, l'art. 2 del decreto del Presidente della Repubblica n. 3 del 1957 dispone nel senso dell'idoneità fisica, quale presupposto per l'assunzione all'impiego. Tale idoneità costituisce un 5

6 requisito eterogeneo rispetto a quello della sana e robusta costituzione. Quindi è fuori di dubbio che anche per le stesse persone "handicappate" non possa prescindersi - ai fini del loro accesso ai pubblici impieghi - dal possesso del requisito generale dell'idoneità all'impiego prescritto dal predetto art. 2, compatibilmente - si intende - con la natura dell'handicap. Questa affermazione è deducibile anche dall'art. 19 della legge n. 104, che affronta il problema degli handicappati psichici. Tali disposizioni sono valide anche con riferimento ai disabili di cui alla art. 1 della Legge n. 68/1999 "Norme per il diritto al lavoro dei disabili" che, all art. 16, stabilisce che, fatti salvi i requisiti di idoneità specifica per singole funzioni, sono abrogate le norme che richiedono il requisito della sana e robusta costituzione fisica nei bandi di concorso per il pubblico impiego. Gli accertamenti relativi alle condizioni di disabilità di cui alle legge n. 68/1999 e di handicap a valere sulla L. 104/1999 sono effettuati dalle commissioni di cui all'articolo 4 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, ossia dalle unità sanitarie locali mediante le stesse Commissioni mediche deputate al riconoscimento dell invalidità civile (art. 1 Legge 15 ottobre 1990, n. 295). Si aggiunga infine, che, a valere sulla L.104/1999, art. 33, nel solo caso di assunzione in enti pubblici la persona con un invalidità riconosciuta superiore al 66% o con determinate minorazioni (Legge n. 648/1950), ha diritto di precedenza nell assegnazione della sede di lavoro e in caso di richiesta di trasferimento, nell ambito della medesima amministrazione o ente di appartenenza. ' Buongiorno, ho due quesiti da porre. Dopo aver vinto un concorso, ho avuto un contratto da ricercatore a tempo determinato presso un Università statale della durata di due anni. Al termine dei due anni, il mio contratto è stato rinnovato per ulteriori due anni. Faccio presente che, al contrario di quanto previsto dall articolo 5 del Decreto Legislativo n. 368/2001, non c è stata alcuna interruzione dell attività lavorativa nella successione dei due contratti. Pertanto, in base al suddetto articolo, il secondo contratto si dovrebbe considerare a tempo indeterminato. Volevo chiedere se tale articolo si applica, oltre che nel privato, anche alle amministrazioni pubbliche come l Università. La mia seconda domanda riguarda la buonuscita maturata con il contratto a tempo determinato. L amministrazione mi ha chiesto se preferisco che mi venga versata subito oppure al momento di andare in pensione. Faccio presente che al termine del suddetto contratto presso l'università, andrò a lavorare alle dipendenze di un privato. Quali sono i vantaggi nell'attendere che la liquidazione avvenga al momento del pensionamento? Grazie molte e cordiali saluti. 5 Rispetto al primo quesito si sottolinea che, per costante giurisprudenza, avvalorata dall'orientamento della Corte Costituzionale, non si applica al pubblico impiego la conversione automatica del rapporto di lavoro da determinato a indeterminato. Per quanto attiene al secondo quesito, la scelta tra l'accantonamento della quota di liquidazione già maturata per l'attività lavorativa svolta presso il precedente datore di lavoro o la disponibilità immediata della somma già maturata è una scelta di convenienza economica che spetta al singolo lavoratore. Il vantaggio dell'accantonamento è che sulla somma accantonata possono maturare gli interessi di legge. ' Sono invalida civile al 47% ho fatto domanda di aggravamento e domanda per L.104/92, ho passato la visita a gennaio Sono stata licenziata a febbraio per inidoneità al lavoro dopo aver passato visita medico competente aziendale. Non ero stata assunta come invalida circa 15 anni fa. Ho fatto ricorso alla ASL, che mi ha dichiarata, al contrario dell azienda, idonea alle mansioni svolte con limitazione di non sollevare o spostare pesi. Premetto che dove lavoravo era un con 6

7 dipendenti quindi penso una collocazione per il mio stato di salute, poteva essere trovata. Sto attualmente in causa con l'azienda con procedura ordinaria. Ho ricevuto una raccomandata dell ASL solo per quanto riguarda la L.104 in cui si esplicita che l handicap- rientra tra i requisiti previsti art. 3, comma1della L.104/1992. Mi sono iscritta nelle liste di collocamento per invalidi. Vglio sapere cosa mi spetta in seguito al riconoscimento di invalidità ai sensi della L. 104 assegnatami dalla ASL? Di quali vantaggi posso usufruire, visto che già ho un invalidità ed aspetto risposta dell'aggravamento. 5 Allo stato attuale, almeno fino a quando non Le sarà riconosciuto l'aggravamento, né l'invalidità con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura superiore ad 1/3 (art. 2, L. 118/1971), né lo stato di handicap (art. 3 comma 1, Legge 104/1992) le fanno acquisire diritto a provvidenze economiche (pensioni, assegni, indennità per invalidità civile). Perché si possa godere delle agevolazioni lavorative previste dalla legge 104/92 è necessario essere in possesso del certificato di handicap con connotazione di gravità (articolo 3, comma 3 della Legge 104/1992). Il verbale di cui è in possesso non consente di accedere a questi benefici in quanto non è riconosciuta la connotazione di gravità. Riguardo invece alla Sua invalidità, deve attendere che la Commissione della ASL si pronunci sulla richiesta di aggravamento perché con l'accertamento della riduzione della capacità lavorativa a due terzi (67%), per esempio, è possibile ottenere il diritto all'assegno mensile di assistenza ad alcune condizioni previste dalla normativa vigente tra cui il reddito annuo. ' Sono un pensionato dal gennaio 2002 con 37 anni di servizio prestato c\o. Da gennaio c.a. è possibile secondo la Legge n. 133 del 6 agosto 2008 beneficiare della cumulabilità del reddito. Mi è stato offerto di effettuare occasionalmente un lavoro a chiamata e vorrei regolarizzare tale posizione. Posso quindi iniziare tale attività e beneficiare del cumulo del reddito senza essere penalizzato con tagli alla pensione o addirittura alla sospensione della stessa? 5 L art. 19 del Decreto Legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito, con modificazioni, nella Legge 6 agosto 2008, n. 133/2008, ha disposto, a decorrere dal 1 gennaio 2009, la totale cumulabilità delle pensioni dirette di anzianità e di vecchiaia con i redditi da lavoro autonomo e dipendente. In particolare l'utente pensionato INPDAP può consultare la Nota operativa n. 45/2008 che ha fornito specifiche informazioni in merito alle novità statuite con la norma in esame. ' A quale Ente o Ospedale mi posso rivolgere nella città di per sottopormi all'esame seguente: dosaggio Gastrinemia e Pepsinogeno. Il servizio di prenotazione dell'asl non mi è stato di aiuto, mi è stato risposto che tali esami non sono esami prenotabili. 5 Per gli esami di laboratorio che deve effettuare, si può rivolgere all'ospedale di Milano. Non vi è necessità di prenotare, come Le hanno detto al numero verde contattato, ma è sufficiente recarsi presso il Centro Prelievi dell'ospedale (Padiglione 4 Medicina di Laboratorio), portando la richiesta del medico e la tessera sanitaria. Ritirerà un numero progressivo assegnato in base all'ordine di arrivo e verrà chiamata per l'accettazione e il pagamento (previsto in contanti o con il bancomat). I prelievi vengono effettuati dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle Per informazioni potrà chiamare il Centro prelievi (tel. dal lunedì al venerdì e ). Fanno riferimento all'ospedale alcuni laboratori accreditati SSN Questo elenco è a solo titolo esemplificativo, in quanto, presso le altre aziende ospedaliere della città di, senz'altro 7

8 vi sono laboratori di analisi che prestano i medesimi servizi con simili orari di apertura al pubblico. Al riguardo si faccia consigliare anche dal Suo medico di fiducia. In generale, qualora Lei avesse necessità in futuro di prenotare una visita o un esame (non un'analisi che non necessiti prenotazione), oltre che il numero verde che Lei già conosce, esiste il numero del CUP per la Regione (tel. in servizio dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 15.30). Cordiali saluti. % &DVLFKHKDQQRULFKLHVWRXQFRQWDWWRGLUHWWRFRQO $PPLQLVWUD]LRQHFRPSHWHQWH Si tratta di casi nei quali Linea Amica, in una logica di accompagnamento del cittadino nel rapporto con la PA, ha contattato l Amministrazione competente al fine di ottenere informazioni che ha poi fornito al cittadino stesso. Vediamo alcuni esempi. ' Sono invalido civile ed ho la patente di guida B in scadenza il 06/06/2009. Nel mese di marzo ho richiesto alla ASL di competenza un appuntamento per la visita medica per il rinnovo della patente che mi è stato fissato a fine luglio. Il fatto di non poter usufruire dell automobile per circa 2 mesi mi causa gravi problemi che ho cercato di spiegare all ASL affinché mi venisse anticipato l appuntamento, ma l Asl non ha accettato la mia richiesta. Mi sono rivolto anche ai Carabinieri e alla Polizia Stradale che mi hanno confermato che fino allo svolgimento della visita non potrò utilizzare l'auto. E prevista una procedura per anticipare la visita o per prolungare la validità della patente nei due mesi di attesa della stessa? 5 La Commissione patenti speciali ASL, riferisce che vi sono due procedure diverse: una per patente BS, l'altra per patente B limitata per patologia. Solo se si è in possesso di patente BS è possibile guidare in attesa di passare la visita medica. Occorre, in questo caso, rivolgersi alla Motorizzazione Civile che provvederà a rilasciare un permesso provvisorio valido fino alla data della visita. Nel caso di patente B limitata per patologia, invece, non esiste alcuna procedura analoga e occorre attendere la data della visita. Subito dopo aver effettuato la visita ed in caso di esito positivo verrà rilasciato un certificato che consentirà all'automobilista di guidare in attesa che arrivi il bollino da applicare alla patente stessa. ' Avrei bisogno di avere informazioni circa le esenzioni dei pedaggi autostradali in Abruzzo. 5 Il Gestore Strada dei Parchi S.p.a., stazione dell'aquila Ovest riferisce che gli utenti delle autostrade A24/A25 che sono impossibilitati al pagamento del pedaggio, in quanto sfollati, al fine di agevolare la fluidità della circolazione nelle stazioni di accesso alla città di L Aquila e Provincia, sono invitati a premunirsi di apposito modulo di autocertificazione da precompilare in tutte le voci richieste e da presentare già compilato in uscita unitamente al biglietto. Si informa che tale dichiarazione sarà accettata, fino a nuovo avviso ed in deroga alle ordinarie procedure di esazione del pedaggio, in tutte le stazioni delle A24 e A25, limitatamente ai viaggi effettuati solo sulle medesime autostrade con provenienza e/o destinazione dai seguenti caselli: A24: Tornimparte, L Aquila Ovest, L Aquila Est, Assergi, Colledara; A25: Bussi-Popoli; i Titolari di Telepass che pure risultano sfollati potranno inviare una unica autocertificazione come da modulo già 8

9 predisposto. I moduli anzidetti sono disponibili dove pubblicato il presente avviso: alberghi, aree di servizio, stazioni di esazione. ' Sono disoccupato e invalido all'85% e percepisco la pensione minima di invalidità. Il 10/03/2008 ho fatto richiesta di pensione civile. L'INPS di competenza ha avviato la pratica ed è in attesa dell esito della valutazione della mia pratica da parte della Prefettura. Circa 20 giorni fa mi sono recato negli Uffici della Prefettura dove ho scoperto che la mia pratica non è ancora neanche stata caricata al computer. Cosa posso fare? 5 La Prefettura riferisce che la documentazione prodotta dal cliente va integrata con il reddito annuo L ufficio preposto avrebbe provveduto a farne richiesta inviando una lettera all'interessato e nell'occasione avrebbe anche spedito una nuova modulistica con la quale il cliente avrebbe potuto auto-dichiarare il reddito percepito nel 2008 senza dover inviare necessariamente la relativa documentazione. Il funzionario della Prefettura, per velocizzare la pratica, invita il cliente. ad andare direttamente presso gli uffici della Prefettura e ritirare la modulistica. ' Circa sei mesi fa (nel novembre del 2008), ho fatto una visita medica, per certificare l'aggravamento della mia condizione di invalidità. La visita medica è stata fatta alle ASL di. Ad oggi non ho ricevuto nessuna risposta, neanche l'esito (i risultati) degli esami medici. A chi posso rivolgermi? 5 Dall'Ufficio invalidi civili dell ASL di riferimento si rileva che la causa del ritardo nella comunicazione è dovuto a due ordini di ragioni: il primo dovuto al trasferimento degli uffici, il secondo, più rilevante, al cambiamento del sistema informatico di tutto il sistema sanitario regionale che nella fase di avvio ha avuto dei problemi. Il funzionario ha spiegato che in questo momento sono in corso di spedizione le pratiche relative alle visite delle commissioni sanitarie di settembreottobre A richiesta sui tempi di ricezione dei risultati di Novembre ha risposto che dovrebbero essere spediti entro un mese. Qualora entro un mese i risultati non siano pervenuti alla cliente il funzionario ha comunicato due numeri diretti degli uffici presso i quali la signora può chiamare. Ha comunque spiegato che la signora, qualora la visita da lei fatta implicasse risvolti economici, non deve preoccuparsi del ritardo della comunicazione in quanto i due eventi sono disgiunti. Infatti, nel caso di risvolti economici, il risultato dell'esame transita direttamente dalla commissione all'inps, che ha poi 6 mesi di tempo per istruire la pratica ed elargire gli eventuali benefici. ' In data 02/05/09 ho ricevuto una comunicazione da parte dell'inps circa l ottenimento dell'assegno di accompagnamento con indicazione della somma. Ad oggi tale cifra non mi é stata ancora accreditata e gli Uffici INPS competenti non mi hanno dato una motivazione. Cosa posso fare? 5 L'Ufficio invalidi dell'inps comunica che la cliente dovrà ricevere un'ulteriore comunicazione scritta nella quale verrà indicato il giorno esatto dal quale potrà recarsi in banca per la riscossione degli arretrati di cui alla pensione categoria invalido civile. Si apprende, inoltre, che dalla data di liquidazione alla data in cui è possibile riscuotere trascorrono in genere 20/25 gg. Poiché gli arretrati relativi alla pensione della cittadina sono stati liquidati in aprile 2009, a breve dovrebbe 9

10 pervenirle la lettera con cui l Inps le comunica che può recarsi in banca. Se entro dieci giorni tale comunicazione non dovesse essere recapitata, la cliente può contattare direttamente l'ufficio invalidi. ' Dal 27/09/2002 ho in affidamento due bambini. Nei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2002 ho percepito un sussidio dal Comune di Preciso che il Comune di nascita dei bambini e quello di residenza al momento dell'affido sono diversi. Da Gennaio 2003 ad oggi non ho più percepito alcun sussidio. Come posso risolvere questo problema? 5 L Ufficio dei Servizi Sociali del Comune di, riferisce che, secondo quanto disposto dall'art. 5 della Legge 28 marzo 2001, n. 149, "Lo Stato, le regioni e gli enti locali, nell ambito delle proprie competenze e nei limiti delle disponibilità finanziarie dei rispettivi bilanci, intervengono con misure di sostegno e di aiuto economico in favore della famiglia affidataria"; per cui nel caso in esame il cliente può presentare richiesta di assistenza ai servizi sociali del Comune in cui attualmente risiede, che valuteranno la questione e si esprimeranno in merito. Per ulteriori informazioni è possibile contattare ' Ho necessità di fare il passaggio di proprietà di un'autovettura. Mi sono recato presso gli Uffici del Comune di, dove hanno dichiarato di non poter accogliere la pratica fino alla chiusura delle elezioni amministrative, indirizzandomi verso l'ufficio dell'aci. Un Comune può sospendere le normali attività amministrative e l erogazione di servizi pubblici in caso di elezioni? Come posso pretendere l'erogazione del servizio da parte del Comune? 5 Il Comune di comunica che l'ufficio elettorale svolge anche la funzione di sportello per le pratiche di passaggio di proprietà; a causa delle elezioni il servizio è stato momentaneamente sospeso per qualche giorno (fermo restando che gli sportelli dell'aci forniscono lo stesso servizio al medesimo costo). Il servizio riprenderà lunedì 11 maggio, pertanto il cittadino si potrà recare all'ufficio per espletare la pratica. 'Mi sonorivolta allosportello Unico Immigrazione della Prefettura di Roma per un permesso di soggiorno per regolarizzare una badante (richiesta presentata a fine 2007). Mi sono state richieste delle integrazioni documentali che ho prontamente presentato, ma dopo circa due mesi mi vengono richiesti i medesimi documenti. Ho ottemperato nuovamente alla richiesta, ma ad oggi la pratica è ferma. Mi sono rivolta anche all URP e mi sono recata più volte personalmente agli uffici competenti, ma non ho notizie. 5 L'operatore dello Sportello Unico Immigrazione della Prefettura di Roma, riferisce che le richieste di integrazione aggiuntiva relativa alla pratica sono state tutte inoltrate alla Direzione Provinciale del Lavoro, che tuttavia dopo averle acquisite, ha formulato una ulteriore richiesta integrativa, in riferimento al reddito dichiarato dal richiedente. Tale richiesta è stata motivata dalla insufficiente capacità di copertura relativa al pagamento degli oneri contributivi della badante, per cui si rende necessaria una dichiarazione della cliente o dei figli, nella quale essi si fanno carico dell'integrazione del reddito del richiedente, presentando copia del CUD relativo all'anno 2008 e una copia della carta d'identità. Tale documentazione, va consegnata a mano allo sportello immigrazione il mercoledì. 10

11 ' Mia figlia ha frequentato l'università facoltà di. Ed è inattesa di un rimborso di circa 350 euro per versamenti in eccesso relativi alle tasse universitarie corrisposte per l'anno 2006/2007. Il 15 gennaio 2009 abbiamo presentato un ulteriore richiesta all Università, ma ad oggi non ha ricevuto nessuna risposta. 5 L'ufficio ragioneria e contabilità della Facoltà di dell'università degli Studi, riferisce che la studentessa, può recarsi presso una qualsiasi filiale di Banca di Roma Unicredit, con un documento di riconoscimento e riscuotere il mandato di pagamento relativo al rimborso delle tasse universitarie anno accademico 2006/2007, n. di euro 357,00. ' Chiedo conferma della possibilità di andare all'estero senza la necessità di compilare e presentare il modello E112 sulla base ad una decisione approvata dal Parlamento Europeo lo scorso 24 o 25 aprile. Se si, tale provvedimento è retroattivo? E quali sono le esatte disposizioni di riferimento in materia?. 5 Il Parlamento Europeo ha approvato, in data 23 aprile 2009, la proposta di direttiva concernente l'applicazione dei diritti dei pazienti relativi all'assistenza sanitaria transfrontaliera. Basata su talune sentenze della Corte di giustizia UE, la proposta della Commissione intende chiarire i diritti dei pazienti a ottenere cure in uno Stato membro diverso da quello d'origine e il livello dei rimborsi delle spese sanitarie, fissa principi comuni a tutti i sistemi sanitari dell'ue e istituisce un quadro per la cooperazione europea in settori quali il riconoscimento delle prescrizioni mediche rilasciate in altri paesi. Parallelamente, resterebbero in vigore l'attuale quadro e tutti i principi relativi al coordinamento dei regimi di sicurezza sociale (compreso il diritto del paziente di essere assistito in un altro Stato membro in condizioni di parità con i residenti), nonché l'attuale tessera europea di assicurazione malattia. In riferimento al Suo quesito e alla direttiva su menzionata, è stato contattato l'ufficio VI - Direzione Generale per i Rapporti con l'unione Europea e per i Rapporti Internazionali (afferente al Ministero della Salute, ma distaccato presso il Ministero degli Esteri). La dott.ssa riferisce però che è necessario acquisire maggiori informazioni sul caso di specie per poter rispondere al Suo quesito e che in linea di massima è sempre necessario il modello E112. Pertanto può inviare una e mail, dettagliando patologia e cure, alla Dirigente dell'ufficio VI, oppure telefonare direttamente al n.... Per velocizzare i tempi di risposta, la dott.ssa chiede che lo stesso quesito venga inviato anche all'urp del Ministero della Salute, attraverso la compilazione del form che troverà sul sito (servizi/urp). ' Sono un cittadino della Regione del Veneto residente nella provincia di Padova e precisamente nel Comune di più vicino all Azienda ULSS. n. che al ULSS. n. Ogni volta che cerco di prenotare prestazioni mediche mi sento rispondere che non sono un cittadino della Provincia di Verona e pertanto non accettano la prenotazione come priorità. Mi chiedo: è un servizio della Regione Veneto o e un servizio Provinciale? Sulla impegnativa c é la seguente indicazione: Servizio Sanitario Regionale. E corretto il comportamento dell ULSS. n.? 5 Il Responsabile dell URP ULSS n. ha spiegato che si tratta di una procedura stabilita da una disposizione regionale finalizzata alla gestione dei tempi di attesa. Ogni ULSS deve assumersi la responsabilità dei tempi di attesa per l accesso alle prestazioni erogate ai propri assistiti. I codici di 11

12 priorità sono quindi assegnati per gestire i tempi di attesa della prima visita ma non per i controlli. Se desidera ricevere la normativa di riferimento può inviare una richiesta scritta al Direttore generale dell Azienda ULSS n. & &DVLFKHKDQQRULFKLHVWROD³SUHVDLQFDULFR GHOSUREOHPDGHOFLWWDGLQR Si tratta di casi nei quali la risoluzione o l approfondimento del problema posto dal cittadino ha richiesto una molteplicità di contatti e di interazioni, anche con differenti Amministrazioni. Vediamo alcuni esempi. ' Conduco un'azienda agricola e da diversi mesi lungo una complanare che percorro per raggiungere la mia azienda, si verificano copiosi scarichi di materiale edile, immondizia ed eternit. Ho provveduto a inviare più di sei mesi fa comunicazioni con raccomandate A/R ad Anas S.p.a. Compartimento di, Comune di - Ufficio Ambiente, Regione - Ufficio Demanio, Polizia Municipale di - Nucleo Ecologia, Corpo Forestale dello Stato, Comando dei Carabinieri per la Tutela dell'ambiente - Comando di, ARPA di. Di queste segnalazioni conservo copia, ho ricevuto solo risposta dall'anas che dice essere competenza del Comune di la rimozione dei rifiuti, da tutti gli altri destinatari non ho ricevuto alcuna risposta. Vorrei sottolineare che la situazione é molto grave, ci sono montagne di rifiuti che ingombrano la complanare stessa e i terreni agricoli. In attesa di indicazioni per la risoluzione del problema porgo distinti saluti. 5 La strada in questione è una complanare della strada statale n. il cliente ha confermato di non aver ricevuto alcuna risposta dalle istituzioni a cui si è rivolto, gli è stato semplicemente risposto che il mancato intervento è dovuto alla mancanza di fondi. Per la verifica e la risoluzione del problema sono stati contattati: 1. il Comando di NOE di al quale non risulta nessuna segnalazione relativa alla strada in questione. Il Comando invita il cittadino a contattarli direttamente; 2. il Comune di - Settore Ambiente. che dichiara di essere perfettamente al corrente della questione e che verranno effettuati ulteriori sopralluoghi nonostante le difficoltà economiche. 12

13 ' Sono madre di un bambino a cui il 18 gennaio 2006 è stata diagnosticata al Policlinico di la leucemia linfoblastica. Nel maggio 2007 gli viene riconosciuta l invalidità civile dalla ASL. La ASL comunica che entro 18 mesi bisogna fare la revisione della richiesta di invalidità come da prassi, pratica necessaria per continuare a percepire la pensione. Nel mese di agosto del 2008 viene inviata la pratica alla ASL n. con la richiesta di revisione. Il bambino fa la visita per la revisione presso la commissione invalidi civili presso la ASL n. effettuata dalla Commissione invalidi di il 30 gennaio nel Dopo la visita i medici hanno fatto la relazione ematologica inviandola all'asl n. di l'11 marzo 2009, data in cui è stata protocollata. La Commissione non ha però ancora predisposto il certificato di revisione indispensabile per il pagamento della pensione da parte dell'inps. In sostanza dall'agosto 2008 al bambino è stata sospeso il pagamento della pensione di invalidità e la famiglia è costretta ad affrontare problemi economici molto gravosi (il bambino ha subito il trapianto di midollo). Chiedo un sollecito immediato data la gravità della situazione. 5 Il Responsabile dell Ufficio Invalidità Civile dell'asl di, ricostruisce la pratica della cliente: l ASL ha inviato la pratica all'inps come non revisionabile, ma l INPS ha richiesto nuova documentazione (inviata dal cittadino a marzo 2009); da allora la Commissione medica si è riunita solo una volta e tale pratica non era nell elenco delle pratiche in esame: la definizione avverrà nella prossima riunione di Commissione prevista il 14 maggio. Da 18 maggio in poi la cliente può chiamare il dott. al cellulare e/o inviare richiesta di verbale provvisorio via fax al numero. ' Ho frequentato un Master finanziato dal Ministero dell'istruzione presso il c/o Università... AA dal settembre 2005 a maggio 2006 vincendo una borsa di studio del valore di euro. Ad oggi ho ricevuto solo euro in tranche da euro l'una (l'ultima tranche risale ad ottobre 2007). Il Ministero risponde che i pagamenti sono bloccati poiché l Ente attuatore del Master non ha concluso le rendicontazioni. Cosa posso fare per recuperare i restanti Euro che mi spettano? 5 Il Responsabile FSE - Direzione Generale per il Coordinamento e lo Sviluppo della Ricerca del MIUR comunica che il MIUR sta cercando di chiudere la rendicontazione del soggetto attuatore per riconoscere ai formandi le borse di studio che ancora non risultano erogate totalmente o in parte. Il MIUR sollecita, a più riprese, l'ente attuatore a presentare il rendiconto delle spese sostenute ma la documentazione, ancorché presentata parzialmente, non è stata interamente prodotta. Si apprende che l'attenzione del MIUR sulla vicenda è molto alta. Il Responsabile del MIUR contattato precisa, inoltre che il rapporto instauratosi tra formando e il soggetto attuatore (soggetto di diritto privato) continua a sussistere e quindi la cliente può comunque adire le vie legali per vedere soddisfatte le proprie ragioni. ' Sono laureato in biologia e ho frequentato uno stage post laurea di un anno presso l'università di e l'asl 2 di, in base ad una convenzione tra i due enti, stage da svolgersi nei 18 mesi successivi alla laurea. Lo stage prevedeva, inizialmente, il riconoscimento di 50 CFU (crediti formativi) che l Università di ha dichiarato che mi sarebbero stati riconosciuti. 13

14 Successivamente, tuttavia, l Università non intende riconosce i crediti previsti inizialmente dal bando. 5 La Segreteria della Facoltà di Scienze biologiche dell'università di comunica che in merito alla richiesta di attribuzione di 50 crediti formativi universitari del cliente relativi allo stage presso l'asl 2 di nei 18 mesi successivi alla laurea, il Consiglio di Facoltà ha espresso parere negativo, sostenendo che i CFU vengono riconosciuti solo ai laureandi. Ci si è rivolti anche all URP del MIUR che chiede di essere contattato direttamente dal cliente, dal lunedì al venerdì 10,00-13,00 / ,00, al n.. 'Il cliente ha ricevuto 3 cartelle pazze emesse da : la prima fa riferimento ad una multa del gennaio 2001 relativa ad autovettura di proprietà, ma demolita nel luglio Questa multa risulta essere stata notificata presso la sua residenza nel 2006, ma il cliente dichiara di non averla ricevuta. Le altre due cartelle sono dell INPS. Il cliente si è rivolto al Giudice di Pace, il quale dichiara di non poter intervenire finché non venga notificata la cartella esattoriale. La documentazione presentata dal cliente è infatti un semplice sollecito di pagamento, in merito al quale il Giudice non ha possibilità d'intervento. Il cliente chiede come deve comportarsi, visto che l'unico documento in suo possesso è questo sollecito? 5Contattata, l'operatore verifica la cartella del cliente. Poiché non è stato possibile notificare l'atto personalmente né al debitore né a soggetti terzi abilitati, esso è stato depositato nella Casa Comunale con affissione di un Avviso di deposito nell'albo del Comune di residenza e contestuale suo invio al debitore tramite raccomandata a/r, con invito al ritiro dell'atto. E'importante sapere che la notifica si perfeziona: - per il mittente, ai fini dei calcoli relativi alla decadenza e alla prescrizione, nel momento in cui l'atto viene consegnato al messo notificatore o alle poste; - per il destinatario/debitore, ai fini del calcolo del termine utile per contestare o pagare, conta la data di ricezione (in sua mano o in quella di terzi abilitati) oppure la data in cui si compie la giacenza presso la casa comunale o l'ufficio postale, stante la corretta notifica dei relativi avvisi Presso gli sportelli non è possibile richiedere copia della cartella (non viene conservata copia della cartella e non si capisce bene l'originale che fine fa, pare venga distrutta). Presso gli sportelli è possibile richiedere il dettaglio riepilogativo della cartella stessa. Tale riepilogo viene normalmente accettato dai Giudici di Pace. Contattato il cliente gli riferisco che ci metteremo in contatto gli uffici del Giudice di Pace - Via, che ci comunicano che il ricorso è stato dichiarato inammissibile dall 8/4/09 (ruolo Giudice sez. ). Il cliente per verificare quali sono le azioni ulteriormente esperibili può recarsi in Via ogni giorno dalle ore 10 alle ore 12 e parlare con il Giudice di turno (stanza ), facendo presente che la notifica della cartella si è perfezionata, ma materialmente non l'ha mai ricevuta e quindi è impossibilitato a presentarne copia e/o originale. 14

15 3DUWHVHFRQGD&DVLVLJQLILFDWLYL I casi 1 individuati in questa sezione sono relativi alle domande pervenute dai cittadini ritenute significative o rilevanti che riguardano problematiche relative alla carenza di interventi (normativi o regolamentari) a tutela di categorie deboli e problematiche relative al lavoro pubblico. Il primo caso fa riferimento alla mancata adozione da parte del Governo Italiano della Raccomandazione 98/376/CE, relativa all adozione da parte di tutti gli Stati membri del Contrassegno Europeo per i Disabili, un contrassegno unico per il parcheggio e la circolazione per disabili in Europa. Com'è noto si tratta di atti comunitari non vincolanti con i quali gli organi comunitari rivolgono consigli e suggerimenti, caldeggiando l'adozione di provvedimenti da parte degli Stati membri, delle altre istituzioni comunitarie o dei soggetti di diritto interno degli Stati membri allo scopo di tenere un determinato comportamento corrispondente ad interessi comuni. Pochissimi sono i Paesi (Spagna e Austria) che hanno adottata la Raccomandazione indicata e ciò non favorisce la circolazione delle persone con disabilità. I successivi tre quesiti fanno riferimento alla insufficienza o assenza di regole che favoriscano corsie preferenziali agli sportelli per disabili, anziani, invalidi e comunque soggetti in condizioni particolari. 'Sono un invalido civile e mi trovo all'estero, dove non posso usufruire delle aree di parcheggio riservate ai diversamente abili, perché il permesso arancione (concessione H) vale solo in Italia! Perché l'italia non ha ottemperato agli obblighi comunitari? Qui in Spagna c'è un'attenzione a "noi" che in Italia non ci sogniamo nemmeno. L'Italia è stata richiamata per tale inadempienza? o forse noi, diversamente abili, siamo cittadini di serie B? ' Presso l'ambulatorio della USL Roma/..., sono stati posti dei cartelli - principalmente sulla porta di ingresso della stanza adibita per i prelievi - ove tra l'altro sono identificati i cittadini cui spetta, giustamente, la precedenza per eseguire gli esami clinici. Tale agevolazione viene stabilita rilevandola dal codice di esenzione posto sulla ricetta medica e precisamente C01 e C02. Tali codici sicuramente sanciscono una invalidità civile del 100%. Ho fatto rilevare al responsabile di tale struttura che tale agevolazione doveva anche essere sancita per il codice S01- invalidità militare. Mi sono sentito rispondere che tale codice non era valido. Ho fatto presente l'accaduto al Dirigente da cui dipendono gli uffici, a mezzo lettera /fax, ma nulla è cambiato né ho ricevuto una risposta. ' Lavoro presso l'asl di...e vorrei sapere se esiste una normativa che preveda una corsia preferenziale ad uno sportello pubblico per una donna incinta o un disabile. 1 I casi contenuti in questa seconda parte, vengono riportati a titolo esemplificativo, senza indicare le risposte che comunque sono state fornite sui singoli quesiti. 15

16 ' Sono disabile e vivo a Foggia. Vorrei sapere se esiste una legge per quanto riguarda le corsie preferenziali per i disabili agli sportelli della Pubblica Amministrazione, per pratiche, pagamenti, informazioni, ecc. Se esiste, perché a Foggia non vi sono sportelli con la scritta per disabili? Se invece non esiste la legge perché non ci date una mano a proporla al legislatore? I due quesiti di seguito riportati riguardano da un lato i problemi di interpretazione del termine effettivo servizio, previsto dall'art. 6 comma 3 della legge 15/2009, dall'altro il problema, segnalato da più cittadini, del lentissimo scorrimento di una graduatoria di concorso pubblico a 184 posti di Vigile del Fuoco bandito nel 'Sono un dipendente di ruolo del Comune di e ritengo che la Determinazione del Dirigente con la quale vengo collocato coattivamente a riposo dal sia in contrasto con la nuova riformulazione dell art. 72 comma 11, del D.L.112/2008, così come modificato dall art. 6 comma 3) della Legge , n.15. Detta nuova norma prevede, tra l altro, che il Servizio Militare non debba considerarsi effettivo servizio quindi il periodo per il collocamento a riposo coattivo deve intendersi prolungato dopo tale data, ovvero, dopo anni 1, mesi 2, giorni 24, giusta Determinazione INPDAP di riconoscimento n... Cosa devo fare per avere annullata la Determinazione dirigenziale? Auspico che il Ministro emani Circolari applicative del comma 3), dell art.6, della Legge , n.15, in modo tale che tutti gli Enti possano adeguarsi. 'Sono uno dei 1200 idonei rimasti in attesa da nove anni del concorso pubblico a 184 posti di Vigile del Fuoco bandito nel Con il decreto mille proroghe 2009 è stata autorizzata la proroga della validità della nostra graduatoria per il nono anno consecutivo ai sensi dell art.5 L.14/2009, ma ad oggi l amministrazione rimanda il tutto all ufficio legislativo. Abbiamo, già da tempo, costituito un Comitato per far valere i nostri diritti sanciti dall articolo 97 della Costituzione, che recita: Agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni si accede mediante concorso pubblico. Stando al parere emesso dal Dipartimento della Funzione Pubblica (UPPA n 2/08), sussiste il vincolo, più volte ribadito dalla giurisprudenza costituzionale, di garantire l adeguato accesso dall esterno (mediante concorso) in misura non inferiore al 50% dei posti utilizzati, configurandosi, infatti, la stabilizzazione, come progressione verticale. Purtroppo, anche di questo non abbiamo riscontro, visto che per l anno 2008 ci sono state 1300 assunzioni, ma solo 52 della nostra graduatoria, le altre provenienti dalla graduatoria della stabilizzazione dei precari. 16

PRESENTAZIONE ENPAV PER GLI ORDINI PROVINCIALI

PRESENTAZIONE ENPAV PER GLI ORDINI PROVINCIALI PRESENTAZIONE ENPAV PER GLI ORDINI PROVINCIALI ISCRIZIONE ISCRIZIONE ALL ALBO PROFESSIONALE COMUNICAZIONE DELL ORDINE PROVINCIALE ISCRIZIONE ALL ENPAV COMUNICAZIONE DI ISCRIZIONE ALL ENPAV L ORDINE PUO

Dettagli

COMUNE DI MARCON REGOLAMENTO SULLE PRESTAZIONI ECONOMICHE AI NON AUTOSUFFICIENTI

COMUNE DI MARCON REGOLAMENTO SULLE PRESTAZIONI ECONOMICHE AI NON AUTOSUFFICIENTI COMUNE DI MARCON REGOLAMENTO SULLE PRESTAZIONI ECONOMICHE AI NON AUTOSUFFICIENTI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 11 DEL 17.02.2014 Regolamento di accesso alle prestazioni economiche erogate

Dettagli

COMUNE DI MARCON Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER L INSERIMENTO DI ANZIANI E DISABILI PRESSO STRUTTURE PROTETTE

COMUNE DI MARCON Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER L INSERIMENTO DI ANZIANI E DISABILI PRESSO STRUTTURE PROTETTE COMUNE DI MARCON Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER L INSERIMENTO DI ANZIANI E DISABILI PRESSO STRUTTURE PROTETTE Approvato con delibera di Consiglio Comunale n.63 del 21.12.2010 ART. 1 OGGETTO Il presente

Dettagli

Principi di funzionamento, di indirizzo e regolamentazione dell'albo pretorio e della notificazione e del deposito degli atti

Principi di funzionamento, di indirizzo e regolamentazione dell'albo pretorio e della notificazione e del deposito degli atti Principi di funzionamento, di indirizzo e regolamentazione dell'albo pretorio e della notificazione e del deposito degli atti Titolo I - Albo Pretorio Informatico 1. Albo Pretorio L Albo Pretorio on line

Dettagli

Dipartimento imento Attività Tecniche, Energetiche ed Ambientali Settore Politiche della Casa Demanio e Urbanizzazioni Servizio E.R.P.

Dipartimento imento Attività Tecniche, Energetiche ed Ambientali Settore Politiche della Casa Demanio e Urbanizzazioni Servizio E.R.P. AVVISO PUBBLICO per l assegnazione di contributi a favore di conduttori di immobili ad uso abitativo quale sostegno per il pagamento dei canoni di locazione anno 2013 Il Dirigente del Settore Politiche

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI CAPO I RICHIAMI NORMATIVI Art. 1 1. Il presente documento disciplina i criteri per l accesso ai servizi erogati dal Comune di Vedano Olona, le modalità del

Dettagli

Divisione Segreterie Studenti Area Studenti

Divisione Segreterie Studenti Area Studenti Divisione Segreterie Studenti Area Studenti Rep. 2130/2008 Prot. 27151 Anno Accademico 2008/2009 BANDO PER L AMMISSIONE FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE IL RETTORE VISTA La Legge 2 Agosto 1999, n. 264

Dettagli

Circolare N.124 del 21 settembre. Banca dati per l occupazione dei giovani genitori. Via agli incentivi per le imprese che assumono

Circolare N.124 del 21 settembre. Banca dati per l occupazione dei giovani genitori. Via agli incentivi per le imprese che assumono Circolare N.124 del 21 settembre Banca dati per l occupazione dei giovani genitori. Via agli incentivi per le imprese che assumono Banca dati per l occupazione dei giovani genitori: via agli incentivi

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNO 2015 indetto ai sensi della Legge 9 dicembre 1998, n. 431, del Decreto del Ministero dei Lavori Pubblici 7 giugno 1999,

Dettagli

LA PREVENZIONE DEI TUMORI NELL ASL DI LECCO. LE PRESTAZIONI ASSISTENZIALI. LECCO 21 DICEMBRE 2015 Servizio Medicina Legale Dr Daniele Coppola

LA PREVENZIONE DEI TUMORI NELL ASL DI LECCO. LE PRESTAZIONI ASSISTENZIALI. LECCO 21 DICEMBRE 2015 Servizio Medicina Legale Dr Daniele Coppola LA PREVENZIONE DEI TUMORI NELL ASL DI LECCO. LE PRESTAZIONI ASSISTENZIALI LECCO 21 DICEMBRE 2015 Servizio Medicina Legale Dr Daniele Coppola Lo Stato assiste i pazienti oncologici attraverso il riconoscimento

Dettagli

BORSE DI STUDIO 2014 per l'anno scolastico / accademico 2012 2013 BANDO APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CdA N.19/2014

BORSE DI STUDIO 2014 per l'anno scolastico / accademico 2012 2013 BANDO APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CdA N.19/2014 BORSE DI STUDIO 2014 per l'anno scolastico / accademico 2012 2013 BANDO APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CdA N.19/2014 1. Per l'anno scolastico / accademico 2012-2013, l'enpaf provvederà all'assegnazione

Dettagli

Appropriatezza prescrittiva nell Assistenza Integrativa e Protesica INVALIDITA CIVILE: perché e quali vantaggi Dott. Lorenzo Brusa Dott.ssa Laura Signorotti CHI E L INVALIDO CIVILE Si considerano mutilati

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEGLI INTERVENTI ASSISTENZIALI RESIDENZIALI A FAVORE DI ANZIANI E DISABILI

REGOLAMENTO COMUNALE DEGLI INTERVENTI ASSISTENZIALI RESIDENZIALI A FAVORE DI ANZIANI E DISABILI REGOLAMENTO COMUNALE DEGLI INTERVENTI ASSISTENZIALI RESIDENZIALI A FAVORE DI ANZIANI E DISABILI Adottato con deliberazione del Consiglio comunale n. 25 del 9 giugno 2003, modificato con deliberazione del

Dettagli

Copia Dichiarazione Sostitutiva Unica / ISEE INDIVIDUALE del richiedente il contributo

Copia Dichiarazione Sostitutiva Unica / ISEE INDIVIDUALE del richiedente il contributo COMUNE DI VENEZIA Direzione Politiche Sociali Partecipative e dell'accoglienza Servizio Anziani Disabili e Salute Mentale Ufficio Residenzialità Persone Disabili Modello richiesta contributo/anticipazione

Dettagli

BANDO DI CONCORSO STRAORDINARIO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO PER CONTRIBUTO ALLOGGIO TRASPORTO E RISTORAZIONE

BANDO DI CONCORSO STRAORDINARIO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO PER CONTRIBUTO ALLOGGIO TRASPORTO E RISTORAZIONE BANDO DI CONCORSO STRAORDINARIO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO PER CONTRIBUTO ALLOGGIO TRASPORTO E RISTORAZIONE PER L'ANNO ACCADEMICO 2006/2007 1. ENTITA NUMERICA DELLE BORSE In conformità alle

Dettagli

BORSE DI STUDIO 2013 per l'anno scolastico / accademico 2011-2012

BORSE DI STUDIO 2013 per l'anno scolastico / accademico 2011-2012 BORSE DI STUDIO 2013 per l'anno scolastico / accademico 2011-2012 1. Per l'anno scolastico / accademico 2011-2012, l'enpaf provvederà all'assegnazione di n. 250 borse di studio in favore dei figli di farmacisti,

Dettagli

Oggetto: Comunicazione al contribuente degli esiti della liquidazione automatizzata dell imposta dovuta sui redditi soggetti a tassazione separata

Oggetto: Comunicazione al contribuente degli esiti della liquidazione automatizzata dell imposta dovuta sui redditi soggetti a tassazione separata Roma, 06 giugno 2005 Direzione Centrale Gestione Tributi CIRCOLARE N. 30/E Oggetto: Comunicazione al contribuente degli esiti della liquidazione automatizzata dell imposta dovuta sui redditi soggetti a

Dettagli

SI RENDE NOTO. L assunzione è subordinata al rispetto dei vincoli finanziari di cui all art. 1, comma 198, della legge 266/2005.

SI RENDE NOTO. L assunzione è subordinata al rispetto dei vincoli finanziari di cui all art. 1, comma 198, della legge 266/2005. Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale num. 40 del 26-Maggio-2006 Scadenza 26-Giugno-2006 SELEZIONE PUBBLICA, PER ESAMI, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA DI IDONEI IN FIGURA PROFESSIONALE DI COORDINATORE

Dettagli

D E C R E T A. Dipartimento Risorse Umane e Organizzazione Area Reclutamento Settore V Oggetto: bando concorso ammissione C.L.M. in Psicologia clinica

D E C R E T A. Dipartimento Risorse Umane e Organizzazione Area Reclutamento Settore V Oggetto: bando concorso ammissione C.L.M. in Psicologia clinica Decreto n.5315 IL RETTORE VISTA la legge 9.5.1989, n. 168; VISTA la legge 7.8.1990, n. 241 e successive modificazioni ed integrazioni; VISTA la legge 5.2.1992, n.104, così come modificata dalla legge 28

Dettagli

Regione Lombardia AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI COMO. Via Pessina, 6-22100 Como

Regione Lombardia AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI COMO. Via Pessina, 6-22100 Como Regione Lombardia AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI COMO Via Pessina, 6-22100 Como In attuazione della deliberazione del Direttore Generale n. del è indetto CONCORSO PUBBLICO, per titoli ed esami,

Dettagli

Progetto VOUCHER FRIENDLY

Progetto VOUCHER FRIENDLY Progetto VOUCHER FRIENDLY AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE E L EROGAZIONE DI VOUCHER DI SERVIZIO PER LA CONCILIAZIONE TRA TEMPI DI VITA E DI LAVORO. 1. OBIETTIVI E FINALITÀ L obiettivo prioritario dell

Dettagli

VADEMECUM INVALIDITA CIVILE a cura dell ANMIC Associazione Nazionale Mutilati Invalidi Civili Sede Provinciale di Grosseto Via Trento, 15/A Tel.

VADEMECUM INVALIDITA CIVILE a cura dell ANMIC Associazione Nazionale Mutilati Invalidi Civili Sede Provinciale di Grosseto Via Trento, 15/A Tel. VADEMECUM INVALIDITA CIVILE a cura dell ANMIC Associazione Nazionale Mutilati Invalidi Civili Sede Provinciale di Grosseto Via Trento, 15/A Tel. 0564/23505 Fax 0564/429222 1) PERCENTUALE DI INVALIDITA

Dettagli

Benefici di legge in caso di patologie invalidanti. Permessi, congedi e assegni per l assistenza del bambino onco-ematologico

Benefici di legge in caso di patologie invalidanti. Permessi, congedi e assegni per l assistenza del bambino onco-ematologico Benefici di legge in caso di patologie invalidanti. Permessi, congedi e assegni per l assistenza del bambino onco-ematologico di Silvia Maria Cinquemani A) A FAVORE DEI BAMBINI 1.RICONOSCIMENTO DI INVALIDITÀ

Dettagli

UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI BRESCIA TASSE E CONTRIBUTI A.A. 2011/2012

UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI BRESCIA TASSE E CONTRIBUTI A.A. 2011/2012 UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI BRESCIA TASSE E CONTRIBUTI A.A. 2011/2012 Per l'anno accademico 2011/2012 l'università ha stabilito le norme relative alla tassazione e alla contribuzione universitaria secondo

Dettagli

COMUNE GENONI PROVINCIA ORISTANO BANDO SELEZIONE

COMUNE GENONI PROVINCIA ORISTANO BANDO SELEZIONE COMUNE GENONI PROVINCIA ORISTANO BANDO SELEZIONE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI AMMISSIONE AL PROGRAMMA SPERIMENTALE PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI CONTRASTO DELLE POVERTA ESTREME SERVIZI

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI A FAVORE DI FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI DISAGIO SOCIO-ECONOMICO

BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI A FAVORE DI FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI DISAGIO SOCIO-ECONOMICO BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI A FAVORE DI FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI DISAGIO SOCIO-ECONOMICO PREMESSA A seguito della direttiva prot. n. 108191/10/com del 9.1.01, il Commissario

Dettagli

Inps, Circolare 21 luglio 2008 n. 77. Verifiche straordinarie in materia di invalidita civile. Criteri di attuazione

Inps, Circolare 21 luglio 2008 n. 77. Verifiche straordinarie in materia di invalidita civile. Criteri di attuazione INPS Progetto Invalidità civile - Coordinamento generale Medico-legale - Direzione centrale delle Prestazioni - Direzione centrale Organizzazione 1. Premessa Inps, Circolare 21 luglio 2008 n. 77 Verifiche

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

4 INCONTRO NAZIONALE A.I.G. Associazione Italiana GIST Onlus. 26 febbraio 2011 Fondazione IRCCS Istituto Nazionale Tumori Aula Magna

4 INCONTRO NAZIONALE A.I.G. Associazione Italiana GIST Onlus. 26 febbraio 2011 Fondazione IRCCS Istituto Nazionale Tumori Aula Magna 4 INCONTRO NAZIONALE A.I.G. Associazione Italiana GIST Onlus 26 febbraio 2011 Fondazione IRCCS Istituto Nazionale Tumori Aula Magna I diritti del malato oncologico Silvia Bettega Servizio Sociale Adulti

Dettagli

Risoluzione n.125/e. Con l interpello specificato in oggetto, concernente l interpretazione del D.P.R. n. 131 del 1986, è stato esposto il seguente

Risoluzione n.125/e. Con l interpello specificato in oggetto, concernente l interpretazione del D.P.R. n. 131 del 1986, è stato esposto il seguente Risoluzione n.125/e Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 03 aprile 2008 OGGETTO: Istanza di interpello - riacquisto di prima casa a titolo gratuito Decadenza dai benefici di cui alla nota II-bis

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE DEL PERSONALE Servizio Ordinamento e Contenzioso Divisione 1^ N. 333-A/9806.G.3.2 Roma, 31.7.2001 CIRCOLARE

DIREZIONE CENTRALE DEL PERSONALE Servizio Ordinamento e Contenzioso Divisione 1^ N. 333-A/9806.G.3.2 Roma, 31.7.2001 CIRCOLARE DIREZIONE CENTRALE DEL PERSONALE Servizio Ordinamento e Contenzioso Divisione 1^ N. 333-A/9806.G.3.2 Roma, 31.7.2001 CIRCOLARE OGGETTO: Legge 5 febbraio 1992, n. 104 (legge quadro per l assistenza, l integrazione

Dettagli

COMUNE DI PULA Provincia di Cagliari

COMUNE DI PULA Provincia di Cagliari COMUNE DI PULA Provincia di Cagliari BANDO DI SELEZIONE CRITERI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI AMMISSIONE AL PROGRAMMA PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI CONTRASTO DELLE POVERTA ANNUALITA 2013.

Dettagli

COMUNE DI MASSA POLITICHE SOCIALI, DELLA CASA E PARI OPPORTUNITA UFFICIO CASA

COMUNE DI MASSA POLITICHE SOCIALI, DELLA CASA E PARI OPPORTUNITA UFFICIO CASA COMUNE DI MASSA POLITICHE SOCIALI, DELLA CASA E PARI OPPORTUNITA UFFICIO CASA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE Indetto ai sensi dell art. 11 della legge 9

Dettagli

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET IN BASE AL REDDITO

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET IN BASE AL REDDITO LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET IN BASE AL REDDITO DOMANDE E RISPOSTE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) A A1 A2 A3 A4 A5 A6 LA NUOVA MODALITA Qual è in sintesi

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara

Università degli Studi di Ferrara Università degli Studi di Ferrara Regolamento per il conferimento di Borse e Premi di studio nel campo della formazione con esclusione dei progetti comunitari o di internazionalizzazione Senato Accademico

Dettagli

36%. Chiarimenti ministeriali.

36%. Chiarimenti ministeriali. SERVIZIO INFORMATIVO ANGAISA 36%. Chiarimenti ministeriali. Circolare Agenzia Entrate n. 24 del 10.06.2004 Circolare Ministerale - Agenzia delle Entrate Direzione Centrale Normativa e Contenzioso - 10

Dettagli

Avviso per l attribuzione di n.3 borse di studio per lo svolgimento di uno stage a Bruxelles

Avviso per l attribuzione di n.3 borse di studio per lo svolgimento di uno stage a Bruxelles Unione degli Assessorati alle Politiche Socio-sanitarie del Lavoro Avviso per l attribuzione di n.3 borse di studio per lo svolgimento di uno stage a Bruxelles Il Presidente Visto lo Statuto dell Ente;

Dettagli

Ufficio di riferimento: Sportello Unico per l Immigrazione della Provincia di appartenenza.

Ufficio di riferimento: Sportello Unico per l Immigrazione della Provincia di appartenenza. ISTRUZIONI per la conversione del permesso di soggiorno rilasciato per motivi di studio o formazione a permesso di soggiorno per lavoro autonomo. (art. 6 del D.Lgs. 286/98 e s.m.i. e art. 14 del D.P.R.

Dettagli

6. La presentazione dell istanza di prima concessione deve avvenire entro e non oltre 68 gg:

6. La presentazione dell istanza di prima concessione deve avvenire entro e non oltre 68 gg: Messaggio 07 febbraio 2011, n. 2981 Indennità di mobilità in deroga 2011 - Accordo quadro del 14.1.2011 Facendo seguito al messaggio n. 2926 del 7.02.2011 col quale è stato trasmesso l'accordo quadro del

Dettagli

Brescia, 27 agosto 2014 AVVISO PUBBLICO. in ordine al conferimento di incarico temporaneo nella qualifica sottoindicata:

Brescia, 27 agosto 2014 AVVISO PUBBLICO. in ordine al conferimento di incarico temporaneo nella qualifica sottoindicata: Prot. n.0047433/bc S P E D AL I C I V I L I B R E S C I A AVVISO PUBBLICO Brescia, 27 agosto 2014 in ordine al conferimento di incarico temporaneo nella qualifica sottoindicata: N.3 POSTI DI COLLABORATORE

Dettagli

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI SENATO ACCADEMICO 20 maggio 2011, 22 novembre 2011, 23 maggio 2012 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 27 maggio 2011, 29 novembre 2011, 30 maggio 2012 D.R. D.R. 6/6/2011, n. 534, D.R. 12/12/2011, n. 1323, D.R.

Dettagli

TASI Tassa sui Servizi Indivisibili

TASI Tassa sui Servizi Indivisibili La nuova imposta è composta da tre tributi: Tassa sui servizi indivisibili - TASI Imposta Municipale Unica - IMU Tassa sui rifiuti - TARI TASI Tassa sui Servizi Indivisibili L Amministrazione Comunale

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DEL BUONO SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE PRESSO CUI OPERANO ASSISTENTI FAMIGLIARI REGOLARMENTE ASSUNTE

BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DEL BUONO SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE PRESSO CUI OPERANO ASSISTENTI FAMIGLIARI REGOLARMENTE ASSUNTE BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DEL BUONO SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE PRESSO CUI OPERANO ASSISTENTI FAMIGLIARI REGOLARMENTE ASSUNTE 1. COS È IL BUONO SOCIALE PER ASSISTENTI FAMIGLIARI È un contributo

Dettagli

Bando per la selezione di 18 volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale nella Regione Autonoma Valle d Aosta

Bando per la selezione di 18 volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale nella Regione Autonoma Valle d Aosta MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE Bando per la selezione di 18 volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale

Dettagli

Comune di San Vito Romano

Comune di San Vito Romano ALLEGATO 1 BANDO PER LA SELEZIONE DI 2 VOLONTARI DA IMPIEGARE NEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE ANIMAZIONE NEL TERRITORIO TRA BIBLIOTECA E MATERIALE ARCHIVISTICO 2016 DATA DI SCADENZA: 30/06/2016 Art. 1

Dettagli

Documenti necessari per la corretta compilazione della Dichiarazione dei Redditi Modelli 730/2011e Unico/2011

Documenti necessari per la corretta compilazione della Dichiarazione dei Redditi Modelli 730/2011e Unico/2011 Documenti necessari per la corretta compilazione della Dichiarazione dei Redditi Modelli 730/2011e Unico/2011 PER LA GENERALITÀ DEI LAVORATORI DIPENDENTI E/O PENSIONATI Eventuale tessera d iscrizione al

Dettagli

NOTIZIE FLASH Ottobre 2011

NOTIZIE FLASH Ottobre 2011 NOTIZIE FLASH Ottobre 2011 Terremoto Abruzzo sospensione riscossione contributi Il decreto legge del 29 dicembre 2010, n. 225 (c.d. milleproroghe ), convertito con modificazioni dall art. 1, comma 1, L.

Dettagli

COMUNE DI SANT ANTIOCO (Provincia di Carbonia- Iglesias)

COMUNE DI SANT ANTIOCO (Provincia di Carbonia- Iglesias) COMUNE DI SANT ANTIOCO (Provincia di Carbonia- Iglesias) BANDO PUBBLICO PROGRAMMA PER LA REALIZZAZIONE DI AZIONI DI CONTRASTO DELLE POVERTA - Linea di intervento 3 - CONCESSIONE DI SUSSIDI PER LO SVOLGIMENTO

Dettagli

GAZZETTA UFFICIALE 4 Serie Speciale n 81 del 11/10/2013 ISTITUTO NAZIONALE PER IL COMMERCIO ESTERO

GAZZETTA UFFICIALE 4 Serie Speciale n 81 del 11/10/2013 ISTITUTO NAZIONALE PER IL COMMERCIO ESTERO GAZZETTA UFFICIALE 4 Serie Speciale n 81 del 11/10/2013 ISTITUTO NAZIONALE PER IL COMMERCIO ESTERO Bando di concorso a n. 4 borse di studio per attività di ricerca in economia internazionale presso l ufficio

Dettagli

Settore Servizi alla Persona

Settore Servizi alla Persona BANDO DI CONCORSO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA DEGLI ASPIRANTI ALL ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA SOVVENZIONATA NEL COMUNE DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO IL DIRIGENTE SETTORE

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI FORMAZIONE ALL ATTIVITA DI RICERCA ISTITUITE DALLA FONDAZIONE UNIVERSITÀ G.D ANNUNZIO

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI FORMAZIONE ALL ATTIVITA DI RICERCA ISTITUITE DALLA FONDAZIONE UNIVERSITÀ G.D ANNUNZIO REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI FORMAZIONE ALL ATTIVITA DI RICERCA ISTITUITE DALLA FONDAZIONE UNIVERSITÀ G.D ANNUNZIO CAPO I NORME GENERALI Articolo 1 (Oggetto, requisiti e finalità) 1) Il

Dettagli

BANDO PER L ISCRIZIONE ASILO NIDO COMUNALE Anno Educativo 2015/2016

BANDO PER L ISCRIZIONE ASILO NIDO COMUNALE Anno Educativo 2015/2016 COMUNE DI LORETO Provincia di Ancona Settore VI - Servizi Sociali BANDO PER L ISCRIZIONE ASILO NIDO COMUNALE Anno Educativo 2015/2016 Il Responsabile 6 Settore Funzionale rende noto che sono aperte le

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2012/2013. IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AMMINISTRATIVO

ANNO SCOLASTICO 2012/2013. IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AMMINISTRATIVO C O M U N E D I E S C O L C A P R O V I N C I A D I C A G L I A R I Via Dante n 2 Tel. 0782808303 - Fax 0782808516 e-mail: segreteria.escolca@tiscali.it Prot. n. 2019 del 08.07.13 BANDO DI CONCORSO PER

Dettagli

OGGETTO: Interpello 954-541/2006 Art. 11 della legge 27 luglio 2000, n. 212 Università Telematica Pegaso

OGGETTO: Interpello 954-541/2006 Art. 11 della legge 27 luglio 2000, n. 212 Università Telematica Pegaso RISOLUZIONE N. 6/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 24 gennaio 2007 OGGETTO: Interpello 954-541/2006 Art. 11 della legge 27 luglio 2000, n. 212 Università Telematica Pegaso Con l interpello

Dettagli

Novità contenute nella presente circolare

Novità contenute nella presente circolare ALLE IMPRESE INDUSTRIALI Roma, 25 gennaio 2005 Circolare n. 26/IMPRESE Novità contenute nella presente circolare 1. Contribuzione dal 1 gennaio 2005 1.1 Incremento delle quote di TFR: a. per dirigenti

Dettagli

Provincia di Foggia. IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO TRASPORTI Ufficio Autotrasporto merci per conto terzi

Provincia di Foggia. IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO TRASPORTI Ufficio Autotrasporto merci per conto terzi Provincia di Foggia PROVE PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER IL TRASPORTO SU STRADA DI MERCI E PERSONE PER CONTO TERZI. AVVISO PUBBLICO ANNO 2013 IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO TRASPORTI Ufficio

Dettagli

Per l'anno 2007 l importo minimo lordo è 4.308,20 lordi, mentre quello massimo è di 21.541,00 euro

Per l'anno 2007 l importo minimo lordo è 4.308,20 lordi, mentre quello massimo è di 21.541,00 euro E.N.P.A.M. Indennita di maternita, adozione, affidamento e aborto per le iscritte agli albi dei medici chirughi e odontoiatri, libere professioniste o convenzionate La base del calcolo per l indennità

Dettagli

Bando di concorso per l assegnazione delle Borse di Studio Anno Accademico 2014/15

Bando di concorso per l assegnazione delle Borse di Studio Anno Accademico 2014/15 Prot. 2008/A20C 12/05/2015 Bando di concorso per l assegnazione delle Borse di Studio Anno Accademico 2014/15 BANDO di CONCORSO Assegnazione n. 12 Borse di Studio Il presente concorso, per soli titoli,

Dettagli

UNIONE MONTANA DEI COMUNI DELLA VALTIBERINA TOSCANA UNIONE MONTANA DEI COMUNI DELLA VALTIBERINA TOSCANA

UNIONE MONTANA DEI COMUNI DELLA VALTIBERINA TOSCANA UNIONE MONTANA DEI COMUNI DELLA VALTIBERINA TOSCANA UNIONE MONTANA DEI COMUNI DELLA VALTIBERINA TOSCANA ANGHIARI BADIA TEDALDA CAPRESE MICHELANGELO MONTERCHI SANSEPOLCRO SESTINO UNIONE MONTANA DEI COMUNI DELLA VALTIBERINA TOSCANA Bando per l assegnazione

Dettagli

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. Le regole per richiedere ed ottenere il rimborso dei crediti fiscali

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. Le regole per richiedere ed ottenere il rimborso dei crediti fiscali News per i Clienti dello studio del 9 Settembre 2014 Ai gentili clienti Loro sedi Le regole per richiedere ed ottenere il rimborso dei crediti fiscali Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

CITTA DI CERIGNOLA PROVINCIA DI FOGGIA Piazza della Repubblica, 1 tel. 0085410266/214 fax 0885410290 SERVIZIO SPORTELLO UNICO AA.PP.

CITTA DI CERIGNOLA PROVINCIA DI FOGGIA Piazza della Repubblica, 1 tel. 0085410266/214 fax 0885410290 SERVIZIO SPORTELLO UNICO AA.PP. CITTA DI CERIGNOLA PROVINCIA DI FOGGIA Piazza della Repubblica, 1 tel. 0085410266/214 fax 0885410290 SERVIZIO SPORTELLO UNICO AA.PP. BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI N. 20 AUTORIZZAZIONI

Dettagli

Finalmente il secondo comma dell articolo 25 della legge 114/2014 sopprime questa ridondanza.

Finalmente il secondo comma dell articolo 25 della legge 114/2014 sopprime questa ridondanza. Patente e guida Ottenere l idoneità alla guida per una persona con disabilità è spesso un percorso ad ostacoli. La sua idoneità e l eventuale uso di particolari adattamenti vengono stabiliti da una commissione

Dettagli

FAQ AVVISO 2012 (DD 893 DEL 7 MARZO 2012)

FAQ AVVISO 2012 (DD 893 DEL 7 MARZO 2012) FAQ AVVISO 2012 (DD 893 DEL 7 MARZO 2012) 1. Quando è fissata la data di scadenza ultima per la presentazione delle domanda? La scadenza per la trasmissione on line della domanda è fissata per il 27 aprile

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTRIBUZIONE DI BORSE DI FORMAZIONE. Art. 1 OGGETTO E DEFINIZIONI

REGOLAMENTO PER L ATTRIBUZIONE DI BORSE DI FORMAZIONE. Art. 1 OGGETTO E DEFINIZIONI REGOLAMENTO PER L ATTRIBUZIONE DI BORSE DI FORMAZIONE Art. 1 OGGETTO E DEFINIZIONI Il presente documento individua e disciplina le procedure per l assegnazione di borse di formazione che Porto Conte Ricerche

Dettagli

Oggetto: Risposte ai quesiti di cui al Bando per l attribuzione degli Assegni di merito Anno Accademico 2007/2008

Oggetto: Risposte ai quesiti di cui al Bando per l attribuzione degli Assegni di merito Anno Accademico 2007/2008 RISPOSTE AI Q UESITI Oggetto: Risposte ai quesiti di cui al Bando per l attribuzione degli Assegni di merito Anno Accademico 2007/2008 Quesito n. 1 inoltrato il 04.07.2008 ore 18.01 Vorrei sapere a quale

Dettagli

Il Ministro per gli Affari Esteri

Il Ministro per gli Affari Esteri Decreto Ministeriale 16 marzo 2001, n. 032/655, Procedure di selezione ed assunzione di Personale a contratto. DM VISTATO REGISTRATO AL PERSONALE DALL UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO DM n. 032/655 PRESSO

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI CALTANISSETTA LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE

PROVINCIA REGIONALE DI CALTANISSETTA LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE PROVINCIA REGIONALE DI CALTANISSETTA LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE Approvato con delibera di G.P. n. 252 del 21/12/2010 1 INDICE Art. 1 - Oggetto 3 Art. 2 - Istituzione dell Albo

Dettagli

RECUPERO TICKET SANITARI RISPOSTE ALLE DOMANDE FREQUENTI

RECUPERO TICKET SANITARI RISPOSTE ALLE DOMANDE FREQUENTI RECUPERO TICKET SANITARI RISPOSTE ALLE DOMANDE FREQUENTI 1.Perchè la Regione sta provvedendo ad inviare avvisi bonari relativi agli anni 2009 e 2010? Le lettere bonarie riguardano le esenzioni ticket sanitario

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

L INDENNITÀ ORDINARIA DI DISOCCUPAZIONE CON I REQUISITI NORMALI

L INDENNITÀ ORDINARIA DI DISOCCUPAZIONE CON I REQUISITI NORMALI L INDENNITÀ ORDINARIA DI DISOCCUPAZIONE CON I REQUISITI NORMALI Che cos è È una prestazione a sostegno del reddito concessa a quei lavoratori che vengono a trovarsi senza lavoro, quindi senza retribuzione,

Dettagli

Spett.le FONDAPI PIAZZA COLA DI RIENZO 80A 00192 ROMA RM

Spett.le FONDAPI PIAZZA COLA DI RIENZO 80A 00192 ROMA RM spazio riservato alla protocollazione MODULO DI RICHIESTA ANTICIPAZIONE PER RISTRUTTURAZIONE PRIMA CASA LE RICHIESTE TRASMESSE VIA FAX NON SI CONSIDERANO VALIDE. Spett.le FONDAPI PIAZZA COLA DI RIENZO

Dettagli

Istituto Nazionale della Previdenza Sociale

Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Messaggio numero 8881 del 19-11-2014 Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Entrate Roma, 19-11-2014

Dettagli

RICHIESTA CONCESSIONE BUONO SOCIALE PER SOSTEGNO SPESE ASSISTENTI FAMILIARI (vers. 01 feb. 09)

RICHIESTA CONCESSIONE BUONO SOCIALE PER SOSTEGNO SPESE ASSISTENTI FAMILIARI (vers. 01 feb. 09) RICHIESTA CONCESSIONE BUONO SOCIALE PER SOSTEGNO SPESE ASSISTENTI FAMILIARI (vers. 01 feb. 09) Il/la sottoscritto/a nato/a a prov. il tel. residente a Nova Milanese in via C.F. CHIEDE che gli/le venga

Dettagli

PROLUNGAMENTO DEL CONGEDO PARENTALE 2 ORE DI RIPOSO GIORNALIERO RETRIBUITO

PROLUNGAMENTO DEL CONGEDO PARENTALE 2 ORE DI RIPOSO GIORNALIERO RETRIBUITO PROLUNGAMENTO DEL CONGEDO PARENTALE 2 ORE DI RIPOSO GIORNALIERO RETRIBUITO (1 ORA SE LA DURATA DELL ORARIO GIORNALIERO DI LAVORO È INFERIORE A SEI ORE) I genitori, alternativamente, di un minore al quale

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO REVOCA DEI BENEFICI PREVISTI PER L ASSISTENZA DI UN CONGIUNTO DISABILE QUESITO (posto in data 27 giugno 2014) Sono un dirigente medico ospedaliero a tempo indeterminato. La mia Azienda mi ha

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO AURORA PREVIDENZA SEZIONE I: NORME GENERALI

FONDO PENSIONE APERTO AURORA PREVIDENZA SEZIONE I: NORME GENERALI Allegato alla Nota Informativa FONDO PENSIONE APERTO AURORA PREVIDENZA DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI FONDO PENSIONE SEZIONE I: NORME GENERALI Articolo 1. Oggetto 1.1 Il presente documento disciplina le

Dettagli

Pr o v i n c i a d i Sa l e r n o

Pr o v i n c i a d i Sa l e r n o BANDO DI CONCORSO Contributi integrativi ai canoni di locazione - Anno 2014 Legge 9 dicembre 1998, n.431, art.11; Fondo Nazionale per il sostegno all accesso alle abitazioni in locazione E indetto un bando

Dettagli

Cosa portare al momento della Dichiarazione dei redditi

Cosa portare al momento della Dichiarazione dei redditi 2/6 Cosa portare al momento della Dichiarazione dei redditi o Tessera di iscrizione al Sindacato; o Documento d'identità; o Dichiarazione 730 o Unico (con eventuali F24 per pagamenti o compensazioni) dell'anno

Dettagli

Alle riunioni è invitato a partecipare un rappresentante dell Università degli studi di Trento.

Alle riunioni è invitato a partecipare un rappresentante dell Università degli studi di Trento. 2. PROCEDIMENTO 2.1 Aspetti generali. Il coordinamento generale delle strutture competenti, nonché la verifica ed il monitoraggio degli interventi, sono espletati tramite riunioni periodiche cui partecipano:

Dettagli

Legge 10 ottobre 2014, n. 147: nuove disposizioni in materia di salvaguardia pensionistica (cd. sesta salvaguardia).

Legge 10 ottobre 2014, n. 147: nuove disposizioni in materia di salvaguardia pensionistica (cd. sesta salvaguardia). Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Entrate Roma, 19-11-2014 Messaggio n. 8881 Allegati n.2 OGGETTO: Legge 10 ottobre 2014, n. 147: nuove

Dettagli

BANDO 2015 DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO 2011-2013. Intervento

BANDO 2015 DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO 2011-2013. Intervento Allegato parte integrante BANDO 2015 PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO BANDO 2015 DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO 2011-2013 V) SOSTEGNI AL REDDITO 24 ter - REDDITO DI QUALIFICAZIONE Intervento

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Prot. n.3662 del 15.04.2016 AVVISO PUBBLICO U.N.R.R.A 2016 Avviso pubblico per la presentazione di progetti da finanziare a valere sul Fondo Lire U.N.R.R.A. per l anno 2016. Direttiva del Ministro del

Dettagli

1. Requisiti anagrafici e contributivi per accedere al trattamento pensionistico

1. Requisiti anagrafici e contributivi per accedere al trattamento pensionistico Oggetto: D.M. n. 1058 del 23 dicembre 2013 (diramato con nota AOODPIT n.2855 del 23 dicembre 2013) - Cessazioni dal servizio dal 1 settembre 2014. Si fa riferimento alla nota AOODPIT n. 2855 del 23 dicembre

Dettagli

TESTO AGGIORNATO CON LE MODIFICHE APPROVATE DAL COMMISSARIO STRAORDINARIO DELL'INPS CON DETERMINAZIONE N. 734 DEL 17 GIUGNO 2003 ART.

TESTO AGGIORNATO CON LE MODIFICHE APPROVATE DAL COMMISSARIO STRAORDINARIO DELL'INPS CON DETERMINAZIONE N. 734 DEL 17 GIUGNO 2003 ART. REGOLAMENTO PER L ATTUAZIONE NELL AMBITO DEI FONDI DI PREVIDENZA ESATTORIALI E DAZIERI DELLA NORMATIVA SULLE ANTICIPAZIONI DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI CUI ALLA LEGGE 29 MAGGIO 1982,N.297 TESTO

Dettagli

ASSOCIAZIONE PER LO SVILUPPO DELL UNIVERSITÀ NEL TERRITORIO NOVARESE

ASSOCIAZIONE PER LO SVILUPPO DELL UNIVERSITÀ NEL TERRITORIO NOVARESE BANDO DI CONCORSO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO PER LO SVOLGIMENTO DI PERIODI FORMATIVI E/O ATTIVITÀ DI RICERCA ALL ESTERO. Anno Accademico 2014-2015 Termine perentorio per la presentazione delle

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE ESTERNA PER CONTRATTO A PROGETTO Profilo operatore amministrativo

AVVISO DI SELEZIONE ESTERNA PER CONTRATTO A PROGETTO Profilo operatore amministrativo AVVISO DI SELEZIONE ESTERNA PER CONTRATTO A PROGETTO Profilo operatore amministrativo AS2 SrL indice una selezione esterna per la sottoscrizione di un contratto a progetto per operatore amministrativo,

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Allegato 1 LETTERA CIRCOLARE Roma, 1 dicembre 2004 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali DIREZIONE GENERALE PER L'ATTIVITA ISPETTIVA Ai Direttori delle Direzioni Regionali del Lavoro LORO SEDI

Dettagli

Legge n. 326/2003: indennità di mobilità in favore dei lavoratori licenziati da enti operanti nel settore della SANITA PRIVATA.

Legge n. 326/2003: indennità di mobilità in favore dei lavoratori licenziati da enti operanti nel settore della SANITA PRIVATA. OGGETTO: A -Legge n. 326/2003: disposizioni in materia di indennità di mobilità e di pensioni in favore dei lavoratori licenziati da enti operanti nel settore della SANITA PRIVATA. B - Indennità di mobilità

Dettagli

Città di Albino. Provincia di Bergamo

Città di Albino. Provincia di Bergamo Città di Albino (Albì) Provincia di Bergamo REGOLAMENTO COMUNALE PER L INDIVIDUAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA PER L ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE. (Legge 27 dic. 1997 n. 449 e d.lgs. 31

Dettagli

PROVINCIA DI MANTOVA Settore risorse culturali e turistiche, lavoro, sviluppo della persona e delle comunità.

PROVINCIA DI MANTOVA Settore risorse culturali e turistiche, lavoro, sviluppo della persona e delle comunità. PROVINCIA DI MANTOVA Settore risorse culturali e turistiche, lavoro, sviluppo della persona e delle comunità. PIANO PROVINCIALE DI MANTOVA PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI (2014-2016)

Dettagli

COMUNE DI TREBASELEGHE REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO IN ATTIVITA SOCIALMENTE UTILI

COMUNE DI TREBASELEGHE REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO IN ATTIVITA SOCIALMENTE UTILI COMUNE DI TREBASELEGHE CAP 35010 Codice Fiscale 80010250282 Partita IVA 00932400286 Provincia di Padova tel 049-9319511 Fax 049-9386455 REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO IN ATTIVITA SOCIALMENTE UTILI 1 Art.

Dettagli

6 Dicembre 2006 Numero 23 www.cgil.bg.it/inca/index.htm conoscere per tutelare/2 L INSERIMENTO LAVORATIVO DEL DISABILE: LEGGE 68/1999

6 Dicembre 2006 Numero 23 www.cgil.bg.it/inca/index.htm conoscere per tutelare/2 L INSERIMENTO LAVORATIVO DEL DISABILE: LEGGE 68/1999 INCA INFORMA Quindicinale di informazione previdenziale a cura dell INCA- CGIL Bergamo 6 Dicembre 2006 Numero 23 www.cgil.bg.it/inca/index.htm conoscere per tutelare/2 L INSERIMENTO LAVORATIVO DEL DISABILE:

Dettagli

PROT. n. 5818 Rep n. 70 del 1/03/2012 SELEZIONE PER ATTIVITÁ DI TUTORATO - Anno 2012 n. 8 unità

PROT. n. 5818 Rep n. 70 del 1/03/2012 SELEZIONE PER ATTIVITÁ DI TUTORATO - Anno 2012 n. 8 unità UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA FACOLTÀ DI ECONOMIA PROT. n. 5818 Rep n. 70 del 1/03/2012 SELEZIONE PER ATTIVITÁ DI TUTORATO - Anno 2012 n. 8 unità IL PRESIDE l art. 13 della Legge 19 novembre 1990 n.

Dettagli

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO Art. 1 PREMESSE L Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per i Biologi, in ottemperanza alle finalità di cui all art. 3,

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEL BUONO CASA PER LE GIOVANI COPPIE

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEL BUONO CASA PER LE GIOVANI COPPIE COMUNE DI CAGLIARI Assessorato delle Politiche Sociali Area dei Servizi al cittadino Servizi Socio Assistenziali ed Asili Nido BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEL BUONO CASA PER LE GIOVANI COPPIE Ai sensi di

Dettagli

Condizioni di esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria per reddito

Condizioni di esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria per reddito Condizioni di esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria per reddito Ai fini dell'accesso alle prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale, l'esenzione dalla partecipazione alla spesa

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

Ambito di Seriate. Regolamento per l erogazione del Buono Disabili per cittadini residenti nei Comuni dell Ambito di Seriate

Ambito di Seriate. Regolamento per l erogazione del Buono Disabili per cittadini residenti nei Comuni dell Ambito di Seriate Ambito di Seriate Seriate, Albano S.Alessandro, Bagnatica, Brusaporto, Cavernago, Costa di Mezzate, Grassobbio, Montello, Pedrengo, Scanzorosciate, Torre de Roveri Regolamento per l erogazione del Buono

Dettagli

Comune di Bosisio Parini Provincia di Lecco

Comune di Bosisio Parini Provincia di Lecco Comune di Bosisio Parini Provincia di Lecco 15 CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI (ottobre 2011 febbraio 2012) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER SOLI TITOLI FINALIZZATA ALLA FORMAZIONE

Dettagli

DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO PER LA GESTIONE E IL CONTROLLO DEL CATALOGO DEI SERVIZI PER IL LAVORO GARANZIA GIOVANI

DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO PER LA GESTIONE E IL CONTROLLO DEL CATALOGO DEI SERVIZI PER IL LAVORO GARANZIA GIOVANI ALLEGATO A DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO PER LA GESTIONE E IL CONTROLLO DEL CATALOGO DEI SERVIZI PER IL LAVORO GARANZIA GIOVANI DETERMINA DIRIGENZIALE 20 GENNAIO 2015, n. 12 e successive modifiche Approvazione

Dettagli