COMUNE DI PUTIGNANO. Regolamento del Sistema Informativo Comunale. Provincia di Bari. ( approvato con delibera di G.C. n. 226 del 14 dicembre 2007 )

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI PUTIGNANO. Regolamento del Sistema Informativo Comunale. Provincia di Bari. ( approvato con delibera di G.C. n. 226 del 14 dicembre 2007 )"

Transcript

1 COMUNE DI PUTIGNANO Provincia di Bari Regolamento del Sistema Informativo Comunale ( approvato con delibera di G.C. n. 226 del 14 dicembre 2007 )

2 INDICE DEFINIZIONI Art. 1 Il Sistema Informatico Comunale - SIC Art. 2 hardware Art. 3 software Art. 4 Sistemi Operativi Art. 5 Applicazioni per la Gestione dei Server Art. 6 Applicazioni Gestionali Art. 7 Rete Telematica Comunale - RTC Art. 8 Sistema Telefonico STRUTTURA DI GESTIONE Art. 9 Struttura di gestione Art. 10 Personale della struttura di gestione Art. 11 Compiti della struttura di gestione Art. 12 Direttive per l utilizzo del SIC PARTE I DISPOSIZIONI GENERALI PARTE II DISPOSIZIONI APPLICATIVE 1. Assegnazione delle postazioni 2. Utilizzo delle postazioni 3. Utilizzo della Rete Telematica Comunale 4. Utilizzo di Internet 5. Internet Point e Hot Spot 6. Utilizzo della Posta Elettronica 7. Salvataggio dei Dati, Disaster & Recovery, Firewalling 8. Sistema Telefonico 9. Proprietà intellettuale 10. Approvvigionamenti SIC e dotazioni 11. Manutenzione SIC e Approvvigionamenti Informatici 12. Danneggiamenti 13. Sanzioni 14. Privacy 15. Aggiornamenti delle direttive 16. Entrata in vigore 2

3 PARTE I DISPOSIZIONI GENERALI DEFINIZIONI Art. 1 Il Sistema Informatico Comunale - SIC Il Sistema Informatico Comunale, di seguito denominato SIC, è l'insieme dell hardware, del software, delle connessioni telematiche, degli utilizzatori e del personale tecnico, che consentono la gestione informatica delle attività della struttura comunale del Comune di Putignano. Il SIC per essere pienamente efficiente e disponibile deve potere contare su una serie di regole di esercizio. La costante definizione ed adattamento di queste misure alle mutevoli esigenze di lavoro, di sicurezza, ai continui cambiamenti del panorama informatico e soprattutto la costanza nell applicarle e rispettarle ne condizionano l efficienza. Art. 2 hardware Le attrezzature hardware sono l'insieme dei server, dei personal computer, delle stampanti, degli scanner, ecc., che sono utilizzate dai tecnici e dagli operatori nel loro lavoro quotidiano. Art. 3 software Le attrezzature software sono l'insieme dei Sistemi Operativi, delle applicazioni per la gestione dei server e delle applicazioni gestionali per le attività del Comune. Art. 4 Sistemi Operativi Sono i programmi che consentono all hardware di funzionare a livello base. Windows 98, 2000, XP, Vista, windows 2003 server, Linux o superiori, sono sistemi operativi. Con essi si possono già svolgere parecchie funzioni come videoscrittura o il trasferimento di file nella rete ma non possono essere utilizzati per compiti gestionali specifici come ad esempio l automazione dei Servizi Demografici, della contabilità, ecc. Art. 5 Applicazioni per la Gestione dei Server Sono i programmi che unitamente ai Sistemi Operativi di base per i server consentono un evoluzione dei servizi erogati. Ad esempio un server è già in grado di regolare l accesso ad Internet ma solo unitamente ad un programma specifico è in grado di enfatizzare il suo lavoro aggiungendo ulteriori caratteristiche di gestione degli accessi. 3

4 Art. 6 Applicazioni Gestionali Sono i programmi utilizzati per compiti gestionali specifici. Esistono programmi per gestire la contabilità, i tributi, i servizi elettorali, la cartografia, ecc. Questi programmi necessitano dei Sistemi Operativi per funzionare. Art. 7 Rete Telematica Comunale - RTC La Rete Telematica Comunale, di seguito denominata RTC, è l insieme dell hardware che la compone, delle linee di trasmissione dati, di proprietà del Comune di Putignano, sia interne alla struttura comunale che esterne ad essa, con la quale sono effettuati i collegamenti tra i singoli personal computer, con le sedi decentrate, con altri enti o con Internet. I server ed i personal computer utilizzano la RTC per comunicare tra di loro, per fornire servizi ed interagire con l esterno. La RTC è per sua natura il sistema nervoso del SIC, è costantemente protetta da adeguate misure di sicurezza e costantemente monitorata per garantirne l efficienza e prevenirne gli abusi. Art. 8 Sistema Telefonico Il Sistema Telefonico Comunale, o STC, è parte del SIC, il quale offre i sevizi di fonia attraverso la RTC. Esso è gestito dalla Struttura di Gestione. E composto da Telefoni, Centrale Telefonica, Software di Gestione dell STC e dalle politiche di gestione ad esso applicate per razionalizzare il traffico telefonico. Tra alcune sedi dell ente esistono delle dorsali di collegamento per consentire un sistema Voip tra i vari uffici. STRUTTURA DI GESTIONE Art. 9 Struttura di gestione Per un sistema Informatico così complesso è necessario avere una struttura di riferimento, che sia in grado di gestire tutte le fasi di lavoro che il sistema stesso sopporta nel tempo, dall'inserimento di nuove risorse hardware all'attivazione di nuove procedure software, dalla manutenzione delle attrezzature tecniche esistenti, al monitoraggio continuo di tutte le procedure ed i sistemi operanti ed attivi nel SIC. Art. 10 Personale della struttura di gestione La responsabilità del sistema è a tutti gli effetti del dirigente competente dell ufficio SIC che si avvale, per il raggiungimento degli obiettivi, della struttura di gestione che sovrintende alla vita del SIC che è composta da: Responsabile SIC: Analizza e progetta le linee guida dello sviluppo e della gestione del SIC, ne pianifica l adozione. E una figura di categoria D, amministrativa, con conoscenze sia 4

5 applicative che sistemistiche poli-specialistiche, con esperienza informatica pluriennale anche maturata nell ente. Nel suo lavoro si avvale dei tecnici del SIC. Tecnici del SIC: Si occupano di innovare e gestire, seguendo le indicazioni del responsabile del SIC, le varie componenti del SIC stesso. Sono figure professionali con conoscenze sia applicative che sistemistiche poli-specialistiche. Centralinisti dell Ente: Si occupano, laddove richiesto, di gestire il traffico telefonico e di dare informazioni basilari agli utenti attraverso il servizio di Fonia. Art. 11 Compiti della struttura di gestione La struttura di gestione si occupa di innovare e mantenere il SIC. I suoi compiti principali si possono riassumere come segue: Individuare l hardware e il software necessario per la vita del SIC. Custodire (in busta chiusa) e gestire tutte le password, le credenziali e le parole di accesso a tutte le funzioni, servizi o siti web istituzionali con cui l Ente interagisce (siti web ministeriali, server, software gestionali, apparati tecnologici, ecc.). Gestire e mantenere il SIC e l RTC laddove non occorra la collaborazione di fornitori esterni. Effettuare le scelte tecnologiche da utilizzare per il SIC. Elaborare le direttive di utilizzo da diffondere a tutti gli utilizzatori. Gestire le gare e gli appalti relativi alla fornitura di hardware, software e servizi relativi al SIC (Sistema Informatico Comunale), alla RTC (Rete Telematica Comunale) e al STC ( Sistema Telefonico Comunale), tra cui l assistenza, sia con interventi in economia che con soggetti esterni. Pianificare, monitorare e gestire la dotazione tecnologica dell Ente mediante specifico software applicativo, perseguire la standardizzazione dei prodotti e la possibilità di integrazione con i sistemi esistenti e pianificarli al fine di salvaguardarne le economie dell ente. Lo staff del SIC non può garantire la continuità dei servizi che, in caso di guasto, potrebbero essere sospesi. In ogni caso si dovrà adoperare per ripristinare il corretto funzionamento nel più breve tempo possibile. Il personale del SIC deve essere reperibile H24. Art. 12 Direttive per l utilizzo del SIC Allo scopo di ottimizzare la gestione e l utilizzo del SIC, le risorse hardware e software, si emanano le seguenti direttive alle quali ogni utilizzatore deve fare riferimento e che sono elencate negli articoli che seguono. 5

6 PARTE II DISPOSIZIONI APPLICATIVE 1. Assegnazione delle postazioni 1.1. Le installazioni di attrezzature hardware e di procedure software del SIC sono eseguite solo dalla struttura di gestione o dal personale di fornitori appositamente incaricati, sempre e comunque sotto la supervisione ed il controllo del Responsabile Tecnico Tutte le postazioni, hardware e software, sono configurate al momento dell'installazione a cura del personale tecnico del SIC, che provvede anche a ogni variazione successiva Le postazioni sono configurate secondo criteri di funzionalità e di economicità perseguendo, per quanto possibile, la condivisione tra più operatori vicini di risorse comuni, come stampanti, scanner, ecc Le installazioni non sono personali e non seguono gli operatori ma rientrano nell ambito della dotazione del singolo ufficio. Eventuali spostamenti di dotazione dovranno essere autorizzati sentita la struttura di gestione, secondo quanto stabilito dalle altre norme regolamentari vigenti in materia Ogni operatore è responsabile del buon uso, della corretta gestione e della conservazione della postazione che gli è stata affidata E' vietato a chiunque di modificare la configurazione dell hardware o del software ricevuto, collegare alle postazioni o alla rete qualsiasi elemento non fornito o autorizzato dalla struttura di gestione Quando uno dei componenti hardware assegnati non sia più utilizzato o utilizzabile deve essere comunicato alla struttura di gestione Le sostituzioni di dotazioni sono da considerare come materiale dismesso Il materiale dismesso, sarà messo fuori uso se non più funzionante, recondizionato per essere destinato ad altro utente o a servizi più elementari, offerto in vendita o in cessione gratuita. In particolare, in caso di smaltimento, lo stesso sarà eseguito secondo la normativa di riferimento. A cura della struttura di gestione verrà stilato l elenco del materiale ritenuto non più utilizzabile che sarà trasmesso al Dirigente del Patrimonio per le conseguenti determinazioni nel rispetto del vigente regolamento di contabilità La struttura di gestione configura gli sfondi degli schermi, gli screen saver o salva schermo e tutte le utilità utilizzate per la realizzazione della carta intestata, degli sfondi o dei marchi utilizzati dall'ente, secondo le indicazioni dell amministrazione La struttura di gestione configura tutti i parametri del SIC e della RTC al fine di instaurare un adeguato livello di sicurezza informatica e privatezza dei dati (pagina del browser predefinita, parametri di accesso ad internet, blocchi software ed hardware, ecc.). 6

7 2. Utilizzo delle postazioni 2.1. Ogni operatore riceve le chiavi di accesso al SIC ed ai suoi servizi sotto forma di nome e password Il SIC obbliga l operatore a cambiare la propria password ad intervelli determinati. La frequenza, la complessità ed il riciclo delle password possono essere modificati nel corso del tempo da parte del SIC secondo criteri tecnici di sicurezza o di adeguamento alle normative nazionali L operatore è responsabile delle proprie chiavi di accesso, non le deve diffondere e deve avere cura di non perderle L operatore è tenuto a depositare tutte le password d accesso di qualsiasi servizio telematico in busta chiusa presso la struttura di gestione del SIC che potranno essere utilizzate in caso di comprovata emergenza. In caso di smarrimento di tali credenziali l operatore deve immediatamente contattare la struttura di gestione, anche per prevenire qualsiasi uso non autorizzato, da parte di terze persone, delle proprie chiavi di accesso Gli artt. 615 ter, 615 quater e 615 quinquies del Codice Penale puniscono la detenzione e la diffusione abusiva di codici, parole chiavi e altri mezzi idonei all accesso ad un sistema informatico o alla diffusione di virus Ogni postazione di lavoro deve essere usata secondo i protocolli ufficiali per l'uso dell hardware e del software, per gli scopi istituzionali per i quali la dotazione è stata assegnata e con la cura prescritta dalle norme del codice civile, codice penale e di buon comportamento Le postazioni di lavoro non possono essere utilizzate per fini personali o non funzionali al Sistema Informatico Comunale. 3. Utilizzo della Rete Telematica Comunale 3.1. Si accede alla RTC secondo le disposizioni fornite dalla struttura di gestione Ogni operatore deve accedere solo ai siti, ai terminali e ai programmi operativi o di sistema per cui è autorizzato E' vietata ogni forzatura o intrusione per accedere a dati non consentiti In caso di accesso casuale, accidentale o per forzatura, l'operatore deve informare la struttura di gestione e comunque non deve utilizzare l'accesso, ne alterare, ne utilizzare i dati indebitamente raggiunti L operatore che accede alla rete comunale deve attenersi a tutte le leggi, norme locali, nazionali e internazionali applicabili ed è l'unico responsabile di eventuali atti o omissioni che si verifichino durante l'utilizzo delle proprie chiavi di accesso, ivi incluso il contenuto delle trasmissioni attraverso il SIC L operatore deve attenersi in particolare anche alle prescrizioni riguardanti la tutela della privacy. 7

8 3.7. I servizi della RTC vengono forniti esclusivamente a singole persone fisiche e vengono forniti per lo svolgimento delle loro attività e mansioni lavorative all interno della struttura comunale, evitando quindi utilizzi personali dei servizi stessi Possono usufruire dei servizi della RTC i dipendenti del Comune di Putignano che hanno accesso esclusivo ad una postazione di lavoro connessa alla RTC, il personale non dipendente che svolge attività all interno delle sedi comunali, il personale dipendente e non dipendente da sedi proprie nell ambito di prestazioni concordate dall amministrazione. Il personale esterno (come anche i fornitori in caso di assistenza tecnica) deve essere sempre autorizzato L uso scorretto di tali servizi da parte del dipendente porta alla disattivazione del suo accesso al SIC L accesso a servizi specifici del SIC è a cura della struttura di gestione, su richiesta del dirigente del proprio settore, ove si specifica quali servizi e con quali politiche/abilitazioni/profili vengono richiesti. La struttura di gestione, dopo attenta valutazione, provvederà alla consegna al dipendente degli account di accesso ai servizi con i relativi i parametri di configurazione, limiti dimensionali e password In caso di trasferimento del dipendente presso altro ufficio il dirigente competente deve comunicare la necessità di cessazione dei permessi ai servizi di sua competenza, nel caso non lo facesse diventa responsabile degli stessi account e del loro eventuale utilizzo scorretto In caso di cessazione del rapporto di lavoro del dipendente il proprio dirigente deve comunicare la necessità di disattivare le chiavi di accesso, nel caso non lo facesse diventa responsabile degli stessi account e del loro eventuale utilizzo scorretto I dati elaborati dagli operatori del SIC devono essere archiviati all interno di apposite cartelle indicate dalla struttura di gestione (contenute nei server dell Ente), al fine di garantirne il backup centralizzato. La perdita di dati per la mancata osservanza di questa procedura non è imputabile alla struttura di gestione Il personale della struttura di gestione non è responsabile della perdita, danneggiamento o non integrità dei dati salvo nei casi in cui viene accertata una diretta responsabilità. 4. Utilizzo di Internet 4.1. L'accesso alla rete Internet è consentito esclusivamente attraverso la RTC dell'ente E' vietato l'utilizzo dei modem da parte degli utenti, poiché compromettono gravemente la sicurezza del sistema e la protezione dei dati in esso contenuti Eventuali deroghe sono rilasciate dalla struttura di gestione per usi particolari e l'installazione dei modem è controllata e monitorata dai tecnici del SIC, che ne verificano il corretto uso. 8

9 4.4. Le politiche di accesso ad Internet sono concordate tra l amministrazione, il dirigente del SIC e la struttura di gestione in base a delle opportunità tecniche ed economiche L uso di Internet è regolato dai profili di accesso. I profili determinano la portata dell accesso, quali siti possono essere raggiunti, eventuali limitazioni di fascia oraria, budget di banda, impostazione del browser, pagina predefinita di apertura, ecc E' vietato l'accesso a Internet per scopi personali, leciti o illeciti che siano, gratuiti o a pagamento La struttura di gestione, nell'ambito dei suoi obblighi di controllo, verifica e assistenza, può rilevare gli accessi avvenuti sulla rete Internet, da qualsiasi postazione siano effettuati e adottare i conseguenti provvedimenti di tutela E' vietato installare sulle postazioni in uso indirizzi privati di posta elettronica o indirizzi che non siano assegnati dalla struttura di gestione o che non siano funzionali al servizio svolto Gli abbonamenti a servizi fruibili via Internet sono disposti dalla struttura di gestione e sono messi a disposizione di chiunque possa trarne utile vantaggio per lo svolgimento del proprio lavoro E vietato raccogliere o altrimenti radunare informazioni su altri utenti senza il consenso di questi ultimi E vietato creare una falsa identità o contraffare la propria identità o tentare di trarre in inganno altri utenti relativamente alla propria identità E' vietato utilizzare il servizio per accedere, detenere o trasmettere materiale illecito, molesto, diffamatorio, offensivo, minaccioso, dannoso, volgare, osceno E' vietato utilizzare il servizio per accedere, detenere o trasmettere qualsivoglia materiale che possa violare i diritti di proprietà intellettuale o altri diritti di terze parti, ivi inclusi marchi, copyright o diritti pubblicitari E' vietato interferire con le reti connesse al servizio o violare le norme, i criteri o le procedure di tali reti E' vietato accedere in modo non autorizzato al servizio da altri account, computer o reti connesse al servizio attraverso la contraffazione della password o altri mezzi illeciti E' vietato interferire con l'utilizzo e il godimento del servizio di un altro dipendente o con l'utilizzo e il godimento di servizi analoghi da parte di un'altra persona fisica E' vietato utilizzare o distribuire software commerciale non licenziato in violazione del diritto d'autore o diritti commerciali e marchi ll servizio è sottoposto a monitoraggio H Il servizio può essere assoggettato a dei limiti dimensionali che possono essere variabili a seconda del profilo assegnato. Limite temporale - Una volta raggiunta la scadenza temporale l account verrà disattivato. 9

10 Fascia oraria di accesso - Fuori dalla fascia oraria assegnata non sarà possibile utilizzare il servizio. Budget di minuti su base giornaliera/settimanale/mensile - Una volta raggiunto tale limite non sarà più possibile utilizzare il servizio Budget di banda occupata per la trasmissione/ricezione su base giornaliera/settimanale/mensile - Banda massima che il servizio potrà allocare sulla banda complessivamente disponibile. Budget di Megabyte impiegati per la trasmissione/ricezione su base giornaliera/settimanale/mensile Una volta raggiunto tale limite non sarà più possibile utilizzare il servizio. 5. Internet Point e Hot Spot 5.1. Tutti gli Internet Point e gli Hot Spot devono essere gestiti dal SIC La rete degli accessi pubblici ad internet deve essere logicamente o fisicamente diversa da quella usata dall Amministrazione per le attività istituzionali L Ente si riserva di modificare, sospendere o implementare il servizio senza nessun preavviso agli utenti del servizio La funzionalità degli accessi pubblici non è garantita H24, eventuali disservizi saranno risolti nel più breve tempo possibile in secondaria priorità rispetto ad eventuali disservizi o problemi nel SIC utilizzato dall Amministrazione Eventuali norme di utilizzo di Internet Point ed Hot Spot sono specificati negli appositi disciplinari. 6. Utilizzo della Posta Elettronica 6.1. La consultazione della posta elettronica è disponibile in modalità web (anche dall esterno dei palazzi comunali) dal sito dell ente o attraverso opportuni programmi di posta elettronica (installati localmente dai tecnici del SIC: Outlook Express, Microsoft Outlook o simili) È possibile accedere ai servizi di posta tramite i protocolli POP, IMAP e SMTP L uso della posta elettronica è strettamente riservata ai fini istituzionali Il servizio di hosting della posta elettronica può essere gestito da provider o società esterne. In ogni caso gli operatori dell ufficio SIC potranno gestire direttamente tali servizi: cambio password, creazione o cancellazione caselle, gestione spam, creazione alias, ecc La nomenclatura delle caselle di posta elettronica adottata dal Comune di Putignano è formalizzata come segue: nel caso di riferita alla persona: (esempio: mario rossi = nel caso di riferita all ufficio: 6.5. Gli utilizzatori di tale servizio sono tenuti ad apporre a fine la seguente dicitura come firma: 10

11 Nome Cognome Ufficio XXXX Comune di Putignano Tel: XXX (interno) Fax: XXX Tel: (centralino) 7. Salvataggio dei Dati, Disaster & Recovery, Firewalling 7.1. La struttura di gestione cura l'installazione di ogni possibile dispositivo per il salvataggio dei dati e delle procedure operanti nel SIC La struttura di gestione consente di utilizzare il SIC per la memorizzazione dei documenti di lavoro. Per i restanti documenti che l operatore decide di non memorizzare sulla struttura del SIC o per i documenti di carattere personale sarà sua premura creare copie dei documenti e di tutti i lavori eseguiti sulla propria stazione di lavoro Ogni operatore possiede una cartella personale all interno del SIC su cui è tenuto ad archiviare i propri dati. Tale cartella è raggiungibile da risorse del computer alla lettera W : la cartella si chiamerà ncognome I backup del SIC dovranno essere giornalieri. Il dirigente competente ed il responsabile SIC dovranno provvedere ad organizzare l attività della struttura di gestione in modo da garantire le operazioni di backup così come previsto dalla normativa Il responsabile del SIC è tenuto ad individuare i luoghi in cui riporre, con cadenza almeno settimanale, copie di sicurezza del backup. I luoghi individuati devono essere volta per volta comunicati al dirigente competente I backup dovranno essere esaminati e testati almeno una volta al mese (su server o postazioni secondarie) Per le sedi periferiche comunali (Polizia Municipale, Biblioteca, Farmacia o altre) in cui sono presenti dei sistemi di salvataggio dati diversi da quello presente nella sede centrale, si dovrà individuare del personale per la sostituzione giornaliera dei supporti removibili. 11

12 7.8. Il responsabile del SIC è tenuto a predisporre un piano di emergenza strategica (Disaster & Recovery) per consentire una continuità operativa dei servizi informatici anche in caso di disservizi tecnologici o dovuti a fattori naturali Il software applicativo del Comune di Putignano deve essere installato in copia pronta all uso presso tutte le sale server comunali Le politiche di firewalling dell Ente sono analizzate e implementate dal personale interno dell ufficio SIC, eventuali interventi di operatori esterni su tali dispositivi devono essere autorizzati e seguiti dal responsabile del SIC. Tutte le operazioni devono essere storicizzate ed archiviate ( port forwarding, filtri di navigazione, ip non controllati, ecc.). 8. Sistema Telefonico 8.1. Il sistema telefonico è analizzato e progettato dall ufficio SIC La gestione di tale sistema è affidata all ufficio SIC, il quale deve interfacciarsi tra il fornitore e l esigenza dell Ente Le sedi periferiche, ove necessario, saranno collegate con la sede centrale attraverso una linea protetta (dorsale), per implementare un sistema Voip e consentire una centralizzazione e monitoraggio costante dei costi telefonici Tutto il traffico telefonico passante attraverso tale sistema è costantemente monitorato sia in entrata che in uscita Tutti gli operatori del SIC che utilizzano il Sistema Telefonico, sono tenuti ad usare tale servizio solo per fini istituzionali Le chiamate dirette verso l esterno possono essere limitate: non tutti gli operatori del SIC possono effettuare chiamate a cellulari, internazionali, interurbane o numeri a pagamento. L autorizzazione a tali servizi può essere abilitata secondo dei codici telefonici rilasciati dai vari Dirigenti verso gli operatori. In ogni caso eventuali modifiche a tali politiche dovranno essere discusse tra Dirigenti e ufficio SIC Eventuali funzioni e servizi legati alla centrale telefonica sono elencati nel manuale d uso, allegato ad ogni elenco telefonico interno reperibile alla reception. 9. Proprietà intellettuale 8.1. I documenti, i programmi e gli elaborati creati all interno del SIC seguono lo stesso regime dei documenti cartacei dell'ente, per cui è vietato a chiunque rilasciarne una copia a soggetti non autorizzati, secondo le norme stabilite dalle leggi e dal regolamento comunale sull'accesso ai documenti, legge n.241/1990 e successive modificazioni ed integrazioni Le applicazioni e i programmi creati o adattati da qualsiasi dipendente del Comune di Putignano in funzione e a causa del proprio lavoro presso l'ente, sono di proprietà del Comune di Putignano fin dall'origine. Il dirigente del SIC, con il responsabile del SIC, sentito in merito il dirigente d'area interessato, può convenire con il personale espressamente incaricato, l'erogazione di compensi per particolari 12

13 creazioni e invenzioni, in ottemperanza alla normativa vigente. (Regio decreto 29 giugno 1939, n e art del Codice Civile) 10. Approvvigionamenti SIC e dotazioni 9.1. A tutti gli approvvigionamenti di hardware e software, principali e di ricambio provvede la struttura di gestione, la quale, una volta pervenuta la richiesta inoltrata dall'ufficio richiedente, si attiva per verificare le necessità del richiedente ed attiva le necessarie procedure per l'eventuale approvvigionamento di materiale, nel rispetto delle norme per gli acquisti vigenti presso l'ente e della normativa nazionale Le procedure per gli approvvigionamenti si ispirano a principi di economicità, efficienza e funzionalità, perseguendo la standardizzazione dell hardware e del software, nelle caratteristiche, marche, modelli, standard di qualità, benchmark, ecc. 11. Manutenzione SIC e Approvvigionamenti Informatici La struttura di gestione si occupa della manutenzione dell hardware e del software esistenti nell'ente, avvalendosi se necessario di fornitori esterni. La struttura di gestione provvede ai relativi contratti di manutenzione ed assistenza, coordinando gli eventuali interventi e verificandone l'esatta applicazione, nel rispetto della normativa vigente. Le procedure per la manutenzione si ispirano a principi di economicità, efficienza e funzionalità Il responsabile del SIC dovrà predisporre e rendere disponibile un apposita modulistica, cartacea e/o digitale, per le richieste di assistenza. Tutti gli operatori del SIC possono produrre le richieste di assistenza esclusivamente mediante la modulistica di cui sopra Il personale dell Ufficio SIC, o eventuale personale incaricato per svolgere assistenza informatica, è autorizzato ad utilizzare tutte le Risorse Tecnologiche dell Ente, sentiti i Dirigenti delle ripartizioni per l accesso ad ogni area degli stabili comunali L assistenza tecnica ed il controllo del SIC può essere effettuato da postazioni remote (anche fuori dall ente), in qualsiasi orario, previa autorizzazione del Dirigente. 12. Danneggiamenti Ogni operatore, previo accertamento di responsabilità, risponde personalmente dei danni provocati alla dotazione per imperizia, per utilizzazione non consentita, per abusi, per forzature, per violazione delle norme d'uso dettate dai fornitori di hardware e di software, per violazione delle norme dettate dalla CNIPA, dal legislatore o per violazione delle norme del presente regolamento. 13

14 13. Sanzioni Ogni violazione della presente direttiva, in qualsiasi modo e forma commessa, è punita secondo le leggi vigenti e le norme regolamentari del procedimento disciplinare in vigore nel Comune di Putignano Quando la violazione possa pregiudicare il regolare funzionamento del SIC, la riservatezza dei dati e la sicurezza, o danneggiare parti dell'hardware o del software, il responsabile del SIC dispone l'immediata e temporanea sospensione dell'operatore dalla postazione di lavoro compromessa Il responsabile del SIC ha il compito di relazionare il dirigente del SIC per ogni contravvenzione al presente regolamento e di determinare l ammontare dei danni provocati all'hardware ed al software a causa della condotta dell'operatore Il dirigente del SIC propone agli organi competenti l eventuale comminazione dei provvedimenti disciplinari E' fatta salva ogni ulteriore sanzione prevista da norme civili, penali, contabili e amministrative. 14. Privacy Per tutto quanto concerne alla normativa vigente in materia di Protezione dei Dati personali, si rimanda al regolamento specifico. 15. Aggiornamenti delle direttive Variazioni a questo documento e agli allegati, se necessarie per motivazioni tecniche e purché lascino inalterate le linee guida generali indicate., possono essere effettuate dallo staff del SIC, facendone relativa comunicazione al Sindaco. 16. Entrata in vigore Il presente regolamento entra in vigore decorsi 15 giorni dalla sua pubblicazione. 14

COMUNE DI BRESCELLO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

COMUNE DI BRESCELLO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA COMUNE DI BRESCELLO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PRE REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI MESSA ART. 1 Caratteri generali Il presente regolamento viene emanato in base al provvedimento

Dettagli

CAPO I PRINCIPI GENERALI

CAPO I PRINCIPI GENERALI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DELLA RETE INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA Emanato con D.R. n. 1087 del 27 maggio 2010 Pubblicato all Albo Ufficiale d Ateneo al n. 379 il

Dettagli

PROTOCOLLO INTERNO PER LA PREVENZIONE DEI REATI INFORMATICI Approvato. Data. Rev C.d.A 02/01/2012

PROTOCOLLO INTERNO PER LA PREVENZIONE DEI REATI INFORMATICI Approvato. Data. Rev C.d.A 02/01/2012 . PROT. 8 Pag 1/7 PROTOCOLLO INTERNO PER LA PREVENZIONE DEI REATI E DEL TRATTAMENTO ILLECITO DEI DATI, PER LA PREVENZIONE DEI DELITTI IN MATERIA DI VIOLAZIONE DEL DIRITTO D AUTORE E DEI DELITTI CONTRO

Dettagli

IL RETTORE. la L. 168/1989 Istituzione del Ministero dell Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica ;

IL RETTORE. la L. 168/1989 Istituzione del Ministero dell Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica ; AREA SERVIZI INTEGRATI D.R. n. 1499 Coordinamento dei Servizi Informatici, Telematici e Multimediali Settore Programmazione, Progettazione e Gestione dei Servizi Informatici IL RETTORE la L. 168/1989 Istituzione

Dettagli

Norme operative per l attivazione e l utilizzo del servizio di posta elettronica per gli enti pubblici (mail VOLI)

Norme operative per l attivazione e l utilizzo del servizio di posta elettronica per gli enti pubblici (mail VOLI) Norme operative per l attivazione e l utilizzo del servizio di posta elettronica per gli enti pubblici (mail VOLI) 1 Definizione del servizio Il servizio in oggetto è erogato nell ambito del programma

Dettagli

Val Cavallina Servizi S.r.l.

Val Cavallina Servizi S.r.l. 1 _ Criteri per l attivazione e l utilizzo del servizio di posta elettronica VCS-Mail fornito da Val Cavallina Servizi s.r.l. Definizione del servizio Il servizio in oggetto è erogato da Val Cavallina

Dettagli

Comune di Limana (BL) Delibera di Giunta n.83 del 15/06/2011

Comune di Limana (BL) Delibera di Giunta n.83 del 15/06/2011 Comune di Limana (BL) Delibera di Giunta n.83 del 15/06/2011 DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DELLE APPARECCHIATURE INFORMATICHE E L'ACCESSO ALLA RETE LIMANA WI-FI DEL CENTRO DI PUBBLICO ACCESSO AD INTERNET

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI INFORMATICI

COMUNE DI ROSSANO VENETO DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI INFORMATICI COMUNE DI ROSSANO VENETO SERVIZI INFORMATICI DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI INFORMATICI Allegato A) INDICE 1 INTRODUZIONE 2 ASPETTI GENERALI 2.1 Contenuti 2.2 Responsabilità 2.3 Applicabilità

Dettagli

Allegato delibera G.C. n. 52 del 29.5.2014

Allegato delibera G.C. n. 52 del 29.5.2014 BIBLIOTECA COMUNALE DI BUDONI Allegato delibera G.C. n. 52 del 29.5.2014 Informazioni e regole per l'utilizzo dei servizi multimediali e di Internet Art.1 Principi generali a) Il presente disciplinare

Dettagli

COMUNE DI FLORIDIA (Provincia di Siracusa)

COMUNE DI FLORIDIA (Provincia di Siracusa) COMUNE DI FLORIDIA (Provincia di Siracusa) SERVIZIO INFORMATICO COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DELLE RISORSE DI RETE INFORMATICA 1 INDICE PREMESSA Art. 1 - DEFINIZIONI...3 Art. 2 FUNZIONI

Dettagli

Piano per la sicurezza dei documenti informatici

Piano per la sicurezza dei documenti informatici Allegato 1 Piano per la sicurezza dei documenti informatici 1 Sommario 1 Aspetti generali...3 2 Analisi dei rischi...3 2.1 Misure di sicurezza... 4 3 Misure Fisiche...4 3.1 Controllo accessi... 4 3.2 Sistema

Dettagli

ALLEGATO 2) ALLO SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI CONNETTIVITA' INTERNET WI-FI PUBBLICA NEL COMUNE DI MARSCIANO

ALLEGATO 2) ALLO SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI CONNETTIVITA' INTERNET WI-FI PUBBLICA NEL COMUNE DI MARSCIANO ALLEGATO 2) ALLO SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI CONNETTIVITA' INTERNET WI-FI PUBBLICA NEL COMUNE DI MARSCIANO Regolamento di connessione pubblica nomadica alla rete Internet in modalità

Dettagli

Comune di Nola Provincia di Napoli. Disciplinare interno per l utilizzo di Internet e posta elettronica da parte dei dipendenti

Comune di Nola Provincia di Napoli. Disciplinare interno per l utilizzo di Internet e posta elettronica da parte dei dipendenti Comune di Nola Provincia di Napoli Disciplinare interno per l utilizzo di Internet e posta elettronica da parte dei dipendenti Sommario 1. Oggetto... 2 2. Modalità di utilizzo delle postazioni di lavoro...

Dettagli

!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! REGOLAMENTO* Wi-Fi* !!! !!!

!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! REGOLAMENTO* Wi-Fi* !!! !!! REGOLAMENTO* Wi-Fi* 2 Art.%1%'%Oggetto%del%regolamento... 4 Art.%1%'%Finalità%del%servizio... 4 Art.%3%'%Descrizione%del%servizio... 4 Art.%4%'%Funzioni%e%modalità%di%utilizzo%del%servizio... 4 Art.%5%'%Esclusioni...

Dettagli

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE RISORSE INFORMATICHE E TECNOLOGICHE 2012-2014

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE RISORSE INFORMATICHE E TECNOLOGICHE 2012-2014 SERVIZIO COMUNALI SERVICE PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE RISORSE INFORMATICHE E TECNOLOGICHE 2012-2014 Approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n... del././ 1 SERVIZIO COMUNALI SERVICE INDICE

Dettagli

Approvato con Deliberazione di. Regolamento Comunale. C.C. n. 17 del 17/03/2016 PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO WI-FI DEL COMUNE DI BONATE SOPRA

Approvato con Deliberazione di. Regolamento Comunale. C.C. n. 17 del 17/03/2016 PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO WI-FI DEL COMUNE DI BONATE SOPRA Approvato con Deliberazione di C.C. n. 17 del 17/03/2016 Regolamento Comunale PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO WI-FI DEL COMUNE DI BONATE SOPRA Sommario CAPO I: PRINCIPI GENERALI, FINALITA E AMBITO DI APPLICAZIONE...

Dettagli

Val Cavallina Servizi S.r.l.

Val Cavallina Servizi S.r.l. 1 Val Cavallina ervizi.r.l. Criteri per l attivazione e l utilizzo del servizio di posta elettronica VC-Mail fornito da Val Cavallina ervizi s.r.l. Definizione del servizio Il servizio in oggetto è erogato

Dettagli

CRITERI E MODALITA OPERATIVE PER L ACCESSO E L UTILIZZO DEI SERVIZI INFORMATICI E TELEMA- TICI DELLA RETE DELL ISTITUTO AGRARIO S.

CRITERI E MODALITA OPERATIVE PER L ACCESSO E L UTILIZZO DEI SERVIZI INFORMATICI E TELEMA- TICI DELLA RETE DELL ISTITUTO AGRARIO S. ISTITUTO AGRARIO DI SAN MICHELE ALL ADIGE CRITERI E MODALITA OPERATIVE PER L ACCESSO E L UTILIZZO DEI SERVIZI INFORMATICI E TELEMA- TICI DELLA RETE DELL ISTITUTO AGRARIO S.MICHELE ALL ADIGE INFORMATIVA

Dettagli

Comune di Borgosatollo Provincia di Brescia

Comune di Borgosatollo Provincia di Brescia Comune di Borgosatollo Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE RISORSE MULTIMEDIALI E DI INTERNET DA PARTE DELL UTENZA DELLA BIBLIOTECA COMUNALE approvato con deliberazione G.C. n. 111 del

Dettagli

REGOLAMENTO UTILIZZO INTERNET E POSTA ELETTRONICA

REGOLAMENTO UTILIZZO INTERNET E POSTA ELETTRONICA REGOLAMENTO UTILIZZO INTERNET E POSTA ELETTRONICA (Provvedimento del Garante per la Privacy pubblicato su G.U. n. 58 del 10/3/2007 - Circolare Presidenza Consiglio dei Ministri Dipartimento Funzione Pubblica

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI E DEGLI APPARATI DI TELEFONIA

REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI E DEGLI APPARATI DI TELEFONIA REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI E DEGLI APPARATI DI TELEFONIA Oggetto: Informativa e autorizzazione all utilizzo della strumentazione elettronica; informazioni ed istruzioni

Dettagli

Regolamento relativo all'accesso e all'uso della Rete Informatica del Comune di AZZANO SAN PAOLO

Regolamento relativo all'accesso e all'uso della Rete Informatica del Comune di AZZANO SAN PAOLO Comune di Azzano San Paolo Provincia di Bergamo Piazza IV novembre Tel. 035/53.22.80 Fax 035/530073 C.F./IVA n. 00681530168 e-mail: servizio.urp@comune.azzano.bg.it SETTORE AMMINISTRAZIONE GENERALE Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO SULL UTILIZZO DELLE RISORSE INFORMATICHE, INTERNET E POSTA ELETTRONICA

REGOLAMENTO SULL UTILIZZO DELLE RISORSE INFORMATICHE, INTERNET E POSTA ELETTRONICA Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Rivanazzano Terme Via XX Settembre n. 45-27055 - Rivanazzano Terme - Pavia Tel/fax. 0383-92381 Email pvic81100g@istruzione.it

Dettagli

R E G O L A M E N T O R I S O R S E I N F O R M A T I C H E L ' A C C E S S O

R E G O L A M E N T O R I S O R S E I N F O R M A T I C H E L ' A C C E S S O R E G O L A M E N T O P E R L ' A C C E S S O A L L E R I S O R S E I N F O R M A T I C H E (approvato dal Comitato Esecutivo della LUISS Guido Carli nella seduta del 4 novembre 2009) I N D I C E - S O

Dettagli

TITOLO I PRINCIPI GENERALI

TITOLO I PRINCIPI GENERALI COMUNE DI ADRO - BIBLIOTECA DI ADRO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE RISORSE MULTIMEDIALI E DI INTERNET DA PARTE DEI CITTADINI ISCRITTI ALLA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO I PRINCIPI GENERALI Articolo 1 Oggetto

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO D USO DELLA CONNESSIONE PUBBLICA ALLA RETE INTERNET DA POSTAZIONI MOBILI CON TECNOLOGIA WIRELESS FIDELITY (WIFI).

DISCIPLINARE TECNICO D USO DELLA CONNESSIONE PUBBLICA ALLA RETE INTERNET DA POSTAZIONI MOBILI CON TECNOLOGIA WIRELESS FIDELITY (WIFI). ALLEGATO ALLA DELIBERA G.M. 12/2012 DISCIPLINARE TECNICO D USO DELLA CONNESSIONE PUBBLICA ALLA RETE INTERNET DA POSTAZIONI MOBILI CON TECNOLOGIA WIRELESS FIDELITY (WIFI). Premessa e riferimenti normativi

Dettagli

GUIDA AL SERVIZIO INTERNET

GUIDA AL SERVIZIO INTERNET ASSESSORADU DE S ISTRUTZIONE PÙBLICA, BENES CULTURALES, INFORMATZIONE, ISPETÀCULU E ISPORT ASSESSORATO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, BENI CULTURALI, INFORMAZIONE, SPETTACOLO E SPORT Direzione Generale dei

Dettagli

Provincia Autonoma di Bolzano Disciplinare organizzativo per l utilizzo dei servizi informatici, in particolare di internet e della posta

Provincia Autonoma di Bolzano Disciplinare organizzativo per l utilizzo dei servizi informatici, in particolare di internet e della posta Provincia Autonoma di Bolzano Disciplinare organizzativo per l utilizzo dei servizi informatici, in particolare di internet e della posta elettronica, da parte degli uffici provinciali e dell amministrazione

Dettagli

COMUNE DI MARCON Provincia di Venezia

COMUNE DI MARCON Provincia di Venezia COMUNE DI MARCON Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E DI INTERNET ( Norme di sicurezza conformi alla normativa vigente in tema di trattamento dei dati personali,

Dettagli

COMUNE DI POGLIANO MILANESE REGOLAMENTO PER L ACCESSO AL SERVIZIO HOTSPOT WI-FI

COMUNE DI POGLIANO MILANESE REGOLAMENTO PER L ACCESSO AL SERVIZIO HOTSPOT WI-FI COMUNE DI POGLIANO MILANESE REGOLAMENTO PER L ACCESSO AL SERVIZIO HOTSPOT WI-FI Indice Premessa Art. 1 Definizioni..3 Art. 2 Finalità del servizio..4 Art. 3 Modalità di accesso al servizio.4 Art. 4 Obblighi

Dettagli

Comune di Cicciano (Provincia di Napoli) Regolamento per l utilizzo delle attrezzature informatiche comunali a disposizione dei dipendenti

Comune di Cicciano (Provincia di Napoli) Regolamento per l utilizzo delle attrezzature informatiche comunali a disposizione dei dipendenti Comune di Cicciano (Provincia di Napoli) Regolamento per l utilizzo delle attrezzature informatiche comunali a disposizione dei dipendenti Approvato con deliberazione commissariale n 38 del 11/04/2011

Dettagli

REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO GENERALE DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI AMMINISTRAZIONE E SICUREZZA DEI SISTEMI INFORMATIVI

REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO GENERALE DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI AMMINISTRAZIONE E SICUREZZA DEI SISTEMI INFORMATIVI 84 REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO GENERALE DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI AMMINISTRAZIONE E SICUREZZA DEI SISTEMI INFORMATIVI ADOTTATO DALLA GIUNTA COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 310/215 PROP.DEL. NELLA SEDUTA

Dettagli

BIBLIOTECA COMUNALE ANTONIO TOLOMEI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI SERVIZI INFORMATICI

BIBLIOTECA COMUNALE ANTONIO TOLOMEI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI SERVIZI INFORMATICI BIBLIOTECA COMUNALE ANTONIO TOLOMEI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI SERVIZI INFORMATICI approvato con delibera di consiglio comunale n. 21 del 27/05/2013 Sommario SOMMARIO... 1 TITOLO 1 SALA MULTIMEDIALE...

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli

Regione Calabria Azienda Sanitaria Provinciale Cosenza UOC AFFARI GENERALI

Regione Calabria Azienda Sanitaria Provinciale Cosenza UOC AFFARI GENERALI REGOLAMENTO CONCERNENTE LA NOMINA E LE FUNZIONI DELL AMMINISTRATORE DI SISTEMA E GLI ADEMPIMENTI IN MATERIA DI OSSERVANZA DELLE MISURE DI SICUREZZA PRIVACY 1 ARTICOLO 1 - SCOPO DEL REGOLAMENTO Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTREZZATURE INFORMATICHE E DEI SOFTWARE COMUNALI

REGOLAMENTO DELLE ATTREZZATURE INFORMATICHE E DEI SOFTWARE COMUNALI REGOLAMENTO DELLE ATTREZZATURE INFORMATICHE E DEI SOFTWARE COMUNALI Approvato con deliberazione del C.S. n.61 del 16.06.2009 Pagina 1 INDICE PREMESSA...3 ARTICOLO 1 - OGGETTO, FINALITA' E DEFINIZIONI DI

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

COMUNE DI AZZATE Provincia di Varese

COMUNE DI AZZATE Provincia di Varese COMUNE DI AZZATE Provincia di Varese MODALITA PER IL CORRETTO UTILIZZO DEL SISTEMA INFORMATICO COMUNALE Approvato con delib. G.C. n. 9 del 21.01.2006 - esecutiva Per l utilizzo corretto del sistema informatico,

Dettagli

CONDIZIONI E NORME DI UTILIZZO

CONDIZIONI E NORME DI UTILIZZO CONDIZIONI E NORME DI UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET IN BIBLIOTECA (approvate con D.D. 159 del 27.03.2008) L utente che intende usufruire del collegamento internet, sia attraverso i pc messi a disposizione

Dettagli

REGOLAMENTO AULA INFORMATICA

REGOLAMENTO AULA INFORMATICA REGOLAMENTO AULA INFORMATICA Le strumentazioni informatiche, la rete internet e la posta elettronica devono essere utilizzati dai docenti e dagli studenti unicamente come strumenti di lavoro e studio.

Dettagli

MODALITÀ PER L ACCESSO AL SERVIZIO INTERNET IN BIBLIOTECA

MODALITÀ PER L ACCESSO AL SERVIZIO INTERNET IN BIBLIOTECA Biblioteca Universitaria di Pisa MODALITÀ PER L ACCESSO AL SERVIZIO INTERNET IN BIBLIOTECA 1. Obiettivi del servizio La biblioteca riconosce l'utilità dell'informazione fornita da mezzi telematici per

Dettagli

REGOLAMENTO di POSTA ELETTRONICA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA. (DR. n. 2174/2014 - Prot n. 51161 del 09/09/2014

REGOLAMENTO di POSTA ELETTRONICA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA. (DR. n. 2174/2014 - Prot n. 51161 del 09/09/2014 REGOLAMENTO di POSTA ELETTRONICA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA (DR. n. 2174/2014 - Prot n. 51161 del 09/09/2014 Art.1 Oggetto del documento ed ambito di applicazione Il presente regolamento

Dettagli

Condizioni e norme di utilizzo del servizio di rete wireless

Condizioni e norme di utilizzo del servizio di rete wireless Città di Somma Lombardo Condizioni e norme di utilizzo del servizio di rete wireless Aggiornamento 29.01.2015 2 Le presenti condizioni generali definiscono e disciplinano le modalità ed i termini in base

Dettagli

COMUNE DI VICENZA. Regolamento per l utilizzo del Sistema Informatico Comunale

COMUNE DI VICENZA. Regolamento per l utilizzo del Sistema Informatico Comunale COMUNE DI VICENZA Regolamento per l utilizzo del Sistema Informatico Comunale Approvato con delibera di G.C. n. 44 del 08/02/2008 Il presente Regolamento è stato redatto a cura del Settore Sistemi Informatici.

Dettagli

Istruzioni ai responsabili ed incaricati del trattamento dei dati personali comuni, sensibili e/o giudiziari

Istruzioni ai responsabili ed incaricati del trattamento dei dati personali comuni, sensibili e/o giudiziari Istruzioni ai responsabili ed incaricati del trattamento dei dati personali comuni, sensibili e/o giudiziari Indice degli argomenti 1 Introduzione... 3 1.1 Riferimenti normativi e alle disposizioni aziendali...

Dettagli

COMUNE TERTENIA DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI MESSI A DISPOSIZIONE DALL AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE TERTENIA DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI MESSI A DISPOSIZIONE DALL AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE TERTENIA Allegato G.C. 32/2013 DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI MESSI A DISPOSIZIONE DALL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Finalità Il presente disciplinare persegue

Dettagli

PER L'UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA INFORMATICA DOL PER LA DOMANDA DI PRESTITO

PER L'UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA INFORMATICA DOL PER LA DOMANDA DI PRESTITO REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA INFORMATICA DOL PER LA DOMANDA DI PRESTITO REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA INFORMATICA DOL PER LA DOMANDA DI PRESTITO Articolo 1 - AMBITO DI APPLICAZIONE

Dettagli

Darwinbooks sistema integrato per la consultazione di libri on line

Darwinbooks sistema integrato per la consultazione di libri on line Darwinbooks sistema integrato per la consultazione di libri on line LICENZA DARWINBOOKS L accesso a Darwinbooks e ai suoi contenuti/materiali e servizi è soggetto alle condizioni e ai limiti di cui alla

Dettagli

Disciplinare per l uso servizi di accesso ad internet P3@

Disciplinare per l uso servizi di accesso ad internet P3@ COMUNE DI RIESE PIO X (PROVINCIA DI TREVISO) AREA I^ - Amministrativa Culturale - Sociale settore segreteria, affari generali e contratti Disciplinare per l uso servizi di accesso ad internet P3@ Approvato

Dettagli

(APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. 23 DEL 21.07.2010) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERNET DELLA BIBLIOTECA DI MORGANO

(APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. 23 DEL 21.07.2010) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERNET DELLA BIBLIOTECA DI MORGANO (APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. 23 DEL 21.07.2010) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERNET DELLA BIBLIOTECA DI MORGANO 1. Obiettivi del servizio 1.1 La Biblioteca comunale di Morgano riconosce l'utilità dell'informazione

Dettagli

CONDIZIONI D USO PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET CON CONNESSIONE WIRELES

CONDIZIONI D USO PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET CON CONNESSIONE WIRELES CONDIZIONI D USO PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET CON CONNESSIONE WIRELES Le presenti condizioni generali definiscono e disciplinano le modalità ed i termini in base ai quali il Comune di Brusaporto

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI. Misure finalizzate al contenimento della spesa (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008)

UNIONE DEI COMUNI. Misure finalizzate al contenimento della spesa (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008) Area Servizi Interni Servizio Informatica Piazza dei Martiri 1 48022 Lugo (RA) Tel. 0545 38439 Fax 0545 38416 informatica@unione.labassaromagna.it UNIONE DEI COMUNI Misure finalizzate al contenimento della

Dettagli

COMUNE DI JESI P.zza Indipendenza, 1 60035 Jesi (AN) - www.comune.jesi.an.it Tel. 07315381 Fax 0731538328 C.F. e P.I. 00135880425

COMUNE DI JESI P.zza Indipendenza, 1 60035 Jesi (AN) - www.comune.jesi.an.it Tel. 07315381 Fax 0731538328 C.F. e P.I. 00135880425 Condizioni Generali di Contratto per il Servizio di POSTA ELETTRONICA gratuita fornito dalla Rete Civica Aesinet del Comune di Jesi. 1. Oggetto Il presente contratto definisce le condizioni generali di

Dettagli

DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DELLA RETE INFORMATICA

DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DELLA RETE INFORMATICA Carpi Campogalliano - Novi di Modena - Soliera DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DELLA RETE INFORMATICA Approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n.2/9 del 23.12.2011 ASP Azienda dei Servizi

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione Ministero della Pubblica Istruzione POLITICHE DI UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA PER GLI UTENTI STANDARD DEL DOMINIO istruzione.it 1 INTRODUZIONE La presente politica disciplina l utilizzo del

Dettagli

Comune di San Donato Milanese

Comune di San Donato Milanese Comune di San Donato Milanese PROVINCIA DI MILANO AREA SERVIZI ALLA COLLETTIVITA Ufficio Biblioteca Condizioni e norme di utilizzo del servizio di rete wireless Biblio SDM WiFi presso Biblioteca Comunale

Dettagli

Il Direttore Pietro Pietrini (f.to Pietro Pietrini)

Il Direttore Pietro Pietrini (f.to Pietro Pietrini) Ee Decreto Direttoriale IMT Rep. n. 00208(31).I.3.21.01.16 Rep. Albo on line 00209(14).I.7.21.01.16 Ufficio Legale, atti negoziali e relazioni sindacali Responsabile Francesco Pezzino Autore Francesco

Dettagli

Privacy policy. Obiettivo dell avviso

Privacy policy. Obiettivo dell avviso Privacy policy Obiettivo dell avviso La presente Privacy Policy ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione del Sito web: http://www.reteivo.eu (di seguito anche il Sito ), in riferimento al trattamento

Dettagli

Comune di Monticello Brianza

Comune di Monticello Brianza REGOLAMENTO PER DISCIPLINARE L UTILIZZO DELLA RETE INTERNET TRAMITE TECNOLOGIA WIRELESS FIDELITY (WI-FI) Art. 1. Finalità del servizio Il servizio di connessione alla rete Internet mediante l utilizzo

Dettagli

REG. IMPR. 13, 2.305.099.887,30 = 93026890017 R.E.A. 974956 PIVA

REG. IMPR. 13, 2.305.099.887,30 = 93026890017 R.E.A. 974956 PIVA Condizioni di utilizzo del Servizio Mail Teletu Art. 1 - Oggetto 1.1 Il Servizio Mail TeleTu, come descritto all art. 2 che segue, viene fornito da Vodafone Omnitel N.V., società soggetta a direzione e

Dettagli

Regolamento di connessione pubblica alla rete Internet tramite postazioni fisse e con tecnologia wireless fidelity (WiFi) della

Regolamento di connessione pubblica alla rete Internet tramite postazioni fisse e con tecnologia wireless fidelity (WiFi) della Regolamento di connessione pubblica alla rete Internet tramite postazioni fisse e con tecnologia wireless fidelity (WiFi) della BIBLIOTECA COMUNALE CARLO MARIOTTI Approvato con deliberazione di Consiglio

Dettagli

Comune di Viadana (Provincia di Mantova) DISCIPLINARE SULL UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET E DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA

Comune di Viadana (Provincia di Mantova) DISCIPLINARE SULL UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET E DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA Comune di Viadana (Provincia di Mantova) DISCIPLINARE SULL UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET E DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA Approvato con deliberazione di Giunta comunale n. 170 del 07.11.2011 Indice

Dettagli

Termini e condizioni del Servizio

Termini e condizioni del Servizio Termini e condizioni del Servizio Tutti gli utenti e i Utenti sono tenuti a prendere attenta visione dei Termini e condizioni del Servizio per poter utilizzare questo sito e usufruire dei servizi e prodotti

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO INTERNET PUNTO INFORMAGIOVANI

REGOLAMENTO SERVIZIO INTERNET PUNTO INFORMAGIOVANI Comune di Pastorano Provincia di Caserta REGOLAMENTO SERVIZIO INTERNET PUNTO INFORMAGIOVANI (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 del 28/05/2011) Art.1 Principi e finalità Il Comune

Dettagli

REGOLAMENTO RELATIVO ALL ACCESSO MEDIANTE VPN AI CENTRI SERVIZI DI INNOVAPUGLIA

REGOLAMENTO RELATIVO ALL ACCESSO MEDIANTE VPN AI CENTRI SERVIZI DI INNOVAPUGLIA Pagina: 1 di 7 ALL ACCESSO MEDIANTE VPN AI CENTRI SERVIZI DI INNOVAPUGLIA Copia a distribuzione controllata n.ro. Distribuita a:.. Pagina: 2 di 7 Storia delle revisioni: EDIZIONI E REVISIONI Edizione e

Dettagli

R E G O L A M E N T O per l'utilizzo delle risorse di informatiche e di rete dell Azienda di Promozione Turistica della Provincia di Venezia

R E G O L A M E N T O per l'utilizzo delle risorse di informatiche e di rete dell Azienda di Promozione Turistica della Provincia di Venezia R E G O L A M E N T O per l'utilizzo delle risorse di informatiche e di rete dell Azienda di Promozione Turistica della Provincia di Venezia Motivazioni: Negli ultimi anni le risorse informatiche all'interno

Dettagli

Istruzioni operative per Responsabili ed Incaricati del trattamento di dati personali comuni, sensibili e/o giudiziari

Istruzioni operative per Responsabili ed Incaricati del trattamento di dati personali comuni, sensibili e/o giudiziari Allegato 1 Istruzioni operative per Responsabili ed Incaricati del trattamento di dati personali comuni, sensibili e/o giudiziari A cura di TelecomItalia S.p.A. Indice degli argomenti 1 Introduzione...

Dettagli

C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI. ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC

C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI. ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC allegato B C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC DISCIPLINARE TECNICO Per l espletamento del Servizio di assistenza alla rete informatica Comunale

Dettagli

Comune di Spilamberto DISCIPLINA D USO DELLA RETE WIFI PUBBLICA DEL COMUNE DI SPILAMBERTO

Comune di Spilamberto DISCIPLINA D USO DELLA RETE WIFI PUBBLICA DEL COMUNE DI SPILAMBERTO Comune di Spilamberto DISCIPLINA D USO DELLA RETE WIFI PUBBLICA DEL COMUNE DI SPILAMBERTO Allegato A alla delibera di Giunta Comunale n. 10 del 15/02/2011 ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE 1. Il presente regolamento

Dettagli

All interno del capoluogo Calizzanese sono stati installati 3 HOTSPOT WIFI che consentono l accesso ad Internet gratuitamente previa registrazione.

All interno del capoluogo Calizzanese sono stati installati 3 HOTSPOT WIFI che consentono l accesso ad Internet gratuitamente previa registrazione. All interno del capoluogo Calizzanese sono stati installati 3 HOTSPOT WIFI che consentono l accesso ad Internet gratuitamente previa registrazione. Ubicazione HotSpot 1 CONDIZIONI E NORME DI UTILIZZO DEL

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER L'UTILIZZO DELLA RETE TELEMATICA DI SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA #

REGOLAMENTO GENERALE PER L'UTILIZZO DELLA RETE TELEMATICA DI SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA # REGOLAMENTO GENERALE PER L'UTILIZZO DELLA RETE TELEMATICA DI SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA # Premessa Sapienza Università di Roma (denominazione legale : Università degli Studi di Roma La Sapienza, di seguito

Dettagli

Questo regolamento ha per finalità di stabilire le norme per l accesso e l utilizzo dei seguenti servizi:

Questo regolamento ha per finalità di stabilire le norme per l accesso e l utilizzo dei seguenti servizi: 5(*2/$0(1723(5 / 87,/,==2'(,6(59,=,,1)250$7,&,$=,(1'$/, $SSURYDWRFRQGHOLEHUDQGHO $UW±2JJHWWR Questo regolamento ha per finalità di stabilire le norme per l accesso e l utilizzo dei seguenti servizi: 3RVWDHOHWWURQLFD

Dettagli

Politica di Uso Accettabile di PTC Per Servizi Cloud

Politica di Uso Accettabile di PTC Per Servizi Cloud Politica di Uso Accettabile di PTC Per Servizi Cloud Introduzione PTC si impegna costantemente a rispettare le leggi e le normative che regolano l'uso di Internet e a garantire a tutti i suoi clienti la

Dettagli

NOTE LEGALI. 1. Definizioni e uso. 2. Oggetto dell accordo. 3. Esecuzione dell accordo

NOTE LEGALI. 1. Definizioni e uso. 2. Oggetto dell accordo. 3. Esecuzione dell accordo NOTE LEGALI L uso dei materiali e dei servizi della Piattaforma Sicuramentelab è regolamentato dal seguente accordo. L uso del sito costituisce accettazione delle condizioni riportate di seguito. 1. Definizioni

Dettagli

COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER UTILIZZO INTERNET DA PARTE DEGLI UTENTI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER UTILIZZO INTERNET DA PARTE DEGLI UTENTI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER UTILIZZO INTERNET DA PARTE DEGLI UTENTI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO I PRINCIPI GENERALI Articolo 1 Oggetto e principi generali Il presente regolamento

Dettagli

REGOLE PER UN USO CORRETTO E CONSAPEVOLE DI INTERNET E DELLA RETE INFORMATICA

REGOLE PER UN USO CORRETTO E CONSAPEVOLE DI INTERNET E DELLA RETE INFORMATICA I VANTAGGI DI INTERNET A SCUOLA Il percorso formativo scolastico prevede che gli studenti imparino a reperire materiale, recuperare documenti e scambiare informazioni utilizzando le TIC. Internet offre,

Dettagli

0 Consiglio Comunale n.57 in data 13.07.2000 7.9.2000 1 1 Giunta Comunale n.184 in data 2.12.2009 13.12.2009

0 Consiglio Comunale n.57 in data 13.07.2000 7.9.2000 1 1 Giunta Comunale n.184 in data 2.12.2009 13.12.2009 CITTA DI SANTENA Regolamento della Biblioteca Civica RO/007/DTL NORMAZIONE Edizione 1 Revisione 1 EDIZIONE REV. ESTREMI ATTO DI DELIBERAZIONE DATA ESECUTIVITA 0 Consiglio Comunale n.57 in data 13.07.2000

Dettagli

Regolamento relativo all uso della posta elettronica

Regolamento relativo all uso della posta elettronica Regolamento relativo all uso della posta elettronica Art. 1 - Oggetto e ambito di applicazione Il presente regolamento disciplina le modalità di utilizzo del servizio di posta elettronica fornito dall

Dettagli

PARTE SPECIALE B DELITTI INFORMATICI E TRATTAMENTO ILLECITO DEI DATI

PARTE SPECIALE B DELITTI INFORMATICI E TRATTAMENTO ILLECITO DEI DATI PARTE SPECIALE B DELITTI INFORMATICI E TRATTAMENTO ILLECITO DEI DATI INDICE B.1 DESTINATARI DELLA PARTE SPECIALE E PRINCIPI GENARALI DI COMPORTAMENTO... 3 B.2 AREE POTENZIALMENTE A RISCHIO E PRINCIPI DI

Dettagli

PROCEDURA APERTA FORNITURA ENERGIA ELETTRICA PER L ANNO 2011 REGOLE TECNICHE PER LO SVOLGIMENTO DELL ASTA ELETTRONICA PREMESSA

PROCEDURA APERTA FORNITURA ENERGIA ELETTRICA PER L ANNO 2011 REGOLE TECNICHE PER LO SVOLGIMENTO DELL ASTA ELETTRONICA PREMESSA PROCEDURA APERTA FORNITURA ENERGIA ELETTRICA PER L ANNO 2011 REGOLE TECNICHE PER LO SVOLGIMENTO DELL ASTA ELETTRONICA PREMESSA Il presente Regolamento disciplina in via operativa lo svolgimento dell asta

Dettagli

COMUNE DI PAGLIETA. Regolamento per la sicurezza e l'utilizzo delle postazioni di informatica individuale

COMUNE DI PAGLIETA. Regolamento per la sicurezza e l'utilizzo delle postazioni di informatica individuale COMUNE DI PAGLIETA Regolamento per la sicurezza e l'utilizzo delle postazioni di informatica individuale Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 19 del 01/02/2013 Regolamento per la sicurezza

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONNESSIONE PUBBLICA ALLA RETE INTERNET TRAMITE POSTAZIONI FISSE NELLA BIBLIOTECA DI CANEVA.

REGOLAMENTO DI CONNESSIONE PUBBLICA ALLA RETE INTERNET TRAMITE POSTAZIONI FISSE NELLA BIBLIOTECA DI CANEVA. REGOLAMENTO DI CONNESSIONE PUBBLICA ALLA RETE INTERNET TRAMITE POSTAZIONI FISSE NELLA BIBLIOTECA DI CANEVA. Approvato con Delibera di Consiglio Comunale nr. 46 2014 Pagina 1 di 9 Indice 1. OBIETTIVI DEL

Dettagli

5 COMUNICAZIONE RELATIVA ALLA DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE NEI SITI WEB

5 COMUNICAZIONE RELATIVA ALLA DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE NEI SITI WEB Informazioni sulle condizioni per l'utilizzo dei siti web di proprietà SPS srl www.spssrl.com http://online.spssrl.com www.securitystore.it Tali condizioni si riterranno valide anche per qualsiasi altro

Dettagli

SIA Area Sistemi Informativi Aziendali

SIA Area Sistemi Informativi Aziendali SIA Area Sistemi Informativi Aziendali PROGETTAZIONE E SVILUPPO REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DELL'ESERCIZIO DELLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E DI UTILIZZO DEI DATI Ottobre 2014 (Ver.2.0) 1 Sommario 1.

Dettagli

CONDIZIONI D USO E INFORMATIVA SULLA PRIVACY

CONDIZIONI D USO E INFORMATIVA SULLA PRIVACY CONDIZIONI D USO E INFORMATIVA SULLA PRIVACY FINALITA DEL SITO La consultazione del Sito comporta l accettazione dei termini e delle condizioni di utilizzo di seguito indicate. Nel caso in cui non si intenda

Dettagli

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI:

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI: IL PRESIDENTE VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare l art. 8, comma 2, ai sensi del quale l Autorità stabilisce le norme sulla propria

Dettagli

DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET WIFI

DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET WIFI I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 80 PROVINCIA DI PADOVA DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET WIFI Approvato con D.G.P. del 27.4.2009 n. 168 reg. DISPOSIZIONI PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET

Dettagli

REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA

REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Martino Longhi di VIGGIÙ Via Indipendenza 18, Loc. Baraggia 21059 VIGGIU (VA) Tel. 0332.486460 Fax 0332.488860 C.F.

Dettagli

CONDIZIONI PARTICOLARI RELATIVE A SOLUZIONI DI MESSAGGISTICA COLLABORATIVA HOSTED EXCHANGE 2013. Versione del 03 Ottobre 2013

CONDIZIONI PARTICOLARI RELATIVE A SOLUZIONI DI MESSAGGISTICA COLLABORATIVA HOSTED EXCHANGE 2013. Versione del 03 Ottobre 2013 CONDIZIONI PARTICOLARI RELATIVE A SOLUZIONI DI MESSAGGISTICA COLLABORATIVA HOSTED EXCHANGE 2013 Definizioni: Versione del 03 Ottobre 2013 Account: spazio di Messaggistica in collaborazione creato dal Cliente

Dettagli

Approvato con deliberazione della Giunta comunale n. / in data / /

Approvato con deliberazione della Giunta comunale n. / in data / / REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI Approvato con deliberazione della Giunta comunale n. / in data / / INDICE CAPO I FINALITA - AMBITO DI APPLICAZIONE - PRINCIPI GENERALI

Dettagli

CENTRO INFORMAGIOVANI REGOLAMENTO. Art.1 Principi e finalità

CENTRO INFORMAGIOVANI REGOLAMENTO. Art.1 Principi e finalità CITTÀ DI AFRAGOLA - Provincia di Napoli ISTITUZIONE DEI SERVIZI DI ISTRUZIONE, CULTURA, POLITICHE GIOVANILI E DEL TEMPO LIBERO DEL COMUNE DI AFRAGOLA Via Firenze, 33 80021 Afragola. Tel. 081-8529706 -0818529709

Dettagli

COMUNE DI MONCHIO DELLE CORTI

COMUNE DI MONCHIO DELLE CORTI COMUNE DI MONCHIO DELLE CORTI Provincia di Parma Regolamento di gestione del Servizio Internet presso la sala informatica della Scuola del Comune di Monchio delle Corti approvato con deliberazione di C.C.

Dettagli

COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO Provincia di Milano Codice Ente 11123

COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO Provincia di Milano Codice Ente 11123 COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO Provincia di Milano Codice Ente 11123 N. 30 Reg. Delib. G.C. Seduta del 17/03/2006 OGGETTO: REVISIONE DEL DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI PERSONALI PER L

Dettagli

Comune di Conegliano

Comune di Conegliano Comune di Conegliano Regolamento per l'utilizzo dei sistemi informatici dell'ente - Approvato con Deliberazione di Giunta Comunale n. 308 del 21.07.2004; - Data entrata in vigore: 27.07.2004. Indice Contenuto

Dettagli

COMUNE DI SPECCHIA. PROVI NCI A DI LECCE www.comune.specchia.lecce.it CAPSDA (CENTRO DI ACCESSO AI PUBBLICI SERVIZI DIGITALI AVANZATI)

COMUNE DI SPECCHIA. PROVI NCI A DI LECCE www.comune.specchia.lecce.it CAPSDA (CENTRO DI ACCESSO AI PUBBLICI SERVIZI DIGITALI AVANZATI) COMUNE DI SPECCHIA PROVI NCI A DI LECCE www.comune.specchia.lecce.it CAPSDA (CENTRO DI ACCESSO AI PUBBLICI SERVIZI DIGITALI AVANZATI) 1 COMUNE DI SPECCHIA PROVI NCI A DI LECCE www.comune.specchia.lecce.it

Dettagli

TERMINI DI USO DEL SITO

TERMINI DI USO DEL SITO TERMINI DI USO DEL SITO TERMINI DI USO DEL SITO Benvenuti sul sito internet di Loro Piana ( Sito ). Il Sito è di proprietà ed è gestito da Loro Piana S.p.A. Società soggetta a direzione e coordinamento

Dettagli

U.S.R. Decreto n. 4489 IL RETTORE. lo Statuto di Ateneo;

U.S.R. Decreto n. 4489 IL RETTORE. lo Statuto di Ateneo; U.S.R. Decreto n. 4489 IL RETTORE VISTO VISTA lo Statuto di Ateneo; la delibera n. 51 del 13.12.2010 con la quale il Senato Accademico ha approvato il Regolamento per l utilizzo del servizio di Posta elettronica

Dettagli

REGOLAMENTO PREMESSA

REGOLAMENTO PREMESSA REGOLAMENTO PREMESSA Il Laboratorio Informatico di Architettura è una risorsa preziosa per gli studenti, per tale ragione è opportuno che ognuno lo utilizzi con coscienza e responsabilità. Ogni danneggiamento

Dettagli