1-27 INCONTRO CON ALTRI SODOMITI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1-27 INCONTRO CON ALTRI SODOMITI"

Transcript

1 Canto XVI Posizione VII cerchio, 3 girone (violenti). Sul baratro tra il VII e l VIII cerchio Peccatori Sodomiti (violenti contro Dio nella natura) Pena Corrono nella landa infuocata sotto la pioggia di fuoco, senza potersi mai fermare Contrappasso La pena richiama probabilmente la pioggia di fuoco che si abbatté sulle corrotte città di Sodoma e Gomorra (Gen. 19) Dante incontra Iacopo Rusticucci; Guido Guerra; Tegghiaio Aldobrandi; Gerione (custode dell VIII cerchio) Sequenze narrative vv 1-27 INCONTRO CON ALTRI SODOMITI Sempre seguendo l argine di pietra che costeggia il sabbione, i due poeti giungono in un luogo dove si ode chiaramente il rumore della cascata del Flegetonte; qui vedono avvicinarsi un altra schiera di sodomiti, che in terra furono insigni esponenti del ceto politico e militare. Tre di loro, che dalla veste di Dante hanno capito che trattasi di un fiorentino, gli si accostano correndo a cerchio intorno a lui, dato che la pena non consente loro di fermarsi, e mostrano il desiderio di voler parlare con lui. Inferno, XVI, 20-27, miniatura ferrarese, , Ms. Urb. Lat. 365, f. 41 r. Roma, Biblioteca Vaticana. vv COLLOQUIO COI TRE FIORENTINI Virgilio invita il discepolo a dimostrarsi cortese nei confronti di costoro, degni di rispetto nonostante l attuale condizione. A parlare è solo uno degli spiriti, che dice di essere Iacopo Rusticucci; con lui sono Guido Guerra e Tegghiaio Aldobrandi. Sono tre dei Fiorentini della passata generazione ch a ben far puoser li ngegni, della cui sorte Dante aveva già chiesto notizie a Ciacco (Inf.VI, 79-84). Dante spiega loro la sua condizione e le ragioni del suo viaggio. vv CAUSE DELLA CORRUZIONE DI FIRENZE Alla domanda di Iacopo se a Firenze esistano ancora cortesia e valor, Dante prorompe in un aspra invettiva contro la Firenze attuale, così diversa da quella passata perché corrotta dagli immigrati dal contado (la gente nuova) e dalle ricchezze accumulate rapidamente (i sùbiti guadagni). I tre dannati si dimostrano addolorati per le parole di Dante, ma gli sono tuttavia riconoscenti per la risposta; quindi, dopo averlo pregato di rinnovare il loro ricordo tra i vivi, si allontanano rapidamente. vv L ARRIVO DI GERIONE I due poeti riprendono il cammino e vengono presto assordati dal precipitare del Flegetonte nell ottavo cerchio. Virgilio si fa porgere da Dante la corda che questi porta legata ai fianchi e la getta nel burrone. Allora, d improvviso, sale dal fondo un essere mostruoso e strano, che sembra nuotare nell aria. Si tratta di Gerione, simbolo della frode e custode dell ottavo cerchio. 163

2 Inferno Canto XVI Temi e motivi La decadenza degli antichi valori All inizio del canto Dante incontra tre illustri fiorentini, rappresentanti della vecchia Firenze magnatizia e ammirati per la loro rettitudine e amor di patria: Guido Guerra, Tegghiaio Aldobrandi e Iacopo Rusticucci. Tema del colloquio è la decadenza morale e politica di Firenze, la terra prava che accomuna Dante a questi dannati e stabilisce una linea di continuità con i canti VI, X e XV, i cui protagonisti - rispettivamente Ciacco*, Farinata* e Brunetto Latini* -, sono tutti concittadini del poeta. Nucleo centrale del colloquio, culminante nell apostrofe* dei vv , è il contrasto tra la Firenze del buon tempo antico (che verrà celebrata ancora da Cacciaguida* in Paradiso XVI) e la corruzione attuale della città. La causa di questo degrado è individuata da Dante nell ascesa della gente nuova (v. 73), della borghesia affaristica e mercantile, priva di nobili ideali e animata unicamente dal miraggio dei sùbiti guadagni (v. 73). In verità è proprio questa classe di mercanti e banchieri a scardinare le strutture di un economia ancora semifeudale, determinando il passaggio della città da Comune a Signoria e gettando le basi della futura potenza economica di Firenze. Per il suo conservatorismo politico Dante è lontano dal comprendere questa profonda trasformazione, ma ciò che gli preme è registrarne gli effetti negativi sul piano morale, che lo portano ad opporre con forza (v. 76) all arroganza e alla volgarità riscontrate nei nuovi ceti emergenti gli ideali aristocratici e cortesi, ai suoi occhi irrimediabilmente perduti, della Firenze antica rappresentata dai tre concittadini: rettitudine, pacifica convivenza, senso della tradizione, sobrietà, liberalità, amor di patria. L illustre passato dei tre personaggi evidenzia drammaticamente la loro attuale condizione di dannati; pur riconoscendo la grandezza terrena del ben far dei tre compatrioti (vv ), il poeta accentua il distacco da loro sul piano spirituale (Lascio lo fele e vo per dolci pomi, v. 61). Il rito della corda Sull orlo del settimo cerchio si svolge quindi un misterioso rito allegorico: il lancio di una corda (di cui era cinto Dante e che egli porge al maestro aggroppata e ravvolta) nel precipizio sottostante per attirare Gerione, l essere ibrido che dovrà trasportare a volo i due pellegrini nell ottavo cerchio, dove è punita la frode di cui egli è inequivocabilmente il simbolo. Certamente, la corda risulta collegata a Gerione (che da essa viene attirato sulla sponda) e alla lonza del primo canto (con quella stessa corda, infatti, Dante dice di aver pensato alcuna volta/ prender la lonza a la pelle dipinta, vv ), istituendo di conseguenza un rapporto anche tra Gerione e la lonza. Il significato di questa corda è ancora oggetto di discussione; in quanto strumento virtuoso, valido sia contro la lussuria che contro la frode, essa deve avere una funzione simbolica polivalente, individuata da alcuni nella «temperanza» contro la lonza e nella «giustizia e verità» contro Gerione, da altri nella «continenza e castità» nei confronti della lonza, nella «giustizia e fede» rispetto a Gerione. Sta di fatto che il lancio della corda determina l arrivo di Gerione, una straordinaria creatura caratterizzata, come si vedrà, da un aspetto multiforme, e investita di una funzione decisiva nella dinamica spaziale e allegorica del viaggio ultraterreno, rilevata tra l altro da un appello al lettore * in cui viene coinvolto il poema stesso, per la prima volta indicato come «comedìa» (vv ). Per il momento, però, Dante lascia ancora indistinta e confusa questa figura maravigliosa ad ogne cor sicuro (v. 132), limitandosi a descriverne la risalita dal baratro attraverso una similitudine nautica e rinviando la sua precisa descrizione, con calcolato effetto di attesa, al canto successivo. 164

3 Canto XVI Inferno Già era in loco onde s udìa l rimbombo de l acqua che cadea ne l altro giro, 3 simile a quel che l arnie fanno rombo, quando tre ombre insieme si partiro, correndo, d una torma che passava 6 sotto la pioggia de l aspro martiro. Venian ver noi, e ciascuna gridava: «Sòstati tu ch a l abito ne sembri 9 esser alcun di nostra terra prava». Ahimè, che piaghe vidi ne lor membri, ricenti e vecchie, da le fiamme incese! 12 Ancor men duol pur ch i me ne rimembri. A le lor grida il mio dottor s attese; volse l viso ver me, e: «Or aspetta», 15 disse, «a costor si vuole esser cortese. E se non fosse il foco che saetta la natura del loco, i dicerei 18 che meglio stesse a te che a lor la fretta». Ricominciar, come noi restammo, ei l antico verso; e quando a noi fuor giunti, 21 fenno una rota di sé tutti e trei. Qual sogliono i campion far nudi e unti, avvisando lor presa e lor vantaggio, 24 prima che sien tra lor battuti e punti, così rotando, ciascuno il visaggio drizzava a me, sì che n contraro il collo 27 faceva ai piè continüo vïaggio. E «Se miseria d esto loco sollo rende in dispetto noi e nostri prieghi», 30 cominciò l uno, «e l tinto aspetto e brollo, la fama nostra il tuo animo pieghi a dirne chi tu se, che i vivi piedi 33 così sicuro per lo nferno freghi. Questi, l orme di cui pestar mi vedi, tutto che nudo e dipelato vada, 36 fu di grado maggior che tu non credi: vv 1-27 INCONTRO CON ALTRI SODOMITI Ero (era) ormai giunto nel punto [dell argine] (loco) in cui si udiva il rimbombo del ruscello (l acqua) che cadeva nel cerchio successivo (l altro giro), simile al ronzio (rombo) delle api nelle arnie, quando, da una schiera (torma) che procedeva sotto la pioggia di fuoco del duro supplizio (martiro), si staccarono (si partiro) insieme di corsa tre spiriti (ombre). Venivano verso di noi e ciascuno di essi gridava: «Fermati (Sòstati) tu che dal modo di vestire (ch a l abito) ci (ne) sembri essere uno (alcun) della nostra crudele (prava) città». Ahimè, quali piaghe, vecchie e recenti, prodotte (incese) dalle fiamme, io vidi nelle loro membra! Mi recano ancora dolore (men duol) solo (pur ch ) a ricordarle. La mia guida (dottor) si fermò rivolgendo la propria attenzione (s attese) alle loro grida; voltò lo sguardo (viso) verso di me e disse: «Fermati (aspetta) ora, nei confronti di costoro è giusto (si vuole) essere cortesi. E se non fosse per le fiamme (foco) che la natura del luogo fa scendere (saetta), direi che la fretta dovesse convenire (stesse) più a te che a loro». Non appena (come) noi ci fermammo (restammo), essi (ei) ripresero il loro consueto lamento (l antico verso); e quando furono giunti presso di noi, tutti e tre (trei) insieme formarono (fenno) un cerchio (rota). Come sono soliti fare i lottatori (campion) nudi e unti, studiando (avvisando) la presa più vantaggiosa (lor presa e lor vantaggio) prima di colpirsi e ferirsi (battuti e punti), così, con lo stesso movimento circolare (rotando), ciascuno (dei tre) rivolgeva (drizzava) a me lo sguardo (visaggio), così che il loro collo doveva fare un continuo movimento (vïaggio) contrario a quello dei piedi. vv COLLOQUIO COI TRE FIORENTINI Uno di essi cominciò: «Se la misera condizione (miseria) di questo sabbione (loco sollo = luogo cedevole) e il nostro aspetto annerito (tinto) e scorticato (brollo) rende spregevoli (in dispetto) noi e le nostre richieste (prieghi), la fama rimasta di noi (nostra) induca (pieghi) il tuo animo a dirci chi sei tu, che ancora vivo calchi (freghi) i piedi nell Inferno senza timore di bruciarti (sicuro). Costui, di cui mi vedi calpestare le orme, benché (tutto che) vada nudo e scorticato (dipelato), fu di rango sociale (grado) più alto (maggior) di quanto credi: 165

4 Inferno Canto XVI nepote fu de la buona Gualdrada; Guido Guerra ebbe nome, e in sua vita 39 fece col senno assai e con la spada. L altro, ch appresso me la rena trita, è Tegghiaio Aldobrandi, la cui voce 42 nel mondo sù dovria esser gradita. E io, che posto son con loro in croce, Iacopo Rusticucci fui, e certo 45 la fiera moglie più ch altro mi nuoce». S i fossi stato dal foco coperto, gittato mi sarei tra lor di sotto, 48 e credo che l dottor l avria sofferto; ma perch io mi sarei brusciato e cotto, vinse paura la mia buona voglia 51 che di loro abbracciar mi facea ghiotto. Poi cominciai: «Non dispetto, ma doglia la vostra condizion dentro mi fisse, 54 tanta che tardi tutta si dispoglia, tosto che questo mio segnor mi disse parole per le quali i mi pensai 57 che qual voi siete, tal gente venisse. Di vostra terra sono, e sempre mai l ovra di voi e li onorati nomi 60 con affezion ritrassi e ascoltai. Lascio lo fele e vo per dolci pomi promessi a me per lo verace duca; 63 ma nfino al centro pria convien ch i tomi». «Se lungamente l anima conduca le membra tue», rispuose quelli ancora, 66 «e se la fama tua dopo te luca, cortesia e valor dì se dimora ne la nostra città sì come suole, 69 o se del tutto se n è gita fora; ché Guiglielmo Borsiere, il qual si duole con noi per poco e va là coi compagni, 72 assai ne cruccia con le sue parole». fu nipote della virtuosa (buona) Gualdrada; si chiamò Guido Guerra e in vita si distinse (fece assai) sia per virtù civili (col senno) che militari (con la spada). L altro, che calpesta (trita) la sabbia (rena) vicino a me, è Tegghiaio Aldobrandi, il cui consiglio (voce) avrebbe dovuto essere stato meglio ascoltato (dovrìa esser gradita) a Firenze (nel mondo sù). E io, che sono sottoposto al tormento (posto in croce) insieme a loro, fui Iacopo Rusticucci; e certo più di ogni altra cosa (più ch altro) mi è dannosa (mi nuoce) la moglie intrattabile (fiera)». Se io fossi stato protetto (coperto) dal fuoco, mi sarei gettato giù tra loro, e credo che il mio maestro (dottor) l avrebbe consentito (sofferto); ma dal momento che mi sarei bruciato, la paura prese il sopravvento (vinse) sul sincero sentimento (buona voglia) che mi rendeva desideroso (ghiotto) di abbracciarli. Poi cominciai: «La vostra condizione mi impresse (fisse) nell animo (dentro) non disprezzo (dispetto), ma un dolore (doglia) così intenso (tanta) che dovrà passare molto tempo (tardi) prima che svanisca (si dispoglia) del tutto, non appena (tosto che) la mia guida (segnor) mi disse parole per le quali io pensai che venissero (verso di noi) persone tanto meritevoli (tal gente) quali voi siete. Io sono della vostra città (terra), e sempre (sempre mai) ascoltai e riferii ad altri (ritrassi) con piacere (affezion) le vostre azioni (ovra) e i vostri nomi onorati. Lascio l amarezza del peccato (lo fele) e mi dirigo (vo) verso la dolcezza del bene (dolci pomi), promessa a me dalla mia guida (duca) veritiera (verace); ma prima è necessario (convien) che io scenda (tomi) fino al centro dell universo». vv CAUSE DELLA CORRUZIONE DI FIRENZE «Con l augurio (Se) che tu possa vivere ancora a lungo», rispose ancora quello spirito, «e che la tua fama risplenda (luca) dopo la tua morte (dopo te), dicci se i valori cortesi e le virtù morali (cortesia e valor) sopravvivono (dimora) ancora, come solevano un tempo (sì come suole), nella nostra città, o se l hanno del tutto abbandonata (se n è gita fora); poiché Guglielmo Borsiere, che da poco tempo (per poco) è tormentato (si duole) insieme a noi ed è laggiù con i suoi compagni, ci affligge (ne cruccia) molto con le sue parole». 166

5 Canto XVI Inferno «La gente nuova e i sùbiti guadagni orgoglio e dismisura han generata, 75 Fiorenza, in te, sì che tu già ten piagni». Così gridai con la faccia levata; e i tre, che ciò inteser per risposta, 78 guardar l un l altro com al ver si guata. «Se l altre volte sì poco ti costa», rispuoser tutti «il satisfare altrui, 81 felice te se sì parli a tua posta! Però, se campi d esti luoghi bui e torni a riveder le belle stelle, 84 quando ti gioverà dicere I fui, fa che di noi a la gente favelle». Indi rupper la rota, e a fuggirsi 87 ali sembiar le gambe loro isnelle. Un amen non saria possuto dirsi tosto così com e fuoro spariti; 90 per ch al maestro parve di partirsi. Io lo seguiva, e poco eravam iti, che l suon de l acqua n era sì vicino, 93 che per parlar saremmo a pena uditi. Come quel fiume c ha proprio cammino prima dal Monte Viso nver levante, 96 da la sinistra costa d Apennino, che si chiama Acquacheta suso, avante che si divalli giù nel basso letto, 99 e a Forlì di quel nome è vacante, rimbomba là sovra San Benedetto de l Alpe per cadere ad una scesa 102 ove dovea per mille esser recetto; così, giù d una ripa discoscesa, trovammo risonar quell acqua tinta, 105 sì che n poc ora avria l orecchia offesa. Io avea una corda intorno cinta, e con essa pensai alcuna volta 108 prender la lonza a la pelle dipinta. «Gli immigrati recenti (gente nuova) e le loro improvvise fortune (sùbiti guadagni) hanno generato in te, Firenze, superbia (orgoglio) e sfrenatezza (dismisura), così che già cominci a pagarne le conseguenze (già ten piagni)». Così gridai a testa alta; e i tre, che recepirono queste parole come (per) risposta, si guardarono l un l altro come si assiste (guata) alla conferma di una dura verità (al ver). «Se ti costa sempre come ora (l altre volte) così poco», risposero tutti insieme, «rispondere esaurientemente alle domande (il satisfare altrui), felice te se sei in grado di parlare liberamente (a tua posta) con tanta franchezza (sì)! Perciò, con l augurio (se) che tu possa scampare (campi) dall Inferno (d esti luoghi bui) e ritornare a vedere il cielo (le belle stelle), quando ti piacerà (gioverà) rievocare il viaggio nell Oltretomba (dicere I fui ), fa in modo di parlare (fa che favelle) di noi alla gente». Quindi sciolsero (rupper) il cerchio (rota), e nel (a) fuggire le loro gambe veloci (isnelle) sembrarono (sembiar) ali. Non si sarebbe potuto (possuto) pronunciare (dirsi) un amen così velocemente (tosto) come essi scomparvero (fuoro spariti); per la qual cosa al maestro parve opportuno (parve) allontanarsi (partirsi). vv L ARRIVO DI GERIONE Io lo seguivo e, dopo essere avanzati (iti) un poco, il fragore della cascata ( l suon de l acqua) era così vicino a noi che, se ci fossimo parlati (per parlar), ci saremmo a malapena (a pena) uditi. Come il fiume che per primo, dal Monviso verso oriente (levante), nella parte sinistra dell Appennino, sfocia in mare (ha proprio cammino), e che si chiama Acquacheta nella parte alta del suo corso (suso), prima (avante) di scendere (divalli) in pianura (giù nel basso letto), e a Forlì non si chiama più (è vacante = è privo) con quel nome, rimbomba presso (là sovra) San Benedetto all Alpe poiché precipita (per cadere) con un unico salto (ad una scesa) là dove (ove) dovrebbe (dovea) essere ricevuto (recetto) in moltissimi (salti) (mille); così, giù da una parete (ripa) scoscesa, incontrammo (trovammo) quell acqua rossa (tinta) cadere fragorosamente (risonar), tanto che avrebbe danneggiato l udito (l orecchia offesa) in brevissimo tempo ( n poc ora). Io portavo avvolta intorno ai fianchi (intorno cinta) una corda, con la quale (e con essa) una volta pensai di catturare la lonza dalla (a la) pelle screziata (dipinta). 167

6 Inferno Canto XVI Poscia ch io l ebbi tutta da me sciolta, sì come l duca m avea comandato, 111 porsila a lui aggroppata e ravvolta. Ond ei si volse inver lo destro lato, e alquanto di lunge da la sponda 114 la gittò giuso in quell alto burrato. E pur convien che novità risponda, dicea fra me medesmo, al novo cenno 117 che l maestro con l occhio sì seconda. Ahi quanto cauti li uomini esser dienno presso a color che non veggion pur l ovra, 120 ma per entro i pensier miran col senno! El disse a me: «Tosto verrà di sovra ciò ch io attendo e che il tuo pensier sogna; 123 tosto convien ch al tuo viso si scovra». Sempre a quel ver c ha faccia di menzogna de l uom chiuder le labbra fin ch el puote, 126 però che sanza colpa fa vergogna; ma qui tacer nol posso; e per le note di questa comedìa, lettor, ti giuro, 129 s elle non sien di lunga grazia vòte, ch i vidi per quell aere grosso e scuro venir notando una figura in suso, 132 maravigliosa ad ogne cor sicuro, sì come torna colui che va giuso talora a solver l àncora ch aggrappa 135 o scoglio o altro che nel mare è chiuso, che n sù si stende e da piè si rattrappa. Dopo (Poscia) averla completamente srotolata (da me sciolta), così come mi aveva ordinato il maestro, gliela porsi (porsila) raccolta a matassa (aggroppata e ravvolta). Egli allora si volse verso destra e la gettò giù nel profondo burrone (alto burrato) un po lontano (alquanto di lunge) dalla sponda. Qualcosa di straordinario (novità) deve (convien) certo (pur) corrispondere (risponda), dicevo tra me e me, all inconsueto (novo) segnale (cenno) che il maestro segue con tanta attenzione (sì seconda). Ahi quanto devono (dienno) essere cauti gli uomini vicino alle persone che non solo (pur) vedono (veggion) gli atti esteriori (l ovra), ma, grazie al loro acume (col senno), riescono a penetrare (miran) nei pensieri! Egli mi disse: «Presto (Tosto) salirà (verrà di sovra) ciò che io attendo con certezza e che tu immagini solo confusamente (il tuo pensier sogna): presto dovrà (convien) rivelarsi ai tuoi occhi (viso). L uomo, finché può (puote), deve (de ) sempre rifiutarsi dall esprimere (chiuder le labbra) quella verità (ver) che ha l apparenza (faccia) di menzogna, poiché (però che) essa lo farebbe sembrare bugiardo (fa vergogna) anche se è sincero (sanza colpa); ma in questa occasione (qui) non posso tacerla; e in nome dei versi (note) di questo poema (comedìa) possano (se) non essere a lungo privi (vòte) di favore presso il pubblico (di lunga grazia), ti giuro, lettore, che io vidi salire (venir in suso) attraverso quell aria densa (grosso) e scura, come se nuotasse (notando), una figura tale da impressionare (maravigliosa) anche un animo intrepido (cor sicuro), con lo stesso movimento con cui risale (torna) il marinaio (colui), che talvolta scende sott acqua (va giuso) per liberare (solver) l ancora rimasta impigliata (ch aggrappa) in uno scoglio o in un altro ostacolo (altro) sul fondo marino (che nel mare è chiuso), che stende in alto le braccia e raccoglie le gambe (da piè si rattrappa). 168

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa 28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa Nata a Firenze nel 1401, fu sposa in età giovanissima e madre di un figlio divenuto successivamente anch esso frate e santo: il beato Giovanni Battista.

Dettagli

Preghiera per la Fede Paolo VI

Preghiera per la Fede Paolo VI Preghiera per la Fede Paolo VI Signore, io credo: io voglio credere in Te. O Signore, fa che la mia fede sia piena, senza riserve, e che essa penetri nel mio pensiero, nel mio modo di giudicare le cose

Dettagli

L AZIONE DI DIFFUSIONE

L AZIONE DI DIFFUSIONE L AZIONE DI DIFFUSIONE 28 Messaggio, 4 marzo 1951 La volontà del Figlio Vedo una luce intensa e odo: Eccomi di nuovo. Attraverso la luce vedo la Signora. Dice: Guarda bene e ascolta quello che ho da dirti.

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

SAN TOMMASO DEI BATIUTI

SAN TOMMASO DEI BATIUTI rr;;;:.-~ J/(::il. 10 ~m. "'~"'. TO O H "NT U. CAPPELLANIA OSPEDALE SAN TOMMASO DEI BATIUTI PORTOGRUARO 19 Settelnbre Benedizione Cappella 2014 San Giovanni Paolo II BENEDIZIONE DELL'ACQUA E ASPERSIONE

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

VESPRI PARROCCHIA SAN GIUSEPPE DA COPERTINO. 18 settembre INTRODUZIONE

VESPRI PARROCCHIA SAN GIUSEPPE DA COPERTINO. 18 settembre INTRODUZIONE PARROCCHIA SAN GIUSEPPE DA COPERTINO 18 settembre INTRODUZIONE VESPRI V. O Dio, vieni a salvarmi. R. Signore, vieni presto in mio aiuto.. Alleluia INNO San Giuseppe onoriamo: la sua virtù sublime l'ordine

Dettagli

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987-

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- Anguera, 05 giugno 2010 Ciò che vi ho rivelato qui non l ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra

Dettagli

Vento e batticuore. Prof. Silvia Facchetti. Il vento ispira poesie e pensieri

Vento e batticuore. Prof. Silvia Facchetti. Il vento ispira poesie e pensieri Vento e batticuore In primavera mi comporto da pantera prendo la corriera e torno a casa la sera Entro in un bar, apro la porta e mi vedo arrivare una cameriera con la gonna corta! Dalla finestra sento

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

L amore è un granello di sabbia

L amore è un granello di sabbia L amore è un granello di sabbia Erika Zappoli L AMORE È UN GRANELLO DI SABBIA romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Erika Zappoli Tutti i diritti riservati A Serena e Samuel con la sola vostra

Dettagli

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>>

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>> Salmo 119:28 > Cari fratelli e care sorelle in Cristo, Il grido di sofferenza del Salmista giunge fino a noi! Il grido di sofferenza

Dettagli

12 maggio 2013 Liturgia delle ore della Terza Settimana. 47a Giornata mondiale per le comunicazioni sociali

12 maggio 2013 Liturgia delle ore della Terza Settimana. 47a Giornata mondiale per le comunicazioni sociali sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 12 maggio 2013 Liturgia delle ore della Terza Settimana Ascensione del Signore / c 47a Giornata mondiale per le comunicazioni

Dettagli

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Il piccolo Arco Baleno viveva tutto solo sopra una nuvola. La sua nuvoletta aveva tutte le comodità: un letto con una grande coperta colorata, tantissimi

Dettagli

La Divina Commedia (a cura di Benedetta P., 2C)

La Divina Commedia (a cura di Benedetta P., 2C) La Divina Commedia (a cura di Benedetta P., 2C) La Divina Commedia è un poema scritto da Dante Alighieri e narra di un viaggio immaginario, compiuto dal poeta in nome dell intera umanità, avvenuto durante

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

Il Cavaliere delle Energie

Il Cavaliere delle Energie Massime tratte dal libro Il Cavaliere delle Energie di Andrea Pangos www.andreapangos.it ISBN 88-88914-00-5 Andrea Pangos Edizioni Copyright 2003 Andrea Pangos Il Cavaliere delle Energie Tu sei per te

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

Fondo Europeo per l Integrazione di Cittadini di Paesi Terzi

Fondo Europeo per l Integrazione di Cittadini di Paesi Terzi Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA Fondo Europeo per l Integrazione di Cittadini di Paesi Terzi LABORATORI PER L APPRENDIMENTO DELLA LINGUA ITAIANA E INTEGRAZIONE SOCIALE PER RAGAZZI STRANIERI (PROG.

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

L inizio della tristezza dell Uomo

L inizio della tristezza dell Uomo Bibbia per bambini presenta L inizio della tristezza dell Uomo Scritta da: Edward Hughes Illustrata da: Byron Unger; Lazarus Adattata da: M. Maillot; Tammy S. Tradotta da: Lorena Circiello Prodotta da:

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore. ... stanno arrivando... cosa????... le vacanze!!! Inserto N. 2 2008 Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Dettagli

SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI

SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI Pontificia Basilica Collegiata S. MARIA DELL ELEMOSINA Parrocchia Matrice Santuario Mariano Biancavilla SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI Omelia del Prev. Agrippino Salerno 22-06-2014 Cari fratelli e sorelle!

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

VITTORIA SUL ACCUSATORE DEI FRATELLI 2

VITTORIA SUL ACCUSATORE DEI FRATELLI 2 (Da Revisionare) Apocalisse 12:7 E ci fu una battaglia nel cielo: Michele e i suoi angeli combatterono contro il dragone. Il dragone e i suoi angeli combatterono, 8 ma non vinsero, e per loro non ci fu

Dettagli

Iniziamola con il segno della Croce: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Iniziamola con il segno della Croce: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. È un cam m ino di preghiera m olto presente nella tradizione della Chiesa: essa aiuta i credenti a far m em oria della passione del Salvatore per rendere presente il suo am ore salvifico nella loro vita

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi A SCUOLA DI COSTITUZIONE COLORA IL TITOLO BIANCO, ROSSO E VERDE. PER VIVERE BENE IN CLASSE ABBIAMO BISOGNO DELLE DIRITTI REGOLE DOVE VI SONO DEI DIRITTI E DEI DOVERI SENZA LEGGI e REGOLE DA RISPETTARE

Dettagli

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi Ministero per i Beni e le Attività Culturali Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze SEZIONE DIDATTICA 2011 Schede

Dettagli

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina .. mettendoci da parte vostra ogni impegno, aggiungete alla vostra fede (2 Pietro 1:5) Natale Mondello 14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina Dio ha un piano per

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto Indice Cominciamo 7 La curiosità di Alice 9 Un po di imbarazzo 25 Innamorarsi 43 Fare l amore 55 Concepimento 71 Gravidanza 83 La nascita 95 Il nostro corpo: le donne 111 Il nostro corpo: gli uomini 127

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.)

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) Questa è la storia di una donna perseguitata da un eco di una memoria, un sogno

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

Parabola delle grosse pietre

Parabola delle grosse pietre Parabola delle grosse pietre Un giorno, un vecchio professore fu chiamato come esperto per parlare sulla pianificazione più efficace del proprio tempo ai quadri superiori di alcune grosse compagnie nordamericane.

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

Non sapevo veramente cosa aspettarmi Pensavo sarebbe stato qualcosa di simile a quello che avevo fatto a casa mia a Briarwood. Pensavo di trovare famiglie senza casa, gente povera, e senso di isolamento.

Dettagli

La Perla di grande valore di Alessandro Iovino

La Perla di grande valore di Alessandro Iovino La seguente raccolta di poesie religiose inedite La Perla di grande valore di Alessandro Iovino è risultata Terza classificata al Terzo Concorso Internazionale di Libri "Il Saggio" (sezione poesia inedita)

Dettagli

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO SUPPLICA A SAN GIROLAMO P. Nel nome del Padre. Amen. P. Rivolgiamoci al Signore Gesù con la preghiera di san Girolamo, per ottenere la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di pace con Dio

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Lo studio della Bibbia è benefico

Lo studio della Bibbia è benefico Lo studio della Bibbia è benefico Tanti anni fa, un capitano ancorò la sua nave nel porto di un'esotica isola del Pacifico Meridionale. A veva sentito dire che gli indigeni, un tempo cannibali, ora accoglievano

Dettagli

Il Principe Mezzanotte. Scheda di approfondimento. Materiale didattico di approfondimento per insegnanti e operatori

Il Principe Mezzanotte. Scheda di approfondimento. Materiale didattico di approfondimento per insegnanti e operatori Il Principe Mezzanotte Scheda di approfondimento Materiale didattico di approfondimento per insegnanti e operatori La Compagnia Teatropersona ha deciso di creare queste schede per dare l opportunità alle

Dettagli

CORPUS DOMINI 22 giugno 2014. Noi siamo quelli che vivono secondo la domenica (S. Ignazio)

CORPUS DOMINI 22 giugno 2014. Noi siamo quelli che vivono secondo la domenica (S. Ignazio) CORPUS DOMINI 22 giugno 2014 Noi siamo quelli che vivono secondo la domenica (S. Ignazio) Canto: Adoramus Te Domine (canone di Taizè) - Ti riconosciamo, Signore, presente a noi nell eucaristia - Ti adoriamo,

Dettagli

Imputo la paralisi cerebrale di Tito a Pietro Lombardo.

Imputo la paralisi cerebrale di Tito a Pietro Lombardo. 1 Tito ha una paralisi cerebrale. 2 Imputo la paralisi cerebrale di Tito a Pietro Lombardo. Nel 1489, Pietro Lombardo progettò la Scuola Grande di San Marco. Fu la Scuola Grande di San Marco, progettata

Dettagli

L Amore immortale : da Shakespeare ai giorni nostri. Il sogno di Romeo e Giulietta.

L Amore immortale : da Shakespeare ai giorni nostri. Il sogno di Romeo e Giulietta. Alcune studentesse delle classi seconde ad indirizzo MODA, frequentanti l Istituto Einaudi Scarpa di Montebelluna (sede SCARPA) hanno deciso di partecipare al concorso nazionale Piazza dei Mestieri (sezione

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

Si parla molto oggi di quanti preferiscono

Si parla molto oggi di quanti preferiscono COPERTINA Natale: una grata dipendenza da Cristo Il messaggio per i lettori di 30Giorni di sua grazia Rowan Williams, arcivescovo di Canterbury Si parla molto oggi di quanti preferiscono spiritualità a

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

VIAGGIO IN GRECIA. Giuseppe Cappello

VIAGGIO IN GRECIA. Giuseppe Cappello Giuseppe Cappello VIAGGIO IN GRECIA Un itinerario fotografico della Grecia classica con a fronte storia, miti, letteratura e filosofia dell antica civiltà ellenica Giuseppe Cappello, Viaggio in Grecia

Dettagli

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World LOCUZIONI AL MONDO Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World 2 Sommario 1. La decisione della SS. Trinità al tuo

Dettagli

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012 Newsletter Essena N 2 Gennaio-Marzo 2012 Carissimi amici Bellissima Primavera a voi! Siamo molto felici di ritrovarvi in occasione di questa nuova stagione che sta per fiorire fra qualche tempo e che abbiamo

Dettagli

IL SANTO ROSARIO PER I NOSTRI CARI DEFUNTI

IL SANTO ROSARIO PER I NOSTRI CARI DEFUNTI IL SANTO ROSARIO PER I NOSTRI CARI DEFUNTI Una lacrima per i Defunti evapora, un fiore sulla tomba appassisce, una preghiera, invece, arriva fino al cuore dell Altissimo. (Sant Agostino) 1 L'eterno riposo

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 Nicolas Poussin L istituzione dell Eucaristia, 1640, Musée du Louvre, Paris Nella Sinagoga di Cafarnao, Gesù parlò dell Eucarestia LECTIO SUL VANGELO DELLA SOLENNITÀ DEL

Dettagli

Testimonianze: Vivere la sessualità secondo il disegno di Dio

Testimonianze: Vivere la sessualità secondo il disegno di Dio X Forum Internazionale dei Giovani - Rocca di Papa (Roma), 24-28 marzo 2010 Testimonianze: Vivere la sessualità secondo il disegno di Dio Fabian Lair, Austria PREMESSA Viviamo in un mondo in cui tutto

Dettagli

LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe

LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe Nei giorni 11 e 12 aprile sono andata in gita scolastica a Venezia. Prima di questo viaggio, nel mio immaginario, Venezia era una città triste,

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: Ciao Renata.

Dettagli

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO Annuncio della Pasqua (forma orientale) EIS TO AGHION PASCHA COMUNITÀ MONASTICA DI BOSE, Preghiera dei Giorni, pp.268-270 È la Pasqua la Pasqua del Signore, gridò lo

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la Il vero Amore L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la maggior parte delle nostre azioni, inoltre credo che esso sia la cosa più bella che Dio ci ha donato,

Dettagli

PRENDERE LA PROPRIA CROCE

PRENDERE LA PROPRIA CROCE PRENDERE LA PROPRIA CROCE Allora Gesù disse ai suoi discepoli: «Se uno vuol venire dietro a me, rinunzi a sé stesso, prenda la sua croce e mi segua. 25 Perché chi vorrà salvare la sua vita, la perderà;

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Janna Carioli. Poesie a righe. e quadretti

Janna Carioli. Poesie a righe. e quadretti Janna Carioli Poesie a righe e quadretti VOGLIO UNA SCUOLA Voglio una scuola che parla ai bambini come la rondine ai rondinini che insegna a volare aprendo le ali e sa che i voli non sono mai uguali. Voglio

Dettagli

SALÌ AL CIELO E SIEDE ALLA DESTRA DEL PADRE

SALÌ AL CIELO E SIEDE ALLA DESTRA DEL PADRE SALÌALCIELOESIEDEALLADESTRADELPADRE At1,1 11 Ebr9,24 28;10,19 23 Lc24,46 53 L Ascensione è il ritorno al Padre, dove Gesù, seduto alla sua destra comincia un esistenzanuovainpienezzadivitaedipotenza.cristo,primadivenirealmondo,era

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Briciola e la pulce: recensioni V B scuola Quasimodo

Briciola e la pulce: recensioni V B scuola Quasimodo Briciola e la pulce: recensioni V B scuola Quasimodo Apro gli occhi e mi accorgo si essere sdraiata su un letto. [ ] La prima cosa che mi viene in mente di chiedere è come mi chiamo e quanti anni ho. È

Dettagli

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA ARCIDIOCESI DI MILANO Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA Milano, Basilica di Sant Eustorgio 25 settembre 2011 ARCIDIOCESI DI MILANO

Dettagli

Maria Ponticello MA VIE

Maria Ponticello MA VIE Ma vie Maria Ponticello MA VIE racconti odierni www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Maria Ponticello Tutti i diritti riservati Dedicato a Romano Battaglia, che con i suoi libri ha intrattenuto la

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

su di me sul filo d erba che ora lo vedo è prostrato sul ciglio della strada ed il verde di quel filo d erba si mescola con la polvere che ora non è

su di me sul filo d erba che ora lo vedo è prostrato sul ciglio della strada ed il verde di quel filo d erba si mescola con la polvere che ora non è malinconianuda sono qui nuda appesa al chiodo della mia malinconia di questa mia grande malinconia che è qui presente incolmabile immensa e mi tiene prigioniera il capo reclinato i capelli sciolti e biondi

Dettagli

Parola di Vita Luglio 2009

Parola di Vita Luglio 2009 Parola di Vita Luglio 2009 "Vendete ciò che avete e datelo in elemosina; fatevi borse che non invecchiano, un tesoro inesauribile nei cieli, dove i ladri non arrivano e la tignola non consuma" (Lc 12,33).

Dettagli

Atto di fede, Luciano Ligabue

Atto di fede, Luciano Ligabue Atto di fede, Luciano Ligabue Ho visto belle donne spesso da lontano ognuno ha il proprio modo di tirarsele vicino e ho visto da vicino chi c'era da vedere e ho visto che l'amore cambia il modo di guardare

Dettagli

PRIMA ERO CIECO E ORA CI VEDO (Gv 9, 25)

PRIMA ERO CIECO E ORA CI VEDO (Gv 9, 25) PRIMA ERO CIECO E ORA CI VEDO (Gv 9, 25) CELEBRAZIONE COMUNITARIA NELLA IV SETTIMANA DI QUARESIMA CON IL RITO DELL UNZIONE DEGLI INFERMI Ufficio Liturgico Diocesano Il rito si conclude con la benedizione

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli