1-27 INCONTRO CON ALTRI SODOMITI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1-27 INCONTRO CON ALTRI SODOMITI"

Transcript

1 Canto XVI Posizione VII cerchio, 3 girone (violenti). Sul baratro tra il VII e l VIII cerchio Peccatori Sodomiti (violenti contro Dio nella natura) Pena Corrono nella landa infuocata sotto la pioggia di fuoco, senza potersi mai fermare Contrappasso La pena richiama probabilmente la pioggia di fuoco che si abbatté sulle corrotte città di Sodoma e Gomorra (Gen. 19) Dante incontra Iacopo Rusticucci; Guido Guerra; Tegghiaio Aldobrandi; Gerione (custode dell VIII cerchio) Sequenze narrative vv 1-27 INCONTRO CON ALTRI SODOMITI Sempre seguendo l argine di pietra che costeggia il sabbione, i due poeti giungono in un luogo dove si ode chiaramente il rumore della cascata del Flegetonte; qui vedono avvicinarsi un altra schiera di sodomiti, che in terra furono insigni esponenti del ceto politico e militare. Tre di loro, che dalla veste di Dante hanno capito che trattasi di un fiorentino, gli si accostano correndo a cerchio intorno a lui, dato che la pena non consente loro di fermarsi, e mostrano il desiderio di voler parlare con lui. Inferno, XVI, 20-27, miniatura ferrarese, , Ms. Urb. Lat. 365, f. 41 r. Roma, Biblioteca Vaticana. vv COLLOQUIO COI TRE FIORENTINI Virgilio invita il discepolo a dimostrarsi cortese nei confronti di costoro, degni di rispetto nonostante l attuale condizione. A parlare è solo uno degli spiriti, che dice di essere Iacopo Rusticucci; con lui sono Guido Guerra e Tegghiaio Aldobrandi. Sono tre dei Fiorentini della passata generazione ch a ben far puoser li ngegni, della cui sorte Dante aveva già chiesto notizie a Ciacco (Inf.VI, 79-84). Dante spiega loro la sua condizione e le ragioni del suo viaggio. vv CAUSE DELLA CORRUZIONE DI FIRENZE Alla domanda di Iacopo se a Firenze esistano ancora cortesia e valor, Dante prorompe in un aspra invettiva contro la Firenze attuale, così diversa da quella passata perché corrotta dagli immigrati dal contado (la gente nuova) e dalle ricchezze accumulate rapidamente (i sùbiti guadagni). I tre dannati si dimostrano addolorati per le parole di Dante, ma gli sono tuttavia riconoscenti per la risposta; quindi, dopo averlo pregato di rinnovare il loro ricordo tra i vivi, si allontanano rapidamente. vv L ARRIVO DI GERIONE I due poeti riprendono il cammino e vengono presto assordati dal precipitare del Flegetonte nell ottavo cerchio. Virgilio si fa porgere da Dante la corda che questi porta legata ai fianchi e la getta nel burrone. Allora, d improvviso, sale dal fondo un essere mostruoso e strano, che sembra nuotare nell aria. Si tratta di Gerione, simbolo della frode e custode dell ottavo cerchio. 163

2 Inferno Canto XVI Temi e motivi La decadenza degli antichi valori All inizio del canto Dante incontra tre illustri fiorentini, rappresentanti della vecchia Firenze magnatizia e ammirati per la loro rettitudine e amor di patria: Guido Guerra, Tegghiaio Aldobrandi e Iacopo Rusticucci. Tema del colloquio è la decadenza morale e politica di Firenze, la terra prava che accomuna Dante a questi dannati e stabilisce una linea di continuità con i canti VI, X e XV, i cui protagonisti - rispettivamente Ciacco*, Farinata* e Brunetto Latini* -, sono tutti concittadini del poeta. Nucleo centrale del colloquio, culminante nell apostrofe* dei vv , è il contrasto tra la Firenze del buon tempo antico (che verrà celebrata ancora da Cacciaguida* in Paradiso XVI) e la corruzione attuale della città. La causa di questo degrado è individuata da Dante nell ascesa della gente nuova (v. 73), della borghesia affaristica e mercantile, priva di nobili ideali e animata unicamente dal miraggio dei sùbiti guadagni (v. 73). In verità è proprio questa classe di mercanti e banchieri a scardinare le strutture di un economia ancora semifeudale, determinando il passaggio della città da Comune a Signoria e gettando le basi della futura potenza economica di Firenze. Per il suo conservatorismo politico Dante è lontano dal comprendere questa profonda trasformazione, ma ciò che gli preme è registrarne gli effetti negativi sul piano morale, che lo portano ad opporre con forza (v. 76) all arroganza e alla volgarità riscontrate nei nuovi ceti emergenti gli ideali aristocratici e cortesi, ai suoi occhi irrimediabilmente perduti, della Firenze antica rappresentata dai tre concittadini: rettitudine, pacifica convivenza, senso della tradizione, sobrietà, liberalità, amor di patria. L illustre passato dei tre personaggi evidenzia drammaticamente la loro attuale condizione di dannati; pur riconoscendo la grandezza terrena del ben far dei tre compatrioti (vv ), il poeta accentua il distacco da loro sul piano spirituale (Lascio lo fele e vo per dolci pomi, v. 61). Il rito della corda Sull orlo del settimo cerchio si svolge quindi un misterioso rito allegorico: il lancio di una corda (di cui era cinto Dante e che egli porge al maestro aggroppata e ravvolta) nel precipizio sottostante per attirare Gerione, l essere ibrido che dovrà trasportare a volo i due pellegrini nell ottavo cerchio, dove è punita la frode di cui egli è inequivocabilmente il simbolo. Certamente, la corda risulta collegata a Gerione (che da essa viene attirato sulla sponda) e alla lonza del primo canto (con quella stessa corda, infatti, Dante dice di aver pensato alcuna volta/ prender la lonza a la pelle dipinta, vv ), istituendo di conseguenza un rapporto anche tra Gerione e la lonza. Il significato di questa corda è ancora oggetto di discussione; in quanto strumento virtuoso, valido sia contro la lussuria che contro la frode, essa deve avere una funzione simbolica polivalente, individuata da alcuni nella «temperanza» contro la lonza e nella «giustizia e verità» contro Gerione, da altri nella «continenza e castità» nei confronti della lonza, nella «giustizia e fede» rispetto a Gerione. Sta di fatto che il lancio della corda determina l arrivo di Gerione, una straordinaria creatura caratterizzata, come si vedrà, da un aspetto multiforme, e investita di una funzione decisiva nella dinamica spaziale e allegorica del viaggio ultraterreno, rilevata tra l altro da un appello al lettore * in cui viene coinvolto il poema stesso, per la prima volta indicato come «comedìa» (vv ). Per il momento, però, Dante lascia ancora indistinta e confusa questa figura maravigliosa ad ogne cor sicuro (v. 132), limitandosi a descriverne la risalita dal baratro attraverso una similitudine nautica e rinviando la sua precisa descrizione, con calcolato effetto di attesa, al canto successivo. 164

3 Canto XVI Inferno Già era in loco onde s udìa l rimbombo de l acqua che cadea ne l altro giro, 3 simile a quel che l arnie fanno rombo, quando tre ombre insieme si partiro, correndo, d una torma che passava 6 sotto la pioggia de l aspro martiro. Venian ver noi, e ciascuna gridava: «Sòstati tu ch a l abito ne sembri 9 esser alcun di nostra terra prava». Ahimè, che piaghe vidi ne lor membri, ricenti e vecchie, da le fiamme incese! 12 Ancor men duol pur ch i me ne rimembri. A le lor grida il mio dottor s attese; volse l viso ver me, e: «Or aspetta», 15 disse, «a costor si vuole esser cortese. E se non fosse il foco che saetta la natura del loco, i dicerei 18 che meglio stesse a te che a lor la fretta». Ricominciar, come noi restammo, ei l antico verso; e quando a noi fuor giunti, 21 fenno una rota di sé tutti e trei. Qual sogliono i campion far nudi e unti, avvisando lor presa e lor vantaggio, 24 prima che sien tra lor battuti e punti, così rotando, ciascuno il visaggio drizzava a me, sì che n contraro il collo 27 faceva ai piè continüo vïaggio. E «Se miseria d esto loco sollo rende in dispetto noi e nostri prieghi», 30 cominciò l uno, «e l tinto aspetto e brollo, la fama nostra il tuo animo pieghi a dirne chi tu se, che i vivi piedi 33 così sicuro per lo nferno freghi. Questi, l orme di cui pestar mi vedi, tutto che nudo e dipelato vada, 36 fu di grado maggior che tu non credi: vv 1-27 INCONTRO CON ALTRI SODOMITI Ero (era) ormai giunto nel punto [dell argine] (loco) in cui si udiva il rimbombo del ruscello (l acqua) che cadeva nel cerchio successivo (l altro giro), simile al ronzio (rombo) delle api nelle arnie, quando, da una schiera (torma) che procedeva sotto la pioggia di fuoco del duro supplizio (martiro), si staccarono (si partiro) insieme di corsa tre spiriti (ombre). Venivano verso di noi e ciascuno di essi gridava: «Fermati (Sòstati) tu che dal modo di vestire (ch a l abito) ci (ne) sembri essere uno (alcun) della nostra crudele (prava) città». Ahimè, quali piaghe, vecchie e recenti, prodotte (incese) dalle fiamme, io vidi nelle loro membra! Mi recano ancora dolore (men duol) solo (pur ch ) a ricordarle. La mia guida (dottor) si fermò rivolgendo la propria attenzione (s attese) alle loro grida; voltò lo sguardo (viso) verso di me e disse: «Fermati (aspetta) ora, nei confronti di costoro è giusto (si vuole) essere cortesi. E se non fosse per le fiamme (foco) che la natura del luogo fa scendere (saetta), direi che la fretta dovesse convenire (stesse) più a te che a loro». Non appena (come) noi ci fermammo (restammo), essi (ei) ripresero il loro consueto lamento (l antico verso); e quando furono giunti presso di noi, tutti e tre (trei) insieme formarono (fenno) un cerchio (rota). Come sono soliti fare i lottatori (campion) nudi e unti, studiando (avvisando) la presa più vantaggiosa (lor presa e lor vantaggio) prima di colpirsi e ferirsi (battuti e punti), così, con lo stesso movimento circolare (rotando), ciascuno (dei tre) rivolgeva (drizzava) a me lo sguardo (visaggio), così che il loro collo doveva fare un continuo movimento (vïaggio) contrario a quello dei piedi. vv COLLOQUIO COI TRE FIORENTINI Uno di essi cominciò: «Se la misera condizione (miseria) di questo sabbione (loco sollo = luogo cedevole) e il nostro aspetto annerito (tinto) e scorticato (brollo) rende spregevoli (in dispetto) noi e le nostre richieste (prieghi), la fama rimasta di noi (nostra) induca (pieghi) il tuo animo a dirci chi sei tu, che ancora vivo calchi (freghi) i piedi nell Inferno senza timore di bruciarti (sicuro). Costui, di cui mi vedi calpestare le orme, benché (tutto che) vada nudo e scorticato (dipelato), fu di rango sociale (grado) più alto (maggior) di quanto credi: 165

4 Inferno Canto XVI nepote fu de la buona Gualdrada; Guido Guerra ebbe nome, e in sua vita 39 fece col senno assai e con la spada. L altro, ch appresso me la rena trita, è Tegghiaio Aldobrandi, la cui voce 42 nel mondo sù dovria esser gradita. E io, che posto son con loro in croce, Iacopo Rusticucci fui, e certo 45 la fiera moglie più ch altro mi nuoce». S i fossi stato dal foco coperto, gittato mi sarei tra lor di sotto, 48 e credo che l dottor l avria sofferto; ma perch io mi sarei brusciato e cotto, vinse paura la mia buona voglia 51 che di loro abbracciar mi facea ghiotto. Poi cominciai: «Non dispetto, ma doglia la vostra condizion dentro mi fisse, 54 tanta che tardi tutta si dispoglia, tosto che questo mio segnor mi disse parole per le quali i mi pensai 57 che qual voi siete, tal gente venisse. Di vostra terra sono, e sempre mai l ovra di voi e li onorati nomi 60 con affezion ritrassi e ascoltai. Lascio lo fele e vo per dolci pomi promessi a me per lo verace duca; 63 ma nfino al centro pria convien ch i tomi». «Se lungamente l anima conduca le membra tue», rispuose quelli ancora, 66 «e se la fama tua dopo te luca, cortesia e valor dì se dimora ne la nostra città sì come suole, 69 o se del tutto se n è gita fora; ché Guiglielmo Borsiere, il qual si duole con noi per poco e va là coi compagni, 72 assai ne cruccia con le sue parole». fu nipote della virtuosa (buona) Gualdrada; si chiamò Guido Guerra e in vita si distinse (fece assai) sia per virtù civili (col senno) che militari (con la spada). L altro, che calpesta (trita) la sabbia (rena) vicino a me, è Tegghiaio Aldobrandi, il cui consiglio (voce) avrebbe dovuto essere stato meglio ascoltato (dovrìa esser gradita) a Firenze (nel mondo sù). E io, che sono sottoposto al tormento (posto in croce) insieme a loro, fui Iacopo Rusticucci; e certo più di ogni altra cosa (più ch altro) mi è dannosa (mi nuoce) la moglie intrattabile (fiera)». Se io fossi stato protetto (coperto) dal fuoco, mi sarei gettato giù tra loro, e credo che il mio maestro (dottor) l avrebbe consentito (sofferto); ma dal momento che mi sarei bruciato, la paura prese il sopravvento (vinse) sul sincero sentimento (buona voglia) che mi rendeva desideroso (ghiotto) di abbracciarli. Poi cominciai: «La vostra condizione mi impresse (fisse) nell animo (dentro) non disprezzo (dispetto), ma un dolore (doglia) così intenso (tanta) che dovrà passare molto tempo (tardi) prima che svanisca (si dispoglia) del tutto, non appena (tosto che) la mia guida (segnor) mi disse parole per le quali io pensai che venissero (verso di noi) persone tanto meritevoli (tal gente) quali voi siete. Io sono della vostra città (terra), e sempre (sempre mai) ascoltai e riferii ad altri (ritrassi) con piacere (affezion) le vostre azioni (ovra) e i vostri nomi onorati. Lascio l amarezza del peccato (lo fele) e mi dirigo (vo) verso la dolcezza del bene (dolci pomi), promessa a me dalla mia guida (duca) veritiera (verace); ma prima è necessario (convien) che io scenda (tomi) fino al centro dell universo». vv CAUSE DELLA CORRUZIONE DI FIRENZE «Con l augurio (Se) che tu possa vivere ancora a lungo», rispose ancora quello spirito, «e che la tua fama risplenda (luca) dopo la tua morte (dopo te), dicci se i valori cortesi e le virtù morali (cortesia e valor) sopravvivono (dimora) ancora, come solevano un tempo (sì come suole), nella nostra città, o se l hanno del tutto abbandonata (se n è gita fora); poiché Guglielmo Borsiere, che da poco tempo (per poco) è tormentato (si duole) insieme a noi ed è laggiù con i suoi compagni, ci affligge (ne cruccia) molto con le sue parole». 166

5 Canto XVI Inferno «La gente nuova e i sùbiti guadagni orgoglio e dismisura han generata, 75 Fiorenza, in te, sì che tu già ten piagni». Così gridai con la faccia levata; e i tre, che ciò inteser per risposta, 78 guardar l un l altro com al ver si guata. «Se l altre volte sì poco ti costa», rispuoser tutti «il satisfare altrui, 81 felice te se sì parli a tua posta! Però, se campi d esti luoghi bui e torni a riveder le belle stelle, 84 quando ti gioverà dicere I fui, fa che di noi a la gente favelle». Indi rupper la rota, e a fuggirsi 87 ali sembiar le gambe loro isnelle. Un amen non saria possuto dirsi tosto così com e fuoro spariti; 90 per ch al maestro parve di partirsi. Io lo seguiva, e poco eravam iti, che l suon de l acqua n era sì vicino, 93 che per parlar saremmo a pena uditi. Come quel fiume c ha proprio cammino prima dal Monte Viso nver levante, 96 da la sinistra costa d Apennino, che si chiama Acquacheta suso, avante che si divalli giù nel basso letto, 99 e a Forlì di quel nome è vacante, rimbomba là sovra San Benedetto de l Alpe per cadere ad una scesa 102 ove dovea per mille esser recetto; così, giù d una ripa discoscesa, trovammo risonar quell acqua tinta, 105 sì che n poc ora avria l orecchia offesa. Io avea una corda intorno cinta, e con essa pensai alcuna volta 108 prender la lonza a la pelle dipinta. «Gli immigrati recenti (gente nuova) e le loro improvvise fortune (sùbiti guadagni) hanno generato in te, Firenze, superbia (orgoglio) e sfrenatezza (dismisura), così che già cominci a pagarne le conseguenze (già ten piagni)». Così gridai a testa alta; e i tre, che recepirono queste parole come (per) risposta, si guardarono l un l altro come si assiste (guata) alla conferma di una dura verità (al ver). «Se ti costa sempre come ora (l altre volte) così poco», risposero tutti insieme, «rispondere esaurientemente alle domande (il satisfare altrui), felice te se sei in grado di parlare liberamente (a tua posta) con tanta franchezza (sì)! Perciò, con l augurio (se) che tu possa scampare (campi) dall Inferno (d esti luoghi bui) e ritornare a vedere il cielo (le belle stelle), quando ti piacerà (gioverà) rievocare il viaggio nell Oltretomba (dicere I fui ), fa in modo di parlare (fa che favelle) di noi alla gente». Quindi sciolsero (rupper) il cerchio (rota), e nel (a) fuggire le loro gambe veloci (isnelle) sembrarono (sembiar) ali. Non si sarebbe potuto (possuto) pronunciare (dirsi) un amen così velocemente (tosto) come essi scomparvero (fuoro spariti); per la qual cosa al maestro parve opportuno (parve) allontanarsi (partirsi). vv L ARRIVO DI GERIONE Io lo seguivo e, dopo essere avanzati (iti) un poco, il fragore della cascata ( l suon de l acqua) era così vicino a noi che, se ci fossimo parlati (per parlar), ci saremmo a malapena (a pena) uditi. Come il fiume che per primo, dal Monviso verso oriente (levante), nella parte sinistra dell Appennino, sfocia in mare (ha proprio cammino), e che si chiama Acquacheta nella parte alta del suo corso (suso), prima (avante) di scendere (divalli) in pianura (giù nel basso letto), e a Forlì non si chiama più (è vacante = è privo) con quel nome, rimbomba presso (là sovra) San Benedetto all Alpe poiché precipita (per cadere) con un unico salto (ad una scesa) là dove (ove) dovrebbe (dovea) essere ricevuto (recetto) in moltissimi (salti) (mille); così, giù da una parete (ripa) scoscesa, incontrammo (trovammo) quell acqua rossa (tinta) cadere fragorosamente (risonar), tanto che avrebbe danneggiato l udito (l orecchia offesa) in brevissimo tempo ( n poc ora). Io portavo avvolta intorno ai fianchi (intorno cinta) una corda, con la quale (e con essa) una volta pensai di catturare la lonza dalla (a la) pelle screziata (dipinta). 167

6 Inferno Canto XVI Poscia ch io l ebbi tutta da me sciolta, sì come l duca m avea comandato, 111 porsila a lui aggroppata e ravvolta. Ond ei si volse inver lo destro lato, e alquanto di lunge da la sponda 114 la gittò giuso in quell alto burrato. E pur convien che novità risponda, dicea fra me medesmo, al novo cenno 117 che l maestro con l occhio sì seconda. Ahi quanto cauti li uomini esser dienno presso a color che non veggion pur l ovra, 120 ma per entro i pensier miran col senno! El disse a me: «Tosto verrà di sovra ciò ch io attendo e che il tuo pensier sogna; 123 tosto convien ch al tuo viso si scovra». Sempre a quel ver c ha faccia di menzogna de l uom chiuder le labbra fin ch el puote, 126 però che sanza colpa fa vergogna; ma qui tacer nol posso; e per le note di questa comedìa, lettor, ti giuro, 129 s elle non sien di lunga grazia vòte, ch i vidi per quell aere grosso e scuro venir notando una figura in suso, 132 maravigliosa ad ogne cor sicuro, sì come torna colui che va giuso talora a solver l àncora ch aggrappa 135 o scoglio o altro che nel mare è chiuso, che n sù si stende e da piè si rattrappa. Dopo (Poscia) averla completamente srotolata (da me sciolta), così come mi aveva ordinato il maestro, gliela porsi (porsila) raccolta a matassa (aggroppata e ravvolta). Egli allora si volse verso destra e la gettò giù nel profondo burrone (alto burrato) un po lontano (alquanto di lunge) dalla sponda. Qualcosa di straordinario (novità) deve (convien) certo (pur) corrispondere (risponda), dicevo tra me e me, all inconsueto (novo) segnale (cenno) che il maestro segue con tanta attenzione (sì seconda). Ahi quanto devono (dienno) essere cauti gli uomini vicino alle persone che non solo (pur) vedono (veggion) gli atti esteriori (l ovra), ma, grazie al loro acume (col senno), riescono a penetrare (miran) nei pensieri! Egli mi disse: «Presto (Tosto) salirà (verrà di sovra) ciò che io attendo con certezza e che tu immagini solo confusamente (il tuo pensier sogna): presto dovrà (convien) rivelarsi ai tuoi occhi (viso). L uomo, finché può (puote), deve (de ) sempre rifiutarsi dall esprimere (chiuder le labbra) quella verità (ver) che ha l apparenza (faccia) di menzogna, poiché (però che) essa lo farebbe sembrare bugiardo (fa vergogna) anche se è sincero (sanza colpa); ma in questa occasione (qui) non posso tacerla; e in nome dei versi (note) di questo poema (comedìa) possano (se) non essere a lungo privi (vòte) di favore presso il pubblico (di lunga grazia), ti giuro, lettore, che io vidi salire (venir in suso) attraverso quell aria densa (grosso) e scura, come se nuotasse (notando), una figura tale da impressionare (maravigliosa) anche un animo intrepido (cor sicuro), con lo stesso movimento con cui risale (torna) il marinaio (colui), che talvolta scende sott acqua (va giuso) per liberare (solver) l ancora rimasta impigliata (ch aggrappa) in uno scoglio o in un altro ostacolo (altro) sul fondo marino (che nel mare è chiuso), che stende in alto le braccia e raccoglie le gambe (da piè si rattrappa). 168

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

e degno di ogni lode, tremendo sugli dei. Do Sol La Tutti gli dei delle nazioni sono un niente e vanità,

e degno di ogni lode, tremendo sugli dei. Do Sol La Tutti gli dei delle nazioni sono un niente e vanità, CANTATE AL SIGNORE (Sal 96) Fa Cantate al Signore un canto nuovo, cantate al Signore da tutta la terra. Fa Benedite il suo nome perché è buono, annunziate ogni giorno la sua salvezza. Si- Narrate la sua

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO Annuncio della Pasqua (forma orientale) EIS TO AGHION PASCHA COMUNITÀ MONASTICA DI BOSE, Preghiera dei Giorni, pp.268-270 È la Pasqua la Pasqua del Signore, gridò lo

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

...IN QUELL ISTANTE IL GALLO CANTÒ

...IN QUELL ISTANTE IL GALLO CANTÒ ...IN QUELL ISTANTE IL GALLO CANTÒ Una riflessione attenta sul comportamento di Pietro dopo la cattura di Gesù e sulla facilità con cui passò da una conclamata fedeltà al rinnegamento del suo Maestro ci

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

DIVINA COMMEDIA COMMENTO. Canto III RAUCCI BIAGIO. 18 febbraio 2014

DIVINA COMMEDIA COMMENTO. Canto III RAUCCI BIAGIO. 18 febbraio 2014 DIVINA COMMEDIA COMMENTO Canto III RAUCCI BIAGIO 18 febbraio 2014 NON è ancora cominciato il cammino e subito quella porta, quella scritta: Per me si va ne la città dolente, per me si va ne l etterno dolore,

Dettagli

5. DOV'È L'AGNELLO PER L'OLOCAUSTO? Il sacrificio di Isacco Genesi 22,1-14

5. DOV'È L'AGNELLO PER L'OLOCAUSTO? Il sacrificio di Isacco Genesi 22,1-14 5. DOV'È L'AGNELLO PER L'OLOCAUSTO? Il sacrificio di Isacco Genesi 22,1-14 1.LA STORIA Il capitolo 22 del libro della Genesi è uno dei testi fondamentali nell Antico Testamento. Il testo appartiene ad

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno

Uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno Uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno Domanda della madre dei figli di Zebedeo Matteo 20, 20-28 Allora gli si avvicinò la madre dei figli di Zebedèo con i suoi figli, e si prostrò per

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Canto VIII. Dante incontra Flegiàs (guardiano del cerchio); Filippo Argenti; i diavoli

Canto VIII. Dante incontra Flegiàs (guardiano del cerchio); Filippo Argenti; i diavoli Canto VIII Posizione V cerchio (incontinenti); porta della Città di Dite Peccatori Iracondi e accidiosi Pena Sono immersi nelle acque dello Stige e si percuotono a vicenda Contrappasso Continuano a sfogare

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Attorno alla Rupe. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo la forza nel branco sarà (2v.)

Attorno alla Rupe. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo la forza nel branco sarà (2v.) Attorno alla Rupe Attorno alla rupe orsù lupi andiam d'akela e Baloo or le voci ascoltiam del branco la forza in ciascun lupo sta del lupo la forza del branco sarà. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo

Dettagli

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it MESSAGGI DI LUCE Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it Tengo a precisare che Messaggi di Luce e un progetto che nasce su Facebook a oggi e visitato da piu' di 9000 persone E un

Dettagli

Ho vivamente apprezzato la tua recente

Ho vivamente apprezzato la tua recente 35 Le illusioni e i desideri sono illuminazione Ho vivamente apprezzato la tua recente visita e la tua costante preoccupazione per le numerose persecuzioni che mi sono capitate. Poiché ho subìto queste

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

Giovedì 13/11/2014. Un ora con Dio. Dov'è tuo fratello?

Giovedì 13/11/2014. Un ora con Dio. Dov'è tuo fratello? Giovedì 13/11/2014 Un ora con Dio Dov'è tuo fratello? Canto d inizio: Invochiamo la tua presenza Invochiamo la tua presenza, vieni Signor Invochiamo la tua presenza, scendi su di noi. Vieni luce dei cuori,

Dettagli

Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27

Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27 Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27 filemame: 42-18-18.evang.odt 3636 parole di Marco defelice, RO, mercoledì, 6 giugno, 2007 -- cmd -- La Bibbia è la Parola di Dio. È più attuale di quanto lo sia il giornale

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

CORNELIO CASTALDI [CAPITOLO CONTRO I PETRARCHISTI] a cura di Danilo Romei

CORNELIO CASTALDI [CAPITOLO CONTRO I PETRARCHISTI] a cura di Danilo Romei CORNELIO CASTALDI [CAPITOLO CONTRO I PETRARCHISTI] a cura di Danilo Romei Banca Dati Nuovo Rinascimento www.nuovorinascimento.org immesso in rete il 9 marzo 2009 Udite, imitatori del Petrarca, Udite, servi

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

PREGHIERA - 1 - S. ECC. MONS. BRUNO SCHETTINO Arcivescovo

PREGHIERA - 1 - S. ECC. MONS. BRUNO SCHETTINO Arcivescovo PREGHIERA La Tua Parola, Signore, è Verità perenne, la Tua Parola è vita piena, immortale. Nella tua sequela camminerò, nella luce che emana dalla tua Presenza dirigerò spedito i miei passi. Alla tua sorgente

Dettagli

Andrea Bajani Tanto si doveva

Andrea Bajani Tanto si doveva Andrea Bajani Tanto si doveva Quando muoiono, gli uccelli cadono giù. Non se ne accorge quasi nessuno, di solito, salvo il cacciatore che l ha colpito e il cane che deve dargli la caccia. Il cacciatore

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen PREGHIERE DEL MATTINO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ti adoro Ti adoro, mio Dio e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Scacchi ed enigmistica

Scacchi ed enigmistica Scacchi ed enigmistica Di Adolivio Capece Sciopero della fame in massa Visto che con un capo avean da fare col qual non si potea più ragionare nessuno, ad un tratto, s'è più fatto avanti e han smesso di

Dettagli

Dante Alighieri. Dal Codice Riccardiano 1040 Firenze, Biblioteca Riccardiana

Dante Alighieri. Dal Codice Riccardiano 1040 Firenze, Biblioteca Riccardiana Dante Alighieri Dal Codice Riccardiano 1040 Firenze, Biblioteca Riccardiana 1 Biografia di: Dante Alighieri Nacque a Firenze nel 1265 da una famiglia della piccola nobiltà fiorentina e la sua vita fu profondamente

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Sintesi primo incontro preparazione Colloqui Fiorentini Poco noto ad altrui, poco a me stesso. Conoscere Manzoni attraverso i testi 2 novembre 2010

Sintesi primo incontro preparazione Colloqui Fiorentini Poco noto ad altrui, poco a me stesso. Conoscere Manzoni attraverso i testi 2 novembre 2010 Sintesi primo incontro preparazione Colloqui Fiorentini Poco noto ad altrui, poco a me stesso. Conoscere Manzoni attraverso i testi 2 novembre 2010 Scopo di questo primo incontro è assumere l ipotesi interpretativa

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

CARNE DI MAIALE: PERCHÉ NO?

CARNE DI MAIALE: PERCHÉ NO? CARNE DI MAIALE: PERCHÉ NO? Ma lo Spirito dice esplicitamente che nei tempi futuri alcuni apostateranno dalla fede, dando retta a spiriti seduttori e a dottrine di demoni, sviati dall'ipocrisia di uomini

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

La Sacra Bibbia (testo CEI 2008) Versione non commerciabile. E gradita invece la riproduzione a fine di evangelizzazione www.laparola.

La Sacra Bibbia (testo CEI 2008) Versione non commerciabile. E gradita invece la riproduzione a fine di evangelizzazione www.laparola. La Sacra Bibbia (testo CEI 2008) Versione non commerciabile. E gradita invece la riproduzione a fine di evangelizzazione www.laparola.it LETTERA AGLI EFESINI 1 1 Paolo, apostolo di Cristo Gesù per volontà

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE Assemblea Nazionale Missio Giovani Roma, 10 aprile 2011 SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE 1. STORIE DI UOMINI L immagine da cui partiamo è esplicitamente riferita all esperienza di Paolo: 15 Ma quando

Dettagli

CADUTI IN TERRA PER PORTARE FRUTTO

CADUTI IN TERRA PER PORTARE FRUTTO CADUTI IN TERRA PER PORTARE FRUTTO Veglia di Preghiera Guida: Il sangue dei Martiri è sangue di speranza che, caduto in terra porta frutti di vita nuova. Non c è amore più grande di questo: dare la vita

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

1. una fede da far crescere nei vostri figli

1. una fede da far crescere nei vostri figli Chiediamo il Battesimo di nostro figlio 3.a tappa: dopo il Battesimo 1. una fede da far crescere nei vostri figli Parrocchia di S. Ambrogio - Via G. Di Vittorio, 23 - Mignanego (GE) Come far crescere

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Novena del lavoro. 4a San Josemaría Escrivá

Novena del lavoro. 4a San Josemaría Escrivá Novena del lavoro 4a San Josemaría Escrivá Preghiera a San Josemaría San Josemaría Escrivá Fondatore dell'opus Dei PREGHIERA Oh Dio, che per mediazione di Maria Santissima concedesti a San Josemaría, sacerdote,

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Nel ventre pigro della notte audio-ebook

Nel ventre pigro della notte audio-ebook Silvano Agosti Nel ventre pigro della notte audio-ebook Dedicato a quel po di amore che c è nel mondo Silvano Agosti Canti Nel ventre pigro della notte Edizioni l Immagine Nel ventre pigro della notte

Dettagli

La nascita di Gesù 6 Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. 7 Diede

La nascita di Gesù 6 Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. 7 Diede Scuola di Preghiera Venerdì 11 dicembre 2010 intervento di don Fabio Soldan La nascita di Gesù 6 Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. 7 Diede alla luce il suo

Dettagli

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO San Bernardo (1090-1153) Jean Gerson (1363-1429) S. Bernardo (1090-1153) Bernardo ha formato la sua saggezza basandosi principalmente sulla Bibbia e alla scuola della Liturgia.

Dettagli

Il Test dei Tre Filtri di Socrate da meditare e applicare. È Natale ogni volta che... di Madre Teresa di Calcutta

Il Test dei Tre Filtri di Socrate da meditare e applicare. È Natale ogni volta che... di Madre Teresa di Calcutta Il Test dei Tre Filtri di Socrate da meditare e applicare Nell antica Grecia, Socrate era stimato avere una somma conoscenza. Un giorno, un conoscente incontrò il grande filosofo e disse: "Socrate, sapete

Dettagli

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo:

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo: universale viva in ogni popolo. Ogni giorno, da soli, in famiglia o in comunità, insieme con Maria, la Madre di Dio e dell umanità, percorriamo i continenti per seminarvi la preghiera e il sacrificio,

Dettagli

Decàpo. Laboratorio Annuale di Formazione al Primo Annuncio. Progetto dell Ufficio Diocesano per la Pastorale Missionaria

Decàpo. Laboratorio Annuale di Formazione al Primo Annuncio. Progetto dell Ufficio Diocesano per la Pastorale Missionaria Decàpoli Progetto dell Ufficio Diocesano per la Pastorale Missionaria Laboratorio Annuale di Formazione al Primo Annuncio Va nella tua casa, dai tuoi, annunzia loro ciò che il Signore ti ha fatto e la

Dettagli

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO Rallegrati Maria Dal vangelo di Luca (1, 26-38) 26 Al sesto mese, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret,

Dettagli

Come ho fatto io, fate anche voi

Come ho fatto io, fate anche voi Benedici il Signore, anima mia, quanto è in me benedica il suo santo nome. Benedici il Signore, anima mia, non dimenticare tanti suoi benefici. Egli perdona tutte le tue colpe, guarisce tutte le tue malattie;

Dettagli

Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione.

Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione. Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione. Eugenio e Chiara Guggi (tramite le parole di Benedetto XVI) Il laico dev essere

Dettagli

"In ogni cosa rendete grazie, perché questa è la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi" (I Tessalonicesi 5:18)

In ogni cosa rendete grazie, perché questa è la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi (I Tessalonicesi 5:18) "In ogni cosa rendete grazie, perché questa è la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi" (I Tessalonicesi 5:18) Rendere grazie a Dio, sempre, in ogni circostanza, in qualsiasi momento, in qualunque

Dettagli

Le Valli Oscure di Enzo De Fano Pagina 1 di 6

Le Valli Oscure di Enzo De Fano Pagina 1 di 6 Le Valli Oscure di Enzo De Fano Pagina 1 di 6 "Quand'anche camminassi nella valle dell'ombra della morte, io non temerei alcun male, perché tu sei con me; il tuo bastone la tua verga mi danno sicurezza".

Dettagli