...I fatti nostri Notiziario della Scuola Media di Oulx-BardonecchiaSestriere

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "...I fatti nostri Notiziario della Scuola Media di Oulx-BardonecchiaSestriere"

Transcript

1 ...I fatti nostri Notiziario della Scuola Media di Oulx-BardonecchiaSestriere numero 30 - dicembre 2012 Consultabile sul sito sez. I Fatti Nostri

2 2 Alla scoperta del Nord-Est Emozioni condivise nei luoghi della Storia e risate in piazza Il 5 dicembre 2012 le classi terze della Scuola Media di Oulx sono partite per Venezia. Dopo sette ore di viaggio in pullman, le insegnanti hanno accompagnato gli alunni in Piazza S. Marco. Fissato luogo e orario di ritrovo, hanno permesso loro di girovagare liberamente per la città. I ragazzi hanno ammirato le meraviglie del luogo, ballato con i gondolieri, comprato souvenirs e giocato con i piccioni che infastiditi hanno lasciato un ricordino ad alcuni Fortunatamente le previsioni del tempo si sono rivelate errate e, anziché l acqua alta e un cielo plumbeo e nuvoloso, hanno goduto di una splendida giornata. Sul calar del sole l allegra brigata a malincuore ha salutato la Serenissima e si è trasferita a Grado. Gli alunni si sono sistemati nelle camere e rifocillati. Alcuni si sono rilassati ed entusiasmati davanti alla tv (Juve - Shakter 1-0), mentre altri hanno visitato la cittadina. Suonato il coprifuoco, la comitiva diligentemente è corsa a letto La mattina del 6 Dicembre 2012 i gitanti assonnati si sono recati alla risiera di San Sabba. La visita guidata e la visione delle celle, dei resti del forno crematorio, dei muri imponenti hanno suscitato forti emozioni. Consumati il pranzo e l ora d aria presso un grande centro commerciale, gli allievi hanno raggiunto le foibe, cavità naturali del terreno in cui venivano gettati oggetti e persone. All imbrunire un ulteriore passaggio per Trieste ha consentito di vedere la Chiesa greco-ortodossa di San Nicolò e la splendida Piazza Unità d Italia illuminata. Rientrata a Grado, dopo cena, la truppa si è scatenata sulla pubblica piazza attirando le ire degli indigeni stagionati. Nonostante i ripetuti richiami, la baldoria è proseguita in albergo. L ultimo giorno di quest avventura ha permesso ai Valsusini di esplorare la Grotta Gigante, di percorrere le gradinate del Sacrario di Redipuglia e di attraversare le trincee della Prima Guerra Mondiale. Gli alunni, sulla via del ritorno, si sono cimentati nel canto. L arrivo a Oulx è stato tragico: neve, freddo e separazione dai compagni. L esperienza è stata semplicemente indimenticabile L augurio alle future classi terze è che le uscite didattiche siano altrettanto favolose. Gli alunni del Laboratorio Alla scoperta del quotidiano

3 3 L occasione è un concorso - - per cui il materiale non arriva in tempo, ma che diventa l immagine oltre lo specchio delle nostre abitudini: 13 marzo 2012, da Bardonecchia. Nel 2012 la mia scuola era un edificio sopra il comune, c erano cinque classi, una! due 2 e due 3. Quando ero in 1 media la mia classe era la classe peggiore di tutte le medie e forse perché eravamo in tanti (24) di cui la metà era molto agitata e uno tirava dietro l altro e tutti ci prendevamo punizioni a non finire. I miei migliori amici erano Samuele, Joe e Alessandro. Le materie di una volta erano 13 e venivamo a scuola 5 ore al giorno e un pomeriggio. Con certi professori facevamo molto rumore un pò tutti e l ora dopo ci riempivano di compiti di punizione. Le mie materie preferite erano matematica e musica. C era un gruppetto di ragazzi che mi prendevano in giro, ma io ormai ci avevo fatto l abitudine. Cari nipoti rispondetemi Ronaldo [un po difficile avere risposta dal futuro almeno per ora. ] Cari nipoti Qui sono fatte molte cose tipo dei giochi dei rincorrimenti ecc. Arianna PER I MIEI NIPOTI VIA DELLA SAPIENZA 172 FUTURALANDIA la mia scuola era molto divertente eravamo molto come dire stupidi. Parlavamo solo e c era un mio amico che prendeva almeno due note al giorno, ma io non ero da meglio, eravamo tutti amici! Ma c era Luca Deca che era il mio migliore amico ed era un pazzo un po come me. Poi c era Pizzo, quante cavolate con lui e Alessandro O. I disegni di Chiara e Micaela assicurano che alcune cose non cambiano, nonostante il diverso millennio!

4 4 Cari nipotini, la mia classe è la più rumorosa della scuola, avevo molti compagni, ma i più rumorosi di tutti erano Matteo, Ale, Pizzo e Abrate. Cortassa Matteo era un grande chiacchierone mentre gli altri erano dei grandi furbi. Durante le lezioni i maschi si mettevano a gridare è [!] quando arrivavano i prof. davano la colpa alle femmine. Poi avevo una compagna che tutti prendevano in giro, solo perché era di un altra nazione. Nella mia scuola avevo dei profes. molto severi, mentre altri che urlavano infine avevo una prof. molto gentile è [!] un altra sordomuta. Durante la ricreazione mangiavamo e giocavamo con gli aereoplanini. Beh io ho finito, ma vi scriverò ancora. The end Giulia Eserrciizii dii ffanttagolla:: come ttrrasporrttarre un lleccallecca giigantte perr lla 1 dii Barrdonecchiia? dividendo in tante parti e appena arrivati appiccicarli con la panna montata! È un lavoro infame, faticoso, ma per fortuna Oglio era tra di noi e ci ha aiutati! È siamo stati tutti fortunati perché Ollio ci ha salvati!!!

5 5 Io e una mia amica portavamo in spalle una cosa che io amavo, il leccalecca stava per cadere, ma siamo stati fortunati perché un eroe ci ha salvati. Il leccalecca giacomino andò dal Padre tomino che assomigliava a un tombino. C era una volta un lecca lecca Ma sono solo per la peppia Io voglio solo quelli di Bardonecchia Quelli di Torino Sono da Bambino. C era un leccalecca che stranamente salì sul treno e a Bardonecchia finì e 24 alunni aspettano il leccalecca. I leccalecca sono dolci non come quei spilorci sono di tutti i colori rosa, rossi, viola, arancioni e marroni Mentre trasportavamo i leccalecca si sciolsero. Noi non sapevamo cosa fare Allora chiamammo un maiale che se li mangiò tutti ed era anche brutto come un cassonetto Poi tornammo indietro a prenderne altri ma erano finiti. C era una volta un leccalecca Che partiva da Bardonecchia Poi arrivò a Torino Per far contento un Bambino. Un giorno mentre eravamo a scuola arrivò un signore strano di poche parole, ma ci lasciò un leccalecca gigante. Non aveva detto di chi era, allora me lo presi io. Allora lo portammo alla fiera. C era un leccalecca che avanzava verso l auto-gril. Ad un certo punto si sente un rumore strano, si stava pappando l auto del proprietario dell auto-gril. C era una volta un leccalecca gigante e uno piccolo piccolo, poi arrivò un gicante grande e uno gnomo. Il gigante si prese quello grande e lo gnomo prese quello piccolo e vissero felici e contenti. Mi chiamano sul cellulare Mentre ascolto cantare Mi dicono che vogliono un leccalecca gigante E io svengo all istante. Lo seziono e lo metto in un cesto E su un Frecciarossa lo metto: arrivo a Torino e lo metto sull auto lo so sembro un trasporto eccezionale forse perché pesa un quintale. Arrivo a casa e suono il campanello E mi dicono che volevano un ombrello. Ronaldo, Sara, Arianna, Luca S. Lorenzo, Alessandro E., M., Giulia e anonimi

6 6 è anche cambiare una favola! Buon divertimento dalla 1 A di Bardonecchia I vestiti nuovi dell imperatore. La fiaba parla di un imperatore vanitoso, completamente dedito alla cura del suo aspetto esteriore e in particolare del suo abbigliamento. I truffatori giunti in città spargono la voce di essere tessitori e di avere a disposizione un nuovo formidabile tessuto, sottile, leggero e meraviglioso con la particolarità di risultare invisibile agli sciocchi e ai vergognosi. I cortigiani inviati dal re non riescono a vederlo, ma per non essere giudicati male riferiscono all imperatore lodando la bellezza del tessuto. L imperatore, convinto, si fa preparare dagli imbroglioni un abito. Quando questo abito gli viene consegnato, però, l imperatore si rende conto di non essere neppure lui in grado di vedere alcunché. Come i suoi cortigiani prima di lui, anch egli decide di fingere e di mostrarsi contento per il lavoro dei tessitori. Col nuovo vestito sfila per le vie della città di fronte ad una folla di cittadini che applaudono e lodano a gran voce l eleganza del sovrano. L incantesimo è spezzato da un bambino che, sgranando gli occhi, grida: Ma non ha niente addosso!, da questa frase deriverà la famosa frase fatta: <<Il re è nudo>>. Camilla La nuova tuta da sci. Un giorno, durante l inverno, si scoprì che la tuta da sci della signora Cornelia non andava più bene, era piccola, strappata e scolorita. Ad un certo punto si venne a sapere che al mercato era in vendita una stoffa che, messa anche solo sulle spalle, tutta la tuta tornava come nuova e più grande. Allora tutta la città volle comprare quella stoffa; anche la signora con la tuta da sci vecchia andò a comprarla. Quella stoffa si comprava all interno di un tendone, una volta entrato uscivi da dietro così nessuno ti vedeva, Quando la signora andò a sciare e si mise la tuta da sci con la stoffa comprata il giorno prima, tutti sussurravano al suo passaggio: ma che cosa si è messa addosso quella signora?. La signora si era messa addosso la tuta ancora tutta sciupata, perché la stoffa era finta, non esisteva. Sofia La macchina dell imperatore Il l imperatore Claudio di Spagna chiamò i meccanici più bravi del pianeta per farsi costruire una nuova macchina con il motore della Lotus e le ruote della Ferrari. L imperatore pagò i meccanici 11 milioni di $. I meccanici si presero tutti i soldi e i pezzi per costruire la macchina dell imperatore li usarono per costruirsi la loro macchina. Il giorno della gara, che si svolgeva sul percorso dedicato al grande Jack James Abrams, Claudio ci andò con la macchina che pensava fosse quella nuova, ma era quella vecchia. La gara comprendeva 54 giri con un totale di 108 KM. Il motore poteva percorrere 1234 KM e ne aveva già percorsi Alla partenza Claudio era convinto di vincere. Quando la macchina raggiunse il totale dei KM che poteva percorrere si fermò e la portarono in garage e solo in quel momento l imperatore si accorse che la macchina non era quella nuova, ma quella vecchia. Tentò di trovare i meccanici, ma senza risultato. L imperatore si pentì di aver pagato ai meccanici tutti quei soldi e da quel momento decise di pagare solo dopo aver visto ciò che voleva comprare. Giorgio ed Edoardo I vestiti dell imperatore C era una volta un imperatore molto esigente, soprattutto nell abbigliamento. Questo imperatore non piaceva a nessuno perché non svolgeva i suoi doveri, la città voleva un imperatore capace come Mirko, che era molto cortese. Visto che uno scienziato aveva inventato una macchina del tempo, un tessitore aveva avuto un idea per ingannare l imperatore e teletrasportarlo in un epoca antica dove sarebbe diventato uno schiavo. Il tessitore andò dal re per dirgli che faceva i vestiti più belli del Paese, allora il re si fece fare un vestito. Lo scienziato assemblò la macchina al vestito: << Appena il re premerà il bottone si teletrasporterà>> così disse lo scienziato.

7 7 Il re venne a ritirare il suo vestito e il tessitore gli disse: << Appena premerà il bottone farà un figurone davanti a tutti, ma non lo prema adesso perché è usa e getta. Non si preoccupi, io lo rimetterò gratis!>> l imperatore :<<Allora perché non posso premerlo adesso?>> Il tessitore rispose:<< Perché noi lo seguiremo fino alla cerimonia: se lo preme prima, glielo facciamo pagare tanto.>> Il re si mise subito il vestito e andò alla cerimonia, lì fece il suo discorso e premette il bottone e si teletrasportò nell antico Egitto come schiavo. Mirko diventò imperatore e vissero tutti felici e contenti!!! Eugenio I nuovi trucchi dell imperatrice La fiaba parla di un imperatrice molto vanitosa, completamente dedita alla cura del suo aspetto esteriore e in particolare al trucco degli occhi. Gli imbroglioni in città spargono la voce di essere truccatori e di avere a disposizione un nuovo formidabile trucco, chiaro, colorato e brillante, che fa diventare bella e senza rughe. L imperatrice si fa preparare dagli imbroglioni un trucco, ma, quando questo le viene consegnato, l imperatrice si rende conto di non vederlo e decide di fingere e di mostrarsi contenta per il lavoro dei truccatori. Col nuovo trucco sfila per le vie della città di fronte a una folla di cittadini che applaudono. L incantesimo è svelato da un bambino che, sgranando gli occhi, grida: <<Ma non è truccata!>>. Da questa frase deriverà il famoso detto: <<la regina è brutta e ha le rughe.>> Michela Il sarto C era una volta un giovane sarto di nome Vincenzo. Era il sarto più celebre di tutto il mondo, infatti tutti i nobili andavano a farsi riparare i vestiti da lui. Si diceva che le sue forbici fossero magiche, infatti gli furono regalate da una vecchina, rivelatasi una fattucchiera: una sera, tornando a casa, vide due malfattori che la derubarono e lui la soccorse con coraggio. Vincenzo suscitava la gelosia di molti sarti, i quali cercavano in ogni modo di carpire i suoi segreti. Un giorno un sarto suo nemico andò in incognito a farsi aggiustare la camicia, ma, appena Vincenzo si girò, il vecchio gli rubò le forbici e scappò via. Vincenzo, disperato, tornò a casa e si mise a dormire. Il giorno dopo trovò le forbici sul suo letto e da quel giorno le tenne sempre in tasca. Federico La storia delle forbici Le forbici hanno origini molto lontane. Sono state trovate forbici tra le rovine delle colonie romane in Asia minore e in Egitto circa nel I secolo a.c. In Francia e in Germania sono state trovate forbici dell età del ferro, circa 330 a.c. A quell epoca erano un oggetto di grande valore. Col passare del tempo le forbici diventarono sempre più evolute fino ad arrivare alle nostre forbici moderne che tutti possiedono, non più come nell antichità in possesso solo dei ricchi. Le forbici di un tempo erano formate da una leva di III genere costruita con due lame ed un ferro ad U. Francesco Pierino il calzolaio Una volta c era un calzolaio molto importante, faceva scarpe splendide grazie alle sue forbici, che gli furono donate dal padre prima di morire: se qualcuno doveva comprare delle scarpe andava da Pierino. Gli altri calzolai erano gelosi perché loro non vendevano molto. Allora si organizzarono e, sapendo che le teneva sempre in tasca, gli tesero un agguato, ma, ahiloro, non sapevano che conoscesse le arti marziali e in un batter d occhio Pierino li stese a terra e tornò a casa, a dormire per la fatica. Morale: non prendere ciò che non ti appartiene o ne subirai le conseguenze. Francesco Il re e la farfalla C era un re che un giorno andò nel regno di un sovrano suo amico per aiutarlo a costruire un palazzo e portò con sé tutti i muratori del suo Paese. Un giorno, mentre dirigeva i lavori, incontrò una farfalla con ali stupende e così iniziò a parlare con lei. La farfalla aveva paura degli uomini, ma il re la convinse a posarsi sulle sue mani. Col tempo nacque un amicizia bellissima che il re teneva segreta perché non doveva farlo sapere alla regina. Perla, così l aveva chiamata, si affezionò tantissimo al re, passarono giorni stupendi insieme, ma i lavori al castello finirono e il re tornò nel suo regno portando con sé la farfalla. All inizio la regina fu gelosa della farfalla, ma col tempo imparò a conoscerla e a volerle bene, così decisero che Perla sarebbe rimasta con loro per sempre e vissero felici e contenti. Andrea e Gaia

8 8 Trofeo Mosso: S. M. Des Ambrois sul gradino più alto Il 26 novembre 2012, varie scuole della Val di Susa si sono riunite al Parco del Gravio a Condove per partecipare alla fase provinciale di corsa campestre. Durante la ricognizione generale ogni gruppo di ragazzi sembrava nervoso e ansioso di correre. La categoria Ragazze, formata dalle femmine di I media, ha dato il via alla competizione. Sul podio si sono piazzate al: - 1 posto Cristiana Ara di Almese; - 2 posto Andrea Giulia Perron Cabus di Oulx; - 3 posto Daria Marculet di Oulx. Quando tutte le concorrenti hanno finito la gara, dai blocchi di partenza sono partiti i Ragazzi. Risultati: - Al 1 posto Marco Allemand di Oulx; - Al 2 posto un atleta di Condove; - Al 3 posto Francesco Perron di Oulx. Successivamente hanno gareggiato le Cadette, gruppo formato dalle femmine di II e III media. Ecco le classifiche: - Al 1 posto Alessia Scaini di Oulx; - Al 2 posto Sara Allemand di Bardonecchia; - Al 3 posto Alice Forner di Condove. Infine, tra i Cadetti, si sono guadagnati il podio: - Al 1 posto Pietro Pereno di Oulx: - Al 2 posto Andrea Grandis di Susa; - Al 3 posto Guglielmo Roberto di Susa. Terminate le premiazioni individuali, sono iniziate quelle per le scuole. Il Des Ambrois (Oulx/Bardonecchia), anche quest anno è riuscito a portare a casa il Trofeo Mosso. Susa e Condove si sono piazzate entrambe al secondo posto. Allemand Ilaria e Ferrotta Camilla III A Oulx (Laboratorio Alla scoperta del quotidiano )

9 9 Vedere un film: Carlo Magno Perché ho fatto domande? perché? sigh la prof. L abilità che distingue i guerrieri franchi è saper nuotare Che sono molto muscolosi Chiara Valorosi/ forti e valorosi/ molto potenti, forti e valorosi Alessandro E., Alessandro O., Axel, Luca S., Lorenzo, Gaia, Luca, Sara, Miriam, Cassandra Sono bravi a calcare i cavalli e a colpire senza farsi sentire Samuele Che sono spietati Ronaldo Sono bravi con le armi Giulia Che loro combattono senza avere paura di niente Paolo Perché sono abili, intelligenti e forti Joe La lealtà e la forza Francesca Il primo figlio di Carlo Magno è Pipino il gobbo è un bambino (sicuro? non un animale o un vegetale?) è Pipino il Breve (è il padre) è Alessandro Magno!! Moglie, concubina, figlio legittimo/illegittimo: cosa vuol dire? Quelle regole sono ancora in vigore? Moglie = donna che sta insieme a sposata con un uomo Concubino = uno con più mogli Figlio legittimo= figlio nato da un rapporto Figlio illegittimo = figlio adottivo fatto con l amante Samuele Moglie: una donna sposata in un matrimonio Concubina: amante usata per estersioni (sigh! estorsioni? aberrazioni?)sessuali Figlio legittimo: stesso sangue figlio unito dalla legge Figlio inlegittimo: adottato figlio non unito dalla legge Axel Moglie = donna unita in matrimonio al marito Concubina = donna non unita al marito Figlio legittimo = figlio di uomo e donna dentro la legge, figlio di padre e madre sposati Figlio illegittimo = figlio di donna o uomo non sposati fuori la legge Francesca Moglie = donna scelta per unirsi con lui Concubina = si usa per prestazioni sessuali Legittimo = figlio avuto dalla moglie Inlegittimo = figlio avuto da altre donne Cassandra Concubina: amante Figlio legittimo. Segnato alla legge, figlio dentro la legge Figlio illegittimo: il contrario, fuori dalla legge La legge può essere di Dio o della gente (intesa come tribù, spero!) Miriam Moglie: donna unita ad un uomo Figlio legittimo: figlio avuto dalla propria moglie Figlio illegittimo: figlio non avuto dalla propria moglie. Sara Concubino: uno con più mogli Figlio legittimo: il prossimo re figlio nato da un rapporto e tenuto Illegittimo: figlio adottivo. Joe Moglie: donna unita con un uomo in matrimonio Figlio legittimo= avuto dalla moglie dentro la legge Figlio illegittimo= non avuto dalla moglie, fuori dalla legge Concubina= donna usata per azioni sessuali Luca

10 10 Moglie = una donna che è unita con un uomo in matrimonio Figlio legittimo = figlio fatto o avuto dalla donna Figlio illegittimo = figlio non fatto o non avuto dalla propria moglie Paolo Concubine: amante Figlio legittimo: vero, di sangue Figlio inlegittimo: addottato tipo La legge può essere dello Stato, ma può essere la legge del Signore Gaia Moglie: si è sposata con un uomo (sposo), unita attraverso il matrimonio Concubina: donna usata, sottoposta a prostituirsi da altri uomini per denaro. Donna truffata, venuta in Italia a causa di una proposta di lavoro inesistente, poi sottomessa da uomini e lasciata per strada a prostituirsi per poi dare i soldi agli uomini. Figlio legittimo: figlio fatto dai genitori propri consacrato dalla legge Figlio illegittimo: figlio adottato consacrato fuori dalla legge Lorenzo Moglie: sposa di un uomo Concubino: persona con + mogli o + mariti Figlio legittimo: non adottivo, dei genitori, consacrato dalla legge Figlio illegittimo: adottivo/adottato, non avuto dalla madre, consacrato fuori dalla legge Luca S. Moglie: donna sposata Concubina: diritti diversi fra le mogli, 1 delle tante mogli.no, queste regole non sono in vigore Figlio legittimo: della moglie Ilegittimo: dell amante. Giulia Moglie: era una donna sposata Concubina: era una cosa facile delle mogli Figlio legittimo: che è il primo erede Illegittimo: non può essere erede. (Regola) no, non più (in vigore). Chiara Concubina: donna usata solo per prestazioni sessuali Figlio legittimo: figlio avuto dalla vera moglie. Alessandro O. PAPERE e paperine d interrogazione! Da Bardonecchia Matteo dice a Luca che un professore scorreggiava in classe e faceva vedere Il massimo della fantasia! 2013 auguri!

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Scuola primaria di Avio Anno scolastico 2010-11 Classe IV^A Istituto Comprensivo di Avio Biblioteca Comunale di Avio. Quell imbroglione di Mazalorsa

Scuola primaria di Avio Anno scolastico 2010-11 Classe IV^A Istituto Comprensivo di Avio Biblioteca Comunale di Avio. Quell imbroglione di Mazalorsa Scuola primaria di Avio Anno scolastico 2010-11 Classe IV^A Istituto Comprensivo di Avio Biblioteca Comunale di Avio Quell imbroglione di Mazalorsa Autori e illustratori CAMPOSTRINI GABRIELE MABBONI EMILIANO

Dettagli

Consigli di lettura alla Libreria "Rinascita"

Consigli di lettura alla Libreria Rinascita Consigli di lettura alla Libreria "Rinascita" Pagine d Estate: proposte di letture per l estate 2014 Quest'iniziativa vuole incentivare il gusto per la lettura e avvicinare i preadolescenti ai testi di

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

SOTTO LO STESSO TETTO: La classe 4A presenta:

SOTTO LO STESSO TETTO: La classe 4A presenta: SOTTO LO STESSO TETTO: Gender MainstreaMinG e valorizzazione delle differenze a scuola La classe 4A presenta: Tutti diversi... ma uguali ;-) Nell'anno scolastico 2014/15 la classe 4A dell'i.c. Via d'avarna,

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

seguente elenco, quali stranezze potrebbe avere una strega :

seguente elenco, quali stranezze potrebbe avere una strega : 1. Il titolo del racconto che leggerai è UNA STRANA STREGA, segna nel seguente elenco, quali stranezze potrebbe avere una strega : Avere il naso aquilino Si no Possedere un pentolone Si no Essere sempre

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi Capitolo primo 1. Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie. Lo so che questo una volta ti piaceva e adesso, all improvviso, ti dà fastidio. Lo so che fai finta che non

Dettagli

Se fossi... Nicole Pesce. Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone

Se fossi... Nicole Pesce. Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone Se fossi... Nicole Pesce Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone se fossi un coppa mi lascerei osservare da tutti, ed essere contenta di essere con te, te che mi

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

e degno di ogni lode, tremendo sugli dei. Do Sol La Tutti gli dei delle nazioni sono un niente e vanità,

e degno di ogni lode, tremendo sugli dei. Do Sol La Tutti gli dei delle nazioni sono un niente e vanità, CANTATE AL SIGNORE (Sal 96) Fa Cantate al Signore un canto nuovo, cantate al Signore da tutta la terra. Fa Benedite il suo nome perché è buono, annunziate ogni giorno la sua salvezza. Si- Narrate la sua

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

'' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari

'' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari '' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari Io ho tanto coraggio ma certe volte non lo dimostro. Per esempio: io ho coraggio a dire in faccia le cose, ma qualche volta no perché non mi fido e allora

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

LE MASCHERE E LE REGIONI ITALIANE

LE MASCHERE E LE REGIONI ITALIANE LE MASCHERE E LE REGIONI ITALIANE In tutti i paesi ci sono personaggi molto particolari che rappresentano le abitudini del posto o di una certa epoca della storia. Questi personaggi a volte sono reali,

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

PROVE DI APPRENDIMENTO di ITALIANO CLASSE II MEDIA

PROVE DI APPRENDIMENTO di ITALIANO CLASSE II MEDIA PROVE DI APPRENDIMENTO di ITALIANO CLASSE II MEDIA Comprensione della lettura Es. 1 Leggere il testo LA SIGNORINA MONICA e rispondere alle domande Tempo previsto per lo svolgimento : 1 h Punteggio massimo:

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi L'equilibrio tra libertà e regole nella formazione dei bambini Incontro Mario Lodi nella cascina ristrutturata a Drizzona, nella campagna tra Cremona

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Story of Hann. I racconti della serie incubo

Story of Hann. I racconti della serie incubo Story of Hann I racconti della serie incubo Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Robert Donovan Carro STORY OF HANN I

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

leggi, scrivi e condividi le tue 10 righe dai libri http://www.10righedailibri.it

leggi, scrivi e condividi le tue 10 righe dai libri http://www.10righedailibri.it leggi, scrivi e condividi le tue 10 righe dai libri http://www.10righedailibri.it INDICE PAGINA 9 PREFAZIONE di Rossella Grenci 13 PRESENTAZIONE Rossella Grenci, Daniele Zanoni 20 LISTA DI ALCUNI DISLESSICI

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente...

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente... ISTRUZIONI: Il questionario intende valutare cosa lei pensa della sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere aggiornati su come si sente e su come riesce a svolgere le sue attività' consuete.

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli