Siamo nel 1784, precisamente un pallone a idrogeno non pilotato fatto costruire ai fratelli Zanchi, abili meccanici,

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Siamo nel 1784, precisamente un pallone a idrogeno non pilotato fatto costruire ai fratelli Zanchi, abili meccanici,"

Transcript

1 anno 1 numero 4 dicembre 2007 venezia san marco 2674 campo san maurizio ORGANO UFFICIALE DELLA COMPAGNIA DE CALZA I ANTICHI - BOLLETTINO MENSILE Sante, orixá, palloni e libri. Ed è subito dicembre IN PROGRAMMA A DICEMBRE martedì 4 dicembre, co xè zà scuro (ore 20.30) A Tavola con I Antichi Santa Barbara - Iansã (a pagina 4) venerdì 14 dicembre, (ore 12.00) I Antichi Editori presentano al Casinò Un secolo di Venezia Calcio (a pagina 5 e 6) lunedì 17 dicembre, co xè zà scuro (ore 20.30) A Tavola con I Antichi La Cena dei Centauri (a pagina 3) lunedì 24 dicembre, (ore 12.00) Le Ore Felici speciale: Auguri! Siamo nel 1784, precisamente il 15 aprile: Francesco Pesaro, Procuratore di San Marco, fa volare un pallone a idrogeno non pilotato fatto costruire ai fratelli Zanchi, abili meccanici, probabilmente sotto la supervisione del conte bolognese e grande aeronauta Francesco Zambeccari; Francesco Guardi immortala in tela l accadimento, di cui possiamo ammirare il particolare focale visto dalla Punta della Dogana. Notare il ponte palco eretto per consentire il decollo, molto familiare all iconologia de I Antichi. Tra la folla, il conte Emile è ritratto di schiena, il terzo da sinistra, con il mantello chiaro. Oltre ad essere gradevole all occhio e alla fantasia è anche un immagine allegramente allusiva ad altri palloni, quelli da calcio, di cui I Antichi Editori raccontano nel monumentale volume Un secolo di Venezia Calcio, libro ufficiale della Società sportiva Calcio Venezia, presentato venerdì 14 al Casinò di Venezia (ore 12); e in un più agile ma non meno importante libro di concomitante uscita per il centenario della nostra squadra cittadina; di entrambi ampiamente ed esaustivamente si parla nelle pagine successive. È anche inevitabilmente legato, il pallone aerostatico, alla pirotecnica Santa Barbara, che I Antichi festeggiano da sempre non solo perché protettrice dagli incidenti fulminanti, ma anche perché sincreticamente legata alla dea afro brasiliana Iansã che è soprattutto dea dei venti e delle tempeste: alla santa orixa è dedicata una cena speciale (in rosso e pizzico di macumba) martedì 4 dicembre nel Circolo de I Antichi. E con tutta la smania di ascensione celeste ecco la cena mitologico astrologica, lunedì 17, sempre nel Circolo, dedicata a tutte le donne stupende e a tutti gli uomini meravigliosi nati sotto il segno del sagittario: la Cena dei Centauri, di cui dettagliatamente si narra in queste pagine. E un pallone che va per aria, come ai bambini i palloncini delle sagre, è allegoria del tempo che leggero si scappa via, delle novità che ci aspettano e delle meraviglie che ci e vi auguriamo per l anno prossimo. L ultimo appuntamento, a mezzogiorno della vigilia di Natale, serve proprio per questo. Segnaliamo infine, da leggere con attenzione, l editto priorale a pagina 7 sul rinnovo del guardaroba di tutti i Compagni de Calza. I ANTICHI SONO MODERNI NAVIGANO SU INTERNET iantichi.org & iantichieditori.it E ANCHE SU YOUTUBE youtube.com/iantichivenezia

2 pagina 2 numero 4 anno 1 dicembre 2007 Ritrovamenti mediatici: un venerdì riaffora la maschera di Alberto Moravia Era sfuggito a tutti, ma non a Gianni Matteucci. Su un quotidiano cartaceo a diffusione nazionale dalla testata inneggiante ad un sistema politico molto in voga tra i paesi esportatori di democrazia, nelle pagine eufemisticamente dette culturali, incastonata in un profluvio di parole dottissime, spiccava, il giorno mercoledì 28 novembre scorso, una fotografia a colori ritraente il celebre scrittore atrabiliare novecentesco Alberto Moravia, noto per le sue foltissime e protervie sopracciglia, mentre indossa la maschera ufficiale della Compagnia de Calza I Antichi. «L ho vista subito ha detto John Matthews si nota perfettamente il marchio in argento a sbalzo con le due C incrociate che Franco Decal aveva preparato per ogni maschera, altri erano in rame e pochissimi in oro.» La fortunata scoperta, che gli articulisti del giornale non hanno rilevato, riuscendo dopo sforzi infiniti a comporre la prodigiosa didascalia: e a fianco in una foto curiosa con un maschera, è dovuta alle norme igieniche di lettura praticate dalla colonna portante della Compagnia. Eccole da egli medesimo spiegate: «Alla mattina sfoglio tutte le pagine, ma guardo solo le figure, per non affaticarmi e per affrontare serenamente la giornata; nel pomeriggio, con calma, mi dedico alla lettura più approfondita, non solo dei titoli, ma anche degli articoli che reputo più interessanti». Un regime efficacemente seguito anche da Colo de Fero che lo pratica esclusivamente però con i giornali di almeno un giorno prima, «così le brutte notizie non fanno alcuna impressione perché sono già passate». All attento scrutare di Gianni non è sfuggito, due giorni dopo, Alberto Moravia indossa la maschera argentata de I Antichi, martire di Marina Ripa di Meana. il patinato supplemento settimanale di amenità assortite venduto in allegato al medesimo quotidiano e che prende il nome dalla celebre facezia del conte Emile: anche lì, ma piccolo piccolo, ecco ancora lo scrittore che non vinse il premio dinamitardo (foto di Roberto Granata per Repubblica) apparire assieme alla plastificatissima Marina in un altra posa ma con la stessa nostra maschera e con un espressione letterariamente inquietante. Il servizio fotografico è dei primi anni ottanta, quando Zane Cope impazzava nei salotti buoni e Moravia per emulazione andava a comprare la carne da Matteucci. In un impeto di nostalgia (non si sa se per Alberto, se per Marina, o se per Decal) e sull onda dell annunciato rinnovamento del guardaroba (vedi articolo in questa pagina) il Gran Priore Bob R. White, a cui neanche a dirlo la doppia fotografia era completamente sfuggita, ha profeticamente progettato una nuova ordinazione di maschere de I Antichi. Ore Felici: arrivederci al 2008 Ripartono da gennaio le letture poetiche delle Ore Felici. Una serie di incredibili coincide rendono tutti i prossimi venerdì impraticabili a Colo de Fero. Non ultimo il suo quarantacinquesimo compleanno, che cade appunto di venerdì, il 21 dicembre. E il 14 c è la presentazione dell ultima immane fatica editoriale, di cui potete leggere a pagina 5. Sono previste anche altre puntate di «Bello sarai tu!» a cura di Marialuisa Pavanini Zennaro, il lungo viaggio tra bello e brutto nell arte attraverso i secoli. Nella foto di Sebasex un momento della serata dedicata ad Alessandro Manzoni, a far da contraltare con il ritorno di Alvise Zorzi Baffo.

3 pagina 5 numero 4 anno 1 dicembre 2007 Esclusivo! Zorzi Alvise Baffo intervistato dall aldilà dà indicazioni sulle attività future Dopo aver penetrato le carni del nostro amato Gran Priore Roberto Bob R. White Bianchin, e prima di dare sfogo alla sfrenata allocuzione frammista di poesia politica e paralleli tra passato e presente, il grande poeta veneziano Zorzi Alvise Baffo ha concesso una breve intervista sul suo soggiorno ultraterreno, di cui diamo sintesi. Zorzi Baffo: perché xè caldo da dove vegno, molto più caldo... Colo de Fero: immagino sia il fulgore dell estasi divina che accende le anime dei beati di luce sublime. Zorzi Baffo: ma quala luce sublime: le fiame de l Inferno! Caldieroni de pece e tizzoni ardenti! Altro che estasi divina. L Inferno mio caro, l Inferno. CdF: Quindi immagino che non abbia notizie del nostro Priore Fondatore Zane Cope. ZAB: come no! certo che sì! El fa feste e spetacoli tuti i zorni. El gà anca fondà na compagnia: Compagnia de la Calda la se ciama... CdF: (scena muta). ZAB: sì: da la frase ndemo torse na calda all inferno: Il Poeta Zorzi Alvise Baffo ha appena posseduto il Gran Priore Roberto Bob R. White Bianchin e lo stimola incessantemente a leggere i propri versi A Tavola con I Antichi omaggio ai centauri sagittariani Compagnia de la Calda. El organiza sopratuto Trionfi de la Vita, come qua l organizava Trionfi de la Morte: co el Ponte del Trapasso e i Cavalieri dell Apocalisse. Tuto compagno ma roverso. CdF: magnifico! E tutto da solo? ZAB: e certo: stamattina el gera a peto nuo in sima al Ponte, tuto suà che piantava ciodi ne la coffa. El fumava anca un sigaro el beveva cachaça e ogni tanto el cantava Corea per un salòn un frate buzaròn. A un certo punto ghe xè sbrissà el marteo sul deo grosso del pie sinistro; el gà scominsià a cigar: no posso miga far sempre tuto da solo e gnanca un ostia che me daga una man! El l ha crià: Colferai Colferai Colferai! Orazio Bagnasco, l inzegner genovese anca lù danà, che el gera soto a vardarlo in mentre che Zane Cope lavorava tuto suà, el gà risposto prontamente: no l ghe xè. E Zane Cope: come no l ghe xè! E Bagnasco: no l xè gnacora rivà. E Zane Cope: gnanca Aldo? Fine dell intervista. Anche se è indelicato nei confronti di chi, non per sua elezione, è nato in altri periodi dell anno; anche se è superfluo e forse fastidioso per chi non dà peso all astrologia; resta pur sempre vero che: non solo la Compagnia de Calza I Antichi è nata in dicembre, ma anche che uomini portentosi e donne meravigliose sono nati e finanche scomparsi in questo torno di tempo: Gianni Matteucci, Lucas Christ, Eva Rico, Matilde Giorgi, Chiara Quintavalle, Luca Colferai e Paolo Emanuele Zancopè. Per festeggiare questo mese fertile e fecondo di cotanta prodigiosa umanità I Antichi indicono quindi una Cena dei Centauri, tesa a simboleggiare in ordine sparso: la duplice inarrivabile natura umana e bestiale dei suddetti festeggiati; per traslato il magnifico segno zodiacale che li caratterizza con la sua adamantina e spumeggiante genialità, con la grandiosa magnificenza d animo, con la sublime calma serafica e con le inevitabili e giustissime furiosissime impennate imbizzarrite di cui non possono fare a meno. La cena si terrà nel Circolo de I Antichi in campo San Maurizio. Il menu è a sorpresa e cura e preparazione dei festeggiati suindicati, tranne uno (vedi sopra intervista a Zorzi Alvise Baffo). I partecipanti sono tenuti a contribuire in solido alle spese con venti sonanti euro (20 in cifre arabe e XX in numeri romani) a testa. I partecipanti sono altresì obbligati a prenotare in tempo utile e brevissimo: dato il numero dei posti a sedere massimo di trenta persone il numero è chiuso. Per non fare torto a nessuno una volta raggiunta la quota massima si chiudono le prenotazioni. Non sono ammesse disdette dell ultimo minuto.

4 pagina 4 numero 4 anno 1 dicembre 2007 A Tavola con I Antichi: Santa Barbara dei fulmini, e dei pompieri. Cena in rosso Esistono molte narrazioni leggendarie della storia di santa Barbara, il cui valore storico è molto scarso, anche perché vi si riscontrano non poche divergenze su ogni particolare. Alcuni la vogliono nata ad Antiochia, altri Nicomedia, altri ancora ad Heliopolis sobborgo di Euchaita, città della Paflagonia, persino da qualche parte in Toscana il che pare strano visto il no tutte bene, singolarmente e in gruppo. Gli agiografi, che sono gli storici dei santi, ma con i più le visioni mistiche, la vogliono martirizzata sotto l impero di Massimino il Trace o di Massimiano o anche sotto l impero di Massimino Daia, altri infine e ci piacciono di più, sotto Massimiano Erculeo. Insomma su per giù nel terzo secolo (dopo Cristo, naturalmente). Questo per fare chiarez simi pretendenti in attesa del miglior offerente. A questo mercimonio matrimoniale Barbara era aliena e indifferente, visto che intendeva invece consacrarsi alla religione cristiana e vivere santamente. Accortosi del crollo finanziario che si veniva così a prefigurare nel suo patrimonio e alla vanificazione dell investimento, il padre pagano tentò di ritirare dal mercato la merce trucidan all iconologia religiosa, trascinando anche una spettatrice del martirio che aveva scelto proprio quel momento per manifestare pubblicamente la sua fede. Tra flagellazioni, piastre di ferro rovente, vestiti di spine e pire ardenti, più volte l intervento divino procrastinò il martirio, fino a che, apparentemente vinto dalla caparbietà degli uomini, il Sommo lasciò che Barbara sa Versioni a confronto. A sinistra: Santa Barbara dipinta da Giovanni Antonio Boltraffio, ( ) databile tra il 1493 e il 1499: si notano la torre e la tempestosa minaccia divina incombente pronta a fulminare. Qui sopra, raffigurazione di Iansã secondo il Candomblè: trombe d aria e seni al vento. me indicatore di extralatinità (barbaro è colui che parla barbagliando perché straniero e sebbene i toscani siano dotati di gorgia parlavano pur sempre latino). Visto che non sappiamo dove siano queste città, tranne la Toscana che è una regione, vanno za storica e geografica. Sunteggiamo ora in termini moderni la triste vicenda della santa. Siccome Barbara era ricca e bellissima, il padre Dioscuro o Dioscoro fece costruire una torre per rinchiuderla e farne crescere così il valore tra i moltis do la riottosa figlia, ma ella, passando miracolosamente fra le pareti della torre, riuscì a fuggire. Da qui in poi, per brevità, Barbara venne ripetutamente arrestata processata e raccapricciantemente torturata in un climax ascendente di nequizie molto caro lisse in cielo decapitata. Subito un fuoco fulmineo discese dal cielo e bruciò completamente il crudele padre, di cui non rimasero nemmeno le ceneri. Santa Barbara è così invocata contro la morte improvvisa, quella del pa continua a pagina 8

5 pagina 5 numero 4 anno 1 dicembre 2007 I Antichi Editori: furiosi alle stampe. Un secolo di calcio a Venezia, anzi due! Il ramo editoriale de I Antichi corona in questo mese i suoi tenacissimi sforzi centrando un obiettivo fondamentale: il libro ufficiale del centenario del Venezia Calcio. Un secolo di Venezia Calcio, questo il titolo dell opera, verrà presentato venerdì 14 dicembre a Ca Vendramin Calergi (la sede del Casinò, per gli smemorati toponomastici) alle ore 12. È un volume poderoso di duecentocinquantasei pagine tutte a colori, superbamente illustrato da quattrocento fotografie di cui alcune veri gioielli inediti, corredato da un immane apparato statistico con formazioni, classifiche e risultati, che ripercorre i primi cento anni di attività della squadra cittadina di calcio. L opera è stata sponsorizzata dal Gruppo Poletti, dal Casinò Municipale di Venezia, dal Gruppo Aste Semenzato e patrocinata dal Comune di Venezia. Motore infaticabile della gigantesca ricostruzione Un secolo di Calcio Venezia a cura di Sebastiano Giorgi è il Compagno de Calza Sebastiano Sebazorzi Giorgi, che ha coordinato il potente esercito di collaboratori in parole: Pietro Bortoluzzi, Giovanni Bubacco, Monica Busetto, Michele Contessa, Giorgio Corsetti, Carlo I ANTICHI EDITORI Libro Ufficiale S.S. Calcio Venezia Un secolo di Calcio Venezia a cura di Sebastiano Giorgi testi di: Roberto Bianchin, Pietro Bortoluzzi, Giovanni Bubacco, Monica Busetto, Luca Colferai, Michele Contessa, Giorgio Corsetti, Carlo Cruccu, Adriano De Grandis, Roberto Ellero, Roberto Ferrucci, Michele Gottardi, Giorgio Granzo, Vittorio Marchiori, Giorgio Tommaseo Ponzetta, Renato Vidal. Cruccu, Adriano De Grandis, Roberto Ellero, Roberto Ferrucci, Sebastiano Giorgi, Michele Gottardi, Giorgio Granzo, Vittorio Marchio VENEZIA ri, Giorgio Tommaseo Ponzetta, Renato Vidal; oltre ovviamente Roberto Bianchin e Luca Colferai; e immagini: Interpress Photo; Fotoattualità; Mara Rosso; Alessandro Rizzardini; Mirko Toniolo e tantissimi altri. Il volume, all ottimo prezzo di 25 euro, sarà in vendita presso le librerie del Triveneto, il bookshop del Venezia Calcio, e godrà di una campagna graditissima sul quotidiano cittadino Il Gazzettino, con coupon scontante. Ridda di citazioni. I fratelli Arrigo e Ugo Poletti, presidenti della squadra: «Cento anni sono un secolo e con i secoli si misura la storia. La frase è importante, ma ancora più significativo è il nome: Venezia. Esso riassume una moltitudine di sensazioni che si sono susseguite nel tempo e che continueranno a vivere in modo incessante. Questa è la nostra festa e questo è il nostro impegno. Noi, Fratelli Poletti, siamo onorati di partecipare in modo attivo a questo storico evento e vogliamo suggellare con un libro dedicato al Venezia i ricordi della nostra squadra e la nostra voglia di donare alla Città ed a tutti i nostri tifosi la positività di uno sport pulito, fatto di emozioni sincere e di sogni da realizzare». Massimo Cacciari, sindaco e filosofo: «Una lunga storia, ricca di eventi e di personaggi, di nomi e di numeri, quella del Calcio Venezia, che questo libro ricostruisce, partita dopo partita, con un esemplare accuratissimo apparato statistico, che soddisferà il lettore più esigente e più curioso. Un libro a più mani, un lavoro corale, nel quale scrittori, giornalisti, esperti, testimoni, scelti e coordinati da Sebastiano Giorgi, accompagnano i risultati e le classifiche con il racconto di esperienze, di ambienti, di momenti intensi, quel Venezia nel cuore che un saggio ricorda: restituendoci così, assieme alle azioni, alle reti, ai rigori, alle parate, le emozioni con cui li vivemmo. Quelle emozioni che, infine, si riassumono I cento anni del Venezia sono adesso un libro di ricordi dolcissimi e di emozioni molto forti. Sono anche un libro da leggere a sorsi, forse la sera, con una luce fi oca, magari d inverno, con il nipotino sulle ginocchia. Sono un tuffo nella storia, un salto nella memoria, un volo nel passato, un carosello di grandi eventi. Sono un secolo di passione e di orgoglio per la squadra della città più bella e unica al mondo. Sono migliaia e migliaia di persone che si tengono per mano formando una catena d amore che in due abbraccia tutta l isola sole (nell isola) di Sant Elena parole: e il tempio del calcio quel del nostro leon. grido Sono Forza una felicità aggiunta: Cent anni Venezia dopo c ero anch io. che suo Sono una festa nella festa. Sono una data: 14 dicembre Sono venti lustri di gol, di alte e basse maree, di urla e sospiri tra ponti e calli. Sono l unione tra Venezia e Mestre, sono una squadra sola di tre colori: l arancio, il nero e il verde. na Aspettando appropriato uno stadio. Mentre gli alberi delle barche per a vela beccheggiano incitare dietro i distinti del Penzo e la curva Morosini ondeggia gonfi a di tifo. Sono i ricordi che accavallano ai ricordi e si srotolano andando indietro nel tempo. insieme Sono la formazione del una secolo Bubacco, squadra Grossi, Luppi, Carantini, Ardizzon, e Bertogna, la Loik, sua Mazzola, Pochissimo, Recoba, Maniero. Sono il Venezia che vince la Coppa Italia. Sono il Venezia di Carlo Alberto Quario che batte 3-0 la Juventus. città». Sono le undici reti di Gino Raffi n, il gigante buono, in serie A, tante quante ne segnò Luisito Suarez quell anno (1961/62 ) nell Inter di Helenio Herrera e nella stagione del Milan campione di Nereo Rocco. Sono le mani di un bambino aggrappate alla rete su un muretto della pista d atletica. Mauro Sono le parate di Bubacco Pizzigati, e l eleganza di Santisteban. presidente del Facchetti Casinò: Come Zoff, Gentile, Cabrini O «Grandi come Rossi, Tassotti, Maldini emo Sono, più vicine a noi, i fl ashes delle magate del Chino Recoba e dei colpi tacco di Pippo Maniero. Sono una formazione snocciolata a memoria: Magnanini, De Bellis, Ardizzon. Come Sarti, Burgnich, Come un rosario. Come un rito pagano. Come un canto amore eterno. zioni Claudio Peae grandi ricordi legano la Scc Venezia alla Città e ai suoi tifosi. Non dimentico In copertina, da sinistra: la mia gol di Ferruccio personale Mazzola; gol di Bruno Bianchi, gol di Gigi esperienza Capuzzo, gol di Recoba, formazione del Centenario. come presidente del Venezia nella stagione 1993/1994 e di vicepresidente nella stagione successiva. Tutti ricorderanno il grande exploit in Coppa Italia battendo la Fiorentina e la Juventus, quest ultima con il mitico risultato di 4 a 3 allo stadio Penzo di Venezia. Vittoria che ancora oggi è ricordata da tutti e che sarà sempre celebrata come uno dei momenti più significativi della storia del Calcio

6 pagina 6 numero 4 anno 1 dicembre 2007 Venezia.» El Procurator Grando Colo de Fero: «Prima di ogni altra cosa, questo libro racconta le storie di uomini e donne che hanno vissuto e vivono, hanno creato e creano, hanno contribuito e contribuiscono alla vita della nostra città. Attraverso una squadra di calcio. Una storia di calcio che è anche metafora e parabola della storia cittadina, di cui ha seguito e mostrato alti e bassi con un percorso naturalmente diverso e non necessariamente automaticamente sincronizzato. Una storia furiosamente modernamente veneziana: con i suoi momenti di gloria, mica tanti purtroppo, e le sue terribili batoste, così così, sempre con quello spirito indomito e indomabile di chi non si arrende». Non solum sed etiam. La Compagnia de Calza I Sebastiano Giorgi CENT ANNI DA LEONI prefazione di Gianni Mura introduzione di Mattia Collauto postfazione di Roberto Bianchin 14 dicembre Il calcio a Venezia è indissolubilmente legato a questa storica data che rappresenta la nascita formale del Venezia Foot Ball Club, avvenuta in quella ormai leggendaria riunione di un gruppo di entusiasti pionieri calcisti, come li chiamavano all epoca, al ristorante da Nane in corte dell Orso, a due passi da campo San Bartolomeo CENT ANNI DA LEONI Sebastiano Giorgi CENT ANNI DA LEONI Prefazione di Gianni Mura Antichi non si è fatta sfuggire l occasione e ha inanellato un altra vittoria d immagine patrocinando, come Compagnia e non come casa editrice, una consimile iniziativa editoriale promossa dai trigemini Nuova Venezia, Mattino di Padova e Tribuna di Treviso che hanno in corso di stampa un più agile ma non meno prezioso volumetto in allegato (pagando) alle testate, sempre dedicato al centenario del Venezia Calcio. L opera è inevitabilmente frutto della feconda tenacia di Sebazorzi che suggella con questa doppietta una vita di passione calcistica. Sopra la copertina in esclusiva, disegno di Lele Vianello, dentro i testi di Gianni Mura, Roberto Bianchin, Mattia Collauto, e ovviamente Sebastiano Giorgi. E non contenti. Dall inchiostro allo scalpello, dalla carta alla pietra d Istria, se scripta manent figuriamoci sul marmo. L idea è stata di Giorgio Tommaseo Ponzetta, memoria vivente del Venezia, il finanziamento di Franco Maschietto, presidente dell Ava: verrà appunto apposta in Calle del Cristo una targa lapidea con la seguente iscrizione: «Nelle sale di questo palazzo, già sede del Calcio Venezia dagli anni Trenta al 1961, aleggia il ricordo delle gesta del Grande Venezia. Quella squadra che nei primi anni Quaranta del Ventesimo secolo, guidata dalle mitiche mezze ali Ezio Loik e Valentino Mazzola, conquistò la Coppa Italia e raggiunse il terzo posto in Serie A lottando per lo scudetto. In occasione del centenario del Calcio Venezia, i tifosi di ieri, di oggi e di sempre, auspice la Compagnia de Calza I Antichi, posero». Lungo tutto il celebre golfo di Venezia e Chioggia nel corso degli ultimi miserevoli anni, più d un uomo d ingegno e di finanza si è arrovellato lungamente sul significato, certamente recondito, di quella curiosa erre puntata infra il nome et il cognome del commendevole Ragioniere Carlo Bullo nato in Chiozza ma in Venetia dimorante da lunga pezza, figura di spicco della più recente ondata di adepti della Compagnia de Calza «I Antichi». Il dibattito intorno alla vexata quaestio si è protratto in modo così intenso e appassionato, a tratti addirittura virulento, da fornir la stura a diverse scuole di pensiero, almeno quattro, intorno l argomento. Cercheremo qui di sintetizzarle allo scopo di agevolare il lettore meno attrezzato. Ordunque, la prima di coteste scuole di pensiero, privilegiata dagli esegeti d oltralpe, punterebbe ad accreditare la tesi, peraltro non priva di una qualche fondamenta, che quella misteriosa erre puntata sia stata apposta, in tempi remoti, in luogo Ritratti: Carlo R. Bullo visto da Bob R. White Carlo R. Bullo è Karl Heinz Bullhaimer, esperto di sondaggi demoscopici e previsioni quasi sempre azzeccate (foto Sebasex). di un secondo nome proprio di persona (cioè dello stesso Bullo) susseguente al primo di Carlo. E si sono ipotizzati al riguardo i secondi nomi di Roberto, Raffaele, Riccardo, Rodolfo, Renzo, Ramon, Rododendro, Reza, Ranieri, Rinaldo, Ribaldo, Ruffiano e Rottinculo. La seconda scuola di pensiero, privilegiata dai presocratici icariani, tenderebbe invece a individuare nella medesima erre puntata l iniziale di un primo cognome, presumibilmente di origine semi paranobiliare, susseguente al secondo accreditato all anagrafe di Bullo presumibilmente di origine plebea o per meglio dire volgare sia pure nel senso nobile della parola. E si sono ipotizzati al riguardo i primi cognomi di Rosacroce, Ripomanzi, Rubacuori, Random, Randolfini, Ribonucci, Rospignani, Recchionazzi e Rompiciappe. La terza scuola di pensiero, accreditata presso gli studiosi di palingenetica morale, propenderebbe viceversa per attribuire a quella mede continua a pagina 8

7 pagina 7 numero 4 anno 1 dicembre 2007 È tempo di rinnovamento. Del guardaroba. Il Gran Priore Bob R. White ha emanato alcune direttive fondamentali e cogenti per i Compagni e Soci della Compagnia che intendano partecipare alle feste ufficiali e pubbliche de I Antichi. Visto e considerato che è indispensabile doveroso necessario e inderogabile che i Compagni de Calza I Antichi durante le feste pubbliche e ufficiali siano perfettamente riconoscibili come tali tra di loro e reciprocamente tra e con gli altri partecipanti ai festeggiamenti, si fa obbligo di indossare la calza con i colori de I Antichi: oro, paonazzo e cremesin; la camiza bianca de I Antichi; il berretto, o cappello, con piume tricolori; e chi lo abbia, ove le condizioni climatiche lo consentano, il giubbone, giubbotto, o zipòn de veludo, il mantello, e anche i braghessi de veludo, essendo altresì opzionali e a piacere corazze, fasce tricolori e altri ornamenti. Per le dame e cortigiane si consigliano abiti in stile cinquecentesco e di colore oro, paonazzo e cremesin singolarmente o in combinazione tra di essi, dei tessuti che più aggradino. l obbligo è immediato e vale per tutte le feste pubbliche e ufficiali senza eccezione alcuna. Il costume da Compagno de Calza LEGGETE CON ATTENZIONE: EDITTO PRIORALE COERCITIVO! La direttiva non si applica alle feste private, tranne i casi in cui sia espressamente indicato l obbligo del costume de I Antichi. Ad esempio la festa per il prossimo cinquantesimo compleanno di Antonio Giarola. Per Natale: De Fellationis Historia Giustamente Enzo Rossi Ròiss ci segnala il delizioso volumetto, con una sua introdu prefa presentazione: «È un libro unico pubblicato a Venezia da I Antichi Editori. Contiene una mia dotta introdu prefa presentazione, scritta con cognizione di causa perché produca nei lettori d ambo i sessi effetti goduriosi e salutari. Diciassette illustrazioni artistiche (molte d autori noti!) esemplarmente esplicative e selezionate ad hoc per la cosiddetta bisogna, lo blasonano. L autore è Antonio Fabi (nella foto) nato nel 1951 a Urbino, dove esercita con profitto la professione dell avvocato... intrattenendo rapporti intimi con la scrittura poetica aulica e sapida». Dice il Gran Priore: «Pare evidente che chi non ottemperasse all obbligo non penetrerebbe alla festa, nemmeno rotolandosi per terra in preda a crisi isteriche di sconforto né minacciando né accampando e accasando scuse, compresa la lavanderia a gettone o meno». Continua Bob R. White: «È l occasione anche per rinnovare il guardaroba de I Antichi, che risente delle battaglie sostenute. Potremo così uniformare la divisa. Per evitare patemi d animo e disorientamento ho dato incarico al Procurator Grando Colo de Fero di rendere semplice l ordinazione e l acquisto del corredo di base, magari ad un prezzo di favore». L ultimo riordino del guardaroba risale al secolo scorso: è tempo di rinnovarsi nella continuità. Soprattutto è necessario rendere uguali i colori delle calze che, a causa delle varie integrazioni tra sartorie diverse, sono decisamente variabili. Il corredo base sarà quindi così composto: calza tricolore, berretto piumato, camicia in tela bianca con maniche a sbuffo e pettorina ricamata, fascia tricolore. Ogni Compagno e Socio che intenda partecipare alle feste ufficiali e pubbliche a partire dal Carnevale 2008 dovrà quindi provvedere in proprio all acquisto del corredo, senza però doversi preoccupare di dove e come trovarlo. Le parti opzionali del costume (i braghessi e el zipòn, ad esempio) essendo più costose e impegnative sono appunto a discrezione. Indicazioni precise sono ovviamente reperibili contattando Jurubeba o Colo de Fero, o anche il Priore se del caso.

8 pagina 8 numero 4 anno 1 dicembre 2007 Ritratto di Carlo R. Bullo continua da pagina 6 A Tavola Con I Antichi: Santa Barbara/Iansã continua da pagina 4 sima erre puntata un significato più maieutico e transeunte, indicando più una marcata caratteristica intrinseca del detto soggetto anziché un secondo nome proprio o un primo cognome, comunque proprio perché non di altri, che dir si voglia. Semplificando al massimo le conclusioni di detta tendenza, si potrebbe azzardare che quella erre puntata starebbe al posto di «ragazzo», puntando in tal modo ad esplicitare la più pregnante nonché evidente caratteristica somatica del Nostro la cui espressione perennemente fanciullesca nel volto e nello sguardo ben si coniuga alle attitudini ed ai comportamenti tipici del soggetto in questione nella vita e nel lavoro. Tesi documentata nei progressivi atteggiamenti maturati ancor prima di dedicarsi a un indefessa attività di manipolatore triveneto di infissi e serramenti, quando nelle sue vesti di reggitore magnifico delle pericolanti sorti di un celebre cantiere nautico della gronda lagunare trascorreva il tempo degli inventari dilettandosi a rincorrere per i saloni del medesimo cantiere un bizzarro collega appartenente alla sua stessa razza nel tentativo di afferrargli con forza ma per gioco i genitali (Vedasi in proposito la monumentale opera del Comandante veneziano Giorgio Busetto, «Vita con Carlo R. Bullo»). Da ultimo, la quarta scuola di pensiero privilegiata dai prosseneti papuasici, e a ben vedere la più suggestiva sia pure nell intrinseca trasgressività insita nel messaggio, tenderebbe arditamente ad attribuire a quella maledetta erre puntata, a similitudine di un altro misterioso caso a lungo vanamente esplorato dagli anacoreti preasburgici, quello del Direttore Artistico Bob R. White, un significato arcaico di matrice colta e insieme di antica credenza popolare, che si manifesta solitamente nelle occasioni di auliche ricorrenze di stampo profano sottoforma di gioioso grido onomatopeico di liberazione e di gioia nonchè di appartenenza. Suono, più che grido, assimilabile a un insieme modulato che all orecchio umano perviene in forma di eco lontana, trascrivibile, secondo Chirone, in «reciòn» oppure «recia» o anche «recchia» a seconda delle influenze delle tipiche parlate popolari dei golfi prospicienti le lagune di Chiozza e di Venetia. E non è un caso che proprio dalla piccola Venetia nomata Chiozza Carlo R.Bullo tragga le sue umili origini, per approdare, purificarsi et elevarsi, a metà degli anni novanta del secolo scorso, alla corte della Compagnia de Calza dove pervenne ancora giovinetto quale assistente di un lugubre merdazzer di passaggio. Il merdazzer seguendo i suoi effluvi maligni prese altre strade, Carlo R.Bullo no. E già qui si capì la sua di lui magnitudine. Non solo. Carlo R.Bullo si distinse e si distingue nell ambito delle innumerabili attività della Compagnia sia quale indefesso lavoratore e trovarobe, pilotadibarche e faiditutto, sempre pronto, generoso e disponibile più di chiunque altro, sia nei panni calcati più e più fiate su tutti i palcoscenici d Europa, di emblematico e rappresentativo Compagno di Calza, ma anche di valente sbirro e comandante della sbirraglia, di sagace popolano, gondoliere, guerriero, baro e malfattore, nonché di sublime direttore d orchestra capace di dirigere improvvidi musicisti con ben assestati colpi di frusta. Restano celebri le sue interpretazioni in russo chioggiotto, idioma da lui medesimo inventato, nelle vesti del losco personaggio di Vuostu, e altresì quelle in cui disperatamente tenta di prendere il volo da fermo dopo aver perduto ogni contatto col suo satellite guida che di tanto in tanto, senza alcun preavviso, interrompe bruscamente le trasmissioni traslocandolo in un nirvana solitario senza più tempo né parole. dre s intende, soprattutto ignea; protegge pertanto artificieri, gli artiglieri, i carpentieri, in una parola gli arsenalotti e in più i minatori e i pompieri e i marinai da battaglia e i geologi gli architetti gli artisti sommersi e finalmente dei campanari (a causa della torre). Per immediate ragioni nelle navi da guerra il deposito delle munizioni è denominato appunto santabarbara. Ai tempi che furono e che non ritornano, in questo giorno del 4 dicembre il Doge estraeva a sorte da un urna i nomi di trenta patrizi tra i venti e i venticinque anni non compiuti per farli entrare nel Maggior Consiglio prima dell età legale (25), si diceva così vegnir a la barbarela. È l altrimenti detta famosa bala de oro che consentì fatalità a Zorzi Alvise Baffo, nel 1714, il medesimo ingresso. A causa dei divini fulmini patricidi Santa Barbara è sincretico simbolo di Iansã, dea o meglio Orixá femminile del Candomblé brasiliano. Dea del vento e delle tempeste protegge i suoi fedeli appunto dai fulmini. Dea guerriera estremamente sensuale, simboleggia la donna che non ne può più del ruolo di angelo del focolare e preferisce invece i campi di battaglia e i cammini perigliosi pieni di rischi e di avventure. I figli di Iansã sono tempestosamente instabili, drammatici e passionalmente travolgenti e ondivaghi come il vento, poco fedeli e facili agli accessi ed eccessi di ira. Il colore di Iansã è il rosso, il suo piatto preferito è acarajé. Siete avvertiti. La cena si terrà nel Circolo de I Antichi in campo San Maurizio. Il menu è di Jurubeba. I partecipanti sono tenuti a contribuire in solido alle spese con venticinque sonanti euro (25 in cifre arabe e XXV in numeri romani) a testa. I partecipanti sono altresì obbligati a prenotare in tempo utile e brevissimo: dato il numero dei posti a sedere massimo di trenta persone il numero è chiuso. Per non fare torto a nessuno una volta raggiunta la quota massima si chiudono le prenotazioni. Non sono ammesse disdette dell ultimo minuto. I ANTICHI AUGURANO BUONE FESTE E BUON ANNO NUOVO Il Ridotto è l Organo Ufficiale della Compagnia de Calza «I Antichi» Fondata da Zane Cope Bollettino Riservato ai Membri Tiratura fisica limitata 100 copie Panoplia in Distribuzione Gratuita in Campo San Maurizio e per Internet Stampa: Enrico Bidischini e Chiara Ferrini a Follonica Direttore Responsabile: Luca Colo de Fero Colferai Hanno collaborato: Judith Jurubeba Souza Bomfim Zancopè, Enzo Rossi Ròiss, Zanzorzi Zancopè, Virgina Cianchini, Andrea Merola, Roberto Bianchin, Sebastiano Giorgi, Sebastiano Casellati. telefoni: o e mail:

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna 33 poesie una dedicata al calcio e una alla donna Salvatore Giuseppe Truglio 33 POESIE una dedicata al calcio e una alla donna www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Salvatore Giuseppe Truglio Tutti

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

I colori dell autunno

I colori dell autunno I quaderni di Classe II A Scuola Secondaria di I Grado A. Zammarchi Castrezzato (BS) I colori dell autunno Haiku Poëtica Novembre 2009 Poëtica Classe II A - Scuola Secondaria di I Grado A. Zammarchi -

Dettagli

LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe

LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe Nei giorni 11 e 12 aprile sono andata in gita scolastica a Venezia. Prima di questo viaggio, nel mio immaginario, Venezia era una città triste,

Dettagli

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA Comitato Regionale per le Celebrazioni del 1 Centenario della morte di Aristide Naccari Fondazione Santi Felice e Fortunato Diocesi di Chioggia (VE) MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA (2014-2015)

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 GRUPPOQUINTAELEMENTARE Scheda 02 LA La Parola di Dio scritta per gli uomini di tutti i tempi Antico Testamento composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 Nuovo

Dettagli

Frasi di matrimonio con felicitazioni

Frasi di matrimonio con felicitazioni Frasi di matrimonio con felicitazioni Questo giorno di grande felicità sia l inizio di una serie di splendidi momenti Vi auguro tanta felicità e serenità per la vostra nuova vita insieme Vi auguro di conservare

Dettagli

apertamente, scambiarsi idee, ragionare sui valori, allargare i propri orizzonti, raccontare la propria giornata e perché no? anche pregare tutti

apertamente, scambiarsi idee, ragionare sui valori, allargare i propri orizzonti, raccontare la propria giornata e perché no? anche pregare tutti Presentazione Diventare genitori è sicuramente un immenso dono di Dio, da accogliere con partecipazione e buona volontà. Purtroppo nessuno insegna ad una coppia di neo-genitori come educare i propri figli;

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

A dire la verità è molto simpatica, ha tanta intelligenza e una pazienza così lunga da superare perfino il Nilo!

A dire la verità è molto simpatica, ha tanta intelligenza e una pazienza così lunga da superare perfino il Nilo! Lo scorso aprile la nostra scuola ha ospitato Maria Luisa Mesiano, un egittologa che ha partecipato agli scavi. Ci ha parlato di questa sua esperienza in Egitto e dei ritrovamenti effettuati. L egittologa

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Amati figli, mi congratulo con voi per la Festa della gloriosa Natività... Siano con voi le benedizioni del Nascituro della mangiatoia santa,

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere Luigi Broggini In fondo al Corso poesie Le Lettere Paesaggio romano con leone di pietra, 1932. Se qualcuno chiede di me digli che abito sul Corso dove i giorni sono ugualmente felici e le ragazze più belle.

Dettagli

Enrico Riccardo Sampietro, millenovecentocinquantacinque (Tamari, Bologna 1963)

Enrico Riccardo Sampietro, millenovecentocinquantacinque (Tamari, Bologna 1963) Enrico Riccardo Sampietro, millenovecentocinquantacinque (Tamari, Bologna 1963) La figura di Enrico Riccardo Sampietro è stata ricordata un anno fa a Bologna con una mostra dedicata alla sua breve ma straordinaria

Dettagli

Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra

Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra 1 Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra STILEMA / UNOTEATRO di e con Silvano Antonelli collaborazione drammaturgica Alessandra Guarnero Ogniqualvolta si utilizzino e

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Piccoli cittadini crescono Lidia Tonelli, Scuola Primaria Calvisano INPUT: L Assessorato alla Pubblica Istruzione propone alle classi quinte un percorso di educazione

Dettagli

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9 1.Introduzione... 2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8 4.Conclusione... 9 Elisa Boffi 2009/2010 Opzione Storia 2 1) Introduzione In questo lavoro parlerò del mio sport, il nuoto sincronizzato.

Dettagli

Istituto Maria Consolatrice

Istituto Maria Consolatrice ISTITUTO PARITARIO MARIA CONSOLATRICE Via Melchiorre Gioia, 51 20 124 MILANO Tel. 02/66.98.16.48 - Fax 02/66.98.43.64 - Cod.Fiscale: 01798650154 e-mail:direzioneprimaria@ismc.it sito internet: www.consolatricemilano.it

Dettagli

ΟΝΟΜΑΤΕΠΩΝΥΜΟ ΜΑΘΗΤΗ/ΤΡΙΑΣ: ΤΟ ΕΞΕΤΑΣΤΙΚΟ ΔΟΚΙΜΙΟ ΑΠΟΤΕΛΕΙΤΑΙ ΑΠΟ ΕΠΤΑ ( 7) ΣΕΛΙΔΕΣ

ΟΝΟΜΑΤΕΠΩΝΥΜΟ ΜΑΘΗΤΗ/ΤΡΙΑΣ: ΤΟ ΕΞΕΤΑΣΤΙΚΟ ΔΟΚΙΜΙΟ ΑΠΟΤΕΛΕΙΤΑΙ ΑΠΟ ΕΠΤΑ ( 7) ΣΕΛΙΔΕΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ 2011-2012 Μάθημα: Iταλικά Επίπεδο: 3 Διάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία:

Dettagli

GIORNATA DELLA MEMORIA. Per non dimenticare CINEMA A SCUOLA. Film di R. Benigni

GIORNATA DELLA MEMORIA. Per non dimenticare CINEMA A SCUOLA. Film di R. Benigni 27 gennaio 2013 GIORNATA DELLA MEMORIA Per non dimenticare CINEMA A SCUOLA Film di R. Benigni Attività di approfondimento svolte in VB - Scuola Primaria A. Schmid PRIMA DEL FILM : conversazione con la

Dettagli

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I COLORI Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I colori sono tanti almeno cento: marrone come il legno, bianco come la nebbia, rosso come il sangue,

Dettagli

Istituto Paritario S. Giuseppe Via Bazzini 10 20131 Milano Anno 21 giugno 2014

Istituto Paritario S. Giuseppe Via Bazzini 10 20131 Milano Anno 21 giugno 2014 Istituto Paritario S. Giuseppe Via Bazzini 10 20131 Milano Anno 21 giugno 2014 Al Papa il 10 maggio ho portato la mia gratitudine per i 35 anni di insegnamento all Istituto San Giuseppe Andare dal Papa

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

nel nel giardino del gigante...

nel nel giardino del gigante... nel nel giardino del del gigante... Scuola dell infanzia Scuola dell infanzia - Scuola primaria classi 1^ 2^ 3^ Scuola primaria classi 4^ 5^ - Scuola secondaria di I grado Visita autogestita al Giardino

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

La forza del suo messaggio

La forza del suo messaggio 6 Testimone di vita santa Anche quest anno nelle varie sedi de La Nostra Famiglia, nelle Parrocchie ambrosiane e nelle comunità delle Piccole Apostole della Carità si è celebrata la memoria liturgica del

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Briciola e la pulce: recensioni V B scuola Quasimodo

Briciola e la pulce: recensioni V B scuola Quasimodo Briciola e la pulce: recensioni V B scuola Quasimodo Apro gli occhi e mi accorgo si essere sdraiata su un letto. [ ] La prima cosa che mi viene in mente di chiedere è come mi chiamo e quanti anni ho. È

Dettagli

REDENTORE 2015 LA PACE È UNA QUESTIONE DI EDUCAZIONE

REDENTORE 2015 LA PACE È UNA QUESTIONE DI EDUCAZIONE REDENTORE 2015 LA PACE È UNA QUESTIONE DI EDUCAZIONE VENERDI 17 LUGLIO ore 15,00 accoglienza a San Simeon, la chiesa di fronte alla stazione di Santa Lucia ore 17,00 spostamento alla Scuola Grande di San

Dettagli

Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù. Poesia della mia prima elementare

Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù. Poesia della mia prima elementare Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù Poesia della mia prima elementare Sebbene faccio la classe prima Non mi è difficile parlare in rima, teco l augurio che il cuor mi detta

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

le #piccolecose che amo di te

le #piccolecose che amo di te Cleo Toms le #piccolecose che amo di te Romanzo Proprietà letteraria riservata 2016 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08605-9 Prima edizione: febbraio 2016 Illustrazioni: Damiano Groppi Questo libro

Dettagli

Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì!

Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì! Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì! Limerik di Ettore (nipotino grande) 9 PREFAZIONE È stata un emozione

Dettagli

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012 Newsletter Essena N 2 Gennaio-Marzo 2012 Carissimi amici Bellissima Primavera a voi! Siamo molto felici di ritrovarvi in occasione di questa nuova stagione che sta per fiorire fra qualche tempo e che abbiamo

Dettagli

Reverendo Arciprete, Reverendo Vicario Foraneo, Reverendi Padri. Carmelitani, Parroci e Clero tutti, Autorità Civili e Militari,

Reverendo Arciprete, Reverendo Vicario Foraneo, Reverendi Padri. Carmelitani, Parroci e Clero tutti, Autorità Civili e Militari, Reverendo Arciprete, Reverendo Vicario Foraneo, Reverendi Padri Carmelitani, Parroci e Clero tutti, Autorità Civili e Militari, concittadini carissimi; permettetemi, anzitutto, di rivolgere un pensiero,

Dettagli

I nostri sogni e desideri cambiano il mondo.

I nostri sogni e desideri cambiano il mondo. PRESENTAZIONE Giornalino sul FATTO DA I BAMBINI DELLA 4^B CON L AIUTO DELL INS.TE (PISCHEDDA ELISABETTA) DELLA SCUOLA ELEMENTARE ITALO CALVINO DELL ISTITUTO COMPRENSIVO DI BEINASCO ANNO SCOLASTICO 2005/2006

Dettagli

La Bibbia è contro il sesso

La Bibbia è contro il sesso mito 5 La Bibbia è contro il sesso L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. Woody Allen Facendone un peccato il Cristianesimo ha fatto molto

Dettagli

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese RIFERIMENTI LEGISLATIVI DAGLI ORIENTAMENTI PER IL CONTRIBUTO AI PIANI PERSONALIZZATI DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DI INSEGNAMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

IL GIORNALE DI CHE COSA PARLANO I GIORNALI

IL GIORNALE DI CHE COSA PARLANO I GIORNALI IL GIORNALE Il termine giornale deriva da giorno. Tra i giornali distinguiamo i periodici (settimanali, quindicinali, mensili, trimestrali ecc.) e i quotidiani (dal latino cotidie che significa ogni giorno

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

CA' NOSTRA NEWS NOTIZIE DA CA' NOSTRA "DALLAS BUYERS CLUB"

CA' NOSTRA NEWS NOTIZIE DA CA' NOSTRA DALLAS BUYERS CLUB CA' NOSTRA NEWS Numero 11, maggio 2016 Giornalisti: Giorgio, Bruno, Bruno, Elia, Mimmo, Roberto, Luigi, Evaristo, Julie, Leonardo e Andrea Redattrice: Federica NOTIZIE DA CA' NOSTRA " " Una penna e un

Dettagli

MUSEI DI PALAZZO DEI PIO Piazza dei Martiri 68 41012 Carpi MO tel. 059 649973 fax 059 649361 www.palazzodeipio.it/imusei musei@carpidiem.

MUSEI DI PALAZZO DEI PIO Piazza dei Martiri 68 41012 Carpi MO tel. 059 649973 fax 059 649361 www.palazzodeipio.it/imusei musei@carpidiem. MUSEI DI PALAZZO DEI PIO Piazza dei Martiri 68 41012 Carpi MO tel. 059 649973 fax 059 649361 www.palazzodeipio.it/imusei musei@carpidiem.it I Musei di Palazzo dei Pio si compongono di due percorsi, il

Dettagli

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione "Il Primo Ebook In Italia Che Ti Svela Gratuitamente Tutti Gli Errori Che Commetti Durante La Seduzione" Istruzioni passo per passo... Parte 1 Dal 1 al 10 1 I 47

Dettagli

Benvenuti In Italia. Genova - Roma - Torino - Terme di Valdieri. Fotografia di Ross Thompson

Benvenuti In Italia. Genova - Roma - Torino - Terme di Valdieri. Fotografia di Ross Thompson Benvenuti In Italia Genova - Roma - Torino - Terme di Valdieri Fotografia di Ross Thompson La Piazza Raffaele De Ferrari e` la piazza centrale della citta` di Genova. Tutte le feste della citta` avvengono

Dettagli

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA ANNO SCOLASTICO 2011/ 12 UNA GIORNATA A BRERA Venerdì 17 febbraio sono andato con la mia classe e la IV E a Brera. Quando siamo arrivati le guide ci hanno diviso

Dettagli

Guida didattica all unità 15 Un compleanno importante

Guida didattica all unità 15 Un compleanno importante Guida didattica all unità 15 Un compleanno importante 1. Proposta di articolazione dell unità Presentiamo qui di seguito un ipotesi di articolazione dell unità 15, indicando una possibile scansione delle

Dettagli

UN ARCOBALENO. Ho colto per te, un fiore tutto colorato sotto un arcobaleno colorato con di fronte a me un paradiso stellato. Matteo Bertoli, 1B

UN ARCOBALENO. Ho colto per te, un fiore tutto colorato sotto un arcobaleno colorato con di fronte a me un paradiso stellato. Matteo Bertoli, 1B UN ARCOBALENO Ho colto per te, un fiore tutto colorato sotto un arcobaleno colorato con di fronte a me un paradiso stellato Matteo Bertoli, 1B VELOCE Andare veloce come un fulmine o una saetta. Vincere

Dettagli

(da La miniera, Fazi, 1997)

(da La miniera, Fazi, 1997) Che bello che questo tempo è come tutti gli altri tempi, che io scrivo poesie come sempre sono state scritte, che questa gatta davanti a me si sta lavando e scorre il suo tempo, nonostante sia sola, quasi

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

INTRODUZIONE. Obiettivo IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA

INTRODUZIONE. Obiettivo IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA 1 INTRODUZIONE Carissimo, la Festa Diocesana degli Incontri, prevista per il 17 maggio 2015 presso il Palazzetto dello Sport Palachicoli di Terlizzi, costituisce per i piccoli di Ac un occasione per sperimentare

Dettagli

LE STIRPI CANORE VITTORIALE DEGLI ITALIANI GARDONE RIVIERA. PASSEGGIATE LETTERARIE sulle orme di gabriele d annunzio A CURA di Filippo garlanda

LE STIRPI CANORE VITTORIALE DEGLI ITALIANI GARDONE RIVIERA. PASSEGGIATE LETTERARIE sulle orme di gabriele d annunzio A CURA di Filippo garlanda LE STIRPI CANORE PASSEGGIATE LETTERARIE sulle orme di gabriele d annunzio A CURA di Filippo garlanda VITTORIALE DEGLI ITALIANI GARDONE RIVIERA LE STIRPI CANORE PASSEGGIATE LETTERARIE sulle orme di gabriele

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

Gennaio 2014. Viaggio in Africa

Gennaio 2014. Viaggio in Africa Gennaio 2014 Viaggio in Africa Nella religione Tambor de Mina le tradizioni afro e indio convivono col cattolicesimo Nascono tre nuovi gruppi di giovani. E la casa in cui viviamo è invasa dai bambini Quella

Dettagli

Intervista ad Anke Merzbach

Intervista ad Anke Merzbach Intervista ad Anke Merzbach a cura di Giorgio Tani Seravezza Fotografia, iniziata da alcuni anni, si è affermata, per le proposte che vengono fatte, come una delle più interessanti manifestazioni nazionali.

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

Verona, 15 novembre 2014 A.S. 2014-2015

Verona, 15 novembre 2014 A.S. 2014-2015 Verona, 15 novembre 2014 A.S. 2014-2015 Cara Gazzetta dello Sport, un saluto a te e a tutti i tuoi lettori. Hai qualche minuto per ascoltare le nostre voci? La nostra classe, una seconda media di Verona,

Dettagli

L'Amore vince tutto! - Intervista a Claudia Koll di Mauro Harsch

L'Amore vince tutto! - Intervista a Claudia Koll di Mauro Harsch L'Amore vince tutto! - Intervista a Claudia Koll di Mauro Harsch Una delle persone più straordinarie che ho conosciuto in questi ultimi anni è sicuramente Claudia Koll. Attrice di successo, affianca attualmente

Dettagli

La Divina Commedia (a cura di Benedetta P., 2C)

La Divina Commedia (a cura di Benedetta P., 2C) La Divina Commedia (a cura di Benedetta P., 2C) La Divina Commedia è un poema scritto da Dante Alighieri e narra di un viaggio immaginario, compiuto dal poeta in nome dell intera umanità, avvenuto durante

Dettagli

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Io sono dono di Dio Progetto educativo Di Religione Cattolica Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Anno scolastico 2014 2015 PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica nella

Dettagli

Caspian Marin Services

Caspian Marin Services Cari amici, è stato un cammino lungo, costellato di viaggi, incontri, lettere, per mettere a fuoco sempre meglio il germe del progetto, nato anni fa da un viaggio all Arca di Gigi con la figlia Michela,

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

Candela bianca. Silvia Angeli

Candela bianca. Silvia Angeli Candela bianca È successo ancora. Il buio della stanza mi chiama alla realtà. Abbandono riluttante le coperte calde, rifugio sicuro e accendo una candela bianca, con la sua fiamma dorata. È successo di

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Marco Federici e i suoi "Angeli tra le Macerie"

Marco Federici e i suoi Angeli tra le Macerie "Angeli tra le macerie" aiuta la Protezione civile in Abruzzo È stato consegnato alla Protezione civile il ricavato della vendita del libro «Angeli tra le macerie», scritto dal giornalista della Gazzetta

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato

Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato della Maestra Mery Anesa Mery Anesa Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato Giugno 2011 Osservazioni e commenti

Dettagli

Pregate il Padrone della messe

Pregate il Padrone della messe PASTORALE VOCAZIONALE Pregate il Padrone della messe Dalla Trinità all Eucaristia: chiamati alla comunione Suor Carmela Pedrini L icona della Trinità di Andrei Rublev (1360-1430) si ispira all apparizione

Dettagli

...SULLA BUONA STRADA...

...SULLA BUONA STRADA... SCUOLA DELL INFANZIA SANT' EFISIO Via Vittorio Veneto, 28 Oristano PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA EDUCATIVO-DIDATTICHE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA BAMBINI - 3-4-5 ANNI Numero sezioni:

Dettagli

MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE

MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE Dalle lunghe meditazioni solitarie di fratel Carlo de Foucauld, ora beatificato dalla Chiesa, era nata l idea della Fraternità. Gesù si era fatto chiamare

Dettagli

Diocesi di Caserta Santuario di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Monte Programma invernale del Santuario 25 Anniversario della Madonna del Monte Anno Mariano 1987-2012 novembre-aprile 2011-2012

Dettagli

PREMESSA. L educazione religiosa nell età compresa tra i tre e i cinque anni risponde al

PREMESSA. L educazione religiosa nell età compresa tra i tre e i cinque anni risponde al PREMESSA L educazione religiosa nell età compresa tra i tre e i cinque anni risponde al bisogno del bambino di dare un significato alla propria esistenza, favorendo la formazione della individuale personalità

Dettagli

INTRODUZIONE "La mia storia 2015",

INTRODUZIONE La mia storia 2015, INTRODUZIONE Questa raccolta scaturisce dalla selezione finale delle opere che hanno partecipato al Premio letterario "La mia storia 2015", alla sua seconda edizione. Ancora una volta, il tema è stato

Dettagli

LETTORI SENZA FRONTIERE

LETTORI SENZA FRONTIERE con il patrocinio di in collaborazione con LETTORI SENZA FRONTIERE SETTIMANA DEL LIBRO ACCESSIBILE 25-31 ottobre 2014 LABORATORI E INCONTRI PER LE CLASSI DI SCUOLA MATERNA, ELEMENTARE, MEDIA INFERIORE

Dettagli

VOLONTARIATO & SERVIZIO

VOLONTARIATO & SERVIZIO www.tolentini.it GRUPPO VOLONTARIATO & SERVIZIO Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date. (Matteo 10, 8) Il Gruppo Volontariato e Servizio della Pastorale Universitaria è formato da studenti di

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO INSEGNAMENTO IL MIO CUORE CANTA LE TUE LODI a cura di Carlo Arditi, Responsabile del Servizio Musica e Canto Nel preparare questa condivisione mi sono accorto che, pur non avendolo fatto apposta, anche

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

Percorso educativo per favorire relazioni positive nel gruppo

Percorso educativo per favorire relazioni positive nel gruppo S.p.E.S. Servizi per l educazione e la scuola - Onlus Sede legale: Corso Fanti, 89-41012 CARPI (Mo) Recapito postale: Corso Fanti, 44-41012 Carpi (Mo) Codice Fiscale: 90020120367 Tel/Fax 059.686889 Percorso

Dettagli

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI 1 a.s. 2006/07 Attività prodotta da: Silvia Fantina- Silvia Larese- Mara Dalle Fratte. Proposta di lavoro stratificata Materiali: test ITALIANO COME LINGUA

Dettagli

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi Ministero per i Beni e le Attività Culturali Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze SEZIONE DIDATTICA 2011 Schede

Dettagli

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria 4 ottobre 2015 Giornata delle famiglie al Museo PROGETTO: Liliana Costamagna Progetto Grafico: Roberta Margaira Questo album ti accompagna a scoprire

Dettagli

Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 39-43

Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 39-43 Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 39-43 Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 49 Testata: Corriere dell Irpinia Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 12 Testata: Ottopagine Data: 22

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 5 uscita del 13 febbraio 2015 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via

Dettagli