Breve sintesi delle disposizioni per l'assistenza sanitaria a cittadini stranieri in Italia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Breve sintesi delle disposizioni per l'assistenza sanitaria a cittadini stranieri in Italia"

Transcript

1 A s s i s t e n z a a c i t t a d i n i s t r a n i e r i Normativa di riferimento Breve sintesi delle disposizioni per l'assistenza sanitaria ai cittadini stranieri in Italia Vivere in Piemonte- guida ai servizi per i cittadini stranieri Stranieri S.T.P. in Asl to5 Breve sintesi delle disposizioni per l'assistenza sanitaria a cittadini stranieri in Italia Introduzione Il decreto Legislativo 25 luglio 1998, n Testo Unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero - ha significativamente innovato le disposizioni relative all'accesso degli stranieri ai servizi sanitari sia per quanto riguarda coloro che si trovano in situazione di soggiorno regolare, sia per quanto riguarda coloro che sono presenti in territorio italiano anche se non in regola con le norme relative. Le disposizioni in materia sanitaria - di cui agli articoli 34, 35 e 36 del D.Lgs 286/98 - individuano tre distinte categorie di beneficiari gli iscritti obbligatoriamente al Servizio sanitario, gli iscritti volontariamente al SSN i non iscritti e/o non iscrivibili al SSN. Definizione di "straniero" Il Testo Unico qualifica come "straniero" qualsiasi cittadino proveniente da uno Stato non appartenente all'unione europea, allo Spazio economico europeo (SEE) ed alla Confederazione Elvetica. I cittadini degli Stati UE, dei Paesi SEE e della Confederazione Elvetica non rientrano - da un punto di vista strettamente giuridico - nella categoria degli "stranieri". Per tale motivo, le disposizioni del D.lgs 286/98 non sono applicabili nei loro confronti ". se non in quanto si tratti di norme più favorevoli". Distinzione tra "stranieri regolarmente soggiornanti", "stranieri regolarmente presenti" e "stranieri temporaneamente presenti" I cittadini stranieri di Paesi con i quali, per l'ingresso in Italia, è previsto il rilascio preventivo del visto di ingresso e quelli di Paesi per quali il visto non è richiesto hanno l'obbligo di richiedere il permesso di soggiorno al Questore della Provincia in cui dimorano entro otto (8) giorni lavorativi dal loro ingresso in territorio italiano. L'inosservanza di tale obbligo può comportare, in seguito a controlli degli Ufficiali ed Agenti di Pubblica Sicurezza, l' espulsione amministrativa dal nostro Paese. La titolarità di un visto di ingresso di qualunque tipo, rilasciato dalle rappresentanze diplomatiche italiane, non esime in nessun caso lo straniero dall'obbligo di richiedere il permesso di soggiorno e non può mai sostituire quest'ultimo. Ai fini dell'assistenza sanitaria sono classificati "stranieri regolarmente soggiornanti" coloro che, adempiuto all' obbligo suddetto, effettuano l'iscrizione anagrafica di "residenza"; "stranieri regolarmente presenti" coloro che, in regola con le norme su richiamate, non eleggono la residenza anagrafica ed, infine, "stranieri temporaneamente presenti" o STP coloro che, pur non essendo in regola con le norme relative all'ingresso (omessa richiesta entro i termini su indicati) ed al soggiorno (sprovvisti del permesso), sono comunque presenti in Italia. Cittadini stranieri con diritto all' iscrizione obbligatoria al SSN Il diritto all'assistenza sanitaria insorge con il rilascio del permesso di soggiorno ed è strettamente correlato ad un "motivo" che autorizza e giustifica la permanenza, più o meno prolungata, dei cittadini stranieri sul territorio nazionale. In base al criterio anzidetto hanno diritto all'iscrizione obbligatoria al SSN: 1. gli stranieri muniti di permesso di soggiorno in corso di validità che dimostrino di svolgere un' attività lavorativa subordinata o autonoma, a prescindere dal tipo di "motivo" riportato sul permesso 2. gli stranieri muniti di permesso di soggiorno in corso di validità che dimostrino di essere iscritti nelle

2 lavorativa subordinata o autonoma, a prescindere dal tipo di "motivo" riportato sul permesso 2. gli stranieri muniti di permesso di soggiorno in corso di validità che dimostrino di essere iscritti nelle liste di collocamento (ora Centro territoriale per l'impiego) ; 3. gli stranieri che siano in possesso di permesso di soggiorno o che ne abbiano chiesto il rinnovo, purché rilasciato per uno dei seguenti "motivi": lavoro subordinato, lavoro autonomo, motivi familiari, asilo politico, asilo umanitario, richiesta asilo, attesa di adozione, attesa affidamento, acquisto della cittadinanza; 4. le cittadine straniere - ed il coniuge convivente - in stato di gravidanza e/o nei sei mesi successivi alla nascita del figlio, che abbiano chiesto il rilascio del permesso di soggiorno (non rinnovabile) per "cure mediche"; 5. gli stranieri minorenni affidati, titolari di permesso di soggiorno "per minore età". L'assistenza sanitaria spetta anche ai familiari a carico purché in regola con le norme sull'ingresso ed il soggiorno. Ai figli minori di cittadini stranieri iscritti viene assicurata l'assistenza sanitaria fin dalla nascita (in particolare se avvenuta in Italia) attraverso un' iscrizione "condizionata" per sei mesi, rinnovabili fino a regolarizzazione sul permesso di uno dei genitori, garantendo loro, da subito, il medesimo trattamento spettante agli altri figli minori iscritti. Cittadini stranieri con diritto all'iscrizione volontaria Non hanno diritto all'iscrizione obbligatoria al SSN, anche se regolarmente soggiornanti e/o presenti gli studenti stranieri le persone alla pari il personale religioso ( non rientrante nei casi in cui spetta l'iscrizione obbligatoria) i titolari di permesso di soggiorno per "residenza elettiva" che non svolgano, in Italia, alcun tipo di attività lavorativa i lavoratori stranieri che non tenuti a corrispondere in Italia l'imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF). Sono in particolare esclusi i lavoratori individuati all'art. 27, comma 1, lettere a) i) q) del D.lgs 286/98 il personale accreditato presso Rappresentanze diplomatiche ed Uffici consolari, nonché i dipendenti stranieri delle Organizzazioni internazionali operanti in Italia (ONU, NATO, OIL, ecc.). gli atleti che svolgano attività sportiva agonistica Essi sono tenuti ad assicurarsi in proprio contro il rischio di malattie, infortunio e maternità mediante la stipula di una polizza assicurativa con un Istituto assicurativo - italiano o straniero - valida in Italia, oppure mediante l'iscrizione volontaria al SSN, valida anche per i familiari a carico. Quest'ultima è una speciale e volontaria forma assicurativa che comporta il versamento, alla Regione di residenza, di un contributo annuale rapportato al reddito complessivo conseguito in Italia e/o all'estero nell'anno precedente a quello di iscrizione ma il cui importo non può, comunque, essere inferiore a? 387,34, essere frazionato in ragione di anno ed avere decorrenza retroattiva (art. 34 comma 3 D. Lgs 286/98 e Circolare Ministero sanità n.5 del 24 marzo 2005) Per gli stranieri titolari di permesso di soggiorno per motivi di studio e per quelli titolari di permesso di soggiorno per "collocati alla pari" è previsto invece,il versamento di un contributo annuale forfetario che ammonta, rispettivamente, a? 155,97 (studenti) ed a? 228,27 (collocati alla pari). Questi contributi di importo ridotto non sono validi per i familiari a carico. Se si intende garantire a questi ultimi la copertura sanitaria il contributo deve essere versato per l'ammontare intero. Per poter richiedere l'iscrizione volontaria é necessario che la durata del permesso di soggiorno sia superiore a tre mesi. Derogano da tale limite gli studenti ed i "collocati alla pari" per i quali l'iscrizione è consentita anche con permessi di durata inferiore. L'iscrizione volontaria è riservata ai soli stranieri extracomunitari. L'eventuale applicazione a cittadini comunitari può avvenire solo a seguito di attenta valutazione del singolo caso. L'iscrizione si effettua presso i Distretti sanitari del territorio in cui il cittadino straniero ha la residenza legale o, in assenza di questa (prima volta), la effettiva dimora. Il luogo di "effettiva dimora" è quello indicato sul permesso di soggiorno. Per gli studenti e per i collocati alla pari che, per legge, non possono effettuare l'iscrizione anagrafica prima della decorrenza di un determinato periodo di tempo si fa sempre riferimento al domicilio indicato sul permesso di soggiorno.

3 Durata dell'iscrizione obbligatoria L'iscrizione obbligatoria é valida per la durata del permesso di soggiorno e non cessa nella fase di rinnovo dello stesso. Durante l'iter per il rilascio/rinnovo del permesso di soggiorno l'iscrizione viene prorogata (con obbligo di esibizione della ricevuta di prenotazione rilasciata dalla Questura) per sei mesi, rinnovabili fino al termine del procedimento amministrativo di che trattasi (attualmente 7/11 mesi). Nello stesso tempo è garantito il diritto alla continuità delle cure con il medico già scelto, anche in deroga al massimale, ugualmente rinnovabile fino a buon fine. Nel caso in cui il permesso di soggiorno nuovo/scaduto non venga rilasciato/rinnovato (vuoi per carenza dei requisiti di legge, vuoi per omessa richiesta nei tempi previsti ecc. ), come pure in caso di revoca o annullamento dello stesso su disposizione della Questura e senza che possa essere comprovata eventuale opposizione contro tali provvedimenti (ricorso amministrativo), l'asl, in base ai dati trasmessi dal del CSI Piemonte e/o dalla Questura stessa, procederà alla cancellazione del titolare non più in regola dagli elenchi di iscrizione e di scelta ed al recupero delle quote corrisposte al MMG nel periodo intercorso tra la data di cancellazione e quella di scadenza originaria.. Tanto in ossequio all' art. 40, comma 6) dell' ACN 23 marzo 2006 che disciplina i rapporti tra SSN ed i Medici di Medicina generale. Durata dell'iscrizione volontaria L'iscrizione volontaria scade inderogabilmente al termine di ogni anno solare, indipendentemente da un' eventuale maggiore durata del permesso di soggiorno. Prestazioni ottenibili Al cittadino straniero iscritto al SSN sia obbligatoriamente che volontariamente spetta lo stesso trattamento riservato, per legge, al cittadino italiano per quanto riguarda la scelta del MMG e/o del PdLs e per la compartecipazione alla spesa. Vengono inoltre, assicurate, con stessa parità di condizioni l'assistenza riabilitativa, l'assistenza integrativa l'assistenza protesica il trasferimento per cure all'estero. Cittadini Stranieri senza diritto all' iscrizione al SSN Non è consentita l'iscrizione (neppure volontaria ) al SSN agli stranieri titolari di permesso di soggiorno per motivi turistici agli stranieri titolari di permesso di soggiorno per motivi di cura agli stranieri titolari di permesso di soggiorno di durata inferiore a tre mesi (esclusi gli studenti ed i collocati alla pari) agli stranieri non in regola con le norme relative all'ingresso ed al soggiorno. Assistenza sanitaria agli stranieri non iscritti Il legislatore ha regolato in modo differente la posizione di chi, sprovvisto di copertura assicurativa sanitaria, si trova temporaneamente ma legalmente in Italia da quella di chi, invece, vi è presente in condizione di irregolarità. Nel primo caso ha stabilito che nei presidi pubblici ed in quelli privati accreditati del Servizio Sanitario devono essere assicurate - a richiesta - sia le prestazioni ospedaliere urgenti (ambulatoriali, di ricovero, di day hospital) sia le prestazioni sanitarie di elezione (tutte le altre), per le quali devono, però, essere corrisposte le tariffe intere stabilite dallo Stato e /o dalla Regione; ciò per effetto dell'obbligo di assicurazione contro gli eventi di malattia di cui è detto più sopra. Nel secondo caso, il terzo comma dell'art. 35 D.Lgs 286/98 stabilisce, invece, che ai cittadini stranieri presenti sul territorio nazionale, in condizione di irregolarità, sono assicurate le cure ambulatoriali ed ospedaliere urgenti o comunque essenziali, ancorché continuative, per malattia ed infortunio. Il D.Lgs 286/98 definisce "cure urgenti": le cure che non possono essere differite senza pericolo per la vita o danno per la salute della persona "cure essenziali": le prestazioni sanitarie, diagnostiche e terapeutiche, relative a patologie non pericolose nell'immediato e nel breve termine, ma che nel tempo potrebbero determinare maggiore danno alla salute o rischi per la vita (complicanze, cronicizzazioni o aggravamenti)

4 L'accertamento della urgenza, così come dell'essenzialità della prestazione, rientra nell'ambito della responsabilità professionale del "prestatore di cure". Inoltre, agli stranieri irregolari devono essere estesi i programmi di medicina preventiva, a salvaguardia della salute individuale e collettiva. Nell'ambito delle prestazioni assicurate agli stranieri irregolari, sono garantiti la tutela sociale della gravidanza e della maternità. E' previsto lo stesso trattamento riservato alle cittadine italiane relativamente alla Legge 405/75 " Istituzione dei consultori familiari" ed alla Legge 194/78 " Norme per la tutela sociale della maternità e dell'interruzione volontaria della gravidanza" la tutela della salute del minore (in esecuzione della Legge le vaccinazioni, secondo la normativa vigente e nell'ambito di interventi di prevenzione collettiva promossi dalla Regione gli interventi di profilassi internazionale la profilassi, la diagnosi e la cura delle malattie infettive ed eventuale bonifica dei relativi focolai Tutela della salute del minore: iscrizione di figli minori di stranieri non in regola Fermo restando il principio che il figlio minore di uno straniero segue la condizione giuridica del genitore, ai figli minori irregolari, cui la Convenzione di New York del ratificata dall'italia - riconosce il diritto al godimento del miglior stato di salute possibile ed a beneficiare dei servizi medici e di riabilitazione, l'asl8 consente l'iscrizione negli elenchi degli assistiti in carico alla PdLs per la durata di mesi sei, rinnovabili, dietro presentazione di certificazione sanitaria, rilasciata da una Struttura pubblica o dallo specialista Pediatra, attestante la necessità di una continuità dell'assistenza primaria. E' necessario un accesso preliminare agli Sportelli ISI per il rilascio del codice ISI che è l'unico a poter essere utilizzato come identificativo utente,considerato che ai genitori stranieri irregolari non può essere rilasciato il codice fiscale. Espletata tale formalità il/i genitore/i può rivolgersi agli Sportelli CUP l'iscrizione nell' elenco degli assistiti in carico al pediatra prescelto. Pagamento delle prestazioni L'articolo 35 ribadisce il principio secondo cui il SSN eroga prestazioni "gratuite" (salvo compartecipazione alla spesa) ai soli "iscritti" (italiani e stranieri) negli appositi elenchi tenuti dallo stesso. Tutti coloro che, per carenza dei requisiti di accesso, non godono della condizione di "iscritto SSN" hanno diritto ad ottenere, in tutte le strutture del sistema sanitario italiano, le cure di cui necessitano per le quali, però, dovranno corrispondere le rispettive tariffe piene (vale a dire senza tetto di 36,15?) fissate dalle Regioni e dalle Province autonome (Nomenclatore tariffario delle prestazioni). Centri Informazione Salute Immigrati Per quanto concerne l'assistenza sanitaria agli stranieri non in regola con le disposizioni sull'ingresso e sul soggiorno nell'ambito della Regione Piemonte, si evidenzia il contenuto della delibera regionale n del 15 luglio Con tale atto, la Regione ha individuato nei Centri di Informazione Salute Immigrati (I.S.I.) le modalità organizzative più idonee ad assicurare il diritto alle cure agli STP ed ha attributo agli stessi funzioni di informazione, promozione, educazione sanitaria e formazione permanente ricezione delle dichiarazioni di identità e domicilio degli stranieri che fanno richiesta di assistenza (la dichiarazione ricevuta dall'i.s.i. è considerata condizione necessaria e sufficiente per la fruizione delle prestazioni) accertamento medico e redazione del documento di invio alla struttura sanitaria competente, con indicazione anche della eventuale esenzione dal pagamento per patologia o per reddito registrazione dei dati e redazione di statistiche. Stranieri S.T.P. in ASL TO5 L'acronimo STP sta per "stranieri temporaneamente presenti" in Italia ed individua i soggetti di cui all'art. 35 del Decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286 ed all'articolo 43 del D.P.R. 31 agosto 1999, n L'ASL 8 ha organizzato l'assistenza ai soggetti STP attivando, due Centri di informazione sanitaria denominati "PORTAMICA".

5 L'ASL 8 ha organizzato l'assistenza ai soggetti STP attivando, due Centri di informazione sanitaria denominati "PORTAMICA". Tali strutture, ad accesso diretto, hanno sede rispettivamente: Sede Orari Moncalieri, Via Vittime di Bologna, 20-2 Piano lunedì e giovedì 14,00-17,00 Chieri, Via San Giorgio, 17/b - 1 piano mercoledì 9,00-12,00 Alle stesse sono affiancati i seguenti ambulatori dedicati, cui l'utenza può accedere direttamente se già in possesso di codice STP. Spazio 0-6 anni c/o Consultorio Pediatrico Orari Moncalieri, Via Vittime di Bologna, 20 Per visite su appuntamento tel. 011/ martedì 14,00-16,00 mercoledì 13,00-14,00 Spazio Donna/Consultorio familiare Orari Chieri, Via San Giorgio 17/b - 1 piano martedì 9,00-12,00 Le strutture ambulatoriali di PORTAMICA sono le sole abilitate a rilasciare, in ambito aziendale e previa verifica della situazione di irregolarità dello straniero, un modulo-tessera contenente il codice STP (es. STP xxx) che costituisce l'unico identificativo sanitario dell'utente utilizzato dai "prestatori di cure" in sede di erogazione e/o di registrazione delle cure corrisposte. Esso ha validità semestrale ed è rinnovabile in caso di permanenza dello straniero sul territorio aziendale. Lo stato di "indigenza" del soggetto viene accertato (nei limiti consentiti) ed attestato dal Centro ISI contestualmente all'assegnazione del codice regionale a sigla STP e consiste nella apposizione di una dichiarazione, anch'essa valevole sei mesi, evidenziata nello spazio "Note" del modulo - tessera suddetto. In assenza del codice STP e/o dell'attestazione di "indigenza", l'utente è tenuto al pagamento per intero delle prestazioni ricevute, determinato in base alle tariffe del Nomenclatore Tariffario delle prestazioni SSN vigente. Lo straniero STP riconosciuto indigente - in analogia con il cittadino italiano - è esonerato anche dal pagamento della quota di partecipazione alla spesa per - l'assistenza sanitaria di primo livello (guardia medica, consultori, SERT ecc.) - le urgenze ( pronto soccorso, emergenza sanitaria 118 ecc.) - lo stato di gravidanza (limitatamente alle prestazioni di cui al D.M. vigente) - le patologie esenti Sono inoltre, esonerati dal pagamento del ticket i minori irregolari stranieri "indigenti" sotto i sei anni, gli stranieri irregolari "indigenti" ultra sessantacinquenni o quelli affetti da gravi stati invalidanti, attestati dalla Medicina Legale. Nel caso in cui l'utente STP si presenti alla visita o al ritiro del referto diagnostico senza aver effettuato il pagamento del ticket, ha comunque diritto alla prestazione che dovrà, pertanto, essergli erogata in modo completo, fermo restando l'obbligo, per il personale incaricato, di dare corso al procedimento interno per il recupero degli importi di compartecipazione alla spesa, non versati. I Centri ISI dell'asl8 promuovono l'esigibilità del diritto alle cure facilitando l'accesso alle varie strutture per gli aspetti preventivi, per quelli terapeutici ed anche per quelli burocratici, grazie anche alla presenza di mediatori culturali delle nazionalità maggiormente rappresentate sul territorio della ASL ed all'integrazione con le attività svolte dai Consorzi per i Servizi Sociali e lo " Sportello Stranieri" del Comune di Chieri. Nei giorni di apertura dei singoli Centri è assicurata la presenza di un medico che, svolgendo funzioni equivalenti a quelle del "Medico di base", - è abilitato alla prescrizione su ricettario regionale;

6 equivalenti a quelle del "Medico di base", - è abilitato alla prescrizione su ricettario regionale; - è titolare esclusivo del procedimento per l'esenzione dalla spesa in presenza di forme morbose croniche, malattie rare e/o stati invalidanti; - assicura l'erogazione di prestazioni integrative (su attestazione dei Centri medici di riferimento) e di quella di protesi ed ausili (su attestazione del Servizio di Medicina Legale), anche in collaborazione con Enti di volontariato. L'accesso alle strutture sanitarie da parte dello straniero senza permesso di soggiorno non comporta alcuna segnalazione alla Polizia giudiziaria, salvo i casi in cui sia obbligatorio il referto, a parità di condizioni con il cittadino italiano.

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI ASSISTENZA SANITARIA AI CITTADINI STRANIERI

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI ASSISTENZA SANITARIA AI CITTADINI STRANIERI LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI ASSISTENZA SANITARIA AI CITTADINI STRANIERI Le presenti Linee Guida fanno riferimento alla normativa nazionale vigente in materia di assistenza

Dettagli

Guida all'assistenza sanitaria ai cittadini stranieri Direzione Amministrazione e Finanza Servizio Spedalità

Guida all'assistenza sanitaria ai cittadini stranieri Direzione Amministrazione e Finanza Servizio Spedalità Guida all'assistenza sanitaria ai cittadini stranieri Direzione Amministrazione e Finanza Servizio Spedalità Cittadini stranieri non appartenenti all'ue ed apolidi e-mail: spedalita@opbg.net tel.: 06.6859.3630

Dettagli

Immigrazione, come dove e quando

Immigrazione, come dove e quando Immigrazione, come dove e quando Manuale d uso per l integrazione Edizione 2008 a cura del Ministero del lavoro, della Salute e Politiche Sociali Settore Politiche Sociali www.solidarietasociale.gov.it

Dettagli

1 Sanità. 1.1 Iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale (SSN)

1 Sanità. 1.1 Iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale (SSN) 1 Sanità 1.1 Iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale (SSN) Il Servizio Sanitario Nazionale è l insieme di strutture e servizi che assicurano la tutela della salute e l assistenza sanitaria a tutti i

Dettagli

GUIDA PRATICA PER GLI OPERATORI DEI SERVIZI SOCIOSANITARI

GUIDA PRATICA PER GLI OPERATORI DEI SERVIZI SOCIOSANITARI Direzione Regionale Politiche della Prevenzione e dell Assistenza Sanitaria Territoriale Area Programmazione dei Servizi Territoriale, delle Attività distrettuali e dell Integrazione Socio sanitaria Assistenza

Dettagli

ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE DI CITTADINI COMUNITARI ED EXTRACOMUNITARI

ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE DI CITTADINI COMUNITARI ED EXTRACOMUNITARI Servizio Sanitario Nazionale - Regione Veneto AZIENDA ULSS N. 6 VICENZA Viale F. Rodolfi n. 37 36100 VICENZA COD. REGIONE 050 COD. U.L.SS. 006 COD.FISC. E P.IVA 02441500242 ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO

Dettagli

La Tutela della salute e l Organizzazione sanitaria in provincia di Pavia

La Tutela della salute e l Organizzazione sanitaria in provincia di Pavia La Tutela della salute e l Organizzazione sanitaria in provincia di Pavia Capitolo 1 Le regole generali dell assistenza sanitaria in Italia La Costituzione italiana tutela la salute di tutti gli individui;

Dettagli

per cittadini stranieri

per cittadini stranieri IN ITALIA IN REGOLA Assistenza sanitaria P per cittadini stranieri er i cittadini stranieri, comunitari e non, l iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale (S.S.N.) garantisce tutta l assistenza sanitaria

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA SAN CAMILLO FORLANINI Delegato per l Ospedale Culturalmente Competente Dr.ssa Maura Cossutta ASSISTENZA SANITARIA STRANIERI

AZIENDA OSPEDALIERA SAN CAMILLO FORLANINI Delegato per l Ospedale Culturalmente Competente Dr.ssa Maura Cossutta ASSISTENZA SANITARIA STRANIERI AZIENDA OSPEDALIERA SAN CAMILLO FORLANINI Delegato per l Ospedale Culturalmente Competente Dr.ssa Maura Cossutta ASSISTENZA SANITARIA STRANIERI NON COMUNITARI 1. REGOLARMENTE SOGGIORNANTI ISCRIZIONE OBBLIGATORIA

Dettagli

Per rispondere correttamente a tali interrogativi occorre innanzitutto analizzare il vigente assetto normativo di riferimento:

Per rispondere correttamente a tali interrogativi occorre innanzitutto analizzare il vigente assetto normativo di riferimento: LEGISLAZIONE L assistenza sanitaria agli stranieri Un problema sempre più cogente Sirio Simplicio*, Regina Cirone** * medico legale ** tecnico della riabilitazione psichiatrica INTRODUZIONE L articolo

Dettagli

Approfondimento: l assistenza sanitaria

Approfondimento: l assistenza sanitaria Approfondimento: l assistenza sanitaria 1) L'assistenza sanitaria per i cittadini extracomunitari I cittadini stranieri extracomunitari che soggiornano in Italia possono usufruire dell assistenza sanitaria

Dettagli

REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE CATANZARO

REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE CATANZARO Organismo di Staff Immigrazione REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE CATANZARO Direzione Aziendale SCHEMA SINTETICO ASSISTENZA SANITARIA PER I MIGRANTI EXTRACOMUNITARI ISCRIZIONE OBBLIGATORIA

Dettagli

Oggetto: Accesso all assistenza sanitaria per i cittadini comunitari

Oggetto: Accesso all assistenza sanitaria per i cittadini comunitari 14 Gennaio 2008 Ministro della Salute Ministro dell Interno Ministro della Solidarietà sociale Ministro per i Diritti e le pari opportunità Ministro per le Politiche per la famiglia Ministro per gli Affari

Dettagli

Diritto alla salute. Christian Ciaralli 25/ 07/ 2006 6WUDQLHULLQ,WDOLD

Diritto alla salute. Christian Ciaralli 25/ 07/ 2006 6WUDQLHULLQ,WDOLD Diritto alla salute Christian Ciaralli Riferimenti norm ativi Testo Unico immigrazione (D.lgs. 286 del 1998) Art. 34 Art. 35 Iscrizione obbligatoria e volontaria al S.S.N. Assistenza sanitaria per gli

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI SENSIBILI E GIUDIZIARI (Art.20-21 D.Lgs 196/2003 Codice in materia di protezione di dati personali)

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI SENSIBILI E GIUDIZIARI (Art.20-21 D.Lgs 196/2003 Codice in materia di protezione di dati personali) Scheda n 18 REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI SENSIBILI E GIUDIZIARI (Art.20-21 D.Lgs 196/2003 Codice in materia di protezione di dati personali) DENOMINAZIONE DEL TRATTAMENTO: PRESTAZIONI

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL UOMO Art. 25

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL UOMO Art. 25 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL UOMO Art. 25 Tutte le persone hanno diritto a un livello di vita sufficiente a garantire la propria salute, il proprio benessere e quello della propria famiglia,

Dettagli

Assistenza sanitaria all estero

Assistenza sanitaria all estero Assistenza sanitaria all estero Iscritti a SSN che si recano all estero per lavoro,studio,vacanze: PaesiUE,SEE(Islanda,Liechtenstein,No rvegia),svizzera Stati con cui sono stati stipulati accordi bilaterali

Dettagli

Cittadini stranieri non appartenenti all Unione Europea

Cittadini stranieri non appartenenti all Unione Europea L immigrazione in Italia è ormai un fenomeno più che consolidato, il dossier caritas 2007 riporta 3.500000 presenze di stranieri regolari. Sempre dal DOSSIER CARITAS 2004, nella provincia di Latina, capofila

Dettagli

Immigrazione e salute

Immigrazione e salute Immigrazione e salute Rivolgersi alla salute dei migranti non è solo una giusta causa umanitaria, ma è anche un bisogno per il raggiungimento di un miglior livello di salute e benessere di tutti coloro

Dettagli

DIREZIONE AMMINISTRATIVA DI OSPEDALE. Incontri di approfondimento amministrativo STRANIERI NON IN REGOLA CON IL PERMESSO DI SOGGIORNO (STP)

DIREZIONE AMMINISTRATIVA DI OSPEDALE. Incontri di approfondimento amministrativo STRANIERI NON IN REGOLA CON IL PERMESSO DI SOGGIORNO (STP) DIREZIONE AMMINISTRATIVA DI OSPEDALE Incontri di approfondimento amministrativo STRANIERI NON IN REGOLA CON IL PERMESSO DI SOGGIORNO (STP) STRANIERI NON IN REGOLA CON IL PERMESSO DI SOGGIORNO (STP) Definizione:

Dettagli

Circolare del Ministero della Salute, n 5 del 24 marzo 2000

Circolare del Ministero della Salute, n 5 del 24 marzo 2000 Circolare del Ministero della Salute, n 5 del 24 marzo 2000 Disposizioni in materia di assistenza sanitaria Gazzetta Ufficiale n. 126 dell 1-6-2000, serie generale Indicazioni applicative del decreto legislativo

Dettagli

Guida all'assistenza sanitaria ai cittadini stranieri

Guida all'assistenza sanitaria ai cittadini stranieri Guida all'assistenza sanitaria ai cittadini stranieri Guida all'assistenza sanitaria ai cittadini stranieri CITTADINI APPARTENENTI ALL'UNIONE EUROPEA...05 Cittadini comunitari residenti o domiciliati

Dettagli

GUIDA ALL ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE DEI CITTADINI NON ITALIANI RESIDENTI NELLA PROVINCIA DI FERRARA

GUIDA ALL ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE DEI CITTADINI NON ITALIANI RESIDENTI NELLA PROVINCIA DI FERRARA GUIDA ALL ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE DEI CITTADINI NON ITALIANI RESIDENTI NELLA PROVINCIA DI FERRARA 1 Indice generale INTRODUZIONE...4 PREMESSA...5 FONTI NORMATIVE...6 LA COSTITUZIONE

Dettagli

MINISTERO DELLA SANITA' CIRCOLARE 24 MARZO 2000, N.5

MINISTERO DELLA SANITA' CIRCOLARE 24 MARZO 2000, N.5 MINISTERO DELLA SANITA' CIRCOLARE 24 MARZO 2000, N.5 Indicazioni applicative del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286 "testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e

Dettagli

Ministero della Sanità

Ministero della Sanità Ministero della Sanità Circolare 24 marzo 2000, n. 5 Indicazioni applicative del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286 "Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e

Dettagli

Accesso ai servizi sanitari per chi si trova in condizione di fragilità sociale e culturale

Accesso ai servizi sanitari per chi si trova in condizione di fragilità sociale e culturale Roma 2010 Accesso ai servizi sanitari per chi si trova in condizione di fragilità sociale e culturale Salvatore Geraci Area Sanitaria Caritas di Roma Società Italiana di Medicina delle Migrazioni Nostre

Dettagli

Percorsi per l'assistenza sanitaria a cittadini stranieri

Percorsi per l'assistenza sanitaria a cittadini stranieri Percorsi per l'assistenza sanitaria a cittadini stranieri FLUSSO A per Cure ambulatoriali in ambito ospedaliero e/o territoriale FLUSSO B per Accessi al Pronto soccorso e ricoveri ospedalieri Percorsi

Dettagli

Deliberazione G.Reg. LAZIO 05-12-2000, n. 2444 Approvazione "Linee guida per l'assistenza sanitaria agli stranieri non appartenenti alla U. E.".

Deliberazione G.Reg. LAZIO 05-12-2000, n. 2444 Approvazione Linee guida per l'assistenza sanitaria agli stranieri non appartenenti alla U. E.. Deliberazione G.Reg. LAZIO 05-12-2000, n. 2444 Approvazione "Linee guida per l'assistenza sanitaria agli stranieri non appartenenti alla U. E.". Preambolo LA GIUNTA REGIONALE SU PROPOSTA dell'assessore

Dettagli

ASSISTENZA SANITARIA

ASSISTENZA SANITARIA 1 of 9 6/4/2007 11:13 AM ASSISTENZA SANITARIA Il cittadino straniero residente in Italia con regolare permesso di soggiorno ha diritto all'assistenza sanitaria assicurata dal Servizio Sanitario Nazionale

Dettagli

GUIDA ALL ASSISTENZA SANITARIA AI CITTADINI STRANIERI GUIDE FOR HEALTH ASSISTANCE TO FOREIGN CITIZENS

GUIDA ALL ASSISTENZA SANITARIA AI CITTADINI STRANIERI GUIDE FOR HEALTH ASSISTANCE TO FOREIGN CITIZENS ITALIANO - ENGLISH ISTITUTO DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO Piazza S. Onofrio, 4-00165 Roma GUIDA ALL ASSISTENZA SANITARIA AI CITTADINI STRANIERI GUIDE FOR HEALTH ASSISTANCE TO FOREIGN CITIZENS

Dettagli

NORMATIVA IN MATERIA DI DIRITTO ALLA SALUTE DEI CITTADINI STRANIERI

NORMATIVA IN MATERIA DI DIRITTO ALLA SALUTE DEI CITTADINI STRANIERI NORMATIVA IN MATERIA DI DIRITTO ALLA SALUTE DEI CITTADINI STRANIERI Costituzione italiana Articolo 2 La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo, sia nelle formazioni

Dettagli

ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PER I CITTADINI COMUNITARI E STRANIERI

ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PER I CITTADINI COMUNITARI E STRANIERI ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PER I CITTADINI COMUNITARI E STRANIERI A cura di Rossella Segurini Azienda Usl di Ravenna - U.O. Direzione Amministrativa dell Assistenza Distrettuale Procedimenti

Dettagli

per i cittadini non comunitari

per i cittadini non comunitari Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA Fondo Europeo per l Integrazione dei Cittadini dei Paesi Terzi GUIDA AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE per i cittadini non comunitari INDICE Glossario 4 Informazioni

Dettagli

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA U.O.C. PROFESSIONISTI IN CONVENZIONE Via Murari Bra 35/B 37136 VERONA tel. 045/8075748 fax 045/8075759 SCHEDA OPERATIVA N. 2/2014 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ASSISTENZA SANITARIA AD EXTRACOMUNITARI REGOLARMENTE

Dettagli

ASSISTENZA SANITARIA ITALIANI ALL ESTERO E STRANIERI IN ITALIA

ASSISTENZA SANITARIA ITALIANI ALL ESTERO E STRANIERI IN ITALIA ASSISTENZA SANITARIA ITALIANI ALL ESTERO E STRANIERI IN ITALIA Direzione Amministrativa dell Ospedale Rasotto dott. Giancarlo Tel. 0445.572015 (int. 2015) Cell. 3491870360 E-mail: giancarlo.rasotto@ulss4.veneto.it

Dettagli

NORMATIVA ASSISTENZA SANITARIA STRANIERI COMUNITARI

NORMATIVA ASSISTENZA SANITARIA STRANIERI COMUNITARI NORMATIVA ASSISTENZA SANITARIA STRANIERI COMUNITARI - Iscrizione Obbligatoria al SSR - Tessera Team - Formulari Comunitari - Iscrizione Volontaria al SSR - Assicurazione Sanitaria - Codice ENI (Paesi U.E.

Dettagli

ASL Salerno- Piano della Performance 2014-2016. ASLSALERNO ~~ A71~1';DA!'ANITARIA QCA1 r '.A! '"Ft~O. Piano della Performance 2014-2016 ALLEGATI

ASL Salerno- Piano della Performance 2014-2016. ASLSALERNO ~~ A71~1';DA!'ANITARIA QCA1 r '.A! 'Ft~O. Piano della Performance 2014-2016 ALLEGATI ASL Salerno- Piano della Performance 2014-2016 ASLSALERNO ~~ A71~1';DA!'ANITARIA QCA1 r '.A! '"Ft~O, Piano della Performance 2014-2016 (art. 10 D.Lgs 27/10/2009 n. 150} ALLEGATI AllEGATO N. L: PROCEDURE

Dettagli

REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE AZIENDA SANITARIA N DI

REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE AZIENDA SANITARIA N DI REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE AZIENDA SANITARIA N DI Linee Guida per l'assistenza Sanitaria agli stranieri non appartenenti alla U.E. PREMESSA La legge 6 marzo 1998 n

Dettagli

REGIONE PUGLIA Assessorato alle Politiche della Salute

REGIONE PUGLIA Assessorato alle Politiche della Salute ALLEGATO alla Nota Prot. 24/4185/PGS/coord del 07/10/2008 Indicazioni per la corretta applicazione della normativa in materia di assistenza sanitaria per la tutela del diritto alla salute dei cittadini

Dettagli

Costituzione Italiana

Costituzione Italiana Vincenzo Adamo Costituzione Italiana Art.32 La Repubblica tutela al salute come fondamentale diritto dell individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può

Dettagli

OSPEDALE CULTURALMENTE COMPETENTE, ASSOCIAZIONI, MEDIATORI CULTURALI: SINERGIE PER L ACCESSO AI SERVIZI E PER L INTEGRAZIONE DEI MIGRANTI

OSPEDALE CULTURALMENTE COMPETENTE, ASSOCIAZIONI, MEDIATORI CULTURALI: SINERGIE PER L ACCESSO AI SERVIZI E PER L INTEGRAZIONE DEI MIGRANTI Conoscere il Servizio Sanitario Nazionale Progetto OSPEDALE CULTURALMENTE COMPETENTE, ASSOCIAZIONI, MEDIATORI CULTURALI: SINERGIE PER L ACCESSO AI SERVIZI E PER L INTEGRAZIONE DEI MIGRANTI Co-finanziato

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Ministero della Sanità

Ministero della Sanità Ministero della Sanità CIRCOLARE N. 5 e p c. ASSESSORATI REGIONALI SANITÀ ASSESSORATI PROVINCIALI SANITÀ TRENTO E BOLZANO COMMISSARI GOVERNO PRESSO REGIONI E PROVINCE AUTONOME PRESIDENZA CONSIGLIO DEI

Dettagli

cui rappresenta una delle declinazioni principali. A partire, infatti, dalle direttive fondamentali

cui rappresenta una delle declinazioni principali. A partire, infatti, dalle direttive fondamentali SCHEDA SUL DIRITTO ALLA SALUTE ED ASSISTENZA SANITARIA Avv. Natalie Ghirardi INTRODUZIONE La salute è considerata un diritto inalienabile dell individuo, appartenente all uomo in quanto tale, dal momento

Dettagli

Ticket aggiuntivo. Qual è il termine di validità dell'attestazione ISEE? L'attestazione ISEE ha validità annuale.

Ticket aggiuntivo. Qual è il termine di validità dell'attestazione ISEE? L'attestazione ISEE ha validità annuale. Ticket aggiuntivo Cos'è il ticket aggiuntivo? Il ticket aggiuntivo è un ticket che si va a sommare al ticket ordinario previsto per le prestazioni specialistiche. È stato introdotto in Regione Toscana,

Dettagli

Assistenza sanitaria cittadini comunitari e extracomunitari in Italia

Assistenza sanitaria cittadini comunitari e extracomunitari in Italia Assistenza sanitaria cittadini comunitari e extracomunitari in Italia Lunedì 14 maggio ore 14.30 18.30 Aula G Ospedale di Rimini Martedì 29 maggio ore 14.30 18.30 Sala Riunioni IV Piano - Ospedale Ceccarini

Dettagli

Le condizioni di salute degli immigrati irregolari, tra diritti esistenti e diritti negati

Le condizioni di salute degli immigrati irregolari, tra diritti esistenti e diritti negati Le condizioni di salute degli immigrati irregolari, tra diritti esistenti e diritti negati di Veronica Merotta Università degli Studi di Milano 16 giugno 2015 Una riflessione Una riflessione Quali sono

Dettagli

Il Naga riconosce nella salute un diritto inalienabile dell individuo.

Il Naga riconosce nella salute un diritto inalienabile dell individuo. Naga, serpente a sette teste della mitologia indiana, simbolicamente arrotolato intorno al monte sacro e trattenuto alle due estremità dagli dei della porta del sud e dai demoni della porta del nord, in

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute Dipartimento della Prevenzione e della Comunicazione Direzione Generale per i rapporti con l Unione Europea e per i Rapporti Internazionali - Ufficio II - Protocollo DG RUERI/II/

Dettagli

Politiche sociali per le famiglie Stefania Mazza 6 novembre2013

Politiche sociali per le famiglie Stefania Mazza 6 novembre2013 Politiche sociali per le famiglie Stefania Mazza 6 novembre2013 Le Adozioni Affinchè si possa dar luogo all adozione è necessaria: la dichiarazione dello stato di abbandono di un minore l'idoneità dei

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

ASSISTENZA SANITARIA ALLA POPOLAZIONE STRANIERA PROCEDURE AMMINISTRATIVE

ASSISTENZA SANITARIA ALLA POPOLAZIONE STRANIERA PROCEDURE AMMINISTRATIVE SOC AFFARI GENERALI E LEGALI DISTRETTI SANITARI ASSISTENZA SANITARIA ALLA POPOLAZIONE STRANIERA PROCEDURE AMMINISTRATIVE (Aggiornamento 2014) Via della Vecchia Ceramica, 1-33170 Pordenone - Tel. 0434/369111

Dettagli

1. NORMATIVA NAZIONALE

1. NORMATIVA NAZIONALE 1. NORMATIVA NAZIONALE La Repubblica tutela la salute come diritto fondamentale dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti Grazie all art. 32 della Costituzione,

Dettagli

GUIDA PER L ACCESSO AI DIRITTI SANITARI DEGLI IMMIGRATI

GUIDA PER L ACCESSO AI DIRITTI SANITARI DEGLI IMMIGRATI A CURA DEL L U.O. ATTIVITÀ SOCIOSANITARIE CITTADINI IMMIGRATI - SASCI GUIDA PER L ACCESSO AI DIRITTI SANITARI DEGLI IMMIGRATI 1 L ASSISTENZA GARANTITA DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE SSN pag. 2 2 DIRITTI

Dettagli

CITTADINI STRANIERI REGOLARI E IRREGOLARI Vademecum sulla legislazione nazionale in materia di assistenza sanitaria agli stranieri

CITTADINI STRANIERI REGOLARI E IRREGOLARI Vademecum sulla legislazione nazionale in materia di assistenza sanitaria agli stranieri CITTADINI STRANIERI REGOLARI E IRREGOLARI Vademecum sulla legislazione nazionale in materia di assistenza sanitaria agli stranieri A cura dell ufficio Contabilità Prestazioni Servizio Prestazioni e Marketing

Dettagli

VADEMECUM per l accesso all assistenza sanitaria per i cittadini stranieri

VADEMECUM per l accesso all assistenza sanitaria per i cittadini stranieri guide rev. giugno 2014 VADEMECUM per l accesso all assistenza sanitaria per i cittadini stranieri a cura di Dedalus Cooperativa Sociale nell ambito del progetto Dialoghi di cittadinanza - Interventi di

Dettagli

CIRCOLARE ASSESSORATO SANITÀ REGIONE CAMPANIA N. 3857 DEL 20/02/2001 OGGETTO: CIRCOLARE N. 5 DEL 24.3.2000 MINISTERO SANITÀ SU G.U. N.

CIRCOLARE ASSESSORATO SANITÀ REGIONE CAMPANIA N. 3857 DEL 20/02/2001 OGGETTO: CIRCOLARE N. 5 DEL 24.3.2000 MINISTERO SANITÀ SU G.U. N. CIRCOLARE ASSESSORATO SANITÀ REGIONE CAMPANIA N. 3857 DEL 20/02/2001 OGGETTO: CIRCOLARE N. 5 DEL 24.3.2000 MINISTERO SANITÀ SU G.U. N. 126 DELL 1.6.2000 Si indicano le modalità attuative per l assistenza

Dettagli

Accesso e diritto alla salute per la popolazione migrante in Italia

Accesso e diritto alla salute per la popolazione migrante in Italia Accesso e diritto alla salute per la popolazione migrante in Italia ALESSANDRA DIODATI Croce Rossa Italiana Direttore Sanitario monitoraggio progetti assistenza migranti COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA

Dettagli

L ASSISTENZA SANITARIA AI RICHIEDENTI ASILO E AI TITOLARI DI PROTEZIONE INTERNAZIONALE FORMAZIONE OPERATORI SPRAR 2014. Avv. Anna Brambilla - ASGI

L ASSISTENZA SANITARIA AI RICHIEDENTI ASILO E AI TITOLARI DI PROTEZIONE INTERNAZIONALE FORMAZIONE OPERATORI SPRAR 2014. Avv. Anna Brambilla - ASGI L ASSISTENZA SANITARIA AI RICHIEDENTI ASILO E AI TITOLARI DI PROTEZIONE INTERNAZIONALE FORMAZIONE OPERATORI SPRAR 2014 Avv. Anna Brambilla - ASGI ASSISTENZA SANITARIA E SOCIALE (art. 27 d.lgs 251/07) I

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 1084 del 26 luglio 2011 pag. 1/27

ALLEGATOA alla Dgr n. 1084 del 26 luglio 2011 pag. 1/27 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 1084 del 26 luglio 2011 pag. 1/27 LINEE GUIDA PER L EROGAZIONE DELL ASSISTENZA SANITARIA AI CITTADINI APPARTENENTI ALL UNIONE EUROPEA Si fa seguito

Dettagli

Oggetto: Diritto di soggiorno per i cittadini comunitari- direttiva 3812004 e Dlgs 3 febbraio 2007 n. 30

Oggetto: Diritto di soggiorno per i cittadini comunitari- direttiva 3812004 e Dlgs 3 febbraio 2007 n. 30 Ministero della Salute Dipartimento della Prevenzione e della Comunicazione Direzione Generale per i rapporti con l'unione Europea e per i Rapporti Internazionali Ufficio II ROMA, 3 agosto 2007 Protocollo

Dettagli

PROSPETTO DEI TICKET IN VIGORE IN LOMBARDIA AL 1 APRILE 2015

PROSPETTO DEI TICKET IN VIGORE IN LOMBARDIA AL 1 APRILE 2015 PROSPETTO DEI TICKET IN VIGORE IN LOMBARDIA AL 1 APRILE 2015 INDICE 1. Il ticket per assistenza farmaceutica a. ESENZIONI parziali totali 2. Ticket per prestazioni in PRONTO SOCCORSO 3. Ticket per prestazioni

Dettagli

Comune di Ferrara Assessorato Cultura, Turismo e Giovani AGENZIA INFORMAGIOVANI - EURODESK

Comune di Ferrara Assessorato Cultura, Turismo e Giovani AGENZIA INFORMAGIOVANI - EURODESK Comune di Ferrara Assessorato Cultura, Turismo e Giovani AGENZIA INFORMAGIOVANI - EURODESK a cura di Sara Ferrari volontaria del Servizio Civile Nazionale Garanzia Giovani progetto ed elaborazione grafica

Dettagli

Assistenza Sanitaria. Cittadini Comunitari e Cittadini Stranieri

Assistenza Sanitaria. Cittadini Comunitari e Cittadini Stranieri Assistenza Sanitaria Cittadini Comunitari e Cittadini Stranieri Indice Indice CAPITOLO PRIMO: CITTADINI DELL UNIONE EUROPEA 1.1 Iscrizione al Servizio Sanitario.... 1 Rilascio della tessera Sanitaria...

Dettagli

Presentazione. L assessore alla Sanità e ai Servizi Sociali Giuseppe Mascioni Dicembre 1997

Presentazione. L assessore alla Sanità e ai Servizi Sociali Giuseppe Mascioni Dicembre 1997 Presentazione Questo lavoro intende fornire agli operatori sanitari le informazioni riguardanti l accesso degli stranieri non comunitari ai servizi sanitari nelle Marche. Vogliamo dare un contributo per

Dettagli

Codice Malattia Prestazioni Esenti. R99 Malattie Rare (D.M. 279/01) Prestazioni richieste su sospetto diagnostico di malattia rara.

Codice Malattia Prestazioni Esenti. R99 Malattie Rare (D.M. 279/01) Prestazioni richieste su sospetto diagnostico di malattia rara. ESENZIONI TICKET Tutti i cittadini sono tenuti al pagamento di una quota di partecipazione alla spesa sanitaria (ticket). Per specifiche condizioni e categorie di cittadini, tuttavia, sono previste modalità

Dettagli

CITTADINI STRANIERI NON COMUNITARI LINEE GUIDA PER L ASSISTENZA SANITARIA NELLA PROVINCIA DI MANTOVA

CITTADINI STRANIERI NON COMUNITARI LINEE GUIDA PER L ASSISTENZA SANITARIA NELLA PROVINCIA DI MANTOVA CITTADINI STRANIERI NON COMUNITARI LINEE GUIDA PER L ASSISTENZA SANITARIA NELLA PROVINCIA DI MANTOVA Pagina 1 di 32 Indice Riferimenti normativi pag. 3 Cittadini stranieri non comunitari regolarmente soggiornanti

Dettagli

Ciascuna ricetta medica a lettura ottica deve riportare, scritti in modo chiaro e leggibile tutti i dati previsti. Quelli sottolineati sono

Ciascuna ricetta medica a lettura ottica deve riportare, scritti in modo chiaro e leggibile tutti i dati previsti. Quelli sottolineati sono Ciascuna ricetta medica a lettura ottica deve riportare, scritti in modo chiaro e leggibile tutti i dati previsti. Quelli sottolineati sono obbligatori: -cognome, nome dell assistito o iniziali, dove prescritto

Dettagli

familiari extracomunitari di cittadini comunitari) al cittadino comunitario nei seguenti casi : a) è lavoratore subordinato o autonomo nello Stato;

familiari extracomunitari di cittadini comunitari) al cittadino comunitario nei seguenti casi : a) è lavoratore subordinato o autonomo nello Stato; ROMA, 3 agosto 2007 Dipartimento della Prevenzione e della Comunicazione Direzione Generale per i rapporti con l'unione Europea e per i Rapporti Internazionali - Ufficio I1 - Protocollo DG RUERI/II/ 12712

Dettagli

1) Servizi di Emergenza Territoriale

1) Servizi di Emergenza Territoriale Disposizioni relative agli oneri dei Servizi di Soccorso e Trasporto Sanitario (DGRV 1411/2011) 1) Servizi di Emergenza Territoriale Interventi di soccorso sanitario Attribuzione dell onere: A carico del

Dettagli

L ASP assicura l erogazione di prestazioni incluse nei seguenti Livelli Essenziali di Assistenza:

L ASP assicura l erogazione di prestazioni incluse nei seguenti Livelli Essenziali di Assistenza: Informazioni sulle strutture e i servizi forniti Questa parte della Carta dei Servizi contiene informazioni sintetiche sulle strutture e i servizi dell Azienda Sanitaria Provinciale. Per le informazioni

Dettagli

Manuale Assistenza Sanitaria all estero

Manuale Assistenza Sanitaria all estero REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO ALLA SANITA DIREZIONE PROGRAMMAZIONE SANITARIA SETTORE GESTIONE E RISORSE FINANZIARIE Manuale Assistenza Sanitaria all estero Versione Dicembre 2005 1 Parte I Assistenza Sanitaria

Dettagli

I MINORI STRANIERI Introduzione. Divieti di espulsione e di respingimento. Diritto alla salute

I MINORI STRANIERI Introduzione. Divieti di espulsione e di respingimento. Diritto alla salute I MINORI STRANIERI Introduzione. I minori stranieri presenti in territorio italiano possono trovarsi in diverse condizioni giuridiche: alcuni di essi, infatti, sono entrati beneficiando delle disposizioni

Dettagli

ASSISTENZA SANITARIA AI CITTADINI STRANIERI NON COMUNITARI: LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA

ASSISTENZA SANITARIA AI CITTADINI STRANIERI NON COMUNITARI: LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA ASSISTENZA SANITARIA AI CITTADINI STRANIERI NON COMUNITARI: LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA Aggiornamento: marzo 2012 Sede: Dipartimento Cure Primarie Servizio Assistenza Primaria U.O. Percorsi

Dettagli

9-11-2012 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA - PARTE I n. 48 25

9-11-2012 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA - PARTE I n. 48 25 9-11-2012 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA - PARTE I n. 48 25 direttori generali per ciascun anno di riferimento di validità del Piano e dal relativo processo di verifica e valutazione dei

Dettagli

M.E.P.Sa. WORKING PAPER SERIES

M.E.P.Sa. WORKING PAPER SERIES M.E.P.Sa. WORKING PAPER SERIES Working Paper n 4 La mobilità internazionale Regione Piemonte e-mail:simonaalessia.degasperi@regione.piemonte.it Consortium for Research and Continuing Education in Economics

Dettagli

TOURISTS HEALTH PROTECTION ABROAD:

TOURISTS HEALTH PROTECTION ABROAD: 5th Jubilee Annual Scientific Conference with International Participation «Medicine and Law in the 21st Century» 28-29 November 2013 TOURISTS HEALTH PROTECTION ABROAD: THE ITALIAN EXPERIENCE Francesca

Dettagli

LINEE GUIDA REGIONALI PER L'APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA SULL'ASSISTENZA SANITARIA DEI CITTADINI NON ITALIANI PRESENTI IN ITALIA

LINEE GUIDA REGIONALI PER L'APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA SULL'ASSISTENZA SANITARIA DEI CITTADINI NON ITALIANI PRESENTI IN ITALIA Allegato A) ASSESSORATO ALLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE LINEE GUIDA REGIONALI PER L'APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA SULL'ASSISTENZA SANITARIA DEI CITTADINI NON ITALIANI

Dettagli

FAX URGENTE. c.a. Ministro della Salute On. Livia TURCO. c.a. Sottosegretario Ministero dell Interno On. Marcella LUCIDI

FAX URGENTE. c.a. Ministro della Salute On. Livia TURCO. c.a. Sottosegretario Ministero dell Interno On. Marcella LUCIDI Associazione On the Road onlus Martinsicuro, 3 luglio 2007 Prot. n. 256/07/OTR FAX URGENTE c.a. Ministro della Salute On. Livia TURCO c.a. Sottosegretario Ministero dell Interno On. Marcella LUCIDI p.c.

Dettagli

Una rete in costruzione per la salute dei migranti

Una rete in costruzione per la salute dei migranti GrIS Gruppi Immigrazione e Salute Una rete in costruzione per la salute dei migranti 23 marzo 2010 I Centri I.S.I. Piergiorgio Maggiorotti Un po di storia... 11febbraio 1992: avvio dell esperienza dell

Dettagli

I principi ispiratori della normativa e principali indicazioni per l assistenza sanitaria agli stranieri extracomunitari e ai cittadini comunitari

I principi ispiratori della normativa e principali indicazioni per l assistenza sanitaria agli stranieri extracomunitari e ai cittadini comunitari I principi ispiratori della normativa e principali indicazioni per l assistenza sanitaria agli stranieri extracomunitari e ai cittadini comunitari D.ssa M. L. Lorenzini Area Programmazione dei servizi

Dettagli

Home Servizi News Newsletter Direttive UE. Conferenza permanente per i rapporti tra lo stato le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano

Home Servizi News Newsletter Direttive UE. Conferenza permanente per i rapporti tra lo stato le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano Home Servizi News Newsletter Direttive UE Numero atti: 44211 Aggiornato al 06 marzo 2013 Home Dettaglio stampa indietro atto completo Conferenza permanente per i rapporti tra lo stato le regioni e le province

Dettagli

IL PERMESSO DI SOGGIORNO. a cura di Gianluca Cassuto

IL PERMESSO DI SOGGIORNO. a cura di Gianluca Cassuto IL PERMESSO DI SOGGIORNO CHE COSA È IL PERMESSO DI SOGGIORNO È l autorizzazione a soggiornare in Italia Viene rilasciato dalla Questura (Ministero dell Interno) Si differenziano in base alla durata tra

Dettagli

DIREZIONE DEI SERVIZI SOCIALI COORDINAMENTO DISTRETTI

DIREZIONE DEI SERVIZI SOCIALI COORDINAMENTO DISTRETTI DIREZIONE DEI SERVIZI SOCIALI COORDINAMENTO DISTRETTI Responsabile Procedimento: Dott. Danilo Corrà - mail: danilo.corra@ulss12.ve.it; numero di telefono: 041.2608735 DESCRIZIONE PROCEDIMENTO 1 Gestione

Dettagli

L assistenza agli immigrati irregolari ed ai cittadini europei non iscritti

L assistenza agli immigrati irregolari ed ai cittadini europei non iscritti L assistenza agli immigrati irregolari ed ai cittadini europei non iscritti Antonio Brambilla Reggio Emilia, 25 ottobre 2011 cosa prevede la norma nazionale per gli STP L assistenza sanitaria a favore

Dettagli

PERMESSO DI SOGGIORNO PER MOTIVI DI FAMIGLIA

PERMESSO DI SOGGIORNO PER MOTIVI DI FAMIGLIA PERMESSO DI SOGGIORNO PER MOTIVI DI FAMIGLIA RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE ART. 29 D.L.VO 286/1998 Lo straniero titolare di carta di soggiorno o permesso di soggiorno di durata superiore a un anno per motivi

Dettagli

Medici e Pediatri di Famiglia

Medici e Pediatri di Famiglia Medici e Pediatri di Famiglia L assistenza del medico e del pediatra di famiglia Il Medico di Medicina Generale (MMG) ed il Pediatra di Famiglia (PdF) sono le figure di riferimento per ogni problema che

Dettagli

L'assistenza integrativa e protesica nei soggetti in età geriatrica non autosufficienti

L'assistenza integrativa e protesica nei soggetti in età geriatrica non autosufficienti REGIONE PIEMONTE ASL NO SEDE LEGALE: VIA DEI MILLE 2-28100 NOVARA P.IVA 01522670031 L'assistenza integrativa e protesica nei soggetti in età geriatrica non autosufficienti dott. Lorenzo Brusa Novara 17

Dettagli

legui mmigr 4 Assistenza sanitaria Semestrale dell Immigrazione per la Pubblica Amministrazione leguide immigrazione.it www.immigrazione.it Vol.

legui mmigr 4 Assistenza sanitaria Semestrale dell Immigrazione per la Pubblica Amministrazione leguide immigrazione.it www.immigrazione.it Vol. legui mmigr 4 Vol. leguide Semestrale dell Immigrazione per la Pubblica Amministrazione Raccolta di leggi e commenti su immigrazione, asilo e cittadinanza. II semestre 2007 Aggiornamento: 1 settembre 2007

Dettagli

CODICI DI ESENZIONE TICKET TABELLA RIEPILOGATIVA

CODICI DI ESENZIONE TICKET TABELLA RIEPILOGATIVA CODICI DI ESENZIONE TICKET TABELLA RIEPILOGATIVA n. 1 2 3 4 5 Tipologia di esenzione Cod. SubCod. Note Soggetti affetti da patologie croniche e invalidanti esenti ai sensi del D.M. 28.05.1999 n. 329 e

Dettagli

Guida pratica ai diritti degli stranieri in Italia

Guida pratica ai diritti degli stranieri in Italia Guida pratica ai diritti degli stranieri in Italia Benvenuto! Edizione di: Luglio 2011 Normoweb - Roma Adattamento grafico: Alessandro Casanova Illustrazioni: Art Attack Adv. - Roma Progetto editoriale:

Dettagli

GIUNTA REGIONALE. Assessorato Tutela della Salute, veterinaria,volontariato,acque minerali Termali e di sorgente. L Assessore

GIUNTA REGIONALE. Assessorato Tutela della Salute, veterinaria,volontariato,acque minerali Termali e di sorgente. L Assessore Prot. N. 13/07/sal/ass Ancona lì, 4 gennaio 2008 Direttore Generale ASUR Marche Direttori Zone Territoriali ASUR Marche Direttori Aziende Ospedaliere e.p.c. Responsabili Distretto Medici Ambulatori STP

Dettagli

Decreto 8 ottobre 1986

Decreto 8 ottobre 1986 Decreto 8 ottobre 1986 Determinazione per l'anno 1986 del contributo per l'assistenza sanitaria a carico dei cittadini stranieri, ai sensi dell'art. 5 del decreto-legge 30 dicembre 1979, n. 663, convertito

Dettagli

Dalle Notizie in evidenza

Dalle Notizie in evidenza Dalle Notizie in evidenza COSA FARE PER Diritto di soggiorno: le regole per i cittadini comunitari e i loro familiari Il diritto di ingresso e soggiorno nel territorio italiano da parte dei cittadini dell'unione

Dettagli

IL SOGGIORNO DI CITTADINE E CITTADINI COMUNITARI IN ITALIA

IL SOGGIORNO DI CITTADINE E CITTADINI COMUNITARI IN ITALIA IL SOGGIORNO DI CITTADINE E CITTADINI COMUNITARI IN ITALIA La normativa di riferimento per il soggiorno dei comunitari in Italia è costituita dal D. Lgs. n. 30 del 6 febbraio 2007 (Attuazione della direttiva

Dettagli

Assistenza sanitaria ai migranti: la normativa di riferimento

Assistenza sanitaria ai migranti: la normativa di riferimento L albero della salute Struttura di riferimento per la Mediazione culturale in Sanità Regione Toscana Intervento regionale Mum Health (D.G.R. n.259/2006, allegato C) Assistenza sanitaria ai migranti: la

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO SANITARIO PLURIAZIENDALE della S.M.P.

REGOLAMENTO DEL FONDO SANITARIO PLURIAZIENDALE della S.M.P. REGOLAMENTO DEL FONDO SANITARIO PLURIAZIENDALE della S.M.P. di cui all art. 51 comma 2 lett. a) del TUIR DPR 917/1986 istituito dalla Società di Mutuo Soccorso SOCIETÀ MUTUA PINEROLESE 10064 PINEROLO (TO)

Dettagli

PERMESSO CE soggiornanti lungo periodo (art. 9 TU)

PERMESSO CE soggiornanti lungo periodo (art. 9 TU) PERMESSO CE soggiornanti lungo periodo (art. 9 TU) Lo straniero in possesso: - da almeno cinque anni, di un permesso di soggiorno valido - che ha reddito non inferiore all'assegno sociale annuo - di alloggio

Dettagli

MINISTERO DELLA SANITÀ DIPARTIMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE, RISORSE UMANE E TECNOLOGICHE IN SANITÀ E ASSISTENZA SANITARIA DI COMPETENZA STATALE

MINISTERO DELLA SANITÀ DIPARTIMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE, RISORSE UMANE E TECNOLOGICHE IN SANITÀ E ASSISTENZA SANITARIA DI COMPETENZA STATALE MINISTERO DELLA SANITÀ DIPARTIMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE, RISORSE UMANE E TECNOLOGICHE IN SANITÀ E ASSISTENZA SANITARIA DI COMPETENZA STATALE Ufficio III N. DPS / III L.40/ OC-1259 OGGETTO: Cittadini

Dettagli