E. ROMAGNA DATI REGIONALI. Osservatorio dei consumi 2016 E. ROMAGNA

Save this PDF as:
Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "E. ROMAGNA DATI REGIONALI. Osservatorio dei consumi 2016 E. ROMAGNA"

Transcript

1 Osservatorio dei consumi 2016 E. ROMAGNA E. ROMAGNA Buone prospettive di ripresa e un reddito pro capite inferiore solo a quello della Valle d Aosta supportano la crescita dei consumi delle famiglie. Il comparto della mobilità (quello dell auto in particolare) traina gli acquisti, ma anche elettrodomestici e mobili mettono a segno una buona performance. Dopo la Lombardia è l Emilia Romagna a mostrare nel 2015 la più ampia crescita del PIL. Anche il reddito disponibile delle famiglie è aumentato, ma in termini pro capite non si è andati oltre lo 0,5% (0,8% in Italia), in conseguenza di una popolazione che è cresciuta più di quanto abbia fatto in ogni altra regione italiana. Tra le province emiliano-romagnole il reddito pro capite ha mostrato un andamento piuttosto disomogeneo: Forlì-Cesena si è allineata allo 0,5% medio regionale, sono state più dinamiche Ferrara (0,8%), Piacenza, Modena, Bologna (tutte 0,7%) e Ravenna (0,6%), mentre, all estremo opposto, una lieve riduzione si è riscontrata a Reggio Emilia (-0,1%) e un leggero incremento ha coinvolto Parma (0,1%) e Rimini (0,2%). Nel 2015 il reddito per abitante nella regione si è attestato sui euro per abitante: si tratta del valore più elevato dopo quello della Valle d Aosta. A livello provinciale il primato spetta al capoluogo di regione (24.973), che sul panorama nazionale è secondo solo a Milano. Dopo Bologna in Emilia-Romagna il reddito per abitante è più alto a Forlì-Cesena ( euro), Parma (21.934), Modena (21.917) DATI REGIONALI Panorama economico e Piacenza (21.164), collocate tutte tra le 15 province italiane caratterizzate dai valori più elevati. Nel resto della regione il reddito pro capite, pur mantenendosi al di sopra della media nazionale ( euro), si è collocato al di sotto di quella del Nord-est (21.137): euro a Ravenna, a Reggio Emilia, a Rimini, a Ferrara. La crescita della spesa per l acquisto dei beni durevoli nel 2015 si è attestata sul 7,5%, performance peggiore solo di quella realizzata da Basilicata, Veneto e Friuli Venezia Giulia. L andamento della spesa ha evidenziato una certa eterogeneità tra i comparti: ampi incrementi hanno coinvolto il settore della mobilità, grazie soprattutto alle auto nuove (18,2%), ma anche a buone performance sia dell usato (6,2%) che del segmento dei motoveicoli (4,9%). Tra i beni legati alla casa si segnala la crescita degli elettrodomestici (4,7%) e quella dei mobili che con il 2,1% hanno mostrato un aumento più modesto solo di quello registrato in Friuli Venezia Giulia e in Veneto. Si è invece ridotta la spesa destinata all elettronica di consumo (-9,5%) e all information technology (-3,7%). A livello provinciale la spesa per i durevoli è cresciuta maggiormente a Rimini (8,9%), soprattutto grazie al contributo delle auto nuove, Ravenna (8,5%) e Bologna (8,4%); tra le altre province Reggio Emilia e Forlì-Cesena (7,8% entrambe) si sono collocate al di sopra della media regionale, mentre al di sotto di quest ultima si sono posizionate Parma (7,2%), Piacenza (6,6%), Modena (6,2%) e Ferrara (6%). Il 2015 ha visto il livello di spesa familiare della regione attestarsi sui euro, 386 euro in più della media nazionale. Modena, con euro per famiglia, è stata la provincia con la spesa per durevoli più elevata, collocandosi anche al quarto posto, dopo Biella, Prato e Bolzano, nella graduatoria nazionale. Anche a Reggio Emilia (2.565 euro) e a Parma (2.541) l indicatore si è posizionato al di sopra della media regionale, valore a cui sostanzialmente si sono allineate Forlì-Cesena (2.496) e Bologna (2.492). È stata più bassa, invece, la spesa registrata a Piacenza (2.452 euro per famiglia), Ravenna (2.444) e soprattutto a Ferrara (2.319) e Rimini (2.161), che nella graduatoria delle 103 province italiane occupano una posizione relativamente arretrata (il 47 e il 54 posto). Reddito disponibile pro capite (in Euro) Bologna Forlì-Cesena Parma Modena Piacenza Ravenna Reggio E Rimini Ferrara E. Romagna Totale Italia Variazione del reddito disponibile pro capite (residenti) Ferrara -0,1% 0,8% Modena 0,3% 0,7% Piacenza 0,4% 0,7% Bologna -0,2% 0,7% Ravenna 0,0% 0,6% Forlì-Cesena 0,2% 0,5% Rimini -0,5% 0,2% Parma -0,7% 0,1% Reggio E. 0,2% -0,1% Emilia Romagna 0,0% 0,5% Totale Italia 0,0% 0,8% 88 Fonte: elaborazione Prometeia su dati Istat, Svimez e Istituto Tagliacarne Nota: il reddito disponibile pro capite rappresenta il reddito medio per abitante ed è calcolato rapportando il reddito complessivo della provincia/regione alla popolazione residente.

2 Consumi di beni durevoli per tipologia di bene (mln di Euro) Emilia Romagna (consumi complessivi in mln di Euro) Peso (in %) var. % 2014/ var. % 2015/ Auto nuove ,1% ,2% 29,1 32,0 Auto usate ,5% ,2% 28,9 28,5 Motoveicoli ,6% 111 4,9% 2,3 2,2 Elettrodomestici grandi e piccoli ,5% 362 4,7% 7,4 7,2 Elettronica di consumo ,3% 159-9,5% 3,8 3,2 Mobili ,4% ,1% 24,4 23,2 Information technology famiglia ,3% 187-3,7% 4,2 3,7 Durevoli ,6% ,5% 100,0 100,0 Italia (consumi complessivi in mln di Euro) Peso (in %) var. % 2014/ var. % 2015/ Auto nuove ,7% ,2% 25,7 28,6 Auto usate ,9% ,1% 29,8 29,5 Motoveicoli ,4% ,6% 2,2 2,2 Elettrodomestici grandi e piccoli ,0% ,0% 8,1 7,9 Elettronica di consumo ,7% ,5% 4,5 3,8 Mobili ,7% ,0% 25,6 24,3 Information technology famiglia ,1% ,2% 4,1 3,6 Durevoli ,3% ,4% 100,0 100,0 Consumi di beni durevoli per provincia var. % 2015/ var. % 2015/2014 Bologna ,4% ,7% Modena ,2% ,3% Reggio E ,8% ,4% Parma ,2% ,2% Ravenna ,5% ,8% Forlì-Cesena ,8% ,0% Ferrara ,0% ,9% Piacenza ,6% ,8% Rimini ,9% ,8% Emilia Romagna ,5% ,7% Totale Italia ,4% ,0% 89

3 Panorama auto nuove (aziende e famiglie) Immatricolazioni (in numero di auto) Parco circolante Bologna Bologna Modena Modena Reggio E Reggio E Parma Parma Ravenna Ravenna Forlì-Cesena Forlì-Cesena Ferrara Ferrara Piacenza Rimini Rimini Piacenza Emilia Romagna Emilia Romagna Totale Italia Totale Italia Variazione immatricolazioni Variazione parco circolante Rimini -2,9% 25,2% Bologna 3,8% Parma -0,5% 17,4% Ravenna 1,2% Bologna 8,9% 13,2% Parma 1,0% Ravenna -2,0% 13,1% Modena 0,6% Forlì-Cesena 5,1% 11,3% Piacenza 0,6% Modena 3,2% 11,2% Reggio E. 0,6% Ferrara 1,2% 9,5% Forlì-Cesena 0,5% Piacenza 6,5% 2,4% Rimini 0,5% Reggio E. -4,5% -8,0% Ferrara -0,6% Emilia Romagna 2,5% 9,7% Emilia Romagna 1,3% Totale Italia 4,4% 13,6% Totale Italia 0,7% Fonte: elaborazione Prometeia su dati Unrae e ACI 90

4 Panorama auto nuove (famiglie) Immatricolazioni (in numero di auto) Bologna Bologna Modena Modena Modena Parma Reggio E Reggio E Reggio E Parma Parma Bologna Ravenna Ravenna Ferrara Forlì-Cesena Forlì-Cesena Ravenna Ferrara Ferrara Forlì-Cesena Rimini Rimini Piacenza Piacenza Piacenza Rimini Emilia Romagna Emilia Romagna Emilia Romagna Totale Italia Totale Italia Totale Italia Variazione immatricolazioni Variazione consumi complessivi Rimini -4,8% 23,9% Rimini -1,7% 26,3% Rimini 25,1% Ravenna -2,4% 18,6% Ravenna 0,8% 20,9% Ravenna 20,1% Bologna -1,2% 17,0% Bologna 2,0% 19,2% Bologna 18,4% Reggio E. 2,5% 16,9% Reggio E. 5,9% 19,2% Parma 17,7% Parma -1,7% 16,6% Parma 1,5% 18,8% Reggio E. 17,6% Forlì-Cesena 1,4% 15,9% Forlì-Cesena 4,7% 18,1% Forlì-Cesena 17,3% Piacenza 1,2% 13,8% Piacenza 4,6% 15,9% Piacenza 15,1% Modena 1,0% 13,2% Modena 4,4% 15,4% Modena 14,4% Ferrara 1,8% 10,3% Ferrara 5,1% 12,5% Ferrara 12,3% Emilia Romagna -0,2% 16,0% Emilia Romagna 3,1% 18,2% Emilia Romagna 17,3% Totale Italia 2,3% 16,0% Totale Italia 5,7% 18,2% Totale Italia 17,8% Fonte: elaborazione Prometeia su dati Unrae e ACI Panorama auto nuove (aziende) Immatricolazioni (in numero di auto) Variazione immatricolazioni Bologna Rimini 10,5% 33,5% Modena Parma 6,2% 21,9% Reggio E Ferrara -1,9% 5,1% Parma Bologna 44,4% 4,0% Piacenza Modena 11,8% 3,9% Ravenna Ravenna -0,6% -6,6% Forlì-Cesena Forlì-Cesena 24,4% -8,6% Ferrara Piacenza 19,6% -21,8% Rimini Reggio E. -14,5% -50,3% Emilia Romagna Emilia Romagna 11,4% -9,2% Totale Italia Totale Italia 8,0% 9,7% Fonte: elaborazione Prometeia su dati Unrae e ACI 91

5 Panorama auto usate (famiglie) Numero di auto Bologna Bologna Modena Modena Modena Forlì-Cesena Reggio E Reggio E Parma Parma Parma Piacenza Ravenna Forlì-Cesena Reggio E Forlì-Cesena Ravenna Bologna Ferrara Ferrara Ravenna Piacenza Piacenza Ferrara Rimini Rimini Rimini Emilia Romagna Emilia Romagna Emilia Romagna Totale Italia Totale Italia Totale Italia Variazione numero Variazione consumi complessivi Reggio E. 0,3% 5,4% Bologna 6,6% 7,1% Ferrara 6,6% Bologna 2,9% 4,9% Ferrara 6,6% 6,8% Bologna 6,4% Parma 3,6% 4,9% Reggio E. 3,1% 6,7% Piacenza 5,7% Piacenza -1,8% 4,3% Piacenza 1,7% 6,5% Ravenna 5,5% Ravenna 3,3% 4,2% Parma 6,7% 6,4% Forlì-Cesena 5,4% Forlì-Cesena 4,2% 4,2% Ravenna 6,8% 6,2% Parma 5,4% Ferrara 2,2% 3,7% Forlì-Cesena 7,7% 6,1% Reggio E. 5,3% Rimini 4,7% 3,5% Rimini 7,4% 4,6% Rimini 3,6% Modena 0,0% 2,2% Modena 3,6% 4,4% Modena 3,5% Emilia Romagna 2,0% 4,1% Emilia Romagna 5,5% 6,2% Emilia Romagna 5,3% Totale Italia 1,4% 3,1% Totale Italia 4,9% 5,1% Totale Italia 4,8% Fonte: elaborazione Prometeia su dati Unrae Panorama motoveicoli Vendite (in numero di motoveicoli) Parco circolante Bologna Bologna Rimini Parma Modena Modena Parma Rimini Reggio E Ravenna Ravenna Reggio E Forlì-Cesena Forlì-Cesena Piacenza Ferrara Ferrara Piacenza Emilia Romagna Emilia Romagna Totale Italia Totale Italia

6 Variazione vendite in numero Variazione parco circolante Forlì-Cesena -3,9% 14,7% Parma 0,2% Rimini -2,7% 6,6% Bologna -0,1% Reggio E. 2,5% 4,6% Reggio E. -0,2% Ravenna -2,1% 3,6% Forlì-Cesena -0,4% Ferrara -2,4% 0,7% Rimini -0,6% Bologna -0,3% 0,5% Piacenza -0,7% Modena 2,5% -2,5% Modena -1,0% Parma 8,4% -4,7% Ravenna -1,1% Piacenza 2,1% -7,2% Ferrara -1,5% Emilia Romagna 0,4% 1,6% Emilia Romagna -0,5% Totale Italia -1,5% 6,4% Totale Italia -0,5% Bologna Rimini Modena Bologna Rimini Piacenza Reggio E Ravenna Parma Forlì-Cesena Ravenna Parma Forlì-Cesena Reggio E Piacenza Ferrara Ferrara Modena Emilia Romagna Emilia Romagna Totale Italia Totale Italia Variazione consumi complessivi Forlì-Cesena -2,2% 22,8% Forlì-Cesena 21,9% Rimini -3,7% 11,1% Rimini 10,1% Reggio E. 6,6% 10,1% Reggio E. 8,6% Ferrara 2,9% 5,7% Ferrara 5,6% Ravenna 2,3% 5,1% Ravenna 4,4% Bologna 3,6% 3,2% Bologna 2,5% Modena 10,6% 2,0% Modena 1,1% Parma 14,0% -3,8% Parma -4,7% Piacenza 8,6% -4,5% Piacenza -5,2% Emilia Romagna 4,6% 4,9% Emilia Romagna 4,1% Totale Italia 2,4% 9,6% Totale Italia 9,2% Fonte: elaborazione Prometeia su dati Unrae e Ancma 93

7 Elettrodomestici grandi e piccoli Bologna Modena Modena Reggio E Reggio E Piacenza Parma Forlì-Cesena Forlì-Cesena Ferrara Ravenna Parma Ferrara Ravenna Rimini Bologna Piacenza Rimini Emilia Romagna Emilia Romagna Totale Italia Totale Italia Variazione consumi Piacenza 2,1% 6,0% Piacenza 5,2% Bologna 2,2% 5,2% Bologna 4,5% Ravenna 1,2% 5,2% Ravenna 4,5% Parma 2,5% 4,6% Ferrara 4,2% Forlì-Cesena 1,8% 4,6% Forlì-Cesena 3,8% Modena 4,4% 4,4% Parma 3,6% Reggio E. 4,1% 4,4% Modena 3,5% Ferrara 1,2% 4,3% Reggio E. 3,0% Rimini 1,1% 2,9% Rimini 1,9% Emilia Romagna 2,5% 4,7% Emilia Romagna 3,9% Totale Italia 2,0% 4,0% Totale Italia 3,6% Fonte: elaborazione Prometeia su dati Gfk Elettronica di consumo Bologna Modena Modena Reggio E Reggio E Piacenza Parma Bologna Ravenna Parma Forlì-Cesena Ferrara Ferrara Forlì-Cesena Piacenza Ravenna Rimini Rimini Emilia Romagna Emilia Romagna Totale Italia Totale Italia

8 Variazione consumi Piacenza -6,7% -7,6% Piacenza -8,3% Bologna -6,6% -8,4% Bologna -9,1% Ravenna -9,7% -8,6% Ravenna -9,1% Rimini -11,1% -9,0% Ferrara -9,4% Ferrara -7,9% -9,2% Rimini -9,9% Forlì-Cesena -8,2% -9,4% Forlì-Cesena -10,0% Modena -2,1% -10,1% Modena -10,9% Reggio E. -2,4% -10,2% Reggio E. -11,4% Parma -7,7% -12,7% Parma -13,5% Emilia Romagna -6,3% -9,5% Emilia Romagna -10,2% Totale Italia -7,7% -9,5% Totale Italia -9,8% Fonte: elaborazione Prometeia su dati Gfk Mobili Bologna Modena Modena Ravenna Reggio E Piacenza Parma Forlì-Cesena Ravenna Reggio E Forlì-Cesena Bologna Ferrara Rimini Rimini Ferrara Piacenza Parma Emilia Romagna Emilia Romagna Totale Italia Totale Italia Variazione consumi Bologna 0,7% 2,8% Bologna 2,1% Ravenna -1,1% 2,8% Ravenna 2,1% Rimini -1,6% 2,4% Forlì-Cesena 1,6% Forlì-Cesena -0,2% 2,3% Ferrara 1,5% Modena 2,6% 2,1% Rimini 1,4% Piacenza 0,0% 1,8% Modena 1,3% Ferrara -1,0% 1,6% Piacenza 1,1% Reggio E. 1,6% 1,6% Reggio E. 0,2% Parma -0,1% 0,5% Parma -0,5% Emilia Romagna 0,4% 2,1% Emilia Romagna 1,3% Totale Italia -0,7% 1,0% Totale Italia 0,7% Fonte: elaborazione Prometeia su dati Istat 95

9 Information technology famiglia Bologna Modena Modena Reggio E Reggio E Forlì-Cesena Parma Bologna Forlì-Cesena Parma Ravenna Ferrara Ferrara Ravenna Rimini Piacenza Piacenza Rimini Emilia Romagna Emilia Romagna Totale Italia Totale Italia Variazione consumi Bologna 0,0% -2,5% Ferrara -3,1% Ravenna -1,0% -2,9% Bologna -3,2% Ferrara -1,1% -3,0% Ravenna -3,5% Forlì-Cesena -0,6% -3,6% Forlì-Cesena -4,3% Rimini -1,5% -3,7% Rimini -4,6% Modena 0,8% -4,0% Modena -4,8% Piacenza -2,9% -4,2% Piacenza -4,9% Reggio E. 0,8% -4,8% Reggio E. -6,1% Parma -0,3% -5,4% Parma -6,3% Emilia Romagna -0,3% -3,7% Emilia Romagna -4,4% Totale Italia -4,1% -5,2% Totale Italia -5,5% Fonte: elaborazione Prometeia su dati Gfk 96

Lombardia DATI REGIONALI. Panorama economico

Lombardia DATI REGIONALI. Panorama economico Lombardia L andamento del PIL è migliore rispetto a quello delle altre regioni, il reddito per abitante aumenta e sale anche la spesa complessiva per i beni durevoli. Milano continua a detenere il primato

Dettagli

Lazio DATI REGIONALI. Panorama economico

Lazio DATI REGIONALI. Panorama economico Lazio L aumento del reddito pro capite nel 2014 è in linea con la media nazionale, ma cresce meno di quanto faccia in Italia la spesa complessiva per beni durevoli, che, sebbene sostenuta dall auto, è

Dettagli

Toscana. Dati regionali. Osservatorio dei consumi I Analisi dei mercati con focus regionali

Toscana. Dati regionali. Osservatorio dei consumi I Analisi dei mercati con focus regionali Osservatorio dei consumi I Analisi dei mercati con focus regionali Toscana Dopo una crescita molto debole nel 2011, la Toscana ha subito una fl essione del PIL di poco più contenuta della media nazionale

Dettagli

Campania. Dati regionali. Panorama economico

Campania. Dati regionali. Panorama economico Campania Nel l attività economica in Campania si è contratta in maniera ancora più marcata di quanto era accaduto l anno precedente, non beneficiando, pertanto, di quel miglioramento che, invece, si è

Dettagli

Emilia Romagna. Dati regionali. Osservatorio dei consumi I Analisi dei mercati con focus regionali

Emilia Romagna. Dati regionali. Osservatorio dei consumi I Analisi dei mercati con focus regionali Osservatorio dei consumi I Analisi dei mercati con focus regionali Emilia Romagna Tra le regioni del Nord l economia dell Emilia Romagna ha evidenziato la più ampia fl essione nel 2012, effetto della nuova

Dettagli

Analisi dei mercati con focus regionali

Analisi dei mercati con focus regionali ITALIA Analisi dei mercati con focus regionali L andamento dei consumi dei beni durevoli nelle diverse regioni italiane. 96 Lo scenario macroeconomico e l andamento dei mercati dei beni durevoli nelle

Dettagli

Anche nel Ravennate in aumento il reddito disponibile pro-capite

Anche nel Ravennate in aumento il reddito disponibile pro-capite 29 gennaio 2016 Anche nel Ravennate in aumento il reddito disponibile pro-capite via Cavour Ecco i dati dell Osservatorio di Findomestic Banca sul consumo di beni durevoli Brillante andamento della regione

Dettagli

Spesa del pubblico per Provincia

Spesa del pubblico per Provincia Spesa del pubblico per Provincia 50.000.000 a 78.000.000 45.000.000 a 49.999.999 42.000.000 a 44.999.999 40.000.000 a 41.999.999 25.000.000 a 39.999.999 20.000.000 a 24.999.999 17.000.000 a 19.999.999

Dettagli

Scenari e previsioni per la. provincia di Forlì-Cesena per il prossimo triennio. Massimo Guagnini. Forlì-Cesena 16 marzo 2009

Scenari e previsioni per la. provincia di Forlì-Cesena per il prossimo triennio. Massimo Guagnini. Forlì-Cesena 16 marzo 2009 Scenari e previsioni per la Forlì-Cesena 16 marzo 2009 rapporto sull economia della provincia di Forlì- Cesena nel 2008 provincia di Forlì-Cesena per il prossimo triennio Massimo Guagnini riservatezza

Dettagli

3. Redditi e consumi

3. Redditi e consumi Osservatorio economico,coesione sociale, legalità 3 Rapporto sulla coesione sociale nella provincia di Reggio Emilia 3. Redditi e consumi COMUNE DI REGGIO EMILIA Fonte: Istituto "G.Tagliacarne" - Roma

Dettagli

% su Valore assoluto. Valore assoluto

% su Valore assoluto. Valore assoluto Tabella 1. Patrimonio immobiliare residenziale al 31 dicembre 2015, Comuni capoluogo, altri comuni e ripartizioni sui totali di colonna e complessivo. Emilia-Romagna, Province. % su % su % su Valore assoluto

Dettagli

Strutture familiari, comportamento riproduttivo e natalità in Emilia Romagna. 14 marzo 2011

Strutture familiari, comportamento riproduttivo e natalità in Emilia Romagna. 14 marzo 2011 Strutture familiari, comportamento riproduttivo e natalità in Emilia Romagna. 14 marzo 2011 Il comportamento riproduttivo: dati per contemporanei In questa prima parte del seminario si propongono informazioni

Dettagli

I MIGLIORI E I PEGGIORI

I MIGLIORI E I PEGGIORI NOTE STAMPA UN TERMOMETRO MISURA LA FEBBRE ALLA FINANZA LOCALE IN EMILIA ROMAGNA CNA PRESENTA UNO STUDIO SULL EFFICIENZA FINANZIARIA DEI COMUNI DELLA REGIONE BOLOGNA 7 MAGGIO 2013 Il Termometro fornisce

Dettagli

DELLE ESPORTAZIONI. La provincia di Modena ha esportato merci per 10,7 miliardi, con un aumento del 2,6%

DELLE ESPORTAZIONI. La provincia di Modena ha esportato merci per 10,7 miliardi, con un aumento del 2,6% indicatori 35 In positivo indicatori il bilancio DELLE ESPORTAZIONI 2013 La provincia di ha esportato merci per 10,7 miliardi, con un aumento del 2,6% MAURA MONARI Sia Prometeia sia il Bollettino Economico

Dettagli

Utenti di veicoli a 2Ruote coinvolti in incidente stradale per localizzazione e conseguenza dell incidente Anno 2012

Utenti di veicoli a 2Ruote coinvolti in incidente stradale per localizzazione e conseguenza dell incidente Anno 2012 Utenti di veicoli a 2Ruote coinvolti in incidente stradale per localizzazione e conseguenza dell incidente Anno 2012 Motociclisti Ciclisti Conducenti e passeggeri di Ciclomotori Localizzazione 2012 2012

Dettagli

FONDAZIONE CARIPARMA. Espr.it. la comunità genera nuovo welfare. Alcuni dati sulla provincia di Parma ECONOMIA

FONDAZIONE CARIPARMA. Espr.it. la comunità genera nuovo welfare. Alcuni dati sulla provincia di Parma ECONOMIA FONDAZIONE CARIPARMA Espr.it la comunità genera nuovo welfare Alcuni dati sulla provincia di Parma ECONOMIA 1 INDICATORI DI BENESSERE 2 PIL PRO CAPITE/1 Trend 2000-2011 Analisi comparativa Le cifre sono

Dettagli

CONFRONTI DELLA DISTRIBUZIONE GROCERY IN REGIONE EMILIA-ROMAGNA CON ALTRE REGIONI E ALTRE NAZIONI EUROPEE

CONFRONTI DELLA DISTRIBUZIONE GROCERY IN REGIONE EMILIA-ROMAGNA CON ALTRE REGIONI E ALTRE NAZIONI EUROPEE Osservatorio regionale del commercio CONFRONTI DELLA DISTRIBUZIONE GROCERY IN REGIONE EMILIA-ROMAGNA CON ALTRE REGIONI E ALTRE NAZIONI EUROPEE Aprile 2015 Andamento della rete al dettaglio alimentare e

Dettagli

Case, indice dei prezzi ancora su a novembre

Case, indice dei prezzi ancora su a novembre Case, indice dei prezzi ancora su a novembre Lieve rialzo (+0,1%) per le case di seconda mano in Italia, il prezzo medio si attesta a 2.000 euro/m 2 La caduta accumulata dal mattone italiano è del 3,5%

Dettagli

Le dinamiche economiche provinciali nel Dott. Silvio Di Lorenzo Presidente Camera di Commercio di Chieti

Le dinamiche economiche provinciali nel Dott. Silvio Di Lorenzo Presidente Camera di Commercio di Chieti Le dinamiche economiche provinciali nel 2010 Dott. Silvio Di Lorenzo Presidente Camera di Commercio di Chieti Analisi dell andamento dell economia economia provinciale, attraverso i principali indicatori

Dettagli

I prezzi delle case italiane aumentano dello 0,3% a gennaio, ma calano a Roma

I prezzi delle case italiane aumentano dello 0,3% a gennaio, ma calano a Roma I prezzi delle case italiane aumentano dello 0,3% a gennaio, ma calano a Roma Dopo la modesta accelerazione di gennaio, il prezzo medio delle case di seconda mano si attesta a 1.979 euro/m 2 Rispetto allo

Dettagli

Case, prezzi in recupero (+0,5%) a febbraio

Case, prezzi in recupero (+0,5%) a febbraio Case, prezzi in recupero (+0,5%) a febbraio A gennaio e febbraio i prezzi delle case in Italia recuperano un po di terreno, attestandosi a 1.989 euro/m 2 Rispetto allo scorso anno la caduta dei valori

Dettagli

Distribuzione di Internet a livello generale (persone fisiche e giuridiche italiane e straniere): Ranking Regioni Numero domini registrati

Distribuzione di Internet a livello generale (persone fisiche e giuridiche italiane e straniere): Ranking Regioni Numero domini registrati Generale Anche per il 2009 la regione Trentino Alto Adige risulta essere la prima in termini di tasso di (numero dei domini rapportati alla popolazione). Distribuzione di Internet a livello generale (persone

Dettagli

Le dinamiche della mobilità in Emilia Romagna: tendenze e comparazioni

Le dinamiche della mobilità in Emilia Romagna: tendenze e comparazioni Verso il il nuovo PRIT: tra bilanci e prospettive Le dinamiche della mobilità in Emilia Romagna: tendenze e comparazioni Carlo Carminucci ccarminucci@isfort.it Bologna, 8 febbraio 2010 Sommario 1. La mobilità

Dettagli

Il parco veicolare a Bologna. Dati al

Il parco veicolare a Bologna. Dati al Il parco veicolare a Bologna Dati al 31.12.215 Novembre 216 Capo Area Programmazione Controlli e Statistica: Gianluigi Bovini Dirigente U.I. Ufficio Comunale di Statistica: Franco Chiarini Redazione a

Dettagli

DITRIBUZIONE SU TERRITORIO ADERENTI AL FONDO PENSIONE FON.TE.

DITRIBUZIONE SU TERRITORIO ADERENTI AL FONDO PENSIONE FON.TE. DITRIBUZIONE SU TERRITORIO ADERENTI AL FONDO PENSIONE FON.TE. Aggiornamento al 15/10/2016 INDICE DISTRIBUZIONE ADERENTI AREA NAZIONALE... 2 DISTRIBUZIONE AREA CENTRO... 3 DISTRIBUZIONE LAZIO... 5 DISTRIBUZIONE

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI - ALLEGATO A DISTRIBUZIONE TERRITORIALE DEI PUNTI DI VENDITA DI GIOCO IPPICO

CAPITOLATO D ONERI - ALLEGATO A DISTRIBUZIONE TERRITORIALE DEI PUNTI DI VENDITA DI GIOCO IPPICO CAPITOLATO D ONERI - ALLEGATO A DISTRIBUZIONE TERRITORIALE DEI PUNTI DI VENDITA DI GIOCO IPPICO Procedura di selezione per l affidamento in concessione dell esercizio dei giochi pubblici di cui all articolo

Dettagli

CASA.IT : Nota Congiunturale Mercato immobiliare residenziale

CASA.IT : Nota Congiunturale Mercato immobiliare residenziale CASA.IT : Nota Congiunturale Mercato immobiliare residenziale A cura del Centro Studi di Casa.it Maggio 2013 OVERVIEW: Highlights Alla fine del 2012 gli scambi di abitazioni in Italia hanno fatto registrare

Dettagli

RIEPILOGO INDICATORI MARCHE : CONTI ECONOMICI TERRITORIALI

RIEPILOGO INDICATORI MARCHE : CONTI ECONOMICI TERRITORIALI RIEPILOGO INDICATORI MARCHE : CONTI ECONOMICI TERRITORIALI Ottobre 2008 Conti economici territoriali Anno 2008 I dati resi noti dall ISTAT relativamente ai principali aggregati dei conti economici regionali

Dettagli

Figura 39 Distribuzione della popolazione al 2002 sul territorio regionale. Fonte: Istat. Densità abitativa. ab per kmq

Figura 39 Distribuzione della popolazione al 2002 sul territorio regionale. Fonte: Istat. Densità abitativa. ab per kmq 4 DEMOGRAFIA 4.1 DISTRIBUZIONE DELLA POPOLAZIONE Dalle tabelle sotto riportate si vede innanzitutto come le province numericamente più piccole sono quelle di Piacenza e : nel caso di ciò è dovuto alla

Dettagli

Le rapine in banca in Italia. e nelle province dell Emilia-Romagna. tra il 1984 e il 2006

Le rapine in banca in Italia. e nelle province dell Emilia-Romagna. tra il 1984 e il 2006 Le rapine in banca in Italia e nelle province dell Emilia-Romagna tra il 1984 e il 26 Appunti di lavoro a partire dalle statistiche della delittuosità (Istat e Ministero dell Interno) Documento diffuso

Dettagli

Province: soglie per n. di abitanti (tab. suddivisione per Regioni)

Province: soglie per n. di abitanti (tab. suddivisione per Regioni) Province: soglie per n. di abitanti (tab. suddivisione per Regioni) In neretto i capoluogo di Regione Provincia Residenti Superficie (kmq) Numero. Comuni 1 Roma (Lazio) 4.194.068 5.352 121 2 Milano (Lombardia)

Dettagli

ANALISI A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE TERRITORIALI DELLA UIL

ANALISI A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE TERRITORIALI DELLA UIL ANALISI A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE TERRITORIALI DELLA UIL ADDIZIONALI COMUNALI: QUEST ANNO GIA IL 31,2% DEI COMUNI HA AUMENTATO L ALIQUOTA TRA CUI MILANO, VENEZIA, NAPOLI PER L COMUNALE SI PAGHERANNO,

Dettagli

I SERVIZI A BANDA LARGA in EMILIA-ROMAGNA. giugno 2012 v.1

I SERVIZI A BANDA LARGA in EMILIA-ROMAGNA. giugno 2012 v.1 I SERVIZI A BANDA LARGA in EMILIA-ROMAGNA giugno 2012 v.1 su rete fissa > 2Mb/s Media regionale 89,58% su rete fissa > 2Mb/s, espressa in % della popolazione Situazione stimata a giugno 2012 Fonte: dati

Dettagli

Il Turismo nelle Città d Arte e nei Borghi dell Emilia Romagna. Alessandro Tortelli Direttore CST Firenze

Il Turismo nelle Città d Arte e nei Borghi dell Emilia Romagna. Alessandro Tortelli Direttore CST Firenze Il Turismo nelle Città d Arte e nei Borghi dell Emilia Romagna Alessandro Tortelli Direttore CST Firenze IL TURISMO IN ITALIA E IN EMILIA ROMAGNA: "i numeri del 2016" ITALIA EMILIA -ROMAGNA Anno 2016 Δ

Dettagli

LA SPESA FARMACEUTICA NEL 2015

LA SPESA FARMACEUTICA NEL 2015 Pagina 1 FEDERFARMA LA SPESA FARMACEUTICA NEL 2015 Sommario: In rilievo: Mercato italiano p. 1 Dati nazionali p. 6 Dati regionali: Piemonte p. 10 Liguria p. 11 Valle d Aosta p. 12 Lombardia p. 13 Veneto

Dettagli

CONFRONTI DELLA DISTRIBUZIONE GROCERY IN REGIONE EMILIA-ROMAGNA CON ALTRE REGIONI E ALTRE NAZIONI EUROPEE

CONFRONTI DELLA DISTRIBUZIONE GROCERY IN REGIONE EMILIA-ROMAGNA CON ALTRE REGIONI E ALTRE NAZIONI EUROPEE Osservatorio regionale del commercio CONFRONTI DELLA DISTRIBUZIONE GROCERY IN REGIONE EMILIA-ROMAGNA CON ALTRE REGIONI E ALTRE NAZIONI EUROPEE GENNAIO 2013 Osservatorio Commercio N IT 231513 Confronti

Dettagli

Tassi di occupazione, disoccupazione e attività. Un confronto territoriale, di genere e di cittadinanza

Tassi di occupazione, disoccupazione e attività. Un confronto territoriale, di genere e di cittadinanza COMUNE DI Tassi di occupazione, disoccupazione e attività. Un confronto territoriale, di genere e di cittadinanza a cura di Francesca Mattioli e Matteo Rinaldini Università di Modena e Reggio Emilia COMUNE

Dettagli

L ATTUALE QUADRO ECONOMICO 1

L ATTUALE QUADRO ECONOMICO 1 + 0,3% PIL (Fonte Istat) L ATTUALE QUADRO ECONOMICO 1 L Istat non ha ancora diffuso i dati regionali sul PIL 2015. L incremento dello 0,3% del PIL abruzzese nel 2015 è un dato Prometeia diffuso dal Cresa.

Dettagli

Affitti, i canoni in aumento dell 1,2% nel primo trimestre

Affitti, i canoni in aumento dell 1,2% nel primo trimestre Affitti, i canoni in aumento dell 1,2% nel primo trimestre Il prezzo medio di un affitto in Italia si attesta a 8,5 euro mensili, richieste stabili da un anno a questa parte La domanda di immobili in locazione

Dettagli

Inquadramento dei temi chiave del progetto Life WATACLIC Acqua ed energia

Inquadramento dei temi chiave del progetto Life WATACLIC Acqua ed energia DICAM Dipartimento di ingegneria civile, ambientale e dei materiali Inquadramento dei temi chiave del progetto Life WATACLIC Acqua ed energia Sandro Artina Le risorse idriche rivestono un ruolo vitale

Dettagli

Case: cresce l interesse, prezzi verso la stabilizzazione. Ad agosto -0,4%

Case: cresce l interesse, prezzi verso la stabilizzazione. Ad agosto -0,4% Case: cresce l interesse, prezzi verso la stabilizzazione. Ad agosto -0,4% Triplicate le richieste di persone interessate all acquisto di un abitazione Il prezzo medio delle case in Italia ora è di 1.931

Dettagli

Il settore RESIDENZIALE

Il settore RESIDENZIALE 3.4 EMILIA ROMAGNA scheda regionale La regione Emilia Romagna segue sostanzialmente il trend nazionale: nel corso del quinquennio, all incremento costante in termini di stock non si riscontra una corrispondente

Dettagli

Ufficio Studi. Il Valore Aggiunto: dati e analisi per ripartizioni geografiche e attività economiche

Ufficio Studi. Il Valore Aggiunto: dati e analisi per ripartizioni geografiche e attività economiche Ufficio Studi Il Valore Aggiunto: dati e analisi per ripartizioni geografiche e attività economiche Il Valore Aggiunto: dati e analisi per ripartizioni geografiche e attività economiche Il report è stato

Dettagli

DIFFERENZE REGIONALI NELLA SPESA TERRITORIALE E NEL CONSUMO DEI FARMACI NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2012

DIFFERENZE REGIONALI NELLA SPESA TERRITORIALE E NEL CONSUMO DEI FARMACI NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2012 DIFFERENZE REGIONALI NELLA SPESA TERRITORIALE E NEL CONSUMO DEI FARMACI NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2012 In calo la spesa farmaceutica convenzionata in tutte le Regioni italiane, le maggiori riduzioni si registrano

Dettagli

Il censimento della popolazione straniera

Il censimento della popolazione straniera 19 dicembre 2012 Il censimento della popolazione straniera Nel corso dell ultimo decennio la popolazione straniera residente in Italia è triplicata: da poco più di 1 milione e 300 mila persone nel 2001

Dettagli

FONDAZIONE NAZIONALE DEI COMMERCIALISTI

FONDAZIONE NAZIONALE DEI COMMERCIALISTI RAPPORTO 2016. Nel 2015 gli Iscritti all Albo sono in crescita (+1%), mentre i redditi medi (dichiarazioni 2015, anno d imposta 2014) sono in calo dell 1,9% a fronte di una crescita del Pil nominale nel

Dettagli

GLI ITALIANI E I FARMACI RAPPORTO AIFA SULL USO DEI FARMACI NEI PRIMI 9 MESI DEL 2012 SINTESI

GLI ITALIANI E I FARMACI RAPPORTO AIFA SULL USO DEI FARMACI NEI PRIMI 9 MESI DEL 2012 SINTESI GLI ITALIANI E I FARMACI RAPPORTO AIFA SULL USO DEI FARMACI NEI PRIMI 9 MESI DEL 2012 SINTESI Nei primi nove mesi del 2012 ogni italiano ha acquistato in media 22 confezioni di medicinali Restano invariati

Dettagli

B1 PIL PRO CAPITE E PRODUTTIVITÀ: LA POSIZIONE DEL NORD EST RISPETTO ALL ITALIA

B1 PIL PRO CAPITE E PRODUTTIVITÀ: LA POSIZIONE DEL NORD EST RISPETTO ALL ITALIA B1 PIL PRO CAPITE E PRODUTTIVITÀ: LA POSIZIONE DEL NORD EST RISPETTO ALL ITALIA Il pil pro capite del Nord Est supera quello nazionale del 16% (2009). Il pil pro capite è un importante indicatore sintetico

Dettagli

APPENDICE 1 DETTAGLIO PRODUZIONE E RD DEI RIFIUTI URBANI

APPENDICE 1 DETTAGLIO PRODUZIONE E RD DEI RIFIUTI URBANI APPENDICE 1 - DETTAGLIO PRODUZIONE E RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI URBANI APPENDICE 1 DETTAGLIO PRODUZIONE E RD DEI RIFIUTI URBANI APPENDICE 1 DETTAGLIO PRODUZIONE E RD DEI RIFIUTI URBANI I dati riportati

Dettagli

Tabelle di ripartizione della dotazione organica del personale non dirigenziale tra le strutture territoriali doganali

Tabelle di ripartizione della dotazione organica del personale non dirigenziale tra le strutture territoriali doganali Direzioni Direzione interregionale per la Campania e la Calabria 5 318 509 832 Direzione interregionale per l Emilia Romagna e le Marche 5 310 510 825 Direzione interregionale per il Lazio e l Abruzzo

Dettagli

INDICATORI DI DISAGIO ECONOMICO SOCIALE

INDICATORI DI DISAGIO ECONOMICO SOCIALE INDICATORI DI DISAGIO ECONOMICO SOCIALE DISAGIO ECONOMICO: LE REGIONI PIU COLPITE Chi ha il punteggio più alto è stato meno colpito. Dato medio ITALIA = 100 DISAGIO ECONOMICO POSIZIONE REGIONI (punteggio

Dettagli

I bilanci delle Regioni. Lombardia e Nord Italia Anno 2012

I bilanci delle Regioni. Lombardia e Nord Italia Anno 2012 Statistiche Flash N 10 / 3 novembre 2014 I bilanci delle Regioni. e Nord Italia Anno 2012 A cura di: Elena Carniti e Antonio Dal Bianco Numero chiuso il: 3 novembre 2014 I bilanci consuntivi provvisori

Dettagli

Le aziende IT in Emilia Romagna Il contributo per l innovazione in Regione

Le aziende IT in Emilia Romagna Il contributo per l innovazione in Regione Modena, 24 Gennaio 2012 Le aziende IT in Emilia Romagna Il contributo per l innovazione in Regione Giancarlo Capitani Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Lo scenario regionale: un confronto

Dettagli

Ruolo economico del settore farmaceutico e della spesa farmaceutica

Ruolo economico del settore farmaceutico e della spesa farmaceutica centro stam Ruolo economico del settore farmaceutico e della spesa farmaceutica REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Assessore regionale alle finanze, patrimonio e programmazione Direzione centrale finanze,

Dettagli

LA DINAMICA TERRITORIALE DEL COSTO DELLA VITA

LA DINAMICA TERRITORIALE DEL COSTO DELLA VITA LA DINAMICA TERRITORIALE DEL COSTO DELLA VITA Ufficio Studi Roma, 16 settembre 2009 Premessa La dinamica dei prezzi è costantemente all attenzione dell opinione pubblica per le tante implicazioni, sociali

Dettagli

Il divario Nord-Sud. di Gianfranco Viesti (Università di Bari) FSP, Bologna 29 marzo 2009

Il divario Nord-Sud. di Gianfranco Viesti (Università di Bari) FSP, Bologna 29 marzo 2009 Il divario Nord-Sud di Gianfranco Viesti (Università di Bari) FSP, Bologna 29 marzo 2009 IL DIVARIO DI REDDITO Fonte: Daniele V, Malanima,P. 2007 Fonte: Daniele V, Malanima,P. 2007 PIL pro capite nelle

Dettagli

Rapporto Economia Provinciale Analisi per Cluster

Rapporto Economia Provinciale Analisi per Cluster Rapporto Economia Provinciale 2008 271 Analisi per Cluster Analisi per Cluster 273 Quadro generale Per trarre qualche informazione dall andamento degli indicatori economici che ormai da sei anni vengono

Dettagli

TASSE E TARIFFE LOCALI: 58,7 MILIARDI DI EURO (PIU 6% DAL 2012 AL 2014)

TASSE E TARIFFE LOCALI: 58,7 MILIARDI DI EURO (PIU 6% DAL 2012 AL 2014) TASSE E TARIFFE LOCALI: 58,7 MILIARDI DI EURO (PIU 6% DAL 2012 AL 2014) TRA ADDIZIONALI IRPEF, IMU, TASI, TARIFFE RIFIUTI, BOLLO AUTO IMPOSTA RC AUTO NEL 2014 UN ESBORSO DI 966 EURO MEDI PRO CAPITE TRA

Dettagli

Stranieri a Reggio Emilia. Rapporto 2007 (dati al al ) Assessore alla Solidarietà Servizio Sanità e Servizi Sociali

Stranieri a Reggio Emilia. Rapporto 2007 (dati al al ) Assessore alla Solidarietà Servizio Sanità e Servizi Sociali Assessore alla Solidarietà Servizio Sanità e Servizi Sociali Stranieri a Reggio Emilia Rapporto 2007 (dati al al 31.12.2006) a cura cura di di Daniela Daniela Casoli Casoli Provincia di Reggio Emilia Osservatorio

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Garante per la sorveglianza dei prezzi Con il supporto del Dipartimento per la Regolazione del Mercato Direzione Generale per la Concorrenza e i Consumatori UfficioV

Dettagli

Ristorante/trattoria pizza o due piatti 18,80 mese. Infra -settimanale almeno 3 volte a settimana

Ristorante/trattoria pizza o due piatti 18,80 mese. Infra -settimanale almeno 3 volte a settimana APPROFONDIMENTI IL FOCUS SULLA LOMBARDIA LOMBARDIA Consumatori Luoghi Prodotti Spesa media (euro) Colazione 800mila ogni giorno Bar caffè Bar pasticcerie 73,8%Una bevanda (caffè, latte, cappuccino, tè)

Dettagli

Le tendenze dell inflazione a Bologna nel Marzo 2013

Le tendenze dell inflazione a Bologna nel Marzo 2013 Le tendenze dell inflazione a Bologna nel 2012 Marzo 2013 Glossario Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione a cura di: Paola Ventura Recessione

Dettagli

Il turismo nelle città d arte dell Emilia Romagna Anno 2015 SINTESI DEL RAPPORTO. Centro Studi Turistici di Firenze 1

Il turismo nelle città d arte dell Emilia Romagna Anno 2015 SINTESI DEL RAPPORTO. Centro Studi Turistici di Firenze 1 Il turismo nelle città d arte dell Emilia Romagna Anno 2015 SINTESI DEL RAPPORTO Centro Studi Turistici di Firenze 1 1. La stagione turistica 2015 in Italia e in Emilia Romagna Il 2015 è stato un anno

Dettagli

FIGURA 1 ESPORTAZIONI PER MACROAREA DATI TRIMESTRALI (variazioni percentuali rispetto all anno precedente)

FIGURA 1 ESPORTAZIONI PER MACROAREA DATI TRIMESTRALI (variazioni percentuali rispetto all anno precedente) Le esportazioni delle regioni italiane estre 3 13/6/3 CONGIUNTURA TERRITORIALE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE I Trimestre 3 Giugno 3 La dinamica delle esportazioni in valore nel estre 3 registra un

Dettagli

Le nuove imprese vincenti: le leve strategiche per tornare a crescere. Stefania Trenti Direzione Studi e Ricerche

Le nuove imprese vincenti: le leve strategiche per tornare a crescere. Stefania Trenti Direzione Studi e Ricerche Le nuove imprese vincenti: le leve strategiche per tornare a crescere Stefania Trenti Direzione Studi e Ricerche Casale Monferrato, 8 giugno 2016 1 Premessa 2 I nuovi protagonisti della crescita 3 Focus

Dettagli

Infrastruttura telematica: visione d insieme Mauro Nanni

Infrastruttura telematica: visione d insieme Mauro Nanni Infrastruttura telematica: visione d insieme Mauro Nanni Si sono fin qui presi in considerazione i singoli elementi che costituiscono l infrastruttura telematica delle scuole. Per utilizzare in modo semplice

Dettagli

CAPITOLO 3 I LAVORATORI SVANTAGGIATI

CAPITOLO 3 I LAVORATORI SVANTAGGIATI CAPITOLO 3 I LAVORATORI SVANTAGGIATI 3 I LAVORATORI SVANTAGGIATI Esaminiamo in questo capitolo l evoluzione più recente del mercato del lavoro emiliano romagnolo e, più in generale, dell intera economia

Dettagli

Prof. Alberto Brambilla. Dott. Paolo Novati. 27 giugno 2017, Milano

Prof. Alberto Brambilla. Dott. Paolo Novati. 27 giugno 2017, Milano APPROFONDIMENTI 2017 DICHIARAZIONE DEI REDDITI AI FINI IRPEF anno 2015 per IMPORTI, TIPOLOGIA DI CONTRIBUENTI E TERRITORI e ANALISI IRAP (4 edizione) Prof. Alberto Brambilla Presidente Centro Studi e Ricerche

Dettagli

Le regioni a confronto

Le regioni a confronto Il racconto, il confronto 2003 Il all apertura del nuovo millennio: struttura dinamica struttura e dinamica 2003 Il all apertura del nuovo millennio: benchmarking europeo struttura benchmarking e dinamica

Dettagli

Analisi Semestrale: le Spese degli Italiani con Carta di Credito

Analisi Semestrale: le Spese degli Italiani con Carta di Credito Analisi Semestrale: le Spese degli Italiani con Carta di Credito Gennaio-giugno 2012 Marketing CartaSi 1 Un semestre impulsivo Sei mesi in altalena con lo sguardo all Europa Nel primo semestre 2012 gli

Dettagli

Case, mercato a due velocità nel 2016: su le compravendite, ma prezzi calano del 3,9%

Case, mercato a due velocità nel 2016: su le compravendite, ma prezzi calano del 3,9% Case, mercato a due velocità nel 2016: su le compravendite, ma prezzi calano del 3,9% Ora il prezzo medio delle abitazioni in Italia è di 1.896 euro/m² Ribassi annuali in tutte le regioni eccetto la Valle

Dettagli

Edifici e abitazioni

Edifici e abitazioni 11 agosto 2014 Edifici e abitazioni L Istat diffonde oggi nuovi dati definitivi sugli edifici. Il censimento degli edifici è avvenuto nel 2011 con modalità e tecnologie profondamente rinnovate rispetto

Dettagli

IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL I TRIMESTRE 2012

IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL I TRIMESTRE 2012 IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL I TRIMESTRE 212 Nei primi tre mesi del 212 il valore delle esportazioni italiane di merci è aumentato del 5,5 per cento rispetto allo stesso periodo del 211 per un totale

Dettagli

Il divario nord-sud. Marco Fortis, Fondazione Edison

Il divario nord-sud. Marco Fortis, Fondazione Edison Il divario nord-sud di Marco Fortis, Fondazione Edison Documento realizzato in occasione della tavola rotonda I punti di forza e di debolezza dell Italia Progetto Interesse Nazionale Con il contributo

Dettagli

SCHEDA 1 - POPOLAZIONE, CARATTERISTICHE E DINAMICHE DEMOGRAFICHE

SCHEDA 1 - POPOLAZIONE, CARATTERISTICHE E DINAMICHE DEMOGRAFICHE SCHEDA 1 - POPOLAZIONE, CARATTERISTICHE E DINAMICHE DEMOGRAFICHE 1.1 - Popolazione residente 2006 migl. 320 20.756 59.131 Popolazione residente 2005 migl. 321 20.760 58.752 2005-2006 Var -0,3 0,6 Densità

Dettagli

SCHEDA 1 - POPOLAZIONE, CARATTERISTICHE E DINAMICHE DEMOGRAFICHE

SCHEDA 1 - POPOLAZIONE, CARATTERISTICHE E DINAMICHE DEMOGRAFICHE SCHEDA 1 - POPOLAZIONE, CARATTERISTICHE E DINAMICHE DEMOGRAFICHE 1.1 - Popolazione residente 2006 migl. 5.493 11.541 59.131 Popolazione residente 2005 migl. 5.305 11.321 58.752 2005-2006 Var 3,6 1,9 0,6

Dettagli

SCHEDA 1 - POPOLAZIONE, CARATTERISTICHE E DINAMICHE DEMOGRAFICHE

SCHEDA 1 - POPOLAZIONE, CARATTERISTICHE E DINAMICHE DEMOGRAFICHE SCHEDA 1 - POPOLAZIONE, CARATTERISTICHE E DINAMICHE DEMOGRAFICHE 1.1 - Popolazione residente 2006 migl. 1.608 15.631 59.131 Popolazione residente 2005 migl. 1.610 15.551 58.752 2005-2006 Var -0,1 0,5 0,6

Dettagli

4 PRINCIPALI DATI STATISTICI 4.1 DEMOGRAFIA E DENSITÀ SUPERFICIE E DENSITÀ ANDAMENTO DEMOGRAFICO DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE 5

4 PRINCIPALI DATI STATISTICI 4.1 DEMOGRAFIA E DENSITÀ SUPERFICIE E DENSITÀ ANDAMENTO DEMOGRAFICO DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE 5 4 PRINCIPALI DATI STATISTICI 4.1 DEMOGRAFIA E DENSITÀ 4.1.1 SUPERFICIE E DENSITÀ L insieme delle tre province occidentali si estende su una superficie territoriale di circa 8500 Kmq con 1,8 milioni di

Dettagli

I primati di Bologna nel mercato del lavoro nel 2007

I primati di Bologna nel mercato del lavoro nel 2007 I primati di nel mercato del lavoro nel 2007 Maggio 2008 Direttore: Gianluigi Bovini Coordinamento tecnico: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Mappe tematiche: Fabrizio Dell Atti Le elaborazioni

Dettagli

Case, crollano i prezzi dell usato: -2,1% a luglio.

Case, crollano i prezzi dell usato: -2,1% a luglio. Case, crollano i prezzi dell usato: -2,1% a luglio. Con questo calo le case toccano i 2.006 euro/m 2 Soffrono anche i grandi mercati cittadini, primi fra tutti Napoli (-3,9%) e Roma (-3%). Giù anche a

Dettagli

Nel 2016 tengono i canoni di locazione

Nel 2016 tengono i canoni di locazione Nel 2016 tengono i canoni di locazione Il prezzo medio di un affitto in Italia si attesta a 8,4 euro, lo stesso valore di un anno fa Differenze marcate da mercato a mercato: canoni su a Firenze (9,1%),

Dettagli

IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO. Indagine a cura dell Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva

IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO. Indagine a cura dell Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO Indagine a cura dell Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva Aprile 2012 1 La spesa per gli utenti domestici del servizio idrico integrato 1 L indagine svolta dall

Dettagli

Nota di commento ai dati sulla spesa nella Ricerca e Sviluppo e sull innovazione nelle imprese

Nota di commento ai dati sulla spesa nella Ricerca e Sviluppo e sull innovazione nelle imprese Nota di commento ai dati sulla spesa nella Ricerca e Sviluppo e sull innovazione nelle imprese Fonte: Istat Ricerca e Sviluppo in Italia (anno 2014) Le rilevazioni sulla Ricerca e lo sviluppo sperimentale,

Dettagli

La popolazione toscana al 1 gennaio marzo 2014

La popolazione toscana al 1 gennaio marzo 2014 La popolazione toscana al 1 gennaio 2013 marzo 2014 Il contesto nazionale La popolazione residente in Italia nell ultimo decennio è cresciuta sensibilmente. Complessivamente la variazione è stata pari

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Domande inoltrate dalle Famiglie con intermediazione delle scuole

COMUNICATO STAMPA. Domande inoltrate dalle Famiglie con intermediazione delle scuole Bologna, 18 Febbraio 2015 COMUNICATO STAMPA ISCRIZIONE ALUNNI IN REGIONE: PERVENUTE OLTRE 112 MILA DOMANDE OLTRE l 80% DELLE FAMIGLIE HA USUFRUITO DELLA PROCEDURA DI ISCRIZIONE ON LINE DISPONIBILI DA OGGI

Dettagli

IL PASSO LENTO DELLA RIPRESA ITALIANA

IL PASSO LENTO DELLA RIPRESA ITALIANA LE DINAMICHE ECONOMICHE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA Presentazione a cura di Corrado Martone Area Studi e Ricerche - Istituto G. Tagliacarne IL PASSO LENTO DELLA RIPRESA ITALIANA I condizionamenti esogeni

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione GOMMA E MATERIE PLASTICHE Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore della gomma e della plastica; come misura dell

Dettagli

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato 23/ novembre 2009

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato 23/ novembre 2009 Elaborazione flash Ufficio Studi Confartigianato 23/2009 3 novembre 2009 L imprenditoria femminile artigiana sul territorio 6 Osservatorio Confartigianato Donne Impresa In questa nota proponiamo le tabelle

Dettagli

ADDIZIONALI REGIONALI IRPEF

ADDIZIONALI REGIONALI IRPEF ADDIZIONALI REGIONALI IRPEF NEL 2015 BUSTE PAGA PIU LEGGERE 5,1 MILIONI DI CONTRIBUENTI UN AUMENTO MEDIO DEL 7,5% TRA IL 2013 ED IL 2015 (3,2% NELL ULTIMO ANNO), CON PUNTE DEL 48,1% NEL LAZIO, DEL 30,8%

Dettagli

IL DISTRETTO, LE BANCHE E LE IMPRESE Commercio, retail e credito al consumo. 22 Novembre 2006

IL DISTRETTO, LE BANCHE E LE IMPRESE Commercio, retail e credito al consumo. 22 Novembre 2006 Camera di Commercio Biella ABI Regione Piemonte IL DISTRETTO, LE BANCHE E LE IMPRESE Commercio, retail e credito al consumo IL CREDITO AL CONSUMO IN ESSERE Banca d Italia milioni Euro 8 7 6 5 4 3 2 1 1984

Dettagli

L Umbria nel contesto nazionale

L Umbria nel contesto nazionale La distribuzione commerciale in Umbria L Umbria nel contesto nazionale Perugia, 17 luglio 2013 Enza Galluzzo Fonti dei dati L Osservatorio Nazionale del Commercio (ONC) costituisce da anni una fonte importante

Dettagli

Guida agli archivi della Resistenza a cura di ANDREA TORRE

Guida agli archivi della Resistenza a cura di ANDREA TORRE Guida agli archivi della Resistenza a cura di ANDREA TORRE INDICE Introduzione, di Gianni Perona 13 Nota tecnica, di Andrea Torre 16 Tavola delle sigle 23 Istituto nazionale per la storia del movimento

Dettagli

NORD EST CAMPIONE DI RACCOLTA DIFFERENZIATA

NORD EST CAMPIONE DI RACCOLTA DIFFERENZIATA NORD EST CAMPIONE DI RACCOLTA DIFFERENZIATA TREVISO, ROVIGO E PORDENONE LE PROVINCE PIÙ VIRTUOSE CON OLTRE IL 65% DI RACCOLTA DIFFERENZIATA MA L ITALIA NON HA ANCORA RAGGIUNTO L OBIETTIVO DEL 35% ENTRO

Dettagli

IL MERCATO IMMOBILIARE NON RESIDENZIALE NEL 2015

IL MERCATO IMMOBILIARE NON RESIDENZIALE NEL 2015 0 IL MERCATO IMMOBILIARE NON RESIDENZIALE NEL 2015 A cura del Centro Studi Ance Toscana INDICE 1 1. Uffici 2. Negozi e centri commerciali 3. Capannoni A differenza del mercato residenziale quello non residenziale

Dettagli

2010 MEDIA* 2010 CLASSIFICA

2010 MEDIA* 2010 CLASSIFICA Regioni, Province e Comuni Capoluogo di Provincia: il rating OSSERVATORIO DONNE NELLA PA R OMA, FORUM PA I Comuni Capoluogo: confronto / Tabella 1 i Comuni Capoluogo ELEZIONI COMUNE DONNE MEDIA* DONNE

Dettagli

LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE AL 1 GENNAIO 2007 IN ITALIA ED A FAENZA UN CONFRONTO

LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE AL 1 GENNAIO 2007 IN ITALIA ED A FAENZA UN CONFRONTO COMUNE DI FAENZA SETTORE SVILUPPO ECONOMICO Servizio Aziende e Partecipazioni comunali LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE AL 1 GENNAIO 2007 IN ITALIA ED A FAENZA UN CONFRONTO Edizione 1/ST/st/01.12.2007

Dettagli

ADDIZIONALI REGIONALI IRPEF a cura del Servizio Politiche Territoriali della UIL

ADDIZIONALI REGIONALI IRPEF a cura del Servizio Politiche Territoriali della UIL ADDIZIONALI REGIONALI IRPEF a cura del Servizio Politiche Territoriali della UIL ADDIZIONALI REGIONALI IRPEF: NEL 2014 BUSTE PAGA PIÚ LEGGERE DI 58 EURO MEDI PER 7,2 MILIONI DI CONTRIBUENTI UN AUMENTO

Dettagli

Sintesi indagine dell Osservatorio periodico sulla fiscalità locale della UIL - Servizio Politiche Territoriali (15 giugno 2012)

Sintesi indagine dell Osservatorio periodico sulla fiscalità locale della UIL - Servizio Politiche Territoriali (15 giugno 2012) Sintesi indagine dell Osservatorio periodico sulla fiscalità locale della UIL - Servizio Politiche Territoriali (15 giugno 2012) : 862 EURO MEDI TRA E CASA CON PUNTE DI OLTRE 2.500 EURO. A GIUGNO L ACCONTO

Dettagli

nota (*) la provincia attualmente rientra nel parametro di 1000 alunni in media ogni istituto del I ciclo pag. 1 di 5

nota (*) la provincia attualmente rientra nel parametro di 1000 alunni in media ogni istituto del I ciclo pag. 1 di 5 studio medio le istituti.xls istituzioni calcolo ottimale (circoli didattici, montagna gli alunni ) al in Abruzzo Chieti 39.057 56 39 17 30 Abruzzo L' Aquila 39.084 45 39 6 13 Abruzzo Pescara 32.239 39

Dettagli

La spesa per gli utenti domestici del servizio idrico integrato 1

La spesa per gli utenti domestici del servizio idrico integrato 1 La spesa per gli utenti domestici del servizio idrico integrato 1 L indagine svolta dall Osservatorio Prezzi e Tariffe di Cittadinanzattiva si è focalizzata sul servizio idrico integrato per uso domestico

Dettagli