Produzione del Freddo I CHILLERS. Climatizzazione (2) Climatizzazione (1) Climatizzazione (3) Climatizzazione (4) Antonio Cammi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Produzione del Freddo I CHILLERS. Climatizzazione (2) Climatizzazione (1) Climatizzazione (3) Climatizzazione (4) Antonio Cammi"

Transcript

1 Produzione del Freddo I CHILLERS Per la produzione del freddo, necessario agli impianti di climatizzazione si deve ricorrere a particolari macchine chiamate macchine frigorifere. Le macchine frigorifere possono essere divise in: Antonio Cammi - macchine a compressione di vapore; - macchine a termocompressione; - macchine ad aria; - macchine ad assorbimento; - macchine ad effetto fotoelettrico. Climatizzazione (1) Per impianti di condizionamento o climatizzazione si intendono quei sistemi adatti al controllo contemporaneo della temperatura e dell umidità negli ambienti, mentre impropriamente, molto spesso vengono così intesi gli impianti per il benessere estivo anche se solo termico (raffrescamento). Climatizzazione (2) Questo si ottiene semplicemente trasportando il calore da un ambiente ad un altro: si sottrae calore all ambiente (climatizzazione estiva) o si fornisce calore all ambiente (climatizzazione invernale). L ambiente esterno riceverà il calore proveniente dal locale da climatizzare in estate e cederà invece calore al locale da riscaldare in inverno. L aria del locale da climatizzare cede calore all unità interna del climatizzatore ed in tal modo si raffredda (e si deumidifica); il calore passa poi all unità esterna del climatizzatore attraverso le linee del circuito frigorifero; viene infine ceduto all ambiente esterno attraverso il ventilatore dell unità esterna. Viene così estratto calore al locale da climatizzare. Climatizzazione (3) Climatizzazione (4) La macchina per la climatizzazione riesce cioè a far compiere ciò che spontaneamente non potrebbe avvenire: costringe il calore ad andare controcorrente dall ambiente meno caldo all ambiente più caldo. Come si può notare, una macchina per la climatizzazione deve essere costituita da due unità da collocarsi nei due ambienti tra i quali si vuole far avvenire il passaggio di calore. Il fluido che circola all interno della macchina e al quale è affidato il compito di trasportare il calore da un ambiente all altro è detto fluido refrigerante (o fluido frigorigeno) ed è un derivato degli idrocarburi opportunamente sintetizzato al fine di renderlo non infiammabile e non tossico. L unità interna deve sottrarre calore all aria del locale; se l aria del locale si trova ad esempio ad una temperatura di 25 C, per sottrarre calore all aria occorre che l unità interna sia percorsa da un fluido che si trova ad una temperatura certamente inferiore a quella dell aria. Il fluido refrigerante deve cioè trovarsi ad una temperatura molto bassa quando percorre l unità interna. L aria del locale cede calore al refrigerante e così l aria si raffresca e si deumidifica. La climatizzazione dell aria del locale può avvenire quindi solo se si riesce a portare il fluido refrigerante ad una temperatura molto bassa.

2 Climatizzazione (5) Climatizzazione (6) Proviamo adesso a costruire una semplice macchina che sia in grado di portare un fluido ad una temperatura inferiore alla temperatura ambiente. Premendo sulla valvola sgonfiamo la ruota della bicicletta e ci accorgiamo che l aria che fuoriesce dal tubolare è sensibilmente fredda, al punto da produrre una sensazione di gelo sulle dita. Per ripetere il fenomeno appena citato è necessario: gonfiare la ruota della bicicletta con una pompa; aspettare che l aria immessa dentro la ruota si riporti alla temperatura ambiente (l aria appena immessa per compressione dentro la ruota è molto calda a causa della compressione subita nel passare dalla pressione ambiente pari ad 1 bar alla pressione interna pari a circa 8 bar che si ha nella camera d aria); Fare fuoriuscire l aria premendo sulla valvola (l aria si espande da 8 bar ad 1 bar e quindi si porta ad una temperatura molto più bassa rispetto alla temperatura ambiente). Climatizzazione (7) Per portare a bassa temperatura un fluido qualsiasi occorre quindi: Aumentarne la pressione (con una pompa o con un qualsiasi compressore); Sottrarne il calore mentre si trova ad alta pressione (come facciamo quando aspettiamo che l aria calda dentro la ruota si riporti alla temperatura ambiente); Climatizzazione (8) La figura seguente mostra il circuito frigorifero di una macchina per la climatizzazione; si evidenziano i quattro organi principali: Compressore (CP); Condensatore (CN) (o scambiatore di calore di alta pressione); Valvola di laminazione (VT) (o valvola di espansione); Evaporatore (EV) (o scambiatore di calore di bassa pressione); Farne ridurre repentinamente la pressione facendolo passare attraverso un orifizio molto stretto (come avviene quando l aria compressa fuoriesce dalla ruota attraversando la sottilissima valvola). Nelle macchine per il condizionamento dell aria facciamo compiere ad un fluido (detto fluido refrigerante, fluido frigorifero o fluido frigorigeno) un ciclo come quello descritto. Climatizzazione (9) Climatizzazione (10) Il compressore comprime il fluido refrigerante, il quale si porta ad alta pressione e ad alta temperatura; Il condensatore sottrae calore al refrigerante caldo; La valvola di laminazione provoca la riduzione repentina della pressione del refrigerante il quale si raffredda; L evaporatore fornisce calore al refrigerante freddo. Il fluido che in evaporatore entra in scambio termico con il refrigerante viene così raffreddato: se ad esempio si manda l aria ambiente a scambiare calore con il refrigerante, l aria si raffresca e si deumidifica. L evaporatore cioè lo scambiatore di calore in cui il refrigerante si trova a bassa temperatura - sottrae calore all aria ambiente che così si raffredda e si deumidifica. L evaporatore è contenuto nell unità interna del climatizzatore split. Il compressore, il condensatore e l organo di laminazione si trovano nell unità esterna del climatizzatore split. Abbiamo così realizzato una macchina per il condizionamento.

3 Climatizzazione (11) Climatizzazione (12) Una macchina per la climatizzazione può essere convenientemente usata per il riscaldamento invernale; la stessa macchina può fare da climatizzatore invernale (oltre che estivo) semplicemente facendo compiere un percorso diverso al fluido refrigerante. Le figure seguenti mostrano i diversi percorsi effettuati dal refrigerante nei funzionamenti estivo ed invernale: si noti la valvola a 4 vie, necessaria per far percorrere al refrigerante i due diversi cicli nelle due diverse stagioni: In estate infatti il fluido caldo che esce dal compressore viene inviato all unità esterna, posta fuori dal locale da raffrescare; in inverno basterà deviare il flusso del refrigerante caldo uscente dal compressore ed inviarlo all unità interna: in tal modo riscalderemo il locale occupato. CP: Compressore CN: Condensatore VT: Valvola di laminazione EV: Evaporatore VIC: Valvola Inversione Ciclo a 4 vie VU: Valvola ritegno FD: Filtro Deidratare Ciclo a COMPRESSIONE (1) Ciclo a COMPRESSIONE (2) Riassumendo: il CICLO FRIGORIFERO A COMPRESSIONE e un ciclo chiuso, percorso in senso antiorario: ha essenzialmente una configurazione simile a quella di un ciclo Rankine percorso in senso inverso poiché il processo di sottrazione di energia termica (Qin) ad una sorgente fredda da riversare ad una sorgente calda non e' un processo spontaneo. Per il funzionamento del ciclo si rende necessaria l'introduzione di un lavoro W nel ciclo. L energia termica Qout riversata alla sorgente calda sarà pari a: Qout = Qin + W. Si definisce coefficiente di prestazione COP il rapporto fra l effetto utile e la spesa energetica: COP = Qin / W Ciclo a COMPRESSIONE (3) Ciclo a COMPRESSIONE (4) IL COP ideale massimo si può anche esprimere attraverso i livelli di temperatura ai quali il ciclo si svolge: COP ideale = ε i = Tu / (Ta-Tu)

4 Ciclo a COMPRESSIONE (5) Ciclo a COMPRESSIONE (6) La temperatura di evaporazione dipende dalle esigenze dell'utenza mentre la temperatura di condensazione dipende dal tipo di condensazione (ad acqua, ad aria) e dalle condizioni ambientali esterne. Il CONDENSATORE è raffreddato mediante acqua oppure aria. Nel primo caso l acqua viene raffreddata, a propria volta, da una torre di raffreddamento. La temperatura di condensazione è poco più elevata della temperatura ambiente ed il COP e alto (4,5-5). La macchina frigorifera può essere installata al chiuso ed è più compatta. Ciclo a COMPRESSIONE (7) Ciclo a COMPRESSIONE (8) IL CONDENSATORE può essere raffreddato anche mediante adeguate portate d aria esterna, soffiate da appositi ventilatori. La temperatura di condensazione è notevolmente più elevata, rispetto alla temperatura ambiente, ed il COP è piuttosto basso (inferiore a 3) La macchina frigorifera va installata all aperto, è più grande e più costosa di una macchina raffreddata ad acqua, ma non c è necessità di torre di raffreddamento, il che rappresenta, complessivamente, un risparmio in costo ed in spazio. Ciclo a COMPRESSIONE (9) Tipi di macchine Le macchine con ciclo frigorifero presentano un Lato Caldo ed un Lato Freddo caratterizzati dal tipo di vettore usato per lo scambio termico q Aria-Aria (condiz. SPLIT) q Aria-Acqua (Chillers H 2 O-NH 3 ) q Acqua-Acqua (Chillers H 2 O-LiBr) q Terra-Acqua q...

5 Tipologie (1) Chiller I chiller sono gruppi refrigeratori d'acqua a compressione e possono suddividersi, in base al fluido utilizzato per il raffreddamento del condensatore: aria o acqua. Il campo di potenze frigorifere più comune per gli impianti installati varia tra i 100 e i 500 kw. Poiché i chiller necessitano di molta energia per il proprio funzionamento, si sono effettuati molti sforzi per renderne l'utilizzo meno oneroso. Per questo nel corso degli anni, è stata migliorata l'efficienza media dei gruppi frigoriferi, ed aumentata quella dei compressori e degli scambiatori di calore. Ulteriori prospettive si aprono con l'ottimizzazione della gestione delle macchine e degli impianti. Tipologie (2) Roof top La sostanziale differenza fra chiller e roof top sta nel fatto che questi ultimi utilizzano l'aria sia dal lato del condensatore che da quello dell'evaporatore. L'installazione di queste unità di condizionamento avviene all'esterno in quanto l'aria condizionata viene distribuita nell'ambiente attraverso un sistema di condotte o canali. Per incanalare l'aria raffreddata nelle condotte è necessario equipaggiare l'unità con un ventilatore centrifugo sull'evaporatore. Nelle fasce di potenza fino a 30 kw viene utilizzato un solo compressore ermetico alternativo con un unico circuito frigorifero. Nella fascia kw si impiegano due compressori ermetici su due circuiti frigoriferi indipendenti, mentre oltre i 90 kw si utilizzano comunemente due compressori semiermetici su due circuiti frigoriferi indipendenti Tipologie (3) Condizionatori di precisione Tipologie (4) I condizionatori di precisione monoblocco si suddividono, a seconda del fluido usato per il raffreddamento del condensatore, in macchine ad aria o ad acqua. Ciò che le differenzia è la tipologia di installazione: le unità ad aria vengono solitamente installate all'esterno, mentre quelle ad acqua sono comunemente posizionate all'interno dell'ambiente climatizzato. Poiché l'impiego prevalente è verso strutture di elaborazione dati, l'installazione di queste macchine avviene preferibilmente nel medesimo ambiente per evitare manomissioni e per assicurarne un funzionamento corretto e protratto nel tempo (anche fino a 8760 ore annue). Oltre a ciò è necessario che queste macchine assicurino un elevato grado di affidabilità visto che un blackout dell'impianto di raffreddamento potrebbe generare danni irreversibili e quindi rilevanti perdite economiche. Shelter Gli shelter sono una particolare tipologia di condizionatori di precisione progettate appositamente per il condizionamento di centrali telefoniche non presidiate, dove quasi sempre manca lo spazio interno per l'installazione dell'unità di raffreddamento. Oltre al raffreddamento meccanico, queste macchine sono in grado di utilizzare anche il raffreddamento con aria esterna (free-cooling) attraverso la gestione di un sistema di serrande e ventilatori. Tipologie (5) Centrali trattamento aria Le centrali di trattamento dell'aria sono composte di sezioni differenti ciascuna incaricata di assolvere una determinata funzione per effettuare i trattamenti dell'aria più diversi. La modularità è la caratteristica più evidente delle centrali, in quanto questi apparecchi vengono progettati e dimensionati in base alle specifiche esigenze da soddisfare. Nel corso dell'anno queste macchine possono svolgere diverse funzioni di trattamento: - miscelazione, filtrazione e movimento tra aria di ricircolo e aria esterna; - pre- e post-riscaldamento dell'aria - raffreddamento dell'aria - umidificazione e deumidificazione dell'aria. Le centrali di trattamento aria non comprendono gli elementi per la produzione dei fluidi caldi e freddi necessari per i processi di scambi termico con l'aria. Caldaie e gruppi di refrigerazione devono essere predisposti a parte. Macchine ad assorbimento (1) In una macchina frigorifera ad assorbimento il fluido frigorigeno è costituito da una miscela di due fluidi che devono formare una miscela omogenea in fase liquida. Il componente a più bassa tensione di vapore prende il nome di solvente, l altro soluto. Nelle macchine ad assorbimento vengono solitamente impiegate queste coppie di fluidi: 1) bromuro di litio acqua; 2) acqua ammoniaca.

6 Macchine ad assorbimento (2) Macchine ad assorbimento (3) Invece di comprimere il vapore con il prelievo di calore dall esterno a bassa temperatura mediante la somministrazione di energia meccanica si può pensare si sfruttare le capacità assorbenti di alcune soluzioni liquide. Esempio: Acqua ed ammoniaca L acqua a 0 C assorbe l ammoniaca fino a 1000 volte il suo volume e circa 700 volte a 15 C; ne restituisce la quasi totalità se si riscalda la soluzione a 100 C. Bromuro di litio + Acqua Acqua Macchine ad assorbimento (4) Macchine ad assorbimento (5) Le macchine ad assorbimento sfruttano lo stesso principio fisico per il quale a basse pressioni assolute l'acqua bolle a bassa temperatura. a Nella sua forma più semplice una macchina ad assorbimento è costituita da un evaporatore, da un assorbitore, da un condensatore, da un generatore, da alcune pompe e da una serie di dispositivi di controllo. Il mantello inferiore a bassa pressione ed a bassa temperatura solitamente contiene l'evaporatore e l'assorbitore, mentre il mantello superiore a temperatura e pressione superiori contiene il generatore ed il condensatore. Macchine ad assorbimento (6) Macchine ad assorbimento (7) Dal primo principio della termodinamica si ottiene: Q G + Q O + W = Q A + Q C + Q V W = Potenza elettrica degli ausiliari Q V = Perdite termiche dell assorbitore Trascurando questi ultimi due termini (in genere piccoli) si ottiene: Anche per la macchina ad assorbimento si definisce un coefficiente di prestazione quale rapporto fra la potenza termica resa e quella assorbita: - Nel caso di macchina frigorifera: COP F = Q O / Q G - Nel caso di pompa di calore: COP c = (Q A+ Q C ) / Q G = COP F +1 Q G + Q O = Q A + Q C

7 Macchine ad assorbimento (8) Macchine ad assorbimento (9) Applicando il secondo principio della termodinamica: Q G /T G + Q O /T O = Q A /T A + Q C /T C Normalmente per raffreddare assorbitore e condensatore si utilizza lo stesso fluido e quindi T A = T C e risulta quindi: Q G /T G + Q O /T O = (Q A + Q C )/T A = (Q O + Q G )/T A Il coefficiente di effetto utile ideale può quindi essere calcolato come: COP ideale = ε i = Q O /Q G = (1/T A -1/T G )/(1/T O -1/T A ) Come si vede le prestazione della macchina ad assorbimento sono condizionate dal valore delle tre temperature T A, T G, T O Al crescere della temperatura del generatore il coefficiente aumenta: se T G tende ad infinito si ottiene un rendimento apri al ciclo di CARNOT. Macchine ad assorbimento (10) Macchine ad assorbimento (11) Vista la ben diversa qualità dell energia richiesta per il funzionamento della macchina frigorifera ad assorbimento rispetto a quella a compressione di vapore, i COP delle due macchine non possono essere le macchine frigorifere a compressione necessitano per il loro funzionamento di energia meccanica per la compressione (forma di energia pregiata); l energia meccanica è resa disponibile nella maggior parte dei casi dall utilizzo di motori elettrici, e l energia elettrica è a sua volta ricavata in gran parte da impianti termoelettrici, alimentati cioè da energia sottoforma termica; nelle centrali termoelettriche, la trasformazione da calore a elettricità avviene con un rendimento medio nazionale che si aggira intorno al 40 % Vista la ben diversa qualità dell energia richiesta per il funzionamento della macchina frigorifera ad assorbimento rispetto a quella a compressione di vapore, i COP delle due macchine non possono essere le macchine frigorifere a compressione necessitano per il loro funzionamento di energia meccanica per la compressione (forma di energia pregiata); l energia meccanica è resa disponibile nella maggior parte dei casi dall utilizzo di motori elettrici, e l energia elettrica è a sua volta ricavata in gran parte da impianti termoelettrici, alimentati cioè da energia sottoforma termica; nelle centrali termoelettriche, la trasformazione da calore a elettricità avviene con un rendimento medio nazionale che si aggira intorno al 40 % Macchine ad assorbimento (12) Macchine ad assorbimento (13) Il ciclo termodinamico lavora tra due valori di pressione, Pc e P0: la linea tratteggiata nello schema separa i componenti che operano a diversa pressione. La pressione Pc (generatore e condensatore) è determinata dalla temperatura di condensazione dell acqua nel condensatore e quindi, in definitiva, è determinata dalla temperatura dell acqua disponibile nel circuito di raffreddamento. La pressione P0 (evaporatore e assorbitore) è determinata dalla temperatura di evaporazione dell acqua e quindi, in definitiva, dalla temperatura a cui è richiesta la produzione del freddo.

8 Macchine ad assorbimento (14) Il grafico rappresenta il variare della tensione di vapore saturo (punto di ebollizione) al variare della temperatura; considerata la temperatura dell acqua disponibile nel circuito di raffreddamento (tipicamente da 27 C a 36 C) risulta che la pressione nel condensatore è pari a circa 50 mbar; considerata invece la temperatura a cui è richiesta la produzione del freddo (tipicamente da 7 C a 14 C) risulta che la pressione nell evaporatore è pari a circa 12 mbar. Macchine ad assorbimento (15) L assorbitore è una tecnologia affidabile e consolidata negli anni. 1777: sviluppo della teoria della refrigerazione per assorbimento utilizzando acido solforico come assorbente (E. Nairne, Francia); 1860: prima macchina frigorifera ad assorbimento con soluzione ad acqua-ammoniaca (Ferdinand Carré, Francia); 1945: prima macchina ad assorbimento a LiBr di grande potenza (USA); 1958: prima macchina ad assorbimento a LiBr a gas, a fiamma diretta (Giappone); 1961: prima macchina ad assorbimento a doppio effetto, alimentata a vapore (USA); 1968: prima macchina ad assorbimento a doppio effetto a gas, a fiamma diretta (Giappone); 1972: prima macchina a gas, fiamma diretta produzione combinata freddo / caldo (Giappone). Macchine ad assorbimento (16) Macchine ad assorbimento (17) Modelli monostadio Macchine ad assorbimento (18) Macchine ad assorbimento (19) Modelli bi-stadio Possibili diversi abbinamenti: biomassa, solare, ecc.

9 Macchine ad assorbimento (20) Macchine ad assorbimento (21) Funzionamento estivo con macchina a doppio effetto, a Bromuro di Litio e fiamma diretta. Funzionamento invernale con macchina a doppio effetto, a Bromuro di Litio e fiamma diretta. Macchine ad assorbimento (7) Macchine ad assorbimento Esempi (1) Macchine ad assorbimento Esempi (2) Macchine ad assorbimento Esempi (3)

10 Macchine ad assorbimento Tipologie (1) Macchine ad assorbimento Tipologie (2) Taglia: 28 kw freddi-48 kw caldi Alimentazione: Gas Scambio: Aria-Acqua; Acqua- Acqua Destinazione: freddo; caldo; Modularità: No COP: 1.60 caldo freddo Taglia: 17 kw freddi Alimentazione: Gas Scambio: Aria-Acqua; Funzione: freddo Modularità: Sì COP: 0.65 freddo Macchine ad assorbimento Tipologie (3) Macchine ad assorbimento con cogenerazione Taglia: kw freddi Alimentazione: Gas; Acqua calda; vapore Scambio: Acqua-Acqua Funzione: freddo Controllo: continuo COP: 0.7 ; 1.1 Macchine ad assorbimento con solar cooling Le Macchine ad Assorbimento possono creare il freddo mediante l energia del sole. I costi di investimento ammontano a circa ~ 1800 /kw freddo / ~880 /kw termico: Costi comparati Caldaie Tecnologia Caldaie a Condensazione PCC Aria-Aria (2-4 kw) PCC Aria-Acqua (17 kw) PCA H20-NH3 (17 kw freddo- 35kW caldo) Chiller H20-LiBr (250 kw) /kw 25/ (freddo) (caldo) 600(freddo) Fonte ENEA

11 Conclusioni Vantaggi Compressione: q Costo di investimento minore. q Prestazioni superiori in raffrescamento. q Grande scelta di taglie. q Manutenzione non specialistica. q Assenza di fumi di scarico (salvo modelli con motore a C.I.) q Fluidi non pericolosi (salvo Ammoniaca anidra) Vantaggi Assorbimento: q I fluidi impiegati nelle macchine ad assorbimento non danneggiano l ozono e non contribuiscono all effetto serra. q Le prestazioni in riscaldamento sono superiori ed in ogni caso risentono meno delle variazioni climatiche. q E possibile diversificare le fonti energetiche. q Maggiore silenziosità e durata e minore manutenzione. q Possibilità di recuperare calore di scarto (trigenerazione) q Il Solar Cooling è una tecnologia molto attrattiva per il futuro.

IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO Trasferimento di calore dall ambiente interno a quello esterno L aria del locale da raffrescare cede calore all unità interna del climatizzatore ed in tal modo si raffredda

Dettagli

IL CIRCUITO FRIGORIFERO E LE MACCHINE PER LA CLIMATIZZAZIONE

IL CIRCUITO FRIGORIFERO E LE MACCHINE PER LA CLIMATIZZAZIONE IL CIRCUITO FRIGORIFERO E LE MACCHINE PER LA CLIMATIZZAZIONE Il circuito frigorifero e le macchine per la climatizzazione Introduzione Le macchine per la climatizzazione devono soddisfare una fondamentale

Dettagli

POMPE DI CALORE. Introduzione

POMPE DI CALORE. Introduzione POMPE DI CALORE Introduzione In impianto tradizionale di riscaldamento si utilizza il potere calorifico di un combustibile (gasolio, metano, legno, carbone, ecc.) per riscaldare a bassa temperatura dei

Dettagli

Pompe di Calore. LIUC 7 Ottobre 2009 Paolo Torri. Castellanza 7 Ottobre 2009

Pompe di Calore. LIUC 7 Ottobre 2009 Paolo Torri. Castellanza 7 Ottobre 2009 Pompe di Calore LIUC 7 Ottobre 2009 Paolo Torri Cos è POMPA DI CALORE La pompa di calore è una macchina in grado di trasferire calore da un corpo a temperatura più bassa ad un altro a temperatura più alta.

Dettagli

Sistemi ad adsorbimento

Sistemi ad adsorbimento Sistemi ad adsorbimento Il ciclo in oggetto impiega un solido capace di adsorbire su uno strato superficiale il fluido frigorigeno. Sostanze che presentano tali caratteristiche sono ad esempio zeolite

Dettagli

PERCHE LA POMPA DI CALORE E DA PREFERIRE RISPETTO AD UNA CALDAIA A COMBUSTIONE, OVVERO E TERMODINAMICAMENTE PIU EFFICIENTE?

PERCHE LA POMPA DI CALORE E DA PREFERIRE RISPETTO AD UNA CALDAIA A COMBUSTIONE, OVVERO E TERMODINAMICAMENTE PIU EFFICIENTE? PERCHE LA POMPA DI CALORE E DA PREFERIRE RISPETTO AD UNA CALDAIA A COMBUSTIONE, OVVERO E TERMODINAMICAMENTE PIU EFFICIENTE? La pompa di calore è costituita da un circuito chiuso, percorso da uno speciale

Dettagli

COSA E COSA E UNA POMP UNA

COSA E COSA E UNA POMP UNA COSA E UNA POMPA DI CALORE Una pompa di calore è un dispositivo che sposta calore da un luogo in bassa temperatura (chiamato sorgente) ad uno in alta temperatura (chiamato utenza), utilizzando dell energia.

Dettagli

GRUPPI FRIGORIFERI AD ASSORBIMENTO SHUANGLIANG

GRUPPI FRIGORIFERI AD ASSORBIMENTO SHUANGLIANG GRUPPI FRIGORIFERI AD ASSORBIMENTO SHUANGLIANG Il ciclo frigorifero Esempio di ciclo frigorifero ad assorbimento con generatore a fiamma diretta Il principio di funzionamento /informazioni utili La termodinamica

Dettagli

Le pompe di calore 1

Le pompe di calore 1 Le pompe di calore 1 Le macchine termiche Una macchina termica utilizza un fluido in un circuito chiuso per scambiare energia meccanica e termica con l ambiente esterno Il secondo principio della termodinamica

Dettagli

Dalla terra l energia ecologica per il comfort ambientale

Dalla terra l energia ecologica per il comfort ambientale Dalla terra l energia ecologica per il comfort ambientale EDILCUSIO s.r.l. da sempre in prima linea nelle soluzioni innovative costruisce ed edifica nel pieno rispetto dell ambiente Gli appartamenti sono

Dettagli

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO. Ing. Guglielmo Magri Dipartimento di Energetica-Ancona guglielmo.magri@alice.it

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO. Ing. Guglielmo Magri Dipartimento di Energetica-Ancona guglielmo.magri@alice.it IMPIANTI DI RISCALDAMENTO Ing. Guglielmo Magri Dipartimento di Energetica-Ancona guglielmo.magri@alice.it SISTEMI DI GENERAZIONE Tipologie più diffuse o in sviluppo Generatori a combustione Caldaie

Dettagli

CONTROLLO TERMICO DEI SISTEMI DI CALCOLO A.A. 2011/2012 CONTROLLO TERMICO DEI SISTEMI DI CALCOLO A.A. 2011/2012

CONTROLLO TERMICO DEI SISTEMI DI CALCOLO A.A. 2011/2012 CONTROLLO TERMICO DEI SISTEMI DI CALCOLO A.A. 2011/2012 ONTROLLO TERMIO DEI SISTEMI DI ALOLO A.A. 2011/2012 U04 U.04 Impianti U05 U.05 Serramenti di condizionamento U.04 Impianti di condizionamento 1/45 MAHINE RIGORIERE A OMPRESSIONE DI VAPORI Seguendo lo schema

Dettagli

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Sistemi di riscaldamento Caldaie e Pompe di calore. Novembre 2011

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Sistemi di riscaldamento Caldaie e Pompe di calore. Novembre 2011 Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti Sistemi di riscaldamento Caldaie e Pompe di calore Novembre 2011 Sistema di Riscaldamento Quando si parla di impianto di riscaldamento si comprendono sia

Dettagli

IMPIANTI FRIGORIFERI

IMPIANTI FRIGORIFERI IMPINTI FRIORIFERI Lo scopo degli impianti frigoriferi è quello di mantenere un ambiente ad una temperatura t 2 minore di quella esterna t 1. La temperatura t 2 dipende dalla particolare applicazione,

Dettagli

LEZIONE 2. a cura di Simone Laprovitera e-mail: slaprovitera@trevispa.com tel.: 340.46.87.850

LEZIONE 2. a cura di Simone Laprovitera e-mail: slaprovitera@trevispa.com tel.: 340.46.87.850 LEZIONE 2 Aspetti impiantistici di un sistema geotermico integrato a pompa di calore. Principio di funzionamento delle pompe di calore geotermiche. Esempi di schemi funzionali di centrale. a cura di Simone

Dettagli

Macchine frigorifere e pompe di calore ad attivazione termica, sistemi Desiccant Cooling

Macchine frigorifere e pompe di calore ad attivazione termica, sistemi Desiccant Cooling Convegno Solar Cooling: il condizionamento solare, Napoli 23 marzo 2012 Macchine frigorifere e pompe di calore ad attivazione termica, sistemi Desiccant Cooling Prof. Maurizio Sasso Tecnologie delle Fonti

Dettagli

TECNOLOGIE PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA TERMICA - POMPE DI CALORE. L. Murgia - Dip.to Ingegneria del Territorio - Università degli Studi di Sassari

TECNOLOGIE PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA TERMICA - POMPE DI CALORE. L. Murgia - Dip.to Ingegneria del Territorio - Università degli Studi di Sassari TECNOLOGIE PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA TERMICA - POMPE DI CALORE L. Murgia - Dip.to Ingegneria del Territorio - Università degli Studi di Sassari POMPA DI CALORE Macchina termica che opera un trasferimento

Dettagli

LA POMPA DI CALORE SVILUPPO SOSTENIBILE G4-037-0

LA POMPA DI CALORE SVILUPPO SOSTENIBILE G4-037-0 G4-037-0 EDITO DA: ENEA - LUNGOTEVERE THAON DI REVEL, 76-00196 ROMA - SETTEMBRE 2003 - DESIGN: ANTIPODI ROMA - STAMPA: PRIMAPRINT (VITERBO) S V I L U P P O S O S T E N I B I L E 4 SVILUPPO SOSTENIBILE

Dettagli

POMPA DI CALORE CICLO FRIGORIFERO A COMPRESSIONE DI VAPORE

POMPA DI CALORE CICLO FRIGORIFERO A COMPRESSIONE DI VAPORE POMPA DI CALORE CONDENSATORE = + L T = + L C ORGANO DI ESPANSIONE LIQUIDO COMPRESSORE T COND. E D T 1 VAPORE T EVAP. A B T 2 Schema a blocchi di una macchina frigorifera EVAPORATORE Dal punto di vista

Dettagli

SVILUPPO SOSTENIBILE LA POMPA DI CALORE

SVILUPPO SOSTENIBILE LA POMPA DI CALORE SVILUPPO SOSTENIBILE LA POMPA DI CALORE 4 2 3 PERCHÉ UN OPUSCOLO SULLA POMPA DI CALORE Cos è una pompa di calore? Come funziona? A cosa serve? È conveniente? Questo opuscolo dell ENEA vuole rispondere

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

Corso di Energetica degli Edifici

Corso di Energetica degli Edifici Corso di Energetica degli Edifici Docenti: Prof. Ing. Marco Dell Isola Facoltà di Ingegneria Università degli studi di Cassino Ing. Fernanda Fuoco Facoltà di Ingegneria Università degli studi di Cassino

Dettagli

MODULO 2 40 ore. Argomento della lezione:

MODULO 2 40 ore. Argomento della lezione: MODULO 2 40 ore Approfondimento teorico in materia di efficienza energetica del sistema edificioimpianto affrontato attraverso l utilizzo della normativa tecnica cogente ai fini della redazione dell Attestato

Dettagli

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CENTRALI TECNOLOGICHE

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CENTRALI TECNOLOGICHE 1 Impianti di Climatizzazione e Condizionamento CENTRALI TECNOLOGICHE 2 COMPONENTI DI UN IMPIANTO DI CONDIZIONAMENTO Impianti a tutt aria: 1. terminali di immissione dell aria; 2. rete di distribuzione

Dettagli

Soluzioni progettuali e costruttive per il miglioramento dell efficienza energetica degli impianti. Massimiliano Vigolo

Soluzioni progettuali e costruttive per il miglioramento dell efficienza energetica degli impianti. Massimiliano Vigolo Soluzioni progettuali e costruttive per il miglioramento dell efficienza energetica degli impianti 2 Ambiti di intervento per il miglioramento dell efficienza Dispersioni dell involucro (coibentazione)

Dettagli

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE parti 3 4 1 IMPIANTO TERMICO In generale si può pensare articolato nelle seguenti parti: Generatore uno o più apparati che forniscono energia termica ad un mezzo di trasporto

Dettagli

NUOVO PROGRAMMA POMPE DI CALORE MASSIMA EFFICIENZA, MASSIMO COMFORT, RISPETTO DELL AMBIENTE. www.rehau.it. Edilizia Automotive Industria

NUOVO PROGRAMMA POMPE DI CALORE MASSIMA EFFICIENZA, MASSIMO COMFORT, RISPETTO DELL AMBIENTE. www.rehau.it. Edilizia Automotive Industria NUOVO PROGRAMMA POMPE DI CALORE MASSIMA EFFICIENZA, MASSIMO COMFORT, RISPETTO DELL AMBIENTE www.rehau.it Edilizia Automotive Industria NUOVO PROGRAMMA POMPE DI CALORE PERCHE SCEGLIERE UNA POMPA DI CALORE

Dettagli

Le Macchine Frigorifere. Termodinamica dell Ingegneria Chimica

Le Macchine Frigorifere. Termodinamica dell Ingegneria Chimica Le Macchine Frigorifere Termodinamica dell Ingegneria Chimica 1 Le macchine frigorifere Le macchine refrigeranti realizzano il trasporto di calore da un ambiente freddo ad un ambiente utilizzando lavoro

Dettagli

Macchine frigorifero

Macchine frigorifero Corso di IMPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl Macchine frigorifero Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D Annunzio Pescara www.lft.unich.it 1 LA PRODUZIONE DEL FREDDO Per refrigerazione si

Dettagli

Pompe di calore Polar

Pompe di calore Polar Pompe di calore Polar Sistemi di riscaldamento a pompe di calore aria-acqua Pompe di calore ad alta efficienza per il risparmio energetico Templari energie rinnovabili Nel 2006 i fratelli Gianluca e Massimo

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI

CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI Impianti di Climatizzazione e Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI Prof. Cinzia Buratti GENERALITA Gli impianti sono realizzati con lo scopo di mantenere all interno degli ambienti confinati

Dettagli

LIBRETTO DI IMPIANTO Esempio applicativo N. 4

LIBRETTO DI IMPIANTO Esempio applicativo N. 4 LIBRETTO DI IMPIANTO Esempio applicativo N. 4 Conforme agli Allegati del D.M. 10 febbraio 2014 IL NUOVO LIBRETTO DI IMPIANTO Esempio applicativo N. 4 Il quarto ESEMPIO APPLICATIVO del nuovo libretto di

Dettagli

RISCALDAMENTO E CLIMATIZZAZIONE

RISCALDAMENTO E CLIMATIZZAZIONE RISCALDAMENTO E CLIMATIZZAZIONE Gli oneri economici relativi al riscaldamento invernale e alla climatizzazione estiva di un edificio residenziale sono da considerarsi tra le componenti di spesa principali

Dettagli

RAFFRESCAMENTO E RISCALDAMENTO RADIANTE A PAVIMENTO CLIMATIZZAZIONE E RAFFRESCAMENTO A PANNELLI RADIANTI

RAFFRESCAMENTO E RISCALDAMENTO RADIANTE A PAVIMENTO CLIMATIZZAZIONE E RAFFRESCAMENTO A PANNELLI RADIANTI RAFFRESCAMENTO E RISCALDAMENTO RADIANTE A PAVIMENTO CLIMATIZZAZIONE E RAFFRESCAMENTO A PANNELLI RADIANTI Contrariamente al passato dove, di norma, venivano annegati nel pavimento delle linee in acciaio,

Dettagli

Bruno Jannamorelli, traduzione ed edizione critica La potenza motrice del fuoco di Sadi Carnot, Cuen 1996, pp. 19 e 20. 2

Bruno Jannamorelli, traduzione ed edizione critica La potenza motrice del fuoco di Sadi Carnot, Cuen 1996, pp. 19 e 20. 2 LA LEZIONE Lo studio di una macchina termica ideale [ ] Si può paragonare molto bene la potenza motrice del calore a quella di una cascata d acqua: entrambe hanno un massimo che non si può superare, qualunque

Dettagli

Complessi ricettivi-alberghieri Case di cura Complessi produttivi Complessi sportivi

Complessi ricettivi-alberghieri Case di cura Complessi produttivi Complessi sportivi Progetti di ristrutturazione energetica con impianti di Cogenerazione e Trigenerazione ad alto rendimento di Complessi ricettivi-alberghieri Case di cura Complessi produttivi Complessi sportivi STUDIO

Dettagli

2. DESCRIZIONE IMPIANTO

2. DESCRIZIONE IMPIANTO INDICE 1 PREMESSA 2 DESCRIZIONE IMPIANTO 2.1 Impianto di condizionamento... 2.2 Regolazione... 3 CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELL IMPIANTO PROPOSTO 3.1 Tecnologia ad inverter... 3.2 Carica automatica del

Dettagli

Sistemi energetici domestici ing. Giuseppe Starace Università del Salento Dipartimento di ingegneria dell innovazione

Sistemi energetici domestici ing. Giuseppe Starace Università del Salento Dipartimento di ingegneria dell innovazione Sistemi energetici domestici ing. Giuseppe Starace Università del Salento Dipartimento di ingegneria dell innovazione San Vito dei Normanni, 10.06.2014 Sala Convegni EUROSUD by Idea Sposa Background Uso

Dettagli

Convegno SOLAR COOLING

Convegno SOLAR COOLING Convegno SOLAR COOLING Polo Universitario Bicocca venerdì 19 giugno 2009 ore 15:00 Convegno organizzato da Università Bicocca, Paradigma, CMT, Broad, Fotir e ICRI Impianti ELEMENTI DEL PROGETTO: PANNELLI

Dettagli

Nella nuova era del risparmio energetico e dell utilizzo delle fonti rinnovabili è nato il brevetto - 6 -

Nella nuova era del risparmio energetico e dell utilizzo delle fonti rinnovabili è nato il brevetto - 6 - Nella nuova era del risparmio energetico e dell utilizzo delle fonti rinnovabili è nato il brevetto - 6 - HUB RADIATOR PRINCIPI GENERALI per produrre riscaldamento, condizionamento ed acqua calda sanitaria

Dettagli

Fino a qualche MW elettrico. Grande terziario e industriale piccolo-medio. 30% - 40% energia elettrica 40% - 50% calore recuperato 10% - 30% perdite

Fino a qualche MW elettrico. Grande terziario e industriale piccolo-medio. 30% - 40% energia elettrica 40% - 50% calore recuperato 10% - 30% perdite ,PSLDQWLGLPLFURFRJHQHUD]LRQH 'HVFUL]LRQHGHOODWHFQRORJLD Si tratta di impianti che utilizzano un combustibile per la produzione combinata di elettricità e calore (detta cogenerazione), di piccola taglia

Dettagli

POMPE DI CALORE. GAMMA AUDAX Pompe di calore aria-acqua ad Inverter

POMPE DI CALORE. GAMMA AUDAX Pompe di calore aria-acqua ad Inverter POMPE DI CALORE GAMMA AUDAX Pompe di calore aria-acqua ad Inverter IMMERGAS: DA OLTRE 40 ANNI NEL FUTURO DELL ENERGIA Immergas, attiva da oltre 40 anni nel settore delle caldaie a gas e degli impianti

Dettagli

ELFOPack. La pompa di calore aeraulica per il comfort totale nelle abitazioni a basso consumo e per il plurifamiliare con impianti autonomi

ELFOPack. La pompa di calore aeraulica per il comfort totale nelle abitazioni a basso consumo e per il plurifamiliare con impianti autonomi ELFOPack La pompa di calore aeraulica per il comfort totale nelle abitazioni a basso consumo e per il plurifamiliare con impianti autonomi GLI EDIFICI SONO CAMBIATI ORA SI RINNOVANO ANCHE GLI IMPIANTI

Dettagli

LA PROGETTAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE NEGLI EDIFICI

LA PROGETTAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE NEGLI EDIFICI P E R L A P R O G E T T A Z I O N E LA PROGETTAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE NEGLI EDIFICI II Edizione di ANNA MAGRINI LORENZA MAGNANI INDICE GENERALE Premessa...9 CAPITOLO 1 I REQUISITI: IL

Dettagli

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO 1 Impianti di Climatizzazione e Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO Premessa Gli impianti sono realizzati con lo scopo di mantenere all interno degli ambienti confinati condizioni

Dettagli

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE: TERMODINAMICA DEI CICLI FRIGORIFERI AD ARIA ED ACQUA. Ing. Attilio Pianese (commissione Energia e Impianti)

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE: TERMODINAMICA DEI CICLI FRIGORIFERI AD ARIA ED ACQUA. Ing. Attilio Pianese (commissione Energia e Impianti) IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE: TERMODINAMICA DEI CICLI FRIGORIFERI AD ARIA ED ACQUA Ing. Attilio Pianese (commissione Energia e Impianti) SCOPO DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO Gli impianti di condizionamento

Dettagli

LIBRETTO DI IMPIANTO Esempio applicativo N. 3

LIBRETTO DI IMPIANTO Esempio applicativo N. 3 LIBRETTO DI IMPIANTO Esempio applicativo N. 3 Conforme agli Allegati del D.M. 10 febbraio 2014 IL NUOVO LIBRETTO DI IMPIANTO Esempio applicativo N. 3 Il terzo ESEMPIO APPLICATIVO del nuovo libretto di

Dettagli

Le prestazioni delle pompe di calore: aspetti normativi e legislativi CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO

Le prestazioni delle pompe di calore: aspetti normativi e legislativi CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO Cagliari 8 maggio 2014 Prof. Ing. Carlo Bernardini SEER e SCOP Metodi di prova, valutazione a carico parziale e calcolo del rendimento stagionale

Dettagli

POMPE DI CALORE AD ASSORBIMENTO DI PICCOLA TAGLIA

POMPE DI CALORE AD ASSORBIMENTO DI PICCOLA TAGLIA POMPE DI CALORE AD ASSORBIMENTO DI PICCOLA TAGLIA Ing. Alberto Lodi GHP Division Manager, ROBUR S.p.A. 1. LE GAS ABSORPTION HEAT PUMP, L ENERGIA E L AMBIENTE Di fronte all urgenza posta da fenomeni che

Dettagli

CASA PRIVATA RESIDENTIAL

CASA PRIVATA RESIDENTIAL RESIDENTIAL CASA PRIVATA Cartigliano, Vicenza - Italy Casa singola Nuova Costruzione Sistema ELFOSystem Anno 2008 L abitazione monofamiliare di nuova costruzione, riservata ad esclusivo uso residenziale,

Dettagli

ESERCITAZIONI FISICA TECNICA. Prof. Fabio Polonara Prof. Gianni Cesini. Corso di Ingegneria Meccanica

ESERCITAZIONI FISICA TECNICA. Prof. Fabio Polonara Prof. Gianni Cesini. Corso di Ingegneria Meccanica ESERCITAZIONI FISICA TECNICA Prof. Fabio Polonara Prof. Gianni Cesini Corso di Ingegneria Meccanica 2 TERMODINAMICA APPLICATA Termodinamica degli stati 3 ESERCIZIO TA-T8 Utilizzando il piano P-T e le tabelle

Dettagli

Scheda tecnica n. 35E - Installazione di refrigeratori condensati ad aria e ad acqua per applicazioni in ambito industriale

Scheda tecnica n. 35E - Installazione di refrigeratori condensati ad aria e ad acqua per applicazioni in ambito industriale Scheda tecnica n. 35E - Installazione di refrigeratori condensati ad aria e ad acqua per applicazioni in ambito industriale 1. ELEMENTI PRINCIPALI 1.1 Descrizione dell intervento Categoria di intervento

Dettagli

In natura il calore fluisce da un corpo più caldo ad un corpo più freddo

In natura il calore fluisce da un corpo più caldo ad un corpo più freddo Le POMPE di CALORE In natura il calore fluisce da un corpo più caldo ad un corpo più freddo CORPO CALDO CALORE CORPO FREDDO E possibile trasferire calore da un corpo più freddo ad uno più caldo solo cedendo

Dettagli

Impianti di climatizzazione

Impianti di climatizzazione Corso di IPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl Impianti di climatizzazione Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D Annunzio Pescara www.lft.unich.it IPIANTI DI CLIATIZZAZIONE Impianti di climatizzazione

Dettagli

CONVEGNO :COGENERAZIONE processi, applicazioni, agevolazioni e risparmi comonext 27/03/2014

CONVEGNO :COGENERAZIONE processi, applicazioni, agevolazioni e risparmi comonext 27/03/2014 CONVEGNO :COGENERAZIONE processi, applicazioni, agevolazioni e risparmi comonext 27/03/2014 ENERGY 4 YOU SRL La Storia Energy 4 You è una società fondata nel 2005 e attiva nella vendita di energia elettrica

Dettagli

Pompe di calore. Vantaggi, risparmi e tecnologie delle pompe di calore per uso domestico. In collaborazione con

Pompe di calore. Vantaggi, risparmi e tecnologie delle pompe di calore per uso domestico. In collaborazione con Pompe di calore Vantaggi, risparmi e tecnologie delle pompe di calore per uso domestico In collaborazione con Pompe di calore Le pompe di calore sono dispositivi che producono energia termica per il riscaldamento

Dettagli

I QUADERNI DEL FREDDO Materiale Didattico per il Conseguimento del Patentino per il Trattamento dei Gas Effetto Serra

I QUADERNI DEL FREDDO Materiale Didattico per il Conseguimento del Patentino per il Trattamento dei Gas Effetto Serra Materiale Didattico per il Conseguimento del Patentino per il Trattamento dei Gas Effetto Serra Parte 1 I Processi di Refrigerazione Chiariamo i concetti di base La refrigerazione è un aspetto particolare

Dettagli

X Figura 1. Ciclo termodinamico. >0 il calore assorbito e con Q 1 (3)

X Figura 1. Ciclo termodinamico. >0 il calore assorbito e con Q 1 (3) CICLI TERMODINAMICI Un ciclo termodinamico è un insieme di trasformazioni tali che lo stato iniziale del sistema coincide con lo stato finale. Un ciclo termodinamico è indivaduato nel diagramma XY generico

Dettagli

POMPE DI CALORE ARIA / ACQUA TERRA / ACQUA ACQUA / ACQUA

POMPE DI CALORE ARIA / ACQUA TERRA / ACQUA ACQUA / ACQUA POMPE DI CALORE ARIA / ACQUA TERRA / ACQUA ACQUA / ACQUA LE ENERGIE RINNOVABILI A NOSTRA DISPOSIZIONE Dato il forte aumento dei prezzi dell energia e il mutamento climatico in atto, il consumo di fonti

Dettagli

Vitocal 300-G, tipo BW 301.A21 - A45, BWS 301.A21 - A45. 3.1 Descrizione del prodotto. Vantaggi. Stato di fornitura tipo BW

Vitocal 300-G, tipo BW 301.A21 - A45, BWS 301.A21 - A45. 3.1 Descrizione del prodotto. Vantaggi. Stato di fornitura tipo BW Vitocal -G, tipo BW 1.A21 - A4, BWS 1.A21 - A4.1 Descrizione del prodotto Vantaggi A Regolazione digitale della pompa di calore in funzione delle condizioni climatiche esterne Vitotronic B Condensatore

Dettagli

9. TRASFORMAZIONI TERMODINAMICHE E CICLI REALI

9. TRASFORMAZIONI TERMODINAMICHE E CICLI REALI 9. TRASFORMAZIONI TERMODINAMICHE E CICLI REALI 9. Introduzione I processi termodinamici che vengono realizzati nella pratica devono consentire la realizzazione di uno scambio di energia termica o di energia

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata

Università di Roma Tor Vergata Università di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria Industriale Corso di: TERMOTECNICA 1 IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE Ing. G. Bovesecchi gianluigi.bovesecchi@gmail.com 06-7259-7127

Dettagli

Generatori di calore: le pompe di calore

Generatori di calore: le pompe di calore Generatori di calore: le pompe di calore Le macchine termiche Una macchina termica utilizza un fluido in un circuito chiuso per scambiare energia meccanica e termica con l ambiente esterno Il secondo principio

Dettagli

INDICE. Caratteristiche tecniche 1 Opzioni modulo idraulico 2 Versioni Accessorie 2 Accessori 3

INDICE. Caratteristiche tecniche 1 Opzioni modulo idraulico 2 Versioni Accessorie 2 Accessori 3 ALFA CF 4,9 65 kw Catalogo 202320A01 Emissione 09.03 Sostituisce 10.00 Refrigeratore d acqua ALFA CF Pompa di calore reversibile ALFA CF /HP Unità con serbatoio e pompa ALFA CF /ST Unità motocondensante

Dettagli

Impianti a pompa di calore

Impianti a pompa di calore UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA Impianti a pompa di calore Le pompe di calore Macchine termiche operatrici che trasferiscono calore da un mezzo a temperatura più bassa ad uno a temperatura superiore,

Dettagli

CONDIZIONATORE D ARIA PRIMARIA CAP 700-1000

CONDIZIONATORE D ARIA PRIMARIA CAP 700-1000 CONDIZIONATORE D ARIA PRIMARIA CAP 700-1000 1 Indice 1. Generalità 4 1.1 Descrizione della macchina e componenti principali 4 1.2 Descrizione del funzionamento 5 2. Caratteristiche tecniche 6 2.1 Caratteristiche

Dettagli

La climatizzazione a gas D estate e d inverno

La climatizzazione a gas D estate e d inverno La climatizzazione a gas D estate e d inverno Paolo Colaiemma paolo.colaiemma@maya-airconditioning.com E' possibile, con processi termodinamici efficienti, trasformare l'energia potenziale del gas naturale

Dettagli

GUIDA ALLE POMPE DI CALORE GEOTERMICHE

GUIDA ALLE POMPE DI CALORE GEOTERMICHE GUIDA ALLE POMPE DI CALORE GEOTERMICHE La presente guida intende dare alcune semplici, ma fondamentali, indicazioni a tutti quelli che per motivi economici ed ambientali intendono riscaldare la propria

Dettagli

il futuro è nelle tue mani GUIDA AL GEOTERMICO

il futuro è nelle tue mani GUIDA AL GEOTERMICO il futuro è nelle tue mani GUIDA AL GEOTERMICO soluzioni per l utilizzo evoluto dell energia NELLE ABITAZIONI E NEGLI AMBIENTI DI LAVORO Enel Green Power, attraverso la Rete in franchising Punto Enel Green

Dettagli

OTTIMIZZAZIONE NELL USO DELL ACQUA DI FALDA NELLE POMPE DI CALORE GEOTERMICHE

OTTIMIZZAZIONE NELL USO DELL ACQUA DI FALDA NELLE POMPE DI CALORE GEOTERMICHE AGROITTICA ACQUA & SOLE S.p.A. Sede Operativa Località Cassinazza di Baselica 27010 Giussago PAVIA Tel.: + 39 0382.922223 Email: mauro.alberti@neorurale.net OTTIMIZZAZIONE NELL USO DELL ACQUA DI FALDA

Dettagli

Facsimile. Libretto di impianto di CLIMATIZZAZIONE. OBBLIGATORIO per tutti gli impianti di climatizzazione INVERNALE ed ESTIVA

Facsimile. Libretto di impianto di CLIMATIZZAZIONE. OBBLIGATORIO per tutti gli impianti di climatizzazione INVERNALE ed ESTIVA Libretto di impianto di CLIMATIZZAZIONE OBBLIGATORIO per tutti gli impianti di climatizzazione INVERNALE ed ESTIVA Conforme all Allegato I (Art. 1) del DECRETO 10 febbraio 2014 "Modello di libretto di

Dettagli

MASTER DIVISION Verona 27 Marzo 2015

MASTER DIVISION Verona 27 Marzo 2015 MASTER DIVISION Verona 27 Marzo 2015 1 Il sistema radiante e la distribuzione La sorgente L acqua calda sanitaria i Il raffrescamento Il generatore di calore L accumulo 2 IL GENERATORE DI CALORE 4 bar,

Dettagli

WineCenter Caldaro una nuova soluzione energetica

WineCenter Caldaro una nuova soluzione energetica WineCenter Caldaro una nuova soluzione energetica Dott. Ing. Georg Felderer Via Negrelli Straße 13 39100 Bolzano / Bozen Tel.: 0471 054040 KLIMAHOUSE 07 Il WineCenter a Caldaro Il WineCenter a Caldaro

Dettagli

Pressione (bar) 0,5 0,7 0,8 1 1,3 1,6 2 2,4 2,9 3,5 4,2 4,9 5,7 6,7 7,7 8,9 10,2 11,6 13,2

Pressione (bar) 0,5 0,7 0,8 1 1,3 1,6 2 2,4 2,9 3,5 4,2 4,9 5,7 6,7 7,7 8,9 10,2 11,6 13,2 La pompa di calore Principio di funzionamento La pompa di calore è una macchina che permette di trasferire calore da una fonte a temperatura minore verso un ricettore a temperatura maggiore; questo processo

Dettagli

trattamento aria ecoclima D deu-climatizzatore DC deu-climatizzatore DCA

trattamento aria ecoclima D deu-climatizzatore DC deu-climatizzatore DCA IT trattamento aria D deu-climatizzatore DC deu-climatizzatore DCA trattamento aria ARIA! Benessere significa anche qualità dell aria: aria fresca, ricca di ossigeno, prelevata dall esterno, filtrata e

Dettagli

Progetto Risparmio Enegetico. Progetto Risparmio Enegetico

Progetto Risparmio Enegetico. Progetto Risparmio Enegetico Sommario 1.Tempi di riscaldamento 2.Tipologie 3.Installazione 4.Benefici 5.L irraggiamento 6.L Isolamento Termico 7.Dati Lo scopo principale del Pannello Solare Termico è quello di trasformare l energia

Dettagli

CAPITOLO 9 COGENERAZIONE

CAPITOLO 9 COGENERAZIONE CAITOLO 9 COGENERAZIONE 9.1. Introduzione er cogenerazione si intende la produzione combinata di elettricità e di calore, entrambi intesi come effetti utili. Essa trova ampio spazio sia in ambito civile

Dettagli

Giampiero Colli Anima/Coaer. Logo associazione nello schema

Giampiero Colli Anima/Coaer. Logo associazione nello schema Work shop tecnico: Edifici Impianti a pompa di calore per la climatizzazione annuale e la produzione di acqua calda sanitaria: soluzioni per edifici polifunzionali, residenziali, uffici. Giampiero Colli

Dettagli

L uso della pompa di calore negli interventi di efficienza energetica in edilizia. verso una progettazione in classe A

L uso della pompa di calore negli interventi di efficienza energetica in edilizia. verso una progettazione in classe A L uso della pompa di calore negli interventi di efficienza energetica in edilizia verso una progettazione in classe A Trasporto su strada EUROPA Entro 2020 Caldaie (funzione solo riscaldamento) Acqua calda

Dettagli

Aria. Aquanext. La più evoluta del mercato

Aria. Aquanext. La più evoluta del mercato Aria Aquanext La più evoluta del mercato La pompa di calore La pompa di calore è una macchina che permette di trasferire calore da una fonte a temperatura minore verso un ricettore a temperatura maggiore;

Dettagli

Impianti motori termici

Impianti motori termici Impianti motori termici Classificazione: impianto motore termico con turbina a vapore il fluido evolvente nell impianto è acqua in diversi stati di aggregazione impianto motore termico con turbina a gas

Dettagli

AQUA 2. pompe di calore aria-acqua per installazione splittata con compressore ad inverter NEW MODEL >>> POMPE DI CALORE.

AQUA 2. pompe di calore aria-acqua per installazione splittata con compressore ad inverter NEW MODEL >>> POMPE DI CALORE. ECO -FRIENDLY FRIGERANT G AQUA 2 pompe di calore aria-acqua per installazione splittata con compressore ad inverter NEW MODEL f i n a n z i a i a r >>> POMPE DI CALORE POMPE DI CALORE > I VANTAGGI DEL

Dettagli

SiStema Dry 200 Le a r tecnoclima e N e O G G LO Contrariamente alla tradizionale tecnologia del riscaldamento e del raffredda-

SiStema Dry 200 Le a r tecnoclima e N e O G G LO Contrariamente alla tradizionale tecnologia del riscaldamento e del raffredda- Sistema Dry TECNOCLIMA CATALOGO GENERALE STORIA DI UN SUCCESSO LA STORIA Situata nella provincia di Trento, la Tecnoclima S.p.a. nasce nel 1973 da Alfonso Vescovi, grande esperto di termoaeraulica, con

Dettagli

Condizionatore. Il condizionatore nella sua forma classica è formato da quattro parti fondamentali:

Condizionatore. Il condizionatore nella sua forma classica è formato da quattro parti fondamentali: Condizionatore Il condizionatore è una macchina in grado di produrre una differenza di temperatura (positiva o negativa) che viene ceduta a un fluido che messo in circolazione a sua volta cede questa differenza

Dettagli

BOILER ELETTRICO POMPA CALORE

BOILER ELETTRICO POMPA CALORE BOILER ELETTRICO POMPA CALORE Per lo scaldabagno tradizionale Ariston dice che serviranno 3 ore per scaldare 80 litri. Quindi, 1,2 kw x 3 ore = kwh 3,6 x circa 0,20 = euro 0,72 Con questo a pompa di calore

Dettagli

POMPE DI CALORE HIGH-TECH. Riscaldare e raffrescare con l energia dell ambiente

POMPE DI CALORE HIGH-TECH. Riscaldare e raffrescare con l energia dell ambiente POMPE DI CALORE HIGH-TECH Riscaldare e raffrescare con l energia dell ambiente IL LEADER TECNOLOGICO Qualità per chi cerca il meglio Qualità L impianto di riscaldamento è il cuore di un edificio: garantisce

Dettagli

Dossier Pompe di calore Progetto RES & RUE Dissemination

Dossier Pompe di calore Progetto RES & RUE Dissemination Dossier Pompe di calore Progetto RES & RUE Dissemination Realizzato da DOMOTECNICA A cura di: Ing. Giorgio Acerbi INDICE 1. LA POMPA DI CALORE... 5 2. CICLI FRIGORIFERI A COMPRESSIONE MECCANICA E AD ASSORBIMENTO...

Dettagli

Procedure di base finalizzate all efficienza energetica

Procedure di base finalizzate all efficienza energetica Energia del futuro: l efficienza nei sistemi energetici del territorio 17-18 maggio 2014 Hotel Splendid Baveno, via Sempione 12 Procedure di base finalizzate all efficienza energetica prof. Marco Carlo

Dettagli

IL BILANCIO ENERGETICO DELL EDIFICIO SECONDO SECONDO LE NORME UNI TS/ 11300 parte 3 e 4 Modulo III

IL BILANCIO ENERGETICO DELL EDIFICIO SECONDO SECONDO LE NORME UNI TS/ 11300 parte 3 e 4 Modulo III IL BILANCIO ENERGETICO DELL EDIFICIO SECONDO SECONDO LE NORME UNI TS/ 11300 parte 3 e 4 Modulo III UNI/TS 11300-3: determinazione del fabbisogno di energia primaria e dei rendimenti per la climatizzazione

Dettagli

Sistemi di climatizzazione estiva a basso consumo ed impatto ambientale

Sistemi di climatizzazione estiva a basso consumo ed impatto ambientale IL COMFORT ESTIVO A BASSO CONSUMO Sistemi di climatizzazione estiva a basso consumo ed impatto ambientale Giuliano Dall O Dipartimento BEST Politecnico di Milano Milano, 25 Maggio 2006 1 KYOTO E L INDUSTRIA

Dettagli

Come funziona una centrale a ciclo combinato? Aggiungere l immagine sotto e fare un mix dei due testi di spiegazione del funzionamento

Come funziona una centrale a ciclo combinato? Aggiungere l immagine sotto e fare un mix dei due testi di spiegazione del funzionamento LA TECNOLOGIA DEL CICLO COMBINATO A GAS NATURALE La maggiore quantità di energia elettrica generata da Edison è prodotta da 28 centrali termoelettriche. Edison sviluppa, progetta e costruisce interamente,

Dettagli

APPROFONDIMENTI SUGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

APPROFONDIMENTI SUGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO APPENDICE 2 APPROFONDIMENTI SUGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO ( a cura Ing. Emiliano Bronzino) CALCOLO DEI CARICHI TERMICI A titolo di esempio verrà presentato il calcolo automatico dei carichi termici

Dettagli

SOLAR COOLING SOLAR COOLING

SOLAR COOLING SOLAR COOLING SOLAR COOLING SOLAR COOLING Energia, esperienza e tecnologie di raffrescamento solare L INDIPENDENZA ENERGETICA CHE ARRIVA DAL SOLE Il sole da sempre è fonte inesauribile d energia, rispettosa dell ambiente,

Dettagli

INDICE CONDIZIONAMENTO INTRODUZIONE AI SISTEMI DI CLIMATIZZAZIONE SISTEMA DI CLIMATIZZAZIONE SISTEMA PER IL CONDIZIONAMENTO DOMESTICO

INDICE CONDIZIONAMENTO INTRODUZIONE AI SISTEMI DI CLIMATIZZAZIONE SISTEMA DI CLIMATIZZAZIONE SISTEMA PER IL CONDIZIONAMENTO DOMESTICO INDICE REFRIGERAZIONE CICLO DI REFRIGERAZIONE SISTEMI DI REFRIGERAZIONE DOMESTICA MOBILI FRIGORIFERI PER LA DISTRIBUZIONE DI ALIMENTI CELLE INDUSTRIALI PER LA REFRIGERAZIONE IMPIANTI FRIGORIFERI INDUSTRIALI

Dettagli

CORSO%DI%% FISICA%TECNICA%1% A.A.%201322014% Sezione%03c%

CORSO%DI%% FISICA%TECNICA%1% A.A.%201322014% Sezione%03c% 1 FISICA TECNICA 1 CORSO%DI%% FISICA%TECNICA%1% A.A.%201322014% Sezione%03c%!! Prof. Ing. Sergio Montelpare! Dipartimento INGEO! Università G. d Annunzio Chieti-Pescara" Termodinamica dell aria umida"

Dettagli

Libretti di impianto e Registri dell apparecchiatura

Libretti di impianto e Registri dell apparecchiatura Libretti di impianto e Registri dell apparecchiatura L Utente dovrà conservare: Libretto d impianto come da DECRETO 10 febbraio 2014 Modelli di libretto di impianto per la climatizzazione e di rapporto

Dettagli

I generatori di freddo. come trasformare l energia elettrica in calore, ma non

I generatori di freddo. come trasformare l energia elettrica in calore, ma non I generatori di freddo come trasformare l energia elettrica in calore, ma non solo La teoria: secondo principio della termodinamica Non esiste una macchina operante in modo ciclico il cui unico effetto

Dettagli

TECNOLOGIE DI ESSICCAZIONE

TECNOLOGIE DI ESSICCAZIONE TECNOLOGIE DI ESSICCAZIONE Il processo di essiccazione consiste nell eliminare progressivamente dal prodotto parte del contenuto di acqua iniziale, a mezzo della somministrazione di calore. Abbassare il

Dettagli

Modulo 10 Impianti per la cogenerazione di energia

Modulo 10 Impianti per la cogenerazione di energia Corso di Impianti Meccanici Laurea Triennale Modulo 10 Impianti per la cogenerazione di energia Prof. Ing. Cesare Saccani Prof. Ing. Augusto Bianchini Dott. Ing. Marco Pellegrini Dott. Ing. Michele Gambuti

Dettagli

Per saperne di piu sul condizionatore

Per saperne di piu sul condizionatore Per saperne di piu sul condizionatore LE BASI FISICHE IL CONDIZIONATORE FUNZIONAMENTO FILTRI DISIDRATATORI NORME D USO INTRODUZIONE LE BASI FISICHE APPLICATE AL CONDIZIONATORE LE LEGGI FISICHE E LA TERMINOLOGIA

Dettagli