Il sistema Kompogas. Dalla gestione dei rifiuti a quella delle risorse. Dealer Ufficiale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il sistema Kompogas. Dalla gestione dei rifiuti a quella delle risorse. Dealer Ufficiale"

Transcript

1 Il sistema Kompogas Dalla gestione dei rifiuti a quella delle risorse Dealer Ufficiale

2 Garanzia di efficienza e flessibilità al servizio dell ambiente: Axpo Kompogas

3 CESARO MAC IMPORT e Axpo Kompogas Partnership per l ambiente Da sempre Cesaro Mac Import è attenta all ambiente e da sempre offre soluzioni atte a proteggerlo agevolando le esigenze e le richieste di un mercato in continua evoluzione. Diminiuire gli impatti negativi sull ambiente e valorizzare le fonti rinnovabili sono oggi non solo un obbligo morale ma una reale necessità. L Europa promuove la produzione di energia alternativa ai combustibili fossili, l Italia incentiva la produzione di biogas per un energia da rifiuti senza CO2. Il settore dell energia è sempre alla ricerca di nuove soluzioni capaci di utilizzare al meglio le risorse che abbiamo a disposizione, evitando gli sprechi inutili e cercando di produrre piuttosto che consumare energia. E l ambiente che ce lo chiede e Cesaro Mac Import con Axpo Kompogas sono in grado di rispondere con una proposta tecnologica in linea con tali richieste. Ecco perché Cesaro Mac Import ha deciso di presentare ai propri clienti un nuovo prodotto efficace e all avanguardia. Dal 2010 Cesaro Mac Import è infatti il dealer ufficiale per l Italia dei digestori anaerobici Axpo Kompogas, un sistema di trattamento dei rifiuti innovativo capace di ottenere importanti quantità di biogas in modo semplice, dinamico e continuo. Il sistema di digestione anaerobica di Axpo Kompogas associa semplicità ad efficienza straordinaria. Cesaro Mac Import è perciò orgogliosa di presentare per la prima volta in Italia un prodotto innovativo, consolidato e in linea col futuro. Axpo Kompogas 3

4 IMPIANTO Axpo Kompogas Layout tipico - Componenti 1 conferimento 2 pre trattamento I rifiuti vengono introdotti in modo automatico nel digestore. Il processo è monitorato dal software di gestione e controllo. Viene eseguita una trito-vagliatura allo scopo di ridurre la pezzatura della matrice in ingresso ad un diametro inferiore a 60 mm cesaro mac import

5 3 digestione anaerobica Il cuore pulsante del sistema è il fermentatore dove, per opera di batteri anaerobi, avviene la digestione dei rifiuti e la produzione di biogas. 4 cogenerazione Il biogas in uscita dal fermentatore viene trasformato in energia elettrica e termica. 5 ispessimento Il digestato in uscita dal reattore subisce una pressatura meccanica per separare la fase solida da quella liquida. 6 post-trattamento: compostaggio Il materiale solido viene vantaggiosamente inviato alla sezione aerobica per la produzione di compost di qualità biofiltrazione L aria di processo, carica di composti odorigeni, viene avviata al sistema filtrante ove se ne realizza l abbattimento fino a contenuti di scarso rilievo percettivo. Axpo Kompogas 5

6 una tecnologia consolidata al servizio della biologia La digestione anaerobica è un processo naturale che si sviluppa spontaneamente in condizioni di assenza d aria; la dinamica e l efficienza della stessa possono essere incrementate da una tecnologia all avanguardia e dall ottimizzazione dei processi biologici. È questo il motivo per il quale Axpo Kompogas, grazie alle competenze di un team ad alta qualificazione professionale, ha creato e messo a punto un sistema consolidato caratterizzato da elevati indici di efficienza biologica e di affidabilità strutturale. Biologia del sistema Termofilia Si è scelto di preferire un regime di termofilia per la digestione anaerobica. I batteri termofili riescono infatti a produrre maggiori quantità di biogas rispetto ai batteri mesofili. In più la temperatura costante superiore a 55 C permette l igienizzazione del materiale prima della sua uscita, senza doverlo fare in seguito. Sistema a secco I digestori Axpo Kompogas appartengono alla classe dei fermentatori a secco. Sono ideali soprattutto in Italia dove i liquidi separati a valle della digestione, sono soggetti a normative restrittive e rigorose. In virtù dell elevato contenuto di sostanza secca, compreso tra 25% e 45%, la produzione di biogas è superiore. Sistema continuo Il processo si svolge senza condizioni di discontinuità dalla fase di alimentazione alla fase di estrazione del digestato. Ogni situazione di stasi del processo presupporrebbe la rigenerazione della catena trofica, bloccata dall interruzione. I cicli di carico, processo e scarico si ripetono in continuo garantendo un alta produttività di biogas dai batteri anaerobi. Allo stesso tempo il biogas fluisce continuamente ai motori senza la necessità di un apposito serbatoio di accumulo (gasometro). sistema isolato Per permettere ai batteri di vivere nelle migliori condizioni possibili e con esse, conseguire la massimizzazione della produzione di biogas, è necessario che le condizioni di anaerobiosi vengano mantenute tali: il reattore chiuso di Axpo Kompogas isola l ambiente esterno dal normale processo che avviene al suo interno. Non esistono portoni e non esistono aperture e chiusure necessarie a far funzionare il digestore. Interno del digestore Veduta frontale del digestore 6 cesaro mac import

7 Ingegneria del sistema Plug & Flow Assicura un tempo di ritenzione certo evitando cortocircuitazioni del materiale e conseguenti riduzioni di produttività. La tecnologia Plug & Flow, un brevetto Axpo Kompogas, genera una situazione di permanenza all interno del digestore che è predeterminata e costante, ottimizzando la produttività. Grazie ad un sistema di piping a valle del digestore e di una coclea a monte per l alimentazione, la matrice è obbligata a seguire un flusso unidirezionale verso l uscita, transitando in un tempo pari a quello di ritenzione. Inoculo a monte Una parte del substrato estratto viene ricircolata in testa al digestore con la preziosa funzione di inoculare le masse fresche appena introdotte. Questo ulteriore brevetto Axpo Kompogas permette di intensificare l attacco microbico, per effetto di una popolazione microbica più numerosa, e al contempo di sfruttare per un altro ciclo parte della materia in uscita ancora con energia residuale. Sistema continuo I digestori anaerobici Axpo Kompogas non necessitano di fermi per essere ricaricati di materiale fresco. Grazie a questo sistema continuo è possibile ottenere sempre la massima efficienza e le massime rese. Il tutto si traduce in maggiori quantità di materiale trattato e di biogas prodotto. Alimentazione automatica Non ci saranno mai momenti a ridotta produzione, come i giorni festivi, i week-end e la notte. Axpo Kompogas installa nei suoi impianti un sistema di alimentazione automatica che permette al digestore un alimentazione continua nell arco delle 24 ore. Agitatore unico ad asse orizzontale I digestori di Axpo Kompogas presentano al loro interno un agitatore orizzontale dotato di pale, in grado di mantenere miscelato il materiale al suo interno. Questa operazione eleva l efficienza e i rendimenti della digestione anaerobica Axpo Kompogas, in quanto favorisce il contatto tra batteri e substrato, omogeneizza le temperature, ottimizza il rilascio di biogas, rompe le eventuali croste superficiali ed evita la decantazione delle frazioni più pesanti. Software di gestione e controllo L intero processo viene monitorato in ciascuna sua fase in tempo reale per mezzo di un software evoluto e al contempo user friendly. I diversi parametri di processo vengono misurati e registrati in continuo, garantendo all operatore di intervenire con tempestività quando necessario. Software di controllo del digestore Veduta laterale del digestore Axpo Kompogas 7

8 Il processo biologico Le nuove tecnologie hanno permesso di industrializzare la produzione di biogas. La trasformazione dei substrati organici complessi in metano e anidiride carbonica avviene attraverso una catena trofica anaerobica. Ad essa partecipano gruppi metabolici distinti di microrganismi che si diversificano sia per la natura e le caratteristiche dei substrati che per i prodotti del loro metabolismo. Il processo biodegradativo si compone di 4 fasi che si susseguono temporalmente: idrolisi, acidogenesi, acetogenesi e metanogenesi. Grazie alla disposizione orizzontale del reattore e alla tecnologia Plug & Flow, i digestori anaerobici Axpo Kompogas sono in grado anche di creare una sorta di ordine spaziale, e non solo temporale, alla digestione dei rifiuti. Sebbene non scontato, sarà più facile perciò assistere alla prima delle 4 fasi (idrolisi) a monte del reattore e all ultima (metanogenesi) a valle. Questa pseudo distribuzione degli eventi nello spazio e nel tempo garantisce al materiale di essere trattato e sfruttato fino all ultimo, evitando sprechi ed ottimizzando la produzione di biogas. Grazie poi al ricircolo di una parte del materiale in uscita, i digestori Axpo Kompogas consentono ai microrganismi di continuare a degradare il materiale da cui è possibile estrarre ancora biogas. Un metodo questo per sfruttare al massimo il rifiuto. fase 1 fase 2 Idrolisi Durante questa fase i batteri idrolitici degradano i substrati organici complessi quali proteine, grassi e carboidrati in composti semplici, quali aminoacidi, acidi grassi e zuccheri semplici: è accompagnata da acidificazione del substrato. Acidogenesi Durante questa fase i batteri fermentativi degradano i composti dell idrolisi in acidi grassi volatili, per lo più a catena corta quali il propionato e il butirrato: viene inoltre prodotto ammonio come sottoprodotto della fermentazione degli aminoacidi. Durante il transito del materiale nel digestore e la sua degradazione, il biogas prodotto sale in superfi La matrice esausta viene invece scaricat 8 cesaro mac import

9 fase 3 fase 4 Acetogenesi Durante questa fase i batteri acetogeni portano alla formazione di acido acetico, acido formico, anidride carbonica e di idrogeno. Metanogenesi A partire dai prodotti dell acetogenesi, si ha la formazione di metano e anidride carbonica. In minor misura si ha la formazione di metano a partire dall acido formico. La produzione di metano CH4 rappresenta la conclusione della catena trofica anaerobica. cie e viene convogliato verso il cogeneratore per la sua trasformazione in calore e corrente elettrica. a verso l esterno dal sistema di piping. Axpo Kompogas 9

10 tipologie di rifiuto trattabile I digestori anaerobici Axpo Kompogas sono in grado di trattare diverse tipologie di rifiuto Organico da raccolta differenziata Organico da selezione meccanica del rifiuto indifferenziato Fanghi agroalimentari Sfalci e potature verdi Fanghi civili 10 cesaro mac import

11 Le fasi di pre trattamento e post trattamento Pre trattamenti Prima di entrare nel digestore il materiale viene condizionato per ottimizzarlo dal punto di vista fisico. Allo scopo, si possono seguire due procedimenti: trito-vagliatura (FORSU da raccolta differenziata) (RSU tal quale) separazione, sfibratura, omogeneizzazione (matrici da raccolta differenziata) Si vanno ad eliminare le plastiche e soprattutto si controlla la pezzatura del materiale in ingresso al digestore Fase altamente efficiente per l eliminazione di tutte le plastiche a monte del processo di digestione. Questa fase presenta notevoli vantaggi: si ottiene un compost più pulito. digestato Post trattamenti Il digestato prodotto dalla digestione anaerobica può seguire 2 diverse vie: 1 2 Ispessimento compostaggio FASE SOLIDA FASE LIQUIDA Compost di qualità 1. In presenza di un sistema di compostaggio 2. In assenza di un sistema di compostaggio Ricircolo e trattamento Axpo Kompogas 11

12 Una gestione semplice ed economica La gestione di un impianto di digestione anaerobica Axpo Kompogas risulta molto semplificata. Il modo in cui le diverse componenti sono state congeniate permette di ottimizzare molteplici aspetti gestionali: Ridotta presenza di personale Il digestore Axpo Kompogas è un reattore chiuso e sigillato il cui carico e scarico è automatico e controllato dal software di gestione e controllo. Non c è quindi bisogno di operatori che lo mantengano in esercizio. Nessun presidio Non è necessaria la presenza di personale a protezione dell impianto: la struttura del digestore e delle sue componenti salvaguardano l incolumità delle persone ed evitano danni all impianto. Automatismi Il sistema è stato progettato per funzionare autonomamente senza la necessità di personale da impegnare nei ripetitivi cicli di selezione, prelievo e carico dei materiali conferiti. La continuità di alimentazione nell arco delle 24 ore è resa possibile anche nei giorni festivi e nei week-end ed esonera dalla necessità di prevedere ampi spazi di stoccaggio. Non è necessaria la presenza costante di operatori nell impianto. Selettività Il processo della digestione anaerobica dei rifiuti ha bisogno di miscele calibrate sotto l aspetto merceologico ed analitico. Uno squilibrio qualitativo e quantitativo può non solo rallentare la produzione di biogas ma arrivare anche ad azzerarla. Attraverso dei sensori posti nell area di conferimento, il software è in grado di selezionare il rifiuto da caricare per mantenere il processo sempre ai massimi livelli. Controllo degli odori Il sistema chiuso e sigillato permette di controllare in modo efficace l emissione di odori, evitando la diffusione verso l esterno di sostanze odorigene. Questi sono i vantaggi che permettono ad un impianto di digestione anaerobica Axpo Kompogas di poter essere costruito anche in centri abitati ed in zone industriali. igienizzazione del materiale Grazie al sistema brevettato Plug & Flow e al tempo di ritenzione certo all interno del digestore, è garantita l igienizzazione del materiale in uscita. 12 cesaro mac import

13 Biogas: Energia Pulita commerciabile MODULARITÀ: Una soluzione su misura Il biogas in uscita dai digestori anaerobici Axpo Kompogas può essere utilizzato per diversi scopi: produzione di calore, di energia elettrica e, previo trattamento, anche di biofuel. Per ogni kilogrammo di metano trattato si possono produrre c.a. 1,5 L di biofuel. Questo significa che si possono ottenere ricavi importanti dal trattamento dei rifiuti con i digestori anaerobici Axpo Kompogas I digestori anaerobici Axpo Kompogas sono sistemi modulari in grado di adattarsi a qualsiasi realtà operativa: problemi di spazio e quantità di rifiuto da trattare non sono più un problema. Bastano 250 m 2 per trattare t/a. I digestori anaerobici Axpo Kompogas sono adatti sia alle piccole che alle grandi realtà. A fine digestione Metano CH % Anidride Carbonica CO % Acido Solfidrico H2S ppm NEW PF 1500 Modulo singolo fino a t/a Lunghezza 33,8 m Larghezza 8,5 m Volume m 3 trattamento ilf20 Modulo singolo t/a Lunghezza 32 m Larghezza 7.1 m Volume m 3 Biogas come carburante Metano CH % Anidride Carbonica CO % ilf40 Modulo doppio t/a Lunghezza 32 m Larghezza 14,5 m Volume m 3 ilf60 Modulo triplo t/a Lunghezza 32 m Larghezza 22,5 m Volume m 3 Axpo Kompogas 13

14 i vantaggi di scegliere Axpo Kompogas PROCESSO ECOLOGICO Rispecchia il ciclo naturale della materia organica. In più si svolge in un reattore chiuso evitando la dispersione dei composti gassosi e volatili all esterno. Sfrutta i batteri anaerobi termofili per la digestione. PROCESSO ENERGETICO Trasforma l energia contenuta nella materia organica in un energia facilmente recuperabile e valorizzabile: il biogas. PROCESSO a secco - DRY Permette la lavorazione di una matrice con contenuto solido tra il 25% ed il 45%. Inoltre riduce notevolmente le quantità di liquidi in gioco e quindi i costi di gestione per gli smaltimenti del digestato liquido. PROCESSO FLESSIBILE Con lo stesso hardware si adatta al trattamento di diverse matrici in ingresso sopportando senza problemi la presenza di sabbie, plastiche ed inerti. Oltre a matrici selezionate è possibile trattare anche l organico da rifiuto indifferenziato. PROCESSO TERMOFILO Avviene ad una temperatura minima di 55 C. Consente la completa igienizzazione del materiale trattato ed una elevata produzione di energia. PROCESSO CONTROLLATO E SICURO I parametri che più condizionano l efficienza dei processi biologici vengono monitorati in continuo in modo da garantire la stabilità dei processi. PROCESSO COLLAUDATO Tecnologia estremamente matura e collaudata in tutto il mondo che garantisce affidabilità e longevità. Un investimento intelligente dai risultati garantiti. un sistema integrato Rifiuti biologici Ossigeno energia + Compost di qualità energia Uno dei vantaggi più interessanti dei digestori Axpo Kompogas è la loro capacità di integrarsi ad un impianto di compostaggio e di ottimizzare così la produttività. I vantaggi economici che derivano dall applicazione delle recenti disposizioni in materia di produzione di energia rinnovabile e di benefici tecnici, e non solo, che scaturiscono dalla gestione di un rifiuto già stabilizzato, esaltano la logica del trattamento sinergico e complementare in anaerobiosi e aerobiosi, in rapida sucessione. Lo schema proposto si compone di due linee operative, che grazie alla più che decennale esperienza maturata in Italia e all estero in ciascuno di questi due settori, possono vantare performance molto elevate e, cosa di non poco conto, affidabilità e ripetibilità dei processi, all interno di un ottica sempre perseguita, di salvaguardia dell ambiente da impatti negativi. Il rifiuto viene sottoposto dapprima alla degradazione della frazione putrescibile e successivamente, la stabilizzazione aerobica del materiale residuo allo scopo di ottenere un prodotto finale adatto all uso agricolo. La combinazione è oltremodo efficacie quando esistono problemi di eliminazione di liquidi di processo. È possibile infatti eliminarne l esubero inviandoli direttamente al compostaggio dopo la processazione anaerobica. Inoltre la modularità e le misure compatte permettono ai digestori Axpo Kompogas di essere inseriti in un impianto già esistente. Due prodotti vincenti - la sezione anaerobica e quella aerobica - che si avvalgono di trattamenti e processi ampiamente collaudati. La progettazione, la disposizione dei vari elementi e la creazione di un layout, che risponda alle esigenze del cliente, saranno seguiti in modo attivo da Cesaro Mac Import. I nostri ingegneri, tecnici ed operatori sono professionisti in grado di seguirvi nelle fasi più importanti della realizzazione quali la progettazione dell impianto e le procedure di autorizzazione per la sua apertura. Inoltre vi seguiremo attivamente nelle diverse fasi della costruzione e dell avviamento, continuando il nostro impegno anche in seguito. Per Cesaro Mac Import l assistenza non è un optional ma un punto cardine su cui costruire un rapporto di fiducia e collaborazione col cliente. 14 cesaro mac import

15 più di 60 digestori nel mondo pf 1500 ilf 40 chavornay - orbe (Svizzera) Anno: 2012 Capacità (t/a): N digestori: 01 faedo - trento (Italia) Anno: 2012 Capacità (t/a): N digestori: 02 ilf 20 ilf 20 narni - terni (Italia) Anno: 2012 Capacità (t/a): N digestori: 01 novi ligure - alessandria (Italia) Anno: 2012 Capacità (t/a): N digestori: 01 Axpo Kompogas 15

16 Via delle Industrie Eraclea - Venezia - Tel Fax commerciale e ufficio tecnico Fax amministrazione Fax servizio ricambi Axpo Kompogas 11/2012 ver.3 (1.000)

La digestione anaerobica dei rifiuti organici e di altre biomasse

La digestione anaerobica dei rifiuti organici e di altre biomasse La digestione anaerobica dei rifiuti organici e di altre biomasse Nel corso degli ultimi dieci anni la digestione anaerobica si è diffusa in molti paesi europei, tra cui anche l Italia. Questi impianti

Dettagli

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti biogas a rifiuti 2/3 Gli impianti biogas a rifiuti La tecnologia Schmack Biogas per la digestione anaerobica della FORSU La raccolta differenziata delle

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

Cos'è e come funziona una discarica.

Cos'è e come funziona una discarica. Cos'è e come funziona una discarica. La discarica di rifiuti è un luogo dove vengono depositati in modo non differenziato i rifiuti solidi urbani e tutti i rifiuti provenienti dalle attività umane. La

Dettagli

Cenni sulla produzione di energia Con recupero di Biogas da digestione anaerobica

Cenni sulla produzione di energia Con recupero di Biogas da digestione anaerobica Cenni sulla produzione di energia Con recupero di Biogas da digestione anaerobica Marta Bazzoffi Mariachiara D Aniello GISMAP, Firenze Beglar Ingegneria srl, Firenze Glossario... 2 PREMESSA... 4 1. Parte

Dettagli

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER)

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Maurizio Gualtieri ENEA UTTS 0161-483370 Informazioni: eventienea_ispra@enea.it 14 maggio 2014 - ISPRA Sommario

Dettagli

Digestato da rifiuti e da matrici agricole

Digestato da rifiuti e da matrici agricole Ravenna 2012 Workshop I CIC Consorzio Italiano Compostatori Ravenna, 27 settembre 2012 Digestato da rifiuti e da matrici agricole Lorella ROSSI C.R.P.A. - Reggio Emilia, Comitato Tecnico CIC DIGESTIONE

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

VALORIZZAZIONE ENERGETICA

VALORIZZAZIONE ENERGETICA ministero delle politiche agricole alimentari e forestali VALORIZZAZIONE ENERGETICA del BIOGAS La produzione di biogas in Italia La digestione anaerobica Le biomasse per la produzione di biogas Il digestato:

Dettagli

TECnologie innovative per l up-grading del biogas TECGAS

TECnologie innovative per l up-grading del biogas TECGAS Proposta in risposta al bando del MATTM Finanziamento di progetti di ricerca finalizzati ad interventi di efficienza energetica e all utilizzo delle fonti di energia rinnovabile in aree urbane TECnologie

Dettagli

Dossier Energia dai rifiuti senza CO2: la gestione sostenibile degli scarti organici

Dossier Energia dai rifiuti senza CO2: la gestione sostenibile degli scarti organici Dossier Energia dai rifiuti senza CO2: la gestione sostenibile degli scarti organici Ridurre l'uso dei combustibili fossili e ridurre le emissioni di gas serra per far fronte al cambiamento climatico:

Dettagli

Impianti di depurazione delle acque reflue: Cicli di trattamento appropriati e criteri di dimensionamento. Dr. Ing. Luigi Petta ENVIS Srl

Impianti di depurazione delle acque reflue: Cicli di trattamento appropriati e criteri di dimensionamento. Dr. Ing. Luigi Petta ENVIS Srl Impianti di depurazione delle acque reflue: Cicli di trattamento appropriati e criteri di dimensionamento Dr. Ing. Luigi Petta ENVIS Srl Via Fanin,, 48 40127 Bologna Tel. 051 4200324 luigi.petta petta@envis.itit

Dettagli

Trattamenti Così il Crpa ne valuta l affidabilità

Trattamenti Così il Crpa ne valuta l affidabilità Le schede di valutazione di merito tecnico dell affidabilità delle tecnologie per il trattamento degli effluenti zootecnici in ambito aziendale e interaziendale Trattamenti Così il Crpa ne valuta l affidabilità

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

Ing. Raffaele Merola Engineering Environmental Technologies - Energy from biomass PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA SYNGAS DA BIOMASSA

Ing. Raffaele Merola Engineering Environmental Technologies - Energy from biomass PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA SYNGAS DA BIOMASSA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA SYNGAS DA BIOMASSA 1 PRESENTAZIONE GENERALE 1. GENERALITÀ La presente relazione è relativa alla realizzazione di un nuovo impianto di produzione di energia elettrica.

Dettagli

Il quadro normativo per gli impianti di biogas da effluenti zootecnici

Il quadro normativo per gli impianti di biogas da effluenti zootecnici CORSO: IL BIOGAS DA EFFLUENTI ZOOTECNICI Reggio Emilia, 15 Dicembre 2011 Il quadro normativo per gli impianti di biogas da effluenti zootecnici Lorella ROSSI Centro Ricerche Produzioni Animali - Reggio

Dettagli

2 Qual è il termine ultimo per passare alla misurazione netta? 3 Quali obblighi ha il produttore in relazione al passaggio alla misurazione netta?

2 Qual è il termine ultimo per passare alla misurazione netta? 3 Quali obblighi ha il produttore in relazione al passaggio alla misurazione netta? Pagina 1 di 7 FAQ passaggio dalla misurazione lorda a quella netta Con la revisione dell Ordinanza sull energia (OEn) e la sua entrata in vigore con effetto al 1 gennaio 2010 è stata introdotta, nell ambito

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE?

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE? RISORSE ENERGETICHE ENERGIA 2 AREA 9 FONTI DI ENERGIA E INDISPENSABILE ALLA VITA SULLA TERRA ELEMENTO INDISPENSABILE PER SVILUPPO SOCIALE ED ECONOMICO FINO AD ORA: CONTINUO INCREMENTO DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO IL SUGHERO CHE COS È Il sughero è un prodotto naturale che si ricava dall estrazione della corteccia della Quercus suber L, la quercia da sughero. Questa pianta è una sempreverde, longeva, che cresce nelle

Dettagli

IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI

IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI di Gaetano Cacciola 1 Secondo il World Energy Outlook (WEO) 2007, dell Agenzia Internazionale dell Energia, l aumento dei consumi

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Marco Glisoni Maria Lisa Procopio Incontro formativo Progetto APE settembre 2014 Il Piano d Azione Nazionale per il GPP Piano d azione per la

Dettagli

PCB NEI MOLLUSCHI BIVALVI

PCB NEI MOLLUSCHI BIVALVI PCB NEI MOLLUSCHI BIVALVI I. SCARONI, G. CASTELLARI, D. PANNIELLO, A. SANTOLINI, D. FOSCOLI, E. RONCARATI, P. CASALI ARPA EMILIA-ROMAGNA SEZ. RAVENNA Il destino e gli effetti dei PCB nell ambiente sono

Dettagli

Provincia di Pavia Divisione Territorio Settore Tutela Ambientale U.O. Rifiuti. Tutto sul Compost. Dalla raccolta differenziata all utilizzo

Provincia di Pavia Divisione Territorio Settore Tutela Ambientale U.O. Rifiuti. Tutto sul Compost. Dalla raccolta differenziata all utilizzo Provincia di Pavia Divisione Territorio Settore Tutela Ambientale U.O. Rifiuti Tutto sul Compost Dalla raccolta differenziata all utilizzo Provincia di Pavia Divisione Territorio Settore Tutela Ambientale

Dettagli

POSSIBILITA DI SVILUPPO DELLA FILIERA BIOGAS - BIOMETANO IN TRENTINO

POSSIBILITA DI SVILUPPO DELLA FILIERA BIOGAS - BIOMETANO IN TRENTINO POSSIBILITA DI SVILUPPO DELLA FILIERA BIOGAS - BIOMETANO IN TRENTINO Seminario di promozione del biometano in Veneto Veneto Agricoltura, Corte Benedettina Legnaro (PD), 23 ottobre 2013 Silvia Silvestri

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

La movimentazione dei materiali (material handling)

La movimentazione dei materiali (material handling) La movimentazione dei materiali (material handling) Movimentazione e stoccaggio 1 Obiettivo generale La movimentazione e stoccaggio dei materiali (material handling MH) ha lo scopo di rendere disponibile,

Dettagli

Alimentazione Così si può migliorare l efficienza alimentare

Alimentazione Così si può migliorare l efficienza alimentare Ancora dal convegno di Copenaghen. Questo parametro, nell allevamento delle bovine da latte, può crescere. E non solo perfezionando il razionamento. Ma anche intervenendo su diversi altri fattori, come

Dettagli

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale I Leader nella Tecnologia dell'agitazione Agitatori ad Entrata Laterale Soluzione completa per Agitatori Laterali Lightnin e' leader mondiale nel campo dell'agitazione. Plenty e' il leader di mercato per

Dettagli

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP LABORATORI INDUSTRIA COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI HP SERVIZIO CLIENTI CSM Maxi la Gamma MAXI HP Una soluzione per ogni esigenza Versione su Basamento Particolarmente indicato per installazioni

Dettagli

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Beneficiari Riferimenti normativi Finalità dello strumento Regime transitorio Impianti, alimentati da fonti rinnovabili diverse da quella

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

Recuperare energia dai

Recuperare energia dai Recuperare energia dai rifiuti del tabacco Riduzione dell impatto ambientale e sanitario delle cicche di sigaretta e produzione di energia mediante pirogassificazione Raffaella Uccelli- Ricercatore ENEA

Dettagli

Progetto macchina con tetto fotovoltaico

Progetto macchina con tetto fotovoltaico ITIS A.PACINOTTI Via Montaione 15 Progetto macchina con tetto fotovoltaico Classe 2 C Informatica Docente referente: Prof.ssa Leccesi Progetto: Educarsi al futuro Premessa Motivazione per la partecipazione

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994

La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994 La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994 Ing. Gennaro Augurio Direttore Operativo ITAGAS AMBIENTE Via R. Paolucci, 3 Pescara gennaro.augurio@itagasambiente.it GSM 347-99.10.915

Dettagli

istockphotos 21% Risparmio

istockphotos 21% Risparmio - La Nuova I s olazione istockphotos 21% Risparmio di Energia - La Nuova I s olazione La Nuova IsoLazIoNe L isolazione non è un componente qualunque: Materiali di qualità sono fondamentali per ridurre

Dettagli

Dal kw risorse per la competitività

Dal kw risorse per la competitività Dal kw risorse per la competitività Soluzioni di efficienza e ottimizzazione energetica dalla PMI alla grande impresa Salvatore Pinto AD Presidente Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Da fornitore a partner

Dettagli

DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE DI SVILUPPO DELL ATTREZZATURA PROTOTIPO PER LA CONCENTRAZIONE DI BIOMASSA MICROBICA DA ESTRATTO DI CASTAGNA

DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE DI SVILUPPO DELL ATTREZZATURA PROTOTIPO PER LA CONCENTRAZIONE DI BIOMASSA MICROBICA DA ESTRATTO DI CASTAGNA DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE DI SVILUPPO DELL ATTREZZATURA PROTOTIPO PER LA CONCENTRAZIONE DI BIOMASSA MICROBICA DA ESTRATTO DI CASTAGNA Premesso che nell ambito del progetto Castagna di Montella:

Dettagli

Costi di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili

Costi di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili Costi di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili Rapporto commissionato da AEEG al Politecnico di Milano - Dipartimento di Energia DICEMBRE 2010 Hanno collaborato alla realizzazione del rapporto:

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE 14 luglio 2008, n. 12. Regolamento per la realizzazione degli impianti di produzione di energia alimentata a biomasse.

REGOLAMENTO REGIONALE 14 luglio 2008, n. 12. Regolamento per la realizzazione degli impianti di produzione di energia alimentata a biomasse. 13464 PARTE PRIMA Leggi e regolamenti regionali REGOLAMENTO REGIONALE 14 luglio 2008, n. 12 Regolamento per la realizzazione degli impianti di produzione di energia alimentata a biomasse. IL PRESIDENTE

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Cuscinetti SKF con Solid Oil

Cuscinetti SKF con Solid Oil Cuscinetti SKF con Solid Oil La terza alternativa per la lubrificazione The Power of Knowledge Engineering Cuscinetti SKF con Solid Oil la terza alternativa di lubrificazione Esistono tre metodi per erogare

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli

USI ENERGETICI DELL IDROGENO E DELL IDROMETANO: L ESPERIENZA DEL GRUPPO SOL

USI ENERGETICI DELL IDROGENO E DELL IDROMETANO: L ESPERIENZA DEL GRUPPO SOL USI ENERGETICI DELL IDROGENO E DELL IDROMETANO: L ESPERIENZA DEL GRUPPO SOL Ing. Maurizio Rea (Gruppo SOL) ECOMONDO - Sessione Tecnologie di Produzione Rimini, 3 Novembre 2010 IL GRUPPO SOL Profilo aziendale

Dettagli

ADVANCE Easy Moving. Il pellet diventa facile! Il primo SISTEMA COMPLETO per l alimentazione di caldaie a combustibile derivato da biomasse

ADVANCE Easy Moving. Il pellet diventa facile! Il primo SISTEMA COMPLETO per l alimentazione di caldaie a combustibile derivato da biomasse ADVANCE Easy Moving www.advanceeasymoving.com Il pellet diventa facile! Caldaia sempre alimentata... senza pensarci! Il primo SISTEMA COMPLETO per l alimentazione di caldaie a combustibile derivato da

Dettagli

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante trasporto pesante Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante www.brembo.com trasporto pesante L i m p i a n t o f r e n a n t e d i u n v e i c ol o pesante per trasporto d i m e r

Dettagli

Gli impianti di depurazione. I sistemi impermeabilizzanti MasterSeal chimico resistenti

Gli impianti di depurazione. I sistemi impermeabilizzanti MasterSeal chimico resistenti I sistemi impermeabilizzanti MasterSeal chimico resistenti from Master Builders Solutions I sistemi impermeabilizzanti MasterSeal chimico resistenti Indice : schema generale Tipo e grado di aggressione

Dettagli

La L a c c o o m mb b u u st s i t o i n o ne ne 1

La L a c c o o m mb b u u st s i t o i n o ne ne 1 1 La sostanza combustibile può essere: Solida Liquida o Gassosa. I combustibili utilizzati negli impianti di riscaldamento sono quelli visti precedentemente cioè: Biomasse Oli Combustibili di vario tipo

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/01/09 Denominazione commerciale: SILIFIM ROSSO ALTE TEMPERATURE

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/01/09 Denominazione commerciale: SILIFIM ROSSO ALTE TEMPERATURE Pagina: 1/ 5 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Denominazione commerciale: SILIFIM ALTE TEMPERATURE Articolo numero: art.01004/01004a Utilizzazione della Sostanza / del

Dettagli

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento Che cos è il compost Il compost è il terriccio (humus) che si forma dai rifiuti organici (erba, foglie, avanzi di frutta e verdura, ecc) grazie all azione del sole, dell aria e dei microrganismi presenti

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second life" Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di second life Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191 Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second

Dettagli

Solo il meglio sotto ogni profilo!

Solo il meglio sotto ogni profilo! Solo il meglio sotto ogni profilo! Perfetto isolamento termico per finestre in alluminio, porte e facciate continue Approfittate degli esperti delle materie plastiche Voi siete specialisti nella produzione

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

Trattamenti delle acque di scarico per piccole comunità Pretrattamento di acque reflue domestiche: FOSSE SETTICHE O FOSSE IMHOFF?

Trattamenti delle acque di scarico per piccole comunità Pretrattamento di acque reflue domestiche: FOSSE SETTICHE O FOSSE IMHOFF? Seminario tecnico Monitoraggio degli scarichi civili non in pubblica fognatura: Protocollo di intesa per la realizzazione di trattamenti individuali di depurazione delle acque reflue domestiche Trattamenti

Dettagli

Metodologie per la misura, il campionamento delle emissioni di ossidi di azoto prodotte dagli impianti termici civili.

Metodologie per la misura, il campionamento delle emissioni di ossidi di azoto prodotte dagli impianti termici civili. REGIONE PIEMONTE BU12 20/03/2014 Codice DB1013 D.D. 12 marzo 2014, n. 52 Metodologie per la misura, il campionamento delle emissioni di ossidi di azoto prodotte dagli impianti termici civili. Con D.C.R.

Dettagli

Elettrificatori per recinti

Elettrificatori per recinti Elettrificatori per recinti 721 Cod. R315527 Elettri catore multifunzione PASTORELLO SUPER PRO 10.000 Articolo professionale, dotato di rotoregolatore a 3 posizioni per 3 diverse elettroscariche. Può funzionare

Dettagli

La stazione di rifornimento. M. Rea (SOL S.p.A.)

La stazione di rifornimento. M. Rea (SOL S.p.A.) La stazione di rifornimento M. Rea (SOL S.p.A.) Chi è SOL Il Gruppo SOL Fondata nel 1927, SOL è una multinazionale italiana presente in 23 paesi con oltre 2.500 dipendenti. SOL è focalizzata in due aree

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI

1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI 1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI L analisi dettagliata del rapporto tra importazione ed esportazione di rifiuti speciali in Veneto è utile per comprendere quali tipologie di rifiuti non

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA Strength. Strength. Performance. Performance. Passion. Passion. Panoramica su Holcim Holcim (Svizzera) SA Un Gruppo globale con radici svizzere Innovativi verso il secondo secolo Innovazione, sostenibilità

Dettagli

Magnifici focolari. Il tutto, ovviamente, contrassegnato dal marchio Svanen, per una scelta consapevole a favore dell ambiente.

Magnifici focolari. Il tutto, ovviamente, contrassegnato dal marchio Svanen, per una scelta consapevole a favore dell ambiente. Handöl 26 Magnifici focolari Handöl 26T e Handöl 26K sono le prime stufe di grandi dimensioni della serie Handöl 20. Un magnifico focolare di produzione svedese per tutti coloro che sono alla ricerca di

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Agosto 2013 Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Dr. Richard A. Bailey, Poultry Health Scientist Sommario Introduzione Flora Intestinale Mantenere in equilibrio la salute intestinale Conclusioni

Dettagli

AUTO STORICHE E INQUINAMENTO Considerazioni su energia e inquinamento nei centri urbani

AUTO STORICHE E INQUINAMENTO Considerazioni su energia e inquinamento nei centri urbani AUTO STORICHE E INQUINAMENTO Considerazioni su energia e inquinamento nei centri urbani relazione del professor Alberto Mirandola direttore del Dipartimento di Ingegneria Meccanica all Università degli

Dettagli

Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili

Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili Vademecum operativo Con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale della legge 11 agosto 2014, n. 116 che converte il Dl 91/2014,

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

Riferimenti Normativi. D. Lgs. 152/06 (Testo Unico) Delib. Int. 04/02/1977 Leggi e Regolamenti locali D.M. 185/03 (riutilizzo acq.

Riferimenti Normativi. D. Lgs. 152/06 (Testo Unico) Delib. Int. 04/02/1977 Leggi e Regolamenti locali D.M. 185/03 (riutilizzo acq. Riferimenti Normativi - D. Lgs. 152/06 (Testo Unico) Delib. Int. 04/02/1977 Leggi e Regolamenti locali D.M. 185/03 (riutilizzo acq. reflue) Acque reflue domestiche: acque reflue provenienti da insediamenti

Dettagli

Costruzioni in legno: nuove prospettive

Costruzioni in legno: nuove prospettive Costruzioni in legno: nuove prospettive STRUZION Il legno come materiale da costruzione: origini e declino Il legno, grazie alla sua diffusione e alle sue proprietà, ha rappresentato per millenni il materiale

Dettagli

Proposta di un set di indicatori per valutare i risultati del PAN

Proposta di un set di indicatori per valutare i risultati del PAN Proposta di un set di indicatori per valutare i risultati del PAN Alessandra Galosi - Stefano Lucci Luca Segazzi ISPRA Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale 1.Premessa 2. L attività

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA Scheda 6 «Agricoltura e Agroenergie» ALTRE MODALITA GREEN JOBS Formazione e Orientamento LA COMPONENTE TERMICA DELL ENERGIA Dopo avere esaminato con quali biomasse si può produrre energia rinnovabile è

Dettagli

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE In questo congelatore possono essere conservati alimenti già congelati ed essere congelati alimenti freschi. Messa in funzione del congelatore Non occorre impostare la

Dettagli

Il gelato artigianale proprio come lo vuoi tu. E tanto altro ancora...

Il gelato artigianale proprio come lo vuoi tu. E tanto altro ancora... Impianti Carpigiani per Artigianale a Norme HACCP Tutte le macchine Carpigiani sono progettate e realizzate per rispettare appieno le norme internazionali di sicurezza ed igiene. Il Gelatiere professionista

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

IMPIANTI DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE

IMPIANTI DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE Scuola Protezione Civile Ernesto Calcara Corso di Gestione Integrata dei Rifiuti Solidi ottobre-novembre 2008 IMPIANTI DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE Prof. Ing.. Maria Laura MASTELLONE Docente di Impianti

Dettagli

Aria pulita. per una. Il nostro programma di aeratori a parete: elevate prestazioni e flessibilità di aerazione per un microclima abitativo sano.

Aria pulita. per una. Il nostro programma di aeratori a parete: elevate prestazioni e flessibilità di aerazione per un microclima abitativo sano. Aria pulita per una cas sana. Il nostro programma di aeratori a parete: elevate prestazioni e flessibilità di aerazione per un microclima abitativo sano. FERRAMENTA PER FINESTRE SERRATURE DI SICUREZZA

Dettagli

Le applicazioni della Dome Valve originale

Le applicazioni della Dome Valve originale Le applicazioni della Dome Valve originale Valvole d intercettazione per i sistemi di trasporto pneumatico e di trattamento dei prodotti solidi Il Gruppo Schenck Process Tuo partner nel mondo Il Gruppo

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA Unita' di climatizzazione autonoma con recupero calore passivo efficienza di recupero > 50% e recupero di calore attivo riscaldamento, raffrescamento e ricambio aria

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Gestione delle vasche di prima pioggia: sistemi di pulizia e automazione. Andrea Mariani

Gestione delle vasche di prima pioggia: sistemi di pulizia e automazione. Andrea Mariani Gestione delle vasche di prima pioggia: sistemi di pulizia e automazione Andrea Mariani Pulizia delle vasche volano e di prima pioggia LE ACQUE PIOVANE: Contengono SEDIMENTI - DEPOSITI in vasca; - Riduzione

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata

Università di Roma Tor Vergata Università di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria Industriale Corso di: TERMOTECNICA 1 IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE Ing. G. Bovesecchi gianluigi.bovesecchi@gmail.com 06-7259-7127

Dettagli

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project: serramenti in alluminio ad alte prestazioni Ricche dotazioni tecnologiche e funzionali Eccezionale isolamento termico Massima espressione

Dettagli